G. Tonelli (Hockey) V. Vergine (Calcio) IL CALCIO IN SALUTE. PROTAGONISTI S. Alessio (Hockey)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "G. Tonelli (Hockey) V. Vergine (Calcio) IL CALCIO IN SALUTE. PROTAGONISTI S. Alessio (Hockey)"

Transcript

1 V. Vergine (Calcio) «Il progetto della Fiorentina calcio legato al settore giovanile è poliennale e investe tutti i settori della società» PROTAGONISTI S. Alessio (Hockey) «Il rischio maggiore è di trauma cranico con conseguenze palesi, una crisi epilettica oppure il disorientamento,le vertigini» G. Tonelli (Hockey) «i bastoni tagliano, si rischia parecchio, poi ci sono le deviazioni improvvise che fanno finire il disco sul volto.» * NUMERO ventuno maggio 2011 la newsletter di sixtus italia esclusiva per gli operatori sanitari sportivi EDITORIALE IL CALCIO IN SALUTE Se l immagine a fianco accosta il mondo del pallone alle situazioni oratoriali - allora con un solo sacerdote in campo, in tonaca, mentre la Clericus Cup annota squadre di soli prelati che si sfidano lealmente in perfetta tenuta di gioco - il calcio italiano volta pagina, dimostrandosi in salute. Perché almeno una realtà, la Fiorentina, sta giocando una partita che ha a cuore il futuro dei movimento e soprattutto dei giovani che ne sono la principale componente. Il settore giovanile della Fiorentina ormai da 5 anni ha voltato pagina, grazie alle intuizioni del suo general manager Pantaleo Corvino e del professor Vincenzo Vergine, responsabile dell Area fisica. In adesione e sintonia con i due agisce il dottor Giovanni Serni, responsabile dell Area medica, che nonostante la lunga militanza con la stessa casacca, 26 anni in viola, si è messo in discussione. I risultati sono sotto gli occhi di tutti, le giovanili viola impazzano e, quasi in souplesse, danno consistenza ai sogni coltivati con serietà. Il vivaio ha senso se imposta e costruisce giocatori per la prima squadra, e poco importa che siano italiani o allevati dalle parti di Firenze. Sixtus è vicinissima, in ogni senso, a Futuro Viola, ne assiste il progetto in ogni suo snodo. Soprattutto in prevenzione. Il resto, come si dice da noi, è prassi terapeutica e riabilitativa. Sixtus è fornitore ufficiale della Clericus Cup 2011, il campionato di calcio riservato ai sacerdoti.

2 CLERICUS CUP CALCIO LEALE D intesa con il CSI è in corso la Clericus Cup, il campionato riservato a squadre di sacerdoti, manifestazione in di cui Sixtus è fornitore ufficiale oltre che sponsor. Finale sabato 28 maggio. *testimonianze MODELLO FIORENTINA Il paradigma dei giocatori fatti in casa in funzione della prima squadra è il nocciolo del progetto che Pantaleo Corvino, il manager, e Vincenzo Vergine, il professore, hanno già testato con successo nel Salento. In piena sintonia con loro il dottor Giovanni Serni, responsabile dell area medica: dopo cinque stagioni il bilancio è più che confortante, non solo per gli scudetti e la Coppa Italia già in carniere Vincenzo Vergine, il professore, si occupa dell Area fisica del settore giovanile della Fiorentina calcio; Giovanni Serni, il medico da 26 anni in forza ai viola, ne gestisce le sorti per l Area salute; il terzo protagonista, forse la chiave di tutto, è Pantaleo Corvino, che della società è il general manager dal Da 21 anni Corvino e Vergine lavorano in piena sintonia, la loro esperienza ha dato vita al progetto calcistico legato ai giovani che è un punto di svolta per l intero sistema. I due lo applicano con soddisfazione da cinque anni, da quando - dopo l esperienza a Lecce, e prima a Casarano, dove scoccò la scintilla - sono approdati a Firenze. Una svolta di cui Sixtus è partecipe per l intera gamma dei suoi prodotti di consumo, oltre agli elettromedicali, che ha indotto Sixtus a essere anche sponsor della squadra viola, non per vicinanza territoriale ma per consonanza d intenti. Il progetto si incardina su un principio fondamentale: le sorti di una squadra di calcio al massimo livello dipendono dal vivaio, da quanto questo produce in funzione della prima squadra. In un sistema che mette in stretta connessione area tecnica, fisica, etico-morale. Un lavoro che prende spunto dalla concorrenza, motore di civiltà: La competizione sana e corretta racconta Vergine - stimola sempre: alla Fiorentina un giovane calciatore sa di avere chance di giocare in prima squadra per la semplice ragione che gli stipendi in casa viola sono 3-4 volte inferiori a quelli di un club del massimo livello, dove si ingaggiano con giocatori cresciuti altrove, pescando tra i migliori. Ma creare giocatori per la prima squadra significa sviluppare sistematicamente le loro qualità fisiche, tecniche, mentali e tattiche, non allevare polli in batteria. E sin qui, senza fare nomi, in prima squadra sono già approdati cinque-sei giocatori. Vincenzo Vergine (responsabile Area fisica settore giovanile Fiorentina calcio e amm. unico di promesse viola ) L approccio è sistemico, tutte le aree concorrono al lavoro che ha un ulteriore presupposto chiave: La partita non è l obiettivo, bensì uno strumento per migliorare il giovane, il cui sviluppo è legato al tempo dovuto per ogni fase. Il club non ha uno schema di gioco per ogni gruppo di età, quello dipende sempre dalle caratteristiche dei giocatori. A seconda dell età, si decide di lavorare concentrandosi sulla crescita di un ambito piuttosto che di un altro. I settori in esame sono quello tecnico, quello tattico e quello etico morale.. Quanto al lavoro di un ragazzo, mettiamo di 300 ore a stagione, questo dev essere ben distribuito. Fosse per lui vorrebbe soltanto giocare, ma giocando e basta, o impiegando metà del tempo a giocare, le capacità dei singoli non si sviluppano. Per questo l 80% delle ore sarà dedicato all allenamento, il resto alle partite. Un altro precetto di Vergine riguarda la figura del buon allenatore. Lui lo vede così: Più sa, meno impara. Sono convinto che sia più facile rovinare un talento che farlo crescere. Per questo motivo è molto importante avere una chiara idea di come lavorare insieme per sviluppare il talento dei giocatori. Insieme significa confrontando le aree che concorrono, da quella tecnica a quella sanitaria, senza mai dimenticare la società. Un principio inderogabile per tutti è l educazione, in campo e fuori. L abitudine alle regole e la disciplina fanno parte dell educazione in progress Quando a quella calcistica, ci si avvale di specialisti nei diversi settori. La Fiorentina ha un allenatore, un preparatore atletico e un allenatore dei portieri per ogni squadra. E sono undici suddivise per fasce d età. In questo momento ragioniamo di 210 ragazzi, fra i dieci e i 20 anni. Lo staff interagisce sempre con le altre aree della società, ma si concentra sulle posizioni in campo e sui ruoli già a partire dai più piccoli, quelli di 10-11

3 anni. Ogni due settimane gli allenatori discutono lo sviluppo di ogni giocatore e valutano il da farsi. I bambini del 2001 sono di gomma, apparentemente sopportano qualsiasi tipo di carico, ma è impensabile non tener conto della loro crescita che dev essere armonica, non affrettata, soprattutto nella struttura fisica, senza dimenticare la dimensione psicologica. Come, è presto detto. Non ci sono segreti: Negli allenamenti sono due le cose più importanti da ricordare: l obiettivo e l intensità. Si cerca di raggiungere l intensità in due modi : velocità nell esecuzione degli esercizi e capacità di gestire le pause senza concedere stop al movimento. I giocatori devono fare tutto alla massima velocità e devono avere le giuste pause. Se si lavora troppo duramente per tanto tempo, l intensità cala. Invece l intensità dovrebbe calare perché l allenatore lo vuole, non perché il giocatore è stanco. C è poi l insegnamento della tecnica, anch essa prioritario: L approccio più comune è la ripetizione, ma occorre seguire tre filoni diversi: equilibrio, tocco e ritmo del corpo. È necessario valutare ogni giocatore e creare un approccio in base alle loro carenze. Un giocatore può godere di un solido equilibrio statico, ma manca nel tocco. Uno può avere un gran ritmo motorio, ma gli serve maggiore equilibrio. Il programma per lo sviluppo dei giovani giocatori è basato su quattro aree: tecnica, tattica, fisica e crescita psicomotoria. Ogni aspetto è specifico per ogni età. Il compito dei direttori e degli allenatori è quello di capire in ogni momento quello che occorre per ogni fascia di età. Il calcio è materia viva, non ha schemi prefissati, ha soltanto protocolli nell area salutistica, preventiva e riabilitativa, che vanno seguiti con criterio. Giovanni Serni (responsabile dell area medica) Vediamo ora in che cosa consiste, in termini sanitari, il progetto Fiorentina, con l aiuto del dottor Serni, da 26 anni in forza allo staff viola, un medico sociale che ha conosciuto assetti societari diversi, legati ai presidenti che si sono avvicendati alla guida della società viola, dai Pontello a Cecchi Gori ai Della Valle, e che negli ultimi cinque anni ha affrontato una vera e propria rivoluzione: Mi sono dovuto mettere in discussione perché Enzo Vergine ha messo mano a un organizzazione che prima non esisteva, ma del tutto convincente, in cui la prevenzione ha priorità assoluta. E l educazione ha ugual peso. Abbiamo dei minorenni da gestire correttamente. Ogni percorso sappiamo dove porta, non c è fretta di arrivare, non c è stress nei giocatori che sanno di essere gestiti con attenzione e accuratezza. Certo, le patologie e la traumatologia hanno il loro impatto, com è usuale nel calcio, sport di confronto e di contatto, ma tutto è organizzato al meglio. Un esempio illuminante? Il criterio di intervento immediato sul giocatore che si infortuna. Un tempo se uno si faceva male il venerdì non seguiva la squadra, cominciava a essere curato il lunedì o il martedì. Ora non solo segue la squadra, fa comunque gruppo, ma le terapie iniziano da subito, non si perde tempo, non c è sabato o domenica o lunedì che tenga. Il ciclo di lavoro è importante, non finisce mai, ma è corretto che sia così, perché questo toglie ansietà e provvede a soluzioni non affrettate, corrette. Non si riabilita per mandare in campo al più presto, si riabilita per non incorrere, se possibile, in un nuovo infortunio. Le recidive sono minime. Dal punto di vista organizzativo come vi siete attrezzati? Abbiamo 22 fisioterapisti che lavorano sulle 11 squadre, purtroppo mancano strutture centralizzate, lavoriamo su 4 campi distanti tra loro, salvo il centro fisioterapico dove ci occupiamo delle prognosi superiori a un tot di giorni. Ogni fisioterapista si avvale dei prodotti Sixtus per la parte bendaggi e massaggi. Quanto alle macchine, non abbiamo ancora strutturato in maniera ideale il luogo destinato alla riabilitazione, ci avvaliamo di un area di 300 mq coperti con le apparecchiature per la rieducazione e la prevenzione, ma ci si dovrà trasferire, una volta individuato un posto più adatto, centralizzato. Degli elettromedicali di Sixtus facciamo buon uso Il progetto è esportabile, a suo avviso? Non ho dubbi, è un modello applicabile ovunque, e non solo per risparmiare, visto che non ha costi importanti. Potrebbero farlo tutti, anzi dovrebbero. Undici squadre giovanili La Fiorentina ha 11 squadre nel settore giovanile. Prima dei 14 anni di età un giocatore dev essere toscano, risiedere a un ora, un ora e mezza da Firenze. Dopo quell età si reclutano giocatori da tutta Italia e da tutto il mondo.

4 *testimonianze Sergio Alessio (Medico dell Alleghe e della Nazionale italiana di hockey) «le conseguenze possono essere una crisi epilettica lì, sul ghiaccio, oppure il disorientamento, le vertigini» trauma cranico in agguato Medico dell Alleghe e della Nazionale italiana di hockey, senza che nessuno possa lamentare conflitti d interesse, il dottor Sergio Alessio lavora nell ambiente dell hockey ghiaccio dal 2001 ma mai gli era capitato, a Bassano del Grappa, dov è nato e risiedeva, di andare anche solo ad Asiago, in fondo a tre quarti d ora da casa, per una partita di hockey. Semmai badavamo all hockey a rotelle, al massimo all online. Classe 1959, laurea conseguita a Padova, dove si è specializzato in medicina dello sport, Alessio viene dal calcio (con trascorsi da allenatore), ma la passione per la montagna lo ha portato nelle valli alte. Mi ha stregato l ambiente, le logiche dell hockey per chi lo vive senza forzature. È uno sport duro ma non violento, anche se le immagini televisive a volte indugiano sui contatti al limite del regolamento o ben oltre. L hockey per il dottor Alessio è vicenda umana e professionale che ingloba tutti: chi gioca, gli ex-atleti, gli arbitri senza alcun discrimine. Un piccolo mondo antico che somma non più di un migliaio di persone, spettatori esclusi, integrati alla perfezione. Culture e lingue diverse, abitudini differenti, ma il processo di osmosi è perfettamente riuscito, nell ultimo decennio. Veniamo ai traumi, che costellano la disciplina. Occorre distinguere tra patologie gravi e meno gravi, sempre da contatto. Tra le peggiori il trauma cranico che mette a dura prova il medico, conseguenza di impatti contro la balaustra o contro il gomito dell avversario o una steccata. Le conseguenze possono essere immediate ed evidenti una crisi epilettica lì, sul ghiaccio, oppure il disorientamento, le vertigini e questo induce allo stop immediato. In altri casi nessuna conseguenza apparente, che autorizza chi gioca a riprendere il suo posto, come se nulla fosse. Ma i traumi cranici sono subdoli, ricordo gli episodi del Chelsea calcio, quando il portiere Cech, quello che ancora indossa il caschetto, prese una ginocchiata. Riprese a giocare ma poi fu avvicendato e la Tac in ospedale evidenziò un grave trauma cranico. Nella stessa partita Carlo Cudicini, portiere di riserva, rimediò un colpo e rimase tre minuti svenuto, senza alcuna conseguenza. Lo stop non è semplice da valutare ma quando fermo qualcuno non ci sono problemi, le mie decisioni vengono rispettate. Altri gravi guai le lesioni da pattino, da lama, per fortuna rare, ma impressionanti. Vediamo ora le meno gravi: Quelle muscolari sono frequentissime, i guai agli adduttori riguardano il 30% degli infortuni, la parte interna della coscia è sollecitata dagli spostamenti repentini, stiramenti e strappi a livello inguinale, le stesse pubalgie sono frequenti. Quanto ai contrasti, fanno parte del gioco. I giocatori di livello hanno velocità, destrezza, gli impatti sono duri. Poi c è la stecca, una protesi utile, a volte, per fare male. Traumi da ginocchiate ne ho visti pochi, oggi le regole, per fortuna, tutelano i giocatori di talento. Il meglio, per lui, viene dalla prevenzione. La si applica con il warm up e il defaticamento, al termine della partita o dell allenamento, avendo a cuore l idratazione e la corretta alimentazione. Poi ci sono i bendaggi funzionali, il kinesiotape. In caso di incidenti abbiamo efficaci diagnosi strumentali e terapie opportune: ultrasuoni e laser per i traumi meno importanti, con attenzione all uso dei farmaci che hanno comunque effetti collaterali. Voglio dire che gli antinfiammatori non possono essere caramelle. Va detto che i giocatori sono più preparati fisicamente e mentalmente. E non solo i più esperti. Tutti sono ottimi professionisti, consapevoli dell importanza della preparazione fisica e dell obbligo di condurre una vita sana, senza follie. La collaborazione con Sixtus, fornitore ufficiale di prodotti legati alla fisioterapia, cos ha comportato? Solo vantaggi ma non mi contento. Per gli elettromedicali è solo questione di tempo, la validità delle apparecchiature è prioritaria nelle scelte.

5 *testimonianze Guido Tonelli (fisioterapista della nazionale italiana di hokey ghiaccio) «i bastoni tagliano, si rischia parecchio, poi ci sono le deviazioni improvvise che fanno finire il disco sul volto.» problemi di contatto? serissimi Dal 2003 collabora con la nazionale di hockey, dapprima alle Universiadi di Tarvisio, poi con la Giovanile e infine la Senior azzurra: vale a dire nove Mondiali e un Olimpiade (Torino 2006), un altra Universiade (Torino 2007), un appuntamento mancato a Vancouver (gli azzurri nel 2010 non erano stati ammessi) e una serie di appuntamenti di Eurochallenge, oltre ai raduni collegiali della nazionale. Per un totale di almeno tre mesi l anno riservati all hockey, disciplina che Guido Tonelli ha imparato ad amare pur non avendola mai frequentata in gioventù: «Dalle parti mie, a Rovereto, l hockey non esiste, siamo gente di pianura. Tutto è capitato, un po per caso, a Moena, in Val di Fassa, dove lavoravo e ho cominciato con il Fassa, allenato allora da un italo-canadese, Pat Cortina». Tonelli non è un predestinato, molto deve alla sorte: classe 1963, come molti colleghi si è avvicinato alla riabilitazione altrui muovendo dalla propria, per un problema al ginocchio, una lesione al crociato anteriore che nella prima maturità lo ha afflitto. Dopo il diploma in massofisioterapia quest anno sta frequentando il Master di Fisioterapia Sportiva a Pisa, diretto dal professor Marco Gesi, cui Tonelli deve molta gratitudine. In carriera, anche da libero professionista, oltre all hockey si è occupato di pattinaggio di velocità (ha assistito Enrico Fabris alle Universiadi 2007) ma anche di volley (collabora con l Itas Diatec Trentino, per il tirocinio pratico dell Università di Pisa). Veniamo alle problematiche specifiche dell hockey: «Numerosi sono i traumi da contatto, ma la differenza la fa la prevenzione. Falli di malizia ce ne sono, ma il peggio è la classica ginocchiata che qualcuno ogni tanto rifila all avversario, cercandolo per il campo con lucida determinazione. L hockey è uno sport duro, ogni tanto c è chi eccede. Purtroppo in Italia gli arbitri lasciano correre, tanto che quando giochiamo all estero rimediamo minuti su minuti di penalità. I problemi di contatto sono a volte serissimi: i bastoni tagliano, si rischia parecchio, poi ci sono le deviazioni improvvise che fanno finire il disco sul volto. Si danno punti, ogni tanto, ma gli atleti rimangono in campo, appena ricuciti tornano a giocare, nemmeno se ne accorgono». I muscoli più sollecitati sono gli adduttori, con riflessi su schiena e collo. «Gli adduttori risentono maggiormente del carico, ma sono presenti distorsioni, contratture da sovraccarico. Ci avvaliamo, per fortuna, di terapie preventive: di bendaggi funzionali e compressivi se ne fanno tantissimi. Dal 1993 conosco e suggerisco i prodotti Sixtus. Le mie preferenze? La crema neutra che impiego da quasi vent anni non mi ha mai problemi con alcun atleta. Altri prediligono l olio». Per l hockey ha sempre lavorato senza risparmiarsi, spendendo del suo. L aggiornamento professionale, i corsi di formazione dopo la laurea triennale, sono sempre a carico degli operatori collaboratori. Unica eccezione, i collegiali: «Il più importante è stato a Toronto, due anni fa, quando siamo rimasti due settimane in un centro di medicina sportiva e con i fisioterapisti canadesi ci siamo confrontati a lungo. Loro, ma anche gli statunitensi, lavorano quasi esclusivamente con terapie manuali, qualche tens e un po di laser. Ricorrono spesso anche alla chiropratica e all osteopatia. Si occupano anche del lavoro viscerale, un altro precetto della scuola tedesca» Macchinari, pochi e solo i casi particolari: «Un po di diatermia, il laser e qualcosa di elettrostimolazione, niente di più, ma bisogna ragionarne con il medico».

6

LA BORSITE TROCANTERICA DEL PORTIERE DI CALCIO SECONDA PARTE AGGIORNATA 2013. enrico sarli massofisioterapista allenatore di base B Uefa

LA BORSITE TROCANTERICA DEL PORTIERE DI CALCIO SECONDA PARTE AGGIORNATA 2013. enrico sarli massofisioterapista allenatore di base B Uefa LA BORSITE TROCANTERICA DEL PORTIERE DI CALCIO SECONDA PARTE AGGIORNATA 2013 enrico sarli massofisioterapista allenatore di base B Uefa IL PORTIERE E IL GIOCO DEL CALCIO nel gioco del calcio quello dell

Dettagli

news N. Camisa (Rugby Noceto) S. Musa (A.S. Roma) R.Torquati (Riabilitatore Can Serie A e Serie B) * NUMERO QUINDICI MAGGIO 2010

news N. Camisa (Rugby Noceto) S. Musa (A.S. Roma) R.Torquati (Riabilitatore Can Serie A e Serie B) * NUMERO QUINDICI MAGGIO 2010 ... PROTAGONISTI S. Musa (A.S. Roma) «Non sempre chi torna in campo è a posto, gli stop dipendono da infortuni seri che la gente dimentica» * NUMERO QUINDICI MAGGIO 2010 N. Camisa (Rugby Noceto) «A livello

Dettagli

Lo staff. Cesare Prandelli. Allenatore

Lo staff. Cesare Prandelli. Allenatore Lo staff Cesare Prandelli Allenatore Nato a Orzinuovi il 19 agosto 1957, Prandelli è il nuovo Commissario tecnico della Nazionale. Alle spalle ha una brillante carriera da giocatore ed altrettanto da allenatore.

Dettagli

DAL 13 16 MAGGIO 2010 SAREMO PRESENTI ALLA FIERA RIMINI WELLNESS

DAL 13 16 MAGGIO 2010 SAREMO PRESENTI ALLA FIERA RIMINI WELLNESS EVENTI E FIERE 2010 06 FEBBRAIO 2010 CHIETI La Commissione Fisiatrica SICSeG ha invitato il dott. Mirco Dal Maso in qualità di relatore al Corso Teorico-Pratico La Spalla: patologia degenerativa dalla

Dettagli

SSD UP CASTELFRETTESE SCUOLA CALCIO STAGIONE SPORTIVA

SSD UP CASTELFRETTESE SCUOLA CALCIO STAGIONE SPORTIVA SSD UP CASTELFRETTESE SCUOLA CALCIO STAGIONE SPORTIVA 2015 2016 La Scuola Calcio della SSD UP CASTELFRETTESE Una ScuolaCalcio che vada ad integrarsi alla Famiglia e alla Scuola per favorire la crescita

Dettagli

PARTITE A TEMA. Introduzione

PARTITE A TEMA. Introduzione PARTITE A TEMA Introduzione Per partita a tema o anche gioco a tema s intende un confronto tra due o più squadre che, all interno di una sessione di allenamento, devono rispettare un vincolo, una restrizione

Dettagli

IL SALENTO ACCOGLIE LA RIABILITAZIONE Hilton Garden Inn - Lecce 8 e 9 Aprile 20

IL SALENTO ACCOGLIE LA RIABILITAZIONE Hilton Garden Inn - Lecce 8 e 9 Aprile 20 IL SALENTO ACCOGLIE LA RIABILITAZIONE Hilton Garden Inn - Lecce 8 e 9 Aprile 20 TRASPORTO ENERGETICO CAPACITIVO-RESISTIVO Dott. Lucio Rotunno Medico dello Sport Info@studiomedicorotunno.it TRAUMATOLOGIA

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

LEADERSHIP & PERFORMANCE TRAINING

LEADERSHIP & PERFORMANCE TRAINING CENTRO TECNICO COVERCIANO (FI) 11-12 Aprile 2014 LEADERSHIP & PERFORMANCE TRAINING Dalla squadra in gioco al gioco di squadra In collaborazione con CHE COS È? Un innovativo percorso formativo nato dalla

Dettagli

programma Udinese Academy Stagione 2015-2016

programma Udinese Academy Stagione 2015-2016 programma Udinese Academy Stagione 2015-2016 una promessa... è una promessa Hs football ti regala un sogno, Quello di entrare nelle giovanili dell udinese calcio HS Football è lo sponsor tecnico che ti

Dettagli

1 Campionato Lega A HAPPINESS

1 Campionato Lega A HAPPINESS 1 Campionato Lega A HAPPINESS 2012-2013 Regolamento Il Centro sportivo HAPPINESS organizza una manifestazione a carattere amatoriale che si svolgerà a Nardò ( Le) in Via Penta 1 Campionato Lega A Calcio

Dettagli

IL RISCALDAMENTO NELLA SEDUTA D ALLENAMENTO

IL RISCALDAMENTO NELLA SEDUTA D ALLENAMENTO IL RISCALDAMENTO NELLA SEDUTA D ALLENAMENTO (Categoria Pulcini ed Esordienti) PREMESSA Il riscaldamento ha un ruolo fondamentale sia all interno della seduta di allenamento, che nei minuti precedenti la

Dettagli

Rugby sport violento, è un mito da sfatare

Rugby sport violento, è un mito da sfatare Istituto Alberghiero Antonio Gramsci Union Rugby Cagliari Accademia Monserrato Grazia Deledda Rugby Rugby sport violento, è un mito da sfatare Dott. Carla Ciuti Monserrato 9 maggio 2009 Il Rugby Dal 5

Dettagli

Fattori r O r O g r ani n co M us u c s olari r : Fattori r a na n gra r fi f ci s t s ru r t u tur u a r li

Fattori r O r O g r ani n co M us u c s olari r : Fattori r a na n gra r fi f ci s t s ru r t u tur u a r li Il Coaching nei Giochi Sportivi Perché un atleta si allena? Per far in modo che nell organismo avvengano dei cambiamenti tali da determinare un miglioramento della prestazione. Dr. Fabrizio Perroni, Ph.D.

Dettagli

Che cosa provoca una commozione cerebrale?

Che cosa provoca una commozione cerebrale? INFORMAZIONI SULLE COMMOZIONI CEREBRALI Una commozione cerebrale è un trauma cranico. Tutte le commozioni cerebrali sono serie. Le commozioni cerebrali possono verificarsi senza la perdita di conoscenza.

Dettagli

SCUOLA CALCIO SETT. GIOV. AGON. TECNICA MARCHI ERNESTO

SCUOLA CALCIO SETT. GIOV. AGON. TECNICA MARCHI ERNESTO CONSULENZA categoria: categorie correlate: titolo / oggetto: SCUOLA CALCIO SETT. GIOV. AGON. TECNICA COME ALLENARE LA TECNICA INDIVIDUALE NELLA SCUOLA CALCIO E NEL SETTORE GIOVANILE autore / docente /

Dettagli

G.S.D. Faloppiese Ronago

G.S.D. Faloppiese Ronago G.S.D. Faloppiese Ronago VADEMECUM Dirigente Accompagnatore L Accompagnatore è un Dirigente della Società. E una figura importante e fondamentale all interno della Società e si occupa degli aspetti logistici

Dettagli

Registrazione partecipanti (Aula Magna)

Registrazione partecipanti (Aula Magna) VENERDI 23 OTTOBRE 13.30 15.00 Registrazione partecipanti (Aula Magna) 15.00 15.30 Apertura ufficiale & Messaggio di benvenuto 15.30 16.30 Sergio Lara Bercial: Caratteristiche dei Serial Winning Coaches

Dettagli

A.H.P. PADOVA PASSIONE IN LINEA SPONSOR PLAN ASSOCIAZIONE HOCKEY PATTINAGGIO PADOVA

A.H.P. PADOVA PASSIONE IN LINEA SPONSOR PLAN ASSOCIAZIONE HOCKEY PATTINAGGIO PADOVA A.H.P. PADOVA PASSIONE IN LINEA SPONSOR PLAN La nostra Storia L associazione Hockey Pattinaggio Padova nasce nel 1938 e sin da subito dà un contributo fondamentale allo sviluppo delle varie discipline

Dettagli

Fisioequipe.morvidoni@alice.it

Fisioequipe.morvidoni@alice.it F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome cognome professione Giulio Morvidoni Fisioterapista Indirizzo VIA CITTÀ GEMELLATE 22, SANSEPOLCRO, AREZZO,52037,

Dettagli

La formazione dell alzatore

La formazione dell alzatore La formazione dell alzatore Si avvicina la stagione in palestra. In agosto e in settembre l allenatore ha ancora il tempo di far progredire i suoi alzatori individualmente, prima che il sistema di gioco

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome LUCA BETTINELLI Indirizzo VIA CAMPO DI MARTE 1/A 26013 CREMA (CR) Telefono 00393467698762 Fax 037381990 E-mail lbettinelli73@gmail.com

Dettagli

Corso propedeutico Esame G.Os.C.

Corso propedeutico Esame G.Os.C. Corso propedeutico Esame G.Os.C. Organizzato da: Relatore David Lintonbon DO PG Cert (Clin Ed) Sede del Corso AIMO Accademia Italiana di Medicina Osteopatica Piazza Santuario 7, 21047 Saronno (VA) Quota

Dettagli

OBIETTIVI E STRATEGIE DI SVILUPPO DELL ALLENAMENTO PER I GIOVANI VELOCISTI DAI 16 AI 17 ANNI

OBIETTIVI E STRATEGIE DI SVILUPPO DELL ALLENAMENTO PER I GIOVANI VELOCISTI DAI 16 AI 17 ANNI OBIETTIVI E STRATEGIE DI SVILUPPO DELL ALLENAMENTO PER I GIOVANI VELOCISTI DAI 16 AI 17 ANNI Queste brevi note vogliono stimolare una riflessione sui percorsi di allenamento da proporre ai nostri giovani

Dettagli

Inserto settimanale di scommesse sportive. il sito costantemente aggiornato sul Calcio Napoli. www.pianetazzurro.it QUOTE

Inserto settimanale di scommesse sportive. il sito costantemente aggiornato sul Calcio Napoli. www.pianetazzurro.it QUOTE Inserto settimanale di scommesse sportive www.pianetazzurro.it il sito costantemente aggiornato sul Calcio Napoli QUOTE IL PRONOSTICO L ex centrocampista azzurro si augura però che la squadra di Mazzarri

Dettagli

Questo opuscolo è rivolto a voi che con il vostro

Questo opuscolo è rivolto a voi che con il vostro Stralci da Cari Genitori 1990 Si ringraziano: Carlo Tranquilli, Vincenzo Prunelli, Barbara Benedetti, Federazione Giorgio Castelli, Associazione Alessandro Bini madvertising.it Cari Genitori... Questo

Dettagli

VALUTAZIONE DELL IMPEGNO NELLE ATTIVITÀ SPORTIVE PER DISABILI INTELLETTIVI-RELAZIONALI, FISICI E SENSORIALI

VALUTAZIONE DELL IMPEGNO NELLE ATTIVITÀ SPORTIVE PER DISABILI INTELLETTIVI-RELAZIONALI, FISICI E SENSORIALI VALUTAZIONE DELL IMPEGNO NELLE ATTIVITÀ SPORTIVE PER DISABILI INTELLETTIVI-RELAZIONALI, FISICI E SENSORIALI Seregni Roberta (Roberta.seregni@libero.it), M Martinelli Il presente lavoro di ricerca si è

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

Lavorare dove inizia il futuro.

Lavorare dove inizia il futuro. Lavorare dove inizia il futuro. Volete una carriera con un futuro? Allora unitevi al team di Swiss Life. 2 Lavorare dove inizia il futuro. Swiss Life investe nel futuro dei suoi collaboratori. E voi? Chi

Dettagli

Il Minibasket e la preparazione atletica: obiettivi comuni per il miglioramento delle capacità del bambino

Il Minibasket e la preparazione atletica: obiettivi comuni per il miglioramento delle capacità del bambino Il Minibasket e la preparazione atletica: obiettivi comuni per il miglioramento delle capacità del bambino Il ruolo dell istruttore nel Minibasket è di fondamentale importanza in quanto deve migliorare

Dettagli

INTRODUZIONE. Perché abbiamo stilato questo Codice?

INTRODUZIONE. Perché abbiamo stilato questo Codice? INTRODUZIONE Perché abbiamo stilato questo Codice? Con questo insieme di regole la società GSD MontecatiniMurialdo vuole avvicinarsi ai propri giovani calciatori, cercando di insegnare loro le fondamentali

Dettagli

IL TIRO IN PORTA. Corso CONI FIGC stagione 2011 Melegnano 02 Dicembre 2011. Rubiu Stefano

IL TIRO IN PORTA. Corso CONI FIGC stagione 2011 Melegnano 02 Dicembre 2011. Rubiu Stefano Rubiu Stefano Corso CONI FIGC stagione 2011 Melegnano 02 Dicembre 2011 IL TIRO IN PORTA Il tiro in porta rappresenta l azione conclusiva delle varie strategie di gioco, al fine di raggiungere l obiettivo

Dettagli

21-27 GIUGNO LA GHIRADA TREVISO. Dai 6 ai 18 anni HIGH CAMP. Saranno con noi: Denis MARCONATO. Marco MORDENTE. Daniele SANDRI.

21-27 GIUGNO LA GHIRADA TREVISO. Dai 6 ai 18 anni HIGH CAMP. Saranno con noi: Denis MARCONATO. Marco MORDENTE. Daniele SANDRI. Città di Treviso Saranno con noi: Dai 6 ai 18 anni Denis MARCONATO Marco MORDENTE Daniele SANDRI + HIGH PERFORMANCE CAMP Federico LOSCHI 0422 324233-247 info@benettonbasket.it 21-27 GIUGNO LA GHIRADA TREVISO

Dettagli

ATTIVITÀ CON IL CAVALLO PER PERSONE DISABILI : definizioni e criteri

ATTIVITÀ CON IL CAVALLO PER PERSONE DISABILI : definizioni e criteri ATTIVITÀ CON IL CAVALLO PER PERSONE DISABILI : definizioni e criteri A cura dell équipe del Centro Vittorio di Capua A.O. Ospedale Niguarda Ca Granda - 2010 Le attività che la persona disabile può praticare

Dettagli

Progetto Potenziamento Scienze Motorie Liceo Sc. G. Bruno 2013-14

Progetto Potenziamento Scienze Motorie Liceo Sc. G. Bruno 2013-14 Progetto Potenziamento Scienze Motorie Liceo Sc. G. Bruno 2013-14 Una formazione liceale volta a nuove proposte didattiche apre al futuro perché insegna ad imparare partendo dalla convinzione che al centro

Dettagli

L importanza della psicologia dello sport nella costruzione e nella gestione del talento sportivo Lugano, 24 ottobre 2013

L importanza della psicologia dello sport nella costruzione e nella gestione del talento sportivo Lugano, 24 ottobre 2013 L importanza della psicologia dello sport nella costruzione e nella gestione del talento sportivo Lugano, 24 ottobre 2013 Dr. Mattia Piffaretti Psicologo specialista in psicologia dello sport FSP www.actsport.ch

Dettagli

METODOLOGIA DELL INSEGNAMENTO ALLENAMENTO DELLA TECNICA

METODOLOGIA DELL INSEGNAMENTO ALLENAMENTO DELLA TECNICA METODOLOGIA DELL INSEGNAMENTO ALLENAMENTO DELLA TECNICA Non possiamo parlare di un unica metodologia per allenare la pallavolo, in quanto essa cambia in rapporto al livello di gioco: non può essere la

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M VITAE INFORMAZIONI PERSONALI NOME MARINO FABIO Nato a Vimercate il 30/08/1985 INDIRIZZO Bellusco, Via S.Nazzaro 11 20882 MB TELEFONO 3286583963

Dettagli

21-27 GIUGNO LA GHIRADA TREVISO. Dai 6 ai 18 anni HIGH CAMP. Saranno con noi: Denis MARCONATO. Marco MORDENTE. Daniele SANDRI.

21-27 GIUGNO LA GHIRADA TREVISO. Dai 6 ai 18 anni HIGH CAMP. Saranno con noi: Denis MARCONATO. Marco MORDENTE. Daniele SANDRI. Città di Treviso Saranno con noi: Dai 6 ai 18 anni Denis MARCONATO Marco MORDENTE Daniele SANDRI + HIGH PERFORMANCE CAMP Federico LOSCHI 0422 324235-233 info@benettonbasket.it 21-27 GIUGNO LA GHIRADA TREVISO

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo VIA GIUSEPPE DI VITTORIO N 7, ALTAMURA (BA), 70022 Telefono 3409698300 E-mail anna.abrescia90@gmail.com

Dettagli

FISIOMEDICAL SRL VIA TOLEDO 329 80133 NAPOLI

FISIOMEDICAL SRL VIA TOLEDO 329 80133 NAPOLI Programma corso 13-14 dicembre Titolo: POSTURA: DIAGNOSI, INQUADRAMENTO BIOMETRICO E ORIENTAMENTI TERAPEUTICI FISIOMEDICAL SRL VIA TOLEDO 329 80133 NAPOLI Venerdi 13 dicembre Relatore: Iacono Giovanni

Dettagli

Meglio i farmaci o i prodotti naturali?

Meglio i farmaci o i prodotti naturali? Meglio i farmaci o i prodotti naturali? Sondaggio Ecoseven / 4 RS 03.11 Giugno 2011 NOTA INFORMATIVA Universo di riferimento Popolazione italiana, maschi e femmine, 18-60 anni, utenti domestici di internet

Dettagli

ALLENARE LA POTENZA AEROBICA IN SPAZI STRETTI. Prof. A.Di Musciano

ALLENARE LA POTENZA AEROBICA IN SPAZI STRETTI. Prof. A.Di Musciano ALLENARE LA POTENZA AEROBICA IN SPAZI STRETTI Prof. A.Di Musciano PREMESSA IL CALCIO E UN ATTIVITA INTERMITTENTE CASUALE, NEL CORSO DEL QUALE SI ALTERNANO FASI AD ALTA INTENSITA ED ALTRE DI IMPEGNO MINORE

Dettagli

MASTER ONLINE DI APPROFONDIMENTO "LA SCHEDA CONOSCITIVA DEL CLIENTE NELLA VENDITA DI SERVIZI DI MASSAGGI DI BENESSERE"

MASTER ONLINE DI APPROFONDIMENTO LA SCHEDA CONOSCITIVA DEL CLIENTE NELLA VENDITA DI SERVIZI DI MASSAGGI DI BENESSERE MASTER ONLINE DI APPROFONDIMENTO "LA SCHEDA CONOSCITIVA DEL CLIENTE NELLA VENDITA DI SERVIZI DI MASSAGGI DI BENESSERE" 1 ESTRATTO GRATUITO Non puoi regalare o distribuire questo report a persone che non

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

PROGRAMMA DI PROMOZIONE DELLA SALUTE NELLO SPORT

PROGRAMMA DI PROMOZIONE DELLA SALUTE NELLO SPORT PROGRAMMA DI PROMOZIONE DELLA SALUTE NELLO SPORT L IDEA Il Centro Medico I Mulini, nell ambito dei suoi programmi di promozione della salute e nell ottica di un lavoro costante sulla prevenzione sanitaria

Dettagli

Torneodelvenerdì CUP 2015 REGOLAMENTO

Torneodelvenerdì CUP 2015 REGOLAMENTO Torneodelvenerdì CUP 2015 REGOLAMENTO GENERALITA' Il Torneodelvenerdì nasce nel 2009 per iniziativa di alcuni ragazzi desiderosi di creare un appuntamento calcistico settimanale per la propria squadra

Dettagli

SPUNTI DI RIFLESSIONE per TECNICI DI CALCIO

SPUNTI DI RIFLESSIONE per TECNICI DI CALCIO SPUNTI DI RIFLESSIONE per TECNICI DI CALCIO Casalmaiocco, 04 MARZO 2013 Marco prof. Manzotti E-mail: m.manzotti@alice.it IL GIOCO DEL CALCIO SPORT DI SQUADRA SPORT DI CONFRONTO SPORT CON ATTREZZO SPORT

Dettagli

STIAMO COI PIEDI PER TERRA. GUIDA per la PREVENZIONE DELLE CADUTE 1

STIAMO COI PIEDI PER TERRA. GUIDA per la PREVENZIONE DELLE CADUTE 1 STIAMO COI PIEDI PER TERRA GUIDA per la PREVENZIONE DELLE CADUTE 1 Le cadute che possono verificarsi in casa, per la strada, in ospedale o presso le strutture per anziani o disabili sono un grave problema

Dettagli

Mal di schiena Istruzioni per l uso

Mal di schiena Istruzioni per l uso Mal di schiena Istruzioni per l uso A cura del prof. Revrenna Luca Chinesiologo - Personal trainer Operatore di riequilibrio posturale ad approccio globale Metodo Raggi COS È Il mal di schiena è un dolore

Dettagli

LE APPLICAZIONI DI PAINMASTER

LE APPLICAZIONI DI PAINMASTER LE APPLICAZIONI DI PAINMASTER Il cerotto Painmaster MCT si presta a numerosi utilizzi in diversi distretti del corpo, garantendo risultati ottimali e in piena sicurezza. Sfrutta la terapia alle micro correnti,

Dettagli

Consulting Medical Center Via del Borgo 6 Bellusco 039 6081585 www.consultingmc.info info@consulting-mc.it

Consulting Medical Center Via del Borgo 6 Bellusco 039 6081585 www.consultingmc.info info@consulting-mc.it - Medicina Sportiva - Ambulatori Specialistici - Strumentazione diagnostica - Specialisti del recupero funzionale - Fisioterapia e Massofisioterapia - Riabilitazione a secco - Riabilitazione in acqua -

Dettagli

PROJECT MANAGER BRESCIA CALCIO Giorgio Abeni e Lillo De Grazia. COORDINATORE PUNTI BRESCIA Valentino Cristofalo

PROJECT MANAGER BRESCIA CALCIO Giorgio Abeni e Lillo De Grazia. COORDINATORE PUNTI BRESCIA Valentino Cristofalo Il Progetto Punti Brescia Centro Sud Italia e Malta continua il suo percorso tecnico formativo e dopo tre stagioni sportive si afferma quale esempio di eccellenza nazionale e internazionale nell ambito

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome FIORINI STEFANO Indirizzo VIA UGO FOSCOLO, 4 FIRENZE Telefono 335/7056857 Fax 055/5001467 (IST. PROSPERIUS FIRENZE) 075/9420195 (IST.

Dettagli

Bianca Maria Toccagni Insegnante Scuola Elementare La Roccia SPORT, GIOCO E FAIR PLAY NELLA SCUOLA ELEMENTARE

Bianca Maria Toccagni Insegnante Scuola Elementare La Roccia SPORT, GIOCO E FAIR PLAY NELLA SCUOLA ELEMENTARE Bianca Maria Toccagni Insegnante Scuola Elementare La Roccia SPORT, GIOCO E FAIR PLAY NELLA SCUOLA ELEMENTARE Saluti alle autorità Presidente dott. Silvagni Segretario di stato alla cultura Segretario

Dettagli

A. Rossetti (Hockey Milano) G. Castellari (Nazionale Bulgaria) Un estate azzurro intenso

A. Rossetti (Hockey Milano) G. Castellari (Nazionale Bulgaria) Un estate azzurro intenso PROTAGONISTI S. Cotti, A. Esposito, A. Pagni (Nazionale italiana) A. Rossetti (Hockey Milano) «Traumi principali? Agli arti superiori, Molto coinvolte braccia spalle e mani, poi la schiena e gli adduttori»

Dettagli

associazione per il bambino in ospedale Amico ABIO

associazione per il bambino in ospedale Amico ABIO associazione per il bambino in ospedale numero 34 maggio 2015 Amico ABIO UDINE Periodico quadrimestrale di informazione di ABIO Udine Onlus Direttore Responsabile: Paola Del Degan Redazione: Paola Caselli,

Dettagli

CAMPIONATO A SQUADRE -SERIE B-

CAMPIONATO A SQUADRE -SERIE B- 1 CAMPIONATO A SQUADRE -SERIE B- Per diminuire e contenere le spese di trasferta di ogni squadra il territorio italiano viene diviso in 4 zone: A) Valle d Aosta Piemonte Lombardia Trentino AA Veneto Friuli

Dettagli

-SERIE A- 3)COMPOSIZIONE SQUADRE

-SERIE A- 3)COMPOSIZIONE SQUADRE -SERIE A- La Federazione Italiana Biliardo Sportivo, Sezione Stecca, organizza il 8 Campionato Italiano a squadre Serie A che si svolgerà sui biliardi internazionali con biglie da 63.2. 1)Tutte le società

Dettagli

Autore Faouzi Lahbi - Comitato Fidal Veneto

Autore Faouzi Lahbi - Comitato Fidal Veneto La qualità della formazione di un atleta di mezzofondo si giudica a lungo termine, dopo un paziente lavoro progressivo dalle categorie giovanili fino alla categoria senior. Durante tutto il periodo di

Dettagli

... a tutta passione... Main Sponsor

... a tutta passione... Main Sponsor ... a tutta passione... Main Sponsor L AsD Futura Sport Cisterna oggi rappresenta una delle principali società nell ambito della pratica dell avviamento al basket nell intero panorama della provincia di

Dettagli

TRAUMATOLOGIA DA SPORT: le Scienze Motorie applicate al recupero funzionale Anno Accademico 2008-09 Posti disponibili: n. 30

TRAUMATOLOGIA DA SPORT: le Scienze Motorie applicate al recupero funzionale Anno Accademico 2008-09 Posti disponibili: n. 30 5 MASTER DI PRIMO LIVELLO TRAUMATOLOGIA DA SPORT: le Scienze Motorie applicate al recupero funzionale Anno Accademico 2008-09 Posti disponibili: n. 30 Presidente: Prof.a Maria Giuseppina Robecchi Direttore

Dettagli

FACOLTÀ DI SCIENZE MOTORIE

FACOLTÀ DI SCIENZE MOTORIE FACOLTÀ DI SCIENZE MOTORIE Identità La Facoltà forma professionisti capaci di operare nel mondo dello sport e in quello della promozione della salute e del benessere psico-fisico. Offerta Master I livello

Dettagli

all Uno ESPERIENZE DALL ESTERO

all Uno ESPERIENZE DALL ESTERO Uno all ESPERIENZE DALL ESTERO Non si tratta di un nuovo acquisto per la prima squadra, ma di un iniziativa del settore giovanile nerazzurro volta a migliorare gli aspetti metodologici e didattici grazie

Dettagli

TORNEO ESTIVO CALCIO A 5 2015 Regolamento Tornei

TORNEO ESTIVO CALCIO A 5 2015 Regolamento Tornei TORNEO ESTIVO CALCIO A 5 2015 Regolamento Tornei Data emissione: 23/05/2015 Versione: 1.0 Sommario Art.1 Costo e Iscrizione Torneo... 2 Art.2 Limiti di categorie sui tesseramenti... 2 Art.3 Campi di gioco...

Dettagli

Mezzofondo e resistenza, pianificazione per la categoria allievi. Esposito Vincenzo

Mezzofondo e resistenza, pianificazione per la categoria allievi. Esposito Vincenzo Mezzofondo e resistenza, pianificazione per la categoria allievi. Esposito Vincenzo Introduzione sulle diverse tipologie di resistenza. Resistenza: la facoltà di svolgere per lungo tempo una qualsiasi

Dettagli

S.S. Sangiorgina. Presentazione attività Settore Giovanile. San Giorgio di Nogaro Ottobre 2012. S.S. Sangiorgina!! Presentazione Attività, Pagina 1

S.S. Sangiorgina. Presentazione attività Settore Giovanile. San Giorgio di Nogaro Ottobre 2012. S.S. Sangiorgina!! Presentazione Attività, Pagina 1 S.S. Sangiorgina Presentazione attività Settore Giovanile San Giorgio di Nogaro Ottobre 2012 S.S. Sangiorgina!! Presentazione Attività, Pagina 1 S.S.Sangiorgina, a Scuola di Calcio Per cominciare, qualche

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GOLF

FEDERAZIONE ITALIANA GOLF Manuale Azzurro allegato D FEDERAZIONE ITALIANA GOLF Modello per la creazione e gestione di un Club dei Giovani Il modello, tratto dall esperienza maturata nei Circoli che hanno svolto con successo l Attività

Dettagli

Cominciamo a correre. Alessandro Grainer

Cominciamo a correre. Alessandro Grainer Cominciamo a correre Alessandro Grainer Ad un certo punto della tradizionale partita scapoli ammogliati, il rag. Ugo Fantozzi vede San Pietro che, in piedi sopra la traversa, gli mostra sorridente le chiavi

Dettagli

Insegnare il Basket - versione e book

Insegnare il Basket - versione e book Lezione n. 1 Metodologia d insegnamento: spiegazione, dimostrazione, correzione Introduzione La metodologia dell insegnamento è la base di una corretta crescita tecnica tattica e psicologica degli atleti.

Dettagli

Tennis Club Moruzzo. Moruzzo - UDINE

Tennis Club Moruzzo. Moruzzo - UDINE Tennis Club Moruzzo Moruzzo - UDINE CHI SIAMO CENTRO ALTO RENDIMENTO TENNIS Il Centro Alto Rendimento Tennis mette a disposizione degli iscritti la grande professionalità di 1 Tecnico Nazionale (IV livello),

Dettagli

Rugby Parma F.C. 1931. Scuola di Rugby. www.rugbyparma.it

Rugby Parma F.C. 1931. Scuola di Rugby. www.rugbyparma.it Rugby Parma F.C. 1931 Scuola di Rugby www.rugbyparma.it I numeri Minirugby: Under 6; Under 8; Under 10; Under 12 Juniores: Under 14; Under 16; Under 20 Prima squadra seniores 120 atleti 115 atleti 45 atleti

Dettagli

PULCINI. Programma MILAN LAB

PULCINI. Programma MILAN LAB PULCINI Programma MILAN LAB SEDUTA DI ALLENAMENTO PULCINI 40% SCHEMI MOTORI DI BASE CAPACITÀ MOTORIE 60% CAPACITÀ COORDINATIVE 50% 10% CAPACITÀ CONDIZIONALI Rapidità BASSO GRADO DI DIFFICOLTÀ MEDIO GRADO

Dettagli

LEADERSHIP E PERFOMANCE TRAINING

LEADERSHIP E PERFOMANCE TRAINING CENTRO TECNICO FEDERALE DI COVERCIANO (FI) 21-22 Giugno 2013 LEADERSHIP E PERFOMANCE TRAINING Dalla squadra in gioco al gioco di squadra In collaborazione con CHE COS È IL CAMPIONATO DEL MANAGER Un innovativo

Dettagli

LE ABILITA MOTORIE IN ETA EVOLUTIVA

LE ABILITA MOTORIE IN ETA EVOLUTIVA LE ABILITA MOTORIE IN ETA EVOLUTIVA Pasquale Gallina Dottore in Fisioterapista Master in Riabilitazione dei Disordini MuscoloScheletrici OMT Orthopedic Manipulative Therapist LE FASI DELL ETÀ EVOLUTIVA

Dettagli

LEADERSHIP E PERFOMANCE TRAINING

LEADERSHIP E PERFOMANCE TRAINING con il patrocinio di CENTRO TECNICO FEDERALE DI COVERCIANO (FI) 21-22 Giugno 2013 LEADERSHIP E PERFOMANCE TRAINING Dalla squadra in gioco al gioco di squadra In collaborazione con CHE COS È Un innovativo

Dettagli

PASSIONE e IMPEGNO AL SERVIZIO DEI RAGAZZI. Documento riservato non riproducibile

PASSIONE e IMPEGNO AL SERVIZIO DEI RAGAZZI. Documento riservato non riproducibile PASSIONE e IMPEGNO AL SERVIZIO DEI RAGAZZI Documento riservato non riproducibile CHI SIAMO La XXL PALLACANESTRO è un associazione sportiva dilettantistica, nata ufficialmente nel 1989, che opera sul territorio

Dettagli

A.S. REAL LENO STAGIONE SPORTIVA 2012-2013 PROGRAMMA DI ATTIVITA

A.S. REAL LENO STAGIONE SPORTIVA 2012-2013 PROGRAMMA DI ATTIVITA A.S. REAL LENO STAGIONE SPORTIVA 2012-2013 PROGRAMMA DI ATTIVITA Dal 2010 Centro di formazione tecnico Scuola Calcio A.C. Milan La società A.S. Real Leno Calcio presieduta dal sig. Mor Angiolino ha approvato

Dettagli

Disturbi osteoarticolari: migliorare la salute con alimentazione, rimedi naturali e riabilitazione fisica

Disturbi osteoarticolari: migliorare la salute con alimentazione, rimedi naturali e riabilitazione fisica Dr.ssa Silvia Rizziero Biologa nutrizionista Cell. 338.1057839 Web: www.bioconsult.biz Mirko Ceschini Massofisioterapista Cell. 328.6814645 Web: www.mirkoceschini.it Dori Zanol Naturopata Cell: 333.5683008

Dettagli

CORSO di SPECIALIZZAZIONE PER PREPARATORE FISICO DELLA PALLAVOLO Terza Edizione

CORSO di SPECIALIZZAZIONE PER PREPARATORE FISICO DELLA PALLAVOLO Terza Edizione FIPAV Centro Qualificazione Nazionale CORSO di SPECIALIZZAZIONE PER PREPARATORE FISICO DELLA PALLAVOLO Terza Edizione Stagione Sportiva 2006/2007 BANDO DI AMMISSIONE Il presente Bando contiene le norme

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GOLF

FEDERAZIONE ITALIANA GOLF FEDERAZIONE ITALIANA GOLF Manuale azzurro: allegato C La formazione degli atleti La formazione degli atleti è svolta prevalentemente nel circolo di appartenenza, e tenendo conto delle differenze dovute

Dettagli

F.C.D. Enotria 1908 REGOLAMENTO INTERNO PREMESSA... 2 RUOLI... 3 ORARI APERTURA... 4 COMPORTAMENTO ED ABBIGLIAMENTO... 5

F.C.D. Enotria 1908 REGOLAMENTO INTERNO PREMESSA... 2 RUOLI... 3 ORARI APERTURA... 4 COMPORTAMENTO ED ABBIGLIAMENTO... 5 F.C.D. Enotria 1908 REGOLAMENTO INTERNO PREMESSA... 2 RUOLI... 3 ORARI APERTURA... 4 COMPORTAMENTO ED ABBIGLIAMENTO... 5 RIMANDI GENERALI... 5 DIVIETI... 5 UTILIZZO ATTREZZATURE... 6 SERVIZI FOTOGRAFICI,

Dettagli

Ritorno all attività senza ritardo. I pionieri nel Case Management

Ritorno all attività senza ritardo. I pionieri nel Case Management I pionieri nel Case Management Case Management comprendere gli uomini nella loro globalità Con Case Management intendiamo la presa a carico sistematica di ogni caso, con l obiettivo di favorire la migliore

Dettagli

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili COME PARTIRE Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online Questo report si pone l obiettivo di dare una concreta speranza a chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Dettagli

IL CONTROLLO DI GESTIONE Un opportunità per l imprenditore

IL CONTROLLO DI GESTIONE Un opportunità per l imprenditore IL CONTROLLO DI GESTIONE Un opportunità per l imprenditore Il controllo di gestione è uno strumento che consente di gestire al meglio l impresa e viene usato abitualmente in tutte le imprese di medie e

Dettagli

Comunicato n 5 del 16/9/2015

Comunicato n 5 del 16/9/2015 Commissione Tecnica Calcio CAMPIONATO CALCIO A 5 STAGIONE 2015/2016 Comunicato n 5 del 16/9/2015 Il Centro Sportivo Italiano Comitato di Carpi è lieto di annunciare che per questa stagione il partner per

Dettagli

FISIOEQUIPE Riabilitazione e Prevenzione - Studio Fisioterapico di Marco De Angelis, Alessio Paganelli, Stefano D Eustacchio

FISIOEQUIPE Riabilitazione e Prevenzione - Studio Fisioterapico di Marco De Angelis, Alessio Paganelli, Stefano D Eustacchio FISIOEQUIPE Riabilitazione e Prevenzione - Studio Fisioterapico di Marco De Angelis, Alessio Paganelli, Stefano D Eustacchio FISIOEQUIPE è una associazione professionale che si dedica alla cura ed alla

Dettagli

Segreti e consigli della campionessa Italiana (17 volte) Barbara Rattazzi Presentazione di Sauro Amboni Intervista di Marcella Costato

Segreti e consigli della campionessa Italiana (17 volte) Barbara Rattazzi Presentazione di Sauro Amboni Intervista di Marcella Costato della Maestra Mery Anesa Mery Anesa Segreti e consigli della campionessa Italiana (17 volte) Barbara Rattazzi Presentazione di Sauro Amboni Intervista di Marcella Costato Giugno 2011 Osservazioni e commenti

Dettagli

METODOLOGIA DI ALLENAMENTO NELLA PALLAVOLO GIOVANILE

METODOLOGIA DI ALLENAMENTO NELLA PALLAVOLO GIOVANILE METODOLOGIA DI ALLENAMENTO NELLA PALLAVOLO GIOVANILE di Massimo Merighi La pianificazione e l organizzazione dell allenamento determinano la metodologia di allenamento che sarà determinata in funzione

Dettagli

MEMORIAL Sergio Abbati

MEMORIAL Sergio Abbati 2011 MEMORIAL Sergio Abbati REGOLAMENTO: Art. 1) Ogni società potrà tesserare un massimo di 16 giocatori. Il tesseramento si chiuderà Giovedì 3 Giugno 2011. Dopo tale data non potranno essere tesserati

Dettagli

A.F.S.D Annunziatella

A.F.S.D Annunziatella Regolamento della scuola calcio L Associazione Formativo Sportiva Dilettantistica Annunziatella ha approvato, in collaborazione con lo staff tecnico, il Regolamento interno della scuola calcio. Tale regolamento

Dettagli

SFERA COACHING IL MODELLO SFERA

SFERA COACHING IL MODELLO SFERA IL MODELLO SFERA Questa sintesi viene utilizzata per la formazione degli allenatori che frequentano i corsi di Juventus University e fa particolare riferimento dunque all applicazione del modello nel mondo

Dettagli

Corporate Health Management Prevenire, gestire, accompagnare. Professionalizzare la gestione della salute nella vostra impresa

Corporate Health Management Prevenire, gestire, accompagnare. Professionalizzare la gestione della salute nella vostra impresa Corporate Health Management Prevenire, gestire, accompagnare Professionalizzare la gestione della salute nella vostra impresa Corporate Health Management Vaudoise Una gestione professionale della salute

Dettagli

GLOSSARIO. Studiare sicurezza

GLOSSARIO. Studiare sicurezza 59 Studiare sicurezza In che modo le Indicazioni nazionali per i Piani di studio personalizzati relative alla scuola primaria e a quella secondaria di primo grado possono aiutare a formulare percorsi di

Dettagli

UNITA DIDATTICA 6 : Uso dei farmaci - 118 - Primo Soccorso OBIETTIVI SPECIFICI

UNITA DIDATTICA 6 : Uso dei farmaci - 118 - Primo Soccorso OBIETTIVI SPECIFICI ASL CITTA DI MILANO SERVIZIO DI MEDICINA PREVENTIVA NELLE COMUNITA E DELLO SPORT ANCHE A CASA CI SONO DEI PERICOLI... CERCHIAMOLI INSIEME PROGETTO DI PREVENZIONE DEGLI INCIDENTI DOMESTICI PER LE SCUOLE

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

OSTEOPATIA SYNAPSY ENTE GESTORE CENTRO STUDI SUPERIORI ACCREDITATO DALLA REGIONE LOMBARDIA A. VOLTA IN PARTNERSHIP CON L ISTITUTO

OSTEOPATIA SYNAPSY ENTE GESTORE CENTRO STUDI SUPERIORI ACCREDITATO DALLA REGIONE LOMBARDIA A. VOLTA IN PARTNERSHIP CON L ISTITUTO SCUOLA SUPERIORE DI OSTEOPATIA SYNAPSY ENTE GESTORE CENTRO STUDI SUPERIORI ACCREDITATO DALLA REGIONE LOMBARDIA IN PARTNERSHIP CON L ISTITUTO A. VOLTA SEZ. PROFESSIONI SANITARIE 1 NoGravity Dance Company

Dettagli

IL CALCIO IN ROSA. Storia ed etica dello sport Yvonne Pitro SPSE Tenero 3MA 2012-2013

IL CALCIO IN ROSA. Storia ed etica dello sport Yvonne Pitro SPSE Tenero 3MA 2012-2013 IL CALCIO IN ROSA Storia ed etica dello sport Yvonne Pitro SPSE Tenero 3MA 2012-2013 Indice Introduzione Nascita del calcio femminile in Svizzera Crescita del livello in Svizzera Statistiche giocatrici

Dettagli

1 CIRCOLO DIDATTICO DI ISCHIA

1 CIRCOLO DIDATTICO DI ISCHIA 1 CIRCOLO DIDATTICO DI ISCHIA PROGETTO GIOCO SPORT FINALITA Il Progetto Gioco-Sport intende rendere evidente e far comprendere il valore altamente educativo delle attività sportive, individuali e collettive

Dettagli

U.S. VIRTUS BINASCO. Stagione Sportiva

U.S. VIRTUS BINASCO. Stagione Sportiva U.S. VIRTUS BINASCO Stagione Sportiva 2014-2015 CONSIGLIO DIRETTIVO Presidente 1.PACCALINI MASSIMO Vice Presidente 2.MALATERRA DAVIDE 3.CARENINI STEFANO Consiglieri 4.ARIOLI LUIGI 5.CICERONE SERGIO 6.CARERA

Dettagli