SINTESI DEI PRINCIPALI RISULTATI - VOLUME 2

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SINTESI DEI PRINCIPALI RISULTATI - VOLUME 2"

Transcript

1

2

3 SINTESI DEI PRINCIPALI RISULTATI - VOLUME 2 SISTEMA INFORMATIVO EXCELSIOR I fabbisogni professionali e formativi delle imprese italiane nell industria e nei servizi per il 2008

4 Il Sistema Informativo Excelsior realizzato da Unioncamere e dal Ministero del Lavoro - si colloca dal 1997 tra le maggiori fonti disponibili in Italia sui temi del mercato del lavoro e della formazione. Attraverso l indagine annuale Excelsior, inserita tra quelle uffi ciali con obbligo di risposta previste dal Programma Statistico Nazionale, vengono intervistate circa imprese con almeno un dipendente per conoscerne in modo analitico il fabbisogno di occupazione per l anno in corso. I dati in tal modo raccolti forniscono una conoscenza aggiornata, sistematica ed affi dabile della consistenza e della distribuzione territoriale, dimensionale e per attività economica della domanda di lavoro espressa dalle imprese, nonché delle principali caratteristiche delle figure professionali richieste (livello di istruzione, età, esperienza, diffi coltà di reperimento, necessità di ulteriore formazione, ecc.). L ampiezza e la ricchezza delle informazioni disponibili fanno di Excelsior un utile strumento di supporto a coloro che devono facilitare l incontro tra la domanda e l offerta di lavoro, ai decisori istituzionali in materia di politiche formative, nonché agli operatori della formazione a tutti i livelli. Le principali tavole in formato html e l intera base dati dell indagine sono consultabili al sito I Rapporti Excelsior 2008 sono stati realizzati da un gruppo di ricerca del Centro Studi Unioncamere, diretto da Claudio Gagliardi. Al gruppo redazionale hanno partecipato: Pietro Aimetti, Stefano Casagrande, Claudio Gagliardi, Andrea Gianni, Domenico Mauriello, Bruno Paccagnella, Enrico Quaini, Luisa Ribolzi, Luca Schionato, Carlo Vaghi, Francesco Vernaci, Paola Zito. Si ringrazia per gli spunti di rifl essione offerti il Comitato Scientifi co presieduto dalla Prof.ssa Luisa Ribolzi. La rilevazione diretta tramite questionario per le imprese di maggiori dimensioni è stata realizzata dagli Uffi ci di statistica delle Camere di commercio e delle Unioni Regionali delle Camere di commercio con il coordinamento dell equipe del Centro Studi Unioncamere. Unioncamere, per la realizzazione del Sistema informativo Excelsior, si è avvalsa della collaborazione della società Gruppo Clas di Milano per l impostazione metodologica e per tutte le attività di analisi ed elaborazione statistica. Le interviste alle imprese con meno di 250 dipendenti sono state realizzate con tecnica C.A.T.I. (Computer Aided Telephone Interview) dalla società Atesia S.p.A. del Gruppo Almaviva Italia. Unioncamere, 2008 Finito di stampare nel mese di settembre 2008 dalla tipografi a Prostampa Sud - Roma La riproduzione e/o diffusione parziale o totale delle tavole contenute nel presente volume è consentita esclusivamente con la citazione completa della fonte: Unioncamere Ministero del Lavoro, Sistema informativo Excelsior, 2008.

5 SOMMARIO CAPITOLO I - L evoluzione della domanda di professioni alla luce della metamorfosi dell apparato produttivo 1.1 Domanda di capitale umano e strategie aziendali: l impatto dei nuovi assetti organizzativi delle imprese sui profi li professionali richiesti Un approfondimento sugli andamenti occupazionali delle attività core business dei trasporti e sulle fi gure professionali legate alle funzioni logistiche Un evidenza delle strategie di riposizionamento di mercato: i fabbisogni professionali delle imprese manifatturiere export oriented e delle imprese innovatrici 26 CAPITOLO II - L investimento in capitale umano: livelli di istruzione in entrata e attività di formazione continua da parte delle imprese 2.1 La crescita della domanda di qualifi cazione iniziale da parte delle imprese La richiesta di qualifi cazione in uscita dal sistema formativo Dall università al mercato del lavoro: domanda e offerta di laureati nel I laureati in ingresso nel mercato del lavoro tra il 2004 e il Laureati e ingressi nel mercato del lavoro nel La domanda di laureati nel Lo squilibrio tra domanda e offerta di laureati Il fabbisogno di diplomati e lo squilibrio tra domanda e offerta nel I diplomati già presenti sul mercato del lavoro e i nuovi ingressi previsti nel La domanda di diplomati delle imprese italiane La domanda complessiva di diplomati e lo squilibrio tra domanda e offerta Le imprese formatrici e i costi della formazione 80

6 CAPITOLO III - Le tendenze della domanda di lavoro nel periodo : una simulazione sulle tendenze settoriali e professionali 3.1 Le previsioni sugli stock settoriali degli occupati nel settore privato La composizione del fabbisogno occupazionale per gruppi professionali e livelli di istruzione 93 TAVOLE STATISTICHE 99 Appendice 1 - Corrispondenza tra la classifi cazione di attività economica ATECO 2002 e i settori EXCELSIOR 219 Appendice 2 - Classificazione dei titoli di studio 223 Nota metodologica 227 Allegato 1 - Questionario di rilevazione (estratto) 245 Allegato 2 - Glossario 253

7 Capitolo I L evoluzione della domanda di professioni alla luce della metamorfosi dell apparato produttivo

8

9 1.1 Domanda di capitale umano e strategie aziendali: l impatto dei nuovi assetti organizzativi delle imprese sui profili professionali richiesti Il sistema economico-produttivo italiano continua ad essere attraversato da un importante processo di trasformazione, necessario a riconquistare competitività e rispondere alle sfide dell economia globale. Si tratta di un processo che richiede alle nostre imprese un forte e continuo investimento nell innovazione (dei prodotti e dei processi produttivi), negli assetti organizzativi, nelle modalità di presenza sui mercati. Molte di loro stano affrontando questo percorso, anche a costo di sacrifici: e reagiscono agli andamenti congiunturali non certo brillanti dei primi trimestri del 2008 indirizzando il proprio mix di beni e servizi verso target di consumatori diversi dal passato, sia perché geograficamente distanti, sia perché collocati su fasce di mercato di livello più elevato 1. Il perseguimento di queste strategie passa attraverso l internalizzazione di professionalità sempre più qualificate, in grado di sviluppare di continuo innovazioni nel prodotto o nel servizio offerto, di gestire relazioni complesse con altre imprese e con i mercati finali, domestici e internazionali. Il Sistema Informativo Excelsior fornisce informazioni preziose per il monitoraggio di tali percorsi di riposizionamento del nostro apparato produttivo. E questo perché arriva ad indagare in profondità le caratteristiche della domanda di capitale umano espressa dalle imprese, attraverso l analisi dei livelli professionali in entrata nei diversi settori economici e nelle diverse fasce dimensionali. 1 Per un approfondimento sul tema del riposizionamento competitivo del sistema produttivo italiano si veda: Centro Studi Unioncamere (a cura di), Rapporto 2008, Retecamere, Roma. 9

10 Sistema Informativo Excelsior I fabbisogni professionali e formativi per il 2008 L analisi svolta sulle previsioni formulate per il 2008 mostra in maniera ancor più netta che in passato l upgrading qualitativo della struttura professionale delle imprese italiane. La prima evidenza a tal riguardo proviene dalla maggiore domanda - in termini sia assoluti, sia relativi - di figure professionali di livello elevato (dirigenti, professioni intellettuali e tecniche, corrispondenti ai grandi gruppi 1, 2 e 3 della classificazione Istat). A fronte di una lieve flessione dei flussi di lavoratori in entrata (considerando la quota complessiva di assunzioni, al netto di quelle a carattere stagionale), il gruppo delle professioni high skill - rappresentato dai dirigenti, dagli impiegati con elevata specializzazione e dai tecnici - vede infatti una crescita significativa (+13% quanto a entrate complessive tra il 2007 e il 2008) e arriva a superare le unità, in più rispetto all anno precedente. In termini relativi, la maggior domanda di high skill si traduce in un incidenza sul totale delle entrate che sfiora il 21%, quota di ben due punti percentuali e mezzo più elevata rispetto al 2007 (quando raggiungeva il 18,2%). Assunzioni previste dalle imprese per grandi gruppi professionali Anni 2006, 2007 e 2008 Assunzioni non stagionali 2008 Valore assoluto* distribuz. % Assunzioni non stagionali 2007 Valore assoluto distribuz. % Assunzioni non stagionali 2006 Valore assoluto* distribuz. % Dirigenti, impiegati con elevata specializzazione e tecnici , , ,8 1 Dirigenti , , ,2 2 Professioni intellettuali, scientifiche e di elevata specializzazione , , ,1 3 Professioni tecniche , , ,5 Impiegati, professioni commerciali e nei servizi , , ,1 4 Impiegati , , ,4 5 Professioni qualificate nelle attività commerciali e nei servizi , , ,7 Operai specializzati e conduttori di impianti e macchine , , ,1 6 Operai specializzati , , ,1 7 Conduttori di impianti e addetti a macchinari fissi e mobili , , ,0 Professioni non qualificate , , ,0 Totale , , ,0 (*) Valori assoluti arrotondati alle decine. A causa di questi arrotondamenti, i totali possono non coincidere con la somma dei singoli valori. Fonte: Unioncamere - Ministero del Lavoro, Sistema Informativo Excelsior, vari anni Le professioni high skill sono quasi esclusivamente rappresentate da figure di laureati (45,4%) o diplomati (53,1%), che vengono assunte nella maggioranza dei casi con contratto a tempo indeterminato (59,7% del totale, quota di 2 punti più elevata rispetto al 2007). Per questo gruppo sembra inoltre contare sempre più il possesso di esperienza lavorativa: a fronte di un 26% di entrate per le quali appena nel 2006 si faceva riferimento a personale alla ricerca del primo impiego, per il 2008 tale valore scende fino al 21% circa. A conferma ulteriore della rilevanza strategica di tali figure per le imprese che intendono internalizzarle, basti pensare che per ben il 35% delle entrate relative è prevista la partecipazione a corsi di formazione e aggiornamento dopo l assunzione, contro un valore medio che non supera un quarto del totale. 10

11 Capitolo I: L evoluzione della domanda di professioni alla luce della metamorfosi dell apparato produttivo La maggiore domanda di figure high skill si rifletterà con buona probabilità anche in una crescita dello stock di figure professionali di livello più elevato, complessivamente stimato intorno al 27% del totale nel 2007, per un ammontare pari a oltre 3 milioni di dipendenti occupati nelle attività private dell industria e dei servizi. Una quota che, disaggregando il dato su scala settoriale, si attesta al 22% circa nell industria (essenzialmente a causa di una composizione professionale più squilibrata verso le figure di livello operaio) e arriva fino al 31% nel terziario. Distribuzione percentuale dello stock dei dipendenti al 31/12/2007 per grandi gruppi professionali e macrosettore di attività 1,9 4,5 20,5 14,0 1,3 3,1 17,5 9,3 2,4 2,3 5,8 23,0 Dirigenti Profess. intellettuali e scientifiche Professioni tecniche Impiegati Professioni commercio e servizi Operai specializzati Cond. impianti, operatori macchin. Personale non qualificato 17,9 14,2 37,2 24,2 21,7 14,7 23,0 8,7 7,7 8,5 6,3 10,4 Totale economia Industria Servizi Fonte: elaborazioni su dati Istat Forze di Lavoro Tali tendenze della domanda di lavoro ben si inseriscono nella sempre più spinta terziarizzazione della struttura professionale italiana, dove le figure legate alle fasi progettuali e gestionali (come lo sono gran parte di quelle high skill) e ai processi di vendita acquistano sempre più peso. Agli andamenti della domanda di high skill nell ultimo triennio fa da contraltare la sensibile diminuzione della richiesta di impiegati e professioni relative alle vendite e ai servizi per le famiglie, che, diminuendo di unità tra il 2007 e il 2008, arrivano come gruppo a concentrare poco più di assunzioni nell ultimo anno, pari al 32,9% del totale. Da evidenziare, in quest ambito, è soprattutto la più contenuta richiesta di figure di livello intermedio della filiera turistica (camerieri, baristi, cuochi, addetti all accoglienza, 11

12 Sistema Informativo Excelsior I fabbisogni professionali e formativi per il 2008 ecc.), che, così come la flessione riscontrata in alcune figure tecniche del settore (agenti di viaggio, ecc.), riflette una diminuzione della domanda di professioni legate alle attività core business del turismo. In lieve crescita è poi la richiesta di operai specializzati (rappresentano poco più di 166 mila entrate complessive nel 2008), che si porta nuovamente al di sopra del 20% della domanda di lavoro complessiva. Questo fenomeno, unito alla sostanziale stabilità delle figure di conduttori di impianti e operatori di macchinari (circa assunzioni, arrivando a concentrare il 14% delle assunzioni in Italia per il 2008), fa sì che il gap tra le due tipologie professionali di operai continui ad ampliarsi nel tempo, a tutto vantaggio della prima: la differenza era pari a circa assunzioni nel 2006 e arriva a superare le due anni dopo. Tale andamento va essenzialmente ricondotto all edilizia, mentre il settore manifatturiero si segnala per un andamento in controtendenza, a conferma dei crescenti fenomeni di decentramento di fasi produttive all esterno (o spesso anche all estero): lo testimonia la lieve riduzione del gruppo professionale degli operai specializzati - passati dal 34,5% al 33,8% delle assunzioni totali a fronte di una quota di addetti alle fasi di assemblaggio e finitura che continua a mantenersi intorno al 32% (con un gap tra i primi e i secondi che passa dalle alle unità). Indipendentemente dal settore di sbocco occupazionale, vale inoltre evidenziare che se ancora nel 2006 le professioni intermedie a più alto contenuto terziario (impiegati e addetti alle vendite e ai servizi alle famiglie) avevano un incidenza percentuale uguale a quella dell insieme delle figure incaricate della produzione di beni e servizi in senso stretto (operai specializzati e conduttori di impianti e macchine), nel 2008, invece, queste ultime contano un numero di assunzioni leggermente più elevato, pesando rispettivamente il 32,9% e il 33,8% sul totale delle entrate complessivamente programmate dalle imprese. Diminuisce, infine, la domanda di personale non qualificato: è infatti quantificata in circa entrate (ossia quasi unità in meno rispetto all anno precedente), pari al 12,5% delle assunzioni complessivamente programmate per il 2008 (erano il 13,7% nel 2007 e il 16% nel 2006). L analisi più dettagliata dei fabbisogni professionali delle imprese a livello settoriale consente di ricostruire meglio i contorni di quel processo di upgrading qualitativo della nostra struttura professionale di cui si è detto all inizio. Il terziario manifesta una domanda di figure high skill non solo più sostenuta rispetto all industria ma anche più dinamica. L incremento della richiesta di dirigenti, impiegati con elevata specializzazione e tecnici è infatti imputabile in buona parte alle attività terziarie: qui, la crescita delle entrate di high skill (circa in più tra il 2007 e il 2008, in controtendenza rispetto all andamento delle entrate complessive del settore) porta l incidenza di tali professioni sul totale dal 20,3% al 23,8% nello stesso intervallo di tempo, soprattutto a causa di un aumento dei tecnici. L industria mostra un flusso di entrate di high skill anch esso in salita rispetto all anno precedente (passate da a assunzioni) ma con una dinamica meno sostenuta del terziario: l incidenza sul totale passa in questo caso dal 14,8% del 2007 al 16,2% del In questo, non sembrano 12

13 Capitolo I: L evoluzione della domanda di professioni alla luce della metamorfosi dell apparato produttivo rilevarsi differenze di rilievo tra le due componenti del settore industriale, dal momento che la richiesta di high skill espressa dalle attività manifatturiere pur decisamente superiore segue un ritmo di sviluppo analogo a quello delle costruzioni. Nelle prime, i dirigenti, gli impiegati con elevata specializzazione e i tecnici passano infatti dal 19% al 20,7% delle entrate complessive tra il 2007 e il 2008, mentre nelle seconde la variazione è dal 7,6% all 8,9%. Distribuzione percentuale delle assunzioni di figure high skill 1 e low skill 2 previste dalle imprese industriali e terziarie per il 2007 e per il 2008 High skill 20,8 18,1 16,2 14,8 20,7 19,0 8,9 7,6 23,8 20,3 Low skill 79,2 81,9 83,8 85,2 79,3 81,0 91,1 92,4 76,2 79, Totale economia Industria di cui: manifatturiero di cui: edilizia Servizi (1) Dirigenti, impiegati con elevata specializzazione e tecnici. (2) Impiegati, professioni del commercio e dei servizi; Operai specializzati e conduttori di impianti e macchine; Personale non qualificato. Fonte: Unioncamere - Ministero del Lavoro, Sistema Informativo Excelsior, vari anni Tra le attività terziarie, la richiesta di professioni dirigenziali, impiegatizie a elevata specializzazione e tecniche risulta più elevata, in termini relativi, per le imprese di piccole e medio-piccole dimensioni (tra i 10 e i 249 dipendenti, dove raggiunge il 27%), mentre le aziende della trasformazione industriale mostrano un orientamento crescente all internalizzazione di figure high skill all aumentare della dimensione, sopravanzando quelle del terziario nel caso delle unità medie e medio-grandi (oltre i 249 dipendenti). I dati relativi alla domanda di lavoro espressa dalle imprese manifatturiere di medie dimensioni ( dipendenti) confermano alcune peculiarità del loro modello organiz- 13

14 Sistema Informativo Excelsior I fabbisogni professionali e formativi per il 2008 zativo. La loro struttura professionale sembra infatti evolvere, da un lato, nella direzione tracciata dalle società di più grandi dimensioni in termini di terziarizzazione interna e di sviluppo di funzioni di progettazione e controllo (le high skill e le figure impiegatizie addette alle attività di servizio raggiungono rispettivamente il 27,7% e il 9% circa dei fabbisogni occupazionali); dall altro, appare ancora molto forte l attenzione alle fasi più strettamente legate al core business produttivo, come dimostra l entità della richiesta di figure operai a diversi livelli di specializzazione (59,6% del totale delle entrate, contro il 56,1% delle grandi imprese manifatturiere). A conferma dei processi di riqualificazione e riorganizzazione delle fasi produttive in atto nelle medie imprese e dell esistenza di fenomeni di decentramento e rilocalizzazione (in Italia o all estero) facenti capo proprio a tale profilo aziendale, si segnala inoltre una graduale diminuzione delle figure di operai specializzati (che raggiungono appena il 25,6% delle entrate nella fascia dipendenti), a fronte di un maggiore ricorso (pari al 34% delle assunzioni programmate) ai conduttori di impianti e operai di montaggio industriali, che in questo caso sono da vedere essenzialmente come assemblatori di semilavorati (nel campo dei macchinari, delle apparecchiature elettriche ed elettroniche, dei beni per l arredamento, etc.) in gran parte prodotti all esterno della stessa impresa di medie dimensioni. Assunzioni previste dalle imprese manifatturiere per il 2008, per grandi gruppi professionali e classe dimensionale Micro imprese (1-9 dip.) Valore assoluto* distribuz. % Piccole imprese (10-49 dip.) Valore assoluto distribuz. % Medie imprese ( dip.) Valore assoluto* distribuz. % Grandi imprese (oltre 499 dip.) Valore assoluto* distribuz. % Dirigenti, impiegati con elevata specializzazione e tecnici , , , ,7 1 Dirigenti 30 0,0 90 0, , ,7 2 Profess. intellettuali, scientifiche e di elevata specializz , , , ,1 3 Professioni tecniche , , , ,9 Impiegati, professioni commerciali e nei servizi , , , ,2 4 Impiegati , , , ,0 5 Profess. qualificate nelle attività commerciali e nei servizi , , , ,2 Operai specializzati e conduttori di impianti e macchine , , , ,1 6 Operai specializzati , , , ,7 7 Conduttori di impianti e addetti a macchinari fissi e mobili , , , ,3 Professioni non qualificate , , , ,0 Totale , , , ,0 (*) Valori assoluti arrotondati alle decine. A causa di questi arrotondamenti, i totali possono non coincidere con la somma dei singoli valori. Fonte: Unioncamere - Ministero del Lavoro, Sistema Informativo Excelsior, 2008 Tale circostanza confermerebbe come una delle chiavi del successo della formula organizzativa delle medie imprese sia legata non tanto alle lavorazioni e alle funzioni svolte direttamente, quanto piuttosto alla possibilità di incrementare le quote di valore aggiunto facendo leva sulle attività (semilavorati e servizi) svolte fuori dalle mura della fabbrica, nelle filiere nelle quali sono inserite. Un anello fondamentale di tali filiere è rappresentato dalle piccole e piccolissime unità produttrici, che mostrano al contempo una 14

15 Capitolo I: L evoluzione della domanda di professioni alla luce della metamorfosi dell apparato produttivo migliore tenuta con riferimento al raggruppamento degli operai specializzati (in termini di incidenza percentuale sul totale delle assunzioni) e delle figure del terziario interno, per lo più addette alle funzioni di vendita e relazione diretta col mercato. Tener conto in maniera congiunta della variabile settoriale e di quella dimensionale nell analisi delle tendenze dei fabbisogni professionali delle imprese porta a interpretare in una chiave diversa le motivazioni alla base delle assunzioni da loro programmate. Motivazioni che non vanno ricondotte solo alle necessità di miglioramento delle performance (di produttività, di vendite, di redditività) delle singole aziende ma anche all upgrading delle diverse filiere alle quali esse stesse appartengono. Tale approccio porta infatti a ipotizzare flussi di professioni omogenee che si muovono all interno dello stesso settore (le medie imprese manifatturiere che assumono spesso posizioni di leadership all interno delle filiere produttive, focalizzandosi sulla progettazione, sull innovazione e sul presidio dei mercati, delegando invece alle unità di più piccole dimensioni le fasi di lavorazione in senso stretto, ancorché altamente specializzate) e tra i diversi settori (la domanda di high skill del terziario in buona parte non è altro che lo sviluppo esterno di attività prima svolte entro le mura della fabbrica e ora gestite all interno di filiere a forte presenza di componenti terziarie). Le strategie occupazionali seguite dalle imprese consentono, più nello specifico, di individuare alcuni percorsi di diffusione delle conoscenze e competenze strategiche nelle e tra le aziende italiane, spesso diversi in base all attività economica o alla dimensione d impresa. Tali dinamiche passano in molti casi attraverso l internalizzazione di figure con competenze elevate, da un lato sul versante tecnologico in senso stretto (per permettere lo sviluppo di relazioni stabili con centri di ricerca e formazione e favorire così la diffusione di innovazioni), da un altro lato sul versante delle strategie di marketing e comunicazione o, ancora, su quello dell efficienza del processo di produzione e distribuzione. Raggruppando le high skill in base ai contenuti professionali, le figure per le quali si rileva la crescita più rilevante in termini assoluti nell ultimo triennio sono quelle di tipo tecnico-specialistico impegnate - a vari livelli di responsabilità - nel campo dell amministrazione, del controllo di gestione, della finanza: concentrano infatti nel 2008 una quota pari a poco meno di assunzioni, pari al 30,7% delle high skill (ben 6,4 punti percentuali in più rispetto all incidenza rilevata soltanto nel 2006). Si tratta di professioni sempre più richieste dalle imprese terziarie, a conferma dei fenomeni di crescente esternalizzazione di funzioni a carattere trasversale nel campo della gestione amministrativa delle aziende. Oltre a queste figure, si segnalano, quanto a dinamica nell ultimo triennio, due gruppi di professioni collegate alle strategie di riposizionamento competitivo del nostro apparato produttivo, ossia quelle addette alle fasi di progettazione e sviluppo di nuovi prodotti/servizi e quelle finalizzate al conseguimento di maggiori margini di efficienza dei processi produttivi e gestionali. Si tratta di due ambiti strettamente connessi tra loro e quasi complementari : le imprese che puntano su fattori come la qualità e l innovazione di prodotto appaiono sempre più impegnate a industrializzare i risultati raggiunti e conseguire, così, un innalzamento dei livelli di produttività. Nel caso delle figure tecniche specializzate 15

16 Sistema Informativo Excelsior I fabbisogni professionali e formativi per il 2008 nelle fasi di progettazione, sembra tuttavia che le aziende manifatturiere (che concentrano quasi i tre quarti della domanda relativa) tendano a rivolgersi in misura lievemente superiore a strutture terziarie esterne; per quelle legate all efficienza dei processi produttivi e gestionali - soprattutto con l innesto di ICT si potrebbe invece segnalare una tendenza all internalizzazione, pur tenuto conto della quota decisamente contenuta di figure richieste dalle nostre industrie. La domanda di professioni high skill 1 per famiglia professionale di appartenenza Assunzioni programmate nel 2008 e andamento nel triennio Famiglie di professioni high skill Totale assunzioni 2008 val.ass.* Incidenza su totale % su high skill Quota in imprese industriali % su tot. figure Quota laureati % su tot. figure Variaz. media annua 2006/2008 % Differenza di incidenza su totale 2006/2008 punti percentuali +/- Differenza quota in industria 2006/2008 punti percentuali +/- Differenza quota laureati 2006/2008 punti percentuali +/- Approvvigionamento beni/servizi e gestione magazzino ,3 61,5 26,3 11,8-0,2 17,7 7,8 Progettazione e design ,5 72,7 38,3 23,1 0,1-4,4 9,2 Core business produttivo ,4 53,8 51,8 15,7-2,2-8,9 4,3 Efficienza dei processi produttivi e gestionali (ICT) ,4 15,1 62,5 20,8-0,2 0,5 8,7 Gestione, amministrazione e controllo ,7 24,7 24,4 37,4 6,4-1,4-4,3 Istruzione, formazione, risorse umane ,5 1,9 84,4 18,4-0,4 0,4 21,0 Marketing&Comunicazione, Commerciale ,9 33,7 43,0 16,2-1,9-7,3 6,5 Servizi socio-sanitari ,4 3,7 91,9 9,9-1,5 0,3 4,2 Cultura, spettacolo e sport ,0 7,3 17,1 22,2 0,0-13,3-21,9 Totale assunzioni high skill ,0 30,8 45,4 22,2 0,0-4,4 1,4 (1) Dirigenti, impiegati con elevata specializzazione e tecnici (*) Valori assoluti arrotondati alle decine. A causa di questi arrotondamenti, i totali possono non coincidere con la somma dei singoli valori. Fonte: Unioncamere - Ministero del Lavoro, Sistema Informativo Excelsior, vari anni Meno dinamiche rispetto alle altre high skill appaiono poi le figure impegnate nello sviluppo dei mercati, nell individuazione di nuovi target di clientela e nel potenziamento della rete commerciale: si tratta, nel complesso, di oltre assunzioni programmate nel 2008, con una velocità di crescita tuttavia più contenuta rispetto al recente passato. Particolarmente sensibile è il rallentamento rilevato per le imprese industriali, che esprimono una richiesta più limitata di queste figure (dal 41% al 34% circa del loro totale). Un analoga tendenza si osserva per le professioni di livello elevato impegnate più da vicino nella gestione e nel controllo dei processi produttivi di beni e servizi (poco meno di entrate nel 2008, +15,7% in media annua nel periodo in esame). Tra queste, cresce tuttavia la fascia a maggior contenuto scientifico, cui appartengono, tra l altro, gli ingegneri meccanici. In aumento è anche il fabbisogno di figure legate alla gestione dei rapporti a monte e a valle delle filiere produttive (addetti alla logistica, addetti agli acquisti, responsabili magazzino, ecc.), richieste soprattutto dalle imprese industriali. Si tratta di figure che, come si vedrà meglio in seguito, vengono da queste ultime sempre più spesso internalizzate per poter gestire in maniera più efficiente sia le relazioni con i fornitori, sia quelle 16

17 Capitolo I: L evoluzione della domanda di professioni alla luce della metamorfosi dell apparato produttivo con le strutture e gli intermediari commerciali di cui si servono per arrivare ai consumatori finali. Sempre con riferimento alle figure high skill, vale evidenziare la crescita di due filiere professionali, il cui sviluppo va al di là dei fenomeni di esternalizzazione di fasi produttive o terziarie ma può essere invece collegato all evoluzione dei comportamenti individuali e, dunque, ai servizi alle persone. La prima è quella socio-sanitaria (infermieri, fisioterapisti, assistenti sociali, ecc.), che, pur con un incremento complessivo del 9,9% medio annuo nell ultimo triennio, si mostra tuttavia sensibilmente meno dinamica del recente passato. Cresce invece a ritmi sempre più sostenuti (pur rappresentando però una quota ancora esigua all interno delle high skill) l insieme delle professioni legate alla cultura, allo spettacolo, allo sport e ai media: se ne prevedono poco più di assunzioni nel mondo delle imprese private. Infine, il raggruppamento delle professioni legate al mondo della scuola e dell istruzione (dai professori nelle scuole secondarie agli insegnanti di scuola materna e a quelli di sostegno), nonché alla formazione interna alle imprese arriva a superare le assunzioni nel 2008, con un incremento medio annuo del 18,4% in tre anni. Scendendo al dettaglio delle specifiche professioni elementari richieste, emergono alcune conferme rispetto all analisi effettuata su gruppi professionali più ampi ma anche alcune indicazioni più precise a proposito delle strategie produttive e commerciali seguite dalle imprese in questa fase congiunturale. Anche a questo livello di analisi si conferma l attenzione strategica alle fasi gestionali e amministrative, cui fanno riferimento tre fra le professioni high skill più richieste: addetti alla contabilità, addetti all amministrazione e addetti alla contabilità generale, nella grande maggioranza dei casi assorbiti, come visto, da piccole strutture dei servizi. Significativa è poi la crescita di alcune professioni addette alle varie funzioni inerenti ai rapporti a monte e a valle della filiera, come l addetto alla contabilità clienti-fornitori, l addetto alla logistica e l addetto agli acquisti (quest ultimo più richiesto dalle imprese industriali di medio-grandi dimensioni). Resta forte l attenzione alla customer care, come dimostra la domanda in espansione riferita all assistente tecnico alla clientela e al tecnico informatico per l assistenza ai clienti, che trovano sbocco nella grande maggioranza dei casi presso strutture dei servizi. 17

18 Sistema Informativo Excelsior I fabbisogni professionali e formativi per il 2008 Figura Le prime 30 professioni high skill 1 richieste nel 2008 e la loro dinamica nel triennio Totale % in imprese dei servizi Assunzioni 2008 % in imprese con meno di 50 dip. % laureati % su tot. high skill Assunzioni cumulate Tendenza ) Addetto contabilità ,7 83,9 8,6 9, = 2 ) Addetto amministrazione ,0 71,6 16,1 7, ) Operatore commerciale ,7 39,5 38,1 4, ) Addetto contabilità generale ,2 84,8 6,3 3, ) Infermiere ,0 6,2 100,0 2, ) Disegnatore cad-cam ,0 73,6 23,9 2, ) Educatore professionale ,0 42,1 82,9 2, ) Programmatore informatico ,8 68,1 46,4 2, = 9 ) Assistente tecnico clienti ,2 42,5 34,7 1, ) Progettista meccanico ,9 23,1 100,0 1, ) Tecnico commerciale ,6 49,4 66,0 1, ) Addetto contabilità clienti - fornitori ,9 82,5 6,5 1, ) Venditore tecnico ,1 43,9 33,0 1, ) Analista programmatore informatico ,1 35,3 76,4 1, ) Addetto marketing ,4 45,6 59,3 1, ) Farmacista ,9 79,7 100,0 1, ) Sviluppatore software ,1 25,7 78,7 1, ) Progettista software ,6 43,1 76,0 1, ) Addetto logistica ,2 33,0 37,2 1, ) Addetto acquisti ,2 45,2 28,1 1, ) Progettista settore metalmeccanico ,3 18,7 73,6 1, ) Tecnico informatico assistenza clienti ,3 73,0 34,5 0, ) Assistente di cantiere edile ,3 50,4 18,3 0, ) Addetto consulenza fiscale ,9 49,3 0,0 0, ) Fisioterapista ,0 54,5 100,0 0, ) Operatore commerciale estero ,3 52,4 40,5 0, ) Progettista edile ,1 59,2 56,8 0, ) Responsabile amministrativo ,4 82,8 24,1 0, ) Banconista di agenzia viaggi ,0 81,4 0,0 0, ) Informatore medico - scientifico 780 5,1 0,0 100,0 0, Totale assunzioni high skill ,2 52,0 45,4 100, (1) Dirigenti, impiegati con elevata specializzazione e tecnici. I valori assoluti esposti sono arrotondati alle decine. (2) +: variazione media annua superiore a quella del totale delle figure high skill; =: variazione media annua in linea con quella del totale delle figure high skill (+/-3 punti percentuali); -: variazione media annua inferiore a quella del totale delle figure high skill. Fonte: Unioncamere - Ministero del Lavoro, Sistema Informativo Excelsior, vari anni In rallentamento rispetto all exploit degli anni passati appare invece la domanda relativa agli operatori commerciali, agli addetti marketing, ai tecnici commerciali, agli operatori commerciali con l estero (queste ultime due figure con una variazione media annua nel periodo che è stata addirittura inferiore a quella del totale delle high skill). Ad eccezione di quest ultimo caso, la richiesta proviene soprattutto da strutture del terzia- 18

19 Capitolo I: L evoluzione della domanda di professioni alla luce della metamorfosi dell apparato produttivo rio, cui tendono in molti casi ad essere esternalizzate tali funzioni da parte di aziende industriali intenzionate a migliorare il loro posizionamento competitivo puntando su fattori quali la qualità e lo sviluppo della rete di vendita. Meno rilevante è quest anno l irrobustimento della forza vendita, ritenuta quantitativamente adeguata ai bisogni aziendali, considerato anche il rallentamento della fase congiunturale. Si conferma poi l interesse strategico delle nostre imprese verso il conseguimento di maggiori margini di produttività attraverso l adozione di ICT. Con l unica eccezione del programmatore informatico (3.650 entrate previste nel 2008, all 8 posto della graduatoria delle professioni e con un tasso di variazione in linea con la media delle high skill), le altre figure con competenze tecnico-specialistiche in campo informatico - dagli analisti programmatori informatici agli sviluppatori e ai progettisti software - seguono un ritmo di crescita ben più sostenuto della media, arrivando a contare ciascuno dalle alle assunzioni per il L interesse strategico verso l internalizzazione di tali figure appare peraltro immediatamente evidente attraverso il confronto con quanto rilevato soltanto nel 2006: alle quattro professioni menzionate facevano riferimento entrate, a fronte delle complessivamente previste per il 2008 (poco più del 6% del totale high skill). Infine, in ascesa e sempre più rilevante risulta la richiesta di figure legate alle fasi di progettazione di nuovi prodotti, che trovano sbocco quasi esclusivamente in imprese industriali: i disegnatori tecnici in quelle di più piccole dimensioni, i progettisti meccanici e metalmeccanici in quelle di medie e grandi dimensioni. Tutte in rallentamento, specie se confrontate all andamento generale delle high skill, sono poi le professioni del campo sanitario e farmaceutico, dall infermiere al fisioterapista, dal farmacista all informatore medico. Alla diversa entità e tipologia della richiesta di figure high skill rispetto al recente passato corrisponde anche una mutato profilo del fabbisogni delle cosiddette professioni low skill (definizione per certi aspetti non corrispondente tuttavia alla realtà nel nuovo contesto dell organizzazione aziendale). L incremento medio annuo del 6,3% tra il 2006 e il 2008, che ha portato l insieme di queste figure a superare le assunzioni nell ultimo anno, è da riferire essenzialmente alla crescita delle professioni operaie (+8,7% all anno) e, in seconda battuta, dei white collars intermedi (impiegati e addetti alle attività commerciali e terziarie), a fronte di una flessione del personale non qualificato (-3,6%). Ma anche tra questi tre raggruppamenti esistono specifiche figure la cui domanda si muove in controtendenza rispetto agli andamenti generali. All interno delle figure intermedie impiegatizie aumenta in modo particolare la domanda di quelle professioni che, più da vicino, rispondono alle esigenze strategiche illustrate analizzando le high skill: si tratta del personale addetto alla gestione del magazzino, del personale di segreteria, dell aiuto contabile. Al contrario, più contenuto del passato è il fabbisogno delle professioni più legate al ramo dei pubblici esercizi e dei servizi alle persone (cuochi, baristi, parrucchieri, ecc.). 19

20 Sistema Informativo Excelsior I fabbisogni professionali e formativi per il 2008 Le prime 30 professioni low skill 1 richieste nel 2008 e la loro dinamica nel triennio Figura Assunzioni 2008 Assunzioni Totale Distr. % cumulate Tendenza ) Commessi e assimilati , ) Addetti non qualificati nei servizi di pulizia , = 3 ) Camerieri ed assimilati , ) Muratori in pietra, mattoni, refrattari , = 5 ) Conduttori di mezzi pesanti e camion , ) Personale addetto alla gestione dei magazzini , ) Manovali e personale non qualif. dell edilizia civile , ) Personale di segreteria , ) Elettricisti nelle costruzioni civili ed assimilati , ) Cuochi in alberghi e ristoranti , ) Professioni qualificate nei servizi sanitari , ) Baristi e assimilati , ) Facchini, addetti allo spostamento merci ed assimilati , ) Idraulici e posatori di tubazioni idrauliche e di gas , = 15 ) Meccanici e montatori di macchinari industriali ed assimilati , ) Addetti allo sportello bancario , ) Parrucchieri, estetisti ed assimilati , ) Meccanici, riparatori e manutentori di automobili ed assimilati , = 19 ) Aiuto contabili e assimilati , ) Montatori di carpenteria metallica , ) Personale non qualificato delle attività industriali ed assimilati , = 22 ) Addetti a macchine confezionatrici di prodotti industriali , = 23 ) Centralinisti, telefonisti e operatori di call center , ) Addetti a macchine utensili industriali , = 25 ) Carpentieri e falegnami nell edilizia (escl. parchettisti) , ) Conduttori di catene di montaggio automatizzate , ) Saldatori e tagliatori a fiamma , ) Conduttori di macchinari per il movimento terra , ) Addetti all assistenza personale in istituzioni , ) Spazzini e altri raccoglitori di rifiuti ed assimilati , Totale assunzioni low skill , (1) Impiegati, professioni commerciali e nei servizi; Operai specializzati e conduttori di impianti e macchine; Professioni non qualificate. I valori assoluti esposti sono arrotondati alle decine. (2) +: variazione media annua superiore a quella del totale delle figure low skill; =: variazione media annua in linea con quella del totale delle figure low skill (+/-2 punti percentuali); -: variazione media annua inferiore a quella del totale delle figure low skill. Fonte: Unioncamere - Ministero del Lavoro, Sistema Informativo Excelsior, vari anni Tra le figure operaie, un trend di crescita più sostenuto si osserva per quelle direttamente collegate alle lavorazioni manifatturiere (montatori di macchinari industriali, addetti alle macchine utensili industriali, addetti alle catene di montaggio, ecc.), a fronte di un rallentamento rilevabile nel caso di gran parte delle professioni del mondo delle costruzioni. La flessione complessivamente rilevata per le figure non qualificate trova infine un eccezione nel caso degli addetti ai servizi di pulizia, dei facchini, del personale non qualificato delle attività industriali (tutti in crescita, anche se meno della media delle low skill) e, soprattutto, dei manovali dell edilizia, in netta controtendenza rispetto alle figure di livello più elevato richieste dalle imprese delle costruzioni. 20

DOMANDA DI LAVORO E RETRIBUZIONI NELLE IMPRESE ITALIANE RAPPORTO 2010

DOMANDA DI LAVORO E RETRIBUZIONI NELLE IMPRESE ITALIANE RAPPORTO 2010 DOMANDA DI LAVORO E RETRIBUZIONI NELLE IMPRESE ITALIANE RAPPORTO 2010 I fabbisogni professionali e le strategie imprenditoriali per agganciare la ripresa Domenico Mauriello Centro Studi Unioncamere Milano,

Dettagli

Unione europea Fondo sociale europeo. Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro SINTESI DEI PRINCIPALI RISULTATI

Unione europea Fondo sociale europeo. Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro SINTESI DEI PRINCIPALI RISULTATI Unione europea Fondo sociale europeo Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro SINTESI DEI PRINCIPALI RISULTATI SISTEMA INFORMATIVO EXCELSIOR I fabbisogni occupazionali e formativi

Dettagli

SINTESI DEI PRINCIPALI RISULTATI - VOLUME 2

SINTESI DEI PRINCIPALI RISULTATI - VOLUME 2 PROGETTO EXCELSIOR SISTEMA INFORMATIVO PER L OCCUPAZIONE E LA FORMAZIONE SINTESI DEI PRINCIPALI RISULTATI - VOLUME 2 SISTEMA INFORMATIVO EXCELSIOR I fabbisogni professionali e formativi delle imprese italiane

Dettagli

Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura sintesi per la stampa

Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura sintesi per la stampa Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura sintesi per la stampa Sistema Informativo Excelsior 2005 92mila nuovi posti di lavoro nel 2005 Le imprese cercano 19mila diplomati

Dettagli

EXCELSIOR INFORMA I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE RILEVATI DA UNIONCAMERE

EXCELSIOR INFORMA I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE RILEVATI DA UNIONCAMERE EXCELSIOR INFORMA I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE RILEVATI DA UNIONCAMERE Campania 2 2015 Tra aprile e giugno 2015, le imprese italiane prevedono di stipulare 282.000 nuovi contratti di lavoro,

Dettagli

SINTESI DEI PRINCIPALI RISULTATI - VOLUME 1

SINTESI DEI PRINCIPALI RISULTATI - VOLUME 1 SINTESI DEI PRINCIPALI RISULTATI - VOLUME 1 SISTEMA INFORMATIVO EXCELSIOR I fabbisogni occupazionali delle imprese italiane nell industria e nei servizi per il 2008 Il Sistema Informativo Excelsior realizzato

Dettagli

c o m u n i c a t o s t a m p a

c o m u n i c a t o s t a m p a c o m u n i c a t o s t a m p a Unioncamere: al sistema economico italiano mancano circa 42mila laureati e almeno 88mila diplomati tecnici e professionali I veri introvabili sul mercato del lavoro Verona,

Dettagli

Per ulteriori informazioni: ufficio.stampa@unioncamere.it - 06.4704 264-370-287-350 / 348.9025607-3480163758 www.unioncamere.gov.

Per ulteriori informazioni: ufficio.stampa@unioncamere.it - 06.4704 264-370-287-350 / 348.9025607-3480163758 www.unioncamere.gov. Unioncamere, occupazione: 65mila introvabili nel 2012 La bandierina degli irreperibili ai Termoidraulici nel Lazio, ai progettisti informatici in Lombardia e ai camerieri in Trentino Alto Adige Roma, 23

Dettagli

LE PREVISIONI DI ASSUNZIONE DI GIOVANI NEL NORDEST PER IL 2011

LE PREVISIONI DI ASSUNZIONE DI GIOVANI NEL NORDEST PER IL 2011 LE PREVISIONI DI ASSUNZIONE DI GIOVANI NEL NORDEST PER IL Caratteristiche ed evoluzione rispetto al 2010 ed al pre-crisi P.tta Gasparotto, 8-35131 Padova Tel. 049 8046411 Fax 049 8046444 www.datagiovani.it

Dettagli

EXCELSIOR INFORMA I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE RILEVATI DA UNIONCAMERE

EXCELSIOR INFORMA I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE RILEVATI DA UNIONCAMERE EXCELSIOR INFORMA I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE RILEVATI DA UNIONCAMERE Veneto 1 2015 Nel primo 2015, le imprese italiane prevedono di stipulare quasi 210.000 nuovi contratti di lavoro sia dipendente

Dettagli

Unione europea Fondo sociale europeo. Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro LAVORATORI IMMIGRATI

Unione europea Fondo sociale europeo. Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro LAVORATORI IMMIGRATI Unione europea Fondo sociale europeo Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro LAVORATORI IMMIGRATI SISTEMA INFORMATIVO EXCELSIOR I fabbisogni professionali e formativi per il 2012

Dettagli

MONITORAGGIO TRIMESTRALE DI UNIONCAMERE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO REGIONALE

MONITORAGGIO TRIMESTRALE DI UNIONCAMERE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO REGIONALE MONITORAGGIO TRIMESTRALE DI UNIONCAMERE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO REGIONALE Sintesi dei principali risultati VENETO La domanda di lavoro delle imprese nel II trimestre

Dettagli

FASTPROJECT SRL I BISOGNI FORMATIVI DEL SETTORE ICT COMMERCIO-TURISMO SOCIALE. Ottobre 2011 A cura di Dr. Riccardo Del Carlo

FASTPROJECT SRL I BISOGNI FORMATIVI DEL SETTORE ICT COMMERCIO-TURISMO SOCIALE. Ottobre 2011 A cura di Dr. Riccardo Del Carlo FASTPROJECT SRL I BISOGNI FORMATIVI DEL SETTORE ICT COMMERCIO-TURISMO SOCIALE Ottobre 2011 A cura di Dr. Riccardo Del Carlo 1 SOMMARIO Introduzione Il perché di questa ricerca. 1. Settore Commercio e Turismo

Dettagli

Le previsioni occupazionali nella Provincia di Bologna

Le previsioni occupazionali nella Provincia di Bologna PROGETTO EXCELSIOR ANNO 2009 Le previsioni occupazionali nella Provincia di Bologna A cura di: Alessandro De Felice Ufficio Statistica e Studi Piazza Mercanzia, 4 40125 - Bologna Tel. 051/6093445 Fax 051/6093467

Dettagli

P G O E O S R COMMERCIO E TURISMO

P G O E O S R COMMERCIO E TURISMO PROGETTO EXCELSIOR SISTEMA INFORMATIVO PER L OCCUPAZIONE E LA FORMAZIONE COMMERCIO E TURISMO SISTEMA INFORMATIVO EXCELSIOR I fabbisogni professionali e formativi dei settori del commercio e del turismo

Dettagli

Sommario PRESENTAZIONE 7 SEZIONE I - L EVOLUZIONE DELL APPARATO PRODUTTIVO ITALIANO E L IMPATTO SULLE PROSPETTIVE OCCUPAZIONALI NEL 2006 11

Sommario PRESENTAZIONE 7 SEZIONE I - L EVOLUZIONE DELL APPARATO PRODUTTIVO ITALIANO E L IMPATTO SULLE PROSPETTIVE OCCUPAZIONALI NEL 2006 11 Il presente Rapporto è stato realizzato nell ambito del Progetto Excelsior, diretto da Claudio Gagliardi. Il testo è stato curato da Domenico Mauriello, che ha coordinato anche un gruppo di ricerca del

Dettagli

c o m u n i c a t o s t a m p a

c o m u n i c a t o s t a m p a c o m u n i c a t o s t a m p a Unioncamere, occupazione: 65mila introvabili nel 2012 La bandierina degli irreperibili ai Termoidraulici nel Lazio, ai progettisti informatici in Lombardia e ai camerieri

Dettagli

Unione europea Fondo sociale europeo. Direzione Generale per le Politiche AttiveePassivedelLavoro SETTORE COMMERCIALE ETURISTICO

Unione europea Fondo sociale europeo. Direzione Generale per le Politiche AttiveePassivedelLavoro SETTORE COMMERCIALE ETURISTICO Unione europea Fondo sociale europeo Direzione Generale per le Politiche AttiveePassivedelLavoro SETTORE COMMERCIALE ETURISTICO SISTEMA INFORMATIVO EXCELSIOR I fabbisogni professionali e formativi per

Dettagli

COMUNICATO STAMPA N. 19 DEL 18 SETTEMBRE 2015

COMUNICATO STAMPA N. 19 DEL 18 SETTEMBRE 2015 COMUNICATO STAMPA N. 19 DEL 18 SETTEMBRE 2015 Lo ha comunicato il presidente Unioncamere Marche Graziano Di Battista, che ha presentato i dati marchigiani dell indagine Excelsior sulla domanda di professioni

Dettagli

Indagine sui fabbisogni professionali e formativi di un campione di imprese piacentine

Indagine sui fabbisogni professionali e formativi di un campione di imprese piacentine Indagine sui fabbisogni professionali e formativi di un campione di imprese piacentine a cura di Elena Bensi, Davide Fanzini e Claudia Rossi Osservatorio Mercato del Lavoro, Provincia di Piacenza 1. Premessa

Dettagli

Sistema Informativo Excelsior

Sistema Informativo Excelsior Sistema Informativo Excelsior Sintesi dei principali risultati - 2011 SOMMARIO TAVOLE STATISTICHE Appendice 1 Corrispondenza tra la classificazione di attività economica ATECO 2007 e i settori EXCELSIOR

Dettagli

EXCELSIOR INFORMA I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE RILEVATI DA UNIONCAMERE

EXCELSIOR INFORMA I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE RILEVATI DA UNIONCAMERE EXCELSIOR INFORMA I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE RILEVATI DA UNIONCAMERE Provincia di Piacenza 1 2015 Nel primo 2015, le imprese italiane prevedono di stipulare quasi 210.000 nuovi contratti di

Dettagli

Le imprese, i distretti, i territori che raccolgono

Le imprese, i distretti, i territori che raccolgono Economia e Servizi Delocalizzazione e occupazione: il caso delle medie imprese nel Nord-Est Claudio Gagliardi Direttore Centro Studi Unioncamere Nazionale Un interessante studio di Unioncamere testimonia

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO EXCELSIOR

SISTEMA INFORMATIVO EXCELSIOR MONITORAGGIO TRIMESTRALE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO PROVINCIALE Sintesi dei principali risultati SISTEMA INFORMATIVO EXCELSIOR La domanda di lavoro delle imprese nel

Dettagli

EXCELSIOR INFORMA I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE RILEVATI DA UNIONCAMERE

EXCELSIOR INFORMA I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE RILEVATI DA UNIONCAMERE EXCELSIOR INFORMA I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE RILEVATI DA UNIONCAMERE Provincia di Cremona 1 2015 Nel primo 2015, le imprese italiane prevedono di stipulare quasi 210.000 nuovi contratti di

Dettagli

AVVIAMENTI ISCRITTI IN MOBILITA' immutate le proprie caratteristiche: prevalenza della. trentenni iscritti (30,56%),

AVVIAMENTI ISCRITTI IN MOBILITA' immutate le proprie caratteristiche: prevalenza della. trentenni iscritti (30,56%), Marzo 2009 I flussi delle iscrizioni: Ancora in crescita il numero di coloro che si rivolgono ai tre centri per l impiego in cerca di occupazione. Lo stock di fine mese si attesta a 15.322 unità in crescita

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO EXCELSIOR - 2010 VOLUME 1. Il monitoraggio dei fabbisogni professionali delle imprese italiane per favorire l occupabilità

SISTEMA INFORMATIVO EXCELSIOR - 2010 VOLUME 1. Il monitoraggio dei fabbisogni professionali delle imprese italiane per favorire l occupabilità Unione europea Fondo sociale europeo UNIONCAMERE PROGETTO EXCELSIOR SISTEMA INFORMATIVO PER L OCCUPAZIONE E LA FORMAZIONE SISTEMA INFORMATIVO EXCELSIOR - 2010 VOLUME 1 Il monitoraggio dei fabbisogni professionali

Dettagli

COMUNE DI MILANO. Progetto Excelsior Sistema informativo per l occupazione e la formazione

COMUNE DI MILANO. Progetto Excelsior Sistema informativo per l occupazione e la formazione Progetto Excelsior Sistema informativo per l occupazione e la formazione LE PREVISIONI OCCUPAZIONALI E I FABBISOGNI PROFESSIONALI PER IL 2011 COMUNE DI MILANO PRINCIPALI RISULTATI Indice Analisi dei risultati

Dettagli

Le previsioni sull occupazione nel 2010 in provincia di BERGAMO

Le previsioni sull occupazione nel 2010 in provincia di BERGAMO Le previsioni sull occupazione nel 2010 in provincia di BERGAMO Risultati dell Indagine Excelsior realizzata dal sistema camerale sulla domanda di lavoro delle imprese per l anno 2010 Servizio Documentazione

Dettagli

Un Repertorio delle professioni da cui ripartire per allineare domanda e offerta di lavoro

Un Repertorio delle professioni da cui ripartire per allineare domanda e offerta di lavoro www.fareapprendistato.it, 19 dicembre 2011 Un Repertorio delle professioni da cui ripartire per allineare domanda e offerta di lavoro di Francesca Fazio Uno dei principali problemi del mercato del lavoro

Dettagli

CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DEI TIROCINI ATTIVATI IN PROVINCIA DI PIACENZA

CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DEI TIROCINI ATTIVATI IN PROVINCIA DI PIACENZA CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DEI TIROCINI ATTIVATI IN PROVINCIA DI PIACENZA In questa analisi vengono presi in esame i dati relativi alle comunicazioni obbligatorie pervenute al Sistema Informativo Lavoro

Dettagli

La partecipazione al mercato del lavoro della popolazione straniera I - IV trimestre 2005

La partecipazione al mercato del lavoro della popolazione straniera I - IV trimestre 2005 27 marzo 2006 La partecipazione al mercato del lavoro della popolazione straniera I - IV trimestre 2005 Ufficio della comunicazione Tel. + 39 06 4673.2243-2244 Centro di informazione statistica Tel. +

Dettagli

FAMIGLIE: L ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN PROVINCIA DI COMO

FAMIGLIE: L ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN PROVINCIA DI COMO Novembre 2011 UN CONTRIBUTO ALLA SCELTA DI STUDENTI E FAMIGLIE: L ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN PROVINCIA DI COMO Questo breve opuscolo vuole contribuire alla scelta che famiglie

Dettagli

INDAGINE TRIMESTRALE SETTORE SERVIZI. 1 trimestre 2015 Allegato Statistico. Unioncamere Lombardia Funzione Informazione economica

INDAGINE TRIMESTRALE SETTORE SERVIZI. 1 trimestre 2015 Allegato Statistico. Unioncamere Lombardia Funzione Informazione economica INDAGINE TRIMESTRALE SETTORE SERVIZI 1 trimestre 201 Allegato Statistico Unioncamere Lombardia Funzione Informazione economica Maggio 201 1. Gli indicatori congiunturali Nel primo trimestre 201 le imprese

Dettagli

Sistema Informativo Excelsior

Sistema Informativo Excelsior Sistema Informativo Excelsior Le previsioni occupazionali e i fabbisogni professionali per il 2005 Principali risultati per la INDICE DELLE TAVOLE Sezione 1 - Le previsioni delle imprese per il 2005 Tavola

Dettagli

IL LAVORO RIPARTE? POLO DI ECCELLENZA Osservatorio Provinciale del Mercato del Lavoro. 5 Rapporto dell Osservatorio Provinciale del Mercato del Lavoro

IL LAVORO RIPARTE? POLO DI ECCELLENZA Osservatorio Provinciale del Mercato del Lavoro. 5 Rapporto dell Osservatorio Provinciale del Mercato del Lavoro Provincia di LECCO POLO DI ECCELLENZA Osservatorio Provinciale del Mercato del Lavoro 5 Rapporto dell Osservatorio Provinciale del Mercato del Lavoro IL LAVORO RIPARTE? Marzo 2014 Il rapporto di ricerca

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI PIACENZA. N 1 - Dicembre 2002

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI PIACENZA. N 1 - Dicembre 2002 CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI PIACENZA PROVINCIA DI PIACENZA UNIVERSITÀ CATTOLICA S. CUORE DI PIACENZA N 1 - Dicembre 2002 PERIODICO SEMESTRALE Spedizione Abb. Postale - 70%

Dettagli

Excelsior Informa. Provincia di Varese. I programmi occupazionali delle imprese rilevati da Unioncamere

Excelsior Informa. Provincia di Varese. I programmi occupazionali delle imprese rilevati da Unioncamere Excelsior Informa I programmi occupazionali delle imprese rilevati da Unioncamere Varese Anno 2015 Nel 2015 le imprese con dipendenti che operano in prevedono di attivare 910300 contratti di lavoro, il

Dettagli

Comunicato Stampa Mantova, 18 febbraio 2014 I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE PER IL PRIMO TRIMESTRE 2014

Comunicato Stampa Mantova, 18 febbraio 2014 I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE PER IL PRIMO TRIMESTRE 2014 Comunicato Stampa Mantova, 18 febbraio 2014 I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE PER IL PRIMO TRIMESTRE 2014 Il Servizio Informazione e Promozione Economica della Camera di Commercio di Mantova rende

Dettagli

I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE DELL INDUSTRIA E DEI SERVIZI PER IL 2013 Il Sistema Informativo Excelsior a supporto delle politiche del

I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE DELL INDUSTRIA E DEI SERVIZI PER IL 2013 Il Sistema Informativo Excelsior a supporto delle politiche del I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE DELL INDUSTRIA E DEI SERVIZI PER IL 2013 Il Sistema Informativo Excelsior a supporto delle politiche del lavoro e della formazione Conferenza stampa 23 luglio 2013

Dettagli

PROGETTO EXCELSIOR ANNO 2014

PROGETTO EXCELSIOR ANNO 2014 PROGETTO EXCELSIOR ANNO 2014 Le previsioni occupazionali delle cooperative e delle imprese sociali nella Provincia di Bologna. Dati di consuntivo 2013 A cura di: Alessandro De Felice Ufficio Statistica

Dettagli

LE COMPETENZE CHE VALGONO UN LAVORO LE INDICAZIONI FORNITE DALLE IMPRESE ATTRAVERSO IL SISTEMA INFORMATIVO EXCELSIOR

LE COMPETENZE CHE VALGONO UN LAVORO LE INDICAZIONI FORNITE DALLE IMPRESE ATTRAVERSO IL SISTEMA INFORMATIVO EXCELSIOR Le sfide all'orizzonte 2020 e la domanda di competenze delle imprese LE COMPETENZE CHE VALGONO UN LAVORO LE INDICAZIONI FORNITE DALLE IMPRESE ATTRAVERSO IL SISTEMA INFORMATIVO EXCELSIOR Domenico Mauriello

Dettagli

LA DOMANDA DI LAVORO IN PROVINCIA DI TREVISO

LA DOMANDA DI LAVORO IN PROVINCIA DI TREVISO LA DOMANDA DI LAVORO IN PROVINCIA DI TREVISO Previsioni occupazionali e fabbisogni professionali per il 2010 Elaborazioni Ufficio Studi e Statistica Camera di Commercio di Treviso Novembre 2010 SETTORE

Dettagli

AVVIAMENTI ISCRITTI IN MOBILITA' stranieri. La tipologia di iscrizione consente di evidenziare le motivazioni per

AVVIAMENTI ISCRITTI IN MOBILITA' stranieri. La tipologia di iscrizione consente di evidenziare le motivazioni per FEBBRAIO 2009 I flussi delle iscrizioni: In aumento, nel mese di febbraio, il numero degli iscritti presso i tre centri per l impiego provinciali (14.975 unità). La variazione percentuale degli iscritti

Dettagli

Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano. Audizione dell Istituto nazionale di statistica:

Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano. Audizione dell Istituto nazionale di statistica: VERSIONE PROVVISORIA Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano Audizione dell Istituto nazionale di statistica: Dott. Roberto Monducci Direttore

Dettagli

- 2 trimestre 2014 -

- 2 trimestre 2014 - INDAGINE TRIMESTRALE SULLA CONGIUNTURA IN PROVINCIA DI TRENTO - 2 trimestre 2014 - Sommario Riepilogo dei principali risultati... 2 Giudizio sintetico sul trimestre... 3 1. Il quadro generale... 4 1.1

Dettagli

Unioncamere, lavoro: 47mila lavoratori difficili da reperire nel 2013, 18mila in meno del 2012 Unioncamere Ministero del Lavoro Job&Orienta

Unioncamere, lavoro: 47mila lavoratori difficili da reperire nel 2013, 18mila in meno del 2012 Unioncamere Ministero del Lavoro Job&Orienta Unioncamere, lavoro: 47mila lavoratori difficili da reperire nel 2013, 18mila in meno del 2012 Più evidente quest anno il disallineamento dovuto al numero di alcuni profili professionali o alle loro competenze

Dettagli

Sistema Informativo Excelsior Le previsioni occupazionali e i fabbisogni professionali per il 2007. Principali risultati per la provincia di VERONA

Sistema Informativo Excelsior Le previsioni occupazionali e i fabbisogni professionali per il 2007. Principali risultati per la provincia di VERONA Sistema Informativo Excelsior Le previsioni occupazionali e i fabbisogni professionali per il 2007 Principali risultati per la provincia di VERONA Sistema Informativo Excelsior Le previsioni occupazionali

Dettagli

Movimprese III trimestre 2015. Natalità e mortalità delle imprese registrate presso le Camere di Commercio della Toscana

Movimprese III trimestre 2015. Natalità e mortalità delle imprese registrate presso le Camere di Commercio della Toscana Movimprese III trimestre 2015 Natalità e mortalità delle imprese registrate presso le Camere di Commercio della Toscana Firenze, Novembre 2015 Indice CAPITOLO 1: IL QUADRO GENERALE CAPITOLO 2: TIPOLOGIE

Dettagli

POSIZIONAMENTO DI MERCATO E STRATEGIE DI FILIERA DELLE MEDIE IMPRESE DEL NORD-OVEST OVEST. Claudio Gagliardi e Domenico Mauriello

POSIZIONAMENTO DI MERCATO E STRATEGIE DI FILIERA DELLE MEDIE IMPRESE DEL NORD-OVEST OVEST. Claudio Gagliardi e Domenico Mauriello POSIZIONAMENTO DI MERCATO E STRATEGIE DI FILIERA DELLE MEDIE IMPRESE DEL NORD-OVEST OVEST Claudio Gagliardi e Domenico Mauriello Centro Studi Unioncamere Brescia, 26 febbraio 2007 L INSERIMENTO DELLE MEDIE

Dettagli

Il Sistema Informativo Excelsior. Andrea Galeota Responsabile Servizio Promozione CCIAA Padova

Il Sistema Informativo Excelsior. Andrea Galeota Responsabile Servizio Promozione CCIAA Padova Il Sistema Informativo Excelsior Andrea Galeota Responsabile Servizio Promozione CCIAA Padova L'indagine Excelsior L Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura, in collaborazione

Dettagli

3 Salone dell Orientamento Scuola Vidoletti Varese

3 Salone dell Orientamento Scuola Vidoletti Varese 3 Salone dell Orientamento Scuola Vidoletti Varese GRUPPO CLAS s.r.l. Via Lattuada, 20 20135 MILANO Tel. 02.5418431 - Fax 02.55192205 Via San Basilio 64 00187 ROMA Tel. 06.48905892 Fax 06.42012213 26 Novembre

Dettagli

Aprile 2008. Analisi dell andamento del mercato del lavoro e dei fabbisogni formativi nella provincia di Livorno

Aprile 2008. Analisi dell andamento del mercato del lavoro e dei fabbisogni formativi nella provincia di Livorno FABBISOGNI FORMATIVI E MERCATO DEL LAVORO Aprile 2008 Analisi dell andamento del mercato del lavoro e dei fabbisogni formativi nella provincia di Livorno L economia provinciale All interno dell economia

Dettagli

MONITORAGGIO TRIMESTRALE DI UNIONCAMERE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO REGIONALE

MONITORAGGIO TRIMESTRALE DI UNIONCAMERE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO REGIONALE VENETO MONITORAGGIO TRIMESTRALE DI UNIONCAMERE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO REGIONALE Sintesi dei principali risultati La domanda di lavoro delle imprese nel IV trimestre

Dettagli

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO ASSOFIN - CRIF - PROMETEIA OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO GIUGNO 2005 NUMERO DICIOTTO CON DATI AGGIORNATI AL 31 DICEMBRE 2004 INDICE pag.5 PREMESSA TEMI DEL RAPPORTO 7 CAPITOLO 1 LO SCENARIO MACROECONOMICO

Dettagli

economico congiunturale

economico congiunturale indicatori Economica Numero 6 novembre-dicembre 55 Osservatorio economico congiunturale indicatori ll punto sull economia della provincia di 56 Economica Numero 6 novembre-dicembre I RISULTATI DI BILANCIO

Dettagli

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione PRODOTTI IN METALLO Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione Nel primo grafico viene rappresentata la crescita del settore; come misura dell attività si utilizza il valore aggiunto

Dettagli

P G O E O S R IMPRESE SOCIALI

P G O E O S R IMPRESE SOCIALI PROGETTO EXCELSIOR SISTEMA INFORMATIVO PER L OCCUPAZIONE E LA FORMAZIONE IMPRESE SOCIALI SISTEMA INFORMATIVO EXCELSIOR I fabbisogni professionali e formativi delle imprese sociali per il 2010 Il Sistema

Dettagli

1. Ragioneria Indirizzo tradizionale, amministrativo e mercantile

1. Ragioneria Indirizzo tradizionale, amministrativo e mercantile 1. Ragioneria Indirizzo tradizionale, amministrativo e mercantile Fanno parte di questo gruppo i seguenti titoli: Ragioniere Ragioniere, indirizzo amministrativo- Aziende che assumono I settori coinvolti

Dettagli

ADDETTO AL FRONT OFFICE BANCARIO STATISTICHE. Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione?

ADDETTO AL FRONT OFFICE BANCARIO STATISTICHE. Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione? ADDETTO AL FRONT OFFICE BANCARIO STATISTICHE Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione? Laureati La principali facoltà che preparano gli ADDETTI AL FRONT OFFICE

Dettagli

MONITORAGGIO TRIMESTRALE DI UNIONCAMERE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO REGIONALE

MONITORAGGIO TRIMESTRALE DI UNIONCAMERE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO REGIONALE CAMPANIA MONITORAGGIO TRIMESTRALE DI UNIONCAMERE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO REGIONALE Sintesi dei principali risultati La domanda di lavoro delle imprese nel I trimestre

Dettagli

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione MACCHINE E APPARECCHIATURE ELETTRICHE Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione Nel primo grafico viene rappresentata la crescita del settore dell industria dell elettronica;

Dettagli

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO Ufficio Comunicazione&Studi Confartigianato del Veneto ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO INDAGINE CONGIUNTURALE ANDAMENTO 2 SEMESTRE 2010 PREVISIONE 1 SEMESTRE 2011 In collaborazione con INDAGINE

Dettagli

IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI

IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI 26 febbraio 2014 IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI Edizione 2014 Il Rapporto sulla competitività delle imprese e dei settori produttivi, alla sua seconda edizione, fornisce

Dettagli

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione ENERGIA Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione Nel primo grafico viene rappresentata la crescita del settore dell energia; come misura dell attività si utilizza il valore aggiunto

Dettagli

Le performance settoriali

Le performance settoriali 20 febbraio 2013 IL PRIMO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI Perché un Rapporto sulla competitività Con il Rapporto sulla competitività delle imprese e dei settori produttivi, alla sua

Dettagli

Progetto Excelsior. Previsioni occupazionali per il 2008 in provincia di Bologna Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Bologna

Progetto Excelsior. Previsioni occupazionali per il 2008 in provincia di Bologna Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Bologna Progetto Excelsior. Previsioni occupazionali per il 2008 in provincia di Bologna Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Bologna Parte III Tavole Statistiche 47 Tavola 1 Tavola 2 Tavola

Dettagli

a cura di Raffaella Massaro e Sandro Sanseverinati

a cura di Raffaella Massaro e Sandro Sanseverinati Elaborazione promossa dalla Sezione Servizi Innovativi e Tecnologici di CONFINDUSTRIA PADOVA IL RUOLO DEI SERVIZI INNOVATIVI E TECNOLOGICI NELLA STRUTTURA ECONOMICA DI PADOVA E DEL VENETO Settembre 2010

Dettagli

Studenti e Lavoro Provincia di Lecco

Studenti e Lavoro Provincia di Lecco Studenti e Lavoro Provincia di Lecco Luglio 2010 - Settembre 2012 Osservatorio del Mercato del Lavoro della Provincia di Lecco Rapporto a cura di: Centro di Ricerca Interuniversitario per i Servizi di

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE I DATI RELATIVI AL 2014 Nel 2014 l economia mondiale ha mantenuto lo stesso ritmo di crescita (+3,1%) dell anno precedente (+3,1%).

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 16 DICEMBRE 2010 Microimprese ancora in affanno ma emergono i primi timidi segnali di miglioramento negli investimenti Calano

Dettagli

Il settore metalmeccanico veneto aziende e lavoratori nella crisi (2009-2012)

Il settore metalmeccanico veneto aziende e lavoratori nella crisi (2009-2012) Il settore metalmeccanico veneto aziende e lavoratori nella crisi (2009-2012) report marzo 2013 IX congresso regionale Veneto Dal lavoro rinasce il futuro Dolo (Venezia) 4-5 aprile 2013 - 2 - Il quadro

Dettagli

TrendRA RAPPORTO CONGIUNTURALE ED ECONOMICO DELLA PROVINCIA DI RAVENNA Anno 2014 e prime tendenze 2015.

TrendRA RAPPORTO CONGIUNTURALE ED ECONOMICO DELLA PROVINCIA DI RAVENNA Anno 2014 e prime tendenze 2015. TrendRA RAPPORTO CONGIUNTURALE ED ECONOMICO DELLA PROVINCIA DI RAVENNA Anno 2014 e prime tendenze 2015. Questa mattina, nel corso di una conferenza stampa a cui hanno partecipato il direttore, Massimo

Dettagli

Industria: I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012

Industria: I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012 34indicatori Industria: stabile la produzione I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012 E. S. Produzione sugli stessi livelli dello scorso anno, debole la domanda interna, ma rimane

Dettagli

I I I programmi occupazionali delle imprese rilevati da da da Unioncamere. Parte I Le Imprese e la domanda di lavoro aggregata nel 2013

I I I programmi occupazionali delle imprese rilevati da da da Unioncamere. Parte I Le Imprese e la domanda di lavoro aggregata nel 2013 Excelsior Informa I I I programmi occupazionali delle imprese rilevati da da da Unioncamere I fabbisogni occupazionali delle imprese dell industria e dei servizi Anno 213 Sistema Informativo Excelsior

Dettagli

Le imprese manifatturiere del IV capitalismo: profili di crescita. Paola Dubini Incontro Confindustria Prato 23 novembre 2007

Le imprese manifatturiere del IV capitalismo: profili di crescita. Paola Dubini Incontro Confindustria Prato 23 novembre 2007 Le imprese manifatturiere del IV capitalismo: profili di crescita Paola Dubini Incontro Confindustria Prato 23 novembre 2007 1 % 40 35 30 25 20 15 10 5 0 % Ripartizione per classi dimensionali di fatturato

Dettagli

COMUNICATO STAMPA N. 13 DEL 2 LUGLIO 2015

COMUNICATO STAMPA N. 13 DEL 2 LUGLIO 2015 COMUNICATO STAMPA N. 13 DEL 2 LUGLIO 2015 Presidenza Comm. Graziano Di Battista Sono 8.660 le figure professionali che servono al sistema produttivo marchigiano e che le imprese hanno dichiarato di voler

Dettagli

EXCELSIOR INFORMA I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE RILEVATI DA UNIONCAMERE

EXCELSIOR INFORMA I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE RILEVATI DA UNIONCAMERE EXCELSIOR INFORMA I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE RILEVATI DA UNIONCAMERE 3 trimestre 2012 Sommario Sintesi dei risultati Il mercato del lavoro regionale La domanda di lavoro 3 I settori che assumono

Dettagli

Il settore metalmeccanico in provincia di Padova Al 30 giugno 2011

Il settore metalmeccanico in provincia di Padova Al 30 giugno 2011 Il settore metalmeccanico in provincia di Padova Al 30 giugno 2011 Collana Rapporti N. 631 INDICE 3 - Presentazione e sintesi 4 Parte 1^ Insediamenti produttivi a pag. 1.1- Totale provincia di Padova

Dettagli

C L O S R IMPRESE COOPERATIVE

C L O S R IMPRESE COOPERATIVE PROGETTO EXCELSIOR SISTEMA INFORMATIVO PER L OCCUPAZIONE E LA FORMAZIONE IMPRESE COOPERATIVE SISTEMA INFORMATIVO EXCELSIOR I fabbisogni professionali e formativi delle imprese cooperative per il 2010 Il

Dettagli

Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO. I risultati del comparto siderurgico. Apparecchi meccanici. Macchine elettriche

Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO. I risultati del comparto siderurgico. Apparecchi meccanici. Macchine elettriche Osservatorio24 def 27-02-2008 12:49 Pagina 7 Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO 2.1 La produzione industriale e i prezzi alla produzione Nel 2007 la produzione industriale

Dettagli

,O ODYRUR GRSR JOL VWXGL

,O ODYRUR GRSR JOL VWXGL ,O ODYRUR GRSR JOL VWXGL La domanda e l offerta di laureati e diplomati nel 2010 Questa pubblicazione, realizzata nell ambito delle attività di diffusione previste dal Progetto Sistema Informativo Excelsior,

Dettagli

2.5 Imprese, creatività e internazionalizzazione

2.5 Imprese, creatività e internazionalizzazione 2.5 Imprese, creatività e internazionalizzazione La creatività è uno dei principali driver della competitività del nostro sistema produttivo. Le imprese che investono in creatività e nelle capacità individuali

Dettagli

EXCELSIOR INFORMA I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE RILEVATI DA UNIONCAMERE

EXCELSIOR INFORMA I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE RILEVATI DA UNIONCAMERE EXCELSIOR INFORMA I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE RILEVATI DA UNIONCAMERE S OMMARIO : IL CONTESTO CONGIUNTURALE 3 C ENNI 3 IL I 1 TRIMESTRE 2015 SULLA CONGIUNTURA ECONOMICA MERCATO DEL LAVORO 4

Dettagli

IL MERCATO DEL LAVORO IN LOMBARDIA

IL MERCATO DEL LAVORO IN LOMBARDIA V a Edizione dell Indagine Confindustria sul Mercato del Lavoro IL MERCATO DEL LAVORO IN LOMBARDIA RAPPORTO 2011 a cura della Commissione Centri Studi Confindustria Lombardia e di Edoardo Della Torre Università

Dettagli

sistema statistico nazionale Milano dati Serie economia e lavoro 12 Le Forze di Lavoro nel Comune di Milano 2004-2006

sistema statistico nazionale Milano dati Serie economia e lavoro 12 Le Forze di Lavoro nel Comune di Milano 2004-2006 sistema statistico nazionale Milano dati Serie economia e lavoro 12 Le Forze di Lavoro nel Comune di Milano 2004-2006 A cura di: Flavio Necchi, Paolo Mariani, Biancamaria Zavanella, Paolo Pavanati Elaborazioni

Dettagli

2. LA PERFORMANCE DELLE IMPRESE E LA RELAZIONE TRA MANIFATTURA E SERVIZI NELLA CONGIUNTURA DEL 2013-2014

2. LA PERFORMANCE DELLE IMPRESE E LA RELAZIONE TRA MANIFATTURA E SERVIZI NELLA CONGIUNTURA DEL 2013-2014 2. La performance delle imprese e la relazione tra manifattura e servizi nella congiuntura del 213-214 23 2. LA PERFORMANCE DELLE IMPRESE E LA RELAZIONE TRA MANIFATTURA E SERVIZI NELLA CONGIUNTURA DEL

Dettagli

MONITORAGGIO TRIMESTRALE DI UNIONCAMERE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO REGIONALE

MONITORAGGIO TRIMESTRALE DI UNIONCAMERE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO REGIONALE Provincia di Pavia MONITORAGGIO TRIMESTRALE DI UNIONCAMERE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO REGIONALE Sintesi dei principali risultati La domanda di lavoro delle imprese nel

Dettagli

ECCO I LAVORI IN ITALIA CHE NESSUNO VUOLE FARE

ECCO I LAVORI IN ITALIA CHE NESSUNO VUOLE FARE Tel. 0392807511 0392807471 Oggi Renzi a Milano si confronta con i partner europei sul tema del lavoro ECCO I LAVORI IN ITALIA CHE NESSUNO VUOLE FARE In Lombardia non piacciono i mestieri antichi: difficile

Dettagli

Le prospettive della domanda di lavoro a medio termine Mario Gatti - ISFOL. 15-16 settembre 2008 Roma, piazza Sallustio 21

Le prospettive della domanda di lavoro a medio termine Mario Gatti - ISFOL. 15-16 settembre 2008 Roma, piazza Sallustio 21 Sistema Informativo Excelsior 2008. Fabbisogni occupazionali e domanda di formazione nei settori economici: previsioni delle imprese e questioni strutturali Le prospettive della domanda di lavoro a medio

Dettagli

Il lavoro si muove in Europa!

Il lavoro si muove in Europa! Il lavoro si muove in Europa! http://europa.eu.int/eures Eures Adviser Regione Basilicata Angela Palese LA RETE EURES: OBIETTIVI Informare, consigliare e aiutare i candidati alla mobilità europea Rendere

Dettagli

REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato

REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato OSSERVATORIO CONGIUNTURALE SULL ARTIGIANATO E LA PICCOLA IMPRESA IN LIGURIA L Osservatorio Congiunturale sull Artigianato e la Piccola Impresa in Liguria

Dettagli

Secondo trimestre 2014 e previsioni per il terzo trimestre 2014

Secondo trimestre 2014 e previsioni per il terzo trimestre 2014 Secondo trimestre 2014 e previsioni per il terzo trimestre 2014 I diritti di traduzione, memorizzazione elettronica, di riproduzione e adattamento, totale o parziale con qualsiasi mezzo, sono riservati

Dettagli

Lo «stato di salute» delle figure professionali in provincia di Cremona

Lo «stato di salute» delle figure professionali in provincia di Cremona Lo «stato di salute» delle figure professionali in provincia di Cremona Claudia Graziani, Gloria Ronzoni 6 Marzo 2014 CRISP Interuniversity Research centre On public services University of Milano - Bicocca

Dettagli

Excelsior Informa. Provincia di Rovigo. I programmi occupazionali delle imprese rilevati da Unioncamere

Excelsior Informa. Provincia di Rovigo. I programmi occupazionali delle imprese rilevati da Unioncamere Excelsior Informa I programmi occupazionali delle imprese rilevati da Unioncamere Anno 2014 Nel 2014 le imprese con dipendenti che operano in Italia prevedono di attivare 791.500 contratti di lavoro, il

Dettagli

L INDUSTRIA DELL OLIO DI OLIVA

L INDUSTRIA DELL OLIO DI OLIVA E x e c u t i v e s u m m a r y L INDUSTRIA DELL OLIO DI OLIVA La fotografia La rilevanza del comparto. L industria dell olio di oliva in senso stretto contribuisce per il 3,5% al fatturato complessivo

Dettagli

Claudio GAGLIARDI Segretario Generale Unioncamere

Claudio GAGLIARDI Segretario Generale Unioncamere GreenItaly Rapporto NUTRIRE IL FUTURO 2013 Claudio GAGLIARDI Segretario Generale Unioncamere L attuale momento della vita economica del Paese AUMENTANO I FALLIMENTI 8.900 nei primi 9 mesi dell anno: +6%

Dettagli

PROSPETTIVE FUTURE PER SCELTE CONSAPEVOLI. La chiave per il tuo futuro

PROSPETTIVE FUTURE PER SCELTE CONSAPEVOLI. La chiave per il tuo futuro PROSPETTIVE FUTURE PER SCELTE CONSAPEVOLI La chiave per il tuo futuro IMPEGNO INFORMAZIONE CURIOSITA RESPONSABILITA PASSIONE RICERCA RESPONSABILITA PASSIONI DA COLTIVARE COLLOCAZIONE SUL TERRITORIO SCELTE

Dettagli

I TITOLI UNIVERSITARI E LE POSSIBILITÀ DI LAVORO NEL MONDO DELLE IMPRESE: I RISULTATI DELL INDAGINE EXCELSIOR

I TITOLI UNIVERSITARI E LE POSSIBILITÀ DI LAVORO NEL MONDO DELLE IMPRESE: I RISULTATI DELL INDAGINE EXCELSIOR I TITOLI UNIVERSITARI E LE POSSIBILITÀ DI LAVORO NEL MONDO DELLE IMPRESE: I RISULTATI DELL INDAGINE EXCELSIOR La scuola e l università hanno oggi il compito, non sempre facile, di preparare i giovani per

Dettagli