PROGRAMMI DI FORMAZIONE PER ADULTI DEDICATI ALLA MOBILITÀ CICLISTICA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGRAMMI DI FORMAZIONE PER ADULTI DEDICATI ALLA MOBILITÀ CICLISTICA"

Transcript

1 Promozione Give Cycling a Push PROMOZIONE / FORMAZIONE e PROGRAMMI PROGRAMMI DI FORMAZIONE PER ADULTI DEDICATI ALLA MOBILITÀ CICLISTICA Visione d insieme Molti adulti accoglierebbero l'opportunità di muoversi in bicicletta se fossero capaci di farlo con la dovuta sicurezza. Un ostacolo importante che diverse città europee devono superare è la scarsa abilità nell uso delle due ruote da parte della popolazione adulta (o di particolari gruppi di adulti). Mentre alcune persone non hanno mai imparato ad andare in bicicletta, altre hanno semplicemente bisogno di imparare ciò che serve loro per guidare la bicicletta con sicurezza e confidenza in mezzo al traffico. I corsi di formazione mirati sono rivolti a soddisfare entrambe queste esigenze. Contesto e obiettivi Definizione I programmi di formazione per adulti dedicati alla mobilità ciclistica prevedono lezioni frontali di gruppo che formano gli adulti su come usare la bicicletta con sicurezza e confidenza in mezzo al traffico. La formazione può iniziare dalle basi, per quelle persone che non hanno avuto l'opportunità di imparare ad andare in bicicletta da bambini, oppure può rivolgersi a chi sa mantenere l equilibrio sulle due ruote, ma non si sente sicuro a guidare nel traffico. Funzione L obiettivo di questi programmi di formazione è aiutare gli adulti che potenzialmente vorrebbero usare la bicicletta - per spostarsi o per fare sport - a superare l ostacolo più grande: l incapacità fisica di andare in bicicletta o la mancanza di abilità e confidenza per farlo con sicurezza in un contesto urbano. Ambito/campo di applicazione I programmi di formazione per adulti dedicati alla mobilità ciclistica generalmente sono più adatti - e più richiesti - in zone urbane dove le distanze tra una destinazione e l altra sono sufficientemente brevi da poter essere percorse in bicicletta. Nelle Città Esordienti o Scalatrici, dove la mobilità ciclistica non è ancora considerata la norma, il gruppo di destinatari di questi programmi può essere relativamente ampio. Nelle Città Primatiste, dove la mobilità ciclistica è parte integrante della cultura locale, l'attenzione sarà rivolta a gruppi più piccoli, che costituiscono eccezioni rispetto alla maggior parte della popolazione. Gruppo di destinatari Il gruppo di destinatari dei programmi di formazione per adulti dedicati alla mobilità ciclistica dipende anche dal tipo di città (Esordiente, Scalatrice o Primatista) e dalle sue esigenze specifiche. Città Esordienti: il gruppo di destinatari probabilmente è piuttosto ampio e comprende adulti che possiedono una bicicletta ma non la usano abitualmente o che la usano solo nel tempo libero. Città Primatiste: la mobilità ciclistica fa già parte della cultura locale; i destinatari sono gruppi di adulti rimasti esclusi da tale cultura, magari perché non hanno mai imparato ad andare in bicicletta. Possiamo pensare ad esempio a immigrati provenienti da paesi dove l utilizzo della bicicletta non è molto diffuso o ad anziani o persone affette da disabilità fisiche; in quest ultimo caso la soluzione potrebbe essere l utilizzo di biciclette speciali, tricicli o pedelec. Città Scalatrici: i destinatari possono far parte di entrambi i gruppi descritti sopra (o magari essere una combinazione dei due gruppi). Programmi di formazione dedicati alla mobilità ciclistica pagina 1 di 5

2 Implementazione Partnership Il potenziale per la creazione di partnership è notevole per quanto riguarda lo sviluppo di programmi di formazione per adulti dedicati alla mobilità ciclistica. Per programmi rivolti ad adulti che possiedono una bicicletta, ma non la usano (o la utilizzano solo nel tempo libero) i partner potenziali comprendono: aziende di trasporti pubblici locali che possono collaborare alla promozione di forme di trasporto sostenibili e/o possono contribuire finanziariamente ai progetti associazioni ciclistiche nazionali o locali che possono fornire competenze importanti per i programmi di formazione e mettere a disposizione attività di formazione per gli istruttori e/o istruttori; può anche essere affidato loro l incarico di gestire l intero programma di formazione agenzie o aziende sanitarie che possono partecipare per promuovere uno stile di vita più sano e più attivo aziende locali (compagnie assicurative o di altro tipo interessate alla salute, al benessere o desiderose che il loro nome venga associato a mezzi di trasporto verdi ) che possono finanziare i programmi rivenditori locali di biciclette che possono collaborare alla promozione. Per esempio, potrebbero essere interessate a offrire ai propri clienti un corso di formazione gratuito (o a prezzi scontati) con l acquisto di una nuova bici. mezzi di comunicazione locali (radio, televisione) che possono collaborare alla promozione datori di lavoro di aziende locali che possono promuovere tra i dipendenti scelte di trasporto sane ed ecosostenibili (per esempio sostenendo il costo dell iscrizione al corso di formazione a cui partecipano i dipendenti) scuole guida. Nelle città in cui l uso della bicicletta è particolarmente trascurato, può essere efficace creare partnership con le scuole guida affinché inseriscano il riconoscimento dell importanza della mobilità ciclistica nel loro programma di studi. Per quanto concerne le Città Primatiste nelle quali i gruppi di destinatari sono più specifici, anche le organizzazioni che aiutano o collaborano con questi gruppi sono partner fondamentali (per esempio organizzazioni che aiutano gli immigrati, se i gruppi di destinatari sono persone provenienti da altri paesi, o associazioni dedicate alla terza età se i destinatari sono anziani). Implementazione e considerazioni sui costi La durata e il contenuto del corso offerto dipendono dal gruppo di destinatari, ma naturalmente chi deve imparare da zero avrà bisogno di più tempo rispetto a chi ha solo bisogno di imparare a guidare nel traffico. Anche se le lezioni teoriche sono sicuramente utili, è l esperienza su strada in compagnia di un istruttore esperto che può convincere realmente una persona non abituata a muoversi su due ruote a usare la bicicletta più spesso. Lezioni teoriche sul traffico, esercitazioni pratiche su come guidare la bicicletta ed esercitazioni su strada con un istruttore sono tutte parti essenziali di un programma di formazione per adulti dedicato alla mobilità ciclistica. Probabilmente si può evitare di scoprire l acqua calda (per esempio di elaborare piani di studio che sono stati già completati altrove) contattando città che hanno già predisposto programmi di formazione simili. I costi che si prevede di sostenere riguardano: sviluppo e amministrazione del programma, retribuzione dell istruttore, pubblicità e promozione, valutazione del programma, materiali (giubbini di sicurezza, kit di protezione per ciclisti, coni stradali ecc.). Il denaro necessario può provenire da finanziamenti statali, aziende che sponsorizzano l iniziativa e quote pagate dai partecipanti. Programmi di formazione dedicati alla mobilità ciclistica pagina 2 di 5

3 Considerazioni Punti di forza Punti deboli I programmi di formazione per adulti dedicati alla mobilità ciclistica sono mirati alla rimozione dell'ostacolo principale all uso della bicicletta: l incapacità di utilizzarla. L impatto dell iniziativa può essere misurato in modo relativamente semplice contando il numero dei partecipanti e indagando gli effetti del corso sui partecipanti dopo un certo periodo dalla fine del programma. Una banca dati continuamente aggiornata di neo-ciclisti può servire anche come fonte di informazioni e in merito alle esigenze di chi sta imparando a usare la bicicletta. I neo-ciclisti sono spesso entusiasti della loro scelta e sono ben disposti al passaparola. In modo particolare per i gruppi appartenenti a minoranze, corsi di questo genere possono aumentare il loro senso di appartenenza alla comunità e possono fungere da collegamento con la comunità stessa (per esempio, se i neo-ciclisti hanno la possibilità di accompagnare i figli o i nipoti a scuola in bicicletta). I programmi di formazione per adulti completano alla perfezione i programmi di formazione per bambini. I programmi di formazione per adulti dedicati alla mobilità ciclistica possono coinvolgere solo gruppi relativamente piccoli di persone alla volta, quindi sono piuttosto impegnativi sia a livello di costi che di personale (soprattutto nelle prime fasi). Per essere realmente efficaci, è necessario che questi programmi vengano offerti regolarmente e per un lungo periodo di tempo. Nelle Città Esordienti è probabile che siano poche le persone interessate alla mobilità ciclistica e quindi il programma difficilmente riuscirà a coprire i costi sostenuti per la sua implementazione. Senza un coordinatore unico che si dedichi all organizzazione e alla gestione del programma (con l aiuto dei partner), difficilmente l iniziativa potrà avere successo. Valutazione dell impatto Un indagine condotta tra i partecipanti al termine del corso rileverà il loro livello di soddisfazione nei confronti della formazione ricevuta. Un semplice conteggio del numero dei partecipanti indica il livello di interesse suscitato dall iniziativa. Indagini successive, condotte a distanza di tempo (per esempio 6 mesi e un anno dopo la partecipazione al corso), consentiranno di capire se questo programma di formazione ha dato gli esiti sperati, per esempio se i partecipanti usano effettivamente la bicicletta per spostarsi. I costi per condurre tali indagini ed esaminare i risultati sono relativamente ridotti se si utilizzano strumenti di indagine online. Fattori di successo e ostacoli Le partnership sono particolarmente utili sia per il reperimento di finanziamenti sia per la possibilità di collaborare con vari settori della comunità (settore commerciale, aziende pubbliche di trasporti, amministrazione pubblica a vari livelli, settore della sanità, mass media ecc.). L importanza data alla mobilità ciclistica all interno della comunità è un fattore importante di cui occorre tenere conto quando si decide la durata dei corsi e il loro costo. Se l interesse per la mobilità ciclistica è scarso, sarà più difficile convincere le persone a investire tempo e denaro in un programma di formazione dedicato alla bicicletta. In una Città Esordiente è probabile che la maggior parte delle persone non sia disposta a sostenere il prezzo effettivo di un corso dedicato alla mobilità ciclistica che prevede molte ore di lezione. Offrire il corso gratuitamente potrebbe essere un modo per superare l ostacolo, tuttavia questa scelta può avere altre conseguenze: le persone potrebbero sottovalutare il servizio che ricevono oppure potrebbero semplicemente non presentarsi al corso a cui si sono iscritte perché non hanno Programmi di formazione dedicati alla mobilità ciclistica pagina 3 di 5

4 investito nulla su di esso. Di conseguenza è consigliabile far pagare una quota agli iscritti, ma questa deve essere modesta. Come di consueto, la promozione è essenziale per il successo. In particolare nelle città con una ripartizione modale bassa dove la bicicletta è considerata un mezzo piuttosto pericoloso, è fondamentale creare un ambiente di apprendimento sicuro, piacevole e divertente. Anche se i programmi rivolti a minoranze specifiche (per esempio immigrati) potrebbero non essere adatti a Città Esordienti o Scalatrici, occorre fare ogni sforzo per non escludere queste persone dai programmi dedicati a gruppi di destinatari più ampi. Si può quindi pensare di distribuire pubblicità nelle lingue delle minoranze più diffuse nella comunità e/o di reclutare, se possibile, istruttori che fanno parte di una minoranza per poter offrire il corso anche in altre lingue. Esempi di buone pratiche: casi Caso 1 Tilburg (NL) Formazione ciclistica per donne immigrate Da oltre 25 anni il Centro per donne immigrate della città di Tilburg offre corsi di formazione dedicati alla mobilità ciclistica a donne che provengono da altre nazioni. I corsi prevedono un ora di lezione alla settimana per 10 settimane; i gruppi sono composti da persone. Il programma è finanziato dall amministrazione locale; inoltre riceve finanziamenti speciali o erogati a livello provinciale e nazionale. Le partecipanti pagano 25 a testa. Le lezioni comprendono una parte pratica in bicicletta, una parte teorica e una parte sociale; tutte e tre queste parti sono considerate ugualmente importanti. Il programma aiuta le donne in diversi modi: insegna loro a usare la bicicletta - un mezzo di trasporto rapido ed economico -, le aiuta ad aumentare la propria indipendenza e sicurezza e consente loro di fare esercizio fisico. I corsi inoltre non soltanto permettono alle donne di imparare ad andare in bicicletta, ma sono diventati un punto di incontro dove le partecipanti possono parlare e scambiarsi informazioni. I corsi si concludono con un esame finale e un attestato rilasciato a chi supera l esame. Nel 1996 a Tilburg è stato istituito lo Steunpunt Fiets (Centro supporto ciclisti). Il Centro per donne immigrate ha avuto l idea di sviluppare materiali per corsi dedicati alla mobilità in bicicletta da offrire in svariate città e paesi. Lo scopo dello Steunpunt Fiets è promuovere l integrazione e l emancipazione delle donne straniere tramite un sostegno pratico offerto in tutto il paese che consenta loro di imparare a usare la bicicletta. Immagini: Angela van der Kloof, Mobycon, Paesi Bassi Programmi di formazione dedicati alla mobilità ciclistica pagina 4 di 5

5 La responsabilità per i contenuti di questa scheda tecnica è dei soli autori. Essa non riflette necessariamente l opinione della Comunità europea. La Commissione europea non è responsabile dell uso che può essere fatto delle informazioni in essa contenute. Give Cycling a Push Ulteriori informazioni sono disponibili all indirizzo o (solo in olandese) oppure contattando Angela van der Kloof all indirizzo Tilburg è una Città Primatista, con una ripartizione modale di utilizzo della bicicletta del 30% Caso 2 Vancouver (CA) Streetwise Cycling Programme (Programma per la promozione della mobilità ciclistica) Rivolto ad adulti che potrebbero teoricamente recarsi al lavoro in bicicletta, lo Streetwise Cycling Programme promuove la Bike to Work Week (Settimana dedicata all andare al lavoro in bici) locale. I partecipanti potenziali hanno espresso interesse, ma non vanno in bicicletta da molti anni e quindi necessitano di alcune informazioni di base. Il programma - che si svolge in una sola giornata - prevede una lezione teorica in classe sul traffico, esercitazioni pratiche di guida della bicicletta in un parcheggio vuoto e un giro in bici di gruppo, della durata di 2 ore, a velocità ridotta. Il programma è gestito dalla Vancouver Area Cycling Coalition (Associazione ciclistica dell area di Vancouver). I finanziamenti necessari per avviare il programma sono stati forniti da una cooperativa di credito locale. I soldi per la gestione provengono in parte dalle quote pagate dai partecipanti e in parte da sponsorizzazioni di municipalità locali e dell azienda dei trasporti regionali della zona metropolitana di Vancouver. Ulteriori informazioni sono disponibili visitando oppure scrivendo all indirizzo Vancouver è una Città Esordiente con una ripartizione modale di utilizzo della bicicletta del 3,5%. Ringraziamenti La presente scheda tecnica è stata realizzata grazie al supporto finanziario del programma europeo Intelligent Energy Europe. Desideriamo inoltre ringraziare Accell Group per il contributo finanziario offerto per la traduzione delle schede tecniche dall inglese all italiano. Programmi di formazione dedicati alla mobilità ciclistica pagina 5 di 5

PARCHEGGI PER BICICLETTE IN AREE RESIDENZIALI

PARCHEGGI PER BICICLETTE IN AREE RESIDENZIALI Infrastrutture Give Cycling a Push INFRASTRUTTURE / PARCHEGGI PARCHEGGI PER BICICLETTE IN AREE RESIDENZIALI Visione d insieme Nelle zone residenziali tutti gli abitanti dovrebbero poter disporre di un

Dettagli

PARCHEGGI PER BICICLETTE NELLE STAZIONI DI INTERSCAMBIO

PARCHEGGI PER BICICLETTE NELLE STAZIONI DI INTERSCAMBIO Infrastrutture Give Cycling a Push INFRASTRUTTURE / TRASPORTI PUBBLICI PARCHEGGI PER BICICLETTE NELLE STAZIONI DI INTERSCAMBIO Visione d insieme La disponibilità di parcheggi e depositi per biciclette

Dettagli

INTERVENTI DI MODERAZIONE DEL TRAFFICO e MOBILITÀ CICLISTICA

INTERVENTI DI MODERAZIONE DEL TRAFFICO e MOBILITÀ CICLISTICA Infrastrutture Give Cycling a Push INFRASTRUTTURE / COLLEGAMENTI DELLA RETE INTERVENTI DI MODERAZIONE DEL TRAFFICO e MOBILITÀ CICLISTICA Visione d insieme Nelle aree residenziali con poco traffico lo spazio

Dettagli

Revisori Massimo Infunti Domenico De Leonardis

Revisori Massimo Infunti Domenico De Leonardis Autori Liyana Adjarova, Energy Agency of Plovdiv (BGR) Ina Karova, Energy Agency of Plovdiv (IT) Ioanna Lepinioti, impronta di Massimo Infunti (IT) Billy Carslaw, Camera di Commercio di Birmingham (UK)

Dettagli

BICICLETTE e AUTOBUS. Give Cycling a Push. Visione d insieme. Contesto e obiettivi. Implementazione. Infrastrutture.

BICICLETTE e AUTOBUS. Give Cycling a Push. Visione d insieme. Contesto e obiettivi. Implementazione. Infrastrutture. Infrastrutture Give Cycling a Push INFRASTRUTTURE / COLLEGAMENTI DELLA RETE BICICLETTE e AUTOBUS Visione d insieme Il traffico misto di biciclette e autobus comporta un problema di sicurezza. In teoria,

Dettagli

PISTE CICLABILI SU CORSIA RISERVATA

PISTE CICLABILI SU CORSIA RISERVATA Infrastrutture Give Cycling a Push INFRASTRUTTURE / COLLEGAMENTI DELLA RETE PISTE CICLABILI SU CORSIA RISERVATA Visione d insieme Una pista ciclabile su corsia riservata è uno spazio sulla strada riservato

Dettagli

Stefania Elibani ADULTI E BAMBINI IN CITTA : EMOZIONI, CONSAPEVOLEZZA E RESPONSABILITA

Stefania Elibani ADULTI E BAMBINI IN CITTA : EMOZIONI, CONSAPEVOLEZZA E RESPONSABILITA Stefania Elibani ADULTI E BAMBINI IN CITTA : EMOZIONI, CONSAPEVOLEZZA E RESPONSABILITA Nel titolo di questa giornata, Bambini e bambine nella loro città, si usa un aggettivo possessivo che suona improprio;

Dettagli

PISTE CICLABILI IN SEDE PROPRIA

PISTE CICLABILI IN SEDE PROPRIA Infrastrutture Give Cycling a Push INFRASTRUTTURE / COLLEGAMENTI DELLA RETE PISTE CICLABILI IN SEDE PROPRIA Visione d insieme Una pista ciclabile in sede propria è l infrastruttura ciclabile di qualità

Dettagli

PARCHEGGI PER BICICLETTE NEL CENTRO CITTADINO

PARCHEGGI PER BICICLETTE NEL CENTRO CITTADINO Infrastrutture Give Cycling a Push INFRASTRUTTURE / PARCHEGGI PARCHEGGI PER BICICLETTE NEL CENTRO CITTADINO Visione d insieme Tutte le città che vogliono promuovere realmente la mobilità ciclistica devono

Dettagli

INCROCI CON ROTATORIA

INCROCI CON ROTATORIA Infrastrutture Give Cycling a Push INFRASTRUTTURE / INCROCI E ATTRAVERSAMENTI INCROCI CON ROTATORIA Visione d insieme Le rotatorie semplici a una sola corsia costituiscono il tipo di incrocio più sicuro

Dettagli

Studenti di oggi cittadini di domani: lezioni di mobilità e sicurezza in strada

Studenti di oggi cittadini di domani: lezioni di mobilità e sicurezza in strada Studenti di oggi cittadini di domani: lezioni di mobilità e sicurezza in strada Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Agenzia per la Mobilità EDUCAZIONE STRADALE TRA SCUOLA E FAMIGLIA L educazione

Dettagli

proposte per la realizzazione di percorsi sicuri casa-scuola a Padova COMUNE di PADOVA

proposte per la realizzazione di percorsi sicuri casa-scuola a Padova COMUNE di PADOVA proposte per la realizzazione di percorsi sicuri casa-scuola a Padova COMUNE di PADOVA REALIZZATO DA Comune di Padova Settore Ambiente Informambiente CAPO SETTORE Patrizio Mazzetto A CURA DI Antonella

Dettagli

IN EUROPA - BEST PRACTICES DELLE POLITICHE A FAVORE DELLA BICICLETTA

IN EUROPA - BEST PRACTICES DELLE POLITICHE A FAVORE DELLA BICICLETTA IN EUROPA - BEST PRACTICES DELLE POLITICHE A FAVORE DELLA BICICLETTA Le politiche a favore della bicicletta in Olanda Mario Fruianu Dipartimento Trasporti Regionali - Ministero Olandese dei Trasporti e

Dettagli

Il Manuale per gli Insegnanti Come organizzare il Gioco del Traffico nella tua scuola

Il Manuale per gli Insegnanti Come organizzare il Gioco del Traffico nella tua scuola Il Manuale per gli Insegnanti Come organizzare il Gioco del Traffico nella tua scuola Indice 1. INTRODUZIONE 3 1.1 Cos è il Gioco del Traffico? 3 1.2 Perché partecipare al Gioco del Traffico? 3 1.3 Tempistica

Dettagli

In Italia il record delle Ztl

In Italia il record delle Ztl del 20 settembre 2013 In Italia il record delle Ztl 19 Settembre 2013 Un inaspettato primato per il nostro paese: quello delle zone a traffico limitato. In Italia, se ne contano più di 100. IN QUESTO,

Dettagli

In bici ci piace! Percorso di educazione stradale e alla mobilità sostenibile per la scuola primaria

In bici ci piace! Percorso di educazione stradale e alla mobilità sostenibile per la scuola primaria Ciclobby onlus Via P Borsieri, 4/E 20159 Milano Tel e Fax 02-69311624 wwwciclobbyit segreteria@ciclobbyit amministrazione@ciclobbyit In bici ci piace! Percorso di educazione stradale e alla mobilità sostenibile

Dettagli

FASTER. EASIER. COOLER.

FASTER. EASIER. COOLER. FASTER. EASIER. COOLER. BiTiBi. La responsabilità dei contenuti etc. è unicamente dell autore e non riflette necessariamente l opinione dell Unione Europea. Né l EASME né la Commissione Europea sono responsabili

Dettagli

Gestione aziendale della salute

Gestione aziendale della salute business Gestione aziendale della salute Il nostro sostegno per la salute dei collaboratori Soluzioni assicurative adattate in base alle vostre specifiche esigenze www.visana-business.ch Con metodo verso

Dettagli

La nuova iniziativa scolastica. Il Gioco del serpente del traffico. Manuale per gli insegnanti

La nuova iniziativa scolastica. Il Gioco del serpente del traffico. Manuale per gli insegnanti La nuova iniziativa scolastica Il Gioco del serpente del traffico Manuale per gli insegnanti Indice 1. IL GIOCO DEL SERPENTE DEL TRAFFICO: COS è E PERCHé?...3 2. SCOPO DEL GIOCO...4 Vantaggi del gioco...

Dettagli

I Corsi SNAPform 2015 Life in Progress Work in Progress Counselor in Progress

I Corsi SNAPform 2015 Life in Progress Work in Progress Counselor in Progress I Corsi SNAPform 2015 Life in Progress Work in Progress Counselor in Progress Chi si Forma non si ferma! www.snapform.it info@snapform.it Corsi LIFE IN PROGRESS Il counseling per la vita di tutti i giorni

Dettagli

volontario e lo puoi fare bene».

volontario e lo puoi fare bene». «Ho imparato che puoi fare il volontario e lo puoi fare bene». Int. 8 grandi eventi e partecipazione attiva Una fotografia dei volontari a EXPO 2015 Dott.sa Antonella MORGANO Dip. di Filosofia, Pedagogia,

Dettagli

Education at a Glance 2010: OECD Indicators. Uno sguardo sull istruzione: indicatori OCSE. Summary in Italian. Sintesi in italiano

Education at a Glance 2010: OECD Indicators. Uno sguardo sull istruzione: indicatori OCSE. Summary in Italian. Sintesi in italiano Education at a Glance 2010: OECD Indicators Summary in Italian Uno sguardo sull istruzione: indicatori OCSE Sintesi in italiano Nell area OCSE, i governi stanno cercando di rendere più efficace il sistema

Dettagli

Progetto TI MUOVI. Sottoprogetto LA STRADA E LE SUE REGOLE

Progetto TI MUOVI. Sottoprogetto LA STRADA E LE SUE REGOLE Progetto TI MUOVI Sottoprogetto LA STRADA E LE SUE REGOLE LA BUONA STRADA A cura della I A (anno scolastico 2009-2010) Scuola secondaria di primo grado CARLO LEVI - I.C. King GRUGLIASCO IL NOSTRO PERCORSO

Dettagli

Le 5 lezioni per dupplicare il tuo metodo di fare

Le 5 lezioni per dupplicare il tuo metodo di fare J.AThePowerOfSponsorship'' Di Giuseppe Angioletti http://www.segretidei7uero.altervista.org http://www.facebook.com/angiolettigiuseppe Le 5 lezioni per dupplicare il tuo metodo di fare Network Marketing

Dettagli

LA MOBILITA SOSTENIBILE A ROMA TRE ESPERIENZE DI MOBILITY MANAGEMENT NELL UNIVERSITA

LA MOBILITA SOSTENIBILE A ROMA TRE ESPERIENZE DI MOBILITY MANAGEMENT NELL UNIVERSITA LA MOBILITA SOSTENIBILE A ROMA TRE ESPERIENZE DI MOBILITY MANAGEMENT NELL UNIVERSITA DECRETO 27 MARZO 1998 A seguito dell emanazione del Decreto 27 marzo 1998 del Ministero dell Ambiente, l Università

Dettagli

PARCHEGGI E DEPOSITI PER BICICLETTE

PARCHEGGI E DEPOSITI PER BICICLETTE Infrastrutture Give Cycling a Push INFRASTRUTTURE / PARCHEGGI PARCHEGGI E DEPOSITI PER BICICLETTE Visione d insieme Piccoli parcheggi per biciclette distribuiti in modo capillare - per esempio supporti

Dettagli

ADM Associazione Didattica Museale. Progetto Educare alla Scienza con le mani e con il cuore

ADM Associazione Didattica Museale. Progetto Educare alla Scienza con le mani e con il cuore ADM Associazione Didattica Museale Progetto Educare alla Scienza con le mani e con il cuore EST a Scuola: mission impossible? Suddivisione degli insegnanti in 3 gruppi. Ogni gruppo deve affrontare 3 problemi

Dettagli

LABOR ABILITA AIAS di Milano ONLUS progetto LABOR ABILITA 2012

LABOR ABILITA AIAS di Milano ONLUS progetto LABOR ABILITA 2012 LABOR ABILITA LABOR ABILITA Obiettivi Fornire ai quadri e ai dirigenti delle aziende una formazione sulla disabilità che permetta di inserire nel modo più adeguato lavoratori appartenenti a categorie protette

Dettagli

Nota di sintesi ANALISI DELLE POLITICHE EDUCATIVE. Overview. Education Policy Analysis. Analisi delle politiche educative

Nota di sintesi ANALISI DELLE POLITICHE EDUCATIVE. Overview. Education Policy Analysis. Analisi delle politiche educative Nota di sintesi ANALISI DELLE POLITICHE EDUCATIVE Overview Education Policy Analysis Analisi delle politiche educative Le note di sintesi sono degli stralci di pubblicazioni dell OCSE. Sono disponibili

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

Premessa. Sintesi dei risultati dell indagine pag. 1. Scheda metodologica e composizione del campione pag. 3

Premessa. Sintesi dei risultati dell indagine pag. 1. Scheda metodologica e composizione del campione pag. 3 Indice Premessa Sintesi dei risultati dell indagine pag. 1 Scheda metodologica e composizione del campione pag. 3 L utilizzo delle bicicletta nella Città di Torino pag. 6 Bicicletta in Città gruppi a confronto

Dettagli

Oggetto: Comparazione costi - benefici tra modalità alternative di diffusione delle acquisizioni dei progetti

Oggetto: Comparazione costi - benefici tra modalità alternative di diffusione delle acquisizioni dei progetti allegato alla deliberazione n.04/070 del Consiglio Direttivo n.04/2008 del 28 maggio 2008 Oggetto: Comparazione costi - benefici tra modalità alternative di diffusione delle acquisizioni dei progetti Il

Dettagli

CHAMP Indagine sulla conflittualità in strada

CHAMP Indagine sulla conflittualità in strada CHAMP Indagine sulla conflittualità in strada Risultati del sondaggio sulla conflittualità tra pedoni e ciclisti a Bolzano Bolzano, 20 dicembre 2013 Ökoinstitut Südtirol / Alto Adige Talfergasse 2, I-39100

Dettagli

Primi Passi Guadagno

Primi Passi Guadagno Primi Passi Guadagno Online Questo è un report gratuito. E possibile la sua distribuzione, senza alterare i contenuti, gratuitamente. E vietata la vendita INTRODUZIONE Mai come in questo periodo è scoppiato

Dettagli

Guida per il dirigente

Guida per il dirigente INTRODUZIONE Vi sono grandi bisogni fra noi. Molti membri non sono autosufficienti e non sono capaci di provvedere alle necessità spirituali e materiali della vita propria e della propria famiglia 1. Portare

Dettagli

I fattori di rischio sanitario legati al traffico

I fattori di rischio sanitario legati al traffico POSSIBILI AZIONI COMUNI PER IL MIGLIORAMENTO DEI DETERMINANTI AMBIENTALI E SOCIALI DI SALUTE I fattori di rischio sanitario legati al traffico LA MOBILITA SOSTENIBILE costruzione delle competenze per rendere

Dettagli

Scheda 4 «Mobilità sostenibile» LA SOSTENIBILITÀ ECONOMICA DELLA MOBILITÀ. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Scheda 4 «Mobilità sostenibile» LA SOSTENIBILITÀ ECONOMICA DELLA MOBILITÀ. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Scheda 4 «Mobilità sostenibile» LA SOSTENIBILITÀ ECONOMICA DELLA MOBILITÀ GREEN JOBS Formazione e Orientamento Il tema della mobilità sostenibile può essere visto da un particolare punto di vista cioè

Dettagli

[NRG] Power Sponsoring Video#5 Trascrizione del video :

[NRG] Power Sponsoring Video#5 Trascrizione del video : [NRG] Power Sponsoring Video#5 Trascrizione del video : "Come essere pagato per generare contatti " Bene, oggi parliamo di soldi, e come farne di più, a partire proprio da ora, nel tuo business. Quindi,

Dettagli

Mobilità e sicurezza Consigli per i genitori di bambini dai 3 ai 7 anni. Con il sostegno del

Mobilità e sicurezza Consigli per i genitori di bambini dai 3 ai 7 anni. Con il sostegno del Mobilità e sicurezza Consigli per i genitori di bambini dai 3 ai 7 anni Con il sostegno del Cari genitori Come madre di famiglia ne ho fatto anch io l esperienza: non appena i bambini hanno imparato a

Dettagli

Informazioni per comitati scolastici, autorità, associazioni regionali/nazionali su mobilità ed educazione

Informazioni per comitati scolastici, autorità, associazioni regionali/nazionali su mobilità ed educazione Informazioni per comitati scolastici, autorità, associazioni regionali/nazionali su mobilità ed educazione Scheda informativa 2 MISURE PER IL MOBILITY MANAGEMENT NELLE SCUOLE Annibale, il serpente sostenibile

Dettagli

Assessorato Politiche Giovanili. CORSO DI GUIDA SICURA 2010 Relazione conclusiva

Assessorato Politiche Giovanili. CORSO DI GUIDA SICURA 2010 Relazione conclusiva Assessorato Politiche Giovanili CORSO DI GUIDA SICURA 2010 Relazione conclusiva IL PROGETTO NON GUIDARE COME LUI Corsi di guida sicura DESTINATARI 25 giovani (patentati) residenti a Sesto di età compresa

Dettagli

Certifica il tuo Italiano. La lingua per conoscere e farsi conoscere

Certifica il tuo Italiano. La lingua per conoscere e farsi conoscere Ministero della Pubblica Istruzione Osservatorio nazionale per l integrazione degli alunni stranieri e per l educazione interculturale Certifica il tuo Italiano. La lingua per conoscere e farsi conoscere

Dettagli

SCHEDA 4. Quarto Congresso Internazionale su Attività fisica, Invecchiamento e Sport Heidelberg, Germania, agosto 1996

SCHEDA 4. Quarto Congresso Internazionale su Attività fisica, Invecchiamento e Sport Heidelberg, Germania, agosto 1996 SCHEDA 4 Le Linee guida di Heidelberg per la promozione dell attività fisica per le persone anziane (The Heidelberg Guidelines for promoting physical activity among older persons) Quarto Congresso Internazionale

Dettagli

INDAGINE SULLA MOBILITÀ NELLA PROVINCIA DI ANCONA

INDAGINE SULLA MOBILITÀ NELLA PROVINCIA DI ANCONA INDAGINE SULLA MOBILITÀ NELLA PROVINCIA DI ANCONA 1 2011 OBIETTIVI DELL INDAGINE Fornire un un contributo conoscitivo sugli attuali comportamenti di mobilità in sei principali comuni della provincia di

Dettagli

Un analisi su teenager e multimedialità, partendo dai dati della ricerca DOXA Junior 2007

Un analisi su teenager e multimedialità, partendo dai dati della ricerca DOXA Junior 2007 Un analisi su teenager e multimedialità, partendo dai dati della ricerca DOXA Junior 2007 KIDS & CO Il più completo sistema di ricerche dedicato al mondo 0-18 anni Doxa Junior, Baby&Teens I principali

Dettagli

I pet owner in Italia Approccio alla salute e al benessere animale

I pet owner in Italia Approccio alla salute e al benessere animale I pet owner in Italia Approccio alla salute e al benessere animale ! " " #$%&''& (% % )*+ %&,-...''/ Nota Metodologica %0"1'.0"1 2 &34,3 $!"# " $!% &' ( )* + ),-+ +.. +! ++ +./0112" "*0".. -*3*4/ 4141"051012"-*3*4/6.0(

Dettagli

ACI ISTAT 2011: MENO INCIDENTI (-2,7%), MORTI (-5,6%) E FERITI

ACI ISTAT 2011: MENO INCIDENTI (-2,7%), MORTI (-5,6%) E FERITI Roma, 31 ottobre 2012 ACI ISTAT 2011: MENO INCIDENTI (-2,7%), MORTI (-5,6%) E FERITI (-3,5%) Obiettivo UE 2010 (-50% morti sulle strade): Italia non raggiunge target nemmeno nel 2011 ma fa meglio della

Dettagli

ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI NELLA PROVINCIA DI SIENA DICEMBRE 2010

ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI NELLA PROVINCIA DI SIENA DICEMBRE 2010 ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI NELLA PROVINCIA DI SIENA DICEMBRE 2010 INDICE Introduzione.3 1. Il settore sociale 3 2. Il settore dello spettacolo.5 3. Il settore della sicurezza..6 4.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

Ciclabilità teoria e tecnica

Ciclabilità teoria e tecnica City Ferrara 22 ottobre 2010 Ciclabilità teoria e tecnica Ing. Marco Passigato Mobility Manager dell Università degli studi di Verona Consigliere nazionale Federazione Italiana Amici della Bicicletta www://marco.passigato.free.fr

Dettagli

Green Mobility - un piano d azione per il futuro

Green Mobility - un piano d azione per il futuro Green Mobility - un piano d azione per il futuro Annette Kayser Project Manager, M. Sc. Città di Copenhagen La Regione dell Øresund 2,4 milioni di abitanti nella Regione. ¾ di questi nella parte Danese

Dettagli

LA CARTA DI TORONTO COME STRUMENTO A SUPPORTO DELL ATTUAZIONE DEGLI IMPEGNI ISTITUZIONALI: NELLA DIMENSIONE NAZIONALE

LA CARTA DI TORONTO COME STRUMENTO A SUPPORTO DELL ATTUAZIONE DEGLI IMPEGNI ISTITUZIONALI: NELLA DIMENSIONE NAZIONALE LA CARTA DI TORONTO COME STRUMENTO A SUPPORTO DELL ATTUAZIONE DEGLI IMPEGNI ISTITUZIONALI: NELLA DIMENSIONE NAZIONALE Dott.ssa Daniela Galeone 6 Corso Girolamo Mercuriale DARE ATTUAZIONE ALLA CARTA DI

Dettagli

STUDENTI DELL UNIVERSITA DI PAVIA: LE RISPOSTE APERTE AL QUESTIONARIO SPOSTAMENTI CASA-UNIVERSITA 1

STUDENTI DELL UNIVERSITA DI PAVIA: LE RISPOSTE APERTE AL QUESTIONARIO SPOSTAMENTI CASA-UNIVERSITA 1 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali STUDENTI DELL UNIVERSITA DI PAVIA: LE RISPOSTE APERTE AL QUESTIONARIO SPOSTAMENTI CASA-UNIVERSITA 1 Sabrina Spaghi Università

Dettagli

PECULIARITA DELLE BICI ELETTRICHE:

PECULIARITA DELLE BICI ELETTRICHE: E - BIKE Con questa breve presentazione Rinnova Energia srl vuole descrivere uno dei propri ambiti operativi: la mobilità elettrica. Tramite brevi, semplici ed intuitive slides si descrivono le principali

Dettagli

I bambini amano parlare inglese con Pingu s English!

I bambini amano parlare inglese con Pingu s English! I bambini amano parlare inglese con Pingu s English! Nella vita poche cose contano di più dell educazione e del futuro di tuo figlio. Pingu s English gli insegnerà le nozioni fondamentali della lingua

Dettagli

Velocity VELOCITY è un azienda italiana, giovane e dinamica

Velocity VELOCITY è un azienda italiana, giovane e dinamica CATALOGO 2014 Velocity VELOCITY è un azienda italiana, giovane e dinamica che da più di 3 anni produce biciclette elettriche in Italia. Lo sviluppo della componentistica è frutto di una forte sinergia

Dettagli

LINGUE E SETTORE PUBBLICO

LINGUE E SETTORE PUBBLICO LUCIDE Kit: LINGUE E SETTORE PUBBLICO Punti chiave Nelle nostre comunità multilingui, coloro che forniscono servizi al pubblico lavorano con parlanti di lingue diverse, e spesso impiegano personale che

Dettagli

Giftsitter: il nuovo modo per ricevere i regali

Giftsitter: il nuovo modo per ricevere i regali Giftsitter: il nuovo modo per ricevere i regali di Redazione Sicilia Journal - 03, ott, 2014 http://www.siciliajournal.it/giftsitter-modo-per-ricevere-i-regali/ liste regalo: semplice, intuitiva, veloce.

Dettagli

Mobility management e ciclabilità al Politecnico

Mobility management e ciclabilità al Politecnico Mobility management e ciclabilità al Politecnico Intervista di Governance International con l Arch. Enrico Prevedello, mobility manager al Politecnico di Milano Introduzione Secondo le statistiche, Milano

Dettagli

AGGREGAZIONE COMUNI PROVINCIA DI AVELLINO CAPOFILA COMUNE DI FRIGENTO

AGGREGAZIONE COMUNI PROVINCIA DI AVELLINO CAPOFILA COMUNE DI FRIGENTO Stradale. Procedura concorsuale per l'assegnazione di contributi finanziari ai Regione Campania Decreto Dirigenziale 54 del 25/03/2013 COMUNI AZIONI PER LA SICUREZZA STRADALE PREMESSA...3 SETTORE A...3

Dettagli

INDAGINE SUL CICLOTURISMO IN TRENTINO. - estate 2009 -

INDAGINE SUL CICLOTURISMO IN TRENTINO. - estate 2009 - Osservatorio Provinciale per il Turismo Servizio Turismo - Provincia Autonoma Trento www.turismo.provincia.tn.it/osservatorio/ Ufficio Piste ciclopedonali Servizio Conservazione della natura e valorizzazione

Dettagli

CONFERENZA PRESIDENTI 2010 Moderazione del traffico e ciclabilità diffusa Esperienze concrete e buone pratiche di comunicazione

CONFERENZA PRESIDENTI 2010 Moderazione del traffico e ciclabilità diffusa Esperienze concrete e buone pratiche di comunicazione FIAB Moderazione del traffico e ciclabilità diffusa Esperienze concrete e buone pratiche di comunicazione Mobilità e sicurezza: monitorabilità degli Obiettivi Edoardo Galatola Responsabile Sicurezza FIAB

Dettagli

Breve descrizione del sistema di gestione della qualità ISEMOA

Breve descrizione del sistema di gestione della qualità ISEMOA Breve descrizione del sistema di gestione della qualità ISEMOA www.isemoa.eu Il progetto ISEMOA è iniziato nel Maggio 2010 e durerà fino al Maggio 2013. ISEMOA è cofinanziato dall Unione Europea con il

Dettagli

Il mestiere d insegnare un mestiere

Il mestiere d insegnare un mestiere Fondazione ENAC Lombardia C.F.P. Canossa Bagnolo Mella Il mestiere d insegnare un mestiere Chi siamo e cosa proponiamo anno formativo 2012/2013 Fondazione ENAC Lombardia C.F.P. Canossa Bagnolo Mella Cosa

Dettagli

6) Modalità per la richiesta e l erogazione del contributo

6) Modalità per la richiesta e l erogazione del contributo BANDO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER L INCENTIVAZIONE ALL ACQUISTO DI AUTO ELETTRICHE, VEICOLI ELETTRICI E BICICLETTE A PEDALATA ASSISTITA ELETTRICAMENTE Visto il Decreto 27 Marzo 1998 del Ministero

Dettagli

siamo tutti pedoni pedoni muoiono ogni anno IL TEMA campagna nazionale per la sicurezza degli utenti deboli della strada

siamo tutti pedoni pedoni muoiono ogni anno IL TEMA campagna nazionale per la sicurezza degli utenti deboli della strada campagna nazionale per la sicurezza degli utenti deboli della strada siamo tutti pedoni 2013 PREMESSSA La campagna Siamo tutti pedoni è parte di Piedi per terra, un progetto più ampio che ha l'obiettivo

Dettagli

D 6 Guida alle attività di training sul tema del mobility management nelle aree residenziali

D 6 Guida alle attività di training sul tema del mobility management nelle aree residenziali ADD HOME D 6 Guida alle attività di training sul tema del mobility management nelle aree residenziali MOBILITY MANAGEMENT PER LE AREE RESIDENZIALI DALLA DIPENDENZA DALL AUTO A UNA SCELTA LIBERA Supported

Dettagli

Progetto formativo e di orientamento per attività di tirocinio relativo alla convenzione sottoscritta tra il Politecnico di Torino

Progetto formativo e di orientamento per attività di tirocinio relativo alla convenzione sottoscritta tra il Politecnico di Torino Progetto formativo e di orientamento per attività di tirocinio relativo alla convenzione sottoscritta tra il Politecnico di Torino e l'azienda PROVINCIA DI TORINO Monitoraggio degli spostamenti casa scuola

Dettagli

A SCUOLA DA SOLI. Progetto di educazione alla mobilità sostenibile I risultati del questionario

A SCUOLA DA SOLI. Progetto di educazione alla mobilità sostenibile I risultati del questionario A SCUOLA DA SOLI Progetto di educazione alla mobilità sostenibile I risultati del questionario Il questionario A Scuola Da Soli è stato distribuito durante l'anno scolastico 2003/2004 agli studenti di

Dettagli

Accogliere e trattenere i volontari in associazione. Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile

Accogliere e trattenere i volontari in associazione. Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile Accogliere e trattenere i volontari in associazione Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile Accoglienza Ogni volontario dovrebbe fin dal primo incontro con l associazione, potersi sentire accolto e a proprio

Dettagli

L integrazione tra ciclo del fund raising e ciclo del grant making

L integrazione tra ciclo del fund raising e ciclo del grant making Raccolta fondi IDEE E STRUMENTI L integrazione tra ciclo del fund raising e ciclo del grant making di Valerio Melandri* e Francesco Santini** Fund raising e grant making sono due facce della stessa medaglia.

Dettagli

competenza... per Sanacare è sinonimo di preparazione specialistica e sociale. Nell assistenza quotidiana e nel trattamento dei nostri pazienti.

competenza... per Sanacare è sinonimo di preparazione specialistica e sociale. Nell assistenza quotidiana e nel trattamento dei nostri pazienti. fiducia... richiede tempo. Noi ci prendiamo il tempo necessario per un colloquio personale, per una diagnosi approfondita e per un trattamento individuale. Vi offriamo una consulenza personale I medici

Dettagli

Revisori Massimo Infunti Domenico De Leonardis

Revisori Massimo Infunti Domenico De Leonardis Autori Liyana Adjarova, Energy Agency of Plovdiv (BGR) Ina Karova, Energy Agency of Plovdiv (IT) Ioanna Lepinioti, impronta di Massimo Infunti (IT) Billy Carslaw, Camera di Commercio di Birmingham (UK)

Dettagli

A, BiCi PERCORSI DI ALFABETIZZAZIONE ALLA MOBILITA SOSTENIBILE. Mario Castoldi Silvia Malaguti

A, BiCi PERCORSI DI ALFABETIZZAZIONE ALLA MOBILITA SOSTENIBILE. Mario Castoldi Silvia Malaguti PERCORSI DI ALFABETIZZAZIONE ALLA MOBILITA SOSTENIBILE Mario Castoldi Silvia Malaguti 1 Eppur si muove! Anche Milano, nonostante la crescente ostilità dell ambiente urbano nei confronti dei mezzi a due

Dettagli

DIVENTARE ED ESSERE UN DIRIGENTE SPORTIVO A MODENA

DIVENTARE ED ESSERE UN DIRIGENTE SPORTIVO A MODENA DIVENTARE ED ESSERE UN DIRIGENTE SPORTIVO A MODENA Un percorso di professionalizzazione dei Dirigenti sportivi Modenesi Bando di Indizione Programma Scheda di iscrizione Il Contesto di riferimento Il movimento

Dettagli

Il Pubblico di Mostre e Musei in Piemonte 2001

Il Pubblico di Mostre e Musei in Piemonte 2001 Il Pubblico di Mostre e Musei in Piemonte 2001 Sintesi realizzata per l incontro "Il pubblico di musei e mostre a Torino e in Piemonte nel 2001" mercoledì 10 luglio 2002 Le tessere di libero accesso ai

Dettagli

Lavorare dove inizia il futuro.

Lavorare dove inizia il futuro. Lavorare dove inizia il futuro. Volete una carriera con un futuro? Allora unitevi al team di Swiss Life. 2 Lavorare dove inizia il futuro. Swiss Life investe nel futuro dei suoi collaboratori. E voi? Chi

Dettagli

Biciclette elettriche. Comodi e sicuri alla meta

Biciclette elettriche. Comodi e sicuri alla meta Biciclette elettriche Comodi e sicuri alla meta Pedalare senza fatica, andare più veloci e superare le salite con uno sforzo moderato. L assistenza del motore elettrico offre molti vantaggi. L upi e l

Dettagli

Delega al Benessere studentesco Michele Rostan

Delega al Benessere studentesco Michele Rostan Delega al Benessere studentesco Michele Rostan L agenda della delega riguarda quattro aree di intervento: 1) conoscere il profilo degli studenti, 2) sostenere l attività di studio, 3) facilitare la mobilità

Dettagli

Oggetto: verso una città sostenibile dei bambini e delle bambine strade per bambini, strade per tutti

Oggetto: verso una città sostenibile dei bambini e delle bambine strade per bambini, strade per tutti Alla cortese attenzione - del Sindaco, la d.ssa Annamaria Morelli - dell Assessore alla cultura e pubblica istruzione, la d.ssa Perlita Serra - e.p.c. al dirigente scolastico, la d.ssa Daniela Carminati

Dettagli

CITTADINI EUROPEI e PROPRIETÀ INTELLETTUALE: PERCEZIONE, CONSAPEVOLEZZA E COMPORTAMENTO SINTESI

CITTADINI EUROPEI e PROPRIETÀ INTELLETTUALE: PERCEZIONE, CONSAPEVOLEZZA E COMPORTAMENTO SINTESI CITTADINI EUROPEI e PROPRIETÀ INTELLETTUALE: PERCEZIONE, CONSAPEVOLEZZA E COMPORTAMENTO SINTESI CITTADINI EUROPEI e PROPRIETÀ INTELLETTUALE: PERCEZIONE, CONSAPEVOLEZZA E COMPORTAMENTO SINTESI CITTADINI

Dettagli

I. Introduzione. 1. Qualisonogliobiettividelrisparmioenergeticonellescuoledel50/50?

I. Introduzione. 1. Qualisonogliobiettividelrisparmioenergeticonellescuoledel50/50? Con il supporto di I. Introduzione 1. Qualisonogliobiettividelrisparmioenergeticonellescuoledel50/50? L'idea di questo progetto, basato sull esperienza di Euronet 50/50, è quella di diffonderne la metodologia

Dettagli

QUESTIONARIO SULLA MOBILITÀ SCOLASTICA

QUESTIONARIO SULLA MOBILITÀ SCOLASTICA QUESTIONARIO SULLA MOBILITÀ SCOLASTICA Scuola Classe Età Sesso. 1. Dove abiti? 2. Come sei venuto oggi a scuola? A piedi In bicicletta In autobus (urbano) In automobile In autobus (extraurbano) Altro.

Dettagli

Esperienze e valutazione della formazione

Esperienze e valutazione della formazione Contenuti TRANSPORT LEARNING Esperienze e valutazione della Caro lettore, Il materiale di è ora disponibile gratuitamente in 9 lingue! Esperienze di : La metodologia TRANSPORT LEARNING... 2 Valutazione

Dettagli

GRUPPO DEI PARI E APPRENDIMENTO COOPERATIVO COME STRATEGIA COMPENSATIVA PER I BES

GRUPPO DEI PARI E APPRENDIMENTO COOPERATIVO COME STRATEGIA COMPENSATIVA PER I BES GRUPPO DEI PARI E APPRENDIMENTO COOPERATIVO COME STRATEGIA COMPENSATIVA PER I BES Ciò che i bambini sanno fare insieme oggi, domani sapranno farlo da soli ( Lev VYGOTSKJJ) IX CONVEGNO DI RIMINI SULLA QUALITA

Dettagli

Music Marketing. come imparare a promuovere la propria band. in maniera autonoma studiando e applicando

Music Marketing. come imparare a promuovere la propria band. in maniera autonoma studiando e applicando Music Marketing come imparare a promuovere la propria band in maniera autonoma studiando e applicando le attuali strategie di marketing legate al mondo della musica. MUSIC MARKETING Molto spesso, come

Dettagli

Gestione delle generazioni

Gestione delle generazioni Gestione delle generazioni Helsana Business Health Il cambiamento demografico come opportunità Generazioni diverse: stimoli e sfide specifici Misure a livello di impresa «Il cambiamento demografico è inarrestabile.

Dettagli

PROPOSTA DI DELIBERA DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO DEMO ANAGRAFICO E SOCIO CULTURALE. Data avvio Proposta : 21/09/2012

PROPOSTA DI DELIBERA DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO DEMO ANAGRAFICO E SOCIO CULTURALE. Data avvio Proposta : 21/09/2012 PROPOSTA DI DELIBERA DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO DEMO ANAGRAFICO E SOCIO CULTURALE Data avvio Proposta : 21/09/2012 Illustrano l argomento OGGETTO: ESAME ED APPROVAZIONE DEL PIANO ANNUALE COMUNALE PER

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

I VOLONTARI SONO IL DELLE ORGANIZZAZIONI SPORTIVE Corso per Dirigenti Calvisano ( BS ) 1 marzo 2014

I VOLONTARI SONO IL DELLE ORGANIZZAZIONI SPORTIVE Corso per Dirigenti Calvisano ( BS ) 1 marzo 2014 Corso per Dirigenti Calvisano ( BS ) 1 marzo 2014 LA GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI VOLONTARI L importanza critica del fattore umano Le persone trasformano le risorse nei servizi Nell erogazione di servizi

Dettagli

Dichiarazione dei diritti dell uomo

Dichiarazione dei diritti dell uomo Dichiarazione dei diritti dell uomo Politica dei diritti sul posto di lavoro Per noi è importante il rapporto che abbiamo con i nostri dipendenti. Il successo della nostra azienda dipende da ogni singolo

Dettagli

La voce dei donatori

La voce dei donatori La voce dei donatori Uno studio sul grado di soddisfazione e di efficienza percepita dai Donatori nei confronti dell organizzazione e delle attività dell Avis Comunale RE www.avis.re.it Gli obiettivi della

Dettagli

Le forme di promozione nei mercati esteri. Michela Floris micfloris@unica.it

Le forme di promozione nei mercati esteri. Michela Floris micfloris@unica.it Le forme di promozione nei mercati esteri Michela Floris micfloris@unica.it Cos è la promozione La promozione riguarda tutto quanto può informare il potenziale compratore circa il prodotto e può indurlo

Dettagli

La radio a scuola: l esperienza lombarda della trasmissione La porta accanto Marie Pierre Bartesaghi, Atelier Radio

La radio a scuola: l esperienza lombarda della trasmissione La porta accanto Marie Pierre Bartesaghi, Atelier Radio La radio a scuola: l esperienza lombarda della trasmissione La porta accanto Marie Pierre Bartesaghi, Atelier Radio La storia di questo tipo d esperimento risale all inizio degli anni 80 quando, in Francia,

Dettagli

Appello all azione: 10 interventi chiave per portare più gente in bicicletta più spesso in Europa

Appello all azione: 10 interventi chiave per portare più gente in bicicletta più spesso in Europa Appello all azione: 10 interventi chiave per portare più gente in bicicletta più spesso in Europa Manifesto dell'ecf per le elezioni al Parlamento Europeo del 2014 versione breve ECF gratefully acknowledges

Dettagli

incrementa il tuo business

incrementa il tuo business incrementa il tuo business 1 mission L attività di marketing si concretizza attraverso l elaborazione di un progetto specifico proposto ai nostri partners. L intento? Quello di raggiungere maggior successo,

Dettagli

IL MOVIMENTO DEGLI ANZIANI

IL MOVIMENTO DEGLI ANZIANI IL MOVIMENTO DEGLI ANZIANI Cursus est certus aetatis L età procede con passo costante (Catone il Vecchio, De Senectute X, 33) 2 Contesto La popolazione anziana è una parte importante della popolazione

Dettagli

Stato della sicurezza stradale in Italia: priorità. utenti deboli

Stato della sicurezza stradale in Italia: priorità. utenti deboli Stato della sicurezza stradale in Italia: priorità delle politiche nazionali e protezione degli utenti deboli LE DIMENSIONI QUANTITATIVE In Italia, nel 2011, si sono registrati 205.638 incidenti stradali.

Dettagli

Incontro pubblico di presentazione del Piano d Azione per l Energia Sostenibile (PAES) Latina, 24 ottobre 2013

Incontro pubblico di presentazione del Piano d Azione per l Energia Sostenibile (PAES) Latina, 24 ottobre 2013 Facoltà di Ingegneria civile e industriale Polo di Latina Incontro pubblico di presentazione del Piano d Azione per l Energia Sostenibile (PAES) Latina, 24 ottobre 2013 Progetto Scuola IL LABORATORIO DELLA

Dettagli