Sottotitolo Sinergie tra standard e cenni alla ISO/IEC 27013

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sottotitolo Sinergie tra standard e cenni alla ISO/IEC 27013"

Transcript

1 Sottotitolo Sinergie tra standard e cenni alla ISO/IEC Autore Fabio Guasconi

2 Lo standard ISO/IEC Sistema di Gestione per la Sicurezza delle Informazioni (SGSI o ISMS). Applicabile ad organizzazioni di ogni dimensione Ambito definibile a piacimento Approccio ciclico (PDCA) Orientata ai processi Costituisce un framework completo Dice cosa fare ma non come farlo Volta al miglioramento continuo E un riferimento universale e certificabile

3 Origini BS :1995 BS :1998 BS :1999 BS :1999 ISO/IEC 17799:2000 ISO/IEC 17799: Giugno 2005 Code of practice for information security management ISO/IEC 27001:2005 ISMS requirements 15 Ottobre

4 ISO/IEC 27001:2005 Risk Assessment Policy & Requisiti Contromisure Annex A Plan Do Act Check Miglioramento Efficacia Audit

5 Contromisure contemplate

6 Famiglia ISO Requisiti Linee Guida Di Settore 27001:2005 ISMS requirements 27006:2007 Requirements for audit & cert. bodies 27000:2009 Vocabulary 27002:2005 Code of practice 27003:2010 Implementation guidance 27004:2009 Measurements 27005:2008 Risk Management Inter-sector communications 27011:2008 Telecommunications ISO/IEC and ISO/IEC Security governance Financial and insurance ISMS auditing Audit on ISMS controls 2701X ISM Economics

7 Relazioni con ISO/IEC ISO/IEC Risk Assessment ISO/IEC Policy & Requisiti Contromisure Annex A ISO/IEC 2701X Plan Do ISO/IEC Act Check Miglioramento Efficacia ISO/IEC Audit ISO/IEC

8 Dati statistici In Italia sono oggi attivi oltre 130 certificati, con la progressione seguente Nel mondo sono oltre 6000, con in testa Giappone, India, UK e Cina

9 ISO/IEC e Opportunità Gestione centralizzata della sicurezza Ritorno d immagine Governo della sicurezza Riduzione dei costi Ottimizzazione delle risorse Strategia possibile Rispetto ai Clienti Rispetto agli investitori Due diligence Copertura dei requisiti legali Consapevolezza Coinvolgimento della Direzione

10 Le due norme e la sicurezza ISO/IEC Protegge gli asset informativi di un organizzazione che possono essere parte di un servizio Focus su CIA ISO/IEC Abilita l erogazione di servizi secondo SLA definiti, la sicurezza è uno dei processi di gestione necessari Focus su A Benefici principali per l integrazione dei due sistemi: Migliorare la sicurezza della struttura che eroga i servizi e dei servizi stessi (27001 verso 20000) Migliorare l efficacia delle misure legate alla gestione dell IT (20000 verso 27001) Attuare sinergie in ottica di ottimizzazione costi/benefici 10

11 Come Farlo Cosa Fare Come abbinare e 20000? Non sono norme allo stesso livello ISO/IEC ISO/IEC Ambito E opportuno considerare anche la e la serie Bisogna tenere presenti le differenze di scope E necessario un linguaggio comune condiviso Si crea un SISTEMA INTEGRATO che prenda intelligentemente il meglio tra le due norme, senza metterle in competizione 11

12 Come abbinare e 20000? Fonte: ITILv3 and Information Security Whitepaper 12

13 La soluzione del Sistema Integrato Tutti i Sistemi di Gestione hanno dei requisiti in comune, ISO infatti sta impostando una struttura unica da usare per tutti (v. nuova 27001). Riferimento: BAS PAS = SGI Azioni Preventive e Correttive Riesame della Direzione Act Plan Politiche Valutazione del rischio Requisiti Obiettivi Ruoli & Responsabilità Monitoraggio delle Performance Misurazione dell Efficacia Auditing Check Do Misure Operative Gestione delle Risorse Documentazione Comunicazione 13

14 Contatti evidenti Norme promulgate dal JTC1 (SC7 ed SC27) Costruite sul paradigma PDCA volto al miglioramento continuo Approccio a processi Necessità di commitment da parte della Direzione Sistemi di Gestione (SMS e ISMS) La ISO/IEC richiama esplicitamente la ISO/IEC Information Security Management NOTE: ISO/IEC 17799, Information technology Security techniques Code of practice for information security management provides guidance on information security management La prossima versione della ISO/IEC farà riferimento alla serie (testo del FCD) 14

15 Sinergie Strutturali 15

16 Oltre alla

17 ISO/IEC 27013, 1 st WD Guidance on the integrated implementation of ISO/IEC and ISO/IEC Editor provenienti da SC27 ma anche da SC7 Termine dei lavori previsto per fine 2012 Contribution possibile via UNINFO 17

18 ISO/IEC 27013, 1 st WD Indice 4. Characteristics of ISO/IEC and ISO/IEC Benefits of implementing a management system based upon both ISO/IEC and ISO/IEC Planning a combined implementation* 7. Advice on combining management systems 7.1 Areas where the standards may work well together 7.2 Areas where confusion may arise * Implement ISO/IEC when ISO/IEC is already adopted, or vice versa; Implement both ISO/IEC and ISO/IEC together; Align existing ISO/IEC and ISO/IEC management system implementations (no scope overlap). 18

19 GdL Serie UNINFO Commenti (tutti) N84XX Coordinatore (uno per norma) Commenti Italiani Presidente SC27 (uno) Meeting (aperti ai soci, meglio se coordinatori) DoC, nuovo testo 19

20 Caso Poste Italiane Fonte: TUV SUD, Fabrizio Cirilli Poste Italiane ha certificato i processi ed i servizi interni: tutta l infrastruttura informatica viene garantita grazie alla ISO 27001, in maniera da mettere in sicurezza i parametri di tutto ciò che ruota intorno ai servizi IT, a loro volta supportati dalla ISO (es. i processi di gestione delle carte di credito, degli sportelli, aspetti ad alto contenuto tecnico e ad elevato rischio finanziario). La forza del modello di gestione sviluppato da Poste Italiane risiede anche nel fatto di aver lavorato per integrare il sistema qualità ISO 9001 (che supporta i processi decisionali e progettuali) con quelli ISO e ISO per la gestione della sicurezza delle informazioni e l erogazione dei servizi. 20

21 IT Risk Management Sul processo centrale per l Information Security Management e le sue relazioni con ITILv3 sta lavorando da tempo un GdL di ITSMF. Incident Management Problem Management storico minacce asset ITRM IT Risk Management SLA Change Management Config. Management rischi vulnerabilità RFC Service Level Management 21

22 Riferimenti Prospettiva 22 ISO/IEC su

Come affrontare le minacce alla sicurezza IT. Roma, 16 Giugno 2010

Come affrontare le minacce alla sicurezza IT. Roma, 16 Giugno 2010 Come affrontare le minacce alla sicurezza IT Roma, 16 Giugno 2010 Fabio Guasconi Introduzione Presidente del SC27 di UNINFO Chief of Italian Delegation for JTC1/SC27 (ISO/IEC) Socio CLUSIT, ITSMF, ISACA

Dettagli

Information Security (ISO/IEC 27001) e IT Service Management (ISO/IEC 20000-1)

Information Security (ISO/IEC 27001) e IT Service Management (ISO/IEC 20000-1) Information Security (ISO/IEC 27001) e IT Service Management (ISO/IEC 20000-1) Analisi delle interdipendenze e delle opportunità di integrazione dei due standard secondo la ISO/IEC FDIS 27013 17/09/2012

Dettagli

IT Risk Management a 360

IT Risk Management a 360 IT Risk Management a 360 Politecnico di Torino Fabio Guasconi 26/05/ 1 Indice Risk Management, norme e metodologie internazionali Cenni all analisi quantitativa Tecniche e strumenti per la raccolta delle

Dettagli

Le certificazioni di sicurezza e la direttiva europea 114/08. Roma, 27 Maggio 2010

Le certificazioni di sicurezza e la direttiva europea 114/08. Roma, 27 Maggio 2010 Le certificazioni di sicurezza e la direttiva europea 114/08 Roma, 27 Maggio 2010 1 Presentazione Relatore Fabio Guasconi Presidente del SC27 di UNINFO e membro del direttivo Head of Delegation per l Italia,

Dettagli

Qualification Program in Information Security Management according to ISO/IEC 27002. Cesare Gallotti Milano, 23 gennaio 2009

Qualification Program in Information Security Management according to ISO/IEC 27002. Cesare Gallotti Milano, 23 gennaio 2009 Qualification Program in Information Security Management according to ISO/IEC 27002 Cesare Gallotti Milano, 23 gennaio 2009 1 Agenda Presentazione Le norme della serie ISO/IEC 27000 La sicurezza delle

Dettagli

Chi siamo TÜV Italia è un ente di certificazione indipendente, filiale italiana del gruppo TÜV SÜD.

Chi siamo TÜV Italia è un ente di certificazione indipendente, filiale italiana del gruppo TÜV SÜD. Chi siamo TÜV Italia è un ente di certificazione indipendente, filiale italiana del gruppo TÜV SÜD. Ma siamo soprattutto. TÜV SÜD - Presenza a livello internazionale Austria Belgio Danimarca Francia Germania

Dettagli

Misure di Tutela e Aspetti Legali nel contesto del Cloud Computing

Misure di Tutela e Aspetti Legali nel contesto del Cloud Computing Reg. 05/017 Misure di Tutela e Aspetti Legali nel contesto del Cloud Computing La certificazione di sistema per aumentare il trust cliente-fornitore 25 maggio 2010 AIPSI - Milano 1 The speaker Fabrizio

Dettagli

Certificazione ISO 20000:2005 e Integrazione con ISO 9001:2000 e ISO 27001:2005. Certification Europe Italia

Certificazione ISO 20000:2005 e Integrazione con ISO 9001:2000 e ISO 27001:2005. Certification Europe Italia Certificazione ISO 20000:2005 e Integrazione con ISO 9001:2000 e ISO 27001:2005 Certification Europe Italia 1 IT Service Management & ITIL Ä La IT Infrastructure Library (ITIL) definisce le best practice

Dettagli

Sistemi di gestione integrati Come la ISO/IEC 20000 può essere di supporto alla ISO/IEC 27001

Sistemi di gestione integrati Come la ISO/IEC 20000 può essere di supporto alla ISO/IEC 27001 Seminario associazioni: Seminario a cura di itsmf Italia Sistemi di gestione integrati Come la ISO/IEC 20000 può essere di supporto alla ISO/IEC 27001 Cesare Gallotti Milano, 14 marzo 2011 Agenda Presentazione

Dettagli

Standard ISO/IEC 270xx. Milano, 10 novembre 2011

Standard ISO/IEC 270xx. Milano, 10 novembre 2011 Standard ISO/IEC 270xx Milano, 10 novembre 2011 1 Agenda Presentazione relatore Introduzione agli standard ISO/IEC 27k La norma ISO/IEC 27001 in (molto) breve La certificazione ISO/IEC 27001 Gli standard

Dettagli

Il Sistema di Governo della Sicurezza delle Informazioni di SIA

Il Sistema di Governo della Sicurezza delle Informazioni di SIA Company Management System Il Sistema di Governo della Sicurezza delle Informazioni di SIA Scopo del documento: Redatto da: Verificato da: Approvato da: Codice documento: Classificazione: Dominio di applicazione:

Dettagli

Come utilizzare gli standard di sicurezza per una maggiore efficienza e riducendo i costi

Come utilizzare gli standard di sicurezza per una maggiore efficienza e riducendo i costi Come utilizzare gli standard di sicurezza per una maggiore efficienza e riducendo i costi È possibile trasformare la sicurezza delle informazioni da costo percepito ad investimento e opportunità di business?

Dettagli

Organizzare la sicurezza, palo. Pierluigi D Ambrosio. p.dambrosio@businesssecurity.it. 2002-2014 Business Security 1

Organizzare la sicurezza, palo. Pierluigi D Ambrosio. p.dambrosio@businesssecurity.it. 2002-2014 Business Security 1 Organizzare la sicurezza, ovvero come legare il cane al palo Pierluigi D Ambrosio p.dambrosio@businesssecurity.it 2002-2014 Business Security 1 Problema: Possiedo un cane, un palo, della corda, della catena

Dettagli

ISO/IEC 2700:2013. Principali modifiche e piano di transizione alla nuova edizione. DNV Business Assurance. All rights reserved.

ISO/IEC 2700:2013. Principali modifiche e piano di transizione alla nuova edizione. DNV Business Assurance. All rights reserved. ISO/IEC 2700:2013 Principali modifiche e piano di transizione alla nuova edizione ISO/IEC 27001 La norma ISO/IEC 27001, Information technology - Security techniques - Information security management systems

Dettagli

La Certificazione ISO/IEC 27001. Sistema di Gestione della Sicurezza delle Informazioni

La Certificazione ISO/IEC 27001. Sistema di Gestione della Sicurezza delle Informazioni Sistema di Gestione della Sicurezza delle Informazioni 2015 Summary Chi siamo Il modello operativo di Quality Solutions Introduzione alla ISO 27001 La metodologia Quality Solutions Focus on: «L analisi

Dettagli

Presidente del SC27 italiano e membro del direttivo di UNINFO. Capo delegazione italiana per il JTC1/SC27 ISO/IEC

Presidente del SC27 italiano e membro del direttivo di UNINFO. Capo delegazione italiana per il JTC1/SC27 ISO/IEC Speaker Fabio Guasconi Presidente del SC27 italiano e membro del direttivo di UNINFO Capo delegazione italiana per il JTC1/SC27 ISO/IEC ISECOM Vice Direttore delle Comunicazioni Membro di CLUSIT, ITSMF,

Dettagli

IS Governance. Francesco Clabot Consulenza di processo. francesco.clabot@netcom-srl.it

IS Governance. Francesco Clabot Consulenza di processo. francesco.clabot@netcom-srl.it IS Governance Francesco Clabot Consulenza di processo francesco.clabot@netcom-srl.it 1 Fondamenti di ISO 20000 per la Gestione dei Servizi Informatici - La Norma - 2 Introduzione Che cosa è una norma?

Dettagli

IL BS7799 ALCUNI CONCETTI FONDAMENTALI. Relatore: Ing. Marcello Mistre, CISA marcello.mistre@sistinf.it BS 7799. Sistemi Informativi S.p.A.

IL BS7799 ALCUNI CONCETTI FONDAMENTALI. Relatore: Ing. Marcello Mistre, CISA marcello.mistre@sistinf.it BS 7799. Sistemi Informativi S.p.A. IL BS7799 Relatore: Ing. Marcello Mistre, CISA marcello.mistre@sistinf.it Sistemi Informativi S.p.A. ALCUNI CONCETTI FONDAMENTALI Sistemi Informativi S.p.A. 2 ATTIVITA DELLA SECURITY STUDIO, SVILUPPO ED

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Per conto di AICQ CN 1 Autore Giovanni Mattana Presidente AICQ CN Presidente della Commissione UNI Gestione per la Qualità e Metodi Statistici

Per conto di AICQ CN 1 Autore Giovanni Mattana Presidente AICQ CN Presidente della Commissione UNI Gestione per la Qualità e Metodi Statistici 1 Per conto di AICQ CN 1 Autore Giovanni Mattana Presidente AICQ CN Presidente della Commissione UNI Gestione per la Qualità e Metodi Statistici PECULIARITÀ DELLA NORMA Il quadro di definizione delle competenze

Dettagli

Marco Salvato, KPMG. AIEA Verona 25.11.2005

Marco Salvato, KPMG. AIEA Verona 25.11.2005 Information Systems Governance e analisi dei rischi con ITIL e COBIT Marco Salvato, KPMG Sessione di studio AIEA, Verona 25 Novembre 2005 1 Information Systems Governance L'Information Systems Governance

Dettagli

Qualification Program in IT Service Management according to ISO/IEC 20000. Cesare Gallotti Milano, 23 gennaio 2009

Qualification Program in IT Service Management according to ISO/IEC 20000. Cesare Gallotti Milano, 23 gennaio 2009 Qualification Program in IT Service Management according to ISO/IEC 20000 Cesare Gallotti Milano, 23 gennaio 2009 1 Agenda Presentazione Le norme della serie ISO/IEC 20000 L IT Service Management secondo

Dettagli

Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT. Paolo Salvaneschi A6_5 V1.0. Security Management

Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT. Paolo Salvaneschi A6_5 V1.0. Security Management Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT Paolo Salvaneschi A6_5 V1.0 Security Management Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti, per studio personale

Dettagli

IT Governance: scelte e soluzioni. Cesare Gallotti, Indipendent Consultant Roma, 18 novembre 2010

IT Governance: scelte e soluzioni. Cesare Gallotti, Indipendent Consultant Roma, 18 novembre 2010 IT Governance: scelte e soluzioni Cesare Gallotti, Indipendent Consultant Roma, 18 novembre 2010 Agenda 1. Presentazione 2. IT Governance 3. I quadri di riferimento 4. Le attività di controllo 5. Privacy

Dettagli

RSM01. Pag. 1/9 Rev.03. Regolamento VSSM. E. Stanghellini R. De Pari. S. Ronchi R. De Pari 03 11/02/2015. S. Ronchi R. De Pari

RSM01. Pag. 1/9 Rev.03. Regolamento VSSM. E. Stanghellini R. De Pari. S. Ronchi R. De Pari 03 11/02/2015. S. Ronchi R. De Pari Pag. 1/9 03 11/02/2015 Modificata da EA a IAF la denominazione dei Settori merceologici. S. Ronchi R. De Pari E. Stanghellini R. De Pari 02 03/01/2014 Modificata ragione sociale 01 10/04/2012 Aggiornamento

Dettagli

Nuovo Impulso per la Sicurezza delle Informazioni con la Revisione delle Norme

Nuovo Impulso per la Sicurezza delle Informazioni con la Revisione delle Norme Rubrica Nuovo Impulso per la Sicurezza delle Informazioni con la Revisione delle Norme A. Piva - A. Rampazzo Le informazioni sono cruciali per il funzionamento e talvolta persino per la sopravvivenza di

Dettagli

Processi di Gestione dei Sistemi ICT

Processi di Gestione dei Sistemi ICT Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT Paolo Salvaneschi A3_1 V1.1 Processi di Gestione dei Sistemi ICT Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti,

Dettagli

Lo standard ISO/IEC 15408: le modalità applicative a tutela degli utilizzatori dei sistemi ICT e la complementarità con lo standard ISO/IEC 27001

Lo standard ISO/IEC 15408: le modalità applicative a tutela degli utilizzatori dei sistemi ICT e la complementarità con lo standard ISO/IEC 27001 Lo standard ISO/IEC 15408: le modalità applicative a tutela degli utilizzatori dei sistemi ICT e la complementarità con lo standard ISO/IEC 27001 Sessione di studio comune AIEA-ISCOM Roma, Ministero delle

Dettagli

ISO 50001:2011: Integrazione con ISO 14001:2004 e altri sistemi di gestione

ISO 50001:2011: Integrazione con ISO 14001:2004 e altri sistemi di gestione ISO 50001:2011: Integrazione con ISO 14001:2004 e altri sistemi di gestione Fiona Healy 29 September 2011 Det Norske Veritas DNV è una fondazione internazionale indipendente che dal 1864 opera per la salvaguardia

Dettagli

INFORMATION SECURITY MANAGEMENT SYSTEM - ISMS

INFORMATION SECURITY MANAGEMENT SYSTEM - ISMS INFORMATION SECURITY MANAGEMENT SYSTEM - ISMS GETSOLUTION Via Ippolito Rosellini 12 I 20124 Milano Tel: + 39 (0)2 39661701 Fax: + 39 (0)2 39661800 info@getsolution.it www.getsolution.it AGENDA Overview

Dettagli

POLICY GENERALE PER LA SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI REV: 03

POLICY GENERALE PER LA SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI REV: 03 POLICY GENERALE PER LA SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI REV: 03 FIRMA: RIS DATA DI EMISSIONE: 13/3/2015 INDICE INDICE...2 CHANGELOG...3 RIFERIMENTI...3 SCOPO E OBIETTIVI...4 CAMPO DI APPLICAZIONE...4 POLICY...5

Dettagli

ISO/IEC 27001 Versioni a confronto: 2005 vs 2013

ISO/IEC 27001 Versioni a confronto: 2005 vs 2013 ISO/IEC 27001 Versioni a confronto: 2005 vs 2013 Introduzione Il primo ottobre 2015 la normativa ISO/IEC 27001: 2005 verrà definitivamente sostituita dalla più recente versione del 2013: il periodo di

Dettagli

ISO20000: il percorso di Poste Italiane verso la certificazione

ISO20000: il percorso di Poste Italiane verso la certificazione ISO20000: il percorso di Poste Italiane verso la certificazione Cristina Imperi Torino, 3 Luglio 2008 Il Profilo del Gruppo Poste Italiane 1 Poste Italiane è una delle realtà di servizi al cittadino e

Dettagli

Comitato per la Qualità del Software e dei Sevizi IT

Comitato per la Qualità del Software e dei Sevizi IT Comitato per la Qualità del Software e dei Sevizi IT Continua evoluzione delle normative che adottano il modello della Gestione dei Sistemi quale approccio ad una proficua Gestione dell ICT Confindustria

Dettagli

La certificazione dei sistemi di gestione della sicurezza ISO 17799 e BS 7799

La certificazione dei sistemi di gestione della sicurezza ISO 17799 e BS 7799 Convegno sulla Sicurezza delle Informazioni La certificazione dei sistemi di gestione della sicurezza ISO 17799 e BS 7799 Giambattista Buonajuto Lead Auditor BS7799 Professionista indipendente Le norme

Dettagli

La sicurezza ( BS7 7 9 9 ) integrata

La sicurezza ( BS7 7 9 9 ) integrata La sicurezza (BS7799) integrata tramite l analisi dei processi aziendali nel Sistema Qualità Sicurezza, Qualità e Auditing: sempre maggiori le sinergie Giorgio Beghini O.S.T. Organizzazione Sistemi Tecnologie

Dettagli

Skills 4 security: antani? «Le dico solo tre parole... Chief Security Officer»

Skills 4 security: antani? «Le dico solo tre parole... Chief Security Officer» Skills 4 security: antani? «Le dico solo tre parole... Chief Security Officer» La security: esperienza vs conoscenza didattica Cosa può capitare avendone solo una delle due? Esperienza pregressa Conoscenza

Dettagli

ISO20000: il percorso di Poste Italiane verso la certificazione

ISO20000: il percorso di Poste Italiane verso la certificazione ISO20000: il percorso di Poste Italiane verso la certificazione Il percorso di Poste Italiane verso la certificazione Cristina Imperi Il Profilo del Gruppo Poste Italiane Il Gruppo Poste Italiane è una

Dettagli

Sinottico. Cobit 4.0 ISO 27001 (AS/NZS 4360 NIST 800-300)

Sinottico. Cobit 4.0 ISO 27001 (AS/NZS 4360 NIST 800-300) Sinottico Cobit 4.0 ISO 27001 (AS/NZS 4360 NIST 800-300) Indice generale Cobit 4.0...2 Pianificazione...2 Organizzazione...2 Acquisizione...3 Implementazione...3 Rilascio...4 Supporto...4 Monitoraggio/Valutazione...5

Dettagli

STT e BS7799: traguardo ed evoluzione in azienda

STT e BS7799: traguardo ed evoluzione in azienda STT e BS7799: traguardo ed evoluzione in azienda Ada Sinigalia Anita Landi XVIII Convegno Nazionale di Information Systems Auditing "25 anni di Audit: l'evoluzione di una professione" Cortona, 20 maggio

Dettagli

La condensazione della nuvola

La condensazione della nuvola La condensazione della nuvola BS ISO/IEC 27001: 2005 e cloud computing Come si trattano i gas? Rendendoli liquidi Comprimendoli e inserendoli in contenitori CONDENSANDOLI allora possono essere trattati,

Dettagli

G.Pietro Trovesi Sistema di gestione per la Sicurezza delle Informazioni

G.Pietro Trovesi Sistema di gestione per la Sicurezza delle Informazioni G.Pietro Trovesi Sistema di gestione per la Sicurezza delle Informazioni Ente di normazione per le Tecnologie Informatiche e loro applicazioni Ente federato all UNI studiare ed elaborare norme nazionali,

Dettagli

LA GESTIONE DEI DATI E LA

LA GESTIONE DEI DATI E LA XX Convegno Annuale AIEA Verona 25 maggio 2006 LA GESTIONE DEI DATI E LA LORO AFFIDABILITÀ Antonio Tomassi Direttore Audit Gestore Sistema Elettrico GRTN S.p.A. Agenda Le priorità dell informatica nel

Dettagli

La certificazione ISO/IEC 20000-1:2005: casi pratici

La certificazione ISO/IEC 20000-1:2005: casi pratici La certificazione ISO/IEC 20000-1:2005: casi pratici L esperienza DNV come Ente di Certificazione ISO 20000 di Cesare Gallotti e Fabrizio Monteleone La ISO/IEC 20000-1:2005 (che recepisce la BS 15000-1:2002

Dettagli

Un approccio integrato e innovativo alla compliance aziendale: da obbligo normativo a vantaggio competitivo. 14 Aprile 2011

Un approccio integrato e innovativo alla compliance aziendale: da obbligo normativo a vantaggio competitivo. 14 Aprile 2011 Un approccio integrato e innovativo alla compliance aziendale: da obbligo normativo a vantaggio competitivo 14 Aprile 2011 LA COMPLIANCE : DA OBBLIGO NORMATIVO A VANTAGGIO COMPETITIVO 1. Il tema della

Dettagli

Sicurezza ICT e continuità del Business. Igea Marina Rimini - 5 luglio 2013

Sicurezza ICT e continuità del Business. Igea Marina Rimini - 5 luglio 2013 Sicurezza ICT e continuità del Business Igea Marina Rimini - 5 luglio 2013 Indice L approccio alla Sicurezza ICT La rilevazione della situazione L analisi del rischio Cenni agli Standard di riferimento

Dettagli

Il Sistema di Gestione per la Security: i controlli previsti dal D. Lgs 196/03 e quelli basati sulla BS 7799-2:2002 in logica di Loss Prevention

Il Sistema di Gestione per la Security: i controlli previsti dal D. Lgs 196/03 e quelli basati sulla BS 7799-2:2002 in logica di Loss Prevention Il Sistema di Gestione per la Security: i controlli previsti dal D. Lgs 196/03 e quelli basati sulla BS 7799-2:2002 in logica di Loss Prevention Raoul Savastano Responsabile Security Services Kpmg Information

Dettagli

Processo di implementazione e certificazione di un sistema di gestione per la qualità

Processo di implementazione e certificazione di un sistema di gestione per la qualità Processo di implementazione e certificazione di un sistema di gestione per la qualità Bologna, 29 aprile SAFER, SMARTER, GREENER Scenario normativo La prima edizione della norma ISO 9001 è stata pubblicata

Dettagli

Sicurezza, Rischio e Business Continuity Quali sinergie?

Sicurezza, Rischio e Business Continuity Quali sinergie? Sicurezza, Rischio e Business Continuity Quali sinergie? ABI Banche e Sicurezza 2016 John Ramaioli Milano, 27 maggio 2016 Agenda Ø Il contesto normativo ed organizzativo Ø Possibili sinergie Ø Considerazioni

Dettagli

AUDIT DEI SISTEMI DI GESTIONE ISO/IEC 27001 E ISO/IEC 20000-1: PECULIARITÀ, APPROCCI POSSIBILI, INTEGRAZIONE, FORMAZIONE DEGLI AUDITOR

AUDIT DEI SISTEMI DI GESTIONE ISO/IEC 27001 E ISO/IEC 20000-1: PECULIARITÀ, APPROCCI POSSIBILI, INTEGRAZIONE, FORMAZIONE DEGLI AUDITOR Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legati agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce agli Audit dei Sistemi di Gestione

Dettagli

Dalle BS 7799-2:2002 e ISO 17799:2005 alle ISO 17799:2005 e 27001:2005

Dalle BS 7799-2:2002 e ISO 17799:2005 alle ISO 17799:2005 e 27001:2005 Dalle BS 7799-2:2002 e ISO 17799:2005 alle ISO 17799:2005 e 27001:2005 Evoluzione delle normative di riferimento della Information Security ed analisi delle principali novità introdotte di Cesare Gallotti

Dettagli

CERTIQUALITY. Gli standard ISO 31000 per il RiskManagement ed ISO 22301 per la certificazione dei Sistemi di Gestione della Business Continuity

CERTIQUALITY. Gli standard ISO 31000 per il RiskManagement ed ISO 22301 per la certificazione dei Sistemi di Gestione della Business Continuity Per una migliore qualità della vita CERTIQUALITY Gli standard ISO 31000 per il RiskManagement ed ISO 22301 per la certificazione dei Sistemi di Gestione della Business Continuity Dott. Nicola Gatta Direzione

Dettagli

La nuova ISO/IEC 27001:2013 ed il quadro normativo italiano. Ing. Salvatore D Emilio Roma 27/05/2014

La nuova ISO/IEC 27001:2013 ed il quadro normativo italiano. Ing. Salvatore D Emilio Roma 27/05/2014 ed il quadro normativo italiano Ing. Salvatore D Emilio Roma 27/05/2014 About me Salvatore D Emilio Laurea in Ing. TLC e master TILS Information & Communication Technology Consulente free-lance in ambito

Dettagli

ISO 27000 family. situazione ed evoluzione. Mario Cislaghi Presidente Comitato AICQ Qualità del Software. Mario Cislaghi / Attilio Rampazzo

ISO 27000 family. situazione ed evoluzione. Mario Cislaghi Presidente Comitato AICQ Qualità del Software. Mario Cislaghi / Attilio Rampazzo ISO 27000 family situazione ed evoluzione Mario Cislaghi Presidente Comitato AICQ Qualità del Software agenda Premessa ISO 27000 family Norme pubblicate Norme in sviluppo Certificazioni ISMS Iniziative

Dettagli

Qualifiche professionali per ITIL PRACTICES FOR SERVICE MANAGEMENT. Certificato ITIL Foundation in IT Service Management SYLLABUS

Qualifiche professionali per ITIL PRACTICES FOR SERVICE MANAGEMENT. Certificato ITIL Foundation in IT Service Management SYLLABUS Qualifiche professionali per ITIL PRACTICES FOR SERVICE MANAGEMENT Certificato ITIL Foundation in IT Service Management SYLLABUS Page 1 of 11 IL CERTIFICATO ITIL FOUNDATION IN IT SERVICE MANAGEMENT La

Dettagli

CERTIQUALITY. La Gestione della Business Continuity : gli standard ISO 31000 ed ISO 22301. P e r u n a m i g l i o r e q u a l i t à d e l l a v i t a

CERTIQUALITY. La Gestione della Business Continuity : gli standard ISO 31000 ed ISO 22301. P e r u n a m i g l i o r e q u a l i t à d e l l a v i t a P e r u n a m i g l i o r e q u a l i t à d e l l a v i t a CERTIQUALITY La Gestione della Business Continuity : gli standard ISO 31000 ed ISO 22301 Dott. Nicola Gatta Direzione Marketing & Industry Management

Dettagli

ISO 27001:2005 ISMS Rischi ed Opportunità Nell approccio certificativo. INFOSECURITY - Verona - 2006 05 09 1

ISO 27001:2005 ISMS Rischi ed Opportunità Nell approccio certificativo. INFOSECURITY - Verona - 2006 05 09 1 ISO 27001:2005 ISMS Rischi ed Opportunità Nell approccio certificativo INFOSECURITY - Verona - 2006 05 09 1 INFOSECURITY - Verona - 2006 05 09 2 Fornitori Istituzioni Clienti Sicurezza delle Informazioni

Dettagli

La Sicurezza dell Informazione nel Web Information System La metodologia WISS

La Sicurezza dell Informazione nel Web Information System La metodologia WISS 1 Introduzione La Sicurezza dell Informazione nel Web Information System La metodologia WISS Ioanis Tsiouras 1 (Rivista ZeroUno, in pubblicazione) I sistemi informativi con le applicazioni basate su Web

Dettagli

Company Management System Il Sistema di Governo della Sicurezza delle Informazioni di SIA-SSB

Company Management System Il Sistema di Governo della Sicurezza delle Informazioni di SIA-SSB Company Management System Il Sistema di Governo della Sicurezza delle Informazioni di SIA-SSB Codice documento: Classificazione: 1-CMS-2010-005-01 Società Progetto/Servizio Anno N. Doc Versione Pubblico

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 1

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 1 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 1 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici ITSM

Dettagli

Il punto di vista della conformità e della certificazione volontaria

Il punto di vista della conformità e della certificazione volontaria SICUREZZA CONTINUITÀ OPERATIVA Il punto di vista della conformità e della certificazione volontaria ROMA - FORUM PA - 18 MAGGIO 2012 1 I Sistemi di Gestione e le norme ISO: un percorso virtuoso Da giovane

Dettagli

Per una migliore qualità della vita CERTIQUALITY. La certificazione strumento di Business Continuity: gli standard ISO 27001 e ISO 22301

Per una migliore qualità della vita CERTIQUALITY. La certificazione strumento di Business Continuity: gli standard ISO 27001 e ISO 22301 Per una migliore qualità della vita CERTIQUALITY La certificazione strumento di Business Continuity: gli standard ISO 27001 e ISO 22301 CHI SIAMO Certiquality è una società la cui attività è orientata

Dettagli

Rif. Draft International Standard (DIS)

Rif. Draft International Standard (DIS) Aspettando la nuova ISO 27001 Rif. Draft International Standard (DIS) Laura Schiavon, Client Manager BSI Copyright 2012 BSI. All rights reserved. Indice Chi è BSI? Stato t dell arte ISO/IEC 27001 e 27002:

Dettagli

Valutazione e gestione del rischio - A cura del Dottor Antonio Guzzo, Responsabile CED

Valutazione e gestione del rischio - A cura del Dottor Antonio Guzzo, Responsabile CED Valutazione e gestione del rischio - A cura del Dottor Antonio Guzzo, Responsabile CED Quando parliamo di analisi dei rischi esaminiamo il cosiddetto concetto di information security risk management. Per

Dettagli

Francesco Scribano GTS Business Continuity and Resiliency services Leader

Francesco Scribano GTS Business Continuity and Resiliency services Leader Francesco Scribano GTS Business Continuity and Resiliency services Leader Certificazione ISO 27001: l'esperienza IBM Certificazione ISO 27001: l'esperienza IBM Il caso di IBM BCRS Perchè certificarsi Il

Dettagli

Metodologie e Standard di sicurezza logica nel settore finance: esperienze sul campo, errori comuni, nuovi trend

Metodologie e Standard di sicurezza logica nel settore finance: esperienze sul campo, errori comuni, nuovi trend Metodologie e Standard di sicurezza logica nel settore finance: esperienze sul campo, errori comuni, nuovi trend Raoul Chiesa, ISECOM, CLUSIT, OWASP, TSTF.net Fabio Guasconi, UNINFO, ISO/IEC ABI, Roma,

Dettagli

Cosa si intende per Sicurezza delle Informazioni? Quali sono gli obiettivi di un processo per la Sicurezza delle Informazioni?

Cosa si intende per Sicurezza delle Informazioni? Quali sono gli obiettivi di un processo per la Sicurezza delle Informazioni? Cosa si può fare? LA SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI Cosa si intende per Sicurezza delle Informazioni? La Sicurezza delle Informazioni nell impresa di oggi è il raggiungimento di una condizione dove i rischi

Dettagli

BSI Group Italia. Viviana Rosa Marketing & PR Manager BSI Group Italia

BSI Group Italia. Viviana Rosa Marketing & PR Manager BSI Group Italia BSI Group Italia Viviana Rosa Marketing & PR Manager BSI Group Italia Chi è BSI BSI nasce nel 1901 in Inghilterra come primo ente di normazione al mondo, riconosciuto dalla corona britannica e oggi, a

Dettagli

ISO 27000 family. La GESTIONE DEI RISCHI Nei Sistemi di Gestione. Autore: R.Randazzo

ISO 27000 family. La GESTIONE DEI RISCHI Nei Sistemi di Gestione. Autore: R.Randazzo ISO 27000 family La GESTIONE DEI RISCHI Nei Sistemi di Gestione Autore: R.Randazzo La Norme che hanno affrontato il Tema della gestione dei rischi Concetto di Rischio Agenda Il Rischio all interno della

Dettagli

Audit & Sicurezza Informatica. Linee di servizio

Audit & Sicurezza Informatica. Linee di servizio Audit & Sicurezza Informatica Linee di servizio Application Control Consulting Molte organizzazioni hanno implementato applicazioni client/server integrate, come SAP e Oracle Queste applicazioni aumentano

Dettagli

REGOLAMENTO PARTICOLARE PER LA CERTIFICAZIONE DI SISTEMI DI GESTIONE PER LA SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI

REGOLAMENTO PARTICOLARE PER LA CERTIFICAZIONE DI SISTEMI DI GESTIONE PER LA SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI 1 OGGETTO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 1 2 TERMINI E DEFINIZIONI... 2 3 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 4 REGOLE PARTICOLARI CERTIFICAZIONE IN ACCORDO ALLE NORME DI RiFERIMENTO... 2 4.1 Referente per DNV GL...

Dettagli

UNICA nasce dal desiderio di vedere la sicurezza come valore nella vita di ognuno e come condizione necessaria per una realtà lavorativa sana e di

UNICA nasce dal desiderio di vedere la sicurezza come valore nella vita di ognuno e come condizione necessaria per una realtà lavorativa sana e di UNICA nasce dal desiderio di vedere la sicurezza come valore nella vita di ognuno e come condizione necessaria per una realtà lavorativa sana e di successo. Non solo come risposta ad un adempimento di

Dettagli

TÜV Italia RISCHIO DI IMPRESA FOCUS ON STANDARDS. www.tuv.it. ugo.massarenti@tuv.it. Management Service Division

TÜV Italia RISCHIO DI IMPRESA FOCUS ON STANDARDS. www.tuv.it. ugo.massarenti@tuv.it. Management Service Division TÜV Italia RISCHIO DI IMPRESA FOCUS ON STANDARDS www.tuv.it ugo.massarenti@tuv.it Management Service Division TÜV SÜD 07/12/2012 IL RISCHIO DI IMPRESA Il rischio complessivo dell IMPRESA può essere scomposto

Dettagli

Agenda. La protezione della Banca. attraverso la convergenza della Sicurezza Fisica e Logica. innovazione per nuovi progetti

Agenda. La protezione della Banca. attraverso la convergenza della Sicurezza Fisica e Logica. innovazione per nuovi progetti La protezione della Banca attraverso la convergenza della Sicurezza Fisica e Logica Roma, 21-22 Maggio 2007 Mariangela Fagnani (mfagnani@it.ibm.com) ABI Banche e Sicurezza 2007 2007 Corporation Agenda

Dettagli

RSI 01. Pag. 1/12 Rev.04. Regolamento VSSI. S. Ronchi R. De Pari. F. Banfi R. De Pari 04 11/02/2015

RSI 01. Pag. 1/12 Rev.04. Regolamento VSSI. S. Ronchi R. De Pari. F. Banfi R. De Pari 04 11/02/2015 Pag. 1/12 04 11/02/2015 Modificata da EA a IAF la denominazione dei Settori merceologici. S. Ronchi R. De Pari F. Banfi R. De Pari 03 01/09/2014 Inserite Note 2 e 3 in para 4.1. Modifiche a seguito di

Dettagli

Le nuove norme della famiglia 27000

Le nuove norme della famiglia 27000 Versione aggiornata ad ottobre 2013 Le nuove norme della famiglia 27000 e il lavoro degli enti normativi italiani Introduzione al ISO/IEC JTC1 SC27 Il sottocomitato 27 (SC27), da cui nascono tutte le norme

Dettagli

L'analisi di sicurezza delle applicazioni web: come realizzare un processo nella PA. The OWASP Foundation. Stefano Di Paola. CTO Minded Security

L'analisi di sicurezza delle applicazioni web: come realizzare un processo nella PA. The OWASP Foundation. Stefano Di Paola. CTO Minded Security L'analisi di sicurezza delle applicazioni web: come realizzare un processo nella PA Stefano Di Paola CTO Minded Security OWASP Day per la PA Roma 5, Novembre 2009 Copyright 2009 - The OWASP Foundation

Dettagli

LA CERTIFICAZIONE DEI SISTEMI E DEGLI AUDITOR PER LA SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI (INFORMATION SECURITY MANAGEMENT SYSTEMS AND AUDITORS CERTIFICATION)

LA CERTIFICAZIONE DEI SISTEMI E DEGLI AUDITOR PER LA SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI (INFORMATION SECURITY MANAGEMENT SYSTEMS AND AUDITORS CERTIFICATION) PDCA Srl, partner di Security Brokers SCpA LA CERTIFICAZIONE DEI SISTEMI E DEGLI AUDITOR PER LA SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI (INFORMATION SECURITY MANAGEMENT SYSTEMS AND AUDITORS CERTIFICATION) Sommario

Dettagli

Tanta fatica solo per un bollino ne vale davvero la pena?

Tanta fatica solo per un bollino ne vale davvero la pena? Tanta fatica solo per un bollino ne vale davvero la pena? Relatori: Paolo SFERLAZZA Alberto PERRONE Relatori Paolo Sferlazza Security Advisor CISA,LA27001,LA22301,OPST, COBIT 5, ITIL,LA9001,ISFS, ITSM,ISMA

Dettagli

BSI Group Italia 8901 Sostenibilità degli eventi

BSI Group Italia 8901 Sostenibilità degli eventi BSI Group Italia 8901 Sostenibilità degli eventi 1 Chi è BSI 2 BSI nasce nel 1901 in Inghilterra come primo ente di normazione al mondo, riconosciuto dalla corona britannica e oggi, a più di 100 anni dalla

Dettagli

Gli aspetti innovativi del Draft International Standard (DIS) ISO 9001:2015

Gli aspetti innovativi del Draft International Standard (DIS) ISO 9001:2015 Gli aspetti innovativi del Draft International Standard (DIS) ISO 9001:2015 I requisiti per la gestione del rischio presenti nel DIS della nuova ISO 9001:2015 Alessandra Peverini Perugia 9/09/2014 ISO

Dettagli

Politica per la Sicurezza

Politica per la Sicurezza Codice CODIN-ISO27001-POL-01-B Tipo Politica Progetto Certificazione ISO 27001 Cliente CODIN S.p.A. Autore Direttore Tecnico Data 14 ottobre 2014 Revisione Resp. SGSI Approvazione Direttore Generale Stato

Dettagli

La norma ISO 50001 per il risparmio energetico delle aziende

La norma ISO 50001 per il risparmio energetico delle aziende La norma ISO 50001 per il risparmio energetico delle aziende La norma UNI CEI EN ISO 50001:2011 Sistemi di gestione dell energia Requisiti e linee guida per l uso è la versione ufficiale italiana della

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

CEPAS srl Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu

CEPAS srl Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER ISMS OR / RESPONSABILI

Dettagli

Documentare, negoziare e concordare gli obiettivi di qualità e le responsabilità del Cliente e dei Fornitori nei Service Level Agreements (SLA);

Documentare, negoziare e concordare gli obiettivi di qualità e le responsabilità del Cliente e dei Fornitori nei Service Level Agreements (SLA); L economia della conoscenza presuppone che l informazione venga considerata come la risorsa strategica più importante che ogni organizzazione si trova a dover gestire. La chiave per la raccolta, l analisi,

Dettagli

Fabio Guasconi. Partner. Presidente del SC27 di UNINFO e membro del direttivo. Head of Delegation per l Italia, JTC1/SC27 ISO/IEC

Fabio Guasconi. Partner. Presidente del SC27 di UNINFO e membro del direttivo. Head of Delegation per l Italia, JTC1/SC27 ISO/IEC Fabio Guasconi Presidente del SC27 di UNINFO e membro del direttivo Head of Delegation per l Italia, JTC1/SC27 ISO/IEC ISECOM Deputy Director of Communications Membro di CLUSIT, ITSMF, AIIC, ISACA Roma

Dettagli

ISO 45001. il nuovo ponte tra sicurezza e innovazione. Comprendere il cambiamento

ISO 45001. il nuovo ponte tra sicurezza e innovazione. Comprendere il cambiamento ISO 45001 il nuovo ponte tra sicurezza e innovazione Comprendere il cambiamento Premessa L art. 30 del Testo Unico della Sicurezza dice chiaramente che i modelli di organizzazione aziendale definiti conformemente

Dettagli

Le certificazioni ISC² : CISSP CSSLP SSCP

Le certificazioni ISC² : CISSP CSSLP SSCP Le certificazioni ISC² : CISSP CSSLP SSCP Chi è ISC² (ISC)² = International Information Systems Security Certification Consortium (ISC)²is the non-profit international leader dedicated to training, qualifying

Dettagli

Continua evoluzione dei modelli per gestirla

Continua evoluzione dei modelli per gestirla Governance IT Continua evoluzione dei modelli per gestirla D. D Agostini, A. Piva, A. Rampazzo Con il termine Governance IT si intende quella parte del più ampio governo di impresa che si occupa della

Dettagli

IT Value. Referenze di Progetto. Settembre 2013

IT Value. Referenze di Progetto. Settembre 2013 IT Value Referenze di Progetto Settembre 2013 Project Management Anno: 2012 Cliente: ACEA SpA Roma Durata: 1 anno Intervento: Gestione dei progetti riguardanti l implementazione di Applicativi per il Credit

Dettagli

ISO 9001:2015 Il «nuovo approccio» sistematico al rischio

ISO 9001:2015 Il «nuovo approccio» sistematico al rischio ISO 9001:2015 Il «nuovo approccio» sistematico al rischio Milano, 10 Novembre 2015 Dott. Emanuele Riva Direttore Dipartimento Certificazione e Ispezione IAF Vice-Chair 1 Cosa cambia? ISO 9001: 2015 2 3

Dettagli

Cloud e Sicurezza secondo le norme ISO/IEC

Cloud e Sicurezza secondo le norme ISO/IEC Cloud e Sicurezza secondo le norme ISO/IEC Autore Fabio Guasconi Fabio Guasconi Direttivo CLUSIT Direttivo UNINFO Presidente del ISO/IEC JTC1 SC27 UNINFO CISA, CISM, PCI-QSA, ITIL, ISFS, Lead Auditor 27001

Dettagli

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Seminario associazioni: Seminario a cura di itsmf Italia Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Andrea Praitano Agenda Struttura dei processi ITIL v3; Il Problem

Dettagli

AUTOVALUTAZIONE E INTEGRAZIONE SISTEMICA NELLA SCUOLA

AUTOVALUTAZIONE E INTEGRAZIONE SISTEMICA NELLA SCUOLA AUTOVALUTAZIONE E INTEGRAZIONE SISTEMICA NELLA SCUOLA di Marco Bechis e Laura Tomatis Introduzione Al termine del percorso di revisione dell attuale norma iso 9001 1 a cura del Comitato Tecnico iso/tc

Dettagli

Standard per la Certificazione della Sicurezza dell Informazione

Standard per la Certificazione della Sicurezza dell Informazione Standard per la Certificazione della Sicurezza dell Informazione Ing. Emilio Montolivo Amtec-Securteam emilio.montolivo@elsagdatamat.it Roma, 17 aprile 2007 Parte 1 Concetti Introduttivi Che cos è la certificazione?

Dettagli

Gli standard ISO 50001 e UNI 11352 per l efficienza energetica: opportunità, benefici e ritorni degli investimenti

Gli standard ISO 50001 e UNI 11352 per l efficienza energetica: opportunità, benefici e ritorni degli investimenti Per una migliore qualità della vita Gli standard ISO 50001 e UNI 11352 per l efficienza energetica: opportunità, benefici e ritorni degli investimenti Umberto Chiminazzo Direttore Generale Certiquality

Dettagli