Leonardo da Vinci Mobilità e cooperazione nel campo della formazione professionale. La Svizzera e l Europa Progetti di scambio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Leonardo da Vinci Mobilità e cooperazione nel campo della formazione professionale. La Svizzera e l Europa Progetti di scambio"

Transcript

1 Leonardo da Vinci Mobilità e cooperazione nel campo della formazione professionale La Svizzera e l Europa Progetti di scambio 1

2 Introduzione Leonardo da Vinci, il programma europeo per la formazione professionale, offre a tutte le istituzioni del settore la possibilità di organizzare progetti di mobilità e di cooperazione, nonché di richiedere contributi per la loro realizzazione. I progetti di mobilità si rivolgono principalmente alle persone in formazione e ai formatori, mentre le cooperazioni includono progetti di partenariato e di trasferimento dell innovazione in collaborazione con organizzazioni partner europee. Leonardo da Vinci sostiene la mobilità individuale a scopo di formazione e di perfezionamento professionale. Mette in rete le scuole professionali, le associazioni, le aziende, le parti sociali e altri attori europei della formazione professionale, promuovendone la collaborazione. Il programma contribuisce inoltre ad aumentare la trasparenza e il riconoscimento delle qualifiche e delle competenze, nonché a migliorare dal punto di vista qualitativo i sistemi e le istituzioni della formazione professionale di base e continua, stimolandone la capacità d innovazione. Gli esempi di progetto illustrati nel presente opuscolo mostrano l utilità di Leonardo da Vinci per gli attori coinvolti: le persone in formazione imparano le lingue, ampliano i propri orizzonti e acquisiscono competenze sociali e tecniche; i formatori scambiano le proprie esperienze con colleghi di altri paesi, si perfezionano e trovano spunti per il lavoro quotidiano; le istituzioni, infine, hanno l opportunità di creare una rete di contatti in Europa e di affrontare temi di comune interesse allo scopo, ad esempio, di sviluppare idee e prodotti o di riprendere innovazioni lanciate da altri. Nel 2014 prende il via «Erasmus+», il nuovo programma europeo per l istruzione che sostituisce i programmi «Apprendimento permanente» e «Gioventù in Azione» e durerà fino al L offerta di Leonardo da Vinci, già consolidata, viene sostanzialmente mantenuta e si arricchisce di nuovi elementi. Gli esempi che vi presentiamo illustrano idee di progetto che potranno essere realizzate anche nel quadro della nuova generazione del programma. A ciascuno dei due tipi di progetto, mobilità e cooperazione (partenariati/trasferimento dell innovazione) è dedicato un capitolo specifico. Il team di Leonardo da Vinci vi augura buona lettura e attende con interesse i vostri progetti. 3

3 Progetti di mobilità I progetti di mobilità offrono alle istituzioni, che si occupano di formazione professionale, l opportunità di organizzare tirocini all estero per persone in formazione o giovani diplomati e di richiedere contributi per la loro realizzazione. La mobilità può inoltre servire quale strumento di sviluppo personale: gli istituti di formazione e le scuole professionali possono proporre ai loro formatori e insegnanti di visitare un organizzazione partner all estero, al fine di promuovere gli scambi reciproci e far fronte al meglio alle odierne sfide della formazione professionale. Il sostegno offerto dal programma Leonardo da Vinci consiste in un contributo all organizzazione del progetto e alle spese di viaggio e di soggiorno dei partecipanti. I progetti di mobilità possono durare al massimo due anni; la durata dei soggiorni delle persone in formazione deve essere compresa tra due settimane e dodici mesi, mentre quella dei formatori va da un minimo di due giorni a un massimo di due mesi. I soggiorni possono svolgersi in Europa (Stati membri dell UE, dell AELS o dello SEE), in Turchia e nell ex Repubblica Jugoslava di Macedonia (FYROM). Gli esempi che seguono illustrano la grande varietà di progetti realizzabili. Poiché non vi sono disposizioni precise per quanto riguarda i contenuti, ciascuna istituzione può organizzare e realizzare progetti perfettamente in linea con le proprie esigenze. 4 5

4 BOBST «European Mobility of BOBST Group Apprentices» BOBST, azienda attiva a livello mondiale, sta cercando di fidelizzare al più presto i giovani collaboratori più promettenti per prepararli ad una carriera internazionale. Da decenni BOBST promuove gli scambi di collaboratori tra le proprie filiali. Dal 2011 l azienda offre anche agli apprendisti operatori in automazione l opportunità di partecipare a scambi in ambito tecnico, linguistico e culturale. Ogni anno, i giovani apprendisti che si apprestano a iniziare il 3 anno di tirocinio possono candidarsi a un soggiorno formativo all estero. A quelli più promettenti e maturi che hanno fornito ottime prestazioni scolastiche e professionali, l azienda offre la possibilità di partecipare ad un programma di valorizzazione dei talenti sotto forma di scambio con una filiale tedesca o britannica del gruppo. Come può un azienda fidelizzare i giovani collaboratori di talento? Il progetto in sintesi Nel quadro del progetto di mobilità «European Mobility of BOBST Group Apprentices» lanciato dall azienda BOBST, apprendisti operatori in automazione trascorrono il terzo anno di tirocinio (39 settimane) in una delle filiali BOBST in Germania o Gran Bretagna. Il percorso scolastico viene garantito senza interruzioni grazie ad un programma di apprendimento a distanza (e-learning) del Centre professionnel du Nord vaudois (CPNV). Informazioni di base sul progetto Tipo di progetto: Mobilità Organizzatore: BOBST Svizzera Partner: BOBST Germania e Gran Bretagna, CPNV (12 mesi) Contributo: Informazioni di base sullo scambio di apprendisti Target: Apprendisti operatori in automazione presso BOBST 39 settimane Paesi di destinazione: Germania e Gran Bretagna N. di partecipanti: 2 Modello di scambio: Collocamento individuale, invio Tipo di tirocinio: Soggiorno volontario Durante lo scambio, i giovani sono seguiti sul posto da un responsabile di progetto e da un tutor, e frequentano corsi di lingua per migliorare le loro competenze linguistiche. Un ulteriore chiave di successo di questi scambi è rappresentata dalla collaborazione con la scuola tecnica professionale CPNV che ha sviluppato un programma di apprendimento a distanza (e learning) per permettere ai giovani di seguire le lezioni tenute in Svizzera. Il programma si basa su trasmissioni video dei corsi tecnici, su esercizi da svolgere via internet e su scambi per tra studenti e docenti. I risultati dopo il terzo anno di esperienza indicano che i giovani, seppur all estero, riescono a seguire il programma scolastico e a sostenere regolarmente gli esami previsti in Svizzera. L esperienza fa inoltre crescere il senso di responsabilità e l autodisciplina dei ragazzi. Per BOBST l utilità del progetto supera di gran lunga i costi sostenuti. I giovani si preparano in modo ottimale a lavorare con i clienti all estero, iniziano a costruirsi una propria rete di relazioni, conoscono macchine e sistemi di produzione diversi e si fanno un idea delle possibilità di lavoro offerte dall azienda. (Secondo Dominique Wullschleger, Training and Development Manager della BOBST, gli specialisti che iniziano presto a pensare al di là dei confini nazionali e si muovono a proprio agio sul mercato del lavoro globale rappresentano il futuro della nostra società.) Sulla base dei risultati di queste esperienze di mobilità, BOBST sta valutando la possibilità di estendere i propri scambi aziendali e di partecipare ad altri progetti europei. Risultati Sostegno mirato a giovani apprendisti di talento Maggiore attrattiva quale datore di lavoro Nessuna interruzione della formazione scolastica grazie a un programma di e-learning Informazioni sull organizzatore Bobst Mex SA 1031 Mex «A mio modo di vedere, la promozione della mobilità rappresenta un investimento per il futuro della nostra azienda globale.» 6 Dominique Wullschleger, Training and Development Manager 7

5 Scuola professionale di Wetzikon «Imparare e lavorare in un Paese europeo» La Scuola professionale artigianale e industriale di Wetzikon intende offrire ai suoi apprendisti giardinieri un ampio ventaglio di esperienze professionali. Per affrontare le sfide di un mercato del lavoro sempre più internazionalizzato, la scuola promuove un modo di pensare e di agire aperto e flessibile, grazie a esperienze di scambio nell ambito del progetto «Imparare e lavorare in un Paese europeo». Come possono le scuole professionali insegnare ai giovani a pensare e ad agire in modo aperto e flessibile? Il progetto in sintesi Nell ambito del progetto «Imparare e lavorare in un Paese europeo» della Scuola professionale artigianale e industriale di Wetzikon, apprendisti giardinieri al secondo anno partecipano a uno scambio di più settimane con apprendisti lussemburghesi o tedeschi. Una particolarità di questo progetto di mobilità è rappresentata dall organizzazione in tandem. I ragazzi svizzeri frequentano per due settimane le scuole partner in Germania o nel Lussemburgo. A ciascuno di essi viene assegnato un partner di scambio che frequenta la stessa classe nella scuola professionale. Trascorse le due settimane, gli allievi della scuola professionale tedesca o lussemburghese vengono in Svizzera per un periodo di uguale durata. L esperienza di scambio dura così complessivamente quattro settimane e prevede momenti di studio con i coetanei stranieri, di lavoro in équipe e di vita in comune. I giovani sono coinvolti nell organizzazione in loco e si fanno carico di una parte delle attività di inserimento e di assistenza al partner di scambio nella propria azienda. L organizzazione in tandem permette di evitare la ricerca di una soluzione per vitto e alloggio: gli apprendisti in trasferta vivono presso i partner di scambio e ciò permette loro, durante il soggiorno, di immergersi nella cultura del Paese che li ospita. Per i giovani, questo periodo all estero rappresenta un avventura entusiasmante. Per la prima volta si rendono conto che la cultura influenza profondamente la vita privata e professionale in Svizzera come all estero e che questo richiede capacità di adattamento e autonomia. Hermann Sieber, insegnante presso la Scuola professionale di Wetzikon, vede i giovani cambiati al loro ritorno, più flessibili nel modo di pensare e di agire, orgogliosi di avercela fatta. Anche gli insegnanti che partecipano ad uno scambio tecnico con altre scuole sono più flessibili e più aperti. Informazioni di base sul progetto Tipo di progetto: Mobilità Organizzatore: Scuola professionale artigianale e industriale di Wetzikon Partner: Due scuole professionali in Germania e Lussemburgo (12 mesi) Contributo: Un esperienza all estero durante la formazione professionale costituisce un vantaggio al momento della ricerca di un posto di lavoro, in particolare se lo scambio è stato finanziato dall UE. Alla Scuola professionale artigianale e industriale di Wetzikon sono convinti che rafforzare le competenze interculturali dei giovani sia utile anche nell ottica della futura disponibilità a perfezionarsi professionalmente. La collaborazione con organizzazioni del mondo del lavoro e la loro partecipazione attiva agli scambi dovrebbe infine permettere di aumentare l attrattività del settore del giardinaggio. Informazioni di base sullo scambio di apprendisti Target: Apprendisti giardinieri della Scuola professionale artigianale e industriale di Wetzikon 2 settimane Paesi di destinazione: Germania e Lussemburgo N. di partecipanti: 6 Modello di scambio: Scambio reciproco, tandem Tipo di tirocinio: Soggiorno volontario Risultati Incoraggiamento dell autonomia degli apprendisti Scambio tecnico tra scuole professionali Confronto tra realtà lavorative diverse Informazioni sull organizzatore Scuola professionale artigianale e industriale di Wetzikon 8620 Wetzikon «I giovani tornano a casa entusiasti e fieri di avercela fatta. Sono riusciti ad aprire i propri orizzonti.» Hermann Sieber, insegnante presso la Scuola professionale di Wetzikon 8 9

6 «visite Gli apprendisti visitano gli apprendisti» Cosa possono fare le PMI per permettere ai loro apprendisti di scoprire il mondo del lavoro europeo? Il progetto in sintesi L associazione «visite Gli apprendisti visitano gli apprendisti» offre alle persone in formazione la possibilità di effettuare esperienze all estero (Germania e Austria) di alcune settimane. «visite» è aperta a tutte le aziende e organizza scambi di tre o quattro settimane per gli apprendisti interessati di qualsiasi settore professionale. Informazioni di base sul progetto Tipo di progetto: Mobilità Organizzatore: «visite Gli apprendisti visitano gli apprendisti» Partner: Rete dei Rotary Club di Germania e Austria (24 mesi) Contributo: Informazioni di base sullo scambio di apprendisti Target: Apprendisti in formazione professionale di base 3-4 settimane Paesi di destinazione: Germania e Austria N. di partecipanti: 16 Modello di scambio: Collocamento individuale, scambio reciproco Tipo di tirocinio: Soggiorno volontario 10 Dominic Hirschi, falegname AFC presso la falegnameria Krieger AG di Meggen, nel corso del suo ultimo anno di formazione ha assolto un tirocinio pratico in Austria nel quadro del programma Leonardo da Vinci. Il suo formatore, Philipp Niederberger, ha appoggiato il progetto. 11

7 «visite Gli apprendisti visitano gli apprendisti» Gli apprendisti visitano gli apprendisti Fondata per contrastare la crescente disoccupazione giovanile, «visite» si dedica dal 1998 alla promozione della mobilità delle persone in formazione. Per far questo, l associazione si appoggia alla rete dei Rotary Club. I soggiorni all estero portano beneficio sia ai giovani sia alle aziende: nella maggior parte dei casi, i ragazzi lasciano per la prima volta l ambiente nel quale sono vissuti fino ad allora e diventano più autonomi; al ritorno, dopo aver conosciuto modi diversi di organizzare i processi lavorativi, gli apprendisti portano nelle rispettive aziende nuove idee e il valore aggiunto delle esperienze vissute all estero; il fatto di ampliare i propri orizzonti e di confrontarsi con altre realtà porta gli apprendisti a dar maggior valore alla propria azienda e alla propria quotidianità lavorativa. L organizzazione e l assistenza professionale necessarie a uno scambio richiedono tempo, una risorsa che spesso manca alle piccole e medie imprese che devono già seguire quotidianamente i loro apprendisti. Il progetto «visite» aiuta le aziende e le persone in formazione di qualsiasi categoria professionale in tutta la Svizzera a realizzare progetti di mobilità, ampliando gli orizzonti dei partecipanti sia dal profilo professionale sia umano. Il ventaglio dei settori che possono prendere parte agli scambi spazia dalle professioni sanitarie all industria meccanica, passando dalla ristorazione. La vasta rete dei Rotary Club permette a tutti i partecipanti di trovare un azienda di formazione e una famiglia ospitante adatta. In più, gli apprendisti possono menzionare un attività professionale alla quale vorrebbero avvicinarsi durante il soggiorno (ad esempio la preparazione di torte nuziali per futuri pasticcieri). Questa offerta di «visite», unica nel suo genere, arricchisce il panorama della formazione professionale ed è aperta a tutti i settori. L associazione si fa carico dei costi amministrativi e organizzativi che altrimenti graverebbero sulle aziende formatrici. Per «visite» è di fondamentale importanza aumentare l attrattività della formazione professionale e permettere al maggior numero di persone in formazione di vivere un esperienza di mobilità. «Vorremmo promuovere l attrattività della formazione professionale e dare alle persone che la stanno seguendo l opportunità di conoscere fin da subito un altra impresa e di ampliare le proprie esperienze professionali e umane.» Marianne Dobler-Müller, responsabile del programma, «visite» Risultati Estensione dell offerta di mobilità a tutte le formazioni professionali Sostegno alle PMI nell attuazione di progetti di scambio Consolidamento della formazione professionale Informazioni sull organizzatore visite 8610 Uster

8 Canton Giura «Giura-Leonardo» La promozione del plurilinguismo è uno degli obiettivi fondamentali della politica della formazione del Canton Giura. Questa misura consente ai giovani giurassiani di superare più facilmente le barriere linguistiche e culturali e di inserirsi nel mercato del lavoro svizzero. Delle buone conoscenze linguistiche e un esperienza lavorativa supplementare rafforzano sostanzialmente la loro competitività. Rispetto ad altre regioni svizzere, il Giura è maggiormente esposto ai cambiamenti strutturali e al fenomeno della disoccupazione. I giovani giurassiani necessitano quindi di sostegno. Sono in particolare i neodiplomati in campo commerciale ad incontrare maggiori problemi nella ricerca di un posto di lavoro adeguato. Con il progetto di mobilità «Giura Leonardo», il Cantone offre ai propri giovani una «passerella» verso l Europa nonché soluzioni di formazione continua. Come può un Cantone agevolare il passaggio dalla formazione al mondo del lavoro? Il progetto in sintesi Il progetto «Giura-Leonardo» consente agli apprendisti e agli universitari diplomati del Canton Giura di trascorrere alcuni mesi all estero per migliorare le proprie competenze linguistiche e maturare un esperienza professionale presso un azienda del posto. Il progetto è rivolto soprattutto ai giovani adulti che incontrano difficoltà ad accedere al mondo del lavoro al termine degli studi o dell apprendistato. Informazioni di base sul progetto Tipo di progetto: Mobilità Organizzatore: Service de la coopération, République et Canton du Jura Partner: Organizzazioni di collocamento in Germania e in Gran Bretagna (24 mesi) Contributo: Informazioni di base sullo scambio di apprendisti neodiplomati Target: Neodiplomati della formazione commerciale di base Da 2 a 6 mesi Paesi di destinazione: Germania e Gran Bretagna N. di partecipanti: 16 Modello di scambio: Collocamento individuale, invio Tipo di tirocinio: Soggiorno volontario Dal 2011 il numero di partecipanti è raddoppiato: un segno evidente del successo riscosso dal progetto. Con l aiuto di organizzazioni partner, il Canton Giura procura ai partecipanti un posto di tirocinio adatto e un corso di lingua da frequentare sul posto. Oltre a perfezionare le proprie competenze linguistiche e professionali, i neodiplomati s immergono nella cultura tedesca o britannica e imparano ad affrontare in modo aperto e consapevole la sfida del lavorare all estero. Con questo progetto, il Canton Giura lancia un segnale politico e promuove l esperienza all estero dei giovani. Non a caso, è proprio in campo commerciale che le competenze linguistiche facilitano notevolmente la ricerca di un posto di lavoro al di fuori dei confini cantonali. Il Canton Giura si mantiene in contatto con i partecipanti anche al termine del soggiorno all estero, segue il loro percorso professionale e raccoglie informazioni sugli effetti a lungo termine del progetto. Dai dati raccolti emerge che la maggioranza dei partecipanti dimostra maggiore capacità sul mercato del lavoro ed è convinta di avere maggiori opportunità professionali proprio grazie all esperienza di mobilità. Risultati Misura per ridurre la disoccupazione giovanile nel Canton Giura Promozione del multilinguismo presso gli apprendisti e i neodiplomati Aumento della competitività dei partecipanti sul mercato del lavoro Informazioni sull organizzatore Service de la coopération, République et Canton du Jura 2800 Delémont «Promuovendo il multilinguismo, il Canton Giura contribuisce ad abbattere le barriere linguistiche.» André Ferlin, Service de la Coopération, Canton Giura 14 15

9 Cooperazione: progetti di partenariato e di trasferimento dell innovazione Progetti di partenariato I partenariati, progetti di cooperazione di dimensioni modeste, rappresentano la porta d accesso ottimale alla cooperazione europea. I costi amministrativi restano abbastanza contenuti; ogni partner stabilisce il numero minimo di mobilità, ossia le visite ai partner all estero previste nei due anni di durata del progetto. Su tale base viene stanziato un importo forfettario che permette all organizzatore del progetto di incontrarsi con i suoi partner all estero e di trattare un tema transnazionale. Da tale collaborazione, oltre a nuove idee e a prodotti sviluppati congiuntamente, nascono anche partenariati duraturi in vista di progetti futuri. Progetti di trasferimento dell innovazione Si tratta di progetti di cooperazione di ampia portata, che prevedono il trasferimento di prodotti e di servizi da poco sviluppati verso i paesi partner, dopo averli adeguati alle caratteristiche locali. Per i progetti di questo tipo i partner sono tenuti a stilare un preventivo dei costi che va presentato sotto forma di budget insieme al dossier. Il budget deve indicare sia gli importi forfettari per i costi del personale sia i costi effettivi (incontri, prodotti)

10 Heilpädagogischer Verein Rorschach «Imparare senza barriere» Come possono le persone con disabilità integrarsi nel mondo del lavoro ed essere seguite da operatori specializzati? Il progetto in sintesi Cinque istituzioni partner, tra cui l associazione Heilpädagogischer Verein (HPV) di Rorschach, hanno organizzato nell ambito del progetto «Imparare senza barriere» tirocini pratici e laboratori della durata di una o di due settimane nei rispettivi paesi. L obiettivo è di comparare tra loro approcci innovativi in materia di partecipazione alla vita sociale delle persone con disabilità (integrazione) e di offrire al tempo stesso agli operatori specializzati occasioni di formazione continua. Informazioni di base sul progetto Tipo di progetto: Cooperazione/Partenariati Tema: Formazione continua degli operatori specializzati sulla partecipazione alla vita sociale delle persone con disabilità Organizzatore: HPV Rorschach Partner: Cinque istituzioni in Italia, Germania, Austria e Svizzera (24 mesi) Contributo richiesto: Nell aprile 2012 Carla Gantenbein e Birgit Maurer, operatrici specializzate presso l associazione Heilpädagogischer Verein (HPV) di Rorschach, hanno partecipato in Germania al progetto di partenariato Leonardo da Vinci «Imparare senza barriere». 19

11 Heilpädagogischer Verein Rorschach «Imparare senza barriere» Imparare senza barriere Ratificando la Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità, l Unione europea ha elevato al rango di orientamento politico l integrazione nella società e nel mercato del lavoro delle persone con disabilità. In quest ottica, l HPV Rorschach, nell ambito del progetto «Imparare senza barriere», ha discusso con i suoi partner i diversi approcci dei paesi partecipanti alla problematica dell integrazione e le esigenze di perfezionamento professionale degli operatori specializzati. Nel processo sono state coinvolte anche persone con disabilità, in rappresentanza delle rispettive istituzioni. Gli incontri nei vari paesi sono stati organizzati congiuntamente dagli operatori specializzati e dalle persone con disabilità. Per permettere a tutti di seguire i contenuti dei laboratori, si è scelto un linguaggio semplice. I partecipanti al progetto hanno discusso le possibilità di rappresentanza politica autonoma delle persone con disabilità e hanno toccato con mano i diversi approcci d integrazione nel mercato del lavoro adottati da altre istituzioni. Le persone con disabilità e gli operatori specializzati hanno avuto inoltre l opportunità di allacciare contatti duraturi a livello europeo. L HPV Rorschach sta ora provvedendo alla traduzione in un linguaggio chiaro e comprensibile della propria visione, missione e dei suoi principi guida. Birgit Maurer, responsabile del settore Centro residenziale e atelier, parla di un allargamento di orizzonti sia per la sua attività di educatrice specializzata, sia per la riflessione sulle proprie strategie. Le esperienze positive fatte con i partner di progetto hanno stimolato l HPV Rorschach a organizzare un proprio congresso, la cui conduzione dovrebbe essere affidata agli operatori specializzati e alle persone con disabilità (rappresentanza autonoma). L associazione sta inoltre valutando la possibilità di istituire un accademia di formazione, presso la quale persone con disabilità possano mettere a punto offerte di formazione continua per altri disabili. «La creazione di una rete tra persone disabili ha permesso di allargare gli orizzonti e di scoprire nuovi mondi.» Birgit Maurer, responsabile del settore Centro residenziale e atelier, HPV Rorschach Risultati Formazione continua degli operatori specializzati Rappresentanza politica autonoma delle persone con disabilità Creazione di una rete di relazioni tra persone con disabilità e operatori Informazioni sull organizzatore HPV Rorschach 9400 Rorschach

12 Ecole d ingénieurs de Changins «EQWine» Come si possono armonizzare le formazioni in ambito europeo? Il progetto in sintesi Nell ambito del progetto «EQWine» otto istituzioni europee del settore vitivinicolo hanno raffrontato e analizzato i loro diversi approcci alla formazione. Sulla base dell European Qualification Framework (EQF), hanno sviluppato un catalogo delle competenze comuni e i moduli didattici corrispondenti. Informazioni di base sul progetto Tipo di progetto: Cooperazione/Partenariati Tema: Elaborazione di un catalogo delle competenze a livello europeo Organizzatore: Ecole d ingénieurs de Changins Partner: Nove partner in Austria, Spagna, Germania, Italia, Ungheria, Romania, Portogallo, Slovenia e Svizzera (24 mesi) Contributo richiesto: Laura Udriet, studentessa SUP SO (bachelor) in enologia presso l Ecole d ingénieurs de Changins (EIC), e Christian Guyot, docente presso la stessa scuola, hanno partecipato nell aprile del 2013 al Campionato europeo del vino svoltosi in Slovenia. 23

13 Ecole d ingénieurs de Changins «EQWine» Il progetto «EQWine» è nato a margine del Campionato degli studenti in viticoltura ed enologia («Wine Championships»), rassegna continentale annuale nella quale si misurano tra loro giovani in formazione del settore della viticoltura e dell enologia provenienti da una trentina di Paesi europei. Il campionato vede giovani provenienti da tutta l Europa confrontarsi tra loro in diverse discipline. La manifestazione, che permette alle istituzioni del settore di allacciare contatti a livello continentale, ha fatto emergere grosse differenze tra un paese e l altro in fatto di formazione. Gli insegnanti si sono confrontati sui contenuti dei rispettivi curriculi di studi e hanno sviluppato idee per armonizzare e rendere maggiormente comparabile la formazione nel settore vitivinicolo a livello europeo. L obiettivo del progetto «EQWine» è quello di predisporre, in conformità al sistema ECVET (European Credit system for Vocational Education and Training), un catalogo di competenze raffrontabili e moduli di formazione di livello 4 EQF (European Qualification Framework). Oggi, scuole di viticultura e enologia di tutta Europa, dal Portogallo alla Romania passando per Austria e Svizzera, utilizzano i moduli didattici sviluppati nel quadro del progetto. Anche il Wine Championships si basa sul catalogo delle competenze e sui test standardizzati messi a punto da «EQWine». Il progetto migliora la qualità della formazione del settore e garantisce maggiore visibilità al campionato. A detta di Christian Guyot, docente presso l Ecole d ingénieurs de Changins, con il passare del tempo tra i partner è nata una vera e propria amicizia. Le aziende vitivinicole e i loro prodotti possono fregiarsi dei certificati attribuiti nel corso della rassegna, il cui prestigio è ormai indiscusso. L esempio di un giovane viticoltore vallesano parla da sé: grazie al risultato ottenuto al campionato, è stato intervistato da giornali e da radio locali e sfrutta la notorietà acquisita per commercializzare i propri vini. «Con il passare del tempo, i partner si sono trasformati in amici che lavorano ad un obiettivo comune.» Christian Guyot, docente, Ecole d ingénieurs de Changins Risultati Elaborazione di un catalogo di competenze e di moduli didattici direttamente utilizzabili Comparabilità delle formazioni a livello europeo Messa in rete di studenti, aziende e istituzioni del settore viticolo Informazioni sull organizzatore Ecole d ingénieurs de Changins 1260 Nyon

14 Scuola professionale BerufsBildungBaden EVET La Scuola professionale BerufsBildungBaden (BBB) e i suoi partner di progetto avevano la necessità di migliorare i propri sistemi di assicurazione della qualità. A tal fine hanno dato vita al progetto EVET (Improving European Economics through Excellence in Vocational Education and Training) e si sono impegnati nella diffusione intersettoriale e internazionale di uno strumento di gestione della qualità innovativo, specifico per la formazione professionale. Come possono le istituzioni della formazione professionale sviluppare prodotti che soddisfino i loro bisogni concreti? Il progetto in sintesi Con il progetto EVET (Improving European Economics through Excellence in Vocational Education and Training), la Scuola professionale BerufsBildungBaden (BBB) ha sviluppato, insieme ad altri partner europei, uno strumento di assicurazione della qualità basato sul web, specifico per le istituzioni di formazione professionale. Informazioni di base sul progetto Tipo di progetto: Cooperazione/trasferimento dell innovazione Tema: Gestione della qualità nella formazione di base e continua Organizzatore: Scuola professionale BerufsBildungBaden (BBB) Partner: Cinque partner in Germania, Irlanda, Paesi Bassi e Svizzera (24 mesi) Contributo richiesto: Il software nato dal progetto prevede un approccio d eccellenza nella gestione della qualità e permette alle istituzioni attive nel campo della formazione di autovalutarsi in merito allo sviluppo scolastico, docenti e insegnamento. Questionari e griglie di competenze permettono di analizzare i propri punti di forza, le debolezze e di sviluppare misure di ottimizzazione. Quando il progetto è stato avviato esistevano già strumenti di gestione della qualità, ma Jürg Haller, direttore della scuola professionale BBB, aspirava a possibilità di autovalutazione più semplici, strutturate e personalizzabili. In veste di coordinatrice del progetto di trasferimento dell innovazione, la scuola professionale BBB ha stabilito l orientamento da dare all iniziativa e ne ha fissato le priorità. In conformità alle richieste dei partner, è stato messo a punto uno strumento maneggevole e ben strutturato basato sul web, accompagnato dal materiale didattico necessario a gestire l autovalutazione. La cooperazione a livello europeo tra i partner di progetto ha permesso di sfruttare le sinergie e di raggiungere più facilmente l obiettivo comune. La scuola professionale e i suoi partner europei sono divenuti protagonisti attivi dell assicurazione della qualità nella formazione professionale, un tema di grande attualità a livello continentale, e si impegneranno congiuntamente anche in futuro per il loro prodotto. L utilizzo del «prodotto finito» è solo l inizio di questa storia di successo. La Scuola professionale BBB si è fatta un nome nel campo dell assicurazione della qualità e ciò contribuisce a rafforzare la sua reputazione presso i servizi di accreditamento nazionali e le scuole professionali all estero. Ecco perché istituzioni di Amburgo e Riga, come anche i servizi pubblici irlandesi, si stanno interessando all utilizzo del nuovo strumento e all immagine di qualità di EVET. Risultati Utilizzo di uno strumento per assicurare la qualità Creazione e ampliamento di una rete a livello europeo Commercializzazione di un prodotto per l assicurazione della qualità Informazioni sull organizzatore Scuola professionale BBB 5400 Baden «Abbiamo sviluppato un prodotto con il quale possiamo ottenere grandi risultati nel campo dell assicurazione della qualità delle scuole professionali e di altre istituzioni di formazione.» 26 Jürg Haller, direttore della Scuola professionale BBB 27

15 Interessati? Ecco come procedere. Chi siamo Desiderate realizzare un progetto? Vorreste beneficiare dei servizi e dei contributi del programma europeo per la formazione professionale Leonardo da Vinci? Contattateci: vi consigliamo volentieri. Cosa offriamo: Panoramica dell offerta del programma Leonardo da Vinci: Eventi informativi Informazione/consulenza per Informazione/consulenza telefonica: Colloqui personali di informazione/consulenza Avete un idea di massima o una proposta di progetto concreta? Il team del programma Leonardo da Vinci vi offre informazioni e consigli, vi assiste nell elaborazione del progetto e mette a vostra disposizione tutti i necessari documenti di supporto. Se avete bisogno di una consulenza approfondita, saremo lieti di incontrarvi personalmente. Potete contare sul nostro supporto anche nel caso in cui intendiate organizzare una presentazione sul programma Leonardo da Vinci. Chiamateci o scriveteci. La Fondazione ch per la collaborazione confederale è un organizzazione intercantonale di diritto privato con sede a Soletta alla quale hanno aderito tutti i 26 Cantoni (www.fondazionech.ch). Nata nel 1967, s iscrive nel segno del federalismo. Promuove la collaborazione tra i Cantoni e la Confederazione, offre servizi nell ambito di questa cooperazione, gestisce la Casa dei Cantoni a Berna, la segreteria della Conferenza dei Governi Cantonali (CdC) e organizza eventi di formazione per i membri dei governi cantonali. La Fondazione ch cura gli scambi tra le comunità linguistiche e si adopera per la tutela del plurilinguismo e delle diversità culturali in Svizzera. Oltre a incoraggiare la traduzione di testi letterari contemporanei nell ambito della Collana ch, promuove già dal 1976 gli scambi giovanili in Svizzera e all estero. Oggi, la Fondazione ch offre un ampio ventaglio di programmi di scambio nazionali, europei ed extraeuropei nel campo dell educazione, della formazione professionale e delle attività giovanili extrascolastiche. Consiglia e assiste gli interessati prima, durante e dopo i progetti, fornendo i contatti necessari e, a seconda del programma, un sostegno finanziario. Quest offerta fonda su due mandati della Confederazione: quello per l attuazione dei programmi europei «Apprendimento permanente» e «Gioventù in Azione» conferitole dalla Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l innovazione (SEFRI) nell aprile 2010 e quello per gli scambi nazionali conferitole dall Ufficio federale della cultura nel febbraio Nel 2014 prende il via il nuovo programma europeo per l istruzione Erasmus+. L ormai collaudata offerta del programma Leonardo da Vinci viene sostanzialmente mantenuta e si arricchisce di nuovi elementi. Dal 2013 la Fondazione ch è presieduta da Benedikt Würth, Consigliere di Stato del Cantone di San Gallo, mentre la direzione è affidata a Sandra Maissen. Programma Leonardo da Vinci: Eventi informativi: Newsletter: Newscenter: Facebook: Twitter:

16 Chi siamo Contatto Fondazione ch per la collaborazione confederale Dornacherstrasse 28A Casella postale Soletta Tel.: Fax: Impressum Responsabili del progetto: Alain Neher, Meike Utpatel Consulenza/coordinamento: Daniel Arber, Lucia Würsch Redazione: Meike Utpatel, Alain Neher, Henriette Graf, Rebekka Gex -Fabry Lettorato: Walter Seghizzi (Ufficio della formazione continua e dell innovazione del Cantone Ticino), Andrea Togni (Servizio Lingue e stage all estero del Cantone Ticino), Amanda Crameri, Elsie Sterchele Foto: Christine Bärlocher Fotografie, Zurigo Layout/produzione: Jung von Matt/Limmat AG, Zurigo Stampa: DE Druck AG, Effretikon Pubblicazione: maggio

17 Stiftung für eidgenössische Zusammenarbeit Fondation pour la collaboration confédérale Fondazione per la collaborazione confederale Fundaziun per la collavuraziun federala Dornacherstrasse 28A Casella postale 246 CH-4501 Soletta Tel Fax Con il sostegno della Confederazione Svizzera.

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida La formazione professionale di base su due anni con certificato federale di formazione pratica Guida 1 Indice Premessa alla seconda edizione 3 Introduzione 4 1 Considerazioni preliminari 7 2 Organizzazione

Dettagli

5 %>"G: (JPWFOU} JO NPWJNFOUP * 08*/>0 Mµ&VSPQB TPTUJFOF J HJPWBOJ -67 6 D3"G: 63 & E"G& > 5J * * 5 6 1G:/ &G& "34 7 / "3*D 83: & in & U 3 OP "

5 %>G: (JPWFOU} JO NPWJNFOUP * 08*/>0 Mµ&VSPQB TPTUJFOF J HJPWBOJ -67 6 D3G: 63 & EG& > 5J * * 5 6 1G:/ &G& 34 7 / 3*D 83: & in & U 3 OP in U OP Né la Commissione europea né alcuna persona che agisca a nome della Commissione europea è responsabile dell uso che dovesse essere fatto delle informazioni contenute nella presente pubblicazione.

Dettagli

HELPDESK PER LE AZIENDE. 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale?

HELPDESK PER LE AZIENDE. 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale? HELPDESK PER LE AZIENDE AZIENDE OSPITANTI 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale? E un tipo di formazione sul lavoro che si realizza in aziende di un Paese diverso da quello nel quale il giovane

Dettagli

La Svizzera nel raffronto europeo. La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie

La Svizzera nel raffronto europeo. La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie La Svizzera nel raffronto europeo La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie Neuchâtel, 2007 Il sistema universitario svizzero La Svizzera dispone di un sistema universitario

Dettagli

ICEC CPP Corsi di Perfezionamento Professionale. Corsi di Perfezionamento Professionale

ICEC CPP Corsi di Perfezionamento Professionale. Corsi di Perfezionamento Professionale Corsi di Perfezionamento Professionale I Corsi di Perfezionamento Professionale costituiscono una struttura creata per fornire determinati servizi centrali all ICEC (Istituto cantonale di economia e commercio)

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

Il ruolo delle università nell Europa della conoscenza

Il ruolo delle università nell Europa della conoscenza COMMISSIONE DELLE COMUNITA EUROPEE Il ruolo delle università nell Europa della conoscenza Presentazione Con questa comunicazione (Bruxelles 05.02.2003 COM(203) 58 def.) la Commissione si propone di dare

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF)

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) di A. Sveva Balduini ISFOL Agenzia Nazionale LLP Nell aprile del 2008, al termine di un lungo lavoro preparatorio e dopo un ampio processo di consultazione che

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE. Associazione delle Università Europee

CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE. Associazione delle Università Europee CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE Associazione delle Università Europee Copyright 2008 della European University Association Tutti i diritti riservati. I testi possono essere

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO

INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO 1. Attività di valutazione delle Commissioni di Esperti della Valutazione

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Discriminazione sul posto di lavoro Quando una persona viene esclusa o trattata peggio delle altre a causa del sesso, della

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Tirocini: uno sguardo all Europa

Tirocini: uno sguardo all Europa www.adapt.it, 18 luglio 2011 Tirocini: uno sguardo all Europa di Roberta Scolastici SCHEDA TIROCINI IN EUROPA Francia Spagna Lo stage consiste in una esperienza pratica all interno dell impresa, destinata

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO (d.p.r. 15 marzo 2010, n. 87, articolo 8, comma 6) 1 INDICE Premessa 1. Azioni per il passaggio al nuovo ordinamento 1.1.Rendere

Dettagli

Parma, 23 settembre 2011. Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale

Parma, 23 settembre 2011. Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale Parma, 23 settembre 2011 Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale Dopo il meeting europeo svoltosi a Granada e partendo dal percorso formativo l

Dettagli

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione)

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione) Raccomandazione CM/Rec(2010)7 del Comitato dei Ministri agli stati membri sulla Carta del Consiglio d Europa sull educazione per la cittadinanza democratica e l educazione ai diritti umani * (adottata

Dettagli

STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS. Anno Accademico 2014/2015

STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS. Anno Accademico 2014/2015 STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS Anno Accademico 2014/2015 PERCHE LA SCHEDA SUA CDS? L Obiettivo della scheda SUA-CdS non è puramente compilativo; tale strumento vuole essere una guida ad

Dettagli

Nuova legge sulla formazione professionale: un bilancio dopo sei anni

Nuova legge sulla formazione professionale: un bilancio dopo sei anni Nuova legge sulla formazione professionale: un bilancio dopo sei anni Rapporto del Consiglio federale sul sostegno alla formazione professionale duale (in adempimento al postulato Favre 08.3778) Berna,

Dettagli

Le professioni nello studio medico dentistico

Le professioni nello studio medico dentistico Le professioni nello studio medico dentistico L assistente dentale AFC L assistente di profilassi La segretaria odontoiatrica L igienista dentale SSS L assistente dentale AFC Requisiti Buona formazione

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

ISTITUTI TECNICI LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO. (d.p.r. 15 marzo 2010, articolo 8, comma 3)

ISTITUTI TECNICI LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO. (d.p.r. 15 marzo 2010, articolo 8, comma 3) ISTITUTI TECNICI LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO (d.p.r. 15 marzo 2010, articolo 8, comma 3) 1 INDICE Premessa 1. Azioni per il passaggio al nuovo ordinamento 1.1.Rendere riconoscibile

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Al vostro livello. Tre clienti tre storie di successo.

Al vostro livello. Tre clienti tre storie di successo. Al vostro livello. Tre clienti tre storie di successo. Reiner Gfeller. Responsabile Asset Management. Allianz Suisse Immobiliare SA. La Allianz Suisse Immobiliare SA collabora dal 2011 con Livit. L azienda

Dettagli

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Profilo e compiti istituzionali Bellinzona, novembre 2014 Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione,

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career Il successo sin dai primi passi Consigli per il vostro colloquio di presentazione Adecco Career Adecco: al vostro fianco per la vostra carriera. Da oltre 50 anni Adecco opera nei servizi del personale

Dettagli

Corsi di General English

Corsi di General English Corsi di General English 2015 A Londra e in altre città www.linglesealondra.com Cerchi un corso di inglese a Londra? Un soggiorno studio in Inghilterra o in Irlanda? I nostri corsi coprono ogni livello

Dettagli

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici Laura Mengoni Milano, 24 febbraio 2011 Seminario di formazione per i dirigenti scolastici sui temi della

Dettagli

LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI

LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI OPUSCOLO Opportunità di ricerca transnazionale Vi interessa la ricerca europea? Research*eu è il mensile della direzione generale della Ricerca per essere

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa

Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa 03 NOV 2014 Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa Da oggi Artoni Europe, servizio internazionale di Artoni Trasporti, raggiunge ben 32 paesi Europei con

Dettagli

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management Il Master universitario di 1 livello Banking and Financial Services Management è nato dall accordo tra la Scuola di Amministrazione Aziendale

Dettagli

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO La ricerca europea in azione IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO (7º PQ) Portare la ricerca europea in primo piano Per alzare il livello della ricerca europea Il Settimo programma quadro per la ricerca e lo sviluppo

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Workshop n. 3 Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Introducono il tema e coordinano i lavori - Irene Camolese, Confcooperative - Franca Marchesi, Istituto Comprensivo

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Il Servizio Sismico Svizzero (SED)

Il Servizio Sismico Svizzero (SED) Il Servizio Sismico Svizzero (SED) Storia e missione del SED Il Servizio Sismico Svizzero registra in media due terremoti al giorno. Di questi, circa dieci ogni anno sono abbastanza forti da essere percepiti

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente Articolo 1 (Principi generali) 1. Ogni persona ha diritto all apprendimento permanente. 2. Per apprendimento permanente si

Dettagli

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale dell e-learning nasce il futuro v secolo a. c. Con Agorà, nell antica Grecia, si indicava la piazza principale della polis, il suo cuore pulsante, il luogo per eccellenza di una fertilità culturale e scientifica

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI)

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) 4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Tutte le persone che abitano o esercitano un attività lucrativa in Svizzera sono per principio

Dettagli

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Ufficio federale di giustizia UFG Ambito direzionale Diritto pubblico Settore di competenza Progetti e metodologia legislativi 1 gennaio 2015 Aiuto alle

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria SCHEDA PROGETTO (ex art. 9 CCNL 2006-2009) Dati identificativi dell'istituto Nome scuola/tipologia Scuola

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico istituto tecnico SETTORE TECNOLOGICO chimica e materiali elettronica e telecomunicazioni informatica meccanica e meccatronica

Dettagli

PROFILO DEI DOCENTI INCLUSIVI

PROFILO DEI DOCENTI INCLUSIVI La formazione docente per l inclusione PROFILO DEI DOCENTI INCLUSIVI TE I I European Agency for Development in Special Needs Education La formazione docente per l inclusione PROFILO DEI DOCENTI INCLUSIVI

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della cultura UFC Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera realizzata per l Ufficio federale della cultura Luglio 2014 Rapport_I Indice

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

5 fondata sul lavoro

5 fondata sul lavoro 5 fondata sul lavoro In Italia abbiamo 700 mila disoccupati tra i 15-24enni, e 4 milioni 355 mila ragazzi che non studiano, non lavorano, non sono in formazione (c.d. NEET), in grossa parte alimentati

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

1. AGROALIMENTARE, PROMOZIONE TERRITORIALE E TURISMO

1. AGROALIMENTARE, PROMOZIONE TERRITORIALE E TURISMO CHI SIAMO Sagitter One é la compagnia specializzata nel fornire soluzioni all avanguardia nel mercato dell ospitalità, della promozione agroalimentare, del marketing territoriale e dell organizzazione

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

Informazioni per giovani adulti/e europei/e

Informazioni per giovani adulti/e europei/e BENVENUTI ad Amburgo! Informazioni per giovani adulti/e europei/e 1. Formazione & lavoro Sei cittadino/a europeo/a di uno stato membro dell UE e vorresti seguire un corso di formazione o lavorare ad Amburgo?

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

ECTS - Guida per l'utente

ECTS - Guida per l'utente ECTS - Guida per l'utente Ulteriori informazioni sull Unione Europea compaiono nel sito http://europa.eu Titolo originale: ECTS Users Guide edito nel 2009 dalla Commissione Europea Traduzione in Italiano

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione Bando Fondazione Cariplo Promuovere la Formazione di Capitale Umano di Eccellenza 2012-2014 soggetti coinvolti Libera Università di

Dettagli

Come faccio esercitare l acquisizione dei contenuti della mia disciplina

Come faccio esercitare l acquisizione dei contenuti della mia disciplina Riflessione didattica e valutazione Il questionario è stato somministrato a 6 formatori dei CFP di cui 47 del CIOFS FP e 6 del CNOS - FAP Dall analisi dei dati emerge che l 8 % dei formatori conosce abbastanza

Dettagli

Come verifico l acquisizione dei contenuti essenziali della mia disciplina

Come verifico l acquisizione dei contenuti essenziali della mia disciplina Riflessione didattica e valutazione Il questionario è stato somministrato a 187 docenti di italiano e matematica delle classi prime e seconde e docenti di alcuni Consigli di Classe delle 37 scuole che

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Monitoraggio dei processi formativi. Genova, 2 dicembre 2011

Monitoraggio dei processi formativi. Genova, 2 dicembre 2011 Monitoraggio dei processi formativi Genova, 2 dicembre 2011 Premessa: un patto!!! Nel Protocollo d Intesa le organizzazioni formative garantiscono un progressivo miglioramento e innalzamento della qualità

Dettagli

Regolamento di applicazione relativo alla nomina ed alla valutazione dei Direttori e dei Direttori Aggiunti delle Scuole europee

Regolamento di applicazione relativo alla nomina ed alla valutazione dei Direttori e dei Direttori Aggiunti delle Scuole europee Scuole Europee Ufficio del Segretario generale Segretariato Generale Rif. : 2009-D-422-it-5 Orig. : FR Versione: IT Regolamento di applicazione relativo alla nomina ed alla valutazione dei Direttori e

Dettagli

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli

Gli anziani e Internet

Gli anziani e Internet Hans Rudolf Schelling Alexander Seifert Gli anziani e Internet Motivi del (mancato) utilizzo delle tecnologie dell informazione e della comunicazione (TIC) da parte delle persone sopra i 65 anni in Svizzera

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

La didattica personalizzata: utopia o realtà?

La didattica personalizzata: utopia o realtà? La didattica personalizzata: utopia o realtà? L integrazione di qualità è anche la qualità positiva per tutti gli attori coinvolti nei processi di integrazione, non solo per l alunno in difficoltà. Se

Dettagli