Secondo anno del mandato quali Delegati CNPADC un bilancio dell attività al giro di boa del mandato

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Secondo anno del mandato 2012-2016 quali Delegati CNPADC un bilancio dell attività al giro di boa del mandato"

Transcript

1 Secondo anno del mandato quali Delegati CNPADC un bilancio dell attività al giro di boa del mandato Lo scorso anno Vi abbiamo informato dell insediamento in carica e dell attività svolta nel primo anno di mandato. Passiamo ora a dare atto di quanto fatto in questo secondo anno di mandato, a favore degli iscritti. La nostra attività si è rivolta sia a livello locale, quale supporto agli iscritti, sia a livello nazionale, in qualità di componenti l Assemblea dei Delegati. Da quest anno si è notevolmente sviluppata anche l attività a livello regionale, con la costituzione del DECODER. ATTIVITA A BOLOGNA A livello locale, abbiamo ricevuto gli iscritti che ne facessero richiesta ogni secondo mercoledì del mese (fino al 31/12/2013 di giovedì) su appuntamento, presso la sede dell Ordine: in 10 giornate, abbiamo affiancato 25 iscritti a destreggiarsi nel mondo Cassa, ponendoci quale trait d union tra gli iscritti e la struttura centrale di Roma per le problematiche più complesse. Le richieste emerse più frequentemente sono state relative al riscatto, al momento del pensionamento, alla preiscrizione, alla ricongiunzione, nonché alla regolarizzazione della posizione contributiva. Oltre agli appuntamenti, ulteriori 16 colleghi ci hanno contattato telefonicamente per il disbrigo di pratiche urgenti o di più immediata soluzione.

2 Il 15 ottobre 2013 si è tenuto presso il Convento San Domenico il convegno dal titolo La Previdenza dei Dottori Commercialisti: situazione e proiezione, con relatori il Presidente CNPADC Renzo Guffanti, il Vice Presidente Giuseppe Grazia e il Consigliere Alessandro Trudda. Il Convegno ha riscosso un elevatissimo apprezzamento non solo per i contenuti presentati, ma anche per il servizio sperimentale di help desk fornito da funzionari Cassa, che ha assistito oltre 50 colleghi durante i lavori. ATTIVITA NELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Il 12 febbraio 2014 si è ufficialmente costituito il DECODER, Coordinamento dei Delegati Cassa Nazionale Previdenza ed Assistenza dei Dottori Commercialisti dell Emilia Romagna, nato dalla volontà di realizzare le seguenti attività: - Incontri per lo scambio di informazioni al fine di coordinare le attività dei Delegati, ove possibile; - L esame e lo studio dei problemi comuni da sottoporre all attenzione del CdA della Cassa di Previdenza; - La redazione e pubblicazione di documenti informativi riferiti alla normativa in materia previdenziale - assistenziale; - La diffusione delle informazioni in tema di previdenza ed assistenza per i dottori commercialisti, anche attraverso attività di seminari e convegni, nonché attraverso documenti che saranno resi fruibili attraverso siti web istituzionali e/o giornali/riviste di categoria (testate anche gestite attraverso modalità telematiche). Il DECODER si è riunito prima di tutte le diverse Assemblee dei Delegati, per prepararne l attività. Dall attività del DECODER sono scaturite diverse proposte presentate all Assemblea dei Delegati, tra cui: - una revisione del sistema sanzionatorio, con particolare riferimento alla rateizzazione delle eccedenze contributive, che è stato recentemente accolto (e si è in attesa del benestare ministeriale); - una proposta di modifica all istituto della preiscrizione dei tirocinanti. E stata inoltre fornita informativa agli iscritti, in occasione del SAT e dell estensione della polizza sanitaria.

3 Infine, si è contribuito con un articolo alla CNPADC News Newsletter. Si sono tenuti diversi convegni nella nostra Regione che hanno visto quali relatori il Presidente Renzo Guffanti, il Vice Presidente Giuseppe Grazia e il Consigliere Alessandro Trudda, affiancati dai delegati locali. Oltre a Bologna, di cui sopra, si sono tenuti convegni a Forlì il 16 ottobre 2013, a Reggio Emilia e a Parma il 24 ottobre 2013, ed infine a Ravenna e a Piacenza il 12 dicembre ATTIVITA NAZIONALE - ASSEMBLEA DEI DELEGATI A livello nazionale, quali componenti l Assemblea dei Delegati, abbiamo partecipato a 4 riunioni. La prima, il 17 ottobre 2013 (in occasione del convegno Previdenza in Tour a Napoli), per la verifica semestrale della situazione contabile e patrimoniale, il 28 novembre 2013 per il budget 2014 e la seconda revisione del budget 2013, il 7 maggio 2014 (in occasione del Forum Previdenza a Roma) nel corso della quale sono state esaminate numerose iniziative di modifiche da apportare ai regolamenti previdenziali ed assistenziali, e il 26 giugno 2014, per l approvazione del bilancio d esercizio 2013 e il primo assestamento del budget 2014, nonché per le ulteriori delibere che vi esporremo di seguito. Il tema dell autonomia della nostra Cassa è stato fortemente di attualità in questo secondo anno di mandato: il DM 27/3/2013 e la circolare Mef n. 35 del 22/8/2013 hanno richiesto alle Casse dei liberi professionisti di redigere budget annuali e triennali, secondo regole tipiche degli enti pubblici, specificando missioni e programmi in attesa di entrare a regime con il sistema di contabilità e/o rendicontazione utilizzato dalle amministrazioni pubbliche (il ben noto SIOPE). Questa richiesta, quando la Cassa redige bilanci tecnici a 50 anni sostenibili e bilanci civilistici annuali, per non parlare delle semestrali e dei budget via via assestati in corso d anno, è stata vista come una richiesta impropria e irragionevole, se non addirittura un primo segnale verso la perdita di autonomia sulla gestione ed organizzazione del nostro ente. Nell assemblea dei delegati del 28/11/2013 è stata approvata una mozione che richiedeva al Consiglio di attenersi rigorosamente alle previsioni del nostro Statuto e dei nostri Regolamenti nella stesura dei budget e dei bilanci, adottando ogni atto ritenuto necessario per tutelare la nostra autonomia. Anche se le richieste sono state restituite al mittente, l Assemblea dei delegati ha dovuto nuovamente confrontarsi sull argomento nella successiva assemblea del 26/6/2014, e per superare l atteggiamento che è stato visto dalle Amministrazioni vigilanti come di mera contrapposizione nei loro confronti, si è deciso di approvare la trasmissione agli stessi dei budget richiesti, visti come mera riclassificazione dei budget già approvati. Probabilmente non sarà finita qui, ma l Assemblea dei Delegati continuerà a fare tutto il possibile per difendere l autonomia dell Ente. Il 18 ottobre 2013 si è tenuto a Napoli il Previdenza in Tour, appuntamento annuale sul territorio di formazione previdenziale e di confronto sui temi della previdenza e della professione, con lo svolgimento di seminari, sessioni pratiche, momenti di informazione e dibattito per promuovere in collaborazione con gli Ordini locali il dialogo solidaristico, raccogliere e condividere impulsi e nuove progettualità della professione e ragionare sui riflessi previdenziali. Il tema trattato è stato quello dell Equità, intesa non solo come equilibrio tra le diverse generazioni, ma anche quella più generale e sistematica, relativa alla necessità di una corretta e coerente relazione tra gli Enti previdenziali e lo Stato, e tra la produzione normativa e le sue interpretazioni giurisprudenziali. Il 12 febbraio scorso la CNPADC e la CNPR hanno siglato un Protocollo d Intesa che, nel concordare sull opportunità di proseguire la loro attività in autonomia, hanno fatto chiarezza in merito alle nuove iscrizioni degli Esperti contabili, assegnandoli a Cassa dei Ragionieri, sottraendoli alla Gestione Separata Inps, a cui attualmente dovrebbero far riferimento. L obiettivo di questo Protocollo d Intesa - privo di

4 qualsiasi contenuto regolamentare o normativo cogente - è incoraggiare l adozione da parte del legislatore di un provvedimento di Legge che sia in linea con la volontà già espressa dalle due Casse. Dovrebbe consentire alla Cassa dei Ragionieri di poter contare su una platea aperta di professionisti con cui impostare un futuro percorso previdenziale in assoluta autonomia rispetto alla Cassa dei Dottori Commercialisti, aspetto assolutamente non secondario, se pensiamo che fino a qualche tempo fa l unificazione tra le due Casse veniva da qualcuno presentata come l unica strada percorribile. In merito all opportunità di utilizzare il modello F24 per i versamenti contributivi, prevista dal D.M. del 10 gennaio 2014, la CNPADC ha ritenuto di non avvalersene in quanto troppo rischiosa per i possibili ritardi nel riversamento delle somme, se non addirittura di mancati trasferimenti per sopravvenute esigenze di finanza pubblica. L 8 maggio 2014 a Roma, presso la Galleria Colonna, si è tenuto il tradizionale appuntamento annuale del Forum in Previdenza, dal titolo Fare Previdenza. Creare Sviluppo Si è ragionato di come la CNPADC possa sostenere gli investimenti per il rilancio dell economia, investimenti per i quali lo Stato fa sempre più fatica a reperire le risorse. E stato chiesto, al contempo, una riduzione delle uscite per imposte, tenuto conto che gli Enti di previdenza hanno come principale fonte di entrata i risparmi previdenziali degli iscritti ed attualmente, nonostante siano un ente previdenziale di primo pilastro, soggiacciono ad una imposizione fiscale maggiore rispetto ai fondi pensione, che sono previdenza complementare di secondo pilastro. In merito all attività di revisione della CNPADC, i Ministeri vigilanti, interpellati dal Consiglio di Amministrazione, hanno concordato con il parere legale del nostro istituto e pertanto ritengono che l attività di revisione dei conti della nostra Cassa debba conformarsi alla disciplina prevista dal d.lgs. 30 giugno 1994, n. 509 (art. 2, comma 3), così come trasposto dall'art. 33, comma 4, dello Statuto della Cassa, nel rispetto delle norme del Codice dei Contratti pubblici. In sostanza, i rendiconti annuali dell'ente dovranno essere sottoposti a revisione contabile e certificati da revisori indipendenti e in possesso dei requisiti per l'iscrizione al Registro dei revisori legali, di cui al nuovo d.lgs. 39/2010, mentre non si applica il regime dei controlli degli Enti ed Organismi Pubblici di cui all art. 19 del DLgs 123/2011, altro importante tassello nel riconoscimento della natura privata del nostro Ente. Il 30 luglio scorso i Ministeri Vigilanti hanno approvato la Delibera del CdA che disciplina gli obblighi contributivi connessi e conseguenti allo svolgimento dell attività professionale di Dottore Commercialista come socio di STP, prevedendo che ciascun socio professionista di STP è tenuto ad adempiere agli obblighi previsti dalla Cassa di riferimento dell Albo professionale al quale risulta iscritto e pertanto il contributo soggettivo dovuto alla CNPADC è pari all importo calcolato applicando le aliquote annualmente previste sulla quota di reddito dichiarato dalla STP attribuita al socio in ragione della quota di partecipazione agli utili, mentre la STP è tenuta ad applicare la maggiorazione percentuale a titolo di contributo integrativo su tutti i corrispettivi rientranti nel volume di affari IVA, che deve essere versato da ciascun professionista, riproporzionando quella eventualmente riferita ai soci non professionisti. In campo assistenziale, sono stati innalzati i limiti di reddito per richiedere gli interventi assistenziali e unificati nello stesso valore riferibile allo stato di bisogno, crescente in base alla numerosità del nucleo familiare e alla presenza di portatori di handicap. L attività di welfare è poi stata potenziata con l introduzione di un nuovo contributo a sostegno della maternità, per aiutare le neomamme che incontrano difficoltà nella conciliazione dell attività professionale con la maternità che va ad aggiungersi all attuale indennità di maternità e pari al 20% della stessa, con un minimo di 1.700, nel rispetto dei massimi previsti di legge. Diversi sono poi stati i ritocchi agli altri istituti assistenziali per semplificarne ed ampliarne la platea di utilizzo.

5 Sono, inoltre, state adottate una serie di modifiche, attualmente ancora al vaglio da parte dei Ministeri vigilanti (così come in nuovo contributo a sostegno della maternità di cui sopra) e, pertanto, non ancora in vigore. E stato rivisto l intero sistema sanzionatorio, rendendolo meno oneroso, e introdotta la regolarizzazione spontanea per omessi versamenti rateali, è stato allungato il periodo di rateizzazione del riscatto dalla metà al doppio del periodo riscattato, è stato innalzato il limite massimo del tasso annuo di capitalizzazione in ragione dei maggiori rendimenti conseguiti dalla Cassa rispetto alla media quinquennale del PIL e si è prorogata la possibilità di rateizzare anche i contributi integrativi. Il 25 giugno 2014 si è ottenuta la certificazione di qualità UNI EN ISO 9001:2008, a suggello degli sforzi intrapresi dall ente per aziendalizzare la struttura e i servizi forniti agli iscritti. Il bilancio 2013, approvato il 26 giugno 2014, ha prodotto risultati positivi sia sul fronte della gestione del Patrimonio, che a fine 2013 era superiore ai 5 miliardi di euro, sia su quello tecnico-previdenziale e gestionale; basti pensare che il rendimento degli investimenti mobiliari è stato il 5,75% a valori di mercato. I redditi degli iscritti sono in linea con quelli dello scorso anno e gli iscritti sono in costante crescita. Da ultimo, sono state ampliate le convenzioni, siglando un accordo con Il Sole 24 Ore che consente di usufruire a condizioni esclusive dell'accesso alla piattaforma Business Class Commercialisti Digital (il quotidiano on line, oltre ad altri servizi) gratuito per tutti gli "iscritti in contribuzione agevolata" che al termine del periodo di gratuità possono continuare ad usufruire del servizio al costo di Euro 245,00 + IVA all'anno, prezzo, quest'ultimo, riservato anche ai futuri iscritti che hanno più di 35 anni di età. Per tutti gli altri professionisti il costo dell'accesso alla piattaforma è di Euro 275,00 + IVA all'anno. Per maggiori info: mmercialisti_digital. A ben vedere, è stato un anno intenso e ancora tanto ci aspetta! Bologna, 20 ottobre 2014 DECODER - I delegati CNPADC dell Emilia Romagna Paolo Arcangeli - Rimini Federico Bacchiega - Modena Fausto Bertozzi - Forlì Isabella Boselli - Bologna Elena Fedolfi - Reggio Emilia Vincenzo Morelli - Ravenna Marco Perini - Piacenza Paola Ragionieri - Parma Claudia Spisni - Bologna Simona Vannini - Ferrara Teresa Zambon - Bologna

Cassa di Previdenza Dottori Commercialisti La comunicazione SAT2014 PCE

Cassa di Previdenza Dottori Commercialisti La comunicazione SAT2014 PCE Cassa di Previdenza Dottori Commercialisti La comunicazione SAT2014 PCE Con il presente documento si forniscono alcune informazioni in merito all imminente obbligo di autodichiarazione dei dati relativi

Dettagli

Cassa di Previdenza Dottori Commercialisti

Cassa di Previdenza Dottori Commercialisti Cassa di Previdenza Dottori Commercialisti La comunicazione SAT2013 PCE Con il presente documento si forniscono alcune informazioni in merito all imminente obbligo di autodichiarazione dei dati relativi

Dettagli

Cassa di Previdenza Dottori Commercialisti

Cassa di Previdenza Dottori Commercialisti Cassa di Previdenza Dottori Commercialisti La comunicazione SAT2012 PCE Con il presente documento si forniscono alcune informazioni in merito all imminente obbligo di autodichiarazione dei dati relativi

Dettagli

Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza a favore dei Dottori Commercialisti La comunicazione PCE 2015 e il nuovo regime sanzionatorio

Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza a favore dei Dottori Commercialisti La comunicazione PCE 2015 e il nuovo regime sanzionatorio Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza a favore dei Dottori Commercialisti La PCE 2015 e il nuovo regime sanzionatorio Con il presente documento si forniscono alcune informazioni in merito all imminente

Dettagli

A cura di: Guido Cresto Luca Quer Marcello Alessandro Resca Verdiana Federica Santarossa Stefania Telesca Delegati Cassa per la circoscrizione di

A cura di: Guido Cresto Luca Quer Marcello Alessandro Resca Verdiana Federica Santarossa Stefania Telesca Delegati Cassa per la circoscrizione di A cura di: Guido Cresto Luca Quer Marcello Alessandro Resca Verdiana Federica Santarossa Stefania Telesca per la circoscrizione di Torino, Pinerolo e Ivrea D. COS E LA CASSA DI PREVIDENZA? R. La Cassa

Dettagli

Vademecum per i praticanti Dottori Commercialisti: la pre iscrizione ed il riscatto dei periodi di tirocinio di FERDINANDO BOCCIA

Vademecum per i praticanti Dottori Commercialisti: la pre iscrizione ed il riscatto dei periodi di tirocinio di FERDINANDO BOCCIA Vademecum per i praticanti Dottori Commercialisti: la pre iscrizione ed il riscatto dei periodi di tirocinio di FERDINANDO BOCCIA Da sempre l UNGDCEC ha avuto a cuore il futuro previdenziale di tutti i

Dettagli

REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DEL REGIME PREVIDENZIALE 1

REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DEL REGIME PREVIDENZIALE 1 REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DEL REGIME PREVIDENZIALE 1 1 Aggiornato all ultima modifica approvata il 7/3/13 INDICE SCOPI E PRINCIPI TITOLO I CONTRIBUTI Articolo 1 Contributo soggettivo Articolo 2 Contributo

Dettagli

La previdenza dei Dottori Commercialisti e dei Ragionieri tra rischi e opportunità. L impatto delle riforme sulla Casse CNPADC e CNPR

La previdenza dei Dottori Commercialisti e dei Ragionieri tra rischi e opportunità. L impatto delle riforme sulla Casse CNPADC e CNPR La previdenza dei Dottori Commercialisti e dei Ragionieri tra rischi e opportunità L impatto delle riforme sulla Casse CNPADC e CNPR Il sistema previdenziale obbligatorio dei liberi professionisti Previdenza

Dettagli

LE PROPOSTE DELL UNIONE

LE PROPOSTE DELL UNIONE LE PROPOSTE DELL UNIONE ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 1.

Dettagli

DIREZIONE PRESTAZIONI

DIREZIONE PRESTAZIONI DIREZIONE PRESTAZIONI Regolamento di disciplina del Regime Previdenziale (Deliberazione dell AdD del 27-28/11/2003) (D.I. 14 luglio 2004) La svolta del sistema previdenziale: come cambiano le prestazioni

Dettagli

PREVIDENZA OBBLIGATORIA E FORME ASSISTENZIALI L ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA DELLA PROFESSIONE INFERMIERISTICA

PREVIDENZA OBBLIGATORIA E FORME ASSISTENZIALI L ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA DELLA PROFESSIONE INFERMIERISTICA Anno 2012 PREVIDENZA OBBLIGATORIA E FORME ASSISTENZIALI L ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA DELLA PROFESSIONE INFERMIERISTICA Percorso ENPAPI: previdenziale ENTRAT ISCRIZIONE A GESTION E CONTRIBUZIONE

Dettagli

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI SEGRETERIA NAZIONALE 00198 ROMA VIA TEVERE, 46 TEL. 06.84.15.751 FAX 06.85.59.220 06.85.52.275 SITO INTERNET: www.fabi.it E-MAIL: federazione@fabi.it FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI Ai Sindacati

Dettagli

INFORMATIVA INARCASSA

INFORMATIVA INARCASSA INFORMATIVA INARCASSA Il 19 novembre i Ministeri di controllo hanno approvato la riforma previdenziale di Inarcassa. Questa riforma entrerà in vigore dall 1 gennaio 2013. Le modifiche introdotte con la

Dettagli

SCHEDA ESPLICATIVA I PRINCIPALI CONTENUTI DEL DECRETO LEGISLATIVO SULLA TOTALIZZAZIONE

SCHEDA ESPLICATIVA I PRINCIPALI CONTENUTI DEL DECRETO LEGISLATIVO SULLA TOTALIZZAZIONE DIPARTIMENTO WELFARE Politiche Previdenziali SCHEDA ESPLICATIVA I PRINCIPALI CONTENUTI DEL DECRETO LEGISLATIVO SULLA TOTALIZZAZIONE a cura di Maria Rita Gilardi Roma, 23 gennaio 2006 1 Articolo 1 Totalizzazione

Dettagli

LE PROPOSTE DELL UNIONE

LE PROPOSTE DELL UNIONE LE PROPOSTE DELL UNIONE Convegno #UNIONEobiettivoPREVIDENZA Forte dei Marmi (LU) 10 marzo 2016 -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

CASSA ITALIANA DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA GEOMETRI

CASSA ITALIANA DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA GEOMETRI CASSA ITALIANA DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA GEOMETRI La Cassa Italiana di Previdenza ed Assistenza dei Geometri Liberi Professionisti, è l Ente previdenziale della nostra Categoria, privatizzato e trasformato

Dettagli

Finanziaria 2006: misure e provvedimenti inerenti al Terzo Settore

Finanziaria 2006: misure e provvedimenti inerenti al Terzo Settore Finanziaria 2006: misure e provvedimenti inerenti al Terzo Settore a cura di Roberta De Pirro - Studio Sciumé e Associati roberta.depirro@sciume.net http://www.sciume.net/ Premessa Dopo un lungo e discusso

Dettagli

I Fondi pensione preesistenti

I Fondi pensione preesistenti I Fondi pensione preesistenti I scheda Fondi pensione preesistenti sono forme pensionistiche complementari che, come suggerisce il termine preesistenti, operavano antecedentemente all emanazione della

Dettagli

NUOVO REGOLAMENTO DELL ENTE BREVE SINTESI DELLE MAGGIORI NOVITÀ INTRODOTTE

NUOVO REGOLAMENTO DELL ENTE BREVE SINTESI DELLE MAGGIORI NOVITÀ INTRODOTTE E.P.A.P. Ente di Previdenza e Assistenza Pluricategoriale Via del Tritone, 169-00187 Roma Tel: 06 69.64.51 - Fax: 06 69.64.555 E-mail: info@epap.it - Sito web: www.epap.it Codice fiscale: 97149120582 NUOVO

Dettagli

Protocollo: 350/Pres./2010 Al Dott. Ing./Arch. Professionista iscritto Professionista non iscritto LORO SEDI

Protocollo: 350/Pres./2010 Al Dott. Ing./Arch. Professionista iscritto Professionista non iscritto LORO SEDI CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA PER GLI INGEGNERI ED ARCHITETTI LIBERI PROFESSIONISTI PRESIDENZA Protocollo: 350/Pres./2010 Al Dott. Ing./Arch. Professionista iscritto Professionista non iscritto

Dettagli

FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI AMMINISTRATIVI DELLE AGENZIE GENERALI INA-ASSITALIA (Iscritto all Albo COVIP n. 1362) NOTA INFORMATIVA

FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI AMMINISTRATIVI DELLE AGENZIE GENERALI INA-ASSITALIA (Iscritto all Albo COVIP n. 1362) NOTA INFORMATIVA FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI AMMINISTRATIVI DELLE AGENZIE GENERALI INA-ASSITALIA (Iscritto all Albo COVIP n. 1362) NOTA INFORMATIVA INDICE 1. SCHEDA SINTETICA 2 A) PRESENTAZIONE DEL FONDO 2 A1. Elementi

Dettagli

ARCH. NAZZARENO LEONARDI IL NOSTRO PROGRAMMA

ARCH. NAZZARENO LEONARDI IL NOSTRO PROGRAMMA ELEZIONI DELEGATO ARCHITETTI PER LA PROVINCIA DI VICENZA 2015-2020 CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA PER GLI INGEGNERI ED ARCHITETTI LIBERI PROFESSIONISTI ARCH. NAZZARENO LEONARDI IL NOSTRO PROGRAMMA

Dettagli

TFR E PREVIDENZA COMPLEMENTARE

TFR E PREVIDENZA COMPLEMENTARE TFR E PREVIDENZA COMPLEMENTARE E il momento di scegliere A cura della Struttura di Comparto Scuola non statale DESTINARE IL TFR COS E IL TFR? Il trattamento di fine rapporto (anche conosciuto come liquidazione

Dettagli

Fiscal Flash N. 41. Entro fine mese la consegna della certificazione unica (CUD) La notizia in breve 20.02.2014. Premessa

Fiscal Flash N. 41. Entro fine mese la consegna della certificazione unica (CUD) La notizia in breve 20.02.2014. Premessa Fiscal Flash La notizia in breve N. 41 20.02.2014 Entro fine mese la consegna della certificazione unica (CUD) Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: CUD La certificazione unica dei redditi di lavoro

Dettagli

RISOLUZIONE N. 131/E. Roma, 22 ottobre 2004. Oggetto: Trattamento tributario delle forme pensionistiche complementari

RISOLUZIONE N. 131/E. Roma, 22 ottobre 2004. Oggetto: Trattamento tributario delle forme pensionistiche complementari RISOLUZIONE N. 131/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 22 ottobre 2004 Oggetto: Trattamento tributario delle forme pensionistiche complementari L Associazione XY (di seguito XY ), con nota

Dettagli

STATUTO Piccola Famiglia onlus (versione definitiva 18 gennaio 2012)

STATUTO Piccola Famiglia onlus (versione definitiva 18 gennaio 2012) STATUTO Piccola Famiglia onlus (versione definitiva 18 gennaio 2012) Art. 1 E costituita una associazione denominata La Piccola Famiglia Organizzazione non lucrativa di Utilità Sociale la cui denominazione

Dettagli

Osservazioni Anci sulla prima fase di applicazione del nuovo ISEE

Osservazioni Anci sulla prima fase di applicazione del nuovo ISEE Osservazioni Anci sulla prima fase di applicazione del nuovo ISEE (Documento approvato dalla Commissione Anci Welfare e politiche sociali del 19 ottobre 2015) Il sistema normativo del nuovo ISEE, introdotto

Dettagli

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI COMO

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI COMO ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI COMO Programma triennale per la trasparenza e l integrità Anni 2016-2018 (approvato nella seduta di Consiglio del 13 gennaio 2016) 1. Introduzione:

Dettagli

CIRCOLARE N. 16/E. Roma, 22 aprile 2005. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso

CIRCOLARE N. 16/E. Roma, 22 aprile 2005. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso CIRCOLARE N. 16/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 22 aprile 2005 OGGETTO: Rideterminazione del valore dei terreni e delle partecipazioni. Articolo 1, comma 376 e comma 428 della Legge

Dettagli

COMUNE DI RAGUSA REGOLAMENTO ISTITUTIVO E DI GESTIONE DEL FONDO DI ASSISTENZA E PREVIDENZA PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA MUNICIPALE

COMUNE DI RAGUSA REGOLAMENTO ISTITUTIVO E DI GESTIONE DEL FONDO DI ASSISTENZA E PREVIDENZA PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA MUNICIPALE COMUNE DI RAGUSA REGOLAMENTO ISTITUTIVO E DI GESTIONE DEL FONDO DI ASSISTENZA E PREVIDENZA PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA MUNICIPALE Art. 1 Istituzione E istituito il fondo di assistenza e previdenza per

Dettagli

CITTA di SARZANA Provincia della Spezia REGOLAMENTO

CITTA di SARZANA Provincia della Spezia REGOLAMENTO REGOLAMENTO ISTITUTIVO E DI GESTIONE DEL FONDO DI ASSISTENZA, PREVIDENZA ED INCENTIVAZIONE DEI SERVIZI SVOLTI PER IL MIGLIORAMENTO DELLA CIRCOLAZIONE STRADALE PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA MUNICIPALE

Dettagli

Roma, 18/07/2013. e, per conoscenza, Circolare n. 110

Roma, 18/07/2013. e, per conoscenza, Circolare n. 110 Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Risorse Umane Direzione Centrale Pianificazione e Controllo di Gestione Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 18/07/2013 Circolare

Dettagli

Catania, 12 giugno 2015

Catania, 12 giugno 2015 La Previdenza dei Dottori Commercialisti tra attualità e prospettive Catania, 12 giugno 2015 1 La CNPADC ha come finalità statutaria quella di svolgere funzioni di previdenza e di assistenza Le prestazioni

Dettagli

LE PREMESSE DELLA RIFORMA

LE PREMESSE DELLA RIFORMA LE PREMESSE DELLA RIFORMA Non sono state aumentate le aliquote contributive della Riforma 2008, sono stati tutelati i diritti maturati dagli iscritti ed è stata, al contempo, rivolta un attenzione particolare

Dettagli

SCHEMA DI SINTESI SULLA NORMATIVA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE *

SCHEMA DI SINTESI SULLA NORMATIVA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE * SCHEMA DI SINTESI SULLA NORMATIVA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE * Chi è interessato dalla Riforma Sono interessati alla riforma della previdenza complementare attuata con il decreto legislativo n. 252/2005

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 10/04/2015

Direzione Centrale Entrate. Roma, 10/04/2015 Direzione Centrale Entrate Roma, 10/04/2015 Circolare n. 72 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Fondi pensione, un tris di chiarimenti

Fondi pensione, un tris di chiarimenti Fondi pensione, un tris di chiarimenti L Agenzia delle Entrate, in risposta a tre quesiti posti con istanza di interpello, chiarisce per i vecchi fondi pensione con gestione assicurativa come procedere

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA D.Lgs. 30 giugno 1994, n. 509 Attuazione della delega conferita dall'art. 1, comma 32, della legge 24 dicembre 1993, n. 537, in materia di trasformazione in persone giuridiche private di enti gestori di

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. Dispone: 1. Approvazione del modello 770/2015 Semplificato.

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. Dispone: 1. Approvazione del modello 770/2015 Semplificato. Prot.2015/4793 Approvazione del modello 770/2015 Semplificato, relativo all anno 2014, con le istruzioni per la compilazione, concernente le comunicazioni da parte dei sostituti d imposta dei dati delle

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DELTA CHIAMA DELTA

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DELTA CHIAMA DELTA STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DELTA CHIAMA DELTA ASSOCIAZIONE DELTA CHIAMA DELTA STATUTO Art. 1 Origine e sede Su iniziativa del Parco Regionale del Delta del Po Emilia Romagna, con la collaborazione della

Dettagli

http://www.normattiva.it/do/atto/export

http://www.normattiva.it/do/atto/export Pagina 1 di 7 DECRETO-LEGGE 21 maggio 2015, n. 65 Disposizioni urgenti in materia di pensioni, di ammortizzatori sociali e di garanzie TFR. (15G00081) Vigente al: 21-7-2015 Capo I IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Dettagli

1 di 10 23/07/2015 12:16. DECRETO-LEGGE 21 maggio 2015, n. 65

1 di 10 23/07/2015 12:16. DECRETO-LEGGE 21 maggio 2015, n. 65 1 di 10 DECRETO-LEGGE 21 maggio 2015, n. 65 Disposizioni urgenti in materia di pensioni, di ammortizzatori sociali e di garanzie TFR. (15G00081) Vigente al: 23-7-2015 Capo I IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Dettagli

Roma, 29 gennaio 2015

Roma, 29 gennaio 2015 DIREZIONE GENERALE CIRCOLARE n. 2500 Roma, 29 gennaio 2015 ALLE ASSOCIAZIONI E AI SINDACATI TERRITORIALI ALLE UNIONI REGIONALI AI COMPONENTI DELLA GIUNTA ESECUTIVA AI COMPONENTI DEL CONSIGLIO NAZIONALE

Dettagli

OBBLIGO DI ISCRIZIONE FACOLTA DI ISCRIZIONE

OBBLIGO DI ISCRIZIONE FACOLTA DI ISCRIZIONE LE FINALITÀ DI PREVIDENZA OBBLIGATORIA PREVIDENZA COMPLEMENTARE Collegio Provinciale IPASVI di Gorizia L ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA DELLA PROFESSIONE INFERMIERISTICA ISTITUITA IL 24/3/1998

Dettagli

INARCASSA: REGOLAMENTO GENERALE PREVIDENZA IN PILLOLE

INARCASSA: REGOLAMENTO GENERALE PREVIDENZA IN PILLOLE INARCASSA: REGOLAMENTO GENERALE PREVIDENZA IN PILLOLE a cura di Massimiliano Piras Delegato Ingegneri per il Medio Campidano Premessa Nel dicembre 2011, il Governo Monti emanava il Decreto Salva Italia

Dettagli

Le associazioni sportive

Le associazioni sportive Le possibili modalità di svolgimento dell attività sportiva L attività sportiva dilettantistica può essere svolta mediante le associazioni sportive dilettantistiche - riconosciute - non riconosciute modalità

Dettagli

I Fondi pensione negoziali

I Fondi pensione negoziali I Fondi pensione negoziali 45 I Fondi pensione negoziali sono forme pensionistiche complementari la cui origine, come suggerisce il termine negoziali, è di natura contrattuale. Essi sono destinati a specifiche

Dettagli

PROPOSTE DEL GRUPPO DI LAVORO INARCASSA PER L ASSEMBLEA DEI PRESIDENTI

PROPOSTE DEL GRUPPO DI LAVORO INARCASSA PER L ASSEMBLEA DEI PRESIDENTI PROPOSTE DEL GRUPPO DI LAVORO INARCASSA PER L ASSEMBLEA DEI PRESIDENTI L Assemblea dei Presidenti degli Ordini degli ingegneri d Italia (AdP) del 14 giugno 2013 ha riconosciuto che la previdenza è fattore

Dettagli

Comune di Casaluce REGOLAMENTO FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI

Comune di Casaluce REGOLAMENTO FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI Comune di Casaluce REGOLAMENTO FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 14 del 22/7/2009 1 REGOLAMENTO FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE

Dettagli

Innalzato al 4% il contributo previdenziale integrativo per i consulenti del lavoro

Innalzato al 4% il contributo previdenziale integrativo per i consulenti del lavoro CIRCOLARE A.F. N. 180 del 20 Dicembre 2012 Ai gentili clienti Loro sedi Innalzato al 4% il contributo previdenziale integrativo per i consulenti del lavoro Gentile cliente con la presente intendiamo informarla

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XVI LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XVI LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XVI LEGISLATURA Doc. XVIII n. 57 RISOLUZIONE DELLA 6ª COMMISSIONE PERMANENTE (Finanze e tesoro) (Estensore FERRARA) approvata nella seduta del 20 ottobre 2010 SULLA PROPOSTA DI

Dettagli

postaprevidenza valore

postaprevidenza valore postaprevidenza valore Fondo Pensione Piano Individuale Pensionistico di tipo assicurativo (PIP) Documento sul Regime Fiscale postaprevidenza valore Per informazioni: 800.316.181 infoclienti@postevita.it

Dettagli

I nuovi requisiti per lo svolgimento dell'attività del revisore legale dei conti. di Luca Ferrari

I nuovi requisiti per lo svolgimento dell'attività del revisore legale dei conti. di Luca Ferrari I nuovi requisiti per lo svolgimento dell'attività del revisore legale dei conti di Luca Ferrari ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA REVISIONE LEGALE L esercizio della revisione legale é riservato ai soggetti

Dettagli

Aldrovandi. Oggetto: I recenti provvedimenti che interessano i soggetti colpiti dal

Aldrovandi. Oggetto: I recenti provvedimenti che interessano i soggetti colpiti dal Circolare n. 24 Marzo 2013 Oggetto: I recenti provvedimenti che interessano i soggetti colpiti dal sisma del maggio 2012 Con precedenti informative, alle quali si rinvia, avevamo dato conto della possibilità,

Dettagli

Documento sulla politica di investimento. Redatto ai sensi della Deliberazione COVIP del 16 marzo 2012

Documento sulla politica di investimento. Redatto ai sensi della Deliberazione COVIP del 16 marzo 2012 Documento sulla politica di investimento Redatto ai sensi della Deliberazione COVIP del 16 marzo 2012 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 28 Marzo 2013 Sommario 1 PREMESSA...3 2 OBIETTIVI

Dettagli

FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI DELLE SOCIETÀ DEL GRUPPO ZURIGO Iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n.1089

FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI DELLE SOCIETÀ DEL GRUPPO ZURIGO Iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n.1089 FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI DELLE SOCIETÀ DEL GRUPPO ZURIGO Iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n.1089 Documento sulla politica di investimento (data approvazione: 19/12/2012) Sommario PREMESSA...

Dettagli

COMUNE DI PAGANI PROVINCIA DI SALERNO

COMUNE DI PAGANI PROVINCIA DI SALERNO COMUNE DI PAGANI PROVINCIA DI SALERNO Numero 2 Data 19/06/2012 Copia DELIBERAZIONE DELLA COMMISSIONE STRAORDINARIA CON I POTERI DI CONSIGLIO COMUNALE Oggetto: L anno :2012, Il giorno : 19 del mese di :

Dettagli

CASSA DI PREVIDENZA INTEGRATIVA PER I DIPENDENTI DELLE AZIENDE CONVENZIONATE

CASSA DI PREVIDENZA INTEGRATIVA PER I DIPENDENTI DELLE AZIENDE CONVENZIONATE CASSA DI PREVIDENZA INTEGRATIVA PER I DIPENDENTI DELLE AZIENDE CONVENZIONATE Chiarimenti sulla disciplina fiscale del d. lgs. n. 252/2005 (c.d. Testo Unico della previdenza complementare) Circolare dell

Dettagli

POLIZZA PER L ASSICURAZIONE DI PRESTAZIONI PENSIONISTICHE COMPLEMENTARI IN FORMA DI RENDITA VITALIZIA

POLIZZA PER L ASSICURAZIONE DI PRESTAZIONI PENSIONISTICHE COMPLEMENTARI IN FORMA DI RENDITA VITALIZIA POLIZZA PER L ASSICURAZIONE DI PRESTAZIONI PENSIONISTICHE COMPLEMENTARI IN FORMA DI RENDITA VITALIZIA CONTRATTO n 9.021.307 CONTRAENTE: FONDO PENSIONE DEL GRUPPO SAN PAOLO IMI TRA FONDO PENSIONE DEL PERSONALE

Dettagli

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni DELIBERA N. MISURA E MODALITÀ DI VERSAMENTO DEL CONTRIBUTO DOVUTO ALL AUTORITÀ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI PER L ANNO 2015 L AUTORITÀ NELLA sua riunione di Consiglio del 6 novembre 2014; VISTA

Dettagli

bilancio di previsione 2015

bilancio di previsione 2015 bilancio di previsione 2015 consulenti del lavoro ente nazionale previdenza assistenza bilancio di previsione 2015 3 Componenti Organi Ente consulenti del lavoro ente nazionale previdenza assistenza

Dettagli

FUNZIONIGRAMMA DEL FONDO PENSIONI SICILIA

FUNZIONIGRAMMA DEL FONDO PENSIONI SICILIA FUNZIONIGRAMMA DEL FONDO PENSIONI SICILIA Allegato alla Delibera del Consiglio di Amministrazione n. 8 del 15 settembre 2010 AREA AFFARI GENERALI Compiti di segreteria del Direttore Attività di segreteria

Dettagli

TESTO DEL DECRETO-LEGGE COMPRENDENTE LE

TESTO DEL DECRETO-LEGGE COMPRENDENTE LE Decreto-legge 21 maggio 2015, n. 65, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 116 del 21 maggio 2015. TESTO DEL DECRETO-LEGGE TESTO DEL DECRETO-LEGGE COMPRENDENTE LE MODIFICAZIONI APPORTATE DALLA CAMERA

Dettagli

ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI TREVISO

ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI TREVISO ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI TREVISO REGOLAMENTO DELLE COMMISSIONI DI STUDIO SULLE MATERIE OGGETTO DELLA PROFESSIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI

Dettagli

RAPPORTO ANNUALE 2008 (sommario)

RAPPORTO ANNUALE 2008 (sommario) RAPPORTO ANNUALE 2008 (sommario) 2 L INPS a garanzia del Sistema di Welfare Il Rapporto annuale dell INPS descrive il ruolo e le attività dell Istituto, offrendo un immagine dettagliata della società italiana

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1 1 Deliberato dal Consiglio di Amministrazione in data 22 luglio 2014 Sommario REGIME FISCALE DEI CONTRIBUTI... 3 Contributi versati fino al 31 dicembre 2006... 3 Contributi

Dettagli

FONDINPS - Fondo pensione complementare INPS Iscritto n. 500 all Albo Covip

FONDINPS - Fondo pensione complementare INPS Iscritto n. 500 all Albo Covip DOCUMENTO SUL REGIIME FIISCALE Il sistema previdenziale italiano, da oltre un decennio, è stato oggetto di numerose riforme volte, da un lato, a riorganizzare ed armonizzare i trattamenti previdenziali

Dettagli

VERBALE DI ACCORDO. premesso che

VERBALE DI ACCORDO. premesso che 1 VERBALE DI ACCORDO A Parma, il 25 giugno 2013 tra la Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza SpA anche nella sua qualità di Capogruppo, la Banca Popolare FriulAdria SpA, la Cassa di Risparmio della Spezia

Dettagli

RISOLUZIONE N. 186/E. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso. Roma, 25 luglio 2007

RISOLUZIONE N. 186/E. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso. Roma, 25 luglio 2007 RISOLUZIONE N. 186/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 25 luglio 2007 OGGETTO: Trattamento fiscale applicabile alle prestazioni erogate dal fondo integrativo dell ENEL ai propri dipendenti

Dettagli

I CONTENUTI DELL ACCORDO 30 DICEMBRE 2014 TRA FEDERMANAGER E CONFINDUSTRIA DI RINNOVO DEL CCNL DIRIGENTI DI AZIENDE PRODUTTRICI DI BENI E SERVIZI

I CONTENUTI DELL ACCORDO 30 DICEMBRE 2014 TRA FEDERMANAGER E CONFINDUSTRIA DI RINNOVO DEL CCNL DIRIGENTI DI AZIENDE PRODUTTRICI DI BENI E SERVIZI DIREZIONE GENERALE CIRCOLARE n. 2492 Roma 31 dicembre 2014 ALLE ALLE ALLE ASSOCIAZIONI E SINDACATI TERRITORIALI UNIONI REGIONALI COMPONENTI DELLA GIUNTA ESECUTIVA COMPONENTI DEL CONSIGLIO NAZIONALE COMPONENTI

Dettagli

BREVIARIO SULLA PREVIDENZA FORENSE di Giulio Pignatiello Delegato nazionale alla Cassa Forense

BREVIARIO SULLA PREVIDENZA FORENSE di Giulio Pignatiello Delegato nazionale alla Cassa Forense IL PRATICANTE E LA CASSA. Il praticante non ha alcun tipo di obbligo nei confronti della Cassa. Non deve inviare il MODELLO 5, non deve applicare in fattura il contributo integrativo del 4% e di conseguenza

Dettagli

AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA PROVINCIA DI RIMINI REGOLAMENTO DI AMMINISTRAZIONE E CONTABILITA'

AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA PROVINCIA DI RIMINI REGOLAMENTO DI AMMINISTRAZIONE E CONTABILITA' AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA PROVINCIA DI RIMINI REGOLAMENTO DI AMMINISTRAZIONE E CONTABILITA' Approvato con Delibera del Consiglio di Amministrazione n. 25 del 17.12.2001 1 CAPO I FINALITA E CONTENUTO

Dettagli

Art. 1 Iscrizione obbligatoria alla Cassa

Art. 1 Iscrizione obbligatoria alla Cassa REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELL ART. 21 COMMI 8 E 9 LEGGE N. 247/2012 (Delibera del Comitato dei Delegati del 31 gennaio 2014 e successive modificazioni - Approvato con nota ministeriale del 7 agosto 2014

Dettagli

AUTOIMPIEGO. Diventa imprenditore di te stesso.

AUTOIMPIEGO. Diventa imprenditore di te stesso. AUTOIMPIEGO. Diventa imprenditore di te stesso. ASSUMI UNO BRAVO COME TE. Invitalia offre tre differenti opportunità di autoimpiego a chi non ha un lavoro e vuole avviare un attività in proprio: il lavoro

Dettagli

RISOLUZIONE N. 102/E

RISOLUZIONE N. 102/E RISOLUZIONE N. 102/E Roma, 26 novembre 2012 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Interpello ART. 11, legge 27 luglio 2000 n. 212 FONDO DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE PER IL PERSONALE DELLA BANCA Regime fiscale

Dettagli

ASSOCIAZIONE CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA A FAVORE DEI RAGIONIERI E PERITI COMMERCIALI

ASSOCIAZIONE CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA A FAVORE DEI RAGIONIERI E PERITI COMMERCIALI ASSOCIAZIONE CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA A FAVORE DEI RAGIONIERI E PERITI COMMERCIALI REGOLAMENTO PER I TRATTAMENTI ASSISTENZIALI E DI TUTELA SANITARIA INTEGRATIVA per l'attuazione delle

Dettagli

COMUNE DI PANTELLERIA PROVINCIA DI TRAPANI

COMUNE DI PANTELLERIA PROVINCIA DI TRAPANI COMUNE DI PANTELLERIA PROVINCIA DI TRAPANI DETERMINAZIONE DEL CAPO SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO N 68 /III Sett. Affidamento incarico professionale per adempimenti fiscali del Data 31.12.2014 Comune di

Dettagli

Risoluzione n. 114/E

Risoluzione n. 114/E Risoluzione n. 114/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 23 maggio 2003 Oggetto: Istanza d interpello Articolo 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Fondo integrativo Sanitario Dirigenti delle

Dettagli

Allegato alla deliberazione della Giunta n. 58 dd. 14 aprile 2015. IL SEGRETARIO dott. Roberto Orempuller PREMESSO:

Allegato alla deliberazione della Giunta n. 58 dd. 14 aprile 2015. IL SEGRETARIO dott. Roberto Orempuller PREMESSO: Allegato alla deliberazione della Giunta n. 58 dd. 14 aprile 2015 IL SEGRETARIO dott. Roberto Orempuller PREMESSO: - che le ACLI Trentine, nell attuazione dei propri scopi statutari, promuovono sul territorio

Dettagli

Bonus straordinario: modulo e istruzioni dell Agenzia delle entrate

Bonus straordinario: modulo e istruzioni dell Agenzia delle entrate www.handylex.org Carlo Giacobini, Responsabile del Centro per la documentazione legislativa, Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare - Direzione Nazionale Bonus straordinario: modulo e istruzioni

Dettagli

CNPADC - Nota informativa ai colleghi Assemblea dei Delegati (Roma 22 aprile 2015).-

CNPADC - Nota informativa ai colleghi Assemblea dei Delegati (Roma 22 aprile 2015).- Vicenza, 21 maggio 2015 Prot. N. 1.067/2015 VIA E-MAIL A tutti i Dottori Commercialisti iscritti all Albo professionale dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Vicenza Loro

Dettagli

BILANCIO ANNUALE DI PREVISIONE ESERCIZIO 2016

BILANCIO ANNUALE DI PREVISIONE ESERCIZIO 2016 ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI B A R I BILANCIO ANNUALE DI PREVISIONE ESERCIZIO 2016 RELAZIONE DEL PRESIDENTE Assemblea degli Iscritti Bari, 27 novembre 2015 Gentili colleghe

Dettagli

STATUTO UNIONE APPENNINO E VERDE TITOLO I DENOMINAZIONE SEDE- OGGETTO

STATUTO UNIONE APPENNINO E VERDE TITOLO I DENOMINAZIONE SEDE- OGGETTO STATUTO UNIONE APPENNINO E VERDE TITOLO I DENOMINAZIONE SEDE- OGGETTO Art. 1 Denominazione E costituita, anche ai sensi dell art. 13 della L.R. 7/98, una associazione, senza scopo di lucro, denominata

Dettagli

Il nuovo welfare dei Dottori Commercialisti. Napoli 01/04/2016

Il nuovo welfare dei Dottori Commercialisti. Napoli 01/04/2016 Il nuovo welfare dei Dottori Commercialisti a sostegno dell EQUILIBRIO PSICO FISICO Napoli 01/04/2016 Giuseppe Puttini Consigliere CNPADC Polizza base > per i momenti difficili della vita La Cassa, ad

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CASA DELLA CITTÀ LEOPOLDA

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CASA DELLA CITTÀ LEOPOLDA Associazione Casa della Città Leopolda Piazza Guerrazzi 56125 Pisa Tel. 050.21531 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CASA DELLA CITTÀ LEOPOLDA Titolo primo: i principi generali Art. 1 1. L Associazione Casa della

Dettagli

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008 CIRCOLARE N. 12/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 19 febbraio 2008 OGGETTO: Profili interpretativi emersi nel corso della manifestazione Telefisco 2008 del 29 Gennaio 2008 e risposte ad

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Bilanci e servizi fiscali

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Bilanci e servizi fiscali Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Bilanci e servizi fiscali Roma, 05/03/2010 Circolare n. 33 Allegati n.2 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori

Dettagli

STATUTO. dell Associazione di associazioni Volontà Solidale

STATUTO. dell Associazione di associazioni Volontà Solidale STATUTO dell Associazione di associazioni Volontà Solidale Art. 1 COSTITUZIONE E' costituita con sede legale a Cosenza l'associazione Volontà Solidale, di seguito denominata Associazione. Volontà Solidale

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (A) Regime fiscale applicabile agli iscritti a partire dal 1 gennaio 2007ed ai contributi versati dal 1 gennaio 2007dai lavoratori già iscritti 1. I Contributi 1.1 Il regime

Dettagli

N. 6 23.01. LA GIUNTA COMUNALE

N. 6 23.01. LA GIUNTA COMUNALE N. 6 del 23.01.2006 OGGETTO: AFFIDAMENTO SERVIZI DI ASSISTENZA ESPLETAMENTO PRATICHE E RELATIVE CERTIFICAZIONI PER L OTTENIMENTO DI PROVVIDENZE ASSISTENZIALI. LA GIUNTA COMUNALE VISTO il D. Lgs. 31 marzo

Dettagli

IL NUOVO SISTEMA PENSIONISTICO

IL NUOVO SISTEMA PENSIONISTICO IL NUOVO SISTEMA PENSIONISTICO PENSIONI: DAL 1 GENNAIO 2012 è CAMBIAto TUTTO Una nuova riforma pensionistica L evoluzione demografica ha determinato un aumento esponenziale del numero dei pensionati rispetto

Dettagli

Roma, 19 settembre 2014

Roma, 19 settembre 2014 CIRCOLARE N. 27 Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e Controllo Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 19 settembre 2014 OGGETTO: Modalità di presentazione delle deleghe di pagamento

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO SOLUZIONE PREVIDENTE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

FONDO PENSIONE APERTO SOLUZIONE PREVIDENTE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE FONDO PENSIONE APERTO SOLUZIONE PREVIDENTE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Il Fondo Pensione Aperto Soluzione Previdente è iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 155. Helvetia Vita S.p.A. Compagnia

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA DELL ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI PARMA

REGOLAMENTO DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA DELL ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI PARMA REGOLAMENTO DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA DELL ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI PARMA Approvato dal Consiglio dell Ordine nella seduta del 26/11/2008 (con modifiche

Dettagli

SCHEMA DI REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE CONTINUA IN PSICOLOGIA. Articolo 1 Formazione ed aggiornamento professionale

SCHEMA DI REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE CONTINUA IN PSICOLOGIA. Articolo 1 Formazione ed aggiornamento professionale SCHEMA DI REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE CONTINUA IN PSICOLOGIA Articolo 1 Formazione ed aggiornamento professionale 1. Il presente regolamento disciplina i criteri e le modalità della formazione continua,

Dettagli

Regolamento per la formazione professionale continua dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Modena

Regolamento per la formazione professionale continua dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Modena Regolamento per la formazione professionale continua dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Modena Il Consiglio dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Documento aggiornato 28 maggio 2015 Via Savoia, 82-00198 Roma,

Dettagli

LINEE GUIDA TIROCINIO PROFESSIONALE DOTTORE COMMERCIALISTA ED ESPERTO CONTABILE. a cura del

LINEE GUIDA TIROCINIO PROFESSIONALE DOTTORE COMMERCIALISTA ED ESPERTO CONTABILE. a cura del LINEE GUIDA TIROCINIO PROFESSIONALE DOTTORE COMMERCIALISTA ED ESPERTO CONTABILE a cura del Consiglio dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Ivrea Pinerolo Torino I N D I C

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone Protocollo n. 2012/156146 Modifiche al provvedimento del Direttore dell Agenzia delle entrate del 22 ottobre 2012 di approvazione del modello di comunicazione dei dati per l accesso al finanziamento dei

Dettagli

postaprevidenza valore

postaprevidenza valore postaprevidenza valore Fondo Pensione Piano Individuale Pensionistico di tipo assicurativo (PIP) Documento sul Regime Fiscale postaprevidenza valore Per informazioni: 800.316.181 infoclienti@postevita.it

Dettagli