Regala o regalati un buono spesa e al tuo regalo, ci pensiamo noi!

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Regala o regalati un buono spesa e al tuo regalo, ci pensiamo noi!"

Transcript

1 AREA IL GIORNALE DEL LAGO A Natale Festeggia in bellezza -30% Regala o regalati un buono spesa e al tuo regalo, ci pensiamo noi! Per ogni 100 di spesa, ne riceverai 30 da spendere per te a gennaio, in trattamenti di medicina estetica, sbiancamento dentale cosmetico ed estetica.

2 tatuaggio adesivo in oro puro 24 carati sconto 30% fine anno luminoso extencion glitter ciglia 30 mani perfette, scrub anti-età + manicure + applicazione smalto 39 Ci trovi in Via Mantova 4Q a Lonato del Garda (BS) in direzione Castiglione d/s Telefono:

3 AREA IL GIORNALE DEL LAGO BLU www. publimax. eu ANNO DICEMBRE N 304 LE PAGINE DEL GARDA DESENZANO BENE IL PORTA A PORTA SIRMIONE Le terme premiano i Seniores VALTENESI Natale con i tuoi SALÒ Musica e giochi per i bimbi per il Natale d Incanto ALTO MANTOVANO Marco Paolini tributo a Jack London AUGURI DI BUONE FESTE! UNA EDIZIONE PUBLIMAX SFOGLIA IL MAGAZINE ANCHE SU VIETATA LA VENDITA

4 INFORMAZIONE COMMERCIALE

5 EDITORIALE SOMMARIO AREABLU CHI PIÙ SPENDE MENO SPENDE DICEMBRE 2014 ANNO XIII - N Buone feste 03 Osservatorio: L albero di Natale con la pubblicità L utilizzo dell acronimo Onlus In Italia trionfa l illegalità Acqua termale: attendiamo il responso 08 Storia: Immagini d altri tempi di un mondo scomparso 10 Cultura: Così viveva Sirmione nel Settecento 13 Le pagine di DESENZANO 19 Redazionale. Aperte le nuove iscrizioni per Pingu s English 21 Redazionale. L arte orafa a portata di mano 25 Redazionale. Continua il trentennale della L economia, distrutta da una finanza aggressiva, ha polverizzato i modelli di business del passato, e gli stregoni dell economia, imitati dai nuovi dilettanti, quelli che pronunciano la parola lavoro, di solito non hanno mai lavorato. Sventolare il job s act, senza conoscerne la filosofia di fondo e non indicarci le strade concrete per crearlo è solo esercizio narcisistico a beneficio di quei quattro seguaci che non capiscono che il mondo progredisce con tecnologie nuove, ma soprattutto con marketing sofisticati che rispondono alla domanda di consumi in relazione alla situazione, non solo sociale ma del territorio, e soprattutto della specificità e conseguentemente della unicità e comodità condita dall accoglienza impeccabile di uno stile indimenticabile, cari a Desenzano. Investire in questo e non lagnarsi con piagnistei sulle manchevolezze degli altri, oltre che deprimere se stessi deprime la domanda già statica e appesantita da un fardello di ruberie, ormai clamorosamente diventate notizia di questo mal vezzo di fango. Proviamo a scrivere con la denominazione in oro la nostra cittadina Desenzano ; cominceremmo ad austostimarci nella giusta dimensione lasciando riciclare agli altri. Noi abbiamo bisogno di capitani coraggiosi e non di conservatori, seppur giovani, pavidi, tirchi e con poche idee (anche quelle confuse). Non critiche sempre distruttive ma proposte concrete per il bene di tutti. Desenzano è una realtà ricca di potenzialità naturali. Non scherziamo. Buonissime feste e sogni d oro per tutti i nostri affezionati cittadini, nonché lettori. Max scuola paritaria A. Merici di Desenzano 27 Redazionale. Un ciclo di ricordi e di emozioni 28 Speciale. Natale sul lago 32 Redazionale. Saottini Auto a quota cinque con il nuovo Showroom di Desenzano 35 Rubrica. Un tuffo nel blu 36 Rubrica. Informaticarea 37 Le pagine di SIRMIONE 41 Le pagine della VALTENESI 45 Le pagine di SALÒ 50 Redazionale. Le vere origini del dono natalizio 51 Le pagine dell ALTO MANTOVANO 57 Rubrica. Servizi utili per la casa 59 Portobelloblu 1

6 AREABLU INFORMAZIONE COMMERCIALE Buone Feste! AREABLU, QUATTORDICI ANNI IN COSTANTE CRESCITA Un altro anno si chiude, e per Areablu giunta al numero 304, si contano 14 anni di vita. Il quindicinale è nato infatti nel 2000 e di anno di anno si è radicato nella realtà gardesana, evidenziandone i problemi, cercando di porre all attenzione dei lettori e degli amministratori le istanze più vive di un territorio complesso, permeato da una cultura che ha saputo cogliere le opportunità dei tempi nuovi. Se la cronaca dei primi tempi aveva come focus soltanto le città di Desenzano e Salò, nel tempo, anche su sollecitazione dei cittadini, ha ampliato il suo raggio d azione entrando nella realtà dei comuni della Valtenesi, di Sirmione, dell Alto Mantovano, di cui, di volta in volta, coglie e scrive di eventi, avvenimenti, fatti di cronaca, progetti delle amministrazioni, contestazioni e critiche dei cittadini. Un giornale aperto, che oggi, senza tema di smentita, in periodo difficile, in cui la carta stampata è stata messa a dura prova della rete mediatica, dalla cui tempesta di parole fuori rete siamo tutti frastornati, può trarre un bilancio lusinghiero. Un anno si chiude e un altro si apre al quale guarderemo con interesse e curiosità, sperando che i lettori e sono parecchi continuino a seguirci con lo stesso spirito, talvolta elogiativo talvolta critico che in molti casi ci è stato di aiuto per entrare nel vivo delle situazioni. Areablu riprenderà le pubblicazioni nel prossimo anno, nel frattempo a tutti i lettori auguriamo Buon Natale e un Nuovo Anno, in cui al pessimismo dilagante si sostituisca non la speranza ma la certezza di tempi migliori : tocca a tutti noi modificare il senso di marcia. 2

7 AREA BLU AREABLU L Osservatorio PIER GIUSEPPE RAMELLA L ALBERO DI NATALE CON LA PUBBLICITÀ Nel bel mezzo di Piazza Malvezzi. Non si era mai visto. Ci voleva la crisi economica per arrivare a questo. A questa invenzione che porterà soldi nelle casse comunali ci dobbiamo inchinare? Porterà benessere per tutti? Non si sa. Si tratta di una iniziativa che coerentemente segue quella degli spazi pubblicitari già autorizzati sulle aiuole di Piazza Matteotti e su altre zone verdi a copertura dei fiori e del verde. Peggio di così non poteva essere. Per la necessità di evidenziare al meglio la pubblicità del prodotto prescelto si è anche previsto che la base dell albero venisse occupata da grossi scatoloni pubblicitari, per far sembrare questo un enorme Monumento, non tanto per celebrare il Natale, ma approfittare di questo per evidenziare la ditta che si è accaparrata il privilegio di esporsi nella Piazza più bella del Lago. Risultato vuole che l albero ne esca massacrato da questa iniziativa perdendo l immagine di simbolo natalizio per assumere quella di strumento pubblicitario che con il Natale non c entra assolutamente niente. È l immagine dell ennesimo baraccone che viene a ferire uno spazio architettonico che, mi ripeto per la centesima volta, dovrebbe essere l immagine migliore di Desenzano. Quindi l ennesimo sfregio che si aggiunge a quelli esistenti dei plateatici dei bar che, a quanto pare, nessuno, per far bottega politica è in grado di rimuovere. Peccato per Piazza Malvezzi, che meriterebbe Amministratori più rispettosi dei valori ambientali e dei tradizionali simboli del Natale. Eravamo tutti contenti quando abbiamo saputo che le luminarie volanti natalizie non ci sarebbero state, che quindi non avrebbero cambiato il volto di questo luogo, che con l aiuto e la solidarietà di molti, mi prodigo a voler difendere dagli assalti barbarici che periodicamente si mettono in atto per distruggerlo, magari, senza avere la consapevolezza di farlo o di volerlo fare. Che necessità c era di banalizzare il simbolo del Natale con una pubblicità, che se anche ben pagata, non può di per se risolvere alcun problema? Gli Amici del Porto Vecchio da anni fanno il loro Presepio in acqua e mai, almeno che io sappia, si sono permessi di aggiungere alla loro creazione scritte pubblicitarie. Questo perché sono rispettosi dei valori che esprime il loro lavoro. Nessuno mi venga a dire che ci sono cose più importanti della salvaguardia della immagine architettonica di Piazza Malvezzi. Una località che conta di sfruttare il fattore turistico non può prescindere dalla salvaguardia dei suoi luoghi migliori. Non può ignorare che chi viene a Desenzano prima viene per Piazza Malvezzi e, poi, per tutto il resto. Sono momenti difficili per tutti. Anche se non saremo in grado di fare cose nuove, limitiamoci almeno a salvaguardare ciò che di pregio abbiamo. Nessuno ne farà un problema perché le grandi luminarie degli anni passati non sono state più riproposte. Di quelle se ne può fare sicuramente a meno. A prescindere dall albero di Natale è ormai necessario affrontare il come si intende recuperare l immagine del Centro Storico per il rilancio della nostra attività turistica che deve prescindere dai soli interessi dei commercianti della Piazza. Forse un giorno riusciremo a recuperare i valori perduti, a far rivedere la Vecchia Desenzano, quella che molti di noi si ricordano da quando eravamo ragazzi. Basta con questa banalissima pubblicità. Non fateci credere che i Re Magi potrebbero arrivare all Epifania con le maglie di qualche sponsor. Accettiamo tutti di essere poveri, ma con dignità. 3

8 4 AREA BLU Ad alcune ONLUS in questi giorni sta arrivando una comunicazione da parte dell Agenzia delle Entrate, Direzione Regionale della Lombardia. La comunicazione, indirizzata alla Direzione Provinciale di Brescia e, per conoscenza, alla ONLUS, rileva che all Ente è stato attribuito l acronimo ONLUS come parte integrante della denominazione. Pertanto, la Direzione Regionale dell Agenzia delle Entrate chiede alla Direzione Provinciale di Brescia dell Agenzia delle Entrate di rimuovere l acronimo ONLUS dalla denominazione dell Ente in modo che non risulti in Anagrafe Tributaria. A sostegno di questa richiesta, la Direzione Regionale delle Entrate dell Agenzia delle Entrate cita le seguenti fonti di prassi: - la Circolare 26 febbraio 2003, n. 14/E; - la Nota protocollo n. 2011/76521 del 25 luglio 2011 degli Uffici Accertamento e gestione tributi della Direzione Regionale della Lombardia; - la Nota protocollo n del 15 febbraio 2013 dell Ufficio Gestione tributi. La comunicazione in argomento ha spaventato diverse ONLUS che hanno così creduto che si trattasse di una revoca della qualifica di ONLUS con il conseguente venir meno dei relativi benefici fiscali. Tuttavia così non è e la problematica AREABLU L Osservatorio MARIO MARCHIONI E GIUSEPPE RE L UTILIZZO DELL ACRONIMO ONLUS Una comunicazione che sta arrivando in questi giorni a molti Enti da parte dell Agenzia delle Entrate è l occasione per approfondire il tema dell utilizzo dell acronimo ONLUS. Ricordiamo che la rubrica Solidarietà e volontariato è curata dal dottor Mario Marchioni e dal dottor Giuseppe Re; entrambi dottori commercialisti, sono esperti in materia di scalità degli enti senza scopo di lucro. Ricordiamo ai lettori che i quesiti vanno inviati all indirizzo e mail: va analizzata come segue. L art. 10, comma 1, lettera i) del D.Lgs. 460/1997 stabilisce che lo statuto di una ONLUS deve prevedere obbligatoriamente l uso, nella denominazione ed in qualsivoglia segno distintivo o comunicazione rivolta al pubblico della locuzione organizzazione non lucrativa di utilità sociale o dell acronimo ONLUS. La Circolare 26 febbraio 2003, n. 14/E, così interpreta la norma citata: Al riguardo, si richiama l attenzione degli Uffici sulla richiesta di attribuzione del codice fiscale da parte di un soggetto che inserisca l acronimo ONLUS come parte integrante della denominazione stessa. In tal caso gli Uffici, nel trasmettere la richiesta di attribuzione del codice fiscale al sistema dell anagrafe tributaria, non devono inserire l acronimo ONLUS all interno dell apposito rigo riservato alla denominazione, per evitare che l amministrazione finanziaria emetta documenti che potrebbero essere impropriamente utilizzati come certificazione nei confronti di terzi dello status di ONLUS.. Pertanto, secondo l Agenzia delle Entrate, l acronimo ONLUS non può risultare in Anagrafe Tributaria, nemmeno dopo che l Ente abbia ottenuto tale qualifica. Per questo motivo, l acronimo ONLUS deve essere utilizzato, dagli enti che ne hanno diritto, nella denominazione ed in qualsivoglia segno distintivo o comunicazione rivolta al pubblico, ma non può risultare in Anagrafe Tributaria. Le risultanze dell Anagrafe Tributaria, in ogni caso, non possono mai costituire certificazione della qualifica di ONLUS. Ciò significa che se l Ente esibisce il certificato di attribuzione del codice fiscale dal quale risulta l utilizzo dell acronimo ONLUS, tale certificato non è regolare e, in ogni caso, non significa assolutamente che l Ente che lo esibisce sia davvero ONLUS. La medesima circolare ha inoltre precisato che: Si ritiene opportuno precisare che le Direzioni Regionali non sono tenute a rilasciare alcuna certificazione che attesti il carattere di ONLUS dell organizzazione. Eventuali attestazioni possono solo dar conto della presenza dell ente nell anagrafe, a seguito dell invio della comunicazione. Dovrà essere, inoltre, specificato che è fatto salvo l esito di successivi controlli.. Pertanto, soltanto la Direzione Regionale dell Agenzia delle Entrate (che gestisce l Anagrafe Unica delle ONLUS) può attestare l esistenza in capo all Ente della qualifica di ONLUS rilasciando un apposita attestazione che tuttavia non ha il valore di una certificazione. E inoltre il caso di precisare che l art. 27 del D.Lgs. 460/1997 stabilisce che L uso nella denominazione e in qualsivoglia segno distintivo o comunicazione rivolta al pubblico delle parole organizzazione non lucrativa di utilità sociale, ovvero di altre parole o locuzioni, anche in lingua straniera, idonee a trarre in inganno è vietato a soggetti diversi dalle ONLUS.. Inoltre, l art. 28, comma 1, lett. c) del medesimo D.Lgs. 460/1997 stabilisce che chiunque contravviene al disposto dell articolo 27 è punito con la sanzione amministrativa da Euro 309 ad Euro

9 AREA BLU Ogni volta che prendo la penna in mano è ormai consuetudine che mi debba occupare dell illegalità. Ormai la nostra società è permeata da questo fenomeno, perché ognuno di noi è portato ad avere a che fare con questo sistema, sia la politica che i cittadini, tutti trasgrediscono, come fosse una cosa normale. Ma così non è. Cominciamo dallo scandalo cosiddetto Mafia Roma, qui c è uno spaccato di politica inquinata dal malaffare che ormai è ramificato in tutto il Paese, una pagina molto brutta che ci saremmo dovuti risparmiare. E dentro questo marasma ogni tanto si fa sentire qualche anima bella o verginella che tenta di smarcarsi, arrampicandosi sugli specchi con tanti non sapevo : è una questione personale e tanta amenità. No, cari politici, adesso ci avete rotto, non siete più credibili. È da tanto tempo che gli italiani pagano i servizi e le tariffe più di ogni altro, per non AREABLU L Osservatorio ENZO LOIUDICE IN ITALIA TRIONFA L ILLEGALITÀ parlare degli appalti: lì si annidano più forti le corruttele di ogni tipo. Si parla del ruolo delle cooperative che si occupano di tutti e fa bene la magistratura che le mette sotto la lente di ingrandimento, ma anche altre associazioni denominate enti morali dovrebbero essere controllate: troppa gente fa soldi sulla disgrazie dei più deboli. Della tanto discussa questione morale sono più di vent anni che ne sento parlare, naturalmente è rimasta lettera morta in quanto parlarne diventa sempre di più sconveniente e pertanto è meglio calare il sipario sulla questione, così per continuare a fare sempre le stesse cose sulla pelle degli italiani. Ora ha parlato anche il capo dello Stato, ma soprattutto ha puntato il dito contro l antipolitica. Domanda: ma se la politica è marcia non è normale che ha buon gioco l antipolitica?. La gente ormai è nauseata e delusa dalla politica, non va più a votare e questo è gravissimo perché porta all indebolimento della democrazia. Ma per il governo è un fatto secondario e non si rende conto che è seduto su una polveriera che può esplodere da un momento all altro. Basta sermoni di chi c era, c è e ci sarà! Si faccia presto invece a trovare la soluzione giusta per cominciare a produrre reddito e far diminuire la disoccupazione, cominciando a togliere le sanzioni alla Russia che per il prodotto made in Italy è essenziale. Poi abbassare le tasse in modo drastico. Purtroppo l economia non vive di annunci, ci vogliono decisioni concrete, visibili che la gente possa constatare che è il momento del fare senza indugi. Non c è tempo da perdere in chiacchiere, È vero: la speranza è l ultima a morire, ma se voi politici non ce la fate a uscire da questa crisi, si indicano subito nuove elezioni e si lasci spazio a chi ha un programma serio e attuabile. Gli italiani vogliono essere governati e, possibilmente, bene. 5

10 AREA BLU AREABLU L Osservatorio TULLIO FERRO ACQUA TERMALE: ATTENDIAMO IL RESPONSO Si è in attesa di conoscere i risultati sulle recenti indagini tecniche nella zona Desenzanino - Vo Avanti in ordine sparso e con poca convinzione. In estrema sintesi ciò che si può dire in merito alle straripetute iniziative per ricerche geotermico-minerali sul lago di Garda. Sull argomento a Desenzano la cronaca è diventata storia ormai sbiadita per motivi non del tutto convincenti. Sul campo di gioco, tra acqua e fango (termali), da qualche anno, armati di buona volontà, si sono presentati alcuni soggetti poi coinvolti in un tiramolla burocratico così ingarbugliato da fari rientare tutti negli spogliatoi. Da circa tra anni a questa parte si è presentata in campo la srl Terme di Desenzano con iniziativa tecnico-burocratica lunga come il mitico filo di Arianna. Finalmente, come di recente ricordato su queste pagine, la Provincia di Brescia con provvedimento n del 16 maggio 2014 ha rilasciato alla società Terme di Desenzano il permesso di ricerca di acque minerali e termali Punta del Vo. Veduta aerea della zona Desenzanino - Vo dove nel mese scorso sono state effettuate indagini per l acqua termale Le operazioni di ricerca previste dal 15 al 30 ottobre scorso per motivi tecnici si sono svolte nel mese di novembre. Dalle effettuate prime indagini ora si attende il responso sul quale ragionare, se sarà o meno il caso di procedere nell iniziativa. I dati sui quali ragionare pensiamo che presenteranno il conto circa le probabilità di raggiungere lo scopo sognato, sui relativi costi, sull unità d intenti di tutti i desenzanesi. In poche parole dovrebbe poi essere l intera Città a ragionare ed impegnarsi sul daffarsi. Dall iniziativa avviata ben 34 anni or sono (era il 28 novembre 1980) dall amministrazione comunale guidata dal sindaco, avvocato Giacomo Fondrieschi, coadiuvato dall assessore, dottor Giorgio Fezzardi, di acqua sotto i voltoni di Peschiera ne è passata; un tempo crediamo sufficiente per ragionare su di una convincente risposta. Poi si è andati a meditare su un possibile contrasto con Sirmione che ovviamente cerca di tutelare i propri interessi. 6

11 A ben considerare in Italia ci sono diversi bacini termali sullo stesso territorio che hanno saputo trovare una equilibrata gestione di acque e fanghi termali, senza dover venire alle mani. Più volte è stato osservato e scritto che con la geotermia si potrebbe produrre energia elettrica, fattore economico e di salubrità atmosferica di non poca importanza. In altri centri con sorgenti o captazione di acque calde si provvede a diverso sfruttamento: vengono riempite delle vasche dove sono immerse delle serpentine con acqua comune, che a sua volta si riscalda e circola nelle tubazioni per produrre calore ad ambienti ed a serre per la coltivazione di fiori e ortaggi. Ad Abano, Montegrotto e Battaglia Terme ad esempio ci sono almeno 250 piscine termali, quante sono quelle sul lago di Garda? Guasterebbe un centro benessere a Desenzano? Inoltre, si è a conoscenza che il fango prelevato in bacini termali, ridotto in polvere finissima e posto in appositi contenitori, viene fornito ad ospedali, case di cura e a moderni centri benessere usato per scopi terapeutici. La polvere che finisce per ritornare fango non perde le proprietà radioattive e le facoltà medicamentose. Sembra che qui si abbia paura di un eventuale risultato positivo per non dover scendere in un discorso di concorrenza con Sirmione. Allora dove pescare idee per il rilancio di questa economia? La ricetta la si cerca organizzando convegni e congressi che qui ben poco hanno prodotto. C è il sospetto che qualcuno tema di ustionarsi con un eventuale getto di acqua calda. Claudiano, poeta latino del IV-V secolo d.c., in un suo breve componimento intitolato APONUS, così chiamato il dio del fango medicamentoso, ebbe a scrivere: Beati coloro che hanno nei propri confini il dio Apono: essi non temono morbo o dolore o debolezza, ma senza salassi, senza amare medicine, ripigliano per opera delle salubri acque forza e salute. Sentito il poeta Claudiano, il quale visse per un periodo sui Colli Euganei, dove avrebbe avuta notizia dell antica sorgente Bojola di Sirmione, a Desenzano si attende ora il responso sulle recenti indagini compiute in fregio alla strada Desenzanino-Vo. 7

12 Storia IMMAGINI D ALTRI TEMPI DI UN MONDO SCOMPARSO di Tullio Ferro Vecchie fotografie portano a riflessioni su come è cambiata Desenzano nell ultimo secolo 8 Ho chiesto al fondatore di Area Blu Massimo Boni, timoniere di una barca con volenterosa ciurma, uno spazio adeguato per far vedere ai Desenzanesi sei storiche riproduzioni fotografiche di questa Città: un confronto tra ieri l altro e oggi. Questo ci è possibile grazie alla collaborazione dello Studio Fotografico Rampani, sempre disponibile ad aiutarci quando si tratta di reperire materiale iconografico. Quando si uniscono buone idee e pochi mezzi un progetto può prendere forma, in questo caso per lasciare una significativa memoria altrimenti destinata all oblio. Udire l ormai consueto discorso non ci sono soldi avvilisce chi sarebbe disposto a mettersi in gioco con fantasia e buona volontà poiché si aspetterebbe almeno la risposta di una sola parola: PROVIAMOCI. Uno sparuto gruppo di incoscienti senza soldi, usando quel PROVIAMOCI, per quasi trent anni riuscì a tenere accese alcune emittenti televisive locali. Siccome spesso e volentieri disturbavano certi timonieri d affari, ad esse fu tolta l ultima residua boccata d ossigeno, e fu silenzio, che ancora permane su di uno dei più suggestivi laghi d Europa. L autore di questa nota da sempre sta lottando con gli spiccioli per reperire un documento ingiallito, una vecchia foto, una testimonianza, utili per procedere in un percorso di polverosi archivi tra non poche ombre d indifferenza. Si può dire che in questo ambito, invece di unire le forze, si va in ordine sparso su dissestati selciati di puerili campanilismi di quartiere. Ma veniamo al percorso delle foto cominciando dalla attuale piazza Matteotti, che alla fine dell Ottocento si presentava come un campiello deserto. In primo piano l emblematica figura di un uomo con alle sue spalle un carro trainato da buoi. La panoramica sulla destra presenta l inizio di via Santa Maria, sulla sinistra la riva del lago dove successivamente si sviluppava via A. Anelli. Ai primi del 900 si pensò di portare il treno proprio sul porto, costruendo una sottostazione per passeggeri e uno scalo merci (Maratona) in esercizio fino agli anni Sessanta del secolo scorso. Sullo sfondo il teatro Alberti, già chiesa dei Carmelitani di S. Maria de Senioribus. Dalla foto ben si nota il vecchio tessuto urbano, modesti edifici, il cui impianto di base ancora sussiste. Nella foto n 2, che porta la data del 2 giugno 1929, si vede l edificio della sottostazione ferroviaria (oggi piazza Matteotti), foto che riprende un drappello di bersaglieri in corsa. Le insegne che si intravedono testimoniano l esistenza del foto 1 foto 2 foto 3 garage Ferrari, la sede della Banca Desenzano, Bar Roma. Sulla sinistra il palco delle autorità. Rispetto alla foto n 1, sullo sfondo si nota che architettonicamente qualcosa è migliorato: un palazzo, poi sede della Banca Popolare di Verona, al posto di qualche casupola. La n 3 è una foto ben nota ai desenzanesi. In primo piano l antica fontana scomparsa, quindi il monumento a Sant Angela Merici eretto nel 1772, un angolo del portico di palazzo Todeschini, cittadini in posa e sullo sfondo il faro e la diga non ancora ultimata. A parte l acciottolato, non è cambiato nulla dell antico andamento urbanistico-architettonico della piazza. Ovviamente non esisteva il ponte alla veneziana costruito nel 1937, e gli edifici sono andati soggetti a qualche ritocco di modesta portata.

13 numero DUECENTOTRE foto 4 foto 5 foto 6 La foto n 4 presenta un particolare del Porto Vecchio con in primo piano un cilindro marmoreo per l ormeggio di velieri e piroscafi. Nel 1548 ebbe luogo la costruzione della casermetta nominata la Patria (edificio sulla sinistra, ex sede della Guardia di Finanza), allora aperto al Provveditore di Salò o suoi delegati per il controllo sull antico mercato dei grani, dichiarato soggetto all opera di contrabbandieri. In un documento del 26 marzo 1608 steso dalla Comunità si legge: Essendo la quadrata dil porto in stato di perfettione: è stato aricordato dalli spett. eletti alla detta fabbrica che saria bene atterare, et distruire li camarelli che si ritrovano attaccati al Castello della Duana (Dogana) per maggior honorevolezza di tutta la fabbrica. Lire 250 (la spesa). Si tratta dell edificio sulla destra sulla cui facciata spiccano le strutture del ponte lavatoio. La foto n 5 presenta, anche se parzialmente, il golfo di Desenzano dalla porta di Santa Maria al Vo. Rispetto ad oggi un ristretto nucleo storico circondato di verde, come è ben evidenziato dal Desenzanino - Vo - Monte Corno. Storia Sullo sfondo il golfo di Padenghe e la Valtenesi. Spiccano il teatro Alberti, il faro con la diga ancora da ultimare, quindi 4-5 villette nel tratto Desenzanino - Vo. Risalente alla fine dell 800 la foto n 6 con la riva del lago proprio sotto all albergo Trento, dirimpettaio all allora albergo Due Colombe, oggi Park Hotel. A quell epoca tutti gli alberghi di Desenzano dovevano pure ospitare cavalli e carrozze dei viaggiatori, con l impiego dello stalliere e fabbro. Una condizione ben testimoniata da Ugo Foscolo in una lettera all amico poeta Ippolito Pindemonte datata 26 luglio 1806, nella quale spiega della sua sosta forzata all Hotel Mayer perché scrive mi si scavezzò una stanga della carrozza a Desenzano e con santa rassegnazione lessi il proemio e moltissimi articoli mentre il fabbro mi andava raccapezzando la vettura: e mi fu forza di sostare alle sponde del Lago sino alle 8 del dì seguente. Al Pindemonte esprime le sue impressioni dopo aver letto, durante la sosta a Desenzano, le prime due lettere della Nuova Crusca Veronese, cioè la ristampa curata da padre Antonio Cesari, nella quale il Vocabolario della Crusca fu accresciuto di quelle che sogliono chiamarsi le Giunte Veronesi. Fatto curioso è che questa lettera, che porta per così dire la targa Desenzano, fa parte di un epistolario fra i più ricchi e interessanti della nostra letteratura, e si colloca proprio in quel breve spazio di tempo in cui il Foscolo meditava per lo stesso Pindemonte un ben più famoso scritto. Infatti fin dal giugno 1806 egli aveva avuto in animo di dedicare un epistola su i Sepolcri al Pindemonte. E ricordiamo che il Carme fu scritto proprio tra il luglio e il settembre È una bella testimonianza quella che ci offre la foto n 6, vale a dire uno spaccato di vita quotidiana sulla riva del lago: lavandaie e il bucato steso ad asciugare, alcuni cavalli a riposo, c è chi osserva il lago, su di un muricciolo la scritta HOTEL, in alto ALBERGO TRENTO, che oggi è un Bar. Il lungolago è là da venire. Proviamo ad immaginare quale parco oggi avrebbe potuto esibire la città di Desenzano dalla riva del Desenzanino al Vo, al Monte Corno. Qui ci sono stati buoni e meno buoni interventi urbanistici. Si è consumato prezioso territorio - paesaggio. Però va pure detto che si è risanato un tessuto urbano assai degradato, a cominciare da via Castello, Capolaterra, e altre zone del centro storico. Ciò è chiaramente dimostrato confrontando le vecchie foto con la realtà di oggi. Si passa nell arco di un secolo da casupole (compresi i vecchi edifici alberghieri) ad edifici eleganti degni di una città che vive anche di turismo. Onestamente va detto che con il classico senno di poi è facile giudicare. Nell immediato dopoguerra, quando inizia una consistente attività edilizia, a vedere un cantiere aperto e operai al lavoro era una gran bella soddisfazione per tutti. Da vecchie fotografie si può giungere a riflessioni e considerazioni sul cambiamento strutturale della Città di Desenzano dell ultimo secolo. Un bel salto di qualità nel recupero di questo tessuto urbano, che ora attende adeguati interventi per il lungolago, spiagge e rive di cospicuo valore paesaggistico. 9

14 Cultura COSÌ VIVEVA SIRMIONE NEL SETTECENTO di Tullio Ferro Già nel Settecento aveva la legge di stabilità imposta dal Senato della Serenissima. Il concordio regolava pure la vita religiosa, mentre il Sindaco doveva saper leggere e scrivere 10 Ad esaminare il Concordio e capitoli per la Comunità di Sermione del 1780, in apertura si apprendono le determinazioni di Francesco Donado, Capitanio e Podestà di Verona, per conto della Serenissima Repubblica di Venezia. Egli delibera che la generale Vicinia del Comune di Sirmione sia composta da almeno due terzi di capi famiglia abitanti in Sirmione, ed aventi domicilio di venti anni. Al capo VII si legge che il Sindaco dovrà essere eletto purché sappia leggere e scrivere, e avrà un salario massimo di dieci ducati. Dovranno quindi essere eletti due Cavalieri del Comune, con lo specifico incarico di vegliare per la santificazione delle feste, facendo tenere chiuse tutte le botteghe, bettole, osterie e beccarie nel tempo della messa parrocchiale, della dottrina cristiana, del vespero, e altre sacre funzioni, dovendo in dette ore uscire dalle bettole ed osterie tutti gli abitanti della Comunità e riscontrando inobbedienti su di questo argomento col mezzo del Massaro portar ne debbano notizia detagliata alla Carica Eccellentiss. Superiore di Verona. Gli stessi Cavalieri dovranno guardare con tutta diligenza, che siano puntualmente osservate tutte le leggi riguardanti le vettovaglie, onde non resti la minima parte defraudato il popolo nella vendita dei commestibili, particolarmente di quelli di prima necessità, facendo tenere provviste le botteghe di pesi e misure in ottima disciplina per la dovuta regolarità. Inoltre, tutti li Botteghieri, Osti e Betolini dovranno tener esposti li pubblici calmieri, che saranno consegnati dallo Scrivano di questa Comunità con l ordine del Consiglio quali Calmieri però mai potranno eccedere quelli della Città di Verona, avuto riguardo alla diversità delli pesi e misure. Il capo XIV del Concordio detta la disciplina degli onorari al Cappellano, Predicatore ed Organista, onorari che cesseranno, supplindo già alla cura delle anime il Reverendissimo Signor Arciprete, e li Preti della Villa, restando permessa a tutti, e tra la questua per la Villa, ed in Chiesa, e saranno libere a tutti le offerte spontanee senza verun obbligo: dovendo però il denaro della Cassella della Anime esser tutto impiegato in Celebrazione di Messe nella Chiesa Parrocchiale; e solo nel caso, che manchino Preti occorrenti a tanto numero di Sacrifizi, saranno allora permessi gli Offizi con le consuete forme, ed elemosine. Al capo XVII è detto che nelle tre feste consecutive del mese di aprile, dallo scrivano sarà pubblicata in piazza la nota delle spese da farsi l anno venturo, che comincerà il primo di giugno e terminerà l ultimo maggio susseguente. In pratica veniva presentato sulla piazza il bilancio Comunale di Sirmione, con la precisazione che la nota di spese non potrà mai per qualunque caso, senza espresso Decreto dell Eccellentissimo Senato, compiuta nessun altra spesa di natura diversa da quelle che saranno registrate. Insomma, nel Settecento Sirmione aveva come oggi il PATTO DI STABILITÀ. L amministrazione della giustizia al capo XX dice che il Consiglio comunale dovrà vegliare per il quieto, e pacifico vivere, e mandare per mezzo del Massaro (operatore nella pubblica amministrazione) le denunce in base alle leggi dei Criminali per atti compiuti da malviventi e da oziosi, che

15 CENTODUESIMA puntata Cultura Sirmione - Dipinto di Ettore Calvi fine Ottocento Bersaglieri sul ponte del Castello (Arch. Tullio Ferro) fossero scandalo e perturbazione della quiete del Comune, e così bestemmiatori ed albergatori di ladri. I ladri, colti sul fatto e luogo del delitto, i delatori di armi da fuoco e da taglio senza la prescritta licenza del Consiglio dei Dieci, dovranno essere condotti a Verona a disposizione della Giustizia, ciò sotto la responsabilità del Sindaco e dei due consiglieri più anziani. Il capo XV disciplinava le rendite del Comune, in primis quelle derivanti dalle peschiere sul lago, previo qualche rintocco di campana, in giorno festivo il Consiglio comunale si sarebbe riunito sulla pubblica piazza per ricevere le offerte utili all affittanza di beni stabili, peschiere, paludi ed altre strutture di rendita comunale. Nell elenco delle spese figurano 1200 lire per le dote alle donzelle da marito: A dieci donzelle, cinque del Comune di Peschiera, e cinque di quelle di Sermione, a L. 120 per cadauna, come da pagarsi per legato Romanini. Ad altre sei donzelle per il legato Bettini a L. 62. Nel testamento del notaio Francesco Bettini, morto nel 1683, si legge che duemila ducati dovevano essere destinati per una funzione religiosa quotidiana e per maritar sei donzelle all anno. Inizialmente si trattava di dieci ducati per ogni donzella, purché nel periodo dell anno succeda il matrimonio. Nel concludere il suo CONCORDIO Francesco Donado accoglieva le istanze dei soldati delle Cernide per un aumento annuo di lire 6. Si trattava di un florilegio politicoamministrativo, che dimostra l attenzione posta dalla Serenissima repubblica per la Terraferma e le singole Comunità in merito agli estimi pubblici e privati, il ruolo della religione, l ordine pubblico, l amministrazione della giustizia, l incanto delle peschiere, il mantenimento delle strade regie, il ruolo ed il comportamento delle Autorità locali e relative loro nomine. I nomi che generalmente contano in queste Comunità sono: il Sindaco, in carica per due anni, che deve saper leggere e scrivere; i Cavalieri, il Massaro, il Parroco, il Notaio. A parte il regolamento per la dote delle donzelle, poco o nulla si parla delle donne per le quali non v è traccia di pubblico incarico. Nulla è detto della sanità e dell istruzione. Per quanto riguarda la sanità le regole di comportamento appaiono in documenti rivolti a tutta la regione gardesana, soprattutto in caso di pestilenze e di altre epidemie, con l istituzione di lazzaretti e sorveglianza su i confini delle terre aliene. Francesco Donado nel suo CON- CORDIO non manca di precisare:... a ridure in regolar disciplina, e nel più economico sistema le Comunità della Provincia, ha rilevato li riflessibili disordini, pregiudizi e currutelle corse a grave danno del Comun di Sermione, e perciò riconosciuta la necessità delle più robuste provvidenze a perpetuo regolamento della Comunità medesima non meno per promovere il bene, e la felicità degli abitanti di essa. 11

16 AREABLU INFORMAZIONE COMMERCIALE Shop 12

17 Le pagine didesenzano e dintorni LO SPIEDO DEL POMPIERE 6 GENNAIO ORE PRESSO L ORATORIO GIOVANNI XXIII (BAR VATICANO) IN PIAZZA GARIBALDI A DESEN- ZANO. MENU: MINESTRINA SPORCA, SPIEDO CON POLENTA, DOLCE, ACQUA, VINO, CAFFÈ. ORE ACCENSIONE DEL FALÒ DELLA BEFANA PRESSO VIGILI DEL FUOCO IN LOC. PIGNA DI RIVOL- TELLA CON VIN BRULÈ E CIOCCOLATA CALDA. PER INFO:

18 AREABLU Desenzano FOCUS DESENZANO DEL GARDA Raggiunto l obiettivo del 65% di ri uti differenziati VERSO UNA CITTÀ PIÙ VERDE BENE IL PORTA A PORTA «Q uesto grandissimo risultato per la nostra città e per il suo futuro dichiara Luisa Papa, segretario del PD Denzanese - è stato possibile grazie all impegno e al contributo di tutti i cittadini di Desenzano che hanno dimostrato senso di responsabilità e spirito di collaborazione, nella fase, non semplice, del passaggio alla raccolta porta a porta». L attuale amministrazione ha ereditato un comune in cui la percentuale di rifiuti differenziati era inchiodata ad un misero 38%, dopo 5 anni di inazione in cui anche le campagne di sensibilizzazione (come Capitan Eco ) erano state abbandonate. Davanti a questa situazione disastrosa l unica soluzione era cambiare completamente verso nella gestione dei rifiuti. Con coraggio si è scelta la strada della raccolta porta a porta, unica modalità che ha mostrato di funzionare per il passaggio ad una raccolta differenziata spinta. L impegno dei desenzanesi nel raccogliere la sfida lanciata dall amministrazione ha portato i suoi frutti: nel mese di ottobre ben il 69% dei rifiuti è stato differenziato. Da aprile, primo mese in cui il porta a porta è andato a regime su tutto il territorio comunale, la percentuale è stata sopra il 65% compresi i turistici mesi estivi. «Il raggiungimento di questo traguardo è una bella pagina per la nostra Desenzano aggiunge la portavoce democratica siamo consapevoli dell impegno che viene richiesto ai cittadini e quindi il mio ringraziamento va a tutti per la sensibilità dimostrata». Superare l obiettivo indicato dall Unione Europea e dal Governo, oltre a mettere il comune al riparo da possibili sanzioni o penalizzazioni, risponde alla priorità che deve guidare ogni amministrazione comunale: quale eredità lasceremo ai nostri figli? Differenziare i rifiuti significa riciclare e non dover continuamente attingere alle esauribili risorse naturali, differenziare significa non dover scavare nuovo discariche né dover incenerire ingenti quantità di materiale. Due gli appuntamenti che hanno visto in prima fila cittadini, associazioni del territorio e amministrazione comunale sul tema dei rifiuti sparsi: la Clean-up week promossa dall Unione Europea a maggio e Puliamo il modo organizzata da Legambiente in settembre. In tutto il territorio sono stati raccolti rifiuti abbandonati, dall entroterra, fino ai fondali del lago, passando per le spiagge. Anche il locale circolo democratico ha dato il suo contributo sia operativo, che di stimolo alla riflessione con la proiezione del famoso film Trashed. Grande è stato il lavoro fatto dall amministrazione con la collaborazione delle scuole, in particolare con due progetti, uno sulla raccolta e riciclo dei RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) e un altro contro lo spreco di cibo in mensa; sensibilizzare le nuove generazioni è fondamentale per costruire una società più attenta all ambiente. 14

19 AREABLU Desenzano FOCUS DESENZANO DEL GARDA Il consigliere Paolo Abate contro la richiesta di GardaUno DEPOSITO CAUZIONALE: BALZELLO A VANTAGGIO DELLA SPA Il consigliere Paolo Abate fa sentire la sua voce in merito al deposito cauzionale richiesto da GardaUno Spa secondo cui trattasi di una somma di denaro che l utente versa al gestore a titolo di garanzia, al fine di contrastare il fenomeno della morosità. Per Abate invece, il deposito cauzionale al massimo livello previsto dalla delibera dell AEEG, in sostanza il 25% di quanto annualmente l utente paga di servizio idrico è un provvedimento palesemente sproporzionato rispetto ai livelli di deposito cauzionale richiesti dagli altri fornitori. Il consigliere Abate cita degli esempi: l ENEL richiede 5,16 euro per kw impegnato e quindi 15,48 euro per un normale contratto di utenza domestica, mentre la Telecom richiede un ammontare variabile a seconda dei casi (normalmente 8 euro per utenza). Quindi di gran lunga inferiore al 25% di consumo annuo. Secondo Abate le motivazioni addotte da Garda Uno sono paradossali: secondo loro il deposito cauzionale sarebbe stato applicato nell interesse degli utenti ed in particolare di quelli che pagano correttamente le bollette. In realtà, poiché Garda Uno Spa agisce in regime di monopolio assoluto e non pare possibile vivere senza avere il servizio idrico, il deposito cauzionale pagato a Garda Uno Spa diventa una semplice elargizione a fondo perduto per l intera vita dell utente. E la totalità dei depositi cauzionali potrebbe ammontare a cifre stratosferiche. Secondo Garda Uno le risorse servono per contrastare la morosità e le perdite su crediti che però, secondo Abate, non risultano dai dati di bilancio. È evidente continua il consigliere che il nuovo ennesimo balzello costituirebbe un salvagente finanziario per l Azienda partecipata del nostro comune, mentre tutto questo va a carico dei cittadini chiamati ancora una volta a risolvere i problemi di chi non paga l acqua. Nella lettera inviata al sindaco Leso, Abate, dopo aver ribadito i forti dubbi sulla legittimità della procedura adottata invita i cittadini a non pagare per tutta l interezza la bolletta del servizio idrico integrato contenente il deposito cauzionale, inviando a Garda Uno una lettera di reclamo e attivando la commissione di conciliazione in seno alla Camera di Commercio; la suddetta procedura sospenderà per un certo periodo tutte le eventuali attività di recupero (e di applicazioni di sanzioni e/o interessi) da parte di Garda Uno Spa. Conclude invitando i sindaci ad attivarsi affinché la società di cui sono soci, ritiri totalmente la delibera. 15

20 AREABLU INFORMAZIONE COMMERCIALE Desenzano Assegnati i lavori per gli edi ci scolastici 40MILA EURO PER I SERRAMENTI DELLA PALESTRA Si sono conclusi i lavori riguardo alle gare d appalto per i lavori negli edifici scolastici e delle strade. I lavori di riqualificazione dei serramenti della palestra scolastica Valerio Catullo sono stati affidati, in seguito alla gara d appalto, alla ditta Bonatti Claudio per l importo di mila euro, al netto del ribasso d asta offerto del 3,00%, più oneri della sicurezza, incidenza manodopera non soggetta a ribasso e IVA. Cinque le ditte concorrenti, quelle escluse sono: Scarmagnani Gianfranco di Marmirolo, Bertazzi G. & G. di Desenzano d/g, Carpenteria AZ di Lonato d/g, Bolgarini Carlo di Desenzano d/g. 100MILA EURO PER VIA MAZZINI Tra le dodici ditte che hanno partecipato alla gara per i lavori di via Mazzini si è aggiudicata l appalto la ditta C.B.C. Costruzioni Snc per un importo di euro, al netto del ribasso d asta offerto del 53,864%, più oneri della sicurezza, incidenza manodopera non soggetta a ribasso. Ai sensi dell art.11 c.8 del D.Lgs n.163/2006 e ss.mm.ii. l aggiudicazione definitiva diventa efficace dopo la verifica del possesso dei requisiti prescritti dalla legge in capo all aggiudicatario. Il ricorso e ammesso presso il TAR Regione Lombardia o al Presidente della Repubblica entro i termini di legge. La Direzione Lavori e seguita dall ufficio tecnico comunale. Grande traguardo raggiunto dai Gnari de Colatera: Euro raccolti da devolvere in beneficenza. 16

21 Desenzano AREABLU INFORMAZIONE COMMERCIALE LA REFURTIVA SEQUESTRATA SCALDA IL NATALE Quanto volte ci siamo chiesti: ma dove finisce la refurtiva sequestrata ai ladri? La risposta viene ora dal Commissariato di Polizia di Desenzano che ha deciso di regalare un bel bottino di viveri alla Caritas e al Centro Aiuto vita. Un gesto che, soprattutto di questi tempi, ma non solo, è il segno di un attenta sensibilità da parte delle forze dell ordine nei riguardi dei più deboli. E farlo, in questi giorni, in cui tutti sono intenti a festeggiare il Natale, dimenticando spesso chi invece non può farlo, assume un significato ancora più forte. Pasta, riso, scatolette di tonno, caffè, qualche bottiglietta di liquore, e altro (ben 25 casse) sono il bottino di diversi furti nei supermercati sequestrato dalla polizia nella primavera scorsa nel corso di attività di controllo. Gli agenti hanno infatti intercettato una banda di stranieri, di origine rumena, già noti per furti nei supermercati, a cui sono stati sequestrati oltre venti di sacchi di generi alimentari. Che ora andranno a scaldare il Natale degli onesti. AREA BLU il giornale del lago Consulente editoriale MASSIMO BONI Direzione, redazione, pubblicità: Via XX Settembre 30 - BRESCIA Tel fax Direttore Responsabile FRANCESCO SALVETTI Direttore Commerciale CARLO BONI Progetto gra co ANNALISA BONI Gra ca ELEONORA RASCHI - MASSIMO COMINETTI Coordinamento della comunicazione ROSARIA POINELLI Hanno collaborato TULLIO FERRO - LAURA RAGGI LUCA CREMONESI - LAURA SORLINI - SERGIO LINGERI Stampa TIBER - BRESCIA Area Blu Reg.Trib.Brescia n 32/2006 del 20/9/2006 Chiamaci! sarai visitato senza impegno montascale scooter elettrici vi augura Buone Feste piattaforme vasche e docce garanzia fino a 10 anni* pagamenti personalizzati detrazioni fiscali e contributi operativi in tutta Italia di Centaurus ti puoi fidare sistema di gestione per la qualità UNI EN 9001:2008 via Roma n. 92/H a Iseo (BS) Tel *ottenibile dopo stipula di contratto manutenzione omnicomprensiva 17

22 AREABLU Desenzano DESENZANO DEL GARDA Mercatini di Natale in piazza Cappelletti UN OPPORTUNITÀ NON COLTA A PIENO? Pochi ma buoni dice un proverbio. I mercatini di Natale organizzati in piazza Cappelletti hanno offerto uno spunto per riflettere sulle potenzialità talvolta un poco inespresse. Sui banchi, prodotti di eccellenza e qualità per attirare il pubblico ci sono, nonostante il tempo, di certo non amico. All organizzatrice l esperienza non manca ci racconta avendo partecipato ai Prati Stabili di Goito, manifestazione da sempre apprezzata dal pubblico, e ad altri eventi. Un occasione, quella di Desenzano da sviluppare, da pubblicizzare e in cui impegnarsi, perché davvero risulta difficile credere che la capitale del Garda, come altre località più o meno prestigiose, non possa avere dei mercatini importanti che attirino l attenzione che essa merita. Le basi poste infatti non possono prescindere dall essere migliorate in un progetto più ampio e sviluppato; questo dovrebbe essere sempre il primo punto di partenza per una valorizzazione del proprio territorio. 18

23 19

24 AREABLU Desenzano FOCUS DESENZANO DEL GARDA La mostra itinerante resta aperta no a marzo QUARTA TAPPA IN CASTELLO DI VELAMBIENTE Dopo l anteprima nazionale a Villino Campi di Riva del Garda del 2012, la mostra itinerante Velambiente. Virata verso un mondo più sostenibile, realizzata dall Agenzia provinciale per la protezione dell ambiente della Provincia autonoma di Trento, prosegue il suo viaggio lungo le rive del lago di Garda. La mostra Velambiente è stata finora apprezzata da oltre visitatori. A Desenzano è aperta, nelle sale del Castello, fino al 1 marzo Velambiente è una mostra itinerante che propone una chiave di lettura diversa della vela: non solo un bellissimo sport, ma anche un occasione per essere attenti e rispettosi nei confronti dell ambiente. La mostra è costituita da corner interattivi e multimediali, grazie ai quali è possibile ascoltare i rumori del lago, le narrazioni del mastro velaio e del maestro d ascia, conoscere come le sorgenti sonore antropiche possono interferire con l ecosistema subacqueo, scoprire gli ultimi ritrovati in tema di efficienza energetica e l evoluzione della tecnica costruttiva, toccando con mano i materiali principali di cui è composta un imbarcazione a vela. La mostra porta con sé un approccio diverso allo sport velico, non agonistico ma piuttosto una «virata verso un mondo più sostenibile». Il tema della sostenibilità ambientale viene indagato sotto profili diversi: da quello tecnico (modalità costruttive, riciclo dei materiali, consumi energetici) a quello emozionale (le voci di testimoni autentici, i suoni evocativi del lago e del vento). Le nove sezioni sono strutturate in una trentina di pannelli, la maggior parte dei quali appesi e fluttuanti in modo del tutto simile a vele, curiosi oggetti storici, materiali tecnici, installazioni multimediali visive e sonore, postazioni interattive con i sensori a sfioro. Le bellissime immagini sono quasi tutte del lago di Garda. Il tutto è congegnato in modo da coinvolgere al massimo il visitatore. Dopo una breve parte introduttiva sull evoluzione storica, in cui sono analizzate le principali tecniche costruttive, si entra nel fulcro della disciplina velica, dando la possibilità al visitatore di toccare con mano i componenti principali di una barca a vela. Ciò è possibile grazie all esposizione di un prezioso esemplare di Optimist, costruito artigianalmente in compensato marino di mogano: questa imbarcazione rappresenta ormai una sorta di passaggio obbligatorio per avvicinarsi al mondo della vela, e numerosi circoli velici di tutto il mondo, compresi quelli gardesani, la utilizzano per i giovanissimi che vogliono avvicinarsi a questo appassionante sport. L allestimento di Desenzano del Garda è arricchito dalla deriva zavorrata Hansa 303, un imbarcazione che può essere utilizzata in piena sicurezza anche da un equipaggio disabile o non esperto. Hansa 303 è stata messa a disposizione dalla Lega Navale di Brescia e Desenzano. 20 Ingresso libero Orario di apertura Per il pubblico: sabato e festivi (escluso il ): / Per le scuole: dal lunedì al venerdì: (su prenotazione)

25 21

26 AREABLU Desenzano FOCUS DESENZANO DEL GARDA Dal 25 dicembre al 18 gennaio aperto il pomeriggio IL PRESEPE DEI PADRI ROGAZIONISTI RIPERCORRE LA BUONA NOVELLA Lo storico presepe dei Padri Rogazionisti apre al pubblico, come sempre da qualche anno, con grande successo di pubblico che accorre per visitare l accurata ricostruzione della nascita del bambin Gesù, grazie al lavoro dei volontari e dei padri dell istituto gardesano. La visita al presepe inizia camminandovi dentro, come in compagnia dei tre magi, con la visione del palazzo di Erode, ci si inoltra poi alla contemplazione del grande mistero dell Annunciazione, ammirando le vie e il mercato di Betlemme. La ricerca dell alloggio, l annuncio dell angelo ai pastori conducono alla mangiatoia dove nasce Gesù, cullato dalla Vergine Maria, guardato con gioiosa adorazione da San Giuseppe e dai pastori. Sullo sfondo il paesaggio della Palestina con in lontananza il mare. L apertura sarà il 25 dicembre 2014 e la chiusura il 18 gennaio Siete benvenuti tutti i pomeriggi dal 25 dicembre al 6 gennaio 2015 dalle 14,30 alle 19,00 e nel fine settimana del 10/11 e 17/18 di gennaio 2015 sempre dalle 14,30 alle 19,00. Il ricavato sarà devoluto per opere di solidarietà. 22

27 AREABLU Desenzano NUOVO AIUTO PER FAMIGLIE IN DIFFICOLTÀ L amministrazione stanzia euro per utenze domestiche Un ulteriore aiuto a persone e famiglie desenzanesi in difficoltà è stato approvato dalla Giunta comunale, nella seduta del 4 dicembre. «Considerate le molte situazioni di criticità e fragilità familiari, l amministrazione ha deciso di mettere a disposizione un ulteriore forma di sostegno economico per contribuire alle spese per utenze domestiche di cittadini al di sotto dei 65 anni, quindi esclusi dall accordo stipulato anche nel 2014 tra il Comune e i sindacati dei pensionati», afferma l assessore ai Servizi sociali Antonella Soccini. L intervento in questione è di 48mila euro, che si vanno ad aggiungere agli 85mila euro del contributo affitti (bando regionale Sportello Affitto). Il bando per l assegnazione di contributi a parziale copertura delle spese di utenze domestiche è già online, sul sito e vi possono accedere i cittadini residenti a Desenzano, con regolare permesso di soggiorno o carta di soggiorno (per i richiedenti con cittadinanza extra Ue) e Isee inferiore ai Il contributo massimo erogabile è di 230 euro per ogni nucleo familiare. In caso di domande eccedenti lo stanziamento comunale, il contributo sarà suddiviso fra le domande accolte, senza scendere al di sotto dei 150 euro. In caso questa rideterminazione non fosse sufficiente, verrà stilata una graduatoria in base all Isee. Le richieste di contributo dovranno essere presentate al Centro sociale in via Annunciata, in orario di apertura al pubblico, esclusivamente sul modulo allegato e ritirabile anche presso il Centro stesso tra il 5 e il 29 dicembre 2014, corredate, per i cittadini extra Ue, della fotocopia del permesso di soggiorno valido o della carta di soggiorno. Il bando e la domanda sono consultabili al seguente indirizzo: E LA FESTA CONTINUA... Continuano i preparativi golosi per il Natale, ma soprattutto per il Capodanno. La Pasta Fresca di Nonna Beppa vi aspetta per prenotazioni e gustosi coupon regalo di diverso valore La Pasta fresca di Nonna Beppa vi propone i piatti della tradizione, preparati con ingredienti semplici e genuini, da portare nelle vostre case nel periodo natalizio e di fine anno. Sono, infatti, già aperte le prenotazioni anche per il Capodanno, per ridurre le attese dei giorni clou e per agevolare il lavoro di Giuliana e Stefania, che vi sapranno portare alla scoperta di antichi sapori come quello della pasta fresca artigianale, uno dei gioielli della dieta mediterranea e che permette di unire il piacere di mangiare piatti gustosi e facili da preparare con un alimentazione sana, nutriente e naturale. La stagionalità, ovviamente, continua ad essere al primo posto: via libera alla zucca, ai funghi, alla carne brasata e alle verdure del nostro orto, declinate in preparazioni come ravioli, caponsei, lasagne, crespelle, cannelloni, caramelle di pasta, malfatti o come sugo per condire la pasta fresca. Ritornano gettonatissimi anche i buoni regalo, ovvero coupon di ogni cifra in formato cartaceo da donare a parenti e amici, spendibile in leccornie di ogni genere. Non c è niente di meglio che stupire i propri cari con un regalo goloso e originale. Via Marconi 73 a Desenzano d/g. Per prenotazioni cell Chiuso il lunedì e la domenica pomeriggio 23

28 AREABLU Desenzano DESENZANO DEL GARDA Un ricco programma di iniziative anima la cittadina in questi giorni CHRISTMAS TIME TRA MUSICA E TRADIZIONE Desenzano si è preparata al Natale con un ricco programma all insegna della musica, delle tradizioni di incontro e delle proposte per i più piccoli. Mercatini, animazione, presepi, mostre, capodanno, stand gastronomici, concerti, tradizioni, Santa Lucia, e molto altro. Il programma completo e aggiornato degli eventi di dicembre è sempre consultabile sul sito internet istituzionale: Il clima natalizio viene sottolineato da un suggestivo arredo urbano e da un programma di iniziative realizzate a cura della Associazione Desenzano sviluppo turistico con il contributo del Comune di Desenzano del Garda. Per favorire la frequentazione della città e lo shopping natalizio dal 17 al 26 dicembre la sosta nei parcheggi cittadini è gratuita 24h/24. Dal 6 dicembre al 6 gennaio, tutti i fine settimana ed i giorni festivi, ingresso gratuito al Castello di Desenzano. VEDERE L ARATRO COSTERÀ 4 EURO Non c è che dire, di popolarità mediatica l aratro più antico del mondo ne ha avuta in questi ultimi tempi. Risistemato, simbolo mancato dell Expo, tra la manifesta delusione di alcuni, il prezioso manufatto di 4 mila anni fa rivenuto presso il Lavagnone, e che ora fa mostra di sé nelle stanze del venticinquennale Museo Rambotti sopra il chiostro di Santa Maria de Senioribus, ha ricevuto non poche attenzioni. Speriamo che le querelle ne abbiano fortificato l immagine e abbiano sortito l effetto di pubblicizzarne l importanza attirando più visitatori (da gennaio e settembre 2014 sono stimati in 3.622). Un opportunità, potenziale, per la città di Desenzano, visto che se questi aumentano, aumenteranno anche gli ingressi, economici, nelle casse comunali. Da metà gennaio infatti costerà infatti 4 euro poterlo ammirare, mentre le agevolazioni si concentreranno sui biglietti cumulativi con il rinnovato Castello che da 7 euro verranno ridotti a 5. E così mentre l opinione pubblica si divide tra chi avrebbe preferito rimanesse gratuito e chi ritiene che ok, il prezzo è giusto, un solco sembra essere tracciato. Giulio Solino 24

29 25

30 AREABLU Desenzano DESENZANO DEL GARDA Lo storico liceo nominato il migliore della provincia IL BAGATTA FIORE ALL OCCHIELLO DELL ISTRUZIONE BRESCIANA Fondato nel 1792 da Girolamo Bagatta, letterato desenzanese che ad esso dedicò la sua vita, e pareggiato ai licei regi nel 1816 dall imperatore d Austria in visita all istituto, è una delle scuole più antiche d Italia. A me, oltre all onore e all onere di averlo frequentato (all epoca con ingegno assai meno sregolato di quel che mi ritrovo adesso), anche quello di aver scritto con Edoardo Campostrini una biografia del fondatore, come sentito tributo alla scuola che ha fatto culturalmente di me quel che sono, nel bene o nel male, senza palinodie. Ora il Bagatta è il miglior liceo della provincia, superiore persino all Arnaldo di Brescia (da sempre ritenuto più duro, almeno nelle prime sezioni) secondo la classifica redatta dalla Fondazione Agnelli. Un tempo il classico era il classico, fucina di letterati, poeti, linguisti, patrioti, politici, sindaci; e i puristi dell antichità snobbavano gli altri indirizzi aggiuntisi con il tempo all oraziano motto di odi profanum vulgus et arceo. Ma il tempo cambia, e fugge irreparabilmente. Lo Scientifico arrivò nel 1966, in seguito il Linguistico e le Scienze Umane. Il Bagatta è una realtà scolastica di grande livello che offre qualità d insegnamento a garanzia di una preparazione ancora importante e solida in mezzo a certi flutti incostanti o grigi diluvij dell istruzione contemporanea; ma è soprattutto il sistema di progetti, attività integrative, laboratori che spaziano dal teatro alle scienze applicate e scambi culturali con l estero a rendere il Bagatta un polo di formazione a 360. Così, abbiamo la certezza che esso sia una garanzia, e anche con il passare degli anni e delle epoche, ci auguriamo che il Bagatta continui a fare qual che ha sempre fatto: buoni studenti. Oddio, non tutti, ma del resto quel che gli si chiede è di educare bene, non fare i miracoli. Sergio Lingeri 26

31 27

32 AREABLU Natale sul Lago L albero simbolo della vita che rinasce dopo il lungo inverno Qual è il signi cato dell albero di Natale? L albero, inteso come simbolo di vita, era diffuso in tutte le culture, anche prima della nascita del cristianesimo. La festa del Natale si sovrappone quasi perfettamente alle celebrazioni per il solstizio d inverno, anticamente, quindi, il 25 dicembre si festeggiava il sole che, dal solstizio d inverno rinasce : da questa data le giornate ricominciano infatti ad allungarsi e lasciano presagire il ritorno della primavera, il ritorno della vita. Molto diffuso in oriente, in particolare in Siria ed Egitto, era il culto del Sol Invictus, le cui solenni celebrazioni prevedevano che i sacerdoti, ritiratisi in appositi santuari, ne uscissero a mezzanotte annunciando che la Vergine aveva partorito il Sole, raf gurato come un infante. Da qui il culto arrivò poi a Roma, dove il sole che nasce veniva festeggiato con riferimento al dio Mitra. Simbolo ricorrente legato alle celebrazioni per il solstizio d inverno è naturalmente l albero, da sempre e per tutte le culture, inteso come simbolo della vita. L albero compare in numerose usanze e riti pagani. Ad esempio nell antica religione di Canaan (l odierna Palestina) che riconosceva un ruolo religioso agli alberi. Tra le popolazioni dell Europa centronordica pagana pare che la celebrazione del solstizio d inverno prevedesse anche l incendio di un albero (un pino o un abete, alberi resinosi e molto in ammabili), in una sorta di rito propiziatorio e illuminante nella notte invernale che cominciava a regredire. 28

33 AREABLU INFORMAZIONE COMMERCIALE Ristorante allo Scoglio 29

34 AREABLU Natale sul Lago Tutti riuniti secondo tradizione intorno alle tavole imbandite Sono momenti non facili, eppure Natale arriva portando con sé il senso della tradizione, nonostante la crisi che non accenna ad andarsene. e tradizione vuol dire: natale con i tuoi, che signi ca ritrovarsi per il pranzo del 25 dicembre, insieme, con i parenti più stretti. Segno che la famiglia ha ancora valore. Da noi, nonostante le famiglie allargate abbiano rotto antiche usanze. Tutti riuniti, soprattutto chi vive lontano. Ed è questa l occasione per mantenere i legami familiari che in questo secolo stanno logorandosi, a causa di una globalizzazione che ha aperto i con ni del mondo soprattutto ai giovani che non si accontentano più di vivere nella città provinciale o nel piccolo borgo. Bene, questo è un Natale meno luccicante di quelli degli anni precrisi, ma è comunque sempre un rito che coinvolge tutti, attratti dalle luminarie, dagli alberi, dalle vetrine oro-argento-rosso. Si spenderà meno, vero, ma comunque non si rinuncia del tutto a festeggiare, pure con meno luccicchii, la festa più intima e familiare dell anno. E i brindisi, intorno alle tavole imbandite, non mancheranno. Le ricette restano quelle tradizionali, con qualche novità... per i palati più raf nati. 30

35 AREABLU Natale sul Lago La redazione di Areablu augura a tutti Bu e Feste 31

36 32

37 33

38 AREABLU Lonato LONATO DEL GARDA Mercatini, eventi, concerti e molto altro no al 6 gennaio UN CALENDARIO DI EVENTI PER LE FESTE NATALIZIE Presentato il primo cartellone culturale e turistico che, fino al 6 gennaio 2015, sarà protagonista della città. Natale a Lonato del Garda è il calendario di appuntamenti culturali, musicali, spirituali e folkloristici in centro storico, proposti dal Comune, dalla Proloco e dalla Fondazione Ugo Da Como. È il primo frutto della scelta dell amministrazione comunale di affidare alla Fondazione Ugo Da Como il coordinamento per la promozione dello sviluppo turistico e culturale della città. Il ricco calendario è quindi stato possibile grazie alla sinergia tra più soggetti: Proloco, Parrocchia, Associazione Amici della Fondazione, Associazione commercianti, Associazione La Polada, Gruppo Alpini, Amici della Chiesa di Sant Antonio Abate, Gruppo Mercantico. Con la speciale collaborazione dello sponsor Cameo. Mercatini, concerti ed eventi a ingresso libero animeranno per quasi un mese la città, attorno al suo centro storico e alla rocca. Non solo: in via straordinaria, i negozi del centro saranno aperti nelle domeniche di dicembre. In cartellone i concorsi natalizi della Proloco e della Fondazione Da Como, rivolti alle scuole, così come i numerosi e qualificati altri appuntamenti musicali a cura degli Assessorati al Commercio e alla Cultura. Per due giornate, il 20 e il 21 dicembre, il Mercatino delle tradizioni natalizie garantirà un fine settimana di festa con l esposizione di artigiani, produttori, hobbisti e associazioni del territorio, e la presenza straordinaria del conduttore e critico enogastronomico Edoardo Raspelli. Ai banchi selezionati dalla Proloco si aggiungeranno infatti quelli del circuito Le vie del gusto, con una serie di spettacoli collaterali per adulti e bambini che coinvolgeranno il centro, la Rocca e la Casa Museo del Podestà. Per non tralasciare la parte culturale, in calendario ci sono anche le visite alla Torre Civica (Associazione La Polada), alla Casa del Podestà e alla Rocca (Associazione Amici della Fondazione Ugo Da Como). 34

39 Acqua e Piscine augura A conclusione dell anno che volge al termine, desideriamo esprimere ai nostri clienti, ai collaboratori e alle amministrazioni condominiali con le quali collaboriamo, i più sentiti ringraziamenti per la fiducia accordataci che ci permette di condividere un percorso ricco di progetti, di nuove opportunità per sviluppare nuove idee insieme. Augurandoci di aver operato secondo le vostre aspettative, il nostro impegno sarà quello di accrescere ulteriormente la nostra professionalità e raggiungere la vostra totale soddisfazione. La continua collaborazione, il confrontarsi e il valutare insieme i nuovi obbiettivi da raggiungere, sono per noi una parte vitale per la nostra crescita. Riconoscendo la vostra preziosa fedeltà che ci ha sostenuti in questi anni, siamo lieti di augurare a tutti Voi di trascorrere delle Buone Feste e di ritrovarci in un Nuovo Anno che ci auguriamo sia pieno di felicità e di successo! Grazie per essere nostri stimati clienti Il Decreto Ministeriale 37/08 ha rivisto le norme contenute nella legge 46/90 che prevedono l obbligo della iscrizione delle imprese di installazione impiantistiche all Albo imprese artigiane presso le Camere di Commercio. ACQUA & PISCINE è azienda iscritta, certificata e autorizzata al rilascio di relativa certificazione dell impianto di filtrazione e natatorio realizzato, come da abilitazione rilasciata dalla CCIAA di Brescia. Tutti gli impianti di nuova realizzazione, gli impianti rimessi a nuovo e tutte le modifiche apportate a ciascun impianto, verranno certificati come la normativa in essere richiede. 35

40 36

41 UN ECO-ALBERO IN MUNICIPIO ECOLOGICO E ARTISTICO È STATO REA- LIZZATO DAI GIARDINIERI DEL COMUNE UN ALBERO DI NATALE INTERAMENTE RICICLATO: IN MUNICIPIO I GIARDINIE- RI DEL COMUNE HANNO REALIZZATO CON GLI SCARTI DELLE POTATURE, IN- CHIODANDO TRA LORO RAMI DI VARIE LUNGHEZZE, UN MEZZO CONO ADOR- NATO DI LUCI, ALTO PIÙ DI 4 METRI. SIRMIONEe dintorni Le pagine di 37

42 AREABLU SIRMIONE Sirmione FOCUS 145 gli iscritti di cui 22 i fedelissimi con 40 anni di servizio DAL 1968 LE TERME PREMIANO I SENIORES Si è svolta presso l Hotel Acquaviva del Garda di Desenzano, la cerimonia ufficiale di premiazione dei nuovi iscritti al Gruppo Seniores Terme di Sirmione S.p.A., che riunisce i dipendenti e gli ex dipendenti con più di 20 anni di servizio. Ogni anno, infatti, Terme di Sirmione S.p.A. festeggia e ringrazia i collaboratori che per lungo tempo hanno accompagnato l Azienda nelle sue attività, contribuendo con la propria professionalità al suo sviluppo e alla sua crescita. Il Gruppo Seniores, nato l 8 novembre del 1968, arriva oggi a 145 iscritti, di cui 58 in servizio, e 22 fedelissimi, con ben 40 anni di attività. Di questi, 6 sono ancora in servizio. Accompagnata dal pranzo di tradizione, la cerimonia ha avuto come momento centrale la premiazione di quattro dipendenti - Nadia Bellotti, Nadia Del Rio, Paola Tonini, Antonietta D Angelo - entrate di diritto quest anno nel Gruppo Seniores per i loro 20 anni di servizio in Terme di Sirmione. Numeri che confermano l importanza del Gruppo Seniores e la fedeltà di tante persone all Azienda e ai valori che essa porta avanti. Come sottolineato dal Presidente Giovannimaria Seccamani Mazzoli durante il suo discorso. È sempre più raro trovare realtà che vantano un numero così elevato di persone che collaborano e hanno collaborato in Azienda da lungo tempo. Ne siamo davvero orgogliosi. Il Gruppo Seniores, nato 46 anni fa, opera per il rafforzamento di fedeltà al lavoro e di appartenenza a Terme di Sirmione. La crescita di questa bellissima realtà, che rappresenta un eccellenza italiana, è stata, ed è tuttora, possibile grazie anche alla centralità dei collaboratori, vero capitale dell Azienda. Facciamo tesoro del contributo dei più anziani, della loro esperienza e professionalità per tramandarlo a chi oggi è impegnato a continuare il lavoro che i Seniores hanno iniziato. Ci auguriamo che i giovani di oggi operino con il loro stesso entusiasmo che ha portato Terme di Sirmione ad essere quella che è oggi: un Azienda in crescita che supera la congiuntura economica investendo in infrastrutture, nell ampliamento dei servizi e delle competenze. 38

43 SIRMIONE AREABLU Sirmione FOCUS A Palazzo Callas no all 11 gennaio IN MOSTRA TUTTI GLI SCATTI DEL CONCORSO Fino all 11 gennaio resta aperta a Palazzo Callas la mostra del Premio Sirmione per la Fotografia e gli audiovisivi vinto da Riccardo Podavini di Muscoline con l opera Impressioni all alba (nella foto a lato). Nella mostra intitolata Guarda in su, guarda in giù saranno esposte le 700 fotografie di chi ha partecipato la concorso. La mostra resta aperta fino al 24 dicembre il sabato e festivi dalle alle Dal 26 dicembre all 11 gennaio titti i giorni, dalle alle Ingresso libero The New Trend Fashion Store Men & Woman apparel shoes and accessories Buon Natale 39

44 AREABLU a MAnerba In una posizione dominante lo splendido lago di Garda direttamente sulla spiaggia Ristorante pizzeria La Nuova Pieve Euro 40,00 Euro 65,00 40

45 e dintorni Le pagine dellavaltenesi AREABLU MANERBA LA NOTTE DEI GONG 20 DICEMBRE IL 20 DICEMBRE, A PARTIRE DALLE ORE 22 PRES- SO IL PALAZZETTO DELLO SPORT DI MANERBA IN VIA DELLA SELVA 12, SI TERRÀ LA FAMOSA NOT- TE DEI GONG, UNA SERATA DI BENEFICENZA E UN ESPERIENZA DAVVERO UNICA. UN BAGNO DI GONG CHE DURA TUTTA LA NOTTE PER VIVERE GIOIOSAMENTE E INTENSAMENTE INSIEME UN MOMENTO DI PACE E DI TRASFORMAZIONE IN- TERIORI. UFFICIO TURISMO MANERBA TELEFONO: FAX:

46 AREABLU SAN FELICE D/B San Felice FOCUS Un lungo elenco di iniziative no ai primi di gennaio NATALE CON I TUOI DALLE SLITTE AI MERCATINI Un lungo elenco di iniziative natalizie, per adulti e per bambini, quello organizzato dal comune di San Felice del Benaco in collaborazione con la Biblioteca e le associazioni del territorio. Iniziate il 9 dicembre si protraggono fino al 5 gennaio. Domenica 21 dicembre MERCATINI DI NATALE A cura dell Associazione Asso Commercio e Turismo di San Felice del Benaco - Centro Storico. Domenica 21 dicembre - dalle ore 14:00 LA SLITTA DI BABBO NATALE E I SUOI FOLLETTI. A cura del Circo Sterza - Centro Storico Domenica 21 dicembre - ore 20:45 SINUS FELIX IN CONCERTO A cura del Corpo Bandistico Sinus Felix. Durante la serata si esibirà la Simo Music Lab e i bambini delle classi 4 a e 5 a della scuola elementare. Santuario della Madonna del Carmine Martedì 23 dicembre - ore 14:30 Proiezione del film per i bambini MARY POPPINS. A cura dell Associazione Quofilm - Anfiteatro Scuola Media di San Felice del Benaco Mercoledì 24 dicembre- ore 23:00 NOTTE DI NATALE A PORTESE A cura del Corpo Bandistico Sinus Felix e del Gruppo Alpini di Portese - Corteo dei pastori accompagnati da musiche natalizie - Centro storico di Portese ore 24:00 SANTA MESSA IN PAR- ROCCHIA Sabato 27 dicembre - ore 14:30 Proiezione del film per i bambini SI ALZA IL VENTO. A cura dell Associazione Quofilm - Anfiteatro Scuola Media di San Felice del Benaco. Sabato 27 dicembre - ore 15:00 TORNEO DI PING PONG a cura dell A.S.D. Polisportiva San Felice Palestra Comunale Dal 28 dicembre al 1 gennaio ore 14: GONFIABILI PER I BAMBINI - Ingresso gratuito Palestra Comunale Lunedì 29 dicembre - ore 20:00 TORNEO DI CARTE a cura dell A. S.D. Polisportiva San Felice Palestra Comunale Sabato 03 gennaio 2015 ore 14:30 CACCIA AL TESORO. A cura dell Associazione Assocommercio &Turismo Centro Storico San Felice Domenica 04 gennaio 2015 ore 15 ore 19 GIOCHI DELLA MENTE Torneo di scacchi e Forza4. A cura dell A.S.D. Polisportiva San Felice e della Scuola di Scacchi Torre &Cavallo Palestra Comunale Lunedì 05 gennaio 2015 ore 17:00 NOTTE DELLA STELLA: fiaccolata e spiedo di beneficienza a cura dell Oratorio di San Felice e dei Gruppi Alpini di Portese e San Felice Partenza da Piazza Municipio ed arrivo alla Palestra Comunale. 42

47 AREABLU Valtenesi FOCUS A Manerba e Moniga progetti per la razionalizzazione degli edi ci DUE COMUNI DUE NUOVI ASILI Moniga e Manerba unite nei nuovi progetti degli edifici scolastici. Insieme, per due scuole materne in progetto, spenderanno 4 milioni di euro. La scuola materna di Manerba costerà 2.8 milioni di euro, di cui circa dovrebbero essere 1.6 finanziati dalla Regione. Il calo delle nascite evidentemente non previsto sta cambiando i progetti scolastici: un nuovo asilo sta infatti per essere ultimato, ma dato che è troppo grande per il numero dei bambini iscritti, numero che è destinato a scendere anche nei prossimi anni, nell edificio entreranno gli alunni della scuola media; quella di via Minerva sarà infatti demolita perchè ormai obsoleta. A Moniga invece, dove il vecchio asilo è stato abbandonato perchè non ritenuto sicuro quanto a norme antisismiche e i bimbi trasferiti nella palestra delle elementari di via Porto, il progetto del nuovo edificio è esecutivo. Mancano però ancora i fondi necessari: circa 1 milione di euro che il Comune spera di ottenere in parte dalla Regione. Il vecchio asilo, messo in vendita con base d asta di 750mila euro, per ora non ha ricevuto offerte. POLPENAZZE al via il progetto di Gianluca Bordiga GALLERIA D ARTE A CIELO APERTO Una galleria d arte a cielo aperto: questo è l interessante progetto che lo studio B di Gianluca Bordiga, in collaborazione con l assessore alla Cultura di Polpenazze, Mariarosa Avanzini, intende portare avanti nelle strade del centro storico: più o meno una decina di affreschi verranno installati ogni anno, sui muri delle case e dei palazzi, a cavallo tra l autunno e l inverno, con cui si verrà a creare una galleria d arte sotto gli occhi di tutti i cittadini che potranno ammirare le opere che di anno in anno, di muro in muro, aumenteranno. Tema degli affreschi dipinti dagli artisti: il territorio locale con scene e protagonisti della civiltà contadina. Franco Liloni è il vincitore del concorso 2014 che si è portato a casa 800mila euro; ha immortalato un carretto da lavoro, la Rocca sullo sfondo e alberi stile Van Gogh. Per il concorso 2014 sono arrivate opere da Rovigo, Imperia, Torino, Porto Recanati, segno che la voce corre oltre provincia e regione. Per il concorso 2015 si prevedono ben cinquanta autori pronti ad inviare le loro opere per essere sottoposte al giudizio di una giuria esperta. Le loro opere trasformeranno il paese in una galleria d arte. Bella idea. 43

48 AREABLU Lonato FOCUS 44 LONATO D/G Dal 16 al 18 gennaio torna l appuntamento con la tradizione LA FIERA RAGGIUNGE IL 57 TRAGUARDO Apre l anno in grande stile la prima manifestazione fieristica della Provincia di Brescia, che a Lonato del Garda riempirà il centro storico all insegna di agricoltura, artigianato e commercio dal 16 al 18 gennaio Numerosi espositori sono già iscritti e attesi nell area espositiva di metri quadrati della 57 a edizione della Fiera regionale di Lonato del Garda. Per tre giornate la manifestazione ispirata alla tradizione agricola e alla ricorrenza di Sant Antonio Abate invaderà vie, piazze, scuole e palazzetti di Lonato del Garda. Il comitato organizzatore, presieduto anche in questa edizione dall assessore al Commercio Valentino Leonardi e diretto dal consigliere comunale Nicola Ferrarini, sta lavorando da mesi all evento. La kermesse sarà inaugurata con il Gran Galà Show al Teatro Italia, serata di cabaret a ingresso libero, risate e allegria garantite per venerdì 16 gennaio dalle 21; sabato 17 ci sarà il consueto taglio del nastro con le autorità e poi due giorni di eventi legati al mondo dell agricoltura, in modo particolare, ma anche iniziative culturali, artistiche, gastronomiche, ricreative, commerciali e il luna park per i più piccoli. Non mancheranno le sempre partecipate gare del chisöl de la me nóna e del salàm pö bù de Lunà (valutazione del miglior chisöl, dolce tipico del basso Garda, e del salame più buono), con la premiazione e gli assaggi finali della domenica pomeriggio. Quest anno però la grande novità, evidenzia l assessore e presidente della Fiera Valentino Leonardi, «è la presenza straordinaria del critico, conduttore e giornalista enogastronomico Edoardo Raspelli, che già a collaborato con la nostra amministrazione in occasione dei Mercatini delle tradizioni natalizie. La Fiera punta molto sull enogastronomia locale e i prodotti Deco: ricordiamo infatti l osso dello stomaco e i raperonzoli, i pö bù de Lunà, iscritti al registro comunale e tutelati da denominazione comunale d origine». Questi prodotti, continua Leonardi, «sono testimoni eccezionali della bontà e della genuinità di una cucina lonatese, che è eredità dei nostri nonni. Per questo sono stati molto apprezzati da Raspelli e la sua presenza darà ancora più valore a un evento che riunisce, per lonatesi e ospiti, la cultura e il sapore di Lonato del Garda». Da venerdì pomeriggio e per tutto il week-end di Sant Antonio, da mattina a sera, sono in programma numerose iniziative e occasioni di svago: il percorso espositivo con la partecipazione delle frazioni lonatesi, di commercianti, aziende agricole e associazioni, la vendita di prodotti d artigianato e commercio, le degustazioni gratuite, alcuni momenti legati alla cultura e alla tradizione con presentazioni di libri e concerti, le rievocazioni storiche, l animazione per i bambini, le mostre di pittura e del ciclo, motociclo e ricambi di mezzi d epoca, le visite guidate alla torre civica e alla casa museo del podestà. Inoltre, sabato 17, giorno di Sant Antonio Abate, un corso di primo soccorso per cani e gatti sarà tenuto da quattro veterinari in sala Celesti (dalle 20), in collaborazione con l Assessorato all Ecologia e il garante degli animali Fabrizio Catelli. Domenica pomeriggio il ritrovo sarà in piazza Matteotti per assistere alla sfida tra gli scalatori del Palio di Sant Antonio Abate (al palazzetto dello sport in caso di maltempo) con l animazione di Radio Noi Musica. L area espositiva complessiva, su una superficie netta di mq di cui circa mq al coperto, garantisce un panorama completo del settore agricolo, commerciale e artigianale bresciano e non solo. È confermato anche in questa edizione il concorso per gli espositori: alla fine della manifestazione, domenica 18 gennaio, saranno estratti fra tutti i partecipanti regolarmente iscritti all evento tre fortunati vincitori che riceveranno in premio uno spazio espositivo gratuito da utilizzare nella successiva edizione (2016). Il circuito gastronomico Töt Porsèl consentirà agli ospiti di assaggiare per tutto gennaio, nei ristoranti lonatesi, i migliori piatti della tradizione bresciana, naturalmente a base di carne suina.

49 AREABLU COM È BELLO PATTINARE SUL GOLFO LA PISTA, A CIELO APERTO, È POSIZIONATA NELLA PIAZZA ANTISTANTE L IMBARCADERO, PIAZZA VITTORIA. IL COSTO DELL INGRESSO ALL ORA, COMPRENSIVO DI NOLEGGIO DEI PATTINI, È DI 5 EURO. ANCHE PER QUESTA EDIZIONE È A CURA DI I LOVE ICE CON IL PATROCINIO E IL SOSTEGNO DEL COMUNE DI SALÒ E DELLA PRO LOCO. (ORARI APER- TURA: FERIALI SABATO E FESTIVI DOMENICA SINO AL 20 DICEMBRE. POI PER TUTTO IL PERIODO DELLE FESTE DEL NATALE, SINO AL 6 GEN- NAIO, APERTURA 31 DICEMBRE / ). NELLE SETTIMANE e dintorni Le pagine disalò DEDICATE ALLE FESTIVITÀ SI SUSSEGUIRAN- NO NUMEROSE INIZIATIVE. POI PER INIZIARE IL NUOVO ANNO INSIEME SALÒ PROPONE, DOPO IL SUCCESSO DELLO SCORSO ANNO, UNA GRANDE FESTA IN PIAZZA PER IL CAPO- DANNO, COME ACCADE IN TUTTE LE GRANDI CITTÀ D EUROPA. UNA SERATA PROGRAMMA- TA PER IL DIVERTIMENTO, CON DJ E MUSICA DAL VIVO, PISTA DI PATTINAGGIO APERTA E BRINDISI. POI ALLO SCOCCARE DELLA MEZ- ZANOTTE I FUOCHI D ARTIFICIO. COME DI- CEVAMO SONO NUMEROSI GLI EVENTI PRO- GRAMMATI PER QUESTO PERIODO, ALLESTITI DAL COMUNE E DALLA PRO LOCO. a cura di Laura Raggi 45

50 AREABLU SALÒ Salò FOCUS 46 Interrogazione dell onorevole Gelmini per un ripensamento UFFICI DI POLIZIA STRADALE NO AI TAGLI MA RAZIONALIZZAZIONE Mariastella Gelmini In data venerdì 5 dicembre è stata presentata dall onorevole Mariastella Gelmini una interrogazione al ministro dell Interno per sollecitare un ripensamento sulla prevista chiusura di alcuni uffici di Polizia Stradale, tra i quali risulta esserci pure quello di Salò. Riportiamo il testo dell interrogazione presentata dalla Gelmini: premesso che il 3 marzo 2014, il dipartimento della pubblica sicurezza del Ministero dell interno ha inviato a tutti i questori un progetto di razionalizzazione delle risorse e dei presidi della polizia di Stato sul territorio italiano, suscitando polemiche ma soprattutto timori per le conseguenze negative sul controllo del territorio che tale piano presuppone; il progetto è stato nuovamente riproposto durante alcuni incontri con le organizzazioni sindacali di categoria, prevedendo la chiusura di 251 presidi della polizia di Stato; i tagli in questione, fortemente contestati anche dai sindacati di polizia, che stanno conducendo una campagna di sensibilizzazione in tutto il Paese, sono fortemente penalizzanti soprattutto per gli uffici della polizia postale e delle comunicazioni, in quanto è prevista la chiusura di una settantina di presidi che porterà un serissimo nocumento nella lotta ai reati pedopornografici on line e alle truffe informatiche; i tagli e le chiusure interessano in maniera determinante anche la polizia ferroviaria e la polizia stradale, azzerando anche le squadre nautiche e alcuni uffici di frontiera marittima strategici; il progetto di razionalizzazione interessa anche numerosi commissariati cittadini di pubblica sicurezza, nell ottica di una spending review che non riduce sprechi e inefficienze ma colpisce invece l apparato della sicurezza, tentando di colmare la carenza di organico, che ammonta a circa unità, tagliando semplicemente i presidi e facendo ricadere sui cittadini le conseguenze altamente negative che una minor presenza di forze dell ordine sul territorio comportano; il Ministro dell interno avrebbe dovuto relazionare nello specifico sul piano di razionalizzazione il 17 dicembre 2014 innanzi la Commissione affari costituzionali della Camera dei deputati ma ha rimandato la sua audizione al 14 gennaio 2015; se il Governo intenda sospendere il prospettato progetto di chiusura degli uffici di polizia al fine di procedere, invece, ad una riforma seria che conduca ad una razionalizzazione ragionevole e condivisa del sistema di sicurezza del nostro Paese.

51 AREABLU SALÒ Salò FOCUS Rinnovato il consiglio dell ente comunale BIBLIOTECA: COBELLI PRESIDENTE Rinnovato il Consiglio della Biblioteca Civica. Il nuovo presidente è Marcello Cobelli, Consigliere Comunale di maggioranza con esperienze in Enti quali Garda Uno Spa, Comunità del Garda, Bacino Imbrifero Montano, già Presidente per un decennio della Biblioteca Civica di Tremosine dove è stato ideatore e animatore del Festival di Musica Antica dedicato a Felice Luscia, con la direzione artistica del maestro Roberto Codazzi. Del Consiglio fanno parte Gigi Gozza, grande esperto ed appassionato di storia, cultura locale, che tra i candidati proposti è risultato il più votato dagli utenti della biblioteca. Inoltre vi sono: Renato Arrighi, Francesca Faustini, Gian Francesco Tonoli, Debora Prete, Camilla Mira, Alessandro Tonacci. Le bibliotecarie sono la signora Giovanna Tedeschi, che da anni cura, tra l altro, la partecipazione a spettacoli teatrali, e la signora Patrizia Perna. Nelle linee guida della nuova commissione, il presidente evidenzia come il ruolo culturale della Biblioteca civica debba intendersi nel senso più ampio possibile spaziando dalla gestione classica della biblioteca, alla musica, alla letteratura, all arte in senso generale. In quest ottica verranno presto presentate le nuove iniziative per l anno prossimo, concordate ed in armonia con l assessorato alla cultura guidato dal Vice sindaco Pier Antonio Pelizzari. La Biblioteca dovrà avere presto un Logo : valuteremo il nostro patrocinio ad iniziative di qualità e vorremmo stringere rapporti più stretti e collaborativi con realtà culturali già presenti sul territorio - spiega il presidente Cobelli. Presto il nuovo Consiglio dovrà affrontare il delicato trasloco presso i locali dell ex Tribunale: sarà l occasione per un rilancio. 47

52 SALÒ AREABLU Salò FOCUS 48 Nelle vie del centro lo shopping diventa più piacevole MUSICA E GIOCHI PER I BIMBI PER IL NATALE D INCANTO Fino al 6 gennaio Salò si accende per regalarci un Natale incantevole. Già dal 30 novembre la città si è illuminata a festa, con luminarie e addobbi per le vie del centro, il lungolago e la via dello shopping decorata da porta a porta, con filari di luci bianche e lilla ogni 20 m circa e musica natalizia in filodiffusione a rendere ancora più magica l atmosfera. Sul lungolago, alberi e pali allestiti con sfere luminose. E ancora, via Garibaldi, via Cavour, la fossa con tutti gli alberi decorati a formare una foresta luminosa, un albero di Natale presso il parcheggio comunale del Complesso Gasparo e un gigantesco albero luminoso di 12 metri in piazza Vittoria. E infine, dal 6 dicembre, tra pioggia di stelle e cadute di fiocchi di neve, un tocco di magia con dinamiche proiezioni luminose a tema natalizio sulla Torre, il Comune e la Porta del Carmine. Quello salodiano sarà un ricco Natale, con numerose iniziative in cartello. Fulcro sarà piazza Vittoria, dove è allestito il Villaggio di Natale: una calda e accogliente casa di Babbo Natale, dove i bambini potranno incontrarlo, consegnarli la lista dei desideri, fare le foto con lui ed i più bravi potranno farsi dare anche qualche caramella e dolce bastoncino. L immancabile slitta di Babbo (di legno e di produzione artigianale) parcheggiata fuori e, accanto, tre igloo trasparenti allestiti decorati e allestiti a tema dove, con il supporto delle nataline, i più piccoli potranno divertirsi con attività ludico-ricreative e laboratori natalizi: trasformandosi in piccoli elfi, dedicandosi alle attività postali di supporto a Babbo Natale, con la realizzazione di letterine, la timbratura e lo smistamento della posta. La realizzazione di manufatti natalizi a partire da materiali poveri e di recupero. Le attività per bambini con nataline e Babbo Natale si terranno nei pomeriggi dei giorni 20, 21 dicembre e la vigilia del 24. Il Babbo tornerà per un ultimo saluto ancora il 26 dicembre, mentre i laboratori saranno attivi anche il 27 e 28 dicembre e ancora il 3, 4 e 6 gennaio. Per i più golosi, ci saranno anche due casette di legno con vendita di dolci, dolciumi e specialità tipiche natalizie, come le immancabili frittelle calde, lo zucchero filato, le caldarroste. O bevande calde come il vin brulè e il bombardino. Non mancheranno situazioni anche sul lungolago, dove sarà possibile ritrovare aree interattive per bambini con giochi in legno ed altre postazioni di pop corn e zucchero filato. Come anticipato, durante i weekend sarà l intrattenimento artistico a colorare le vie del centro: in piazza Vittoria, nella via dello shopping e sul lungolago saranno infatti i buskers ad animare il Natale con il teatro di strada ed attività artistiche. Sabato 20 ancora la scuola di circo, insieme a sculture di palloncini e uno sputa fuoco itinerante. Domenica 21 la magia delle bolle di sapone si accompagna con giochi di fuoco, giocoleria e funambolismo. L animazione tornerà poi con il teatro di strada: il 27 e 28 dicembre, con sketch comici e spettacoli. E per concludere in bellezza il 2014, un fantastico Capodanno in musica con fuochi d artificio direttamente sul lago: a partire dalla prima serata, one man show sul palco e intrattenimento musicale con dj set in compagnia di Radio Number One ed artisti di strada con spettacolari performances ci accompagneranno fino allo scoccare della mezzanotte, quando la magia dei fuochi artificiali colorerà il cielo della prima notte del A corollario, ci saranno poi verso fine gennaio una Rassegna cinematografica e il Gran Galà dello Sport con ospiti Leonardo Manera e il campione sportivo Andrea Zorzi.

53 AREABLU Pozzolengo INFORMAZIONE COMMERCIALE L AMMINISTRAZIONE APPROVA LA TASSA DI SOGGIORNO Presso la sala consiliare M. Biolchi l Amministrazione Comunale ha incontrato i gestori delle strutture ricettive presenti sul territorio per fornire loro tutte le indicazioni in merito all imposta di soggiorno istituita nel Comune con delibera di Consiglio Comunale del 28/11/2011 e modificata con delibera del Consiglio Comunale del 06/09/2014. A partire dal 1 Gennaio 2015 tale imposta dovrà essere richiesta dagli esercenti ai soggetti non residenti che pernotteranno in una delle strutture ricettive del territorio comunale e che potranno versare l imposta al gestore della struttura che rilascerà la ricevuta. La tassa è relativa ad ogni persona e per ogni singolo pernottamento, secondo una tabella suddivisa per le strutture alberghiere e non e le strutture agrituristiche. La Giunta Comunale ha posto attenzione all esenzione: sono esclusi i portatori di handicap, i loro accompagnatori, gli appartenenti alle Forze di Polizia Statale e locale, nonché al Corpo Nazionale dei Vigili del fuoco che pernottano per esigenze di servizio, i minori di 12 anni ed i volontari che nel sociale offrono il loro servizio nell ambito di manifestazioni organizzate dall Amministrazione Comunale, Provinciale e Regionale. La decisione di applicare questa tassa è stata presa per rilanciare e dare impulso al territorio: è necessario investire e non si può caricare il cittadino senza una compartecipazione del turista. In questo progetto, di ampio respiro e larghe vedute, si inserisce anche il rilancio del Centro Storico, delle strutture alberghiere, un potenziamento della Pro Loco e come previsto nel programma di campagna elettorale l istituzione di un punto informazioni con la presenza di guide turistiche sia riconosciute sia formate sul territorio attraverso un azione mirata di istruzione dei giovani coadiuvati dal supporto storico generazionale dei nonni. L Amministrazione ha dichiarato infine che la tassa di soggiorno applicata a Pozzolengo è fra le più basse a livello nazionale ed ha concluso ricordando che, per attirare un turista sempre più esigente in un periodo di crisi come l attuale, è necessario che l offerta diventi più attrattiva. 49

54 50

55

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini.

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini. A) Le feste italiane Naturalmente la più grande festa per i bambini e gli italiani è Natale. In Italia non mancano mai l albero di Natale, il presepio e molti regalini: la sera della Vigilia, il ventiquattro

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Risanamento delle tubazioni dall interno

Risanamento delle tubazioni dall interno La soluzione di oggi per le tubazioni di ieri: Risanamento delle tubazioni dall interno Costi inferiori fino al 50% niente demolizioni, niente sporco, niente macerie nessuna interruzione nella gestione

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove I love Ci C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove poter crescere con gioia e buon senso, contribuendo

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Presentazione Prologo all edizione francese

Presentazione Prologo all edizione francese INDICE Presentazione Prologo all edizione francese IX XVIII PARTE PRIMA CAPITOLO I Finché portiamo noi stessi, non portiamo nulla che possa valere 3 CAPITOLO II Non dobbiamo turbarci di fronte ai nostri

Dettagli

IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine)

IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine) IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine) La figura giuridica del Direttore dei Lavori compare per la prima volta nel R.D. del 25.05.1895 riguardante il Regolamento

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

L ASCENSORE. Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. COS È L ANACAM. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore.

L ASCENSORE. Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. COS È L ANACAM. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore. L ASCENSORE Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore. Cosa fare? Cosa non fare? Questo pieghevole è offerto dal vostro ascensorista

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI

INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI Ogni programma è preceduto da una testatina contenente, in forma sintetica, le informazioni relative al viaggio. Lo spazio a disposizione nella scheda è limitato

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Per chi ha bisogno: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Catalogo 2013

Per chi ha bisogno: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Catalogo 2013 Per chi ha bisogno: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Catalogo 2013 Per i tuoi regali di Natale scegli di essere al fianco del WFP: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Scegli i tuoi regali aziendali

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO Consigli e trucchi da esperti del settore IN QUESTA GUIDA: I. COME ORGANIZZARE UN TRASLOCO II. PRIMA DEL TRASLOCO III. DURANTE IL TRASLOCO IV. DOPO IL TRASLOCO V. SCEGLIERE

Dettagli

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career Il successo sin dai primi passi Consigli per il vostro colloquio di presentazione Adecco Career Adecco: al vostro fianco per la vostra carriera. Da oltre 50 anni Adecco opera nei servizi del personale

Dettagli

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e:

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e: Marca da bollo 14,62 AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI BERTINORO OGGETTO: Richiesta licenza di spettacolo o trattenimento pubblici di cui all art. 68/ 69 del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, a carattere

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno..

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Comune di Modena ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI SANITARIE E ABITATIVE non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Cerchi casa e stai vivendo un momento

Dettagli

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore VOI esprime sia una dedica ai nostri graditissimi ospiti, destinatari delle nostre attenzioni quotidiane, sia l acronimo di VERA OSPITALITÀ ITALIANA,

Dettagli

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE Italiani Energia elettrica e metano costano poco, rispetto al resto d Europa, solo per livelli bassi di consumo. Man mano che l utilizzo aumenta, diventiamo

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI Con decreto direttoriale del 7 ottobre 2013, il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha adottato il Programma Nazionale di

Dettagli

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO.

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO. Istituto Comprensivo di Iseo a.s. 2012/2013 Progetto Di Casa nel Mondo - Competenze chiave per una cittadinanza sostenibile Gruppo lavoro Dott. Massetti Scuola Primaria Classi Terze TITOLO: I prodotti

Dettagli

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI CANZO COMUNE DI CASTELMARTE COMUNE DI EUPILIO COMUNE DI LONONE AL SERINO COMUNE DI PROSERPIO COMUNE DI PUSIANO L AUDIT ENERETICO DELI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERETICO Una politica energetica

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO FONDAZIONE FORENSE DI PESARO Palazzo di Giustizia, Piazzale Carducci n. 12 GUIDA PRATICA ALL ACQUISTO DI IMMOBILI ALL ASTA Perché acquistare un immobile all asta? Acquistare all asta è spesso più conveniente.

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

le più belle ville del Mediterraneo

le più belle ville del Mediterraneo le più belle ville del Mediterraneo le ville più belle del Mediterraneo Istria, Mediterraneo verde Dettaglio della penisola istriana Ricchezza della Tradizione Scoprite gli angoli ancora inesplorati del

Dettagli

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili.

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. Nella fisica classica l energia è definita come la capacità di un corpo o di un sistema di compiere lavoro (Lavoro: aggiungere o

Dettagli