Cresce la nostra collana editoriale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Cresce la nostra collana editoriale"

Transcript

1 Periodico d informazione a cura del Settore Attività Economiche della Provincia di Milano EDITORIALE Numero 6/Gennaio 2004 INIZIATIVE DEL SETTORE ATTIVITÀ ECONOMICHE: Bando per il sostegno alla creazione di nuove imprese creative Pubblicato il nuovo bando di finanziamento promosso da Provincia di Milano e Camera di Commercio di Milano Osservatorio sul commercio elettronico Il prossimo 9 febbraio la Provincia di Milano lancia l ebusiness Un anno di successi per AE NEWS ON LINE Più che raddoppiati i destinatari della nostra newsletter! Cresce la nostra collana editoriale CRESCERE CON L E-BUSINESS. Esperienze e casi di successo delle imprese milanesi. BREVI SEGNALAZIONI DALLE NOSTRE AGENZIE E DAGLI ATTORI DEL NETWORK DI GOVERNO Redazione: Provincia di Milano Direzione Centrale Sviluppo Economico e Sociale Settore Attività Economiche Viale Jenner 24/B Milano Realizzazione a cura del Servizio Politiche per l Innovazione e lo Sviluppo Locale tel. 02/ fax 02/ Hanno collaborato a questo numero: ASNM, Assotec, Biopolo

2 Editoriale Il rilancio della creatività parte da Milano Nell economia moderna il capitale intellettuale è considerato la fonte di ricchezza per eccellenza. La rivoluzione tecnologica, ma anche sociale ed economica, infatti, ha indotto a considerare il sapere in funzione della sua utilità, del suo profitto, della capacità di produrre nuova ricchezza per la società. Infatti nello sviluppo della società della informazione interattiva le idee ed i progetti creativi sono destinati ad avere un valore economico e sociale aggiuntivo alle attività produttive tradizionali. Con questa consapevolezza la Provincia di Milano e la Camera di Commercio di Milano, uniti dall intento di sostenere e valorizzare lo sviluppo del territorio milanese, intendono favorire la nascita e lo sviluppo di nuove imprese creative a forte contenuto innovativo. A tal fine hanno promosso il Bando per la creazione di nuove imprese creative per sostenere finanziariamente chi vuole avviare un impresa creativa (Moda, Pubblicità, Editoria, Design, Radio e TV, Cinema, Musica, Spettacolo, ecc). Il rilancio della creatività parte quindi da Milano, per contribuire alla nascita di nuove iniziative imprenditoriali e proseguire nel sostegno alle PMI che intendono valorizzare il capitale umano e investire in ricerca e innovazione. L Assessore al Lavoro, Attività Economiche Cosma Gravina

3 Bando per il sostegno alla creazione di nuove imprese creative Scheda di sintesi Nell evoluzione economica attuale lo sviluppo di idee e progetti creativi sono destinati ad avere un valore economico sempre più rilevante, a tal punto che si parla oggi di economia creativa, intendendo con questo termine uno specifico ramo dell economia che comprende alcuni particolari settori in grado di generare nuova ricchezza e proprietà intellettuale (brevetti, diritti d autore, marchi di fabbrica, design registrato) sostenendo così anche lo sviluppo di settori economici tradizionali. Quanto sopra è conseguenza diretta del processo di transizione verso la società della informazione e della conoscenza creativa, in cui il capitale umano diviene sempre più essenziale per lo sviluppo economico. Per sostenere questo processo la Provincia di Milano e la Camera di Commercio di Milano intendono favorire la nascita e lo sviluppo di nuove imprese creative a forte contenuto innovativo nel territorio della provincia di Milano, con agevolazioni volte a sostenerne investimenti e spese pluriennali. Lo stanziamento complessivo è di ,00 per contributi in conto capitale finalizzati a sostenere la creazione e l avvio di Piccole e Medie Imprese (P.M.I.) a forte contenuto creativo e innovativo. I contributi previsti sono assegnati sulla base di una apposita graduatoria conseguente alla presentazione di un progetto da parte dei soggetti beneficiari e fino a concorrenza dello stanziamento complessivo previsto dal Bando. Sono ammessi a presentare domanda ai sensi del Bando:! Aspiranti imprenditori (persone fisiche), che si impegnino a creare una Piccola e Media Impresa a forte contenuto innovativo, avente sede legale ed operativa in provincia di Milano;! Piccole e Medie Imprese a forte contenuto innovativo iscritte al Registro Imprese della Camera di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura in data non anteriore al 1 gennaio 2003, aventi sede legale ed operativa in provincia di Milano. Entrambe le categorie di soggetti beneficiari dovranno operare nei seguenti settori economici: R&S (Ricerca e sviluppo) Editoria Radio e Tv, cinema, musica, spettacolo Design e architettura Pubblicità Moda Arte Giochi e videogames.

4 In ogni caso, beneficiari dell agevolazione sono esclusivamente le Piccole e Medie Imprese a forte contenuto innovativo e creativo aventi sede legale ed operativa in provincia di Milano: nel caso di domanda presentata da aspiranti imprenditori (persone fisiche), il beneficio si perfezionerà (in capo alla neo-costituita impresa) esclusivamente nel caso in cui l impresa a forte contenuto innovativo e creativo sia effettivamente costituita entro un termine massimo di 4 mesi dall avvenuta comunicazione di ammissibilità al contributo (in tal caso le spese ammesse al contributo sono solo quelle sostenute dopo la costituzione dell impresa ed entro i termini massimi previsti dal Bando). Non sono considerati ammissibili progetti presentati da imprese e persone fisiche che siano risultati assegnatari di altri contributi erogati a valere sul: - Bando per il sostegno alla creazione di nuove imprese innovative e concorso per le migliori idee di impresa (2002) promosso dalla Provincia di Milano; - Bando per il sostegno alla creazione di nuove imprese innovative (2003) promosso congiuntamente dalla Provincia di Milano, dalla Regione Lombardia e dalla Camera di Commercio di Milano. Sono agevolabili progetti relativi all avvio di attività imprenditoriali che rispettino contemporaneamente il requisito di creatività e innovatività. Si considera rispettato il requisito di innovatività quando il progetto di impresa per cui si chiede il finanziamento presenta un forte contenuto innovativo in termini di innovazione di prodotto e servizio, di processo o di gestione. Più specificatamente per attività imprenditoriali a forte contenuto innovativo si intendono quelle che: - abbiano come business prioritario lo sviluppo di prodotti e/o servizi con caratteristiche di novità rispetto al mercato nazionale, specie se incentrati sull utilizzo di tecnologie d avanguardia (innovazione di prodotto/servizio) - siano rivolte all implementazione in termini qualitativi e di performance di processi produttivi o introducano nuovi processi produttivi con caratteristiche migliorative rispetto all esistente (innovazione di processo) - si sviluppino secondo nuovi modelli di business, metodologie di gestione e di controllo fortemente incentrate sull utilizzo di tecnologia, e, più in generale, introducano processi manageriali altamente improntati alla qualità totale (innovazione di gestione). Nel caso di impresa costituita si considera rispettato il requisito di creatività quando l impresa risulta iscritta presso la Camera di Commercio di Milano e riporta come attività prevalente una tra le attività classificate nell elenco ISTAT Classificazione delle attività economiche ATECO 2002 con i codici elencati nel Bando. Nel caso di impresa costituenda si considererà rispettato il criterio di creatività sulla base di quanto indicato nella domanda di partecipazione al Bando nelle voci che descrivono l oggetto sociale dell attività di impresa e le relative attività che si intendono svolgere. Per ciascuna azienda l agevolazione concedibile complessivamente consiste in un contributo in conto capitale pari al 50% delle spese riconosciute ammissibili, e comunque non potrà superare la somma di ,00.

5 La Provincia di Milano e la Camera di Commercio di Milano si riservano la facoltà di promuovere ulteriori interventi di sostegno ai migliori progetti selezionati e finanziati. Tali interventi si potranno sostanziare nella forma di voucher per l acquisizione di servizi e consulenze presso alcune strutture indicate dai medesimi soggetti promotori del Bando. Sono considerate ammissibili le spese al netto di IVA e di altre imposte e tasse relative a: A. Studi di fattibilità, piani di impresa e spese per consulenze specialistiche (solo se inerenti al progetto) relative alle fasi di studio, ricerca e progettazione, nel limite del 20% dell investimento complessivo; B. Oneri di costituzione (comprese le spese notarili); C. Impianti generali e spese di ristrutturazione dei locali destinati allo svolgimento dell attività nel limite del 20% dell investimento complessivo; D. Macchinari, attrezzature (compreso hardware) e beni strumentali strettamente pertinenti alla realizzazione del progetto; E. Spese per materiali di prova, realizzazione di prototipi e collaudi finali; F. Marchi e brevetti, anche per l acquisto degli stessi; G. Software. Sono ammissibili gli acquisti effettuati in via ordinaria o attraverso strumenti di locazione finanziaria (leasing); nel caso di locazione finanziaria le spese sono ammissibili limitatamente alle rate del leasing quietanzate nel periodo di durata del progetto. Sono escluse le spese sostenute per l acquisto di terreni e fabbricati. Nel caso di impresa costituenda sono ammissibili esclusivamente le spese sostenute a partire dal momento in cui l impresa è costituita ed entro il termine massimo di un anno dalla comunicazione di ammissibilità al contributo da parte dei soggetti promotori del Bando. I beni oggetto delle agevolazioni previste dal Bando: - non possono essere ceduti o alienati per un periodo di 2 anni dalla data di erogazione del contributo senza che ne venga data immediata comunicazione alla Provincia di Milano; - non possono essere oggetto di altre agevolazioni previste da leggi statali, regionali, comunitarie o da altri enti pubblici. La domanda dovrà essere presentata secondo i modelli previsti nel Bando, in cui saranno illustrate dettagliatamente le caratteristiche del progetto imprenditoriale, e allegando obbligatoriamente i curricula del proponente e degli eventuali soci. Le domande presentate a valere sul Bando saranno valutate, previa verifica della regolarità formale della domanda, dal Comitato Tecnico che curerà la predisposizione della graduatoria delle domande ammissibili al contributo sulla base di specifici criteri di valutazione.

6 Le domande di contributo dovranno:! essere redatte in carta semplice ed essere rigorosamente conformi ai moduli riportati in allegato al Bando, corredate dalla documentazione ivi richiesta;! essere sottoscritte dal legale rappresentante dell azienda (nel caso di azienda già costituita) e dalla persona fisica (team leader, nel caso di aspirante imprenditore) e riportare in allegato la fotocopia del documento di identità del proponente;! essere spedite in due copie, entrambe inserite in una sola busta, a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno esclusivamente al seguente indirizzo Provincia di Milano -Settore Attività Economiche - Viale Jenner, Milano;! riportare tassativamente la dicitura: Bando per il sostegno alla creazione di nuove imprese creative sul fronte della busta;! essere inoltrate entro e non oltre il 22 marzo Testo Integrale del bando Istruzioni per la presentazione della domanda Modulistica da compilare Il testo integrale dei bandi, le istruzioni per la presentazione della domanda e la modulistica da compilare sono scaricabili dai siti web: oppure possono essere ritirati presso le seguenti sedi: - Provincia di Milano: Via Vivaio, 1 - Milano - presso la Biblioteca oppure in Viale Jenner, 24 Milano - Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Milano Via Meravigli, 9/b Milano e- relative Sedi decentrate È disponibile e attivo il dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 18:00 dal lunedì al venerdì per avere informazioni dettagliate sul bando di finanziamento ed assistenza per la compilazione della domanda.

7 Osservatorio sul Commercio Elettronico Il prossimo 9 febbraio la Provincia di Milano lancia l e-business Le imprese hanno oggi un nuovo modo di fare business: attraverso il commercio elettronico. Il Settore Attività Economiche della Provincia di Milano, consapevole dell importanza delle prospettive economiche e lavorative offerte da questo nuovo strumento, ha realizzato all interno del proprio sito web (http://ebusiness.provincia.milano.it) l Osservatorio sul commercio elettronico, uno spazio per dare visibilità alla piccole e medie imprese che fanno e-commerce nell'area milanese, uno strumento di ricerca e monitoraggio finalizzato all'analisi del settore, un mezzo di diffusione delle best practices per l adozione dell e-business da parte delle PMI. Inoltre l Osservatorio, realizzato in collaborazione con Politecnico Innovazione, offre molti altri servizi ad alto valore aggiunto, che spaziano dalla rassegna stampa web sull ebusiness (disponibile gratuitamente a chiunque ne faccia richiesta a a dettagliati documenti di approfondimento, dalla legislazione di riferimento ai link a siti tematici (tra cui il Forum della Net Economy, il portale a sostegno della net-economy promosso da Provincia di Milano, Comune di Milano e Camera di Commercio di Milano). Proprio per scoprire e promuovere le potenzialità dell Osservatorio la Provincia di Milano ha organizzato per il prossimo 9 Febbraio un convegno a cui parteciperanno esponenti del mondo imprenditoriale che grazie all e-business hanno fatto un caso di successo della propria azienda, docenti universitari e rappresentanti istituzionali. Durante l incontro sarà presentata e distribuita la pubblicazione Crescere con l Ebusiness. Esperienze e casi di successo delle imprese milanesi a cura di Sergio Campodall Orto, che analizza l approccio delle PMI all e-business, descrive le azioni messe in atto dalla Provincia di Milano a sostegno della Net Economy e illustra alcune best practice, gli esempi più significativi di applicazione delle tecnologie internet ai processi aziendali dalle imprese milanesi. Tutti i lettori interessati a partecipare gratuitamente al convegno potranno reperire il programma dettagliato all interno del sito web

8 Un anno di successi per AE News On line Più che raddoppiati i destinatari della nostra newsletter! La redazione di desidera ringraziare i propri lettori e tutti coloro che hanno contribuito, attraverso la segnalazione delle notizie, al successo riscosso dal periodico d informazione a cura del Settore Attività Economiche della Provincia di Milano. Durante l anno appena trascorso sono più che raddoppiati i destinatari della nostra newsletter: ben 1879 soggetti rispetto alle 800 caselle di posta elettronica dell anno precedente. Infatti nel corso del 2003 tantissimi sono stati i navigatori che hanno richiesto l iscrizione alla nostra mailing list ed i partecipanti ai convegni organizzati dal Settore Attività Economiche che hanno richiesto l invio di materiale informativo. Anno Anno I destinatari sono svariati: rappresentanti del mondo istituzionale (Regioni, Province e Comuni italiani), componenti del Forum dell Innovazione (il primo tavolo finalizzato all'elaborazione strategica e al confronto tra attori pubblici e privati in tema di innovazione tecnologica), delle università, delle associazioni di categoria e dei soggetti che sostengono lo start up d impresa, la ricerca e l innovazione tecnologica, le imprese finanziate dalla Provincia di Milano, gli studi di brevettazione, gli uffici che promuovono l autoimprenditorialità e il lavoro, nonché altri soggetti privati interessati a ricevere la newsletter Enti Pubblici Forum dell'innovazione Università Associazioni, Agenzie di sviluppo, incubatori e venture capitalist Cetra: Soggetti a supporto dell'innovazione e della ricerca Imprese finanziate bandi 2002 Studi di brevettazione Informagiovani, Centri per l'impiego, Punti Nuova Impresa Altri destinatari

9 Le tematiche trattate all interno della newsletter possono essenzialmente essere suddivise in 4 macro-aree che riguardano, precisamente: il sostegno alle imprese mediante l esplicazione delle agevolazioni erogate dalla Provincia di Milano (37% degli articoli pubblicati) la promozione della ricerca e dell innovazione tecnologica (ad es. attraverso i portali web Cetraonline, Biodirectory, Osservatorio sul Commercio Elettronico: 21%) le azioni a supporto dello sviluppo locale e del marketing territoriale (25%); la partecipazione a reti e network europei attivi nel campo dell innovazione tecnologica (17%) 17% Sostegno alle imprese 37% Ricerca e innovazione tecnologica 25% 21% Sviluppo locale e marketing territoriale Partecipazione a reti e progetti europei AE NEWS punta anche per il 2004 sulla qualità e sulla tempestività dei contenuti diffusi: infatti, la frequenza non regolarmente scadenzata che contraddistingue l invio della newsletter non deriva dalla scarsità delle notizie a disposizione, ma dalla scelta della redazione di divulgare informazioni accuratamente selezionate per rilevanza ed utilità. Per realizzare questi obiettivi risulta fondamentale poter contare su una rete stabile di relazioni che permetta un proficuo scambio di conoscenze tra gli attori del network di governo, in modo tale da cogliere al meglio le esigenze provenienti dal mondo imprenditoriale e rispondervi con interventi pubblici mirati ed efficaci.

10 Cresce la nostra collana editoriale CRESCERE CON L E-BUSINESS. Esperienze e casi di successo delle imprese milanesi Il Settore Attività Economiche ha pubblicato un nuovo volume intitolato CRESCERE CON L E-BUSINESS. Esperienze e casi di successo delle imprese milanesi a cura di Sergio Campodall Orto ed edito da Franco Angeli. Nella pubblicazione, dopo aver analizzato l approccio delle Piccole e Medie Imprese italiane nell adozione delle tecnologie di informazione e comunicazione a seguito della rivoluzione digitale, sono descritte le iniziative che la Provincia di Milano ha messo in atto a sostegno della Net Economy e i risultati del Bando a sostegno dell innovazione. A seguito di una specifica indagine svolta da Politecnico Innovazione sui progetti più interessanti realizzati grazie ai contributi provinciali, sono illustrate le best practices e sono riportati dettagliatamente gli esempi più significativi di applicazione delle tecnologie internet ai processi aziendali delle PMI milanesi. **************************************************************************************************** Brevi segnalazioni dalle nostre Agenzie e dagli Attori del Network di Governo! ASNM promuove la nascita di AIDA (Associazione Italiana delle Agenzie di Sviluppo Locale e Marketing Territoriale), una rete di cooperazione per promuovere il dibattito tra gli operatori del settore ed elaborare proposte in tema di politiche economiche e territoriali. Attraverso questa associazione ASNM vuole valorizzare l esperienza, i risultati e, soprattutto, il ruolo svolto dalle agenzie e dagli operatori dello sviluppo nell ambito della promozione territoriale e della rivitalizzazione economica e sociale. Oltre a svolgere un attività di promozione politico-istituzionale, l Associazione opererà sul fronte della riflessione, della promozione culturale e svilupperà serviziprodotti per i soci. Potranno associarsi ad AIDA tutte le organizzazioni che, indipendentemente da ragione e compagine sociale, abbiano per missione prevalente la promozione dello sviluppo locale: dalle agenzie costituite su iniziativa dei Comuni o delle Camere di Commercio, alle società di gestione di patti territoriali, contratti d area e altri strumenti di programmazione negoziata, ai centri di servizio quali i BIC. Ulteriori informazioni possono essere richieste all associazione: AIDA - Via Venezia, Sesto San Giovanni (MI) -Tel Fax A conclusione dell Accordo di Programma per la Reindustrializzazione di Sesto San Giovanni, è stata consegnata l ultima tranche di incentivi regionali per promuovere l occupazione nell area sestese. Con L.R. 30/94 la Regione Lombardia, infatti, ha stanziato circa 6 milioni di Euro per avviare la reindustrializzazione di Sesto San Giovanni di cui per incentivare l occupazione.

11 Hanno avuto accesso ai contributi diretti regionali un totale di 36 piccole imprese sestesi che hanno realizzato, dalla fine del 1997 ad oggi, 251 nuove assunzioni e che hanno avuto diritto ad un incentivo di circa Euro per ogni nuovo assunto e di Euro per assunzione di persone in mobilità o in cassa integrazione. All atto di consegna dell ultima tranche di incentivi all occupazione hanno partecipato i massimi rappresentati delle istituzioni che nel 1996, insieme alla Regione Lombardia, avevano sottoscritto l Accordo: Cosma Gravina, Assessore al Lavoro e alle Attività Economiche della Provincia di Milano; Giorgio Oldrini, Sindaco di Sesto San Giovanni; Luigi Vimercati e Fabio Terragni, rispettivamente Presidente e Amministratore Delegato dell Agenzia Sviluppo Nord Milano. Ulteriori approfondimenti sono disponibili all indirizzo: Mercoledì 18 febbraio p.v. ore presso la Sala Falck di Assolombarda, incontro tecnico su Reti Locali Wireless: prospettive ed opportunità per le Piccole e Medie Imprese. Assotec, in collaborazione con l Istituto Superiore Mario Boella sulle Tecnologie dell Informazione e delle Telecomunicazioni di Torino, organizza, un incontro tecnico per presentare lo stato dell arte delle diverse tecnologie wireless (Bluetooth, Wi-Fi, IRData,...), in alcuni casi concorrenti tra loro ed in altri casi complementari. Nel corso dell incontro, rivolto soprattutto alle Piccole e Medie Imprese di tutti i settori, verrà realizzato un confronto tra queste diverse tecnologie, analizzandone potenzialità, limiti, utilizzi. Verranno inoltre presentati anche i dettagli tecnici ed economici di alcune applicazioni oggi realizzate e fornita una panoramica su quelli che saranno gli sviluppi più immediati di queste tecnologie e delle ulteriori opportunità che questi sviluppi offriranno. Per informazioni su quota di partecipazione, modalità di pagamento ed iscrizioni: sezione EVENTI.! Mercoledì 11 Febbraio p.v. presso l Auditorium Centro Civico del Comune di Bresso in Via Bologna, 38 si terrà Bioinformatica Bioindustria e Biomedicina, il convegno organizzato da Università di Milano-Bicocca, Comune di Bresso, Consorzio Milano Ricerche e Biopolo. Gli interventi, a cura di istituzioni, aziende biotech e rappresentanti del settore ospedaliero, illustreranno lo stato dell arte e le prospettive future di sviluppo della bioinformatica applicata alla bioindustria e alla medicina molecolare, a livello nazionale e in particolare sul territorio della Regione Lombardia. Il Comune di Bresso, che già ospita tre fra le maggiori società biotecnologiche italiane, presenterà il progetto di realizzazione del Centro di Informatica Applicata, in collaborazione con l Università di Milano-Bicocca. La partecipazione al convegno è gratuita.

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI 1 OGGETTO DEL PREMIO l Amministrazione Comunale di Pregnana Milanese Assessorato alla Cultura istituisce un premio annuale di laurea intitolato alla memoria

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

Tabella di sintesi elaborata dagli uffici senza alcun valore normativo. COOPERATIVE SOCIALI iscritte alla sezione A dell Albo.

Tabella di sintesi elaborata dagli uffici senza alcun valore normativo. COOPERATIVE SOCIALI iscritte alla sezione A dell Albo. CAPO II INVESTIMENTI Acquisto, costruzione, ristrutturazione, ammodernamento ed ampliamento di immobili aziendali Art. 9 comma 1 200.000,00) 200.000,00) Fino al 50% 200.000,00) se LEASING: fino al 40%

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

BANDI 2015 2. 1) Come presentare un progetto sui bandi della Fondazione. 2) La procedura di selezione e valutazione dei progetti

BANDI 2015 2. 1) Come presentare un progetto sui bandi della Fondazione. 2) La procedura di selezione e valutazione dei progetti BANDI 2015 2 Guida alla presentazione La Fondazione Cariplo è una persona giuridica privata, dotata di piena autonomia gestionale, che, nel quadro delle disposizioni della Legge 23 dicembre 1998, n. 461,

Dettagli

SOGGETTI AMMISSIBILI E CARATTERISTICHE DEI PROGETTI

SOGGETTI AMMISSIBILI E CARATTERISTICHE DEI PROGETTI BANDO SVILUPPO DI RETI LUNGHE PER LA RICERCA E L INNOVAZIONE DELLE FILIERE TECNOLOGICHE CAMPANE - FAQ Frequent Asked Question : Azioni di sistema per l internazionalizzazione della filiera tecnologica

Dettagli

L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres.

L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres. L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres. LR 12/2006, articolo 6, commi da 82 a 89. Regolamento concernente i criteri

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

PREMIO STOR-AGE. Concorso di idee innovative per lo storage energetico REGOLAMENTO

PREMIO STOR-AGE. Concorso di idee innovative per lo storage energetico REGOLAMENTO PREMIO STOR-AGE Concorso di idee innovative per lo storage energetico REGOLAMENTO Art. 1 Oggetto e finalità Il premio STOR-AGE è un iniziativa volta a supportare lo sviluppo di progetti imprenditoriali

Dettagli

Linee guida per le Scuole 2.0

Linee guida per le Scuole 2.0 Linee guida per le Scuole 2.0 Premesse Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l introduzione

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico Vista la legge 17 febbraio 1982, n. 46 che, all articolo 14, ha istituito il Fondo speciale rotativo per l innovazione tecnologica; Visto il decreto-legge 22 giugno

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF www.progettoverde.info - pv@ progettover de.i nfo 1 COS E IL PROGETTO INTEGRATO DI FILIERA (PIF) Il progetto integrato

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico VISTO il Decreto Legge 12 settembre 2014, n. 133 convertito con modificazioni dalla Legge 11 novembre 2014, n. 164 recante Misure urgenti per l'apertura dei cantieri, la realizzazione delle opere pubbliche,

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari + CON Il bando AMNU e STET promuovono un bando rivolto alle scuole di ogni ordine e grado del territorio dell Alta Valsugana e Bersntol. Il bando sollecita l attivazione di progetti finalizzati al risparmio

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE SELEZIONE PUBBLICA PER ESAMI, PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO DI ASSISTENTE AI SERVIZI AMMINISTRATIVI E CONTABILI CAT. C1. IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE,

Dettagli

più credito per la tua impresa

più credito per la tua impresa Sei un impresa che vuole acquistare nuovi macchinari, impianti o attrezzature? più credito per la tua impresa : Agevolazioni anche per i settori di pesca e agricoltura Beni strumentali, l agevolazione

Dettagli

del/della... denominazione/ragione sociale... forma giuridica..., con sede legale in..., prov..., CAP... via e n. civ..., tel... fax...

del/della... denominazione/ragione sociale... forma giuridica..., con sede legale in..., prov..., CAP... via e n. civ..., tel... fax... ALLEGATO 10 DICHIRAZIONE EFFETTO INCENTIVANTE (ART. 8 REGOLAMENTO (CE) N. 800/2008) (da compilare a cura del soggetto beneficiario se Grande impresa) Spett. le REGIONE CAMPANIA UOGP Unità Operativa Grandi

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA 1. Quale è l indirizzo web per la presentazione della domanda di accreditamento? L indirizzo della

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE Circolare 10 febbraio 2014, n. 4567 Termini e modalità di presentazione delle domande per la concessione e l erogazione

Dettagli

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE CULTURA e SVILUPPO FESR 2014-2020 Sintesi DICEMBRE 2014 1. Inquadramento e motivazioni Il Ministero dei Beni, delle

Dettagli

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Anno Scolastico 2013-2014 PERSONE IN CAMMINO OLTRE LE FRONTIERE PER RICONQUISTARE IL FUTURO Premessa Il Concorso Sulle vie dell Europa è promosso

Dettagli

QUESITI BANDO RISERVATO ALLE P.M.I. TEMATICA 2 (SECONDA TORNATA DI INVIO DI DOMANDE E RISPOSTE)

QUESITI BANDO RISERVATO ALLE P.M.I. TEMATICA 2 (SECONDA TORNATA DI INVIO DI DOMANDE E RISPOSTE) QUESITI BANDO RISERVATO ALLE P.M.I. TEMATICA 2 (SECONDA TORNATA DI INVIO DI DOMANDE E RISPOSTE) Sono pervenuti in merito al Bando riservato alle P.M.I. pubblicato sul sito dell ASI in data 11 agosto 2010

Dettagli

SCHEDA OPERATIVA SOGGETTI AMMISSIBILI

SCHEDA OPERATIVA SOGGETTI AMMISSIBILI Avviso pubblico - Puglia Sviluppo - Regione Puglia in attuazione della DGR n. 1788 del 06 Agosto 2014. Pagina 1 COMMISSIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo Economico, Lavoro e Innovazione

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Articolo 1 Oggetto 1. Il presente disciplinare regolamenta la concessione e l utilizzo del Marchio La Sardegna Compra Verde.

Dettagli

IL D I R I G E N T E

IL D I R I G E N T E IL D I R I G E N T E PREMESSO CHE: Con la Deliberazione n. 38-11131 del 30/03/2009 la Giunta regionale ha approvato le Misure e le linee di intervento per la valorizzazione del commercio urbano e per il

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 REGIONE ABRUZZO Servizio Politica Energetica, Qualità dell aria, SINA Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 anno scolastico 2014-2015 1. PREMESSA La Regione Abruzzo - insieme al MIUR (Ministero della Pubblica

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 DATA DI PUBBLICAZIONE DELL ESTRATTO DEL BANDO SULLA GURI: DATA DI SCADENZA

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO

PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO Questo documento descrive le principali fasi del progetto congiuntamente promosso dalla Provincia di Torino e da Forma.Temp nei termini

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.3.2 Adozione delle tecnologie

Dettagli

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara Oggetto: Procedura aperta per la fornitura di generatori di molibdeno tecnezio per l U.O.C. di Medicina Nucleare

Dettagli

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE Deliberazione Giunta Regionale 14 novembre 2014 n. 10/2637 Determinazioni in ordine a: "Promozione e coordinamento dell'utilizzo del patrimonio mobiliare dismesso dalle strutture sanitarie e sociosanitarie

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

Università di Camerino

Università di Camerino Università di Camerino FONDO DI ATENEO PER LA RICERCA Bando per il finanziamento di Progetti di Ricerca di Ateneo Anno 2014-2015 1. Oggetto del bando L Università di Camerino intende sostenere e sviluppare,

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

BANDO VALORE ASSOLUTO 3.0

BANDO VALORE ASSOLUTO 3.0 BANDO VALORE ASSOLUTO 3.0 Concorso di idee per iniziative imprenditoriali innovative Che cosa è Valore Assoluto è un iniziativa della Camera di Commercio di Bari, giunta al terzo anno di attività e finalizzata

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi.

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi. Carissimi Soci, anche quest anno di vita associativa si avvia gradualmente a conclusione con moltissimi obiettivi raggiunti, moltissime iniziative a tutela e promozione della nostra Professione concluse

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 MOD. 2 - Busta A AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Direttive per l azione amministrativa e la gestione della misura 133 Attività. di informazione e promozione del PSR 2007/2013.

Direttive per l azione amministrativa e la gestione della misura 133 Attività. di informazione e promozione del PSR 2007/2013. REGIONE AUTONOMA DELLA LA SARDEGNA L Assessore Direttive per l azione amministrativa e la gestione della misura 133 Attività di informazione e promozione del PSR 2007/2013. Dotazione finanziaria Il fabbisogno

Dettagli

Quest: Costruisci la tua idea di Thinkalize

Quest: Costruisci la tua idea di Thinkalize Quest: Costruisci la tua idea di Thinkalize SI PREGA DI LEGGERE ATTENTAMENTE I TERMINI DEL PRESENTE BANDO. PARTECIPANDO, LEI PRESTA IL CONSENSO A ESSERE VINCOLATO AI TERMINI E ALLE CONDIZIONI DESCRITTE

Dettagli

L attività di ricerca e sviluppo nell organizzazione aziendale

L attività di ricerca e sviluppo nell organizzazione aziendale CAPITOLO PRIMO L attività di ricerca e sviluppo nell organizzazione aziendale SOMMARIO * : 1. Il ruolo dell innovazione tecnologica 2. L attività di ricerca e sviluppo: contenuti 3. L area funzionale della

Dettagli

Le novità del DL n. 91/2014 (cd. decreto competitività) Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi

Le novità del DL n. 91/2014 (cd. decreto competitività) Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi Le novità del DL n. 91/2014 (cd. decreto competitività) Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi Le informazioni fornite nel presente documento hanno esclusivamente scopo informativo

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO La ricerca europea in azione IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO (7º PQ) Portare la ricerca europea in primo piano Per alzare il livello della ricerca europea Il Settimo programma quadro per la ricerca e lo sviluppo

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA FORMAZIONE PER LA PA FINANZIATA DAL FSE PARTE II - CAPITOLO 2 LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA PROGRAMMAZIONE DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE IL DIRETTORE GENERALE Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico 8 marzo 2013, pubblicato nella Gazzetta

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 9^ legislatura Struttura amministrativa competente: Direzione Competitivita Sistemi Agroalimentari Presidente Luca Zaia Vicepresidente Marino Zorzato Assessori Renato Chisso Roberto Ciambetti Luca Coletto

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE LA REGISTRAZIONE DI MARCHI COMUNITARI E INTERNAZIONALI

BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE LA REGISTRAZIONE DI MARCHI COMUNITARI E INTERNAZIONALI Dipartimento per l impresa e l internazionalizzazione Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione Ufficio Italiano Brevetti e Marchi BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE

Dettagli

Schema di decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri recante: Attuazione del principio della valutazione tra pari per la selezione dei

Schema di decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri recante: Attuazione del principio della valutazione tra pari per la selezione dei Schema di decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri recante: Attuazione del principio della valutazione tra pari per la selezione dei progetti di ricerca ai sensi dell articolo 20, comma 1, della

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

CONTRIBUTO AGLI AUTOTRASPORTATORI PER L ACQUISTO DI VEICOLI NUOVI

CONTRIBUTO AGLI AUTOTRASPORTATORI PER L ACQUISTO DI VEICOLI NUOVI CONTRIBUTO AGLI AUTOTRASPORTATORI PER L ACQUISTO DI VEICOLI NUOVI Art. 1, comma 89, Legge n. 147/2013 DM n. 307/2014 Circolare MIT 22.9.2014, n. 18358 Modena, 07 ottobre 2014 La Finanziaria 2014 ha previsto

Dettagli

BANDO DEV REPORTER NETWORK

BANDO DEV REPORTER NETWORK BANDO DEV REPORTER NETWORK Premessa La Federazione Catalana delle Ong per lo Sviluppo (FCONGD), il Consorzio delle Ong Piemontesi (COP) e la Rete Rhône-Alpes di appoggio alla cooperazione (RESACOOP) realizzano

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

1. Qual è l'idea e il progetto che si intende realizzare (il servizio o l'attività e le sue caratteristiche)?

1. Qual è l'idea e il progetto che si intende realizzare (il servizio o l'attività e le sue caratteristiche)? Il Progetto Caratteristiche del progetto 1. Qual è l'idea e il progetto che si intende realizzare (il servizio o l'attività e le sue caratteristiche)? L idea è di creare un centro giovani in Parrocchia

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LA COSTITUZIONE DI UN PREMESSO CHE: nell ambito delle rispettive competenze, hanno promosso la costituzione

PROTOCOLLO D INTESA PER LA COSTITUZIONE DI UN PREMESSO CHE: nell ambito delle rispettive competenze, hanno promosso la costituzione PROTOCOLLO D INTESA PER LA COSTITUZIONE DI UN OSSERVATORIO REGIONALE DEI PREZZI DEL MERCATO IMMOBILIARE E DEI COSTI DI MANUTENZIONE RISTRUTTURAZIONE E RESTAURO DELLE OPERE EDILI PREMESSO CHE: - La Camera

Dettagli

18, 21 febbraio, 5, 11, 18 marzo 2008

18, 21 febbraio, 5, 11, 18 marzo 2008 18, 21 febbraio, 5, 11, 18 marzo 2008 Informazioni generali Legge 22 aprile 1941, n. 633 più volte modificata modifiche disorganiche farraginosa in corso di revisione integrale (presentata bozza il 18.12.2007)

Dettagli

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014 CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO A.A. 2013/2014 BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - In data 10 febbraio 2014, l INPS ha pubblicato il bando che mette a concorso

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione Bando Fondazione Cariplo Promuovere la Formazione di Capitale Umano di Eccellenza 2012-2014 soggetti coinvolti Libera Università di

Dettagli

Dr. Maurizio Apicella

Dr. Maurizio Apicella Dr. Maurizio Apicella Nato a Campagna (SA) il 2.2.1962 Residente in Roma Coniugato con 2 figli FORMAZIONE 1985 Laurea in Giurisprudenza, Università di Salerno 1987 Master Formez per Consulenti di Direzione

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

IL PORTALE DELLE AGEVOLAZIONI

IL PORTALE DELLE AGEVOLAZIONI IL PORTALE DELLE AGEVOLAZIONI - Manuale Operativo - www.finanziamenti-a-fondo-perduto.it COS E COME FUNZIONA Portale di aggiornamenti su agevolazioni ed incentivi che prevede: Servizio di ricerca online

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

Concorso per gli studenti delle scuole dell infanzia e della primaria LE COSE CAMBIANO SE

Concorso per gli studenti delle scuole dell infanzia e della primaria LE COSE CAMBIANO SE Concorso per gli studenti delle scuole dell infanzia e della primaria LE COSE CAMBIANO SE Art. 1 Finalità Il Ministero dell Istruzione, e il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici Laura Mengoni Milano, 24 febbraio 2011 Seminario di formazione per i dirigenti scolastici sui temi della

Dettagli