NOTIZIE della Fondazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NOTIZIE della Fondazione"

Transcript

1 NOTIZIE della Fondazione in questo numero: Lettera del Presidente 02 Nuovi soci 04 Documento Programmatico Previsionale 05 Erogazioni al 31 marzo Settori di intervento 09 Mostra arte dal Vero 18 Palazzo Vespignani 19 Collezioni d arte della Fondazione 20 Amianto, un nemico nascosto ancora in agguato 23 APRILE2015

2 2 lettera del presidente Il numero di aprile, prima uscita dell anno ha il principale compito di riassumere le attività che sono state svolte nell ultimo quadrimestre e di informare circa quanto è stato messo in programma per i mesi futuri. Bilancio e prospettiva dunque al fine di mantenere alta l informazione sulla nostra operatività. Una informazione il più possibile completa che possa fare luce sia sulle diverse attività, ma anche e soprattutto sulle erogazioni che, giunti a questo periodo dell anno, possono già darci delle indicazioni orientative e statistiche importanti. Tra la fine del 2014 e gli inizi del 2015 un ulteriore stretta riguardante le Fondazioni ha decisamente determinato l orientamento delle attività messe in programma per il 2015; abbiamo già illustrato alla stampa cittadina la nostra programmazione ed anche la nostra volontà di andare avanti, nonostante tutto, con un aumento di erogazioni che complessivamente si avvicinerà ai 4 milioni di euro. Di queste ultime settimane è anche la notizia della sottoscrizione di un atto negoziale fra il Ministero delle Finanze e l Acri, Associazione delle Fondazioni: un atto importante che tocca sia aspetti economici e finanziari voluti per la diversificazione degli investimenti sia regolamenti relativi alla Governance dando indicazioni sulle procedure e sui tempi di nomina dei membri degli organi. Preferendo aspettare di avere più elementi da condividere rispetto a questo accordo, posso dire di approvare ciò che riguarda il rientro dei debiti delle grandi Fondazioni, provocato essenzialmente dalla sottoscrizione degli aumenti di capitale delle grandi banche italiane. Forte perplessità sui tempi di rientro di soli 5 anni che paiono di difficile, se non impossibile, praticabilità. Sugli altri punti, tra i quali la riduzione del mandato a quattro anni per tutti gli organi, ritorneremo, come dicevo, quando avremo più elementi. Veniamo ora al notiziario. Presentiamo nelle prime pagine i nuovi soci che, assieme ai soci rieletti, si sono aggiunti all Assemblea con le elezioni del 24 febbraio. Un benvenuto da parte di noi tutti. Seguendo le linee del Documento Programmatico

3 Previsionale, che riportiamo in forma riassuntiva, diamo quindi un primo resoconto delle erogazioni al 31 marzo 2015: quasi due milioni e quattrocento mila euro erogati su centoottantanove progetti approvati. Riportiamo i dati per seguire gli approfondimenti dei singoli settori di intervento. Educazione, Istruzione e Formazione resta uno dei settori rilevanti del nostro impegno erogativo in particolar modo, ma non solo, nei riguardi dell Università: abbiamo investito tanto in questi anni, ma i nostri sforzi sono sicuramente premiati dai dati positivi che, in occasione dell Open Day, l Alma Mater ci ha fornito e che riportiamo in queste pagine. Passiamo quindi alle attività culturali da noi direttamente promosse. Contenti del grande successo avuto con la mostra arte dal Vero, approfittiamo di queste pagine per dare l ultimo resoconto di questa esposizione che è giunta ad avere settemila visitatori. In questi mesi abbiamo arricchito la nostra collezione con alcuni pezzi importanti. Riportiamo le schede di due quadri di Tommaso della Volpe che ci sono parsi interessanti proprio per la loro particolarità uscendo dalle consuete rappresentazioni di questo pittore imolese. Si tratta di due dipinti ad olio il primo del 1904 intitolato Il nuovo riccone e il secondo del 1944 che ritrae il generale polacco Wladyslaw Anders, comandante delle forze entrate per prime a Imola 70 anni orsono. Aggiungiamo poi una scheda sui restauri dell opera di Angelo Gottarelli da noi sostenuti nel progetto di valorizzazione dei Chiostri dell Osservanza. Chiudiamo il nostro Notiziario con il resoconto dell interessante convegno tenutosi a Imola e organizzato dalla Consulta delle Libere Professioni, che ha affrontato il gravoso problema dello smaltimento dell Amianto. Augurandovi una buona lettura, rinnovo la disponibilità mia e dei nostri uffici per discutere e condividere idee e progetti. Sergio Santi Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola 3

4 4 Nuovi soci elezione nuovi soci Cariche Fondazione Il 24 febbraio 2015 l Assemblea dei Soci della Fondazione ha proceduto all elezione di quindici nuovi Soci. Sono risultati eletti i seguenti candidati: Eletti per la prima volta i Signori: Fabbri Massimo Imprenditore Miccoli Fabrizio Dirigente d azienda Passarelli Dante già Direttore art. Museo Ceramica Imola Penazzi Elena Farmacista Poli Silvia Imprenditrice Ravaldi Fausto già Vice Preside ITAS Scarabelli Ghini Rossi Gianni Primario U.O. Rianimazione Osp. Imola Venturoli Stefano Docente universitario Rieletti dopo dieci anni i Signori: Bacchilega Fabio Imprenditore Berti Ceroni Alberto già Segretario Generale Bovesi Massimiliano Libero Professionista Giberti Mario Libero Professionista Mazzanti Raffaele Presidente Soc. Coop. Aurora Montanari Alfredo Imprenditore Poletti Carlo Imprenditore I nuovi soci con il presidente. Da sinistra: Fabrizio Miccoli, Massimo Fabbri, Gianni Rossi, Stefano Venturoli, Sergio Santi, Elena Penazzi, Silvia Poli, Dante Passarelli e Fausto Ravaldi.

5 Documento Programmatico Previsionale Linee strategiche di intervento In queste prime pagine vogliamo illustrare in sintesi le destinazioni delle risorse finanziarie nell anno 2015 come descritte nel Documento Programmatico Previsionale, dividendole, per renderle più chiare, in punti programmatici. Università a Imola Come primo punto la Fondazione intende proseguire nel consolidamento della sede imolese dell Università di Bologna costituita dai Corsi di laurea triennale in Tecniche erboristiche e in Tossicologia ambientale della Facoltà di Farmacia; in Verde ornamentale e tutela del paesaggio della Facoltà di Agraria; in Tecnica della prevenzione nell ambiente e nei luoghi di lavoro, in Educazione professionale e riabilitazione psichica, in Scienze infermieristiche e in Riabilitazione motoria della Facoltà di Medicina, nonché dai master specialistici in Management infermieristico e in Endoscopia avanzata, a cura della Facoltà di Medicina e chirurgia, nonché in Costruzioni in legno, avviato nell Anno accademico 2014/2015 dal Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e dei Materiali dell Università di Bologna con il sostegno determinante della Fondazione e un significativo contributo del Con.AMI. Vi è inoltre l intendimento di avviare già dall Anno accademico 2015/2016 e con un contributo rilevante della Fondazione, un Master in Igiene e prevenzione del bovino da latte, promosso dal Dipartimento di Medicina veterinaria dello stesso Ateneo. Prestare una particolare attenzione ai bisogni delle categorie sociali più deboli, con una serie articolata di interventi Inaugurato nei primi mesi del 2014 il primo stralcio della struttura protetta Con noi e dopo di noi, realizzata con il concorso economico delle istituzioni civili e religiose locali nel complesso dell Istituto Santa Caterina, nel 2015 l attività della Fondazione in questo settore prevede in primo luogo uno stanziamento di Euro al Comune di Imola per iniziative a favore delle famiglie in difficoltà a causa della perdurante crisi economica che così duramente ha colpito anche in ambito locale e, più in generale, per assicurare la tenuta sociale della nostra comunità. Allo stesso modo, si prevede di reiterare il contributo di Euro alla Caritas Diocesana imolese per iniziative a favore degli strati più deboli ed emarginati della popolazione. La gravità della situazione ha suggerito, infine, di stanziare prudentemente un fondo interno di Euro, che potrà essere direttamente ed immediatamente utilizzato in caso di emergenze sociali che dovessero maturare nel corso dell anno. Programmazione per l anno duemilaquindici

6 6 Sostenere il recupero e la conservazione dei beni mobili e immobili di particolare interesse storico, culturale e artistico per il territorio di riferimento In particolare, nel 2015 è previsto uno stanziamento di Euro, quale terza rata di un progetto quadriennale per l allestimento, presso i Musei comunali di Imola, del Museo paleontologico Scarabelli. È inoltre previsto un fondo interno di Euro, per iniziative e progetti di recupero di beni di rilevante interesse storico, artistico e culturale per il territorio di riferimento, al momento non ancora definiti. Attuare interventi significativi nel settore dello sviluppo locale, in particolar modo attraverso l attività del Centro per lo Sviluppo Economico del Territorio Imolese La destinazione delle risorse finanziarie sarà effettuata nel rispetto dei dettami della legge, dello Statuto, dell Atto di Indirizzo 2014/2016, e in conformità ad eventuali, ulteriori deliberazioni del Consiglio Generale in materia. Sostenere progetti di ricerca in campo scientifico e medico con significative ricadute sulla comunità locale In questo ambito, oltre ad eventuali progetti e iniziative propri, continueranno ad essere valutati e sostenuti progetti e iniziative di rilevante interesse per il territorio di riferimento proposti dalle Istituzioni scientifiche quivi operanti, con particolare riguardo a quelli proposti dall Università di Bologna, prestando una particolare attenzione ai progetti aventi caratteristiche di innovazione e qualità. Salute pubblica In particolare sarà sostenuta l attività svolta dalla locale Azienda Sanitaria, attraverso l acquisto e la donazione di apparecchiature diagnostiche, medicali e chirurgiche secondo le esigenze, tempo per tempo, indicate dall Azienda stessa, nonché il finanziamento del servizio di consegna dei referti al domicilio dei pazienti.

7 Erogazioni al 31 marzo 2015 Settori d intervento SVILUPPO LOCALE ED EDILIZIA POPOLARE EDUCAZIONE, ISTRUZIONE E FORMAZIONE RICERCA SCIENTIFICA E TECNOLOGICA ARTE, ATTIVITÀ E BENI CULTURALI PROTEZIONE E QUALITÀ AMBIENTALE { SALUTE PUBBLICA ASSISTENZA AGLI ANZIANI VOLONTARIATO, FILANTROPIA E BENEFICENZA totale deliberato: euro % 8% % % % 32% % % 6% ATTIVITÀ SPORTIVA GIOVANILE E AMATORIALE Numero progetti approvati al 31 marzo esercizio 2013 esercizio 2014 esercizio I rapporti della Fondazione con il territorio erogazioni

8 8 Importi deliberati in euro al 31 marzo esercizio 2013 esercizio 2014 esercizio 2015

9 sviluppo locale ed edilizia popolare totale deliberato: euro Al settore Sviluppo Locale ed Edilizia Popolare sono state assegnate finora risorse pari all 8% del totale deliberato. Oltre al Centro per lo Sviluppo economico del territorio imolese cui sono stati assegnati per interventi tesi a sostenere e/o valorizzare il tessuto economico del territorio di riferimento, altri beneficiari rilevanti di questo settore sono il Comune di Imola a cui sono stati dati contributi per le manifestazioni Imola in Musica e il Baccanale, la Pro Loco di Imola e la Pro Loco di Borgo Tossignano per la riqualificazione del parco giochi sito nel lungo fiume. pubblicazioni 1% conferenze e seminari 1% costruzione e ristrutturazione immobili 5% mostre ed esposizioni 6% produzione di rappresentazioni artistiche 14% realizzazione di progetti specifici 73% 1%1% 5% 6% 14% 73% I rapporti della Fondazione con il territorio settori di intervento 9 Festa del Maccherone a Borgo Tossignano.

10 10 settori di intervento I rapporti della Fondazione con il territorio Lezione universitaria a Palazzo Vespignani. educazione, istruzione e formazione aiuti a studenti, borse di studio, mostre ed esposizioni, produzione di rappresentazioni artistiche, riconoscimenti/premi/concorsi 1% attrezzature 1% conferenze e seminari 1% realizzazione di progetti specifici 7% totale deliberato: euro pubblicazioni 8% contributi generali per l amministrazione 10% fondi per emergenze 19% Al settore Educazione, Istruzione e Formazione sono state assegnate finora risorse pari al 32% del totale deliberato. Oltre ai Corsi di Laurea dell università imolese, cui sono stati assegnati destinati all attività didattica e di ricerca, altri beneficiari rilevanti di questo settore sono Università Aperta e il Nuovo Circondario Imolese per le attività del Centro Integrato Servizi Scuola/Territorio-CISS/T. Come tutti gli anni viene mantenuto il sostegno alle istituzioni scolastiche, pubbliche e private, operanti sul territorio, come ad esempio il Giardino d Infanzia, Il Bosco e l Istituto Piccole suore di S. Teresa di Gesù Bambino e alla Scuola Musicale Vassura Baroncini. All interno di questo settore rientra anche il Progetto Dizionari portato avanti dalla Fondazione che prevede la donazione a tutti gli allievi delle classi prime medie di un vocabolario o atlante e da quest anno anche la possibilità di scegliere l ebook multimediale Kindle. costruzione e ristrutturazione immobili 20% 33% sviluppo programmi di studio 33% 20% 1% 1%1% 7% 19% 8% 10%

11 ricerca scientifica e tecnologica riconoscimenti/premi/concorsi 1% conferenze e seminari 2% sostegno alla ricerca 44% sviluppo programmi di studio 53% totale deliberato: euro 1%2% Al settore Ricerca Scientifica e Tecnologica sono state assegnate finora risorse pari al 6% del totale deliberato. Fra gli interventi al momento accolti in questo settore vi è il finanziamento di uno studio del Dipartimento di Farmacia e Biotecnologie portato avanti da un ricercatore junior sulle piante medicinali tradizionali per il loro utilizzo in campo farmaceutico. Inoltre viene dato un sostegno al Dipartimento di Scienze Agrarie per uno studio di progettazione e pianificazione sul territorio rurale. 53% 44% 11

12 settori di intervento I rapporti della Fondazione con il territorio 12 F. Andreini, Scena mitologica, olio su tela, proprietà della Fondazione. arte, attività e beni culturali totale deliberato: euro contributi generali per l amministrazione, produzione di nuove opere artistiche, pubblicazioni, riconoscimenti/premi/concorsi 1% conservazione e manutenzione di collezioni librarie ed artistiche, costruzione e ristrutturazione immobili 3% conferenze e seminari, produzione di film/video/radio 4% attrezzature 5% produzione di rappresentazioni artistiche 10% Al settore Arte, Attività e Beni Culturali sono state assegnate finora risorse pari al 23% del totale deliberato. Fra i contributi rilevanti in questo settore ricordiamo quelli assegnati ad attività del Comune di Imola nell ambito culturale come il sostegno alla stagione musicale e teatrale, a progetti promossi dalla Biblioteca e dai Musei Civici. Rilevante la terza rata del progetto quadriennale per l allestimento, presso i Musei Comunali di Imola, del Museo Scarabelli. Numerose in questo settore le associazioni private che beneficiano del sostegno della Fondazione e che con la loro attività portano un importante contributo all offerta culturale del territorio. Alcuni esempi sono l erogazione a favore della Diocesi di Imola per la rassegna La Musica è sacra e all associazione Città dell Uomo per la realizzazione di un filmato sulla figura di Adriano Olivetti. 62% mostre ed esposizioni 15% realizzazione di progetti specifici 62% 1% 3% 4% 5% 10% 15%

13 protezione e qualità ambientale totale deliberato: euro mostre ed esposizioni 3% conferenze e seminari 12% realizzazione di progetti specifici 24% attrezzature 61% 3% 12% Al settore Protezione e Qualità Ambientale sono state assegnate finora risorse pari al 3% del totale deliberato. In questo settore la maggior parte dei contributi è destinata ad enti per l organizzazione di iniziative e manifestazioni volte alla valorizzazione del nostro patrimonio ambientale, come il FAI, Fondo Ambiente Italiano. 61% 24% 13

14 settori di intervento I rapporti della Fondazione con il territorio 14 Macchinario donato all Asl imolese da parte della Fondazione. salute pubblica pubblicazioni 1% conferenze e seminari 2% sviluppo dell organizzazione 2% borse di studio 3% totale deliberato: euro attrezzature 6% realizzazione di progetti specifici 86% Al settore Salute Pubblica sono state assegnate finora risorse pari al 7% del totale deliberato. Tra i contributi già erogati ricordiamo l acquisto di un automezzo per il trasporto dei disabili per la Croce Rossa, l associazione La Giostra e ASD Atletica Imola Sacmi Avis per corsi di apprendimento delle attività sportive come strumento riabilitativo nei traumatizzati spinali. Per quanto riguarda l ASL Imolese annotiamo l erogazione di 120 mila euro per l invio dei referti a domicilio ai cittadini. 1% 2% 2% 3% 6% 86%

15 assistenza agli anziani realizzazione di progetti specifici 21% costruzione e ristrutturazione immobili 79% totale deliberato: euro 21% Gli importi più rilevanti vengono erogati nella seconda parte dell anno. Fino ad oggi è stato confermato il sostegno a istituzioni che a vario titolo offrono assistenza a persone della terza età: aiuto nei trasporti per visite mediche e attività ricreative. 79% Un momento in palestra dell associazione Parkinsoniani imolesi. 15

16 16 settori di intervento I rapporti della Fondazione con il territorio L associazione Glucasia al parco di Imola. volontariato, filantropia e beneficenza campagne di raccolta fondi, sviluppo dell organizzazione 1% produzione di rappresentazioni artistiche, pubblicazioni 1% attrezzature 1% contributi generali per l amministrazione 4% realizzazione di progetti specifici 5% totale deliberato: euro sussidi individuali 20% costruzione e ristrutturazione immobili 20% Al settore Volontariato, Filantropia e Beneficenza sono state assegnate finora risorse pari al 18% del totale deliberato. In questo settore istituzionale la maggior parte dei contributi è destinata ad enti che svolgono attività filantropiche o sociali, come ad esempio la Caritas diocesana a cui è stata stanziata la cifra di Da menzionare c è sicuramente il contributo di al Comune di Imola per un sostegno alle famiglie in questo periodo di crisi. Importante è anche il contributo dato al Banco Alimentare per la Colletta annuale, al Comitato Solidarietà per São Bernardo ONLUS, all associazione Aviat, amici del Togo e all associazione Zorba. 48% fondi per emergenze 48% 1% 1%1% 4% 5% 20% 20%

17 attività sportiva giovanile e amatoriale conferenze e seminari 3% costruzione e ristrutturazione immobili 7% riconoscimenti/premi/concorsi 8% attrezzature 9% realizzazione di progetti specifici 24% contributi generali per l amministrazione 49% totale deliberato: euro 3% 7% Al settore Attività Sportiva Giovanile e Amatoriale sono state assegnate finora risorse pari al 2% del totale deliberato. Gli interventi di questo settore istituzionale sono il sostegno che la Fondazione fornisce a numerose associazioni sportive dilettantistiche e amatoriali operanti sul territorio per favorire l attività sportiva non professionistica svolta, nell insieme, da migliaia di ragazzi o amatori. 49% 8% 9% 24% Associazione sportiva dilettantistica judo Imola. 17

18 18 attività culturali mostra Mostra arte dal Vero Terminata la mostra al Centro Polivalente Gianni Isola e al Museo di San Domenico di Imola L 8 marzo, dopo quattro mesi di apertura, è terminata la mostra arte dal Vero sulla figurazione romagnola dal 1900 ai giorni nostri. Realizzata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, in collaborazione con il Comune di Imola, la mostra ha scosso gli animi e la curiosità del pubblico, romagnolo e non, con oltre 7 mila visitatori provenienti da tutta Italia, con picchi durante i weekend e le visite guidate. Penso che si sia raggiunto un ottimo risultato con la mostra che abbiamo appena chiuso afferma il Presidente della Fondazione Sergio Santi un risultato di numeri, ma soprattutto un risultato di progettualità e di collaborazione cittadina. Fuori dai grandi circuiti espositivi/spettacolari, arte dal Vero ha dimostrato come le idee originali abbiano ancora un ruolo determinante nel mercato delle offerte culturali. La mostra ha coinvolto i principali musei del territorio, enti e una significativa quantità di collezionisti privati ed artisti. L intento è stato quello di accompagnare il visitatore lungo un percorso caratterizzato da una singolare adesione al filone figurativo e verista di circa 90 artisti con 180 opere tra sculture, pitture, grafiche e ceramiche. Un affondo mai visto prima nell arte romagnola, quando, nel secolo scorso, pur messa di fronte alle sollecitazioni delle avanguardie e delle neo-avanguardie, produsse una propria specificità legata al Figurativo, che la contraddistingue per qualità e quantità degli esempi, da altre aree geografiche e culturali italiane. Ricordiamo infine che il ricavato della vendita dei cataloghi, per altro con ottimi risultati, è stato devoluto all Associazione imolese Glucasia per un progetto specifico per bambini affetti da malattia.

19 Palazzo Vespignani Consolidamento e crescita della sede didattica imolese dell Università di Bologna È cresciuta del 10% in quest anno la presenza di studenti che frequentano Palazzo Vespignani. Novecento iscritti, fra i quali trecento matricole, che hanno scelto l offerta formativa proposta dalla sede didattica imolese. Quattro corsi della Scuola di Medicina e Chirurgia (Tecniche della Prevenzione nell ambiente e nei luoghi di lavoro, Educazione professionale, Fisioterapia, Infermieristica), un corso per la Scuola di Agraria e Medicina e Veterinaria (Verde ornamentale e tutela del paesaggio) e un corso per la Scuola di Farmacia (Scienze farmaceutiche con due differenti curriculum). Presente a Imola da oltre quindici anni, l Università di Bologna ha in città una sede didattica importante cresciuta in questi anni non solo da un pun- to di vista quantitativo ma anche e soprattutto qualitativo: alla sede di Palazzo Vespignani si sono aggiunti nel tempo gli spazi di Palazzo Dal Pero e i laboratori dell Ospedale Lolli che abbiamo dedicato al nostro compianto Consigliere Angelo Pirazzoli. In espansione anche le proposte didattiche. Già avviato il Master di Scienza della Costruzione in legno e in preparazione quelli dedicati alla progettazione del verde e all igiene e prevenzione del bovino da latte, a questi si aggiungono i Corsi di alta formazione (sulla sicurezza sul lavoro e sul tema dell illuminazione nel verde, nelle strade e nelle serre) e una Laurea specialistica in scienze delle professioni sanitarie della prevenzione. Università a Imola educazione/istruzione 19 Palazzo Vespignani. Apertura dell anno accademico

20 20 attività culturali acquisti di opere d arte Collezioni d arte della Fondazione Nuove acquisizioni Presentiamo in queste pagine due fra le ultime acquisizioni fatte. Si tratta di due opere inedite di Tommaso Della Volpe che, proprio per la loro particolarità, risultano di particolare interesse. Tommaso Della Volpe ( ) Il nuovo riccone 1904 Il dipinto, entrato nella collezione della Fondazione a fine 2014, mostra un corpulento signore in panciotto e pelliccia mentre fuma il sigaro, scoccando uno sguardo di furbo autocompiacimento. Dal titolo si intuisce il tono di ironica derisione che Della Volpe voleva suggerire con questa figura che, più che un ritratto, è da intendere come la caricatura umoristica di un tipo umano. Una verve come questa potrebbe essere inconsueta conoscendo la successiva produzione pittorica dell artista imolese, tuttavia l opera è stata eseguita negli anni in cui il giovane artista imolese frequentava l Accademia di Belle Arti di Bologna, prima di trasferirsi a Roma dove soggiornò dal 1908 al In quegli anni d inizio secolo a Bologna si pubblicavano numerosi periodici, anche umoristici, che si avvalevano della collaborazione di molti disegnatori come Augusto Majani Nasica, Marcello Dudovich e Luigi Bompard. Questi artisti, attivi agli albori del cartellonismo pubblicitario, avevano chiara l importanza dell immediatezza per arrivare sferzanti nel giornalismo e efficaci nella comunicazione pubblicitaria. Affascinato dal contesto bolognese, il giovane Tommaso Della Volpe, studente all Accademia, ha probabilmente deciso di mettersi alla prova con lo stesso genere. Nonostante non emerga un irridente carica polemica, Della Volpe ha ideato un tipo umoristicamente interessante e ben caratterizzato, in un dipinto tutt altro che scontato e didattico.

21 Tommaso Della Volpe ( ) Ritratto del generale polacco Wladyslaw Anders. Senigallia Il dipinto, entrato nelle collezioni della Fondazione a fine 2014, ritrae il generale polacco Wladislaw Anders, a capo delle truppe alleate durante la Seconda guerra mondiale quando partecipò alla battaglia di Montecassino, al termine della quale affrontò e sconfisse i tedeschi nella città di Ancona, da dove penetrò in Romagna, liberando progressivamente varie città, come Predappio e Imola. Caratterizzato tecnicamente da pennellate veloci ed efficaci, il dipinto è da considerare uno studio preparatorio a un buon livello di finitezza, come dichiarato anche nell iscrizione apposta dall autore in basso a destra ( Studio con ritratti ), preceduto dalla contestualizzazione dell occasione Senigallia Non è noto se questo lavoro sia stato seguito da un altro ritratto oppure se questa sia una prova della propria abilità offerta dal pittore a un ignoto committente. Tuttavia la relazione tra Della Volpe e il generale polacco deve essere stata più che di lontana ammirazione o gratitudine se, proprio nel dicembre 1945, il pittore imolese licenziò una Madonna di Czestochowa, patrona della Polonia, ex voto fatto dall VIII Battaglione Fucilieri Carpatici che si trovava a Imola il giorno dell occupazione. Lo sfondo solo abbozzato contrasta con le parti più dettagliate relative alla figura e all abbigliamento del generale, del cui grado militare si dà merito con le numerose onorificenze. Dallo sguardo profondo e sereno del generale reso da Della Volpe emerge la caratura morale tutt altro che trascurabile dell uomo, tra i protagonisti della vittoria alleata in Italia. Cristina Castellari 21

22 22 Terminati i restauri dell ultimo affresco al Chiostro dell Osservanza attività culturali restauro Angelo Gottarelli ( ) Dipinto su murale raffigurante S. Francesco prende le stimmate Chiostro dell Osservanza Imola La scena è stata dipinta da Angelo Gottarelli pittore nato a Castel Bolognese, e vissuto a Imola dove incominciava la sua educazione artistica, per poi iscriversi nel 1763 all Accademia Clementina a Bologna. Gottarelli dipinse le stimmate di S. Francesco nell ultima campata ovest nel chiostro su una superficie pari a cm Angelo Gottarelli ripropone la tipologia con raggi rossi, simboleggianti la conformità con Cristo, e ripropone l apparizione sotto forma del serafino con sei ali disposte a croce. L opera venne dipinta verso la fine del 1700, da all ora subì diversi interventi di manutenzione, ma lasciato poi al suo degrado dovuto all ambiente e agli eventi storici (armeria nel periodo napoleonico ospedali dei malati di mente poi). A causa di infiltrazioni di umidità dal sottosuolo, il colore incominciò a perdere coesione dall intonachino, causando le prime cadute di colore, specialmente in basso e sui fondi. Con la fuoriuscita delle efflorescenze, si è avuto anche l effetto spolvero dei pingmenti, specialmente le terre. Nel 1966 fu fatta una campagna per il recupero delle lunette e in questa data fu l ultimo intervento di restauro subito prima del nostro, dove era stato ridotto di dimensioni, ricoprendo alcune parti di colore originale con cemento. Il colore risultava ricoperto da un deposito superficiale, ossidazioni da sali e vasti ritocchi alterati. Sandro Salemme Restauratore opere d arte

23 Amianto, un nemico nascosto ancora in agguato Convegno I l 19 marzo la Consulta delle Libere Professioni ha presentato gli atti del convegno Amianto, un nemico nascosto, con il quale, due anni fa, la Consulta richiamò l attenzione sui pericoli derivanti dalla presenza di questa sostanza. La presentazione degli atti è stata arricchita dall intervento del prof. Dino Amadori, direttore scientifico dell IRST IRCCS, l istituto di ricerca che opera nel campo dello studio e della cura dei tumori. La relazione del prof. Amadori ha messo in luce lo stato attuale della ricerca scientifica e le terapie innovative con le quali oggi si può affrontare il cancro. La quantità di materiali contenenti amianto ancora in opera in Italia è stimata in milioni di tonnellate, ma si teme che il quantitativo sia ancora più elevato. La neutralizzazione e lo smaltimento di questi procedono con una lentezza superiore a quanto era lecito auspicare e prevedere. Lo smaltimento con modalità non conformi alle norme viene ancora praticato su larga scala e, a volte, è incentivato indirettamente da certe procedure burocratiche tortuose. Il Dipartimento Bonifica e Risanamento del Ministero dell Ambiente continua a segnalare la scoperta in Italia di nuovi siti contaminati, il cui numero, salito recentemente a , sembra non conoscere limiti. A peggiorare la situazione, dall India e dagli Stati Uniti arrivano notizie di traffici illeciti di grandi quantità di amianto, che uscirebbero da quei pae si e sarebbero destinati a vari mercati. L Italia sarebbe al primo posto al mondo tra gli importatori clandestini di amianto. Intanto l Istituto Superiore di Sanità avverte che il picco delle malattie derivanti dall esposizione alle polveri e alle fibre di amianto deve ancora arrivare e che verrà raggiunto nei prossimi 5 anni. Ma queste malattie sono conseguenza dell esposizione del passato, prima che venissero chiuse le cave in cui si estraeva la materia prima e gli stabilimenti nei quali venivano effettuate le lavorazioni. In mezzo a tante nuvole scure un po di luce è costituita dai progressi che si registrano in campo medico. La ricerca continua a fare passi avanti, anche se la sconfitta del mesotelioma, il cancro provocato dall amianto, è ancora un traguardo lontano. Oggi, come due anni fa, il nostro compito è quello di tenere viva l attenzione, perché di fronte a un problema così grave non si può fare finta di niente o rassegnarsi all ineluttabilità. La pubblicazione degli atti del convegno Amianto, un nemico nascosto ha questo significato. Paolo Palladini Presidente della Consulta delle Libere Professioni 23 attività e convegni consulte

NOTIZIE della Fondazione

NOTIZIE della Fondazione NOTIZIE della Fondazione SPECIALE Defibrillatori per Imola Attraverso il Centro per lo Sviluppo Economico del Territorio Imolese la Fondazione dona 30 defibrillatori alle strutture sportive imolesi 2 CSETI

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI CIMEA di Luca Lantero Settembre 2008 1 Cicli Titoli di studio EHEA 1 2 3 Istruzione superiore universitaria Laurea Laurea Magistrale

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

p e r i l c u r r i c u l u m

p e r i l c u r r i c u l u m F o r m a t o e u r o p e o p e r i l c u r r i c u l u m v i t a e Informazioni personali Nome Indirizzo Ferraina Caterina Rosaria Località Feudotto compl. AZUR Vibo Valentia Telefono 0963.94428 328/2888930

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano IO E PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Il diploma accademico di primo livello è equipollente alla laurea triennale. La scuola, a livello universitario, intende

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

IL DIRIGENTE DI SERVIZIO

IL DIRIGENTE DI SERVIZIO Pag. 1 / 6 comune di trieste piazza Unità d Italia 4 34121 Trieste www.comune.trieste.it partita iva 00210240321 AREA CULTURA E SPORT SERVIZIO MUSEO ARTE MODERNA REVOLTELLA REG. DET. DIR. N. 5164 / 2011

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Comune di Massa Lombarda

Comune di Massa Lombarda CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AFFARI GENERALI RESPONSABILE: CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Affari Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

CITTÀ POLITICA CRONACA SINDACATI SPETTACOLO SPORT ECONOMIA. Viabilità provinciale, aggiudicati i lavori finanziati con i Fondi FAS

CITTÀ POLITICA CRONACA SINDACATI SPETTACOLO SPORT ECONOMIA. Viabilità provinciale, aggiudicati i lavori finanziati con i Fondi FAS Pagina 1 di 5 Home 0881.568734 redazione@teleradioerre.it CITTÀ POLITICA CRONACA SINDACATI SPETTACOLO SPORT ECONOMIA SANITÀ CULTURA Invia query BREAKING NEWS un corso educativo per la vignetta razzista

Dettagli

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O Il Centro della Innovazione Nato inizialmente per ospitare alcune attività didattiche dell Università di Torino, il complesso polifunzionale di Via

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo

Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo o Mobilitare la società locale per garantire la qualità dell istruzione Obiettivi Linee

Dettagli

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI DEGLI UTENTI DELL AZIENDA USL DI PIACENZA - 2003/2006 I Comitati Consultivi Misti degli Utenti dell Azienda USL di Piacenza dal gennaio 2003 al

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Convegno. riflessioni PRESENTAZIONE. Copernico, 38. Via. Rev. 0 del 19/10/2010. pag. 1 di 6

Convegno. riflessioni PRESENTAZIONE. Copernico, 38. Via. Rev. 0 del 19/10/2010. pag. 1 di 6 Convegno AL TERMINE DI TELEMACO riflessioni a margine dell esperienza svolta www.telemaco.regione.lombardia.it Codice evento: SDSS 10092/AE VENERDI 12 NOVEMBRE 2010, ore 10.000 18.00 Politecnico di Milano

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo 1 2 Guida all accesso ai Corsi di Laurea (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo Anno Accademico 2014/2015 3 4 Concept and graphic design: Marketing e Fundraising

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

Oltre che alla grande visibilità pubblica degli avvisi murali scritti, dei manifesti e

Oltre che alla grande visibilità pubblica degli avvisi murali scritti, dei manifesti e Piccola ma efficace 134 L ALtrA réclame: CArtOLINE, CALENDArIEttI, FIGUrINE, OPUSCOLI Nella pagina a fronte, dall alto in senso orario: blocco per annotazioni e corrispondenza delle Generali destinato

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROTOCOLLO DI INTESA TRA L Associazione Fare Ambiente, Movimento Ecologista Europeo, già riconosciuta con Decreto del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare del 27 febbraio 2009,

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6 54 Distretto Scolastico ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE AD INDIRIZZO MUSICALE De Amicis Baccelli di Sarno (Sa) Sede Legale: Corso G. Amendola, 82 - C.M.: SAIC8BB008 - C.F.:94065840657 E mail:saic8bb008@istruzione.it

Dettagli

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12.

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12. Disposizioni regolamentari relative agli Organi Ausiliari approvate dal Senato Accademico in data 28.02.2012 e dal Consiglio di Amministrazione in data 08.03.2012 e successivamente modificate dal Senato

Dettagli

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento?

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento? IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI A chi mi rivolgo? L' dell garantisce a tutti i soggetti interessati l'esercizio dei diritti d informazione e di accesso ai documenti amministrativi, e favorisce la conoscenza

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Senato della Repubblica. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Senato della Repubblica. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Vorrei una legge che... Anno scolastico 2014-2015 1. Oggetto e finalità Il Senato della Repubblica,

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Roma CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Castel Sant Angelo Sala Paolina Mostra su Giuseppe Garibaldi Tutt altra

Dettagli

Presentazione Progetto Sport di Classe

Presentazione Progetto Sport di Classe Presentazione Progetto Sport di Classe a sostegno dell attività motoria e sportiva nella scuola 1 GOVERNANCE dello sport a scuola MIUR - CONI - Promuove il riconoscimento in ambito scolastico del valore

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli