Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download ""

Transcript

1 MetodologieetecnologieperlagestionedidatieprocessisuretiInterneteIntranet Programmadiricerca(conanziatodalMURST,esercizio1997) InterData Gestionediversionitemporalidirisorse nelworldwidewebsecondoiltempo FabioGrandi,FedericaMandreoli,MariaRitaScalas divalidita T6-R13 Sommario 9agosto1999 Webdeniteegestitelungoiltempodivalidita,alnediconsentirelarealizzazioneelanavigazionedidocumentiintrinsecamentetemporali(storici).Lasoluzionepropostasibasasulla temporaleeadunavisualizzazionetemporalmenteselettivadeidocumentistoricizzati.sara innedescrittoagrandilineeunprototipodisitotemporaleinfasedirealizzazionechesibasa sull'infrastrutturaproposta. Tema Codice Data Tema6:MetodologiediprogettazionedisitiWWW dellebasididatitemporali.inparticolare,consideriamoquil'introduzionediversionidirisorse cheintegri,nelprogettoenellagestionedisitiweb,concettietecnologiesviluppatenelcampo Inquestorapportosaraarontatoilproblemadiun'estensionetemporaledelWorldWideWeb denizionecompletadiunainfrastrutturaxml/xslnalizzataallagestionedell'informazione Tipodiprodotto T6-R13 Unitaresponsabile Rapportotecnico RM3 9agosto1999 Unitacoinvolte Autori AutoredacontattareFabioGrandi BO FabioGrandi,FedericaMandreoli,MariaRitaScalas VialeRisorgimento2,40136Bologna,Italia UniversitadegliStudidiBologna DipartimentodiElettronica,InformaticaeSistemistica

2

3 GestionediversionitemporalidirisorsenelWorldWideWeb FabioGrandi,FedericaMandreoli,MariaRitaScalas secondoiltempodivalidita Webcheintegri,nelprogettoenellagestionedisitiWeb,concettietecnologiesviluppate nelcampodellebasididatitemporali.inparticolare,consideriamoquil'introduzionedi Inquestorapportosaraarontatoilproblemadiun'estensionetemporaledelWorldWide Abstract versionidirisorsewebdeniteegestitelungoiltempodivalidita,alnediconsentirela realizzazioneelanavigazionedidocumentiintrinsecamentetemporali(storici).lasoluzione gestionedell'informazionetemporaleeadunavisualizzazionetemporalmenteselettivadei propostasibasasulladenizionecompletadiunainfrastrutturaxml/xslnalizzataalla 1 Introduzione documentistoricizzati.sarainnedescrittoagrandilineeunprototipodisitotemporalein fasedirealizzazionechesibasasull'infrastrutturaproposta. estatolosviluppodiunavastainfrastrutturaperlagestionedidativariabilineltempoedi ultimianniallostudiodellebasididatitemporali[9,6,24,4,10].fruttodiquestolavoro Comegiaricordatoanchein[2],unagrandequantitadilavorodiricercaestatadedicatanegli cizzazione,ecc.nellaletteraturaspecicasonostateconsiderateprincipalmenteduedimensioni temporali[4]:iltempoditransazioneediltempodivalidita.ilprimoriguardal'evoluzionedei Questainfrastrutturacomprendemodellideidati,linguaggidiinterrogazione,strutturediindi- cuienecessariomanteneretutteleversionisuccessive,coscomesonoprodottedallemodiche. datirispettoalsistemaincuisonomemorizzatimentreilsecondoriguardal'evoluzionedeidati rispettoallarealtaapplicativacheessidescrivono.d'altraparte,gliinteressiscienticisull'informazionetemporalesisonoperilmomentoconcentratisutipididatibenstrutturati(relazionali odorientatiaglioggetti),mentredatitestualiodocumentimultimedialimenostrutturatinon sonostatisinoraadeguatamentestudiati. ilinkipertestuali(uniformresourcelocators[18])all'internodiundocumentosirendepossibile,inmanieradeltuttotrasparente,lacosiddetta\navigazione"virtualedisitoinsito.mentiipertestualiemultimedialisemi-strutturati,disponibilion-linetramiteinternet.seguendo IlWorldWideWeb(WWWorWeb[1])einveceunaenormecollezionedistribuitadidocu- documentiwebsonoipertestiredattiallostatoattualeprincipalmenteinconformitaallostandardhtml[14],cheeunlinguaggiodimarkupbasatosulformalismosgml[20].tuttavia estatorecentementeraccomandatodalconsorziow3c[23],essendotaleraccomandazioneil l'htmleprobabilmentedestinatoadessereprestosoppiantatodall'extensiblemarkuplanguage(xml[12])chestadiventandoilnuovostandardperlapubblicazionedidocumentisul Web.XMLestatoprogettatopersuperareleprincipalilimitazioniintrinsecheall'HTMLed passopiuimportanteperlastandardizzazione.lanavigazionedipaginexmlpuoessereal tensiblestylesheetlanguage(xsl[13])consenteladenizionediregoleditrasformazioneper documenti. megliofruitatramitel'impiegodiunappositofogliodistile(stylesheet).inparticolare,l'ex- documentixmlelaspecicadiunasemanticadiformattazioneperlavisualizzazionenaledei 1

4 gruppodiricercanell'ambitodelpresenteprogetto,apartiredall'integrazionedeltempodi tecnologiasottostantealweb,nonestatanoraprestataladovutaattenzioneaipossibili aspettitemporalidell'informazionedisponibile,edequestochecisieripromessidifarecome Nonstantel'enormeecontinuosviluppo(sull'ondaanchedellacrescentepopolarita)della presenterapporto.l'usoditaledimensionetemporalepermetteladenizionedidocumenti transazionetrattatain[2]epernireconl'integrazionedeltempodivaliditacheeoggettodel intrinsecamentetemporali,ovverochecontengonoallorointernoinformazionestorica,incuila validitaepartecostituentedell'informazionestessa. grazionediconcettitemporalinellefunzionalitawww,conunarassegnapiuestesadeisettori applicatividiinteresseedeilavoricorrelati,sivedacomunqueanche[3]. Peruninquadramentopiucompletodelpresentelavoroedelleproblematichedell'inteporazionediinformazionetemporaleall'internodeidocumentiWebediporredegliausiliper delweb.presenteremoatalneun'infrastrutturacompletaingradodipermetterel'incor- lanavigazionetemporaleadisposizionedell'utentenale.lasoluzionecheproporremonon Ilcontributodelpresentelavoroconsistenell'introduzionedeltempodivaliditaall'interno metterannounqualsiasibrowserxml-compatibile(comemicrosoftinternetexplorer5[17]) richiedecambiamentinellatecnologiawebcorrenteesibasainvecesuxml.l'adozionediun nellecondizionidisupportaredocumentitemporali. unfogliodistilexslperconsentireuntrattamentodeidocumentitemporalmenteselettivo opportunoschemaxmlperintrodurremarchetemporaliall'internodeidocumentiel'usodi 2L'integrazionedelTempodiValiditanelWorldWideWebemirataaconsentiredicrearee navigareinmanieratemporalmenteselettivadeiveriepropridocumentitemporali,contenenti L'integrazionedelTempodiValiditanelWWW:Perche strutturatinellebasididatitemporali,partidistintedeldocumentowebvannodotateindividualmentediuntimestamp(marcatemporale)durantelafasediprogettazioneedirealizzazione varieporzionideldocumentoconsentirainfased'usounaccessoevisualizzazioneselettiviin deldocumentostesso.lapresenzadiuntimestamppercodicarelapertinenzatemporaledelle riferimentoallavaliditadell'informazioneinessecontenuta. WebrappresentapertantolabasetecnologicaperlanavigazionetemporalediunsitoWeb, navigazioneattraversolastoriadiun\mondovirtuale"chepuoriguardaretantoun'entitapuramentevirtualequantocostituireunarappresentazioneinformatizzatadiunaqualcheentitadel Ilbrowsingselettivodiinformazionedotataditimestamprecuperatatramiteunaccesso cioeinformazionestoricizzata.atalescopo,analogamenteaquantoestatofattocondati mondoreale.adesempio,considerandounmuseod'arteweb[7]ounabibliotecastoricadigitale, lapossibilitadieseguireunanavigazionetemporalmenteselettivaequivarrebbealladenizione dipercorsidivisitapersonalizzatiattraversoisecolioiperiodistorici(anchecorrispondenti avariecorrentiartisticheoletterarie)all'internodellecollezionidiopereivipresenti.prendendocomeriferimentoilbrowsingdiunsitomuseale,consideriamoilproblemadipianicare modopotremmoiniziarelanostravisitavirtualeentrandoinunaqualsiasisalaogalleria:solamenteleoperetemporalmentepertinentialperiodoselezionatorisulterebberoanoivisibili, tempodivaliditapervariareapiacimentoilperiodostoricodiinteresse.adesempioscegliendo l'intervallodivalidita1495{1520percheinteressatialperiododell'altorinascimento.intal unavisita(virtualeoppurereale);atalenepossiamocomodamenteagiresullaselezionedel visualizzatenellapaginawebinesame.cambiandoinoltreintemporealeilcontestodivalidita RinascimentoItalianopotremmopertantovisualizzarepassopassol'evoluzionedeglistilipit- mentrequadriesculturenonrilevantinondistrarrebberolanostraattenzionenonrisulando potremmocosvederealcuneopereapparireedaltreoperesvanire.inunasaladedicataall'alto 2

5 toricidileonardodavinci,raaello,michelangeloetizianoe,peresempio,dareun'occhiata virtuale,basatoadesmepiosuritrovamenti,rovineericostruzioniipotetichediunsitoreale alleoperecontemporaneeallagioconda. piantedelsitoipermediali(es.topograche,tematiche,storiche)oancheattraversoambientidi sottostante.inquestomodopotrebberoessereresedisponibilivisiteguidatevirtualipermezzodi Unaltrotipocorrelatodiapplicazioneconsistenellarealizzazionediunsitoarcheologico realtavirtuale,basatiadesempiosucodicevrml[22].comeunaapplicazionedirealtavirtuale deltempodivaliditanelwebaggiungerebbeancheladimensionetemporaleallanavigazione, rendepossibileunviaggiospazialeinterattivonell'ambientemodellatoosimulato,l'integrazione conilsitoarcheologicochecambiaattraversogliannielediverseerequandol'utentesimuove lungol'assedeltempo.questoel'approccioseguito,peresempio,nelprogettonu.m.e.[19] VRML. (NUovoMuseoElettronico),doveladimensionetemporaleestataintegratainunambiente controllata,dellaquantitadiinformazionedisponibileinreteelapossibilitadifornireall'utente disentirisidisorientato,diperderetempooaddiritturadi\perdersi"nelmareinformativoa deglistrumentidiausilioallaricercadell'informazionediinteresseperevitargliilpiupossibile Sinotidaultimocomeunodeiproblemipiuimportanticonnessiallacrescitaenorme,in- suadisposizione.pertantol'adozionedeltempodivaliditapotrebbeancherivelarsiunottimo potrebbeanchemigliorarel'utilitaelefunzionalitadegli\aiutiainaviganti"giadisponibili(es. undocumentocontenenteinformazionestorica(qualeunabibliotecadigitale,unmuseovirtuale strumentoasuadisposizioneperaumentarelaselettivitadiunaricercacondottasullarete,che motoridiricerca).lassazionediunaopportunacoordinatatemporaleduranteilbrowsingdi maancheunarchiviodiquotidianiodiquotazionidiborsa)contribuirebbesenz'altroamigliorarelaqualitadellaricerca:sarebbevisualizzatasolamentel'informazionepertinentealperiodo eterogeneaecontestualmentedinessuninteresse. diinteresse,invecedirisultareimmersainunamassainformediinformazionetemporalmente Lagestionediversionididatisecondoiltempodivaliditaenalizzataallaproduzioneefruizione 3dapartedegliutentididocumentiWebintrinsecamentetemporali,ovverocontenentiinfor- L'integrazionedelTempodiValiditanelWWW:Come mazione(storica)dotatadidierentivalidita.atalenelerisorsewebdebbonoesserespeci- camenteprogettatecometemporalieitimestampdellevariecomponentiinformativedebbono venireesplicitamentecodicatedagliautorinellafasedicreazionedeidocumenti.lagranularita daunurl/uri[18],cherappresentavainvecel'unitadidenizionedelleversioninelcaso delleversionicheconsideriamoquiepertantopiunedell'interarisorsainternet(identicata deltempoditransazione[2]),dovendorappresentareunaporzioneindividualeall'internodiun timestamp.atalepropositoabbiamoadottatocomelinguaggiodimarkupdiriferimentoxml sull'estensionedellinguaggiodimarkuputilizzatoconl'introduzionedinuovitagperdenirei documentocuiassegnareseparatamenteunapropriavalidita. [12],essendoquestolostandardemergenteperlapubblicazionedicontenutisulWeb.Una Lanostrapropostaconsisteinun'aggiuntadeltempodivaliditaadundocumentoWebbasata dellecaratteristichedistintivedixmlrispettoalpredecessorehtmlepropriolapossibiltadi ulteriorimodicheperestenderel'insiemeditagriconosciutiedaccettati,datochelefunzinalita gliinternetbrowserchesupportanol'usodixml(comeinternetexplorer5)nonnecessitanodi perl'introduzionediambientitemporaliedeicorrispondentitimestamp.inaggiuntaaquesto, denireinessouninsiemeestendibileditagdimarkup,proprietachenoisfrutteremoproprio deinuovitagpossonoesserecompletamentespecicatetramiteladenizionediopportunischemi efoglidistilexml. 3

6 3.1Denizionedidocumentitemporali Concretamente,lasoluzionechenoiprospettiamoconsistenell'introduzionediunnuovotag XML,denominatovalid,perdenireuncontestodivalidita.Ilcontestodivaliditavieneusato perattribuireallaporzionedidocumentocheracchiudeuntimestampassegnandocosiunivocamentealcontenutounavaliditachepuopoiessereusataperunavisualizzazionetemporalmetchiusoinuncontestotemporalepuoesserediunqualunquetipoconsentito(es.testo,graca,o unqualunquealtroelementoxmlcompresialtrielementivalidannidati).itimestamppossono esserespecicatiall'internodiuncontestodivaliditapermezzoditagdenominativalidity, checonsentonodididenireciascunounintervallotemporaleattraversoladichiarazionedeisuoi possibilespecicareintervallimultipliaggiungendoaltrielementiditipovalidity:intalcaso, estremi(ovveroivaloridegliattributifrometodell'elementoxmlvalidity).ingeneralee iltimestamprimanedenitocomel'unionedituttigliintervallicosspecicatiall'internodel selettivadell'interodocumentoe,ingenerale,perunanavigazionedelweb.ilcontenutorac- <valid> <!--definizionediuncontestodivalidita`--> contestodivalidita,ovveroiltimestamprisultaessereuntemporalelementcomedenitonel modellodeidatibcdm[5].adesempio,ilcodicexmlseguente: <!--valid-timetimestamping--> Questotestoe`<b>validodal1980al1985</b> <validityfrom=" "to=" "/> <validityfrom=" "to=" "/> </valid> denisceuncontestodivaliditalacuipertinenzatemporalerisultaessere[1980{1985][[1995{ maanche<b>validodal1995al2000</b>... altipodidatidatedixml.l'introduzionedelcontestodivalidita,inclusaladenizionedei 2000].LecostantiditemposonoespresseinconformitaalformatoISO8601,corrispondente visualizzatoinfig.1. l'usodeicontestitemporali,nellamanierausualeperglischemiditipoxml-data[25]: nuovitagrichiesti,eeettuatapermezzodelloschemaxmldenominatovalidschema.xml <T-Docxmlns:dt="x-schema:ValidSchema.xml"> TaleschemadeveesserereferenziatoinognidocumentotemporaleXMLperpoterabilitare </T-Doc> Sinotichel'adozionediunoschemaXMLassicural'esecuzioneautomatica,dapartediun tuttoilrestodeldocumento(concontestidivalidita`)... temporali1. 3.2Navigazioneebrowsingtemporale browserabilitatoxml,dicontrollisintatticisullacorrettezza(well-formedness)deidocumenti L'usodeidocumentitemporalimiraaconsentirelanavigazionetemporaledelWebedilbrowsing noneettuatalicontrolli. valoridegliattributifrometo.adognimodointernetexplorernonsupportaattualmenteiltipodateepertanto selettivodeidocumenti.iltempodivaliditausatoperdefaultnellanavigazionetemporaleesoli- 1Icontrolisintatticivengonoautomaticamenteeettuatianchesullecostantiditipodataspecicatecome 4

7 <Schemaxmlns="urn:schemas-microsoft-com:xml-data" <?xmlversion="1.0"?> <AttributeTypename="to"required="yes"dt:type="date"/> <AttributeTypename="from"required="yes"dt:type="date"/> xmlns:dt="urn:schemas-microsoft-com:datatypes"> <ElementTypename="validity"> </ElementType> <attributetype='from'/> <ElementTypename="valid"content="mixed"> <attributetype='to'/> </Schema> </ElementType> <elementtype="validity"/> tamentel'interoassedeitempi,cheabilitainognicasolavisualizzazionedegliinteridocumenti, Figure1:LoschemaXMLValidSchema.xml. unanavigazionetemporalmenteselettiva,l'intervalloditempousatoperlanavigazionedeve essereristrettodall'utente(es.tramitequalchestrumentomessoadisposizionedalbrowser). corrispondendocosall'usodibasedeidocumentinontemporali(standard).peravereinvece Nonapparetropporestrittivosupporrecheilcontestodivaliditaadottatoperlavisualizzazione selettivadiundocumentotemporalesiaunintervallotemporale,datocheanchelamaggior partedellequeryeseguiteinunabasedidatiditipovalid-timesibasanopropriosullasovrapposizioneconunintervallo.unavoltassatodall'utente,taleintervallodivaliditaeconosciutorati,solamentequellepartiicuitimestampsisovrappongono(conintersezionenonnulla)al dalbrowsercomecontestodivaliditadinavigazione.quandoidocumentitemporalisonoelabmaticamentefattoquandonuovidocumentisonoreperitiseguendouncollegamentoipertestuale, risultaredavisualizzareinquantopertinentealcontestodinavigazione2.lostessovieneauto- contestodinavigazionesonoeettivamentepresiinconsiderazioneevisualizzati.perglialtri, rendendocospossibileunanavigazionetemporaleveraepropria. sivasoltantoallaricercadiuneventualeulteriorecontestotemporaleannidato,chepotrebbe puoesserevedutainfig.2:laprimapartedelfogliodistileecostituitadaunsemplicetemplatecherealizzaunatrasformazioneditipoidentita,mentrelasecondaparteededicataalla nuovielementixmlvalidcausalacopianelrisultatodelcontenutodelcontestodivalidita selezionetemporaleveraepropriadelcontenutodeicontestidivalidita.l'elaborazionedei (stylesheet)xsl[13],denominatovalid.xsl,pereseguireilltraggiodinamicodeicontenuti diundocumentosullabsaedelcontestodinavigazione.ladenizioneditalefogliodistile Laselezionetemporalenellanostrapropostasibasasull'adozionediunfogliodistile timestampdicontestitemporaliannidati. qualoraunacondizionediselezionedivalidita(checoinvolgeivaloridegliattributifrome 2Sinotichepernonlederelageneralitanonsiimponeapriorinessunarelazione(es.dicontenimento)frai 5

8 <!--identitytransformationtemplate--> <xsl:stylesheetxmlns:xsl="http://www.w3.org/tr/wd-xsl"> <?xmlversion="1.0"?> <xsl:template> </xsl:template> <xsl:copy> </xsl:copy> * comment() pi() text()"/> <!--recursivevalid-timeselectiontemplate--> <xsl:templatematch="valid"> <xsl:choose> <xsl:whentest="validity[condizionesuivaloridegliattributifrometo]"> </xsl:when> </xsl:copy> <xsl:copy> <xsl:otherwise> * comment() pi() text()"/> </xsl:template> </xsl:choose> </xsl:otherwise> <xsl:apply-templatesselect="valid"/> </xsl:stylesheet> to)siavericata.adesempio,setalecondizionehalaforma\from[.<=' ']and Figure2:IlfogliodistileXSLValid.xsl. to[.>=' ']",ognielementovalidicuitimestampdivaliditysisovrappongano almenoinparteall'anno1999vengonoinlcusinell'outputgeneratodalfogliodistile. cambierainaccordoallanuovacondizionediselezione,riettendocoslamodicadelcontesto distile.seilfogliodistilevienequindiriapplicato,anchelavisualizzazionedeldocumento navigazionestessa,talecondizionedeveveniremodicatadinamicamenteall'internodelfoglio Sinoticheseilcontestodivaliditadinavigazionevienecambiatodall'utentenelcorsodella aldocumentopermezzodellefunzionalitaresedisponibilidaldynamichtmlobjectmodel (DOM[11]).Adesempio,lacondizionedisovrapposizioneconl'anno1999descrittasoprapuo dinavigazione.adesempio,nellanostraimplementazioneprototipale,chesibasasuinternet Explorer5,ilfogliodistilepuoeettivamneteesseremodicatoinmanieradinamicaeriapplicato essereapplicatadinamicamentealdocumentoincorsodivisualizzazioneattraversoloscript temporale)conunacondizionediselezionetemporalessa.quandolostessodevevenireusato mostratoinfig.3.sinotiinfatticheilfogliodistilevalid.xslinfig.2ememorizzato all'internodiunsitowebtemporale(ecaricatodalbrowsernell'elaborareundocumentoxml perunanavigazionetemporaleutile,lacondizionediselezionetemporaledevesempreessere convertitadinamicamentedalbrowserutentenellasovrapposizionecolcontestodinavigazione 6

9 //Trovalacondizionedeltestdivalidita`all'internodelfogliodistile. //Applicalostilemodificatoaldocumentoeaggiornalavisualizzazione. //Sostituiscineilvaloreconlacondizionedisovrapposizioneal1999. document.body.innerhtml=document.xmldocument.transformnode(document.xsldocument) corrente.attraversoilmeccanismodeldom,talecambiamentoerealmenteeettuatosulla Figure3:UnoscriptDOMpercambiaredinamicamenteilcontestodivaliditadinavigazione. unasuacopiamantenutanellacachedelbrowsersuundiscolocaleallamacchinasullaqualeil browsereinesecuzione). copiadelfogliodistilecaricatanellospaziodimemoriaprincipalegestitodalbrowser(osu conunintervallopossanoesserefacilmenterealizzateapplicandounaopportunacondizionedi selezioneall'internodelfogliodistile.pertanto,adunsitotemporalepossonoancheessere aggiuntesosticatefunzionalitadiinterrogazionetemporale,grazieadunagestionedirettadella Sinotiancoracomecondizionitemporalibenpiucomplessedellasemplicesovrapposizione 3.3VersounprototipodisitoWebtemporale condizionediselezionetemporaleall'internodivalid.xsl. Webtemporalechestiamorealizzandoperprovareevalidarelenostreestensionitemporalidi XML/XSL.TaleprototipoconsisteinunapaginaWebinizialecompostadidueframechepuo esserecorrettamentevisualizzataconinternetexplorer5.ilprimoframe,unpiccoloframedi Inquestocapitolodescriviamobrevementelecaratteristicheprincipalidelprototipodisito serviziosullasinistradellanestradelbrowser,denominatovalidcontrols,contienetuttii principalicomandiperlaspecicainterattivadelcontestodivaliditausatoperlanavigazione temporale.tuttiicontrollisonoimplementaticomefunzioniscritteinjavascript[16].il contenentiitimestamp.ilrisultatoditaleltraggioe,neinostriesempi,unpurodocumento fogliodistilevalid.xslsuidocumentixmltemporali,organizzaticioeincontestitemporali utilizzatoperlavisualizzazionedeirisultatidelltraggiotemporalmenteselettivoeettuatodal secondo,unframemoltopiugrandecheoccupaquasil'interanestradelbrowser,einvece HTMLchepuoquindiesserevisualizzatodalbrowsernelmodopiu\solito".Ulterioriestensioni XMLpossonoesserecomunquespecicateeprocessate,adesempio,dafoglidistileaggiuntivi. rale,chepuoesseresvoltatramiteunasceltaindipendentedeiduepuntitemporalirappresentanti gliestremidell'intervallostesso.laselezionediciascunodeidueestremisipuoquindibasare sull'usodiunostrumentogracoqualeunabarraascorrimento(scrollbar)ouncursore(slider) Laselezionesecondoiltempodivaliditaimplica,ingenerale,lasceltadiunintervallotempo- perlaselezioneneanalogicadiunpuntosull'assedeitempi(adunpressatolivellodigranularita).nelnostroprototipoadesempio,laselezionediuntime-point(cherappresentauna dell'utente,un'ampiezzacomplessivadi500anni,chepuoesserespostata(dall'intervallo0{500a selezionarel'annoel'altroperscegliereilgiornodell'anno.ilprimosliderha,perconvenienza data)puovenireeettuatatramiteunaappletjava[15],checontienedueslidergraci:l'unoper quello1500{2000)permezzodiunpop-upmenuasceltamultiplaattivabileagendosulbottone 7

10 destrodelmousesopral'areadelloslider.supponiamodidoverscegliereladatadel7/3/1996. Atalnepossiamoiniziarescegliendol'anno1996colprimoslider(conattivatol'intervallodi 500annididefault:1500{2000)eproseguirescegliendoladatadel7marzoconl'altroslider.In anglosassoneestandardiso'yyyy-mm-dd')inunaappositanestradidialogo. ognicasoesemprepossibiledigitaredirettamenteladatadesiderata(comestringanelformato attraversoilmeccanismodellechiamateaimetodidomdescrittoalcapitoloprecedente. selezionetemporalevieneautomaticamenteriapplicataaldocumentocorrentementevisualizzato Unavoltacheilcontestodivaliditadinavigazioneestatossatoeconfermatodall'utente,la l'utentecambiaildocumentoincorsodivisualizzazione(es.seguendounlink),ilcontestodi navigazionecorrentedovrebbeessereautomaticamenteriapplicatoancheallanuovapaginada caricare,inmododaselezionaretemporalmentelasolainformazionediinteresse,ovviamente Alnedirenderedisponibileunanavigazionetemporaleveraepropria,ognivoltache questonelcasocheancheilnuovodocumentosiaundocumentoxmltemporale.untale dinamico.infattinoiusiamounaversionelievementemodicatarispettoallafig.2delfoglio comportamnetovieneforzatonelnostroprototipograzieallepossibilitad'usodicodicehtml distilevalid.xsl.ilnostroverofogliodistilerealizzainrealtaunmeccanismodicallback dinamicoinserendoalcunerighedicodicejavascriptnelpreambolodeldocumentodacaricare. Talecodice,all'attodelcaricamentodapartedelbrowser,provocaun'attivazioneimmediata (perincluderelacondizionedisovrapposizionecolcontestodinavigazionecorrente)epoilo navigazione,lafunzionediselezionesultempodivaliditamodicaalvoloilltrodivalid.xsl dellafunzionediselezionetemporale,comequandovienevariatodall'utenteilcontestodi riapplicaaldocumentodavisualizzareconchiamatedomdeltuttosimiliaquelleesemplicate infig.3.inquestomodolaselezionesultempodivaliditasipropagaautomaticamenteall'atto delcaricamentodinuovepaginexmltemporali. 4Illavoropionieristiconelcampodellebasididatitemporalihaasuotempoevidenziatola pervasivitadelladimensionetemporalenelmondodell'informazione(comeriessionedelsuo ConclusionieLavoroFuturo all'internodiunsistemainformativoautomatizzato.leprimeimpressionicheanchenoiabbiamo ricavatodaltentativodiintrodurreladimensionetemporalenelworldwideweb,cheestato ruolopervasivonellarealta)ehacompresolacomplessitadiunsuotrattamentouniforme denito\l'universodell'informazioneaccessibileviarete,l'incarnazionedell'umanaconoscenza", nonemoltodissimile.lasituazioneequiancorapiucomplicatadalfattochedovrebbero puoancheriguardareentitapuramentevirtuali(ovverol'informazionememorizzatapotrebbe essereconsideratianchenuoviaspettisemantici.mentrel'evoluzionetemporaleinunabase avereun'esistenzapropriatotalmentesvincolatadaqualsiasioggettodelmondoreale).perdi didatiriguardal'informazionememorizzataelarealtaapplicativamodellata,nelwebessa piuall'internodeidocumentiwebsonodiusamenteimpiegatidatimultimedialidotatidiuna dimensionetemporaleintrinseca.percioleimplicazionipraticheeconcettualichescaturiscono dallacoesistenzaedinterazioneditalietantiaspettitemporalieterogeneiimeriterebberouno studiopiuestesoedapprofondito. validitaall'internodidocumentiweb.abbiamovolutodareunarispostaamoltideiproblemi documenti,allemodalitadielaborazionerichiestedatalidocumentiealprocessodiinterazione chesorgonoariguardoechecoinvolgonoleestensionirichiesteallastrutturaealformatodei Inquestolavoroabbiamotentatodidelineareunapproccioperl'incorporazionedeltempodi conl'utentenell'usodiunbrowserconinterfacciatemporale.abbiamopraticamentedelineato alcunepossibilisoluzioniecercatodidareun'ideadelleloropotenzialitapermezzodiunapossibileapplicazioneallavisitavirtualediunmuseoodiunabibliotecaweb.lasoluzionedanoi 8

11 prospettatasifondasusempliciestensionibasatesuxml,ovverosulladenizionedelnuovo tagdimarkupvalidconl'introduzionediunoschemaxmlperladenizionedidocumenti temporaliesull'usodiunfogliodistilexslperilltraggioselettivodeidocumentitemporali inaccordoaduncontestodinavigazionedenitodall'utente.abbiamoinoltresperimentatoin fasediavanzatosviluppounprototipodisitowebtemporale,accessibileconmicrosoftinternet Explorer5,cherealizzalesoluzioniproposteeforniscestrumentiperlagestionedelcontestodi validitadinavigazioneinunframededicato.tuttavialefunzionalitadigestionedelcontesto dinavigazionepotrebberoesseremegliointegratedirettamenteneifuturibrowserxml,senza piubisognodigestirenelsitounframefornitoalloscopo.ciononostantel'usodidocumenti inundocumentotemporaledovrebbeesserecomunqueaccessibile(essendoinuovitagsemplicementeignorati),purnonessendoovviamentedisponibililenuovefunzionalitadinavigazione compatibiliancheconclientwebnontemporali,nelsensochetuttal'informazionecontenuta comedimostrailnostroprototipodisitoweb.lesoluzionipropostesonoinoltrecompletamente temporaliditipovalidtimeepureperfettamentecompatibileconl'odiernatecnologiaxml, temporaleevisualizzazioneselettiva. larevorremmoconsentirelaselezionepermezzodiunqualunquetipodicontestotemporale, rilasciandoilvincoloattualedell'usodiunintervallo.adesempio,ilcontestodinavigazione potrebbeancheessere\catturato"daltempodivaliditaconnessoadunoggettoselezionato Ilnostrolavorofuturosaradedicatoall'estensionedell'infrastrutturaproposta.Inpartico- all'internodeldocumentoincorsodivisualizzazione.sinotiche,ingenerale,ilcontestodivaliditacoscatturatosarebbeuntemporalelementpiuttostocheunintervallo.ovviamentetale processodicatturanonconsentirebbeinognicaso\salti"temporali,poichedovrebbesempreesisteresovrapposizionefrailvecchiocontestodinavigazioneelavaliditadell'oggettoselezionato (altrimentiquestononsarebbefraquelliattualmentevisualizzati).tuttaviatalemeccanismodi peradattarsialmeglioaidesidericonnessialviaggiotemporalepermezzodiunprocessodi autoaggiustamento. catturapermetterebbediestendere,contrarree/ofarslittareilcontestodinavigazionecorrente XML-QL[26]persupportaregenerichecondizionidiselezionetemporalesuidocumentiXML intendiamoconsiderarenell'attivitafutural'estensionediunlinguaggiodiinterrogazionequale diinterrogazionetemporaleperconsentirequerytemporalicomplessesulweb.ataleproposito Inaggiuntaall'auttualeproposta,sipotrebbeintrodurreancheunveroepropriolinguaggio inquantoaselezioneeproiezionetemporale. dotatiditimestamp.leestensionitemporalirichiesteverrannobasatesullestessefunzionalita dellinguaggiotemporaletsql2[8]inmododaeguagliarneancheilmedesimopotereespressivo References prestosperimentarel'eccitazione(ebeneciaredellepotenzialita)diunviaggioneltempo. Inconclusione,lanostraaspettativaultimaechenuovimodidifare\netsurng"possano [1]T.Berners-Lee,R.Cailliau,A.Lautonen,H.F.Nielsen,A.Secret,\TheWorldWideWeb," [2]C.Cristofori,F.Grandi,F.Mandreoli,M.R.Scalas,\Gestionediversionitemporalidi CommunicationsoftheACM,Vol.37,No.8,August1994. [3]F.Grandi,M.R.Scalas,\ExtendingTemporalDatabaseConceptstotheWorldWideWeb", risorsenelworldwidewebsecondoiltempoditransazione",rapportotecnicot6-r03, InterData,Roma,Italy, Proc.SixthNat.ConferenceonAdvancedDatabaseSystems(SEBD'98),Ancona,Italy, 9

12 [4]C.S.Jensen,J.Cliord,R.Elmasri,S.K.Gadia,P.Hayes,S.Jajodia(eds.),C.Dyreson, F.Grandi,W.Kafer,N.Kline,N.Lorentzos,Y.Mitsopoulos,A.Montanari,D.Nonen,E. Peressi,B.Pernici,J.F.Roddick,N.L.Sarda,M.R.Scalas,A.Segev,R.T.Snodgrass,M.D. Soo,A.Tansel,P.Tiberio,G.Wiederhold,\AConsensusGlossaryofTemporalDatabase [5]C.S.Jensen,M.D.SooandR.T.Snodgrass.UnifyingTemporalDataModelsviaaConceptualModel.InformationSystems,Vol.19,N.7,1994. Concepts-February1998Version,"inO.Etzion,S.JajodiaandS.Sripada(eds.),Temporal Databases-Researchandpractice,LNCSN.1399,Springer-Verlag,1998. [6]N.Kline,\AnUpdateoftheTemporalDatabaseBibliography,"ACMSIGMODRecord, [7]N.Pioch,\TheWebMuseum," Vol.22,N.4,1993. [8]R.T.Snodgrass(ed.),I.Ahn,G.Ariav,D.Batory,J.Cliord,C.E.Dyreson,R.Elmasri, F.Grandi,C.S.Jensen,W.Kafer,N.Kline,K.Kulkarni,T.Y.CliLeung,N.Lorentzos, URL:http://www.cineca.it/wm/. [9]M.D.Soo,\BibliographyonTemporalDatabases,"ACMSIGMODRecord,Vol.20,N.1, QueryLanguage,KluwerAcademicPublishers,Boston,Massachussets,1995. R.Ramakrishnan,J.F.Roddick,A.Segev,M.D.Soo,S.M.Sripada,TheTSQL2Temporal [10]A.Tansel,J.Cliord,V.Gadia,S.Jajodia,A.Segev,R.T.Snodgrass(eds.),Temporal [11]TheDocumentObjectModel(DOM)HomePage,W3CConsortium, pany,redwoodcity,california,1993. Databases:Theory,DesignandImplementation,Benjamin/CummingsPublishingCom- [12]TheExtensibleMarkupLanguage(XML)ResourcePage,W3CConsortium, URL:http://www.w3.org/DOM/. [13]TheExtensibleStylesheetLanguage(XSL)ResourcePage,W3CConsortium, URL:http://www.w3.org/XML/. [14]TheHyperTextMarkupLanguage(HTML)HomePage,W3CConsortium, URL:http://www.w3.org/Style/XSL/. [15]TheJavaTechnologyResourcePage,SunMicrosystems, URL:http://java.sun.com/. URL:http://www.w3.org/MarkUp/. [16]TheJavaScriptResourcePage,NetscapeCommunications, [17]TheMicrosoftInternetExplorerHomePage,Microsoft, URL:http://developer.netscape.com/tech/javascript/. [18]TheNamingandAddressing(URIs,URLs,...)ResourcePage,W3CConsortium, URL:http://microsoft.com/windows/Ie/. URL:http://www.w3.org/Addressing/. 10

13 [20]TheStandardGeneralizedMarkupLanguage(SGML)ResourcePage,W3CConsortium, [19]TheNU.M.E.ProjectHomePage,CINECA, URL:http://www.cineca.it/visit/NUME/. [21]TheSynchronizedMultimediaIntegrationLanguage(SMIL)1.0Specication, URL:http://www.w3.org/MarkUp/SGML/. [22]TheVirtualRealityMarkupLanguage(VRML)ResourcePage,Web3DConsortium, URL:http://www.vrml.org/. URL:http://www.w3.org/TR/REC-smil/. [23]TheWorldWideWebConsortium(W3C)HomePage, [24]V.J.Tsostras,A.Kumar,\TemporalDatabaseBibliographyUpdate,"ACMSIGMOD URL:http://www.w3.org/. [25]XML-Data,W3CConsortiumNote, URL:http://www.w3.org/TR/1998/NOTE-XML-data/. Record,Vol.25,N.1,1996. [26]XML-QL:AqueryLanguageforXML,W3CConsortiumNote, URL:http://www.w3.org/TR/NOTE-xml-ql/. 11

XSLT EXTENSIBLE STYLESHEET LANGUAGE TRANSFORMATION. Dott.sa Vincenza Anna Leano email: vincenzaanna.leano@unina.it site: www.leano.

XSLT EXTENSIBLE STYLESHEET LANGUAGE TRANSFORMATION. Dott.sa Vincenza Anna Leano email: vincenzaanna.leano@unina.it site: www.leano. XSLT EXTENSIBLE STYLESHEET LANGUAGE TRANSFORMATION Dott.sa Vincenza Anna Leano email: vincenzaanna.leano@unina.it site: www.leano.it Basi di Dati II mod. B Prof. F. Cutugno A.A. 2011/2012 INTRODUZIONE

Dettagli

Programmazione in Ambienti Distribuiti A.A. 2004-05. Il web è costituito da:

Programmazione in Ambienti Distribuiti A.A. 2004-05. Il web è costituito da: XML Programmazione in Ambienti Distribuiti A.A. 2004-05 Motivazioni Il web è costituito da: Un insieme di protocolli per lo scambio di informazioni e documenti (HTTP/TCP/IP ) Un insieme enorme di calcolatori

Dettagli

STheory. address TA_Address

STheory. address TA_Address ottimizzazionesemanticaon-lineperbasididati DomenicoBeneventano,1AlbertoCorni,1StefanoLodi,2MaurizioVincini1 ODB-Tool:validazionedischemie E-mail:fbenevent,corni,vincinig@dsi.unimo.it objectoriented? CentrodiStudiperl'InformaticaediSistemidiTelecomunicazione

Dettagli

Sommario. Settimana - Gli elementi fondamentali... 1. Introduzione...xv. Giorno 1 - I linguaggi di markup...3

Sommario. Settimana - Gli elementi fondamentali... 1. Introduzione...xv. Giorno 1 - I linguaggi di markup...3 000B-XML-Somm.fm Page iii Wednesday, June 12, 2002 9:25 AM Sommario Introduzione...xv A chi si rivolge questo libro...xvi Convenzioni usate in questo libro...xvi Settimana - Gli elementi fondamentali...

Dettagli

Utilizzo di XML con Javascript

Utilizzo di XML con Javascript Utilizzo di XML con Javascript Moltissime applicazioni Web si scambiano i dati con l'utilizzo di un formato intelligibile e fruibile che non necessita di particolari autorizzazioni come ne necessitano

Dettagli

Struttura. Contenuto. Rappresentazione

Struttura. Contenuto. Rappresentazione XML: componenti di un documento Struttura Contenuto Rappresentazione XML Schema Meta linguaggio che usa XML per descrivere la struttura di un documento XML e offre una sintassi XML per descrivere i tipi

Dettagli

REV. Date Prepared by Checked by Issued by ID: NUMBER. Issue/000 2011-11-03 E. Rusconi A. Ruggiero P. Baggi SP148

REV. Date Prepared by Checked by Issued by ID: NUMBER. Issue/000 2011-11-03 E. Rusconi A. Ruggiero P. Baggi SP148 SPECIFICA TECNICA Sommario 1. Introduzione...2 2. TGSUPS Caratteristicheprincipali...2 3. TGSUPS Architetturadelsistema...3 3.1. 3.2. ModalitàdicollegamentoallaSitoRete...4 Modalitàdiaccessoalsistema...6

Dettagli

Rappresentare i file XML - XSL

Rappresentare i file XML - XSL Rappresentare i file XML - XSL Laura Papaleo papaleo@disi.unige.it CSS2, XSL, XSLT, XPath 1 XSL - exstensible Stylesheet Language XSL Raccomandazione del W3C (2001) Per aumentare la flessibilità dello

Dettagli

XML extensible Markup Language

XML extensible Markup Language XML extensible Markup Language Evoluzione dei modelli dei dati Extended/Object Relational Data Model Objects & Functions Predefined complex Types XML Data Model Self-defining Data Standard DDL NF2 Data

Dettagli

XML, XSL e tecnologie correlate. Michele Carpené m.carpen@cineca.it Bologna 03/12/2010. www.cineca.it

XML, XSL e tecnologie correlate. Michele Carpené m.carpen@cineca.it Bologna 03/12/2010. www.cineca.it XML, XSL e tecnologie correlate ~ Michele Carpené m.carpen@cineca.it Bologna 03/12/2010 www.cineca.it Agenda Introduzione XML Namespace DTD e XMLSchema (XSD) SAX, DOM (XML Parser) XSL e XSLT Editor Library

Dettagli

La fatturazione elettronica: aspetti tecnici. La fatturazione elettronica verso la P.A.

La fatturazione elettronica: aspetti tecnici. La fatturazione elettronica verso la P.A. LA FATTURAZIONE Sistema Itinerario ELETTRONICA La fatturazione elettronica: aspetti tecnici La fatturazione elettronica verso la P.A. 1 Sigla pag. 1 7-1 Fattura Elettronica Un problema di standard Quando

Dettagli

XSLT EXTENSIBLE STYLESHEET LANGUAGE TRANSFORMATION

XSLT EXTENSIBLE STYLESHEET LANGUAGE TRANSFORMATION XSLT EXTENSIBLE STYLESHEET LANGUAGE TRANSFORMATION Corso di Basi di Dati II mod. B A.A. 2009/2010 Docente: Francesco Cutugno Slide a cura di: Enza Leano INTRODUZIONE Pagina web

Dettagli

XSLT WWW. Fabio Vitali. Introduzione WWW. Oggi esaminiamo in breve: XSLT, ovvero il linguaggio di stile di XML.

XSLT WWW. Fabio Vitali. Introduzione WWW. Oggi esaminiamo in breve: XSLT, ovvero il linguaggio di stile di XML. XSLT Introduzione Oggi esaminiamo in breve: XSLT, ovvero il linguaggio di stile di XML. 2 XSL: un linguaggio di stylesheet Poiché nessun elemento di XML possiede un significato predefinito, il linguaggio

Dettagli

ReDiA-VeriFInt (Realizzatore Diagrammi Automatico con Verifica Formale Integrata)

ReDiA-VeriFInt (Realizzatore Diagrammi Automatico con Verifica Formale Integrata) ReDiA-VeriFInt (Realizzatore Diagrammi Automatico con Verifica Formale Integrata) Tesina di Metodi Formali nell'ingegneria del Software a.a. 2007-2008 A cura di: Fabio D'Aprano, Claudio Di Ciccio (fdaprano@gmail.com,

Dettagli

Terminologia. Laboratorio di sistemi interattivi. XML: descrivere caratteristiche arbitrarie di un documento. Lezione 11: Introduzione a XML

Terminologia. Laboratorio di sistemi interattivi. XML: descrivere caratteristiche arbitrarie di un documento. Lezione 11: Introduzione a XML Laboratorio di sistemi interattivi Lezione 11: Introduzione a XML 1 Terminologia XML = extensible Markup Language DTD = Document Type Definition XSL = extensible Stylesheet Language XSLT = extensible Stylesheet

Dettagli

QUICK REFERENCES TIMER HODIE. Timer Hodie 07/06/2012

QUICK REFERENCES TIMER HODIE. Timer Hodie 07/06/2012 QUICK REFERENCES TIMER HODIE Timer Hodie Sommario Timer Hodie 1 Introduzione... 3 2 Supervisione Circolazione... 4 3 Grafico turni reali... 12 1 Introduzione Il presente manuale è un Quick Reference, ovvero

Dettagli

www.ipospadia.it Dott:Giacinto Marrocco

www.ipospadia.it Dott:Giacinto Marrocco www.ipospadia.it Dott:Giacinto Marrocco Le Malformazioni dei Genitali nell'infanzia Un sito dedicato ai pediatri ed ai genitori di bambini con patologie acquisite o congenite degli organi genitali EPISPADIA

Dettagli

RM ,54 Pagato

RM ,54 Pagato 7468 20121214 BA 04303410726 04303410726 869,02 Pagato 7469 20121214 BA 04303410726 04303410726 1.079,32 Pagato 156 20121105 PT 00413750472 80009130479 27.516,07 Pagato 156 20121105 PT 00413750472 80009130479

Dettagli

Vantaggi: I fogli di stile oggi utilizzati sono essenzialmente di tre tipi:

Vantaggi: I fogli di stile oggi utilizzati sono essenzialmente di tre tipi: a ã +-,/.1032-412656782 0 9 S-T/U1V3W-X1W6Y6Z8W V []\_^/` : : I foli i stile permettono la separazione ella forma al contenuto. Il concetto i folio i stile è quello i creare un ocumento separato che contena

Dettagli

Roma, 9 maggio Direzione Commerciale ed Esercizio Rete

Roma, 9 maggio Direzione Commerciale ed Esercizio Rete Roma, 9 maggio 2011 Direzione Commerciale ed Esercizio Rete Le dimensioni del mercato del Gestore RFI 35 30 25 20 15 10 5 0 Imprese Operative a febbraio 2011 31 28 28 21 22 13 14 15 10 4 5 1 1 1999 2000

Dettagli

GESTIONE DELLE LOCANDINE PER ATTIVITA CULTURALI E DI FORMAZIONE

GESTIONE DELLE LOCANDINE PER ATTIVITA CULTURALI E DI FORMAZIONE 04 13.06.2012 1 6 GESTIONE DELLE LOCANDINE PER ATTIVITA CULTURALI E DI FORMAZIONE INDICE 1.0 SCOPO 2.0 CAMPO DI APPLICAZIONE 3.0 DEFINIZIONI E ABBREVIAZIONI 4.0 FLUSSO OPERATIVO E RESPONSABILITA 5.0 DOCUMENTAZIONE

Dettagli

CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO

CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO è il resoconto di uno studio completo e originale, con struttura ben definita e costante: rappresenta il punto finale di una ricerca (in inglese: paper, article) STRUTTURA

Dettagli

Il Linguaggio XSLT Corso ingegneria Dicembre 2005. Andrea Marchetti CNR/IIT - Pisa Andrea.Marchetti@iit.cnr.it

Il Linguaggio XSLT Corso ingegneria Dicembre 2005. Andrea Marchetti CNR/IIT - Pisa Andrea.Marchetti@iit.cnr.it Il Linguaggio XSLT Corso ingegneria Dicembre 2005 Andrea Marchetti CNR/IIT - Pisa Andrea.Marchetti@iit.cnr.it - Page 2 Indice Chapter 1 - Introduzione Section 1 - Overview Interazione Codice / Dati su

Dettagli

XML e TEI: introduzione alla codifica dei testi letterari. La nascita del linguaggio. Il concetto di metalinguaggio di codifica SGML

XML e TEI: introduzione alla codifica dei testi letterari. La nascita del linguaggio. Il concetto di metalinguaggio di codifica SGML XML e TEI: introduzione alla codifica dei testi letterari Con la codifica dei testi si intende la rappresentazione dei testi stessi su un supporto digitale in un formato utilizzabile dall'elaboratore (Machine

Dettagli

Sperimentazione Pacchi SP e SDA Terni

Sperimentazione Pacchi SP e SDA Terni 0 Sperimentazione Pacchi SP e SDA Terni Roma, Marzo 2011 Il laboratorio sperimentale di Terni 1 In linea con quanto previsto dall accordo del 27/07/2010 Poste Italiane sta procedendo, nell ambito del settore

Dettagli

ELENCO SOSTEGNO GRADUATORIA PROVINCIALE DEFINITIVA SCUOLA SEC. I GRADO M - INSEGNAMENTO A MINORATI PSICOFISICI. FASCIA : 3 AD00 - SECONDARIA-I-GRADO

ELENCO SOSTEGNO GRADUATORIA PROVINCIALE DEFINITIVA SCUOLA SEC. I GRADO M - INSEGNAMENTO A MINORATI PSICOFISICI. FASCIA : 3 AD00 - SECONDARIA-I-GRADO UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI TERNI PAG. 1 M - INSEGNAMENTO A MINORATI PSICOFISICI. FASCIA : 3 AD00 - SECONDARIA-I-GRADO 00001 DE LEVERANO MARIA ADDOLOR 0,00 0,00 17,00 0,00 0,00 0,00 **** ****** A

Dettagli

UniDida Srl DESCRIZIONE PRODOTTI SOFTWARE UNIDIDA PER PON 2014-20 SOMMARIO 1 CLICCOLO... 2 2 PLEXY.IT... 3 3 DIDA-FRAMEWORK... 4

UniDida Srl DESCRIZIONE PRODOTTI SOFTWARE UNIDIDA PER PON 2014-20 SOMMARIO 1 CLICCOLO... 2 2 PLEXY.IT... 3 3 DIDA-FRAMEWORK... 4 DESCRIZIONE PRODOTTI SOFTWARE UNIDIDA PER PON 2014-20 SOMMARIO 1 CLICCOLO... 2 2 PLEXY.IT... 3 3 DIDA-FRAMEWORK... 4 UniDida S.r.l. - Via Felizzano, 6-10127 Torino - Italy - P.I. 10284830014 - REA:TO-1119866

Dettagli

agende e calendari agende 2012

agende e calendari agende 2012 agende e calendari agende 2012 CUOIO RIGENERATO RSW310 Planning - F.to 29 x 10,2 cm R703 Agenda sett. A7 - F.to 8 x 12,5 cm R704 Agenda sett. - F.to 17 x 24 cm R705 Agenda giorn. A5 - F.to 15 x 21 cm R707

Dettagli

GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE UTENTE DELLE STAMPANTI DI RETE KONICA-MINOLTA BIZHUB C353 e 501 PER CLIENT WINDOWS E MACOSX

GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE UTENTE DELLE STAMPANTI DI RETE KONICA-MINOLTA BIZHUB C353 e 501 PER CLIENT WINDOWS E MACOSX ALLEGATO 2 Dipartimento di Psicologia dei Processi di Sviluppo e Socializzazione Università degli Studi di Roma La Sapienza GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE UTENTE DELLE STAMPANTI DI RETE KONICA-MINOLTA BIZHUB

Dettagli

Introduzione. XML è l extensible Markup Language. E un metalinguaggio: è extensible a differenza dell HTML che è fisso.

Introduzione. XML è l extensible Markup Language. E un metalinguaggio: è extensible a differenza dell HTML che è fisso. INTRODUZIONE A XML Ing. Marco Bertini - Università degli Studi di Firenze Via S. Marta 3-50139 - Firenze - Italy Tel. +39-055-4796262 Fax +39-055-4796363 E-mail bertini@dsi.unifi.it Web: http://viplab.dsi.unifi.it/~bertini

Dettagli

Università di Napoli Parthenope Facoltà di Ingegneria

Università di Napoli Parthenope Facoltà di Ingegneria Università di Napoli Parthenope Facoltà di Ingegneria Corso di Comunicazioni Elettriche docente: Prof. Vito Pascazio 1 a Lezione: 9/04/003 Sommario Caratterizzazione energetica di processi aleatori Processi

Dettagli

è è è è è è è è è è è è è è è è è è è è è è è è è Catena dell innovazione in H2020 Le tre priorità di H2020 consentono di coprire l intera catena dell innovazione dalla ricerca di frontiera, allo sviluppo,

Dettagli

LA SOLUZIONE VINCENTE PER L AVVOCATO.

LA SOLUZIONE VINCENTE PER L AVVOCATO. LA SOLUZIONE VINCENTE PER L AVVOCATO. Guida rapida alle novità Contenuti d autore Sommario Pag. 3 La nuova home page Pag. 4 La nuova maschera di ricerca generale Pag. 5 La nuova organizzazione dei contenuti

Dettagli

Linguaggi ed Applicazioni mul1mediali

Linguaggi ed Applicazioni mul1mediali Linguaggi ed Applicazioni mul1mediali 06.05 XLST Maurizio Maffi ISTI Informa1on Science and Technology Ins1tute Da XSL a XSLT XSL o extensible Stylesheet Language, è un linguaggio XML creato inizialmente

Dettagli

LA NUOVA LEGGE SVUOTA CARCERI

LA NUOVA LEGGE SVUOTA CARCERI FOCUS NELDIRITTO M. ANTONELLA PASCULLI NICOLETTA VENTURA LA NUOVA LEGGE SVUOTA CARCERI Misure urgenti a tutela dei diritti dei detenuti Commento alla legge 21 febbraio 2014, n.10, che ha convertito, con

Dettagli

guida all utilizzo della piattaforma web guida all utilizzo della piattaforma web

guida all utilizzo della piattaforma web guida all utilizzo della piattaforma web guida all utilizzo della piattaforma web guida all utilizzo della piattaforma web Sommario Introduzione 3 Principali operazioni sul tuo profilo 5 partecipa alla discussione di altri progetti e SPUNTI 7

Dettagli

Technical Report TR Meccanismi di adattamento context aware per contenuti multimediali

Technical Report TR Meccanismi di adattamento context aware per contenuti multimediali PAG 1 DI 21 Technical Report TR4.2.4 Meccanismi di adattamento context aware per contenuti multimediali PAG 2 DI 21 Abstract Avendo a disposizione una prima versione della teca digitale si è proceduto

Dettagli

ma l XML va ben al di là dell HTML: serve per descrivere

ma l XML va ben al di là dell HTML: serve per descrivere Il metalinguaggio XML 1 Introduzione all'xml Il futuro dei linguaggi di markup: XML = EXtensible Markup Language è una versione semplificata dell SGML Nasce con l'intento di superare alcune limitazioni

Dettagli

Corso di Applicazioni Telematiche

Corso di Applicazioni Telematiche XML: extensible Markup Language Parte II Corso di Applicazioni Telematiche A.A. 2011-2012 Prof. Simon Pietro Romano Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Outline Parte I XML:

Dettagli

MANUALE PER CONSULTARE LA RASSEGNA STAMPA VIA WEB

MANUALE PER CONSULTARE LA RASSEGNA STAMPA VIA WEB MANUALE PER CONSULTARE LA RASSEGNA STAMPA VIA WEB o RICERCA p3 Ricerca rapida Ricerca avanzata o ARTICOLI p5 Visualizza Modifica Elimina/Recupera Ordina o RUBRICHE p11 Visualizzazione Gestione rubriche

Dettagli

SOMMARIO. Capitolo I LA RESIDENZA DELLE PERSONE FISICHE: ASPETTI GENERALI

SOMMARIO. Capitolo I LA RESIDENZA DELLE PERSONE FISICHE: ASPETTI GENERALI SOMMARIO Capitolo I LA RESIDENZA DELLE PERSONE FISICHE: ASPETTI GENERALI 1.1 Premessa... 3 1.2 La residenza delle persone fisiche... 4 1.2.1 Nozione e funzione della residenza nella fiscalità degli Stati...

Dettagli

Schema della base di dati del Catalogo dei Dati della Pubblica Amministrazione Renzo Orsini

Schema della base di dati del Catalogo dei Dati della Pubblica Amministrazione Renzo Orsini Schema della base di dati del Catalogo dei Dati della Pubblica Amministrazione Renzo Orsini Dipartimento di Scienze Ambientali, Informatica e Statistica Università Ca Foscari Venezia La base di dati del

Dettagli

INTRODUZIONE A XML. Web: http://viplab.dsi.unifi.it/~bertini

INTRODUZIONE A XML. Web: http://viplab.dsi.unifi.it/~bertini INTRODUZIONE A XML Ing. Marco Bertini - Università degli Studi di Firenze Via S. Marta 3-50139 - Firenze - Italy Tel. +39-055-4796262 Fax +39-055-4796363 E-mail bertini@dsi.unifi.it Web: http://viplab.dsi.unifi.it/~bertini

Dettagli

Velocità commerciali dei mezzi pubblici di superficie

Velocità commerciali dei mezzi pubblici di superficie Monitoraggio Area C Velocità commerciali dei mezzi pubblici di superficie 16 gennaio 31 marzo 2012 elaborato: RELAZIONE codifica: revisione: 00 120010017_00.docx data: redatto: verificato: approvato: 11/5/2012

Dettagli

UNA VISIONE D INSIEME DEL SISTEMA SCOLASTICO

UNA VISIONE D INSIEME DEL SISTEMA SCOLASTICO UNA VISIONE D INSIEME DEL SISTEMA SCOLASTICO - 49 - 3.1 INTRODUZIONE Volendo descrivere le province utilizzando contemporaneamente gli indicatori relativi alle diverse tematiche analizzate prima in modo

Dettagli

Appendice C Da XML a PDF Progetto Atena

Appendice C Da XML a PDF Progetto Atena Appendice C Da XML a PDF Redatto da: Mariarosaria Padalino Sommario 1 Perché Xml e XSLT?...3 2 Trasformazione da XML a PDF...4 3 Creazione dei file XSD...4 4 Creazione dei file XML...8 5 Creazione file

Dettagli

Gestione Tesi Online

Gestione Tesi Online Gestione Tesi Online Guida docente Versione 2.0 Autore Gruppo di lavoro Esse3 Stato Approvato Fase Sperimentazione Revisore Prof. V. Auletta Data 07/03/2016 Distribuito a: Docenti dell Ateneo Sommario

Dettagli

IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI

IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI Dario Focarelli Direttore Generale ANIA Milano, 12 marzo 2013 «LA RESPONSABILITÀ CIVILE AUTOMOBILISTICA STRATEGIA, INNOVAZIONE

Dettagli

La ricerca bibliografica in Statistica. Seminario per dottorandi in Statistica

La ricerca bibliografica in Statistica. Seminario per dottorandi in Statistica La ricerca bibliografica in Statistica Seminario per dottorandi in Statistica Milano, 10 Aprile 2014 La ricerca in banche dati multidisciplinari Web of Science e Scopus La ricerca di documenti per argomento

Dettagli

Progetto Logos - Documentazione -

Progetto Logos - Documentazione - Progetto Logos - Documentazione - Marco Benvegnù Gianluca Marcante Simone Sanavio Roberto De Franceschi PM) Corso di Basi di Dati Corso di Laurea in Ingegneria Informatica A.A. 2002/2003 Progetto Logos

Dettagli

Commenti alle Direttive concernenti la tesi di Master of Science in formazione professionale

Commenti alle Direttive concernenti la tesi di Master of Science in formazione professionale Commenti alle Direttive concernenti la tesi di Master of Science in formazione professionale 1 Oggetto 2 2 Obiettivo 2 3 Requisiti 2 3.1 Contenuto 2 3.2 Forma 2 3.3 Volume 3 3.4 Lingua 3 3.5 Lavoro individuale

Dettagli

Comune di Fano Località Rosciano REALIZZAZIONE IMPIANTO FOTOVOLTAICO DELLA POTENZA DI 993.6 KWP COLLEGATO ALLA RETE ELETTRICA DI MEDIA TENSIONE

Comune di Fano Località Rosciano REALIZZAZIONE IMPIANTO FOTOVOLTAICO DELLA POTENZA DI 993.6 KWP COLLEGATO ALLA RETE ELETTRICA DI MEDIA TENSIONE Sommario 1 LEGENDA UBICAZIONE FOTO 2 2 FOTO 3 2.1 Foto 1 3 2.2 Foto 2 4 2.3 Foto 3 5 2.4 Foto 4 6 2.5 Foto 5 7 2.6 Foto 6 8 2.7 Foto 7 9 2.8 Foto 8 10 2.9 Foto 9 11 2.10 Foto 10 12 2.11 Foto 11 13 2.12

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti UNITÀ DI GESTIONE DELLE INFRASTRUTTURE PER LA NAVIGAZIONE ED IL DEMANIO MARITTIMO S.I.D. SISTEMA INFORMATIVO DEMANIO MARITTIMO GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL

Dettagli

EBJEFFFJAIBFFBIACGAAOAMIFJAEFFGIAH

EBJEFFFJAIBFFBIACGAAOAMIFJAEFFGIAH COMUNE DI ANZIO Servizio Politiche delle Entrate Piazza C. Battisti 25-00042 ANZIO RM C.F. 82005010580 - P.I. 02144071004 0018242033922 REGISTRATI SU WWW.CASSETTOTRIBUTARIO.IT Paghi e gestisci le tue bollette

Dettagli

Internazionale. Cityday. CityNight. Allegato 1. Variazione Offerta Commerciale Orario

Internazionale. Cityday. CityNight. Allegato 1. Variazione Offerta Commerciale Orario Informativa OO.SS. Trenitalia S.p.A. Divisione Passeggeri N/I, Esercizio servizio Base N/I, Equipaggi Servizi Base N/I Programmazione Equipaggi Servizio Universale (orario 13.12.2015) Ripartizione Nazionale

Dettagli

2 Mailchimp Sync - Guida utente all utilizzo

2 Mailchimp Sync - Guida utente all utilizzo Mailchimp Sync - Guida utente all utilizzo I N F O D E L D O C U M E N T O Rev. Stato Valido fino al Tipo del documento 2 Mailchimp Sync - Guida utente all utilizzo Redatto da: Data Verificato da: Data

Dettagli

extensible Stylesheet Language Transformations (XSLT) 1.0

extensible Stylesheet Language Transformations (XSLT) 1.0 extensible Stylesheet Language Transformations (XSLT) 1.0 Giuseppe Della Penna Università degli Studi di L Aquila Giuseppe.DellaPenna@univaq.it http://www.di.univaq.it/gdellape Engineering IgTechnology

Dettagli

Anagrafe dei Rapporti Finanziari

Anagrafe dei Rapporti Finanziari Manuale Utente Anagrafe dei Rapporti Finanziari Manuale Utente Anagrafe dei Rapporti Finanziari - Vers. 3.1.0-2014 pag. 1 di 39 Sommario 1 Introduzione... 3 2 Menu principale... 4 3 Inserimento del Soggetto

Dettagli

MOVIO: PageType: Digital Exhibition Release MOVIO SCMS 1.00 Versione tutorial 1.00 Data 15/02/14

MOVIO: PageType: Digital Exhibition Release MOVIO SCMS 1.00 Versione tutorial 1.00 Data 15/02/14 Titolo Tutorial MOVIO: PageType: Digital Exhibition Release MOVIO SCMS 1.00 Versione tutorial 1.00 Data 15/02/14 Autori e affiliation Rubino Saccoccio (GruppoMeta) Commenti Dichiarazione di copyright Abstract

Dettagli

VQR 2011-2014 Istruzioni per la presentazione dei prodotti alla valutazione GEV 12 Scienze Giuridiche

VQR 2011-2014 Istruzioni per la presentazione dei prodotti alla valutazione GEV 12 Scienze Giuridiche VQR 2011-2014 Istruzioni per la presentazione dei prodotti alla valutazione GEV 12 Scienze Giuridiche Versione 1.0 10/12/2015 Sommario Obiettivi del documento... 3 Parte I: dati dell addetto alla ricerca...

Dettagli

Introduzione ad XML 1 I EI. Introduzione ad XML. extensible Markup Language. Massimo Martinelli 2000

Introduzione ad XML 1 I EI. Introduzione ad XML. extensible Markup Language. Massimo Martinelli 2000 Introduzione ad XML 1 ç I EI Introduzione ad XML extensible Markup Language M.Martinelli@iei.pi.cnr.it Introduzione ad XML 2 Sommario Che cosa è XML Gli obiettivi di XML I limiti di HTML Un documento XML

Dettagli

Release MOVIO SCMS. Versione Tutorial. Commenti Dichiarazione di copyright. Abstract Questo documento descrive in generale il backend di Movio

Release MOVIO SCMS. Versione Tutorial. Commenti Dichiarazione di copyright. Abstract Questo documento descrive in generale il backend di Movio Titolo Tutorial MOVIO: Backend introduzione Release MOVIO SCMS 1.00 Versione Tutorial 1.00 Data 09/02/2014 Autori e affiliation Rubino Saccoccio (Gruppometa) Commenti Dichiarazione di copyright Abstract

Dettagli

La ricerca delle scuole: un regalo miliardario di Maria Teresa Bertani

La ricerca delle scuole: un regalo miliardario di Maria Teresa Bertani La ricerca delle scuole: un regalo miliardario di Maria Teresa Bertani Una ricerca sulle Nei primi mesi del 2003, ad accompagnare l indagine sul gradimento dei costrutti da parte del docente metodologico-disciplinare

Dettagli

Informativa OO.SS. (orario ) Ripartizione Nazionale Servizi di Bordo

Informativa OO.SS. (orario ) Ripartizione Nazionale Servizi di Bordo Informativa OO.SS. Trenitalia S.p.A. Divisione Passeggeri N/I, Esercizio servizio Base N/I, Equipaggi Servizi Base N/I Programmazione Equipaggi Servizio Universale (orario 13.12.2015) Ripartizione Nazionale

Dettagli

Alberi auto-aggiustanti

Alberi auto-aggiustanti Alberi auto-aggiustanti Dispensa didattica per il corso di Algoritmi e Strutture Dati a.a. 2007/2008 ver. 1.3 Ing. Claudio Mazzariello, Prof. Carlo Sansone 27 Maggio 2008 A differenza di altre possibili

Dettagli

Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010

Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010 Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010 Ed. settembre 2013 Agenda Obiettivo della statistica Oggetto della statistica Grado di partecipazione Alcuni confronti con la statistica precedente

Dettagli

Analisi di. di Sergio Mario Ghisoni IMPORTANTE

Analisi di. di Sergio Mario Ghisoni IMPORTANTE Analisi di Bilancio di Sergio Mario Ghisoni IMPORTANTE N.B.: Nelle versioni elettroniche del volume tutti i rimandi (per es. da Sommario a Paragrafi) sono attivabili (link) Indice sistematico Prefazione...

Dettagli

Open Archives e motori di ricerca. di Ilaria Moroni

Open Archives e motori di ricerca. di Ilaria Moroni Open Archives e motori di ricerca di Ilaria Moroni Ultimo aggiornamento: ottobre 2013 Sommario Open archives: Pleiadi SSRN Motori di ricerca: Google Books Google Scholar Scirus Open Archives per cercare

Dettagli

Informatica. Corso di Laurea in Scienze Geologiche Progetto. Ugo Dal Lago. Anno Accademico 2015-2016

Informatica. Corso di Laurea in Scienze Geologiche Progetto. Ugo Dal Lago. Anno Accademico 2015-2016 Informatica Corso di Laurea in Scienze Geologiche Progetto Ugo Dal Lago Anno Accademico 2015-2016 Cosa Vogliamo Costruire? Vogliamo costruire un programma Python che permetta di dare all utente informazioni

Dettagli

TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA

TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA Siamo fermamente convinti che redigere un preciso quadro di riferimento, attestante le coperture Assicurative di un Cliente, consenta allo stesso di potersi

Dettagli

Interfacce, contenuti e servizi per le tecnologie interattive. Introduzione al corso 2012-2013

Interfacce, contenuti e servizi per le tecnologie interattive. Introduzione al corso 2012-2013 Introduzione al corso 2012-2013 Il calendario delle lezioni del martedì 25 settembre: Introduzione al corso; introduzione alla progettazione 2 ottobre: Web 2.0 9 ottobre: Analisi: modelli e obiettivi;

Dettagli

VQR 2011-2014 Istruzioni per la presentazione dei prodotti alla valutazione GEV 10 Scienze dell Antichità, Filosofico- Letterarie e

VQR 2011-2014 Istruzioni per la presentazione dei prodotti alla valutazione GEV 10 Scienze dell Antichità, Filosofico- Letterarie e VQR 2011-2014 Istruzioni per la presentazione dei prodotti alla valutazione GEV 10 Scienze dell Antichità, Filosofico- Letterarie e Storico-Artistiche Versione 1.0 10/12/2015 Sommario Obiettivi del documento...

Dettagli

Valutazione profili di competenza. Manuale operativo

Valutazione profili di competenza. Manuale operativo Valutazione profili di competenza Manuale operativo Indice 1. Introduzione... 3 2. Accesso all applicativo... 3 3. Valutazione profilo di competenza... 4 3.1 Premessa...4 3.2 Fase di valutazione...5 3.3

Dettagli

Qualifica di precedenza. Sistema di trasmissione 12:00 Telex Fono Corr. Fax

Qualifica di precedenza. Sistema di trasmissione 12:00 Telex Fono Corr. Fax Giunta Regionale della Campania Direzione Generale per i Lavori Pubblici e la Protezione Civile U.O.D. 06 - Emergenza e Post-Emergenza Sala Operativa Regionale Centro Situazioni soru@pec.regione.campania.it

Dettagli

Unità CAN Master USB

Unità CAN Master USB Unità CAN Master USB Board USB Datasheet Pag. 1 1 ISTRUZIONI Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. SCHEDA USB CAN... 4 3. HARDWARE... 5 4. PROTOCOLLO DI COMUNICAZIONE SU BUS USB... 6 4.1 Formato comandi e risposte...

Dettagli

PROCEDURE E PIATTAFORMA INFORMATIZZATA. Progetto formativo Elementi di indirizzo per la corretta redazione e gestione della documentazione sanitaria

PROCEDURE E PIATTAFORMA INFORMATIZZATA. Progetto formativo Elementi di indirizzo per la corretta redazione e gestione della documentazione sanitaria PROCEDURE E PIATTAFORMA INFORMATIZZATA Progetto formativo Elementi di indirizzo per la corretta redazione e gestione della documentazione sanitaria Procedure Elemento importante del patrimonio documentale

Dettagli

XSLT. Testo di riferimento. Cos'è XSLT. Come funziona XSLT

XSLT. Testo di riferimento. Cos'è XSLT. Come funziona XSLT XSLT Moreno Marzolla INFN Sezione di Padova moreno.marzolla@pd.infn.it http://www.dsi.unive.it/~marzolla Testo di riferimento Erik T. Ray, Learning XML, O'Reilly, First Edition, January 2001 ISBN: 0-59600-046-4,

Dettagli

Fotovoltaico energia elettrica pulita infinita ed economicamente conveniente

Fotovoltaico energia elettrica pulita infinita ed economicamente conveniente University of Trieste Fotovoltaico energia elettrica pulita infinita ed economicamente conveniente ALESSANDRO MASSI PAVAN UNIVERSITA DI TRIESTE Q.CELLS ITALIA SOMMARIO - INTRODUZIONE - NUCLEARE - STATO

Dettagli

Proroga dell aliquota IVA ridotta per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio abitativo

Proroga dell aliquota IVA ridotta per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio abitativo IMPOSIZIONE INDIRETTA CIRCOLARE N. 14 DEL 18 FEBBRAIO 2008 Proroga dell aliquota IVA ridotta per gli interventi di recupero del patrimonio PROVVEDIMENTI COMMENTATI Legge 24 dicembre 2007, n. 244 (art.

Dettagli

Il linguaggio PHP. Parte I Introduzione. Paolo Milazzo

Il linguaggio PHP. Parte I Introduzione. Paolo Milazzo Il linguaggio PHP Parte I Introduzione Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ milazzo milazzo di.unipi.it A.A. 2010/2011 Paolo Milazzo (Università di Pisa)

Dettagli

Corso di Web Programming

Corso di Web Programming Corso di Web Programming 8. PHP Parte I Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ milazzo milazzo di.unipi.it Corso di Laurea in Informatica Applicata A.A. 2010/2011

Dettagli

Analisi degli scostamenti

Analisi degli scostamenti Analisi degli scostamenti Enzo Bivona Ricercatore di Economia Aziendale Università di Palermo e-mail: enzobivona@sciepol.unipa.it Cell.. 338 43 81 446 IL REPORTING Caratteristiche generali La rilevazione

Dettagli

Semantic Web. Semantic Web. Il Semantic Web: una semplice estensione. Il Web oggi. Il Semantic Web. Semantic Web

Semantic Web. Semantic Web. Il Semantic Web: una semplice estensione. Il Web oggi. Il Semantic Web. Semantic Web Semantic Web L. Farinetti - Politecnico di Torino Semantic Web Laura Farinetti Dip. Automatica e Informatica Politecnico di Torino farinetti@polito.it 1 z Seconda generazione del Web z conceptual structuring

Dettagli

Guida rapida alla consultazione

Guida rapida alla consultazione Guida rapida alla consultazione Sommario Pag. 3 Pag. 4 Pag. 6 Pag. 7 Pag. 8 Pag. 9 Leggi d Italia In Pratica inpratica.leggiditalia.it La ricerca in home page La lista dei risultati L accesso ai singoli

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO A. MANZI

ISTITUTO COMPRENSIVO A. MANZI MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO I.C. ALBERTO MANZI Via Trento snc 00011 Villalba di Guidonia - Roma - C.F. 94032680582- C.M. RMIC89900T

Dettagli

PSG Table Builder Manuale Utente. PSG TABLE BUILDER Manuale Utente

PSG Table Builder Manuale Utente. PSG TABLE BUILDER Manuale Utente PSG TABLE BUILDER Manuale Utente Paragrafo-Pagina di Pagine 1-1 di 9 Versione 2 del 13/02/2012 SOMMARIO 1 A Chi è destinato... 1-3 2 Pre requisiti... 2-3 3 Obiettivi... 3-3 4 Durata della formazione...

Dettagli

CIRCOLARE N. 4 14 GENNAIO 2014

CIRCOLARE N. 4 14 GENNAIO 2014 ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 4 14 GENNAIO 2014 Le regole di compensazione del credito IVA relativo all anno 2013 Il visto

Dettagli

Manutenzione mezzi di calcolo. Manutenzioni Novità del mercato e consigli per gli acquisti

Manutenzione mezzi di calcolo. Manutenzioni Novità del mercato e consigli per gli acquisti Manutenzione mezzi di calcolo Uff Manutenzioni Novità del mercato e consigli per gli acquisti 1 Uff Guardando questa presentazione avrete l impressione che il tempo si sia fermato! In effetti ho avuto

Dettagli

Introduzione. Strumenti di Presentazione Power Point. Risultato finale. Slide. Power Point. Primi Passi 1

Introduzione. Strumenti di Presentazione Power Point. Risultato finale. Slide. Power Point. Primi Passi 1 Introduzione Strumenti di Presentazione Power Point Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.it Con il termine STRUMENTI DI PRESENTAZIONE, si indicano programmi in grado di preparare presentazioni

Dettagli

FEDERAZIONE GHIRI SPORT ITALIA Competizione: 1 Trofeo UISP-FGSI Slancio Completo 10' Scandicci, 22/04/2012

FEDERAZIONE GHIRI SPORT ITALIA Competizione: 1 Trofeo UISP-FGSI Slancio Completo 10' Scandicci, 22/04/2012 Slancio Completo 10' CATEGORIA: FEMMINILE - 55 kg - Peso Ghirie: 12 kg Onofri Laura 27/03/1978 BO 49,9 116 1 Finocchio Anahì 26/01/1991 SV 49,4 75 2 CATEGORIA: FEMMINILE - 70 kg - Peso Ghirie: 12 kg Salmaso

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome MOLINARI MONICA Indirizzo Via della Barca 43, 40133 Bologna (Bo) cellulare +39 3397882263 E-mail

Dettagli

KUMITE ASSOLUTO MASCHILE DENOMINAZIONE SOCIETA' SPORTIVA RM1115 A.S.DILETTANTISTICA C.S.K.W. CENTRO SPORTIVO KARATE WADORYU

KUMITE ASSOLUTO MASCHILE DENOMINAZIONE SOCIETA' SPORTIVA RM1115 A.S.DILETTANTISTICA C.S.K.W. CENTRO SPORTIVO KARATE WADORYU QUALIFICATI CAMPIONATI ITALIANI ASSOLUTI E GIOVANILI A SQUADRE SOCIALI 31 ottobre 1 novembre 2015 Vi preghiamo di segnalare -entro le ore 12.00 di venerdi 30 ottobre- eventuali incongruenze a karate.nazionale@fijlkam.it

Dettagli

Lo scenario del commercio internazionale

Lo scenario del commercio internazionale Lo scenario del commercio internazionale Fabio Musso Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Economia Istituto di Studi Aziendali fabio.musso@uniurb.it Produzione mondiale Commercio internazionale

Dettagli

Piazza SS. Apostoli 73-00187 Roma (Sede legale) P.IVA 08010981002 Tel. +39 06 6758261. Piazza Sant'Ambrogio 8-20123 Milano

Piazza SS. Apostoli 73-00187 Roma (Sede legale) P.IVA 08010981002 Tel. +39 06 6758261. Piazza Sant'Ambrogio 8-20123 Milano Piazza SS. Apostoli 73-00187 Roma (Sede legale) P.IVA 08010981002 Tel. +39 06 6758261 Piazza Sant'Ambrogio 8-20123 Milano info@cafinv.eu / www.cafinv.eu Servizi Offerti CAF è un servicer indipendente,

Dettagli

AREA SOCIO CULTURALE Ufficio Istruzione e Servizi Sociali 01.12.2012 31.12.2013 Descrizione

AREA SOCIO CULTURALE Ufficio Istruzione e Servizi Sociali 01.12.2012 31.12.2013 Descrizione dell opera, servizio o fornitura 0430598CB2 AREA SOCIO CULTURALE Ufficio Istruzione e Servizi Sociali 01.12.2012 31.12.2013 Appalto gestione servizio assistenza domiciliare. Proroga tecnica 12.336,00 oltre

Dettagli

Wakala S.A.R.A. Soluzione di amministrazione delle risorse aziendali. www.wakala.it commerciali@wakala.it Cell. 349/8799438

Wakala S.A.R.A. Soluzione di amministrazione delle risorse aziendali. www.wakala.it commerciali@wakala.it Cell. 349/8799438 S.A.R.A. Soluzione di amministrazione delle risorse aziendali 1 Sommario Introduzione:... 3 Funzionalità:... 4 Gestione delle Anagrafiche:... 4 Anagrafica Utenti... 4 Anagrafica Clienti... 5 Anagrafica

Dettagli

Anna Guerrieri Vicepresidente di Genitori si diventa onlus e madre adottiva (ora Presidente GSD e Vice Presidente Coordinamento CARE)

Anna Guerrieri Vicepresidente di Genitori si diventa onlus e madre adottiva (ora Presidente GSD e Vice Presidente Coordinamento CARE) RACCONTARE L ADOZIONE A SCUOLA (in Ipercorsiformatividel2009nelleadozioniinternazionali.Approfondimenti,specificità,innovazioni.2009.Collana dellacai) Anna Guerrieri Vicepresidente di Genitori si diventa

Dettagli