Progetto Sarbanes-Oxley Act Il caso SAP. Roberto Janniello Risk Manager SAP Italia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MIC@SAP. Progetto Sarbanes-Oxley Act Il caso SAP. Roberto Janniello Risk Manager SAP Italia"

Transcript

1 Progetto Sarbanes-Oxley Act Il caso SAP Roberto Janniello Risk Manager SAP Italia

2 Agenda Cosa significa il progetto Sarbanes-Oxley per SAP? Enterprise Risk Management Struttura del progetto Piano del progetto e strategia di roll-out Stato del progetto: requisiti generali e SOX 302 / 404 SOX 404: Management of Internal Control (MIC) Approccio progettuale: Test dei controlli interni Steps di progetto supportati dal SAP MIC Tool Fattori critici di successo del progetto SOX in SAP Nr.2

3 SAP nel Mondo Oggi SAP AG fatturato 2004 : 7,5 miliardi installazioni Più di aziende clienti Soluzioni per 25 settori di mercato dipendenti (a dicembre 2004) Con succursali in oltre 50 Paesi, la società è quotata su diversi listini, tra i quali la Borsa di Francoforte e il listino NYSE, con il simbolo "SAP". SAP Italia fatturato 2004 : 229,7 milioni di 3000 installazioni Più di 1380 aziende clienti ( più del 50% nella PMI) Più di 435 dipendenti Nr.3

4 Cosa significa Sarbanes-Oxley per SAP? 1/1 OPPORTUNITA introdurre standard di documentazione dei processi estesi a tutta l azienda (worldwide) migliorare la possibilità di comprensione e rinnovamento dei processi attuali da parte del Senior Management accelerare lo sviluppo e l instaurazione di un modello di Enterprisewide Risk Management (ERM), struttura di supporto ritenuta fondamentale per garantire l attuazione delle raccomandazioni della SEC per la metodologia di governo della SOX Compliance (COSO Framework) realizzare nuovi strumenti utili a supportare la conformità SOX per i propri clienti Nr.4

5 SFIDE Cosa significa Sarbanes-Oxley per SAP? 2/2 parziale ridondanza tra gli sforzi richiesti per la conformità a diverse normative (SOX, KonTraG, sistemi di certificazione QM quali ISO, BS, SAS70, ) costi molto elevati per la conformità SOX (costi esterni annuali per SAP > 2 Milioni Euro) incertezza riguardo l interpretazione di alcuni requisiti SOX La SOX Compliance è comunque un MUST for SAP! Il mercato U.S.A. è fondamentale per SAP la conformità SOX è uno degli elementi decisionali principali dei clienti U.S.A., oltre al mercato Public Sector per il quale è un must Nr.5

6 Enterprise Risk Management Due anni fa SAP ha creato un Global Risk Management Team (GRMT) per implementare un ambiente di Risk Mgt. e controllo interno esteso a tutta l azienda, in linea con i requisiti di normative quali SOX. La Corporate Risk Management Policy ed il Risk Mgt. Framework forniscono un sistema di Early Warning System per eventi che possono avere impatti negativi sulla società. Questo migliora la visibilità su aree che richiedono miglioramenti in termini di controllo ed efficienza ed offre la possibilità di trasformare potenziali criticità in miglioramenti sui processi di business. o o o o o Valutazione dei rischi Consapevolezza dei rischi del proprio business Tempestiva identificazione dei rischi e delle minacce (interne ed esterne) che possono influire sul business Valutazione dei rischi in termini di probabilità e severità Priorità degli interventi e allocazione delle risorse Sviluppo di piani di gestione del rischio Nr.6

7 Struttura del progetto SAP 1/2 Il progetto è iniziato alla fine di Luglio del 2002 Si estende oltre i confini dei dipartimenti amministrazione e finanza e coinvolge tutte le aree principali di business La misure individuali possono avere conseguenze estese a livello di Gruppo Alcuni membri del Supervisory ed Executive Board sono coinvolti direttamente nel progetto Il Project Steering Committee centrale coordina 34 sottoprogetti Nr.7

8 Struttura del progetto SAP 2/2 I team di progetto cross-dipartimentali includono personale da: Legal Department, Corporate Financial Reporting, Risk Management, Corporate Controlling, Corporate Finance, Global Internal Audit Services, Investor Relations, and IT Sono stati impegnati consulenti esterni per ottenere una visione indipendente e formare il personale SAP (significato della normativa, principi e scopi di un sistema di controllo interno, utilizzo degli strumenti) Le filiali coinvolte costituiscono ognuna un sottoprogetto con un proprio team locale Il CFO è lo sponsor di progetto a livello corporate e locale: è direttamente coinvolto nel progetto Nr.8

9 Project Scope Process Groups / Entities Accounts Receivable Accounts Payable Intercompany Transactions General Accounting Management Controls Controls over Management Treasury Fixed Assets Human Resources Procurement (General) Procurement (3rd Party Chargeable) Procurement (3rd Party Non-Chargeable) Procurement (IT Purchasing) Procurement (Car Fleet) Procurement (Maintenance and Construct.) Procurement (Travel) Sales (Licensing and Maintenance) Sales (Services) Sales & Delivery (Hosting) Tax Information Technology Marketing (Global) Corp.3rd Party Licensing Escalation Management Standard Development Customer Development Corp. Financial Reporting Corporate Finance Global Internal Auditing Controlling Entities in scope: SAP AG, all subs > 100 mil. EUR, Share Service Centers Nr.9

10 Struttura organizzativa Corporate Level SAP Group CEO / CFO SOA Manager W. Brandt L. Mucic Org. Unit Level SAP AG SAP LGD SAP Italia Org. Unit Owner SOA Champion Local CFO Risk Manager Process Group Level Financial Accounting Sales Process Group Owner Process Level Licensing Forecasting Licensing Pricing Licensing Contracting Process Owner Nr.10

11 Ruoli e compiti Role Role Level Tasks SAP Users CEO / CFO Corporate Perform Sign-Off for Group H. Kagermann / W. Brandt SOA Manager Corporate Edit Central Process Catalog and Org. Unit Hierarchy L. Mucic Create MIC Users Assign Org. Unit Owner and SOA Champions Schedule Tasks (Update Documentation, Perform Design Assessments, etc.) Org Unit Owner Org. Unit Specify the Control Maturity Target for each Control within his/her Org. Unit Perform Control Effectiveness Testing and Sign-Off for the Org. Unit Ca. 50 Users (Senior Management) SOA Champion Org. Unit Assign Process Group Owner Ca. 50 Users Perform Control and Process Design Assessment Plan control effectiveness testing and document the results (Neutral Process Experts) Receive and manage design and effectiveness issues Process Group Owner / Process Owner Process Group Assign Process Owner Document the controls in MIC Ca. 300 Users (Line Management and affected Process Experts) Tester Process Testing of controls in MIC Ca. 20 Users (Internal Audit) Nr.11

12 Piano generale di progetto Q4 Q1 Q2 Q3 Q4 Q1 Q2 Q3 Q4 Q Q2 Q3 Q4 Q1 S404 Compliance S302 Certification Implementation of remediation 2003 T e s t i n g Implementation of remediation 2004 T e s t i n g Testing of Controls & Management Reporting SOX Readiness Project Phase I Document ation AG/LGD/ USA Phase II Document ation Tier1 Countries: France/UK /Japan Phase III Documentation all Countries Action Planning & Implementation Implement SOA Tool & Data migration Source: SAP Global Risk Management Nr.12

13 Step principali Project Step 1 Project Step 2 Project Step 3 Update Control Documentation Perform Control Design Assessment Perform Process Design Assessment Effectiveness Testing Sign-Off Process Owner SOA Champion Org. Unit Owner / SOA Champion SAP Core MIC Project Team Supported by Internal Audit Nr.13 Current local Status of Project

14 Scelta della strategia di roll-out.. Prima una fase di trasferimento di Know-how (Q3 2004) Sviluppo di corsi di formazione per il personale delle filiali coinvolte nel progetto, incluso: informazioni generali sulle motivazion ed i requisiti della normativa Sarbanes- Oxley informazioni dettagliate sulle attività richieste a SAP e su metodologia e strumenti scelti per garantire la qualità richiesta dalle attività di design assessment e testing sviluppo del manuale applicativo per il tool SAP MIC (Management of Internal Control) Organizzazione di sessioni di training per il personale SAP nel team di progetto Corso Train-the-Trainer per il Core Project team (Giugno 2004) Corsi per le funzioni a livello Corporate e per le filiali (Tokyo, Singapore, Walldorf, Newtown Square) tenuti dal Core Project team (Luglio Ottobre 2004) Nr.14

15 Scelta della strategia di roll-out Poi una fase finale di Roll-out (fino al Q2/ 2005). Trasferimento dei modelli sviluppati nei prototipi (funzioni Corporate e paesi Dry Run ) alle altre filiali Documentazione dei processi locali e caricamento nel tool MIC Design Assessments e Testing dei processi locali con coordinamento e controllo qualità da parte del Core Project Team Nr.15

16 Piano di progetto SAP Italia Sep. Oct. Nov. Dec. Jan. Feb. March Apr. May June Excel Control Documentation MIC Training Mapping in Tool Quality Assurance Fina lize M1 Control documentation within MICTool is finalized ( ) Design Assessment M2 Design assessments are performed ( ) Control Effectiveness Testing M3 Testing is completed ( ) Issues and Retesting M4 Issues are resolved ( ) Sign -off M5 Local Sign-off Nr.16

17 Stato del progetto: requisiti generali L organizzazione di Risk Management è stata estesa e resa operativa a tutti i livelli (corporate e filiali) E stato istituito un Disclosure Committee I processi di Whistleblowing sono stati attivati via Intranet (inplementazione del tool SAP Whistleblower) Sono state introdotte misure di controllo per servizi diversi dall auditing forniti dagli auditors Others Reconciliation of pro forma figures in quarterly reports Code of Conduct for all employees rolled out Enhanced disclosures to be included in 20-F Several comment letters on the SEC's proposed rules Nr.17

18 Stato del progetto: requisiti SOX 302 / 404 SAP ha già prodotto uno sforzo significativo per adeguarsi ai requisiti espressi dalla sezione 404 Sono stati documentati (Excel/Visio/Word) i processi di core business di SAP AG, SAP America, SAP France, SAP UK, SAP Japan, SAP Public Sector, SAP Hosting (Germany and US) Sono stati identificati i principali gap di controllo e intraprese le prime azioni correttive La documentazione dei processi è stata aggiornata sulla base dei risultati del primo ciclo di verifica interno e delle azioni correttive (Q4 2003) E stata effettuata l attività di Design Assessment e Testing dei controlli e dei processi, verificandone efficacia, integrità e livello di copertura dei rischi associati (Dic.2003 Feb.2004) I risultati sono stati sottosposti alla revisione degli auditors. Nr.18

19 Section 404: Management of Internal Controls (MIC) (1/2) The MIC application supports SOA Compliance Projects Management Auditor Scoping and Set-Up Document Processes & Controls Assess Control Design & Remediate Issues Test Operating Effectiveness Sign-Off, Prepare Certification / Internal Control Report Attest and Report Identification of Org. Units and Processes in scope Org. Unit Hierarchy Central Process Catalog Assignment of Processes to FS Accounts Central Catalog of Control Objectives and Risks Assignment of Processes to BU s Initial Control documentation Initial target setting for control maturity Documentation of Management Controls Process and Control Design Assessment Control Efficiency Assessment Management Controls Assessment Identification of Issues Validation of Assessments Remediation of Issues Progress Tracking and Analysis Documentation of Testing Results Identification of Issues Remediation of Issues Progress Tracking and Analysis Analysis Review Overviews Attestation with Drill-down Functionality Reporting Management Reports Workflow-triggered Sign-off supporting 404 Reporting / 302 Certification Nr.19

20 Section 404: Management of Internal Controls (MIC) (2/2) SAP ha deciso di utilizzare in maniera estesa il Tool MIC perchè: Il Tool è concepito per supportare, oltre la fase di documentazione dei controlli di processo, anche le attività di assessment secondo le modalità richieste dalle ultime normative (PCAOB audit standard) Il Tool fornisce un repository centrale per documentare tutte le entità SAP coinvolte dalla conformità alla SOX 404 Il Tool garantisce che la documentazione sia prodotta secondo uno standard uniforme rispetto ad una gestione decentralizzata Il Tool agevola il governo del progetto, abilitando il controllo centrale della qualità ed il coordinamento delle attività dei progetti locali con funzioni di monitoring, schedulazione di meccanismi di workflow. Il Tool offre varie funzioni di reportistica per consentire alle funzioni centrali (es. CEO/CFO) di determinare lo stato attuale di avanzamento del progetto rispetto alla milestone finale (Sign-Off). Nr.20

21 Approccio progettuale: test dei controlli interni (1/3) Documentazione dei processi e dei controlli interni Test Reporting dei risultati Documentazione dei processi di SAP in ambito di progetto Sales / Consulting Financial Accounting Procurement / 3rd Party Services Identificazione dei controlli interni ai processi Identificazione e assegnazione dei process owners ai processi di business La documentazione dei processi e dei controlli interni è la base per la definizione dei protocolli di test, l esecuzione ed il controllo dei risultati Nr.21

22 Approccio progettuale: test dei controlli interni (2/3) Documentazione dei processi e dei controlli interni 1. Sponsorship e assegnazione delle responsabilità a livello locale 2. Test dei controlli interni con i manager dipartimentali ed i process owners dei processi documentati. 3. Sintesi dei risultati. 1 Management Board MD / CFO Department Manager / Process owner 2 Test Nr.22 Employees 3 4 Reporting dei risultati 4. Consolidamento dei risultati e presentazione al Management Team Meeting. 3. Discussione dei risultati con i process owners ed i manager dipartimentali. 4. Identificazione delle aree di miglioramento e delle azioni correttive necessarie. 5. Assegnazione di responsabilità e tempi per la loro esecuzione.

23 Approccio progettuale: Test dei controlli interni (3/3) Documentazione dei processi e dei controlli interni controls Test Reporting dei risultati Redazione dei risultati dei test Valutazione dei controlli: attivi eseguiti efficacemente Informazioni su modifiche ai processi che hanno avuto impatto sui controlli I Process owners ed il Management Team firmano e validano i risultati I risultati locali vengono raccolti e consolidati dal team di progetto centrale Nr.23

24 Steps di progetto supportati dal SAP MIC Tool Struttura Org. Gruppi di conti Gruppi di Processi Internal Control Documentation Processi Controlli Obiettivi di controllo Rischi Verifica del disegno Design Criticità Assessment Azioni Correttive Istruzioni di test Protocolli di test Effectiveness Testing Criticità Azioni Correttive Firma (Filiali) Sign Off Firma (Corporate) Nr.24

25 Caratteristiche del progetto SOX in SAP SAP è stata tra le prime società a intraprendere un processo di adeguamento alla normativa SOX (Luglio 2002) Questo ha consentito un approccio per fasi, lasciando abbastanza respiro all organizzazione in generale SAP sta gestendo il progetto di adeguamento alle sezioni SOX 302 / 404 con un Core Project Team molto snello che È supportato direttamente dalla struttura di SAP a livello corporate È aiutato internamente da un forte sponsor esecutivo (CFO Board Sponsor) E agevolato dall effettiva implementazione della struttura di Risk Management e dall Operational Risk Management Tool (SAP ORM): gli external auditors, nel 2004 ANNUAL report, hanno riportato un parere largamente positivo sul sistema SAP di gestione del rischio. Nel processo di adeguamento SAP confida molto in un elevato livello di coinvolgimento del senior management per quanto riguarda il control design assessment ed la verifica dei risultati del testing: questo riflette le responsabilità assegnate al management per quanto riguarda il sistema di controllo interno. Nr.25

26 Fattori critici di successo del progetto SOX in SAP Ruoli e responsabilità definite Processi definiti Flusso di informazioni efficace Sono questi i fattori critici di successo per la costituzione di un efficace sistema di controllo interno.. Ongoing monitoring and support Auditor CEO / CFO Disclosure Committee Corporate Reporting Function / Corporate Risk Management Business Units / Business Processes Documented internal controls and disclosure controls Monitoring processes Change management capability Disclosure and incident management process Complete and accurate documentation to required scope Audit and Finance Summary Reporting DC&P / Internal Controls Owner per Business Unit / per Business Process Top-down: Corporate/financial governance framework Reporting requirements Policies and procedures Communication and training Dashboard Reporting Committee Bottom-up: Escalation of issues Monthly reporting of financial and non-financial information Quarterly/annual certification roll-up Detailed DC&P / IC Reporting Nr.26

27 Fattori critici di successo del progetto SOX in SAP SAP si affida nel progetto ad un elevato grado di coinvolgimento del senior management per quanto riguarda verifica e test dei processi: è quindi fondamentale che ogni componente del management team sia informato, comprenda e condivida senza riserve le sue responsabilità nel progetto. Le strutture organizzative di SAP sono soggette a cambiamenti, necessari per rispondere al meglio alle richieste e dinamiche dei mercati: le esigenze del progetto SOX devono convivere con questa realtà dinamica. Per gestire il rischio relativo al livello di incertezza riguardo l intrepretazione di alcuni requisiti SOX, è stato fondamentale stabilire un rapporto e un flusso di comunicazione diretto con gli External Auditors Gli External Auditors partecipano come osservatori agli Steering Committee di progetto I prototipi relativi ai paesi Dry-Run sono stati effettuati con sufficiente anticipo per ottenerne la verifica ed una lista di osservazioni da parte degli External Auditors. Nr.27

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Il Project management in IS&T L esperienza Alstom

Il Project management in IS&T L esperienza Alstom Il Project management in IS&T L esperienza Alstom Agata Landi Convegno ANIMP 11 Aprile 2014 IL GRUPPO ALSTOM Project management in IS&T L esperienza Alstom 11/4/2014 P 2 Il gruppo Alstom Alstom Thermal

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Balance GRC. Referenze di Progetto. Settembre 2013. Pag 1 di 18 Vers. 1.0. BALANCE GRC S.r.l.

Balance GRC. Referenze di Progetto. Settembre 2013. Pag 1 di 18 Vers. 1.0. BALANCE GRC S.r.l. Balance GRC Referenze di Progetto Settembre 2013 Pag 1 di 18 Vers. 1.0 Project Management Anno: 2012 Cliente: ACEA SpA Roma Durata: 1 anno Intervento: Gestione dei progetti riguardanti l implementazione

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

N 2 2009 di Lorenzo Caselli

N 2 2009 di Lorenzo Caselli cerca home chi siamo la rivista contattaci saggi working paper autori archivio siamo in: Homepage / archivio N 2 2009 di Lorenzo Caselli Insegnare etica nelle Facoltà di Economia recensioni segnalazioni

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Corporate Governance e sistema di controllo interno. Enrico Parretta

Corporate Governance e sistema di controllo interno. Enrico Parretta Corporate Governance e sistema di controllo interno Enrico Parretta Corporate Governance La Corporate Governance è il sistema delle regole secondo le quali le imprese sono gestite e controllate, coniugando:

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

CATALOGO FORMAZIONE 2015

CATALOGO FORMAZIONE 2015 CATALOGO FORMAZIONE 2015 www.cogitek.it Sommario Introduzione... 4 Area Tematica: Information & Communication Technology... 5 ITIL (ITIL is a registered trade mark of AXELOS Limited)... 6 Percorso Formativo

Dettagli

Il Data Quality, un problema di Business!

Il Data Quality, un problema di Business! Knowledge Intelligence: metodologia, modelli gestionali e strumenti tecnologici per la governance e lo sviluppo del business Il Data Quality, un problema di Business! Pietro Berrettoni, IT Manager Acraf

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso UMB Power Day 15-11-2012 Lugano-Paradiso Mission Competenza e flessibilità al fianco delle imprese che necessitano di esperienza nel gestire il cambiamento. Soluzioni specifiche, studiate per migliorare

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007 Security Governance Chief Security Advisor Microsoft Italia feliciano.intini@microsoft.com http://blogs.technet.com/feliciano_intini

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte Mariano Ammirabile Cloud Computing Sales Leader - aprile 2011 2011 IBM Corporation Evoluzione dei modelli di computing negli anni Cloud Client-Server

Dettagli

Fabio Ciarapica Director PRAXI ALLIANCE Ltd

Fabio Ciarapica Director PRAXI ALLIANCE Ltd Workshop Career Management: essere protagonisti della propria storia professionale Torino, 27 febbraio 2013 L evoluzione del mercato del lavoro L evoluzione del ruolo del CFO e le competenze del futuro

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

Business Process Modeling Caso di Studio

Business Process Modeling Caso di Studio Caso di Studio Stefano Angrisano, Consulting IT Specialist December 2007 2007 IBM Corporation Sommario Perché l architettura SOA? Le aspettative del Cliente. Ambito applicativo oggetto dell introduzione

Dettagli

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Istituto sistemi informativi e networking Specialista ITIL Certificate of Advanced Studies www.supsi.ch/fc

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Sistemi di Asset Management per la gestione delle Facilities: il caso Ariete Soc. Coop.

Sistemi di Asset Management per la gestione delle Facilities: il caso Ariete Soc. Coop. Sistemi di Asset Management per la gestione delle Facilities: il caso Ariete Soc. Coop. Sottotitolo : Soluzioni di Asset Management al servizio delle attività di Facility Management Avanzato Ing. Sandro

Dettagli

Gli Standard hanno lo scopo di:

Gli Standard hanno lo scopo di: STANDARD INTERNAZIONALI PER LA PRATICA PROFESSIONALE DELL INTERNAL AUDITING (STANDARD) Introduzione agli Standard L attività di Internal audit è svolta in contesti giuridici e culturali diversi, all interno

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Partner Nome dell azienda SAIPEM Settore

Dettagli

Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi i nuovi studi di retribuzione relativi all anno 2012.

Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi i nuovi studi di retribuzione relativi all anno 2012. 3 Michael Page Salary Survey 2012 - Banking 4 Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi i nuovi studi di retribuzione relativi all anno 2012. Michael Page, quale leader nella ricerca e selezione

Dettagli

Continua evoluzione dei modelli per gestirla

Continua evoluzione dei modelli per gestirla Governance IT Continua evoluzione dei modelli per gestirla D. D Agostini, A. Piva, A. Rampazzo Con il termine Governance IT si intende quella parte del più ampio governo di impresa che si occupa della

Dettagli

Servizi High. Value Audit. Aree di intervento per aumentare il valore delle attività di Internal Audit

Servizi High. Value Audit. Aree di intervento per aumentare il valore delle attività di Internal Audit Protiviti s High Value Audits are a series of audits programs that provide you with better information for decision-making regarding the systems and processes that drive technology, compliance or operational

Dettagli

Ricoh Process Efficiency Index Giugno 2011

Ricoh Process Efficiency Index Giugno 2011 Ricoh Process Efficiency Index Giugno 11 Ricerca condotta in Belgio, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Paesi Scandinavi (Svezia, Finlandia, Norvegia e Danimarca), Spagna, Svizzera e Regno Unito Una

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Seminario associazioni: Seminario a cura di itsmf Italia Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Andrea Praitano Agenda Struttura dei processi ITIL v3; Il Problem

Dettagli

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori Costruire uno Spin-Off di Successo Non fidarsi mai dei professori Spin-Off da Università: Definizione Lo Spin-Off da Università è in generale un processo che, partendo da una tecnologia disruptiva sviluppata

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969 Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Nome FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN Nazionalità Italiana Data di nascita 28 gennaio 1969 Titolo di studio Laurea in Ingegneria Elettronica conseguita presso il politecnico

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

Best practice per il Service Mgmt

Best practice per il Service Mgmt Best practice per il Service Mgmt IBM e il nuovo ITIL v3 Claudio Valant IT Strategy & Architecture Consultant IBM Global Technology Services IBM Governance and Risk Agenda Introduzione ad ITIL V3 Il ruolo

Dettagli

Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0

Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0 Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0 Caratteristiche e Posizionamento ver. 2.1 del 21/01/2013 Cos è ESI - Enterprise Service Infrastructure? Cos è ESI? ESI (Enteprise Service Infrastructure) è una

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

La best practice ITILv3 nell IT Sourcing

La best practice ITILv3 nell IT Sourcing La best practice ITILv3 nell IT Sourcing Novembre 2009 Indice 1. Introduzione... 4 1.1. Il contesto dell outsourcing... 4 1.2. Le fasi di processo e le strutture di sourcing... 7 1.3. L esigenza di governance...

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

SALARY SURVEY 2015. Banking & Insurance. Specialists in banking & insurance recruitment www.michaelpage.it. Banking & Insurance

SALARY SURVEY 2015. Banking & Insurance. Specialists in banking & insurance recruitment www.michaelpage.it. Banking & Insurance SALARY SURVEY 2015 Banking & Insurance Banking & Insurance Specialists in banking & insurance recruitment www.michaelpage.it Banking & Insurance Salary Survey 2015 Gentili clienti, abbiamo il piacere di

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Section I - The Process of Project Risk Management in Selex-ES and the supporting tools

Section I - The Process of Project Risk Management in Selex-ES and the supporting tools Agenda Section I - The Process of Project Risk Management in Selex-ES and the supporting tools Section II - The Data Representation Problem and the construction of the Model Section III - Data Analysis

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu FRAUD MANAGEMENT. COME IDENTIFICARE E COMB BATTERE FRODI PRIMA CHE ACCADANO LE Con una visione sia sui processi di business, sia sui sistemi, Reply è pronta ad offrire soluzioni innovative di Fraud Management,

Dettagli

The Supervisory Review Process

The Supervisory Review Process Studi e Note di Economia Anno XII, n. 2-2007, pagg. 283-303 The Supervisory Review Process EPIFANIO TOMMASO ZARBO* The new rules on Supervisory Review Process (SRP) are included into the title III of the

Dettagli

Insieme verso il Futuro

Insieme verso il Futuro Advisory SERVICES Insieme verso il Futuro Le nostre Competenze per la vostra Crescita kpmg.com/it The KPMG Difference: è il nostro modo di essere che fa la differenza Servizi di Consulenza e Modernizzazione

Dettagli

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ( a cura di Stefania Renna ITIL - IBM) Pag. 1 Alcune immagini contenute in questo documento fanno riferimento a documentazione prodotta da ITIL Intl che ne detiene

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Executive Master in. Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT

Executive Master in. Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT Executive Master in Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT OBIETTIVI Il Master ha l obiettivo di formare executive e professional nella governance dei progetti e dei servizi IT, integrando quelle

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

Storia ed evoluzione dei sistemi ERP

Storia ed evoluzione dei sistemi ERP Storia ed evoluzione dei sistemi ERP In questo breve estratto della tesi si parlerà dei sistemi ERP (Enterprise Resource Planning) utilizzabili per la gestione delle commesse; questi sistemi utilizzano

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e'

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il continuous improvement ed e' ITIL v3 ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e' giusto che lo applichi anche a se' stessa... Naturalmente una

Dettagli

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED L'ingegneria di Elocal Roberto Boccadoro / Luca Zucchelli OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED ELOCAL GROUP SRL Chi siamo Giorgio Dosi Lorenzo Gatti Luca Zucchelli Ha iniziato il suo percorso lavorativo in

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

IBM UrbanCode Deploy Live Demo

IBM UrbanCode Deploy Live Demo Dal 1986, ogni giorno qualcosa di nuovo Marco Casu IBM UrbanCode Deploy Live Demo La soluzione IBM Rational per il Deployment Automatizzato del software 2014 www.gruppoconsoft.com Azienda Nata a Torino

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI CORSO DI LAUREA IN INFORMATICA Prova Finale GESTIONE DELLA TRANSIZIONE SECONDO LO STANDARD ITIL ITIL SERVICE TRANSITION

Dettagli

Rational Unified Process Introduzione

Rational Unified Process Introduzione Rational Unified Process Introduzione G.Raiss - A.Apolloni - 4 maggio 2001 1 Cosa è E un processo di sviluppo definito da Booch, Rumbaugh, Jacobson (autori dell Unified Modeling Language). Il RUP è un

Dettagli

LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET

LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET Internet una finestra sul mondo... Un azienda moderna non puo negarsi ad Internet, ma.. Per attivare un reale business con transazioni commerciali via Internet

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Chi siamo. SIA Milano, 11 Giugno 2015 2

Chi siamo. SIA Milano, 11 Giugno 2015 2 Prevenzione dei rischi software in ambito finanziario. L esperienza del Gruppo SIA Armando Bolzoni, direttore Software Factory SIA SpA SIA Chi siamo SIA è leader europeo nella progettazione, realizzazione

Dettagli

Perché AIM Italia? (1/2)

Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia si ispira ad un esperienza di successo già presente sul mercato londinese Numero di società quotate su AIM: 1,597 Di cui internazionali: 329 Quotazioni su

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

CALENDARIO CORSI 2015

CALENDARIO CORSI 2015 SAFER, SMARTER, GREENER DNV GL - Business Assurance Segreteria Didattica Training Tel. +39 039 60564 - Fax +39 039 6058324 e-mail: training.italy@dnvgl.com www.dnvba.it/training BUSINESS ASSURANCE CALENDARIO

Dettagli

Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni. Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1

Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni. Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1 Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1 AGENDA Introduzione Valutazione dei prodotti Valutazione dell organizzazione per la sicurezza

Dettagli

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Un sistema integrato di Business Intelligence consente all azienda customer oriented una gestione efficace ed efficiente della conoscenza del

Dettagli

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe): SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE Project Management e Information Technology Infrastructure Library (ITIL V3 F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

Il tuo partner ideale per le soluzioni applicative e l informativa finanziaria

Il tuo partner ideale per le soluzioni applicative e l informativa finanziaria Il tuo partner ideale per le soluzioni applicative e l informativa finanziaria Il nostro gruppo in sintesi vwd group è da oltre 60 anni uno dei più importanti provider in Europa per la fornitura di soluzioni

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

Il Ruolo del TSRM come Amministratore di Sistema II Modulo - Gestione dei Sistemi Informativi RIS/PACS

Il Ruolo del TSRM come Amministratore di Sistema II Modulo - Gestione dei Sistemi Informativi RIS/PACS GESIRAD Il Ruolo del TSRM come Amministratore di Sistema II Modulo - Gestione dei Sistemi Informativi RIS/PACS Copyright Siemens AG Healthcare Sector 2009. For internal use only. Roma, 8 marzo 2011 Pellegrini

Dettagli

Governo dei sistemi informativi

Governo dei sistemi informativi Executive Master Governo dei sistemi informativi > II edizione CONFINDUSTRIA VENEZIA CONFINDUSTRIA PADOVA CONFINDUSTRIA VENEZIA gennaio/luglio 2011 Obiettivi Un numero crescente di organizzazioni appartenenti

Dettagli

Progetto BPR: Business Process Reengineering

Progetto BPR: Business Process Reengineering Progetto BPR: Business Process Reengineering Riflessioni frutto di esperienze concrete PER LA CORRETTA INTERPRETAZIONE DELLE PAGINE SEGUENTI SI DEVE TENERE CONTO DI QUANTO ILLUSTRATO ORALMENTE Obiettivo

Dettagli