L'Eco di Basilicata Calabria Campania Calabria

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L'Eco di Basilicata Calabria Campania Calabria"

Transcript

1 Calabria 18 Lunedì 15 Settembre 2014 IL PUNTO/Per tutta l'estate sono stati avviati dei rigorosi controlli sul territorio, finalizzati a contrastare fenomeni di abbandono selvaggio dei rifiuti e randagismo Guardie Ambientali a Tortora per la tutela del territorio Continua l'impegno, dell'amministrazione comunale di Tortora, nel portare avanti diverse attività per la tutela dell'ambiente. Per tutta l'estate sono stati avviati dei rigorosi controlli sul territorio, finalizzati a contrastare fenomeni di abbandono selvaggio dei rifiuti, randagismo, tutela dei percorsi montani ecc. Tale compito è stato portato avanti dall'associazione Ambientale A.E.Z.A. Guardia Nazionale sezione Tortora. Il presidente dell'associazione Pietro D'Onghia, ha commentato positivamente la prima esperienza delle guardie ambientali sul territorio tortorese. "Questa estate - ha spiegato D'Onghia - abbiamo intensificato i controlli in merito alla raccolta differenziata, per scongiurare possibili violazioni nel sistema dello smaltimento dei rifiuti. Siamo stati presenti presso l'isola ecologica, per offrire il nostro supporto e dare informazioni ai turisti. Abbiamo riscontrato diverse violazioni nell'abbandono irregolare di materiale indifferenziato che sono state segnalate alla Polizia Municipale, in alcuni casi Un momento della raccolta. Foto di: A E Z A Cosenza Direttivo Tortora: intitolazione della piazza Stella Maris nel corso della festa religiosa Si è tenuta, lo scorso 22 agosto, durante la festa religiosa della Madonna Stella Maris, l'intitolazione della piazza principale della cittadina tortorese. Dopo la processione in mare d ella statua della Vergine, si è svolta in piazza la celebrazione della Santa Messa officiata dal Vescovo di TursiLagonegro, S.E. Francesco Nolè. Alla fine della celebrazione religiosa, il cielo di Tortora è stato illuminato da spettacolari fuochi pirotecnici. Alla presenza del vescovo e delle istituzioni, si è proceduti a scoprire la targa con l'intitolazione di: "Piazza Stella Maris". Stella Maris è uno dei nomi più antichi assegnati alla Madonna. La Vergine Maria è da sempre invocata come guida e protettrice di tutti coloro che viaggiano in mare. Panorama di Tortora "Con questa cerimonia ha sottolineato il sindaco di Tortora, Pasquale Lamboglia - intendiamo ufficializzare un'intitolazione che, di fatto, i cittadini di Tortora avevano già attribuito allo spazio attrezzato antistante al lungomare Sirimarco e la stessa Chiesa già dedicata alla Madonna Stella Maris." Proseguendo, il sindaco ha ringraziato il parroco don Antonio Pappalardo, per avere inserito questo avvenimento nell'ambito dei festeggiamenti per la Madonna, e il Vescovo Nolè, per aver partecipato all'evento, ricordando anche come il mai abbastanza compianto don Francesco Lamarca tenesse a questa intitolazione. Ha raccomandato, infine, ai cittadini residenti e ai villeggianti di avere cura di questo importante luogo di incontro e di socializzazione. Raccolta olio esausto a Tortora: in un mese la quantità del 2013 Franco Chiappetta (Assessore Ambiente): "Nel giro di poche settimane raccolti circa 400 litri di olio esausto vegetale. Nel 2013 ci eravamo fermati a soli 300 litri". L'invito ai cittadini a proseguire su questa scia utilizzando i raccoglitori stradali installati in attesa dell'avvio del "porta a porta". Circa 400 litri, 375 per la precisione, di olio esausto vegetale sono stati raccolti nel Comune di Tortora a pochi giorni dall'installazione dei raccoglitori stradali in quindici punti della città. "Si tratta di un dato molto incoraggiante - commenta l'assessore all'ambiente del Comune di Tortora, Franco Chiappetta - dal momento che in poche settimane è stato già superato il dato di raccolta relativo al 2013 che si era fermato a soli 300 litri". Agli inizi di agosto, a Tortora, sono state installate quindici mini-isole ecologiche stradali per la raccolta degli olii esausti vegetali a cura della ditta convenzionata con l'ente tortorese, Franco Chiappetta la G. S. Ambiente Srl di Santa Maria del Cedro. "Dalla ditta arrivano dati interessanti - aggiunge Chiappetta - soprattutto se letti nel dettaglio. Il risultato non è legato al periodo estivo e alle relative maggiori presenze in città. I contenitori che sono risultati più pieni, infatti, sono quelli installati nei quartieri con residenti a prevalenza stanziale. Un ennesima conferma - aggiunge l'assessore - di come i cittadini tortoresi abbiano ormai acquisito il concetto culturale dell'importanza della differenziazione dei rifiuti per proteggere il loro ambiente. Purtroppo, però, non sono mancati alcuni atti di vandalismo, che come sempre stigmatizziamo, da parte dei soliti idioti, incapaci di vivere in modo rispettoso e civile, che usano i bidoni per buttarci di tutto". I raccoglitori per la raccolta dell'olio usato, bidoni di colore giallo, ancorati al terreno e dotati di apposita bocchetta per lo sversamento del rifiuto, sono stati installati in aree strategiche del territorio comunale. Di fronte al municipio, nell'area verde della scuola media Amedeo Fulco, in Piazza Stella Maris, in prossimità del parcheggio "Moana" e della stazione di servizio Tamoil lungo Corso Aldo Moro, nei pressi del Parco Roberta Lanzino lungo via Nazionale, in prossimità di piazza Madonna delle Grazie nel quartiere Poiarelli, in via Guida, via Fleming nei pressi della pizzeria Sombrero, in via Benedetto Croce e nel parco California. "La loro installazione - spiega Franco Chiappetta, assessore all'ambiente del Comune di Tortora - rappresenta il primo step del progetto nato dalla convenzione gratuita con la G. S. Ambiente. Il secondo passo - ha aggiunto - sarà fatto a breve con la distribuzione alle famiglie del contenitore domestico per la raccolta dell'olio esausto e l'avvio del ritiro porta a porta". La raccolta, dunque, è iniziata con un ritmo incoraggiante. "Ma è di vitale importanza - precisa l'assessore tortorese - che i cittadini incrementino questa pratica, anche effettuando tra di loro il classico passaparola. Abbattere i quantitativi di olio usato sversato negli scarichi domestici protegge l'ambiente e aiuta la depurazione, poiché e? indicato tra le principali cause dell'intasamento delle condutture fognarie e del danneggiamento degli impianti centrali di depurazione e di quelli periferici per il pompaggio". AFFARE VENDESI, CAUSA TRASFERIMENTO FAMIGLIA PROPRIETARIA, A PRAIA A MARE (Cs) CENTRO, ABITAZIONE DI CIRCA 400 mq. COPERTI, CON ANNESSO GIARDINO DI CIRCA 1000 mq. (due ingressi autonomi anche per macchine). IL CORPO PRINCIPALE E' COMPOSTO DA TRE PIANI FUORI TERRA, mq. 111 a piano, CON COPERTURA FINALE DI TETTO A TEGOLE. A PIANO TERRA VI E' INOLTRE ANNESSA UNA DEPENDANCE, COMPOSTA DA UNA STANZA, CUCINA E BAGNO. SEMPRE A PIANO TERRA VI SONO ANCHE RIPOSTIGLIO E LAVANDERIA AUTONOMI. GLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO E LUCE SONO A NORMA. IL PREZZO RICHIESTO, COMPRENSIBILE DI UNA PARTE DELL'ARREDAMENTO, E' DI EURO CHIUNQUE FOSSE VERAMENTE ED EFFETTIVAMENTE INTERESSATO ALL'ACQUISTO POTRA' CHIEDERE ULTERIORI NOTIZIE AL SEGUENTE NUMERO: correlate da materiale fotografico". "Il nostro compito - ha spiegato il presidente dell'associazione - e di supporto e di collaborazione in ambito della tutela ambientale. Collaborazione che speriamo possa continuare per tutto l'anno, attraverso la realizzazione di nuovi progetti. e nuovi spunti per la società civile tortorese.

2 Lagonegro Lunedì 15 Settembre L INIZIATIVA/Straordinaria serata dedicata alla raccolta di fondi per sostenere i bambini colpiti da malattie rare. Gli artisti lagonegresi presenti sul palco sul filo delle emozioni Il grande cuore di Lagonegro ha pulsato per Maruzza Il 5 settembre 2014 si è svolta a Lagonegro una manifestazione tesa alla raccolta fondi organizzata dall'associazione Maruzza Regione Basilicata onlus che si occupa delle malattie rare che Le persone hanno gremito il cinema raccogliendo il nostro invito. E' stata una serata davvero ben organizzato con tanti ospiti che l'hanno arricchita. E' stato capito fino in fondo l'impor- ziando che la serata non sarebbe stata caratterizzata dal mettere in evidenza quello che facciamo, ma invece ciò che siamo. Gli artisti sono stati tutti bravi, hanno evidenziato la loro emozione nazionale, ma anche nella nostra città ci sono troppe divisioni; recuperiamo un senso di appartenenza ed una positività che è fondamentale". Antonio Canonico ha incan- Commossa alla fine dell evento Laura Valente. " Ho vissuto una serata davvero splendida ed emozionante. Mi sono arricchita interiormente tantissimo. E' riduttivo considerare solo un tato tutti con un pezzo di Renato Zero. "Mi sono molto emozionato. La serata l'ho sentita profondamente. Mi sono preparato nel migliore dei modi perché volevo dare il massimo. Spero con tutto il cuore ci possano essere altri momenti come questi perché sono davvero molto edificanti, fanno bene alla causa di Maruzza, ma fanno bene anche ad ognuno di noi. libro la testimonianza che ho letto nel corso della serata. Sono vere e proprie pagine di un diario quotidiano in cui si avverte pienamente la vita vissuta. Nel leggere quelle pagine ho raccontato il dono grande di avere un figlio speciale e, allo stesso, tempo, ho evidenziato le tante difficoltà che non è pronta all'accoglienza. Io ringrazio Dio quando penso I volontari dell associazione Maruzza. A destra il dottore Mimmo Iadanza colpiscono i bambini. Nell'accogliente cinema Iris di Lagonegro si sono avvicendati una nutrita schiera di artisti lagonegresi che hanno così voluto dare un segno di vicinanza all'impegno di un gruppo di volontari affiatati uniti dall'amore verso i più piccoli. La serata è stata presentata da Eva Immediato che ha saputo sapientemente dosare i tanti ingredienti di un evento gradevolissimo che ha stimolato alla riflessione e all'impegno concreto. Tra gli organizzatori il dottor Mimmo Iadanza che è anche il vicepresidente di "Maruzza". Sono molto soddisfatto dell'iniziativa, è andata davvero molto bene. tanza del gesto di esserci. Il cuore ha dettato la scaletta. Ci siamo emozionati un po' tutti. La presentatrice Eva Immediato è stata molto brava nella presentazione. Un pensiero sentito lo rivolgo a Laura Valente che ha letto alcune pagine del libro scritto dalla nostra amica Lucia Lauria. Laura non ha recitato, si è fatta trasportare dal cuore, è stata davvero straordinaria, ha "sentito" fino in fondo la storia. L'esperienza di Lucia e del figlio Davide è stato in pratica il fill rouge dell'intera serata. Felice di aver dato il proprio contributo è stata Eva Immediato. "Ho esordito nella presentazione eviden- nell'esibirsi. Ognuno si è sentito toccato nel profondo. Una serata come questa è diversa da tutte le altre. Non si può dire di no alla partecipazione perché si avverte il dovere morale di esserci. Come si fa a non essere sensibili verso i bambini sofferenti? La serata è servita anche per valorizzare ulteriormente la grande tradizione artistica lagonegrese. E' stato bello vedere sul palco persone giovani ed anche persone brizzolate che hanno fatto la storia della musica a Lagonegro. Voglio anche dire che questa serata fa riflettere anche sull'importanza di esser uniti. Avvertiamo tante disgregazioni, a livello mondiale e ai miei ragazzi, capisco come siamo stupidi a volte a preoccuparci di cose insignificanti. Quando vedo le mamme con i propri bambini speciali mi incanto a notare la grande forza che hanno che diventa una lezione di vita per tutti. Io mi auguro che la nostra società faccia uno scatto definitivo includendo pienamente quelli che, sbagliando, vengono definiti diversi. Questa parola dovrebbe proprio scomparire dal vocabolario perché in fondo tutti siamo diversi. Mi permetta infine di lodare i tanti artisti che hanno preso parte alla serata. Sono stati magnifici. A Lagonegro vi è una grande tradizione che io ho potuto ammirare da trenta anni. Sono davvero felice che i miei figli possano vivere in questa città". Gli artisti partecipanti all iniziativa benefica Eva Immediato, Monica Falabella, Renanera, Gianluca Cecere e i Compa' Dreush, Enzo Acchiappati, Antonio Canonico, Laura Valente, Angelo Tortorella, Ettore Guarino, Graziella Filardi e le sue allieve, Daniele e Umberto Scaramozza, Angelica Giammarino, Cristian Paduano, Eugenia Ucchino, Game And P, Enzo e Rocco Arbia, Last Minute.

3 Rivello 20 Lunedì 15 Settembre 2014 IL PUNTO/L evento riesce a tenere insieme la tradizione, il racconto popolare e la voglia di aggregazione in particolare delle giovani generazioni Rivello esaltata dalla Notte bianca della transumanza Un'estate positiva quella appena trascorsa a Rivello, sia per numero di turisti, nonostante il periodo particolarmente delicato in cui viviamo, sia per eventi e manifestazioni. Il calendario estivo rivellese ha infatti potuto vantare un programma ricco e variegato, realizzato grazie alla disponibilità e all'impegno delle attività presenti sul territorio, dei cittadini e dell'amministrazione comunale. Come di consueto, anche quest'anno, non è mancato l'appuntamento con due importanti eventi, dal particolare valore turistico, ovvero il "Percorso Enogastronomico", tenutosi il 19 agosto scorso, e "La notte bianca della transumanza", svoltasi, quest'anno, in due giornate, quella del 23 e del 24 agosto. Entrambi gli eventi hanno registrato, ancor più degli altri anni e al di sopra di ogni aspettativa, una partecipazione consistente, con una risposta significativa anche dai paesi limitrofi e dai turisti. L'obiettivo dell'amministrazione comunale, che ha riproposto le due manifestazioni, è stato certamente quello di valorizzare e potenziare le tradizioni, gli usi, i costumi e la gastronomia locale in un'ottica di preservazione e tutela dei prodotti tipici nostrani, ma anche quello di propagandare e risaltare le bellezze monumentalistiche ed architettoniche di Rivello, creando un particolare connubio tra folclore, arte e cultura. Oltre al Sindaco di Rivello e all'amministrazione comunale, ha dato il suo patrocinio alle manifestazioni anche la neonata associazione turistico-culturale "Antichi Borghi", di cui sono presidente, vicepresidente e tesoriere rispettivamente Biagio Vincenzo Ruggiero, Paola po di volontari, in un certo senso neofiti in questo ambito in quanto non hanno mai ricoperto, in precedenza, ruoli simili in altre associazioni, e che hanno deciso di impegnarsi attivamente per la crescita e lo sviluppo economico, turistico e culturale del paese. L'associazione ha come obiettivo,infatti, non solo quello di promuovere ed organizzare eventi di questa portata ma anche e soprattutto di valorizzare, come il nome stesso suggerisce, i borghi lucani, in particolar modo quello di Rivello, in un ottica di collaborazione, gemellaggio e scambi culturali con gli altri paesi della Basilicata. Fondamentale è stata, inoltre, la collaborazione di più di cinquanta volontari che, in maniera del tutto gratuita, con il loro aiuto ed i loro sforzi, hanno contribuito alla realizzazione degli eventi. Nella serata del percorso enogastronomico, sono state proposte, in un ordine che segue quello di un pranzo tipico locale, con le sue numerose portate, ben cinque tappe, che si sono susseguite in un suggestivo viaggio nel centro storico del borgo di Rivello, ognuna delle quali allestita in punti strategici per bellezza e funzionalità. E' da tener conto, infatti, della particolare conformazione del centro storico di Rivello, ricco di spazi ristretti, scale e vicoli peculiari ma al tempo stesso angusti, per i quali l'allestimento di gazebi e tavolate risulta difficoltoso. Nella realizzazione della planimetria del percorso è stato dunque necessario far fronte anche a questo importante aspetto. Presso ogni postazione vi era la possibilità di degustare pietanze caratteristiche della nostra terra, tutte preparate con le antiche ricette tradi- fagioli presso la "MottaBelvedere", nel punto più alto del paese, dove sorgono i ruderi di un antico castello, a ridosso della Chiesa di San Nicola; lo spezzatino di carne podolica con le patate, in Piazza Umberto I; sop- modo il numeroso pubblico, sia locale che non, ha potuto gustare, da un lato, attraverso il palato, i prodotti appartenenti all'arte tipica culinaria, dall'altro, attraverso gli occhi, le numerose attestazioni della storia e dell'arte La ciambotta piatto tipico rivellese Piazza Umberto I - Postazione dello Spezzatino con patate pressata e caciocavallo podolico, presso la piccola piazza della Madonna dell'assunta; la ciambotta nella piazza Regina Margherita ; le sfogliatelle con vino moscato e l'anguria presso Largo San Mansueto, al cosiddetto "quart' e' vasc", il tutto accompagnato da ottimo vino locale e da spet- rivellese. Nelle giornate dedicate alla notte bianca della transumanza, anch'essa, come il percorso, giunta quest'anno alla sua sesta edizione, si è dato spazio anche alle bellezze naturali e paesaggistiche che offre Rivello. Nella giornata del 23 agosto, di buon mattino, dopo una ricca colazione a base di prodotti tipici presso lo spiazzale dietro il convento di Sant'Antonio, si è partiti alla volta di una caratteristica passeggiata attraverso gli antichi sentieri della transu- Un'immagine della notte bianca della transumanza Trio Comico "La Ricotta" Presentazione del progetto turistico "Dieta-Med" Filizzola ed Agostino Labanca; associazione questa nata dall'idea di un grup- zionali e con ingredienti di qualità. Nell'ordine si sono potute gustare: lagane e dell'ultima Cena, nel convento di Sant'Antonio, si è tenuto un interessante convegno che ha visto come tematica protagonista la presentazione del progetto turistico "DIETA- MED" che si ha intenzione di realizzare a Rivello grazie a finanziamenti regionali. Al dibattito hanno preso parte personalità rilevanti quali il dott. Antonio Manfredelli, sindaco di Rivello, il dott. Verrascina, presidente nazionale di "Coopagri", Nicola Manfredelli, direttore del G.A.L di Marmo Melandro, Ettore Bove, professore di economia presso l'università degli studi della Basilicata, Giovanni Samela, presidente del consorzio B.T.E (Borsa del Turismo Enogastronomico), il dott. Paolo Paganelli, biologo e nutrizionista e il giornalista Mario Isoldi che ha mediato l'incontro. Nel corso della presentazione del progetto si tacoli itineranti, musica e balli popolari a cura della "Pino Pinto Band". In questo manza. Un viaggio immerso nel verde e nella natura che ha portato i numerosissimi partecipanti (oltre 200), fino alle sponde del fiume Noce in località Fiumicello di Rivello, ove si è svolta una dimostrazione della tosatura delle pecore e dove si sono gustati altri prodotti locali sulle note di musiche popolari. Nel pomeriggio dello stesso giorno, invece, presso la sala è parlato in generale del grande valore che ha la Dieta Mediterranea, sia a livello nutrizionale che economico (basti pensare che quello della dieta mediterranea è il modello più completo e salutare che esista), e nello specifico si è discusso di come servirsi del grade patrimonio culturale e gastronomico della Dieta Mediterranea a vantaggio e beneficio di Rivello, investendo in un progetto che potrebbe portare a uno sviluppo turistico, economico e territoriale del paese. Durante il dibattito è emerso il fatto che l'unesco abbia inserito la Dieta mediterranea nella lista del patrimonio culturale immateriale dell'umanità: l'idea è di rendere "materiale", attraverso il Presidio della dieta mediterranea, tale patrimonio e di sfruttare le qualità turistiche dell'enogastronomia per una crescita e uno sviluppo, sotto molteplici punti di vista, di Rivello, tenendo conto che il turismo enogastronomico è il più accreditato e scelto dalla maggior parte dei turisti. In tal modo- come ha affermato il Sindaco - non solo si valorizzerebbero e preserverebbero le tradizioni tipiche locali ma anche le numerose opere artistico-architettoniche e le risorse paesaggistiche di cui già gode e dispone Rivello,non a caso il "contenitore" scelto per ospitare il Presidio della Dieta Mediterranea è proprio quello del convento di Sant'Antonio, in una perfetta simbiosi tra cultura, storia e tradizioni culinarie. Nella giornata della transumanza del 24 agosto, si è svolto, invece, il tradizionale appuntamento con la Notte Bianca. Sin dalle ore sedici e fino alle ore sei del mattino seguente si sono susseguiti spettacoli ed esibizioni di ogni genere e per ogni età, offrendo momenti piacevoli e divertenti per un pubblico anche in questo caso considerevole e consistente. Suggestivi spettacoli di falconeria, tiro con l'arco, le maschere di Tricarico e artisti di strada hanno occupato la scena pomeridiana. Sul palcoscenico serale si sono esibiti nell'ordine il gruppo musicale-folcloristico "RenaNera", il trio comico "La Ricotta", direttamente dallo show di Zelig, e ancora il gruppo "Musicamanovella" ed infine si è potuto danzare, fino al mattino, sulle note del dj Tony Delta, il tutto accompagnato da dell'ottimo arrosto di vitello podolico,sapientemente preparato secondo l'antica tradizione locale, e da formaggio podolico e pecorino tipico del posto. La notte bianca si è conclusa con la tradizionale spaghettata di buon mattino che, nonostante l'ora poco favorevole, ha registrato comunque un notevole numero di presenze. Sia il 19 che il 24 sono stati presenti i caratteristici mercatini degli hobbisti grazie ai quali la gente ha potuto Un escursione sul fiume Noce ammirare ed acquistare particolari manufatti, esclusivamente realizzati da appassionati del genere. E' da tenere in considerazione, quindi, il significativo spessore di eventi di questo tipo, in quanto, da una parte, favoriscono l' incremento turistico e dunque economico di Rivello, avvantaggiando,così, anche le attività che vi investono, dall'altro promuovono le risorse che esso stesso offre, garantendo, nel contempo, la salvaguardia delle radici e delle tradizioni proprie del paese e che lo contraddistinguono, rendendolo unico nel suo genere. Elisa Ielpo

4 Lunedì 15 Settembre 2014 Basilicata-Campania 21 L INIZIATIVA/Curata nei dettagli, dall'allestimento della location, dalla progettazione della scenografia al disegno delle luci, la Mostra è promossa dalla Pro Loco di Maratea La Perla Maratea Moda 2014 La sensualità della donna mediterranea Nella splendida cornice del centro Storico di Maratea, a Palazzo De Lieto, si svolgerà Maratea Moda 2014, che per questa 4a edizione esporrà, in una Mostra temporanea dal 16 al 30 Settembre, una straordinaria selezione di abiti dello stilista Anton Giulio Grande. Curata nei minimi dettagli, dalla scelta e dall'allestimento della location, dalla progettazione della scenografia al disegno delle luci, la Mostra è promossa dalla Pro Loco di Maratea La Perla, con il sostegno della Regione Basilicata e del Comune di Maratea, è stata inaugurata il 16 settembre con il taglio del nastro da parte dello stilista Anton Giulio Grande, accompagnato dalla madrina dell'evento, la modella e showgirl Antonella Mosetti, il neo eletto Sindaco di Maratea Domenico Cipolla ed il Presidente della Pro Loco di Maratea La Perla Pierfranco De Marco. Diretto e prodotto, come per la scorsa edizione, dalla Mazzini Eventi Production, con la preziosa regia di Alessandro Mazzini, l'evento vedrà anche la partecipazione dei vertici dei due Main Sponsor, ormai consolidati per Maratea Moda, Alessandro Ricci per Parmalat CE.DI. Cosenza, e Nicola Gullaci per Meridionale Intonaci. Per 15 giorni sarà possibile ammirare abiti incantevoli e soprattutto inconfondibili di un brand, quello di Anton Giulio Grande, conosciuto e apprezzato ormai in tutto il mondo. Pizzi e ricami raffinati su abiti moderni e sensuali, rendono le creazioni dello stilista Anton Giulio Grande sempre preziose ed eleganti, realizzate recuperando le antiche tradizioni della sartoria calabrese che, con maestria, ha saputo esportare a livelli internazionali. Le "opere" di Anton Giulio Grande, inconfondibili per l'eleganza e il glamour, oltre che per la cura dei dettagli e dei materiali pregiati, vengono indossate dalle più importanti donne del jet set internazionale, Valeria Marini, Alba Parietti, Nina Moric, Aida Yespica, Pamela Prati, Belen Rodriguez, Anna Kanakis, Eva Grimaldi, Elenoire Casalegno, Anna Valle, Claudia Gerini, Natasha Stefanenko, Martina Colombari, Cristina Chiabotto, Manuela Arcuri, Anna Falchi. Abiti fantastici capaci di esaltare le bellezze delle dive con uno stile unico che ha premiato l'entusiasmante carriera dell'artista lametino entrato recentemente a far parte dell'esecutivo della Camera della Moda Svizzera. Obiettivo di questa 4 edizione di Maratea Moda è quello di raccontare, sulla scia della scorsa edizione, l'eccellenza del Made in Italy nelle sue diverse sfaccettature, nei suoi vari linguaggi e diversi modi di vedere la Moda, e far apprezzare un'anteprima di quei tratti di alta sartorialità che caratterizzano la moda del Mediterraneo, che sarà invece il tema già annunciato per il prossimo anno. Un progetto nato dunque per mettere sotto i riflettori i marchi del Made in Italy, le eccellenze, le ricerche, le avanguardie, ma anche il rispetto per la tradizione attraverso l'alta Moda. Le date: dal 16 al 30 settembre 2014 Orari: dal lunedi al venerdi dalle 10:00 alle 12:30 sabato e domenica dalle 17:00 alle 20:00. Ingresso gratuito Inaugurazione: Palazzo De Lieto 16 settembre h 18:00 Contatti: Monica Tafuti Sala Consilina, al via il terzo pararaduno Memorial Antonio Finamore "In verità vi dico che tutte le volte che avete fatto ciò a uno dei più piccoli di questi miei fratelli lo avete fatto a me" (Matteo 25, 31-46): è su questo versetto tratto dal Vangelo di San Matteo che si ispira l'associazione di volontariato "Antonio Finamore, c' fai sta bbuono" di Sala Consilina. Fondata nel 2011, l'associazione nasce per ricordare Antonio Finamore, giovane salese prematuramente scomparso in un incidente stradale all'età di venticinque anni. Dopo una settimana di agonia e la successiva dichiarazione di morte cerebrale, la famiglia di Antonio Finamore dispose la donazione dei suoi organi: dal corpo del giovane Antonio furono difatti espiantati il cuore, i reni e le cornee. Grazie a questo profondo gesto di nobiltà d'animo della famiglia valdianese di Antonio Finamore fu ridonata la speranza a tre vite ormai condannate. Il ricordo di Antonio non si estinse con la donazione degli organi: la sua famiglia, sostenuta dall'affetto di parenti ed amici, fonda il 24 marzo del giorno in cui Antonio avrebbe compiuto ventisette anni - l'associazione di volontariato "Antonio Finamore c' fai sta bbuono". Da allora, in un crescendo di nuovi associati e volontari, l'associazione organizza periodicamente attività di volontariato di diversa natura, attraverso la promozione, l'organizzazione e la gestione di iniziative ed attività ispirate alla solidarietà sociale, civile, culturale, ricreativa. Unica nel territorio, l'associazione di volontariato "Antonio Finamore c' fai sta bbuono" coinvolge direttamente tutte le persone che per qualsiasi motivo si sono trovate ad utilizzare attrezzature sanitarie: lo scopo è quello di recuperare tutti quei presidi e/o accessori che, non trovando ormai più utilizzo ed essendo troppo spesso relegati in soffitta, possono essere offerti in comodato d'uso gratuito a chiunque ne faccia richiesta. Al momento l'associazione dispone di carrozzine, pannoloni per adulti, lettini ortopedici, girelli, lenzuola traverse, materassi antidecubito. L'impegno dell'associazione continua attraverso l'iniziativa "Amici oltre le barriere": i volontari fanno visita periodicamente al centro socio-educativo diurno "Michelina Garone" per persone diversamente abili, gestito dall'associazione "Una Speranza Onlus" di Sala Consilina. Tra i tanti momenti di solidarietà, si ricorda anche l'iniziativa "Un nonno per amico": i volontari si recano periodicamente presso l'"istituto Juventus" di Sala Consilina per far visita agli anziani ospitati con lo scopo di portare loro un po' di calore ed allegria. Spinta dall'intento di aiutare in più modi possibili, l'associazione "Antonio Finamore, c' fai stà bbuono" sostiene a distanza l'"istituto Piamarta di Uniao de Vitoria" nel sud del Brasile che ospita bambini orfani o poveri provenienti dalle Favelas, garantendo loro un letto, un pasto a pranzo e a cena, educazione ed istruzione. Quelle indicate sono solo alcune delle iniziative promosse e sostenute dall'associazione di volontariato "Antonio Finamore c' fai sta bbuono" che, instancabilmente, desidera ancora crescere, aiutare e sostenere altre attività e chiunque ne faccia richiesta. Attraverso il contributo e l'inziativa dei numerosi volontari ed associati, l'associazione "Antonio Finamore, c' fai sta bbuono" è dunque la manifestazione di come la prematura scomparsa di un giovane, Antonio Finamore, possa muovere le coscienze di coloro che tanto l'hanno amato. Motivati dal motto "Possiamo fare tanto con poco... perché non mettersi in gioco?", i componenti dell'associazione organizzano anche quest'anno, per il terzo anno consecutivo, il paraduno "Memorial Antonio Finamore": si tratta di una interessante manifestazione durante la quale si offre ad alcuni disabili facenti parte di associazioni di volontariato del Vallo di Diano un simpatico giro a bordo di un'auto d'epoca, tra i paesi del circondario. L'obiettivo è quello di favorire la partecipazione dei soggetti disabili alla vita sociale del territorio con un'attività allegra e spensierata da svolgere nel corso di una giornata. Ad accompagnare infatti i piloti delle vetture d'epoca, nel ruolo di co-pilota - sono i disabili e gli anziani del territorio. Il pararaduno "Memorial Antonio Finamore" è un evento organizzato nell'ambito della campagna "Abbattiamo le barriere" promossa dall'associazione "Antonio Finamore, c' fai sta bbuono" per lottare contro ogni forma di discriminazione in materia di barriere architettoniche e culturali che riguardano la disabilità. L'Associazione "Antonio Finamore, c' fai sta bbuono" ha difatti sottoscritto con i 14 comuni del Vallo di Diano un Protocollo di Intesa finalizzato a migliorare la vita dei disabili residenti nel territorio. A partire dal 2013 e per i prossimi quattordici anni, l'associazione si impegna - in occasione del Pararaduno annuale - a svolgere attività di volontariato e ad abbattere una barriera architettonica in uno dei 14 Comuni firmatari del protocollo. Lo scorso anno la manifestazione ha avuto come sfondo conclusivo il parco della Certosa di San Lorenzo a Padula dove è stato consegnato un trattorino montascale - cui agganciare le carrozzine - per abbattere le barriere architettoniche che la Certosa ed altre strutture presentano. Quest'anno la manifestazione si svolgerà la mattina di domenica 12 ottobre, con partenza da Sala Consilina e arrivo a Sassano, dove ci sarà l'inaugurazione di una giostrina per bimbi disabili e non nel parco comunale. I partecipanti saranno salutati alla fine, intorno all'ora di pranzo, con un aperitivo-buffet offerto dall'associazione. Per partecipare al terzo paraduno "Memorial Antonio Finamore" e a tutte le altre iniziative dell'associazione è possibile contattare i responsabili ai seguenti recapiti: 0975/ / (Gianna Finamore) oppure inviare una mail all'indirizzo Claudia Cantile (volontaria)

5 Basilicata Lunedì 1 Settembre L ANTICIPAZIONE/Tre le date in calendario quest'anno: 18, 19 e 26 ottobre. Molte sono le novità che saranno riservate ai tanti turist che si sono già prenotati Con l autunno Trecchina pronta per la Sagra delle castagne Fervono i preparativi nella cittadina di Trecchina per la sedicesima edizione della sagra della castagna. La manifestazione è organizzata dall'associazione Gli Amici della castagna. Tre le date in calendario quest'anno: 18, 19 e 26 ottobre prossimi. I primi due giorni coprono l'intero fine settimana, sabato 18 e domenica 19 ottobre. In mattinata la dodicesima edizione di "Raccogli le casta- gne". Nel pomeriggio apertura della sagra e degli stands agro alimentari in piazza. A partire dalle 15 il raduno degli organetti. La festa si ripete nella giornata di domenica che sarà allietata dalla presenza di un gruppo folk e da uno spettacolo di magia per i più piccoli. Giovedì 23 ottobre "Orienteering e castagne", una iniziativa di Pietrasassosport riservata alle scuole del territorio. Domenica 26 ottobre ultimo giorno di sagra con gli stands gastronomici in piazza e con la presenza di un gruppo musicale. Anche quest'anno, stando alle numerose prenotazioni già arrivate presso le strutture turistiche di ricezione presenti nel Lagonegrese, nonché alle conferme da parte degli operatori commerciali espositori di prodotti tipici nella manifestazione - fa sapere il presidente dell'associazione Domenico Cresci - presumiamo almeno lo stesso livello di affluenza degli anni scorsi. Il programma della manifestazione ripercorre ormai uno schema ben collaudato nel corso delle passate edizioni, anche per il coinvolgimento delle scolaresche nella raccolta delle castagne e nell'orienteering. P.C. Lauria, l Angelo custode in marcia per la pace Un immagine delle manifestazioni precedenti Quest'anno l'associazione Angelo Custode - ONLUS ha aderito al Comitato organizzatore della XX Marcia per la pace e la fratellanza che si svolgerà tra Perugia ed Assisi domenica 19 ottobre L'Associazione guidata da Antonietta Priolo, in collaborazione con le parrocchie di Lauria e con il patrocinio della Diocesi di Tursi Lagonegro, sta organizzando un pullman che sarà in partenza da Piazza del Popolo a Lauria alle ore 24 di sabato 18 ottobre. L'arrivo è previsto a Perugia in Viale Roma verso le otto del mattino di domenica, giusto in tempo per mettersi in marcia per la pace e la fraternità. Ricordiamo che la marcia partirà dai Giardini del Frontone di Perugia verso le ore 9,00 e si concluderà alla Rocca di Assisi con arrivo previsto verso le ore 15,00. L'intero percorso misura 24 chilometri ma sarà possibile anche partecipare su tratti più brevi. Per partecipare - fanno sapere gli organizzatori - bisogna prenotarsi entro il 10 ottobre telefonando ai seguenti numeri : cell La marcia Perugia Assisi del 19 ottobre 2014 è una importante tappa della campagna di mobilitazione lanciata a sostegno del processo avviato dalle Nazioni Unite. Per l'affermazione del diritto alla pace devono mobilitarsi tutte le persone di buona volontà, le associazioni di volontariato, i movimenti sociali, in particolare Enti locali e le Regioni che in Italia, per primi al mondo, a partire dagli anni 80, hanno inserito in migliaia di statuti e di leggi l'esplicito riconoscimento del diritto alla pace. P.C. Una rappresentanza dei mastri castagnari In ricordo di Mario Albanese di Lauria Il grigio e rovinoso pomeriggio del 29 aprile 2014 non si è, purtroppo,trasformato in un luminoso raggio di luce e di vita e Mario Albanese, noto imprenditore di Lauria,intorno alle del 9 agosto 2014,dopo 102 giorni di degenza presso il reparto di rianimazione dell'ospedale San Carlo di Potenza,non c'è l'ha fatta. Più di 100 giorni nei quali ha lottato con ogni forza e mezzo per evitare che i postumi del rovinoso incidente,di cui era rimasto vittima, proprio in quel maledetto 29 aprile, potessero avere ragione di un lavoratore straordinario ed infaticabile come lui. Riesce davvero difficile pensare che un uomo così forte,apparentemente invincibile,potesse essere sconfitto così drammaticamente. Mario, 59 anni,lascia la moglie e quattro figli. Figura autentica,giusta e dal sorriso sincero. Di lui ricorderemo la tenacia,il coraggio e la propensione ad aiutare il prossimo. Un prossimo che da quest'uomo eredita insegnamenti morali di altissimo profilo come la serietà,la coerenza e il volersi bene in modo sem- Mario Albanese plice e sincero. Un maestro di vita che,oggi più che mai,si rappresenta come persona diversa dai più e,assolutamente,migliore. Non a caso, parafrasando una frase scritta dallo stesso figlio Antonio, gli altri erano gli altri e lui era Mario Albanese. Un Uomo che,insieme ai fratelli Domenico e Felice,era riuscito a portare a livelli massimi un'azienda partita dal nulla,anzi da meno del nulla. Muore un grande imprendi- tore, muore un'infaticabile lavoratore,muore un uomo generoso,ma muore anche un padre ed un marito. Ed è proprio sul ruolo di marito e di padre che voglio permettermi di ricordare che per Mario la famiglia ha sempre occupato una posizione centralissima. Essa era intoccabile,qualcosa di sacro. Una famiglia,del resto,che nei difficili e drammatici giorni della degenza ospedaliera,non solo ha pregato e sperato,ma anche provato a fare,in modo ammirevolmente composto,il possibile e l'impossibile, pur di poterlo riportare sano e salvo a casa. Il destino,però,non ha voluto che le cose andassero così e le loro preghiere,unitamente alle loro speranze,hanno dovuto,forzatamente,cedere il posto al dolore ed allo strazio. Possa,quindi, il Signore donare loro la forza necessaria per lenire un vuoto ed un dolore così grande. A Mario dico soltanto che la sua morte ci coglie tutti impreparati. Nessuno era pronto,nessuno è pronto ad accettarla. Franco Scorza

6

7 24 Rivello Lunedì 15 Settembre 2014 L ANALISI/Maggioranza e minoranza ai ferri corti sulle materie finanziarie e sui tributi comunali. Scintille nell aula consiliare. Si allargano le distanze tra i due schieramenti Clima tesissimo nel Consiglio Comunale di Rivello Regolamenti e aliquote per IMU(Imposta Municipale Unica), TASI (tassa sui servizi indivisibili comunali) e TARI (tassa sui rifiuti): questi tra i punti posti all'ordine del giorno che hanno acceso lo scontro tra maggioranza e opposizione durante l'ultimo Consiglio Comunale, tenutosi lo scorso 9 settembre presso la Sala Consiliare del Comune di Rivello.Gli animi si sono surriscaldati al momento dell'ufficializzazione della volontà della maggioranza di voler approvare i regolamenti delle componenti IMU, TASI e TARI per l'anno in corso e, con essi, per le prime due, anche le aliquote e le relative detrazioni, rimandando ad altra data l'approvazione del Piano finanziario e le tariffe della componente TARI. Il gruppo di minoranza "Rivello Rinnovata" (Altieri- Alfano-Faraco) ha giudicato assolutamente non condivisibile la scelta della maggioranza, sostenendo che "sarebbe stato opportuno, ai fini di una più esaustiva trattazione, esaminare e approvare la regolamentazione TARI contestualmente al piano finanziario e alle tariffe". Ancora scintille tra le due componenti consiliari quando si è discusso sull'approvazione delle aliquote Uno scorcio di Rivello Emozione, innanzitutto, più che metodo, fatto salvo il sapiente destreggiarsi tra la vita e l obiettivo di una persona speciale, conosciuto da tutti, a Rivello, come Alberto il Norvegese Bela Csepcsanyi e il suo guardare lontano Il regista-fotografo Bela Csepcsanyi (Alberto il Norvegese). A destra l esposizione di Csepcsanyi al Museo della Fotografia di Tricarico E così, nel venticinquesimo della sua morte, l'ing. Nicola Ferrazzano pensa a una nuova mostra fotografica capace di rendere omaggio alla poliedrica attività del fotografo-regista norvegese, alla sua instancabile passione che si fa mestiere e che sa cogliere sempre l'essenza, il significato profondo di attimi 'qualsiasi' che Csepcsanyi rende unici, universali e, insieme, singolari. Prospettive inedite, dettagli carichi di significazione, pose, volti e sguardi di un'eloquenza mai retorica. Una selezione, quella curata da Ferrazzano, che questa volta, volutamente, affianca il colore al bianco e nero, gli ultimi scampoli di autenticità di una civiltà contadina in lenta quanto inesorabile dissoluzione alle foto di scena del cinema sperimentale norvegese, tra audaci accostamenti che non stridono ma che, anzi, sottolineano le ossimoriche coesistenze, il profondo processo di trasformazione di quella pasoliniana generazione di "mutanti", in quell'avamposto della 'modernità' che furono gli anni '70. Aprendosi al grandangolo dei suoi interessi multiformi e plurali, sempre fecondi negli esiti, ecco così i paesaggi e volti della sua Rivello, del senisese e del materano, e poi il mare, la città coi suoi fermenti sociopolitici, il cinema, i simboli del 'nuovo'che convivono col 'vecchio'. Un percorso fotografico che ricostruisce abilmente, insomma, la formazione complessa e stratificata, la ricerca, la geografia anche interiore di un uomo e di un artista come Csepcsanyi che, tradotta nei suoi scatti, rappresenta, oggi, non solo per Rivello, una preziosa risorsa, la possibilità di interagire e confrontarsi con una memoria "attiva" che, come in un cortocircuito spazio-temporale, invita a ritrovare nel passato la radice del presente e il germe del futuro. Ed è stato questo Bela Csepcsanyi per i rivellesi, un caleidoscopio di esperienze per tanti giovani che lo accolsero trovando in lui un fraterno amico e un maestro, proprio come nel caso di Nicola Ferrazzano, al quale, rivolgiamo alcune domande su Alberto e sulle foto, purtroppo non ancora in mostra, che compongono il progetto "25x25". Al di là del valore artistico e antropologico-documentario delle sue fotografie, chi è Bela Csepcsanyi e cosa ha rappresentato per te e per i rivellesi? Agli inizi degli anni '70 Bela, che tutti chiamammo Alberto, con la a sua grande carica di umanità e la sua capacità di stabilire saldi e sinceri rapporti umani, dalla Norvegia irruppe con la sua Pentax nella nostra comunità. E fu proprio attraverso i suoi scatti che per noi giovani del tempo si aprì una finestra su di un mondo che, a differenza del nostro, ci apparve moderno ed emancipato. Nel mio caso, in particolare, le sue fotografie mi parlano, riportandomi indietro nel tempo, nella sua improvvisata camera oscura dove, maestro e amico, mi insegnò ad amare l'arte della fotografia. Quale l'esperienza di "Omaggio a Rivello. Ritratti", la mostra fotografica dedicata ad Alberto che hai curato nel 2010 e quali le prospettive che si sono aperte per la stessa, dentro e "fuori le mura" di Rivello? L'esperienza maturata è stata senz'altro positiva, da anni pensavo di rendere questo omaggio ad Alberto grande Fotografo e caro amico. La mostra ha riscosso un grande successo. Basti pensare ai suoi visitatori: oltre 1000 a Rivello e più di 3500 a Tricarico, dove è stata successivamente allestita. La prospettiva sarebbe quella di dedicare uno spazio espositivo permanente alle foto di Alberto nel nostro comune in quanto il suo lavoro è un omaggio all'intera comunità Rivellese. Purtoppo, ad oggi, l'amministrazione Comunale non ha mostrato grande interesse per la proposta perdendo così, a mio parere, una grande opportunità culturale. Quale "l'occasione" per questa nuovo allestimento e quali le vicende ad esso legate? La opportunità di realizzare una seconda esposizione fotografica nello scorso mese di agosto, in occasione del venticinquesimo della scomparsa di Alberto, era stata offerta all'amministrazione Comunale dalla Biblioteca Rivellese. Anche questa volta gli amministratori hanno ritenuto dare priorità ad altro. La mostra avrebbe avuto un più ampio scenario rispetto alla precedente in quanto le foto avrebbero interessato non solo Rivello ma anche luoghi e personaggi dei tanti viaggi di Alberto. Avrebbe inoltre contenuto alcune foto legate alla sua attività di fotografo di scena. Anita Ferrari TASI. La maggioranza ha deciso di applicare l'aliquota minima dell'1x1000, rimarcando "quanto, a differenza della stragrande maggioranza dei Comuni, non solo limitrofi, che hanno applicato tariffe maggiori, l'amministrazione comunale di Rivello, sia dalla parte dei cittadini e dei loro interessi". Di opposto parere la minoranza che, a tal proposito, ha accusato il gruppo di Manfredelli di non aver tenuto fede alle promesse elettorali di non rincaro delle aliquote, non riuscendo anzi a trovare le procedure idonee per garantire benefici reali ai cittadini contribuenti. La minoranza "Rivello Rinnovata", così, ha presentato agli atti la propria proposta di azzeramento dell'aliquota TASI, ricorrendo per la sua copertura alle somme relative all'avanzo di bilancio. Il Sindaco, rigettando tale proposta, ha ritenuto che la proposta "fosse strumentale e per di più irrealizzabile perché in contrasto con le normative di stabilità". Minoranza e opposizione, poi, all'unanimità, hanno votato l'approvazione delle aliquote IMU (rimaste invariate rispetto allo scorso anno) e il rinvio dell'approvazione del Piano finanziario e delle tariffe della componente TARI: su tale argomento, di certo, ci sarà ben da discutere nella prossima seduta consiliare. Sul prossimo numero, sull'argomento, sentiremo il sindaco Manfredelli e il gruppo di minoranza. Anita Ferrari L'intraprendenza di Gianni Florenzano, imprenditore rivellese La passione e il desiderio di mettersi in gioco e di realizzare le aspirazioni di sempre, la voglia di evadere la routine per vivere direttamente a contatto con la natura, hanno spinto Gianni Florenzano, 47 anni, geometra rivellese, titolare di un affermato studio tecnico, a "inventarsi" nel ruolo di piccolo produttore/imprenditore di liquori e di allevatore di asini (dal quale ricava il pregiato e particolarmente richiesto latte d'asina, utilizzato anche per uso terapeutico nei casi di allergie e intolleranze). Coronando un suo sogno di sempre, Gianni Florenzano, nel 1997, unitamente al fratello Raffaele dà vita alla FLO.RA.GI., una società per la produzione di liquori a base di frutta, materia prima che produce in proprio o L allevamento di Florenzano della quale si rifornisce, come nel caso dei limoni, che si fa arrivare dalla Costiera amalfitana. "La produzione della nostra piccola azienda, da ritenersi fondamentalmente di nicchia - dice Gianni Florenzano - inizialmente si attestava su poche centinaia di bottiglie; poi, gradualmente, avendo meritato l'attenzione dei mercati nazionali ed europei, grazie al Gal A.L.L.B.A., siamo arrivati ai mercati spagnoli, così come, per nostra diretta iniziativa, a Bari e Milano. In questa fase di positivo avvio della nostra attività, avemmo modo anche di aprire un negozio/esposizione a Roma Fiumicino che, seppur attivo per un tempo limitato, ci offrì riscontri commerciali di tutto rispetto. Queste modeste affermazioni - prosegue Florenzano - determinarono così un incremento produttivo che, sarebbe potuto diventare considerevole se non avessimo avuto delle forti perdite finanziarie determinate dalla inadempienza contrattuale di un nostro cliente barese, la cui morosità irrisolta, fece sì che la nostra società si sciogliesse, terminando la produzione. Non potevo e non volevo arrendermi a questa situazione: nel 2000, così, impegnandomi per rifondare la società, con l'ingresso di un nuovo socio, la FLO.RA.GI. è ripartita, riconquistando i suoi mercati e assicurandosi le necessarie commesse. Con non pochi sforzi - conclude Florenzano - oggi continuiamo a produrre a pieno regime, con l'idea di allargare le nostre vendite, puntando anche ai mercati europei". Per quanto riguarda, invece, l'azienda di allevamento di asini del quale è titolare, in località Verneto di Rivello, Gianni Florenzano dispone di diversi ettari di terreno boscato dove attualmente alleva 12 asini con l'obiettivo, però, di assestarsi su una mandria di circa esemplari. "Anche questa attività nasce da una mia antica aspirazione - afferma Florenzano. Mosso dal desiderio di vivere a contatto con la natura, ho attrezzato una vasta area per l'allevamento di asini al fine di produrre latte da commerciare ad uso terapeutico; il mio sogno è, però, quello di realizzare sullo stesso spazio, un'attrezzata Fattoria Didattica che possa servire a incrementare un turismo non solo scolastico e, vista l'adiacenza con il fiume Noce, possa rappresentare un'oasi di pace e di relax. Queste sono le mie idee e i miei propositi: ho volontà da vendere, ma penso che questa, da sola, non basti: sperò, perciò - ha concluso - in piccoli sostegni che possano sostenere quelli che oggi sono i primi risultati di un lungo percorso tutto da costruire". Di fronte a tanta passione e ad altrettanta determinazione, non si può che rivolgere a Gianni Florenzano tutta l'ammirazione del caso, con l'augurio che anche altri, seguendo il suo esempio, decidano di mettersi in gioco, valorizzando e concretizzando idee e possibilità la cui realizzabilità, a volte, è meno lontana di quello che si potrebbe credere. Anita Ferrari Reading Emozioni lucane si è svolto a Rivello "Io sono innamorato di tutte le signore/che mangiano le paste nelle confetterie", così il poeta Guido Gozzano nell'incipit della sua "Le golose" (1907), e così anche le Associazioni "Universum Academy - Università della Pace" (Novella Capoluogo Pinto) e "Ali di falco" (Aldo Ricotti) che, per salutare l'estate rivellese, dotandosi di inventiva e buona volontà, hanno organizzato in p.zza Umberto I una "Gara di Torte" i cui proventi contribuiranno alla pubblicazione della seconda Antologia di poeti che, su invito delle già citate associazioni, lo scorso agosto hanno partecipato al reading "Emozioni lucane", svoltosi a Rivello. Successo di pubblico e apprezzamenti, dunque, per l'originale iniziativa rivellese che unendo arte poetica e culinaria, in un momento di certo non favorevole per le iniziative editoriali, è riuscita a coinvolgere giovanissimi e adulti in una gara che, più che una competizione, ha voluto rappresentare un momento di compartecipazione e fattiva collaborazione all'interno del paese. Quattro le Novella Capoluongo Pinto con la giuria torte finaliste, delle quali premiate, rispettivamente per "La torta più bella"e "La torta più buona", quelle di Nicolina Filizzola e Rossella Pettinato (di soli 11 anni). "Emozioni lucane", è un percorso volto a recuperare l'identità lucana, difendendone lo spazio poetico, connaturato, quasi, alla regione stessa, terra di lunga e alta tradizione lirica. Puntando sulla specificità delle sue voci, dunque, accompagnati dalle note dei maestri Donatello Genovese ed Ettore Nesti, alla serata rivellese hanno partecipato i poeti: Edoardo Angrisani, Francesco Tommaso Armenti, Novella Capoluongo Pinto, Giampiero D'Ecclesiis, Lucia Di Tolla, Rosalinda Ferrari, Ione Teresa Garramone, Elisa Ielpo, Angelita Lagrotta, Fabio Manfredelli, Anna Monaco, Agostino Palmieri, Domenico Piccolo, Leonardo Pisani, Maria Ricciuti Garofalo, Aldo Ricotti, Luisa Salvia. Per il secondo anno consecutivo, Rivello si riconferma capitale della poesia (e del gusto!), in un processo ambizioso ma necessario che punta a far ritrovare alla Basilicata il suo protagonismo, anche poetico, i suoi spazi di espressione e consapevolezza, le sue bellezze e le sue energie migliori. Anita Ferrari

8 Lunedì 15 Settembre 2014 Senise 25 L EVENTO/Pasquale Guidi, sempre più legato al centro sinnico, ha organizzato per il terzo anno consecutivo uno spettacolo di valore internazionale Senise si fa bella con la moda e i colori della luna l'incantevole cittadina lucana, in una forma sempre più accattivante e incisiva sulla scena nazionale e internazionale, voluta e realizzata dal patron Pasquale Guidi. L'Alta Moda che sfila in un piccolo centro della Basilicata può considerarsi una sfida vinta egregiamente da stilisti importanti della Moda Italiana. Ospite di eccezione, stimata e amata in tutto il mondo per le incantevoli e originali creazioni, è la stilista internazionale Giada Curti. Hanno sfilato sul palco straordinari stilisti oggi protagonisti dell'alta Moda come Anton Giulio Grande, Gianni Calignano, Dilaine Alves Rodrigues. Spazio degno di nota è quello dedicato a giovani talenti che hanno sfilato come Tiberia De Giorgi, Ileana Colavitto e Emanuela Conte. La location è incastonata in anche alla lungimiranza del Sindaco Giuseppe Castronuovo, che ancora una volta, credendo al progetto, apre le porte alla Moda e al Comune di Senise, un momento di grande promozione territoriale. L'evento, infatti, è stato seguito da riviste specializ- La meravigliosa chiesa di Francesco scenario straordinario de La notte veste Senise. Foto: Demia Gioia "E quindi uscimmo a riveder le stelle..." per la Notte Veste Senise. E tornata per la terza volta, il 26 agoisto 2014, la sfilata di moda nel- una cornice degna della manifestazione: la scalinata accanto al Complesso Monumentale di San Francesco, datato XIII sec., di recente ristrutturazione, e sullo sfondo la bellissima chiesa di Santa Maria degli Angeli, che ospita al suo interno un polittico di notevole valore, realizzato dall'artista Simone da Firenze nel Senise è nota per aver dato i natali al poeta Nicola Sole, è terra produttrice del pregiato peperone a marchio I.G.P. e ha realizzato, sfruttando le acque del fiume Sinni, il Lago di Monte Cotugno, l'invaso artificiale più grande d'europa. Una città ridente e ospitale grazie mondo. "L'iniziativa, - dice il primo cittadino - partita in sordina, è giunta alla terza edizione, guadagnandosi il carattere di evento di valenza regionale. La novità in assoluto di quest'anno è che le firme di importanti case di moda, condividendo il progetto di Pasquale Guidi, hanno accettato di sfilare in un piccolo centro per promuovere la moda ma soprattutto per promuovere il territorio. L'evento credo possa rappresentare per il mondo della moda un'occasione per far apprezzare da vicino, a un pubblico non abituato a grandi eventi mondani, la bellezza e il fascino della grande moda e, per il zate di moda di livello nazionale ed estero e da organi di stampa e televisivi locali e nazionali. Alla manifestazione sono stati presenti autorità di istituzioni della regione Basilicata e Pugliesi ma anche rappresentanti di istituzioni internazionali. Concludo ringraziando l'ideatore, gli stilisti per aver condiviso il progetto, gli sponsor istituzionali e privati e tutti coloro che si sono adoperati per la buona riuscita dell'evento". La serata è stata presentata dall'attore Luca Capuano e dalla giornalista di Telenorba Daniela Mazzacane, la scenografia è affidata a Mario Carlo Garrambone e la coreografia In primo piano Pasquale Guidi organizzatore ed ideatore dell evento. Sullo sfondo Gerardo Fucci a Matteo Giua, trucco e parruco affidato alla Scuola Europea di Policoro e Matera creata e gestita da abiti di gran classe usando semplicemente nodi e spilli; il violinista performer Francesco Greco; modelle sezione di Roma onlus. L organizzazione intende ringraziare da queste pagine gli enti istituzionali: Comune Mirella D'Alessandro. bellissime, il tutto coordinato di Senise, Regione Ospite canoro della serata Francesco Tricarico e la graditissima partecipazione dello stilista Alfredo Nocera con il suo "Instant Fashion", la creazione instantanea di dalla Cool Events Moda di Pasquale Guidi che anche stavolta ha promosso la raccolta benefica dedicandola all'aipd Roma, Associazione Italiana Persone Down Basilicata, APT Basilicata, GAL - Cittadella del Sapere; i media partner: Telenorba, Cliocom, Woman e bride, Rendez vous de le mode, Trm. A destra un momento dell evento. A sinistra la bellissima modella di Senise Anna Cirigliano Carni Limongi Qualità e tradizione dal 1939 Contrada Rosa, 57 - Largo Plebiscito - Contrada Carroso LAURIA Tel

9 Castelluccio Lunedì 15 settembre L EVENTO/L associazione TerraAccogliente ha dato vita ad un intenso fine settimana tra aggregazione e cultura. Valorizzate le tracce della storia e le personalità della valle Castelluccio Porta del Pollino stupisce per la sua arte Sono stati tre giorni davvero ricchi e significativi quelli sviluppatosi nel centro della valle del Mercure il primo fin settimana di settembre. Grazie all'associazione TerrAccogliente si è coniugato l'aspetto dell'aggregazione alla cultura e alla promzione del territorio. Si è partiti venerdi 5 settembre con un conferenza sulle presenze barocche a Castelluccio e nella valle. Al convegno erano presenti oltre la presidente del sodalizio Antonietta Gaudiosi anche i sindaci di Castelluccio Inferiore e Castelluccio Superiore Roberto Giordano ed Egidio Salamone. Valentina Albanese ha preparato un accurato lavoro di ricerca mettendo in risalto, con alcune foto, sia i monumenti che le opere d'arte del territorio. Ospite speciale della serata è stato il dottor Michele Saponaro Ispettore di zona della Soprintendenza opere artistiche ma, approfondendo la materia, ha potuto notare invece su quale grande ricchezza invece la Basilicata può contare. La prima giornata culturale è stata assai seguita nonostante la pioggia. La preside Maria Pina Miraglia ed il professore Chitarelli hanno permesso l'utililizzazione dell'accogliente sala multimediale. La seconda serata, il 6 settembre, ha visto l'associazione impegnata in una rappresentazione storica dal titolo "Il prodigio più grande". Partendo dallo straordinario impegno letterario di mons. Francesco Sirufo che nei mesi scorsi ha presentato il libro "Gli occhi tuoi", si è pensato di proporre il racconto di una serie di prodigi che hanno profondamente colpito la valle. Il riferimento è a quegli sguardi che a fine '800 e a metà del secolo scorso gettarono scompiglio a Maria Angelica. L'associazione ha provato a mettere insieme questi episodi, per offrire una chiave di lettura unica degli avvenimenti che scossero nel profondo le città del Mercure e dell Alta Calabria. Con non poca preoccupazione l'associazione ha dato un volto ed una voce a Maria Angelica. Il sodalizio ha eventi castelluccesi. TerrAccogliente ha contribuito in questo slancio positivo con una speranza: che le storie dei due Castelluccio si passano ulteriormente legare. La Mastroti è certamente un personaggio unificante così come i segni monumentali ed artistici presenti sul territorio spingono a trovare una intesa sempre mag- osato comprendendo la delicatezza della scelta. Questo lavoro, portato avanti in punta di piedi, è stato un piccolo contributo alla valorizzazione di una storia e di una serie di prodigi che non solo hanno parlato all'uomo di ieri ma hanno parlato anche all'uomo di oggi. E' davvero encomiabile l'impegno che don Raffaele Pandolfi, don Cristian Costanza, la presidente Grisolia ed i soci dell'associazione Mastroti stanno mettendo in campo per far conoscere gli straordinari Da sinistra: il sindaco di Castelluccio Inferiore Roberto Giordano, l ispettore di zona della Soprintendenza Michele Saponaro, la presidente dell associazione Antonietta Gaudiosi, il sindaco di Castelluccuio Superiore Egidio Salamone, il restautore Gisueppe Pittella giore. L'associazione idealmente ha voluto far entrare la gente accorsa numerosissima all'evento in piazza San Nicola in una sorta di macchina del tempo virtuale. Con un balzo all'indietro, i castelluccesi si sono ricongiunti ai propri avi, a quanti hanno popolato le bellissime valli del Mercure e del Pollino e sono stati testimoni di fatti grandiosi. La domenica sera, sempre in piazza san Nicola, si è svolta la prima edizione del Premio "Castelluccio porta del Pollino". Sono stati premiati don Francesco Sirufo scrittore di un libro sui prodigi di Castelluccio, Giuseppina Grisolia presidente del'associazione Maria Angelica Mastroti, Daniele Gioia brillante tecnico alimentare e Giovannino Fittipaldi ambasciatore del gelato artigianale nel mondo. Associazione TerrAccogliente: Gaudiosi Antonietta; Valentina Albanese; Giuseppe Pennetta; Maddalena Carlomagno; Giusy Orofino. Cantanti: Antonio Pennetta; Caterina Cannazzaro; Mariantonietta Bruno; Marenza D'Armento. Voci narranti: Domenico Gioia; Maria Ruberto; Lucia Mangano; Franco Rossi, Maria Ruberto. Presentatrici: Filomena Presta; Mariantonietta Bruno; Valentina Albanese. Musici: Geppino Palermo; Carmine Gioia; Antonio Pennetta. Figuranti, coro e attori: Vincenzo Gazaneo; Vincenzo Pagano; Giuseppe Grasso; Carlo Crispino; Giuseppe Martino; Sabrina Gioia; Angela Pagano; Nunzia Gioia; Antonietta Altieri; Maria Altieri; Rosa Costanzo; Giacomina Rimoli; Lucia Carlomagno; Rosanna Alagia; Velia Peluso; Caterina Cannazzaro; Maddalena Carlomagno; Giusy Orofino; Filomena Presta; Franca Cosentino; Nicolina Labanca; Paola Sassone, Annunziata Gioia; Carmelina De Tommaso; Teresa Palmieri; Francesca De Cristofaro; Flora Pelosi. Audio e luci: Giuseppe Pennetta, Antonio Pennetta Foto: Gieffe video Il gruppo partecipante alla ricostruzione storica ai Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Basilicata. Il funzionario regionale ha evidenziato le tante ricchezze della valle e della necessità che si debbano valorizzare. La collaborazione con l Università a tal proposito è un volano importante che va assolutamente privilegiato. Dello stesso avviso è stato il restauratore Giuseppe Pittella che ha raccontato la sua esperienza personale di studente che guardava alla Basilicata come ad un terra non particolarmente ricca di Castelluccio ma allo stesso tempo avvicinarono alla fede tantissime persone. Il viso dell'addolorata ha davvero commosso intere generazioni di castelluccesi. Ma a questi eventi, grandiosi di per sé, si aggiunse una figura straordinaria del territorio: Maria Angelica Mastroti. Con ogni probabilità, gli eventi di Castelluccio non sarebbero avvenuti se non ci fosse stata la presenza così rilevante di una figura laica e profondamente religiosa come la "monaca di casa" AZZARDO Hair Body S tilist di Nicolina Viceconti Contrada Pecorone LAURIA Per Info:

10 Lunedì 15 settembre 2014 Latronico 27 IL PUNTO/L assessore latronichese evidenzia l attenzione che si è sviluppata intorno alle pratiche messe in campo dal governo cittadino che si fondano sui problemi reali Castellano: Facciamo scuola oltre i confini regionali Assessore Castellano, parliamo di quanto avvenuto di recente a Latronico, mi riferisco alla visita presso lo stabilimento termale da parte del Presidente della Regione Marcello Pittella. Il Governatore Pittella si è sì recato nel nostro centro termale al fine di rendersi conto di come si sta sviluppando il progetto "Latronico Città del benessere" che mira al riavvio della nostra struttura termale. Il Presidente Pittella ha valutato ciò che la Regione potrebbe fare a tal proposito, in maniera da riavviare le terme nel più breve tempo. Nel mese di ottobre, precisamente giorno 2 a Potenza si terrà una riunione operativa, alla quale parteciperà l'intera amministrazione comunale latronichese per discutere su come agire rispetto al progetto delle terme. Assessore, ricordo che ai tempi della presentazione del progetto sulle terme di Latronico da parte di imprenditori russi, lei in particolare mostrò un sentimento di non condivisione rispetto all'atteggiamento da parte appunto del Presidente Pittella. La visita recente di quest'ultimo al complesso termale, ha segnato un ricucirsi dei rapporti? Direi di si, come ricordato, io stesso fui critico rispetto all'intervento fatto all'epoca dal Presidente Pittella, perché ritenni che non coglieva bene l'importanza che il progetto terme di Latronico rivestiva non solo per il nostro paese ma per l'intero territorio. Nel corso dell'ultima visita mi è parso invece di vedere nella persona del Presidente un piglio diverso, maggiormente operativo e che mira alla concretezza superando i limiti dati dalla burocrazia. Per il bene della comunità come amministratori ci stiamo impegnando molto e, da parte loro grande l'investimento degli imprenditori interessati al progetto termale. Rispetto alle iniziative che si sono svolte a Latronico nel corso dell'estate, cosa si sente di dire? Quella appena trascorsa la definirei per Latronico un'estate particolare perché, a causa di problemi burocratici, non è stato semplice programmare i diversi eventi. Per tale motivo, il cartellone estivo è stato privo di manifestazioni organizzate dall'amministrazione comunale. La delibera regionale che elargiva fondi al nostro Comune per le manifestazioni estive è giunta infatti in ritardo, addirittura il 5 di agosto, davvero tardi per dar vita ad una giusta programmazione. Nonostante ciò siamo riusciti a cavarcela grazie alla presenza sul territorio di un ele- Vincenzo Castellano vato numero di associazioni molto attive e che si occupano di settori diversi. A queste associazioni non abbiamo fatto mancare il nostro supporto logistico ed operativo, accollandoci dei costi. Spero che il prossimo anno, avendo i tempi tecnici utili possiamo presentare un calendario delle manifestazioni caratterizzato da una maggiore tranquillità e completezza. L'amministrazione comunale di Latronico si distingue per aver introdotto sul territorio uno spirito innovativo, spesso oggetto di critiche perché definito poco WOOLFLEX concreto. Come risponde a ciò? Parto dal parlare della Scuola di Alta Amministrazione dalla quale siamo stati invitati in veste di docenti nel corso di una giornata formativa. Le attività compiute dal nostro Comune, tramite il web e i mezzi di informazione in genere sono state conosciute ed apprezzate oltre i confini regionali e così, l'associazione nazionale dei Comuni italiani ci ha contattato e chiesto di partecipare ad una giornata formativa che si terrà a Procida. In tale occasione spiegheremo ad PRODUZIONE ARTIGIANALE MATERASSI TRAPUNTE COMPLEMENTI D ARREDO PERSONALIZZATI una platea di oltre 50 sindaci provenienti da ogni parte della Penisola, i progetti amministrativi che abbiamo realizzato, le procedure adottate, le criticità, gli effetti, siano essi positivi che negativi. Allo stesso modo parleremo dei progetti che intendiamo realizzare, tutto questo presentando nel migliore dei modi il nostro paese, invogliando le persone ad interessarsi a Latronico. Ritengo che le critiche fanno bene solo se costruttive. Come Amministrazione abbiamo realizzato davvero tanto, cose prima inimmaginabili. Dall'attuazione della piena trasparenza amministrativa a tanto altro, il tutto in condizioni economiche non eccellenti, di questo soprattutto devono tener conto coloro che ci muovono delle critiche. Da analisi da noi effettuate il Comune di Latronico ha oltre 600 mila euro di debiti, per questo le lamentele sono ingenerose perché, spesso non possiamo realizzare delle cose non per mancanza di volontà ma per cause oggettive. Nonostante tutto realizziamo tante cercando di apportare dei cambiamenti concreti, cercando di essere equi e giusti. Per quanto riguarda le estrazioni petrolifere in Basilicata, come giudica la posizione forte e decisionista di Renzi? Ritengo che Renzi, affermando di non aver paura di perdere consensi elettorali, vuole giocarsi la partita del petrolio lucano, senza tener conto della popolazione e, questo creerà non pochi problemi. La Basilicata non deve essere considerata una vittima sacrificale, per questo le comunità e le Amministrazioni devono lottare per il bene collettivo. Purtroppo anche i Comuni lucani che ricadono nelle aree di estrazione petrolifera non godono di uno sviluppo reale. Mi auguro che anche rispetto a tale questione l'impegno del presidente della Regione sia tale da far capire a Renzi la realtà e i bisogni della Basilicata. Assessore come si pone il Comune che lei rappresenta rispetto al discorso di abolizione delle Province? A dire il vero sulla questione ritengo che vi siano tanti punti poco chiari. Si era parlato dell'abolizione delle Province mentre in effetti è stato abolito il solo aspetto elettivo chiedendo ai Comuni di eleggere chi li deve rappresentare all'interno della Provincia. A me pare che vi sia un vero e proprio pastrocchio tanto che i cittadini se prima sapevano chi era eletto a rappresentarli alla Provincia, non avranno più tale conoscenza non essendo i diretti elettori e ne saranno sempre più distanti. Quale sarò in particolare il prossimo impegno dell'assessore Castellano? Davvero molte le azioni che si vuole mettere in campo ma, tante sono le difficoltà nell'amministrare il quotidiano. C preme realizzare nel più breve tempo possibile il progetto relativo all'impianto di pubblica illuminazione, curare la rete pubblica wi five sull'intero territorio comunale, permettendo le telefonate gratuite tramite internet. Ancora tanti altri sono i settori di nostro impegno, dalla sentieristica al turismo. Personalmente ciò che mi preme, visto anche che i giovani all'interno dell'amministrazione trovano lo spazio che gli compete, mi piacerebbe svolgere un'attività intensa di coordinamento dei giovani amministratori dell'area, al fine di creare una scuola di giovani amministratori che lavorano sul territorio, condividendo esperienze e progettualità pur appartenendo a Comuni diversi. L'importante deve essere far prevalere le iniziative lodevoli, agendo insieme e discutendo sulle diverse problematiche, lasciando ampio spazio ai giovani liberi dal punto di vista politico. Solo così i nostri luoghi possono crescere, compiendo delle scelte coraggiose. Fino al 10 maggio 2014 potrai avere un materasso memory foam+soia, rete reclinabile elettrica testa-piedi più guanciale in memory foam a soli 750 euro Che aspetti!!! Non perdere l occasione di rivoluzionare il tuo modo di riposare vieni a trovarci o contattaci Il materasso che hai sempre desiderato? Adesso puoi, grazie ad una vasta gamma di soluzioni e prodotti innovativi come il memory foam, il mistral e tanti altri, potrai personalizzare il materasso a tuo piacimento. Non farti sfuggire l opportunità di cambiare il tuo vecchio materasso. Approfitta ora della nostra fanta- stica promozione! WOOLFLEX Contrada Galdo Zona Pip LAURIA Info:

11 Lauria Lunedì 15 Settembre L INIZIATIVA/L edizione del primo lustro rha riservato importanti novità nel campo sociale. Premiate le famiglie Ariete e Cirgliano oltre al Comprensivo Giovanni XXIII Il Pane del Lentini si trasforma e lancia nuove idee Nel suggestivo anfiteatro del'assunta a Lauria, il 5 agosto 2014, la parrocchia San Nicola ha dato vita ad un evento molto atteso: la quinta edizione del Pane del Lentini. Sono state infatti evidenziate delle storie dal grande valore umano che hanno fatto molto riflettere. Significativo è stato il riconoscimento all'istituto Comprensivo Giovanni XXIII di Lauria per la divulgazione del Lentini oltre il territorio lauriota. La serata voluta da mons. Vincenzo Iacovino parroco della chiesa di San Nicola in Lauria è stata allietata dal coro parrocchiale di Pecorone e dalla maestra Angelica Sisti accompagnato dall'allievo Angelo Cozzi. La serata è stata davvero molto particolare. Probabilmente il clima e il luogo ha favorito una discussione quasi "sussurrata". Molto importanti le parole del parroco mons. Vincenzo Iacovino. "Da quando il beato Lentini è morto, non era più salito alla Madonna Assunta. Quest'anno, per la prima volta, abbiamo portato la sua statua in un luogo a lui caro. In questo posto veniva ad insegnare a tanti bambini di Lauria. Da giovinetto giocava con gli animali, prendeva con il cappio le lucertole, con la fionda cercava di colpire gli uccelli, qualche volta spaccò anche qualche vetro. Si ricorda che, da grande, andò da queste famiglie con dei soldi, per riparare al danno procurato da ragazzino. Per 34 anni ha insegnato ai giovani. La sua vita è stata caratterizzata dalla presenza dei giovani. Due prodigi sono infatti legati a dei gio- Un momento del riconoscimento Il pane del Lentini svoltosi nel quartiere dell Assunta Foto: Giuseppe Grisolia Il convento di San Bernardino diventerà un contenitore sociale, una vera e propria cittadella della solidietà Al Parco del Vincolato e nell area della baita di Cogliadrino sorgeranno due parchi per i bambini La Casa del Bambino sofferente nascerà a Lauria e si completerà nel 2015 vanissimi. Un ragazzo di Lauria era diversamente abile (all'epoca veniva chiamato scimunito), la madre era preoccupatissima. Spesso diceva: quando morirò io chi li accudirà. Il Lentini spesso gli diceva: me ne occuperò io, vedrai. Questo bambino morì nella stessa notte del trapasso del sacerdote. A quel punto tutti capirono cosa intendeva dire. Il 12 luglio 1828 giunse da Papasidero una bimba storpia, portato in una cesta. I genitori la adagiarono vicino alla tomba del Lentini. Nella notte avvenne il miracolo: la bambina iniziò a muoversi. Il vescovo diocesano Ludovisi che soggiornava a Lauria registrò questo fatto inspiegabile e mise al braccio della bambina un rosario. Questa peculiarità del Lentini verso le giovani generazioni ci ha spinto ad immaginare un oratorio e a sviluppare un rapporto con le scolaresche che vengono da ogni luogo". Il parroco don Vincenzo Iacovino ha anche approfondito i motivi della trasformazione della festa del Pane del Lentini. "Quando 5 anni fa si pensò a questa iniziativa, si voleva tener conto del fatto che il 25 febbraio il tempo rigido non permetteva momenti esterni di festeggiamento. Si pensò anche ad un premio che partisse dal concetto della carità. Si ipotizzò un riconoscimento ai laurioti che si fossero prodigati Antonio Cirigliano e la sua famiglia. In basso la famiglia di Federico Ariete verso il prossimo, il secondo riconoscimento invece era legato a chi avesse fatto conoscere il beato oltre Lauria. Con il tempo però questa iniziativa è diventata sempre più un'altra cosa. Ha preso il sopravvento la parte ludica, in alcuni momenti si avvertiva predominante la parte della 'sagra'. Questo non poteva più andar bene. Vedremo nei prossimi anni di elaborare nuove idee". Alla manifestazione ha partecipato anche il sindaco Mitidieri che ha anticipato realizzazioni importanti. "L'idea dell'amministrazione è di far diventare il complesso di San Bernardino una sorta di cittadella della solidarietà Vorremmo allocare in quel luogo molto bello tutte le attività che nel campo sociale si svolgono a Lauria." Nel corso della serata è emersa anche la volontà da parte delle istituzioni e delle famiglie di Federico Ariete e di Antonio Cirigliano di dar vita a due parchi giochi dedicati ai bambini. In particolare nell'area della ex baita di Cogliandrino e al parco del Vincolato. Don Vincenzo Iacovino ci ha tenuto ad evidenziare che l'area del Sinni lauriota conta una popolazione di circa abitanti, quindi è davvero importante ipotizzare strutture ricreative in quei luoghi. La prima parte della serata si è conclusa con la premiazione delle due famiglie Ariete e Cirigliano, colpite dalla perdita prematura dei propri figlioletti. Le loro testimonianze sono state davvero significative e profonde. E' stata ripercorsa la malattia dei due ragazzi, le difficoltà, la grande solidarietà che si è innescata. La presenza del dottore Mimmo Iadanza è stata importante perché è stata evidenziata una prossima realizzazione che vedrà la luce proprio a Lauria: La casa del bambino sofferente. Una struttura di accoglienza unica nell'italia meridionale, la seconda dopo il centro di Padova. La mamma di Antonio Cirigliano ha evidenziato: per fare una semplice flebo dovevamo spostarci al San Carlo. Paola Cozzi è andata oltre: io ho fatto un corso in modo che Federico potesse ricevere da me stessa una serie di pratiche infermieristiche. Questo a dimostrazione che la casa del fanciullo sarà davvero importante. La seconda parte della serata è stata dedicata al premio vinto dalle scuole di Galdo e Melara dell'istituto Comprensivo Giovanni XXIII che avevano partecipato ad un concorso dal titolo "Vivi una vita che vale". Il lavoro di ricerca, di immagini e di video, è stato legato dalla scuola ai luoghi lentiniani. Questa idea è risultata vincente. Una rappresentanza della scuola lauriota è stata accolta a Roma da papa Francesco. Mons. Iacovino ha premiato la dirigente Carlomagno per l'impegno profuso in un lavoro che ha contribuito a far conoscere il Lentinioltre Lauria, proprio nello spirito del premio.

12 Lunedì 15 Settembre 2014 Campania 29 IL PUNTO/Anche la seconda edizione della Gran Fondo mette alla prova la preparazione sportiva dei ciclisti: "sacrificio senza speranza di premio" Il 21 settembre ritorna il Gf 3 regioni città di Sapri Il 21 Settembre, a Sapri si terrà la seconda edizione dell'evento ciclistico "Gf 3 Regioni Città di Sapri" organizzato dall'asd (Associazione sportiva dilettantistica) Sapri Bussento. Con la seconda edizione della "Gran Fondo 3 Regioni, Città di Sapri", la maggior parte dei ciclisti iscritti alla gara effettua molti sacrifici per allenarsi e partecipare a questa manifestazione: "sacrificio senza speranza di premio"; unica certezza, ciascun ciclista troverà la ricompensa per la sua partecipazione alla gara, nell'animo di quanti condividono la stessa "passione" e nella certezza di avere contribuito alla crescita sportiva di questo evento". Ciò premesso, la manifestazione è organizzata dalla Società ciclistica Sapri Bussento Bike Team; nasce con l'intento di promuovere un vasto territorio che va da Palinuro a Tortora Grazie all'evento Moto Tourist - Meeting dell'amicizia "2014", dal 29 al 31 agosto a Policastro sono giunti 558 centauri e moto e "62" dei 65 Motoclub affiliati alla F.M.I. Per tre giorni (da venerdì 29 a domenica 31 agosto), il lungomare di Policastro Bussentino (frazione del capoluogo Santa Marina), si è trasformato nella "Capitale" di fiammeggianti e schioppettanti marmitte di bolidi a 2 e 3 ruote. Soddisfatti gli organizzatori e i fortunati possessori dei bolidi, nonché i tanti "appassionati". Di seguito, i dati del Moto evento più importante di tutto il sud Italia: 558 centauri e rispettive moto (di marca e cilindrata diversa, moderne e storiche, compresi: sidecar, trike, chopper, lambrette, vespe, ape, calessi motorizzati e quant'altro appartiene all'affascinante e variegato mondo delle moto), 62 dei 65 Moto Club affiliati alla F.M.I. (Federazione Motociclistica Italiana). Il centauro venuto da più lontano un torinese; la moto più bella, una Custom con marmitta "modificata", livrea con colori sgargianti e assetto (forcelle) rigorosamente ritoccati da proprietario; il centauro più giovane, un 18 enne di Roma; quello più vecchio un 76 enne di Maratea; la moto più "storica" un Guzzi "Airone" del 1945 color rosso rubino giunta da Salerno; il Gruppo più numeroso giunto da fuori Regione (Lazio) quello dei "Neroniani" (22 partecipanti). Componevano il Comitato Organizzatore: Giuseppe (detto Peppe) D'Agostino, Antonio (detto Totò) De Filippo e le rispettive consorti, Francesca Colella e Teresa Chiappetta, Domenico ed Elvira La Cava, Giovanni Prota, ecc. "Il Meeting dell'amicizia, Moto Tourist 2014, svoltosi a Policastro Bussentino dal 29 al 31 agosto - spiega Peppe D'Agostino con in testa una variegata bandana - non è stato il classico Motoraduno che vede tutta la manifestazione svolgersi all'interno del circuito, ma si è aperto all'esterno, aprendo alla partecipazione di tutte le Associazioni attive sul Territorio ( solo per citarne alcune: Pro Loco, Trek Natura Cilento, Arcieri, Ambientaliste e Culturali come il "Conte Carafa" ed "Effetto Donna". Tutto - continua D'Agostino - per far conoscere ai tanti "centauri" recatisi a Policastro da ogni parte dello Stivale, alcuni dei quali da Regioni molto distanti (Bolzano), le bellezze paesaggistiche, gli usi e costumi, la gastronomia della nostra Terra!" Questo il programma della "tre giorni" dedicata alla moto e a tutto ciò che ruota intorno ad essa. Il Moto Tourist "Stop and go" o Meeting dell'amicizia 2014 (4 Edizione) ha ufficialmente aperto i battenti, venerdì 29 agosto alle 16.00, sul lungomare ed aree adiacenti al porto di Policastro Bussentino, con l'iscrizione dei partecipanti. Per partecipare al moto evento più grande del Sud Italia, la Federazione ha imposto un costo "simbolico" d'ingresso di 10 che sono stati utilizzati per far mangiare, bere, offrire servizi e intrattenimenti ai partecipanti per tutta la durata (3 giorni) del Moto Tourist "Stop and go!" Un evento destinato a fare "scalpore", per quantità e qualità di moto ed equipaggi, che hanno risposto all'invito degli organizzatori; mezzi a 2 e 3 ruote di abbracciando il basso Cilento, l'alto Cosentino e il Pollino ricco di storia; un mix di cultura e località turistiche. Tre i percorsi di gara disegnati dal Comitato Organizzatore che anche quest'anno propone un percorso "corto" di 60 chilometri che presenta la sola asperità di Acquavena, località che si erge ai piedi del massiccio del Monte Bulgheria (nel Parco Nazionale del Cilento) ove alla maestosità del monte si contrappone lo sfondo del mare disegnando un paesaggio straordinario! Il percorso medio si sviluppa su 104 chilometri che portano i ciclisti a pedalare da Sapri a Policastro Bussentino per poi affrontare la prima salita, Roccagloriosa, località che si trova incastonata in una valle formata dai fiumi Mingardo e Bussento. L'altro GPM (Gran Premio della Montagna) è a Forca di Centola; quindi si scende a Centola, location ricca di grotte: ben 32 quelle censite, di superficie e sommerse che si insinuano e articolano in gallerie e sale scavate nella roccia del costone palinurese. Grotta Azzurra, Grotta d'argento, Grotta dei Monaci e Grotta del Sangue sono vere e proprie opere naturali! La rinomata località turistico balneare di Marina di Camerota, annuncia la terza ed ultima salita della Medio Fondo; la salita, che conduce ai 520 metri di San Giovanni a Piro. Poi nel finale, 16 chilometri di pianura che potrebbero vanificare gli sforzi compiuti in precedenza dai battistrada o premiare buoni passisti nella loro fuga verso la vittoria di Sapri. Ma la "prova regina", si terrà sulla distanza dei 174 chilometri. Nei primi sessanta, i partecipanti affronteranno la salita di Acquavena Policastro Bussentino Capitale dei bolidi a 2 ruote singoli privati o di Motoclub, alcuni dei quali partiti con tanto di famiglia al seguito. Un appuntamento atteso con ansia sia dai partecipanti che dai tanti appassionati del settore che per 3 giorni nell'area Raduno, hanno avuto l'occasione di ammirare da vicino una "passerella di bolidi a 2 e 3 ruote". Moto possenti, sgargianti, elaborate, con marmitte roboanti e manubri lucidi, moderne e storiche; tutte, veri e propri "gioielli" di famiglia, per i fortunati possessori. Il pool di centauri componenti il Comitato organizzatore, ha curato tutto nei minimi particolari, senza lasciare nulla al caso, compreso l'invito a un "testimonial" d'eccezione: il più volte Campione Italiano Giacomo Agostini, che pur accettando l'invito, alla fine non è riuscito a raggiungere la location di Policastro, perché impegnato nella registrazione di un programma in tema, per conto della RAI. Quel che è certo, è che sia con o senza il "big", idolo di tutti i motociclisti (giovani e meno giovani), l'evento ha richiamato a Policastro Bussentino, il pubblico delle grandi occasioni anche da Regioni lontane, costituendo un provvidenziale introito per il turismo di fine agosto e una ventata di aria fresca, per l'economia locale, che ha fatto confluire sul golfo di Policastro, gli appassionati dei motori a 2 e 4 tempi. "Tutto - precisa Peppe D'Agostino presidente del Motoclub Sapri e, uno dei componenti il Comitato Organizzatore - ruota su due "principi" per noi molto importanti, che abbiamo evidenziato anche nel logo della manifestazione: l'aggregazione e l'amicizia, da sempre il nostro motto! Il girare sempre, non ci bastava più; per cui, abbiamo creato un "logo" che è, e vuol essere, il "simbolo" dell'aggregazione e dell'amicizia; ecco spiegato, perché sul volantino in distribuzione, abbiamo aggiunto le parole: "Fermati al Sud e riparti dal nostro evento! Troverai, non solo moto, ma anche: amicizia, turismo, eno-gastronomia, ospitalità da favola, musica, cultura, ambiente e tanto altro! L'evento si è svolto con il patrocinio di: Regione Campania, Provincia di Salerno, Comune di Santa Marina, della Pro-Loco Buxentum e di "Trek Natura Cilento" Associazione Ambientalista. "Ogni anno - conclude D'Agostino - il Direttivo della F.M.I. (Federazione Motociclistica Italiana) sceglie una "location", ove tenere il "Meeting dell'amicizia"; quest'anno è stata scelta Policastro Bussentino. A conclusione dell'evento (tardo pomeriggio di domenica) sono stati distribuiti i premi in palio per la moto più bella, quella più elaborata, quella d'epoca, ecc. Questo il crono-programma: venerdì 29 agosto, apertura del moto evento, con "ritrovo" alle 16:00 nell'area Raduno allestita sul porto di Policastro Bussentino ed aree adiacenti. All'atto dell'iscrizione, oltre all'accreditamento ai partecipanti sono stati consegnati depliant turistici della zona, gadget ed è stata curata la sistemazione dei partecipanti in strutture turistiche convenzionate o in camping, ubicati presso l'area del Moto Raduno. Alle 18:00, due giri turistici con visita guidata: alla splendida Capitello (frazione del Comune capoluogo Ispani) e Vibonati, dove ad attenderli c'era il prof. Abramo, Vista panoramica di Sapri, località Timpone e toccheranno due volte l'abitato di Policastro. Quindi il per- dolina carsica alle falde dell'o- del Lago Sirino posto in una corso sale a San Costantino di monima vetta, il cui fondale e Rivello (in territorio lucano); le sponde sono costituite da questo centro collinare offre calcari con noduli di selce risalenti al Triassico e da diaspri un'ampia veduta sul golfo di Policastro. Dopo aver toccato policromi di colore rosso, grigio, marroncini e bianco del Rivello si continua a salire tra i monti dell'appennino lucano periodo Giurassico. Da Lauria, sino a raggiungere i 788 metri il cui simbolo comunale è il che nel condurli per le viuzze e vicoli del centro storico, ha fornito spiegazioni circa la cultura del posto e dei personaggi che sono colà passati: Pisacane, Garibaldi, ecc; alle 20:30 rientro nell'area Raduno e alle 21:00, tutti a tavola per la cena offerta dal Comitato Organizzatore; e alle 22:30 intrattenimento musicale. L'indomani (sabato 30), alle ore 9:00 colazione di benvenuto e alle 9:30 escursione guidata (a piedi), prima agli scavi archeologici di epoca romana e poi, alla Chiesa Paleocristiana, posta al di sotto della maestosa Cattedrale di Policastro Bussentino ( un tempo, "non troppo lontano" sede autonoma di Diocesi) e agli monumenti storici, di cui Policastro è ricca! Quindi rientro all'area del Moto Raduno e partenza per Morigerati con buffet all'arrivo e visita alla locale Oasi WWF (il costo del biglietto d'ingresso era convenzionato). Alle 13:00 rientro all'area Raduno e tutti a tavola per il pranzo. Alle 16:30 partenza per un nuovo giro turistico, che porterà moto e centauri alla scoperta delle bellezze paesaggistiche e dei tesori del centro storico del Comune di Roccagloriosa, con visita guidata ai Musei, centro storico e all'area Archeologica (che risale al periodo pre-cristiano); a seguire un ricco buffet a base di prodotti tipici locali offerto dall'associazione "Effetto Donna" Alle 19:30, rientro dal giro turistico e riposizionamento nell'aera Moto Raduno, diventata sede di "giochi medioevali" con esibizione degli arcieri di Caselle in Pittari, che hanno offerto un saggio della loro bravura con l'arco, cui ha fatto seguito l'ingresso del corteo di figuranti dell'associazione Culturale "Conte Carafa" che in abiti storici, hanno ricreato un'atmosfera medioevale, ed hanno spiegato le origini del Paese (dal periodo precristiano, fino ai giorni nostri), soffermandosi in modo particolare sul periodo della presenza in loco del Conte Carafa; a seguire, giochi d'acqua. Alle 21:00, la cena. Il cloù della 3 giorni dedicata ai bolidi a 2 e 3 ruote e alla voglia di libertà è stato domenica 31 agosto. Alle 8:30 colazione di benvenuto e per gli amanti dell'escursionismo alle 9:00, partenza per Scario (frazione marina del Comune capoluogo San Giovanni a Piro) dove sotto l'esperta guida del Gruppo Escursionistico Trek Natura Cilento, è stata visitata la "Grotta dell'acqua"; quindi rientro presso l'area Raduno e partenza per un nuovo giro turistico del golfo di Policastro; questa volta, direzione Sapri. Dopo una breve sosta di "saluto" dei roboanti mezzi a due e tre ruote e dei centauri a bordo, nel piazzale antistante l'ospedale cittadino dell'immacolata, quale "omaggio" a pazienti ricoverati e personale in servizio, l'arrivo nella Città della Spigolatrice alle 12:00, dove sul lungomare cittadino, è stato offerto un "wine de honour" (un fresco aperitivo). Alle 13:00, rientro all'area Raduno e foto di gruppo dei partecipanti alla 4 Edizione del Moto Tourist "Stop and go" o Meeting dell'amicizia. Alle 13:30, tutti a tavola per il pranzo. Nel pomeriggio, premiazioni F.M.I. Speciali del M.C. ed estrazione dei premi della lotteria ad esso abbinata. Pino Di Donato "basilico aggrappato ad una pianta di lauro" che ostenta il motto: "Noli me tangere (non mi toccare) il cui significato tende ad enfatizzare la temibilità e intoccabilità dei suoi abitanti si scende a Tortora primo comune della Calabria al confine con la Basilicata che si affaccia sul Mar Tirreno. La località riveste notevole importanza per il turismo balneare anche se il suo territorio, è per gran parte di tipo collinare. A Marina di Maratea, i ciclisti rientrano in Basilicata e dopo aver toccato velocemente la costa della frazione "Cersuta" si presenteranno in dirittura di arrivo a Sapri per il meritato applauso finale. La manifestazione "Gran fondo 3 Regioni Città di Sapri" è prova Master del circuito Scudetto Campano e chiuderà la fortunata challenge campana. Dunque a Sapri, si assegnano punti importanti per quanti aspirano al successo finale di categoria o a un piazzamento e verranno premiati al termine dell'evento. Si assegnano punti validi anche per le classifiche dei circuito Interforze e Dalzero Sud. Ciclisti, familiari e accompagnatori al seguito potranno ammirare le splendide località balneari della zona e qualora le condizioni meteo lo permettano, tuffarsi in mare! Sabato 20 settembre verrà aperto il "Villaggio Gf3" della manifestazione che ospiterà al suo interno gli stand di numerose aziende che producono abbigliamenti e prodotti tecnici per il ciclismo, oltre ai prelibati frutti enogastronomici di questa straordinaria terra, che è il Cilento. In serata, concerto "gratuito" per tutti! Pino Di Donato Chiusura col botto della stagione artistica estiva per il cantautore Fausto Carelli Fausto Carelli e Ramona Amodeo nel karaoke Chiusura col botto della stagione artistica estiva del noto cantautore Fausto Carelli (meglio noto come "The Voice del golfo di Policastro"), al "Marsili Beach Club" di Paola. Dopo matrimoni, feste di piazza e animazioni varie, per ogni tipo di evento e cerimonia, la voglia calda e sensuale del cantante Fausto Carelli, reduce col suo vasto repertorio di brani dalle serate estive di intrattenimento al "Marsili Beach Club" ( Night Club frequentato da gente comune e "Vip") sito sul lungomare di Paola lato nord, sabato 6 settembre ha chiuso la stagione estiva di intrattenimento 2014, col "botto". Dopo "l'open" alle 21:30, la serata è proseguita fino alle prime luci dell'alba del mattino successivo facendo registrare il tutto esaurito e richieste di "bis" all'ospite "fisso" della serata: Fausto Carelli, il cui repertorio, comprende brani dei: Modà, Zero, Ligabue, Vasco Rossi e tanti altri cantautori esteri e italiani esibendosi sia da single che in abbinamento con alcuni volti noti del piccolo schermo; solo per citarne alcuni: la bellissima e biondissima napoletana Ramona Amodeo "volto noto" del piccolo schermo di Canale 5, direttamente dal talk show "Uomini & donne", condotto in studio da Maria De Filippi. La Amodeo, che studia dizione e recitazione, accompagnata alla tastiera da Fausto Carelli si è esibita nell'esecuzione del brano: "Tu si na cosa grande! Di poi, ha ammesso di essere tifosa della S.C. Napoli e ringraziato i gestori del Lido, i soci: Alfredo De Gaetano, Aldo Carnevale, Paolo Soria e le rispettive consorti per averla preferita. Giovani imprenditori calabresi, ai quali va riconosciuto il merito, di aver saputo creare sul lungomare (lato nord) di Paola, un importante punto di incontro per i giovani. Di poi, Fausto Carelli si è esibito con Gianni Marino, proveniente da Made in Sud ed altri personaggi, come Nino da Cuba che ha inculcato nei frequentatori del Marsili Beach Club la cultura della danza caraibica riuscendo a far ballare anche chi non l'aveva mai fatto in un tempo brevissimo! Tra le varie "ospitate", anche gruppi afro-cubani, che con musiche calde, appassionate e travolgenti, hanno scatenato sulla pista, anche i più restii. Come se ciò non bastasse Carelli, ha animato le serate riuscendo a coinvolgere e far diventare "protagonisti" per una serata gli avventori del noto locale nel gioco del "karaoke". Pino Di Donato Alcune immagini del moto raduno

13 Nemoli 30 Lunedì 15 Settembre 2014 L EVENTO/Il periodico diretto da Salvatore Lovoi valorizza la storia di un educatore straordinario impegnato con Libera in difesa del territorio Il Premio Sirino d argento è stato assegnato al prof. Melchionda E' tornato a Nemoli il premio "Sirino d'argento" organizzato dalla testata giornalistica del periodico "Il Sirino" diretto da Salvatore Lovoi. Nel corso di venti anni di attività giornalistica, sto 2014 è stata presentata da Nicola Pongitore ed ha avuto il supporto musicale di Antonio Romagnoli e della talentuosa Cristina Valenti che di recente si è aggiudicata la vittoria in un eurofesti- sogno" nel 2008, "Tutto intorno si muove" nel Ha pubblicato articoli sui "quaderni scolastici" ed ha vergato la presentazione del volume "Nemoli tra storia e leggenda". ricordato con Fernando Lettieri l'importanza di quegli anni che videro come riferimento il fratello di Fernando Pinuccio. Forte era la volontà di studiare per provare a cambiare Nemoli. Il direttore de Il Sirino Salvatore Lovoi Un momento dell intervista a Gerardo Melchionda condotta da Nicola Pongitore il giornale lucano è stato un punto di riferimento importante per la valli servite da una informazione ben curata e sempre puntuale. Accanto a questa attività, ogni estate a Nemoli si svolge un premio che intende valorizzare delle persone che si sono distinte nei vari campi. Ricchissimo il palmaress: dal pittore Talamini, all'attore Papaleo fino al pilota De Rinaldis. Quest'anno il premio è stato assegnato a Gerardo Melchionda, educatore ed attivista nei campo dell'associazionismo di impegno civile. La serata, svoltasi il 23 ago- val organizzato in Romania. La serata messa a punto dalla redazione del giornale è stata molto particolare. Una serie di immagini proiettate in piazza hanno regalato momenti di forte emozione. Nicola Pongitore ha ripercorso la carriera del prof. Melchionda. Nato il 29 maggio 1954, laureato in Scienze biologiche, Melchionda insegna attualmente all'isis De Sarlo Scienze naturali dopo essersi fatto le "ossa" all'inizio della carriera da educatore a Bassano del Grappa. Al suo attivo ha la pubblicazione di vari volumi: "Al di la del sole" nel 2005, "Un ragazzo, un ricordo, un Il professore Melchionda che ha definito Nemoli la sua culla della quale non potrebbe mai fare a meno, ha offerto spunti di riflessione importanti ed ha fatto ripercorrere ai nemolesi la propria storia recente. Il premiato si è spinto anche oltre parlando di creato, della natura, delle pietre e dell'aria che l'umanità ha sempre poco considerato. Melchionda ha anche affrontato il tema del progresso e dello sviluppo. Il primo è il vero obiettivo da perseguire, il secondo è più povero ed è solo legato alla produzione. Melchionda si è commosso ripercorrendo gli anni dell'università a Napoli. Ha Il momento della premiazione. In basso a sinistra la moglie del prof. Gerardo Melchionda signora Mariella Ha citato tanti amici, persone con le quali ha condiviso la militanza nel Partito comunista. E' stata evocata la bandiera rossa e le lotte di quegli anni. A partire da un manifesto, il primo, che venne affisso a Nemoli dopo una lunghissima elaborazione contro don Umberto. Fu Proprio il giovanissimo Melchionda ad aver avuto il compito di incollare il manifesto sul muro della piazza. Si scelse l'una di notte. Ma mentre veniva affisso (il manifesto era stato scritto a mano con righe di un centimetro e mezzo quasi un'opera d'arte!), si aprì la finestra di don Umberto per lo sconforto dei giovani militanti. Ma alla fine il timore venne superato. Per settimane non si parlò d'altro a Nemoli e nei dintorni. Erano gli anni in cui il gruppo de giovani comunisti contestava le ordinanze del sindaco Larocca. Nel periodo universitario si mettevano anche a fuoco tante idee. Ad un certo punto il gruppo dei giovani del quale faceva parte Melchionda si convinse che a Nemoli andava avviata una cooperativa agricola. Vennero comprati dei libri, l'idea poi sfumò ma ne nacquero altre. Melchioda, con toni pacati ed inclusivi ha parlato nel corso della serata della sua esperienza politica e del successo del 1990 che paradossalmente fu una sconfitta della sua lista alle elezioni comunali. I trenta voti mancati all'affermazione dimostrarono che si è era rotto un equilibrio tra quelle due-tre famiglie che per decenni avevano comandato a Nemoli. Ha ricordato con un pizzico d'orgoglio la sua attenzione alla tradizione religiosa pur se da ateo. La processione della Madonna, prima volta con la fascia per un sindaco, il recupero di alcuni luoghi cari alla memoria popolare. L'intervista al prof. Melchionda è proseguita ed è arrivata agli impegni attuali a partire dalla presidenza di Libera del Lagonegrese. E' stato fatto il punto sulle questioni particolarmente seguite dall'associazione a partire dall'ambiente. Il fiume Noce è sotto attac- co da tempo dalle ecomafie ha affermato Melchionda. Al tempo stesso il mare è inquinato. Su questo Melchionda è stato oltremodo chiaro. Occorrerà un impegno costante ed approfondito. Così come nuovi focolai preoccupano non poco: per tutti il lago di Cogliandrino. Melchionda ha ricordato con dolcezza quelle persone scomparse, per le quali Libera è impegnata in una campagna di sensibilizzazione continua, che meritano attenzione e nuovo impulso per le ricerca. Non poteva mancare il riferimento alla scuola con il professore Filizzola che ha parlato del suo collega come tra gli educatori più amati e forse invidiati. La serata si è concluso con il tributo sentito del sindaco Carlomagno che ha parlato del prof. Melchionda come del migliore tra colleghi che si sono impegnati nella vita amministrativa. "Sempre avversari, ma mai nemici", con questa costatazione si è chiuso un premio davvero ricco di spunti e di straordinaria qualità. Il direttore Lovoi si è detto soddisfatto della buona riuscita di un evento che ha dato lustro a Nemoli e permette di porre l'attenzione su un'esperienza editoriale importante. Melchionda, nel ricevere il premio "Sirino d Argento" ha donato una prima pagina originale dell'unità. Alla fine della serata l'abbraccio del prof. Melchionda con la moglie signora Mariella e i figli ha suggellato una serata da incorniciare.

14 Lunedì 15 Settembre 2014 Zibaldone 31 LA LETTERA/Da Rivello il racconto di una lettrice soddisfatta ed ammirata per la professionalità e l umanità riscontrata nella struttura sanitaria lagonegrese Esempio di buona sanità all Ospedale di Lagonegro Egregio Direttore, non di rado, anzi - diciamolo pure senza perifrasi - con sempre maggiore e preoccupante frequenza, ci tocca ascoltare per radio o televisione, o leggere sui giornali, di incresciosi casi di così detta malasanità. E, cosa ancor più allarmante, almeno per chi vive al Sud, tale genere di notizie diffuse dagli organi di stampa, nove volte su dieci(e al riguardo vorrei tanto sbagliarmi ) si riferisce a strutture sanitarie del nostro già di per sé stesso bistrattato Meridione. Precisando, però, che i "media", a mio parere, non sono altrettanto solerti nell'evidenziare, per contro, quelle realtà che rappresentano- al Nord, come al Centro che al Sud - delle vere e proprie eccellenze della sanità italia- I Martirano tra Ville e Palazzi Rinascimentali Seconda puntata La villa di Portici La villa di Leucopetra, oggi "Villa Nava" in Corso Garibaldi, 239, la più antica di Portici, fu edificata verso il 1520 per volontà di Bernardino Martirano, segretario del Regno di Napoli; il letterato facoltoso, sopraffatto dal peso degli affari derivanti dal suo alto uffizio di segretario del reame, pensò di crearsi un'oasi tranquilla nei dintorni incantevoli di Napoli, al contrario rumorosa e turbolenta. Scelse un luogo tra i casali di Portici e San Giovanni, prima che il casale di Portici diventasse, nel 1539, feudo dei Carafa, nobile famiglia napoletana. Bernardino Martirano chiamò la sua villa "Leucopetra", realizzando un triplice gioco linguistico; egli era, come tutti gli umanisti, un cultore del mondo classico ed un fine linguista. La villa fu il cenacolo di artisti e letterati come Bernardino Telesio, lo scultore Giovanni Merliani, meglio conosciuto come Giovanni da Nola, Luigi Tansillo e il Giannattasio, che l'hanno citata nelle loro opere. Anche lo stesso Carlo V, di ritorno dalla gloriosa spedizione a Tunisi del 1535, fu ospite nella villa di Bernardino per tre giorni, in attesa che si completasse l'allestimento degli apparati per il suo ingresso trionfale nella città di Napoli. "Un privilegio assoluto, quello concesso dall'imperatore al Martirano, una sorta di riconoscimento ufficiale, al massimo livello del potere politico, del prestigio acquisito dall'alto funzionario della corte vicereale, come prontamente registrò un raro opuscolo a stampa del 1536, redatto da Agostino Landolfi e intitolato Le cose volgari. In questa occasione il grande Imperatore portò in dono a Bernardino un crocifisso ligneo, realizzato dal già citato scultore Giovanni da Nola, oggi conservato in una chiesa di Portici. Per una descrizione più dettagliata della villa partenopea, si prende come riferimento quella elegante di Tonia Ferraro: "L'ambiente naturale circostante era di per sé magnifico: uno straordinario ed enorme giardino, col mare Il palazzo rinascimentale di Ajeta davanti e il Vesuvio alle spalle. Al suo interno creò un ninfeo, un grande locale circondato da portici di marmo policromo, come il pavimento, dove si apriva una vasca con una Aretusa di marmo adagiata sul bordo e contornata di conchiglie. Nel porticato si trovano diverse lapidi di marmo con citazioni poetiche ormai scomparse; ve n'era una, ad opera del fratello Coriolano, che definiva il ninfeo "casa delle Ninfe e del Genio". Del resto, Leucopetra era una ninfa che s'innamorò del Vesuvio: quale definizione migliore? Il professor Buhne descrive bene la struttura dell'edificio: "oltre all'appartamento del proprietario al piano nobile, con terrazze belvedere, ai locali della servitù a pianterreno, alle stalle in corrispondenza del cortile, la villa era dotata di una cappella, ormai inesistente, di due teatri [ ]. [ ] il giardino, dove si trovavano numerose statue che facevano capolino tra i tantissimi alberi e fiori, arrivava fino al mare, terminando con un loggiato contornato da colonne di marmo. L'antica storia di questa villa è purtroppo segnata dai vari passaggi di proprietà, che probabilmente furono i responsabili del progressivo depauperamento delle sue opere d'arte. Il Martirano alla sua morte lasciò villa Leucopetra in eredità al fratello Coriolano. [ ]". Oggi dell'antico splendore della villa rinascimentale, che possiamo solo immaginare rimane solo una lapide bianca, posta sul lato destro del portone sulla quale furono scritte le seguenti parole: "Ospite anche se hai fretta non essere empio quando passi: venera questo edificio. Qui infatti Carlo V imperatore romano reduce dell'africa sconfitta trascorse tre giorni nel grembo generoso di Leucopetra. Deponi un fiore e salute". dott. Gennaro Di Cristo Per la collaborazione si ringrazia: Prof.ssa Lanzillotti Gabriella Foto di: Formisano Pasquale Di Cristo Gennaro Bellantonio Luca na, vorrei, con questo mio scritto, -che, mi auguro, lei vorrà ospitare nelle pagine del suo giornale - sfatare un luogo comune in merito alle disfunzioni ricorrenti più al Sud che in altre parti dell'italia, e, al tempo stesso, spezzare una lancia(in virtù di una esperienza diretta che ha interessato una mia sorella di 80 anni) proprio a favore di due strutture sanitarie lucane. Mi riferisco, al riguardo, alla U.O. Ortopedia e Traumatologia dell'ospedale "San Giovanni" di Lagonegro, diretta dal Dott. F.F. Luigi Alagia, e all'area Medica di Assistenza Post - Acuzie P.O. dell'ospedale di Lauria, diretta dal Dott. Giuseppe Magno, che hanno dimostrato appieno tutta la loro efficienza e validità assistenzia- L Ospedale di Lagonegro le, sia sotto l'aspetto scientifico, sia sotto quello professionale ed umano, irrinunciabile panacea per chi si trova nelle condizioni di dover ricorrere a cure mediche, interventi chirurgici e sedute fisioterapiche. A sostegno di questa mia convinzione, reputo necessario un propedeutico accenno alla anamnesi che, nel caso specifico, ha portato questa mia anziana sorella ad essere ricoverata presso l'ospedale di Lagonegro e, conseguenzialmente, presso quello di Lauria. Premesso che mia sorella Irma, alla quale, circa 6-7 anni addietro, sono state diagnosticate due serie patologie quali il morbo di Alzheimer ed una cardiopatia ischemica, in data 2 giugno 2014 è stata ricoverata, per la frattura Carissimo Padre Tito, tradurre in parole quello che passa per la mente e per il cuore di tutti noi, sapendo che fra pochi giorni ci lascerete per andare altrove, è oltremodo difficile. Al pensiero che non sarete più quotidianamente tra noi ad accoglierci, a sorriderci, a conversare piacevolmente, a riconciliarci con il Signore, a celebrare la S. Messa, trasmettendoci pace e serenità come solo voi sapete fare, ci sentiamo profondamente tristi e smarriti. Tuttavia è necessario vincere l'emozione per dirvi almeno due cose fondamentali. La prima, è che vogliamo ringraziare il Signore dal profondo del cuore per il dono della vostra preziosa presenza nel convento di Lauria. Per un bel tratto di vita, siete stato il nostro fedele Angelo Custode, sempre pronto ad accogliere, ad ascoltare, a confortare, a consigliare con profonda saggezza ed empatia, guidato dalla luce di Dio. Tutti abbiamo sperimentato la dolcezza e la profonda quiete interiore che sapete trasmettere attraverso atteggiamenti e parole. Con il vostro peculiare modo di fare semplice e gioioso, il vostro umile servire tipicamente francescano, mai giudice severo, sempre ricco di profonda umanità e spiritualità, oltremodo attento alla persona, più volte avete irradiato il profondo amore e l'infinita misericordia del Padre, trasmettendoci speranza e gioia di vivere. Di tante cose dobbiamo ringraziarvi. Delle belle e significative liturgie, degli incontri di preghiera per contemplare Dio e creare comunione tra noi, della lunga assistenza all' OFS così attenta e premurosa, dei copiosi testi scritti, spunto di riflessione e di meditazione sulla fede e sulla vita, distribuiti quotidianamente a tutti noi, delle tante iniziative caritative promosse nella comunità a vantaggio di bisognosi vicini e lontani, dei tanti viaggi a Ai primi di luglio di quest'anno, per conto dell'editoriale Progetto 2000 di Cosenza, di Demetrio Guzzardi, con la collaborazione piena e convinta di Michelangelo Pucci, un intellettuale tortorese che ha all'attivo un numero consistente di pubblicazioni oltre che pregevoli ricerche sul piano storico locale, è "uscito" il secondo volume de "Il dialetto del Tirreno cosentino...il lessico botanico", curato da Giuseppe Forestiero. Il volume, che ha anche e soprattutto il "placet" dell'associazione Culturale "Il nostro dialetto", con sede a Cittadella del Capo- Bonifati, che, come obiettivo prossimo, "mira" a contribuire a costruire "un glossario del dialetto sia del Tirreno cosentino che della sua fascia pedemontana", accidentale del femore sinistro, presso la U.O. Ortopedia e Traumatologia dell'ospedale di Lagonegro. Espletati tutti gli accertamenti e gli esami del caso, il 4 giugno è stata sottoposta al trattamento di sostituzione parziale dell'anca e di impianto di protesi biarticolare e, dopo un regolare decorso, dimessa in data 12 giugno e trasferita alla già citata Area Assistenziale, riabilitativa e Fisioterapica del nosocomio lauriota. Accomunando sotto l'aspetto professionale, assistenziale ed umano tutto il personale medico, paramedico e sociosanitario di entrambi le strutture ospedaliere, in questa sede mi preme rivolgere un sentitissimo "GRAZIE"- per quanto riguarda l'ospedale di Lagonegro- al Prof. Luigi Alagia per l'eccellenza e la perizia del suo riuscitissimo intervento chirurgico, mentre, per quanto concerne l'ospedale di Lauria, la mia gratitudine per il trattamento riservato alla mia congiunta, è doverosamente indirizzata innanzitutto al Prof. Giuseppe Magno per la sua straordinaria professionalitàunita a disponibilità e umanità- dimostrata nei confronti dei pazienti tutti, nonché ai componenti della sua affiatatissima equipe, dal Dott. Giacomo Lammoglia, al Dott. Francesco Fiordelisi, al Il dialetto del Tirreno-cosentino diventa scienza formativa Dott. Egidio Sproviero, sempre prodighi di rasserenanti delucidazioni e suggerimenti. Infine, ringraziamenti infiniti e un abbraccio a Immacolata, Rosaria, Luca, Maria Teresa, Pina, Marianna, Carmela, Antonio e Vincenzo(ed ognuno di loro sa il perché ). A questo punto un interrogativo/esortazione sorge spontaneo: è una utopia "sognare" che la sanità italiana funzioni sempre come in questo caso così esemplare? Circa il comportamento della stampa in merito a tale argomento, è proprio vero che "è meglio parlare di un albero che cade piuttosto che della foresta che cresce, perché questa non fa rumore!". A buon intenditore. Cordialmente e grazie dell'ospitalità Prof. Filomena ClementeRivello Una lettera per il frate cappuccino Padre Tito Pecci Padre Tito scopo religioso, ricreativo e culturale ( sono parole vostre) a cui la vostra presenza garantiva un sicuro e gioioso successo, dell'alto senso di responsabilità e di amorevole cura profusa nel servire la famiglia francescana e la comunità tutta. Ma, più di tutto vi siamo grati per averci trasmesso la consapevolezza del valore e della grande dignità di ogni uomo quale figlio di Dio, per l'incoraggiamento a difendere noi stessi da chi vuole sopraffarci, pur stendendo un manto di misericordia su tutti gli esseri umani, per l'ammonimento a non sentirci mai persone di poco conto o annientate a causa delle nostre fragilità, ricordandoci sovente che agli occhi del Signore siamo tutti preziosi. Ancora vogliamo ringraziarvi per averci spronato a uscire dai nostri gusci, da pregiudizi, da vuoti stereotipi e aridi schemi che inaridiscono il nostro agire,per crescere continuamente in consapevolezza di vita, in umanità e spiritualità attraverso la preghiera, che è dialogo con Dio, la lettura della Parola, che è conoscenza di Dio, e la lettura di libri specifici per approfondire la conoscenza dell'uomo. Le relazioni d'amore basate sui valori cristiani non si inventano, ma si costruiscono con consapevolezza, volontà di impegno, imitando l'unico modello : Gesù nostro Signore. Come potremo mai dimenticarvi! Quello che ci avete trasmesso oramai fa parte della nostra cultura di vita. Il distacco da voi non è per niente facile. E questo è il secondo punto su cui sentiamo il bisogno di soffermarci. Secondo il nostro cuore, vorremmo godere dei benefici della vostra presenza per tutto il tempo che ci è concesso di vivere. E la speranza che le circostanze possano presto riportarvi a noi è sempre più che mai, ma per il momento non ci resta che accettare la volontà. Se il Signore lo vuole, questo avverrà. Per il momento, purtroppo, non resta che pregare ed affidarci al Signore per facilitare anche a noi questo momento doloroso. Come il paralitico del Vangelo dovremmo essere pronti a prendere il nostro lettuccio e a camminare da soli. Di ricette con la prescrizione di farmaci, idonei a guarire ogni malattia dell'anima da voi ne abbiamo ricevute in abbondanza. Potrebbero, però, esserci delle ricadute Non privateci, dunque, del tutto della vostra benevole presenza. Ritornate almeno di tanto in tanto a Lauria a prendervi ancora cura di noi. Altrimenti saremo noi a venire da voi. Con questa speranza nel cuore, e con tanta, tanta gratitudine, vi abbracciamo fortemente in Cristo, uniti nella preghiera e nell'affetto. I figli di Francesco e i fedeli della Comunità di Lauria sta riscuotendo un gran successo e un enorme consenso sia nella provincia cosentina che in quella potentina. Giuseppe Forestiero, originario di Cetraro, vive a Roma, dove per molti anni ha insegnato latino e greco al Collegio Nazareno, ed è uni studioso appassionato del "nostro" dialetto, tanto che con l'accademia degli incolti di Roma ha pubblicato in due volumi persino una "Proposta per una grammatica calabrese"! Dal 2002 coordina il lavoro di ricerca di quei cultori del vernacolo che da Amantea a Tortora, oltre che nella intera Valle del Noce, operando nell'ambito dell'associazione "Il nostro dialetto", tentano di "ricostruire" la "parlata" corrente, riscoprendo antiche modalità ed usanze dialettali. Il primo volume di questo progetto, con l'introduzione linguistica e il lessico dei pescatori, adesso "prosegue" con la seconda fatica, di cui sopra, oltre vocaboli, utilizzati dai "botanici delle comunità nostrane" e costituisce un'opera importante di consultazione e di studio che non mancherà di incontrare il favore di un vasto pubblico, composto da "appassionati" della parlata locale. Nella presentazione c'è una "introduzione" molto bella che riportiamo, a conclusione, per la gioia dei nostri dodici lettori: "...il solo vivido ricordo che mi rimane di Paola e dei suoi abitanti è la cadenza con cui parlavano le donne. Mentre facevo colazione, due donne del posto chiacchieravano su di un balcone vicino al mio, e la loro parlata, notai, era una curiosa esagerazione dell'accento napoletano; ogni frase saliva fino a una nota altissima, e discendeva poi in una larga curva sonora, che a volte si trasformava in un lamento musicale, più spesso era un femminile sommesso mugolio. La durata di quell'onda sonora era qualcosa di sorprendente; ogni tanto mi pareva che dal discorso le donne fossero passate al canto..., ma quelle voci e quei suoni femminili, flebili e acutissimi, erano in armonia con le case variopinte, con la vegetazione lussureggiante, gli strani odori, il paesaggio romantico" (Georger Gissing, Paola, novembre 1897). Giovanni Celico

15

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE «PANTINI PUDENTE» VASTO (CH) IL MAGGIO DEI LIBRI nella SCUOLA

Dettagli

La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015

La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015 La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015 Evento Flashmob Pensieri raccolti nel gruppo: Sabato ci siamo trovati al Centro e dopo aver indossato le magliette siamo andati tutti

Dettagli

ITINERARI ENOGASTRONOMICI

ITINERARI ENOGASTRONOMICI PRESENTAZIONE Il piacere di visitare e scoprire nuovi luoghi, scrutare affascinanti paesaggi, assaporare grandi vini, prodotti tipici e pietanze tradizionali tra itinerari del gusto e tradizioni popolari:

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

DOMODOSSOLA (VB) 16-17-18-19 GIUGNO INFO: PRO LOCO DOMODOSSOLA 0324248265 - ASSOCIAZIONE EXPERIENCE 3420137782 WWW.GIUGNODOMESE.IT

DOMODOSSOLA (VB) 16-17-18-19 GIUGNO INFO: PRO LOCO DOMODOSSOLA 0324248265 - ASSOCIAZIONE EXPERIENCE 3420137782 WWW.GIUGNODOMESE.IT PIAZZA MATTEOTTI - DOMODOSSOLA DOMODOSSOLA (VB) 16-17-18-19 GIUGNO INFO: PRO LOCO DOMODOSSOLA 0324248265 - ASSOCIAZIONE EXPERIENCE 3420137782 WWW.GIUGNODOMESE.IT Stampa Pixart Printing spa Quarto d Altino

Dettagli

di Lendinara serate del

di Lendinara serate del a 35 sorriso del sagra cucina buona della e di Lendinara dal 10 al 15 luglio 2015 serate del PESCE: 10 11 12 serate del RISOTTO: 13 14 15 2 35 a Sagra paesana di RASA - 10-15 luglio 2015 Cari concittadini,

Dettagli

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE PROVINCIA DI MACERATA C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438 DELIBERA DELLA GIUNTA COMUNALE N. 209 Del 13-06-13 Oggetto: FESTIVAL RIVE. PROVVEDIMENTI. I.E.

Dettagli

30 Anni Di1 Pro-Loco. Estate. Capracotta 2009. Estate. Capracotta

30 Anni Di1 Pro-Loco. Estate. Capracotta 2009. Estate. Capracotta 1979 30 Anni Di1 Pro-Loco Estate Estate P S D 3 Estate Programma Estivo SABATO 11 LUGLIO Ore 21:30 Largo dei Sartori Festa San Sebastiano protettore e Madonna del Carmelo Serata musicale con FABIO RICCI

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

MEDIOEVO CON GUSTO Eventi al Ricetto di Candelo (BI) EXPO 2015

MEDIOEVO CON GUSTO Eventi al Ricetto di Candelo (BI) EXPO 2015 MEDIOEVO CON GUSTO Eventi al Ricetto di Candelo (BI) EXPO 2015 Per la sua eccezionalità, il borgo è cornice di eventi di successo DA MARZO A DICEMBRE e meta turistico-culturale in crescita. Eventi e manifestazioni

Dettagli

Testata: Il Quotidiano del Sud Data: 16 Maggio 2015 Pag.: 16

Testata: Il Quotidiano del Sud Data: 16 Maggio 2015 Pag.: 16 Testata: Il Quotidiano del Sud Data: 16 Maggio 2015 Pag.: 16 Testata: Il Quotidiano del Sud Data: 16 Maggio 2015 Pag.: 30 Testata: Il Quotidiano del Sud Data: 17 Maggio 2015 Pag.: 19 Testata: Irpinia News

Dettagli

70 ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE

70 ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE 1 di 7 01/05/2015 19:23 Maggio 2015 Anno 3 - N. 24 Ecomuseo su FB 70 ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE Inoltra ad un amico Sommario 70 Anniversario Liberazione Expa Valle Grana Concerti del Coro Ricerca storica

Dettagli

LA VOCE DEGLI ANTA. Autunno

LA VOCE DEGLI ANTA. Autunno È lieta di presentarvi LA VOCE DEGLI ANTA Numero 10, Ottobre 2015 Autunno La terra si veste del giallo delle foglie in autunno. Il vento raccoglie i sussurri dei trepidi uccelli e gioca coi rami avvizziti

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) PER COMINCIARE: IL TESTO, I TESTI Es, Misto (Verbale/Non verbale) Fumetto Verbale Non verbale (Visivo/Acustico)

Dettagli

spettacolo delle luci, dove ciascuno a mostrato la sua abilità roteando fiamme e lanciando in alto palloncini luminosi.

spettacolo delle luci, dove ciascuno a mostrato la sua abilità roteando fiamme e lanciando in alto palloncini luminosi. Cari amici dei Salesiani, all inizio di questo nuovo anno formativo desideriamo presentarvi un breve riassunto delle nostre attività dalla fine del giugno scorso fino a settembre. 1 giugno - Animazione

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

27/11/14 Nuova edizione per Autunno in Folk 2014. Quattro giorni per riscoprire la storia del canto sociale e di protesta italiano

27/11/14 Nuova edizione per Autunno in Folk 2014. Quattro giorni per riscoprire la storia del canto sociale e di protesta italiano RASSEGNA STAMPA AUTUNNO IN FOLK 2014 Il Tirreno (DOC 1) 26/11/14 Autunno in Folk Tornano i canti di lotta e protesta La Nazione (DOC 2) 25/11/14 Torna Autunno in Folk,quattro giorni di musica popolare

Dettagli

Tour della Puglia, storia, folklore ed enogastronomia

Tour della Puglia, storia, folklore ed enogastronomia Tour della Puglia, storia, folklore ed enogastronomia Taste and Slow Italy - Trasimeno Travel Sas, Via Novella 1/F, 06061 Castiglione del Lago, Perugia. Tel. 075-953969, Fax 075-9652654 www.tasteandslowitaly.com

Dettagli

FESTA DEI DIPLOMATI 2007

FESTA DEI DIPLOMATI 2007 FESTA DEI DIPLOMATI 2007 15 Luglio 2007 Nella villa Arconati di Castellazzo di Bollate si è tenuta la terza edizione della festa dei diplomati degli Istituti Primo Levi e Erasmo da Rotterdam 296 Studenti

Dettagli

finalità 1 - L D G T V L intento di citylive show Valorizzazione del territorio organizzazione regia direzione artistica produzione esecutiva

finalità 1 - L D G T V L intento di citylive show Valorizzazione del territorio organizzazione regia direzione artistica produzione esecutiva L D G T V 1 - Cityliveshow o r g a n i z z a z i o n e e m a n a g e m e n t a c u r a d i c i t y l i v e s t y l e p r o d u z i o n i p e r l d g t v organizzazione regia direzione artistica produzione

Dettagli

"Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili

Macerie dentro e fuori, il libro di Umberto Braccili La presentazione venerdì 14 alle 11 "Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili "Macerie dentro e fuori" è il libro scritto dal giornalista Umberto Braccili, inviato della Rai Abruzzo, insieme

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014 CATEGORIA: POESIA BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica Social day 5 aprile 2014 Saluta il pony e l' asinello prendi la forca ed il rastrello corri a lavorare, è ora di guadagnare!!

Dettagli

ALL OMBRA DI UN ANTICA ABBAZIA E PER LE VIE DEL BORGO, TRA CAVALIERI, POPOLANI E ARTIGIANI, PER RIVIVERE LA VITA DEL DUECENTO E GUSTARE I SAPORI DELL

ALL OMBRA DI UN ANTICA ABBAZIA E PER LE VIE DEL BORGO, TRA CAVALIERI, POPOLANI E ARTIGIANI, PER RIVIVERE LA VITA DEL DUECENTO E GUSTARE I SAPORI DELL ALL OMBRA DI UN ANTICA ABBAZIA E PER LE VIE DEL BORGO, TRA CAVALIERI, POPOLANI E ARTIGIANI, PER RIVIVERE LA VITA DEL DUECENTO E GUSTARE I SAPORI DELL A CUCINA MEDIEVALE. La manifestazione prende il nome

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI 1 Caro educatore, quest'anno, come ben sai, Il richiamo al Concilio Vaticano II ha rappresentato il filo conduttore del cammino di tutti i ragazzi, i giovani e gli adulti di

Dettagli

TECNOLOGIC@MENTE LABORATORIO-MUSEO SCHEDA TECNICA. 52 km www.museotecnologicamente.it Tel: 0125/1961160 e-mail: scuole@museotecnologicamente.

TECNOLOGIC@MENTE LABORATORIO-MUSEO SCHEDA TECNICA. 52 km www.museotecnologicamente.it Tel: 0125/1961160 e-mail: scuole@museotecnologicamente. LABORATORIO-MUSEO TECNOLOGIC@MENTE Tecnologic@mente, coordinato e gestito dalla Fondazione Natale Capellaro, in questi anni ha svolto un importante e fondamentale lavoro volto per la conservazione e, soprattutto,

Dettagli

IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO

IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO La gioia del dono ono emozioni di grande intensità e gioia quelle rimaste nel cuore dei Trentini all indomani della sciata memorabile di Papa Giovanni Paolo

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 Giugno 2010 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 2 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010

Dettagli

La memoria dei vicoli. Ernest Pignon Ernest a Napoli, venticinque anni dopo Progetto liceo classico

La memoria dei vicoli. Ernest Pignon Ernest a Napoli, venticinque anni dopo Progetto liceo classico La memoria dei vicoli. Ernest Pignon Ernest a Napoli, venticinque anni dopo Progetto liceo classico In occasione del 25 anniversario del primo intervento di Ernest Pignon-Ernest nei vicoli di Napoli, il

Dettagli

Lucio Battisti - E penso a te

Lucio Battisti - E penso a te Lucio Battisti - E penso a te Contenuti: lessico, tempo presente indicativo. Livello QCER: A2/ B1 (consolidamento presente indicativo) Tempo: 1h, 10' Sicuramente il periodo degli anni Settanta è per l'italia

Dettagli

www.tasteandgo.com www.bacconellegnostre.it Apulian Experiences la stagione di bacco

www.tasteandgo.com www.bacconellegnostre.it Apulian Experiences la stagione di bacco www.tasteandgo.com www.bacconellegnostre.it Apulian Experiences la stagione di bacco Apulian Experiences Scopri la Puglia autentica Un inebriante percorso nella Murgia dei trulli in occasione della sedicesima

Dettagli

COMENIUS PROJECT CREARE UNA COSCIENZA ECOLOGICA. Liceo Regina Margherita Salerno. 30 marzo 5 aprile 2014. Our future lies in Europe!

COMENIUS PROJECT CREARE UNA COSCIENZA ECOLOGICA. Liceo Regina Margherita Salerno. 30 marzo 5 aprile 2014. Our future lies in Europe! COMENIUS PROJECT Our future lies in Europe! Young people meeting European challenges in the 21 st century CREARE UNA COSCIENZA ECOLOGICA Liceo Regina Margherita Salerno 30 marzo 5 aprile 2014 Il 30 marzo,

Dettagli

PREMESSA E CONTENUTI AZIONI DI PROGETTO

PREMESSA E CONTENUTI AZIONI DI PROGETTO PREMESSA E CONTENUTI OBBIETTIVI AZIONI DI PROGETTO Il Comune di Porto Venere collabora da anni con il Comitato Provinciale Unicef della Spezia per promuovere nel territorio attività e manifestazioni finalizzate

Dettagli

Cerisano sala Consiglio Comunale 5 Gennaio 2014

Cerisano sala Consiglio Comunale 5 Gennaio 2014 Presentazione dell avvio del servizio trasporto Cerisano sala Consiglio Comunale 5 Gennaio 2014 Carissimi amici, benvenuti a questa manifestazione e prima di ogni cosa foglio formulare gli auguri di felice

Dettagli

LA VILLA un tuffo nella storia

LA VILLA un tuffo nella storia .it LA VILLA un tuffo nella storia Villa Alba, residenza in stile neoclassico che richiama lo stile dell acropoli ateniese, sorge alle pendici del lago di Garda, in un contesto storico e dalle atmosfere

Dettagli

2 al GIUGNO 2015. 30 Verona, dal MAGGIO LA GRANDE SFIDA INTERNATIONAL. La Grande. Sfida 20. (dal 25 Aprile 2015 La Grande Sfida on Tour)

2 al GIUGNO 2015. 30 Verona, dal MAGGIO LA GRANDE SFIDA INTERNATIONAL. La Grande. Sfida 20. (dal 25 Aprile 2015 La Grande Sfida on Tour) Sfida 20 MANIFESTAZIONE INTERNAZIONALE DI CULTURA, SPORT, ARTI E DIALOGO: LE CITTÀ E I PAESI COME LUOGHI DI INCONTRO PER TUTTI Assessorato allo Sport Lasciati stupire... 30 Verona, dal MAGGIO 2 al GIUGNO

Dettagli

Progetto AZIONI PER UNA CITTADINANZA ATTIVA di Marilena Zanella

Progetto AZIONI PER UNA CITTADINANZA ATTIVA di Marilena Zanella Progetto AZIONI PER UNA CITTADINANZA ATTIVA di Marilena Zanella Da vari anni nel territorio della città di Roma e provincia stiamo cercando di realizzare un progetto, cominciato quasi 10 anni fa da alcuni

Dettagli

Visitate il Presepio artistico nella Cappellina Parrocchiale

Visitate il Presepio artistico nella Cappellina Parrocchiale CIRCOLO SANTA MARIA ASSUNTA - Rubano, 27 dicembre 2015 Anno 2 n 48 - Pag. 1 Circolo SANTA MARIA ASSUNTA Rubano Via Brescia, 1 - Tel. 049 897 72 36 Eventi, date, avvenimenti e notizie per le prossime settimane:

Dettagli

CALENDARIO MANIFESTAZIONI COMUNE DI GAGGIO MONTANO ANNO 2015

CALENDARIO MANIFESTAZIONI COMUNE DI GAGGIO MONTANO ANNO 2015 CALENDARIO MANIFESTAZIONI COMUNE DI GAGGIO MONTANO ANNO 2015 GIOVEDì 2 Gaggio Montano, P.zza A. Brasa Ore 10.00 ARTE IN PIAZZA Asilo Nido di Gaggio Montano VENERDI 3 SILLA Chiesa parrocchiale S. Bartolomeo

Dettagli

Il Quotidiano in Classe

Il Quotidiano in Classe Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati dagli studenti sul HYPERLINK "../Downloads/ ilquotidiano.it"ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Laura Torelli Supervisione

Dettagli

ECCOCI. Sommario. Ottobre 2014 - n. 7. Alle famiglie 1. Pronti...partenza...via... 2. Tempo di nuove conoscenze. Una vacanza speciale 4

ECCOCI. Sommario. Ottobre 2014 - n. 7. Alle famiglie 1. Pronti...partenza...via... 2. Tempo di nuove conoscenze. Una vacanza speciale 4 ECCOCI Sommario Alle famiglie 1 Pronti...partenza...via... 2 Tempo di nuove conoscenze al CSE Una vacanza speciale 4 Sempre più creativi... insieme Tappi e non solo 6 Prossimi appuntamenti 7 Recapiti 8

Dettagli

Una straordinaria esperienza a Palermo

Una straordinaria esperienza a Palermo Una straordinaria esperienza a Palermo giorno per giorno 1 giorno Cocktail di benvenuto nello splendido giardino dell Hotel Visita privata con guida della città in bicicletta Cena al ristorante Solemar

Dettagli

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti DOMENICA 27 SETTEMBRE Parrocchia SS. Nazario e Celso MM. - Urgnano Oratorio S. Giovanni Bosco FESTA DI INIZIO ANNO PASTORALE Ore 10.30 S. MESSA di apertura del nuovo ANNO PASTORALE In questa occasione

Dettagli

37 a FIERA DI SAN LORENZO

37 a FIERA DI SAN LORENZO Patrocinio dell Amministrazione Provinciale di Ferrara FINALE EMILIA Modena CENTO Ferrara BONDENO Ferrara 37 a FIERA DI SAN LORENZO SAGRA DELLA LUMACA dal 28 Luglio al 10 Agosto 2011 Casumaro - Città della

Dettagli

campo dell osso - gioco e natura -

campo dell osso - gioco e natura - campo dell osso - gioco e natura - ci presentiamo Campo dell Osso - Gioco e Natura è un campo per ragazzi dai 6 ai 13 anni, che parte da un innovativo ambito progettuale pensato per far trascorrere ai

Dettagli

Ist. Viganò: i ragazzi di 3^ e 4^ G raccontano con una mostra Corleone e la lotta alla mafia di cui sono stati 'testimoni diretti'

Ist. Viganò: i ragazzi di 3^ e 4^ G raccontano con una mostra Corleone e la lotta alla mafia di cui sono stati 'testimoni diretti' Ist. Viganò: i ragazzi di 3^ e 4^ G raccontano con una mostra Corleone e la lotta alla mafia di cui sono stati 'testimoni diretti' Merate Hanno deciso di condividere con studenti, professori, amici e parenti

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

NOTIZIE DALL INTERNO

NOTIZIE DALL INTERNO Istituto Comprensivo Cantù2 Scuola Primaria di Fecchio Anno 7. Numero 3 Giugno 2012 SCUOLA IN...FORMA Pag. 2 NOTIZIE DALL INTERNO (CURIOSANDO NELLA SCUOLA) A CURA DI ALICE, TABATA, MATTEO CAMESASCA (QUINTA)

Dettagli

Pinguini nel deserto Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009

Pinguini nel deserto Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009 Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009 Iscritto per: Scuola Secondaria Primo Grado Motto di iscrizione: Raccontami e dimenticherò-mostrami

Dettagli

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI Convegno Regionale FISM Toscana 2014 LE SCUOLE PARITARIE E IL MODELLO TOSCANO. LAVORI IN CORSO! Novità, impegni e progetti per un sistema scolastico realmente integrato e paritario Firenze, Convitto della

Dettagli

COMUNE DI CAPISTRANO

COMUNE DI CAPISTRANO COMUNE DI CAPISTRANO GRUPPO BANDISTICO CITTA DI CAPISTRANO I Raduno Bandistico Città di Capistrano, 8 Agosto 2012 a Capistrano (VV) (Calabria). Con la partecipazione dei gruppi bandistici: L Associazione

Dettagli

Parlamento delle Idee

Parlamento delle Idee Il 14 aprile 2015 siamo andati a Potenza per far visita alla sede della Regione Basilicata. Siamo stati accolti in una delle tante sale che la compongono e ci è stato mostrato un breve filmato che spiegava

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013

UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013 UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013 1. TIPOLOGIA DELL UNITA APPRENDIMENTO Il Natale è una festività molto

Dettagli

Corri per il FAI e proteggi un patrimonio unico al mondo!

Corri per il FAI e proteggi un patrimonio unico al mondo! Monza, 30 maggio 2016 Comunicato stampa Corri per il FAI e proteggi un patrimonio unico al mondo! Parco e Autodromo - Sport e Cultura Domenica 12 giugno 2016 FAIrun nasce dalla volontà di unire cultura

Dettagli

Il medico di Welby condanato o assolto? Lo decidono gli studenti-giudici

Il medico di Welby condanato o assolto? Lo decidono gli studenti-giudici NAPOLI ALL'UNIVERSITÀ SUOR ORSOLA BENINCASA L'INIZIATIVA «I GRANDI PROCESSI» Il medico di Welby condanato o assolto? Lo decidono gli studenti-giudici Al termine di un finto processo quindici ragazzi assolveranno

Dettagli

Il gruppo delle famiglie compie 10 anni: Congratulazioni!!!

Il gruppo delle famiglie compie 10 anni: Congratulazioni!!! Il è parte dell Area Rimettere le Ali del Borgo Ragazzi Don Bosco, insieme alla Casa Famiglia, al Centro diurno, al Centro di ascolto psico-educativo SOS Ascolto Giovani. Dal 2002 si occupa di sensibilizzare,

Dettagli

Nicolò UGANDA Gapyear

Nicolò UGANDA Gapyear Nicolò, Diario dall Uganda Se c è il desiderio, allora il grande passo è compiuto, e non resta che fare la valigia. Se invece ci si riflette troppo, il desiderio finisce per essere soffocato dalla fredda

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi. In quale luogo puoi ascoltare i dialoghi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. DEVI SCRIVERE LE TUE

Dettagli

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA Edizione Nr. 4 uscita del 27 ottobre 2014 All interno trovi Curiosità Racconti personali Tante fotografie Le nostre attività Informazioni ed eventi E tanto altro Via

Dettagli

Scuola dell infanzia S. Gregorio Magno

Scuola dell infanzia S. Gregorio Magno Parrocchia di S. Gregorio Magno Scuola dell infanzia S. Gregorio Magno via Boccaccio, 91-35128 Padova, P. IVA 03386430288, C.F. 80041130289 Tel.e Fax 049-8071565, E mail: scuolamaterna@sangregoriomagnopadova.it,

Dettagli

seguendo le orme lasciate da Carlo Levi con il suo libro CRISTO SI E FERMATO AD EBOLI

seguendo le orme lasciate da Carlo Levi con il suo libro CRISTO SI E FERMATO AD EBOLI ZIGZAGANDO TRA LA BASILICATA E LA CALABRIA seguendo le orme lasciate da Carlo Levi con il suo libro CRISTO SI E FERMATO AD EBOLI Carlo Levi, scrittore, pittore, medico attraverso quest'opera racconta la

Dettagli

MORTADELLABÒ, CHI LA FA L'AFFETTA! BOLOGNA CELEBRA LA SUA REGINA ROSA

MORTADELLABÒ, CHI LA FA L'AFFETTA! BOLOGNA CELEBRA LA SUA REGINA ROSA Media Kit MAGGIO 2014 MORTADELLABÒ, CHI LA FA L'AFFETTA! BOLOGNA CELEBRA LA SUA REGINA ROSA Dopo il successo dello scorso anno, il Consorzio Mortadella Bologna si prepara a rilanciare il suo grande evento

Dettagli

UOMO E NATURA BINOMIO VINCENTE Anno 2007

UOMO E NATURA BINOMIO VINCENTE Anno 2007 UOMO E NATURA BINOMIO VINCENTE Anno 2007 PRESENTAZIONE L associazione ABRUZZO LIVE ha organizzato nel territorio abruzzese un convegno di cultura e salute internazionale itinerante nel giugno 2006 dal

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Consiglio Comunale dei Giovani Comune di Norma Piazza I Maggio, 13 04010 Norma (LT) tel. 34843260 43

Consiglio Comunale dei Giovani Comune di Norma Piazza I Maggio, 13 04010 Norma (LT) tel. 34843260 43 NORMUSIC FESTIVAL REGIONALE DI MUSICA E CREATIVITA' GIOVANILE. A Norma (LT) dal 6 al 9 Agosto Si svolgerà a Norma (LT) dal 6 al 9 agosto la prima edizione di Normusic, festival regionale di musica, arte,

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

Programmazione 2014/15: Scuola dell Infanzia Santa Marta

Programmazione 2014/15: Scuola dell Infanzia Santa Marta Programmazione 2014/15: Scuola dell Infanzia Santa Marta IL GUSTO DI CRESCERE INSIEME NELLA GIOIA. Per l anno educativo 2014/15 proponiamo ai bambini un viaggio nel mondo dell alimentazione: partendo dalla

Dettagli

C I N E M A & C I B O F I L M F E S T I V A L

C I N E M A & C I B O F I L M F E S T I V A L FOOD FILM FEST C I N E M A & C I B O F I L M F E S T I V A L BERGAMO 15-20 SETTEMBRE 2015 piazza dante - domus bergamo quadriportico del sentierone palazzo dei contratti e delle manifestazioni COSA - DOVE

Dettagli

Allegato n.5 RELIGIONE CATTOLICA TANTI DONI, UN SOLO DONATORE La scuola dell'infanzia, attraverso le attività proposte, realizza un contesto

Allegato n.5 RELIGIONE CATTOLICA TANTI DONI, UN SOLO DONATORE La scuola dell'infanzia, attraverso le attività proposte, realizza un contesto Allegato n.5 RELIGIONE CATTOLICA TANTI DONI, UN SOLO DONATORE La scuola dell'infanzia, attraverso le attività proposte, realizza un contesto educativo nel quale l'apprendimento si accorda all'essere e

Dettagli

PALIO DEI CASTELLI XL

PALIO DEI CASTELLI XL PALIO DEI CASTELLI XL Dal 1972 al 2015 // Intro Carissimi Soci ed Amici, la Pro Loco Castiglione Olona è lieta di festeggiare la quarantesima edizione del Palio dei Castelli con tutti Voi, che in questi

Dettagli

Relazione: una giornata a Torino.

Relazione: una giornata a Torino. Relazione: una giornata a Torino. Martedì 2 febbraio 2016 noi alunni della classe 2 A del Liceo Economico Sociale Lagrangia di Vercelli siamo andati in quel che è il capoluogo della nostra regione, per

Dettagli

Il Castello di Carta e la Belle Epoque Milano dall'esposizione Universale del 1906 all'expo 2015

Il Castello di Carta e la Belle Epoque Milano dall'esposizione Universale del 1906 all'expo 2015 COMUNICATO STAMPA Il Castello di Carta e la Belle Epoque Milano dall'esposizione Universale del 1906 all'expo 2015 Dal 9 al 12 settembre immagini, luci e suoni nel Cortile della Rocchetta del Castello

Dettagli

DOCUMENTAZIONE PROGRAMMAZZIONE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA PONTE DELLA VENTURINA A.S. 2014/2015

DOCUMENTAZIONE PROGRAMMAZZIONE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA PONTE DELLA VENTURINA A.S. 2014/2015 . DOCUMENTAZIONE PROGRAMMAZZIONE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA PONTE DELLA VENTURINA A.S. 2014/2015 MOTIVAZIONI La consapevolezza che nei bambini della scuola dell infanzia sia necessario diffondere la

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA CAMPI DI ESPERIENZA

PROGETTO ACCOGLIENZA CAMPI DI ESPERIENZA PROGETTO ACCOGLIENZA sviluppare il senso dell'identità personale è consapevole delle differenze e sa averne rispetto conoscere le regole di convivenza e saperle rispettare Il bambino vive positivamente

Dettagli

Il Vostro Sindaco Bruno Piva

Il Vostro Sindaco Bruno Piva Cari cittadini, Il Natale è ormai vicino e in questa occasione, di riflessione e di nuovo inizio, è con gioia che rivolgo a tutti i più sinceri auguri di buone festività. Il momento è sicuramente difficile

Dettagli

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO SETTEMBRE: Quando sono arrivata a Coimbra la prima sistemazione che ho trovato è stato un Ostello molto simpatico in pieno centro, vicino a Piazza della Repubblica.(http://www.grandehostelcoimbra.com/).

Dettagli

Campus L Infinito si avvale quindi di un insegnamento originale ed esclusivo, con strumenti, tecniche e modalità all avanguardia.

Campus L Infinito si avvale quindi di un insegnamento originale ed esclusivo, con strumenti, tecniche e modalità all avanguardia. ITALIANO La scuola Nel cuore di Recanati, una delle cittadine più celebri e affascinanti del centro Italia, nasce la scuola di italiano per stranieri Campus L Infinito, un esperienza unica di immersione

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA DOPO LE OSSERVAZIONI FATTE DALLE MAESTRE DURANTE I NOSTRI GIOCHI CON IL MATERIALE DESTRUTTURATO SI SONO FORMATI QUATTRO GRUPPI PER INTERESSE DI GIOCO.

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

Eccoci tornati da una splendida esperienza in Portogallo. Questa settimana in trasferta, lontana dalla scuola italiana ma vicina a una concezione di

Eccoci tornati da una splendida esperienza in Portogallo. Questa settimana in trasferta, lontana dalla scuola italiana ma vicina a una concezione di Eccoci tornati da una splendida esperienza in Portogallo. Questa settimana in trasferta, lontana dalla scuola italiana ma vicina a una concezione di scuola diversa, ha arricchito la nostra capacità di

Dettagli

Il Settembre Offanenghese, giunto ormai alla sua 46esima edizione, è considerato, ormai, un appuntamento imprescindibile nel calendario degli eventi del territorio. Come da consolidata tradizione, la manifestazione

Dettagli

8/9/10 Maggio 2015 Piazza Università, Catania

8/9/10 Maggio 2015 Piazza Università, Catania 8/9/10 Maggio 2015 Piazza Università, Catania Catania corre per Catania Corri Catania è una corsa-camminata non competitiva di solidarietà aperta a tutti che dal 2009 coniuga sport, emozioni, divertimento

Dettagli

www.comitatosantalessandro.it

www.comitatosantalessandro.it SA Fontaneto Comitato Festeggiamenti S.Alessandro d Agogna www.comitatosantalessandro.it Comitato Festeggiamenti S. Alessandro organizza e presenta Festeggiamenti S. Alessandro duemilaquindici in collaborazione

Dettagli

CONTIAMO MOLTO AUGURA TANTISSIMI AUGURI DI BUON NATALE ANCHE A TUTTI VOI ^_^

CONTIAMO MOLTO AUGURA TANTISSIMI AUGURI DI BUON NATALE ANCHE A TUTTI VOI ^_^ FRASI DI NATALE - BELLE FRASI DI AUGURI DI NATALE Scegli le migliori Frasi di Natale per fare tanti Auguri di Buon Natale Prepara il tuo sorriso migliore, a Natale tutti vogliono essere felici. Regala

Dettagli

Incentive QUILLE Les Compagnos du Trident 17 / 19 settembre 2010 ALLA SCOPERTA DEL LAGO MAGGIORE

Incentive QUILLE Les Compagnos du Trident 17 / 19 settembre 2010 ALLA SCOPERTA DEL LAGO MAGGIORE Viaggio incentive di 3 giorni completamente pianificato ed organizzato da Verbano Events. Sulla riva del Lago Maggiore e precisamente a Stresa presso il Grand Hotel Bristol sono stati ospitati per un weekend

Dettagli

LA COLONIA MARITTIMA VITTORIO EMANUELE III V. CANTALUPO - D. CERAUDO - V. FRASCA - S. MASTROGIACOMO

LA COLONIA MARITTIMA VITTORIO EMANUELE III V. CANTALUPO - D. CERAUDO - V. FRASCA - S. MASTROGIACOMO LA COLONIA MARITTIMA VITTORIO EMANUELE III V. CANTALUPO - D. CERAUDO - V. FRASCA - S. MASTROGIACOMO 1 Argomento FASE STORICA 1 FASE : La prima colonia marina di Ostia nacque nel 1916, su progetto dell'architetto

Dettagli

29 luglio 2007 MOSTRA DEI LAVORI E TEATRINO DEI BURATTINI. Inviato da Monday 30 July 2007 Ultimo aggiornamento Friday 15 August 2008

29 luglio 2007 MOSTRA DEI LAVORI E TEATRINO DEI BURATTINI. Inviato da Monday 30 July 2007 Ultimo aggiornamento Friday 15 August 2008 29 luglio 2007 Inviato da Monday 30 July 2007 Ultimo aggiornamento Friday 15 August 2008 MOSTRA DEI LAVORI E TEATRINO DEI BURATTINI Racconto la mia esperienza -1- Mi chiamo Anna Minutiello ed insieme a

Dettagli

SCHEDA PROFILO ARTISTICO

SCHEDA PROFILO ARTISTICO SCHEDA PROFILO ARTISTICO Ermanno Franchini nato a Salò ( BS ) il 14/10/1958 residente a Toscolano Maderno in via Paolo Veronese, 32 Tel. 0365-548482 Cell. 349-8133604 E.mail : ermanno.franchini@libero.it

Dettagli

Dal 23 al 26 Maggio 2013. Autodromo Nazionale Monza. INGRESSO LIBERO 23-24 Maggio dalle 15.00 alle 20.00 25-26 Maggio dalle 10.00 alle 20.

Dal 23 al 26 Maggio 2013. Autodromo Nazionale Monza. INGRESSO LIBERO 23-24 Maggio dalle 15.00 alle 20.00 25-26 Maggio dalle 10.00 alle 20. Dal 23 al 26 Maggio 2013 INGRESSO LIBERO 23-24 Maggio dalle 15.00 alle 20.00 25-26 Maggio dalle 10.00 alle 20.00 Autodromo Nazionale Monza Realizzato da: Con il patrocinio di: Con il contributo di: Fiera

Dettagli

1930 ECCO IL PRATO SUL QUALE NEGLI ANNI 70 STATA COSTRUITA LA NOSTRA SCUOLA!!!!!!

1930 ECCO IL PRATO SUL QUALE NEGLI ANNI 70 STATA COSTRUITA LA NOSTRA SCUOLA!!!!!! 1930 ECCO IL PRATO SUL QUALE NEGLI ANNI 70 STATA COSTRUITA LA NOSTRA SCUOLA!!!!!! Dalla testimonianza di Alessandro: ho 15 anni, abito a Milano dove frequento il liceo. Vivo con i miei genitori ed una

Dettagli

8 Giorni L inizio dell estate in Emilia, un viaggio enogastronomico

8 Giorni L inizio dell estate in Emilia, un viaggio enogastronomico 8 Giorni L inizio dell estate in Emilia, un viaggio enogastronomico Durante questo viaggio enogastronomico in una parte ancora poco turistica dell Emilia Romagna scopriremo camminando - paesaggi bellissimi,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 Introduzione unitaria: «Ecco ora il momento favorevole» (2Cor 6,2) Santi nel quotidiano Orientamenti per il triennio

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

ROTARACT CLUB PALERMO MEDITERRANEA Distretto 20110 Rotary International e-mail: racpalermomediterranea@gmail.com. Presidente : Pasquale Pillitteri

ROTARACT CLUB PALERMO MEDITERRANEA Distretto 20110 Rotary International e-mail: racpalermomediterranea@gmail.com. Presidente : Pasquale Pillitteri ROTARACT CLUB PALERMO MEDITERRANEA Distretto 20110 Rotary International Presidente : Circolare n 2 anno sociale 2015/2016 Palermo, 06 Agosto 2015 Ai Signori Soci del Rotaract Club Palermo Mediterranea

Dettagli