L Università a Mantova

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L Università a Mantova"

Transcript

1 L Università a Mantova Vademecum 2007

2 Università degli Studi di Pavia Politecnico di Milano Università degli Studi di Brescia

3 I soci fondatori della Fondazione Università di Mantova Provincia di Mantova Comune di Mantova Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Mantova Confindustria Mantova Con il contributo di Regione Lombardia Fondazione Monte dei Paschi di Siena Fondazione Banca Agricola Mantovana Fondazione Cassa di Risparmio di Verona Vicenza Belluno e Ancona Fondazione Cariplo Fondazione Comunità Mantovana Onlus Fondazione Banca del Monte di Lombardia Fondazione Istituto Giuseppe Franchetti

4

5 Gentile studentessa e gentile studente, penso che la voglia di crescere culturalmente, acquisendo in maniera consapevole gli strumenti scientifici e i metodi per operare significativamente nella società, debba trovare una risposta adeguata e qualificata da parte delle istituzioni. 5 L Università va incontro a questa esigenza di crescita, con un insieme molteplice di risposte. Frequentare con altri studenti un corso di studi universitari, infatti, porta a un arricchimento personale unico, non solo in termini di contenuti, ma anche di relazioni e di esperienze. Lo sviluppo del Sistema Universitario Mantovano è fatto di persone, docenti, studenti, professionisti, tecnici e amministratori, e di scelte che promuovono un modello a misura di studente, con percorsi di studio aggiornati e proficui. L impegno primario e costante della Fondazione Università di Mantova è quello di garantire allo studente la qualità della formazione, seguendo un progetto che, di anno in anno, viene scelto da un numero crescente di giovani. A te, che inizi questo progetto, porgo il mio più cordiale benvenuto. Dott. Giuseppe Pacchioni Presidente Fondazione Università di Mantova

6

7 Indice Indice Indice Il Sistema Universitario di Mantova 9 La Fondazione Università di Mantova 9 La storia 10 Le finalità 10 Gli organi della Fondazione Università di Mantova 10 Le attività di ricerca 11 Il Campus universitario 11 Principali cariche ed organi universitari 11 Perché scegliere Mantova 13 Il corpo docente 13 Indagine sull occupazione dei laureati mantovani 7 La riforma universitaria 16 I crediti e i debiti formativi 17 La prova finale 18 Informazioni generali Servizi per gli studenti 19 Biblioteca 20 Palestra 20 Alloggi per studenti 21 Sportello Uninforma

8 L offerta formativa 22 I corsi di laurea 23 Corso di Laurea in Architettura e Produzione Edilizia 26 Corso di Laurea in Scienze dell Architettura 29 Corso di Laurea Magistrale in Architettura Indice 32 Corso di Laurea in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio 35 Corso di Laurea in Ingegneria Informatica 38 Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria per la Gestione del Territorio e dell Ambiente 42 Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria dei Sistemi e dei Servizi per il Territorio e per l Ambiente 8 48 Corso di Laurea in Educazione Professionale 51 Corso di Laurea in Fisioterapia 54 Corso di Laurea in Infermieristica 57 Corso di Laurea in Tecniche di radiologia medica, per immagini e radioterapia La formazione superiore e post-laurea 60 Corsi di perfezionamento e di aggiornamento 61 Attività di ricerca 63 Corsi di formazione permanente Corso di formazione al trattamento della dislessia in ambito educativo 65 Master universitari di I e II livello 66 Iniziative seminariali e di approfondimento tematico 67 Convegni 70 Dipartimento per l innovazione del sistema agroalimentare 72 Centro Studi Innovazione e Sviluppo 73 Centro Linguistico d Ateneo 76 Istituto Superiore di Scienze Religiose San Francesco 79 Lezioni di Cultura Ebraica 81 Le nostre sedi

9 Il Sistema Il Sistema Universitario di Universitario Mantova di Mantova La Fondazione Università di Mantova La Fondazione Università di Mantova, costituita il 20 dicembre 2001 e riconosciuta dalla Regione Lombardia, promuove e gestisce la crescita del Sistema Universitario Mantovano, favorendo iniziative didattiche e di ricerca rivolte alle attese di sviluppo e di innovazione del tessuto produttivo del territorio. I soci fondatori della Fondazione Università di Mantova sono la Provincia di Mantova, il Comune di Mantova, la Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Mantova e l Associazione degli Industriali della Provincia di Mantova. Il Sistema Universitario di Mantova 9 La storia L Università a Mantova è presente dal La Fondazione Università di Mantova si sostituisce al Consorzio Universitario Mantovano, attivo dal 1992 al 2001, proseguendone l attività. Il primo corso di studio avviato è il diploma universitario in Ingegneria dell Ambiente e delle Risorse, promosso dall Università degli Studi di Pavia, Facoltà di Ingegneria. A questo si aggiungono, nel corso degli anni, il diploma universitario in Edilizia del Politecnico di Milano, Facoltà di Architettura, e quindi il diploma universitario in Ingegneria Informatica promosso dall Università degli Studi di Pavia, Facoltà di Ingegneria e il corso di laurea quinquennale in Architettura UE del Politecnico di Milano. La crescita del Sistema Universitario Mantovano è accompagnata dall introduzione dei nuovi corsi di laurea triennale e dall ampliamento dell offerta formativa post-diploma e post-laurea. Entra nel Sistema Universitario Mantovano anche l Università degli Studi di Brescia con il Polo Socio-sanitario della Lombardia orientale. Con l anno accademico 2007/2008 verranno completati i corsi di laurea in Ingegneria con l istituzione di due lauree specialistiche in Ingegneria per la Gestione del Territorio e dell Ambiente e in Ingegneria dei Sistemi e dei Servizi per il Territorio e per l Ambiente.

10 Il Sistema Universitario di Mantova Le finalità La Fondazione Università di Mantova: coordina il rapporto e la collaborazione con le singole università sul territorio; promuove un offerta formativa mirata e articolata, vicina alle esigenze di specializzazione stimolate dal mondo produttivo, pubblico e privato; realizza attività di orientamento agli studenti delle scuole superiori, e favorisce una più incisiva e omogenea politica locale di diritto allo studio (residenze, borse di studio, prestiti agevolati); cura la logistica, lo sviluppo e l adeguamento delle strutture universitarie (aule, laboratori, biblioteche) e la realizzazione del Campus di Mantova, un unico plesso funzionale dove sono riunite tutte le attività universitarie; promuove l interazione con le università straniere. 10 Gli organi della Fondazione Università di Mantova Sono organi della Fondazione: l Assemblea generale, il Consiglio di Amministrazione, il Presidente, il Collegio dei Revisori contabili, il Consiglio Tecnico Scientifico. L Assemblea generale è composta dai Membri Fondatori (Provincia di Mantova, Comune di Mantova, Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Mantova, Associazione degli Industriali della Provincia di Mantova), e dai Membri Sostenitori, Ordinari, Benemeriti. Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione è costituito dai rappresentati di ciascuna categoria di Membri. La Fondazione esprime un Presidente ed un Segretario, che promuovono progetti e soluzioni, realizzando le indicazioni e le strategie del Consiglio di Amministrazione. Il Collegio dei Revisori contabili si compone di tre membri effettivi e di due supplenti. Il Consiglio Tecnico Scientifico è composto dai Presidi delle Facoltà, o loro delegati, che abbiano rapporti accademici con la Fondazione Università di Mantova, nonché dal Segretario Generale della Fondazione. Al Consiglio Tecnico Scientifico sono demandati compiti di proposta e di iniziativa in merito alla programmazione, al coordinamento didattico dei diversi corsi di laurea ed allo sviluppo di ricerche e progetti correlati alle esigenze del territorio. Le attività di ricerca Le attività di ricerca sono realizzate principalmente dai Laboratori universitari allestiti nella sede mantovana. I settori coinvolti riguardano lo studio dell ambiente, la valorizzazione del paesaggio, l analisi dei materiali per la costruzione, l architettura integrata, l informatica e l automazione. I Laboratori: Modellistica Rilievo e fotogrammetria Tecnologia dei materiali Architettura integrata

11 Pianificazione ambientale Storia e conservazione Informatica Il Campus universitario La Fondazione Università di Mantova ha individuato un area degli studi con tutte le strutture, didattiche e di ricerca, riunite a formare il Campus di Mantova e comprendente le sedi site in via Scarsellini 2 e via Scarsellini 15. I corsi dell area sanitaria si svolgono prevalentemente nel Campus ospedaliero, in via di sviluppo, c/o il Presidio Poma - Azienda Ospedaliera Carlo Poma in viale Albertoni 1. Il Campus dispone attualmente di 40 aule la cui capienza varia da 40 a 225 posti. Il Sistema Universitario di Mantova Principali cariche ed organi universitari 11 La più alta carica di una Università è il Rettore, che la rappresenta dal punto di vista legale. Il Rettore governa l Ateneo presiedendo il Senato Accademico che promuove, gestisce, coordina e controlla l attuazione e l esercizio dell autonomia dell Università, nonché l attività didattico-scientifica, il Consiglio di Amministrazione che si occupa della gestione amministrativa, finanziaria e patrimoniale. L attività didattica di un Ateneo è suddivisa in Facoltà: ciascuna Facoltà elegge Preside il docente che la rappresenta e la coordina. In ogni Facoltà esistono più corsi di laurea: il Presidente è il docente designato a coordinare un corso di laurea. Perché scegliere Mantova Il Sistema Universitario di Mantova è costituito dai corsi di laurea attivati da tre Atenei lombardi tutti con una riconosciuta tradizione nella didattica e nella ricerca: l Università degli Studi di Pavia, il Politecnico di Milano, l Università degli Studi di Brescia. Tutta l attività didattica dalle lezioni agli esami fino al conseguimento della laurea si svolge a Mantova. Il prestigio degli Atenei e l impegno delle istituzioni locali e della Fondazione contribuiscono alla solidità del sistema mantovano. La Fondazione Università di Mantova ha seguito un modello flessibile di sviluppo, promuovendo corsi di studio sulla base delle esigenze del mondo produttivo e degli studenti. Questo modello rappresenta una scelta strategica, considerato che il Sistema Universitario Mantovano è in costante crescita. Al tempo stesso, però, rappresenta

12 Il Sistema Universitario di Mantova 12 anche una sfida, perché chiama la Fondazione ad un confronto continuo con i docenti, gli studenti e le realtà produttive del territorio, pubbliche e private, sul fronte della qualità della formazione. Una qualità della formazione garantita dalle risorse che gli Atenei coinvolti e le istituzioni del territorio hanno deciso di investire su Mantova. Per le sue dimensioni, il Sistema Universitario Mantovano è davvero un sistema a misura di studente, in grado di garantire un ottimale rapporto docenti/studenti, proficui legami con le realtà produttive del territorio, larga spendibilità dei titoli e ridotti tempi di ingresso nel mondo del lavoro. La vivibilità del Sistema Universitario a Mantova richiama molti studenti che si trasferiscono in queste sede anche da altri Atenei. Una percentuale crescente di iscritti proviene inoltre dalle province limitrofe. Grazie alle intense attività di scambi culturali, un buon numero di studenti stranieri sceglie ogni anno i corsi del Sistema Universitario Mantovano. La partecipazione degli studenti stranieri non si limita agli accordi specifici nell ambito delle relazioni internazionali, tra cui il Programma Socrates/Erasmus, diversi studenti provenienti da paesi europei ed extraeuropei sono infatti iscritti ai master post-laurea attivati a Mantova. Provenienza iscritti a Mantova (PROFILO STORICO) 9% 4% 23% 44% 20% Provincia di Mantova Veneto Altre province Lombardia Emilia Romagna Altre province/estero

13 Il corpo docente Le risorse di docenza nella sede di Mantova sono andate nel tempo mutando. Il numero complessivo dei docenti, comprendente anche assegnisti di ricerca ed esercitatori, si aggira sulle 350 unità. Indagine sull occupazione dei laureati mantovani La Fondazione Università di Mantova nel dicembre 2005 ha realizzato attraverso un azienda specializzata una ricerca sui propri laureati e neolaureati nel periodo compreso tra febbraio 2002 e luglio 2005 con lo scopo di conoscere alcuni dati tra cui i tempi necessari per l entrata nel mondo del lavoro, il grado di soddisfazione, l attinenza degli studi con le mansioni svolte. La ricerca realizzata si basa sui dati rilevati con 371 interviste su un universo di 453 laureati nel periodo febbraio 2002 luglio 2005 ed essendo la copertura dell universo pari all 82% si può parlare di un vero e proprio censimento. In sintesi, gli elementi principali che emergono dall indagine sono i seguenti: Il Sistema Universitario di Mantova 13 Lo studio garantisce il lavoro. Il 52.9% dei laureati intervistati lavora e questa è un ottima percentuale, soprattutto se sommata a quella di coloro che studiano ancora, e che quindi non possono essere considerati disoccupati (33.6% studia ancora). Solo il 13.5% è effettivamente inoccupato. ll 60.9% dei laureati ha dichiarato inoltre che la laurea è stata fondamentale nella ricerca del lavoro. Studio come investimento. Se a livello di retribuzione la laurea non rende nell immediato, l 86.3% degli intervistati si aspetta che il titolo potrà rendere nel futuro. Ciò che ci si attende è: un miglioramento della retribuzione (94%) e nelle mansioni svolte (94.7%). Il 90% giudica poi positivamente il proprio percorso universitario e il 48.7% ritiene Utilizzo delle competenze acquisite durante la formazione universitaria 11,1 in misura elevata in misura ridotta per niente 39,2 49,7

14 Il Sistema Universitario di Mantova che la laurea sia attinente al lavoro svolto; solo il 5.5% giudica il proprio titolo ininfluente nei confronti della propria attività lavorativa. Il laureato non smette mai di studiare. Questa consapevolezza è ben chiara; infatti, il 52.6% ha seguito, o sta seguendo, corsi di formazione post-laurea. In effetti, per molte professioni la laurea è il titolo di studio minimo. Un altra considerazione è che, forse, le lauree triennali non sono considerate sufficienti dagli studenti, i quali, in gran numero, proseguono gli studi per conseguire la laurea lunga. Da qui la necessità della formazione continua. Sono infatti i corsi di laurea specialistica e i master, o corsi di perfezionamento, ad essere i più gettonati. Mantova e i suoi laureati. Quasi il 40% dei laureati lavora in aziende che hanno sede a Mantova e provincia. Se si prendono in considerazione anche le province limitrofe (Verona, Modena, Reggio Emilia e Brescia) la percentuale di laureati che rimane ad orbitare nell area, per quanto vasta, sale al 79%. 14 Tempo intercorso tra il conseguimento della laurea e il primo lavoro 2,6 11,5 0,6 fino a 6 mesi da 7 a 12 mesi da 13 a 24 mesi 85,3 da 25 a 36 mesi Quanto è soddisfatto della coerenza con gli studi fatti 14,9 6,6 13,3 moltissimo molto abbastanza poco 29,8 35,4 per niente

15 I laureati dell Ateneo di Mantova arricchiscono dunque il tessuto produttivo dell area e sono quindi una risorsa importante per le aziende della zona che, come tante altre nel paese, hanno necessità di figure professionali altamente qualificate. Grado di soddisfazione in relazione al percorso universitario 1,6 8,4 16,8 molto positivo abbastanza positivo Il Sistema Universitario di Mantova abbastanza negativo 15 73,2 molto negativo

16 La riforma universitaria 16 La riforma La riforma universitaria universitaria La recente riforma del sistema universitario italiano prevede una struttura dei corsi di studio articolata su due livelli: Laurea (I livello) e Laurea Magistrale (II livello), che può essere biennale o a ciclo unico. La Laurea si consegue attraverso un corso di studio triennale, e ha l obiettivo di assicurare metodi e contenuti scientifici generali e specifiche conoscenze professionali. Con la Laurea si può accedere direttamente al mondo del lavoro, proseguire gli studi per conseguire la Laurea Magistrale oppure accedere a un Master di I livello. La Laurea Magistrale si consegue attraverso un ulteriore corso di studio biennale, e ha l obiettivo di fornire una formazione avanzata e di elevata qualificazione in ambiti specifici. Con la Laurea Magistrale si può accedere direttamente al mondo del lavoro, proseguire gli studi per conseguire il Dottorato, accedere ad un Master di II livello. La Laurea Specialistica a ciclo unico è un corso di cinque anni (sei per Medicina e Chirurgia) che non rilascia alcun titolo dopo i primi tre anni, ma solo al termine del percorso di studi complessivo. Tutte le lauree di I e di II livello sono raggruppate in classi: ciascuna classe comprende corsi di studio che condividono gli stessi obiettivi formativi qualificanti e le stesse attività formative. Le classi determinano il valore legale delle lauree. Il nome, il numero e le caratteristiche delle classi sono fissate a livello nazionale, e sono comuni a tutti gli atenei: sono state istituite 42 classi di Laurea, 104 classi di Laurea Magistrale, e per le Professioni sanitarie 4 classi di Laurea e 4 di Laurea Magistrale. I crediti e i debiti formativi La quantità di studio necessario per la formazione viene calcolata in crediti formativi universitari (CFU): il numero complessivo di crediti per ciascun insegnamento comprende lezioni in aula, attività di laboratorio, seminari, tirocini e studio individuale. Un anno accademico richiede allo studente una quantità di lavoro convenzionalmente fissata in 60 crediti. La Laurea (3 anni) si consegue con l acquisizione di 180 crediti. La Laurea Magistrale (ulteriori 2 anni, ossia 120 crediti) e quella Specialistica a ciclo unico si conseguono con l acquisizione complessiva di 300 crediti. L acquisizione dei crediti corrispondenti a un insegnamento è legata al superamento del relativo esame. Il riconoscimento dei crediti è indipendente dal voto conseguito:

17 i crediti, infatti, corrispondono alla quantità dello studio. Il voto, ossia la valutazione del profitto, rappresenta la qualità dello studio, ed è espresso in trentesimi: 18/30 è la votazione minima, 30/30 quella massima, con eventuale lode. Il debito formativo indica le lacune nella preparazione rispetto alle conoscenze minime richieste per l accesso a un corso di Laurea o di Laurea Magistrale. Gli eventuali debiti formativi vengono evidenziati dai risultati della prova di ammissione. Lo studente di un corso di laurea di I livello che presenta debiti formativi dovrà recuperarli durante il primo anno di corso, attraverso attività formative integrative organizzate dall ateneo. Lo stesso vale per chi, in possesso di una Laurea di una determinata classe (ad esempio Matematica), vuole iscriversi ad una Laurea Magistrale di una classe solo parzialmente affine (ad esempio Fisica). Con la riforma i crediti vengono adottati in tutto il sistema universitario italiano per facilitare il riconoscimento della preparazione da parte di tutte le università, anche straniere, promuovendo così la mobilità studentesca a livello nazionale e internazionale. I percorsi formativi della Laurea e della Laurea Magistrale prevedono lo studio obbligatorio di una lingua europea. La riforma universitaria 17 La prova finale La prova finale per conseguire la Laurea viene stabilita dai singoli atenei: si tratta in genere di elaborati o relazioni. Il corso di Laurea Magistrale si conclude con l elaborazione e la discussione di una tesi. DIPLOMA DI SCUOLA MEDIA SUPERIORE LAUREA 3 anni LAUREA SPECIALISTICA A CICLO UNICO 5-6 anni MASTER 1 LIVELLO 1 anno LAUREA MAGISTRALE 2 anni CORSI DI SPECIALIZZAZ. x anni DOTTORATO DI RICERCA almeno 3 anni MASTER 2 livello 1 anno SPECIALIZZAZIONE (SOLO MEDICHE) x anni

18 Informazioni generali 18 Informazioni Informazioni generali generali Per iscriversi a uno dei corsi universitari attivati a Mantova occorre rivolgersi alle Segreterie Studenti che seguono, dal punto di vista amministrativo, tutta la carriera dello studente. Presso ciascuna segreteria di Facoltà sono disponibili tutte le informazioni necessarie allo studente (documenti da compilare, importi tasse universitarie, ecc.); contatti e modalità di iscrizione sono disponibili anche sul sito web oltre che sui siti dei singoli atenei: per i corsi della Facoltà di Ingegneria dell Università degli Studi di Pavia: per i corsi della Facoltà di Architettura e Società del Politecnico di Milano: per i corsi della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell Università degli Studi di Brescia: In ogni segreteria (come indicato sulla scheda di ogni corso), inoltre, è possibile accedere alle informazioni e/o alla modulistica per concorrere all assegnazione dei benefici universitari: borse di studio, esenzione tasse, buoni mensa. Inoltre ciascuna Università presente a Mantova mette a disposizione dei propri iscritti una serie differenziata di servizi (tra cui ad esempio i bandi per le attività lavorative degli studenti presso gli uffici universitari, per le attività ricreative e culturali). La Fondazione Università di Mantova gestisce una biblioteca centrale (in via Scarsellini, 15), aule di informatica presso le sedi dei corsi e corsi di lingua per gli iscritti. Biblioteche universitarie di notevole prestigio sono presenti nel Campus Ospedaliero e presso l Istituto di Scienze Religiose. Ogni anno vengono istituite borse di studio per chi frequenta i corsi di studio mantovani. Sono inoltre state stipulate convenzioni con mense, palestre e strutture ricreative per favorire le attività degli studenti nel tempo libero. Mense convenzionate: Free Service Nuvolari, piazza Viterbi 11, angolo vicolo Varrone Self Service Il Punto, via Solferino, 36

19 Servizi Servizi per gli studenti per gli studenti Biblioteca La Biblioteca del Polo Regionale di Mantova fa parte del Sistema Bibliotecario di Ateneo del Politecnico di Milano e nasce per fornire supporto alla didattica dei corsi di Laurea attivati a Mantova dall anno accademico In base alla convenzione stipulata tra Politecnico di Milano - Polo di Mantova e la Fondazione Università di Mantova la biblioteca didattica rende fruibile il proprio patrimonio bibliografico non solo agli studenti, ai docenti e al personale tecnico amministrativo del Politecnico di Milano ma anche agli studenti iscritti ai corsi di laurea attivati, a Mantova, dall Università degli Studi di Brescia e dall Università degli Studi di Pavia. Il patrimonio documentario conservato, di circa 5000 volumi, comprende i testi consigliati nelle bibliografie d esame, che coprono le seguenti aree tematiche: storia dell architettura, urbanistica, paesaggio, scienza e tecnica, restauro, ingegneria. Una sezione è dedicata a testi riguardanti il territorio mantovano. Sono inoltre disponibili 27 periodici in abbonamento cartaceo e, tramite cinque postazioni informatiche, sono fruibili le risorse elettroniche e le banche dati del Politecnico. Servizi per gli studenti 19 Servizi al pubblico Il catalogo della biblioteca è accessibile via internet attraverso il catalogo unico dell'ateneo (OPAC). Dalle 5 postazioni informatiche predisposte presso la biblioteca sono consultabili le risorse elettroniche e le banche dati del Politecnico. La biblioteca assicura agli utenti una serie di servizi quali: consultazione in sede di tutto il materiale bibliografico posseduto, prestito a domicilio, fornitura di documenti in copia, prestito interbibliotecario, assistenza per le ricerche bibliografiche. È a disposizione dell utenza una fotocopiatrice a colori self-service per la riproduzione nei limiti previsti dalla legge sul diritto d autore (L. 248/2000).

20 Servizi per gli studenti 20 Consultazione La consultazione in sede è aperta a tutti. Parte del materiale consultabile è a scaffale aperto (periodici, testi generali) ed è self-service. Per poter consultare il materiale depositato in magazzino è necessario effettuare una richiesta presso il banco distribuzione. Prestiti Il prestito è riservato alle seguenti categorie di utenti: studenti, assegnisti di ricerca, dottorandi, specializzandi, studenti di master, docenti, personale tecnico-amministrativo del Politecnico di Milano e studenti e docenti dei corsi di Laurea attivati a Mantova dalle Università degli Studi di Brescia e di Pavia. Ubicazione, orari di apertura e recapiti Via Scarsellini, 15 - Mantova Dal lunedì al venerdì: 10,00-18,00. Consultazione e prestito fino alle ore 17,45 Ritiro libri e periodici fino alle ore 17,45 Telefono: 0376/ Fax: 0376/ Palestra del Polo Universitario Regionale di Mantova Da aprile 2007 è disponibile la nuova palestra del Polo Universitario Regionale di Mantova. La palestra che sarà utilizzabile per qualsiasi attività ludico-sportiva di gruppo sarà disponibile nei giorni di martedì e giovedì dalle ore 17 alle ore 19 per gli studenti della Facoltà di Architettura e Società del Politecnico di Milano e il mercoledì e venerdì dalle ore 15 alle ore 17 per gli studenti della Facoltà di Ingegneria dell Università degli Studi di Pavia. Per poter accedere alla palestra gli interessati dovranno essere tutti in possesso della tessera verde annuale del CUS Milano e del certificato medico in corso di validità. Inoltre per prenotare l uso della palestra è necessario presentare presso il CUS point di via Scarsellini, 15 almeno un giorno prima una lista contenente nome, cognome, matricola e numero di tessera Cus di coloro che entreranno in palestra (il modulo da compilare è disponibile presso il CUS point). Alloggi per studenti L istituto Franchetti socio benemerito della Fondazione ha messo a disposizione di studenti universitari, ricercatori e docenti alcuni appartamenti di recente costruzione situati in zona Borgochiesanuova e adiacenti alla chiesa di San Filippo Neri. La distanza fra la sede universitaria e gli appartamenti viene coperta con i mezzi pubblici o in auto, in circa cinque minuti, ed in tre minuti circa per la sede dell Ospedale Carlo Poma. Saranno inoltre completati (entro fine luglio 2007) 160 posti letto a costo controllato. Le informazioni sugli alloggi per studenti con la modulistica relativa saranno disponibili sul sito alla voce alloggi studenti.

21 Sportello Uninforma Presso la sede della Fondazione Università di Mantova è attivo lo sportello Uninforma gestito dal Consorzio Sol.Co. e dalla cooperativa Alce Nero con il contributo finanziario della Fondazione Comunità Mantovana onlus. Lo sportello offre servizi di informazione e orientamento personalizzati sulla formazione universitaria, mondo del lavoro, mobilità internazionale e volontariato. Lo sportello è aperto il lunedì e il mercoledì dalle ore 10 alle ore 12, tel. 0376/263627, Servizi per gli studenti 21

22 L offerta formativa L offerta L offerta formativa formativa 22 I corsi di laurea: Facoltà di Architettura e Società Politecnico di Milano Corso di Laurea in Architettura e Produzione Edilizia (3 anni) Corso di Laurea in Scienze dell Architettura (3 anni) Corso di Laurea Magistrale in Architettura (2 anni) Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Pavia Corso di Laurea in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio (3 anni) Corso di Laurea in Ingegneria Informatica (3 anni) Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria per la Gestione del Territorio e dell Ambiente (2 anni) Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria dei Sistemi e dei Servizi per il Territorio e per l Ambiente (2 anni) Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Brescia Corso di Laurea in Educazione professionale (3 anni) Corso di Laurea in Fisioterapia (3 anni) Corso di Laurea in Infermieristica (3 anni) Corso di Laurea in Tecniche di radiologia medica, per immagini e radioterapia (3 anni) Centro Linguistico d Ateneo Oxford Mantova Corso di Laurea equipollente in Mediazione Linguistica (3 anni)

23 Politecnico di Milano Politecnico di Milano FACOLTÀ DI ARCHITETTURA E SOCIETÀ Segreteria Studenti - Sede di Mantova via Scarsellini, 2 tel. 0376/ / fax 0376/ Corso di Laurea in ARCHITETTURA E PRODUZIONE EDILIZIA (Classe 4 - Scienze dell architettura e dell ingegneria edile) Durata: 3 anni Accesso: test d ingresso selettivo, 3 settembre 2007 presso le sedi milanesi del Politecnico. Iscrizioni: l iscrizione al test avviene on line sul sito d Ateneo (www.polimi.it), o presso la segreteria studenti di Mantova, da metà luglio a fine agosto Il Corso di Laurea in Architettura e Produzione Edilizia ha un numero programmato di 80 studenti. Ordinamento didattico: l anno accademico comprende due semestri, ognuno costituito da una sessione didattica e da una sessione d esame. La sessione didattica è dedicata a lezioni, esercitazioni e attività di laboratorio. Le sessioni d esame sono tre. Frequenza: prevista per il 70% delle attività di laboratorio. Relativamente agli altri corsi è obbligatoria solo su richiesta del docente. Docente coordinatore del corso: Prof. Paolo Carpeggiani Indirizzo sito web: 23 Architettura e Prod. Edilizia FACOLTÀ DI ARCHITETTURA E SOCIETÀ

24 PRESENTAZIONE 24 Architettura e Prod. Edilizia FACOLTÀ DI ARCHITETTURA E SOCIETÀ Il Corso di Laurea in Architettura e Produzione Edilizia è stato introdotto in Italia per adeguare la situazione nazionale a quella già in vigore, da tempo e con successo, in altri Paesi dell Unione Europea ed extraeuropei. Il Corso di Laurea punta a formare professionalità a livello universitario in grado di rispondere alle esigenze del mondo del progetto edilizio e del cantiere, della produzione e della gestione. In particolare mira alla preparazione di tecnici altamente specializzati: a) nell ambito del restauro architettonico, sia per la conoscenza storica e costruttiva del fabbricato, che per la valutazione delle specifiche problematiche di conservazione e di riuso; b) nell ambito del rilevamento, sia con utilizzo delle tecniche tradizionali che delle metodologie scientificamente più avanzate, dalla scala del manufatto alla scala territoriale; c) nell ambito complessivo della gestione dell impresa e del cantiere, con particolare riguardo per: gli aspetti economici, organizzativi, gestionali e legislativi; la conoscenza delle più aggiornate metodologie di progettazione; le questioni relative alla sicurezza e alla qualità. OBIETTIVI FORMATIVI Il Corso di Laurea si compone di due momenti formativi fondamentali: il momento delle conoscenze di base (intese non solo a livello teorico, ma soprattutto a livello applicativo), finalizzate a un ampia e articolata preparazione culturale e scientifica, aggiornata nei vari campi dell attività edilizia: questo permette una reale flessibilità di risposta alle richieste continuamente variabili del mondo del lavoro; il momento delle conoscenze specifiche, finalizzato a una maggiore caratterizzazione della professionalità. Questo momento formativo è legato allo studio e all analisi delle problematiche di gestione del processo edilizio, nelle sue diverse tematiche applicative. Particolarmente importante è l attività di tirocinio che lo studente deve svolgere, prima dell esame finale di laurea, presso enti, istituzioni e aziende convenzionate, di accertata qualificazione. SBOCCHI PROFESSIONALI Il laureato in Architettura e Produzione Edilizia è una figura professionale nuova, che viene a colmare una carenza sistematicamente evidenziata dal mondo dell imprenditoria e dalle Pubbliche Amministrazioni. Il suo compito è quello di organizzare risorse materiali e umane, risultando strategico nel quadro delle professioni di settore. Il laureato in Architettura e Produzione Edilizia può trovare impiego nelle imprese di costruzione (restauro, gestione, manutenzione), nella produzione manifatturiera e nella commercializzazione di materiali di base per l edilizia (componenti, semilavorati), nelle Pubbliche Amministrazioni. Può anche esercitare la libera professione. Come tutti i laureati della Classe 4, i laureati in Architettura e Produzione Edilizia possono iscriversi, superando il rispettivo Esame di Stato:

DIZIONARIO UNIVERSITARIO

DIZIONARIO UNIVERSITARIO DIZIONARIO UNIVERSITARIO ANNO ACCADEMICO L anno accademico può essere suddiviso in due periodi dell anno in cui frequentare le lezioni e dare gli esami. In genere il primo periodo dura da ottobre a gennaio,

Dettagli

Architettura. Corso di Laurea magistrale in

Architettura. Corso di Laurea magistrale in Ingegneria Laurea magistrale in Architettura 135 Corso di Laurea magistrale in Architettura Classe: LM-4 Architettura DURATA 2 anni CREDITI 120 SEDE Udine ACCESSO Programmato 80 posti CONOSCENZE RICHIESTE

Dettagli

Facoltà di Ingegneria. Corso di Laurea classe LM-24 in Ingegneria Edile per il Recupero conforme al D.M. 270

Facoltà di Ingegneria. Corso di Laurea classe LM-24 in Ingegneria Edile per il Recupero conforme al D.M. 270 52 Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea classe LM-24 in Ingegneria Edile per il Recupero conforme al D.M. 270 Denominazione del corso di studio: Ingegneria Edile per il Recupero Classe di appartenenza:

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale Obiettivo didattico L obiettivo principale del corso di laurea è quello di formare

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Chimiche

Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Chimiche Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Chimiche Articolo 1 - Denominazione del Corso e Classe di appartenenza È istituito presso l Università degli Studi della Basilicata il Corso

Dettagli

Corso di Laurea in Fisica

Corso di Laurea in Fisica OBIETTIVI FORMATIVI Università degli Studi di Parma Dipartimento di Fisica e Scienze della Terra M. Melloni Corso di Laurea in Fisica Laurea di I livello nella Classe L-30 Scienze e Tecnologie Fisiche

Dettagli

f a c o l t à d i INGEGNERIA

f a c o l t à d i INGEGNERIA f a c o l t à d i INGEGNERIA UNIVERSITÀ politecnica delle marche facoltà di Via Brecce Bianche, 12 60131 Tel. 071 2204778 INGEGNERIA Per informazioni più approfondite relative alla didattica dei singoli

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica

Corso di Laurea in Informatica Università degli Studi di Parma Dipartimento di Matematica e Informatica Corso di Laurea in Informatica Laurea di primo livello Classe L-31 Scienze e Tecnologie Informatiche (studenti immatricolati negli

Dettagli

U N I F E. http://www.unife.it/dipartimento/ingegneria. Dipartimento di Ingegneria di Ferrara Polo Scientifico Tecnologico

U N I F E. http://www.unife.it/dipartimento/ingegneria. Dipartimento di Ingegneria di Ferrara Polo Scientifico Tecnologico Dipartimento di Ingegneria di Ferrara Polo Scientifico Tecnologico via Saragat 1 44122, Ferrara url:www.unife.it/dipartimento/ingegneria telefono: 0532.974800 Direttore: prof. Giorgio Vannini Offerta Formativa:

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2012-2013 (Regolamento didattico 2011)

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2012-2013 (Regolamento didattico 2011) Università degli Studi di Perugia Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica CLASSE L-31 (Lauree in Scienze e Tecnologie Informatiche) Manifesto degli Studi A.A. 2012-2013

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016 (Regolamento didattico 2014)

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016 (Regolamento didattico 2014) Università degli Studi di Perugia Dipartimento di Matematica e Informatica Corso di Laurea in Informatica CLASSE L-31 (Lauree in Scienze e Tecnologie Informatiche) Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016

Dettagli

FOTO. Facoltà di Scienze XXXXX matematiche, fisiche e naturali. Lauree magistrali. Servizio orientamento. Brescia a.a. 2014-2015. www.unicatt.

FOTO. Facoltà di Scienze XXXXX matematiche, fisiche e naturali. Lauree magistrali. Servizio orientamento. Brescia a.a. 2014-2015. www.unicatt. Percorsi Formativi Facoltà di Scienze XXXXX matematiche, fisiche e naturali Servizio orientamento FOTO Brescia - Via Trieste, 17 Scrivi a orientamento-bs@unicatt.it Telefona al numero 030 2406 246 Siamo

Dettagli

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in Regolamento Corso di Laurea Magistrale in AMMINISTRAZIONE, ECONOMIA E FINANZA. (Classe LM-77, Scienze Economico Aziendali) Art. 1 Attivazione Il Dipartimento di Ingegneria Industriale e dell Informazione

Dettagli

Scuola di Scienze e Tecnologie. corso di laurea (I livello) Matematica e applicazioni

Scuola di Scienze e Tecnologie. corso di laurea (I livello) Matematica e applicazioni Scuola di Scienze e Tecnologie corso di laurea (I livello) Matematica e applicazioni L-35 3 anni sede UNICAM: Camerino crediti complessivi da acquisire: 180 www.unicam.mat.it www.sst.unicam.it/sst/ Presentazione

Dettagli

produzione, dei servizi e delle professioni (art. 11 comma 4 DM509 del 3/11/99) sono state consultate in data 15/01/2001

produzione, dei servizi e delle professioni (art. 11 comma 4 DM509 del 3/11/99) sono state consultate in data 15/01/2001 Allegato 2) Università degli Studi di BERGAMO Scheda informativa Università Classe Nome del corso Università degli Studi di BERGAMO 4 - Classe delle lauree in scienze dell'architettura e dell'ingegneria

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA Università degli Studi di Cagliari Regolamento Didattico del Corso di Studi in Ingegneria Elettrica, A.A. 2007/08 CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA Art. 1. Articolazione del Corso di Laurea in Ingegneria

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN SOCIETÀ E SVILUPPO LOCALE

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN SOCIETÀ E SVILUPPO LOCALE CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN SOCIETÀ E SVILUPPO LOCALE Classe delle Lauree Magistrali in Servizio sociale e politiche sociali (LM-87) Sede didattica del Corso di Laurea Magistrale: Alessandria

Dettagli

Corso di laurea in Ingegneria Meccanica Dipartimento di Ingegneria

Corso di laurea in Ingegneria Meccanica Dipartimento di Ingegneria UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Corso di laurea in Ingegneria Meccanica Dipartimento di Ingegneria Obiettivi didattici INGEGNERIA MECCANICA La conoscenza della matematica, dell'informatica e delle scienze

Dettagli

Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Medicina e Chirurgia

Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Medicina e Chirurgia Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea Magistrale in Scienze infermieristiche e Sede U.C.S.C. Manifesto degli studi Anno Accademico 2012-2013 CLASSE DI LAUREA DI APPARTENENZA: LM/SNT1 SCIENZE

Dettagli

SERVICE MANAGEMENT. Profilo in ECONOMIA E GESTIONE AZIENDALE. Il corso di. Laurea triennale. Facoltà di Economia

SERVICE MANAGEMENT. Profilo in ECONOMIA E GESTIONE AZIENDALE. Il corso di. Laurea triennale. Facoltà di Economia MILANO-ROMA a.a. 2014-15 Il corso di ECONOMIA E GESTIONE AZIENDALE Profilo in SERVICE MANAGEMENT Laurea triennale Scuola Superiore del Commercio del Turismo dei Servizi e delle Professioni Con il sostegno

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE, SCIENZE UMANE E DELLA COMUNICAZIONE INTERCULTURALE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE, SCIENZE UMANE E DELLA COMUNICAZIONE INTERCULTURALE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE, SCIENZE UMANE E DELLA COMUNICAZIONE INTERCULTURALE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN Scienze per la formazione

Dettagli

Master in innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT. Dai il via al tuo futuro

Master in innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT. Dai il via al tuo futuro Master in innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT Dai il via al tuo futuro ACCENDI NUOVE OPPORTUNITÀ Il tuo futuro parte adesso. Perché il mondo delle telecomunicazioni è il futuro. E Telecom Italia

Dettagli

I3A LAUREA IN INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE

I3A LAUREA IN INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE I3A LAUREA IN INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE 1. CARATTERISTICHE DEL CORSO CLASSE DI CORSO: L-7 Ingegneria civile e ambientale NORMATIVA DI RIFERIMENTO: Corso di nuova istituzione secondo DM 270 DIPARTIMENTO

Dettagli

ANNO ACCADEMICO 2007/2008 CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN FISICA

ANNO ACCADEMICO 2007/2008 CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN FISICA ANNO ACCADEMICO 2007/2008 CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN FISICA Manifesto degli Studi Il Corso di Studi per il conseguimento della Laurea triennale in Fisica richiede l acquisizione di 180 crediti formativi

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO CLASSICO STATALE ISAAC NEWTON CHIVASSO. Organizzazione del Sistema Nazionale di Istruzione Superiore Universitaria

LICEO SCIENTIFICO CLASSICO STATALE ISAAC NEWTON CHIVASSO. Organizzazione del Sistema Nazionale di Istruzione Superiore Universitaria LICEO SCIENTIFICO CLASSICO STATALE ISAAC NEWTON CHIVASSO Organizzazione del Sistema Nazionale di Istruzione Superiore Universitaria A cura della Prof.ssa Paola Giacone Giacobbe a.s. 2010-2011 Il Sistema

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Classe L9 Ingegneria Industriale Ordine degli Studi 2014/2015 Anni attivati I, II e III Obiettivi formativi specifici Nell ambito degli

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Chimica

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Chimica Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Chimica Articolo 1 - Denominazione del Corso e Classe di appartenenza È istituito presso l Università degli Studi della Basilicata il Corso di Laurea in Chimica,

Dettagli

Laurea in D.M. 270/04 SCUOLA DI INGEGNERIA EDILE ARCHITETTURA SCUOLA DI INGEGNERIA DEI SISTEMI SCUOLA DI ARCHITETTURA E SOCIETÀ LAUREA MAGISTRALE IN

Laurea in D.M. 270/04 SCUOLA DI INGEGNERIA EDILE ARCHITETTURA SCUOLA DI INGEGNERIA DEI SISTEMI SCUOLA DI ARCHITETTURA E SOCIETÀ LAUREA MAGISTRALE IN Laurea in D.M. 270/04 LAUREA MAGISTRALE IN (D.M. 270/04) I nuovi scenari La sfida ambientale Le potenzialità della tecnologia Le dinamiche dell innovazione 2 Queste sfide richiedono: Nuove abilità e aggregazioni

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL INFORMAZIONE E SCIENZE MATEMATICHE orientamento.diism.unisi.it www.diism.unisi.it Nuovo Ordinamento degli Studi Universitari Dall Anno Accademico

Dettagli

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA, CLASSE LMG/01 REGOLAMENTO DIDATTICO. Art. 1 Definizioni

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA, CLASSE LMG/01 REGOLAMENTO DIDATTICO. Art. 1 Definizioni FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA, CLASSE LMG/01 1. Ai sensi del presente Regolamento si intende: REGOLAMENTO DIDATTICO Art. 1 Definizioni a) per Facoltà: la Facoltà

Dettagli

QUESTIONARIO. Grazie

QUESTIONARIO. Grazie QUESTIONARIO Il questionario, anonimo, serve a rilevare in modo sistematico le opinioni degli studenti che hanno completato un corso di studi. Queste conoscenze potranno aiutare a valutare la qualità dei

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA Facoltà di Psicologia Facoltà di Scienze matematiche fisiche e naturali LAUREA MAGISTRALE IN Teoria e tecnologia della comunicazione REGOLAMENTO DIDATTICO - ANNO

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL INFORMAZIONE E SCIENZE MATEMATICHE orientamento.diism.unisi.it www.diism.unisi.it Nuovo Ordinamento degli Studi Universitari Dall Anno Accademico

Dettagli

LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE

LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE Classe 78/S - Scienze e Tecnologie agroalimentari Coordinatore: prof. Marco Gobbetti Tel. 0805442949; e-mail: gobbetti@ateneo.uniba.it

Dettagli

Corso di Laurea Specialistica in INFORMATICA

Corso di Laurea Specialistica in INFORMATICA Corso di Laurea Specialistica in INFORMATICA Finalità Formare laureati specialistici in grado di effettuare la pianificazione, la progettazione, lo sviluppo, la direzione dei lavori, la stima, il collaudo

Dettagli

LAUREA MAGISTRALE PSICOLOGIA DEL LAVORO, DELLE ORGANIZZAZIONI E DELLA COMUNICAZIONE

LAUREA MAGISTRALE PSICOLOGIA DEL LAVORO, DELLE ORGANIZZAZIONI E DELLA COMUNICAZIONE LAUREA MAGISTRALE PSICOLOGIA DEL LAVORO, DELLE ORGANIZZAZIONI E DELLA COMUNICAZIONE CLASSE LM-51 SECONDO CICLO: LICENZA O LAUREA MAGISTRALE IN PSICOLOGIA Il secondo ciclo di Licenza o Laurea Magistrale

Dettagli

Progettazione del paesaggio e delle aree verdi

Progettazione del paesaggio e delle aree verdi MASTER UNIVERSITARI DI I LIVELLO Progettazione del paesaggio e delle aree verdi Master Universitario di I livello in PROGETTAZIONE DEL PAESAGGIO E DELLE AREE VERDI Anno accademico 2010-2011 Contesto L

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA All. D al bando di ammissione pubblicato in data 15/10/2012 Art. 1 - Tipologia L Università degli studi di Pavia attiva, per l a.a. 2012/2013, presso la Facoltà di Giurisprudenza, Dipartimento di Giurisprudenza,

Dettagli

FOTO. Facoltà di. Laurea triennale. Servizio orientamento. Milano a.a. 2013-2014. www.unicatt.it. Percorsi Formativi. www.unicatt.

FOTO. Facoltà di. Laurea triennale. Servizio orientamento. Milano a.a. 2013-2014. www.unicatt.it. Percorsi Formativi. www.unicatt. Percorsi Formativi Facoltà di Psicologia XXXXX Servizio orientamento FOTO Milano - Largo A. Gemelli, 1 Scrivi a servizio.orientamento@unicatt.it Telefona al numero 02 72348530 da lunedì a venerdì ore 9.30-12.30

Dettagli

FAQ ORIENTAMENTO IN INGRESSO

FAQ ORIENTAMENTO IN INGRESSO FAQ ORIENTAMENTO IN INGRESSO 1. CHI SIAMO? 2. COME RAGGIUNGERCI? 3. COSA SONO I DIPARTIMENTI? 4. COS È L ORIENTAMENTO IN INGRESSO? 5. COSA SONO I C.F.U.? 6. COSA SONO I CORSI DI LAUREA DI PRIMO LIVELLO

Dettagli

I Facoltà di Medicina e Chirurgia. Master di II Livello in. Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica

I Facoltà di Medicina e Chirurgia. Master di II Livello in. Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica I Facoltà di Medicina e Chirurgia Master di II Livello in Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica (Codice Corso di Studio da inserire nel bollettino di immatricolazione:

Dettagli

1. I titoli conseguiti presso le Università consigliate vengono riconosciuti?

1. I titoli conseguiti presso le Università consigliate vengono riconosciuti? DOMANDE FREQUENTI Palermo, Largo Esedra nr.3, tel. 091 6254431 ONLUS 1. I titoli conseguiti presso le Università consigliate vengono riconosciuti? Le Università sono pubbliche o private riconosciute dal

Dettagli

Art. 1 Definizioni Art. 2 Istituzione Art. 3 Obiettivi formativi specifici Art. 4 Risultati di apprendimento attesi

Art. 1 Definizioni Art. 2 Istituzione Art. 3 Obiettivi formativi specifici Art. 4 Risultati di apprendimento attesi UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE E INTERNAZIONALI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE INTERNAZIONALI INTERNATIONAL STUDIES (Classe LM 52 Relazioni

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE E TECNOLOGIE PER L AMBIENTE E IL TERRITORIO Classe LM-75 (DM 270 del 22/10/2004 e DM 50 del 23/12/2010)

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE E TECNOLOGIE PER L AMBIENTE E IL TERRITORIO Classe LM-75 (DM 270 del 22/10/2004 e DM 50 del 23/12/2010) CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE E TECNOLOGIE PER L AMBIENTE E IL TERRITORIO Classe LM-75 (DM 270 del 22/10/2004 e DM 50 del 23/12/2010) Il Corso di laurea magistrale in Scienze e Tecnologie per l

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA D.R. 7675 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA IL RETTORE - Vista la Legge del 19 novembre 1990, n.341 e in particolare gli articoli 6 e 7, concernenti la riforma degli ordinamenti didattici universitari;

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SERVIZIO SOCIALE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SERVIZIO SOCIALE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SERVIZIO SOCIALE CLASSE DELLE LAUREE IN SERVIZIO SOCIALE L-39 Ai sensi del D.M. 270/2004 (Social Service) A.A. 2014/2015 TITOLO

Dettagli

Liceo Majorana - Desio 14 novembre 2015

Liceo Majorana - Desio 14 novembre 2015 Liceo Majorana - Desio 14 novembre 2015 Forse ti è utile sapere che Il sistema universitario La riforma degli studi universitari ha modificato il sistema formativo italiano: Laurea unica Laurea = 3 anni

Dettagli

Regolamento didattico del corso di laurea magistrale in Servizio Sociale e Politiche Sociali. Parte generale

Regolamento didattico del corso di laurea magistrale in Servizio Sociale e Politiche Sociali. Parte generale Regolamento didattico del corso di laurea magistrale in Servizio Sociale e Politiche Sociali Capo I. Disposizioni generali Parte generale Art. 1. Ambito di competenza 1. Il presente Regolamento disciplina,

Dettagli

(Emanato con D.R. n. 1032/15 del 02.11.2015) REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN GIURISPRUDENZA (LMG01) Art. 1 Oggetto

(Emanato con D.R. n. 1032/15 del 02.11.2015) REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN GIURISPRUDENZA (LMG01) Art. 1 Oggetto REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN GIURISPRUDENZA (LMG01) Art. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le finalità, l organizzazione e il funzionamento del Corso di studio in Giurisprudenza

Dettagli

Economia e gestione aziendale

Economia e gestione aziendale Percorsi Formativi Facoltà di Economia Servizio orientamento Milano - Largo A. Gemelli, 1 Scrivi a servizio.orientamento@unicatt.it Telefona al numero 02 72348530 da lunedì a venerdì ore 9.30-12.30 e 14.30-17.00

Dettagli

Facoltà di Giurisprudenza REGOLAMENTO

Facoltà di Giurisprudenza REGOLAMENTO REGOLAMENTO del Corso di Laurea magistrale a ciclo Unico in Giurisprudenza ( Classe LMG /01 ) Anno Accademico di istituzione: 2006/2007 Art. 1. Organizzazione del corso di studio 1. È istituito presso

Dettagli

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in. AMMINISTRAZIONE ECONOMIA E FINANZA (Classe LM-77, Scienze Economico Aziendali)

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in. AMMINISTRAZIONE ECONOMIA E FINANZA (Classe LM-77, Scienze Economico Aziendali) Regolamento Corso di Laurea Magistrale in AMMINISTRAZIONE ECONOMIA E FINANZA (Classe LM-77, Scienze Economico Aziendali) Art. 1 Attivazione La Facoltà di Economia attiva il Corso di Laurea Magistrale in

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

Consiglio Degli Studi di Architettura del 19/04/2011

Consiglio Degli Studi di Architettura del 19/04/2011 Linee guida relative a apprendistato/tirocinio nell'ambito della Laurea in Scienze dell'architettura o della Laurea Magistrale in Architettura (DM 270/2004) Consiglio Degli Studi di Architettura del 19/04/2011

Dettagli

Indagine sulle opinioni degli studenti frequentanti in ordine alle attività didattiche (art.1 comma 2, della legge 19/10/1999, n.

Indagine sulle opinioni degli studenti frequentanti in ordine alle attività didattiche (art.1 comma 2, della legge 19/10/1999, n. Indagine sulle opinioni degli studenti frequentanti in ordine alle attività didattiche (art.1 comma 2, della legge 19/10/1999, n. 73) anno accademico 2008/2009 Aprile 2010 INDICE 1. Obiettivi 2. Metodologia

Dettagli

Diritto Tributario. Master Universitario di secondo livello. III edizione. Facoltà di Economia. Anno Accademico 2013/2014. In collaborazione con:

Diritto Tributario. Master Universitario di secondo livello. III edizione. Facoltà di Economia. Anno Accademico 2013/2014. In collaborazione con: Diritto Tributario Master Universitario di secondo livello Facoltà di Economia III edizione Anno Accademico 2013/2014 In collaborazione con: L Università Cattolica del Sacro Cuore attiva per l anno accademico

Dettagli

Percorsi Formativi. Facoltà di Scienze XXXXX della formazione FOTO. Laurea magistrale. Piacenza a.a. 2014-2015. www.unicatt.it. www.unicatt.

Percorsi Formativi. Facoltà di Scienze XXXXX della formazione FOTO. Laurea magistrale. Piacenza a.a. 2014-2015. www.unicatt.it. www.unicatt. Percorsi Formativi Facoltà di Scienze XXXXX della formazione FOTO Laurea magistrale www.unicatt.it Piacenza a.a. 2014-2015 www.unicatt.it INDICE Scienze della formazione 3 Laurea magistrale in Progettazione

Dettagli

Cosa vuoi fare dopo la scuola superiore?

Cosa vuoi fare dopo la scuola superiore? Cosa vuoi fare dopo la scuola superiore? Agenda L Università oggi Cosa fare, come muoversi? Cosa si studia in Cattolica I perché di una scelta L orientamento in Cattolica L università oggi E dopo la scuola

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI (emanato con Decreto Rettorale N. 645 del 12/03/2003) ART. 1 - Ambito di applicazione... 2 ART. 2 - Titoli per l accesso...

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO ORGANIZZATIVO CORSI di MASTER di I e II LIVELLO. Corso di Master e suoi Organi

REGOLAMENTO DIDATTICO ORGANIZZATIVO CORSI di MASTER di I e II LIVELLO. Corso di Master e suoi Organi REGOLAMENTO DIDATTICO ORGANIZZATIVO CORSI di MASTER di I e II LIVELLO Corso di Master e suoi Organi 1. Per l anno accademico 2014-2015 è istituito il Corso di Master di II livello in: OPEN - ARCHITETTURA

Dettagli

REGOLAMENTO DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO

REGOLAMENTO DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO REGOLAMENTO DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO Art. 1 Corsi per master universitario 1. L Università promuove, secondo la normativa vigente corsi di alta formazione per il conseguimento di diplomi di master

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica Titolo I - Istituzione ed attivazione Art. 1 - Informazioni generali 1. Il presente Regolamento didattico si riferisce al Corso di Laurea in Informatica,

Dettagli

Scuola di Architettura e Design Eduardo Vittoria

Scuola di Architettura e Design Eduardo Vittoria Scuola di Architettura e Design Eduardo Vittoria corso di laurea (I livello) Disegno industriale e ambientale L-4 3 anni crediti complessivi da acquisire: 180 www.unicam.it/sad Presentazione del corso

Dettagli

OPERATORE ELETTRONICO

OPERATORE ELETTRONICO CONSORZIO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE E PER L EDUCAZIONE PERMANENTE Il Consorzio per la Formazione Professionale e per l Educazione Permanente è un Ente Pubblico, che organizza, in diversi settori

Dettagli

Facoltà di Scienze della formazione

Facoltà di Scienze della formazione Percorsi Formativi Facoltà di Scienze della formazione Laurea magistrale Brescia a.a. 2011-2012 www.unicatt.it 1 2 INDICE Scienze della Formazione 4 Laurea magistrale in Progettazione 6 pedagogica e formazione

Dettagli

Regolamenti ISIA Firenze

Regolamenti ISIA Firenze Regolamenti ISIA Firenze Regolamento di transizione dei corsi accademici di secondo livello di indirizzo specialistico Il Consiglio Accademico dell ISIA di Firenze VISTA la legge 21 dicembre 1999, n. 508,

Dettagli

edile Data del DM di approvazione del ordinamento 31/03/2004 didattico Data del DR di emanazione del ordinamento 01/04/2004 didattico

edile Data del DM di approvazione del ordinamento 31/03/2004 didattico Data del DR di emanazione del ordinamento 01/04/2004 didattico Scheda informativa Università Classe Nome del corso Universita' degli Studi di PADOVA 4/S - Classe delle lauree specialistiche in architettura e ingegneria edile Data del DM di approvazione del ordinamento

Dettagli

ART. 1 Oggetto del Regolamento

ART. 1 Oggetto del Regolamento REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN DIDATTICA DELL ITALIANO COME LINGUA STRANIERA ART. 1 Oggetto del Regolamento Il presente regolamento disciplina, ai sensi dell articolo 1 comma 3 del Regolamento

Dettagli

L università che cambia. Una nuova università. Come funziona l università Accesso all università RIFORMA UNIVERSITARIA

L università che cambia. Una nuova università. Come funziona l università Accesso all università RIFORMA UNIVERSITARIA L università che cambia Il volto e l organizzazione degli atenei in Italia è in continua trasformazione. Nell anno accademico 2001/2002, infatti, è stata applicata in tutti gli atenei la riforma universitaria

Dettagli

Anno Accademico 2005/2006. 3 Corso di perfezionamento. Gestione di organizzazioni non profit e Progettazione sociale.

Anno Accademico 2005/2006. 3 Corso di perfezionamento. Gestione di organizzazioni non profit e Progettazione sociale. Università degli Studi di Bergamo Centro Servizi del Volontariato Anno Accademico 2005/2006 3 Corso di perfezionamento Gestione di organizzazioni non profit e Progettazione sociale Presentazione Giunto

Dettagli

QQUALITÀ&IMPEGNO COLTIVA IL TUO TALENTO AL POLITECNICO DI TORINO!

QQUALITÀ&IMPEGNO COLTIVA IL TUO TALENTO AL POLITECNICO DI TORINO! icon il Progetto Giovani Talenti ti garantiamo: La fortuna non esiste: esiste il momento in cui il talento incontra l opportunità LUCIO ANNEO SENECA COLTIVA IL TUO TALENTO AL POLITECNICO DI TORINO! QQUALITÀ&IMPEGNO

Dettagli

I nuovi corsi di laurea della Facoltà di Scienze Politiche dell Università di Siena PRO MEMORIA PER GLI STUDENTI

I nuovi corsi di laurea della Facoltà di Scienze Politiche dell Università di Siena PRO MEMORIA PER GLI STUDENTI I nuovi corsi di laurea della Facoltà di Scienze Politiche dell Università di Siena PRO MEMORIA PER GLI STUDENTI Sigle: CFU=Crediti Formativi Universitari SSD=Settore Scientifico-Disciplinare ISCRIZIONE

Dettagli

I4M LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA MECCANICA

I4M LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA MECCANICA Ordine degli Studi a.a. 2015/201 I4M LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA MECCANICA 1. CARATTERISTICHE DEL CORSO CLASSE DI CORSO: LM-33 Ingegneria meccanica NORMATIVA DI RIFERIMENTO: DM 270/2004 DIPARTIMENTO

Dettagli

Progetto Scuola-Università- Lavoro (AlmaOrièntati-AlmaDiploma)

Progetto Scuola-Università- Lavoro (AlmaOrièntati-AlmaDiploma) Polo Universitario Aretino (PUA) Progetto Scuola-Università- Lavoro (AlmaOrièntati-AlmaDiploma) Arezzo, Febbraio-Marzo 2014 1 Il Polo Universitario Aretino www.polo-uniar.it I Soci del Polo (Istituzioni,

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA INFORMATICA. Art. 1 Denominazione e classe di appartenenza

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA INFORMATICA. Art. 1 Denominazione e classe di appartenenza REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA INFORMATICA CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE IN INGEGNERIA DELL'INFORMAZIONE (CLASSE N. 35/S) Art. 1 Denominazione e classe di appartenenza

Dettagli

Università Commerciale. Graduate School. Luigi Bocconi MDT. Master in Diritto tributario dell impresa. XII Edizione

Università Commerciale. Graduate School. Luigi Bocconi MDT. Master in Diritto tributario dell impresa. XII Edizione Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MDT Master in Diritto tributario dell impresa XII Edizione 2013-2014 MDT Master in Diritto tributario dell impresa Il diritto tributario è un tema spesso

Dettagli

SISTEMA INTEGRATO MULTIMODALE PER LA DIDATTICA L UNIVERSITÀ SEDI OFFERTA FORMATIVA TUTOR ASSISTENZA TECNICA DIDATTICA PRIMA DELL ISCRIZIONE

SISTEMA INTEGRATO MULTIMODALE PER LA DIDATTICA L UNIVERSITÀ SEDI OFFERTA FORMATIVA TUTOR ASSISTENZA TECNICA DIDATTICA PRIMA DELL ISCRIZIONE L UNIVERSITÀ L Università degli Studi Guglielmo Marconi, riconosciuta con D.M. 1 marzo 2004, è la prima Università aperta (Open University) che unisce metodologie di formazione a distanza con le attività

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO. (Emanato con D.R. n. 409 in data 07/04/2011)

REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO. (Emanato con D.R. n. 409 in data 07/04/2011) REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO (Emanato con D.R. n. 409 in data 07/04/2011) TITOLO I MASTER UNIVERSITARI DI PRIMO E DI SECONDO LIVELLO

Dettagli

Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO

Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO del Corso di Laurea in SCIENZE DELL ARCHITETTURA (Classe L - 17 ) Anno Accademico di istituzione: 2008-2009 Art. 1. Organizzazione del corso di

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2001/2002 Corso di laurea in MATEMATICA APPLICATA Classe 32 : Scienze Matematiche NUOVA ORGANIZZAZIONE DIDATTICA Le novità contenute

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2009/2010

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2009/2010 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali di Laurea in Scienze e Tecnologie dell Informazione Sede del corso: Como MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2009/2010

Dettagli

Facoltà di Interpretariato e Traduzione UNINT.EU

Facoltà di Interpretariato e Traduzione UNINT.EU Facoltà di Interpretariato e Traduzione Facoltà di Interpretariato e Traduzione La Facoltà di Interpretariato e Traduzione L'unica Facoltà del centro-sud Italia specializzata nella formazione di interpreti

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL

REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL Art.1 Ambito di applicazione 1.Il presente regolamento, emanato

Dettagli

U N I F E. w w w. u n i f e. i t / i n g e g n e r i a. Facoltà di Ingegneria di Ferrara Polo Scientifico Tecnologico

U N I F E. w w w. u n i f e. i t / i n g e g n e r i a. Facoltà di Ingegneria di Ferrara Polo Scientifico Tecnologico Facoltà di Ingegneria di Ferrara Polo Scientifico Tecnologico via Saragat 1 44122, Ferrara url: www.unife.it/ingegneria telefono: 0532.974800 Preside: prof. Piero Olivo e-mail: preside.ingegneria@unife.it

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI MANAGEMENT E DIRITTO MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN INNOVAZIONE E MANAGEMENT NELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE (Gestione Strategica, Valutazione

Dettagli

I NUOVI ISTITUTI TECNICI

I NUOVI ISTITUTI TECNICI Istituto Tecnico Industriale Statale Liceo Scientifico Tecnologico Ettore Molinari Via Crescenzago, 110/108-20132 Milano - Italia tel.: (02) 28.20.786/ 28.20.868 - fax: (02) 28.20.903/26.11.69.47 Sito

Dettagli

PRESENTAZIONE 1 ottobre 2015

PRESENTAZIONE 1 ottobre 2015 PROGETTO ORIENTAMENTO FORMATIVO A.A. 2015-2016 PRESENTAZIONE 1 ottobre 2015 Prof.ssa Anita Tabacco Vice Rettore per la Didattica Il progetto COS È Un attività formativa per la preparazione iniziale di

Dettagli

LAUREA MAGISTRALE PSICOLOGIA CLINICA E DI COMUNITÀ

LAUREA MAGISTRALE PSICOLOGIA CLINICA E DI COMUNITÀ LAUREA MAGISTRALE PSICOLOGIA CLINICA E DI COMUNITÀ CLASSE LM 51 SECONDO CICLO: LICENZA O LAUREA MAGISTRALE IN PSICOLOGIA Il secondo ciclo di Licenza o Laurea Magistrale in Psicologia si propone di formare

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea specialistica in Classe Facoltà ECONOMIA E LEGISLAZIONE D IMPRESA 84/S Classe delle lauree specialistiche in Scienze economico-aziendali Economia Art. 1. Finalità Il presente

Dettagli

I.I.S. F. Brunelleschi - L. Da Vinci Istituto Tecnico per Geometri "F. Brunelleschi" Corso Serale SIRIO Frosinone A.S. 2012-2013

I.I.S. F. Brunelleschi - L. Da Vinci Istituto Tecnico per Geometri F. Brunelleschi Corso Serale SIRIO Frosinone A.S. 2012-2013 I.I.S. F. Brunelleschi - L. Da Vinci Istituto Tecnico per Geometri "F. Brunelleschi" Corso Serale SIRIO Frosinone A.S. 2012-2013 PRESENTAZIONE DEL CORSO SERALE PROGETTO SIRIO Il CORSO SERALE A partire

Dettagli

Università Federico II, Napoli Facoltà di Scienze Corsi di Studio in Fisica

Università Federico II, Napoli Facoltà di Scienze Corsi di Studio in Fisica Università Federico II, Napoli Facoltà di Scienze Corsi di Studio in Fisica I Corsi di Studio in Fisica comprendono quattro percorsi didattici. Al termine di ciascun percorso si consegue uno dei seguenti

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA MAGISTRALE. Corso di laurea magistrale in Ingegneria meccanica

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA MAGISTRALE. Corso di laurea magistrale in Ingegneria meccanica UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA MAGISTRALE Corso di laurea magistrale in Ingegneria meccanica Classe di laurea magistrale n. LM-33 Ingegneria meccanica DM 270/2004,

Dettagli

POLITECNICO DI MILANO

POLITECNICO DI MILANO Rep. n. 2235 Prot. n. 25405 Data 05 agosto 2013 Titolo I Classe 3 UOR AG POLITECNICO DI MILANO IL RETTORE VISTA la Legge 09.05.1989, n. 168 Istituzione del Ministero dell'università e della ricerca scientifica

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata. Facoltà di Ingegneria

Università di Roma Tor Vergata. Facoltà di Ingegneria Università di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Importanza dell orientamento Attivare/potenziare la capacità di scegliere efficientemente la futura attività professionale. Individuare le capacità

Dettagli

Regolamento recante norme concernenti l autonomia didattica degli atenei

Regolamento recante norme concernenti l autonomia didattica degli atenei Testo aggiornato al 13 gennaio 2006 Decreto ministeriale 3 novembre 1999, n. 509 Gazzetta Ufficiale 4 gennaio 2000, n. 2 Regolamento recante norme concernenti l autonomia didattica degli atenei IL MINISTRO

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO

REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Master universitario 1 livello Management per le professioni sanitarie e dell assistenza sociale Coordinamento ed organizzazione dei

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI CONSULENTE DEL LAVORO ED ESPERTO DI RELAZIONI INDUSTRIALI

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI CONSULENTE DEL LAVORO ED ESPERTO DI RELAZIONI INDUSTRIALI CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI CONSULENTE DEL LAVORO ED ESPERTO DI RELAZIONI INDUSTRIALI (Modificato con delibere del CdF e CdS del 22.01.03, del 07.05.2003, del 8.10.2003; del 25.02.2004;

Dettagli

Definizione delle conoscenze richieste per l accesso p. 4. Quadro generale delle attività formative p. 5. Struttura didattica e sistemi di valutazione

Definizione delle conoscenze richieste per l accesso p. 4. Quadro generale delle attività formative p. 5. Struttura didattica e sistemi di valutazione Sommario Caratteri e finalità del corso Obiettivi formativi p. 3 Definizione delle conoscenze richieste per l accesso p. 4 Ambiti professionali tipici p. 4 Prospettive formative successive p. 4 Quadro

Dettagli

Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Medicina e Chirurgia A. Gemelli. Corso di Laurea Magistrale in Scienze infermieristiche e ostetriche

Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Medicina e Chirurgia A. Gemelli. Corso di Laurea Magistrale in Scienze infermieristiche e ostetriche Facoltà di Medicina e Chirurgia A. Gemelli Corso di Laurea Magistrale in Scienze infermieristiche e Manifesto degli studi Anno Accademico 2014-2015 CLASSE DI LAUREA DI APPARTENENZA: LM/SNT1 SCIENZE INFERMIERISTICHE

Dettagli

FACOLTÀ DI ECONOMIA (SEDE DI PIACENZA) ART. 1

FACOLTÀ DI ECONOMIA (SEDE DI PIACENZA) ART. 1 SEZIONE UNDICESIMA FACOLTÀ DI ECONOMIA (SEDE DI PIACENZA) ART. 1 Alla Facoltà di Economia (sede di Piacenza) afferiscono i seguenti corsi di laurea triennali: a) corso di laurea in Economia aziendale b)

Dettagli