Terza rilevazione dati fornitori. beni e servizi e occupati diretti. di eni Distretto Meridionale (DIME)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Terza rilevazione dati fornitori. beni e servizi e occupati diretti. di eni Distretto Meridionale (DIME)"

Transcript

1 Relazione N : Pag. 1 di 34 ENI Divisione Exploration & Production DIME Distretto Meridionale 0

2 Pag. 2 di 34 INDICE 1. PREMESSA GLI OCCUPATI DIRETTI DI ENI DISTRETTO MERIDIONALE L INDOTTO DIRETTO DI ENI DISTRETTO MERIDIONALE A. METODOLOGIA D INDAGINE B. ANALISI DESCRITTIVA DEI DATI C. LA FORMAZIONE PROFESSIONALE NELL INDOTTO DIME D. AZIONI INTRAPRESE DALLE AZIENDE IN CONSIDERAZIONE DI QUANTO PREVISTO DAL PROTOCOLLO LOCAL CONTENT CONCLUSIONI... 32

3 Pag. 3 di 34

4 Pag. 4 di PREMESSA Eni E&P Distretto Meridionale, ha avviato nel 2011 in collaborazione con la Fondazione Eni Enrico Mattei (FEEM) una rilevazione dati delle aziende operanti nell indotto, per offrire una visione più ampia della ricaduta occupazionale al fine di fornire una mappatura delle aziende che forniscono beni e servizi e valutare l impatto occupazionale determinato dall attività petrolifera in Val d Agri e più in generale sul territorio lucano. Il presente documento rappresenta il Report finale dello studio effettuato nel corso del 2013, nel dettaglio il documento è così articolato: - Obiettivi del progetto - Gli occupati diretti di eni Distretto Meridionale Divisione E&P - Indotto di eni Distretto Meridionale Divisione E&P

5 Pag. 5 di GLI OCCUPATI DIRETTI DI ENI DISTRETTO MERIDIONALE Attualmente la Basilicata è uno dei poli più importanti in Europa, sia per le riserve sfruttabili di petrolio e gas naturale, sia per la produzione. Nel settore dei servizi minerari si sono sviluppati importanti distretti come Ravenna, Abruzzo, Toscana, e ultimamente la Basilicata. La dimensione del giacimento esistente e gli investimenti avviati, seppure con grandi difficoltà, disegnano uno scenario caratterizzato da una crescita sicura del distretto petrolifero lucano. Oggi le imprese che lavorano nell indotto eni in Val d Agri sono una realtà diversificata di aziende di manutenzione, di servizio, di collaudo e progettazione impianti, smaltimento residui di lavorazione, opere edili e di altre attività. Un insieme di servizi diretti e indiretti, affidati a ditte terze, che riguardano non solo il funzionamento del Centro Olio ma anche dei pozzi petroliferi afferenti. L occupazione in Val d Agri non ha subito le forti contratture che hanno caratterizzato i settori industriali del resto del Paese, anche nell attuale periodo di crisi economica. Eni è impegnata in un forte coinvolgimento della manodopera locale: 10 anni fa la manodopera locale rappresentava solo il 10% degli occupati e poco più nell indotto; infatti dai 400 occupati totali nel 1998 anno di sottoscrizione del Protocollo di intenti eni Regione Basilicata, oggi si registra un numero totale di occupati nel settore petrolifero in Basilicata di cui 348 dipendenti diretti e occupati indiretti.

6 Pag. 6 di 34 Eni è da sempre impegnata a formare e dare opportunità di lavoro di qualità a uomini e donne, al fine di contribuire al futuro dei territori in cui opera e garantire il successo dell'impresa nel tempo. Il DIME, in linea con la politica di eni, ha favorito in Basilicata oltre al coinvolgimento diretto delle persone locali nelle proprie attività, anche la crescita delle aziende lucane dell indotto. Questo impegno è stato sancito nel 2012 attraverso la sottoscrizione di un importante accordo da parte della Regione Basilicata, di eni, delle organizzazioni sindacali e delle sigle datoriali, il Protocollo d Intesa per la promozione di iniziative nel settore geo-minerario finalizzate allo sviluppo regionale, alla tutela della salute e sicurezza e dell occupazione locale, volto a favorire lo sviluppo del lavoro per le persone e le imprese locali in sinergia tra tutti gli attori coinvolti. Eni E&P Distretto Meridionale, ha avviato dal 2011 in collaborazione con la Fondazione Eni Enrico Mattei (FEEM) una rilevazione delle aziende operanti nell indotto, per offrire una visione più ampia della ricaduta occupazionale al fine di fornire una mappatura delle aziende che forniscono beni e servizi e valutare l impatto occupazionale determinato dall attività petrolifera in Val d Agri e più in generale sul territorio lucano. Il Distretto Meridionale presenta un organico al 31 dicembre 2013 di 348 persone, in aumento rispetto al 2012 del 10%, di cui 321 persone dedicate a presidiare le attività operative e gestionali in Basilicata. Di queste, circa il 59% è residente in Basilicata ed è proveniente dai diversi Comuni delle Provincie di Potenza e Matera. Dipendenti diretti del DIME Numero Numero Numero Dipendenti totali DIME di cui lavoranti in Basilicata di cui residenti in Basilicata

7 Pag. 7 di 34 Analizzando i dati per fascia di età, titolo di studio si registra un aumento dei dipendenti delle fasce d età tra i anni e anni rispetto agli anni precedenti.

8 Pag. 8 di 34 Un dato significativo sotto il profilo occupazionale riguarda la tipologia contrattuale. Dall analisi si rileva che quasi tutti i dipendenti sono impiegati con un contratto a tempo indeterminato. Dipendenti DIME per tipologia di contratto DIME Di cui residenti in Basilicata DIME Di cui residenti in Basilicata DIME Di cui residenti in Basilicata A tempo determinato A tempo indeterminato Totale

9 Pag. 9 di 34 L attenzione di eni verso le proprie persone si concretizza anche mediante percorsi di formazione e di aggiornamento continuo, che costituiscono gli strumenti per favorire lo sviluppo personale e professionale, oltre che un elemento essenziale nel contribuire alla qualità del lavoro. Continua l impegno di eni a costruire un ambiente di lavoro capace di valorizzare il contributo di tutti attraverso gli strumenti di sviluppo, la comunicazione e la formazione rappresenta uno degli obiettivi principali di eni e della sua politica di gestione delle risorse umane. Eni prosegue la formazione rivolta ai dipendenti finalizzata non solo alla crescita professionale nelle competenze tecniche, con particolare riferimento ai temi HSEQ (sicurezza, salute, ambiente e qualità), ma anche delle competenze relazionali, metodologiche e personali, infatti le ore di formazione hanno registrato un incremento notevole dal 2011 al In particolare nel 2013 le ore di formazione sono state pari a per un investimento complessivo di di euro, il 62% delle ore di formazione è stato dedicato alla formazione dei nuovi giovani assunti. Nel 2013 si è concluso il percorso di formazione dei giovani tutti provenienti dalla Basilicata, che nel corso dell anno hanno alternato la formazione in aula e in campo. I giovani lucani, addetti di produzione, sono stati impegnati in sessioni formative in aula presso la sede dell Assoil school di Viggiano su materie quali HSE (Salute, Sicurezza e Ambiente), lingua inglese, Matematica, Fisica, Chimica, Elementi di Termodinamica, e attraverso fasi di stage per fornire ai partecipanti del percorso formativo la possibilità di poter vedere ed analizzare direttamente in campo e tutte le unità costituenti l'impianto Val d Agri, già analizzate precedentemente in aula durante le fasi teoriche.

10 Pag. 10 di 34 La formazione DIME Ore di formazione di cui HSE e qualità di cui lingua e informatica di cui comportamento/comunicazione di cui professionale-trasversale di cui ore istituzionali di cui professionale tecnico-commerciale Spesa in formazione

11 Pag. 11 di 34 Ore di formazione per area tematica 2013

12 Pag. 12 di L INDOTTO DIRETTO DI ENI DISTRETTO MERIDIONALE

13 Pag. 13 di 34 a. METODOLOGIA D INDAGINE Per avere una fotografia dell'attuale composizione dell'indotto diretto DIME si è ritenuto necessario, come per le scorse due rilevazioni, effettuare un'indagine sul campo attraverso l'invio, tramite posta elettronica, di un questionario alle aziende appaltatrici e subappaltatrici del DIME. Queste ultime dopo averlo compilato, hanno poi provveduto ad inviarlo completo delle informazioni richieste e necessarie ai fini dell'analisi. (auto somministrazione con restituzione differita). L indagine è stata condotta su un totale di 163 aziende tra appaltatori e subappaltatori, in dettaglio su 163 questionari inviati: 118 aziende risultano avere dipendenti impiegati in attività DIME (+8 rispetto alla rilevazione 2012); 15 aziende non hanno dipendenti impiegati in attività DIME; 12 aziende non hanno inviato la scheda di rilevazione; 4 aziende hanno un contratto in fase di attivazione, quindi ancora non effettivamente operative per le attività DIME. 14 aziende forniscono servizi o operano in altri settori della logistica. In questa terza rilevazione il questionario è stato arricchito da ulteriori specifiche sui dipendenti ed è orientato ad approfondire le caratteristiche delle unità impegnate in attività DIME residenti nella regione Basilicata, e in particolare nei comuni 1 interessati dall attività petrolifera e quelli ricadenti nel Programma Operativo Val d'agri-melandro-sauro-camastra 2. Inoltre sono state inserite due nuove domande per conoscere le attività di formazione attivate dall'azienda o affidate ad enti esterni volte ad accrescere e sviluppare il know-how dei propri dipendenti. Il questionario è composto da due sezioni: 1. Dati aziendali attraverso la quale viene rilevato: se si tratta di appaltatore o subappaltatore; la Ragione Sociale; la Sede Legale; la presenza di eventuali sedi periferiche in Basilicata; la tipologia di contratto; la durata del contratto; 1 I comuni oggetto di indagine sono:calvello, Grumento, Marsico Nuovo, Marsico Vetere, Moliterno, Montemurro, Paterno, Spinoso, Tramutola, Viggiano 2 I comuni facenti parte del Programma Operativo Val d'agri (oltre quelli già indicati sopra) sono i seguenti: Castelmezzano, Accettura, Cirigliano, Stigliano, Pietrapertosa, Aliano, Anzi, Armento, Brienza, Brindisi di Montagna, Castelsaraceno, Corleto Perticara, Gallicchio, Gorgoglione, Guardia Perticara, Laurenzana, Missanello, Roccanova, San Chirico Raparo, San Martino d'agri, Sant'Arcangelo, Sasso di Castalda, Satriano di Lucania, Abriola

14 Pag. 14 di 34 il fatturato complessivo relativo all anno 2012; la percentuale di fatturato attribuibile ai lavori DIME. 2. Dati sul personale presenta un set di domande attraverso le quali ricostruire il quadro occupazionale e formativo all interno dell azienda, quali: Numero complessivo dei dipendenti; Numero dei dipendenti impegnati in attività DIME; Numero dei dipendenti impiegati in attività DIME residenti in Basilicata, nei comuni della Val d Agri, del POV, in altre Regioni italiane o altri Paesi UE; Qualifica dei dipendenti impiegati in attività DIME divisi per sesso, età e titolo di studio e residenza; Numero dei dipendenti impiegati in attività DIME per tipologia contrattuale/per residenza; Corsi di formazione professionale interni o esterni all'impresa; Partecipazione dei dipendenti ad attività di formazione professionale che non siano corsi. Di seguito si riporta l elenco delle aziende censite: 1. 3vverdevalle Viaggi s.n.c. 2. Baker Hughes s.r.l. 3. Bng s.r.l. (Appaltatore) 4. Castellano Costruzioni Generali s.r.l. 5. Cmp Scrl Consorzio Milanese Progettazione 6. Consorzio Universitario In Ingegneria Per La Qualita' E L'innovazione 7. Criscuolo Eco-Petrol Service s.r.l. 8. Ecologica s.p.a. 9. Expertise s.r.l. 10. Frank's International s.r.l. 11. Hulliburton Italiana s.r.l. 12. Ireos s.p.a. 13. Italsabi s.r.l. 14. Iula Berardino s.r.l. 15. Laser Lab s.r.l. 16. M.I.N.A. Service s.r.l. 17. Nov Downhole 18. Pcm s.r.l. 19. Petroservices Mediterranea s.r.l. 20. Proger s.p.a. 21. Riem Service s.r.l. 22. Sering Italia s.r.l. 23. Siad Macchine Impianti s.p.a. 24. Tecnomare s.p.a. 25. Tecnoparco Valbasento s.p.a.

15 Pag. 15 di The It Group Italia s.r.l. 27. Ttc s.r.l. 28. Tu.Ca.M. s.r.l. 29. A. Capasso & C. s.r.l. 30. A.T.I. Petroltecnica Spa - The It Group Italia s.r.l. 31. Abb S.P.A. P.A. Division 32. Aecom Italy s.r.l. 33. Apm s.r.l. 34. Ati Trs-Semataf-De Cristofaro-Real Service-Crotonscavi 35. Autolavaggio E Gommista Fortunato Angelo 36. Ava s.p.a. 37. Basis Engineering s.r.l. 38. Bng s.r.l. (Subappaltatore) 39. Breda Energia s.p.a. 40. Bureau Veritas Italia s.p.a. 41. C.S. Impianti s.r.l. 42. Chelab s.r.l. 43. Cisb - Consorzio Imprese Sviluppo Basilicata (Magazzino) 44. Cisb - Consorzio Imprese Sviluppo Basilicata (Rete Raccolta 45. Co.R.I. s.r.l. 46. Consorzio Iniziative Val D'agri 47. Consorzio Lucan Oil 48. Copgo Services s.r.l. 49. Dajan s.r.l. 50. Dcf Eco Trans De Co s.r.l. 51. De Cristofaro s.r.l. 52. Delta s.r.l. 53. Despe s.p.a. 54. E.B.C. s.r.l. Unipersonale 55. Econet s.r.l. 56. Ecosistem s.r.l. 57. Ecosud s.r.l. 58. Eletecno St s.p.a. 59. Elett.R.A. s.r.l. 60. Ergo s.r.l. 61. Erm Italia s.p.a. 62. Erreffe Progetti sas Di Rocco Festa & C. 63. Esastudio s.r.l. 64. Euro Costruzioni s.r.l. 65. Euroseal s.r.l. 66. Feem Servizi s.r.l.

16 Pag. 16 di Frigomeccanica Group s.r.l. 68. Garramone Michele & Figli snc 69. Gdm 70. Geolog s.r.l. 71. Geom Rocco Caruso s.r.l. 72. Gielle s.r.l. 73. Golder Associates s.r.l. 74. Iis Service s.r.l. 75. Impes Service s.p.a. 76. Italfluid Geoenergy s.r.l. 77. Lauria Viaggi s.r.l. 78. Lucania Energy s.r.l. 79. Lucus s.c.sr.l. 80. Lux Impianti s.r.l. 81. M.A.V. s.r.l. 82. Magadrill snc 83. Mwh s.p.a. 84. National Service Company s.r.l. 85. Nico s.p.a. 86. Nolitalia s.r.l. 87. Nuovo Pignone s.p.a. 88. Officine Dandrea Angelo (Appaltatore) 89. Officine Dandrea Angelo (Subappaltatore) 90. Officine Meccaniche Gallaratesi s.p.a. 91. Paradivi Servizi s.r.l. 92. Pergemine s.p.a. 93. Proenergy s.r.l. 94. Pronto Interventi Sida 95. R.T.I. Sa. Gest - Sa. Gest Lavori Generali s.r.l. 96. Ram Meccanica s.r.l. Socio Unico 97. Rina Services s.p.a. 98. Rti Bonatti Spa/Irem Spa/Carlo Gavazzi Impianti s.p.a. 99. Rti Cengineering Srl/D'appolonia s.p.a S&T Servizi Di Ingegneria Per Il Territorio s.r.l S.D.I. Automazione Industriale s.p.a S.I.S. s.r.l Sabre Safety Ltd 104. Saipem s.p.a Semataf s.r.l Sergen s.r.l 107. Shelter s.r.l.

17 Pag. 17 di Sieco Service 109. Sintesis s.r.l Sivam s.r.l Smape 112. Soc.Coop. Vigilanza Citta' Di Potenza 113. Spina Group s.r.l Sudelettra s.p.a Teco s.r.l Tiemme s.r.l Trs Servizi Ambiente s.r.l Weatherford Mediterranea s.p.a.

18 Pag. 18 di 34 b. ANALISI DESCRITTIVA DEI DATI SEZIONE 1 Delle 118 aziende censite 98 risultano appaltatrici (83,05%), 18 subappaltatrici (15,25%) e 2 ricoprono entrambi i ruoli (1,7%). Delle 118 aziende censite 38 risultano con sede legale in Basilicata di queste 26 aziende hanno sede nella provincia di Potenza (di cui 21 aziende con sede nei comuni della Val d'agri) e 12 nella provincia di Matera. Per quel che riguarda l eventuale presenza di ulteriori sedi periferiche lucane, nel 71,2% la risposta è negativa. Nell anno 2012 il fatturato complessivo delle aziende ammonta a ,36 e il fatturato attribuibile ai lavori DIME è pari a ,62, in media incide del 18% su quello totale delle aziende. TIPOLOGIA AZIENDA FATTURATO ATTRIBUIBILE A LAVORI DIME ( ) AZIENDE APPALTATRICI ,65 AZIENDE SUBAPPALTATRICI ,97 TOTALE ,62 In particolare per le aziende con sede legale nella regione Basilicata il fatturato, derivante da attività DIME, è stato così ripartito: TIPOLOGIA AZIENDA FATTURATO ATTRIBUIBILE A LAVORI DIME ( ) AZIENDE APPALTATRICI/SEDE LUCANA ,91 AZIENDE SUBAPPALTATRICI/SEDE LUCANA ,85 TOTALE ,76 Il fatturato delle suddette aziende ( ,76 Mil. ) rappresenta il 32,87% del fatturato totale dell indotto DIME 2012.

19 Pag. 19 di 34 SEZIONE 2 Dalla seconda sezione del questionario si ricava che sono 2533 i dipendenti impegnati in attività dirette per il Distretto Meridionale. Un incremento del 10% rispetto ai 2146 della scorsa rilevazione (tenuto conto dell incremento del numero di imprese). La ripartizione geografica dell occupazione derivante dall indotto diretto DIME risulta così configurata: DIPENDENTI PER RESIDENZA NUMERO RESIDENTI IN ALTRE REGIONI ITALIANE 1454 RESIDENTI IN BASILICATA: RESIDENTI IN AREA PROGRAMMA VAL D'AGRI RESIDENTI IN ALTRI COMUNI DEL POV 62 - RESIDENTI IN ALTRI COMUNI DELLA BASILICATA 314 RESIDENTI IN ALTRI PAESI UE 2

20 Pag. 20 di 34 Considerando che il gruppo di intervistati delle rilevazioni sono differenti, il numero di addetti per impresa è aumentato. Il fenomeno è presente anche in Basilicata, con un incremento di addetti per impresa del 21,89%. Il numero di addetti residenti nell Area Programma Val d Agri 3 è incrementato del 4,47%. Entrando nel dettaglio delle distribuzioni di addetti a livello comunale, di seguito riportiamo le disaggregazioni territoriali Area Programma Val d Agri ed Altri comuni del PO DIPENDENTI PER COMUNE DI RESIDENZA IN AREA PROGRAMMA VAL D AGRI NUMERO ARMENTO 0 CASTELSARACENO 6 CORLETO PERTICARA 45 GALLICCHIO 5 GRUMENTO NOVA 41 GUARDIA PERTICARA 15 MARSICO NUOVO 34 MARSICOVETERE 132 MISSANELLO 3 MOLITERNO 46 MONTEMURRO 29 PATERNO 53 ROCCANOVA 4 SAN CHIRICO RAPARO 6 SAN MARTINO D'AGRI 8 SANT'ARCANGELO 8 SARCONI 32 SPINOSO 12 TRAMUTOLA 44 VIGGIANO Il confronto è stato effettuato con il numero di addetti Area Programma Val d Agri del secondo censimento (dove consentito dalla disaggregazione territoriale disponibile)

21 Pag. 21 di Dipendenti per comune - Area Programma Val d'agri DIPENDENTI PER COMUNE DI RESIDENZA IN ALTRI COMUNI DEL POV 4 NUMERO CALVELLO 22 CASTELMEZZANO 0 ACCETTURA 0 CIRIGLIANO 0 STIGLIANO 1 PIETRAPERTOSA 1 ALIANO 0 ANZI 0 BRIENZA 19 BRINDISI DI MONTAGNA 1 CASTELSARACENO 6 GORGOGLIONE 1 LAURENZANA 2 SASSO DI CASTALDA 5 SATRIANO DI LUCANIA 7 ABRIOLA 1 4 Manca il comune di appartenenza di 2 unità

22 Pag. 22 di Dipendenti per comune altri comuni del POV

23 Pag. 23 di 34 I dipendenti impiegati in attività del Distretto Meridionale per singola qualifica come riportato nella tabella seguente risultano così distribuiti: DIME BASILICATA VAL ALTRI ALTRI COMUNI DIPENDENTI PER D AGRI 5 COMUNI POV BASILICATA QUALIFICA OPERAI SEMPLICI MANOVALI CARPENTIERI SALDATORI ELETTRICISTI STRUMENTISTI OPERATORI CND TUBISTI AUTISTI SETTORE AMMINISTRATIVO SETTORE TECNICO ALTRI IMPIEGATI DIRIGENTI ALTRE CATEGORIE TOTALE In questa parte dell analisi viene considerata Val d Agri come aggregazione territoriale in cui ricadono le estrazioni petrolifere. Vengono considerati dunque i comuni di: Grumento Nova, Marsico Nuovo, Marsico Vetere, Moliterno, Montemurro, Paterno, Sarconi, Calvello, Spinoso, Tramutola, Viggiano. 6 Nella variabile "altre categorie" troviamo le seguenti qualifiche: magazzinieri, meccanici, aiuto perforatore, capo cantiere, capo perforatore, perforatore, pontista, Tool Pusher, Tour Pusher, chimici, conduttori macchine, consulenti, escavatoristi, guardie giurate, infermieri, muratori, operatori well testing e addetti alla manutenzione, personale tecnico addetto al campionamento e al ritiro campioni, responsabile assicurazione qualità, responsabile sistema di gestione ambientale, ricercatori, service Engineer, sondatori, sorveglianti, supervisori H2S, tecnici hardware e software, trivellatore

24 CALVELLO GRUMENTO NOVA MARSICO NUOVO MARSICOVETERE MOLITERNO MONTEMURRO PATERNO SARCONI SPINOSO TRAMUTOLA VIGGIANO Rel. N Pag. 24 di 34 TOTALE DIPENDENTI PER QUALIFICA OPERAI SEMPLICI MANOVALI CARPENTIERI SALDATORI ELETTRICISTI STRUMENTISTI OPERATORI CND TUBISTI AUTISTI IMPIEGATI SETTORE AMMINISTRATIVO IMPIEGATI SETTORE TECNICO ALTRI IMPIEGATI DIRIGENTI ALTRE CATEGORIE

25 Pag. 25 di 34 La distribuzione per categoria di sesso, sbilanciata sul sesso maschile, conta 96% degli addetti per questa categoria, ed il restante 4% per la categoria di sesso femminile. Le percentuali non si discostano se entriamo nel dettaglio degli addetti residenti in Val d Agri, Basilicata e PO. I dati relativi alla fascia d età riportano le seguenti percentuali il 49,03% dai 35 ai 50 anni, il 30,71% dai 25 ai 35 anni e il 3,79% under 24. Stesso andamento per quanto riguarda i residenti in Basilicata, sia per quanto riguarda il totale che per il dettaglio per comune. Rispetto al censimento 2011, la distribuzione rimane invariata. TOTALE DIPENDENTI PER FASCIA D'ETÀ DIME BASILICATA DI CUI RESIDENTI IN VAL D AGRI DI CUI RESIDENTI IN ALTRI COMUNI DEL POV DI CUI RESIDENTI IN ALTRI COMUNI DELLA UNDER BASILICATA DAI 25 AI 35 ANNI DAI 35 AI 50 ANNI OVER 50 ANNI TOTALE Dipendenti per fascia d'età

26 Pag. 26 di 34 Se confrontiamo i livelli di occupazione per classi di età con i corrispondenti tassi a livello regionale (2012), ci accorgiamo che per quanto riguarda l occupazione giovanile (classe di età 15-35) il tasso di occupazione del settore è più alto rispetto alla media regionale. TOTALE DIPENDENTI PER FASCIA D'ETÀ ADDETTI DIME BASILICATA (%) TASSO MEDIO REGIONE BASILICATA (%) DAI 15 AI 35 ANNI 32,96 29,2 DAI 35 AI 50 ANNI 50,88 55,8 OVER 50 ANNI 16,15 15 I dipendenti impiegati in attività del Distretto Meridionale per singola qualifica, per fascia d'età, come riportato nella tabella seguente risultano così ripartiti: QUALIFICA UNDER 24 DAI 25 AI 35 ANNI DAI 35 AI 50 OVER 50 ANNI OPERAI SEMPLICI MANOVALI CARPENTIERI SALDATORI ELETTRICISTI STRUMENTISTI OPERATORI CND TUBISTI AUTISTI IMPIEGATI SETTORE AMMINISTRATIVO IMPIEGATI SETTORE TECNICO ALTRI IMPIEGATI DIRIGENTI ALTRE CATEGORIE TOTALE

27 Pag. 27 di 34 Per quanto riguarda il titolo di studio dei 2533 addetti il 23,5% ha la licenza media, il 44,9% è in possesso di diploma, il 30,5% di laurea. DIPENDENTI TOTALE BASILICATA DI CUI RESIDENTI IN RESIDENTI IN PER TITOLO DI DIME RESIDENTI ALTRI ALTRI STUDIO IN VAL D AGRI COMUNI DEL POV COMUNI DELLA BASILICATA LICENZA ELEMENTARE LICENZA MEDIA DIPLOMA LAUREA POSTLAUREA TOTALE Dipendenti per titolo di studio varie aggregazioni territoriali Infine, il 74,73% dei dipendenti dell indotto ha un contratto di lavoro a tempo indeterminato. Il dato ha subito un lieve incremento se confrontato con lo stesso dato dello scorso censimento (74,58%).

28 Pag. 28 di 34 Tuttavia, data la congiuntura economica sia nazionale che regionale, la tenuta di questa variabile in particolare, assieme alla tenuta dei numeri riguardanti gli impiegati delle classi più giovani (15-35), è un segnale molto positivo per l economia della regione. TOTALE DIPENDENTI PER TOTALE ALTRI BASILICATA DI CUI DI CUI DI CUI TIPOLOGIA CONTRATTUALE DIME PAESI UE RESIDENTI IN VAL RESIDENTI IN ALTRI RESIDENTI IN ALTRI D AGRI COMUNI COMUNI DEL POV DELLA BASILICATA TEMPO INDETERMINATO TEMPO DETERMINATO A PROGETTO ALTRE TIPOLOGIE TOTALE Dipendenti per tipologia contrattuale

29 Pag. 29 di 34 c. LA FORMAZIONE PROFESSIONALE NELL INDOTTO DIME Un altro aspetto molto importante da tenere in considerazione, e sicuramente determinante per la performance delle aziende dell indotto, riguarda la partecipazione dei propri dipendenti, con il sostegno dell impresa, a corsi di formazione professionale interni o esterni. Per quanto riguarda i corsi interni, il riscontro è positivo per il 77,1% dei casi. Per quanto riguarda invece corsi di formazione professionale offerti esternamente, il dato è positivo per il 72% dei casi. Alcune imprese sostengono i propri dipendenti per la partecipazione altre attività di formazione professionale non configurate come corsi. Le categorie considerate sono: L apprendimento pianificato mediante formazione sul lavoro, utilizzato per i propri dipendenti dal 63,6% delle aziende; L apprendimento pianificato mediante rotazione delle persone in vari posti di lavoro, utilizzato da circa la metà delle imprese dell indotto La partecipazione a conferenze, workshop, fiere commerciali e seminari. Le aziende che hanno sostenuto i propri dipendenti in queste attività sono il 55,9% L apprendimento mediante l autoformazione (es. e-learning autogestito). In questo caso in numero di aziende scende al 32,2%.

30 Pag. 30 di 34

31 Pag. 31 di 34 d. AZIONI INTRAPRESE DALLE AZIENDE IN CONSIDERAZIONE DI QUANTO PREVISTO DAL PROTOCOLLO LOCAL CONTENT. Il 5 ottobre 2012 Regione Basilicata, Eni, Cgil, Cisl e Uil, Confindustria, Alleanza delle cooperative, Rete Imprese Italia - Basilicata e Confapi, riunite nel Tavolo Obiettivo 2012, hanno sottoscritto il "Protocollo d Intesa per la promozione di iniziative nel settore geo - minerario finalizzate allo sviluppo regionale, alla tutela della salute e sicurezza e dell occupazione locale". Il Protocollo ha l obiettivo di definire i principi di collaborazione tra le parti firmatarie e le azioni reciproche volte a favorire: la comunicazione dei programmi delle attività per lo sviluppo; le modalità di approvvigionamento; la valorizzazione e salvaguardia delle risorse umane; il coinvolgimento delle piccole e medie imprese e delle professionalità presenti nel territorio regionale. Alcune delle azioni intraprese dalle aziende dell'indotto diretto DIME: Assunzione di dipendenti residenti nella Regione Basilicata (in particolare zona Val d'agri); Trasformazione dei contratti a progetto o di collaborazione in contratti a tempo determinato; Utilizzo preferenziale di fornitori di beni e servizi locali, ove disponibili, incentivando la formula dell'approvvigionamento a "chilometro zero"; Attivazione di ditte locali per servizi da svolgere in loco (es. tipografie, rilievi); Formazione in modalità e-learning, formazione specifica in sito, audit in campo; Garantita la conformità alle migliori pratiche a tutela della salute e sicurezza sul lavoro grazie anche a certificati di gestione integrata qualità/ambiente/sicurezza; Ottenimento certificazione ambientale UNI EN ISO 14001:2004; Avvio procedura di certificazione OHSAS (Occupational Health and Safety Assessment Series); Partecipazione alle procedure di successione d'appalto di cui all'asse V del protocollo, sottoscrivendo con le parti sociali ed eni gli appositi verbali di chiusura positiva, garantendo non solo il mantenimento dei livelli occupazionali ma assicurando anche la stabilizzazione dei contratti a tempo determinato o di somministrazione delle aziende cedenti appalto, allo scopo di preservare e non disperdere il know-how acquisito dalle maestranze lucane, con particolare riferimento a quelle locali dell'area della Val d'agri; Attivazione partnership con società lucane; Organizzazione di corsi di specializzazione in collaborazione dell'assoil School, destinati esclusivamente a giovani diplomati e laureati residenti nei comuni della Val d'agri.

32 Pag. 32 di CONCLUSIONI Nella distribuzione del patrimonio energetico nazionale, la Basilicata gioca un ruolo importante per il Sistema Paese, attualmente è uno dei poli più importanti in Europa, sia per le riserve sfruttabili di petrolio e gas naturale, sia per la produzione. Nel settore dei servizi minerari si sono sviluppati importanti distretti come Ravenna, Abruzzo, Toscana, e ultimamente la Basilicata. La dimensione del giacimento esistente e gli investimenti avviati, seppure con grandi difficoltà, disegnano uno scenario caratterizzato da una crescita sicura del distretto petrolifero lucano e importanti potenzialità di sviluppo in ogni settore: energetico, tecnologico, ambientale. In questo contesto, a fine 2008 è stato istituito a Viggiano il Distretto Meridionale di eni divisione esplorazione e produzione -, al fine di garantire un migliore raccordo con il territorio e le istituzioni locali ed una maggiore efficienza nella gestione delle attività in campo. Eni E&P Distretto Meridionale, ha avviato nel 2011 in collaborazione con la Fondazione Eni Enrico Mattei (FEEM) una rilevazione dati delle aziende operanti nell indotto, per offrire una visione più ampia della ricaduta occupazionale al fine di fornire una mappatura delle aziende che forniscono beni e servizi e valutare l impatto occupazionale determinato dall attività petrolifera in Val d Agri e più in generale sul territorio lucano. Dai dati delle rilevazioni emerge che, oggi le imprese che lavorano nell indotto eni in Val d Agri sono una realtà diversificata di aziende di manutenzione, di servizio, di collaudo e progettazione impianti, smaltimento residui di lavorazione, opere edili e di altre attività. Un insieme di servizi diretti e indiretti, affidati a ditte terze, che riguardano non solo il funzionamento del Centro Olio ma anche dei pozzi petroliferi afferenti. L occupazione in Val d Agri non ha subito le forti contratture che hanno caratterizzato i settori industriali del resto del Paese, anche nell attuale periodo di crisi economica. Eni è impegnata in un forte coinvolgimento della manodopera locale: 10 anni fa la manodopera locale rappresentava solo il 10% degli occupati e poco più nell indotto; nel 1998 anno di sottoscrizione del Protocollo di intenti eni Regione Basilicata si registrava un numero totale di 400 occupati, oggi si registra un numero totale di occupati nel settore petrolifero in Basilicata di cui 348 dipendenti diretti e occupati indiretti. Questo impegno è stato sancito nel 2012 attraverso la sottoscrizione di un importante accordo tra la Regione Basilicata, eni, le organizzazioni sindacali e le sigle datoriali, il Protocollo d Intesa per la promozione di iniziative nel settore geo-minerario finalizzate allo sviluppo regionale, alla tutela della salute e sicurezza e dell occupazione locale, per favorire lo sviluppo del lavoro per le persone e le imprese locali in sinergia tra tutti gli attori coinvolti. Entrando più nello specifico delle dinamiche occupazionali in Val d Agri, è utile approfondire le stesse legate al settore petrolifero ed in particolare alle attività del Distretto Meridionale (DIME) eni e l indotto da esso generato. Il DIME presenta un organico, al 31 Dicembre 2013, di 348 dipendenti (2013), dato che fa registrare un incremento del 10% rispetto all anno precedente e di cui circa il 60 per cento è residente in Basilicata. L indotto è composto da 118 aziende tra appaltatori e subappaltatori, con un fatturato attribuibile a commesse DIME pari a circa 171 milioni per il 2012.

eni in Basilicata Local Report 2013

eni in Basilicata Local Report 2013 eni in Basilicata Local Report 2013 Siamo un impresa integrata nell energia, impegnata a crescere nell attività di ricerca, produzione, trasporto, trasformazione e commercializzazione di petrolio e gas

Dettagli

SINTESI per la STAMPA

SINTESI per la STAMPA Basilicata Basilicata e CdLT di Potenza Provinciale di Potenza SINTESI per la STAMPA L indotto industriale e di servizi del Centro Olio ENI di Viggiano e dei pozzi di estrazione petrolifera della Val d

Dettagli

Tabella: Istanze di permessi di ricerca per idrocarburi in Basilicata

Tabella: Istanze di permessi di ricerca per idrocarburi in Basilicata Tabella: Istanze di permessi di ricerca per idrocarburi in Basilicata Arrivo Nome istanza Società Kmq Comuni Fase 1 01/09/2005 ANZI Eni 117,4 Abriola, Anzi, Brindisi Montagna, Calvello, Pignola, Potenza,

Dettagli

Prot. 164 Potenza, lì 14 Febbraio 2012 Ai Signori Allevatori Loro Sedi

Prot. 164 Potenza, lì 14 Febbraio 2012 Ai Signori Allevatori Loro Sedi Prot. 164 Potenza, lì 14 Febbraio 2012 Ai Signori Allevatori Loro Sedi Oggetto: servizio di raccolta e smaltimento delle carcasse animali. Le APA di Potenza e di Matera comunicano di aver stipulato un

Dettagli

Eni in Local Report 2014

Eni in Local Report 2014 Eni in Basilicata Local Report 2014 Missione Siamo un impresa integrata nell energia, impegnata a crescere nell attività di ricerca, produzione, trasporto, trasformazione e commercializzazione di petrolio

Dettagli

L adozione internazionale in Basilicata

L adozione internazionale in Basilicata 4 Basilicata Regione Notizie Viaggio tra le norme L adozione internazionale in Basilicata 995000 I dati del Gruppo del Volontariato Solidarietà 000 8 9 4 Basilicata Regione Notizie Viaggio tra le norme

Dettagli

900.000,00 7 342.000,00 313.600,00 base ai limiti stabiliti dal D.Lgs. 192/2005 e ss.mm.ii

900.000,00 7 342.000,00 313.600,00 base ai limiti stabiliti dal D.Lgs. 192/2005 e ss.mm.ii Avviso Pubblico Bando per la concessione di agevolazioni per la progettazione e realizzazione di interventi per il contenimento dei consumi energetici degli edifici pubblici e degli impianti di illuminazione

Dettagli

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI ED INDUSTRIALI COMMERCIALIZZAZIONE MATERIALI ELETTRICI

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI ED INDUSTRIALI COMMERCIALIZZAZIONE MATERIALI ELETTRICI IMPIANTI ELETTRICI CIVILI ED INDUSTRIALI COMMERCIALIZZAZIONE MATERIALI ELETTRICI CHI SIAMO LUX IMPIANTI S.r.l., costituita nel 2003, è un Azienda giovane e pronta ad affermarsi e competere in ambito commerciale

Dettagli

PIANO DI OFFERTA INTEGRATA DI SERVIZI. Ambito Val d Agri

PIANO DI OFFERTA INTEGRATA DI SERVIZI. Ambito Val d Agri Allegato A PIANO DI OFFERTA INTEGRATA DI SERVIZI Ambito Val d Agri P.O. FESR 2007-2013 ASSE VI INCLUSIONE SOCIALE (Approvato con D.G.R. 1410/2010) Parte A Partenariato e territorio Partnership istituzionale

Dettagli

Secondo rapporto sull ENI e il suo indotto industriale e occupazionale in Val d Agri

Secondo rapporto sull ENI e il suo indotto industriale e occupazionale in Val d Agri Secondo rapporto sull ENI e il suo indotto industriale e occupazionale in Val d Agri Primi dati sull investimento TOTAL/SHELL Tempa Rossa ESTRATTO La ricerca e la stesura del rapporto sono di Davide Bubbico

Dettagli

DATI DI PRODUZIONE R.S.U. E RACCOLTA DIFFERENZIATA IN BASILICATA NELL'ANNO 2013- RAPPORTO SINTETICO

DATI DI PRODUZIONE R.S.U. E RACCOLTA DIFFERENZIATA IN BASILICATA NELL'ANNO 2013- RAPPORTO SINTETICO UFFICIO COMMISSARIO GESTIONE INTEGRATA RIFIUTI REGIONE BASILICATA DATI DI PRODUZIONE R.S.U. E RACCOLTA DIFFERENZIATA IN BASILICATA NELL'ANNO 2013- RAPPORTO SINTETICO EX AATO Premessa La presente analisi

Dettagli

Basilicata Basilicata e CdLT di Potenza Provinciale di Potenza

Basilicata Basilicata e CdLT di Potenza Provinciale di Potenza Basilicata Basilicata e CdLT di Potenza Provinciale di Potenza L indotto industriale e di servizi del Centro Olio ENI di Viggiano e dei pozzi di estrazione petrolifera della Val d Agri: la proposta del

Dettagli

TRA LA REGIONE BASILICATA, LA SOCIETA ENI S.p.A., LE ORGANIZZAZIONI SINDACALI E IMPRENDITORIALI DELLA BASILICATA

TRA LA REGIONE BASILICATA, LA SOCIETA ENI S.p.A., LE ORGANIZZAZIONI SINDACALI E IMPRENDITORIALI DELLA BASILICATA TRA LA REGIONE BASILICATA, LA SOCIETA ENI S.p.A., LE ORGANIZZAZIONI SINDACALI E IMPRENDITORIALI DELLA BASILICATA, PER LA PROMOZIONE DI INIZIATIVE NEL SETTORE GEO MINERARIO FINALIZZATE ALLO SVILUPPO REGIONALE,

Dettagli

ALLEGATO A DEFINIZIONI

ALLEGATO A DEFINIZIONI ALLEGATO A DEFINIZIONI a) Start up: l operazione ed il periodo durante il quale si avvia un iniziativa imprenditoriale, caratterizzata da processi organizzativi ancora in corso e investimenti fissi da

Dettagli

Cittadinanza sociale, la persona torna al centro dell attenzione

Cittadinanza sociale, la persona torna al centro dell attenzione Cittadinanza sociale, la persona torna al centro dell attenzione Con la legge sulla Rete regionale integrata dei servizi di cittadinanza sociale si punta ad un maggiore coordinamento degli interventi di

Dettagli

Allegato C. Catalogo dell Offerta Formativa

Allegato C. Catalogo dell Offerta Formativa Allegato C Catalogo dell Offerta Formativa Corso per "ADDETTO AL CONTROLLO QUALITA " (Quality Controller) DESCRIZIONE DEL CORSO E FINALITÀ Il corso ha la finalità di formare una figura junior che non abbia

Dettagli

ALBO DELLA REGIONE BASILICATA - ENTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE. Classe Attribuita. Nr.Sedi Attuazione

ALBO DELLA REGIONE BASILICATA - ENTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE. Classe Attribuita. Nr.Sedi Attuazione ALBO DELLA REGIONE BASILICATA - ENTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE Cod.Ente Denominazione Tipologia Classe Attribuita Nr.Sedi Attuazione Web Email Telefono Fax 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 NZ03714 NZ03675 NZ02807

Dettagli

TITOLI MINERARI VIGENTI PERMESSI DI RICERCA E CONCESSIONI DI COLTIVAZIONE DI IDROCARBURI (*)

TITOLI MINERARI VIGENTI PERMESSI DI RICERCA E CONCESSIONI DI COLTIVAZIONE DI IDROCARBURI (*) TITOLI MINERARI VIGENTI PERMESSI DI RICERCA E CONCESSIONI DI COLTIVAZIONE DI IDROCARBURI (*) Gli 11 permessi di ricerca vigenti in Basilicata sono ubicati prevalentemente a cavallo delle province di e

Dettagli

Mese di Settembre 2015. Area C** veterinario reperibile Potenza Venosa Lagonegro Villa d Agri

Mese di Settembre 2015. Area C** veterinario reperibile Potenza Venosa Lagonegro Villa d Agri Dipartimento di Prevenzione Sanità e Benessere Animale DIREZIONE telefax 0972. 39382 Prot. n. 20150111680 Data, 31.08.2015 SERVIZIO VETERINARIO CALENDARIO DI PRONTA DISPONIBILITA Mese di 2015 giorno 01

Dettagli

CURRICULUM VITAE CON INDICAZIONE DELL' ATTIVITA' FORMA TIV A E PROFESSIONALE

CURRICULUM VITAE CON INDICAZIONE DELL' ATTIVITA' FORMA TIV A E PROFESSIONALE CURRICULUM VITAE CON INDICAZIONE DELL' ATTIVITA' FORMA TIV A E PROFESSIONALE La sottoscritta LAURIT A Annalisa, nata l' l giugno 1963 a Sant' Arcangelo ed ivi residente alla Via Lupia, l, dichiara: Di

Dettagli

Bando per ristrutturazione appartamenti ad uso residenziale con finalità di locazione per il personale operante nel cantiere Tempa Rossa

Bando per ristrutturazione appartamenti ad uso residenziale con finalità di locazione per il personale operante nel cantiere Tempa Rossa Bando per ristrutturazione appartamenti ad uso residenziale con finalità di locazione per il personale operante nel cantiere Tempa Rossa Art. 1 Contesto, perimetro e finalità Il presente bando nasce dalla

Dettagli

1. Il Protocollo d Intenti tra Eni e Regione Basilicata sulla Val d Agri

1. Il Protocollo d Intenti tra Eni e Regione Basilicata sulla Val d Agri 1. Il Protocollo d Intenti tra Eni e Regione Basilicata sulla Val d Agri L anno millenovecentonovantotto il giorno 18 del mese di novembre alla ore 21,15, in Roma, presso la sede della Regione Basilicata

Dettagli

Secondo rapporto sull ENI e il suo indotto industriale e occupazionale in Val d Agri. Primi dati sull investimento TOTAL/SHELL Tempa Rossa

Secondo rapporto sull ENI e il suo indotto industriale e occupazionale in Val d Agri. Primi dati sull investimento TOTAL/SHELL Tempa Rossa Secondo rapporto sull ENI e il suo indotto industriale e occupazionale in Val d Agri Primi dati sull investimento TOTAL/SHELL Tempa Rossa La ricerca e la stesura del rapporto sono di Davide Bubbico (Università

Dettagli

da Marzo 2013 a tutt oggi Pubblica Amministrazione Ente Locale

da Marzo 2013 a tutt oggi Pubblica Amministrazione Ente Locale C U R R I C U L U M V I T A E ing Giuseppe Galante INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica GIUSEPPE GALANTE Dirigente Telefono ufficio 0975 354512 Fax 0975 354532 E-mail giuseppe.galante@rete.basilicata.it

Dettagli

IL LAVORO A CARAGLIO

IL LAVORO A CARAGLIO COMUNE DI CARAGLIO ASSESSORATO alle RISORSE GIOVANILI IL LAVORO A CARAGLIO RICERCA NEI SETTORI INDUSTRIA, COMMERCIO E ARTIGIANATO AGRICOLTURA SERVIZI ALLA PERSONA A cura di: Sandroni Pier Giorgio (resp.

Dettagli

Master di II livello in Ingegneria del Petrolio

Master di II livello in Ingegneria del Petrolio Master di II livello in Ingegneria del Petrolio Politecnico di Torino Prof. F. Verga Background - Industria petrolifera Peculiarità dell industria petrolifera: è altamente tecnologica impiega personale

Dettagli

giuseppe.galante@rete.basilicata.it

giuseppe.galante@rete.basilicata.it C U R R I C U L U M V I T A E ing Giuseppe Galante INFORMAZIONI PERSONALI Nome GIUSEPPE GALANTE Qualifica Dirigente Telefono ufficio 0975 354512 Fax 0975 354532 E-mail giuseppe.galante@rete.basilicata.it

Dettagli

DIVENIRE maggio 2013 1

DIVENIRE maggio 2013 1 1 2 in questo numero Associato USPI Unione Stampa Periodica Italiana MAGGIO 2013 pagina 3 Il petrolio, risorsa della Basilicata, risorsa per la Basilicata di Giuseppe Carriero pagina 4 Confindustria Basilicata

Dettagli

Focus I giovani e il mercato del lavoro

Focus I giovani e il mercato del lavoro Focus I giovani e il mercato del lavoro Per trovare lavoro conviene proseguire gli studi dopo il diploma Nel 2008 77 giovani (25-34 anni) su 100 lavorano o cercano un lavoro (tasso di attività); al sono

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome ANDRIUZZI GIUSEPPE. Indirizzo VICO ANDRIUZZI N 4 85010 CALVELLO (PZ). Telefono 339-4217159 0971-921723 Fax

Dettagli

Maggio 2012. Le donne al vertice delle imprese: amministratori, top manager e dirigenti

Maggio 2012. Le donne al vertice delle imprese: amministratori, top manager e dirigenti Maggio 2012 Le donne al vertice delle imprese: amministratori, top manager e dirigenti Introduzione e sintesi Da qualche anno il tema della bassa presenza di donne nei consigli d amministrazione delle

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico PROTOCOLLO D INTESA PER PORTO MARGHERA Tra Ministero dello Sviluppo Economico Regione Veneto Provincia di Venezia Comune di Venezia Autorità Portuale di Venezia e Eni

Dettagli

Comunità Montana Alto Agri

Comunità Montana Alto Agri Originale Copia Comunità Montana Alto Agri IN LIQUIDAZIONE Via Ferdinando Petruccelli della Gattina, 14-85050 Villa d Agri di Marsicovetere (PZ) Tel. 0975-354512 Fax 0975 354532 PEC : liquidazione@pec.altoagri.it

Dettagli

SCHEDA ANAGRAFICA FORNITORI DI MATERIALI

SCHEDA ANAGRAFICA FORNITORI DI MATERIALI Pag.1 1) Denominazione o ragione sociale.. 2) Forma giuridica e/o costitutiva: Ditta individuale Società di capitali: S.p.A. S.r.l. S.a.p.A. Cooperativa Società di persone: S.a.s. S.n.c. S.d.f. Consorzio

Dettagli

IL PROFILO DELLE ISTITUZIONI NON PROFIT

IL PROFILO DELLE ISTITUZIONI NON PROFIT 16 Aprile 2014 IL PROFILO DELLE ISTITUZIONI NON PROFIT ALLA LUCE DELL ULTIMO CENSIMENTO Prosegue il processo di diffusione dei dati del Censimento delle istituzioni non profit. Oggi viene presentato un

Dettagli

PROCEDURA APERTA AI SENSI DEL D.LGS. N. 163/2006 E S.M.I.

PROCEDURA APERTA AI SENSI DEL D.LGS. N. 163/2006 E S.M.I. MISURA III.4 SISTEMI ITS UNIONE EUROPEA REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, OPERE PUBBLICHE E MOBILITA UFFICIO TRASPORTI PROCEDURA APERTA AI SENSI DEL D.LGS. N. 163/2006 E S.M.I. PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Petrolio in Val d Agri

Petrolio in Val d Agri Petrolio in Val d Agri il dato non è tratto Dossier Ognuno di Noi ha un energia dentro di sé, dipende da come è capace di tirarla fuori Potenza, 8 gennaio 2013 A cura di: Circolo Legambiente Val d Agri

Dettagli

PROSPETTO POSTI DISPONIBILI A.S. 2014/2015 - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PROVINCIA DI POTENZA

PROSPETTO POSTI DISPONIBILI A.S. 2014/2015 - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PROVINCIA DI POTENZA A028 - EDUCAZIONE ARTISTICA Tipologia Istituzione Scolastica Denominazione Comune Prov. Indirizzo PZMM814016 Istituto Comprensivo BELLA PZ Scuola Media "Mario Pagano" via Sottotenente Matone - BELLA 0

Dettagli

PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI PER AFFRONTARE LA CRISI OCCUPAZIONALE DEI GIOVANI

PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI PER AFFRONTARE LA CRISI OCCUPAZIONALE DEI GIOVANI PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI PER AFFRONTARE LA CRISI OCCUPAZIONALE DEI GIOVANI AGENZIA DEL LAVORO COMMISSIONE PROVINCIALE PER L IMPIEGO 1. LA CONDIZIONE GIOVANILE SUL MERCATO DEL LAVORO IN PROVINCIA DI TRENTO

Dettagli

All. 2. Profili professionali

All. 2. Profili professionali Profili professionali All. 2 Commerciale energie rinnovabili Mansioni La figura professionale individuata è un tecnico-commerciale con una specifica conoscenza del mercato e del territorio su cui opera.

Dettagli

WORK EXPERIENCE PER FAVORIRE L INSERIMENTO OCCUPAZIONALE DI PERSONE DISABILI E DI SOGGETTI SVANTAGGIATI

WORK EXPERIENCE PER FAVORIRE L INSERIMENTO OCCUPAZIONALE DI PERSONE DISABILI E DI SOGGETTI SVANTAGGIATI PROVINCIA DI POTENZA UFFICIO LAVORO, FORMAZIONE E POLITICHE SOCIALI AVVISO PUBBLICO WORK EXPERIENCE PER FAVORIRE L INSERIMENTO OCCUPAZIONALE DI PERSONE DISABILI E DI SOGGETTI SVANTAGGIATI IN ATTUAZIONE

Dettagli

La partecipazione al mercato del lavoro della popolazione straniera I - IV trimestre 2005

La partecipazione al mercato del lavoro della popolazione straniera I - IV trimestre 2005 27 marzo 2006 La partecipazione al mercato del lavoro della popolazione straniera I - IV trimestre 2005 Ufficio della comunicazione Tel. + 39 06 4673.2243-2244 Centro di informazione statistica Tel. +

Dettagli

C U R R I C U M V I T A E. Informazioni personali

C U R R I C U M V I T A E. Informazioni personali C U R R I C U M V I T A E Informazioni personali Nome Cognome Altro Indirizzo Andrea Pellegrino Nato a Venosa (PZ) il 29/11/1956 Cittadinanza italiana Coniugato C/da Campo di Giorgio, 37-85010 Pignola

Dettagli

DRNGPP63D51I610T. Mediatore in materia Civile e Commerciale. Percorso di aggiornamento Tributario (N. 15 ore) Ordine Dottori Commercialisti

DRNGPP63D51I610T. Mediatore in materia Civile e Commerciale. Percorso di aggiornamento Tributario (N. 15 ore) Ordine Dottori Commercialisti C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome [D ARANNO GIUSEPPINA ] Indirizzo [ S.N.C., VIA NICOLA MELFI, 85038, SENISE (PZ) ] Telefono 0973/686329 3388553312 Fax 0973/686329 E-mail daranno@libero.it

Dettagli

AVVIAMENTI ISCRITTI IN MOBILITA' stranieri. La tipologia di iscrizione consente di evidenziare le motivazioni per

AVVIAMENTI ISCRITTI IN MOBILITA' stranieri. La tipologia di iscrizione consente di evidenziare le motivazioni per FEBBRAIO 2009 I flussi delle iscrizioni: In aumento, nel mese di febbraio, il numero degli iscritti presso i tre centri per l impiego provinciali (14.975 unità). La variazione percentuale degli iscritti

Dettagli

CREAZIONE DI ATTIVITÀ IMPRENDITORIALI SCHEMA DI AVVISO PUBBLICO

CREAZIONE DI ATTIVITÀ IMPRENDITORIALI SCHEMA DI AVVISO PUBBLICO Allegato 1 Linea di Intervento D Sostegno alle attività produttive PROGRAMMA OPERATIVO VAL D AGRI MELANDRO SAURO CAMASTRA SCHEMA DI AVVISO PUBBLICO Riferimenti programmatici e normativi Legge Regionale

Dettagli

REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITÀ

REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITÀ REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITÀ ABSTRACT Lo sfruttamento e la gestione di giacimenti petroliferi richiede la disponibilità di competenze altamente specializzate

Dettagli

Poli di Innovazione. Polo di Innovazione INOLTRA: Innovazione nella Logistica e Trasporto. Questionario Informativo

Poli di Innovazione. Polo di Innovazione INOLTRA: Innovazione nella Logistica e Trasporto. Questionario Informativo Poli di Innovazione Decisione CE 2006/C/323/01; Decreto M.I.S.E. 27/3/2008 n. 87 POR FESR ABRUZZO 2007-2013 Attività I.1. Sostegno alla creazione dei Poli di innovazione Polo di Innovazione INOLTRA: Innovazione

Dettagli

Rizzieri Stefania Marzo 2007

Rizzieri Stefania Marzo 2007 Rizzieri Stefania Marzo 2007 1 Provincia di Savona. Settore Politiche del Lavoro e Sociali. Osservatorio del Mercato del Lavoro Obiettivi dell indagine Fornire alcune informazioni sulle performance occupazionali

Dettagli

PER UNA FISCALITA DIFFERENZIATA SUI PRODOTTI ENERGETICI IN BASILICATA

PER UNA FISCALITA DIFFERENZIATA SUI PRODOTTI ENERGETICI IN BASILICATA REGIONE BASILICATA ASSESSORATO AMBIENTE E TERRITORIO, INFRASTRUTTURE, OPERE PUBBLICHE E TRASPORTI PER UNA FISCALITA DIFFERENZIATA SUI PRODOTTI ENERGETICI IN BASILICATA Prof. Aldo Berlinguer Assessore all

Dettagli

l energia sostenibile

l energia sostenibile l energia sostenibile il Gruppo Le sinergie tra le società del Gruppo a servizio del cliente Il gruppo societario, del quale Omnia Energia rappresenta l anima commerciale, si è evoluto nel corso degli

Dettagli

IL PROFILO DELLE ISTITUZIONI NON PROFIT

IL PROFILO DELLE ISTITUZIONI NON PROFIT 16 Aprile 2014 IL PROFILO DELLE ISTITUZIONI NON PROFIT ALLA LUCE DELL ULTIMO CENSIMENTO Prosegue il processo di diffusione dei dati del Censimento delle istituzioni non profit. Oggi viene presentato un

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO seduta ordinaria

DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO seduta ordinaria Sede legale e amministrativa ex Convento delle Benedettine Via A. Manzoni n. 1 85052 Marsico Nuovo (PZ) Tel. 0975/344222 Fax. 0975/344203 e-mail: info@parcoappenninolucano.it C.F. 91008560764 P.IVA n.

Dettagli

La formazione del personale nel sistema universitario

La formazione del personale nel sistema universitario La formazione del personale nel sistema universitario Premessa Il sistema universitario italiano è interessato, ormai da alcuni anni, da profondi cambiamenti che riguardano in particolare la tipologia

Dettagli

14/09/2010. Condino, 11 settembre 2010. Maura Gasperi -

14/09/2010. Condino, 11 settembre 2010. Maura Gasperi - Progetto pilota - ricerca per la valorizzazione del legno in Valle del Chiese Condino, 11 settembre 2010 Maura Gasperi - 1 Obiettivi ricerca Dare avvio alla sperimentazione in Valle del Chiese del Piano

Dettagli

Eni Corporate University

Eni Corporate University I fondamenti delle professionalità Health, Safety, Environment & Quality Eni Corporate University E n i ' s k n owledge company POLITICHE E SISTEMI DI GESTIONE HSE Il nostro impegno organizzativo per

Dettagli

F ORMATO INFORMAZIONI PERSONALI EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO INFORMAZIONI PERSONALI EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome/Cognome Laurea E-mail Data di nascita 28/03/1978 Luogo di nascita Eleonora Lanza Cariccio Ingegneria Gestionale V.O. (Vecchio Ordinamento)

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PERSONALE NELL ATTIVITA DI ESPERTO IN GESTIONE DELL ENERGIA. PS DOC 02 EGE 09/11/2015 Pagina 1 di 11

REGOLAMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PERSONALE NELL ATTIVITA DI ESPERTO IN GESTIONE DELL ENERGIA. PS DOC 02 EGE 09/11/2015 Pagina 1 di 11 REGOLAMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PERSONALE NELL ATTIVITA DI ESPERTO IN GESTIONE DELL ENERGIA PS DOC 02 EGE 09/11/2015 Pagina 1 di 11 INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 3 2. RIFERIMENTI...

Dettagli

La fotografia dell occupazione

La fotografia dell occupazione La fotografia dell occupazione La dimensione aziendale Come osservato precedentemente in Veneto il 97,3% delle imprese ha un numero di addetti inferiore a 19 e raccoglie il 60,5% del totale degli occupati

Dettagli

la formazione 2010 nelle camere Di commercio parte i - capitolo 5

la formazione 2010 nelle camere Di commercio parte i - capitolo 5 la formazione 2010 nelle camere Di commercio parte i - capitolo 5 5. 1 l u n i V e r s o D i r i f e r i m e n T o Il presente studio è stato condotto prendendo come universo di riferimento le 105 Camere

Dettagli

SCHEDA ANAGRAFICA FORNITORI DI MATERIALI

SCHEDA ANAGRAFICA FORNITORI DI MATERIALI Pag.1 1) Denominazione o ragione sociale.. 2) Forma giuridica e/o costitutiva: Ditta individuale Società di capitali: S.p.A. S.r.l. S.a.p.A. Cooperativa Società di persone: S.a.s. S.n.c. S.d.f. Consorzio

Dettagli

DOCUMENTO DI RIESAME DELLA DIREZIONE

DOCUMENTO DI RIESAME DELLA DIREZIONE DOCUMENTO DI RIESAME DELLA DIREZIONE REPORT SULLO STATO DI GESTIONE DEL SISTEMA DI RESPONSABILITA SOCIALE IN BASE AI REQUISITI DELLA NORMA SA 8000/08 AGGIORNATO AL 3 NOVEMBRE 2014 Doc. Riesame della Direzione

Dettagli

IL CONSUMATORE E IL CREDITO Indagine sul rapporto tra i consumatori e i prodotti di credito al consumo anno 2012

IL CONSUMATORE E IL CREDITO Indagine sul rapporto tra i consumatori e i prodotti di credito al consumo anno 2012 IL CONSUMATORE E IL CREDITO Indagine sul rapporto tra i consumatori e i prodotti di al consumo anno 2012 Il al consumo in Italia Il settore del ai consumatori è regolato dal Testo Unico Bancario, così

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA N. 3 POTENZA

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA N. 3 POTENZA AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA N. 3 POTENZA Via L. Da Vinci n 11 85037 Sant Arcangelo (PZ) tel. 0973/611416 AUTODISCPLINA PER LA GESTIONE FAUNISTICO VENATORIA DEL CINGHIALE PER LA PROVINCIA DI POTENZA DI

Dettagli

PROGETTO LABIRINTUS. Azioni di contrasto alla povertà attraverso reti di supporto ed inclusione sociale

PROGETTO LABIRINTUS. Azioni di contrasto alla povertà attraverso reti di supporto ed inclusione sociale PROGETTO LABIRINTUS Azioni di contrasto alla povertà attraverso reti di supporto ed inclusione sociale Lo scenario Disoccupazione in età matura A livello nazionale sono circa 3 milioni gli inattivi o scoraggiati,

Dettagli

Gli stakeholder Fornitori

Gli stakeholder Fornitori Gli stakeholder Fornitori Fornitori Trasparenza, imparzialità, correttezza e presidio dei principi di sostenibilità sono alla base delle attività di approvvigionamento dei beni e dei servizi aziendali.

Dettagli

ENGINEERING AND CONSTRUCTION

ENGINEERING AND CONSTRUCTION ENGINEERING AND CONSTRUCTION Pipeline Modelling and Leak Detection Software Ingegneria Sistemi di Acquisizione Dati Sistemi di Controllo PROFILO S.E.I.C. srl Viale Italia, 26 61032 Fano (PU) Italy Tel.:

Dettagli

9 Censimento dell industria e dei servizi e Censimento delle istituzioni non profit. Primi risultati

9 Censimento dell industria e dei servizi e Censimento delle istituzioni non profit. Primi risultati 9 Censimento dell industria e dei servizi e Censimento delle istituzioni non profit. Primi risultati 9 Censimento dell industria e dei servizi e Censimento delle istituzioni non profit. Primi risultati

Dettagli

ELABORAZIONE QUESTIONARIO STUDENTI

ELABORAZIONE QUESTIONARIO STUDENTI ANALISI DI FABBISOGNI DI INNOVAZIONE E FORMAZIONE 1. Le Figure Professionali IFTS Il Tecnico superiore per l organizzazione ed il marketing del turismo integrato gestisce i rapporti con soggetti pubblici

Dettagli

ITALIA LAVORO SPA PON ENTI BILATERALI 2012-14

ITALIA LAVORO SPA PON ENTI BILATERALI 2012-14 INDICE 13.1 AZIENDE TERMALI... 515 13.1.1 DATI DI SCENARIO... 518 13.1.2 ELEMENTI SULLA CONTRATTAZIONE... 519 13.1.3 IL WELFARE CONTRATTUALE: QUADRO D INSIEME... 521 13.1.3.1 L Ente Bilaterale mutualistico...

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

QUESTIONARIO PRELIMINARE

QUESTIONARIO PRELIMINARE ALLEGATO D IDENTIFICAZIONE INTERNA Ragione Sociale Data emissione anagrafica 1/12 ALLEGATO D SCHEDA D'IMPRESA - DATI GENERALI (SEZ. 1) 1 IDENTIFICAZIONE GIURIDICA 1.1 Ragione Sociale 1.2 Forma giuridica

Dettagli

Attività di monitoraggio esiti occupazionali della formazione professionale 2000-2001 Sintesi - Giugno 2004

Attività di monitoraggio esiti occupazionali della formazione professionale 2000-2001 Sintesi - Giugno 2004 Attività di monitoraggio esiti occupazionali della formazione professionale 2-21 Sintesi - Giugno 24 1. Costruzione banca dati allievi, partendo dall archivio corsi FP 2 2. Realizzazione indagine censuaria

Dettagli

Formazione ANIMA. Corso di formazione in preparazione all esame di qualifica EGE (Esperti in Gestione dell Energia)

Formazione ANIMA. Corso di formazione in preparazione all esame di qualifica EGE (Esperti in Gestione dell Energia) Salò (BS), 6 8 maggio 2015 oppure Milano, 13-15 maggio 2015 Corso di formazione in preparazione all esame di qualifica EGE (Esperti in Gestione dell Energia) Introduzione: L Esperto in Gestione dell Energia

Dettagli

Federesco. Le Energy Service Company. La situazione a livello nazionale e opportunità per Enti Locali

Federesco. Le Energy Service Company. La situazione a livello nazionale e opportunità per Enti Locali Federesco Le Energy Service Company La situazione a livello nazionale e opportunità per Enti Locali Seminario Efficienza energetica del patrimonio pubblico: impegni e opportunità per gli enti locali Reggio

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Esperto in Direzione e Valutazione dei Sistemi di Gestione Integrata: Qualità, Ambiente e Sicurezza

Esperto in Direzione e Valutazione dei Sistemi di Gestione Integrata: Qualità, Ambiente e Sicurezza QUALITY FOR MASTER Esperto in Direzione e Valutazione dei Sistemi di Gestione Una preparazione meramente teorica, seppur di rilievo, non è più sufficiente per affrontare le complesse dinamiche aziendali.

Dettagli

Il contributo delle tematiche HSEQ. Ing. Piero Luigi Caribotti. snamretegas.it

Il contributo delle tematiche HSEQ. Ing. Piero Luigi Caribotti. snamretegas.it Suppliers Day for Sustainability Il contributo delle tematiche HSEQ Direzione Salute, Sicurezza, Ambiente e Qualità Ing. Piero Luigi Caribotti snamretegas.it Agenda 1 - La salute sicurezza ed ambiente

Dettagli

DELOCALIZZAZIONE, AMMODERNAMENTO E RIQUALIFICAZIONE DELLE PMI ESISTENTI

DELOCALIZZAZIONE, AMMODERNAMENTO E RIQUALIFICAZIONE DELLE PMI ESISTENTI Allegato 1 E RIQUALIFICAZIONE DELLE PMI ESISTENTI Linea di Intervento D Sostegno alle attività produttive PROGRAMMA OPERATIVO VAL D AGRI MELANDRO SAURO CAMASTRA AVVISO PUBBLICO Riferimenti programmatici

Dettagli

eni in Basilicata in Basilicata Local Report eni.com

eni in Basilicata in Basilicata Local Report eni.com eni in Basilicata in Basilicata Local Report 2012 eni.com Missione Siamo un impresa integrata nell energia, impegnata a crescere nell attività di ricerca, produzione, trasporto, trasformazione e commercializzazione

Dettagli

Comunicato Stampa Mantova, 18 febbraio 2014 I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE PER IL PRIMO TRIMESTRE 2014

Comunicato Stampa Mantova, 18 febbraio 2014 I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE PER IL PRIMO TRIMESTRE 2014 Comunicato Stampa Mantova, 18 febbraio 2014 I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE PER IL PRIMO TRIMESTRE 2014 Il Servizio Informazione e Promozione Economica della Camera di Commercio di Mantova rende

Dettagli

SAFE scuola di scienze agrarie, forestali, alimentari ed ambientali UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA BASILICATA. Corso Percorsi Abilitanti Speciali (PAS)

SAFE scuola di scienze agrarie, forestali, alimentari ed ambientali UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA BASILICATA. Corso Percorsi Abilitanti Speciali (PAS) SAFE scuola di scienze agrarie, forestali, alimentari ed ambientali UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA BASILICATA Corso Percorsi Abilitanti Speciali (PAS) ZOOTECNIA E PARCHI Relatore: Prof. Carlo Cosentino http://www.biodiversitazootecnica.it/

Dettagli

Andrea. andrea.pellegrino1

Andrea. andrea.pellegrino1 C U R R I C U M V I T A E Informazioni personali Nome Cognome Altro Indirizzo Andrea Pellegrino Nato a Venosa (PZ) il 29/11/1956 Cittadinanza italiana Coniugato C/da Campo di Giorgio, 37-85010 Pignola

Dettagli

Intervento cofinanziato dall U.E. F.E.S.R. sul P.O. Regione Puglia 2007-2013 Asse I Linea 1.1 Aiuti agli investimenti in ricerca per le PMI

Intervento cofinanziato dall U.E. F.E.S.R. sul P.O. Regione Puglia 2007-2013 Asse I Linea 1.1 Aiuti agli investimenti in ricerca per le PMI Oil & Gas Business Application Suite Intervento cofinanziato dall U.E. F.E.S.R. sul P.O. Regione Puglia 2007-2013 Asse I Linea 1.1 Aiuti agli investimenti in ricerca per le PMI Il progetto Il bando Nell

Dettagli

C41-1. Il Sistema di Gestione della Salute e Sicurezza sul Lavoro (SGSL) CORSO DI FORMAZIONE RESPONSABILI E ADDETTI SPP EX D.Lgs.

C41-1. Il Sistema di Gestione della Salute e Sicurezza sul Lavoro (SGSL) CORSO DI FORMAZIONE RESPONSABILI E ADDETTI SPP EX D.Lgs. SiRVeSS Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole Il Sistema di Gestione della Salute e Sicurezza sul Lavoro (SGSL) MODULO C Unità didattica C41-1 CORSO DI FORMAZIONE RESPONSABILI E ADDETTI

Dettagli

Salary Survey Technicians & Engineers In esclusiva per il Centro Studi del Consiglio Nazionale degli Ingegneri

Salary Survey Technicians & Engineers In esclusiva per il Centro Studi del Consiglio Nazionale degli Ingegneri Salary Survey Technicians & Engineers In esclusiva per il Centro Studi del Consiglio Nazionale degli Ingegneri Interim & specialized recruitment www.pagepersonnel.it Page Personnel Italia SpA Chi siamo

Dettagli

Regolamento Generale per la Certificazione di Persone Scheda Integrativa dei Requisiti della Certificazione delle Persone

Regolamento Generale per la Certificazione di Persone Scheda Integrativa dei Requisiti della Certificazione delle Persone Regolamento Generale per la Certificazione di Persone Persone UNI 11339 Esperti in gestione dell energia: EGE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE La presente scheda definisce i requisiti e le modalità per

Dettagli

NORMATIVA DEL SISTEMA DI QUALIFICAZIONE PER I SERVIZI DI INGEGNERIA. (Rev. 14 Edizione febbraio 2016)

NORMATIVA DEL SISTEMA DI QUALIFICAZIONE PER I SERVIZI DI INGEGNERIA. (Rev. 14 Edizione febbraio 2016) ( Edizione febbraio 2016) Pagina 1 di 22 Indice Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Istituzione del Sistema di qualificazione Documentazione correlata e modelli di dichiarazioni Requisiti speciali per la

Dettagli

I-San Donato Milanese: Servizi informatici: consulenza, sviluppo di software, Internet e supporto 2011/S 8-012135

I-San Donato Milanese: Servizi informatici: consulenza, sviluppo di software, Internet e supporto 2011/S 8-012135 1/5 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:12135-2011:text:it:html I-San Donato Milanese: Servizi informatici: consulenza, sviluppo di software, Internet e supporto 2011/S 8-012135

Dettagli

LA REGISTRAZIONE EMAS APPLICATA AD UN IMPIANTO DI RECUPERO DI RIFIUTI INERTI: BILANCIO DI 12 ANNI DI ATTIVITÀ Dott. Roberto Marsicola RIME 1 srl

LA REGISTRAZIONE EMAS APPLICATA AD UN IMPIANTO DI RECUPERO DI RIFIUTI INERTI: BILANCIO DI 12 ANNI DI ATTIVITÀ Dott. Roberto Marsicola RIME 1 srl LA REGISTRAZIONE EMAS APPLICATA AD UN IMPIANTO DI RECUPERO DI RIFIUTI INERTI: BILANCIO DI 12 ANNI DI ATTIVITÀ Dott. Roberto Marsicola RIME 1 srl IL SITO E LE ATTIVITÀ La RIME 1 è una società che svolge

Dettagli

Indagine mercato del lavoro Laboratori ARCHA Srl Anno 2015

Indagine mercato del lavoro Laboratori ARCHA Srl Anno 2015 Pisa, 18/12/2015 Indagine a cura del Responsabile Analisi Fabbisogni formativi (Dott.ssa Fabrizia Turchi) Indagine mercato del lavoro Laboratori ARCHA Srl Anno 2015 Oggetto dell indagine - Situazione neolaureati

Dettagli

Località Codice UI Foglio Particella Sub. Cat. Classe Rendita Catastale Canone annuo Abriola 16838 3 700 3 A/3 1 82,63 Abriola 16839 3 700 4 A/3 1

Località Codice UI Foglio Particella Sub. Cat. Classe Rendita Catastale Canone annuo Abriola 16838 3 700 3 A/3 1 82,63 Abriola 16839 3 700 4 A/3 1 Località Codice UI Foglio Particella Sub. Cat. Classe Rendita Catastale Canone annuo Abriola 16838 3 700 3 A/3 1 82,63 Abriola 16839 3 700 4 A/3 1 82,63 Abriola 16840 3 700 5 A/3 1 82,63 812,95 Abriola

Dettagli

MASTER TQM - QUALITA AMBIENTE E SICUREZZA

MASTER TQM - QUALITA AMBIENTE E SICUREZZA MASTER Management Istituto Studi Direzionali Academy MASTER TQM - QUALITA AMBIENTE E SICUREZZA SEDI E CONTATTI Management Academy Sida Group master@sidagroup.com www.mastersida.com MILANO BOLOGNA PARMA

Dettagli

La lingua italiana, i dialetti e le lingue straniere

La lingua italiana, i dialetti e le lingue straniere 20 aprile 2007 La italiana, i dialetti e le lingue straniere Anno 2006 Le indagini Multiscopo condotte dall Istat rilevano i comportamenti e gli aspetti più importanti della vita quotidiana delle famiglie.

Dettagli

Banca Dati Rete Consortile. Questionario raccolta dati cooperative di tipo A

Banca Dati Rete Consortile. Questionario raccolta dati cooperative di tipo A Pagina 1 di 14 Questionario raccolta dati cooperative di tipo A Il presente questionario intende promuovere un indagine finalizzata a rilevare le informazioni necessarie per la redazione del bilancio sociale

Dettagli

CONGIUNTURA EDILE 2013 INDAGINE SUL SETTORE EDILE DELLA PROVINCIA DI BIELLA. A CURA DELL UFFICIO STUDI in collaborazione con

CONGIUNTURA EDILE 2013 INDAGINE SUL SETTORE EDILE DELLA PROVINCIA DI BIELLA. A CURA DELL UFFICIO STUDI in collaborazione con CONGIUNTURA EDILE 2013 INDAGINE SUL SETTORE EDILE DELLA PROVINCIA DI BIELLA A CURA DELL UFFICIO STUDI in collaborazione con CONGIUNTURA EDILE 2013 Costruzioni: è ancora crisi, ma con qualche timido segnale

Dettagli

QUESTIONARIO DI RILEVAZIONE DESTINATO ALLE IMPRESE FEMMINILI BERGAMASCHE

QUESTIONARIO DI RILEVAZIONE DESTINATO ALLE IMPRESE FEMMINILI BERGAMASCHE QUESTIONARIO DI RILEVAZIONE DESTINATO ALLE IMPRESE FEMMINILI BERGAMASCHE PARTE A: DATI DI ORGANIZZAZIONE E GESTIONE AZIENDALE A.1 Anno di costituzione dell attività: da 0 a 3 anni da 3 a 10 anni oltre

Dettagli

AVVIAMENTI ISCRITTI IN MOBILITA' immutate le proprie caratteristiche: prevalenza della. trentenni iscritti (30,56%),

AVVIAMENTI ISCRITTI IN MOBILITA' immutate le proprie caratteristiche: prevalenza della. trentenni iscritti (30,56%), Marzo 2009 I flussi delle iscrizioni: Ancora in crescita il numero di coloro che si rivolgono ai tre centri per l impiego in cerca di occupazione. Lo stock di fine mese si attesta a 15.322 unità in crescita

Dettagli

SERVIZI SOLUZIONI ENERGETICHE

SERVIZI SOLUZIONI ENERGETICHE SERVIZI SOLUZIONI ENERGETICHE 1. Energy Audit L Energy Audit viene definito come una valutazione sistematica, documentata e periodica dell efficienza dell organizzazione del sistema di gestione del risparmio

Dettagli

STRATEGIE E STRUMENTI PER LE SMART CITIES

STRATEGIE E STRUMENTI PER LE SMART CITIES MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2012 2013 I Edizione STRATEGIE E STRUMENTI PER LE SMART CITIES DIREzIONE generale: Prof.ssa Fiammetta Mignella Calvosa, Prof. Franco Cotana, Ing. Pieraldo

Dettagli