INSEGNAMENTI E DOCENZE IN CORSI DI FORMAZIONE PER OPERATORI SANITARI E PER INSEGNANTI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INSEGNAMENTI E DOCENZE IN CORSI DI FORMAZIONE PER OPERATORI SANITARI E PER INSEGNANTI"

Transcript

1 CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE Dr. Roberto Iozzino, nato a Roma il 03/11/1949 Già Responsabile Unità Operativa Semplice T.S.M.R.E.E. Già Responsabile Centro Trattamento Dislessia ASL RM/A ASL Roma/A - 3 Distretto 1. DIPLOMA DI LAUREA IN PSICOLOGIA, indirizzo sperimentale, conseguito presso l Università degli Studi di Roma La Sapienza, con votazione di 110/110 e lode, il 10 Luglio CORSO DI PERFEZIONAMENTO conseguito presso l Università degli Studi di Roma La Sapienza nell anno accademico 1988/89 in Sviluppo neuropsicomotorio in età Evolutiva 3. ISCRITTO ALL ALBO DEGLI PSICOLOGI DELLA REGIONE LAZIO 4. ISCRITTO ALL ALBO DEL PSICOTERAPEUTI DEL LAZIO con delibera dell Ordine degli Psicologi n 111 del 28/10/94 5. Nell anno scolastico 1976/77 ha prestato servizio, in qualità di psicologo, presso la scuola media statale Sallustio di Roma, nella commissione socio-psico-pedagogica operante in seguito a convenzione stipulata con il Provveditorato agli Studi di Roma 6. Nell anno scolastico 1977/78 ha prestato servizio in qualità di psicologo scolastico presso la Scuola Media Statale Virgilio nelle equipes socio-psico-pedagogiche convenzionate con il provveditorato agli studi di Roma a. Nell anno scolastico 1978/79 ha prestato servizio in qualità di psicologo scolastico presso la Scuola Media Statale Virgilio nelle equipes socio-psico-pedagogiche convenzionate con il provveditorato agli studi di Roma 7. E STATO ASSUNTO PRESSO IL COMUNE DI ROMA il 28/10/1979 con la qualifica di Psicologo di Ruolo ai sensi della Legge Regionale n 78/79, come da Del. N 9027 del 4/12/79 ed ha preso servizio presso il Comune di Roma il giorno 21/04/ DALL 1/6/1980 È STATO ASSEGNATO ALLA USL RM/1 con Ordinanza Sindacale n 1343 dell 8/7/81 ed è stato inquadrato in ruolo nella posizione funzionale di Psicologo Coadiutore ai sensi del D.P.R. 761/ Con le successive modificazioni ha proseguito il servizio, senza soluzione di continuità, nella Azienda Sanitaria Locale RM/A e attualmente riveste la posizione funzionale di PSICOLOGO DIRIGENTE DI I LIVELLO 10. Incaricato dal Direttore generale, con contratto individuale di lavoro a far data dal , di RESPONSABILE DELL UNITÀ OPERATIVA DI PSICOLOGIA NELL AMBITO DELL U.O. TUTELA SALUTE MENTALE E RIABILITAZIONE IN ETÀ EVOLUTIVA 11. Membro del COMITATO TECNICO SCIENTIFICO PER L AGGIORNAMENTO FACOLTATIVO DEL PERSONALE della ex USL RM/1 negli anni dal 1985 al Componente del COMITATO DI GESTIONE DEL CENTRO DIDATTICO POLIVALENTE della ex USL RM/1 negli anni dal 1987 al Dal 1992 è RESPONSABILE DEL CENTRO PER I DISTURBI COGNITIVI E DEL LINGUAGGIO, situato prima in Via Nazionale 87 e poi trasferito in Via S. Martino della Battaglia Membro del Consiglio dei Sanitari della ASL RM/A dal 6/10/1994 a tutt oggi 15. Eletto segretario del Consiglio dei Sanitari dal 12/10/1994 a tutt oggi 16. Membro del Gruppo di Lavoro permanente per il Coordinamento dell Attività di Educazione Sanitaria e dei Flussi Informativi del SMI, ASL RM/A 17. Dal 2003 responsabile DEL CENTRO PER IL TRATTAMENTO DELLA DISLESSIA, DISTURBI COGNITIVI E DEL LINGUAGGIO, trasformazione del precedente Centro per i Disturbi Cognitivi e del Linguaggio 18. Dal 10 marzo 2009 responsabile dell Unità Operativa Semplice Tutela della Salute Mentale e Riabilitazione in Età Evolutiva del 3 Distretto della ASL RM/A INSEGNAMENTI E DOCENZE IN CORSI DI FORMAZIONE PER OPERATORI SANITARI E PER INSEGNANTI 1. Insegnamento presso la Scuola per Infermieri Professionali dell Ospedale Nuovo Regina Margherita, nell anno scolastico 1988/89 della materia: Problemi etici in rianimazione 2. Anno Scolastico 1989/90, insegnamento di Psicologia Generale presso la Scuola per Terapisti della Riabilitazione dell Ospedale S. Giacomo 3. Anno Scolastico 1990/91, insegnamento di Psicologia Generale presso la Scuola per Terapisti della Riabilitazione dell Ospedale S. Giacomo 4. Anno Scolastico 1991/92, insegnamento di Psicologia Generale presso la Scuola per Terapisti della Riabilitazione dell Ospedale S. Giacomo 5. Anno Scolastico 1990/91 insegnamento di Psicosociologia nel Corso di abilitazione a Funzioni Direttive della ex USL RM/1 6. Anno Scolastico 1990/91 insegnamento di Statistica Sanitaria al Corso per Infermieri professionali ex USL RM/1 7. Anno Scolastico 1991/92 insegnamento di Statistica Sanitaria al Corso per Infermieri professionali ex USL RM/1 8. Anno Scolastico 1992/93 Insegnamento di Psicologia Generale Corso per Infermieri Professionali Ospedale Nuovo Regina Margherita 9. Anno Scolastico 1992/93 insegnamento di Terapia del Linguaggio presso la Scuola per Terapisti della Riabilitazione della ASL RM/A 10. Anno Scolastico 1993/94 insegnamento di Terapia del Linguaggio presso la Scuola per Terapisti della Riabilitazione della ASL RM/A 11. Anno Scolastico 1994/95 insegnamento di Terapia del Linguaggio presso la Scuola per Terapisti della Riabilitazione della ASL RM/A 1

2 12. Anno 1996/97 Insegnamento di PSICOLOGIA GENERALE PRESSO IL CORSO DI DIPLOMA UNIVERSITARIO DI FISIOTERAPISTA DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA, sede Ospedale S. Giacomo 13. Anno 1997/98 Insegnamento di PSICOLOGIA GENERALE PRESSO IL CORSO DI DIPLOMA UNIVERSITARIO DI FISIOTERAPISTA DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA, sede Ospedale S. Giacomo 14. Anno 1998/99 Insegnamento di PSICOLOGIA GENERALE PRESSO IL CORSO DI DIPLOMA UNIVERSITARIO DI FISIOTERAPISTA DELL UNIVERSITÀ 15. Anno 1999/2000 Insegnamento di PSICOLOGIA GENERALE PRESSO IL CORSO DI DIPLOMA UNIVERSITARIO DI FISIOTERAPISTA DELL UNIVERSITÀ 16. Anno 2000/2001 Insegnamento di PSICOLOGIA GENERALE PRESSO IL CORSO DI DIPLOMA UNIVERSITARIO DI FISIOTERAPISTA DELL UNIVERSITÀ 17. Anno 2001/2002 Insegnamento di PSICOLOGIA GENERALE PRESSO IL CORSO DI DIPLOMA UNIVERSITARIO DI FISIOTERAPISTA DELL UNIVERSITÀ 18. Docente per i moduli relativi ai curricoli LINGUAGGIO E DISLESSIA PER I CORSI DI SPECIALIZZAZIONE EX D.P.R. 970/75 DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA BASILICATA, anno Responsabile scientifico e docente dei Moduli Didattici e docente dei Corsi Finalizzati alla formazione di docenti specializzati nelle attività educativo-didattiche per alunni portatori di handicap di docenti curricolari della scuola dell infanzia comunale, anno 1999, delibera ASL RM/A n 1071 del 20/05/ Responsabile scientifico e docente dei 6 moduli didattici e docente del Corso di Formazione per insegnanti della scuola dell infanzia comunale specializzati nelle attività educativo-didattiche per alunni portatori di handicap,anno 2000, delibera ASL RM/A n 527 del 18/04/ Responsabile scientifico e docente del Corso di Formazione Dislessia e Disturbi di apprendimento Liceo Scientifico PRIMO LEVI, Roma, Gennaio Responsabile scientifico e docente del Corso di Formazione Dislessia e Disturbi di apprendimento 80 Circolo Didattico G. Gesmundo di Roma, Marzo e Aprile Responsabile scientifico e docente del Corso di Formazione Dislessia e Disturbi di apprendimento 282 Circolo, Direzione Didattica Marcantonio Colonna, Aprile Responsabile scientifico e docente del Corso di Formazione Dislessia e Disturbi di apprendimento 109 Circolo Scuola Piccinini, Marzo e Aprile Responsabile scientifico e docente del Corso di Formazione Dislessia e Disturbi di apprendimento Direzione Didattica Trilussa, Marzo e Aprile Direttore Scientifico e docente del Corso di formazione Diagnosi e trattamento dei bambini con disturbi specifici di apprendimento tenuto presso la ASL RM/A Gennaio-Giugno Direttore scientifico e docente del Corso di formazione Diagnosi e trattamento dei bambini con disturbi specifici di apprendimento tenuto a Catania Maggio e Giugno Direttore scientifico e docente del Corso di formazione Diagnosi e trattamento dei bambini con disturbi specifici di apprendimento tenuto a Napoli presso il C.R.N. Giugno e Luglio Direttore scientifico e docente del Corso di formazione Diagnosi e trattamento dei bambini con disturbi specifici di apprendimento tenuto presso la ASL RM/A Settembre-Dicembre Responsabile scientifico e docente del Corso di Formazione Dislessia e Disturbi di apprendimento Istituto Comprensivo Verbicaro, Novembre Responsabile scientifico e docente del Corso di Formazione Diagnosi e trattamento dei bambini con disturbi specifici di apprendimento Castrovillari Novembre e Dicembre Responsabile scientifico e docente del Corso di Formazione Dislessia e Disturbi di apprendimento Scuola MAZZINI, Febbraio Direttore scientifico e docente del Corso di formazione Diagnosi e trattamento dei bambini con disturbi specifici di apprendimento tenuto presso la ASL RM/A Dicembre 2001-Maggio Docente al corso di formazione per insegnanti curricolari e di sostegno su I bambini con Disturbo Specifico di Apprendimento, Scuola Giuliano da Sangallo, Ostia Lido, Febbraio-marzo Relazione al Corso di formazione per operatori sanitari organizzato dall AID nazionale, Montecatini Terme, 3 aprile Seminario su Metodi riabilitativi nella dislessia organizzato nell ambito del corso di formazione per operatori sanitari sulla diagnosi e trattamento della dislessia, organizzato dall AID nazionale, Taranto 17 e 18 maggio Direttore scientifico e docente del Corso di formazione Diagnosi e trattamento dei bambini con disturbi specifici di apprendimento tenuto presso la scuola elementare Contardo Ferrini di Roma, 17, 18, 19 e 20 Giugno Direttore scientifico e docente del Corso di formazione Dislessia tenuto presso la Direzione Didattica Statale II Circolo Acqua del Turco, Anzio,09, 10, 11 e 12 settembre Direttore scientifico e docente del Corso di formazione Diagnosi e trattamento dei bambini con disturbi specifici di apprendimento tenuto presso la ASL BA/5, Monopoli (BA) nei giorni 18, 19, 20 e 21 settembre 2002, per complessive 24 ore. Il corso è stato accreditato come evento formativo aziendale ECM dalla ASL BA/5 e ha ottenuto 16 punti. 40. Docente nel Corso di Alta Qualificazione per insegnanti di sostegno dal titolo I bambini con disturbo di apprendimento, Caltanissetta 18/19/10/11 Ottobre 2002 e 12/13/14/15 novembre 2002 per complessive 32 ore. 2

3 41. Direttore scientifico e docente del Corso di Formazione per operatori sanitari e insegnanti dal titolo Diagnosi e Trattamento dei Bambini con Disturbo di Apprendimento, Comune di Scanzano Jonico 6-8/12/02 e 14-16/02/2003, per complessive 40 ore. 42. Corso di formazione Istituto Comprensivo Igino Giordani, Tivoli, settembre Direttore scientifico e docente del Corso di Formazione per insegnati, Istituto Comprensivo di Vicovaro, Ottobre Corso di formazione per insegnanti, Scuola media Bernardino di Betto, Perugia, Novembre Docente al corso, accreditato E.C.M.: Dislessia evolutiva: Sanità, Scuola e Famiglia a confronto per una formazione integrata. Nuovo Ospedale S. Marta e Venera, Acireale, Catania, Dicembre Gennaio-febbraio 2004 Responsabile del Corso di formazione sui Disturbi di apprendimento rivolto agli insegnanti dell Istituto comprensivo scolastico di Aprilia. 47. Marzo-giugno 2004 Direttore scientifico dei Corsi di formazione sui Disturbi di apprendimento rivolti a insegnanti di sostegno di scuola dell infanzia, elementare e media, con sede a Magione, Umbertide e Santa Maria degli Angeli (Perugia) 48. Da ottobre 2004 Supervisore scientifico del progetto Aprilia contro la dislessia finalizzato alla prevenzione dei disturbi di apprendimento in I elementare, per gli AA.SS. 2004/2005 e 2005/2006 presso le scuole elementari degli Istituiti comprensivi G. Matteotti e A. Gramsci di Aprilia 49. Gennaio-maggio 2005 Responsabile scientifico dei Corsi di formazione sui Disturbi di apprendimento rivolti a insegnanti curricolari e di sostegno di scuola dell infanzia, elementare e media, con sede a Ferro di Cavallo, Ponte Pattoli, Pontevalleceppi (Perugia) 50. Da settembre 2005 Supervisore scientifico del progetto di screening e consulenza sui Disturbi di Apprendimento presso la Scuola Media G. Matteotti di Aprilia, per l A.S. 2005/ Ottobre 2005-Giugno 2006 Progetto di prevenzione e intervento precoce sui disturbi di apprendimento, Scuola elementare e media Bagni di Tivoli 52. Da gennaio a maggio 2006 Direttore sceintifico del Corso di Formazione sui Disturbi di apprendimento presso la scuola media Virgilio di Lavinio 53. Gennaio - maggio 2006 Corso di formazione Dislessia e Disturbi specifici di Apprendimento, come riconoscerli e cosa fare a scuola, costruzione di una classe sperimentale per i dislessici Scuola Elementare G. Leopardi Roma 54. Da dicembre 2005 a maggio 2006 Direttore scientifico del Corso di Formazione sui Disturbi di apprendimento presso la scuola primaria e dell infanzia di Tor San Lorenzo, Circolo Didattico Ardea Da marzo a maggio 2006 Direttore scientifico del Corso di Formazione sui Disturbi di apprendimento presso la scuola primaria e dell infanzia del Circolo Didattico Ardea Da dicembre 2005 a maggio 2006 Direttore scientifico dei progetti di ricerca-azione La didattica per l insegnamento - apprendimento efficace in studenti con dislessia e D.S.A. nelle scuole secondarie di I grado dell Umbria: lettura e comprensione. Screening rivolto a studenti delle scuole secondarie di I grado dell Associazione Italiana Dislessia Giugno 2006 Bologna Tenuto il Seminario: Nuovi metodi nella riabilitazione della lettura Sala Congressi Regione Emilia ore Marzo febbraio 2007 Ricerca-azione per la prevenzione del disturbo di apprendimento e per una didattica efficace per l insegnamento della lettura. Roma, 3 Circolo didattico Ronconi 59. Ottobre 2006 Giugno 2007 Istituto Comprensivo Tivoli Bagni Dislessia e comprensione del testo: screening e intervento precoce 60. Novembre 2006 Aprile 2007 Responsabile scientifico Progetto In rete contro il disagio in collaborazione con i circoli didattici di Ardea 1 e Ardea 2 Finanziato dalla Provincia di Roma con Determinazione Dirigenziale 10/06 RU 5127 dell 11/09/ , 17, 18, 19, 20 Dicembre Tehran, Corso di formazione ai docenti della Scuola Italiana Pietro della Valle di Tehran sul tema: Dislessia e Disturbi Specifici di Apprendimento, finanziamento del Ministero degli Affari Esteri e 20 gennaio 2007, Centro Formativo Ignaziano, Palermo, Corso di Formazione Dislessia e Disturbi Specifici di Apprendimento e 23 settembre 2006, Montecatini Terme e 26 gennaio 2007, Milano Organizzatore e Supervisore della I Consensus Conference Disturbi Evolutivi Specifici dell Apprendimento 64. Marzo Febbraio 2007, Roma, 3 Circolo didattico Ronconi Ricerca-azione per la prevenzione del disturbo di apprendimento e per una didattica efficace per l'insegnamento della lettura e 30 Gennaio, 20 Febbraio e 13 Marzo 2007, Nettuno Corso di formazione Dislessia e Disturbi dell'apprendimento: come riconoscerli e cosa fare a scuola 66. Settembre Giugno 2008, Ciampino (Roma) Secondo Circolo Didattico: Responsabile Scientifico del Corso di formazione per gli insegnanti della scuola materna ed elementare e Screening per i Disturbi Specifici di Apprendimento. 67. Ciampino, 24 maggio 2008, Ciampino (Roma) Relatore alla Conferenza di sensibilizzazione sui Disturbi Specifici di Apprendimento In collaborazione con il Secondo Circolo Didattico ed il Comune di Ciampino. 68. Roma. 25 novembre 2008, Istituto Comprensivo Nazareth. Relatore alla Conferenza aperta a tutti gli insegnanti dell'istituto (dalla materna alle superiori) sui DSA 69. Melfi. 21 Novembre 2008, Relatore al Convegno pubblico "Dislessia e Disturbi Specifici di Apprendimento" presso la Sala consiliare del comune. 70. Roma. settembre giugno 2009, Scuola elementare Renato Fucini. Responsabile Scientifico del Progetto di formazione insegnanti e di screening per le classi seconde per la diagnosi precoce dei DSA. 71. Gennaio-Maggio 2009, Responsabile scientifico del Corso di Formazione: Dislessia e Disturbi di Apprendimento, Latina 7 Circolo Didattico Maggio 2009, Relatore al Convegno Dislessia e DSA tenutosi a Pisticci (MT) 3

4 73. Maggio - Novembre 2011, Responsabile scientifico del Corso di Formazione: Dislessia e Disturbi di Apprendimento, Scuola elementare Brasile Roma 74. Maggio - Novembre 2011, Responsabile scientifico del Corso di Formazione: Dislessia e Disturbi di Apprendimento, SMS Winkelmann Roma 75. Settembre Febbraio 2012, Responsabile scientifico del Corso di Formazione "Dislessia e Disturbi di Apprendimento" Napoli Centro Psicologisa Cognitiva, Via dei Mille Gennaio-Maggio 2012, Responsabile scientifico del Corso di Formazione: Dislessia e Disturbi di Apprendimento, Sezze 77. Gennaio-Maggio 2012, Responsabile scientifico del Corso di Formazione: Dislessia e Disturbi di Apprendimento e coordinatore scientifico del progetto Unici e Pari Salerno, in collaborazione con l Ufficio Scolastico Regionale 78. Settembre-novembre 2013, Responsabile scientifico e Tutor del Corso di Formazione ASL RM/A Audit Organizzativo accreditato Ministero Salute 79. Docente al Master post laurea Sui Disturbi di Apprendimento organizzato dall Università Sapienza di Roma CORSI DI FORMAZIONE 1. Corso di Formazione Biennale in Neuropsicologia-Psicopatologia tenuto presso la ex USL RM/1 dai professori Gabriel Levi, Anna Fabrizi e Paolo Curatolo 2. Partecipazione al gruppo di supervisione dell attività clinica tenuto dalla professoressa Renata De Benedetti Gaddini negli anni 1984, 1985, 1986 e Corsi seminariali (di 18 seminari ciascuno) di formazione tenuto dall Associazione per lo Sviluppo delle Scienze Neuropsichiatriche dell Età Evolutiva (ASNE) nell anno 1983/ 1984, in DIAGNOSI I e TEORIA I 4. Corsi seminariali (di 18 seminari ciascuno) di formazione tenuto dall Associazione per lo Sviluppo delle Scienze Neuropsichiatriche dell Età Evolutiva (ASNE) nell anno 1984/85 in TEORIA II e OSSERVAZIONE DELLA RELAZIONE MADRE- BAMBINO I 5. Corsi seminariali (di 18 seminari ciascuno) di formazione tenuto dall Associazione per lo Sviluppo delle Scienze Neuropsichiatriche dell Età Evolutiva (ASNE) nell anno 1985/86 in TEORIA III E OSSERVAZIONE DELLA RELAZIONE MADRE- BAMBINO II 6. Corsi seminariali (di 18 seminari ciascuno) di formazione tenuto dall Associazione per lo Sviluppo delle Scienze Neuropsichiatriche dell Età Evolutiva (ASNE) nell anno 1986/87 in TEORIA IV e CLINICA E TERAPIA DELLA COPPIA I 7. Corsi seminariali (di 18 seminari ciascuno) di formazione tenuto dall Associazione per lo Sviluppo delle Scienze Neuropsichiatriche dell Età Evolutiva (ASNE) nell anno 1987/88 in SUPERVISIONE PSICOTERAPICA INFANTILE RELAZIONI A CONVEGNI E CONGRESSI 1. Presentazione di una relazione al convegno Pollicino nel bosco, dalla segnalazione al trattamento, il percorso sulla strada della riabilitazione tenuto a Roma il 21/11/ Tenuto un seminario su La ricerca epidemiologica nei Servizi. Un esperienza della USL RM/1 presso il Corso di perfezionamento in Epidemiologia e programmazione degli interventi per i minori portatori di handicap dell Università degli Studi di Roma La Sapienza il 9/6/ Relazione al 3 Convegno Nazionale Informatica, Didattica e Disabilità tenuto a Torino il 4, 5 e 6 Novembre 1993 dal titolo Trilogia delle parole:programmi per l apprendimento della lettura e il trattamento dei dislessici 4. Seminario dal titolo Ricerca sull apprendimento della lettura e scrittura tenuto il 3 Dicembre 1994 presso il settore di formazione professionale della USL RM/A 5. Relazione al 4 Convegno Nazionale Informatica, Didattica e Disabilità tenuto a Napoli il 9, 10 e 11 Novembre Relazione Consapevolezza Fonemica e apprendimento della lettura e scrittura tenuta al convegno Imparare a 5 anni, gli apprendimenti possibili, tenuto a Roma il 5 settembre Relazione Valutazione dei prerequisiti dell apprendimento della lettura e scrittura tenuta al convegno Imparare a 5 anni, gli apprendimenti possibili, tenuto a Roma il 5 settembre Relatore al Corso di aggiornamento Affettività e Apprendimento tenuto a Roma il 9/9/ Relazione Lo sviluppo delle abilità di calcolo nei bambini dai tre ai sei anni tenuta alla giornata di studio L insegnante specializzato nella scuola materna comunale: una risorsa per l integrazione del bambino portatore di handicap tenuta a Roma il 4/3/ Relazione Uso degli overlays colorati nella dislessia tenuta al Convegno internazionale Le nuove frontiere della riabilitazione: La dislessia tenuto all Istituto Scientifico Eugenio Medea, Bosisio Parini (Lc) il 16/09/ Relazione al Convegno Nazionale AID, Roma 30 Giugno Relazione al Convegno Nazionale della Società Italiana di Foniatria su Gli orientamenti pedagogici nella dislessia, Vietri sul Mare, 7 Luglio Relazione al Corso di Formazione dell AID per insegnanti ed operatori sanitari, Taranto, ottobre Relazione al VI congresso nazionale AID, 17 e 18 maggio 2003, Roma, Fondazione Santa Lucia con la Relazione : La Riabilitazione della lettura. 15. Relazione al XII Congresso AIRIPA I disturbi dell apprendimento con la relazione: Il metodo di automatizzazione lessicale e sublessicale con mascheramento percettivo per il trattamento della dislessia fino alla scuola superiore, Novara 17 e 18 ottobre

5 16. Relatore al Convegno Il Disturbo di Linguaggio in età prescolare, Villaggio Litta, Grottaferrata, 2003 con la relazione: Indicatori precodi di rischio DSA: Abilità Fonologiche e metafonologiche, loro valutazione e programmi per il trattamento. 17. Relatore al Corso di Formazione per operatori Sanitari, ASL di Pisa, 16 dicembre Relatore al Corso di Formazione Dislessia e Disturbi di Apprendimento: Riabilitazione e Interventi a Scuola, Montecatini Terme, 18, 19 e 20 Marzo Urbino, 15 ottobre 2004 Relazione al congresso AIRIPA: Trattamento lessicale e sublessicale con mascheramento percettivo: tre cicli di trattamento e 27 maggio Assisi Relazione al Congresso Nazionale AID: Lettura e comprensione del testo nelle scuole medie dell Umbria, risultati di un esperienza 21. Roma, 20 e 21 Ottobre Relazioni al XV congresso nazionale AIRIPA 23. I DISTURBI DELL APPRENDIMENTO 24. Università La Sapienza Via dei Marsi Evoluzione naturale della lettura del brano, delle liste di parole e non parole, 26. comprensione del testo e dettato ortografico in dislessici mai trattati 27. S. Campanini e R. Iozzino (ARIEE - Associazione Ricerca e Intervento in Età Evolutiva; ASL 28. RMA, Centro per il Trattamento della Dislessia, Disturbi Cognitivi e del Linguaggio) 29. Lettura e comprensione del testo: screening e intervento nelle scuole medie 30. dell Umbria e del Lazio 31. S. Andreoli, F. Montanari, D. Palma e R. Iozzino 32. (ARIEE - Associazione Ricerca e Intervento in Età Evolutiva; ASL RMA, Centro per il Trattamento 33. della Dislessia, Disturbi Cognitivi e del Linguaggio) 34. POLLICINO VA IN PRIMA: SCREENING, MONITORAGGIO E APPRENDIMENTO DELLA LETTURA CON IL METODO LESSICALE E SUBLESSICALE CON MASCHERAMENTO PERCETTIVO «READER», DALL INIZIO DELLA PRIMA ALLA FINE DELLA SECONDA ELEMENTARE 35. F. Montanari e R. Iozzino (ARIEE-Associazione Ricerca e Intervento in Età Evolutiva; ASL RMA, Centro per il Trattamento della Dislessia, Disturbi Cognitivi e del Linguaggio) e 20 gennaio 2007 Palermo Centro Educativo Ignaziano. Conferenza per gli insegnanti e per i genitori su: Dislessia e Disturbi Specifici di Apprendimento, Cosa si può fare a scuola. 37. Palermo 19/3/2011 Co-presenza dei diversi tipi di DSA e dei disturbi della sfera emozionale in un campione di ragazzi valutati al Centro Trattamento Dislessia della ASL RM/ARieti 13 maggio 2011 La Riabilitazione dei DSA, Linee Guida dalla Consensus Conference 39. Salerno 21/5/2011 Trattamento e Strategie Compensative 40. Venezia 24/6/2011 Bambini con bisogni educativi speciali e costruzione di percorsi basati su metodologie didattiche innovative attraverso l elaborazione del PEP PUBBLICAZIONI 1. Epidemiologia degli alunni inseriti con sostegno nelle scuole della I Circoscrizione in Atti del Convegno Pollicino nel Bosco: dalla segnalazione al trattamento, il percorso sulla strada della riabilitazione, Roma, 21 novembre I disturbi del linguaggio, la riabilitazione con il computer in Medicina e Sanità, Anno VII, vol II, Roma febbraio IL trattamento di una bambina autistica in Giornale clinico di psicoanalisi Gennaio/Marzo IL piano educativo individualizzato, analisi di una esperienza di collaborazione tra scuola ed USL in Giornale clinico di psicoanalisi, Gennaio/marzo Livello di dipendenza ed handicap, uno studio sperimentale in Giornale clinico di psicoanalisi, Gennaio/Marzo L evoluzione della lingua nel bambino in Medicina e Sanità Anno VII, vol III, Marzo Psicoterapia in un servizio pubblico di due gemelli psicotici e della loro madre in Giornale clinico di psicoanalisi Luglio/Settembre Analisi del linguaggio spontaneo di una bambina con mutismo elettivo in I Care Anno 21 n 1, Gennaio/Marzo Validità predittiva per la diagnosi di difficoltà di lettura e scrittura in prima elementare del livello di consapevolezza fonemica rilevato nel corso dell ultimo anno di scuola materna in I Care, Anno 23 n 1 Gennaio/Marzo L Apprendimento tra scuola elementare e scuola materna: fattori cognitivi e affettivi, Roma, gennaio 2000 (a cura di Roberto Iozzino) 11. Lo sviluppo delle competenze di calcolo nei bambini dai tre ai sei anni in L Apprendimento tra scuola elementare e scuola materna: fattori cognitivi e affettivi, Roma, gennaio Dislessia evolutiva e consapevolezza fonemica: prevenzione e intervento precoce in L Apprendimento tra scuola elementare e scuola materna: fattori cognitivi e affettivi, Roma, gennaio Uso dei filtri tintavision nel recupero dei ragazzi dislessici, I Care, Anno 26 n. 3, Luglio-settembre Iozzino R., Cusimano L., Montanari F., Palla B. (2003) Il trattamento della dislessia: logopedia e metodi strutturati, Acta Phoniatrica Latina, vol. 25, fasc. 1-2, pp Tressoldi P.E., Vio C., Lo russo M.L., Facoetti A., Iozzino R. (2003) Confronto di efficacia ed efficienza tra trattamenti per il miglioramento della lettura in soggetti dislessici, Psicologia Clinica dello Sviluppo, Anno VII, N 3, 2003, pp Iozzino R., Montanari F., Palla B. (2004) Il metodo lessicale e sublessicale con mascheramento percettivo per il trattamento della Dislessia, Psichiatria dell Infanzia e dell Adolescenza, vol. 71, n. 2, pp

6 17. Iozzino R., Castelli Gattinara L., Montanari F., Palla B. (2005) Standardizzazione di una prova per la valutazione dello sviluppo delle abilità di calcolo in età prescolare, I Care, anno 30, n. 4, pp Tressoldi P.E., Iozzino R., Vio C. (2007) Efficacy of an intervention to improve fluency in children with developmental dyslexia in a regular orthography, Journal of Learning Disabilities, Vol 40, n. 3, pp Tressoldi P.E., Iozzino R., Vio C. (2007) Ulteriori evidenze sull efficacia dell automatizzazione del riconoscimento sublessicale per il trattamento della dislessia evolutiva, Psicologia Clinica dello Sviluppo n. 1 aprile 2007, pp Allamandri V., Brenbati F., Donini R., Iozzino R., Ripamonti I., Vio C., Mattiuzzo T., Tressoldi P.E. (2007), Trattamento della Dislessia Evolutiva: un confronto multicentrico di efficace ed efficienza, Dislessia, vol. 4 n. 2, maggio 2007, pp Iozzino R., Galuppi V. e Iozzino M (2009), Compresenza dei diversi tipi di disturbi specifici di apprendimento e dei disturbi della sfera emozionale, Dislessia n. 1, gennaio 2009 pp Donfrancesco R., Iozzino R., Caruso B., Ferrante L., Mugnaini D., talamo A., Miano S., and Masi G. (2009), Role of gender, seasono of birth and age of school entry in children with dyslexia, proposto per la pubblicazione 23. Montanari F., Battafarano R. e Iozzino R. (2009), Aprilia contro la Dislessia: un progetto di screening e intervento precoce sulle difficoltà di lettura nella scuola primaria, Dislessia n. 2, maggio 2009 pp Iozzino R., Battafarano R., Campanini S. (2009) Evoluzione Naturale della Lettura del Brano, delle Liste di Parole e di Non Parole e della Comprensione del Testo in Dislessici Mai Trattati, Dislessia Vol. 7 n. 2, Maggio 2010 pp Patrizio E Tressoldi, Francesca Brembati, Roberto Iozzino, Itala Ripamonti, Maria Luisa Lo russo Claudio Vio (2010) "Treatment of dyslexia in a regular orthography: efficacy and efficiency (cost-effectiveness) comparison between home vs clinic-based treatments", Europe s Journal of Psychology 2012, Vol 8(3), pp Psichiatria dell infanzia e dell adolescenza, luglio R. Iozzino, G. Anzalone, R. Battafarano, C. Paolucci Polidori (2014) Prova di lettura collettiva, Dislessia Vol. 1, n. 1, Gennaio 2014 pp

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C. laformazione che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.M Premessa Di recente i disturbi specifici dell

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP SCUOLA PRIMARIA PARITARIA SCUOLA PRIMARIA PARITARIA via Camillo de Lellis, 4 35128 Padova tel. 049/8021667 fax 049/850617 e-mail: primaria@donboscopadova.it website: www.donboscopadova.it GRUPPO DI LAVORO

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170. Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. (10G0192)

LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170. Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. (10G0192) Gazzetta Ufficiale N. 244 del 18 Ottobre 2010 LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170 Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. (10G0192) La Camera dei deputati ed il Senato

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PREMESSA L integrazione è un processo di conoscenza di sé e dell altro, di collaborazione all interno della classe finalizzato a creare le migliori condizioni

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA

RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA A CURA DELLA DOTT.SSA MARIANGELA BRUNO (LOGOPEDISTA E FORMATRICE AID) ANNO SCOLASTICO 2011-2012 1 INDICE 1. ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO...

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP. Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA

Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP. Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA Indicazioni ai fini della stesura del PDP 1. Informazioni

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 27/07/1957 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO II Fascia AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA

Dettagli

A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri. La documentazione. Dall ICF alla DF al PDF al PEI

A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri. La documentazione. Dall ICF alla DF al PDF al PEI A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri La documentazione Dall ICF alla DF al PDF al PEI La Diagnosi Funzionale (DF) 1. Utilizzo degli items di ICF nella definizione

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DELPIANO Laura Indirizzo Via Torino n. 112 int. 2 10036 SETTIMO TORINESE Telefono 011.898.26.34 Mobile: 333.10.60.176 Fax 011.898.26.34 E-mail laura.delpiano@cespi-centrostudi.it

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

p e r i l c u r r i c u l u m

p e r i l c u r r i c u l u m F o r m a t o e u r o p e o p e r i l c u r r i c u l u m v i t a e Informazioni personali Nome Indirizzo Ferraina Caterina Rosaria Località Feudotto compl. AZUR Vibo Valentia Telefono 0963.94428 328/2888930

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

Vademecum per il sostegno. Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe

Vademecum per il sostegno. Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe Vademecum per il sostegno Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe Gli strumenti della programmazione DIAGNOSI FUNZIONALE: descrive la situazione clinicofunzionale dello stato

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Con il patrocinio di Corso di formazione ECM con metodo Problem Based Learning LE MALFORMAZIONI VASCOLARI CONGENITE: IL SOSPETTO DIAGNOSTICO E LA COMUNICAZIONE

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ

PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ Amministrazione Comunale Amministrazione Scolastica Zanica I.C. Zanica Commissione Inter-istituzionale La Commissione Inter-istituzionale è una commissione mista tecnico-politica

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA ALLEGATO 2 TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI DELLA TERZA FASCIA DELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO DEL PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO DELLE SCUOLE ED ISTITUTI DI OGNI ORDINE E GRADO, APPROVATA CON D.M 27

Dettagli

QUALE SIGNIFICATO HA LA FIRMA DEL PDP DA PARTE DELLO STUDENTE / GENITORE E DEI DOCENTI?

QUALE SIGNIFICATO HA LA FIRMA DEL PDP DA PARTE DELLO STUDENTE / GENITORE E DEI DOCENTI? FAQ: AREA DELLA PROGRAMMAZIONE (PDP) QUAL È LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO SUI DSA NELLA SCUOLA? Al momento è in vigore la Legge 170 che regola in modo generale i diritti delle persone con DSA non soltanto

Dettagli

L ESAME DI STATO E GLI ALUNNI CON DISABILITA. I.S.I.S. "COSSAR -da VINCI" GORIZIA - prof.ssa Giancarla Giani

L ESAME DI STATO E GLI ALUNNI CON DISABILITA. I.S.I.S. COSSAR -da VINCI GORIZIA - prof.ssa Giancarla Giani L ESAME DI STATO E GLI ALUNNI CON DISABILITA I.S.I.S. "COSSAR -da VINCI" GORIZIA - prof.ssa Giancarla Giani Esso pertanto, anche per gli alunni con disabilità deve costituire l occasione per un oggettivo

Dettagli

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Relatore: Prof.ssa Chiara Frassineti, genitore e insegnante Il rapporto tra genitori e ragazzo (studente)

Dettagli

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI Nome TARZIA SALVATORE Telefono 0961 857310 Fax 0961 857279 E mail s.tarzia@regcal.it Nazionalità Luogo di Nascita Data di

Dettagli

Disgrafia-Disortografia, un inquadramento diagnostico

Disgrafia-Disortografia, un inquadramento diagnostico IRCCS Burlo Garofolo U.O. Neuropsichiatria Infantile Trieste Disgrafia-Disortografia, un inquadramento diagnostico Dott.ssa Isabella Lonciari Bolzano, 28 Febbraio 2008 Disortografia Aspetti linguistici

Dettagli

IRCCS ASSOCIAZIONE OASI MARIA SS TROINA

IRCCS ASSOCIAZIONE OASI MARIA SS TROINA UFFICIO FORMAZIONE E ECM IRCCS ASSOCIAZIONE OASI MARIA SS TROINA Mod. -0701-08 a Rev. 02 Del 10/07/2011 LA COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: STRATEGIE E STRUMENTI LOW ED HIGH TECH PER LA COMUNICAZIONE,

Dettagli

PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI

PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI ALCUNI DATI L Istituto Trento 5 comprende 3 scuole primarie e 2 scuole secondarie di I grado. Il numero totale di alunni

Dettagli

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Che cos è il Bisogno Educativo Speciale? Il Bisogno Educativo Speciale rappresenta

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO P. CARMINE. Regolamento. del gruppo di lavoro sull handicap. Regolamento GLHI. Ai sensi dell art. 15 c.

ISTITUTO COMPRENSIVO P. CARMINE. Regolamento. del gruppo di lavoro sull handicap. Regolamento GLHI. Ai sensi dell art. 15 c. ISTITUTO COMPRENSIVO P. CARMINE Regolamento Regolamento GLHI del gruppo di lavoro sull handicap Ai sensi dell art. 15 c. L 104/92 Approvato dal Consiglio di stituto in data 08/07/2013 1 Gruppo di Lavoro

Dettagli

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014 Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della statale A.S. 2013/2014 Premessa In questo Focus viene fornita un anticipazione dei dati relativi all a.s. 2013/2014 relativamente

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Il documento va compilato in forma digitale per poter ampliare gli spazi dello schema (ove necessario) e togliere

Dettagli

RELAZIONE a.s. 2009-10

RELAZIONE a.s. 2009-10 per l'innovazione scolastica e l'handicap "Mario Tortello RELAZIONE a.s. 2009-10 a.s. 2009-10 Ampliamento patrimonio librario Aggiornamento sito Seminario Alunni con Disturbi Specifici di Apprendimento

Dettagli

La disponibilità di tecnologie informatiche per favorire l apprendimento scolastico

La disponibilità di tecnologie informatiche per favorire l apprendimento scolastico Quando è opportuno proporre agli alunni con DSA l uso di tecnologie compensative? Ricerche e proposte italiane Quando è opportuno proporre agli alunni con DSA l uso di tecnologie compensative? Flavio Fogarolo

Dettagli

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura Dip.to di Continuità Assistenziale - U.O.C. di Geriatria Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura 1^ ed. 6 maggio 2014 Centro Servizi alla Persona Fondazione Zanetti di Oppeano

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

Procedure Diagnostiche della Dislessia Evolutiva

Procedure Diagnostiche della Dislessia Evolutiva Procedure Diagnostiche della Dislessia Evolutiva Enrico Savelli U.O.NPI Ausl Rimini Roma, 5 Novembre 2011 Nonostante i formidabili progressi realizzati nell ultimo decennio nel campo delle Neuroscienze:

Dettagli

Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara

Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara PROMECO Progettazione e intervento per la prevenzione Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara Aprile 2006 Premessa Punti di forza, obiettivi raggiunti Elementi su cui

Dettagli

LA NORMATIVA SULL INCLUSIONE SCOLASTICA: LA RISPOSTA DELLA SCUOLA AI BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI

LA NORMATIVA SULL INCLUSIONE SCOLASTICA: LA RISPOSTA DELLA SCUOLA AI BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI: LA PROSPETTIVA IN BASE AL MODELLO ICF LA NORMATIVA SULL INCLUSIONE SCOLASTICA: LA RISPOSTA DELLA SCUOLA AI BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI Ins. Stefania Pisano CTS I.C. Aristide

Dettagli

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio Scuola aperta 2015 Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio alla scoperta dell Asilo di Follina... l Asilo di Follina: LINEE PEDAGOGICO EDUCATIVE IL PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO. Il curricolo della scuola

Dettagli

Iscrizione Albo Regione Sardegna n. 259

Iscrizione Albo Regione Sardegna n. 259 CURRICULUM VITAE EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI Nome Cognome Data e luogo di nascita ESPERIENZE LAVORATIVE ANTONELLO CATOGNO 13/06/1974 - Alghero (SS) Indirizzo Via Degli Orti, 68 Cap, Città 07041 Alghero

Dettagli

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015 Con la collaborazione di: EDUCAZIONE ATTRAVERSO IL MOVIMENTO Le abilità di movimento sono conquiste tangibili che contribuiscono alla formazione di un immagine di sé positiva. Progetto di collaborazione

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E 1 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TELATTIN PIERLUIGI Indirizzo V.le Stadio 24/a 23100- SONDRIO (Italy) Telefono 0039/0342/201666; 0039/338/6421337

Dettagli

PREMESSA QUADRO NORMATIVO

PREMESSA QUADRO NORMATIVO RACCORDI TRA I PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI E I PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE: L ACCORDO IN SEDE DI CONFERENZA UNIFICATA DEL 16 DICEMBRE 2010 PREMESSA Il 16 dicembre scorso

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass I Informazioni personali Cognome(i/)/Nome(i) Rouame Abdelaziz Indirizzo(i) 7, via S. Andrea, 48022, Lugo di Romagna, Italia Telefono(i) 051 6597766/ 0545 24698 Mobile: 3282119380

Dettagli

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007)

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA 1 (annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso

Dettagli

I DISTURBI EVOLUTIVI SPECIFICI DELL APPRENDIMENTO: inquadramento generale

I DISTURBI EVOLUTIVI SPECIFICI DELL APPRENDIMENTO: inquadramento generale Sezione di Treviso I DISTURBI EVOLUTIVI SPECIFICI DELL APPRENDIMENTO: inquadramento generale Treviso, 27.2.2009 Dr.ssa Gabriella Trevisi SCHEMA DELLA RELAZIONE 1. Alcune caratteristiche generali dei DSA

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N.1

ISTITUTO COMPRENSIVO N.1 PIANO ANNUALE PER L INCLUSIONE ANNO SCOLASTICO 2013-2013 Sommario PIANO ANNUALE PER L INCLUSIONE... 1 Bisogni educativi speciali... 2 Sezione 1. Definizioni condivise... 3 I B.E.S. non sono una categoria...

Dettagli

Tirocinio indiretto. per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo

Tirocinio indiretto. per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo Tirocinio indiretto per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo Studentesse/Studenti senza riduzione oraria: 75 ore indiretto, di queste 15 ore dedicate all inclusione Studentesse/Studenti

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13 Con l Europa investiamo nel vostro futuro DIREZIONE DIDATTICA STATALE Circolo San Giovanni Bosco C.so Fornari, 68-70056 - MOLFETTA (Ba) Tel 080809 Fax 0808070 Codice Fiscale N 80047079 Distretto n. 6 Molfetta

Dettagli

L'Associazione Psionlus di Roma, provider formativo Ministero Salute per l'educazione Continua in Medicina (ECM), Ente formativo non profit già

L'Associazione Psionlus di Roma, provider formativo Ministero Salute per l'educazione Continua in Medicina (ECM), Ente formativo non profit già MASTER BIENNALE ECM NEUROSCIENZE PER LA CLINICA ESPERTA DELLE DISABILITA' COGNITIVE ASSOCIAZIONE PSIONLUS ROMA ANNO 2012-2014 L'Associazione Psionlus di Roma, provider formativo Ministero Salute per l'educazione

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

Psicopatologia della DI, QdC, QdV

Psicopatologia della DI, QdC, QdV La psicopatologia nella disabilità intellettiva Dr. Luigi Croce psichiatra, docente all Università Cattolica di Brescia Ravenna 09/03/2012 Luigi Croce Università Cattolica Brescia croce.luigi@tin.it Disabilità,

Dettagli

Progetto DSA. Disturbo Specifico dell Apprendimento. Progetto DSA. Istituto Cesare Arici

Progetto DSA. Disturbo Specifico dell Apprendimento. Progetto DSA. Istituto Cesare Arici Istituto Cesare Arici A.S. 2010-2011 Sommario 1. Premessa... 3 2. Responsabile progetto:... 3 3. Finalità... 4 4. Obiettivi... 4 5. Destinatari... 4 6. Attività... 5 7. Metodi... 6 8. Strumenti... 6 9.

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE DELLE CLASSI NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO

DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE DELLE CLASSI NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE DELLE CLASSI NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO Art. 1 Disposizioni generali 1.1. Per gli anni scolastici 1997-98, 1998-99 e 1999-2000, nell'autorizzazione al funzionamento

Dettagli

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO TABELLA B TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso l insegnamento di strumento musicale nella scuola media), VALIDE PER

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Decreto N. 5669 IL MINISTRO VISTO VISTA VISTO VISTA VISTA l articolo 34 della Costituzione; la Legge 8 ottobre 2010, n. 170, recante Nuove norme

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative Curriculum Vitae Nome Da Campo Gianluigi Data di nascita 07.12.1958 Qualifica Dirigente di 1 livello Amministrazione Azienda 12 Veneziana Incarico attuale Responsabile di struttura semplice in chirurgia

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione.

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione. RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTO CONSUNTIVO 2013 La presente relazione illustra l andamento della gestione dell istituzione scolastica e i risultati conseguiti in relazione agli obiettivi programmati

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

I D.S.A.: FISIOLOGIA E CASISTICA Rimedi procedimento giurisdizionale risultati ottenibili * Premessa: Le figure di rilievo nella SCUOLA

I D.S.A.: FISIOLOGIA E CASISTICA Rimedi procedimento giurisdizionale risultati ottenibili * Premessa: Le figure di rilievo nella SCUOLA Bologna, 24 febbraio 2014 I D.S.A.: FISIOLOGIA E CASISTICA Rimedi procedimento giurisdizionale risultati ottenibili * Premessa: Le figure di rilievo nella SCUOLA Il P.O.F. La DIAGNOSI Il PDP Il GIUDIZIO

Dettagli

«Questo matrimonio s ha da fare»

«Questo matrimonio s ha da fare» «Questo matrimonio s ha da fare» Italiano e matematica nella scuola del terzo millennio Convegno 25 giugno 2015 Teatro di Locarno e Dipartimento formazione e apprendimento Contro i luoghi comuni Simone

Dettagli

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione 1 di 11 ID_Candidato 19 Nome Cognome Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione fabrizio di bella Data_Nascita 31/01/1962 Luogo_Nascita Provincia_Nascita Residenza_Comune

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

Oggetto: Tirocini formativi e di orientamento. D.M. 142 del 25 marzo 1998.

Oggetto: Tirocini formativi e di orientamento. D.M. 142 del 25 marzo 1998. Circolare 15 luglio 1998 n. 92 Ministero del lavoro Occupazione - misure straordinarie - tirocini formativi e di orientamento - stages - precisazioni del ministero. Oggetto: Tirocini formativi e di orientamento.

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Avviso Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per la copertura a tempo determinato di n. 12 posti di Dirigente medico - Area medica e delle specialità

Dettagli

DSA e EES ESIGENZE EDUCATIVE DISTURBI SPECIFICI DELL APPRENDIMENTO SPECIALI

DSA e EES ESIGENZE EDUCATIVE DISTURBI SPECIFICI DELL APPRENDIMENTO SPECIALI DSA e EES DISTURBI SPECIFICI DELL APPRENDIMENTO ESIGENZE EDUCATIVE SPECIALI DISTURBI SPECIFICI dell APPRENDIMENTO Interessano alcune specifiche abilità dell apprendimento scolastico in un contesto di funzionamento

Dettagli

Lo sviluppo delle abilità logico-matematiche. nei bambini in età prescolare

Lo sviluppo delle abilità logico-matematiche. nei bambini in età prescolare Istituto di Riabilitazione ANGELO CUSTODE PARLARE E CONTARE ALLA SCUOLA DELL INFANZIA Lo sviluppo delle abilità logico-matematiche nei bambini in età prescolare Dott.ssa Liana Belloni Dott.ssa Claudia

Dettagli

DALL INTEGRAZIONE ALL INCLUSIONE

DALL INTEGRAZIONE ALL INCLUSIONE DALL INTEGRAZIONE ALL INCLUSIONE IL PASSAGGIO da INTEGRAZIONE a INCLUSIONE NON si basa sulla misurazione della distanza da normalità/standard ma sul processo di piena partecipazione e sul concetto di EQUITA.

Dettagli

RISULTATI DELL INDAGINE SVOLTA A NOVEMBRE/DICEMBRE 2009 SULLE INIZIATIVE INTRAPRESE NELLE SCUOLE TOSCANE A FAVORE DI ALUNNI CON DSA

RISULTATI DELL INDAGINE SVOLTA A NOVEMBRE/DICEMBRE 2009 SULLE INIZIATIVE INTRAPRESE NELLE SCUOLE TOSCANE A FAVORE DI ALUNNI CON DSA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Direzione Generale RISULTATI DELL INDAGINE SVOLTA A NOVEMBRE/DICEMBRE 29 SULLE INIZIATIVE INTRAPRESE

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria SCHEDA PROGETTO (ex art. 9 CCNL 2006-2009) Dati identificativi dell'istituto Nome scuola/tipologia Scuola

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA:

RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA: RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA: BILANCIO E PROPOSTE Edizioni Erickson Presentano il Rapporto: Attilio Oliva Vittorio Nozza Andrea Gavosto Intervengono: Valentina Aprea Maria Letizia

Dettagli

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Approvato nella seduta di Consiglio del 10 gennaio 2014 Del.01/2014 IL CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI CONSIDERATO

Dettagli

Regolamento G.L.I. L'azione del G.L.I. può essere riassunta in competenze di tipo organizzativo, progettuale, valutativo e consultivo.

Regolamento G.L.I. L'azione del G.L.I. può essere riassunta in competenze di tipo organizzativo, progettuale, valutativo e consultivo. Regolamento G.L.I. Art. 1 Costituzione del G.L.I. (Gruppo di Lavoro per l Inclusione) Ai sensi della Direttiva Ministeriale del 27 dicembre 2012 (Strumenti d intervento per alunni con bisogni educativi

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA DELF DALF Le certificazioni ufficii della lingua francese ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO www.testecertificazioni.it IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

GUIDA OPERATIVA. Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti

GUIDA OPERATIVA. Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti GUIDA OPERATIVA Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti Dicembre 2014 INDICE INTRODUZIONE... 2 PERMESSI PER CONCORSI, ESAMI, AGGIORNAMENTO... 3

Dettagli

Individuazione delle aree a maggior rischio di incidenti stradali

Individuazione delle aree a maggior rischio di incidenti stradali Convegno PREVENZIONE E SALUTE UN BINOMIO INSCINDIBILE SANIT Roma, 25 giugno 2009 Individuazione delle aree a maggior rischio di incidenti stradali I Ciaramella SISP - ASL RM B In collaborazione con D D

Dettagli

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza AN001 Centro di Ateneo di Documentazione - Polo Villarey - Facoltà

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli