Unioncamere Lombardia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Unioncamere Lombardia"

Transcript

1 Unioncamere Lombardia EURODESK SEDE DI BRUXELLES PROGETTO TED GUIDA RAPIDA AGLI APPALTI EUROPEI E ALLE OPPORTUNITÀ DI INVESTIMENTO NEI BALCANI Gli appalti pubblici costituiscono un enorme opportunità commerciale per le imprese: essi rappresentano il 17% del PIL europeo, per un giro d affari di circa 2 miliardi di euro l anno. A livello locale essi possono arrivare a rappresentare il 30-40% della spesa corrente. Secondo i dati forniti dalla Commissione Europea, le PMI si aggiudicano mediamente meno del 18% degli appalti europei, pur rappresentando oltre il 58% del PIL. Attualmente solo il 2,4% degli appalti sono assegnati ad imprese straniere rispetto all istituzione aggiudicatrice, ma la situazione è destinata a cambiare rapidamente. L allargamento dell Europa, la progressiva eliminazione delle barriere commerciali tra i vari Stati membri e la globalizzazione dei fattori produttivi sta sempre di più determinando la creazione di un unico mercato comune, che rappresenta peraltro uno dei principali obiettivi della strategia economica dell UE. Questi dati dimostrano una grave situazione di difficoltà per le PMI nel cogliere tali opportunità, dovuta a uno scarso livello di competenza, alla mancanza di risorse, a barriere di carattere amministrativo, etc. Una loro maggiore partecipazione potrebbe influire positivamente sul loro tasso di sviluppo, costituendo un opportunità di crescita per l intera economia locale.

2 Guida rapida agli Appalti europei e alle opportunità di investimento nei Balcani EuroDesk Unioncamere Lombardia Indice 01 Parte prima: Informazioni generali 02 Tipologia di contratto 02 Soglie 03 Procedure d appalto 03 Pubblicazione delle informazioni 05 Criteri di esclusione dell appalto 06 Criteri di selezione dell appalto 07 Criteri di aggiudicazione dell appalto 08 Invio e valutazione delle proposte 08 Documentazione standard presente nel dossier di presentazione dell offerta 10 Parte seconda: le differenti tipologie di appalto 12 Appalti finanziati dalla Commissione Europea 12 Appalti finanziati dalla Banca Europea per la ricostruzione e lo sviluppo 13 Appalti finanziati dalla Banca Europea per gli investimenti 16 Appalti finanziati dalla Banca di sviluppo del Consiglio d Europa 18 Parte Terza: gli strumenti finanziari d investimento nell area balcanica 20 Il Western Balkan Investment Framework 20 Banca Europea per gli investimenti 23 Il Fondo Europeo per gli investimentivi 23 Banca Europea per la ricostruzione e lo sviluppo 24 Green for Growth Fund 26 Multilateral Investment Guarantee Agency 27 Serbia Innovation Fund 28 International Finance Corporation 29 Investment and development fund of Montenegro 30 1

3 Parte prima: Informazioni generali Le procedure e le modalità riguardanti gli appalti pubblici nell Unione Europea sono regolati dalla Direttiva 2004/18/CE del 31 marzo 2004 relativa al coordinamento delle procedure di aggiudicazione degli appalti pubblici di lavori, forniture e contratti di servizio pubblico. Gli «appalti pubblici» sono contratti a titolo oneroso stipulati per iscritto tra uno o più operatori economici e una o più amministrazioni aggiudicatarie e aventi per oggetto l'esecuzione di lavori, la fornitura di prodotti o la prestazione di servizi ai sensi della presente direttiva. Tipologia di contratto All interno della voce «appalti pubblici» troviamo 3 tipi di contratti: Gli «appalti pubblici per lavori» sono appalti pubblici aventi per oggetto l'esecuzione o, la progettazione e l'esecuzione congiunte di lavori relativi a una delle attività o di un'opera rispondente alle esigenze specificate dall'amministrazione aggiudicatarie. Per «opera» si intende il risultato di un insieme di lavori edilizi o di genio civile che di per sé esplichi una funzione economica o tecnica. Gli «appalti pubblici di forniture» sono appalti pubblici diversi da quelli per lavori e hanno per oggetto l acquisto, il leasing, la locazione o l acquisto a riscatto con o senza opzione per l'acquisto, di prodotti. Un appalto pubblico avente per oggetto la fornitura di prodotti e che comprende anche, a titolo accessorio, operazioni di posa e di installazione è considerato essere un 'appalto pubblico di forniture. Gli «appalti pubblici di servizi» sono appalti pubblici diversi dagli appalti pubblici di lavori o di forniture avendo per oggetto la prestazione di servizi. Un appalto pubblico avente per oggetto tanto dei prodotti quanto dei servizi è considerato un contratto di servizio pubblico se il valore dei servizi in questione supera quello dei prodotti del contratto. Un appalto pubblico avente per oggetto dei servizi e che preveda attività solo a titolo accessorio rispetto l oggetto principale del contratto è considerato essere un contratto di servizio pubblico. Nell ambito degli appalti esistono degli accordi quadro. Un «accordo quadro» è un accordo concluso tra una o più amministrazioni aggiudicatarie e uno o più operatori economici e il cui scopo è quello di stabilire le clausole relative agli appalti da aggiudicare durante un dato periodo, in particolare per quanto riguarda i prezzi e, se del caso, le quantità previste. 2

4 Soglie La direttiva 2004/18/CE si applica agli appalti pubblici di lavori, di forniture e di servizi il cui valore stimato (al netto dell IVA) è pari o superiore a soglie prestabilite. Tali soglie vengono ricalcolate ogni due anni dalla Commissione. Il calcolo del loro valore è basato sulla media del valore quotidiano dell'euro espresso in diritti speciali di prelievo (DSP), media calcolata sul periodo di 24 mesi che si conclude il 31 agosto precedente la revisione che ha effetto dal 1 gennaio. Il valore delle soglie è il seguente: euro per gli appalti pubblici di forniture e di servizi aggiudicati da autorità governative centrali (ministeri, enti pubblici nazionali); euro per gli appalti pubblici di forniture e di servizi: aggiudicati da amministrazioni aggiudicatarie diverse dalle autorità governative centrali; aventi per oggetto determinati prodotti del settore della difesa e aggiudicati dalle autorità governative centrali; aventi per oggetto determinati servizi di ricerca e sviluppo (RST), di telecomunicazione, alberghieri e di ristorazione, di trasporto per ferrovia e per via d acqua, di collocamento del personale, di formazione professionale, di investigazione e di sicurezza, alcuni servizi legali, sociali e sanitari, ricreativi, culturali e sportivi; euro per gli appalti pubblici di lavori. Procedure di appalto Le procedure attraverso le quali un operatore economico può presentare un offerta per l aggiudicazione di un determinato contratto sono differenti: (a) La «Procedura aperta» è una procedura in cui ogni operatore economico interessato può presentare un'offerta. Il termine minimo per la ricezione delle offerte è di 52 giorni dalla data di trasmissione del bando di gara. In caso di pubblicazione di un avviso di preinformazione, questo termine può essere ridotto a 36 giorni e comunque mai a meno di 22 giorni. (b) La «Procedura negoziata» La procedura negoziata è una procedura in cui le amministrazioni aggiudicatarie consultano gli operatori economici da loro scelti e negoziano con uno o più di essi le condizioni dell appalto. I. La procedura negoziata con pubblicazione di un bando di gara è giustificata nei seguenti casi: i. in caso di offerte irregolari presentate in esito ad un'altra procedura, purché le condizioni iniziali dell appalto non siano sostanzialmente modificate; ii. in casi eccezionali, qualora si tratti di appalti la cui natura o i cui imprevisti non consentano una fissazione preliminare dei prezzi; 3

5 iii. nel settore dei servizi, per prestazioni di natura intellettuale che non permettano l'aggiudicazione dell'appalto secondo le norme della procedura aperta o della procedura ristretta; iv. per lavori realizzati unicamente a scopo di ricerca o di sperimentazione. II. La procedura negoziata senza pubblicazione di un bando di gara è giustificata nei seguenti casi: i. per qualsiasi tipo di appalto: qualora non sia stata presentata alcuna offerta in esito all esperimento di una procedura aperta o ristretta; ii. qualora l appalto, per ragioni di natura tecnica o artistica ovvero attinenti alla tutela di diritti esclusivi, possa essere affidato unicamente a un operatore economico determinato; in caso di estrema urgenza risultante da eventi imprevedibili; iii. per gli appalti di forniture: qualora i prodotti in questione siano fabbricati esclusivamente a scopo di ricerca e sviluppo; iv. nel caso di consegne complementari, per un periodo massimo di tre anni, qualora il cambiamento del fornitore originario obbligherebbe l'amministrazione aggiudicataria ad acquistare materiali con caratteristiche tecniche differenti; per le forniture quotate e acquistate in una borsa di materie prime; Nelle procedure negoziate con pubblicazione di un bando di gara, il termine minimo per la ricezione delle domande di partecipazione è di 37 giorni dalla data di trasmissione del bando. In caso di urgenza le amministrazioni aggiudicatarie possono fissare un termine non inferiore a 15 giorni (10 giorni se il bando è trasmesso per via elettronica). Le amministrazioni aggiudicatarie invitano, simultaneamente e per iscritto, i candidati selezionati (almeno tre) a negoziare. L'invito comprende tutti i documenti relativi all appalto e precisa il termine per la ricezione delle offerte, l'indirizzo al quale devono essere trasmesse e la lingua o le lingue in cui devono essere redatte, nonché la ponderazione relativa dei criteri di aggiudicazione dell'appalto (c) La «Procedura ristretta» è una procedura a cui ogni operatore economico può chiedere di partecipare e in cui soltanto gli operatori economici invitati dalle amministrazioni aggiudicatarie possono presentare un'offerta. Il termine minimo per la ricezione delle domande di partecipazione è di 37 giorni dalla data di trasmissione del bando di gara. Le amministrazioni aggiudicatarie invitano in seguito, simultaneamente e per iscritto, i candidati selezionati a presentare la loro offerta. I candidati devono essere almeno cinque, salvo il caso in cui non vi sia un numero sufficiente di candidati idonei all appalto. Il termine per la ricezione delle offerte è di 40 giorni dalla data di invio dell'invito. In caso di pubblicazione di un avviso di pre-informazione, questo termine può essere ridotto a 36 giorni e comunque mai a meno di 22 giorni. Eccezionalmente, in caso d'urgenza, le amministrazioni aggiudicatarie possono fissare un termine di ricezione non inferiore a 4

6 15 giorni (10 giorni se il bando è trasmesso per via elettronica) per le domande di partecipazione e a 10 giorni per le offerte. (d) Le procedure dette di «dialogo competitivo» sono delle procedure alle quali qualsiasi operatore economico può chiedere di partecipare e in base alle quali l'amministrazione aggiudicataria avvia un dialogo con i candidati ammessi a tale procedura, al fine di elaborare una o più soluzioni atte a soddisfare le proprie esigenze, e in base alle quali i candidati selezionati sono invitati a gara. Si ricorre alla procedura del «dialogo competitivo» nei casi in cui l appalto sia considerato particolarmente complesso dalle amministrazioni aggiudicatarie sia perché queste non sono oggettivamente in grado di definire le parti tecniche sia perché non sono in grado di specificare l'impostazione giuridica e/o i contorni finanziari di un progetto. (e) Le procedure dette di «concorsi di progettazione» sono le procedure che consentono l'amministrazione aggiudicataria di acquisire, soprattutto nel settori della pianificazione del territorio, dell architettura e dell'ingegneria o dell'elaborazione di dati, un piano o un progetto selezionati da una commissione giudicatrice in base ad una gara, con o senza assegnazione di premi. Pubblicazione delle informazioni Gli appalti pubblici i cui importi superano le soglie della direttiva sono soggetti a un obbligo d'informazione e di trasparenza nel corso della procedura. Questo obbligo si traduce in particolare nella pubblicazione di avvisi d'informazione redatti secondo i modelli predisposti dalla Commissione. Si distinguono: l avviso di pre-informazione (non obbligatorio). Dopo avere inviato l avviso di pubblicazione di un avviso di pre-informazione, l'amministrazione aggiudicataria pubblica essa stessa questo avviso sul suo "profilo di committente" o lo invia all'ufficio delle pubblicazioni ufficiali delle Comunità europee. l avviso di pubblicazione di un avviso di pre-informazione (obbligatorio), se l avviso di preinformazione viene solo pubblicato sul sito Internet ( profilo di committente ) dell amministrazione aggiudicatarie; il bando di gara (obbligatorio). L'amministrazione aggiudicataria può pubblicare essa stessa il bando a livello nazionale e deve inviarlo all'ufficio delle pubblicazioni ufficiali delle Comunità europee. La pubblicazione da parte dell UPUCE è gratuita. Il bando di gara è pubblicato per esteso in una delle lingue ufficiali dell'unione, una sintesi è pubblicata nelle altre lingue ufficiali; l avviso relativo agli appalti aggiudicati e ai risultati di un concorso (obbligatorio). Le amministrazioni aggiudicatarie informano quanto prima possibile i candidati e gli offerenti delle decisioni prese riguardo all'aggiudicazione di un appalto, anche in caso di rinuncia. Per ogni appalto l amministrazione aggiudicataria redige un verbale dettagliato e comunica prima possibile: 5

7 le decisioni prese, ivi inclusa la rinuncia ad aggiudicare l appalto. Su richiesta dell operatore economico interessato: ad ogni candidato escluso, i motivi del rigetto della sua candidatura; ad ogni offerente che abbia presentato un offerta selezionabile, i vantaggi relativi dell offerta selezionata e il nome dell offerente cui è stato aggiudicato l appalto. Le informazioni principali contenute nell avviso di pre-informazione sono il valore totale stimato dell appalto e la categoria del contratto ovvero servizi, lavori o prodotti. Allo stesso tempo viene inserita la data prevista di pubblicazione della gara d appalto. L avviso di pre-informazione viene pubblicato per le forniture e per i servizi pari o superiori a EUR e per i lavori pari o superiori a EUR. Segue nella data stabilita la pubblicazione del bando di gara. Nel bando di gara o contract notice sono contenute tutte le informazioni essenziali per la presentazione dell offerta tra le quali i riferimenti del committente e l indirizzo al quale ottenere i documenti necessari. Infine le amministrazioni aggiudicatarie che hanno aggiudicato un appalto pubblico o concluso un accordo quadro inviano un avviso in merito ai risultati della procedura di aggiudicazione entro 48 giorni dall'aggiudicazione dell'appalto o dalla conclusione dell'accordo quadro. Criteri di esclusione dell appalto È escluso dalla partecipazione ad un appalto pubblico il candidato o l offerente condannato, con sentenza definitiva di cui l'amministrazione aggiudicataria è a conoscenza; per una o più delle ragioni elencate qui di seguito: a) partecipazione a un'organizzazione criminale b) corruzione c) frode d) riciclaggio dei proventi di attività illecite Inoltre, può essere escluso dalla partecipazione all'appalto ogni operatore economico: che si trovi in stato di fallimento, di liquidazione, di cessazione d'attività, di amministrazione controllata o di concordato preventivo o in ogni altra analoga situazione risultante da una procedura della stessa natura prevista da leggi e regolamenti nazionali; a carico del quale sia in corso un procedimento per la dichiarazione di fallimento, di amministrazione controllata, di liquidazione, di concordato preventivo oppure ogni altro procedimento della stessa natura; 6

8 nei cui confronti sia stata pronunciata una condanna con sentenza passata in giudicato conformemente alle disposizioni di legge dello Stato, per un reato che incida sulla sua moralità professionale; che, nell'esercizio della propria attività professionale, abbia commesso un errore grave, accertato con qualsiasi mezzo di prova dall'amministrazione aggiudicataria; che non sia in regola con gli obblighi relativi al pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali secondo la legislazione del paese dove è stabilito o del paese dell'amministrazione aggiudicataria; che non sia in regola con gli obblighi relativi al pagamento delle imposte e delle tasse secondo la legislazione del paese dove è stabilito o del paese dell'amministrazione aggiudicataria; che si sia reso gravemente colpevole di false dichiarazioni nel fornire le informazioni che possono essere richieste a norma della presente sezione o che non abbia fornito dette informazioni. Criteri di selezione dell appalto L operatore economico che prende parte ad una gara d appalto deve possedere determinate capacità dimostrando di essere in grado di sostenere l eventuale affidamento del bando. La capacità economica e finanziaria dell'operatore economico può essere provata mediante idonee dichiarazioni bancarie o, se del caso, comprovata copertura assicurativa contro i rischi professionali; bilanci o estratti di bilanci, qualora la pubblicazione del bilancio sia obbligatoria; una dichiarazione concernente il fatturato globale e, se del caso, il fatturato del settore di attività oggetto dell'appalto, al massimo per gli ultimi tre esercizi disponibili. Le capacità tecniche degli operatori economici possono essere provate in uno o più dei seguenti modi: presentazione dell'elenco dei lavori eseguiti negli ultimi cinque anni; indicazione dei tecnici o degli organismi tecnici, che facciano o meno parte integrante dell'operatore economico, e più particolarmente di quelli responsabili del controllo della qualità; descrizione dell'attrezzatura tecnica, delle misure adottate dal fornitore o dal prestatore di servizi per garantire la qualità. Spesso viene richiesta una garanzia della qualità può essere richiesta la presentazione di certificati rilasciati da organismi indipendenti per attestare l'ottemperanza dell'operatore economico a determinate norme in materia di garanzia della qualità. Le amministrazioni aggiudicatarie fanno riferimento ai sistemi di assicurazione della qualità basati sulle serie di norme europee in materia e certificati da organismi conformi alle serie delle norme europee relative alla certificazione 7

9 Criteri di aggiudicazione dell appalto I criteri sui quali si basano le amministrazioni aggiudicatarie per aggiudicare gli appalti pubblici sono: a) il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa dal punto di vista dell'amministrazione aggiudicataria ovvero l utilizzo di diversi criteri collegati all'oggetto dell'appalto pubblico in questione, quali, ad esempio, la qualità, il prezzo, il pregio tecnico, le caratteristiche estetiche e funzionali, le caratteristiche ambientali, il costo d'utilizzazione, la redditività, il servizio successivo alla vendita e l'assistenza tecnica, la data di consegna e il termine di consegna o di esecuzione; oppure b) il criterio del prezzo più basso. Di norma l'amministrazione aggiudicataria precisa, nel bando di gara o nel capitolato d'oneri, la ponderazione relativa che attribuisce a ciascuno dei criteri scelti per determinare l'offerta economicamente più vantaggiosa. Qualora l'amministrazione aggiudicataria ritenga impossibile la ponderazione per ragioni dimostrabili, indica nel bando di gara o nel capitolato d'oneri, l'ordine decrescente d'importanza dei criteri. Invio e valutazione delle proposte Nel fissare i termini per la ricezione delle offerte e delle domande di partecipazione le amministrazioni aggiudicatarie tengono conto, in particolare, della complessità dell'appalto e del tempo necessario per preparare le offerte, fatti salvi i termini minimi stabiliti dal presente articolo. Nelle procedure aperte, il termine minimo per la ricezione delle offerte è di 52 giorni dalla data di trasmissione del bando di gara. Nelle procedure ristrette, nelle procedure negoziate con pubblicazione di un bando di gara e nel dialogo competitivo il termine minimo per la ricezione delle domande di partecipazione è di 37 giorni dalla data di trasmissione del bando di gara mentre nelle procedure ristrette il termine minimo per la ricezione delle offerte è di 40 giorni dalla data dell'invio dell'invito. Nei casi in cui le amministrazioni aggiudicatarie abbiano pubblicato un avviso di pre-informazione, il termine minimo per la ricezione delle offerte può essere ridotto, di norma, a 36. Tale termine decorre dalla data di trasmissione del bando di gara nelle procedure aperte e dalla data di invio dell'invito a presentare un'offerta nelle procedure ristrette. Qualora ce ne fosse necessità è possibile richiedere informazioni supplementari ai soggetti aggiudicatari che dovranno rispondere a tutti operatori economici interessati non più tardi di 6 giorni prima della scadenza per la presentazione delle proposte. 8

10 Tempo a disposizione per la presentazione dell offerta a partire dal giorno di pubblicazione del bando di gara Procedura aperta Procedura ristretta Procedura negoziata Dialogo competitivo Non meno di 52 giorni Non Meno di 36 giorni Non Meno di 36 giorni Non Meno di 36 giorni Le amministrazioni committenti che hanno aggiudicato un appalto pubblico o concluso un accordo quadro inviano un avviso in merito ai risultati della procedura di aggiudicazione entro 48 giorni dall'aggiudicazione dell'appalto o dalla conclusione dell'accordo quadro. 9

11 Documentazione standard inclusa nel dossier di presentazione dell offerta PRIOR INFORMATION NOTICE - CONTRACT FORECAST NOTICE È il documento di previsione di una futura gara d appalto contenente le informazioni sintetiche necessarie al candidato per valutare la possibilità di partecipazione alla gara. Tra le informazione contenute troviamo: - tipo di procedura - autorità appaltante - descrizione del contratto - numero di lotti in cui è diviso il contratto - budget - periodo indicativo di pubblicazione della gara (variabile in base al contratto) CONTRACT NOTICE È il documento ufficiale di presentazione della gara d appalto. Oltre che a riportare le informazioni presenti nel Prior Information Notice, in maniera definitiva e più completa, vi si trovano i termini di partecipazione, i criteri di selezione e asseganzione e infine le informazioni pratiche su come trovare il Tender dossier e su come presentare un offerta. TENDER DOSSIER Il Tender dossier è il dossier contenente tutti i documenti tecnico/finanziari necessari alla presentazione dell offerta, tra quali si trovano i documenti seguenti. o Letter of invitation È la lettera di invito agli attori economici del settore interessato a presentare offerte. Vi si riporta anche l elenco dei documenti necessari alla presentazione dell offerta. o instructions to tenderers Sono le istruzioni fondamentali relative all invio, alla selezione e all implementazione dell offerta. o Draft Contract È la bozza di contratto che il candidato deve firmare e inviare all istituzione appaltante. Rappresenta la base legale dell accordo tra le parti. o Technical specifications É il documento tecnico nel quale vengono chiariti i dettagli legati al lavoro, al bene o al servizio richiesto nella contract notice. 10

12 o o o o o o o Performance Guarantee È il documento che riporta la garanzia di buona esecuzione del contratto: un istituzione finanziaria terza deve garantire le prestazioni del candidato (es. 10% del budget). Pre-financing Guarantee È il documento che riporta la garanzia di un eventuale rimborso del pre-finanziamento qualora il candidato dovesse venire meno agli impegni stabiliti nel contratto (es. 10% del budget). Evaluation templates Si tratta dello schema utilizzato nella valutazione dell offerta. Serve al candidato per capire come verrà valutata la sua offerta. Tender Form Si tratta del template ufficiale per la presentazione dell offerta. Se questo documento è presente (quasi sempre tranne nel campo dei servizi) è l unico formato utilizzabile per presentazione dell offerta, non può essere modificato nella forma. Tender Guarantee È il documento che riporta la garanzia nei confronti dell istituzione appaltante qualora il candidato non dovesse fornire i servizi/lavori/beni stabiliti nel contratto. General Conditions Sono le condizioni generali per l esecuzione dell oggetto del contratto. Special Conditions Vi sono riportate, ove necessario, condizioni speciali legate all esecuzione del contratto. CORRIGENDA DOCUMENTS Sono le modifiche e le correzioni ai documenti di gara. Sono pubblicati automaticamente sui siti web di riferimento o inviati a chi aveva fatto domanda direttamente all istituzione appaltante. CLARIFICATIONS Sono i report dei chiarimenti richiesti dai candidati. Essi vengono resi pubblici a tutti i partecipanti alla gara. 11

13 Parte seconda: le differenti tipologie di appalto 1. Appalti Finanziati dalla Commissione Europea Appalti finanziati con fondi IPA (Strumento di assistenza pre-adesione all UE) Lo strumento di assistenza alla preadesione (IPA) è lo strumento finanziario del processo di preadesione all Unione europea (UE) per il periodo IPA continuerà ad esistere anche per il periodo finanziario , in questo caso assumerà la denominazione di IPA II. L assistenza è fornita ai potenziali paesi candidati e ai paesi candidati effettivi, essa riguardana i paesi dei Balcani occidentali, la Turchia e l Islanda. Essendo uno strumento tendenzialmente flessibile, l IPA fornisce un assistenza che dipende dai progressi compiuti dai paesi beneficiari e dalle loro esigenze, secondo quanto emerge dalle valutazioni e dai documenti strategici della Commissione Europea. L assistenza dell IPA può assumere, tra le altre, le seguenti forme: Investimenti, appalti o sovvenzioni; cooperazione amministrativa mediante l invio di esperti provenienti dagli Stati membri; partecipazione a programmi o ad agenzie comunitarie; misure di sostegno al processo di attuazione e alla gestione dei programmi comunitari; Alle gare d appalto bandite con il sostegno di fondi IPA e più in generale dalla Commissione Europea si applicano le Direttive sugli appalti 2004/17/CE, 2004/18/CE e successive modifiche. Tipologia di contratto Fornitura di Beni, Lavori e Servizi Procedure di appalto Pubblicazione informazioni Aperta; Ristretta; Dialogo competitivo; Negoziata; Concorso di progettazione Criteri di esclusione a) partecipazione a un'organizzazione criminale b) corruzione c) frode d) riciclaggio dei proventi di attività illecite 12

14 Limiti temporali Pubblicazione del bando almeno 52gg per la presentazione dell offerta (proc. Aperta) almeno 36gg (proc. Ristrette, negoziata e dialogo competitivo) Autorità appaltante Pubblico / Privato Ottenimento documenti per la stesura dell offerta Generalmente previo pagamento al committente (max. ca. 200, non rimborsabili). Criteri di aggiudicazione Offerta economicamente più vantaggiosa o prezzo più basso. 2. Appalti Finanziati dalla Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo Gli appalti erogati con il finanziamento della Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (BERS) hanno regole simili nel caso in cui siano appalti per il settore pubblico, per il settore privato o per servizi di consulenza. Queste regole si applicano agli appalti di beni, lavori e servizi finanziati in toto o in parte dalla BERS o dalle risorse derivanti dai suoi fondi speciali. I contratti saranno aggiudicati seguendo il metodo dell offerta aperta se il loro valore sarà compreso trai e i 7.5 milioni di. Il metodo normalmente utilizzato per appalti nel settore pubblico comprende i passi seguenti: Notifica pubblica dell opportunità di gara d appalto; Pre-qualificazione (se richiesto); Invito a presentare proposte e pubblicazione dei documenti necessari a presentare le proposte; Ricevimento delle offerte, valutazione e aggiudicazione del contratto; Amministrazione del contratto. 13

15 La notifica pubblica dell opportunità di garanzia viene pubblicata sul sito web del soggetto appaltante; la notifica contiene sempre le seguenti informazioni: La tipologia di beni, lavori o servizi messi in appalto; Le scadenze attese della gara d appalto; I riferimenti del soggetto appaltante dove ottenere ulteriori informazioni. La notifica dei bandi di gara viene pubblicata anche sul sito web della BERS, non oltre 45 giorni prima della pubblicazione della gara d appalto (www.ebrd.com). La BERS si impegna a pubblicare la notifica anche sulla gazzetta ufficiale dell Unione Europea (www.ted.europa.eu). La procedura di assegnazione più diffusa è quella aperta: tutti i soggetti economici interessati possono presentare un offerta. I limiti temporali per la presentazione dell offerta vanno da un minimo di 45 gg. dalla pubblicazione dell appalto fino a 90 gg. per appalti più complessi. Quando necessario e/o appropriato viene richiesto ai partecipanti di gara di dimostrare il possesso di alcuni criteri per poter presentare la domanda, la così detta pre-qualificazione dei partecipanti: Esperienze passate per contratti simili; Possesso degli equipaggiamenti/strutture necessarie; Solidità finanziaria Nel caso in cui l appalto consista in opere, beni o servizi complessi, la procedura di presentazione dell offerta può essere divisa in due parti. Una prima parte nella quale si presenta un offerta preliminare, una seconda nella quale viene presentata l offerta dettagliata. Tra le altre tipologie di gara si trova l appalto selettivo, nel quale il committente invita direttamente dei clienti prestabiliti e scelti in maniera non discriminatoria a presentare un offerta. Questo accade quando il prodotto richiesto è molto particolare o molto complesso da consegnare e sono pochi gli attori sul mercato capaci di offrirlo. Esiste anche la possibilità dell affidamento diretto, qualora questo sia chiaramente vantaggioso sotto il profilo tecnico ed economico. Infine è possibile trovare gare d appalto strutturate secondo 14

16 il metodo dell appalto locale competitivo, un caso speciale nel quale vengono coinvolti solo attori economici locali. I criteri di valutazione dei singoli appalti sono indicati nella documentazione necessaria a presentare l offerta. Anche in questo caso possono essere quelli dell offerta economicamente più vantaggiosa o del prezzo più basso. Tipologia di contratto Beni, Lavori, Servizi e Consulenze. Procedure di appalto Aperta, Pre-qualificazione, In due fasi, Selettiva, Affidamento diretto, appalto locale competitivo Pubblicazione informazioni siti web dei committenti Criteri di esclusione a) partecipazione a un'organizzazione criminale b) corruzione c) frode d) riciclaggio dei proventi di attività illecite Dimensioni dei contratti Da un minimo di 250,000 fino a 7.5 M Limiti temporali Notifica d appalto min. 45gg pubblicazione appalto min. 45gg (90 per contratti più complessi) presentazione offerta aggiudicazione Autorità appaltante Pubblico / Privato Ottenimento documenti per la stesura dell offerta Generalmente previo pagamento al committente (max. ca. 200, non rimborsabili). Criteri di aggiudicazione Offerta economicamente più vantaggiosa o prezzo più basso. 15

17 3. Appalti Finanziati dalla Banca Europea per gli investimenti Tutti gli appalti finanziati dalla Banca Europea per gli Investimenti (BEI) all interno dell Unione Europea sono regolati dalla direttiva europee 2004/18/CE. Nel caso in cui i contratti non siano coperti dalla direttiva europea la BEI richiede agli attori principali di adeguarsi ai principi della legislazione comunitaria. La BEI si riserva la possibilità di cofinanziare gli appalti con l aiuto di altri attori finanziari internazionali quali i soggetti facenti parte del Gruppo Banca Mondiale (IBRD, IDA e IFC), la BERS e la Commissione Europea o le sue agenzie. Le regole per gli appalti BEI di beni, servizi e lavori non variano, mentre si applicano criteri diversi per l assegnazione dei servizi di consulenza. Le procedure d appalto sono le seguenti: Procedura aperta (classificata anche come Asta internazionale competitiva o open tendering); Procedura ristretta: solo i candidati invitati dal committente in grado di soddisfare determinati criteri possono partecipare alla gara d appalto; Dialogo competitivo: nel caso di contratti complessi il committente e i candidati intavolano un dialogo per giungere ad un offerta dettagliata; Procedura negoziata: i committenti consultano discutono direttamente i termini del contratto con almeno tre candidati; Aste nazionali competitive: aperte ad attori nazionali per contratti che necessitano produzioni o servizi locali; Affidamento diretto: solamente per contratti sotto certe soglie. Gli appalti BEI vengono pubblicati sulla gazzetta ufficiale dell Unione Europea e sul sito Nel caso di una gara d appalto diretta senza pre-qualificazione i documenti pubblicati riportano i riferimenti del committente, la descrizione del lavoro, bene o servizio richiesto, una timetable del progetto, i criteri di valutazione, il modo per ottenere la documentazione, le scadenze relative alla presentazione e alla valutazione dell offerta. Nel caso della procedura ristretta il committente avvia una selezione dei candidati utilizzando il metodo della pre-qualificazione, come nei casi precedenti i fattori normalmente considerati sono: L esperienza nel settore e le passate esperienze del candidato; Le capacità tecniche e le risorse del candidato; Le capacità finanziarie. 16

18 La sequenza per la presentazione delle offerte è la seguente: Pubblicazione della nota informativa (invio dei documenti per la pre-qualificazione se la procedura d appalto è ristretta); Decisione dei candidati pre-qualificati e comunicazione (procedura ristretta); Invio dei documenti d appalto ai candidati; Ricezione, apertura e valutazione delle offerte; Pubblicazione dei risultati e aggiudicazione del contratto; Implementazione del contratto. Tipologia di contratto Beni, Lavori, Servizi e Consulenze. Procedure di appalto Aperta, Pre-qualificazione, In due fasi, Selettiva, Affidamento diretto, appalto locale competitivo Pubblicazione informazioni siti web dei committenti Criteri di esclusione Limiti temporali a) partecipazione a un'organizzazione criminale b) corruzione c) frode d) riciclaggio dei proventi di attività illecite Notifica d appalto min. 52gg pubblicazione appalto min. 52gg (min. 36gg per la procedura ristretta) presentazione offerta aggiudicazione Autorità appaltante Pubblico / Privato Ottenimento documenti per la stesura dell offerta Generalmente previo pagamento al committente (max. ca. 200, non rimborsabili). Criteri di aggiudicazione Offerta economicamente più vantaggiosa o prezzo più basso. 17

19 4. Appalti Finanziati dalla Banca di sviluppo del Consiglio d Europa Gli appalti finanziati dalla Banca di sviluppo del Consiglio d Europa rientrano nell'ambito di applicazione delle direttive sugli appalti dell'ue 2004/18/CE. Essi devono essere eseguiti in conformità alla legislazione nazionale di attuazione di tale direttiva, queste normative si applicano ad appalti di beni, servizi e lavori. Le procedure di aggiudicazione del contratto per gli appalti al di sotto delle soglie previste dalla direttiva sugli devono essere coerenti con la "comunicazione interpretativa applicabile alle aggiudicazioni di appalti non o solo parzialmente soggetti alle disposizioni della direttiva sugli appalti", (2006/C179/02) della Commissione Europea e modifiche seguenti. Le procedure di aggiudicazione dell appalto sono le seguenti: Procedura aperta (classificata anche come Asta internazionale competitiva o open tendering); Procedura ristretta: solo i candidati invitati dal committente in grado di soddisfare determinati criteri possono partecipare alla gara d appalto; Dialogo competitivo: nel caso di contratti complessi il committente e i candidati intavolano un dialogo per giungere ad un offerta dettagliata; Procedura negoziata: i committenti consultano discutono direttamente i termini del contratto con almeno tre candidati; Appalto competitivo nazionale: procedura aperta ad attori nazionali per contratti che necessitano produzioni o servizi locali; Una notifica contrattuale (contract notice) è sempre pubblicata in caso di procedura aperta; devono essere inserite le informazioni necessarie al candidato per determinare la propria capacità di inviare proposte. I criteri di assegnazione sono anche in questo caso l offerta economicamente più vantaggiosa e il prezzo più basso. Anche il tempo a disposizione dei candidati per presentare l offerta è legato alla complessità del contratto, di norma con procedura aperta, per la consegna dell offerta il candidato deve avere a disposizione almeno 52gg dalla pubblicazione della notifica contrattuale, nel caso della procedura ristretta, i giorni a disposizione sono almeno

20 Tipologia di contratto Beni, Lavori, Servizi e Consulenze. Procedure di appalto Aperta, Pre-qualificazione, In due fasi, Selettiva, Affidamento diretto, appalto locale competitivo Pubblicazione informazioni siti web dei committenti Criteri di esclusione a) partecipazione a un'organizzazione criminale b) corruzione c) frode d) riciclaggio dei proventi di attività illecite Limiti temporali Notifica d appalto min. 52gg pubblicazione appalto min. 52gg (min. 37gg per la procedura ristretta) presentazione offerta aggiudicazione Autorità appaltante Pubblico / Privato Ottenimento documenti per la stesura dell offerta Generalmente previo pagamento al committente (max. ca. 200, non rimborsabili). Criteri di aggiudicazione Offerta economicamente più vantaggiosa o prezzo più basso. 19

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT Perché l'ue disciplina gli appalti pubblici? La disciplina degli appalti fa parte degli obiettivi del mercato interno. Si

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea. Bando di gara (Direttiva 2004/18/CE)

Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea. Bando di gara (Direttiva 2004/18/CE) Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, 2985 Luxembourg, Lussemburgo Fax: +352 29 29 42 670 Posta elettronica: ojs@publications.europa.eu

Dettagli

Fornitura di un'unità di gestione del programma per l'attuazione del programma TradeCom II

Fornitura di un'unità di gestione del programma per l'attuazione del programma TradeCom II 2015/S 082-144972 Fornitura di un'unità di gestione del programma per l'attuazione del programma TradeCom II Bando di gara relativo a un appalto di servizi Ubicazione tutti i paesi ACP 1.Riferimento della

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

Avviso di aggiudicazione di appalti Settori speciali. Sezione I: Ente aggiudicatore. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto

Avviso di aggiudicazione di appalti Settori speciali. Sezione I: Ente aggiudicatore. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto 1/ 14 ENOTICES_alessiamag 14/11/2011- ID:2011-157556 Formulario standard 6 - IT Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, L-2985 Luxembourg

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO - SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI E GESTIONI GENERALI - UFFICIO APPALTI. Città: TRENTO Codice postale: 38100

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO - SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI E GESTIONI GENERALI - UFFICIO APPALTI. Città: TRENTO Codice postale: 38100 Automa di TrentoUNIONE EUROPEA Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, L-2985 Lussemburgo Fax (352) 29 29-42670 E-mail: ojs@publications.europa.eu Info

Dettagli

Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea. Bando di gara (Direttiva 2004/18/CE)

Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea. Bando di gara (Direttiva 2004/18/CE) Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, 2985 Luxembourg, Lussemburgo Fax: +352 29 29 42 670 Posta elettronica: ojs@publications.europa.eu

Dettagli

PRO MEMORIA PER LE PUBBLICAZIONI (SETTORI ORDINARI) Riepilogo pubblicità

PRO MEMORIA PER LE PUBBLICAZIONI (SETTORI ORDINARI) Riepilogo pubblicità PRO MEMORIA PER LE PUBBLICAZIONI (SETTORI ORDINARI) Riepilogo pubblicità LAVORI (articoli, e del decreto legislativo n. del 00) Importi in euro: fino a 00.000 da 00.000 a.000.000 da.000.000 di preinformazione

Dettagli

MODULO DI CANDIDATURA

MODULO DI CANDIDATURA MODULO DI CANDIDATURA Gentile Signora/Egregio Signore, troverà in allegato la candidatura di [nome del fornitore di servizi] in risposta all invito a manifestare interesse relativo ai fornitori di dati

Dettagli

Guida pratica per i contratti pubblici di servizi e forniture

Guida pratica per i contratti pubblici di servizi e forniture PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Segretariato Generale Dipartimento per le Politiche di Gestione e di Sviluppo delle Risorse Umane DIPRU 2 Guida pratica per i contratti pubblici di servizi e forniture

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

ELENA. European Local Energy Assistance

ELENA. European Local Energy Assistance ELENA European Local Energy Assistance SOMMARIO 1. Obiettivo 2. Budget 3. Beneficiari 4. Azioni finanziabili 5. Come partecipare 6. Criteri di selezione 7. Contatti OBIETTIVI La Commissione europea e la

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Direttive comunitarie che coordinano le seguenti procedure di aggiudicazione degli appalti pubblici:

Direttive comunitarie che coordinano le seguenti procedure di aggiudicazione degli appalti pubblici: Versione finale del 29/11/2007 COCOF 07/0037/03-IT COMMISSIONE EUROPEA ORIENTAMENTI PER LA DETERMINAZIONE DELLE RETTIFICHE FINANZIARIE DA APPLICARE ALLE SPESE COFINANZIATE DAI FONDI STRUTTURALI E DAL FONDO

Dettagli

GUIDA A.R.T. N. 4 GUIDA AGLI APPALTI PUBBLICI COME PARTECIPARE AD APPALTI PUBBLICI IN FRANCIA

GUIDA A.R.T. N. 4 GUIDA AGLI APPALTI PUBBLICI COME PARTECIPARE AD APPALTI PUBBLICI IN FRANCIA GUIDA AGLI APPALTI PUBBLICI COME PARTECIPARE AD APPALTI PUBBLICI IN FRANCIA GUIDA A.R.T. N. 4 Realizzato con il contributo finanziario del Programma d Iniziativa Comunitaria INTERREG III A ALCOTRA Unione

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE IT IT IT COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 25.06.2008 SEC(2008) 2193 DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE CODICE EUROPEO DI BUONE PRATICHE PER FACILITARE L ACCESSO DELLE PMI AGLI

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra-

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra- . ROMA CAPITALE BANDO DI GARA D'APPALTO SEZIONE I) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale - Dipartimento Risorse Economiche - Direzione per la

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Spett.le ACSM-AGAM S.p.A. Via P. Stazzi n. 2 22100 COMO CO Oggetto: Dichiarazione sostitutiva in merito al possesso dei requisiti di ordine generale prescritti dall

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

(ultimo aggiornamento: legge 11 novembre 2014, n. 164 e legge 27 febbraio 2015, n. 11)

(ultimo aggiornamento: legge 11 novembre 2014, n. 164 e legge 27 febbraio 2015, n. 11) DECRETO LEGISLATIVO 12 aprile 2006, n. 163 CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI, FORNITURE (ultimo aggiornamento: legge 11 novembre 2014, n. 164 e legge 27 febbraio 2015, n. 11) PARTE I TITOLO

Dettagli

Jointly for our common future

Jointly for our common future Newsletter del progetto GeoSEE nr.1 Gennaio 2013 1. Avvio del progetto 2. Il progetto 3. Il programma SEE 4. Il partenariato 5. Obiettivi del progetto Jointly for our common future 1 AVVIO DEL PROGETTO

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

REGIONE PUGLIA. Bari, LORO SEDI

REGIONE PUGLIA. Bari, LORO SEDI Prot. n. Area Politiche per la promozione della salute, delle persone e delle pari opportunità Servizio Politiche Benessere sociale e pari opportunità Bari, Ai Soggetti beneficiari dei finanziamenti di

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Paragrafo 1a D ATI GENERALI (singoli professionisti) Cognome e nome Comune di nascita Comune di Residenza Codice Fiscale Data Indirizzo Partita IVA Titolo di Studio Iscritto all'ordine/collegio Provincia

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE PARERE DELLA COMMISSIONE

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE PARERE DELLA COMMISSIONE COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 28.11.2006 COM(2006)759 definitivo 2004/0218 (COD) PARERE DELLA COMMISSIONE a norma dell'articolo 251, paragrafo 2, terzo comma, lettera c) del trattato CE,

Dettagli

CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, FORNITURE E SERVIZI D. Lgs. 163/06 e s.m.i. SINTESI. (Aggiornato al 1 gennaio 2008)

CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, FORNITURE E SERVIZI D. Lgs. 163/06 e s.m.i. SINTESI. (Aggiornato al 1 gennaio 2008) Amministrazione Centrale Direzione Affari Contrattuali e Patrimoniali CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, FORNITURE E SERVIZI D. Lgs. 163/06 e s.m.i. SINTESI (Aggiornato al 1 gennaio 2008)

Dettagli

Direttive per l azione amministrativa e la gestione della misura 133 Attività. di informazione e promozione del PSR 2007/2013.

Direttive per l azione amministrativa e la gestione della misura 133 Attività. di informazione e promozione del PSR 2007/2013. REGIONE AUTONOMA DELLA LA SARDEGNA L Assessore Direttive per l azione amministrativa e la gestione della misura 133 Attività di informazione e promozione del PSR 2007/2013. Dotazione finanziaria Il fabbisogno

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ATTUAZIONE DELLE DIRETTIVE 2004/17/CE e 2004/18/CE

CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ATTUAZIONE DELLE DIRETTIVE 2004/17/CE e 2004/18/CE RELATIVI A LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ATTUAZIONE DELLE DIRETTIVE Decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 (Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 100 del 2 maggio 2006) Autorità per la vigilanza

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Chi può presentare la domanda

Chi può presentare la domanda BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE SUI MERCATI INTERNAZIONALI II QUADRIMESTRE 2014 AFRQ2/14 La Camera di Commercio di Frosinone, attraverso ASPIN, Azienda Speciale

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE. del 7.1.2014

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE. del 7.1.2014 COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 7.1.2014 C(2013) 9651 final REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE del 7.1.2014 recante un codice europeo di condotta sul partenariato nell'ambito dei fondi strutturali

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

Gli Strumenti Finanziari a Supporto delle Imprese

Gli Strumenti Finanziari a Supporto delle Imprese Gli Strumenti Finanziari a Supporto delle Imprese La presente pubblicazione è stata elaborata nell ambito del progetto Facility for SMEs and Capacity Building (cod. 30), finanziato dall Unione Europea

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI Tratto dalla rivista IPSOA Pratica Fiscale e Professionale n. 8 del 25 febbraio 2008 A cura di Marco Peirolo Gruppo di studio Eutekne L

Dettagli

VADEMECUM Finanziamenti diretti europei. Come redigere un progetto di successo

VADEMECUM Finanziamenti diretti europei. Come redigere un progetto di successo VADEMECUM Finanziamenti diretti europei Come redigere un progetto di successo redazione: Petra Sevvi, Renata Tomi Info Point Europa della Provincia autonoma di Bolzano Alto Adige Ripartizione Europa Ufficio

Dettagli

Le domande di partecipazione o le candidature vanno inviate a. I.3) Concessione di un appalto a nome di altri enti aggiudicatori

Le domande di partecipazione o le candidature vanno inviate a. I.3) Concessione di un appalto a nome di altri enti aggiudicatori Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, 2985 Luxembourg, Lussemburgo Fax: +352 29 29 42 670 Posta elettronica: ojs@publications.europa.eu

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Premessa L accesso agli atti ed ai documenti amministrativi, introdotto nel nostro ordinamento dalla Legge 7 agosto 1990, n. 241, costituisce

Dettagli

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE Le piccole imprese sono la spina dorsale dell'economia europea. Esse sono una fonte primaria di posti di lavoro e un settore in cui fioriscono le idee commerciali.

Dettagli

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l Energia e l Ambiente - indirizzo postale:

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020

Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020 DATA: 29/8/2013 N. PROT: 475 A tutte le aziende/enti interessati Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020 Roma, 15-16 ottobre 2013 Bruxelles,

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari Documento di Sintesi Documento redatto ai sensi dell art. 48, comma 3, del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Dettagli

I.1. Sia la direttiva 2004/18 che il testo del Codice non apportano profonde innovazioni rispetto al regime previgente.

I.1. Sia la direttiva 2004/18 che il testo del Codice non apportano profonde innovazioni rispetto al regime previgente. Codice dei contratti pubblici: la trattativa privata negli appalti di servizi e forniture, il rinnovo e gli acquisti in economia nei settori ordinari. Prime notazioni. di Alessandro Massari I. La trattativa

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

Si accludono per le delegazioni le conclusioni adottate dal Consiglio europeo nella riunione in oggetto.

Si accludono per le delegazioni le conclusioni adottate dal Consiglio europeo nella riunione in oggetto. Consiglio europeo Bruxelles, 26 giugno 2015 (OR. en) EUCO 22/15 CO EUR 8 CONCL 3 NOTA DI TRASMISSIONE Origine: Destinatario: Segretariato generale del Consiglio delegazioni Oggetto: Riunione del Consiglio

Dettagli

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO SOLARE TERMICO ACS PER UFFICI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Il Project Financing. Introduzione

Il Project Financing. Introduzione Il Project Financing Introduzione Il Project Financing nasce nei paesi anglosassoni come tecnica finanziaria innovativa volta a rendere possibile il finanziamento di iniziative economiche sulla base della

Dettagli

DIRETTIVE COMUNITARIE INTERESSATE DAL REGOLAMENTO

DIRETTIVE COMUNITARIE INTERESSATE DAL REGOLAMENTO DIRETTIVE COMUNITARIE INTERESSATE DAL REGOLAMENTO 1. Direttiva 66/401/CEE: commercializzazione sementi di piante foraggere 2. Direttiva 66/402/CEE: commercializzazione di sementi di cereali 3. Direttiva

Dettagli

(Atti legislativi) DIRETTIVE

(Atti legislativi) DIRETTIVE 28.3.2014 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 94/1 I (Atti legislativi) DIRETTIVE DIRETTIVA 2014/23/UE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 26 febbraio 2014 sull aggiudicazione dei contratti

Dettagli

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003)

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003) Sezione della logistica Repubblica e Cantone Ticino Via del Carmagnola 7 Dipartimento delle finanze e dell'economia 6501 Bellinzona Divisione delle risorse Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE Circolare 10 febbraio 2014, n. 4567 Termini e modalità di presentazione delle domande per la concessione e l erogazione

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE 1 INDICE Introduzione pag. 5 Domanda (1) Cos è il sistema regionale di accreditamento? pag. 5 Domanda (2) Cosa deve fare un Ente di formazione per

Dettagli

CRITERI PER LA SCELTA DELLE DITTE DA INVITARE

CRITERI PER LA SCELTA DELLE DITTE DA INVITARE CRITERI PER LA SCELTA DELLE DITTE DA INVITARE PROCEDURA NEGOZIATA ART. 33 L.P. 26/1993 PROCEDURE IN ECONOMIA ART. 52 L.P. 26/1993 COMUNE DI CLES PROVINCIA DI TRENTO PROCEDURE NEGOZIATE: CRITERI PER LA

Dettagli

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it Il nuovo incentivo per la progettazione Aggiornamento e tavolo aperto di discussione Lino BELLAGAMBA Prima stesura 4 ottobre 2014 Cfr. D.L. 24 giugno 2014, n. 90, art. 13, comma 1, nella formulazione anteriore

Dettagli

Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013

Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013 Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013 Dipartimento 51 - Dipartimento della Programmazione e dello Sviluppo Economico Direzione Generale 2 - Direzione Generale Sviluppo Economico e le Attività Produttive

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano (Ultimo aggiornamento:10.04.2013) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial

Dettagli

Real Consultant Srl Company Profile

Real Consultant Srl Company Profile Ooooo Real Consultant Srl Company Profile a company Regulated by RICS (The Royal Institution of Chartered Surveyors) Aprile, 2013 Indice REAL CONSULTANT - COMPANY PROFILE REAL CONSULTANT IL NOSTRO PROFILO

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

BANDO VALORE ASSOLUTO 3.0

BANDO VALORE ASSOLUTO 3.0 BANDO VALORE ASSOLUTO 3.0 Concorso di idee per iniziative imprenditoriali innovative Che cosa è Valore Assoluto è un iniziativa della Camera di Commercio di Bari, giunta al terzo anno di attività e finalizzata

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544. Avviso di gara Settori speciali. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544. Avviso di gara Settori speciali. Servizi 1/19 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:218544-2015:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544 Avviso di gara Settori speciali Servizi Direttiva 2004/17/CE

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Trattandosi di un semplice strumento di documentazione, esso non impegna la responsabilità delle istituzioni

Trattandosi di un semplice strumento di documentazione, esso non impegna la responsabilità delle istituzioni 2006R1083 IT 25.12.2008 002.001 1 Trattandosi di un semplice strumento di documentazione, esso non impegna la responsabilità delle istituzioni B REGOLAMENTO (CE) N. 1083/2006 DEL CONSIGLIO dell'11 luglio

Dettagli

Visto l'art. 2, comma 1, lettera mm), della legge 23 ottobre 1992, n. 421;

Visto l'art. 2, comma 1, lettera mm), della legge 23 ottobre 1992, n. 421; Decreto Legislativo 12 febbraio 1993, n. 39 (Gazz. Uff. 20 febbraio 1993, n. 42) Norme in materia di sistemi informativi automatizzati delle amministrazioni pubbliche, a norma dell'art. 2, comma 1, lettera

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE IL DIRETTORE GENERALE Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico 8 marzo 2013, pubblicato nella Gazzetta

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

La Banca europea per gli investimenti in sintesi

La Banca europea per gli investimenti in sintesi La Banca europea per gli investimenti in sintesi Come banca dell Unione europea (UE), forniamo finanziamenti e consulenza per progetti d investimento validi e sostenibili situati in Europa e nei Paesi

Dettagli