LA DOMANDA E L OFFERTA DI LAUREATI IN LOMBARDIA DATI Ricerca

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA DOMANDA E L OFFERTA DI LAUREATI IN LOMBARDIA DATI 2006 2007. Ricerca"

Transcript

1 Ricerca LA DOMANDA E L OFFERTA DI LAUREATI IN LOMBARDIA DATI A cura dell Area Ricerca Formaper, azienda speciale Camera di Commercio di Milano

2

3

4 Il rapporto contiene i risultati del progetto Specula Lombardia, finanziato da Unioncamere Lombardia e Camera di Commercio di Milano. Il progetto è stato realizzato dagli esperti dell Area Ricerca Formaper: Coordinamento a cura di Anna Soru Rilevazione dati e scrittura del rapporto a cura di Anna Soru, Cristina Zanni, Nicoletta Saccon, Eugenia Scandellari, Gianluca Viganò Analisi statistiche ed elaborazioni a cura di Andrée Pedotti e Susanna Serra Supporto informatico di Claudio Cerulli L attività di coordinamento operativo dell attività di ricerca, dell editing del rapporto e di segreteria è stata realizzata da Silvia Lupo, Adriana Mongelli e Paola Peletti. Le interviste sono state realizzate da Laura Checcacci, Martina Dozio, Sara Falbo, Francesca Gerosa, Paola Peletti, Gianluca Viganò. Si ringraziano per la collaborazione: Livio Lo Verso, Mario Enrico Brambilla e Laura Cannizzaro dell Osservatorio Mercato del Lavoro della Provincia di Milano i referenti delle Università per i preziosi contributi metodologici e per i suggerimenti forniti per la redazione del rapporto: Massimiliano Bruni, Giuseppe Vergani e Elisa Albetti, Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM di Milano; Marco Taisch, Maurizio Rea e Luigi Bissolotti, Politecnico di Milano; Luigi Rondanini e David Westmore, Università Carlo Cattaneo LIUC; Mario Gatti, Vito Moramarco, Lucia Scaglioni e Arturo Piacentini Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano; Alessandro Ciarlo, Mariangela Vago e Enrica Greggio, Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano; Mara Postiglioni, Maria Lambrughi e Simona Aquino, Università degli Studi dell Insubria; Silvia Biffignandi, Giovanni Maggioni e Roberto Nittoli, Università degli Studi di Bergamo; Giancarlo Provasi, Maurizio Carpita, Antonella Melito e Angelo Bissolo, Università degli Studi di Brescia; Nello Scarabottolo e Idilio Baitieri, Università degli Studi di Milano; Angelo Cavallin, Franca Tempesta, Nadia Creso e Giovanni Fanfoni, Università degli Studi di Milano Bicocca; Carlo Magni, Stefano Santucci e Maura Settembre, Università degli Studi di Pavia;; Renato Rovetta, Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia; Monica Muci e Paola Gerosa, Regione Lombardia Direzione Generale Sanità; tutti i referenti degli Enti intervistati per la fattiva collaborazione. Giusy Laganà CBM Italia Gilberto Sbarbini Gruppo La Strada Fondazione Cariplo in particolare Luigi Maruzzi Sergio Silvotti Arci 3

5 4 La domanda e l offerta di laureati in Lombardia aggiornamento 2006/2007 Giugno 2008

6 Indice 1 L OFFERTA DI LAUREATI IN LOMBARDIA PREMESSA METODOLOGICA EVOLUZIONE DELLA POPOLAZIONE UNIVERSITARIA Laureati per Università e titolo universitario Iscritti per Università e titolo universitario I nuovi iscritti Le scuole di specializzazione Gli indirizzi di laurea CARATTERISTICHE DELLA POPOLAZIONE UNIVERSITARIA La provenienza territoriale e la presenza di stranieri La presenza femminile Iscritti e laureati puri LA REGOLARITÀ DEI PERCORSI UNIVERSITARI Laureati in corso Abbandoni e transiti degli iscritti verso altre Università Età dei laureati Dopo la laurea Dopo la triennale I passaggi tra le Università lombarde: transiti dei triennalisti per l iscrizione alla laurea specialistica Dopo la laurea di secondo livello Dopo la scuola di specializzazione LA STIMA DELL OFFERTA DI LAUREATI NEL MERCATO DEL LAVORO LA DOMANDA DI LAUREATI IN LOMBARDIA LA DOMANDA DEL SETTORE PRIVATO LA DOMANDA DEL SETTORE PUBBLICO La domanda negli Enti locali La domanda negli altri Enti Pubblici in Lombardia I dati di stock I dati di flusso La domanda della sanità Lo stock nel servizio sanitario pubblico lombardo per l anno Flussi di personale laureato nel sistema sanitario lombardo per l anno La domanda nel Sistema giudiziario La domanda nell Associazionismo La domanda delle Università lombarde La domanda nel Sistema Istruzione I dati sul personale docente complessivo

7 I docenti nuovi inseriti nell anno scolastico I dati per corso di laurea Confronto domanda - offerta LA DOMANDA COMPLESSIVA L INCONTRO DOMANDA - OFFERTA DI LAUREATI CAUTELE NELL INTERPRETAZIONE IL CONFRONTO COMPLESSIVO EX ANTE DOMANDA-OFFERTA IN LOMBARDIA UN CONFRONTO SPERIMENTALE SU DATI EX POST Studenti e laureati imprenditori Il confronto sperimentale con i dati sugli avviamenti al lavoro in Provincia di Milano Gli avviamenti di laureati nel in Provincia di Milano I laureati 2006 che hanno avviato un attività lavorativa CONCLUSIONI

8 1 L offerta di laureati in Lombardia 1.1 Premessa metodologica Come già lo scorso anno, la raccolta dei dati sull insieme di coloro che hanno conseguito un titolo universitario è stata finalizzata alla stima dell offerta di laureati sul mercato del lavoro, ma è stata utile anche per tracciare un quadro delle caratteristiche della popolazione dei laureati della Lombardia. Con questa rilevazione, per la prima volta, sono stati utilizzati codici univoci per seguire i percorsi individuali degli studenti nel tempo e tra le diverse Università che hanno partecipato al progetto Specula Lombardia, ed è stato possibile stimare la dispersione universitaria e il fenomeno dei transiti da un Università all altra. L insieme di coloro che hanno conseguito un titolo di studio universitario in un dato anno naturalmente non equivale all offerta di laureati sul mercato del lavoro in tale anno, in quanto per molti il titolo conseguito rappresenta solo una tappa intermedia di un percorso più lungo (si veda lo schema successivo). All interno del proprio percorso universitario ogni laureato può accedere al mercato del lavoro in un qualunque momento, occorrerebbe conoscere quando esattamente ciò avviene, ma ciò non è possibile con i dati in nostro possesso. L offerta di lavoro è perciò una stima. Figura 1-1 Le tipologie di corsi universitari e post universitari CORSI I LIVELLO CORSI II LIVELLO CORSI POST UNIVERSITARI Diploma Universitario Master I livello Master II livello Laurea Triennale Laurea Specialistica Dottorato Laurea vecchio ordinamento Scuola di specializzazione Laurea Ciclo Unico SILSIS 7

9 Per realizzare questa stima abbiamo dovuto affrontare due problemi, che hanno richiesto distinti passaggi: 1. evitare di computare più volte chi dopo la laurea triennale si iscrive alla laurea specialistica o magistrale oppure chi segue un corso post-universitario (il laureato triennale o specialistico non concorre alla definizione dell offerta se rinvia l ingresso nel mercato del lavoro per completare il percorso di studi); 2. considerare che ci sono molti lavoratori studenti, cioè che molti laureati hanno iniziato a lavorare prima della laurea. Il primo problema è stato risolto assumendo che chi continua gli studi non entri nel mercato del lavoro. Confrontando i dati sui laureati triennali nel 2006 e gli iscritti all anno accademico abbiamo potuto individuare coloro che hanno continuato gli studi, che sono stati esclusi dall offerta di lavoro (v. paragrafo 1.4.4) 1. Particolarmente difficile risulta la risoluzione del secondo problema, ovvero individuare coloro che si laureano avendo già un occupazione. In mancanza di dati a riguardo, per cercare di depurare i dati sull offerta da questa distorsione, abbiamo ricalcolato l offerta, escludendo i laureati più anziani, nell ipotesi che essi abbiano iniziato a lavorare prima della laurea (v. paragrafo 1.5). Più precisamente abbiamo ipotizzato che abbiano già un lavoro tutti coloro che hanno superato un età soglia, individuata come 30 anni per la triennale, 31 per la quadriennale, 32 per la specialistica e 33 per il ciclo unico. Per il confronto con i dati della domanda saranno utilizzati in parallelo sia i dati sull offerta ottenuti come risultato del solo primo passaggio, sia quelli escludenti i laureati anziani (includendo il secondo passaggio): le due stime rappresentano gli estremi di un range entro cui dovrebbe situarsi l offerta reale. 1 Disponiamo dei dati sugli iscritti alle scuole di specializzazione e al SILSIS (corsi che preparano all insegnamento), ma non disponiamo dei dati sugli iscritti al dottorato e al master; per questi ultimi ipotizziamo che ci sia un bilanciamento tra quanti iniziano il master o il dottorato (rinviando l ingresso nel mondo del lavoro) e quanti hanno completato tale corso (ed entrano nel mercato). 8

10 1.2 Evoluzione della popolazione universitaria Laureati per Università e titolo universitario Nel 2006 il numero complessivo di laureati è di , in calo rispetto al 2005 (48.713) e in linea con il dato del 2004 (44.901), con un minore coinvolgimento degli atenei privati (che passano da nel 2004 a nel 2005 a nel 2066). Tavola 1-1 Laureati in Lombardia dal 2004 al 2006: distribuzione per Università Totale % su totale Università var. %04-06 Bicocca ,1 10,6 11,5 27,8 Milano Statale ,9 19,5 21,5 14,9 Cattolica ,1 15,0 13,5 4,4 Politecnico ,4 19,7 19,8 3,8 IULM ,6 4,2 3,1-33,3 Bocconi ,2 9,1 7,5-26,2 Pavia ,0 9,3 9,0-24,2 Bergamo ,8 4,1 4,7 26,1 Brescia ,4 4,5 4,8 10,7 LIUC ,4 1,4 1,3-6,5 Insubria ,0 2,7 3,3 13,1 Totale ,0 100,0 100,0 1,3 Università statali ,6 70,3 74,7 7,1 Università private ,4 29,7 25,3-12,7 Grafico 1-1 Distribuzione dei laureati 2006 in Lombardia Bergamo 4,7% Brescia 4,8% LIUC 1,3% Insubria 3,3% Bicocca 11,5% Pavia 9,0% Bocconi 7,5% Milano Statale 21,5% IULM 3,1% Politecnico 19,8% Cattolica 13,5% 9

11 Se analizziamo le tipologie di percorsi che si sono succeduti con le riforme del Sistema universitario, vediamo che nel 2006 il diploma universitario è sostanzialmente sparito, si laureano con il vecchio ordinamento studenti (la metà rispetto all anno precedente), triplicano i laureati specialistici (7.250 nel 2006) e crescono anche i laureati triennali (26.947). La crescita dei laureati con il nuovo ordinamento nel suo complesso (+6.931) non bilancia la diminuzione di laureati del vecchio ordinamento ( ). L effetto duplicazione della riforma, che negli anni scorsi aveva visto una costante crescita dei laureati, ha probabilmente esaurito il suo effetto. Tavola 1-2 Laureati in Lombardia nel per tipologia di titolo universitario e Università Diploma universitario Laurea vecchio ordinamento Laurea triennale Laurea specialistica Ciclo unico* Totale Milano Statale** Bicocca Politecnico** Cattolica** Bocconi IULM Bergamo Brescia Pavia Insubria*** LIUC Totale * Sono lauree a ciclo unico: medicina, odontoiatria, veterinaria, una specifica laurea che unisce ingegneria edile e architettura ** Università milanesi che hanno anche sedi lombarde fuori dalla provincia di Milano ***L Insubria è Università di Varese e Como Tavola 1-3 Laureati in Lombardia nel : confronto per tipologia di titolo universitario var. assoluta var. assoluta var. % var. % Diploma universitario ,6-56,7 Vecchio ordinamento ,9-49,8 Lauree nuovo ordinamento ,8 24,5 - Laurea triennale ,4 6,4 - Laurea specialistica ,5 235,0 - Ciclo Unico ,9 28,0 Totale ,5-6,7 10

12 I laureati in Lombardia 2 nel complesso restano sostanzialmente stabili (+1,3% tra 2004 e 2006), mentre a livello nazionale ( si veda tavola successiva) aumentano sensibilmente (+11,9% nello stesso intervallo), segno probabilmente di una più rapida applicazione della riforma in Lombardia. Tavola 1-4 Laureati in Lombardia e in Italia nel : confronto per tipologia di titolo universitario Lombardia Italia % Lombardia diploma universitario ,7 8,7 7,8 (vecchio ordinamento) laurea vecchio ,1 14,2 10,2 ordinamento laurea triennale ,6 18,3 16,7 laurea specialistica ,1 20,7 24,5 laurea ciclo unico ,7 10,3 11,8 Totale ,7 16,2 15,1 e su dati MIUR, Ottavo Rapporto sullo Stato del Sistema Universitario, Rilevazione Nuclei 2007, dicembre 2007 Grafico 1-2 Laureati con vecchio e nuovo ordinamento in Lombardia e Italia 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% Lombardia Italia vecchio ordinamento nuovo ordinamento Il vecchio ordinamento include anche i diplomi universitari e su dati MIUR, Ottavo Rapporto sullo Stato del Sistema Universitario, Rilevazione Nuclei 2007, dicembre In realtà il dato della Lombardia per essere completo dovrebbe contenere anche il San Raffaele, che nel 2005 aveva prodotto 247 laureati. 11

13 1.2.2 Iscritti per Università e titolo universitario Anche l insieme della popolazione universitaria resta sostanzialmente stabile. Gli iscritti, infatti, aumentano nell anno 2005/2006 per poi tornare a diminuire nel 2006/2007, assestandosi sui valori del 2003/2004 con una costante riduzione degli iscritti nelle Università private e una crescita delle statali, ma si tratta di variazioni fortemente influenzate dall adattamento della riforma 3. Tavola 1-5 Iscritti al Sistema universitario della Lombardia negli anni accademici 2003/4, 2004/5, e A.a. 2003/4 A.a. 2004/5 A.a. 2005/06 A.a. 2006/07 Statale di Milano Bicocca Politecnico Cattolica Bocconi IULM Bergamo Brescia Pavia Insubria Liuc Totale Università statali Università private Grafico 1-3 Studenti iscritti al vecchio e nuovo ordinamento in Lombardia e Italia 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% 2003/4 2004/5 2005/6 2006/7 2003/4 2004/5 2005/6 Lombardia Italia nuovo ordinamento vecchio ordinamento Il vecchio ordinamento include anche i diplomi universitari e su dati MIUR, Ottavo Rapporto sullo Stato del Sistema Universitario, Rilevazione Nuclei 2007, dicembre A partire dall anno accademico 2001/2 si era registrato un aumento delle immatricolazioni legato all introduzione della riforma, che aveva stimolato l iscrizione anche di giovani che si erano maturati 1-2 anni prima. Questo fenomeno è scemato negli anni successivi. 12

14 Tavola 1-6 Iscritti al Sistema universitario della Lombardia negli anni accademici 2003/4, 2004/5, e per tipologia di corso tipo corso 2003/4 2004/5 2005/6 2006/7 Diploma universitario Laurea vecchio ordinamento Laurea triennale Laurea specialistica Ciclo unico Totale Aumentano gli iscritti alle specialistiche e al ciclo unico, in parte per via della trasformazione di giurisprudenza da laurea 3+2 a laurea ciclo unico 4 (che si riflette anche sul calo degli iscritti alle triennali); resta uno zoccolo duro consistente di iscritti al vecchio ordinamento, che rappresenta oltre il 10% del totale della popolazione universitaria. Il vecchio ordinamento nella media nazionale mantiene un peso più rilevante che in Lombardia: nell anno accademico 2005/6 gli iscritti al vecchio ordinamento sono in Lombardia il 17% del totale e nell insieme Italia il 25,6%, conseguenza anche di un maggior peso degli studenti non in regola nelle altre regioni italiane. 4 Nella maggior parte delle Università Giurisprudenza è stata trasformata in ciclo unico nel Sopravvivono alcuni corsi di giurisprudenza triennali, che però non consentono l accesso alle più importanti carriere dei giuristi. 13

15 1.2.3 I nuovi iscritti Per valutare l evoluzione della popolazione universitaria abbiamo considerato gli iscritti al primo anno delle lauree triennali o delle lauree a ciclo unico 5, ovvero i nuovi entranti nel sistema universitario. Il numero complessivo degli iscritti al primo anno del percorso universitario è diminuito nell anno accademico di unità; l incidenza dei nuovi ingressi nel sistema universitario sul totale della popolazione è diminuito dal 21% del 2003 al 20,2% del Tavola 1-7 Ingressi nel mondo universitario: iscritti al primo anno triennale e ciclo unico 2003/4 2004/5 2005/6 2006/7 2003/4-2005/6-2006/7 2006/7 Bicocca ,1-6,8 Statale ,0-3,7 Cattolica ,4 1,9 Politecnico ,6-1,2 IULM ,2-16,6 Bocconi ,2 0,1 Pavia ,7-0,4 Bergamo ,8 1,7 Brescia ,1 0,3 LIUC ,7-7,6 San Raffaele Insubria ,6 1,6 Totale ,6-2,2 Totale senza S. Raffaele ,1-2,2 Gli iscritti in regola sono molto più numerosi nelle lauree a ciclo unico: la lunghezza dei percorsi e la difficoltà dei test di ingresso (con riferimento a Medicina) frenano l iscrizione dei giovani a più anni dal conseguimento della maturità. 5 Consideriamo triennali e ciclo unico nel loro insieme e non anche separatamente perché la trasformazione della laurea in giurisprudenza da 3+2 a ciclo unico rende non comparabili i dati del 2005 con quelli del

16 Tavola 1-8 Iscritti al primo anno delle lauree triennali e ciclo unico per età Triennale Ciclo unico età 2003/4 2004/5 2005/6 2006/7 Totale 2003/4 2004/5 2005/6 2006/7 Totale <=18 anni anni anni anni anni >22 anni Totale % ,5 60,2 59,6 60,8 59,7 72,6 72,8 72,0 74,2 73,2 Complessivamente gli iscritti con non più di 19 anni sono il 62%. Nella media nazionale è un po più alta la percentuale di minori di 20 anni (e di ragazzi con non più di 18 anni, i primini ), ma è anche molto più alta la percentuale di giovani con più di 22 anni. Tavola 1-9 Iscritti al primo anno per età età 2003/4 2004/5 2005/6 2006/7 <=18 anni 2,8 2,6 2,6 2,6 19 anni 56,4 58,2 57,7 59,8 20 anni 15,8 15,9 16,4 16,1 21 anni 5,8 5,9 6,0 6,0 22 anni 3,1 3,0 3,0 2,9 >22 anni 16,1 14,4 14,4 12,6 Totale 100,0 100,0 100,0 100,0 Grafico 1-4 Distribuzione per età degli iscritti al primo anno (a.a.2005/6) Italia <=18 anni 19 anni 20 anni 21 anni >=22 anni Lombardia 0% 20% 40% 60% 80% 100% Lombardia Italia >=22 anni 17,4 20,6 21 anni 6 4,4 20 anni 16, anni 57,7 56,4 <=18 anni 2,6 6,7 e su dati MIUR, Ottavo Rapporto sullo Stato del Sistema Universitario, Rilevazione Nuclei 2007, dicembre

17 1.2.4 Le scuole di specializzazione Per il 2006 disponiamo dei dati completi sulle scuole di specializzazione. Non tutte le Università hanno scuole di specializzazione, queste sono presenti soprattutto alla Statale di Milano, a Pavia e Bergamo. Nel 2006 hanno terminato la specializzazione persone, di cui hanno acquisito un titolo Silsis per l abilitazione all insegnamento, 290 un attestato Silsis di aggiornamento e un altra specializzazione, prevalentemente in ambito medico. Tavola 1-10 Specializzati nel 2006 Università Silsis Altre scuole di specializzazione Totale Bicocca Statale Cattolica Pavia Bergamo Brescia Insubria Totale Tavola 1-11 Iscritti alle scuole di specializzazione Totale Silsis Altre scuole di specializzazione Università 2005/6 2006/7 2005/6 2006/7 2005/6 2006/7 Bicocca Statale Cattolica Pavia Bergamo Brescia Insubria Totale I corsi Silsis hanno una durata media inferiore a quella degli altri corsi di specializzazione (in particolare rispetto alle specializzazioni mediche), di conseguenza il loro peso sul totale corsi di specializzazione è più elevato tra gli specializzati che tra gli specializzandi. 16

18 Tavola 1-12 Specializzati nel 2006 (esclusi Silsis) Corso N % Allergologia e immunologia clinica 9 0,6 Anatomia patologica 10 0,6 Anestesia e rianimazione 124 7,7 Applicazioni biotecnologiche 2 0,1 Audiologia e foniatria 2 0,1 Biochimica clinica 33 2,1 Cardiochirurgia 12 0,7 Cardiologia 59 3,7 Chemioterapia 11 0,7 Chirurgia dell'apparato digerente ed endoscopia digestiva chirurgica 5 0,3 Chirurgia generale 52 3,2 Chirurgia maxillo-facciale 6 0,4 Chirurgia pediatrica 5 0,3 Chirurgia plastica e ricostruttiva 12 0,7 Chirurgia toracica 3 0,2 Chirurgia vascolare 15 0,9 Criminologia clinica 7 0,4 Dermatologia e venereologia 12 0,7 Ematologia 16 1,0 Endocrinologia e malattie del ricambio 9 0,6 Farmacologia 33 2,1 Fisica sanitaria 9 0,6 Gastroenterologia 17 1,1 Genetica applicata 5 0,3 Genetica medica 18 1,1 Geriatria 21 1,3 Ginecologia e ostetricia 44 2,7 Idrologia medica 23 1,4 Igiene e medicina preventiva 24 1,5 Ispezione degli alimenti di origine animale 25 1,6 Malattie del fegato e del ricambio 7 0,4 Malattie dell' apparato respiratorio 22 1,4 Malattie infettive 10 0,6 Medicina del lavoro 42 2,6 Medicina dello sport 15 0,9 Medicina fisica e riabilitazione 33 2,1 Medicina interna 59 3,7 Medicina legale 18 1,1 Medicina nucleare 4 0,2 Medicina tropicale 5 0,3 Microbiologia e virologia 8 0,5 Microchirurgia e chirurgia sperimentale 2 0,1 Nefrologia 11 0,7 Neurochirurgia 12 0,7 Neurofisiopatologia 1 0,1 Neurologia 33 2,1 Neuropsichiatria infantile 20 1,2 Oftalmologia 20 1,2 Oncologia 25 1,6 Ortognatodonzia 32 2,0 Ortopedia e traumatologia 44 2,7 Otorinolaringoiatria 18 1,1 Patologia clinica 18 1,1 Pediatria 56 3,5 Psichiatria 38 2,4 Psicologia clinica 20 1,2 Psicologia del ciclo di vita 11 0,7 Radiodiagnostica 66 4,1 Radioterapia 16 1,0 Reumatologia 9 0,6 Tossicologia 5 0,3 Urologia 12 0,7 Specializzazioni sanitarie ,0 Professioni legali 129 8,0 Diritto e legislazione veterinaria 1 0,1 Diritto ed economia delle comunità europee 1 0,1 Discipline regolatorie 16 1,0 Farmacia industriale 6 0,4 Farmacia ospedaliera 19 1,2 Etologia applicata e benessere degli animali di interesse zootecnico e degli animali da affezione 23 1,4 Sanita' animale, allevamento e produzione zootecniche 30 1,9 Scienza e medicina degli animali da laboratorio 11 0,7 Scienza dell'alimentazione 13 0,8 Statistica sanitaria 4 0,2 Storia dell'arte 21 1,3 Archeologia 15 0,9 Totale ,0 17

19 Tavola 1-13 Iscritti alle scuole di specializzazione (esclusi Silsis) 2005/6 2006/7 % 2005/6 % 2006/7 allergologia e immunologia clinica ,4 0,4 anatomia patologica ,0 0,9 anestesia e rianimazione ,7 6,4 audiologia e foniatria 5 4 0,1 0,1 biochimica clinica ,4 2,4 cardiochirurgia ,1 1,1 cardiologia ,6 3,5 chemioterapia 10-0,2 chirurgia dell'apparato digerente ed endoscopia digestiva chirurgica ,3 0,3 chirurgia generale ,2 4,3 chirurgia maxillo-facciale ,4 0,4 chirurgia odontostomatologica ,0 1,4 chirurgia pediatrica ,4 0,4 chirurgia plastica e ricostruttiva ,9 0,9 chirurgia toracica ,4 0,3 chirurgia vascolare ,0 0,9 dermatologia e venereologia ,8 0,8 ematologia ,0 1,0 endocrinologia e malattie del ricambio ,1 1,2 farmacologia ,3 3,6 fisica sanitaria ,6 0,6 gastroenterologia ,7 0,6 genetica applicata 1-0,0 genetica medica ,5 1,6 geriatria ,2 1,1 ginecologia e ostetricia ,3 3,3 idrologia medica ,2 2,6 igiene e medicina preventiva ,5 1,3 malattie del fegato e del ricambio 7-0,1 malattie dell' apparato respiratorio ,2 1,2 malattie infettive ,7 0,7 medicina del lavoro ,1 1,9 medicina dello sport ,7 0,6 medicina fisica e riabilitazione ,8 1,7 medicina interna ,9 3,5 medicina legale ,9 1,0 medicina nucleare ,4 0,5 medicina tropicale ,2 0,3 microbiologia e virologia ,2 1,3 nefrologia ,3 1,5 neurochirurgia ,9 0,9 neurofisiopatologia 4 4 0,1 0,1 neurologia ,4 2,2 neuropsichiatria infantile ,5 1,6 oftalmologia ,1 1,1 oncologia ,6 1,6 ortognatodonzia ,9 1,9 ortopedia e traumatologia ,5 3,7 otorinolaringoiatria ,0 1,0 patologia clinica ,2 1,2 pediatria ,0 4,1 psichiatria ,1 1,8 psicologia clinica ,1 1,1 psicologia del ciclo di vita ,6 0,5 radiodiagnostica ,1 4,2 radioterapia ,0 0,9 reumatologia ,7 0,8 sanitario e della prevenzione ,3 tossicologia 4 3 0,1 0,1 urologia ,0 1,0 Specializzazioni sanitarie ,4 85,3 allevamento, igiene, patologia delle specie acquatiche e controllo dei ,5 0,5 etologia applicata e benessere degli animali di interesse zootecnico e ,5 0,5 prodotti derivati ispezione degli alimenti di origine animale ,4 0,6 degli animali da affezione sanità animale, allevamento e produzione zootecniche ,5 0,5 scienza e medicina degli animali da laboratorio ,3 0,3 tecnologia e patologia delle specie avicole, del coniglio e della ,5 0,5 patologia e clinica animali da affezione ,4 0,4 selvaggina Sanità animale ,2 3,4 diritto ed economia delle comunità europee 1-0,0 professioni legali ,9 6,1 archeologia ,2 1,1 storia dell'arte ,6 2,1 scienza dell'alimentazione ,1 1,1 statistica sanitaria ,6 0,8 Altre ,4 11,3 Totale ,0 100,0 18

20 1.2.5 Gli indirizzi di laurea Si conferma la composizione dei laureati del 2005: prevalenza degli indirizzi economici e ingegneristici, che insieme rappresentano un terzo dei laureati; l area giuridica e politico sociale rappresentano un altro 20%, l area umanistica in senso stretto il 16% e quella medico-psicologica il 10%. Grafico 1-5 Indirizzi universitari dei laureati Se confrontiamo i dati per singolo indirizzo di laurea tra il 2005 il 2006, notiamo tuttavia numerosi scostamenti che, seppur di lieve entità, vanno spesso nella direzione opposta a quelle che appaiono essere le indicazioni emerse dal mercato del lavoro: crescono i laureati in indirizzi poco richiesti dal mercato del lavoro: letterari, linguistici e psicologici; diminuiscono significativamente i più richiesti: economia (da a 7.387) e in misura minore ingegneria; Coerentemente con le indicazioni espresse dalla domanda di alte professionalità crescono invece i laureati ad indirizzo chimico scientifico, sanitario e paramedico e diminuiscono quelli in materie giuridiche. 19

21 Tavola 1-14 Laureati 2005 e 2006 per corso di laurea 2005 % 2006 % Agrario, alimentare, zootecnico 796 1, ,6 Altri indirizzi di ingegneria 274 0, ,6 Architettura urbanistica, territoriale , ,8 Bio-biotecnologiche , ,1 Chimico, farmaceutico 847 1, ,8 Difesa e sicurezza 54 0,1 67 0,1 Economico , ,2 Geologico 614 1, ,4 Giuridico , ,5 Ingegneria civile e ambientale , ,2 Ingegneria elettronica e dell'informazione , ,1 Ingegneria gestionale , ,2 Ingegneria industriale , ,7 Insegnamento e formazione , ,4 Letterario, filosofico, storico e artistico , ,9 Linguistico , ,3 Medico e odontoiatrico , ,4 Politico - sociale , ,8 Psicologico , ,7 Sanitario e paramedico , ,4 Scientifico e matematico , ,0 Scienze motorie 673 1, ,2 Statistico 189 0, ,5 Totale , ,0 L andamento degli iscritti al primo anno per le lauree triennali e ciclo unico non è sempre in linea con l andamento dei laureati: conferma l aumento di chimici, sanitari e paramedici e il calo degli indirizzi ingegneristici e giuridici; smentisce il calo di economia, che al contrario aumenta come nuove iscrizioni; smentisce anche l aumento di lettere, lingue, psicologia e degli indirizzi scientificomatematici. In particolare non sembrano aver funzionato i progetti finalizzati ad incoraggiare le immatricolazioni dei giovani alle facoltà scientifiche matematiche (Progetto lauree scientifiche del 2005, MIUR): gli iscritti agli indirizzi scientifico-matematico da nell anno accademico 2003/4 sono diminuiti a nel 2005/6 e a nel 2006/7 (-10% in 3 anni, contro la media complessiva del -3,5%) 6 6 I dati nazionali del MIUR invece indicano un aumento degli iscritti in scienze e tecnologie fisiche da 2040 nel 2004/5 a nel 2005/6 e in scienze matematiche da a (sito MIUR). Questo diverso andamento può essere spiegato da una più elevata "concorrenza" sul territorio lombardo dell'offerta di lauree in ingegneria (anche con gli indirizzi di ingegneria matematica e ingegneria fisica) e parallelamente di una forte domanda di laureati in ingegneria, ma anche da una minore sensibilità della popolazione lombarda all'abbassamento delle tasse universitarie. 20

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI Ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi: nei bandi che fanno riferimento all ordinamento previgente

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

Lista dei Settori Concorsuali con i relativi settori scientifico disciplinari

Lista dei Settori Concorsuali con i relativi settori scientifico disciplinari Lista dei Settri Cncrsuali cn i relativi settri scientific disciplinari 01/A1 - LOGICA MATEMATICA E MATEMATICHE COMPLEMENTARI MAT/01 MAT/04 01/A2 - GEOMETRIA E ALGEBRA MAT/02 MAT/03 01/A3 - ANALISI MATEMATICA,

Dettagli

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo 1 2 Guida all accesso ai Corsi di Laurea (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo Anno Accademico 2014/2015 3 4 Concept and graphic design: Marketing e Fundraising

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/201. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/1. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza

Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza Giuseppe Carci La mobilità universitaria tra dispersione e riorientamento Con

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 75,36 U.O. S.O. CHIRURGIE 83,52 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 78,20 U.O. ALLERGOLOGIA 90,00 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 75,36 U.O. S.O. CHIRURGIE 83,52 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 78,20 U.O. ALLERGOLOGIA 90,00 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 2/. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Decreto Direttoriale n. 222 del 20 luglio 2012 PROCEDURA PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE SCIENTIFICA NAZIONALE ALLE FUNZIONI DI PROFESSORE UNIVERSITARIO DI PRIMA E SECONDA FASCIA Il Direttore generale

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni

Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni Classi di concorso tabella A 1/A Aerotecnica e costruzioni aeronautiche 2/A Anatomia, fisiopatologia oculare e laboratorio di misure oftalmiche 3/A Arte del

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE Classe L2 Programmazione didattica a.a. 2014/2015 Per l anno accademico 2014-2015

Dettagli

Manifesto degli studi Anno Accademico 2012-2013

Manifesto degli studi Anno Accademico 2012-2013 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA Manifesto degli studi Anno Accademico 2012-2013 Immatricolazione e Iscrizione ai Corsi di studio di cui ai DD.MM. 03.11.1999 n.509 (G.U. 04.01.2000), 04.08.2000 (G.U.

Dettagli

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2010/2011 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 1 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 2 INDICE Sezione 1 Le scuole... 5 IL SISTEMA SCOLASTICO LOMBARDO...

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Addio agli studi. L impatto dei fattori sociali e delle motivazioni individuali sulla scelta di abbandonare l università

Addio agli studi. L impatto dei fattori sociali e delle motivazioni individuali sulla scelta di abbandonare l università Università degli Studi di Milano - Bicocca Nucleo di Valutazione Addio agli studi. L impatto dei fattori sociali e delle motivazioni individuali sulla scelta di abbandonare l università Alessandra Caserini

Dettagli

ore 1 biennio DISCIPLINE unitario Lingua inglesee Storia Matematica Diritto ed economia alternative Totale ulteriori lingue

ore 1 biennio DISCIPLINE unitario Lingua inglesee Storia Matematica Diritto ed economia alternative Totale ulteriori lingue ATTIVITÀ E INSEGNAMENTI GENERALI COMUNI AGLI INDIRIZZI DEL SETTORE ECONOMICO Lingua e letteratura italiana 1^ 2^ secondo biennio e quinto anno costituiscono un percorso formativo unitario 3^ 4^ 5^ Lingua

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI CIMEA di Luca Lantero Settembre 2008 1 Cicli Titoli di studio EHEA 1 2 3 Istruzione superiore universitaria Laurea Laurea Magistrale

Dettagli

Lingue, letterature e studi interculturali [Classe L-11], Lingue e letterature europee e americane [Classe LM-37],

Lingue, letterature e studi interculturali [Classe L-11], Lingue e letterature europee e americane [Classe LM-37], - A pag. 29, sez. 3.5.2.1 Elenco corsi di laurea triennali con rilascio di doppio titolo, per il corso di laurea in Lingue, letterature e studi interculturali [Classe L-11], curriculum Studi bilaterali

Dettagli

Presentazione delle Schede DAT

Presentazione delle Schede DAT UNIVERSITÀ DEGLI STUDI CAGLIARI CAMPUS UNICA Presentazione delle Schede DAT Dati e indicatori statistici Sono di seguito presentati dettagliatamente i dati e gli indicatori richiesti dal Modello CRUI per

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Schema di regolamento recante Disposizioni per la razionalizzazione ed accorpamento delle classi di concorso a cattedre e a posti di insegnamento,

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO D. R. 767 del 30/06/2014 MANIFESTO GENERALE DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2014/2015 IL RETTORE VISTA la Legge 19 novembre 1990

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Al Direttore Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo studio universitario del Ministero Istruzione, Università e Ricerca

Al Direttore Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo studio universitario del Ministero Istruzione, Università e Ricerca Parere n. 5 del 22/6/2011 Al Direttore Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo studio universitario del Ministero Istruzione, Università e Ricerca Oggetto: Programmazione nazionale dei

Dettagli

SETTORE SCIENTIFICO-DISCIPLINARE Codice e Denominazione

SETTORE SCIENTIFICO-DISCIPLINARE Codice e Denominazione AREA 01 - SCIENZE MATEMATICHE E INFORMATICHE Codice e Denominazione 01/A - MATEMATICA 01/B - INFORMATICA 01/A1 LOGICA MATEMATICA E MATEMATICHE COMPLEMENTARI MAT/01 - LOGICA MATEMATICA MAT/04 - MATEMATICHE

Dettagli

GUIDA ALLA SCELTA DELLA SCUOLA SUPERIORE. nel Circondario

GUIDA ALLA SCELTA DELLA SCUOLA SUPERIORE. nel Circondario GUIDA ALLA SCELTA DELLA SCUOLA SUPERIORE nel Circondario anno scolastico 2012/2013 INDICE dei Contenuti Premessa 1. Introduzione 1.1. Come usare questa guida: obiettivi, cosa contiene 1.2. Per gli studenti

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

CATALOGO ATTIVITÀ DI ORIENTAMENTO A.A. 2014-15 Aggiornato al 09/04/2015

CATALOGO ATTIVITÀ DI ORIENTAMENTO A.A. 2014-15 Aggiornato al 09/04/2015 CATALOGO ATTIVITÀ DI ORIENTAMENTO A.A. 2014-15 Aggiornato al 09/04/2015 Il presente documento riporta l elenco delle iniziative di orientamento dedicate alle future matricole e agli insegnanti delle scuole

Dettagli

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA LAUREE QUADRIENNALI: FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA o ECONOMIA E COMMERCIO media aritmetica dei voti degli esami di profitto con esclusione dei voti delle Teologie e di quelli riguardanti

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION The Italian Think Tank UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION Vision propone un nuovo modello di ranking multi-dimensionale che mette a confronto le università italiane sulla base di cinque parametri

Dettagli

Il Progetto Orient@mente

Il Progetto Orient@mente Il Progetto Orient@mente Presentazione, 25 marzo 2015 Marina Marchisio Dipartimento di Matematica G. Peano Orient@mente Progetto di UNITO che ha come scopo la realizzazione di un orientamento in ingresso

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

Come si diventa insegnanti

Come si diventa insegnanti Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Ufficio Scolastico Provinciale di Padova Area della comunicazione e web Come si diventa insegnanti Il reclutamento del personale

Dettagli

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Congresso Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Nel corso degli ultimi anni lo studio degli aspetti nutrizionali, dei

Dettagli

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015 I Convegno di Neuroautoimmunità Prato, Polo Universitario 20-21 Febbraio 2015 PATROCINI RICHIESTI Patrocini richiesti Carissimi, Lettera dei Presidenti è con grande piacere che Vi invitiamo il 21 e 22

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

-Azienda Unità Sanitaria Locale n. 12 Viareggio Regione Toscana

-Azienda Unità Sanitaria Locale n. 12 Viareggio Regione Toscana -Azienda Unità Sanitaria Locale n. 12 Viareggio Regione Toscana Direttore Amministrativo Paolo Gennaro Torrico 59507 direttore.amministrativo O.I.V. Organismo Indipendente di Valutazione Direttore Generale

Dettagli

www.policlinico.mo.it A cura dell ufficio Comunicazione e accoglienza Ufficio stampa tel 059 4222213 poliurp@policlinico.mo.it

www.policlinico.mo.it A cura dell ufficio Comunicazione e accoglienza Ufficio stampa tel 059 4222213 poliurp@policlinico.mo.it A cura dell ufficio Comunicazione e accoglienza Ufficio stampa tel 059 4222213 poliurp@policlinico.mo.it Progetto grafico Avenida Stampa Artestampa srl Diffusione 50.000 copie Dicembre 2003 www.policlinico.mo.it

Dettagli

DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore

DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore 1 di 20 Insegnamenti di Informatica nelle scuole superiori: la situazione attuale Prof. Minerva Augusto (Membro del Consiglio

Dettagli

DECRETO N.173 IL CAPO DELL UFFICIO NAZIONALE

DECRETO N.173 IL CAPO DELL UFFICIO NAZIONALE Prot. n. 21096/II/1 dell 11 giugno 2009 UFFICIO NAZIONALE PER IL SERVIZIO CIVILE DECRETO N.173 IL CAPO DELL UFFICIO NAZIONALE VISTA la Legge 8 luglio 1998, n. 230, recante "Nuove norme in materia di obiezione

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Un anno di Open AIFA

Un anno di Open AIFA Il dialogo con i pazienti. Bilancio dell Agenzia Un anno di Open AIFA Un anno di Open AIFA. 85 colloqui, 250 persone incontrate, oltre un centinaio tra documenti e dossier presentati e consultati in undici

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

3. PROFESSIONI TECNICHE Classificazione ISTAT

3. PROFESSIONI TECNICHE Classificazione ISTAT 31 Professioni tecniche in campo scientifico, ingegneristico e della produzione 311 Tecnici delle scienze quantitative, fisiche e chimiche 3111. Tecnici fisici e geologici Rilevatore geologico Tecnico

Dettagli

Lauree triennali ed equipollenza dei titoli di studio pregressi: si sta per chiarire un grande equivoco?

Lauree triennali ed equipollenza dei titoli di studio pregressi: si sta per chiarire un grande equivoco? Lauree triennali ed equipollenza dei titoli di studio pregressi: si sta per chiarire un grande equivoco? Al fine dell iscrizione alle Lauree specialistiche delle professioni sanitarie non è necessario

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ALLEGATO I parametri e i criteri, definiti mediante indicatori quali-quantitativi (nel seguito denominati Indicatori), per il monitoraggio e la valutazione (ex post) dei risultati dell attuazione dei programmi

Dettagli

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Approvato dal Senato Accademico con delibera del 10 giugno 2008 e modificato con delibera del Senato Accademico del 14 giugno 2011 Decreto rettorale

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

5. Il contratto part-time

5. Il contratto part-time 5. Il contratto part-time di Elisa Lorenzi 1. L andamento dei contratti part-time Il part-time è una modalità contrattuale che in Italia, nonostante la positiva dinamica registrata negli ultimi anni, riveste

Dettagli

Ordinanza Ministeriale 21 febbraio 2014 n. 144. Esami di Stato di abilitazione professionale anno 2014. Professioni regolamentate dal D.P.R. 328/2001.

Ordinanza Ministeriale 21 febbraio 2014 n. 144. Esami di Stato di abilitazione professionale anno 2014. Professioni regolamentate dal D.P.R. 328/2001. Ordinanza Ministeriale 21 febbraio 2014 n. 144 Esami di Stato di abilitazione professionale anno 2014. Professioni regolamentate dal D.P.R. 328/2001. VISTA la legge 9 maggio 1989, n.168, con la quale è

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali GUIDA ALLA RIFORMA degli istituti tecnici e professionali Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali Il futuro è la nostra

Dettagli

2. Il profilo culturale, educativo e professionale degli Istituti Tecnici

2. Il profilo culturale, educativo e professionale degli Istituti Tecnici ALLEGATO A Profilo educativo, culturale e professionale dello studente a conclusione del secondo ciclo del sistema educativo di istruzione per gli Istituti Tecnici 1. Premessa I percorsi degli Istituti

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

Corsi p e r O d o n t o i a t r i

Corsi p e r O d o n t o i a t r i corsi accreditati ECM Corsi p e r O d o n t o i a t r i 2015 20 marzo Approccio Razionale alla Terapia Implantare dalla pianificazione del caso alla realizzazione protesica 22 maggio Rialzo del Pavimento

Dettagli

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012 VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Verbale n. 1/2012 Il giorno 20 marzo 2012 alle ore 15.00 presso la sede universitaria di Via dei Caniana n. 2, si

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

La Svizzera nel raffronto europeo. La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie

La Svizzera nel raffronto europeo. La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie La Svizzera nel raffronto europeo La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie Neuchâtel, 2007 Il sistema universitario svizzero La Svizzera dispone di un sistema universitario

Dettagli

Criteri, parametri e indicatori per l abilitazione scientifica nazionale AREA 01 MATEMATICA E INFORMATICA. Premesso

Criteri, parametri e indicatori per l abilitazione scientifica nazionale AREA 01 MATEMATICA E INFORMATICA. Premesso Criteri, parametri e indicatori per l abilitazione scientifica nazionale AREA 01 MATEMATICA E INFORMATICA Premesso che l attività scientifica e di ricerca nei settori MAT/01-09 e INF/01 consiste principalmente

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

Liceo Artistico Statale «Boccioni Palizzi» Istituto Superiore Artistico

Liceo Artistico Statale «Boccioni Palizzi» Istituto Superiore Artistico Idoneità alla 3^ classe: ESAMI IDONEITA' INTEGRATIVI A.SC. 2013/14 1 Grimaldi Sabrina: in poss. promoz. al 2 anno Istituto Alberghiero 2 anno Storia e Geografia (orale) 2 anno Storia dell Arte (orale)

Dettagli

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA ALLEGATO 2 TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI DELLA TERZA FASCIA DELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO DEL PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO DELLE SCUOLE ED ISTITUTI DI OGNI ORDINE E GRADO, APPROVATA CON D.M 27

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

PER LABORATORIO PER CLINICHE PRIVATE

PER LABORATORIO PER CLINICHE PRIVATE N lavoratori: 2 FRANCIA Società specializzata in selezione di personale sanitario ricerca medici PER LABORATORIO PATOLOGO CLINICO Retribuzione/contratto: salario lordo 8.000 mensile - contratto a tempo

Dettagli

Classificazione Istat dei titoli di studio italiani

Classificazione Istat dei titoli di studio italiani 24 ottobre 2005 Classificazione Istat dei titoli di studio italiani Anno 2003 Nota metodologica 1. INTRODUZIONE In occasione del Censimento 2001 della popolazione, il settore Istruzione dell Istat è stato

Dettagli

Ripartizione Relazioni Studenti I L R E T T O R E

Ripartizione Relazioni Studenti I L R E T T O R E Ripartizione Relazioni Studenti I L R E T T O R E VISTA la legge 9 maggio 1989. n. 168; VISTO il D.P.R. del 3 maggio 1957 n. 686, Norme di esecuzione del T.U. delle disposizioni sullo statuto degli impiegati

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli

Nucleo di Valutazione Interna

Nucleo di Valutazione Interna Nucleo di Valutazione Interna Il presente studio è stato redatto dal Nucleo di valutazione interna dell Università degli studi di Firenze e dall Ufficio di Supporto ed è stato approvato nella riunione

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

GUIDA ALLA CARRIERA E AI SERVIZI AGLI STUDENTI

GUIDA ALLA CARRIERA E AI SERVIZI AGLI STUDENTI GUIDA ALLA CARRIERA E AI SERVIZI AGLI STUDENTI ANNO ACCADEMICO 2013/2014 GUIDA ALLA CARRIERA E AI SERVIZI AGLI STUDENTI ANNO ACCADEMICO 2013/2014 SOMMARIO L UNIVERSITÀ DI TRENTO 7 IL SISTEMA UNIVERSITARIO

Dettagli

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus -ijp ASLLanusei Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6 Organigramma DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus DIREZIONE SANITARIA Direttore: dott. Maria Valentina Marras DIREZIONE AMMINISTRATIVA

Dettagli

Scuola di Ingegneria e Architettura

Scuola di Ingegneria e Architettura Alma Mater Studiorum - Università di Bologna Bando per l ammissione ai Corsi di laurea a numero programmato - Anno Accademico 2014/2015 Il presente bando, congiunto tra la Scuola di Ingegneria e Architettura

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como Corso di Laurea in Scienze della Mediazione Interlinguistica e Interculturale Classe L-12 Mediazione Linguistica

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

I laureati magistrali in Scienze Statistiche

I laureati magistrali in Scienze Statistiche http://www.safs.unifi.it I laureati magistrali in Scienze Statistiche I nostri testimonial Nota: la Laurea Magistrale in Statistica, Scienze Attuariali e Finanziarie è stata attivata nell a.a. 2012/2013

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

Regione Toscana. Bando di concorso a.a. 2014/2015. Borse di studio Posti alloggio

Regione Toscana. Bando di concorso a.a. 2014/2015. Borse di studio Posti alloggio Regione Toscana Bando di concorso a.a. 2014/2015 Borse di studio Posti alloggio Luglio 2014 Pubblicazione a cura del Servizio Comunicazione Impaginazione a cura di: Leda Lazzerini Redazione testo: Servizi

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

I COMMENTI DI ISTITUTO AMBIENTE EUROPA AL D. Lgs. 81/08 ( TESTO UNICO ) 9 - ESONERO DAI CORSI PER RSPP E ASPP: chi, che cosa e con quali conseguenze

I COMMENTI DI ISTITUTO AMBIENTE EUROPA AL D. Lgs. 81/08 ( TESTO UNICO ) 9 - ESONERO DAI CORSI PER RSPP E ASPP: chi, che cosa e con quali conseguenze ESONERO DAI CORSI PER RSPP E ASPP: di Attilio Pagano Psicologo del Lavoro e formatore L art. 32 del D. Lgs. 81/08 disciplina i requisiti per lo svolgimento delle funzioni di RSPP e ASPP. Tali requisiti

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli