Navigazione e meteorologia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Navigazione e meteorologia"

Transcript

1 Navigazione e meteorologia M. Vultaggio (Responsabile), Prof. di Navigazione - IUN, Napoli A. Greco, Assistente tecnico( informatico) - IUN, Napoli G. Testa, Collaboratore Tecnico - IUN, Napoli Relazione finale Nella XI Spedizione italiana in Antartide, il laboratorio di navigazione e meteorologia. ha assicurato la disponibilità dei dati di posizione, profondità, dati meteorologici ed assistenza alla navigazione durante tutte le varie attività in mare espletate da tutte le UUOO a bordo della M/n Italica. In questa spedizione è stato adottato un nuovo sistema di navigazione in rete locale denominato NET-NAV che consente, tra l altro, di tenere conto delle esigenze differenziate di ciascun laboratorio: acquisizione in continuo in tempo reale, collegamenti in digitale tramite linee seriali, informazioni visive e grafiche, dati su monitor, data reports, restituzioni grafiche, ausilio alla manovra per il comando di bordo e distribuzione di dati meteo. Servizi attivati. Prima di descrivere le attività svolte, ma anche per dare una visione organica del ruolo svolto dal laboratorio di navigazione, è utile analizzare brevemente i servizi resi. A bordo della M/N Italica hanno lavorato contemporaneamente numerose unità operative, ognuna con necessità diverse a seconda dell attività scientifica in corso. Tale varietà di esigenze può essere, a titolo esemplificativo, individuata in: possibilità di fornire la posizione ad apparecchiature automatiche secondo le modalità (tipicamente RS-232) e i formati necessari (tipicamente NMEA-183); necessità di disporre in tempo reale dei dati di posizione, di fondale e meteorologici; possibilità di ottenere, in post processing, dati vari in riferimento a eventi occorsi o a determinati periodi; monitoraggio continuo della posizione della nave durante lo svolgimento di determinate attività o eventi; monitoraggio continuo dei fondali, con particolare attenzione a determinate attività per le quali una errata valutazione avrebbe messe seriamente in pericolo l attrezzatura utilizzata (ad es. PHN); supporto grafico/numerico alla condotta della nave, a favore del comando; distribuzione di informazioni relative alle attività in corso, o al tempo necessario al raggiungimento di una particolare posizione; calcolo di posizioni e registrazione degli eventi di bordo; produzione di elaborati in forma testuale e grafica/cartografica relativi all attività del giorno, o al più, del giorno precedente. Detti servizi sono stati tutti resi dal laboratorio ad ogni unità operativa che ne ha fatto richiesta. Al fine di consentire una maggiore circolazione delle informazioni e di garantire la fornitura dei dati automatici anche in zone della nave fisicamente troppo lontane dal laboratorio, è stato adottato NET-NAV. Tale scelta ha consentito, inoltre, di automatizzare, anche se parzialmente, la stesura degli elaborati. Tra i servizi attivi vanno ricordati anche il supporto cartografico in generale e la stesura delle carte finali riassuntive delle singole attività. Poiché il laboratorio si è preso cura della gestione della rete, è diventato, di necessità, il punto di riferimento anche informatico a bordo della nave.

2 Sono stati, infatti, numerosi i problemi di natura software che è stato necessario affrontare, e quasi sempre risolvere, nel corso della spedizione. Si rimanda al rapporto tecnico per una discussione in proposito e la conseguente formulazione di proposte e suggerimenti. Un ultimo servizio vale la pena di evidenziare, anche se di base e pertanto non visibile all esterno del laboratorio: il controllo di qualità effettuato sui dati all atto della distribuzione. Ancora molto è il lavoro da fare per assicurare una continuità e una stabilità quasi ideali, ma riteniamo, comunque, di aver garantito, mediamente, una adeguata qualità insieme con la copertura pressoché continua. (Anche qui si rimanda al rapporto tecnico). Attività di supporto Il laboratorio ha iniziato la sua attività sin dalla partenza della M/N ITALICA dal porto di Ravenna fornendo in modalità completamente automatica dati di navigazione e dati meteo e tempo UTC all unità Raggi Cosmici mediante il sistema NET-NAV. Alla partenza da Lyttelton questa unità ha assistito l attività del gruppo di idrologia con il lancio di XBT, il recupero di sei Moorings e nel posizionamento di cinque; misure con Ctd+rosetta, Fotosonda, Pesca con PHN, Carotaggi, Sub-Bottom Profiler, Idrografia e Rilievi Ondametrici in tutta l area di ricerca nel Mar di Ross. Attività di supporto, inoltre, è stata fornita al MALIPPO nell installazione del sistema di navigazione e nella gestione del sistema differenziale GPS. Di tutta questa attività, al termine di ogni giornata, i dati acquisiti sono stati elaborati e trasmessi ad ogni Unità Operativa, al Coordinatore Scientifico e al Capo Spedizione; per alcune attività sono state richieste ed elaborate delle restituzioni cartografiche. Tutti i dati delle attività di ricerca sono riportati nella tabella I e II; maggiori dettagli sulle singole attività si possono ottenere dalle tabelle allegate che riportano tutte le attività svolte durante la spedizione.in questa Spedizione sono state percorse dalla M/N ITALICA 7140 miglia. tabella I - Coordinate geografiche WGS84 dei moorings posizionati nella XI spedizione Mooring latitudine longitudine profondità (m) A S E 827 B S E 586 D S E 996 F S W 602 K S E 554 Tabella II - Riepilogo delle attività scientifiche Attività n. operazioni Recupero Moorings 6 Pos. Moorings 5 CTD+Rosetta 38 Fotosonda 27 Carotaggi 17 Pescate (PHN) 25 Rilievi Idrografici 110 Rilievi Ondametrici 125 Sub Bottom Profiles 43 Benne 28 XBT Campionamenti Biomassa 105 Campionamenti BioSilice 26 Ricerca boa Idromar 2

3 Durante l esecuzione delle linee di scandagliamento nell area della WOOD BAY è stata individuata una area di bassi fondali di estensione non ben definita; la posizione del punto di impatto della M/N ITALICA con la predetta secca è risultato essere: ϕ = S, λ = E profondità ~ 5.5 m Nella tabella III e nel grafico di figura 3 sono riportati i dati registrati dal sistema NET-NAV nella fase iniziale e finale dell impatto della nave con il basso fondale citato. Maggiori particolari sull episodio possono essere ricavati dal data report elaborato. Tabella III - Coordinate geografiche WGS84 ora(utc) latitudine longitudine prof. m rotta vel(kns) 04:38:33 74ø ' S 165ø ' E :38:39 74ø ' S 165ø ' E :38:43 74ø ' S 165ø ' E :38:49 74ø ' S 165ø ' E :38:53 74ø ' S 165ø ' E :38:59 74ø ' S 165ø ' E :39:03 74ø ' S 165ø ' E :39:09 74ø ' S 165ø ' E Profilo della traiettoria della M/N ITALICA nella fase iniziale e finale dell incontro della secca nella Wood Bay Data: 1/2/1996, ora locale 17:39 (UTC = 04:39, 1/2/1996) Rappresentazione cartografica: Piano nautico Figura 3 - Traiettoria della M/N ITALICA. La crocetta indica la posizione della secca. Restituzione cartografica. Per alcune attività sono state richieste ed elaborate dalle unità di ricerca delle restituzioni cartografiche dei percorsi della nave durante l esecuzione degli eventi.

4 Per questo tipo di elaborazione i tracciati della nave sono stati restituiti su supporto cartografico carta di Mercatore e carta centrografica orizzontale (piano nautico) utilizzando i parametri dell ellissoide internazionale WGS84. Per la carta di Mercatore sono state utilizzate le ben note relazioni di corrispondenza: π ϕ 1 esenϕ 2 y = Klog tan esenϕ x = Kλ con e eccentricità dell ellissoide e K coefficiente di scala che dipende dal semiasse dell ellissoide rappresentativo e dalla scala della carta rappresentata. Le coordinate dei punti delle traiettorie rappresentate possono facilmente essere determinate dal reticolato tracciato sulle carte stesse. Per la carta centrografica orizzontale relativa ad una area limitatissima attorno al centro della proiezione (piano nautico) sono invece state utilizzate le seguenti relazioni di corrispondenza valide solo per un area fino a 60 miglia dal centro della carta: y = KΔϕ x = KΔλcosϕ con K coefficiente di scala legato anch esso al semiasse maggiore dell ellissoide rappresentativo. In queste carte per determinare le coordinate geografiche di un punto occorre tener presente le seguenti relazioni di trasformazione: Y ϕ = ϕ X λ= λ0 + sec ϕ con X,Y le coordinate in metri di un punto riferite ad un sistema di assi cartesiani con origine al centro della carta. Al fine di calcolare le coordinate in metri, su ogni carta sono riportate le ampiezze degli assi rappresentati. Queste carte sono state utilizzate per rappresentare tutti gli eventi relativi alle pescate, ai rilievi ondametrici, ai rilievi idrografici ed ai profili Sub Bottom. Alcune di queste rappresentazioni qui di seguito riportate si riferiscono alle Pescate (PHN) figura 5, alle linee di scandagliamento figura 6 e al rilievo ondametrico figura 7. Tracciato PHN_1 del 12/01/1996 Tracciato PHN_2 del 13/01/1996 e Figura 5 - Tracciato delle PHN n.1 e 2

5 profili idrografici del 31/1-1/2-96 profili idrografici del 5/ figura 6 - linee di scandagliamento tracciato del 8/1/96 tracciato del 8/1/96 figura 7 - tracciati di rilievi ondametrici In appendice sono riportate tutte le restituzioni prodotte in tempo reale nel corso della spedizione. La restituzione finale di tutte le attività svolte durante la spedizione nel Mar di ROSS è stata possibile mediante il software VEDI già utilizzato nella X spedizione. Sono state, per le differenti unità operative, realizzate le seguenti carte in formato A4, utilizzando la rappresentazione di Mercatore: 1) Carta delle pescate PHN (scala 1: ) 2) Carta degli XBT rotta New Zealand - Mar di Ross (scala 1: ) 3) Carta dei rilievi idrografici (scala 1: ) 4) Carta dei moorings (scala 1: ) 5) Carta dei carotaggi Mar di ROSS (scala 1: ) 6) Carta dei carotaggi Pacifico meridionale (scala 1: ) 7) Carta delle stazioni Fotosonda (scala 1: ) 8) Carta dei drifter (scala 1: ) 9) Carta delle stazioni CTD+rosetta (scala 1: ) 10) Carta delle benne Mar di Ross (scala 1: ) 11) Carta delle benne Baia Terranova (scala 1: ) 12) Carta delle stazioni CTD+rosetta Baia di Terranova (scala 1: ) 13) Carta della navigazione Gennaio 1996 (scala 1: ) 14) Carta degli XBT rotta Mar di Ross - New Zealand (scala 1: ) 15) Carta della navigazione Febbraio 1996 (scala 1: ). 16) Carta dei profili eseguiti con SubBottom Profiler (scala 1: ) Non è stato possibile usare scale di rappresentazione omogenee data la diversità delle aree coinvolte e la limitata ampiezza del foglio a disposizione.

6 Allestimento sistemi di navigazione a) NET-NAV Nel porto di Napoli (8-12 Novembre 95) e durante la traversata Napoli - Ravenna (17-25 Novembre 95) l unità è stata impegnata nell assemblaggio e nella verifica della funzionalità del sistema di navigazione Net-Nav (acronimo di NETwork per la NAVigazione). Net-Nav è stato sviluppato presso l Istituto di Navigazione «G. Simeon» dell I.U.N. di Napoli, sulla base delle esigenze ed esperienze acquisite nella X Spedizione e rielaborando programmi di navigazione già utilizzati in precedenti attività di sviluppo e ricerca nell ambito della progettazione e realizzazione di sistemi integrati per la navigazione. Net-Nav acquisisce i dati di posizione da due differenti ricevitori (Magnavox MX 1105 e Trimble 4000DL) che sono in grado di fornire dati di posizione da quattro differenti sistemi di posizionamento (GPS, Omega, NNSS-Transit e Dead Reckoning). Le coordinate geografiche fornite da NET-NAV sono riferite al datum internazionale ( World Geographical System 84). Net-Nav è basato su due server che, controllandosi reciprocamente, definiscono un unica posizione standard che, mediante un sofisticato algoritmo attivo a livello di rete, viene distribuita ad un numero illimitato di PC dislocati nei differenti laboratori della nave. Tali server gestiscono, inoltre, anche i dati provenienti dall ecoscandaglio ELAC LAZ 4700 e quelli meteorologici provenienti dalla centralina meteo IDROMAR METEO, fornendo alla stessa, i dati di posizione e navigazione. I PC in rete gestiscono, con software autonomo, le infomazioni e permettono mediante carta elettronica, di gestire in proprio gli eventi relativi ad ogni unità operativa. Come illustrato dallo schema di figura 1, ogni PC riporta i dati di navigazione e meteo su monitor. E possibile disporre, sulle due porte seriali, dei dati di posizione, profondità, rotta, velocità, dati meteorologici, tutti nel formato standard NMEA 183. Su alcune linee dedicate sono stati approntati formati particolari per rispondere ad esigenze differenziate di alcune unità operative. Figura 1 - Configurazione del sistema integrato NET-NAV Net-Nav, dopo diversi test di affidabilità effettuati sia nel porto di Napoli che durante la traversata Napoli - Ravenna, è stato reso completamente automatico ed ha lavorato senza sorveglianza per tutta la navigazione della nave da Ravenna a Lyttelton. Successivamente NET-

7 NAV è stato integrato da un software grafico per la guida a specifici waypoints forniti al sistema da qualunque unità periferica. La figura 2 riporta un esempio tipico delle caratteristiche di NET-NAV. Sono chiaramente visibili i dati di posizione, i dati meteorologici, i dati cinematici relativi al raggiungimento di un predefinito wayoint, gli eventi effettuati dalle unità operative. Ogni schermo ha la possibilità di essere utilizzato, scegliendo l opportuna opzione, sia da monitor che da carta elettronica utilizzando idonee rappresentazione cartografiche (proiezione centrografica orizzontale o piano nautico e rappresentazione di Mercatore). Uno degli obiettivi di NET-NAV è la sicurezza e continuità dei dati; una delle tecniche utilizzati a tale scopo è la ridondanza dei dati. Ogni server, infatti, registra i dati elebarati localmente e quelli pervenuti dall altro server. E inoltre possibile attivare la registrazione dei dati di posizione,definiti standard, sul disco locale da qualunque degli utilizzatori. In questo modo NET- NAV garantisce una banca dati sicura ed efficiente per tutte le possibili elaborazioni successive. NET-NAV, tra l altro, mette a disposizione di tutti gli eventi anche un efficiente sistema di comunicazione mediante messaggi. Tale sistema di distribuzione dell informazione è la base su cui poggia la gestione degli eventi di rete. La gestione degli eventi è personalizzabile indipendentemente da ogni utente al fine di adattarla alle specifiche esigenze. b) NAV - Sistema di navigazione per il MALIPPO Durante la traversata Lyttelton - Mare di Ross è stato adattato il programma di navigazione Nav alle esigenze specifiche del mezzo navale che opera presso la Baia di Terranova. Esso supporta la navigazione su carta elettronica e la guida ad un punto prefissato. BTN Cape Washington Drygalski Figura 2 - Navigazione della M/N Italica nella Baia di Terranova nel periodo 27-28/1/1996 Il sistema di navigazione NAV è costituito da un ricevitore satellitare GPS Trimble 4000DL, da un PC con il programma NAV e da un ecoscandaglio. E in grado di visualizzare la navigazione utilizzando lo schermo video come una carta nautica. La traiettoria della nave è rappresentata su un piano nautico (carta gnomonica orizzontale) o su carta di Mercatore. Sono riportati sul monitor i dati di navigazione come: la posizione, la rotta e la velocità, la profondità attuali oltre alla rotta, distanza e tempo di arrivo su waypoint eventualmente selezionato.

8 E in grado di gestire una banca dati di waypoint e memorizza i dati di navigazione su file. E dotato della banda dati cartografica della zona di Baia Terranova. NAV dispone di alcuni comandi per la gestione della visualizzazione, per la condotta ad un punto (waypoint), per l acquisizione dei dati. Utilizza un file di configurazione nel quale possono essere definiti alcuni parametri operativi tra cui, ad esempio, il nome del file di dati da utilizzare alla partenza, il nome del file di definizione dei waypoint, il nome dell archivio carta e le porte cui sono collegati gli strumenti. Il sistema consente, comunque, di cambiare in runtime i file dei waypoint e di archivio dati. Le due modalità di lavoro sono: navigazione libera e inseguimento waypoint. In caso di navigazione libera l operatore è responsabile della scelta della zona da visualizzare e della scala di rappresentazione, al punto tale che il programma non segue la nave se questa esce fuori quadro. Nel caso di inseguimento di waypoint, il programma, oltre a fornire i parametri cinematici utili per il raggiungimento della posizione, provvederà a mantenere sempre visibili sia il punto di arrivo, posto al centro dello schermo, che la nave, gestendo perciò in modo automatico sia la scala che la zona di rappresentazione. In tale modalità sono, di conseguenza, disattivati tutti i comandi che agiscono sulla dimensione e posizione dell area visualizzata. NAV può essere utilizzato anche per analizzare i dati di navigazione precedentemente registrati. c) GPS Differenziale All arrivo della nave ITALICA alla base di BTN il gruppo di navigazione e di idrografia ha installato una stazione di riferimento GPS per il calcolo e la trasmissione delle correzioni differenziali. E stata scelta come area di posizionamento il punto geodetico di Campo Icaro; la strumentazione è stata alimentata con batterie e pannelli solari. Nella prima parte la Reference Station (RS) ha trasmesso le correzioni differenziali in modo errato tale da inibire il funzionamento del ricevitore Trimble 4000 DL a bordo del MALIPPO. Ciò a causa di una frettolosa installazione della stazione stessa dovuta al poco tempo a disposizione. Non è stato infatti possibile procedere ai necessari controlli sulla funzionalità ed efficienza della RS. L inconveniente è stato risolto al rientro della M/N ITALICA a BTN dopo una attenta analisi sul comportamento anomalo del sistema differenziale GPS. Il sistema differenziale, perciò, è stato utilizzato soltanto negli ultimi giorni dal MALIPPO e con la nave ITALICA presente a BTN. Queste difficoltà nella gestione, del resto molto semplice, suggeriscono la necessità di affidare il controllo e la manutenzione della RS a personale distaccato presso la BTN. Resta, comunque, la validità del sistema che assicura la posizione dell unità mobile con una precisione di 1-2 metri nel raggio di miglia dalla stazione di riferimento (RS). Stazione meteorologica. I dati della stazione meteorologica sono stati acquisiti in file giornalieri e trasferiti su supporto magnetico di massa per poterli elaborare, visto che IDROMAR METEO non è stato inserito in rete. Tali dati sono stati resi disponibili a tutte le unità operative che hanno fatto richiesta. Si rimanda al rapporto tecnico per ulteriori considerazioni.

9 Rapporto tecnico. Segue un elenco, il più conciso possibile, dei problemi e suggerimenti organizzati per argomento. La rete ethernet. La stesura e la messa in funzione della rete ethernet, asse portante delle informazioni a bordo, non può essere demandata semplicemente al personale di bordo, ancorché serio e di provata competenza. Deve, a nostro avviso, essere almeno controllata, con attrezzature idonee, da personale di fiducia ENEA e/o degli istituti (universitari o CNR) coinvolti, o responsabilizzati all uopo. Continuità e qualità della posizione. Va condotto uno studio accurato per la messa a punto e lo sviluppo di un filtro efficace che dia, insieme, pulizia e attendibilità dei dati, oltre alla continuità, adatto in particolare alle esigenze della zona di operazioni (Antartide); hardware: si è notata una incompatibilità elettromagnetica evidente tra alcune tastiere (o PC) e la presenza di una radio trasmittente in attività nelle vicinanze. Si ritiene necessario: 1) predisporre, nel laboratorio di navigazione, una radio con antenna esterna; 2) adoperare calcolatori e tastiere muniti di adeguato isolamento, sia meccanico e elettromagnetico; 3) le tastiere dovrebbero essere dotate, inoltre, tra i cappucci dei tasti e gli interruttori sottostanti, di una membrana di protezione in plastica conduttiva collegata a massa, al fine di evitare la possibilità che liquidi caduti accidentalmente vengano a contatto con il circuito elettronico. Si contrasterebbe efficacemente anche l effetto dell eccessiva elettricità statica che si accumula a causa, anche, della scarsa umidità in Antartide; 4) dotare ogni ambiente di lavoro della nave di uno schema dell impianto elettrico, con indicazione delle prese stabilizzate e non, e dell impianto di rete ethernet con indicazione della posizione dei punti di collegamento e indicazione relativa dei locali a monte e a valle. Tali indicazione si rivelerebbero estremamente utili, sia per una migliore gestione delle risorse energetiche, sia per questioni di sicurezza, sia nella ricerca di problemi e guasti; 5) è necessario disporre di attrezzi idonei per la realizzazione di cavi, con particolare riferimento alla spellacavi e pinza crimpatrice per cavi RG-58. Non tanto per la rapidità di intervento quanto per la pulizia e affidabilità del risultato. Software. Sono dimostrate ormai la necessità e l utilità della rete di calcolatori attualmente a bordo della M/N Italica. Dobbiamo, però, notare alcuni problemi e carenze, in particolare non è pensabile che le singole unità operative debbano portare al seguito software da considerare di base. La nave andrebbe dotata quindi di: Microsoft Windows 95 su ogni PC che già non l abbia, al fine di unificare le piattaforme software. Microsoft Office Pro in multi licenza per dotarne ogni PC. Surfer x Windows, almeno 1 o 2 licenze, oltre a una licenza di Grapher. un antivirus da aggiornare ogni anno, visto che è praticamente impossibile evitare almeno un contagio ogni anno. un pacchetto di utilities per la riparazione e gestione dei dischi come Rescue o Norton Utilities. utilissimo a bordo è risultato essere un prodotto tipo PC-Anywhere o Carbon Copy, di cui si consiglia caldamente l acquisto di 1 licenza. MALIPPO. La situazione a bordo del MALIPPO va resa stabile, nel senso che è auspicabile la possibilità di non rimuovere sia il PC di bordo che il GPS, con modem e radio annessi. Ciò per garantire una continuità senza dover, peraltro, reinventare ogni anno le stesse soluzioni, ma capitalizzare il lavoro svolto diligentemente e con successo. A tale scopo va notato inoltre che le unità operative che sfrutteranno il MALIPPO, con ogni probabilità, saranno dotati di PC portatili con programmi già installati e certamente funzionanti. Questo perché in tal modo si ha la massima garanzia di funzionamento ottimale, oltre alla certezza di conservazione dei dati.

10 L atteggiamento descritto non va, quindi, scoraggiato ma sostenuto qualora si presentasse. Tale atteggiamento ha, però, un aspetto negativo: la visibilità dello schermo dei PC portatili, in condizioni di luce ambiente esasperata come nell estate antartica, è quasi nulla. Ciò ha comportato la necessità di collegare un monitor tradizionale al PC portatile recuperandolo dal sistema di navigazione di stanza a bordo. In conclusione riteniamo utile, se non indispensabile, dotare il MALIPPO di un video display in pianta stabile, al fine di consentire l utilizzo di un portatile in condizioni di luce sfavorevole, senza però disattivare il sistema di supporto alla navigazione. Stazione differenziale. La scoperta della secca da parte della M/N Italica, ma anche il tipo di lavoro effettuato a bordo del MALIPPO, hanno dimostrato, qualora vi fosse ancora qualche dubbio, la necessità di disporre di una stazione di riferimento per il GPS differenziale. Anche in questo caso andrebbe resa definitiva, con una accurata scelta del sito, dei sistemi di alimentazione (batterie, celle solari, generatore eolico), predisposizione dei parametri operativi. Andrebbe inoltre scelto un responsabile di stanza presso la base a BTN che ne dovrebbe curare la manutenzione in caso di problemi. Stazione meteorologica. Nel porto di Ravenna è stata installata una centralina meteo nel laboratorio di Navigazione. L assemblaggio dei sensori e il software di gestione sono stati realizzati dalla IDROMAR di Genova. Per l acquisizione e l esecuzione del programma è stato utilizzato un PC della DIAMAR perchè il software è sembrato incompatibile con il sistema operativo Windows 95, installato sul PC Olidata acquistato per l occasione. Sin dalle prime fasi di installazione la centralina meteo ha presentato problemi sia sulla misura dei parametri che sulla loro stabilità. All arrivo della nave al porto di Lyttelton e al relativo imbarco dell unità di navigazione si è potuto procedere ad una analisi più attenta sulla funzionalità globale della centralina. Sono risultate approssimative le misure della direzione apparente del vento, dell umidità relativa. Qualche evidente anomala variazione si è riscontrata anche per le misure di temperatura e pressione. C è, inoltre, un probabile problema di calibrazione del sensore di radiazione solare. Durante la campagna si è inoltre verificato un breve ed incomprensibile periodo di assenza di misure (dalle 12 alle 17 circa del 19/1/96). Non sempre, almeno nel primo periodo, in assenza quindi di un controllo assiduo da parte di un operatore, sono stati generati i file giornalieri, diversamente da quanto assicurato dalla ditta produttrice. Ecoscandaglio. L intervento richiesto alla fine della X spedizione sull ecoscandaglio ELAC LAZ 4700, e realizzato con la sistemazione della piastra acustica a prora della nave, ha notevolmente migliorato le prestazioni dello strumento. E stato, infatti, possibile registrare i fondali anche in condizioni di mare non favorevoli. Ringraziamenti. E doveroso ringraziare il comando della M/N ITALICA per la disponibilità 24 ore su 24 e la collaborazione attenta con il laboratorio. Un ringraziamento particolare va all unità idrografica grazie alla quale è stato possibile sostenere periodi di attività veramente molto intensa. Il Responsabile prof. Mariio Vultaggio

Presentazione del sistema Adcon Telemetry

Presentazione del sistema Adcon Telemetry Presentazione del sistema Adcon Telemetry 1. Premessa Lo scopo del monitoraggio è quello di automatizzare i processi, nei vari campi di applicazione, mediante sistemi di controllo, di trasmissione, raccolta

Dettagli

Geo Sailing Tracks http://www.geost.it/

Geo Sailing Tracks http://www.geost.it/ Geo Sailing Tracks http://www.geost.it/ Sistema di gestione pratica, economica e sicura della flotta navale. Questa tecnologia rappresenta un sistema integrato che permette di conoscere, in ogni istante,

Dettagli

GPS? SINTETICAMENTE STRUTTURA WGS 84 TECNICHE DI MISURAZIONE RILIEVO TOPOGRAFICO PRECISIONE E FONTI DI ERRORE RETE GPS

GPS? SINTETICAMENTE STRUTTURA WGS 84 TECNICHE DI MISURAZIONE RILIEVO TOPOGRAFICO PRECISIONE E FONTI DI ERRORE RETE GPS GPS GPS? SINTETICAMENTE STRUTTURA WGS 84 TECNICHE DI MISURAZIONE RILIEVO TOPOGRAFICO PRECISIONE E FONTI DI ERRORE RETE GPS GPS Global Positioning System è costituito da una costellazione di satelliti NAVSTAR

Dettagli

Display multifunzione E-Series Widescreen

Display multifunzione E-Series Widescreen Display multifunzione E-Series Widescreen Guida rapida Modelli E90W, E120W e E140W 86137-2 Note sulla sicurezza Avvertenza: Sicurezza in navigazione Questo prodotto costituisce un aiuto alla navigazione

Dettagli

SISTEMA DI REGISTRAZIONE DATI SENZA FILI

SISTEMA DI REGISTRAZIONE DATI SENZA FILI SISTEMA DI REGISTRAZIONE DATI SENZA FILI Un sistema di registrazione dati è un insieme di strumenti che permette di misurare e memorizzare i valori di determinate grandezze fisiche, per esempio temperatura,

Dettagli

SISTEMI DI INTEGRAZIONE ELETTRONICA Il sistema GPS e la tecnologia RFID

SISTEMI DI INTEGRAZIONE ELETTRONICA Il sistema GPS e la tecnologia RFID ferrigno@unicas.it Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale SISTEMI DI INTEGRAZIONE ELETTRONICA Il sistema GPS e la tecnologia RFID Docente: Luigi Ferrigno GPS Il sistema GPS (Global Positioning

Dettagli

Sunny WebBox. La centrale di comunicazione per la vostra centrale solare

Sunny WebBox. La centrale di comunicazione per la vostra centrale solare Sunny WebBox La centrale di comunicazione per la vostra centrale solare Monitoraggio dell impianto, diagnosi a distanza, memorizzazione e visualizzazione dei dati: il Sunny WebBox è la centrale di comunicazione

Dettagli

LA TECNOLOGIA TELEPASS NELLA GESTIONE DELLE FLOTTE DI TRASPORTO PUBBLICO L APPLICAZIONE DELLA C.T.P.

LA TECNOLOGIA TELEPASS NELLA GESTIONE DELLE FLOTTE DI TRASPORTO PUBBLICO L APPLICAZIONE DELLA C.T.P. LA TECNOLOGIA TELEPASS NELLA GESTIONE DELLE FLOTTE DI TRASPORTO PUBBLICO L APPLICAZIONE DELLA C.T.P. Maggio 2002 Direzione Pianificazione e Ricerca Area Controllo di Gestione, Nuove Tecnologie e Qualita

Dettagli

Conversione coordinate Sistema Informativo Territoriale Regionale e Infrastruttura di Dati Territoriale (SITR-IDT)

Conversione coordinate Sistema Informativo Territoriale Regionale e Infrastruttura di Dati Territoriale (SITR-IDT) Conversione coordinate Sistema Informativo Territoriale Regionale e Infrastruttura di Dati Territoriale (SITR-IDT) Indice 1. Le trasformazioni di coordinate... 3 1.1 Coordinate massime e minime ammesse

Dettagli

Questo manuale è stato redatto per l FDX kit Edizione: Settembre 2004 1-2

Questo manuale è stato redatto per l FDX kit Edizione: Settembre 2004 1-2 Questo manuale è stato redatto per l Edizione: Settembre 2004 1-2 Indice 1. Specifiche dei componenti...1-4 2. Installazione...2-7 2.1 Installazione del convertitoreda USB a RS-232...2-7 2.1.1 Generalità...2-7

Dettagli

Programmi per le Patenti Nautiche entro le 12 mg e senza limiti dalla costa

Programmi per le Patenti Nautiche entro le 12 mg e senza limiti dalla costa Programmi per le Patenti Nautiche entro le 12 mg e senza limiti dalla costa La nostra Scuola Nautica non ha mai preso in considerazione corsi accelerati full immersion in week-end o similari ritenendo

Dettagli

SISTEMA DI ALLARME. Sistema automatico di monitoraggio per il rilevamento delle perdite N 1.0

SISTEMA DI ALLARME. Sistema automatico di monitoraggio per il rilevamento delle perdite N 1.0 SISTEMA DI ALLARME Sistema automatico di monitoraggio per il rilevamento delle perdite N 1.0 i s o p l u s IPS-DIGITAL-CU IPS-DIGITAL-NiCr IPS-DIGITAL-Software IPS-DIGITAL-Mobil IPS-DIGITAL isoplus Support

Dettagli

RAGGIUNGERE I SITI DELLE RETI DI MONITORAGGIO TRAMITE SOFTWARE GPS: L ESEMPIO DELLA RETE SISMICA PERMANENTE DELL INGV-OSSERVATORIO VESUVIANO

RAGGIUNGERE I SITI DELLE RETI DI MONITORAGGIO TRAMITE SOFTWARE GPS: L ESEMPIO DELLA RETE SISMICA PERMANENTE DELL INGV-OSSERVATORIO VESUVIANO RAGGIUNGERE I SITI DELLE RETI DI MONITORAGGIO TRAMITE SOFTWARE GPS: L ESEMPIO DELLA RETE SISMICA PERMANENTE DELL INGV-OSSERVATORIO VESUVIANO Giuseppe Borriello, Ciro Buonocunto, Marco Capello, Giovanni

Dettagli

il primo telecontrollo chiavi in mano

il primo telecontrollo chiavi in mano il primo telecontrollo chiavi in mano dinanet.industry Codice DN 110 Generalità Il telecomando economico in rete Il rapido sviluppo di reti variamente articolate all interno degli ambienti più vari rende

Dettagli

SMS Supervisor Management System

SMS Supervisor Management System www.brccompressors.it www.brcfuelmaker.it SMS Supervisor Management System SMS: Sistema di Supervisione e Controllo degli impianti di erogazione metano. Totalmente ingegnerizzato da Dresser Wayne, il sistema

Dettagli

Procedure e risultati di verifica relativi ai nuovi ricevitori GPS Navcom con correzione differenziale STARFIRE DGPS

Procedure e risultati di verifica relativi ai nuovi ricevitori GPS Navcom con correzione differenziale STARFIRE DGPS Procedure e risultati di verifica relativi ai nuovi ricevitori GPS Navcom con correzione differenziale STARFIRE DGPS Andrea Bortuzzo B&B Engineering s.r.l. Udine 1. Riassunto Si illustra di seguito una

Dettagli

Grado di protezione IP 65 Classe di protezione Condizioni ambientali Da - 25 C a + 55 C

Grado di protezione IP 65 Classe di protezione Condizioni ambientali Da - 25 C a + 55 C 52 / Guida Pratica Prodotti e Servizi Accessori per inverter / I nostri accessori completano tutti gli impianti FV, semplificano l installazione e provvedono alla necessaria sicurezza del sistema Fronius

Dettagli

Rilheva. La soluzione per il monitoraggio

Rilheva. La soluzione per il monitoraggio Rilheva. La soluzione per il monitoraggio non presidiato. Vemer-Siber Group S.p.A. - Sede Commerciale di Brugherio - Via Belvedere, 11-20047 Brugherio (MI) Tel. 039 20901 - Fax 039 2090222 - www.vemersiber.it

Dettagli

G.A.R.C. 3.0 Gestione Automatica Recupero Crediti

G.A.R.C. 3.0 Gestione Automatica Recupero Crediti Pag. 1 di 29 IL RECUPERO DEL TEMPO E DELL EFFICIENZA RAPPRESENTA IL PRIMO PASSO PER LA GESTIONE DEL RECUPERO CREDITI... Pag. 2 di 29 SOMMARIO PRESENTAZIONE DI...3 CON G.A.R.C. FAI TRE BUCHE CON UN COLPO

Dettagli

EURINS HAL - Sistema di acquisizione e configurazione delle centraline elettroniche mediante la linea K

EURINS HAL - Sistema di acquisizione e configurazione delle centraline elettroniche mediante la linea K EURINS HAL - Sistema di acquisizione e configurazione delle centraline elettroniche mediante la linea K Obiettivo Lo scopo è realizzare un sistema compatto che permetta di accedere ai parametri di configurazione

Dettagli

Controllo di impianti FV. per la serie di inverter FRONIUS IG POWERING YOUR FUTURE

Controllo di impianti FV. per la serie di inverter FRONIUS IG POWERING YOUR FUTURE Controllo di impianti FV per la serie di inverter FRONIUS IG POWERING YOUR FUTURE AMANTE DELLA COMUNICAZIONE CONTROLLO E VISUALIZZAZIONE DELL IMPIANTO FV FRONIUS IG SIGNAL CARD Sicurezza grazie alla funzione

Dettagli

Struttura del sistema GPS. Introduzione

Struttura del sistema GPS. Introduzione Introduzione Il sistema di posizionamento GNSS (Global Navigation Satellite System) è un sistema di navigazione basato sulla ricezione di segnali radio emessi da una costellazione di satelliti artificiali

Dettagli

D-GUARD SISTEMA DI MONITORAGGIO IN CONTINUA DEI DISPOSITIVI MEDICI EROGANTI TEMPERATURE COSTANTI E CONTROLLATE

D-GUARD SISTEMA DI MONITORAGGIO IN CONTINUA DEI DISPOSITIVI MEDICI EROGANTI TEMPERATURE COSTANTI E CONTROLLATE D-GUARD SISTEMA DI MONITORAGGIO IN CONTINUA DEI DISPOSITIVI MEDICI EROGANTI TEMPERATURE COSTANTI E CONTROLLATE 1. Introduzione Recenti disposizioni legislative (Decreto Dirigente Unità Organizzativa 19

Dettagli

MAKING MODERN LIVING POSSIBLE. Quaderno applicazione Inverter di stringa per impianti fotovoltaici Moduli cristallini

MAKING MODERN LIVING POSSIBLE. Quaderno applicazione Inverter di stringa per impianti fotovoltaici Moduli cristallini MAKING MODERN LIVING POSSIBLE Quaderno applicazione Inverter di stringa per impianti fotovoltaici Moduli cristallini Danfoss Solar Inverters Quaderno applicazione Edizione 1 gen. 2011 Indice 1. Introduzione...

Dettagli

Progetto SOLAR. Prototipo Eliostato realizzato dall'unità Operativa di Catania

Progetto SOLAR. Prototipo Eliostato realizzato dall'unità Operativa di Catania Progetto SOLAR Prototipo Eliostato realizzato dall'unità Operativa di Catania L Unità Operativa di Catania, afferente al Dipartimento di Ingegneria Industriale, nell ambito del progetto SOLAR prevede lo

Dettagli

REC 410 Line RF. Istruzioni per l uso. REC 410 Line RF

REC 410 Line RF. Istruzioni per l uso. REC 410 Line RF it Istruzioni per l uso 2015 Istruzioni per l uso Lo STABILA è un ricevitore facile da usare per la rilevazione veloce di linee laser. Con il ricevitore possono essere ricevuti solo raggi laser a modulazione

Dettagli

OPERATORE ELETTRONICO. Standard formativo minimo regionale

OPERATORE ELETTRONICO. Standard formativo minimo regionale OPERATORE ELETTRONICO Standard formativo minimo regionale Denominazione della figura professionale OPERATORE ELETTRONICO Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate 6 Artigiani e operai

Dettagli

Descrizione del Pacchetto Software Gestness Pro 5

Descrizione del Pacchetto Software Gestness Pro 5 Descrizione del Pacchetto Software Gestness Pro 5 Il pacchetto Gestness Pro risolve tutte le problematiche funzionali principali di un centro fitness o palestra. Infatti svolge in modo semplice e veloce

Dettagli

SmartGPS Satellite Information System Guida all utilizzo del programma Sviluppato da Fabio e Marco Adriani Versione 1.0.0

SmartGPS Satellite Information System Guida all utilizzo del programma Sviluppato da Fabio e Marco Adriani Versione 1.0.0 SmartGPS Satellite Information System Guida all utilizzo del programma Sviluppato da Fabio e Marco Adriani Versione 1.0.0 Benvenuto in SmartGPS, l'applicativo che consente di determinare, utilizzando un

Dettagli

Autore: Mauro Vannini. Uisp, Lega Montagna Toscana, Firenze, Via F. Bocchi 32

Autore: Mauro Vannini. Uisp, Lega Montagna Toscana, Firenze, Via F. Bocchi 32 Il GPS in escursionismo 2 parte: Uso del GPS in ambiente 10/2010 Autore: Mauro Vannini Uisp, Lega Montagna Toscana, Firenze, Via F. Bocchi 32 Gps 1 Global Positioning System: Introduzione Il sistema di

Dettagli

Flight Utilities http://www.flightutilities.com. Flight Plan. versione 3.7 by Umberto Degli Esposti

Flight Utilities http://www.flightutilities.com. Flight Plan. versione 3.7 by Umberto Degli Esposti Flight Utilities http://www.flightutilities.com Flight Plan versione 3.7 by Umberto Degli Esposti 1 Descrizione Il programma permette di inserire un piano di volo, richiamarlo da disco, stamparlo, salvarlo

Dettagli

RAMS: la gestione completa delle attività degli Istituti di Vigilanza e Sorveglianza

RAMS: la gestione completa delle attività degli Istituti di Vigilanza e Sorveglianza RAMS: la gestione completa delle attività degli Istituti di Vigilanza e Sorveglianza White Paper 1 Gennaio 2005 White Paper Pag. 1 1/1/2005 La gestione degli Istituti di Vigilanza e Sorveglianza L efficienza

Dettagli

Gps e Cartografia Digitale Sistema e principi di funzionamento. 2 Corso ASE Popoli, 5 luglio 2015 AE Arturo Acciavatti

Gps e Cartografia Digitale Sistema e principi di funzionamento. 2 Corso ASE Popoli, 5 luglio 2015 AE Arturo Acciavatti Gps e Cartografia Digitale Sistema e principi di funzionamento 2 Corso ASE Popoli, 5 luglio 2015 AE Arturo Acciavatti Carta topografica Bussola Altimetro Orientamento classico 2 L orientamento classico

Dettagli

MAESTRO-PV Specifiche tecniche per sistema telecontrollo, gestione e invio allarmi per impianti fotovoltaici

MAESTRO-PV Specifiche tecniche per sistema telecontrollo, gestione e invio allarmi per impianti fotovoltaici SPECIFICHE TECNICHE MAESTRO-PV Specifiche tecniche per sistema telecontrollo, gestione e invio allarmi per impianti fotovoltaici RSPV05I1 rev.01 0909 (Descrizione) Il sistema di telegestione telecontrollo

Dettagli

AUTROSAFE 4 La nuova generazione di sistemi di rivelazione incendi interattivi

AUTROSAFE 4 La nuova generazione di sistemi di rivelazione incendi interattivi AUTROSAFE 4 La nuova generazione di sistemi di rivelazione incendi interattivi Autronica Fire and Security AS COLLAUDATO, AFFIDABILE ED INNOVATIVO AUTROSAFE 4 - la nuova generazione di sistemi di rivelazione

Dettagli

MARCONI SPY. Data Logger via radio

MARCONI SPY. Data Logger via radio 3 MARCONI SPY Data Logger via radio La soluzione globale nel controllo via radio Led rosso: allarme in corso Led verde: logger attivo Pulsante per la partenza del logger e per la marcatura d evento (Autocontrollo)

Dettagli

Centrale Operativa 118 di Firenze

Centrale Operativa 118 di Firenze Centrale Operativa 118 di Firenze MANUALE OPERATIVO COMPUTER DI BORDO Il terminale di bordo si presenta costituito da un unica struttura hardware plastica di colore nero. Sul retro del corpo del terminale

Dettagli

L architettura dell applicazione La figura seguente rappresenta l architettura dell applicazione di Rilevazione Presenze.

L architettura dell applicazione La figura seguente rappresenta l architettura dell applicazione di Rilevazione Presenze. Rilevazione Presenze Molte aziende si avvalgono di personale che svolge la propria attività in mobilità, lontano dalla sede, e hanno la necessità di registrarne e certificarne la presenza e gli orari di

Dettagli

TECHNICALINFO. Sistema di controllo LEITNER

TECHNICALINFO. Sistema di controllo LEITNER TECHNICALINFO Sistema di controllo LEITNER Sistema die controllo LEITNER Innovativa, sicura e affidabile Garantire ai passeggeri massimo comfort e sicurezza è un aspetto per noi fondamentale. I modelli

Dettagli

L INFORMAZIONE METEOROLOGICA AD AMBITO LOCALE

L INFORMAZIONE METEOROLOGICA AD AMBITO LOCALE Scheda Progetto L INFORMAZIONE METEOROLOGICA AD AMBITO LOCALE Stazione di monitoraggio meteo e webcam MONITORAGGIO METEOROLOGICO Dati meteo in diretta dalle località di interesse, visualizzati on-line

Dettagli

ALGORITMI INTELLIGENTI PER IL CALCOLO DEI PERCORSI

ALGORITMI INTELLIGENTI PER IL CALCOLO DEI PERCORSI I prodotti ExaSAT sono ingegnerizzati per soddisfare molteplici esigenze in diversi settori di mercato, dalla gestione di grandi flotte veicolari alla protezione di veicoli (auto, moto, camper, mezzi pesanti,

Dettagli

Sistema di Refertazione Remota per Esami ECG

Sistema di Refertazione Remota per Esami ECG Sistema di Refertazione Remota per Esami ECG Referti Referti Centro di Refertazione ECG Internet ECG Il sistema ha lo scopo di consentire la refertazione remota di esami ECG acquisiti dalle unità periferiche

Dettagli

Riassunto L intervento mira a descrivere la rete agrometeorologica nazionale del Ministero delle Politiche Agrarie e Forestali.

Riassunto L intervento mira a descrivere la rete agrometeorologica nazionale del Ministero delle Politiche Agrarie e Forestali. 74 LA RETE AGROMETEOROLOGICA NAZIONALE DEL MINISTERO PER LE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI Maria Carmen Beltrano Ufficio Centrale di Ecologia Agraria - Roma Riassunto L intervento mira a descrivere la

Dettagli

Rilievo GPS di livello mondiale

Rilievo GPS di livello mondiale 30 40 50 Rilievo GPS di livello mondiale System 500, Soluzioni Topografiche Professionali Ricevitori GPS e Software GPS Impegno mondiale, Per Aziende Con Obiettivi Concreti Fatto per misurare, Fatto per

Dettagli

I.I.S. G. MINUTOLI - MESSINA

I.I.S. G. MINUTOLI - MESSINA I.I.S. G. MINUTOLI - MESSINA OGGETTO : cenni sul seminario GPS del 24/09/2010 1) GNSS E PRINCIPI DI FUNZIONAMENTO: IL sistema GPS (ovvero Global Positioning System) è un sistema di posizionamento globale

Dettagli

IL SISTEMA CARTOGRAFICO NAZIONALE

IL SISTEMA CARTOGRAFICO NAZIONALE IL SISTEMA CARTOGRAFICO NAZIONALE La Il paragrafo è intitolato La Carta di Gauss poiché, delle infinite formule che si possono adottare per mettere in corrispondenza i punti dell'ellissoide con quelli

Dettagli

1 PRINCIPI DI BASE... 4. 1.1 Backup... 4. 1.2 Avvio del sistema di controllo... 4. 1.3 Gruppi di utenti e diritti di accesso... 4

1 PRINCIPI DI BASE... 4. 1.1 Backup... 4. 1.2 Avvio del sistema di controllo... 4. 1.3 Gruppi di utenti e diritti di accesso... 4 INDICE 1 PRINCIPI DI BASE... 4 1.1 Backup... 4 1.2 Avvio del sistema di controllo... 4 1.3 Gruppi di utenti e diritti di accesso... 4 1.4 Login e logout da ATASSplus... 5 1.5 Chiusura di ATASSplus... 6

Dettagli

SISTEMA INTEGRATO ZONESCAN 820

SISTEMA INTEGRATO ZONESCAN 820 SISTEMA INTEGRATO ZONESCAN 820 RADIO LOGGERS CORRELANTI PER LA LOCALIZZAZIONE DI PERDITE Il sistema Zone Scan 820 è dotato di particolari sensori elettronici a base magnetica che posati in punti accessibili

Dettagli

CALEFFI. SISTEMI CALORE. RIPARTITORI CONSUMI TERMICI

CALEFFI. SISTEMI CALORE. RIPARTITORI CONSUMI TERMICI RIPARTITORI CONSUMI TERMICI PREMESSA Contabilizzazione diretta dell energia termica: determinazione dei consumi volontari di energia termica dei singoli utenti basata sull utilizzo dei contatori di calore

Dettagli

Operatore elettronico Standard della Figura nazionale

Operatore elettronico Standard della Figura nazionale Operatore elettronico Standard della Figura nazionale 33 Denominazione della figura Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate OPERATORE ELETTRONICO 6 Artigiani e operai specializzati

Dettagli

Il rilievo GPS e il posizionamento in tempo reale

Il rilievo GPS e il posizionamento in tempo reale Primo Corso Regionale in Lombardia su Servizi GPS di Posizionamento per il Territorio e il Catasto Il rilievo GPS e il posizionamento in tempo reale Giovedì 16 Febbraio 2006 prof.. Giorgio Vassena Schema

Dettagli

ISTRUZIONI D USO. Trasmettitori a pulsante: LM-T800 LM-T910 LM-T1010 Ricevitori a display: LM-D102S Ripetitore di segnale per pulsanti: LM-K100

ISTRUZIONI D USO. Trasmettitori a pulsante: LM-T800 LM-T910 LM-T1010 Ricevitori a display: LM-D102S Ripetitore di segnale per pulsanti: LM-K100 ISTRUZIONI D USO Trasmettitori a pulsante: LM-T800 LM-T910 LM-T1010 Ricevitori a display: LM-D802 LM-D102S Ripetitore di segnale per pulsanti: LM-K100 Sede europea Linkman: PRIMITECH sas Via Marchesina,

Dettagli

introduzione introduzione soluzione acquisizione dati elaborazione e archiviazione dati interfaccia utente personalizzazioni

introduzione introduzione soluzione acquisizione dati elaborazione e archiviazione dati interfaccia utente personalizzazioni In un impianto fotovoltaico una corretta manutenzione e un efficiente sistema di monitoraggio sono fondamentali per la rilevazione di guasti o malfunzionamenti. I fattori che influiscono sul corretto funzionamento

Dettagli

UNA PIATTAFORMA COMUNE CNC

UNA PIATTAFORMA COMUNE CNC UNA PIATTAFORMA COMUNE CNC Serie 0i-F Serie 30i-B anni di tecnologia CNC 100 % di esperienza FANUC La testimonianza di oltre 60 anni di sviluppo costante e di know-how all avanguardia nei controlli CNC,

Dettagli

ST-WMO ST-BASE ST-M36 STP

ST-WMO ST-BASE ST-M36 STP WEATHER STATION ST-WMO ST-BASE ST-M36 STP WEATHER STATIONS Cosa sono? Le stazioni sono realizzate conformemente alla direttiva mondiale WMO (World Meteorological Organization), Annex n.8, e sono utilizzate

Dettagli

LA SOLUZIONE INNOVATIVA PER GESTIRE LA TUA FLOTTA E PER ORGANIZZARE I TUOI SERVIZI

LA SOLUZIONE INNOVATIVA PER GESTIRE LA TUA FLOTTA E PER ORGANIZZARE I TUOI SERVIZI Sage Sistemi Srl Treviglio (BG) 24047 Via Caravaggio, 47 Tel. 0363 302828 Fax. 0363 305763 e-mail sage@sagesistemi.it portale web LA SOLUZIONE INNOVATIVA PER GESTIRE LA TUA FLOTTA E PER ORGANIZZARE I TUOI

Dettagli

Meteonorm 7.0. ATH Italia Srl Divisione Software

Meteonorm 7.0. ATH Italia Srl Divisione Software Meteonorm 7.0 Meteonorm è un database di informazioni meteorologiche, che prevede dati sempre aggiornati e procedure di calcolo per le località prive di dati statistici. - - - - - - - - - - - - - - - -

Dettagli

www.radiomontagna.org

www.radiomontagna.org Radiosondaggi Introduzione I radiosondaggi costituiscono una grandissima e per certi aspetti, l unica fonte di informazioni per la meteorologia, le informazioni raccolte tramite questa tecnica vengono

Dettagli

Software di gestione 1

Software di gestione 1 Software di gestione 1 Garmin MapSource 2 Generalità La Garmin, per i suoi GPS cartografici, fornisce sia il sw che consente di caricare cartografia aggiuntiva nei GPS (MapSource di seguito descritto e

Dettagli

Quaderni di formazione Nuova Informatica

Quaderni di formazione Nuova Informatica Quaderni di formazione Nuova Informatica Airone versione 6 - Funzioni di Utilità e di Impostazione Copyright 1995,2001 Nuova Informatica S.r.l. - Corso del Popolo 411 - Rovigo Introduzione Airone Versione

Dettagli

Città di Bassano del Grappa

Città di Bassano del Grappa PIANO TRIENNALE per l individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni strumentali Art 2 comma 594 e segg. L. 244/2007 Indice del documento 1. Premessa... 3 2.

Dettagli

Archivio dati web di Meteotrentino. Guida per l utente. Descrizione

Archivio dati web di Meteotrentino. Guida per l utente. Descrizione Archivio dati web di Meteotrentino Guida per l utente Descrizione Navigazione e personalizzazione Tipo, frequenza e qualità dei dati Requisiti di sistema Risoluzione problemi Descrizione Questo archivio

Dettagli

Introduzione alla supervisione di un sistema domotico con KonneXion

Introduzione alla supervisione di un sistema domotico con KonneXion Introduzione alla supervisione di un sistema domotico con KonneXion Un sistema di automazione d impianto (domotica) consente oggi di gestire in modo flessibile ed evoluto tutte le funzioni del Sistema

Dettagli

2359 Mediegruppen 10/13_IT. Monitoraggio digitale per sistemi di tubazioni preisolate

2359 Mediegruppen 10/13_IT. Monitoraggio digitale per sistemi di tubazioni preisolate 2359 Mediegruppen 10/13_IT Monitoraggio digitale per sistemi di tubazioni preisolate 2359 Detect brochure IT.indd 3 22/10/13 12.02 - monitoraggio e soluzioni intelligenti Monitoraggio centralizzato di

Dettagli

ABE_1500 ANALIZZATORE PORTATILE PER BIOGAS

ABE_1500 ANALIZZATORE PORTATILE PER BIOGAS ABE_1500 ANALIZZATORE PORTATILE PER BIOGAS BROCHURE Pagina 1 di 9 Brochure ABE_1500 Caratteristiche principali ABE_1500 analizzatore per Metano (CH4), Biossido di carbonio (CO2), Monossido di carbonio

Dettagli

Interazione TS-Vision Kawasaki

Interazione TS-Vision Kawasaki UNIVERSITÀ DI BRESCIA FACOLTÀ DI INGEGNERIA Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Laboratorio di Robotica Avanzata Advanced Robotics Laboratory Corso di Robotica (Prof. Riccardo Cassinis) Interazione

Dettagli

kit meteorete con stazione pce fws20 corretta con nostro schermo solare e coperchio rimbalza-gocce sul pluviometro. www.meteorete.

kit meteorete con stazione pce fws20 corretta con nostro schermo solare e coperchio rimbalza-gocce sul pluviometro. www.meteorete. kit meteorete con stazione pce fws20 corretta con nostro schermo solare e coperchio rimbalza-gocce sul pluviometro. www.meteorete.it Il kit meteorete che proponiamo, e' costituito da un' ottima stazione

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI Prof. Ing. Francesco Zanghì - Prof. Arch. Pasquale Falconetti IMPIANTI FOTOVOLTAICI AGGIORNAMENTO 15/05/2013 ENERGIA SOLARE e IRRAGGIAMENTO

Dettagli

L ERA DELLA CONDIVISIONE TOTALE

L ERA DELLA CONDIVISIONE TOTALE S O F T W A R E P E R C O N T R O L L E R L ERA DELLA CONDIVISIONE TOTALE S O F T W A R E P E R C O N T R O L L E R Piattaforma Android Comandi multi-touch Processore Dual Core 1GHz Fotocamera 5MP Dettatura

Dettagli

S.A.M. Manuale di uso e installazione

S.A.M. Manuale di uso e installazione S.A.M. Manuale di uso e installazione - 1 - - 2 - Indice: 1. Descrizione pag. 3 2. Configurazioni e collegamenti pag. 4 3. Dimensioni e installazione pag. 5 4. Accensione e spegnimento pag. 8 5. Set-up

Dettagli

Supplemento alla versione del software HDS Gen2 2.0

Supplemento alla versione del software HDS Gen2 2.0 *988-10464-001* lowrance.com Supplemento alla versione del software HDS Gen2 2.0 In questo supplemento sono riportate le nuove funzioni offerte dall'aggiornamento software HDS Gen2 2.0. Tali funzioni non

Dettagli

Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale

Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale DISCIPLINARE TECNICO Allegato A al Capitolato d Oneri 1 Premessa Il presente capitolato tecnico

Dettagli

Guida Utente MapShow Per ALAN Map500 V2.0.2 ALAN MAP 500. Requisiti di sistema

Guida Utente MapShow Per ALAN Map500 V2.0.2 ALAN MAP 500. Requisiti di sistema Requisiti di sistema 1 Descrizione dell installazione 2 Selezione e visualizzazione di una singola mappa della cartografia europea 3 Descrizione delle funzioni individuali 3 Trasferimento dati tra PC e

Dettagli

MANUTENZIONE HEARTSTART MRX

MANUTENZIONE HEARTSTART MRX MANUTENZIONE HEARTSTART MRX 1 TEST AUTOMATICI HeartStart MRx esegue in modo indipendente,diverse operazioni di manutenzione, tra le quali tre test effettuati automaticamente a intervalli programmati mentre

Dettagli

Supplemento alla versione del software HDS Gen2 Touch 2.0

Supplemento alla versione del software HDS Gen2 Touch 2.0 *988-10469-001* lowrance.com Supplemento alla versione del software HDS Gen2 Touch 2.0 In questo supplemento sono riportate le nuove funzioni offerte dall'aggiornamento software HDS Gen2 Touch 2.0. Queste

Dettagli

GPS. Introduzione alla tecnologia di posizionamento GNSS SOKKIA. Sokkia 1

GPS. Introduzione alla tecnologia di posizionamento GNSS SOKKIA. Sokkia 1 GPS Introduzione alla tecnologia di posizionamento GNSS SOKKIA Sokkia 1 Che cos è il GPS Un sistema di posizionamento estremamente preciso Creato e gestito dal Ministero della Difesa Americano Nato per

Dettagli

SISTEMA 3D-MBS (Three Dimensional Multi Band System)

SISTEMA 3D-MBS (Three Dimensional Multi Band System) SISTEMA 3D-MBS (Three Dimensional Multi Band System) Sistema 3D-MBS 1 SISTEMA 3D-MBS (Three Dimensional Multi Band System) Il 3D-Multi Band System è un sistema integrato per la gestione della sicurezza

Dettagli

OPERA Specifiche tecniche per moduli telegestione Hardware, Quadri di campo e di rete FV

OPERA Specifiche tecniche per moduli telegestione Hardware, Quadri di campo e di rete FV SPECIFICHE TECNICHE OPERA Specifiche tecniche per moduli telegestione Hardware, Quadri di campo e di rete FV RSST04I00 rev. 0 0113 SPECIFICA SIGLA TIPO DI PRODOTTO A DIM/F TELEGESTIONE QUADRI DI CAMPO

Dettagli

GPSMAP serie 400/500. Manuale Utente

GPSMAP serie 400/500. Manuale Utente GPSMAP serie 400/500 Manuale Utente 2009 Garmin Ltd. o società affiliate Garmin International, Inc. 1200 East 151st Street, Olathe, Kansas 66062, USA Tel. (913) 397.8200 o (800) 800.1020 Fax (913) 397.8282

Dettagli

Sistemi robotizzati, i diversi utilizzi di nuove tecnologie

Sistemi robotizzati, i diversi utilizzi di nuove tecnologie Sistemi robotizzati, i diversi utilizzi di nuove tecnologie di Federica Masserotti L'aumento del costo della manodopera e gli errori che può commettere un operatore umano, hanno indotto le maggiori aziende

Dettagli

Termini che è necessario capire:

Termini che è necessario capire: Per iniziare 1........................................ Termini che è necessario capire: Hardware Software Information Technology (IT) Mainframe Laptop computer Unità centrale di elaborazione (CPU) Hard

Dettagli

OXYDISPLAY Misuratore portatile di ossigeno e temperatura

OXYDISPLAY Misuratore portatile di ossigeno e temperatura OXYDISPLAY Misuratore portatile di ossigeno e temperatura disponibile anche con doppia sonda: ossigeno + PH Resistente all acqua e agli urti, maneggevole e di facile utilizzo: la tecnologia dell ultima

Dettagli

Centralina di acquisizione dati e telecontrollo ECO2

Centralina di acquisizione dati e telecontrollo ECO2 Centralina di acquisizione dati e telecontrollo ECO2 Fascicolo centralina Eco2 Revisione: GG.01.05-04 Autore: Giorgio Gentili Centralina elettronica ECO2 La centralina ECO2 offre una ampia flessibilità

Dettagli

Gestione del Punto Vendita (POS) Manuale operativo

Gestione del Punto Vendita (POS) Manuale operativo Gestione del Punto Vendita (POS) Manuale operativo Rel. 4.10 INDICE GUIDA UTENTE...3 PREMESSA...3 Menu e Scelte Operative...3 GESTIONE DATI...4 Registrazione Vendite...4 STAMPE...6 Riepilogo Giornaliero...6

Dettagli

Modulo software HD2010MCTC DIR Versione MCTC-Net 100

Modulo software HD2010MCTC DIR Versione MCTC-Net 100 Modulo software HD2010MCTC DIR Versione MCTC-Net 100 Revisione 1.4 del 2014/07/24 INDICE PREMESSA... 4 1 - Requisiti di sistema... 5 1.1 Requisiti Hardware... 5 1.2 Requisiti Software... 5 1.3 Connettività...

Dettagli

FT-1000/GPS-N. Sistema di monitoraggio e controllo remoto di parametri fisici

FT-1000/GPS-N. Sistema di monitoraggio e controllo remoto di parametri fisici FT-1000/GPS-N Sistema di monitoraggio e controllo remoto di parametri fisici Localizzazione di automezzi durante il trasporto con l invio dei valori di Temperatura, U.R.%, ecc. con relativi allarmi di

Dettagli

Un mondo di Soluzioni

Un mondo di Soluzioni Un mondo di Soluzioni Monitoraggio Energie Rinnovabili. 10 kw 22 kwh 6,2 kg/co 2 6,6 LA PRECISIONE ASSOLUTA UN FOTOVOLTAICO SENZA INCENTIVI L AUTOCONSUMO 11:27 Attività impianto Rete elettrica Produzione

Dettagli

37050 Belfiore (VR) Viale del Progresso

37050 Belfiore (VR) Viale del Progresso Sistema universale di controllo per turbine eoliche serie WSD 37050 Belfiore (VR) Viale del Progresso B.F. AUTOMATION S.r.l. (con socio unico) - 37050 Belfiore (VR) Viale del Progresso Tel. +39.045.6100928

Dettagli

Caratteristiche importanti delle termocamere Optris

Caratteristiche importanti delle termocamere Optris Caratteristiche importanti delle termocamere Optris Rilevamento automatico dei punti caldi Gli oggetti possono essere esaminati termicamente e si possono trovare automaticamente aree calde e fredde (punti

Dettagli

I.S.P.R.A. Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale. Via Vitaliano Brancati, 48-00144 Roma. Specifiche tecniche

I.S.P.R.A. Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale. Via Vitaliano Brancati, 48-00144 Roma. Specifiche tecniche I.S.P.R.A. Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale Via Vitaliano Brancati, 48-00144 Roma Specifiche tecniche GARA CON PROCEDURA APERTA N.l/ll/GAR Fornitura di un sistema sonar "Multibeam"

Dettagli

WWW.HOBBYHOBBY.IT GUIDA GENERALE FPV

WWW.HOBBYHOBBY.IT GUIDA GENERALE FPV WWW.HOBBYHOBBY.IT GUIDA GENERALE FPV Introduzione Questa guida è stata redatta per dare la possibilità a molti modellisti di conoscere le nozioni base per il pilotaggio di modelli in FPV e orientarli all

Dettagli

Oggetto: Specifica tecnica soluzione Smart Stake su macchina piantapalo.

Oggetto: Specifica tecnica soluzione Smart Stake su macchina piantapalo. Oggetto: Specifica tecnica soluzione Smart Stake su macchina piantapalo. Premessa Il nuovo sistema di guida denominato SMART STAKE, è un sistema pratico e veloce per la progettazione e l esecuzione dei

Dettagli

Elementi di cartografia: La lettura del territorio. Robbio, 9 Febbraio 2013 Tiziano Cattaneo Legambiente Lombardia

Elementi di cartografia: La lettura del territorio. Robbio, 9 Febbraio 2013 Tiziano Cattaneo Legambiente Lombardia Elementi di cartografia: La lettura del territorio Robbio, 9 Febbraio 2013 Tiziano Cattaneo Legambiente Lombardia Cenni storici Tavoletta di Nippur, 1500 A.C. Cenni storici Carta di Anassimandro, 550 A.C.

Dettagli

Più semplice non si può immaginare

Più semplice non si può immaginare Più semplice non si può immaginare Un idea vincente a servizio degli installatori. Oberon 7 è la suite di software progettata per la gestione degli impianti. E un insieme di tool di lavoro in ambiente

Dettagli

APRS software, senza TNC a costo ZERO Ivo Brugnera I6IBE E-mail brugneraivo@alice.it

APRS software, senza TNC a costo ZERO Ivo Brugnera I6IBE E-mail brugneraivo@alice.it APRS software, senza TNC a costo ZERO Ivo Brugnera I6IBE E-mail brugneraivo@alice.it Attualmente l'aprs (Automatic Position Reporting System) e' uno dei modi di trasmissione digitale più utilizzati dalla

Dettagli

PER IL MONITORAGGIO AMBIENTALE. I principali vantaggi dei kit ēko Pro Series

PER IL MONITORAGGIO AMBIENTALE. I principali vantaggi dei kit ēko Pro Series La tecnologia del monitoraggio ambientale ēko Pro Series PER IL MONITORAGGIO AMBIENTALE ēkopro Starter Kit [ek2110] include: ēko Pro Series è un sistema wireless per rilevamento ambientale e agricolo,

Dettagli

Sommario Indietro >> Aggiungi Rimuovi Lingua? Informazioni su questa Guida... Navigazione nella Guida

Sommario Indietro >> Aggiungi Rimuovi Lingua? Informazioni su questa Guida... Navigazione nella Guida Sommario Indietro >> Informazioni su questa Guida... Navigazione nella Guida Personalizzazione Apertura del pannello di controllo Funzioni del pannello di controllo Schede Elenchi del pannello di controllo

Dettagli

Accessori. Molteplici opzioni per il controllo e il monitoraggio di impianti

Accessori. Molteplici opzioni per il controllo e il monitoraggio di impianti Accessori Molteplici opzioni per il controllo e il monitoraggio di impianti 68 fotovoltaici Ingecon Sun Comunicazione Opzioni per la comunicazione con gli inverter tramite PC Funzionamento remoto e SCADA.

Dettagli

BROCHURE QUADRO ABE_1200 CON ANALIZZATORE FISSO ABE_1000. Istruzioni operative

BROCHURE QUADRO ABE_1200 CON ANALIZZATORE FISSO ABE_1000. Istruzioni operative BROCHURE QUADRO ABE_1200 CON ANALIZZATORE FISSO ABE_1000 Istruzioni operative A.B.ENERGY S.r.l. Versione 001 www.abenergy.it Caratteristiche principali ABE_1000 analizzatore per Metano (CH4), Anidride

Dettagli

Presentazione C-Navigo

Presentazione C-Navigo Presentazione C-Navigo Gennaio 2012 Corylus S.p.A. (Gruppo IVU S.p.A.) Sede Legale: Via La Spezia, 6 00182 Roma Sede Operativa: Via Tre Cannelle, 5 00040 Pomezia (RM) - Tel. +39.06.91997.1 - Fax +39.06.91997.241

Dettagli