ASSEGNO STRAORDINARIO DI SOSTEGNO AL RED DITO.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ASSEGNO STRAORDINARIO DI SOSTEGNO AL RED DITO."

Transcript

1 Pro-m e m oria provvis orio s u : ASSEGNO STRAORDINARIO DI SOSTEGNO AL RED DITO. ( al pu n to 10. de l pre s e n te pro-m e m oria, le m o dificazion i apportate d all Acco rd o ABI 8 lu glio ). 1) DEFINIZIONE. È la pre s tazion e e co n o m ica e rogata dal Fon d o di s oste gn o al re ddito ai lavoratori dipe n de n ti di azie n de de l s e ttore ABI, ch e abbian o ce s s ato il proprio rap porto di lavoro a s e gu ito di te n s ion i occu pazion ali. È e rogato in tre dici m e n s ilità all an n o d all INPS ch e s i rivale de i costi s u ll e x datore di lavoro. 2) BENEFICIARI/ DESTINATARI. Spe tta ai lavoratori dipe n de n ti de lle im pre s e de l cre dito, e s od ati, in qu an to coin volti da u n proce s s o di ris tru ttu razion e o da u n a s itu azion e di cris i azie n dale, ch e h a de te rm in ato u n a ridu zion e di pe rs on ale, de fin ita dop o u n a trattativa obbligatoria pre vis ta dagli artt. 15, 18 e 19 de l CCNL. vige n te. Posso n o e s s e re e s odati pe r u n m as s im o di 6 0 m e s i i lavoratori ch e, e n tro il m e de s im o pe riod o o pe r pe rio do in fe riore ai 6 0 m e s i, m atu rin o il diritto a pe rce p ire la pe n s io n e di an zian ità o ve cch iaia. Pe r acce de re all as s e gn o s traordin ario il lavorato re do vrà pre s e n tare idon e a ce rtificazion e de i pe rio di con tribu tivi (ECOCERT INPS) o de le gare l Azie n da all acqu is izion e di tale docu m e n tazion e. Ai fin i de ll acce s s o de lla pre s tazion e di as s e gn o s traord in ario con tan o an ch e i pe riodi d i lavoro au ton o m o e d i con tribu ti figu rativi, qu ali il s e rvizio m ilitare. Posso n o e s s e re fatti vale re an ch e i con tribu ti ve rs ati all e s te ro, s e ricon os ciu ti d alla vige n te n orm ativa. 3) PART-TIME. I lavorato ri p art-tim e p osson o fru ire de lla p re s tazio n e s traordin aria. E opp ortu n o il ripris tin o de l rapporto d i lavoro a te m po pie n o, alm e n o nell u ltim o m e s e prim a de lla ce s s azio n e de l rappo rto di lavoro. Poich é i co n tribu ti ch e l Azie n da ve rs e rà du ran te il pe rio do de ll e s odo s on o rappo rtati all u ltim a m e n s ilità, il rip ris tin o de l rappo rto a te m po pie n o è nece s s ario pe r e vitare le pe n alizzazion i ch e de rive re bbe ro ai part-tim e a cau s a de lla n orm ativa s u lla 1

2 con tribu zion e figu rativa, con corre n d o in ogn i cas o a dar lu ogo ad u n a pe n s io n e fin ale p iù ade gu ata. 4 ) MODIFICHE LEGISLATIVE. L accord o pre ve de ch e le Organ izzazion i s in d acali e le con troparti datoriali s i in con trin o pe r valu tare gli e ffe tti e le e ve n tu ali oppo rtu n e s olu zion i. Ve di appro fo n dim e n ti già forn iti s u gli e ffe tti m odifich e 78 / ) REVOCABILITA. E irre vo cabile, s alvo cas i e cce zion ali in d ividu ati d agli acco rdi azie n d ali s tipu lati d alle s in gole azie n de. 6 ) EROGAZIONE. L as s e gn o vie n e e rogato dal prim o gio rn o de l m e s e s u cce s s ivo a qu e llo di ce s s azion e d al s e rvizio e fin o alla con clu s ion e de l m e s e pre ce de n te a qu e llo pre vis to pe r la de corre n za e ffe ttiva de l trattam e n to di pe n s ion e di an zian ità o di ve cch iaia (fin e s tre m obili co m pre s e,qu in di ). ( m ax 6 0 m e s i ). 7) DOMAN DA ALL INPS. Il datore d i lavoro s u app osita m o du lis tica con tro firm ata pe r acce ttazion e d al lavorato re. 8 ) CONTRIBUZIONE FIGURATIVA. Il pe riod o du ran te il qu ale s i pe rce pis ce l as s e gn o strao rdin ario è cope rto dalla co n tribu zio n e figu rativa, ch e è a carico de l datore di lavoro pe r tu tto il pe riodo di m atu razion e de l re qu is ito pe n s ion is tico, m a n o n fin o alla fin e s tra di u s cita pre vis ta dalla le gge. Qu in di, fin o alla m atu razion e de l prim o re qu is ito ( pe n s io n e ve cch iaia e / o an zian ità ). Tale con tribu zion e è de tta con tribu zion e co rre lata e d è valida a tu tti gli e ffe tti s ia pe r il diritto ch e pe r la m is u ra de lla pe n s ion e. 9 ) REVERSIBILITA. L as s e gn o n on è re ve rs ibile ai s u pe rs titi, ai qu ali, tu ttavia, vie n e liqu idata com u n qu e la pe n s ion e in dire tta ch e tie n e con to de i con tribu ti ve rs ati e de lla con tribu zion e figu rativa ve rs ata a favo re de l lavoratore fin o all u ltim a m e n s ilità di pagam e n to de ll as s e gn o. 10 ) METODO DI CALCOLO D ELL AS SEGN O STRAORD IN ARIO D I SOSTEGN O AL RED D ITO 2

3 IN TERPOLATO CON MOD IFICH E APP ORTATE D ALL ACCORD O ABI 8 LU GLIO ) L as s e gn o vie n e calcolato s e con do le n orm e pre vide n ziali in vigore te m po pe r te m po, in bas e alla s itu azion e de l s in golo lavoratore alla data d i ce s s azio n e de l s e rvizio e di in gre s s o al Fon do. 2) Ris pe ttivam e n te, con il s is te m a re tribu tivo, con il s is te m a m is to o con il s is te m a co n tribu tivo pu ro, con rife rim e n to all an zian ità con tribu tiva al 31 dice m bre , a s u a volta, ris pe ttivam e n te pari o s u pe riore ai 18 an n i pe r il r et r ib u t iv o, in fe rio re ai 18 an n i pe r il m is to o vve ro n u lla pe r il s is te m a con t r ib u t iv o pu ro. 3) Il s is te m a di calcolo de lla pe n s ion e, cu i l as s e gn o è rappo rtato, dipe n de dalla s itu azion e pe rs on ale de l lavorato re, s e con do i crite ri di cu i s opra. 4 ) I lavoratori, ch e h an n o fin o ra u s u fru ito de ll as s e gn o s traordin ario, s on o an dati n e lla gran dis s im a parte co n il s is te m a re tribu tivo. Ne l prossim o fu tu ro, pe rò, è n e ce s s ario ve rificare qu al è la s itu azion e pe rs on ale ris pe tto ai dive rs i s is te m i ( in prim is, il m is to ). 5) Le lavoratrici p osson o u s u fru ire de ll op zio n e di an d are in pe n s ion e s e con do i crite ri de lla le gge 335/ 9 5 (57 an n i di e tà con alm e n o 3 5 d i con tribu ti), pu rch é s ce lgan o irre vocabilm e n te il s is te m a d i calcolo de lla pe n s io n e (e, qu in di, an ch e de ll as s e gn o s traordin ario) s e con do il s is te m a con tribu tivo ( m e n o favore vole ). Qu e s to s is te m a è e con o m icam e n te m e n o favore vole, an ch e s e pe rm e tte u n a ce s s azion e d al lavoro con 3 an n i d i an ticip o, in qu an to dà lu ogo ad u n a pe n s ion e più b as s a. Calcolo de ll as s e gn o s traord in ario. 6 ) Il calcolo de ll as s e gn o n e tto con il s is te m a re tribu tivo è fatto pre n de n do la m e dia de i con tribu ti ve rs ati dall azie n da n e gli u ltim i 10 an n i. Si calcolan o p oi le s e ttim an e di co n tribu ti fin o alla ce s s azion e de l rap porto, aggiu n ge n d o ai pe riodi ve rs ati il n u m e ro di s e ttim an e m an can ti pe r raggiu n ge re il re qu is ito co n tribu tivo pre vis to pe r il diritto alla pe n s ion e di an zian ità o ve cch iaia. Si pe rve rre bbe, in tal m o do, ad u n a pe rce n tu ale de l 2% pe r ogn i an n o di con tribu ti ve rs ati, s alvo pe rce n tu ali più bas s e pe r re tribu zion i oltre i cosid de tti m as s im ali re tribu tivi. Ad e s e m pio, con 4 0 an n i di con tribu ti, l 8 0 % de lla m e dia de lle re tribu zion i ai fin i pre vide n ziali de gli u ltim i 10 an n i, con 36 an n i il 72%, e cc. 7) Su ll im p orto lord o cu i s i pe rvie n e (de tto pe n s ion e te orica lorda ), s i calcolan o le im p oste a cu i s are bbe as s ogge ttato tale 3

4 im p orto s e con d o le aliqu ote IRPEF, in vigore pe r le pe n s ion i al m o m e n to de ll e rogazion e de ll as s e gn o. L as s e gn o s traordin ario n e tto è p oi ricaricato de lla s te s s a aliqu ota di tas s azion e pre vis ta pe r il T.F.R., in qu an to vie n e e rogato con il re gim e fis cale cosidde tto di tas s azion e s e parata. 8 ) L im porto pe rce p ito dal lavo ratore è fis s o pe r tu tta la du rata di pe rm an e n za n e l Fon d o. 9 ) Me n tre s u llo s tipe n dio gravan o dive rs e tratte n u te e rite n u te (oltre all IRPEF an ch e le ad dizion ali re gion ali e com u n ali, la tratte n uta INPS, il con tribu to al Fon d o pe n s ion e, e ve n tu ali con tribu ti a Cas s e d i as s is te n za, e cc.), l as s e gn o s traordin ario, n e l m o m e n to in cu i lo s i de te rm in a ( pe n s ion e te orica lord a ) è gravato de lle s ole aliqu ote IRPEF. 10 ) La pe rce n tu ale s i abbas s a m an m an o ch e s i alza la re tribu zion e, pe r cu i u n Qu adro Dire ttivo di fas cia alta o u n Dirige n te pe rce pirà u n as s e gn o s trao rdin ario n e tto pe rce n tu alm e n te in fe riore ris pe tto all u ltim o s tipe n d io n e tto. 11) L ACCORDO 8 LU GLIO di riform a de l Fon do h a p re vis to ch e : Pe rtan to, il m e tod o bas e di calcolo re s ta in variato. 12) L as s e gn o s traord in ario n e tto, calcolato, co m e in dicato al pu n to 7), pe r i lavoratori, il cu i trattam e n to pe n s ion is tico è in te gralm e n te calcolato con il s is te m a re tribu tivo, è ridotto: a) de ll 8 % qu alora l u ltim a re tribu zion e an n u a lo rda s ia in fe riore o pari a ,0 0 e u ro; b) de ll 11% qu alora l u ltim a re tribu zion e an n u a lord a s ia s u pe riore a ,0 0 e u ro. Not a. a ) La r id u z ion e s u d d et t a n on h a effe t t o r e t r oa t t iv o. b ) L Accord o d ev e es s e r e r es o effica ce con Decr et o In t er m in is t er ia le La v or o/ Econ o m ia. c) Per t a n t o, la r id u z ion e d ell a s s eg n o s t r a o r d in a r io, con le m od a lit à p r im a in d ica t e, s i d ov r eb b e a p p lica r e a i la v o r a t ori ch e ces s er a n n o d a l s e r v iz io e in iz ier a n n o a fr u ir e d e lla p r es t a z ion e s t r a or d in a r ia d el Fon d o d a lla d a t a d i em a n a z io n e d el Decr et o In t er m in is t er ia le. 4

5 d ) L Accord o d eco r r e p er le Pa r t i s t ip u la n t i d a ll 8 lu g li o ) L as s e gn o s traordin ario è pagato in rate m e n s ili an ticipate, ossia all in izio de l m e s e di com pe te n za (d odici m e n s ilità p iù la tre dice s im a e rogata il 1 d ice m bre ) e d è corris posto fin o al m e s e pre ce de n te a qu e llo di de corre n za e ffe ttiva de l trattam e n to di pe n s ion e ( com p re s a fin e s tra m obile di u s cita). 14 ) Pe n s ion e calcolata con m e tod o m is to. Dall Accordo 8 lu glio Om is s is. 11) TASSAZIONE DELL ASSEGNO STRAORDINARIO. L im p osta è calcolata con il re gim e de lla tas s azion e s e parata, s om m an do all as s e gn o n e tto u n im p osta de te rm in ata con la s te s s a aliqu ota di tas s azion e de l TFR (in m odo d a s alvagu ardare co m u n qu e l im p orto n e tto già de te rm in ato). Il lavo ratore in e s o do, pe rtan to, è e s on e rato dalla pre s e n tazio n e de lla d ich iarazion e de i re dditi s e n on h a altri re d diti. Pe r con ve rs o, n on p otrà de trarre gli on e ri qu ali s pe s e m e dich e, polizze vita in fortu n i, m u tu i, s pe s e di ris tru ttu razion e e dilizia, e cc. Alcu n e di qu e s te (qu ali, ad e s e m p io, le s pe s e m e dich e ) potran n o pe rò e s s e re de tratte dal con iu ge o an ch e d ai ge n itori de ll e s od ato o dai figli o d a altri fam igliari, pu rch é con vive n ti. 12) LIQUIDAZIONE A CU RA INPS. 5

6 La liqu id azion e è d i co m pe te n za de lla s e de In ps d i re s ide n za de l lavoratore. Pe r le azie n de di cre dito pe r le qu ali e s is te con ve n zio n e pe r l acce n tram e n to de lla liqu idazion e de lle pre s tazion i, la con ve n zion e rim an e valid a an ch e pe r la liqu idazion e de ll as s e gn o. 13) CADENZA TEMPORALE PAGAMENTO. L as s e gn o è pagato in rate m e n s ili an ticip ate, ossia all in izio de l m e s e di com pe te n za (d od ici m e n s ilità più la tre dice s im a e rogata il 1 dice m bre ) e d è corris p osto fin o al m e s e pre ce de n te a qu e llo di de corre n za de l trattam e n to di pe n s io n e (fin e s tra c.d. m ob ile ). 14 ) CUMULABILITA. L as s e gn o è in com patibile con i re dditi di lavoro d ipe n de n te o au ton o m o, de rivan ti da attività svolte pre s s o azie n de con corre n ti con il datore di lavoro. In qu e s ti cas i l as s e gn o vie n e s ospe s o e d an ch e i con tribu ti figu rativi n on ve n gon o ve rs ati. Il cu m u lo è, in ve ce, possibile con lim itazion i con i re d diti de rivan ti da attività n o n con corre n te, m a l e s o dato è obbligato a com u n icare al Fon d o la n u ova attività lavorativa. Se s i tratta di lavoro dipe n de n te, il cu m u lo è p ossibile con il te tto de ll u ltim a re tribu zion e m e n s ile pe rce p ita raggu agliata ad an n o; s e s i s u pe ra il te tto, la parte e cce de n te è tratte n u ta e l accre dito de i con tribu ti è rid otto in proporzion e. Se s i tratta di lavoro au ton om o n o n in con corre n za, il cu m u lo è im p ossibile pe r u n im po rto pari al trattam e n to m in im o di pe n s ion e più il 50 % de lla p arte e cce de n te il trattam e n to, m e n tre la re s tan te parte vie n e s ottratta al lavorato re e i con tribu ti figu rativi ridotti in p rop orzion e. (in pratica, il lavo ratore n on pu ò gu adagn are p iù di qu an to gu adagn e re bbe con l as s e gn o s traord in ario). BOZZA LU GLIO A cu ra d i as s is te n za.pre vide n ac.it 6

Incentivi finanziari alle imprese

Incentivi finanziari alle imprese Incentivi finanziari alle imprese Delibera della Giunta regionale n. 208 del 2 aprile 2012 Programma Attuativo Regionale (PAR) a valere sul Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) 2007-2013 Asse I Linea

Dettagli

P re m e s s a L a g e s tio n e d e lle ris o rs e u m a n e Il S is te m a In fo rm a tiv o D o g a n a le...

P re m e s s a L a g e s tio n e d e lle ris o rs e u m a n e Il S is te m a In fo rm a tiv o D o g a n a le... 211 BILANCIO DI ESERCIZIO IN D IC E 2 IN D IC E G E N E R A L E I. R e la z io n e s u lla G e s tio n e II. S ta to p a tr im o n ia le e C o n to e c o n o m ic o III. N o ta in te g r a tiv a IV. R

Dettagli

te re, s u l p ro p rio te rrito rio, l e s e rc iz io d e ll a ttiv ità d i te c -

te re, s u l p ro p rio te rrito rio, l e s e rc iz io d e ll a ttiv ità d i te c - 1 7 D IC EM B RE 2 0 0 4 B OLLETTINO UF F IC IALE D ELLA REGIONE M ARC H E ANNO X X X V N. 1 3 3 Deliberazione n. 1408 del 23/11/2004. Lege 26/10/1995 n. 447, art. 2, commi 6, 7, 8 - D.P.C.M. 3 1/03 /1998.

Dettagli

Identità e tecnologia nelle produzioni agroalimentari per un nuovo modello di agricoltura sostenibile

Identità e tecnologia nelle produzioni agroalimentari per un nuovo modello di agricoltura sostenibile Identità e tecnologia nelle produzioni agroalimentari per un nuovo modello di agricoltura sostenibile V a lte r C a n tin o 1 7 n o v e m b re 2 0 1 0 Università degli Studi di Scienze Gastronomiche: mission

Dettagli

Nome e Cognome Indirizzo Telefono Cellulare E-mail Nazionalità Data di nascita Codice Fiscale

Nome e Cognome Indirizzo Telefono Cellulare E-mail Nazionalità Data di nascita Codice Fiscale IN F O R M A Z IO N I P E R S O N A L I Nome e Cognome Indirizzo Telefono Cellulare E-mail Nazionalità Data di nascita Codice Fiscale V a le n tin a B e c c h i E S P E R IE N Z E L A V O R A T IV E D

Dettagli

HOTEL MEANS LIFESTYLE. bando di concorso 2013

HOTEL MEANS LIFESTYLE. bando di concorso 2013 Il degli Alberghi e delle SPA più belle del mondo isola d Ischia 8-13 luglio HOTEL MEANS LIFESTYLE bando di concorso 2013 Il P re m io Is c h ia In te rn a z io n a le d i A rc h ite ttu ra è fru tto d

Dettagli

T E R A P IA IN S U L IN IC A IN. D r.s s a F ra n c a G ia c o n

T E R A P IA IN S U L IN IC A IN. D r.s s a F ra n c a G ia c o n T E R A P IA IN U L IN IC A IN O P E D A L E T A R G E T G L IC E M IC I N E L P A Z IE N T E D IA B E T IC O D I T IP O 2 R IC O V E R A T O G li a n a lo g h i d e ll'in s u lin a C o n e g lia n o,

Dettagli

Il Quoziente Parma per una politica fiscale e tariffaria a misura di famiglia

Il Quoziente Parma per una politica fiscale e tariffaria a misura di famiglia Il Quoziente Parma per una politica fiscale e tariffaria a misura di famiglia Isabella Menichini - C om une di P a rm a B a ri, 18 febbra io 2011 P a rm a c ittà a m is ura di fa m ig lia O b ie ttiv o

Dettagli

S e t t i m o R a p p o r t o s u l s e r v i z i o c i v i l e i n It a l i a. Im p a t t o s u c o l l e t t i v i t à e v o l o n t a r i R a p p o r t o f i n a l e D i c e m b r e 2 0 0 4 R I N G

Dettagli

ALLLEGATO IV: Scheda informativa sintetica dell offerta formativa

ALLLEGATO IV: Scheda informativa sintetica dell offerta formativa O ALLLEGATO IV: Scheda informativa sintetica dell offerta formativa TITOLO: LADY & MISTER CHEF, PROMOTORI DELL ENOGASTRONOMIA LUCANA AREA TEMATICA Il pe r c o r s o f o r m a t i v o pr o po s t o m i

Dettagli

LE S C UOLINE DI R IO B R ANC O NAS C ONO C OME C ENTR I DI EDUC AZIONE E DI AG G R EG AZIONE PER B AMB INI E R AG AZZI C HE

LE S C UOLINE DI R IO B R ANC O NAS C ONO C OME C ENTR I DI EDUC AZIONE E DI AG G R EG AZIONE PER B AMB INI E R AG AZZI C HE LE S C UOLINE DI R IO B R ANC O NAS C ONO C OME C ENTR I DI EDUC AZIONE E DI AG G R EG AZIONE PER B AMB INI E R AG AZZI C HE VIVONO IN S ITUAZIONI DI MAR G INALITÀ E VIOLENZA Il p r o g e tto n a s c

Dettagli

Sci en zapert u tti. im m e rs io n e, c o n ta m in a z io n e e d a p p ro d o

Sci en zapert u tti. im m e rs io n e, c o n ta m in a z io n e e d a p p ro d o Sci en zapert u tti im m e rs io n e, c o n ta m in a z io n e e d a p p ro d o Luigi Benussi (lu ig i.b e n u s s i@ ln f.in fn.it) Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Laboratori Nazionali di Frascati

Dettagli

CITTA DI MANDURIA PROVINCIA DI TARANTO

CITTA DI MANDURIA PROVINCIA DI TARANTO CITTA DI MANDURIA PROVINCIA DI TARANTO VERBALE N. 2 DELLA GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI CONNETTIVITÀ DELLA CN RUPAR-SPC, PER LA DURATA DI 48 MESI MEDIANTE PROCEDURA NEGOZIATA DI RILANCIO DEL CONFRONTO

Dettagli

XXI Congresso Nazionale Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale. Piercarlo Salari

XXI Congresso Nazionale Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale. Piercarlo Salari XXI Congresso Nazionale Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale Piercarlo Salari P E D IA T R A C O N S U LT O R IA L E M ila n o V ig e v a n o (P V )) Siena, 1 giugno 2009 L errore in Pediatria

Dettagli

CGIL CISL UIL SNALS 3DJLQDGL

CGIL CISL UIL SNALS 3DJLQDGL CGIL CISL UIL SNALS /LJXULD²&RPSDUWR6FXROD 2JJHWWR 7HVWRLQWHJUDOHGHILQLWLYRFRUUHWWR del 35272&2//2',17(6$ 5(*,21$/( s u i ',5,77,6,1'$&$/, s ottos critto il PDU]Rfra Direzion e Scola s tica Region a le

Dettagli

i i i: i I i i!i!, i i i

i i i: i I i i!i!, i i i S I D RA D red g i n g, M a r i n e & E n v i ro n m e n ta l C o n t ra ct o r i i i: i I i i!i!, i i i P ro g ett a e d e s e g u e d a p i ù d i 3 0 a n n i o p e re m a r i tt i m e i n I t a l i a

Dettagli

SERVIZIO SANITARI O REGI ONE SARDE GN A -A.S.L. N 5 ORISTAN O. L an n o d u e m i l a u n d i c i a d d ì d e l m e s e di M a g g i o TR A

SERVIZIO SANITARI O REGI ONE SARDE GN A -A.S.L. N 5 ORISTAN O. L an n o d u e m i l a u n d i c i a d d ì d e l m e s e di M a g g i o TR A Alle g a t o (A) all a Deli b e r a z i o n e Dir e t t o r e G e n e r a l e n 144 d el 23/ 0 5/ 2 0 11 Co m p o s t o d a n 6 p a g i n e SERVIZIO SANITARI O REGI ONE SARDE GN A -A.S.L. N 5 ORISTAN O

Dettagli

Dematerializzazione del ciclo di fatturazione passiva

Dematerializzazione del ciclo di fatturazione passiva Dematerializzazione del ciclo di fatturazione passiva L esperienza del Comune di Cesena Camillo Acerbi Resp.le Servizio Informativo Gestionale Comune di Cesena acerbi_c@comune.cesena.fc.it Robert Ridolfi

Dettagli

Dal Curare al Prendersi Cura. Dr. Pietro La Ciura S.O.C. Cure Palliative e Hospice ASL CN1 - Cuneo

Dal Curare al Prendersi Cura. Dr. Pietro La Ciura S.O.C. Cure Palliative e Hospice ASL CN1 - Cuneo Dal Curare al Prendersi Cura Dr. Pietro La Ciura S.O.C. Cure Palliative e Hospice ASL CN1 - Cuneo La cura& & nella mitologia Mentre C ura stava attraversando un certo fiume, vide del fango argilloso. Lo

Dettagli

Oltre lo «speciale». INSEGNARE E APPRENDERE NELLE DIFFERENZE LA SCUOLA INCLUSIVA

Oltre lo «speciale». INSEGNARE E APPRENDERE NELLE DIFFERENZE LA SCUOLA INCLUSIVA Oltre lo «speciale». INSEGNARE E APPRENDERE NELLE DIFFERENZE LA SCUOLA INCLUSIVA ROBERTO MEDEGHINI - Pedagogista Gruppo di Ricerca Inclusione e Disability Studies gridsitaly.com milieu.it IN S E G N A

Dettagli

ris u lta ti d e ll in d a g in e 2 0 0 8

ris u lta ti d e ll in d a g in e 2 0 0 8 OKkio alla S ALUTE per la S CUOLA: ris u lta ti d e ll in d a g in e 2 8 Re g io n e To s c a n a Are a Va s ta No rd - Ove s t ( Pro v in c e di Lu c ca, Liv o rn o, Ma s s a, Pis a e Via re g g io )

Dettagli

La delocalizzazione delle università statali italiane. Presentazione dei risultati della ricerca

La delocalizzazione delle università statali italiane. Presentazione dei risultati della ricerca La delocalizzazione delle università statali italiane Presentazione dei risultati della ricerca Obiettivi conoscitivi Descrivere il fenomeno della delocalizzazione universitaria; Analizzare il processo

Dettagli

Università degli Studi di Napoli Federico II. Biblioteca di Area Scienze Politiche

Università degli Studi di Napoli Federico II. Biblioteca di Area Scienze Politiche Università degli Studi di Napoli Federico II Biblioteca di Area Scienze Politiche Università degli Studi di Napoli Federico II Biblioteca di Area Scienze Politiche c uriosando in Bibl i oteca Spunti tematici

Dettagli

INFORMAZIONI SULL APPARECCHIO INFORMAZIONI SULL USO

INFORMAZIONI SULL APPARECCHIO INFORMAZIONI SULL USO INFORMAZIONI SULL APPARECCHIO L a p p a re c c h io S w a tc h C o rd le ss II IS D N è u n c o rd le ss c h e c o m b in a le fu n z io n i tip ic h e d e lla te le fo n ia se n z a fili c o n il c o

Dettagli

Le aziende siciliane secondo la normativa di Basilea2: analisi aggregata quantitativa & Cerimonia di consegna Attestati Rating 1

Le aziende siciliane secondo la normativa di Basilea2: analisi aggregata quantitativa & Cerimonia di consegna Attestati Rating 1 Le aziende siciliane secondo la normativa di Basilea2: analisi aggregata quantitativa & Cerimonia di consegna Attestati Rating 1 Palermo, 14 giugno 2007 AGENDA 15.15 Apertura dei lavori Moderatore dei

Dettagli

B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I

B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I S E Z I O N E I ) : A M M I N I ST R A Z I O N E A G G I U D I C A T R I C E I. 1 ) D e n o m i n a z i o ne, i n d ir i z z i e p u n t i d i c o

Dettagli

Sviluppo Lazio S.p.A.

Sviluppo Lazio S.p.A. Sviluppo Lazio S.p.A. Bilancio al 31 dicembre 2012 1 BILANCIO CIVILISTICO AL 31.12.2012 2 PARTECIPANTI AL CAPITALE REGIONE LAZIO C.C.I.A.A. DI ROMA 3 ORGANI SOCIALI Consiglio di Amministrazione PRESIDENTE

Dettagli

a cura della Dott. Fiorenza Vandini 1

a cura della Dott. Fiorenza Vandini 1 1 Consultazione con il mondo del lavoro Proposta della Facoltà Nucleo di Valutazione Senato accademico Comitato di coordinamento regionale Consiglio di amministrazione 2 Raggiungere un MODELLO EUROPEO

Dettagli

SA IN BIANCO, SPOSA ROSSO. RITO DEL MATRIMONIO:, BIAMENTO E CONTINUITA

SA IN BIANCO, SPOSA ROSSO. RITO DEL MATRIMONIO:, BIAMENTO E CONTINUITA SA IN BIANCO, SPOSA ROSSO. RITO DEL MATRIMONIO:, BIAMENTO E CONTINUITA S p o s e i n b i a n c o, s p o s e i n r o s s o. S o n o d u e i m m a g i n i d i m a t r i m o n i a s s a i u s u a l i c h

Dettagli

COMUNE di TONARA. (Provincia di Nuoro) Viale della Regione, 8 078463823 078463246 ( C.M. n.12) - P.iva 00162960918

COMUNE di TONARA. (Provincia di Nuoro) Viale della Regione, 8 078463823 078463246 ( C.M. n.12) - P.iva 00162960918 COMUNE di TONARA (Provincia di Nuoro) Viale della Regione, 8 078463823 078463246 ( C.M. n.12) - P.iva 00162960918 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N. 88 Prot. n. 4956 del 14-07-2009 OGGETTO: Indirizzi

Dettagli

Il caso di Cleo. U n a b a m b in a d i c irc a 5 a n n i

Il caso di Cleo. U n a b a m b in a d i c irc a 5 a n n i Il caso di Cleo U n a b a m b in a d i c irc a 5 a n n i ANAM NESI FAM ILIARE: n o n s i rile v a n o p a to lo g ia d e g n e d i n o ta. ANAM NESI PERSONALE: p rim o g e n ita d i g e n ito ri n o n

Dettagli

ATTIM I Le i m m a g i n i c o m e c o n t e n it o ri d e lle e m o zio n i

ATTIM I Le i m m a g i n i c o m e c o n t e n it o ri d e lle e m o zio n i CON VEGN O D P S : 1 5-1 2-2 0 1 6 IN S IEM E P ER IN VECCH IAR E CON S U CCES S O Con t r ib u t o Is t it u t o F r is ia M e r a t e ATTIM I Le i m m a g i n i c o m e c o n t e n it o ri d e lle e

Dettagli

U n po z z o art e s i a n o (fora g e) per l ap p r o v v i g i o n a m e n t o di ac q u a pot a b i l e.

U n po z z o art e s i a n o (fora g e) per l ap p r o v v i g i o n a m e n t o di ac q u a pot a b i l e. In m o l ti pa e s i po c o svil u p p a t i, co m p r e s o il M al i, un a dell a pri n c i p a l i ca u s e di da n n o alla sal u t e e, in ulti m a ista n z a, di m o r t e, risi e d e nell a qu al

Dettagli

ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI

ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI 1 ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI Il pr e s e n t e do c u m e n t o for ni s c e le info r m a z i o n i ne c e s s a r i e ed es s e n z i a l i a su p p o r t

Dettagli

http://photofinish.blogosfere.it/2009/04/mostre-mostre-e-ancora-mostre.html

http://photofinish.blogosfere.it/2009/04/mostre-mostre-e-ancora-mostre.html Pagina 1 di 5 Blow Photofinish up sul mondo della fotografia AP R 0 9 8 Mo s tre, m o s t re e a n c o ra m o s t re! Pu b b lic a t o d a Fra n c e s c a D e Me is a lle 1 2 :3 3 in Mo s t re Si intitola

Dettagli

I nuovi modelli pedagogici per una scuola europea. Progettare e valutare per competenze

I nuovi modelli pedagogici per una scuola europea. Progettare e valutare per competenze I nuovi modelli pedagogici per una scuola europea. Progettare e valutare per competenze Mo d ulo 2 Valutare gli apprendimenti o valutare l apprendimento? Il senso della relazione educativa tra curricolo

Dettagli

Camera dei D eputati - 6 5 7 - Senato della Repubblica

Camera dei D eputati - 6 5 7 - Senato della Repubblica Camera dei D eputati - 6 5 7 - Senato della Repubblica L.R 7 / 1 9 8 8 in se d ia m e n ti p ro d u ttiv i In c e n tiv i a c o n so r z i di im p r e se in d u stria li ed a r tig ia n e o p e r a n ti

Dettagli

CONTRATTO TRA PARTNER DI CANALE INDIRETTO - v. EM EA. 2 5. 0 4. 0 7 Pe r r e g i s t r a r s i c o m e Pa r t n e r d i Ca n a l e In d i r e t t o ( In d i r e c t Ch a n n e l Pa r t n e r ) d i Ci s

Dettagli

Alla. argom ento, revisionato a causa di un refuso di stam pa. C iò prem esso, si prega di voler ritenere nullo il precedente

Alla. argom ento, revisionato a causa di un refuso di stam pa. C iò prem esso, si prega di voler ritenere nullo il precedente M_INF.CGCCP.REGISTRO UFFICIALE.U.0028447.13-03-2015 R om a. P.d.c.: 0659084196 r8l cgcp@ pec.m it.gov.it M inistero delle Infrastrutture e dei Trasporti C om ando G enerale del C orpo delle C apitanerie

Dettagli

Camera dei D eputati - 9 1 3 - Senato della Repubblica

Camera dei D eputati - 9 1 3 - Senato della Repubblica Camera dei D eputati - 9 1 3 - Senato della Repubblica POR FESR 2 0 0 7-2 0 1 3 A r t.ii.1.1 Prod e n e r g ie rinn (M isura 2 ) "INCENTIVAZIONI ALL'INSEDIAMENTO DI LINEE DI PRODUZIONE DI SISTEM I E COMPONENTI

Dettagli

e CARTA DEI SERVIZI An n o d i r i f e r i m e n t o 2 0 0 7 P A R T E P R I M A P R I N C I P I F O N D A M E N T A L I 1. 1 P R E M E S S A P a n s e r v i c e s. a. s. d i F. C u s e o & C. ( d i s

Dettagli

IL PIANO REGIONALE DEL SERVIZIO DI PIENA Provv. Ass.Reg.le alla Protezione civile n. di prot dd 07/09/2007

IL PIANO REGIONALE DEL SERVIZIO DI PIENA Provv. Ass.Reg.le alla Protezione civile n. di prot dd 07/09/2007 Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Protezione Civile della Regione IL PIANO REGIONALE DEL SERVIZIO DI PIENA Provv. Ass.Reg.le alla Protezione civile n. di prot. 12775 dd 07/09/2007 PALMANOVA, 5 febbraio

Dettagli

Al Comando generale del Corpo delle capitanerie di porto- Guardia Costiera Reparto 5 - Ufficio III Viale dell Arte, 16 00144 Roma

Al Comando generale del Corpo delle capitanerie di porto- Guardia Costiera Reparto 5 - Ufficio III Viale dell Arte, 16 00144 Roma Al Comando generale del Corpo delle capitanerie di porto- Guardia Costiera Reparto 5 - Ufficio III Viale dell Arte, 16 00144 Roma e ss.mm.ii. Il sottoscritto Codice Fiscale Nato a il Residente in Via/P.zza

Dettagli

RICHIESTA CONVERSIONE DI ABILITAZIONE DI ISTRUTTORE DI GUIDA DA MILITARE A CIVILE

RICHIESTA CONVERSIONE DI ABILITAZIONE DI ISTRUTTORE DI GUIDA DA MILITARE A CIVILE IN BOLLO Alla PROVINCIA DI IMPERIA E. 14.62 Settore V. T. - LL.PP e Grandi Infrastrutture Ufficio Trasporti Via G. Matteotti, 147 18100 IMPERIA RICHIESTA CONVERSIONE DI ABILITAZIONE DI ISTRUTTORE DI GUIDA

Dettagli

S i g n o r V i c e M i n i s t r o p e r l U n i v e r s i t à, A u t o r i t à, M a g n i f i c i R e t t o r i, c a r i C o l - l e g h i, c a r i S t u d e n t i, S i g n o r e e S i g n o r i, r i

Dettagli

NEL PARCO NAZIONALE DEL CILENTO E VALLO DI DIANO 5HJRODPHQWRGL*HVWLRQH

NEL PARCO NAZIONALE DEL CILENTO E VALLO DI DIANO 5HJRODPHQWRGL*HVWLRQH &2081(', &,&(5$/(,62/$(&2/2*,&$ 5HJRODPHQWRGL*HVWLRQH $57²2**(772 Il pres en te regola m en to dis ciplin a l orga n izza zion e e la ges tion e dell Is ola Ecologica Com u n a le. In pa rticola re il

Dettagli

T R I BU N A L E D I T R E V IS O A Z I E N D A LE. Pr e me s so

T R I BU N A L E D I T R E V IS O A Z I E N D A LE. Pr e me s so 1 T R I BU N A L E D I T R E V IS O BA N D O P E R L A C E S S IO N E C O M P E TI TI V A D EL C O M P E N D I O A Z I E N D A LE D E L C O N C O R D A T O PR EV E N T I V O F 5 Sr l i n l i q u i da z

Dettagli

Cozzo D a c ia VITAE IN FORMATO EUROPEO. E-mail CURRICULUM. Nome. Indirizzo. Telefono. Fax. Nazionalità. Italiana. Data di nascita

Cozzo D a c ia VITAE IN FORMATO EUROPEO. E-mail CURRICULUM. Nome. Indirizzo. Telefono. Fax. Nazionalità. Italiana. Data di nascita CURRICULUM VITAE IN FORMATO EUROPEO I n f o r m a z io n i pe r s o n a l i Nome Indirizzo Cozzo D a c ia Telefono Fax E-mail Nazionalità Italiana Data di nascita E s p e r ie n z a l a v o r a t iv a

Dettagli

0,00 0, Tipologia 104: Compartecipazioni di trib u ti 0,00 0,00

0,00 0, Tipologia 104: Compartecipazioni di trib u ti 0,00 0,00 Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana- Serie Generale n.139 del 16.06.6 Regioni, Province autonom e, enti regionali e enti locali Prospetto di cui all'articolo 8, comma 1, del Decreto Legge 24 aprile

Dettagli

IS TITU TO S U P ERIORE E. FERRARI

IS TITU TO S U P ERIORE E. FERRARI IS TITU TO S U P ERIORE E. FERRARI SE ASSOCIATE: IPSIA BARCELLONA IPSAA BARCELLONA IPSAA MILAZZO PIAZZA CON VEN TO, 3 BARCELLON A P.G. (ME) tel. 0909702516 0909791453 fax 0909702515 E-m ail: ipiaferrari@tin.it

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE STATALE PER I SERVIZI COMMERCIALI

ISTITUTO PROFESSIONALE STATALE PER I SERVIZI COMMERCIALI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE: TECNOLOGIE TESSILI classe Terza Le lezioni di Tecnologie Tessili hanno come scopo la conoscenza delle fibre tessili, dei filati e dei L o bbiettivo è que llo di co lle ga re

Dettagli

MIUR.AOODGSIP.REGISTRO UFFICIALE(U) J 'i u d e n t e > t Y ; ~ / J < m v w ; w e l a f?? a / J c t è o ~ W J w.

MIUR.AOODGSIP.REGISTRO UFFICIALE(U) J 'i u d e n t e > t Y ; ~ / J < m v w ; w e l a f?? a / J c t è o ~ W J w. MIUR.AOODGSIP.REGISTRO UFFICIALE(U).0000674.03-02-2016 ~ ~.( ) d e l! ocba Y :J tn tj a O? l~ -, d e!lrv J ln iv (ff.j d d e d e l l a~ c a q )~ ~ d ~ ~ ~ '~ e ~ '~ g z ; ~ M m,e ~ jw J < kjihgfedcbazyxwvutsrqponmlkjihgfedcba

Dettagli

IL MISTERIOSO MONDO DELLE ONDE ELETTROMAGNETICHE: UN VIAGGIO ALLA SUA SCOPERTA

IL MISTERIOSO MONDO DELLE ONDE ELETTROMAGNETICHE: UN VIAGGIO ALLA SUA SCOPERTA IL MISTERIOSO MONDO DELLE ONDE ELETTROMAGNETICHE: UN VIAGGIO ALLA SUA SCOPERTA Luana Gasparini Michela Soldati Multicentro CEAS RA21 Comune di Ravenna C è un m o ndo m is te rio s o c he è pre s e nte

Dettagli

L E T A R I F F E DOGANALI E 1 T R A T T A T I DI COM MERCIO

L E T A R I F F E DOGANALI E 1 T R A T T A T I DI COM MERCIO G A Z Z E T T A S E T T I M A N A L E SCIENZA ECONOMICA, FINANZA, COMMERCIO, BANCHI, FERROVIE INTERESSI PRIVATI Anno X!V - Voi. XVI I Domenica 27 Marzo 1887 N. 878 L E T A R I F F E DOGANALI E 1 T R A

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO SEZIONE N 47 R E G.G E N E R A LE REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA COMMISSIONE TRIBUTARIA PROVINCIALE DI ROMA SEZIONE 47 N 19561/2014 UDIENZA D E L 05/02/2016 ore 09:00 riunita con l'intervento

Dettagli

R a g io n e S o c ia le In iz ia tiv a In d iriz z o C o m u n e P U B L Y C O M S.A.S. D I M A T T IU Z R IT A c o n c e ss io n a ria d i p ub b

R a g io n e S o c ia le In iz ia tiv a In d iriz z o C o m u n e P U B L Y C O M S.A.S. D I M A T T IU Z R IT A c o n c e ss io n a ria d i p ub b R a g io n e S o c ia le In iz ia tiv a In d iriz z o C o m u n e P U B L Y C O M S.A.S. D I M A T T IU Z R IT A c o n c e ss io n a ria d i p ub b licità V ia C u s to z a 8 V e rc e lli M IC H Y 'S H

Dettagli

QUADRO DES CRI TTI VO DEI PUN TI DI CREDI TO PER LE QUALI FI CHE AN ALI ZZATE E RELATI VE UN I TS ( OUTPUT n. 5 )

QUADRO DES CRI TTI VO DEI PUN TI DI CREDI TO PER LE QUALI FI CHE AN ALI ZZATE E RELATI VE UN I TS ( OUTPUT n. 5 ) QUADRO DES CRI TTI VO DEI PUN TI DI CREDI TO PER LE QUALI FI CHE AN ALI ZZATE E RELATI VE UN I TS ( OUTPUT n. 5 ) LI N EE GUI DA PER LA VERI FI CA E LA VALUTAZI ON E DEI LEARN I N G OUTCOMES ( OUTPUT n.

Dettagli

I numeri del pubblico impiego

I numeri del pubblico impiego I numeri del pubblico impiego! "$#%'&()*)+-, Fonte: elaborazione Dipartimento della Funzione Pubblica su dati OCSE/PUMA22 I numeri del pubbl i co i mpi ego Occu pazione nel settore pubblico in alcuni paes

Dettagli

1.3 - DAT I T ECNICI, DIMENSIONI E AT T ACCHI IDRAU LICI

1.3 - DAT I T ECNICI, DIMENSIONI E AT T ACCHI IDRAU LICI nfo g e ne rai. - T T, T T U L T 9 0 n 4 " L" T T T T T T T T T T 4 T T 4 Q u a d ro c o m a n d i p ia c o n tro o fia a o rtin a d i p u iz ia T a n d a ta ris c a d a m e n to T ito rn o ris c a d a

Dettagli

A u tor i tà Portua le di

A u tor i tà Portua le di A u tor i tà Portua le di D irezion e Tecn ica Ven ez ia E S E C U Z I O N E D E L P IAN O D I I N DAG I N E R E LAT I VO AL L E A R E E D E L D E M A N I O M A R I TT I M O G E S T I T E DAL L ' A U TO

Dettagli

L E G G E F INANZIARIA 2007

L E G G E F INANZIARIA 2007 FORUM PERMANENTE L E G G E F INANZIARIA 2007 art. 1 comma 263 PREVEDE IL PASSAGGIO DI 2 01 IMMOB IL I DE L L A DIF E S A (CASERME, TERRENI, ARSENALI, POLIGONI) NON PIÙNECESSARI PER USI MILITARI NEL PATRIMONIO

Dettagli

G U ID A A LLA LETTU RA D EL PRO SPETTO D I LIQ U ID A ZIO N E DATI IDEN TIFICATIVI Sono riportati il codice fiscale, il cognome e il nome o la denominazione del sostituto d'imposta o del CAF o del professionista

Dettagli

Cu rricu lu m p ro fe ssio n ale d i CARLO BALDASSI

Cu rricu lu m p ro fe ssio n ale d i CARLO BALDASSI Cu rricu lu m p ro fe ssio n ale d i CARLO BALDASSI Carlo Bald assi (Ud in e, 1 9 5 1 ) d o p o la la u r ea in Scien ze Po lit ich e a ll Un iver sit à d i Mila n o (1 1 0 / 1 1 0 ), h a svilu p p a t

Dettagli

3URI3LHWUR6HPHUDUR $VVRFLDWRGL'LULWWRSHQDOHQHOO 8QLYHUVLWjGL%HUJDPR 2VVHUYD]LRQLVXOODULIRUPDGHOODOHJLWWLPDGLIHVD

3URI3LHWUR6HPHUDUR $VVRFLDWRGL'LULWWRSHQDOHQHOO 8QLYHUVLWjGL%HUJDPR 2VVHUYD]LRQLVXOODULIRUPDGHOODOHJLWWLPDGLIHVD 3URI3LHWUR6HPHUDUR $VVRFLDWRGL'LULWWRSHQDOHQHOO 8QLYHUVLWjGL%HUJDPR 2VVHUYD]LRQLVXOODULIRUPDGHOODOHJLWWLPDGLIHVD Con la l. 13 feb bra io 2 006 n. 5 9, il cu i a rt.1 dis ciplin a il Diritto a ll a u totu

Dettagli

Corso di Laurea magistrale in Lavoro, cittadinanza sociale,interculturalità

Corso di Laurea magistrale in Lavoro, cittadinanza sociale,interculturalità Corso di Laurea magistrale in Lavoro, cittadinanza sociale,interculturalità Tesi di Laurea L accompagnamento delle istituzioni nell inserimento e integrazione del minore straniero nel nucleo adottivo.

Dettagli

Eleonora Berti & Tommaso Dal Osso 3^A scientifico - A.S. 2010/2011 padri #]*$ # # ǿξ *ç!!?@ ##ffi!* = ^?!!!]*

Eleonora Berti & Tommaso Dal Osso 3^A scientifico - A.S. 2010/2011 padri #]*$ # # ǿξ *ç!!?@ ##ffi!* = ^?!!!]* Eleonora Berti & Tommaso Dall Osso 3^A scientifico - A.S. 2010/2011 padri #]*$ # # ǿξ *ç!!?@ ##ffi!* = ^?!!!]* L'approfondimento mira ad analizzare il rapporto tra padri e figli ieri e oggi, valutando

Dettagli

Degli effetti del contratto

Degli effetti del contratto Massimo Franzoni Degli effetti del contratto V olum e I Efficacia del contratto e recesso unilaterale Seconda edizione AG G iu f f r è E d it o r e INDICE Art. 1372 (Efficacia del contratto) C a p i t

Dettagli

Gruppo di lavoro per i B.E.S. D.D. 3 Circolo Sanremo. Autore: Marino Isabella P roposta di lavoro per le attività nei laboratori di recupero

Gruppo di lavoro per i B.E.S. D.D. 3 Circolo Sanremo. Autore: Marino Isabella P roposta di lavoro per le attività nei laboratori di recupero Competenza/e da sviluppare GIOCO: SCARABEO CON SILLABE OCCORRENTE: MATERIALE ALLEGATO E UN SACCHETTO PER CONTENERE LE SILLABE RITAGLIATE. ISTRUZIONI Saper cogliere/usare i suoni della lingua. Saper leggere

Dettagli

COMUNE D I SANT ANTONIO AB A TE Provincia di Napoli

COMUNE D I SANT ANTONIO AB A TE Provincia di Napoli COMUNE D I SANT ANTONIO AB A TE Provincia di Napoli Piazza V. Emanuele II tei. 081/3911231 - Fax - 081/8797793 Prot. n. 12 8 6 2 Spedita il 1 0 MR8, 2016 COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE VERBALE

Dettagli

Anna Maria Sapienza-lngegnere-

Anna Maria Sapienza-lngegnere- Anna Maria Sapienza-lngegnere- Laureata con 104, Novembre 1982, a, relatore Prof. Colombini. Abilitazione all esercizio professiona, 1983 Iscritto all'o rdine degli Ingegneri di 1983 1) A ttività di formazione,

Dettagli

risultato indicatore composito 93,20% 79,60%

risultato indicatore composito 93,20% 79,60% PDR 2010 INDICATORI QUOTA NAZIONALE MARGINE OPERATIVO LORDO (a criteri IAS) RICAVI PRO CAPITE (a criteri IAS) risultato indicatore composito erogazione 93,20% 79,60% PDR 2010 QUOTA REGIONALE Accordi regionali

Dettagli

1.3 - DATI TECNICI, DIMENSIONI E ATTACCHI IDRAULICI

1.3 - DATI TECNICI, DIMENSIONI E ATTACCHI IDRAULICI . - TI TII, ISII TTI IULII 8 fig. u a d ro co m a n d i cce s s o ca m e ra fu m o p e r p u iz ia S p ia co n tro o fia a a n d a ta ris ca d a m e n to ito rn o ris ca d a m e n to T tta cco v a s o

Dettagli

VDS-EX4 VDS-EX8 KIT ESPANSIONE PERIFERICA VDS. Istruzioni INSTALLAZIONE. Ma nua le n 17540 Rev. -

VDS-EX4 VDS-EX8 KIT ESPANSIONE PERIFERICA VDS. Istruzioni INSTALLAZIONE. Ma nua le n 17540 Rev. - KIT ESPANSIONE PERIFERICA VDS VDS-EX4 VDS-EX8 Istruzioni INSTALLAZIONE Ma nua le n 17540 Rev. - Le informazioni presenti in questo manuale sostituiscono quanto in precedenza pubblicato. Sicep si riserva

Dettagli

RELAZIONE FINANZIARIA 31 DICEMBRE 2013

RELAZIONE FINANZIARIA 31 DICEMBRE 2013 RELAZIONE FINANZIARIA AL 31 DICEMBRE 213 PAGINA BIANCA 3/58 Indice Organi Sociali... 6 Consiglio di Amministrazione... 6 Collegio Sindacale... 6 Società di Revisione... 6 Specialist... 6 Nomad... 6 Struttura

Dettagli

&2081,&$7267$03$ %DFLQR FRPSOHWDWL L ODYRUL GL DPPRGHUQDPHQWR GHO SL JUDQGH EDFLQR GL ULSDUD]LRQLQDYDOLGHOSRUWR

&2081,&$7267$03$ %DFLQR FRPSOHWDWL L ODYRUL GL DPPRGHUQDPHQWR GHO SL JUDQGH EDFLQR GL ULSDUD]LRQLQDYDOLGHOSRUWR &2081,&$7267$03$ %DFLQR FRPSOHWDWL L ODYRUL GL DPPRGHUQDPHQWR GHO SL JUDQGH EDFLQR GL ULSDUD]LRQLQDYDOLGHOSRUWR Con il com pleta m en to dei la vori a l Ba cin o di ca ren a ggio n. 3, s i con clu de la

Dettagli

Il set di indicatori del Progetto CSR-SC del Ministero del Lavoro e Politiche Sociali. a cura di Carmen Ragno

Il set di indicatori del Progetto CSR-SC del Ministero del Lavoro e Politiche Sociali. a cura di Carmen Ragno Il set di indicatori del Progetto CSR-SC del Ministero del Lavoro e Politiche Sociali a cura di Carmen Ragno 1 Programma Il Progetto CSR-SC del Ministero del Lavoro e Politiche Sociali Il Social Statement

Dettagli

- da non diffondere o riprodurre senza autorizzazione degli autori -

- da non diffondere o riprodurre senza autorizzazione degli autori - U L O SSERVATORIO DELLE DON AZ ION I P RIVATE IN ITALIA Il potenziale di crescita delle donazioni delle im prese. no scenario q u antitativ o O t t o b r e 2 0 0 5 - da non diffondere o riprodurre senza

Dettagli

assunta con i po ten' delconslgi 'o Comunale n. 69 del 2 0. 03. 2 01 1

assunta con i po ten' delconslgi 'o Comunale n. 69 del 2 0. 03. 2 01 1 C O M U N E D I C H I O G G IA REGOLAMENTO PER L "APPLICAZIONE DELLA TAR FA DI IGL NE AMB1-ENTALE Approvato con deli'bera delcommissario STR IORDINARIO assunta con i po ten' delconslgi 'o Comunale n. 69

Dettagli

ppunti ed esercizi del corso di I nf orm a tica B I ng eg neria M ecca nica, P ia cenza I nf orm a tica C I ng eg neria dei T ra sporti, P ia cenza lg eb ra di B ool, b locch i f unziona li, ta b ella

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFITTO DI UN AZIENDA DI RISTORAZIONE IN LOCALITÀ COL DE MICH, COMUNE DI SOVRAMONTE

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFITTO DI UN AZIENDA DI RISTORAZIONE IN LOCALITÀ COL DE MICH, COMUNE DI SOVRAMONTE SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFITTO DI UN AZIENDA DI RISTORAZIONE IN LOCALITÀ COL DE MICH, COMUNE DI SOVRAMONTE Art. 1 Oggetto 1. L Ente parco nazionale Dolomiti Bellunesi (di seguito, locatore), come rappresentato,

Dettagli

LICENZA CONTO PROPRIO

LICENZA CONTO PROPRIO LICENZA CONTO PROPRIO V. Giugno 2011 N. 1 marca da bollo da euro 14,62 ALLA PROVINCIA DI IMPERIA Ufficio Trasporti Viale Matteotti n. 147 18100 IMPERIA (IM) OGGETTO: L. 298/74 Art. 32 Richiesta di rilascio/aggiornamento

Dettagli

PERDITA DELLA QUALIFICA DI COOPERATIVA "'

PERDITA DELLA QUALIFICA DI COOPERATIVA ' DIRITTO SOCIETARIO varie SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI PERDITA DELLA MUTUALITA PREVA LENTE BILANCIO STRAORDINARIO RIACQUI SIZIONE DELLE CONDIZIO NI DI PREVALE NZA PERDITA DELLA QUALIFICA DI COOPERATIVA "'

Dettagli

Risultati dell indagine svolta nell ambito delle iniziative per l Orientamento Scolastico

Risultati dell indagine svolta nell ambito delle iniziative per l Orientamento Scolastico CENTRO INTEGRATO SERVIZI SCUOLA/TERRITORIO L ORIENTAMENTO SCOLASTICO NELLE SCUOLE SECONDARIE DI 1 GRADO del Circondario Imolese Risultati dell indagine svolta nell ambito delle iniziative per l Orientamento

Dettagli

PIEMONTE - BARDONECCHIA V ILLA G G IO O LIM P IC O 8G G /7N T PARTENZA 01 APRILE 435,00

PIEMONTE - BARDONECCHIA V ILLA G G IO O LIM P IC O 8G G /7N T PARTENZA 01 APRILE 435,00 PIEMONTE - BARDONECCHIA V ILLA G G IO O LIM P IC O 8G G /7N T P E N S IO N E C O M P LE TA C O N LE B E V A N D E PARTENZA 01 APRILE 435,00 CAPO VERDE - BOAVISTA A TLA N TIS C LU B M A R IN E 9G G /7N

Dettagli

PRO SPETTO INFORMA TI VO PER L E EMISSIONI DI OBBL IGA ZIONI BA NCA RIE c. d. PL A IN VA NIL LA

PRO SPETTO INFORMA TI VO PER L E EMISSIONI DI OBBL IGA ZIONI BA NCA RIE c. d. PL A IN VA NIL LA @ B A N CA D I C R E D I TO CO O P E R AT I VO D I A L B E R O B E L LO E S AMM I C H E L E D I B A R I S e d e l e g a l e e a m m i n i s t ra t i v a i n A l b e ro b e l l o V i a l e B a r i n. 1

Dettagli

D R POM P E C E N T R I F U G H E O R I ZZO NTA L I, V E RT I CAL I E

D R POM P E C E N T R I F U G H E O R I ZZO NTA L I, V E RT I CAL I E S I ST EMA MO S E CO NT RATTO P E R L ' A F F I DAM E N TO D E L LA FO R N I T U RA D R POM P E C E N T R I F U G H E O R I ZZO NTA L I, V E RT I CAL I E CA R R E L LATE P E R LA BOCCA D I L I DO, P E

Dettagli

GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO

GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO Corso di formazione AUSL di Lucca I I FACILITATORI DEL SISTEMA DI GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO FONTI DI INFORMAZIONE PER LA IDENTIFICAZIONE DEL RISCHIO CLINICO LUCCA 25-05-2009 A cura del dott. G. Puntoni

Dettagli

dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale G D T G M R E 0 H 0 9 F D L N C T N 9 M H 0 9 C dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale genzia L ntrate G li im porti devono essere indicati in unità di Euro

Dettagli

Decodifica di files DICOM e restauro di immagini di Risonanza Magnetica

Decodifica di files DICOM e restauro di immagini di Risonanza Magnetica U NIVERSITÀ DEGLI STUDI DI F ACOLTÀ D IPARTIMENTO DI DI P ALERMO I NGEGNERIA I NGEGNERIA I NFORMATICA CORSO DI I N GEG N ERIA AT GE GN ERI A I N FORM FO RMA TIICA CA LAUREA PER PE R I IN S I ST EMI LIIG

Dettagli

Aprite le porte a Cristo Inno al beato Giovanni Paolo II

Aprite le porte a Cristo Inno al beato Giovanni Paolo II oro e Org rite le orte a risto Inno al beato Giovanni Paolo II Marco Frisina q=60 F ri te le orte a ri sto! Non ab bia te a u salan 5 Organo 5 7 ca te il vo stro cuo re al l' re di Di o ri te le orte a

Dettagli

COMUNE DI TERME VIGLIATORE Provincia di Messina

COMUNE DI TERME VIGLIATORE Provincia di Messina COMUNE DI TERME VIGLIATORE Provincia di Messina PROGETTO ESECUTIVO Miglioramento della sicurezza dei pescatori e delle condizioni del pesce sbarcato. ANALISI PREZZI IL R.U.P. IL PROGETTISTA P.01 - Fornitura

Dettagli

Le diverse tipologie di oli prodotti a pa rtire da lle olive

Le diverse tipologie di oli prodotti a pa rtire da lle olive Le diverse tipologie di oli prodotti a pa rtire da lle olive Comprendere le differenze tra le diverse tipologie di olio in commercio, aiu ta ad orientarsi nella giu ngla dei prezzi e delle etich ette.

Dettagli

S U L L A V I A D E L L A S E L C E

S U L L A V I A D E L L A S E L C E S U L L A V I A D E L L A S E L C E Dopo aver fatto la c o n osc e n z a d e l l esp era n to, il ca l amaio per l a pa c e s i avvicina a l l a c os id d etta l i n - gua fra n c a ( l a l i n gua utilizzata

Dettagli

R E M O B E L F I O R I. C onsu le n ze T ecn o lo g ie e strutture U rbanistica e pia n ifica zio n e te rritoriale

R E M O B E L F I O R I. C onsu le n ze T ecn o lo g ie e strutture U rbanistica e pia n ifica zio n e te rritoriale F o r m a t o e u r o p e o PER IL CURRICULUM v i t a e - E u r o p a s s ^ ^ u r o pass Informazioni perso n ali Nome R E M O B E L F I O R I Indirizzo Telefono Fax E-mail Nazionalità Data / luogo di

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Deliberazione n. 58 del 21/04/2016 Proposta N. 561/2016 OGGETTO: RISANAMENTO CONSERVATIVO DELL'EDIFICIO DENOMINATO EX CASA DEL POPOLO PER LA REALIZZAZIONE

Dettagli

ESULTI IL CORO DEGLI ANGELI (Praeconium Paschale - Exultet)

ESULTI IL CORO DEGLI ANGELI (Praeconium Paschale - Exultet) Voce Organo Anno: 2002 Album: Veglia pasquale Solenne qd = 60 E sul ti il co ro de ESULTI IL CORO DEGLI ANGELI (Praeconium Paschale - Exultet) gliian ge li, e sul ti l'as-sem ble a ce Musica di: Marco

Dettagli

callneet CATALOGO FORMATIVO www.callneet.it - info@callneet.it via Isca del Pioppo, Potenza - 0971.21184

callneet CATALOGO FORMATIVO www.callneet.it - info@callneet.it via Isca del Pioppo, Potenza - 0971.21184 assicuriamo ascolto,garantiamo opportunità. via Isca del Pioppo, Potenza - 0971.21184 www.callneet.it - info@callneet.it CATALOGO FORMATIVO ti N. B. Il catalogo formativo potrà subire delle modifiche a

Dettagli

ART. 1 DEFIN IZION E DI SALA GIOCH I. E sala gioco, il locale con più d i sei apparecchi d i pu ro trattenim ento e svago.

ART. 1 DEFIN IZION E DI SALA GIOCH I. E sala gioco, il locale con più d i sei apparecchi d i pu ro trattenim ento e svago. 5(*2/$0(1723(5,/5,/$6&,2', /,&(1=(3(56$/$*,2&+, ART. 1 DEFIN IZION E DI SALA GIOCH I E sala gioco, il locale con più d i sei apparecchi d i pu ro trattenim ento e svago. ART. 2 N UMERO MASSIMO DI SALE

Dettagli

K S O FT - L A zienda

K S O FT - L A zienda FA T T O R E K 1 K S O FT - L A zienda K S O FT nasce nel settembre 2007 da un progetto imprenditoriale di Fa tto re K e S o fting riunendo affermati professionisti operanti da anni ai massimi livelli

Dettagli

GREEN ECONOMY E LEVE NORMATIVE

GREEN ECONOMY E LEVE NORMATIVE Diritto ed Economia dell Ambiente Collana a cura L Fondazione Lombardia per l Ambiente 8 GREEN ECONOMY E LEVE NORMATIVE a cura AG G i u f f r è E d it o r e INDICE Introduzione. Green econom y e leve norm

Dettagli