SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE DEL 20 MAGGIO Presiede Giovanni Marra - Presidente del Consiglio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE DEL 20 MAGGIO 2002. Presiede Giovanni Marra - Presidente del Consiglio"

Transcript

1 SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE DEL 20 MAGGIO 2002 Presiede Giovanni Marra - Presidente del Consiglio Partecipa il Segretario Generale dr. Giuseppe Albanese Il Presidente dispone si proceda con gli interventi ai sensi dell art. 21 del Regolamento di organizzazione e funzionamento del Consiglio Comunale. Indi dà la parola al consigliere Ciccioni. Il consigliere Ciccioni così interviene: Grazie, Presidente, prima di iniziare questo breve intervento vorrei solo permettermi di ricordarle che sono passate ormai due sedute o forse tre ed io non ho ancora avuto risposta circa la richiesta di demolizione dell edificio edificato su proprietà altrui in via Melchiorre Gioia. Chiedo se può sollecitare il Sindaco a darmi una risposta su questa questione che mi sembra estremamente importante. Presidente, io mi riferisco con questo intervento a una richiesta che ho fatto un mese e mezzo fa circa alla Polizia Municipale di verificare per alcuni esercizi pubblici del centro cittadino se, appunto, questi esercizi pubblici erano perfettamente in regola in ordine al pagamento della COSAP e soprattutto se i 1

2 metri quadri che avrebbero dovuto occupare erano effettivamente tali anche in ragione dell utilizzo dei cosiddetti, così chiamati, dèhors. Io non farò in questa seduta i nomi di questi esercizi pubblici - d altra parte esiste una relazione della Polizia Municipale - ma volevo dare conto al Consiglio e quindi naturalmente a Lei, al Sindaco, a tutta l Istituzione, il Consiglio Comunale, che il caso ha voluto che su dieci riscontri effettuati dalla Polizia Municipale, su cinque, quindi sul 50%, la Polizia Municipale ha riscontrato difformità elevando otto verbali di contestazione. Allora, riassumendo, su dieci esercizi cinque erano non in regola. Naturalmente io mi chiedo se era necessario che fosse un Consigliere Comunale a fare questa richiesta alla Vigilanza Urbana e mi sono chiesto e mi sto chiedendo come mai non esiste un sistema interno alla Amministrazione tale, capace di verificare, attraverso i diversi uffici che sono coinvolti nel rilascio delle licenze, nel controllo dell occupazione di spazio e suolo pubblico, di verificare appunto come e se viene rispettata l indicazione data dal Comune. In particolare di questi 8 verbali se ne sono elevati tre, uno in ordine, addirittura a un provvedimento di abbattimento del dèhor che ha fatto il Prefetto e questa richiesta del Prefetto è andata a 2

3 giacere per 126 giorni in un ufficio dell Amministrazione che in qualche modo se n era dimenticato e se non fosse stato per l intervento della Polizia Municipale che, su mia richiesta, è stato disposto che intervenisse, praticamente non sarebbe nemmeno stato notificato. Dico: questo dopo 126 giorni. Ma poi ci sono altre due occasioni di contestazione, appunto, con il verbale che riguardano delle superfici di suolo pubblico munite di dèhor, dèhor il quale però gli uffici competenti non sapevano che esistesse e pertanto avevano comminato, avevano fatto pagare la COSAP la metà di quello che va pagata quando, appunto, vi insiste anche il dèhor. Si parla di parecchi quattrini che in questo modo, se io non avessi fatto questa richiesta di verifica sul terreno, l Amministrazione avrebbe perduto. Sono quindi a chiedere, Presidente, anche se non è stata prestata sufficiente attenzione, a mio avviso, su una questione che afferisce l interesse collettivo, quali sono prima di tutto le linee - guida della concessione di spazio pubblico e soprattutto l eventuale dicitura di ordine permanente. Che cosa significa quando si dà una concessione di ordine permanente? E soprattutto capire per quale motivo, in ordine a quello che ho sollevato, non si arriva al più presto alla determinazione di un sistema - naturalmente non può 3

4 che essere informatico - capace di fare in modo che le questioni che afferiscono i pagamenti, che afferiscono il rilascio delle licenze e delle concessioni, non siano rimesse alla casualità di qualche riscontro, ma vengano invece riscontrate attraverso l utilizzo di uno strumento come quello informatico che non può o non dovrebbe poter sbagliare. Presidente, spero che anche a questo in qualche modo si dia risposta. Il Presidente dà la parola al consigliere Mattioli. Il consigliere Mattioli così interviene: Io vorrei segnalare la sua attenzione, Signor Presidente, e quella degli Assessori in sala e dei colleghi, che nei giorni scorsi il Centro-sinistra, tutto quanto, forse a parte la firma del collega Basilio Rizzo, ha presentato una mozione che riguarda le Fondazioni Bancarie. Voi sapete, vedete sui giornali che in quest ultimo periodo il dibattito alla Camera ferve attorno a questo argomento, non è una questione lontana dalla nostra vita milanese perché sappiamo benissimo che tra le tanti importanti Fondazioni Bancarie, che costituiscono un patrimonio del nostro Paese, spicca sicuramente quello della Fondazione CARIPLO che, ricordo, è la terza/quarta al 4

5 mondo per dimensioni e capacità erogativa; quindi terza o quarta nelle classifica mondiale nelle Fondazioni. Allora il Regolamento che è in dibattito alla Camera in questi giorni ci interessa molto perché riguarda la vita di una delle nostre principali Istituzioni che fanno parte di quel Welfare society che tutti a parole sosteniamo. Le Fondazioni Bancarie, come credo sappiamo tutti, nascono nella storia del Paese per ispirazione di una società civile, sono state costituite e hanno assunto dimensioni grazie ai movimenti cattolici, operai e borghesi che dal Dopoguerra in qua hanno dato via questi grandi organismi che poi fanno interventi, operano nel campo del sociale, della cultura. Quindi è molto importante, a nostro avviso, che anche il Consiglio Comunale di Milano prenda coscienza che c è in atto un Regolamento che cambierebbe talune caratteristiche delle Fondazioni e che questo Consiglio, soprattutto il Sindaco Albertini nonché il Presidente della Regione e (perché no?) anche il Presidente della Provincia si interessino di quello che sta avvenendo a Roma perché riguarda un patrimonio del Paese tutto, ma segnatamente un patrimonio della Lombardia, un patrimonio della nostra Città. Il Regolamento che è discussione alla Camera, che appunto fa discutere, pone un tetto, pone una quota nel potere di 5

6 designazione dei vertici a favore degli Enti locali. Allora in questi giorni la grande discussione è stata su un emendamento che assegnava agli Enti locali il 75% del potere di nomina di queste grandi Fondazioni e su questo si è scatenata una forte discussione che ha visto interventi contrari direi di una larga rappresentanza politica, oltre gli stessi schieramenti preconfezionati. Crediamo che sia importante che questo 75% non divenga effettivamente un elemento che dà questo potere esagerato agli Enti locali. È pur vero che nei giorni scorsi la Commissione alla Camera, incaricata di esaminare gli emendamenti, ha bocciato questo del 75%, ma rimane la previsione del 70% e soprattutto il Ministro Tremonti si è affrettato a dire che non cambierà nulla. Allora noi crediamo che se fosse così rilevante la quota attribuibile agli Enti locali si stravolgerebbe il senso di queste Istituzioni nate dalla società civile, ovvero diverrebbero un braccio erogatore di finanziamenti a favore degli Enti locali. Dico questo, però, anche con la sottolineatura che, a mio modesto avviso, questo rientra però in un disegno complessivo di Tremonti di cui bisogna, a mio avviso, prendere coscienza. Il Ministro Tremonti, nella sua ipotesi di revisione di tutto l apparato fiscale e di riduzione delle aliquote per le imprese e per le persone fisiche, beh, 6

7 insomma, indubbiamente avrà bisogno, ha la necessità di individuare risorse a favore degli Enti locali, perché se si riducono le imposte indubbiamente vi è il rischio che lo Stato non possa più erogare nella stessa misura trasferimenti agli Enti locali. Abbiamo già avuto qualche avvisaglia quest anno sul Bilancio, dove sono stati posti dei limiti ben precisi di spesa; ecco che allora le Fondazioni in questo complessivo disegno diventerebbero praticamente le risorse finanziarie a disposizione degli Enti locali per finanziare i propri servizi e i propri interventi. Allora io dico che su questo, se c è una convergenza politica che va al di là degli schieramenti, sul fatto principale che questi organismi rimangano strettamente espressivi della società civile e non essere fatto e padrone da parte degli Enti locali, bisogna altresì focalizzare l attenzione sul fatto che questo, a mio avviso, rientra in un disegno complessivo su cui evidentemente tutti siamo chiamati a fare delle riflessioni, anche la Maggioranza, perché, come dicevo prima, a mio avviso diventa una modalità per mettere le risorse finanziarie a disposizione degli Enti locali. Tutto questo per dire che questa mozione io auspico possa venire al più presto in aula, che questo Consiglio Comunale se ne possa occupare, che il Sindaco Albertini possa intervenire e 7

8 soprattutto che eventualmente si possa trovare anche una convergenza su questo testo che semplicemente invita il Sindaco Albertini a dire al Governo che quel tetto di previsione di 75 70% non risponde alla storia e alle finalità delle Fondazioni Bancarie che sono un patrimonio della comunità lombarda, un patrimonio della comunità milanese. Il Presidente dà la parola al consigliere Farina. Il consigliere Farina così interviene: Io intervengo su un tema specificamente milanese che ha avuto buono spazio sulla stampa; apparentemente sono fatti di cronaca, probabilmente è un problema di come si intende governare le Città. L argomento riguarda le colonne di San Lorenzo, la piazza etc.. Allora, lungi da me l ergermi a difensore dei vandalismi, credo ci siano alcune cose fuori dal coro che potrebbero essere aggiunte alla pur ampia cronaca giornalistica. Martedì scorso sono andato in quella piazza, mi sono seduto in un locale dei tanti, vi sono rimasto un oretta, ho speso i miei 20 Euro perché la consumazione ovviamente è obbligatoria, ma lo star seduti implichi più consumazioni, e ho osservato un po l andamento di quella vicenda. 8

9 Allora, io credo che bisogna dare atto al fatto che quella piazza si è largamente degradata ed è un fatto periodico; però io dico anche che c è vandalismo e vandalismo. E cioè per anni si è consentito in tutto il Ticinese che le attività commerciali invadessero ogni spazio pubblico, innescando tra l altro un meccanismo per cui anche il tessuto associativo di quella zona ne ha avuto un forte detrimento in quanto i valori immobiliari, l andamento dei prezzi, insomma, ha gradualmente ridotto le opportunità di accesso per chi esercizio commerciale non è. E tra l altro reputo che se c è vandalismo di chi rompe bottiglie (fatto sicuramente esecrabile), schiamazza fino a ora tarda (fatto sicuramente esecrabile) forse il Comune di Milano su altri fatti di vandalismo di quella zona potrebbe anche dare occhio. Innanzitutto è probabile anche che una apertura così estesa di locali in una piazza di interesse storico artistico di quella natura forse non si configurerà come vandalismo, ma come fatto di cattivissimo gusto, certamente. Poi proverei a dare una occhiata a quella miriade di mansardine che sono sorte sui tetti di San Lorenzo pur in presenza di una legislazione urbanistica particolarmente liberale, anzi, direi, assolutamente liberalissima. 9

10 Ora, quanto sta accadendo qualche giornale anche progressista lo definisce: San Lorenzo, la cura funziona. Io direi, con un po di esagerazione e di ironia, che l ordine regna a Varsavia. E allora nel momento in cui gli esercizi commerciali occupano tutto lo spazio pubblico, le piazze e le strade diventano l unico spazio pubblico in cui i cittadini milanesi, dotati di passaporto italiano e di carta d identità rilasciata dal Comune di Milano, esplicano anche socialità. Se tutto questo diventa un elemento per operazioni come tante ne abbiamo viste in passato, su questo secondo me forse -forse- qualche elemento di critica può essere introdotto. Io ricordo come sono state normate altre piazze cittadine, ricordo ad esempio Leonardo Da Vinci dove negli anni Ottanta c erano pullman che portavano via centinaia e centinaia di persone ree di turbare la tranquillità di quella piazza. E allora forse, oltre alla giusta condanna di quanto va, ripeto, in detrimento del sonno dei residenti, il Comune dovrebbe porsi il problema del perché l unico spazio pubblico di quella zona siano rimaste le piazze. Sul perché si è lasciata e si è consentita negli anni una progressiva espropriazione di ogni possibilità aggregativa, 10

11 basterebbe fare la lista dei centri di aggregazione giovanile che in quella zona sono stati chiusi. Che poi il Comune si ricordi di essere tale soltanto quando si debba riportare le cose in un ottica di relativa normalità, ecco, io questo lo credo negativo. Proveremo ad organizzare qualche iniziativa che vada in controcorrente e che faccia capire a una parte della Città di Milano che c è un prima e c è un dopo: c è la situazione attuale, ma ci sono anche delle responsabilità, diciamo, pregresse su come quella zona è stata organizzata, a vantaggio di chi, quanta parte della residenza ne è stata espulsa; quanti e quali locali hanno potuto aprire sormontando uno con l altro; quante associazioni sono state buttate fuori. Se ci fosse stato forse un tessuto associativo come quello che in tanti anni è vissuto dentro quel quartiere, magari certi tipi di aggregazione non dico non ci sarebbero state o sarebbero state diverse, però, certo, la situazione generale a mio modo di vedere sarebbe stata differente da quella che poi ci si trova e sulla quale bisogna intervenire con i metodi che stiamo visionando in queste sere. Il Presidente dà la parola al consigliere Adamo. Il consigliere Adamo così interviene: 11

12 Presidente e colleghi, volevo richiamare la vostra attenzione su una serie di questioni che riguardano, come possiamo dire, l aria che tira a Milano dal punto di vista della cultura. Sono contenta di vedere in aula l Assessore alla Cultura. Oggi l Assessore Maiolo ha pensato di intervenire nel dibattito che si è aperto a livello nazionale sull episodio di censura rispetto al regista Ronconi per la sua rappresentazione a Taormina di Aristofane, credo che tutti i colleghi abbiano avuto modo di leggelo sul giornale. Mai intervento poteva essere meno opportuno di quello dell assessore Maiolo che si è dimostrata, come dire, più realista del re, in quanto è di poche ore fa l invito di Berlusconi a rimettere - come dice lui- i tiranni al loro posto, dichiarando che mai e poi mai l attuale Governo potrebbe censurare alcuna rappresentazione. E l intervento della Maiolo è stato particolarmente inopportuno perché è andato a polemizzare con artisti del Piccolo Teatro che si sono mossi in difesa, quello che loro ritenevano una giusta difesa, della libertà d espressione del loro direttore artistico, e che in questi giorni sono già ampiamente esposti, dopo le recenti nomine al Piccolo Teatro, sulle quali ho già svolto l intervento lunedì scorso. Che alla luce di questo dibattito mi permetto di 12

13 definire di censura preventiva. A Milano, prima con La Scala e poi con il Piccolo Teatro, questa Maggioranza mi dispiace per il Sindaco che ha voluto dichiarare l altro giorno alla stampa che si sente molto solo, mentre specificava che si sente molto solo viene da dirgli a tutti: non solo è solo, ma anche mal accompagnato, venisse un po più qui tra noi, si lasciasse un po più consigliare da noi, si sentirebbe meno solo. Mentre diceva che era solo il nostro Sindaco ha detto: Ah, beh, sul Piccolo io non ne so niente, chiedete a chi l ha fatto, ributtando tutta la palla alla Regione Lombardia, che ha naturalmente il terzo di responsabilità che deve avere, non sarò certo io a fare la difesa della Regione Lombardia; ma il Comune di Milano, solo perché ha nominato per primo, non può chiamarsi fuori perché è del tutto evidente che la composizione di questi organismi viene da un insieme di nomine ed è del tutto evidente e storicamente provato che da sempre si cerca di capire e questo spetta in particolare al Comune perché con il Piccolo Teatro ha un rapporto privilegiato, non è un Teatro qualsiasi da sempre il Comune cerca di capire, dall insieme delle nomine fatte dagli altri Enti (Ministero, Regione etc. etc.) quale sarà poi la composizione complessiva di questo organismo. Tanto è vero che se qualcuno di 13

14 voi vuole guardare alla composizione troverà un Cencelli perfetto: c è la persona (diciamo così) indicata dal Ministro; c è la persona indicata da Formigoni; c è la persona nel cuore del Sindaco; poi ce n è due per Forza Italia, uno per AN, uno per la Lega, il Cencelli non fa una grinza, piccolo problema: è tutto in casa della Maggioranza! Ma non voglio ridire qui le cose che ho detto lunedì scorso. Voglio però dire, come ho detto, che tira una brutta aria su questa Città e riproporre alla Vostra attenzione la questione della cultura nella nostra Città e le conseguenze dei tagli anche che ci sono stati al Bilancio che stanno dimostrando tutti i loro effetti, per portare la Vostra attenzione sul disagio che c è nel mondo della cultura e dello spettacolo milanese. Non solo è saltata la programmazione estiva, ed io chiedo ai colleghi se non è possibile porre rimedio con una iniziativa consiliare che vada a uno stanziamento straordinario per impedire una estate così povera e per impedire che una serie di realtà che contano nella loro piccola programmazione, anche sulle rassegne estive, veda decurtata in maniera significativa la propria attività. Chiudo brevissimamente, Presidente. Ma c è una questione non chiarita dal punto di vista politico (perché in quest aula potremmo mettere un cartello per fare 14

15 piacere al signor Sindaco, sulla testa di Marra invece del simbolo di Milano, un cartello con su scritto: Qui non si parla di politica! ), perché della politica di questa Città si parla nei corridoi, nei salotti, si fa il toto-rimpasto, si danno i tempi, tranne che in quest aula! In quest aula possiamo avere solo delle comunicazioni dal Sindaco che legge Marra, non possiamo avere altro. Ed io chiedo ai Consiglieri della Maggioranza quando si ribelleranno a questa situazione, che è una vergogna! Ma siccome questo è rimasto un non detto, il mondo culturale artistico milanese è preoccupato perché legge questi segnali come un ignota pesante sul futuro culturale ti Milano che rischia di perdere quelle personalità e quelle presenze che in campo artistico l hanno fatta grande, come è già successo purtroppo in altri settori. Il Presidente dà la parola al consigliere Fanzago. Il consigliere Fanzago così interviene: Presidente, l argomento del mio articolo 21 riguarda un tipico esempio di come certe volte non basta spendere dei soldi, come ci tiene il Senatore De Corato a dimostrare, ma occorre verificare anche come questi soldi vengono spesi e perché, quindi occorre conseguentemente fare un bilancio sociale delle spese, 15

16 come più volte abbiamo sostenuto in diverse sedute del Consiglio Comunale. Entro nel merito: le case di gestione ALER, proprietà del Demanio, in via Bellincione, sono oggetto di intervento di ristrutturazione; l ALER ha fatto un censimento e ha rilevato che c erano una presenza di persone disabili di quattro casi, quindi ha montato due montascale per risolvere il problema delle barriere architettoniche; peccato che ad un censimento più approfondito svolto da una organizzazione che opera sul territorio i casi di invalidità accertata, quindi ALER dovrebbe saperlo, sono 22 su 8 scale. Solo due scale hanno avuto il montascale e le altre sei non ce le hanno ancora, e quindi ci sono ancora delle barriere architettoniche. Passiamo questo piccolo problema, questa piccola dimenticanza, il Comune di Milano poi ulteriormente è intervenuto per svolgere un azione di manutenzione degli ascensori; faccio presente che prima gli ascensori erano usati da tutte e 22 le persone disabili con le carrozzine e adesso, grazie a questo intervento, nessuno può più utilizzare l ascensore perché è stato ridotto l accesso a 55 centimetri, quindi nessun disabile delle 8 scale può usare attualmente l ascensore e sono bloccati in casa, 16

17 possono uscire solo grazie all intervento di questa organizzazione che si occupa e si preoccupa a braccia di portare giù le persone disabili; sono tutte persone ultrasettantenni con gravi problemi di deambulazione. Ho fatto questo sopralluogo, sono intervenuti ben cinque dirigenti di ALER e quattro dirigenti del Comune di Milano, i quali mi hanno spiegato qual era la loro intenzione e che effettivamente avevano sbagliato, ma avevano subito provveduto a sollecitare l azienda ad intervenire per risolvere parzialmente, perché l azienda potrà soltanto recuperare qualche centimetro per ogni ascensore, comunque non sufficiente per poter utilizzare l ascensore da parte delle persone disabili. Allora prontamente il dirigente del Comune di Milano mi ha tranquillizzato dicendomi che il Comune aveva chiesto ulteriori fondi alla Regione per poter rifare completamente tutti gli impianti di ascensore ed avere anche i fondi per installare i montascale. Ecco, siamo proprio all esempio di un modo di amministrare ben lontano da quel fare e fare bene che il Sindaco di Milano si pregia di realizzare. Io adesso scriverò al senatore De Corato appunto mettendolo al corrente di tutta questa cosa, perché il senatore De Corato in 17

18 campagna elettorale aveva promesso ascensori gratis e montascale gratis a tutte le persone di via Bellincione. Ora, mi risulta che l assessore De Corato da un anno, praticamente dalla campagna elettorale, non sia più andato in via Bellincione e quindi forse non gli conviene neanche più frequentare tanto quella via in questo momento. Ad ogni modo io scriverò all assessore De Corato e magari anche a qualche giornale per cercare appunto di sollecitare; adesso bisognerà aspettare comunque l intervento della Regione Lombardia e quindi i fondi che verranno stanziati dalla Regione Lombardia, anche perché mi ricordo che c era una mozione presentata dalla consigliera Molteni che era stata, mi sembra, rinviata dal Consiglio Comunale in quanto proprio l assessore De Corato diceva che era meglio aspettare il Bilancio del Comune per poter stanziare dei fondi per fare questo tipo di interventi. Ora il Bilancio è stato approvato, evidentemente gli interventi non erano stati previsti perché se adesso si chiede ulteriormente un intervento alla Regione vuol dire che i fondi non erano previsti per poter fare questo tipo di intervento. Faccio presente che in quella casa c è una presenza di circa 30% di ultrasessantacinquenni, quindi sono persone a rischio, 18

19 quindi un intervento urgente per permettere, oltre alle persone disabili, anche a tutte le persone di poter utilizzare questi strumenti è assolutamente necessario e evidentemente urgente. Il Presidente dà la parola al consigliere Lucini. Il consigliere Lucini così interviene: Vorrei fare un intervento riferito proprio alla politica culturale per respingere le dichiarazioni della mia collega Adamo che non condivido perché non sono vere. Il mio intervento si riferisce al fatto accaduto a Siracusa e a tutto il polverone sollevato circa le nomine nel Consiglio di Amministrazione del Piccolo Teatro di Milano. Per quanto riguarda Siracusa devo dire che non mi riconosco nell aggressività di un Viceministro di Forza Italia che si è rivolto al regista Ronconi dicendogli: Tu non puoi criticare quello che ti dà i soldi. Giudico questa una dichiarazione inopportuna, scorretta fondamentalmente, quanto meno per il motivo che l espressività teatrale ha come necessità inderogabile quella del finanziamento pubblico, sempre e in ogni caso. Quindi fa parte della prudenza e della lungimiranza di chi governa, a qualunque parte politica appartenga, non utilizzare i soldi come uno strumento per condizionare la libertà della cultura. Il Teatro, senza finanziamenti 19

20 pubblici statali o degli Enti locali, non potrebbe esistere in quanto tale. Quindi la libertà della cultura è proprio permessa, invece, da un utilizzo del denaro, del finanziamento pubblico che spalanchi degli orizzonti e non comprima e non appiattisca l espressione teatrale addosso, su misura per un determinato regime, qualunque esso sia. Fatta questa precisazione, io devo aggiungere che è strumentale e da respingere qualunque collegamento con gli avvenimenti di Siracusa con quello che accade nella nostra Città! Dire che tira una brutta aria per la cultura a Milano è fare una affermazione demagogica e priva di qualunque fondamento, a meno che non si voglia negare l evidenza e cioè che in questi cinque anni prima tornata legislativa e seconda tornata- la cultura a Milano in tutte le sue articolazioni ha avuto la massima libertà, anche e soprattutto quando il Comune è intervenuto con finanziamenti. Basta citare la politica per i teatri: chi può dire che determinati teatri e determinati registi dei teatri privati sono schierati con questa Giunta? Eppure, signori Consiglieri e colleghi, ricordatevi gli interventi e l unanimità con cui noi abbiamo approvato in aula il Piano di Convenzionamento del Comune con i Teatri privati, ciascuno con un suo determinato e indipendente orientamento culturale. 20

21 Colleghi Consiglieri, ricordiamoci il lungo dibattito che è andato fino a notte fonda, ma per concludersi quasi con l unanimità quando noi abbiamo approvato la concessione di un immobile che vale più di 7 miliardi per la Fondazione Parenti. Quando mai la Fondazione Parenti è stata frequentata da signore della buona borghesia schierate con Berlusconi e con il Centro-destra? Sono due esempi, perché la limitatezza del tempo che ho a disposizione non mi permette di dire tutto, ma citerò ancora la Commissione Selezione Monumenti che è istituita dalla Giunta Comunale, che ha al suo interno intellettuali che proprio nella prima seduta, dichiarandosi schierati con la Sinistra, in un certo senso volevano ribadire la loro identità e hanno chiesto se questo fosse ostacolo e obiezione; è stato loro risposto che non era in alcuna misura un ostacolo o una obiezione perché nessuno si permetteva di volere interferire nella loro indipendenza intellettuale e anche nella loro libera scelta di schieramento politico. Quindi, in conclusione, io sono d accordo con l intervista di Escobar, il quale giustamente ha rimesso il suo mandato, non con un gesto negativo, nichilista, ma come la posizione di chi vuole verificare tutta la attività del Piccolo svolta fino ad oggi che ha avuto la piena libertà. Il regista Ronconi a Milano ha vissuto in 21

22 questi anni l esperienza esattamente all opposto di quel trauma che è stata la litigata con l Onorevole Micciché a Siracusa, cioè una esperienza di indipendenza, di autonomia, di piena libertà di espressione, anche onerosa per il contribuente, perché certamente gli spettacoli allestiti non costavano quattro soldi, ma nessuno ha sollevato una osservazione in questo senso. Quindi sono con Escobar quando dice il nuovo Consiglio di Amministrazione non va pesato sul fatto che o abbia o meno rispettato il classico manuale Cencelli, ma va pesato sul suo operato. Fuori microfono, intervengono più Consiglieri pronunciando parole che risultano incomprensibili a causa del sovrapporsi delle voci. Il consigliere Lucini così riprende: Dice: Va pesato e misurato sulle sue scelte e sulle sue azioni concrete. Andiamo perciò a vedere cosa sarà in continuità con la politica di pluralismo culturale che questa Amministrazione ha svolto in questi cinque anni. Il Presidente dà la parola al consigliere Dalla Chiesa. Il consigliere Dalla Chiesa così interviene: Forse è opportuno cronologicamente e le chiederei, signor Presidente, di ascoltare Lei in mancanza di altri interlocutori perché 22

23 la questione può richiedere un suo intervento di orientamento e di consiglio. Anche questo mio intervento coinvolge il rapporto tra Milano e la Sicilia in una forma diversa da come è stato coinvolto l intervento della consigliera Adamo e del consigliere Lucini. Si tratta di questo: il giorno 10 di maggio, con delibera 127, il Consiglio di Zona 3 ha approvato di dedicare ai Magistrati Falcone e Borsellino il giardino di via Benedetto Marcello che è già da anni di fatto intitolato a questi due Magistrati dagli studenti e dai cittadini che portano i fiori nell anniversario della strage di Capaci e ha deciso anche di dedicare a Falcone e Borsellino la piazza centrale del quartiere Rubattino di prossima costruzione, l ex area Innocenti. Ora, quello che è accaduto - che ovviamente è nell autonomia del Consiglio di Zona e dei Consiglieri di Zona - è che la proposta di intitolare questa piazza a Falcone e Borsellino sia stata approvata a maggioranza con un voto contrario e l astensione dei Consiglieri di Alleanza Nazionale, con l astensione di alcuni Consiglieri di Forza Italia, della Lega e del Biancofiore. Io francamente non capisco quale possa essere la ragione, anche perché in altre Città le stesse forze politiche partecipano alle cerimonie che ricordano questi due Magistrati e anche perché nel 23

24 corso della discussione che si è tenuta nel Consiglio di Zona le ragioni che sono state opposte sono sembrate - e sembrano a me - assolutamente pretestuose: perché dedicare questa piazza a tutti e due insieme? Perché non solo a Falcone e perché non solo a Borsellino? Perché non a Falcone e Borsellino e al Generale Dalla Chiesa? Mi sembrava, cioè, che ci fosse la pretestuosità, la ricerca di un pretesto per non arrivare a questa intitolazione. Non è stato proposto, cioè, un nome di un grande artista, di un grande scienziato e di un grande uomo politico al quale alternativamente dedicare la via, non c era un altra soluzione, perché ovviamente ognuno può discutere che sia più opportuno o meno intitolare una via a questa o a quell altra persona, ma non si è discusso di questo. Sono, come cittadino milanese, rimasto profondamente colpito da questo atteggiamento perché proprio nel momento in cui le stesse forze politiche, che si sono astenute, invitano tutti, anche in virtù di alcune dichiarazioni che possiamo non condividere, a essere compattamente contro la mafia in questo momento, il compattamento contro la mafia non è esistito in un momento altamente simbolico come questo e cioè nel decennale della strage di Capaci. 24

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Comune di Agrigento Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Ordine del Giorno 1. Designazione scrutatori; 2. Relazione previsionale e programmatica 2013 2015. Bilancio di Previsione 2013. Bilancio

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a Buja. Prego. Cons. FASIOLO Rudi (senza microfono) Un altra interrogazione

Dettagli

Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0

Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0 Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0 Siamo qui... Ad un anno di distanza dalle elezioni comunali usciamo con questo nuova pubblicazione il cui obbiettivo

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo.

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo. Sintesi del discorso di presentazione della mozione per la candidatura a segretario provinciale di Renato Veronesi, espressosi liberamente, senza l ausilio di una traccia scritta, durante i lavori della

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7 1/7 CAMERA DEI DEPUTATI SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECIRE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE MARTEDÌ 14 LUGLIO 2009 PRESIDENZA

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA Il sottoscritto Gianni Montali consigliere comunale di Forza Italia,

Dettagli

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Alcuni quesiti per chiarire dubbi interpretativi sulla formazione dei lavoratori prevista dal Testo Unico: cosa significa collaborare con gli

Dettagli

OGGETTO: INTERROGAZIONE PROT. 14821/2010 A FIRMA DEL CONSIGLIERE COMUNALE FORTUNATO MARCIANÒ, AVENTE AD OGGETTO; RISTRUTTURAZIONE CASA COMUNALE.

OGGETTO: INTERROGAZIONE PROT. 14821/2010 A FIRMA DEL CONSIGLIERE COMUNALE FORTUNATO MARCIANÒ, AVENTE AD OGGETTO; RISTRUTTURAZIONE CASA COMUNALE. Comune di Rometta Provincia di Messina DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ORIGINALE N.37 del 15/11/2010 OGGETTO: INTERROGAZIONE PROT. 14821/2010 A FIRMA DEL CONSIGLIERE COMUNALE FORTUNATO MARCIANÒ, AVENTE

Dettagli

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015 RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015 Ottavo punto all O.d.G. O.d.G. del Consigliere Musa sulle celebrazioni matrimoniali in luoghi diversi della casa comunale Illustra il Consigliere

Dettagli

L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola

L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola MILENA GABANELLI IN STUDIO Buonasera, l inchiesta di oggi è dedicata al centro unico di spesa di tutti gli uffici pubblici: se invece di comprare una sedia ne compro mille

Dettagli

(Durante la discussione entrano in aula il sindaco e i consiglieri Bonomo, Cagnoni, Cattaneo, Ferraro; sono presenti n. 33 consiglieri).

(Durante la discussione entrano in aula il sindaco e i consiglieri Bonomo, Cagnoni, Cattaneo, Ferraro; sono presenti n. 33 consiglieri). Il presidente propone la trattazione dell ordine del giorno n. 16 avente per oggetto: Sostegno al disegno di legge per il finanziamento statale della manutenzione delle Mura Venete e trasferimento della

Dettagli

LA FECONDAZIONE ASSISTITA TRA SCIENZA ED ETICA

LA FECONDAZIONE ASSISTITA TRA SCIENZA ED ETICA LA FECONDAZIONE ASSISTITA TRA SCIENZA ED ETICA Martedì 7 giugno 2005, dalle ore 15 alle ore 20, si è svolto il 3 convegno alla Camera dei Deputati dell Associazione Nazionale ConVoglio Valori (per il 1

Dettagli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Allegato 1 PUNTO N. 6 all'o.d.g.: Progetto di Riqualificazione urbana Lidi di Comacchio in sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Scacchi Prestito obbligazionario "Comune di Comacchio

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI MENGHI E MUNAFO DEL COMITATO ANNA MENGHI IN MERITO AL PROGETTO DEL PERCORSO PEDONALE MECCANIZZATO NELLA GALLERIA DEL COMMERCIO.

Dettagli

COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G.

COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G. COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G. Realizzazione di una bretella stradale di collegamento tra la SP 13 Carmiano- Novoli e la SP 121 Carmiano-Villa Convento. Approvazione

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE.

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PUNTO N. 6 DEL 27/06/2011 OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PRESIDENTE: Prima di passare al punto successivo, volevo dire che probabilmente per quanto

Dettagli

Cosa devono fare le banche per favorire i processi di aggregazione?

Cosa devono fare le banche per favorire i processi di aggregazione? Cosa devono fare le banche per favorire i processi di aggregazione? Prima di provare a rispondere a questa domanda mi pare indispensabile una premessa che contestualizzi l attuale situazione. Perché a

Dettagli

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato Due sequenze tratte da due film assai diversi e lontani nel tempo: Charlot soldato di Charlie Chaplin (1918) e L attimo fuggente di Peter

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 Oggetto: Quarto Punto all OdG: Modifica Elenco Annuale LL.PP. Anno 2013 e Piano Triennale OO.PP. 2013-2015. PRESIDENTE: Quarto Punto all OdG: Modifica

Dettagli

UN DECRETO DA DIPORTO Di Giuliano Marrucci

UN DECRETO DA DIPORTO Di Giuliano Marrucci UN DECRETO DA DIPORTO Di Giuliano Marrucci MILENA IN STUDIO Per far ripartire la cantieristica da Agosto è stato tolta la tassa di possesso sulle barche fino a 14 metri e dimezzata quella fino a 20, proposta

Dettagli

COMUNE DI BITONTO. Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE. N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO

COMUNE DI BITONTO. Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE. N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO Si trasmette in copia l esecuzione a... Il Segretario Generale COMUNE DI BITONTO Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO INSEDIAMENTO INTERVENTI VARI. L anno

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE N. 64 in data 28/09/2010 Proposta n. 65 Oggetto: ORDINE DEL GIORNO PRESENTATO DAL GRUPPO CAVRIAGO COMUNE RIGUARDO LA MODIFICA DEL REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE DELLA TARIFFA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI SOLIDI

Dettagli

Dio ricompensa quelli che lo cercano

Dio ricompensa quelli che lo cercano Domenica, 22 agosto 2010 Dio ricompensa quelli che lo cercano Ebrei 11:6- Or senza fede è impossibile piacergli; poiché chi si accosta a Dio deve credere che Egli è, e che ricompensa tutti quelli che lo

Dettagli

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Autore: Alban Trungu Categoria : Mondo Migrante Data : 15 febbraio 2011 Intervista con Khalid Chaouki, responsabile immigrazione e seconde generazioni dei

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

11 del 10 FEBBRAIO 2003 PROT. N. 3102 1

11 del 10 FEBBRAIO 2003 PROT. N. 3102 1 11 del 10 FEBBRAIO 2003 PROT. N. 3102 1 OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI MENGHI E MUNAFO DEL COMITATO ANNA MENGHI IN MERITO ALLE ASSUNZIONI DI PERSONALE ATTRAVERSO PROCEDURE PUBBLICHE DA PARTE

Dettagli

Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001

Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001 Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001 Quali strade per il futuro? Il ruolo della regione nell ottica della devolution (*) Guido Della Frera Assessore

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze Sala del Parlamentino Commissione Tecnica per la Finanza Pubblica Avvio del progetto di Spending Review

Ministero dell Economia e delle Finanze Sala del Parlamentino Commissione Tecnica per la Finanza Pubblica Avvio del progetto di Spending Review Ministero dell Economia e delle Finanze Sala del Parlamentino Commissione Tecnica per la Finanza Pubblica Avvio del progetto di Spending Review Intervento del Ministro dell Economia e delle Finanze Tommaso

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

LA NORMATIVA ITALIANA PER L EDILIZIA SOCIALE a cura degli architetti Roberta Prampolini Daniela Rimondi

LA NORMATIVA ITALIANA PER L EDILIZIA SOCIALE a cura degli architetti Roberta Prampolini Daniela Rimondi LA NORMATIVA ITALIANA PER L EDILIZIA SOCIALE a cura degli architetti Roberta Prampolini Daniela Rimondi Protocollo di intervista semi- strutturata Dati intervista Intervista n. 2 Data intervista: 16 maggio

Dettagli

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19.

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19. Insegnante intervistata: 12 anni di insegnamento; al momento dell intervista insegna nelle classi II di una scuola primaria Durata intervista: 30 minuti 1. Ti chiederei gentilmente di pensare ad un bambino

Dettagli

Parlamento delle Idee

Parlamento delle Idee Il 14 aprile 2015 siamo andati a Potenza per far visita alla sede della Regione Basilicata. Siamo stati accolti in una delle tante sale che la compongono e ci è stato mostrato un breve filmato che spiegava

Dettagli

COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI COLLEPASSO Registrata al n. À DELIBERAZIONE N. 34 DEL 27.11.2014 IL MESS COMUNALE Provincia di Lecce dichiara aperta la seduta. Partecipa il Segretario Generale DOTT. ssa ANNA TRALDI Cognome

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

Nel nome. I libri di S. Novantacento edizioni

Nel nome. I libri di S. Novantacento edizioni Nel nome del padre sono 23 gli interrogatori di massimo ciancimino, il figlio di don vito. E una valanga i pizzini che riscrivono la storia dei misteri d italia da gladio, alle stragi del 92, sino ai politici

Dettagli

Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza,

Giornale degli Alunni della Scuola Media Virgilio Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza, Noi in poche pagine Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA XVI EDIZIONE ~ ANNO 2014-2015 9 ottobre 2014 SOMMARIO SPECIALE CLASSE 3^B Ø RIFLESSIONI DEI PRIMI GIORNI DI

Dettagli

CAPITOLO TRE IL MIO MODO DI GIOCARE E LE ESCHE CHE MI ATTIRANO

CAPITOLO TRE IL MIO MODO DI GIOCARE E LE ESCHE CHE MI ATTIRANO CAPITOLO TRE IL MIO MODO DI GIOCARE E LE ESCHE CHE MI ATTIRANO Sommario Nel primo capitolo di questo quaderno lei ha ritenuto che il gioco d azzardo sta causando problemi nella sua vita. Si è posto obiettivi

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio Intervistato: Angelo Cotugno, Segretario Generale della CGIL della Provincia di Matera Soggetto: Matera (sviluppo urbanistico, condizioni di vita fino agli anni 50, sua storia personale di vita nei Sassi,

Dettagli

IL PROGETTO TUTORING : FARE SCUOLA TRA INTEGRAZIONE E ANTIDISPERSIONE

IL PROGETTO TUTORING : FARE SCUOLA TRA INTEGRAZIONE E ANTIDISPERSIONE IL PROGETTO TUTORING : FARE SCUOLA TRA INTEGRAZIONE E ANTIDISPERSIONE Guiducci Martina, insegnante Scuola Secondaria di Primo Grado Giovanni XXIII, Castellarano (RE) Il Progetto Tutoring, attivo nella

Dettagli

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole intervenire? Ha chiesto la parola il consigliere Vinciguerra, ne ha facoltà.

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole intervenire? Ha chiesto la parola il consigliere Vinciguerra, ne ha facoltà. CONSIGLIO COMUNALE DEL 18.12.2014 Interventi dei Sigg. consiglieri Nuovo regolamento per la disciplina dell attività e spettacolo viaggiante, circhi e simili. Abbiamo il quarto punto che è: Nuovo regolamento

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per Verbale di Consiglio del 25 gennaio 2012 INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI PERNIGOTTI E OLIVERI IN MERITO AGLI STRUMENTI DA ADOTTARE PER COMUNICARE CON I PAESI EMERGENTI ED ECONOMICAMENTE FORTI COME LA CINA

Dettagli

COMUNE DI CARMIANO VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 25 NOVEMBRE 2013

COMUNE DI CARMIANO VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 25 NOVEMBRE 2013 COMUNE DI CARMIANO VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 25 NOVEMBRE 2013 Sesto Punto all OdG: Indennità di carica per il Presidente del Consiglio Comunale - Gettone di presenza per i Consiglieri Comunali -

Dettagli

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 La relazione di Sergio Veneziani contiene tutta la struttura dell idea che noi abbiamo di Auser attraverso gli strumenti per qualificare e migliorare,

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

LE PAROLE CHE PESANO. Hotel Remilia 20/05/2014. Ciclo Magramente

LE PAROLE CHE PESANO. Hotel Remilia 20/05/2014. Ciclo Magramente LE PAROLE CHE PESANO Hotel Remilia 20/05/2014 Ciclo Magramente Pag. 01 IL LINGUAGGIO CHE PESA Hai mai pensato che il linguaggio che usi possa influenzare la tua autostima e il tuo peso? Rifletti un secondo:

Dettagli

OGGETTO VARIANTE N. 4 AL REGOLAMENTO URBANISTICO EDILIZIO, COMPRENSIVO DELL'ALLEGATO "ENERGIA" - ADOZIONE

OGGETTO VARIANTE N. 4 AL REGOLAMENTO URBANISTICO EDILIZIO, COMPRENSIVO DELL'ALLEGATO ENERGIA - ADOZIONE OGGETTO VARIANTE N. 4 AL REGOLAMENTO URBANISTICO EDILIZIO, COMPRENSIVO DELL'ALLEGATO "ENERGIA" - ADOZIONE ESCE IL CONSIGLIERE PANZETTI-PRESENTI N. 16 Anche qui approfittando della presenza dell architetto

Dettagli

DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO MAROTTA

DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO MAROTTA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 738 DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

C O M U N E D I C A S T E L V E R D E

C O M U N E D I C A S T E L V E R D E C O M U N E D I C A S T E L V E R D E Provincia di Cremona ORIGINALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N. 28 ADUNANZA DEL 21/07/2014 OGGETTO: PRESENTAZIONE DELLE LINEE PROGRAMMATICHE

Dettagli

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A X I I I L E G I S L A T U R A 8 a COMMISSIONE PERMANENTE (Lavori pubblici, comunicazioni) 4 o R e s o c o n t o s t e n o g r a f i c o SEDUTA DI MARTEDÌ 5 NOVEMBRE

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

VERBALE N. 94 del 22.12.2014

VERBALE N. 94 del 22.12.2014 VERBALE N. 94 del 22.12.2014 . Prego Assessore Mauro Scroccaro. Ancora grazie. Anche questo

Dettagli

Carta d Identità del CNGEI

Carta d Identità del CNGEI Carta d Identità del CNGEI "Il nostro è un movimento libero, accanitamente, irriducibilmente libero da ingerenza politica, confessionale o di interesse e deve rimanere tale contro chiunque fosse di diverso

Dettagli

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Italia non solo per motivi di lavoro, ma per motivi

Dettagli

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29 Sono qui da 15 giorni e ho già avuto il primo grosso scombussolamento emotivo: un ondata di dubbi, paure, rabbia, senso di inadeguatezza, solitudine e chi più ne ha, più ne metta. Il tutto stimolato da

Dettagli

GIUSEPPE VEGAS - PRESIDENTE CONSOB AUDIZIONE COMMISSIONE FINANZE E TESORO SENATO

GIUSEPPE VEGAS - PRESIDENTE CONSOB AUDIZIONE COMMISSIONE FINANZE E TESORO SENATO I GARANTI aggiornamento del 7/10/2012 di Michele Buono GIUSEPPE VEGAS - PRESIDENTE CONSOB AUDIZIONE COMMISSIONE FINANZE E TESORO SENATO Il compito dell autorità è quello di controllare il mercato, ma il

Dettagli

consiglio Regionale della Campania

consiglio Regionale della Campania consiglio Regionale della Campania IV Commissione Consiiare Permanente (Trasporti, Urbanistica, Lavori Pubblici) RESOCONTO INTEGRALE N. 62 SEDUTA IV COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE DEL 21 DICEMBRE 2011

Dettagli

I.S.P. Istituto Stenodattilo Professional, società a responsabilità limitata Via G. Galilei, 206 - Giulianova Teramo

I.S.P. Istituto Stenodattilo Professional, società a responsabilità limitata Via G. Galilei, 206 - Giulianova Teramo CONSIGLIO COMUNALE DEL 01 OTTOBRE 2015 APERTURA LAVORI APERTURA LAVORI QUINDI COSI PROSEGUE: Buona sera a tutti. Signor Segretario, Iniziamo facendo l appello nominale, per favore. Sono presenti n 11 Consiglieri:

Dettagli

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità Il percorso in quinta elementare La proposta di lavoro è finalizzata a sostenere gli alunni nella fase di passaggio alla scuola media. È necessario infatti un azione orientativa che aiuti gli alunni a

Dettagli

La Giustizia come fondamento dello sviluppo e della pace

La Giustizia come fondamento dello sviluppo e della pace Marcello Pera La Giustizia come fondamento dello sviluppo e della pace Cerisdi, Palermo, 26 novembre 2001 SENATO DELLA REPUBBLICA TIPOGRAFIA DEL SENATO La giustizia come fondamento dello sviluppo e della

Dettagli

Grido di Vittoria.it

Grido di Vittoria.it COME ENTRARE A FAR PARTE DELLA FAMIGLIA DI DIO La famiglia di Dio del Pastore Mario Basile Il mio intento è quello di spiegare in parole semplici cosa dice la Bibbia sull argomento, la stessa Bibbia che

Dettagli

COMUNE DI REZZATO CONSIGLIO COMUNALE DEL 31 AGOSTO 2015 PUNTO NUMERO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO IL SINDACO

COMUNE DI REZZATO CONSIGLIO COMUNALE DEL 31 AGOSTO 2015 PUNTO NUMERO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO IL SINDACO COMUNE DI REZZATO CONSIGLIO COMUNALE DEL 31 AGOSTO 2015 PUNTO NUMERO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO IL SINDACO Invita il Consesso a voler discutere del seguente argomento: RICHIESTA DI APPROVAZIONE DELLA PROCEDURA

Dettagli

Ad un avvocato conviene oggi seguire clienti col patrocinio a spese dello Stato? di Tiziano Solignani*

Ad un avvocato conviene oggi seguire clienti col patrocinio a spese dello Stato? di Tiziano Solignani* Ad un avvocato conviene oggi seguire clienti col patrocinio a spese dello Stato? di Tiziano Solignani* Ciao Tiziano, disturbo per chiederti cortesemente alcune indicazioni in merito alla Vostra esperienza

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia Operazione Oh no! Nonno Toni sentì un urlo di rabbia provenire dalla cameretta di Tino. Salì le scale di corsa, spalancò la porta e si imbatté in un bambino con gli occhi pieni di lacrime. Tino aveva in

Dettagli

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO Danilo Toneguzzi Psichiatra, psicoterapeuta direttore dell Istituto Gestalt di Pordenone "INformazione Psicologia Psicoterapia Psichiatria", n 41-42, settembre - dicembre

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012

TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012 TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012 Odg Fondi contrattuali, varie ed eventuali. Per l'azienda sono presenti: dott.ssa Valori, dott.ssa Biancheri, dott.ssa Battistoni, dott.ssa Pellegrini, dott. Orlando Valori

Dettagli

COMUNE DI PARABITA CONSIGLIO COMUNALE DEL 9 MAGGIO 2011. PUNTO 2 O.D.G. aggiuntivo

COMUNE DI PARABITA CONSIGLIO COMUNALE DEL 9 MAGGIO 2011. PUNTO 2 O.D.G. aggiuntivo COMUNE DI PARABITA CONSIGLIO COMUNALE DEL 9 MAGGIO 2011 PUNTO 2 O.D.G. aggiuntivo Sistemazione attrezzature sportive all interno dell area di proprietà comunale in Via Gorizia. Modifica deliberazione C.C.

Dettagli

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Dicembre 2009 ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Sabato 28 novembre si è svolta la tredicesima edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. Anche nella nostra provincia la mobilitazione è stata

Dettagli

GAMBA: Noi abbiamo ritenuto opportuno e doveroso depositare questa. interrogazione alla luce del fatto che il giorno stesso del

GAMBA: Noi abbiamo ritenuto opportuno e doveroso depositare questa. interrogazione alla luce del fatto che il giorno stesso del GAMBA: Noi abbiamo ritenuto opportuno e doveroso depositare questa interrogazione alla luce del fatto che il giorno stesso del deposito dell interrogazione è apparsa sui giornali locali la notizia che

Dettagli

1 maggio, festa del lavoro sfruttato a Carrefour. Intervista a una lavoratrice.

1 maggio, festa del lavoro sfruttato a Carrefour. Intervista a una lavoratrice. Primo maggio, festa dei lavoratori, il Carrefour di Lucca rimane aperto. Abbiamo colto l occasione per intervistare una lavoratrice del supermercato e approfondire altri argomenti, tra cui la recente decisione

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

Nuovi poteri e/o nuove responsabilità?

Nuovi poteri e/o nuove responsabilità? Nuovi poteri e/o nuove responsabilità? Antinomie degli effetti del movimentismo femminile sulla bioetica Liana M. Daher Dipartimento di Scienze della Formazione Università degli Studi di Catania daher@unict.it

Dettagli

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 20 DEL 2.3.2015

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 20 DEL 2.3.2015 RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 20 DEL 2.3.2015 Quarto punto all O.d.G. Proposta del Consigliere Cieri di modifiche al Regolamento IUC (regolamento TARI) Illustra il Consigliere Cieri. Grazie

Dettagli

www.saveriotommasi.it Silvio Berlusconi e la Mafia

www.saveriotommasi.it Silvio Berlusconi e la Mafia www.saveriotommasi.it Silvio Berlusconi e la Mafia 66 Silvio Berlusconi e la mafia LA BOMBA DI MANGANO Trascrizione della telefonata intercettata dalla Polizia, nella quale Berlusconi e Dell Utri parlano

Dettagli

GIULIANO MARRUCCI FUORI CAMPO Mentre le alte sfere sono occupate a sognare la Milano che sarà, Cesare Moreschi fa i conti con la Milano che c è.

GIULIANO MARRUCCI FUORI CAMPO Mentre le alte sfere sono occupate a sognare la Milano che sarà, Cesare Moreschi fa i conti con la Milano che c è. DAR CASA Di Giuliano Marrucci MILENA GABANELLI IN STUDIO La buona notizia di oggi è ambientata a Milano ma potrebbe essere ambientata ovunque. Parliamo di case, per la maggior parte dei comuni mortali

Dettagli

(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri).

(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno urgente presentato dal gruppo consiliare Lega Nord Lega Lombarda avente per oggetto: Accesso al contributo regionale per l installazione di pannelli

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 29 DEL 1 LUGLIO 2015 APPROVAZIONE NUOVO REGOLAMENTO PER IL CONSIGLIO COMUNALE - RINVIO. L anno duemilaquindici il giorno uno del mese di luglio, alle

Dettagli

Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni

Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni LUIGI PEDRAZZINI Dipartimento delle istituzioni Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni Rivera, 27. ottobre 2005 Attenzione: fa stato l intervento pronunciato in sala. A dipendenza

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

Lecce: frammenti di storia urbana. Tesori archeologici sotto la Banca d Italia

Lecce: frammenti di storia urbana. Tesori archeologici sotto la Banca d Italia Università degli Studi di Lecce Soprintendenza Archeologica della Puglia Provincia di Lecce Inaugurazione della Mostra Lecce: frammenti di storia urbana. Tesori archeologici sotto la Banca d Italia Intervento

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli