Realizzato dall Istruttore Educativo: Colella Anna

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Realizzato dall Istruttore Educativo: Colella Anna"

Transcript

1 PROVINCIA DI BERGAMO Affari Generali e Politiche Sociali 2013 Realizzato dall Istruttore Educativo: Colella Anna

2 Indice L Epica Classica pag. 3 L Iliade pag. 4 L Odissea pag. 11 L Eneide pag. 45 2

3 L EPICA CLASSICA L epica è un particolare genere di poesia che racconta avvenimenti e imprese straordinarie di eroi (persone coraggiose). Il poeta epico non racconta i suoi sentimenti (amore, odio, speranza,..), ma racconta fatti, fa agire eroici personaggi che attirano l ammirazione del lettore. Le storie raccontate sono ricche di vicende fantastiche, infatti la fantasia è un elemento fondamentale dell epica. DIFFERENZA tra: Protagonisti EPICA eroi, esseri fantastici, mostri,.. ROMANZO persone comuni Spazio lontano ambienti comuni Tempo lontano vicino: si usa il passato prossimo, il presente Linguaggio difficile, elegante semplice Le opere più importanti di questo genere sono state scritte probabilmente da Omero e sono: l ILIADE (750 a.c.) Racconta gli ultimi giorni della guerra che i Greci combatterono per conquistare Troia, una città dell Asia Minore, e termina con i funerali dell eroe troiano, Ettore, ucciso da Achille, il più forte eroe greco. L ODISSEA (750 a.c.) Racconta le avventure dell eroe Ulisse per ritornare in patria dopo la distruzione di Troia. L epica greca è nata come racconto orale (non scritto), poi le storie sono state tramandate di persona in persona, di generazione in generazione, nei secoli successivi e servivano per educare i figli. 3

4 ILIADE ANTEFATTO Durante il matrimonio di Peleo, re di Ftia, e Teti, ninfa del mare, la dea Eris, esclusa dalla festa, perché sempre pronta a creare litigi, volle vendicarsi. Dall esterno, scagliò nella sala un bellissimo pomo d oro su cui c era scritto: Alla più bella. Eris dea della discordia Era moglie di Zeus Atena dea della guerra e della saggezza Afrodite dea dell amore. Chi è la più bella? Subito le tre dee, invitate al banchetto, Era, Atena e Afrodite, credendo ciascuna di essere la più bella, pretesero il pomo per sé e incominciarono a litigare. lite Atena lite Era Il pomo della discordia lite Afrodite Zeus, allora, decise che la scelta doveva essere fatta dal primo uomo che le tre dee avessero incontrato sul monte Ida, presso Troia. 4

5 La scelta di Paride Lì le tre dee incontrarono Paride, il figlio di Priamo. Lui assegnò il pomo ad Afrodite, che gli aveva promesso l amore della donna più bella del mondo. In questo modo attirò su di sé la rabbia di Era, che gli aveva, invece, promesso la potenza, e di Atena, che gli avrebbe donato, se fosse stata scelta, la sapienza (conoscenza). Era e Atena, da quel momento, giurarono odio eterno a Paride e al popolo troiano. Afrodite Paride sì Era no no. La guerra di Troia Atena Afrodite, per mantenere la promessa, fece in modo che, in occasione della permanenza di Paride a Sparta, nel palazzo di re Menelao, egli si innamorasse, ricambiato della moglie del re stesso, Elena, considerata la donna più bella del mondo. Paride la rapì e la portò con sé a Troia. Il re Menelao, arrabbiatissimo, deciso a vendicare il torto subìto, chiese aiuto a tutti i re delle città greche. Così organizzarono una spedizione contro Troia. La guerra fu difficile e durò 10 anni. 5

6 Menelao, marito di Elena Priamo, padre di Paride re di Sparta Elena Paride re di Troia scoppia la guerra città greche Troia... ARGOMENTO GENERALE Dieci anni di guerra Passarono dieci anni di guerra, ma gli Achei (greci) non riuscivano a conquistare Troia. accampamento greco Troia battaglia. Achille si ritira dal combattimento Crise, sacerdote del dio Apollo, arrivò al campo greco per riprendersi la propria figlia Criseide, schiava di Agamennone (fratello di Menelao). Agamennone rifiutò di consegnarla e ciò fece arrabbiare moltissimo Apollo che, offeso per il torto fatto a Crise, mandò una pestilenza (malattia) fra gli Achei. Agamennone fu costretto a liberare Criseide, ma volle in cambio Briseide, schiava di Achille (eroe greco, nemico di Troia). Nacque una violenta lite fra i due principi achei e, alla fine, Achille si ritirò dal combattimento. 6

7 lite tra Agamennone e Achille Agamennone Achille Il duello fra Ettore e Patroclo Senza Achille, Patroclo, suo cugino, gli chiese allora di indossare le sue armi per poter mettere paura ai Troiani e far coraggio agli Achei. Ma Ettore (troiano) combattendo contro Patroclo, lo uccise e si impossessò delle sue armi. La morte del giovane Patroclo spinse Achille a vendicare il cugino. Patroclo Ettore Il duello fra Achille ed Ettore Achille con le nuove armi affrontò Ettore e lo uccise in duello. Achille Ettore 7

8 Il massacro del corpo di Ettore Achille legò il cadavere di Ettore al carro trascinandolo nella polvere sotto gli occhi del re Priamo e dei suoi familiari, che, dall alto della torre di Troia, assistettero, straziati, a questo massacro. il corpo di Ettore viene trascinato intorno alle mura di Troia Ettore Achille 8

9 Gli dei Era Moglie di Zeus. Per fare un dispetto a Paride, perché lui aveva preferito Venere nella gara di bellezza, prese posizione contro i Troiani difendendo, nella guerra, i Greci. I PERSONAGGI Le donne Criseide È la schiava di Agamennone che l eroe greco è costretto a consegnare al sacerdote Crise per calmare la rabbia di Apollo, in cambio di Briseide Atena Dea della guerra. Protegge gli eroi greci e i preferiti sono, Ulisse, Achille e Menelao. Briseide È la schiava di Achille che Agamennone vuole in cambio di di Criseide Afrodite Dea della bellezza e dell amore. Paride l ha giudicata la più bella delle dee ed essa lo ricambia assicurandogli l amore di Elena e assicurando a tutti i Troiani il suo aiuto durante la guerra. Ecuba È la moglie di Priamo, madre di Ettore guarda dalla torre di Troia al massacro del corpo del figlio trascinato intorno alle mura dal carro di Achille. Apollo Dio del sole e della luce. Aiuta i Troiani e, mandando nel campo greco una terribile malattia, punisce il torto fatto da Agamennone al suo sacerdote, Crise, a cui è stato negato il riscatto della figlia Criseide

10 Andromaca È la moglie di Ettore, il più forte eroe troiano. Polissena È la figlia di Priamo e di Ecuba e moglie di Achille. 9

11 Gli uomini Achille È il figlio di Peleo e della dea Teti che ne rese immortale il corpo, tranne il tallone, immergendolo, appena nato, nel fiume infernale. Partecipa alla guerra contro Troia. La lite con Agamennone, che gli toglie la schiava Briseide, lo allontana dalla battaglia a cui ritorna per vendicare la morte dell amico Patroclo. Agamennone Re di Micene e fratello di Menelao. Guida i Greci nella guerra contro Troia. Ettore È più forte e coraggioso dei 50 figli di Priamo. Combatte con coraggio durante la guerra, ottenendo numerose vittorie. Viene ucciso da Achille. Paride È il figlio di Priamo che dà ad Afrodite il pomo della bellezza ottenendo l amore di Elena e provoca così la guerra di Troia. Uccide Achille colpendolo con una freccia nel tallone.. Menelao Re di Sparta, fratello di Agamennone e marito di Elena che gli è stata rapita da Paride. Per questa offesa invita i principi greci a dichiarare guerra a Troia.. Patroclo Cugino di Achille indossa le sue armi per spaventare i troiani ed aiutare i Greci, ma viene ucciso da Ettore. Priamo È il re di Troia. Assiste alla morte dei suoi figli che combattono contro gli Achei. Chiede ad Achille il corpo di Ettore e lo ottiene.. Eroe troiano, cugino di Ettore. Enea 10

12 ODISSEA ANTEFATTO La morte di Achille Priamo, andò alle tende di Achille, ottenne il corpo del figlio Ettore in onore del quale vennero preparati i funerali. Durante questo periodo di pace, Achille si innamorò di Polissena, la figlia di Priamo, che vide fuori dalle mura. La chiese in sposa a Priamo che, anche se contrario, gliela concesse in sposa. Durante la festa di nozze Paride colpì Achille nel tallone, l unico punto vulnerabile (debole) del corpo dell eroe greco. Achille morì e la guerra riprese. Polissena figlia del re Priamo Achille Paride La trappola di Odisseo Senza Achille i Greci erano in difficoltà. Odisseo decise allora di risolvere la guerra con una furbizia. Fece partire l esercito greco che trovò rifugio presso un isola vicina e lasciò sulla spiaggia un cavallo di legno nella cui pancia si erano nascosti i migliori eroi greci. No! Non toccatelo! È una trappola dei greci! Spingiamolo in mare! 11

13 Il cavallo venne portato dentro le mura e, durante la notte, dalla sua pancia uscirono fuori gli eroi greci che aprirono le porte al loro esercito ritornato indietro, e misero a ferro e fuoco la città. I Troiani trascinano il cavallo dentro le mura E poco dopo.. Presto! Uccidiamo i custodi rimasti svegli e apriamo le porte ai nostri compagni! Troia è in fiamme La caduta di Troia Priamo e i suoi figli morirono, mentre le figlie e le nuore diventarono schiave dei vincitori. I Greci commisero durante l incendio di Troia molte cattiverie, per cui successivamente, pagarono il giusto castigo. 12

14 I ritorni drammatici Alcuni eroi greci infatti morirono durante il loro ritorno o addirittura presso la loro casa, come Agamennone che venne ucciso dalla moglie e dal suo amante. Anche per Odisseo il ritorno a casa fu molto difficile. Gli eroi greci tornano in patria ARGOMENTO GENERALE Prove di Odisseo lontano da Itaca Odisseo fu trattenuto per ben 7 anni nell isola di Ogigia dalla ninfa Calipso, che innamoratisi di lui, gli impedì di ripartire. Da 9 anni la guerra di Troia è finita e Odisseo, unico sopravvissuto, non ha ancora fatto ritorno a casa. Dopo due anni di viaggi per mare, da sette, per volere del dio Nettuno, viene trattenuto nella bellissima isola di Ogigia, da Calipso, dea dell oblio. 13

15 Però Zeus decise di intervenire e, tramite Ermete (dio messaggero), ordinò a Calipso di lasciar libero l eroe. Minerva, dea della sapienza, ha ottenuto da Zeus che il lungo esilio del suo protettore abbia fine. Grazie, padre degli Dei! Invia subito Mercurio a parlare con Calipso, affinché lasci libero Odisseo.. Intanto, nell isola di Ogigia, Mercurio ha convinto la ninfa Calipso a lasciare che Odisseo sia libero per riprendere il mare Siete invidiosi, o dei! Io salvai Odisseo quando arrivò su quest isola..e volevo sposarlo Odisseo costruisce la zattera, poi, la piccola imbarcazione prende il mare spinta dal vento. Addio Odisseo! Rimpiangerò per sempre il mio amore perduto! Questi, dopo una furiosa tempesta, arrivò all isola dei Feaci dove regnava Alcinoo. Poseidone scatena una terribile tempesta che trasforma il giorno in notte e getta la piccola zattera in balia dell oceano. Oh,dei, vi ringrazio, la foce di un fiume! 14

16 Un grido di fanciulla lo risveglia. Chi sei tu? Una donna o una dea? E questo che paese è?. Sono la figlia di Alcinoo, signore delle Feaci, sulla cui terra il mare ti ha gettato. Al re egli raccontò le sue precedenti avventure dopo la partenza di Troia. Vuoi raccontarci Odisseo, tutte le avventure che dalla fine della guerra ti hanno portato fino a noi? Lo farò, sire. Dove andasti dopo la caduta di Troia? Salpai con 12 navi e 500 compagni, e il vento ci spinse verso il paese dei Ciconi. Raccontò di essere giunto alla terra dei Ciconi, amici dei Troiani che lo costrinsero alla fuga; Ma all alba, i Ciconi ci attaccarono e ci sconfissero. 15

17 Di avere raggiunto poi la terra dei Lotofagi che avevano offerto ai suoi compagni in cibo una pianta, il loto, che provocò l oblio (l abbandono, la dimenticanza); No, compagni! Non mangiate! Vi faranno dimenticare la patria! Invece ne mangiarono e, dimenticata la casa, dove erano nati, non volevano più far ritorno,.. Vogliamo restare,odisseo! Io ve lo impedirò! Avanti alle navi! Di aver costretto i suoi compagni a riprendere il mare e di avere accecato il ciclope Polifemo, che aveva divorato sei dei suoi compagni; Il mattino dopo, raggiunta quella terra, partii in esplorazione con 12 compagni, portando con noi cibo e vino. 16

18 E ben presto arrivammo ad una grotta Che sia abitata, Odisseo! Tra poco lo sapremo, venite! Chi siete, forestieri? Forse ladri o pirati venuti dal mare? Ah! Ah! Sei uno sciocco se credi che Polifemo sia tuo amico! Siamo guerrieri greci, o gigante! Veniamo da Troia e chiediamo un tuo gesto di amicizia. 17

19 Quella sera, dopo che Polifemo, rientrato nella grotta, ebbe divorato due compagni, io mi feci avanti con una ciotola colma del nostro vino e Un dono per te, Polifemo! un vino dolcissimo come miele che ti offro con la speranza che tu ci lasci andare! Sentiamo questo vino. e dimmi il tuo nome, poi ti farò un dono!! Per tre volte lo feci bere, finché il vino lo rese ubriaco come io volevo Nessuno è il mio nome, così mi chiamano i miei compagni. Qual è il dono che vuoi farmi, o generoso Polifemo? Ti mangerò per ultimo, Nessuno! Questo è il mio dono! AH! AH! AH! Detto questo si rovesciò all indietro sulla paglia e si addormentò profondamente. Allora feci riscaldare la punta del palo che avevamo nascosto. e ve lo conficcammo! Presto amici, il momento è giunto! 18

20 Un urlo terribile risuonò nella grotta e noi spaventati fuggimmo via.. Appena fummo un po lontani dalla grotta, slegai i compagni e in gran fretta tornammo alla nave. Di come fu aiutato da Eolo, il dio dei venti; Dopo un lungo viaggio arrivammo all isola di Eolia, dove regna Eolo, il dio dei venti. 19

21 Eolo ci ospitò per un mese e al momento della partenza mi fece un regalo. In quest otre ho imprigionato nemici, lasciando in libertà solo Zefiro, affinché possa piacevolmente spingere le tue navi verso Itaca. Fa in modo che nemmeno un soffio ne sfugga. Non accadrà generoso sovrano. Ma non avevo fatto i conti con la curiosità e l invidia di alcuni compagni i quali dopo nove giorni di mare, quando già vedevamo Itaca, approfittarono di un mio momento di stanchezza e aprirono l otre per vedere cosa ci fosse dentro di tanto prezioso e, d un colpo, tutti i venti nemici scatenarono una tempesta e in pochi attimi ritornammo sull isola di Eolia. 20

22 Di come sfuggì ai Lestrigoni, popolo di giganti, per raggiungere le coste dell Italia; Riprendemmo il viaggio e dopo sei giorni arrivammo in una baia racchiusa tra alte scogliere, ma. improvvisamente apparve un popolo di giganti, i Lestrigoni, i quali lanciarono enormi massi che distrussero e affondarono tutte le navi...tutti i miei compagni furono mangiati, mentre io, spaventato e impotente spingevo la mia nave verso il mare aperto Di come venne trattenuto dalla maga Circe che gli dette consigli per scendere negli Inferi (Regno dei morti). Giungemmo poi in una terra e ventidue uomini andarono ad esplorarla,. senza farvi più ritorno. Euriloco! Perché torni solo? Dove sono gli altri compagni? Non disperarti, se sono prigionieri li libereremo No, Odisseo! Non andare, o nemmeno noi torneremo più! Tutti scomparsi Odisseo! 21

23 Tu puoi liberarli, Odisseo, poiché ti dono quest erba benigna che vincerà ogni incantesimo di Circe. e poi lei diventerà ospitale e amica Ti ringrazio, divino Ermete! I miei compagni erano stati tutti trasformati in porci,.. Oh, cari amici, come siete stati sfortunati! Ma non disperate con l aiuto degli dei riuscirò a liberarvi dall incantesimo. Appena entrato, infatti mi fece sedere e mi offrì una coppa del suo intruglio, che io bevvi senza paura. Odisseo! Sapevo che saresti arrivato! Diventiamo amici! 22 Diventerò tuo amico solo se liberi i miei compagni.

24 così fece loro riprendere le antiche sembianze Amici cari! Riconosco il vostro volto, finalmente!. Lasciammo così l isola di Circe e navigammo tutto il giorno, e la sera arrivammo su una terra dove è sempre notte. e vedemmo apparire tante anime morte. E tra queste l ombra di un cieco indovino, che mi predisse il futuro. Tu farai ritorno nella tua patria, Odisseo, ma troverai ancora ostacoli perché Poseidone è arrabbiato con te per avergli accecato il figlio Polifemo. 23

25 Madre mia! Io non sapevo e il padre e il figlio che lasciai sono vivi? E la mia dolce sposa?... Sono vivi e aspettano con ansia il tuo ritorno, figlio mio.. Addio, amato figlio! Addio,! Amato figlio!... Madre! Non lasciarmi!... Ricorda ancora Odisseo di aver salvato i suoi compagni e se stesso dalle Sirene, che con il loro canto incantavano i marinai per poterli poi divorare; Poi ritornammo da Circe, la quale ci dette preziosi consigli. Stai attento al canto delle Sirene, Odisseo; riempi di cera le orecchie dei tuoi compagni e tu fatti legare all albero della nave per non cedere alle loro lusinghe 24

26 Il mattino dopo partimmo e quando vidi in lontananza l isola delle sirene, subito spalmai la cera nelle orecchie dei miei compagni e io mi feci legare all albero E se io gridassi di sciogliermi, voi stringetemi più forte con le corde!. giunti vicino all isola LIBERATEMI, AMICI! VI SCONGIURO! 25

27 E solo quando l isola fu lontana solo allora i miei compagni si tolsero la cera dalle orecchie e mi liberarono. Sembravi un pazzo, Odisseo! Se ti avessimo liberato ti saresti tuffato in mare. Circe aveva ragione nessun uomo può resistere al canto delle Sirene. Di essere infine sfuggito ai terribili vortici di Scilla e Cariddi, ma di aver perduto nell isola di Trinacria tutti i suoi amici, colpiti dall ira di Zeus, delle cui vacche si erano cibati. Mentre pieni di terrore guardavamo la gola di Cariddi.verso le nostre spalle c erano sei orribili tentacoli della mostruosa Scilla. Guarda Odisseo, non c è modo di evitare quello stretto pauroso? Attento, tieniti lontano più che puoi dalla bocca di Cariddi, o la nave verrà risucchiata con tutti noi! verso le nostre spalle già allungavano i sei orribili tentacoli la mostruosa Scilla. 26

28 Aiuto, Odisseo! È tutto inutile! Avanti! Ferma la nave, Odisseo! Dobbiamo fare qualcosa per loro! Arrivammo poi su un altra isola Fermiamoci sull isola Odisseo! Siamo stanchi e abbiamo bisogno di riposo! No amici! Mi è stato detto che su quest isola potremmo avere gravi disgrazie, proseguiamo! Va bene, ma solo per una notte e giuratemi di non toccare le vacche. Sì! Sì! Lo giuriamo! 27

29 E al mio ritorno Perché avete mangiato le vacche! Ora Zeus si vendicherà! Allora, lo faccia! Cosa può darci più della morte? Senza questo cibo saremmo ugualmente morti di fame! quando ci imbarcammo, tutti i miei compagni furono scaraventati in mare e morirono Tutti i miei compagni furono scaraventati in mare e morirono.mentre io, venivo trascinato dal vento e dalle onde. Poi mi aggrappai ad un albero e restai appeso mentre i rottami della nave scomparivano nella spaventosa voragine di Cariddi. 28

30 . ormai da solo raggiunsi l isola di Ogigia e da lì, infine, l isola dei Feaci. E di lì a nove giorni, trascinato dalle correnti, arrivai naufrago sull isola di Ogigia dove la dea Calipso mi salvò, ma rimasi prigioniero per sette lunghi anni. Il lungo racconto di Odisseo è finito e le parole di Alcinoo furono accolte da un profondo silenzio. Domani una mia nave ti porterà ad Itaca, dove finalmente troverai la pace che tanto a lungo hai cercato. Pace!? So che uomini prepotenti invadono la mia casa,.perciò dovrò combattere ancora! 29

31 30

32 Le prove di Odisseo ad Itaca Con la nave che gli fu stata data da Alcinoo, Odisseo giunse ad Itaca. Atena, dea della saggezza, trasformò Odisseo in un mendicante per non farlo riconoscere e, così, riconquistare il trono che i principi locali, i Proci, volevano occupare, sposando sua moglie Penelope. Insieme a Telemaco, suo figlio, organizzò la sua vendetta. Odisseo fece strage dei Proci e finalmente ritornò ad essere re di Itaca. Il giorno dopo una nave arrivò ad Itaca e Odisseo non riconosce la sua terra, da vent anni ne è lontano. Non svegliatelo! Il sonno lo farà riposare da ogni fatica. Dove sono?...in che paese mi hanno abbandonato i Feaci? Ormai sei al sicuro nella tua patria.noi possiamo ritornare. In quel momento gli appare Atena, sua protettrice. Non riconosci la tua patria, Odisseo? Questa è Itaca, non la ricordi più? ITACA!... Ora la riconosco! Finalmente sono arrivato!! 31

33 Ecco! Io ti rendo simile a un vecchio mendicante, in modo che nessuno possa riconoscerti. Scomparsa la dea, Odisseo, si incammina verso la baracca di Eumeo.. Buoni! Fermi! Lasciate in pace quel poveretto! Vieni povero uomo, ti darò qualcosa da mangiare..! I cani quasi ti sbranavano e io avrei avuto un nuovo peso sul cuore. Qualche dolore ti affligge buon uomo? 32

34 Odisseo, il mio re, partito venti anni fa per Troia non è più tornato. Odisseo, è vivo e tornerà! Telemaco! A che debbo questa visita che mi riempie di gioia? Salve, mio buon Eumeo! Telemaco!... Mio figlio! La dea Atena ha restituito a Odisseo le sue sembianze, affinché egli possa farsi riconoscere dal figlio. Ma tu. tu chi sei? sono tuo padre! 33

35 I Proci sono tanti, padre! Come faremo a sconfiggerli? Non siamo soli: la dea Atena ci aiuterà. La mattina dopo Odisseo si incammina verso la città e arriva al palazzo del re. I Proci stanno pranzando! L odore delle carni arrostite e il suono della cetra arrivano fin qui!.. La mia casa! Nell udire la voce del mendicante, un vecchio cane alza la testa e si mette a guaire. Di chi è quel povero cane? È il cane di Odisseo. 34

36 Poco dopo Odisseo entra nella sala e comincia a mendicare tra i Proci. Chi sei, mendicante? Chi ti ha permesso di entrare? NO! Io l ho fatto entrare e voglio che resti! Penelope sente che nel palazzo c è uno straniero che dice di avere notizie di Odisseo, quindi la sera chiede di vederlo. Chi sei? Da dove vieni? Penelope! Dolce e fedele sposa! Come vorrei abbracciarti! Sono il fratello del re di Cnosso non devi piangere il ritorno di Odisseo è vicino. Grata per la speranza che il mendicante le porta, Penelope comanda Euriclea di lavare i piedi all ospite. per ingannare i Proci che mi vogliono in moglie, tessevo la tela di giorno e la disfacevo di notte ma questa cicatrice sul ginocchio è uguale a quella di Odisseo!... TU SEI ODISSEO!!! 35

37 La mattina dopo, quando i Proci chiedono a Penelope di scegliere tra loro lo sposo, ella ha già pronta una risposta. Dicci, dunque, chi sarà il fortunato tra noi! Sì, oggi è il giorno in cui farò la mia scelta! Il mio sposo sarà colui che Avanti, Penelope, saprà tendere l arco di non tenerci Odisseo ancora in ansia! Il mio sposo sarà colui che saprà tendere l arco di Odisseo. e saprà far passare una freccia dentro gli anelli delle dodici scuri! A me l arco! Gareggerò per primo! Come vuoi, Leode. ma non vi riesce 36

38 ...e così tutti gli altri. Beh ecco.lascia che anch io provi a tendere l arco Il momento è giunto, figlio mio! Fai sbarrare tutte le porte della sala, affinché i Proci non possano uscire! Ora voglio tentare un altro bersaglio! Toh! Questa è bella davvero! Vorresti sposare una regina, lurido pezzente? La sala è sbarrata, come vuole mio padre. senza sforzo poi il mendicante afferra l arco, lo piega senza sforzo e scocca una sfreccia 37

39 che parte velocissima e infila a uno a uno tutti i dodici anelli Odisseo! È Odisseo! È tornato! Sì, sono io :Odisseo! Ora nessuno di voi sfuggirà alla rovina! 38

40 A uno a uno tutti i nemici cadono sotto le frecce di Odisseo. la vendetta è compiuta. E poco dopo. Svegliati Penelope! Finalmente i tuoi occhi potranno vedere ciò che aspettano da vent anni Odisseo è tornato! Ma che dici.. Poveretta, è diventata pazza! 39

41 Dopo il bagno, rivestito di abiti eleganti, Odisseo ha di nuovo il suo antico aspetto. Odisseo! Mio adorato sposo, sei proprio tu! 40

42 41

43 Il viaggio di Odisseo 42

44 Gli dei Zeus Padre di tutti gli dei. Osserva dall alto del monte Olimpo le avventure di Odisseo e interviene al momento opportuno. I PERSONAGGI Le donne Calipso È la bella ninfa che si innamora di Odisseo e vorrebbe sposarlo. Atena Dea della guerra. Protettrice di Odisseo e della sua casa. Circe È la maga che vive sull isola di Eea; diventa amica di Odisseo e lo aiuta. Poseidone Dio del mare. Fratello di Zeus. Odia Odisseo perché questi gli ha accecato il figlio, Polifemo.. Dio dei venti. Eolo Penelope È la moglie di Odisseo. Lo aspetta per vent anni. Nausicaa Figlia di Alcinoo, re dell isola delle Feaci. Ermes È il messaggero degli dei. Euriclea Anziana nutrice (tata) di Odisseo. 43

45 Gli uomini Odisseo Re di Itaca, figlio di Laerte. Polifemo Figlio di Poseidone, è un ciclope che ha un solo occhio. Telemaco Unico figlio di Odisseo, nato poco prima della partenza. Proci Sono i giovani che vogliono sposare la moglie di Odisseo. Eumeo Servitore di Odisseo che vuole molto bene a Telemaco e a Penelope. 44

46 ENEIDE L Eneide è stata scritta in latino dal poeta Virgilio nel I secolo a.c. Quest opera fu ordinata dall imperatore Ottaviano Augusto, che fece diventare Roma un Impero e volle far credere che la città avesse un origine mitologica e divina. Il poema più popolare è l Iliade che racconta la guerra tra Achei e Troiani e si conclude con la vittoria degli Achei e la distruzione di Troia, alla quale pochi sfuggirono vivi; tra questi si trovava il principe Enea. Virgilio parte da questo e racconta, in 12 libri, la caduta di Troia, i viaggi di Enea e la nascita di Roma. 45

47 ARGOMENTO GENERALE La tempesta Trascorsi sette anni dalla fine della guerra di Troia, Enea e i suoi compagni sono ancora per mare: Giunone (moglie di Giove e regina degli dei) da sempre nemica dei Troiani, cerca di ostacolarli in ogni modo e chiede a Eolo, dio dei venti, di scatenare una terribile tempesta che condanna Enea a vagare senza meta per molto tempo.. L arrivo a Cartagine Le navi troiane sono costrette a sbarcare in Africa, vicino a Cartagine, città che la regina Didone, di origine fenicia, sta costruendo. Didone ospita Enea e i suoi compagni con molta generosità e la sera, durante un banchetto, gli chiede di raccontarle la fine di Troia e la sua fuga dalla città. Enea Ascanio Didone Enea incomincia così a raccontare: ricorda l inganno del cavallo, pieno di guerrieri achei che, durante la notte seminarono il terrore dentro le mura di Troia rasandola al suolo. 46

48 Racconta che egli riuscì a scappare dalla città in fiamme insieme al padre Anchise, al figlio Iulo e ad alcuni troiani, la moglie Creusa, invece, morì ed iniziò il suo viaggio verso una nuova terra che sarà la loro nuova patria.. Il viaggio di Enea Partito da Troia (1), con i guerrieri troiani scampati alla strage, Enea si recò a Delo (2), l isola in cui aveva sede l oracolo di Apollo, per chiedere consiglio al dio. Questi gli rivela che la sua nuova patria sarà l Italia. Passò poi da Creta (3) dove i troiani riuscirono a sopravvivere alla peste, e poi, nelle isole Strofadi (4), all attacco delle Arpie, terribili mostri con il corpo di uccello e il viso di donna. Enea e i suoi compagni approdarono quindi nell Epiro (5) dove uno dei fratelli di Ettore, Eleno, era riuscito a impadronirsi del potere, aveva sposato Andromaca e insieme ad altri Troiani aveva cercato di ricostruire una piccola Troia. Enea e i suoi ottennero ospitalità, ma ripartirono presto perché anche Eleno predisse loro la meta finale del viaggio, l Italia. Ripreso il mare, i Troiani raggiunsero la Sicilia (6), dove riuscirono a stento a salvarsi dalla furia bestiale del Ciclopi e dove Anchise morì. Di nuovo in viaggio, furono sorpresi da una tempesta che li condusse a Cartagine (7), regno della regina Didone. 47

49 Sibilla Andromaca Anchise Didone Ciclopi Arpie. L amore tra Enea e Didone Il racconto delle vicende drammatiche della caduta di Troia e il lungo viaggio prima di scoprire la meta (l Italia), che gli dei hanno prescritto per Enea, sconvolgono profondamente Didone. La regina si innamora dell eroe che dimenticando il suo dovere, quello cioè di raggiungere l Italia, ricambia l amore e si trattiene per un anno intero a Cartagine. Enea Didone. 48

50 Il suicidio di Didone Alla fine dell anno, gli dei ricordano a Enea che la sua missione è di fondare in Italia una città che dominerà il mondo. Enea così è costretto a ripartire, anche se la regina cerca invano di trattenerlo con preghiere e lacrime. Disperata Didone si uccide, mentre le navi troiane prendono il largo. Didone Enea nel Lazio I Troiani tornano in Sicilia, dove organizzano giochi funebri in onore del padre di Enea morto da un anno. Si dirigono poi verso Cuma (8). Qui la Sibilla accompagna Enea nel regno dei morti, dove incontra l anima di Didone, che non gli rivolge nemmeno una parola, e quella del padre Anchise, che gli predice il futuro e gli annuncia la gloria di Roma, la città fondata dalla sua stirpe. 49

51 Nel vestibolo fra le foglie di un antico olmo si nascondono tutti i mali degli uomini (malattie, vecchiaia, guerre, paure) e tutti i più terribili mostri (Gorgoni, Arpie, Chimera, Scilla). Circondato da una foresta, è il luogo presso il quale si entra nell oltretomba attraverso una grande caverna. Oltre i Campi Elisi si aprono due porte, una di avorio da cui escono i sogni veritieri e una di corno da cui escono i sogni falsi. Enea e la Sibilla attraverso la porta di avorio raggiungono la riva del mare fino al porto di Gaeta. È il fiume infernale le cui acque si riversano nella palude Stigia e nel Cocito. Lo attraversano le anime dei morti sulla barca di Caronte. Il nocchiero della palude di Stigia, trasporta sulla sua barca Enea e la Sibilla. Aldilà della palude Stigia, in una grande pianura, Minosse giudica le anime e Cerbero, il cane a tre teste, impedisce ai morti di risalire sulla terra. È la sede di Plutone e di Proserpina, gli dèi degli Inferi, superata la quale Enea e la Sibilla giungono nel Campi Elisi. Sono i Campi dei beati attraversati dal fiume Late le cui acque fanno dimenticare il passato, in modo che le anime possano vivere sulla terra. Qui Anchise mostra ad Enea le anime dei futuri re di Roma. Qui si distendono i campi degli eroi e degli amanti infelici fra i quali Enea incontra Didone che per amor suo si è uccisa. Alla destra dei campi del pianto in una immensa città, il Tartaro, circondata da un fiume vorticoso, vengono puniti i più gravi delitti. 50

52 Finalmente i Troiani arrivano alla foce del Tevere (9), nel Lazio, dove governa il re Latino; questi ha una figlia di nome Lavinia che è stata promessa sposa a Turno, capo di una banda di rivoltosi. Nonostante i tentativi iniziali di accordo con Latino, Enea è costretto a combattere contro le popolazioni del luogo. I due eroi combattono e gli scontri si concludono con un duello che vede vincitore l eroe troiano. Enea conquista Roma e sposa Lavinia. Finalmente felici fondano un regno che un giorno diventerà Roma. Enea Turno 51

53 I PERSONAGGI Gli dei Giove Il re di tutti gli dei. È il simbolo della giustizia e della ragione. Le donne Didone È la giovane e bella regina di Cartagine. Accoglie Enea e se ne innamora. Al suo abbandono si uccide. Giunone Sorella e moglie di Giove. Perseguita Enea perché sa che la futura Roma distruggerà la sua città prediletta, Cartagine. Lavinia Figlia di Latino è promessa sposa di Turno. La decisione di Latino di darla in moglie ad Enea è causa della guerra fra Troiani o e Rutuli. Venere È la madre di Enea. Da lei sempre protetto, favorisce l amore tra Enea e Didone. Creusa È la moglie di Enea, madre di Ascanio. Sparisce durante l incendio di Troia. 52

54 Gli uomini Enea È l eroe figlio di Venere. Destinato a dare origine a una potente stirpe, quella romana, vaga a lungo per il Mediterraneo e incontra numerose avventure che con l aiuto degli dèi supera facilmente. Latino Re del Lazio. Accoglie Enea a cui promette in moglie la figlia Lavinia scatenano la rabbia di Turno, a cui la ragazza era stata promessa. Anchise Padre di Enea. Viene salvato da Enea che lo sottrae alle fiamme. Turno È il capo dei Rutuli. Promesso sposo di Lavinia. Lottando contro Enea muore.. Ascanio Unico figlio di Enea. 53

55 ILIADE Domande di comprensione 1. Come si chiamava il poeta che scrisse l Iliade? 2. Quale altra grande opera scrisse, oltre l Iliade? 3. Come si chiamavano queste due grandi opere? 4. Come si chiama questo genere di poesia? 5. Quale dea fu esclusa dal banchetto delle dee? 6. Cosa fece, allora, per vendicarsi? 7. Perché le dee litigarono tra di loro? 8. Chi, secondo Paride, era la più bella? 9. Cosa aveva promesso Venere a Paride? 10. Di chi si innamorò allora Paride? 11. A quale città apparteneva Paride e chi era suo padre? 12. A quale città apparteneva, invece, Elena e chi era suo marito? 13. Cosa fece allora Paride per poter amare la sua bella? 14. Tra chi scoppiò la guerra? 15. Come sono chiamati tutti i guerrieri greci che combattono contro i troiani? 16. Chi era l eroe degli achei? 17. Chi era l eroe dei troiani? 18. Come si concluse la guerra di Troia? Quale dei due eroi fu ucciso? ODISSEA Domande di comprensione 1. L Odissea narra le vicende di un eroe greco. Chi era? 2. Chi è Priamo? 3. Chi sono i suoi figli? 4. Chi si innamora di Polissena? 5. Durante la cerimonia di nozze, cosa succede? 6. Odisseo cosa pensa di fare per sconfiggere i troiani? 7. I Troiani dove portano il cavallo? 8. Cosa fanno i soldati greci? 9. Durante la battaglia chi muore? 10. Da dove partì Odisseo? 11. Quale era l isola dove Odisseo doveva far ritorno? 12. Come si chiamava la moglie? 13. Come si chiamavano quei principi che volevano impossessarsi del trono e sposare la moglie di Odisseo? 14. Quale era la caratteristica fisica di Polifemo? 54

56 15. Cosa aveva fatto Polifemo? 16. Cosa fa Odisseo per liberarsi dalla caverna di Polifemo? 17. Come si chiamava la dea protettrice di Odisseo? 18. Come si chiamava il figlio di Odisseo? 19. Riuscirà ad arrivare ad Itaca Odisseo? 20. Cosa fa Telemaco quando vede che il padre non ritorna? 21. Cosa faceva Penelope per far passare il tempo e rimandare il matrimonio con uno dei Proci? 22. Come viene trasformato dalla dea Atena? 23. Da chi viene riconosciuto Odisseo? 24. Cosa fa per potersi vendicare dei Proci? 25. Chi vince la prova dell arco? ENEIDE Domande di comprensione: 1) Come si chiama l autore che scrisse l Eneide? 2) Chi è il protagonista principale dell Eneide? 3) Cosa succede mentre Enea naviga verso l Italia? 4) Arrivato a Cartagine chi incontra? 5) Quale era il dovere di Enea? 6) Perché Enea resta un anno a Cartagine? 7) Cosa succede quando Enea parte? 8) Enea arriva in Italia, ma in quale regione? 9) Tra chi scoppia la guerra? 55

Argomento: L Odissea Destinatari: studenti con una competenza linguistica B2 Classi: 1^ Istituto Tecnico Tecnologico e Liceo delle Scienze Applicate

Argomento: L Odissea Destinatari: studenti con una competenza linguistica B2 Classi: 1^ Istituto Tecnico Tecnologico e Liceo delle Scienze Applicate Argomento: L Odissea Destinatari: studenti con una competenza linguistica B2 Classi: 1^ Istituto Tecnico Tecnologico e Liceo delle Scienze Applicate Il contenuto è la semplificazione di un libro di testo

Dettagli

ILIADE. Prof.ssa Marcella Costato IC Cornate d Adda a.s.2006/07

ILIADE. Prof.ssa Marcella Costato IC Cornate d Adda a.s.2006/07 ILIADE 1 PERSONAGGI DELL ILIADE I PERSONAGGI DELL ILIADE SONO UOMINI E DEI, ABITANTI DELLA GRECIA E DI TROIA. GLI UOMINI, SONO ECCEZIONALI E HANNO QUALITA FUORI DAL COMUNE. ESSI SONO GUERRIERI VALOROSI

Dettagli

L Iliade. Disegni, colori e testi ad opera della 4ªC. Istituto Comprensivo DANTE ALIGHIERI

L Iliade. Disegni, colori e testi ad opera della 4ªC. Istituto Comprensivo DANTE ALIGHIERI L Iliade Disegni, colori e testi ad opera della 4ªC Istituto Comprensivo DANTE ALIGHIERI Sara S Da nove anni si combatte sotto la città di Troia: Greci e Troiani si affrontano in una battaglia sanguinosa.

Dettagli

ADE CERCA MOGLIE. Completa. Rispondi

ADE CERCA MOGLIE. Completa. Rispondi IL DIO ADE Il dio Ade è fratello del dio Zeus. Ade è il re dei morti. Per gli antichi greci, dopo la morte, gli uomini vanno negli Inferi. Gli Inferi sono un luogo buio e triste che si trova sotto terra.

Dettagli

La religione dei Greci. Classe 5 E Boragine Valerio Massimo Anno scolastico 2014/2015

La religione dei Greci. Classe 5 E Boragine Valerio Massimo Anno scolastico 2014/2015 La religione dei Greci Classe 5 E Boragine Valerio Massimo Anno scolastico 2014/2015 La nascita della civiltà greca Noi quest anno abbiamo studiato la nascita della Grecia, la vita quotidiana dei Greci,

Dettagli

SCRIVIAMO UN IPERTESTO IN HTML

SCRIVIAMO UN IPERTESTO IN HTML SCRIVIAMO UN IPERTESTO IN HTML COMPONENTI DI UN IPERTESTO: home-page (prima pagina) pagine successive STRUTTURA DI UN IPERTESTO: ad albero Home-page Pagina1 Pagina 2 Pagina 1.1 Pagina 1.2 lineare Indice

Dettagli

LEGGENDA DELLA SIRENA

LEGGENDA DELLA SIRENA LA LEGGENDA DELLA SIRENA Anche questa seconda leggenda massarosese è stata tratta dalla raccolta Paure e spaure di P. Fantozzi e anche su questa lettura i ragazzi hanno lavorato benché in maniera differente:

Dettagli

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Traccia: Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Per la preghiera: vedi in allegato. Sviluppo dell

Dettagli

1) Scheda della poesia (percezione globale) 2) Verifica e/o consolidamento dei prerequisiti. 3) 1 lettura: contenuto, in generale, della poesia

1) Scheda della poesia (percezione globale) 2) Verifica e/o consolidamento dei prerequisiti. 3) 1 lettura: contenuto, in generale, della poesia NLISI DEL TESTO LE FSI DI LVORO 1) Scheda della poesia (percezione globale) 2) Verifica e/o consolidamento dei prerequisiti 3) 1 lettura: contenuto, in generale, della poesia 4) 2 lettura: spiegazione,

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

Wretched - Libero Di Vevere, Libero Di Morire. Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 03:35

Wretched - Libero Di Vevere, Libero Di Morire. Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 03:35 01 - Come Un Cappio Un cappio alla mia gola le loro restrizioni un cappio alla mia gola le croci e le divise un cappio che si stringe, un cappio che mi uccide un cappio che io devo distruggere e spezzare

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

A cura di Chiesacattolica.it e LaChiesa.it

A cura di Chiesacattolica.it e LaChiesa.it XI DOMENICA PRIMA LETTURA Il Signore ha rimosso il tuo peccato: tu non morirai. Dal secondo libro di Samuèle 12, 7-10.13 In quei giorni, Natan disse a Davide: «Così dice il Signore, Dio d Israele: Io ti

Dettagli

La trama dell'odissea

La trama dell'odissea La trama dell'odissea Nell'Odissea sono narrate le vicende dell'avventuroso viaggio di Odisseo, re di Itaca, più conosciuto con il nome latino di Ulisse, dalla fine della guerra di Troia al ritorno in

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA MI FA#-7 Se sarete poveri nel cuore, beati voi: LA6 MI sarà vostro il Regno di Dio Padre. MI FA#-7 Se sarete voi che piangerete, beati voi, LA6 MI perché

Dettagli

ENEA. www.inmigrazione.it. Esercizi. collana LINGUA ITALIANA L2

ENEA. www.inmigrazione.it. Esercizi. collana LINGUA ITALIANA L2 ENEA Esercizi www.inmigrazione.it collana LINGUA ITALIANA L2 Consigli per l uso: abbiamo affiancato questo allegato al PP La storia di Enea con il testo stampabile (aiuta molto farlo su fogli colorati)

Dettagli

STORIE DI DEI, DI UOMINI E DI EROI

STORIE DI DEI, DI UOMINI E DI EROI Scuola Primaria - Classi 3 A & 3 B a.s. 2012-2013 Scuola in galleria, Galleria Nazionale, Parma 14 Febbraio 2013 STORIE DI DEI, DI UOMINI E DI EROI CHI SONO GLI DEI? CHE COSA HANNO DI DIVERSO DAGLI UOMINI?

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World LOCUZIONI AL MONDO Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World 2 Sommario 1. La decisione della SS. Trinità al tuo

Dettagli

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la mamma di Gesù, tante preghiere; ogni preghiera ricorda

Dettagli

IL RITMO ROVINOSO CHE PORTA ALLA FOLLIA

IL RITMO ROVINOSO CHE PORTA ALLA FOLLIA Associazione culturale per la promozione del Teatro Musicale contemporaneo P.Iva 04677120265 via Aldo Moro 6, 31055 Quinto di Treviso - Tv IL RITMO ROVINOSO CHE PORTA ALLA FOLLIA TERZA VERSIONE autore:

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre UN LIBRO Novembre-dicembre CHE ANNUNCIA..... LA GIOIA DEL NATALE VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA Parole chiave SEGNI E SIMBOLI DELLA FESTA DI NATALE nella borsina ci sono due scatole che contengono

Dettagli

Grido di Vittoria.it

Grido di Vittoria.it COME ENTRARE A FAR PARTE DELLA FAMIGLIA DI DIO La famiglia di Dio del Pastore Mario Basile Il mio intento è quello di spiegare in parole semplici cosa dice la Bibbia sull argomento, la stessa Bibbia che

Dettagli

Song Book WWW.ALPHAGENERATION.IT/PDGWT

Song Book WWW.ALPHAGENERATION.IT/PDGWT Parola della Grazia Worship Team Song Book WWW.ALPHAGENERATION.IT/PDGWT Ti servirai di me ( 2006 Giovanni Di Sano & Marta Cascio) Verse Sol#Min Si5 Fa#5 Mi Mio Signore Mio Salvatore Fatti Conoscere Sol#Min

Dettagli

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE FAVOLA LA STORIA DI ERRORE C era una volta una bella famiglia che abitava in una bella città e viveva in una bella casa. Avevano tre figli, tutti belli, avevano belle auto e un bel giardino, ben curato,

Dettagli

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A»

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A» Prima settimana Le tentazioni di Gesù e le nostre «Gesù fu condotto dallo Spirito nel deserto, per essere tentato dal diavolo» (Mt 4,1-11). 1. Osserviamo il disegno. Tenendo presente il brano del Vangelo

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Siamo figli di Dio Dio Padre ci chiama ad essere suoi figli Leggi il catechismo Cosa abbiamo imparato Ci accoglie una grande famiglia: è

Dettagli

Gesù bambino scrive ai bambini

Gesù bambino scrive ai bambini Gesù bambino scrive ai bambini Leonardo Boff scrive a Gesù Bambino sul materialismo del Natale Il materialismo di Babbo Natale e la spiritualità di Gesù Bambino Un bel giorno, il Figlio di Dio volle sapere

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Una parola per te Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Prima edizione Fabbri Editori: aprile

Dettagli

Il principe Biancorso

Il principe Biancorso Il principe Biancorso C era una volta un re che aveva tre figlie. Un giorno, stando alla finestra con la maggiore a guardare nel cortile del castello, vide entrare di corsa un grosso orso che rugliava

Dettagli

CAPITOLO VII IL SACRIFICIO DI FILIPPO MERLINO A NASSYRIA

CAPITOLO VII IL SACRIFICIO DI FILIPPO MERLINO A NASSYRIA CAPITOLO VII IL SACRIFICIO DI FILIPPO MERLINO A NASSYRIA Filippo Merlino Nato a Sant Arcangelo il 25/02/1957, era entrato nei carabinieri a soli 17 anni. Maresciallo Maggiore comandava la stazione dei

Dettagli

COME SI VESTIVANO NELL ANTICA ROMA?

COME SI VESTIVANO NELL ANTICA ROMA? COME SI VESTIVANO NELL ANTICA ROMA? Nell antica Roma tutti si mettevano un vestito lungo. Questo vestito si chiama tunica. Uomini e donne legavano la tunica con una cintura. Sopra la tunica le donne ricche

Dettagli

Mythos: dei ed eroi nelle sculture antiche della Galleria degli Uffizi

Mythos: dei ed eroi nelle sculture antiche della Galleria degli Uffizi Ministero per i Beni e le Attività Culturali Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze SEZIONE DIDATTICA 2011 Schede

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

IL SOGNO di GIUSEPPE Canzoni

IL SOGNO di GIUSEPPE Canzoni IL SOGNO di GIUSEPPE Canzoni CANZONE: QUESTO VESTITO BELLISSIMO Giacobbe: Ecco, figlio qui per te una cosa certo che ti coprirà, ti scalderà, e poi sarà un pensiero mio per te. Ti farà pensare a me, al

Dettagli

Il Libro dei Sopravvissuti

Il Libro dei Sopravvissuti Il Libro dei Sopravvissuti Cathy Freeman: una GRANDE atleta Nel 2000 ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney: è stata la porta bandiera e ha acceso la fiamma olimpica Ha vinto la gara dei 400 metri da

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

Una data speciale in tutto il mondo : 12 Ottobre 1492

Una data speciale in tutto il mondo : 12 Ottobre 1492 Progetto : Io con te Una data speciale in tutto il mondo : 12 Ottobre 1492 Il 12 Ottobre ricorre un avvenimento molto importante per la Storia: la scoperta dell America. Il protagonista di questo evento

Dettagli

La religione degli antichi greci

La religione degli antichi greci Unità di apprendimento semplificata Per alunni con difficoltà di apprendimento, per alunni non italofoni, per il ripasso e il recupero A cura di Emma Mapelli La religione degli antichi 1 Osserva gli schemi.

Dettagli

Novena di Natale 2015

Novena di Natale 2015 Novena di Natale 2015 io vidi, ed ecco, una porta aperta nel cielo (Apocalisse 4,1) La Porta della Misericordia Signore Gesù Cristo, tu ci hai insegnato a essere misericordiosi come il Padre celeste, e

Dettagli

Sussidio realizzato dall Azione Cattolica Ragazzi

Sussidio realizzato dall Azione Cattolica Ragazzi 6-8 anni Sussidio realizzato dall Azione Cattolica Ragazzi Diocesi di Ferrara-Comacchio Hanno collaborato: Debora Curulli, Manuela Pisa, Ottavia Persanti, Elena Sambo, don Enrico Garbuio Finito di stampare:

Dettagli

Bartolomea e il basilisco del Duomo C'era una volta, intorno al 1600, dentro le mura di Modena, una bambina di nome Bartolomea, a cui era morto il

Bartolomea e il basilisco del Duomo C'era una volta, intorno al 1600, dentro le mura di Modena, una bambina di nome Bartolomea, a cui era morto il Bartolomea e il basilisco del Duomo C'era una volta, intorno al 1600, dentro le mura di Modena, una bambina di nome Bartolomea, a cui era morto il padre. La bambina viveva con sua madre, Maria, in via

Dettagli

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Gruppo G.R.E.M Piemonte e Valle d Aosta Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Il kit, pensato per l animazione di bambini, ragazzi e adulti sul tema famiglia è così composto: - 1 gioco

Dettagli

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto)

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) La Repubblica è una forma di governo. La Repubblica è un modo per governare uno Stato. Nella Repubblica romana c era un Senato e c erano

Dettagli

Canzoncina. Di qui potete vedere Come sia innocuo il bere. Canto di un amata.

Canzoncina. Di qui potete vedere Come sia innocuo il bere. Canto di un amata. Canzoncina I. C era una volta un tizio A diciottanni prese il vizio Di bere, e per questa china Lui andò in rovina. Morì a ottantant anni e il perché È chiaro a me e a te. 2. C era una volta un piccolo,

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

Un uomo mandato da Dio

Un uomo mandato da Dio Bibbia per bambini presenta Un uomo mandato da Dio Scritta da: Edward Hughes Illustrata da: Byron Unger; Lazarus Adattata da: E. Frischbutter; Sarah S. Tradotta da: Eliseo Guadagno Prodotta da: Bible for

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ CAPITOLO XV L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO IL TERZO TENTATIVO SI SOLLEVÒ, SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ NELLA CAMERA. VEDENDO IL LETTO,

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO Come mai chiedi da bere a me? Domenica 9 Novembre 2014 DIOCESI DI MILANO SERVIZIO PER LA FAMIGLIA DECANATO SAN SIRO Centro Rosetum Via Pisanello n. 1 h. 16.30

Dettagli

Lo Yoga è nato in India

Lo Yoga è nato in India Lo Yoga è nato in India 1 Più esattamente nel nord dell India, circa 5mila anni fa, presso una civiltà molto sviluppata e raffinata, che abitava in una zona molto fertile, nella valle tra il fiume Indo

Dettagli

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete Nonni si diventa Il racconto di tutto quello che non sapete Introduzione Cari nipoti miei, quando tra qualche anno potrete leggere e comprendere fino in fondo queste pagine, forse vi chiederete perché

Dettagli

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA Sulle ali del tempo, sorvolo il vento. Viaggio per conoscere i luoghi del mondo. Il sentiero è la scia dell arcobaleno. Nei miei ricordi il verde della foresta, il giallo del sole, l azzurro ed il blu

Dettagli

Amare il rischio Amare gli altri. Amare l amato. Amare la vita Amare il mondo

Amare il rischio Amare gli altri. Amare l amato. Amare la vita Amare il mondo Amare il rischio Amare gli altri Amare l amato Amare la vita Amare il mondo Amare l amato In ognuno di noi è forte il desiderio di amore: la fame e la sete di amicizia, di intimità, di unione e di comunione

Dettagli

PIANO DI ETTURA Dai 9 anni

PIANO DI ETTURA Dai 9 anni PIANO DI ETTURA Dai 9 anni Le arance di Michele Vichi De Marchi Illustrazioni di Vanna Vinci Grandi Storie Pagine: 208 Codice: 566-3270-5 Anno di pubblicazione: 2013 l autrice Vichi De Marchi è giornalista

Dettagli

Lasciatevi incantare

Lasciatevi incantare Lasciatevi incantare Rita Pecorari LASCIATEVI INCANTARE favole www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Rita Pecorari Tutti i diritti riservati Tanto tempo fa, io ero ancora una bambina, c era una persona

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

L albero di cachi padre e figli

L albero di cachi padre e figli L albero di cachi padre e figli 1 Da qualche parte a Nagasaki vi era un bell albero di cachi che faceva frutti buonissimi. Per quest albero il maggior piacere era vedere i bambini felici. Era il 9 agosto

Dettagli

PROVA DI ITALIANO VERSO L ESAME DI STATO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO. Riflessione sulla lingua (categorie grammaticali) Scuola... Classe...

PROVA DI ITALIANO VERSO L ESAME DI STATO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO. Riflessione sulla lingua (categorie grammaticali) Scuola... Classe... VERSO L ESAME DI STATO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PROVA DI ITALIANO Riflessione sulla lingua (categorie grammaticali) Scuola..........................................................................................................................................

Dettagli

IL MIO CARO AMICO ROBERTO

IL MIO CARO AMICO ROBERTO IL MIO CARO AMICO ROBERTO Roberto è un mio caro amico, lo conosco da circa 16 anni, è un ragazzo sempre allegro, vive la vita alla giornata e anche ora che ha 25 anni il suo carattere non tende a cambiare,

Dettagli

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Il Signore ci fa suoi messaggeri Abbiamo incontrato Gesù, ascoltato la sua Parola, ci siamo nutriti del suo Pane, ora portiamo Gesù con noi e viviamo nel suo amore. La gioia del Signore sia la vostra forza!

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA 2 maggio 2015 Canto iniziale Cel. Nel nome del Padre TI PORTAVO IN BRACCIO Una notte un uomo fece un sogno. Sognò che stava camminando

Dettagli

qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwerty uiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasd

qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwerty uiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasd qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwerty uiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasd Progetto Libri digitali dell'istituto 16 Valpantena Verona fghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzx cvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmq wertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyui

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli

Al Cuore Immacolato di Maria. Rifugio di tutte le anime. Per ottenere grazia. In un estremo bisogno

Al Cuore Immacolato di Maria. Rifugio di tutte le anime. Per ottenere grazia. In un estremo bisogno Al Cuore Immacolato di Maria Rifugio di tutte le anime Per ottenere grazia In un estremo bisogno Questa preghiera è nata dal cuore di Natuzza, all età di nove anni, in un momento di estremo bisogno e una

Dettagli

RECITA MUSICALE DELLA PACE 4 ottobre 2007

RECITA MUSICALE DELLA PACE 4 ottobre 2007 ATTORI: 3B RECITA MUSICALE DELLA PACE 4 ottobre 2007 CANTANTI: 4B Narratrice Valentina Massimo Re sì Re no Orsetto Farfalla Uccellino Cerbiatto Lepre Popolo del paese sì Popolo del paese no Sophie Dana

Dettagli

LA STORIA DEI DIRITTI UMANI

LA STORIA DEI DIRITTI UMANI LA STORIA DEI DIRITTI UMANI IL DOCUMENTO CHE SEGNA UNA TAPPA FONDAMENTALE NELL AFFERMAZIONE DEI DIRITTI UMANI È LA DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL UOMO SIGLATA NEL 1948. OGNI DIRITTO PROCLAMATO

Dettagli

17 2. Un incontro inconsueto Non ho avuto un vero padre: sono figlio illegittimo...

17 2. Un incontro inconsueto Non ho avuto un vero padre: sono figlio illegittimo... INDICE PARTE PRIMA 9 1, I1 compleanno di un pater familias soddisfatto Pastifcio e famiglia, le sue passioni! 17 2. Un incontro inconsueto Non ho avuto un vero padre: sono figlio illegittimo... 22 3. Torrenuova

Dettagli

NASCE UN NUOVO POPOLO: I GRECI

NASCE UN NUOVO POPOLO: I GRECI NASCE UN NUOVO POPOLO: I GRECI Intorno al 1200 a.c. nuovi popoli arrivano in Grecia. Questi popoli partono dal Nord dell'asia e dal Nord dell'europa. Queste persone diventano i nuovi padroni del territorio.

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

Maggio 2014 San Vito. Laboratorio di narrazione con mamme straniere e italiane

Maggio 2014 San Vito. Laboratorio di narrazione con mamme straniere e italiane Maggio 2014 San Vito Laboratorio di narrazione con mamme straniere e italiane PRIMO INCONTRO In cerchio. Presentazione dell attività e delle regole Presentazione (sedute in cerchio). Mi chiamo.la favola/fiaba

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B (Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B A.s. 2010/2011 1 Con un genitore o di un adulto che ti conosce bene, rivivi il momento bellissimo della tua nascita e poi, con il suo aiuto, raccogli foto,

Dettagli

M I S T E R I D E L D O L O R E

M I S T E R I D E L D O L O R E M I S T E R I D E L D O L O R E Mio Dio, dona a tutti, a tutti gli uomini, la conoscenza di te e la compassione dei tuoi dolori. Le rosaire. Textes de, Monastère de Chambarand, Roybon 2009, p. 27 1. L

Dettagli

L'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide,

L'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, L'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, chiamato Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. 1 Entrando

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Pompei, area archeologica.

Pompei, area archeologica. Pompei, area archeologica. Quello che impressione è l atteggiamento di queste persone nell ultimo momento di vita. Cercano di coprirsi da qualcosa. Si intuisce che il motivo principale della causa è il

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario)

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA Cerchiamo il significato delle due parole: ADULTO CRISTIANO chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) colui che ha deciso di:

Dettagli

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi 26 maggio SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi SOLENNITÀ Secondo attendibili testimonianze storiche, il 26 maggio 1432 in località Mazzolengo, vicino a Caravaggio, dove c era una

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

33 poesie. una dedicata al calcio e una alla donna

33 poesie. una dedicata al calcio e una alla donna 33 poesie una dedicata al calcio e una alla donna Salvatore Giuseppe Truglio 33 POESIE una dedicata al calcio e una alla donna www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Salvatore Giuseppe Truglio Tutti

Dettagli

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1)

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Cos è il virtu@le? Un giorno entrai di fretta e molto affamato in un ristorante. Scelsi un tavolo lontano da tutti,

Dettagli