G. Tonelli (Hockey) V. Vergine (Calcio) IL CALCIO IN SALUTE. PROTAGONISTI S. Alessio (Hockey)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "G. Tonelli (Hockey) V. Vergine (Calcio) IL CALCIO IN SALUTE. PROTAGONISTI S. Alessio (Hockey)"

Transcript

1 V. Vergine (Calcio) «Il progetto della Fiorentina calcio legato al settore giovanile è poliennale e investe tutti i settori della società» PROTAGONISTI S. Alessio (Hockey) «Il rischio maggiore è di trauma cranico con conseguenze palesi, una crisi epilettica oppure il disorientamento,le vertigini» G. Tonelli (Hockey) «i bastoni tagliano, si rischia parecchio, poi ci sono le deviazioni improvvise che fanno finire il disco sul volto.» * NUMERO ventuno maggio 2011 la newsletter di sixtus italia esclusiva per gli operatori sanitari sportivi EDITORIALE IL CALCIO IN SALUTE Se l immagine a fianco accosta il mondo del pallone alle situazioni oratoriali - allora con un solo sacerdote in campo, in tonaca, mentre la Clericus Cup annota squadre di soli prelati che si sfidano lealmente in perfetta tenuta di gioco - il calcio italiano volta pagina, dimostrandosi in salute. Perché almeno una realtà, la Fiorentina, sta giocando una partita che ha a cuore il futuro dei movimento e soprattutto dei giovani che ne sono la principale componente. Il settore giovanile della Fiorentina ormai da 5 anni ha voltato pagina, grazie alle intuizioni del suo general manager Pantaleo Corvino e del professor Vincenzo Vergine, responsabile dell Area fisica. In adesione e sintonia con i due agisce il dottor Giovanni Serni, responsabile dell Area medica, che nonostante la lunga militanza con la stessa casacca, 26 anni in viola, si è messo in discussione. I risultati sono sotto gli occhi di tutti, le giovanili viola impazzano e, quasi in souplesse, danno consistenza ai sogni coltivati con serietà. Il vivaio ha senso se imposta e costruisce giocatori per la prima squadra, e poco importa che siano italiani o allevati dalle parti di Firenze. Sixtus è vicinissima, in ogni senso, a Futuro Viola, ne assiste il progetto in ogni suo snodo. Soprattutto in prevenzione. Il resto, come si dice da noi, è prassi terapeutica e riabilitativa. Sixtus è fornitore ufficiale della Clericus Cup 2011, il campionato di calcio riservato ai sacerdoti.

2 CLERICUS CUP CALCIO LEALE D intesa con il CSI è in corso la Clericus Cup, il campionato riservato a squadre di sacerdoti, manifestazione in di cui Sixtus è fornitore ufficiale oltre che sponsor. Finale sabato 28 maggio. *testimonianze MODELLO FIORENTINA Il paradigma dei giocatori fatti in casa in funzione della prima squadra è il nocciolo del progetto che Pantaleo Corvino, il manager, e Vincenzo Vergine, il professore, hanno già testato con successo nel Salento. In piena sintonia con loro il dottor Giovanni Serni, responsabile dell area medica: dopo cinque stagioni il bilancio è più che confortante, non solo per gli scudetti e la Coppa Italia già in carniere Vincenzo Vergine, il professore, si occupa dell Area fisica del settore giovanile della Fiorentina calcio; Giovanni Serni, il medico da 26 anni in forza ai viola, ne gestisce le sorti per l Area salute; il terzo protagonista, forse la chiave di tutto, è Pantaleo Corvino, che della società è il general manager dal Da 21 anni Corvino e Vergine lavorano in piena sintonia, la loro esperienza ha dato vita al progetto calcistico legato ai giovani che è un punto di svolta per l intero sistema. I due lo applicano con soddisfazione da cinque anni, da quando - dopo l esperienza a Lecce, e prima a Casarano, dove scoccò la scintilla - sono approdati a Firenze. Una svolta di cui Sixtus è partecipe per l intera gamma dei suoi prodotti di consumo, oltre agli elettromedicali, che ha indotto Sixtus a essere anche sponsor della squadra viola, non per vicinanza territoriale ma per consonanza d intenti. Il progetto si incardina su un principio fondamentale: le sorti di una squadra di calcio al massimo livello dipendono dal vivaio, da quanto questo produce in funzione della prima squadra. In un sistema che mette in stretta connessione area tecnica, fisica, etico-morale. Un lavoro che prende spunto dalla concorrenza, motore di civiltà: La competizione sana e corretta racconta Vergine - stimola sempre: alla Fiorentina un giovane calciatore sa di avere chance di giocare in prima squadra per la semplice ragione che gli stipendi in casa viola sono 3-4 volte inferiori a quelli di un club del massimo livello, dove si ingaggiano con giocatori cresciuti altrove, pescando tra i migliori. Ma creare giocatori per la prima squadra significa sviluppare sistematicamente le loro qualità fisiche, tecniche, mentali e tattiche, non allevare polli in batteria. E sin qui, senza fare nomi, in prima squadra sono già approdati cinque-sei giocatori. Vincenzo Vergine (responsabile Area fisica settore giovanile Fiorentina calcio e amm. unico di promesse viola ) L approccio è sistemico, tutte le aree concorrono al lavoro che ha un ulteriore presupposto chiave: La partita non è l obiettivo, bensì uno strumento per migliorare il giovane, il cui sviluppo è legato al tempo dovuto per ogni fase. Il club non ha uno schema di gioco per ogni gruppo di età, quello dipende sempre dalle caratteristiche dei giocatori. A seconda dell età, si decide di lavorare concentrandosi sulla crescita di un ambito piuttosto che di un altro. I settori in esame sono quello tecnico, quello tattico e quello etico morale.. Quanto al lavoro di un ragazzo, mettiamo di 300 ore a stagione, questo dev essere ben distribuito. Fosse per lui vorrebbe soltanto giocare, ma giocando e basta, o impiegando metà del tempo a giocare, le capacità dei singoli non si sviluppano. Per questo l 80% delle ore sarà dedicato all allenamento, il resto alle partite. Un altro precetto di Vergine riguarda la figura del buon allenatore. Lui lo vede così: Più sa, meno impara. Sono convinto che sia più facile rovinare un talento che farlo crescere. Per questo motivo è molto importante avere una chiara idea di come lavorare insieme per sviluppare il talento dei giocatori. Insieme significa confrontando le aree che concorrono, da quella tecnica a quella sanitaria, senza mai dimenticare la società. Un principio inderogabile per tutti è l educazione, in campo e fuori. L abitudine alle regole e la disciplina fanno parte dell educazione in progress Quando a quella calcistica, ci si avvale di specialisti nei diversi settori. La Fiorentina ha un allenatore, un preparatore atletico e un allenatore dei portieri per ogni squadra. E sono undici suddivise per fasce d età. In questo momento ragioniamo di 210 ragazzi, fra i dieci e i 20 anni. Lo staff interagisce sempre con le altre aree della società, ma si concentra sulle posizioni in campo e sui ruoli già a partire dai più piccoli, quelli di 10-11

3 anni. Ogni due settimane gli allenatori discutono lo sviluppo di ogni giocatore e valutano il da farsi. I bambini del 2001 sono di gomma, apparentemente sopportano qualsiasi tipo di carico, ma è impensabile non tener conto della loro crescita che dev essere armonica, non affrettata, soprattutto nella struttura fisica, senza dimenticare la dimensione psicologica. Come, è presto detto. Non ci sono segreti: Negli allenamenti sono due le cose più importanti da ricordare: l obiettivo e l intensità. Si cerca di raggiungere l intensità in due modi : velocità nell esecuzione degli esercizi e capacità di gestire le pause senza concedere stop al movimento. I giocatori devono fare tutto alla massima velocità e devono avere le giuste pause. Se si lavora troppo duramente per tanto tempo, l intensità cala. Invece l intensità dovrebbe calare perché l allenatore lo vuole, non perché il giocatore è stanco. C è poi l insegnamento della tecnica, anch essa prioritario: L approccio più comune è la ripetizione, ma occorre seguire tre filoni diversi: equilibrio, tocco e ritmo del corpo. È necessario valutare ogni giocatore e creare un approccio in base alle loro carenze. Un giocatore può godere di un solido equilibrio statico, ma manca nel tocco. Uno può avere un gran ritmo motorio, ma gli serve maggiore equilibrio. Il programma per lo sviluppo dei giovani giocatori è basato su quattro aree: tecnica, tattica, fisica e crescita psicomotoria. Ogni aspetto è specifico per ogni età. Il compito dei direttori e degli allenatori è quello di capire in ogni momento quello che occorre per ogni fascia di età. Il calcio è materia viva, non ha schemi prefissati, ha soltanto protocolli nell area salutistica, preventiva e riabilitativa, che vanno seguiti con criterio. Giovanni Serni (responsabile dell area medica) Vediamo ora in che cosa consiste, in termini sanitari, il progetto Fiorentina, con l aiuto del dottor Serni, da 26 anni in forza allo staff viola, un medico sociale che ha conosciuto assetti societari diversi, legati ai presidenti che si sono avvicendati alla guida della società viola, dai Pontello a Cecchi Gori ai Della Valle, e che negli ultimi cinque anni ha affrontato una vera e propria rivoluzione: Mi sono dovuto mettere in discussione perché Enzo Vergine ha messo mano a un organizzazione che prima non esisteva, ma del tutto convincente, in cui la prevenzione ha priorità assoluta. E l educazione ha ugual peso. Abbiamo dei minorenni da gestire correttamente. Ogni percorso sappiamo dove porta, non c è fretta di arrivare, non c è stress nei giocatori che sanno di essere gestiti con attenzione e accuratezza. Certo, le patologie e la traumatologia hanno il loro impatto, com è usuale nel calcio, sport di confronto e di contatto, ma tutto è organizzato al meglio. Un esempio illuminante? Il criterio di intervento immediato sul giocatore che si infortuna. Un tempo se uno si faceva male il venerdì non seguiva la squadra, cominciava a essere curato il lunedì o il martedì. Ora non solo segue la squadra, fa comunque gruppo, ma le terapie iniziano da subito, non si perde tempo, non c è sabato o domenica o lunedì che tenga. Il ciclo di lavoro è importante, non finisce mai, ma è corretto che sia così, perché questo toglie ansietà e provvede a soluzioni non affrettate, corrette. Non si riabilita per mandare in campo al più presto, si riabilita per non incorrere, se possibile, in un nuovo infortunio. Le recidive sono minime. Dal punto di vista organizzativo come vi siete attrezzati? Abbiamo 22 fisioterapisti che lavorano sulle 11 squadre, purtroppo mancano strutture centralizzate, lavoriamo su 4 campi distanti tra loro, salvo il centro fisioterapico dove ci occupiamo delle prognosi superiori a un tot di giorni. Ogni fisioterapista si avvale dei prodotti Sixtus per la parte bendaggi e massaggi. Quanto alle macchine, non abbiamo ancora strutturato in maniera ideale il luogo destinato alla riabilitazione, ci avvaliamo di un area di 300 mq coperti con le apparecchiature per la rieducazione e la prevenzione, ma ci si dovrà trasferire, una volta individuato un posto più adatto, centralizzato. Degli elettromedicali di Sixtus facciamo buon uso Il progetto è esportabile, a suo avviso? Non ho dubbi, è un modello applicabile ovunque, e non solo per risparmiare, visto che non ha costi importanti. Potrebbero farlo tutti, anzi dovrebbero. Undici squadre giovanili La Fiorentina ha 11 squadre nel settore giovanile. Prima dei 14 anni di età un giocatore dev essere toscano, risiedere a un ora, un ora e mezza da Firenze. Dopo quell età si reclutano giocatori da tutta Italia e da tutto il mondo.

4 *testimonianze Sergio Alessio (Medico dell Alleghe e della Nazionale italiana di hockey) «le conseguenze possono essere una crisi epilettica lì, sul ghiaccio, oppure il disorientamento, le vertigini» trauma cranico in agguato Medico dell Alleghe e della Nazionale italiana di hockey, senza che nessuno possa lamentare conflitti d interesse, il dottor Sergio Alessio lavora nell ambiente dell hockey ghiaccio dal 2001 ma mai gli era capitato, a Bassano del Grappa, dov è nato e risiedeva, di andare anche solo ad Asiago, in fondo a tre quarti d ora da casa, per una partita di hockey. Semmai badavamo all hockey a rotelle, al massimo all online. Classe 1959, laurea conseguita a Padova, dove si è specializzato in medicina dello sport, Alessio viene dal calcio (con trascorsi da allenatore), ma la passione per la montagna lo ha portato nelle valli alte. Mi ha stregato l ambiente, le logiche dell hockey per chi lo vive senza forzature. È uno sport duro ma non violento, anche se le immagini televisive a volte indugiano sui contatti al limite del regolamento o ben oltre. L hockey per il dottor Alessio è vicenda umana e professionale che ingloba tutti: chi gioca, gli ex-atleti, gli arbitri senza alcun discrimine. Un piccolo mondo antico che somma non più di un migliaio di persone, spettatori esclusi, integrati alla perfezione. Culture e lingue diverse, abitudini differenti, ma il processo di osmosi è perfettamente riuscito, nell ultimo decennio. Veniamo ai traumi, che costellano la disciplina. Occorre distinguere tra patologie gravi e meno gravi, sempre da contatto. Tra le peggiori il trauma cranico che mette a dura prova il medico, conseguenza di impatti contro la balaustra o contro il gomito dell avversario o una steccata. Le conseguenze possono essere immediate ed evidenti una crisi epilettica lì, sul ghiaccio, oppure il disorientamento, le vertigini e questo induce allo stop immediato. In altri casi nessuna conseguenza apparente, che autorizza chi gioca a riprendere il suo posto, come se nulla fosse. Ma i traumi cranici sono subdoli, ricordo gli episodi del Chelsea calcio, quando il portiere Cech, quello che ancora indossa il caschetto, prese una ginocchiata. Riprese a giocare ma poi fu avvicendato e la Tac in ospedale evidenziò un grave trauma cranico. Nella stessa partita Carlo Cudicini, portiere di riserva, rimediò un colpo e rimase tre minuti svenuto, senza alcuna conseguenza. Lo stop non è semplice da valutare ma quando fermo qualcuno non ci sono problemi, le mie decisioni vengono rispettate. Altri gravi guai le lesioni da pattino, da lama, per fortuna rare, ma impressionanti. Vediamo ora le meno gravi: Quelle muscolari sono frequentissime, i guai agli adduttori riguardano il 30% degli infortuni, la parte interna della coscia è sollecitata dagli spostamenti repentini, stiramenti e strappi a livello inguinale, le stesse pubalgie sono frequenti. Quanto ai contrasti, fanno parte del gioco. I giocatori di livello hanno velocità, destrezza, gli impatti sono duri. Poi c è la stecca, una protesi utile, a volte, per fare male. Traumi da ginocchiate ne ho visti pochi, oggi le regole, per fortuna, tutelano i giocatori di talento. Il meglio, per lui, viene dalla prevenzione. La si applica con il warm up e il defaticamento, al termine della partita o dell allenamento, avendo a cuore l idratazione e la corretta alimentazione. Poi ci sono i bendaggi funzionali, il kinesiotape. In caso di incidenti abbiamo efficaci diagnosi strumentali e terapie opportune: ultrasuoni e laser per i traumi meno importanti, con attenzione all uso dei farmaci che hanno comunque effetti collaterali. Voglio dire che gli antinfiammatori non possono essere caramelle. Va detto che i giocatori sono più preparati fisicamente e mentalmente. E non solo i più esperti. Tutti sono ottimi professionisti, consapevoli dell importanza della preparazione fisica e dell obbligo di condurre una vita sana, senza follie. La collaborazione con Sixtus, fornitore ufficiale di prodotti legati alla fisioterapia, cos ha comportato? Solo vantaggi ma non mi contento. Per gli elettromedicali è solo questione di tempo, la validità delle apparecchiature è prioritaria nelle scelte.

5 *testimonianze Guido Tonelli (fisioterapista della nazionale italiana di hokey ghiaccio) «i bastoni tagliano, si rischia parecchio, poi ci sono le deviazioni improvvise che fanno finire il disco sul volto.» problemi di contatto? serissimi Dal 2003 collabora con la nazionale di hockey, dapprima alle Universiadi di Tarvisio, poi con la Giovanile e infine la Senior azzurra: vale a dire nove Mondiali e un Olimpiade (Torino 2006), un altra Universiade (Torino 2007), un appuntamento mancato a Vancouver (gli azzurri nel 2010 non erano stati ammessi) e una serie di appuntamenti di Eurochallenge, oltre ai raduni collegiali della nazionale. Per un totale di almeno tre mesi l anno riservati all hockey, disciplina che Guido Tonelli ha imparato ad amare pur non avendola mai frequentata in gioventù: «Dalle parti mie, a Rovereto, l hockey non esiste, siamo gente di pianura. Tutto è capitato, un po per caso, a Moena, in Val di Fassa, dove lavoravo e ho cominciato con il Fassa, allenato allora da un italo-canadese, Pat Cortina». Tonelli non è un predestinato, molto deve alla sorte: classe 1963, come molti colleghi si è avvicinato alla riabilitazione altrui muovendo dalla propria, per un problema al ginocchio, una lesione al crociato anteriore che nella prima maturità lo ha afflitto. Dopo il diploma in massofisioterapia quest anno sta frequentando il Master di Fisioterapia Sportiva a Pisa, diretto dal professor Marco Gesi, cui Tonelli deve molta gratitudine. In carriera, anche da libero professionista, oltre all hockey si è occupato di pattinaggio di velocità (ha assistito Enrico Fabris alle Universiadi 2007) ma anche di volley (collabora con l Itas Diatec Trentino, per il tirocinio pratico dell Università di Pisa). Veniamo alle problematiche specifiche dell hockey: «Numerosi sono i traumi da contatto, ma la differenza la fa la prevenzione. Falli di malizia ce ne sono, ma il peggio è la classica ginocchiata che qualcuno ogni tanto rifila all avversario, cercandolo per il campo con lucida determinazione. L hockey è uno sport duro, ogni tanto c è chi eccede. Purtroppo in Italia gli arbitri lasciano correre, tanto che quando giochiamo all estero rimediamo minuti su minuti di penalità. I problemi di contatto sono a volte serissimi: i bastoni tagliano, si rischia parecchio, poi ci sono le deviazioni improvvise che fanno finire il disco sul volto. Si danno punti, ogni tanto, ma gli atleti rimangono in campo, appena ricuciti tornano a giocare, nemmeno se ne accorgono». I muscoli più sollecitati sono gli adduttori, con riflessi su schiena e collo. «Gli adduttori risentono maggiormente del carico, ma sono presenti distorsioni, contratture da sovraccarico. Ci avvaliamo, per fortuna, di terapie preventive: di bendaggi funzionali e compressivi se ne fanno tantissimi. Dal 1993 conosco e suggerisco i prodotti Sixtus. Le mie preferenze? La crema neutra che impiego da quasi vent anni non mi ha mai problemi con alcun atleta. Altri prediligono l olio». Per l hockey ha sempre lavorato senza risparmiarsi, spendendo del suo. L aggiornamento professionale, i corsi di formazione dopo la laurea triennale, sono sempre a carico degli operatori collaboratori. Unica eccezione, i collegiali: «Il più importante è stato a Toronto, due anni fa, quando siamo rimasti due settimane in un centro di medicina sportiva e con i fisioterapisti canadesi ci siamo confrontati a lungo. Loro, ma anche gli statunitensi, lavorano quasi esclusivamente con terapie manuali, qualche tens e un po di laser. Ricorrono spesso anche alla chiropratica e all osteopatia. Si occupano anche del lavoro viscerale, un altro precetto della scuola tedesca» Macchinari, pochi e solo i casi particolari: «Un po di diatermia, il laser e qualcosa di elettrostimolazione, niente di più, ma bisogna ragionarne con il medico».

6

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

Che cosa provoca una commozione cerebrale?

Che cosa provoca una commozione cerebrale? INFORMAZIONI SULLE COMMOZIONI CEREBRALI Una commozione cerebrale è un trauma cranico. Tutte le commozioni cerebrali sono serie. Le commozioni cerebrali possono verificarsi senza la perdita di conoscenza.

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio Lo sport è caratterizzato dalla RICERCA DEL CONTINUO MIGLIORAMENTO dei risultati, e per realizzare questo obiettivo è necessaria una PROGRAMMAZIONE (o piano di lavoro) che comprenda non solo l insieme

Dettagli

ELIMINARE LO STRESS La prevenzione dello stress nelle aziende

ELIMINARE LO STRESS La prevenzione dello stress nelle aziende ELIMINARE LO STRESS La prevenzione dello stress nelle aziende Formazione e informazione perla prevenzione nell hotellerie e nella Gastronomia 2 Traduzione e adattamento italiani a cura di: Gruppo di lavoro

Dettagli

LA MOBILITÀ ARTICOLARE

LA MOBILITÀ ARTICOLARE LA MOBILITÀ ARTICOLARE DEFINIZIONE La mobilità articolare (detta anche flessibilità o scioltezza articolare) è la capacità di eseguire, nel rispetto dei limiti fisiologicamente imposti dalle articolazioni,

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE

LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE La programmazione nel settore giovanile P R O G R E S S I O N I D I D A T T I C H E, S

Dettagli

attività motorie per i senior euro 22,00

attività motorie per i senior euro 22,00 Le attività motorie Chi è il senior? Quali elementi di specificità deve contenere la programmazione delle attività motorie destinate a questa tipologia di utenti? Quali sono le capacità motorie che necessitano

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 ALTRE DISPOSIZIONI

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 ALTRE DISPOSIZIONI ALTRE DISPOSIZIONI Vengono di seguito fornite le informazioni relative a: campo di gioco attrezzature controlli preliminari modulo CAMP3 componenti delle squadre assenza della squadra o degli Ufficiali

Dettagli

1 von 6 04.02.2012 18:49

1 von 6 04.02.2012 18:49 1 von 6 04.02.2012 18:49 Serie A Calendario Classifica Statistiche Squadre Alleghe Asiago Bolzano Cortina Fassa Pontebba Ritten Sport Valpellice Val Pusteria Vipiteno Serie A2 Classifica A2 Serie C Serie

Dettagli

UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO

UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO Le capacità cognitive richieste per far fronte alle infinite modalità di risoluzione dei problemi motori e di azioni di gioco soprattutto

Dettagli

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO Come effettuare il monitoraggio dei nostri allenamenti? Spesso è difficile misurare il livello di sforzo di una particolare gara o sessione di allenamento. Come vi sentite?

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Giorni e orari A Torino: Lunedì e Venerdì dalle 9,20 alle 13,20 e dalle 16,00 alle 20,00 Mercoledì dalle 9,20 alle 13,20.

Giorni e orari A Torino: Lunedì e Venerdì dalle 9,20 alle 13,20 e dalle 16,00 alle 20,00 Mercoledì dalle 9,20 alle 13,20. Lo Studio Lo StudioFisiocenter del Dottor Marco Giudice è un team di professionisti che offre supporto e assistenza per la risoluzione di un ampia gamma di problemi fisici. Operano in ambito preventivo,

Dettagli

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu Collaboriamo con i pazienti, le famiglie e i professionisti sanitari per offrire assistenza e informazioni sulla sincope e sulle convulsioni anossiche riflesse Soffre di episodi inspiegati di Lista di

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative Curriculum Vitae Nome Da Campo Gianluigi Data di nascita 07.12.1958 Qualifica Dirigente di 1 livello Amministrazione Azienda 12 Veneziana Incarico attuale Responsabile di struttura semplice in chirurgia

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 Art. 1 PRINCIPI GENERALI Il football a 9 contro 9 Master (o 7 contro 7) verrà giocato secondo le regole del regolamento ufficiale NCAA per i campionati a 11 giocatori,

Dettagli

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO M A G A Z I N E PRINCIPI BASE DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO w w w. a l l f o1 o t b a l l. i t IL TUTOR MARIO BERETTA 1959 Milano, è ex calciatore e attuale allenatore professionista. Diplomato Isef e

Dettagli

«Top 10» per l inverno

«Top 10» per l inverno «Top 10» per l inverno Suva Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Tel. 041 419 51 11 Ordinazioni www.suva.ch/waswo-i Fax 041 419 59 17 Tel. 041 419 58 51 Autori dott. Hans

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

SCHEMA SETTIMANA TIPO CON TRE SEDUTE DI ALLENAMENTO

SCHEMA SETTIMANA TIPO CON TRE SEDUTE DI ALLENAMENTO U.S. ALESSANDRIA CALCIO 1912 SETTORE GIOVANILE ALLENAMENTO PORTIERI SCHEDA TIPO DELLA SETTIMANA ALLENATORE ANDREA CAROZZO GRUPPO PORTIERI STAGIONE 2009/2010 GIOVANISSIMI NAZIONALI 1995 ALLIEVI REGIONALI

Dettagli

CENTRO DI TRAUMATOLOGIA DELLO SPORT CHIRURGIA ARTROSCOPICA UNITA OPERATIVA DI RIABILITAZIONE SPORTIVA

CENTRO DI TRAUMATOLOGIA DELLO SPORT CHIRURGIA ARTROSCOPICA UNITA OPERATIVA DI RIABILITAZIONE SPORTIVA CENTRO DI TRAUMATOLOGIA DELLO SPORT CHIRURGIA ARTROSCOPICA UNITA OPERATIVA DI RIABILITAZIONE SPORTIVA ISTITUTO ORTOPEDICO GALEAZZI - MILANO Responsabili: M. DENTI - H. SCHÖNHUBER - P. VOLPI Responsabile:

Dettagli

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA Dopo avere visto e valutato le capacità fisiche di base che occorrono alla prestazione sportiva e cioè Capacità Condizionali

Dettagli

Occhio alle giunture La migliore prevenzione

Occhio alle giunture La migliore prevenzione Occhio alle giunture La migliore prevenzione 1 Suva Istituto nazionale svizzero di assicurazione contro gli infortuni Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Telefono 041

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi.

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi. L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA Ci muoviamo insieme a voi. PREMESSA LA ORTHOPÄDISCHE CHIRURGIE MÜNCHEN (OCM) È UN ISTITUTO MEDICO PRIVATO DEDICATO ESCLUSIVAMENTE

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

IMPARARE GIOCANDO A 9/10 ANNI

IMPARARE GIOCANDO A 9/10 ANNI IMPARARE GIOCANDO A 9/10 ANNI appunti dalla lezione del 19 maggio 2002 al Clinic di Riccione relatore Maurizio Cremonini, Istruttore Federale Set. Scol. e Minibasket I BAMINI DEVONO SCOPRIRE CIO DI CUI

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

10 passi. verso la salute mentale.

10 passi. verso la salute mentale. 10 passi verso la salute mentale. «La salute mentale riguarda tutti» La maggior parte dei grigionesi sa che il movimento quotidiano e un alimentazione sana favoriscono la salute fisica e che buone condizioni

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI COMUNE DI ALA REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd. 19.06.2003 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd.

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale?

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Come l intelligenza e l empatia, e un poco come tutte le caratteristiche che contraddistinguono gli esseri umani, anche la competenza sociale non è facile

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Matteo Freddi L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Youcanprint Self-Publishing Titolo L arte di vincere al fantacalcio Autore Matteo Freddi Immagine di copertina a cura dell Autore ISBN 978-88-91122-07-0 Tutti

Dettagli

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori?

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Le proposte emerse dai gruppi di RLS 1 Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Il RLS consulta il documento di valutazione dei rischi e verifica se il rischio

Dettagli

FAQ. 4) Si può partecipare ai concorsi avendo delle imperfezioni fisiche? Risposta

FAQ. 4) Si può partecipare ai concorsi avendo delle imperfezioni fisiche? Risposta FAQ 1) Come si entra in Guardia di Finanza? Risposta 2) Quali sono i limiti di età per partecipare ai concorsi? Risposta 3) Quali titoli di studio occorrono per partecipare ai concorsi? Risposta 4) Si

Dettagli

STUDIO PROFESSIONALE DI FISIOTERAPIA

STUDIO PROFESSIONALE DI FISIOTERAPIA Studio professionale di fisioterapia: Gli Studi Professionali di Fisioterapia sono strutture dove possono essere erogate prestazioni terapeutiche riconducibili al profilo professionale del fisioterapista

Dettagli

In collaborazione con:

In collaborazione con: In collaborazione con: DAY CAMP Peschiera del Garda dal 15 al 20 giugno / dal 22 al 27 giugno / dal 29 giugno al 4 luglio Centro Sportivo Parc Hotel Paradiso Borgo Roma dal 15 al 20 giugno Centro Sportivo

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n.

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n. INDICE pag. FEDERAZIONE ITALIANA RUGBY PREMESSA 3 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA Under 14/12/10/ 8/ 6 TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5 TABELLA RIASSUNTIVA n. 2 6 REGOLAMENTO U14 8 REGOLAMENTO U12

Dettagli

INFORTUNI SUL LAVORO E MALATTIE PROFESSIONALI

INFORTUNI SUL LAVORO E MALATTIE PROFESSIONALI INFORTUNI SUL LAVORO E MALATTIE PROFESSIONALI Dott. Sergio Biagini Tecnico della Prevenzione Perché Sicurezza e Igiene del Lavoro? Tutela della salute dei lavoratori La salute, intesa come lo stato di

Dettagli

EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI

EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI PER INIZIARE EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI Dicesi dirigente un signore che dovrebbe non dirigere ma animare; non solo animare ma testimoniare, non solo testimoniare, ma motivare. Insomma,

Dettagli

Identikit del drogato da lavoro

Identikit del drogato da lavoro INTERVISTA Identikit del drogato da lavoro Chi sono i cosiddetti workaholic? quanto è diffusa questa patologia? Abbiamo cercato di scoprirlo facendo qualche domanda al dottor Cesare Guerreschi, fondatore

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Repower guarda al futuro con fiducia

Repower guarda al futuro con fiducia Repower guarda al futuro con fiducia Giovanni Jochum Quale membro della Direzione di Repower, società con sede a Poschiavo, desidero presentare il mio punto di vista sui fattori che stanno cambiando radicalmente

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

FULGOR ACADEMY 2014-15

FULGOR ACADEMY 2014-15 PRIMI CALCI 2009-2010 OBIETTIVI: Conoscenza del proprio corpo (giochi ed esercizi coordinativi) Rispetto delle regole e del gruppo di cui si fa parte Conoscenza del pallone Capacità di eseguire un gesto

Dettagli

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora.

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora. WCM Sport è un software che tramite un sito web ha l'obbiettivo di aiutare l'organizzazione e la gestione di un campionato sportivo supportando sia i responsabili del campionato sia gli utilizzatori/iscritti

Dettagli

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career Il successo sin dai primi passi Consigli per il vostro colloquio di presentazione Adecco Career Adecco: al vostro fianco per la vostra carriera. Da oltre 50 anni Adecco opera nei servizi del personale

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

ASPETTI LEGATI ALLA GESTIONE DI UNA SQUADRA DI GIOVANISSIMI

ASPETTI LEGATI ALLA GESTIONE DI UNA SQUADRA DI GIOVANISSIMI SETTORE TECNICO FIGC COVERCIANO Corso master Uefa Pro di prima categoria 2012-2013 ASPETTI LEGATI ALLA GESTIONE DI UNA SQUADRA DI GIOVANISSIMI Candidato: Mark Iuliano Relatore: Dott.ssa Maria Grazia Rubenni

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

Ergonomia in uffi cio. Per il bene della vostra salute

Ergonomia in uffi cio. Per il bene della vostra salute Ergonomia in uffi cio Per il bene della vostra salute Ogni persona è unica, anche per quanto riguarda la struttura corporea. Una postazione di lavoro organizzata in modo ergonomico si adatta a questa individualità.

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI

IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI DAGLI AMATORI AI PROFESSIONISTI DI FATTO ATTRAVERSO LO STUDIO DELLE SOCIETÀ CALCISTICHE a cura di MATTEO SPERDUTI 2 0 1 5 INDICE ACRONIMI E ABBREVIAZIONI......

Dettagli

11+ Un programma di riscaldamento completo per ridurre gli infortuni nel calcio MANUALE

11+ Un programma di riscaldamento completo per ridurre gli infortuni nel calcio MANUALE 11+ Un programma di riscaldamento completo per ridurre gli infortuni nel calcio MANUALE 11+ MANUALE UN PROGRAMMA DI RISCALDAMENTO COMPLETO PER RIDURRE GLI INFORTUNI NEL CALCIO INDICE PREFAZIONE 4 INTRODUZIONE

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

1. Come si svolgono gli accertamenti a Firenze e a chi vengono fatti? 2. Qual è l iter di accertamento

1. Come si svolgono gli accertamenti a Firenze e a chi vengono fatti? 2. Qual è l iter di accertamento Continuiamo con la nostra serie di interviste ad operatori che si occupano dell'applicazione delle attuali leggi sui consumi di sostanze Oggi incontriamo il dr. Francesco Ruffa - Medico Chirurgo, referente

Dettagli

Dov è finita la voglia di studiare?

Dov è finita la voglia di studiare? Dov è finita la voglia di studiare? Demo5vazione, insicurezza, paura di me:ersi alla prova, difficoltà a ges5re gli insuccessi: vissu5 frequen5 del percorso scolas5co di oggi CERCASI VOGLIA DI STUDIARE!!!

Dettagli

Scuola dell infanzia: Il corpo e il movimento. Scuola primaria: Educazione fisica

Scuola dell infanzia: Il corpo e il movimento. Scuola primaria: Educazione fisica Ufficio XVI - Ambito territoriale per la provincia di Reggio Emilia Ufficio Educazione Fisica e Sportiva Scuola dell infanzia: Il corpo e il movimento Scuola primaria: Educazione fisica Prof. CRONISTORIA

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

Quaderno d'allenamento G+S Pattinaggio sul ghiaccio Danza sul ghiaccio Pattinaggio artistico Pattinaggio sincronizzato

Quaderno d'allenamento G+S Pattinaggio sul ghiaccio Danza sul ghiaccio Pattinaggio artistico Pattinaggio sincronizzato Una produzione della Scuola universitaria federale dello sport di Macolin SUFSM 30.910.310 i / Edizione 2002 (02.04) Quaderno d'allenamento G+S Pattinaggio sul ghiaccio Danza sul ghiaccio Pattinaggio artistico

Dettagli

I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante!

I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante! I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante! I teenagers che fanno sport non solo stanno meglio in salute ma prendono anche voti migliori a scuola! Lo dimostra una ricerca svolta al dipartimento

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SETTORE TECNICO

REGOLAMENTO DEL SETTORE TECNICO REGOLAMENTO DEL SETTORE TECNICO Parte I Attribuzioni, struttura e organizzazione del Settore Tecnico Art. 1 Attribuzioni e funzioni 1. Il Settore Tecnico della F.I.G.C., tenuto anche conto delle esperienze

Dettagli

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015 Con la collaborazione di: EDUCAZIONE ATTRAVERSO IL MOVIMENTO Le abilità di movimento sono conquiste tangibili che contribuiscono alla formazione di un immagine di sé positiva. Progetto di collaborazione

Dettagli

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili.

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. Nella fisica classica l energia è definita come la capacità di un corpo o di un sistema di compiere lavoro (Lavoro: aggiungere o

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA L epoca in cui viviamo, caratterizzata dalla velocità e dall informazione, vede limitate le nostre capacità previsionali. Non siamo più in grado

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 COMUNICATO UFFICIALE N. 1097 del 10 maggio 2014 Indice

Dettagli

presenta: CUCCIOLI SPRINT (progetto di attività cognitivo-motoria per bambini dai 20 mesi ai tre anni)

presenta: CUCCIOLI SPRINT (progetto di attività cognitivo-motoria per bambini dai 20 mesi ai tre anni) presenta: CUCCIOLI SPRINT (progetto di attività cognitivo-motoria per bambini dai 20 mesi ai tre anni) Premessa: Sportivissimo a.s.d. è un associazione affiliata all ACSI e al CONI che intende promuovere

Dettagli

Guida alle attività. Tutto sulle cellule staminali

Guida alle attività. Tutto sulle cellule staminali Guida alle attività è un attività da usare con studenti dagli 11 ai 14 anni o con più di 16 anni. Consiste in un set di carte riguardanti le conoscenze basilari sulle cellule staminali e sulle loro applicazioni

Dettagli

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona?

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Nel Western Australia, la legge permette di redigere una dichiarazione anticipata di trattamento per stabilire quali cure si vogliono

Dettagli

Piano Giovani di Zona Quattro Vicariati Comuni di Ala, Avio, Brentonico, Mori e Ronzo-Chienis

Piano Giovani di Zona Quattro Vicariati Comuni di Ala, Avio, Brentonico, Mori e Ronzo-Chienis Piano Giovani di Zona Quattro Vicariati Comuni di Ala, Avio, Brentonico, Mori e Ronzo-Chienis BANDO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI PER LA FORMAZIONE DEL PIANO OPERATIVO GIOVANI (POG) Anno 2015 PREMESSA:

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli