Lista Civica MOVIMENTO 5 STELLE CADONEGHE PREMESSA AL PROGRAMMA AMMINISTRATIVO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Lista Civica MOVIMENTO 5 STELLE CADONEGHE PREMESSA AL PROGRAMMA AMMINISTRATIVO 2014-2019"

Transcript

1 Lista Civica MOVIMENTO 5 STELLE CADONEGHE PREMESSA AL PROGRAMMA AMMINISTRATIVO Noi membri del Movimento Cinque Stelle (M5S), presentiamo un programma amministrativo per il comune di Cadoneghe che si basa su 5 punti cardine: AMBIENTE ACQUA SVILUPPO CONNETTIVITA' TRASPORTI Inoltre sono stati presi come guida per la sua redazione i dodici punti cardine della Carta di Firenze che sono: 1. Acqua pubblica 2. Impianti di depurazione obbligatori nelle abitazioni non collegabili alla rete fognaria 3. Espansione del verde urbano 4. Licenze edilizie solo per demolizioni/ricostruzioni o recupero delle aree industriali dismesse 5. Piano di trasporti pubblici non inquinanti e rete di piste ciclabili cittadine 6. Piano di mobilità per i disabili 7. Connettività internet gratuita per i Cittadini del Comune 8. Creazione di punti pubblici di telelavoro 9. Rifiuti zero 10. Sviluppo delle fonti rinnovabili come fotovoltaico ed eolico 11. Efficienza energetica 12. Favorire le produzioni locali

2 PREMESSA L operato dei portavoce eletti sarà oggetto di costante valutazione da parte del gruppo M5S ed espressione della sua maggioranza. L'obiettivo primario del M5S è quello di cambiare l'attuale concetto di politica che deve mettere al centro dell'attenzione il cittadino e quindi restituire prima di tutto valore e dignità alla persona, una politica che abbia lo scopo di creare benessere per il cittadino, non solo economico, ma che riesca a restituire a ciascuno di noi una propria realizzazione personale e sociale, perchè l attuale recessione economica è la diretta conseguenza di una crisi etica e morale: è il risultato della delega che abbiamo concesso per molti anni a persone sbagliate. Scelte politiche condivise, trasparenti ed oneste sono fondamentali per creare una maggiore responsabilità civica. Una politica né di destra né di sinistra ma fatta di idee. Inoltre il M5S vuole trasformare il comune di Cadoneghe in una cittadina sostenibile principalmente dal punto di vista ambientale. E' per questo che incentiveremo: la salvaguardia idrogeologica, lo sviluppo delle fonti rinnovabili, lo sviluppo delle piste ciclabili, il recupero delle acque piovane per il loro riutilizzo, la sensibilizzazione al risparmio dell'acqua potabile, l'aumento ed il miglioramento del verde pubblico, l'ottimizzazione della raccolta differenziata e soprattutto del riciclo dei rifiuti, le limitazioni alla cementificazione del territorio, l'attenzione al decoro degli edifici esistenti, il miglioramento energetico per gli edifici da ristrutturare e per quelli di nuova costruzione. Il M5S, oltre che sull'ambiente, punta sulla connettività gratuita per i residenti. Noi consideriamo che la connessione Internet debba diventare pubblica anche nel nostro Comune e fondamentalmente gratuita. L'accesso ad Internet tramite i punti di accesso pubblici oltre che favorire l informazione libera permetterà di velocizzare il rapporto tra l amministrazione ed i cittadini ed a questa maggior accessibilità virtuale, noi associamo una maggiore capillarizzazione del trasporto pubblico, che fino ad oggi è mancata sfavorendo gran parte della popolazione di Cadoneghe. Dati i punti principali del nostro programma, siamo consapevoli che per la loro realizzazione sarà necessaria una migliore amministrazione delle risorse. Partendo dalla conoscenza dei mezzi disponibili e perseguendo un'equa ridistribuzione, noi ci impegniamo a non sperperare il denaro pubblico ed a mantenere una politica di bilancio prudenziale ottimizzando i costi. Noi pensiamo che nuove risorse possano essere reperite attraverso una gestione della spesa più parsimoniosa. A tal fine ci impegniamo ad eliminare gli sprechi, a ridurre le eventuali perdite di energia termica ed elettrica delle utenze pubbliche con un conseguente risparmio sulla bolletta; in ambito tasse e tributi ci impegniamo a fare controlli più stringenti anche in collaborazione con gli altri enti preposti affinché valga l idea di pagare meno ma pagare tutti. La programmazione delle spese comunali terrà conto del difficile periodo che il sistema economico-produttivo sta attraversando. Questa crisi sta avendo pesanti effetti sul nostro tessuto sociale, pertanto focalizzeremo la nostra attenzione sull'aumento della disoccupazione, specialmente di quella giovanile. Potenzieremo lo sportello Informalavoro per un maggior sostegno alla ricerca attiva del lavoro, specialmente nei casi di maggiore difficoltà nell inserimento lavorativo. Ci differenzieremo dagli altri gruppi politici poiché voteremo singolarmente le proposte presentate dai partiti o dalle altre liste civiche, non in base al loro colore di appartenenza, ma sull affinità delle idee al presente programma, indipendentemente da chi le presenterà. Il programma è una proposta e quindi verrà integrato con il contributo di tutti quelli che lo vorranno, con decisioni che saranno prese a maggioranza e ci impegneremo per la massima trasparenza. Per realizzare quanto sopra ci sarà uno strumento dedicato sul sito del Comune e, per chi non ha o non usa Internet, una formula alternativa (es. postazioni disponibili presso la biblioteca o il Comune).

3 Lista Civica MOVIMENTO 5 STELLE CADONEGHE PROGRAMMA ELETTORALE TRASPARENZA ED EFFICIENZA AMMINISTRATIVA Lavoreremo per capire come sono stati spesi i soldi dei cittadini, elimineremo il superfluo e gli sprechi (ed esempio estendendo quanto più possibile l'utilizzo di software open source e gratuiti - Linux, Libre Office, ecc. - negli uffici comunali e nelle scuole, in sostituzione di quelli a pagamento). Ridistribuiremo le spese in base a priorità condivise e faremo un resoconto costante e dettagliato alla cittadinanza, sia tramite Internet che con incontri dedicati. All'insegna di una maggior trasparenza della gestione comunale noi proponiamo: partendo dal presupposto che la democrazia diretta è una forma di democrazia in cui non esiste il meccanismo della delega politica, bensì quello della diretta partecipazione dei cittadini alle decisioni riguardanti la collettività, ci impegniamo a modificare lo Statuto ed i Regolamenti Comunali eliminando ad esempio i quorum nei Referendum e, nel caso di tematiche sensibili per la cittadinanza, indicendo Referendum consultivi per l'approvazione definitiva delle delibere; di realizzare l alfabetizzazione informatica di tutti i cittadini che ne facciano richiesta organizzando corsi gratuiti; di migliorare il sito internet del comune, al fine di renderlo di più facile fruizione, creando un forum di discussione, in cui si potrà discutere l'attività comunale. Creeremo inoltre una mailing-list a cui chiunque potrà iscriversi per ricevere tutte le notizie sugli eventi comunali; di pubblicizzare con adeguati mezzi e tempistiche tutti gli eventi di rilevante interesse che riguardano l amministrazione del Comune e di aprire al pubblico, oltre alle riunioni del Consiglio Comunale e delle Commissioni, anche quelle dei Capigruppo incentivando sempre più la partecipazione dei Cittadini alla gestione della cosa pubblica; di pubblicare sul sito del Comune tempestivamente, in forma leggibile e semplificata, con modalità di accesso immediata e di consultazione semplice, tutti i dati relativi al bilancio consuntivo e di previsione del Comune, dell Unione Medio Brenta e delle aziende partecipate e il programma economico triennale con il relativo stato di attuazione; di fare un resoconto costante alla cittadinanza dei lavori e delle decisioni dell amministrazione, attraverso assemblee pubbliche con cadenza almeno semestrale anche per valutare nuove proposte ed idee dei cittadini da portare in Consiglio Comunale; di ridurre a due mandati l'elezione per qualsiasi carica pubblica; di vietare il cumulo delle cariche pubbliche durante uno stesso mandato tranne nei casi in cui sia obbligatoriamente previsto; di vietare l'eleggibilità alle cariche pubbliche per i cittadini che siano stati condannati in via definitiva; di rivedere i processi, le procedure e l'organizzazione dell'amministrazione Comunale al fine di ottimizzare i carichi di lavoro del personale; di introdurre la massima trasparenza nell affidamento delle opere pubbliche e nella fornitura di servizi sia con gare di appalto sia con l affidamento diretto, utilizzando criteri di valutazione del merito e della qualità delle opere eseguite, privilegiando le aziende virtuose e ove possibile locali; di introdurre maggiore trasparenza anche sulle responsabilità e sulle penali nei capitolati. Di pubblicare la valutazione qualitativa delle opere eseguite;

4 di dare maggiore trasparenza ed informazione anche tramite internet alla corresponsione di contributi pubblici o altre agevolazioni economicamente rilevanti; di eliminare, ove possibile, le consulenze esterne utilizzando le competenze dei tecnici comunali; di revisionare in dettaglio tutte le voci di acquisto di prodotti e servizi, lavorando sulla loro ottimizzazione. SCUOLA E CULTURA I nostri obiettivi per incrementare la bontà del servizio scolastico sono: l aumento delle risorse dedicate alla scuola ed alla cultura; la costante tenuta in sicurezza ed in ordine degli edifici scolastici; la costante verifica della qualità del servizio delle mense, utilizzando alimenti a km zero, di stagione e di origine biologica per garantire un minimo impatto ambientale e una corretta educazione alimentare; l incentivazione alla creazione di orti scolastici, anche con il coinvolgimento degli anziani del territorio; la sempre maggiore valorizzazione della biblioteca e l esortazione al recupero bibliotecario di libri usati; la scuola 2.0 (sostegno all uso dei tablet nelle scuole pubbliche); la realizzazione di un progetto di insegnamento, fin dalla prima infanzia, incentrato sul senso di responsabilità e sul rispetto dell'ambiente; l utilizzo degli spazi e delle attrezzature comunali per tutti i cittadini con il pagamento del solo rimborso spese; la spinta alla nascita ed alla crescita di gruppi che supportino la cultura e la diffusione dell informazione sia delle nuove scoperte sia delle riscoperte dei valori e patrimoni culturali della nostra società. TRASPORTI E MOBILITA Il nostro impegno per quanto riguarda i trasporti, consisterà in: la revisione dei percorsi degli autobus con creazione di una linea circolare che colleghi il capolinea del tram di Pontevigodarzere a tutti i quartieri del Comune oltre che alla Zona Industriale; la creazione di un area destinata al bike-sharing (condivisione di biciclette) da collegare al servizio del Comune di Padova; la realizzazione di almeno un area di sosta del car-sharing (condivisione di automobile) collegato al Comune di Padova; l incentivazione del pool-sharing (condivisione di trasporto); l attuazione di uno strumento interattivo che permetta alla cittadinanza di fare segnalazioni e proposte di miglioramento riguardo viabilità e trasporti; l impegno per la costruzione, in collaborazione con gli altri enti coinvolti, del nuovo ponte sul Muson che collegherà Cadoneghe con la stazione ferroviaria di Vigodarzere; la promozione di accordi con le aziende che gestiscono i trasporti urbani ed extra urbani per ottenere un biglietto unico che consenta di raggiungere Padova utilizzando tutti i mezzi. AMBIENTE E TERRITORIO Per la tutela del territorio la nostra politica prevede: la revisione degli strumenti urbanistici finalizzata alla tutela del territorio non urbanizzato tramite: l'azzeramento del consumo di territorio; l'utilizzo del territorio esclusivamente per opere pubbliche di alta priorità, approvate dai cittadini e prive di un sito alternativo per la loro realizzazione; le compensazioni ambientali, che comportano la rinaturalizzazione di pari aree dimesse;

5 il controllo costante e tutte le azioni necessarie per la salvaguardia del territorio dal punto di vista idrogeologico: monitoraggio costante dello stato dei corsi d'acqua che attraversano il territorio comunale, dei loro argini e la tutela della rete scolante, con vincolo delle sezioni e divieto di interramenti; la riconsiderazione di qualsiasi progetto di cementificazione in conflitto con l'eco sostenibilità e la previsione di consultazione della cittadinanza su queste tematiche; la revisione degli strumenti urbanistici finalizzata alla manutenzione del territorio urbanizzato; la sistematica manutenzione del patrimonio comunale, delle strade e dei marciapiedi e la creazione di nuovi dove l assenza di questi ultimi costituisca situazione di pericolo per i cittadini; il censimento immobiliare per la rilevazione degli immobili sfitti e delle aree dismesse o degradate ed il loro recupero anche con incentivi urbanistici e/o fiscali; l estensione e la cura delle piste ciclabili nel rispetto delle caratteristiche morfologiche del territorio; l eliminazione delle barriere architettoniche soprattutto per l accesso agli uffici pubblici; l'ampliamento del verde pubblico, il miglioramento dell'esistente e la cura degli argini dei fiumi quali aree di pregio naturalistiche, con il miglioramento dei percorsi attrezzati e dei sentieri ciclo-pedonali percorribili; l incentivazione alla bonifica dell amianto con utilizzo di tutti i finanziamenti previsti e con stanziamenti specifici; il recupero delle acque piovane per il loro riutilizzo; la salvaguardia delle attività agricole e la conservazione del paesaggio agrario; la continuazione con l'investimento nel progetto Orti Comunali e la creazione di una mappa aggiornata e sempre disponibile per la comunità sullo stato attuale delle zone agricole, così da incentivare lo sfruttamento dei terreni agricoli ed evitare il loro degrado; la promozione di campagne di sensibilizzazione ed informazione sul corretto rapporto e tutela degli animali sia selvatici che domestici. Data la maggiore e costante sensibilità tra uomo ed animale, ed il maggior coinvolgimento degli animali nella nostra vita quotidiana, promuoveremo, sosterremo e incentiveremo iniziative e interventi rivolti alla conservazione degli ecosistemi e degli equilibri ecologici che interessano le popolazioni animali, promuovendo il rispetto degli animali e il principio della corretta convivenza con loro, condannando gli atti di crudeltà, i maltrattamenti e il loro abbandono. Per quanto riguarda la gestione dei rifiuti coinvolgeremo la cittadinanza sulle scelte più opportune come: l ottimizzazione della raccolta della frazione umida dei rifiuti e una sempre maggiore incentivazione al compostaggio domestico; la raccolta differenziata fatta in tutte le scuole, nei centri sportivi, nelle strutture pubbliche, nelle parrocchie, etc.; la spinta in tutte le strutture pubbliche all'utilizzo di materiali e stoviglie riutilizzabili; la dematerializzazione dei documenti negli uffici e nelle scuole e lo sviluppo delle comunicazioni digitali; l'incoraggiamento alla distribuzione di prodotti alla spina e, ove non sia possibile, almeno all utilizzo di imballaggi eco-sostenibili e all'uso di borse multiuso e/o biodegradabili;

6 la proposta di tariffe sui rifiuti a consumo con previsione di riduzioni e sgravi per chi effettua maggiormente la raccolta differenziata e con miglioramento dei controlli, anche con video sorveglianza nelle aree di conferimento; ECONOMIA La nostra politica economica prevede: l'incoraggiamento all'affitto di case sfitte mediante sgravi fiscali; la precedenza alle attività imprenditoriali, industriali, agricole, artigianali e di servizi alle imprese locali, ove possibile, specie per quanto riguarda gli appalti di lavori pubblici; il sostegno urbanistico ed economico per le costruzioni o le ristrutturazioni di fabbricati esistenti almeno in classe energetica B; il monitoraggio delle tariffe e della qualità dei servizi dei rifiuti, dell'acqua e dei trasporti parificandole con gli standard europei secondo il principio: chi inquina paga ; la realizzazione di una tabella pubblica che fornisca ai cittadini le tariffe finali applicate dai gestori presenti nel comune per la fornitura di energia e gas; la creazione di una banca del tempo solidale, per prestare e ricevere su base volontaria aiuti e piccoli servizi nei casi di necessità; tagli agli sprechi e razionalizzazione dei consumi; la spinta ai gruppi di acquisto; l incentivazione alla creazione del mercatino del baratto e dell usato; infine, considerata l importanza dell associazionismo a cui molti cittadini dedicano il proprio tempo ed il contributo delle Associazioni alla crescita, all aggregazione, ed alla solidarietà nel nostro Comune, la concessione di contributi pubblici sarà particolarmente trasparente; verranno concessi contributi e/o altri vantaggi economici esclusivamente alle Associazioni che renderanno pubblico il proprio bilancio; ENERGIA La nostra linea politica si basa sul coniugare sostenibilità ambientale e fabbisogno energetico. Questo ambizioso obbiettivo consentirà al nostro territorio di essere sempre meno dipendente dalle fonti di energia e sempre più autosufficiente. Ci impegneremo affinché il fabbisogno energetico comunale venga ricercato in fonti esclusivamente rinnovabili e sostenibili, in modo da massimizzare i vantaggi sotto diversi aspetti: ambientale, economico e sanitario. Promuoveremo la riqualificazione energetica degli edifici pubblici con obbiettivo di portarli almeno a classe energetica B, con installazione di pannelli termici e fotovoltaici utilizzando tutti i finanziamenti previsti a questo scopo. Per quanto concerne il risparmio energetico la nostra politica prevede: l'elaborazione di un Piano Energetico Comunale o Intercomunale per la riduzione dei consumi energetici dell'amministrazione comunale e per l'utilizzo di fonti rinnovabili; la creazione di una campagna di sensibilizzazione dei cittadini e delle scuole sul tema del risparmio energetico; l'incentivazione al miglioramento dell'efficienza energetica degli edifici esistenti e nelle nuove costruzioni (sconti su oneri di urbanizzazione, bonus volumetrici, etc.); la graduale sostituzione di tutti i lampioni stradali con lampioni a risparmio energetico ed autosufficienti; l interramento degli elettrodotti. CONNETTIVITA'

7 Per quanto concerne la connessione alla rete Internet la nostra politica prevede: l'impegno nell ottenere una connessione internet per tutti i cittadini di Cadoneghe, ed il miglioramento del servizio nelle aree con peggior copertura; la realizzazione di aree con accesso internet in modalità Wi-Fi, in punti di aggregazione pubblici e negli edifici comunali; l'alfabetizzazione informatica, attraverso serate a tema e corsi gratuiti; ACQUA L'acqua è un bene prezioso, è un diritto dell'umanità ed è necessaria per la vita: essa va quindi tutelata in ogni modo. Quello che ci proponiamo di fare in questo ambito è la promozione di una Cultura di Salvaguardia della risorsa idrica attraverso le seguenti azioni: l'informazione della cittadinanza sui vari aspetti che riguardano l'acqua sul nostro territorio, sia ambientali che gestionali; il contrasto al crescente uso delle acque minerali, con la promozione dell'uso alimentare dell'acqua di acquedotto negli uffici, nelle scuole, etc.; la creazione delle casette dell acqua dalle quale ogni cittadino potrà rifornirsi; la promozione di una campagna di informazione e di sensibilizzazione sul risparmio idrico, con l'uso dei riduttori di flusso realmente efficienti; la previsione di una quota pro-capite gratuita; il rilevamento costante dello stato d'inquinamento dei corsi d'acqua; la sollecitazione del rispetto del referendum del 12 e 13 giugno 2011 per quanto concerne i quesiti sull'acqua. SICUREZZA Per garantire una sicurezza capillare ed efficace e la protezione dei cittadini la nostra politica prevede una ottimizzazione della sinergia tra Polizia Locale e Carabinieri e l'intensificazione dei controlli notturni da parte della Polizia Locale. Lavoreremo inoltre per un continuo miglioramento dell utilizzo dei sistemi di video-sorveglianza. SOCIALE E SPORT Lavoreremo per creare un nuovo spazio di aggregazione e svago principalmente per i giovani ma fruibile anche da tutta la cittadinanza, anche con il coinvolgimento delle associazioni esistenti sul territorio. Promuoveremo eventi che favoriscano l inserimento dei migranti nella vita sociale perché lo scambio culturale possa essere un fattore di arricchimento sociale e culturale del nostro Comune. Per l importante contributo che offrono alla vita sociale e culturale di Cadoneghe ci impegneremo a valorizzare, sostenere e coinvolgere sempre più tutte le Associazioni presenti nel territorio. Incentiveremo la pratica dello sport in tutte le strutture disponibili sul territorio e ci impegneremo per il miglioramento delle stesse e per un loro maggiore sfruttamento. Promuoveremo iniziative per l incoraggiamento dello sport anche in collaborazione con le scuole. Ci impegneremo ad offrire opportunità di praticare sport a tutti i cittadini ed in particolare alle fasce di età più avanzate per una migliore qualità della vita e quale occasione di socializzazione. Giovani: Le politiche giovanili terranno conto sia della vita professionale sia di quella ricreativa dei giovani di Cadoneghe. Potenzieremo e riorganizzeremo i servizi a loro dedicati (tipo Informagiovani) e istituiremo di un fondo finalizzato a promuovere progetti per i giovani. Incentiveremo la creazione di una Banca del Tempo ; ci faremo promotori di eventi, mostre e manifestazioni artistiche autogestite; promuoveremo concorsi musicali per gruppi emergenti.

8 Anziani: Gli anziani sono una preziosa risorsa per la società e meritano una vita ricca di relazioni sociali: ci impegneremo a valorizzarli ed a tutelarli garantendo e potenziando tutti i servizi loro riservati. Promuoveremo sempre più la loro partecipazione alla vita sociale e tramite la prevenzione e la socializzazione, perseguiremo il loro benessere psico-fisico. Chiederemo nelle sedi opportune la collaborazione dell Ulss 16 per il miglioramento e per l aumento dei servizi oggi offerti dal distretto socio-sanitario. Stimoleremo le associazioni del territorio perché nasca un progetto di informazione all'anziano orientato a trasmettergli concetti attuali e di beneficio per la loro vita quotidiana come: l'utilizzo del farmaco generico, l'importanza dell'attività fisica e la socializzazione, la protezione contro truffe, ecc. Organizzeremo, anche con il coinvolgimento dei giovani, corsi di computer ed utilizzo di internet perché possano mantenere al massimo il collegamento con la comunità sotto tutti i punti di vista anche affrontando le nuove sfide della società tecnologica. Avremo una particolare cura e attenzione alle situazione degli anziani soli e in stato di disagio. Creeremo un canale di comunicazione dedicato agli anziani in linea con le loro caratteristiche, in modo da poter promuovere i servizi a loro dedicati garantendo che il maggior numero di persone possibile ne possa venire a conoscenza e di conseguenza usufruirne. Infine promuoveremo progetti mirati a valorizzare la figura dell'anziano come portatore di esperienze significative. Vogliamo raccogliere le storie della nostra comunità e conservarle per le generazioni a venire. Questo ci permetterà anche di valorizzare le nostre tradizioni e di mettere in relazione i giovani con gli anziani. UNIONI E FUSIONI DI COMUNI Potenzieremo e miglioreremo l Unione dei Comuni del Medio Brenta e il processo di integrazione tra Cadoneghe e Vigodarzere. Lavoreremo per l allargamento ad altri comuni al fine di creare nuove sinergie che consentano ulteriori risparmi e miglioramenti nella qualità dei servizi erogati ai cittadini. Porteremo la massima trasparenza anche negli atti e nella gestione di questo ente. Consulteremo la cittadinanza sul progetto di fusione con Padova che a nostro avviso rischia di ridurre il nostro Comune a periferia. Cadoneghe, 28 marzo 2014 Firmato SANDRA MARITZA ESCOBAR Candidata Sindaco DENIS BARETTA SILVANA BRACCO DANILO CAZZOLI ADRIANO CESARO ORESTE CORSINI PATRIZIA DE MARCHI VITO LA CRETA GRAZIELLA LINCETTO

9 NICOLA LONGO RENZA MAVOLO ELISA MONTEVECCHI RAPHAEL RADUZZI TIZIANO RUFFA MASSIMO SCANFERLA OSCAR TEMPORIN

Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE

Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE Programma Elettorale Elezioni Amministrative 25 Maggio 2014 1 Presentazione La lista civica OBIETTIVO COMUNE nasce dalla volontà di una numerosa squadra

Dettagli

Programma Amministrativo Alla gente di Ranica chiederemo sempre di partecipare e di esprimere le opinioni e le proposte di ciascuno sui vari problemi: sarà per noi il punto di partenza per risolverli.

Dettagli

Montecassiano Bene Comune

Montecassiano Bene Comune Montecassiano Bene Comune Programma per l amministrazione comunale 2014-2019 non abbiamo bisogno di chissà quali grandi cose o chissà quali grandi uomini; abbiamo solo bisogno di più gente onesta (b.c.)

Dettagli

PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014

PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014 PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014 La politica non è nelle competizioni degli uomini; non è nei sonanti discorsi. È, o dovrebbe essere, nell interpretare l epoca in cui si vive (..).

Dettagli

PROGRAMMA. ELEZIONI COMUNALI 2014 Comune di Fontanafredda MOVIMENTO 5 STELLE - FONTANAFREDDA

PROGRAMMA. ELEZIONI COMUNALI 2014 Comune di Fontanafredda MOVIMENTO 5 STELLE - FONTANAFREDDA PROGRAMMA ELEZIONI COMUNALI 2014 Comune di Fontanafredda MOVIMENTO 5 STELLE - FONTANAFREDDA 1 13/04/2014 LA LISTA MOVIMENTO 5 STELLE è contraddistinta dal contrassegno di seguito descritto: Linea di circonferenza

Dettagli

PREMESSA. Il programma individua tre linee di indirizzo:

PREMESSA. Il programma individua tre linee di indirizzo: PREMESSA Gli eventi traumatici e l'instabilità amministrativa che hanno dolorosamente segnato gli ultimi quaranta anni della nostra città hanno disperso le già labili tracce della sua tradizione comunale

Dettagli

Sintesi risultati tavoli tematici e prossimi passi. Incontro plenario 14 giugno 2005

Sintesi risultati tavoli tematici e prossimi passi. Incontro plenario 14 giugno 2005 Sintesi risultati tavoli tematici e prossimi passi Incontro plenario 14 giugno 2005 Il percorso partecipativo di questo secondo ciclo del Forum di Agenda 21 locale è stato articolato in tre differenti

Dettagli

LA NORMA ISO 14001 APPLICATA AI COMUNI

LA NORMA ISO 14001 APPLICATA AI COMUNI LA NORMA ISO 14001 APPLICATA AI COMUNI 1. ASPETTI GENERALI Negli ultimi anni, in gran parte dei Paesi europei, si assiste a un crescente interesse verso l attuazione di una pianificazione locale del territorio

Dettagli

Sfide e impegni per lo sviluppo sostenibile. Sfide e impegni per lo sviluppo sostenibile 1

Sfide e impegni per lo sviluppo sostenibile. Sfide e impegni per lo sviluppo sostenibile 1 Sfide e impegni per lo sviluppo sostenibile Sfide e impegni per lo sviluppo sostenibile 1 Sommario Sfide, impegni, azioni che riguardano La governance Le persone che lavorano in azienda I Comuni Gli utenti

Dettagli

Comune di Arluno. 21 Progetti

Comune di Arluno. 21 Progetti Comune di Arluno 21 Progetti Scheda di progetto 1/21 Tecnico settori urbanistica ed ecologia Piano regolatore generale con supervisione del PTCP e della VAS Tempi del progetto L intera comunità Il nuovo

Dettagli

Secondo Forum territoriale di Agenda 21 Corbetta 19 ottobre 2007. Report integrale

Secondo Forum territoriale di Agenda 21 Corbetta 19 ottobre 2007. Report integrale Secondo Forum territoriale di Agenda 21 Corbetta 19 ottobre 2007 Report integrale ABCittà società cooperativa sociale onlus www.abcitta.org Azioni Forum 02 Breve descrizione dei programmi e degli obiettivi

Dettagli

La mappa delle esigenze del territorio

La mappa delle esigenze del territorio La mappa delle esigenze del territorio Settembre - Ottobre 2014 Luoghi di aggregazione Valorizzando strutture già esistenti, serve la creazione di nuovi luoghi di socializzazione e integrazione, per favorire

Dettagli

Immagina il tuo PAES(e) Elabora il nostro PAES

Immagina il tuo PAES(e) Elabora il nostro PAES Comune di Castello d Argile Immagina il tuo PAES(e) Elabora il nostro PAES FORUM PARTECIPATO ALL ELABORAZIONE DEL PAES Primo incontro sabato 1 febbraio Costituzione del Forum della popolazione e degli

Dettagli

Incentivi fiscali ed efficienza energetica: dalle politiche comunitarie alla regolazione regionale. di Gabriella De Maio

Incentivi fiscali ed efficienza energetica: dalle politiche comunitarie alla regolazione regionale. di Gabriella De Maio Incentivi fiscali ed efficienza energetica: dalle politiche comunitarie alla regolazione regionale di Gabriella De Maio La strategia energetica europea L UE considera l energia come un fattore essenziale

Dettagli

Il Patto dei Sindaci e il Piano di Azione per l Energia Sostenibile - PAES -

Il Patto dei Sindaci e il Piano di Azione per l Energia Sostenibile - PAES - Il Patto dei Sindaci e il Piano di Azione per l Energia Sostenibile - PAES - Smart City Comuni in classe A 1 Indice 1. Il Patto dei Sindaci 2. Il Piano di Azione per l Energia Sostenibile PAES 3. Il progetto

Dettagli

LE SPESE CORRENTI E LE SPESE DI INVESTIMENTO PER PROGRAMMI

LE SPESE CORRENTI E LE SPESE DI INVESTIMENTO PER PROGRAMMI LE SPESE CORRENTI E LE SPESE DI INVESTIMENTO PER PROGRAMMI Il bilancio di previsione si articola in Programmi che corrispondono ai grandi temi di attività di cui il comune si occupa. Ogni programma è suddiviso

Dettagli

FORUM P.A. 23/5/2007 INTERVENTO DELL ASSESSORE CARMELO ALBERTO D ADDESE

FORUM P.A. 23/5/2007 INTERVENTO DELL ASSESSORE CARMELO ALBERTO D ADDESE Assessorato Lavori Pubblici e Infrastrutture - Trasporto e Mobilità - Patrimonio - Sport e Benessere - Personale - Polizia Municipale - Onoranze Funebri FORUM P.A. 23/5/2007 INTERVENTO DELL ASSESSORE CARMELO

Dettagli

PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI

PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI LETTERA AI CITTADINI Cari concittadini, il presente lavoro è redatto per approfondire la conoscenza degli interventi previsti

Dettagli

Gruppo di Lavoro. Le scelte urbanistiche TERZO INCONTRO. Sala Polifunzionale della Biblioteca del Comune di Nembro, 20-02-2008 SCHEDE PROGETTO

Gruppo di Lavoro. Le scelte urbanistiche TERZO INCONTRO. Sala Polifunzionale della Biblioteca del Comune di Nembro, 20-02-2008 SCHEDE PROGETTO Introduzione Gruppo di Lavoro Le scelte urbanistiche TERZO INCONTRO Sala Polifunzionale della Biblioteca del Comune di Nembro, 20-02-2008 SCHEDE PROGETTO Il terzo incontro, a cui erano presenti 12 partecipanti,

Dettagli

Adria Energy. risparmiare, naturalmente

Adria Energy. risparmiare, naturalmente Adria Energy risparmiare, naturalmente Le soluzioni ottimali per ottenere energia: cogenerazione, fotovoltaico, solare termico, biomasse, geotermico, idroelettrico, eolico. Adria Energy risparmiare, naturalmente

Dettagli

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO LISTA CIVICA VIGNATE SI CAMBIA

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO LISTA CIVICA VIGNATE SI CAMBIA PROGRAMMA AMMINISTRATIVO LISTA CIVICA VIGNATE SI CAMBIA Vignate Elezioni Amministrative 25 maggio 2014 PREMESSA Vignate SI Cambia non è solo il nome più o meno originale della lista con cui ci presenteremo

Dettagli

Ambiente e sviluppo urbano una prospettiva da arricchire

Ambiente e sviluppo urbano una prospettiva da arricchire Smart City Exhibition, Bologna 16 18 ottobre 2013 Quando il Bes approda sul territorio diventa urbes Ambiente e sviluppo urbano una prospettiva da arricchire Alessandra Ferrara, Istat Alberto Fiorillo,

Dettagli

Comune di CASTAGNETO PO (Prov. TORINO)

Comune di CASTAGNETO PO (Prov. TORINO) ELEZIONE DEL SINDACO E DEL CONSIGLIO COMUNALE (Art. 71, comma 2, D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267) (Comuni sino a 15.000 abitanti) Comune di CASTAGNETO PO (Prov. TORINO) Votazioni del giorno 25/05/2014 P

Dettagli

REGIONE LIGURIA LEGGE REGIONALE 3 NOVEMBRE 2009 N. 48 PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DELL INVECCHIAMENTO ATTIVO

REGIONE LIGURIA LEGGE REGIONALE 3 NOVEMBRE 2009 N. 48 PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DELL INVECCHIAMENTO ATTIVO REGIONE LIGURIA LEGGE REGIONALE 3 NOVEMBRE 2009 N. 48 PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DELL INVECCHIAMENTO ATTIVO (BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA N. 19 DEL 4 NOVEMBRE 2009) Il Consiglio regionale

Dettagli

Allegato n. 2 QUESTIONARIO CONOSCITIVO SUL PATRIMONIO VERDE COMUNALE O PROVINCIALE ESEMPIO

Allegato n. 2 QUESTIONARIO CONOSCITIVO SUL PATRIMONIO VERDE COMUNALE O PROVINCIALE ESEMPIO Allegato n. 2 QUESTIONARIO CONOSCITIVO SUL PATRIMONIO VERDE COMUNALE O PROVINCIALE ESEMPIO Si prega di compilare il seguente questionario, costituente parte integrante dell iter per l attribuzione del

Dettagli

La vita inizia dal sole: l energia del Fotovoltaico

La vita inizia dal sole: l energia del Fotovoltaico La vita inizia dal sole: l energia del Fotovoltaico 2015 L energia da fonti rinnovabili 01 IMPIANTO FOTOVOLTAICO 02 A COSA SERVE? 03 PERCHE GLOBAL SISTEMI Il fotovoltaico è un sistema elettrico che trasforma

Dettagli

Azione 4. Piano d Azione per la riduzione dei rifiuti nella Grande Distribuzione Organizzata

Azione 4. Piano d Azione per la riduzione dei rifiuti nella Grande Distribuzione Organizzata Azione 4 Piano d Azione per la riduzione dei rifiuti nella Grande Distribuzione Organizzata Protocollo d intesa (Memorandum of Understanding) Comune di Reggio Emilia LIFE10 ENV/IT/307 NO.WA No Waste PROTOCOLLO

Dettagli

POLITICA DI APPROVVIGIONAMENTO SOSTENIBILE

POLITICA DI APPROVVIGIONAMENTO SOSTENIBILE 2015-2018 LE NOSTRE CONVINZIONI La nostra politica di approvvigionamento sostenibile si ispira ai principi del Codice di Condotta per la Pesca Responsabile della FAO Dipartimento Pesca. In particolare,

Dettagli

Articolo 1 (Finalità) Articolo 2 (Obiettivi generali di Cassa Depositi e Prestiti) Articolo 3 (Tutela del risparmio postale)

Articolo 1 (Finalità) Articolo 2 (Obiettivi generali di Cassa Depositi e Prestiti) Articolo 3 (Tutela del risparmio postale) PRINCIPI PER LA TUTELA DEL RISPARMIO E PER LA SOCIALIZZAZIONE DI CASSA DEPOSITI E PRESTITI, AL FINE DI REALIZZARE UN MODELLO PUBBLICO E SOCIALE DI SOSTEGNO FINANZIARIO ALL'ECONOMIA E ALLA SOCIETA' Articolo

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA "REGIONE ETERNIT FREE"

PROTOCOLLO DI INTESA REGIONE ETERNIT FREE ALLEGATO SCHEMA DI PROTOCOLLO DI INTESA "REGIONE ETERNIT FREE" TRA REGIONE ABRUZZO E ANCI ABRUZZO LEGAMBIENTE AZZEROCO 2 1 L anno 2011, il giorno.., del mese di, presso la sede della Regione Abruzzo in

Dettagli

TREVISO! QUALITÀ DELLA VITA E FUTURO DANIELE MARINI, UNIVERSITÀ DI PADOVA

TREVISO! QUALITÀ DELLA VITA E FUTURO DANIELE MARINI, UNIVERSITÀ DI PADOVA TREVISO! QUALITÀ DELLA VITA E FUTURO DANIELE MARINI, UNIVERSITÀ DI PADOVA SINDACO PER UN GIORNO:! LE CARATTERISTICHE DEI RISPONDENTI 8.268 Totale Cartacei On line completi 4.218 Questionari On line incompleti

Dettagli

Allegato 4 Tabella di raccordo tra dimensioni del BES, funzioni e obiettivi della provincia

Allegato 4 Tabella di raccordo tra dimensioni del BES, funzioni e obiettivi della provincia Allegato 4 Tabella di raccordo tra dimensioni del BES, funzioni e obiettivi della provincia Dimensione/dominio Funzioni Piano strategico Tema Descrizione Standard materiali di vita (reddito,consumi,ricchezz

Dettagli

Punti chiave sulla trasparenza pubblica e gli open data a Roma 1

Punti chiave sulla trasparenza pubblica e gli open data a Roma 1 Punti chiave sulla trasparenza pubblica e gli open data a Roma 1 1) Open government e riuso dei dati Open Government è una prassi di amministrazione del bene pubblico che diventa aperta e trasparente ai

Dettagli

PROGETTO ORTO SOLIDALE. Orto del Sorriso

PROGETTO ORTO SOLIDALE. Orto del Sorriso PROGETTO ORTO SOLIDALE Orto del Sorriso INDICAZIONI GENERALI DEL PROGETTO: Il progetto di Orto Solidale Orto del Sorriso nasce dal desiderio di riscattare il termine LAVORO dandogli una valenza positiva.

Dettagli

LIBERI DI INNOVARE, LIBERI DI SCEGLIERE. Manifesto per l energia del futuro

LIBERI DI INNOVARE, LIBERI DI SCEGLIERE. Manifesto per l energia del futuro LIBERI DI INNOVARE, LIBERI DI SCEGLIERE Manifesto per l energia del futuro È in discussione in Parlamento il disegno di legge sulla concorrenza, che contiene misure che permetteranno il completamento del

Dettagli

Comune di Livorno. D.U.P. Bilancio di Previsione 2015/2017

Comune di Livorno. D.U.P. Bilancio di Previsione 2015/2017 Comune di Livorno D.U.P. Bilancio di Previsione 2015/2017 1 Il nuovo Ciclo di Programmazione Programma di governo (locale) Finalità Politiche Programmi/Progetti Obiettivi di gestione Indirizzi di finanza

Dettagli

Partecipazione. Pianificazione. Responsabilità

Partecipazione. Pianificazione. Responsabilità Programma Elezioni Comunali Rimini 2011 Partecipazione Non ci sono politici di mestiere, i cittadini partecipano al governo della città Pianificazione Si condivide un progetto complessivo, si attua per

Dettagli

Città di Conegliano CONTO DEL BILANCIO 2005

Città di Conegliano CONTO DEL BILANCIO 2005 Città di Conegliano CONTO DEL BILANCIO 2005 I conti del cittadino: come sono stati spesi i soldi di tutti Ecco le cifre del conto del bilancio 2005 LE ENTRATE ACCERTATE NEL 2005 SONO STATE PARI AD 43.962.251,42

Dettagli

COMUNE DI MARANO SUL PANARO (PROVINCIA DI MODENA)

COMUNE DI MARANO SUL PANARO (PROVINCIA DI MODENA) COMUNE DI MARANO SUL PANARO (PROVINCIA DI MODENA) REGOLAMENTO COMUNALE PER L ISTITUZIONE DELL ALBO DEI SINGOLI VOLONTARI CIVICI Il presente regolamento(composto da n. 10 articoli) è stato approvato dal

Dettagli

LEGGE REGIONALE 6 MARZO 2015, N. 6.

LEGGE REGIONALE 6 MARZO 2015, N. 6. LEGGE REGIONALE 6 MARZO 2015, N. 6. NORME PER IL SOSTEGNO DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALE (GAS) E PER LA DISTRIBUZIONE DI PRODOTTI AGROALIMENTARI DA FILIERA CORTA E DI PRODOTTI DI QUALITÀ E MODIFICHE ALLA

Dettagli

L ESPERIENZA DEL COMUNE DI REGGIO EMILIA NELLA DEFINIZIONE DELLE STRATEGIE E SELEZIONE DI INDICATORI

L ESPERIENZA DEL COMUNE DI REGGIO EMILIA NELLA DEFINIZIONE DELLE STRATEGIE E SELEZIONE DI INDICATORI L ESPERIENZA DEL COMUNE DI REGGIO EMILIA NELLA DEFINIZIONE DELLE STRATEGIE E SELEZIONE DI INDICATORI Mauro Bonaretti Direttore generale del Comune di Reggio Emilia IL CICLO DELLE POLITICHE PUBBLICHE BISOGNI

Dettagli

Decreto-Legge 24 giugno 2014, n. 91

Decreto-Legge 24 giugno 2014, n. 91 Decreto-Legge 24 giugno 2014, n. 91 Audizione del Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. Nando Pasquali Presidente e Amministratore Delegato Roma, 3 luglio 2014 Indice Il Gruppo GSE Decreto-Legge 24

Dettagli

INSIEME PER LIMANA Gruppo d'acquisto Solidale

INSIEME PER LIMANA Gruppo d'acquisto Solidale Statuto INSIEME PER LIMANA Gruppo d'acquisto Solidale 1 E costituita una Associazione denominata GAS INSIEME PER LIMANA L Associazione è costituita in conformità al dettato della L. 383/2000, pertanto

Dettagli

Eleonora Brambilla Marta Fumagalli Paola Gadaleta. Produzione Distribuzione Consumo

Eleonora Brambilla Marta Fumagalli Paola Gadaleta. Produzione Distribuzione Consumo Eleonora Brambilla Produzione Distribuzione Consumo 0.Mappa rizomatica Eleonora Brambilla car/bike car pooling sharing trasporto pubblico TRASPORTO EASY ACCESS CONDIVISO EMISSIONI ZERO NUOVE STRATEGIE

Dettagli

Le azioni di efficienza energetica degli edifici nel PAES Piano di Azione per l Energia Sostenibile

Le azioni di efficienza energetica degli edifici nel PAES Piano di Azione per l Energia Sostenibile Le azioni di efficienza energetica degli edifici nel PAES Piano di Azione per l Energia Sostenibile 21 Ottobre 2015 Efficienza energetica degli edifici: il valore della casa, il valore dell ambiente con

Dettagli

Agenda 21 Locale Casamarciano Sostenibile

Agenda 21 Locale Casamarciano Sostenibile . Comune di Casamarciano Regione Campania Agenda 21 Locale Casamarciano Sostenibile Questionario conoscitivo ed analisi percettiva della qualità dell ambiente e della situazione socio-economica nel Comune

Dettagli

Misure per la tutela dell ambiente e degli ecosistemi

Misure per la tutela dell ambiente e degli ecosistemi Misure per la tutela dell ambiente e degli ecosistemi Carlo Zaghi Dirigente Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Direzione Generale per le Valutazioni e le Autorizzazioni Ambientali

Dettagli

PERUGIA SMART CITY IDEE E PROGETTI PER IL FUTURO Martedì 3 marzo - Confindustria Umbria

PERUGIA SMART CITY IDEE E PROGETTI PER IL FUTURO Martedì 3 marzo - Confindustria Umbria PERUGIA SMART CITY IDEE E PROGETTI PER IL FUTURO Martedì 3 marzo - Confindustria Umbria VINCENZO PIRO Dirigente Area Risorse Ambientali, Smart City e Innovazione Comune di Perugia PERUGIA SMART CITY: IDEE

Dettagli

Il menù l ho fatto io

Il menù l ho fatto io Città di Torino Provincia di Torino Regione Piemonte DorS MIUR Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte Camera di Commercio di Torino Laboratorio Chimico Camera di Commercio Torino ASL TO1 Dipartimento

Dettagli

La pianificazione energetica Regioni e comunità a confronto L ESPERIENZA DEL COMUNE DI TAVAGNACCO(UD)

La pianificazione energetica Regioni e comunità a confronto L ESPERIENZA DEL COMUNE DI TAVAGNACCO(UD) La pianificazione energetica Regioni e comunità a confronto L ESPERIENZA DEL COMUNE DI TAVAGNACCO(UD) Udine, Palazzo della Regione 27 giugno 2014 La pianificazione energetica Regioni e comunità a confronto

Dettagli

OSSERVATORIO REGIONALE RIFIUTI - ABRUZZO / NEWSLETTER SITO WEB - SEZIONE GESTIONE RIFIUTI E BONIFICHE

OSSERVATORIO REGIONALE RIFIUTI - ABRUZZO / NEWSLETTER SITO WEB - SEZIONE GESTIONE RIFIUTI E BONIFICHE OSSERVATORIO REGIONALE RIFIUTI - ABRUZZO / NEWSLETTER SITO WEB - SEZIONE GESTIONE RIFIUTI E BONIFICHE A cura di: ORR - Segreteria tecnico-ammistrativa Informazioni su news, eventi, corsi di formazione,

Dettagli

Agenda Locale COMUNE DI PASIANO DI PORDENONE 20-20-20 PIANO D AZIONE LOCALE

Agenda Locale COMUNE DI PASIANO DI PORDENONE 20-20-20 PIANO D AZIONE LOCALE COMUNE DI PASIANO DI PORDENONE Agenda Locale 21 20-20-20 PIANO D AZIONE LOCALE COMUNE DI PASIANO DI PORDENONE INDICE PREMESSA 3 ENERGIA 4 IL PIANO D AZIONE: L ENERGIA 5 1. COMUNICAZIONE E SENSIBILIZZAZIONE...

Dettagli

CAPISTRELLO AMMINISTRATIVE 2015 PROGRAMMA ELETTORALE MOVIMENTO 5 STELLE CANDIDATO SINDACO ANGELO BISEGNA

CAPISTRELLO AMMINISTRATIVE 2015 PROGRAMMA ELETTORALE MOVIMENTO 5 STELLE CANDIDATO SINDACO ANGELO BISEGNA CAPISTRELLO AMMINISTRATIVE 2015 PROGRAMMA ELETTORALE MOVIMENTO 5 STELLE CANDIDATO SINDACO ANGELO BISEGNA Sommario PREMESSA... 3 1. GIOVANI... 3 2. TERRITORIO E DECORO URBANO... 3 3. TRASPERENZA E PARTECIPAZIONE

Dettagli

Progetto BES delle Province (PSU-00003) maggio 2013, abstract. Diffusione dell innovazione tecnologica. Combattere la delocalizzazione del lavoro

Progetto BES delle Province (PSU-00003) maggio 2013, abstract. Diffusione dell innovazione tecnologica. Combattere la delocalizzazione del lavoro Standard materiali di vita/ Benessere economico Salute/ Salute attivita' in collaborazione con i Comuni nel settore economico, produttivo, commerciale e turistico Servizi sanitari, di igiene e profilassi

Dettagli

ALLEGATO alla delibera C.P. nn. 76/67066 del 13-9-2012

ALLEGATO alla delibera C.P. nn. 76/67066 del 13-9-2012 INDICE ALLEGATO alla delibera C.P. nn. 76/67066 del 13-9-2012 L.R. 1/2000 e successive modifiche Indirizzi provinciali per lo sviluppo, il consolidamento e la qualificazione dei servizi educativi rivolti

Dettagli

contratto di quartiere II un quartiere ad altezza d uomo

contratto di quartiere II un quartiere ad altezza d uomo città di venaria reale contratto di quartiere II un quartiere ad altezza d uomo obiettivo generale promuovere l integrazione del quartiere con il resto del tessuto urbano attraverso la riqualificazione

Dettagli

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO ATTUAZIONE DEL PROGETTO REBIR Risparmio Energetico, Bioedilizia, Riuso Data 29.01.2009

Dettagli

Il Piano di Azione sul GPP della Provincia di Modena

Il Piano di Azione sul GPP della Provincia di Modena Acquisti verdi tra consapevolezza dei consumi, sostegno alle produzioni e corretta informazione Ravenna 30/9/2011 Il Piano di Azione sul GPP della Provincia di Modena Dott. Zacchi Giovanna Ufficio Sviluppo

Dettagli

AFFILIARSI AL Consorzio Ingauno Energia Pulita. L unione fa la forza: unirsi per uno scopo comune

AFFILIARSI AL Consorzio Ingauno Energia Pulita. L unione fa la forza: unirsi per uno scopo comune AFFILIARSI AL Consorzio Ingauno Energia Pulita L unione fa la forza: unirsi per uno scopo comune Il Consorzio Ingauno Energia Pulita: scopi e principali attività Perché unirsi Diritti e doveri del Consorzio

Dettagli

Comune di PARELLA (CITTÀ METROPOLITANA DI TORINO)

Comune di PARELLA (CITTÀ METROPOLITANA DI TORINO) ELEZIONE DEL SINDACO E DEL CONSIGLIO COMUNALE (Art. 71, comma 2, D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267) (Comuni sino a 15.000 abitanti) Comune di PARELLA (CITTÀ METROPOLITANA DI TORINO) Votazioni del giorno 31/05/2015

Dettagli

Piano di Azione PROPOSTA

Piano di Azione PROPOSTA Piano di Azione PROPOSTA N GRUPPO AZIONE/RACCOMANDAZIONE A1 PREDISPORRE ED ATTUARE UN PIANO DI EDUCAZIONE E COMUNICAZIONE Spiegare cos è la tariffa, come si calcola, e cosa paga ; capire quando e perché

Dettagli

Parco Locale di Interesse Sovracomunale SERIO NORD

Parco Locale di Interesse Sovracomunale SERIO NORD Parco Locale di Interesse Sovracomunale SERIO NORD PIANO TRIENNALE DEGLI INTERVENTI 2009-2011 Seriate, 29 Gennaio 2009 (modificato nell Assemblea dei Sindaci del 12/11/2009 verbale n. 51) Parco Locale

Dettagli

AI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALE DI RHO. Anzitutto voglio ringraziarvi per il documento che avete redatto (che ho

AI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALE DI RHO. Anzitutto voglio ringraziarvi per il documento che avete redatto (che ho AI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALE DI RHO Anzitutto voglio ringraziarvi per il documento che avete redatto (che ho trovato molto interessante) e per aver organizzato un confronto tra i Candidati Sindaci indispensabile

Dettagli

FOMULARIO L. R. DELLA CALABRIA N. 8/88 ISTANZE CONTRIBUTI COMUNI PER CENTRI POLIVALENTI GIOVANI SCADENZA 30 MARZO 2012

FOMULARIO L. R. DELLA CALABRIA N. 8/88 ISTANZE CONTRIBUTI COMUNI PER CENTRI POLIVALENTI GIOVANI SCADENZA 30 MARZO 2012 COMUNE DI LONGOBARDI ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI Con delibera di giunta n. 25 del 29 marzo 2012, il comune di Longobardi, di cui è sindaco Giacinto Mannarino, ha presentato istanza alla Regione,

Dettagli

Obiettivo 1 Strategie Azioni

Obiettivo 1 Strategie Azioni Obiettivo 1 Strategie Azioni Innovare i processi e le metodologie d'informazione e di comunicazione mirata Studiare e implementare nuove procedure per la gestione amministrativa e delle risorse umane Avviare

Dettagli

I nostri obiettivi. www.matelica5stelle.it

I nostri obiettivi. www.matelica5stelle.it 1 I nostri obiettivi www.matelica5stelle.it 2 Ambiente Ogni aspetto della nostra vita - la sua stessa qualità - è riconducibile all ambiente a. Edilizia: promuovere un edilizia sostenibile, che punti al

Dettagli

il Fotovoltaico Eticamente Sensibile

il Fotovoltaico Eticamente Sensibile il Fotovoltaico Eticamente Sensibile Coopwork è una cooperativa sociale no-profit di tipo B che realizza integrazione sociale e lavorativa offrendo servizi alla persona finalizzati all inserimento lavorativo

Dettagli

TESTO DI LEGGE APPROVATO DAL CONSIGLIO REGIONALE ASSEMBLEA LEGISLATIVA REGIONALE DELLA LIGURIA NELLA SEDUTA DEL 6 MARZO 2007

TESTO DI LEGGE APPROVATO DAL CONSIGLIO REGIONALE ASSEMBLEA LEGISLATIVA REGIONALE DELLA LIGURIA NELLA SEDUTA DEL 6 MARZO 2007 REGIONE LIGURIA TESTO DI LEGGE APPROVATO DAL CONSIGLIO REGIONALE ASSEMBLEA LEGISLATIVA REGIONALE DELLA LIGURIA NELLA SEDUTA DEL 6 MARZO 2007 INTERVENTI DI PREVENZIONE DELLA VIOLENZA DI GENERE E MISURE

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO BIBLIOTECA 3 CAPO I: 3 PRINCIPI GENERALI 3 CAPO II 4 PATRIMONIO E BILANCIO 4 CAPO III 5 ORGANIZZAZIONE E PERSONALE 5

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO BIBLIOTECA 3 CAPO I: 3 PRINCIPI GENERALI 3 CAPO II 4 PATRIMONIO E BILANCIO 4 CAPO III 5 ORGANIZZAZIONE E PERSONALE 5 REGOLAMENTO DEL SERVIZIO BIBLIOTECA 3 CAPO I: 3 PRINCIPI GENERALI 3 ART. 1 - FINALITA DEL SERVIZIO 3 ART. 2 - COOPERAZIONE INTERBIBLIOTECARIA 3 ART. 3 - DOCUMENTAZIONE DI RILEVANZA LOCALE E SEZIONE LOCALE

Dettagli

Dalla Pianificazione Energetica all attuazione degli interventi: il punto di vista delle PA e delle Imprese

Dalla Pianificazione Energetica all attuazione degli interventi: il punto di vista delle PA e delle Imprese Dalla Pianificazione Energetica all attuazione degli interventi: il punto di vista delle PA e delle Imprese Maria Paola Corona Presidente di Sardegna Ricerche Sardegna Ricerche: dove la ricerca diventa

Dettagli

il Fotovoltaico Eticamente Sensibile

il Fotovoltaico Eticamente Sensibile il Fotovoltaico Eticamente Sensibile Coopwork è un impresa sociale no-profit che realizza integrazione sociale e lavorativa offrendo servizi alla persona finalizzati all inserimento lavorativo di persone

Dettagli

'Ez año BU 5. Comune di Inverigo LINEE PROGRAMMATICHE DI GOVERNO 2011-2016 25 OTTOBRE 2011

'Ez año BU 5. Comune di Inverigo LINEE PROGRAMMATICHE DI GOVERNO 2011-2016 25 OTTOBRE 2011 L_ 1 `_ -F ' f. _ L/ 1 I BU 5 'Ez año Comune di Inverigo LINEE PROGRAMMATICHE DI GOVERNO 2011-2016 ELEZIONI DEL 15 E 16 MAGGIQ 2011 25 OTTOBRE 2011 ai. H/ úiscúíü"'7.7 i ÈL É' i ceurnonssrnn RIBOLDI SINDACO

Dettagli

L intervento a scala di quartiere: aspetti progettuali e di finanziabilità

L intervento a scala di quartiere: aspetti progettuali e di finanziabilità L intervento a scala di quartiere: aspetti progettuali e di finanziabilità Anna Maria Pozzo Direttore tecnico di Federcasa Premessa L efficienza energetica é una esigenza e una opportunità che va anche

Dettagli

ARPAT. Politica per la Qualità

ARPAT. Politica per la Qualità ARPAT Politica per la Qualità POLITICA PER LA QUALITÀ La missione di ARPAT L Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Toscana (ARPAT) concorre alla promozione dello sviluppo sostenibile e contribuisce

Dettagli

Programma elettorale lista civica Libertà e Partecipazione

Programma elettorale lista civica Libertà e Partecipazione Programma elettorale lista civica Libertà e Partecipazione La lista civica Libertà e Partecipazione, con il programma di seguito riportato, propone un cambiamento del concetto di politica adottato in passato,

Dettagli

PROGRAMMA AMMINISTRATIVE 2014

PROGRAMMA AMMINISTRATIVE 2014 PROGRAMMA AMMINISTRATIVE 2014 TERRITORIO Potenziamento delle strutture sul territorio : Realizzazione di progetti ex novo e di ristrutturazione affiancati da richieste di assegnazione di fondi europei,

Dettagli

Longarone, 4 novembre 2011

Longarone, 4 novembre 2011 Acqua buona, città pulite, servizi di qualità, prezzi equi oggi e nel futuro nei Comuni che ci affidano la gestione dei servizi pubblici locali. Longarone, 4 novembre 2011 Il contesto in cui opera Etra

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE

PIANO DI COMUNICAZIONE ALLEGATO 1 DIREZIONE POLITICHE AGRICOLE --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 PIANO

Dettagli

ENERGIA E AMBIENTE UN OFFERTA COMPLETA DI PRODOTTI E SERVIZI INNOVATIVI

ENERGIA E AMBIENTE UN OFFERTA COMPLETA DI PRODOTTI E SERVIZI INNOVATIVI Energia e Ambiente UN OFFERTA COMPLETA DI PRODOTTI E SERVIZI INNOVATIVI uroshunt propone soluzioni avanzate nel campo della produzione di energia, del riscaldamento e del raffreddamento. uroshunt, in partnership

Dettagli

MOBILITÀ SOSTENIBILE APPLICATA AI DIPENDENTI COMUNALI

MOBILITÀ SOSTENIBILE APPLICATA AI DIPENDENTI COMUNALI Scheda tecnica MOBILITÀ SOSTENIBILE APPLICATA AI DIPENDENTI COMUNALI Redazione a cura di Contesto Oramai in molte realtà urbane è diventato difficoltoso riuscire a percorrere il tragitto che separa la

Dettagli

Toscana Turistica Sostenibile & Competitiva - Fase 2

Toscana Turistica Sostenibile & Competitiva - Fase 2 Toscana Turistica Sostenibile & Competitiva - Fase 2 Applicazione del Modello di Gestione sostenibile della Destinazione turistica Area di verifica AUTOVALUTAZIONE Elenco Domande per area tematica NECSTOUR

Dettagli

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO 2013-2018 SANTA MARIA A MONTE

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO 2013-2018 SANTA MARIA A MONTE PROGRAMMA AMMINISTRATIVO 2013-2018 SANTA MARIA A MONTE DEMOCRAZIA DIRETTA E TRASPARENZA. Partecipazione diretta attraverso processi deliberativi popolari (petizioni, proposte e referendum); Referendum

Dettagli

PROPOSTA. connessi in rete.

PROPOSTA. connessi in rete. PROPOSTA La riduzione i delle emissioni i i di gas ad effetto serra rappresenta una priorità ità delle amministrazioni locali europee impegnate a dare il contributo per il raggiungimento degli obiettivi

Dettagli

e supportato dall amministrazione comunale

e supportato dall amministrazione comunale di Padova Settore Ambiente Piano di azione: proposto dal Forum locale e supportato dall amministrazione comunale Parte Prima : Obiettivi a tre anni OBIETTIVI GENERALI Riduzione, in riferimento al valore

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE PROVINCIA DI NOVARA

COMUNE DI GALLIATE PROVINCIA DI NOVARA COMUNE DI GALLIATE PROVINCIA DI NOVARA ART. 12 L. 7.8.1990 N. 241 REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CESSIONE DI FINANZIAMENTI E DI BENEFICI ECONOMICI A PERSONE, AD ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI Approvato

Dettagli

Cari sindaci, volete farvi adottare da noi?

Cari sindaci, volete farvi adottare da noi? Coordinatori provincia di : Nicola Berti e Susanna Schiavon Via De Claricini, 3 35128 Elezioni Amministrative 2009 Cari sindaci, volete farvi adottare da noi? Il programma elettorale delle Famiglie Numerose

Dettagli

CENTRI DI PROMOZIONE GIOVANILE AUTOGESTITI

CENTRI DI PROMOZIONE GIOVANILE AUTOGESTITI All. B10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO SICUREZZA E SOLIDARIETA SOCIALE R.Gio/CPA AMBITO ZONALE ALTO AGRI CENTRI DI PROMOZIONE GIOVANILE AUTOGESTITI Art.1 Definizione Il centro di aggregazione giovanile

Dettagli

LE SPESE CORRENTI E LE SPESE DI INVESTIMENTO PER PROGRAMMI

LE SPESE CORRENTI E LE SPESE DI INVESTIMENTO PER PROGRAMMI LE SPESE CORRENTI E LE SPESE DI INVESTIMENTO PER PROGRAMMI Il bilancio di previsione si articola in Programmi che corrispondono ai grandi temi di attività di cui il comune si occupa. Ogni programma è suddiviso

Dettagli

Ulss n.6 Vicenza Dipartimento/progetto dei Servizi per il Territorio VERSO UN DISTRETTO FORTE

Ulss n.6 Vicenza Dipartimento/progetto dei Servizi per il Territorio VERSO UN DISTRETTO FORTE FORUMPA SANITA' 2001 Ulss n.6 Vicenza Dipartimento/progetto dei Servizi per il Territorio VERSO UN DISTRETTO FORTE Parte 1: Anagrafica Titolo del Progetto: VERSO UN DISTRETTO FORTE Amministrazione proponente:

Dettagli

Percorso Energia in A21L

Percorso Energia in A21L Percorso Energia in A21L Comunità Montana Valtellina di Tirano (So) Comune di Grosio (So) Milano, 27 Giugno 2005 Enti promotori Comunità Montana Valtellina di Tirano (Assessore Territorio Ambiente e Sviluppo

Dettagli

Progetto di Mobilità Sostenibile per le Scuole Secondarie della Provincia di Livorno

Progetto di Mobilità Sostenibile per le Scuole Secondarie della Provincia di Livorno Progetto di Mobilità Sostenibile per le Scuole Secondarie della Provincia di Livorno 1. Premessa ed obiettivi Nel mese di marzo 2007 con il Piano d Azione Una politica energetica per l Europa, l Unione

Dettagli

La gestione dei rifiuti in Italia Le emergenze croniche, le eccellenze consolidate e le politiche da attuare

La gestione dei rifiuti in Italia Le emergenze croniche, le eccellenze consolidate e le politiche da attuare La gestione dei rifiuti in Italia Le emergenze croniche, le eccellenze consolidate e le politiche da attuare Stefano Ciafani Vice presidente nazionale di Legambiente Le emergenze (che finiscono in prima

Dettagli

REGOLAMENTO D'USO DEL MARCHIO COLLETTIVO DI QUALITA'

REGOLAMENTO D'USO DEL MARCHIO COLLETTIVO DI QUALITA' REGOLAMENTO D'USO DEL MARCHIO COLLETTIVO DI QUALITA' *** ART. 1 PREMESSA ED OBIETTIVI L'associazione Sportello Energia, Sicurezza & Mobilità Sostenibile ha lo scopo di svolgere attività di utilità sociale

Dettagli

UNA LIM PER TUTTI PREMESSA

UNA LIM PER TUTTI PREMESSA UNA LIM PER TUTTI PREMESSA Nelle scuole dei Comuni di Tavarnelle Val di Pesa e Barberino Val d Elsa si è venuta rafforzando negli ultimi anni la collaborazione tra scuola e famiglie. La nascita del Comitato

Dettagli

Come progettare un Programma Operativo Plurifondo per la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio

Come progettare un Programma Operativo Plurifondo per la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio Fondi strutturali 2014-2020 Guida pratica Come progettare un Programma Operativo Plurifondo per la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio State progettando i Programmi Operativi che plasmeranno

Dettagli

A partire dal. Fermo o sostituzione dei veicoli vietati con veicoli euro 5. - A carico del privato - Campagna informativa, controlli

A partire dal. Fermo o sostituzione dei veicoli vietati con veicoli euro 5. - A carico del privato - Campagna informativa, controlli Catalogo dei provvedimenti mutuati dai piani approvati dal o in corso di approvazione distinti tra misure con efficacia nel breve/medio periodo e misure di lungo periodo Misure con efficacia nel breve

Dettagli

Il Bilancio Comunale. Uno strumento di gestione della Casa di tutti : un esigenza di trasparenza e un opportunità di partecipazione concreta

Il Bilancio Comunale. Uno strumento di gestione della Casa di tutti : un esigenza di trasparenza e un opportunità di partecipazione concreta Il Bilancio Comunale Uno strumento di gestione della Casa di tutti : un esigenza di trasparenza e un opportunità di partecipazione concreta Cos è il bilancio comunale? Il Bilancio Comunale è un documento

Dettagli

Il Piano Regionale di Gestione Integrata dei Rifiuti. Deliberazione del Consiglio Regionale n. 301 del 5 Maggio 2009

Il Piano Regionale di Gestione Integrata dei Rifiuti. Deliberazione del Consiglio Regionale n. 301 del 5 Maggio 2009 Il Piano Regionale di Gestione Integrata dei Rifiuti Deliberazione del Consiglio Regionale n. 301 del 5 Maggio 2009 1 ANALISI DEI DATI PREGRESSI Serie storica delle produzioni del periodo 2002-2008 (t/anno)

Dettagli

POR FESR 2014-2020 Regione Emilia-Romagna. Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015

POR FESR 2014-2020 Regione Emilia-Romagna. Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015 POR FESR 2014-2020 Regione Emilia-Romagna Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015 Piano di comunicazione 2015 Indice Premessa 3 Azioni di comunicazione 3 Azione propedeutica: definizione dell immagine

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2012-13-14

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2012-13-14 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2012-13-14 Le modifiche normative intervenute, nell ambito dell ampio programma di riforma della Pubblica Amministrazione, impongono agli Enti Locali

Dettagli