MODELLO SCHEDE INTERVENTO AMBITO DI INTERVENTO: AMBIENTE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MODELLO SCHEDE INTERVENTO AMBITO DI INTERVENTO: AMBIENTE"

Transcript

1 Dipartimento Sviluppo economico, innovazione, istruzione, formazione e lavoro Regolamento regionale della Puglia per gli aiuti in esenzione n. 17 del 30/09/2014 (BURP n. 139 suppl. del 06/10/2014) TITOLO II CAPO 2 DEL REGOLAMENTO GENERALE Aiuti ai programmi integrati promossi da PICCOLE IMPRESE ai sensi dell articolo 27 del Regolamento SEZIONE 5 DEL PROGETTO DEFINITIVO FORMULARIIO IINVESTIIMENTII IIN SERVIIZII DII CONSULENZA Cronoprogramma dell investimento in servizi di consulenza DATA AVVIO DEGLI INVESTIMENTIGG/MM/AA. DATA REALIZZAZIONE 50%.... GG/MM/AA DATA DI ULTIMAZIONE GG/MM/AA. DATA ENTRATA IN FUNZIONE GG/MM/AA. DATA ENTRATA A REGIME. GG/MM/AA. ESERCIZIO A REGIMEAA. Allegare cronoprogramma degli investimenti in servizi di consulenza per singola macrovoce di spesa. Barrare la tipologia di intervento da realizzare MODELLO SCHEDE INTERVENTO AMBITO DI INTERVENTO: AMBIENTE Codice Intervento Denominazione Intervento 1 Certificazione del sistema di gestione ambientale secondo la normativa EMAS 2 Certificazione del sistema di gestione ambientale secondo la normativa ISO Marchio di qualità ecologica (ECOLABEL) 4 Studi di fattibilità per l adozione di soluzioni tecnologiche ecoefficienti 1

2 Dipartimento Sviluppo economico, innovazione, istruzione, formazione e lavoro SCHEDA INTERVENTO Certificazione del sistema di gestione ambientale secondo la normativa EMAS Nome impresa richiedente: Gli obiettivi specifici dell intervento (Indicare le finalità che si vuole raggiungere attraverso la realizzazione dell intervento) (indicare anche la spesa sostenuta dal proponente negli ultimi 5 anni in servizi di consulenza riguardanti l ambito oggetto dell intervento) I risultati attesi (Indicare i risultati che si vuole effettivamente ottenere attraverso la realizzazione dell intervento. Tali risultati devono essere tangibili e facilmente verificabili, quali ad esempio, l acquisizione delle certificazioni richieste) Condizioni di assoggettamento a VIA obbligatoria secondo la Legge Regionale 12 Aprile 2002 n.11 (indicare la singola categoria in cui la tipologia dell attività dell impresa o sua specifica attività progettuale ricadono secondo la classificazione della Legge Regionale 12 Aprile 2002 n.1 Allegare documentazione a supporto di tale condizione di appartenenza ). 4. Condizioni di esistenza di procedura di assoggettabilità a VIA secondo la Legge Regionale 12 Aprile 2002 n.11 (indicare la singola categoria in cui la tipologia dell attività dell impresa o sua specifica attività progettuale ricadono secondo la classificazione della Legge Regionale 12 Aprile 2002 n.1 Allegare documentazione a supporto di tale condizione di appartenenza ): 2 Firma del legale rappresentante

3 Dipartimento Sviluppo economico, innovazione, istruzione, formazione e lavoro 5. Le modalità di intervento (Descrivere sinteticamente in che modo si intende realizzare l intervento per ciascuna tipologia di intervento previsto: le principali fasi di attività da svolgere, i tempi previsti, le risorse professionali esterne da impiegare; allegare copia del documento di identità con firma leggibile e curriculum vitae del professionista, controfirmata dallo stesso e preventivo dell intervento. Inoltre, la tempistica deve coincidere con il diagramma di GANTT allegato alla scheda tecnica) Area di intervento: Analisi e predisposizione del sistema di gestione ambientale secondo la normativa EMAS Fase di attività: Analisi delle condizioni del sito aziendale e delle procedure di gestione ambientale. Fase di attività: Identificazione degli interventi correttivi ed elaborazione delle procedure da attivarsi ai fini della certificazione. 3 Firma del legale rappresentante

4 Dipartimento Sviluppo economico, innovazione, istruzione, formazione e lavoro Fase di attività: Preparazione e predisposizione materiale documentale (Manuale della Qualità, procedure, ecc.) cartaceo ed elettronico (CD-Rom) NOMINATIVO DEL PROFESSIONISTI:. Fase di attività: Altro (specificare) Tempi previsti dell intervento (in mesi) :. Area di intervento: Realizzazione di interventi di addestramento del personale interno per l utilizzo del sistema di certificazione Fase di attività: Analisi dei fabbisogni di addestramento interni NOMINATIVO DEL PROFESSIONISTI: 4 Firma del legale rappresentante

5 Dipartimento Sviluppo economico, innovazione, istruzione, formazione e lavoro Tempi previsti dell intervento (in mesi) :. Fase di attività: Elaborazione piano e predisposizione materiali di addestramento Tempi previsti dell intervento (in mesi) :. Fase di attività: Realizzazione intervento di addestramento Tempi previsti dell intervento (in mesi) :. Fase di attività: Altro (specificare) 5 Firma del legale rappresentante

6 Dipartimento Sviluppo economico, innovazione, istruzione, formazione e lavoro Tempi previsti dell intervento (in mesi) :. Area di intervento: Realizzazione di audit ispettivi da parte dell ente di certificazione Fase di attività: Preparazione e realizzazione dell audit preliminare Tempi previsti dell intervento (in mesi) :. Fase di attività: Preparazione e realizzazione dell audit finale Tempi previsti dell intervento (in mesi) :. 6 Firma del legale rappresentante

7 Dipartimento Sviluppo economico, innovazione, istruzione, formazione e lavoro Fase di attività: Altro (specificare). 7 Firma del legale rappresentante

8 Dipartimento Sviluppo economico, innovazione, istruzione, formazione e lavoro 6. Riepilogo interventi e spese (Compilare e, ove necessario, integrare, la seguente tabella in ogni sua parte.) Tipologia di servizio Tempi previsti dell intervento Data inizio Data fine Esperto Livello I N giornate intervento Esperto Livello II Esperto Livello III Esperto Livello IV Fornitore del servizio Costo intervento in Euro (al netto IVA) Consulenza specialistica ai fini dell analisi e predisposizione del sistema di gestione ambientale secondo la normativa EMAS Consulenza specialistica per l addestramento del personale interno per l utilizzo del sistema di certificazione Preparazione e realizzazione di audit ispettivi da parte dell Ente di certificazione. Altro (specificare) Costo Totale 7. Profilo dei fornitori Allegare il profilo di ciascuno dei fornitori sopraindicati, mettendo in evidenza la relativa esperienza maturata nel settore specifico - attività svolte, clienti già acquisiti, collegamenti con altre strutture a livello locale ed extra territoriale e così via - oltre al gruppo di esperti a disposizione per l esecuzione delle attività; Allegare i CV degli esperti a disposizione per l esecuzione delle attività; La tempistica deve coincidere con il diagramma di GANTT allegato alla scheda tecnica. 8 Firma del legale rappresentante

9 Dipartimento Sviluppo economico, innovazione, istruzione, formazione e lavoro SCHEDA INTERVENTO Certificazione del sistema di gestione ambientale secondo la normativa ISO Nome impresa richiedente: Gli obiettivi specifici dell intervento (Indicare le finalità che si vuole raggiungere attraverso la realizzazione dell intervento) (indicare anche la spesa sostenuta dal proponente negli ultimi 5 anni in servizi di consulenza riguardanti l ambito oggetto dell intervento) I risultati attesi (Indicare i risultati che si vuole effettivamente ottenere attraverso la realizzazione dell intervento. Tali risultati devono essere tangibili e facilmente verificabili, quali ad esempio, l acquisizione delle certificazioni richieste) Condizioni di assoggettamento a VIA obbligatoria secondo la Legge Regionale 12 Aprile 2002 n.11 (indicare la singola categoria in cui la tipologia dell attività dell impresa o sua specifica attività progettuale ricadono secondo la classificazione della Legge Regionale 12 Aprile 2002 n.1 Allegare documentazione a supporto di tale condizione di appartenenza ). 4. Condizioni di esistenza di procedura di assoggettabilità a VIA secondo la Legge Regionale 12 Aprile 2002 n.11 9 Firma del legale rappresentante

10 Dipartimento Sviluppo economico, innovazione, istruzione, formazione e lavoro (indicare la singola categoria in cui la tipologia dell attività dell impresa o sua specifica attività progettuale ricadono secondo la classificazione della Legge Regionale 12 Aprile 2002 n.1 Allegare documentazione a supporto di tale condizione di appartenenza ): 5. Le modalità di intervento (Descrivere sinteticamente in che modo si intende realizzare l intervento per ciascuna tipologia di intervento previsto: le principali fasi di attività da svolgere, i tempi previsti, le risorse professionali esterne da impiegare; allegare copia del documento di identità con firma leggibile e curriculum vitae del professionista, controfirmata dallo stesso e preventivo dell intervento. Inoltre, la tempistica deve coincidere con il diagramma di GANTT allegato alla scheda tecnica) Area di intervento: Analisi e predisposizione del sistema di gestione ambientale secondo la normativa ISO Fase di attività: Analisi delle condizioni del sito aziendale e delle procedure di gestione ambientale. Fase di attività: Identificazione degli interventi correttivi ed elaborazione delle procedure da attivarsi ai fini della certificazione 10. Firma del legale rappresentante

11 Dipartimento Sviluppo economico, innovazione, istruzione, formazione e lavoro Fase di attività: Preparazione e predisposizione materiale documentale (Manuale della Qualità, procedure, ecc.) cartaceo ed elettronico (CD-Rom). Fase di attività: Altro (specificare). Area di intervento: Realizzazione di interventi di addestramento del personale interno per l utilizzo del sistema di certificazione Fase di attività: Analisi dei fabbisogni di addestramento interni 11 Firma del legale rappresentante

12 Dipartimento Sviluppo economico, innovazione, istruzione, formazione e lavoro. Fase di attività: Elaborazione piano e predisposizione materiali di addestramento. Fase di attività: Realizzazione intervento di addestramento. Fase di attività: Altro (specificare) 12 Firma del legale rappresentante

13 Dipartimento Sviluppo economico, innovazione, istruzione, formazione e lavoro. Area di intervento: Realizzazione di audit ispettivi da parte dell ente di certificazione Fase di attività: Preparazione e realizzazione dell audit preliminare. Fase di attività: Preparazione e realizzazione dell audit finale 13 Firma del legale rappresentante

14 Dipartimento Sviluppo economico, innovazione, istruzione, formazione e lavoro. Fase di attività: Altro (specificare). 6. Riepilogo interventi e spese (Compilare e, ove necessario, integrare, la seguente tabella in ogni sua parte.) Tipologia di servizio Consulenza specialistica ai fini dell analisi e predisposizione del sistema di gestione ambientale secondo la normativa ISO Tempi previsti dell intervento Data inizio Data fine Esperto Livello I N giornate intervento Esperto Livello II Esperto Livello III Esperto Livello IV Fornitore del servizio Costo intervento in Euro (al netto IVA) Consulenza specialistica per l addestramento del personale interno per l utilizzo del sistema di certificazione 14 Firma del legale rappresentante

15 Dipartimento Sviluppo economico, innovazione, istruzione, formazione e lavoro Preparazione e realizzazione di audit ispettivi da parte dell Ente di certificazione. Altro (specificare) Costo Totale 7. Profilo dei fornitori Allegare il profilo di ciascuno dei fornitori sopraindicati, mettendo in evidenza la relativa esperienza maturata nel settore specifico - attività svolte, clienti già acquisiti, collegamenti con altre strutture a livello locale ed extra territoriale e così via - oltre al gruppo di esperti a disposizione per l esecuzione delle attività; Allegare i CV degli esperti a disposizione per l esecuzione delle attività; La tempistica deve coincidere con il diagramma di GANTT allegato alla scheda tecnica 15 Firma del legale rappresentante

16 Dipartimento Sviluppo economico, innovazione, istruzione, formazione e lavoro SCHEDA INTERVENTO Marchio di qualità ECOLABEL Nome impresa richiedente: Gli obiettivi specifici dell intervento (Indicare le finalità che si vuole raggiungere attraverso la realizzazione dell intervento) (indicare anche la spesa sostenuta dal proponente negli ultimi 5 anni in servizi di consulenza riguardanti l ambito oggetto dell intervento) I risultati attesi (Indicare i risultati che si vuole effettivamente ottenere attraverso la realizzazione dell intervento. Tali risultati devono essere tangibili e facilmente verificabili, quali ad esempio, l acquisizione delle certificazioni richieste) Condizioni di assoggettamento a VIA obbligatoria secondo la Legge Regionale 12 Aprile 2002 n.11 (Indicare la singola categoria in cui la tipologia dell attività dell impresa o sua specifica attività progettuale ricadono secondo la classificazione della Legge Regionale 12 Aprile 2002 n.1 Allegare documentazione a supporto di tale condizione di appartenenza ). 4. Condizioni di esistenza di procedura di assoggettabilità a VIA secondo la Legge Regionale 12 Aprile 2002 n.11 (Indicare la singola categoria in cui la tipologia dell attività dell impresa o sua specifica attività progettuale ricadono secondo la classificazione della Legge Regionale 12 Aprile 2002 n.1 Allegare documentazione a supporto di tale condizione di appartenenza ): 16 Firma del legale rappresentante

17 Dipartimento Sviluppo economico, innovazione, istruzione, formazione e lavoro 5. Le modalità di intervento (Descrivere sinteticamente in che modo si intende realizzare l intervento per ciascuna tipologia di intervento previsto: le principali fasi di attività da svolgere, i tempi previsti, le risorse professionali esterne da impiegare; allegare copia del documento di identità con firma leggibile e curriculum vitae del professionista, controfirmata dallo stesso e preventivo dell intervento. Inoltre, la tempistica deve coincidere con il diagramma di GANTT allegato alla scheda tecnica.) Area di intervento: Analisi e predisposizione del sistema di certificazione di prodotto Ecolabel Fase di attività: Analisi del processo produttivo e delle procedure di rispetto ambientale. Fase di attività: Identificazione degli interventi correttivi ed elaborazione delle procedure da attivarsi ai fini della certificazione 17 Firma del legale rappresentante

18 Dipartimento Sviluppo economico, innovazione, istruzione, formazione e lavoro. Fase di attività: Preparazione e predisposizione materiale documentale (Manuale della Qualità, procedure, ecc.) cartaceo ed elettronico (CD-Rom). Fase di attività: Altro (specificare). Area di intervento: Realizzazione di interventi di addestramento del personale interno per l utilizzo del sistema di certificazione Fase di attività: Analisi dei fabbisogni di addestramento interni 18 Firma del legale rappresentante

19 Dipartimento Sviluppo economico, innovazione, istruzione, formazione e lavoro. Fase di attività: Elaborazione piano e predisposizione materiali di addestramento. Fase di attività: Realizzazione intervento di addestramento. Fase di attività: Altro (specificare) 19 Firma del legale rappresentante

20 Dipartimento Sviluppo economico, innovazione, istruzione, formazione e lavoro. Area di intervento: Realizzazione di audit ispettivi da parte dell ente di certificazione Fase di attività: Preparazione e realizzazione dell audit preliminare. Fase di attività: Preparazione e realizzazione dell audit finale 20 Firma del legale rappresentante

21 Dipartimento Sviluppo economico, innovazione, istruzione, formazione e lavoro. Fase di attività: Altro (specificare). 6. Riepilogo interventi e spese (Compilare e, ove necessario, integrare, la seguente tabella in ogni sua parte.) Tipologia di servizio Consulenza specialistica ai fini dell adozione del sistema di gestione ambientale per il marchio di qualità ecologica ECOLABEL Tempi previsti dell intervento Data inizio Data fine Esperto Livello I N giornate intervento Esperto Livello II Esperto Livello III Esperto Livello IV Fornitore del servizio Costo intervento in Euro (al netto IVA) Consulenza specialistica per l addestramento del personale interno per l utilizzo del sistema di certificazione 21 Firma del legale rappresentante

22 Dipartimento Sviluppo economico, innovazione, istruzione, formazione e lavoro Preparazione e realizzazione di audit ispettivi da parte dell Ente di certificazione. Altro (specificare) Costo Totale 7. Profilo dei fornitori Allegare il profilo di ciascuno dei fornitori sopraindicati, mettendo in evidenza la relativa esperienza maturata nel settore specifico - attività svolte, clienti già acquisiti, collegamenti con altre strutture a livello locale ed extra territoriale e così via - oltre al gruppo di esperti a disposizione per l esecuzione delle attività; Allegare i CV degli esperti a disposizione per l esecuzione delle attività; La tempistica deve coincidere con il diagramma di GANTT allegato alla scheda tecnica 22 Firma del legale rappresentante

23 Dipartimento Sviluppo economico, innovazione, istruzione, formazione e lavoro MODELLO SCHEDE INTERVENTO AMBITO DI INTERVENTO: RESPONSABILITA SOCIALE ED ETICA Barrare la tipologia di intervento da realizzare Codice Intervento Denominazione Intervento 1 Certificazione etica secondo la normativa SA 8000 SCHEDA INTERVENTO Certificazione etica secondo la normativa SA 8000 Nome impresa richiedente: Gli obiettivi specifici dell intervento (Indicare le finalità che si vuole raggiungere attraverso la realizzazione dell intervento) (indicare anche la spesa sostenuta dal proponente negli ultimi 5 anni in servizi di consulenza riguardanti l ambito oggetto dell intervento) I risultati attesi (Indicare i risultati che si vuole effettivamente ottenere attraverso la realizzazione dell intervento. Tali risultati devono essere tangibili e facilmente verificabili, quali ad esempio, l acquisizione delle certificazioni richieste) Le modalità di intervento (Descrivere sinteticamente in che modo si intende realizzare l intervento per ciascuna tipologia di intervento previsto: le principali fasi di attività da svolgere, i tempi previsti, le risorse professionali esterne da impiegare.) 23 Firma del legale rappresentante

24 Dipartimento Sviluppo economico, innovazione, istruzione, formazione e lavoro Area di intervento: Analisi e predisposizione del sistema di gestione aziendale secondo la normativa SA 8000 Fase di attività: Analisi del sistema di gestione aziendale e delle procedure di gestione etica. Fase di attività: Identificazione degli interventi correttivi ed elaborazione delle procedure da attivarsi ai fini della certificazione. Fase di attività: Preparazione e predisposizione materiale documentale (Manuale della Qualità, procedure, ecc.) cartaceo ed elettronico (CD-Rom) 24 Firma del legale rappresentante

25 Dipartimento Sviluppo economico, innovazione, istruzione, formazione e lavoro. Fase di attività: Altro (specificare). Area di intervento: Realizzazione di interventi di addestramento del personale interno per l utilizzo del sistema di certificazione Fase di attività: Analisi dei fabbisogni di addestramento interni. 25 Firma del legale rappresentante

26 Dipartimento Sviluppo economico, innovazione, istruzione, formazione e lavoro Fase di attività: Elaborazione piano e predisposizione materiali di addestramento. Fase di attività: Realizzazione intervento di addestramento. Fase di attività: Altro (specificare) 26 Firma del legale rappresentante

27 Dipartimento Sviluppo economico, innovazione, istruzione, formazione e lavoro. Area di intervento: Realizzazione di audit ispettivi da parte dell ente di certificazione Fase di attività: Preparazione e realizzazione dell audit preliminare. Fase di attività: Preparazione e realizzazione dell audit finale. Fase di attività: Altro (specificare) 27 Firma del legale rappresentante

28 Dipartimento Sviluppo economico, innovazione, istruzione, formazione e lavoro. 4. Riepilogo interventi e spese (Compilare e, ove necessario, integrare, la seguente tabella in ogni sua parte.) Tipologia di servizio Tempi previsti dell intervento Data inizio Data fine Esperto Livello I N giornate intervento Esperto Livello II Esperto Livello III Esperto Livello IV Fornitore del servizio Costo intervento in Euro (al netto IVA) Consulenza specialistica ai fini dell analisi e predisposizione del sistema di gestione aziendale ai fini della certificazione etica secondo la normativa SA 8000 Consulenza specialistica per l addestramento del personale interno per l utilizzo del sistema di certificazione Preparazione e realizzazione di audit ispettivi da parte dell Ente di certificazione. Altro (specificare) Costo Totale 5. Profilo dei fornitori 28 Firma del legale rappresentante

29 Dipartimento Sviluppo economico, innovazione, istruzione, formazione e lavoro Allegare il profilo di ciascuno dei fornitori sopraindicati, mettendo in evidenza la relativa esperienza maturata nel settore specifico - attività svolte, clienti già acquisiti, collegamenti con altre strutture a livello locale ed extra territoriale e così via - oltre al gruppo di esperti a disposizione per l esecuzione delle attività; Allegare i CV degli esperti a disposizione per l esecuzione delle attività; La tempistica deve coincidere con il diagramma di GANTT allegato alla scheda tecnica 29 Firma del legale rappresentante

30 MODELLO SCHEDE INTERVENTO AMBITO DI INTERVENTO: INTERNAZIONALIZZAZIONE D IMPRESA Barrare la tipologia di intervento da realizzare Codice Intervento Denominazione Intervento 1 Programmi di Internazionalizzazione 2 Programmi di marketing internazionale 3 E-Business SCHEDA INTERVENTO Programmi di Internazionalizzazione Nome impresa richiedente: Paese/i di riferimento (Indicare il/i Paese/i estero/i di riferimento per il programma di intervento e le principali motivazioni alla base della relativa scelta.) (indicare anche la spesa sostenuta dal proponente negli ultimi 5 anni in servizi di consulenza riguardanti l ambito oggetto dell intervento) Gli obiettivi specifici dell intervento (Indicare le finalità che si vuole raggiungere attraverso la realizzazione dell intervento.) Coerenza del programma con la struttura aziendale (Descrivere la motivazione e la coerenza degli interventi programmati con la struttura dell impresa )

31 4. I risultati attesi (Indicare i risultati che si vuole effettivamente ottenere attraverso la realizzazione dell intervento. Tali risultati devono essere tangibili e facilmente verificabili, quali ad esempio, l individuazione di partner esteri, la sottoscrizione di accordi di collaborazione industriale. 5. Nuove assunzioni interne all azienda nell area internazionalizzazione Indicare, se previsto, il numero di nuove unità di personale aziendale da assumere a valle della candidatura, per l area internazionalizzazione). 6. Le modalità di intervento (Descrivere sinteticamente in che modo si intende realizzare l intervento per ciascuna tipologia di intervento previsto: le principali fasi di attività da svolgere, i tempi previsti, le risorse professionali esterne da impiegare; allegare copia del documento di identità con firma leggibile e curriculum vitae del professionista, controfirmata dallo stesso e preventivo dell intervento. Inoltre, la tempistica deve coincidere con il diagramma di GANTT allegato alla scheda tecnica) Area di intervento: Ricerca di partner esteri per la definizione di progetti di investimento e/o accordi di collaborazione industriale da realizzarsi all estero Fase di attività: Elaborazione profilo partner estero richiesto. 31

32 Fase di attività: Ricerca e sviluppo contatti potenziali partner esteri Fase di attività: Verifica idoneità/affidabilità potenziali partner esteri. Fase di attività: Elaborazione schede potenziali partner esteri. Fase di attività: Altro (specificare) 32

33 . Area di intervento: Realizzazione di studi di fattibilità connessi con la valutazione economico-finanziaria, fiscale, legale contrattuale e di progettazione/ingegnerizzazione di prodotti/processi inerenti i progetti di investimento e/o di partnership industriale da realizzarsi all estero Fase di attività: Studio ed elaborazione ipotesi progetto di investimento e/o collaborazione industriale. Fase di attività: Analisi economico-finanziaria e valutazione della redditività del progetto 33

34 . Fase di attività: Valutazione delle problematiche legali, fiscali e societarie, finanziarie connesse con la realizzazione del progetto. Fase di attività: Studio e progettazione dei prodotti/processi da svilupparsi nell ambito del progetto di Investimento e/o collaborazione industriale all estero. Fase di attività: Altro (specificare) 34

35 . Tipologia di intervento: Assistenza tecnica e tutoraggio alla/e impresa/e nelle varie fasi di implementazione e monitoraggio del programma di internazionalizzazione Fase di attività: Assistenza tecnica nella conduzione di negoziati di rilievo con la controparte estera. Fase di attività: Fornitura di pareri e/o consulenze qualificate inerenti questioni giuridiche ed economiche per la definizione di accordi. Fase di attività: Tutoraggio/addestramento del personale interno incaricato della gestione delle operazioni all estero 35

36 . Fase di attività: Altro (specificare). 7. Riepilogo interventi e spese (Compilare e, ove necessario, integrare, la seguente tabella in ogni sua parte.) Tipologia di servizio Tempi previsti dell intervento Data inizio Data fine Esperto Livello I N giornate intervento Esperto Livello II Esperto Livello III Esperto Livello IV Costo intervent o in Euro (al netto IVA) Durata massima intervent o (in mesi) Fornitore del servizio (Denominaz ione sede P.IVA) 36

37 Consulenza specialistica finalizzata alla ricerca di partner esteri per la definizione di progetti di investimento e/o accordi di collaborazione industriale da realizzarsi all estero Consulenza specialistica per la realizzazione di studi di fattibilità connessi con la valutazione economicofinanziaria, fiscale, legale contrattuale e di progettazione/ingegnerizzazion e di prodotti/processi inerenti i progetti di investimento e/o di partnership industriale da realizzarsi all estero Consulenza specialistica intesa a fornire servizi di assistenza tecnica e tutoraggio alla/e impresa/e nelle varie fasi di implementazione e monitoraggio del programma di internazionalizzazione Altro (specificare) Costo Totale 8. Profilo dei fornitori Allegare il profilo di ciascuno dei fornitori sopraindicati, mettendo in evidenza la relativa esperienza maturata nel settore specifico - attività svolte, clienti già acquisiti, collegamenti con altre strutture a livello locale ed extra territoriale e così via - oltre al gruppo di esperti a disposizione per l esecuzione delle attività; Allegare i CV degli esperti a disposizione per l esecuzione delle attività; La tempistica deve coincidere con il diagramma di GANTT allegato alla scheda tecnica 37

38 SCHEDA INTERVENTO Programmi di Marketing Internazionale Nome impresa richiedente: Paese/i di riferimento (Indicare il/i Paese/i estero/i di riferimento per il programma di intervento e le principali motivazioni alla base della relativa scelta.) (indicare anche la spesa sostenuta dal proponente negli ultimi 5 anni in servizi di consulenza riguardanti l ambito oggetto dell intervento) Gli obiettivi specifici dell intervento (Indicare le finalità che si vuole raggiungere attraverso la realizzazione dell intervento.) Coerenza del programma con la struttura aziendale (Descrivere la motivazione e la coerenza degli interventi programmati con la struttura dell impresa ) 4. I risultati attesi (Indicare i risultati che si vuole effettivamente ottenere attraverso la realizzazione dell intervento. Tali risultati devono essere tangibili e facilmente verificabili, quali ad esempio, l individuazione di partner esteri, la sottoscrizione di accordi di collaborazione industriale. 38

39 5. Nuove assunzioni interne all azienda nell area marketing internazionale (Indicare, se previsto, il numero di nuove unità di personale aziendale da assumere a valle della candidatura, per l area marketing internazionale). 6. Le modalità di intervento (Descrivere sinteticamente in che modo si intende realizzare l intervento per ciascuna tipologia di intervento previsto: le principali fasi di attività da svolgere, i tempi previsti, le risorse professionali esterne da impiegare; allegare copia del documento di identità con firma leggibile e curriculum vitae del professionista, controfirmata dallo stesso e preventivo dell intervento. Inoltre, la tempistica deve coincidere con il diagramma di GANTT allegato alla scheda tecnica) Area di intervento: Assistenza consulenziale qualificata per la realizzazione di azioni sul campo funzionali alla strutturazione della propria offerta sui mercati esteri Fase di attività: Definizione obiettivi e campione dell indagine. Fase di attività: Predisposizione strumenti di rilevazione 39

40 . Fase di attività: Realizzazione indagine sul campo. Fase di attività: Elaborazione risultati e stesura report finale Fase di attività: Altro (specificare). 40

41 . Area di intervento: Introduzione di nuovi prodotti e/o marchi su mercati esteri frequentati Fase di attività: Definizione obiettivi e campione dell indagine. Fase di attività: Predisposizione strumenti di rilevazione. 41

42 Fase di attività: Realizzazione indagine sul campo. Fase di attività: Elaborazione risultati e stesura report finale Fase di attività: Altro (specificare). 42

43 . Area di intervento: Introduzione di nuovi prodotti e/o marchi su nuovi mercati esteri Fase di attività: Ideazione del marchio. Fase di attività: Test di gradimento, riconoscibilità. Fase di attività: Progettazione esecutiva del marchio 43

44 . Fase di attività: Altro (specificare). Area di intervento: Progettazione di iniziative coordinate di promozione e comunicazione (in particolare attraverso la creazione ed il lancio di marchi collettivi) Fase di attività: Ideazione ed elaborazione di immagini e testi 44

45 . Fase di attività: Progettazione di strumenti e materiali di informazione e comunicazione. Fase di attività: Traduzione dei testi in lingua/e straniera/e. Fase di attività: Progettazione di eventi promozionali 45

46 . Fase di attività: Altro (specificare). 7. Riepilogo interventi e spese (Compilare e, ove necessario, integrare, la seguente tabella in ogni sua parte.) Tipologia di servizio Consulenza specialistica per assistenza consulenziale qualificata per la realizzazione di azioni sul campo funzionali alla strutturazione della propria offerta sui mercati esteri Consulenza specialistica per l introduzione di nuovi prodotti e/o marchi su mercati esteri frequentati Tempi previsti dell intervento Data inizio Data fine Esperto Livello I N giornate intervento Esperto Livello II Esperto Livello III Esperto Livello IV Costo intervent o in Euro (al netto IVA) Durata massima intervent o (in mesi) Fornitore del servizio (Denominaz ione sede P.IVA) 46

47 Consulenza specialistica l Introduzione di nuovi prodotti e/o marchi su nuovi mercati esteri Progettazione di iniziative coordinate di promozione e comunicazione (in particolare attraverso la creazione ed il lancio di marchi collettivi) Altro (specificare) Costo Totale 8. Profilo dei fornitori Allegare il profilo di ciascuno dei fornitori sopraindicati, mettendo in evidenza la relativa esperienza maturata nel settore specifico - attività svolte, clienti già acquisiti, collegamenti con altre strutture a livello locale ed extra territoriale e così via - oltre al gruppo di esperti a disposizione per l esecuzione delle attività; Allegare i CV degli esperti a disposizione per l esecuzione delle attività; La tempistica deve coincidere con il diagramma di GANTT allegato alla scheda tecnica 47

48 SCHEDA INTERVENTO E-Business Nome impresa richiedente: Gli obiettivi specifici dell intervento (Indicare le finalità che si vuole raggiungere attraverso la realizzazione dell intervento.) (indicare anche la spesa sostenuta dal proponente negli ultimi 5 anni in servizi di consulenza riguardanti l ambito oggetto dell intervento) I risultati attesi (Indicare i risultati che si vuole effettivamente ottenere attraverso la realizzazione dell intervento. Tali risultati devono essere tangibili e facilmente verificabili, quali ad esempio, attivazioni di servizi di prenotazione/vendita online.) Le modalità di intervento (Descrivere sinteticamente in che modo si intende realizzare l intervento per ciascuna tipologia di intervento previsto: le principali fasi di attività da svolgere, i tempi previsti, le risorse professionali esterne da impiegare; allegare copia del documento di identità con firma leggibile e curriculum vitae del professionista, controfirmata dallo stesso e preventivo dell intervento. Inoltre, la tempistica deve coincidere con il diagramma di GANTT allegato alla scheda tecnica) Area di intervento: Realizzazione di interventi per sviluppo e personalizzazione di applicazioni infotelematiche Fase di attività: Analisi dell organizzazione e dei processi aziendali in funzione dell introduzione delle applicazioni di e- business (max 2 pagine) 48

49 . Fase di attività: Studio ed elaborazione delle funzioni, dei contenuti e delle soluzioni tecniche-tecnologiche relativamente alle applicazioni e-business e/o e-commerce da attivarsi (max 2 pagine) 49

50 . Fase di attività: Collaudo e personalizzazione delle applicazioni e-business e/o e-commerce da attivarsi (max 2 50

51 pagine). Fase di attività: Altro (specificare) 51

52 . Area di intervento: Realizzazione di interventi per gestione e sicurezza delle transazioni economiche in reti telematiche (ad esempio applicazioni di e commerce, applicazioni business to business, ecc.) 52

53 Fase di attività: Analisi dei processi aziendali e dei fabbisogni di sicurezza in funzione dell introduzione delle applicazioni di e-business. Fase di attività: Studio ed elaborazione delle funzioni, dei contenuti e delle soluzioni tecniche-tecnologiche relativamente alle applicazioni di sicurezza da attivarsi Tempi previsti dell intervento (in mesi) : 53

54 . Fase di attività: Collaudo e personalizzazione delle applicazioni di sicurezza. Fase di attività: Altro (specificare). Area di intervento: Realizzazione di interventi per gestione e sicurezza delle transazioni economiche in reti telematiche e per l integrazione di questa con gli altri sistemi informativi aziendali (ad esempio: gestione magazzino, vendite, distribuzione, amministrazione, Business Intelligence, Customer Relationship Management) Fase di attività: Analisi dei processi e sistemi informativi aziendali in funzione dell integrazione delle applicazioni di e- business 54

55 Tempi previsti dell intervento (in mesi) :. Fase di attività: Studio ed elaborazione delle funzioni e delle soluzioni tecniche-tecnologiche relativamente alle integrazioni da realizzarsi. Fase di attività: Collaudo e personalizzazione delle integrazioni Tempi previsti dell intervento (in mesi) :. Fase di attività: Altro (specificare) 55

56 . 4. Riepilogo interventi e spese (Compilare e, ove necessario, integrare, la seguente tabelle in ogni sua parte.) Tipologia di servizio Tempi previsti dell intervento Data inizio Data fine Esperto Livello I N giornate intervento Esperto Livello II Esperto Livello III Esperto Livello IV Fornitore del servizio Costo intervento in Euro (al netto IVA) Consulenza specialistica per la realizzazione di interventi per sviluppo e personalizzazione di applicazioni infotelematiche Consulenza specialistica per la realizzazione di interventi per gestione e sicurezza delle transazioni economiche in reti telematiche (ad esempio applicazioni di e commerce, applicazioni business to business, ecc.) 56

57 Consulenza specialistica per la realizzazione di interventi per gestione e sicurezza delle transazioni economiche in reti telematiche e per l integrazione di questa con gli altri sistemi informativi aziendali (ad esempio: gestione magazzino, vendite, distribuzione, amministrazione, Business Intelligence, Customer Relationship Management) Altro (specificare) Costo Totale 5. Profilo dei fornitori Allegare il profilo di ciascuno dei fornitori sopraindicati, mettendo in evidenza la relativa esperienza maturata nel settore specifico - attività svolte, clienti già acquisiti, collegamenti con altre strutture a livello locale ed extra territoriale e così via - oltre al gruppo di esperti a disposizione per l esecuzione delle attività; Allegare i CV degli esperti a disposizione per l esecuzione delle attività; La tempistica deve coincidere con il diagramma di GANTT allegato alla scheda tecnica 57

58 FORMULARIIO PARTECIIPAZIIONII A FIIERE Cronoprogramma dell investimento in Partecipazioni a fiere DATA AVVIO DEGLI INVESTIMENTIGG/MM/AA. DATA REALIZZAZIONE 50%.... GG/MM/AA DATA DI ULTIMAZIONE GG/MM/AA. DATA ENTRATA IN FUNZIONE GG/MM/AA. DATA ENTRATA A REGIME. GG/MM/AA. ESERCIZIO A REGIMEAA. Allegare cronoprogramma degli investimenti in Partecipazioni a fiere per singola macrovoce di spesa. Nome impresa richiedente: Paese/i di riferimento (Indicare il/i Paese/i estero/i di riferimento per il programma di intervento e le principali motivazioni alla base della relativa scelta.) (indicare anche la spesa sostenuta dal proponente negli ultimi 5 anni in servizi di consulenza riguardanti l ambito oggetto dell intervento) Gli obiettivi specifici dell intervento (Indicare le finalità che si vuole raggiungere attraverso la realizzazione dell intervento.) Coerenza del programma con la struttura aziendale (Descrivere la motivazione e la coerenza degli interventi programmati con la struttura dell impresa ) 58

59 4. I risultati attesi (Indicare i risultati che si vuole effettivamente ottenere attraverso la realizzazione dell intervento. Tali risultati devono essere tangibili e facilmente verificabili, quali ad esempio, l individuazione di partner esteri, la sottoscrizione di accordi di collaborazione industriale. 5. Le modalità di intervento (Descrivere sinteticamente in che modo si intende realizzare l intervento per ciascuna tipologia di intervento previsto: le principali fasi di attività da svolgere, i tempi previsti, le risorse professionali esterne da impiegare; allegare copia del documento di identità con firma leggibile e curriculum vitae del professionista, controfirmata dallo stesso e preventivo dell intervento. Inoltre, la tempistica deve coincidere con il diagramma di GANTT allegato alla scheda tecnica) Area di intervento: Prima partecipazione di un impresa ad una determinata fiera o mostra, in Italia o all estero, di particolare rilevanza internazionale Fase di attività: Partecipazione all iniziativa Descrizione (fornire indicazioni precise e dettagliate in relazione a iniziative, eventi, date, luoghi ed attività): Costi intervento:, di cui: Locazione stand _ Allestimento stand Gestione stand (hostess ed interpretariato) Fase di attività: Altro (specificare) Tempi previsti dell intervento (in mesi ) : Costi intervento:, di cui: Locazione stand _ Allestimento stand Gestione stand 59

60 6. Riepilogo interventi e spese (Compilare e, ove necessario, integrare, la seguente tabella in ogni sua parte.) Tipologia di servizio Partecipazione a fiere Tempi previsti dell intervento Data inizio Data fine Locazione stand Allestimento stand Gestione stand (hostess ed interpreta riato) Costo intervento in Euro (al netto IVA) Durata massima intervento (in mesi) Fornitore del servizio (Denominazione sede P.IVA) Altro (specificare) Costo Totale 7. Profilo dei fornitori Allegare il profilo di ciascuno dei fornitori sopraindicati, mettendo in evidenza la relativa esperienza maturata nel settore specifico - attività svolte, clienti già acquisiti, collegamenti con altre strutture a livello locale ed extra territoriale e così via - oltre al gruppo di esperti a disposizione per l esecuzione delle attività; Allegare i CV degli esperti a disposizione per l esecuzione delle attività; La tempistica deve coincidere con il diagramma di GANTT allegato alla scheda tecnica 60

Regione Puglia Assessorato Sviluppo Economico POR PUGLIA 2007-2013. Regolamento generale dei regimi di aiuto in esenzione

Regione Puglia Assessorato Sviluppo Economico POR PUGLIA 2007-2013. Regolamento generale dei regimi di aiuto in esenzione Regione Puglia Assessorato Sviluppo Economico POR PUGLIA 2007-2013 Regolamento generale dei regimi di aiuto in esenzione Giugno 2008 1 Titolo I Disposizioni Generali 2 Titolo I Disposizioni Generali Regimi

Dettagli

POR SARDEGNA 2007-2013 COMPETITIVITÀ REGIONALE E OCCUPAZIONE

POR SARDEGNA 2007-2013 COMPETITIVITÀ REGIONALE E OCCUPAZIONE POR SARDEGNA 2007-2013 COMPETITIVITÀ REGIONALE E OCCUPAZIONE Obiettivo dell intervento I servizi per l innovazione sono finalizzati alla realizzazione di idee e progetti attraverso un aiuto finanziario

Dettagli

UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL PIANO DI INTERVENTO Il piano di intervento è il documento attraverso il quale l impresa proponente e il suo fornitore di servizi descrivono in dettaglio il contenuto

Dettagli

Titolo III Aiuti alle Medie Imprese e ai Consorzi di PMI per i Programmi Integrati di Investimento PIA Turismo

Titolo III Aiuti alle Medie Imprese e ai Consorzi di PMI per i Programmi Integrati di Investimento PIA Turismo Regolamento 30 Dicembre 2009 n. 36 della Regione Puglia dei Regimi di Aiuto in esenzione per le imprese turistiche Titolo III Aiuti alle Medie Imprese e ai Consorzi di PMI per i Programmi Integrati di

Dettagli

La Regione Puglia finanzia il 50% degli investimenti in Hardware e Software

La Regione Puglia finanzia il 50% degli investimenti in Hardware e Software La Regione Puglia finanzia il 50% degli investimenti in Hardware e Software Nuovo bando TIC 2011 (Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione) Obiettivi del bando Diffondere le Tecnologie dell Informazione

Dettagli

CATALOGO SERVIZI REALI EXPORT

CATALOGO SERVIZI REALI EXPORT Allegato 5 CATALOGO SERVIZI REALI EXPORT Legge Regionale 24 febbraio 2006, n. 1 art. 6 comma 4 lett. d) 1 Indice Introduzione...3....3 Piano di marketing strategico per l estero... 4 Organizzazione funzione

Dettagli

CATALOGO SERVIZI REALI EXPORT

CATALOGO SERVIZI REALI EXPORT CATALOGO SERVIZI REALI EXPORT Legge Regionale 2007, n. 2, articolo 24, comma 13 1/18 Indice Introduzione 3 Piano di marketing strategico per l estero.4 Organizzazione funzione commerciale/ufficio export..5

Dettagli

Schema della Stampa del formulario di presentazione dei piani formativi concordati

Schema della Stampa del formulario di presentazione dei piani formativi concordati AVVISO N.11 del 6 MAGGIO 2009 PIANI PER INTERVENTI FORMATIVI DI SOSTEGNO A IMPRESE E LAVORATORI COLPITI DALLA CRISI ECONOMICA Schema della Stampa del formulario di presentazione dei piani formativi concordati

Dettagli

categoria) e successive modificazioni e del Reg. (CE) n. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013 (Regolamento de minimis ).

categoria) e successive modificazioni e del Reg. (CE) n. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013 (Regolamento de minimis ). Sostegno dei processi di internazionalizzazione delle Piccole e medie imprese del Lazio in forma aggregata Bando: L.R. n. 5 del 2008 Disciplina degli interventi regionali a sostegno Dell internazionalizzazione

Dettagli

Schema della Stampa del formulario di presentazione dei piani formativi aziendali concordati a valere sul Conto Formativo saldo 2008

Schema della Stampa del formulario di presentazione dei piani formativi aziendali concordati a valere sul Conto Formativo saldo 2008 LINEE GUIDA DEL 1 MARZO 2010 Schema della Stampa del formulario di presentazione dei piani formativi aziendali concordati a valere sul Conto Formativo saldo 2008 DENOMINAZIONE DEL PIANO: EVENTUALE ACRONIMO:

Dettagli

Programma di Export Temporary Management

Programma di Export Temporary Management Programma di Export Temporary Management Aree di intervento Business Strategies, grazie ad una solida esperienza acquisita negli anni, eroga servizi nell ambito dell Export Temporary Management finalizzati

Dettagli

SCHEDULAZIONI RIEPILOGATIVE E CONFRONTO DI: - FASI E ATTIVITA' DEL WBS; - PRODOTTI; - COMPITI; - RISORSE PROFESSIONALI; - EFFORT.

SCHEDULAZIONI RIEPILOGATIVE E CONFRONTO DI: - FASI E ATTIVITA' DEL WBS; - PRODOTTI; - COMPITI; - RISORSE PROFESSIONALI; - EFFORT. Cod. Figure professionali q.tà gg.uu. Riepilogo di Progetto 1.092 SCHEDULAZIONI RIEPILOGATIVE E CONFRONTO DI: - FASI E ATTIVITA' DEL WBS; - PRODOTTI; - COMPITI; - RISORSE PROFESSIONALI; - EFFORT. 001 Comitato

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna

Regione Autonoma della Sardegna POR SARDEGNA 2000/2006 MISURA 4.2 Direttive di Attuazione - Servizi reali Art. 1 Oggetto 1. Le presenti Direttive di Attuazione disciplinano l erogazione di aiuti per l acquisizione di servizi reali destinati

Dettagli

REGIONE CAMPANIA Misura Internazionalizzazione Finanziamento a tasso agevolato per processi di internazionalizzazione.

REGIONE CAMPANIA Misura Internazionalizzazione Finanziamento a tasso agevolato per processi di internazionalizzazione. REGIONE CAMPANIA Misura Internazionalizzazione Finanziamento a tasso agevolato per processi di internazionalizzazione. BENEFICIARI Il programma d investimento, oggetto delle agevolazioni qui previste,

Dettagli

Via Frà Bartolomeo da Pisa, 1 20144 Milano Tel 02 36 53 29 74 Fax 02 700 59 920 www.carmaconsulting.net www.marcaturace.eu

Via Frà Bartolomeo da Pisa, 1 20144 Milano Tel 02 36 53 29 74 Fax 02 700 59 920 www.carmaconsulting.net www.marcaturace.eu Via Frà Bartolomeo da Pisa, 1 20144 Milano Tel 02 36 53 29 74 Fax 02 700 59 920 www.carmaconsulting.net www.marcaturace.eu CHI SIAMO Carmaconsulting nasce dall intuizione dei soci fondatori di offrire

Dettagli

FORMULARIO PER LA PARTECIPAZIONE ALL AVVISO PUBBLICO Fondo di promozione dell efficienza energetica e della produzione di energia rinnovabile

FORMULARIO PER LA PARTECIPAZIONE ALL AVVISO PUBBLICO Fondo di promozione dell efficienza energetica e della produzione di energia rinnovabile FORMULARIO PER LA PARTECIPAZIONE ALL AVVISO PUBBLICO Fondo di promozione dell efficienza energetica e della produzione di energia rinnovabile Allegato A Impresa singola Sì No Consorzio Sì No Contratto

Dettagli

GUIDA PER LA CANDIDATURA ALLA EROGAZIONE DI SERVIZI DI CONSULENZA AD ALTA SPECIALIZZAZIONE

GUIDA PER LA CANDIDATURA ALLA EROGAZIONE DI SERVIZI DI CONSULENZA AD ALTA SPECIALIZZAZIONE GUIDA PER LA CANDIDATURA ALLA EROGAZIONE DI SERVIZI DI CONSULENZA AD ALTA SPECIALIZZAZIONE 1. PREMESSA Spinner 2013 è il programma per la qualificazione delle risorse umane nel settore della ricerca e

Dettagli

Ufficio Promozione e PMI. Bandi Camerali 2016. 20/27 aprile 2016 Sala Lune e Nodi Camera di Commercio di Mantova

Ufficio Promozione e PMI. Bandi Camerali 2016. 20/27 aprile 2016 Sala Lune e Nodi Camera di Commercio di Mantova Bandi Camerali 2016 20/27 aprile 2016 Sala Lune e Nodi Camera di Commercio di Mantova 1 Bandi finanziamento MPMI 2016 Informatizzazione Euro 200.000 Fiere internazionali all estero Euro 200.000 Fiere internazionali

Dettagli

Nota informativa. REGIONE PUGLIA -Aiuti ai Programmi Integrati di Agevolazione PIA promossi da Piccole Imprese

Nota informativa. REGIONE PUGLIA -Aiuti ai Programmi Integrati di Agevolazione PIA promossi da Piccole Imprese Nota informativa REGIONE PUGLIA -Aiuti ai Programmi Integrati di Agevolazione PIA promossi da Piccole Imprese BENEFICIARI a) Imprese di piccole dimensioni (imprese che occupano meno di 50 dipendenti e

Dettagli

PROCEDURA PER LA PRESENTAZIONE E GESTIONE DI PROGETTI FINANZIATI SU BANDI COMPETITIVI

PROCEDURA PER LA PRESENTAZIONE E GESTIONE DI PROGETTI FINANZIATI SU BANDI COMPETITIVI PROCEDURA PER LA PRESENTAZIONE E GESTIONE DI PROGETTI FINANZIATI SU BANDI COMPETITIVI Venezia, gennaio 2013 Il presente documento definisce i processi di presentazione e gestione dei progetti finanziati

Dettagli

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITÀ NELLO STUDIO LEGALE ACEF Associazione Culturale Economia e Finanza è lieta di

Dettagli

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITÀ NELLO STUDIO LEGALE OBIETTIVI Master Breve di formazione personalizzata Il Master

Dettagli

SERVIZI ALL INTERNAZIONALIZZAZIONE

SERVIZI ALL INTERNAZIONALIZZAZIONE SERVIZI ALL INTERNAZIONALIZZAZIONE Per rispondere in modo mirato ed efficace alle esigenze ed agli interrogativi delle imprese interessate ad intraprendere iniziative di varia natura sui mercati esteri,

Dettagli

Avviso per la istituzione

Avviso per la istituzione Avviso per la istituzione dell del GAL Terre Pescaresi Aggiornato al 28/02/2014 1 1. Finalità Il GAL Terre Pescaresi con sede in Via A. Costa, 4 a Manoppello (PE) cap 65024, in attuazione del Piano di

Dettagli

BtoWeb QS Caratteristiche e funzionalità: BtoWeb QS

BtoWeb QS Caratteristiche e funzionalità: BtoWeb QS www.btoweb.it L unione tra il know-how gestionale e organizzativo maturato in oltre 12 anni di consulenza e l esperienza nell ambito dell informatizzazione dei processi ha consentito a Sinergest lo sviluppo

Dettagli

Società consortile Ass.For.SEO a r.l. Organismo Intermedio

Società consortile Ass.For.SEO a r.l. Organismo Intermedio Società consortile Ass.For.SEO a r.l. Organismo Intermedio per la gestione della Sovvenzione Globale finalizzata allo sviluppo e al consolidamento delle imprese cooperative del Lazio a valere sul P.O.R.

Dettagli

ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITA NELLO STUDIO LEGALE

ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITA NELLO STUDIO LEGALE 22 aprile 2015 ore 14:30 / 18:30 Sala della Fondazione Forense Bolognese Via del Cane, 10/a Presiede e modera Avv. Federico Canova Consigliere dell Ordine degli Avvocati di Bologna ANALISI,REVISIONEEIMPLEMENTAZIONEDIUNMODELLO

Dettagli

Schema della Stampa del formulario di presentazione dei piani formativi aziendali concordati a valere sul Conto Formativo saldo 2009

Schema della Stampa del formulario di presentazione dei piani formativi aziendali concordati a valere sul Conto Formativo saldo 2009 LINEE GUIDA DEL 18 GENNAIO 2011 Schema della Stampa del formulario di presentazione dei piani formativi aziendali concordati a valere sul Conto Formativo saldo 2009 DENOMINAZIONE DEL PIANO: EVENTUALE ACRONIMO:

Dettagli

CATALOGO DEI SERVIZI PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA, STRATEGICA, ORGANIZZATIVA E COMMERCIALE DELLE IMPRESE

CATALOGO DEI SERVIZI PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA, STRATEGICA, ORGANIZZATIVA E COMMERCIALE DELLE IMPRESE All.to 3- CATALOGO SERVIZI PER L INNOVAZIONE POR FESR 2014-2020 INVESTIMENTI A FAVORE DELLA CRESCITA E DELL OCCUPAZIONE ASSE 1 Rafforzare la Ricerca, lo sviluppo tecnologico e l innovazione Azione 1.1

Dettagli

FORMULARIO E GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DEI PIANI DI POTENZIAMENTO

FORMULARIO E GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DEI PIANI DI POTENZIAMENTO ALLEGATO 3 POR SARDEGNA 2000-2006 MISURA 4.2 P.A. PER L IMPRESA: ANIMAZIONE, SERVIZI REALI, SEMPLIFICAZIONE, INFRASTRUTTURAZIONE SELETTIVA AZIONE 4.2.B SERVIZI REALI ALLE PMI PROGRAMMA SERVIZI PER IL POTENZIAMENTO

Dettagli

Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi

Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi di Enrico Mazza Il 29 novembre scorso sono stati pubblicati sul BURC (n. 48 parte III) i Decreti che riguardano l approvazione degli Avvisi

Dettagli

PROPOSTA DI PROGETTO

PROPOSTA DI PROGETTO Regione Toscana Direzione Generale Diritti di Cittadinanza e Coesione Sociale Settore Ricerca, Innovazione e Risorse Umane BANDO PUBBLICO PER PROGETTI DI RICERCA NEL SETTORE NUTRACEUTICA PROPOSTA DI PROGETTO

Dettagli

CONTRIBUTI AD AGGREGAZIONI DI IMPRESE PER PROGETTI D INTERNAZIONALIZZAZIONE IN OCCASIONE DI EXPO MILANO 2015

CONTRIBUTI AD AGGREGAZIONI DI IMPRESE PER PROGETTI D INTERNAZIONALIZZAZIONE IN OCCASIONE DI EXPO MILANO 2015 CONTRIBUTI AD AGGREGAZIONI DI IMPRESE PER PROGETTI D INTERNAZIONALIZZAZIONE IN OCCASIONE DI EXPO MILANO 2015 Domanda di agevolazione Allegato A All Assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio Servizio

Dettagli

FORMULARIO DI PROGETTO

FORMULARIO DI PROGETTO Prestito d Onore della Sardegna Impare FORMULARIO DI PROGETTO A-1 Indice A. DATI DI SINTESI DELL INIZIATIVA... A-3 2. TITOLO DEL PROGETTO... A-3 3. LOCALIZZAZIONE DELL INTERVENTO... A-3 4. Azione di riferimento

Dettagli

Aster - Consorzio tra Regione Emilia Romagna Università. Enti di Ricerca e Imprese Bando di selezione imprese We Tech Off

Aster - Consorzio tra Regione Emilia Romagna Università. Enti di Ricerca e Imprese Bando di selezione imprese We Tech Off Scadenza 31 dicembre 2011 Scadenza intermedia: 30.04.2010 per servizi pre-incubazione Scadenza intermedia: 16.07.2010 per servizi incubazione Aster - Consorzio tra Regione Emilia Romagna Università. Enti

Dettagli

Bando regionale Servizi innovativi e strategici per la crescita delle imprese giovanili innovative e creative DGR 9/2013. Bologna, 25 febbraio 2013

Bando regionale Servizi innovativi e strategici per la crescita delle imprese giovanili innovative e creative DGR 9/2013. Bologna, 25 febbraio 2013 Bando regionale Servizi innovativi e strategici per la crescita delle imprese giovanili innovative e creative DGR 9/2013 Bologna, 25 febbraio 2013 caratteristiche dei progetti Obiettivi: sostegno a giovani

Dettagli

Nota informativa. REGIONE PUGLIA - Aiuti ai programmi di investimento promossi da Grandi Imprese attraverso Contratti di Programma Regionali

Nota informativa. REGIONE PUGLIA - Aiuti ai programmi di investimento promossi da Grandi Imprese attraverso Contratti di Programma Regionali Nota informativa REGIONE PUGLIA - Aiuti ai programmi di investimento promossi da Grandi Imprese attraverso Contratti di Programma Regionali BENEFICIARI a) Imprese di grandi dimensioni (imprese che occupano

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10 MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10 INDICE IL SISTEMA DI GESTIONE DELLA QUALITÀ Requisiti generali Responsabilità Struttura del sistema documentale e requisiti relativi alla documentazione Struttura dei

Dettagli

Allegato n. 2 ATTI STRUTTURE AFFERENTI ALLO STAFF

Allegato n. 2 ATTI STRUTTURE AFFERENTI ALLO STAFF Ambito organizzativo proponente / estensore Oggetto atto Atto Direttore Generale Atto Dirigenziale (ove necessaria Determina del Dirig./note) Organizzazione protocollo aziendale Gestione Albo Pretorio

Dettagli

POR 2000/2006 Misura 6.5 Bando per l internazionalizzazione delle PMI dei Distretti Industriali e Sistemi locali a vocazione Industriale

POR 2000/2006 Misura 6.5 Bando per l internazionalizzazione delle PMI dei Distretti Industriali e Sistemi locali a vocazione Industriale POR 2000/2006 Misura 6.5 Bando per l internazionalizzazione delle PMI dei Distretti Industriali e Sistemi locali a vocazione Industriale DOMANDA DI EROGAZIONE A TITOLO DI ANTICIPO O RELATIVA AL I SAL Spett.le

Dettagli

SCHEMA SEMPLIFICATO PER LA REDAZIONE DEL BUSINESS PLAN

SCHEMA SEMPLIFICATO PER LA REDAZIONE DEL BUSINESS PLAN Sottomisura 4.1.3.1.a Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese Misura 3.1.2. Azione a) Centri rurali di ristoro e degustazione SCHEMA SEMPLIFICATO PER LA REDAZIONE DEL BUSINESS PLAN Il

Dettagli

Quarta - Sistema Informativo Qualità Ambiente Sicurezza

Quarta - Sistema Informativo Qualità Ambiente Sicurezza Quarta - Sistema Informativo Qualità Ambiente Sicurezza Quarta, la soluzione informatica per la costruzione di un Sistema Qualità, Ambiente e Sicurezza fortemente integrato è in grado di garantire l efficacia

Dettagli

Centro Servizi del Distretto

Centro Servizi del Distretto Centro Servizi del Distretto Idea progettuale Progetto integrato per il rilancio e lo sviluppo del Distretto dell Abbigliamento Valle del Liri Il Centro Servizi del Distretto Idea progettuale 1 Premessa

Dettagli

CHIEDE. - socio di costituenda/costituita microimpresa sotto forma di società di persone o attività autonoma in forma associata SI NO

CHIEDE. - socio di costituenda/costituita microimpresa sotto forma di società di persone o attività autonoma in forma associata SI NO Allegato 1 Modello di domanda FONDO REGIONALE PER L'OCCUPAZIONE DEI DISABILI L. 12 Marzo 1999 n. 68, art. 14 L.R. 01 Agosto 2005 n. 17, art. 19 Misure di Politica Regionale del lavoro Interventi a favore

Dettagli

BANDO DI PARTECIPAZIONE EXPROM Executive Program per l internazionalizzazione Formare Export Manager per le PMI del Lazio

BANDO DI PARTECIPAZIONE EXPROM Executive Program per l internazionalizzazione Formare Export Manager per le PMI del Lazio BANDO DI PARTECIPAZIONE EXPROM Executive Program per l internazionalizzazione Formare Export Manager per le PMI del Lazio Art. 1 Oggetto 1. La Regione Lazio con Determina Dirigenziale C1873 del 03/08/2010

Dettagli

TIPOLOGIA DEL SOGGETTO RICHIEDENTE IMPRESA GIA COSTITUITA PROMOTORE

TIPOLOGIA DEL SOGGETTO RICHIEDENTE IMPRESA GIA COSTITUITA PROMOTORE Allegato B FORMULARIO Per la partecipazione all Avviso Pubblico peril sostegno e lo sviluppo di imprese nel settore delle attività culturali e creative - Art. 7 L.R. 13/2013 TIPOLOGIA DEL SOGGETTO RICHIEDENTE

Dettagli

una squadra di esperti, un solo interlocutore

una squadra di esperti, un solo interlocutore una squadra di esperti, un solo interlocutore Il vantaggio di avere una squadra di esperti e la comodità di parlare con un solo interlocutore CHI SIAMO Il Gruppo E.S.G. EURO SERVICE GROUP - SYNTESY - A.IN.COM.

Dettagli

PROCEDURA PR03 - Documentazione e Registrazioni del SGQ

PROCEDURA PR03 - Documentazione e Registrazioni del SGQ AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 - SC MEDICINA LEGALE TO1 - OBITORIO CIVICO PROCEDURA PR03 - Documentazione e Registrazioni del SGQ Edizione 2 Approvata dal Direttore della SC Medicina Legale Emessa dal Referente

Dettagli

UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA

UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA DIPARTIMENTI SVILUPPO ECONOMICO, LAVORO, FORMAZIONE E POLITICHE SOCIALI PROGRAMMAZIONE NAZIONALE E COMUNITARIA PROGRAMMAZIONE REGIONALE UNITARIA 2007-2013

Dettagli

QUESTIONARIO QUALIFICAZIONE FORNITORE

QUESTIONARIO QUALIFICAZIONE FORNITORE Data: Spett.le Società vi informiamo che (inserire nome azienda) ha attivato un sistema di valutazione, qualificazione e monitoraggio dei propri fornitori. Nell ambito del nostro Sistema di Gestione della

Dettagli

FORMULARIO DI PRESENTAZIONE PROGETTO

FORMULARIO DI PRESENTAZIONE PROGETTO ALLEGATO C COMUNE DI ROMA 9. DIPARTIMENTO POLITICHE PER LA RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE U.O. Autopromozione Sociale Art. 14 Legge 266/97 CONTRIBUTI PER PROGETTI IMPRENDITORIALI IN AREE DI DEGRADO URBANO

Dettagli

FORMULARIO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI FORMATIVI PER LA PARTECIPAZIONE AL GRAN PRIX DELLA FORMAZIONE EDIZIONE N 5 ANNO 2015

FORMULARIO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI FORMATIVI PER LA PARTECIPAZIONE AL GRAN PRIX DELLA FORMAZIONE EDIZIONE N 5 ANNO 2015 FORMULARIO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI FORMATIVI PER LA PARTECIPAZIONE AL GRAN PRIX DELLA FORMAZIONE EDIZIONE N 5 ANNO 2015 TITOLO DEL PROGETTO: ENTE/IMPRESA PROPONENTE 1 Alla GIURIA DEL GRAN PRIX

Dettagli

6.A.1 Logistica interna ed esterna

6.A.1 Logistica interna ed esterna 6.A.1 Logistica interna ed esterna Il corso si propone di fornire un quadro chiaro di inquadramento della logistica e delle sue principali funzioni in azienda. Si vogliono altresì fornire gli strumenti

Dettagli

ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI E PERIFERIE, DIPARTIMENTO POLITICHE PER LA RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE U.O. AUTOPROMOZIONE SOCIALE

ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI E PERIFERIE, DIPARTIMENTO POLITICHE PER LA RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE U.O. AUTOPROMOZIONE SOCIALE ALLEGATO A ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI E PERIFERIE, DIPARTIMENTO POLITICHE PER LA RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE U.O. AUTOPROMOZIONE SOCIALE ACCESSO ALL INCUBATORE DI IMPRESE START FORMULARIO DI PRESENTAZIONE

Dettagli

CONTRIBUTI ALLE PMI PER LA PARTECIPAZIONE A EXPO MILANO 2015

CONTRIBUTI ALLE PMI PER LA PARTECIPAZIONE A EXPO MILANO 2015 PO FESR SARDEGNA 2007-2013 CONTRIBUTI ALLE PMI PER LA PARTECIPAZIONE A EXPO MILANO 2015 Domanda di agevolazione Linea di attività 6.3.1.a Azioni di sistema e supporto all internazionalizzazione delle imprese

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 20 febbraio

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 20 febbraio 9458 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 20 febbraio 2015, n. 229 PO FESR 2007 2013. Asse I Linea di Intervento: 6.1 Azione 6.1.1 Avviso D.D. n. 590 del 26.11.2008, pubblicato sul BURP n. 191 del 10.12.2008.

Dettagli

CONTRIBUTI PER PROGETTI IMPRENDITORIALI IN AREE DI DEGRADO URBANO PROGETTO FINANZIAMENTI ALLE PICCOLE IMPRESE IN PERIFERIA 2012

CONTRIBUTI PER PROGETTI IMPRENDITORIALI IN AREE DI DEGRADO URBANO PROGETTO FINANZIAMENTI ALLE PICCOLE IMPRESE IN PERIFERIA 2012 ALLEGATO C DIPARTIMENTO POLITICHE PER LA RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE U.O. Autopromozione Sociale CONTRIBUTI PER PROGETTI IMPRENDITORIALI IN AREE DI DEGRADO URBANO PROGETTO FINANZIAMENTI ALLE PICCOLE

Dettagli

REGIONE LAZIO. Assessorato Lavoro e Formazione Dipartimento Programmazione Economica e Sociale Direzione Regionale Formazione e Lavoro area DB/05/03

REGIONE LAZIO. Assessorato Lavoro e Formazione Dipartimento Programmazione Economica e Sociale Direzione Regionale Formazione e Lavoro area DB/05/03 GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL FORMULARIO REGIONE LAZIO Assessorato Lavoro e Formazione Dipartimento Programmazione Economica e Sociale Direzione Regionale Formazione e Lavoro area DB/05/03 L.R. 24/96 L.R.

Dettagli

PO FESR 2007-2013 PROGRAMMA PLURIENNALE DI ATTUAZIONE PERIODO 2007-2010

PO FESR 2007-2013 PROGRAMMA PLURIENNALE DI ATTUAZIONE PERIODO 2007-2010 PO FESR 2007-2013 PROGRAMMA PLURIENNALE DI ATTUAZIONE PERIODO 2007-2010 Asse VI Competitività dei sistemi produttivi e occupazione Obiettivi La politica di aiuti alle imprese è finalizzata a sostenere,

Dettagli

ALLEGATO: PROGETTO DI FORMAZIONE

ALLEGATO: PROGETTO DI FORMAZIONE ALLEGATO: PROGETTO DI FORMAZIONE 1) DATI SALIENTI SUL PROGETTO Prima parte - Proposta di capitolato tecnico Titolo o Titolo del progetto. o Titolo del progetto in lingua inglese. o Soggetto proponente.

Dettagli

LA SOCIETA. XENTRA è una Società di Consulenza Aziendale che garantisce un supporto continuo al business di organizzazioni pubbliche e private.

LA SOCIETA. XENTRA è una Società di Consulenza Aziendale che garantisce un supporto continuo al business di organizzazioni pubbliche e private. LA SOCIETA XENTRA è una Società di Consulenza Aziendale che garantisce un supporto continuo al business di organizzazioni pubbliche e private. I servizi offerti coprono le principali aree strategiche aziendali

Dettagli

SEZIONE A - INFORMAZIONI SULL INVESTIMENTO

SEZIONE A - INFORMAZIONI SULL INVESTIMENTO ALLEGATO 5 - Pag. 1 di 9 Per le imprese di nuova costituzione (ovvero quelle costituite o che hanno avviato la propria attività non oltre tre anni prima della richiesta di ammissione al Fondo di Garanzia

Dettagli

OGGETTO: UNIONCAMERE LOMBARDIA

OGGETTO: UNIONCAMERE LOMBARDIA Direzione Rete Organizzativa Unità Finanziamenti OGGETTO: UNIONCAMERE LOMBARDIA SCHEDA ESPLICATIVA Milano, 30/10/2012 Contiene n. 01 ALLEGATO BANDO COMUNICAZIONE DIGITALE PER IL BUSINESS DELLE MPMI LOMBARDE

Dettagli

Regolamento Regionale

Regolamento Regionale Regolamento Regionale Ulteriori modifiche al Regolamento generale dei regimi di aiuto in esenzione della Regione Puglia n. 1 del 19 gennaio 2009 come modificato dall art. 1 del Regolamento Regionale n.

Dettagli

5.A.1 Controllo statistico di processo (SPC)

5.A.1 Controllo statistico di processo (SPC) 5.A.1 Controllo statistico di processo (SPC) F [2.A.3] Gli obiettivi che si vogliono raggiungere sono relativi alla comprensione del metodo, all utilizzo sistematico delle, alla progettazione di un controllo

Dettagli

IMPRESE CHE POSSONO PARTECIPARE: Piccole e Medie Imprese aventi l unità produttiva nella Regione Marche.

IMPRESE CHE POSSONO PARTECIPARE: Piccole e Medie Imprese aventi l unità produttiva nella Regione Marche. BANDO REGIONE MARCHE. INCENTIVI ECONOMICI ALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE AL FINE DI FAVORIRE I PROCESSI DI AGGREGAZIONE IN FILIERE E LE PRODUZIONI MADE IN ITALY. IMPRESE CHE POSSONO PARTECIPARE: Piccole

Dettagli

Come vi affianchiamo

Come vi affianchiamo Come vi affianchiamo Vi accompagniamo nella crescita costante del vostro business Creiamo, programmiamo e sviluppiamo una strategia d internazionalizzazione per la vendita dei vostri prodotti all estero

Dettagli

DOMANDA DI AMMISSIONE LAVORATORE AUTONOMO

DOMANDA DI AMMISSIONE LAVORATORE AUTONOMO Mod 3 DOMANDA DI AMMISSIONE LAVORATORE AUTONOMO Spett. ABRUZZO SVILUPPO S.p.A. Via Ettore Troilo, 27 65127 Pescara (PE OGGETTO: AVVISO PUBBLICO PER L EROGAZIONE DI MICROCREDITO PO ABRUZZO FSE 2007-2013

Dettagli

Un patto per promuovere l export Accordo Sistema Moda Italia Intesa Sanpaolo

Un patto per promuovere l export Accordo Sistema Moda Italia Intesa Sanpaolo Un patto per promuovere l export Accordo Sistema Moda Italia Intesa Sanpaolo Maggio 2012 I punti chiave dell Accordo Creare valore e competitività per le imprese del settore tessile e moda attraverso un

Dettagli

PROCEDURE 9001 Versione 2.0 Edizione 2015

PROCEDURE 9001 Versione 2.0 Edizione 2015 Qualità UNI EN ISO 9001:2008 v2.0 Edizione 2015 PROCEDURE 9001 Versione 2.0 Edizione 2015 Kit documentale con manuale, procedure, modulistica, checklist ed allegati per la realizzazione di sistemi di gestione

Dettagli

ALLEGATO TECNICO Concessione di contributi per i sistemi di gestione ambientale nelle PMI

ALLEGATO TECNICO Concessione di contributi per i sistemi di gestione ambientale nelle PMI ALLEGATO TECNICO Concessione di contributi per i sistemi di gestione ambientale nelle PMI A - DATI SULL IMPRESA RICHIEDENTE A.1 Denominazione: 1 A.2 Natura giuridica: 2 A.3 Anno di costituzione: 3.. A.4

Dettagli

FORMULARIO DI PROGETTO

FORMULARIO DI PROGETTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI E SERVIZI A SOSTEGNO DELLA NASCITA DI NUOVE REALTÀ IMPRENDITORIALI O DI AUTO IMPIEGO IN FAVORE DI GIOVANI STRANIERI CITTADINI DI PAESI NON APPARTENENTI ALL UNIONE EUROPEA

Dettagli

I servizi finanziari per gli investimenti in ricerca e innovazione:

I servizi finanziari per gli investimenti in ricerca e innovazione: I servizi finanziari per gli investimenti in ricerca e innovazione: Il modello Talent Lab di Calabria Innova Il Fondo Equity per le Imprese Innovative L acquisizione di servizi per l innovazione Luca Mannarino

Dettagli

Finalità. Requisiti soggetto proponente. Attività oggetto di finanziamento

Finalità. Requisiti soggetto proponente. Attività oggetto di finanziamento Bando di concorso per la concessione di contributi alle pmi per favorire lo sviluppo di progetti, prodotti, servizi, processi e modelli organizzativi innovativi nonche l adozione di tecnologie e servizi

Dettagli

SCHEDA PROGRAMMA DA ALLEGARE ALLA DOMANDA

SCHEDA PROGRAMMA DA ALLEGARE ALLA DOMANDA ALLEGATO N. 4 A) DATI SULL IMPRESA RICHIEDENTE SCHEDA PROGRAMMA DA ALLEGARE ALLA DOMANDA di iscrizione registro imprese Sigla Povincia A0) Iscrizione all INPS ufficio di dal Settore A1) - Denominazione

Dettagli

Elementi di progettazione europea L elaborazione di un progetto europeo: modalità di partecipazione

Elementi di progettazione europea L elaborazione di un progetto europeo: modalità di partecipazione Elementi di progettazione europea L elaborazione di un progetto europeo: modalità di partecipazione Antonella Buja Coordinatrice Progetto Europa - Europe Direct - Comune di Modena Il bando di gara La candidatura

Dettagli

GIOVANI INNOVATORI IN AZIENDA

GIOVANI INNOVATORI IN AZIENDA GIOVANI INNOVATORI IN AZIENDA 1. CONTESTO E OBIETTIVI GENERALI DELL INIZIATIVA L inserimento in azienda di giovani ad alta qualificazione appare sempre più come una risorsa strategica per permettere alle

Dettagli

MODULO PER LA DOMANDA DELLE AGEVOLAZIONI A VALERE SULLE RISORSE PREVISTE DAL DECRETO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO 24 APRILE 2015

MODULO PER LA DOMANDA DELLE AGEVOLAZIONI A VALERE SULLE RISORSE PREVISTE DAL DECRETO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO 24 APRILE 2015 Allegato 1 MODULO PER LA DOMANDA DELLE AGEVOLAZIONI A VALERE SULLE RISORSE PREVISTE DAL DECRETO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO 24 APRILE 2015 1. DATI IDENTIFICATIVI DELL IMPRESA RICHIEDENTE C.F

Dettagli

SCHEDA BANDO SVILUPPO DELLE RETI E/O DELLE AGGREGAZIONI TRA IMPRESE

SCHEDA BANDO SVILUPPO DELLE RETI E/O DELLE AGGREGAZIONI TRA IMPRESE SVILUPPO DELLE RETI E/O DELLE AGGREGAZIONI TRA IMPRESE Tempistica Presentazione delle domande dalle ore 10.00 del 30 marzo 2015 al 30 novembre 2015 (salvo esaurimento delle risorse disponibili). Oggetto

Dettagli

F.A.Q. P.O.FESR Campania 2007 2013

F.A.Q. P.O.FESR Campania 2007 2013 F.A.Q. Avviso per la selezione di progetti da ammettere al finanziamento del Fondo Regionale per lo sviluppo delle PMI campane - misura Internazionalizzazione P.O.FESR Campania 2007 2013 Obiettivo Operativo

Dettagli

Denominazione/Ragione sociale impresa:..

Denominazione/Ragione sociale impresa:.. ALLEGATO 3 PROJECT PLAN (La domanda di agevolazione non corredata del presente Allegato non sarà presa in considerazione. Il presente Allegato deve essere compilato in ogni sua parte) 1. Beneficiario Denominazione/Ragione

Dettagli

Corso SGS per Auditor / Lead Auditor di Sistemi di Gestione della Sicurezza (SGS) OHSAS 18001:2007 Corso Completo

Corso SGS per Auditor / Lead Auditor di Sistemi di Gestione della Sicurezza (SGS) OHSAS 18001:2007 Corso Completo Corso SGS per Auditor / Lead Auditor di Sistemi di Gestione della Sicurezza (SGS) OHSAS 18001:2007 Corso Completo Corso riconosciuto CEPAS e Aicq-Sicev (n di registro 66) Palermo, Febbraio 2014 Pagina

Dettagli

SCHEDA DELLE DIRETTIVE DI ATTUAZIONE

SCHEDA DELLE DIRETTIVE DI ATTUAZIONE PARERE n.21 "Approvazione delle Direttive di attuazione per sostenere la creazione e/o il potenziamento delle reti e dei cluster di imprese attraverso lo strumento del Contratto di Investimento ai sensi

Dettagli

AQM incontra le imprese 27 Gennaio 2012

AQM incontra le imprese 27 Gennaio 2012 ucci UTILIZZO DI FINANZIAMENTI INAIL SISTEMI DI GESTIONE PER LA SICUREZZA, MODELLI 231 SEMPLIFICATI PER LA PREVENZIONE DEI REATI SULLA SICUREZZA AQM incontra le imprese 27 Gennaio 2012 AGENDA Il Bando

Dettagli

P.O. FESR Puglia 2007-2013 ASSE VI INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO. pugliasviluppo. Puglia Sviluppo S.p.A. Azionista Unico Regione Puglia

P.O. FESR Puglia 2007-2013 ASSE VI INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO. pugliasviluppo. Puglia Sviluppo S.p.A. Azionista Unico Regione Puglia P.O. FESR Puglia 2007-2013 ASSE VI UNIONE EUROPEA FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO REGIONE PUGLIA AREA POLITICHE PER LO SVILUPPO ECONOMICO, IL LAVORO E L INNOVAZIONE SERVIZIO

Dettagli

AVVISO PUBBLICO Progetto sperimentale Start-up dell audiovisivo

AVVISO PUBBLICO Progetto sperimentale Start-up dell audiovisivo AVVISO PUBBLICO Progetto sperimentale Start-up dell audiovisivo 1 Introduzione Il lancio del presente avviso pubblico di selezione si inserisce all interno di un più ampio progetto denominato Distretto

Dettagli

Gruppo Professionale QUALITÀ SICUREZZA AMBIENTE

Gruppo Professionale QUALITÀ SICUREZZA AMBIENTE Gruppo Professionale QUALITÀ SICUREZZA AMBIENTE Chi siamo. Cosa facciamo. Gruppo Professionale nasce con l obiettivo di diventare partner delle aziende, garantendo l erogazione di servizi semplici ed innovativi

Dettagli

IL BUSINESS PLAN UNO STRUMENTO PER PIANIFICARE LA PROPRIA IDEA IMPRENDITORIALE

IL BUSINESS PLAN UNO STRUMENTO PER PIANIFICARE LA PROPRIA IDEA IMPRENDITORIALE Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA IL BUSINESS PLAN UNO STRUMENTO PER PIANIFICARE LA PROPRIA IDEA IMPRENDITORIALE Autoimpiego: le misure agevolative e i territori

Dettagli

ALLEGATO 2 MODELLO DI OFFERTA TECNICA

ALLEGATO 2 MODELLO DI OFFERTA TECNICA ALLEGATO 2 MODELLO DI OFFERTA TECNICA Allegato 2 Modello di offerta tecnica Pagina 1 di 23 Premessa Nella redazione dell Offerta tecnica il concorrente deve seguire lo schema del modello proposto in questo

Dettagli

Attività federale di marketing

Attività federale di marketing Attività federale di marketing Gestione e certificazione delle sponsorizzazioni Il Feedback Web Nel piano di sviluppo della propria attività di marketing, la FIS ha adottato il sistema Feedback Web realizzato

Dettagli

Avviso Pubblico Più competenze per gli operatori sociali POR Campania FSE 2007-2013 (Asse III) FORMULARIO DI PRESENTAZIONE DEL PROGETTO

Avviso Pubblico Più competenze per gli operatori sociali POR Campania FSE 2007-2013 (Asse III) FORMULARIO DI PRESENTAZIONE DEL PROGETTO Allegato 2 Avviso Pubblico Più competenze per gli operatori sociali POR Campania FSE 2007-2013 (Asse III) FORMULARIO DI PRESENTAZIONE DEL PROGETTO SEZIONE 1 DATI IDENTIFICATIVI DELL INTERVENTO FORMATIVO

Dettagli

Pacchetto completo di servizi per attivare il tuo business in Romania Supporto per l insediamento di imprese italiane in Romania Consulenza per la

Pacchetto completo di servizi per attivare il tuo business in Romania Supporto per l insediamento di imprese italiane in Romania Consulenza per la Pacchetto completo di servizi per attivare il tuo business in Romania Supporto per l insediamento di imprese italiane in Romania Consulenza per la finanza agevolata (accesso ai fondi strutturali) Consulenza

Dettagli

DOMANDA DI AMMISSIONE ALLE AGEVOLAZIONI. Titolo II AIUTI AGLI INVESTIMENTI PER IL SOSTEGNO Contributi in conto interessi/canoni

DOMANDA DI AMMISSIONE ALLE AGEVOLAZIONI. Titolo II AIUTI AGLI INVESTIMENTI PER IL SOSTEGNO Contributi in conto interessi/canoni UNIONE EUROPEA DOMANDA DI AMMISSIONE ALLE AGEVOLAZIONI Nuovo Regime di Aiuto per le Imprese Artigiane della Regione Campania II Bando Titolo II AIUTI AGLI INVESTIMENTI PER IL SOSTEGNO Contributi in conto

Dettagli

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO ARTICOLAZIONE DEL DIPARTIMENTO Il Dipartimento Informativo e Tecnologico è composto dalle seguenti Strutture Complesse, Settori ed Uffici : Struttura Complessa Sistema

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

POR FESR 2007 2013 PACCHETTO COMPETITIVITÀ

POR FESR 2007 2013 PACCHETTO COMPETITIVITÀ POR FESR 2007 2013 PACCHETTO COMPETITIVITÀ 2007 Presentazione a cura di: Rossetti, Paolini, Toccacelo, Fabiani 16 Luglio 2007 Brufa di Torgiano (PG) 1 PACCHETTO COMPETITIVITÀ: Parole chiave 2 Innovazione

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR INTERNI DI S.G.Q.

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR INTERNI DI S.G.Q. Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH09 Pag. 1 di 4 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR

Dettagli

ALLEGATO B PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI DI FORMAZIONE PER IL VOLONTARIATO ANNO 2014

ALLEGATO B PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI DI FORMAZIONE PER IL VOLONTARIATO ANNO 2014 ALLEGATO B PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI DI FORMAZIONE PER IL VOLONTARIATO ANNO 2014 FORMULARIO PER LA PRESENTAZIONE DI IDEE PROGETTUALI RELATIVE AD INIZIATIVE FORMATIVE DENOMINAZIONE DEL PROGETTO DENOMINATO:

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE, AVVIO E GESTIONE DELLE ATTIVITÀ RESE DA ARPA PIEMONTE A TITOLO ONEROSO INDICE

REGOLAMENTO IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE, AVVIO E GESTIONE DELLE ATTIVITÀ RESE DA ARPA PIEMONTE A TITOLO ONEROSO INDICE REGOLAMENTO IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE, AVVIO E GESTIONE DELLE ATTIVITÀ RESE DA ARPA PIEMONTE A TITOLO ONEROSO INDICE Art. 1 - Premessa...2 Titolo I - DISPOSIZIONI GENERALI...2 Art. 2 - Oggetto e ambito

Dettagli

ALLEGATO 2 SCHEDA TECNICA DI PROGETTO

ALLEGATO 2 SCHEDA TECNICA DI PROGETTO BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI DI RICERCA FONDAMENTALE, RICERCA INDUSTRIALE E SVILUPPO SPERIMENTALE REALIZZATI CONGIUNTAMENTE DA IMPRESE E ORGANISMI DI RICERCA IN MATERIA DI NUOVE TECNOLOGIE DEL

Dettagli