Ufficio Catechistico Diocesano

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ufficio Catechistico Diocesano"

Transcript

1 Arcidiocesi Ufficio Catechistico Diocesano Cosenza - Bisignano PERCORSO FORMATIVO PER CATECHISTI E PRESBITERI, INSIEME ANNO: 2013/2014 Incontro di novembre 2013 C è qualcosa da cambiare nella catechesi? Perché? Come? Canovaccio di p. Celeste Garrafa, direttore UCD dell Arcidiocesi di Cosenza - Bisignano 1

2 C È QUALCOSA DA CAMBIARE NELLA CATECHESI? PERCHE? COME? Canovaccio per la presentazione organica del tema da parte del relatore (a cura di D. Bruno Cirillo, Direttore dell UCD di Locri-Gerace, integrata da P. Celeste Garrafa) Tema : Dopo la cresima non resta quasi nessuno in parrocchia la maggior parte dei genitori non è praticante e non trasmette la fede ai figli C è qualcosa da cambiare nella catechesi? Perche? Come? Obiettivi : Suscitare nei catechisti e nella comunità parrocchiale (parroco e genitori compresi) la consapevolezza della necessità del cambiamento nella prassi di Iniziazione Cristiana dei fanciulli \ragazzi; stimolare l interesse a partecipare ai successivi incontri di formazione. Svolgimento incontro : Si premette la fase di laboratorio con le domande-stimolo per la condivisione e ricerca nei sottogruppi, prima dell esposizione organica del tema da parte del relatore. Relazione : NECESSITA DELLA «CONVERSIONE PASTORALE»: DA UNA PASTORALE DI CURA DELLA FEDE AD UNA PASTORALE DI GENERAZIONE DELLA FEDE (PASTORALE MISSIONARIA) A riguardo si confrontino, in particolare, i documenti della CEI: Comunicare il Vangelo in un mondo che cambia, Il volto missionario delle parrocchie in un mondo che cambia, Questa è la nostra fede e le Note sull iniziazione cristiana. Anche in Calabria cristiani si diventa : - Fino a 60 anni fa, si era cristiani per eredità culturale (si nasceva cristiani) - Diffusa indifferenza religiosa e scarsa pratica religiosa Scomparsa del catecumenato sociale (trasmissione quasi automatica della fede da una generazione all altra, dovuta alla società nel suo insieme impregnata di cristianesimo ), per cui oggi cristiani si diventa 1

3 - Contesto di pluralismo socioculturale educazione alla fede più complessa e problematica. - Si sono inceppati i meccanismi della trasmissione della fede da una generazione all altra; - La conseguenza della società liquida, ha portato anche all attuale emergenza educativa Il difficile cammino VERSO la Conversione pastorale : dalla pastorale e catechesi che suppone l adesione di fede, alla proposta del Vangelo per suscitare la fede - La fatica di passare dalle indicazioni del Magistero alla prassi ecclesiale - E ancora prevalente la catechesi d impostazione scolastico-dottrinale, destinata quasi esclusivamente ai fanciulli e ragazzi in preparazione alla Prima Comunione e Cresima, lontana dalle indicazioni delle Note sull Iniziazione Cristiana e dallo stesso Documento Base del Progetto Catechistico Italiano. - E evidente lo scollamento tra la frequenza degli incontri di catechesi e la partecipazione alla messa della domenica dei fanciulli e ragazzi, e con loro e prima di loro l assenza dei genitori <<Nella stragrande maggioranza delle nostre parrocchie si fa il catechismo per preparare ai sacramenti della Comunione e (per chi poi rimane) della Cresima. Per i contenuti vengono usati i catechismi CEI ; sussidi di accompagnamento servono per proporre attività di vario genere durante gli incontri. A volte si utilizzano anche sussidi più specifici di preparazione ai sacramenti, per integrare l insegnamento dei catechismi stessi, che su questo tema può apparire troppo scarno. Si propongono poi gli insegnamenti morali necessari per celebrare degnamente i sacramenti, con la speranza che essi vengano tradotti in comportamenti stabili nella vita di ogni giorno. Si insegnano anche le preghiere e a volte si propongono anche momenti comunitari, con piccole liturgie o esperienze, per esempio, di adorazione eucaristica. Si insiste molto sulla partecipazione alla messa e su questo si pungolano anche i genitori, che dovrebbero dare il buon esempio, ma... Il tutto per 4-5 anni, al termine dei quali viene celebrata la Prima Comunione. Naturalmente i criteri di ammissione sono legati alla regolarità delle presenze, all apprendimento delle nozioni proposte e alla memorizzazione delle preghiere. Quante volte però si chiude un occhio su certe situazioni... per non creare guerre con le famiglie, per non essere troppo rigidi con questi ragazzi già stressati per le molteplici attività cui sono sottoposti (palestra, piscina, scuola calcio, danza...). Di fatto, basta esserci stati (più o meno) per il tempo prefissato e la partecipazione al giorno fatidico della Prima Comunione è garantito. Poi, arrivederci... ci vediamo al corso per la Cresima. Dove ci ritroveremo (se va bene) più o meno la metà di quanti eravamo. E già qui la crisi nei catechisti e (capita) anche nei parroci: Ma cosa hanno capito questi ragazzi? ; Dove abbiamo sbagliato?. Il processo di frustrazione si intensifica durante il corso per la Cresima (i ragazzi sono in piena preadolescenza...). 2

4 La celebrazione del sacramento e il successivo addio definitivo dei ragazzi lo porta a compimento >> (dal canovaccio di D. Bruno Cirillo). L autenticità ed efficacia dell Iniziazione Cristiana dei fanciulli e dei ragazzi, esige dare reale priorità all evangelizzazione e catechesi degli adulti, degli adultigenitori in particolare - Sterilità della catechesi infantile. <<Senso di sterilità dell azione catechistica e di impotenza delle catechiste (ehssì, sono quasi tutte donne), di fronte ad una situazione che non si riesce a fronteggiare. Questo sembra essere il guadagno di anni di impegno, spesso sacrificato. Se si rimane in Chiesa, come catechisti, è perché ci si crede, ma la domanda sul senso di quello che si fa è sempre meno taciuta. E porta con sé anche quella sul come lo si fa: è adeguato a questi ragazzi, al loro modo di vedere la vita, Dio, la fede?. Non è solo un problema delle Chiese in Calabria. Le parole della Nota dell UCN sulla formazione dei catechisti dell I.C. descrivevano, nel 2006, una situazione consolidata da tempo in tutto il territorio nazionale: Nonostante l impegno di tanti, risulta evidente la situazione di grave crisi in cui si trova oggi il processo tradizionale di Iniziazione Cristiana. C è un forte scarto tra le mete ideali dell iniziazione, le risorse impiegate ed i risultati conseguiti. Per molti ragazzi e ragazze la conclusione del processo di iniziazione coincide praticamente con l abbandono della vita cristiana. 1 >> (dal canovaccio di D. Bruno Cirillo) - Gli adulti per primi hanno bisogno di essere re-iniziati alla vita cristiana, anche per essere in grado di trasmettere la fede ai figli (stretto rapporto tra famiglia e iniziazione cristiana )! - Indispensabile, perciò, è il coinvolgimento dei genitori nel cammino di Iniziazione Cristiana dei loro figli - Forte stacco generazionale nella fede e nella pratica religiosa in coloro che sono nati dopo il In queste generazioni, inoltre, non c è più la differenza percentuale tra maschi e femmine, nell adesione alla fede e nella pratica religiosa, diversamente dal tasso maggiore delle donne che vi era in passato! 2 - Un segno della quasi totale scarica della batteria della trasmissione della fede è quella che viene indicata come la «prima generazione incredula», costituita dai giovani diciotto-ventenni che vivono senza Dio e senza Chiesa 3 Si tratta di una generazione cui nessuno ha narrato e testimoniato la forza, la bellezza, la rilevanza umana della fede; una generazione non contro Dio, ma senza Dio e senza Chiesa 1 UFFICIO CATECHISTICO NAZIONALE, La formazione dei catechisti nella comunità cristiana, Leumann (TO), Elledici 2006, n. 4. Di seguito si farà riferimento a questo documento con l abbreviazione La formazione dei catechisti 2 Cfr. Armando Matteo, La fuga delle Quarantenni Il difficile rapporto delle donne con la Chiesa, Ed. Rubbettino, Cfr. Armando Matteo, LA PRIMA GENERAZIONE INCREDULA. Il difficile rapporto tra i giovani e la fede, Rubbettino

5 Sostenere ed evangelizzare in particolar modo i giovani genitori - Occorre evangelizzare i genitori, già in occasione della preparazione al matrimonio, e particolarmente attraverso la pastorale pre e post-battesimale, proponendo il Primo Annuncio - A fondamento di una rinnovata e più autentica ed efficace Iniziazione Cristiana ci sta la necessità del Primo Annuncio (o Secondo Annuncio ) 4 nel segno della speranza, rivolto anzitutto agli adulti ed ai genitori prima che ai fanciulli e/o ragazzi, per suscitare l adesione di fede iniziale, sulla quale impiantare itinerari ispirati al catecumenato per scoprire o riscoprire la vita buona del Vangelo nell incontro con Gesù Cristo nella Chiesa! Il ruolo insostituibile della comunità nell Iniziazione Cristiana La comunità cristiana è l origine, il luogo e la meta della catechesi. (DGC 254) - Quale comunità in concreto? Nucleo comunitario con una fede adulta e spirito missionario ; comunità dei catechisti ; alleanze educative ; importanza educativa dell oratorio; la comunità tutta in quanto Popolo di Dio - Pastorale in rete (pastorale integrata) e comunione ecclesiale, condizioni dell autenticità ed efficacia dell evangelizzazione e dell Iniziazione Cristiana. - C è molto da fare ancora nella direzione della pastorale integrata, superando sia l autoreferenzialità delle parrocchie, sia lo scollamento tra associazioni, movimenti e comunità parrocchiali, cercando di evitare o di superare la mentalità e l agire della Chiesa parallela, persino nella celebrazione del Giorno del Signore! DALL INIZIAZIONE CRISTIANA CHE NON «INIZIA», ALLA PROPOSTA DEL RIPRISTINO DEL CATECUMENATO, ATTRAVERSO IL RICA E LE TRE NOTE DELLA CEI SULL INIZIAZIONE CRISTIANA 1. L iniziazione cristiana 1. ORIENTAMENTI PER IL CATECUMENATO DEGLI ADULTI (30 Marzo 1997). 2. L iniziazione cristiana 2. ORIENTAMENTI PER L INIZIAZIONE DEI FANCIULLI E DEI RAGAZZI ( 1999). 4 Cfr. Enzo Biemmi, IL SECONDO ANNUNCIO La grazia di ricominciare, EDB,

6 3. L iniziazione cristiana 3. ORIENTAMENTI PER IL RISVEGLIO DELLA FEDE E IL COMPLETAMENTO DELL INIZIAZIONE CRISTIANA IN ETA ADULTA (8 Giugno 2003). Le tre Note hanno in comune l attuazione dell iniziazione o re-iniziazione cristiana secondo il modello del catecumenato: per coloro che ancora non hanno ricevuto il battesimo (iniziazione 1^ e 2^ Nota); o per il completamento dell iniziazione cristiana e/o il risveglio della fede (re-iniziazione 3^ Nota). Per iniziazione cristiana si può intendere il processo globale attraverso il quale si diventa cristiani. Si tratta di un cammino diffuso nel tempo e scandito dall ascolto della Parola, dalla celebrazione e dalla testimonianza dei discepoli del Signore attraverso il quale il credente compie un apprendistato globale della vita cristiana e si impegna ad una scelta di fede e a vivere come figli di Dio, ed è assimilato con il battesimo, la confermazione e l eucaristia, al mistero pasquale di Cristo nella Chiesa. (UCN,Catechismo per l Iniziazione Cristiana dei fanciulli e dei ragazzi, 1991, N.7) Dalla Catechesi all Iniziazione Cristiana <<L I.C. è il movimento, la dinamica con cui la Chiesa genera nuovi figli e li inserisce stabilmente nella sua comunione. La definizione di iniziazione cristiana riportata sopra risale al 1991 (più di 20 anni fa!), ma in essa l I.C. veniva già collocata in prospettiva missionaria, di evangelizzazione. Inoltre veniva presentata come un percorso unitario di esperienza cristiana e non di solo insegnamento. Questi spunti però nella prassi erano rimasti praticamente ignorati. 5 Così la cosiddetta Nota 2 sull I.C. del Consiglio Episcopale Permanente (1999) doveva rilanciare i principi esposti quasi un decennio prima. Prendendo spunto dalla richiesta sempre più frequente del battesimo per ragazzi dai 7 ai 14 anni (cf n. 4) essa ha tratteggiato principi e linee portanti di un cammino che porti tutti i nostri fanciulli e ragazzi a diventare cristiani, ovviando ai limiti riscontrati nella prassi delle comunità negli ultimi decenni (cf i nn ). 6 Rifacendosi agli spunti dati già dalla Nota 2 (nn , e soprattutto 53), importanti documenti del decennio scorso hanno evidenziato come questa impostazione dell I.C. si richiama al modello catecumenale (cf Comunicare il Vangelo n. 57; La formazione dei catechisti nn. 3-4). 7 L aggettivo catecumenale non deve spaventarci, né portarci fuori strada. Riassume semplicemente il carattere unitario ed esperienziale del processo globale che porta a diventare cristiani. 5 Cf solo le osservazioni di d. Andrea Fontana in Formare i catechisti accompagnatori per l itinerario catecumenale dei ragazzi 7-14 anni, Elledici, Leumann 2002, pp e più diffusamente in L iniziazione cristiana dei ragazzi. Supplemento al volume I del Bollettino Diocesano - Atti Ufficiali della Diocesi di Oppido M. Palmi, anno XXIV (Gennaio-Giugno 2005), pp Riguardo alle famiglie, cf anche CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA, Comunicare il Vangelo in un mondo che cambia. Orientamenti pastorali dell Episcopato italiano per il primo decennio del Duemila, Milano, Paoline 2001, n. 57. Di seguito si farà riferimento a questo documento con l abbreviazione Comunicare il Vangelo 6 Cf CONSIGLIO EPISCOPALE PERMANENTE DELLA CEI, L iniziazione cristiana. 2. Orientamenti per l iniziazione dei fanciulli e dei ragazzi dai 7 ai 14 anni. Nota pastorale, Paoline, Milano Si farà riferimento a questo documento con l abbreviazione Nota 2. 7 Ma già la nota Il catechismo per l iniziazione cristiana... parlava di ispirazione catecumenale dell I.C dei fanciulli e dei ragazzi (n.7). 5

7 Vediamone brevemente i tratti distintivi: L iniziazione chiede di riscoprire il protagonismo della comunità cristiana nel suo insieme; essa educa con tutta la sua vita e manifesta la sua azione dentro una concreta esperienza di ecclesialità (La formazione dei catechisti n. 6). La comunità è chiamata ad evidenziare e valorizzare il ruolo centrale della famiglia. Per i genitori, l educazione è un dovere essenziale, perché connesso alla trasmissione della vita; originale e primario rispetto al compito educativo di altri soggetti; insostituibile e inalienabile, nel senso che non può essere delegato né surrogato. 8 L I.C. valorizza in modo armonioso tutti gli elementi della proposta cristiana e non solo la dottrina. Gli itinerari lungo i quali l I.C. si sviluppa integrano armoniosamente le esperienze fondamentali della vita cristiana (Parola di Dio; celebrazioni; fraternità; carità e servizio, cf La formazione dei catechisti n.7; Nota 2, n. 26), per il tempo necessario ad acquisire la maturità cristiana. I sacramenti sono culmine, non fine dell itinerario: È importante ribadire che la catechesi non è finalizzata ai sacramenti, ma è un percorso di introduzione globale nella vita cristiana e di maturazione nella fede (La formazione dei catechisti n. 4).>> (dal canovaccio di D. Bruno Cirillo) Quale ruolo ha dunque la catechesi, in questa reimpostazione della proposta cristiana per i fanciulli\ragazzi e per le loro famiglie? Quello che gli aveva assegnato più di 40 anni fa il Documento di Base << Educare al pensiero di Cristo, a vedere la storia come Lui, a giudicare la vita come Lui, a scegliere e ad amare come Lui, a sperare come insegna Lui, a vivere in Lui la comunione con il Padre e lo Spirito Santo. In una parola, nutrire e guidare la mentalità di fede: questa è la missione fondamentale di chi fa catechesi a nome della Chiesa (RdC, n. 38). Se la Catechesi in senso stretto si configura come insegnamento o comunicazione dei contenuti della fede, essa mira però non semplicemente ad istruire, ma all educazione cristiana integrale (cf RdC nn ). Possiamo dire che per conseguire il suo scopo la catechesi deve andare oltre se stessa (cf La formazione dei catechisti n. 16; Il catechismo per l iniziazione cristiana n. 9). Ed è esattamente quello che un itinerario catecumenale permette di fare. >> (dal canovaccio di D. Bruno Cirillo) In sintesi Perché dobbiamo cambiare? <<Perché tutti quanti, preti suore catechisti, spendiamo energie e passione a preparare i nostri ragazzi ai sacramenti, col desiderio che essi continuino a frequentare la Chiesa e diventino bravi cristiani. Quasi sempre andiamo incontro a delusioni, a volte amare.>> (dal canovaccio di D. Bruno Cirillo) 8 CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA, Educare alla vita buona del vangelo - Orientamenti dell Episcopato Italiano per il decennio , Paoline, Milano 2010, n. 36. Cf anche i nn. 27 e 37. Cf anche La formazione dei catechisti... n

8 Una risorsa per poter cambiare <<La Chiesa italiana ha preso atto di questa situazione. A sostegno del nostro impegno di trasmissione della fede ai fanciulli e ragazzi non offre un metodo nuovo o sussidi più aggiornati. Propone invece un modello, che nella Chiesa fin dai primi secoli è definito catecumenale, su cui strutturare la nostra azione di annuncio e di educazione alla fede. Esso valorizza la nostra esperienza di catechisti e la integra in un approccio formativo più ampio e più esperienziale. Lo conosceremo meglio nei prossimi incontri.>> (dal canovaccio di D. Bruno Cirillo) [6-XI-2013] 7

Il cammino globale per diventare cristiani : in cosa consiste? Come cercare di attuarlo?! Incontro di febbraio 2014!

Il cammino globale per diventare cristiani : in cosa consiste? Come cercare di attuarlo?! Incontro di febbraio 2014! UFFICIO CATECHISTICO DIOCESANO PERCORSO FORMATIVO PER CATECHISTI E PRESBITERI INSIEME ANNO 2013/2014 ARCIDIOCESI COSENZA - BISIGNANO RELAZIONE DI PADRE CELESTE GARRAFA Incontro di febbraio 2014 Il cammino

Dettagli

È FRUTTO DEL CAMMINO CHE LA NOSTRA È RISPOSTA AGLI INVITI DEI VESCOVI ITALIANI ATTRAVERSO VARI DOCUMENTI

È FRUTTO DEL CAMMINO CHE LA NOSTRA È RISPOSTA AGLI INVITI DEI VESCOVI ITALIANI ATTRAVERSO VARI DOCUMENTI Diocesi di Padova Il cammino di Iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi È FRUTTO DEL CAMMINO CHE LA NOSTRA DIOCESI HA COMPIUTO È RISPOSTA AGLI INVITI DEI VESCOVI ITALIANI ATTRAVERSO VARI DOCUMENTI

Dettagli

ESPERIENZE PARROCCHIALI DI INIZIAZIONE CRISTIANA. di Don Giuseppe Nevi Direttore dell Ufficio Famiglia di Cremona 23-24 settembre 2009

ESPERIENZE PARROCCHIALI DI INIZIAZIONE CRISTIANA. di Don Giuseppe Nevi Direttore dell Ufficio Famiglia di Cremona 23-24 settembre 2009 ESPERIENZE PARROCCHIALI DI INIZIAZIONE CRISTIANA di Don Giuseppe Nevi Direttore dell Ufficio Famiglia di Cremona 23-24 settembre 2009 1 Il Rituale ispiratore Rito dell iniziazione cristiana degli adulti,

Dettagli

ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI

ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI 1 Ti ringraziamo, Signore, perché ci permetti di entrare in questo itinerario di formazione e di comunione con tutti i fratelli. Guidaci

Dettagli

Percorso diocesano del Catecumenato degli adulti

Percorso diocesano del Catecumenato degli adulti Percorso diocesano del Catecumenato degli adulti 0. I Riferimenti teologico-pastorali Rito dell Iniziazione cristiana degli Adulti (RICA), LEV 1978 Consiglio Episcopale permanente della CEI, Nota pastorale.

Dettagli

Distretto: Ciriè. Animatore/trice: Annalisa Bilanzone POTENZIARE CREARE

Distretto: Ciriè. Animatore/trice: Annalisa Bilanzone POTENZIARE CREARE Distretto: Ciriè Tema di riflessione del gruppo: L INIZIAZIONE CRISTIANA METTE IN GIOCO LA FIGURA DEI CATECHISTI E UNA SERIA VALORIZZAZIONE DELLA VITA REALE DEI RAGAZZI Animatore/trice: Annalisa Bilanzone

Dettagli

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA Che cos è l iniziazione cristiana? È l introduzione e l accompagnamento di ogni persona all incontro personale con Cristo all

Dettagli

PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco. ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'acr

PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco. ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'acr PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'acr - TAPPA MISTAGOGICA (POST-CRESIMA) 1 anno - 2 anno. Testo del Catechismo

Dettagli

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Diocesi di Nicosia Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Largo Duomo,10 94014 Nicosia (EN) cod. fisc.: 90000980863 tel./fax 0935/646040 e-mail: cancelleria@diocesinicosia.it Ai

Dettagli

LA VIA Percorso di iniziazione cristiana di ispirazione catecumenale

LA VIA Percorso di iniziazione cristiana di ispirazione catecumenale LA VIA Percorso di iniziazione cristiana di ispirazione catecumenale A cura degli Uffici Catechistici Diocesani di Brescia, Genova e Venezia SAN PAOLO COGLIERE LA SFIDA EDUCATIVA secondo gli orientamenti

Dettagli

Sintesi e prospettive. L insegnamento della religione una risorsa per l Europa

Sintesi e prospettive. L insegnamento della religione una risorsa per l Europa DOCUMENTO FINALE Sintesi e prospettive L insegnamento della religione una risorsa per l Europa Introduzione La Chiesa cattolica d Europa avverte l esigenza di conoscere meglio e riflettere sulle molteplici

Dettagli

Vicariato Sant Angelo Formazione catechisti 1 incontro

Vicariato Sant Angelo Formazione catechisti 1 incontro Vicariato Sant Angelo Formazione catechisti 1 incontro Signore Gesù, tu ci inviti ad essere germe fecondo di nuovi figli per la tua Chiesa. Fa che possiamo diventare ascoltatori attenti della tua Parola

Dettagli

Nuovi itinerari di Iniziazione cristiana

Nuovi itinerari di Iniziazione cristiana ARCIDIOCESI DI SANT ANGELO DEI LOMBARDI-CONZA-NUSCO-BISACCIA UFFICIO CATECHISTICO DIOCESANO GIORNATA DI FORMAZIONE GOLETO, 15 SETTEMBRE 2012 Nuovi itinerari di Iniziazione cristiana La chiesa italiana

Dettagli

Progetto Catechistico Diocesano

Progetto Catechistico Diocesano Progetto Catechistico Diocesano UFFICIO EVANGELIZZAZIONE E CATECHESI - DIOCESI SALERNO - CAMPAGNA - ACERNO Le condizioni previe perché un cammino di iniziazione cristiana possa funzionare Da una Chiesa

Dettagli

L importanza di un buon inizio: motivazioni, obiettivi, coordinate Mercoledi 1 settembre - Incontro catechisti

L importanza di un buon inizio: motivazioni, obiettivi, coordinate Mercoledi 1 settembre - Incontro catechisti ARCIDIOCESI DI CATANIA - Convegno Catechistico Diocesano Chi bene inizia L accoglienza e l annuncio nelle prime tappe dell itinerario a ispirazione catecumenale L importanza di un buon inizio: motivazioni,

Dettagli

22 SETTEMBRE 2013 FESTA DELLA CATECHESI

22 SETTEMBRE 2013 FESTA DELLA CATECHESI 22 SETTEMBRE 2013 FESTA DELLA CATECHESI Parrocchia dei Santi Faustino e Giovita GRUPPO BETLEMME ICFR Primo anno Il percorso del primo anno offre ai genitori la possibilità di scoprire o riscoprire la bellezza

Dettagli

L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI

L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI VIVERE CON E PER CRISTO Evangelizzare significa: Convertire Portare

Dettagli

STATUTO AZIONE CATTOLICA

STATUTO AZIONE CATTOLICA STATUTO AZIONE CATTOLICA 1. L Azione Cattolica Italiana è una Associazione di laici che si impegnano liberamente, in forma comunitaria ed organica ed in diretta collaborazione con la Gerarchia, per la

Dettagli

Diocesi di Cremona ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIA BATTEZZATI LE CELEBRAZIONI

Diocesi di Cremona ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIA BATTEZZATI LE CELEBRAZIONI Diocesi di Cremona ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIA BATTEZZATI LE CELEBRAZIONI 1 PREMESSA: LA RITUALITA NELL IC 3 PREMESSA: LA RITUALITA NELL IC Una valenza formativa peculiare

Dettagli

IL PROGETTO DIOCESANO

IL PROGETTO DIOCESANO IL PROGETTO DIOCESANO DANIELE PIAZZI Premessa: dalle idee ispiratrici a una prassi conseguente Vista l urgenza di imparare ad accompagnare alla fede ragazzi e famiglie, queste istanze devono tradursi in

Dettagli

Parrocchia San Giorgio in San Pietro al Po PROGETTO CATECHISTICO PER RAGAZZI E GIOVANI

Parrocchia San Giorgio in San Pietro al Po PROGETTO CATECHISTICO PER RAGAZZI E GIOVANI Parrocchia San Giorgio in San Pietro al Po PROGETTO CATECHISTICO PER RAGAZZI E GIOVANI PERCORSO DELL INIZIAZIONE CRISTIANA Due parole per spiegare i motivi di una scelta Innanzitutto, non dobbiamo dimenticare

Dettagli

PROGETTO SPERIMENTAZIONE INIZIAZIONE CRISTIANA

PROGETTO SPERIMENTAZIONE INIZIAZIONE CRISTIANA PROGETTO SPERIMENTAZIONE INIZIAZIONE CRISTIANA 2007 CALENDARIO INCONTRI GENITORI E BAMBINI SETTEMBRE: Domenica 23: Festa di inizio OTTOBRE: Domenica 21 NOVEMBRE Domenica 18 DICEMBRE Domenica 16 2008 GENNAIO

Dettagli

A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI

A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI PREGHIAMO Siamo qui dinanzi a te, o Spirito Santo: sentiamo il peso delle nostre debolezze, ma siamo tutti riuniti nel tuo nome; vieni a noi,

Dettagli

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V.

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V. Tre giorni di festa, dal 30 marzo al 1 aprile, hanno animato la Parrocchia di San Pio V che ha vissuto intensamente la propria Missione Cittadina. Una missione che, partendo dall interno della comunità

Dettagli

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO Struttura in 3 sezioni: 1. Il Cuore dell oratorio Le idee sintetiche che definiscono in termini essenziali e vitali

Dettagli

SCHEDA 8.1 CHI È GESÙ? Un itinerario per la prima tappa del discepolato secondo l anno liturgico

SCHEDA 8.1 CHI È GESÙ? Un itinerario per la prima tappa del discepolato secondo l anno liturgico gruppo di lavoro 7 11 anni materiale per la sperimentazione diocesana SCHEDA 8.1 CHI È GESÙ? Un itinerario per la prima tappa del discepolato secondo l anno liturgico Versione aprile 2010 a cura di don

Dettagli

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Orientamenti pastorali per il triennio 2016/2019 Che cosa ci chiede oggi il Signore? Che cosa chiede alla chiesa pistoiese?

Dettagli

Nuove figure di catechista in un mondo che cambia : identità,, spiritualità, competenze,

Nuove figure di catechista in un mondo che cambia : identità,, spiritualità, competenze, Parrocchia Santi Filippo e Giacomo Capua 15 dicembre 2008 Incontro di formazione e condivisione di esperienze dell equipe equipe degli animatori di catechesi Riflessione su : Nuove figure di catechista

Dettagli

E se iscrivessi mio figlio al catechismo?

E se iscrivessi mio figlio al catechismo? E se iscrivessi mio figlio al catechismo? Don Alberto Abreu www.pietrascartata.com E se iscrivessi mio figlio al catechismo? Perché andare al Catechismo La Parola catechismo deriva dal latino catechismus

Dettagli

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per Carissimi Giovani, ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per rivitalizzare la pastorale giovanile diocesana, confrontarvi su tali problemi, per scambiarci opinioni e suggerire rimedi,

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE Parrocchia S. Biagio in Ravenna Anni: 2014-2015 e 2015-2016 PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE PER L INIZIAZIONE CRISTIANA Che cos è l iniziazione cristiana? È l introduzione

Dettagli

La catechesi catecumenale: favorire la mentalità e la vita di fede (RdC c.3)

La catechesi catecumenale: favorire la mentalità e la vita di fede (RdC c.3) La catechesi catecumenale: favorire la mentalità e la vita di fede (RdC c.3) Un modello in stile catecumenale per iniziare i ragazzi alla vita cristiana don Andrea Fontana 1. La difficile situazione della

Dettagli

1.1. Diocesi di Lugano. Direttive per il ministero pastorale. 1.1. Il Battesimo

1.1. Diocesi di Lugano. Direttive per il ministero pastorale. 1.1. Il Battesimo 1.1. Diocesi di Lugano Direttive per il ministero pastorale 1.1. Il Battesimo 8 Il Battesimo 1.1.0. Norme generali sul Battesimo Sommario I. Preparazione al Battesimo II. Ministro del Battesimo III. Luogo

Dettagli

- 1 - UNITÀ DELLA PARROCCHIA INTORNO AL PROGETTO

- 1 - UNITÀ DELLA PARROCCHIA INTORNO AL PROGETTO SPUNTI DI RIFLESSIONE SULLO STATO DELL ARTE CIRCA IL PROGETTO CATECHISTICO-EDUCATIVO DIOCESANO PREMESSE 1. L attuale anno pastorale 2015-2016 dovrà essere dedicato, dal punto di vista che ci riguarda,

Dettagli

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE 1 2 PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE Progetto di Iniziazione Cristiana alla luce del criterio oratoriano "Lasciate che i piccoli vengano a me e non glielo impedite" (Mc 10,14) "Educare al pensiero di

Dettagli

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica Carissimi Genitori, il nuovo Anno Catechistico segna

Dettagli

Parrocchia S.Michele Arcangelo Cattedrale. Piazza Duomo 1-81100 Caserta. Tel.Fax 0823/322493. Sito web: www.parrocchiacattedralecasrta.

Parrocchia S.Michele Arcangelo Cattedrale. Piazza Duomo 1-81100 Caserta. Tel.Fax 0823/322493. Sito web: www.parrocchiacattedralecasrta. Parrocchia S.Michele Arcangelo Cattedrale Piazza Duomo 1-81100 Caserta Tel.Fax 0823/322493 Sito web: www.parrocchiacattedralecasrta.org Pastorale Familiare Sito web. : www.famigliadifamiglie.it e-mail

Dettagli

Invocazione allo Spirito Santo

Invocazione allo Spirito Santo Invocazione allo Spirito Santo VIENI SANTO SPIRITO DI DIO, COME VENTO SOFFIA SULLA CHIESA! VIENI COME FUOCO, ARDI IN NOI E CON TE SAREMO VERI TESTIMONI DI GESÙ. Sei vento: spazza il cielo dalle nubi del

Dettagli

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio Anno pastorale 2011-2012 Suggerimenti per l animazione in oratorio Premessa: GIOCO E VANGELO Relazione Don Marco Mori, presidente Forum Oratori Italiani Il gioco può essere vangelo? Giocare può diventare

Dettagli

APPENDICE PROPOSTE CONCRETE RELATIVE A CIASCUN CAPITOLO

APPENDICE PROPOSTE CONCRETE RELATIVE A CIASCUN CAPITOLO APPENDICE PROPOSTE CONCRETE RELATIVE A CIASCUN CAPITOLO 249 CAPITOLO 1 LA CHIESA, COMUNITÀ DI CHIAMATI A) FAR CRESCERE LA CHIESA: EDUCARCI A VIVERE IN COMUNITÁ Formazione permanente per le famiglie, n.

Dettagli

UNA COMUNITÁ EDUCANTE E

UNA COMUNITÁ EDUCANTE E PREMESSA Con questo scritto introduciamo in Parrocchia, una nuova tradizione: consegnare a tutta la nostra Comunità, le linee di pastorale che ci impegneranno durante il prossimo anno. Esse ricalcano e

Dettagli

VEGLIATE E PREGATE 1 (A.

VEGLIATE E PREGATE 1 (A. NELLA BIBLIOTECA DEI CATECHISTI TESTI E SUSSIDI PER L ATTIVITA CATECHISTICA PREPARATI DAI COLLABORATORI DELL UFFICIO PER L EVANGELIZZAZIONE E LA CATECHESI La Biblioteca personale del catechista, e tanto

Dettagli

U na celebre affermazione di. Spiritualità. e dei sacramenti che si celebrano per diventare cristiani. A livello antropologico

U na celebre affermazione di. Spiritualità. e dei sacramenti che si celebrano per diventare cristiani. A livello antropologico Spiritualità L iniziazione Liniziazione CRISTIA di don GIUSEPPE RUPPI U na celebre affermazione di Tertulliano recita: «Cristiani non si nasce ma si diventa». In base a questa convinzione, fin dai primi

Dettagli

Conferenza Episcopale Italiana Ufficio Catechistico Nazionale

Conferenza Episcopale Italiana Ufficio Catechistico Nazionale Conferenza Episcopale Italiana Ufficio Catechistico Nazionale CONVEGNI CATECHISTICI REGIONALI 2012 Come pietre vive (1Pt 2,4-8) Rinnovare l Iniziazione cristiana nelle nostre Chiese VADEMECUM per la preparazione

Dettagli

Progetto Sperimentale per l Arcidiocesi di Messina Lipari S. Lucia del Mela

Progetto Sperimentale per l Arcidiocesi di Messina Lipari S. Lucia del Mela INiZiAZiONE CRiSTiANA in E con LA FAMiGLiA Progetto Sperimentale per l Arcidiocesi di Messina Lipari S. Lucia del Mela Messina 2015 Genitori e figli insieme nella Comunità Parrocchiale per crescere nella

Dettagli

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica E chiedere il dono di nuove vocazioni anche nella nostra parrocchia di PARROCCHIA S. GIOVANNI OLTRONA DI SAN MAMETTE Comunità Appiano Gentile 08-03-2015 All ombra dei campanili L Eucaristia, cuore della

Dettagli

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi Unità Pastorale Cristo Salvatore Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi 2 3 Introduzione LE DIMENSIONI DELLA FORMAZIONE CRISTIANA In qualsiasi progetto base di iniziazione

Dettagli

SCUOLA MARIA SS. DEL BUON CONSIGLIO Via delle Vigne Nuove, 104 ROMA ISTITUTO SUORE DEGLI ANGELI PROGETTO EDUCATIVO

SCUOLA MARIA SS. DEL BUON CONSIGLIO Via delle Vigne Nuove, 104 ROMA ISTITUTO SUORE DEGLI ANGELI PROGETTO EDUCATIVO SCUOLA MARIA SS. DEL BUON CONSIGLIO Via delle Vigne Nuove, 104 ROMA ISTITUTO SUORE DEGLI ANGELI PROGETTO EDUCATIVO Anno scolastico 2014-2015 1 PREMESSA La SCUOLA CATTOLICA svolge la sua missione educativa

Dettagli

cf. Linee per un progetto di Iniziazione Cristiana alla luce del criterio oratoriano (Linee P.I.C.C.O.)

cf. Linee per un progetto di Iniziazione Cristiana alla luce del criterio oratoriano (Linee P.I.C.C.O.) cf. Linee per un progetto di Iniziazione Cristiana alla luce del criterio oratoriano (Linee P.I.C.C.O.) 1 Premessa. In seguito alla sollecitazione di coinvolgere l'oratorio, nella figura dei suoi animatori,

Dettagli

INIZIAZIONE CRISTIANA

INIZIAZIONE CRISTIANA www.parrocchiasannicolo.net email: parrocchiasannicolo@tin.it Numero 33 dal 2 al 9 settembre 2007 INIZIAZIONE CRISTIANA Scrivevamo nel foglietto della settimana scorsa degli impegni estivi che ci hanno

Dettagli

Scheda per il Laboratorio sull educazione

Scheda per il Laboratorio sull educazione ARCIDIOCESI AMALFI CAVA DE TIRRENI EDUCARE alla solidarietà e alla condivisione XIV Convegno Diocesano * Cava S. Francesco, 22-23 Ottobre 2010 Scheda per il Laboratorio sull educazione 1. Dopo la riflessione

Dettagli

Catecumenato. (Nei mesi di metà Gennaio fino a Giugno 2009) La storia della salvezza: sguardo generale

Catecumenato. (Nei mesi di metà Gennaio fino a Giugno 2009) La storia della salvezza: sguardo generale Conoscere, amare, seguire, testimoniare Gesù Itinerario d incontro e di formazione; liturgico - esperienziale. «Non abbiate paura di accogliere Cristo! Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte

Dettagli

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO 1. Inaugurazione ufficiale del nuovo anno di catechismo: Biccari 12 Ottobre ore 10,00. Riportiamo il testo della celebrazione. INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO Inizio: Si esce dalla sagrestia con

Dettagli

PARROCCHIA SAN BASILIO E SAN DOMENICO REGALBUTO. Per riflettere insieme sulla vita della parrocchia dal gennaio 2005 fino ad oggi

PARROCCHIA SAN BASILIO E SAN DOMENICO REGALBUTO. Per riflettere insieme sulla vita della parrocchia dal gennaio 2005 fino ad oggi PARROCCHIA SAN BASILIO E SAN DOMENICO REGALBUTO Per riflettere insieme sulla vita della parrocchia dal gennaio 2005 fino ad oggi Carissimi parrocchiani, a distanza di due anni dall elaborazione del Piano

Dettagli

L abc dell ACR.e non solo

L abc dell ACR.e non solo AZIONE CATTOLICA ITALIANA PARROCCHIA SANT IPPOLISTO M. L abc dell ACR.e non solo SCUOLA per EDUCATORI ACR Direi che essere educatori significa avere una gioia nel cuore e comunicarla a tutti per rendere

Dettagli

Arcidiocesi di Agrigento Ufficio diocesano di Pastorale Familiare. Come gioisce lo sposo per la sposa

Arcidiocesi di Agrigento Ufficio diocesano di Pastorale Familiare. Come gioisce lo sposo per la sposa Come gioisce lo sposo per la sposa Presentazione della monografia di mons. S. Muratore di B. e T. Comparetto Come gioisce lo sposa per la sposa nasce dall intersecarsi di alcune esperienze vissute nella

Dettagli

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010.

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. Introduzione E appena passato il tempo delle feste. Tradizionale è lo scambio di regali Quale il regalo

Dettagli

Progetto Pastorale Parrocchiale

Progetto Pastorale Parrocchiale Progetto Pastorale Parrocchiale E' il desiderio dì vivere come Chiesa il nostro rapporto con Dio: Padre - Figlio - Spirito, e con ogni persona, in una comunione sempre più vera e intensa, perché ognuno

Dettagli

Schema del cammino GG e giovani

Schema del cammino GG e giovani Schema del cammino GG e giovani Professione di fede GIOVANISSIMI La dignità della persona umana La vocazione cristiana Una chiesa di discepoli GIOVANI Una chiesa di inviati Prima, seconda e terza superiore

Dettagli

CELEBRARE O ESSERE SACRAMENTO DELLE NOZZE? Incontro diocesano dei percorsi di preparazione al matrimonio cristiano. (Marco e Cristina Bazzani)

CELEBRARE O ESSERE SACRAMENTO DELLE NOZZE? Incontro diocesano dei percorsi di preparazione al matrimonio cristiano. (Marco e Cristina Bazzani) CELEBRARE O ESSERE SACRAMENTO DELLE NOZZE? Incontro diocesano dei percorsi di preparazione al matrimonio cristiano. (Marco e Cristina Bazzani) IL SACRAMENTO DELL AMORE EUCARESTIA Nell Eucarestia il segno

Dettagli

«SI SENTIRONO TRAFIGGERE IL CUORE» (At. 2,37)

«SI SENTIRONO TRAFIGGERE IL CUORE» (At. 2,37) DIOCESI DI ROMA «SI SENTIRONO TRAFIGGERE IL CUORE» (At. 2,37) LA GIOIA DI GENERARE ALLA FEDE NELLA CHIESA DI ROMA Sussidio per la verifica pastorale 2011-2012 1 Presentazione Il presente Sussidio si propone

Dettagli

Operatori Laici di Pastorale-Formazione-1984

Operatori Laici di Pastorale-Formazione-1984 Operatori Laici di Pastorale-Formazione-1984 FORMAZIONE DEGLI OPERATORI LAICI DI PASTORALE L.V.D. LXXV (1984) pp. 384-396 I - Per una Chiesa tutta ministeriale PARTE PRIMA: PRINCIPI GENERALI 1. La Chiesa

Dettagli

Indice. La prassi ordinaria di Iniziazione cristiana. Nodi problematici e ricerca di nuove vie. lettura sintetica a cura dell UCN

Indice. La prassi ordinaria di Iniziazione cristiana. Nodi problematici e ricerca di nuove vie. lettura sintetica a cura dell UCN Indice Notiziario - Ufficio Catechistico Nazionale n. 2 - Giugno 2004 La prassi ordinaria di Iniziazione cristiana Nodi problematici e ricerca di nuove vie lettura sintetica a cura dell UCN Comunicazione

Dettagli

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti DOMENICA 27 SETTEMBRE Parrocchia SS. Nazario e Celso MM. - Urgnano Oratorio S. Giovanni Bosco FESTA DI INIZIO ANNO PASTORALE Ore 10.30 S. MESSA di apertura del nuovo ANNO PASTORALE In questa occasione

Dettagli

20 ottobre 2015. Nell attesa di incontrarci, vi salutiamo cordialmente. don Emanuele e i catechisti del primo annuncio

20 ottobre 2015. Nell attesa di incontrarci, vi salutiamo cordialmente. don Emanuele e i catechisti del primo annuncio 20 ottobre 2015 Carissimi genitori, desideriamo raggiungere i papà e le mamme di tutti i bambini che da quest anno muovono i loro primi passi nel percorso di completamento dell Iniziazione Cristiana. Una

Dettagli

Il cammino dell INIZIAZIONE CRISTIANA dei fanciulli e dei ragazzi

Il cammino dell INIZIAZIONE CRISTIANA dei fanciulli e dei ragazzi Chiesa di Padova Il cammino dell INIZIAZIONE CRISTIANA dei fanciulli e dei ragazzi DISCORSO DEL VESCOVO DI PADOVA MONS. ANTONIO MATTIAZZO Incontro congiunto, 4 febbraio 2012 1. L esigenza ineludibile della

Dettagli

ARCIDIOCESI di Urbino-Urbania-Sant Angelo in Vado

ARCIDIOCESI di Urbino-Urbania-Sant Angelo in Vado ARCIDIOCESI di Urbino-Urbania-Sant Angelo in Vado VISITA PASTORALE dell Arcivescovo Mons. Giovanni Tani 2014-2016 ARCIDIOCESI DI URBINO-URBANIA-SANT ANGELO in VADO VISITA PASTORALE DELL ARCIVESCOVO G I

Dettagli

PERCORSO CATECHISTICO UOMO NUOVO

PERCORSO CATECHISTICO UOMO NUOVO PERCORSO CATECHISTICO UOMO NUOVO Materiale per contribuire alla definizione di un progetto catechistico condiviso PREMESSA Due presupposti inziali fondamentali: - Non esiste un progetto migliore ma è da

Dettagli

RINNOVO DEL CONSIGLIO PASTORALE PARROCCHIALE DI CONCORDIA SAGITTARIA

RINNOVO DEL CONSIGLIO PASTORALE PARROCCHIALE DI CONCORDIA SAGITTARIA RINNOVO DEL CONSIGLIO PASTORALE PARROCCHIALE DI CONCORDIA SAGITTARIA Il Consiglio Pastorale Parrocchiale, come organismo di comunione e di corresponsabilità, a servizio della comunità parrocchiale, per

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione,

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, INTRODUZIONE L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, ma quello che segue, che si spera sia anche divertente, dovrebbe essere anche più istruttivo. Però un paio di cose serie

Dettagli

1. L iniziazione cristiana dei ragazzi

1. L iniziazione cristiana dei ragazzi 1. L iniziazione cristiana dei ragazzi a) La pastorale da 0 a 6 anni e l iniziazione cristiana dei ragazzi L attuale itinerario catechistico, che vede spesso famiglia e comunità molto assenti, rischia

Dettagli

Curricolo verticale di Religione Cattolica

Curricolo verticale di Religione Cattolica Curricolo verticale di Religione Cattolica Classe Prima Primaria Indicatori Obiettivi di apprendimento 1. DIO E L UOMO 2. LA BIBBIA E LE ALTRE FONTI 3. IL LINGUAGGIO RELIGIOSO 1.1 Scoprire che la vita,

Dettagli

CAMMINO DI CATECHESI seconda media, anno 2011-2012

CAMMINO DI CATECHESI seconda media, anno 2011-2012 CAMMINO DI CATECHESI seconda media, anno 2011-2012 Obiettivi generali dell anno: - attraverso la conoscenza di come è nata la Chiesa e della propria Parrocchia, cercheremo di leggere l'azione dello Spirito

Dettagli

Commissione terza MINISTERO ECCLESIALE DEL CATECHISTA PARROCCHIALE

Commissione terza MINISTERO ECCLESIALE DEL CATECHISTA PARROCCHIALE Commissione terza MINISTERO ECCLESIALE DEL CATECHISTA PARROCCHIALE 17 Premessa IL CONTESTO ATTUALE Il contesto attuale della Diocesi chiama a interrogarsi seriamente sulla trasmissione della fede alla

Dettagli

Parrocchia di San Paolo

Parrocchia di San Paolo Parrocchia di San Paolo Consiglio pastorale 27 Novembre 2011 Questa speciale edizione del Consiglio Pastorale prende vita in una soleggiata domenica novembrina: presenti 45 persone che, dopo aver celebrato

Dettagli

In Missione per una chiesa estroversa

In Missione per una chiesa estroversa Roma / parrocchia S. Rita 15 giugno 2013 In Missione per una chiesa estroversa di p. Pasquale Castrilli OMI Schema 1. Che cos è missione? 2. Una missione, tante missioni 3. Perché una missione oggi in

Dettagli

IL NODO IRRISOLTO DELL INIZIAZIONE CRISTIANA: DIVENTARE CRISTIANI OGGI. Giorgio Ronzoni

IL NODO IRRISOLTO DELL INIZIAZIONE CRISTIANA: DIVENTARE CRISTIANI OGGI. Giorgio Ronzoni IL NODO IRRISOLTO DELL INIZIAZIONE CRISTIANA: DIVENTARE CRISTIANI OGGI Giorgio Ronzoni 1. Iniziazione cristiana: la riscoperta di un espressione antica La pubblicazione nel 1972 dell Ordo initiationis

Dettagli

ti scrivo... padrino Ma,

ti scrivo... padrino Ma, Caro padrino ti scrivo... Se Ti I N T R O D U Z I O N E hai tra le mani questo opuscolo è perché qualcuno ti ha chiesto di fargli da madrina o da padrino... forse una coppia di amici che ti vogliono padrino

Dettagli

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Siamo figli di Dio Dio Padre ci chiama ad essere suoi figli Leggi il catechismo Cosa abbiamo imparato Ci accoglie una grande famiglia: è

Dettagli

"Il cammino Vocazionale nel Catechismo dei bambini 0-6 anni" Relatore don Valentino Bulgarelli, direttore Ufficio catechistico regionale

Il cammino Vocazionale nel Catechismo dei bambini 0-6 anni Relatore don Valentino Bulgarelli, direttore Ufficio catechistico regionale "Il cammino Vocazionale nel Catechismo dei bambini 0-6 anni" Relatore don Valentino Bulgarelli, direttore Ufficio catechistico regionale Uno dei catechismi più invidiati nel mondo redatto da una delle

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO. Ente Morale

PROGETTO EDUCATIVO. Ente Morale PROGETTO EDUCATIVO Scuola per l infanzia ASILO INFANTILE Suor Tarcisia PONCHIA Religiosa educatrice direttrice Presente nella scuola per 65 anni Scuola paritaria depubblicizzata Ente Morale con amministrazione

Dettagli

Oratorio, passione educativa e talenti. Siena, 19 gennaio 2013

Oratorio, passione educativa e talenti. Siena, 19 gennaio 2013 + Oratorio, passione educativa e talenti Siena, 19 gennaio 2013 I suoi strumenti e il suo linguaggio sono quelli dell esperienza quotidiana dei più giovani: aggregazione, sport, musica, teatro, gioco,

Dettagli

A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI. Andrea Fontana

A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI. Andrea Fontana A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI Andrea Fontana 1. LA STORIA 1.1. Alle origini della Nota Verso la metà degli anni 90 la Conferenza Episcopale Italiana (CEI) diede incarico

Dettagli

CORSO COORDINATORI. Quando l amore e l abilità collaborano c è da aspettarsi il capolavoro. (Reade)

CORSO COORDINATORI. Quando l amore e l abilità collaborano c è da aspettarsi il capolavoro. (Reade) Quando l amore e l abilità collaborano c è da aspettarsi il capolavoro (Reade) CORSO COORDINATORI Consiglio Pastorale Stiamo preparando il Grest. Per alcuni motivi di spazio il nostro parroco don Jonny

Dettagli

Linee guida per la Commissione Missionaria Parrocchiale

Linee guida per la Commissione Missionaria Parrocchiale Anno 2006/2007 Linee guida per la Commissione Missionaria Parrocchiale 1 di 5 Premessa Queste linee guida presentano l identità della Commissione Missionaria Parrocchiale e le attività che è chiamata a

Dettagli

DIOCESI DI VERONA SERVIZIO DIOCESANO PER IL CATECUMENATO DIRETTORIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI GIOVANI E DEGLI ADULTI

DIOCESI DI VERONA SERVIZIO DIOCESANO PER IL CATECUMENATO DIRETTORIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI GIOVANI E DEGLI ADULTI DIOCESI DI VERONA SERVIZIO DIOCESANO PER IL CATECUMENATO DIRETTORIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI GIOVANI E DEGLI ADULTI DIOCESI DI VERONA SERVIZIO DIOCESANO PER IL CATECUMENATO DIRETTORIO PER L INIZIAZIONE

Dettagli

1. Battesimo dei ragazzi di famiglie cattoliche 2. Battesimo dei ragazzi di famiglie non cattoliche 3. Battesimo di ragazzi di famiglie non cristiane

1. Battesimo dei ragazzi di famiglie cattoliche 2. Battesimo dei ragazzi di famiglie non cattoliche 3. Battesimo di ragazzi di famiglie non cristiane 'LRFHVLGL$UH]]R&RUWRQD6DQVHSROFUR,OEDWWHVLPR GHLEDPELQLHGHLUDJD]]L / LQL]LD]LRQHFULVWLDQD GHLJLRYDQLHGHJOLDGXOWL 3LDQR3DVWRUDOH 2 Carissimi, il Piano Pastorale Diocesano 2006-2007 è legato al tema della

Dettagli

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 FINALITA OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI Acquisire atteggiamenti di stima e sicurezza di se e degli altri Scoprire attraverso i racconti

Dettagli

SETTORE ADULTI ! PERCORSO FORMATIVO PER GRUPPI ADULTI. ! anno

SETTORE ADULTI ! PERCORSO FORMATIVO PER GRUPPI ADULTI. ! anno SETTORE ADULTI PERCORSO FORMATIVO PER GRUPPI ADULTI anno PRESENTAZIONE #Viaggiando sull esempio di Maria, per essere uomini e donne che camminano «lungo la vita», luogo teologico in cui Dio si fa presente

Dettagli

PRESENTAZIONE. Cfr. CEI, Il matrimonio canonico, n. 2.

PRESENTAZIONE. Cfr. CEI, Il matrimonio canonico, n. 2. PRESENTAZIONE È urgente dovere della Chiesa accompagnare la famiglia nelle diverse tappe della sua formazione e del suo sviluppo 1. Questo lavoro del dottor don Omar Larios Valencia, nato dall esperienza

Dettagli

Rp_Co_2-17_El3Col_ValutazioneSintetica

Rp_Co_2-17_El3Col_ValutazioneSintetica Rp_Co_2-17_El3Col_ValutazioneSintetica aspetti positivi aspetti problematici bisognerebbe fare argomenti - celebrazioni - attività poco interesse e poca disciplina più attività ludiche e maggior partecipazione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014 Scuola Primaria Classe 1^ - sez. A Disciplina Religione Cattolica Ins. STRIKA LUCIANA Presentazione della classe Livello cognitivo

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ITALIANA. Partecipazione e responsabilità dei laici nella Chiesa locale

AZIONE CATTOLICA ITALIANA. Partecipazione e responsabilità dei laici nella Chiesa locale AZIONE CATTOLICA ITALIANA ASSOCIAZIONE DIOCESANA DI TORINO Corso Matteotti, 11 10121 TORINO Tel. 011.562.32.85 Fax 011.562.48.95 E-mail: presidenza.ac@diocesi.to.it Partecipazione e responsabilità dei

Dettagli

S I N O D O D E I V E S C O V I III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE

S I N O D O D E I V E S C O V I III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE S I N O D O D E I V E S C O V I III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE III - Questionario Le seguenti domande permettono alle Chiese particolari

Dettagli

ITINERARIO PER COMPLETAMENTO INIZIAZIONE CRISTIANA IN ETA ADULTA: CONFERMAZIONE (E EUCARISTIA):

ITINERARIO PER COMPLETAMENTO INIZIAZIONE CRISTIANA IN ETA ADULTA: CONFERMAZIONE (E EUCARISTIA): ITINERARIO PER COMPLETAMENTO INIZIAZIONE CRISTIANA IN ETA ADULTA: CONFERMAZIONE (E EUCARISTIA): indicazioni pastorali (a cura di don Giovanni Cognigni) Motivazioni tipologiche per la richiesta della Confermazione

Dettagli

MISSIONARIO VINCENZIANO

MISSIONARIO VINCENZIANO GMV: origini, identità, attività... GRUPPO MISSIONARIO VINCENZIANO Origine e storia Bisogna risalire ai primi anni del dopoguerra per trovare la fonte da cui scaturì il MOVIMENTO MISSIONARIO VINCENZIANO.

Dettagli

Il cammino dell Iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi

Il cammino dell Iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi CHIESA DI PADOVA Il cammino dell Iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi PROPOSTA DIOCESANA ASSEMBLEA DIOCESANA DEI CATECHISTI 18 febbraio 2012 36 5: Per Iniziazione cristiana si intende quel

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE PRIMA L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali

Dettagli