L ASSISTENZA SANITARIA AGLI STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L ASSISTENZA SANITARIA AGLI STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI"

Transcript

1 REGIONE PIEMONTE - A.S.L. NO L ASSISTENZA SANITARIA AGLI STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI I Centri ISI Informazione Salute Immigrati A cura di Biagio Zappulla 1, Daniela Sarasino 2 e Maria Chiara Antoniotti 2 ASL NO 1. La storia La crescente presenza d immigrati nel nostro Paese ha introdotto nuovi problemi nel settore socio-sanitario, di fronte ai quali, fino a qualche decennio fa, si era comprensibilmente impreparati. Il grande numero d immigrati nel nostro Paese, infatti, ha introdotto inevitabilmente nuovi elementi e preoccupazioni nel panorama sanitario italiano: basti pensare alla promiscuità e alla mancanza d igiene nelle abitazioni dei clandestini. Nel 1996 il D. Lgs. n. 376 affermava, a livello nazionale, la garanzia delle cure urgenti ed essenziali per tutti i cittadini extracomunitari; nello stesso anno la Regione Piemonte approvava, in maniera sperimentale, le misure organizzative e le modalità operative per l erogazione delle prestazioni di assistenza sanitaria agli stranieri irregolari, non iscritti e non iscrivibili al SSN, i cosiddetti Stranieri Temporaneamente Presenti (STP), attraverso la costituzione dei Centri di Informazione Salute Immigrati (Centri ISI). Attualmente la normativa che disciplina le regole di accesso al servizio sanitario degli STP fa riferimento al D.Lgs. 286 del 1998 Testo Unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell immigrazione e norme sulla condizione dello straniero e al suo regolamento di attuazione (D.P.R n. 394). Nell ASL di Novara l assistenza sanitaria ai cittadini extracomunitari irregolari è iniziata nel dicembre del 1996 con l istituzione, in via sperimentale, per la durata di un anno, di un ambulatorio sito a Borgomanero. 1 Responsabile Centri Informazione Salute Immigrati (ISI) 2 Servizio Sovrazonale di Epidemiologia 1

2 Con atto deliberativo del Commissario dell ASL 13 di Novara n. 422 del è stato istituito un Centro ISI a Borgomanero e nel novembre dello stesso anno l attività del Centro è stata ampliata, garantendo lo stesso servizio anche a Novara con l apertura di un nuovo ambulatorio. Nel corso degli anni, i centri ISI si sono trovati di fronte ad un numero crescente di accessi da parte di pazienti affetti da patologie croniche ed invalidanti. Al fine di poter rispondere a tali esigenze, l Assessorato alla Sanità della Regione Piemonte ha emanato una circolare (03/08/2004) con la quale impartiva disposizioni in materia di esenzione dalla quota di partecipazione alla spesa sanitaria. Alla fine del 2004, la Regione Piemonte, con apposita delibera avente per oggetto Passaggio a regime dei Centri Informazione Salute Immigrati, ha avviato ufficialmente i Centri ISI. L evoluzione dell offerta di servizi a favore degli STP ha fatto sì, tra le altre cose, che la Regione Piemonte, con apposita delibera di giunta regionale risalente al 2006, riconoscesse il diritto alle prestazioni integrative e di assistenza protesica. 2. L organizzazione Nell ASL di Novara il modello organizzativo attuale è il seguente: AREA NORD (Distretti di Arona e Borgomanero) Sede: Borgomanero Viale Zoppis, 6 presso la sede del Distretto Apertura ambulatorio lunedì e mercoledì dalle 10 alle 12 AREA SUD (Distretti di Galliate e Novara) Sede: Novara Via Dei Mille, 2 - presso il Poliambulatorio Apertura ambulatorio mercoledì dalle 13 alle 15 e venerdì dalle alle In ciascun Centro operano un medico, un infermiere professionale e personale amministrativo. Inoltre, sin dalla loro istituzione ci si avvale della collaborazione di un mediatore culturale di lingua araba, che è anche presente tutti i giorni presso la sede di via Dei Mille di Novara allo sportello cittadini stranieri. 2

3 La presenza del mediatore linguistico culturale è di importanza fondamentale per la qualità del servizio; infatti in base all appartenenza ad un gruppo culturale diverso, alla propria condizione di immigrato ed in base ad una specifica preparazione professionale, il mediatore svolge non solo e semplicemente una traduzione linguistica, ma anche e soprattutto un attività di mediazione culturale vera e propria, cioè chiarisce la logica e l organizzazione dei servizi italiani, promuove la conoscenza dei servizi e delle opportunità offerte dalle nostre istituzioni e favorisce l integrazione della popolazione immigrata nel nostro Paese. I Centri ISI assicurano, nei presidi pubblici e accreditati, le cure ambulatoriali urgenti o comunque essenziali. Gli STP che accedono ai Centri ISI ricevono dal personale del Centro educazione sanitaria, informazioni relative alla promozione della salute e all organizzazione dell accesso alle prestazioni e assistenza sanitaria da parte del medico presente in ambulatorio. Il medico effettua visite, richieste e controllo di esami, prescrizioni farmaceutiche, richieste di visite specialistiche e di ricovero. Secondo la normativa vigente sono garantite in particolare: la tutela della gravidanza e della maternità a parità di trattamento con le cittadine italiane; la tutela della salute del minore in esecuzione alla concezione di New York del ratificata con legge ; le vaccinazioni; gli interventi di profilassi internazionale; la profilassi, la diagnosi, la cura delle malattie infettive ed eventuale bonifica dei relativi focolai; le prestazioni erogate dai Servizi per tossicodipendenti, dai Centri di salute mentale e le prestazioni nei confronti dei soggetti affetti da HIV. 3. Le modalità di accesso All atto dell accesso al Centro, il soggetto dichiara le proprie generalità, il proprio domicilio di fatto e la condizione di non iscrivibilità al Servizio Sanitario Nazionale (SSN). 3

4 Il Centro ISI rilascia un tesserino, necessario per accedere alle prestazioni sanitarie con un codice alfanumerico di 16 caratteri, denominato codice STP, che consente di identificare la Regione e l ASL in cui si trova ubicato il Centro ISI. Il tesserino, utilizzabile su tutto il territorio nazionale, ha validità semestrale, ma è rinnovabile, se necessario. Dal 2008 è previsto anche il codice Europeo Non Iscrivibile (ENI), valido per i cittadini neocomunitari (es. Romania e Bulgaria), comunque non iscrivibili al SSN. Il Centro ISI, a seguito di accertamento medico rivolto all individuazione delle necessità dell utente, lo invia alla struttura sanitaria competente. In base alla richiesta di salute del soggetto, viene attribuito un codice diagnostico, utilizzando la classificazione MDC (Major Diagnostic Categories), che consente di raggruppare i soggetti in base alla tipologia dei disturbi riferiti (vedi Tab. 1). Codice Descrizione 00 Informazione 01 Malattie e disturbi del sistema nervoso 02 Malattie e disturbi dell occhio 03 Malattie e disturbi orecchio, naso e gola 04 Malattie e disturbi respiratori 05 Malattie e disturbi cardiocircolatori 06 Malattie e disturbi apparato digerente 07 Malattie e disturbi fegato vie biliari e pancreas 08 Malattie e disturbi osteomuscolari e connettivo 09 Malattie e disturbi pelle sottocutaneo e mammella 10 Malattie e disturbi endocrino, nutrizione e metabolismo 11 Malattie e disturbi rene e vie urinarie 12 Malattie e disturbi dell apparato riproduttivo maschile 13 Malattie e disturbi dell apparato riproduttivo femminile 14 Gravidanza, parto e puerperio 15 Neonati normali e con disturbi perinatali 16 Malattie e disturbi sangue e organi emopoietici 17 Malattie e disturbi mieloproliferativi e neoplasie scarsamente differenziate 18 Malattie infettive e parassitarie 19 Disturbi psichici 20 Abuso di alcol e farmaci e disturbi mentali organici indotti da alcol e farmaci 21 Traumatismi e avvelenamenti 22 Ustioni 23 Fattori che influenzano lo stato di salute e il ricorso ai servizi sanitari 24 Traumatismi multipli 25 Infezioni da H.I.V. Tabella 1 - Elenco MDC per codice e definizione Nel caso in cui un soggetto riceva sia informazioni che prestazioni sanitarie, vengono registrati a suo carico due codici: il codice 00 relativo alle informazioni e il codice relativo alla tipologia di disturbi. 4

5 Oltre al codice diagnostico, per ogni soggetto sono registrati i dati anagrafici (nome, cognome, età e sesso), il codice STP e l area di provenienza. Rispetto a questa informazione, il programma di registrazione regionale prevede 7 macro-aree di provenienza, così suddivise: Europa dell Est (Albania, Bielorussia, Bosnia Erzegovina, Bulgaria, Cipro, Crozia, Estonia, Jugoslavia, Lettonia, Lituania, Macedonia, Moldavia, Polonia, Rep. Ceca, Romania, Russia, Slovacchia, Slovenia, Turchia, Ucraina, Ungheria); Occidente Europeo (Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Grecia, Germania, Irlanda, Islanda, Liechtenstein, Lussemburgo, Malta, Monaco, Norvegia, Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito, San Marino, Spagna, Svezia, Svizzera); Resto Occidente (Canada, USA, Australia, Nuova Zelanda, Samoa, Papua Nuova Guinea, Tonga, Figi, Salomone, Vanuatu, Kiribati, Nauru); Nord Africa (Algeria, Egitto, Libia, Marocco, Sudan, Tunisia); Resto dell Africa (i restanti Paesi africani); Asia (Afghanistan, Arabia Saudita, Armenia, Azerbaigian, Bahrein, Bangladesh, Bhutan, Brunei, Cambogia, Cina, Corea del Nord, Corea del Sud, Emirati Arabi Uniti, Filippine, Georgia, Giappone, Giordania, Hong Kong, India, Indonesia, Iran, Iraq, Israele, Kazakistan, Kirghizistan, Kuwait, Laos, Libano, Macao, Malaysia, Maldive, Mongolia, Myanmar, Nepal, Oman, Pakistan, Palestina, Qatar, Singapore, Siria, Sri Lanka, Tagikistan, Taiwan, Thailandia, Turkmenistan, Uzbekistan, Vietnam, Yemen); America Latina (Antigua e Barbuda, Argentina, Bahama, Barbados, Belize, Bolivia, Brasile, Cile, Colombia, Costarica, Cuba, Dominica, Ecuador, El Salvador, Giamaica, Grenada, Guatemala, Guyana, Haiti, Honduras, Messico, Nicaragua, Panama, Paraguay, Perù, Rep. Dominicana, S. Vincent e Grenadine, Saint Lucia, Suriname, Trinidad e Tobago, Uruguay, Venezuela). 4. Dati di attività periodo I dati sono stati ricavati dal programma informatico regionale utilizzato dal servizio per la registrazione dell attività e fanno riferimento agli accessi ambulatoriali al Centro ISI e non ai 5

6 singoli soggetti. Uno stesso soggetto, infatti, può accedere più volte e quindi essere registrato tante volte quanti sono i passaggi effettuati. I codici STP sono stati utilizzati per individuare la tipologia di utenti (distribuzione per età, sesso e provenienza) del periodo in studio ed per valutare la proporzione di utenti che hanno usufruito per più anni di seguito dei Centri ISI dell ASL NO Accessi Tra il 2004 e il 2007 complessivamente sono stati registrati passaggi ambulatoriali, che risultano in crescita nel periodo (2.204 nel 2004; nel 2007). Gli accessi sono prevalentemente femminili (67,5%) ed effettuati da soggetti con età compressa tra 20 e 34 anni, pari al 52% del totale; gli accessi effettuati dai minori risultano essere il 9% Tipologia di prestazioni Tutti i soggetti che accedono ai Centri ISI ricevono informazioni sul tipo di assistenza offerta, sulle modalità di accesso al centro stesso ed eventualmente sulla possibilità di iscriversi al SSN; questo fa sì che le informazioni rappresentino il 27% delle prestazioni fornite. Tra le donne, il maggior ricorso all assistenza sanitaria è stato determinato da cause di natura ostetrico-ginecologica (34,6% quasi ugualmente distribuito tra gravidanza, parto e puerperio e malattie e disturbi dell apparato riproduttivo), da malattie dell apparato digerente (11,4%), dell apparato osteomuscolare (9,7%) e da malattie circolatorie (7,3%) (vedi Fig. 1). 6

7 gravidanza, parto e puerperio mal e disturbi app riproduttivo femminile mal app digerente mal osteomuscolari e connettivo mal circolatorie mal endocrine nutrizione e metabolismo mal pelle sottocute e mammella Mal e disturbi nervosi mal respiratorie mal orecchio naso e gola mal e disturbi dell'occhio mal rene e vie urinarie altro 0 % Figura 1 - Femmine. Distribuzione % degli accessi in base all MDC Tra gli uomini, le motivazioni che hanno determinato il ricorso all assistenza sanitaria sono dovute a disturbi del sistema osteomuscolare e dell apparato digerente (pari entrambe al 18,5%), da malattie della pelle (8,5%) e da malattie del sistema circolatorio (7,6%) (vedi Fig. 2). mal osteomuscolari e connettivo mal app digerente mal pelle sottocute e mammella mal circolatorie mal endocrine nutrizione e metabolismo Mal e disturbi nervosi mal respiratorie mal rene e vie urinarie mal e disturbi dell'occhio mal orecchio naso e gola mal e disturbi app riproduttivo maschile mal fegato e vie biliari altro 0 % Figura 2 - Maschi. Distribuzione % degli accessi in base all MDC Nell arco del periodo di osservazione, alcuni soggetti si sono presentati più volte per la stessa causa (vedi Tab. 2). Come atteso, le motivazioni con la più alta frequenza media di accessi sono le malattie generalmente croniche (malattie endocrine e malattie dell apparato circolatorio) e le patologie per cui è necessaria un assistenza intensiva, come alcune patologie tumorali e le infezioni da H.I.V., che comunque interessano 12 soggetti in 4 anni. Non si riscontrano differenze tra i due sessi nella frequenza degli accessi. 7

8 Maschi Femmine N codici con almeno un accesso per questa causa N di accessi Accessi medi per soggetto N codici con almeno un accesso per questa causa N di accessi Accessi medi per soggetto MDC 01 mal e disturbi nervosi , ,0 02 mal e disturbi dell'occhio , ,5 03 mal orecchio naso e gola , ,4 04 mal respiratorie , ,9 05 mal circolatorie , ,5 06 mal app digerente , ,7 07 mal fegato e vie biliari , ,7 08 mal osteomuscolari e connettivo , ,1 09 mal pelle sottocute e mammella , ,5 10 mal endocrine nutrizione e metabolismo , ,9 11 mal rene e vie urinarie , ,5 12 mal e disturbi app riproduttivo maschile , mal e disturbi app riproduttivo femminile ,6 14 gravidanza, parto e puerperio ,8 15 neonati normali e con disturbi perinatali , ,1 16 mal sangue e organi emopoietici , ,3 17 mal mieloprolif e neopl scarsamente diff , ,4 18 mal infettive e parassitosi , ,0 19 disturbi psichici 4 4 1, ,0 20 abusi alcol e farmaci e disturbi mentali 2 3 1, ,0 21 traumatismi e avvelenamenti , ,0 22 ustioni 0 0 0, ,0 23 fattori che influenzano stato salute , ,0 24 traumatismi multipli 4 5 1, ,0 25 Infezioni da HIV , ,0 Tabella 2 - MDC per frequenza di accessi Gli utenti Distribuzione per età e sesso Nei quattro anni di osservazione sono stati assegnati codici STP con relativo tesserino. Il numero di nuovi iscritti registra un andamento altalenante nei quattro anni, con il valore minimo nel 2004 (784) e quello massimo (1.041) nel 2006 (vedi Tab. 3). Negli anni in esame si registra un decremento della percentuale di nuovi accessi rispetto all attività complessiva. 8

9 Nuovi codici STP accessi ambulatoriali % di nuovi codici STP su totale accessi , , , ,2 Totale ,3 Tabella 3 - Numero di nuovi codici STP e di passaggi per anno di iscrizione La distribuzione per età e sesso degli utenti è, ovviamente, in gran parte sovrapponibile a quella osservata per il totale degli accessi: gli utenti sono prevalentemente donne (66%) e di età compresa tra i 20 e i 34 anni (52%) (vedi Fig. 3). 0,1 > =75 0,2 0, ,2 0, ,3 0, ,9 0, ,2 0, ,6 1, ,0 1,8 3, ,5 6,2 6,9 5, ,8 13,8 4, , ,2 12,4 1, ,3 1, ,7 2, ,7 maschi femmine Figura 3 - Composizione % per età e sesso degli STP che hanno fatto almeno un accesso nel periodo Aree di provenienza Le due principali aree di provenienza sono rappresentate dall Europa dell Est, dalla quale arrivano quasi la metà degli utenti (48,7%) e dal continente africano, da cui proviene il 33,8% degli stranieri. 9

10 La distribuzione delle aree di provenienza non è omogenea tra i sessi: dall Europa dell Est proviene più della metà delle donne (57%) contro il 37% degli uomini; dal Nord Africa proviene il 10% delle donne e il 29% degli uomini (vedi Fig. 4). Femmine 10% 2% 15% 13% America Latina 3% Asia Est Europa Nord Africa Occidente Resto Africa 57% Maschi 5% 29% 18% 7% 4% 37% America Latina Asia Est Europa Nord Africa Occidente Resto Africa Figura 4 - Aree di provenienza degli STP che hanno fatto almeno un accesso nel periodo , per sesso Le aree di provenienza si sono parzialmente modificate negli anni presi in considerazione (vedi Fig. 5). Tra le donne si riduce la percentuale di soggetti provenienti dal resto dell Africa, mentre aumenta quella delle latino-americane e delle asiatiche, mentre le donne originarie dell Est Europa continuano a rappresentare, nei quattro anni osservati, più della metà delle utenti femminili dei Centri ISI. Anche tra gli uomini si incrementa la quota di asiatici, ma anche quella dei soggetti dell Africa del Nord che rappresentano, insieme ai soggetti dell Europa dell Est, i principali utenti maschili dei Centri ISI; si dimezza invece la presenza di maschi provenienti dal resto dell Africa. Femmine 10

11 % America Latina Asia Est Europa Nord Africa Occidente Europeo Resto Africa Maschi % America Latina Asia Est Europa Nord Africa Occidente Europeo Resto Africa Figura 5 - Aree di provenienza degli STP. Andamento , per sesso Utenti con accessi ripetuti negli anni Osservando i codici STP dei 948 soggetti che hanno utilizzato un Centro ISI dell ASL NO nel 2004, risulta che il 39% di essi compare anche in almeno uno dei tre anni successivi (2005, 2006, 2007) ed in particolare si è osservato che il 10% dei codici compare in 2 di questi 3 anni e quasi altrettanti (8%) in tutti e 3 gli anni successivi (vedi Fig. 6). 21% 10% 8% 61% solo 1 anno 2 anni 3 anni 4 anni Figura 6 - Codici STP che hanno fatto almeno un accesso ai Centri ISI nel 2004: distribuzione per numero di anni di comparsa nel periodo Rispetto ai 581 soggetti che si sono presentati solo nel 2004, i 169 soggetti che si sono presentati per 3 o 4 anni sono composti da una quota maggiore di donne (73% vs 68%) e sono 11

12 più vecchi; infatti diminuisce la quota di soggetti sotto i 14 anni (15% vs 12%) e aumenta quella di soggetti con più di 39 anni, che passa dal 17% al 21%. Le motivazioni per cui gli STP accedono al Centro ISI sono parzialmente diverse tra i soggetti con accessi pluriennali (3-4 anni) e i soggetti che hanno effettuato accessi solo nel 2004, soprattutto tra le donne. Tra le donne che si sono presentate solo nel 2004, circa una ogni 3 (30%) si presenta per gravidanza, parto e puerperio; al secondo posto, distanziati, si collocano i disturbi dell apparato riproduttivo (17%) e le patologie dell apparato digerente (14%). Nel caso delle donne con accessi pluriennali, le gravidanze scendono al secondo posto (15%), le patologie dell apparato digerente diventano la prima causa (16%) e le malattie endocrine aumentano di 10 volte (vedi Fig. 7). mal circolatorie mal pelle sottocute e mammella mal osteomuscolari e connettivo mal e disturbi app riproduttivo femminile solo anni nel periodo mal endocrine nutrizione e metabolismo gravidanza, parto e puerperio mal app digerente 0 % Figura 7 Utenti 2004 femmine: distribuzione % degli accessi per MDC Tra gli uomini predominano le malattie dell apparato digerente, sia nei soggetti che si sono presentati solo nel 2004 sia in quelli con accessi pluriennali. Tra questi ultimi, tuttavia, la proporzione di accessi per questa causa sale al 29%, aumentano le malattie endocrine e cardiocircolatorie, mentre diminuiscono quelle di orecchio, naso, gola e occhio (vedi Fig. 8). 12

13 mal orecchio naso e gola mal e disturbi dell'occhio mal pelle e mammella mal endocrine solo anni nel periodo mal circolatorie mal respiratorie mal osteom. e connettivo mal app digerente 0% Figura 8 - Utenti 2004 maschi: distribuzione % degli accessi per MDC Conclusioni In ottemperanza ad indicazioni normative nazionali e regionali, da ormai un decennio sono stati attivati i Centri ISI (Informazione Salute Immigrati) che forniscono assistenza sanitaria ai cittadini stranieri temporaneamente presenti (STP). Tra il 2004 ed il 2007, nell ASL NO questi ambulatori hanno fatto registrare prestazioni rivolte prevalentemente a giovani adulti, costituiti soprattutto da donne; l attività risulta complessivamente in crescita, ma registra una diminuzione della percentuale di nuovi accessi. Oltre ad informazioni in merito alle modalità di erogazione dell assistenza sanitaria, le prestazioni più frequenti riguardano, per le donne, la sfera ostetrico-ginecologica (34%) e, per i maschi, l apparato osteomuscolare e quello gastroenterico (17% circa ciascuno). Non sono invece rilevanti le patologie di origine infettiva contrariamente a quanto si ipotizzava all inizio dell attività dei Centri. Le aree di provenienza dei soggetti stranieri temporaneamente presenti sono differenti per i due sessi e mostrano variazioni temporali abbastanza rapide; l Europa dell Est è comunque l area di maggiore afflusso, soprattutto tra le donne. Nel periodo considerato, una quota non indifferente degli utenti (18%) accede agli ambulatori in almeno tre dei quattro anni considerati, indicando una presenza stabile e non propriamente temporanea; gli accessi ripetuti e diluiti nel tempo sono dovuti principalmente a patologie ad andamento cronico. 13

14 Dai colloqui tra gli operatori dei Centri ISI e gli utenti STP emerge che la patologia osteomuscolare, rilevata come quella con maggiore frequenza fra gli extracomunitari di sesso maschile, si associa all impiego in lavori usuranti (per es. sollevamento di pesi per quanto riguarda le lombalgie), ma anche a precarie condizioni di vita (per es. inadeguatezza degli alloggi senza riscaldamento) che influiscono sull insorgenza di tale patologia. Per quanto riguarda i disturbi a carico dell apparato digerente, che presentano frequenze rilevanti in entrambi i sessi soprattutto nei soggetti che si presentano per periodi protratti, si tratta spesso di gastriti per le quali può assumere importanza il cambiamento di alimentazione rispetto ai paesi di origine, il consumo di cibi mal conservati o mal cucinati, oltre che lo stress legato alle difficoltà di adattamento al nuovo contesto sociale. 14

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011 GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE Anno 2011 La rilevazione riguarda gli operatori della cooperazione internazionale che hanno usufruito dell assistenza assicurativa della Siscos. Definizione

Dettagli

BIGLIETTI PREMIO CON SKYTEAM

BIGLIETTI PREMIO CON SKYTEAM BIGLIETTI PREMIO CON SKYTEAM SkyTeam Awards è uno dei maggiori vantaggi che ti offre l Alleanza SkyTeam: un solo Biglietto Premio per tante destinazioni nel mondo, anche quando l itinerario che scegli

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

CHE COS E UN EXPO UNIVERSALE

CHE COS E UN EXPO UNIVERSALE CHE COS E UN EXPO UNIVERSALE Il più grande evento del mondo. Un brand universale (4 expo ogni 10 anni in 5 Continenti). Un evento nazionale e non locale. Un organizzazione non-profit degli Stati Nazionali

Dettagli

D. Da quali paesi ed in che modo la normativa ISPM15 viene già applicata?

D. Da quali paesi ed in che modo la normativa ISPM15 viene già applicata? CON-TRA S.p.a. Tel. +39 089 253-110 Sede operativa Fax +39 089 253-575 Piazza Umberto I, 1 E-mail: contra@contra.it 84121 Salerno Italia Internet: www.contra.it D. Che cosa è la ISPM15? R. Le International

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

Sistematica di Ratisbona Classi principali per ARTE (LH LO)

Sistematica di Ratisbona Classi principali per ARTE (LH LO) Sistematica di Ratisbona Classi principali per ARTE (LH LO) La presente raccolta comprende solo le voci principali della classificazione di Ratisbona relativa all arte (LH LO) INDICE LD 3000 - LD 8000

Dettagli

GUIDA ALLA NOTIFICA ALL ESTERO DEGLI ATTI GIUDIZIARI ED EXTRAGIUDIZIARI IN MATERIA CIVILE E COMMERCIALE

GUIDA ALLA NOTIFICA ALL ESTERO DEGLI ATTI GIUDIZIARI ED EXTRAGIUDIZIARI IN MATERIA CIVILE E COMMERCIALE DIREZIONE GENERALE PER GLI ITALIANI ALL ESTERO E LE POLITICHE MIGRATORIE Ufficio IV GUIDA ALLA NOTIFICA ALL ESTERO DEGLI ATTI GIUDIZIARI ED EXTRAGIUDIZIARI IN MATERIA CIVILE E COMMERCIALE (Maggio 2014)

Dettagli

GLI ATTI E DOCUMENTI STRANIERI Procedure per la legalizzazione di documenti e di firme.

GLI ATTI E DOCUMENTI STRANIERI Procedure per la legalizzazione di documenti e di firme. GLI ATTI E DOCUMENTI STRANIERI Procedure per la legalizzazione di documenti e di firme. 1. Normativa di riferimento Legge 20 dicembre 1966, n. 1253 Ratifica ed esecuzione della Convenzione firmata a l

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

Costituzione dell Organizzazione mondiale della Sanità

Costituzione dell Organizzazione mondiale della Sanità Traduzione 1 Costituzione dell Organizzazione mondiale della Sanità 0.810.1 Firmata a Nuova York il 22 luglio 1946 Approvata dall Assemblea federale il 19 dicembre 1946 2 Strumenti di ratificazione depositati

Dettagli

Salentini nel mondo. Le statistiche ufficiali. Provincia di Lecce

Salentini nel mondo. Le statistiche ufficiali. Provincia di Lecce Salentini nel mondo Le statistiche ufficiali Provincia di Lecce 1 I SALENTINI NEL MONDO, OGGI 150 ANNI DI PARTENZE DAL SALENTO I TRASFERIMENTI ALL ESTERO NEL TERZO MILLENNIO 2 I SALENTINI NEL MONDO, OGGI

Dettagli

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione titolo della form di ricerca Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca CATEGORIA TITOLO AREA GEOGRAFICA Vigneto/produzione/consumi Superfici vitate

Dettagli

Convenzione internazionale sull eliminazione di ogni forma di discriminazione razziale

Convenzione internazionale sull eliminazione di ogni forma di discriminazione razziale Traduzione 1 Convenzione internazionale sull eliminazione di ogni forma di discriminazione razziale 0.104 Conclusa a New York il 21 dicembre 1965 Approvata dall Assemblea federale il 9 marzo 1993 2 Istrumento

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

I dati Import-Export. 1 semestre 2014

I dati Import-Export. 1 semestre 2014 I dati Import-Export 1 semestre 2014 Import, Export e bilancia commerciale (valori in euro) Provincia di Mantova, Lombardia e Italia, 1 semestre 2014 (dati provvisori) import 2014 provvisorio export saldo

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Commissione per le Adozioni Internazionali

Presidenza del Consiglio dei Ministri Commissione per le Adozioni Internazionali Allegato A Legenda Elenco degli enti autorizzati per paese straniero: L asterisco (*) sta ad indicare l obbligo di accreditamento nel Paese straniero secondo una specifica procedura. In questo caso e stato

Dettagli

Convenzione sull eliminazione di ogni forma di discriminazione nei confronti della donna

Convenzione sull eliminazione di ogni forma di discriminazione nei confronti della donna Traduzione 1 Convenzione sull eliminazione di ogni forma di discriminazione nei confronti della donna 0.108 Conclusa il 18 dicembre 1979 Approvata dall Assemblea federale il 4 ottobre 1996 2 Ratificata

Dettagli

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Introduzione Gli indicatori calcolati sugli anni di vita persi per morte prematura (PYLLs) combinano insieme le informazioni relative alla numerosità

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

Convenzione contro la tortura ed altre pene o trattamenti crudeli, inumani o degradanti

Convenzione contro la tortura ed altre pene o trattamenti crudeli, inumani o degradanti Traduzione 1 Convenzione contro la tortura ed altre pene o trattamenti crudeli, inumani o degradanti 0.105 Conclusa a Nuova York il 10 dicembre 1984 Approvata dall Assemblea federale il 6 ottobre 1986

Dettagli

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a Già negli anni precedenti, la nostra scuola si è dimostrata t sensibile alle problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a stage in aziende e in centri di ricerca

Dettagli

Missioni di Incoming di delegazioni estere organizzate da ICE-Agenzia. in occasione di:

Missioni di Incoming di delegazioni estere organizzate da ICE-Agenzia. in occasione di: Missioni di Incoming di delegazioni estere organizzate da ICE-Agenzia in occasione di: 1 Agenda 1 PROGETTO EXPO IS NOW! 2 PROGETTO CIBUS E' ITALIA PADIGLIONE CORPORATE FEDERALIMENTARE/FIERE DI PARMA 3

Dettagli

Leimportazioni italianedimaterieprime

Leimportazioni italianedimaterieprime Leimportazioni italianedimaterieprime Questo rapporto è stato redatto da un gruppo di lavoro dell Area Studi, Ricerche e Statistiche dell Ex - ICE Coordinamento Gianpaolo Bruno Redazione Francesco Livi

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA procede alla raccolta di domande al fine di effettuare selezioni per eventuali assunzioni con contratto subordinato, a tempo determinato, relativamente al Festival Areniano

Dettagli

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità COMMISSIONE AMMINISTRATIVA PER LA SICUREZZA SOCIALE DEI LAVORATORI MIGRANTI E 104 CH (1) CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA Malattia maternità

Dettagli

Informazioni su peso massimo, dimensioni massime e tempo di trasporto nei paesi

Informazioni su peso massimo, dimensioni massime e tempo di trasporto nei paesi Informazioni su peso massimo, dimensioni massime e tempo di trasporto nei paesi ) Tempi di recapito medi in giorni feriali (lunedi venerdi), giorno d impostazione escluso. I tempi di consegna pubblicati

Dettagli

0.191.01. Convenzione di Vienna sulle relazioni diplomatiche. Traduzione 1. (Stato 1 febbraio 2013)

0.191.01. Convenzione di Vienna sulle relazioni diplomatiche. Traduzione 1. (Stato 1 febbraio 2013) Traduzione 1 Convenzione di Vienna sulle relazioni diplomatiche 0.191.01 Conchiusa a Vienna il 18 aprile 1961 Approvata dall Assemblea federale il 21 giugno 1963 2 Istrumento di ratificazione depositato

Dettagli

FAR INCONTRARE LE PERSONE. OGNI VOLTA UNA SFIDA UNICA

FAR INCONTRARE LE PERSONE. OGNI VOLTA UNA SFIDA UNICA FAR INCONTRARE LE PERSONE. OGNI VOLTA UNA SFIDA UNICA La Nuova Frontiera Meetings & Events: un area di spesa che secondo le nostre indagini si attesta, a livello globale, intorno ai 300 miliardi di dollari.

Dettagli

ECC-Net: Travel App2.0

ECC-Net: Travel App2.0 ECC-Net: Travel App2.0 In occasione del 10 anniversario dell ECC- Net, la rete dei centri europei per i consumatori lancia la nuova versione dell ECC- Net Travel App. Quando utilizzare questa applicazione?

Dettagli

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI)

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) 4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Tutte le persone che abitano o esercitano un attività lucrativa in Svizzera sono per principio

Dettagli

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte IMPORT & EXPORT DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA 1 semestre 2013 A cura di: Vania Corazza Ufficio Statistica e Studi Piazza Mercanzia, 4 40125 - Bologna Tel. 051/6093421 Fax 051/6093467 E-mail: statistica@bo.camcom.it

Dettagli

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013 STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA Aggiornamento dicembre 2013 1 ASPETTI DI SISTEMA 2 PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE

Dettagli

PRUDENZA NEGLI INVESTIMENTI E NECESSITA DI INNOVARE

PRUDENZA NEGLI INVESTIMENTI E NECESSITA DI INNOVARE PRUDENZA NEGLI INVESTIMENTI E NECESSITA DI INNOVARE Milano, 12 maggio 2009 Paolo Daperno Direttore Sistemi Informativi e Organizzazione Processi illycaffè illy nel mondo la nostra offerta la mission la

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

ISCRIZIONE AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE PER I CITTADINI COMUNITARI E STRANIERI

ISCRIZIONE AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE PER I CITTADINI COMUNITARI E STRANIERI ISCRIZIONE AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE PER I CITTADINI COMUNITARI E STRANIERI A cura di Rossella Segurini Azienda Usl di Ravenna - U.O. Direzione Amministrativa dell Assistenza Distrettuale Procedimenti

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica Cassa di

Dettagli

DRG e SDO. Prof. Mistretta

DRG e SDO. Prof. Mistretta DRG e SDO Prof. Mistretta Il sistema è stato creato dal Prof. Fetter dell'università Yale ed introdotto dalla Medicare nel 1983; oggi è diffuso anche in Italia. Il sistema DRG viene applicato a tutte le

Dettagli

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Informazioni su CheBanca! Denominazione Legale: CheBanca! S.p.A. Capitale Sociale: Euro 220.000.000 i.v. Sede Legale: Via Aldo Manuzio, 7-20124 MILANO

Dettagli

CONDANNE A MORTE ED ESECUZIONI NEL 2013

CONDANNE A MORTE ED ESECUZIONI NEL 2013 CONDANNE A MORTE ED ESECUZIONI NEL 2013 Index: ACT 50/001/2014 Amnesty International - marzo 2014 INDICE INTRODUZIONE... 4 LA PENA DI MORTE NEL 2013... 6 DATI GLOBALI... 8 PANORAMICHE REGIONALI... 11 AMERICHE...

Dettagli

A S S O C I A Z I O N E - A S S O C I AT I O N - ONLUS. P R E S I D E N T E Associazione La Nostra Famiglia. Consiglio di Amministrazione

A S S O C I A Z I O N E - A S S O C I AT I O N - ONLUS. P R E S I D E N T E Associazione La Nostra Famiglia. Consiglio di Amministrazione P R E S I D E N T E Associazione La Nostra Famiglia Consiglio di Amministrazione D i re t t o re Generale SEZIONE DI RICERCA ISTITUTO SCIENTIFICO E. MEDEA RESEARCH SECTION E.MEDEA Comitato Etico P residente

Dettagli

IL TUO PAESE CHIAMA E NAVIGA CON

IL TUO PAESE CHIAMA E NAVIGA CON CHIAMA E NAVIGA CON IL TUO PAESE Con la nuova TIM INTERNATIONAL FULL chiami il tuo Paese da 1cent/min, parli e navighi in Italia Internet da casa e fuori con le offerte per navigare da smartphone o ADSL

Dettagli

Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893)

Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893) N. 26 - Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893) 1. IL NUMERO DEI PARLAMENTARI NELLE DIVERSE COSTITUZIONI La scelta del numero dei parlamentari è un

Dettagli

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda!

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda! Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA Informati, ti riguarda! 3 La SEPA (Single Euro Payments Area, l Area unica dei pagamenti in euro) include 33 Paesi: 18 Paesi della

Dettagli

Il Posto di Primo Soccorso in Piazza San Pietro

Il Posto di Primo Soccorso in Piazza San Pietro SOVRANO MILITARE ORDINE OSPEDALIERO DI SAN GIOVANNI DI GERUSALEMME DI RODI E DI MALTA Da 900 anni al servizio dei pellegrini Il Posto di Primo Soccorso in Piazza San Pietro Editorial Managers: Eugenio

Dettagli

Capitolo 17. Commercio con l estero e internazionalizzazione

Capitolo 17. Commercio con l estero e internazionalizzazione Capitolo 17 Commercio con l estero e internazionalizzazione 17. Commercio con l estero e internazionalizzazione Le statistiche sul commercio con l estero e sulle attività internazionali delle imprese

Dettagli

Anno 2012 LE PRINCIPALI CAUSE DI MORTE IN ITALIA

Anno 2012 LE PRINCIPALI CAUSE DI MORTE IN ITALIA 3 dicembre 2014 Anno 2012 LE PRINCIPALI CAUSE DI MORTE IN ITALIA Nel 2012 vi sono stati in Italia 613.520 con un standardizzato di mortalità di 92,2 individui per diecimila residenti. La tendenza recente

Dettagli

Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna

Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna Il modello Attraverso un modello che valorizza un insieme di dati relativi ai tassi di attività e alla popolazione prevista nel prossimo ventennio

Dettagli

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE ITALIA Problematiche chiave Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE La performance degli italiani varia secondo le caratteristiche socio-demografiche

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO 150 BONIFICI ITALIA ED ESTERO (import/export) Aggiornamento al 03 novembre 2014

FOGLIO INFORMATIVO 150 BONIFICI ITALIA ED ESTERO (import/export) Aggiornamento al 03 novembre 2014 INFORMAZIONI SU CREDIVENETO Denominazione e forma giuridica CREDITO COOPERATIVO INTERPROVINCIALE VENETO Società Cooperativa Società Cooperativa per Azioni a Resp. Limitata Sede Legale e amministrativa:

Dettagli

Informazione per persone che soggiornano temporaneamente in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS.

Informazione per persone che soggiornano temporaneamente in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Informazione per persone che soggiornano temporaneamente in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Gettiamo dei ponti Istituzione comune LAMal Gibelinstrasse 25 casella

Dettagli

ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI. Relazione sull attività svolta dall Istituto nell anno 2014

ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI. Relazione sull attività svolta dall Istituto nell anno 2014 ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI Relazione sull attività svolta dall Istituto nell anno 2014 Roma, 23 giugno 2015 ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI Relazione sull attività svolta

Dettagli

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI.

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. BancoPosta www.bancoposta.it numero gratuito: 800 00 33 22 COME CAMBIANO INCASSI E PAGAMENTI CON LA SEPA PER I TITOLARI DI CONTI CORRENTI BANCOPOSTA DEDICATI

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

.. QUANDO?.. DOVE?... COME?

.. QUANDO?.. DOVE?... COME? S.S.V.D. ASSISTENZA INTEGRATIVA E PROTESCA CHI?.. QUANDO?.. DOVE?... COME? Rag. Coll. Amm. Rita Papagna Dott.ssa Laura Signorotti PRESIDI EROGABILI DAL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE D.M. n.332 del 27 agosto

Dettagli

OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI 2014 CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA

OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI 2014 CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA CRESME RICERCHE SPA OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA Cantiermacchine-ASCOMAC Comamoter-FEDERUNACOMA Ucomesa-ANIMA NELL AMBITO DI FEDERCOSTRUZIONI

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Rapporto annuale Giugno 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. scpa Committente:

Dettagli

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Ufficio federale di giustizia UFG Ambito direzionale Diritto pubblico Settore di competenza Progetti e metodologia legislativi 1 gennaio 2015 Aiuto alle

Dettagli

Trattato di non proliferazione nucleare

Trattato di non proliferazione nucleare Traduzione Trattato di non proliferazione nucleare Conchiuso a Londra, Mosca e Washington il 1 luglio 1968 Gli Stati firmatari di questo Trattato, d ora in poi chiamati «Parti» del Trattato, considerando

Dettagli

MOVIMENTI DELLA POPOLAZIONE RESIDENTE - ANNO 2013 Totale residenti

MOVIMENTI DELLA POPOLAZIONE RESIDENTE - ANNO 2013 Totale residenti COMUNE DI FAENZA SETTORE SVILUPPO ECONOMICO E POLITICHE EUROPEE Servizio Aziende comunali, Servizi pubblici e Statistica Popolazione residente a Faenza anno 2013 Edizione 1/ST/st/03.01.2014 Supera: nessuno

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

GUIDA PER L UTENTE. Direttiva 2005/36/CE. Tutto quello che vorreste sapere sul riconoscimento delle qualifiche professionali 66 DOMANDE 66 RISPOSTE

GUIDA PER L UTENTE. Direttiva 2005/36/CE. Tutto quello che vorreste sapere sul riconoscimento delle qualifiche professionali 66 DOMANDE 66 RISPOSTE GUIDA PER L UTENTE Direttiva 2005/36/CE Tutto quello che vorreste sapere sul riconoscimento delle qualifiche professionali 66 DOMANDE 66 RISPOSTE Il presente documento è stato elaborato a fini informativi.

Dettagli

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 Analisi statistiche Giugno 2012 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI Anni 2009-2011 Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA LOTTERIA DIVERSITY VISA 2016 (DV-2016)

ISTRUZIONI PER LA LOTTERIA DIVERSITY VISA 2016 (DV-2016) ISTRUZIONI PER LA LOTTERIA DIVERSITY VISA 2016 (DV-2016) Il mandato congressuale della Lotteria Diversity Visa è gestito annualmente dal Dipartimento di Stato. La Sezione 203 (c) del Testo sull Immigrazione

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N. 38/006 Relativo a: Operazioni di pagamento non rientranti in un contratto quadro ai sensi del D.LGS. N.

FOGLIO INFORMATIVO N. 38/006 Relativo a: Operazioni di pagamento non rientranti in un contratto quadro ai sensi del D.LGS. N. INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di BUCCINO Società Cooperativa fondata nel 1982 Sede legale in Buccino, Piazza Mercato Loc. Borgo, cap. 84021 Tel.: 0828-752200 Fax: 0828-952377 [e-mail

Dettagli

VENTI ANNI DI ECONOMIA E SOCIETÀ:

VENTI ANNI DI ECONOMIA E SOCIETÀ: 2CAPITOLO 2 VENTI ANNI DI ECONOMIA E SOCIETÀ: L ITALIA TRA LA CRISI DEL 1992 E LE ATTUALI DIFFICOLTÀ Come nel 1992, nel 2011 l Italia vive una grave crisi di carattere finanziario, con serie ripercussioni

Dettagli

Distribuzione digitale

Distribuzione digitale Distribuzione digitale Amazon Kindle Store La più grande libreria on line al mondo, con il Kindle ha fatto esplodere le vendite di ebook in America. Il Kinde Store è presente in Italia dal Novembre 2011.

Dettagli

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti PRINCIPALI EVIDENZE DELL INCIDENTALITÀ STRADALE IN ITALIA I numeri dell incidentalità stradale italiana Nel 2011, in Italia si sono registrati 205.638 incidenti stradali, che hanno causato 3.860 morti

Dettagli

TENDENZE DEMOGRAFICHE E TRASFORMAZIONI SOCIALI NUOVE SFIDE PER IL SISTEMA DI WELFARE CAPITOLO 4

TENDENZE DEMOGRAFICHE E TRASFORMAZIONI SOCIALI NUOVE SFIDE PER IL SISTEMA DI WELFARE CAPITOLO 4 TENDENZE DEMOGRAFICHE E TRASFORMAZIONI SOCIALI NUOVE SFIDE PER IL SISTEMA DI WELFARE CAPITOLO 4 4 4. Tendenze demografiche e trasformazioni sociali: nuove sfide per il sistema di welfare QUADRO D INSIEME

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

Bonifici provenienti dall estero. Il servizio consente di incassare i propri crediti attraverso bonifici provenienti da banca estere.

Bonifici provenienti dall estero. Il servizio consente di incassare i propri crediti attraverso bonifici provenienti da banca estere. 18/05/2009 FOGLIO INFORMATIVO ai sensi della delibera CICR 4.3.2003 e istruzioni di vigilanza di Banca d Italia in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari Bonifici provenienti dall

Dettagli

GUIDA ALLA PRESENTAZIONE DEI CERTIFICATI ESTERI E TABELLA DELLE PROCEDURE PER IL LORO RICONOSCIMENTO AI FINI DELLA RICHIESTA DI CITTADINANZA ITALIANA

GUIDA ALLA PRESENTAZIONE DEI CERTIFICATI ESTERI E TABELLA DELLE PROCEDURE PER IL LORO RICONOSCIMENTO AI FINI DELLA RICHIESTA DI CITTADINANZA ITALIANA GUIDA ALLA PRESENTAZIONE DEI ESTERI E TABELLA DELLE PROCEDURE PER IL LORO RICONOSCIMENTO AI FINI DELLA RICHIESTA DI CITTADINANZA ITALIANA (rel. 26.03.2015) Tutti i certificati (a eccezione delle attestazioni

Dettagli

Bambini e adolescenti ai margini

Bambini e adolescenti ai margini UNICEF Centro di Ricerca Innocenti Report Card 9 Bambini e adolescenti ai margini Un quadro comparativo sulla disuguaglianza nel benessere dei bambini nei paesi ricchi uniti per i bambini La Innocenti

Dettagli

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento)

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento) DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento) 1. Tutti i convocati (uomini e donne) dovranno presentarsi con: - originale o copia

Dettagli

La cittadinanza in Europa. Deborah Erminio

La cittadinanza in Europa. Deborah Erminio La cittadinanza in Europa Deborah Erminio Dicembre 2012 La normativa per l acquisizione della cittadinanza nei diversi Paesi dell Unione europea varia considerevolmente da paese a paese e richiama diversi

Dettagli

PROGETTO DI STUDIO: Sistema informativo per lo studio delle patologie di sospetta origine professionale

PROGETTO DI STUDIO: Sistema informativo per lo studio delle patologie di sospetta origine professionale PROGETTO DI STUDIO: Sistema informativo per lo studio delle patologie di sospetta origine professionale Il territorio dell ASL 18 e 19 appartiene all area del Delta del Po di Polesine, dichiarata nel 1996

Dettagli

Informazione per persone che hanno la loro dimora abituale in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS.

Informazione per persone che hanno la loro dimora abituale in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Informazione per persone che hanno la loro dimora abituale in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Gettiamo dei ponti Istituzione comune LAMal Gibelinstrasse 25 casella

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

Presentazione candidature: 30 giugno-13 luglio 2015. Periodo di svolgimento del tirocinio: 1 ottobre-31 dicembre 2015

Presentazione candidature: 30 giugno-13 luglio 2015. Periodo di svolgimento del tirocinio: 1 ottobre-31 dicembre 2015 Bando di selezione per 82 tirocini curriculari presso le Rappresentanze diplomatiche del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Presentazione candidature: 30 giugno-13 luglio

Dettagli

OPERATIVITA' ESTERO E ORDINARI IN DIVISA

OPERATIVITA' ESTERO E ORDINARI IN DIVISA Foglio N. 6.07.0 informativo Codice Prodotto Redatto in ottemperanza al D.Lgs. 385 del 1 settembre 1993 Testo Unico delle leggi in materia bancarie creditizia (e successive modifiche ed integrazioni) e

Dettagli

Stima delle presenze irregolari. Vari anni

Stima delle presenze irregolari. Vari anni Stima delle presenze irregolari. Vari anni Diciottesimo Rapporto sulle migrazioni (FrancoAngeli). Fondazione Ismu. Dicembre 2012 Capitolo 1.1: Gli aspetti statistici Tab. 1 - La presenza straniera in Italia.

Dettagli

CONTINUANO A CRESCERE I CANONI DI LOCAZIONE NELLE VIE COMMERCIALI PIU COSTOSE A LIVELLO GLOBALE

CONTINUANO A CRESCERE I CANONI DI LOCAZIONE NELLE VIE COMMERCIALI PIU COSTOSE A LIVELLO GLOBALE COMUNICATO STAMPA Claudia Buccini +39 02 63799210 claudia.buccini@eur.cushwake.com CONTINUANO A CRESCERE I CANONI DI LOCAZIONE NELLE VIE COMMERCIALI PIU COSTOSE A LIVELLO GLOBALE Causeway Bay a Hong Kong

Dettagli

RUSCH: FILI GUIDA IN NITINOL. Tre strati, triplice vantaggio

RUSCH: FILI GUIDA IN NITINOL. Tre strati, triplice vantaggio RUSCH: FILI GUIDA IN NITINOL Tre strati, triplice vantaggio SICUREZZA SUPERIORE Tutti i nostri fili guida in nitinol, con corpo standard o stiff, sono dotati di una punta flessibile di sicurezza che protegge

Dettagli

L accesso alle cure della persona straniera: indicazioni operative

L accesso alle cure della persona straniera: indicazioni operative Istituto Superiore di Sanità Ministero della Salute L accesso alle cure della persona straniera: indicazioni operative a cura di Anna Maria Luzi, Gaetano Mario Pasqualino, Lucia Pugliese, Matteo Schwarz,

Dettagli

Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa

Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa 03 NOV 2014 Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa Da oggi Artoni Europe, servizio internazionale di Artoni Trasporti, raggiunge ben 32 paesi Europei con

Dettagli

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y QATAR DISCIPLINA IMPORT EXPORT IN QATAR di Avv. Francesco Misuraca Regole dell import-export in Qatar Licenza d importazione, iscrizione nel Registro Importatori, altre regole La legge doganale del Qatar,

Dettagli

IMPORTO DA INVIARE TARIFFE

IMPORTO DA INVIARE TARIFFE WESTERN UNION DOCUMENTO DI SINTESI 1 Servizio Money Transfer Western Union Payment Services Ireland Limited Unit 9, Richview Office Park, Clonskeagh, Dublino 14, Irlanda. 2 CONDIZIONI ECONOMICHE DEL SERVIZIO

Dettagli

Per trasporto internazionale di cose s intende lo spostamento, a carico o a vuoto, del veicolo fra due o più Stati.

Per trasporto internazionale di cose s intende lo spostamento, a carico o a vuoto, del veicolo fra due o più Stati. I TRASPORTI INTERNAZIONALI Per trasporto internazionale di cose s intende lo spostamento, a carico o a vuoto, del veicolo fra due o più Stati. Per effettuare trasporti internazionali di merci su strada

Dettagli

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014 UMBRIA Import - Export caratteri e dinamiche 2008-2014 ROADSHOW PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE ITALIA PER LE IMPRESE Perugia, 18 dicembre 2014 1 Le imprese esportatrici umbre In questa sezione viene proposto

Dettagli

LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI

LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI OPUSCOLO Opportunità di ricerca transnazionale Vi interessa la ricerca europea? Research*eu è il mensile della direzione generale della Ricerca per essere

Dettagli