Che cosa è il P.O.F PIANO OFFERTA FORMATIVA. Che cosa è il P.O.F. Contesto socio-ambientale dell Istituto. Progettazione educativa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Che cosa è il P.O.F PIANO OFFERTA FORMATIVA. Che cosa è il P.O.F. Contesto socio-ambientale dell Istituto. Progettazione educativa"

Transcript

1 PIANO OFFERTA FORMATIVA Che cosa è il P.O.F. Contesto socio-ambientale dell Istituto Rapporti scuola-territorio Progettazione educativa Progettazione curricolare e opzionale Progettazione didattico-organizzativa Regolamento d Istituto Che cosa è il P.O.F L Istituto Comprensivo di Crevalcore è nato il 1 settembre dell a.s. 2000/01. Esso accorpa 6 scuole, diversamente distribuite sul territorio comunale, che accolgono alunni lungo il percorso scolastico che va dai 3 ai 14 anni. L Autonomia scolastica (D.P.R. 8/3/99 n. 275) comporta maggiori libertà di scelta e di azione, ma anche compiti ed impegni nuovi, quali l espressione di una capacità progettuale specifica per l articolazione di un Piano dell Offerta Formativa (P.O.F.) qualificato e ben integrato. 1

2 Questo documento costituisce il P.O.F. dell Istituto pertanto: - ne rappresenta il documento fondamentale - ne esplicita il progetto educativo in tutte le sue componenti - riflette ed interpreta i bisogni formativi della realtà locale - è predisposto con la partecipazione di tutte le componenti scolastiche - è lo strumento per rendere trasparente, leggibile e verificabile ciò che l Istituto fa, come lo fa e perchè - costituisce la base per gli impegni reciproci assunti In particolare il P.O.F. è da noi inteso come strumento di documentazione e di progettazione comune, al fine di rendere più condivise possibile le scelte e le strategie adottate. E un documento in continua revisione, aperto al contributo di alunni, genitori, comunità locale, docenti ed operatori scolastici. Per questo è soggetto ad una verifica e ad un confronto annuale per essere costantemente migliorato. La Carta dei Servizi e il Regolamento di ogni ordine di scuola ne sono parte integrante Il Collegio Docenti In collaborazione con Lo elabora Il Consiglio di Istituto Lo adotta P.O.F CARTA D IDENTITA Contesto socio-ambientale dell Istituto DELL ISTITUTO Consiglio di Istituto Famiglie Ente Locale Caratteristiche del territorio: il capoluogo e le frazioni Reso pubblico Associazioni e Agenzie Culturali del territorio Altre Scuole del territorio 2

3 Contesto socio-ambientale dell Istituto Caratteristiche del territorio: il capoluogo e le frazioni L ambiente del Comune di Crevalcore, in cui l Istituto comprensivo opera, è molto esteso. Oltre a Crevalcore, che è il capoluogo amministrativo, comprende 6 frazioni: Caselle, Bevilacqua, Sammartini, Palata Pepoli, Galeazza Pepoli, Bolognina. Il territorio comunale ha la forma di un poligono irregolare di circa sette lati: Crevalcore si trova a SUD OVEST, e sei frazioni tutte a NORD. La collocazione decentrata del capoluogo, a 31 Km da Bologna, è tale che il centro si trova in posizione equidistante anche dalle città di Modena e di Ferrara, verso le quali si assiste ad un pendolarismo frequente per lavoro e per studio. Presenta un economia mista, agricola e industriale, a forte immigrazione interna ed esterna. Il fenomeno migratorio, in continuo aumento negli ultimi anni, dall Italia meridionale e dai paesi stranieri, soprattutto extracomunitari, ha trovato accoglienza all interno delle nostre scuole, dove ogni anno si registrano nuovi arrivi, sia nel capoluogo sia nelle frazioni. Crevalcore presenta un importante impianto urbanistico che si è sviluppato lungo l asse della via principale da Porta Modena a Porta Bologna; ha notevoli testimonianze storico artistiche, che documentano il suo sviluppo, dalle origini medievali ai giorni nostri. Le aree per gli insediamenti produttivi (industriali e artigianali) sono due: una situata nella zona dei Beni Comunali, l altra lungo la Persicetana. Sono presenti piccole aree industriali e artigianali anche nelle frazioni di Palata, Bevilacqua e Caselle. Attualmente la popolazione del Comune di Crevalcore è di abitanti; i nuclei familiari sono (dati aggiornati al 31/10/2008). Si rileva che il numero totale degli abitanti è, negli ultimi anni, in leggero aumento, probabilmente per movimenti migratori dal Sud Italia e da Paesi comunitari ed extracomunitari. Questi dati confermano l aumento dello sviluppo urbanistico con la richiesta di nuovi alloggi. Il numero medio dei componenti un nucleo familiare è diminuito e sono in aumento le persone che vivono da sole. Nella campagna circostante il capoluogo, bella e ricca dal punto di vista naturalistico, si trovano le frazioni, che racchiudono anch esse preziose memorie storiche e culturali, come ville, castelli e chiese. Tutte sono collegate a Crevalcore tramite apposite Linee di corriere. Nel territorio comunale sono presenti tutti gli ordini di scuola dell obbligo; per l istruzione secondaria di 2 grado è presente un Istituto professionale per l industria e l artigianato ( I.P.I.A. ) 3

4 Le risorse Il Comune offre ai giovani diverse opportunità culturali, sportive e ricreative in genere. Sono presenti a Crevalcore: - Istituzione dei Servizi Culturali Paolo Borsellino al cui interno operano: 1. una biblioteca comunale che offre i seguenti servizi Attività di studio Attività di promozione lettura con le scuole Visite e attività delle scuole Prestito, reference, postazioni multimediali Archivio storico Sala lettura (presso la Scuola dell Infanzia Paltrinieri ); Sala Ilaria Alpi 2. una ludoteca che promuove attività centrate sull espressività, attraverso molteplici percorsi e linguaggi 3.il Teatro storico comunale G. Lodi che programma da vari anni una ricca e interessante attività teatrale. Inoltre nel territorio sono presenti: - un Centro Culturale denominato Accademia Indifferenti e Risoluti che promuove lo studio e la conservazione dei beni storico artistici locali - uno sportello pedagogico gestito dall Ente Locale, in convenzione con l Associazione La Bussola che opera in un ottica di prevenzione e di sostegno al disagio scolastico - la Casa dei giovani (Parrocchia) - una sala cinematografica - la Pro Loco - il Centro Musicale Melò che promuove attività artistiche e culturali - il Centro Agricoltura Ambiente - un Centro Sportivo moderno e funzionale - un nuovo Centro socio-culturale punto di aggregazione dell associazionismo locale - il Centro Giochi - Comitato Pace libera tutti L Amministrazione locale offre inoltre numerose iniziative, alle quali l Istituto aderisce in vari momenti dell anno scolastico. 4

5 Rapporti scuola - territorio Enti e Associazioni Per elaborare il P.O.F. l Istituto ha sviluppato un importante collaborazione con il territorio, accogliendo proposte e pareri delle sue diverse componenti, nel rispetto delle funzioni e competenze specifiche di ognuno. Ciò ha permesso di progettare un offerta formativa che riflette le esigenze della realtà culturale, sociale ed economica in cui le scuole operano e nello stesso tempo di raccordarsi alla programmazione formativa territoriale. In primo luogo si evidenzia il rapporto tra Istituzione scolastica e Comune, che si esprime nell Accordo di Programma, il documento che definisce i reciproci impegni in un ottica di cooperazione per favorire il diritto all istruzione e all educazione quale diritto alla persona. Gli interventi del Comune riguardano principalmente 3 ambiti: - DIRITTO ALLO STUDIO/ interventi e servizi di QUALIFICAZIONE del sistema scolastico - DIRITTO ALLO STUDIO/ servizi per l ACCESSO SCOLASTICO - GESTIONE ed UTILIZZO delle STRUTTURE SCOLASTICHE Per promuovere molti dei progetti e delle attività che arricchiscono l offerta formativa l Istituto collabora con: - AUSL - UNIVERSITA degli Studi di Bologna - I.R.R.E. - Centro Agricoltura Ambiente di Crevalcore - Centro Ed. ambientale di Nonantola - COOP Adriatica - SORGEA - C.D.L.E.I - COOPERATIVA G.Stoppani - CONSORZIO intercomunale per le Piscine - CIOP /Informagiovani/CIP - POLIZIA MUNICIPALE - MOTO CLUB - PUBBLICA ASSISTENZA di CREVALCORE - SCUOLE e ISTITUTI SUPERIORI - COMITATI PUBBLICI E PRIVATI - GEOVES - SOCIETA SPORTIVE di Crevalcore - CASA PROTETTA - CENTRO STUDI P. BORSELLINO - COMITATO Pace libera tutti Famiglie L Istituto promuove e ricerca il rapporto con le famiglie dei propri alunni, la cui collaborazione considera fondamentale alla realizzazione del progetto educativo- didattico nel suo insieme. Come definito nei Regolamenti dei rispettivi Ordini di scuola, questo rapporto si basa su: 1) Incontri - del Consiglio di Istituto - dei Consigli di Intersezione e di Interclasse - del Consiglio di Classe - Assemblee - Colloqui individuali - Comitato dei genitori - G.L.I.S. 2) Comunicazioni scritte 3) Feste 4) Un Patto educativo 5

6 Progettazione educativa Valori e principi fondamentali Questo Istituto si ispira ai seguenti valori e principi fondamentali che danno un significato educativo e formativo ai propri interventi: UGUAGLIANZA e IMPARZIALITA La scuola si adopera affinché le diversità di sesso, etnia, lingua, religione, opinioni politiche, condizioni socio economiche, non possano in alcun modo limitare l esercizio effettivo del diritto all istruzione. Nel rispetto delle scelte della famiglia, ogni attività è rivolta alla totalità degli alunni e delle alunne. Gli utenti hanno diritto ad essere trattati in modo obiettivo e imparziale in ogni momento della vita scolastica. CONTINUITA EDUCATIVA La scuola garantisce il diritto dell alunno ad un percorso formativo organico e completo secondo una logica di sviluppo coerente che valorizzi le competenze già acquisite e riconosca la specificità e la pari dignità dell azione educativa di ciascun ordine di scuola. ACCOGLIENZA, INTEGRAZIONE e SOCIALIZZAZIONE La scuola si apre e si organizza per rendere partecipe ogni singolo alunno al proprio progetto educativo, coinvolgendo anche la famiglia, al fine di offrire una rete di relazioni stabili ed arricchenti, basate sul confronto e il rispetto delle diversità. Tale obiettivo viene raggiunto attraverso una metodologia inclusiva affinché il processo di integrazione innalzi la qualità dell esperienza scolastica e sociale di ciascun soggetto sotto il profilo educativo didattico e organizzativo. La scuola si adopera per attivare ogni forma di attenzione e di orientamento nel rispetto dei bisogni e dei diritti dei bambini in situazione di difficoltà. La scuola favorisce lo sviluppo della cultura dell integrazione nei servizi educativi, scolastici e formativi ; valorizza il coordinamento tra scuola e territorio e programma attività di gruppo e di laboratorio. PROMOZIONE DELL AGIO E DEL BENESSERE A PREVENZIONE DEL DISAGIO. La scuola promuove il rispetto dell alunno, come persona da conoscere, accogliere, valorizzare, prendendo in considerazione anche la sua storia. Inoltre pone questo valore come prioritario nell instaurare le relazioni al suo interno affinché la scuola stessa diventi uno spazio educativo dove i ragazzi imparino a stare bene, tra loro e con gli adulti, sviluppando competenze sociali come la collaborazione, l accoglienza, il rispetto, la fiducia, il senso di responsabilità nell ambito del comportamento e degli impegni assunti, la consapevolezza di sé e degli altri, migliorando la qualità della vita e facilitando gli apprendimenti. CREATIVITA La scuola evita di ridurre la creatività alle sole dimensioni espressive, ma ne favorisce lo sviluppo attraverso un azione integrata che mira tanto agli aspetti cognitivi, quanto a quelli fisici, affettivi e relazionali della personalità dell alunno. 6

7 Bisogni degli alunni Dalle osservazioni compiute sulle caratteristiche specifiche degli allievi di questo Istituto sono emersi i seguenti bisogni principali: 1. equilibrata crescita psico fisica 2. rapporti interpersonali costruttivi e stabili in ambienti qualificati e sereni 3. competenze adeguate alla complessa realtà sociale e culturale 4. bisogni educativi speciali degli alunni diversamente abili Finalità educative L Istituto, tenendo presenti le finalità proprie della scuola di base, i valori a cui si ispira e i bisogni rilevati dall osservazione della sua utenza, si propone come : - scuola che Accoglie - scuola che Forma - scuola che Valorizza - scuola che Orienta facendo di Accoglienza Competenza Creatività le tre parole chiave della propria missione di scuola. ACCOGLIENZA CREATIVITA COMPETENZA 7

8 Progettazione curricolare e opzionale Le discipline Per la Scuola dell Infanzia sono individuati i Campi di Esperienza, mentre per la Scuola Primaria e Secondaria di 1 Grado le singole discipline sono considerate nella loro specificità, ma proposte all interno di tre grandi Aree disciplinari (Area linguistico-artistico-espressiva, Area storico-geografico-sociale e Area matematico-scientifico-tecnologica) secondo le Nuove Indicazioni per la Scuola dell Infanzia e per il Primo Ciclo d Istruzione approvate col D. M. del 31 luglio INFANZIA PRIMARIA SEC. DI 1 GRADO Campi di esperienza Discipline Discipline Il sé e l altro Il corpo e il movimento Linguaggi,creatività, espressione I discorsi e le parole Area Linguistico -Artistico - Espressiva Italiano Lingue comunitarie Musica Arte e Immagine Corpo movimento e sport Area Linguistico -Artistico - Espressiva Italiano Lingue comunitarie Musica Arte e Immagine Corpo movimento e sport La conoscenza del mondo Area Storico Geografica Storia Geografia Area Matematico Scientifico - Tecnologica Matematica Scienze naturali e sperimentali Tecnologia Area Storico - Geografica Storia Geografia Area Matematico Scientifico - Tecnologica Matematica Scienze naturali e sperimentali Tecnologia I.R.C. o Studio Individuale I.R.C. o Studio individuale I.R.C. o Alternativa Religione Cattolica si attiene ai programmi vigenti o a quelli che verranno indicati d intesa con la Conferenza episcopale Italiana (C.e.i.). L Educazione alla Cittadinanza si concretizza in una offerta di attività educative e didattiche unitarie a cui concorrono i docenti contitolari del gruppo classe. Il nostro Istituto da anni promuove in prima persona esperienze e progetti sulla Educazione alla cittadinanza attiva e solidale e alla pace, sulla cultura dei diritti umani e dell infanzia. Inoltre aderisce a iniziative organizzate dalle istituzioni del territorio in cui opera, attraverso un rapporto di stretta collaborazione. 8

9 MONTE ORE DISCIPLINARE SCUOLA PRIMARIA Classi a Nuovo Ordinamento ( modulo ) 1^ 2^ 3^ - 4^ - 5^ ORARIO OBBLIGATORIO I.R.C. o alternativa LINGUE COMUNITARIE TECNOLOGIA ITALIANO MATEMATICA STORIA SCIENZE NATURALI E SPERIMENTALI GEOGRAFIA ARTE E IMMAGINE MUSICA CORPO MOVIMENTO SPORT Totale OPZIONALI Totale ATTIVITA OPZIONALI Nelle classi a Nuovo Ordinamento ( modulo ) sono previste 3 h. a settimana nelle quali si effettueranno le seguenti attività: attività espressive; attività di arricchimento e potenziamento per tematiche attività di recupero e consolidamento disciplinare. Classi Tempo Pieno ORARIO OBBLIGATORIO 1^ 2^ 3^ - 4^ - 5^ I.R.C. o alternativa LINGUE COMUNITARIE TECNOLOGIA ITALIANO MATEMATICA STORIA SCIENZE NATURALI E SPERIMENTALI GEOGRAFIA ARTE E IMMAGINE MUSICA CORPO MOVIMENTO SPORT Totale Gli insegnamenti disciplinari possono essere integrati da percorsi progettuali che non rappresentano attività aggiuntive, ma che si inseriscono pienamente nella programmazione educativa e didattica annuale della classe (vedi progetti di macroarea curricolare ). 9

10 MONTE ORE DISCIPLINARE SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO CLASSI 1^ - 2^ - 3^ a 30 ore ORARIO OBBLIGATORIO 1 quadrimestre 2 quadrimestre curricolare opzionale curricolare opzionale RELIGIONE / ALTERNATIVA 1 1 ITALIANO 7 6 STORIA / GEOGRAFIA 3 4 INGLESE FRANCESE 2 2 MATEMATICA / SCIENZE 6 6 TECNOLOGIA 2 2 ARTE E IMMAGINE 2 2 MUSICA 2 2 CORPO MOVIMENTO SPORT 2 2 Totale CLASSI 1^ - 2^ - 3^ a 33 ore ORARIO OBBLIGATORIO 1 quadrimestre 2 quadrimestre curricolare opzionale curricolare opzionale RELIGIONE / ALTERNATIVA 1 1 ITALIANO STORIA / GEOGRAFIA INGLESE FRANCESE 2 2 MATEMATICA / SCIENZE 6 6 TECNOLOGIA ARTE E IMMAGINE 2 2 MUSICA 2 2 CORPO MOVIMENTO SPORT 2 2 Totale ATTIVITA OPZIONALI Italiano Storia e Geografia Tecnologia Lingua Inglese Gli insegnamenti disciplinari possono essere integrati da percorsi progettuali che non rappresentano attività aggiuntive, ma che si inseriscono pienamente nella programmazione educativa e didattica annuale della classe (vedi progetti di macroarea curricolare ). 10

11 Organi di programmazione e di verifica Il Piano di Lavoro delle attività educativo- didattiche di ogni singola classe/sezione è il risultato di una programmazione collegiale, che nasce da incontri periodici dei docenti a vari livelli: - INFANZIA: gruppo di intersezione e/o sezioni parallele - PRIMARIA: gruppo classe/modulo e/o per classi parallele - SECONDARIA DI 1 GRADO: Consiglio di classe Sia alla scuola Primaria sia alla scuola Secondaria di 1 grado si attuano regolarmente incontri tra docenti che insegnano la medesima disciplina o area. Nell ambito di questi incontri i docenti si confrontano principalmente su: programmazione delle attività e suo adeguamento in itinere scelte e percorsi disciplinari comuni interventi individualizzati e attività di interclasse obiettivi specifici di apprendimento prove di verifica quadrimestrali e modalità di valutazione Il metodo I docenti, nell articolare il loro intervento, tengono conto di alcune scelte metodologiche generali che costituiscono la base della collegialità educativa e didattica. AREA AFFETTIVA 1. Educazione ai principi fondamentali della convivenza civile e alla non violenza e alla pace 2. Sviluppo di valori comuni, indipendentemente dall etnia, dalla religione, dallo stato sociale e dal sesso 3. Impegno nell instaurare una corretta relazione AREA COGNITIVA 1. Continuità e gradualità dell intervento 2. Scelte qualitative e formative dei contenuti 3. Sviluppo delle competenze e trasversalità dei saperi 4. Attenzione ai tempi e agli stili di apprendimento individuali Valutazione alunni La valutazione è una componente dell apprendimento e rientra a pieno titolo nella programmazione delle attività educativo didattiche dell Istituto. Agli insegnanti compete la responsabilità della valutazione e la cura della documentazione didattica, nonché la scelta dei relativi strumenti nel quadro dei criteri deliberati dai competenti organi collegiali. La valutazione precede, accompagna e segue i percorsi curricolari. Attiva le azioni da intraprendere, regola quelle avviate, promuove il bilancio critico su quelle condotte a termine. Assume una preminente funzione formativa, di accompagnamento dei processi di apprendimento e di stimolo al miglioramento continuo. 11

12 Nella scuola Primaria le prove di verifica di fine quadrimestre sono concordate dai docenti delle classi parallele, negli incontri di programmazione. Nella scuola Primaria e nella scuola Secondaria di 1 grado la valutazione è riferita ai livelli di apprendimento conseguiti dagli alunni nelle attività obbligatorie ed in quelle opzionali e riguarda sia gli apprendimenti sia il comportamento. L'aspetto valutativo è curato attraverso una scheda di valutazione adottata a livello nazionale, in grado di assicurare criteri certi e comuni a tutte le scuole. In base al Decreto Ministeriale N. 137 del 1 Settembre 2008 convertito in Legge N.169 il 29 Ottobre 2008 la Valutazione sarà espressa in decimi. La scuola dell Infanzia documenta la sua attività di osservazione - valutazione su ogni alunno attraverso la scheda di passaggio Infanzia / Primaria. Il primo ciclo, della durata di 8 anni (6-14 anni), si conclude con un esame di Stato il cui esito è espresso con valutazione in decimi e illustrato con una certificazione analitica dei traguardi di competenza e del livello globale di maturazione raggiunti dall alunno. Autovalutazione di Istituto Efficacia ed efficienza del POF Efficacia della programmazione didattica Qualità dell insegnamento Grado di soddisfazione delle famiglie e del territorio Progetti speciali di ampliamento dell Offerta Formativa Competenza del Collegio dei Docenti e del Dirigente Scolastico Valutazione degli apprendimenti e del comportamento degli alunni Diagnosi (iniziale) Formativa(in itinere ) Sommativa (annuale/biennale) registrata nella scheda Competenza dei docenti di classe 12

13 Piano Annuale di Formazione e Aggiornamento Per l a.s / 09 le tematiche proposte per la Formazione in servizio e l Aggiornamento del personale sono le seguenti: TITOLO/ARGOMENTO Il curricolo di Italiano Piano di Formazione Indicazioni per il curricolo Il curricolo di Storia Piano di Formazione Indicazioni per il curricolo Il curricolo di Storia Attività di ricerca-azione Piano di Formazione Indicazioni per il curricolo Il curricolo di Matematica Piano di Formazione Indicazioni per il curricolo Il curricolo di Matematica Attività di ricerca-azione Piano di Formazione Indicazioni per il curricolo Propedeutica alla Matematica Piano di Formazione Indicazioni per il curricolo Motivi & MotivAzioni per apprendere e insegnare le lingue Le Leggi antiebraiche in Italia, Giornata di studio-formazione in occasione del 70 anniversario Educazione motoria: aspetti teorici, metodologici e didattici nella programmazione curricolare della scuola dell infanzia e della scuola primaria Laboratorio di movimento espressivo e apprendimento cooperativo Progetto regionale MUSICA IIª annualità Sicuri sulla strada Giochi cooperativi Un lavoro importante Personale ATA Aspetti retributivi del personale della scuola Personale ATA ENTE ORGANIZZATORE Ambito territoriale 1 Ambito territoriale 1 Ambito territoriale 1 Ambito territoriale 1 Ambito territoriale 1 Ambito territoriale 1 A.N.I.L.S. Associazione Nazionale Insegnanti Lingue Straniere Assemblea Legislativa Emilia Romagna Ufficio Scolastico Regionale per l Emilia-Romagna LANDIS (Laboratorio Nazionale per la didattica della Storia) Rete n. 4 Direzione Didattica di Castel Maggiore (Bo) USP (Ufficio Scolastico Provinciale) USR (Ufficio Scolastico Regionale per l Emilia Romagna) Agenzia Nazionale Ex IRRE Emilia - Romagna Regione Emilia Romagna Provincia di Bologna USP (Ufficio Scolastico Provinciale) Cooperativa Bateson Centro psicopedagogico polivalente Bologna Flc - Cgil USP (Ufficio Scolastico Provinciale) 13

14 Progettazione didattica e organizzativa Edifici SCUOLA dell INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SEC. DI 1 GRADO CREVALCORE G. Dozza Via Puccini 242 G. Lodi Via XXV Aprile 85 M. Polo Via Guisa 308 PALATA PEPOLI C. Paltrinieri Via Provanone 4964 U.Pizzoli succursale Via Provanone 5016/A CASELLE G. Calanca Via del Papa 35 Spazi e orari Plessi Scuola dell Infanzia Nell'Istituto Comprensivo di Crevalcore sono presenti 3 plessi di scuola dell Infanzia, situati nel Comune di Crevalcore: - plesso "PALTRINIERI", frazione Palata Pepoli, 2 sezioni; orario plesso "CALANCA", frazione Caselle, monosezione; orario plesso "DOZZA", Crevalcore capoluogo, 6 sezioni; orario

15 Scuola dell'infanzia "Paltrinieri" di Palata Pepoli Organizzazione: Il plesso funziona con 2 sezioni col seguente orario: Ore I Uscita pomeridiana II Uscita pomeridiana SPAZI ESTERNI ED INTERNI E LORO UTILIZZO La Scuola è provvista di 2 cortili distinti entrambi attrezzati con giochi da esterno: - 1 anteriore, recintato, in prossimità dell entrata; - 1 posteriore. L' edificio è a due piani, al piano terra sono collocate: - 2 AULE per le attività didattiche e multimediali - 1 SALONE, ricavato dalla ristrutturazione della Scuola avvenuta nell'autunno 2001, per le attività psicomotorie, musicali e ludiche - 1 SALETTA per attività multimediali - 1 UNA PARTE DEL CORRIDOIO adibito ad Atelier di pittura e drammatizzazione - 1 DORMITORIO - 1 SALA MENSA - 1 CUCINA - 1 SERVIZIO IGIENICO PER I BAMBINI - 1 SERVIZIO IGIENICO PER I BAMBINI portatori di handicap - 1 SERVIZIO IGIENICO PER ADULTI - 1 DEPOSITO PER MATERIALE IGIENICO SANITARIO Una scala che porta al 1 Piano, dove e situata la SALA DI LETTURA del Comune di Crevalcore, funzionante nelle giornate del Lunedì mattina (anche in collaborazione con alcune attività didattiche programmate). Nelle giornate di martedì mercoledì e venerdì è attivato lo SPORTELLO PEDAGOGICO dai 6 ai 13 anni d età. Scuola dell'infanzia "Calanca" di Caselle Organizzazione: Il plesso funziona con 1 sezione col seguente orario: Ore I Uscita pomeridiana II Uscita pomeridiana

16 SPAZI ESTERNI ED INTERNI E LORO UTILIZZO Ampio cortile recintato con alcuni giochi da esterno. L'edificio è a due piani. Nel piano terra sono ubicati : - LA CUCINA - 1 SERVIZIO IGIENICO PER I BAMBINI - 1 SERVIZIO IGIENICO PER GLI ADULTI - 1 UFFICIO - 1 AULA per le attività che funziona anche da mensa - 1 SALONE - 1 DEPOSITO PER MATERIALE IGIENICO SANITARIO Una scala porta al 1 Piano, dove ci sono: - 1 SALONE POLIVALENTE per attività psicomotorie e ludiche e per le feste - 1 DORMITORIO - 1 AULETTA per attività con piccolo gruppo. Scuola dell'infanzia " G. Dozza" di Crevalcore Organizzazione: Il plesso funziona con 6 sezioni col seguente orario: Orario d entrata (solo per chi usufruisce del servizio di anticipo scolastico ) Uscita antimeridiana ( per chi non usufruisce del servizio mensa ) Mensa primo turno secondo turno I Uscita pomeridiana II Uscita pomeridiana (solo per chi usufruisce del servizio di posticipo scolastico) SPAZI ESTERNI ED INTERNI E LORO UTILIZZO La scuola è dotata di un cortile recintato con un area a prato ed attrezzato con giochi da esterno; un piccolo cortile interno lastricato ed anch'esso attrezzato con giochi da esterno collocati su pedane idonee a garantire la sicurezza dei bambini. L'edificio scolastico ha una sola entrata con un corridoio e tunnel per l'accesso alle sezioni ed è dotato di allarme; è strutturato su due piani. 16

17 Piano Terra: - CUCINA - SPOGLIATOIO per collaboratori scolastici e ARMADIETTO medicinali - 1 DEPOSITO per materiale igienico sanitario - 1 TUNNEL di accesso alle sezioni con porta antipanico - 6 SEZIONI con relativi servizi igienici e porte antipanico - 1 SALONE arredato con materiale per attività psicomotorie Il salone di psicomotricità è situato nell'attiguo edificio "Centro famiglia"; la scuola usufruisce, inoltre degli spazi situati al primo piano: - 1 SALONE per attività ludiche - 1 LABORATORIO DI NFORMATICA - BIBLIOTECA - 1 SOTTOSCALA per materiale a perdere - RIPOSTIGLIO per materiale igienico sanitario - 1 BAGNO per le insegnanti - 1 BAGNO per i bambini Una scala porta al 1 Piano dove si trovano: - 1 VANO DEPOSITO per materiale didattico - 1 DORMITORIO fornito di servizi - 1 LABORATORIO RELIGIONE/INGLESE Nella zona dell'ex nido al primo piano si trovano: - 1 DORMITORIO fornito di servizi per adulti e bambini - 1 VANO DEPOSITO per materiale didattico 17

18 Plessi Scuola Primaria Nell'Istituto Comprensivo di Crevalcore sono presenti 2 Plessi di Scuola Primaria: 1. Plesso "G.Lodi " di Crevalcore (24 classi di cui 14 a Tempo Pieno e 10 a Nuovo Ordinamento) 2. Plesso U. Pizzoli di Palata Pepoli (5 classi tutte a Nuovo Ordinamento ). Scuola Primaria " G.Lodi " Crevalcore ORARIO DI FUNZIONAMENTO Le lezioni si svolgono nelle giornate dal lunedì al venerdì e comprendono il tempo scuola obbligatorio e il tempo scuola facoltativo opzionale. CLASSI a Tempo Pieno L'orario delle 14 classi a Tempo Pieno si articola in 5 giorni dal LUNEDI' al VENERDI' dalle 8,30 alle 16,30 per un totale di 40 h. settimanali. CLASSI a Nuovo Ordinamento ( modulo ) L'orario delle 10 classi a 30 ore si articola in 5 giorni : - LUNEDI', MERCOLEDI e GIOVEDI dalle 8,30 alle 16,30 - MARTEDI e VENERDI dalle 8,30 alle 12,50 ( 27 ore di attività didattica obbligatoria + 3 ore di attività facoltative opzionali). Per tutti gli alunni iscritti al servizio mensa è garantita la presenza di uno degli insegnanti di classe. ORARIO MENSA L'orario della mensa è articolato su 3 turni: - ore ore ore ORARIO DI RIENTRO POMERIDIANO In base all organizzazione interna e al numero dei collaboratori scolastici presenti in questa fascia oraria, gli alunni che non si avvalgono del servizio mensa-scolastica svolgeranno il seguente orario: Classi I C I D IIC - IID escono ore rientrano ore Tutte le altre classi a Nuovo Ordinamento escono ore 12,30 - rientrano ore 13,30 Classi a Tempo Pieno:I A I B - IIA - IIB escono ore 12,00 - rientrano ore 14,00 Tutte le altre classi a Tempo Pieno escono ore rientrano ore 14,00 Gli alunni di tutte le classi a Tempo pieno e delle I e II del modulo che non usufruiscono della mensa, devono essere ritirati, all orario prestabilito, da un genitore o da persona delegata indicata su apposito modulo. 18

19 Gli alunni delle classi III, IV e V a modulo che non usufruiscono della mensa possono uscire da soli, previa autorizzazione. Per le modalità d uscita cfr. il REGOLAMENTO D ISTITUTO all ART.3. SPAZI ESTERNI ED INTERNI E LORO UTILIZZO L'edificio scolastico è ripartito in 2 padiglioni: Pad. EST e Pad. OVEST. Nel Padiglione EST sono presenti: Piano Terra - ARCHIVIO SEGRETERIA - UFFICIO SEGRETERIA Via XXV Aprile 1945, n.85 - UFFICIO Dirigente Scolastico - N 5 AULE per CLASSI - N 1LABORATORIO DI PITTURA/MANIPOLAZIONE - N 1 AMBULATORIO MEDICO - SERVIZI IGIENICI PER ALUNNI E DISABILI - SERVIZI IGIENICI PER INSEGNANTI E PERSONALE ATA 1 Piano (si accede attraverso 2 Scale) - N 8 AULE PER CLASSI - N 1 LABORATORIO INFORMATICA (10 postazioni multimediali con collegamento ad Internet, 3 stampanti in rete, 1 scanner, 1 videoproiettore). - N 1 SALA LETTURA - aula docenti sala lettura alunni - SERVIZI IGIENICI per alunni e disabili - SERVIZI IGIENICI per insegnanti e personale ausiliario - N 1 AULA DI INTERCULTURA Nel Padiglione OVEST sono presenti: Piano Terra - N 1 CUCINA e MENSA SCOLASTICA ( composta da 5 sale e 2 corridoi ) - N 4 AULE PER CLASSI - SERVIZI IGIENICI per alunni e disabili - SERVIZI IGIENICI per insegnanti e personale ausiliario 1 Piano (si accede da un' unica scala a 2 rampe) - N 7 AULE PER CLASSI - N 1 CAMERA OSCURA PER ATTIVITA' DI FOTOGRAFIA (con macchine fotografiche ed ingranditore) - LABORATORIO DI SCIENZE - LABORATORIO DI PITTURA - MANIPOLAZIONE - N 1 SALONE POLIVALENTE (con spazio palcoscenico per attività teatrali e spazi per attività ludiche/motorie ) - SERVIZI IGIENICI per alunni e disabili - SERVIZI IGIENICI per insegnanti e personale ausiliario - BAGNO per disabili - AULA MORBIDA 19

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ISTITUTO COMPRENSIVO N. 1 DI BOLOGNA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ISTITUTO COMPRENSIVO N. 1 DI BOLOGNA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ISTITUTO COMPRENSIVO N. 1 DI BOLOGNA Anno scolastico 2014-2015 LE NOSTRE SCUOLE scuola dell infanzia FUTURA scuola primaria GIOVANNI XXIII scuola secondaria 1^ grado GIUSEPPE

Dettagli

5.1. OBIETTIVI EDUCATIVI GENERALI

5.1. OBIETTIVI EDUCATIVI GENERALI PARTE SECONDA 5. LA SCUOLA PRIMARIA DELL'ISTITUTO 5.1. OBIETTIVI EDUCATIVI GENERALI La scuola Primaria promuove il benessere dei bambini e si impegna ad educarli tenendo conto delle diverse dimensioni

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini PROGETTO DI PLESSO SCUOLA PRIMARIA PIERANTONIO a. s. 2014/2015 PREMESSA La scuola rappresenta lo spazio

Dettagli

I.C. FUTURA SCUOLA PRIMARIA

I.C. FUTURA SCUOLA PRIMARIA I.C. FUTURA SCUOLA PRIMARIA FINALITÀ TRASVERSALI Sviluppa autostima Sviluppa competenze disciplinari e trasversali Impara a cooperare e vivere in gruppo Impara a superare ansie e difficoltà Impara a conoscere

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO AVIGLIANO CENTRO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2014/2015

ISTITUTO COMPRENSIVO AVIGLIANO CENTRO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 ISTITUTO COMPRENSIVO AVIGLIANO CENTRO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 Un bambino, un insegnante, un libro e una penna possono cambiare il mondo. Malala Yousafzai Premio Nobel per

Dettagli

Istituto Comprensivo Poggiomarino1-Capoluogo. Piano dell offerta formativa

Istituto Comprensivo Poggiomarino1-Capoluogo. Piano dell offerta formativa Istituto Comprensivo Poggiomarino1-Capoluogo Piano dell offerta formativa Istituto Comprensivo Poggiomarino1-Capoluogo I PROGETTI DIDATTICI INDIRIZZI GENERALI DELLA SCUOLA LE STRUTTURE IL CURRICOLO P.O.F

Dettagli

Istituto Comprensivo Dante Alighieri Petilia Policastro (KR) Scuola Secondaria di Primo Grado

Istituto Comprensivo Dante Alighieri Petilia Policastro (KR) Scuola Secondaria di Primo Grado Classe: Sezione: Istituto Comprensivo Dante Alighieri Petilia Policastro (KR) Scuola Secondaria di Primo Grado PROGETTAZIONE CURRICOLARE Approvazione del Consiglio di Classe in data: Coordinatore:Prof.

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2012 / 2013 Scuola Comunale dell infanzia Pollicinia Via Roma Potenza Tel. 0971 / 273041 DOVE SIAMO CHI SIAMO Potenza, capoluogo di regione, è la città della

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA DI CAPITONE

SCUOLA DELL INFANZIA DI CAPITONE SCUOLA DELL INFANZIA DI CAPITONE PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO a. s. 2008/2009 INSEGNANTI DI SEZIONE : CANAL Chetti FRANCIA Meri VALUTAZIONE DELLA SITUAZIONE INIZIALE La scuola dell infanzia di Capitone

Dettagli

Sintesi del Piano dell Offerta Formativa

Sintesi del Piano dell Offerta Formativa Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale «ALESSANDRO VOLTA» Sintesi del Piano dell Offerta Formativa SCUOLA PRIMARIA Dirigente Scolastico Prof. Incoronata

Dettagli

Istituto Comprensivo Karol Wojtyla

Istituto Comprensivo Karol Wojtyla Istituto Comprensivo Karol Wojtyla Sintesi del Piano Dell offerta Formativa A.S. 2014-2015 16 gennaio 2015: presentazione delle scelte educativo-didattiche ai genitori (ore 18.00) 17 gennaio 2015: scuola

Dettagli

Scuola dell infanzia di Ponte Ronca via Risorgimento 217

Scuola dell infanzia di Ponte Ronca via Risorgimento 217 ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA segreteria: Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it Pec : boic86400n@pec.istruzione.it sito

Dettagli

Istituto Comprensivo G. Rovani. Scuola Primaria Rovani. Scuola Primaria XXV Aprile

Istituto Comprensivo G. Rovani. Scuola Primaria Rovani. Scuola Primaria XXV Aprile Istituto Comprensivo G. Rovani Scuola Primaria Rovani Scuola Primaria XXV Aprile 15 gennaio 2015 Presentazione Scuola Primaria Le finalità della proposta formativa (dal POF della scuola) 1. Istruzione

Dettagli

LE SCUOLE PRIMARIE. SCUOLA PRIMARIA B. FERRARI DI LANGHIRANO n. classi 20 n. alunni 432

LE SCUOLE PRIMARIE. SCUOLA PRIMARIA B. FERRARI DI LANGHIRANO n. classi 20 n. alunni 432 LE SCUOLE PRIMARIE SCUOLA PRIMARIA B. FERRARI DI LANGHIRANO n. classi 20 n. alunni 432 La scuola primaria B. Ferrari è ospitata in un edificio storico di pregio la cui costruzione risale all anno 1927

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE "GUIDO CAVALCANTI

SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE GUIDO CAVALCANTI SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE "GUIDO CAVALCANTI Via G. Guerrazzi 178, 50019 Sesto Fiorentino (FI) Tel 055/4210541/2 FAX 055/4200419 E-mail: fimm495000x@istruzione.it Sito Web: www.scuolacavalcanti.gov.it

Dettagli

CARVICO SOTTO IL MONTE G. XXIII VILLA D ADDA

CARVICO SOTTO IL MONTE G. XXIII VILLA D ADDA ISTITUTO COMPRENSIVO E. FERMI DI CARVICO SCUOLA SECONDARIA di CARVICO SOTTO IL MONTE G. XXIII VILLA D ADDA Estratto Piano dell Offerta Formativa Anno Scolastico 2015-2016 L OFFERTA FORMATIVA comune a tutti

Dettagli

ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO

ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO Il progetto teatro nasce dalla necessità di avvicinare gli alunni al mondo teatrale perché

Dettagli

La scuola dell infanzia è la risposta al diritto all educazione dei bambini dai 3 ai 6 anni METODOLOGIA

La scuola dell infanzia è la risposta al diritto all educazione dei bambini dai 3 ai 6 anni METODOLOGIA La scuola dell infanzia è la risposta al diritto all educazione dei bambini dai 3 ai 6 anni PRINCIPI EDUCATIVI E LINEE GUIDA Rispetto dell unità psico-fisica del bambino; centralità educativa del fare

Dettagli

Anno scolastico 2008/09

Anno scolastico 2008/09 ISTITUTO COMPRENSIVO AZZANO SAN PAOLO Il presente opuscolo, che racchiude le linee programmatiche essenziali utili ad identificare la nostra scuola, costituisce una sintesi del Piano dell Offerta Formativa;

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI BALANGERO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI BALANGERO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI BALANGERO PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA Scuola Primaria Anno scolastico 2013/2014 Il Collegio dei Docenti della Scuola Primaria dell Istituto Comprensivo di Balangero condivide

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE. ATTIVITA di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA

ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE. ATTIVITA di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA I tre ordini di scuola, in accordo fra loro per garantire una continuità dalla scuola dell Infanzia alla scuola Superiore

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA SCUOLA E DELLE ATTIVITA A.S. 2013-2014

PRESENTAZIONE DELLA SCUOLA E DELLE ATTIVITA A.S. 2013-2014 IC 41 CONSOLE: LA SCUOLA DELL INFANZIA PRESENTAZIONE DELLA SCUOLA E DELLE ATTIVITA A.S. 2013-2014 DESCRIZIONE DELLA SCUOLA La scuola dell infanzia dell IC 41 Console e situata nel quartiere Bagnoli in

Dettagli

L istituto comprensivo include : quattro scuole dell infanzia due plessi di scuola primaria la scuola secondaria di primo grado.

L istituto comprensivo include : quattro scuole dell infanzia due plessi di scuola primaria la scuola secondaria di primo grado. Offerta formativa L istituto comprensivo include : quattro scuole dell infanzia due plessi di scuola primaria la scuola secondaria di primo grado Vi operano Il dirigente scolastico La collaboratrice del

Dettagli

Istituto Comprensivo Donadoni via Torquato Tasso Bergamo. Scuole per l'infanzia - Scuola Primaria - Scuola Potenziata - Scuola Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Donadoni via Torquato Tasso Bergamo. Scuole per l'infanzia - Scuola Primaria - Scuola Potenziata - Scuola Secondaria di 1 SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA DELL'INFANZIA La scuola dell infanzia per bambini dai 3 ai 6 anni di età non è obbligatoria, ma è di fondamentale importanza per la promozione di competenze essenziali, quali:

Dettagli

CONTINUITÀ EDUCATIVO- DIDATTICA

CONTINUITÀ EDUCATIVO- DIDATTICA CONTINUITÀ EDUCATIVO- DIDATTICA mediante momenti di raccordo pedagogico, curriculare e organizzativo fra i tre ordini di scuola, promuove la continuità del processo educativo, condizione essenziale per

Dettagli

FINALITA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

FINALITA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA I.C.S. MAREDOLCE FINALITA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA La nostra scuola dell Infanzia con la sua identità specifica sotto il profilo pedagogico e metodologico-organizzativo persegue: l acquisizione di capacità

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO Tel. 031. 607321 - E-mail: sms.inverigo@tiscali.it - Sito: www.icsinverigo.gov.it Direzione e Segreteria dell Istituto Comprensivo: Via

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di BORGO SAN GIACOMO. Anno Scolastico 2015 / 2016

ISTITUTO COMPRENSIVO di BORGO SAN GIACOMO. Anno Scolastico 2015 / 2016 ISTITUTO COMPRENSIVO di BORGO SAN GIACOMO SCHEDA PROGETTO POF ARTICOLAZIONE ANNUALE SCUOLA PRIMARIA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PROGETTO DI ISTITUTO DELLA SEZ. /PLESSO DI DELLA/E CLASSE/I Anno Scolastico

Dettagli

Istituto Comprensivo Via Casal Bianco

Istituto Comprensivo Via Casal Bianco MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casal Bianco PIANO DI LAVORO EDUCATIVO-DIDATTICO COORDINATO ANNO SCOLASTICO

Dettagli

SINTESI PIANO OFFERTA FORMATIVA - SCUOLA PRIMARIA. Capo d Istituto: Bussandri Deanna Vicario: Pavoni Cristina

SINTESI PIANO OFFERTA FORMATIVA - SCUOLA PRIMARIA. Capo d Istituto: Bussandri Deanna Vicario: Pavoni Cristina 1 ISTITUTO COMPRENSIVO DI CASTELL ARQUATO PCIC81500R Via Roma, 1 29014 Castell Arquato (PC) e.mail : pcic81500r@istruzione.it tel. e fax 0523/805167 http://wwwiccastellarquato.gov.it/ Ai genitori degli

Dettagli

SITUAZIONE DI PARTENZA

SITUAZIONE DI PARTENZA CLASSE ISTITUTO COMPRENSIVO VIA POSEIDONE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PIANO DI LAVORO EDUCATIVO-DIDATTICO ANNO SCOLASTICO 2013/14 CLASSE SEZ COORDINATORE Alunni Maschi Femmine Ripetenti Altre culture

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO

ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO Ogni docente è libero di attuare le pratiche educative che ritiene più efficaci. Le lezioni si svolgono alternando metodologie didattiche tradizionali come lezione frontale, a

Dettagli

A tutti i genitori degli alunni e delle alunne delle classi quinte della Scuola primaria

A tutti i genitori degli alunni e delle alunne delle classi quinte della Scuola primaria Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO DI BOTTICINO Via Udine, 6 25080 Botticino Mattina - CF 80064290176 - Tel. 030 2693113 Fax: 030 2191205 email: ddbottic@provincia.brescia.it

Dettagli

Scuola dell Infanzia PAOLA DI ROSA Scuola Primaria SAN GIUSEPPE

Scuola dell Infanzia PAOLA DI ROSA Scuola Primaria SAN GIUSEPPE Scuola dell Infanzia PAOLA DI ROSA Scuola Primaria SAN GIUSEPPE Scuola dell Infanzia Paola di Rosa Scuola Primaria San Giuseppe La vera educazione è apertura alla realtà nella sua ricchezza la scuola è

Dettagli

Le FINALITA del percorso curricolare all interno della Scuola dell Infanzia sono:

Le FINALITA del percorso curricolare all interno della Scuola dell Infanzia sono: Le FINALITA del percorso curricolare all interno della Scuola dell Infanzia sono: 1. CONSOLIDAMENTO DELL IDENTITA : Imparare a sentirsi bene e a sentirsi sicuri nell affrontare nuove esperienze in un ambiente

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PRESENTAZIONE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PRESENTAZIONE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA FINALITA La scuola dell infanzia promuove l educazione armonica e integrale dei bambini da 3 a 6 anni ( REGOLAMENTO Titolo I art.2- art.4), proponendosi come ambiente

Dettagli

Via Sismondi, 17 - tel. 0572 476298 51017 Pescia (PT)

Via Sismondi, 17 - tel. 0572 476298 51017 Pescia (PT) Via Sismondi, 17 - tel. 0572 476298 51017 Pescia (PT) La Scuola Primaria di Valchiusa è situata in una zona verdeggiante meglio conosciuta come Valchiusa e occupa parte della sede centrale dell Istituto

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MARTIRI DELLA LIBERTA - SESTO SAN GIOVANNI Scuola dell'infanzia "E. Marelli 20099 SESTO SAN GIOVANNI (MI)- VIA CAVALLOTTI, 88

ISTITUTO COMPRENSIVO MARTIRI DELLA LIBERTA - SESTO SAN GIOVANNI Scuola dell'infanzia E. Marelli 20099 SESTO SAN GIOVANNI (MI)- VIA CAVALLOTTI, 88 ISTITUTO COMPRENSIVO MARTIRI DELLA LIBERTA - SESTO SAN GIOVANNI Scuola dell'infanzia "E. Marelli 20099 SESTO SAN GIOVANNI (MI)- VIA CAVALLOTTI, 88 I nostri spazi 5 sezioni 2 bagni con servizi igienici

Dettagli

PIANO OFFERTA FORMATIVA Scuola Secondaria di Primo Grado Pietra Ligure - Borgio Verezzi

PIANO OFFERTA FORMATIVA Scuola Secondaria di Primo Grado Pietra Ligure - Borgio Verezzi ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI PIETRA LIGURE PIETRA LIGURE BORGIO VEREZZI VAL MAREMOLA UFFICI VIA OBERDAN 84 17027 - PIETRA LIGURE SV Tel 019/628109 - fax 019/6295160 PIANO OFFERTA FORMATIVA Scuola Secondaria

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ENEA TALPINO Nembro. Curricolo verticale CITTADINANZA E COSTITUZIONE

ISTITUTO COMPRENSIVO ENEA TALPINO Nembro. Curricolo verticale CITTADINANZA E COSTITUZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO ENEA TALPINO Nembro Curricolo verticale CITTADINANZA E COSTITUZIONE 1 Cittadinanza e Costituzione COMPETENZE CHIAVE: Competenze sociali e civiche NUCLEO CITTADINANZA E COSTITUZIONE

Dettagli

Istituto Comprensivo Aldo Moro Saronno OPEN DAY 2011

Istituto Comprensivo Aldo Moro Saronno OPEN DAY 2011 Istituto Comprensivo Aldo Moro Saronno OPEN DAY 2011 L alunno al centro RISPETTO DELLE INDIVIDUALITA ATTENZIONE ALLE SPECIFICITA PERSONALI ATTENZIONE AI DIVERSI STILI DI APPRENDIMENTO CURA DELLE RELAZIONI

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO ALLEGATA AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO ALLEGATA AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO ALLEGATA AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015 Il programma annuale è direttamente raccordato al Piano dell Offerta Formativa (P.O.F.) e traduce, in

Dettagli

LA SCUOLA PRIMARIA. Le parole insegnano, gli esempi trascinano solo i fatti danno credibilità alle parole. Sant Agostino

LA SCUOLA PRIMARIA. Le parole insegnano, gli esempi trascinano solo i fatti danno credibilità alle parole. Sant Agostino LA SCUOLA PRIMARIA Le parole insegnano, gli esempi trascinano solo i fatti danno credibilità alle parole. Sant Agostino 1 Istituto Comprensivo Savignano sul Panaro PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA 2014-2015

Dettagli

INCONTRO DI PRESENTAZIONE SCUOLE PRIMARIE ISTITUTO COMPRENSIVO LUCA BELLUDI PIAZZOLA SUL BRENTA A.S. 2014-2015

INCONTRO DI PRESENTAZIONE SCUOLE PRIMARIE ISTITUTO COMPRENSIVO LUCA BELLUDI PIAZZOLA SUL BRENTA A.S. 2014-2015 INCONTRO DI PRESENTAZIONE SCUOLE PRIMARIE ISTITUTO COMPRENSIVO LUCA BELLUDI PIAZZOLA SUL BRENTA A.S. 2014-2015 FINALITA DELLA SCUOLA DEL PRIMO CICLO Acquisire conoscenze ed abilità fondamentali per sviluppare

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. a) l accettazione e il rispetto della personalità dello studente,quali che ne siano le condizioni personali, sociali e culturali;

CARTA DEI SERVIZI. a) l accettazione e il rispetto della personalità dello studente,quali che ne siano le condizioni personali, sociali e culturali; CARTA DEI SERVIZI Premessa 1. LA carta dei servizi si ispira agli articoli 3, 21, 30, 33 e 34 della Costituzione della Repubblica Italiana e all art.149 del Trattato dell Unione Europea. 2. Alla luce di

Dettagli

PROGETTO "Diversità e inclusione"

PROGETTO Diversità e inclusione MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO CERVARO Corso della Repubblica, 23 (Fr) Tel. 0776/367013 - Fax 0776366759 - e-mail:fric843003@istruzione.it

Dettagli

2 FINALITA FORMATIVE DELLA SCUOLA PRIMARIA

2 FINALITA FORMATIVE DELLA SCUOLA PRIMARIA 2 FINALITA FORMATIVE DELLA SCUOLA PRIMARIA Il nostro impianto educativo vuol porre al centro la ricerca del sé nella scoperta della necessità dell altro. Noi siamo tutti gli altri che abbiamo incontrato

Dettagli

Istituto Comprensivo N 5 Via Pirandello 12 40026 Imola (BO)

Istituto Comprensivo N 5 Via Pirandello 12 40026 Imola (BO) Istituto Comprensivo N 5 Via Pirandello 4006 Imola (BO) dal Piano dell Offerta Formativa che: esplicita la nostra progettazione curricolare, extracurricolare educativa ed organizzativa e si configura,

Dettagli

LA NOSTRA PEDAGOGIA. Obiettivo primario: IMPARARE AD IMPARARE! Obiettivi formativi: ESSERE E DIVENTARE

LA NOSTRA PEDAGOGIA. Obiettivo primario: IMPARARE AD IMPARARE! Obiettivi formativi: ESSERE E DIVENTARE LA NOSTRA PEDAGOGIA Obiettivo primario: IMPARARE AD IMPARARE! Obiettivi formativi: ESSERE E DIVENTARE Obiettivi specifici: SAPERE E SAPER FARE AUTONOMAMENTE Il contesto educativo: LA SCUOLA E UN ALTRA

Dettagli

TRAGUARDI FORMATIVI COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE

TRAGUARDI FORMATIVI COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE TRAGUARDI FORMATIVI COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE Campo d Esperienza: IL SE E L ALTRO COMPETENZE SPECIFICHE ABILITA CONOSCENZE COMPITI SIGNIFICATIVI Manifestare il senso dell

Dettagli

Istituto Comprensivo Cepagatti anno scolastico 2015-2016

Istituto Comprensivo Cepagatti anno scolastico 2015-2016 Finalità della Scuola del primo ciclo Compito fondamentale della scuola del primo ciclo d istruzione, che comprende la Scuola Primaria e la Scuola Secondaria di primo grado, è la promozione del pieno sviluppo

Dettagli

ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015

ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015 ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015 INDICE Il Piano dell Offerta Formativa 1 Presentazione del Asilo Nido Navaroli 1-2 La nostra idea di bambino 3 Partecipazione

Dettagli

PROGETTI SCUOLA PRIMARIA SOLBIATE A.S. 2015-2016

PROGETTI SCUOLA PRIMARIA SOLBIATE A.S. 2015-2016 PROGETTI SCUOLA PRIMARIA SOLBIATE A.S. 2015-2016 PROGETTO SPORT Classi prima seconda terza quinta Il progetto di avvale della consulenza e collaborazione di esperti di Educazione motoria della Polisportiva

Dettagli

L'OFFERTA FORMATIVA DELLE NOSTRE SCUOLE

L'OFFERTA FORMATIVA DELLE NOSTRE SCUOLE L'OFFERTA FORMATIVA DELLE NOSTRE SCUOLE 4. LA SCUOLA DELL INFANZIA 4.1 L OFFERTA FORMATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA LA SCUOLA DELL INFANZIA rimane aperta dalle ore 8.00 alle ore 15.45 ed offre un servizio

Dettagli

PIANO OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016

PIANO OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO di ROCCAPIEMONTE Via Pigno 84086 Roccapiemonte (SA) e Fax 081-931587-Codice Fiscale: 94065920657 e-mail: saic8bd00x@istruzione.it Sito Web: www.istitutocomprensivoroccapiemonte.gov.it

Dettagli

Istituto Comprensivo di Sedegliano. Tutti a scuola. Piccola guida alle nostre scuole primarie

Istituto Comprensivo di Sedegliano. Tutti a scuola. Piccola guida alle nostre scuole primarie Istituto Comprensivo di Sedegliano Tutti a scuola Piccola guida alle nostre scuole primarie gennaio 2010 Istituto Comprensivo di Sedegliano Presentazione Questo opuscolo contiene alcune informazioni utili

Dettagli

ISCRIZIONI. Anno scolastico 2014/2015

ISCRIZIONI. Anno scolastico 2014/2015 ISCRIZIONI CLASSI PRIME Anno scolastico 2014/2015 SCOPO DELLA SCUOLA PRIMARIA La scuola primaria mira all acquisizione degli apprendimenti di base [ ]. Ai bambini e alle bambine che la frequentano offre

Dettagli

COS E IL MICRONIDO PICCOLI PASSI E COSA OFFRE

COS E IL MICRONIDO PICCOLI PASSI E COSA OFFRE 1 COS E IL MICRONIDO PICCOLI PASSI E COSA OFFRE La Scuola dell Infanzia Silvio Moretti offre il servizio di Micro-nido ai bambini residenti e non, in età compresa dai 18 ai 36 mesi. Il nido nasce per far

Dettagli

OPEN DAY. Istituto Comprensivo Luigi Settembrini via Sebenico. Sito web: luigisettembrini.gov.it E-Mail: rmic8ea00r@istruzione.it

OPEN DAY. Istituto Comprensivo Luigi Settembrini via Sebenico. Sito web: luigisettembrini.gov.it E-Mail: rmic8ea00r@istruzione.it Istituto Comprensivo Luigi Settembrini via Sebenico OPEN DAY Sito web: luigisettembrini.gov.it E-Mail: rmic8ea00r@istruzione.it 1 Sede Operativa per la Formazione Continua e Superiore Attività conformi

Dettagli

PROGETTO DEL CENTRO SOCIO EDUCATIVO IL MELOGRANO

PROGETTO DEL CENTRO SOCIO EDUCATIVO IL MELOGRANO COMUNE DI SERRAVALLE PISTOIESE PROVINCIA DI PISTOIA PROGETTO DEL CENTRO SOCIO EDUCATIVO IL MELOGRANO Premessa La progettazione di un centro socio educativo sul territorio di Serravalle P.se nasce dall

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI CONTURSI TERME SCUOLA DELL INFANZIA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI CONTURSI TERME SCUOLA DELL INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO DI CONTURSI TERME SCUOLA DELL INFANZIA Anno scolastico 2010/2011 ITINERARIO PROGRAMMATICO Crescere in allegria tra diritti e doveri, esplorando la mappa dei valori fondanti di libertà,

Dettagli

Mini P.O.F. scuole dell infanzia 2012-2013

Mini P.O.F. scuole dell infanzia 2012-2013 Mini P.O.F. scuole dell infanzia 2012-2013 Il Piano dell Offerta Formativa Esplicita la progettazione curricolare, extracurricolare, educativa ed organizzativa che una scuola adotta nell ambito della sua

Dettagli

ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO CINEMA

ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO CINEMA ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO CINEMA Il progetto si propone di avvicinare i ragazzi al mondo del cinema con un approccio ludico

Dettagli

IMPARIAMO A CONOSCERCI

IMPARIAMO A CONOSCERCI Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria I grado ISTITUTO COMPRENSIVO CESARE CANTÙ Via Dei Braschi 12 Milano 0288448318 026468664 Codice fiscale 80124430150 Codice meccanografico MIIC8CF006

Dettagli

Marco Polo descrive un ponte, pietra per pietra. "Ma qual è la pietra che sostiene il ponte?" - chiede Kublai Kan. "Il ponte non è sostenuto da

Marco Polo descrive un ponte, pietra per pietra. Ma qual è la pietra che sostiene il ponte? - chiede Kublai Kan. Il ponte non è sostenuto da LA CONCRETEZZA DELL'INVISIBILE Marco Polo descrive un ponte, pietra per pietra. "Ma qual è la pietra che sostiene il ponte?" - chiede Kublai Kan. "Il ponte non è sostenuto da questa o quella pietra, -

Dettagli

Progetti educativi e didattici per l anno scolastico 2013/14

Progetti educativi e didattici per l anno scolastico 2013/14 Progetti educativi e didattici per l anno scolastico 2013/14 Progetti di Istituto di Attività Motoria Corriamo. Tutti Insieme Educare allo sport in ambito scolastico. Alunni e alunne della scuola dell

Dettagli

SCUOLA DEL PRIMO CICLO Il primo ciclo di istruzione comprende la scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado.

SCUOLA DEL PRIMO CICLO Il primo ciclo di istruzione comprende la scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado. c) Compilazione del quadro sintetico riassuntivo d) Analisi dei dati a cura dei docenti e Funzione Strumentale e individuazione degli alunni a rischio e) Valutazione approfondita alunni a rischio entro

Dettagli

via Regina Elena, 5-62012- Civitanova Marche (MC) Tel. 0733/812992 Fax 0733/779436 www.icviareginaelena.gov.it IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

via Regina Elena, 5-62012- Civitanova Marche (MC) Tel. 0733/812992 Fax 0733/779436 www.icviareginaelena.gov.it IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA 1 via Regina Elena, 5-62012- Civitanova Marche (MC) Tel. 0733/812992 Fax 0733/779436 www.icviareginaelena.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA CHE COS E IL

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DEL CPIA NAPOLI CITTA 1 (Riferita al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 07/06/1995)

CARTA DEI SERVIZI DEL CPIA NAPOLI CITTA 1 (Riferita al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 07/06/1995) CARTA DEI SERVIZI DEL CPIA NAPOLI CITTA 1 (Riferita al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 07/06/1995) La Carta dei servizi del CPIA Napoli città 1 ha quali principi ispiratori gli articoli

Dettagli

P i a n A n n u a l e

P i a n A n n u a l e ISTITUTO COMPRENSIVO VADO - MONZUNO P i a n o A n n u a l e dell Inclusività ANNO SCOLASTICO 2015-2016 Quadro di sintesi delle risorse a disposizione della scuola : Risorse di personale : Dirigente Scolastico,

Dettagli

Scuola Secondaria di primo grado "Dante Arfelli" Via Sozzi 6-47042 Cesenatico (FC)

Scuola Secondaria di primo grado Dante Arfelli Via Sozzi 6-47042 Cesenatico (FC) Scuola Secondaria di primo grado "Dante Arfelli" Via Sozzi 6-47042 Cesenatico (FC) Tel. 0547 80309 Fax 0547 672888 e-mail: fomm08900a@istruzione.it www.smcesenatico.net PIANO dell'offerta FORMATIVA S I

Dettagli

Progetto alunni stranieri accoglienza, integrazione, L2

Progetto alunni stranieri accoglienza, integrazione, L2 Progetto alunni stranieri accoglienza, integrazione, L2 Anno Scolastico 2012/2013 [[[Nessun bambino può essere considerato straniero, laddove ci si occupa di educazione, di trasmissione di valori, di conoscenze

Dettagli

a.s. 2015-2016 Quando ti metterai in viaggio per Itaca devi augurarti che la strada sia lunga,

a.s. 2015-2016 Quando ti metterai in viaggio per Itaca devi augurarti che la strada sia lunga, PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA a.s. 2015-2016 Quando ti metterai in viaggio per Itaca devi augurarti che la strada sia lunga, fertile in avventure e in esperienze.... Sempre devi avere in mente Itaca raggiungerla

Dettagli

PROGETTO D ISTITUTO: IN CONTINUITA SCUOLA INFANZIA SCUOLA PRIMARIA. Anno scolastico 2015/2016

PROGETTO D ISTITUTO: IN CONTINUITA SCUOLA INFANZIA SCUOLA PRIMARIA. Anno scolastico 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CESALPINO PROGETTO D ISTITUTO: IN CONTINUITA SCUOLA INFANZIA SCUOLA PRIMARIA Anno scolastico 2015/2016 MOTIVAZIONE La continuità didattica è parte determinante del processo

Dettagli

Orario p.m. Tot. ore settimanali Scuola dell Infanzia 8.00-16.00 Dal LUN. al VEN. 40h. Primaria Rodari 8.30-16.30 Dal LUN. al VEN.

Orario p.m. Tot. ore settimanali Scuola dell Infanzia 8.00-16.00 Dal LUN. al VEN. 40h. Primaria Rodari 8.30-16.30 Dal LUN. al VEN. L I.C. è composto dai seguenti plessi: 1 Scuola dell Infanzia San Francesco 4 Scuole primarie: De Amicis, Pasini, Pertile, Rodari 1 Scuola Secondaria di 1 grado Mainardi Orario scolastico a.s. 2015/16

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE MODELLO DI MATRICE ADOTTATA PER LA COSTRUZIONE DEL CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE Periodo di riferimento Traguardi

Dettagli

PROPOSTE E PARERI FORMULATI DAGLI STAKEHOLDERS

PROPOSTE E PARERI FORMULATI DAGLI STAKEHOLDERS PROPOSTE E PARERI FORMULATI DAGLI STAKEHOLDERS Avvicinare i bambini alla figura del soccorritore e alle manovre di primo intervento. Ampliare la conoscenza sui Magistri Intelvesi attraverso lo studio delle

Dettagli

SINTESI PIANO OFFERTA FORMATIVA

SINTESI PIANO OFFERTA FORMATIVA SINTESI PIANO OFFERTA FORMATIVA INDICE Il piano dell offerta formativa:premessa Vision e mission dell Istituto2 Le nostre scuole Contesto di riferimento Analisi dei bisogni formativ Offerta formativa Scelte

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO DI PASIAN DI PRATO Istituzione scolastica dotata di personalità giuridica Decreto del Direttore Generale dell Ufficio Scolastico Regionale del F.V.G. del 25 gennaio 2012 - prot. n.

Dettagli

INTEGRAZIONE SCOLASTICA DEGLI ALUNNI DISABILI

INTEGRAZIONE SCOLASTICA DEGLI ALUNNI DISABILI Anno scolastico 2013-14 INTEGRAZIONE SCOLASTICA DEGLI ALUNNI DISABILI L educatore è impegnato sì ad esplorare il volto dell altro, la sua domanda di umanità, di infinito, ma il riscontro di questa esplorazione

Dettagli

VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI

VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI Via Madonna del Rosario, 148 35100 PADOVA Tel. 049/617932 fax 049/607023 - CF 92200190285 e-mail: pdic883002@istruzione.it sito web:6istitutocomprensivopadova.gov.it

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELL ISTITUTO COMPRENSIVO CENTALLO - VILLAFALLETTO

CARTA DEI SERVIZI DELL ISTITUTO COMPRENSIVO CENTALLO - VILLAFALLETTO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CENTALLO VILLAFALLETTO Scuola dell infanzia Scuola primaria - Scuola secondaria di primo grado Via delle Scuole 8-12044 Centallo (CN) Tel. 0171214049 fax 0171214049 email cnic84300r@istruzione.it

Dettagli

CENTRO LAVORO E ARTE

CENTRO LAVORO E ARTE LIBERA ASSOCIAZIONE PRO-HANDICAPPATI Via 4 novembre 7 Lodi Vecchio Tel :0371 464188 e mail info@centrolavoroearte.it CENTRO LAVORO E ARTE Modulo A 1. SCHEMA GENERALE DEL CENTRO 2. TIPOLOGIA D UTENZA 3.

Dettagli

Le Scuole Primaria e Secondaria di primo grado di Campione d'italia

Le Scuole Primaria e Secondaria di primo grado di Campione d'italia Le Scuole Primaria e Secondaria di primo grado di Campione d'italia IL CONTESTO Campione d'italia è un'enclave, un'isola di terra italiana in territorio straniero. È sottoposta alla legislazione italiana

Dettagli

SECONDARIA "L. VERGA"

SECONDARIA L. VERGA SECONDARIA "L. VERGA" SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO LUIGI VERGA Via Trino 32, Tel. 0161-215814, E-mail vergadocenti@tiscali.it CLASSI ALUNNI INSEGNANTI 16 334 38 10 DI SOSTEGNO 1 DI RELIGIONE COLLABORATRICI

Dettagli

Istituto Comprensivo Via F. BORROMEO VIA F. BORROMEO, 53/57-00168 ROMA TEL./FAX 066281239-066145764. E-Mail: dd25aprile.137circol@libero.

Istituto Comprensivo Via F. BORROMEO VIA F. BORROMEO, 53/57-00168 ROMA TEL./FAX 066281239-066145764. E-Mail: dd25aprile.137circol@libero. Istituto Comprensivo Via F. BORROMEO VIA F. BORROMEO, 53/57-00168 ROMA TEL./FAX 066281239-066145764 E-Mail: dd25aprile.137circol@libero.it Progetto a.s.2013/2014 Funzioni Strumentali Area 3 CONTINUITA

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI CERVARO PROGETTI SCUOLA DELL INFANZIA CERVARO CAPOLUOGO PROFUMO DI NATALE IO CITTADINO DEL MONDO

ISTITUTO COMPRENSIVO DI CERVARO PROGETTI SCUOLA DELL INFANZIA CERVARO CAPOLUOGO PROFUMO DI NATALE IO CITTADINO DEL MONDO ISTITUTO COMPRENSIVO DI CERVARO PROGETTI SCUOLA DELL INFANZIA CERVARO CAPOLUOGO PROFUMO DI NATALE IO CITTADINO DEL MONDO ISTITUTO COMPRENSIVO DI CERVARO SCUOLA DELL INFANZIA CERVARO CAPOLUOGO PROGETTO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO E. FERMI DI CARVICO POF 2012-2013 LA SCUOLA PRIMARIA

ISTITUTO COMPRENSIVO E. FERMI DI CARVICO POF 2012-2013 LA SCUOLA PRIMARIA LA SCUOLA PRIMARIA La Scuola Primaria, in continuità con il percorso formativo iniziato dalla Famiglia e dalla Scuola dell Infanzia: promuove, nel rispetto delle diversità individuali, lo sviluppo della

Dettagli

Istituto Comprensivo "Alfredo Sassi" Scuola dell Infanzia

Istituto Comprensivo Alfredo Sassi Scuola dell Infanzia Istituto Comprensivo "Alfredo Sassi" Renate Veduggio - Briosco Scuola dell Infanzia Anno scolastico 2014/15 RACCONTO LA MIA SCUOLA PRESENTAZIONE La scuola dell infanzia dell Istituto Comprensivo di Renate

Dettagli

A cura degli insegnanti di sostegno Dell Istituto Comprensivo L. Belludi di Piazzola sul Brenta

A cura degli insegnanti di sostegno Dell Istituto Comprensivo L. Belludi di Piazzola sul Brenta A cura degli insegnanti di sostegno Dell Istituto Comprensivo L. Belludi di Piazzola sul Brenta Accoglienza come riconoscimento delle diverse abilità Accogliere è riconoscere le persone nella loro completezza,

Dettagli

Anno scolastico 2013/2014

Anno scolastico 2013/2014 L Istituto Comprensivo ha la sua sede in AZZANO SAN PAOLO Via Don Gonella, 4 Tel.: 035/530078 Fax: 035/530791 e-mail: BGIC82300D@istruzione.it sito internet : www.azzanoscuole.it I. C. - AZZANO S. PAOLO

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale F. Surico Scuola Primaria anno scolastico 2009/2010 Programmazione Cittadinanza e Costituzione

Istituto Comprensivo Statale F. Surico Scuola Primaria anno scolastico 2009/2010 Programmazione Cittadinanza e Costituzione Istituto Comprensivo Statale F. Surico Scuola Primaria anno scolastico 2009/2010 Programmazione Cittadinanza e Costituzione PREMESSA Cittadinanza e Costituzione è una disciplina di studio introdotta in

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SANTA MARIA DELLE GRAZIE P.E.I. Progetto Educativo d Istituto

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SANTA MARIA DELLE GRAZIE P.E.I. Progetto Educativo d Istituto SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SANTA MARIA DELLE GRAZIE P.E.I. Progetto Educativo d Istituto ANNO SCOLASTICO 2011/2012 IL PROGETTO EDUCATIVO (P.E.I.) è il documento fondamentale che espone l orientamento

Dettagli

Scuola dell'infanzia Il Panda

Scuola dell'infanzia Il Panda Istituto Comprensivo Europa - Faenza Scuola dell'infanzia Il Panda Via Donatini, 19 Tel.0546-29579 Segreteria e Presidenza: Via degli Insorti, 2 - tel.0546-28394 fax 0546-25816 http:/www.ic.europa.it E-mail:

Dettagli

Per la SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO

Per la SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO Scuola dell Infanzia Fornaci Chizzolini Scuola Primaria Bertolotti Deledda Marcolini Scuola Secondaria di 1^ grado Franchi Calvino Appunti tratti dal nostro Per la SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO ANNO SCOLASTICO

Dettagli

Istituto Comprensivo di Porto Viro. Scuola Primaria

Istituto Comprensivo di Porto Viro. Scuola Primaria Istituto Comprensivo di Porto Viro Scuola Primaria La nostra MISSION ciò che vogliamo essere MISSION La nostra scuola è un ambiente educativo per l apprendimento: spazio di incontro ed integrazione di

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO EDUCAZIONE CITTADINANZA E COSTITUZIONE

DIREZIONE DIDATTICA SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO EDUCAZIONE CITTADINANZA E COSTITUZIONE DIREZIONE DIDATTICA SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO EDUCAZIONE CITTADINANZA E COSTITUZIONE Modello di matrice adottata per la costruzione del curricolo Campo d esperienza/area EUCAZIONE CITTADINANZA COSTITUZIONE

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO TRIENNALE

PROGETTO EDUCATIVO TRIENNALE Scuole dell infanzia di Baraggiole e Calderara PROGETTO EDUCATIVO TRIENNALE Anni scolastici 2012-13/2014-15 Le scuole dell infanzia dell Istituto Comprensivo T. Croci si pongono come obiettivo, nel corso

Dettagli

DISCIPLINE INSEGNATE MONTE ORE SETTIMANALE PER DISCIPLINA ITALIANO - STORIA - GEOGRAFIA - LATINO

DISCIPLINE INSEGNATE MONTE ORE SETTIMANALE PER DISCIPLINA ITALIANO - STORIA - GEOGRAFIA - LATINO OFFERTA FORMATIVA La Scuola Secondaria di 1 Grado - nel rispetto del Regolamento relativo all assetto ordinamentale, organizzativo e didattico art. 64 D.L. 25 giugno 2008 n. 112, convertito dalla Legge

Dettagli

4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO

4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO 4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO 4. 1 LA MISSION La Direzione Didattica San Giovanni conferma le scelte educative delineate nel corso degli ultimi anni, coerenti con le finalità e gli obiettivi del sistema nazionale

Dettagli