INDICE. Pregeo Rilievo Crea righe 3 2. Pregeo Rilievo Crea righe 4, 5 3. Pregeo Rilievo Crea righe 7 9

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INDICE. Pregeo Rilievo Crea righe 3 2. Pregeo Rilievo Crea righe 4, 5 3. Pregeo Rilievo Crea righe 7 9"

Transcript

1 Prodotto da

2 INDICE Pregeo Rilievo Crea righe 3 2 Pregeo Rilievo Crea righe 4, 5 3 Pregeo Rilievo Crea righe 7 9 Pregeo Rilievo Crea righe 7 vertice/direzione 11 Pregeo Rilievo Crea righe per frazionamento 13 Pregeo Rilievo Crea righe in automatico 16 Pregeo Rilievo Crea elementi in grafica 17 Pregeo Rilievo Cancella righe 7 19 Importazione delle righe 4, 5, 7 in grafica 19 Pregeo Rilievo Importa righe 4-5 in grafica 19 Pregeo Rilievo Importa righe 7 in grafica 20 Tolleranze 20 Pregeo Visualizza Tolleranze distanze tra PF 20 Pregeo Verifica tolleranze Per i punti di allineamento 21 Pregeo Verifica tolleranze Tra distanze 22 Pregeo Verifica tolleranze Sulle superfici 23 Pregeo Verifica tolleranze Per oggetto del rilievo: distanze 24 Pregeo Verifica tolleranze Per oggetto del rilievo: superfici 24 Pregeo Verifica tolleranze Per le stazioni fuori triangolo 24 Pregeo Verifica tolleranze Per le distanze tra stazioni 25 Pregeo 9 RTAA 26 Corso Vista Grafica - Pregeo Pag. 1

3 Capitolo IV Vista Grafica Pregeo Paragrafo I Pregeo Rilievo Crea righe 3 La voce Crea righe 3 consente di creare delle righe di tipo 3 a partire dai punti presenti nel Libretto Pregeo effettuando le scelte in modo grafico (durante la scelta la procedura effettua il controllo sulla validità dei punti selezionati). Di seguito vengono illustrati due esempi. Esempio 1: creazione riga 3 da polilinea grafica In questo esempio la riga 3 a partire da una polilinea grafica che deve essere selezionata tramite l'operatore di selezione che si attiva premendo il bottone destro del mouse subito dopo aver eseguito il comando Pregeo Rilievo Crea righe 3 della vista Grafica. Una volta scelta la polilinea il programma esegue la trasformazione in Riga 3 (vedi figura). Corso Vista Grafica - Pregeo Pag. 2

4 Esempio 2: creare la riga 3 con l operatore di disegno In questo esempio la riga 3 viene creata come una polilinea grafica, utilizzando l'operatore di disegno che si attiva con l'esecuzione del comando Pregeo Rilievo Crea righe 3 della vista Grafica. Completato il disegno premendo il tasto destro del mouse il programma esegue la creazione della riga 3 (vedi figura). Paragrafo I Pregeo Rilievo Crea righe 4, 5 Questo comando avvia una procedura guidata per la creazione di righe di tipo 4, 5, 4L, 5L a partire da entità topografiche e grafiche selezionabili direttamente nella Vista Grafica. Per prima cosa è necessario definire l allineamento selezionando due punti tramite l operatore di disegno o selezionando direttamente l eventuale linea che congiunge i due punti già esistente. Completata questa operazione comparirà a video un simbolo grafico di selezione (un piccolo rettangolo) che andrà posizionato sul punto grafico o topografico, le cui coordinate saranno utilizzate per la creazione delle righe. Completata la selezione il programma visualizzerà la prima finestra della procedura così strutturata: Corso Vista Grafica - Pregeo Pag. 3

5 1) nella prima parte sono riepilogati i punti selezionati graficamente (Punto Origine, Punto Orientamento e Punto Osservato) e sarà possibile indicare se l'allineamento è strumentale tramite l'apposita casella di spunta. 2) nella sezione "Scelta del metodo da utilizzare per la creazione delle righe 4-5" l'utente può scegliere se usare il metodo "Allineamento- Squadro" o il metodo "Intersezione distanzadistanza"; nel primo caso è possibile richiedere la verifica della tolleranza sulle righe che verranno create (circolare 2/88) selezionando l apposita casella di spunta. 3) nella sezione "Creazione Righe Per Quota" l'utente può scegliere se creare delle righe 4,5 altimetriche ovvero righe delle righe di tipo 4L, 5L; 4) nell'ultima parte della finestra, infine, è possibile scegliere gli arrotondamenti per il calcolo per la creazione delle righe. Premendo "Avanti" il programma visualizzerà: a) la finestra "Creazione Righe Verifica Tolleranze" se è stato scelto di creare delle righe 4-5 per allineamento e squadro e se la tolleranza non è stata rispettata. La verifica delle tolleranze varia a seconda del tipo di allineamento scelto inizialmente come previsto dalla circolare 2/88. In questa finestra l'utente può: - scegliere di continuare con la creazione delle righe 5; - scegliere di fare una ribatutta dell'allineamento; - scegliere di creare dei punti celerimetrici o gps. Una volta compiute queste scelte, premendo sempre "Avanti", la procedura passa alla finestra "Creazione Righe Risultati finali", descritta nel punto b). b) La finestra "Creazione Righe Risultati finali" che rappresenta l'ultima finestra della procedura. In questa finestra vengono elencate le righe create dalla procedura. I dati delle nuove righe potranno essere modificati utilizzando la finestra di inserimento dati corrispondente, attivabile eseguendo un doppio click con il mouse sulla riga stessa. Corso Vista Grafica - Pregeo Pag. 4

6 Osservazioni sulla creazione delle righe 4-5 con metodo Allineamento-Squadro 1) Per creare righe di tipo 5 consecutive ad un tipo di allineamento è necessario disattivare la creazione delle righe 4L-5L. 2) Come previsto dalla normativa se nel libretto delle misure il punto osservato è già esistente le verifiche sulle tolleranze non verranno effettuate. Premendo "Fine" il programma mantiene memorizzato il punto Origine e punto Orientamento e permette di selezionare un nuovo punto Osservato; la selezione del nuovo punto comporta il riavvio della procedura guidata. Di seguito si riportano alcuni esempi: Esempio n 1 creazione righe 4-5 con metodo Allineamento-Squadro verifica tolleranza rispettata Nella figura riportata viene mostrato il disegno dell allineamento (punti ) e la fase di selezione del punto osservato (555). Completata la scelta dei punti il programma visualizzerà la prima finestra in cui viene scelto di utilizzare il metodo per Allineamento-Squadro con verifica della tolleranza facendo presente, tramite l apposita casella di spunta, che l allineamento è strumentale. Corso Vista Grafica - Pregeo Pag. 5

7 Andando avanti il risultato proposto sarà quello mostrato nelle immagine seguenti. Esempio n 2 creazione righe 4-5 con metodo Allineamento-Squadro verifica tolleranza non rispettata Nella figura riportata qua a fianco viene mostrato il disegno dell allineamento ( ) e la selezione del punto 2 come punto osservato. Completata la selezione il programma visualizzerà la prima finestra in cui viene scelto di utilizzare il metodo per Allineamento Squadro con Verifica della Tolleranza. Corso Vista Grafica - Pregeo Pag. 6

8 Premendo il bottone Avanti compare la finestra Creazione righe Verifica tolleranze. Questa finestra mostra i risultati dei test delle verifiche tolleranze per allineamenti effettuati secondo le modalità previste dalla circolare 2/88. In questo caso sebbene la tolleranza non sia stata rispettata si è scelto di continuare con la creazione delle righe 5. Andando avanti il risultato proposto sarà, quindi, quello mostrato nelle immagine seguenti: Esempio n 3 creazione righe 4-5 con metodo Intersezione distanza-distanza Nella figura riportata qua a fianco viene mostrato il disegno dell allineamento dei punti e la selezione del punto osservato 4. Corso Vista Grafica - Pregeo Pag. 7

9 Completata la selezione il programma visualizzerà la prima finestra in cui viene scelto di utilizzare il metodo per intersezione distanza-distanza. Andando avanti il risultato proposto sarà quello mostrato nelle immagine seguenti. Esempio n 3 creazione righe 4-5 con metodo Intersezione distanza-distanza e creazione righe 4-5 altimetriche Nella figura riportata qua a fianco viene mostrato il disegno dell allineamento dei punti e la selezione del punto osservato 5. Corso Vista Grafica - Pregeo Pag. 8

10 Completata la selezione il programma visualizzerà la prima finestra in cui viene scelto di utilizzare il metodo per Intersezione distanza-distanza e la creazione righe 4L-5L per quota. Andando avanti il risultato proposto sarà quello mostrato nelle immagine seguenti. Paragrafo II - Pregeo Rilievo Crea righe 7 Con questo comando è possibile disegnare in Grafica i contorni che descrivono la riga 7 ; in particolare, una volta attivato, viene visualizzata una finestra dove è possibile selezionare il colore del tratto che si sta disegnando nonché il tipo di linea da applicare. Corso Vista Grafica - Pregeo Pag. 9

11 Per confermare la creazione della riga si deve premere il tasto destro del mouse; a questo punto devono essere distinti due casi: 1. il primo è quello in cui il contorno disegnato è aperto; 2. il secondo è quello in cui il contorno disegnato è chiuso. Alla riga 7 può essere associata una riga 6; la posizione della riga 6 rispetto alla riga 7 può essere scelta tramite il comando Opzioni Opzioni Pregeo della vista Pregeo pagina Catasto. L esecuzione del comando comporterà l apertura della finestra Opzioni Pregeo e per effettuare tali scelte è necessario accedere alla pagina Riga 6. Si riporta di seguito la descrizione dei due esempi. Esempio 1: riga 7 con contorno aperto Se il contorno è aperto allora completata la selezione grafica il programma richiede se si desidera inserire la riga 6 di commento da associare alla riga 7. Nella figura qua a fianco è riportato il risultato finale della creazione se si sceglie di non aggiungere la riga 6 da associare alla riga 7. Esempio 2: riga 7 con contorno chiuso Corso Vista Grafica - Pregeo Pag. 10

12 Se, invece, il contorno è chiuso, una volta completato il disegno, il programma visualizza la finestra Dati della Riga 7, dove oltre al commento per la riga 6 l utente può inserire il nome della particella madre, la superficie catastale e la natura della particella. Inseriti questi ultimi dati il programma effettua un test che verifica il rispetto della tolleranza tra superficie cartografica e quella catastale. Nella figura qua a fianco è riportato il risultato della creazione. Paragrafo III Pregeo Rilievo Crea righe 7 vertice/direzione I punti vertice/direzione vengono utilizzati per posizionare sulla mappa il nuovo fabbricato o le nuove dividenti. Quindi la creazione dei punti vertice/direzione è un alternativa alla creazione delle righe 7 nere. Corso Vista Grafica - Pregeo Pag. 11

13 Il comando Crea righe 7 vertice/direzione si attiva dal menu Pregeo Rilievo della vista Grafica. L esecuzione del comando comporta inizialmente la selezione del punto nella vista Grafica. Una volta selezionato il punto il programma mostrerà la finestra Crea righe 7 vertice/direzione che consente di indicare al programma che tipo di punto dovrà essere creato (vertice o direzione). Premendo OK la riga 7 verrà creata ed aggiunta alla vista Righe 7 come mostrato nella figura riportata qua a fianco. Corso Vista Grafica - Pregeo Pag. 12

14 Paragrafo IV Pregeo Rilievo Crea righe per frazionamento Questo comando si attiva dalla vista grafica e può essere utilizzato per effettuare operazioni di frazionamento su particelle. Dopo aver individuato l area da frazionare il programma apre la finestra Opzioni per frazionamento che permette all utente di specificare al programma come il frazionamento dovrà essere realizzato e l output che desidera. Nella parte alta della finestra viene riportata la superficie cartografica della particella selezionata. Nella sezione Tipo di segmento va indicato il tipo di segmento da utilizzare per il frazionamento che può essere: 1) parallelo; 2) perpendicolare; 3) da vertice. Nella sezione Area definita come l utente indica l area da staccare che può essere espressa o per rapporto o per valore. Infine, nella sezione Opzioni di disegno l utente può indicare al programma cosa deve essere disegnato. Le scelte possibili sono: creare punti agli estremi: - celerimetrici (indicando la stazione); - gps (indicando il gruppo); - righe 4-5. Creo la riga 7: con questa opzione l utente dice al programma di creare delle nuove righe 7 o di trasformare quelle già presenti nel libretto (dipende della situazione). Nei paragrafi successivi saranno riportati degli esempi. Corso Vista Grafica - Pregeo Pag. 13

15 Esempio 1: la particella da frazionare esiste Dopo aver attivato il comando il programma mette subito a disposizione un operatore di disegno che l utente può utilizzare per disegnare l area da frazionare (vedi figura riportata di seguito). Visto che nel nostro caso la particella esiste già l utente può cambiare l operatore passando da quello di disegno a quello di selezione ( il quadratino ); la selezione viene confermata cliccando sul contorno premendo il tasto sinistro del mouse e, successivamente, premendo il tasto destro. Una volta selezionata l area si procede impostando le opzioni per il frazionamento: in questo esempio, si è scelto un frazionamento perpendicolare e l area da staccare è indicata per valore e non per rapporto. Inoltre nella sezione Opzioni di disegno è stato indicato che devono essere creati dei punti celerimetrici (da associare alla stazione 100) e delle righe 7. Confermate le impostazioni per il frazionamento l utente deve procedere con la selezione grafica del lato da utilizzare per tracciare la perpendicolare che suddividerà l area oggetto del frazionamento. Completata l operazione il programma crea e disegna tutto ciò che è stato indicato nelle opzioni di disegno della finestra Opzioni per frazionamento.il risultato del frazionamento sarà visibile nella vista Grafica; le righe 7 create o trasformate si potranno rintracciare nella vista Pregeo mentre i punti celerimetrici nel Libretto celerimetrico. Il lato scelto per tracciare la perpendicolare è delimitato dai vertici ; come si può ben vedere nella vista Grafica il taglio è perpendicolare ad ess Corso Vista Grafica - Pregeo Pag. 14

16 Esempio 2: La particella da frazionare non esiste Nella figura a fianco è stata riportata la situazione di partenza. In questo caso è necessario disegnare la particella: quindi l operatore di disegno proposto dal programma con l attivazione del comando non deve essere cambiato con quello di selezione. In questo esempio si è scelto il tipo frazionamento Parallelo e l area da staccare è stata definita tramite rapporto; inoltre si è scelto di creare punti di riga 4-5 e righe 7. Terminata l operazione di disegno si può procedere, come già visto nell esempio precedente, con la scelto del lato da utilizzare per tracciare la parallela che frazionerà l area disegnata. In questo esempio il lato da utilizzare è delimitato dai vertici ; i risultati si potranno vedere nella vista Pregeo e nella vista Grafica. Corso Vista Grafica - Pregeo Pag. 15

17 Alcune osservazioni su questo comando: se si deseleziona la casella Creo punti agli estremi (Finestra Opzioni per frazionamento) il programma eseguirà semplicemente un frazionamento grafico senza creare nessun punto e righe 7. Se le righe 7 non possono essere create, il programma lo segnala (es. quando si selezionano anche dei punti grafici). Se devono essere create dei punti Celerimetrici si deve specificare la stazione mentre se devono essere creati dei punti GPS si deve specificare il gruppo. Se si sceglie vertice come tipo di segmento allora una volta specificata l area da frazionare si deve indicare in quale vertice la dividente dovrà passare. Paragrafo V - Pregeo Rilievo Crea righe in automatico La funzione Crea righe in automatico, infine, consente di creare delle linee grafiche o righe di tipo 7 in automatico tra: 1) punti di orientamento (tutte le linee o solo quelle esterne); 2) tra le stazioni ed i punti di orientamento; 3) tra le stazioni stesse. Nella figura qua a fianco è riportato il risultato della creazione delle righe dopo aver scelto di creare solo le righe esterne (grafiche) di colore verde continuo. Corso Vista Grafica - Pregeo Pag. 16

18 Paragrafo VI Pregeo Rilievo Crea elementi in grafica Tale comando (attivabile andando nel menu Pregeo Rilievo Crea elementi in grafica della vista Grafica) è stato studiato per introdurre, degli elementi in grafica che verranno aggiunti alle stampe Pregeo. La scelta dell elemento da creare avviene tramite la finestra Opzioni creazioni elementi in grafica. Gli elementi che si possono inserire sono: Intestazione serve per riportare nella stampa alcuni dati della riga zero del libretto (comune, codice comune, foglio, elenco particelle) e la scala; Firma serve per riportare la firma del tecnico che ha eseguito il lavoro; Nord Cartografico serve per introdurre il nord cartografico; per questi elementi è possibile scegliere il Colore, indicare la Dimensione Stampa in mm e la scala della vista Grafica. Schema Rilievo serve per introdurre nella stampa lo schema del rilievo; Schema Sviluppo Ridotto serve per introdurre lo schema Sviluppo in forma ridotta ovvero riportando solamente le righe 7 con i rispettivi vertici. Schema Sviluppo Completo lo Schema Sviluppo Ridotto viene esteso aggiungendo i punti restanti del libretto delle misure. Altro l utente ha la possibilità di scegliere personalmente cosa rappresentare nell elemento da inserire nelle sezioni Entità Celerimetriche, Entità GPS, Entità Pregeo, Entità Grafiche; le entità da inserire potranno essere selezionate utilizzando l apposita casella di spunta. Corso Vista Grafica - Pregeo Pag. 17

19 Per questi elementi è possibile indicare la scala della vista Grafica, la scala dell elemento e il colore che verrà utilizzato per il riquadro. Per avviare la creazione dell elemento si deve premere il bottone Crea ; per completarla l utente dovrà indicare graficamente la posizione in cui inserire l elemento. Esempio 1: in questo esempio è stato scelto di creare un elemento intestazione di colore rosso, scala 1:1000. Esempio 2: in questo esempio è stato scelto di creare un elemento Schema Sviluppo Ridotto. Corso Vista Grafica - Pregeo Pag. 18

20 Paragrafo VII - Pregeo Rilievo Cancella righe 7 Il comando Cancella righe 7 consente all utente di eliminare le righe 7 dopo averle selezionate graficamente. Completata l operazione di selezione il programma tramite un apposita finestra visualizza il numero di righe selezionate e chiede all utente se può procedere con la cancellazione. Paragrafo VIII - Pregeo Rilievo Cancella righe 3 Il comando Cancella righe 3 consente all utente di eliminare le righe 3 dopo averle selezionate graficamente. Completata l operazione di selezione il programma tramite un apposita finestra visualizza il numero di righe selezionate e chiede all utente se può procedere con la cancellazione. Paragrafo VIII Importazione delle righe 4, 5, 7 in grafica Nel menu Pregeo Rilievo sono disponibili una serie di comandi per trasformare le righe 4,5,7 in entità grafiche. Essi sono: Pregeo Rilievo Importa righe 4-5 in grafica La funzione Importa righe 4 e 5 in grafica del menu Pregeo Rilievo permette di trasformare i punti di righe 4-5 in entità grafiche (che potranno essere trattate come delle normali entità grafiche). Corso Vista Grafica - Pregeo Pag. 19

21 E importante tener presente che la modifica del Libretto o delle righe 4-5 non comporterà un aggiornamento automatico di tali entità. Pregeo Rilievo Importa righe 7 in grafica La funzione Importa righe 7 in grafica, del menu Pregeo Rilievo, permette di trasformare in linee grafiche le righe 7 (che potranno essere trattate come delle normali entità grafiche). Anche in questo caso la modifica del Libretto o delle righe 7 non comporterà un aggiornamento automatico di tali entità. Per annullare delle entità grafiche create con i comandi precedenti è necessario usare il comando Pretgeo Rilievo Annulla Import. Paragrafo IX Tolleranze Nella nuova versione del programma sono state introdotte nuove funzionalità allo scopo di aiutare l utente a verificare se le tolleranze indicate dal catasto terreno nelle varie normative vengono rispettate oppure no; si riporta di seguito la descrizione dettagliata di ciascuno di essi. Visualizza Tolleranze distanze tra PF Tale comando è attivo andando sulla Riga 8 della vista ad albero di Pregeo, menu Visualizza Tolleranze distanze tra PF. In particolare una volta compiute le seguenti operazioni: 1) inserimento di punti fiduciali nella vista punti di orientamento; 2) inserimento nel libretto delle misure dei punti fiduciali; 3) inserimento delle misurate nella vista distanze (non obbligatorio); il programma mostrerà una finestra con i risultati del test. I risultati del test possono essere stampati utilizzando il bottone Stampa ; questi variano a seconda se il confronto è effettuato con le distanze misurate o direttamente con i punti fiduciali. Nella parte alta della finestra viene visualizzato l elenco delle coppie di punti fiduciali analizzate (ricavate dal libretto); a fianco alle coppie è riportato un bollino indice dell esito del test: - bollino rosso significa che la tolleranza non è stata rispettata; - bollino verde significa che la Corso Vista Grafica - Pregeo Pag. 20

22 tolleranza è stata rispettata mentre; - bollino giallo significa che non si è potuto eseguire il confronto per mancanza di dati. Il campo Tipo Distanza della tabella riporta il tipo di distanza che è stata utilizzata per il confronto: 1. Dist. Taf. in questo caso la distanza misurata del libretto viene confrontata con quella ricavata dai punti fiduciali inseriti nella pagina Righe 8 perché la procedura non ha trovato le misurate; 2. Media-Mis. in questo caso la distanza misurata nel libretto viene confrontata con la media delle misurate; 3. libretto in questo caso il confronto viene effettuato con la singola misurata. Nel primo caso la tolleranza viene verificata tenendo conto della scala (selezionabile o editabile tramite l apposita casella della finestra); nel secondo e terzo caso la tolleranza viene verificata tenendo conto della zona. La zona può essere impostata per tutte le coppie tramite il bottone Imposta zona per tutti o scelta specificatamente per una coppia sfruttando la casella Zona della griglia. Pregeo Verifica tolleranze Per i punti di allineamento L esecuzione di tale comando, dal menu Pregeo della vista Grafica, serve per elencare tutte le righe 4 e 5 del Libretto Pregeo che non rispettano le tolleranze. Le segnalazioni vengono effettuate tramite tale finestra dove si riporta: - numero di riga, - tipo di riga, - allineamento, Corso Vista Grafica - Pregeo Pag. 21

23 - nome punto, - squadro, - motivo. Anche in questo caso sono disponibili i bottoni Ignora per ignorare le segnalazioni, Correggi per correggerle e Stampa nel caso in cui si abbia la necessità di stamparle. Pregeo Verifica tolleranze Tra distanze Con tale comando è possibile dopo aver selezionato i punti graficamente effettuare delle verifiche sulle tolleranze tra distanze. I punti selezionati vengono anche in questo caso raggruppati in coppie; se non si formano coppie di punti fiduciali allora viene visualizzata una finestra in cui si riporta la coppia selezionata, il limite di tolleranza, la distanza misurata e l intervallo da considerare (il limite di tolleranza varia in base alla zona specificata). Corso Vista Grafica - Pregeo Pag. 22

24 Se, invece, si formano coppie di punti fiduciali allora la finestra che viene visualizzata è analoga a quella vista per il comando Tolleranze distanze tra PF. Si fa presente che nel caso in cui la selezione comporta la formazione di entrambe le tipologie di coppie allora le finestre sopra descritte saranno visualizzate in successione; i dati visualizzati nelle finestre possono essere stampati. Pregeo Verifica tolleranze Sulle superfici Eseguendo tale comando l utente può, dopo aver selezionato graficamente il contorno chiuso da controllare, verificare se sono state rispettate le tolleranze tra superfici (cartografica e censuaria, in base alla natura indicata). Tale controllo è analogo a quello descritto nella procedura per la creazione di righe 7 da grafica. Corso Vista Grafica - Pregeo Pag. 23

25 Pregeo Verifica tolleranze Per oggetto del rilievo: distanze Con questo comando l utente può effettuare gli opportuni controlli circa il rispetto delle tolleranze tra distanze nell oggetto del rilievo. La prima cosa da fare, una volta attivato il comando, è quella di selezionare graficamente il lato della maglia fiduciale da prendere in considerazione. Dopodichè il programma invita l utente a selezionare il punto esterno ed interno al lato della maglia fiduciale selezionato. Terminata la selezione grafica, il programma visualizza la finestra riportata qua a fianco dove in alto sono riepilogati i punti selezionati riportando sia il nome che le coordinate; in basso, invece, sono riportate le distanze calcolate e l esito del test di tolleranza. La verifica termina premendo il bottone OK. Pregeo Verifica tolleranze Per oggetto del rilievo: superfici L esecuzione di tale comando comporta l avvio di un confronto automatico tra le superfici descritte dalle righe 7 con la maglia fiduciale. Una volta terminati i vari confronti e individuate le rispettive superfici interne ed esterne, i risultati sono visualizzati tramite la finestra riportata nella figura qua a fianco. In particolare, essi sono rappresentati in una tabella: nella prima colonna viene mostrato il risultato del test di tolleranza (tramite un bollino che è verde se positivo e rosso se negativo); nella seconda e nella terza colonna, invece, sono specificati i dati relativi ai contorni presi in considerazione (nome della particella e vertici che descrivono il contorno); nelle ultime tre colonne, infine, sono indicate le superfici che sono state utilizzate per valutare se le tolleranze sono state rispettate o meno. Anche in questo caso i risultati possono essere stampati utilizzando il comando Stampa. Pregeo Verifica tolleranze Per le stazioni fuori triangolo Questo comando serve per verificare se le stazioni sono fuori triangolo; anche in questo caso la verifica viene eseguita automaticamente dal programma confrontando ogni singola stazione con i corrispondenti lati della maglia fiduciale. Corso Vista Grafica - Pregeo Pag. 24

26 I risultati sono visualizzati, come per il comando precedente, tramite una finestra dove si riporta in una griglia il risultato del test, la stazione presa in considerazione, il lato considerato (riportando sia i vertici che la lunghezza) e le distanze utilizzate per il confronto. Anche in questo caso i risultati possono essere stampati utilizzando il comando Stampa. Pregeo Verifica tolleranze Per le distanze tra stazioni Questo comando serve per verificare se le distanze tra stazioni costituenti una poligonale rispettano la tolleranza indicata nella normativa. Anche in questo caso il controllo è automatico e nel caso in cui abbia esito positivo viene mostrata la finestra qua a fianco. Se, invece, il programma individua delle distanze che non rispettano la tolleranza allora visualizza la finestra qua a fianco dove sono riportate le due stazioni per cui la tolleranza non è stata rispettata. Come già si è detto in precedenza, la segnalazione effettuata può essere ignorata tramite il bottone Ignora. Per correggere, invece, deve essere premuto il bottone Correggi ; se si desidera stampare le segnalazioni è sufficiente eseguire il comando Stampa. Corso Vista Grafica - Pregeo Pag. 25

27 Pregeo 9 RTAA I comandi della vista Grafica del menu Pregeo Rilievo e Pregeo Verifica tolleranze si possono utilizzare anche per Pregeo 9 RTAA. Le uniche differenze per chi lavora con Pregeo 9 RTAA si hanno nei comandi Crea righe 4-5 e Crea righe 7, come di seguito viene illustrato: - le righe 4L-5L non sono previste nel Pregeo 9 RTAA, infatti nella finestra Creazione righe Opzioni sono disabilitate. - nelle Righe 7 chiuse, Pregeo 9 RTAA non consente di inserire né la Particella né la Particella madre; infatti nella finestra Dati della riga 7 entrambi i campi sono disattivi. Si ricorda che per lavorare con Pregeo 9 RTAA si deve impostare le opzioni Tipo Catasto e Versione Pregeo (come in figura) utilizzando il comando Opzioni Opzioni Pregeo. Corso Vista Grafica - Pregeo Pag. 26

INDICE. Proposta aggiornamento Aggiungi scritta 2. Proposta aggiornamento Sposta scritta 3. Proposta aggiornamento Ruota scritta 4

INDICE. Proposta aggiornamento Aggiungi scritta 2. Proposta aggiornamento Sposta scritta 3. Proposta aggiornamento Ruota scritta 4 Prodotto da INDICE Proposta aggiornamento Aggiungi scritta 2 Proposta aggiornamento Sposta scritta 3 Proposta aggiornamento Ruota scritta 4 Proposta aggiornamento Aggiungi simbolo 5 Proposta aggiornamento

Dettagli

2 - Modifica. 2.1 - Annulla 2.2 - ANNULLA TOPOGRAFICO 2.3 - ANNULLA TOPOGRAFICO MULTIPLO FIGURA 2.1

2 - Modifica. 2.1 - Annulla 2.2 - ANNULLA TOPOGRAFICO 2.3 - ANNULLA TOPOGRAFICO MULTIPLO FIGURA 2.1 2 - Modifica FIGURA 2.1 Il menu a tendina Modifica contiene il gruppo di comandi relativi alla selezione e alla gestione delle proprietà delle entità del disegno e alla gestione dei layer. I comandi sono

Dettagli

S.C.S. - survey CAD system 4 - PARTICELLE

S.C.S. - survey CAD system 4 - PARTICELLE 4 - PARTICELLE Il menu PARTICELLE gestisce la creazione di nuove particelle mediante diversi problemi relativi alla divisione di aree. È possibile impostare l orientamento della dividente, generarla parallela

Dettagli

2 - Stesura della Proposta di Aggiornamento partendo da un rilievo misto GPS.

2 - Stesura della Proposta di Aggiornamento partendo da un rilievo misto GPS. 2 - Stesura della Proposta di Aggiornamento partendo da un rilievo misto GPS. In questo esempio vengono illustrati tutti i passaggi per importare un rilievo misto tacheometrico e GPS in PFCAD CATASTO e

Dettagli

S.C.S. - survey CAD system Tel. 045 / 7971883. Il menu file contiene tutti i comandi predisposti per:

S.C.S. - survey CAD system Tel. 045 / 7971883. Il menu file contiene tutti i comandi predisposti per: 1 - File Il menu file contiene tutti i comandi predisposti per: - l apertura e salvataggio di disegni nuovi e esistenti; - al collegamento con altri programmi, in particolare AutoCAD; - le opzioni di importazione

Dettagli

INDICE. Introduzione 2 Esempio accorpamento preventivo 3. Corso Accorpamento Preventivo Pag. 1

INDICE. Introduzione 2 Esempio accorpamento preventivo 3. Corso Accorpamento Preventivo Pag. 1 Prodotto da INDICE Introduzione 2 Esempio accorpamento preventivo 3 Corso Accorpamento Preventivo Pag. 1 Capitolo VII Accorpamento Preventivo Introduzione La procedura Genera proposta di aggiornamento

Dettagli

ICE. Introduzione 2. Importazioni definizioni temi 3. Importa file Shape 4. Gestione tabelle 5. Modifica la struttura di una tabella 7

ICE. Introduzione 2. Importazioni definizioni temi 3. Importa file Shape 4. Gestione tabelle 5. Modifica la struttura di una tabella 7 Prodotto da ICE Introduzione 2 Importazioni definizioni temi 3 Importa file Shape 4 Gestione tabelle 5 Modifica la struttura di una tabella 7 Gestione temi 9 Gestione entità grafiche 12 Crea entità 12

Dettagli

pfcad CATASTO pfcad Compatibile con PREGEO 10.60 La scheda descrive i principali comandi e funzioni TOPOGRAFICHE

pfcad CATASTO pfcad Compatibile con PREGEO 10.60 La scheda descrive i principali comandi e funzioni TOPOGRAFICHE pfcad CATASTO Il software pfcad CATASTO permette la gestione professionale di Elaborati Grafici per la produzione, l aggiornamento e la presentazione della Cartografia presso le Agenzie del Territorio.

Dettagli

2 - Modifica. 2.1 - Annulla. 2.2 - Selezione finestra. S.C.S. - survey CAD system FIGURA 2.1

2 - Modifica. 2.1 - Annulla. 2.2 - Selezione finestra. S.C.S. - survey CAD system FIGURA 2.1 2 - Modifica FIGURA 2.1 Il menu a tendina Modifica contiene il gruppo di comandi relativi alla selezione delle entità del disegno, alla gestione dei layer, alla gestione delle proprietà delle varie entità

Dettagli

INDICE. Vista Grafica 2. Importazione di un file AutoCAD (.DXF/.DWG) 6. Importazione di un file di coordinate 8

INDICE. Vista Grafica 2. Importazione di un file AutoCAD (.DXF/.DWG) 6. Importazione di un file di coordinate 8 Prodotto da INDICE Vista Grafica 2 Importazione di un file AutoCAD (.DXF/.DWG) 6 Importazione di un file di coordinate 8 Importazione file 3d Office-Linework file (.LN3) e 3d Office-TIN file (.TN3) 9 Trasformazione

Dettagli

INDICE. Presentazione 2. Installazione 4. Registrazione 4. Aggiornamenti automatici 5

INDICE. Presentazione 2. Installazione 4. Registrazione 4. Aggiornamenti automatici 5 Prodotto da INDICE Presentazione 2 Installazione 4 Registrazione 4 Aggiornamenti automatici 5 Capitolo 1 Creare un Libretto Celerimetrico 6 Inserimento Manuale 6 Inserimento dati da strumento 8 Capitolo

Dettagli

INDICE. Opzioni di stampa 2. Nuovo componente di stampa 3. Vecchio componente di stampa 6. Corso Modulo Stampa Pag. 1

INDICE. Opzioni di stampa 2. Nuovo componente di stampa 3. Vecchio componente di stampa 6. Corso Modulo Stampa Pag. 1 Prodotto da INDICE Opzioni di stampa 2 Nuovo componente di stampa 3 Vecchio componente di stampa 6 Corso Modulo Stampa Pag. 1 Capitolo VIII Modulo Stampa Paragrafo I Opzioni di stampa Il comando Opzioni

Dettagli

HORIZON SQL FATTURAZIONE

HORIZON SQL FATTURAZIONE 1-1/8 HORIZON SQL FATTURAZIONE 1 FATTURAZIONE... 1-1 Impostazioni... 1-1 Meccanismo tipico di fatturazione... 1-2 Fatture per acconto con fattura finale a saldo... 1-2 Fattura le prestazioni fatte... 1-3

Dettagli

Guida in linea. lo 1. TIC - Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione - Prof. Franco Tufoni - 1 -

Guida in linea. lo 1. TIC - Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione - Prof. Franco Tufoni - 1 - 1-1 - Introduzione Microsoft Excel 2000 è una applicazione software che può essere usata come: Foglio elettronico. Database. Generatore di grafici. Capittol lo 1 Introduzione e Guida in linea Si può paragonare

Dettagli

On-line Corsi d Informatica sul Web

On-line Corsi d Informatica sul Web On-line Corsi d Informatica sul Web Corso base di Excel Università degli Studi della Repubblica di San Marino Capitolo 1 ELEMENTI DELLO SCHERMO DI LAVORO Aprire Microsoft Excel facendo clic su Start/Avvio

Dettagli

Cenni all utilizzo del programma PREGEO 8.00

Cenni all utilizzo del programma PREGEO 8.00 Cenni all utilizzo del programma PREGEO 8.00 Introduzione (PREtrattamento atti GEOmetrici) è uno strumento di supporto per i tecnici professionisti quali geometri, ingegneri, architetti, periti agrari

Dettagli

Esportare dati da Excel

Esportare dati da Excel Esportare dati da Excel Per esportare i fogli di Excel occorre salvarli in altri formati. Si possono poi esportare direttamente i dati da un foglio di Excel in un foglio dati di Access, mentre per altri

Dettagli

SITI Cloud Manuale utente

SITI Cloud Manuale utente 1 SITI Cloud Manuale utente 2 Autenticazione Per accedere ai servizi forniti da SITICloud, dopo aver richiamato con il browser l'indirizzo che Vi è stato assegnato è necessario identificarsi. Si apre la

Dettagli

E-REGISTER ALBERTI ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL REGISTRO DI CLASSE

E-REGISTER ALBERTI ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL REGISTRO DI CLASSE E-REGISTER ALBERTI ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL REGISTRO DI CLASSE Release 2. 2013 Prof.ssa Luisa Raggi Indice Ambiente di lavoro: Pulsanti/caselle principali e Gestione firme Ambiente di lavoro:

Dettagli

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php MODULO 3 Microsoft Excel TEST ED ESERCIZI SU: http:///ecdl/excel/index.php Foglio Elettronico - SpreadSheet Un foglio elettronico (in inglese spreadsheet) è un programma applicativo usato per memorizzare

Dettagli

A destra è delimitata dalla barra di scorrimento verticale, mentre in basso troviamo una riga complessa.

A destra è delimitata dalla barra di scorrimento verticale, mentre in basso troviamo una riga complessa. La finestra di Excel è molto complessa e al primo posto avvio potrebbe disorientare l utente. Analizziamone i componenti dall alto verso il basso. La prima barra è la barra del titolo, dove troviamo indicato

Dettagli

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.6 Preparazione stampa

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.6 Preparazione stampa Università degli Studi dell Aquila Corso ECDL programma START Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.6 Preparazione stampa Maria Maddalena Fornari Impostazioni di pagina: orientamento È possibile modificare le

Dettagli

Geoute. Versione 8.01 Gestione dati da Stazioni Totali PENTAX. GUIDO VERONESI S.r.l.

Geoute. Versione 8.01 Gestione dati da Stazioni Totali PENTAX. GUIDO VERONESI S.r.l. Geoute Versione 8.01 Gestione dati da Stazioni Totali PENTAX GUIDO VERONESI S.r.l. Via Caselle, 46 40068 San Lazzaro di S. (BOLOGNA) +39 (051) 454733-453229 Fax +39 (051) 453181 Web site: www.veronesi.org

Dettagli

MODULO 3 Foglio elettronico

MODULO 3 Foglio elettronico MODULO 3 Foglio elettronico I contenuti del modulo: Questo modulo verifica la comprensione da parte del corsista dei concetti fondamentali del foglio elettronico e la sua capacità di applicare praticamente

Dettagli

1. MODALITA' DI LAVORO SUL FOGLIO ELETTRONICO.

1. MODALITA' DI LAVORO SUL FOGLIO ELETTRONICO. 1. MODALITA' DI LAVORO SUL FOGLIO ELETTRONICO. Excel esegue una analisi della riga introdotta o modificata in una cella per stabilire se si tratta di un valore e di che tipo (numero semplice, data, formula,

Dettagli

FUNZIONALITÀ DI REPORTISTICA DEL PROGRAMMA Gestione Negozi Benetton

FUNZIONALITÀ DI REPORTISTICA DEL PROGRAMMA Gestione Negozi Benetton FUNZIONALITÀ DI REPORTISTICA DEL PROGRAMMA Gestione Negozi Benetton SOMMARIO CENNI GENERALI... 3 STAMPA ORDINI... 18 STAMPA PACKING LIST... 21 STAMPA SCONTRINI... 24 STAMPA ARTICOLI VENDUTI... 30 STAMPA

Dettagli

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto Applicare bordi e sfondi ai paragrafi Word permette di creare un bordo attorno ad un intera pagina o solo attorno a paragrafi selezionati. Il testo risulta incorniciato in un rettangolo completo dei quattro

Dettagli

Versione aggiornata al 11.11.2014

Versione aggiornata al 11.11.2014 Word Processing Versione aggiornata al 11.11.2014 A cura di Massimiliano Del Gaizo Massimiliano Del Gaizo Pagina 1 SCHEDA (RIBBON) HOME 1. I L G R U P P O C A R AT T E R E Word ci offre la possibilità,

Dettagli

9 Word terza lezione 1

9 Word terza lezione 1 9 Word terza lezione 1 Elenchi puntati È possibile inserire elenchi puntati tramite un icona sulla barra di formattazione o tramite il menu formato Elenchi puntati e numerati 2 Elenchi numerati Il procedimento

Dettagli

Il foglio elettronico

Il foglio elettronico Il foglio elettronico Foglio di calcolo, Spreadsheet in inglese, Permette di elaborare DATI NUMERICI. E una TABELLA che contiene numeri che possono essere elaborati con FUNZIONI matematiche e statistiche.

Dettagli

3 - Generazione di un disegno CAD partendo dal file in formato Pregeo

3 - Generazione di un disegno CAD partendo dal file in formato Pregeo 3 - Generazione di un disegno CAD partendo dal file in formato Pregeo E la funzione base di tutte le elaborazioni topografiche catastali. Vediamo come inserire un file dal libretto di Pregeo nel programma

Dettagli

10 - Disegno di sezioni e profili da punti topografici.

10 - Disegno di sezioni e profili da punti topografici. 10 - Disegno di sezioni e profili da punti topografici. In questo capitolo seguiamo tutti i passaggi per creare delle sezioni sul rilievo fatto. Iniziamo prima di tutto impostando il lavoro sul quale poi

Dettagli

Per qualsiasi problema di installazione potete contattare l assistenza inviando una mail a: assistenza@rocketlab.it

Per qualsiasi problema di installazione potete contattare l assistenza inviando una mail a: assistenza@rocketlab.it Versione 1.7 Manuale d uso Introduzione Dance Club è un programma che nasce per soddisfare le esigenze organizzative e gestionali delle Scuole di Ballo. Per qualsiasi problema di installazione potete contattare

Dettagli

Veneto Lavoro via Ca' Marcello 67/b, 30172 Venezia-Mestre tel.: 041/2919311 fax: 041/2919312

Veneto Lavoro via Ca' Marcello 67/b, 30172 Venezia-Mestre tel.: 041/2919311 fax: 041/2919312 Veneto Lavoro via Ca' Marcello 67/b, 30172 Venezia-Mestre tel.: 041/2919311 fax: 041/2919312 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DEL TOOL AROF... 3 2.1 Procedura di installazione

Dettagli

per immagini guida avanzata Usare le formule e le funzioni Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1

per immagini guida avanzata Usare le formule e le funzioni Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1 Usare le formule e le funzioni Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1 Costruire formule in Excel Per gli utenti di altri programmi di foglio di calcolo, come ad esempio Lotus 1-2-3,

Dettagli

Tracciare percorsi con OCAD8 Checo 11.1.03

Tracciare percorsi con OCAD8 Checo 11.1.03 Tracciare percorsi con OCAD8 Checo 11.1.03 Panoramica generale Avvìo di un progetto di tracciamento percorsi Per avviare un progetto di tracciamento occorre creare un file progetto. Quindi vi si carica

Dettagli

Capitolo 9. Figura 104. Tabella grafico. Si evidenzia l intera tabella A1-D4 e dal menù Inserisci si seleziona Grafico. Si apre la seguente finestra:

Capitolo 9. Figura 104. Tabella grafico. Si evidenzia l intera tabella A1-D4 e dal menù Inserisci si seleziona Grafico. Si apre la seguente finestra: Capitolo 9 I GRAFICI Si apra il Foglio3 e lo si rinomini Grafici. Si crei la tabella seguente: Figura 104. Tabella grafico Si evidenzia l intera tabella A1-D4 e dal menù Inserisci si seleziona Grafico.

Dettagli

Microsoft PowerPoint

Microsoft PowerPoint Microsoft introduzione a E' un programma che si utilizza per creare presentazioni grafiche con estrema semplicità e rapidità. Si possono realizzare presentazioni aziendali diapositive per riunioni di marketing

Dettagli

[Tutoriale] Realizzare un cruciverba con Excel

[Tutoriale] Realizzare un cruciverba con Excel [Tutoriale] Realizzare un cruciverba con Excel Aperta in Excel una nuova cartella (un nuovo file), salviamo con nome in una precisa nostra cartella. Cominciamo con la Formattazione del foglio di lavoro.

Dettagli

Il menu File contiene tutti i comandi relativi alle seguenti operazioni:

Il menu File contiene tutti i comandi relativi alle seguenti operazioni: 1 - FILE FIGURA 1.1 Il menu File contiene tutti i comandi relativi alle seguenti operazioni: - apertura e salvataggio di disegni nuovi ed esistenti; - spedizione di disegni tramite email; - collegamento

Dettagli

Città di Desenzano del Garda CARTOGRAFIA ON LINE MANUALE D USO

Città di Desenzano del Garda CARTOGRAFIA ON LINE MANUALE D USO Città di Desenzano del Garda CARTOGRAFIA ON LINE MANUALE D USO Introduzione Dall indirizzo internet http://cartoglobo.imteam.it/desenzano/ si accede liberamente ad un servizio di consultazione on line

Dettagli

RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE

RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE Gli utenti registrati invieranno le richieste di autorizzazione seguendo la procedura automatica prevista dal sistema dei Trasporti Eccezionali. L operatore riceverà quindi

Dettagli

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1 Microsoft Access - Determinare l input appropriato per il database...2 Determinare l output appropriato per il database...2 Creare un database usando l autocomposizione...2 Creare la struttura di una tabella...4

Dettagli

Navigatore Web e Certificato di destinazione urbanistica

Navigatore Web e Certificato di destinazione urbanistica Navigatore Web e Certificato di destinazione urbanistica Manuale utente Sommario Sommario... 2 Sommario... 4 Accesso... 6 Autenticazione... 7 Consultazione dei dati cartografici... 13 Barra degli strumenti...

Dettagli

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR UTILIZZO DI WORD PROCESSOR (ELABORAZIONE TESTI) Laboratorio Informatico di base A.A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche Università della Calabria Dott. Pierluigi Muoio (pierluigi.muoio@unical.it)

Dettagli

Accise Settore Prodotti Alcolici Manuale d uso

Accise Settore Prodotti Alcolici Manuale d uso Olitech Informatica Telematico Accise Accise Settore Prodotti Alcolici Manuale d uso Versione del manuale: 26-01-2010 1 Indice Accise Settore Prodotti Alcolici Manuale d uso... 1 Indice... 2 Funzionalità

Dettagli

RE Registro Elettronico SISSIWEB

RE Registro Elettronico SISSIWEB RE Registro Elettronico e SISSIWEB Guida Docenti Copyright 2013, Axios Italia 1 Voti finali e Scrutini Premessa La gestione Scrutini è ora completamente integrata dentro RE. Sono previste diverse funzioni

Dettagli

G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 84

G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 84 G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 84 La scheda vai a La scheda Vai è probabilmente la meno utilizzata delle tre: permette di spostarsi in un certo punto del documento, ad esempio su una determinata pagina

Dettagli

Altre funzioni utili SINTASSI ED ESEMPI

Altre funzioni utili SINTASSI ED ESEMPI Altre funzioni utili SINTASSI ED ESEMPI Sintassi della funzione CONTA.SE Sintassi della funzione SOMMA.SE È tra le funzioni matematiche e trigonometriche Sintassi della funzione MAX È tra le funzioni statistiche

Dettagli

Lezione del 31/05/2010 - Foglio elettronico e didattica

Lezione del 31/05/2010 - Foglio elettronico e didattica Lezione del 31/05/2010 - Foglio elettronico e didattica Attività della giornata lezione sul foglio elettronico generalità indirizzi delle celle, indirizzi relativi indirizzi di aree di celle, nomi delle

Dettagli

Creare tabelle con Word

Creare tabelle con Word Creare tabelle con Word Premessa In questa breve guida userò spesso il termine "selezionare". "Selezionare", riferito ad un documento informatico, vuol dire evidenziare con il mouse, o con altre combinazioni

Dettagli

Introduzione. L applicazione è realizzata sulla piattaforma ArcGIS Server di Esri.

Introduzione. L applicazione è realizzata sulla piattaforma ArcGIS Server di Esri. Introduzione Il modulo software Metropolis Urbanistica è un applicazione Web su base cartografica che consente la fruizione dei dati inerenti la proprietà (cartografia catastale) e la normativa relativa

Dettagli

Workshop NOS Piacenza: progettare ed implementare ipermedia in classe. pag. 1

Workshop NOS Piacenza: progettare ed implementare ipermedia in classe. pag. 1 1. Come iscriversi a Google Sites: a. collegarsi al sito www.google.it b. clic su altro Sites Registrati a Google Sites e. inserire il proprio indirizzo e-mail f. inserire una password g. re-inserire la

Dettagli

&RUVRGLLQWURGX]LRQH DOO LQIRUPDWLFD. Microsoft Word. Tutorial

&RUVRGLLQWURGX]LRQH DOO LQIRUPDWLFD. Microsoft Word. Tutorial &RUVRGLLQWURGX]LRQH DOO LQIRUPDWLFD Microsoft Word Tutorial Sommario Introduzione Formattazione del documento Formattazione della pagina Layout di pagina particolari Personalizzazione del documento Integrazione

Dettagli

Software. Software 16. Uno sguardo al programma

Software. Software 16. Uno sguardo al programma Software Uno sguardo al programma 2.1. Architettura generale PREGEO 8 si divide in 3 moduli di programma: 1. La gestione dei libretti, denominata semplicemente PREGEO 8: È il modulo principale della procedura;

Dettagli

11 - Rilievo tridimensionale di un edificio con distanziometro senza prisma e restituzione dei prospetti in 2D

11 - Rilievo tridimensionale di un edificio con distanziometro senza prisma e restituzione dei prospetti in 2D 11 - Rilievo tridimensionale di un edificio con distanziometro senza prisma e restituzione dei prospetti in 2D Vediamo in questo capitolo una procedura molto importante di PFCAD CATASTO quale il disegno

Dettagli

Concetti Fondamentali

Concetti Fondamentali EXCEL Modulo 1 Concetti Fondamentali Excel è un applicazione che si può utilizzare per: Creare un foglio elettronico; costruire database; Disegnare grafici; Cos è un Foglio Elettronico? Un enorme foglio

Dettagli

Corso introduttivo all utilizzo di TQ Qualifica

Corso introduttivo all utilizzo di TQ Qualifica Corso introduttivo all utilizzo di TQ Qualifica Le pagine che seguono introducono l utente all uso delle principali funzionalità di TQ Qualifica mediante un corso organizzato in quattro lezioni. Ogni lezione

Dettagli

Guida all uso del software e delle schede operative

Guida all uso del software e delle schede operative 4 Guida all uso del software e delle schede operative Avvio e struttura del software Dopo aver installato il software sul pc, viene visualizzata la videata del menu principale con le icone di accesso alle

Dettagli

U N I O N C A F GUIDA ALLA COMPILAZIONE ONLINE DEL MODELLO 730/2016

U N I O N C A F GUIDA ALLA COMPILAZIONE ONLINE DEL MODELLO 730/2016 U N I O N C A F GUIDA ALLA COMPILAZIONE ONLINE DEL MODELLO 730/2016 PREMESSA ISCRIZIONE: ricordiamo agli utenti che la USERNAME e la PASSWORD di accesso hanno durata annuale. Per fruire del servizio di

Dettagli

Corsi ECDL 2008 2009 Fabio Naponiello

Corsi ECDL 2008 2009 Fabio Naponiello Chi inizia un'attività di ufficio con l ausilio di strumenti informatici, si imbatte subito nei comuni e ricorrenti lavori di videoscrittura. Redigere lettere, comunicati, piccole relazioni ecc, sono tipiche

Dettagli

PREGEO vers. 10.00 APAG

PREGEO vers. 10.00 APAG PREGEO (PREtrattamento atti GEOmetrici) è un programma informatico di ausilio ai tecnici professionisti quali geometri, architetti, ingegneri, etc., per la predisposizione su supporto informatico e la

Dettagli

Strumenti e metodi per la redazione della carta del pericolo da fenomeni torrentizi

Strumenti e metodi per la redazione della carta del pericolo da fenomeni torrentizi Versione 1.0 Strumenti e metodi per la redazione della carta del pericolo da fenomeni torrentizi Corso anno 2011 B. MANUALE DI UTILIZZO DEL GRIGLIATORE Il pre processore Grigliatore è composto da tre macro

Dettagli

Progetto INCOME. Manuale Utente Operatore Installazione

Progetto INCOME. Manuale Utente Operatore Installazione VERSIONI Manuale Utente Operatore Installazione Tosca-Mobile VERS. Motivo Modifiche Data Approvazione Approvatore 1.0 Prima emissione 02/12/11 1/21 Sommario SOMMARIO... 2 INTRODUZIONE... 3 1.1. CONTENUTI

Dettagli

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico 1 Finestra principale di Excel 2 Finestra principale di Excel Questi pulsanti servono per ridurre ad icona, ripristinare e chiudere la finestra dell applicazione.

Dettagli

Nuova modalità di esportazione dei dati dalla Contabilità all Unico Persone Fisiche, Unico Società di Persone, Unico Società di Capitali

Nuova modalità di esportazione dei dati dalla Contabilità all Unico Persone Fisiche, Unico Società di Persone, Unico Società di Capitali Nota Salvatempo Contabilità 22 APRILE 2013 Nuova modalità di esportazione dei dati dalla Contabilità all Unico Persone Fisiche, Unico Società di Persone, Unico Società di Capitali Fino all anno 2012, il

Dettagli

MODULO 4: FOGLIO ELETTRONICO (EXCEL)

MODULO 4: FOGLIO ELETTRONICO (EXCEL) MODULO 4: FOGLIO ELETTRONICO (EXCEL) 1. Introduzione ai fogli elettronici I fogli elettronici sono delle applicazioni che permettono di sfruttare le potenzialità di calcolo dei Personal computer. Essi

Dettagli

CORSO DI INFORMATICA 2

CORSO DI INFORMATICA 2 CORSO DI INFORMATICA 2 RINOMINARE FILE E CARTELLE Metodo 1 1 - clicca con il tasto destro del mouse sul file o cartella che vuoi rinominare (nell esempio Mio primo file ) 2 - dal menu contestuale clicca

Dettagli

6.6 PREPARAZIONE ALLA PRESENTAZIONE

6.6 PREPARAZIONE ALLA PRESENTAZIONE 6.6 PREPARAZIONE ALLA PRESENTAZIONE Le funzionalità di Impress permettono di realizzare presentazioni che possono essere arricchite con effetti speciali animando gli oggetti o l entrata delle diapositive.

Dettagli

Traccia delle lezioni svolte in laboratorio Excel 2003. Excel 2003 Excel 2010

Traccia delle lezioni svolte in laboratorio Excel 2003. Excel 2003 Excel 2010 Traccia delle lezioni svolte in laboratorio Excel 2003 Excel 2003 Excel 2010 INTRODUZIONE A EXCEL EXCEL è un programma di Microsoft Office che permette di analizzare grandi quantità di dati (database)

Dettagli

GUIDA REGISTRO ELETTRONICO PER DOCENTI

GUIDA REGISTRO ELETTRONICO PER DOCENTI AMBIENTE SCUOLE PLUS Ottobre 2012 GUIDA REGISTRO ELETTRONICO PER DOCENTI Prof. Lenzi Massimo Ottobre 2012 www.massimolenzi.com 1 IL REGISTRO ELETTRONICO PREMESSA Il registro del professore è strettamente

Dettagli

Portale cartografico del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli Guida utente

Portale cartografico del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli Guida utente Portale cartografico del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli Guida utente 1. Introduzione Il Portale cartografico del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli (SGSS) rappresenta l evoluzione dell ambiente

Dettagli

Stampa Unione per lettere tipo

Stampa Unione per lettere tipo per lettere tipo Con Stampa Unione è possibile creare lettere tipo, etichette per indirizzi, buste, elenchi indirizzi e liste per la distribuzione via posta elettronica e fax in grandi quantitativi. Lo

Dettagli

EASYGEST COME FATTURARE I DOCUMENTI DI TRASPORTO

EASYGEST COME FATTURARE I DOCUMENTI DI TRASPORTO EASYGEST COME FATTURARE I DOCUMENTI DI TRASPORTO Dal menù emissione documenti scegliere FATTURE Dal menù fatture scegliere CREA DA DDT Periodicamente (generalmente una volta al mese) l operatore può provvedere

Dettagli

3.6 Preparazione stampa

3.6 Preparazione stampa Università degli Studi dell Aquila Corso ECDL programma START Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.6 Preparazione stampa Maria Maddalena Fornari Impostazioni di pagina Le impostazioni del documento utili ai

Dettagli

Foglio elettronico. Foglio elettronico EXCEL. Utilizzo. Contenuto della cella. Vantaggi EXCEL. Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.

Foglio elettronico. Foglio elettronico EXCEL. Utilizzo. Contenuto della cella. Vantaggi EXCEL. Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio. Foglio elettronico Foglio elettronico EXCEL Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.it Il foglio elettronico è un programma interattivo, che mette a disposizione dell utente una matrice di righe

Dettagli

4. Strumenti di aiuto al lavoro

4. Strumenti di aiuto al lavoro 4. Strumenti di aiuto al lavoro GRIGLIA E SNAP La GRIGLIA è una matrice rettangolare di punti o linee (a seconda dello stile di visualizzazione) disposti secondo un intervallo X e Y che si estende sull'area

Dettagli

GUIDA OPERATIVA PORTALE PER I COMUNI GESTIONE DELLA TOPONOMASTICA

GUIDA OPERATIVA PORTALE PER I COMUNI GESTIONE DELLA TOPONOMASTICA Pag. 1 di 21 GUIDA OPERATIVA PORTALE PER I COMUNI GESTIONE DELLA TOPONOMASTICA Estratto del DOC. ES-31-IS-0A Pag. 2 di 21 INDICE SERVIZI PER I COMUNI...3 1.1 GESTIONE DELLA TOPONOMASTICA...5 Nuova prenotazione

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione completa dei listini. Rev. 2014.4.2 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione completa dei listini. Rev. 2014.4.2 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione completa dei listini Rev. 2014.4.2 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 3 Il listino generale di vendita... 5 Rivalutare un singolo... 7 Ricercare gli articoli nei listini...

Dettagli

3.3 Formattazione. Formattare un testo. Copyright 2008 Apogeo. Formattazione del carattere

3.3 Formattazione. Formattare un testo. Copyright 2008 Apogeo. Formattazione del carattere 3.3 Formattazione Formattare un testo Modificare la formattazione del carattere Cambiare il font di un testo selezionato Modificare la dimensione e il tipo di carattere Formattazione del carattere In Word,

Dettagli

Pagina 1 di 16. Manuale d uso 626 VISITE MEDICHE

Pagina 1 di 16. Manuale d uso 626 VISITE MEDICHE Pagina 1 di 16 Manuale d uso MANUALE D USO 626 Visite Mediche Copyright GRUPPO INFOTEL s.r.l.- Via Strauss 45 PBX 0828.302200 Battipaglia (SA) Windows e Ms-Word sono marchi registrati dalla Microsoft Corporation

Dettagli

Guida alla progettazione con. RITER Informatica GUIDA PRATICA ALLA CREAZIONE, GESTIONE E RAPPRESENTAZIONE DI GRAFICI VETTORIALI

Guida alla progettazione con. RITER Informatica GUIDA PRATICA ALLA CREAZIONE, GESTIONE E RAPPRESENTAZIONE DI GRAFICI VETTORIALI RITER Informatica GUIDA PRATICA ALLA CREAZIONE, GESTIONE E RAPPRESENTAZIONE DI GRAFICI VETTORIALI Guida alla progettazione con AutoCAD Creazione entità Modifica di un disegno Gestione dei blocchi Copie

Dettagli

Presentazione delle funzionalità del programma Gestione Negozi

Presentazione delle funzionalità del programma Gestione Negozi Presentazione delle funzionalità del programma Gestione Negozi Il programma Gestione Negozi permette la gestione del materiale presso i clienti Benetton tramite le sue funzionalità di gestione anagrafica

Dettagli

Gestione home page. Intranet -> Ambiente Halley -> Gestione homepage

Gestione home page. Intranet -> Ambiente Halley -> Gestione homepage Gestione home page egovernment L home page del portale Halley egovernment permette all Amministrazione di pubblicare contenuti e informazioni e di organizzarle in blocchi. Questa struttura per argomenti

Dettagli

MODELLO UNICO DI DOMANDA

MODELLO UNICO DI DOMANDA Compilazione modulo terreni - Conduzione MODELLO UNICO DI DOMANDA Il terzo modulo della domanda riguarda le particelle condotte dall azienda, a qualsiasi titolo (proprietà, affitto, ecc.). Dopo l apertura

Dettagli

Foglio elettronico (StarOffice)

Foglio elettronico (StarOffice) Modulo Foglio elettronico (StarOffice) Modulo - Foglio elettronico, richiede che il candidato comprenda il concetto di foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma corrispondente. Deve comprendere

Dettagli

Menù magazzino. ITALSOFT StudioXp manuale utente. Menù magazzino. Categoria prodotti. Descrizione campi. Categoria prodotti

Menù magazzino. ITALSOFT StudioXp manuale utente. Menù magazzino. Categoria prodotti. Descrizione campi. Categoria prodotti Categoria prodotti 153 Menù magazzino In StudioXp è possibile gestire per ciascuna ditta delle funzionalità minime di magazzino. La gestione integrata con la procedura consente di gestire un archivio di

Dettagli

MS Word per la TESI. Barra degli strumenti. Rientri. Formattare un paragrafo. Cos è? Barra degli strumenti

MS Word per la TESI. Barra degli strumenti. Rientri. Formattare un paragrafo. Cos è? Barra degli strumenti MS Word per la TESI Barra degli strumenti Cos è? Barra degli strumenti Formattazione di un paragrafo Formattazione dei caratteri Gli stili Tabelle, figure, formule Intestazione e piè di pagina Indice e

Dettagli

2. Salvare il file (cartella di lavoro) con il nome Tabelline 3. Creare le seguenti due tabelle (una tabellina non compilata e una compilata)

2. Salvare il file (cartella di lavoro) con il nome Tabelline 3. Creare le seguenti due tabelle (una tabellina non compilata e una compilata) Tabellina Pitagorica Per costruire il foglio elettronico per la simulazione delle tabelline occorre: 1. Aprire Microsoft Excel 2. Salvare il file (cartella di lavoro) con il nome Tabelline 3. Creare le

Dettagli

G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 125

G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 125 G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 125 Stampa unione buste: passaggio 2 di 6 Con il pulsante Sfoglia, come nei casi precedenti, seleziona il file elenco per i destinatari da stampare sulle buste. Nel quarto

Dettagli

GUIDA OPERATIVA PER L UTILIZZO DEL REGISTRO ONLINE ARGO SCUOLANEXT GUIDA N.1

GUIDA OPERATIVA PER L UTILIZZO DEL REGISTRO ONLINE ARGO SCUOLANEXT GUIDA N.1 GUIDA OPERATIVA PER L UTILIZZO DEL REGISTRO ONLINE ARGO SCUOLANEXT GUIDA N.1 I.C. «Pio Fedi» Grotte S. Stefano a.s2014-2015 Indice Guida n.1 Istruzioni per l accesso al portale Accesso al portale Pag.

Dettagli

Lezione 4 Introduzione a Microsoft Excel Parte Prima

Lezione 4 Introduzione a Microsoft Excel Parte Prima Lezione 4 Introduzione a Microsoft Excel Parte Prima Cenni preliminari... 1 Elementi sullo schermo... 2 Creazione di una cartella di lavoro... 3 Utilizzo di celle e intervalli... 3 Gestione della cartella

Dettagli

Foglio di calcolo. Il foglio di calcolo: Excel. Selezione delle celle

Foglio di calcolo. Il foglio di calcolo: Excel. Selezione delle celle Foglio di calcolo Il foglio di calcolo: Excel I dati inseriti in Excel sono organizzati in Cartelle di lavoro a loro volta suddivise in Fogli elettronici. I fogli sono formati da celle disposte per righe

Dettagli

MANUALE PERSONALIZZAZIONE STAMPE PROGRAMMI ARGO DEL 12/05/2008

MANUALE PERSONALIZZAZIONE STAMPE PROGRAMMI ARGO DEL 12/05/2008 MANUALE PERSONALIZZAZIONE STAMPE PROGRAMMI ARGO DEL 12/05/2008 Tutti i nominativi riportati in questo documento sono inventati e non riconducibili a nessuna persona realmente esistente (in ottemperanza

Dettagli

PROCEDURA PER IL TRATTAMENTO AUTOMATIZZATO DEGLI AGGIORNAMENTI CARTOGRAFICI PREGEO VERSIONE 7.00

PROCEDURA PER IL TRATTAMENTO AUTOMATIZZATO DEGLI AGGIORNAMENTI CARTOGRAFICI PREGEO VERSIONE 7.00 PROCEDURA PER IL TRATTAMENTO AUTOMATIZZATO DEGLI AGGIORNAMENTI CARTOGRAFICI PREGEO VERSIONE 7.00 Roma, Aprile 1993 PARTICOLARITA' DELLA VERSIONE 7.00 10.1 Evoluzioni e modifiche relative ai dati del libretto

Dettagli

MArine Coastal Information SysTEm

MArine Coastal Information SysTEm GUIDA ALL UTILIZZO DELL INTERFACCIA CARTOGRAFICA Il MArine Coastal Information SysTEm è un sistema informativo integrato che permette di gestire dati ambientali interdisciplinari (fisici, chimici e biologici)

Dettagli

Contenuti: Fogli di calcolo Struttura di un foglio di calcolo Funzionalità dei programmi dei fogli di calcolo Esempio pratico:excel

Contenuti: Fogli di calcolo Struttura di un foglio di calcolo Funzionalità dei programmi dei fogli di calcolo Esempio pratico:excel Contenuti: Fogli di calcolo Struttura di un foglio di calcolo Funzionalità dei programmi dei fogli di calcolo Esempio pratico:excel Fogli di calcolo (Spread-sheet) Un foglio di calcolo è uno strumento

Dettagli

GUIDA RAPIDA PER LA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA CCNL GUIDA RAPIDA PER LA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA CCNL

GUIDA RAPIDA PER LA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA CCNL GUIDA RAPIDA PER LA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA CCNL GUIDA RAPIDA BOZZA 23/07/2008 INDICE 1. PERCHÉ UNA NUOVA VERSIONE DEI MODULI DI RACCOLTA DATI... 3 2. INDICAZIONI GENERALI... 4 2.1. Non modificare la struttura dei fogli di lavoro... 4 2.2. Cosa significano

Dettagli

Operazioni fondamentali

Operazioni fondamentali Elaborazione testi Le seguenti indicazioni valgono per Word 2007, ma le procedure per Word 2010 sono molto simile. In alcuni casi (per esempio, Pulsante Office /File) ci sono indicazioni entrambe le versioni.

Dettagli

GENERAZIONE PREVENTIVI

GENERAZIONE PREVENTIVI GENERAZIONE PREVENTIVI Per la creazione di un nuovo preventivo si fa sempre riferimento ad un Tipo Preventivo, identificato da una certa Sigla. Nell esempio seguente vediamo come il preventivo abbia impostata

Dettagli