Negoziazione Assistita

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Negoziazione Assistita"

Transcript

1 Olgiate Molgora 8 maggio 2015 Negoziazione Assistita Sezione I Il contesto economico di base delle situazioni familiari, imprese o lavoro in genere, la scelta degli attori per seguire I processi 1

2 Attività d impresa o Lavoro autonomo Coniugi soci nella stessa attività Parenti (genitori dei coniugi o altri) nel contesto della stessa impresa Uno dei coniugi svolge attività ma con il contributo sostanziale dell altro coniuge o di suoi parenti Uno dei coniugi svolge attività e l altro si occupa della famiglia Attività con buone performance/attività in situazioni già critiche Attività che avevano valore ed oggi lo hanno perso Attività sull orlo del fallimento ed unica fonte di reddito familiar Attività con valore patrimoniale ma senza liquidità SEZ I Negoziazione Assistita 8 Maggio

3 Lavoro dipendente Una sola fonte di reddito per la famiglia; Due fonti di reddito ma una insufficiente; Due fonti di reddito autonome. Lavoro saltuario o a tempo (interinale o occasionale) Precariato sistemico ma non reale Disoccupazione o inabilità SEZ I Negoziazione Assistita 8 Maggio

4 Il constesto iniziale SPESE STRAORDINARIE Nuova locazione deposito cauzionale arredi intermediario immobiliare Autovettura Beni in comune da riacquistare RISORSE STRAORDINARIE Disinvestimenti titoli o polizze Vendita di beni in comune Prestiti da parenti Linee di credito bancarie Mutui ipotecari Mancati pagamenti imposte e o Equitalia SEZ I Negoziazione Assistita 8 maggio

5 Principi di base per le valutazioni economiche 1) Partire dagli elementi oggettivi, (il Giudice può essere più dannoso del coniuge?!); 2) Mettere al centro i figli da tutelare 3) Costruzione di lungo termine = sostenibilità economica 4) Limitare l influenza di soggetti terzi a meno che siano fondamentali per la costruzione economica del progetto 5) Coinvolgere professionisti che possano comporre il puzzle di base per valutare immobili, canoni, rendite, valori patrimoniali, ecc. e la sostenibilità di alcune ipotesi 6) Predisporre un piano articolato che possa divenire proposta concreta su cui poggiare una trattativa SEZ I Negoziazione Assistita 8 maggio

6 Team e budget 1) Scegliere figure che non siano legate da rapporti pregressi con gli interessati (l indipendenza è fondamentale); 2) Fare sempre prevalere le ragioni di natura oggettivo-pragmatica e quindi coinvolgere figure super partes che possano garantire consigli indirizzati alla soluzione del problema ed alla duration, (coinvolgimento emotivo); 3) Coinvolgere soggetti che possano dare indicazioni degli elementi economici e di sostenibilità nel tempo (Valutazioni e proiezione) (si deve sapere per cosa si sta combattendo); 4) Individuare le priorità sulle quali far ruotare tutto il Lavoro di impostazione con l assunto che la verità fa risparmiare tempo 5) Cercare sempre un regista o la figura tra tutte che possa avere la visione generale. SEZ I Negoziazione Assistita 8 maggio

7 Olgiate Molgora 8 maggio 2015 Negoziazione Assistita Sezione II Sostenibilità economica delle separazioni familiari 7

8 Preventivo della nuova fase della vita 1) Le situazioni di partenza: screening degli impegni in essere (divisione dei debiti); 2) Analisi stabilità del reddito dei coniugi, (per quanto); 3) Importanza di un bilancio preventivo 4) Fonti di indebitamento 5) Elementi straordinari (immobili, auto, risparmi, forme di accumulo assicurativo, tfr, ecc.) 6) Il concetto di reddito netto disponibile e reddito netto effettivo SEZ II Negoziazione Assistita 8 maggio

9 SEZ II Bilancio di sostenibilità della separazione BILANCIO PREVENTIVO GESTIONE CORRENTE CONIUGE 1 GESTIONE CORRENTE CONIUGE 2 DELLA SEPARAZIONE ENTRATE USCITE ENTRATE USCITE Stipendio o compenso , ,00 Disinvestimenti Prestiti da parenti o amici Assegno di mantenimento 6.000, ,00 Locazione o gestione casa 6.000, ,00 Spese alimentari abbigliamento ecc 9.600, ,00 Spese scolastiche 3.000,00 Spese sanitarie 800,00 400,00 Corsi o altre forme di sostegno 500,00 Cura della persona 200,00 200,00 Auto, Viaggi e mezzi trasporto 4.500, ,00 Spese straordinarie 400,00 400,00 Vacanze 2.500, ,00 Spese educative o sostegno 1.000,00 TOTALI , , , ,00 Negoziazione Assistita 8 maggio

10 Elementi straordinari o pregressi GESTIONE PREGRESSA E GESTIONE CORRENTE CONIUGE 1 GESTIONE CORRENTE CONIUGE 2 STRAORDINARIA ENTRATE USCITE ENTRATE USCITE Finanziamenti 1.800, ,00 Mutui ipotecari 4.800, ,00 Equitalia 2.400,00 Fisco rateizzi 600,00 Fisco da attività impresa 3.600,00 Altre rate Vendita immobile (netto) Vendita fondi investimento 6.700,00 Riscatto assicurazione 4.500,00 Donazione una tantum Assegno periodico "nonni" Altre entrate TFR (40% time matrim.) , ,00 TOTALI , , , ,00 SEZ II Negoziazione Assistita 8 maggio

11 Olgiate Molgora 8 maggio 2015 Negoziazione Assistita Sezione III Ipotesi di composizione di elementi patrimoniali, dinamiche delle attivitàd impresa o lavorative in genere, profili fiscali 11

12 Ricostruzione relazioni tra azienda e professionisti SEZ III Negoziazione Assistita 8 maggio

13 Elementi di sintesi separazione a) TENORE DI VITA MEDIO (quanto spendevano mediamente negli ultimi 3 anni) b) SOMMA DISTINTA DELLE ENTRATE (quanto guadagnava la famiglia e quanto riceveva da terzi) % proporzione di carico c) IMPEGNI PREGRESSI (somma degli impegni già in essere) d) REALIZZI POSSIBILI (somma dei valori di realizzo dei beni non essenziali per vivere) SEMPLIFICANDO QUANDO POSSIBILE: d c a * b% al netto degli impegni residui c SEZ III Negoziazione Assistita 8 maggio

14 Determinazione valori e fisco 1) L assegno periodico al coniuge (non ai figli) è deducibile per chi lo eroga e tassabile per chi lo riceve. Non sono deducibili nè le liquidazioni in unica soluzione nè le somme date una tantum (art. 10 tuir) 2) Reale entità del patrimonio base per determina dell assegno divorzile da parte del Giudice 3) Banche dati e la GdF aiutano il Giudice (DL 132/2014 conv. L. 162/2014) per ricostruire la situazione patrimoniale - svelare i segreti di famiglia a volte impoverisce tutti 4) Tenore di vita analogo al precedente per quanto possibile quando è cambiato radicalmente SEZ III Negoziazione Assistita 8 maggio

15 Profili fiscali imposte dirette 1) Reddito assimilato a Lavoro dipendente con detrazione come pensionati (1.725 fino reddito - % a salire) 2) Assegno fisso + variabile (irpef su assegno stesso) (Cass. 3/5/05 n. 9148) - SI 3) Compensazione assegno con debiti tra ex coniugi (R.M. 157/E 15/6/09) - SI 4) Pagamento di arretrati in unica soluzione e pagamento a rate dell una tantum SI e NO 5) Rate di mutuo pagate evitando assegno mantenimento (C.M. 50/E 12/6/02) - NO 6) Assegno ai figli e detrazioni per carichi di famiglia (50%) SEZ III Negoziazione Assistita 8 maggio

16 Ci salvi chi può Negoziazione Assistita 8 maggio

TRIBUNALE DI BOLOGNA AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO TUTELE CURATELE RENDICONTO ANNUALE (da presentare entro 90 giorni dalla data della chiusura periodo)

TRIBUNALE DI BOLOGNA AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO TUTELE CURATELE RENDICONTO ANNUALE (da presentare entro 90 giorni dalla data della chiusura periodo) TRIBUNALE DI BOLOGNA AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO TUTELE CURATELE RENDICONTO ANNUALE (da presentare entro 90 giorni dalla data della chiusura periodo) Procedura Numero: Rendiconto anno: (Periodo: dal...

Dettagli

AGENZIA DI CONSULENZE E SERVIZI

AGENZIA DI CONSULENZE E SERVIZI AGENZIA DI CONSULENZE E SERVIZI Un Team di Professionisti con esperienza pluriennale al Servizio di Aziende, Enti Pubblici, Privati e Famiglie in ambito Assicurativo, Finanziario, Amministrativo Commerciale

Dettagli

MODELLO 730-3 redditi 2013

MODELLO 730-3 redditi 2013 LUBSAL0 LUBRANO DI DIEGO SALVATORE MODELLO 730-3 redditi 03 prospetto di liquidazione relativo all'assistenza fiscale prestata Modello N. Impegno ad informare il contribuente di eventuali comunicazioni

Dettagli

Più opportunità dal tuo fondo pensione

Più opportunità dal tuo fondo pensione fondo pensione per il personale del gruppo helvetia e del gruppo nationale suisse Più opportunità dal tuo fondo pensione Più adesioni con i fiscalmente a carico, più contribuzione da parte del datore di

Dettagli

DICHIARANTE SERRACCHIANI DEBORA 10/11/1970 CONIUGATA ROMA ROMA UDINE UD. Variazioni alla situazione patrimoniale: nessuna

DICHIARANTE SERRACCHIANI DEBORA 10/11/1970 CONIUGATA ROMA ROMA UDINE UD. Variazioni alla situazione patrimoniale: nessuna DICHIARANTE COGNOME NOME DATA DI NASCITA STATO CIVILE SERRACCHIANI DEBORA 0//970 CONIUGATA COMUNE DI NASCITA PROVINCIA. (sigla) COMUNE DI RESIDENZA PROVINCIA. (sigla) ROMA ROMA UDINE UD Variazioni alla

Dettagli

Dichiarazione dei redditi - Modello 730/2015

Dichiarazione dei redditi - Modello 730/2015 Dichiarazione dei redditi - Modello 730/2015 Cosa portare al Caf per la compilazione > Modello CUD 2015 redditi 2014 che il datore di lavoro o l Ente pensionistico consegnerà entro il 28 febbraio 2015.

Dettagli

Le modifiche fiscali ALIQUOTE. DEDUZIONI

Le modifiche fiscali ALIQUOTE. DEDUZIONI Meno tasse per tutti avevano promesso. Tremonti: è in credito con il fisco, ai lavoratori e pensionati benefici irrisori che saranno vanificati con l aumento delle imposte locali e ticket. Le modifiche

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA DEL PROSPETTO DI LIQUIDAZIONE DATI IDENTIFICATIVI Sono riportati il codice fiscale, il cognome e il nome o la denominazione del sostituto d'imposta o del CAF o del professionista abilitato

Dettagli

CHIEDE L EROGAZIONE DI UN CONTRIBUTO DI ASSISTENZA ECONOMICA. A titolo di prestito: SÌ

CHIEDE L EROGAZIONE DI UN CONTRIBUTO DI ASSISTENZA ECONOMICA. A titolo di prestito: SÌ Unità operativa di N domanda 1/8 DATI DEL RICHIEDENTE Il sottoscritto Nato a Residente a Telefono Codice fiscale ISEE il Via Scadenza (solo se a titolo di prestito) CHIEDE L EROGAZIONE DI UN CONTRIBUTO

Dettagli

Modello 730 Istruzioni per la compilazione 2014

Modello 730 Istruzioni per la compilazione 2014 CASI DI ESONERO È esonerato dalla presentazione della dichiarazione il contribuente che possiede esclusivamente i redditi indicati nella prima colonna, se si sono verificate le condizioni descritte nella

Dettagli

CODICE FISCALE. REDDITI QUADRO RN Determinazione dell IRPEF QUADRO RV Addizionale regionale e comunale all IRPEF QUADRO CS Contributo di solidarietà

CODICE FISCALE. REDDITI QUADRO RN Determinazione dell IRPEF QUADRO RV Addizionale regionale e comunale all IRPEF QUADRO CS Contributo di solidarietà MODELLO GRATUITO QUADRO RN IRPEF Data: 9/0/0 - Ore: 00::0 - Utente: RCAMRC8S07F89D Soggetto: MARCO RACE ( RCAMRC8S07F89D ) Identificativo dichiarazione: 0880-000000 del 9/9/0 PERIODO D IMPOSTA 0 CODICE

Dettagli

Un ripasso sugli oneri deducibili e detraibili in UNICO 2015

Un ripasso sugli oneri deducibili e detraibili in UNICO 2015 Stampa Un ripasso sugli oneri deducibili e detraibili in UNICO 2015 admin in Modello UNICO L'Agenzia delle Entrate con la Circolare Ministeriale n. 17 del 2015, ha fornito notevoli chiarimenti su varie

Dettagli

IRPEF Il calcolo dell imposta netta

IRPEF Il calcolo dell imposta netta IRPEF Il calcolo dell imposta netta Di cosa parliamo 1 Deduzioni 2 Aliquote 3 Detrazioni 4 Aliquote marginali effettive Gli oneri deducibili Le deduzioni più rilevanti presenti nella determinazione dell

Dettagli

Come leggere la Busta Paga. G.I. G.I. Formazione

Come leggere la Busta Paga. G.I. G.I. Formazione Come leggere la Busta Paga G.I. G.I. Formazione Formazione La Busta Paga Cos è A Cosa Serve Come è Composta COS E La Busta Paga è il prospetto che indica la retribuzione che il lavoratore percepisce per

Dettagli

Oneri deducibili. Contributi

Oneri deducibili. Contributi Oneri deducibili Le spese che costituiscono oneri sono deducibili dal reddito complessivo del contribuente se non già dedotti nella determinazione dei singoli redditi che concorrono a formare il reddito

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO DI ROMA. UFFICIO del GIUDICE TUTELARE RELAZIONE PERIODICA

TRIBUNALE ORDINARIO DI ROMA. UFFICIO del GIUDICE TUTELARE RELAZIONE PERIODICA TRIBUNALE ORDINARIO DI ROMA Sezione Civile I Bis UFFICIO del GIUDICE TUTELARE Procedimento RG. N. RELAZIONE PERIODICA ANNO o PERIODO di VALUTAZIONE: Dati anagrafici persona sottoposta a gestione / amministrazione

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 326 11.11.2014 Isee: i nuovi modelli di compilazione Nuove componenti reddituali e nuove detrazioni Categoria: Contribuenti Sottocategoria: Varie

Dettagli

Titolo Stampa. Dati per l'intero nucleo Anno Fiscale competenza del: 2009 Tipo Comune di residenza metropoli, oltre 500.

Titolo Stampa. Dati per l'intero nucleo Anno Fiscale competenza del: 2009 Tipo Comune di residenza metropoli, oltre 500. Titolo Stampa Testo introduttivo Sezione Anagrafica Nome Cognome Età Relazione Mario Rossi 20 anni Figlio Giovanna Morelli 50 anni Coniuge Paolo Rossi 56 anni Capofamiglia Dati per l'intero nucleo Anno

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI STRAORDINARI A NUCLEI FAMILIARI IN DIFFICOLTÀ ECONOMICHE CONSEGUENTI A PROBLEMATICHE LAVORATIVE

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI STRAORDINARI A NUCLEI FAMILIARI IN DIFFICOLTÀ ECONOMICHE CONSEGUENTI A PROBLEMATICHE LAVORATIVE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI STRAORDINARI A NUCLEI FAMILIARI IN DIFFICOLTÀ ECONOMICHE CONSEGUENTI A PROBLEMATICHE LAVORATIVE Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 39

Dettagli

www.studiosciandra.com info@studiosciandra.com - OGGETTO: Presentazione, scadenziario e le 100 detrazioni della dichiarazione 730/2011.

www.studiosciandra.com info@studiosciandra.com - OGGETTO: Presentazione, scadenziario e le 100 detrazioni della dichiarazione 730/2011. Circolare n. 03/2011 Chiavari, 23 Marzo A tutti i CLIENTI Loro Sedi OGGETTO: Presentazione, scadenziario e le 100 detrazioni della dichiarazione 730/2011. Presentazione Il modello 730 può essere presentato:

Dettagli

Anno 2013 N. RF148. La Nuova Redazione Fiscale ASSICURAZIONI VITA - PRESTAZIONI COME CAPITALE O RENDITA IN UNICO

Anno 2013 N. RF148. La Nuova Redazione Fiscale ASSICURAZIONI VITA - PRESTAZIONI COME CAPITALE O RENDITA IN UNICO Anno 2013 N. RF148 ODCEC VASTO La Nuova Redazione Fiscale www.redazionefiscale.it Pag. 1 / 7 OGGETTO ASSICURAZIONI VITA - PRESTAZIONI COME CAPITALE O RENDITA IN UNICO RIFERIMENTI D.LGS. 47/2000; D.LGS.

Dettagli

CODICE FISCALE. REDDITI QUADRO RN Determinazione dell IRPEF QUADRO RV Addizionale regionale e comunale all IRPEF QUADRO CS Contributo di solidarietà

CODICE FISCALE. REDDITI QUADRO RN Determinazione dell IRPEF QUADRO RV Addizionale regionale e comunale all IRPEF QUADRO CS Contributo di solidarietà ORIGINALE CODICE FISCALE PERIODO D IMPOSTA 0 QUADRO RN IRPEF PERSONE FISICHE 0 genzia ntrate REDDITI QUADRO RN Determinazione dell IRPEF QUADRO RV Addizionale regionale e comunale all IRPEF QUADRO CS Contributo

Dettagli

La rilevazione in P.D. degli acquisti di servizi

La rilevazione in P.D. degli acquisti di servizi C 7 a p i t o l o La rilevazione in P.D. degli acquisti di servizi 1 Quadro generale In linea di massima, la struttura contabile relativa all acquisizione di servizi non è sostanzialmente diversa dall

Dettagli

per la compilazione del 730/13

per la compilazione del 730/13 Cosa portare per la compilazione del 730/13 Dichiarazione dei redditi dell anno precedente (Modello 730/2012 o Modello UNICO 2012) Bollettini e/o F24 dei versamenti IMU pagati nel 2012; Fotocopia fronte/retro

Dettagli

L R T M T T 6 1 C 0 8 H 7 0 3 V

L R T M T T 6 1 C 0 8 H 7 0 3 V CODICE FISCALE PERIODO D IMPOSTA 0 PERSONE FISICHE 0 genzia ntrate L R T M T T C 0 8 H 7 0 V REDDITI QUADRO RN Determinazione dell IRPEF MODELLO GRATUITO QUADRO RN IRPEF RN Reddito di riferimento Credito

Dettagli

Centro di raccolta. Mod. 730 - Depliant. Presentare il Mod. 730 ecco sei buoni motivi per rivolgervi ai nostri centri di raccolta CAF!

Centro di raccolta. Mod. 730 - Depliant. Presentare il Mod. 730 ecco sei buoni motivi per rivolgervi ai nostri centri di raccolta CAF! Mod. 730 - Depliant Presentare il Mod. 730 ecco sei buoni motivi per rivolgervi ai nostri centri di raccolta CAF! 1) L attività di assistenza fiscale è completamente gratuita se consegni ai nostri centri

Dettagli

NUOVO INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA AGGREGATA DI CUI ALLA DELIBERA C.C. n. 80 DEL 13/09/2012

NUOVO INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA AGGREGATA DI CUI ALLA DELIBERA C.C. n. 80 DEL 13/09/2012 NUOVO INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA AGGREGATA DI CUI ALLA DELIBERA C.C. n. 80 DEL 13/09/2012 Che cos è Il Nuovo Indicatore della Situazione Economica integra l ISEE del nucleo familiare in cui

Dettagli

Indicatore della Situazione Economica Equivalente

Indicatore della Situazione Economica Equivalente Indicatore della Situazione Economica Equivalente La certificazione Ise serve a documentare la situazione economica del nucleo familiare nel momento in cui si richiedono prestazioni sociali agevolate o

Dettagli

NOVITÀ MODELLI 770/2010 SEMPLIFICATO e ORDINARIO

NOVITÀ MODELLI 770/2010 SEMPLIFICATO e ORDINARIO Circolare informativa per la clientela n. 14/2010 del 10 giugno 2010 NOVITÀ MODELLI 770/2010 SEMPLIFICATO e ORDINARIO In questa Circolare 1. Modelli 770/2010 Semplificato e Ordinario 2. Principali novità

Dettagli

Nuova residenza anagrafica. Variazioni stato civile. Coniuge e figli fiscalmente a carico. Altri familiari fiscalmente a carico

Nuova residenza anagrafica. Variazioni stato civile. Coniuge e figli fiscalmente a carico. Altri familiari fiscalmente a carico Pagina 1 DOCUMENTI ANAGRAFICI In via generale si ricorda che il contribuente deve esibire la documentazione necessaria per permettere la verifica della conformità dei dati esposti nella propria dichiarazione

Dettagli

Circolare N.52 del 06 Aprile 2012

Circolare N.52 del 06 Aprile 2012 Circolare N.52 del 06 Aprile 2012 Modello 730/2012. Il 30 Aprile è la scadenza per chi ha scelto di presentare la dichiarazione al proprio sostituto di imposta Modello 730/2012: il 30 aprile 2012 è la

Dettagli

COME M E F U F NZI Z ONA A I L L «NUOVO» REDDITOMETRO

COME M E F U F NZI Z ONA A I L L «NUOVO» REDDITOMETRO COME FUNZIONA IL COME FUNZIONA IL «NUOVO» REDDITOMETRO PERCHE REDDITOMETRO OGGI BUDGET SU ACCERTAMENTI INVIO DELLE LISTE AGLI UFFICI Circolare 18/E/2012 Avvio controlli DA COSA PARTIAMO NORMA BASE DM 24

Dettagli

L imposta sul reddito delle persone fisiche

L imposta sul reddito delle persone fisiche L imposta sul reddito delle persone fisiche IRPEF 30018 Scienza delle finanze Cles A.A. 2011/12 Classe 14 Irpef 1 Schema di determinazione dell Irpef Reddito complessivo= Somma delle singole categorie

Dettagli

Le scritture contabili per la rilevazione del TFR al 31 dicembre 2007

Le scritture contabili per la rilevazione del TFR al 31 dicembre 2007 ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 12 17 MARZO 2008 Le scritture contabili per la rilevazione del TFR al 31 dicembre 2007 Copyright

Dettagli

SCADENZIARIO FISCALE PER IL MESE DI. Giugno 2008. Approfondimento su: Interessi passivi su mutui relativi all acquisto dell abitazione principale.

SCADENZIARIO FISCALE PER IL MESE DI. Giugno 2008. Approfondimento su: Interessi passivi su mutui relativi all acquisto dell abitazione principale. SCADENZIARIO FISCALE PER IL MESE DI Giugno 2008 Approfondimento su: Interessi passivi su mutui relativi all acquisto dell abitazione principale. Dom. 15 (termine prorogato a lun.16) Fattura differita Scade

Dettagli

Ricostruzione dei redditi lordi

Ricostruzione dei redditi lordi Ricostruzione dei redditi lordi ISFOL Roma, Ottobre 05, 2006 Outline Classificazione dei redditi osservati Regole fiscali e contributive Procedura iterativa per la ricostruzione dei redditi lordi Confronto

Dettagli

COMUNE DI CASSANO VALCUVIA PROVINCIA DI VARESE

COMUNE DI CASSANO VALCUVIA PROVINCIA DI VARESE COMUNE DI CASSANO VALCUVIA PROVINCIA DI VARESE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA REALIZZAZIONE E LA PRESTAZIONE DI SERVIZI IN CAMPO SOCIALE ART.1 OGGETTO E RIFERIMENTI Il presente Regolamento disciplina l applicazione

Dettagli

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale MODELLO 0/0 redditi 0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale genzia ntrate Gli importi devono essere indicati in unità di Euro 0 MODELLO GRATUITO CONTRIBUENTE

Dettagli

RISPARMIO Scheda di lavoro

RISPARMIO Scheda di lavoro Domande di comprensione Spuntate le affermazioni corrette, e motivate ogni volta la vostra risposta. Esercizio 1 Quali affermazioni sul risparmio sono corrette? Fornite una motivazione per ogni risposta.

Dettagli

Fondo di solidarietà Credito

Fondo di solidarietà Credito BANCA POPOLARE DI MILANO Documenti: conoscere per decidere Fondo di solidarietà Credito Il fondo eroga prestazioni a favore dei lavoratori di aziende facenti parte di gruppi creditizi o che applicano i

Dettagli

IL GENIO DEL SALVADANAIO

IL GENIO DEL SALVADANAIO IL GENIO DEL SALVADANAIO L importanza di un Fondo Pensione per i giovani. Al tuo fianco, ogni giorno 6 ANNI L ISCRIZIONE AL FONDO PENSIONE Chiara ha 6 anni e il padre ha deciso di regalarle il Genio del

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

OGGETTO: Bonus Irpef. Le novità

OGGETTO: Bonus Irpef. Le novità OGGETTO: Bonus Irpef. Le novità Premessa Il bonus Irpef, contenuto nell art. 1 del D.L. n. 66/2014 (entrato in vigore il 24 aprile 2014), vale esclusivamente per il 2014, anche se il Governo ha fatto sapere

Dettagli

ELENCO MEMORIE PER CUD 2014

ELENCO MEMORIE PER CUD 2014 ELENCO MEMORIE PER CUD 2014 MEMORIE NUMERICHE 1 Redditi lavoro dipendente e assimilati (Cas. 1) 2 Assegni periodici corrisposti dal coniuge (Cas. 5) 3-18 Caselle da 11 a 26 19 Altri datori - Imponibile

Dettagli

redditi 2012 Impegno ad informare il contribuente di eventuali comunicazioni dell Agenzia delle Entrate relative alla presente dichiarazione

redditi 2012 Impegno ad informare il contribuente di eventuali comunicazioni dell Agenzia delle Entrate relative alla presente dichiarazione redditi Impegno ad informare il contribuente di eventuali comunicazioni dell Agenzia delle Entrate relative alla presente dichiarazione Modello N. 730 730 rettificativo integrativo CONFORME AL PROVVEDIMENTO

Dettagli

IRPEF: redditi da lavoro autonomo e redditi d impresa - D.P.R. 917/86 Tuir -

IRPEF: redditi da lavoro autonomo e redditi d impresa - D.P.R. 917/86 Tuir - PLANNING E CONSULENZA FISCALE E SOCIETARIA a.a.2013-2014 IRPEF: redditi da lavoro autonomo e redditi d impresa - D.P.R. 917/86 Tuir - 1 IRPEF IRPEF: redditi da lavoro autonomo L IRPEF è un imposta personale

Dettagli

Cessione e pignoramento degli stipendi

Cessione e pignoramento degli stipendi Viale Berlinguer, 8 48124 Ravenna RA - Tel. 0544.516111 Fax 0544.407733 Reg. Imprese/RA, C.F. e P.IVA 00431550391 Albo Società Cooperative Sez. Mutualità prevalente n. A116117 Sito web: www.confartigianato.ra.it

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale ORE SOFTWARE S.p.A. - Via Monte Rosa 9, 09 Milano - COPIA CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA DELLE ENTRATE DEL /0/0 e successive modificazioni Mod. N. DATI DEL ZANCAI LORIS M DATA DI NASCITA CONTRIBUENTE

Dettagli

La nuova Previdenza: riforma e offerta. Direzione commerciale - Sviluppo previdenza e convenzioni

La nuova Previdenza: riforma e offerta. Direzione commerciale - Sviluppo previdenza e convenzioni La nuova Previdenza: riforma e offerta Direzione commerciale - Sviluppo previdenza e convenzioni Previdenza: situazione attuale 140 Alcuni fattori rilevanti: 120 100 80 22 2015 pensionamento persone nate

Dettagli

Il dopo di noi La sostituzione fedecommissaria L usufrutto

Il dopo di noi La sostituzione fedecommissaria L usufrutto Il dopo di noi E comune, per i genitori o per il coniuge o comunque per gli stretti parenti di una persona con disabilità, la preoccupazione per l ipotesi in cui il loro familiare abbia da sopravvivere

Dettagli

1300 PERSONE 60% 30% nello scorso anno hanno chiesto consulenza al servizio Consulenza Debitori Caritas. le cause di questi indebitamenti sono

1300 PERSONE 60% 30% nello scorso anno hanno chiesto consulenza al servizio Consulenza Debitori Caritas. le cause di questi indebitamenti sono Devi affrontare un sovraindebitamento crescente? Non sai più cosa fare? non vergognarti a chiedere aiuto! 1300 PERSONE 60% nello scorso anno hanno chiesto consulenza al servizio Consulenza Debitori Caritas

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

GUIDA RAPIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA GUIDA RAPIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA La dichiarazione sostitutiva è composta dal presente modello base, che a pagina 3 raccoglie i dati relativi al nucleo familiare, e da tanti

Dettagli

la banca mutui che stavi cercando

la banca mutui che stavi cercando è il servizio offerto da Macquarie Bank che Le consente di ottenere subito, e con la comodità di non dover produrre alcuna documentazione, una prima risposta di finanziabilità alla Sua esigenza di mutuo

Dettagli

A) PREMI AL NETTO DELLA RIASSICURAZIONE - - Premi danni - Premi vita. B) SINISTRI NETTI PAGATI - Sinistri danni -Sinistri vita

A) PREMI AL NETTO DELLA RIASSICURAZIONE - - Premi danni - Premi vita. B) SINISTRI NETTI PAGATI - Sinistri danni -Sinistri vita A) PREMI AL NETTO DELLA RIASSICURAZIONE - - Premi danni - Premi vita B) SINISTRI NETTI PAGATI - Sinistri danni -Sinistri vita C) VARIAZIONE DELLE RISERVE TECNICHE -Riserve tecniche rami danni -Riserve

Dettagli

S T U D I O F R O N T I N I P. Z Z A V E N Z A G H I N. 2-21052- B U S T O A R S I Z I O (VA) T E L. 0331.630259 - F A X 0331.679467/0331.

S T U D I O F R O N T I N I P. Z Z A V E N Z A G H I N. 2-21052- B U S T O A R S I Z I O (VA) T E L. 0331.630259 - F A X 0331.679467/0331. P. Z Z A V E N Z A G H I N. 2-21052- B U S T O A R S I Z I O (VA) T E L. 0331.630259 - F A X 0331.679467/0331.638299 DR. GAUDENZIO FRONTINI DR. MASSIMILIANO FRONTINI RAG. ANNA AMBA FERIOLI DR. CARLO BIANCHI

Dettagli

ASSISTENZA FISCALE 730 / 2013

ASSISTENZA FISCALE 730 / 2013 Su incarico dello Studio di Consulenza del lavoro TERRAZZINI & PARTNERS Vi trasmetto quanto segue: ASSISTENZA FISCALE 730 / 2013 Ricordo che, in seguito al decreto legislativo n 490/1998, i datori di lavoro

Dettagli

DICHIARAZIONE DELLE CONDIZIONI ECONOMICHE DEL NUCLEO FAMILIARE RICHIEDENTE GLI INTERVENTI ASSISTENZIALI

DICHIARAZIONE DELLE CONDIZIONI ECONOMICHE DEL NUCLEO FAMILIARE RICHIEDENTE GLI INTERVENTI ASSISTENZIALI DICHIARAZIONE DELLE CONDIZIONI ECONOMICHE DEL NUCLEO FAMILIARE RICHIEDENTE GLI INTERVENTI ASSISTENZIALI SI DEVONO COMPILARE CON PRECISIONE TUTTE LE PAGINE IN TUTTE LE PARTI - METTERE NO NELLE PARTI CHE

Dettagli

la banca mutui che stavi cercando

la banca mutui che stavi cercando è il servizio offerto da Macquarie Bank che Le consente di ottenere subito, e con la comodità di non dover produrre alcuna documentazione, una prima risposta di finanziabilità alla Sua esigenza di mutuo

Dettagli

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale Mod. N. MODELLO 0/0 redditi 0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale genzia ntrate Gli importi devono essere indicati in unità di Euro 0 MODELLO GRATUITO CONTRIBUENTE

Dettagli

Il provvedimento ha approvato anche i modelli 730-1, 730-2, 730-3, 730-4, e 730-4 integrativo.

Il provvedimento ha approvato anche i modelli 730-1, 730-2, 730-3, 730-4, e 730-4 integrativo. Fiscal Flash La notizia in breve N. 150 31.05.2013 : arriva la proroga fino al 10 giugno Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: 730 I contribuenti avranno più tempo per consegnare il modello per dichiarare

Dettagli

CODICE FISCALE. REDDITI QUADRO RN Determinazione dell IRPEF ,00

CODICE FISCALE. REDDITI QUADRO RN Determinazione dell IRPEF ,00 CODICE FISCALE PERIODO D IMPOSTA 0 PERSONE FISICHE 0 genzia ntrate L T R F L L M L C REDDITI QUADRO RN Determinazione dell IRPEF MODELLO GRATUITO QUADRO RN IRPEF Determinazione dell imposta Residui detrazioni,

Dettagli

Il Sistema dei Finanziamenti

Il Sistema dei Finanziamenti Il Sistema dei Finanziamenti Dott.ssa Patrizia Ruffini - Contabilità e bilancio delle Pubbliche Amministrazionioni Pubbliche 1 FINANZIAMENTO DELLA GESTIONE Insieme di processi (operazioni di gestione esterna)

Dettagli

CRITERI PER L ACCESSO AI PRESTITI SULL ONORE

CRITERI PER L ACCESSO AI PRESTITI SULL ONORE 42 CRITERI PER L ACCESSO AI PRESTITI SULL ONORE ADOTTATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 220/I0093427 P.G. NELLA SEDUTA DEL 20/12/2004 A RIFERIMENTI NORMATIVI L. 285/1997, art. 4 La L. 285/1997

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DELLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE IN ATTUAZIONE DELL I.S.E.E.

REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DELLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE IN ATTUAZIONE DELL I.S.E.E. COMUNE DI SANGIANO Provincia di Varese REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DELLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE IN ATTUAZIONE DELL I.S.E.E. (INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE) (Articolo

Dettagli

Detrazioni fiscali per il risparmio energetico e le Ristrutturazioni Edilizie -aspetti tecnici,giuridico-fiscali e accesso al credito-

Detrazioni fiscali per il risparmio energetico e le Ristrutturazioni Edilizie -aspetti tecnici,giuridico-fiscali e accesso al credito- Detrazioni fiscali per il risparmio energetico e le Ristrutturazioni Edilizie -aspetti tecnici,giuridico-fiscali e accesso al credito- Guglielmo Bernardi Financial Advisor Chi può accedere al credito?

Dettagli

La pensione complementare

La pensione complementare La pensione complementare La pensione complementare Perché una pensione complementare A causa della diminuita copertura della pensione pubblica dopo la riforma del 1995 rispetto agli anni precedenti diventa

Dettagli

S C L M N L 7 5 L 6 3 G 4 8 2 Y

S C L M N L 7 5 L 6 3 G 4 8 2 Y SCLOCCO MARINELLA CODICE FISCALE PERIODO D IMPOSTA 0 PERSONE FISICHE 0 genzia ntrate S C L M N L L G Y REDDITI QUADRO RN Determinazione dell IRPEF MODELLO GRATUITO QUADRO RN IRPEF RN Reddito di riferimento

Dettagli

Azienda Pubblica della Regione Campania per il diritto allo Studio Universitario. isee - documentazione. cosa presentare?

Azienda Pubblica della Regione Campania per il diritto allo Studio Universitario. isee - documentazione. cosa presentare? Azienda Pubblica della Regione Campania per il diritto allo Studio Universitario isee - documentazione cosa presentare? Documentazione da produrre per il rilascio dell ISEE Nucleo Familiare Codice fiscale

Dettagli

IL NUOVO TFR, GUIDA ALL USO A cura di Tommaso Roberto De Maria

IL NUOVO TFR, GUIDA ALL USO A cura di Tommaso Roberto De Maria LIBERA Confederazione Sindacale Li.Co.S. Sede nazionale Via Garibaldi, 45-20092 Cinisello Balsamo (MI) Tel.: 02 / 39.43.76.31. Fax: 02 / 39.43.75.26. e-mail: sindacatolicos@libero.it IL NUOVO TFR, GUIDA

Dettagli

www.regione.lombardia.it LA CASA PER LE FAMIGLIE LOMBARDE

www.regione.lombardia.it LA CASA PER LE FAMIGLIE LOMBARDE www.regione.lombardia.it LA CASA PER LE FAMIGLIE LOMBARDE Ascolto, attenzione, accompagnamento verso il bisogno primario della casa. Questo è l impegno costante che Regione Lombardia garantisce alle giovani

Dettagli

ACCERTAMENTO SINTETICO. a cura di Francesco Barone

ACCERTAMENTO SINTETICO. a cura di Francesco Barone ACCERTAMENTO SINTETICO a cura di Francesco Barone LA NUOVA DISCIPLINA La nuova disciplina: 1. la determinazione sintetica del reddito avviene mediante la presunzione relativa che tutto quanto è stato speso

Dettagli

COMUNE DI SONCINO REGOLAMENTO COMUNALE

COMUNE DI SONCINO REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI SONCINO REGOLAMENTO COMUNALE DEFINIZIONE DEI CRITERI DI VALUTAZIONE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA DEI SOGGETTI CHE RICHIEDONO PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE 1 ART. 1 - OGGETTO Il presente regolamento,

Dettagli

La riforma del nuovo Isee Cosa cambia per i Comuni e le per le persone con disabilità

La riforma del nuovo Isee Cosa cambia per i Comuni e le per le persone con disabilità 14 e 15 aprile 2014 La riforma del nuovo Isee Cosa cambia per i Comuni e le per le persone con disabilità Avv. Gaetano De Luca Servizio Legale Ledha Di cosa vi parlerò Alcune premesse campo di applicazione

Dettagli

PIANO DEI CONTI - STATO PATRIMONIALE - ALER LODI - ANNO 2014

PIANO DEI CONTI - STATO PATRIMONIALE - ALER LODI - ANNO 2014 PIANO DEI CONTI - STATO PATRIMONIALE - ALER LODI - ANNO 2014 ELENCO VOCI CONTABILI 2013 2013 sp1 ATTIVO 63.654.073,00 60.522.723,00 10 CREDITI PER CAPITALE DI DOTAZIONE DELIBERATO DA VERSARE 10.01 Crediti

Dettagli

IL CALCOLO DELLA BUSTA PAGA

IL CALCOLO DELLA BUSTA PAGA IL CALCOLO DELLA BUSTA PAGA REQUISITI DELLA BUSTA PAGA Corrispettività: deve trattarsi di importi che trovano causa diretta ed indiretta nel rapporto di lavoro; Onerosità: la prestazione di lavoro subordinato

Dettagli

L INNOVAZIONE DEL MODELLO FISCALE. La dichiarazione precompilata

L INNOVAZIONE DEL MODELLO FISCALE. La dichiarazione precompilata L INNOVAZIONE DEL MODELLO FISCALE La dichiarazione precompilata 1 Le dichiarazioni dei redditi Società ed Enti Persone Fisiche Modello CNM consolidato nazionale e mondiale Modello Unico Enti non commerciali

Dettagli

Bologna, 25 marzo 2014. A tutti i Clienti dello Studio Loro sedi

Bologna, 25 marzo 2014. A tutti i Clienti dello Studio Loro sedi Bologna, 25 marzo 2014 A tutti i Clienti dello Studio Loro sedi Oggetto CIRCOLARE N. 5 DOCUMENTAZIONE PER IL MODELLO 730/2014 E MODELLO UNICO 2014. RICHIESTA DEL CUD ALL INPS A decorrere da quest anno,

Dettagli

MODELLO 730/2013 redditi 2012 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2013 redditi 2012 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale MODELLO GRATUITO CONTRIBUENTE CODICE FISCALE DEL CONTRIBUENTE (obbligatorio) DATI DEL CONTRIBUENTE BARRARE LA CASELLA C = Coniuge F = Primo figlio F = Figlio A = Altro D = Figlio disabile Numero figli

Dettagli

ESERCIZI IMPOSTE E IRPEF ECONOMIA PUBBLICA 2015

ESERCIZI IMPOSTE E IRPEF ECONOMIA PUBBLICA 2015 ESERCIZI IMPOSTE E IRPEF ECONOMIA PUBBLICA 2015 Esercizio 1 Si consideri un imposta sul reddito personale con aliquota marginale t costante del 20% e detrazione, f, pari a 1.000 dall imposta dovuta. Nel

Dettagli

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale Mod. N. MODELLO 0/0 redditi 0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale genzia ntrate 0 BL/00000 Gli importi devono essere indicati in unità di Euro 0 CAAF NORD

Dettagli

IL FINANZIAMENTO DEGLI ENTI PUBBLICI

IL FINANZIAMENTO DEGLI ENTI PUBBLICI IL FINANZIAMENTO DEGLI ENTI PUBBLICI A cura di Gian Nereo Mazzocco Verona, 11 febbraio 2006 Le anticipazioni di tesoreria (art. 222 Tuel) Controparte: istituto tesoriere Limiti: 3/12 delle entrate correnti

Dettagli

Regolamento del Fondo Famiglie Solidali. INTRODUZIONE Un Servizio-Segno della Chiesa di Crema a favore di famiglie che hanno perso il lavoro.

Regolamento del Fondo Famiglie Solidali. INTRODUZIONE Un Servizio-Segno della Chiesa di Crema a favore di famiglie che hanno perso il lavoro. Regolamento del Fondo Famiglie Solidali INTRODUZIONE Un Servizio-Segno della Chiesa di Crema a favore di famiglie che hanno perso il lavoro. La situazione di crisi economica conseguente alla grave crisi

Dettagli

Allegato D All Ambito Territoriale C9 per il tramite del Comune di Alla c. a. del Responsabile dei Servizi Sociali SEDE OGGETTO: Richiesta partecipazione alla selezione per l assegnazione di borsa lavoro.

Dettagli

Il modello 730 può essere presentato unicamente: - dai residenti in Italia nel 2013 e/o nel 2014.

Il modello 730 può essere presentato unicamente: - dai residenti in Italia nel 2013 e/o nel 2014. Questionario per la verifica dell obbligo e/o convenienza alla compilazione del modello 730/2014 relativo all anno di imposta 2013, del modello UNICO RW. Il modello 730 può essere presentato unicamente:

Dettagli

GUIDA PER LA DETERMINAZIONE DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (ISEE) PER LA RIDUZIONE DELLE TASSE UNIVERSITARIE A.A.

GUIDA PER LA DETERMINAZIONE DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (ISEE) PER LA RIDUZIONE DELLE TASSE UNIVERSITARIE A.A. GUIDA PER LA DETERMINAZIONE DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (ISEE) PER LA RIDUZIONE DELLE TASSE UNIVERSITARIE A.A. 2009-2010 DATI ANAGRAFICI Indicare il proprio nome, cognome e,

Dettagli

Diritto Tributario. Anno 2012 Diritto del Lavoro

Diritto Tributario. Anno 2012 Diritto del Lavoro Anno 2012 Diritto del Lavoro - Premesso il concetto di assicurazione sociale, il candidato illustri i principali adempimenti del datore di lavoro nei confronti di I.N.P.S. ed I.N.A.I.L., sia all inizio

Dettagli

Finanziamenti e Condizioni agevolate

Finanziamenti e Condizioni agevolate Finanziamenti e Condizioni agevolate Edizione gennaio 2011 Pagina 1 Sommario 1 NUOVO PACCHETTO DI CONDIZIONI AGEVOLATE... 3 2 CONDIZIONI C/C E DEPOSITI AMINISTRATI... 3 3 APERTURA DI CREDITO FIDUCIARIA...

Dettagli

REGOLE IN MATERIA DI FINANZIAMENTI PERSONALI AGEVOLATI DEL GRUPPO INTESA SANPAOLO

REGOLE IN MATERIA DI FINANZIAMENTI PERSONALI AGEVOLATI DEL GRUPPO INTESA SANPAOLO REGOLE IN MATERIA DI FINANZIAMENTI PERSONALI AGEVOLATI DEL GRUPPO INTESA SANPAOLO Emittente: Direzione Centrale Risorse Umane Destinatari: Gruppo Intesa Sanpaolo Società Italia Percorso: ARCO Regole Gestione

Dettagli

Documentazione per mod.730 2011 redditi 2010

Documentazione per mod.730 2011 redditi 2010 Documentazione per mod.730 2011 redditi 2010 Cosa portare per la compilazione: Eventuale indirizzo di posta elettronica. Eventuale numero di telefono cellulare. Eventuale numero di telefono fisso. Modello

Dettagli

Le regole per ottenere gli sconti fiscali

Le regole per ottenere gli sconti fiscali Periodico informativo n. 40/2011 Le regole per ottenere gli sconti fiscali Gentile cliente, è nostra cura metterla al corrente, con il presente documento informativo, che con Provvedimento dell Agenzia

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (ART. 3 DLGS 109/98) ARTICOLO 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO

REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (ART. 3 DLGS 109/98) ARTICOLO 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO COMUNE DI CASTEL D ARIO Provincia di Mantova REGOLAMENTO ATTUATIVO DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (ISEE) REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA

Dettagli

Informazioni di base...3. Principali tipologie di mutuo...5 MUTUO A TASSO FISSO...5 MUTUO A TASSO VARIABILE...6 MUTUO A TASSO MISTO...

Informazioni di base...3. Principali tipologie di mutuo...5 MUTUO A TASSO FISSO...5 MUTUO A TASSO VARIABILE...6 MUTUO A TASSO MISTO... GUIDA SUI MUTUI Sommario Informazioni di base...3 Principali tipologie di mutuo...5 MUTUO A TASSO FISSO...5 MUTUO A TASSO VARIABILE...6 MUTUO A TASSO MISTO...7 MUTUO A DUE TIPI DI TASSO...8 MUTUO A TASSO

Dettagli

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE - ENTRATE Residui presunti finali dell'anno 2013

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE - ENTRATE Residui presunti finali dell'anno 2013 ANNO PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE - ENTRATE 01 001 Contributi ordinari 63.250,00 63.250,00 01 001 Tassa prima iscrizione Albo 3.550,00-400,00 3.150,00 01 001 01 001 Tassa prima iscrizione Praticanti

Dettagli

Il comportamento economico delle famiglie straniere

Il comportamento economico delle famiglie straniere STUDI E RICERCHE SULL ECONOMIA DELL IMMIGRAZIONE Il comportamento economico delle straniere Redditi, consumi, risparmi e povertà delle straniere in Italia nel 2010 Elaborazioni su dati Banca d Italia Perché

Dettagli

FINANZIAMENTI E CONDIZIONI AGEVOLATE

FINANZIAMENTI E CONDIZIONI AGEVOLATE FINANZIAMENTI E CONDIZIONI AGEVOLATE ANTICIPAZIONE DEL T.F.R. E DELLO ZAINETTO In questi giorni sono state pubblicate su Intranet le circolari aziendali sui finanziamenti agevolati e sulle nuove regole

Dettagli

Il risultato della dichiarazione dei redditi

Il risultato della dichiarazione dei redditi Il risultato della dichiarazione dei redditi Capitolo 12 12.1 CONCETTI GENERALI 12.2 IRPEF : CALCOLO IMPOSTA LORDA 12.3 IRPEF : DALL IMPOSTA LORDA ALL IMPOSTA NETTA : LE DETRAZIONI 12.4 IRPEF : DALL IMPOSTA

Dettagli

Oneri deducibili risparmio pensionistico liberalità

Oneri deducibili risparmio pensionistico liberalità LE IMPOSTE Irpef Oneri deducibili Gli oneri deducibili più rilevanti ai fini della determinazione dell IRPEF sono: quelli legati al risparmio pensionistico: deduzione dei contributi previdenziali e assistenziali

Dettagli

DOCUMENTI NECESSARI PER DETERMINARE IL TUO REDDITO 2014

DOCUMENTI NECESSARI PER DETERMINARE IL TUO REDDITO 2014 DOCUMENTI NECESSARI PER DETERMINARE IL TUO REDDITO 2014 DOCUMENTI Dichiarazione dei redditi modello 730 o Unico presentati nel 2014 per i redditi 2013 Pagamenti IMU 2014 Codice fiscale del dichiarante,

Dettagli

La Gestione Separata. Giornata nazionale della previdenza Milano 18 maggio 2013

La Gestione Separata. Giornata nazionale della previdenza Milano 18 maggio 2013 La Gestione Separata Giornata nazionale della previdenza Milano 18 maggio 2013 1 2 L iscrizione E a carico del lavoratore o del professionista Deve essere presentata entro 30 giorni dall inizio dell attività.

Dettagli

Tecnica bancaria programma II modulo

Tecnica bancaria programma II modulo Tecnica bancaria programma II modulo Università degli Studi di Trieste Facoltà di Economia e Commercio Deams Dipartimento di Economia Aziendale Matematica e Statistica Tecnica Bancaria 520EC Marco Galdiolo

Dettagli