NOTIZIE della Fondazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NOTIZIE della Fondazione"

Transcript

1 NOTIZIE della Fondazione in questo numero: Lettera del Presidente 02 Nuovi soci 04 Documento Programmatico Previsionale 05 Erogazioni al 31 marzo Settori di intervento 09 Mostra arte dal Vero 18 Palazzo Vespignani 19 Collezioni d arte della Fondazione 20 Amianto, un nemico nascosto ancora in agguato 23 APRILE2015

2 2 lettera del presidente Il numero di aprile, prima uscita dell anno ha il principale compito di riassumere le attività che sono state svolte nell ultimo quadrimestre e di informare circa quanto è stato messo in programma per i mesi futuri. Bilancio e prospettiva dunque al fine di mantenere alta l informazione sulla nostra operatività. Una informazione il più possibile completa che possa fare luce sia sulle diverse attività, ma anche e soprattutto sulle erogazioni che, giunti a questo periodo dell anno, possono già darci delle indicazioni orientative e statistiche importanti. Tra la fine del 2014 e gli inizi del 2015 un ulteriore stretta riguardante le Fondazioni ha decisamente determinato l orientamento delle attività messe in programma per il 2015; abbiamo già illustrato alla stampa cittadina la nostra programmazione ed anche la nostra volontà di andare avanti, nonostante tutto, con un aumento di erogazioni che complessivamente si avvicinerà ai 4 milioni di euro. Di queste ultime settimane è anche la notizia della sottoscrizione di un atto negoziale fra il Ministero delle Finanze e l Acri, Associazione delle Fondazioni: un atto importante che tocca sia aspetti economici e finanziari voluti per la diversificazione degli investimenti sia regolamenti relativi alla Governance dando indicazioni sulle procedure e sui tempi di nomina dei membri degli organi. Preferendo aspettare di avere più elementi da condividere rispetto a questo accordo, posso dire di approvare ciò che riguarda il rientro dei debiti delle grandi Fondazioni, provocato essenzialmente dalla sottoscrizione degli aumenti di capitale delle grandi banche italiane. Forte perplessità sui tempi di rientro di soli 5 anni che paiono di difficile, se non impossibile, praticabilità. Sugli altri punti, tra i quali la riduzione del mandato a quattro anni per tutti gli organi, ritorneremo, come dicevo, quando avremo più elementi. Veniamo ora al notiziario. Presentiamo nelle prime pagine i nuovi soci che, assieme ai soci rieletti, si sono aggiunti all Assemblea con le elezioni del 24 febbraio. Un benvenuto da parte di noi tutti. Seguendo le linee del Documento Programmatico

3 Previsionale, che riportiamo in forma riassuntiva, diamo quindi un primo resoconto delle erogazioni al 31 marzo 2015: quasi due milioni e quattrocento mila euro erogati su centoottantanove progetti approvati. Riportiamo i dati per seguire gli approfondimenti dei singoli settori di intervento. Educazione, Istruzione e Formazione resta uno dei settori rilevanti del nostro impegno erogativo in particolar modo, ma non solo, nei riguardi dell Università: abbiamo investito tanto in questi anni, ma i nostri sforzi sono sicuramente premiati dai dati positivi che, in occasione dell Open Day, l Alma Mater ci ha fornito e che riportiamo in queste pagine. Passiamo quindi alle attività culturali da noi direttamente promosse. Contenti del grande successo avuto con la mostra arte dal Vero, approfittiamo di queste pagine per dare l ultimo resoconto di questa esposizione che è giunta ad avere settemila visitatori. In questi mesi abbiamo arricchito la nostra collezione con alcuni pezzi importanti. Riportiamo le schede di due quadri di Tommaso della Volpe che ci sono parsi interessanti proprio per la loro particolarità uscendo dalle consuete rappresentazioni di questo pittore imolese. Si tratta di due dipinti ad olio il primo del 1904 intitolato Il nuovo riccone e il secondo del 1944 che ritrae il generale polacco Wladyslaw Anders, comandante delle forze entrate per prime a Imola 70 anni orsono. Aggiungiamo poi una scheda sui restauri dell opera di Angelo Gottarelli da noi sostenuti nel progetto di valorizzazione dei Chiostri dell Osservanza. Chiudiamo il nostro Notiziario con il resoconto dell interessante convegno tenutosi a Imola e organizzato dalla Consulta delle Libere Professioni, che ha affrontato il gravoso problema dello smaltimento dell Amianto. Augurandovi una buona lettura, rinnovo la disponibilità mia e dei nostri uffici per discutere e condividere idee e progetti. Sergio Santi Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola 3

4 4 Nuovi soci elezione nuovi soci Cariche Fondazione Il 24 febbraio 2015 l Assemblea dei Soci della Fondazione ha proceduto all elezione di quindici nuovi Soci. Sono risultati eletti i seguenti candidati: Eletti per la prima volta i Signori: Fabbri Massimo Imprenditore Miccoli Fabrizio Dirigente d azienda Passarelli Dante già Direttore art. Museo Ceramica Imola Penazzi Elena Farmacista Poli Silvia Imprenditrice Ravaldi Fausto già Vice Preside ITAS Scarabelli Ghini Rossi Gianni Primario U.O. Rianimazione Osp. Imola Venturoli Stefano Docente universitario Rieletti dopo dieci anni i Signori: Bacchilega Fabio Imprenditore Berti Ceroni Alberto già Segretario Generale Bovesi Massimiliano Libero Professionista Giberti Mario Libero Professionista Mazzanti Raffaele Presidente Soc. Coop. Aurora Montanari Alfredo Imprenditore Poletti Carlo Imprenditore I nuovi soci con il presidente. Da sinistra: Fabrizio Miccoli, Massimo Fabbri, Gianni Rossi, Stefano Venturoli, Sergio Santi, Elena Penazzi, Silvia Poli, Dante Passarelli e Fausto Ravaldi.

5 Documento Programmatico Previsionale Linee strategiche di intervento In queste prime pagine vogliamo illustrare in sintesi le destinazioni delle risorse finanziarie nell anno 2015 come descritte nel Documento Programmatico Previsionale, dividendole, per renderle più chiare, in punti programmatici. Università a Imola Come primo punto la Fondazione intende proseguire nel consolidamento della sede imolese dell Università di Bologna costituita dai Corsi di laurea triennale in Tecniche erboristiche e in Tossicologia ambientale della Facoltà di Farmacia; in Verde ornamentale e tutela del paesaggio della Facoltà di Agraria; in Tecnica della prevenzione nell ambiente e nei luoghi di lavoro, in Educazione professionale e riabilitazione psichica, in Scienze infermieristiche e in Riabilitazione motoria della Facoltà di Medicina, nonché dai master specialistici in Management infermieristico e in Endoscopia avanzata, a cura della Facoltà di Medicina e chirurgia, nonché in Costruzioni in legno, avviato nell Anno accademico 2014/2015 dal Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e dei Materiali dell Università di Bologna con il sostegno determinante della Fondazione e un significativo contributo del Con.AMI. Vi è inoltre l intendimento di avviare già dall Anno accademico 2015/2016 e con un contributo rilevante della Fondazione, un Master in Igiene e prevenzione del bovino da latte, promosso dal Dipartimento di Medicina veterinaria dello stesso Ateneo. Prestare una particolare attenzione ai bisogni delle categorie sociali più deboli, con una serie articolata di interventi Inaugurato nei primi mesi del 2014 il primo stralcio della struttura protetta Con noi e dopo di noi, realizzata con il concorso economico delle istituzioni civili e religiose locali nel complesso dell Istituto Santa Caterina, nel 2015 l attività della Fondazione in questo settore prevede in primo luogo uno stanziamento di Euro al Comune di Imola per iniziative a favore delle famiglie in difficoltà a causa della perdurante crisi economica che così duramente ha colpito anche in ambito locale e, più in generale, per assicurare la tenuta sociale della nostra comunità. Allo stesso modo, si prevede di reiterare il contributo di Euro alla Caritas Diocesana imolese per iniziative a favore degli strati più deboli ed emarginati della popolazione. La gravità della situazione ha suggerito, infine, di stanziare prudentemente un fondo interno di Euro, che potrà essere direttamente ed immediatamente utilizzato in caso di emergenze sociali che dovessero maturare nel corso dell anno. Programmazione per l anno duemilaquindici

6 6 Sostenere il recupero e la conservazione dei beni mobili e immobili di particolare interesse storico, culturale e artistico per il territorio di riferimento In particolare, nel 2015 è previsto uno stanziamento di Euro, quale terza rata di un progetto quadriennale per l allestimento, presso i Musei comunali di Imola, del Museo paleontologico Scarabelli. È inoltre previsto un fondo interno di Euro, per iniziative e progetti di recupero di beni di rilevante interesse storico, artistico e culturale per il territorio di riferimento, al momento non ancora definiti. Attuare interventi significativi nel settore dello sviluppo locale, in particolar modo attraverso l attività del Centro per lo Sviluppo Economico del Territorio Imolese La destinazione delle risorse finanziarie sarà effettuata nel rispetto dei dettami della legge, dello Statuto, dell Atto di Indirizzo 2014/2016, e in conformità ad eventuali, ulteriori deliberazioni del Consiglio Generale in materia. Sostenere progetti di ricerca in campo scientifico e medico con significative ricadute sulla comunità locale In questo ambito, oltre ad eventuali progetti e iniziative propri, continueranno ad essere valutati e sostenuti progetti e iniziative di rilevante interesse per il territorio di riferimento proposti dalle Istituzioni scientifiche quivi operanti, con particolare riguardo a quelli proposti dall Università di Bologna, prestando una particolare attenzione ai progetti aventi caratteristiche di innovazione e qualità. Salute pubblica In particolare sarà sostenuta l attività svolta dalla locale Azienda Sanitaria, attraverso l acquisto e la donazione di apparecchiature diagnostiche, medicali e chirurgiche secondo le esigenze, tempo per tempo, indicate dall Azienda stessa, nonché il finanziamento del servizio di consegna dei referti al domicilio dei pazienti.

7 Erogazioni al 31 marzo 2015 Settori d intervento SVILUPPO LOCALE ED EDILIZIA POPOLARE EDUCAZIONE, ISTRUZIONE E FORMAZIONE RICERCA SCIENTIFICA E TECNOLOGICA ARTE, ATTIVITÀ E BENI CULTURALI PROTEZIONE E QUALITÀ AMBIENTALE { SALUTE PUBBLICA ASSISTENZA AGLI ANZIANI VOLONTARIATO, FILANTROPIA E BENEFICENZA totale deliberato: euro % 8% % % % 32% % % 6% ATTIVITÀ SPORTIVA GIOVANILE E AMATORIALE Numero progetti approvati al 31 marzo esercizio 2013 esercizio 2014 esercizio I rapporti della Fondazione con il territorio erogazioni

8 8 Importi deliberati in euro al 31 marzo esercizio 2013 esercizio 2014 esercizio 2015

9 sviluppo locale ed edilizia popolare totale deliberato: euro Al settore Sviluppo Locale ed Edilizia Popolare sono state assegnate finora risorse pari all 8% del totale deliberato. Oltre al Centro per lo Sviluppo economico del territorio imolese cui sono stati assegnati per interventi tesi a sostenere e/o valorizzare il tessuto economico del territorio di riferimento, altri beneficiari rilevanti di questo settore sono il Comune di Imola a cui sono stati dati contributi per le manifestazioni Imola in Musica e il Baccanale, la Pro Loco di Imola e la Pro Loco di Borgo Tossignano per la riqualificazione del parco giochi sito nel lungo fiume. pubblicazioni 1% conferenze e seminari 1% costruzione e ristrutturazione immobili 5% mostre ed esposizioni 6% produzione di rappresentazioni artistiche 14% realizzazione di progetti specifici 73% 1%1% 5% 6% 14% 73% I rapporti della Fondazione con il territorio settori di intervento 9 Festa del Maccherone a Borgo Tossignano.

10 10 settori di intervento I rapporti della Fondazione con il territorio Lezione universitaria a Palazzo Vespignani. educazione, istruzione e formazione aiuti a studenti, borse di studio, mostre ed esposizioni, produzione di rappresentazioni artistiche, riconoscimenti/premi/concorsi 1% attrezzature 1% conferenze e seminari 1% realizzazione di progetti specifici 7% totale deliberato: euro pubblicazioni 8% contributi generali per l amministrazione 10% fondi per emergenze 19% Al settore Educazione, Istruzione e Formazione sono state assegnate finora risorse pari al 32% del totale deliberato. Oltre ai Corsi di Laurea dell università imolese, cui sono stati assegnati destinati all attività didattica e di ricerca, altri beneficiari rilevanti di questo settore sono Università Aperta e il Nuovo Circondario Imolese per le attività del Centro Integrato Servizi Scuola/Territorio-CISS/T. Come tutti gli anni viene mantenuto il sostegno alle istituzioni scolastiche, pubbliche e private, operanti sul territorio, come ad esempio il Giardino d Infanzia, Il Bosco e l Istituto Piccole suore di S. Teresa di Gesù Bambino e alla Scuola Musicale Vassura Baroncini. All interno di questo settore rientra anche il Progetto Dizionari portato avanti dalla Fondazione che prevede la donazione a tutti gli allievi delle classi prime medie di un vocabolario o atlante e da quest anno anche la possibilità di scegliere l ebook multimediale Kindle. costruzione e ristrutturazione immobili 20% 33% sviluppo programmi di studio 33% 20% 1% 1%1% 7% 19% 8% 10%

11 ricerca scientifica e tecnologica riconoscimenti/premi/concorsi 1% conferenze e seminari 2% sostegno alla ricerca 44% sviluppo programmi di studio 53% totale deliberato: euro 1%2% Al settore Ricerca Scientifica e Tecnologica sono state assegnate finora risorse pari al 6% del totale deliberato. Fra gli interventi al momento accolti in questo settore vi è il finanziamento di uno studio del Dipartimento di Farmacia e Biotecnologie portato avanti da un ricercatore junior sulle piante medicinali tradizionali per il loro utilizzo in campo farmaceutico. Inoltre viene dato un sostegno al Dipartimento di Scienze Agrarie per uno studio di progettazione e pianificazione sul territorio rurale. 53% 44% 11

12 settori di intervento I rapporti della Fondazione con il territorio 12 F. Andreini, Scena mitologica, olio su tela, proprietà della Fondazione. arte, attività e beni culturali totale deliberato: euro contributi generali per l amministrazione, produzione di nuove opere artistiche, pubblicazioni, riconoscimenti/premi/concorsi 1% conservazione e manutenzione di collezioni librarie ed artistiche, costruzione e ristrutturazione immobili 3% conferenze e seminari, produzione di film/video/radio 4% attrezzature 5% produzione di rappresentazioni artistiche 10% Al settore Arte, Attività e Beni Culturali sono state assegnate finora risorse pari al 23% del totale deliberato. Fra i contributi rilevanti in questo settore ricordiamo quelli assegnati ad attività del Comune di Imola nell ambito culturale come il sostegno alla stagione musicale e teatrale, a progetti promossi dalla Biblioteca e dai Musei Civici. Rilevante la terza rata del progetto quadriennale per l allestimento, presso i Musei Comunali di Imola, del Museo Scarabelli. Numerose in questo settore le associazioni private che beneficiano del sostegno della Fondazione e che con la loro attività portano un importante contributo all offerta culturale del territorio. Alcuni esempi sono l erogazione a favore della Diocesi di Imola per la rassegna La Musica è sacra e all associazione Città dell Uomo per la realizzazione di un filmato sulla figura di Adriano Olivetti. 62% mostre ed esposizioni 15% realizzazione di progetti specifici 62% 1% 3% 4% 5% 10% 15%

13 protezione e qualità ambientale totale deliberato: euro mostre ed esposizioni 3% conferenze e seminari 12% realizzazione di progetti specifici 24% attrezzature 61% 3% 12% Al settore Protezione e Qualità Ambientale sono state assegnate finora risorse pari al 3% del totale deliberato. In questo settore la maggior parte dei contributi è destinata ad enti per l organizzazione di iniziative e manifestazioni volte alla valorizzazione del nostro patrimonio ambientale, come il FAI, Fondo Ambiente Italiano. 61% 24% 13

14 settori di intervento I rapporti della Fondazione con il territorio 14 Macchinario donato all Asl imolese da parte della Fondazione. salute pubblica pubblicazioni 1% conferenze e seminari 2% sviluppo dell organizzazione 2% borse di studio 3% totale deliberato: euro attrezzature 6% realizzazione di progetti specifici 86% Al settore Salute Pubblica sono state assegnate finora risorse pari al 7% del totale deliberato. Tra i contributi già erogati ricordiamo l acquisto di un automezzo per il trasporto dei disabili per la Croce Rossa, l associazione La Giostra e ASD Atletica Imola Sacmi Avis per corsi di apprendimento delle attività sportive come strumento riabilitativo nei traumatizzati spinali. Per quanto riguarda l ASL Imolese annotiamo l erogazione di 120 mila euro per l invio dei referti a domicilio ai cittadini. 1% 2% 2% 3% 6% 86%

15 assistenza agli anziani realizzazione di progetti specifici 21% costruzione e ristrutturazione immobili 79% totale deliberato: euro 21% Gli importi più rilevanti vengono erogati nella seconda parte dell anno. Fino ad oggi è stato confermato il sostegno a istituzioni che a vario titolo offrono assistenza a persone della terza età: aiuto nei trasporti per visite mediche e attività ricreative. 79% Un momento in palestra dell associazione Parkinsoniani imolesi. 15

16 16 settori di intervento I rapporti della Fondazione con il territorio L associazione Glucasia al parco di Imola. volontariato, filantropia e beneficenza campagne di raccolta fondi, sviluppo dell organizzazione 1% produzione di rappresentazioni artistiche, pubblicazioni 1% attrezzature 1% contributi generali per l amministrazione 4% realizzazione di progetti specifici 5% totale deliberato: euro sussidi individuali 20% costruzione e ristrutturazione immobili 20% Al settore Volontariato, Filantropia e Beneficenza sono state assegnate finora risorse pari al 18% del totale deliberato. In questo settore istituzionale la maggior parte dei contributi è destinata ad enti che svolgono attività filantropiche o sociali, come ad esempio la Caritas diocesana a cui è stata stanziata la cifra di Da menzionare c è sicuramente il contributo di al Comune di Imola per un sostegno alle famiglie in questo periodo di crisi. Importante è anche il contributo dato al Banco Alimentare per la Colletta annuale, al Comitato Solidarietà per São Bernardo ONLUS, all associazione Aviat, amici del Togo e all associazione Zorba. 48% fondi per emergenze 48% 1% 1%1% 4% 5% 20% 20%

17 attività sportiva giovanile e amatoriale conferenze e seminari 3% costruzione e ristrutturazione immobili 7% riconoscimenti/premi/concorsi 8% attrezzature 9% realizzazione di progetti specifici 24% contributi generali per l amministrazione 49% totale deliberato: euro 3% 7% Al settore Attività Sportiva Giovanile e Amatoriale sono state assegnate finora risorse pari al 2% del totale deliberato. Gli interventi di questo settore istituzionale sono il sostegno che la Fondazione fornisce a numerose associazioni sportive dilettantistiche e amatoriali operanti sul territorio per favorire l attività sportiva non professionistica svolta, nell insieme, da migliaia di ragazzi o amatori. 49% 8% 9% 24% Associazione sportiva dilettantistica judo Imola. 17

18 18 attività culturali mostra Mostra arte dal Vero Terminata la mostra al Centro Polivalente Gianni Isola e al Museo di San Domenico di Imola L 8 marzo, dopo quattro mesi di apertura, è terminata la mostra arte dal Vero sulla figurazione romagnola dal 1900 ai giorni nostri. Realizzata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, in collaborazione con il Comune di Imola, la mostra ha scosso gli animi e la curiosità del pubblico, romagnolo e non, con oltre 7 mila visitatori provenienti da tutta Italia, con picchi durante i weekend e le visite guidate. Penso che si sia raggiunto un ottimo risultato con la mostra che abbiamo appena chiuso afferma il Presidente della Fondazione Sergio Santi un risultato di numeri, ma soprattutto un risultato di progettualità e di collaborazione cittadina. Fuori dai grandi circuiti espositivi/spettacolari, arte dal Vero ha dimostrato come le idee originali abbiano ancora un ruolo determinante nel mercato delle offerte culturali. La mostra ha coinvolto i principali musei del territorio, enti e una significativa quantità di collezionisti privati ed artisti. L intento è stato quello di accompagnare il visitatore lungo un percorso caratterizzato da una singolare adesione al filone figurativo e verista di circa 90 artisti con 180 opere tra sculture, pitture, grafiche e ceramiche. Un affondo mai visto prima nell arte romagnola, quando, nel secolo scorso, pur messa di fronte alle sollecitazioni delle avanguardie e delle neo-avanguardie, produsse una propria specificità legata al Figurativo, che la contraddistingue per qualità e quantità degli esempi, da altre aree geografiche e culturali italiane. Ricordiamo infine che il ricavato della vendita dei cataloghi, per altro con ottimi risultati, è stato devoluto all Associazione imolese Glucasia per un progetto specifico per bambini affetti da malattia.

19 Palazzo Vespignani Consolidamento e crescita della sede didattica imolese dell Università di Bologna È cresciuta del 10% in quest anno la presenza di studenti che frequentano Palazzo Vespignani. Novecento iscritti, fra i quali trecento matricole, che hanno scelto l offerta formativa proposta dalla sede didattica imolese. Quattro corsi della Scuola di Medicina e Chirurgia (Tecniche della Prevenzione nell ambiente e nei luoghi di lavoro, Educazione professionale, Fisioterapia, Infermieristica), un corso per la Scuola di Agraria e Medicina e Veterinaria (Verde ornamentale e tutela del paesaggio) e un corso per la Scuola di Farmacia (Scienze farmaceutiche con due differenti curriculum). Presente a Imola da oltre quindici anni, l Università di Bologna ha in città una sede didattica importante cresciuta in questi anni non solo da un pun- to di vista quantitativo ma anche e soprattutto qualitativo: alla sede di Palazzo Vespignani si sono aggiunti nel tempo gli spazi di Palazzo Dal Pero e i laboratori dell Ospedale Lolli che abbiamo dedicato al nostro compianto Consigliere Angelo Pirazzoli. In espansione anche le proposte didattiche. Già avviato il Master di Scienza della Costruzione in legno e in preparazione quelli dedicati alla progettazione del verde e all igiene e prevenzione del bovino da latte, a questi si aggiungono i Corsi di alta formazione (sulla sicurezza sul lavoro e sul tema dell illuminazione nel verde, nelle strade e nelle serre) e una Laurea specialistica in scienze delle professioni sanitarie della prevenzione. Università a Imola educazione/istruzione 19 Palazzo Vespignani. Apertura dell anno accademico

20 20 attività culturali acquisti di opere d arte Collezioni d arte della Fondazione Nuove acquisizioni Presentiamo in queste pagine due fra le ultime acquisizioni fatte. Si tratta di due opere inedite di Tommaso Della Volpe che, proprio per la loro particolarità, risultano di particolare interesse. Tommaso Della Volpe ( ) Il nuovo riccone 1904 Il dipinto, entrato nella collezione della Fondazione a fine 2014, mostra un corpulento signore in panciotto e pelliccia mentre fuma il sigaro, scoccando uno sguardo di furbo autocompiacimento. Dal titolo si intuisce il tono di ironica derisione che Della Volpe voleva suggerire con questa figura che, più che un ritratto, è da intendere come la caricatura umoristica di un tipo umano. Una verve come questa potrebbe essere inconsueta conoscendo la successiva produzione pittorica dell artista imolese, tuttavia l opera è stata eseguita negli anni in cui il giovane artista imolese frequentava l Accademia di Belle Arti di Bologna, prima di trasferirsi a Roma dove soggiornò dal 1908 al In quegli anni d inizio secolo a Bologna si pubblicavano numerosi periodici, anche umoristici, che si avvalevano della collaborazione di molti disegnatori come Augusto Majani Nasica, Marcello Dudovich e Luigi Bompard. Questi artisti, attivi agli albori del cartellonismo pubblicitario, avevano chiara l importanza dell immediatezza per arrivare sferzanti nel giornalismo e efficaci nella comunicazione pubblicitaria. Affascinato dal contesto bolognese, il giovane Tommaso Della Volpe, studente all Accademia, ha probabilmente deciso di mettersi alla prova con lo stesso genere. Nonostante non emerga un irridente carica polemica, Della Volpe ha ideato un tipo umoristicamente interessante e ben caratterizzato, in un dipinto tutt altro che scontato e didattico.

21 Tommaso Della Volpe ( ) Ritratto del generale polacco Wladyslaw Anders. Senigallia Il dipinto, entrato nelle collezioni della Fondazione a fine 2014, ritrae il generale polacco Wladislaw Anders, a capo delle truppe alleate durante la Seconda guerra mondiale quando partecipò alla battaglia di Montecassino, al termine della quale affrontò e sconfisse i tedeschi nella città di Ancona, da dove penetrò in Romagna, liberando progressivamente varie città, come Predappio e Imola. Caratterizzato tecnicamente da pennellate veloci ed efficaci, il dipinto è da considerare uno studio preparatorio a un buon livello di finitezza, come dichiarato anche nell iscrizione apposta dall autore in basso a destra ( Studio con ritratti ), preceduto dalla contestualizzazione dell occasione Senigallia Non è noto se questo lavoro sia stato seguito da un altro ritratto oppure se questa sia una prova della propria abilità offerta dal pittore a un ignoto committente. Tuttavia la relazione tra Della Volpe e il generale polacco deve essere stata più che di lontana ammirazione o gratitudine se, proprio nel dicembre 1945, il pittore imolese licenziò una Madonna di Czestochowa, patrona della Polonia, ex voto fatto dall VIII Battaglione Fucilieri Carpatici che si trovava a Imola il giorno dell occupazione. Lo sfondo solo abbozzato contrasta con le parti più dettagliate relative alla figura e all abbigliamento del generale, del cui grado militare si dà merito con le numerose onorificenze. Dallo sguardo profondo e sereno del generale reso da Della Volpe emerge la caratura morale tutt altro che trascurabile dell uomo, tra i protagonisti della vittoria alleata in Italia. Cristina Castellari 21

22 22 Terminati i restauri dell ultimo affresco al Chiostro dell Osservanza attività culturali restauro Angelo Gottarelli ( ) Dipinto su murale raffigurante S. Francesco prende le stimmate Chiostro dell Osservanza Imola La scena è stata dipinta da Angelo Gottarelli pittore nato a Castel Bolognese, e vissuto a Imola dove incominciava la sua educazione artistica, per poi iscriversi nel 1763 all Accademia Clementina a Bologna. Gottarelli dipinse le stimmate di S. Francesco nell ultima campata ovest nel chiostro su una superficie pari a cm Angelo Gottarelli ripropone la tipologia con raggi rossi, simboleggianti la conformità con Cristo, e ripropone l apparizione sotto forma del serafino con sei ali disposte a croce. L opera venne dipinta verso la fine del 1700, da all ora subì diversi interventi di manutenzione, ma lasciato poi al suo degrado dovuto all ambiente e agli eventi storici (armeria nel periodo napoleonico ospedali dei malati di mente poi). A causa di infiltrazioni di umidità dal sottosuolo, il colore incominciò a perdere coesione dall intonachino, causando le prime cadute di colore, specialmente in basso e sui fondi. Con la fuoriuscita delle efflorescenze, si è avuto anche l effetto spolvero dei pingmenti, specialmente le terre. Nel 1966 fu fatta una campagna per il recupero delle lunette e in questa data fu l ultimo intervento di restauro subito prima del nostro, dove era stato ridotto di dimensioni, ricoprendo alcune parti di colore originale con cemento. Il colore risultava ricoperto da un deposito superficiale, ossidazioni da sali e vasti ritocchi alterati. Sandro Salemme Restauratore opere d arte

23 Amianto, un nemico nascosto ancora in agguato Convegno I l 19 marzo la Consulta delle Libere Professioni ha presentato gli atti del convegno Amianto, un nemico nascosto, con il quale, due anni fa, la Consulta richiamò l attenzione sui pericoli derivanti dalla presenza di questa sostanza. La presentazione degli atti è stata arricchita dall intervento del prof. Dino Amadori, direttore scientifico dell IRST IRCCS, l istituto di ricerca che opera nel campo dello studio e della cura dei tumori. La relazione del prof. Amadori ha messo in luce lo stato attuale della ricerca scientifica e le terapie innovative con le quali oggi si può affrontare il cancro. La quantità di materiali contenenti amianto ancora in opera in Italia è stimata in milioni di tonnellate, ma si teme che il quantitativo sia ancora più elevato. La neutralizzazione e lo smaltimento di questi procedono con una lentezza superiore a quanto era lecito auspicare e prevedere. Lo smaltimento con modalità non conformi alle norme viene ancora praticato su larga scala e, a volte, è incentivato indirettamente da certe procedure burocratiche tortuose. Il Dipartimento Bonifica e Risanamento del Ministero dell Ambiente continua a segnalare la scoperta in Italia di nuovi siti contaminati, il cui numero, salito recentemente a , sembra non conoscere limiti. A peggiorare la situazione, dall India e dagli Stati Uniti arrivano notizie di traffici illeciti di grandi quantità di amianto, che uscirebbero da quei pae si e sarebbero destinati a vari mercati. L Italia sarebbe al primo posto al mondo tra gli importatori clandestini di amianto. Intanto l Istituto Superiore di Sanità avverte che il picco delle malattie derivanti dall esposizione alle polveri e alle fibre di amianto deve ancora arrivare e che verrà raggiunto nei prossimi 5 anni. Ma queste malattie sono conseguenza dell esposizione del passato, prima che venissero chiuse le cave in cui si estraeva la materia prima e gli stabilimenti nei quali venivano effettuate le lavorazioni. In mezzo a tante nuvole scure un po di luce è costituita dai progressi che si registrano in campo medico. La ricerca continua a fare passi avanti, anche se la sconfitta del mesotelioma, il cancro provocato dall amianto, è ancora un traguardo lontano. Oggi, come due anni fa, il nostro compito è quello di tenere viva l attenzione, perché di fronte a un problema così grave non si può fare finta di niente o rassegnarsi all ineluttabilità. La pubblicazione degli atti del convegno Amianto, un nemico nascosto ha questo significato. Paolo Palladini Presidente della Consulta delle Libere Professioni 23 attività e convegni consulte

MOdena e REggio Emilia Città Amiche degli Studenti

MOdena e REggio Emilia Città Amiche degli Studenti MOdena e REggio Emilia Città Amiche degli Studenti L 1 r C d P p S i d M m I m S n L ATENEO DI MODENA E REGGIO EMILIA 12 Facoltà, 31 Dipartimenti, quasi 19.000 iscritti ai soli corsi di studio, un numero

Dettagli

LE BANCHE PER LA CULTURA

LE BANCHE PER LA CULTURA LE BANCHE PER LA CULTURA PIANO D AZIONE 2014-2015 II AGGIORNAMENTO L OBIETTVO: VALORIZZARE L IMPEGNO NELLA CULTURA DELLE IMPRESE BANCARIE ABI, con la collaborazione degli Associati, promuove un azione

Dettagli

COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca

COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca MUSEO STORICO DELLA RESISTENZA Sant Anna di Stazzema COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca PARCO NAZIONALE DELL A PACE Parco nazion Alla cortese attenzione di: Dirigenti

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO ORGANIZZATIVO CORSI di MASTER di I e II LIVELLO. Corso di Master e suoi Organi

REGOLAMENTO DIDATTICO ORGANIZZATIVO CORSI di MASTER di I e II LIVELLO. Corso di Master e suoi Organi REGOLAMENTO DIDATTICO ORGANIZZATIVO CORSI di MASTER di I e II LIVELLO Corso di Master e suoi Organi 1. Per l anno accademico 2014-2015 è istituito il Corso di Master di II livello in: OPEN - ARCHITETTURA

Dettagli

Montecassiano Bene Comune

Montecassiano Bene Comune Montecassiano Bene Comune Programma per l amministrazione comunale 2014-2019 non abbiamo bisogno di chissà quali grandi cose o chissà quali grandi uomini; abbiamo solo bisogno di più gente onesta (b.c.)

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

NOTIZIE della Fondazione

NOTIZIE della Fondazione NOTIZIE della Fondazione in questo numero: Lettera del Presidente 02 Erogazioni al 15 ottobre 2013 04 Settori di intervento 06 Villa Bubani 15 Casa Cassiano Tozzoli 18 Imola Autismo, anche noi ci siamo

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE AMICI DEI MUSEI D ATENEO

STATUTO ASSOCIAZIONE AMICI DEI MUSEI D ATENEO STATUTO ASSOCIAZIONE AMICI DEI MUSEI D ATENEO TITOLO I Denominazione - durata - sede - scopi ART 1. Per iniziativa dello Sma (Sistema Museale d'ateneo) e del Museo di Palazzo Poggi, è costituita l Associazione

Dettagli

SINTESI DEL PROGETTO

SINTESI DEL PROGETTO Ministero dell Economia e delle Finanze Ministero per i Beni e le Attività Culturali Società di Cultura La Biennale di Venezia ALLEGATO I PROGETTO PER LA PROMOZIONE E DIFFUSIONE DELL ARTE CONTEMPORANEA

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Vincitrice di concorso presso l OMNI dell Amm.ne Provinciale di Campobasso.

CURRICULUM VITAE. Vincitrice di concorso presso l OMNI dell Amm.ne Provinciale di Campobasso. CURRICULUM VITAE Dott.ssa Anna Pagnotta nata a Campobasso il 16/06/49. Residente a Campobasso in via Scardocchia 14. Cell.333-6101281 E-Mail: pagnotta.anna @ virgilio.it. Luglio 1969 Aprile 1971 Maturità

Dettagli

PERIFERIA chiama! MILANO risponde?

PERIFERIA chiama! MILANO risponde? PERIFERIA chiama! MILANO risponde? CONSULTA PERIFERIE MILANO Associazione culturale San Materno-Figino PERIFERIA chiama! MILANO risponde? Martedì 25 gennaio 2011 Periferie: come stiamo? La parola agli

Dettagli

Cantiere Giovani Comune di Fidenza 2014-2015.

Cantiere Giovani Comune di Fidenza 2014-2015. Sede legale Centro Giovanile Don Bosco Via Berzieri n 11 43036 Fidenza (PR) Tel.- fax 0524/528830 www.progettolink.net coordinamento@progettolink.net P.IVA C.F. 02240060349 TITOLO DEL PROGETTO: Cantiere

Dettagli

LA PARTECIPANZA AGRARIA DI NONANTOLA: MILLE ANNI DI STORIA TRA ARCHEOLOGIA E AMBIENTE

LA PARTECIPANZA AGRARIA DI NONANTOLA: MILLE ANNI DI STORIA TRA ARCHEOLOGIA E AMBIENTE LA PARTECIPANZA AGRARIA DI NONANTOLA: MILLE ANNI DI STORIA TRA ARCHEOLOGIA E AMBIENTE Scuola: Istituto comprensivo Fratelli Cervi - Scuola secondaria di I grado Dante Alighieri di Nonantola (Modena) MUSEO:

Dettagli

YOUNG INTERNATIONAL FORUM 2014

YOUNG INTERNATIONAL FORUM 2014 YOUNG INTERNATIONAL FORUM 2014 14 16 Ottobre Ex Mattatoio di Testaccio Ingresso: piazza Orazio Giustiniani 4 PROGRAMMA Martedì 14 Ottobre 2014 H. 9.00 11.00 - Sala Europa Presentazione dello Young International

Dettagli

Seminario Impatto della crisi economica su università e ricerca in Europa Roma, 25-26 ottobre 2011

Seminario Impatto della crisi economica su università e ricerca in Europa Roma, 25-26 ottobre 2011 Seminario Impatto della crisi economica su università e ricerca in Europa Roma, 25-26 ottobre 2011 L Impatto della Crisi Economica sull Educazione Superiore in Turchia Anno Numero di Università Pubbliche

Dettagli

Gara Nazionale di Teatro Classico e Contemporaneo

Gara Nazionale di Teatro Classico e Contemporaneo Gara Nazionale di Teatro Classico e Contemporaneo PREMESSA L Associazione culturale Achille e la Tartaruga e il Liceo Classico Torquato Tasso di Salerno, in collaborazione con il Palinuro Teatro Festival

Dettagli

LA BENEFICENZA NEL 2014

LA BENEFICENZA NEL 2014 L esercizio 2014 è stato ancora una volta complicato e difficile da gestire per l operatività della Fondazione Banca San Paolo di Brescia, sia per la progressiva e graduale contrazione delle risorse a

Dettagli

XIV edizione. 29, 30 e 31 ottobre 2013 Stazione Marittima Napoli PROGRAMMA

XIV edizione. 29, 30 e 31 ottobre 2013 Stazione Marittima Napoli PROGRAMMA XIV edizione 29, 30 e 31 ottobre 2013 Stazione Marittima Napoli PROGRAMMA Il programma può subire delle variazioni, si consiglia pertanto di consultare periodicamente il sito www.orientasud.it MARTEDI

Dettagli

I CONTI DELLA NOSTRA SCUOLA: UN BILANCIO SOCIALE

I CONTI DELLA NOSTRA SCUOLA: UN BILANCIO SOCIALE I CONTI DELLA NOSTRA SCUOLA: UN BILANCIO SOCIALE Vorremmo provare a spiegare come funziona il bilancio della nostra scuola, quali servizi vengono offerti e come sono finanziati. Per chiarezza e trasparenza.

Dettagli

REGOLAMENTO INTERVENTI DI MUTUALITA E SOLIDARIETA

REGOLAMENTO INTERVENTI DI MUTUALITA E SOLIDARIETA REGOLAMENTO INTERVENTI DI MUTUALITA E SOLIDARIETA Principi Ispiratori e Obiettivi Gli interventi di mutualità e solidarietà rientrano nella missione della Cassa Rurale che, come realtà radicata sul territorio,

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore E. Majorana. Liceo Linguistico, Scientifico e delle Scienze Umane. Guidonia (Roma)

Istituto d Istruzione Superiore E. Majorana. Liceo Linguistico, Scientifico e delle Scienze Umane. Guidonia (Roma) Istituto d Istruzione Superiore E. Majorana Liceo Linguistico, Scientifico e delle Scienze Umane Guidonia (Roma) GEMELLAGGIO LICEO MAJORANA (GUIDONIA) - MARCQ INSTITUTION (LILLE) RELAZIONE VIAGGIO D ISTRUZIONE

Dettagli

IL SALONE DELLE OPPORTUNITA I NAPOLI 2015 17 19 NOVEMBRE MOSTRA D OLTREMARE. Martedì 17

IL SALONE DELLE OPPORTUNITA I NAPOLI 2015 17 19 NOVEMBRE MOSTRA D OLTREMARE. Martedì 17 IL SALONE DELLE OPPORTUNITA I NAPOLI 2015 17 19 NOVEMBRE MOSTRA D OLTREMARE Martedì 17 H. 9.00 - SALA ITALIA INAUGURAZIONE DI ORIENTASUD 2015 E SALUTI ISTITUZIONALI Presentazione della XVI edizione di

Dettagli

Statuto del Museo d'arte contemporanea Zavattarello (Pv) approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n,30 del 10/08/2009

Statuto del Museo d'arte contemporanea Zavattarello (Pv) approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n,30 del 10/08/2009 Statuto del Zavattarello (Pv) approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n,30 del 10/08/2009 1 Art. 1 Denominazione e sede del museo Per iniziativa del Comune di Zavattarello è costituito il del

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO delle SCIENZE APPLICATE

LICEO SCIENTIFICO delle SCIENZE APPLICATE LICEO SCIENTIFICO delle SCIENZE APPLICATE (Ex Liceo Scientifico Tecnologico) Liceo delle Scienze Applicate ovvero l evoluzione della più importante sperimentazione degli ultimi venti anni, quella del Liceo

Dettagli

Istituto Statale d Istruzione Superiore Francesco GONZAGA Liceo Scientifico - Liceo Classico - Liceo Linguistico - Istituto Tecnico Commerciale

Istituto Statale d Istruzione Superiore Francesco GONZAGA Liceo Scientifico - Liceo Classico - Liceo Linguistico - Istituto Tecnico Commerciale Istituto Statale d Istruzione Superiore Francesco GONZAGA Liceo Scientifico - Liceo Classico - Liceo Linguistico - Istituto Tecnico Commerciale Via F.lli Lodrini n 32 Tel 0376638018 0376636678 Fax 0376639506

Dettagli

San Gabriele. Istituto SCUOLA PARITARIA CATTOLICA. iscrizioni 2015-16

San Gabriele. Istituto SCUOLA PARITARIA CATTOLICA. iscrizioni 2015-16 Istituto San Gabriele SCUOLA PARITARIA CATTOLICA L offerta formativa 2015-16 Scuola dell infanzia Scuola primaria Scuola secondaria di I grado Liceo Classico Liceo delle Scienze Umane ec.soc. Liceo Scientifico

Dettagli

la strada della Istruzione Artistica

la strada della Istruzione Artistica la strada della Istruzione Artistica Come viverci senza problemi... In questo percorso è necessario essere disponibili ad andare a scuola per un monte ore settimanale di circa 40 ore, per cui è probabile

Dettagli

ELENCO ATTIVITÀ DI ORIENTAMENTO

ELENCO ATTIVITÀ DI ORIENTAMENTO ELENCO ATTIVITÀ DI ORIENTAMENTO Come previsto dall'accordo di tra la Provincia e l'università degli Studi di Torino nell'ambito del Piano Provinciale di Orientamento cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo

Dettagli

Master di I Livello in gestione ed innovazione nelle Amministrazioni Pubbliche:

Master di I Livello in gestione ed innovazione nelle Amministrazioni Pubbliche: 1 Master di I Livello in gestione ed innovazione nelle Amministrazioni Pubbliche: L attività istituzionale nelle Fondazioni di origine bancaria Verona, 12 maggio 2006 2 Verona, 12 maggio 2006 Fausto Sinagra

Dettagli

Master Universitario di II Livello in

Master Universitario di II Livello in Master Universitario di II Livello in Health Technology Assessment & Management (Valutazione e gestione delle tecnologie sanitarie) Anno Accademico 2009-2010 Master Universitario di II Livello 1 Presentazione

Dettagli

Fondazione per l Università a Brindisi

Fondazione per l Università a Brindisi Fondazione per l Università a Brindisi Una Fondazione gestita dagli Enti pubblici e privati del territorio brindisino per il coordinamento e la promozione dell offerta formativa universitaria che altre

Dettagli

BILANCIO PREVENTIVO 2015. Linee programmatiche

BILANCIO PREVENTIVO 2015. Linee programmatiche BILANCIO PREVENTIVO 2015 Linee programmatiche Il 2014 ha rappresentato, così come nelle intenzioni del Consiglio, un anno di forte rilancio delle attività della Fondazione e conseguentemente di ampliata

Dettagli

PROPOSTE DI ATTIVITÀ DI ORIENTAMENTO UNIVERSITARIO PER LE SCUOLE MEDIE SUPERIORI a.s. 2014 2015

PROPOSTE DI ATTIVITÀ DI ORIENTAMENTO UNIVERSITARIO PER LE SCUOLE MEDIE SUPERIORI a.s. 2014 2015 AREA SERVIZI ALLO STUDENTE Divisione Orientamento e Diritto allo Studio Ufficio Orientamento e Tutorato PROPOSTE DI ATTIVITÀ DI ORIENTAMENTO UNIVERSITARIO PER LE SCUOLE MEDIE SUPERIORI a.s. 2014 2015 Tutte

Dettagli

www.mutuaperlamaremma.it info@mutuaperlamaremma.it

www.mutuaperlamaremma.it info@mutuaperlamaremma.it www.mutuaperlamaremma.it info@mutuaperlamaremma.it 1 La Mutua per la Maremma La Banca della Maremma che, coerentemente con i propri principi ispiratori, valorizza la centralità della persona, ha deli berato

Dettagli

OPEN DAY LICEO 28 NOVEMBRE 2015

OPEN DAY LICEO 28 NOVEMBRE 2015 OPEN DAY LICEO 28 NOVEMBRE 2015 Presentazione degli indirizzi Dalle ore 9:30 alle ore 10:00 Presentazione Liceo Scienze Umane Dalle ore 10:00 alle ore 10.30 Presentazione Liceo Scienze Applicate Dalle

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SALERNO DIPARTIMENTO DI FARMACIA. Corso di Laurea di I Livello in Tecniche Erboristiche. Orientamento in ingresso

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SALERNO DIPARTIMENTO DI FARMACIA. Corso di Laurea di I Livello in Tecniche Erboristiche. Orientamento in ingresso UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SALERNO DIPARTIMENTO DI FARMACIA Corso di Laurea di I Livello in Tecniche Erboristiche Orientamento in ingresso Attività svolte e servizi offerti dal Centro di Ateneo per l Orientamento

Dettagli

PINACOTECA COMUNALE DI FAENZA PROPOSTA PROGRAMMA ATTIVITA 2010

PINACOTECA COMUNALE DI FAENZA PROPOSTA PROGRAMMA ATTIVITA 2010 PINACOTECA COMUNALE DI FAENZA PROPOSTA PROGRAMMA ATTIVITA 2010 La presente relazione di programma annuale compilata sulla base dell articolo 3 Principi di gestione del regolamento della Pinacoteca Comunale

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE. MACULA - Centro Internazionale di Cultura Fotografica

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE. MACULA - Centro Internazionale di Cultura Fotografica STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE MACULA - Centro Internazionale di Cultura Fotografica Art. 1. È costituita l Associazione culturale denominata MACULA - Centro Internazionale di Cultura Fotografica.

Dettagli

Tiziano Conti. Vice Presidente Fondazione Giovanni Dalle Fabbriche Faenza

Tiziano Conti. Vice Presidente Fondazione Giovanni Dalle Fabbriche Faenza Tiziano Conti Vice Presidente Fondazione Giovanni Dalle Fabbriche Faenza MUTUALITA La cooperativa che pensa solo ai suoi affari e non genera valore aggiunto per le persone dei Soci e per la loro comunità

Dettagli

Con il contributo di

Con il contributo di Con il contributo di Bando di selezione per il conferimento di una borsa di studio per il progetto di ricerca Prima guerra mondiale: la grande trasformazione Tema di studio: Letteratura e Prima guerra

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome LUCCI MARCELLO GUIDO Indirizzo 6, via Orazio Mattei, 67051, AVEZZANO (AQ.) - ITALIA Telefono 0863 499548

Dettagli

Regolamento per la concessione di contributi a enti e associazioni

Regolamento per la concessione di contributi a enti e associazioni Regolamento per la concessione di contributi a enti e associazioni approvato con atto consiliare n. 50 del 27/06/2002 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A ENTI E ASSOCIAZIONI Capo I - DISCIPLINA

Dettagli

ASSEMBLEA DEI SOCI 2011 26 novembre 2011

ASSEMBLEA DEI SOCI 2011 26 novembre 2011 1 ASSEMBLEA 2011 - ANNO II, NUMERO 6 CIRCOLO AMICI DEL FIUME ASD, CORSO MONCALIERI 18, 10131 - TORINO WWW.AMICIDELFIUME.IT - INFO@AMICIDELFIUME.IT ASSEMBLEA DEI SOCI 2011 26 novembre 2011 2 ASSEMBLEA ORDINARIA

Dettagli

Con il contributo di

Con il contributo di Con il contributo di Bando di selezione per il conferimento di una borsa di studio per il progetto di ricerca Prima guerra mondiale: la grande trasformazione Ambito della ricerca: Didattica della storia

Dettagli

FONDAZIONE ACCENDI LA SPERANZA

FONDAZIONE ACCENDI LA SPERANZA onlus FONDAZIONE ACCENDI LA SPERANZA La Fondazione Accendi la Speranza onlus è nata il 25 ottobre 2011, grazie al grande desiderio dei Fondatori di concretizzare la solidarietà e l aiuto verso chi non

Dettagli

sms museo d arte per bambini e servizi educativi

sms museo d arte per bambini e servizi educativi sms museo d arte per bambini e servizi educativi sms museo d arte per bambini Il Museo d arte per bambini apre l arte e la cultura artistica all infanzia facendo vivere sia lo spazio museale sia le opere

Dettagli

Gemellaggio tra una scuola polacca ed una italiana intitolate a Francesco Nullo

Gemellaggio tra una scuola polacca ed una italiana intitolate a Francesco Nullo ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE, POLITICHE GIOVANILI, SPORT E TEMPO LIBERO DIREZIONE SERVIZI SOCIALI ED EDUCATIVI Servizio Amministrativo e Diritto allo Studio Gemellaggio tra una scuola polacca ed una italiana

Dettagli

LAUREA MAGISTRALE IN COMUNICAZIONE INTEGRATA PER LE IMPRESE E LE ORGANIZZAZIONI WWW.UNIUD.IT

LAUREA MAGISTRALE IN COMUNICAZIONE INTEGRATA PER LE IMPRESE E LE ORGANIZZAZIONI WWW.UNIUD.IT UNIVERSITÀDEGLI STUDI DI UDINE facoltà d innovazione FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE 11 12 LAUREA MAGISTRALE IN COMUNICAZIONE INTEGRATA PER LE IMPRESE E LE ORGANIZZAZIONI WWW.UNIUD.IT edizione

Dettagli

Percorso di visita e laboratorio Dentro la pittura

Percorso di visita e laboratorio Dentro la pittura GALLERIA SABAUDA Percorso di visita e laboratorio Dentro la pittura Si propone un'esperienza introduttiva alla realtà del museo e un approccio alle opere d arte come immagini e come prodotti materiali.

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE. Vista la deliberazione del Consiglio Comunale n. 31 del 09.03.2010 di approvazione del bilancio di previsione 2010;

LA GIUNTA COMUNALE. Vista la deliberazione del Consiglio Comunale n. 31 del 09.03.2010 di approvazione del bilancio di previsione 2010; LA GIUNTA COMUNALE Premesso che il Comune di Cuneo e l Associazione Amici delle Biblioteche e della Lettura condividono lo stesso interesse per la promozione della lettura, come strumento per la crescita

Dettagli

INFORMAZIONI. italiana. Esperienze Lavorative

INFORMAZIONI. italiana. Esperienze Lavorative F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome FORCINA MARIANGELA Indirizzo Via casilina 3 Telefono 338-3653980 Sito web E-mail www.mariangelaforcina.it mariangelafo@gmail.com Nazionalità

Dettagli

PITTURA. Brera per chi non disegna. Comunicazione e Valorizzazione del Patrimonio Artistico. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

PITTURA. Brera per chi non disegna. Comunicazione e Valorizzazione del Patrimonio Artistico. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano PITTURA Brera per chi non disegna Comunicazione e Valorizzazione del Patrimonio Artistico Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Fotografie di Matteo Girola Dipartimento di Arti Visive Scuola di Pittura

Dettagli

RIFORMA DELLA SCUOLA LE NOVITA DELLA LEGGE 107/2015

RIFORMA DELLA SCUOLA LE NOVITA DELLA LEGGE 107/2015 RIFORMA DELLA SCUOLA LE NOVITA DELLA LEGGE 107/2015 A cura di Alessandro Giuliani 1 1 AGOSTO 2015 TECNICA DELLA SCUOLA IL PROVVEDIMENTO IN SINTESI Un offerta formativa più ricca e flessibile per gli studenti

Dettagli

NOTA INTEGRATIVA. la nostra Fondazione si è costituita in data 11 gennaio 2008 con atto a rogito notaio Marzani Dott.

NOTA INTEGRATIVA. la nostra Fondazione si è costituita in data 11 gennaio 2008 con atto a rogito notaio Marzani Dott. FONDAZIONE COMUNITARIA DELLA VALLE D AOSTA Sede in Aosta via San Giocondo, n. 16 Codice fiscale: 91051600079 Iscritta nel registro regionale delle persone giuridiche al n. 76 NOTA INTEGRATIVA Signori Consiglieri,

Dettagli

PITTURA. Brera per chi non disegna. Comunicazione e Valorizzazione del Patrimonio Artistico. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

PITTURA. Brera per chi non disegna. Comunicazione e Valorizzazione del Patrimonio Artistico. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano PITTURA Brera per chi non disegna Comunicazione e Valorizzazione del Patrimonio Artistico Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Fotografie di Matteo Girola Obiettivi Formativi del Corso di Diploma

Dettagli

Indagine sulle opinioni degli studenti frequentanti in ordine alle attività didattiche (art.1 comma 2, della legge 19/10/1999, n.

Indagine sulle opinioni degli studenti frequentanti in ordine alle attività didattiche (art.1 comma 2, della legge 19/10/1999, n. Indagine sulle opinioni degli studenti frequentanti in ordine alle attività didattiche (art.1 comma 2, della legge 19/10/1999, n. 73) anno accademico 2008/2009 Aprile 2010 INDICE 1. Obiettivi 2. Metodologia

Dettagli

N. 43 del 29.09.2009. Aperto il dibattito si hanno i seguenti interventi:

N. 43 del 29.09.2009. Aperto il dibattito si hanno i seguenti interventi: OGGETTO: PRESENTAZIONE ED APPROVAZIONE LINEE PROGRAMMATICHE RELATIVE ALLE AZIONI ED AI PROGETTI DA REALIZZARE DURANTE IL MANDATO POLITICO AMMINISTRATIVO. ART. 11 DELLO STATUTO COMUNALE Introduce l argomento

Dettagli

COMUNE DI PALAGIANO. Provincia di Taranto. Regolamento DEL MUSEO CIVICO NARRACENTRO

COMUNE DI PALAGIANO. Provincia di Taranto. Regolamento DEL MUSEO CIVICO NARRACENTRO COMUNE DI PALAGIANO Provincia di Taranto Regolamento DEL MUSEO CIVICO NARRACENTRO Approvato con Delibera di C.C. n. 12 del 19 marzo 2012 ART. 1 Denominazione e sede Il Museo Civico di Palagiano denominato

Dettagli

COMUNE DI BEDIZZOLE Provincia di Brescia. Regolamento per la concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausilii finanziari.

COMUNE DI BEDIZZOLE Provincia di Brescia. Regolamento per la concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausilii finanziari. COMUNE DI BEDIZZOLE Provincia di Brescia Regolamento per la concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausilii finanziari. Albo Beneficiari Approvato con delibera C.C. N. 14 del 21.03.1991 Approvato

Dettagli

CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO in TECNOLOGIE FARMACEUTICHE E ATTIVITA REGOLATORIE

CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO in TECNOLOGIE FARMACEUTICHE E ATTIVITA REGOLATORIE CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO in TECNOLOGIE FARMACEUTICHE E ATTIVITA REGOLATORIE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA IN COLLABORAZIONE CON CONSORZIO INTERUNIVERSITARIO DI TECNOLOGIE FARMACEUTICHE

Dettagli

Art. 18 - NUMERO DEGLI ELIGENDI (allegato n 1 del Decreto di Indizione delle Elezioni) GRANDI ORGANI

Art. 18 - NUMERO DEGLI ELIGENDI (allegato n 1 del Decreto di Indizione delle Elezioni) GRANDI ORGANI Art. 18 - NUMERO DEGLI ELIGENDI (allegato n 1 del Decreto di Indizione delle Elezioni) GRANDI ORGANI NUMERO POSTI PREFE RENZE TOTALE STUDENTI SENATO ACCADEMICO: GRUPPO 1: GIURISPRUDENZA. SCIENZE POLITICHE,

Dettagli

Occhi aperti sul territorio A scuola di cittadinanza anno scolastico 2012-13

Occhi aperti sul territorio A scuola di cittadinanza anno scolastico 2012-13 In caso di mancato recapito ritornare all'ufficio Postale Roma Romanina per la restituzione previo addebito. Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. In L. 27/02/2004

Dettagli

COMUNE DI MEDUNA DI LIVENZA PROVINCIA DI TREVISO

COMUNE DI MEDUNA DI LIVENZA PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI MEDUNA DI LIVENZA PROVINCIA DI TREVISO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FI- NANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI, ASSOCIAZIONI, COMITATI ED ORGANISMI VARI Approvato con deliberazione

Dettagli

PROGETTO I. C. COMMENDA 2014

PROGETTO I. C. COMMENDA 2014 Unione Europea ISTITUTO COMPRENSIVO C O M M E N D A Istituto Comprensivo Commenda via Mecenate, 68-72100 Brindisi (BR) - /fax 0831 524004 C. F. 91071200744 - E-mail istituzionale:bric81300x@istruzione.it

Dettagli

PROGETTO SCUOLA SPORT E DISABILITA UN OCCASIONE DI INCONTRO E CRESCITA

PROGETTO SCUOLA SPORT E DISABILITA UN OCCASIONE DI INCONTRO E CRESCITA PROGETTO SCUOLA SPORT E DISABILITA UN OCCASIONE DI INCONTRO E CRESCITA PRESENTAZIONE Il presente progetto costituisce un iniziativa volta a promuovere un percorso di crescita dei ragazzi nel confronto,

Dettagli

Titolo del Workshop. La Rete delle Cure Palliative nel Panorama Sanitario In collaborazione con Antea Formad. Abstract / sintesi degli interventi

Titolo del Workshop. La Rete delle Cure Palliative nel Panorama Sanitario In collaborazione con Antea Formad. Abstract / sintesi degli interventi Titolo del Workshop La Rete delle Cure Palliative nel Panorama Sanitario In collaborazione con Antea Formad Abstract / sintesi degli interventi Presentazione Il workshop, partendo dalla presentazione dei

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SALERNO

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SALERNO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SALERNO MANIFESTO DEGLI STUDI Anno Accademico 2013/14 Approvato dal Senato Accademico nella seduta del 18 giugno 2013 INDICE >OFFERTA FORMATIVA< TEST E PROVE DI ACCESSO IMMATRICOLAZIONI

Dettagli

I Facoltà di Medicina e Chirurgia. Master di II Livello in. Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica

I Facoltà di Medicina e Chirurgia. Master di II Livello in. Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica I Facoltà di Medicina e Chirurgia Master di II Livello in Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica (Codice Corso di Studio da inserire nel bollettino di immatricolazione:

Dettagli

31 dicembre 2010. 14 marzo 2010. Non è stabilita alcuna scadenza per la presentazione delle richieste

31 dicembre 2010. 14 marzo 2010. Non è stabilita alcuna scadenza per la presentazione delle richieste Soggetti finanziatori Progetto Scadenza ALLEANZA ASSICURAZIONI Iniziative che hanno come scopo: 1. progetti di formazione e/o inserimento professionale dei giovani finalizzati all'uscita da situazioni

Dettagli

Bilancio Partecipativo 2015. Una iniziativa promossa dall Assessorato allo Sviluppo dei Processi Partecipativi

Bilancio Partecipativo 2015. Una iniziativa promossa dall Assessorato allo Sviluppo dei Processi Partecipativi Bilancio Partecipativo 2015 Una iniziativa promossa dall Assessorato allo Sviluppo dei Processi Partecipativi Che cos'è il Bilancio Partecipativo? Che cos'è il Bilancio Partecipativo? Il Bilancio Partecipativo

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA: L UNIVERSITA DI SIENA IL DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA: L UNIVERSITA DI SIENA IL DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA PROVVEDITORATO REGIONALE PER LA TOSCANA SETTORE DELLA SEGRETERIA E DEGLI AFFARI GENERALI -Settore dell Organizzazione- Polo Universitario

Dettagli

IL GENIO ARTISTICO CONQUISTA BERGAMO

IL GENIO ARTISTICO CONQUISTA BERGAMO IL GENIO ARTISTICO CONQUISTA BERGAMO Grande successo di pubblico per le due mostre inaugurate a Palazzo Creberg lo scorso 29 settembre. Nel corso del primo weekend di apertura, oltre duemila visitatori

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI FALCONI BRUNO 9 VIA LORESCHI 24060 VILLONGO (BG) bruno.falconi@alice.it. Italiana ESPERIENZA LAVORATIVA

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI FALCONI BRUNO 9 VIA LORESCHI 24060 VILLONGO (BG) bruno.falconi@alice.it. Italiana ESPERIENZA LAVORATIVA CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo FALCONI BRUNO 9 VIA LORESCHI 24060 VILLONGO (BG) Telefono 347 243 21 73 Fax 035 927304 E-mail bruno.falconi@alice.it Nazionalità Italiana Data di

Dettagli

LINEE D INDIRIZZO REGIONALE PROGETTO ETA LIBERA INVECCHIAMENTO ATTIVO - EDIZIONE 2011 -

LINEE D INDIRIZZO REGIONALE PROGETTO ETA LIBERA INVECCHIAMENTO ATTIVO - EDIZIONE 2011 - LINEE D INDIRIZZO REGIONALE PROGETTO ETA LIBERA INVECCHIAMENTO ATTIVO - EDIZIONE 2011 - 1. AZIONI DI PROTEZIONE delle persone anziane con fragilità fisiche e sociali: Azione 1.1 Consolidamento del Call

Dettagli

CONFERENZA STAMPA presentazione Bilancio di previsione 2016 e Piano Triennale Investimenti

CONFERENZA STAMPA presentazione Bilancio di previsione 2016 e Piano Triennale Investimenti CONFERENZA STAMPA presentazione Bilancio di previsione 2016 e Piano Triennale Investimenti IL COMUNE DI IMOLA SI INSERISCE NELLA GRANDE STAGIONE RIFORMATRICE AVVIATA DAL GOVERNO, PER UNO STATO MODERNO

Dettagli

SETTIMANE DI ORIENTAMENTO UNIVERSITARIO. Città di Seregno. Sala Mons. Gandini, via XXIV maggio - Seregno MB

SETTIMANE DI ORIENTAMENTO UNIVERSITARIO. Città di Seregno. Sala Mons. Gandini, via XXIV maggio - Seregno MB Assessorato alle politiche sociali, educative, istruzione, famiglia, pari opportunità, innovazione digitale Assessorato alle politiche giovanili e sportive Città di Seregno SETTIMANE DI ORIENTAMENTO UNIVERSITARIO

Dettagli

Gara Nazionale di Teatro Classico, dedicata al Mito, indirizzata agli allievi delle scuole superiori

Gara Nazionale di Teatro Classico, dedicata al Mito, indirizzata agli allievi delle scuole superiori Gara Nazionale di Teatro Classico, dedicata al Mito, indirizzata agli allievi delle scuole superiori PREMESSA L Associazione culturale Achille e la Tartaruga e il Liceo Classico Torquato Tasso di Salerno,

Dettagli

Allegato B Dgr n. 1382 del 12/05/2009 pag. 1/7

Allegato B Dgr n. 1382 del 12/05/2009 pag. 1/7 Allegato B Dgr n. 382 del 2/05/2009 pag. /7 Sezione A - ADEMPIMENTI DI LEGGE Gestione Archivio Pace e Gestione attività dell archivio ai sensi articolo 2 lett. c) Diritti Umani presso della L.R. n. 55/999

Dettagli

PROIETTI ANTONELLA CURRICULUM FORMATIVO PROFESSIONALE

PROIETTI ANTONELLA CURRICULUM FORMATIVO PROFESSIONALE PROIETTI ANTONELLA CURRICULUM FORMATIVO PROFESSIONALE Curriculum formativo ha conseguito la laurea in Medicina e Chirurgia presso l Università degli Studi di Perugia in data 25/7/85 con voti 110/110 e

Dettagli

progetto per lo sviluppo culturale e sociale del territorio mediante la ricerca scientifica di base

progetto per lo sviluppo culturale e sociale del territorio mediante la ricerca scientifica di base La Fondazione Cassa di Risparmio di Bra promuove il progetto per lo sviluppo culturale e sociale del territorio mediante la ricerca scientifica di base La Fondazione Cassa di Risparmio di Bra ha fra i

Dettagli

le ragioni del progetto

le ragioni del progetto 1 2 le ragioni del progetto Il progetto mira a mettere in luce la complessità del mondo della cooperazione allo sviluppo, spesso confusa dall opinione pubblica con più superficiali atteggiamenti solidaristici

Dettagli

FRANCESCA MINETTO CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZE LAVORATIVE

FRANCESCA MINETTO CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZE LAVORATIVE FRANCESCA MINETTO CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Francesca MINETTO Residenza Via Madre A.E. Picco n.31, 20132 Milano MI Italia Cellulare (+ 39) 320.1566554 E-mail francesca.minetto@gmail.com

Dettagli

PROGETTO SACRAVITA MISERICORDIA DI FIRENZE BIELORUSSIA

PROGETTO SACRAVITA MISERICORDIA DI FIRENZE BIELORUSSIA PROGETTO SACRAVITA MISERICORDIA DI FIRENZE BIELORUSSIA Per restituire dignità, tetto e futuro agli ultimi del mondo. Sotto questa dizione si collocano tutta una serie di progetti, realizzati all estero

Dettagli

Istituto Albert di Lanzo

Istituto Albert di Lanzo Istituto Albert di Lanzo Profilo Quadro orario Prospettive di studio e occupazionali www.istituto-albert.it Profilo del Gli studenti, a conclusione del percorso di studio, dovranno: aver acquisito le conoscenze

Dettagli

SCHEDA RIASSUNTIVA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA RIASSUNTIVA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ASSOCIAZIONE CULTURALE SCUOLA DI MUSICA I MINIPOLIFONICI TRENTO VILLAZZANO-POVO RAVINA-ROMAGNANO COGNOLA SOPRAMONTE BESENELLO SCHEDA RIASSUNTIVA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN

Dettagli

INSIEME PER IL VOLONTARIATO

INSIEME PER IL VOLONTARIATO INSIEME PER IL VOLONTARIATO FARE SISTEMA AL SERVIZIO DELLA COMUNITÀ BERGAMASCA Bergamo, 24 gennaio 2013 Intervento di Carlo Vimercati Presidente Comitato di Gestione Fondi Speciali Lombardia Il convegno

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA PORTE APERTE ALL UNIVERSITÀ 19 LUGLIO 2005

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA PORTE APERTE ALL UNIVERSITÀ 19 LUGLIO 2005 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA PORTE APERTE ALL UNIVERSITÀ 19 LUGLIO 2005 Inizia alle ore 9 il viaggio alla scoperta dell Università Porte Aperte a Pavia, una giornata per conoscere l Ateneo e la città

Dettagli

ARTECULTURATERRITORIO VISITE E LABORATORI GRATUITI PER LE SCUOLE. La collezione di opere d arte della Fondazione Livorno ANNO SCOLASTICO 2014/15

ARTECULTURATERRITORIO VISITE E LABORATORI GRATUITI PER LE SCUOLE. La collezione di opere d arte della Fondazione Livorno ANNO SCOLASTICO 2014/15 ARTECULTURATERRITORIO La collezione di opere d arte della Fondazione Livorno VISITE E LABORATORI GRATUITI PER LE SCUOLE ANNO SCOLASTICO 2014/15 L OFFERTA DIDATTICA La Fondazione in collaborazione con la

Dettagli

CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI ATTIVITÀ ARCHEOLOGICHE DI VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO DEL PARCO ARCHEOLOGICO DI CLASSE

CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI ATTIVITÀ ARCHEOLOGICHE DI VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO DEL PARCO ARCHEOLOGICO DI CLASSE CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI ATTIVITÀ ARCHEOLOGICHE DI VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO DEL PARCO ARCHEOLOGICO DI CLASSE LA FONDAZIONE PARCO ARCHEOLOGICO DI CLASSE, denominata RavennAntica, avente

Dettagli

DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO NEL TERRITORIO SCUOLA E VOLONTARIATO

DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO NEL TERRITORIO SCUOLA E VOLONTARIATO DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO NEL TERRITORIO D I R E Z I O N E G E N E R L E P E R L O S T A T U S D E L L O S T U D E N T E, L E P O L I T I C H E G I O V A N I L I E L E A T T I V I T A M O T O R I E

Dettagli

Servizio di Psicologia dello sport

Servizio di Psicologia dello sport Servizio di Psicologia dello sport SCUOLE CALCIO Settore Giovanile e Scolastico. Ente Comitato Regionale Puglia, Federazione Italiana Giuoco Calcio, Lega Nazionale Dilettanti (Bari). Chi siamo Sportivamente

Dettagli

Bando per dieci borse di studio: 6 per un anno di studio negli U.S.A 2 per un anno di studio in Cina e 2 per un anno di studio in India

Bando per dieci borse di studio: 6 per un anno di studio negli U.S.A 2 per un anno di studio in Cina e 2 per un anno di studio in India Sito: www.fondazionevarrone.it Bando per dieci borse di studio: 6 per un anno di studio negli U.S.A 2 per un anno di studio in Cina e 2 per un anno di studio in India In collaborazione con 1 DIECI BORSE

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Giorgio Martelli. 11 novembre 2009

CURRICULUM VITAE. Giorgio Martelli. 11 novembre 2009 CURRICULUM VITAE DI Giorgio Martelli 11 novembre 2009 2 Cognome e Nome Martelli Giorgio Luogo e data di nascita Medicina (BO) 03.04.1959 Professione Recapito Residenza Medico Direzione Sanitaria Azienda

Dettagli

PROGETTO: CRESCIAMO INSIEME

PROGETTO: CRESCIAMO INSIEME ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: CRESCIAMO INSIEME TITOLO DEL PROGETTO: CRESCIAMO INSIEME SETTORE e Area di Intervento: EDUCAZIONE E PROMOZIONE CULTURALE Centri di Aggregazione (bambini,

Dettagli

FUNZIONE ORIENTAMENTO AGLI STUDI UNIVERSITARI

FUNZIONE ORIENTAMENTO AGLI STUDI UNIVERSITARI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE E. SCALFARO Catanzaro FUNZIONE ORIENTAMENTO AGLI STUDI UNIVERSITARI REFERENTE FUNZIONE Prof.ssa Elisabetta CAROLEI MONITORAGGIO E VALUTAZIONE SULL ORIENTAMENTO IN USCITA DEGLI

Dettagli

Fare orientamento Anno scolastico 2014/2015

Fare orientamento Anno scolastico 2014/2015 Fare orientamento Anno scolastico 2014/2015 Orientare significa mettere l individuo nella condizione di prendere coscienza di sé e di far fronte, per l adeguamento dei suoi studi e della sua professione,

Dettagli

GLI OBIETTIVI DEL MILLENNIO

GLI OBIETTIVI DEL MILLENNIO ALLEGATO 3 Incontri con esperto del Comune di Terni Assessorato alla Cooperazione Internazionale- sugli Otto Obiettivi del Millennio GLI OBIETTIVI DEL MILLENNIO Proposta formativa educativa per le scuole

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E PRIVATI.

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E PRIVATI. COMUNE DI VIANO Provincia di Reggio Emilia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E PRIVATI. Approvato con deliberazione di C.C. n.23 del 18/03/1991 Modificato

Dettagli

IL RETTORE DECRETA. E' emanato, nel testo allegato, il regolamento di funzionamento del Corso.

IL RETTORE DECRETA. E' emanato, nel testo allegato, il regolamento di funzionamento del Corso. U.S.R. DECRETO N. 4009 lo Statuto di Ateneo; il Regolamento Didattico di Ateneo (R.D.A.); il decreto ministeriale 22 ottobre 2004 n. 270; il Regolamento per l'istituzione ed il funzionamento dei Corsi

Dettagli

REPORT PROGETTI 2011 2013

REPORT PROGETTI 2011 2013 REPORT PROGETTI 2011 2013 NOI ABBIAMO DECISO DI LOTTARE PER I BAMBINI, SENZA I QUALI NON VARREBBE LA PENA DI VIVERE. STORIE DI VITA E STORIE DI GENITORI La storia di Faedesfa.com ha inizio nel 2011 quando,

Dettagli