Società BeniComuni s.r.l. Imola * * * Verbale di Assemblea Ordinaria dei Soci del

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Società BeniComuni s.r.l. Imola * * * Verbale di Assemblea Ordinaria dei Soci del 27.07.2012"

Transcript

1 Società BeniComuni s.r.l. Imola * * * Verbale di Assemblea Ordinaria dei Soci del Addì 27 Luglio 2012 alle ore 11,30 presso la sede del Comune di Imola Via Mazzini n. 4, si è riunita in forma totalitaria l Assemblea Ordinaria dei Soci della Società BeniComuni s.r.l., avente il capitale sociale di ,00 Euro interamente versato, per discutere e deliberare sul seguente: Ordine del giorno 1. Delega poteri Amministratore Unico e riferimento in merito; 2. Nomina Sindaco Unico e Revisore Contabile: determinazione compensi; 3. Compenso Amministratore Unico; 4. Varie ed eventuali. E presente l Amministratore Unico della Società, Dott. Ing. Loris Lorenzi. Assume la Presidenza dell Assemblea, l Amministratore Unico della Società, Dott. Ing. Loris Lorenzi. Il Presidente constatato che: 1) è presente il Socio Unico Comune di Imola nella persona del Sindaco, Sig. Daniele Manca; 2) è presente la Sig.ra Paola Orioli; dichiara l Assemblea validamente costituita ai sensi di Legge e di Statuto in forma totalitaria, atta a deliberare. Il Presidente chiama a svolgere le funzioni di Segretaria la Sig.ra Orioli Paola che presente

2 alla riunione accetta. Oggetto n. 1 Delega poteri Amministratore Unico e riferimento in merito. Premesso che ai sensi dell art. 14) dello Statuto Sociale della Società l Amministratore Unico ha la rappresentanza della società di fronte a terzi ed in giudizio. L Amministratore Unico, ai sensi dell art. 13) dello Statuto Sociale, è investito di ogni potere per l amministrazione della Società e provvede a tutto quanto non sia riservato dalla legge o dallo statuto all Assemblea, a titolo puramente esemplificativo e non esaustivo, in particolare l Amministratore Unico è autorizzato a: 1. compiere qualunque operazione presso Enti pubblici e privati, amministrazioni statali, parastatali e locali, con autorizzazione a riscuotere e rilasciare quietanze in nome e per conto della società per capitali, interessi, depositi provvisori e definitivi, e quant altro emesso a favore della società; 2. dare disposizioni ed effettuare prelevamenti dai conti bancari, anche mediante assegni bancari all ordine di terzi; 3. firmare e girare cambiali, assegni, vaglia cambiari e documenti allo sconto ed all incasso; 4. presentare e sottoscrivere offerte e preventivi, determinare prezzi, condizioni di pagamento ed ogni altra clausola, sottoscrivere i relativi contratti con clienti e fornitori della società, comprese le fideiussioni assicurative per lavori, il tutto nell ambito della gestione aziendale corrente ed operativa; 5. conferire e ricevere mandati collettivi speciali con rappresentanza e relative procure, finalizzati all acquisizione di appalti per la realizzazione di opere e/o servizi, sia pubblici che privati, in raggruppamenti temporanei di impresa, impegnando validamente la Società intervenendo sia in atti pubblici che privati; 6. stipulare contratti di: acquisto, anche tramite contratto di locazione finanziaria, vendita e permuta di macchinari, impianti, attrezzature, autoveicoli ed autocarri, nonché sciogliere o recedere da detti contratti, ed anche costituire, ridurre, cancellare iscrizioni di privilegi

3 sugli automezzi, il tutto sopraindicato fino ad un limite massimo di impegno di spesa, per ogni singolo atto, di euro ,00, ferma restando la necessaria preventiva deliberazione dell Assemblea per importi superiori; 7. stipulare contratti di prestazioni di servizi, affitto, noleggio e simili e recedere dagli stessi; 8. procedere ad atti esecutivi e conservativi; far elevare protesti, presentare istanze per dichiarazione di fallimento ed insinuare crediti nel passivo; proporre azioni di beni caduti in attività fallimentare; accettare concordati, anche stragiudiziali; 9. presentare istanze, reclami, ricorsi o controricorsi, in particolare disporre istanze, opposizioni, ricorsi amministrativi, reclami dinnanzi all Autorità Amministrativa, centrale e periferica; 10. rappresentare la Società avanti gli uffici fiscali, le Commissioni Tributarie di ogni grado e qualsiasi autorità amministrativa e sindacale; 11. rappresentare la Società dinnanzi a qualsiasi Autorità Giudiziaria, ordinaria e speciale, nazionale e regionale, in qualsiasi stato e grado, in tutti i giudizi, sia attivi che passivi, con il potere di instaurare, conciliare, transigere le singole controversie, rinunciare e/o accettare rinunce, sia all azione che agli atti del giudizio, e di rispondere all interrogatorio libero o formale sui fatti di causa, con facoltà di farsi sostituire, limitatamente ai singoli giudizi, dai suoi procuratori speciali per l esercizio dei poteri conferitigli. Presentare, infine, querele o denunce personali e costituirsi parte civile nei processi stessi; 12. nominare avvocati e procuratori alle liti in qualsiasi giudizio, anche esecutivo, in ogni stato e grado, dinnanzi all Autorità Giudiziaria, nazionale e regionale, nonché nominare avvocati e procuratori per la costituzione di parte civile nei processi penali; 13. assumere nell ambito della responsabilità gestionale, tutte le iniziative ed i provvedimenti operativi che non siano riservati all Assemblea. In particolare, tra l'altro, l Amministratore Unico: a) sovrintende all'attività tecnica, produttiva, gestionale, amministrativa e finanziaria della Società; indirizza e coordina l'attività dei dirigenti responsabili delle diverse aree funzionali dell'azienda; dirige il personale tutto;

4 b) determina la struttura organizzativa aziendale provvede alle assunzioni, ai passaggi di categoria, agli avanzamenti ed alle promozioni, nell'ambito delle disposizioni dei contratti collettivi di lavoro; c) adotta i provvedimenti per assicurare e migliorare l'efficienza delle attività societarie ed il loro organico sviluppo; d) presiede le Commissioni Giudicatrici dei concorsi e delle selezioni pubbliche ed interne; e) adotta, nel rispetto di quanto previsto dai contratti collettivi di lavoro, i provvedimenti disciplinari inferiori al licenziamento e presenta, per questo, proposte al Consiglio di Amministrazione; f) interviene personalmente nelle udienze di discussione delle cause di lavoro, con facoltà di conciliare o transigere la controversia. Può tuttavia farsi rappresentare da un dipendente della Società o da un esterno, previa procura da conferirsi con le modalità previste nell'art. 420 del Codice di Procedura Civile; 14. delegare parte dei poteri, delegabili ai sensi di Statuto, a procuratori speciali, institutori o figure esterne analoghe, dando pubblicità alle nomine avanti alla CCIAA competente. L Assemblea dopo esauriente discussione all unanimità delibera di prendere atto che, ai sensi dello Statuto Sociale, l Amministratore Unico è investito di ogni potere per l amministrazione della Società e provvede a tutto quanto non sia riservato dalla legge o dallo statuto all Assemblea, a titolo puramente esemplificativo e non esaustivo, in particolare l Amministratore Unico è autorizzato a: 1. compiere qualunque operazione presso Enti pubblici e privati, amministrazioni statali, parastatali e locali, con autorizzazione a riscuotere e rilasciare quietanze in nome e per conto della società per capitali, interessi, depositi provvisori e definitivi, e quant altro emesso a favore della società; 2. dare disposizioni ed effettuare prelevamenti dai conti bancari, anche mediante assegni bancari all ordine di terzi; 3. firmare e girare cambiali, assegni, vaglia cambiari e documenti allo sconto ed all incasso;

5 4. presentare e sottoscrivere offerte e preventivi, determinare prezzi, condizioni di pagamento ed ogni altra clausola, sottoscrivere i relativi contratti con clienti e fornitori della società, comprese le fideiussioni assicurative per lavori, il tutto nell ambito della gestione aziendale corrente ed operativa; 5. conferire e ricevere mandati collettivi speciali con rappresentanza e relative procure, finalizzati all acquisizione di appalti per la realizzazione di opere e/o servizi, sia pubblici che privati, in raggruppamenti temporanei di impresa, impegnando validamente la Società intervenendo sia in atti pubblici che privati; 6. stipulare contratti di: acquisto, anche tramite contratto di locazione finanziaria, vendita e permuta di macchinari, impianti, attrezzature, autoveicoli ed autocarri, nonché sciogliere o recedere da detti contratti, ed anche costituire, ridurre, cancellare iscrizioni di privilegi sugli automezzi, il tutto sopraindicato fino ad un limite massimo di impegno di spesa, per ogni singolo atto, di euro ,00, ferma restando la necessaria preventiva deliberazione dell Assemblea per importi superiori; 7. stipulare contratti di prestazioni di servizi, affitto, noleggio e simili e recedere dagli stessi; 8. procedere ad atti esecutivi e conservativi; far elevare protesti, presentare istanze per dichiarazione di fallimento ed insinuare crediti nel passivo; proporre azioni di beni caduti in attività fallimentare; accettare concordati, anche stragiudiziali; 9. presentare istanze, reclami, ricorsi o controricorsi, in particolare disporre istanze, opposizioni, ricorsi amministrativi, reclami dinnanzi all Autorità Amministrativa, centrale e periferica; 10. rappresentare la Società avanti gli uffici fiscali, le Commissioni Tributarie di ogni grado e qualsiasi autorità amministrativa e sindacale; 11. rappresentare la Società dinnanzi a qualsiasi Autorità Giudiziaria, ordinaria e speciale, nazionale e regionale, in qualsiasi stato e grado, in tutti i giudizi, sia attivi che passivi, con il potere di instaurare, conciliare, transigere le singole controversie, rinunciare e/o accettare rinunce, sia all azione che agli atti del giudizio, e di rispondere all interrogatorio libero o formale sui fatti di causa, con facoltà di farsi sostituire, limitatamente ai singoli giudizi, dai suoi procuratori speciali per l esercizio dei poteri

6 conferitigli. Presentare, infine, querele o denunce personali e costituirsi parte civile nei processi stessi; 12. nominare avvocati e procuratori alle liti in qualsiasi giudizio, anche esecutivo, in ogni stato e grado, dinnanzi all Autorità Giudiziaria, nazionale e regionale, nonché nominare avvocati e procuratori per la costituzione di parte civile nei processi penali; 13. assumere nell ambito della responsabilità gestionale, tutte le iniziative ed i provvedimenti operativi che non siano riservati all Assemblea. In particolare, tra l'altro, l Amministratore Unico: a) sovrintende all'attività tecnica, produttiva, gestionale, amministrativa e finanziaria della Società; indirizza e coordina l'attività dei dirigenti responsabili delle diverse aree funzionali dell'azienda; dirige il personale tutto; b) determina la struttura organizzativa aziendale provvede alle assunzioni, ai passaggi di categoria, agli avanzamenti ed alle promozioni, nell'ambito delle disposizioni dei contratti collettivi di lavoro; c) adotta i provvedimenti per assicurare e migliorare l'efficienza delle attività societarie ed il loro organico sviluppo; d) presiede le Commissioni Giudicatrici dei concorsi e delle selezioni pubbliche ed interne; e) adotta, nel rispetto di quanto previsto dai contratti collettivi di lavoro, i provvedimenti disciplinari inferiori al licenziamento e presenta, per questo, proposte al Consiglio di Amministrazione; f) interviene personalmente nelle udienze di discussione delle cause di lavoro, con facoltà di conciliare o transigere la controversia. Può tuttavia farsi rappresentare da un dipendente della Società o da un esterno, previa procura da conferirsi con le modalità previste nell'art. 420 del Codice di Procedura Civile; 14. delegare parte dei poteri, delegabili ai sensi di Statuto, a procuratori speciali, institutori o figure esterne analoghe, dando pubblicità alle nomine avanti alla CCIAA competente. L Assemblea autorizza pertanto l A.U, a delegare parte dei poteri come da Statuto, conferendo semplici deleghe o procure speciali ad negotia, a dipendenti della società, esterni

7 alla società ed a professionisti, con appositi mandati, competenze e retribuzione; tale compenso sarà determinato in base alle consuetudini professionali e rientrerà nelle competenze proprie dell A.U. Oggetto n. 2 Nomina Sindaco Unico nonché revisore contabile della società Determinazione compensi. Il Presidente comunica all Assemblea che vi è la necessità di nominare un Sindaco Unico a norma e per i contenuti dell art. 15 dello statuto e di stabilirne il relativo compenso con delega alla revisione contabile. L Assemblea, delibera: - di nominare Sindaco Unico nonché revisore contabile della Società la Dott.ssa Lanzoni Maurizia, nata a Imola il 24/09/1968 e residente a Imola Via Puccini nr. 33 C.F. LNZMRZ68P64E289I, iscritta all Ordine dei dottori Commercialisti e Esperti contabili di Bologna al nr. 1212/A e nel Registro dei Revisori Contabili al n supplemento G.U. 08/06/1999, che durerà in carica per tre esercizi, con scadenza alla data dell assemblea convocata per l approvazione del bilancio relativo all ultimo esercizio della sua carica; - di approvare i compensi per quanto riguarda la carica di Sindaco Unico ai sensi del D.M. Giustizia del 2 settembre 2010 n. 169 ed in base del D.Lgs. 39/2010 n. 169 Articolo 10 comma 10 per la carica di Revisore dei conti. Oggetto n. 3 Compenso Amministratore Unico. L Assemblea delibera di determinare, per il corrente esercizio 2012 e per gli esercizi successivi, salvo diversa futura rideterminazione, l indennità annuale spettante all Amministratore Unico della Società, Dott. Ing. Loris Lorenzi, per l attività svolta e da svolgere a favore della Società nel seguente ammontare di Euro ,00 (ventiquattromila/00) annuo, al lordo delle ritenute fiscali e previdenziali di legge, nonché di dare incarico all Amministratore Unico del compimento di tutti gli atti necessari finalizzati

8 all esecuzione della presente deliberazione con particolare riferimento all effettuazione dei versamenti, nei termini di legge, delle ritenute d acconto dovute all Erario e delle trattenute dovute agli Enti previdenziali, ogni eccezione rimossa. L assemblea delibera inoltre, di riconoscere all amministratore unico il diritto al rimborso delle spese sostenute nell espletamento del proprio mandato, quali ad esempio a titolo esemplificativo e non esaustivo: rimborso chilometrico, pasti fuori dal territorio comunale, spese di trasporto documentate dal vettore utilizzato, pernottamenti, pedaggi e comunque tutto ciò abbia inerenza con il mandato ricevuto. L amministratore viene inoltre, esplicitamente autorizzato all utilizzo dell auto propria per le trasferte che si rendessero necessarie; in mancanza della disponibilità di un proprio veicolo, è concesso all Amministratore utilizzare un veicolo noleggiato. Per l utilizzo del proprio veicolo e per l uso del veicolo noleggiato verranno rimborsati, nel primo caso, i costi chilometrici nei limiti dell effettiva percorrenza e in base alle tariffe ACI di appartenenza del veicolo, nel secondo caso la tariffa dell autonoleggio. Oggetto n. 4 Varie ed eventuali. Null altro essendovi da deliberare la seduta viene tolta alle ore 12,30. Letto, approvato e sottoscritto. Il Presidente F.to Dott. Ing. Loris Lorenzi Il Segretario F.to Sig.ra Orioli Paola

************************* VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO DEL GIORNO 09/02/2008. *************************

************************* VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO DEL GIORNO 09/02/2008. ************************* ************************* VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO DEL GIORNO 09/02/2008. ************************* L'anno 2008 il giorno 9 del mese di febbraio in Napoli alla Via Miroballo al Pendino

Dettagli

COMUNE DI GIUGLIANO IN CAMPANIA (Prov. NA)

COMUNE DI GIUGLIANO IN CAMPANIA (Prov. NA) COMUNE DI GIUGLIANO IN CAMPANIA (Prov. NA) CONVENZIONE PER L INCARICO PROFESSIONALE DI DIRETTORE OPERATIVO DEI LAVORI DI manutenzione istituti scolastici e immobili comunali, comprensive degli impianti

Dettagli

SOCIETA PER AZIONI VILLA D ESTE. SEDE SOCIALE IN CERNOBBIO - COMO Via Regina, 40 STATUTO

SOCIETA PER AZIONI VILLA D ESTE. SEDE SOCIALE IN CERNOBBIO - COMO Via Regina, 40 STATUTO SOCIETA PER AZIONI VILLA D ESTE SEDE SOCIALE IN CERNOBBIO - COMO Via Regina, 40 STATUTO (Testo approvato dall Assemblea Straordinaria degli Azionisti del 28 giugno 2004) STATUTO DENOMINAZIONE - OGGETTO

Dettagli

DETERMINAZIONE N.104 DEL 28/11/2011

DETERMINAZIONE N.104 DEL 28/11/2011 Settore n 2 Servizi di Gestione Economico-Finanziaria DETERMINAZIONE N.104 DEL 28/11/2011 N. Registro generale 463 OGGETTO: Conferimento incarichi professionali di consulenza in materia di partecipate.

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI FROSINONE REGOLAMENTO INTERNO DEL COA DI FROSINONE

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI FROSINONE REGOLAMENTO INTERNO DEL COA DI FROSINONE REGOLAMENTO INTERNO DEL COA DI FROSINONE PREAMBOLO Il presente Regolamento disciplina l attività del Consiglio dell Ordine Forense di Frosinone nell osservanza delle disposizioni legislative in materia

Dettagli

ORDINE DEL GIORNO. A norma di statuto, assume la presidenza dell assemblea il Presidente del Consiglio di Amministrazione Signor

ORDINE DEL GIORNO. A norma di statuto, assume la presidenza dell assemblea il Presidente del Consiglio di Amministrazione Signor GAMMA CHIMICA S.P.A. Sede legale: Milano Viale Certosa nr. 269 - Capitale Sociale: Euro 1.100.000 i.v. Numero di codice fiscale e iscrizione al Registro delle Imprese di Milano 04611330152 R.E.A. Milano

Dettagli

(facsimile di accordo col cliente: compenso analitico per attività penale)

(facsimile di accordo col cliente: compenso analitico per attività penale) (facsimile di accordo col cliente: compenso analitico per attività penale) CONFERIMENTO DI INCARICO PROFESSIONALE Con la presente il sig.... nato a... il..., cod. fisc...., residente in..., via..., n....

Dettagli

SCRITTURA PRIVATA AVENTE AD OGGETTO IL CONFERIMENTO DI INCARICO PROFESSIONALE IN MATERIA PENALE

SCRITTURA PRIVATA AVENTE AD OGGETTO IL CONFERIMENTO DI INCARICO PROFESSIONALE IN MATERIA PENALE SCRITTURA PRIVATA AVENTE AD OGGETTO IL CONFERIMENTO DI INCARICO PROFESSIONALE IN MATERIA PENALE L anno, il giorno del mese di. in.. nello Studio dell avv., sono presenti: A) il sig., nato in. il (C.F.:,

Dettagli

RAPPRESENTANZA LEGALE IN GIUDIZIO DEL COMUNE DI. CALCIANO DINANZI AL TRIBUNALE CIVILE DI ROMA II Sez.

RAPPRESENTANZA LEGALE IN GIUDIZIO DEL COMUNE DI. CALCIANO DINANZI AL TRIBUNALE CIVILE DI ROMA II Sez. CONVENZIONE OGGETTO: DISCIPLINARE PER L AFFIDAMENTO DI INCARICO PROFESSIONALE PER IL PATROCINIO E LA RAPPRESENTANZA LEGALE IN GIUDIZIO DEL COMUNE DI CALCIANO DINANZI AL TRIBUNALE CIVILE DI ROMA II Sez.

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Ufficio studi SCRITTURA PRIVATA AVENTE AD OGGETTO II CONFERIMENTO DELL INCARICO PROFESSIONALE* L anno, il giorno del mese di.in.. nello Studio.,

Dettagli

STATUTO DELLA FONDAZIONE ORCHESTRA DI PADOVA E DEL VENETO

STATUTO DELLA FONDAZIONE ORCHESTRA DI PADOVA E DEL VENETO STATUTO DELLA FONDAZIONE ORCHESTRA DI PADOVA E DEL VENETO Art. 1 - Natura e fondatori La Fondazione Orchestra di Padova e del Veneto (di seguito indicata come Fondazione) è un istituzione di alta cultura,

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE

STATUTO ASSOCIAZIONE STATUTO ASSOCIAZIONE TITOLO 1: DISPOSIZIONI GENERALI Art 1 Denominazione e sede. Ai sensi della legge 7 dicembre 2000, n. 383, e delle norme del codice civile in tema di associazioni è costituita l Associazione

Dettagli

Verbale di Deliberazione del Commissario straordinario con i poteri della Giunta comunale. n. 67 dd. 20.04.2015

Verbale di Deliberazione del Commissario straordinario con i poteri della Giunta comunale. n. 67 dd. 20.04.2015 Deliberazione n. 67 dd. 20.04.2015 Pagina 1 di 5 COMUNE DI SAN LORENZO DORSINO Provincia di Trento Verbale di Deliberazione del Commissario straordinario con i poteri della Giunta comunale n. 67 dd. 20.04.2015

Dettagli

ASSOCIAZIONE RETE ITALIANA DI MICROFINANZA (RITMI) S T A T U T O. Denominazione. sede e durata

ASSOCIAZIONE RETE ITALIANA DI MICROFINANZA (RITMI) S T A T U T O. Denominazione. sede e durata ASSOCIAZIONE RETE ITALIANA DI MICROFINANZA (RITMI) S T A T U T O Denominazione. sede e durata Art. 1 E costituita un associazione senza fini di lucro denominata RETE ITALIANA DI MICROFINANZA denominata

Dettagli

VADEMECUM RIMBORSI CHILOMETRICI, RIMBORSI SPESA E TRASFERTE DI PERSONALE DIPENDENTE, SOCI E AMMINISTRATORI

VADEMECUM RIMBORSI CHILOMETRICI, RIMBORSI SPESA E TRASFERTE DI PERSONALE DIPENDENTE, SOCI E AMMINISTRATORI SPAZIO PAGHE Newsletter 02/2016 VADEMECUM RIMBORSI CHILOMETRICI, RIMBORSI SPESA E TRASFERTE DI PERSONALE DIPENDENTE, SOCI E AMMINISTRATORI I RIMBORSI CHILOMETRICI Per rimborsi chilometrici si intendono

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Ufficio studi SCRITTURA PRIVATA AVENTE AD OGGETTO II CONFERIMENTO DELL INCARICO PROFESSIONALE L anno, il giorno del mese di.in.. nello Studio.,

Dettagli

ELIOS S.r.l. VERBALE DELL ASSEMBLEA Oggi 14 maggio 2015, si è riunita alle ore 16,00 in Mestre (VE), Via

ELIOS S.r.l. VERBALE DELL ASSEMBLEA Oggi 14 maggio 2015, si è riunita alle ore 16,00 in Mestre (VE), Via ELIOS S.r.l. VERBALE DELL ASSEMBLEA Oggi 14 maggio 2015, si è riunita alle ore 16,00 in Mestre (VE), Via Orlanda n. 39, l Assemblea dei Soci di Elios S.r.l., Codice Fiscale e numero di iscrizione al Registro

Dettagli

VERBALE DI ASSEMBLEA ORDINARIA. Il giorno 03/06/2014 alle ore 15.00 presso gli uffici amministrativi in Reggio Emilia, Via

VERBALE DI ASSEMBLEA ORDINARIA. Il giorno 03/06/2014 alle ore 15.00 presso gli uffici amministrativi in Reggio Emilia, Via FERRARINI S.P.A. (a socio unico) Sede Legale: Via Bellombra, 1/ 4 A Bologna Capitale sociale 21.000.000 i.v. C.F. /NR. Iscrizione al Registro Imprese di BOLOGNA: 00860480375 Iscritta al n. 229462 del R.E.A.

Dettagli

COMUNE DI LARI Provincia di Pisa REGOLAMENTO DEL TRATTAMENTO ECONOMICO RELATIVO ALLE MISSIONI DEGLI AMMINISTRATORI E SPESE DI RAPPRESENTANZA

COMUNE DI LARI Provincia di Pisa REGOLAMENTO DEL TRATTAMENTO ECONOMICO RELATIVO ALLE MISSIONI DEGLI AMMINISTRATORI E SPESE DI RAPPRESENTANZA COMUNE DI LARI Provincia di Pisa REGOLAMENTO DEL TRATTAMENTO ECONOMICO RELATIVO ALLE MISSIONI DEGLI AMMINISTRATORI E SPESE DI RAPPRESENTANZA Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 83 del 29.11.2006

Dettagli

S.G.L. MULTISERVIZI SRL Società a Socio Unico

S.G.L. MULTISERVIZI SRL Società a Socio Unico S.G.L. MULTISERVIZI SRL Società a Socio Unico Sede Legale Via San Sebastiano, 6/2 37057 San Giovanni Lupatoto (VR) Iscritta al Registro Imprese di Verona C. F. e n. iscrizione 03521030233 Capitale Sociale

Dettagli

Statuto dell Organizzazione di Volontariato Associazione

Statuto dell Organizzazione di Volontariato Associazione ALLEGATO 2 (SCHEMA TIPO) Statuto dell Organizzazione di Volontariato Associazione Art. 1 Costituzione e Sede E costituita ai sensi dell art. 36 e seguenti del C.C., l Organizzazione di Volontariato denominata,

Dettagli

OGGETTO: Proroga contratto lavoratore socialmente utile fino al 03.09.2014 al sig. Orizio Eligio IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO PERSONALE

OGGETTO: Proroga contratto lavoratore socialmente utile fino al 03.09.2014 al sig. Orizio Eligio IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO PERSONALE DETERMINAZIONE N.13 DEL 19.02.2014 OGGETTO: Proroga contratto lavoratore socialmente utile fino al 03.09.2014 al sig. Orizio Eligio IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO PERSONALE Dott. De Paolo Francesco RICHIAMATO

Dettagli

Il procedimento di mediazione

Il procedimento di mediazione Il procedimento di mediazione 1 Informativa al cliente e procura alle liti (art. 4 D.Lgs. 28/2010, modif. ex art. 84, co. 1, D.L. n. 69/2013, conv., con modif., dalla L. n. 98/2013) INFORMATIVA EX ART.

Dettagli

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA CONVOCAZIONE ASSEMBLEA Con la presente si convoca l assemblea generale dei lavoratori per il giorno / / alle ore : presso la sede legale dell azienda sita in Via n a ( ) per discutere e re in merito ai

Dettagli

IL DIRIGENTE DEL SETTORE 4 dr. Mauro Sfreddo

IL DIRIGENTE DEL SETTORE 4 dr. Mauro Sfreddo IL DIRIGENTE DEL SETTORE 4 dr. Mauro Sfreddo Documento redatto 25/11/2008 A cura del Registro Imprese Responsabile U.O. Letteria Cucinotta Operatore addetto Sig.ra Giovanna Maietti 1 GUIDA ALLA CANCELLAZIONE

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DENOMINATA ASSOCIAZIONE NAZIONALE TERZA ETÀ ATTIVA PER LA SOLIDARIETÀ SONDRIO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DENOMINATA ASSOCIAZIONE NAZIONALE TERZA ETÀ ATTIVA PER LA SOLIDARIETÀ SONDRIO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DENOMINATA ASSOCIAZIONE NAZIONALE TERZA ETÀ ATTIVA PER LA SOLIDARIETÀ SONDRIO Approvato dall Assemblea il 10 marzo 2011 Art. 1 Costituzione 1. È costituita l associazione di volontariato

Dettagli

Verbale di deliberazione della Giunta Provinciale seduta n. 49. Deliberazione di Giunta N. 131

Verbale di deliberazione della Giunta Provinciale seduta n. 49. Deliberazione di Giunta N. 131 Verbale di deliberazione della Giunta Provinciale seduta n. 49 Deliberazione di Giunta N. 131 OGGETTO: 15/CC/13. Ricorso innanzi alla Commissione Tributaria Provinciale di Trieste di data 19/09/2013. Costituzione

Dettagli

Consorzio di Gestione Area Marina Protetta Torre del Cerrano. Sono presenti ed assenti, ed esprimono il loro voto sulla delibera i seguenti signori:

Consorzio di Gestione Area Marina Protetta Torre del Cerrano. Sono presenti ed assenti, ed esprimono il loro voto sulla delibera i seguenti signori: Pos. CA-CDA-DELC Delibera Consiglio di Amministrazione Consorzio di Gestione Area Marina Protetta Torre del Cerrano Delibera n. 045/2011 Data 12/10/2011 Oggetto: Regolamento rimborsi spesa per trasferte

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE NON RICONOSCIUTA AMICI DELL ONCOLOGIA Organizzazione non lucrativa di utilità sociale (ONLUS) DISPOSIZIONI GENERALI

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE NON RICONOSCIUTA AMICI DELL ONCOLOGIA Organizzazione non lucrativa di utilità sociale (ONLUS) DISPOSIZIONI GENERALI STATUTO DELL ASSOCIAZIONE NON RICONOSCIUTA AMICI DELL ONCOLOGIA Organizzazione non lucrativa di utilità sociale (ONLUS) DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Denominazione È costituita l Associazione senza scopo

Dettagli

V E R B A L E N. 3 VERBALE DELLA RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI GESTIONE DI A.S.T. SOCIETA PER AZIONI DEL GIORNO 20 Marzo 2013 Società con Socio Unico

V E R B A L E N. 3 VERBALE DELLA RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI GESTIONE DI A.S.T. SOCIETA PER AZIONI DEL GIORNO 20 Marzo 2013 Società con Socio Unico V E R B A L E N. 3 VERBALE DELLA RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI GESTIONE DI A.S.T. SOCIETA PER AZIONI DEL GIORNO 20 Marzo 2013 Società con Socio Unico soggetta alla Direzione e Coordinamento della Regione Siciliana

Dettagli

CITTÀ DI PIANO DI SORRENTO

CITTÀ DI PIANO DI SORRENTO CITTÀ DI PIANO DI SORRENTO Provincia di Napoli DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 187 del 11/09/2014 OGGETTO: RECUPERO CREDITI: CONTRATTO REP. N. 2360/35 DEL 2007. INCARICO LEGALE. L'anno 2014, il giorno

Dettagli

STATUTO UNIONE APPENNINO E VERDE TITOLO I DENOMINAZIONE SEDE- OGGETTO

STATUTO UNIONE APPENNINO E VERDE TITOLO I DENOMINAZIONE SEDE- OGGETTO STATUTO UNIONE APPENNINO E VERDE TITOLO I DENOMINAZIONE SEDE- OGGETTO Art. 1 Denominazione E costituita, anche ai sensi dell art. 13 della L.R. 7/98, una associazione, senza scopo di lucro, denominata

Dettagli

COMMISSIONE DI CERTIFICAZIONE Viale Jacopo Berengario, 51 41121 Modena tel. +39 059.2056745/2 - fax. +39 059.2056743

COMMISSIONE DI CERTIFICAZIONE Viale Jacopo Berengario, 51 41121 Modena tel. +39 059.2056745/2 - fax. +39 059.2056743 CONTRATTO DI PRESTAZIONE D OPERA EX ARTT. 2222 E SS. C.C. La..., in persona del suo legale rappresentante, sig.., nato a.. ( ) il / /, con sede legale in. ( ), Via.., C.F. e P.IVA:.., di seguito denominata

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DELL ASSOCIAZIONE SPORTIVA-MENTE LIBERI no profit

ATTO COSTITUTIVO DELL ASSOCIAZIONE SPORTIVA-MENTE LIBERI no profit ATTO COSTITUTIVO DELL ASSOCIAZIONE SPORTIVA-MENTE LIBERI no profit L anno 2006 il giorno 27 maggio alle ore 15:00 in via Roma, 5 a Remedello (BS), ora trasferitasi in via Visano, 70 a Isorella (BS) sono

Dettagli

Abbreviazioni usate nel testo... 4 Presentazione... 11

Abbreviazioni usate nel testo... 4 Presentazione... 11 Abbreviazioni usate nel testo... 4 Presentazione... 11 Capitolo 1 - Il consigliere di amministrazione 1.1 L organo amministrativo nelle spa e nelle srl... 13 1.2 La nomina dell amministratore... 16 1.2.1

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE MUSICALE AMICI DEL ROCK

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE MUSICALE AMICI DEL ROCK STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE MUSICALE AMICI DEL ROCK Art. 1. Costituzione e denominazione È costituita l Associazione culturale musicale senza scopo di lucro denominata: Amici del rock. L Associazione

Dettagli

DELEGAZIONE ITALIANA. L istante. eventualmente assistita dal/dagli Avv/ti. con studio in, CAP, via, n., Tel., Fax, email

DELEGAZIONE ITALIANA. L istante. eventualmente assistita dal/dagli Avv/ti. con studio in, CAP, via, n., Tel., Fax, email DELEGAZIONE ITALIANA DOMANDA DI MEDIAZIONE amministrata dal Centre de Médiation de l Europe, de la Méditerranée et du Moyen Orient (organismo iscritto al n. 206 del Registro Min. Giustizia) L istante Persona

Dettagli

PRESTAZIONI PROFESSIONALI

PRESTAZIONI PROFESSIONALI PRESTAZIONI PROFESSIONALI fascicolo di supporto alla valutazione delle tariffe dei Revisori Contabili Iscritti all Istituto Nazionale Revisori Contabili Presentazione La prima formazione del Registro dei

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE. Denominata. È costituita l Associazione senza scopo di lucro denominata..

ATTO COSTITUTIVO ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE. Denominata. È costituita l Associazione senza scopo di lucro denominata.. ATTO COSTITUTIVO ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE Denominata.. L anno (in lettere), il mese, il giorno. (in lettere), i Signori: 1. (Cognome, Nome, luogo e data di nascita, residenza, attività svolta

Dettagli

Allegato A - ELENCO DOCUMENTAZIONE RICHIESTA PROGETTI DI RICERCA INDUSTRIALE E SVILUPPO PRECOMPETITIVO

Allegato A - ELENCO DOCUMENTAZIONE RICHIESTA PROGETTI DI RICERCA INDUSTRIALE E SVILUPPO PRECOMPETITIVO Allegato A - ELENCO DOCUMENTAZIONE RICHIESTA PROGETTI DI RICERCA INDUSTRIALE E SVILUPPO PRECOMPETITIVO 1) SPESE RENDICONTATE IN A) Personale Per le spese A.1 Personale dipendente i documenti richiesti

Dettagli

PREVENTIVO DI MASSIMA. OGGETTO: Cliente // Controparte (Tribunale di. ) Vertenza risarcimento danni Valore della causa.

PREVENTIVO DI MASSIMA. OGGETTO: Cliente // Controparte (Tribunale di. ) Vertenza risarcimento danni Valore della causa. Verona, Gentile Cliente Via.. C.F... PREVENTIVO DI MASSIMA OGGETTO: Cliente // Controparte (Tribunale di. ) Vertenza risarcimento danni Valore della causa. Come da Sua cortese richiesta, con la presente,

Dettagli

TABELLA B DIRITTI DI AVVOCATO

TABELLA B DIRITTI DI AVVOCATO TABELLA B DIRITTI DI AVVOCATO I PROCESSO DI COGNIZIONE E PROCEDIMENTI SPECIALI E CAMERALI DAVANTI AI GIUDICI ORDINARI, AI GIUDICI AMMINISTRATIVI, TRIBUTARI E SPECIALI, AGLI ARBITRI D AUTORITÀ, COMMISSIONI

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA AREA PROGRAMMAZIONE E GESTIONE TERRITORIO COPIA DETERMINAZIONE N. 289 del 31/12/2009 OGGETTO APPROVAZIONE DISCIPLINARE D'INCARICO PER LA REDAZIONE DI

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE AL JALIL.

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE AL JALIL. STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE AL JALIL. COSTITUZIONE-DENOMINAZIONE SOCIALE-SEDE ART.1 È costituita con sede in Via San Pietro in Caveoso, 6 75100 Matera (MT) l associazione di promozione

Dettagli

CONVENZIONE-QUADRO PER L ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI SEGRETERIA AI SENSI

CONVENZIONE-QUADRO PER L ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI SEGRETERIA AI SENSI Rep. n. / Allegato alla deliberazione del Consiglio comunale n. 21 di data 23.12.2013. IL SEGRETARIO COMUNALE f.to dott. Graziano Sensato CONVENZIONE-QUADRO PER L ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI SEGRETERIA

Dettagli

STATUTO DEL COMUNE DI LADISPOLI. Titolo VII GESTIONE ECONOMICO FINANZIARIA E CONTABILITA' Capo I PROGRAMMAZIONE FINANZIARIA. Art.

STATUTO DEL COMUNE DI LADISPOLI. Titolo VII GESTIONE ECONOMICO FINANZIARIA E CONTABILITA' Capo I PROGRAMMAZIONE FINANZIARIA. Art. Pagina 1 di 5 STATUTO DEL COMUNE DI LADISPOLI Titolo VII GESTIONE ECONOMICO FINANZIARIA E CONTABILITA' Capo I PROGRAMMAZIONE FINANZIARIA Art. 72 La programmazione di bilancio 1. La programmazione dell'attività

Dettagli

Fondazione Deutsche Bank Italia

Fondazione Deutsche Bank Italia Fondazione Deutsche Bank Italia STATUTO Articolo 1 Costituzione Denominazione Sede È costituita una fondazione denominata Fondazione Deutsche Bank Italia, con durata illimitata, avente sede in Milano,

Dettagli

RESCHEM ITALIA SPA. Dati Ufficiali Disponibili. Mie note... Codice Fiscale/Partita IVA 12194000159 CCIAA/NREA MI 1536182. Telefono 0331/551252

RESCHEM ITALIA SPA. Dati Ufficiali Disponibili. Mie note... Codice Fiscale/Partita IVA 12194000159 CCIAA/NREA MI 1536182. Telefono 0331/551252 RESCHEM ITALIA SPA VIA PO, 41 CAP 20015 PARABIAGO (MI) Evaso il 11/09/2012 Codice Cerved Group 994415 Servizio Richiesto: Basic Azienda Componibile Situazione impresa: Attiva Presente sul mercato dal:

Dettagli

(facsimile di accordo col cliente: compenso analitico per attività civile)

(facsimile di accordo col cliente: compenso analitico per attività civile) (facsimile di accordo col cliente: compenso analitico per attività civile) CONFERIMENTO DI INCARICO PROFESSIONALE Con la presente il sig.... nato a... il..., cod. fisc...., residente in..., via..., n....

Dettagli

STATUTO. Centro Siciliano di Studi sulla Giustizia. Art. 4) La fondazione si propone di promuovere studi ed analisi sui temi

STATUTO. Centro Siciliano di Studi sulla Giustizia. Art. 4) La fondazione si propone di promuovere studi ed analisi sui temi STATUTO Art. 1) E costituita una fondazione denominata Centro Siciliano di Studi sulla Giustizia Art. 2) La fondazione ha sede in Palermo, in Via Messina n. 15 Art. 3) La fondazione ha durata illimitata.

Dettagli

LEZIONE 20 dicembre 2013

LEZIONE 20 dicembre 2013 1 LEZIONE 20 dicembre 2013 Società per azioni (S.P.A.) > è una persona giuridica, cioè un soggetto di diritto autonomo, dotato di capacità giuridica e di agire e di autonomia patrimoniale perfetta. La

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE D'OPERA PROFESSIONALE

CONTRATTO DI PRESTAZIONE D'OPERA PROFESSIONALE CONTRATTO DI PRESTAZIONE D'OPERA PROFESSIONALE Con la presente scrittura privata tra :, nato a ( ) il e residente in, alla Via, cod. fisc., (identificato con valido documento di riconoscimento, la cui

Dettagli

Tariffa civile (Tabella A)... 20 Tariffa penale (Tabella B)... 22 Tariffa stragiudiziale (compensi indicativi )... 26

Tariffa civile (Tabella A)... 20 Tariffa penale (Tabella B)... 22 Tariffa stragiudiziale (compensi indicativi )... 26 PARTE I Normativa sui compensi dell avvocato D.M. 20 LUGLIO 2012, N. 140 - Regolamento recante la determinazione dei parametri per la liquidazione da parte di un organo giurisdizionale dei compensi per

Dettagli

L Associazione ha sede in Favria, Via Canavere 19D.

L Associazione ha sede in Favria, Via Canavere 19D. ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO BUONI AMICI STATUTO Art. 1 - Costituzione, denominazione, sede e durata. a - E costituita l Associazione di Volontariato BUONI AMICI. L Associazione ha sede in Favria, Via

Dettagli

1. Motivazioni per le quali è richiesta l autorizzazione al compimento di operazioni su azioni proprie

1. Motivazioni per le quali è richiesta l autorizzazione al compimento di operazioni su azioni proprie 3. Autorizzazione all acquisto e alla disposizione di azioni ordinarie proprie ai sensi del combinato disposto degli artt. 2357 e 2357-ter del codice civile e dell art. 132 del D.Lgs. 58/1998 e relative

Dettagli

Sviluppo Investimenti Territorio s.r.l.

Sviluppo Investimenti Territorio s.r.l. 161/13 Sviluppo Investimenti Territorio s.r.l. Regolamento per l affidamento di incarichi professionali a soggetti esterni Sommario Articolo 1 Oggetto del Regolamento... 2 Articolo 2 Presupposti e limiti...

Dettagli

AMG ENERGIA S.p.A. Libro delle adunanze e delle deliberazioni del Consiglio di Amministrazione XVI VERBALE DI SEDUTA

AMG ENERGIA S.p.A. Libro delle adunanze e delle deliberazioni del Consiglio di Amministrazione XVI VERBALE DI SEDUTA AMG ENERGIA S.p.A. Libro delle adunanze e delle deliberazioni del Consiglio di Amministrazione XVI VERBALE DI SEDUTA L anno Duemiladieci, il giorno 20 del mese di ottobre, alle ore 17,00 presso i locali

Dettagli

SOCIETA MUTUA PER L AUTOGESTIONE - MAG

SOCIETA MUTUA PER L AUTOGESTIONE - MAG SOCIETA MUTUA PER L AUTOGESTIONE - MAG STATUTO ART. 1 E costituita a norma della legge 15 aprile 1886 n. 3818 una società di mutuo soccorso, denominata Società Mutua per l Autogestione - MAG. La società

Dettagli

e-mail: servizi.istituzionali@comune.calolziocorte.lc.it Art.2 PREMESSA, OGGETTO, TEMA E FINALITA

e-mail: servizi.istituzionali@comune.calolziocorte.lc.it Art.2 PREMESSA, OGGETTO, TEMA E FINALITA Settore Servizi Istituzionali Piazza Vittorio Veneto, 13 23801 Calolziocorte Telefono: 0341/639.231 Fax :0341/639.259 E-mail: servizi.istituzionali@comune.calolziocorte.it Pec: calolziocorte@legalmail.it

Dettagli

CONTRATTO AFFIDAMENTO SERVIZIO DI NOLEGGIO STAMPANTI E FORNITURA TONER 01/04/2011 31/03/2015 CIG 1303554EC6

CONTRATTO AFFIDAMENTO SERVIZIO DI NOLEGGIO STAMPANTI E FORNITURA TONER 01/04/2011 31/03/2015 CIG 1303554EC6 CONTRATTO AFFIDAMENTO SERVIZIO DI NOLEGGIO STAMPANTI E FORNITURA TONER 01/04/2011 31/03/2015 CIG 1303554EC6 FRA Camera di Commercio di Lodi, P.IVA 11125130150 C.F. 92515670153, con sede in Lodi Via Haussmann

Dettagli

UNIONE NAZIONALE ITALIANA TECNICI ENTI LOCALI

UNIONE NAZIONALE ITALIANA TECNICI ENTI LOCALI UNIONE NAZIONALE ITALIANA TECNICI ENTI LOCALI NORMATIVA INTERNA PER I RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE, PER LE MEDAGLIE DI PRESENZA E PER GLI INCARICHI. (approvato dal Consiglio Nazionale in data 19.04.1994)

Dettagli

La disciplina dell organo di controllo nelle associazioni Onlus

La disciplina dell organo di controllo nelle associazioni Onlus ASPETTI ISTITUZIONALI n.1/2006 non Onlus La disciplina dell organo di controllo nelle associazioni Onlus Modello 1 Verbale dell assemblea che nomina il collegio sindacale Il...,alle ore...,si è riunita

Dettagli

Determinazione. del 07-02-2008. SETTORE: Settore Direzione

Determinazione. del 07-02-2008. SETTORE: Settore Direzione Comune n. 116 di del 07-02-2008 Argenta PROVINCIA DI FERRARA Determinazione SETTORE: Settore Direzione OGGETTO: Dott.ssa Anna Pappalardo - Affidamento incarico per sorveglianza sanitaria ai sensi del D.Lgs.

Dettagli

ATC Siena. Regolamento Rimborsi Spese

ATC Siena. Regolamento Rimborsi Spese Art. 1 - Oggetto e definizioni ATC Siena Regolamento Rimborsi Spese 1. Il presente regolamento disciplina l incarico ed il rimborso spese delle missioni/trasferte dei membri del Comitato di Gestione (in

Dettagli

STATUTO DELLA FONDAZIONE HUMAN GENETICS FOUNDATION - TORINO

STATUTO DELLA FONDAZIONE HUMAN GENETICS FOUNDATION - TORINO STATUTO DELLA FONDAZIONE HUMAN GENETICS FOUNDATION - TORINO Articolo 1 - Denominazione È costituita dalla Compagnia di San Paolo, dall Università degli Studi di Torino e dal Politecnico di Torino una Fondazione

Dettagli

ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI TREVISO

ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI TREVISO ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI TREVISO REGOLAMENTO DELLE COMMISSIONI DI STUDIO SULLE MATERIE OGGETTO DELLA PROFESSIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI

Dettagli

SERVIZIO IDRICO INTEGRATO SECONDA APPENDICE CONTRATTUALE

SERVIZIO IDRICO INTEGRATO SECONDA APPENDICE CONTRATTUALE SERVIZIO IDRICO INTEGRATO SECONDA APPENDICE CONTRATTUALE L anno duemilaotto (2008), il giorno 13 (tredici) del mese di ottobre, presso la sede dell Agenzia d ambito per i servizi pubblici di Ravenna, Piazza

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONTROLLO ANALOGO DELLE SOCIETA CONTROLLATE O PARTECIPATE

REGOLAMENTO PER IL CONTROLLO ANALOGO DELLE SOCIETA CONTROLLATE O PARTECIPATE Approvato con delibera assembleare nr. 10 del 11.02.2014 REGOLAMENTO PER IL CONTROLLO ANALOGO DELLE SOCIETA CONTROLLATE O PARTECIPATE Art. 1 - Ambito di applicazione e modalità di controllo Le disposizioni

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MORDANO Provincia di Bologna Cap. 40027, Via Bacchilega n. 6 Tel. 0542/56911 Fax 56900 E-Mail: urp@mordano.provincia.bologna.it Sito Internet: www.comunemordano.it DELIBERAZIONE N. 61 DEL 10/07/2014

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO allegato sub C)

SCHEMA DI CONTRATTO allegato sub C) SCHEMA DI CONTRATTO allegato sub C) OGGETTO: servizio di assicurazione Responsabilità Civile Autoveicoli e rischi diversi connessi al parco veicoli del Comune di Trieste periodo 15.10.2015 15.10.2016.

Dettagli

Sunshine Capital Investments S.p.A. Regolamento del COMITATO PER GLI INVESTIMENTI

Sunshine Capital Investments S.p.A. Regolamento del COMITATO PER GLI INVESTIMENTI Sunshine Capital Investments S.p.A. Regolamento del COMITATO PER GLI INVESTIMENTI 1 Premessa Il presente Regolamento disciplina il funzionamento del Comitato per gli Investimenti di Sunshine Capital Investments

Dettagli

STATUTO. Dell Associazione INTERNATIONAL MILITARY VEHICLE COLLECTORS CLUB

STATUTO. Dell Associazione INTERNATIONAL MILITARY VEHICLE COLLECTORS CLUB STATUTO Dell Associazione INTERNATIONAL MILITARY VEHICLE COLLECTORS CLUB Art, 1 E costituita l Associazione denominata INTERNATIONAL MILITARY VEHICLE COLLECTORS CLUB Art. 2 Essa ha sede in Torino via Mantova

Dettagli

Determinazione. del 02-02-2009. SETTORE: Personale

Determinazione. del 02-02-2009. SETTORE: Personale Comune n. 79 di del 02-02-2009 Argenta PROVINCIA DI FERRARA Determinazione SETTORE: Personale OGGETTO: Dott.ssa Anna Pappalardo - Affidamento incarico per sorveglianza sanitaria ai sensi del D.Lgs. 626/94

Dettagli

REGOLAMENTO FINANZIARIO REGIONALE

REGOLAMENTO FINANZIARIO REGIONALE Partito Democratico di Basilicata REGOLAMENTO FINANZIARIO REGIONALE Testo modificato ed approvato dalla Direzione Regionale del 23/01/2010 1 Principi ispiratori Il Regolamento Finanziario del partito ha

Dettagli

STATUTO DELL ANCD ASSOCIAZIONE NAZIONALE COOPERATIVE FRA DETTAGLIANTI

STATUTO DELL ANCD ASSOCIAZIONE NAZIONALE COOPERATIVE FRA DETTAGLIANTI STATUTO DELL ANCD ASSOCIAZIONE NAZIONALE COOPERATIVE FRA DETTAGLIANTI Capo I: COSTITUZIONE, SCOPO E ATTIVITA Art. 1: Costituzione e scopi E costituita con sede in Roma ai sensi e per gli effetti di cui

Dettagli

Azienda per l Assistenza Sanitaria n. 5 Friuli Occidentale

Azienda per l Assistenza Sanitaria n. 5 Friuli Occidentale Azienda per l Assistenza Sanitaria n. 5 Friuli Occidentale DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE N. 5 DEL 02/01/2015 OGGETTO Nomina Coordinatore Sociosanitario Dott. Paolo Bordon nominato con D.G.R. 2544 del

Dettagli

Atto costitutivo dell associazione - organizzazione di volontariato. Il giorno, alle ore, nel Comune di

Atto costitutivo dell associazione - organizzazione di volontariato. Il giorno, alle ore, nel Comune di Atto costitutivo dell associazione - organizzazione di volontariato Il giorno, alle ore, nel Comune di Via n. con la presente scrittura privata si sono riuniti i sig.ri (1): per costituire l organizzazione

Dettagli

CITTA DI CASTELVETRANO REGOLAMENTO AVVOCATURA COMUNALE

CITTA DI CASTELVETRANO REGOLAMENTO AVVOCATURA COMUNALE CITTA DI CASTELVETRANO REGOLAMENTO AVVOCATURA COMUNALE Approvato con Deliberazione di Giunta Municipale n. 13 del 18 gennaio 2012 1 Titolo I - ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO Articolo 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO

Dettagli

CONVENZIONE PER ATTIVITA DI CONSULENZA E ASSISTENZA LEGALE GIUDIZIALE E STRAGIUDIZIALE * * * * * * L anno 2007 e questo giorno 29 (ventinove) del

CONVENZIONE PER ATTIVITA DI CONSULENZA E ASSISTENZA LEGALE GIUDIZIALE E STRAGIUDIZIALE * * * * * * L anno 2007 e questo giorno 29 (ventinove) del CONVENZIONE PER ATTIVITA DI CONSULENZA E ASSISTENZA LEGALE GIUDIZIALE E STRAGIUDIZIALE * * * * * * L anno 2007 e questo giorno 29 (ventinove) del mese di ottobre in Prato in un locale della Sede legale

Dettagli

DOMANDA DI ATTIVAZIONE DI UNA PROCEDURA DI MEDIAZIONE

DOMANDA DI ATTIVAZIONE DI UNA PROCEDURA DI MEDIAZIONE Iscritta al n. 94 del registro degli organismi deputati a gestire procedure di mediazione finalizzati alla conciliazione, in forza delle disposizioni di cui all art. 20, comma 3 D.M. 180/10 PDG del 07

Dettagli

Determinazione. del 20-03-2009. SETTORE: Ragioneria

Determinazione. del 20-03-2009. SETTORE: Ragioneria Comune n. 178 di del 20-03-2009 Argenta PROVINCIA DI FERRARA Determinazione SETTORE: Ragioneria OGGETTO: Incarico Legale all Avvocato Riccardo Caniato per l assistenza preliminare in giudizio e la costituzione

Dettagli

ORGANISMO FORENSE DI MEDIAZIONE E ARBITRATO DI URBINO ORDINE DEGLI AVVOCATI DI URBINO STATUTO

ORGANISMO FORENSE DI MEDIAZIONE E ARBITRATO DI URBINO ORDINE DEGLI AVVOCATI DI URBINO STATUTO ORGANISMO FORENSE DI MEDIAZIONE E ARBITRATO DI URBINO ORDINE DEGLI AVVOCATI DI URBINO STATUTO ****** ****** TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art.1 (Costituzione) Ai sensi dell art.18 del Decreto Legislativo

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RIMBORSO DELLE SPESE DI VIAGGIO E SOGGIORNO DI AMMINISTRATORI E DIPENDENTI

REGOLAMENTO PER IL RIMBORSO DELLE SPESE DI VIAGGIO E SOGGIORNO DI AMMINISTRATORI E DIPENDENTI REGOLAMENTO PER IL RIMBORSO DELLE SPESE DI VIAGGIO E SOGGIORNO DI AMMINISTRATORI E DIPENDENTI Approvato con deliberazione del Commissario Straordinario n.13 del 31.05.2013. INDICE ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO

Dettagli

COMUNE DI BARIANO Provincia di Bergamo REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI BARIANO Provincia di Bergamo REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI BARIANO Provincia di Bergamo REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con delibera C.C. n. 2 del 04.04.2012 Sommario: Titolo I - Economato Art. 1 - Il servizio di economato

Dettagli

Statuto dell Associazione LAUS Vol. LAUS Volontariato della Provincia di Lodi

Statuto dell Associazione LAUS Vol. LAUS Volontariato della Provincia di Lodi Statuto dell Associazione LAUS Vol. LAUS Volontariato della Provincia di Lodi Art.1 - Costituzione e sede E costituita, con sede legale a Lodi, l Associazione denominata: LAUS Volontariato della Provincia

Dettagli

C O M U N E D I S A S S O M A R C O N I PROVINCIA DI BOLOGNA. COPIA DETERMINAZIONE N 376 DEL 09/11/2015 Ufficio Servizio Cultura Sport e Turismo

C O M U N E D I S A S S O M A R C O N I PROVINCIA DI BOLOGNA. COPIA DETERMINAZIONE N 376 DEL 09/11/2015 Ufficio Servizio Cultura Sport e Turismo C O M U N E D I S A S S O M A R C O N I PROVINCIA DI BOLOGNA COPIA DETERMINAZIONE N 376 DEL 09/11/2015 SANDONI FIORELLA Ufficio Servizio Cultura Sport e Turismo OGGETTO: IMPEGNO DI SPESA A FAVORE DITTA

Dettagli

PALERMO AMBIENTE S.p.A. in liquidazione a socio unico. Codice Fiscale e Partita Iva n. 05158460823 VERBALE DI ASSEMBLEA ORDINARIA

PALERMO AMBIENTE S.p.A. in liquidazione a socio unico. Codice Fiscale e Partita Iva n. 05158460823 VERBALE DI ASSEMBLEA ORDINARIA PALERMO AMBIENTE S.p.A. in liquidazione a socio unico Codice Fiscale e Partita Iva n. 05158460823 VERBALE DI ASSEMBLEA ORDINARIA L anno duemilaquindici, il giorno 28 del mese di luglio, alle ore 15,30,

Dettagli

VERBALE CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI VENETO NANOTECH SCPA DEL 7 MAGGIO 2012

VERBALE CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI VENETO NANOTECH SCPA DEL 7 MAGGIO 2012 VERBALE CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI VENETO NANOTECH SCPA DEL 7 MAGGIO 2012 Alle ore 10.00 del 7 maggio 2012, presso la sede di via S. Crispino 106 a Padova, si riunisce il Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Protocollo n. ISTANZA DI MEDIAZIONE CIVILE E COMMERCIALE EX D. LGS. 28/2010

Protocollo n. ISTANZA DI MEDIAZIONE CIVILE E COMMERCIALE EX D. LGS. 28/2010 Spett.le Organismo di Mediazione del Foro di Torre Annunziata c/o Consiglio dell'ordine degli Avvocati C.so Umberto I c/o Tribunale 80058 -Torre Annunziata (NA) Procedura n. Data deposito Protocollo n.

Dettagli

[SU CARTA INTESTATA DELLA BANCA / IMPRESA DI ASSICURAZIONI / SOCIETÀ DI INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA]

[SU CARTA INTESTATA DELLA BANCA / IMPRESA DI ASSICURAZIONI / SOCIETÀ DI INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA] Allegato 3 Schema di fideiussione [SU CARTA INTESTATA DELLA BANCA / IMPRESA DI ASSICURAZIONI / SOCIETÀ DI INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA] Spett.le Ministero dell ambiente e della tutela del territorio e del

Dettagli

COMUNE DI RAGUSA REGOLAMENTO ISTITUTIVO E DI GESTIONE DEL FONDO DI ASSISTENZA E PREVIDENZA PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA MUNICIPALE

COMUNE DI RAGUSA REGOLAMENTO ISTITUTIVO E DI GESTIONE DEL FONDO DI ASSISTENZA E PREVIDENZA PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA MUNICIPALE COMUNE DI RAGUSA REGOLAMENTO ISTITUTIVO E DI GESTIONE DEL FONDO DI ASSISTENZA E PREVIDENZA PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA MUNICIPALE Art. 1 Istituzione E istituito il fondo di assistenza e previdenza per

Dettagli

D E T E R M I N A Z I O N E D E L D I R E T T O R E N. 3 8 D E L 2 1 A G O S T O 2 0 1 5

D E T E R M I N A Z I O N E D E L D I R E T T O R E N. 3 8 D E L 2 1 A G O S T O 2 0 1 5 D E T E R M I N A Z I O N E D E L D I R E T T O R E N. 3 8 D E L 2 1 A G O S T O 2 0 1 5 OGGETTO: INCARICO A TEMPO DETERMINATO ALLA SIG.RA DURANTE ALESSANDRA PER SVOLGERE LE MANSIONI DI OPERATORE SOCIO

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CIRCOLO RICREATIVO DELLA COOPERAZIONE TRENTINA. Articolo 1

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CIRCOLO RICREATIVO DELLA COOPERAZIONE TRENTINA. Articolo 1 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CIRCOLO RICREATIVO DELLA COOPERAZIONE TRENTINA Articolo 1 Si costituisce il Circolo Dipendenti della Federazione Trentina della Cooperazione con sede sociale presso la Federazione

Dettagli

FIDEJUSSIONE A PRIMA RICHIESTA ASSICURATIVA/BANCARIA N.

FIDEJUSSIONE A PRIMA RICHIESTA ASSICURATIVA/BANCARIA N. Modello 2 FIDEJUSSIONE A PRIMA RICHIESTA ASSICURATIVA/BANCARIA N. Oggetto: Fidejussione a prima richiesta a favore di Finpiemonte S.p.A a garanzia della quota di contributo a fondo perduto a titolo di

Dettagli

STATUTO. Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE

STATUTO. Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE Associazione Amici di BAMBI ONLUS via Pieve, 1 33080 Porcia (PN) C.F. 91036160934 STATUTO Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE 1. E costituita l Associazione di volontariato (Organizzazione Non Lucrativa di Utilità

Dettagli

Comune di Signa Provincia di Firenze REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELL UFFICIO PENSIONI

Comune di Signa Provincia di Firenze REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELL UFFICIO PENSIONI Comune di Signa Provincia di Firenze REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELL UFFICIO PENSIONI Approvato con delibera di Giunta Comunale n. 116 del 29/07/2002 modificato con

Dettagli

PARTE I Normativa sui compensi dell avvocato

PARTE I Normativa sui compensi dell avvocato PARTE I Normativa sui compensi dell avvocato D.M. 20 LUGLIO 2012, N. 140 Regolamento recante la determinazione dei parametri per la liquidazione da parte di un organo giurisdizionale dei compensi per le

Dettagli

BANCA del TEMPO della PROVINCIA di BARI I SOLIDALI NEL TEMPO

BANCA del TEMPO della PROVINCIA di BARI I SOLIDALI NEL TEMPO BANCA del TEMPO della PROVINCIA di BARI I SOLIDALI NEL TEMPO Articolo 1 E' istituita fra le Associazioni dei dipendenti della Provincia di Bari C.R.A.P. e A.P.A.P. rispettivamente Circolo Ricreativo dell

Dettagli

Tariffe degli onorari, diritti e indennità spettanti agli avvocati per le prestazioni giudiziali in materia civile, amministrativa e tributaria

Tariffe degli onorari, diritti e indennità spettanti agli avvocati per le prestazioni giudiziali in materia civile, amministrativa e tributaria CAPITOLO I Allegato al decreto del ministro della Giustizia Tariffe degli onorari, diritti e indennità spettanti agli avvocati per le prestazioni giudiziali in materia civile, amministrativa e tributaria

Dettagli

Piaggio & C. S.p.A. Relazione Illustrativa

Piaggio & C. S.p.A. Relazione Illustrativa Piaggio & C. S.p.A. Relazione Illustrativa Autorizzazione all acquisto e disposizione di azioni proprie, ai sensi del combinato disposto degli artt. 2357 e 2357-ter del codice civile, nonché dell art.

Dettagli