Regolamento Interno Movimento 5 Stelle Ponsacco

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Regolamento Interno Movimento 5 Stelle Ponsacco"

Transcript

1 Pag. 1 PREMESSA Il MoVimento 5 Stelle Ponsacco (M5S Ponsacco) è una libera associazione di cittadini. Si ispira ai principi di onestà, legalità, etica, competenza e trasparenza, impegnandosi per favorire un cambiamento della politica e della pubblica amministrazione, per garantire che essa operi in maniera intelligente e lungimirante per la tutela dei beni comuni. Il M5S Ponsacco non ha e non vuole avere organismi direttivi o rappresentativi, riconoscendo alla totalità dei cittadini attivisti, il ruolo di governo ed indirizzo normalmente attribuito a pochi. Il non è un partito politico ne si intende che lo diventi in futuro; non effettua apparentamenti con partiti politici (o liste civiche) e rifiuta ogni forma di finanziamento pubblico, basandosi sull autofinanziamento e sui contributi volontari. Promuove e appoggia i punti individuati nel programma Nazionale del MoVimento 5 Stelle, trasferendoli/adeguandoli alle esigenze del territorio del comune sul quale vuole operare: Ponsacco. Ogni proposta o presa di posizione del M5S Ponsacco viene trasmessa esclusivamente tramite i seguenti canali e a seguito di autorizzazione dell assemblea, nelle modalità specificate nel presente regolamento: ufficiale: Blog: Portavoce Possono aderire al M5S Ponsacco tutti i cittadini italiani maggiorenni che non facciano parte, all atto della richiesta di adesione, di partiti politici o associazioni aventi oggetto o finalità in contrasto con quelli del Movimento stesso e riportati nel regolamento nazionale (Non Statuto del M5S, ndr) Sono altresì requisiti fondamentali ed imprescindibili per far parte del gruppo M5S Ponsacco e diventare quindi Attivisti 5 Stelle, i seguenti: Iscrizione al Blog Nazionale MoVimento5stelle.it con inserimento, e certificazione da parte dello Staff Nazionale, di un proprio documento d identità Conoscenza e rispetto dei principi del M5S Rispetto delle Regole di Comportamento del presente Regolamento Interno Partecipazione agli appuntamenti del gruppo ed impegno attivo nelle attività prefissate Iscrizione e partecipazione attiva al Forum Pubblico 5stelleponsacco.forumfree.it (di seguito Forum ) REGOLE INTERNE DI COMPORTAMENTO Gli Attivisti devono tenere comportamenti corretti e rispettosi verso tutti gli altri membri del gruppo e verso gli eventuali Ospiti. Sono da considerarsi Ospiti tutti coloro che a qualsiasi titolo siano presenti alle riunioni pubbliche o private del M5S Ponsacco. Gli ospiti dovranno tenere lo stesso comportamento nei confronti degli attivisti. I rapporti fra gli Attivisti del M5S Ponsacco, devono essere dettati da reciproca fiducia e riconoscimento della buona fede, sia durante gli incontri che in mailing list/web. Gli attivisti del M5S Ponsacco sono rigorosamente tenuti a: usare un linguaggio civile tenere un comportamento tale da non arrecare nessun genere di danno al M5S Ponsacco rispettare i pareri altrui rivolgersi agli altri in maniera educata ascoltare gli altri non interrompere chi sta parlando impegnarsi a collaborare non tiranneggiare sugli altri essere disponibile al compromesso astenersi dai pettegolezzi evitare che problemi e/o relazioni interpersonali influiscano negativamente sul gruppo. Può essere richiamato e/o espulso chiunque violerà il presente Regolamento o che intraprenderà azioni, fisiche e verbali, a danno, fisico e/o morale, del singolo Attivista, dell Ospite o che comunque svolga attività o abbia comportamenti incompatibili con l'appartenenza al MoVimento. La mozione di richiamo e/o la mozione di esclusione di un membro necessita della sottoscrizione di almeno 1/3 degli Attivisti e va presentata all Assemblea Generale, che la discuterà nel corso di un incontro a porte chiuse, appositamente programmato, durante il quale il proponente la mozione ne esporrà pubblicamente le motivazioni. Al trasgressore sarà concesso diritto di replica prima della votazione dalla quale sarà escluso, come anche il propositore della mozione.

2 Pag. 2 ORGANIZZAZIONE Assemblea Generale A cadenza settimanale e più precisamente il lunedì di ogni settimana, eccetto che per diversa disposizione della maggioranza degli Attivisti del gruppo M5S Ponsacco, gli stessi si riuniranno in Assemblea Generale (Attivisti + Ospiti) L assemblea Generale rappresenta l unico organo con poteri decisionali. Sono inoltre previste altre tipologie di incontri: Assemblea Eccezionale (Attivisti + eventuali Invitati. Eccezionalmente svolta a porte chiuse nel caso di particolari argomenti e mozioni). Gruppi di lavoro Meeting e conferenze Eventi vari (raccolta fondi, Volantinaggio, Banchetti informativi, etc.) Ogni assemblea prevede un Ordine del Giorno (di seguito Odg) che specifica quali saranno gli argomenti discussi e in che sequenza verranno affrontati; è stilato dal Moderatore in base ai suggerimenti inviati dagli Attivisti tramite l apposita sezione del Forum Interno del M5S Ponsacco. I punti non risolti dell'odg saranno riproposti nell Odg dell Assemblea successiva e saranno discussi con priorità. Le regole per il corretto svolgimento dell assemblea sono: a) Si prenota l intervento al moderatore e si attende che lo stesso dia la parola b) Chi interviene si presenta con nome, cognome e luogo di provenienza. Questo deve avvenire anche nelle o nel Forum c) Intervenire in maniera propositiva, essenziale e chiara in relazione all argomento in discussione d) La durata degli altri interventi è limitata a 2 minuti per ogni partecipante. e) Chi interviene come relatore (comunque programmato nell Odg) ha un massimo di 15 minuti per l esposizione dell argomento. Al fine di consentire a tutti i partecipanti di poter intervenire si raccomanda una quantità moderata di interventi per ciascun attivista. Decisioni/Votazioni su Forum Interno Il Forum Interno è quella parte del forum (http://5stelleponsacco.forumfree.it) riservata agli Attivisti e non è consultabile agli altri utenti. È lo strumento di dialogo costante tra gli Attivisti. Ha la funzione di: Scambio di informazioni operative e organizzative; Suggerimenti per gli Odg delle Assemblee settimanali; Discussione e votazione (*) a maggioranza degli articoli da pubblicare sul Blog. L'assemblea è l unico organo decisionale del M5S Ponsacco. Si riunisce con lo scopo e di sottoporre agli Attivisti la decisione di una determinata questione che interessa tutto il gruppo e/o obblighi tutti i membri ad un determinato comportamento. Nelle assemblee del M5S viene pertanto adottato il principio maggioritario ( ( * ) 50%+1 dei presenti aventi diritto al voto). La votazione avviene per voto palese. Attivisti e Simpatizzanti Lo è ogni componente del che rispetta i requisiti fondamentali ed imprescindibili sopra descritti e fornisce il proprio impegno a supporto delle attività ed iniziative del gruppo. Gli ospiti che abbiano partecipato ad almeno n 6 Assemblee, anche non consecutive, nell arco di n 2 mesi consecutivi, potranno, previa esibizione della documentazione relativa all iscrizione al Blog Nazionale con inserimento, e certificazione da parte dello Staff Nazionale, di un proprio documento d identità, fare richiesta di divenire attivisti. Fino a quel momento saranno considerati simpatizzanti e potranno presentare progetti, idee, proposte, critiche, suggerimenti, seguire e partecipare alle discussioni del gruppo ma NON POTRANNO VOTARE LE MOZIONI. Inoltre, non riceveranno le credenziali d accesso all area riservata del Forum Interno fintanto ma saranno, comunque, sempre aggiornati sulle iniziative che il M5S Ponsacco proporrà tramite il Forum Pubblico.

3 Pag. 3 Chiunque non si presentasse per 3 riunioni consecutive senza nessuna comunicazione all' oppure per telefono a uno dei responsabili, sarà automaticamente espulso da tutte le attività del M5S Ponsacco. INCARICHI Tutti gli incarichi di seguito descritti saranno affidati dall Assemblea a chi, tra gli Attivisti residenti nel comune di Ponsacco, si sia offerto spontaneamente. L incaricato, salvo dove diversamente indicato, rimane in carica 6 mesi e/o fino alla presentazione di dimissioni( da presentarsi 20gg prima, tempo utile per formare il nuovo responsabile), e/o fino a quando non ne venga richiesta la sostituzione secondo mozione presentata all assemblea. E auspicabile che chiunque tra gli Attivisti, in possesso delle necessarie caratteristiche, partecipi e fornisca il proprio supporto ai sopra descritti profili coadiuvando lo svolgimento delle loro attività. Portavoce/Addetto Stampa Il portavoce del M5S ha il compito di rispondere alla mail ufficiale del M5S Ponsacco e quindi di inviare comunicati all esterno a nome del M5S Ponsacco. Sarà eletto dall'assemblea a maggioranza e avrà il compito di relazionarsi con i media o con altri enti o amministrazioni attraverso la mail ufficiale o di persona, esclusivamente su approvazione preventiva, tramite forum interno o da parte dell assemblea. In casi eccezionali avrà potere decisionale indipendente anche se il suo operato sarà valutato successivamente dall'assemblea a cui relazionerà le motivazioni del suo operato. E tenuto a rispondere alle richieste/domande in merito alle posizioni ufficiali del M5S Ponsacco, provenienti dagli utenti esterni attraverso il forum, il Blog e i Social Networks, su indicazione del relativo responsabile. Responsabile Web: Gestisce i Social Networks (Facebook e Twitter, salvo se altri decisi dall assemblea). Lavora a stretto contatto ed in coordinazione con il Responsabile Blog ed il Responsabile Forum. Ha l obbligo di rendere disponibili le credenziali di accesso dei vari Social Networks e della ufficiale ai Responsabili Web, Blog, Forum e al Portavoce. Indirizza verso il Portavoce tutte le richieste/domande in merito alle posizioni ufficiali del M5S Ponsacco, provenienti da utenti esterni. Responsabile Forum Gestisce il Forum Pubblico e la rubrica dei relativi iscritti. Lavora a stretto contatto ed in coordinazione con il Responsabile Web ed il Responsabile Blog. Ha l obbligo di rendere disponibili le credenziali di accesso al forum ai Responsabili Web, Blog e al Portavoce. Indirizza verso il Portavoce tutte le richieste/domande in merito alle posizioni ufficiali del M5S Ponsacco, provenienti da utenti esterni. Responsabile Blog Coincide con l'intestatario del Blog. Lavora a stretto contatto ed in coordinazione con il Responsabile Web ed il Responsabile Forum. Indirizza verso il Portavoce tutte le richieste/domande in merito alle posizioni ufficiali del M5S Ponsacco, provenienti da utenti esterni. L' intestatario legale del Dominio (ponsacco5stelle.it) in caso di dimissioni o allontanamento anticipato dal M5S Ponsacco (preavviso di 20gg, tempo necessario per formare il nuovo intestatario) ha l obbligo di passare l intestazione ad altro attivista designato con voto di maggioranza. Le credenziali di accesso del blog dovranno in ogni caso essere a disposizione dei responsabili Web, Forum e al Portavoce. Cassiere Conserva e rendiconta regolarmente i fondi del gruppo. Necessita dell autorizzazione dell assemblea per qualsiasi impegno di spesa. Moderatore Il moderatore ha la responsabilità di: Redigere l Odg scaturito dal Forum e farlo rispettare durante l assemblea Verificare il numero di presenti, assenti, non convenuti (assenti senza preavviso), Fare in modo che gli interventi avvengano nei tempi previsti al fine di poter discutere tutti i punti all Odg, dando avvertimenti e togliendo la parola a chi si prolunga eccessivamente (per interventi fuori tema, atteggiamenti scorretti, etc.)

4 Pag. 4 Garantire che tutti i partecipanti rispettino le regole di comportamento del presente Regolamento Richiamare e/o espellere i membri dall Assemblea Il moderatore ha il dovere di mantenere una posizione "neutra" rispetto alle argomentazioni trattate durante le Assemblee, quindi, si astiene dal voto e non può moderare assemblee in cui sono proposte mozioni a suo carico. Il Moderatore rimarrà in carica per un mese. Segretario supporta il moderatore nello svolgimento della propria mansione, quindi: compila e archivia il foglio delle presenze prende nota per documentare le proposte e le decisioni dell'assemblea entro 2 giorni dall Assemblea invia il Verbale sul Forum detiene l archivio dei Verbali delle Assemblee In sua assenza, il segretario verrà sostituito provvisoriamente da un volontario. Relatore Viene di volta in volta delegato da un Gruppo di Lavoro, di cui fa parte, a relazionare all Assemblea per aggiornarla su un tema specifico posto all ordine del giorno. MODIFICA DEL PRESENTE REGOLAMENTO La mozione di modifica del Regolamento necessita della sottoscrizione di almeno 1/3 degli Attivisti e va presentata all Assemblea Generale, che la discuterà nel corso della prima assemblea utile durante la quale il proponente la mozione ne esporrà pubblicamente le motivazioni. Per l approvazione della mozione sarà adottato il principio maggioritario (50%+1 dei presenti aventi diritto al voto). Sono parte integrante del presente regolamento le regole, dettate dal Movimento Cinque Stelle di Beppe Grillo, in merito alle Liste Civiche ed ai Candidati, riportate nell allegato n. 1.

5 Pag. 5 LISTA CIVICA COMUNE DI PONSACCO Allegato 1 N.B. Nel M5S Ponsacco, gli aspiranti candidati ad eventuali Liste da presentare per le elezioni amministrative locali, oltre a rispettare i requisiti minimi previsti nel regolamento nazionale, dovranno essere preventivamente votati ed eletti a maggioranza dagli attivisti (50%+1 dei presenti aventi diritto al voto) del M5S Ponsacco. I Comuni decidono della vita quotidiana di ognuno di noi. Possono avvelenarci con un inceneritore o avviare la raccolta differenziata. Fare parchi per i bambini o porti per gli speculatori. Costruire parcheggi o asili. Privatizzare l'acqua o mantenerla sotto il loro controllo. Dai Comuni si deve ripartire a fare politica con le liste civiche. Le liste che aderiranno ai requisiti avranno la certificazione di trasparenza "beppegrillo.it". Le condizioni necessarie per la presentazione di una lista civica certificata Movimento 5 Stelle sono le seguenti (come verificabile all indirizzo web Crea la tua lista Prima della certificazione la lista si ritiene non certificata e non ha titolo ad usare il logo del MoVimento 5 Stelle. * ATTENZIONE! Per ottenere la certificazione si deve essere residenti nel comune in cui ci si candida Segui le procedure indicate per creare la tua lista Le modalità di svolgimento delle elezioni locali sono regolate dal "Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali", Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n Tali modalità variano a seconda del numero di abitanti del comune: il Ministero dell'interno mette a disposizione un vademecum sulle modalità di presentazione pratica delle liste elettorali. 1. Prepara i documenti necessari. I documenti necessari per la presentazione di una lista civica alle elezioni comunali sono: Candidatura alla carica di sindaco e lista dei candidati alla carica di consigliere comunale, Dichiarazione di presentazione della lista, accompagnata dalle firme dei cittadini sottoscrittori. Certificati attestanti che i presentatori della lista sono iscritti nelle liste elettorali del Comune. Dichiarazioni autenticate di accettazione della candidatura per la carica di sindaco e per la candidatura alla carica di consigliere comunale, Certificati attestanti che i candidati sono iscritti nelle liste elettorali di un Comune della Repubblica Modello di contrassegno di lista. A seconda del numero di abitanti per comune, variano: Il numero minimo e massimo di candidati, Il numero minimo di cittadini presentatori necessari. 2. Raccogli le firme per la presentazione. La presentazione di ogni lista deve essere accompagnata dalle firme certificate dei presentatori, il cui numero minimo varia a seconda del numero di abitanti del comune. Salvo per i comuni con popolazione inferiore ai 1000 abitanti, per cui nessuna sottoscrizione è necessaria, i candidati non possono figurare tra i sottoscrittori della lista. Le firme dei sottoscrittori devono essere apportate su appositi moduli riportanti il contrassegno di lista, il nome cognome, luogo e data di nascita di ciascuno dei candidati nonché il nome, cognome, luogo e data di nascita di ognuno dei sottoscrittori. Le firme dei sottoscrittori devono essere autenticate da una delle figure istituzionali previste e secondo le modalità previste dall'art. 21, comma 2, del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n Presenta la candidatura al Comune. La presentazione delle candidature deve essere effettuata, in orario di ufficio, dalle ore 8 del 30 giorno alle ore 12 del 29 giorno antecedente la data della votazione. La commissione elettorale circondariale valuterà che la documentazione sia completa e corretta e comunicherà al sindaco e al Prefetto, nonché ai responsabili della lista, le decisioni in merito a ciascun candidato. Registrati subito al sito delle liste civiche.

6 Pag. 6 Le condizioni per essere inseriti nel sito sono: A. Requisiti All'atto della loro candidatura e nel corso dell'intero mandato elettorale, ogni candidato non dovrà essere iscritto ad alcun partito, movimento politico o lista civica non appartenente a quelle certificate dal Movimento 5 Stelle. Ogni candidato non dovrà avere riportato sentenze di condanna in sede penale, anche non definitive Ogni candidato non dovrà avere assolto in precedenza più di un mandato elettorale, a livello centrale o locale, a prescindere dalla circoscrizione nella quale presenta la propria candidatura Ogni candidato dovrà risiedere nella circoscrizione del Comune per il quale intende avanzare la propria candidatura. Il candidato Sindaco dovrà essere residente nel Comune per il quale intende avanzare la propria candidatura da almeno 5 anni. Non dovrà essere in una posizione che crei conflitto d'interesse con l'incarico per cui presenterà la candidatura ( da valutare) B. Impegni Ogni candidato si impegna a rimettere il mandato elettorale ricevuto, nel caso in cui, nel corso del suo svolgimento perda o si dimostri non abbia posseduto fin dall'origine uno o più dei requisiti minimi sopra descritti. In mancanza, l'intera lista perderà il diritto di qualificare la propria attività con la certificazione del blog. All'atto della propria candidatura, la lista provvederà a pubblicare in Rete, in un apposito ed adeguato spazio web, l'elenco dei componenti ed il loro curriculum vitae, con il proprio programma di governo ed istituirà contemporaneamente un blog aperto a tutti i cittadini che consenta il libero scambio di opinioni e critiche con i componenti della lista civica. La lista non potrà associarsi ad altre liste civiche se non certificate dal blog i cui candidati non abbiano riportato sentenze di condanna in sede penale, anche non definitive. C. Concessione e revoca della certificazione Il blog concede la certificazione alle liste i cui candidati abbiano presentato tutta la documentazione prevista: Certificato penale di ogni candidato Copia di un documento di identità valido di ogni candidato Accettazione delle condizioni da parte di ogni candidato per la presentazione di una lista civica e per la presentazione di una lista regionale Il blog può revocare la certificazione di un singolo candidato o dell'intera lista e quindi rimuoverne le informazioni dal sito nel caso in cui non sussistessero più le suddette condizioni Dopo la verifica della documentazione inviata, il capolista riceverà una con le istruzioni per accedere all'area della propria lista, aggiornarne i contenuti e creare le aree per gli altri candidati Il blog concede la certificazione a una sola lista civica per ogni comune. Non concede alcuna certificazione per liste civiche che si candidano alle elezioni regionali, provinciali o politiche Ogni candidato può richiedere il proprio certificato penale alla Procura della Repubblica presso il Tribunale, presentando la richiesta scritta.

REGOLAMENTO GRUPPO MOVIMENTO 5 STELLE CASTELFIDARDO

REGOLAMENTO GRUPPO MOVIMENTO 5 STELLE CASTELFIDARDO REGOLAMENTO GRUPPO MOVIMENTO 5 STELLE CASTELFIDARDO Premessa Il presente regolamento definisce le regole di funzionamento del Gruppo Movimento 5 Stelle CASTELFIDARDO (in breve M5S CASTELFIDARDO), ed è

Dettagli

MOVIMENTO 5 STELLE SORESINA

MOVIMENTO 5 STELLE SORESINA MOVIMENTO 5 STELLE SORESINA Regolamento Interno Il MoVimento 5 Stelle Soresina è una libera associazione di cittadini che vuole realizzare un efficiente ed efficace scambio di opinioni e confronto democratico

Dettagli

Regolamento cittadino del Movimento 5 Stelle Nichelino

Regolamento cittadino del Movimento 5 Stelle Nichelino Regolamento cittadino del Movimento 5 Stelle Nichelino approvato dall Assemblea il 3 gennaio 2014 Preambolo Il presente documento definisce il funzionamento e la struttura organizzativa e decisionale del

Dettagli

Riunione di benvenuto

Riunione di benvenuto Riunione di benvenuto Aspetti generali del MoVimento 5 Stelle princìpi e organizzazione Cos'è il MoVimento 5 Stelle? Presentato al Teatro Smeraldo di Milano, il 4 ottobre 2009 Il M5S e una libera associazione

Dettagli

Regolamento Consulta Provinciale degli Studenti di Palermo TITOLO I NORME GENERALI CAPO I PRINCIPI GENERALI

Regolamento Consulta Provinciale degli Studenti di Palermo TITOLO I NORME GENERALI CAPO I PRINCIPI GENERALI Regolamento Consulta Provinciale degli Studenti di Palermo TITOLO I NORME GENERALI CAPO I PRINCIPI GENERALI Art.1 - Istituzione della Consulta La Consulta Provinciale delle studentesse e degli studenti

Dettagli

FORUM PROVINCIALE DELLA GIOVENTÙ

FORUM PROVINCIALE DELLA GIOVENTÙ FORUM PROVINCIALE DELLA GIOVENTÙ DI BENEVENTO REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO Titolo I Principi generali Art. 1 Il Forum della Gioventù della Provincia di Benevento è un organismo di partecipazione, rappresentanza

Dettagli

Partito Democratico del Trentino REGOLAMENTO PER LA FONDAZIONE E PER IL FUNZIONAMENTO DEI CIRCOLI TERRITORIALI

Partito Democratico del Trentino REGOLAMENTO PER LA FONDAZIONE E PER IL FUNZIONAMENTO DEI CIRCOLI TERRITORIALI Partito Democratico del Trentino REGOLAMENTO PER LA FONDAZIONE E PER IL FUNZIONAMENTO DEI CIRCOLI TERRITORIALI Approvato dall Assemblea provinciale il 13 giugno 2011 1 REGOLAMENTO PER LA FONDAZIONE E PER

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1 Natura e Sede 3. Articolo 2 Durata. 3. Articolo 3 - Contrassegno 3. Articolo 4 Oggetto e finalità 3

REGOLAMENTO. Articolo 1 Natura e Sede 3. Articolo 2 Durata. 3. Articolo 3 - Contrassegno 3. Articolo 4 Oggetto e finalità 3 non statuto REGOLAMENTO pagina 2 di 5 Articolo 1 Natura e Sede 3 Articolo 2 Durata. 3 Articolo 3 - Contrassegno 3 Articolo 4 Oggetto e finalità 3 Articolo 5 Adesione al MoVimento 4 Articolo 6 Finanziamento

Dettagli

Regolamento del Forum Comunale Giovani

Regolamento del Forum Comunale Giovani COMUNE DI CASTELVENERE Provincia di Benevento ------ Regolamento del Forum Comunale Giovani 1 INDICE Art. 1 - Art. 2 - Art. 3 - Art. 4 - Art. 5 - Art. 6 - Art. 7 - Art. 8 - Art. 9 - Art. 10 - Art. 11 -

Dettagli

FORUM DEI GIOVANI CITTA DI AVELLINO REGOLAMENTO

FORUM DEI GIOVANI CITTA DI AVELLINO REGOLAMENTO FORUM DEI GIOVANI CITTA DI AVELLINO REGOLAMENTO INDICE ARTICOLO 1 ISTITUZIONE ARTICOLO 2 - IMPEGNI DELL AMMINISTRAZIONE ARTICOLO 3 - FINALITA DEL FORUM ARTICOLO 4 - AREE DI INTERESSE ARTICOLO 5 COMPETENZE

Dettagli

Comitato civico cittadino CENTRO STORICO Genzano di Roma STATUTO

Comitato civico cittadino CENTRO STORICO Genzano di Roma STATUTO Comitato civico cittadino CENTRO STORICO Genzano di Roma STATUTO ART. 1 Costituzione - Denominazione - Sede È costituito un Comitato civico cittadino denominato Centro Storico, di seguito chiamato anche

Dettagli

STATUTO DEL FORUM DEI GIOVANI DI PRAIANO

STATUTO DEL FORUM DEI GIOVANI DI PRAIANO STATUTO DEL FORUM DEI GIOVANI DI PRAIANO TITOLO PRIMO COSTITUZIONE SEDE PRINCIPI PROGRAMMMATICI COMPITI Il presente Statuto definisce i principi programmatici, gli scopi e le modalità di elezione degli

Dettagli

ISTITUZIONE CONSULTA GIOVANILE ED APPROVAZIONE REGOLAMENTO

ISTITUZIONE CONSULTA GIOVANILE ED APPROVAZIONE REGOLAMENTO ISTITUZIONE CONSULTA GIOVANILE ED APPROVAZIONE REGOLAMENTO ART. 1 ISTITUZIONE La Consulta Giovanile Comunale è istituita dal Comune di Torino di Sangro con deliberazione del Consiglio Comunale n. 5 del

Dettagli

COMUNE DI RAVELLO PROVINCIA DI SALERNO. Statuto del Forum dei Giovani

COMUNE DI RAVELLO PROVINCIA DI SALERNO. Statuto del Forum dei Giovani COMUNE DI RAVELLO PROVINCIA DI SALERNO Statuto del Forum dei Giovani Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n.8 del 30/06/2011 Titolo Primo: Istituzione, durata, sede, principi programmatici

Dettagli

Art. 3 Soci Possono associarsi alla CdV le organizzazioni previste dall art. 3 dello Statuto.

Art. 3 Soci Possono associarsi alla CdV le organizzazioni previste dall art. 3 dello Statuto. REGOLAMENTO DI AMMINISTRAZIONE DELLA CASA DEL VOLONTARIATO Art.1 Denominazione e sede La Casa del Volontariato ha sede in Monza via Correggio 59 in un edificio che il Comune di Monza ha dato in comodato

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DEL FORUM DEI GIOVANI

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DEL FORUM DEI GIOVANI REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DEL FORUM DEI GIOVANI INDICE ART. 1 Forum dei Giovani Finalità pag. 3 ART. 2 Principi programmatici pag. 3 ART. 3 Compiti del Forum pag. 3 ART. 4 Pareri pag. 4 ART. 5 Soci

Dettagli

COMUNE DI MENAGGIO Provincia di Como

COMUNE DI MENAGGIO Provincia di Como COMUNE DI MENAGGIO Provincia di Como ASSESSORATO ALLE POLITICHE GIOVANILI ASSESSORATO ALLA PARTECIPAZIONE STATUTO DELLA CONSULTA COMUNALE DEI GIOVANI CAPO I - NORME ISTITUTIVE E ATTRIBUZIONI Art. 1 - Istituzione...

Dettagli

3 SCOPI DELL'ASSOCIAZIONE

3 SCOPI DELL'ASSOCIAZIONE STATUTO Associazione ROSPO Art. 1 DENOMINAZIONE - E' costituita nel rispetto del codice civile e della L. 383/ 2000 l'associazione R.O.S.P.O. (Rivista e Osservatorio Statistico per la Percezione e le Opinioni).

Dettagli

STATUTO FORUM DEI GIOVANI

STATUTO FORUM DEI GIOVANI STATUTO FORUM DEI GIOVANI ART.1 ADOZIONE DELLO STATUTO L Amministrazione Comunale di Osimo, con deliberazione del Consiglio Comunale del 3.8.2011, riconosciute: - l importanza di coinvolgere i giovani

Dettagli

REGOLAMENTO DEL C.U.N.

REGOLAMENTO DEL C.U.N. REGOLAMENTO DEL C.U.N. TITOLO I SCOPI ART. 1 SETTORI DI ATTIVITÀ Gli scopi del Centro Ufologico Nazionale sono realizzati nell'ambito dei seguenti settori di attività: - SETTORE INDAGINI, che si occupa

Dettagli

COMUNE DI MONTECORVINO PUGLIANO PROVINCIA DI SALERNO REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DEL FORUM DEI GIOVANI

COMUNE DI MONTECORVINO PUGLIANO PROVINCIA DI SALERNO REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DEL FORUM DEI GIOVANI - COMUNE DI MONTECORVINO PUGLIANO PROVINCIA DI SALERNO REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DEL FORUM DEI GIOVANI 1 INDICE ART. 1 Forum dei Giovani Finalità pag. 4 ART. 2 Principi programmatici pag. 4 ART. 3

Dettagli

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE 5 Stelle Cagliari Denominazione, sede, finalità ed organizzazione

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE 5 Stelle Cagliari Denominazione, sede, finalità ed organizzazione STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE 5 Stelle Cagliari Denominazione, sede, finalità ed organizzazione Articolo 1 - (Denominazione, sede, struttura e durata) 1. E costituita ai sensi dell art. 36 e seguenti codice

Dettagli

STATUTO GIORNALISTI SPECIALIZZATI ASSOCIATI

STATUTO GIORNALISTI SPECIALIZZATI ASSOCIATI STATUTO ART. 1 La Denominazione E costituita l Associazione apartitica, apolitica e senza scopo di lucro denominata o, più brevemente GSA, di seguito denominata Associazione. L Associazione ha tempo indeterminato

Dettagli

Regolamento Forum dei Giovani di Albanella

Regolamento Forum dei Giovani di Albanella Regolamento Forum dei Giovani di Albanella ARTICOLO 1 - ISTITUZIONE ARTICOLO 2 - IMPEGNI DELL'AMMINISTRAZIONE ARTICOLO 3 - FINALITA' ARTICOLO 4 - AREE DI INTERESSE ARTICOLO 5 - COMPETENZE ARTICOLO 6 -

Dettagli

CASACLIMA NETWORK - SEZIONE FERMO Art. 1: Denominazione Sede - Durata - Scopo 1.1 Nome 1.2 Sede 1.3 Durata

CASACLIMA NETWORK - SEZIONE FERMO Art. 1: Denominazione Sede - Durata - Scopo 1.1 Nome 1.2 Sede 1.3 Durata CASACLIMA NETWORK - SEZIONE FERMO Art. 1: Denominazione Sede - Durata - Scopo 1.1 Nome 1.2 Sede 1.3 Durata Art. 2: Scopo dell associazione Comunicazioni esterne Utilizzo del logo 2.1 Scopo dell associazione

Dettagli

REGOLAMENTO DEL PROCEDIMENTO DI CONFERIMENTO DEL TITOLO STUDENTE DELL ANNO LIUC

REGOLAMENTO DEL PROCEDIMENTO DI CONFERIMENTO DEL TITOLO STUDENTE DELL ANNO LIUC REGOLAMENTO DEL PROCEDIMENTO DI CONFERIMENTO DEL TITOLO STUDENTE DELL ANNO LIUC TITOLO I Disposizioni Generali Art.1 Il riconoscimento I titoli di Studente dell anno LIUC sono riconoscimenti conferiti,

Dettagli

COMITATO GENITORI MONTE OLIMPINO DEL PLESSO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI COMO-MONTE OLIMPINO

COMITATO GENITORI MONTE OLIMPINO DEL PLESSO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI COMO-MONTE OLIMPINO COMITATO GENITORI MONTE OLIMPINO DEL PLESSO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI COMO-MONTE OLIMPINO STATUTO ART. 1 - COSTITUZIONE E FINALITA Il COMITATO GENITORI MONTEOLIMPINO dei PLESSI

Dettagli

COMUNE DI RUSSI REGOLAMENTO DEI CONSIGLI DI ZONA

COMUNE DI RUSSI REGOLAMENTO DEI CONSIGLI DI ZONA COMUNE DI RUSSI REGOLAMENTO DEI CONSIGLI DI ZONA Approvato con delibera Consiglio Comunale n. 2 del 25/02/2014 Art. 1 - ISTITUZIONE E FINALITA' 1. In attuazione dei principi enunciati nell art. 8 dello

Dettagli

REGOLAMENTO AGI NAZIONALE APPROVATO NELL ASSEMBLEA NAZIONALE 18 MAGGIO 2014

REGOLAMENTO AGI NAZIONALE APPROVATO NELL ASSEMBLEA NAZIONALE 18 MAGGIO 2014 REGOLAMENTO AGI NAZIONALE APPROVATO NELL ASSEMBLEA NAZIONALE 18 MAGGIO 2014 Art. 1 Sede (Art. 1 dello Statuto) La Sede può essere trasferita su delibera dell Assemblea Straordinaria. Quando ricorra motivo

Dettagli

STATUTO DELLA CONSULTA PER LE POLITICHE GIOVANILI TITOLO I COSTITUZIONE. CAPO I Istituzione e insediamento

STATUTO DELLA CONSULTA PER LE POLITICHE GIOVANILI TITOLO I COSTITUZIONE. CAPO I Istituzione e insediamento STATUTO DELLA CONSULTA PER LE POLITICHE GIOVANILI TITOLO I COSTITUZIONE Istituzione e insediamento Art. 1 Istituzione La Consulta per le politiche giovanili è istituita dal Comune di Floridia con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO ATTUATIVO CONFEDERAZIONE NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DEI MEDICI SPECIALIZZANDI

REGOLAMENTO ATTUATIVO CONFEDERAZIONE NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DEI MEDICI SPECIALIZZANDI REGOLAMENTO ATTUATIVO CONFEDERAZIONE NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DEI MEDICI SPECIALIZZANDI CAPITOLO I PARTE GENERALE esclusivamente per gli scopi sociali previsti dallo Statuto. ARTICOLO 1 COSTITUZIONE

Dettagli

BrigX Linux Users Group - Statuto

BrigX Linux Users Group - Statuto BrigX Linux Users Group - Statuto 1 Disposizioni generali 1.1 Denominazione È costituita l associazione culturale BrigX, con un rimando diretto a Brig, antico nome della Brianza (d ora in poi indicata

Dettagli

STATUTO L ASSOCIAZIONE CULTURALE TUBLÀ DA NIVES

STATUTO L ASSOCIAZIONE CULTURALE TUBLÀ DA NIVES Art. 1 DENOMINAZIONE STATUTO L ASSOCIAZIONE CULTURALE TUBLÀ DA NIVES E' costituita nel rispetto del Codice Civile e della Legge n. 383/2000 l'associazione culturale TUBLÀ DA NIVES, senza scopo di lucro

Dettagli

REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI GIOVANI PARTE PRIMA - FUNZIONAMENTO - Articolo 1 Finalità

REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI GIOVANI PARTE PRIMA - FUNZIONAMENTO - Articolo 1 Finalità REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI GIOVANI PARTE PRIMA - FUNZIONAMENTO - Articolo 1 Finalità 1) Il Consiglio comunale dei Giovani di San Polo dei Cavalieri è un organo democratico di rappresentanza

Dettagli

REGOLAMENTO della LISTA di discussione PDT

REGOLAMENTO della LISTA di discussione PDT REGOLAMENTO della LISTA di discussione PDT Art. 1 DENOMINAZIONE E LOGO Il gruppo di professionisti della meteorologia iscritti alla lista di discussione raggiungibile mediante l'indirizzo di posta elettronica

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE META BRASIL

REGOLAMENTO INTERNO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE META BRASIL REGOLAMENTO INTERNO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE META BRASIL Il seguente regolamento contiene le norme attuative per la vita sociale dell ASSOCIAZIONE CULTURALE META BRASIL. Esso discende dallo statuto,

Dettagli

ASSOCIAZIONE ME-MMT RIMINI - ECONOMIA PER LA GENTE Statuto

ASSOCIAZIONE ME-MMT RIMINI - ECONOMIA PER LA GENTE Statuto ASSOCIAZIONE ME-MMT RIMINI - ECONOMIA PER LA GENTE Statuto Art. 1 DENOMINAZIONE E' costituita nel rispetto del codice civile l'associazione ME-MMT RIMINI ECONOMIA PER LA GENTE. È un associazione laica,

Dettagli

SEZIONE PROVINCIALE DI MILANO Associazione Sportiva Dilettantistica Convenzionata FIPSAS SEZIONE PROVINCIALE DI MILANO

SEZIONE PROVINCIALE DI MILANO Associazione Sportiva Dilettantistica Convenzionata FIPSAS SEZIONE PROVINCIALE DI MILANO STATUTO DELLA SEZIONE PROVINCIALE DI MILANO ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA CONVENZIONATA FIPSAS Art. 1 - Costituzione - Denominazione - Sede Tra tutti gli affiliati alla F.I.P.S.A.S. (Federazione

Dettagli

1.0 Previsioni Generali

1.0 Previsioni Generali STATUTO 1 1.0 Previsioni Generali 1.1 E costituita l Associazione Comitato Italiano UNESCO Giovani (qui riferita con il nome di Associazione). 1.2 L Associazione è un organizzazione giovanile indipendente

Dettagli

Statuto dell'associazione di Promozione Sociale Perl.it

Statuto dell'associazione di Promozione Sociale Perl.it Statuto dell'associazione di Promozione Sociale Perl.it Art. 1 DENOMINAZIONE È costituita nel rispetto del codice civile e della L. 383/2000 l'associazione di promozione sociale Perl.it. Art. 2 SEDE L'Associazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONSULTA COMUNALE DEI GIOVANI

REGOLAMENTO PER LA CONSULTA COMUNALE DEI GIOVANI C O M U N E D I D E R U T A PROVINCIA DI PERUGIA REGOLAMENTO PER LA CONSULTA COMUNALE DEI GIOVANI CAPO I NORME ISTITUTIVE E ATTRIBUZIONI. Art. 1 Istituzione.. Art. 2 Attribuzioni.. CAPO II ORGANI DELLA

Dettagli

ARANCE DI NATALE O.N.L.U.S Via Torrossa, 111/2-36043 Camisano Vicentino (VI) Codice fiscale 95095880241 STATUTO

ARANCE DI NATALE O.N.L.U.S Via Torrossa, 111/2-36043 Camisano Vicentino (VI) Codice fiscale 95095880241 STATUTO ARANCE DI NATALE O.N.L.U.S Via Torrossa, 111/2-36043 Camisano Vicentino (VI) Codice fiscale 95095880241 STATUTO Articolo 1 Denominazione, sede e durata, loghi 1. E' costituita, nel rispetto del Codice

Dettagli

REGOLAMENTO del COMITATO GENITORI LICEO BOTTONI

REGOLAMENTO del COMITATO GENITORI LICEO BOTTONI REGOLAMENTO del COMITATO GENITORI LICEO BOTTONI Website: http://www.genitoriliceobottoni.it/ Codice: Statuto_13-04-2011 COMITATO GENITORI BOTTONI.doc Versione: 1.0 Milano, 13 Aprile 2011 Codice: Regolamento_13-04-2011

Dettagli

Statuto CasaClima Network Sezione ABRUZZO

Statuto CasaClima Network Sezione ABRUZZO Statuto CasaClima Network Sezione ABRUZZO Art. 1: Denominazione Sede - Durata - Scopo 1.1 Nome 1.2 Sede 1.3 Durata Art. 2: Scopo dell associazione Comunicazioni esterne Utilizzo del logo 2.1 Scopo dell

Dettagli

Regolamento finanziario del Partito Democratico Città di Roma

Regolamento finanziario del Partito Democratico Città di Roma 1 Regolamento finanziario del Partito Democratico Città di Roma Articolo 1 - Ambito di applicazione 1. Il presente Regolamento disciplina l attività economica, finanziaria e patrimoniale del Partito Democratico

Dettagli

Art. 2 SEDE - L'associazione ha sede legale in Bergamo, presso l Istituto Pesenti, Via Ozanam, 27

Art. 2 SEDE - L'associazione ha sede legale in Bergamo, presso l Istituto Pesenti, Via Ozanam, 27 Bergamo, 29 settembre 2010 Statuto Associazione Coordinamento dei Comitati e delle Associazioni Genitori delle Scuole Secondarie Superiori della provincia di Bergamo, in sigla Coor.Co.Ge. Art. 1 DENOMINAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO ASSEMBLEARE DELLA BANCA POPOLARE FRIULADRIA S.P.A. CAPO I DISPOSIZIONI PRELIMINARI. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO ASSEMBLEARE DELLA BANCA POPOLARE FRIULADRIA S.P.A. CAPO I DISPOSIZIONI PRELIMINARI. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO ASSEMBLEARE DELLA BANCA POPOLARE FRIULADRIA S.P.A. CAPO I DISPOSIZIONI PRELIMINARI Art. 1 Ambito di applicazione 1. Lo svolgimento dell assemblea ordinaria e straordinaria dei soci della Banca

Dettagli

FONDO DI SOLIDARIETA PER L ASSISTENZA SANITARIA dei soggetti di cui all articolo 1 dello Statuto TRENTO REGOLAMENTO DEL COMITATO DI GESTIONE

FONDO DI SOLIDARIETA PER L ASSISTENZA SANITARIA dei soggetti di cui all articolo 1 dello Statuto TRENTO REGOLAMENTO DEL COMITATO DI GESTIONE FONDO DI SOLIDARIETA PER L ASSISTENZA SANITARIA dei soggetti di cui all articolo 1 dello Statuto TRENTO REGOLAMENTO DEL COMITATO DI GESTIONE Edizione anno 2011 Norme generali Art. 1 1. La stesura del presente

Dettagli

Associazione professionale Italiana Ambiente e Sicurezza Passione tenace per la prevenzione efficace

Associazione professionale Italiana Ambiente e Sicurezza Passione tenace per la prevenzione efficace STATUTO AIAS (approvato nell Assemblea Straordinaria dell 11/12/12 presso Aula Morandi FAST Milano) Art. 1 Costituzione e denominazione 1. L Associazione Italiana fra Addetti alla Sicurezza, denominata

Dettagli

COMPAGNIA DI PUBBLICA ASSISTENZA HUMANITAS - SCANDICCI TITOLO 1 DISPOSIZIONI GENERALI. Articolo 1

COMPAGNIA DI PUBBLICA ASSISTENZA HUMANITAS - SCANDICCI TITOLO 1 DISPOSIZIONI GENERALI. Articolo 1 COMPAGNIA DI PUBBLICA ASSISTENZA HUMANITAS - SCANDICCI TITOLO 1 DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 È costituita dal 1897, ai sensi e per gli effetti di cui alla legge 15 aprile 1886 n. 3818, l associazione

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE STUDICENTRO PUGLIA. Art. 1 COSTITUZIONE E SEDE

STATUTO ASSOCIAZIONE STUDICENTRO PUGLIA. Art. 1 COSTITUZIONE E SEDE STATUTO ASSOCIAZIONE STUDICENTRO PUGLIA Art. 1 COSTITUZIONE E SEDE E' costituita, in seno all'associazione nazionale STUDICENTRO, l'associazione regionale denominata STUDICENTRO PUGLIA, di durata illimitata

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE SEDI REGIONALI S.I.C.P.

REGOLAMENTO DELLE SEDI REGIONALI S.I.C.P. REGOLAMENTO DELLE SEDI REGIONALI S.I.C.P. ART.1 FINALITÀ DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento, redatto, ai sensi e per gli effetti dell articolo 1 dello statuto sociale della SICP, disciplina le modalità

Dettagli

STATUTO CONSULTA GIOVANILE COMUNALE COMUNE DI ORISTANO. Comuni de Aristanis

STATUTO CONSULTA GIOVANILE COMUNALE COMUNE DI ORISTANO. Comuni de Aristanis COMUNE DI ORISTANO Comuni de Aristanis STATUTO CONSULTA GIOVANILE COMUNALE (APPROVATO CON DELIBERA C.C. N. 21 DEL 06.03.2008) (MODIFICATO CON DELIBERA C.C. NR. 8 DEL 10.03.2009). I N D I C E CAPO I NORME

Dettagli

EVA CON EVA. Articolo 1. DENOMINAZIONE, COSTITUZIONE, SEDE, DURATA

EVA CON EVA. Articolo 1. DENOMINAZIONE, COSTITUZIONE, SEDE, DURATA Statuto dell' associazione EVA CON EVA Articolo 1. DENOMINAZIONE, COSTITUZIONE, SEDE, DURATA È costituita l'associazione "EVA CON EVA" Onlus, di seguito -per brevità - l'associazione. L'Associazione è

Dettagli

Regolamento dell Associazione Noi del Tosi

Regolamento dell Associazione Noi del Tosi Regolamento dell Associazione Noi del Tosi Disposizioni preliminari Art. I Con questo regolamento interno l Associazione Noi dell Enrico Tosi intende darsi un insieme di norme pratiche atte a favorire

Dettagli

Per Una Lista Civica Nazionale www.perunalistacivicanazionale.it

Per Una Lista Civica Nazionale www.perunalistacivicanazionale.it Verbale dell'assemblea nazionale del 7 luglio 2012 a Firenze del progetto Per Una Lista Civica Nazionale Premessa. La riunione del 7 luglio é stata convocata per tempo, avendo però mandato i documenti

Dettagli

Regolamento di Assemblea Net Insurance S.p.A.

Regolamento di Assemblea Net Insurance S.p.A. Regolamento di Assemblea Net Insurance S.p.A. Approvato dall Assemblea Ordinaria degli Azionisti nella seduta del: 29/01/2015 Emessa da: Funzione Segreteria Societaria in data: 16/01/2015 Validità dal:

Dettagli

ART. I. L'ammissione dei nuovi soci aggregati e ordinari è subordinata alle seguenti modalità:

ART. I. L'ammissione dei nuovi soci aggregati e ordinari è subordinata alle seguenti modalità: Regolamento Ammissione dei soci ART. I. L'ammissione dei nuovi soci aggregati e ordinari è subordinata alle seguenti modalità: a) presentazione di domanda controfirmata da due soci ordinari e corredata

Dettagli

COMITATO COMPRENSORIALE PER IL NO ALL'INCENERITORE DEL CASONE DI SCARLINO - COLLINE METALLIFERE STATUTO

COMITATO COMPRENSORIALE PER IL NO ALL'INCENERITORE DEL CASONE DI SCARLINO - COLLINE METALLIFERE STATUTO COMITATO COMPRENSORIALE PER IL NO ALL'INCENERITORE DEL CASONE DI SCARLINO - COLLINE METALLIFERE STATUTO ART. 1 COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE, SEDE Ai sensi degli art. 14 e 16 del Codice Civile è costituita

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE SOCI GIOVANI BCC DON RIZZO CAPO I - PRINCIPI FONDAMENTALI

STATUTO ASSOCIAZIONE SOCI GIOVANI BCC DON RIZZO CAPO I - PRINCIPI FONDAMENTALI STATUTO ASSOCIAZIONE SOCI GIOVANI BCC DON RIZZO CAPO I - PRINCIPI FONDAMENTALI Art. 1 Costituzione e sede L Associazione SOCI GIOVANI BCC Don Rizzo costituitasi in Alcamo per volere di un gruppo di giovani

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO della Coop. ACANTA MAG (Mutua di Auto Gestione) - Scarl

REGOLAMENTO INTERNO della Coop. ACANTA MAG (Mutua di Auto Gestione) - Scarl REGOLAMENTO INTERNO della Coop. ACANTA MAG (Mutua di Auto Gestione) - Scarl Premessa - Riferimenti La Coop. Acanta MAG (nel proseguo del documento chiamata semplicemente Acanta) è uno strumento al servizio

Dettagli

StudentIngegneria STATUTO

StudentIngegneria STATUTO 1 StudentIngegneria STATUTO Articolo 1. COSTITUZIONE 1. E costituita presso l Università degli Studi di Salerno l Associazione denominata: StudentIngegneria Articolo 2. DENOMINAZIONE SEDE E LOGO 1. Il

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA GIOVANILE COMUNALE

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA GIOVANILE COMUNALE Città di Racconigi ASSESSORATO ALLE POLITICHE GIOVANILI COMUNE DI RACCONIGI REGOLAMENTO DELLA CONSULTA GIOVANILE COMUNALE Approvato con deliberazione C.C. n. 42 del 25.10.2011 1 Art. 1 - Istituzione È

Dettagli

REGOLAMENTO DI VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE

REGOLAMENTO DI VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE REGOLAMENTO DEL GRUPPO COMUNALE DI VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE Adottato con deliberazione del Consiglio comunale n. 66 del 26 luglio 1999 ARTICOLO 1 E costituito il GRUPPO COMUNALE DI VOLONTARI DI PROTEZIONE

Dettagli

STATUTO e REGOLAMENTO

STATUTO e REGOLAMENTO VALLE D AOSTA 2050 STATUTO e REGOLAMENTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE VALLE D AOSTA 2050 SEZIONE 1 DENOMINAZIONE, OBIETTIVI, ATTIVITÀ, ORGANI Articolo 1. Costituzione È costituita con sede in Aosta CAP 11100

Dettagli

ASSOCIAZIONI CRISTIANE LAVORATORI ITALIANI

ASSOCIAZIONI CRISTIANE LAVORATORI ITALIANI ASSOCIAZIONI CRISTIANE LAVORATORI ITALIANI Regolamento delle Strutture di base Approvato dal Consiglio nazionale del 13 settembre 2012 Regolamento delle Strutture provinciali Approvato dal Consiglio nazionale

Dettagli

STATUTO. Articolo 2 - Sede L associazione ha sede legale in Pavia, via Maugeri n. 10. La sede potrà variare secondo le esigenze dell associazione.

STATUTO. Articolo 2 - Sede L associazione ha sede legale in Pavia, via Maugeri n. 10. La sede potrà variare secondo le esigenze dell associazione. ACADEMY OF EMERGENCY MEDICINE AND CARE ACEMC IMPROVING KNOWLEDGE AND SCIENTIFIC INTERCHANGE IN EMERGENCY MEDICINE STATUTO Articolo 1 - Denominazione È costituita l associazione scientifica denominata Academy

Dettagli

REGOLAMENTO ASSOCIAZIONE SERVIZI PER IL VOLONTARIATO MODENA approvato dall assemblea del 6 marzo 2014. Art. 1. Criteri di ammissione

REGOLAMENTO ASSOCIAZIONE SERVIZI PER IL VOLONTARIATO MODENA approvato dall assemblea del 6 marzo 2014. Art. 1. Criteri di ammissione REGOLAMENTO ASSOCIAZIONE SERVIZI PER IL VOLONTARIATO MODENA approvato dall assemblea del 6 marzo 2014 Art. 1. Criteri di ammissione 1. L Associazione Servizi Per il volontariato di Modena (ASVM) è aperta

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FORUM APPROVATO DALL ASSEMBLEA PLENARIA DEL FORUM IL 16/10/2010

REGOLAMENTO DEL FORUM APPROVATO DALL ASSEMBLEA PLENARIA DEL FORUM IL 16/10/2010 REGOLAMENTO DEL FORUM APPROVATO DALL ASSEMBLEA PLENARIA DEL FORUM IL 16/10/2010 Forum della Gioventù del Comune di Ariano irpino, uff. Servizi Socio-Culturali del Comune di Ariano irpino, Assessorato alle

Dettagli

STATUTO. g) assumere iniziative promozionali della grafologia e della professione nei confronti di soggetti pubblici e privati;

STATUTO. g) assumere iniziative promozionali della grafologia e della professione nei confronti di soggetti pubblici e privati; STATUTO COSTITUZIONE SEDE DURATA -SCOPI Art. 1. Costituzione, sede e durata È costituita, con durata illimitata, l Associazione Grafologica Italiana, con sigla AGI e sede in Ancona. La sede può essere

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE NAZIONALE VETERINARI AZIENDALI (ANVAz)

STATUTO ASSOCIAZIONE NAZIONALE VETERINARI AZIENDALI (ANVAz) STATUTO ASSOCIAZIONE NAZIONALE VETERINARI AZIENDALI (ANVAz) ART. 1 Denominazione e sede E costituita, nel rispetto del Codice Civile, della normativa in materia e del Codice deontologico veterinario, l

Dettagli

Regolamento del Rotary club Palermo Sud. Service Above Self He Profits Most Who Serves Best

Regolamento del Rotary club Palermo Sud. Service Above Self He Profits Most Who Serves Best Regolamento del Rotary club Palermo Sud Service Above Self He Profits Most Who Serves Best Regolamento revisionato 12-2011 INDICE Articolo 1 SCOPO... 3 Articolo 2 Campo di applicazione... 3 Articolo 3

Dettagli

Linee Guida Comitato Traduzione Letteratura

Linee Guida Comitato Traduzione Letteratura Linee Guida Comitato Traduzione Letteratura Queste linee guida non intendono essere definitive, ma il riflesso di un lavoro in corso: intendono riportare le esperienze acquisite rimanendo aperte a quelle

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE ELIS. Associazione educatori interpreti professionali lingua dei segni italiana

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE ELIS. Associazione educatori interpreti professionali lingua dei segni italiana STATUTO DELL ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE ELIS Associazione educatori interpreti professionali lingua dei segni italiana Art. 1 - Denominazione sociale È costituita, nel rispetto delle disposizioni previste

Dettagli

ASSOCIAZIONI CRISTIANE LAVORATORI ITALIANI

ASSOCIAZIONI CRISTIANE LAVORATORI ITALIANI ASSOCIAZIONI CRISTIANE LAVORATORI ITALIANI Regolamento delle Strutture di base Approvato dal Consiglio nazionale del 4-5 luglio 2008 (modificato dal Consiglio nazionale del 19-20 giugno 2009) Regolamento

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CEDRIF CENTRO DESIGN E RICERCA FLOREALE CEDRIF - CENTRO DESIGN E RICERCA FLOREALE

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CEDRIF CENTRO DESIGN E RICERCA FLOREALE CEDRIF - CENTRO DESIGN E RICERCA FLOREALE STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CEDRIF CENTRO DESIGN E RICERCA FLOREALE Art. 1. E' costituita l'associazione denominata: CEDRIF - CENTRO DESIGN E RICERCA FLOREALE che si qualifica come una Associazione, di fatto,

Dettagli

REGOLAMENTO FINANZIARIO REGIONALE

REGOLAMENTO FINANZIARIO REGIONALE Partito Democratico di Basilicata REGOLAMENTO FINANZIARIO REGIONALE Testo modificato ed approvato dalla Direzione Regionale del 23/01/2010 1 Principi ispiratori Il Regolamento Finanziario del partito ha

Dettagli

Un Naso Rosso per Sognare Vip Verbano Onlus

Un Naso Rosso per Sognare Vip Verbano Onlus Aggiornato al 23 febbraio 2014 INDICE: STRUTTURA ASSOCIATIVA pag. 2 Art. 1 SOCIO ORDINARIO pag. 3 Art. 2 QUOTA SOCIALE pag. 3 Art. 3 PERDITA DELLA QUALITA DI SOCIO pag. 3 Art. 4 VOLONTARI CLOWN pag. 4

Dettagli

STATUTO. Costituzione. Finalità

STATUTO. Costituzione. Finalità STATUTO Costituzione Art. 1: È costituita in Milano Via Giovanni Cantoni 4 un associazione denominata Milano oggi, domani e dopodomani (dicitura in inglese Milano becoming) di seguito detta Associazione.

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

REGOLAMENTO CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO (In vigore dal 1 febbraio 1991)

REGOLAMENTO CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO (In vigore dal 1 febbraio 1991) REGOLAMENTO CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO (In vigore dal 1 febbraio 1991) CAPO I DELLA COSTITUZIONE E DEL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO NAZIONALE ART. 1 Insediamento del Consiglio - Entrata in carica

Dettagli

ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE MONDOHONLINE

ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE MONDOHONLINE ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE MONDOHONLINE STATUTO Art. 1 DENOMINAZIONE E' costituita nel rispetto del codice civile Art. 36 - e della L. 383/2000 l'associazione di promozione sociale MONDOHONLINE.

Dettagli

Statuto Associazione EX _TRA Via Sopranzi, 26 21049 Tradate(VA)

Statuto Associazione EX _TRA Via Sopranzi, 26 21049 Tradate(VA) Statuto Associazione EX _TRA Via Sopranzi, 26 21049 Tradate(VA) PARTE GENERALE Art. 1. E costituita la Associazione EX_TRA con sede presso l Istituto PAVONI Scuola Media Paolo VI in Tradate via Sopranzi,26.

Dettagli

STATUTO DEL COMITATO GENITORI

STATUTO DEL COMITATO GENITORI ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CRISTOFORO MARZOLI SEZIONI ASSOCIATE: I.T.I.S. C. MARZOLI E LICEO SCIENTIFICO G. GALILEI PALAZZOLO SULL'OGLIO (BS) STATUTO DEL COMITATO GENITORI (PROPOSTA REV. 1.2) STATUTO

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FONDAZIONE DEL PARTITO DEMOCRATICO A ROMA

REGOLAMENTO PER LA FONDAZIONE DEL PARTITO DEMOCRATICO A ROMA REGOLAMENTO PER LA FONDAZIONE DEL PARTITO DEMOCRATICO A ROMA Il presente regolamento disciplina le modalità di costituzione del Partito Democratico nelle realtà territoriali della città di Roma. Si prevedono

Dettagli

STATUTO dell Associazione denominata retescuole

STATUTO dell Associazione denominata retescuole STATUTO dell Associazione denominata retescuole ARTICOLO 1: COSTITUZIONE 1. Ai sensi degli art. 36 e 37 del Codice Civile e seguenti e della Legge n.383/2000, è costituita l Associazione denominata Retescuole.

Dettagli

Art. l Denominazione, sede e scopo

Art. l Denominazione, sede e scopo STATUTO ANCI MARCHE Art. l Denominazione, sede e scopo In conformità agli Articoli n 3, 32, 33 dello Statuto dell Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI) è costituita l Associazione Regionale

Dettagli

ASSOCIAZIONE ORTI URBANI TRE FONTANE

ASSOCIAZIONE ORTI URBANI TRE FONTANE ASSOCIAZIONE ORTI URBANI TRE FONTANE sede: Casella Postale N.6 C/O Ufficio Postale Rm 161 Via della Fotografia 107 00142 Roma Mail: orti.urbani.tre.fontane@gmail.com REGOLAMENTO INTERNO Art. 1 - Scopo

Dettagli

1/6 REGOLAMENTO INTERNO - ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE. TECHNE Arti e Scienze

1/6 REGOLAMENTO INTERNO - ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE. TECHNE Arti e Scienze TECHNE Arti e Scienze REGOLAMENTO INTERNO - ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE Il seguente regolamento contiene le norme attuative per la vita sociale dell'associazione di promozione sociale TECHNE Arti

Dettagli

REGOLAMENTO ASSOCIAZIONE NON PROFIT NETWORK

REGOLAMENTO ASSOCIAZIONE NON PROFIT NETWORK REGOLAMENTO ASSOCIAZIONE NON PROFIT NETWORK Articolo 1: FINALITA E ATTIVITA Relativamente alla sua attività di ente gestore del Centro Servizi Volontariato della provincia di Trento, ex art. 15 legge 266/91

Dettagli

TITOLO I - IL REFERENDUM CONSULTIVO CAPO I - PRINCIPI GENERALI. Art. 1 (Oggetto, limiti e materie del referendum consultivo)

TITOLO I - IL REFERENDUM CONSULTIVO CAPO I - PRINCIPI GENERALI. Art. 1 (Oggetto, limiti e materie del referendum consultivo) REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL REFERENDUM CONSULTIVO E DELLE CONSULTAZIONI POPOLARI (Deliberazioni del Consiglio Comunale nn. 10/19 del 21.01.1999, 102/21 del 07.02.2000, 358/43 del 23.04.2001 e 685/92

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE CULTURALE Cami74 Pesaro Eventi ART. 1 - DENOMINAZIONE E SEDE

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE CULTURALE Cami74 Pesaro Eventi ART. 1 - DENOMINAZIONE E SEDE STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE CULTURALE Cami74 Pesaro Eventi ART. 1 - DENOMINAZIONE E SEDE E' costituita ai sensi degli art. 36 e seguenti del Codice Civile, l Associazione culturale STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO ASSOGEVI ONLUS Art. 1 Denominazione e sede E costituita, in Vicenza viale della Pace n 91, un associazione

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO ASSOGEVI ONLUS Art. 1 Denominazione e sede E costituita, in Vicenza viale della Pace n 91, un associazione STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO ASSOGEVI ONLUS Art. 1 Denominazione e sede E costituita, in Vicenza viale della Pace n 91, un associazione non riconosciuta denominata ASSOGEVI ONLUS. Art. 2 Oggetto

Dettagli

STATUTO DISTRETTUALE DISTRETTO VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE RO 04

STATUTO DISTRETTUALE DISTRETTO VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE RO 04 PROVINCIA DI ROVIGO STATUTO DISTRETTUALE DISTRETTO VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE RO 04 COMUNI DI: BOSARO, CANARO, CRESPINO, FRASSINELLE POLESINE, GAVELLO, GUARDA VENETA, PAPOZZE, POLESELLA, PONTECCHIO

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA DENOMINATA SOCIETA ITALIANA DI SANITA PUBBLICA VETERINARIA

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA DENOMINATA SOCIETA ITALIANA DI SANITA PUBBLICA VETERINARIA STATUTO DELL ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA DENOMINATA SOCIETA ITALIANA DI SANITA PUBBLICA VETERINARIA Costituzione e denominazione dell Associazione art. 1 E costituita una Associazione scientifico-culturale

Dettagli

I N D I C E TITOLO I PRINCIPI E FINALITA DEL REGOLAMENTO. Art. 1 principi fondamentali TITOLO II L ALBO E LE CONSULTE

I N D I C E TITOLO I PRINCIPI E FINALITA DEL REGOLAMENTO. Art. 1 principi fondamentali TITOLO II L ALBO E LE CONSULTE Regolamento comunale per il riconoscimento, la promozione e la valorizzazione delle libere forme associative e delle organizzazioni di volontariato (Approvato con delibera n.110/cc del 18.10.1999) I N

Dettagli

REGOLAMENTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti

REGOLAMENTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti REGOLAMENTO del CNCP Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti ART. 1) PREMESSA L Associazione CNCP rappresenta i suoi associati in tutte le istanze nazionali ed internazionali

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE MILAZZO IN B&B. In virtù dell'art. 18 della Costituzione e in base agli art. 36 e seguenti del Codice Civile, è

STATUTO ASSOCIAZIONE MILAZZO IN B&B. In virtù dell'art. 18 della Costituzione e in base agli art. 36 e seguenti del Codice Civile, è STATUTO ASSOCIAZIONE MILAZZO IN B&B Art. 1 DENOMINAZIONE In virtù dell'art. 18 della Costituzione e in base agli art. 36 e seguenti del Codice Civile, è costituita un Associazione di Bed and Breakfast

Dettagli

CamMiNo Camera Nazionale Avvocati per la Famiglia e i Minorenni STATUTO TITOLO I (FINALITA')

CamMiNo Camera Nazionale Avvocati per la Famiglia e i Minorenni STATUTO TITOLO I (FINALITA') CamMiNo Camera Nazionale Avvocati per la Famiglia e i Minorenni STATUTO TITOLO I (FINALITA') Art. 1 Art. 1 Denominazione e finalità dell'associazione CamMiNo Camera Nazionale Avvocati per la Famiglia e

Dettagli

STATUTO DELLA CONSULTA GIOVANILE COMUNALE

STATUTO DELLA CONSULTA GIOVANILE COMUNALE STATUTO DELLA CONSULTA GIOVANILE COMUNALE Approvato con deliberazione C.C. n. 11 del 24 febbraio 2005 e modificato con deliberazione C.C. n. 55 del 20 dicembre 2006 STATUTO DELLA CONSULTA GIOVANILE DEL

Dettagli