To link to this article:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "To link to this article: http://dx.doi.org/10.1080/11250003109434837"

Transcript

1 This article was downloaded by: [ ] On: 06 July 2015, At: 01:10 Publisher: Taylor & Francis Informa Ltd Registered in England and Wales Registered Number: Registered office: 5 Howick Place, London, SW1P 1WG Bolletino di zoologia Publication details, including instructions for authors and subscription information: Ricerche causali sulla rigenerazione del cristallino nei tritoni Aldo Spirito & Giacinto Ciaccio Published online: 25 Sep To cite this article: Aldo Spirito & Giacinto Ciaccio (1931) Ricerche causali sulla rigenerazione del cristallino nei tritoni, Bolletino di zoologia, 2:1, 1-7, DOI: / To link to this article: PLEASE SCROLL DOWN FOR ARTICLE Taylor & Francis makes every effort to ensure the accuracy of all the information (the Content ) contained in the publications on our platform. However, Taylor & Francis, our agents, and our licensors make no representations or warranties whatsoever as to the accuracy, completeness, or suitability for any purpose of the Content. Any opinions and views expressed in this publication are the opinions and views of the authors, and are not the views of or endorsed by Taylor & Francis. The accuracy of the Content should not be relied upon and should be independently verified with primary sources of information. Taylor and Francis shall not be liable for any losses, actions, claims, proceedings, demands, costs, expenses, damages, and other liabilities whatsoever or howsoever caused arising directly or indirectly in connection with, in relation to or arising out of the use of the Content. This article may be used for research, teaching, and private study purposes. Any substantial or systematic reproduction, redistribution, reselling, loan, sublicensing, systematic supply, or distribution in any form to anyone is expressly forbidden. Terms & Conditions of access and use can be found at

2 Ricerche causali sulla rigenerazione del cristallino nei tritoni. (Nuove condizioni rperimentali). Nota preliminare di Aldo Spirit0 e Giacinto Ciaccio Fin dal 1891 il problema della rigencrazionc del cristallino negli Ailfibi urodeli era stato studiato dall italiano Vincenzo COLUCCI, ii quale dimostrb la possibiliti di ottenere, previa asportazione, la rigenerazione di una nuova lente a spese del margine irideo superiore del- I occhio, dando cosi, per la prima volta, la dimostrazione della sua istogenesi atipica. Dopo di lui 6 stato un avvicendarsi di studi sulle modaliti di questa rigenerazioiie e sulle probabili cause che la determinano, talche la letteratura si & arriccltita di numerosi lavori,di cui tratteremo in una pubblicazione in estcso, limitandoci per ora ad esporre brevemente i risultati ottenuti dagli autori precedenti e in particolar mod0 riferentisi al problema cosi come & stato cia noi studiato. Lc nostre riccrche, iniziatesi nel febbraio 1929, per consiglio del prof. COTRONEI nei riguardi dei fattori spaziali, hanna appunto trattato dapprima la questione dcl valore dello spazio ncl process0 rigenerativo d; una nuova lente. Gii il FlsCtiEL (1903) in Solonintidm aveva tcntato di impcdire la rigenerazione, sussegucnte I asportazione del cristallino normalc, impiantando tiel van0 dell iride dei frammenti di cornea, pezzetti di patate c pallottoline di pane, e, nell unico caso in cui il framnicnto cti cornea era riaasto giustapposto, non si ebbero formazioni di sorta. Successivamente il WACHS (1914) I) riprese lo studio 1) Teniamo a far risaltare che le operazioni fino ad ora sono state da tioi eseguite su esemplari adulti di Trifon crisfdus e Trilon fueniatus. Dalla letteratura risulta che alciini autori (Corucci, WOLFF, ecc.) hanno usato lo stesso materiale, laddove il \VACHS e il FISCHEL, proprio nella ricerca ddle cause della rigenerazionc del cristallino, hanno usato esernplare allo stato Iarvale. Date. le grandi diffcrenze fisiologiche tra stadi larvali e adulti e ovvia la ne. cessiti dell estensione delle nostre rsperietize anche ad animali non metamor. fosati. Le ricerche in corso sono proprio fatte a tale scopo e sperianio di poter dare notizia quanto prima dei risiiltati con esse ottenuti.

3 2 A. Spirit0 e 0. Ciaccio del problema svolgendolo in una maniera rnolto piir anipia. lnfatti egli, preoccupandosi delle idee espressc dallo SPEMANN sulla possibiliti di un inf!uenza, forse di natura ciiimica, esercitata dal cristallino norniale su ogni eveiitualc process0 di rigeneraziorie di una nuova lentc a spese del margine dell iride, riprese tale questione, indagaiido nel tempo stesso quale valore nvesse nei fenomeni rigenerativi la mancanza della iiorrnale pressione esercitata sul margine irideo dell occhi0 dal prirnitivo cristallino. A tale scopo egli escgui varie serie di esperienze, una delle quali (impianto di un cristallino fissato e imparaffinato in Trfto)t) realizzava la disposizionc di escludere ogni cventuale secrezione lasciando agirc la sola prcssionc. Queste opcrazioni noii ebbero esito felice pcrclilr si verificb sempre, o espulsioae, o degenerazione dell impiantato. Per valutare tutta I iriiportanza di queste esperienzc abbiamo cominciato col fare operazioni di sostituzione del cristallino normale in Tritoir crfstnlits e Triton t~ieriintus con corpi cstranei non viventi e possibilniente della stessa forma e grandezza. Si sono costruite percib delle palline piene di argent0 e di vetro e furono poste nel van0 derivante dall estirpazione della primitiva leiite. Purtroppo questa scric di esperienze non ha dato i risultati sperati perch$, o si 6 avuto in rarissimi casi, nei primi giorni (1 o 21, fuo~riiiscita delie sfere impiantatc, o dcttc sfere si sono spostate nel fondo dell occhio. In questi casi si ebbe rigenerazione di una nuova lente di varia forma e grandezza, in diretto rapport0 alle condizioni spaziali determinate dalln presenza del corpo estranco. Sono adesso in corso nuove esperienze atte a ovviare possibilmente lo spostarnento degli inipiantati dalla loro giusta posizione e quindi ottenere quellc condizioni di perfetta occupazione di spazio che si crano previstc nell impostazione delle esperienze. Nel tempo stesso insiemc alle suddettc opcrazioni ne venivano eseguite altre realizzanti ti u o ve coil d i z i on i sp er i m en t ali atte a definire quale i: la reale importanzn della presenza dcl cristallino gip esistente per l eventuale sviluppo di nuovi cristallini. Tra il cristallino normale e il bordo irideo supcriore, in Tvitoit crislnlus, veniva posta una laminetta piatta di celluloide finissima in modo che nei casi riusciti, si otteneva I allontanarnento del bordo dell iride dalla lente, presenza di quest ultima integra e quindi, conseguenterncnte, esisteriza del fattore secretorio invocato da WACHS, come e stat0 dianzi accennato.

4 Ricerche causali solla rigrnerazione del cristallino nei tritoni 3 In queste esperienze ad eccezione di due soli casi, non si sono ottenute le modalith operatorie previste perch2 negli altri esemplari dperati il cristallino normale 6 andato sempre distrutto ). Kei due casi descritti in cui si ottennero le condizio:ii volute dall esperimento non si 8 potuto notare, all indagine niacroscopica eseguita a1 binocufare, nessuna formazione cristallina. Nel tempo stesso erano state eseguite operazioni con listerelle di celluloide a U in riiodo da avere, oltre che ai fattori descritti nelle precedenti esperienze, anche dello spazio : queste ultime operazioni hanno seguito lo itesso destino delle prime per il costante ripetersi della distruzione del cristallino normale. L inconveniente pih sopra accennato, (second0 noi la distruzione del cristallino normale) e che impediva la rcalizzazione di cib che ci eravzrno proposti nell impostazion2 di queste ultirne ricerclie 6 stato finalniente riniosso con ii seguente tipo di operazione. L atto operatorio consisteva nel porre tra il bordo irideo superiore e il cristailino normale dei cilindretti di argento o di vetro in modo che fossero soddisfatte le seguenti condizioni : cristallino normale integro e per nulla approfondato; separazione del. 1 iride dal cristallino ; formazione di spazio. Sono state eseguite fino ad ora 18 operazioni di quest0 tipo sir adulti di Tvitoii crislntits, nei mesi di novernbre e dicembre Fino ad oggi ed in tempi diversi si sono ottenuti 7 casi positivi nei quali fernie restanti le disposizioni precedenti (ossia presenza Fig. I. - Disegno di un occhio di fiifon c,islofus operato di impianto dell antico cristallino conservato di un cilindretto di vetro tra iride integro e non approfondat0 oltre e cristallino normale. Ai suoi lati si notano due nuovi cristallini. il mancato contatto e le necessit2 spaziali) & nato un nuovo cristal- lino dalla zona dell iride allontanata dalla lente normale. Descriviamo qui brevemente i casi piic salienti. Nell esemplare disegnato nella Fig..l (operato il 7 dicembre 1930 e fissato il 10 gennaio del 1931) si vede chiaramente la disposizione del cilindretto 1) Questa serie di esperienze-ha dato alcuni risultati interessanti die saranno esposti in seguito da uno di noi (G. CIACCIO).

5 4 A. Spirit0 e G. Ciaccio di vetro. Ai suoi lati si nolano due cristallini ) di diversa forma, ancora attaccati a1 margine irideo dnl quale si originano e nel tempo stesso il cristallino iiormale perfettamcntc integro e non approfondato. Nella Fig. 2 i, visibile la struttura istologica di una delle due forniazioni che risulta per- Fig Fotografia di una rczione del nuovo cristallino di sinistra dell occhio disegnato nclla Fig. 1. Durantc Fig Fotoarafia dell occhio Trifon crislolus I inclusionc in paraffida il operato d imp:anto di un cilidrctto di vetro cristallino si rtaccb dal mar- tra iride e cristallino. In questo caso il vetro gine irideo al quale era si & approfondato e spinge isternamente e attaccato. dorsalmente il bordo irideo superiore. fettanierite normale alla stessa guisa delle rigcnerazioni tipichc ottctiute da l incenzo COLUCCI e da tutti gli autori n lui susseguenti. Questo caso deve cssere considerato come il risultato piii importante e origiiiale delle presenli ricerche. Nel caso illustrato dalla Fig. 3 (operato il 15 dicembre del 1930 e fissato il 17 geiinaio del 1931) il ciliiidretto di vetro, anzichit rimatiere tra il cristallino c l iride, si k approfondato sotto quest ultimo ed esseiido con ma delle due estreniiti appoggiato al fondo dell occhio, solleva con I altra dorsalmerite il bordo dell iride. Con tutto cib le condizioni speritnentali sono presso a poco identiche a quelle descritte iicl caso precedcnte e anche qui si e ottcniita la forniazionc di un cristallino ovoide nclla parte di mezzo del bordo irideo?). Simili l) Credianio superfluo far questione di parole, nelle tioslre esperirnze, se si tralti di neoforniazioni o di rigenerazioni in quanto i noslri risiillati miran0 a gettar luce proprio sulle causali dei processi rigenerativi del cristallino!?) II grande van0 che si osserva riella fotografia i: dovuto solo in parte all opmzione,. perch? nclla fissazione dell occhio si 6 aviita retrazionr del cristallino normale.

6 Ricerche causali sulla rigeneratione del cristallino nei tritoni 5 a questo caso ve ne sono altri tre, come pure altri due sono identici a qwello per primo descritto (un caso con due cristallini e I altro con uno). Abbiamo riferito i casi osservati in animali operati da noii molto tempo. La risposta sperimentale data dai nostri reperti concerne per ora tin lato della questione.: e cioe la formazione di uno o due cristallini in presenza del tiormale gii posseduto dagli eseniplari. Non possiamo per ora dire se in un tempo successivo le formazioni ottenute degenerino oppure no, qtresto 6 oggetto cii ricerche in corso e riguarda I altro Iato del problema. Crediamo opportuno ora citare qui brevetnente alcuni risultati degli autori precedenti in particolar modo attinenti a quanto e sopra esposto. Vogliamo per prinio alludere al FISCHEL (1900) e alle sue operazioni di spostamento, nel fondo dell occhio, del cristallino. In esse si ebbe sempre lesione di quest ultimo ad eccezione di tin caso in cui si notb una forrnazione dal rnargine irideo che tuttavia egli stesso dichiarb avere auna lontana sorniglianza con gli stadi preliminari di un cristallino >>. Successivamente il WACHS (1914) in Triton e Sdnrttnizdriirn con trapianti di cristallini viventi al post0 di quelli n o r m a 1 i e s t i r p a t i ebbe rigenerazione solo quando essi si spostavano nel fondo dell occhio; perch6 nei casi nei quali prendeva la sua posizione normale si avevano risultati negativi. Formazioni naturali di lentoidi pur nella presenza della primitiva lente sono state descritte da JOKL (1918) in Srtlniitnirdvn, da KOLMER (1920) in Silzrvzis glmis e sperimentali da PETERSEN (1921) in Rniin.con I impianto di frammenti ossei nello spessore della retina e da ADELMANN (1925) nei trapianti embrionali di territori oculuri in Tritort. Questi, i casi descritti in letteratura sulla formazione supplementare in presenza del.cristallino normale. Teniamo perb a mettere in risalto che, a prescindere dalle formazioni naturali (JOKL, KOLMER) e sperinientali (PETERSEN) - tuttavia non originate dal margine irideo - gli altri-casi (WACHS) coniportano la necessitb dello spostamento del cristallitio trapiantato nel fondo dell occhio e c 11 e q u i n d i i r i - sultati da noi esposti sono i primi (speriamo di ottenerne altri in seguito) a dare una ctiiara verifica sperimentale che negli Anfibi urodeli la presenza del cristallino normale non ap profondato, purche siano rotti i rapporti di continuit2 prima esistenti di esso.con l iride, non inibisce lo sviluppo di un cristallino dal margine irideo supe-

7 6 A. Spirit0 e G. Ciaccio r i o re d e I 1 ' o c c h i o. Era invece opinionc generale clic l'estirpazione del cristallino fosse lo stimolo inimcdiato o lontano della rigcncrazione e varie dottrine crano state infatti escogitate per esplicare tale fatto (WOLFF, FISCtiEL, U'ACHS, ecc.). Teniamo infine a ripetere che per ora riulla possianio dire tici rigirardi del destino dei nuovi cristallini : speriamo di poter trattare definitivamente anche tale questione in una prossima publicazione. Dall'Istituto di Anatomia comparata della R. Univ. di Roma diretto dal ProE. Giulio COTROKEI.

8 Ricerche caiisali sulla rigenerazione del cristallino nei tritoni 7 Bibliografia Iimitata all'argomento principale dellit prebente Nota A d e 1 m a n n, H. B. - The formation of lenses from the margin of the optic cup in eyes implanted in the belly wall of Triton arld the possibility of the formation of lenses from belly ectoderm. Arch. En t w.-mech C o 1 ti c c i, V. - Sulla rigenerazione parziale dell' occhio nei tritoni. Menz. R. Acc. Sc. Is:. Bologna, ser. V, I F i s c h e I, A. - Ueber die Regeneration der Linse. And. Heffe, Weitere hlitteilungen iiber Regeneration der Linse. Arch. EnfHi,- niech J o k I, A. Ueber ein natiirlich entstandenes Lentoid. Ibidem, 44.,1920 K o 1 rn e r, \V. Ueber den Befund einer zweiter Linse. (Spontanlentoidbildung) im Auge eines Welses. Ibidem, P e t e r s e n, H. Bildung einer iiberzihligen Linse bei Rana tempo. raria. ibidem, Wa c h s, H. - Neuue Versuiche zur \Volffschen Linsenregeneration. Ibidem, \Vo I f f, 0. - Entwicklungsphysiologische Studien. Ibidem, Entwicklungsphysiologische Stttdien. Ibidem, 12.

Antonio Valle a a Istituto di Zoologia e Anatomia Comparata. To link to this article: http://dx.doi.org/10.1080/11250005109439140

Antonio Valle a a Istituto di Zoologia e Anatomia Comparata. To link to this article: http://dx.doi.org/10.1080/11250005109439140 This article was downloaded by: [178.63.86.160] On: 14 August 2015, At: 03:03 Publisher: Taylor & Francis Informa Ltd Registered in England and Wales Registered Number: 1072954 Registered office: 5 Howick

Dettagli

Bolletino di zoologia

Bolletino di zoologia This article was downloaded by: [178.63.86.160] On: 07 July 2015, At: 12:45 Publisher: Taylor & Francis Informa Ltd Registered in England and Wales Registered Number: 1072954 Registered office: 5 Howick

Dettagli

Concetta Lupo Di Prisco a, Paolo Verdarelli a & Giandomenico Pambianchi a a Istituto di Zoologia e Anatomia Comparata,

Concetta Lupo Di Prisco a, Paolo Verdarelli a & Giandomenico Pambianchi a a Istituto di Zoologia e Anatomia Comparata, This article was downloaded by: [178.63.86.160] On: 06 July 2015, At: 17:39 Publisher: Taylor & Francis Informa Ltd Registered in England and Wales Registered Number: 1072954 Registered office: 5 Howick

Dettagli

Ermanno Bronzini a c d & Pietro Bertolino b d a Aiuto volontario dell'istituto di Parassitologia

Ermanno Bronzini a c d & Pietro Bertolino b d a Aiuto volontario dell'istituto di Parassitologia This article was downloaded by: [178.63.86.160] On: 10 July 2015, At: 08:21 Publisher: Taylor & Francis Informa Ltd Registered in England and Wales Registered Number: 1072954 Registered office: 5 Howick

Dettagli

To link to this article: http://dx.doi.org/10.1080/11250003709434930

To link to this article: http://dx.doi.org/10.1080/11250003709434930 This article was downloaded by: [148.251.235.206] On: 04 September 2015, At: 01:08 Publisher: Taylor & Francis Informa Ltd Registered in England and Wales Registered Number: 1072954 Registered office:

Dettagli

Frizzi Guido a a Istituto di Zoologia e Centro di Genetica, del C. N.

Frizzi Guido a a Istituto di Zoologia e Centro di Genetica, del C. N. This article was downloaded by: [178.63.86.16] On: 15 August 215, At: 13:53 Publisher: Taylor & Francis Informa Ltd Registered in England and Wales Registered Number: 172954 Registered office: 5 Howick

Dettagli

Agata Romako a a Istituto di Zoologia della Università di Palermo. To link to this article: http://dx.doi.org/10.1080/11250005309436879

Agata Romako a a Istituto di Zoologia della Università di Palermo. To link to this article: http://dx.doi.org/10.1080/11250005309436879 This article was downloaded by: [178.63.86.160] On: 05 July 2015, At: 08:06 Publisher: Taylor & Francis Informa Ltd Registered in England and Wales Registered Number: 1072954 Registered office: 5 Howick

Dettagli

La provincia di Milano

La provincia di Milano La provincia di Milano Siena, maggio 2014 Area Research & IR Provincia di Milano: dati socio economici 1/2 Milano DATI SOCIO-ECONOMICI 2014 Var. % 13-14 Var. % 14-15 Var. % 15-16 Milano Italia Milano Italia

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

LOA. Registro Italiano Navale (RINA) Anno costr.

LOA. Registro Italiano Navale (RINA) Anno costr. Dati principali Cantiere Benetti LOA 33.70 m Modello 35 m Larghezza max. 6.26 m Tipo Motor Yacht Classificazione Registro Italiano Navale (RINA) Anno costr. 1968 Costruzione Materiale coperta: Acciaio,

Dettagli

Dal Barile alla Lampadina:

Dal Barile alla Lampadina: CICLO SEMINARIALE Dal Barile alla Lampadina: un Viaggio Attraverso i Fondamentali dei Mercati Energetici Approfondimenti Elisa Scarpa Responsabile Market Analysis & Forecasting Edison trading S.P.A. The

Dettagli

Area Sistemi Sicurezza Informatica

Area Sistemi Sicurezza Informatica InfoCamere Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni Note sull installazione di CardOS API 2.2.1 Funzione emittente 70500 Area Sistemi Sicurezza Informatica NOTE su

Dettagli

Primo e ScholarRank: la differenza c è e si vede

Primo e ScholarRank: la differenza c è e si vede Primo e ScholarRank: la differenza c è e si vede Laura Salmi, Sales Account and Marketing Manager Ex Libris Italy ITALE 2012, ICTP-Trieste 30 marzo 12 1 Copyright Statement and Disclaimer All of the information

Dettagli

Sommario. Azienda in America Modulo 4 Lezione 6. Richiesta del codice fiscale societario e personale

Sommario. Azienda in America Modulo 4 Lezione 6. Richiesta del codice fiscale societario e personale Tutti i documenti digitali di questo corso (PDF, MP3, QuickTime, MPEG, eccetera) sono firmati con firma digitale e marcatura temporale ufficiali e sono di proprietà dell'autore. Qualsiasi tentativo di

Dettagli

Swiss Life con una solida raccolta premi nei primi nove mesi del 2010

Swiss Life con una solida raccolta premi nei primi nove mesi del 2010 Zurigo, 10 novembre 2010 Swiss Life con una solida raccolta premi nei primi nove mesi del 2010 Nei primi nove mesi del 2010 il gruppo Swiss Life ha incassato premi pari a 15,9 miliardi di franchi, registrando

Dettagli

Novità ver 18-20 Modulo Circolazione. PDF created with pdffactory trial version www.pdffactory.com

Novità ver 18-20 Modulo Circolazione. PDF created with pdffactory trial version www.pdffactory.com Novità ver 18-20 Modulo Circolazione EXLIBRIS ITALY Copyright Statement All of the information and material inclusive of text, images, logos, product names is either the property of, or used with permission

Dettagli

Pino radiata Accoya Specifiche di classificazione del legname. Denominazioni e definizioni di qualità per il pino radiata Accoya Versione 8.

Pino radiata Accoya Specifiche di classificazione del legname. Denominazioni e definizioni di qualità per il pino radiata Accoya Versione 8. Pino radiata Accoya Specifiche di classificazione del legname Denominazioni e definizioni di qualità per il pino radiata Accoya Versione 8.2 Radiata Pino Accoya Classificazione del Legname Rough Surfaced

Dettagli

Kit di aggiornamento del software Integrity R1.2 per Integrity R1.1. Prodotto: Integrity R1.1. Data: 21 novembre 2013 FCO: 200 01 502 035

Kit di aggiornamento del software Integrity R1.2 per Integrity R1.1. Prodotto: Integrity R1.1. Data: 21 novembre 2013 FCO: 200 01 502 035 Kit di aggiornamento del software Integrity R1.2 per Integrity R1.1 Prodotto: Integrity R1.1 Data: 21 novembre 2013 FCO: 200 01 502 035 Il presente Avviso ha lo scopo di notificare un importante problema

Dettagli

In che modo ripagherà l investimento di tempo e di denaro che è stato necessario per crearla e per gestirla?

In che modo ripagherà l investimento di tempo e di denaro che è stato necessario per crearla e per gestirla? Tutti i documenti digitali di questo corso (PDF, MP3, QuickTime, MPEG, eccetera) sono firmati con firma digitale e marcatura temporale ufficiali e sono di proprietà dell'autore. Qualsiasi tentativo di

Dettagli

Incontro con la comunità finanziaria Milano, 19 novembre 2008

Incontro con la comunità finanziaria Milano, 19 novembre 2008 Incontro con la comunità finanziaria Milano, 19 novembre 2008 Disclaimer This document has been prepared by ErgyCapital solely for information purposes and for use in presentations of the Group s strategies

Dettagli

Management mobilità aziendale Schindler Elettronica S.A. Marzio Corda, gruppo di lavoro «Mobilità sostenibile» Lugano, 28.10.2013

Management mobilità aziendale Schindler Elettronica S.A. Marzio Corda, gruppo di lavoro «Mobilità sostenibile» Lugano, 28.10.2013 Management mobilità aziendale Schindler Elettronica S.A. Marzio Corda, gruppo di lavoro «Mobilità sostenibile» Lugano, 28.10.2013 Situazione iniziale La Schindler di Locarno conta 440 collaboratori. L

Dettagli

Progetto Strategico ICT per Expo Milano 2015 Ecosistema Digitale E015

Progetto Strategico ICT per Expo Milano 2015 Ecosistema Digitale E015 Progetto Strategico ICT per Expo Milano 2015 Ecosistema Digitale E015. FOR DISCUSSION PURPOSES ONLY: ANY OTHER USE OF THIS PRESENTATION - INCLUDING REPRODUCTION FOR PURPOSES OTHER THAN NOTED ABOVE, MODIFICATION

Dettagli

RASSEGNA STAMPA MARLISCO

RASSEGNA STAMPA MARLISCO RASSEGNA STAMPA MARLISCO Aprile 2014 The views and opinions expressed in this publication reflect the authors view and the European Union is not liable for any use that may be made of the information contained

Dettagli

COMUNITA TERAPEUTICA IL FARO

COMUNITA TERAPEUTICA IL FARO COMUNITA TERAPEUTICA IL FARO Ristrutturazione per danni provocati dal sisma e adeguamento nuove normative Presentazione al 31.10.2010 STATO DI FATTO PRIMA DEL SISMA DI APRILE 2009 CRITICITA CRITICITA Spazi

Dettagli

L indice FTSE AIM Italia Luca Filippa FTSE, Managing Director Southern Europe. Osservatorio IR TOP su AIM Italia

L indice FTSE AIM Italia Luca Filippa FTSE, Managing Director Southern Europe. Osservatorio IR TOP su AIM Italia L indice FTSE AIM Italia Luca Filippa FTSE, Managing Director Southern Europe Osservatorio IR TOP su AIM Italia Società quotate, risultati e investitori Milano, Palazzo Mezzanotte, 30 luglio 2015 ftserussell.com

Dettagli

e-privacy 2012 Open data e tutela giuridica dei dati personali

e-privacy 2012 Open data e tutela giuridica dei dati personali e-privacy 2012 Open data e tutela giuridica dei dati personali Milano, 22 giugno 2012 Prof. Avv. Alessandro Mantelero Politecnico di Torino IV Facoltà I. Informazione pubblica ed informazioni personali

Dettagli

Management mobilità aziendale Schindler Elettronica S.A. Marzio Corda, gruppo di lavoro «Mobilità sostenibile»

Management mobilità aziendale Schindler Elettronica S.A. Marzio Corda, gruppo di lavoro «Mobilità sostenibile» Management mobilità aziendale Schindler Elettronica S.A. Marzio Corda, gruppo di lavoro «Mobilità sostenibile» Situazione iniziale La sede di Locarno della Schindler Elettronica S.A. conta 450 collaboratori.

Dettagli

Progetto Strategico ICT per Expo Milano 2015 Ecosistema Digitale E015

Progetto Strategico ICT per Expo Milano 2015 Ecosistema Digitale E015 Progetto Strategico ICT per Expo Milano 2015 Ecosistema Digitale E015 FOR DISCUSSION PURPOSES ONLY: ANY OTHER USE OF THIS PRESENTATION - INCLUDING REPRODUCTION FOR PURPOSES OTHER THAN NOTED ABOVE, MODIFICATION

Dettagli

INFORMATIVA EMITTENTI N. 18/12

INFORMATIVA EMITTENTI N. 18/12 INFORMATIVA EMITTENTI N. 18/12 Data: 10/02/2012 Ora: 15:05 Mittente: UniCredit S.p.A. Oggetto: Risultati definitivi dell aumento di capitale in opzione agli azionisti ordinari e di risparmio / Final results

Dettagli

Gruppo di lavoro 1 Metadati e RNDT. Incontro del 22 luglio 2014

Gruppo di lavoro 1 Metadati e RNDT. Incontro del 22 luglio 2014 Gruppo di lavoro 1 Metadati e RNDT Incontro del 1 Piano di lavoro 1. Condivisione nuova versione guide operative RNDT 2. Revisione regole tecniche RNDT (allegati 1 e 2 del Decreto 10 novembre 2011) a)

Dettagli

Residenza Fiscale (Exit tax) Francesco Squeo Partner, Belluzzo & Partners Milano, 27 Maggio 2014

Residenza Fiscale (Exit tax) Francesco Squeo Partner, Belluzzo & Partners Milano, 27 Maggio 2014 Residenza Fiscale (Exit tax) Francesco Squeo Partner, Belluzzo & Partners Milano, 27 Maggio 2014 Normativa interna Residenza persone fisiche art.2 co.2 TUIR Persone che per la maggior parte del periodo

Dettagli

Non esiste un tipo di struttura aziendale che sia migliore a priori e la scelta dipende da come voi intendete condurre il vostro business.

Non esiste un tipo di struttura aziendale che sia migliore a priori e la scelta dipende da come voi intendete condurre il vostro business. Tutti i documenti digitali di questo corso (PDF, MP3, QuickTime, MPEG, eccetera) sono firmati con firma digitale e marcatura temporale ufficiali e sono di proprietà dell'autore. Qualsiasi tentativo di

Dettagli

FAIV garantisce la continuità dei propri servizi con CA ARCserve Backup

FAIV garantisce la continuità dei propri servizi con CA ARCserve Backup CUSTOMER SUCCESS STORY FAIV garantisce la continuità dei propri servizi con CA ARCserve Backup PROFILO CLIENTE Azienda: FAIV (Federazione Artigiani Imprenditori Vicentini). Settore: servizi alle piccole

Dettagli

The Best Practices Book Version: 2.5

The Best Practices Book Version: 2.5 The Best Practices Book Version: 2.5 The Best Practices Book (2.5) This work is licensed under the Attribution-Share Alike 3.0 Unported license (http://creativecommons.org/ licenses/by-sa/3.0/). You are

Dettagli

I giovani e l alfabetizzazione finanziaria

I giovani e l alfabetizzazione finanziaria I giovani e l alfabetizzazione finanziaria Milano 23 Maggio 2014 Area Research & IR L importanza dell alfabetizzazione finanziaria La recente crisi finanziaria, la crescita delle forme di previdenza complementare

Dettagli

Low pressure fittings. Unilock - Istruzioni di assemblaggio 12 - H. Unilock - Assembly Instructions

Low pressure fittings. Unilock - Istruzioni di assemblaggio 12 - H. Unilock - Assembly Instructions Unilock - Istruzioni di assemblaggio Unilock - Assembly Instructions Tagliare il tubo ad angolo retto con un coltello affilato. Se occorre, lubrificare (soluzione al 5% di sapone e 95% di acqua). ut the

Dettagli

Offriamo l'opportunita' di inviarci spot attraverso un nuovo servizio gratuito che gli utenti potranno utilizzare in base alle proprie esigenze.

Offriamo l'opportunita' di inviarci spot attraverso un nuovo servizio gratuito che gli utenti potranno utilizzare in base alle proprie esigenze. R AI T R ADE T AP E L E S S R E C E P T ION Offriamo l'opportunita' di inviarci spot attraverso un nuovo servizio gratuito che gli utenti potranno utilizzare in base alle proprie esigenze. Tale servizio

Dettagli

VCC-HD2300/HD2300P VCC-HD2100/HD2100P

VCC-HD2300/HD2300P VCC-HD2100/HD2100P VCC-HD2300/HD2300P VCC-HD2100/HD2100P Avviso relativo al copyright Come utilizzare questo manuale Informazioni sul Copyright/Come utilizzare questo manuale1/8 Il presente manuale di istruzioni è coperto

Dettagli

ISLL Papers The Online Collection of the Italian Society for Law and Literature http://www.lawandliterature.org/index.php?

ISLL Papers The Online Collection of the Italian Society for Law and Literature http://www.lawandliterature.org/index.php? The Online Collection of the Italian Society for Law and Literature http://www.lawandliterature.org/index.php?channel=papers ISLL - ITALIAN SOCIETY FOR LAW AND LITERATURE ISSN 2035-553X Submitting a Contribution

Dettagli

Impresa e innovazione nel settore energetico europeo: il contributo della conoscenza alla creazione di valore Silvia Bruzzi

Impresa e innovazione nel settore energetico europeo: il contributo della conoscenza alla creazione di valore Silvia Bruzzi ÉTUDES - STUDIES Impresa e innovazione nel settore energetico europeo: il contributo della conoscenza alla creazione di valore Silvia Bruzzi Polo Interregionale di Eccellenza Jean Monnet - Pavia Jean Monnet

Dettagli

Il sostegno finanziario dei progetti di efficienza energetica: le modalità di accesso al credito

Il sostegno finanziario dei progetti di efficienza energetica: le modalità di accesso al credito Il sostegno finanziario dei progetti di efficienza energetica: le modalità di accesso al credito Giuseppe Dasti Coordinatore desk Energia Mediocredito Italiano - Gruppo Intesa Sanpaolo Conferenza FIRE:

Dettagli

Microcat Authorisation Server (MAS ) Guida dell'utente

Microcat Authorisation Server (MAS ) Guida dell'utente Microcat Authorisation Server (MAS ) Guida dell'utente Indice Introduzione... 2 Installazione del Microcat Authorisation Server (MAS)... 3 Configurazione del MAS... 4 Opzioni di Licenza... 4 Opzioni Internet...

Dettagli

CIE_CSP GUIDA INSTALLAZIONE. Versione 1.0

CIE_CSP GUIDA INSTALLAZIONE. Versione 1.0 CIE_CSP GUIDA INSTALLAZIONE Versione 1.0 Data Preparazione 31.10.2001 Nota sul manuale Le informazioni contenute in questo documento sono soggette a modifiche senza preavviso e non rappresentano obbligo

Dettagli

Data: Altre informazioni: 15.06.2015 w w w.sw isssalary.ch. copyright 1998-2015 Swisssalary Ltd.

Data: Altre informazioni: 15.06.2015 w w w.sw isssalary.ch. copyright 1998-2015 Swisssalary Ltd. IncaMail Data: Altre informazioni: 15.06.2015 w w w.sw isssalary.ch copyright 1998-2015 Swisssalary Ltd. IncaMail 2015 SwissSalary Ltd. All rights reserved. No parts of this work may be reproduced in any

Dettagli

CINA POTENZIALITÀ E LIMITI

CINA POTENZIALITÀ E LIMITI IL SETTORE AGROALIMENTARE ITALIANO IN CINA Fermo, 17 Marzo 2014 CINA POTENZIALITÀ E LIMITI DELL e-commerce NEL SETTORE DELL AGROALIMENTARE Avv. Federica Monti Studio M&G Professionals Ph. D. Diritto Cinese

Dettagli

www.lrqa.it certicazione@lr.org Improving performance, reducing risk

www.lrqa.it certicazione@lr.org Improving performance, reducing risk www.lrqa.it certicazione@lr.org Improving performance, reducing risk Ad ottobre 2015, le norme ISO 9001:2008 ed ISO 14001:2004 evolveranno. Gli obiettivi della revisione: integrare le nuove sfide delle

Dettagli

Riconciliazione tra istruzioni T2S ed istruzioni X-TRM

Riconciliazione tra istruzioni T2S ed istruzioni X-TRM Riconciliazione tra istruzioni T2S ed istruzioni X-TRM Versione 2.0 18/03/2015 London Stock Exchange Group 18/03/2015 Page 1 Summary Riconciliazione X-TRM e T2S per DCP 1. Saldi iniziali ed operazioni

Dettagli

Microcat Authorisation Server (MAS ) Guida dell utente

Microcat Authorisation Server (MAS ) Guida dell utente Microcat Authorisation Server (MAS ) Guida dell utente Indice Introduzione... 2 Installazione del Microcat Authorisation Server (MAS)... 3 Configurazione del MAS... 4 Opzioni di Licenza... 4 Opzioni Internet...

Dettagli

Pannello Lexan BIPV. 14 Gennaio 2013

Pannello Lexan BIPV. 14 Gennaio 2013 Pannello Lexan BIPV 14 Gennaio 2013 PANELLO LEXAN* BIPV Il pannello Lexan BIPV (Building Integrated Photovoltaic panel) è la combinazione di una lastra in policarbonato Lexan* con un pannello fotovoltaico

Dettagli

Corso Azienda - Modulo 7 - Lezione 4 Struttura del business plan Pag. 1/7

Corso Azienda - Modulo 7 - Lezione 4 Struttura del business plan Pag. 1/7 Tutti i documenti digitali di questo corso (PDF, MP3, QuickTime, MPEG, eccetera) sono firmati con firma digitale e marcatura temporale ufficiali e sono di proprietà dell'autore. Qualsiasi tentativo di

Dettagli

Quale tipo di società scegliere parte 1

Quale tipo di società scegliere parte 1 Tutti i documenti digitali di questo corso (PDF, MP3, QuickTime, MPEG, eccetera) sono firmati con firma digitale e marcatura temporale ufficiali e sono di proprietà dell'autore. Qualsiasi tentativo di

Dettagli

Modulo 6 Lezione 1 La sequenza dei documenti da produrre per la società

Modulo 6 Lezione 1 La sequenza dei documenti da produrre per la società Tutti i documenti digitali di questo corso (PDF, MP3, QuickTime, MPEG, eccetera) sono firmati con firma digitale e marcatura temporale ufficiali e sono di proprietà dell'autore. Qualsiasi tentativo di

Dettagli

Sponsorship opportunities

Sponsorship opportunities The success of the previous two European Workshops on Focused Ultrasound Therapy, has led us to organize a third conference which will take place in London, October 15-16, 2015. The congress will take

Dettagli

La soluzione IBM per la Busines Analytics Luca Dalla Villa

La soluzione IBM per la Busines Analytics Luca Dalla Villa La soluzione IBM per la Busines Analytics Luca Dalla Villa Cosa fa IBM Cognos Scorecards & Dashboards Reports Real Time Monitoring Supporto? Decisionale Come stiamo andando? Percezione Immediate immediata

Dettagli

ANALISI TECNICA GIORNALIERA

ANALISI TECNICA GIORNALIERA RESEARCH TEAM ANALISI TECNICA GIORNALIERA TERMINI & CONDIZIONI Termini e Condizioni del servizio in fondo al report DIREZIONE TIMEFRAME STRATEGIA / POSIZIONE LIVELLI ENTRATA EUR / USD S-TERM GBP / USD

Dettagli

Cogliere le opportunità offerte dalla Mobility. Claudia Bonatti, Direttore Divisione Windows Microsoft Italia

Cogliere le opportunità offerte dalla Mobility. Claudia Bonatti, Direttore Divisione Windows Microsoft Italia Cogliere le opportunità offerte dalla Mobility Claudia Bonatti, Direttore Divisione Windows Microsoft Italia La Mobility ha cambiato il nostro modo di lavorare e può cambiare il modo in cui le aziende

Dettagli

Azienda in America Modulo 4 Lezione 1 Le parole chiave del business negli USA parte 1

Azienda in America Modulo 4 Lezione 1 Le parole chiave del business negli USA parte 1 Tutti i documenti digitali di questo corso (PDF, MP3, QuickTime, MPEG, eccetera) sono firmati con firma digitale e marcatura temporale ufficiali e sono di proprietà dell'autore. Qualsiasi tentativo di

Dettagli

Tabagismo - Modelli e guida alla conduzione di gruppi

Tabagismo - Modelli e guida alla conduzione di gruppi Brochure More information from http://www.researchandmarkets.com/reports/3108321/ Tabagismo - Modelli e guida alla conduzione di gruppi Description: Le capacità curative del gruppo erano già presenti nella

Dettagli

FOCS FAMILY RICAMBI ALTERNATIVI PER MOTORI LOMBARDINI NON ORIGINAL PARTS FOR LOMBARDINI ENGINES REL

FOCS FAMILY RICAMBI ALTERNATIVI PER MOTORI LOMBARDINI NON ORIGINAL PARTS FOR LOMBARDINI ENGINES REL GRUPPO FOCSS 3 FOCSS FAMIILY RIICAMBII ALTERNATIIVII PER MOTORI LOMBARDI NON ORIIGIAL PARTSS FOR LOMBARDI ENGES REL 8 Questo catalogo contiene dati ed informazioni provenienti dalla pluriennale esperienza

Dettagli

IBM Green Data Center

IBM Green Data Center IBM Green Data Center Mauro Bonfanti Director of Tivoli Software Italy www.ibm.com/green Milano, 17/02/2009 Partiamo da qui... L efficienza Energetica è una issue globale con impatti significativi oggi

Dettagli

Monte Titoli Test di Connettività. v1.0 - Febbraio 2015

Monte Titoli Test di Connettività. v1.0 - Febbraio 2015 Monte Titoli Test di Connettività v1.0 - Febbraio 2015 Page 1 Introduzione Per supportare la piattaforma T2S, Monte Titoli ha predisposto nuovi ambienti dedicati: - Produzione - Avviamento e DR che coesisteranno

Dettagli

Solar Heating and Cooling for a Sustainable Energy Future in Europe

Solar Heating and Cooling for a Sustainable Energy Future in Europe Solar Heating and Cooling for a Sustainable Energy Future in Europe Vision Potential Deployment Roadmap Strategic Research Agenda Sintesi conclusiva Sintesi conclusiva L energia solare termica è una fonte

Dettagli

In che modo ripagherà l investimento di tempo e di denaro che è stato necessario per crearla e per gestirla?

In che modo ripagherà l investimento di tempo e di denaro che è stato necessario per crearla e per gestirla? Tutti i documenti digitali di questo corso (PDF, MP3, QuickTime, MPEG, eccetera) sono firmati con firma digitale e marcatura temporale ufficiali e sono di proprietà dell'autore. Qualsiasi tentativo di

Dettagli

Leasing per impianti di energia derivanti da biomassa e biogas

Leasing per impianti di energia derivanti da biomassa e biogas Leasing per impianti di energia derivanti da biomassa e biogas Finleasing è attiva nel settore finanziario da oltre 30 anni e appartiene all area Business Process Outsourcing del gruppo Finanziaria Internazionale.

Dettagli

Monte Titoli. L evoluzione dei protocolli di comunicazione. Milano, 24 Settembre 2012. Andrea Zenesini IT Manger

Monte Titoli. L evoluzione dei protocolli di comunicazione. Milano, 24 Settembre 2012. Andrea Zenesini IT Manger Monte Titoli L evoluzione dei protocolli di comunicazione Milano, 24 Settembre 2012 Andrea Zenesini IT Manger Evoluzione della connettività Perché l abbandono del protocollo LU6.2? Standard obsoleto Compatibilità

Dettagli

VisualStore Guida Attivazione Licenze. Guida Utente

VisualStore Guida Attivazione Licenze. Guida Utente VisualStore Guida Attivazione Licenze Guida Utente 7 th Edition ( July 2014 ) This edition applies to Version 4.x and 5.x of the licensed program VisualStore Suite and to all subsequent releases and modifications

Dettagli

Axpo Italia SpA. Risk mangement trough structured products. Origination Department. Axpo Italia SpA

Axpo Italia SpA. Risk mangement trough structured products. Origination Department. Axpo Italia SpA Axpo Italia SpA Risk mangement trough structured products Origination Department Axpo Italia SpA From market risk to customer s risks RISK: The chance that an investment s actual return will be different

Dettagli

Business Structures for doing business in the England and Wales

Business Structures for doing business in the England and Wales Business Structures for doing business in the England and Wales The material for this presentation has been designed as an integral part of the above presentation solely for the benefit of the people attending.

Dettagli

Gestione dell accesso alla rete con Network Access Protection

Gestione dell accesso alla rete con Network Access Protection Gestione dell accesso alla rete con Network Access Protection Piergiorgio Malusardi IT Pro Evangelist http://blogs.technet.com/pgmalusardi piergiorgio.malusardi@microsoft.com Le persone sono il problema

Dettagli

Azienda in America Modulo 4 Lezione 10 Comprendere i bilanci (Financial Statements) Balance Sheet - Parte 1

Azienda in America Modulo 4 Lezione 10 Comprendere i bilanci (Financial Statements) Balance Sheet - Parte 1 Tutti i documenti digitali di questo corso (PDF, MP3, QuickTime, MPEG, eccetera) sono firmati con firma digitale e marcatura temporale ufficiali e sono di proprietà dell'autore. Qualsiasi tentativo di

Dettagli

Le novità in materia di imposta di bollo

Le novità in materia di imposta di bollo FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO: NUOVO REGIME DI TASSAZIONE E RILEVANZA AI FINI DELLA NUOVA IMPOSTA DI BOLLO Olivia M. Zonca Head of Tax Product Management BNP Paribas Securities Services Le novità in materia

Dettagli

This document was created with Win2PDF available at http://www.win2pdf.com. The unregistered version of Win2PDF is for evaluation or non-commercial use only. This page will not be added after purchasing

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

DOVERI FIDUCIARI E MEGATREND

DOVERI FIDUCIARI E MEGATREND DOVERI FIDUCIARI E MEGATREND VI ITINERARIO PREVIDENZIALE ISTANBUL, 30 SETTEMBRE 2012 DANIELA CAROSIO DIRECTOR, INSTITUTIONAL RELATIONS 1 LO SAPETE? 1. QUANTI LITRI DI ACQUA SERVONO PER PRODURRE UNA TAZZINA

Dettagli

Asset Management Bond per residenti in Italia

Asset Management Bond per residenti in Italia Asset Management Bond per residenti in Italia Agosto 2013 1 SEB Life International SEB Life International (SEB LI www.seb.ie) società irlandese interamente controllata da SEB Trygg Liv Holding AB, parte

Dettagli

CIE_CSP GUIDA UTENTE. Versione 1.0

CIE_CSP GUIDA UTENTE. Versione 1.0 CIE_CSP GUIDA UTENTE Versione 1.0 Data Preparazione 31.10.2001 Nota sul manuale Le informazioni contenute in questo documento sono soggette a modifiche senza preavviso e non rappresentano un obbligo da

Dettagli

SISTEMI INFORMATICI/WEBGIS PER LA GESTIONE DI DATI AMBIENTALI E TERRITORIALI Povo, 11-04-2005 Steno Fontanari

SISTEMI INFORMATICI/WEBGIS PER LA GESTIONE DI DATI AMBIENTALI E TERRITORIALI Povo, 11-04-2005 Steno Fontanari Una piccola impresa trentina Open-Source SISTEMI INFORMATICI/WEBGIS PER LA GESTIONE DI DATI AMBIENTALI E TERRITORIALI Povo, 11-04-2005 Steno Fontanari L IDEA LA STORIA 5 soci fondatori: dalla ricerca al

Dettagli

I cavalli da salto: Da uno sport meraviglioso una nuova asset class. Siena, giugno 2015 Area Research & Investor relations

I cavalli da salto: Da uno sport meraviglioso una nuova asset class. Siena, giugno 2015 Area Research & Investor relations I cavalli da salto: Da uno sport meraviglioso una nuova asset class Siena, giugno 2015 Area Research & Investor relations Palloubet d Along: Un cavallo da salto da 15 milioni di dollari (fonte therichest.com)

Dettagli

Autodesk. SketchBook INK. Suggerimenti e Trucchi. Android

Autodesk. SketchBook INK. Suggerimenti e Trucchi. Android Autodesk SketchBook INK Suggerimenti e Trucchi Android Indice dei contenuti Suggerimenti prima di iniziare 3 Introduzione 4 Crea una canvas 4 Navigare 4 Nascondi l Interfaccia Utente 4 Colore 5 Personalizza

Dettagli

1000.4 WT FAMILY RICAMBI ALTERNATIVI PER MOTORI SAME SLH NON ORIGINAL PARTS FOR SAME SLH ENGINES REL

1000.4 WT FAMILY RICAMBI ALTERNATIVI PER MOTORI SAME SLH NON ORIGINAL PARTS FOR SAME SLH ENGINES REL GRUPPO 000000..44 WT 78 000000..44 WT FAMIILY RIICAMBII ALTERNATIIVII PER MOTORI SAME SLH NON ORIIGIAL PARTSS FOR SAME SLH ENGES REL 905 Questo catalogo contiene dati ed informazioni provenienti dalla

Dettagli

Voyager 1202g. Guida rapida d utilizzo. Lettore di codici a barre laser a linea singola senza filo. VG1202-IT-QS Rev A 10/11

Voyager 1202g. Guida rapida d utilizzo. Lettore di codici a barre laser a linea singola senza filo. VG1202-IT-QS Rev A 10/11 Voyager 1202g Lettore di codici a barre laser a linea singola senza filo Guida rapida d utilizzo VG1202-IT-QS Rev A 10/11 Note: per informazioni sulla pulizia del dispositivo, consultare il manuale dell

Dettagli

Quale tipo di società scegliere parte 3

Quale tipo di società scegliere parte 3 Tutti i documenti digitali di questo corso (PDF, MP3, QuickTime, MPEG, eccetera) sono firmati con firma digitale e marcatura temporale ufficiali e sono di proprietà dell'autore. Qualsiasi tentativo di

Dettagli

La disciplina d investimento nel mondo del trading online G. Frapolli AVP CornèrTrader

La disciplina d investimento nel mondo del trading online G. Frapolli AVP CornèrTrader La disciplina d investimento nel mondo del trading online G. Frapolli AVP CornèrTrader Agenda Introduzione Controllo e disciplina Le cose da fare per essere efficaci nel trading VANTAGGI utilizzando la

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

Visto E2 Modulo 2 - Lezione 1 Le parole chiave dell immigrazione negli USA parte 1

Visto E2 Modulo 2 - Lezione 1 Le parole chiave dell immigrazione negli USA parte 1 Tutti i documenti digitali di questo corso (PDF, MP3, QuickTime, MPEG, eccetera) sono firmati con firma digitale e marcatura temporale ufficiali e sono di proprietà dell'autore. Qualsiasi tentativo di

Dettagli

Il problema della comparsa degli oggetti fenomenici

Il problema della comparsa degli oggetti fenomenici Teorie e Modelli, n.s., VII, 2-3, 2002 (121-128) Il problema della comparsa degli oggetti fenomenici Sergio Cesare Masin (Padova) Secondo Kanizsa (1984) il fine più ambizioso della fenomenologia sperimentale

Dettagli

Dispensatore COROB COROB Dispenser

Dispensatore COROB COROB Dispenser Dispensatore COROB COROB Dispenser Dispensatore Automatico a Tavola Rotante Automatic Turntable Dispenser ISTRUZIONI DI ASSEMBLAGGIO KIT SUPPORTO COMPUTER COMPUTER SUPPORT KIT ASSEMBLY INSTRUCTIONS 07

Dettagli

PROPOSTA IMMOBILIARE VILLE A SCHIERA

PROPOSTA IMMOBILIARE VILLE A SCHIERA Short Memorandum PROPOSTA IMMOBILIARE VILLE A SCHIERA NAZIONE Italia REGIONE Friuli PROVINCIA Udine COMUNE Campoformido ZONA Scuole Elementari Via C. Percoto + Referente: dott. Michele Savoia VILLA A Villa

Dettagli

Vuquest 3310g. Guida introduttiva. Area Imager con cavo. 3310-IT-QS Rev C 1/13

Vuquest 3310g. Guida introduttiva. Area Imager con cavo. 3310-IT-QS Rev C 1/13 Vuquest 3310g Area Imager con cavo Guida introduttiva 3310-IT-QS Rev C 1/13 Nota: per informazioni sulla pulizia del dispositivo, consultare il manuale dell utente. Versioni in altre lingue di questo documento

Dettagli

Syllabus. Corso On-Line. POSitivitiES. Learning. Applied Positive Psychology for European Schools

Syllabus. Corso On-Line. POSitivitiES. Learning. Applied Positive Psychology for European Schools PositivitiES Applied Positive Psychology for European Schools POSitivitiES Positive European Schools Corso On-Line Learning This project has been funded with support from the European Commission.This publication

Dettagli

COLONIE ITALIANE 3931) 24 3932) 24 3930) 24. Cat. E 18.750+ Cat. E 15.000+ Cat. E 15.000. Molto bella. Eccezionale, BC 3935) 25 E 3.000. Cat. E 9.

COLONIE ITALIANE 3931) 24 3932) 24 3930) 24. Cat. E 18.750+ Cat. E 15.000+ Cat. E 15.000. Molto bella. Eccezionale, BC 3935) 25 E 3.000. Cat. E 9. 3930) 24 Cat. E 18.750+ 3931) 24 Cat. E 15.000+ 3932) 24 Cat. E 15.000 Eccezionale, BC Eccezionale, BC E 9.000 Molto bello E 7.500 3935) 25 Cat. E 9.500+ 3933) 25 Cat. E 12.000 3934) 25 Cat. E 12.000 Molto

Dettagli

Modulo 5 Lezione 7 Strategie fiscali parte 2 - Corso Azienda Pag. 1/6

Modulo 5 Lezione 7 Strategie fiscali parte 2 - Corso Azienda Pag. 1/6 Tutti i documenti digitali di questo corso (PDF, MP3, QuickTime, MPEG, eccetera) sono firmati con firma digitale e marcatura temporale ufficiali e sono di proprietà dell'autore. Qualsiasi tentativo di

Dettagli

MANUALE UTENTE MODULO ESPANSIONE TASTI MANUALE UTENTE MANUALE UTENTE Descrizione Il modulo fornisce al telefono VOIspeed V-605 flessibilità e adattabilità, mediante l aggiunta di trenta tasti memoria facilmente

Dettagli

Granit 1910i. Guida introduttiva. Lettore industriale area imager. GRNT-IT-QS Rev A 10/12

Granit 1910i. Guida introduttiva. Lettore industriale area imager. GRNT-IT-QS Rev A 10/12 Granit 1910i Lettore industriale area imager Guida introduttiva GRNT-IT-QS Rev A 10/12 Nota: per informazioni sulla pulizia del dispositivo, consultare il manuale dell utente. Versioni in altre lingue

Dettagli

Xenon 1900/1910. Guida introduttiva. Area Imager con cavo. NG2D-IT-QS Rev D 10/12

Xenon 1900/1910. Guida introduttiva. Area Imager con cavo. NG2D-IT-QS Rev D 10/12 Xenon 1900/1910 Area Imager con cavo Guida introduttiva NG2D-IT-QS Rev D 10/12 Nota: per informazioni sulla pulizia del dispositivo, consultare il manuale dell utente. Versioni in altre lingue di questo

Dettagli

FAC-SIMILE. 4. Disciplinary scientific field / Settore scientifico disciplinare

FAC-SIMILE. 4. Disciplinary scientific field / Settore scientifico disciplinare Project apply for 1. Project Title / Titolo del progetto 2. Acronym / Acronimo 3. Thematic area / Area tematica 4. Disciplinary scientific field / Settore scientifico disciplinare 5. Proposer Researcher

Dettagli

Voyager 1202g BF. Guida rapida d utilizzo. Lettore di codici a barre laser a linea singola senza filo. VG1202BF-ITIT-QS Rev A 6/15

Voyager 1202g BF. Guida rapida d utilizzo. Lettore di codici a barre laser a linea singola senza filo. VG1202BF-ITIT-QS Rev A 6/15 Voyager 1202g BF Lettore di codici a barre laser a linea singola senza filo Guida rapida d utilizzo VG1202BF-ITIT-QS Rev A 6/15 Note: Per informazioni sulla pulizia del dispositivo, consultare il manuale

Dettagli

Freni idraulici multidisco serie F Hydraulic Multidisc Brakes F Series

Freni idraulici multidisco serie F Hydraulic Multidisc Brakes F Series HYDRAULIC COMPONENTS HYDROSTATIC TRANSMISSIONS GEARBOXES - ACCESSORIES Via M.L. King, 6-41122 MODENA (ITALY) Tel: +39 059 415 711 Fax: +39 059 415 729 / 059 415 730 INTERNET: http://www.hansatmp.it E-MAIL:

Dettagli

AIP - ITALIA Servizio Informazioni Aeronautiche

AIP - ITALIA Servizio Informazioni Aeronautiche Phone: 06 8166 1 Fax: 06 8166 2016 e-mail: aip@enav.it web: www.enav.it AIP - ITALIA Servizio Informazioni Aeronautiche ENAV S.p.A Via Salaria, 716-00138 Roma AIC A 16/2015 1 OCT A 16 GEN ITALIA A 16 GEN

Dettagli

Contributo per l assistenza all infanzia

Contributo per l assistenza all infanzia ITALIAN Contributo per l assistenza all infanzia Il governo australiano mette a disposizione una serie di indennità e servizi per contribuire ai costi che le famiglie sostengono per l assistenza dei figli

Dettagli