Small Business Act lombardo, un riferimento per lo sviluppo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Small Business Act lombardo, un riferimento per lo sviluppo"

Transcript

1 La Regione Lombardia ha costituito il Tavolo di lavoro con le organizzazioni dell'artigianato e dell'industria [editoriale] Small Business Act lombardo, un riferimento per lo sviluppo Assessore regionale all Industria e L vicepresidente della Regione Lombardia Andrea Gibelli ha dato il via il mese scorso al Tavolo di lavoro congiunto con le Organizzazioni dell'artigianato e dell'industria per arrivare alla definizione dello "Small Business Act lombardo". In qualità di vicepresidente di Confartigianato Lombardia ho avuto modo di partecipare, assieme al nostro Segretario Regionale Vincenzo Mamoli, a quest incontro che ha rappresentato un primo momento di confronto tra imprenditori e istituzioni. Come ha spiegato l assessore Gibelli, la Regione Lombardia ha deciso di mettere al centro del suo lavoro l'esame del Programma regionale di sviluppo, focalizzando le aree e gli aspetti che più direttamente riguardano l'impresa e la competitività. Fra gli obiettivi che la Regione si è data come prioritari figurano la sburocratizzazione e la facilitazione nell'accesso al credito, attraverso una legislazione all'altezza delle esigenze del mondo produttivo e particolarmente attenta alle micro e piccole imprese. Small Business Act, come è noto, è il nome della direttiva recepita qualche mese anche fa nel nostro Paese che, ispirandosi all'idea-guida Pensare anzitutto al piccolo, contiene orientamenti e proposte di azioni politiche da attuare a livello europeo e negli Stati membri per valorizzare i 23 milioni di piccole e medie imprese europee. Sono numerose le indicazioni contenute nella direttiva di cui Confartigianato sollecita da tempo l'attuazione, a cominciare dagli interventi di semplificazione, di riduzione degli oneri amministrativi, di apertura dei mercati e di sostegno delle potenzialità di sviluppo per le imprese artigiane. Per tradurre in AGOSTO, L ASSOCIAZIONE NON TI LASCIA SOLO Nuovo servizio EMERGENZE al numero verde gratuito La sede e le delegazioni di Confartigianato Imprese Lecco chiuderanno per ferie dal 9 al 27 agosto compresi. Quest anno c è però un importante novità, pensata per venire incontro alle esigenze dei molti artigiani che continueranno a lavorare. Abbiamo infatti istituito un numero verde gratuito riservato ai soli associati, al quale sarà possibile rivolgersi per emergenze, ad esempio in caso di denunce di infortunio, ispezioni, verifiche aziendali. Un esperto sarà a vostra disposizione per consigliarvi al meglio. Il servizio è attivo nei giorni feriali dalle ore 10 alle 15. realtà questi traguardi, Confartigianato ha proposto l istituzione di un agenzia per le micro e piccole imprese con il compito elaborare proposte finalizzate allo sviluppo delle aziende con meno di 50 dipendenti e la predisposizione di una legge annuale sulla micro e piccola impresa. Il sistema produttivo lombardo conta un'impresa ogni dodici abitanti. Occorre lavorare senza indugi per mettere questo sistema nelle condizioni di rispondere al meglio alle esigenze di competitività dei nostri imprenditori, favorendo la nascita e la creazione di reti di imprese, all interno di un coerente dimensionamento delle politiche e delle azioni di sostegno. Arnaldo Redaelli Presidente Confartigianato Imprese Lecco L ARTIGIANATO LECCHESE N. 8 AGOSTO 2010 Aut. Tribunale di Lecco n. 61 del La quota associativa base è pari a 177,00 di cui 2,80 relativo al costo dell abbonamento al periodico L Artigianato Lecchese. La quota associativa non è divisibile. La dichiarazione viene effettuata ai fini postali direttore responsabile: PAOLO GALBIATI caporedattore: ALBERTO RICCI redazione: Mario Ballabio, Marco Bonacina, Paola Bonacina, Armando Dragoni, Roberto Ferrario, Paolo Grieco, Emanuele Pensotti, Matilde Petracca, Fabrizio Pierpaoli, Larissa Pirola, Giovanni Righetto, Elena Riva, Ildefonso Riva, Angelo Tentori, Anna Tenzi stampa: Editoria Grafica Colombo srl Via Roma 87, Valmadrera (Lc) Tel Fax composizione: Studio Grafico Artego Viale Costituzione 31, Lecco Tel. e fax Questo periodico è associato alla Unione Stampa Periodica Italiana QUESTO NUMERO VIENE DISTRIBUITO IN COPIE n. 8 - agosto 2010 / 3

2 [formazione] Internazionalizzazione, Credito e corsi per cassintegrati I prossimi appuntamenti formativi FIERE, IMPARIAMO LE STRATEGIE VINCENTI Il Gruppo Internazionalizzazione di Confartigianato Imprese Lecco organizza il corso di formazione La fiera come strumento per l internazionalizzazione delle PMI. Il corso si svolgerà per quattro mercoledì consecutivi, dal 28 settembre al 20 ottobre, dalle alle nella sede di Confartigianato Imprese Lecco in via Galilei 1. I docenti saranno consulenti aziendali con esperienza pluriennale in internazionalizzazione per micro e piccole imprese.il programma affronterà nel dettaglio tutti gli argomenti legati alla Fiera come strumento di business, analizzando azioni e strategie della fase pre-evento (comunicazione, pianificazione pubblicità, obiettivi e costi, studio dello stand), della fase evento (comunicazione, raccolta informazioni, esercitazione pratica) e della fase post-evento (follow up e misurazione dei risultati). Si parlerà inoltre di bandi e incentivi per la partecipazione alle fiere e di soluzioni per promuoverne la partecipazione. Quota di iscrizione: 250+IVA a partecipante. Al termine verrà consegnato un attestato di partecipazione. Per informazioni ed iscrizioni entro il 24 settembre: dott.ssa Larissa Pirola, tel , FORMAZIONE PER I LAVORATORI IN CASSA Confartigianato Imprese Lecco, tramite il proprio ente di formazione accreditato ELFI, ha attivato un offerta formativa ad hoc per i lavoratori destinatari della Dote Lavoro Ammortizzatori Sociali. In particolare, il 13 e 14 luglio si è svolto nella sede di via Galilei a Lecco il corso Utilizzo di Open Office, con Il corso di Open Office per i lavoratori destinatari della Dote Lavoro Ammortizzatori Sociali. la partecipazione di 7 allievi, che durante le otto ore di lezione hanno appreso nuove conoscenze in ambito informatico, subito messe in pratica grazie alle postazioni informatiche appositamente allestite. Agli imprenditori associati che nei mesi autunnali dovessero avere dipendenti in cassa integrazione, segnaliamo pertanto la possibilità di tenere in considerazione, per i corsi di formazione a cui i lavoratori che beneficiano della Dote Lavoro Ammortizzatori Sociali debbono obbligatoriamente iscriversi, l offerta formativa dell Ente Lombardo per la Formazione d Impresa (www.dote.regione.lombardia.it, sez. Dote Lavoro, sez. Offerta Formativa). CREDITO COMMERCIALE, UN CORSO PER LE IMPRESE ARTIGIANE Anche in relazione al delicato momento di congiuntura economica, la nostra Associazione propone per l autunno il corso di formazione Il credito commerciale nella piccola impresa, strutturato in cinque lezioni in orario serale. L obiettivo formativo è quello di analizzare il concetto di credito derivante dall attività d impresa, rilevando gli effetti finanziari, economici e patrimoniali legati alla gestione del credito commerciale e valutando i vari comportamenti che la influenzano. Questo il programma: credito commerciale (vendite con pagamento differito e credito come strategia di marketing), concessione di credito (effetti favorevoli e rischi connessi), valutazione del rischio nella gestione preliminare del credito (cliente nuovo, livello di affidabilità, fonti informative), gestione e dimensionamento del credito (capitale circolante, livello di affidabilità, fonti informative), recupero crediti (attività stragiudiziale e attività giudiziale). Per Informazioni di dettaglio sul corso e sui costi: ufficio Formazione (dott.sse Matilde Petracca e Larissa Pirola), tel , 37.a Mostra mercato dell Artigianato Lariofiere Erba 30 ottobre - 7 novembre / n. 8 - agosto 2010

3 Continua a pieno ritmo l attività formativa dell associazione [formazione] I corsi di formazione per l autunno Dopo la pausa estiva, ripartirà con numerose proposte l offerta formativa per gli imprenditori e i collaboratori delle aziende associate a Confartigianato Imprese Lecco. Di seguito il dettaglio dei prossimi corsi in programma: è possibile segnalare l interesse compilando la scheda allegata (N.B. non è l iscrizione vera e propria, solo una manifestazione di possibile adesione), per ricevere in seguito tutte le informazioni circa la realizzazione dei corsi stessi. Si specifica che l elenco non è esaustivo e potrebbe subire variazioni o integrazioni, in particolare circa percorsi formativi finanziabili tramite Dote e/o Fondartigianato. Per informazioni: ufficio Formazione (dott.sse Matilde Petracca e Larissa Pirola), tel , DA RESTITUIRE VIA FAX ALLO (att. dott.ssa Pirola) AZIENDA CORSO/SEMINARIO TIPOLOGIA DESTINATARI SETTEMBRE Tutor apprendistato (12 ore) finanziabile tramite Dote tutor apprendistato Inglese pre-intermediate (36 ore) gratuito solo dipendenti Utilizzo DPI anticaduta 3.a cat (8 ore 27 settembre) a pagamento consorziati CRT Tecniche riparaz. gomme (8 ore 29 settembre) a pagamento cat. autoriparatori La fiera, strumento per l internazionalizzazione delle PMI (12 ore) a pagamento aperto a tutti Open Office (8 ore) finanziabile tramite Dote dipendenti in cassa Inglese in viaggio (9 ore) finanziabile tramite Dote dipendenti in cassa Ricostruzione dell autostima (9 ore) finanziabile tramite Dote dipendenti in cassa Internet e posta elettronica (12 ore) finanziabile tramite Dote dipendenti in cassa Comportamenti proattivi alla sicurezza sul lavoro (8 ore) finanziabile tramite Dote dipendenti in cassa OTTOBRE Corso completo assetto ruote (18 ore ottobre) a pagamento cat. autoriparatori Responsabile tecnico revisione autoveicoli (30 ore) 1.a ediz. a pagamento cat. autoriparatori Responsabile tecnico revisione motoveicoli e ciclomotori (24 ore) a pagamento cat. autoriparatori Trasporto propri rifiuti (4 ore - 27 ottobre) gratuito aperto a tutti Office base (24 ore) gratuito solo dipendenti Operatore d ufficio (24 ore) gratuito solo dipendenti NOVEMBRE Responsabile tecnico revisione autoveicoli (30 ore) 2.a ediz. a pagamento cat. autoriparatori Utilizzo DPI anticaduta 3.a cat (8 ore) a pagamento aperto a tutti Il credito commerciale nella piccola impresa a pagamento aperto a tutti TELEFONO FAX Un immagine del corso sull utilizzo dei dispositivi di protezione individuale anticaduta di terza categoria, tenuto lo scorso 5 luglio per i soci del Consorzio Radiovideo Tecnici. n. 8 - agosto 2010 / 5

4 [internazionalizzazione] Grazie al voucher regionale si risparmiano oltre 2mila euro Missione multisettoriale in Cina Confartigianato Imprese Lecco ripropone la missione multisettoriale a Shanghai dal 9 al 14 ottobre L iniziativa mira a sostenere le PMI lombarde nella ricerca di nuove opportunità commerciali in Cina, facilitando il contatto tra operatori attraverso l organizzazione di incontri d affari B2B. La missione prevede l organizzazione di un agenda d incontri d affari, con imprese individuate sulla base delle specifiche esigenze delle imprese partecipanti. Programma: > 9 ottobre Partenza da Milano Malpensa per Shanghai > 10 ottobre Libero per recupero fuso orario > 11 ottobre Incontri B2B con partner selezionati > 12 ottobre Incontri B2B con partner selezionati > 13 ottobre Giorno a disposizione per: visita all EXPO SHANGHAI 2010 visita delle aziende incontrate durante i B2B > 14 ottobre Partenza da Shanghai per Milano Malpensa. Grazie all agevolazione prevista dal bando Voucher Missioni 2010 di Regione e Unioncamere (valore voucher: 2.083,34), le aziende potranno partecipare alla missione imprenditoriale con una quota Quota di partecipazione: IVA Voucher: 2.083,34 Totale costo a carico azienda: 816,66 agevolata. I voucher verranno assegnati al raggiungimento di 5 imprese partecipanti e liquidati, al termine dell iniziativa, dalla Camera di Commercio di competenza dietro presentazione della fattura quietanzata. La quota di partecipazione per un rappresentante aziendale comprende: Ricerca e selezione dei partner in loco Organizzazione mirata degli incontri di affari Accompagnamento e presenza durante gli incontri con interpretariato italiano-cinese 1 scheda telefonica con numero cinese Albergo con affitto stanza business suite per incontri B2B Servizio navetta A/R Lecco Milano Malpensa Pratica richiesta Voucher Tutte le spese extra sono a carico dei partecipanti. Prenotazione volo (facoltativo): prezzo indicativo 700/800 Euro. Info e adesioni: Ufficio Estero (Susanne Martin e Doretta Rigamonti), tel CREDITO / ACCORDO TRA GOVERNO E ORGANIZZAZIONI DI CATEGORIA Moratoria sui debiti, proroga al 31 gennaio 2011 È stata prorogata la moratoria sui debiti delle piccole e medie imprese, la cui scadenza originaria era fissata a fine giugno. Le domande potranno essere presentate dalle imprese fino al 31 gennaio 2011 e dovranno riguardare operazioni di finanziamento per le quali non sia già stata richiesta la moratoria. L accordo, siglato al ministero dell Economia tra l ABI, il Governo e le Organizzazioni di rappresentanza delle imprese, mantiene invariate le condizioni previgenti (concordate con l avviso comune del 3 agosto 2009) prevedendo la sospensione del pagamento della quota capitale delle rate per 12 mesi in caso di mutuo o leasing immobiliare, e 6 mesi per leasing mobiliare. Ricordiamo che possono accedere alla moratoria sui debiti le piccole e medie imprese fino a 50 milioni di euro di fatturato e 250 dipendenti che non hanno ancora utilizzato l agevolazione, oppure che vi sono già ricorse e ora vogliono beneficiarne per nuove operazioni. Il modulo di domanda è disponibile online sul sito ABI (www.abi.it), con l elenco delle banche aderenti. Per informazioni è possibile rivolgersi all Ufficio Credito (rag. Mario Ballabio, tel ). 6 / n. 8 - agosto 2010

5 K 2010 La più importante fiera internazionale a livello mondiale delle materie plastiche e della gomma. Düsseldorf, dal 27 ottobre al 3 novembre 2010 Ha cadenza triennale (quindi la prossima edizione sarà nel 2013) e coinvolge i seguenti prodotti/settori merceologici: materie prime e ausiliarie, semilavorati, particolari tecnici e prodotti in plastica rinforzata, macchine e attrezzature, servizi per l'industria delle materie plastiche e della gomma. L Ufficio Estero ha programmato una visita per venerdì 29 ottobre, con quota di partecipazione di 385 comprendente volo A/R Milano/Düsseldorf e assistenza di personale Ufficio Estero durante la missione. SWISS TECH Salone europeo della subfornitura Basilea, dal 16 al 19 novembre 2010 I settori merceologici di interesse sono: lavorazione della plastica, lavorazione dei metalli, materie prime e prodotti semilavorati, componenti per macchine e applicazioni industriali, trattamenti termici e trattamento delle superfici, pulizia, smaltimento ed attrezzature. L Ufficio Estero ha programmato una visita per giovedì 18 novembre, con tre opzioni di partecipazione molto convenienti: 65 comprensivo di pullman A/R Lecco/Basilea, 1 biglietto ingresso in fiera, assistenza di personale Ufficio Estero durante la missione; 85 con anche l individuazione dall elenco espositori di possibili contatti; 215 con in aggiunta l organizzazione di appuntamenti B2B. MIDEST L evento internazionale più importante per l industria della subfornitura in Europa Parigi, dal 2 al 5 novembre 2010 Settori merceologici degli espositori: Trasformazione dei metalli (tornitura, lavorazione industriale, macchine speciali, forgiatura, fonderia, saldatura, formatura e taglio dei metalli, materiali, attrezzature, prodotti semi finiti) Trasformazione della plastica/lavorazione della gomma/compositi Elettronica ed elettrotecnica Minuterie metalliche Trattamento delle superfici e finitura industriale Fissaggio industriale Servizi per l industria (ingegneria, Uffici Studi, supporto alla progettazione, design industriale, ricerca e sviluppo, Qualità, altri servizi). Eventi in Germania, Svizzera, Francia e Svezia In fiera con l Ufficio Estero L Ufficio Estero ha programmato sia la partecipazione come espositori in forma collettiva, sia la visita. ELMIA SUBCONTRACTOR Fiera di subfornitura industriale NEWSLETTER INTERNAZIONALIZZAZIONE Vuoi ricevere la newsletter periodica di Confartigianato Imprese Lecco dedicata ai temi dell internazionalizzazione? Manda una mail a oppure invia un fax allo [internazionalizzazione] strategica per i mercati del nord Europa Jönköping (Svezia), dal 8 al 12 novembre 2010 Settori principalmente interessati: subfornitura meccanica (es. automotive, elettrodomestici, macchine automazione industriale), produzione di materiali elettrici o strumenti elettronici, tranciatura, stampaggio, lavorazione e trattamento metalli e plastica. L Ufficio Estero ha programmato sia la partecipazione come espositori in forma collettiva, sia la visita. BAU 2011 Salone internazionale di architettura, materiali e sistemi per l edilizia Monaco di Baviera, dal 17 al 22 gennaio I riflettori saranno puntati sulla progettazione, realizzazione e gestione degli edifici secondo criteri di sostenibilità, sia nei padiglioni espositivi sia nel programma convegnistico. I principali settori merceologici coinvolti sono: alluminio, vetro, software e computer nell edilizia, serrature-chiusure-sicurezza, edilizia degli immobili esistenti, sistemi di cancelli-parcheggio, acciaio-acciaio inox-zinco-rame, ingegneria dell energia e solare, legno-materiali sintetici, rivestimenti per pavimenti, pietre-terre, mattoni-costruzioni per tetti, prodotti chimici per l edilizia, piastrelle-ceramica. L Ufficio Estero sta programmando sia la partecipazione come espositori in forma collettiva, sia la visita. Per ogni informazione anche su altre Fiere: Ufficio Estero (Susanne Martin e Doretta Rigamonti), tel , n. 8 - agosto 2010 / 7

6 [vita associativa] Si è svolto l incontro di presentazione del Gruppo di lavoro che si occupa di innovazione e sviluppo Gruppo Competitività alla ribalta Oltre trenta associati hanno partecipato lo scorso 21 luglio nella sede di via Galilei alla serata di presentazione del Gruppo Competitività. All evento hanno partecipato Guido Dominoni e la Laura Savini di CE- STEC Spa, società di servizi della Regione Lombardia ed ente coordinatore del consorzio SIMPLER, che hanno illustrato le opportunità previste dai bandi europei del 7 Programma Quadro e i meccanismi di accesso. Ha poi parlato Edoardo Lucini di Europartner, società di consulenza partner della nostra Associazione per l assistenza all'ottenimento di contributi regionali e nazionali rivolti alle imprese artigiane. L intervento di Elisabetta Redaelli, imprenditrice e coordinatrice del Gruppo, ha focalizzato più specificamente gli ambiti di intervento, i progetti in corso e i prossimi obiettivi. L incontro è stato concluso dal direttore Paolo Galbiati (nella foto), che ha ribadito l importanza del gruppo a dimostrazione dell impegno dell Associazione sui temi dell innovazione. L incontro è stato organizzato dal responsabile Area Competitività, dott. Paolo Grieco, al quale è possibile rivolgersi per qualsiasi informazione riguardante le attività del Gruppo. Tel , Che cos è il Gruppo Competitività Composto da imprenditori impegnati attivamente sui temi dell innovazione e della competitività, coordina le iniziative volte a favorire la crescita delle imprese associate. Promuove gruppi di studio su temi specifici (agevolazioni, normative tecniche, nuove tecnologie, ecc.), partecipa a tavoli di lavoro con enti e istituti dedicati alla ricerca e al trasferimento tecnologico, supportando l attuazione di progetti innovativi. Gli ambiti di intervento del gruppo sono principalmente due: operativo e strategico. Operativamente individua e propone progetti per sostenere lo sviluppo competitivo delle imprese, anche attraverso il supporto di agevolazioni e contributi, selezionando le proposte più efficaci e adeguando le risorse alle esigenze effettive di ogni associato. L ambito strategico riguarda la proposta di una diversa cultura di impresa, favorendo l aggregazione e la costituzione di reti fra associati. Particolare attenzione viene inoltre rivolta a consolidare le relazioni con enti di ricerca come il Politecnico e il CNR. BANDI REGIONE LOMBARDIA / PRINCIPALI INCENTIVI PER LE IMPRESE TIPOLOGIA BANDI APERTI OBIETTIVO SCADENZA POR FESR Asse 1 - innovazione bando per la realizzazione di interventi volti all'innovazione dei processi e dell'organizzazione dei servizi "Voucher per servizi in ricerca e sviluppo e valorizzazione del capitale umano per favorire processi di innovazione tecnologica delle micro, piccole e medie imprese lombarde Bando SOSTES 2 per lo sviluppo delle PMI del sistema manifatturiero con particolare attenzione alla filiera del Tessile Bando Innovazione ed efficienza energetica Bando Sostegno ai processi di brevettazione delle micro, piccole e medie imprese Bando Sostegno di azioni finalizzate all aggregazione delle imprese di costruzione Contributi a supporto dei processi di innovazione delle imprese lombarde finalizzati: a) migliorare le performance della filiera produttiva; b) nuovi metodi di produzione e distribuzione Contributi a fondo perduto per l'accesso a servizi di consulenza in: nuove tecnologie; energia e ambiente; sicurezza e salute dei lavoratori; check-up economici finanziari Contributi per investimenti immateriali: innovazione, ricerca, brevetti, marketing internazionale Contributi a fondo perduto per l'acquisto di macchinari/attrezzature e apparecchiature tecnologicamente avanzate e a basso consumo energetico Promuovere e sostenere i processi volti all'ottenimento del brevetto italiano, europeo e/o internazionali Contributi per la costruzione di consorzi, aggregazioni aziendali e reti d'impresa dal 15/6/10 al 30/9/10 a partire dal 15/06/2010 fino al 31/12/2010 a partire dal 19/04/2010 fino a esaurimento risorse A sportello fino al 30/09/10 A sportello fino al 31/12/2010 A partire dal 20/05/2010 In collaborazione con EUROPARTNER. Per informazioni: dott. Paolo Grieco, Ufficio Competitività, , 8 / n luglio agosto 2010

7 Info: Segreteria Gruppo Giovani, Guido Ciceri, tel

8 [vita associativa] Un opportunità per tutte le gelaterie del nostro territorio ARTIGELATO, Lecco è già certificata Gli artigiani gelatieri sono conosciuti in tutto il mondo per la bontà di un prodotto sano e inimitabile. Ma la storia più recente dice anche che, in Italia, il settore della gelateria ha lasciato spazio, negli ultimi quarant anni, ad una lavorazione improntata a tecniche produttive di tipo industriale e all utilizzo spesso indiscriminato di prodotti semilavorati. Questa scelta, dettata spesso dalla carenza di adeguate competenze professionali, ha influito sulla qualità media del prodotto, a scapito di genuinità e gusto. Per questo Confartigianato e Cna - spiega Flavio Pigazzini, presidente regionale dei Gelatieri di Confartigianato - hanno deciso di valorizzare e segnalare quelle imprese artigiane che, assumendosi il compito di selezionare le materie prime e adottando un procedimento produttivo tradizionale e controllato, difendono lo standard qualitativo del buon gelato italiano. Su questa premessa è nata l idea di ARTIGELATO, un marchio di riconoscimento per il Gelato Artigianale Tradizionale Garantito che coniuga tracciabilità delle materie utilizzate, definizione e verifica delle fasi di produzione e conservazione del prodotto, qualità e gusto finali. Fra l altro, da pochi giorni i primi gelatieri certificati d'italia sono proprio due lecchesi. I gelatieri interessati a conseguire la certificazione Artigelato o ad avere maggiori dettagli a rivolgersi al nostro ufficio Categorie (Guido Ciceri, tel ). Autotrasporto, protesta sospesa in attesa del decreto Il Consiglio dei Ministri e il Senato hanno approvato nei giorni scorsi un decreto legge che dispone interventi a sostegno dell'autotrasporto stradale ed aereo. Il testo modifica la normativa vigente per conseguire obiettivi primari di interesse collettivo, quali la tutela degli addetti e la sicurezza della circolazione e, nel contempo, rendere più competitivo il settore dell'autotrasporto di merci su strada, che ha particolarmente risentito della congiuntura economica sfavorevole e del forte aumento del costo del gasolio. L'intervento regolatorio si propone di garantire un migliore equilibrio commerciale dei ruoli di vettori e committenti, attraverso accordi di settore per categorie merceologiche e accordi tra le associazioni di categoria che interagiscono all'interno della filiera logistica. UNATRAS, l organismo di coordinamento al quale aderisce anche Confartigianato Trasporti, prendendo atto della volontà del Governo di sostenere il settore, ha deciso di attenderne gli sviluppi, in primo luogo la pubblicazione del decreto che deve essere fatta entro 60 giorni. Trascorso tale termine, UNATRAS deciderà, in caso di mancata pubblicazione, eventuali iniziative di protesta che, pertanto, in questa fase rimangono sospese. Ulteriori comunicazioni verranno fornite non appena il testo sarà pubblicato. 15 DI SCONTO SULL ACQUISTO DI OGNI PNEUMATICO PER AUTOCARRI E AUTOBUS E partita lo scorso 1 luglio la nuova promozione dedicata agli associati di Confartigianato Lombardia, sviluppata in collaborazione con Pirelli Tyre S.p.A. L iniziativa, che permetterà di avere 15 euro di sconto sul cambio di ogni pneumatico per autocarri e autobus a marca Pirelli sarà valida fino al 31 luglio e dal 1 settembre al 31 ottobre presso i gommisti della Lombardia che appartengono alla rivendita specializzata truck di Pirelli. In provincia di Lecco: Barzaghi Puntogomme Trivio di Fuentes, Colico, tel Cars Gomme via Spluga, Olginate, tel Riva Puntogomme via Provinciale 20, Sala al Barro, tel Pirelli Tyre, al via la promozione La promozione è valida su tutta l offerta dei nuovi prodotti Pirelli, che si distinguono per il livello tecnologico e di attenzione all ambiente. I voucher di 15 euro sono cumulabili con gli sconti effettuati dal gommista. Per usufruire della promozione è necessario rivolgersi al dott. Giovanni Dell Oro, nella sede di via Galilei a Lecco, che consegnerà un voucher elettronico personalizzato con la targa del veicolo. Una volta ricevuto il voucher, l'associato ha 30 giorni di tempo per poter usufruire dello sconto, che è oltretutto cumulabile alla scontistica applicata dal gommista di fiducia aderente all'iniziativa. Il voucher sarà consegnato in duplice copia e al momento del cambio il gommista dovrà timbrare e firmare le due copie del modulo, consegnandone una all'associato e trattenendo l'altra per sé. Qualora l'associato necessitasse di un'ulteriore sostituzione dovrà richiedere all'ufficio Confartigianato un altro voucher. Ricordiamo che ogni buono sconto dà diritto all'acquisto dei pneumatici indicati sul voucher per la targa del veicolo per il quale è stata fatta richiesta. 10 / n. 8 - agosto 2010

9 In autunno un corso sulla creatività [vita associativa] Acconciatori ed estetiste, un aperitivo insieme Gli acconciatori e le estetiste di Confartigianato Imprese Lecco si sono ritrovati lo scorso 14 giugno nella cornice del locale Orsa Maggiore per Un aperitivo insieme, momento conviviale della Categoria Servizi alla Persona. All incontro, voluto dal presidente Dante Proserpio e condiviso dai componenti il Direttivo, hanno partecipato il presidente regionale della categoria Acconciatori di Confartigianato Guido Pertusini ed il professor Mario Roccato, filosofo ed esperto di comunicazione. Il professor Roccato ha intrattenuto i partecipanti dissertando, in modo colloquiale e senza cravatta, sul tema Creare. Oggi. L analisi è partita dai possibili fattori che determinano la creazione individuale, per poi considerare le condizioni che la favoriscono ed infine giungere alla conclusione che non esiste un limite alle possibilità di realizzazione della creatività. La condizione primaria per creare qualcosa di nuovo è l assenza di paura. Per non aver paura occorre innanzitutto non avere paura di sé stessi. Ciò che sta infatti alla radice di tutto è liberare la propria sfera personale, emotiva, intellettuale dai limiti che, spesso, non sono dati dal contesto esterno, ma che ci auto-imponiamo; primi fra tutti le abitudini. L abitudine infatti salva l uomo dalla fatica del conoscere e inventare sempre cose nuove, ma lo condanna alla sua personale piccolezza, alla sua inferiorità dinanzi agli eventi. Nella foto a sinistra, Manuela Piazza e Dante Proserpio con, a sinistra, il presidente Regionale Acconciatori Guido Pertusini. Liberare la propria creatività significa in ultima analisi, liberare la propria personalità dalle abitudini che ciascuno coltiva nel vivere quotidiano ed orientare la propria mente a sperimentare sempre cose diverse, mettendosi in gioco ogni giorno. L approfondimento dei temi trattati dal professor Roccato sarà oggetto di un corso di formazione che la Categoria Servizi alla Persona sta organizzando e che vedrà la luce nel prossimo autunno. LECCO Via Aspromonte, 45 Tel BARZANO Via A. Manara, 1 Tel CALOLZIOCORTE Via Istria, 18 Tel LECCO Via G. Galilei, 1 Tel COLICO Via Nazionale, 91 Tel MERATE Via Mameli, 6 Tel MISSAGLIA Via Ugo Merlini, 4 Tel OGGIONO Via Giovanni XXIII, 16 Tel PREMANA Via 2 Giugno, 2 Tel PRIMALUNA Via Provinciale, 85 Tel ORARIO ESTIVO DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI LECCO Da lunedì 9 agosto a venerdì 10 settembre gli Uffici e gli Sportelli della Camera e quelli dell Azienda Speciale Informazioni, effettueranno il seguente orario di apertura al pubblico: da lunedì a venerdì: Informazioni resterà, inoltre, chiusa al pubblico nel periodo dal 9 al 20 agosto. Tutti gli uffici e sportelli camerali riprenderanno il normale orario di servizio da lunedì 13 settembre. n. 8 - agosto 2010 / 35

10 [vita associativa] I carrozzieri contro il risarcimento diretto: aumentano i costi e diminuisce la libertà dei consumatori Assicurazione auto, così non va A più di tre anni dalla sua entrata in vigore, avvenuta nel febbraio 2007, la procedura di risarcimento diretto del danno in caso di incidente automobilistico (cioè l obbligo di richiedere l indennizzo alla propria assicurazione) prevista dal Codice delle Assicurazioni Private ha fallito l obiettivo di ridurre i prezzi delle polizze RC Auto. In Italia i premi Rc auto sono più cari del 58,1% rispetto alla media dei principali paesi dell'area euro. Da febbraio 2007 a maggio 2010 si sono registrati aumenti del 12,5% dei prezzi delle assicurazioni dei mezzi di trasporto, il 3,6% in più rispetto alla media dei paesi dell area euro. Nei soli 12 mesi da maggio 2009 a maggio 2010 i rincari nel nostro paese sono stati del 7,3%, a fronte del + 5,2% registrato nell area euro. In pratica, le famiglie italiane hanno speso 388 milioni in più rispetto alla media europea. Come se non bastasse, i tempi di liquidazione dei danni si sono allungati. Se i premi Rc auto sono i più alti d Europa, le tariffe orarie di riparazione delle carrozzerie sono invece le più basse tra quelle dei Paesi Ue. Sul costo complessivo del sinistro, la riparazione incide per il 10% e, di questa percentuale, il 60% è imputabile al prezzo dei ricambi, mentre il 40% riguarda la manodopera (fonte Ania). Il fenomeno viene denunciato dai carrozzieri di Confartigianato che hanno sollecitato la presentazione di un disegno di legge per modificare l attuale sistema del risarcimento diretto previsto dal Codice delle Assicurazioni Private. Chiediamo spiega Maurizio Mapelli, presidente degli Autoriparatori di Confartigianato Lecco che i cittadini siano liberi di scegliere la procedura del risarcimento diretto, sia nella fase giudiziale che in quella stragiudiziale, oppure di richiedere l indennizzo all assicurazione del responsabile del danno. Inoltre sollecitiamo l abolizione del cosiddetto risarcimento in forma specifica che permette di ottenere la riparazione gratuita del veicolo attraverso officine convenzionate con la propria compagni: i cittadini devono avere il diritto di scegliere il carrozziere di fiducia per la riparazione dei danni. Le norme sollecitate dai Carrozzieri di Confartigianato eviterebbero il rischio che si concretizzi un abuso di posizione dominante da parte delle assicurazioni. Infatti, oggi le compagnie assicurative decidono le tariffe delle polizze RC auto, possono imporre da chi far riparare il veicolo incidentato, condizionano l importo del risarcimento, condizionano le tariffe orarie che devono applicare le officine, intervengono nella determinazione dei tempi di riparazione. Tutto ciò è in contrasto con i principi di libero mercato e di libera concorrenza tra le imprese di autoriparazione, con il rischio anche di una mancanza di tutela dei diritti dell assicurato dal punto di vista della qualità ed affidabilità della riparazione, elementi indispensabili ai fini della sicurezza stradale. Le storture del sistema del risarcimento diretto sono dimostrate anche dalle numerose denunce presentate dall Isvap (l organo di controllo delle assicurazioni) all Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato e dal crescente numero di multe che l ISVAP ha comminato alle compagnie di assicurazione per accertata scorrettezza nei procedimenti liquidativi e della maggior frequenza dei casi di contenzioso. IL LECCO CALCIO A 5 IN WEB-RADIO Cresce alla grande la squadra lecchese di calcio a 5 sostenuta da Confartigianato Imprese Lecco. Il Presidente Massimo Giacchetti è entusiasta del clima che si sta respirando nella società: Lo staff dirigenziale - spiega - sta facendo un lavoro splendido e i miei collaboratori stanno lavorando a ritmo frenetico per permettere al mister e ai nuovi giocatori di trovare la migliore accoglienza possibile. Ciò che mi entusiasma di più è vedere tante persone che si impegnano con gioia nel segno dei colori blucelesti. Da sempre ho il bluceleste nel cuore e nell anima. Ricordo quando iniziammo quest avventura del calcio a 5 nel 2001: quest anno ci prepareremo, con la maglia cucita sulla pelle, ad affrontare la stagione che ci porterà a compiere i 10 anni di vita. Il Lecco Calcio a 5 nel corso degli anni ha ottenuto molti successi e affrontato difficoltà, ma mai come ora il sogno sta appassionando gli sportivi lecchesi. Mancava solo una scintilla per far esplodere nuovamente l entusiasmo attorno alla compagine del presidente Giacchetti, scoccata lo scorso 14 luglio con un altro passo fondamentale per società e tifosi. E infatti stato ufficializzato l accordo, dettato esclusivamente dalla passione, con la webradio Lecco-Channel ( grazie alla quale nel corso della prossima stagione si potranno ascoltare le cronache dei match in diretta e differita, puntate esclusive ricche di ospiti, giocatori, dirigenti ed altro. Per chi voglia assistere dal vivo alle partite, l appuntamento è al Pala-Rogeno per unirsi al tifo organizzato e creare l atmosfera giusta per trascinare i ragazzi di mister Magalhaes sul parquet di gioco. Non resta che lasciare crescere l adrenalina ed attendere l inizio della stagione. 36 / n. 8 - agosto 2010

11 La novità riguarda le imprese elettriche e idrauliche abilitate ai sensi del DM 37/08 (ex legge 46/90) [vita associativa] Dal 28 luglio nuovo modello Dichiarazione di conformità Sulla Gazzetta Ufficiale del 13 luglio scorso è stato pubblicato il decreto di modifica degli allegati alla Dichiarazione di conformità prevista dal DM 37 del In sintesi, il modulo della Dichiarazione di conformità rimane fondamentalmente lo stesso, è solo stata aggiunta una voce nell elenco degli allegati. Come si nota nella riproduzione qui a fianco del nuovo modulo, l unica differenza con il vecchio modello è una riga che compare alla fine dell elenco degli allegati: attestazione di conformità per impianto realizzato con materiali o sistemi non normalizzati. tare tutti gli accorgimenti necessari per raggiungere livelli di sicurezza equivalenti a quelli garantiti dagli impianti eseguiti a regola d arte di avere sorvegliato la corretta esecuzione delle fasi di installazione dell impianto nel rispetto di tutti gli eventuali disciplinari tecnici predisposti dal fabbricante del sistema o del prodotto. Specifichiamo che, a parte questo nuovo allegato, null altro è stato modificato, né in altri moduli, né nelle procedure che rimangono invariate. E però necessario dal 28 luglio 2010 (data di entrata in vigore del decreto), rilasciare le dichiarazioni di conformità sul nuovo modulo dove appare la riga aggiuntiva. L obbligo vale anche per gli installatori che non utilizzeranno la nuova opzione. Ma cos è questo nuovo allegato, e a cosa serve? Innanzitutto va detto che l allegato attestazione di conformità per impianto realizzato con materiali o sistemi non normalizzati va preso in considerazione solo nel caso in cui l installatore impieghi prodotti o sistemi per i quali NON esistono norme tecniche di prodotto o di installazione, ma in ogni caso risultino legittimamente utilizzati in un altro Stato membro dell Unione Europea. In altre parole, interessa se si usano prodotti che, secondo la scheda tecnica, risultano non normati ma comunque utilizzati a norma di legge in altre nazioni dell Unione Europea. In questo caso, la dichiarazione di conformità dovrà essere obbligatoriamente corredata dal progetto redatto e sottoscritto da un ingegnere iscritto all albo professionale, secondo la specifica competenza tecnica richiesta, che attesti: di avere eseguito l analisi dei rischi connessi con l impiego del prodotto o sistema sostitutivo di avere prescritto e fatto adot- n. 8 - agosto 2010 / 37

12 [ambiente] Nessuna esclusione per i pericolosi, ma riduzione dei contributi. E iniziata la distribuzione delle chiavette da parte della CCIAA Gestione rifiuti SISTRI, ecco il terzo decreto Sulla Gazzetta Ufficiale del 13 luglio scorso è stato pubblicato il terzo decreto SISTRI. Contiene semplificazioni per le piccole imprese, ottenute dopo pressanti interventi di Confartigianato Imprese e negoziazioni con il Ministero dell Ambiente. Ecco le novità. GESTIONE RIFIUTI VIA INTERNET Proroga al 1 ottobre 2010 La scadenza per la gestione rifiuti via internet tramite chiavetta USB è stata unificata e prorogata al 1 ottobre 2010 per tutti i soggetti iscritti al SI- STRI (soggetti gruppo 1 e gruppo 2). Le precedenti scadenze erano previste al 12 luglio e 12 agosto DISTRIBUZIONE CHIAVETTE Termina il 12 settembre 2010 Il termine ultimo per la distribuzione delle chiavette e delle Black Box è stato fissato per tutti i soggetti al 12 settembre 2010 (la distribuzione per Lecco è di fatto iniziata il 13 luglio). CONTRIBUTI ANNUALI I contributi annuali di iscrizione al SISTRI per le piccole imprese produttrici di rifiuti pericolosi sono così modificati: ADDETTI PER UNITA QUANTITATIVI ANNUI CONTRIBUTO da 1 a 5 fino a 200 kg 50 da 1 a 5 oltre 200 kg e fino a 400 kg 60 da 6 a 10 fino a 400 kg 60 Per le aziende che hanno già effettuato il pagamento del vecchio contributo nel 2010 (o che avessero pagato per errore importi maggiori del dovuto) si riconosce il diritto al conguaglio a valere sui contributi degli anni successivi, previa domanda inoltrata al SI- STRI: ciò deve avvenire tramite , fax o direttamente on-line, attraverso il modulo che sarà reso disponibile sul portale Sopra gli undici addetti si applicano i contributi previsti dal primo decreto. La semplificazione di cui si è molto parlato in questi ultimi due mesi, vale a dire il posticipo di 2 anni per le operatività per le imprese produttrici di rifiuti pericolosi fino a 300 kg, è stata di fatto sostituita con una forte riduzione dei contributi annuali dovuti al SISTRI. Marco Bonacina (Ufficio Ambiente, tel resta a disposizione per ogni delucidazione. Nei prossimi numeri dell Artigianato Lecchese vi terremo aggiornati sulle novità del SISTRI, in particolare per le modalità di gestione delle movimentazioni dei rifiuti via internet. 38 / n. 8 - agosto 2010

13 RAEE, è in vigore il decreto 65/2010 della semplificazione [ambiente] RAEE, che cosa succede adesso E entrato in vigore il decreto 65/2010 della semplificazione, che riguarda i RAEE (Rifiuti Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) AZIENDE INTERESSATE installatori elettrici ed idraulici ripararatori elettrodomestici centri di assistenza tecnica (CAT) installatori apparecchiature informatiche e distributori automatici ecc.. TIPOLOGIE DI PRODOTTI Sono interessate le 10 famiglie di AEE (Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) di cui al decreto 151/05 (vedi L Artigianato Lecchese n. 6, pagg ). CHE COSA SUCCEDE ALLA CONSEGNA DI NUOVA AEE (APPARECCHIATURA ELETTRICA ED ELETTRONI- CA) PER USO DOMESTICO, SCATTA L OBBLIGO PER I DISTRIBUTORI DEL RITIRO DELLA CORRISPONDENTE A FINE VITA. raccolta pubblici. I RAEE professionali andranno invece agli impianti indicati dai produttori di AEE. PRINCIPALI OBBLIGHI I principali obblighi per i distributori, gli installatori e i centri assistenza tecnica sono illustrati nella tabella pubblicata su L Artigianato Lecchese n. 6 a pagg In sintesi: invio di apposita domanda all Albo Gestori della CCIAA di Milano per le attività di raccolta e raggruppamento dei RAEE uso del documento di trasporto RAEE uso dello schedario dei RAEE uso del modulo di autocertificazione per i centri di assistenza tecnica e riparazione SITUAZIONE IN PROVINCIA DI LECCO Per quanto attiene la Provincia di Lecco segnaliamo che il centro di raccolta per i RAEE domestici è unico ed ha sede in CALCO, via Calendoni. Per le altre Province i centri di raccolta sono individuati nelle piazzole Comunali. Precisiamo che in considerazione dei costi amministrativi che le imprese sopportano per la gestione dei rifiuti, Confartigianato Imprese ha intrapreso una forte azione sugli organi competenti al fine di ottenere semplificazioni e riduzione dei costi sia sul fronte RAEE sia per il SISTRI. Nei prossimi giorni le categorie interessate saranno raggiunte da un apposita circolare alla definizione delle operatività ed accordi con i gestori del centro di raccolta RAEE di Calco. L Ufficio Ambiente (Marco Bonacina, tel / è a disposizione per ogni chiarimento. Il decreto introduce il concetto dell uno contro uno (nuovo per il vecchio) con obblighi per distributori, installatori e gestori di centri di assistenza tecnica. La finalità è il corretto smaltimento di vecchi elettrodomestici, neon, telefonini, tv, computers ecc. che saranno ritirati dai clienti a fronte dell acquisto di prodotto equivalente. I RAEE domestici saranno consegnati, dopo il raggruppamento nei punti vendita o nei locali dei centri di assistenza tecnica, ai centri di DICHIARAZIONE ANNUALE RIFIUTI Hai presentato il MUD? Ricordiamo alle imprese che il 30 giugno è scaduto il termine per la presentazione del Mud alla Camera di Commercio. Nella sfortuna ipotesi di dimenticanza segnaliamo che è possibile presentare il mud entro il 29 agosto 2010 con l applicazione della sanzione minima prevista dalla norma che varia da 26 a 160. Trascorso quest ultimo termine la sanzione diventa piena e varia da a Il Mud viene redatto da Economie Ambientali - viale Dante Lecco - previo appuntamento al n n. 8 - agosto 2010 / 39

14 [fiscale] NOTIZIE FISCALI FLASH NOTIZIE FISCALI FLASH NOTIZIE FISCALI FLASH NOTIZIE FISCALI FLASH Ritenuta del 10% sui bonifici relativi alle spese per le quali spetta la detrazione 36% e 55% Dall 1 luglio 2010 la Manovra correttiva 2010 ha previsto che sui bonifici bancari e postali effettuati dai contribuenti in relazione a spese per le quali sono riconosciute detrazioni d imposta ovvero deduzioni, le banche e le Poste sono tenute ad operare, all atto dell accreditamento al beneficiario, una ritenuta d acconto del 10%. Con un apposito Provvedimento, emanato in prossimità della decorrenza della predetta disposizione, l Agenzia delle Entrate ha specificato che la ritenuta va operata sui bonifici effettuati per le spese di recupero del patrimonio edilizio che beneficiano della detrazione IRPEF del 36% nonché per quelle relative agli interventi di risparmio energetico che beneficiano della detrazione del 55%. Di conseguenza l impresa esecutrice dei lavori riceverà l accreditamento delle somme al netto della ritenuta del 10%. Tale ritenuta, evidenziata nella certificazione rilasciata dalla banca / Posta, potrà essere scomputata in sede di liquidazione delle imposte dovute nel mod. UNICO. Il committente dei lavori che beneficia delle detrazioni del 36% e del 55%, non è interessato dalla nuova disposizione e pertanto dovrà effettuare il bonifico alla banca / Posta con le consuete modalità. Sul nostro sito sono disponibili ulteriori dettagli, con esempi di compilazione della fattura e di registrazione contabile applicando le nuove disposizioni. Obbligo di indicare i dati catastali per la registrazione dei contratti di locazione Dal 1 luglio u.s., è previsto l obbligo di comunicare i dati catastali dei beni immobili oggetto di contratti scritti o verbali di locazione o affitto. Di conseguenza, si è reso necessario modificare il MOD. 69 denominato Richiesta di registrazione, utilizzato per richiedere la registrazione degli atti, esclusi quelli degli organi giurisdizionali, prevedendo uno specifico quadro dove indicare i dati catastali nei casi di registrazione dei contratti citati. Analoga indicazione dei dati catastali deve essere effettuata, sempre dal 1 luglio, anche nei casi di cessioni, risoluzioni e proroghe; tale adempimento è assolto con il versamento della relativa imposta: in attesa dell adeguamento dei modelli di pagamento, l Agenzia ha introdotto un nuovo modello di comunicazione dei dati catastali denominato CDC. Il MOD. CDC è utilizzato, a partire dal 1 luglio 2010, per la comunicazione dei dati catastali relativi a beni immobili oggetto di cessione, risoluzione e proroga di contratti di locazione o affitto già registrati al 1 luglio Deve trattarsi di contratti esistenti e già registrati alla data del 30 giugno 2010, per i quali, in data successiva al 1 luglio 2010, si verificano le seguenti fattispecie: cessione del contratto di locazione o affitto; risoluzione anticipata del contratto di locazione o affitto, anche per inadempimento del conduttore; proroga (anche tacita) del contratto di locazione o affitto, che avviene dopo la scadenza originaria. Il modello CDC non va presentato in caso di rinnovo del contratto (per rinnovo si intende il pagamento dell imposta di registro per le annualità successive alla prima ma sempre entro la scadenza del contratto). Il modello va presentato in forma cartacea presso l ufficio dove è stato registrato il contratto entro il termine di 20 giorni dalla data di versamento dell imposta di registro. Può anche essere trasmesso telematicamente contestualmente al versamento. I contribuenti obbligati alla registrazione telematica dei contratti di locazione o affitto di beni immobili devono inviare il modello CDC con modalità telematiche. I contribuenti che si sono avvalsi, in via facoltativa, della registrazione telematica possono presentare il modello di co- municazione in forma cartacea all ufficio competente o, alternativamente, trasmetterlo con modalità telematica. Tuttavia, fino alla data di attivazione della procedura per la trasmissione telematica del modello CDC, quest ultimo può essere presentato in forma cartacea presso qualunque ufficio territoriale o locale dell Agenzia delle entrate, entro il termine di 20 giorni dalla data di versamento dell imposta. Il modello è disponibile sul sito internet dell agenzia (www.agenziaentrate.gov.it), nella sezione Modulistica Modelli in uso presso gli Uffici. La mancata o errata indicazione dei dati catastali è punita con la sanzione dal 120% al 240% dell imposta di registro dovuta. Indice dei prezzi al consumo Indice utilizzato per calcolare l aggiornamento dei canoni di locazione immobiliare e per la rivalutazione degli assegni di mantenimento dovuti all ex coniuge in caso di separazione/divorzio. Indice del mese GIUGNO ,1 Variazione rispetto al mese precedente = 0 % Variazione rispetto allo stesso mese del 2009 = +1,3% Variazione rispetto allo stesso mese del 2008 = +1,7% > Da ricordareic Riproponiamo sinteticamente le novità più rilevanti pubblicate sul numero scorso. CLIENTI / FORNITORI BLACK LIST Al fine di contrastare le frodi fisca- 40 / n. 8 - agosto 2010

15 [fiscale] NOTIZIE FISCALI FLASH NOTIZIE FISCALI FLASH NOTIZIE FISCALI FLASH NOTIZIE FISCALI FLASH li, è stato introdotto l obbligo, per tutti i soggetti passivi IVA, di comunicare all Agenzia delle Entrate, in via telematica, le cessioni e gli acquisti di beni e le prestazioni di servizi rese e ricevute nei confronti di operatori residenti in Paesi cosiddetti black list. La comunicazione va presentata, a decorrere dalle operazioni effettuate dall 1 luglio 2010, di conseguenza i soggetti tenuti alla presentazione mensile dovranno presentare il primo elenco entro il giorno 31 agosto 2010, mentre i soggetti tenuti alla presentazione trimestrale elaboreranno il primo elenco entro il 31 ottobre Tra le operazioni soggette a monitoraggio rientrano, tra l altro, quelle con operatori residenti in Svizzera e nella Repubblica di San Marino. ANTIRICICLAGGIO Passa da euro a euro la soglia oltre la quale è obbligatorio effettuare i pagamenti di beni o servizi con assegni non trasferibili, bonifici o altre modalità di pagamento bancario, postale o mediante sistemi di pagamento elettronico. ACCERTAMENTO SINTETICO E stato aggiornato l istituto dell accertamento sintetico tramite redditometro. La determinazione sintetica del reddito avviene mediante la presunzione che tutto ciò che è speso nel periodo d imposta è finanziato con redditi posseduti nel medesimo periodo, ferma restando la possibilità di provare che il finanziamento delle spese è con redditi diversi da quelli posseduti nello stesso periodo d imposta o con redditi esenti o soggetti a ritenuta alla fonte a titolo di imposta o esclusi dalla base imponibile. In ogni caso il contribuente è tutelato da una clausola di garanzia : la determinazione sintetica è possibile solo qualora il reddito complessivo accertabile ecceda di almeno un quinto (20%) quello dichiarato. LETTERA ALL AGENZIA DELLE ENTRATE Operazioni con Paesi Black list, Confartigianato chiede la proroga Confartigianato, congiuntamente alle associazioni imprenditoriali di R.ETE. Imprese Italia, ha inviato la seguente richiesta di proroga al direttore dell Agenzia delle Entrate, Attilio Befera. Vi terremo informati degli eventuali sviluppi. Egregio Direttore, lo scorso 5 luglio è stato firmato il provvedimento che approva le specifiche tecniche per la trasmissione telematica delle fatture emesse a fronte di operazioni effettuate con soggetti residenti in Paesi inclusi nella Black list. Pertanto, per i soggetti obbligati alla presentazione del modello con cadenza mensile, la prima scadenza cade il 31 agosto Al riguardo si rileva, in primo luogo, che l'attuazione della normativa non è ancora completa poichè è necessario attendere la predisposizione dell apposito software sia da parte dell Agenzia che da parte delle software house. La scadenza del 31 agosto - a ridosso della pausa estiva - appare dunque troppo ravvicinata, ove anche si considerino le difficoltà relative, da un lato, alla distinta individuazione delle operazioni da includere nel modello (cessioni di beni, prestazioni di servizi; acquisto di bene e prestazioni di servizi ricevute) e, dall'altro, al reperimento dei dati ed alla corretta compilazione del modello stesso. Quanto sopra non può che indurre a rappresentare l esigenza di una proroga dell adempimento. Riteniamo, infatti, che le informazioni fornite con le istruzioni allegate al modello, appaiono non esaustive per gli operatori, sia per la corretta individuazione delle operazioni da monitorare, a decorrere 1 luglio, sia per la memorizzazione dei dati da indicare poi nel modello stesso, rendendo, pertanto, necessaria l emanazione di una apposita circolare. Certi della sensibilità alle istanze della piccola e media impresa e dell attenzione che sarà posta alla presente, l occasione è gradita per porgerle i più cordiali saluti. CERTIFICAZIONI ISEE E ISSEU CON IL CAAF DI CONFARTIGIANATO IMPRESE LECCO ISEE Calcoliamo e certifichiamo il tuo ISEE (indicatore della situazione economica equivalente), rilasciando un attestazione valida per le prestazioni agevolate che lo richiedono: assegno nucleo familiare e di maternità, rette asili nido, servizi educativi, mense scolastiche, tasse universitarie, servizi socio-sanitari, utenze (telefono, luce, gas, ecc). ISSEU La situazione economica del nucleo familiare degli studenti viene valutata sulla base dell ISEEU (indicatore di situazione economica equivalente università). Il nostro Caaf rilascia gratuitamente la certificazione ISSEU. Si tratta di un ricalcolo dell ISEE che tiene conto di alcuni criteri specifici: redditi e patrimoni dei fratelli e sorelle sono calcolati al 50%; sono presi in considerazione redditi e patrimoni posseduti all estero; lo studente avente nucleo familiare a sé stante potrà essere considerato indipendente solo qualora si verifichino le condizioni previste dal DPCM 9 aprile Gli studenti che non presentano la certificazione ISEEU versano l importo massimo di contributi. n. 8 - agosto 2010 / 41

16 [scadenzario] Agosto 2 CREDITO IVA TRIMESTRALE Termine per la presentazione telematica del modello di richiesta di rimborso/compensazione del credito iva del secondo trimestre PROROGA DAL 16/7 AL 5/8 PER I SOGGETTI AI QUALI SI APPLICANO GLI STUDI DI SETTORE MODELLO UNICO 2010 Termine per il versamento, con la maggiorazione dello 0,40%, delle imposte e dei contributi Ivs a saldo per il 2009 e in acconto per il 2010 e dell Iva da adeguamento agli studi di settore per persone fisiche, società di persone e società di capitali 5 PROROGA DAL 16/7 AL 5/8 PER I SOGGETTI AI QUALI SI APPLICANO GLI STUDI DI SETTORE DIRITTO CCIAA 2010 Versamento, con la maggiorazione dello 0,40%, del diritto annuale CCIAA anno 2010 (codice tributo 3850) 15 Ricorrenza festiva Festività Dell Assunzione. Ai lavoratori che la godono, non prestando la loro opera, spetta la normale retribuzione Sindacale 20 (prorogata dal 16 agosto al 20) Sindacale IRPEF Ritenute sul lavoro dipendente Nell ambito dei versamenti unificati, mediante Mod. F24, scade il termine per il versamento delle ritenute sui redditi di lavoro dipendente 20 (prorogata dal 16 agosto al 20) Sindacale INPS Contributi lavoro dipendente Nell ambito dei versamenti unificati, mediante Modello F24, scade il termine per il versamento all INPS dei contributi relativi ai lavoratori dipendenti 20 (prorogata dal 16 agosto al 20) INPS CONTRIBUTI IVS - Artigiani e Commercianti Versamento seconda rata fissa anno (prorogata dal 16 agosto al 20) IVA soggetti mensili Versamento dell iva relativa al mese di luglio (prorogata dal 16 agosto al 20) IVA soggetti trimestrali Versamento dell iva relativa al secondo trimestre (prorogata dal 16 agosto al 20) IVA-LETTERE INTENTO Invio telematico delle comunicazioni dati relative alle lettere d intento ricevute nel mese di luglio 2010 PREVIDENZIALE 20 Sindacale ENASARCO Agenti e rappresentanti Scade il termine per versare mediante c/c postale i contributi previdenziali ed assistenziali relativi agli agenti e rappresentanti. Trimestre di competenza mesi 04/05/06 25 MODELLI INTRASTAT Presentazione TELEMATICA (con programma Agenzia Dogane/ Entratel/Fisconline) dei modelli relativi a cessioni ed acquisti intracomunitari e prestazioni di servizi effettuati nel mese di LUGLIO 2010 PER I CONTRIBUENTI CON PERIODICITA MENSILE 31 NOVITA IVA-ELENCHI BLACK LIST MENSILI Invio telematico del modello di comunicazione delle operazioni con soggetti aventi sede, residenza o domicilio in Paesi a fiscalità privilegiata per le operazioni del mese di luglio Settembre 16 IVA soggetti mensili Versamento dell iva relativa al mese di agosto IVA-LETTERE INTENTO Invio telematico delle comunicazioni dati relative alle lettere d intento ricevute nel mese di agosto MODELLI INTRASTAT Presentazione TELEMATICA (con programma Agenzia Dogane/ Entratel/ Fisconline) dei modelli relativi a cessioni ed acquisti intracomunitari e prestazioni di servizi effettuati nel mese di agosto 2010 PER I CONTRIBUENTI CON PERIODICITA MENSILE 30 MODELLO UNICO 2010 Termine per l invio telematico diretto o tramite intermediario abilitato del modello Unico 2010 per persone fisiche, società di persone e società di capitali 30 DICHIARAZIONE IVA 2010 Termine per l invio telematico diretto o tramite intermediario abilitato, autonomo o unificato a modello Unico 2010 per persone fisiche, società di persone e società di capitali 30 IRAP 2010 Termine per l invio telematico diretto o tramite intermediario abilitato del modello IRAP 2010 per persone fisiche, società di persone e società di capitali 30 ADEGUAMENTO AI PARAMETRI Versamento della maggior iva per adeguamento ai parametri per i soggetti che applicano i parametri 30 NOVITA IVA-ELENCHI BLACK LIST MENSILI Invio telematico del modello di comunicazione delle operazioni con soggetti aventi sede, residenza o domicilio in Paesi a fiscalità privilegiata per le operazioni del mese di agosto 42 / n. 8 - agosto 2010

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

Comune di Mentana Provincia di Roma

Comune di Mentana Provincia di Roma BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI A SOSTEGNO DEL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNUALITA FINANZIARIA 2013 IL RESPONSABILE DEL SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - VISTO l articolo 11 della

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 2 INDICE PREMESSA 1. ADEMPIMENTI 1.1 Enti del volontariato 1.2

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

MINISTERO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE

MINISTERO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE MINISTERO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE DECRETO 15 febbraio 2010. Modi che ed integrazioni al decreto 17 dicembre 2009, recante: «Istituzione del sistema di controllo della tracciabilità

Dettagli

Chi può presentare la domanda

Chi può presentare la domanda BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE SUI MERCATI INTERNAZIONALI II QUADRIMESTRE 2014 AFRQ2/14 La Camera di Commercio di Frosinone, attraverso ASPIN, Azienda Speciale

Dettagli

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Divisione Studenti Servizi agli Studenti Divisione Studenti ISU BOCCONI Università Commerciale Luigi Bocconi Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Questo documento riassume le caratteristiche principali

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008 CIRCOLARE N. 12/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 19 febbraio 2008 OGGETTO: Profili interpretativi emersi nel corso della manifestazione Telefisco 2008 del 29 Gennaio 2008 e risposte ad

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME ABSTRACT ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME Con l inizio del periodo d imposta pare opportuno soffermarsi sulla disciplina degli elenchi INTRASTAT, esaminando le novità in arrivo e ripercorrendo

Dettagli

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA la guida DI CHI è alla guida SERVIZIO CLIENTI Per tutte le tue domande risponde un solo numero Servizio Clienti Contatta lo 06 65 67 12 35 da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 18.00 o manda un e-mail a

Dettagli

CONTRIBUTO AGLI AUTOTRASPORTATORI PER L ACQUISTO DI VEICOLI NUOVI

CONTRIBUTO AGLI AUTOTRASPORTATORI PER L ACQUISTO DI VEICOLI NUOVI CONTRIBUTO AGLI AUTOTRASPORTATORI PER L ACQUISTO DI VEICOLI NUOVI Art. 1, comma 89, Legge n. 147/2013 DM n. 307/2014 Circolare MIT 22.9.2014, n. 18358 Modena, 07 ottobre 2014 La Finanziaria 2014 ha previsto

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef

Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef Direzione Generale per il terzo settore e le formazioni sociali Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef PREMESSA Fonti normative dell

Dettagli

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 Disposizioni di carattere finanziario indifferibili, finalizzate a garantire la funzionalità di enti locali, la realizzazione di misure in tema di infrastrutture, trasporti

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A copia Codice Ente 11047 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE IMU ANNO 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di Prima convocazione - seduta Pubblica. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA 1. Quale è l indirizzo web per la presentazione della domanda di accreditamento? L indirizzo della

Dettagli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI In collaborazione con Assessorato Aree Cittadine e Consigli di Zona Consigli Quanto costa comprar casa CASA: LE TASSE DA

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni; D.P.R. 14-12-1999 n. 558 Regolamento recante norme per la semplificazione della disciplina in materia di registro delle imprese, nonché per la semplificazione dei procedimenti relativi alla denuncia di

Dettagli

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI febbraio/maggio 2008 IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse 26 febbraio PRESUPPOSTI

Dettagli

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti:

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: Benvenuto su RLI WEB L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: richieste di registrazione dei contratti di locazione di beni immobili e affitto fondi rustici;

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro Disciplina fiscale delle auto assegnate ai dipendenti Stefano Liali - Consulente del lavoro In quale misura è prevista la deducibilità dei costi auto per i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti?

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE Circolare 10 febbraio 2014, n. 4567 Termini e modalità di presentazione delle domande per la concessione e l erogazione

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA NOTE ILLUSTRATIVE PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI IN AUTOLIQUIDAZIONE - MOD. 5/2015 (Comunicazione obbligatoria ex artt. 17 e 18 della Legge n. 576/1980, artt. 9 e 10 della legge n. 141/1992

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

LEGGE 27 LUGLIO, N.212. "Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente"

LEGGE 27 LUGLIO, N.212. Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente LEGGE 27 LUGLIO, N.212 "Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 177 del 31 luglio 2000 Art. 1. (Princìpi generali) 1. Le disposizioni della

Dettagli

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Legnano, 21/04/2015 Alle imprese assistite Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Come noto, ai sensi dell art. 1, D.Lgs. n. 175/2014, Decreto c.d. Semplificazioni,

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO CONVENZIONE POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO FOR INSURANCE BROKER SRL, Società di Brokeraggio con sede principale a Castelfranco V.to, Ha stipulato con i

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE LA REGISTRAZIONE DI MARCHI COMUNITARI E INTERNAZIONALI

BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE LA REGISTRAZIONE DI MARCHI COMUNITARI E INTERNAZIONALI Dipartimento per l impresa e l internazionalizzazione Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione Ufficio Italiano Brevetti e Marchi BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE TASSE IMPOSTE SANZIONI COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE (DA COMPILARE A CURA DEL CONCESSIONARIO DELLA BANCA O DELLE POSTE) FIRMA Autorizzo addebito sul conto corrente

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA Una circolare dell Agenzia delle entrate chiarisce il trattamento fiscale delle spese di rappresentanza Con la circolare in oggetto, l Agenzia delle

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche RAEE

Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche RAEE Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche RAEE Istruzioni operative per la gestione e lo smaltimento dei pannelli fotovoltaici incentivati (ai sensi dell art. 40 del D.Lgs. 49/2014) Premessa

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

A.R.C.E.A. Agenzia della Regione Calabria per. le Erogazioni in Agricoltura

A.R.C.E.A. Agenzia della Regione Calabria per. le Erogazioni in Agricoltura A.R.C.E.A. Agenzia della Regione Calabria per le Erogazioni in Agricoltura Regolamento per l istituzione di un elenco di operatori economici di fiducia ai sensi dell art. 125, comma 12 del D.lgs. n. 163

Dettagli

Approvazione del modello unico di dichiarazione ambientale per l anno 2015.

Approvazione del modello unico di dichiarazione ambientale per l anno 2015. Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 299 del 27 dicembre 2014 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 OGGETTO DELL IMU L IMU sostituisce l ICI e, per la componente immobiliare, l IRPEF e le relative addizionali regionali e comunali, dovute

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES)

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 I REQUISITI... 3 I SOGGETTI PASSIVI.....4 LA PROPORZIONALITÀ

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. n. 2013/87896 Imposta sulle transazioni finanziarie di cui all articolo 1, comma 491, 492 e 495 della legge 24 dicembre 2012, n. 228. Definizione degli adempimenti dichiarativi, delle modalità di

Dettagli

5 Contributo Autonoma Sistemazione

5 Contributo Autonoma Sistemazione 5 Contributo Autonoma Sistemazione CAS A valere sulle risorse finanziarie di cui all articolo 3 dell Ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile (OCDPC) n. 232 del 30 marzo 2015 viene stimata

Dettagli

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3 FAQ 2015 Flusso telematico dei modelli 730-4 D.M. 31 maggio 1999, n. 164 Comunicazione dei sostituti d imposta per la ricezione telematica, tramite l Agenzia delle entrate, dei dati dei 730-4 relativi

Dettagli

Parte viii> contenzioso e strumenti Per evitarlo

Parte viii> contenzioso e strumenti Per evitarlo Parte viii> contenzioso e strumenti Per evitarlo 1. come rimediare a errori e dimenticanze: il ravvedimento Il ravvedimento per imposte dirette e Iva Modalità di pagamento Presentazione della dichiarazione

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico VISTO il Decreto Legge 12 settembre 2014, n. 133 convertito con modificazioni dalla Legge 11 novembre 2014, n. 164 recante Misure urgenti per l'apertura dei cantieri, la realizzazione delle opere pubbliche,

Dettagli

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO La Dichiarazione Sostitutiva di Atto Notorio, da compilarsi in caso di Offerta Segreta o Offerta

Dettagli

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Informativa ONB Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti beneficiari... 2 3 Ambito oggettivo

Dettagli

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti.

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti. INDICE Informazioni per i cittadini - 3 Campagna di controllo degli impianti termici - 3 Responsabile dell impianto termico - 4 La manutenzione degli impianti: frequenze temporali delle operazioni - 4

Dettagli

= Circolare n. 9/2013

= Circolare n. 9/2013 = Scadenze + 27 dicembre + Invio degli elenchi INTRA- STAT mensili versamento acconto IVA mediante Mod. F24 + 30 dicembre + Stampa dei libri contabili dell'anno 2012 (libro giornale, registri IVA, libro

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE IL DIRETTORE GENERALE Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico 8 marzo 2013, pubblicato nella Gazzetta

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. Dispone: Prot. n. 2014/159941 Modalità operative per l inclusione nella banca dati dei soggetti passivi che effettuano operazioni intracomunitarie, di cui all art. 17 del Regolamento (UE) n. 904/2010 del Consiglio

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria IMU - che cos'è L IMU si continua a pagare sulle case di lusso (categorie A/1, A/8 e A/9), sulle seconde case e su tutti gli altri immobili (ad esempio laboratori, negozi, capannoni, box non di pertinenza

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale MODELLO 730/204 redditi 203 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Mod. N. Gli importi devono essere indicati in unità di Euro CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA

Dettagli

La Guida di. La banca multicanale. In collaborazione con: ADICONSUM

La Guida di. La banca multicanale. In collaborazione con: ADICONSUM La Guida di & La banca multicanale ADICONSUM In collaborazione con: 33% Diffusione internet 84% Paesi Bassi Grecia Italia 38% Spagna Svezia Francia 80% Germania Gran Bretagna 52% 72% 72% 63% 77% Diffusione

Dettagli

Distinti saluti Il responsabile

Distinti saluti Il responsabile ENTI PUBBLICI Roma, 15/05/2013 Spett.le COMUNE DI MONTAGNAREALE Posizione 000000000000001686 Rif. 2166 del 30/04/2013 Oggetto: Anticipazione di liquidità, ai sensi dell'art. 1, comma 13 del D. L. 8 aprile

Dettagli

Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015

Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015 Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015 Credito annuale IVA 2014 al via la compensazione fino ad 5.000,00 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che dal 1 gennaio 2015, è possibile procedere

Dettagli

ATM PER I GIOVANI E PER GLI STUDENTI

ATM PER I GIOVANI E PER GLI STUDENTI ATM PER I GIOVANI E PER GLI STUDENTI EDIZIONE MARZO 015 ABBONARSI AI MEZZI ATM 1 ATM, per rispondere alle diverse esigenze di mobilità, offre ai giovani e agli studenti una serie di agevolazioni sull acquisto

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.3.2 Adozione delle tecnologie

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ

CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ A) ASPETTI GENERALI SU CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD na Carta di Credito TOP senza uguali sul mercato. Per gli Associati che non vorranno o non potranno avere

Dettagli