Come leggere e utilizzare questo libro

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Come leggere e utilizzare questo libro"

Transcript

1 Per mancanza di informazioni sufficienti non posso consigliarti che cosa decidere, ma se hai la compiacenza di leggermi posso dirti come. Il mio modo di procedere è quello di dividere a metà il foglio di carta mediante una riga ottenendo così due colonne; sopra una delle due colonne scrivo <pro> e sopra l altra <contro>. Poi, facendo tre o quattro considerazioni al giorno, colloco sotto le due differenti etichette dei brevi appunti che mi serviranno di volta in volta per la valutazione <favore> o <contro>. Dopo averli disposti in un unico formato mi sforzo di stimare i rispettivi pesi. per effettuare alla fine il bilancio E, sebbene il peso delle ragioni non possa essere stabilito con la precisione delle quantità algebriche, quando ciascuna di esse viene considerata in questo modo, separatamente e comparativamente, e l intera questione mi sia ben presente, penso di poter meglio giudicare e di essere meno propenso a fare passi sconsiderati; e infatti ho trovato un notevole vantaggio nell adottare questo tipo di equazione, in ciò che può essere chiamato algebra morale o prudenziale. Da una lettera di Benjamin Franklin all amico Joseph Priestley Già Franklin sottolineava all amico l importanza di possedere informazioni sufficienti - disponibili e/o acquisite - per le decisioni da prendere. Al lettore, parafrasando parte della lettera, si può chiedere: se hai la compiacenza di leggere attentamente questo libro, ti verranno offerte le informazioni sufficienti per decidere in modo soddisfacente. Per quanto riguarda il come decidere, noterai che le stesse informazioni sono organizzate in modo da facilitare il tuo processo decisionale nelle attività d aula. Come leggere e utilizzare questo libro Gli autori con questo libro sperano di ridurre in parte il disorientamento che creano gli enti e le istituzioni che forniscono informazioni di dettaglio sulle opportunità formative del territorio senza prestare attenzione alla necessità di far sintesi in ragione della tipologia di destinatari. Per questo motivo la prima parte del libro è dedicata alle recenti novità legislative, importanti per la scelta dei prossimi anni scolastici; sono stati deliberatamente omessi tutti i riferimenti di legge che sono rimasti sostanzialmente invariati a proposito dell obbligo scolastico-formativo. La seconda parte fornisce una fotografia attuale delle opportunità scolastico-formative della provincia di Treviso con una modalità di informazione sintetica e agile per favorire, durante le attività di orientamento, l incremento delle alternative di scelta; seguono alcune indicazioni e suggerimenti rivolti agli insegnanti, ai genitori e agli studenti. Solo la terza parte offre informazioni di dettaglio sulle opportunità formative della Rete all interno di una struttura condivisa che facilita la valutazione delle alternative nella fase del processo decisionale. 1

2 SOMMARIO Sommario pag. 2 Presentazione >> 3 PRIMA PARTE Le novità legislative: La Legge 296 del 27 dicembre 2006; Il Regolamento del nuovo obbligo di istruzione; >> 4 Competenze-chiave da acquisire al termine dell Istruzione obbligatoria >> 7 SECONDA PARTE Obbligo di istruzione e offerta scolastico-formativa nella provincia di Treviso >> 8 Gli insegnanti di fronte ai ragazzi e i genitori di fronte alla scelta >> 36 Che ruolo possono svolgere, rispettivamente gli insegnanti e i genitori, nella scelta dei ragazzi? >> 38 Genitori e insegnanti: cosa possono fare operativamente. >> 39 Aspetti relativi alla scelta da prendere in considerazione... >> 41 Ai ragazzi: alcuni suggerimenti per scegliere >> 42 Ai ragazzi: cosa fare operativamente. >> 44 TERZA PARTE Scheda informativa del Centro di Formazione Professionale Turazza >> 47 Scheda informativa dell Istituto Professionale Giorgi >> 55 Scheda informativa dell Istituto Professionale F. Besta >> 67 Scheda informativa dell Istituto Tecnico Industriale M. Planck >> 75 Scheda informativa dell Istituto Tecnico per il Turismo G. Mazzotti >> 82 Scheda informativa dell Istituto Statale Duca degli Abruzzi >> 87 Scheda informativa del Liceo Linguistico Paritario G. Galilei >> 94 Scheda informativa del Liceo-Ginnasio Statale A. Canova >> 100 Scheda informativa del CTP Treviso Uno di Treviso >> 103 2

3 Presentazione Quest anno la Rete di orientamento Percorsi territoriali di orientamento in rete, alla quale partecipa anche, la tua Scuola intende fornire uno strumento di orientamento per aiutare studenti e le famiglie nella scelta del percorso dopo la scuola media. Gli istituti superiori che ne fanno parte sono i seguenti: Engim Veneto CFP Turazza; Istituto Professionale Statale per l Industria e l Artigianato G. Giorgi ; Istituto Professionale Statale F. Besta ; Istituto Tecnico Industriale Statale M. Planck ; Istituto Tecnico Statale per il Turismo G. Mazzotti ; Istituto Statale Duca degli Abruzzi ; Liceo Linguistico Paritario G. Galilei ; Liceo Ginnasio Statale A. Canova. Le Scuole Medie sono le seguenti: S.M.S. Stefanini Treviso; S.M.S. L. Coletti Treviso; Istituto Comprensivo Serena Treviso; Istituto Comprensivo di Breda di Piave; Istituto Comprensivo di Carbonera; Istituto Secondario A. Manzoni Villorba; Istituto Comprensivo di Maserada; Istituto Comprensivo di Zero Branco; Istituto Comprensivo di Spresiano e Arcade; Istituto Comprensivo di Silea. Per gli alunni della Scuola Media con questa scelta comincia l epoca delle decisioni che lasciano il segno, che potrebbero condizionare lo sviluppo della personalità e il progetto personale di vita. I rapidi mutamenti dello scenario economico e sociale insieme ai mutamenti personali degli studenti nel passaggio dalla scuola media alla scuola superiore richiedono una preparazione adeguata anche nel momento della scelta Ogni scelta ha la propria dignità, importanza e validità, a patto che sia adatta alla persona, ai suoi interessi, alle sue aspirazioni, ai suoi valori, ai suoi obiettivi. L offerta dei percorsi scolastici degli Istituti Superiori presenti nella Rete di orientamento è ampia, e di queste scuole nella presente guida si trovano le schede tecniche che aiuteranno a sciogliere i dubbi; ma non sono presenti le schede tecniche di tutti gli istituti della Provincia; pertanto è opportuno raccogliere informazioni sulle scuole superiori non presenti in questo opuscolo, utilizzando altri materiali divulgativi distribuiti dagli istituti scolastici o da enti di formazione professionale. Perché questo tipo di guida? Cosa la distingue da tutte le altre? Abbiamo fotografato la situazione attuale degli istituti della Rete con le informazioni che facilitino la scelta, attenendoci al criterio di essenzialità. Siamo convinti che una guida agile, essenziale apra più facilmente la discussione nelle famiglie, nelle scuole, nei luoghi dove maturano gli orientamenti importanti per il futuro degli studenti. Ci auguriamo che questa guida risulti utile a chi la leggerà o la sfoglierà per cominciare a riflettere sulla decisione da prendere. Il direttore del CFP Turazza Prof. Lino Sartori 3

4 Le novità legislative Negli ultimi anni si sono succeduti vari interventi legislativi che hanno prodotto un po di smarrimento tra le fila di tutti coloro che gravitano intorno al mondo della scuola: studenti, insegnanti e famiglie. Con l inizio di quest anno scolastico vi è un altra novità: il nuovo obbligo di istruzione. Alcuni chiarimenti sulle indicazioni presenti nella Finanziaria e sugli articoli del Regolamento del nuovo obbligo aiuteranno a capire come si costituirà il nuovo biennio delle Scuole superiori. La Legge 296 del 27 dicembre 2006 (Finanziaria) stabilisce che: l'istruzione, impartita per almeno dieci anni, è obbligatoria ed è finalizzata a consentire il conseguimento di un titolo di studio di scuola secondaria superiore o di una qualifica professionale di durata almeno triennale entro il diciottesimo anno di età; l'adempimento dell'obbligo di istruzione deve consentire, una volta conseguito il titolo di studio conclusivo del primo ciclo, l'acquisizione dei saperi e delle competenze previste dai curricula relativi ai primi due anni degli istituti di istruzione secondaria superiore. Regolamento del nuovo obbligo (22 agosto 2007) Art. 1 Adempimento dell'obbligo di istruzione 1. L'istruzione obbligatoria è impartita per almeno dieci anni e si realizza secondo le disposizioni indicate all'articolo 1, comma 622, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, e, in prima attuazione, per gli anni scolastici 2007/08 e 2008/09 anche con riferimento ai percorsi sperimentali di istruzione e formazione professionale di cui al comma 624 del richiamato articolo. 2. L'adempimento dell'obbligo di istruzione è finalizzato al conseguimento di un titolo di studio di scuola secondaria superiore o di una qualifica professionale di durata almeno triennale entro il diciottesimo anno di età, con il conseguimento dei quali si assolve il diritto/dovere di cui al decreto legislativo 15 aprile 2005, n L'obbligo di istruzione di cui al presente articolo decorre a partire dall'anno scolastico 2007/08 per coloro che hanno conseguito il titolo di studio conclusivo del primo ciclo nell'anno scolastico 2006/ Ai fini di cui al comma 1, sono fatte salve le particolari disposizioni previste per la provincia di Bolzano dalla legge 27 dicembre 2006, n. 296, articolo 1, comma

5 Art. 2 Acquisizione di saperi e competenze 1. Ai fini di cui all'articolo 1, comma 1, i saperi e le competenze, articolati in conoscenze e abilità, con l'indicazione degli assi culturali di riferimento, sono descritti nell'allegato documento tecnico, che fa parte integrante del presente regolamento e si applicano secondo le modalità ivi previste. 2. I saperi e le competenze di cui al comma 1 assicurano l'equivalenza formativa di tutti i percorsi, nel rispetto dell'identità dell'offerta formativa e degli obiettivi che caratterizzano i curricoli dei diversi ordini, tipi e indirizzi di studio. Per il loro recepimento nei curricoli dei primi due anni degli istituti di istruzione secondaria superiore di ordine classico, scientifico, magistrale, tecnico, professionale e artistico previsti dai vigenti ordinamenti, le istituzioni scolastiche possono avvalersi degli strumenti di cui al d.p.r. 8 marzo 1999, n. 275, con particolare riferimento all'articolo 4, comma 2, nonché dell'utilizzazione della quota di flessibilità oraria del 20% ai sensi del decreto del Ministro della pubblica istruzione 13 giugno 2006, n Le modalità di attuazione delle indicazioni relative ai saperi e alle competenze di cui al comma 1 nei percorsi sperimentali di istruzione e formazione professionale di cui alla legge 27 dicembre 2006, n. 296, articolo 1, comma 624, sono stabilite nell'intesa in sede di Conferenza unificata ivi prevista, anche ai fini della ripartizione delle risorse statali destinate ai predetti percorsi. Art. 3 Interventi a sostegno dell'adempimento dell'obbligo di istruzione 1. Ai fini dell'adempimento dell'obbligo di istruzione da parte degli alunni diversamente abili, si fa riferimento al piano educativo individualizzato nella progettazione delle attività didattiche educative. 2. Per coloro che non hanno conseguito il titolo conclusivo del primo ciclo e che hanno compiuto il sedicesimo anno di età è prevista la possibilità di conseguire tale titolo anche nei centri provinciali per l'istruzione degli adulti di cui alla legge 27 dicembre 2006, n. 296, articolo 1, comma Per l'anno scolastico 2007/08 e, comunque sino alla completa attuazione di quanto previsto dalla legge 27 dicembre 2006, n. 296, articolo 1, comma 632, gli interventi di cui al comma 2 possono essere realizzati presso i Centri territoriali permanenti per l'educazione degli adulti. Art. 4 Certificazione dell'assolvimento dell'obbligo di istruzione 1. La certificazione relativa all'adempimento dell'obbligo di istruzione di cui al presente regolamento è rilasciata a domanda. Per coloro che hanno compiuto il diciottesimo anno di età è rilasciata d'ufficio. 2. Nelle linee guida di cui all'articolo 5 sono contenute indicazioni in merito ai criteri generali per la certificazione dei saperi e delle competenze di cui all'articolo 2, comma 1, ai fini dei passaggi a percorsi di diverso ordine, indirizzo e tipologia nonchè per il riconoscimento dei crediti formativi, anche come strumento per facilitare la permanenza, nei percorsi di istruzione e formazione. 5

6 3. Con decreto del Ministro della pubblica istruzione, sentita la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano, sono adottati modelli di certificazione dei saperi e delle competenze di cui all'articolo 2, comma 1, acquisite dagli studenti nell'assolvimento dell'obbligo di istruzione. Art. 5 Linee guida 1. Con apposite linee guida, adottate dal Ministro della pubblica istruzione, sono indicate le misure per l'orientamento dei giovani e delle loro famiglie, la formazione dei docenti, il sostegno, il monitoraggio, la valutazione e la certificazione dei percorsi in relazione all'attuazione sperimentale delle indicazioni di cui all'articolo 2, comma Per la realizzazione delle misure di cui al comma 1, il Ministero della pubblica istruzione si avvale della assistenza dell'agenzia nazionale per lo sviluppo dell'autonomia scolastica e dell'istituto nazionale per la valutazione dei sistema educativo di istruzione e di formazione e, con riferimento ai percorsi di cui alla legge 27 dicembre 2006, n. 296, articolo 1, comma 624, anche dell'istituto per lo sviluppo della formazione professionale dei lavoratori ai sensi del decreto legislativo 17 ottobre 2005, n. 226, articolo 28, comma 2. Art.6 Disposizione finale 1. Sono fatte salve le competenze delle regioni a statuto speciale e delle province autonome di Trento e Bolzano, in conformità ai rispettivi statuti e alle relative norme di attuazione nonchè alla legge costituzionale , n. 3. Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sarà inserito nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. È fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare. Allegato dell articolo 2 6

7 Competenze-chiave da acquisire al termine dell Istruzione obbligatoria 1- Agire in modo autonomo e responsabile: sapersi inserire in modo attivo e consapevole nella vita sociale e far valere al suo interno i propri diritti e bisogni riconoscendo al contempo quelli altrui, le opportunità comuni, i limiti, le regole, le responsabilità. 2- Imparare ad imparare: organizzare il proprio apprendimento, individuando, scegliendo ed utilizzando varie fonti e varie modalità di informazione e di formazione (formale, non formale ed informale), anche in funzione dei tempi disponibili, delle proprie strategie e del proprio metodo di studio e di lavoro. 3- Progettare: elaborare e realizzare progetti riguardanti lo sviluppo delle proprie attività di studio e di lavoro, utilizzando le conoscenze apprese per stabilire obiettivi significativi e realistici e le relative priorità, valutando i vincoli e le possibilità esistenti, definendo strategie di azione e verificando i risultati raggiunti. 4- Comunicare: a) comprendere messaggi di genere diverso (quotidiano, letterario, tecnico, scientifico) e di complessità diversa, trasmessi utilizzando linguaggi diversi (verbale, matematico, scientifico, simbolico, ecc.) mediante diversi supporti (cartacei, informatici e multimediali); b) rappresentare eventi, fenomeni, principi, concetti, norme, procedure, atteggiamenti, stati d animo, emozioni, ecc. utilizzando linguaggi diversi (verbale, matematico, scientifico, simbolico, ecc.) e diverse conoscenze disciplinari, mediante diversi supporti (cartacei, informatici e multimediali). 5- Collaborare e partecipare: interagire in gruppo, comprendendo i diversi punti di vista, valorizzando le proprie e le altrui capacità, gestendo la conflittualità, contribuendo all apprendimento comune ed alla realizzazione delle attività collettive, nel riconoscimento dei diritti fondamentali degli altri. 6- Risolvere problemi: affrontare situazioni problematiche costruendo e verificando ipotesi, individuando le fonti e le risorse adeguate, raccogliendo e valutando i dati, proponendo soluzioni utilizzando, secondo il tipo di problema, contenuti e metodi delle diverse discipline. 7- Individuare collegamenti e relazioni: individuare e rappresentare, elaborando argomentazioni coerenti, collegamenti e relazioni tra fenomeni, eventi e concetti diversi, anche appartenenti a diversi ambiti disciplinari, e lontani nello spazio e nel tempo, cogliendone la natura sistemica, individuando analogie e differenze, coerenze ed incoerenze, cause ed effetti e la loro natura probabilistica. 8- Acquisire ed interpretare l informazione: acquisire ed interpretare criticamente l'informazione ricevuta nei diversi ambiti ed attraverso diversi strumenti comunicativi, valutandone l attendibilità e l utilità, distinguendo fatti e opinioni. 7

8 Obbligo di istruzione e offerta scolastico-formativa nella provincia di Treviso Con la nuova legge sull obbligo di istruzione l obiettivo dichiarato dal legislatore è quello di garantire che i giovani possano inserirsi nella società e nel mercato del lavoro con un titolo di studio (almeno una qualifica) da conseguire entro il diciottesimo anno di età. Le modalità con cui si può adempiere a questo obbligo sono presenti nella Legge del 17 maggio 1999, n. 144 all art. 68 che prevede l istituzione di un obbligo formativo fino a 18 anni e comunque fino al conseguimento di una qualifica o un titolo, da assolvere nei seguenti canali: sistema di istruzione scolastica sistema della formazione professionale regionale istituto dell apprendistato. Dall anno scolastico 2007/2008 i ragazzi possono inserirsi nel mercato del lavoro solo dopo i sedici anni; essi sono tenuti, dopo il conseguimento della licenza media, a frequentare un Istituto Secondario di 2, un Centro di Formazione professionale o lavorare con contratto di apprendistato al fine di essere accompagnati al lavoro con la frequenza obbligatoria di alcuni moduli di formazione professionale. Le alternative di scelta scolastico-formativa della Provincia di Treviso con alcune sintetiche informazioni (indirizzi interni) sono le seguenti: Istituto Superiore Collegio Pio X - Fondazione O.m.c. Borgo Cavour Treviso TV Tel Fax Sito Web Tipologia Corso Liceo Classico Liceo Scientifico Liceo Linguistico ISTRUZIONE LICEALE Indirizzo Lingua straniera e storia dell'arte quinquennale Indirizzo scientifico Indirizzo linguistico Istituto Superiore Cavanis Collegio Canova Piazzetta Pio X Possagno TV Tel Fax Sito Web Altra Sede: Piazzetta Pio X Possagno TV Tel Fax Sito Web ISTRUZIONE LICEALE Tipologia Corso Liceo Scientifico dell'autonomia Liceo Classico Autonomia Liceo Linguistico Liceo scientifico-tecnologico Liceo Classico Indirizzo linguistico Indirizzo 8

9 Tipologia Corso Istituto Tecnico Industriale Istituto Tecnico Commerciale Istituto Tecnico Commerciale Istituto Tecnico Industriale ISTRUZIONE TECNICA Indirizzo Disegno industriale e progettazione CAD CAM e quality system Amministrazione e controllo di gestione Import export e consulente marketing Meccanico elettrotecnico Istituto Superiore Duca degli Abruzzi Via Caccianiga Treviso TV Tel Fax Sito Web Tipologia Corso Liceo delle Scienze Sociali Liceo Socio-Psico- Pedagogico Liceo delle Scienze Sociali Liceo Scientifico Liceo Linguistico ISTRUZIONE LICEALE Indirizzo autonomo Indirizzo Brocca Indirizzo Indirizzo Scienze Sociali Brocca corso serale Indirizzo scientifico Progetto Brocca Indirizzo Linguistico Progetto Brocca Liceo Angela Veronese Viale della Vittoria Montebelluna TV Tel Fax Sito Web Tipologia Corso Liceo Linguistico Liceo delle Scienze Sociali Liceo delle Scienze umane ISTRUZIONE LICEALE Liceo Linguistico autonomo Indirizzo autonomo Indirizzo Scienze umane Indirizzo Istituto Superiore Antonio Scarpa Via 1 Maggio, MOTTA DI LIVENZA TV Tel Fax Piazzale Europa, ODERZO TV Tel Fax 0422 ISTRUZIONE TECNICA Tipologia Corso Istituto Tecnico Industriale Meccanica Indirizzo 9

10 Istituto Tecnico Industriale Istituto Tecnico Industriale Tipologia Corso Liceo Scientifico Tipologia Corso Liceo Classico Liceo Linguistico Meccanica Sirio Biennio comune ISTRUZIONE LICEALE Indirizzo Indirizzo scientifico ISTRUZIONE LICEALE Indirizzo Lingua straniera e storia dell'arte quinquennale Indirizzo Linguistico Progetto Brocca Istituto Superiore Marco Casagrande Via Stadio, PIEVE DI SOLIGO TV Tel Fax Sito Web Sede Principale: Via Stadio, PIEVE DI SOLIGO TV Tel Fax Sito Web ISTRUZIONE TECNICA Tipologia Corso Istituto Tecnico per Geometri Istituto Tecnico per Geometri Istituto Tecnico per Geometri Geometra SIRIO Indirizzo Brocca costruzioni Indirizzo Geometra PNI e lingua straniera quinquennale ISTRUZIONE LICEALE Tipologia Corso Indirizzo Liceo Socio-Psico- Pedagogico Liceo socio-psico-pedagogico Brocca autonomo Liceo Scientifico Indirizzo scientifico P.N.I. Liceo delle Scienze Sociali Indirizzo autonomo Liceo Scientifico con seconda lingua straniera C.M. 198 Liceo Scientifico Indirizzo scientifico Istituto Superiore Giuseppe Verdi Via San Venanzio Fortunato, VALDOBBIADENE TV Tel Fax Sito Web Tipologia Corso Istituto Tecnico Industriale Istituto Tecnico per il turismo Indirizzo Meccanica ISTRUZIONE TECNICA Perito per il turismo ITER 10

11 Istituto Superiore Marcantonio Flaminio Via Dante, VITTORIO VENETO TV Tel Fax Altra Sede: Via Cavour VITTORIO VENETO TV Tel Fax ISTRUZIONE LICEALE Tipologia Corso Liceo Scientifico Liceo Scientifico Liceo Classico Liceo Classico Tipologia Corso Istituto Tecnico Industriale Istituto Tecnico Industriale Indirizzo scientifico P.N.I. Indirizzo scientifico Indirizzo Classico Indirizzo Lingua straniera e storia dell'arte quinquennale Informatica ISTRUZIONE TECNICA Elettrotecnica ed automazione Indirizzo Liceo Classico/Scientifico Giorgione Via G.Verdi CASTELFRANCO VENETO TV Tel Fax Sito Web Tipologia Corso Liceo Classico Liceo Scientifico Liceo Scientifico Liceo Scientifico ISTRUZIONE LICEALE Indirizzo Lingua straniera e storia dell'arte quinquennale Indirizzo scientifico con doppia lingua straniera quinquennale Indirizzo scientifico P.N.I. Indirizzo scientifico Liceo Maria Assunta Borgo Treviso, Castelfranco Veneto TV Tel Fax Sito Web Tipologia Corso Liceo della Comunicazione Liceo della Comunicazione Liceo della Comunicazione ISTRUZIONE LICEALE Indirizzo Opzione comunicazioni tecnologiche Opzione sportiva Opzione Beni ambientali 11

12 Liceo della Comunicazione Liceo Linguistico Europeo Opzione sociale Indirizzo linguistico moderno Liceo Santa Giovanna D'Arco Via del Fante, Vittorio Veneto TV Tel Fax Sito Web Tipologia Corso Liceo della Comunicazione Liceo Linguistico Europeo Liceo della Comunicazione Opzione sociale ISTRUZIONE LICEALE Indirizzo linguistico moderno Opzione Beni ambientali Indirizzo Istituto Superiore Guglielmo Marconi Via J.F.Kennedy, CONEGLIANO CONEGLIANO TV Tel Fax Sito Web Tipologia Corso Liceo Classico Liceo Classico ISTRUZIONE LICEALE Indirizzo Lingua straniera e storia dell'arte quinquennale con lingua straniera quinquennale P.N.I. Liceo Classico con lingua straniera quinquennale C.M. 198 Liceo Scientifico Liceo Scientifico Liceo Scientifico P.N.I. matematica e fisica Indirizzo scientifico con doppia lingua straniera quinquennale Indirizzo scientifico Istituto Superiore Brandolini - Rota Viale Brandolini, Oderzo TV Tel Fax Sito Web Tipologia Corso Liceo Linguistico Europeo Liceo Scientifico Liceo Linguistico Europeo Tipologia Corso Istituto Tecnico Commerciale ISTRUZIONE LICEALE Indirizzo giuridico economico Indirizzo scientifico Indirizzo linguistico moderno ISTRUZIONE TECNICA Indirizzo Indirizzo Indirizzo giuridico economico aziendale IGEA 12

13 Liceo Immacolata Via Madonna, Conegliano TV Tel SEGRETERIA Fax Sito Web Tipologia Corso Liceo della Comunicazione Liceo della Comunicazione Liceo della Comunicazione Liceo Linguistico Liceo Scientifico Biologico Salute ISTRUZIONE LICEALE Opzione Spettacolo Opzione sportiva Opzione sociale Indirizzo linguistico indirizzo scientifico Indirizzo Liceo Giuseppe Berto Via Barbiero, MOGLIANO VENETO TV Tel Fax Sito Web Tipologia Corso Liceo Scientifico Liceo Classico ISTRUZIONE LICEALE Indirizzo scientifico Indirizzo Classico Indirizzo Liceo Scientifico con prima e seconda Lingua straniera C.M. 198/92 Liceo Scientifico Liceo Socio-Psico- Pedagogico Indirizzo scientifico P.N.I. Indirizzo Brocca Istituti Superioro Paritari Filippin San Giacomo, PADERNO DEL GRAPPA TV Tel Fax Direzione Sito Web Tipologia Corso Liceo Scientifico Liceo Classico Tipologia Corso Istituto Tecnico per Periti Aziendali e Corrispondenti in Lingue estere Istituto Tecnico Commerciale ISTRUZIONE LICEALE Indirizzo scientifico Indirizzo Classico ISTRUZIONE TECNICA Perito aziendale C.L.E. ERICA Indirizzo Indirizzo Indirizzo giuridico economico aziendale IGEA 13

14 Liceo Primo Levi Via Biagi Montebelluna TV Tel Fax Sito Web ISTRUZIONE LICEALE Tipologia Corso Indirizzo Liceo Scientifico P.N.I. matematica e fisica Liceo Classico con storia dell'arte quinquennale C.M. 295 Liceo Classico con lingua straniera quinquennale C.M. 198 Liceo Scientifico Tecnologico Indirizzo Brocca Liceo Scientifico Indirizzo linguistico con doppia lingua straniera quinquennale Liceo Scientifico Liceo Classico P.N.I.matematica P.N.I. Matematica e Fisica Liceo A. Canova Via Mura di San Teonisto, TREVISO TV Tel Fax Sito Web ISTRUZIONE LICEALE Tipologia Corso Liceo Classico Liceo Linguistico Indirizzo con lingua straniera quinquennale P.N.I. Indirizzo Linguistico Progetto Brocca Liceo Leonardo da Vinci Viale Europa, TREVISO TV Tel Fax Sito Web liceodavincitv.it ISTRUZIONE LICEALE Tipologia Corso Indirizzo Liceo Scientifico con prima e seconda Lingua straniera C.M. 198/92 Liceo Scientifico Liceo Scientifico P.N.I. matematica e fisica Indirizzo scientifico Liceo Scientifico Liceo Scientifico Scienze naturali C.M. 640 Liceo Madonna del Grappa Viale Europa, TREVISO TV Tel Fax Sito Web ISTRUZIONE LICEALE Tipologia Corso Indirizzo 14

15 Liceo della Comunicazione Liceo della Comunicazione Liceo della Comunicazione Liceo della Comunicazione Opzione sociale Opzione civiltà comparate Opzione Beni ambientali Opzione sportiva Liceo Linguistico Paritario G. Galilei Via Scarpa, Treviso TV Tel Fax Sito Web Tipologia Corso Liceo Linguistico ISTRUZIONE LICEALE Indirizzo linguistico opzione musicale Indirizzo Istituto Superiore Astori Via Marconi, Mogliano Veneto TV Tel Fax Sito Web Tipologia Corso Liceo Linguistico Liceo Classico Autonomia Liceo Scientifico dell'autonomia Tipologia Corso Istituto Tecnico Commerciale Istituto Tecnico Industriale ISTRUZIONE LICEALE Liceo Linguistico autonomo Liceo Classico Indirizzo scientifico ISTRUZIONE TECNICA Indirizzo Indirizzo Indirizzo giuridico economico aziendale IGEA Indirizzo Tecnologico meccanico 15

16 Liceo Artistico Statale Treviso Via S. Caterina, Treviso TV Tel Fax Sito Web Tipologia Corso Liceo Artistico Liceo Artistico Liceo Artistico Michelangelo Liceo Artistico Liceo Artistico Michelangelo Liceo Artistico Michelangelo ISTRUZIONE ARTISTICA E MUSICALE 1^ sez. Accademia serale 2^ sez. Architettura Pittura e decorazione pittorica 1^ sez. Accademia Architettura e arredo Scultura e decorazione plastica Indirizzo Istituto d Arte Bruno Munari Maschietto Vittorio Veneto TV Tel Fax Sito Web Triennale Istituto d'arte Istituto d'arte Istituto d'arte Istituto d'arte Istituto d'arte ISTRUZIONE ARTISTICA E MUSICALE Diploma di maestro d'arte Disegnatori di architettura serale Arte della stampa Arte dei metalli e dell'oreficeria Arte del tessuto Disegnatori di architettura e arredamento Biennio Istituto d'arte Tipologia Corso Istituto d'arte Michelangelo Istituto d'arte Michelangelo Istituto d'arte Michelangelo Diploma di maturità di Arte applicata Arte dei metalli e dell'oreficeria Indirizzo Moda e costume Pittura e decorazione pittorica Disegno industriale 16

17 Istituto Tecnico Aeronautico - Progetto Alfa - Via Ghirada 15/ Treviso TV Tel Fax Sito Web Tipologia Corso Istituto Tecnico Aeronautico ISTRUZIONE TECNICA Indirizzo Progetto ALFA: Navigazione aerea-assistenza alla navigazione aerea Istituto tecnico delle Attività sociali Giuseppe Mazzini Via Noalese, 17/A Treviso TV Tel Fax Sito Web Tipologia Corso Istituto tecnico delle Attività sociali ISTRUZIONE TECNICA Dirigenti di comunità Indirizzo Istituto Superiore Giovanni Battista Cerletti Via Maggiore - Località Piavon di Oderzo Oderzo TV Tel Fax Sede Principale: Viale XXVIII Aprile, Conegliano TV Tel Fax Sito Web Triennale Qualifica Prof. Agricoltura e Operatore Agroambientale Ambiente Prof. Agricoltura e Operatore Agroindustriale Ambiente Biennio Post Qualifica Diploma Prof. Agricoltura e Agrotecnico Ambiente Terza Area (Qualifica II Area di Professionalizzazione Livello) Terza area - Comparto Tecnico di processo agroalimentare Agricoltura Terza area - Comparto Tecnico di progettazione, realizzazione e gestione di parchi e giardini Agricoltura Triennale Qualifica Prof. Agricoltura e Operatore Agroambientale Ambiente Prof. Agricoltura e Operatore Agroindustriale Ambiente 17

18 Biennio Post Qualifica Prof. Agricoltura e Ambiente Terza Area (Qualifica II Livello) Terza area - Comparto Agricoltura Terza area - Comparto Agricoltura Istituto Tecnico Agrario Istituto Tecnico Agrario Istituto Tecnico Agrario Istituto Tecnico Agrario Istituto Tecnico Agrario Diploma Agrotecnico nuovo ordinamento Area di Professionalizzazione Tecnico delle produzioni animali Tecnico di processo agroalimentare ISTRUZIONE TECNICA Perito agrario-indirizzo generale Cerere unitario agro-ambientale Cerere unitario agro-territoriale Cerere viticolo-enologico Perito agrario specializzato in viticoltura ed enologia Istituto Superiore Florence Nightingale Via Priuli, succursale: Via Verdi, Castelfranco Veneto TV Tel Fax Sito Web isisnightingale.it Biennio Post Qualifica Prof.per i Servizi Sociali ISTRUZIONE PROFESSIONALE Diploma Tecnico dei servizi sociali Tipologia Corso Istituto tecnico delle Attività sociali Indirizzo ISTRUZIONE TECNICA Dirigenti di comunità Istituto Superiore Marco Fanno Via del Lavoro, CONEGLIANO TV Tel Fax Sito Web Triennale Prof.per i Servizi Sociali Prof. Servizi Comm. Turistici e Pubblicità Prof. Servizi Comm. Turistici e Pubblicità Biennio Post Qualifica Prof.per i Servizi Sociali Prof. Servizi Comm. Turistici e Pubblicità Prof. Servizi Comm. Turistici e Pubblicità ISTRUZIONE PROFESSIONALE Qualifica Operatore dei servizi sociali Operatore della gestione aziendale Operatore dell'impresa turistica Diploma Tecnico dei servizi sociali Tecnico gestione aziendale (indirizzo linguistico o informatico) Tecnico dei Servizi Turistici 18

19 Tipologia Corso Istituto Tecnico per Periti Aziendali e Corrispondenti in Lingue estere Istituto Tecnico Commerciale Istituto Tecnico Commerciale Istituto Tecnico per Ragionieri e Periti Commerciali ISTRUZIONE TECNICA Indirizzo Perito aziendale C.L.E. ERICA Indirizzo giuridico economico aziendale IGEA Programmatore Progetto Mercurio Sirio ragionieri Istituto Superiore Alfredo Beltrame Via Del Carso VITTORIO VENETO TV Tel Fax Sito Web Altra Sede: Via Pasqualis, VITTORIO VENETO TV Tel Fax Sito Web ww.isisvittorioveneto.com ISTRUZIONE PROFESSIONALE Triennale Prof. Servizi alberghieri e ristorazione Prof. Servizi alberghieri e ristorazione Prof. Servizi alberghieri e ristorazione Prof. Servizi alberghieri e ristorazione Prof. Servizi alberghieri e ristorazione Biennio Post Qualifica Prof. Servizi alberghieri e ristorazione Prof. Servizi alberghieri e ristorazione Terza Area (Qualifica II Livello) Terza area - Comparto Alberghiero-Ristorazione Terza area - Comparto Alberghiero-Ristorazione Terza area - Comparto Alberghiero-Ristorazione Terza area - Comparto Alberghiero-Ristorazione Terza area - Comparto Alberghiero-Ristorazione Qualifica Operatore Servizi Ristorazione settore Sala-Bar serale Operatore Servizi Ristorazione settore Cucina serale Operatore Servizi Ristorazione settore Sala-Bar Operatore Servizi Ristorazione settore Cucina Operatore Servizi Segreteria Ricevimento Diploma Tecnico dei Servizi Turistici Tecnico dei Servizi Ristorativi Area di Professionalizzazione Responsabile Servizi Banqueting Barista Gastronomo Tecnico di laboratorio pasticceria e di laboratorio gelateria artigianale Tecnico dell'assistenza locale all'ospite Chef Enogastronomo ISTRUZIONE TECNICA 19

20 Tipologia Corso Istituto Tecnico Commerciale Istituto Tecnico per Periti Aziendali e Corrispondenti in Lingue estere Indirizzo Indirizzo giuridico economico aziendale IGEA Perito aziendale C.L.E. ERICA Istituto Superiore Riccati-Luzzatti Piazza della Vittoria, 3 / TREVISO TV Tel Fax Sito Web Istituto Tecnico Commerciale Istituto Tecnico Commerciale Istituto Tecnico per Periti Aziendali e Corrispondenti in Lingue estere Istituto Tecnico Commerciale ISTRUZIONE TECNICA Indirizzo giuridico economico aziendale Brocca Indirizzo giuridico economico aziendale IGEA Perito aziendale C.L.E. ERICA Programmatore Progetto Mercurio Istituto Superiore Luigi Einaudi J. Sansovino Montebelluna TV Tel Fax Sito Web Tipologia Corso Istituto Tecnico Commerciale Istituto Tecnico per Ragionieri e Periti Commerciali Istituto Tecnico per Geometri Istituto Tecnico per Periti Aziendali e Corrispondenti in Lingue estere Istituto Tecnico Industriale Istituto Tecnico Industriale Istituto Tecnico Industriale Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo ISTRUZIONE TECNICA Programmatore Progetto Mercurio Sirio ragionieri Geometra CINQUE E.T.A. Perito aziendale C.L.E. ERICA Biennio comune Elettronica e telecomunicazioni Informatica industriale progetto ABACUS Indirizzo giuridico economico aziendale IGEA Istituto Superiore Arturo Martini Via Verdi, Castelfranco Veneto TV Tel Fax Sito Web ISTRUZIONE TECNICA 20

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2010/2011 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 1 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 2 INDICE Sezione 1 Le scuole... 5 IL SISTEMA SCOLASTICO LOMBARDO...

Dettagli

Tasso di copertura della rilevazione. Numero di scuole che hanno risposto

Tasso di copertura della rilevazione. Numero di scuole che hanno risposto MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva de Biasio S. Croce 1299-30135 VENEZIA Ufficio IV - Ordinamenti scolastici -

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni

Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni Classi di concorso tabella A 1/A Aerotecnica e costruzioni aeronautiche 2/A Anatomia, fisiopatologia oculare e laboratorio di misure oftalmiche 3/A Arte del

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore

DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore 1 di 20 Insegnamenti di Informatica nelle scuole superiori: la situazione attuale Prof. Minerva Augusto (Membro del Consiglio

Dettagli

GUIDA ALLA SCELTA DELLA SCUOLA SUPERIORE. nel Circondario

GUIDA ALLA SCELTA DELLA SCUOLA SUPERIORE. nel Circondario GUIDA ALLA SCELTA DELLA SCUOLA SUPERIORE nel Circondario anno scolastico 2012/2013 INDICE dei Contenuti Premessa 1. Introduzione 1.1. Come usare questa guida: obiettivi, cosa contiene 1.2. Per gli studenti

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali GUIDA ALLA RIFORMA degli istituti tecnici e professionali Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali Il futuro è la nostra

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Schema di regolamento recante Disposizioni per la razionalizzazione ed accorpamento delle classi di concorso a cattedre e a posti di insegnamento,

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

PREMESSA QUADRO NORMATIVO

PREMESSA QUADRO NORMATIVO RACCORDI TRA I PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI E I PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE: L ACCORDO IN SEDE DI CONFERENZA UNIFICATA DEL 16 DICEMBRE 2010 PREMESSA Il 16 dicembre scorso

Dettagli

DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE DELLE CLASSI NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO

DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE DELLE CLASSI NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE DELLE CLASSI NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO Art. 1 Disposizioni generali 1.1. Per gli anni scolastici 1997-98, 1998-99 e 1999-2000, nell'autorizzazione al funzionamento

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze VISTO il decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, recante approvazione del testo

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente Articolo 1 (Principi generali) 1. Ogni persona ha diritto all apprendimento permanente. 2. Per apprendimento permanente si

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

(1). IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 17, comma 2, della legge 23 agosto 1988, n. 400, e successive modificazioni;

(1). IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 17, comma 2, della legge 23 agosto 1988, n. 400, e successive modificazioni; D.P.R. 15-3-2010 n. 87 Regolamento recante norme per il riordino degli istituti professionali, a norma dell'articolo 64, comma 4, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni,

Dettagli

Unione Europea Fondo Sociale Europeo

Unione Europea Fondo Sociale Europeo Unione Europea Fondo Sociale Europeo M.P.I. LICEO SCIENTIFICO STATALE G. D Alessandro Via S.Ignazio di Loyola - BAGHERIA www.lsdalessandro.it e-mail liceodalessandro@istruzione.it PEC paps09000v@postacertificata.org

Dettagli

delle qualifiche professionali in favore dei soggetti provenienti da fuori Regione Piemonte che se

delle qualifiche professionali in favore dei soggetti provenienti da fuori Regione Piemonte che se FAQ REQUISITI PER IL COMMERCIO D: La pratica svolta per 2 anni negli ultimi 5, in qualità di coadiuvante in un attività di commercio al dettaglio di alimentari, può essere riconosciuta valida, ai fini

Dettagli

ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO

ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO Ufficio XVI - Ambito territoriale per la provincia di Reggio Emilia Ufficio Educazione Fisica e Sportiva ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO Prof. PAOLO SECLÌ Docente di Attività motoria per l età evolutiva

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~("c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i('

qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~(c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i(' qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~("c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i('!11~",fi:j:/lé'i7(?:/l(?/u~/(v,',f7t:{(jn~/lrt//lé':/iu kyjlf?jtf..ét:'é' h l/m f /tf7.. ~t:;'j/i'é' (~/;àk//lrt /IUXr(;/lrT~

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

POSTI DISPONIBILI NOMINE DOCENTI 07/10/2014

POSTI DISPONIBILI NOMINE DOCENTI 07/10/2014 POSTI DISPONIBILI NOMINE DOCENTI 07/10/2014 PRESIDENZA SCUOLA COMUNE COD SCUOLA VITTORIO VENETO TVRH06000P A012 1 18/18 CORSO DIURNO VITTORIO VENETO TVRH060504 A012 1 CORSO VITTORIO VENETO TVRH06000P A013

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici Laura Mengoni Milano, 24 febbraio 2011 Seminario di formazione per i dirigenti scolastici sui temi della

Dettagli

ore 1 biennio DISCIPLINE unitario Lingua inglesee Storia Matematica Diritto ed economia alternative Totale ulteriori lingue

ore 1 biennio DISCIPLINE unitario Lingua inglesee Storia Matematica Diritto ed economia alternative Totale ulteriori lingue ATTIVITÀ E INSEGNAMENTI GENERALI COMUNI AGLI INDIRIZZI DEL SETTORE ECONOMICO Lingua e letteratura italiana 1^ 2^ secondo biennio e quinto anno costituiscono un percorso formativo unitario 3^ 4^ 5^ Lingua

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

2. Il profilo culturale, educativo e professionale degli Istituti Tecnici

2. Il profilo culturale, educativo e professionale degli Istituti Tecnici ALLEGATO A Profilo educativo, culturale e professionale dello studente a conclusione del secondo ciclo del sistema educativo di istruzione per gli Istituti Tecnici 1. Premessa I percorsi degli Istituti

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione

Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione Una breve guida per la lettura e l utilizzo delle Indicazioni Nazionali nell elaborazione di un curricolo

Dettagli

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE 12 DICEMBRE 2013 JOB MATCHPOINT Eliana Branca Direttore Scuola Superiore del Commercio del Turismo dei Servizi e delle Professioni

Dettagli

Vigente al: 11-3-2015

Vigente al: 11-3-2015 MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA DECRETO 29 gennaio 2015, n. 10 Regolamento recante norme per lo svolgimento della seconda prova scritta degli esami di Stato conclusivi dei corsi

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

ore in presenza C:\Users\Sabina01\Desktop\CONSIGLIO ACCADEMICO\CA 2014\Delibere 2014\Delibere CA del 17 Marzo 2014\piani di studio PAS all 1

ore in presenza C:\Users\Sabina01\Desktop\CONSIGLIO ACCADEMICO\CA 2014\Delibere 2014\Delibere CA del 17 Marzo 2014\piani di studio PAS all 1 1 GRUPPO 07/A Arte della fotografia e della grafica pubblicitaria 10/D ARTE DELLA FOTOGRAFIA E DELLA CINEMATOGRAFIA 65/A tecnica fotografica 13/D ARTE DELLA TIPOGRAFIA E DELLA GRAFICA PUBBLICITARIA Laboratori

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO (d.p.r. 15 marzo 2010, n. 87, articolo 8, comma 6) 1 INDICE Premessa 1. Azioni per il passaggio al nuovo ordinamento 1.1.Rendere

Dettagli

Circolare n. 5 Roma 26.2.2015 Prot. n. 1665 AI DIRETTORI GENERALI DEGLI UFFICI SCOLASTICI REGIONALI LORO SEDI

Circolare n. 5 Roma 26.2.2015 Prot. n. 1665 AI DIRETTORI GENERALI DEGLI UFFICI SCOLASTICI REGIONALI LORO SEDI Circolare n. 5 Roma 26.2.2015 Prot. n. 1665 AI DIRETTORI GENERALI DEGLI UFFICI SCOLASTICI REGIONALI LORO SEDI AL SOVRINTENDENTE SCOLASTICO PER LA PROVINCIA DI BOLZANO AL DIRIGENTE DEL DIPARTIMENTO ISTRUZIONE

Dettagli

LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170. Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. (10G0192)

LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170. Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. (10G0192) Gazzetta Ufficiale N. 244 del 18 Ottobre 2010 LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170 Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. (10G0192) La Camera dei deputati ed il Senato

Dettagli

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA ALLEGATO 2 TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI DELLA TERZA FASCIA DELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO DEL PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO DELLE SCUOLE ED ISTITUTI DI OGNI ORDINE E GRADO, APPROVATA CON D.M 27

Dettagli

Liceo Artistico Statale «Boccioni Palizzi» Istituto Superiore Artistico

Liceo Artistico Statale «Boccioni Palizzi» Istituto Superiore Artistico Idoneità alla 3^ classe: ESAMI IDONEITA' INTEGRATIVI A.SC. 2013/14 1 Grimaldi Sabrina: in poss. promoz. al 2 anno Istituto Alberghiero 2 anno Storia e Geografia (orale) 2 anno Storia dell Arte (orale)

Dettagli

Come si diventa insegnanti

Come si diventa insegnanti Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Ufficio Scolastico Provinciale di Padova Area della comunicazione e web Come si diventa insegnanti Il reclutamento del personale

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento

Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento Indice (cliccabile) Premessa Terziarizzazione Regole per la definizione degli organici di ciascun profilo o DSGA o Assistenti Tecnici

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI CIMEA di Luca Lantero Settembre 2008 1 Cicli Titoli di studio EHEA 1 2 3 Istruzione superiore universitaria Laurea Laurea Magistrale

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

JOBS ACT: DISPOSIZIONI LEGGE N. 78 DEL 16/05/2014 DI CONVERSIONE DEL D.L. N. 34 DEL 20/03/2014

JOBS ACT: DISPOSIZIONI LEGGE N. 78 DEL 16/05/2014 DI CONVERSIONE DEL D.L. N. 34 DEL 20/03/2014 Tipologia: LAVORO Protocollo: 2006614 Data: 26 maggio 2014 Oggetto: Jobs Act: disposizioni Legge n. 78 del 16/05/2014 di conversione del D.L. n. 34 del 20/03/2014 Allegati: No JOBS ACT: DISPOSIZIONI LEGGE

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

TESTO AGGIORNATO DEL DECRETO-LEGGE 20 marzo 2014, n. 34

TESTO AGGIORNATO DEL DECRETO-LEGGE 20 marzo 2014, n. 34 Pagina 1 di 7 TESTO AGGIORNATO DEL DECRETO-LEGGE 20 marzo 2014, n. 34 Testo del decreto-legge 20 marzo 2014, n. 34 (in Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 66 del 20 marzo 2014), coordinato con la

Dettagli

nti materiali per la certificazione delle competenze Diritto D ed E conomia primo biennio

nti materiali per la certificazione delle competenze Diritto D ed E conomia primo biennio Strumee nti materiali per la certificazione delle competenze Diritto D ed E conomia primo biennio Giorgia Lorenzato 2011 by Mondadori Education S.p.A., Milano Tutti i diritti riservati www.mondadorieducation.it

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

1) Un Liceo classico. 2) Il Liceo «Franchetti»

1) Un Liceo classico. 2) Il Liceo «Franchetti» Studenti-LRF-2013 Utenti che hanno svolto il test: 262 Famiglie-LRF-2012/2013 Utenti che hanno svolto il test: 173 1) Un Liceo classico Risp. 1) È ancora una scelta valida (Utenti: 140 Perc.: 53.44%) Risp.

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE NEL CCNL TERZIARIO

APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE NEL CCNL TERZIARIO APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE NEL CCNL TERZIARIO L apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato finalizzato alla formazione e all occupazione dei giovani. Possono essere assunti in

Dettagli

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano IO E PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Il diploma accademico di primo livello è equipollente alla laurea triennale. La scuola, a livello universitario, intende

Dettagli

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015 Con la collaborazione di: EDUCAZIONE ATTRAVERSO IL MOVIMENTO Le abilità di movimento sono conquiste tangibili che contribuiscono alla formazione di un immagine di sé positiva. Progetto di collaborazione

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI Settore Industria e Artigianato Indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica Nell indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica sono confluiti gli indirizzi del previgente ordinamento

Dettagli

CODIFICA DELLE LINGUE

CODIFICA DELLE LINGUE ELENCO DELLE MATERIE RIENTRANTI NEI PROGRAMMI D INSEGNAMENTO DELL ULTIMO ANNO DI CORSO, CON I CODICI RELATIVI ALLE MATERIE STESSE ED ALLE CLASSI DI CONCORSO CORRISPONDENTI CODIFICA DELLE LINGUE I codici

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6 54 Distretto Scolastico ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE AD INDIRIZZO MUSICALE De Amicis Baccelli di Sarno (Sa) Sede Legale: Corso G. Amendola, 82 - C.M.: SAIC8BB008 - C.F.:94065840657 E mail:saic8bb008@istruzione.it

Dettagli

Possono iscriversi.. tutti i lavoratori stabilmente o temporaneamente occupati, coloro che sono in attesa di lavoro, i disoccupati, le casalinghe.

Possono iscriversi.. tutti i lavoratori stabilmente o temporaneamente occupati, coloro che sono in attesa di lavoro, i disoccupati, le casalinghe. Che cos'è il Progetto SIRIO? Il PROGETTO SIRIO (IGEA) è un corso serale per il conseguimento del Diploma di Ragioniere che riteniamo di particolare interesse per quanti non abbiano conseguito un diploma

Dettagli

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014 Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della statale A.S. 2013/2014 Premessa In questo Focus viene fornita un anticipazione dei dati relativi all a.s. 2013/2014 relativamente

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

Se hai sostenuto un test di ammissione/orientamento al corso di laurea, che impressione ne hai ricavato?

Se hai sostenuto un test di ammissione/orientamento al corso di laurea, che impressione ne hai ricavato? INDAGINE POST-DIPLOMA 2014 Diplomati nel 2012: n. 264 Indagini compilate: n. 128 (48,5%) Indirizzo liceale frequentato Risposta 1) linguistico (Utenti: 46 Perc.: 35.94%) Risposta 2) naturalistico (Utenti:

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado. SCHEDA DI MONITORAGGIO PROGETTO P.O.F. a.s.

ISTITUTO COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado. SCHEDA DI MONITORAGGIO PROGETTO P.O.F. a.s. ISTITUTO COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado Sede Centrale: Scuola Media Statale "San Francesco d'assisi" Via Jonghi, 3-28877 ORNAVASSO (VB) - cod. fiscale 84009240031

Dettagli

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni! Statuto del Politecnico di Torino TITOLO 2 - ORGANI DI GOVERNO DEL POLITECNICO Art. 2.3 - Senato Accademico 1. Il Senato Accademico è

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Senato della Repubblica. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Senato della Repubblica. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Vorrei una legge che... Anno scolastico 2014-2015 1. Oggetto e finalità Il Senato della Repubblica,

Dettagli

Testo Unico dell apprendistato

Testo Unico dell apprendistato Testo Unico dell apprendistato Art. 1 Definizione 1. L apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato finalizzato alla formazione e alla occupazione dei giovani. 2. Il contratto di apprendistato

Dettagli

COMPETENZE IN USCITA DAI NUOVI ISTITUTI TECNICI RACCOLTA DELLE RUBRICHE DI COMPETENZA formulate secondo i livelli e.q.f.

COMPETENZE IN USCITA DAI NUOVI ISTITUTI TECNICI RACCOLTA DELLE RUBRICHE DI COMPETENZA formulate secondo i livelli e.q.f. AG RO AM BI EN TA LE ANI CA CC ME ELETT ROTEC NICA ELETT RONIC A LE IENDA Z A O MIC ECONO MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO UFFICIO SCOLASTICO

Dettagli

Il lavoro dei minori che hanno abbandonato la scuola

Il lavoro dei minori che hanno abbandonato la scuola Il punto di pratica professionale Il lavoro dei minori che hanno abbandonato la scuola a cura di Eufranio Massi Direttore della Direzione provinciale del Lavoro di Modena Per una disamina, sia pur breve,

Dettagli

Regolamento sulla formazione professionale continua degli iscritti all'ordine dei giornalisti

Regolamento sulla formazione professionale continua degli iscritti all'ordine dei giornalisti Documento Regolamento sulla formazione professionale continua degli iscritti all'ordine dei giornalisti Art.1 Scopo del Regolamento 1) Scopo di questo Regolamento e disciplinare l attivita di formazione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

LA CULTURA ECONOMICA NEI LICEI

LA CULTURA ECONOMICA NEI LICEI LA CULTURA ECONOMICA NEI LICEI AGENZIA NAZIONALE PER LO SVILUPPO DELL AUTONOMIA SCOLASTICA (ex-irre Lombardia) in collaborazione con AEEE-Italia A cura di Chiara Sequi, USP di Milano ed Enrico Castrovilli,

Dettagli

Carta dei servizi scolastici. Patto educativo di corresponsabilita. Premessa

Carta dei servizi scolastici. Patto educativo di corresponsabilita. Premessa Allegato 1. Carta dei servizi scolastici Patto educativo di corresponsabilita Premessa Il patto educativo di corresponsabilità ribadisce i contenuti presenti nella Carta dei Servizi dei P.O.F. precedenti.

Dettagli

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI Ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi: nei bandi che fanno riferimento all ordinamento previgente

Dettagli

Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP. Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA

Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP. Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA Indicazioni ai fini della stesura del PDP 1. Informazioni

Dettagli

COMUNICATO N. 400. In allegato alla medesima nota è reperibile la modulistica da utilizzare per le istanze relative all a.s. 2014/15.

COMUNICATO N. 400. In allegato alla medesima nota è reperibile la modulistica da utilizzare per le istanze relative all a.s. 2014/15. Istituto Tecnico Statale Settore Tecnologico Via Tronconi, 22-31100 Treviso tel. 0422.430310 fax 0422.432545 mail: pallad@tin.it dirigente@palladio-tv.it pec: itspalladio@pec.palladio-tv.it url: www.palladio-tv.it

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico istituto tecnico SETTORE TECNOLOGICO chimica e materiali elettronica e telecomunicazioni informatica meccanica e meccatronica

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

Rapporto di Autovalutazione. GUIDA all autovalutazione

Rapporto di Autovalutazione. GUIDA all autovalutazione Rapporto di Autovalutazione GUIDA all autovalutazione Novembre 2014 INDICE Indicazioni per la compilazione del Rapporto di Autovalutazione... 3 Format del Rapporto di Autovalutazione... 5 Dati della scuola...

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

La/Il sottoscritta/o.. (cognome e nome) madre padre.. dell alunna/o.. (cognome e nome) CHIEDE L iscrizione dell... stess alunn per l a.s.

La/Il sottoscritta/o.. (cognome e nome) madre padre.. dell alunna/o.. (cognome e nome) CHIEDE L iscrizione dell... stess alunn per l a.s. n..reg.iscriz. n..matr. MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Liceo Classico e Linguistico Statale ARISTOFANE 00139 ROMA - VIA MONTE RESEGONE, 3 068181809 - FAX

Dettagli

Verbale 2/14 Altri Comuni

Verbale 2/14 Altri Comuni Tavolo Tecnico Zonale Piano Regionale di Tutela e Risanamento dell Atmosfera Verbale 2/14 Altri Comuni L'anno duemilaquattordici, il giorno 3 del mese di dicembre, alle ore 11.30 presso la sede della Provincia

Dettagli

La Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica (LIP) e la "Buona Scuola" di Matteo Renzi Confronto sintetico per punti

La Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica (LIP) e la Buona Scuola di Matteo Renzi Confronto sintetico per punti La Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica (LIP) e la "Buona Scuola" di Matteo Renzi Confronto sintetico per punti Genesi Principi Finalità Metodologia e didattica Apertura

Dettagli

ISTITUTI TECNICI LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO. (d.p.r. 15 marzo 2010, articolo 8, comma 3)

ISTITUTI TECNICI LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO. (d.p.r. 15 marzo 2010, articolo 8, comma 3) ISTITUTI TECNICI LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO (d.p.r. 15 marzo 2010, articolo 8, comma 3) 1 INDICE Premessa 1. Azioni per il passaggio al nuovo ordinamento 1.1.Rendere riconoscibile

Dettagli

Il Ministro della Pubblica Istruzione

Il Ministro della Pubblica Istruzione Prot. n. 30/dip./segr. Roma, 15 marzo 2007 Ai Direttori Generali Regionali Loro Sedi Ai Dirigenti degli Uffici scolastici provinciali Loro Sedi Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano

Dettagli