Paolo Legrenzi e Maria Grazia Favrin

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Paolo Legrenzi e Maria Grazia Favrin"

Transcript

1 L trappol nll sclt d invstimnto Paolo Lgrnzi Maria Grazia Favrin In Italia la fiducia ni confronti dll banch è più bassa ch mai. In qusto lavoro ci si chid s a front di tal sfiducia la consulnza bancaria nlla gstion di propri risparmi sia una protzion di risparmiatori, oppur bnfici soprattutto l banch. Si dimostra ch, a crt condizioni, la consulnza può avvantaggiar i risparmiatori. Infatti l prson, s lasciat sol, non sono pr natura, cioè pr i modi con cui funziona la mnt umana, oculati custodi di quanto hanno msso da part. Introduzion Consumar consulnza bancaria nlla gstion di propri risparmi può srvir al risparmiator, oppur soltanto all banch a cui affidiamo i nostri risparmi? Il problma è rilvant in Italia prché mai la fiducia ni confronti dll banch, risptto ad altr istituzioni, è stata così bassa com in qusti ultimi tmpi, almno da quando si è incominciato a misurarla. Inoltr, il pas dispon di un cospicuo risparmio cumulato ch va trattato com un tsortto pr il futuro. Pr vari motivi l attual gnrazion non risc spsso a risparmiar al ritmo di qull passat. È noto ch l famigli italian hanno avuto pr lungo tmpo un lvata propnsion al risparmio un altrttanto lvata avvrsion al dbito. È pur vro ch il dbito total dll famigli dll imprs individuali italian risptto al rddito disponibil è infrior al 100%, ma è altrttanto vro ch vnt anni fa non suprava il 30% (Gobbi, Magri, 2008). Malgrado qusto trnd ascndnt ni dbiti, in un trzo circa dll famigli italian sono custoditi patrimoni tali da richidr una politica di invstimnto a lungo trmin pr crcar di traghttar quanto lasciato dai gnitori all futur gnrazioni (Lgrnzi, 2008). In qusto scnario gnral si colloca la richista di consulnza (Lgrnzi, 2006). Il qusito di partnza appar smplic: gli invstitori vngono considrati un fin oppur un mzzo? In qusto scondo caso, la consulnza non sarbb altro ch un mzzo pr strarr valor. Una volta Marco Lira, dirttor di Plus, supplmnto d Il Sol 24 Or ch sc ogni sabato, ha ossrvato ch quando sntiva parlar di strazion di valor fatta dall banch gli vniva in mnt il suo dntista. 20 Paolo Lgrnzi IUAV di Vnzia Maria Grazia Favrin Univrsità Ca Foscari di Vnzia numro 2/2009 Mrcato

2 Il consumo di consulnza «Sono un commrciant di 38 anni... da un crto tmpo i mii gnitori mi hanno commissionato la gstion di loro risparmi pr un total di uro...». Così comincia la lttra di R.R., apparsa su Plus il 22 novmbr Poi R.R. spiga ch ha sclto com forma di invstimnto solo qullo ch capisc, cioè un mix di titoli di Stato italiani. Marco Lira rispond: «Basta poco pr invstir bn... È sufficint non comprar strumnti ch non si comprndono fino in fondo...». Smplificando una lunga tradizion sprimntal, possiamo dir ch l cos non si comprndono pr du ordini di motivi. O prché non l conosciamo, cioè pr mra ignoranza, oppur prché la loro natura l rnd, pr noi, difficili da comprndr. La nostra mnt prsnta di vincoli, ssndo stata costruita dal plurimillnario lavorío dll voluzion natural. Risc così ad assimilar a laborar adguatamnt rapidamnt solo un crto tipo di informazioni, riorganizzandol scondo i suoi schmi. Nl caso spcifico di mccanismi mntali coinvolti nll sclt d invstimnto molti vincoli ntrano in gioco. Qusto è il motivo pr cui una buona consulnza è util. Non basta, prò, ch i consulnti sappiano com sono costruiti i prodotti bancari: dvono conoscr anch com funzionano l tst di consumatori di tali prodotti (Ballotta, Gallo, Lgrnzi, 2007). I risparmiatori italiani non sono molto prparati. L ignoranza è attribuibil sia all assnza di formazion adguata sia al taglio spttacolar di mdia, ch tndono ad amplificar paur spranz. Inoltr, i più sono imprparati prché l sprinza di invstimnto di propri risparmi è rlativamnt rcnt (Lgrnzi, Favrin, 2009). Il bnssr sotto forma di bni mobiliari si è diffuso in Italia pr lo più nll ultima gnrazion, dopo avr soddisfatto l acquisto di abitazioni (quattro quinti circa dll famigli n possid almno una). S, in assnza di prparazion strna, dobbiamo contar sull sprinza prsonal di risparmiatori, va tnuto prsnt ch qusta non si è sdimntata su un lungo arco tmporal. L ultima gnrazion - ch si è familiarizzata con i mrcati da non più di un trntnnio - si è trovata immrsa, da un dcnnio a qusta part, nll turbolnz gnrat dallo scoppio dlla più ampia bolla finanziaria dlla storia. Bolla ch si ra formata in un prcdnt vntnnio altrttanto cczional (cfr. Tab. 1). Tab. 1 Rndimnti annui sul mrcato statunitns Azioni Titoli di Stato a lungo trmin Rndimnti Scarto quadratico Rndimnti Scarto rali mdio rali quadratico mdio numro 2/2009 Titoli di Stato a brv trmin Rndimnti rali Mrcato Scarto quadratico mdio ,1 17,4 1,3 11,5 0,6 3, ,7-1,2 8,1-0,8 2, ,4 17,1-4,2 13,2-0,2 2, ,5 14,7 8,5 13,6 2,8 1,7 Font: Sigl, Rndimnti finanziari stratgi d invstimnto, cit. 21

3 22 La Tab. 1 mostra il confronto tra i rndimnti di tr strumnti finanziari sul mrcato statunitns. Lungo un priodo di mzzo scolo si vidnzia la supriorità di rndimnti rali (dpurati dall inflazion) dll azioni, ma ci sono priodi ( ) in cui i rndimnti dll azioni vngono suprati da qulli di titoli di Stato a brv trmin. L uomo odirno è l rd di una spci attrzzata pr prndr dcisioni rapid, su tmpi molto più brvi risptto a qulli in cui si manifstano dll rgolarità traducibili in dcisioni razionali nl campo dgli invstimnti. Erano intrvalli brvissimi a carattrizzar l dcisioni pr la sopravvivnza di cacciatori-raccoglitori, ch facvano sclt smplici basat su ipotsi ancora più smplici. Una volta ch i nostri antnati rano riusciti a coglir rgolarità nll ambint abbandonavano con riluttanza l ipotsi ch si basavano su tal rgolarità. Avvano bisogno di molti casi contrari pr corrggrl anch noi, ancora oggi, tndiamo a usar i casi positivi più di qulli ngativi. Qusto modo di pnsar si manifsta spsso nl consolidarsi di strotipi nll inrzia dll visioni dl mondo, soprattutto s condivis (Lgrnzi, 2006). La nostra tsta non cambia modo di funzionar in poch migliaia di anni d è rd di mondi assai divrsi. Considriamo, pr smpio, l indic più rapprsntativo di mrcati mondiali, l Msci World in valuta local. Nl 1982 ra a 100, nl 2000 a 1.200, nl 2003 ra scso sotto 700, poi è risalito all vtt prcdnti ora è al livllo dl I dati di Sigl (2003) mostrano ch bastrbb vnir a contatto con la civiltà ogni vnt anni pr adottar forzosamnt una prospttiva tmporal non auto-lsionista, smplicmnt prché cntrata sui tmpi lunghi (Tab. 1). Ma l cos non stanno così: ogni giorno possiamo vdr com vanno i mrcati, s lo dimnticassimo, i mdia sarbbro lì a prmurarsi di raccontarclo, soprattutto in occasion di rovsci crolli. L ironia dlla sort - o fors l arguta sclta di Lira tra i vari consumatori dlla sua sguitissima rubrica - ha voluto ch il sabato succssivo a qullo dl 22 novmbr, un altro risparmiator abbia scritto: «[...] Uno studio rcnt da m ffttuato, a partir dal 1973, ha portato a risultati inaspttati, con rndimnti azionari ch staccano i bond - incrdibil a dirsi pr i fanatici dl matton - i przzi dgli immobili». Marco Lira, in risposta: «I risultati dlla sua analisi non mi sorprndono. Più volt sull pagin di Plus abbiamo ricordato i maggiori rndimnti ottnuti con un portafoglio bn divrsificato di azioni sull arco di dcnni [...] L azioni, com tutt l attività i cui przzi sono pubblicati in tmpo ral sui vari mdia, sono assai sfavorit risptto ai bni di cui si ignora il przzo day-by-day, com gli immobili» (cfr. Gobbi Magri, 2008, p. 131). Com mai? Fors prché l prson lggono i valori di loro avri mobiliari, pubblicati ogni giorno si mozionano, così da liquidarli a przzi bassi, s dlusi da procurarsli a przzi alti, s ccitati da forti incrmnti? Purtroppo non si tratta solo tanto dll mozioni. L prson adult riflssiv imparano a dominarl, soprattutto quando si rndono conto ch sguir impulsivamnt cicamnt l mozioni finisc pr far loro dl mal. Il problma tra origin numro 2/2009 Mrcato

4 dai mccanismi con cui funziona la prczion dl rischio, soprattutto nl caso di vnti inaspttati. I nostri modi quasi automatici di ragir al rischio hanno poco a ch far con l tcnich con cui in conomia si misura l incrtzza (Lgrnzi, 2006). L conomista Giacomo Vaciago ci ha bn spigato com l du grandi crisi dl scolo scorso, la dprssion dgli anni '30 la supr-inflazion dgli anni '70, siano stat capit, quindi, da allora prvnut (Il Sol 24 Or dl 2/10/2008). Purtroppo la crisi attual non solo ra imprvista (un incidnt contro cui siamo assicurati è pr noi imprvisto ma, sui grandi numri, pr l assicurazion è prvdibil). Era anch imprvdibil, data l assnza prcdnt di fnomni analoghi. La crisi odirna la prczion dl rischio Oggi non è in gioco la disoccupazion di massa né la stabilità montaria, ma il rischio. Il rischio ch gli conomisti sanno calcolar, quindi controllar, è qullo connsso all oscillazion dl valor di qualcosa nl tmpo ( si misura com varianza: tcnicamnt lo scarto quadratico mdio di valori, cfr. Tab. 1). Gli conomisti, pr misurar l ntità di qusto rischio, si srvono di numri di cui sono costllat l lungh sri storich, com qull usat dall assicurazioni pr calcolar l ntità di prmi volti a garantir da spcifici rischi i bni di clinti. S l prson ricorrssro spontanamnt a una misurazion analoga, pr quanto fatta a occhio croc, la impigassro intuitivamnt pr calcolar l ntità di rischi, si trovrbbro simmtrici risptto all discs all salit dl valor di bni. Il dispiacr dlla prdita sarbb contro-bilanciato dall idntico piacr dl prcdnt guadagno ( non ci sarbb bisogno di star in lutto, fnomno a rigor incomprnsibil dal punto di vista dlla razionalità conomica tradizional). Una prsona, posta di front a un opzion crta a una incrta di pari valor attso, tndrà a prfrir qulla crta. Si è inclini - trann casi patologici - a manifstar una saggia avvrsion pr il rischio, via via ch si guadagna. Provat a immaginarvi di dovr scglir, in un gioco, tra il 50% di uro uro crti. Qualcosa dl gnr capita nl popolar spttacolo tlvisivo Affari tuoi, ch da anni va in onda sul primo canal. I concorrnti di qusto gioco affrontano vincit di natura divrsa. Pr smpio, si prsnta loro da un lato l offrta di uro crti, dall altro, uro con il 50% di probabilità. Alcuni concorrnti si rndono conto ch si trattrbb di opzioni quivalnti solo s il gioco vniss riptuto un numro molto alto di volt. S si gioca una sola sra, com capita loro, l incrmnto di utilità soggttiva da 0 (pacco vuoto) a 100 mila (offrta sicura) è maggior dll incrmnto di utilità nl passar da a Si tndono così ad accttar uro crti risptto al 50% di Si tratta di trovar il numro 2/2009 Mrcato 23

5 punto di parggio: s una prsona è prudnt ( la sua prudnza dipnd dai suoi mzzi conomici, quindi, dall utilità marginal dl guadagno), si accontntrà di un crto il cui valor è infrior a qullo dll opzion insicura. Dato ch l prson possono partcipar al gioco una sola volta, spsso accttano valori crti anch molto infriori al valor attso di un quivalnt opzion incrta, salvo pntirsi quando si accorgono ch, continuando, avrbbro potuto vincr di più ( qusto irrfrnabil rimpianto è il più grand monumnto alla irrazionalità umana, cfr. Lgrnzi, 2007, Monti, Lgrnzi, 2008). Immaginat ora un ipottico gioco complmntar a qullo adottato pr lo spttacolo tlvisivo. Andat nllo studio il prsntator vi rgala uro. Sit, prò, costrtti a giocar pr almno du volt. Avt di front una prdita sicura di uro, in altrnativa, 50% di probabilità di prdrn il 50% di non prdr nulla. In qusto caso, prfrirt qusta sconda opzion, qulla incrta. S scglit la prdita crta, con l du giocat obbligatori vi mangiat di sicuro tutto qul ch vi è stato rgalato all inizio. Nl caso in cui scgliat l opzion incrta pott prdr subito tutto, alla prima giocata, ma s sit fortunati pott sprar di cavarvla pr bn du volt. In tal caso, tornrt a casa con i uro ch vi sono stati rgalati all inizio. Qusto modo asimmtrico di affrontar il rischio è comprnsibil in ambinti ostili in cui, in circostanz strm, convin prndr grandi rischi altrimnti si è spacciati comunqu. Magari molt dll tribù di cacciatori raccoglitori da cui siamo discsi si sono sacrificati affrontando pricoli mortali, ma alcuni sono riusciti a salvarsi proprio prché hanno osato in casi strmi. In un bllissimo film di alpinismo, La mort sospsa, si racconta una storia vra in cui il primo scalator dlla Siula Grand, una part vrtical ghiacciata dll And pruvian, in circostanz drammatich corr il rischio strmo di uccidr il suo compagno pur di non sacrificar ntrambi. L asimmtria nll affrontar i rischi vin rapprsntata da una funzion dl valor ch ha dato a Danil Kahnman, nl 2002, il prmio Nobl. Scondo qusta funzion un guadagno fa mno piacr - in valor assoluto - di quanto non faccia mal una prdita idntica (Lgrnzi, 2006). Lutto rimpianto, alla luc di qusta funzion, divntano fnomni comprnsibili. N consgu ch, all oscillar dl valor di un titolo, si tnd a prndr dcisioni curios. Un smplic smpio darà l ida dl problma. Asimmtria tra il dolor dll prdit il piacr di guadagni 24 Immaginat du piccoli risparmiatori. Uno ha comprato azioni Eni in ottobr 2008 al przzo di 14 uro ciascuna. L altro n ha comprat circa un ms dopo, al przzo di 18 uro. Adsso, ai primi di dicmbr 2008, il titolo val 16. Di front alla possibilità di nuovi crolli alla conclamata rcssion sono ntrambi incrti s vndrl o tnrl. Qullo ch chiunqu dovrbb doman- numro 2/2009 Mrcato

6 darsi è s è bn, oppur no, vndrl oggi a przzi così bassi. S è un azinda solida, ch macinrà utili, il valor di borsa si riprndrà pr ntrambi gli invstitori. S la crisi di mrcati non è finita, l azion tocchrà nuovi minimi. Anch qusto scnario ngativo colpirà parimnti ntrambi i risparmiatori, indipndntmnt dal przzo di acquisto. L prospttiv sono idntich, obittivamnt, si trovano di front al mdsimo dilmma. Lo sfortunato, ch l ha comprat a 18 uro, non può andar inditro nl tmpo modificar qullo ch gli è succsso. Di fatto hanno tutti du azioni Eni dvono crcar di capir il futuro. Il passato è irrilvant, ssndo immodificabil. Eppur, psicologicamnt, il dilmma non è lo stsso. S dcidono ntrambi di vndr l loro Eni, ntrranno in gioco l loro mozioni: qullo ch ha comprato a 18, pur rndndosi conto ch non può tornar inditro nl tmpo, provrà un fort rimpianto pr la prdita di 2 uro (cfr. Monti, Lgrnzi, 2008). Qullo ch l ha prs a 14 l vndrà più volntiri, prché ha guadagnato più dl 10% in soli du msi. Succd così ch una prsona si rassgna a tnr l azioni con cui è in prdita d è contnto di vndr qull su cui ha guadagnato, a prscindr da qualsiasi altra considrazion. Tutto il mondo futuro si rstring al suo prsonal mondo prcdnt. I dati mostrano ch i risparmiatori muovono spsso i loro portafogli, purtroppo, tndono a farlo ni momnti sbagliati. Prché lo fanno ni momnti sbagliati? Quando una prsona è convinta di com vanno l cos, pr smpio dlla tndnza positiva o ngativa di mrcati, ha bisogno di una lunga sri di vidnz contrari pr cambiar ida. Qusta potrbb, in lina torica, ssr una stratgia saggia prudnt. Aspttar pazintmnt molt informazioni, prima di convincrci ch l cos stanno in modo divrso da qullo ch pnsavamo, vita azioni impulsiv. Purtroppo noi siamo stati costruiti pr dcisioni rapid, focalizzat sull nostr situazioni prsonali (Lgrnzi, 2006). S considriamo, pr smpio, i piccoli risparmiatori ch hanno usato pr anni i fondi d invstimnto azionari pr ntrar sui mrcati, in luogo di scglir i singoli titoli, possiamo andar a vdr l andamnto di flussi di ntrata uscita. In gnr i flussi vidnziano un ritardo di circa du anni: sarbb stato mglio, in gnral, non crcar di azzccar il momnto giusto pr invstir o disinvstir. Qusto timing di ntrata uscita può anch ssr intrprtabil com fftto dll mozioni. L salit ci rndono uforici compriamo a przzi alti qullo ch in sguito, impauriti, liquidiamo a przzi bassi. Ovviamnt non tutti fanno così, ppur la tndnza collttiva non mostra un andamnto complssivamnt sano, com si vidnzia in Fig. 1. Qusta figura mtt in rlazion l andamnto di mrcati mondiali con i fondi azionari distribuiti in Italia su un priodo storico molto lungo. Proviamo a vdr in Fig. 1 qulla ch mrg com tndnza complssiva. numro 2/2009 Mrcato 25

7 Fig. 1 L indic rapprsntativo dll bors mondiali vin msso in rapporto, anno pr anno, con i flussi di ntrata uscita dai fondi azionari italiani Partiamo dal 1984 immaginiamo di ssr un risparmiator ch si muov con la tndnza prvalnt in Fig. 1. I mrcati azionari mondiali salgono pr tr anni, ma noi ci dcidiamo a invstir massicciamnt solo nl L anno dopo c è un lggro calo, prndiamo paura usciamo pr tr anni di fila, prdndo il cospicuo rialzo dl binnio '88- '89. Con du anni di ritardo, nl 1993, ci dcidiamo a ntrar. Purtroppo l anno dopo c è un modsto calo, il 2%, noi ci prdiamo il rialzo dl '95-'96. Nl '97 dcidiamo di ntrar pr tr anni l cos vanno bn al punto tal ch l ntrata più massiccia è nl 2000, quando i mrcati cominciano a scndr (bn prima dll 11 sttmbr, cui vin spsso rronamnt fatto risalir il cambiamnto di scnario). A qusto punto cominciamo a uscir lo facciamo con tal slancio da prdrci il rialzo dl , com bn sappiamo, quando rintriamo è troppo tardi. Il rsto è storia di nostri giorni. Ch cosa ci insgna la Fig. 1? Un fatto assai smplic: è bn frapporr tra noi i nostri risparmi un consulnt in quanto, com consumatori ch fanno sclt sui mrcati finanziari, non siamo molto bravi. È vro ch un consulnt è indotto a tnr conto dgli intrssi dlla banca da cui dipnd, ma ci sono ampi margini pr far mglio risptto a qulla ch è la nostra tndnza prvalnt quando facciamo di tsta nostra. 26 numro 2/2009 Mrcato

8 La fiducia Avr un consulnt, tuttavia, non è sufficint. Bisogna anch fidarsi di lui. Si samini la Fig. 2, ricavata da una ricrca di Maria Grazia Favrin (2007), rlativa all attribuzion di rsponsabilità dopo un invstimnto andato mal. Più di quattro quinti dl campion intrrogato (167 prson) attribuisc comunqu la colpa a chi ha prsonalmnt (Prot.=protagonista) fatto la sclta d invstimnto ngativa. Solo in prcntual molto minor, la colpa va al consulnt (Cons.=consulnt) o alla sfortuna (Sfort.=sfortuna). Fig. 2 Dopo ch l cos sono andat mal, di chi è la colpa? Dl clint (protagonista dlla vicnda=prot.), dl consulnt (=Cons.) o dlla sfortuna (=Sfort.)? ,4 94,7 88,2 80, ,2 2,4 5,3 11,8 9,7 9,7 Cond. 1 Cond. 2 Cond. 3 Cond. 4 Prot. Cons. Sfort. Font: OSMED, Rapporto Nazional, gnnaio-sttmbr La prcntual scnd quando il clint è vittima di una truffa (Cond. 4), ma l 80,6% dll prson intrrogat pnsa ch la colpa sia comunqu dl protagonista dlla storia non dl suo consulnt. La stssa prcntual sal al 94,7% quando il clint fa di tsta sua (Cond. 2). Qusti dati mostrano ch la tndnza spontana consist nl non fidarsi di un consulnt nl prndrsi prsonalmnt la colpa s l cos vanno mal. C è, insomma, poca dlga al consulnt. S non ci fidiamo di lui, il consulnt non srv a molto prché non frna più di tanto l nostr tndnz naturali. Qusto ovviamnt varia da banca a banca da caso a caso. Un smpio intrssant è costituito da una storica rt di consulnti, dov la dlga da part dl clint è spsso ampia basata sulla fiducia. I dati di Assogstioni indicano ch in una rt com qulla di promotori Mdiolanum, tipico caso di forti consolidati lgami consulnt-clint, l turbolnz di mrcati si riflttono di mno nl flusso di raccolta via via affidata ai gstori di Mdiolanum (cfr. Fig. 3). numro 2/2009 Mrcato 27

9 Fig. 3 Flusso di raccolta di Mdiolanum risptto a qullo complssivo di fondi italiani (cfr. Fig. 1) Al di là di qusto smpio particolar, la triad consulnt-clint-portafoglio è da noi, più ch in altri pasi, assai dlicata. Spsso i consulnti sono stati formati con una buona prparazion di finanza classica. Purtroppo non conoscono bn la finanza comportamntal, cioè qulla disciplina ch studia i modi di pnsar agir dll prson ni confronti di propri risparmi. Avr avuto una lunga consutudin con i clinti non vuol dir conoscrn i mccanismi mntali (Lgrnzi Favrin, 2009). L prson non sono in prvalnza autolsionist. Siamo fatti in modo tal ch di solito una prdita ci fa più mal di una vincita in valor assoluto quivalnt. I mrcati finanziari non funzionano così. Sono l ambint idal pr l profzi ch tndono ad auto-avvrarsi. S la maggioranza dgli invstitori condivid una crta aspttativa, agisc di consgunza, l aspttativa divntrà raltà proprio prché condivisa dai più. Non solo qusto mccanismo rnd i mrcati rratici. Purtroppo la loro rraticità ci tra in inganno in modo sistmatico spsso non riusciamo a imparar dall sprinza passata. In conclusion, non nasciamo dotati di una mnt ch ci rnd spontanamnt di buoni invstitori. È bn diffidar di noi stssi affidarsi agli sprti. Ma non dobbiamo avr una fiducia cica, bnsì controllar l oprato di consulnti bancari promotori in modo ch la difsa di nostri intrssi si concili con qulli dll organizzazion da cui dipndono. Qust giust cautl nl ricorrr a consulnti si dvono tradurr in controlli, non in sfiducia. I dati mostrano ch, in mdia, l prson lasciat sol gstiscono i loro risparmi mno bn di qull ch si affidano agli sprti. 28 numro 2/2009 Mrcato

10 Rifrimnti bibliografici Ballotta, G., Gallo, S., Lgrnzi, P., L conomia comportamntal: analisi dl caso Unicrdit, Sistmi Intllignti, 19, pp , Gobbi, G., Magri, S., L famigli italian: mno risparmio più dbiti?, Consumatori, Diritti Mrcato, n , pp Favrin, M. G. (2007), Pnsiro controfattual nll dcisioni di invstimnto, Tsi di laura magistral, Univrsità di Padova, Lgrnzi, P., Psicologia invstimnti finanziari, Il Sol 24 Or, Milano, Lgrnzi, P., Th goals of countrfactual possibilitis, Bhavioral and Brain Scincs, 30, pp , Lgrnzi, P., Consumo, risparmio invstimnti, in R. Rumiati, E. Rubaltlli, M. Mistri (a cura di), Psicologia conomica, Carocci, Roma, Lgrnzi, P., Favrin, M.G., La crisi conomica la formazion, Sviluppo&Organizzazion, in corso di stampa, Monti, M., Lgrnzi, P., Il snno di poi la simulazion mntal di procssi dcisionali di invstimnto, in Alssandro Antonitti, Michla Balconi (a cura di), Mnt d conomia, Bologna, Il Mulino, Sigl, J., Rndimnti finanziari stratgi di invstimnto, Bologna, Il Mulino, numro 2/2009 Mrcato 29

Lezione 16 (BAG cap. 15) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia. Schema Lezione

Lezione 16 (BAG cap. 15) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia. Schema Lezione Lzion 6 (BAG cap. 5) Mrcati finanziari aspttativ Corso di Macroconomia Prof. Guido Ascari, Univrsità di Pavia Schma Lzion Ruolo dll aspttativ nl dtrminar ii przzi di azioni obbligazioni Sclta fra tanti

Dettagli

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie.

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie. Rgimi di cambio In qusta lzion: Studiamo l conomia aprta nl brv nl mdio priodo. Studiamo l crisi valutari. Analizziamo brvmnt l Ar Valutari Ottimali. 279 Il mdio priodo Abbiamo visto ch gli fftti di politica

Dettagli

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO 132 13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO La prparazion complta dl calciator si ralizza sottoponndo il suo organismo, la sua prsonalità la sua potnzialità motoria, ad una gran quantità di stimoli ch

Dettagli

-LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI - MERCATI FINANZIARI E BASE ASPETTATIVE

-LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI - MERCATI FINANZIARI E BASE ASPETTATIVE 1 -LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI BASE - MERCATI FINANZIARI E ASPETTATIVE DUE DEFINIZIONI PER IL TASSO DI INTERESSE Il tasso di intrss in trmini di monta è chiamato tasso di intrss nominal (i). Il tasso di

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...)

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...) COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxlls, xxx COM (2001) yyy final Progtto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE dl (...) modificando la raccomandazion 96/280/CE rlativa alla dfinizion dll piccol mdi

Dettagli

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base La Formazion in Bilancio dll Unità Prvisionali di Bas Con la Lgg 3 april 1997, n. 94 sono stat introdott l Unità Prvisionali di Bas (di sguito anch solo UPB), ch rapprsntano un di aggrgazion di capitoli

Dettagli

Aspettative, produzione e politica economica

Aspettative, produzione e politica economica Lzion 18 (BAG cap. 17) Aspttativ, produzion politica conomica Corso di Macroconomia Prof. Guido Ascari, Univrsità di Pavia 2 1 L aspttativ la curva IS Dividiamo il tmpo in du priodi: 1. un priodo corrnt

Dettagli

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta REDATTO: APPROVATO: APPROVATO: INTERNAL AUDITOR COMITATO DI CONTROLLO INTERNO C.D.A. Luogo Data Pr ricvuta INDICE 1.0 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE 2.0 RIFERIMENTI NORMATIVI 3.0 DEFINIZIONI 4.0 RUOLI

Dettagli

Ulteriori esercizi svolti

Ulteriori esercizi svolti Ultriori srcizi svolti Effttuar uno studio qualitativo dll sgunti funzioni ) 4 f ( ) ) ( + ) f ( ) + 3) f ( ) con particolar rifrimnto ai sgunti asptti: a) trova il dominio di f b) indica quali sono gli

Dettagli

Liberalizzazioni, consumatori e produttori

Liberalizzazioni, consumatori e produttori Argomnti Libralizzazioni, consumatori produttori Francsco Silva Pr una più fficint qualificata offrta di srvizi è ncssario libralizzar, ma l libralizzazioni sono fficaci solo s sono molto mirat non dmagogich.

Dettagli

Le problematiche della consulenza finanziaria

Le problematiche della consulenza finanziaria L problmatich dlla consulnza finanziaria Anna Vizzari MIFID: una dirttiva a tutla di piccoli risparmiatori? MIFID è l acronimo di Markt in Financial Instrumnts Dirctiv. Individua una dirttiva dll Union

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17 Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 17 Lasing Lasing Finalità SOMMARIO Paragrafi 1 Ambito di applicazion 2-3 Dfinizioni 4-6 Classificazion dll oprazioni

Dettagli

Documento tratto da La banca dati del Commercialista

Documento tratto da La banca dati del Commercialista Documnto tratto da La banca dati dl Commrcialista Intrnational Accounting Standards Board Intrnational Accounting Standards, n. 17 SCOPO E CONTENUTO DEL DOCUMENTO Lasing Il prsnt Principio sostituisc lo

Dettagli

La politica degli incentivi al consumo: dimensioni, caratteristiche, valutazione, problemi 1. Augusto Ninni

La politica degli incentivi al consumo: dimensioni, caratteristiche, valutazione, problemi 1. Augusto Ninni La politica dgli incntivi al consumo: dimnsioni, carattristich, valutazion, problmi 1 Augusto Ninni Nll articolo si discut la politica dgli incntivi al consumo, insriti nl Dcrto lgg n. 40 dl 25 marzo 2010.

Dettagli

Teoria dell integrazione secondo Riemann per funzioni. reali di una variabile reale.

Teoria dell integrazione secondo Riemann per funzioni. reali di una variabile reale. Capitolo 2 Toria dll intgrazion scondo Rimann pr funzioni rali di una variabil ral Esistono vari tori dll intgrazion; tutt hanno com comun antnato il mtodo di saustion utilizzato dai Grci pr calcolar l

Dettagli

Impresa sociale vs altre forme non profit: costi gestionali e amministrativi a confronto

Impresa sociale vs altre forme non profit: costi gestionali e amministrativi a confronto Gstion Imprsa social vs altr form non profit: costi gstionali amministrativi a confronto di Maurizio Stti Lo studio di un caso Tra imprsa social form giuridich concorrnti (ONLUS, associazioni di promozion

Dettagli

De Rossi, profumo di primavera Sabato 23 Marzo 2013 10:49 - DANIELE GIANNINI

De Rossi, profumo di primavera Sabato 23 Marzo 2013 10:49 - DANIELE GIANNINI DANIELE GIANNINI Frsco com un fior sboccia nl primo giorno primavra Il gol Danil D Rossi al Brasil ha s gnato simbolicamnt la fin dll invrno Il risvglio dlla natura qullo dlla Nazional stava prdndo immritatamnt

Dettagli

Opuscolo sui sistemi. Totogoal

Opuscolo sui sistemi. Totogoal Opuscolo sui sistmi Totogoal Più info Conoscnz calcistich pr vincr Jackpot alti Informazioni dttagliat costantmnt aggiornat sul Totogoal, sui programmi Toto sui risultati rpribili su Tltxt, a partir dalla

Dettagli

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci Consumatori in cifr Tariff dll prstazioni sanitari nll divrs rgioni italian Laura Filippucci La rcnt proposta dl Govrno di aggiornar il tariffario dll prstazioni sanitari di laboratorio ha sollvato un

Dettagli

La ricchezza delle famiglie: confronto internazionale 1. Riccardo De Bonis

La ricchezza delle famiglie: confronto internazionale 1. Riccardo De Bonis La ricchzza dll famigli: confronto intrnazional 1 Riccardo D Bonis L articolo confronta la ricchzza dll famigli italian con qulla di altri si Pasi industrializzati. L famigli italian occupano una posizion

Dettagli

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano Big Switch: prospttiv nl mrcato lttrico italiano Ottavio Slavio I mrcati lttrici libralizzati non smpr consntono ai consumatori finali di trarr vantaggio dalla concorrnza tra i produttori. Il caso ingls

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI VERONA, L UNIVERSITA IUAV DI VENEZIA, L UNIVERSITA CA FOSCARI E L AZIENDA REGIONALE PER

Dettagli

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8 UNIVR Facoltà di Economia Sd di Vicnza Corso di Matmatica 1 Funzioni Indic 1 Il conctto di funzion 1 Funzion composta 4 3 Funzion invrsa 6 4 Rstrizion prolungamnto di una funzion 8 5 Soluzioni dgli srcizi

Dettagli

L evoluzione dei Servizi IT vista dalle due discipline di Project e Service Management

L evoluzione dei Servizi IT vista dalle due discipline di Project e Service Management Con il patrocinio di: Sponsorizzato da: Il Framwork ITIL gli Standard di PMI : possibili sinrgi Milano, Vnrdì, 11 Luglio 2008 L voluzion di Srvizi IT vista dall du disciplin di Projct Srvic Managmnt Christian

Dettagli

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti L politich pr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti Politich pr ottnr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti (BP = + MK = 0) nl lungo priodo BP 0 non è sostnibil prchè In cambi fissi S BP0 si sauriscono

Dettagli

Le famiglie italiane: meno risparmio e più debiti?

Le famiglie italiane: meno risparmio e più debiti? L famigli italian: mno risparmio più dbiti? Giorgio Gobbi Silvia Magri 1 Tra il 2000 il 2007 il crdito concsso da banch socità finanziari alla famigli italian è quasi raddoppiato, in prsnza dlla modsta

Dettagli

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Una Esprinza di Trattamnto ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Rmo ANGELINO Dirttor SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO, Antonio POTOSNJAK I.P. SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO Prmssa La rlazion

Dettagli

p(e 3 ) = 31 [R. c) e d)]

p(e 3 ) = 31 [R. c) e d)] CAPITOLO SECONDO CALCOLO DELLE PROBABILITÀ - ESERCIZI I.) Anna, Batric Carla fanno una gara di corsa. Stimo ch Anna Carla siano ugualmnt vloci ch Batric abbia probabilità doppia dll altr du di vincr la

Dettagli

Il prezzo del petrolio e dei carburanti tra maggio e settembre 2008

Il prezzo del petrolio e dei carburanti tra maggio e settembre 2008 Consumatori in cifr Il przzo dl ptrolio di carburanti tra maggio sttmbr 2008 Marco Bulfon Introduzion 142 Nl corso dll ultimo anno i przzi intrnazionali di molt matri prim hanno subìto un comportamnto

Dettagli

Le pensioni dopo la crisi finanziaria

Le pensioni dopo la crisi finanziaria L pnsioni dopo la crisi finanziaria Elsa Fornro La crisi finanziaria ha colto il disgno prvidnzial in una fas di trasformazion. Dobbiamo rivdrlo, alla luc di nuovi vnti? La risposta è ngativa. Crtamnt

Dettagli

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB In rlazion a quanto prvisto dall art.2120 C.C., dall norm di lgg dagli accordi collttivi vignti, convngono ch, in aggiunta alla casistica sprssamnt prvista, il dipndnt possa chidr la anticipazion dl proprio

Dettagli

Politiche fiscali per la famiglia

Politiche fiscali per la famiglia Politich fiscali pr la famiglia Tatiana Onta Lo Stato social fonda l su radici nlla Costituzion: infatti, compito dllo Stato è il sostgno alla famiglia alla matrnità, 1 utilizzando l ntrat gnrat da un

Dettagli

Big Switch: un nuovo gruppo d acquisto nel mercato elettrico britannico

Big Switch: un nuovo gruppo d acquisto nel mercato elettrico britannico Argomnti Big Switch: un nuovo gruppo d acquisto nl mrcato lttrico britannico Pt Moory Il Big Switch ralizzato da Which? - organizzazion di consumatori ingls - è la dimostrazion ch un gruppo d acquisto

Dettagli

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno PROGETTO PONTE TRA ORDINI DI SCUOLA Pr favorir la continuità ducativo didattica nl momnto dl passaggio da un ordin di scuola ad un altro, si labora un pont, sul modllo di qullo sottolncato. TEMPI SOGGETTI

Dettagli

I limiti della pubblicità televisiva

I limiti della pubblicità televisiva Consumatori in cifr I limiti dlla pubblicità tlvisiva Lucia Canzi Michl Cavuoti Prmssa 134 In Italia la rgolamntazion dlla pubblicità in tlvision è costituita da una sri di lggi, dcrti, rgolamnti codici

Dettagli

Donare ai tempi della crisi

Donare ai tempi della crisi Argomnti Donar ai tmpi dlla crisi Domnico Chirico Non è smplic districarsi all intrno dll numros richist opportunità di donazion ch, soprattutto in tmpi di crisi, provngono da molti fronti. L articolo

Dettagli

Grazie per aver scelto un telecomando Meliconi.

Grazie per aver scelto un telecomando Meliconi. IT I Grazi pr avr sclto un tlcomando Mliconi. Consrvar il prsnt librtto pr futur consultazioni. Il tlcomando Facil 1 è stato studiato pr comandar un tlvisor. Grazi alla sua ampia banca dati è in grado

Dettagli

Il mercato elettrico dopo la liberalizzazione per i clienti domestici

Il mercato elettrico dopo la liberalizzazione per i clienti domestici Il mrcato lttrico dopo la libralizzazion pr i clinti domstici Paolo Cazzaniga Introduzion: struttura dl mrcato lttrico dlla tariffa Dal 1 luglio 2007 la libralizzazion dl mrcato lttrico è compltata: anch

Dettagli

Terremoti: intervento pubblico e/o assicurazione privata 1

Terremoti: intervento pubblico e/o assicurazione privata 1 Argomnti Trrmoti: intrvnto pubblico /o assicurazion privata 1 Luigi Buzzacchi Marcllo Pagnini 2 La prassi italiana basata su intrvnti x post da part dllo Stato nl caso di catastrofi naturali prsnta asptti

Dettagli

Gli effetti dell obbligo a contrarre nel mercato Rc auto

Gli effetti dell obbligo a contrarre nel mercato Rc auto Gli fftti dll obbligo a contrarr nl mrcato Rc auto Luigi Buzzacchi Michl Siri In qusto lavoro discutiamo il ruolo dll obbligo a contrarr pr l compagni assicurativ dl ramo Rc auto. S n riconoscono gli fftti

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 32. Strumenti finanziari: esposizione nel bilancio e informazioni integrative

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 32. Strumenti finanziari: esposizione nel bilancio e informazioni integrative Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 32 Strumnti finanziari: sposizion nl bilancio informazioni intgrativ Strumnti finanziari: sposizion nl bilancio informazioni

Dettagli

Concorrenza e scelte informate nel settore Rc auto 1. Paolo Martinello

Concorrenza e scelte informate nel settore Rc auto 1. Paolo Martinello Concorrnza sclt informat nl sttor Rc auto 1 Paolo Martinllo I canali distributivi vincolati hanno limitato la concorrnza l informazioni a disposizion di consumatori nl mrcato dll polizz Rc auto. L rcnti

Dettagli

1) La probabilità di ciascun evento elementare è non negativa. 2) La somma delle probabilità di tutti gli eventi elementari vale 1.

1) La probabilità di ciascun evento elementare è non negativa. 2) La somma delle probabilità di tutti gli eventi elementari vale 1. CAPITOLO SECONDO CALCOLO DELLE PROBABILITÀ Spazi di probabilità, vnti smplici d vnti composti Indichiamo con S lo spazio dgli vnti. Esso è un insim, i cui lmnti sono dtti vnti. Nl lancio di un dado, lo

Dettagli

I soldi sono tutti uguali? Paolo Legrenzi e Giulia Milano

I soldi sono tutti uguali? Paolo Legrenzi e Giulia Milano I soldi sono tutti uguali? Paolo Lgrnzi Giulia Milano La monta cartaca o mtallica ha un valor simbolico divrso da qullo contabil? La risposta è positiva. L articolo mostra, attravrso smpi sprimnti psicologici,

Dettagli

APPROFONDIMENTO MANAGEMENT

APPROFONDIMENTO MANAGEMENT APPROFONDIMENTO MANAGEMENT Iniziativa Comunitaria Equal II Fas IT G2 CAM - 017 Futuro Rmoto Approfondimnto LIQUIDAZIONI E VERSAMENTI IVA ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA LIQUIDAZIONE

Dettagli

L impatto delle liberalizzazioni sull economia delle famiglie

L impatto delle liberalizzazioni sull economia delle famiglie Consumatori in cifr L impatto dll libralizzazioni sull conomia dll famigli Michl Cavuoti Marco Pirani Uno dgli asptti pr i quali si è fino a ora cotraddistinto il scondo Govrno Prodi è qullo dl rilancio

Dettagli

emercato L innovazione digitale nei canali di vendita Argomenti Roberto Liscia

emercato L innovazione digitale nei canali di vendita Argomenti Roberto Liscia Argomnti L innovazion digital ni canali di vndita Robrto Liscia Il commrcio lttronico sta modificando l logich di businss di molt imprs il rapporto tra l stss i clinti. Il mrcato si è modificato anch una

Dettagli

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida.

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida. INTRODUZIONE Pr la prdisposizion dl piano, è ncssario far rifrimnto all Lin Guida. Lo schma proposto di sguito è stato sviluppato nll ambito dl progtto Miglioramnto dll prformanc dll istituzioni scolastich

Dettagli

Repubblica di Malta - Legge sull identità di genere Traduzione italiana di Roberto De Felice per ARTICOLO29

Repubblica di Malta - Legge sull identità di genere Traduzione italiana di Roberto De Felice per ARTICOLO29 - Rpubblica di Malta - Rpubblika ta' Malta - Rpublic of Malta - LEGGE pr il riconoscimnto la rgistrazion dl gnr di una prsona pr rgolar gli fftti di tal cambiamnto, nonché il riconoscimnto la tutla dll

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÁ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI SALERNO PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÁ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI SALERNO PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO Distrtto Scolastico N 53 Nocra Infrior (SA) SCUOLA MEDIA STATALE Frsa- Pascoli Vial Europa ~ 84015 NOCERA SUPERIORE (SA) Tl. 081 933111-081 931395- fax: 081 936230 C.F.: 94041550651 Cod: Mcc.: SAMM28800N

Dettagli

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali L Rti Imprsa: asptti oprativi commrciali Stfano COCCHIERI Had of Soft Loans Contributions & Subsis Prugia, 21 Novmbr 2012 IL CONTRATTO DI RETE ll Contratto rapprsnta una forma aggrgativa ibrida aggiuntiva

Dettagli

1 Derivate parziali 1. 2 Regole di derivazione 5. 3 Derivabilità e continuità 7. 4 Differenziabilità 7. 5 Derivate seconde e teorema di Schwarz 8

1 Derivate parziali 1. 2 Regole di derivazione 5. 3 Derivabilità e continuità 7. 4 Differenziabilità 7. 5 Derivate seconde e teorema di Schwarz 8 UNIVR Facoltà di Economia Sd di Vicnza Corso di Matmatica Drivat dll funzioni di più variabili Indic Drivat parziali Rgol di drivazion 5 3 Drivabilità continuità 7 4 Diffrnziabilità 7 5 Drivat scond torma

Dettagli

Esercizio 1. Cov(X,Y)=E(X,Y)- E(X)E(Y).

Esercizio 1. Cov(X,Y)=E(X,Y)- E(X)E(Y). Esrcizi di conomtria: sri 4 Esrcizio Siano, Z variabili casuali distribuit scondo la lgg multinomial di paramtri n, p, p, p p p.. Calcolar la Covarianza tra l variabili d. Soluzion Dat du variabili dinit

Dettagli

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga Provvdimnto di Prdisposizion dl Programma Annual dll'srcizio finanziario 2014 Il Dsga Visto Il Rgolamnto crnnt l istruzioni gnrali sulla gstion amministrativotabil dll Istituzioni scolastich Dcrto 01 Fbbraio

Dettagli

Renato Filosa e Giuseppe Marotta. Stabilità finanziaria e crisi. Il ruolo dei mercati, delle istituzioni e delle regole

Renato Filosa e Giuseppe Marotta. Stabilità finanziaria e crisi. Il ruolo dei mercati, delle istituzioni e delle regole Supplmnto analitico al tsto, dito nl 011 dalla Socità ditric Il Mulino, Bologna, di Rnato Filosa Giuspp Marotta Stabilità finanziaria crisi. Il ruolo di mrcati, dll istituzioni dll rgol Supplmnto onlin

Dettagli

Sanità e federalismo fiscale. Maria Flavia Ambrosanio

Sanità e federalismo fiscale. Maria Flavia Ambrosanio Sanità fdralismo fiscal Maria Flavia Ambrosanio Qusto contributo illustra l voluzion dlla spsa sanitaria a livllo rgional i principali fattori ch l hanno dtrminata, l diffrnz, talvolta anch profond, ch

Dettagli

Esercizi sullo studio di funzione

Esercizi sullo studio di funzione Esrcizi sullo studio di funzion Prima part Pr potr dscrivr una curva, data la sua quazion cartsiana splicita f () occorr procdr scondo l ordin sgunt: 1) Dtrminar l insim di sistnza dlla f () ) Dtrminar

Dettagli

Detrazione fiscale e risparmio energetico

Detrazione fiscale e risparmio energetico Consumatori in cifr Dtrazion fiscal risparmio nrgtico Giampaolo Valntini I risultati L dtrazioni fiscali dl 55%, 1 in vigor dal gnnaio 2007, hanno costituito il più gnroso sistma di incntivi mai msso in

Dettagli

Economia comportamentale e scelte del consumatore

Economia comportamentale e scelte del consumatore Economia comportamntal sclt dl consumator Marco Novars L approccio comportamntal all conomia sta acquisndo smpr maggior visibilità. Tra i suoi punti fondamntali c è la critica all ida ch l prson siano

Dettagli

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT 1 Prima Stsura Data: 14-08-2014 Rdattori: Gasbarri, Rizzo SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT Indic 1 SCOPO... 2 2 CAMPO D APPLICAZIONE... 2 3 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 4

Dettagli

MUORE A QUATTRO ANNI PERCHÉ I GENITORI MEDICI NON LA VACCINANO PER IL MORBILLO

MUORE A QUATTRO ANNI PERCHÉ I GENITORI MEDICI NON LA VACCINANO PER IL MORBILLO http://www.glistatignrali.com/biologia_mdicina_ricrca_sanita/morir-a-4-anni-prch... Pagina 1 di 6 SALUTE (HTTP://WWW.GLISTATIGENERALI.COM/TOPIC/SANITA-3/) MUORE A QUATTRO ANNI PERCHÉ I GENITORI MEDICI

Dettagli

Anna Soru e Cristina Zanni

Anna Soru e Cristina Zanni Consumatori in cifr L prospttiv occupazionali di laurati in Lombardia Anna Soru Cristina Zanni La CCIAA di Milano Unioncamr Lombardia, attravrso Formapr con il coinvolgimnto dll dodici univrsità dlla Lombardia,

Dettagli

ESERCIZI PARTE I SOLUZIONI

ESERCIZI PARTE I SOLUZIONI UNIVR Facoltà di Economia Corso di Matmatica finanziaria 008/09 ESERCIZI PARTE I SOLUZIONI Domini di funzioni di du variabili Esrcizio a f, = log +. L unica condizion di sistnza è data dalla disquazion

Dettagli

0 < a < 1 a > 1. In entrambi i casi la funzione y = a x si può studiare per punti e constatare che essa presenta i seguenti andamenti y.

0 < a < 1 a > 1. In entrambi i casi la funzione y = a x si può studiare per punti e constatare che essa presenta i seguenti andamenti y. INTRODUZIONE Ossrviamo, in primo luogo, ch l funzioni sponnziali sono dlla forma a con a costant positiva divrsa da (il caso a è banal pr cui non sarà oggtto dl nostro studio). Si possono allora vrificar

Dettagli

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA CONCORSO DI PROGETTAZIONE UNA NUOVA VIVIBILITA PER IL CENTRO DI NONANTOLA PROCESSO PARTECIPATIVO INTEGRATO CENTRO ANCH IO! REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA ESITO DELLE VOTAZIONI RACCOLTE DURANTE LE

Dettagli

ESERCIZI SULLA DEMODULAZIONE INCOERENTE

ESERCIZI SULLA DEMODULAZIONE INCOERENTE Esrcitazioni dl corso di trasmissioni numrich - Lzion 4 6 Fbbraio 8 ESERCIZI SULLA DEMODULAZIONE INCOERENE I du sgnali passa basso di figura sono utilizzati pr la trasmission di simboli binari quiprobabili

Dettagli

Quanto (non) sanno gli italiani di Rc auto

Quanto (non) sanno gli italiani di Rc auto Quanto (non) sanno gli italiani di Rc auto Barbara Baggi Lornzo Zucchi La conoscnza dll assicurazion pr la rsponsabilità civil dgli autovicoli prsnta luci ombr. Grazi a un inchista statistica di Altroconsumo

Dettagli

Tassazione degli strumenti e delle rendite finanziarie: effetti sui comportamenti dei risparmiatori. Riccardo Campi

Tassazione degli strumenti e delle rendite finanziarie: effetti sui comportamenti dei risparmiatori. Riccardo Campi Tassazion dgli strumnti dll rndit finanziari: fftti sui comportamnti di risparmiatori Riccardo Campi La tutla dl risparmio è ssnzial pr fornir all conomia l risors ncssari alla crscita l accsso al crdito

Dettagli

17 settembre 2008 Palazzo della Cultura e dei Congressi di Bologna Dott. Fabrizio Zecchin SCS Azioninnova S.p.A.

17 settembre 2008 Palazzo della Cultura e dei Congressi di Bologna Dott. Fabrizio Zecchin SCS Azioninnova S.p.A. I SGSL il Modllo Organizzativo L lin guida INAIL la OHSAS 18001: carattristich spcificità 17 sttmbr 2008 Palazzo dlla Cultura di Congrssi di Bologna Dott. Fabrizio Zcchin SCS Azioninnova S.p.A. OBIETTIVO

Dettagli

La trasparenza nel fund raising. Giuseppe Ambrosio

La trasparenza nel fund raising. Giuseppe Ambrosio Argomnti La trasparnza nl fund raising Giuspp Ambrosio Attravrso il fund raising si cra una rlazion tra donator bnficiario intr- mdiata da un organizzazion non profit. Una dll condizioni prché qusta rlazion

Dettagli

Rischi catastrofali e intervento pubblico

Rischi catastrofali e intervento pubblico Rischi catastrofali intrvnto pubblico Luigi Buzzacchi Gilbrto Turati I grandi rischi - trrmoti, alluvioni, ruzioni cc. - pongono alla collttività un problma di prvnzion di coprtura di costi causati dall

Dettagli

Abolizione del contributo di ricarica nella telefonia mobile: i consumatori ci guadagnano?

Abolizione del contributo di ricarica nella telefonia mobile: i consumatori ci guadagnano? Argomnti Abolizion dl contributo di ricarica nlla tlfonia mobil: i consumatori ci guadagnano? Maria Rosa Battaggion, Nicoltta Corrochr, Lornzo Zirulia L liminazion dl contributo di ricarica sull cart prpagat

Dettagli

Corso di Alta Formazione/Specialist. Lead Auditor Sistemi di Gestione per la Sicurezza. (ISO 19011:2012 - OHSAS 18001:2007) (40 ore) ISTUM

Corso di Alta Formazione/Specialist. Lead Auditor Sistemi di Gestione per la Sicurezza. (ISO 19011:2012 - OHSAS 18001:2007) (40 ore) ISTUM Corso di Alta Formazion/Spcialist Lad Auditor Sistmi di Gstion pr la Sicurzza (ISO 19011:2012 - ) (40 or) ISTUM ISTITUTO DI STUDI DI MANAGEMENT Corso riconosciuto 40 or Augusto di Prima Porta (particolar

Dettagli

Liberalizzazione del commercio: forse ci siamo? Luca Pellegrini

Liberalizzazione del commercio: forse ci siamo? Luca Pellegrini Libralizzazion dl commrcio: fors ci siamo? Luca Pllgrini Pr la gran part dlla attività commrciali la libralizzazion è finalmnt arrivata. Ma rsta ancora qualch ara di protzion ingiustificata in alcuni comparti

Dettagli

Marketing SI? Marketing NO?

Marketing SI? Marketing NO? Markting SI? Markting NO? Prché siamo qui Oggi non vinc chi è più fort ma chi è più vloc ad adattarsi al mrcato Vloc com: pnsiro, vision, cratività, iniziativa C è smpr chi è più vloc di noi ci mangia

Dettagli

Il ruolo delle aspettative in economia

Il ruolo delle aspettative in economia Capiolo XV. Il ruolo dll aspaiv in conomia . Tassi di inrss nominali rali Il asso di inrss in rmini di mona è chiamao asso di inrss nominal. Il asso di inrss sprsso in rmini di bni è chiamao asso di inrss

Dettagli

UTILIZZO TASTI E FUNZIONI

UTILIZZO TASTI E FUNZIONI wb Grazi pr avr sclto un tlcomando Mliconi. Consrvar il prsnt librtto pr futur consultazioni. Il tlcomando Facil wb è stato studiato pr comandar un tlvisor. Grazi alla sua ampia banca dati è in grado di

Dettagli

Stadio, il nome è in vendita Martedì 10 Giugno 2014 09:33 - DANIELE GALLI

Stadio, il nome è in vendita Martedì 10 Giugno 2014 09:33 - DANIELE GALLI Stao nom è in vnta DANIELE GALLI Possidono uffici a Londra Nw York Los Angls Monaco Bavira. Prsino uno a Stoc colma. Tra i loro clinti figurano club suprsonici com Barcllona Chlsa Nw York Yanks rapprsntano

Dettagli

L agenda dell Autorità dei trasporti. Marco Ponti

L agenda dell Autorità dei trasporti. Marco Ponti L agnda dll Autorità di trasporti Marco Ponti È imminnt la costituzion dll Autorità indipndnt di rgolazion di trasporti. Avrà finalmnt i potri pr intrvnir a difsa dgli utnti (o di contribunti) contro l

Dettagli

LA CONDIVISIONE DELL IRPEF TRA LIVELLI DI GOVERNO:

LA CONDIVISIONE DELL IRPEF TRA LIVELLI DI GOVERNO: LA CONDIVISIONE DELL IRPEF TRA LIVELLI DI GOVERNO: ALCUNE QUESTIONI APERTE Francsca Gastaldi, Ernsto Longobardi Albrto Zanardi Introduzion La riforma dl sistma di finanziamnto dll rgioni dll autonomi locali,

Dettagli

Aspettative. In questa lezione: Discutiamo di previsioni sulle variabili future, e di aspettative. Definiamo tassi di interesse nominale e reale.

Aspettative. In questa lezione: Discutiamo di previsioni sulle variabili future, e di aspettative. Definiamo tassi di interesse nominale e reale. Aspaiv In qusa lzion: Discuiamo di prvisioni sull variabili fuur, di aspaiv. Dfiniamo assi di inrss nominal ral. Ridfiniamo lo schma IS-LM con inflazion. 198 Imporanza dll Aspaiv L dcisioni rlaiv a consumo

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE G. CIGNA - G. BARUFFI - F. GARELLI

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE G. CIGNA - G. BARUFFI - F. GARELLI ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE G. CIGNA - G. BARUFFI - F. GARELLI PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE PIANO DIDATTICO ANNUALE A.S. 2015/2016 Matria: Tcnologi Informatich Class (docnt) 1^ACH - Prof. Musumci

Dettagli

Un esperienza pluriennale di screening della dislessia nella classe prima scuola primaria

Un esperienza pluriennale di screening della dislessia nella classe prima scuola primaria s p r i n z Un sprinza plurinnal di scrning dlla dislssia nlla class prima scuola primaria Progtto A.I.D. di rt «Tutti i bambini vanno bn a scuola» Mario Marchiori, Maria Angla Brton, Maria Rita Corts,

Dettagli

Comunicazione periodica agli iscritti per l anno 2012

Comunicazione periodica agli iscritti per l anno 2012 Comunicazion priodica agli iscritti pr l anno 2012 La prsnt comunicazion, rdatta dal Fondo pnsion PREVIMODA scondo lo Schma prdisposto dalla COVIP, vin trasmssa ai soggtti ch risultano iscritti al 31 dicmbr

Dettagli

Assicurazioni: liberalizzazione mancata. Paolo Martinello

Assicurazioni: liberalizzazione mancata. Paolo Martinello Assicurazioni: libralizzazion mancata Paolo Martinllo Gli intrvnti nl sttor assicurativo auto costituiscono probabilmnt il capitolo mno convincnt dll misur di libralizzazion dl Govrno Monti. Il mrcato

Dettagli

La concorrenza nel settore Rc auto. Annalisa Rocchietti March

La concorrenza nel settore Rc auto. Annalisa Rocchietti March La concorrnza nl sttor Rc auto Annalisa Rocchitti March Vngono saminati du asptti dl sttor Rc auto: l andamnto di prmi l introduzion dl sistma d indnnizzo dirtto. I dati sui prmi indicano ch in Italia

Dettagli

emercato Malpractice medica: un analisi economica Argomenti Introduzione Veronica Grembi

emercato Malpractice medica: un analisi economica Argomenti Introduzione Veronica Grembi Malpractic mdica: un analisi conomica Vronica Grmbi Si lgg continuamnt sui giornali di casi di rrori mdici, di rcnt, hanno iniziato a diffondrsi pubblicità ch rivndicano i diritti dl malato, proponndo

Dettagli

Il costo di cittadinanza

Il costo di cittadinanza Il costo di cittadinanza Brnardo Pizztti La rinnovata attnzion di opinion pubblica Parlamnto al sttor di srvizi pubblici locali non può ssr limitata ai soli asptti di organizzazion di srvizi, ma dv ssr

Dettagli

Il Codice di deontologia in tema di crediti al consumo

Il Codice di deontologia in tema di crediti al consumo Il Codic di dontologia in tma di crditi al consumo Fabio Picciolini La rfrnza crditizia riguarda tutti i cittadini l imprs poiché, a front di ogni richista di aprtura di un rapporto crditizio, gli opratori

Dettagli

Sicurezza informativa: verso l integrazione dei sistemi di gestione per la sicurezza

Sicurezza informativa: verso l integrazione dei sistemi di gestione per la sicurezza Sicurzza informativa: vrso l intgrazion di sistmi di gstion pr la sicurzza Convgno ABI Banch Sicurzza 2006 Roma, 7 Giugno 2006 Raoul Savastano, Rsponsabil Srvizi Sicurzza KPMG Irm Advisory Agnda Il problma

Dettagli

Valore della posizione individuale (euro) Comparto. Dettaglio delle operazioni effettuate dall' 1/1/2014 al 31/12/2014 Entrate Datore di

Valore della posizione individuale (euro) Comparto. Dettaglio delle operazioni effettuate dall' 1/1/2014 al 31/12/2014 Entrate Datore di In caso di mancato rcapito rstituir a: Via V. Pisani 19 20124 Milano Codic Fiscal 97207290152 Iscritto all albo di fondi pnsion con il numro 61 DCOOS1412 COM L0001804490-P696-D3-1/6 0-0-0-0 70001804490157735

Dettagli

Grande distribuzione, consumatori e fidelity card

Grande distribuzione, consumatori e fidelity card Grand distribuzion, consumatori fidlity card Albrto Rinolfi Pitro Salinari Pr mglio srvir il consumator è ncssario organizzar una conoscnza costant approfondita di suoi comportamnti, ma l informazioni

Dettagli

APPUNTI DI MACROECONOMIA

APPUNTI DI MACROECONOMIA Brtocco G., Kalajzić A. Mourad Agha G. Univrsità dgli Studi dll Insubria Dipartimnto di Economia Anno accadmico 2014-2015 APPUNTI DI MACROECONOMIA (Sconda part pp. 175-296) Il modllo IS-LM pr una conomia

Dettagli

Sepa sta per Single euro payments area

Sepa sta per Single euro payments area I consumatori gli strumnti di pagamnto: nuov opportunità Anna Vizzari Spa sta pr Singl uro paymnts ara: ara unica uropa di pagamnti. Dopo il passaggio dfinitivo alla monta unica nl 2002, la Spa intnd offrir

Dettagli

Nuove tendenze di consumo. Vanni Codeluppi

Nuove tendenze di consumo. Vanni Codeluppi Nuov tndnz di consumo Vanni Codluppi La crisi conomica ha dtrminato di cambiamnti ni comportamnti di consumatori, ch si sono maggiormnt spostati vrso i bni ssnziali. In Occidnt in Italia l andamnto di

Dettagli

Pubblicità ingannevole: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina

Pubblicità ingannevole: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina Pubblicità ingannvol: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina Marco Di Toro Individuati tr sttori, la biglittria ara low cost, i viaggi il turismo, infin, il crdito al consumo, si è procduto alla

Dettagli

AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I

AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I Comun di Forlì COMUNE DI RAVENNA Convnzion pr la promozion dlla lgalità fiscal abitativa dgli studnti dll Univrsità di Bologna Poli Romagna pr il rilascio

Dettagli

Il credito al consumo

Il credito al consumo Il crdito al consumo Anna Vizzari Scnario di rifrimnto I lttori di ricordranno ch abbiamo ddicato il focus dl numro 2/2006 proprio al crdito al consumo. Oggi, a distanza di circa du anni, aggiorniamo i

Dettagli

Moduli e-learning ABB Istruzioni per la frequenza ai corsi. Sommario

Moduli e-learning ABB Istruzioni per la frequenza ai corsi. Sommario Moduli -larning ABB Istruzioni pr la frqunza ai corsi Il prsnt documnto ha lo scopo di dscrivr l principali carattristich di corsi -larning: com rgistrarsi d accdr al sistma, iscrivrsi ad un corso, frquntarlo

Dettagli

Oltre la Sepa: il futuro dei pagamenti al dettaglio 1. Daniela Russo

Oltre la Sepa: il futuro dei pagamenti al dettaglio 1. Daniela Russo Oltr la Spa: il futuro di pagamnti al dttaglio 1 Danila Russo Il progtto Spa (Singl uro paymnts ara) prsgu l obittivo di crar strumnti di pagamnto comuni, altrnativi al contant, nll ara dll uro, dstinati

Dettagli