Navigazione e meteorologia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Navigazione e meteorologia"

Transcript

1 Navigazione e meteorologia M. Vultaggio (Responsabile), Prof. di Navigazione - IUN, Napoli A. Greco, Assistente tecnico( informatico) - IUN, Napoli G. Testa, Collaboratore Tecnico - IUN, Napoli Relazione finale Nella XI Spedizione italiana in Antartide, il laboratorio di navigazione e meteorologia. ha assicurato la disponibilità dei dati di posizione, profondità, dati meteorologici ed assistenza alla navigazione durante tutte le varie attività in mare espletate da tutte le UUOO a bordo della M/n Italica. In questa spedizione è stato adottato un nuovo sistema di navigazione in rete locale denominato NET-NAV che consente, tra l altro, di tenere conto delle esigenze differenziate di ciascun laboratorio: acquisizione in continuo in tempo reale, collegamenti in digitale tramite linee seriali, informazioni visive e grafiche, dati su monitor, data reports, restituzioni grafiche, ausilio alla manovra per il comando di bordo e distribuzione di dati meteo. Servizi attivati. Prima di descrivere le attività svolte, ma anche per dare una visione organica del ruolo svolto dal laboratorio di navigazione, è utile analizzare brevemente i servizi resi. A bordo della M/N Italica hanno lavorato contemporaneamente numerose unità operative, ognuna con necessità diverse a seconda dell attività scientifica in corso. Tale varietà di esigenze può essere, a titolo esemplificativo, individuata in: possibilità di fornire la posizione ad apparecchiature automatiche secondo le modalità (tipicamente RS-232) e i formati necessari (tipicamente NMEA-183); necessità di disporre in tempo reale dei dati di posizione, di fondale e meteorologici; possibilità di ottenere, in post processing, dati vari in riferimento a eventi occorsi o a determinati periodi; monitoraggio continuo della posizione della nave durante lo svolgimento di determinate attività o eventi; monitoraggio continuo dei fondali, con particolare attenzione a determinate attività per le quali una errata valutazione avrebbe messe seriamente in pericolo l attrezzatura utilizzata (ad es. PHN); supporto grafico/numerico alla condotta della nave, a favore del comando; distribuzione di informazioni relative alle attività in corso, o al tempo necessario al raggiungimento di una particolare posizione; calcolo di posizioni e registrazione degli eventi di bordo; produzione di elaborati in forma testuale e grafica/cartografica relativi all attività del giorno, o al più, del giorno precedente. Detti servizi sono stati tutti resi dal laboratorio ad ogni unità operativa che ne ha fatto richiesta. Al fine di consentire una maggiore circolazione delle informazioni e di garantire la fornitura dei dati automatici anche in zone della nave fisicamente troppo lontane dal laboratorio, è stato adottato NET-NAV. Tale scelta ha consentito, inoltre, di automatizzare, anche se parzialmente, la stesura degli elaborati. Tra i servizi attivi vanno ricordati anche il supporto cartografico in generale e la stesura delle carte finali riassuntive delle singole attività. Poiché il laboratorio si è preso cura della gestione della rete, è diventato, di necessità, il punto di riferimento anche informatico a bordo della nave.

2 Sono stati, infatti, numerosi i problemi di natura software che è stato necessario affrontare, e quasi sempre risolvere, nel corso della spedizione. Si rimanda al rapporto tecnico per una discussione in proposito e la conseguente formulazione di proposte e suggerimenti. Un ultimo servizio vale la pena di evidenziare, anche se di base e pertanto non visibile all esterno del laboratorio: il controllo di qualità effettuato sui dati all atto della distribuzione. Ancora molto è il lavoro da fare per assicurare una continuità e una stabilità quasi ideali, ma riteniamo, comunque, di aver garantito, mediamente, una adeguata qualità insieme con la copertura pressoché continua. (Anche qui si rimanda al rapporto tecnico). Attività di supporto Il laboratorio ha iniziato la sua attività sin dalla partenza della M/N ITALICA dal porto di Ravenna fornendo in modalità completamente automatica dati di navigazione e dati meteo e tempo UTC all unità Raggi Cosmici mediante il sistema NET-NAV. Alla partenza da Lyttelton questa unità ha assistito l attività del gruppo di idrologia con il lancio di XBT, il recupero di sei Moorings e nel posizionamento di cinque; misure con Ctd+rosetta, Fotosonda, Pesca con PHN, Carotaggi, Sub-Bottom Profiler, Idrografia e Rilievi Ondametrici in tutta l area di ricerca nel Mar di Ross. Attività di supporto, inoltre, è stata fornita al MALIPPO nell installazione del sistema di navigazione e nella gestione del sistema differenziale GPS. Di tutta questa attività, al termine di ogni giornata, i dati acquisiti sono stati elaborati e trasmessi ad ogni Unità Operativa, al Coordinatore Scientifico e al Capo Spedizione; per alcune attività sono state richieste ed elaborate delle restituzioni cartografiche. Tutti i dati delle attività di ricerca sono riportati nella tabella I e II; maggiori dettagli sulle singole attività si possono ottenere dalle tabelle allegate che riportano tutte le attività svolte durante la spedizione.in questa Spedizione sono state percorse dalla M/N ITALICA 7140 miglia. tabella I - Coordinate geografiche WGS84 dei moorings posizionati nella XI spedizione Mooring latitudine longitudine profondità (m) A S E 827 B S E 586 D S E 996 F S W 602 K S E 554 Tabella II - Riepilogo delle attività scientifiche Attività n. operazioni Recupero Moorings 6 Pos. Moorings 5 CTD+Rosetta 38 Fotosonda 27 Carotaggi 17 Pescate (PHN) 25 Rilievi Idrografici 110 Rilievi Ondametrici 125 Sub Bottom Profiles 43 Benne 28 XBT Campionamenti Biomassa 105 Campionamenti BioSilice 26 Ricerca boa Idromar 2

3 Durante l esecuzione delle linee di scandagliamento nell area della WOOD BAY è stata individuata una area di bassi fondali di estensione non ben definita; la posizione del punto di impatto della M/N ITALICA con la predetta secca è risultato essere: ϕ = S, λ = E profondità ~ 5.5 m Nella tabella III e nel grafico di figura 3 sono riportati i dati registrati dal sistema NET-NAV nella fase iniziale e finale dell impatto della nave con il basso fondale citato. Maggiori particolari sull episodio possono essere ricavati dal data report elaborato. Tabella III - Coordinate geografiche WGS84 ora(utc) latitudine longitudine prof. m rotta vel(kns) 04:38:33 74ø ' S 165ø ' E :38:39 74ø ' S 165ø ' E :38:43 74ø ' S 165ø ' E :38:49 74ø ' S 165ø ' E :38:53 74ø ' S 165ø ' E :38:59 74ø ' S 165ø ' E :39:03 74ø ' S 165ø ' E :39:09 74ø ' S 165ø ' E Profilo della traiettoria della M/N ITALICA nella fase iniziale e finale dell incontro della secca nella Wood Bay Data: 1/2/1996, ora locale 17:39 (UTC = 04:39, 1/2/1996) Rappresentazione cartografica: Piano nautico Figura 3 - Traiettoria della M/N ITALICA. La crocetta indica la posizione della secca. Restituzione cartografica. Per alcune attività sono state richieste ed elaborate dalle unità di ricerca delle restituzioni cartografiche dei percorsi della nave durante l esecuzione degli eventi.

4 Per questo tipo di elaborazione i tracciati della nave sono stati restituiti su supporto cartografico carta di Mercatore e carta centrografica orizzontale (piano nautico) utilizzando i parametri dell ellissoide internazionale WGS84. Per la carta di Mercatore sono state utilizzate le ben note relazioni di corrispondenza: π ϕ 1 esenϕ 2 y = Klog tan esenϕ x = Kλ con e eccentricità dell ellissoide e K coefficiente di scala che dipende dal semiasse dell ellissoide rappresentativo e dalla scala della carta rappresentata. Le coordinate dei punti delle traiettorie rappresentate possono facilmente essere determinate dal reticolato tracciato sulle carte stesse. Per la carta centrografica orizzontale relativa ad una area limitatissima attorno al centro della proiezione (piano nautico) sono invece state utilizzate le seguenti relazioni di corrispondenza valide solo per un area fino a 60 miglia dal centro della carta: y = KΔϕ x = KΔλcosϕ con K coefficiente di scala legato anch esso al semiasse maggiore dell ellissoide rappresentativo. In queste carte per determinare le coordinate geografiche di un punto occorre tener presente le seguenti relazioni di trasformazione: Y ϕ = ϕ X λ= λ0 + sec ϕ con X,Y le coordinate in metri di un punto riferite ad un sistema di assi cartesiani con origine al centro della carta. Al fine di calcolare le coordinate in metri, su ogni carta sono riportate le ampiezze degli assi rappresentati. Queste carte sono state utilizzate per rappresentare tutti gli eventi relativi alle pescate, ai rilievi ondametrici, ai rilievi idrografici ed ai profili Sub Bottom. Alcune di queste rappresentazioni qui di seguito riportate si riferiscono alle Pescate (PHN) figura 5, alle linee di scandagliamento figura 6 e al rilievo ondametrico figura 7. Tracciato PHN_1 del 12/01/1996 Tracciato PHN_2 del 13/01/1996 e Figura 5 - Tracciato delle PHN n.1 e 2

5 profili idrografici del 31/1-1/2-96 profili idrografici del 5/ figura 6 - linee di scandagliamento tracciato del 8/1/96 tracciato del 8/1/96 figura 7 - tracciati di rilievi ondametrici In appendice sono riportate tutte le restituzioni prodotte in tempo reale nel corso della spedizione. La restituzione finale di tutte le attività svolte durante la spedizione nel Mar di ROSS è stata possibile mediante il software VEDI già utilizzato nella X spedizione. Sono state, per le differenti unità operative, realizzate le seguenti carte in formato A4, utilizzando la rappresentazione di Mercatore: 1) Carta delle pescate PHN (scala 1: ) 2) Carta degli XBT rotta New Zealand - Mar di Ross (scala 1: ) 3) Carta dei rilievi idrografici (scala 1: ) 4) Carta dei moorings (scala 1: ) 5) Carta dei carotaggi Mar di ROSS (scala 1: ) 6) Carta dei carotaggi Pacifico meridionale (scala 1: ) 7) Carta delle stazioni Fotosonda (scala 1: ) 8) Carta dei drifter (scala 1: ) 9) Carta delle stazioni CTD+rosetta (scala 1: ) 10) Carta delle benne Mar di Ross (scala 1: ) 11) Carta delle benne Baia Terranova (scala 1: ) 12) Carta delle stazioni CTD+rosetta Baia di Terranova (scala 1: ) 13) Carta della navigazione Gennaio 1996 (scala 1: ) 14) Carta degli XBT rotta Mar di Ross - New Zealand (scala 1: ) 15) Carta della navigazione Febbraio 1996 (scala 1: ). 16) Carta dei profili eseguiti con SubBottom Profiler (scala 1: ) Non è stato possibile usare scale di rappresentazione omogenee data la diversità delle aree coinvolte e la limitata ampiezza del foglio a disposizione.

6 Allestimento sistemi di navigazione a) NET-NAV Nel porto di Napoli (8-12 Novembre 95) e durante la traversata Napoli - Ravenna (17-25 Novembre 95) l unità è stata impegnata nell assemblaggio e nella verifica della funzionalità del sistema di navigazione Net-Nav (acronimo di NETwork per la NAVigazione). Net-Nav è stato sviluppato presso l Istituto di Navigazione «G. Simeon» dell I.U.N. di Napoli, sulla base delle esigenze ed esperienze acquisite nella X Spedizione e rielaborando programmi di navigazione già utilizzati in precedenti attività di sviluppo e ricerca nell ambito della progettazione e realizzazione di sistemi integrati per la navigazione. Net-Nav acquisisce i dati di posizione da due differenti ricevitori (Magnavox MX 1105 e Trimble 4000DL) che sono in grado di fornire dati di posizione da quattro differenti sistemi di posizionamento (GPS, Omega, NNSS-Transit e Dead Reckoning). Le coordinate geografiche fornite da NET-NAV sono riferite al datum internazionale ( World Geographical System 84). Net-Nav è basato su due server che, controllandosi reciprocamente, definiscono un unica posizione standard che, mediante un sofisticato algoritmo attivo a livello di rete, viene distribuita ad un numero illimitato di PC dislocati nei differenti laboratori della nave. Tali server gestiscono, inoltre, anche i dati provenienti dall ecoscandaglio ELAC LAZ 4700 e quelli meteorologici provenienti dalla centralina meteo IDROMAR METEO, fornendo alla stessa, i dati di posizione e navigazione. I PC in rete gestiscono, con software autonomo, le infomazioni e permettono mediante carta elettronica, di gestire in proprio gli eventi relativi ad ogni unità operativa. Come illustrato dallo schema di figura 1, ogni PC riporta i dati di navigazione e meteo su monitor. E possibile disporre, sulle due porte seriali, dei dati di posizione, profondità, rotta, velocità, dati meteorologici, tutti nel formato standard NMEA 183. Su alcune linee dedicate sono stati approntati formati particolari per rispondere ad esigenze differenziate di alcune unità operative. Figura 1 - Configurazione del sistema integrato NET-NAV Net-Nav, dopo diversi test di affidabilità effettuati sia nel porto di Napoli che durante la traversata Napoli - Ravenna, è stato reso completamente automatico ed ha lavorato senza sorveglianza per tutta la navigazione della nave da Ravenna a Lyttelton. Successivamente NET-

7 NAV è stato integrato da un software grafico per la guida a specifici waypoints forniti al sistema da qualunque unità periferica. La figura 2 riporta un esempio tipico delle caratteristiche di NET-NAV. Sono chiaramente visibili i dati di posizione, i dati meteorologici, i dati cinematici relativi al raggiungimento di un predefinito wayoint, gli eventi effettuati dalle unità operative. Ogni schermo ha la possibilità di essere utilizzato, scegliendo l opportuna opzione, sia da monitor che da carta elettronica utilizzando idonee rappresentazione cartografiche (proiezione centrografica orizzontale o piano nautico e rappresentazione di Mercatore). Uno degli obiettivi di NET-NAV è la sicurezza e continuità dei dati; una delle tecniche utilizzati a tale scopo è la ridondanza dei dati. Ogni server, infatti, registra i dati elebarati localmente e quelli pervenuti dall altro server. E inoltre possibile attivare la registrazione dei dati di posizione,definiti standard, sul disco locale da qualunque degli utilizzatori. In questo modo NET- NAV garantisce una banca dati sicura ed efficiente per tutte le possibili elaborazioni successive. NET-NAV, tra l altro, mette a disposizione di tutti gli eventi anche un efficiente sistema di comunicazione mediante messaggi. Tale sistema di distribuzione dell informazione è la base su cui poggia la gestione degli eventi di rete. La gestione degli eventi è personalizzabile indipendentemente da ogni utente al fine di adattarla alle specifiche esigenze. b) NAV - Sistema di navigazione per il MALIPPO Durante la traversata Lyttelton - Mare di Ross è stato adattato il programma di navigazione Nav alle esigenze specifiche del mezzo navale che opera presso la Baia di Terranova. Esso supporta la navigazione su carta elettronica e la guida ad un punto prefissato. BTN Cape Washington Drygalski Figura 2 - Navigazione della M/N Italica nella Baia di Terranova nel periodo 27-28/1/1996 Il sistema di navigazione NAV è costituito da un ricevitore satellitare GPS Trimble 4000DL, da un PC con il programma NAV e da un ecoscandaglio. E in grado di visualizzare la navigazione utilizzando lo schermo video come una carta nautica. La traiettoria della nave è rappresentata su un piano nautico (carta gnomonica orizzontale) o su carta di Mercatore. Sono riportati sul monitor i dati di navigazione come: la posizione, la rotta e la velocità, la profondità attuali oltre alla rotta, distanza e tempo di arrivo su waypoint eventualmente selezionato.

8 E in grado di gestire una banca dati di waypoint e memorizza i dati di navigazione su file. E dotato della banda dati cartografica della zona di Baia Terranova. NAV dispone di alcuni comandi per la gestione della visualizzazione, per la condotta ad un punto (waypoint), per l acquisizione dei dati. Utilizza un file di configurazione nel quale possono essere definiti alcuni parametri operativi tra cui, ad esempio, il nome del file di dati da utilizzare alla partenza, il nome del file di definizione dei waypoint, il nome dell archivio carta e le porte cui sono collegati gli strumenti. Il sistema consente, comunque, di cambiare in runtime i file dei waypoint e di archivio dati. Le due modalità di lavoro sono: navigazione libera e inseguimento waypoint. In caso di navigazione libera l operatore è responsabile della scelta della zona da visualizzare e della scala di rappresentazione, al punto tale che il programma non segue la nave se questa esce fuori quadro. Nel caso di inseguimento di waypoint, il programma, oltre a fornire i parametri cinematici utili per il raggiungimento della posizione, provvederà a mantenere sempre visibili sia il punto di arrivo, posto al centro dello schermo, che la nave, gestendo perciò in modo automatico sia la scala che la zona di rappresentazione. In tale modalità sono, di conseguenza, disattivati tutti i comandi che agiscono sulla dimensione e posizione dell area visualizzata. NAV può essere utilizzato anche per analizzare i dati di navigazione precedentemente registrati. c) GPS Differenziale All arrivo della nave ITALICA alla base di BTN il gruppo di navigazione e di idrografia ha installato una stazione di riferimento GPS per il calcolo e la trasmissione delle correzioni differenziali. E stata scelta come area di posizionamento il punto geodetico di Campo Icaro; la strumentazione è stata alimentata con batterie e pannelli solari. Nella prima parte la Reference Station (RS) ha trasmesso le correzioni differenziali in modo errato tale da inibire il funzionamento del ricevitore Trimble 4000 DL a bordo del MALIPPO. Ciò a causa di una frettolosa installazione della stazione stessa dovuta al poco tempo a disposizione. Non è stato infatti possibile procedere ai necessari controlli sulla funzionalità ed efficienza della RS. L inconveniente è stato risolto al rientro della M/N ITALICA a BTN dopo una attenta analisi sul comportamento anomalo del sistema differenziale GPS. Il sistema differenziale, perciò, è stato utilizzato soltanto negli ultimi giorni dal MALIPPO e con la nave ITALICA presente a BTN. Queste difficoltà nella gestione, del resto molto semplice, suggeriscono la necessità di affidare il controllo e la manutenzione della RS a personale distaccato presso la BTN. Resta, comunque, la validità del sistema che assicura la posizione dell unità mobile con una precisione di 1-2 metri nel raggio di miglia dalla stazione di riferimento (RS). Stazione meteorologica. I dati della stazione meteorologica sono stati acquisiti in file giornalieri e trasferiti su supporto magnetico di massa per poterli elaborare, visto che IDROMAR METEO non è stato inserito in rete. Tali dati sono stati resi disponibili a tutte le unità operative che hanno fatto richiesta. Si rimanda al rapporto tecnico per ulteriori considerazioni.

9 Rapporto tecnico. Segue un elenco, il più conciso possibile, dei problemi e suggerimenti organizzati per argomento. La rete ethernet. La stesura e la messa in funzione della rete ethernet, asse portante delle informazioni a bordo, non può essere demandata semplicemente al personale di bordo, ancorché serio e di provata competenza. Deve, a nostro avviso, essere almeno controllata, con attrezzature idonee, da personale di fiducia ENEA e/o degli istituti (universitari o CNR) coinvolti, o responsabilizzati all uopo. Continuità e qualità della posizione. Va condotto uno studio accurato per la messa a punto e lo sviluppo di un filtro efficace che dia, insieme, pulizia e attendibilità dei dati, oltre alla continuità, adatto in particolare alle esigenze della zona di operazioni (Antartide); hardware: si è notata una incompatibilità elettromagnetica evidente tra alcune tastiere (o PC) e la presenza di una radio trasmittente in attività nelle vicinanze. Si ritiene necessario: 1) predisporre, nel laboratorio di navigazione, una radio con antenna esterna; 2) adoperare calcolatori e tastiere muniti di adeguato isolamento, sia meccanico e elettromagnetico; 3) le tastiere dovrebbero essere dotate, inoltre, tra i cappucci dei tasti e gli interruttori sottostanti, di una membrana di protezione in plastica conduttiva collegata a massa, al fine di evitare la possibilità che liquidi caduti accidentalmente vengano a contatto con il circuito elettronico. Si contrasterebbe efficacemente anche l effetto dell eccessiva elettricità statica che si accumula a causa, anche, della scarsa umidità in Antartide; 4) dotare ogni ambiente di lavoro della nave di uno schema dell impianto elettrico, con indicazione delle prese stabilizzate e non, e dell impianto di rete ethernet con indicazione della posizione dei punti di collegamento e indicazione relativa dei locali a monte e a valle. Tali indicazione si rivelerebbero estremamente utili, sia per una migliore gestione delle risorse energetiche, sia per questioni di sicurezza, sia nella ricerca di problemi e guasti; 5) è necessario disporre di attrezzi idonei per la realizzazione di cavi, con particolare riferimento alla spellacavi e pinza crimpatrice per cavi RG-58. Non tanto per la rapidità di intervento quanto per la pulizia e affidabilità del risultato. Software. Sono dimostrate ormai la necessità e l utilità della rete di calcolatori attualmente a bordo della M/N Italica. Dobbiamo, però, notare alcuni problemi e carenze, in particolare non è pensabile che le singole unità operative debbano portare al seguito software da considerare di base. La nave andrebbe dotata quindi di: Microsoft Windows 95 su ogni PC che già non l abbia, al fine di unificare le piattaforme software. Microsoft Office Pro in multi licenza per dotarne ogni PC. Surfer x Windows, almeno 1 o 2 licenze, oltre a una licenza di Grapher. un antivirus da aggiornare ogni anno, visto che è praticamente impossibile evitare almeno un contagio ogni anno. un pacchetto di utilities per la riparazione e gestione dei dischi come Rescue o Norton Utilities. utilissimo a bordo è risultato essere un prodotto tipo PC-Anywhere o Carbon Copy, di cui si consiglia caldamente l acquisto di 1 licenza. MALIPPO. La situazione a bordo del MALIPPO va resa stabile, nel senso che è auspicabile la possibilità di non rimuovere sia il PC di bordo che il GPS, con modem e radio annessi. Ciò per garantire una continuità senza dover, peraltro, reinventare ogni anno le stesse soluzioni, ma capitalizzare il lavoro svolto diligentemente e con successo. A tale scopo va notato inoltre che le unità operative che sfrutteranno il MALIPPO, con ogni probabilità, saranno dotati di PC portatili con programmi già installati e certamente funzionanti. Questo perché in tal modo si ha la massima garanzia di funzionamento ottimale, oltre alla certezza di conservazione dei dati.

10 L atteggiamento descritto non va, quindi, scoraggiato ma sostenuto qualora si presentasse. Tale atteggiamento ha, però, un aspetto negativo: la visibilità dello schermo dei PC portatili, in condizioni di luce ambiente esasperata come nell estate antartica, è quasi nulla. Ciò ha comportato la necessità di collegare un monitor tradizionale al PC portatile recuperandolo dal sistema di navigazione di stanza a bordo. In conclusione riteniamo utile, se non indispensabile, dotare il MALIPPO di un video display in pianta stabile, al fine di consentire l utilizzo di un portatile in condizioni di luce sfavorevole, senza però disattivare il sistema di supporto alla navigazione. Stazione differenziale. La scoperta della secca da parte della M/N Italica, ma anche il tipo di lavoro effettuato a bordo del MALIPPO, hanno dimostrato, qualora vi fosse ancora qualche dubbio, la necessità di disporre di una stazione di riferimento per il GPS differenziale. Anche in questo caso andrebbe resa definitiva, con una accurata scelta del sito, dei sistemi di alimentazione (batterie, celle solari, generatore eolico), predisposizione dei parametri operativi. Andrebbe inoltre scelto un responsabile di stanza presso la base a BTN che ne dovrebbe curare la manutenzione in caso di problemi. Stazione meteorologica. Nel porto di Ravenna è stata installata una centralina meteo nel laboratorio di Navigazione. L assemblaggio dei sensori e il software di gestione sono stati realizzati dalla IDROMAR di Genova. Per l acquisizione e l esecuzione del programma è stato utilizzato un PC della DIAMAR perchè il software è sembrato incompatibile con il sistema operativo Windows 95, installato sul PC Olidata acquistato per l occasione. Sin dalle prime fasi di installazione la centralina meteo ha presentato problemi sia sulla misura dei parametri che sulla loro stabilità. All arrivo della nave al porto di Lyttelton e al relativo imbarco dell unità di navigazione si è potuto procedere ad una analisi più attenta sulla funzionalità globale della centralina. Sono risultate approssimative le misure della direzione apparente del vento, dell umidità relativa. Qualche evidente anomala variazione si è riscontrata anche per le misure di temperatura e pressione. C è, inoltre, un probabile problema di calibrazione del sensore di radiazione solare. Durante la campagna si è inoltre verificato un breve ed incomprensibile periodo di assenza di misure (dalle 12 alle 17 circa del 19/1/96). Non sempre, almeno nel primo periodo, in assenza quindi di un controllo assiduo da parte di un operatore, sono stati generati i file giornalieri, diversamente da quanto assicurato dalla ditta produttrice. Ecoscandaglio. L intervento richiesto alla fine della X spedizione sull ecoscandaglio ELAC LAZ 4700, e realizzato con la sistemazione della piastra acustica a prora della nave, ha notevolmente migliorato le prestazioni dello strumento. E stato, infatti, possibile registrare i fondali anche in condizioni di mare non favorevoli. Ringraziamenti. E doveroso ringraziare il comando della M/N ITALICA per la disponibilità 24 ore su 24 e la collaborazione attenta con il laboratorio. Un ringraziamento particolare va all unità idrografica grazie alla quale è stato possibile sostenere periodi di attività veramente molto intensa. Il Responsabile prof. Mariio Vultaggio

Presentazione del sistema Adcon Telemetry

Presentazione del sistema Adcon Telemetry Presentazione del sistema Adcon Telemetry 1. Premessa Lo scopo del monitoraggio è quello di automatizzare i processi, nei vari campi di applicazione, mediante sistemi di controllo, di trasmissione, raccolta

Dettagli

Geo Sailing Tracks http://www.geost.it/

Geo Sailing Tracks http://www.geost.it/ Geo Sailing Tracks http://www.geost.it/ Sistema di gestione pratica, economica e sicura della flotta navale. Questa tecnologia rappresenta un sistema integrato che permette di conoscere, in ogni istante,

Dettagli

ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI COMUNE DI BRANCALEONE PROGETTO DEI LAVORI DI DIFESA COSTIERA, EROSIONE E RIQUALIFICAZIONE ARENILE DI BRANCALEONE

ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI COMUNE DI BRANCALEONE PROGETTO DEI LAVORI DI DIFESA COSTIERA, EROSIONE E RIQUALIFICAZIONE ARENILE DI BRANCALEONE REGIONE CALABRIA ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI COMUNE DI BRANCALEONE PROGETTO DEI LAVORI DI DIFESA COSTIERA, EROSIONE E RIQUALIFICAZIONE ARENILE DI BRANCALEONE (Legge 208/98, periodo 2005/2008, delibera

Dettagli

SISTEMA DI ALLARME. Sistema automatico di monitoraggio per il rilevamento delle perdite N 1.0

SISTEMA DI ALLARME. Sistema automatico di monitoraggio per il rilevamento delle perdite N 1.0 SISTEMA DI ALLARME Sistema automatico di monitoraggio per il rilevamento delle perdite N 1.0 i s o p l u s IPS-DIGITAL-CU IPS-DIGITAL-NiCr IPS-DIGITAL-Software IPS-DIGITAL-Mobil IPS-DIGITAL isoplus Support

Dettagli

L INFORMAZIONE METEOROLOGICA AD AMBITO LOCALE

L INFORMAZIONE METEOROLOGICA AD AMBITO LOCALE Scheda Progetto L INFORMAZIONE METEOROLOGICA AD AMBITO LOCALE Stazione di monitoraggio meteo e webcam MONITORAGGIO METEOROLOGICO Dati meteo in diretta dalle località di interesse, visualizzati on-line

Dettagli

Display multifunzione E-Series Widescreen

Display multifunzione E-Series Widescreen Display multifunzione E-Series Widescreen Guida rapida Modelli E90W, E120W e E140W 86137-2 Note sulla sicurezza Avvertenza: Sicurezza in navigazione Questo prodotto costituisce un aiuto alla navigazione

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE

ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE Sezione di Roma INFN/code-xx/xxx 29 maggio 2006 CCR-06/06/P TEMP SENTRY: UN SISTEMA DI RILEVAZIONE DATI AMBIENTALI Alberto Guerra INFN-Sezione di Roma, P.le Aldo Moro,

Dettagli

Sunny WebBox. La centrale di comunicazione per la vostra centrale solare

Sunny WebBox. La centrale di comunicazione per la vostra centrale solare Sunny WebBox La centrale di comunicazione per la vostra centrale solare Monitoraggio dell impianto, diagnosi a distanza, memorizzazione e visualizzazione dei dati: il Sunny WebBox è la centrale di comunicazione

Dettagli

HD+ Descrizione generale. Caratteristiche principali

HD+ Descrizione generale. Caratteristiche principali HD+ Descrizione generale HD+ è un dispositivo di acquisizione ECG wireless, sviluppato come acquisitore per PC e Tablet che utilizzino piattaforme standard (Windows / MAC OS / Android) e per l utilizzo,

Dettagli

I satelliti COSMO-SkyMed osservano Eco 40: la barca a impatto zero in viaggio intorno al globo.

I satelliti COSMO-SkyMed osservano Eco 40: la barca a impatto zero in viaggio intorno al globo. I satelliti COSMO-SkyMed osservano Eco 40: la barca a impatto zero in viaggio intorno al globo. Ormai da 25 giorni, l eco-barca Eco 40 (di soli 12 m di lunghezza) a impatto zero sull'ambiente è in viaggio

Dettagli

Centralina di acquisizione dati e telecontrollo ECO2

Centralina di acquisizione dati e telecontrollo ECO2 Centralina di acquisizione dati e telecontrollo ECO2 Fascicolo centralina Eco2 Revisione: GG.01.05-04 Autore: Giorgio Gentili Centralina elettronica ECO2 La centralina ECO2 offre una ampia flessibilità

Dettagli

Fornitura di strumentazione per rilievi multibeam Capitolo:

Fornitura di strumentazione per rilievi multibeam Capitolo: <indefinito> 1 01 LOTTO 1 FORNITURA DI UN SISTEMA INTEGRATO PER RILIEVI BATIMETRICI MULTIBEAM E STRATIGRAFICI CON SUB BOTTOM PROFILER COSTITUITO DA: Sistema multifascio (multibeam) per basso e medio fondale, con frequenza

Dettagli

ARVAtec srl MANUALE OPERATORE V1.1.5

ARVAtec srl MANUALE OPERATORE V1.1.5 ARVAtec srl MANUALE OPERATORE V1.1.5 PRESENTAZIONE Il presente MANUALE OPERATORE descrive come installare, configurare ed impiegare correttamente il sistema di guida assistita ARVAGru. ATTENZIONE!!! Prima

Dettagli

L architettura dell applicazione La figura seguente rappresenta l architettura dell applicazione di Rilevazione Presenze.

L architettura dell applicazione La figura seguente rappresenta l architettura dell applicazione di Rilevazione Presenze. Rilevazione Presenze Molte aziende si avvalgono di personale che svolge la propria attività in mobilità, lontano dalla sede, e hanno la necessità di registrarne e certificarne la presenza e gli orari di

Dettagli

SmartGPS Satellite Information System Guida all utilizzo del programma Sviluppato da Fabio e Marco Adriani Versione 1.0.0

SmartGPS Satellite Information System Guida all utilizzo del programma Sviluppato da Fabio e Marco Adriani Versione 1.0.0 SmartGPS Satellite Information System Guida all utilizzo del programma Sviluppato da Fabio e Marco Adriani Versione 1.0.0 Benvenuto in SmartGPS, l'applicativo che consente di determinare, utilizzando un

Dettagli

MANUALE PRATICO per la CALIBRAZIONE SITO

MANUALE PRATICO per la CALIBRAZIONE SITO www.agea.info www.ageasrl.eu SISTEMI PER LA TOPOGRAFIA info@agea.info ferraro@agea.info MANUALE PRATICO per la CALIBRAZIONE SITO Trimble Access Vers. 2012.20 Versione TA 2012.20 Revisione A Gennaio 2013

Dettagli

Sistema GARANTES: Rete di monitoraggio

Sistema GARANTES: Rete di monitoraggio Sistema GARANTES: Rete di monitoraggio La definizione della struttura della rete di monitoraggio (numero e tipo di sensori e loro localizzazione spaziale) dipende dall estensione e dalle caratteristiche

Dettagli

MANUTENZIONE HEARTSTART MRX

MANUTENZIONE HEARTSTART MRX MANUTENZIONE HEARTSTART MRX 1 TEST AUTOMATICI HeartStart MRx esegue in modo indipendente,diverse operazioni di manutenzione, tra le quali tre test effettuati automaticamente a intervalli programmati mentre

Dettagli

ST-WMO ST-BASE ST-M36 STP

ST-WMO ST-BASE ST-M36 STP WEATHER STATION ST-WMO ST-BASE ST-M36 STP WEATHER STATIONS Cosa sono? Le stazioni sono realizzate conformemente alla direttiva mondiale WMO (World Meteorological Organization), Annex n.8, e sono utilizzate

Dettagli

LOCALIZZAZIONE SATELLITARE GEOREFENRENZIATA

LOCALIZZAZIONE SATELLITARE GEOREFENRENZIATA LOCALIZZAZIONE SATELLITARE GEOREFENRENZIATA 1 Indice 1 Indice... 2 2 Introduzione... 3 2.1 Glossario... 3 2.2 Generalità... 3 3 Applicativo... 4 4 Stato del mezzo... 6 4.1 Toolbar Mezzo... 6 4.2 Identificativo

Dettagli

Quaderni di formazione Nuova Informatica

Quaderni di formazione Nuova Informatica Quaderni di formazione Nuova Informatica Airone versione 6 - Funzioni di Utilità e di Impostazione Copyright 1995,2001 Nuova Informatica S.r.l. - Corso del Popolo 411 - Rovigo Introduzione Airone Versione

Dettagli

OPERA Specifiche tecniche per moduli telegestione Hardware, Quadri di campo e di rete FV

OPERA Specifiche tecniche per moduli telegestione Hardware, Quadri di campo e di rete FV SPECIFICHE TECNICHE OPERA Specifiche tecniche per moduli telegestione Hardware, Quadri di campo e di rete FV RSST04I00 rev. 0 0113 SPECIFICA SIGLA TIPO DI PRODOTTO A DIM/F TELEGESTIONE QUADRI DI CAMPO

Dettagli

Qualifica Professionale triennale regionale IPIA Porto Torres. Operatore elettronico

Qualifica Professionale triennale regionale IPIA Porto Torres. Operatore elettronico ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE M. PAGLIETTI Lungomare Balai, 2 0706 Porto Torres (SS) Tel. e Fax 07950225 - e-mail ssis0000c@istruzione.it Qualifica Professionale triennale regionale IPIA Porto Torres

Dettagli

Meteonorm 7.0. ATH Italia Srl Divisione Software

Meteonorm 7.0. ATH Italia Srl Divisione Software Meteonorm 7.0 Meteonorm è un database di informazioni meteorologiche, che prevede dati sempre aggiornati e procedure di calcolo per le località prive di dati statistici. - - - - - - - - - - - - - - - -

Dettagli

SISTEMA DI REGISTRAZIONE DATI SENZA FILI

SISTEMA DI REGISTRAZIONE DATI SENZA FILI SISTEMA DI REGISTRAZIONE DATI SENZA FILI Un sistema di registrazione dati è un insieme di strumenti che permette di misurare e memorizzare i valori di determinate grandezze fisiche, per esempio temperatura,

Dettagli

LA SOLUZIONE INNOVATIVA PER GESTIRE LA TUA FLOTTA E PER ORGANIZZARE I TUOI SERVIZI

LA SOLUZIONE INNOVATIVA PER GESTIRE LA TUA FLOTTA E PER ORGANIZZARE I TUOI SERVIZI Sage Sistemi Srl Treviglio (BG) 24047 Via Caravaggio, 47 Tel. 0363 302828 Fax. 0363 305763 e-mail sage@sagesistemi.it portale web LA SOLUZIONE INNOVATIVA PER GESTIRE LA TUA FLOTTA E PER ORGANIZZARE I TUOI

Dettagli

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO Denominazione della figura 6. OPERATORE ELETTRONICO Referenziazioni della figura Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): 6 Artigiani, operai specializzati

Dettagli

www.radiomontagna.org

www.radiomontagna.org Radiosondaggi Introduzione I radiosondaggi costituiscono una grandissima e per certi aspetti, l unica fonte di informazioni per la meteorologia, le informazioni raccolte tramite questa tecnica vengono

Dettagli

CALEFFI. SISTEMI CALORE. RIPARTITORI CONSUMI TERMICI

CALEFFI. SISTEMI CALORE. RIPARTITORI CONSUMI TERMICI RIPARTITORI CONSUMI TERMICI PREMESSA Contabilizzazione diretta dell energia termica: determinazione dei consumi volontari di energia termica dei singoli utenti basata sull utilizzo dei contatori di calore

Dettagli

BROCHURE QUADRO ABE_1200 CON ANALIZZATORE FISSO ABE_1000. Istruzioni operative

BROCHURE QUADRO ABE_1200 CON ANALIZZATORE FISSO ABE_1000. Istruzioni operative BROCHURE QUADRO ABE_1200 CON ANALIZZATORE FISSO ABE_1000 Istruzioni operative A.B.ENERGY S.r.l. Versione 001 www.abenergy.it Caratteristiche principali ABE_1000 analizzatore per Metano (CH4), Anidride

Dettagli

I.I.S. G. MINUTOLI - MESSINA

I.I.S. G. MINUTOLI - MESSINA I.I.S. G. MINUTOLI - MESSINA OGGETTO : cenni sul seminario GPS del 24/09/2010 1) GNSS E PRINCIPI DI FUNZIONAMENTO: IL sistema GPS (ovvero Global Positioning System) è un sistema di posizionamento globale

Dettagli

SISTEMA GESTIONE FLOTTE. Ansimon srl

SISTEMA GESTIONE FLOTTE. Ansimon srl SISTEMA GESTIONE FLOTTE Ansimon srl via Muzio Clementi, 64 00193 Roma Tel: 06 36 00 16 29 Fax: 06 32 19 823 sito web: www.ansimon.it email: thuraya@ansimon.it Cos'è un sistema FMS? Il Fleet Management

Dettagli

Riassunto L intervento mira a descrivere la rete agrometeorologica nazionale del Ministero delle Politiche Agrarie e Forestali.

Riassunto L intervento mira a descrivere la rete agrometeorologica nazionale del Ministero delle Politiche Agrarie e Forestali. 74 LA RETE AGROMETEOROLOGICA NAZIONALE DEL MINISTERO PER LE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI Maria Carmen Beltrano Ufficio Centrale di Ecologia Agraria - Roma Riassunto L intervento mira a descrivere la

Dettagli

OPERATORE ELETTRONICO. Standard formativo minimo regionale

OPERATORE ELETTRONICO. Standard formativo minimo regionale OPERATORE ELETTRONICO Standard formativo minimo regionale Denominazione della figura professionale OPERATORE ELETTRONICO Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate 6 Artigiani e operai

Dettagli

UN MONDO DI SOLUZIONI DI MONITORAGGIO. Montronix

UN MONDO DI SOLUZIONI DI MONITORAGGIO. Montronix UN MONDO DI SOLUZIONI DI MONITORAGGIO Chi è? Perché usare un sistema di monitoraggio? Che prodotti offre? Dove applicare i sistemi di monitoraggio? Conclusioni: perché è meglio usare? Chi è? Azienda leader

Dettagli

Sistema di Refertazione Remota per Esami ECG

Sistema di Refertazione Remota per Esami ECG Sistema di Refertazione Remota per Esami ECG Referti Referti Centro di Refertazione ECG Internet ECG Il sistema ha lo scopo di consentire la refertazione remota di esami ECG acquisiti dalle unità periferiche

Dettagli

41126 Cognento (MODENA) Italy Via Bottego 33/A Tel: +39-(0)59 346441 Internet: http://www.aep.it E-mail: aep@aep.it Fax: +39-(0)59-346437

41126 Cognento (MODENA) Italy Via Bottego 33/A Tel: +39-(0)59 346441 Internet: http://www.aep.it E-mail: aep@aep.it Fax: +39-(0)59-346437 QUICK ANALYZER Manuale Operativo Versione 5.3 Sommario 1.0 Generalità... 2 CONTRATTO DI LICENZA... 3 2.0 Configurazione dei Canali... 4 2.1 Gestione DataLogger IdroScan... 7 3.0 Risultati di Prova... 9

Dettagli

Tabella emissività. CARLESI STRUMENTI - Firenze 16

Tabella emissività. CARLESI STRUMENTI - Firenze 16 Tabella emissività Alcune macchine danno la possibilità di consultare una tavola delle emissività (non particolarmente estesa). La stessa può essere consultata tenendo in valigia una copia cartacea. Quasi

Dettagli

ABE_1500 ANALIZZATORE PORTATILE PER BIOGAS

ABE_1500 ANALIZZATORE PORTATILE PER BIOGAS ABE_1500 ANALIZZATORE PORTATILE PER BIOGAS BROCHURE Pagina 1 di 9 Brochure ABE_1500 Caratteristiche principali ABE_1500 analizzatore per Metano (CH4), Biossido di carbonio (CO2), Monossido di carbonio

Dettagli

La telegestione. a distanza degli impianti

La telegestione. a distanza degli impianti La telegestione L o s t r u m e n t o o t t i m a l e p e r i l c o n t r o l l o e l a g e s t i o n e a distanza degli impianti Campi di applicazione Acqua potabile Controllo e gestione di tutti gli

Dettagli

SISTEMA INTEGRATO DI MONITORAGGIO PER RETI TELEVISIVE E RADIOFONICHE

SISTEMA INTEGRATO DI MONITORAGGIO PER RETI TELEVISIVE E RADIOFONICHE SISTEMA INTEGRATO DI MONITORAGGIO PER RETI TELEVISIVE E RADIOFONICHE DISTRIBUTORE UNICO PER L ITALIA PROTELCOM srl Via G. Mazzini 70/f 20056 Trezzo sull Adda (MI) tel 02/90929532 fax 02/90963549 Una soluzione

Dettagli

Procedure e risultati di verifica relativi ai nuovi ricevitori GPS Navcom con correzione differenziale STARFIRE DGPS

Procedure e risultati di verifica relativi ai nuovi ricevitori GPS Navcom con correzione differenziale STARFIRE DGPS Procedure e risultati di verifica relativi ai nuovi ricevitori GPS Navcom con correzione differenziale STARFIRE DGPS Andrea Bortuzzo B&B Engineering s.r.l. Udine 1. Riassunto Si illustra di seguito una

Dettagli

Presentazione C-Navigo

Presentazione C-Navigo Presentazione C-Navigo Gennaio 2012 Corylus S.p.A. (Gruppo IVU S.p.A.) Sede Legale: Via La Spezia, 6 00182 Roma Sede Operativa: Via Tre Cannelle, 5 00040 Pomezia (RM) - Tel. +39.06.91997.1 - Fax +39.06.91997.241

Dettagli

EURINS HAL - Sistema di acquisizione e configurazione delle centraline elettroniche mediante la linea K

EURINS HAL - Sistema di acquisizione e configurazione delle centraline elettroniche mediante la linea K EURINS HAL - Sistema di acquisizione e configurazione delle centraline elettroniche mediante la linea K Obiettivo Lo scopo è realizzare un sistema compatto che permetta di accedere ai parametri di configurazione

Dettagli

2359 Mediegruppen 10/13_IT. Monitoraggio digitale per sistemi di tubazioni preisolate

2359 Mediegruppen 10/13_IT. Monitoraggio digitale per sistemi di tubazioni preisolate 2359 Mediegruppen 10/13_IT Monitoraggio digitale per sistemi di tubazioni preisolate 2359 Detect brochure IT.indd 3 22/10/13 12.02 - monitoraggio e soluzioni intelligenti Monitoraggio centralizzato di

Dettagli

MONTAGNAVDA APP Come funziona

MONTAGNAVDA APP Come funziona MONTAGNAVDA APP Come funziona APP Montagna.VDA Le nuove potenzialità degli smartphone sono estremamente utili per chi percorre la montagna. In particolare l utilizzo del GPS con la possibilità di connessione

Dettagli

UPS... 1. 2 2. 3 2.1. 4 2.2. RS : 5 3. UPS

UPS... 1. 2 2. 3 2.1. 4 2.2. RS : 5 3. UPS Sommario 1. Che cosa è UPS Communicator?... 2 2. Installazione di UPS Communicator... 3 2.1. Server UPS... 4 2.2. RS System : Remote Shell System... 5 3. UPS Diag Monitor... 6 3.1. Connessione e disconnessione

Dettagli

Gps e Cartografia Digitale Sistema e principi di funzionamento. 2 Corso ASE Popoli, 5 luglio 2015 AE Arturo Acciavatti

Gps e Cartografia Digitale Sistema e principi di funzionamento. 2 Corso ASE Popoli, 5 luglio 2015 AE Arturo Acciavatti Gps e Cartografia Digitale Sistema e principi di funzionamento 2 Corso ASE Popoli, 5 luglio 2015 AE Arturo Acciavatti Carta topografica Bussola Altimetro Orientamento classico 2 L orientamento classico

Dettagli

idaq TM Manuale Utente

idaq TM Manuale Utente idaq TM Manuale Utente Settembre 2010 TOOLS for SMART MINDS Manuale Utente idaq 2 Sommario Introduzione... 5 Organizzazione di questo manuale... 5 Convenzioni... Errore. Il segnalibro non è definito. Installazione...

Dettagli

Operatore elettronico Standard della Figura nazionale

Operatore elettronico Standard della Figura nazionale Operatore elettronico Standard della Figura nazionale 33 Denominazione della figura Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate OPERATORE ELETTRONICO 6 Artigiani e operai specializzati

Dettagli

ELABORATO TECNICO AL CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ALLEGATO 1)

ELABORATO TECNICO AL CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ALLEGATO 1) COMUNE DI MIRA Provincia di Venezia Via Livorno, 4-30034 Mira (Ve) - Tel. 041/56.28.362 - Fax 041/42.47.77 Indirizzo Internet: www.comune.mira.ve.it - PEC: comune.mira.ve@pecveneto.it Settore Servizi al

Dettagli

3554-3555 PROVA BATTERIE

3554-3555 PROVA BATTERIE 3554-3555 PROVA BATTERIE 3555 3554 Prova le batterie anche senza scollegarle dal circuito di mantenimento = RISPARMIO di tempo e costo!! Resistenza interna Capacità di scarica L efficienza di molti dispositivi

Dettagli

Linea LINEA SYSTEMS vers. 4.0

Linea LINEA SYSTEMS vers. 4.0 Linea LINEA SYSTEMS vers. 4.0 Categoria COMPUTO E CAPITOLATO Famiglia SISTEMI DI CONTROLLO Tipologia SISTEMA DI SUPERVISIONE GEOGRAFICO Modello TG-2000 WIDE AREA Pubblicata il 01/09/2006 TESTO PER COMPUTO

Dettagli

1.1 - Crittografia sulla infrastruttura trasmissiva tra le stazioni remote Rilheva il centro di telecontrollo

1.1 - Crittografia sulla infrastruttura trasmissiva tra le stazioni remote Rilheva il centro di telecontrollo SISTEMA DI TELECONTROLLO RILHEVA GPRS (CARATTERISTICHE DEL VETTORE GPRS E SICUREZZE ADOTTATE) Abstract: Sicurezza del Sistema di Telecontrollo Rilheva Xeo4 ha progettato e sviluppato il sistema di telecontrollo

Dettagli

SISTEMA INTEGRATO ZONESCAN 820

SISTEMA INTEGRATO ZONESCAN 820 SISTEMA INTEGRATO ZONESCAN 820 RADIO LOGGERS CORRELANTI PER LA LOCALIZZAZIONE DI PERDITE Il sistema Zone Scan 820 è dotato di particolari sensori elettronici a base magnetica che posati in punti accessibili

Dettagli

Progetto SOLAR. Prototipo Eliostato realizzato dall'unità Operativa di Catania

Progetto SOLAR. Prototipo Eliostato realizzato dall'unità Operativa di Catania Progetto SOLAR Prototipo Eliostato realizzato dall'unità Operativa di Catania L Unità Operativa di Catania, afferente al Dipartimento di Ingegneria Industriale, nell ambito del progetto SOLAR prevede lo

Dettagli

Descrizione del Pacchetto Software Gestness Pro 5

Descrizione del Pacchetto Software Gestness Pro 5 Descrizione del Pacchetto Software Gestness Pro 5 Il pacchetto Gestness Pro risolve tutte le problematiche funzionali principali di un centro fitness o palestra. Infatti svolge in modo semplice e veloce

Dettagli

d) Carte nautiche e misurazione delle distanze

d) Carte nautiche e misurazione delle distanze d) Carte nautiche e misurazione delle distanze LA SUDDIVISIONE DELLE CARTE NAUTICHE CARTE GENERALI: rappresentano grandi estensioni sono in piccola scala (da 1:1.000.000 a 1:350.000 - denominatore grande)

Dettagli

Mappa Informativa Scritte SLS-ANY

Mappa Informativa Scritte SLS-ANY Mappa Informativa Scritte SLS-ANY Prodotto/i : Scritte luminose scorrevoli serie SLS-ANY ALTRE DEFINIZIONI DI SCRITTA SCORREVOLE: Insegne luminose scorrevoli. Giornali luminosi. Pannelli indicatori di

Dettagli

IMPIANTO MODULARE PER IL CONTROLLO DI PROCESSO. Mod. CPMS/EV

IMPIANTO MODULARE PER IL CONTROLLO DI PROCESSO. Mod. CPMS/EV IMPIANTO MODULARE PER IL CONTROLLO DI PROCESSO Mod. IMPIANTO MODULARE PER IL CONTROLLO DI PROCESSO Mod. INTRODUZIONE Il sistema di controllo di processo modulare, Mod., costituisce una soluzione flessibile

Dettagli

LA TECNOLOGIA TELEPASS NELLA GESTIONE DELLE FLOTTE DI TRASPORTO PUBBLICO L APPLICAZIONE DELLA C.T.P.

LA TECNOLOGIA TELEPASS NELLA GESTIONE DELLE FLOTTE DI TRASPORTO PUBBLICO L APPLICAZIONE DELLA C.T.P. LA TECNOLOGIA TELEPASS NELLA GESTIONE DELLE FLOTTE DI TRASPORTO PUBBLICO L APPLICAZIONE DELLA C.T.P. Maggio 2002 Direzione Pianificazione e Ricerca Area Controllo di Gestione, Nuove Tecnologie e Qualita

Dettagli

Questo dispositivo, inoltre, è modulare; è quindi possibile scegliere i moduli e personalizzare la configurazione più adatta per le proprie esigenze.

Questo dispositivo, inoltre, è modulare; è quindi possibile scegliere i moduli e personalizzare la configurazione più adatta per le proprie esigenze. MONITOR DEFIBRILLATORE LIFEPAK 12 Il Monitor Defibrillatore LIFEPAK 12 è un dispositivo medicale che nasce per l emergenza e resiste ad urti, vibrazioni, cadute, polvere, pioggia e a tutte quelle naturali

Dettagli

ELETTRONICA PER IL TESSILE

ELETTRONICA PER IL TESSILE ELETTRONICA PER IL TESSILE MADE IN ITALY AZIENDA LA NOSTRA STRUTTURA La OMG, da cinquant anni sul mercato della progettazione e della costruzione di macchine speciali e di attrezzature meccaniche, è un

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L INFORMATICA INDUSTRIALE

TECNICO SUPERIORE PER L INFORMATICA INDUSTRIALE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER L INFORMATICA INDUSTRIALE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE DELLA FIGURA

Dettagli

MONTAGNAVDA APP Come funziona

MONTAGNAVDA APP Come funziona MONTAGNAVDA APP Come funziona APP Montagna.VDA Le nuove potenzialità degli smartphone sono estremamente utili per chi percorre la montagna. In particolare l utilizzo del GPS con la possibilità di connessione

Dettagli

CMX Professional. Software per Tarature completamente personalizzabile.

CMX Professional. Software per Tarature completamente personalizzabile. CMX Professional Software per Tarature completamente personalizzabile. CMX Professional Software per tarature con possibilità illimitate. Chi deve tarare? Che cosa? Quando? Con quali risultati? Pianificare,

Dettagli

Corretto posizionamento di strumentazione meteorologica

Corretto posizionamento di strumentazione meteorologica Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Meccanica Corso di laurea in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Fisica dell Atmosfera e del Clima Corretto posizionamento di strumentazione meteorologica

Dettagli

NELLE PAGINE SEGUENTI PRESENTIAMO SOLUZIONI DI ACCUMULO ENERGIA PER VARIE TIPOLOGIE DI IMPIANTI:

NELLE PAGINE SEGUENTI PRESENTIAMO SOLUZIONI DI ACCUMULO ENERGIA PER VARIE TIPOLOGIE DI IMPIANTI: Prodotti per impianti di nuova realizzazione NELLE PAGINE SEGUENTI PRESENTIAMO SOLUZIONI DI ACCUMULO ENERGIA PER VARIE TIPOLOGIE DI IMPIANTI: IMPIANTI CON PRESENZA DI RETE ELETTRICA E DI CONTATORE DI CONSUMI

Dettagli

Questo manuale è stato redatto per l FDX kit Edizione: Settembre 2004 1-2

Questo manuale è stato redatto per l FDX kit Edizione: Settembre 2004 1-2 Questo manuale è stato redatto per l Edizione: Settembre 2004 1-2 Indice 1. Specifiche dei componenti...1-4 2. Installazione...2-7 2.1 Installazione del convertitoreda USB a RS-232...2-7 2.1.1 Generalità...2-7

Dettagli

rilevazione incendi peculiarità sistemi autronica

rilevazione incendi peculiarità sistemi autronica www.sispasicurezza.it rilevazione incendi peculiarità sistemi autronica Distributore esclusivo per i marchi 1 indice 1. CARATTERISTICHE UNICHE DI AUTRONICA 4 2. CARATTERISTICHE COMUNI ALLE MIGLIORI MARCHE

Dettagli

ITALIANO. Guida rapida GPS 100 S RICEVITORE PER LA NAVIGAZIONE SATELLITARE. Le istruzioni per iniziare velocemente! Niente si avvicina ad un Cobra

ITALIANO. Guida rapida GPS 100 S RICEVITORE PER LA NAVIGAZIONE SATELLITARE. Le istruzioni per iniziare velocemente! Niente si avvicina ad un Cobra ITALIANO Guida rapida GPS 100 S RICEVITORE PER LA NAVIGAZIONE SATELLITARE Le istruzioni per iniziare velocemente! Niente si avvicina ad un Cobra GPS 100 S RICEVITORE GPS Tasto ZOOM INDIETRO Tasto ZOOM

Dettagli

TITOLO ESPERIENZA: Progetto Arduino GPS OBIETTIVO: Realizzare tramite Arduino un sistema di localizzazione GPS

TITOLO ESPERIENZA: Progetto Arduino GPS OBIETTIVO: Realizzare tramite Arduino un sistema di localizzazione GPS TELECOMUNICAZIONI RELAZIONE DI LABORATORIO CLASSE 5 A Informatica PROGETTO GPS TITOLO ESPERIENZA: Progetto Arduino GPS OBIETTIVO: Realizzare tramite Arduino un sistema di localizzazione GPS Materiali usati

Dettagli

A. Introduzione all uso del computer:

A. Introduzione all uso del computer: CIRCOLARE CARICENTRO 24/11/2014 CAR 14171 SEZIONE COMUNICAZIONE AI SOCI Oggetto: CORSI DI INFORMATICA DI BASE I corsi si svolgeranno dalle ore 15.30 alle ore 18.30 nel giorno di seguito indicato per ogni

Dettagli

ITALIANO. Guida rapida GPS 100 RICEVITORE PER LA NAVIGAZIONE SATELLITARE. Le istruzioni per iniziare velocemente! Niente si avvicina ad un Cobra

ITALIANO. Guida rapida GPS 100 RICEVITORE PER LA NAVIGAZIONE SATELLITARE. Le istruzioni per iniziare velocemente! Niente si avvicina ad un Cobra ITALIANO Guida rapida GPS 100 RICEVITORE PER LA NAVIGAZIONE SATELLITARE Le istruzioni per iniziare velocemente! Niente si avvicina ad un Cobra GPS 100 RICEVITORE GPS Tasto ZOOM INDIETRO Tasto ZOOM AVANTI

Dettagli

Centrale Operativa 118 di Firenze

Centrale Operativa 118 di Firenze Centrale Operativa 118 di Firenze MANUALE OPERATIVO COMPUTER DI BORDO Il terminale di bordo si presenta costituito da un unica struttura hardware plastica di colore nero. Sul retro del corpo del terminale

Dettagli

Sistema di telegestione per impianti fotovoltaici. L. MIRAGLIOTTA C. LEONE Giuseppe PITTARI CSN APPLICATION NOTE:

Sistema di telegestione per impianti fotovoltaici. L. MIRAGLIOTTA C. LEONE Giuseppe PITTARI CSN APPLICATION NOTE: per impianti fotovoltaici APPLICATION NOTE: SISTEMA DI TELEGESTIONE PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI 200907ANN01 @ MMIX, INGECO WWW.COM2000.IT Pagina 1 di 8 Sommario Introduzione...3 I vantaggi del sistema di

Dettagli

MERCURIO. Il software per la gestione ed il noleggio dei mezzi tecnici. Presentazione del prodotto

MERCURIO. Il software per la gestione ed il noleggio dei mezzi tecnici. Presentazione del prodotto Presentazione del prodotto Facile da usare Personalizzabile Economico MERCURIO Mercurio è il software che vi permette la gestione di tutte le attività connesse al noleggio dei vostri mezzi tecnici: dall

Dettagli

Sistema Informatico per l Elaborazione dei Ruoli e la Gestione Integrata degli Avvisi

Sistema Informatico per l Elaborazione dei Ruoli e la Gestione Integrata degli Avvisi S.IN.E.R.G.I.A. Sistema Informatico per l Elaborazione dei Ruoli e la Gestione Integrata degli Avvisi Manuale di Installazione SINERGIA Manuale di Installazione S.IN.E.R.G.I.A. 2.2 Pagina 1 di 28 GENERALITÀ...3

Dettagli

Software per la Rilevazione delle deleghe sindacali. Manuale d uso anno 2010

Software per la Rilevazione delle deleghe sindacali. Manuale d uso anno 2010 Software per la Rilevazione delle deleghe sindacali Settore Farmacie Manuale d uso anno 2010 1 PREMESSA Il documento di seguito presentato descrive le caratteristiche ed il funzionamento del software per

Dettagli

Assistenza On Line - Guida breve Come registrarsi

Assistenza On Line - Guida breve Come registrarsi 07/05/2015 Il Servizio AOL Assistenza On Line - Guida breve Come registrarsi Servizio di assistenza ARCHIMEDIA SISTEMI SRL Sommario 1. CHE COS E il SISTEMA AOL... 3 2. COME FUNZIONA AOL... 3 3. PERCHE

Dettagli

Operatore elettrico. Standard della Figura nazionale

Operatore elettrico. Standard della Figura nazionale Operatore elettrico Standard della Figura nazionale 27 Denominazione della figura Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate OPERATORE ELETTRICO 6 Artigiani e operai specializzati e agricoltori

Dettagli

DARCA HERITAGE V2 TOUR

DARCA HERITAGE V2 TOUR Sez.02 - SOLUZIONI PER DIAGNOSTICA E TELECONTROLLO - Pagina 02.2.4 1/8 DARCA HERITAGE V2 TOUR 1. SUDDIVISIONE IN ZONE DI MONITORAGGIO Darca Heritage V2 ti permette di analizzare i dati in riferimento al

Dettagli

Stick e dalla relativa unità di controllo. Il Command mette a disposizione in ogni momento. Vantaggi della tecnologia FAFNIR

Stick e dalla relativa unità di controllo. Il Command mette a disposizione in ogni momento. Vantaggi della tecnologia FAFNIR L'unità di controllo L'unità di controllo è composto da un'alimentazione a sicurezza intrinseca per i sensori VISY- Possibilità di collegare a un singolo collegamento fino a 3 sensori VISY differenti mediante

Dettagli

Sensori di posizione lineari Magnetostrittivi Guida Utente

Sensori di posizione lineari Magnetostrittivi Guida Utente Sensori di posizione lineari Magnetostrittivi Guida Utente INDICE: 1 DESCRIZIONE... 1 1.1 Relazione segnale-posizione... 1 1.2 Area utile (attiva) del sensore magnetostrittivo da 75mm... 2 1.3 Area utile

Dettagli

COMUNE DI VILLABATE. Corpo di Polizia Municipale Via Municipio, 90039 VILLABATE (PA) Tel. 0916141590 Fax 091492036 pm.villabate@tiscali.

COMUNE DI VILLABATE. Corpo di Polizia Municipale Via Municipio, 90039 VILLABATE (PA) Tel. 0916141590 Fax 091492036 pm.villabate@tiscali. COMUNE DI VILLABATE Corpo di Polizia Municipale Via Municipio, 90039 VILLABATE (PA) Tel. 0916141590 Fax 091492036 pm.villabate@tiscali.it Allegato A Elaborato Tecnico relativo alla gara di appalto per

Dettagli

Splash RPX-ii Color Server. Guida alla soluzione dei problemi

Splash RPX-ii Color Server. Guida alla soluzione dei problemi Splash RPX-ii Color Server Guida alla soluzione dei problemi 2007 Electronics for Imaging, Inc. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato

Dettagli

CLEVER BOX. Radio 868 MHz. WiFi TA1 (POWER SENSOR CLEVER) TA2 LAN. Radio 868 MHz CLEVER VIEW

CLEVER BOX. Radio 868 MHz. WiFi TA1 (POWER SENSOR CLEVER) TA2 LAN. Radio 868 MHz CLEVER VIEW Energy Manager CLEVER l Energy Manager per impianti fotovoltaici monofase di piccola taglia da 1 a 6 kwp. Un sistema di supervisione e gestione di impianto completo, facile da installare e facile da usare.

Dettagli

L OCCASIONE D ORO PER LE TUE BOLLETTE

L OCCASIONE D ORO PER LE TUE BOLLETTE L OCCASIONE D ORO PER LE TUE BOLLETTE L occasione d oro per le tue bollette Il Sole, petrolio dell Italia L Italia è il quarto paese al mondo come capacità fotovoltaica installata dopo Germania, Spagna

Dettagli

SEA_LAB. Hi-Tech Marine Laboratory. Monitoraggio marino costiero con l utilizzo di Laboratori Marini galleggianti. www.ambientemare.

SEA_LAB. Hi-Tech Marine Laboratory. Monitoraggio marino costiero con l utilizzo di Laboratori Marini galleggianti. www.ambientemare. Monitoraggio marino costiero con l utilizzo di Laboratori Marini galleggianti SEA_LAB Tel www.rotospeed.it Premessa SEA_LAB è un innovativo laboratorio marino galleggiante, trasportabile, e dotato di sonde

Dettagli

LA MISURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA AGLI UTENTI

LA MISURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA AGLI UTENTI LA MISURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA AGLI UTENTI Gruppo di monitoraggio INAIL Abstract È illustrata l esperienza INAIL di monitoraggio di contratti di servizi informatici in cui è prevista l assistenza

Dettagli

S P E C T R A S. r. l. Via Belvedere n. 42 20043 A R C O R E Tel.: 0 3 9 6 1 3 3 2 1. Nota tecnica

S P E C T R A S. r. l. Via Belvedere n. 42 20043 A R C O R E Tel.: 0 3 9 6 1 3 3 2 1. Nota tecnica Nota tecnica ARMANI Alberto Novembre-2013 Premessa Con l impiego di strumentazione di misura sempre più integrata con i sistemi operativi di Windows, molti operatori si sono posti il problema di come poter

Dettagli

Oggetto: Specifica tecnica soluzione Smart Stake su macchina piantapalo.

Oggetto: Specifica tecnica soluzione Smart Stake su macchina piantapalo. Oggetto: Specifica tecnica soluzione Smart Stake su macchina piantapalo. Premessa Il nuovo sistema di guida denominato SMART STAKE, è un sistema pratico e veloce per la progettazione e l esecuzione dei

Dettagli

MONIA MONTANARI. Appunti di Trattamento Testi. Capitolo 1 Il Computer

MONIA MONTANARI. Appunti di Trattamento Testi. Capitolo 1 Il Computer MONIA MONTANARI Appunti di Trattamento Testi Capitolo 1 Il Computer 1. Introduzione La parola informatica indica la scienza che rileva ed elabora l informazione, infatti : Informatica Informazione Automatica

Dettagli

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Direzione Centrale Risorse Agricole, Naturali, Forestali e Montagna Servizio Territorio Montano e Manutenzioni Manuale dell Utente Luca Bincoletto Ottobre 2006 INDICE

Dettagli

Sistema DaisaTest. Funzioni del Sistema DaisaTest. Sistema di controllo per impianti di illuminazione di emergenza

Sistema DaisaTest. Funzioni del Sistema DaisaTest. Sistema di controllo per impianti di illuminazione di emergenza Sistema di controllo per impianti di illuminazione di emergenza Sistema DaisaTest Funzioni del Sistema DaisaTest Il Sistema DaisaTest è un tipo di impianto di Illuminazione di Emergenza in grado di monitorare

Dettagli

ISTRUZIONI D USO. Trasmettitori a pulsante: LM-T800 LM-T910 LM-T1010 Ricevitori a display: LM-D102S Ripetitore di segnale per pulsanti: LM-K100

ISTRUZIONI D USO. Trasmettitori a pulsante: LM-T800 LM-T910 LM-T1010 Ricevitori a display: LM-D102S Ripetitore di segnale per pulsanti: LM-K100 ISTRUZIONI D USO Trasmettitori a pulsante: LM-T800 LM-T910 LM-T1010 Ricevitori a display: LM-D802 LM-D102S Ripetitore di segnale per pulsanti: LM-K100 Sede europea Linkman: PRIMITECH sas Via Marchesina,

Dettagli

Misura ed analisi della potenza elettrica

Misura ed analisi della potenza elettrica Misura ed analisi della potenza elettrica Il tempo in cui vi era un uso illimitato di energia appartiene al passato. I costruttori di apparecchiature e macchine elettriche sono costretti ad ottimizzare

Dettagli

LIVELLE ELETTRONICHE MANUALE D USO. per il modello LE201

LIVELLE ELETTRONICHE MANUALE D USO. per il modello LE201 LIVELLE ELETTRONICHE MANUALE D USO per il modello LE201 Copyright 2008 Microplan Documento: MT8.04 Versione: A8.M04V1 All rights reserved. Microplan 2008 2 La livella elettronica è uno strumento di alta

Dettagli

Autore: Mauro Vannini. Uisp, Lega Montagna Toscana, Firenze, Via F. Bocchi 32

Autore: Mauro Vannini. Uisp, Lega Montagna Toscana, Firenze, Via F. Bocchi 32 Il GPS in escursionismo 2 parte: Uso del GPS in ambiente 10/2010 Autore: Mauro Vannini Uisp, Lega Montagna Toscana, Firenze, Via F. Bocchi 32 Gps 1 Global Positioning System: Introduzione Il sistema di

Dettagli

DOCTOR LINER. Sistema di misurazione elettronica USO E MANUTENZIONE

DOCTOR LINER. Sistema di misurazione elettronica USO E MANUTENZIONE DOCTOR LINER Sistema di misurazione elettronica USO E MANUTENZIONE 1 INTRODUZIONE 1.1 Oggetto TERMOMECANICA GL è lieta di proporle questo innovativo Sistema di Misura Digitale, frutto dell'esperienza e

Dettagli