LA NUOVA COMUNICAZIONE UNICA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA NUOVA COMUNICAZIONE UNICA"

Transcript

1 Sezione prima - Soggetti obbligati e modalità di iscrizione Modalità di iscrizione LA NUOVA COMUNICAZIONE UNICA IVS A seguito della pubblicazione in G.U n. 96 del D.M è stata data effettiva introduzione alla Comunicazione unica per la nascita dell impresa volta a semplificare e velocizzare le pratiche amministrative necessarie per iniziare una nuova attività così come previsto dal D.L. n. 7/007 convertito dalla Legge n. 40/007 (c.d. Legge Bersani ). In particolare l art. 9 commi e del citato D.L. n. 7/007 dispone che: Ai fini dell avvio dell attività d impresa l interessato presenta all ufficio del registro delle imprese per via telematica o su supporto informatico la comunicazione unica [...]. La comunicazione unica vale quale assolvimento di tutti gli adempimenti amministrativi previsti per l iscrizione al Registro delle Imprese ed ha effetto sussistendo i presupposti di legge ai fini previdenziali assistenziali fiscali [...] nonché per l ottenimento del codice fiscale e della partita IVA. Va rilevato che le nuove disposizioni interessano tanto le ditte individuali quanto i soggetti diversi da queste (ad esempio snc sas srl spa ecc.). Stante l espresso riferimento all impresa le stesse non interessano gli esercenti arti e professioni. Attraverso la presentazione della Comunicazione unica al Registro delle Imprese presso le CCIAA è quindi possibile assolvere contemporaneamente tutti gli adempimenti amministrativi previsti sia dal Codice Civile sia ai fini fiscali sia ai fini previdenziali e assicurativi per l inizio dell attività. In altre parole non sarà più necessario presentare gli appositi modelli ai diversi Uffici di riferimento in base all ambito di competenza (CCIAA Agenzia delle Entrate INPS e INAIL). La Comunicazione Unica dovrà essere utilizzata anche per comunicare eventuali variazioni ovvero la cessazione dell attività. Iscrizione R.I. Comunicazione unica Adempimenti previdenziali e assistenziali Forma telematica Codice fiscale o P. IVA DECORRENZA DELLE NUOVE DISPOSIZIONI In base a quanto previsto dal D.L. n. 7/007 il modello doveva essere approvato da un apposito provvedimento del Ministro dello Sviluppo economico entro 45 giorni dall entrata in vigore del Decreto stesso (..007) ed adottato dal 60 giorno successivo (aprile 007). Tuttavia detta tempistica non è stata rispettata; infatti il citato D.M. di approvazione del nuovo modello e delle relative modalità di compilazione e presentazione telematica è stato pubblicato in G.U. il Conseguentemente il nuovo modello potrà essere utilizzato a decorrere dal (60 giorni successiva alla pubblicazione sulla G.U.). Come già precedentemente accennato tuttavia da tale data è comunque previsto un periodo transitorio di 6 mesi durante il quale l utilizzo della Comunicazione unica non sarà obbligatorio e quindi si potrà scegliere se usufruire della nuova procedura (utenti pilota ) o se continuare ad applicare le consuete modalità attualmente in vigore (presentazione dell apposita modulistica direttamente al Registro delle Imprese all Agenzia delle Entrate all INPS e all INAIL). 34 Contributi IVS ed

2 Sezione seconda - Determinazione del contributo Determinazione del contributo Sono previste anche ulteriori riduzioni delle aliquote contributive per i soggetti ultrasessantacinquenni. Per approfondimenti si veda l apposita sezione Agevolazioni contributive. NUOVE ALIQUOTE CONTRIBUTIVE L art. comma 768 Finanziaria 007 ha previsto un incremento della aliquote contributive applicabili agli artigiani e ai commercianti già a partire dal 007 fissate: al 95 per il 007; al 0 per il 008. IVS Tali aumenti vanno a sovrapporsi abrogandoli alle previsioni di aumenti contributivi graduati annualmente precedentemente disposte dall art. 59 comma 5 Legge n. 449/997 in base alle quali le aliquote pensionistiche di artigiani e commercianti avrebbero dovuto aumentare secondo una misura di 0 punti percentuale ogni anno fino al raggiungimento dell aliquota del 9%. Inoltre per effetto delle nuove aliquote stabilite dalla Finanziaria 007 viene meno la previsione che limitatamente ai commercianti imponeva una maggiorazione dello 030% (art. comma 5 Legge 3 dicembre 996 n. 66). Non viene tuttavia meno la distinzione fra artigiani e commercianti. Infatti per gli iscritti alla gestione degli esercenti attività commerciali risulta applicabile fino al 3 dicembre 009 (per effetto della proroga disposta dal comma 7 Legge finanziaria 005) l obbligo di versamento dell aliquota aggiuntiva dello 009% prevista dall art. 5 D.Lgs. 8 marzo 996 n. 07 a copertura dell indennizzo spettante per la cessazione dell attività. Gli effetti degli aumenti contributivi possono essere così visualizzati: Aliquota contributiva pensionistica Titolare - soci - collaboratori con età superiore a anni Artigiani (regole previgenti) Commercianti (regole previgenti) Artigiani (*) 950% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 0% Commercianti 959% 059% 059% 059% 059% 059% 059% 059% Le aliquote riportate in tabella riguardano la percentuale ordinaria (o di prima fascia) della contribuzione IVS. In base a quanto previsto dall art. 3-ter Legge 4 novembre 99 n. 438 sulla quota di reddito d impresa che eccede la prima fascia di retribuzione pensionabile (annualmente aggiornata dall INPS) è dovuta da artigiani e commercianti un aliquota aggiuntiva dell %. Tale aliquota aggiuntiva come confermato anche dall INPS nella Circolare 9 gennaio 007 n. 9 continua ad applicarsi anche dopo gli incrementi disposti dalla Finanziaria. Contributi IVS ed 63

3 Sezione terza - Termini e modalità di versamento Termini di versamento Acconto 4 quote fisse 6 maggio 6 agosto 6 novembre 6 febbraio IVS quote sul reddito eccedente il minimale 6 giugno (6 luglio con maggiorazione 04%) 30 novembre Saldo 6 giugno (6 luglio con maggiorazione 04%) anno successivo VERSAMENTI SUL REDDITO MINIMALE La contribuzione relativa al reddito minimale (suddivisa in quattro rate) è determinata sulla base del contributo minimale a cui va aggiunto il contributo di maternità. Deve essere versata dall artigiano o dal commerciante entro il 6 maggio 6 agosto 6 novembre 6 febbraio.. Si ricorda che il versamento dei contributi fissi non è soggetto a rateizzazione. Esempio I contributi previdenziali fissi che il titolare o il socio dell impresa artigianale o commerciale versa per il 008 per sé e per i collaboratori familiari i coadiuvanti ed i coadiutori sono calcolati sul reddito minimale pari a 3.89 ai quali vanno aggiunti 06 mensili relativi al contributo di maternità. Tali contributi devono essere versati in quattro rate alle scadenze del: 6 maggio agosto 008 (salvo proroga) 7 novembre febbraio 009. VERSAMENTI SUL REDDITO ECCEDENTE IL MINIMALE Sulla parte di reddito di impresa (prodotto nell anno precedente) che eccede il minimale di reddito IVS disposto dall annuale Circolare INPS deve essere corrisposto un duplice versamento. Tale pagamento deve essere infatti corrisposto in due rate di uguale importo entro il: 6 giugno (o 6 luglio con maggiorazione dello 04%) - I rata; 30 novembre - II rata. Il versamento relativo alla prima rata di acconto sul reddito eccedente il minimale può essere effettuato in modo rateale; tale facoltà non è invece prevista per quanto riguarda il versamento della seconda rata di acconto. Contributi IVS ed 73

4 Sezione settima - Modello UNICO 008 e contributi IVS Deducibilità del contributo e quadro RP MODELLO UNICO 008 E DEDUCIBILITÀ DEL CONTRIBUTO I contributi versati all IVS nel corso del 007 vanno portati in deduzione nel modello UNICO 008. Si ricorda che i contributi versati nel 007 e quindi deducibili nel Modello UNICO 008 sono quelli relativi a: IV rata fissa e saldo 006; I II e III rata fissa 007 prima e seconda rata d acconto 007. IVS L importo dei contributi versati va indicato nella Sezione II del quadro RP del Modello UNICO 008. In questa Sezione si indicano infatti gli oneri per i quali è prevista la deducibilità dal reddito complessivo (ex art. 0 TUIR).. Sezione II Oneri deducibili dal reddito complessivo RP3 Contributi previdenziali ed assistenziali Assegno periodico corrisposto al coniuge RP4 RP5 Codice fiscale del coniuge Contributi per addetti ai servizi domestici e familiari RP6 Erogazioni liberali a favore di istituzioni religiose Spese mediche e di assistenza RP7 dei portatori di handicap RP8 Altri oneri deducibili Codice onere CONTRIBUTI PER PREVIDENZA COMPLEMENTARE Esclusi dal sostituto Non esclusi dal sostituto RP9 Deducibilità ordinaria RP30 Fondi in squilibrio RP3 finanziario RP3 Familiari a carico Fondo pensione negoziale dipendenti pubblici RP33 Esclusi dal sostituto Quota TFR Lavoratori di prima occupazione Non esclusi dal sostituto 3 RP34 TOTALE ONERI DEDUCIBILI (sommare gli importi da rigo RP3 a RP33) Il rigo interessato all esposizione dei contributi versati è il rigo RP3. In tale rigo si indicano infatti i contributi previdenziali ed assistenziali (ex art. 0 comma lettera e) TUIR) versati in base a disposizione di legge la cui inosservanza dà luogo a sanzioni dirette o indirette. DOCUMENTAZIONE NECESSARIA Gli importi che vengono dedotti devono essere supportati da idonea documentazione. La documentazione è rappresentata dai modelli F4 utilizzati per il versamento dei contributi. Il valore da esporre a rigo RP3 del quadro RP Modello UNICO 008 è pari alla somma degli importi indicati nella colonna Importi a debito versati della Sezione INPS dei Modelli F4.. SEZIONE INPS codice sede causale contributo matricola INPS/codice INPS/ filiale azienda periodo di riferimento: da mm/aaaa a mm/aaaa TOTALE C importi a debito versati importi a credito compensati +/ SALDO (C-D) D DEDUCIBILITÀ DEL CONTRIBUTO E RATEIZZAZIONE Il contribuente ha facoltà di rateizzare il saldo IVS ed il primo acconto IVS sul reddito eccedente il minimale. Contributi IVS ed 45

5 Sezione ottava - Esempi integrali Esempio - Artigiano con reddito superiore al minimale IVS ESEMPIO - Artigiano con reddito superiore al minimale Il signor Pasotti Roberto (PSTRRT60M05L78F) nato a Verona il 5 agosto 960 e residente a Verona in via Firenze 8 ha la seguente situazione: REDDITO ANNO 006 Tale dato ricavabile dal Modello UNICO 007 rigo RF54 e pari a è utilizzato per la determinazione dei contributi in acconto per il 007. CODICE FISCALE PERIODO D IMPOSTA 006 PERSONE FISICHE 007 genzia ntrate P S T R R T 6 0 M 0 5 L 7 8 F REDDITI QUADRO RF Reddito di impresa in contabilità ordinaria RF53 Perdite d impresa portate in diminuzione del reddito (di cui degli anni precedenti ) Reddito d impresa di spettanza dell imprenditore al netto delle perdite d impresa RF54 (sommare tale importo agli altri redditi e riportare nel quadro RN) EURO i di di di di i ii i i RF50 Reddito d impresa (o perdita) RF5 Quote imputate ai collaboratori dell impresa familiare o al coniuge di azienda coniugale non gestita in forma societaria (Reddito da società trasparente RF5 Reddito d impresa (o perdita) di spettanza dell imprenditore con esercizio successivo al 4 luglio 006 ) d d d REDDITO ANNO 007 Tale dato ricavabile dal Modello UNICO 008 rigo RF53 e pari a è utilizzato per la determinazione dei contributi a saldo per il 007 e in acconto per il 008. CODICE FISCALE PERIODO D IMPOSTA 007 PERSONE FISICHE 008 genzia ntrate P S T R R T 6 0 M 0 5 L 7 8 F REDDITI QUADRO RF Reddito di impresa in contabilità ordinaria RF5 Perdite d impresa portate in diminuzione del reddito (di cui degli anni precedenti ) Reddito d impresa di spettanza dell imprenditore al netto delle perdite d impresa RF53 (sommare tale importo agli altri redditi e riportare nel quadro RN) EURO d d RF49 Reddito d impresa (o perdita) RF50 Quote imputate ai collaboratori dell impresa familiare o al coniuge di azienda coniugale non gestita in forma societaria (Reddito da società trasparente RF5 Reddito d impresa (o perdita) di spettanza dell imprenditore con esercizio successivo al 4 luglio 006 ) Contributi IVS ed

6 Sezione prima - La contribuzione Iscrizione cessazione e variazione dati per ciascun socio che non svolge attività di agenzia: il cognome e nome la data e il luogo di nascita la residenza il codice fiscale ed eventualmente il domicilio (solo se diverso dalla residenza). SOCIETÀ DI AGENTI DI QUALSIASI TIPO soci con responsabilità limitata soci illimitatamente responsabili per le obbligazioni sociali no iscrizione obbligo iscrizione comunicazione all dei dati della società da parte del preponente numero preesistente posizione assicurativa presso l dati anagrafici di ciascun socio codice fiscale di ciascun socio eventuale impegno ad esercitare l attività per un solo preponente (monomandatario) data inizio rapporto denominazione/ragione sociale data costituzione codice fiscale numero iscrizione REA sede legale e amministrativa altri elementi ritenuti necessari dichiarazione agenti (sottoscritta dagli stessi) quote di ripartizione dei contributi Esempio di compilazione della domanda di iscrizione La Società Rotem S.a.s con sede legale in Roma Via Verdi 5 codice fiscale si avvale per la promozione dei propri prodotti della società Eliseo S.n.c con sede legale in Roma via Bianchi n. 5 codice fiscale e partita IVA La società si è costituita il gennaio 998. L assetto societario della Società Rotem S.a.s è il seguente: Santoro Paolo nato a Verona il 9 gennaio 950 (codice fiscale SNT PLA 50A09 L78Z) residente in Roma Via Tiburtina 5 socio accomandatario; Sandri Cinzia nata a Milano il 3 luglio 970 (codice fiscale SND CNZ 70L63 F05G) residente in Roma Via Nomentana 38 socio accomandante; Bertuccio Andrea nato a Milano 30 novembre 964 (codice fiscale BRT NDR 64S70 F05A) residente in Roma Via Rossini 68 socio accomandante. La struttura della società Eliseo S.n.c. è la seguente: Bianchi Giorgio nato a Milano il 4 giugno 969 (codice fiscale BNC GRG 69H4 F05J) residente in Roma Via Verdi 3; tale soggetto svolge attività di agenzia; Rossi Patrizia nata a Roma il settembre 967 (codice fiscale RSS PRZ 67P H50H) residente in Roma Via Claterna 5; tale soggetto non svolge attività di agenzia. 66 Contributi IVS ed

7 Sezione prima - La contribuzione Determinazione del contributo DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO L articolo 4 Regolamento stabilisce che il contributo per la erogazione delle pensioni è fissato in misura percentuale sulle provvigioni ed è a carico sia del preponente che dell agente. Qualora il preponente si avvalga di agenti che svolgono la loro attività in forma di società per azioni o di società a responsabilità limitata lo stesso è tenuto al pagamento ad esclusivo suo carico di un contributo determinato in base ad aliquote applicate a scaglioni delle provvigioni dovute in dipendenza del rapporto di agenzia. Il Regolamento delle Attività istituzionali (Regolamento ) approvato dai ministeri competenti in data 3//003 e dal consiglio di Amministrazione della Fondazione in data 30//003 (in vigore dal gennaio 004 e successivamente modificato in data 9 febbraio 004) ha previsto degli aumenti del carico contributivo per gli iscritti alla Fondazione scaglionati nel tempo. Nel presente capitolo si analizzano le modalità di determinazione del contributo dovuto. Si ricorda infatti che tali modalità divergono in funzione di come viene svolta l attività di rappresentanza e possono essere suddivise tra: Contribuzione dei soggetti che svolgono l attività non in forma di società di capitali; contribuzione dei soggetti che svolgono l attività in forma societaria (S.p.A. e S.r.l.). Agente S.p.A. o S.r.l. Aliquote applicate a scaglioni di provvigioni A carico del mandante Contributo versato al fondo assistenza Contribuzione Agente altro soggetto diverso da S.p.A. o S.r.l. Misura % sulle provvigioni A carico dell agente Acarico del mandante Contributo versato al fondo di previdenza AGENTI E RAPPRESENTANTI NON IN FORMA DI SOCIETÀ DI CAPITALI L art. 4 comma del Regolamento stabilisce le percentuali di contribuzione. Tali percentuali devono essere applicate dalla casa mandante a tutte le somme dovute all agente in dipendenza del rapporto di agenzia nel rispetto dei limiti massimi e minimi. A detta contribuzione provvede direttamente il preponente che quindi corrisponderà all una somma pari ad una percentuale delle provvigioni erogate all agente o rappresentante. 84 Contributi IVS ed

8 Sezione prima - La contribuzione Determinazione del contributo Il sistema di previdenza per agenti e rappresentanti che svolgono la loro attività costituiti in forma non societaria è basato su: un aliquota contributiva; dei minimali contributivi; dei massimali contributivi. ALIQUOTA CONTRIBUTIVA L articolo 4 Regolamento stabilisce le percentuali di contribuzione che devono essere applicate dalla casa mandante a tutte le somme dovute all agente in dipendenza del rapporto di agenzia nel rispetto dei limiti massimi e minimi. Prima dell entrata in vigore del Regolamento la percentuale contributiva era fissata fino al 3 dicembre 003 al 50% (575% a carico dell agente e 575% a carico della casa mandante). Con il nuovo Regolamento la Fondazione ha modificato tale aliquota contributiva prevedendone l aumento per il periodo In particolare: Anno di riferimento Percentuale contributiva Dal primo gennaio % Dal primo gennaio 005 3% Dal primo gennaio % Pertanto la percentuale contributiva per i versamenti al Fondo di Previdenza a carico sia dell agente che della casa mandante per l anno 008 sarà così suddivisa: 675% a carico del preponente; 675% a carico dell agente. Esempio Il marzo 008 al Sig. Paolo Bianchi (agente di commercio) è stata corrisposta una provvigione di.400 relativa ad un contratto concluso nel mese di febbraio 008. Il contributo dovuto all sarà così determinato:.400 x 350% = 89 Tale contributo sarà a carico: della casa mandante per 9450 (.400 x 675%); dell agente per 9450 (.400 x 675%). L importo complessivo di 89 ( 9450 a carico della casa mandante e 9450 a carico dell agente) dovrà essere pagato dal proponente entro il 0 maggio 008. Contributi IVS ed 85

9 Sezione prima - La contribuzione Termini di versamento TERMINI DI VERSAMENTO L articolo 7 Modalità di pagamento del Regolamento Enasarco stabilisce che:. I contributi di cui all art. 4 del presente Regolamento devono essere versati alla Fondazione dal preponente per ognuno dei seguenti trimestri: - º gennaio - 3 marzo; - º aprile - 30 giugno; - º luglio - 30 settembre; - º ottobre - 3 dicembre.. Il versamento dei contributi deve essere effettuato entro il giorno 0 del secondo mese successivo alla scadenza di ciascun trimestre. Il preponente è responsabile del pagamento dei contributi anche per la parte a carico dell agente. In nessun caso la Fondazione è responsabile per il ritardato omesso o incompleto versamento dei contributi. La ditta mandante è responsabile del pagamento dei contributi anche per la parte a carico dell agente nei confronti del quale trattiene la parte di contributi a suo carico all atto della liquidazione delle relative competenze. I contributi in oggetto devono essere versati entro il giorno 0 del secondo mese successivo alla scadenza di ciascun trimestre: I trimestre ( gennaio 3 marzo) entro il 0 maggio; II trimestre ( aprile 30 giugno) entro il 0 agosto; III trimestre ( luglio 30 settembre) entro il 0 novembre; IV trimestre ( ottobre 3 dicembre) entro il 0 febbraio dell anno successivo. Le scadenze per i versamenti dei contributi relativi alla contribuzione 008 sono riportate nello schema seguente. CONTRIBUZIONE ANNO 008 /05/08 0/08/08 0//08 0/0/09 /0/08 3//08 I TRIMESTRE 008 II TRIMESTRE 008 III TRIMESTRE 008 IV TRIMESTRE 008 Contributi IVS ed 3

10 Sezione seconda - Indennità cessazione rapporto di agenzia Premessa PREMESSA A norma degli artt. 75 e 75bis C.c. alla conclusione del rapporto di agenzia all agente spettano delle indennità di fine rapporto quali ad esempio: l indennità di fine rapporto (FIRR); l indennità supplettiva di clientela; l indennità a seguito di sottoscrizione di patto di non concorrenza; ecc... Nella presente Sezione verranno proposte le varie tipologie di indennità suddividendo le stesse in: indennità erogata dall (e sempre spettante all agente); in questo capitolo viene affrontata l analisi dell indennità di fine rapporto (FIRR); indennità erogate dalla casa mandante (e spettanti all agente al verificarsi di determinati accordi e condizioni) relative alle altre indennità diverse dall indennità di fine rapporto quali ad esempio l indennità suppletiva di clientela l indennità meritocratica ecc... Per tali indennità è stato affrontato anche il relativo trattamento fiscale riferito: all agente; alla casa mandante. Indennità fine rapporto (FIRR) INDENNITÀ DI FINE RAPPORTO AGENTE Indennità suppletiva di clientela Indennità a seguito di patto di non concorrenza CASA MANDANTE Altre 336 Contributi IVS ed

11 Sezione terza - Casi pratici di determinazione del contributo Società mandante che si avvale di due agenti monomandatari SOCIETÀ MANDANTE CHE SI AVVALE DI DUE AGENTI MONOMANDATARI La società Quiberon S.p.A si avvale per la commercializzazione dei propri prodotti di due agenti monomandatari: il sig. Rossi Paolo; il sig. Verdi Antonio. Ai due agenti per l anno 008 sono state erogate le seguenti provvigioni: TRIMESTRE PROVVIGIONI Rossi Paolo (monomandatario) PROVVIGIONI Verdi Antonio (monomandatario) I trimestre II trimestre III trimestre IV trimestre totale provvigioni I TRIMESTRE 008 (0 MAGGIO 008) I contributi da versare per il primo trimestre 008 sono calcolati come segue: contributi agente: Rossi Paolo Poiché le provvigioni relative al primo trimestre 008 sono pari ad i contributi dovuti dalla casa mandante sono pari a: x 350% = 540 contributi agente: Verdi Antonio Poiché le provvigioni relative al primo trimestre 008 sono pari ad i contributi dovuti dalla casa mandante sono pari a: x 350% =.050 I TRIMESTRE SR (*) M/P (**) PROVVIGIONE MATURATA CONTRIBUTO CALCOLATO SULLE PROVVIGIONI TOTALE CONTRIBUTO DOVUTO (***) CONTRIBUTO A CARICO MANDANTE CONTRIBUTO A CARICO AGENTE ROSSI PAOLO VERDI ANTONIO SI M SI M TOTALE CONTRIBUTI (*) SR = situazione del rapporto tra casa mandante e agente (SI quando il mandato è in essere). (**) M = agente monomandatario; P = agente plurimandatario. (***) I dati esposti in colonna tengono conto degli importi calcolati sulle provvigioni nel rispetto dei limiti minimi e massimi previsti. 356 Contributi IVS ed

DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO

DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO Sezione seconda - Determinazione del contributo Determinazione del contributo DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO Per determinare il contributo dovuto per un determinato periodo d imposta l INPS deve fornire

Dettagli

Studio Tributario - Commerciale Fabrizio Masciotti. Oggetto. Contribuzione Enasarco dovuta dagli. agenti e rappresentanti di commercio

Studio Tributario - Commerciale Fabrizio Masciotti. Oggetto. Contribuzione Enasarco dovuta dagli. agenti e rappresentanti di commercio Roma, 10/01/2015 Spett.le Cliente Studio Tributario - Commerciale Fabrizio Masciotti Dottore Commercialista e Revisore Contabile Piazza Gaspare Ambrosini 25, Cap 00156 Roma Tel 06/41614250 fax 06/41614219

Dettagli

16 Febbraio. 20 Febbraio. PRINCIPALI SCADENZE Febbraio 2013. Mantova, lì 04 Febbraio 2013 Circolare N. 06/2013

16 Febbraio. 20 Febbraio. PRINCIPALI SCADENZE Febbraio 2013. Mantova, lì 04 Febbraio 2013 Circolare N. 06/2013 Studio Mantovani & Associati s.s. Pag. 1 di 5 Mantova, lì 04 Febbraio 2013 Circolare N. 06/2013 Alle Aziende Clienti - Loro Sedi 16 Febbraio PRINCIPALI SCADENZE Febbraio 2013 Presentazione comunicazioni

Dettagli

ENASARCO: DAL 2010 NUOVI MINIMALI E MASSIMALI CONTRIBUTIVI

ENASARCO: DAL 2010 NUOVI MINIMALI E MASSIMALI CONTRIBUTIVI Circolare N. 32 Area: ADEMPIMENTI Periodico plurisettimanale 27 aprile 2010 ENASARCO: DAL 2010 NUOVI MINIMALI E MASSIMALI CONTRIBUTIVI Come noto, i soggetti che svolgono attività di agenzia e rappresentanza

Dettagli

CIRCOLARE SETTIMANALE

CIRCOLARE SETTIMANALE PRO.GE.A. PROGETTO GESTIONE AZIENDA Sede Legale: Via XXV Aprile, 206 21042 Caronno Pertusella (Va) Sede Operativa: Via IV Novembre, 455 21042 Caronno Pertusella (Va) Tel. 02.96515611 Fax 02.96515655 Uffici

Dettagli

OBBLIGHI DELLE CASE PREPONENTI

OBBLIGHI DELLE CASE PREPONENTI OBBLIGHI DELLE CASE PREPONENTI Quando si dà mandato ad un agente o ad un rappresentante di commercio, (che deve essere iscritto all albo professionale agenti per poter svolgere detta attività), la casa

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 29/01/2016

Direzione Centrale Entrate. Roma, 29/01/2016 Direzione Centrale Entrate Roma, 29/01/2016 Circolare n. 15 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Nel rimanere a Vostra disposizione per eventuali chiarimenti, porgiamo i più distinti saluti.

Nel rimanere a Vostra disposizione per eventuali chiarimenti, porgiamo i più distinti saluti. DOTT. ANDREA ALBERGHINI DOTT. ALFREDO ODDONE DOTT. FEDERICO BENNI DOTT. DARIO CURTI DOTT. CLAUDIO MARCANTOGNINI DOTT. PIETRO BUFANO Bologna, 28 febbraio 2013 Oggetto: Circolare n. 5/2013 del 28 febbraio

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 03/02/2012

Direzione Centrale Entrate. Roma, 03/02/2012 Direzione Centrale Entrate Roma, 03/02/2012 Circolare n. 14 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Aggiornati i minimali e massimali Enasarco

Aggiornati i minimali e massimali Enasarco PERIODICO INFORMATIVO N. 29/2010 Aggiornati i minimali e massimali Enasarco Sono stati aggiornati i minimali contributivi ed i massimali provvigionali Enasarco per il biennio 2010 2011. Le nuove misure

Dettagli

Gestione separata, artigiani ed esercenti attività commerciali: contribuzione per l anno 2012

Gestione separata, artigiani ed esercenti attività commerciali: contribuzione per l anno 2012 CIRCOLARE A.F. N. 20 del 10 Febbraio 2012 Ai gentili clienti Loro sedi Gestione separata, artigiani ed esercenti attività commerciali: contribuzione per l anno 2012 Gentile cliente con la presente intendiamo

Dettagli

Enasarco: Regolamento di Previdenza, nuova aliquota contributiva e nuovi massimali provvigionali dal 2015

Enasarco: Regolamento di Previdenza, nuova aliquota contributiva e nuovi massimali provvigionali dal 2015 ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 14 14 MARZO 2015 Enasarco: Regolamento di Previdenza, nuova aliquota contributiva e nuovi

Dettagli

AGENTE E RAPPRESENTANTE DI COMMERCIO

AGENTE E RAPPRESENTANTE DI COMMERCIO Obiettivo 2 = Imprese Avviare un attività: elementi fondamentali 16 ottobre 2007 AGENTE E RAPPRESENTANTE DI COMMERCIO Dott. Giorgio Cavallari AGENTE (art. 1742 Codice Civile) E agente di commercio il soggetto,

Dettagli

COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE

COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE la comunicazione richiede tutti i dati già presenti nelle certificazioni rilasciate ai dipendenti. In particolare i

Dettagli

La Gestione Separata. Giornata nazionale della previdenza Milano 18 maggio 2013

La Gestione Separata. Giornata nazionale della previdenza Milano 18 maggio 2013 La Gestione Separata Giornata nazionale della previdenza Milano 18 maggio 2013 1 2 L iscrizione E a carico del lavoratore o del professionista Deve essere presentata entro 30 giorni dall inizio dell attività.

Dettagli

genzia ntrate BOZZA Internet 22/01/2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 UNICO Persone fisiche

genzia ntrate BOZZA Internet 22/01/2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 UNICO Persone fisiche genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014 UNICO Persone fisiche 2015 INDICATORI DI NORMALITÀ ECONOMICA UNICO PERSONE FISICHE L articolo 1, comma 19, primo periodo, della legge n. 296 del 2006 (Legge Finanziaria

Dettagli

Costo del lavoro. La contribuzione da lavoro autonomo aconfronto Andrea Costa - Dottore commercialista e Revisore legale in Roma.

Costo del lavoro. La contribuzione da lavoro autonomo aconfronto Andrea Costa - Dottore commercialista e Revisore legale in Roma. Costo del lavoro Esempi di calcolo La contribuzione da lavoro autonomo aconfronto Andrea Costa - Dottore commercialista e Revisore legale in Roma Ai sensi dell art. 2222 c.c. è lavoratore autonomo colui

Dettagli

genzia ntrate UNICO Persone fisiche

genzia ntrate UNICO Persone fisiche genzia ntrate 2013 PERIODO D IMPOSTA 2012 UNICO Persone fisiche INDICATORI DI NORMALITÀ ECONOMICA UNICO PERSONE FISICHE L articolo 1, comma 19, primo periodo, della legge n. 296 del 2006 (Legge Finanziaria

Dettagli

I contributi IVS 2013 di artigiani e commercianti

I contributi IVS 2013 di artigiani e commercianti Numero 35/2013 Pagina 1 di 9 I contributi IVS 2013 di artigiani e commercianti Numero : 35/2013 Gruppo : PREVIDENZA Oggetto : CONTRIBUTI 2013 ARTIGIANI E COMMERCIANTI Norme e prassi : CIRCOLARE INPS N.

Dettagli

1) Scadenze importanti 2) Agevolazioni e contributi a favore delle imprese 3) Tabella Usufrutto 2015 4) Varie aggiornamento. 1. Scadenze importanti

1) Scadenze importanti 2) Agevolazioni e contributi a favore delle imprese 3) Tabella Usufrutto 2015 4) Varie aggiornamento. 1. Scadenze importanti DOTT. RAG. GIOVANNA CASTELLI Via Luigi Sacco 14, Varese partita iva 00346750128 Tel.: 0332/288494 288522 Fax: 0332/831583-282850 E-mail: segreteria@gcastelli.com cod.fiscale CSTGNN52D41L682L Varese, 9

Dettagli

Circolare N. 27 del 19 Febbraio 2015

Circolare N. 27 del 19 Febbraio 2015 Circolare N. 27 del 19 Febbraio 2015 Definiti i contributi IVS 2015 di artigiani e commercianti Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la circ. 4.2.2015 n. 26, l'inps ha comunicato

Dettagli

Circolare N.25 del 18 Febbraio 2014

Circolare N.25 del 18 Febbraio 2014 Circolare N.25 del 18 Febbraio 2014 Gestione separata, artigiani e commercianti. Le aliquote da applicare per il 2014 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la pubblicazione delle

Dettagli

LA CERTIFICAZIONE UNICA 2016

LA CERTIFICAZIONE UNICA 2016 LA CERTIFICAZIONE UNICA 2016 L Agenzia delle entrate, con provvedimento del 15 gennaio 2016, ha reso disponibile la versione definitiva della Certificazione Unica 2016, meglio nota come CU, da utilizzare

Dettagli

PROFESSIONISTI AZIENDALI ASSOCIATI I PROFESSIONISTI PER L AZIENDA

PROFESSIONISTI AZIENDALI ASSOCIATI I PROFESSIONISTI PER L AZIENDA CIRCOLARE INFORMATIVA N. 38 Del 10 Maggio 2016 Oggetto: IL CONTRATTO DI AGENZIA Gli articoli 1748 e seguenti del codice civile regolano il contratto di agenzia. In linea generale possiamo definire l agente

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 04/02/2015

Direzione Centrale Entrate. Roma, 04/02/2015 Direzione Centrale Entrate Roma, 04/02/2015 Circolare n. 26 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Aliquote contributive dei lavoratori iscritti alla gestione separata INPS Massimale per il 2014

Aliquote contributive dei lavoratori iscritti alla gestione separata INPS Massimale per il 2014 ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 10 1 MARZO 2014 Aliquote contributive dei lavoratori iscritti alla gestione separata INPS

Dettagli

SCADENZE SETTEMBRE 2014

SCADENZE SETTEMBRE 2014 SCADENZE SETTEMBRE 2014 LUNEDì 1 SETTEMBRE REGISTRO - Scade il termine per la registrazione dei nuovi contratti di locazione di immobili con decorrenza 1 a- gosto 2014 e per il versamento dell imposta

Dettagli

SCADENZE FEBBRAIO 2015

SCADENZE FEBBRAIO 2015 SCADENZE FEBBRAIO 2015 MARTEDì 10 FEBBRAIO IMU TERRENI Scade il termine per il versamento dell IMU sui terreni; l imposta è calcolata in base alle aliquote standard (7,6 per mille) tranne quando i Comuni

Dettagli

GENNAIO INPS DIPENDENTI IVA LIQUIDAZIONE MENSILE

GENNAIO INPS DIPENDENTI IVA LIQUIDAZIONE MENSILE GENNAIO Lunedì 2 gennaio mese di novembre 2005; mese di novembre 2005. L adempimento interessa anche i compensi Lunedì 16 gennaio LIQUIDAZIONE MENSILE DICHIARAZIONI D'INTENTO RITENUTE ALLA FONTE SU DIVIDENDI

Dettagli

Autonomi, pensione più costosa

Autonomi, pensione più costosa Autonomi, pensione più costosa E fissato per il 16 maggio il primo appuntamento degli artigiani e commercianti con la contribuzione Inps 2015. Lo ricorda lo stesso ente di previdenza con la circolare n.

Dettagli

UNICO 2014 : LA COMPILAZIONE DEL QUADRO RR PER I CONTRIBUTI PREVIDENZIALI

UNICO 2014 : LA COMPILAZIONE DEL QUADRO RR PER I CONTRIBUTI PREVIDENZIALI UNICO 2014 : LA COMPILAZIONE DEL QUADRO RR PER I CONTRIBUTI PREVIDENZIALI a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale La compilazione del quadro in oggetto riguarda i seguenti soggetti : -artigiani e commercianti

Dettagli

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI Gentili Clienti Loro sedi Oggetto: nuovo regolamento ENASARCO 2013 1. Premesse, riferimenti normativi ed entrata in vigore Dal 1 Gennaio 2013 è entrato in vigore il

Dettagli

Dentro la Notizia. 28 Giugno 2013

Dentro la Notizia. 28 Giugno 2013 Consiglio Provinciale dei Consulenti del Lavoro di Napoli A CURA DELLA COMMISSIONE COMUNICAZIONE DEL CPO DI NAPOLI Dentro la Notizia 90/2013 GIUGNO/14/2013 (*) 28 Giugno 2013 NELLA COMPILAZIONE DEL MODELLO

Dettagli

CERTIFICAZIONE LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE

CERTIFICAZIONE LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE CERTIFICAZIONE LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE ADEMPIMENTO NOVITÀ 2016 SOGGETTI INTERESSATI OGGETTO COME SI COMPILA CASI PRATICI CASI PARTICOLARI La certificazione lavoro dipendente,

Dettagli

REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE CORRISPOSTI NEL 2008...pag. 19. REDDITI ASSIMILATI A QUELLI DI LAVORO DIPENDENTE...pag. 24

REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE CORRISPOSTI NEL 2008...pag. 19. REDDITI ASSIMILATI A QUELLI DI LAVORO DIPENDENTE...pag. 24 INDICE Sezione Prima - INTRODUZIONE INTRODUZIONE...pag. 14 Lo schema del CUD 2009 - Certificazione Unica Dipendenti...» 14 Termini di consegna al dipendente...» 15 Il trattamento dei dati personali...»

Dettagli

SCADENZE MAGGIO 2013 DOMENICA 12 MAGGIO

SCADENZE MAGGIO 2013 DOMENICA 12 MAGGIO SCADENZE MAGGIO 2013 DOMENICA 12 MAGGIO AGENTI DI COMMERCIO, MEDIATORI E SPEDIZIONIERI Gli adempimenti previsti entro tale data ed indicati all interno della nostra circolare 10.2013 (http://www.contrino.it/?p=1555)

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

Contributi I.V.S. dovuti per l anno 2011 da artigiani e commercianti

Contributi I.V.S. dovuti per l anno 2011 da artigiani e commercianti Via Repubblica 56-13900 Biella Tel: 015 351121- Fax: 015 351426 Internet: www.biella.cna.it email: mailbox@biella.cna.it Certificato n IT07/0030 Contributi I.V.S. dovuti per l anno 2011 da artigiani e

Dettagli

I contributi Enasarco 2014

I contributi Enasarco 2014 Numero 36/2014 Pagina 1 di 10 I contributi Enasarco 2014 Numero : 36/2014 Gruppo : Oggetto : Norme e prassi : PREVIDENZA CONTRIBUTI 2014 ENASARCO REGOLAMENTO ENASARCO In questa circolare si riepilogano

Dettagli

GENNAIO INFORMATIVA N. 329 29 DICEMBRE 2014

GENNAIO INFORMATIVA N. 329 29 DICEMBRE 2014 INFORMAT N. 329 29 DICEMBRE 2014 Si riportano di seguito le principali scadenze del PRIMO TRIMESTRE 2015. A seguito dell entrata in vigore delle semplificazioni contenute nel D.Lgs. n. 175/2014 alcuni

Dettagli

LA DEDUCIBILITÀ DELL IRAP PER IL 2012

LA DEDUCIBILITÀ DELL IRAP PER IL 2012 INFORMATIVA N. 082 26 MARZO 2013 IMPOSTE DIRETTE LA DEDUCIBILITÀ DELL IRAP PER IL Art. 6, DL n. 185/2008 Art. 2, comma 1, DL n. 201/2011 Istruzioni mod. UNICO 2013 Nel mod. UNICO 2013 le imprese / lavoratori

Dettagli

postaprevidenza valore

postaprevidenza valore postaprevidenza valore Fondo Pensione Piano Individuale Pensionistico di tipo assicurativo (PIP) Documento sul Regime Fiscale postaprevidenza valore Per informazioni: 800.316.181 infoclienti@postevita.it

Dettagli

OGGETTO: Il nuovo regolamento Enasarco

OGGETTO: Il nuovo regolamento Enasarco Informativa per la clientela di studio N. 07 del 11.01.2012 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Il nuovo regolamento Enasarco Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo, intendiamo

Dettagli

Modello 770 SEMPLIFICATO 2012

Modello 770 SEMPLIFICATO 2012 genzia ntrate 770 Modello 770 SEMPLIFICATO 2012 Redditi 2011 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DICHIARAZIONE DEI SOSTITUTI D IMPOSTA PER L ANNO 2011 DATI RELATIVI A CERTIFICAZIONI COMPENSI ASSISTENZA FISCALE

Dettagli

genzia ntrate UNICO Società di persone

genzia ntrate UNICO Società di persone genzia ntrate 2013 PERIODO D IMPOSTA 2012 UNICO Società di persone INDICATORI DI NORMALITÀ ECONOMICA UNICO SOCIETÀ DI PERSONE L articolo 1, comma 19, primo periodo, della legge n. 296 del 2006 (Legge Finanziaria

Dettagli

RIDUZIONE IMU E TASI - COMODATI IN CORSO DA REGISTRARE ENTRO IL 1 MARZO

RIDUZIONE IMU E TASI - COMODATI IN CORSO DA REGISTRARE ENTRO IL 1 MARZO RIDUZIONE IMU E TASI - COMODATI IN CORSO DA REGISTRARE ENTRO IL 1 MARZO Tra i diversi interventi recati dalla Legge di Stabilità 2016 sulla materia dei tributi locali, si segnala la riduzione al 50% della

Dettagli

Periodico informativo n. 118/2012. Versamento II acconto Gestione Inps artigiani e commercianti

Periodico informativo n. 118/2012. Versamento II acconto Gestione Inps artigiani e commercianti Periodico informativo n. 118/2012 Versamento II acconto Gestione Inps artigiani e commercianti Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza, che entro

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Documento aggiornato 28 maggio 2015 Via Savoia, 82-00198 Roma,

Dettagli

Esempi di calcolo del contributo Enasarco sul fondo PREVIDENZA

Esempi di calcolo del contributo Enasarco sul fondo PREVIDENZA Esempi di calcolo del contributo Enasarco sul fondo PREVIDENZA Sono stati utilizzati i criteri di calcolo validi dal 1 gennaio 2012 al 31 dicembre 2012, e quindi: Monomandatario Plurimandatario Aliquota

Dettagli

Circolari per la clientela

Circolari per la clientela Circolari per la clientela NUOVO REGIME FISCALE AGEVOLATO PER AUTONOMI FRUIBILITÀ DELL AGEVOLAZIONE CONTRIBUTIVA 1 1 NUOVO REGIME AGEVOLATO PER GLI AUTONOMI L art. 1 co. 54-89 della L. 23.12.2014 n. 190

Dettagli

SCADENZE FISCALI di Luglio

SCADENZE FISCALI di Luglio SCADENZE FISCALI di Lunedì 6 UNICO 2009 Chi applica gli studi di settore (per esempio, professionisti, imprese, ecc.), entro oggi può pagare le imposte di Unico 2009 (saldi 2008 e acconti per il 2009)

Dettagli

Le scritture contabili per la rilevazione del TFR al 31 dicembre 2007

Le scritture contabili per la rilevazione del TFR al 31 dicembre 2007 ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 12 17 MARZO 2008 Le scritture contabili per la rilevazione del TFR al 31 dicembre 2007 Copyright

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2016 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2016

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2016 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2016 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2016 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2016 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

SCADENZARIO GENNAIO 2011

SCADENZARIO GENNAIO 2011 SCADENZARIO GENNAIO 2011 1 Sabato SETTORE ACCISE: avvio sistema telematico per la generazione del Documento Amministrativo di Accompagnamento dei prodotti spediti in sospensione di accisa (ex DAA) RIFIUTI

Dettagli

Fiscal Flash N. 41. Entro fine mese la consegna della certificazione unica (CUD) La notizia in breve 20.02.2014. Premessa

Fiscal Flash N. 41. Entro fine mese la consegna della certificazione unica (CUD) La notizia in breve 20.02.2014. Premessa Fiscal Flash La notizia in breve N. 41 20.02.2014 Entro fine mese la consegna della certificazione unica (CUD) Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: CUD La certificazione unica dei redditi di lavoro

Dettagli

OGGETTO Erario ENTE INTERESSATO ADEMPIMENTI

OGGETTO Erario ENTE INTERESSATO ADEMPIMENTI 18.05.2015 1) Ritenute I.R.PE.F. alla fonte sugli emolumenti indicati di seguito: - cod. 1001: ritenute su retribuzioni, pensioni, trasferte, mensilità aggiuntive e relativo conguaglio; - cod. 1002: ritenute

Dettagli

RITENUTE D ACCONTO IN ARCA SQL

RITENUTE D ACCONTO IN ARCA SQL RITENUTE D ACCONTO IN ARCA SQL Questo documento ha lo scopo di riassumere e di chiarire l uso del software gestionale ARCA2000SQL per la parte che riguarda le Ritenute d acconto. Si tratta di una procedura

Dettagli

Oggetto: 730 senza sostituto casi particolari e Colf & badanti

Oggetto: 730 senza sostituto casi particolari e Colf & badanti Roma lì 04/05/2014 Prot. 202/2014 A tutti i Centri e Sportelli Circolare n. 52 Oggetto: 730 senza sostituto casi particolari e Colf & badanti L art. 51 bis del DL 69/2013 (Decreto del fare) ha previsto

Dettagli

SPAZIO AZIENDE AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE

SPAZIO AZIENDE AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE Commercialisti Associati Bellttramii Pellllegriinii Ciimarollllii Veronesii Zorzii - Basiille 25124 Brescia 38100 Trento 38080 Darzo 20144 Milano 5, Via Aldo Moro 5, Via S. Vigilio 1, Zona Artigianale

Dettagli

MODELLI 770/2014 SEMPLIFICATO e ORDINARIO NOVITÀ

MODELLI 770/2014 SEMPLIFICATO e ORDINARIO NOVITÀ Circolare informativa per la clientela Luglio Nr. 1 MODELLI 770/2014 SEMPLIFICATO e ORDINARIO NOVITÀ In questa Circolare 1. Modelli 770/2014 Semplificato e Ordinario 2. Quadri che compongono il 770 3.

Dettagli

Mod. 730/2015 quadro C: bonus IRPEF e Certificazione Unica Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista

Mod. 730/2015 quadro C: bonus IRPEF e Certificazione Unica Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista Mod. 730/2015 quadro C: bonus IRPEF e Certificazione Unica Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista ADEMPIMENTO " NOVITA " FISCO I contribuenti che possiedono redditi di lavoro dipendente,

Dettagli

INDICE. Sezione Prima - INTRODUZIONE. Sezione Seconda - NOVITÀ DEL MODELLO CUD 2014

INDICE. Sezione Prima - INTRODUZIONE. Sezione Seconda - NOVITÀ DEL MODELLO CUD 2014 INDICE Sezione Prima - INTRODUZIONE Introduzione... pag. 14 Lo schema del CUD 2014 - Certificazione Unica Dipendenti...» 14 Termini di consegna al dipendente...» 15 Il trattamento dei dati personali...»

Dettagli

STUDIO CAVINA COMMERCIALISTI ASSOCIATI REVISORI CONTABILI

STUDIO CAVINA COMMERCIALISTI ASSOCIATI REVISORI CONTABILI AI SIGNORI CLIENTI LORO SEDI CIRCOLARE INFORMATIVA N. 2 GENNAIO 2015 ALIQUOTE CONTRIBUTIVE PER GLI ISCRITTI ALLA GESTIONE SEPARATA INPS - AUMENTI PER IL 2015 1 PREMESSA Nel 2015, le aliquote contributive

Dettagli

Il nuovo regime forfetario: cambiano le agevolazioni per la. tassazione e la previdenza di imprese e professionisti

Il nuovo regime forfetario: cambiano le agevolazioni per la. tassazione e la previdenza di imprese e professionisti Il nuovo regime forfetario: cambiano le agevolazioni per la tassazione e la previdenza di imprese e professionisti RIFERIMENTI: Art. 1, commi da 54 a 89, l. 23 dicembre 2014, n. 190 Disposizioni per la

Dettagli

SCADENZE FISCALI di Giugno

SCADENZE FISCALI di Giugno SCADENZE FISCALI di Giugno Martedì 16 Giugno IVA MENSILE Ultimo giorno utile per versare l eventuale imposta a debito relativa al mese di maggio (contribuenti mensili). Il codice tributo da utilizzare

Dettagli

www.unicolavoro.ilsole24ore.com Istituto Nazionale Previdenza Sociale Circolare 8 febbraio 2013, n.24

www.unicolavoro.ilsole24ore.com Istituto Nazionale Previdenza Sociale Circolare 8 febbraio 2013, n.24 www.unicolavoro.ilsole24ore.com Istituto Nazionale Previdenza Sociale Circolare 8 febbraio 2013, n.24 ed esercenti attività commerciali: contribuzione per l'anno 2013. Assicurazioni sociali - contributi

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1 1 Approvato dal Consiglio di Amministrazione il 27 marzo 2015 Sommario REGIME FISCALE DEI CONTRIBUTI... 3 Contributi versati fino al 31 dicembre 2006... 3 Contributi versati

Dettagli

Circolare N. 72 del 14 Maggio 2015. Modello Unico PF/2015: inizia la raccolta documenti

Circolare N. 72 del 14 Maggio 2015. Modello Unico PF/2015: inizia la raccolta documenti Circolare N. 72 del 14 Maggio 2015 Modello Unico PF/2015: inizia la raccolta documenti Soggetti interessati Sono obbligati alla presentazione della dichiarazione dei redditi (Mod. Unico PF 2015) i contribuenti

Dettagli

INFORMATIVE SPESE PER ADOZIONE DI MINORI STRANIERI

INFORMATIVE SPESE PER ADOZIONE DI MINORI STRANIERI Servizio SEAC S.p.A. - Trento - Via Solteri, 7 Internet: www.seac.it - E-mail: info@seac.it Tel. 06 05 - Fax 06/056 06 maggio 05 Informativa n. SPESE PER ADOZIONE DI MINORI STRANIERI Nella Informativa

Dettagli

CERTIFICAZIONE UNICA 2015

CERTIFICAZIONE UNICA 2015 CERTIFICAZIONE UNICA 201 CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART., COMMI -ter e -quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 199, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 201 DATI ANAGRAFICI AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1 1 Deliberato dal Consiglio di Amministrazione in data 22 luglio 2014 Sommario REGIME FISCALE DEI CONTRIBUTI... 3 Contributi versati fino al 31 dicembre 2006... 3 Contributi

Dettagli

I PIANI SANITARI UNISALUTE: Le opportunità, i vantaggi e la convenienza Gli aspetti normativi e fiscali

I PIANI SANITARI UNISALUTE: Le opportunità, i vantaggi e la convenienza Gli aspetti normativi e fiscali I PIANI SANITARI UNISALUTE: Le opportunità, i vantaggi e la convenienza Gli aspetti normativi e fiscali UniSalute per l Azienda: un know-how all avanguardia Soluzioni flessibili e innovative in linea con

Dettagli

Oggetto: Informativa n. 8 Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. Obbligo fattura elettronica alla P.A.

Oggetto: Informativa n. 8 Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. Obbligo fattura elettronica alla P.A. Alle ditte Clienti Loro sedi Parma, 22 aprile 2014 Oggetto: Informativa n. 8 Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. La presente per informarvi in merito a: Obbligo fattura elettronica

Dettagli

LAVORI USURANTI RICHIESTA BENEFICIO PREPENSIONAMENTO

LAVORI USURANTI RICHIESTA BENEFICIO PREPENSIONAMENTO SCADENZE MARZO 2016 MARTEDì 1 MARZO REGISTRO Scade il termine per registrare i nuovi contratti di locazione di immobili stipulati il 1 febbraio 2016 e per pagare l imposta di registro (2% o 1% per alcune

Dettagli

SCADENZE NOVEMBRE 2014

SCADENZE NOVEMBRE 2014 SCADENZE NOVEMBRE 2014 LUNEDì 17 NOVEMBRE RAVVEDIMENTO OPEROSO BREVE Scade il termine per regolarizzare gli adempimenti (omessi, tardivi o insufficienti versamenti di imposte o ritenute) non effettuati

Dettagli

AXA progetto pensione più

AXA progetto pensione più AXA progetto pensione più PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO FONDO PENSIONE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE allegato alla nota informativa edizione 2015 AXA Assicurazioni S.p.A. AXA progetto

Dettagli

Oggetto: Informativa n. 7. Novità legislative d immediato interesse ed applicazione.

Oggetto: Informativa n. 7. Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. Alle ditte Clienti Loro sedi Collecchio, 15/06/2015 Oggetto: Informativa n. 7. Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. La presente per informarvi in merito a:. Regimi agevolati utilizzabili

Dettagli

STUDIO PROFESSIONALE CARRARA

STUDIO PROFESSIONALE CARRARA STUDIO PROFESSIONALE CARRARA sede legale: MILANO, piazza IV Novembre, 4 ufficio: NARZOLE, viale Rimembranza, 28 dott. Marcello Carrara tel. 0173-77432/776296 Commercialista Revisore Contabile ufficio:

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 06/06/2014

Direzione Centrale Entrate. Roma, 06/06/2014 Direzione Centrale Entrate Roma, 06/06/2014 Circolare n. 74 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

I lavoratori dipendenti e i pensionati (in possesso di determinati redditi), possono presentare la dichiarazione con il modello 730.

I lavoratori dipendenti e i pensionati (in possesso di determinati redditi), possono presentare la dichiarazione con il modello 730. 03 giugno 2013 Più tempo per consegnare il modello 730 ai Caf o ai professionisti abilitati. Un Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, firmato il 29 maggio scorso, ha fatto slittare dal 31

Dettagli

Documento sul Regime Fiscale

Documento sul Regime Fiscale FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI DELLA HEWLETT- PACKARD ITALIANA S.r.l. E DI ALTRE SOCIETA DEL GRUPPO HEWLETT-PACKARD Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 1538 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (aggiornato

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento.

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento. N. 21230 / 2009 protocollo Modifica delle istruzioni per la compilazione dei modelli per la richiesta del bonus straordinario per famiglie, lavoratori, pensionati e non autosufficienza, ai sensi dell art.

Dettagli

CIRCOLARE BIMESTRALE nr. 02/05 del 28.02.2005

CIRCOLARE BIMESTRALE nr. 02/05 del 28.02.2005 CIRCOLARE BIMESTRALE nr. 02/05 del 28.02.2005 SOMMARIO CONTRIBUTI 2005 GESTIONE SEPARATA EX 10% ENASARCO - VARIATE LE ALIQUOTE CONTRIBUTIVE AL FONDO PREVIDENZA FINANZIARIA 2005 IL PROVVEDIMENTO COMMENTATO

Dettagli

Star del credere - si o no? Qual'è il termine di iscrizione per un agente all'enasarco? Chi deve essere iscritto all'enasarco?

Star del credere - si o no? Qual'è il termine di iscrizione per un agente all'enasarco? Chi deve essere iscritto all'enasarco? Star del credere - si o no? Si tratta di vera e propria rivoluzione nei rapporti tra agente e casa mandante. L'art.28 della Legge Comunitaria 1999 è stato approvato in data 16 dicembre 1999. Nell'art.

Dettagli

Metodo storico L'acconto è pari all'88% del versamento effettuato o che si sarebbe dovuto effettuare per l ultimo periodo dell anno precedente.

Metodo storico L'acconto è pari all'88% del versamento effettuato o che si sarebbe dovuto effettuare per l ultimo periodo dell anno precedente. 1 Nota PATTO DI NON CONCORRENZA POST CONTRATTUALE.- È NULLO QUANDO LA ZONA DI ESTENSIONE DEL DIVIETO DI CONCORRENZA È PIÙ AMPIA DELLA ZONA OGGETTO DEL MANDATO A seguito di richieste di chiarimento pervenute

Dettagli

SCADENZARIO OTTOBRE - NOVEMBRE - DICEMBRE 2015 OTTOBRE

SCADENZARIO OTTOBRE - NOVEMBRE - DICEMBRE 2015 OTTOBRE INFORMAT N. 271 01 OTTOBRE 2015 INFORMAT N. 005 07 GENNAIO 2013 SCADENZARIO OTTOBRE - NOVEMBRE - DICEMBRE 2015 Si riportano di seguito le principali scadenze del PRIMO TRIMESTRE 2013. Si riportano di seguito

Dettagli

FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO PARERE N. 19 DEL 14.07.2010 IL QUESITO

FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO PARERE N. 19 DEL 14.07.2010 IL QUESITO FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO PARERE N. 19 DEL 14.07.2010 IL QUESITO MODALITÀ DI EROGAZIONE DEL FIRR AD AGENTI SOCIETÀ DI PERSONE La nostra società in accomandita semplice è composta da mio fratello

Dettagli

ATTIVITA AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO Aspetti del diritto del lavoro e contributi sociali

ATTIVITA AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO Aspetti del diritto del lavoro e contributi sociali 17 novembre 2010 ATTIVITA AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO Aspetti del diritto del lavoro e contributi sociali SOMMARIO A. Ruolo degli agenti e rappresentanti di commercio 1. Ruolo degli Agenti e Rappresentanti

Dettagli

PrevAer Fondo Pensione

PrevAer Fondo Pensione Pagina 1 di 5 Documento sul Regime Fiscale aggiornato al 27 marzo 2015 Regime fiscale applicabile ai lavoratori iscritti a una forma pensionistica complementare dopo il 31 dicembre 2006 e ai contributi

Dettagli

AXA MPS PREVIDENZA PER TE - FONDO PENSIONE APERTO DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

AXA MPS PREVIDENZA PER TE - FONDO PENSIONE APERTO DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE AXA MPS PREVIDENZA PER TE - FONDO PENSIONE APERTO DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Il presente documento integra il contenuto della Nota Informativa relativa al fondo pensione aperto a contribuzione definita

Dettagli

OTTOBRE INFORMATIVA N. 243 30 SETTEMBRE 2014 IVA CORRISPETTIVI GRANDE DISTRIBUZIONE

OTTOBRE INFORMATIVA N. 243 30 SETTEMBRE 2014 IVA CORRISPETTIVI GRANDE DISTRIBUZIONE INFORMAT N. 243 30 SETTEMBRE 2014 Si riportano di seguito le principali scadenze del QUARTO TRIMESTRE 2014. Si rammenta che a decorrere dell 1.10.2014 è operativo l obbligo di utilizzo dei servizi telematici

Dettagli

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 10/02/2015

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 10/02/2015 Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 10/02/2015 Circolare n. 29 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali,

Dettagli

SCADENZE SETTEMBRE 2013

SCADENZE SETTEMBRE 2013 SCADENZE SETTEMBRE 2013 LUNEDì 2 SETTEMBRE IMPOSTE RATEIZZATE - Ultimo giorno utile per effettuare il versamento della rata delle imposte rateizzate da parte dei contribuenti non titolari di partita Iva.

Dettagli

pari o inferiori a tre volte il T.M. Inps superiori a tre volte il T.M Inps e pari o inferiori a quattro volte il trattamento minimo Inps

pari o inferiori a tre volte il T.M. Inps superiori a tre volte il T.M Inps e pari o inferiori a quattro volte il trattamento minimo Inps Novità introdotte dalla Legge n 147/13 in materia previdenziale e assistenziale Per il triennio 2014-2016 la rivalutazione automatica dei trattamenti pensionistici, secondo il meccanismo stabilito dall

Dettagli

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 OTTOBRE AL 15 NOVEMBRE 2015

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 OTTOBRE AL 15 NOVEMBRE 2015 Occhio alle scadenze Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL OTTOBRE AL 15 NOVEMBRE 2015 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal al 15 novembre 2015, con il commento dei

Dettagli

Si riportano di seguito le principali scadenze del TERZO TRIMESTRE 2011.

Si riportano di seguito le principali scadenze del TERZO TRIMESTRE 2011. INFORMAT N. 156 29 GIUGNO 2011 Si riportano di seguito le principali scadenze del TERZO TRIMESTRE 2011. LUGLIO Le scadenze dei versamenti riferite al mod. UNICO 2011 sono riportate alla luce della proroga

Dettagli

MODELLO UNICO 2001. a intermediari autorizzati (professionisti, associazioni di categoria, CAF, altri soggetti abilitati);

MODELLO UNICO 2001. a intermediari autorizzati (professionisti, associazioni di categoria, CAF, altri soggetti abilitati); MODELLO UNICO 2001 Sono obbligati a presentare la dichiarazione in forma unificata UNICO 2001 i contribuenti tenuti alla presentazione di almeno due delle seguenti dichiarazioni: Redditi; IVA; IRAP. A

Dettagli

DICHIARAZIONI FISCALI

DICHIARAZIONI FISCALI QUADRO SG SOMME DERIVANTI DA RISCATTO DI ASSICURAZIONE SULLA VITA E CAPITALI CORRISPOSTI IN DIPENDENZA DI CONTRATTI DI ASSICURAZIONE SULLA VITA, O DI CAPITALIZZAZIONE NONCHÉ RENDIMENTI DELLE PRESTAZIONI

Dettagli

Le novità in tema di addizionali IRPEF, recupero versamenti in eccesso e dei rimborsi ai dipendenti, Bonus Renzi, ticket restaurant, TFR in busta paga

Le novità in tema di addizionali IRPEF, recupero versamenti in eccesso e dei rimborsi ai dipendenti, Bonus Renzi, ticket restaurant, TFR in busta paga Le novità in tema di addizionali IRPEF, recupero versamenti in eccesso e dei rimborsi ai dipendenti, Bonus Renzi, ticket restaurant, TFR in busta paga Piergiorgio Mondini 17-18-19 febbraio 2015 Addizionali

Dettagli

Nuova Certificazione Unica CU 2015: redditidilavorodipendente Cristina Piseroni e Marco Mangili - Dottori commercialisti in Bergamo

Nuova Certificazione Unica CU 2015: redditidilavorodipendente Cristina Piseroni e Marco Mangili - Dottori commercialisti in Bergamo Nuova Certificazione Unica CU 2015: redditidilavorodipendente Cristina Piseroni e Marco Mangili - Dottori commercialisti in Bergamo ADEMPIMENTO " NOVITÀ " LAVORO I sostituti d imposta, a seguito delle

Dettagli