SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE DEL 20 MAGGIO Presiede Giovanni Marra - Presidente del Consiglio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE DEL 20 MAGGIO 2002. Presiede Giovanni Marra - Presidente del Consiglio"

Transcript

1 SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE DEL 20 MAGGIO 2002 Presiede Giovanni Marra - Presidente del Consiglio Partecipa il Segretario Generale dr. Giuseppe Albanese Il Presidente dispone si proceda con gli interventi ai sensi dell art. 21 del Regolamento di organizzazione e funzionamento del Consiglio Comunale. Indi dà la parola al consigliere Ciccioni. Il consigliere Ciccioni così interviene: Grazie, Presidente, prima di iniziare questo breve intervento vorrei solo permettermi di ricordarle che sono passate ormai due sedute o forse tre ed io non ho ancora avuto risposta circa la richiesta di demolizione dell edificio edificato su proprietà altrui in via Melchiorre Gioia. Chiedo se può sollecitare il Sindaco a darmi una risposta su questa questione che mi sembra estremamente importante. Presidente, io mi riferisco con questo intervento a una richiesta che ho fatto un mese e mezzo fa circa alla Polizia Municipale di verificare per alcuni esercizi pubblici del centro cittadino se, appunto, questi esercizi pubblici erano perfettamente in regola in ordine al pagamento della COSAP e soprattutto se i 1

2 metri quadri che avrebbero dovuto occupare erano effettivamente tali anche in ragione dell utilizzo dei cosiddetti, così chiamati, dèhors. Io non farò in questa seduta i nomi di questi esercizi pubblici - d altra parte esiste una relazione della Polizia Municipale - ma volevo dare conto al Consiglio e quindi naturalmente a Lei, al Sindaco, a tutta l Istituzione, il Consiglio Comunale, che il caso ha voluto che su dieci riscontri effettuati dalla Polizia Municipale, su cinque, quindi sul 50%, la Polizia Municipale ha riscontrato difformità elevando otto verbali di contestazione. Allora, riassumendo, su dieci esercizi cinque erano non in regola. Naturalmente io mi chiedo se era necessario che fosse un Consigliere Comunale a fare questa richiesta alla Vigilanza Urbana e mi sono chiesto e mi sto chiedendo come mai non esiste un sistema interno alla Amministrazione tale, capace di verificare, attraverso i diversi uffici che sono coinvolti nel rilascio delle licenze, nel controllo dell occupazione di spazio e suolo pubblico, di verificare appunto come e se viene rispettata l indicazione data dal Comune. In particolare di questi 8 verbali se ne sono elevati tre, uno in ordine, addirittura a un provvedimento di abbattimento del dèhor che ha fatto il Prefetto e questa richiesta del Prefetto è andata a 2

3 giacere per 126 giorni in un ufficio dell Amministrazione che in qualche modo se n era dimenticato e se non fosse stato per l intervento della Polizia Municipale che, su mia richiesta, è stato disposto che intervenisse, praticamente non sarebbe nemmeno stato notificato. Dico: questo dopo 126 giorni. Ma poi ci sono altre due occasioni di contestazione, appunto, con il verbale che riguardano delle superfici di suolo pubblico munite di dèhor, dèhor il quale però gli uffici competenti non sapevano che esistesse e pertanto avevano comminato, avevano fatto pagare la COSAP la metà di quello che va pagata quando, appunto, vi insiste anche il dèhor. Si parla di parecchi quattrini che in questo modo, se io non avessi fatto questa richiesta di verifica sul terreno, l Amministrazione avrebbe perduto. Sono quindi a chiedere, Presidente, anche se non è stata prestata sufficiente attenzione, a mio avviso, su una questione che afferisce l interesse collettivo, quali sono prima di tutto le linee - guida della concessione di spazio pubblico e soprattutto l eventuale dicitura di ordine permanente. Che cosa significa quando si dà una concessione di ordine permanente? E soprattutto capire per quale motivo, in ordine a quello che ho sollevato, non si arriva al più presto alla determinazione di un sistema - naturalmente non può 3

4 che essere informatico - capace di fare in modo che le questioni che afferiscono i pagamenti, che afferiscono il rilascio delle licenze e delle concessioni, non siano rimesse alla casualità di qualche riscontro, ma vengano invece riscontrate attraverso l utilizzo di uno strumento come quello informatico che non può o non dovrebbe poter sbagliare. Presidente, spero che anche a questo in qualche modo si dia risposta. Il Presidente dà la parola al consigliere Mattioli. Il consigliere Mattioli così interviene: Io vorrei segnalare la sua attenzione, Signor Presidente, e quella degli Assessori in sala e dei colleghi, che nei giorni scorsi il Centro-sinistra, tutto quanto, forse a parte la firma del collega Basilio Rizzo, ha presentato una mozione che riguarda le Fondazioni Bancarie. Voi sapete, vedete sui giornali che in quest ultimo periodo il dibattito alla Camera ferve attorno a questo argomento, non è una questione lontana dalla nostra vita milanese perché sappiamo benissimo che tra le tanti importanti Fondazioni Bancarie, che costituiscono un patrimonio del nostro Paese, spicca sicuramente quello della Fondazione CARIPLO che, ricordo, è la terza/quarta al 4

5 mondo per dimensioni e capacità erogativa; quindi terza o quarta nelle classifica mondiale nelle Fondazioni. Allora il Regolamento che è in dibattito alla Camera in questi giorni ci interessa molto perché riguarda la vita di una delle nostre principali Istituzioni che fanno parte di quel Welfare society che tutti a parole sosteniamo. Le Fondazioni Bancarie, come credo sappiamo tutti, nascono nella storia del Paese per ispirazione di una società civile, sono state costituite e hanno assunto dimensioni grazie ai movimenti cattolici, operai e borghesi che dal Dopoguerra in qua hanno dato via questi grandi organismi che poi fanno interventi, operano nel campo del sociale, della cultura. Quindi è molto importante, a nostro avviso, che anche il Consiglio Comunale di Milano prenda coscienza che c è in atto un Regolamento che cambierebbe talune caratteristiche delle Fondazioni e che questo Consiglio, soprattutto il Sindaco Albertini nonché il Presidente della Regione e (perché no?) anche il Presidente della Provincia si interessino di quello che sta avvenendo a Roma perché riguarda un patrimonio del Paese tutto, ma segnatamente un patrimonio della Lombardia, un patrimonio della nostra Città. Il Regolamento che è discussione alla Camera, che appunto fa discutere, pone un tetto, pone una quota nel potere di 5

6 designazione dei vertici a favore degli Enti locali. Allora in questi giorni la grande discussione è stata su un emendamento che assegnava agli Enti locali il 75% del potere di nomina di queste grandi Fondazioni e su questo si è scatenata una forte discussione che ha visto interventi contrari direi di una larga rappresentanza politica, oltre gli stessi schieramenti preconfezionati. Crediamo che sia importante che questo 75% non divenga effettivamente un elemento che dà questo potere esagerato agli Enti locali. È pur vero che nei giorni scorsi la Commissione alla Camera, incaricata di esaminare gli emendamenti, ha bocciato questo del 75%, ma rimane la previsione del 70% e soprattutto il Ministro Tremonti si è affrettato a dire che non cambierà nulla. Allora noi crediamo che se fosse così rilevante la quota attribuibile agli Enti locali si stravolgerebbe il senso di queste Istituzioni nate dalla società civile, ovvero diverrebbero un braccio erogatore di finanziamenti a favore degli Enti locali. Dico questo, però, anche con la sottolineatura che, a mio modesto avviso, questo rientra però in un disegno complessivo di Tremonti di cui bisogna, a mio avviso, prendere coscienza. Il Ministro Tremonti, nella sua ipotesi di revisione di tutto l apparato fiscale e di riduzione delle aliquote per le imprese e per le persone fisiche, beh, 6

7 insomma, indubbiamente avrà bisogno, ha la necessità di individuare risorse a favore degli Enti locali, perché se si riducono le imposte indubbiamente vi è il rischio che lo Stato non possa più erogare nella stessa misura trasferimenti agli Enti locali. Abbiamo già avuto qualche avvisaglia quest anno sul Bilancio, dove sono stati posti dei limiti ben precisi di spesa; ecco che allora le Fondazioni in questo complessivo disegno diventerebbero praticamente le risorse finanziarie a disposizione degli Enti locali per finanziare i propri servizi e i propri interventi. Allora io dico che su questo, se c è una convergenza politica che va al di là degli schieramenti, sul fatto principale che questi organismi rimangano strettamente espressivi della società civile e non essere fatto e padrone da parte degli Enti locali, bisogna altresì focalizzare l attenzione sul fatto che questo, a mio avviso, rientra in un disegno complessivo su cui evidentemente tutti siamo chiamati a fare delle riflessioni, anche la Maggioranza, perché, come dicevo prima, a mio avviso diventa una modalità per mettere le risorse finanziarie a disposizione degli Enti locali. Tutto questo per dire che questa mozione io auspico possa venire al più presto in aula, che questo Consiglio Comunale se ne possa occupare, che il Sindaco Albertini possa intervenire e 7

8 soprattutto che eventualmente si possa trovare anche una convergenza su questo testo che semplicemente invita il Sindaco Albertini a dire al Governo che quel tetto di previsione di 75 70% non risponde alla storia e alle finalità delle Fondazioni Bancarie che sono un patrimonio della comunità lombarda, un patrimonio della comunità milanese. Il Presidente dà la parola al consigliere Farina. Il consigliere Farina così interviene: Io intervengo su un tema specificamente milanese che ha avuto buono spazio sulla stampa; apparentemente sono fatti di cronaca, probabilmente è un problema di come si intende governare le Città. L argomento riguarda le colonne di San Lorenzo, la piazza etc.. Allora, lungi da me l ergermi a difensore dei vandalismi, credo ci siano alcune cose fuori dal coro che potrebbero essere aggiunte alla pur ampia cronaca giornalistica. Martedì scorso sono andato in quella piazza, mi sono seduto in un locale dei tanti, vi sono rimasto un oretta, ho speso i miei 20 Euro perché la consumazione ovviamente è obbligatoria, ma lo star seduti implichi più consumazioni, e ho osservato un po l andamento di quella vicenda. 8

9 Allora, io credo che bisogna dare atto al fatto che quella piazza si è largamente degradata ed è un fatto periodico; però io dico anche che c è vandalismo e vandalismo. E cioè per anni si è consentito in tutto il Ticinese che le attività commerciali invadessero ogni spazio pubblico, innescando tra l altro un meccanismo per cui anche il tessuto associativo di quella zona ne ha avuto un forte detrimento in quanto i valori immobiliari, l andamento dei prezzi, insomma, ha gradualmente ridotto le opportunità di accesso per chi esercizio commerciale non è. E tra l altro reputo che se c è vandalismo di chi rompe bottiglie (fatto sicuramente esecrabile), schiamazza fino a ora tarda (fatto sicuramente esecrabile) forse il Comune di Milano su altri fatti di vandalismo di quella zona potrebbe anche dare occhio. Innanzitutto è probabile anche che una apertura così estesa di locali in una piazza di interesse storico artistico di quella natura forse non si configurerà come vandalismo, ma come fatto di cattivissimo gusto, certamente. Poi proverei a dare una occhiata a quella miriade di mansardine che sono sorte sui tetti di San Lorenzo pur in presenza di una legislazione urbanistica particolarmente liberale, anzi, direi, assolutamente liberalissima. 9

10 Ora, quanto sta accadendo qualche giornale anche progressista lo definisce: San Lorenzo, la cura funziona. Io direi, con un po di esagerazione e di ironia, che l ordine regna a Varsavia. E allora nel momento in cui gli esercizi commerciali occupano tutto lo spazio pubblico, le piazze e le strade diventano l unico spazio pubblico in cui i cittadini milanesi, dotati di passaporto italiano e di carta d identità rilasciata dal Comune di Milano, esplicano anche socialità. Se tutto questo diventa un elemento per operazioni come tante ne abbiamo viste in passato, su questo secondo me forse -forse- qualche elemento di critica può essere introdotto. Io ricordo come sono state normate altre piazze cittadine, ricordo ad esempio Leonardo Da Vinci dove negli anni Ottanta c erano pullman che portavano via centinaia e centinaia di persone ree di turbare la tranquillità di quella piazza. E allora forse, oltre alla giusta condanna di quanto va, ripeto, in detrimento del sonno dei residenti, il Comune dovrebbe porsi il problema del perché l unico spazio pubblico di quella zona siano rimaste le piazze. Sul perché si è lasciata e si è consentita negli anni una progressiva espropriazione di ogni possibilità aggregativa, 10

11 basterebbe fare la lista dei centri di aggregazione giovanile che in quella zona sono stati chiusi. Che poi il Comune si ricordi di essere tale soltanto quando si debba riportare le cose in un ottica di relativa normalità, ecco, io questo lo credo negativo. Proveremo ad organizzare qualche iniziativa che vada in controcorrente e che faccia capire a una parte della Città di Milano che c è un prima e c è un dopo: c è la situazione attuale, ma ci sono anche delle responsabilità, diciamo, pregresse su come quella zona è stata organizzata, a vantaggio di chi, quanta parte della residenza ne è stata espulsa; quanti e quali locali hanno potuto aprire sormontando uno con l altro; quante associazioni sono state buttate fuori. Se ci fosse stato forse un tessuto associativo come quello che in tanti anni è vissuto dentro quel quartiere, magari certi tipi di aggregazione non dico non ci sarebbero state o sarebbero state diverse, però, certo, la situazione generale a mio modo di vedere sarebbe stata differente da quella che poi ci si trova e sulla quale bisogna intervenire con i metodi che stiamo visionando in queste sere. Il Presidente dà la parola al consigliere Adamo. Il consigliere Adamo così interviene: 11

12 Presidente e colleghi, volevo richiamare la vostra attenzione su una serie di questioni che riguardano, come possiamo dire, l aria che tira a Milano dal punto di vista della cultura. Sono contenta di vedere in aula l Assessore alla Cultura. Oggi l Assessore Maiolo ha pensato di intervenire nel dibattito che si è aperto a livello nazionale sull episodio di censura rispetto al regista Ronconi per la sua rappresentazione a Taormina di Aristofane, credo che tutti i colleghi abbiano avuto modo di leggelo sul giornale. Mai intervento poteva essere meno opportuno di quello dell assessore Maiolo che si è dimostrata, come dire, più realista del re, in quanto è di poche ore fa l invito di Berlusconi a rimettere - come dice lui- i tiranni al loro posto, dichiarando che mai e poi mai l attuale Governo potrebbe censurare alcuna rappresentazione. E l intervento della Maiolo è stato particolarmente inopportuno perché è andato a polemizzare con artisti del Piccolo Teatro che si sono mossi in difesa, quello che loro ritenevano una giusta difesa, della libertà d espressione del loro direttore artistico, e che in questi giorni sono già ampiamente esposti, dopo le recenti nomine al Piccolo Teatro, sulle quali ho già svolto l intervento lunedì scorso. Che alla luce di questo dibattito mi permetto di 12

13 definire di censura preventiva. A Milano, prima con La Scala e poi con il Piccolo Teatro, questa Maggioranza mi dispiace per il Sindaco che ha voluto dichiarare l altro giorno alla stampa che si sente molto solo, mentre specificava che si sente molto solo viene da dirgli a tutti: non solo è solo, ma anche mal accompagnato, venisse un po più qui tra noi, si lasciasse un po più consigliare da noi, si sentirebbe meno solo. Mentre diceva che era solo il nostro Sindaco ha detto: Ah, beh, sul Piccolo io non ne so niente, chiedete a chi l ha fatto, ributtando tutta la palla alla Regione Lombardia, che ha naturalmente il terzo di responsabilità che deve avere, non sarò certo io a fare la difesa della Regione Lombardia; ma il Comune di Milano, solo perché ha nominato per primo, non può chiamarsi fuori perché è del tutto evidente che la composizione di questi organismi viene da un insieme di nomine ed è del tutto evidente e storicamente provato che da sempre si cerca di capire e questo spetta in particolare al Comune perché con il Piccolo Teatro ha un rapporto privilegiato, non è un Teatro qualsiasi da sempre il Comune cerca di capire, dall insieme delle nomine fatte dagli altri Enti (Ministero, Regione etc. etc.) quale sarà poi la composizione complessiva di questo organismo. Tanto è vero che se qualcuno di 13

14 voi vuole guardare alla composizione troverà un Cencelli perfetto: c è la persona (diciamo così) indicata dal Ministro; c è la persona indicata da Formigoni; c è la persona nel cuore del Sindaco; poi ce n è due per Forza Italia, uno per AN, uno per la Lega, il Cencelli non fa una grinza, piccolo problema: è tutto in casa della Maggioranza! Ma non voglio ridire qui le cose che ho detto lunedì scorso. Voglio però dire, come ho detto, che tira una brutta aria su questa Città e riproporre alla Vostra attenzione la questione della cultura nella nostra Città e le conseguenze dei tagli anche che ci sono stati al Bilancio che stanno dimostrando tutti i loro effetti, per portare la Vostra attenzione sul disagio che c è nel mondo della cultura e dello spettacolo milanese. Non solo è saltata la programmazione estiva, ed io chiedo ai colleghi se non è possibile porre rimedio con una iniziativa consiliare che vada a uno stanziamento straordinario per impedire una estate così povera e per impedire che una serie di realtà che contano nella loro piccola programmazione, anche sulle rassegne estive, veda decurtata in maniera significativa la propria attività. Chiudo brevissimamente, Presidente. Ma c è una questione non chiarita dal punto di vista politico (perché in quest aula potremmo mettere un cartello per fare 14

15 piacere al signor Sindaco, sulla testa di Marra invece del simbolo di Milano, un cartello con su scritto: Qui non si parla di politica! ), perché della politica di questa Città si parla nei corridoi, nei salotti, si fa il toto-rimpasto, si danno i tempi, tranne che in quest aula! In quest aula possiamo avere solo delle comunicazioni dal Sindaco che legge Marra, non possiamo avere altro. Ed io chiedo ai Consiglieri della Maggioranza quando si ribelleranno a questa situazione, che è una vergogna! Ma siccome questo è rimasto un non detto, il mondo culturale artistico milanese è preoccupato perché legge questi segnali come un ignota pesante sul futuro culturale ti Milano che rischia di perdere quelle personalità e quelle presenze che in campo artistico l hanno fatta grande, come è già successo purtroppo in altri settori. Il Presidente dà la parola al consigliere Fanzago. Il consigliere Fanzago così interviene: Presidente, l argomento del mio articolo 21 riguarda un tipico esempio di come certe volte non basta spendere dei soldi, come ci tiene il Senatore De Corato a dimostrare, ma occorre verificare anche come questi soldi vengono spesi e perché, quindi occorre conseguentemente fare un bilancio sociale delle spese, 15

16 come più volte abbiamo sostenuto in diverse sedute del Consiglio Comunale. Entro nel merito: le case di gestione ALER, proprietà del Demanio, in via Bellincione, sono oggetto di intervento di ristrutturazione; l ALER ha fatto un censimento e ha rilevato che c erano una presenza di persone disabili di quattro casi, quindi ha montato due montascale per risolvere il problema delle barriere architettoniche; peccato che ad un censimento più approfondito svolto da una organizzazione che opera sul territorio i casi di invalidità accertata, quindi ALER dovrebbe saperlo, sono 22 su 8 scale. Solo due scale hanno avuto il montascale e le altre sei non ce le hanno ancora, e quindi ci sono ancora delle barriere architettoniche. Passiamo questo piccolo problema, questa piccola dimenticanza, il Comune di Milano poi ulteriormente è intervenuto per svolgere un azione di manutenzione degli ascensori; faccio presente che prima gli ascensori erano usati da tutte e 22 le persone disabili con le carrozzine e adesso, grazie a questo intervento, nessuno può più utilizzare l ascensore perché è stato ridotto l accesso a 55 centimetri, quindi nessun disabile delle 8 scale può usare attualmente l ascensore e sono bloccati in casa, 16

17 possono uscire solo grazie all intervento di questa organizzazione che si occupa e si preoccupa a braccia di portare giù le persone disabili; sono tutte persone ultrasettantenni con gravi problemi di deambulazione. Ho fatto questo sopralluogo, sono intervenuti ben cinque dirigenti di ALER e quattro dirigenti del Comune di Milano, i quali mi hanno spiegato qual era la loro intenzione e che effettivamente avevano sbagliato, ma avevano subito provveduto a sollecitare l azienda ad intervenire per risolvere parzialmente, perché l azienda potrà soltanto recuperare qualche centimetro per ogni ascensore, comunque non sufficiente per poter utilizzare l ascensore da parte delle persone disabili. Allora prontamente il dirigente del Comune di Milano mi ha tranquillizzato dicendomi che il Comune aveva chiesto ulteriori fondi alla Regione per poter rifare completamente tutti gli impianti di ascensore ed avere anche i fondi per installare i montascale. Ecco, siamo proprio all esempio di un modo di amministrare ben lontano da quel fare e fare bene che il Sindaco di Milano si pregia di realizzare. Io adesso scriverò al senatore De Corato appunto mettendolo al corrente di tutta questa cosa, perché il senatore De Corato in 17

18 campagna elettorale aveva promesso ascensori gratis e montascale gratis a tutte le persone di via Bellincione. Ora, mi risulta che l assessore De Corato da un anno, praticamente dalla campagna elettorale, non sia più andato in via Bellincione e quindi forse non gli conviene neanche più frequentare tanto quella via in questo momento. Ad ogni modo io scriverò all assessore De Corato e magari anche a qualche giornale per cercare appunto di sollecitare; adesso bisognerà aspettare comunque l intervento della Regione Lombardia e quindi i fondi che verranno stanziati dalla Regione Lombardia, anche perché mi ricordo che c era una mozione presentata dalla consigliera Molteni che era stata, mi sembra, rinviata dal Consiglio Comunale in quanto proprio l assessore De Corato diceva che era meglio aspettare il Bilancio del Comune per poter stanziare dei fondi per fare questo tipo di interventi. Ora il Bilancio è stato approvato, evidentemente gli interventi non erano stati previsti perché se adesso si chiede ulteriormente un intervento alla Regione vuol dire che i fondi non erano previsti per poter fare questo tipo di intervento. Faccio presente che in quella casa c è una presenza di circa 30% di ultrasessantacinquenni, quindi sono persone a rischio, 18

19 quindi un intervento urgente per permettere, oltre alle persone disabili, anche a tutte le persone di poter utilizzare questi strumenti è assolutamente necessario e evidentemente urgente. Il Presidente dà la parola al consigliere Lucini. Il consigliere Lucini così interviene: Vorrei fare un intervento riferito proprio alla politica culturale per respingere le dichiarazioni della mia collega Adamo che non condivido perché non sono vere. Il mio intervento si riferisce al fatto accaduto a Siracusa e a tutto il polverone sollevato circa le nomine nel Consiglio di Amministrazione del Piccolo Teatro di Milano. Per quanto riguarda Siracusa devo dire che non mi riconosco nell aggressività di un Viceministro di Forza Italia che si è rivolto al regista Ronconi dicendogli: Tu non puoi criticare quello che ti dà i soldi. Giudico questa una dichiarazione inopportuna, scorretta fondamentalmente, quanto meno per il motivo che l espressività teatrale ha come necessità inderogabile quella del finanziamento pubblico, sempre e in ogni caso. Quindi fa parte della prudenza e della lungimiranza di chi governa, a qualunque parte politica appartenga, non utilizzare i soldi come uno strumento per condizionare la libertà della cultura. Il Teatro, senza finanziamenti 19

20 pubblici statali o degli Enti locali, non potrebbe esistere in quanto tale. Quindi la libertà della cultura è proprio permessa, invece, da un utilizzo del denaro, del finanziamento pubblico che spalanchi degli orizzonti e non comprima e non appiattisca l espressione teatrale addosso, su misura per un determinato regime, qualunque esso sia. Fatta questa precisazione, io devo aggiungere che è strumentale e da respingere qualunque collegamento con gli avvenimenti di Siracusa con quello che accade nella nostra Città! Dire che tira una brutta aria per la cultura a Milano è fare una affermazione demagogica e priva di qualunque fondamento, a meno che non si voglia negare l evidenza e cioè che in questi cinque anni prima tornata legislativa e seconda tornata- la cultura a Milano in tutte le sue articolazioni ha avuto la massima libertà, anche e soprattutto quando il Comune è intervenuto con finanziamenti. Basta citare la politica per i teatri: chi può dire che determinati teatri e determinati registi dei teatri privati sono schierati con questa Giunta? Eppure, signori Consiglieri e colleghi, ricordatevi gli interventi e l unanimità con cui noi abbiamo approvato in aula il Piano di Convenzionamento del Comune con i Teatri privati, ciascuno con un suo determinato e indipendente orientamento culturale. 20

21 Colleghi Consiglieri, ricordiamoci il lungo dibattito che è andato fino a notte fonda, ma per concludersi quasi con l unanimità quando noi abbiamo approvato la concessione di un immobile che vale più di 7 miliardi per la Fondazione Parenti. Quando mai la Fondazione Parenti è stata frequentata da signore della buona borghesia schierate con Berlusconi e con il Centro-destra? Sono due esempi, perché la limitatezza del tempo che ho a disposizione non mi permette di dire tutto, ma citerò ancora la Commissione Selezione Monumenti che è istituita dalla Giunta Comunale, che ha al suo interno intellettuali che proprio nella prima seduta, dichiarandosi schierati con la Sinistra, in un certo senso volevano ribadire la loro identità e hanno chiesto se questo fosse ostacolo e obiezione; è stato loro risposto che non era in alcuna misura un ostacolo o una obiezione perché nessuno si permetteva di volere interferire nella loro indipendenza intellettuale e anche nella loro libera scelta di schieramento politico. Quindi, in conclusione, io sono d accordo con l intervista di Escobar, il quale giustamente ha rimesso il suo mandato, non con un gesto negativo, nichilista, ma come la posizione di chi vuole verificare tutta la attività del Piccolo svolta fino ad oggi che ha avuto la piena libertà. Il regista Ronconi a Milano ha vissuto in 21

22 questi anni l esperienza esattamente all opposto di quel trauma che è stata la litigata con l Onorevole Micciché a Siracusa, cioè una esperienza di indipendenza, di autonomia, di piena libertà di espressione, anche onerosa per il contribuente, perché certamente gli spettacoli allestiti non costavano quattro soldi, ma nessuno ha sollevato una osservazione in questo senso. Quindi sono con Escobar quando dice il nuovo Consiglio di Amministrazione non va pesato sul fatto che o abbia o meno rispettato il classico manuale Cencelli, ma va pesato sul suo operato. Fuori microfono, intervengono più Consiglieri pronunciando parole che risultano incomprensibili a causa del sovrapporsi delle voci. Il consigliere Lucini così riprende: Dice: Va pesato e misurato sulle sue scelte e sulle sue azioni concrete. Andiamo perciò a vedere cosa sarà in continuità con la politica di pluralismo culturale che questa Amministrazione ha svolto in questi cinque anni. Il Presidente dà la parola al consigliere Dalla Chiesa. Il consigliere Dalla Chiesa così interviene: Forse è opportuno cronologicamente e le chiederei, signor Presidente, di ascoltare Lei in mancanza di altri interlocutori perché 22

23 la questione può richiedere un suo intervento di orientamento e di consiglio. Anche questo mio intervento coinvolge il rapporto tra Milano e la Sicilia in una forma diversa da come è stato coinvolto l intervento della consigliera Adamo e del consigliere Lucini. Si tratta di questo: il giorno 10 di maggio, con delibera 127, il Consiglio di Zona 3 ha approvato di dedicare ai Magistrati Falcone e Borsellino il giardino di via Benedetto Marcello che è già da anni di fatto intitolato a questi due Magistrati dagli studenti e dai cittadini che portano i fiori nell anniversario della strage di Capaci e ha deciso anche di dedicare a Falcone e Borsellino la piazza centrale del quartiere Rubattino di prossima costruzione, l ex area Innocenti. Ora, quello che è accaduto - che ovviamente è nell autonomia del Consiglio di Zona e dei Consiglieri di Zona - è che la proposta di intitolare questa piazza a Falcone e Borsellino sia stata approvata a maggioranza con un voto contrario e l astensione dei Consiglieri di Alleanza Nazionale, con l astensione di alcuni Consiglieri di Forza Italia, della Lega e del Biancofiore. Io francamente non capisco quale possa essere la ragione, anche perché in altre Città le stesse forze politiche partecipano alle cerimonie che ricordano questi due Magistrati e anche perché nel 23

24 corso della discussione che si è tenuta nel Consiglio di Zona le ragioni che sono state opposte sono sembrate - e sembrano a me - assolutamente pretestuose: perché dedicare questa piazza a tutti e due insieme? Perché non solo a Falcone e perché non solo a Borsellino? Perché non a Falcone e Borsellino e al Generale Dalla Chiesa? Mi sembrava, cioè, che ci fosse la pretestuosità, la ricerca di un pretesto per non arrivare a questa intitolazione. Non è stato proposto, cioè, un nome di un grande artista, di un grande scienziato e di un grande uomo politico al quale alternativamente dedicare la via, non c era un altra soluzione, perché ovviamente ognuno può discutere che sia più opportuno o meno intitolare una via a questa o a quell altra persona, ma non si è discusso di questo. Sono, come cittadino milanese, rimasto profondamente colpito da questo atteggiamento perché proprio nel momento in cui le stesse forze politiche, che si sono astenute, invitano tutti, anche in virtù di alcune dichiarazioni che possiamo non condividere, a essere compattamente contro la mafia in questo momento, il compattamento contro la mafia non è esistito in un momento altamente simbolico come questo e cioè nel decennale della strage di Capaci. 24

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO 916 INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO Comunicazioni del presidente del Consiglio dei Ministri in vista del Consiglio europeo straordinario del 23 aprile 2015 22 aprile 2015 a

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

Di cosa parliamo quando parliamo di quote Alisa Del Re Università di Padova

Di cosa parliamo quando parliamo di quote Alisa Del Re Università di Padova Di cosa parliamo quando parliamo di quote Alisa Del Re Università di Padova Il capo del Governo Da almeno una decina d anni mi sono convinto che il passaggio delle quote è inevitabile. Una volta cambiato

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio OSSIGENO Osservatorio Fnsi-Ordine Giornalisti su I CRONISTI SOTTO SCORTA E LE NOTIZIE OSCURATE Perché un ennesimo osservatorio Alberto Spampinato* Il caso dei cronisti italiani minacciati, costretti a

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

L a Camera dei Comuni

L a Camera dei Comuni L a Camera dei Comuni breve guida CONTATTI Ufficio informazioni della Camera dei Comuni Tel: +44 (0)20-7219 4272 London SW1A 2TT Fax: +44 (0)20-7219 5839 Email: hcinfo@parliament.uk Ufficio informazioni

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

Dal lato della strada

Dal lato della strada Dal lato della strada Quando ero piccolo, e andavo a scuola insieme a mio fratello, mia madre mi diceva di tenerlo per mano, e questo mi sembrava giusto e anche responsabile. Quello che non capivo è perché

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

Unità 1. I Numeri Relativi

Unità 1. I Numeri Relativi Unità 1 I Numeri Relativi Allinizio della prima abbiamo introdotto i 0numeri 1 naturali: 2 3 4 5 6... E quattro operazioni basilari per operare con essi + : - : Ci siamo però accorti che la somma e la

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI VALENTINO DOMINI L attacco iniziale, prima azione di affrancamento della coppia controgiocante, è un privilegio e una responsabilità: molti contratti vengono battuti o realizzati proprio in rapporto a

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Il Ministro della Pubblica Istruzione

Il Ministro della Pubblica Istruzione Prot. n. 30/dip./segr. Roma, 15 marzo 2007 Ai Direttori Generali Regionali Loro Sedi Ai Dirigenti degli Uffici scolastici provinciali Loro Sedi Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli

COORDINAMENTO PROVINCIALE FP-CGIL VIGILI DEL FUOCO LA SPEZIA

COORDINAMENTO PROVINCIALE FP-CGIL VIGILI DEL FUOCO LA SPEZIA COORDINAMENTO PROVINCIALE FP-CGIL VIGILI DEL FUOCO LA SPEZIA Al comando prov.le VV.F.La Spezia Ai funzionari responsabili Ai responsabili gestione tecnica E p.c. alle altre OO.SS. Oggetto: problematiche

Dettagli

Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette )

Regolamento Nazionale Specialità POOL 8-15 ( Buche Strette ) Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette ) SCOPO DEL GIOCO : Questa specialità viene giocata con 15 bilie numerate, dalla n 1 alla n 15 e una bilia bianca (battente). Un giocatore dovrà

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Matteo Freddi L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Youcanprint Self-Publishing Titolo L arte di vincere al fantacalcio Autore Matteo Freddi Immagine di copertina a cura dell Autore ISBN 978-88-91122-07-0 Tutti

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

Un esame del DdL n. 1385 e connessi non può esimersi dal considerare il contesto in cui tale disegno è nato e i vincoli che esso incontra:

Un esame del DdL n. 1385 e connessi non può esimersi dal considerare il contesto in cui tale disegno è nato e i vincoli che esso incontra: Un esame del DdL n. 1385 e connessi non può esimersi dal considerare il contesto in cui tale disegno è nato e i vincoli che esso incontra: Un primo vincolo è rappresentato dalla sentenza della Corte Costituzionale

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là,

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, Un uomo che dorme Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, dove la memoria identifica senza sforzo

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Nr. 263 di Mercoledi 7 Dicembre 2011 Oggetto: Determinazione dei valori minimi delle aree edificabili ai fini dell'imposta

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine)

IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine) IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine) La figura giuridica del Direttore dei Lavori compare per la prima volta nel R.D. del 25.05.1895 riguardante il Regolamento

Dettagli

163 ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO CATANZARO VENERDÌ 22 MAGGIO 2015 DISCORSO DEL QUESTORE GIUSEPPE RACCA

163 ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO CATANZARO VENERDÌ 22 MAGGIO 2015 DISCORSO DEL QUESTORE GIUSEPPE RACCA 163 ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO CATANZARO VENERDÌ 22 MAGGIO 2015 DISCORSO DEL QUESTORE GIUSEPPE RACCA Sig. Prefetto, Sig. Sindaco, Sig. Presidente della Provincia, Eccellenza Reverendissima,

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

L ufficio dell Anagrafe è aperto: lunedì-venerdì dalle 8.30 alle 15.30, sabato dalle 8.30 alle 12.

L ufficio dell Anagrafe è aperto: lunedì-venerdì dalle 8.30 alle 15.30, sabato dalle 8.30 alle 12. Compila oralmente la carta d identità con i tuoi dati: nome..., cognome..., nato il..., a..., cittadinanza..., residenza..., via..., stato civile..., professione..., statura..., capelli..., occhi... Qual

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile)

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D1. COSA SONO LE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE? D2. COME SI OTTENGONO

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

Come è fatto un giornale?

Come è fatto un giornale? Come è fatto un giornale? 1. Com'è fatto un giornale? 2. Per iniziare o la testata è il titolo del giornale. o le manchette (manichette) sono dei box pubblicitari che le stanno al lato 3. La prima pagina

Dettagli

C O M U N E DI M O L I T E R N O

C O M U N E DI M O L I T E R N O C O M U N E DI M O L I T E R N O (Provincia di Potenza) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera consiliare n.05 del 6/02/2013 modificato con delibera consiliare n. 54 del 30/11/2013 Indice

Dettagli

10 errori e-mail da evitare!

10 errori e-mail da evitare! 10 errori e-mail da evitare! Dal sito PILLOLE DI MARKETING WEB Le e-mail sono parte integrante dell attività di business come mezzo di contatto e di relazione e come tali diffondono l immagine di aziende

Dettagli

del Senato Le funzioni

del Senato Le funzioni LA FUNZIONE LEGISLATIVA IL PROCEDIMENTO DI FORMAZIONE DELLE LEGGI ORDINARIE IL PROCEDIMENTO DI FORMAZIONE DELLE LEGGI COSTITUZIONALI LA FUNZIONE DI INDIRIZZO POLITICO LA FUNZIONE DI CONTROLLO POLITICO

Dettagli

La Sua Salute e il Suo Benessere

La Sua Salute e il Suo Benessere La Sua Salute e il Suo Benessere ISTRUZIONI: Questo questionario intende valutare cosa Lei pensa della Sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere sempre aggiornati su come si sente e

Dettagli

SOTTO LO STESSO TETTO: La classe 4A presenta:

SOTTO LO STESSO TETTO: La classe 4A presenta: SOTTO LO STESSO TETTO: Gender MainstreaMinG e valorizzazione delle differenze a scuola La classe 4A presenta: Tutti diversi... ma uguali ;-) Nell'anno scolastico 2014/15 la classe 4A dell'i.c. Via d'avarna,

Dettagli