Città di Pescara. Dipartimento Tecnico Settore Programmazione del Territorio SERVIZIO PIANIFICAZIONE DEL TERRITORIO ART.35 D.LGS.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Città di Pescara. Dipartimento Tecnico Settore Programmazione del Territorio SERVIZIO PIANIFICAZIONE DEL TERRITORIO ART.35 D.LGS."

Transcript

1 SERVIZIO PIANIFICAZIONE DEL TERRITORIO ART.35 D.LGS. 33/13 - Procedimento: certificati di destinazione urbanistica Normativa di riferimento: Art. 30 comma 3 DPR 380/ Procedimento: Piani attuativi d iniziativa pubblica e varianti Normativa di riferimento: L. 1150/42 e L.R. 18/ Procedimento: Piani attuativi d iniziativa privata e varianti Normativa di riferimento: L. 1150/42 e L.R. 18/ Procedimento: PUE e varianti Normativa di riferimento: L. 1150/42 e L.R. 18/ Procedimento: PRG e varianti Normativa di riferimento: L. 1150/42 e L.R. 18/1983 Unità organizzativa responsabile dell istruttoria: Servizio Pianificazione del Territorio responsabile del procedimento: Arch. Francesca Marzetti recapiti: , ART. 39 D.LGS. 33/13 Si rimanda al sito web del Comune di Pescara banner urbanistica e territorio

2 SERVIZIO URBANISTICA NEGOZIATA ART. 23 D.LGS.33/13 Atto di Determinazione BD n.7 del 12/02/2015 Affidamento diretto servizio elaborazione dati geomorf. Ditta SIT RILIEVI 2000,00 Atto di Determinazione BD n.14 del 18/02/2015 Affidamento diretto incarichi prof. per studi di microzonazione sismica: ,40 - Daniela De Angelis - Giuseppe Germani - Chiara Di Paolo Atto di Determinazione BD n.18 del 10/03/2015 Affidamento diretto incarico prof. per assist. tecn. per redazione piani attuativi 8.000,00 - Salvatore Colletti Atto di Determinazione BD n.19 del 10/03/2015 Affidamento diretto incarico servizio ass.tecn. nei processi partecipativi 2.000,00 - Raffaella Radoccia Atto di Determinazione BD n.28 del 30/03/2015 Procedura negoziata su MEPA per acquisto licenza Microsoft Window 1.110,00 Aggiudicazione def. Ditta Quasartek Atto di Determinazione BD n.30 del 31/03/2015 Affidamento diretto serv. realizzazione software banca dati monitoraggio 3.000,00 Ditta SIT RILIEVI ART.35 D.LGS. 33/13 - Procedimento: Programmi Complessi di iniziativa pubblica e privata L.R. 18/83 - Procedimento: accesso agli atti Normativa di riferimento: L. 241/ Procedimento: Accordi di Programma Normativa di riferimento Legge n.241/90 - Procedimento: Protocolli d Intesa Normativa di riferimento Legge n.241/90 unità organizzativa responsabile dell istruttoria: Servizio Urbanistica Negoziata responsabile del procedimento: d.ssa Paola De Rossi recapiti: , Uffici di riferimento: Comune di Pescara - Piazza Italia 1 - Palazzo Ex Inps 4 piano : Servizio Pianificazione del Territorio Servizio Urbanistica Negoziata

3 orario di apertura al pubblico: martedi 15:30-17:00; giovedi: 9:00-12:30 recapiti telefonici: /312/789/792/492/239 ART. 39 D.LGS. 33/13 Si rimanda al sito web del Comune di Pescara banner urbanistica e territorio

4 SERVIZIO DEMANIO E OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO ART. 23 D.LGS.33/13 lettera a) Ufficio Demanio 1) Autorizzazione ai sensi dell art. 45 bis cod. nav. come modificato dalla Legge n 88/01, per affidamento in gestione delle attività oggetto delle concessione demaniali 1. MILA S.N.C. Complesso balneare MILA di MUZIO VILMA prot del 6/2/15 gestore COLLINI GIOVANNI SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE periodo 08/2/ /12/ CALIPSO SNC Complesso balneare CALIPSO di DI GIOVANNI RENATO prot del 12/3/15 gestore STEAL SNC - BAR RISTORANTE - periodo 20/04/ /09/ VENILIA SAS Complesso balneare Ombretta di PIGNATARI MARIA LAURA prot del 30/3/15 gestore ARLECCHINO BEACH SRL - OMBREGGIO periodo 01/04/ /10/2015 2) Autorizzazione ai sensi Art. 24 R.D. 30 marzo 1942, n. 327 (Codice Navigazione) per opere stagionali 1. ELLEEFFE PREFABBRICATI SAS Autorizzazione n.1 del 26/02/2015 transito sull arenile con mezzi targati 3) Concessioni/Subingressi/Rinnovi ai sensi Artt. 36 e 46 - R.D. 30 marzo 1942, n. 327 (Codice Navigazione) 1. Concessione suppletiva a sanatoria n. 1 del / SHANGAI SAS 2. Licenza di subingresso n. 2 del / MIAMI BEACH SAS 3. Concessione suppletiva a sanatoria n. 3 del / AURORA SAS Ufficio Occupazione suolo pubblico 1) Autorizzazioni di occupazioni di suolo pubblico temporaneo per : cantieri ponteggi tavoli e sedie espositori - eventi e manifestazioni mercatini feste patronali n. 248 autorizzazioni 1 trimestre 2015 come da elenco 2) Concessioni di occupazioni di suolo pubblico permanente per : tende dehors tettoie verande - impianti pubblicitari chioschi n.17 contratti 1 trimestre 2015 come da elenco 3) Concessioni di occupazioni di suolo pubblico permanente per :

5 passi carrabili n. 82 autorizzazioni 1 trimestre 2015 come da elenco ART.35 D.LGS. 33/13 Art. 35 co mma 1 lettera a) Ufficio Demanio 1) Procedimento di Autorizzazione ai sensi dell art. 45 bis cod. nav. come modificato dalla Legge n 88/01, per affidamento in gestione delle attività oggetto delle concessione demaniali 2) Procedimento di Autorizzazione per opere stagionali ai sensi Art. 24 R.D. 30 marzo 1942, n. 327 (Codice Navigazione) Piano Demaniale Comunale Ordinanze Regionali 3) Procedimento di Concessioni/Subingressi/Rinnovi ai sensi Artt. 36 e 46 - R.D. 30 marzo 1942, n. 327 (Codice Navigazione) - Piano Demaniale Comunale Regolamento Edilizio Modulistica presente sul sito istituzionale de Comune Servizio Demanio e Occupazione suolo pubblico Unità organizzativa responsabile dell istruttoria: Servizio Demanio e Occupazione suolo Pubblico - responsabile del procedimento: Graziani Patrizia recapiti Tecnico istruttore Geom. Miseri Luciano recapiti Uffici di riferimento: Comune di Pescara - Piazza Italia 1 - Palazzo Ex Inps 3 piano stanze nn. 8 e 11 - Servizio Demanio e Occupazione suolo Pubblico - orario di apertura al pubblico: martedi e giovedi 9:00 11:00 / 15:00-17:00 Ufficio Occupazione suolo pubblico 1) Precedimenti di Autorizzazioni / Concessioni di occupazioni di suolo pubblico ai sensi del vigente Regolamento COSAP approvato con Delibera C.C. n.172 del 5/10/1998 Regolamento Codice della Strada Modulistica presente sul sito istituzionale de Comune Servizio Demanio e Occupazione suolo pubblico Unità organizzativa responsabile dell istruttoria: Servizio Demanio e Occupazione suolo Pubblico - responsabile del procedimento: Graziani Patrizia recapiti

6 Tecnico istruttore per occupazioni relative a scavi ponteggi cantieri nuovi passi carrabili Geom. Basciano Giuseppe recapiti Ufficio di riferimento: Comune di Pescara - Piazza Italia 1 - Palazzo Ex Inps 3 piano stanza n. 9 Tecnico istruttore per occupazioni relative a manifestazioni/eventi mercatini/feste patronali contratti permanenti Geom. Di Matteo Claudio recapiti Ufficio di riferimento: Comune di Pescara - Piazza Italia 1 - Palazzo Ex Inps 3 piano stanza n. 9 Istruttore amministrativo per occupazioni relative a tavoli e sedie e accessi agli atti Ciminieri Nobile recapiti Ufficio di riferimento: Comune di Pescara - Piazza Italia 1 - Palazzo Ex Inps 3 piano stanza n. 9 Tecnico istruttore per occupazioni relative a passi carrabili Geom. D Alessandro Giovanni recapiti Ufficio di riferimento: Comune di Pescara - Piazza Italia 1 - Palazzo Ex Inps 3 piano stanza n. 11 Tecnico istruttore per occupazioni relative a contratti permanenti Geom. Latini Angelo recapiti Ufficio di riferimento: Comune di Pescara - Piazza Italia 1 - Palazzo Ex Inps 3 piano stanza n Servizio Demanio e Occupazione suolo Pubblico - orario di apertura al pubblico: martedi e giovedi 9:00 11:00 / 15:00-17:00

7 SERV IZIO GEOLOGIA SITI CONTAMINATI V.A.S. BB.AA. ART.35 D.LGS. 33/13 Art. 35 comma 1 lettera a): - Procedimento: richiesta rilascio autorizzazione paesaggistica Normativa di riferimento: artt. 146, 167, 159 del D.Lgs. n. 42/2004 "Codice dei beni culturali e del paesaggio" - Procedimento: Bonifica o messa in sicurezza di siti contaminati. La procedura tecnicoamministrativa ha inizio con la segnalazione dell'avvenuto superamento di concentrazioni soglia di contaminazione di sostanze inquinanti nel suolo o nelle acque sotterranee da parte di soggetti pubblici o privati. Termina con la verifica del non superamento delle concentrazioni soglia di rischio a valle di eventuali opere di bonifica o messa in sicurezza operativa, temporanea o permanente e di un eventuale monitoraggio Normativa di riferimento: DLgs. 152/2006 ("Codice dell'ambiente"); L.R. 45/2007 pubblica Normativa di riferimento: Direttiva Europea 2001/42/CE; parte seconda del D.Lgs 152/2006 e ss.mm.ii "Codice dell'ambiente" privata Normativa di riferimento: Direttiva Europea 2001/42/CE; parte seconda del D.Lgs 152/2006 e ss.mm.ii "Codice dell'ambiente" - Procedimento: Variante al Piano Stralcio di Bacino per l'assetto Idrogeologico (PAI) Normativa di riferimento: Piano Stralcio di Bacino per l Assetto Idrogeologico dei Bacini di Rilievo Regionale Abruzzesi e del Bacino Interregionale del Fiume Sangro (PAI) approvati con D.C.R. n. 94/5 e 94/7 del (pubblicate su B.U.R.A. n.12 Speciale del ) Art. 35 comma 1 lettera b): unità organizzativa responsabile delle istruttorie del punto precedente: Servizio Geologia, Siti Contaminati, VAS e BBAA Art. 35 comma 1 lettera c): - Procedimento: richiesta rilascio autorizzazione paesaggistica responsabile dei procedimenti: Dott. Geol. Edgardo Scurti, Responsabile del Servizio Geologia, provvedimento finale: autorizzazione del Dirigente del, Arch. Tommaso Vespasiano recapito: , - Procedimento: Bonifica o messa in sicurezza di siti contaminati. responsabile dei procedimenti: Dott. Geol. Edgardo Scurti, Responsabile del Servizio Geologia, provvedimento finale: autorizzazione del progetto di bonifica o messa in sicurezza del Dirigente del, Arch. Tommaso Vespasiano recapito: ,

8 pubblica responsabile dei procedimenti: Dott. Geol. Edgardo Scurti, Responsabile del Servizio Geologia, provvedimento finale: provvedimento conclusivo del Dirigente del Settore Programmazione del Territorio, Arch. Tommaso Vespasiano recapito: , privata responsabile dei procedimenti: Dott. Geol. Edgardo Scurti, Responsabile del Servizio Geologia, provvedimento finale: provvedimento conclusivo del Dirigente del Settore Programmazione del Territorio, Arch. Tommaso Vespasiano recapito: , - Procedimento: Variante al Piano Stralcio di Bacino per l'assetto Idrogeologico (PAI) responsabile de procedimento: Dott. Geol. Edgardo Scurti, Responsabile del Servizio Geologia, provvedimento finale: proposta di variante al PAI con atto di Giunta Comunale Art. 35 comma 1 lettera d): - Procedimento: richiesta rilascio autorizzazione paesaggistica tutte le fonti normative, la documentazione e la modulistica da utilizzare per le istanze sono disponibili nella sezione dedicata del sito istituzionale - Procedimento: Bonifica o messa in sicurezza di siti contaminati. non esiste modulistica standard predisposta a livello nazionale, regionale, comunale. I riferimenti normativi sono pubblicati sulle sezioni dedicate del sito istituzionale regionale e dell'arta pubblica non esiste modulistica standard predisposta a livello nazionale, regionale, comunale. I riferimenti normativi sono pubblicati sulle sezioni dedicate del sito istituzionale regionale privata non esiste modulistica standard predisposta a livello nazionale, regionale, comunale. I riferimenti normativi sono pubblicati sulle sezioni dedicate del sito istituzionale regionale - Procedimento: Variante al Piano Stralcio di Bacino per l'assetto Idrogeologico (PAI) non esiste modulistica standard predisposta a livello regionale o comunale. I riferimenti normativi sono pubblicati sulle sezioni dedicate del sito istituzionale regionale in tutti i casi il Servizio Geologia, fornisce informazioni al pubblico telefonicamente, per mail, nell'orario di ricevimento Uffici di riferimento: Comune di Pescara - Piazza Italia Pescara

9 Servizio Geologia, Palazzo Ex Inps 4 piano orario di apertura al pubblico: martedi 15:30-17:00; giovedi: 9:00-12:30 recapiti telefonici: /776/398/364 Art. 35 comma 1 lettera e): Art. 35 comma 1 lettera f): Di norma le comunicazioni indirizzate ai richiedenti contengono i riferimenti normativi che dettano la tempistica di ogni singola fase procedimentale, oltre al nominativo e dei recapiti del Dirigente e del Responsabile del Servizio (responsabile del procedimento) Art. 35 comma 1 lettera g): Non ci sono procedimenti per i quali il provvedimento dell Amministrazione può essere sostituito da una dichiarazione dell interessato, ovvero il procedimento può concludersi con il provvedimento di silenzio assenso. L'unica eccezione consiste nella dichiarazione dell'interessato ex art. 242, comma 2 del Codice dell'ambiente (nei casi di piccola contaminazione dei suoli) Art. 35 comma 1 lettera h): gli strumenti di tutela, amministrativa e giurisdizionale, riconosciuti dalla legge in favore dell'interessato, nel corso del procedimento e nei confronti del provvedimento finale ovvero nei casi di adozione del provvedimento oltre il termine predeterminato per la sua conclusione e i modi per attivarli sono di norma indicati in calce ai provvedimenti, non pubblicizzati sul sito in quanto riferibili a normative nazionali o regionali consolidate (codice del paesaggio, codice dell'ambiente, L241/90, Piano per l'assetto Idrogeologico) Art. 35 comma 1 lettera i): non ci sono servizi on line per l'espletamento delle istanze. Sono disponibili on line la modulistica e i riferimenti normativi, le tavole dei vincoli, come sopra specificato. E' tra gli obiettivi del servizio la pubblicazione on line del censimento dei siti contaminati entro l'anno Art. 35 comma 1 lettera l): Secondo le disposizioni di cui alla Determina n. 661 del 22 agosto 2013 a mezzo bonifico bancario o bollettino postale, pubblicizzate nella modulistica on line Art. 35 comma 1 lettera m): il nome del soggetto a cui è attribuito, in caso di inerzia, il potere sostitutivo, nonché le modalità per attivare tale potere, sono di norma indicati in calce ai provvedimenti, non pubblicizzati sul sito in quanto riferibili a normative nazionali o regionali consolidate (codice del paesaggio, codice dell'ambiente, L241/90, Piano per l'assetto Idrogeologico) Art. 35 comma 1 lettera n): i risultati delle indagini di customer satisfaction non sono condotte, né al momento previste

Determin.in ordine all' assegn. dei siti minerari L.R.17/91. Rapporti con relativo ente Parco Minerario per Area Fiumedinisi

Determin.in ordine all' assegn. dei siti minerari L.R.17/91. Rapporti con relativo ente Parco Minerario per Area Fiumedinisi PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dei beni culturali e dell'identità siciliana -Sopr. BBCC-

Dettagli

Cittadini. a1) Riferimenti normativi utili. D.Lgs. 22.1.2004, n. 42 e ss.mm.ii. Codice dei Beni culturali e del paesaggio art. 21

Cittadini. a1) Riferimenti normativi utili. D.Lgs. 22.1.2004, n. 42 e ss.mm.ii. Codice dei Beni culturali e del paesaggio art. 21 PRESIDENZA / Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità ASSESSORATO: siciliana DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Beni culturali e dell'identità siciliana Servizio Soprintendenza per

Dettagli

PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale della salute. DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento Pianificazione Strategica

PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale della salute. DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento Pianificazione Strategica PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale della salute DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento Pianificazione Strategica Procedimento: "Controllo di gestione e valutazione del risultato"

Dettagli

ASSESSORATO REGIONALE DELL'ECONOMIA APPROVAZIONE STATUTI BANCHE A CARATTERE REG.LE

ASSESSORATO REGIONALE DELL'ECONOMIA APPROVAZIONE STATUTI BANCHE A CARATTERE REG.LE PRESIDENZA / ASSESSORATO: ASSESSORATO REGIONALE DELL'ECONOMIA DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: DIPARTIMENTO DELLE FINANZE E DEL CREDITO Procedimento: Materia: Altro APPROVAZIONE STATUTI BANCHE A

Dettagli

Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana

Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Beni culturali e dell'identità siciliana Servizio Soprintendenza per

Dettagli

Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell'identità Siciliana

Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell'identità Siciliana PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell'identità Siciliana DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dei beni culturali e dell'identità siciliana - Servizio

Dettagli

Direzione Generale per i Sistemi Informativi e Statistici

Direzione Generale per i Sistemi Informativi e Statistici Denominazione ufficio: Direzione Generale per i Sistemi Informativi e Statistici N. Scheda Denominazione Procedimento Acquisizione di beni e servizi per l'informatica: provvedimenti di aggiudicazione delle

Dettagli

Assessorato regionale dell'agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea PRESIDENZA / ASSESSORATO:

Assessorato regionale dell'agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea PRESIDENZA / ASSESSORATO: PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dell'agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 2 - SERVIZIO

Dettagli

DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 5 - INTERVENTI IN MATERIA VIVAISTICA E DI DIFESA FITOSANITARIA

DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 5 - INTERVENTI IN MATERIA VIVAISTICA E DI DIFESA FITOSANITARIA PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dell'agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 5 - INTERVENTI

Dettagli

Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro. contributi per formazione orfani di vittime della mafia

Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro. contributi per formazione orfani di vittime della mafia PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento della famiglia e delle politiche sociali, v. Trinacria

Dettagli

Comune di Positano Monitoraggio tempi dei procedimenti 31 dicembre 2013. Settore Procedimento tipico Tempo previsto Tempo medio

Comune di Positano Monitoraggio tempi dei procedimenti 31 dicembre 2013. Settore Procedimento tipico Tempo previsto Tempo medio Comune di Positano Monitoraggio tempi dei procedimenti 31 dicembre 2013 Settore Procedimento tipico Tempo previsto Tempo medio Servizi Attestazione regolarità di soggiorno Giorni 30 Giorni 30 Demografici

Dettagli

U.O.S IMPLEMENTAZIONE PROGRAMMI QUALITA. Attività e Procedimenti - Tipologie di procedimenti

U.O.S IMPLEMENTAZIONE PROGRAMMI QUALITA. Attività e Procedimenti - Tipologie di procedimenti U.O.S IMPLEMENTAZIONE PROGRAMMI QUALITA Attività e Procedimenti - Tipologie di procedimenti Per ciascuna tipologia di procedimento: Riferim ento normat ivo Art. 5 c.1 lett. A) d.lgs n./20 1 Responsabile

Dettagli

OCM VINO - Rilascio nulla osta per acquisto diritti fuori Regione

OCM VINO - Rilascio nulla osta per acquisto diritti fuori Regione PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dell'agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 2 - SERVIZIO

Dettagli

Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana

Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: DIPARTIMENTO BENI CULTURALI E IDENTITA' SICILIANA - SOPRINTENDENZA BENI

Dettagli

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA AL FINE DELL ISTRUTTORIA DELLA PRATICA : SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INZIO ATTIVITA

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA AL FINE DELL ISTRUTTORIA DELLA PRATICA : SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INZIO ATTIVITA DOCUMENTAZIONE NECESSARIA AL FINE DELL ISTRUTTORIA DELLA PRATICA : SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INZIO ATTIVITA DOCUMENTAZIONE PER PROCEDURA ORDINARIA PRESENTAZIONE DEL MODELLO COMUNALE, COMPITATO IN TUTTE

Dettagli

Comune appartenente all Unione Terre di Castelli DETERMINAZIONE

Comune appartenente all Unione Terre di Castelli DETERMINAZIONE Direzione Pianificazione Territoriale Servizio Edilizia privata e gestione del territorio - Urbanistica Tel. 059 777512 e-mail: sportelloedilizia@comune.vignola.mo.it Comune appartenente all Unione Terre

Dettagli

Diritti di Istruttoria e di Segreteria Settore Attività Produttive Servizio S.U.A.P.

Diritti di Istruttoria e di Segreteria Settore Attività Produttive Servizio S.U.A.P. I DIRITTI di ISTRUTTORIA e di SEGRETERIA Servizio S.U.A.P. I costi relativi alla domanda ( e di segreteria necessari ad ottenere concessioni, autorizzazioni, pareri, nulla osta, etc.) variano a seconda

Dettagli

Accreditamento di aziende o fattorie didattiche

Accreditamento di aziende o fattorie didattiche PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dell'agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 2 - SERVIZIO

Dettagli

PROPOSTA DI DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE

PROPOSTA DI DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE PROPOSTA DI DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE Enunciato l argomento iscritto al n. dell o.d.g., il Presidente mette in approvazione la seguente proposta di deliberazione: OGGETTO: VARIANTE AL REGOLAMENTO

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SETTORE URBANISTICA, ASSETTO DEL TERRITORIO, PTCP, PAESAGGIO, GENIO CIVILE, DIFESA DEL SUOLO

CARTA DEI SERVIZI SETTORE URBANISTICA, ASSETTO DEL TERRITORIO, PTCP, PAESAGGIO, GENIO CIVILE, DIFESA DEL SUOLO 1 2 CARTA DEI SERVIZI SETTORE URBANISTICA, ASSETTO DEL TERRITORIO, PTCP, PAESAGGIO, GENIO CIVILE, DIFESA DEL SUOLO INDICE - Presentazione 4 - Premessa 5 - Introduzione 6 - Organizzazione E SERVIZI 11 -

Dettagli

Modalità con le quali gli interessati possono ottenere le informazioni relative ai procedimenti in corso che li riguardino

Modalità con le quali gli interessati possono ottenere le informazioni relative ai procedimenti in corso che li riguardino PER CIASCUNA TIPOLOGIA DI PROCEDIMENTO PROCEDIMENTO AD ISTANZA DI PARTE PROCEDIMENTO Acquisti beni e servizi - tramite SINTEL- sopra soglia comunitaria con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa

Dettagli

SCHEMA DELIBERA DI C.C.

SCHEMA DELIBERA DI C.C. SCHEMA DELIBERA DI C.C. OGGETTO: PRIMA VARIANTE AL PIANO STRUTTURALE. ADOZIONE AI SENSI DELL ART. 19 DELLA L.R.T. 65/2014. PREMESSO: - che il Comune di Lamporecchio è dotato di Piano Strutturale approvato

Dettagli

DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 5 - INTERVENTI IN MATERIA VIVAISTICA E DI DIFESA FITOSANITARIA

DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 5 - INTERVENTI IN MATERIA VIVAISTICA E DI DIFESA FITOSANITARIA PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dell'agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 5 - INTERVENTI

Dettagli

DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura Area 5 Affari generali, risorse umane, servizi comuni e flussi documentali

DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura Area 5 Affari generali, risorse umane, servizi comuni e flussi documentali PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dell'agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura Area 5 Affari generali,

Dettagli

Oggetto: Variante puntuale al Piano Strutturale adozione ai sensi dell art. 19 della L.R. 65/2015

Oggetto: Variante puntuale al Piano Strutturale adozione ai sensi dell art. 19 della L.R. 65/2015 Oggetto: Variante puntuale al Piano Strutturale adozione ai sensi dell art. 19 della L.R. 65/2015 Premesso che il Comune di Radda in Chianti : è dotato di Piano Strutturale adottato con D.C.C. n. 2 del

Dettagli

ALLEGATO 1 PROGRAMMA TRIENNALE DI TRASPARENZA E INTEGRITA' DELL'AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME SERCHIO - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI

ALLEGATO 1 PROGRAMMA TRIENNALE DI TRASPARENZA E INTEGRITA' DELL'AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME SERCHIO - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI ALLEGATO 1 PROGRAMMA TRIENNALE DI TRASPARENZA E INTEGRITA' DELL'AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME SERCHIO - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI Denominazione sottosezione Programma per la Trasparenza

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 50 del 05-5-2016

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 50 del 05-5-2016 20578 COMUNE DI VEGLIE Procedura di verifica di assoggettabilità a VAS. Oggetto: procedimento di verifica di assogettabilità a VAS per ritipizzazione area con vincoli decaduti in esecuzione a sentenza

Dettagli

Comune di Vernio Provincia di Prato REGOLAMENTO URBANISTICO. Relazione del Responsabile del Procedimento

Comune di Vernio Provincia di Prato REGOLAMENTO URBANISTICO. Relazione del Responsabile del Procedimento Comune di Vernio Provincia di Prato REGOLAMENTO URBANISTICO Relazione del Responsabile del Procedimento Ai sensi dell art. 16 della L.R.T. 1/2005 Introduzione e generalità Il procedimento di formazione

Dettagli

C o m u n e d i V i n c i P r o v i n c i a d i F i r e n z e V a r i a n t e a l P i a n o S t r u t t u r a l e Relazione ALLEGATO A

C o m u n e d i V i n c i P r o v i n c i a d i F i r e n z e V a r i a n t e a l P i a n o S t r u t t u r a l e Relazione ALLEGATO A Comune di Vinci Variante al Piano Strutturale Relazione ALLEGATO A OGGETTO: Variante al Piano Strutturale, ai sensi dell art. 17 della L.R. 1/2005, per l aggiornamento delle carte di pericolosità idraulica

Dettagli

UFFICIO TECNICO IV SETTORE URBANISTICO - EDILIZIA PRIVATA CONCESSIONE EDILE IN SANATORIA OGGETTO

UFFICIO TECNICO IV SETTORE URBANISTICO - EDILIZIA PRIVATA CONCESSIONE EDILE IN SANATORIA OGGETTO COMUNE DI CASTELLANA SICULA PROVINCIA DI PALERMO C.F. 83000790820 UFFICIO TECNICO IV SETTORE URBANISTICO - EDILIZIA PRIVATA CONCESSIONE EDILE IN SANATORIA Pratica N. 247 Anno 1986 Concessione N. 351/S

Dettagli

Riscossione della tariffa fitosanitaria

Riscossione della tariffa fitosanitaria PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dell'agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 5 - INTERVENTI

Dettagli

Settore pianificazione, edilizia e ambiente / edilizia e urbanistica

Settore pianificazione, edilizia e ambiente / edilizia e urbanistica Scheda di rilevazione dei procedimenti amministrativi (art. 35, comma 1, del d.lgs. 33/2013) Urb.01 A1) Breve descrizione del procedimento accesso con rilascio di attestazione di copia conforme di atti

Dettagli

LEGGE REGIONALE 15 OTTOBRE 2012, N. 49

LEGGE REGIONALE 15 OTTOBRE 2012, N. 49 LEGGE REGIONALE 15 OTTOBRE 2012, N. 49 Norme per l'attuazione dell'articolo 5 del D.L. 13 maggio 2011, n. 70 (Semestre europeo - Prime disposizioni urgenti per l'economia) convertito, con modificazioni,

Dettagli

COMUNE DI BRESSANA BOTTARONE PROVINCIA DI PAVIA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AMBIENTE E TERRITORIO

COMUNE DI BRESSANA BOTTARONE PROVINCIA DI PAVIA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AMBIENTE E TERRITORIO COMUNE DI BRESSANA BOTTARONE PROVINCIA DI PAVIA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AMBIENTE E TERRITORIO N. 284 del Reg. Gen.le OGGETTO: N. 76 AMBIENTE E INCARICO PROFESSIONALE PER LA REDAZIONE

Dettagli

REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale

REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale O GG E TTO : Art. 57 LR 36/97 e art. 8 LR 18/99 : Schema di Accordo di Pianificazione per variante PTC della Provincia di Genova in recepimento del Piano Stralcio per l'assetto Idrogeologico del Bacino

Dettagli

COMUNE DI LAMPORECCHIO PROVINCIA DI PISTOIA 1 VARIANTE AL PIANO STRUTTURALE. Adozione

COMUNE DI LAMPORECCHIO PROVINCIA DI PISTOIA 1 VARIANTE AL PIANO STRUTTURALE. Adozione ALLEGATO A4 ALLA DELIBERAZIONE COMUNE DI LAMPORECCHIO PROVINCIA DI PISTOIA N. DEL 1 VARIANTE AL PIANO STRUTTURALE Adozione Relazione e Certificazione del Responsabile del Procedimento Agosto 2015 1 VARIANTE

Dettagli

SERVIZIO ATTIVITA PRODUTTIVE P.O. SOMMINISTRAZIONE, ARTIGIANATO ALIMENTARE

SERVIZIO ATTIVITA PRODUTTIVE P.O. SOMMINISTRAZIONE, ARTIGIANATO ALIMENTARE ATTIVITA PRODUTTIVE P.O. SOMMINISTRAZIONE, ARTIGIANATO ALIMENTARE PROCEDIMENTO alimenti e bevande (SCIA di avvio, modifica, subingresso, variazioni soggettive, cessazione e altre comunicazioni UNITA ORGANIZZATIVA

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA TUTELA DEL TERRITORIO E DELLE RISORSE IDRICHE

DIREZIONE GENERALE PER LA TUTELA DEL TERRITORIO E DELLE RISORSE IDRICHE GESTIONE AMMINISTRATIVA CONTABILE RISORSE FINANZIARIE RMATIVA DI RIFERIMENTO RME CONTABILITA', LEGGE DI BILANCIO DIV. I Finanza, controllo interno e supporto AVV. ANNACLAUDIA SERVILLO TELEFO TEL 06.5722.5179

Dettagli

Programma per la Trasparenza e l'integrità. Art. 10, c. 8, lett. a), d.lgs. n. 33/2013

Programma per la Trasparenza e l'integrità. Art. 10, c. 8, lett. a), d.lgs. n. 33/2013 Programma per la Trasparenza e l'integrità Art. 10, c. 8, lett. a), d.lgs. n. Programma per la Trasparenza e l'integrità Programma triennale per la trasparenza e l'integrità e relativo stato di attuazione

Dettagli

Obblighi di pubblicazione relativi ai procedimenti amministrativi Art. 35 D.lgs. 33/2013

Obblighi di pubblicazione relativi ai procedimenti amministrativi Art. 35 D.lgs. 33/2013 Obblighi di pubblicazione relativi ai procedimenti amministrativi Art. 35 D.lgs. 33/2013 Settore II Economico Finanziario. Ai sensi dell art. 35 del D.lgs. n. 33/2013 si pubblicano i dati relativi ai procedimenti

Dettagli

COMUNE DI BIBBIENA RIFERITA A PORZIONI TERRITORIALI 2013

COMUNE DI BIBBIENA RIFERITA A PORZIONI TERRITORIALI 2013 COMUNE DI BIBBIENA VARIANTE AL REGOLAMENTO URBANISTICO E AL PIANO STRUTTURALE RIFERITA A PORZIONI TERRITORIALI 2013 Relazione ai sensi della Legge 1/2005, art.53 comma 3, lett c) bis e c) ter e art. 55

Dettagli

COMPARTECIPAZIONE ALTRI SERVIZI. fino a 20 tsl

COMPARTECIPAZIONE ALTRI SERVIZI. fino a 20 tsl COMPARTECIPAZIONE ALTRI SERVIZI Denominazione servizio tipologia tariffa tariffa 2012 Mercato Ittico operazioni di alaggio e varo presso lo scalo di alaggio fino a 20 tsl 49,20 da 20.01 a 30.00 tsl 60,80

Dettagli

UNIONE MONTANA COMUNI OLIMPICI VIA LATTEA. Verbale di Deliberazione del Consiglio Comunale n. 21 in data 30.09.2014

UNIONE MONTANA COMUNI OLIMPICI VIA LATTEA. Verbale di Deliberazione del Consiglio Comunale n. 21 in data 30.09.2014 COPIA Comune di Pragelato UNIONE MONTANA COMUNI OLIMPICI VIA LATTEA Verbale di Deliberazione del Consiglio Comunale n. 21 in data 30.09.2014 OGGETTO: Adozione proposta tecnica di progetto preliminare della

Dettagli

ONLINE l'integrità d.lgs. 33/2013) Riferimenti normativi su organizzazione e attività. Atti amministrativi generali

ONLINE l'integrità d.lgs. 33/2013) Riferimenti normativi su organizzazione e attività. Atti amministrativi generali Disposizioni generali SEZIONE "AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE" - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE - PIANIFICAZIONE Macrofamiglie Tipologie di dati Riferimento normativo Denominazione del singolo obbligo

Dettagli

COMUNE DI DIMARO Provincia di Trento

COMUNE DI DIMARO Provincia di Trento COMUNE DI DIMARO Provincia di Trento Verbale di Deliberazione N. 06 del Consiglio Comunale Adunanza di prima convocazione Seduta pubblica Oggetto: Autorizzazione al rilascio della concessione edilizia

Dettagli

VARIANTE AL R.U. PER INTERVENTI DI MESSA IN SICUREZZA DEL TRATTO DELLA S.R.T. 439 "SARZANESE - VALDERA" IN ATTRAVERSAMENTO DEL C.A.

VARIANTE AL R.U. PER INTERVENTI DI MESSA IN SICUREZZA DEL TRATTO DELLA S.R.T. 439 SARZANESE - VALDERA IN ATTRAVERSAMENTO DEL C.A. SIMONE STEFANI - GEOLOGO GEOLOGIA ECOLOGIA - AMBIENTE COMUNE DI TERRICCIOLA (Provincia di Pisa) VARIANTE AL R.U. PER INTERVENTI DI MESSA IN SICUREZZA DEL TRATTO DELLA S.R.T. 439 "SARZANESE - VALDERA" IN

Dettagli

C O M U N E D I A R C H I (CH)

C O M U N E D I A R C H I (CH) C O M U N E D I A R C H I (CH) Via Castello n. 2 - c.a.p. 66044 Tel 0872.898112 Fax 0872.898688 Cod. Fisc. 81002460699 Partita IVA 00293710695 AREA MANUTENZIONE E GESTIONE TERRITORIO e-mail : nerio.menna@comunediarchi.it

Dettagli

COMUNE DI JESI DECRETO DIRIGENZIALE. Provincia di Ancona DIRIGENTE AREA SERVIZI TECNICI. Numero: 110 Data: 06/11/2014

COMUNE DI JESI DECRETO DIRIGENZIALE. Provincia di Ancona DIRIGENTE AREA SERVIZI TECNICI. Numero: 110 Data: 06/11/2014 COMUNE DI JESI Provincia di Ancona DIRIGENTE AREA SERVIZI TECNICI DECRETO DIRIGENZIALE Numero: 110 Data: 06/11/2014 OGGETTO: DITTA CENTER GOMMA SRL. AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA CON PROCEDURA SEMPLIFICATA

Dettagli

Comune di TICINETO (Provincia di Alessandria)

Comune di TICINETO (Provincia di Alessandria) Comune di TICINETO (Provincia di Alessandria) VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 6 DEL 1 APRILE 2014 OGGETTO: ADOZIONE PROGETTO PRELIMINARE DI VARIANTE STRUTTURALE DEL VIGENTE PRGI AI SENSI

Dettagli

COMUNE DI CASTELLANA SICULA PROVINCIA DI PALERMO

COMUNE DI CASTELLANA SICULA PROVINCIA DI PALERMO COMUNE DI CASTELLANA SICULA PROVINCIA DI PALERMO UFFICIO TECNICO - SETTORE URBANISTICO P.zza Avv. P. Miserendino snc cap 90020 tel. 0921.558232 - Fax 0921.558231 pec: tecnico@comune.castellana-sicula.pa.it

Dettagli

COMUNE DI LOIANO (Provincia di Bologna) VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

COMUNE DI LOIANO (Provincia di Bologna) VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI LOIANO (Provincia di Bologna) ORIGINALE N.6 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza straordinaria in prima convocazione - - Seduta pubblica - OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO DI SVILUPPO

Dettagli

DETERMINAZIONE. Estensore FRANZESE MAURIZIO. Responsabile del procedimento FRANZESE MAURIZIO. Responsabile dell' Area F. TOSINI

DETERMINAZIONE. Estensore FRANZESE MAURIZIO. Responsabile del procedimento FRANZESE MAURIZIO. Responsabile dell' Area F. TOSINI REGIONE LAZIO Direzione Regionale: Area: TERRITORIO, URBANISTICA, MOBILITA E RIFIUTI CICLO INTEGRATO DEI RIFIUTI DETERMINAZIONE N. G16480 del 21/12/2015 Proposta n. 20329 del 16/12/2015 Oggetto: S.E.P.

Dettagli

Comune di Cattolica SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (SCIA) DI SOMMINISTRAZIONE TEMPORANEA DI ALIMENTI E BEVANDE

Comune di Cattolica SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (SCIA) DI SOMMINISTRAZIONE TEMPORANEA DI ALIMENTI E BEVANDE Comune di Cattolica Provincia di Rimini http://www.cattolica.net P.IVA 00343840401 email:info@cattolica.net FAX 0541 966793 PEC: protocollo@comunecattolica.legalmailpa.it SETTORE 3: ATTIVITA' ECONOMICHE

Dettagli

COMUNE DI ALTISSIMO (PROVINCIA DI VICENZA)

COMUNE DI ALTISSIMO (PROVINCIA DI VICENZA) COPIA COMUNE DI ALTISSIMO (PROVINCIA DI VICENZA) N. 3 del Reg. Delib. N. 3009 di Prot. Verbale letto, approvato e sottoscritto IL PRESIDENTE f.to Liliana Monchelato IL SEGRETARIO COMUNALE f.to Livio Bertoia

Dettagli

Link di accesso al servizio on-line:

Link di accesso al servizio on-line: : dott.ssa Chiara Franceschetti Procedimenti Riferimenti normativi Alienazione e/o acquisto beni immobili RD n. 827/1924 alienazione beni immobili Comodato beni immobili comunali disponibili Locazioni

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE

BOLLETTINO UFFICIALE Bollettino Ufficiale Parte Prima - Parte Seconda n. 25 del 7 luglio 2011 Poste Italiane S.p.A. - Spediz. in abb. postale 70% - DCR Roma REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO Roma,

Dettagli

RICHIESTA ISCRIZIONE ALL'ELENCO SPECIALE DELLE ASSOCIAZIONI E ORGANISMI SENZA SCOPO DI LUCRO (L.R - 33/2002 art. 75)

RICHIESTA ISCRIZIONE ALL'ELENCO SPECIALE DELLE ASSOCIAZIONI E ORGANISMI SENZA SCOPO DI LUCRO (L.R - 33/2002 art. 75) IMPOSTA DI BOLLO DA ASSOLVERE VIRTUALMENTE Alla Provincia di Padova Settore Turismo Piazza Bardella, 2 35131 PADOVA RICHIESTA ISCRIZIONE ALL'ELENCO SPECIALE DELLE ASSOCIAZIONI E ORGANISMI SENZA SCOPO DI

Dettagli

PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE

PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE ASSESSORATO TERRITORIO E AMBIENTE DIPARTIMENTO TERRITORIO E AMBIENTE SERVIZIO VALUTAZIONE AMBIENTALE PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE OGGETTO : DICHIARAZIONE DI NON ASSOGGETTABILITÀ A PROCEDURA DI VAS E A PROCEDURA

Dettagli

AREA TECNICA SEGNALAZIONE CERTIFICATA D INIZIO ATTIVITA

AREA TECNICA SEGNALAZIONE CERTIFICATA D INIZIO ATTIVITA SEGNALAZIONE CERTIFICATA D INIZIO ATTIVITA ( Ai sensi l articolo 19 la legge n.241/90 e s.m.i. così come modificato dall articolo 49 la legge n.122/10) MODULISTICA STABILIMENTI BALNEARI (Asseverazione

Dettagli

REGIONE ABRUZZO LEGGE REGIONALE

REGIONE ABRUZZO LEGGE REGIONALE REGIONE ABRUZZO LEGGE REGIONALE 15 ottobre 2012, n. 49 Norme per l'attuazione dell'articolo 5 del D.L. 13 maggio 2011, n. 70 (Semestre europeo - Prime disposizioni urgenti per l'economia) convertito, con

Dettagli

ORDINE ASSISTENTI SOCIALI DELL'EMILIA ROMAGNA

ORDINE ASSISTENTI SOCIALI DELL'EMILIA ROMAGNA ORDINE ASSISTENTI SOCIALI DELL'EMILIA ROMAGNA SEZIONE "AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE" - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE - PIANIFICAZIONE Macrofamiglie Tipologie di dati Riferimento normativo Denominazione

Dettagli

COMUNE DI EMPOLI. SETTORE LLPP e POLITICHE TERRITORIALI

COMUNE DI EMPOLI. SETTORE LLPP e POLITICHE TERRITORIALI COMUNE DI EMPOLI SETTORE LLPP e POLITICHE TERRITORIALI VERBALE DELLA CONFERENZA DI SERVIZI Convocazione ai sensi dell art. 22 e succ. della Legge Regionale Toscana 23 luglio 2009 n. 40 e ss.mm.ii. Procedimento

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE AMBIENTE, SVILUPPO, TERRITORIO E LAVORO DIREZIONE EDILIZIA PRIVATA. O. d. S. n. 11 / 2013

DIREZIONE CENTRALE AMBIENTE, SVILUPPO, TERRITORIO E LAVORO DIREZIONE EDILIZIA PRIVATA. O. d. S. n. 11 / 2013 DIREZIONE CENTRALE AMBIENTE, SVILUPPO, TERRITORIO E LAVORO DIREZIONE EDILIZIA PRIVATA Prot.n 7708 del 31/12/2013.. Cat 6.30.6.6. (da citare nella risposta) Torino, 31/12/2013 O. d. S. n. 11 / 2013 Oggetto:

Dettagli

J:tE ; l ;ii-,30îî. 2. Sono obbligatoriamente soggetti avas: *lletrtn.' I - : "

J:tE ; l ;ii-,30îî. 2. Sono obbligatoriamente soggetti avas: *lletrtn.' I - : *lletrtn.' I - : " - ut"t, J:tE ; l ;ii-,30îî DISCIPLINARE OPERATIVO INERENTE LA PROCEDUR,A. DI VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA APPLICATA AGLI STRUMENTI DI PIANIFICAZIONE URBANISTICA E TERRITORIALE D.lgs.

Dettagli

COMUNE DI BORGO D ALE

COMUNE DI BORGO D ALE Allo Sportello Unico per l Edilizia del COMUNE DI BORGO D ALE Oggetto: DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITÀ (Artt. 22 a 23 del D.P.R. n.380/2001) ORDINARIA - presentata ai sensi dell art.22, commi 1 e 2 del D.P.R.

Dettagli

PROVINCIA DI VICENZA AREA SERVIZI AL CITTADINO E AL TERRITORIO SETTORE AMBIENTE SERVIZIO ACQUA SUOLO RIFIUTI

PROVINCIA DI VICENZA AREA SERVIZI AL CITTADINO E AL TERRITORIO SETTORE AMBIENTE SERVIZIO ACQUA SUOLO RIFIUTI PROVINCIA DI VICENZA AREA SERVIZI AL CITTADINO E AL TERRITORIO SETTORE AMBIENTE SERVIZIO ACQUA SUOLO RIFIUTI Partita IVA e Codice Fiscale: 00496080243 Domicilio Fiscale: Palazzo Godi - Nievo, Contrà Gazzolle,

Dettagli

P R O V I N C I A D I V I C E N Z A

P R O V I N C I A D I V I C E N Z A P R O V I N C I A D I V I C E N Z A AREA SERVIZI AL CITTADINO E AL TERRITORIO SETTORE AMBIENTE E TERRITORIO SERVIZIO ACQUA SUOLO RIFIUTI Partita IVA e Codice Fiscale: 00496080243 Domicilio fiscale: Palazzo

Dettagli

DETERMINAZIONE PROT N. 8498 / REP. N. 509 DEL 02.10.2012

DETERMINAZIONE PROT N. 8498 / REP. N. 509 DEL 02.10.2012 AUTORITà DI BACINO DETERMINAZIONE PROT N. 8498 / REP. N. 509 DEL Oggetto: Comune di Arzana - Studio di compatibilità geologica e geotecnica ai sensi dell art. 31 comma 6 lett. a delle N.A. del PAI inerente

Dettagli

VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE : PROCEDURA DI VERIFICA DI ASSOGGETTABILITA PER REALIZZAZIONE IMPIANTO FOTOVOLTAICO

VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE : PROCEDURA DI VERIFICA DI ASSOGGETTABILITA PER REALIZZAZIONE IMPIANTO FOTOVOLTAICO Nelle tavole seguenti si esaminano rispettivamente i valori storico-culturali e il patrimonio storico architettonico con la viabilità storica; in questo caso non si rilevano situazioni di particolare interesse.

Dettagli

COMUNE DI FOSSO' Provincia di Venezia

COMUNE DI FOSSO' Provincia di Venezia COPIA COMUNE DI FOSSO' Provincia di Venezia DETERMINAZIONE N.779 data adozione 07/12/2012 Oggetto: AFFIDAMENTO INCARICO DI ASSISTENZA PER LA PREDISPOSIZIONE DEL DOCUMENTO PRELIMINARE, DEL RAPPORTO AMBIENTALE

Dettagli

Ricevuta dal SUAPE in data. Pratica n. Al Responsabile dell Area Urbanistica ed Assetto del Territorio del Comune di MAGIONE (PG)

Ricevuta dal SUAPE in data. Pratica n. Al Responsabile dell Area Urbanistica ed Assetto del Territorio del Comune di MAGIONE (PG) Protocollo Comune di MAGIONE Provincia di PERUGIA Ricevuta dal SUAPE in data (dalla quale decorrono i termini per l efficacia) Pratica n. (Spazio protocollo informatico) Al Responsabe dell Area Urbanistica

Dettagli

COMUNE DI CARMIANO PROVINCIA DI LECCE PROGRAMMA TRIENNALE DELLA TRASPARENZA E DELL INTEGRITA ALLEGATO 1. Contenuti dell obbligo

COMUNE DI CARMIANO PROVINCIA DI LECCE PROGRAMMA TRIENNALE DELLA TRASPARENZA E DELL INTEGRITA ALLEGATO 1. Contenuti dell obbligo COMUNE DI CARMIANO PROVINCIA DI LECCE PROGRAMMA TRIENNALE DELLA TRASPARENZA E DELL INTEGRITA ALLEGATO 1 Denominazione dell obbligo Atti amministrativi generali Burocrazia Zero Consulenti e collaboratori

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE. 1. adozione del P.A.T. con delibera di Consiglio Comunale n. 2 del 7/03/2012;

LA GIUNTA COMUNALE. 1. adozione del P.A.T. con delibera di Consiglio Comunale n. 2 del 7/03/2012; Adozione del piano di lottizzazione di iniziativa privata denominato "Valle Agno relativo ad un' area inviduata nel piano degli interventi come ZTO D2/35 LA GIUNTA COMUNALE PREMESSO CHE: -il Comune di

Dettagli

Spazio per l ufficio protocollo (si prega di verificare in accettazione la presenza degli allegati indicati nell allegato II pagina 4)

Spazio per l ufficio protocollo (si prega di verificare in accettazione la presenza degli allegati indicati nell allegato II pagina 4) Apporre contrassegno telematico (marca da bollo) da 14.62 Spazio per l ufficio protocollo (si prega di verificare in accettazione la presenza degli allegati indicati nell allegato II pagina 4) Avvertenze

Dettagli

Comune di San Zeno di Montagna

Comune di San Zeno di Montagna Comune di San Zeno di Montagna Provincia di Verona - Ufficio Tecnico Comunale - Sede : Contrada Ca Montagna, 11-37010 San Zeno di Montagna (VR) Partita I.V.A.- C.F. : 00414190231 - Tel. 045/728.59.55-728.50.17

Dettagli

FASE ADOZIONE. Relazione del responsabile del procedimento ai sensi art. 16 coma 3, L.R. 1/2005

FASE ADOZIONE. Relazione del responsabile del procedimento ai sensi art. 16 coma 3, L.R. 1/2005 SERVIZIO 4 - ASSETTO DEL TERRITORIO PROCEDIMENTO DI FORMAZIONE DELLA TERZA VARIANTE AL REGOLAMENTO URBANISTICO APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N. 46 DEL 25.10.2008 RELATIVA ALL ADEGUAMENTO AL P.R.A.E. DELLA

Dettagli

SCHEDA DI RILEVAZIONE DEI PROCEDIMENTI AD ISTANZA DI PARTE DESTINATI ALLA

SCHEDA DI RILEVAZIONE DEI PROCEDIMENTI AD ISTANZA DI PARTE DESTINATI ALLA SCHEDA DI RILEVAZIONE DEI PROCEDIMENTI AD ISTANZA DI PARTE DESTINATI ALLA PUBBLICAZIONE SUL SITO ISTITUZIONALE DELL AZIENDA NELLA SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE ALLA SOTTO-SEZIONE DI I LIVELLO ATTIVITÀ

Dettagli

COMUNE DI CAVAION VERONESE Provincia di Verona Piazza Fracastoro 8-37010 Cavaion Veronese C.F. 8000830232 - P.IVA 00887460236

COMUNE DI CAVAION VERONESE Provincia di Verona Piazza Fracastoro 8-37010 Cavaion Veronese C.F. 8000830232 - P.IVA 00887460236 COMUNE DI CAVAION VERONESE Provincia di Verona Piazza Fracastoro 8-37010 Cavaion Veronese C.F. 8000830232 - P.IVA 00887460236 AREA EDILIZIA PRIVATA URBANISTICA COMMERCIO - ECOLOGIA RESPONSABILE P.O: Telefono

Dettagli

OGGETTO : VARIANTE AL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO CON I CONTENUTI DI PIANO DI LOTTIZZAZIONE, DEL COMPARTO C 3.31 DEL CAPOLUOGO. ADOZIONE.

OGGETTO : VARIANTE AL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO CON I CONTENUTI DI PIANO DI LOTTIZZAZIONE, DEL COMPARTO C 3.31 DEL CAPOLUOGO. ADOZIONE. OGGETTO : VARIANTE AL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO CON I CONTENUTI DI PIANO DI LOTTIZZAZIONE, DEL COMPARTO C 3.31 DEL CAPOLUOGO. DITTA "CONSORZIO DI LOTTIZZAZIONE MARCO POLO". ADOZIONE. LA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

Allo sportello unico dell edilizia Municipalità di

Allo sportello unico dell edilizia Municipalità di Allo sportello unico dell edilizia Municipalità di MODELLO SCIA.b SCIA.b - 29/08/2011 ASSEVERAZIONE ALLEGATA ALLA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ EDILIZIA ai sensi dell articolo 19, comma 1

Dettagli

COMUNE DI FAENZA Settore Sviluppo economico

COMUNE DI FAENZA Settore Sviluppo economico COMUNE DI FAENZA Settore Sviluppo economico Analisi del procedimento di variante urbanistica accelerata di Claudio Facchini, dirigente del Settore Sviluppo economico del Comune di Faenza Edizione 1/CF/cf/11.04.2011

Dettagli

Comune di Amalfi Provincia di Salerno www.comune.amalfi.sa.it

Comune di Amalfi Provincia di Salerno www.comune.amalfi.sa.it 1/6 Provincia di Salerno www.comune.amalfi.sa.it Prot. n. 7790 del 30/07/2007 AVVISO PUBBLICO Incarico professionale per la redazione: - del Piano Urbanistico Comunale (P.U.C.); - del Regolamento Urbanistico

Dettagli

SCHEDA DEI PROCEDIMENTI. DIREZIONE VI POLIZIA MUNICIPALE, S.U.A.P. e PROTEZIONE CIVILE

SCHEDA DEI PROCEDIMENTI. DIREZIONE VI POLIZIA MUNICIPALE, S.U.A.P. e PROTEZIONE CIVILE DIREZIONE VI POLIZIA MUNICIPALE, S.U.A.P. e PROTEZIONE CIVILE Dirigente: DOTT. ANTONIO CLAUDIO OREFICE 08336/566514 0836/564767 polizia municipale@comune.galatina.le.it SERVIZIO I Comando, Traffico e Viabilità,

Dettagli

Comune di Gaeta. Criteri per il rilascio di autorizzazioni per la somministrazioni di alimenti e bevande

Comune di Gaeta. Criteri per il rilascio di autorizzazioni per la somministrazioni di alimenti e bevande Comune di Gaeta * * * * * Criteri per il rilascio di autorizzazioni per la somministrazioni di alimenti e bevande * * * * * (Approvati con deliberazione consiliare n 51 del 04/11/2011) 1 Art.1 - Oggetto

Dettagli

C O M U N E D I D E R U T A

C O M U N E D I D E R U T A C O M U N E D I D E R U T A PROVINCIA DI PERUGIA OGGETTO: Piano Attuativo di iniziativa privata in Variante al PRG Parte Operativa, sensi e per gli effetti della L.R. 11/2005, riguardante l ambito urbano

Dettagli

CITTA' di TREVISO SETTORE SPORTELLO UNICO

CITTA' di TREVISO SETTORE SPORTELLO UNICO CITTA' di TREVISO SETTORE SPORTELLO UNICO TABELLA DEI DIRITTI SUAP DOVUTI PER PRATICHE TELEMATICHE DI COMPETENZA DEL COMUNE DI TREVISO (Deliberazione di Giunta Comunale n. 322 del 11/11/215) Modalità di

Dettagli

ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA (A.C.E.) MODULISTICA AMBIENTALE

ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA (A.C.E.) MODULISTICA AMBIENTALE CODICE EDILIZIA E URBANISTICA REGIONE LAZIZO INDICE DELLA MODULISTICA ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA (A.C.E.) Istruzioni per inoltrare lʹa.c.e. o lʹautodichiarazione Autodichiarazione MODULISTICA

Dettagli

Sede Operativa : Zona Industriale Due Pini Montalto di Castro (VT) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO ECONOMICO E OCCUPAZIONALE

Sede Operativa : Zona Industriale Due Pini Montalto di Castro (VT) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO ECONOMICO E OCCUPAZIONALE Determinazione n. B6548 del 20 dicembre 2010 OGGETTO: VALLONE S.r.l. - ai sensi dell art.208, comma 20 del e s.m.i., relativamente ad un impianto di stoccaggio e trattamento per il recupero di R.A.E.E.

Dettagli

SETTORE V PIANIFICAZIONE ED ASSETTO DEL TERRITORIO ARCH. GIANNI PENTA email urbanistica@farainsabina.gov.it tel 0765.0765.2779326

SETTORE V PIANIFICAZIONE ED ASSETTO DEL TERRITORIO ARCH. GIANNI PENTA email urbanistica@farainsabina.gov.it tel 0765.0765.2779326 SETTORE V PIANIFICAZIONE ED ASSETTO DEL TERRITORIO ARCH. GIANNI PENTA email urbanistica@farainsabina.gov.it tel 0765.0765.2779326 PROCEDIMENTI COMUNI A TUTTI I SERVIZI DEL SETTORE 1 Accesso agli atti su

Dettagli

Premessa 23/05/2014 2

Premessa 23/05/2014 2 Regione Toscana NORMATIVA sulla DIFESA DEL SUOLO Legge Reg. 27 dicembre 2012 n. 79 Nuova Disciplina in materia di Consorzi di bonifica. Modifiche (Ver. alla l.r. 69/2008 e alla l.r. 91/98. 1.0) Abrogazione

Dettagli

Tabella per la pubblicazione dei dati previsti dall All. 1 della Delibera A.N.AC. 50/2013

Tabella per la pubblicazione dei dati previsti dall All. 1 della Delibera A.N.AC. 50/2013 Organizzazione - Organi di indirizzo politico-amministrativo - Organi di indirizzo politico-amministrativo Nome / Cognome Curricula (art. 14, c. 1, lett. b), D. Lgs. n. Compensi di qualsiasi natura connessi

Dettagli

COMUNE DI SAN VITO Provincia di Cagliari

COMUNE DI SAN VITO Provincia di Cagliari COMUNE DI SAN VITO Provincia di Cagliari PROPOSTA DI DELIBERAZIONE N. 218 DEL 31.07.2015 CONSIGLIO COMUNALE GIUNTA COMUNALE OGGETTO: PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL COMUNE DI SAN VITO (CA) FRAZIONE DI SAN

Dettagli

CITTA DI LISSONE Provincia di Monza e della Brianza

CITTA DI LISSONE Provincia di Monza e della Brianza CITTA DI LISSONE Provincia di Monza e della Brianza PROPOSTA DI DELIBERA CONSIGLIO COMUNALE Settore PIANIFICAZIONE DEL TERRITORIO Num. del OGGETTO: ADOZIONE DI VARIANTE AL VIGENTE PIANO DI GOVERNO DEL

Dettagli

REGOLAMENTO URBANISTICO VARIANTE AL REGOLAMENTO URBANISTICO

REGOLAMENTO URBANISTICO VARIANTE AL REGOLAMENTO URBANISTICO ALL. A COMUNE DI COREGLIA ANTELMINELLI Provincia di Lucca REGOLAMENTO URBANISTICO VARIANTE AL REGOLAMENTO URBANISTICO APPROVAZIONE Rapporto del Garante della Comunicazione (ai sensi dell art. 20 comma,

Dettagli

COMUNE DI FIESSE (PROVINCIA DI BRESCIA)

COMUNE DI FIESSE (PROVINCIA DI BRESCIA) COMUNE DI FIESSE (PROVINCIA DI BRESCIA) COPIA Codice ente Protocollo n. 10321 0 DELIBERAZIONE 49 Soggetta invio capigruppo Trasmessa al C.R.C. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO:ADOZIONE

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE. Vista la seguente proposta di deliberazione PREMESSO CHE:

LA GIUNTA COMUNALE. Vista la seguente proposta di deliberazione PREMESSO CHE: OGGETTO: ADOZIONE, AI SENSI DELL'ART. 30 DELLA L.R. 34/92 E S.M.I. DELLE MODIFICHE AL PIANO ATTUATIVO COMPARTO DI RICUCITURA URBANA IN LOC. SASSONIA V.LE D.ALIGHIERI - ST1_P11, APPROVATO CON D.G.C. N 496

Dettagli

Richiesta copia documentazione amministrativa

Richiesta copia documentazione amministrativa Richiesta copia documentazione amministrativa Descrizione sintetica del procedimento Con la presente procedura, l utente può ottenere: 1. il rilascio di una copia o la semplice visura di tutta la documentazione

Dettagli

Oggetto: ISTITUZIONE POSIZIONI ORGANIZZATIVE E ASSEGNAZIONE RELATIVI INCARICHI AREA TECNICA TERRITORIO AMBIENTE IL DIRIGENTE

Oggetto: ISTITUZIONE POSIZIONI ORGANIZZATIVE E ASSEGNAZIONE RELATIVI INCARICHI AREA TECNICA TERRITORIO AMBIENTE IL DIRIGENTE COMUNE DI SENIGALLIA AREA TECNICA, TERRITORIO, AMBIENTE U F F I C I O DIRIGENTE AREA TECNICA, TERRITORIO, AMBIENTE DETERMINAZIONE DIRIGENTE n 29 del 23/01/2014 Oggetto: ISTITUZIONE POSIZIONI ORGANIZZATIVE

Dettagli

Comune di Miasino. Provincia di Novara Via Sperati, 6-28010 Miasino VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N.23

Comune di Miasino. Provincia di Novara Via Sperati, 6-28010 Miasino VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N.23 Comune di Miasino Provincia di Novara Via Sperati, 6-28010 Miasino Copia VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N.23 OGGETTO: NUOVA ADOZIONE PIANO REGOLATORE GENERALE COMUNALE DI MIASINO (PRGC)

Dettagli

PIANO TRASPARENZA 2014-2015-2016. Responsabile. Decorrenza pubblicazione. caricamento sul sito. Responsabile CED Maritan G.

PIANO TRASPARENZA 2014-2015-2016. Responsabile. Decorrenza pubblicazione. caricamento sul sito. Responsabile CED Maritan G. DISPOSIZIONI GENERALI Programma per la trasparenza e l'integrità Atti Oneri informativi per cittadini e imprese Scadenziario obblighi amministrativi Burocrazia zero art. 10, c. 8, lett a) D.L.gs 33/13

Dettagli