Riabilitazione post-chirurgica nel paziente ortopedico

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Riabilitazione post-chirurgica nel paziente ortopedico"

Transcript

1 Riabilitazione post-chirurgica nel paziente ortopedico

2 This page intentionally left blank"

3 Silvano Ferrari Paolo Pillastrini Marco Testa Carla Vanti Riabilitazione post-chirurgica nel paziente ortopedico

4 Tutte le copie devono portare il contrassegno della SIAE Collana di Riabilitazione diretta da: Silvano Ferrari, Paolo Pillastrini, Marco Testa, Carla Vanti Publishing Director: Valeria Brancolini Books Manager: Tiziano Strambini Development Editor: Paola Leschiera, Michela Del Zoppo Operations Director: Antonio Boezio Books Team Manager: Paola Sammaritano Books Project Manager: Ornella Ceresa Creative Director: Giorgio Gandolfo Redazione e impaginazione: SEP BaMa Srl - Vaprio d'adda (MI) Elsevier Srl - Tutti i diritti riservati ISBN I diritti di traduzione, di memorizzazione elettronica, di riproduzione e adattamento totale o parziale, con qualsiasi mezzo (compresi i microfilm e le copie fotostatiche), sono riservati per tutti i Paesi. Tuttavia il lettore potrà effettuare fotocopie per uso personale nei limiti del 15% del presente volume dietro pagamento alla SIAE del compenso previsto dall art. 68, comma 4, della legge 22 aprile 1941 n. 633 ovvero dall accordo stipulato tra SIAE, AIE, SNS e CNA, CONFARTIGIANATO, CASA, CLAAI, CONFCOMMERCIO, CONFESERCENTI il 18 dicembre Le riproduzioni ad uso differente da quello personale potranno avvenire, per un numero di pagine non superiore al 15% del presente volume, solo a seguito di specifica autorizzazione rilasciata da AIDRO, via delle Erbe 2, Milano, telefax , L Editore ha compiuto ogni sforzo per ottenere e citare le fonti esatte delle illustrazioni. Qualora in qualche caso non fosse riuscito a reperire gli aventi diritto è a disposizione per rimediare a eventuali involontarie omissioni o errori nei riferimenti citati. La medicina è una scienza in continua evoluzione. La ricerca e l esperienza clinica ampliano costantemente le nostre conoscenze, soprattutto in relazione alle modalità terapeutiche e alla farmacologia. Qualora il testo faccia riferimento al dosaggio o alla posologia di farmaci, il lettore può essere certo che autori, curatori ed editore hanno fatto il possibile per garantire che tali riferimenti siano conformi allo stato delle conoscenze al momento della pubblicazione del libro. Tuttavia, si consiglia il lettore di leggere attentamente i foglietti illustrativi dei farmaci per verificare personalmente se i dosaggi raccomandati o le controindicazioni specificate differiscano da quanto indicato nel testo. Ciò è particolarmente importante nel caso di farmaci usati raramente o immessi di recente sul mercato. Elsevier Srl Via Paleocapa 7, Milano Tel Printed in Italy Finito di stampare nel mese di settembre 2010 presso L.E.G.O. Spa, stabilimento di Lavis (TN)

5 EDITORS Silvano Ferrari Fisioterapista Libero professionista presso lo studio privato di Fisioterapia Arcobaleno, a Milano Professore a contratto al Master in Terapia Manuale e Riabilitazione Muscolo-scheletrica, Università degli Studi di Padova Docente alla Scuola Italiana di Riabilitazione Integrata per i Corsi di Riabilitazione Integrata delle lombalgie e di Riabilitazione Integrata delle cervicalgie Co-autore delle monografie: Riabilitazione integrata delle lombalgie, L articolazione sacroiliaca. Fisiopatologia, clinica e trattamento e La lombalgia. Valutazione e trattamento riabilitativo. Ha inoltre collaborato alla stesura delle monografie: Riabilitazione integrata delle patologie della caviglia e del piede, Aggiornamenti in riabilitazione sportiva, Nuovo trattato di medicina fisica e riabilitazione e Riabilitazione del pavimento pelvico. Autore di numerose pubblicazioni scientifiche su riviste italiane e internazionali e di contributi scientifici a congressi nazionali e internazionali Curatore dell edizione italiana di tre testi di Riabilitazione Socio fondatore del McKenzie Institute Italia, del Gruppo Italiano di Terapia Manuale (GTM) e della Società Italiana di Fisioterapia (SIF) e Socio benemerito del Gruppo di Studio della Scoliosi e delle Patologie Vertebrali (GSS) È Associate Editor della rivista Scienza Riabilitativa e Consulente Scientifico della casa editrice Elsevier Paolo Pillastrini Fisioterapista Professore Associato di Scienze Riabilitative, Settore Scientifico Disciplinare MED/48, Università di Bologna Dirigente delle Professioni Sanitarie della Riabilitazione presso l Azienda Ospedaliero-Universitaria Sant Orsola-Malpighi, Bologna Responsabile del Laboratorio Valutazione e Recupero delle Capacità Lavorative, Unità Operativa di Medicina del Lavoro, Azienda Ospedaliero-Universitaria Sant Orsola-Malpighi, Bologna Presidente del Corso di Laurea in Fisioterapia, Università di Bologna Presidente della Società Italiana di Fisioterapia (SIF) Direttore Scientifico del Trattato Italiano di Medicina Riabilitativa (Encyclopédie Médico-Chirurgicale) Editor-in-Chief della rivista Scienza Riabilitativa, indicizzata su CINAHL Autore di numerose pubblicazioni scientifiche su riviste nazionali e internazionali con Impact Factor, nonché di nove monografie in materia di Fisioterapia

6 Editors Marco Testa Fisioterapista Dottore in Scienze Motorie, Osteopata DO Coordinatore didattico e scientifico del Master in Riabilitazione dei Disordini Muscoloscheletrici attivato dall Università degli Studi di Genova nel Campus di Savona grazie alla collaborazione con la Libera Università di Bruxelles (VUB) Professore a contratto nello stesso master per l insegnamento di Teoria, Metodologia e Pratica Clinica della Terapia Manuale Professore a contratto di Biomeccanica nel Corso di Laurea in Fisioterapia, Università degli Studi di Genova Consulente scientifico per la casa editrice Elsevier per la quale ha curato l edizione italiana di alcuni importanti testi di Fisioterapia Membro dell International Advisory Board della rivista Manual Therapy Journal Membro del Comitato Editoriale della rivista Scienza Riabilitativa Relatore e moderatore in numerosi congressi nazionali e internazionali, autore di alcuni libri e capitoli di libri, ha pubblicato su riviste nazionali e internazionali peer reviewed Titolare di un brevetto internazionale su un sistema di valutazione del controllo motorio mandibolare, in collaborazione con la sezione Neuroscienze dell Istituto di Fisiologia Umana dell Università degli Studi di Torino, è coinvolto in un progetto di ricerca per il quale si occupa degli aspetti clinici del controllo motorio mandibolare Responsabile dello Studio Associato di Fisioterapia di Alassio (SV), dove pratica come fisioterapista, si occupa principalmente di riabilitazione del distretto cervicale e cranio-mandibolare Carla Vanti Fisioterapista OMT (Orthopaedic Manipulative Therapist), Cred MDT (Credentialling Mechanical Diagnosis and Therapy McKenzie Method) Terapista della Riabilitazione, Dottore in Fisioterapia e Specialista in Terapia Manuale Libera professionista presso il proprio studio privato di Fisioterapia, a Castenaso (Bologna) Professore a contratto di Terapia Manuale nel Corso di Laurea in Fisioterapia dell Università di Bologna e nel Master in Terapia Manuale e Riabilitazione Muscolo-scheletrica dell Università degli Studi di Padova Docente della Scuola Italiana di Riabilitazione Integrata per i Corsi di Riabilitazione Integrata delle lombalgie e di Riabilitazione Integrata delle cervicalgie Co-autore delle monografie: Riabilitazione integrata delle lombalgie e L articolazione sacroiliaca. Fisiopatologia, clinica e trattamento; ha inoltre collaborato alla stesura delle monografie Riabilitazione integrata delle patologie della caviglia e del piede, Nuovo trattato di medicina fisica e riabilitazione e Riabilitazione del pavimento pelvico Autore di numerose pubblicazioni scientifiche su riviste italiane e internazionali e di contributi scientifici a congressi nazionali e internazionali Socio fondatore del McKenzie Institute Italia, del Gruppo Italiano di Terapia Manuale (GTM) e della Società Italiana di Fisioterapia (SIF) e Socio benemerito del Gruppo di Studio della Scoliosi e delle Patologie Vertebrali (GSS) È Associate Editor della rivista Scienza Riabilitativa e Consulente Scientifico della casa editrice Elsevier VI

7 AUTORI Alessandro Agostini Fisioterapista, libero professionista, Pesaro Davide Albertoni Fisioterapista, libero professionista, Codogno (LO) Stefano Belfiore Medico chirurgo, Gruppo Policlinico di Monza, Clinica Salus, Alessandria Angelo Bertelli Medico chirurgo, Gruppo Policlinico di Monza, Clinica Salus Alessandria Massimo Bitocchi Fisioterapista, libero professionista, Civitanova Marche (MC) Silvia Borghi Fisioterapista, libero professionista, Bologna Mario Borroni Medico chirurgo, IRCCS Istituto Clinico Humanitas, Rozzano (MI) Maria Teresa Botta Fisioterapista, Ospedale S. Paolo, Savona Marco Brayda-Bruno Medico chirurgo, IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi, Milano Giorgio Burastero Medico chirurgo, Ospedale S. Corona di Pietra Ligure, Pietra Ligure (SV) Fabrizio Campi Medico chirurgo, Azienda AUSL di Rimini, Rimini Oscar Casonato Fisioterapista, libero professionista, Oderzo (TV) Alessandro Castagna Medico chirurgo, IRCCS Istituto Clinico Humanitas, Rozzano (MI) Gabriele Cattaneo Medico chirurgo, Ospedale S. Corona di Pietra Ligure, Pietra Ligure (SV) Eugenio Cesari Medico chirurgo, IRCCS Istituto Clinico Humanitas, Rozzano (MI) Aldo Ciuro Fisioterapista, Ospedale di Matera, Matera Alessandro Civani Medico chirurgo, Ospedale Micone, Genova Marco Conti Medico chirurgo, libero professionista, Milano Francesco Costa Medico chirurgo, IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi, Milano Paolo De Luca Medico chirurgo-specializzando, Scuola di specializzazione in Ortopedia e Traumatologia, Università degli Studi dell Aquila Giacomo Delle Rose Medico chirurgo, IRCCS Istituto Clinico Humanitas, Rozzano (MI) Gregorio Di Leo Fisioterapista, Casa di Cura Madre Fortunata Toniolo, Bologna Silvia Donà Fisioterapista, libero professionista, Rovigo Ugo Donati Fisioterapista, libero professionista, Chiavari (GE) Stefano Dorigo Fisioterapista, Poliambulatorio FKT Filanda, Cittadella (PD) Elena Dovetta Fisioterapista, libero professionista, Pinerolo (TO) Tracy Fairplay Fisioterapista, libero professionista, Bologna Nicoletta Ferrarese Fisioterapista, libero professionista, Adria (RO) Silvano Ferrari Fisioterapista, libero professionista, Milano Andrea Foglia Fisioterapista, libero professionista, Civitanova Marche (MC) Maurizio Fornari Medico chirurgo, IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi, Milano Luca Francini Fisioterapista, libero professionista, Lavagna (GE)

8 Autori VIII Andrea Fusco Fisioterapista, libero professionista, Genova Luciano Galletto Medico chirurgo, Ospedale S. Corona di Pietra Ligure, Pietra Ligure (SV) Antonio Giardella Medico chirurgo, IRCCS Istituto Clinico Humanitas, Rozzano (MI) Marcello Girardini Fisioterapista, libero professionista, Verona Massimiliano Grasso Medico chirurgo, Ospedale Micone, Genova Fabrizio Grilli Medico chirurgo, Ospedale Micone, Genova Marco Guelfi Medico chirurgo, Ospedale Micone, Genova Matteo Guelfi Medico chirurgo, Università degli Studi di Genova Alessio Lovi Medico chirurgo, IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi, Milano Enrico Machi Medico chirurgo, Ospedale S. Paolo, Savona Enrico Marcantoni Fisioterapista, libero professionista, La Spezia Davide Marcolongo Fisioterapista, libero professionista, Treviso Nikolaos Markopoulos Medico chirurgo, IRCCS Istituto Clinico Humanitas, Rozzano (MI) Giovanni Merolla Medico chirurgo, Azienda AUSL di Rimini, Rimini Manolo Migliorini Fisioterapista, libero professionista, Genova Erica Monaldi Fisioterapista, libero professionista, Allumiere (RM) Marco Monticone Medico chirurgo, Ospedale di Lissone (MB) Frank Musarra Fisioterapista, libero professionista, Pesaro Paolo Paladini Medico chirurgo, Azienda AUSL di Rimini, Rimini Matteo Palmisani Medico chirurgo, Ospedale Maggiore, Bologna Emanuele Pamelin Medico chirurgo, Ospedale S. Paolo, Savona Raffaele Pascarella Medico chirurgo, Ospedale Maggiore, Bologna Davide Pastorino Medico chirurgo, Ospedale Micone, Genova Roberta Peluso Fisioterapista, libero professionista, Genova Paolo Pillastrini Fisioterapista, Università di Bologna, Fabrizio Pillonetto Fisioterapista, libero professionista, San Vendemiano (TV) Giuseppe Porcellini Medico chirurgo, Azienda AUSL di Rimini, Rimini Antonio Poser Fisioterapista, libero professionista, Conegliano (TV) Daniele Quadrini Fisioterapista, libero professionista, Civitanova Marche (MC) Michele Romano Fisioterapista, libero professionista, Milano Antonio Romeo Fisioterapista, libero professionista, Bologna Francesco Rosa Medico chirurgo-dottorando, Dipartimento di Scienze della Salute, Università degli Studi dell Aquila Mario Igor Rossello Medico chirurgo, Ospedale S. Paolo, Savona Carlo Salomone Medico chirurgo, Ospedale S. Corona di Pietra Ligure, Pietra Ligure (SV) Gianni Secchiari Fisioterapista, libero professionista, Civitanova Marche (MC) Gabriele Severini Fisioterapista, libero professionista, Roma Lorenzo Spairani Fisioterapista, Università degli studi di Pavia Ombretta Spingardi Medico chirurgo, Ospedale S. Paolo, Savona Leonardo Spotti Fisioterapista, libero professionista, Cremona Valentina Spunton Fisioterapista, libero professionista, Genova Alessandra Sudanese Medico chirurgo, Istituto Ortopedico Rizzoli, Bologna Marco Teli Medico chirurgo, Policlinico S. Matteo, Zingonia (BG) Marco Testa Fisioterapista, libero professionista, Alassio (SV) Aldo Toni Medico chirurgo, Istituto Ortopedico Rizzoli, Bologna Daniele Tosarelli Fisioterapista, Istituto Ortopedico Rizzoli, Bologna Andrea Turolla Fisioterapista, Ospedale S. Camillo IRCCS, Venezia Carla Vanti Fisioterapista, libero professionista, Castenaso (BO) Carlotta Viti Fisioterapista, libero professionista, Bologna

9 INTRODUZIONE Questo libro rappresenta il risultato di un lavoro di stretta collaborazione tra diversi team chirurgici e riabilitativi posti in diverse realtà del territorio italiano, con l obiettivo di unificare l approccio al paziente postchirurgico in ambito muscoloscheletrico. Tale collaborazione ha permesso di sviluppare un progetto originale, in grado di affrontare ogni singolo passaggio che costituisce la cura del paziente: la diagnosi iniziale, l intervento chirurgico, il trattamento di fisioterapia e la ripresa delle attività quotidiane. Per attuare la migliore rieducazione del paziente postchirurgico, il fisioterapista deve conoscere perfettamente le modalità dell intervento effettuato, quali strutture sono state interessate, quali sono le raccomandazioni postchirurgiche e quali le possibili complicanze. Ma non solo. Il contributo significativo che questo libro vuole offrire alla clinica fisioterapica si ritrova nell impostazione per obiettivi terapeutici, nel ragionamento clinico, nella selezione degli strumenti valutativi e terapeutici in base alle indicazioni disponibili in letteratura e, soprattutto, nel porre la persona del paziente al centro del trattamento. Nella stesura del testo si è cercata infatti la massima coerenza con quella visione che sempre più si sta affermando nella fisioterapia internazionale e italiana e che pone al centro dell intervento riabilitativo non la patologia, ma la persona. Visione, questa, che discende da un concetto di salute mutuato dalla proposta dell Organizzazione Mondiale della Sanità che sta a supporto della Classificazione Internazionale del Funzionamento, Disabilità e Salute (ICF, International Classification of Functioning, Disability and Health). Aderire a questa concezione della salute e strutturare di conseguenza l intervento te- rapeutico porta necessariamente ad allontanarsi dalla riabilitazione per protocolli, come riportato nella quasi totalità dei manuali di riabilitazione postchirurgica ortopedica. L approccio fisioterapico coerente con la proposta dell ICF deve essere invece fortemente individualizzato, tenendo in considerazione, oltre alle conseguenze dell evento patologico su strutture, funzioni e abilità, anche i fattori personali e il contesto ambientale in cui agisce il paziente. La progressione della riabilitazione non sarà dettata quindi dal solo criterio del tempo trascorso dall intervento, ma necessariamente deriverà da un ragionamento clinico basato su numerose considerazioni riguardanti sia gli aspetti biologici individuali, quali lo stadio di guarigione dei tessuti nello specifico paziente, sia l impatto psicologico e ambientale presente (influenzano entrambe la capacità di carico generale del soggetto). A partire da queste considerazioni, si rende necessario il passaggio dalla riabilitazione basata sul protocollo organizzato temporalmente alla riabilitazione guidata da fasi, organizzate intorno a specifici obiettivi. Tali fasi sono riferibili in generale alle fasi di guarigione e successiva maturazione dei tessuti e mirano, più che al recupero completo della funzionalità (obiettivo spesso irraggiungibile), al ripristino di un equilibrio tra le richieste di carico da parte dell ambiente e le risposte motorie e funzionali del soggetto. Le fasi nelle quali si può ricondurre e organizzare il periodo dell intervento fisioterapico-riabilitativo sono tre, ciascuna delle quali presenta come obiettivo generale, rispettivamente: il controllo dell infiammazione e della reattività locale, il ricondizionamento specifico e il ricondizionamento generale. Ciascuno di questi momenti sarà inoltre caratterizzato da ulterio-

10 Introduzione ri obiettivi secondari, ricompresi in quelli generali e influenzati da condizioni specifiche relative al tipo di intervento e alle caratteristiche dell individuo che ha subito l intervento. Un altro elemento che ci è sembrato doveroso sottolineare, in parte derivante dal modello biopsico-sociale dello stato di salute, è il passaggio da una riabilitazione organizzata a partire dalla patologia a una riabilitazione mirata alla funzione, dove l elemento patologia costituisce solo una delle informazioni delle quali il fisioterapista deve tenere conto nel programmare l intervento terapeutico. Questo non significa trascurare l importanza dell informazione sulla patologia, ma piuttosto attribuirle la giusta rilevanza in funzione della specifica situazione, ponendola accanto ad altre informazioni (sulla persona, sull ambiente, sulle tecnologie riabilitative ed evidenze scientifiche disponibili ecc.), che tutte insieme entrano in un processo critico di ragionamento clinico, dal quale il fisioterapista deriva il programma terapeutico. Questo testo si apre con una prima sezione di fondamentale importanza che serve da struttura alle sezioni successive. In questa prima sezione vengono analizzati e descritti gli interventi fisioterapici riabilitativi mirati alle funzioni: la gestione del dolore, il recupero dell infiammazione, il recupero di forza e resistenza muscolare, il ripristino della mobilità articolare, il recupero del controllo motorio segmentale e generale, il recupero delle abilità e la valutazione dell outcome. Nelle sezioni successive sono approfondite e contestualizzate le azioni riabilitative richieste a seguito dei più frequenti interventi chirurgici ortopedici. In ciascun capitolo, un contributo chirurgico fornisce gli elementi informativi e di criticità che influenzano significativamente la riabilitazione nei diversi interventi. Ogni capitolo appare quindi come il frutto di un lavoro condotto a quattro mani tra chirurgo e fisioterapista, esempio di collaborazione interdisciplinare da trasferire nella pratica quotidiana. Due altri elementi hanno influenzato la costruzione di questo testo: la necessità di misurazione dell outcome e la semplicità di applicazione delle proposte terapeutiche. A tale scopo, ogni capitolo è integrato da due sostanziose appendici, dedicate l una a un atlante di specifici esercizi organizzati in base agli obiettivi funzionali caratteristici delle tre fasi della riabilitazione, l altra alle misure di outcome più diffuse per ogni condizione riabilitativa. Le appendici concernenti gli esercizi sono state compilate in modo che le proposte terapeutiche potessero essere facilmente implementabili nella pratica clinica quotidiana di tutti i colleghi, facendo prevalere la componente di creatività dell operatore e di economicità degli strumenti utilizzati. Speriamo che questa nostra proposta possa contribuire a diffondere tra i fisioterapisti un modo di fare riabilitazione che ponga al centro la persona con i suoi valori e contemperi l expertise dell operatore con le prove di efficacia disponibili, in ordine a sviluppare la migliore pratica professionale possibile. Silvano Ferrari Paolo Pillastrini Marco Testa Carla Vanti X

11 INDICE SEZIONE I PRINCIPI GENERALI Capitolo 1 Obiettivi e fasi della riabilitazione...3 D. ALBERTONI, A. CIURO, E. DOVETTA, S. FERRARI, E. MONALDI, F. MUSARRA, P. PILLASTRINI, L. SPAIRANI, M. TESTA, A. TUROLLA, C. VANTI Controllo dell infiammazione...3 P. PILLASTRINI, A. CIURO Il processo infiammatorio...3 Il programma riabilitativo...5 Controllo e riduzione del dolore...10 C. VANTI, E. DOVETTA Gestione del dolore postoperatorio...11 Tecniche antalgiche...14 Limiti delle Linee Guida di pratica clinica sul dolore...16 Recupero e mantenimento della mobilità...18 S. FERRARI, L. SPAIRANI Conseguenze dell immobilizzazione sui tessuti connettivi...18 Recupero della mobilità articolare (ROM)...20 Recupero del controllo motorio...26 F. MUSARRA, M. TESTA Gerarchia del controllo motorio...26 Dolore e controllo motorio...28 Nocicezione, lesione muscolo-scheletrica e controllo motorio: aspetti clinici...29 Note per l esercizio terapeutico per il controllo motorio...31 Recupero e mantenimento della forza e della resistenza...35 S. FERRARI, D. ALBERTONI Concetti di anatomia e fisiologia muscolare...35 Cambiamenti patologici nelle fibre muscolari...36 Effetti dell immobilizzazione e del ridotto uso...36 Valutazione della forza muscolare...37 Recupero della forza dopo intervento chirurgico...38 Mantenimento della forza e della resistenza...41 Recupero della destrezza e delle abilità...44 C. VANTI, A. TUROLLA Definizioni...44 Note di neurofisiologia del sistema motorio e dell apprendimento dell abilità e della destrezza motoria...44 Evidenze cliniche degli approcci basati sulla riabilitazione dell abilità motoria...46 Conclusioni...49 Le tre fasi della riabilitazione...52 M. TESTA, E. MONALDI Fisiologia del processo biologico di guarigione come guida dell intervento riabilitativo...52 Fattori che influenzano la guarigione tissutale...56 Capitolo 2 Misurare la riabilitazione...61 M. MONTICONE Che cosa significa misurare la riabilitazione?...61 Perché misurare?...62 Modello biomedico e bio-psico-sociale...62 ICIDH, ICF e ICF core set...63 Significato dell outcome (e della misurazione orientata all outcome)...63 Come e con che cosa misurare?...67 Strumenti di misura...67 Caratteristiche di uno strumento di misura...68 Esempi clinici di strumenti di misura...70 Conclusioni...72

12 Indice XII SEZIONE II RIABILITAZIONE DOPO CHIRURGIA ORTOPEDICA DELL ARTO INFERIORE Capitolo 3 Anca e bacino...77 S. DONÀ, N. FERRARESE, R. PASCARELLA, A. ROMEO, A. SUDANESE, A. TONI, D. TOSARELLI, C. VANTI, C. VITI Trattamento chirurgico delle fratture del femore...77 R. PASCARELLA Testa del femore...77 Collo del femore...80 Diafisi del femore...82 Riabilitazione postchirurgica nelle fratture del femore...86 A. ROMEO, N. FERRARESE Introduzione...86 Valutazione funzionale...87 Gli impianti protesici dell anca: artroprotesi ed endoprotesi...95 A. TONI, A. SUDANESE Artroprotesi primarie ed endoprotesi...95 Reimpianti Riabilitazione postchirurgica negli impianti protesici dell anca D. TOSARELLI, S. DONÀ Introduzione Valutazione funzionale Trattamento riabilitativo Trattamento chirurgico delle fratture dell acetabolo e della pelvi R. PASCARELLA Acetabolo Pelvi Riabilitazione postchirurgica nelle fratture dell acetabolo e della pelvi A. ROMEO, C. VANTI, C. VITI Introduzione Valutazione funzionale Trattamento riabilitativo Appendice S. DONÀ, N. FERRARESE, A. ROMEO, D. TOSARELLI Esercizi per il controllo e la riduzione dell infiammazione e del dolore della mobilità Esercizi per il recupero del controllo motorio Esercizi per il recupero della forza e della resistenza Esercizi per il recupero della destrezza e delle abilità Appendice D. TOSARELLI, S. DONÀ Misure cliniche Questionari Capitolo 4 Ginocchio D. ALBERTONI, G. BURASTERO, G. CATTANEO, U. DONATI L. FRANCINI, L. GALLETTO, M. GIRARDINI, E. MARCANTONI C. SALOMONE, G. SEVERINI, L. SPOTTI, M. TESTA Indicazioni generali per la riabilitazione postchirurgica E. MARCANTONI, M. TESTA Modello di carico e caricabilità Trattamento chirurgico delle lesioni del legamento crociato anteriore G. CATTANEO, G. BURASTERO, L. GALLETTO Considerazioni cliniche Procedure chirurgiche e risultati Riabilitazione postchirurgica dopo ricostruzione del legamento crociato anteriore D. ALBERTONI Introduzione Questioni aperte Trattamento riabilitativo accelerato Trattamento chirurgico delle lesioni del legamento crociato posteriore G. CATTANEO, G. BURASTERO, L. GALLETTO Considerazioni cliniche Procedure e risultati Riabilitazione postchirurgica dopo ricostruzione del legamento crociato posteriore L. SPOTTI Introduzione Biomeccanica Trattamento riabilitativo Trattamento chirurgico delle lesioni meniscali G. CATTANEO, G. BURASTERO, L. GALLETTO Considerazioni cliniche Procedure chirurgiche Riabilitazione postchirurgica dopo meniscectomia L. FRANCINI Introduzione Trattamento riabilitativo dopo meniscectomia parziale Trattamento riabilitativo dopo riparazione meniscale...178

13 Indice Trattamento chirurgico delle lesioni cartilaginee del ginocchio G. CATTANEO, L. GALLETTO Considerazioni cliniche Procedure chirurgiche e risultati Riabilitazione postchirurgica dopo riparazioni cartilaginee L. FRANCINI Introduzione Valutazione funzionale Trattamento riabilitativo Indicazioni di trattamento riabilitativo per le principali tecniche operatorie Osteosintesi delle fratture del terzo distale del femore C. SALOMONE, G. BURASTERO Considerazioni cliniche Procedure chirurgiche e risultati Riabilitazione postchirurgica nelle fratture del terzo distale del femore U. DONATI Introduzione Trattamento riabilitativo Osteosintesi delle fratture del piatto tibiale G. SALOMONE, G. BURASTERO Considerazioni cliniche Procedure chirurgiche e risultati Riabilitazione postchirurgica nelle fratture del piatto tibiale M. GIRARDINI Introduzione Trattamento riabilitativo Osteosintesi delle fratture della tibia prossimale G. SALOMONE, G. BURASTERO Considerazioni cliniche Procedure chirurgiche e risultati Riabilitazione postchirurgica nelle fratture della tibia prossimale M. GIRARDINI Introduzione Trattamento riabilitativo Impianti protesici del ginocchio G. BURASTERO, C. SALOMONE, G. CATTANEO Considerazioni cliniche Riabilitazione postchirurgica dopo protesizzazione del ginocchio G. SEVERINI Introduzione Valutazione funzionale e trattamento preoperatorio Trattamento riabilitativo Osteotomie C. SALOMONE Riabilitazione postchirurgica dopo osteotomie correttive U. DONATI Introduzione Trattamento riabilitativo Appendice L. SPOTTI Esercizi per il controllo e la riduzione dell infiammazione e del dolore della mobilità Esercizi per il recupero del controllo motorio della forza Esercizi per il recupero e il miglioramento della resistenza Esercizi per il recupero della destrezza e delle abilità Appendice L. FRANCINI Misura dell outcome Misure cliniche Questionari Capitolo 5 Caviglia e piede S. BELFIORE, A. BERTELLI, O. CASONATO, A. CIVANI, S. DORIGO, M. GRASSO, F. GRILLI, MARCO GUELFI, MATTEO GUELFI, D. MARCOLONGO, D. PASTORINO, F. PILLONETTO, A. POSER Trattamento chirurgico delle fratture dei malleoli MARCO GUELFI, A. CIVANI, F. GRILLI, D. PASTORINO, MATTEO GUELFI Considerazioni cliniche Procedure chirurgiche e risultati Riabilitazione postchirurgica nelle fratture dei malleoli A. POSER, F. PILLONETTO Introduzione Valutazione funzionale Trattamento riabilitativo Trattamento chirurgico di ricostruzione del compartimento capsulo-legamentoso laterale della caviglia MARCO GUELFI, S. BELFIORE, A. BERTELLI, F. GRILLI, MATTEO GUELFI XIII

14 Indice XIV Considerazioni cliniche Procedure chirurgiche e risultati Riabilitazione postchirurgica dopo ricostruzione del compartimento capsulo-legamentoso laterale della caviglia A. POSER Introduzione Valutazione funzionale Risultati Trattamento chirurgico della rottura del tendine di Achille MARCO GUELFI, D. PASTORINO, M. GRASSO, MATTEO GUELFI Considerazioni cliniche Procedure chirurgiche e risultati Riabilitazione postchirurgica del tendine di Achille O. CASONATO, D. MARCOLONGO, S. DORIGO Introduzione Valutazione funzionale Trattamento prechirurgico Trattamento riabilitativo Trattamento chirurgico dell alluce valgo MARCO GUELFI, M. GRASSO, D. PASTORINO, MATTEO GUELFI Considerazioni cliniche Procedure chirurgiche e risultati Riabilitazione postchirurgica nell alluce valgo O. CASONATO, S. DORIGO, D. MARCOLONGO Introduzione Valutazione funzionale Trattamento riabilitativo Appendice O. CASONATO, S. DORIGO, D. MARCOLONGO, A. POSER, F. PILLONETTO Esercizi per il controllo dell infiammazione e per il controllo e la riduzione del dolore della mobilità della forza Esercizi per il recupero e il miglioramento della resistenza Esercizi per il recupero del controllo motorio Esercizi per il recupero della destrezza e delle abilità Appendice O. CASONATO, A. POSER, F. PILLONETTO, S. DORIGO, D. MARCOLONGO Misura dell outcome Misure cliniche Questionari SEZIONE III RIABILITAZIONE DOPO CHIRURGIA ORTOPEDICA DELL ARTO SUPERIORE Capitolo 6 Spalla M. BORRONI, A. CASTAGNA, E. CESARI, M. CONTI, G. DELLE ROSE, P. DE LUCA, A. FUSCO, A. GIARDELLA, N. MARKOPOULOS, F. ROSA, V. SPUNTON Trattamento chirurgico protesico della spalla M. BORRONI, A. GIARDELLA, A. CASTAGNA Considerazioni cliniche Procedure chirurgiche e risultati Riabilitazione postchirurgica dopo emiartroplastica V. SPUNTON, A. FUSCO, M. CONTI Introduzione Valutazione funzionale Trattamento riabilitativo Riabilitazione postchirurgica dopo artroplastica totale V. SPUNTON, A. FUSCO, M. CONTI Introduzione Valutazione funzionale Trattamento riabilitativo Trattamento chirurgico delle fratture scapolari P. DE LUCA, A. CASTAGNA Considerazioni cliniche Procedure chirurgiche e risultati Riabilitazione postchirurgica nelle fratture scapolari A. FUSCO, V. SPUNTON, M. CONTI Introduzione Valutazione funzionale Trattamento riabilitativo Trattamento chirurgico delle fratture dell epifisi prossimale dell omero N. MARKOPOULOS, P. DE LUCA Considerazioni cliniche Procedure chirurgiche e risultati Riabilitazione postchirurgica nelle fratture dell epifisi prossimale dell omero V. SPUNTON, A. FUSCO, M. CONTI Introduzione Valutazione funzionale Trattamento riabilitativo...384

15 Indice Trattamento chirurgico delle rotture della cuffia dei rotatori E. CESARI, A. CASTAGNA Considerazioni cliniche Procedure chirurgiche e risultati Riabilitazione postchirurgica dopo riparazione della cuffia dei rotatori V. SPUNTON, A. FUSCO, M. CONTI Introduzione Valutazione funzionale Trattamento riabilitativo Trattamento chirurgico della sindrome da conflitto subacromiale G. DELLE ROSE, A CASTAGNA Conflitto subacromiale primitivo Conflitto subacromiale secondario Procedure chirurgiche e risultati Riabilitazione postchirurgica nella sindrome da conflitto subacromiale V. SPUNTON, A. FUSCO, M. CONTI Introduzione Valutazione funzionale Trattamento riabilitativo Trattamento chirurgico dell instabilità di spalla F. ROSA, A. CASTAGNA Considerazioni cliniche Procedure chirurgiche e risultati Riabilitazione postchirurgica dopo stabilizzazione della spalla A. FUSCO, V. SPUNTON, M. CONTI Introduzione Valutazione funzionale Trattamento riabilitativo Appendice V. SPUNTON, A. FUSCO, M. CONTI Esercizi per il controllo dell infiammazione e del dolore della mobilità Esercizi per il recupero del controllo motorio della forza e della resistenza Esercizi per il recupero della destrezza e delle abilità Appendice M. CONTI, V. SPUNTON Misura dell outcome Capitolo 7 Gomito M. BITOCCHI, S. BORGHI, F. CAMPI, A. FOGLIA, G. MEROLLA, P. PALADINI, G. PORCELLINI, D. QUADRINI, G. SECCHIARI, Trattamento chirurgico delle fratture dell estremo distale di omero, olecrano e capitello del radio G. MEROLLA, F. CAMPI, P. PALADINI, G. PORCELLINI Considerazioni cliniche Procedure chirurgiche e risultati Riabilitazione postchirurgica nelle fratture del gomito M. BITOCCHI, A. FOGLIA, D. QUADRINI, G. SECCHIARI, S. BORGHI Introduzione Valutazione funzionale Trattamento riabilitativo Riabilitazione postchirurgica negli interventi di riduzione delle fratture distali dell omero Riabilitazione postchirurgica negli interventi di riduzione delle fratture del capitello del radio Riabilitazione postchirurgica negli interventi di riduzione delle fratture dell olecrano Dimissione del paziente dal programma riabilitativo Trattamento delle complicanze e degli insuccessi Trattamento chirurgico di release dell estensore radiale breve del carpo e di epicondilectomia laterale G. MEROLLA, F. CAMPI, P. PALADINI, G. PORCELLINI Considerazioni cliniche Procedure chirurgiche e risultati Riabilitazione postchirurgica dopo release dell estensore radiale breve del carpo M. BITOCCHI, A. FOGLIA, D. QUADRINI, G. SECCHIARI, S. BORGHI Trattamento chirurgico di ricostruzione dei legamenti del gomito G. MEROLLA, F. CAMPI, P. PALADINI, G. PORCELLINI Considerazioni cliniche Procedure chirurgiche e risultati Riabilitazione postchirurgica dopo ricostruzione del legamento collaterale mediale del gomito M. BITOCCHI, A. FOGLIA, D. QUADRINI, G. SECCHIARI, S. BORGHI Appendice M. BITOCCHI, A. FOGLIA, D. QUADRINI, G. SECCHIARI, S. BORGHI Test passivi per l esame funzionale XV

16 Indice XVI Test passivi specifici per l esame funzionale Test isometrici per l esame funzionale Test neurodinamici per l esame funzionale Esercizi per il controllo dell infiammazione e del dolore della mobilità Esercizi per il recupero del controllo motorio della forza Esercizi per il recupero e il miglioramento della resistenza Esercizi per il recupero della destrezza e delle abilità Appendice 2 M. BITOCCHI, A. FOGLIA, D. QUADRINI, G. SECCHIARI, S. BORGHI Misura dell outcome Misure cliniche Questionari Capitolo 8 Polso e mano M.T. BOTTA, T. FAIRPLAY, E. MACHI, M. MIGLIORINI, E. PAMELIN, R. PELUSO, M.I. ROSSELLO, O. SPINGARDI Trattamento chirurgico delle fratture dell epifisi distale di radio e ulna M.I. ROSSELLO, E. MACHI Considerazioni cliniche Procedure chirurgiche Riabilitazione postchirurgica nelle fratture dell epifisi distale di radio e ulna M.T. BOTTA, M. MIGLIORINI Introduzione Valutazione funzionale Trattamento riabilitativo Trattamento chirurgico della sindrome del tunnel carpale M.I. ROSSELLO Considerazioni cliniche Procedure chirurgiche e risultati Riabilitazione postchirurgica nella sindrome del tunnel carpale T. FAIRPLAY, M.T. BOTTA Introduzione Valutazione funzionale Trattamento riabilitativo Trattamento chirurgico delle fratture delle ossa della prima fila del carpo M.I. ROSSELLO, O. SPINGARDI Considerazioni cliniche Procedure chirurgiche e risultati Riabilitazione postchirurgica nelle fratture delle ossa della prima fila del carpo M.T. BOTTA, R. PELUSO Introduzione Valutazione funzionale Trattamento riabilitativo Trattamento chirurgico di ricostruzione dei legamenti del polso M.I. ROSSELLO, E. PAMELIN Introduzione Considerazioni cliniche Procedure chirurgiche e risultati Riabilitazione postchirurgica dopo ricostruzione dei legamenti del polso T. FAIRPLAY Introduzione Trattamento riabilitativo Appendice M.T. BOTTA, T. FAIRPLAY, M. MIGLIORINI Esercizi per il controllo dell infiammazione Esercizi per il controllo e la riduzione del dolore della mobilità del controllo motorio della forza Esercizi per il recupero e il miglioramento della resistenza Esercizi per il recupero e il miglioramento della destrezza e delle abilità Appendice T. FAIRPLAY, M.T. BOTTA Misura dell outcome Misure cliniche Questionari SEZIONE IV RIABILITAZIONE DOPO CHIRURGIA ORTOPEDICA DEL RACHIDE Capitolo 9 Rachide cervicale A. AGOSTINI, G. DI LEO, F. MUSARRA, M. PALMISANI, M.TESTA Trattamento chirurgico delle lesioni degenerative del rachide cervicale M. PALMISANI Considerazioni cliniche Procedure chirurgiche e risultati...628

17 Indice Riabilitazione postchirurgica dopo decompressione con stabilizzazione artroplastica F. MUSARRA, A. AGOSTINI, G. DI LEO, M. TESTA Introduzione Valutazione funzionale Trattamento riabilitativo Trattamento chirurgico delle fratture e delle lesioni instabili del rachide cervicale M. PALMISANI Considerazioni cliniche Procedure chirurgiche Riabilitazione postchirurgica dopo decompressione con stabilizzazione artrodesica e dopo stabilizzazione post-traumatica F. MUSARRA, A. AGOSTINI, G. DI LEO, M. TESTA Introduzione Valutazione funzionale Trattamento riabilitativo Appendice F. MUSARRA, A. AGOSTINI, M. TESTA Esercizi per il controllo e la riduzione del dolore Esercizi per il recupero del controllo motorio della mobilità della forza e della resistenza Esercizi per il recupero della destrezza e delle abilità Appendice F. MUSARRA, A. AGOSTINI, G. DI LEO, M. TESTA Misura dell outcome Misure cliniche Questionari Capitolo 10 Rachide toracico M. BRAYDA-BRUNO, S. FERRARI, A. LOVI, M. ROMANO, M. TELI Trattamento chirurgico delle fratture vertebrali su base osteoporotica: vertebroplastica e cifoplastica A. LOVI, M. TELI, M. BRAYDA-BRUNO Considerazioni cliniche Procedure chirurgiche Riabilitazione postchirurgica dopo cifoplastica e vertebroplastica M. ROMANO Introduzione Valutazione funzionale Trattamento riabilitativo Trattamento chirurgico dell ernia discale dorsale A. LOVI, M. TELI, M. BRAYDA-BRUNO Considerazioni cliniche Procedure chirurgiche e risultati Riabilitazione postchirurgica nell ernia discale dorsale S. FERRARI, M. ROMANO Introduzione Trattamento chirurgico della scoliosi idiopatica adolescenziale A. LOVI, M. TELI, M. BRAYDA-BRUNO Considerazioni cliniche Procedure chirurgiche e risultati Riabilitazione postchirurgica dopo interventi con strumentazione di Cotrel-Dubousset M. ROMANO Introduzione Valutazione funzionale Trattamento riabilitativo Appendice M. ROMANO Esercizi per il controllo e la riduzione del dolore della mobilità Esercizi per il recupero del controllo motorio della forza Esercizi per il recupero e il miglioramento della resistenza Esercizi per il recupero della destrezza e delle abilità Appendice M. ROMANO Misura dell outcome Misure cliniche Questionari Capitolo 11 Rachide lombare e bacino M. BRAYDA-BRUNO, F. COSTA, S. FERRARI, M. FORNARI, C. VANTI Trattamento chirurgico delle discopatie e dell ernia discale lombare M. FORNARI, M. BRAYDA-BRUNO, F. COSTA Considerazioni cliniche Procedure chirurgiche e risultati Riabilitazione postchirurgica dopo microdiscectomia C. VANTI, S. FERRARI XVII

18 Indice Introduzione Valutazione funzionale Trattamento riabilitativo Riabilitazione postchirurgica dopo protesi discale S. FERRARI, C. VANTI Introduzione Valutazione funzionale Trattamento riabilitativo Riabilitazione postchirurgica dopo plastica discale S. FERRARI, C. VANTI Introduzione Trattamento riabilitativo Trattamento chirurgico delle spondilolistesi e della stenosi lombare M. FORNARI, F. COSTA Considerazioni cliniche Procedure chirurgiche e risultati Riabilitazione postchirurgica dopo artrodesi S. FERRARI, C. VANTI Introduzione Valutazione funzionale Trattamento riabilitativo Appendice S. FERRARI, C. VANTI Esercizi per il controllo dell infiammazione Esercizi per il controllo e la riduzione del dolore della mobilità Esercizi per il recupero del controllo motorio della forza Esercizi per il recupero e il miglioramento della resistenza Esercizi per il recupero della destrezza e delle abilità Appendice C. VANTI, S. FERRARI Misura dell outcome Misure cliniche Questionari INDICE ANALITICO XVIII

19 SIMBOLI UTILIZZATI NELLE APPENDICI CONTROLLO DELL INFIAMMAZIONE CONTROLLO E RIDUZIONE DEL DOLORE RECUPERO E MANTENIMENTO DELLA MOBILITÀ RECUPERO E CONTROLLO MOTORIO RECUPERO E MANTENIMENTO DELLA FORZA RECUPERO E MIGLIORAMENTO DELLA RESISTENZA RECUPERO DELLA DESTREZZA E DELLE ABILITÀ COORDINAZIONE E PROPRIOCEZIONE MISURA DELL OUTCOME MISURE CLINICHE QUESTIONARI

20 This page intentionally left blank"

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011 PROGRAMMA DEL CORSO: L'OCCHIO VEDE CIO' CHE L'OCCHIO CONOSCE: DAL NORMALE AL PATOLOGICO NELL'APPARATO LOCOMOTORE - APPLICAZIONE CLINICA DELLA DIAGNOSTICA PER IMMAGINI DOCENTE : Dott. Nicola Gandolfo RESPONSABILE

Dettagli

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi.

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi. L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA Ci muoviamo insieme a voi. PREMESSA LA ORTHOPÄDISCHE CHIRURGIE MÜNCHEN (OCM) È UN ISTITUTO MEDICO PRIVATO DEDICATO ESCLUSIVAMENTE

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE CORREZIONE DELL ALLUCE VALGO 5 METATARSO VARO CON OSTEOTOMIA PERCUTANEA DISTALE Intervento Si ottiene eseguendo una osteotomia (taglio) del primo metatarso o del 5 metatarso

Dettagli

Manuale Applicativo. Vers. database tratt.: 221 REV 01. Copyright. Copyright 01/09/2005

Manuale Applicativo. Vers. database tratt.: 221 REV 01. Copyright. Copyright 01/09/2005 Manuale Applicativo Vers. database tratt.: 221 REV 01 Copyright Copyright 01/09/2005 Lorenz Biotech S.p.A. Via Statale, 151/A 41036 MEDOLLA (MO) Tel.+39-0535-51714 Fax +39-0535-51398 e-mail: customer.service@lorenzbiotech.it

Dettagli

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative Curriculum Vitae Nome Da Campo Gianluigi Data di nascita 07.12.1958 Qualifica Dirigente di 1 livello Amministrazione Azienda 12 Veneziana Incarico attuale Responsabile di struttura semplice in chirurgia

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE

INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE Acromioplastica a cielo aperto Lesione della cuffia dei rotatori Sutura della cuffia dei rotatori

Dettagli

Corsi p e r O d o n t o i a t r i

Corsi p e r O d o n t o i a t r i corsi accreditati ECM Corsi p e r O d o n t o i a t r i 2015 20 marzo Approccio Razionale alla Terapia Implantare dalla pianificazione del caso alla realizzazione protesica 22 maggio Rialzo del Pavimento

Dettagli

Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica:

Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica: Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica: la Nucleoplastica. Presso l U.O. di Radiologia Interventistica di Casa Sollievo della Sofferenza è stata avviata la Nucleoplastica

Dettagli

Hotel Cascina Scova Cityspa, Via Vallone, 18-27100 Pavia - 9 maggio 2015

Hotel Cascina Scova Cityspa, Via Vallone, 18-27100 Pavia - 9 maggio 2015 Ble Consulting srl id. 363 BISFOSFONATI E VITAMINA D: RAZIONALI D'USO - 119072 Hotel Cascina Scova Cityspa, Via Vallone, 18-27100 Pavia - 9 maggio 2015 Dr. Gandolini Giorgio Medici chirurghi 8,8 crediti

Dettagli

Giorni e orari A Torino: Lunedì e Venerdì dalle 9,20 alle 13,20 e dalle 16,00 alle 20,00 Mercoledì dalle 9,20 alle 13,20.

Giorni e orari A Torino: Lunedì e Venerdì dalle 9,20 alle 13,20 e dalle 16,00 alle 20,00 Mercoledì dalle 9,20 alle 13,20. Lo Studio Lo StudioFisiocenter del Dottor Marco Giudice è un team di professionisti che offre supporto e assistenza per la risoluzione di un ampia gamma di problemi fisici. Operano in ambito preventivo,

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I Edizione 28 Settembre 2012 II Edizione 23 Novembre 2012 Martinengo - Sala Congressi Diapath L evento è stato

Dettagli

LESIONI APPARATO SCHELETRICO CRANIO TIPOLOGIA DI LESIONE FRATTURA OSSO FRONTALE O OCCIPITALE O PARIETALE O

LESIONI APPARATO SCHELETRICO CRANIO TIPOLOGIA DI LESIONE FRATTURA OSSO FRONTALE O OCCIPITALE O PARIETALE O Allegato A) LESIONI APPARATO SCHELETRICO CRANIO FRATTURA OSSO FRONTALE O OCCIPITALE O PARIETALE O 7,00% TEMPORALE O LINEE DI FRATTURA INTERESSANTI TRA LORO TALI OSSA FRATTURA SFENOIDE FRATTURA OSSO ZIGOMATICO

Dettagli

Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale

Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale Nominativo / SCS AZIONINNOVA SPA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BOLOGNA UNIVERSITA' LA

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015 I Convegno di Neuroautoimmunità Prato, Polo Universitario 20-21 Febbraio 2015 PATROCINI RICHIESTI Patrocini richiesti Carissimi, Lettera dei Presidenti è con grande piacere che Vi invitiamo il 21 e 22

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale 100 METRI MASTER F SERIE - RISULTATI. Clas. Cors. Pett. Atleta Anno Cat. Società Prestazione Punti

CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale 100 METRI MASTER F SERIE - RISULTATI. Clas. Cors. Pett. Atleta Anno Cat. Società Prestazione Punti CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale CDS Master Organizzazione: Trionfo Ligure - Genova RISULTATI 100 METRI MASTER F Serie Unica VILLA GENTILE - 18 Maggio 2013 Ora Inizio: 16:26 - Vento: +0.4 1 4

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

CENTRO DI TRAUMATOLOGIA DELLO SPORT CHIRURGIA ARTROSCOPICA UNITA OPERATIVA DI RIABILITAZIONE SPORTIVA

CENTRO DI TRAUMATOLOGIA DELLO SPORT CHIRURGIA ARTROSCOPICA UNITA OPERATIVA DI RIABILITAZIONE SPORTIVA CENTRO DI TRAUMATOLOGIA DELLO SPORT CHIRURGIA ARTROSCOPICA UNITA OPERATIVA DI RIABILITAZIONE SPORTIVA ISTITUTO ORTOPEDICO GALEAZZI - MILANO Responsabili: M. DENTI - H. SCHÖNHUBER - P. VOLPI Responsabile:

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica Evento Formativo Residenziale PREVENZIONE ONCOLOGICA IN MEDICINA GENERALE Savona Aulla Magna,, Pallazziina Viigiiolla,,

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

Neuropsicologia: Valutazione, Diagnosi e Riabilitazione V edizione

Neuropsicologia: Valutazione, Diagnosi e Riabilitazione V edizione ALTA SCUOLA DI PSICOLOGIA AGOSTINO GEMELLI Facoltà di Psicologia Master Universitario di secondo livello Neuropsicologia: Valutazione, Diagnosi e Riabilitazione V edizione Sedi di Milano e Brescia Master

Dettagli

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso A09 Enrico Fontana L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi Prefazione di Massimiliano Manzetti Presentazione di Nicola Rosso Copyright MMXV ARACNE editrice int.le S.r.l. www.aracneeditrice.it

Dettagli

INCONTR-AIOSS 2015 COMPETENZE E ETICA BEST PRACTICE VS. 15-17 Ottobre 2015 AIOSS. Hotel Serena Majestic Montesilvano Lido (PE)

INCONTR-AIOSS 2015 COMPETENZE E ETICA BEST PRACTICE VS. 15-17 Ottobre 2015 AIOSS. Hotel Serena Majestic Montesilvano Lido (PE) Brochure Montesilvano 2015 30/07/15 12: Pagina 1 Associazione Italiana Operatori Sanitari di Stomaterapia INCONTR- 2015 Certificazione EN ISO 9001:2008 IQ-0905-12 per formazione ed aggiornamento COMPETENZE

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Corso avanzato di farmacovigilanza: approfondimenti. Corso ECM di formazione a distanza (FAD) con tutoraggio didattico

Corso avanzato di farmacovigilanza: approfondimenti. Corso ECM di formazione a distanza (FAD) con tutoraggio didattico Corso avanzato di farmacovigilanza: approfondimenti Corso ECM di formazione a distanza (FAD) con tutoraggio didattico Procedura per sottoscrivere la partecipazione Il professionista sanitario che voglia

Dettagli

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova Genova 31 gennaio 2014 CORSO RESIDENZIALE nuovi paradigmi per una terapia personalizzata nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto CON IL PATROCINIO DI Obiettivi Il trattamento del

Dettagli

EMILIA ROMAGNA. Natura giuridica. Contatti Via Piero Maroncelli, 40 47014 Meldola, Forlì Cesena. Terapie avanzate nell ambito dell oncologia medica

EMILIA ROMAGNA. Natura giuridica. Contatti Via Piero Maroncelli, 40 47014 Meldola, Forlì Cesena. Terapie avanzate nell ambito dell oncologia medica Altri Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico IRCCS (area di ricerca oncologica) presenti sul territorio nazionale, suddivisi per area geografica Gli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere

Dettagli

Tecnica chirurgica. Cappello di chiusura per TEN. Per la stabilizzazione assiale e la protezione contemporanea dei tessuti molli.

Tecnica chirurgica. Cappello di chiusura per TEN. Per la stabilizzazione assiale e la protezione contemporanea dei tessuti molli. Tecnica chirurgica Cappello di chiusura per TEN. Per la stabilizzazione assiale e la protezione contemporanea dei tessuti molli. Sommario Indicazioni e controindicazioni 3 Impianti 4 Strumenti 4 Piano

Dettagli

«Top 10» per l inverno

«Top 10» per l inverno «Top 10» per l inverno Suva Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Tel. 041 419 51 11 Ordinazioni www.suva.ch/waswo-i Fax 041 419 59 17 Tel. 041 419 58 51 Autori dott. Hans

Dettagli

esami sono stati eseguiti ed interpretati con una tecnica di studio ecografico non perfettamente idonea. Scopo di questa presentazione è quello di

esami sono stati eseguiti ed interpretati con una tecnica di studio ecografico non perfettamente idonea. Scopo di questa presentazione è quello di L ecografia delle anche: una review Giuseppe Atti Centro Marino Ortolani per la diagnosi e la terapia precoce della Lussazione Congenita delle Anche Azienda Ospedaliera Universitaria di Ferrara email:

Dettagli

COMUNICAZIONE E IMMAGINE

COMUNICAZIONE E IMMAGINE COMUNICAZIONE BLZ E IMMAGINE La Neurofisiologia Elettromiografia Elettroencefalogramma Potenziali Evocati m IRCCS MultiMedica m1 1 2 Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Via Milanese, 300

Dettagli

Istituto Compressivo Cantù 2 Scuola Primaria di Fecchio - Anno10 numero2 Aprile 2014. forma

Istituto Compressivo Cantù 2 Scuola Primaria di Fecchio - Anno10 numero2 Aprile 2014. forma Istituto Compressivo Cantù 2 Scuola Primaria di Fecchio - Anno10 numero2 Aprile 2014 la scuola in... forma Notizie dall interno curiosando nella scuola A cura di: Clara, Camilla, Lorenzo di classe 5, Elisa,

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

FREQUENZA COMPORTAMENTO CONOSCENZE ABILITÀ-ORIGINALITÀ APPRENDIMENTO max. 3 punti 0-1-2 punti max. 10 punti max. 10 punti media

FREQUENZA COMPORTAMENTO CONOSCENZE ABILITÀ-ORIGINALITÀ APPRENDIMENTO max. 3 punti 0-1-2 punti max. 10 punti max. 10 punti media Commissione 1 - COMMISSIONE AFFARI ESTERI (AFET) CHAIR: Ilaria BLASUCCI, Alessandro IANNAMORELLI TOTALE INCONTRI: CALCIOTTI LUDOVICA VAIANA VALENTINA DI CASTRO MATTEO VERNICA DIANA LE LUCA MARIANNA SBARDELLA

Dettagli

CURRICULUM VITAE del Prof. ANTONIO DAL MONTE

CURRICULUM VITAE del Prof. ANTONIO DAL MONTE CURRICULUM VITAE del Prof. ANTONIO DAL MONTE Il Prof. Antonio Dal Monte si è laureato in Medicina e Chirurgia a Roma ed ha conseguito la docenza in Fisiologia Umana ed in Medicina dello Sport. E specialista

Dettagli

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Pag. 51 D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Responsabile: Prof. Lucio SANTORO Sedi: Edifici 17 16-11G - 20 Direzione 4645 Segreteria 2788 Fax 2657 Portineria 2355 U.O.C.

Dettagli

Riabilitazione totale mediante protesi fissa mediante impianti inclinati a 35 evitando la zona atrofica postpost foraminale. (Acocella A.

Riabilitazione totale mediante protesi fissa mediante impianti inclinati a 35 evitando la zona atrofica postpost foraminale. (Acocella A. Alessandro Acocella comunque ci sono solo studi con un follow-up follow up non ancora elevato e comunque i casi vanno accuratamente selezionati evitando parafunzioni e ricordando che gli impianti corti

Dettagli

PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI

PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI Giovedì 28 agosto 2014: inizio operazioni ore 10,00 PROV. 1 CISCO EMANUELA 02/02/1982 VI 2 RONCAGLIA FRANCESCA 06/03/1983 VI 3 PAGLIAMINUTA

Dettagli

Milano 2015. RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA.indd 1. Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI. Milano 2015

Milano 2015. RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA.indd 1. Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI. Milano 2015 Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA 26 marzo - 16 aprile - 7 maggio 18 giugno - 9 luglio - 24 settembre 8 ottobre - 19 novembre Relatori Dr. Alessandro Ceccherini,

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Medico AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI

Dettagli

attività motorie per i senior euro 22,00

attività motorie per i senior euro 22,00 Le attività motorie Chi è il senior? Quali elementi di specificità deve contenere la programmazione delle attività motorie destinate a questa tipologia di utenti? Quali sono le capacità motorie che necessitano

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

Psicopatologia della DI, QdC, QdV

Psicopatologia della DI, QdC, QdV La psicopatologia nella disabilità intellettiva Dr. Luigi Croce psichiatra, docente all Università Cattolica di Brescia Ravenna 09/03/2012 Luigi Croce Università Cattolica Brescia croce.luigi@tin.it Disabilità,

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C. laformazione che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.M Premessa Di recente i disturbi specifici dell

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

Che cosa provoca una commozione cerebrale?

Che cosa provoca una commozione cerebrale? INFORMAZIONI SULLE COMMOZIONI CEREBRALI Una commozione cerebrale è un trauma cranico. Tutte le commozioni cerebrali sono serie. Le commozioni cerebrali possono verificarsi senza la perdita di conoscenza.

Dettagli

Ufficio Scolastico Regionale per le Marche - Direzione Generale

Ufficio Scolastico Regionale per le Marche - Direzione Generale Classe di concorso AB77 - CHITARRA Cognome e nome Fasc Tit. 1) MONINA MARCO (AN 11/12/69) 3 Z 71,85 36,00 14,40 2007 122,25 2) GIORDANO EUGENIO (NA 21/12/82) * 3 L 6,00 11,00 1,20 2009 18,20 * Il docente

Dettagli

LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE. Tortona 6 ottobre 2012 dott. A.

LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE. Tortona 6 ottobre 2012 dott. A. LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE Tortona 6 ottobre 2012 dott. A. Marra PROGETTO OBIETTIVO MATERNO INFANTILE ( POMI) DM 24 APRILE 2000 TRE

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015

Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015 Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015 MATERIA: Scienze Motorie classe : V A SIA dell'istituto Superiore D'istruzione

Dettagli

10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori

10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori L ergonomia al microscopio 10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori 1 Regolare correttamente l altezza della sedia. Per lavorare in maniera confortevole è importante adattare gli

Dettagli

L ESAME RADIOLOGICO DEL BACINO E DELLE ANCHE

L ESAME RADIOLOGICO DEL BACINO E DELLE ANCHE L ESAME RADIOLOGICO DEL BACINO E DELLE ANCHE PROIEZIONE STANDARD ANTERO- POSTERIORE Indicazioni: traumatologia, neoplasie, alterazioni flogistiche e degenerative delle articolazioni. Posizione del paziente:

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

ESERCIZI PER COSCE E ANCHE

ESERCIZI PER COSCE E ANCHE ESERCIZI PER COSCE E ANCHE Testo e disegni di Stelvio Beraldo ANDATURA DA SEMIACCOSCIATA Varianti: andatura frontale (a) e andatura laterale (b) (a carico naturale, con manubri o cintura zavorrata) - Con

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

SISTEMA DI CHIODI PER ARTRODESI DELLA CAVIGLIA VALOR 141906-2. Le seguenti lingue sono incluse in questa confezione:

SISTEMA DI CHIODI PER ARTRODESI DELLA CAVIGLIA VALOR 141906-2. Le seguenti lingue sono incluse in questa confezione: IT SISTEMA DI CHIODI PER ARTRODESI DELLA CAVIGLIA VALOR 141906-2 Le seguenti lingue sono incluse in questa confezione: English (en) Deutsch (de) Nederlands (nl) Français (fr) Español (es) Italiano (it)

Dettagli

ECOPED 2011. Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica. PISTOIA 27-30 Giugno 2011

ECOPED 2011. Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica. PISTOIA 27-30 Giugno 2011 Gruppo di Studio di Ecografia Pediatrica Società Italiana di Pediatria Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica ECOPED 2011 PISTOIA 27-30 Giugno 2011 PROGRAMMA DOCENTI E TUTORS Giuseppe Atti Carlo

Dettagli

Criteri, parametri e indicatori per l abilitazione scientifica nazionale AREA 01 MATEMATICA E INFORMATICA. Premesso

Criteri, parametri e indicatori per l abilitazione scientifica nazionale AREA 01 MATEMATICA E INFORMATICA. Premesso Criteri, parametri e indicatori per l abilitazione scientifica nazionale AREA 01 MATEMATICA E INFORMATICA Premesso che l attività scientifica e di ricerca nei settori MAT/01-09 e INF/01 consiste principalmente

Dettagli

Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS

Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS CONFERENCE Institutional archives for research: experiences and projects in open access Istituto Superiore di Sanità Rome, 30/11-1/12 2006 Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS Paola

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

Con l Europa investiamo nel vostro futuro

Con l Europa investiamo nel vostro futuro Facilitatore ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE ELENA DI SAVOIA PIERO CALAMANDREI ISTITUTO TECNICO STATALE TECNOLOGICO ECONOMICO CHIMICA MATERIALI E BIOTECNOLOGIE SANITARIE AMBIENTALI AMMINISTRAZIONE

Dettagli

Modificazioni morfologiche della colonna vertebrale in calciatori professionisti in preparazione precampionato

Modificazioni morfologiche della colonna vertebrale in calciatori professionisti in preparazione precampionato Modificazioni morfologiche della colonna vertebrale in calciatori professionisti in preparazione precampionato Dott.ssa Elisa Parri*, Prof. Mario Marella*, Dott.ssa Elena Castellini*, Dott. Matteo Levi

Dettagli

CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: DAL GIOCO ALL AUSILIO

CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: DAL GIOCO ALL AUSILIO Rif. Organizzatore 8568-10035201 IN COLLABORAZIONE CON ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Congresso Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Nel corso degli ultimi anni lo studio degli aspetti nutrizionali, dei

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

Studio del manuale. Applicazioni internazionali del case management integrato: principi e pratica Conoscenza di base ed evoluzione futura Bibliografia

Studio del manuale. Applicazioni internazionali del case management integrato: principi e pratica Conoscenza di base ed evoluzione futura Bibliografia Indice Presentazione dell edizione originale Presentazione dell edizione italiana Prefazione Ringraziamenti Panoramica sulla diffusione del Metodo INTERMED La griglia INTERMED pediatrica per la valutazione

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT

Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT 9.00-11.00 I SESSIONE L essenziale di... in Anestesia Presidente: A. De Monte Udine Moderatori: F.E. Agrò Roma, Y. Leykin Pordenone 9.00 La gestione delle

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20

grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20 grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20 Sortino Consuelo Pisano Antonino Impellizzeri Giulia Petriglieri Emilio Silvestro Federica Ciadamidaro Rocco graphic design 3 / triennio lunedì

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E 1 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TELATTIN PIERLUIGI Indirizzo V.le Stadio 24/a 23100- SONDRIO (Italy) Telefono 0039/0342/201666; 0039/338/6421337

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

PROFESSORI DELLO STAT

PROFESSORI DELLO STAT PROFESSORI STABILI ORDINARI > Giuliani p. Matteo, ofm Dottorato in Scienze dell Educazione con indirizzo catechetica Catechetica e Didattica della religione Responsabile del Servizio Formazione Permanente

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 2 A Corso: BIENNIO UNICO COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 2 A Corso: BIENNIO UNICO COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO Classe: 2 A RELIGIONE CATTOLICA 9788810612521 BOCCHINI SERGIO NUOVO RELIGIONE E RELIGIONI + CD ROM BIBBIA GERUSALEMME / VOLUME UNICO U EDB EDIZ.DEHONIANE BO (CED) 20,30 No No No LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

Dettagli

Ore lezione, tirocinio, ricerca OS401 BAS1A-BIO

Ore lezione, tirocinio, ricerca OS401 BAS1A-BIO modulo & componenti ANNO 1 - LIVELLO 4 - YEAR 1BSc Scienze di base/mediche 1A: BIOSCIENZE Codice OS401 BAS1A-BIO Ore lezione, tirocinio, ricerca Ore di apprendimento Crediti UK 164 300 30 15 Crediti ECTS

Dettagli

EndoWorld VET 20-4-IT/07-2011. L artroscopia nei cavalli nell ambulatorio veterinario

EndoWorld VET 20-4-IT/07-2011. L artroscopia nei cavalli nell ambulatorio veterinario EndoWorld VET 20-4-IT/07-2011 L artroscopia nei cavalli nell ambulatorio veterinario L artroscopia nei cavalli nell ambulatorio veterinario L artroscopia nei cavalli, come nella medicina umana, ha rivoluzionato

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL PIEMONTE UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CUNEO

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL PIEMONTE UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CUNEO GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA Gentili Pazienti, desideriamo fornirvi alcune informazioni utili per affrontare in modo

Dettagli

Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali

Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali S.C. Fisica Sanitaria S.C. Medicina Nucleare Pietra Ligure S.C. Neuroradiologia Diagnostica ed Interventistica S.C. Radiologia Diagnostica

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari Sistema Regionale ECM Pagina 1 di 7 1 Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari 1. Presentazione: L evento, destinato alle figure professionali di Tecnici

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli