Liceo classico F.Scaduto - Bagheria- Storia del cinema prof.d. Aiello SCHEDA DI ANALISI DEL FILM Classe I C alunno/a Silvia Greco data

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Liceo classico F.Scaduto - Bagheria- Storia del cinema prof.d. Aiello SCHEDA DI ANALISI DEL FILM Classe I C alunno/a Silvia Greco data"

Transcript

1 1

2 Liceo classico F.Scaduto - Bagheria- Storia del cinema prof.d. Aiello SCHEDA DI ANALISI DEL FILM Classe I C alunno/a Silvia Greco data 1. Il film 1.1. Compila la seguente scheda riassuntiva delle informazioni più importanti che servono per precisare le varie componenti del film che devi analizzare. Componenti Informazioni Titolo A.I. Intelligenza Artificiale Titolo originale A.I Artificial intelligence Regista Steven Spielberg Genere Drammatico, Fantascienza, Fantasy Attori principali Haley Joel Osment( David), Jude Law (Gigolo Joe), Frances O Condor( Monica Swinton), Sam Robards ( Henry Swinton), Jake Thomas(Martin Swinton), Brendan Gleeson (Lord Johnson), William Hurt( Proffesor Hobby) Sceneggiatura Steven Spielberg Fotografia Janusz Kaminski Musica Jonh Williams Data di produzione 2001 Durata 146 minuti Paese/i di produzione USA Note particolari Presentato fuori concorso alla 58^ mostra del cinema di Venezia Premi 1.2 La sceneggiatura del film è originale oppure è tratta dalla letteratura o da qualche libroinchiesta,saggio,biografia, ecc.? Tratta dal racconto breve di Ian Watson "Supertoys Last All Summer Long",dopo averne acquistato i diritti, Kubrik aveva coinvolto il suo collega al progetto. Ora la pellicola viene presentata dalla Dreamworks come un Amblin/Stanley Kubrick production e alla fine del film si legge "Dedicato a Stanley Kubrick". Il regista scomparso non è riuscito a terminare il suo lavoro e Spielberg ha deciso di riscrivere da capo il copione. A. I. 2. La storia,la struttura narrativa e i personaggi.1 riassumi brevemente la storia che il film racconta, badando a indicare l inizio ( la situazione iniziale e le condizioni che rendono possibile lo svolgimento delle vicende successive), lo svolgimento ( sintesi delle vicende principali attraverso le quali si passa dalla situazione iniziale a quella finale) e il finale ( come si concludono le vicende). a) Inizio La scena iniziale inquadra la vicenda in un futuro imprecisato, e il narratore presenta brevemente la situazione mondiale, un periodo minato da gravi pericoli ambientali che ha visto lo scioglimento delle calotte polari, l effetto serra e tutte le conseguenze di questi fenomeni. Il film ritrae inizialmente il professore Allen Hobby che spiega l importanza nella loro società di esseri meccanici che riescano a soddisfare i bisogni umani, anche semplicemente la necessità di essere amati.ecco che nasce dunque l idea di creare un robot bambino, che sia in grado di amare e di 2

3 essere amato. L androide così creato, di nome David, è simile in tutto e per tutto ad un essere umano. Egli viene affidato ad una coppia, gli Swinton, il cui unico figlio è in coma irreversibile, questo un dolore fin troppo grande da sostenere soprattutto per la madre che non riesce a trovare conforto. Inizialmente la madre non si rivela amorevole e benevola nei confronti del figlio adottivo, anzi è addirittura diffidente nei confronti di quel cyborg, che le sembra così diverso da non riuscire ad accettarlo. Il piccolo David invece cerca subito di ambientarsi osservando tutti i movimenti della madre e cercando di stabilire con lei un contatto umano. Alla fine però la madre si affeziona realmente al piccolo e se ne prende cura, accettandolo come un vero e proprio figlio. Tra i due si stabilisce un forte legame, David infatti riesce a regalare alla madre delle grandi emozioni, con la sua incredibile dolcezza. Poi la coppia riceve, inaspettatamente, la notizia dell'improvvisa guarigione del figlio. David accoglie il fratello e si predispone ad imparare ingenuamente anche da lui il senso della vita, ma la gelosia e la sfida per avere il predominio del cuore materno crea una rivalità tra i due fratellastri. Dunque il fratellastro tenta di metterlo contro la madre, prima dice a David che se avesse avuto una ciocca di capelli della madre, lei lo avrebbe amato proprio come un figlio. David si fa scoprire e con le forbici in mano ferisce addirittura la madre. Ma l episodio sicuramente più decisivo è la festa di Martin, durante la quale i suoi amichetti si divertono ad esplorare il nuovo giocattolo facendogli del male. Ciò provoca una reazione incontrollata da parte del piccolo David che impaurito cerca di proteggersi aggrappandosi al fratello e facendolo cadere in piscina, con il rischio di farlo annegare. Questi atteggiamenti vengono mal interpretati dai genitori che vedono in quel viso d angelo un indole violenta e aggressiva, cosa che li induce ad abbandonarlo in un bosco. Infatti con la scusa di una passeggiata la madre lo abbandona lasciandolo al suo destino. Una scena davvero emozionante quella che vede ritratto il dolore di un bimbo che vede negato il proprio affetto e allo stesso tempo il dolore di una madre che se pur contro la sua volontà non può più tenerlo con sé. b)svolgimento David vaga senza meta per il bosco in compagnia del saggio orsacchiotto Teddy, nella speranza di riuscire a trovare la fata Turchina, che come nella favola di Pinocchio, potrà trasformarlo in un bimbo vero in modo che possa ritornare dalla madre e ricevere tutto l affetto che desiderava. Nel bosco notturno incontra soltanto altri robot perseguitati da cacciatori umani, intenti a frugare in un cimitero di protesi. Qui conosce Joe, l'androide gigolò,la macchina del sesso, pagato ad ore per tenere compagnia alle donne tristi e solitarie. Joe, in fuga perché accusato di aver ucciso una cliente, rimane catturato insieme a David e ad altri mecha dai segugi delle fiere della carne, spettacoli che intrattenevano il pubblico torturando e distruggendo i cosiddetti ferri vecchi, ossia tutti robot. I due tuttavia riescono a salvarsi grazie al consenso della folla, impietosita dalle urla e dai pianti di David che gridava di essere una creatura umana ("Non bruciatemi, non bruciatemi... Non sono Pinocchio! Non eliminatemi, sono un bambino vero!"). A questo punto gigolò Joe conduce David dal dottor Kno, una specie di computer-robot, che detiene tutto il sapere, e che è in grado di fornire tutte le risposte in cambio di denaro. A questo David chiederà dove si trova la fata Turchina in grado di esaudire il suo desiderio. Il dottor Kno dopo una serie di domande riesce a dare a David la risposta di cui aveva bisogno, e cioè che la fata Turchina si trova a New York, là dove i leoni piangono. 3

4 c)finale Dunque David insieme a Joe e all orsetto Teddy giungono a Manhattan, ormai sommersa dall atlantico. Qui crede di trovare la fata Turchina, ma in realtà scopre di trovarsi alla Cybertronic Manifacturing. Qui incontra il suo mastro Geppetto, ovvero il dottor Hobby. Tuttavia davanti agli occhi dell incredulo robot si svela una dura verità: lui non è l unico David, la Cybertronic Manifacturing infatti ha creato migliaia di cloni, uguali in tutto e per tutto al piccolo robot che si credeva unico, nel suo genere. Solo di fronte a questo evento, non accettando l'idea di essere diventato a sua volta il modello per altri cloni, David sarà capace di ribellarsi e reagire violentemente, distruggendo un suo clone. David deluso dalla cruda realtà si getterà nelle acque dell oceano, nelle quali oltre al rottame della balena, troverà anche la fata Turchina, in realtà una statua. Allora prima verrà tratto in salvo da gigolò Joe, il quale però ha appena appena il tempo di salutare il giovane amico prima di essere arrestato dalla polizia. A questo punto David convinto di aver trovato realmente la fata turchina, con Teddy decide di tornare sott acqua con l astronave, che però rimene incastrata tra i rottami, senza via d uscita. Il piccolo David fissò gli occhi azzurri delle bella fata e cominciò a pregare aspettando che esaudisse il suo desiderio. Non successe niente ma David rimase immobile ancora a pregare e a sperare fino a quando il mare cominciò a ghiacciarsi. Passarono circa 2000 anni, ormai Teddy e David erano ibernati dentro l astronave. Arrivano sulla terra i marziani che riescono a liberare David, l unico individuo non alieno ormai rimasto sulla terra. David reclama il miracolo, la fata sembra animarsi, poi si frantuma, dissolvendo la possibilità di diventare finalmente un "orga". Per contatto stabilito da una mano imposta sulla fronte, riusciranno a captare i ricordi del bimbo artificiale e a far riapparire la madre: un miracolo destinato a durare soltanto ventiquattro ore, infatti una volta addormentata, sarebbe caduta in un sonno profondo,senza mai più risvegliarsi. Madre e figlio trascorrono insieme tutta la giornata, e David potrà finalmente festeggiare il compleanno, giocare a nascondino e rivivere tutti quei momenti di cui era stato privato. Tutto questo fino allo scoccare della mezzanotte, quando la mamma si accascia nel letto cadendo in un sonno profondo. Quanto a David, rimasto bambino perché nessun altro intorno a lui lo è più, gli viene data l'opportunità di concedersi un sonno eterno. Analizza la struttura narrativa completando il seguente schema: TEMPO E AMBIENTE a) Periodo storico delle vicende narrate La vicenda è ambientata in un futuro molto lontano, ma pur sempre imprecisato, che vede lo scioglimento delle calotte polari, molte città come New York,Amsterdam, Venezia,sommerse dalle acque e una società moderna minata da gravi problemi ambientali. b) Ambienti e luoghi principali Città di New York, Manhattan, casa degli Swinton,il bosco, Rouge City, oceano. c) Arco di tempo in cui si sviluppa la storia Come abbiamo detto il tempo è indeterminato, per cui è quasi impossibile risalire al tempo preciso in cui si sviluppa tutta la vicenda, l unica indicazione che ci viene fornita è quanto tempo il piccolo David passa dentro l astronave sott acqua, e cioè circa 2000 anni, tempo in cui la terra è ormai divenuta dominio dei marziani. 4

5 PERSONAGGI Protagonista (chi è,descrizione fisica,cosa fa..): David ( interpretato da Haley Joel Osment), è un bimbo- robot inventato appositamente dalla Cybertronic Manifacturing con l intento di soddisfare le esigenze delle coppie che non possono avere figli,donando loro si un robot, ma in realtà un essere simile in quasi tutto all uomo, e che quindi sia capace di amare e provare sentimenti. Fisicamente è un bambino dal viso d angelo, con i capelli biondi e quegli occhi azzurri, capaci di trasmettere i suoi sentimenti, un sorriso capace di regalare emozioni. Personalità (carattere,abitudini,sentimenti ecc..) Pur essendo un robot, ciò che lo rende così simile ad un bimbo vero è il suo animo. Non è una semplice macchina creata dagli uomini per ubbidire ai loro ordini. E un bimbo dal carattere mite, ubbidiente alla volontà dei genitori, e che si affeziona subito a loro trasmettendogli una certa serenità. Il rapporto con la famiglia viene messo a dura prova dal ritorno a casa del fratellastro Martin, che riesce a tirare fuori forse il lato peggiore di quel cyborg così perfetto. Infatti quando si sente ferito da uno degli amichetti del fratello, David anche se non volontariamente, reagisce con un atteggiamento quasi violento,che induce dunque i genitori a disfarsene. Dopo il rifiuto e l abbandono da parte della madre, il suo animo è mosso da un unico pensiero, diventare un vero, autentico bambino, dimostrandosi già tale nell ingenuità,caratteristica di ogni bimbo, di credere ancore alle favole. Crede infatti che esista davvero una fata turchina e come tutti i bambini, tenta di riuscire a trovarla, frugando tra la realtà che lo circonda. Peccato che il suo sogno resterà quasi un utopia ma ciò che lo caratterizza è dunque un carattere determinato. Non si arrende infatti dinnanzi a niente anche se questo significa restare immobile davanti ad una statua inanimata, nell attesa che il suo desiderio si realizzi. Se dunque non può essere bimbo fisicamente lo è sicuramente umanamente, incredibile è infatti la sua dolcezza e la sua felicità nel riabbracciare la madre e il legame che lo unisce a lei lo rende un bimbo vero e autentico come sempre aveva desiderato. Altri personaggi importanti: Descrizione (nome,aspetto fisico,personalità) 1 Monica Swinton (Frances O Condor) madre della nuova invenzione teconologica. Straziata dal dolore per il proprio figlio, in coma irreversibile da cinque anni, spera in una sua possibile guarigione. Il nuovo intruso sembra darle parecchio fastidio, non crede che una macchina possa restituirle la gioia di avere un figlio di cui prendersi cura. La sua reazione è infatti inizialmente negativa, lo sente come una spina sul collo, che la segue nei lavori domestici per tutta la casa. Le sembra così diverso da non riuscire proprio ad accettarlo. A poco a poco però prende confidenza con il piccolo che riesce a regalarle infinite emozioni. E l affetto che nutre per lui è ben visibile anche al momento dell abbandono,lei divisa tra il suo cuore e la ragione combatte dentro di sé una guerra interiore. Un altra scena dove è ben visibile questo suo amore verso il figlio sono le ventiquattro ore trascorse insieme a lui, nella quale cerca di recuperare l errore commesso con la decisione di abbandonarlo. Alla fine dunque Monica è la conferma del buon esito dell esperimento: il piccolo robot è in grado di amare e di ricevere amore anche da chi è diverso da lui. 5

6 da lui. 2. Martin Swinton ( Jake Thomas) figlio di Monica e Peter Swinton guarisce miracolosamente da un coma irreversibile, il suo ritorno a casa segna l inizio dei conflitti familiari. Infatti riesce a far ingelosire il povero David facendogli sentire il peso della sua diversità. Lo istiga a comportamenti irragionevoli nei confronti dei genitori, che decidono alla fine di prendere dei provvedimenti. I motivi di queste sue azioni sono dovute ovviamente alla gelosia che egli prova per quell essere che ha tentato di prendere il suo posto. In lui si notano atteggiamenti di superiorità nei confronti di David che invece tenta di tutto per riuscire ad essere apprezzato anche 3. Gigolo Joe ( Jude Law), una macchina del sesso, inventato dall uomo per soddisfare le esigenze delle donne tristi e solitarie. Si giudica un amante perfetto in grado di rendere veramente felici le donne. E un affascinante robot che in fuga dalla polizia, perché accusato di aver ucciso una cliente, si imbatte nel piccolo David che gli salverà la vita alla fiera della carne. In tutto il film dovrebbe essere l allegoria di Lucifero in Pinocchio, ma in realtà è più che altro il Virgilio della situazione, che accompagnerà David fino in fondo nella sua avventura. Tra i due si crea un forte legame di amicizia e di complicità. 3. Significato globale del film 3.1 Sapresti indicare brevemente qual è il messaggio più significativo del film? Il film prendendo spunto dalla favola di Pinocchio, non solo mette a confronto la società moderna con l idea di una possibile realtà futura, dominata dal progresso scientifico, ma portando in primo piano il tema della diversità vuole trasmettere la sottile differenza che distingue un uomo da una macchina creata su modello umano. La domanda iniziale riassume il significato complessivo del film: e possibile creare un essere meccanico in grado di amare e soprattutto di ricevere amore? 3.2 Prova ad indicare quali sono i temi che il film affronta, aiutandoti con quelli proposti e aggiungendone eventualmente degli altri: x l amore la guerra la giustizia x la giovinezza la vecchiaia l incomprensione il desiderio di successo il destino la natura l ambizione personale x la violenza x la famiglia x il futuro le istituzioni sociali il lavoro x il senso di diversità, la discriminazione x il progresso scientifico 4.giudizio personale 4.1 Spiega se e perché ti è piaciuto il film (o non ti è piaciuto) tenendo conto del modo in cui è stato realizzato (interesse per la storia narrata,recitazione,fotografia,costumi,musica ecc..) Il Film è molto interessante dal punto di vista della storia narrata. Infatti sembra ripresentare sotto una nuova luce la favola di Pinocchio. Numerose sono le analogie con la favola anche per quanto riguarda i personaggi. Come il burattino di legno, David desiderava essere un bimbo come tutti gli altri, e va alla ricerca della fata turchina in compagnia del grillo parlante, rappresentato nel film dall orsetto Teddy. Così anche Rouge City simbolizza il famoso paese dei balocchi. E anche se tutto sembra già stato visto, Spielberg amalgama tutti gli elementi lasciando la propria impronta originale. Spielberg pone un interrogativo e su di questo sviluppa la trama del film dando la risposta definitiva alla fine del film. David non sarà mai un essere umano a tutti gli effetti, ma il suo animo è certamente in grado di esprimere grandi sentimenti, quindi se una macchina può provare dei 6

7 sentimenti, degni di un uomo, perché non deve essere considerato tale? Molto lavoro c è sicuramente dietro la preparazione dei costumi che riflettono perfettamente le caratteristiche dei personaggi. 4.2 A tuo parere,è un film adatto ai ragazzi della tua età? Motiva la risposta. Penso sinceramente che la visione di questo film da parte di noi giovani possa fornirci numerosi spunti di riflessione. Il film è infatti un interessante proiezione della nostra società nel futuro, insomma attualmente la nostra società è tecnologicamente avanzata, ma nessuno probabilmente penserebbe ad un futuro in cui uomini e robot sono posti sullo stesso piano. I rischi ambientali evidenziati sullo sfondo del film sembrano criticare apertamente la tecnologia che se incontrollata probabilmente nel futuro porterà il nostro mondo alla rovina. Importante poi il tema della famiglia, e dell armonia e sintonia che stanno alla base di essa. Ciò ci porta a riflettere dunque soprattutto sulla natura dell uomo e dei suoi sentimenti. 5. Il Linguaggio del cinema 5.1 Riconosci se il narratore è Interno x esterno assente 5.2 Il ritmo del montaggio è Lento x rapido alternato 5.3 considera gli effetti di luce e l uso del colore. Rivestono particolare importanza? Quali scene ne risultano poste in evidenza? Gli effetti di luce sono particolarmente importanti per la realizzazione di alcuni effetti visivi. Esempio eclatante è l arrivo di David in casa Swinton. Il bambino artificiale, vestito di bianco come un angioletto, fuoriesce dall'ascensore, accompagnato dal padre putativo: di lui vengono ripresi all'inizio solo i piedi, intenti a solcare le piastrelle, quindi la macchina da presa si alza pian piano fino a mostrare il volto attonito e la smorfia glaciale, per soffermarsi sugli occhi spalancati dall'iride gelida. Inizialmente dallo sfondo bianco si staglia una sagoma indefinita che sembra ricordare vagamente il profilo di un alieno, sempre a sottolineare sin da subito la diversità di David. 5.4 Prendi in esame la colonna sonora e in particolare: -la funzione del commento musicale: Come sempre John Williams accanto a Spielberg realizza una delle sue più belle colonne sonore con riferimenti a ET e a compositori classici (Strauss, Ciaikovsky). Le musiche fungono da sfondo all intera vicenda. -gli effetti sonori: Non vi sono particolari effetti sonori o più che altro svolgono la stessa funzione delle colonne sonore. 5.5 Rintraccia le scene in cui gli effetti sonori,musicali e di luce e colore sono complementari e funzionali ad ottenere particolari risultati: Le scene che ritraggono David in casa Swinton mostrano particolarmente questi effetti. Nei movimenti di David che scruta ogni spostamento della madre in casa,l effetto sonoro e visivo si fondono reciprocamente. Specchi, vetri, tavoli lucidi, mobiles usati come superfici riflettenti, ribadiscono la natura di copia dell'umano incarnata dall'androide, desideroso di imparare a vivere e 7

8 ad amare. E tutto un gioco di luce e di riflessi pronti, sembra che il piccolo David cerchi di inseguire la madre che al contrario cerchi in tutti i modi di evitarlo. 5.6 Prendi in esame le tecniche cinematografiche e in particolare: l uso degli effetti speciali/i movimenti di macchina più significativi/l uso delle inquadratura Un tipo di inquadratura particolare è quella che ritrae la famiglia a cena dove la macchina da presa è posta sul soffitto per inquadrare dall alto verso il basso il nucleo familiare, avendo cura di relegare David in una precisa porzione dello schermo, che lo vede a sua volta incorniciato dal lampadario circolare, che rimarca visivamente il suo essere diverso. 5.7 Considera la recitazione degli attori e chiarisci se è: naturale enfatica x ad effetto trasandata meccanica teatrale 5.8 Parla della sequenza, a tuo avviso, importante e/o particolarmente significativa, indimenticabile Sicuramente la scena più importante del film è il momento dell abbandono da parte della madre. David si sente tradito dalla madre e, in una scena strappalacrime, implora la madre di non abbandonarlo al suo destino. Chiede perdono per gli atteggiamenti sbagliati e promette di impegnarsi a diventare un bimbo vero. Si aggrappa alle braccia della madre, nella speranza che lo stringano ancora in un abbraccio, ma la madre tra le lacrime è costretta a respingerlo. Le ultime parole del robot alla madre indicano il dolore di un bimbo rifiutato dalla madre. David crede nelle storie che la stessa mamma raccontava e promette a se stesso di andare alla ricerca della Fata Turchina per poter così essere trasformato in un bimbo vero e dunque essere amato dalla madre. E proprio in questa scena che è massimo il senso di inferiorità e di diversità del piccolo robot rispetto agli esseri umani che lo circondano. Infatti se neppure i suoi cari riescono ad accettarlo, chi altro in quel mondo violento sarebbe stato in grado di amarlo? 6 Storia del cinema 6.1 Chi è il regista? Aggiungi altre informazioni e la filmografia essenziale Steven Allan Spielberg (nato il 18 dicembre 1946 a Cincinnati, Ohio) è un regista statunitense di rigine ebrea, i cui film spaziano dalla fantascienza al dramma storico, all'horror. Vincitore di due premi Oscar come miglior regista, per Schindler's List, e per Salvate il soldato Ryan, ha anche ricevuto il Leone d'oro alla Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia del 1993 come riconoscimento alla carriera. E stato tra i fondatori della Amblin Entertainment e più di recente (insieme con Jeffrey Katzenberg e David Geffen) della DreamWorks SKG, uno dei più importanti studios cinematografici di Hollywood. The Last Gun (1959) Fighter Squad (1961) Escape to Nowhere (1961) Firelight (1964) Slipstream (1967) The Name of the Game (1968) - Serie TV Amblin (1968) Robert Young, Family Doctor (1969) - Serie TV 8

9 Night Gallery (1969) - Film TV The Name of the Game: LA 2017 (1971) - Film TV The Psychiatrist (1971) - Film TV Colombo: Un giallo da manuale (1971) - Film TV Duel (1971) Qualcosa di diabolico (Something Evil) (1972) - Film TV Savage (1973) - Film TV Sugarland Express (The Sugarland Express) (1974) Lo squalo (Jaws) (1975) Incontri ravvicinati del terzo tipo (Close Encounters of the Third Kind) (1977) 1941: Allarme a Hollywood (1941) (1979) I predatori dell'arca perduta (Raiders of the Lost Ark) (1981) Poltergeist: demoniache presenze (Poltergeist) (1982) - non accreditato E.T. l'extra-terrestre (E.T. the Extra-Terrestrial) (1982) Ai confini della realtà - Il film (Twilight Zone: The Movie) - secondo episodio: Il gioco del bussolotto (Kick the can) (1983) Indiana Jones e il tempio maledetto (Indiana Jones and the Temple of Doom) (1984) Strokes of Genius (1984) - Miniserie TV Il colore viola (The Colour Purple) (1985) Storie Incredibili (Amazing Stories) (1986) - Secondo episodio L'impero del sole (Empire of the Sun) (1987) Indiana Jones e l'ultima crociata (Indiana Jones and the Last Crusade) (1989) Always - Per sempre (Always) (1988) Hook - Capitan Uncino (Hook) (1991) Jurassic Park (1993) Schindler's List (1993) Il mondo perduto: Jurassic Park (The Lost World: Jurassic Park) (1997) Amistad (1997) Salvate il soldato Ryan (Saving Private Ryan) (1998) The Unfinished Journey (1999) - cortometraggio 9

10 A.I. - Intelligenza Artificiale (A.I. Artificial Intelligence) (2001) Minority Report (2002) Prova a prendermi (Catch Me If You Can) (2002) The Terminal (The Terminal) (2004) La guerra dei mondi (War of the Worlds) (2005) Munich (2005) 6.2 Aggiungi informazioni sul contesto produttivo e/o autoriale, e altre notizie sul film Curiosità: Prima dell'undici settembre non si sarebbe prestata neppure un'attenzione speciale alle Twin Towers: riprese ancora in piedi, seppur sommerse a causa dell'innalzamento del livello delle acque oceaniche. Anche se il riferimento visivo alle immagini televisive del disastro americano si scova piuttosto nell'inquadratura di un'altra torre di questa Manhattan-Atlantide: gigante architettonico, simile ad un titano ferito e decapitato nel suo spezzarsi e ripiegarsi su se stesso. 10

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

E.T. l extraterrestre

E.T. l extraterrestre E.T. l extraterrestre (Un alieno abbandonato o dimenticato sulla Terra viene ritrovato da un bambino, Elliot, che lo porta a casa. Con la complicità del fratello più grande e della sorellina Gertie, Elliot

Dettagli

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi.

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Una sera, dopo aver messo a letto mio figlio, stanca dopo una giornata molto impegnata, ho deciso di andare a letto presto, ma non riuscivo ad addormentarmi,

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

ADOZIONE E ADOLESCENZA: LA TEMPESTA DOPO LA QUIETE. Gli imprevisti e le opportunità dell'essere genitori di un adolescente adottivo

ADOZIONE E ADOLESCENZA: LA TEMPESTA DOPO LA QUIETE. Gli imprevisti e le opportunità dell'essere genitori di un adolescente adottivo ADOZIONE E ADOLESCENZA: LA TEMPESTA DOPO LA QUIETE Gli imprevisti e le opportunità dell'essere genitori di un adolescente adottivo «La crisi adolescenziale non lo è più di quanto non lo sia il parto; è

Dettagli

I ragazzi della Parrocchia di San Giovanni Battista. Musical

I ragazzi della Parrocchia di San Giovanni Battista. Musical Rimini, Centro Tarkosvkij - 31 ottobre e 1 novembre 2007 I ragazzi della Parrocchia di San Giovanni Battista presentano Musical Regia di Christine Joan in collaborazione con Don Alessandro Zavattini e

Dettagli

Storia di un palloncino con la testa tra le nuvole, con i piedi per terra

Storia di un palloncino con la testa tra le nuvole, con i piedi per terra 1 Storia di un palloncino con la testa tra le nuvole, con i piedi per terra STILEMA / UNOTEATRO di e con Silvano Antonelli collaborazione drammaturgica Alessandra Guarnero Ogniqualvolta si utilizzino e

Dettagli

Gaia. Il viaggio continua

Gaia. Il viaggio continua Gaia Il viaggio continua Laura Virgini GAIA Il viaggio continua Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A Te che Hai reso possibile l impossibile. A Te

Dettagli

una distribuzione presenta una produzione

una distribuzione presenta una produzione una distribuzione presenta una produzione Un documentario in dieci capitoli che racconta attraverso un viaggio in auto i sogni e le visioni della Rockstar italiana. Sarà presentato alla 72a Mostra Internazionale

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

C'era una volta un falegname di nome Geppetto. La sua casa era la gioia di tutti i

C'era una volta un falegname di nome Geppetto. La sua casa era la gioia di tutti i LE FAVOLE DISNEY C'era una volta un falegname di nome Geppetto. La sua casa era la gioia di tutti i bambini del villaggio, perché era piena di orologi e giocattoli di ogni tipo, e un bel fuoco ardeva sempre

Dettagli

La vita di Madre Teresa Gabrieli

La vita di Madre Teresa Gabrieli La vita di Madre Teresa Gabrieli 2 Centro Studi Suore delle Poverelle Testo di Romina Guercio 2007 La vita di Madre Teresa Gabrieli Note per l animatrice Teresa Gabrieli è nata a Bergamo il 13 settembre

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la

L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la Il vero Amore L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la maggior parte delle nostre azioni, inoltre credo che esso sia la cosa più bella che Dio ci ha donato,

Dettagli

MUSICA E IMMAGINE. musica e cinema. musica e cinema. musica e TV. musica e pubblicità. Copyright Mirco Riccò Panciroli

MUSICA E IMMAGINE. musica e cinema. musica e cinema. musica e TV. musica e pubblicità. Copyright Mirco Riccò Panciroli MUSICA E IMMAGINE musica e cinema musica e TV musica e pubblicità Copyright Mirco Riccò Panciroli musica e cinema musica e cinema La colonna sonora colonna sonora Parlato inciso in varie lingue nelle sale

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Geppetto, Pinocchio e i loro compagni di viaggio Dai mondi virtuali a quelli reali tramite la narrazione

Geppetto, Pinocchio e i loro compagni di viaggio Dai mondi virtuali a quelli reali tramite la narrazione Geppetto, Pinocchio e i loro compagni di viaggio Dai mondi virtuali a quelli reali tramite la narrazione Donatella Merlo (*) Scuola di Robotica La motivazione che deve sempre accompagnare le attività che

Dettagli

Laura, 26 anni, di Martinsicuro (TE) è un aspirante sceneggiatrice.

Laura, 26 anni, di Martinsicuro (TE) è un aspirante sceneggiatrice. Laura, 26 anni, di Martinsicuro (TE) è un aspirante sceneggiatrice. Ha una Laurea in Arti visive dello spettacolo. Il cortometraggio da lei scritto Maria Cristina per un soffio non ha fatto parte della

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

Prof. Gozzini - Schede di analisi del testo Niccolò Ammaniti, Io e Te. Nome..Cognome Data

Prof. Gozzini - Schede di analisi del testo Niccolò Ammaniti, Io e Te. Nome..Cognome Data Scheda Prima Capitolo primo 1. A caccia di indizi. Le Epigrafi - Francis Scott Fitzgerald Aimee Mann Il mimetismo secondo Walter Bates 2. Il Prologo. Con quale procedimento narrativo ha inizio il romanzo?

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo di Redazione Sicilia Journal - 09, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/il-trailer-di-handy-sbarca-al-cinema-una-mano-protagonista-sul-grandeschermo/

Dettagli

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank.

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank. Anna Frank era una ragazza ebrea-tedesca, oggi divenuto simbolo dell'olocausto, ovvero dello sterminio degli Ebrei per mano della Germania nazista e dai suoi alleati ai tempi della seconda guerra mondiale.

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

PROGETTO DI EDUCAZIONE INTERCULTURALE E ARRIVATO UN NUOVO AMICO

PROGETTO DI EDUCAZIONE INTERCULTURALE E ARRIVATO UN NUOVO AMICO Fantavolando PROGETTO DI EDUCAZIONE INTERCULTURALE E ARRIVATO UN NUOVO AMICO MOTIVAZIONE: Nell attuale società, conseguentemente alla globalizzazione delle relazioni economiche, cresce la presenza di nuove

Dettagli

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO 6. ABITO A 7. QUESTA E LA MIA FAMIGLIA: 1 8. A CASA

Dettagli

Ci sono gesti che sono semplici, che non

Ci sono gesti che sono semplici, che non famiglia oggi Donare, per salvare una vita di Giorgia Cozza Storia di Laura e della sua grave malattia. E di come la speranza possa di nuovo tornare, attraverso un donatore di midollo osseo che risiede

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Nel nostro paese è possibile divorziare grazie alla legge 898 del 1970. Da allora sono

Nel nostro paese è possibile divorziare grazie alla legge 898 del 1970. Da allora sono IL FUNERALE DEL MATRIMONIO Nel nostro paese è possibile divorziare grazie alla legge 898 del 1970. Da allora sono sempre in crescendo le coppie che decidono di intraprendere questa strada, basti pensare

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI:

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: 1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: L Asilo nido è un servizio essenziale per noi genitori lavoratori, sarebbe impossibile concepire l assenza di un servizio

Dettagli

Maria Ponticello MA VIE

Maria Ponticello MA VIE Ma vie Maria Ponticello MA VIE racconti odierni www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Maria Ponticello Tutti i diritti riservati Dedicato a Romano Battaglia, che con i suoi libri ha intrattenuto la

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

Louise L. Hay. vivi bene adesso. Ebook

Louise L. Hay. vivi bene adesso. Ebook Louise L. Hay vivi bene adesso Ebook Traduzione: Katia Prando Editing: Enza Casalino Revisione: Martina Marselli, Gioele Cortesi Impaginazione: Matteo Venturi 2 E ora parliamo di autostima. Non avrai mai

Dettagli

COMUNICARE CON LE IMMAGINI: AL VIA IL CONCORSO PER LA CINEMATOGRAFIA SCOLASTICA.

COMUNICARE CON LE IMMAGINI: AL VIA IL CONCORSO PER LA CINEMATOGRAFIA SCOLASTICA. 2014 www.scuolafilmfest.it COMUNICARE CON LE IMMAGINI: AL VIA IL CONCORSO PER LA CINEMATOGRAFIA SCOLASTICA. PREMESSA Il concorso, giunto alla IV edizione, è promosso dall Associazione Lab CINECITTA Sicilia

Dettagli

SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR.

SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR. Se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio capisco. (Confucio) Numero 3 SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR. Nell ultima seduta del Consiglio sono state graditissime ospiti

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

l albero in ombra L ombra e la natura L ombra è qualcosa che ci insegue sempre, è anonima, senza lineamenti o particolari, unica nel suo genere. Ogni cosa ha la sua ombra, non può averne un altra, basta

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

presentano SPAGHETTI STORY un film di Ciro De Caro PFA FILMS ENJOY MOVIES una produzione

presentano SPAGHETTI STORY un film di Ciro De Caro PFA FILMS ENJOY MOVIES una produzione Pier Francesco Aiello presentano Andrea de Liberato SPAGHETTI STORY un film di Ciro De Caro una produzione PFA FILMS ENJOY MOVIES Quattro giovani adulti dei nostri giorni, affamati da un avvizzita speranza

Dettagli

Laura Virgini IL VIAGGIO

Laura Virgini IL VIAGGIO Il Viaggio Laura Virgini IL VIAGGIO romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A mia madre, senza la quale non sarei qui, ora, e non sarei quella che sono.

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è I fogli bianchi Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è frutto di immaginazione e non ha nessuna

Dettagli

Il mondo dell affettività e della sessualità. Per genitori e ragazzi

Il mondo dell affettività e della sessualità. Per genitori e ragazzi Il mondo dell affettività e della sessualità Per genitori e ragazzi Monica Crivelli IL MONDO DELL AFFETTIVITÀ E DELLA SESSUALITÀ Per genitori e ragazzi Manuale www.booksprintedizioni.it Copyright 2015

Dettagli

Adozione terminabile o interminabile? Un contributo di ricerca. Ondina Greco

Adozione terminabile o interminabile? Un contributo di ricerca. Ondina Greco Adozione terminabile o interminabile? Un contributo di ricerca Ondina Greco Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla famiglia Università Cattolica, Milano ondina.greco@unicatt.it Provincia di Lecce Corso

Dettagli

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono COLLANA VITAE A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono Serena Milano HO SCELTO DI GUARIRE Un viaggio dal Cancro alla Rinascita attraverso le chiavi della Metamedicina, della Psicologia,

Dettagli

Ambiente/Beni materiali VALORE Crescita personale VALORE Svago VALORE

Ambiente/Beni materiali VALORE Crescita personale VALORE Svago VALORE VALUTA OGNUNA DI QUESTE DIMENSIONI LEGGI BENE LE DOMANDE, PENSA CON TRASPARENZA ED ONESTA CON TE STESSE E COMPLETA CON UN AUTOVALUTAZIONE DA A 0 PER OGNUNA. RIPORTA IL SUL GRAFICO (UTILIZZA QUELLO IN FONO

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Se io fossi nei vostri panni quale sarebbe la cosa che più mi urgerebbe? Che cosa resta di tutti i vostri tentativi, di tutti i vostri

Se io fossi nei vostri panni quale sarebbe la cosa che più mi urgerebbe? Che cosa resta di tutti i vostri tentativi, di tutti i vostri Se io fossi nei vostri panni quale sarebbe la cosa che più mi urgerebbe? Che cosa resta di tutti i vostri tentativi, di tutti i vostri sforzi?...abbiamo il coraggio di verificare quello che stiamo facendo

Dettagli

Adozione e diritto del bambino di mantenere i pregressi rapporti significativi

Adozione e diritto del bambino di mantenere i pregressi rapporti significativi Adozione e diritto del bambino di mantenere i pregressi rapporti significativi Elisa Ceccarelli, già Presidente del Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Destano particolare allarme e doloroso

Dettagli

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero:

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero: in Kosovo Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini Numero 01, Gennaio 2009 In questo numero: Benvenuto caro sostenitore! Un regalo per me! I bambini dimostrano quello che sanno sull

Dettagli

FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.)

FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.) FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.) Questa è la storia di una donna perseguitata da un eco di una memoria, un sogno

Dettagli

La lunga strada per tornare a casa

La lunga strada per tornare a casa Saroo Brierley con Larry Buttrose La lunga strada per tornare a casa Traduzione di Anita Taroni Proprietà letteraria riservata Copyright Saroo Brierley 2013 2014 RCS Libri S.p.A., Milano Titolo originale

Dettagli

Paese/i di produzione Francia, Italia, Gran Bretagna, Romania, Germania, Stati Uniti d America (USA)

Paese/i di produzione Francia, Italia, Gran Bretagna, Romania, Germania, Stati Uniti d America (USA) 1 1. Il film Liceo classico F.Scaduto - Bagheria- Storia del cinema prof.d. Aiello SCHEDA DI ANALISI DEL FILM Classe II C alunno/a Angela Maria Avorio data 8 giu gno 2007 1.1. Compila la seguente scheda

Dettagli

VIAGGI NELLE STORIE. Frammenti di cinema. per narrare. L incontro. Percorso di italiano L2 per donne straniere

VIAGGI NELLE STORIE. Frammenti di cinema. per narrare. L incontro. Percorso di italiano L2 per donne straniere VIAGGI NELLE STORIE Frammenti di cinema per narrare L incontro Percorso di italiano L2 per donne straniere Claudia Barlassina e Marilena Del Vecchio Aprile Maggio 2009 VIAGGI NELLE STORIE I PARTE GUARDA

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

Carissimi amici. Bellissima Primavera a voi! N 2 Gennaio-Marzo 2012

Carissimi amici. Bellissima Primavera a voi! N 2 Gennaio-Marzo 2012 Newsletter Essena N 2 Gennaio-Marzo 2012 Carissimi amici Bellissima Primavera a voi! Siamo molto felici di ritrovarvi in occasione di questa nuova stagione che sta per fiorire fra qualche tempo e che abbiamo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ALDA COSTA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ALDA COSTA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ALDA COSTA SCUOLA PRIMARIA ALDA COSTA FERRARA CLASSE IV A A.S. 2014/15 PARTECIPIAMO AL CONCORSO Luciana Albieri Edizione2015 Associazione Dammi la Mano SON TUTTE BELLE LE FAMIGLIE

Dettagli

Scuola dell Infanzia Maria Zoccatelli Dossobuono

Scuola dell Infanzia Maria Zoccatelli Dossobuono Scuola dell Infanzia Maria Zoccatelli Dossobuono A BRACCIA APERTE Unità di apprendimento IRC sul Natale Anno scolastico 2013-2014 MOTIVAZIONI L esperienza personale intorno alla quale ruota tutto il percorso

Dettagli

Ad Armando Sanna Cover Mapei

Ad Armando Sanna Cover Mapei Introduzione: Ci sentiamo verso le 22 non so bene come iniziare, in fondo è un ragazzo. Un ragazzo dal viso pulito. - Pronto ciao sono Armando- - Ciao mi chiamo Gilberto, lo sai che domenica, mentre trionfavi,

Dettagli

Introduzione. A chi è destinato il programma? Obiettivi

Introduzione. A chi è destinato il programma? Obiettivi Introduzione Tina e Toni è un programma di prevenzione globale destinato alle strutture che accolgono bambini dai 4 ai 6 anni, come le scuole dell infanzia, le strutture d accoglienza e i centri che organizzano

Dettagli

Insegnare la nonviolenza Un esperienza di condivisione di idee, sogni, materiali educativi fra ASSEFA Torino & ASSEFA India

Insegnare la nonviolenza Un esperienza di condivisione di idee, sogni, materiali educativi fra ASSEFA Torino & ASSEFA India Gr uppo ASS EFA Torino & ASS EFA INDIA Insegnare la nonviolenza Un esperienza di condivisione di idee, sogni, materiali fra ASSEFA Torino & ASSEFA India a cura di Maria Ferrando insegnante di scuola primaria

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO SCUOLA CALCIO

PROGRAMMA FORMATIVO SCUOLA CALCIO PROGRAMMA FORMATIVO SCUOLA CALCIO COSA E L insieme di attività avviate dall allenatore per formare il ragazzo, attraverso lo sport, ai valori umani e cristiani PARTI COINVOLTE - ALLENATORE RESP. ANNATA

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2014/2015 UN MONDO CREATO PER ME

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2014/2015 UN MONDO CREATO PER ME PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2014/2015 UN MONDO CREATO PER ME Premessa In riferimento al Progetto Educativo e alle Indicazioni Nazionali, l'insegnamento della Religione

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

SOS GIOCO! ARTICOLO 31

SOS GIOCO! ARTICOLO 31 ARTICOLO 31 1. Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo ed allo svago, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età, ed a partecipare liberamente alla vita culturale

Dettagli

A.S. 2014-2015 ATTIVITÀ FORMATIVE PER LA SCUOLA DELL INFANZIA

A.S. 2014-2015 ATTIVITÀ FORMATIVE PER LA SCUOLA DELL INFANZIA MANUALE PER IL docente II EDIZIONE A.S. 2014-2015 ATTIVITÀ FORMATIVE PER LA SCUOLA DELL INFANZIA 1 INDICE Il progetto 03 Scambio di generazioni 04 Crescendo si scambia in 4 mosse 05 Certi giochi sono sempre

Dettagli

Informazioni per utenti e familiari

Informazioni per utenti e familiari LA DEPRESSIONE MAGGIORE Informazioni per utenti e familiari In questa dispensa parleremo di depressione e dei problemi che può dare nella vita di una persona. Nella vita, è comune attraversare periodi

Dettagli

ALLA RICERCA DELLE PROPRIE ORIGINI

ALLA RICERCA DELLE PROPRIE ORIGINI Relazione Incontro del 15 ottobre 2015 ALLA RICERCA DELLE PROPRIE ORIGINI Relatore: Dott. Marco Chistolini Psicologo, psicoterapeuta e formatore Il tema centrale della ricerca è il rapporto con la storia

Dettagli

Giovanni Veronesi spiega che ne sarà di noi giovani italiani

Giovanni Veronesi spiega che ne sarà di noi giovani italiani Giovanni Veronesi spiega che ne sarà di noi giovani italiani di Agnese Maugeri - 20, dic, 2014 http://www.siciliajournal.it/giovanni-veronesi-spiega-che-ne-sara-di-noi-giovani-italiani/ 1 / 6 2 / 6 di

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI I.R.C. CON LA PARABOLA DELLA PECORELLA SMARRITA

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI I.R.C. CON LA PARABOLA DELLA PECORELLA SMARRITA PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI I.R.C. CON LA PARABOLA DELLA PECORELLA SMARRITA Questa è una programmazione di una scuola d infanzia statale. Un ora e mezza alla settimana i bambini hanno un insegnante specifica

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I COLORI Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I colori sono tanti almeno cento: marrone come il legno, bianco come la nebbia, rosso come il sangue,

Dettagli

CORTO A SCUOLA PRESENTAZIONE

CORTO A SCUOLA PRESENTAZIONE PRESENTAZIONE L'associazione Culturale Blue Desk di Roma, che opera nel settore audiovisivo e realizza laboratori di cinema nelle scuole di tutta Italia, per l anno scolastico 2012/2013 propone la quinta

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio

Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII CARTA di FONDAZIONE Testo approvato dal Pontificio Consiglio per i Laici il 25 marzo 2004 1) Il carisma della Comunità

Dettagli

L ADOZIONE A DISTANZA UNA SCELTA FATTA CON IL CUORE

L ADOZIONE A DISTANZA UNA SCELTA FATTA CON IL CUORE L ADOZIONE A DISTANZA UNA SCELTA FATTA CON IL CUORE ANCHE TU AVRAI UNA NUOVA FAMIGLIA. Se c è qualcosa di cui un bambino abbandonato o rimasto senza i genitori ha bisogno, questa è la famiglia. Non solo

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Sei padrone della tua vita? Hai realizzato i tuoi sogni?

Sei padrone della tua vita? Hai realizzato i tuoi sogni? Sei padrone della tua vita? Hai realizzato i tuoi sogni? Qualunque sia la tua risposta, Voglio una vita straordinaria è la strada giusta per trovare nuove energie e urlare: Voglio essere io il regista

Dettagli

MAMMA ROMA E I SUOI QUARTIERI

MAMMA ROMA E I SUOI QUARTIERI Con il Patrocinio di e con il Sostegno di in collaborazione con presentano MAMMA ROMA E I SUOI QUARTIERI I edizione MAMMA ROMA E I SUOI QUARTIERI L Isola del Cinema, con il sostegno di Zètema Progetto

Dettagli

L EDUCAZIONE AI MEDIA PROMOSSA DAGLI ENTI LOCALI Marco Grollo - PROGETTO AVIANO

L EDUCAZIONE AI MEDIA PROMOSSA DAGLI ENTI LOCALI Marco Grollo - PROGETTO AVIANO L EDUCAZIONE AI MEDIA PROMOSSA DAGLI ENTI LOCALI Marco Grollo - PROGETTO AVIANO Negli ultimi anni i media sono sempre più al centro dell attenzione, per la loro sempre più rapida diffusione, soprattutto

Dettagli

LA FAMIGLIA CHE EDUCA

LA FAMIGLIA CHE EDUCA LA FAMIGLIA CHE EDUCA Messaggio alle famiglie - Pasqua 2009 Diocesi di Fano Fossombrone Cagli Pergola L educazione delle virtù umane è alla base dell educazione cristiana Il senso dell autorità La famiglia

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

Nicolò UGANDA Gapyear

Nicolò UGANDA Gapyear Nicolò, Diario dall Uganda Se c è il desiderio, allora il grande passo è compiuto, e non resta che fare la valigia. Se invece ci si riflette troppo, il desiderio finisce per essere soffocato dalla fredda

Dettagli

L'approccio iniziale all esperienza nella struttura educativa sarà quindi interpretato nel rispetto dei principi di "gradualità" e "continuità".

L'approccio iniziale all esperienza nella struttura educativa sarà quindi interpretato nel rispetto dei principi di gradualità e continuità. 1 Accogliere un bambino in un servizio educativo per la prima infanzia, significa accogliere tutta la sua famiglia, individuando tutta una serie di strategie di rapporto fra nido/centro gioco e casa, volte

Dettagli

THE WAY OF THE LEADERS Sviluppo skill per il General Management

THE WAY OF THE LEADERS Sviluppo skill per il General Management THE WAY OF THE LEADERS Sviluppo skill per il General Management DESCRIZIONE EVENTO Project Hollywood La regia cinematografica: un esperienza di project management La produzione di un film rappresenta l

Dettagli

Percorso didattico Cittadinanza e Costituzione Rosa Sergi

Percorso didattico Cittadinanza e Costituzione Rosa Sergi A SCUOLA DI COSTITUZIONE COLORA IL TITOLO BIANCO, ROSSO E VERDE. PER VIVERE BENE IN CLASSE ABBIAMO BISOGNO DELLE DIRITTI REGOLE DOVE VI SONO DEI DIRITTI E DEI DOVERI SENZA LEGGI e REGOLE DA RISPETTARE

Dettagli

CHI SI CURA DI NOI? Sviluppare atteggiamenti di attenzione e cura nei confronti degli altri.

CHI SI CURA DI NOI? Sviluppare atteggiamenti di attenzione e cura nei confronti degli altri. CHI SI CURA DI NOI? Nel libro della Bibbia si narra come da sempre Dio si prende cura dell uomo. Con l aiuto di alcune immagini riflettiamo su chi si preoccupa di noi e in che modo. Proviamo anche noi

Dettagli

Test : " Sai giocare con il tuo bambino?"

Test :  Sai giocare con il tuo bambino? Test : " Sai giocare con il tuo bambino?" Il test che segue ti aiuterà a scoprire se sai giocare con il tuo bambino nel modo giusto, cioè favorendo lo sviluppo della sua creatività e della sua autonomia,

Dettagli

- Un ragazzo ed una ragazza si amano, ma sono costretti a tenere segreta la loro relazione.

- Un ragazzo ed una ragazza si amano, ma sono costretti a tenere segreta la loro relazione. Un film racconta una serie di azioni che delle persone compiono in determinate situazioni. Per iniziare a scrivere una sceneggiatura bisogna avere un idea di cosa si vuol far fare a queste persone, ai

Dettagli

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali)

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Al mare, verso gli undici anni, avevo fatto amicizia con un bagnino. Una cosa innocentissima, ma mia madre mi chiedeva

Dettagli

Bambini irrequieti, Nessa Laniado, ed. RED

Bambini irrequieti, Nessa Laniado, ed. RED Bambini irrequieti, Nessa Laniado, ed. RED Molti conflitti si possono risolvere applicando soluzioni innovative a situazioni che ormai si trascinano da tempo. Un bambino di 4 anni si rifiutava di mangiare

Dettagli