CIRCOLARE INFORMATIVA 3/2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CIRCOLARE INFORMATIVA 3/2013"

Transcript

1 D E T R A Z I O N I E D E D U Z I O N I D I M P O S T A N E L M O D E L L O E D U N I C O P F T A S S A Z I O N E R E D D I T I D A T E R R E N I E F A B B R I C A T I CIRCOLARE INFORMATIVA 3/2013 M A R Z O

2 D E T R A Z I O N I E D E D U Z I O N I D I M P O S T A N E L M O D E L L O E D U N I C O P F Le spese detraibili e deducibili riferite al 2012 vanno indicate dal contribuente nella dichiarazione dei redditi annuale. L'obiettivo è ridurre l imposta dovuta in fase di compilazione del Quadro E del modello 730/2013 e del Quadro RP nel Modello Unico Persone Fisiche LA DETRAZIONE è un agevolazione riconosciuta dalla legge. Il contribuente può scaricarla dal reddito complessivo per diminuire l importo dell'imposta dovuta. L'entità dell'agevolazione varia a seconda del tipo di spesa. Se l imposta da pagare dovesse essere inferiore alle detrazioni spettanti, il contribuente non ha diritto ad alcun rimborso, salvo per le detrazioni sui canoni di locazione. LA DEDUZIONE riguarda invece le spese sostenute nel corso dell anno di imposta 2012: esse possono andare dal versamento dei contributi obbligatori volontari alle erogazioni liberali a favore di Onlus, università, eccetera. Gli oneri deducibili sono insomma tutte quelle spese che possono essere sottratte al reddito prima di calcolare l imposta da pagare. Vediamo ora una rapida guida alle possibili detrazioni e deduzioni nella dichiarazione dei redditi con Modello 730 e Unico Persone Fisiche. Quali sono gli oneri deducibili e le spese detraibili dal reddito Irpef e il limite massimo dell'importo da portare a detrazione? L'elenco è lungo: si va da tutte le spese mediche generiche, per familiari, coniuge e figli a carico, all affitto di casa e locazione, dagli assegni al coniuge e ai figli agli interessi per il mutuo della prima abitazione, dalle spese di ristrutturazione ai contributi per colf e badanti. Sono comprese le spese per il funerale, quelle veterinarie, le spese mediche per i disabili, per il risparmio energetico, per handicap, assicurazione, erogazioni liberali, attività sportive dei figli, asilo nido, cani guida assistenza e veicoli per disabili. DETRAZIONI PER I FAMILIARI A CARICO Per i contribuenti che hanno familiari a carico sono previste delle detrazioni dall imposta lorda. L'entità di tali agevolazioni varia a seconda del reddito. I familiari fiscalmente a carico sono coloro che nel 2012 non hanno posseduto redditi che concorrono alla formazione del reddito complessivo per un ammontare superiore a 2.840,51 euro. Coniuge non legalmente separato ed effettivamente separato. Figli naturali riconosciuti, adottivi, affidati o affiliati. Altri familiari (coniuge legalmente ed effettivamente separato, nipoti, genitori, genitori adottivi, generi e nuore, suoceri, fratelli e sorelle). La detrazione prevista per il coniuge a carico ammonta a: 800 euro per un reddito inferiore a 15 mila euro. 690 euro per un reddito compreso tra i 15 mila e i 40 mila euro. 690 euro moltiplicati per il coefficiente derivante dal calcolo 80 mila meno il reddito complessivo (se questo è compreso tra i 40 e gli 80 mila euro) Le detrazioni per i figli a carico sono state aumentate con l entrata in vigore della legge di stabilità, in particolar modo quelle spettanti alle famiglie con figli di età inferiore o uguale a tre anni. Per loro la detrazione base passa da 900 a euro, mentre quella per i figli a carico con più di tre anni da 800 alle 950 euro per ciascun figlio. Per i figli portatori di handicap, infine, è prevista una detrazione aggiuntiva di 620 euro per i minori di tre anni e di 550 euro per quelli di età superiore. La misura della detrazione varia a seconda del reddito complessivo familiare, il numero dei componenti del nucleo e ai coefficienti. Nessuno sconto per i redditi oltre i 95 mila euro. Pagina 2

3 SPESE E ONERI DEDUCIBILI E DETRAIBILI Dalla dichiarazione dei redditi 2013, sia essa effettuata tramite modello 730 o Unico, i contribuenti possono portare a deduzione e a detrazione diversi oneri. La misura della detrazione base varia a seconda della tipologia della spesa. Le spese che i contribuenti possono portare a deduzione nella dichiarazione dei redditi devono essere indicate nel rigo E21 E31 del modello 730/2013 e nel rigo RP21 RP31 nel modello Unico PF/2013 e sono pertanto quelle sostenute nel corso del 2012 per: Spese mediche generiche. Oneri dei contributi previdenziali e assistenziali. Oneri dei contributi per i fondi integrativi del servizio sanitario nazionale. Oneri dei contributi per forme pensionistiche complementari e individuali per un importo non superiore a 5.164,57 euro. Spese per l assistenza ai portatori di handicap Assegni periodici per il mantenimento del coniuge separato o divorziato, a esclusione degli assegni periodici per il mantenimento dei figli. Beneficienza a favore di istituti religiosi. Beneficienza a favore delle organizzazioni non governative. Beneficienza a favore di Onlus. Beneficienza a favore di università ed enti di ricerca. Rendite, vitalizi, assegni alimentari e altri oneri. Spese per i contributi colf, badanti, baby sitter fino all importo di 1.549,37 euro. Non è deducibile il contributo forfettario di euro versato per la regolarizzazione dei lavoratori dipendenti stranieri. Contributo al Servizio Sanitario Nazionale sulla Rc auto-moto e natanti superiore a 40 euro. Oneri e spese detraibili al 19% sull imposta Spese effettuate nell interesse proprio o dei familiari fiscalmente a carico: Spese sanitarie, se superiori a 129,11 euro e certificate da scontrino fiscale con l indicazione sia del codice fiscale sia del codice del farmaco. Spese sanitarie per disabili. Spese per acquisto e riparazione veicoli per disabili: spesa massima detraibile ,99 euro per veicolo. Spese per cani guida. Spese di mantenimento del cane guida: importo massimo detraibile 516,46 euro esclusivamente dal soggetto non vedente a prescindere dalla documentazione della spesa effettivamente sostenuta. Spese per l istruzione secondaria e universitaria. Spese per attività sportive praticate da ragazzi: spesa massima detraibile 210 euro per ciascun figlio fino a 18 anni. Spese per canoni di locazione sostenute da studenti universitari fuori sede: importo massimo detraibile euro. Spese per asilo nido: importo massimo 632 euro all anno. Oneri dei contributi versati per il riscatto del corso di laurea. Oneri dei contributi versati per l assicurazione obbligatoria Inail riservata alle persone del nucleo familiare per la tutela contro gli infortuni domestici (c.d. assicurazione casalinghe). Spese effettuate nell interesse del contribuente: Spese sanitarie per patologie con esenzione SSN Spese funebri: massimo importo in detrazione 1.549,37 euro. Spese per intermediazione immobiliare: non superiore a euro. Spese veterinarie: solo per importi superiori a 129,11 euro, ma con un limite massimo di 387,34 euro. Interessi per mutui ipotecari per l acquisto dell abitazione principale: detrazione massima 19% ovvero pari a 4 mila euro. Quindi la detrazione massima è pari a 760 euro. Oltre agli interessi passivi, vanno indicati gli oneri, gli oneri accessori come commissioni, iscrizione e cancellazione ipoteca, provvigione, spese istruttoria ecc e le quote di rivalutazione pagati nel Pagina 3

4 Interessi per mutui ipotecari per l acquisto di altri immobili stipulati prima del 1993: importo massimo 2.065,83 euro. Interessi per mutui contratti dopo il 1997 per recupero edilizio: importo massimo da detrarre 2.582,28 euro. Interessi per mutui ipotecari stipulati per costruire l abitazione principale: la detrazione massima di 2.582,28 euro. Interessi per prestiti o mutui agrari: non possono essere detratti importi superiori a quelli dei redditi dei terreni dichiarati. Premi assicurazioni sulla vita e infortuni: a condizione che la durata contrattuale non sia inferiore ai cinque anni e che non consenta a concessione di prestiti, importo massimo da portare a detrazione è di 1.291,14 euro. Beneficienza ed erogazioni liberali a favore di: partiti politici, Onlus, società e associazioni sportive dilettantistiche, società di mutuo soccorso, associazioni di promozione sociale, società di cultura La Biennale di Venezia, attività culturali e artistiche, enti operanti nello spettacolo e fondazioni operanti nel settore musicale. Spese con detrazione del 36% e del 55% Le spese sostenute dal contribuente nell anno 2012 e/o negli anni dal 2008 al 2011 per interventi finalizzati al risparmio energetico degli edifici esistenti, di qualsiasi categoria catastale, sono detraibili al 55%. Tale agevolazione è prorogata al 30 giugno 2013 ed è estesa anche alle spese per interventi di sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria. Dal 1 luglio 2013 la detrazione scende dal 55% al 36%. Per le spese effettuate fino al 30 Giugno 2013 le tipologie di interventi previste sono: Spese per la riqualificazione energetica di edifici esistenti: importo massimo da portare a detrazione euro 100 mila da ripartire in tre rate di pari importo non superiori a ,00 euro. Spese per gli interventi sull involucro di edifici esistenti: ovvero interventi su pareti, coperture pavimenti, miglioramento termico, manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, eccetera. L importo da indicare in questa colonna non può essere superiore a ,90 euro per una detrazione entro il limite massimo di 60 mila euro, da ripartire in tre rate annuali di pari importo non superiori a 20 mila euro. Spese per l installazione di pannelli solari: importo da indicare in questa colonna non può essere superiore a ,90 euro per una detrazione entro il limite massimo di 60 mila euro, da ripartire in tre rate annuali di pari importo non superiori a 20 mila euro. Spese per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale: con impianti dotati di caldaie a condensazione e contestuale messa a punto del sistema di distribuzione. L importo da indicare non può essere superiore a ,45 euro per una detrazione entro il limite di 30 mila euro, da ripartire in tre rate annuali di pari importo non superiori a 10 mila euro. Detrazioni per i canoni di locazione (10%) Dal 2013, la detrazione per i canoni di locazione scende dal 15% al 10%. Detrazione per gli inquilini di alloggi adibiti ad abitazione principale, a condizione che il contratto di locazione sia stato stipulato o rinnovato secondo quanto disposto dall art. 2, c. 3, e dell art. 4, commi 2 e 3, della L. n. 431 del 1998 (c.d. contratti convenzionali). Detrazione per i giovani di età compresa tra i 20 e i 30 anni che stipulano un contratto di locazione per l abitazione principale che deve essere diversa da quella destinata ad abitazione principale dei genitori o di coloro cui sono affidati dagli organi competenti ai sensi di legge. Detrazione per i lavoratori dipendenti che trasferiscono la propria residenza nel comune di lavoro o in un comune limitrofo nei tre anni antecedenti a quello di richiesta della detrazione e siano titolari di qualunque tipo di contratto di locazione di unità immobiliari adibite ad abitazione principale degli stessi e situate nel nuovo comune di residenza, a non meno di 100 km di distanza dal precedente e in ogni caso al di fuori della propria regione. Pagina 4

5 QUALI SONO LE NOVITA SU DEDUZIONI E DETRAZIONI PER L ANNO 2013? La prima novità riguarda una deduzione tra le più comuni del quadro RP: quella del contributo sanitario obbligatorio che si paga con l'assicurazione RC auto. Da quest'anno nel modello Unico 2013 potrà essere indicato e dedotto solo un importo superiore a Euro 40,00. Rispetto al modello Unico dell'anno scorso il rigo RP 21 è suddiviso in due caselle, dove la prima è dedicata all'inserimento della spesa del contributo al SSN sostenuta nel 2012, di importo maggiore a 40 Euro. La novità è stata introdotta con la riforma del mercato del lavoro (Anche la quota deducibile delle spese dell'auto per imprenditori e professionisti è stata ridotta ma la novità si applicherà dal periodo di imposta 2013). Un'altra novità del quadro RP: le spese per ristrutturazioni edilizie che godono di una detrazione del 50% (anziché del 36%) se sostenute dal al , e nel limite massimo di spesa di Euro anziché Euro. Invece quelle sostenute dal 1 gennaio 2012 al 25 giugno 2012 usufruiscono della detrazione del 36% nel limite di euro La detrazione va ripartita in 10 rate di pari importo per tutti i contribuenti e la detrazione si applica anche agli interventi di ricostruzione/ripristino dell'immobile danneggiato a seguito degli eventi calamitosi, se è stato dichiarato lo stato di emergenza. La detrazione del 55%, invece è stata prorogata fino al 30 giugno 2013 e viene riproposta nel modello Unico 2013 senza differenze, tranne il fatto che si potrà usufruirne anche per Interventi di sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore. Pagina 5

6 T A S S A Z I O N E R E D D I T I D A T E R R E N I E F A B B R I C A T I Le modifiche introdotte nei quadri RA e RB sono la conseguenza dell introduzione della nuova imposta municipale denominata IMU. In particolare tale imposta sostituisce l Irpef e le addizionali dovute sul reddito dominicale dei terreni non affittati e sul reddito dei fabbricati non locati. In particolare: nel quadro RA occorre distinguere il reddito agrario imponibile dal reddito agrario non imponibile; nel quadro RB occorre distinguere i redditi imponibili dai redditi non imponibili. Per l anno d imposta 2012 non sono dovute IRPEF e relative addizionali, perché sostituite dall IMU, sui redditi dominicali di terreni non affittati; il reddito agrario continua ad essere assoggettato alle imposte sui redditi. La medesima esenzione è prevista sul reddito dei fabbricati non locati, compresi quelli concessi in comodato d uso gratuito e quelli utilizzati a uso promiscuo dal professionista. L ammontare dei redditi fondiari non imponibili, in quanto assoggettati ad IMU, va riportato al rigo RN50. Tuttavia, tale importo assume rilievo nell ambito delle prestazioni previdenziali e assistenziali. Per tutti gli altri immobili esenti dall IMU, compresi i terreni, anche se non locati o non affittati, continuano ad applicarsi, se dovute, le imposte sul reddito finora applicate. Il reddito dei fabbricati di interesse storico o artistico concessi in locazione è costituito dal maggiore importo tra la rendita catastale, rivalutata del 5% e ridotta del 50%, e il canone di locazione ridotto del 35%. Nel quadro RB la rendita catastale dei fabbricati di interesse storico o artistico va indicata, pertanto, nella misura ridotta del 50%. Se l immobile è in parte utilizzato come abitazione principale e in parte è concesso in locazione, nel quadro RB, deve essere indicato il codice di utilizzo 11 (locazione in regime di libero mercato) o il codice 12 (locazione a canone concordato ). Inoltre, per il quadro RA, sono state introdotte due nuove colonne: colonna 9 Esenzione IMU da barrare per i casi di esenzione del tributo IMU, come ad esempio i terreni agricoli ricadenti in aree montane o di collina; e colonna 13 Coltivatore diretto o IAP da barrare nel caso di terreno agricolo, nonché di terreno non coltivato, posseduto e condotto da coltivatore diretto e da imprenditore agricolo professionale (IAP) iscritto nella previdenza agricola. Il quadro RB è stato implementato di alcune colonne per il calcolo diretto dei redditi imponibili (colonne ) o non imponibili (colonne 16-17) e della colonna 12 Esenzione IMU, da barrare per i casi di esenzione del tributo ad esempio per i fabbricati rurali strumentali ubicati in comuni classificati montani o parzialmente montani di cui all elenco dell ISTAT. In Unico PF 2013, è stata inoltre introdotta la Sezione III, riservata al ricalcolo dell acconto degli immobili storici. REDDITI DA LOCAZIONE Infine, secondo quanto previsto dal quarto ed ultimo articolo della riforma del lavoro, la disciplina fiscale dei redditi derivanti dalla locazione degli immobili, prevista dall articolo 37 comma 4 bis TUIR, viene modificata, riducendo l abbattimento forfettario per spese dei redditi da locazione dal 15% al 5%. La modifica rende così ancor più appetibile il regime della cedolare secca, che prevede la tassazione ad aliquota fissa (19% o 21 % a seconda del tipo di contratto di locazione) dei redditi prodotto dagli immobili. Pagina 6

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI Gentili Clienti Loro sedi Circolare n. 8/2012 OGGETTO: ONERI DETRAIBILI E DEDUCIBILI NELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI DELLE PERSONE FISICHE - MODELLO UPF 2012 PER L ANNO

Dettagli

Novità modello 730/2013 e modello Unico Persone Fisiche2013 (Fascicolo1) Roma, 26 marzo 2013

Novità modello 730/2013 e modello Unico Persone Fisiche2013 (Fascicolo1) Roma, 26 marzo 2013 Novità modello 730/2013 e modello Unico Persone Fisiche2013 (Fascicolo1) Roma, 26 marzo 2013 RAPPORTO TRA IMU E IRPEF EFFETTI SUI REDDITI DEI TERRENI E DEI FABBRICATI RAPPORTO IMU -IRPEF REDDITI FONDIARI

Dettagli

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI Gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: MODELLI UNICO 2015 e 730/2015 ONERI DETRAIBILI E DEDUCIBILI 1. PREMESSA In vista dei prossimi adempimenti dichiarativi delle persone

Dettagli

Oneri deducibili e detraibili

Oneri deducibili e detraibili UNICO 2011 Oneri deducibili e detraibili A cura della dott.ssa Lucia Campana ONERI DEDUCIBILI e DETRAIBILI Oneri deducibili: sono le spese che ai sensi dell art.10 D.P.R. 917/86 (T.U. Imposte Dirette)

Dettagli

Prospetto di ausilio per la individuazione degli oneri detraibili/deducibili

Prospetto di ausilio per la individuazione degli oneri detraibili/deducibili Studio Fabrizio Mariani Viale Brigata Bisagno 12/1 16129 Genova Tel. e. fax. 010.59.58.294 f.mariani@studio-mariani.it Circolare n. 16/2015 Del 14 maggio 2015 Gentile Sig.ra/Sig. Oggetto: dichiarazione

Dettagli

Dott. Francesco Pedone

Dott. Francesco Pedone Bisceglie, 24 apr 2014 Circolare informativa per la clientela Oggetto: dichiarazione dei redditi elenco degli oneri detraibili/deducibili Anche quest anno a seguito delle consuete, frenetiche, novità normative,

Dettagli

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI Gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: ONERI DETRAIBILI E DEDUCIBILI NELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI DELLE PERSONE FISICHE - MODELLO UPF 2014 E MODELLO 730/2014 PER L ANNO

Dettagli

Il punto di pratica professionale. Novità modello 730/2013: come cambiano le modalità di compilazione della dichiarazione

Il punto di pratica professionale. Novità modello 730/2013: come cambiano le modalità di compilazione della dichiarazione Il punto di pratica professionale Novità modello 730/2013: come cambiano le modalità di compilazione della dichiarazione a cura di Carlo Cavalleri e Sergio Deangelis Consulenti del Lavoro in Genova Da

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL MODELLO 730/2013

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL MODELLO 730/2013 Marco Ansaldi - Antonella Bolla CONSULENZA FISCALE E DEL LAVORO SEGUICI SU www.marcoansaldicommercialista.it www.antonellabolla.it 12.03.2013 GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL MODELLO 730/2013 IL MODELLO 730/2013

Dettagli

Cuneo, lì 14 aprile 2014 Egregio CLIENTE

Cuneo, lì 14 aprile 2014 Egregio CLIENTE Cuneo, lì 14 aprile 2014 Egregio CLIENTE Prot. n. 19/2014 LA DOCUMENTAZIONE PER RISPARMIARE CON LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI (periodo di imposta 2013) In vista della scadenza per la presentazione della

Dettagli

Gli oneri. Capitolo 10 10.1 CONCETTI GENERALI 10.2 GLI ONERI DEDUCIBILI 10.3 GLI ONERI DETRAIBILI 10.4 VISTO DI CONFORMITÀ

Gli oneri. Capitolo 10 10.1 CONCETTI GENERALI 10.2 GLI ONERI DEDUCIBILI 10.3 GLI ONERI DETRAIBILI 10.4 VISTO DI CONFORMITÀ Gli oneri Capitolo 10 10.1 CONCETTI GENERALI 10.2 GLI ONERI DEDUCIBILI 10.3 GLI ONERI DETRAIBILI 10.4 VISTO DI CONFORMITÀ 10.5 LA RATEIZZAZIONE DELLE SPESE 10.6 LE DIVERSE TIPOLOGIE DI ONERI GLI ONERI

Dettagli

Il modello Unico 2013 Rapporti tra Imu e Irpef

Il modello Unico 2013 Rapporti tra Imu e Irpef Il modello Unico 2013 Rapporti tra Imu e Irpef Novità ed esempi di compilazione Giorgio Gavelli Maggio 2013 Premessa Dal 2012 l Imu sostituisce l Ici per la componente immobiliare, l Irpef e le addizionali

Dettagli

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI Gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: MODELLI UNICO 2016 e 730/2016 ONERI DETRAIBILI E DEDUCIBILI 1. PREMESSA In vista dei prossimi adempimenti dichiarativi delle persone

Dettagli

Oggetto: LE NOVITÀ DEL MODELLO 730/13

Oggetto: LE NOVITÀ DEL MODELLO 730/13 Villadose, 19 aprile 2013 Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: LE NOVITÀ DEL MODELLO 730/13 Da una prima valutazione generale, possiamo affermare che la dichiarazione dei redditi 2013, per quanto concerne

Dettagli

Redditi: riepilogo degli oneri generali

Redditi: riepilogo degli oneri generali Periodico informativo n. 67/2015 Redditi: riepilogo degli oneri generali Gentile Cliente, In vista dell imminente appuntamento annuale con la redazione della dichiarazione dei redditi, di seguito si propone

Dettagli

oneri detraibili oneri deducibili

oneri detraibili oneri deducibili Infermieri e libera professione: un avventura possibile Como 5 novembre 2010 oneri detraibili oneri deducibili Ricavato dalle istruzioni ministeriali per il Modello UNICO 1 ONERI DETRAIBILI (19%) Permettono

Dettagli

Ai Sigg.ri Clienti Loro indirizzo Email. Oggetto: Modello Unico e 730 periodo d imposta 2010 - oneri deducibili/detraibili

Ai Sigg.ri Clienti Loro indirizzo Email. Oggetto: Modello Unico e 730 periodo d imposta 2010 - oneri deducibili/detraibili Ai Sigg.ri Clienti Loro indirizzo Email Oggetto: Unico e periodo d imposta 2010 - oneri deducibili/detraibili A seguito delle frenetiche novità normative degli ultimi anni, si sono moltiplicati gli oneri

Dettagli

FAZIO ANNA. Ragioniere commercialista. Iscritta all O.D.C.E C. di Prato. Revisore dei conti VIA TINTORI 31-59100 PRATO PO

FAZIO ANNA. Ragioniere commercialista. Iscritta all O.D.C.E C. di Prato. Revisore dei conti VIA TINTORI 31-59100 PRATO PO FAZIO ANNA Ragioniere commercialista Iscritta all O.D.C.E C. di Prato Revisore dei conti VIA TINTORI 31-59100 PRATO PO Telefono: 0574 23889 3394342747 fax :057429790 e-mail: annafazio@wmail.it pec: annafazio@odcecprato.legalmail.it

Dettagli

Check list Modello 730/Unico 2016

Check list Modello 730/Unico 2016 Check list Modello 730/Unico 2016 Si riepilogano i principali documenti da chiedere ai contribuenti per predisporre il Modello 730/2016 o il Modello Unico PF 2016. Sig. Documentazione e informazioni per

Dettagli

Saluzzo, lì 05 aprile 2016 Egr. CLIENTE. Prot. n. 18/16/FISC

Saluzzo, lì 05 aprile 2016 Egr. CLIENTE. Prot. n. 18/16/FISC Saluzzo, lì 05 aprile 2016 Egr. CLIENTE Prot. n. 18/16/FISC LA DOCUMENTAZIONE PER RISPARMIARE CON LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI (periodo di imposta 2015) In vista della scadenza per la presentazione della

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

- SPESE SANITARIE PER PORTATORI DI HANDICAP

- SPESE SANITARIE PER PORTATORI DI HANDICAP INDICE Premessa... pag. 11 Struttura del testo...» 11 Nozioni introduttive... pag. 13 Oneri sostenuti nell interesse di soggetti diversi...» 13 Ammontare detraibile/deducibile...» 15 Ultime novità in materia...»

Dettagli

FOGLIO DOCUMENTI E NOTE CORRELATE

FOGLIO DOCUMENTI E NOTE CORRELATE FOGLIO DOCUMENTI E NOTE CORRELATE QUADRO C Modello di Certificazione Unica (ex CUD) Assegni periodici percepiti dal coniuge separato nel caso di sentenza di separazione (esclusi quelli destinati al mantenimento

Dettagli

Oggetto: Raccolta dati modello UNICO/2014 e IMU 2014

Oggetto: Raccolta dati modello UNICO/2014 e IMU 2014 Oggetto: Raccolta dati modello UNICO/2014 e IMU 2014 Gentili Clienti, al fine di provvedere alla predisposizione del modello UNICO/2014 (redditi 2013) nonché all eventuale versamento e/o dichiarazione

Dettagli

DOCUMENTI NECESSARI PER DETERMINARE IL TUO REDDITO 2014

DOCUMENTI NECESSARI PER DETERMINARE IL TUO REDDITO 2014 DOCUMENTI NECESSARI PER DETERMINARE IL TUO REDDITO 2014 DOCUMENTI Dichiarazione dei redditi modello 730 o Unico presentati nel 2014 per i redditi 2013 Pagamenti IMU 2014 Codice fiscale del dichiarante,

Dettagli

Documenti necessari per la corretta compilazione della Dichiarazione dei Redditi Modelli 730/2011e Unico/2011

Documenti necessari per la corretta compilazione della Dichiarazione dei Redditi Modelli 730/2011e Unico/2011 Documenti necessari per la corretta compilazione della Dichiarazione dei Redditi Modelli 730/2011e Unico/2011 PER LA GENERALITÀ DEI LAVORATORI DIPENDENTI E/O PENSIONATI Eventuale tessera d iscrizione al

Dettagli

IRPEF: ESERCITAZIONI SULLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI. Dott.ssa Raffaella Sponsillo

IRPEF: ESERCITAZIONI SULLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI. Dott.ssa Raffaella Sponsillo IRPEF: ESERCITAZIONI SULLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI Dott.ssa Raffaella Sponsillo IRPEF (D.P.R. 22 DICEMBRE 1986 N. 917) DEFINIZIONE: IMPOSTA SUL REDDITO DELLE PERSONE FISICHE CARATTERISTICHE: IMPOSTA

Dettagli

Dati generali: Documento di identità valido del dichiarante. Tessera per l assistenza sanitaria attestante eventuali patologie che danno diritto all

Dati generali: Documento di identità valido del dichiarante. Tessera per l assistenza sanitaria attestante eventuali patologie che danno diritto all Dati generali: Documento di identità valido del dichiarante. Tessera per l assistenza sanitaria attestante eventuali patologie che danno diritto all esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria

Dettagli

Ad uso degli Uffici Caaf50&Più e strutture convenzionate Anno VIII - N. 2/ 2013

Ad uso degli Uffici Caaf50&Più e strutture convenzionate Anno VIII - N. 2/ 2013 ORIENTAMENTI FISCALI Ad uso degli Uffici Caaf50&Più e strutture convenzionate Anno VIII - N. 2/ 2013 730/2013: le novità Come ogni anno, anche il modello 730/2013 presenta alcune significative novità.

Dettagli

MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners

MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners ragionieri commercialisti economisti d impresa valdagno (vi) via l. festari,15 tel. 0445/406758/408999 - fax 0445/408485 dueville (vi) - via g. rossi, 26 tel. 0444/591846

Dettagli

Roma, 22 Gennaio 2013. Ai Corrispondenti C.A.F. UIL S.p.A. LORO SEDI. Circolare n. 05/2013

Roma, 22 Gennaio 2013. Ai Corrispondenti C.A.F. UIL S.p.A. LORO SEDI. Circolare n. 05/2013 Roma, 22 Gennaio 2013 Prot. n. 58/2013/CDA/SS/GN Ai Corrispondenti C.A.F. UIL S.p.A. LORO SEDI Circolare n. 05/2013 Oggetto: nuovo Modello 730/2013, redditi 2012: principali caratteristiche Con il provvedimento

Dettagli

Sezione A COMMERCIALISTI. Mauro D Elia. Via Antonio Angiolini 23 59100 Prato Tel 0574 603765 fax 0574 603765

Sezione A COMMERCIALISTI. Mauro D Elia. Via Antonio Angiolini 23 59100 Prato Tel 0574 603765 fax 0574 603765 ALLA GENTILE CLIENTELA CIRCOLARE DICHIARAZIONE DEI REDDITI ANNO 2012 OGGETTO: Richiesta documenti per Unico 2013 - Modello 730/2013 anno d imposta 2012 Con l approssimarsi della prossima scadenza per la

Dettagli

Modello730/2014: analisi delle principali novità

Modello730/2014: analisi delle principali novità A cura di Celeste Vivenzi Modello730/2014: analisi delle principali novità Premessa generale E' stato approvato dall'agenzia delle Entrate con un provvedimento del 15 gennaio 2014 il nuovo Modello 730

Dettagli

In questo capitolo si analizzano e approfondiscono gli oneri e le spese per le quali il contribuente gode di particolari agevolazioni fiscali.

In questo capitolo si analizzano e approfondiscono gli oneri e le spese per le quali il contribuente gode di particolari agevolazioni fiscali. CAPITOLO SETTIMO INTRODUZIONE AGLI oneri e spese In questo capitolo si analizzano e approfondiscono gli oneri e le spese per le quali il contribuente gode di particolari agevolazioni fiscali. 1 premessa

Dettagli

Le novità dei modello UNICO 2013. DC SAC Modulistica Agenzia delle entrate

Le novità dei modello UNICO 2013. DC SAC Modulistica Agenzia delle entrate Le novità dei modello UNICO 2013 DC SAC Modulistica Agenzia delle entrate Le novità del modello UNICO 2013 Persone fisiche Fascicolo 1 ARGOMENTI PRINCIPALI Tra le principali novità del modello Unico PF

Dettagli

TOMIOLO STUDIO ASSOCIATO di consulenza commerciale e del lavoro

TOMIOLO STUDIO ASSOCIATO di consulenza commerciale e del lavoro TOMIOLO STUDIO ASSOCIATO di consulenza commerciale e del lavoro AI SIGNORI CLIENTI - LORO SEDI Dichiarazione dei redditi per l anno 2011 La S.V.è pregata di far pervenire allo Studio,entro il 30 aprile

Dettagli

Di seguito, troverà un utile elenco riguardante la documentazione necessaria per completare la Dichiarazione dei Redditi.

Di seguito, troverà un utile elenco riguardante la documentazione necessaria per completare la Dichiarazione dei Redditi. Lissone, 20 marzo 2012 Circolare n 11/2012 Gentile Cliente, l'appuntamento periodico con la presentazione annuale della Dichiarazione dei Redditi è arrivato. Anche quest'anno, lo Studio Corno sarà lieto

Dettagli

Redditi da dichiarare. Oneri detraibili e deducibili

Redditi da dichiarare. Oneri detraibili e deducibili MEMORANDUM SINTETICO SULLA DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE Per maggiori informazioni contattare direttamente lo Studio Il contribuente deve sempre esibire la documentazione necessaria per permettere ai professionisti

Dettagli

Il Modello UNICO per persone fisiche

Il Modello UNICO per persone fisiche Immacolata Di Rienzo (Commercialista in Caserta) Il Modello UNICO per persone fisiche Persone fisiche non esercenti attività di lavoro autonomo Persone fisiche esercenti attività di impresa o di arti e

Dettagli

OGGETTO: La documentazione per il modello Unico 2011

OGGETTO: La documentazione per il modello Unico 2011 Informativa per la clientela di studio N. 50 DEL 04.05.2011 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: La documentazione per il modello Unico 2011 Gentile cliente, con la stesura del presente documento informativo

Dettagli

ERREDI SRL UNIPERSONALE Consulenza Aziendale C.E.D. Formazione www.renatodotto.it

ERREDI SRL UNIPERSONALE Consulenza Aziendale C.E.D. Formazione www.renatodotto.it Il modello 7302010: cos è, chi può utilizzarlo, come si compila e quando si presenta. Come ogni anno siamo arrivati all'appuntamento con la dichiarazione dei redditi e anticipare i tempi è sempre meglio

Dettagli

Circolare Nr. 03/ 2012. Vi elenchiamo di seguito i documenti e le informazioni necessarie per la redazione del Modello Unico 2012 Redditi 2011.

Circolare Nr. 03/ 2012. Vi elenchiamo di seguito i documenti e le informazioni necessarie per la redazione del Modello Unico 2012 Redditi 2011. Noale, 07 Maggio 2012 Circolare ai Signori Clienti Loro Sedi Circolare Nr. 03/ 2012 MODELLO UNICO 2012 REDDITI 2011 Vi elenchiamo di seguito i documenti e le informazioni necessarie per la redazione del

Dettagli

DOCUMENTAZIONE RICHIESTA 730/2015

DOCUMENTAZIONE RICHIESTA 730/2015 Pagina 1 di 5 Circolare n 5/2015 DATI ANAGRAFICI DOCUMENTAZIONE RICHIESTA 730/2015 Documento di identità personale (carta di identità o patente); nel caso in cui la residenza sia variata indicare la data

Dettagli

LE PRINCIPALI NOVITA' OPERATIVE CONTENUTE NEL MODELLO 730-2015 a cura di Celeste Vivenzi

LE PRINCIPALI NOVITA' OPERATIVE CONTENUTE NEL MODELLO 730-2015 a cura di Celeste Vivenzi LE PRINCIPALI NOVITA' OPERATIVE CONTENUTE NEL MODELLO 730-2015 a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale L'Agenzia delle Entrate con il provvedimento n. 4791 del 15 gennaio 2015 ha approvato il modello

Dettagli

Le regole per ottenere gli sconti fiscali

Le regole per ottenere gli sconti fiscali Periodico informativo n. 40/2011 Le regole per ottenere gli sconti fiscali Gentile cliente, è nostra cura metterla al corrente, con il presente documento informativo, che con Provvedimento dell Agenzia

Dettagli

Detrazione: le spese riducono le imposte da pagare (es. spese mediche)

Detrazione: le spese riducono le imposte da pagare (es. spese mediche) Dispensa n. 9 Istruzioni MOD. 730 Seconda parte QUADRO E ONERI E SPESE Il quadro E è composto da ben 6 Sezioni e si riferiscono a : - nella sezione I gli oneri per i quali è riconosciuta la detrazione

Dettagli

Modello 730/2015 novità

Modello 730/2015 novità Modello 730/2015 novità Saverio Cinieri Dottore Commercialista Revisore Contabile Giornalista pubblicista Agg. 24/03/2015 1 Principali riferimenti normativi Provvedimento del Direttore dell Agenzia delle

Dettagli

BREVE GUIDA ALLE NOVITA 730/2013 REDDITI 2012

BREVE GUIDA ALLE NOVITA 730/2013 REDDITI 2012 BREVE GUIDA ALLE NOVITA 730/2013 REDDITI 2012 L IMU sostituisce, per la componente immobiliare, l Irpef e le relative addizionali in riferimento ai redditi fondiari relativi ai beni locati. Sono comunque

Dettagli

Oggetto: Circolare dichiarazione dei redditi 2015

Oggetto: Circolare dichiarazione dei redditi 2015 DOTT. ANDREA ALBERGHINI DOTT. ALFREDO ODDONE DOTT. FEDERICO BENNI DOTT. DARIO CURTI DOTT. CLAUDIO MARCANTOGNINI DOTT. PIETRO BUFANO Bologna, 21 maggio 2015 Oggetto: Circolare dichiarazione dei redditi

Dettagli

Corso di Economia Pubblica Lezione 2 - IRPEF

Corso di Economia Pubblica Lezione 2 - IRPEF (materiale gentilmente concesso dalla Prof.ssa Alessandra Casarico) Corso di Economia Pubblica Lezione 2 - IRPEF Prof. Paolo Buonanno paolo.buonanno@unibg.it Schema dell IRPEF T=t(Y-d)-f Reddito complessivo

Dettagli

Cosa portare al momento della Dichiarazione dei redditi

Cosa portare al momento della Dichiarazione dei redditi 2/6 Cosa portare al momento della Dichiarazione dei redditi o Tessera di iscrizione al Sindacato; o Documento d'identità; o Dichiarazione 730 o Unico (con eventuali F24 per pagamenti o compensazioni) dell'anno

Dettagli

Quadro RN CALCOLO DELL IRPEF

Quadro RN CALCOLO DELL IRPEF Quadro RN CALCOLO DELL IRPEF ADEMPIMENTO NOVITÀ 2015 CATEGORIE DI REDDITO DETERMINAZIONE DEL REDDITO SCADENZA COME SI COMPILA CASI PRATICI CASI PARTICOLARI Il Quadro RN è utilizzato ai fini del calcolo

Dettagli

Ai gentili Clienti Loro sedi

Ai gentili Clienti Loro sedi Ai gentili Clienti Loro sedi Circolare n. 10/2011 Oggetto: Modello 730 Gentile Cliente, con l intento di agevolarla nella preparazione del materiale necessario per la compilazione della dichiarazione dei

Dettagli

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli

Centro di Assistenza Fiscale Dipendenti e Pensionati. Modello 730/2015 LE PRINCIPALI NOVITA'

Centro di Assistenza Fiscale Dipendenti e Pensionati. Modello 730/2015 LE PRINCIPALI NOVITA' Centro di Assistenza Fiscale Dipendenti e Pensionati Modello 730/2015 LE PRINCIPALI NOVITA' Le principali novità contenute nel modello 730/2015 sono le seguenti: - il CUD è stato sostituito dalla Certificazione

Dettagli

Circolare settimanale di informazione fiscale

Circolare settimanale di informazione fiscale 17 ottobre 2012 OGGETTO: Legge di Stabilità Come cambiano detrazioni e deduzioni Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza che con l approvazione

Dettagli

MODELLO 730/2014: alcune novità

MODELLO 730/2014: alcune novità MODELLO 730/2014: alcune novità a cura di: Dott. Maurizio Belli Dott. Alberto Bandinelli 1.1 Il modello 730/2014 Con Provvedimento del 15 gennaio 2014 l Agenzia delle Entrate ha pubblicato il modello definitivo

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione dei redditi 2009 - UNICO 2010 Persone fisiche Modello raccolta dati

OGGETTO: Dichiarazione dei redditi 2009 - UNICO 2010 Persone fisiche Modello raccolta dati A TUTTI I CLIENTI LORO SEDI CIRCOLARE N. 07/2010 Treviso, 08 aprile 2010 OGGETTO: Dichiarazione dei redditi 2009 - UNICO 2010 Persone fisiche Modello raccolta dati Anche quest anno i contribuenti dovranno

Dettagli

familiari coniuge o figli o altri familiari non devono possedere un reddito superiore ad Euro 2.840,51 annui) Redditi di terreni e fabbricati:

familiari coniuge o figli o altri familiari non devono possedere un reddito superiore ad Euro 2.840,51 annui) Redditi di terreni e fabbricati: Torino, 30 Marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione dei redditi anno 2014. Gent.mi Sig.ri Clienti, - Con la presente Vi comunichiamo le scadenze relative alla dichiarazione dei redditi anno 2014: - per i sig.ri

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

I. DOCUMENTI INDISPENSABILI PER TUTTI I CONTRIBUENTI

I. DOCUMENTI INDISPENSABILI PER TUTTI I CONTRIBUENTI Ai signori Clienti Loro sedi Oggetto: Redazione dichiarazioni dei redditi per l anno 2008 - Modello 730 e UNICO 2008 Come di consueto, nell imminenza dell inizio del periodo delle dichiarazione dei redditi,

Dettagli

Oggetto: Dichiarazione dei redditi Mod.730/2014. La dichiarazione è da predisporre entro 31.05.2014 data ultima per l invio.

Oggetto: Dichiarazione dei redditi Mod.730/2014. La dichiarazione è da predisporre entro 31.05.2014 data ultima per l invio. Oggetto: Dichiarazione dei redditi Mod.730/2014 Ai Sigg. Clienti Loro sedi Anche per quest anno è prossima la scadenza per la presentazione della Dichiarazione dei redditi 2013 Mod. 730/2014. La dichiarazione

Dettagli

APPROVAZIONE MODELLO PER L ANNO 2012

APPROVAZIONE MODELLO PER L ANNO 2012 APPROVAZIONE MODELLO PER L ANNO 2012 Con i provvedimenti dell Agenzia delle entrate 15.1.2013 e 4.3.2013 è stato approvato in via definitiva (rettifiche comprese), il modello 730/2013 per l adempimento

Dettagli

Periodico informativo n. 101/2012. Legge di Stabilità Come cambiano detrazioni e deduzioni

Periodico informativo n. 101/2012. Legge di Stabilità Come cambiano detrazioni e deduzioni Periodico informativo n. 101/2012 Legge di Stabilità Come cambiano detrazioni e deduzioni Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza che con l approvazione

Dettagli

IL MODELLO 730 - CHE COS E

IL MODELLO 730 - CHE COS E - CHE COS E - PERCHE CONVIENE - CHI PUO UTILIZZARLO - QUALI REDDITI SI POSSONO DICHIARARE Roberto Perazzoli 1 CARATTERISTICA: sistema che consente di effettuare la dichiarazione dei redditi in maniera

Dettagli

Foglio Informativo AnSe

Foglio Informativo AnSe Foglio Informativo AnSe Anno 2015 - Numero 5 11 febbraio 2015 Anno13 - Numero 2013 ANSE Associazione Nazionale Seniores Enel Viale Regina Margherita, 125-00198 ROMA Tel. 0683057390-0683057422 Fax 0683057440

Dettagli

Scienza delle finanze 6061 Cleam 2. Lezione 4

Scienza delle finanze 6061 Cleam 2. Lezione 4 Scienza delle finanze 6061 Cleam 2 Lezione 4 Gli oneri deducibili (d) Le deduzioni più rilevanti presenti nella determinazione dell'irpef sono: contributi previdenziali ed assistenziali obbligatori (versati

Dettagli

Nuova residenza anagrafica. Variazioni stato civile. Coniuge e figli fiscalmente a carico. Altri familiari fiscalmente a carico

Nuova residenza anagrafica. Variazioni stato civile. Coniuge e figli fiscalmente a carico. Altri familiari fiscalmente a carico Pagina 1 DOCUMENTI ANAGRAFICI In via generale si ricorda che il contribuente deve esibire la documentazione necessaria per permettere la verifica della conformità dei dati esposti nella propria dichiarazione

Dettagli

INDICE PREMESSA...11 1. CONSIDERAZIONI GENERALI...13

INDICE PREMESSA...11 1. CONSIDERAZIONI GENERALI...13 INDICE PREMESSA...11 1. CONSIDERAZIONI GENERALI...13 1. Le varie tipologie di oneri... 13 2. La spettanza della detrazione e deduzione... 14 2.1 Le spese sostenute per i figli... 16 2.2 Il concetto di

Dettagli

730, Unico 2015 e Studi di settore

730, Unico 2015 e Studi di settore 730, Unico 2015 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 1 30.03.2015 Le novità del Modello 730/2015 Precompilato, termini e quadri Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: 730 Con il Provvedimento

Dettagli

DOCUMENTI E DATI NECESSARI PER LA COMPILAZIONE DELMODELLO 730/2013 REDDITI 2012

DOCUMENTI E DATI NECESSARI PER LA COMPILAZIONE DELMODELLO 730/2013 REDDITI 2012 DOCUMENTI E DATI NECESSARI PER LA COMPILAZIONE DELMODELLO 730/2013 REDDITI 2012 con l intento di agevolarla nella preparazione del materiale necessario per la compilazione della dichiarazione dei redditi,

Dettagli

STUDIO BALLARDINI http://www.studioballardini.it/ LE NOVITA' DELLA DICHIARAZIONE 730/2015 - Parte 1 -

STUDIO BALLARDINI http://www.studioballardini.it/ LE NOVITA' DELLA DICHIARAZIONE 730/2015 - Parte 1 - STUDIO BALLARDINI http://www.studioballardini.it/ LE NOVITA' DELLA DICHIARAZIONE 730/2015 - Parte 1 - INTRODUZIONE Con provvedimento del direttore dell'agenzia delle Entrate del 15 gennaio 2015, è stato

Dettagli

La dichiarazione dei redditi 2014, relativa al periodo d imposta 2013

La dichiarazione dei redditi 2014, relativa al periodo d imposta 2013 La dichiarazione dei redditi 2014, relativa al periodo d imposta 2013 Modello 730: provvedimento di approvazione del 15 gennaio 2014; provvedimento di modifica del 10 marzo 2014. Modello UNICO Persone

Dettagli

La presente circolare fornisce istruzioni, adempimenti e scadenze in materia di raccolta e controllo delle dichiarazioni 730/2015.

La presente circolare fornisce istruzioni, adempimenti e scadenze in materia di raccolta e controllo delle dichiarazioni 730/2015. CENTRO SERVIZI FALBI Ai dirigenti sindacali Falbi Oggetto: Modello 730/2015 Modello Unico/2015 La presente circolare fornisce istruzioni, adempimenti e scadenze in materia di raccolta e controllo delle

Dettagli

I documenti da presentare per compilare la dichiarazione modello 730/2012 redditi 2011

I documenti da presentare per compilare la dichiarazione modello 730/2012 redditi 2011 I documenti da presentare per compilare la dichiarazione modello 730/2012 redditi 2011 A cura del dott. Andrea Baratta NOVITA MODELLO 730/2012 Le principali novità contenute nella dichiarazione dei redditi

Dettagli

Esempio : consigliere comunale che ha percepito gettoni di presenza nell anno 2007 per euro 7.000

Esempio : consigliere comunale che ha percepito gettoni di presenza nell anno 2007 per euro 7.000 Esempio : consigliere comunale che ha percepito gettoni di presenza nell anno 2007 per euro 7.000 7.000,00 554,00 77,00 14,70 34,30 14,70 7.000 554 77 15 34 15 Esempio : Il contribuente percepisce gli

Dettagli

IRPEF 2008 E 2009 Agevolazioni e opportunità di risparmio Guida alle novità fiscali

IRPEF 2008 E 2009 Agevolazioni e opportunità di risparmio Guida alle novità fiscali IRPEF 2008 E 2009 Agevolazioni e opportunità di risparmio Guida alle novità fiscali Capitolo 1 - Il calcolo dell Irpef... 2 Capitolo 2 - Le detrazioni per i lavoratori dipendenti e pensionati... 4 Capitolo

Dettagli

IMU SINTESI DI COME SI APPLICA

IMU SINTESI DI COME SI APPLICA IMU SINTESI DI COME SI APPLICA Riferimenti legislativi Art. 13, DL n. 201/2011 Artt. 8 e 9, D.Lgs. n. 23/2011 D.Lgs. n. 504/92 Art. 4, DL n. 16/2012 Circolare MEF 18.5.2012, n. 3/DF PRESUPPOSTO IMPOSITIVO

Dettagli

Studio Papis Dottori commercialisti - Revisori contabili Via Carlo Goldoni, 1-20129 - Milano

Studio Papis Dottori commercialisti - Revisori contabili Via Carlo Goldoni, 1-20129 - Milano gc Milano, 19 marzo 2009 Ai Clienti e Loro Sedi CIRCOLARE n 2/2009 Dichiarazione dei redditi delle persone fisiche per l anno 2008 MOD. UNICO/2009 E MOD. 730/2009 Con la presente vi segnaliamo che: -il

Dettagli

QUADRO RN CALCOLO DELL IRPEF

QUADRO RN CALCOLO DELL IRPEF QUADRO RN CALCOLO DELL IRPEF ASPETTI GENERALI La struttura del Quadro discende dallo schema normativo di determinazione dell imposta a debito o a credito, così determinato: Reddito complessivo (meno) Deduzione

Dettagli

Il Mod. Unico PF/2013: le novità di quest anno

Il Mod. Unico PF/2013: le novità di quest anno Numero 36/2013 Pagina 1 di 11 Il Mod. Unico PF/2013: le novità di quest anno Numero : 36/2013 Gruppo : DICHIARAZIONI Oggetto : UNICO PF/2013 Norme e prassi : ISTRUZIONI MOD. UNICO/2013 PF, PROVVEDIMENTO

Dettagli

STUDIO GIANI DOTTORI COMMERCIALISTI

STUDIO GIANI DOTTORI COMMERCIALISTI Milano 26 marzo OGGETTO: Modello 730 redditi 2014 I lavoratori dipendenti e i pensionati possono presentare la dichiarazione con il modello 730. Il modello 730 è una dichiarazione semplificata e vantaggiosa

Dettagli

1 - UNICO PERSONE FISICHE 2015, Redditi anno 2014

1 - UNICO PERSONE FISICHE 2015, Redditi anno 2014 CONTENUTI 1 - UNICO PERSONE FISICHE 2015, Redditi anno 2014... 1 2 - SCADENZIARIO: MOD. UNICOPF 2015 redditi 2014... 2 1 - UNICO PERSONE FISICHE 2015, Redditi anno 2014 la normativa Gentile Cliente, siamo

Dettagli

Circolare N. 72 del 14 Maggio 2015. Modello Unico PF/2015: inizia la raccolta documenti

Circolare N. 72 del 14 Maggio 2015. Modello Unico PF/2015: inizia la raccolta documenti Circolare N. 72 del 14 Maggio 2015 Modello Unico PF/2015: inizia la raccolta documenti Soggetti interessati Sono obbligati alla presentazione della dichiarazione dei redditi (Mod. Unico PF 2015) i contribuenti

Dettagli

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale Mod. N. MODELLO 0/0 redditi 0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale genzia ntrate Gli importi devono essere indicati in unità di Euro 0 MODELLO GRATUITO CONTRIBUENTE

Dettagli

ANNO ACCADEMICO 2013-2014 GUIDA AL MOD. 730-2014

ANNO ACCADEMICO 2013-2014 GUIDA AL MOD. 730-2014 ANNO ACCADEMICO 2013-2014 GUIDA AL MOD. 730-2014 1 ANNO ACCADEMICO 2013-2014 IL MODELLO 730-2014 - CHE COS E - PERCHE CONVIENE - CHI PUO UTILIZZARLO - QUALI REDDITI SI POSSONO DICHIARARE Roberto Perazzoli

Dettagli

Studio Corno. Lissone, 28 marzo 2012 Circolare n 12/2012. Gentile Cliente,

Studio Corno. Lissone, 28 marzo 2012 Circolare n 12/2012. Gentile Cliente, Lissone, 28 marzo 2012 Circolare n 12/2012 Gentile Cliente, l'appuntamento periodico con la presentazione annuale della Dichiarazione dei Redditi è arrivato. Anche quest'anno, lo Studio Corno sarà lieto

Dettagli

Newsletter N. 5/2015

Newsletter N. 5/2015 Consiglio Regionale Lazio Newsletter N. 5/2015 In questo periodo dell anno i dubbi e le problematiche relative alla compilazione del mod.730 ci stanno preoccupando non poco;.dobbiamo accettare il precompilato

Dettagli

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 OGGETTO DELL IMU L IMU sostituisce l ICI e, per la componente immobiliare, l IRPEF e le relative addizionali regionali e comunali, dovute

Dettagli

Vademecum alla Compilazione

Vademecum alla Compilazione Vademecum alla Compilazione DOCUMENTI E DATI NECESSARI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO 730/2013 - REDDITI 2012 Con l intento di agevolare la preparazione del materiale necessario per la compilazione della

Dettagli

Circolare. Oggetto: Dichiarazioni dei redditi Mod. UNICO 2016 e 730/2016

Circolare. Oggetto: Dichiarazioni dei redditi Mod. UNICO 2016 e 730/2016 A TUTTI I CLIENTI LORO SEDI Como, aprile 2016 Circolare Oggetto: Dichiarazioni dei redditi Mod. UNICO 2016 e 730/2016 Con l approvazione e la pubblicazione dei nuovi modelli di dichiarazione e delle relative

Dettagli

STUDIO PROFESSIONALE CORTORILLO di Chiara Cortorillo

STUDIO PROFESSIONALE CORTORILLO di Chiara Cortorillo Elenco documenti e informazioni necessarie per MODELLO 730/2015 N.B. il contribuente deve presentare i documenti in originale e munirsi anche di fotocopie da lasciare al CAF. DATI PERSONALI Documento d

Dettagli

MODELLO 730/2014 REDDITI 2013: NOVITÀ IN MATERIA DI IRPEF

MODELLO 730/2014 REDDITI 2013: NOVITÀ IN MATERIA DI IRPEF MODELLO 730/2014 REDDITI 2013: NOVITÀ IN MATERIA DI IRPEF dal 17 marzo al 31 maggio Vi illustriamo, qui di seguito, alcune tra le principali novità di natura fiscale che avranno riflessi già a partire

Dettagli

A.S.P.P.I. di RAVENNA

A.S.P.P.I. di RAVENNA A.S.P.P.I. di RAVENNA Associazione Sindacale Piccoli Proprietari Immobiliari Via G. Galilei, n 81/83 48100 Ravenna Tel. 0544 470102 - Fax 0544 470075 Quest'anno sono diverse le novità che debuttano nel

Dettagli

UNITÀ SINDACALE Sezione Silcea (Segreteria Coordinamento Banca Popolare di Spoleto) www.unisin.it

UNITÀ SINDACALE Sezione Silcea (Segreteria Coordinamento Banca Popolare di Spoleto) www.unisin.it COMUNICATO AGLI ISCRITTI Novità fiscali 730/2014 e Documentazione da allegare Si riporta di seguito un vademecum con le principali novità relative alla dichiarazione dei redditi di quest anno con i principali

Dettagli

INFORMATIVE NOVITÀ DEL MOD. 730: QUADRO E, SEZIONI DA II A VI

INFORMATIVE NOVITÀ DEL MOD. 730: QUADRO E, SEZIONI DA II A VI Servizio SEAC S.p.A. - Trento - Via Solteri, Internet: www.seac.it - E-mail: info@seac.it Tel. 06 05 - Fax 06/056 06 febbraio 05 Informativa n. NOVITÀ DEL MOD. 0: QUADRO E, SEZIONI DA II A VI Nella presente

Dettagli