INCONTRI CON I PRESIDENTI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INCONTRI CON I PRESIDENTI"

Transcript

1 INCONTRI CON I PRESIDENTI 16 Luglio Castelfranco Veneto 17 Luglio Asolo 18 Luglio Conegliano 19 Luglio Motta di Livenza 20 Luglio Treviso

2 Raccolta associativa DIMT 1 semestre ultimo triennio

3 Nuovi iscritti DIMT 1 semestre ultimo triennio

4 Riepilogo provvisorio donazioni luglio 2012 Mese Settimana Luglio 26 Tot.mensile 2012/2011 Tot.progress. 2012/2011 % mensile /progressivo 27 C.T Treviso Unità di Raccolta U.R. Motta di Livenza DONAZIONI ANNO 2012 C.T Oderzo C.T. Montebellun a C.T. Castelfranco C.T. Conegliano C.T. Vittorio Veneto TOTALE ISO PERIODO ANNO PRECED. sacche Sett./mens. Sett./Mens. / / progressivo Progressivo -84-9, , , , ,67 4,75 3,55-22,21 2,76 45,24 7,43-30,28-8,92 0,94 1,04 0,50 2,15-10,31 1,95-1,32-5,23-6,23 1,67

5 Raccolta associativa - Donazioni 1 semestre

6 Nuovi iscritti - 1 semestre

7 ACCREDITAMENTO SEDI UR Decreto Regione veneto nr. 26 del 05/03/2012 DECRETA di autorizzare all esercizio di attività sanitaria le sedi della Struttura di Raccolta Convenzionata (Unità di Raccolta) AVIS della Provincia di Treviso, limitatamente al sangue intero, come da elenco (Allegato A) che costituisce parte integrante del presente provvedimento; Di dare atto che l eventuale apertura di nuove sedi di raccolta dovrà essere oggetto di autonomo procedimento di autorizzazione all esercizio; Di disporre che il CRAT effettui, avvalendosi dell ARSS, il monitoraggio dell adeguamento ai requisiti risultati non conformi per le strutture di cui all Allegato A

8 UFFICIO DI CHIAMATA O.S.S.T (Organismo Supporto Scientifico e Tecnico) coordinato dal C.R.A.T. Veneto (Coordinamento regionale per le Attività Trasfusionali) riunisce solitamente: direttori dei DIMT Regione Veneto Dirigenti amministrativi 2 rappresentanti Avis 1 rappresentante FIDAS Prevista una riunione per il 27/10/2012 allargata ai Presidente Provinciale Avis del Veneto e ad alcuni Presidenti Avis Comunali.

9 ATTIVITA FORMATIVA NELLE SCUOLE anno Avis Regionale ha trasmesso a tutte le comunali le proposte per le attività educative nelle scuole per l anno scolastico 2012/2013: SCUOLE PRIMARIE (elementari) SCUOLE SECONDARIE DI PRIMO GRADO (medie) SCUOLE SECONDARIE DI SECONDO GRADO (superiori) SI INVITA A VALUTARE ANCHE NUOVE OFFERTE FORMATIVE

10 COMMISSIONE SCUOLA E stato trasmesso un questionario per censire gli interventi fatti nelle scuole nel corso dell anno scolastico 2011/2012. Invitiamo tutti coloro che non hanno ancora compilato il modulo di farlo e restituirlo alla Segreteria segnalando anche se non è stata fatta NESSUNA ATTIVITA. Non inserire le attività programmate con Avis Regionale o gli interventi di Sergio Leonardi gestiti dalla Provinciale.

11 Utilizzo risorse Associative In seguito alla lettera di Avis Regionale Veneto del 5/07/2012 prot. 717 Si ribadisce: Essere attenti ad un corretto equilibrio sull utilizzo delle risorse. In particolare nei capitoli della chiamata, gestione del donatore, promozione e proselitismo.

12 NUOVO PROGRAMMA CONTABILITA Inizio distribuzione a maggio 2012 Avis Provinciale Treviso In programma per Settembre corsi di formazione per tutti coloro che ne faranno espressa richiesta.

13 Convenzione Avis - Ulss D.r.g. nr del 20/12/2012 stabilisce il nuovo testo convenzione unica tra DIMT e Associazioni di Volontariato. RIMBORSO SPESE VIAGGIO RICONOSCIUTO AI DONATORI. Cosa Cambia? L azienda provvede ad erogare un rimborso forfettario per le spese sostenute per il viaggio nella misura di 3,00 ad accesso a decorrere dal 1 giugno 2012.

14 TERREMOTO EMILIA ROMAGNA, VENETO E LOMBARDIA

15 13 ^ FESTA PROVINCIALE DEL DONATORE Dove? Tempio del donatore Pianezze di Valdobbiadene Quando? 2 settembre 2012

16 FORUM GIOVANI Appuntamento per il FORUM INTERREGIONALE Giovani. Saranno coinvolte anche le regioni Friuli Venezia Giulia, Trento e Bolzano. Dove? TREVISO Quando? 27 e 28 OTTOBRE 2012

17 CONCERTO LOS MASSADORES Dove? Palaverde Villorba Quando? 27 Ottobre 2012

18 CORSO DI FORMAZIONE Dove? Laggio di Cadore Quando? 10 e 11 novembre 2012 Vista l esperienza positiva vissuta lo scorso hanno, e le molteplici richieste pervenuteci, si desidera approfondire e continuare il cammino di formazione.

19 NATALE 2012 Concerto di Natale Dove? Conegliano Quando? Sabato 8 dicembre 2012 Cena scambio auguri con i Presidenti Dove? Miane Quando? 14 dicembre 2012

20 RINNOVO CARICHE SOCIALI Progettiamo il futuro dell Associazione!

21 Commissione Verifica Poteri L Assemblea Generale svolta a Montecatini Terme ha approvato la modifica del Regolamento Nazionale. La Commissione Verifica Poteri, nelle Avis Comunali non è stata abrogata; ogni AVIS REGIONALE ha facoltà di stabilire la soglia di soci oltre la quale la Commissione Verifica Poteri Comunale deve essere istituita. Esecutivo e Consiglio di AVIS Regionale Veneto affronteranno l argomento nella prossima sessione.

22 SITO WEB AVIS VENETO E un ottimo strumento per dare risalto e promozione alle iniziative proposte dalle Comunali. Il personale di Segreteria è a disposizione per inserire i Vostri eventi.

23 Sede AVIS Avis Nazionale segnala che le Convocazioni per l Assemblea Generale ed altre comunicazioni arrivano ancora ai precedenti presidenti. Per questo ci chiedono l INDIRIZZO della SEDE Il dato servirà anche per aggiornare i contatti nel sito web.

24 RICORRENZE La data di fondazione delle Avis Comunali è quella riportata nell Atto Costitutivo. Teniamone da conto quando festeggiamo l Anniversario di costituzione. Festeggiare gruppi locali preesistenti la istituzione dell AVIS Comunale è più che lecito però non deve essere considerata come ricorrenza AVIS, ma casomai come «Festa del donatore»-

25 Statistiche donatori al 31/12/2011 Fonte: pagina 2 del periodico Dono&Vita di giugno 2012 Statistiche donatori al 30/06/2012

26 Soci non donatori norma statutaria statuto ART. 6 - COSTITUZIONE ED ADESIONE DELLE ASSOCIAZIONI LOCALI c.2 E socio chi dona periodicamente..., chi... ha cessato l attività donazionale e partecipa con continuità alla attività associativa e chi, non effettuando donazioni, esplica con continuità funzioni non retribuite di riconosciuta validità nell ambito associativo;... il numero dei soci non potrà mai superare di oltre un terzo il numero delle donazioni effettuate nell'anno di riferimento, né essere inferiore ad un terzo di esse. c.3 Il numero dei soci che non effettuino donazioni, ma che esplichino funzioni di riconosciuta validità in ambito associativo non potrà superare 1/6 del numero dei donatori periodici di ciascuna Avis Comunale, di base o equiparata. ( 1/6 = 16% circa)

27 GRAZIE PER L ATTENZIONE E IL COSTANTE IMPEGNO L esecutivo Avis Provinciale

Legge Regionale nr 22/2002

Legge Regionale nr 22/2002 AUTORIZZAZIONE E ACCREDITAMENTO DELLE STRUTTURE SANITARIE, SOCIO SANITARIE E SOCIALI. Legge Regionale nr 22/2002 Che cosa prevede? Stabilisce i requisiti minimi, generali e specifici e di qualità, per

Dettagli

ALLEGATO _I _ Dgr n. del pag. 1/6

ALLEGATO _I _ Dgr n. del pag. 1/6 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATO _I _ Dgr n. del pag. 1/6 Progetto ex Accordo Stato-Regioni rep. atti 84/CSR del 20 aprile 2011 per l utilizzo delle risorse vincolate per la realizzazione degli

Dettagli

INCONTRO ANNUALE DEI PRESIDENTI. SALA RIUNIONI Ospedale Ca Foncello 20 NOVEMBRE 2010

INCONTRO ANNUALE DEI PRESIDENTI. SALA RIUNIONI Ospedale Ca Foncello 20 NOVEMBRE 2010 INCONTRO ANNUALE DEI PRESIDENTI SALA RIUNIONI Ospedale Ca Foncello 20 NOVEMBRE 2010 ANDAMENTO DONAZIONI DAL 01.01.2010 AL 31.10.2010 Centri Trasfusionali 31.873 sacche Unità di Raccolta 9.822 sacche TOTALE

Dettagli

INCONTRI AVIS COMUNALI:

INCONTRI AVIS COMUNALI: INCONTRI AVIS COMUNALI: 04/07/2011 Montebelluna 05/07/2011 Crocetta del M.llo 06/07/2011 Mareno di Piave 07/07/2011 Oderzo 08/07/2011 - Treviso RAFFRONTO ATTIVITA ASSOCIATIVA GENNAIO-MAGGIO 2010/2011 RAFFRONTO

Dettagli

PROTOCOLLO D'INTESA TRA FORZE DELL ORDINE DELLA PROVINCIA DI FERRARA AVIS PROVINCIALE DI FERRARA

PROTOCOLLO D'INTESA TRA FORZE DELL ORDINE DELLA PROVINCIA DI FERRARA AVIS PROVINCIALE DI FERRARA PROTOCOLLO D'INTESA TRA FORZE DELL ORDINE DELLA PROVINCIA DI FERRARA E AVIS PROVINCIALE DI FERRARA VISTA la Legge 21 ottobre 2005, n. 219, Nuova disciplina delle attività trasfusionali e della produzione

Dettagli

Convegno Nazionale San Giovanni Rotondo (FG), 7 maggio 2011

Convegno Nazionale San Giovanni Rotondo (FG), 7 maggio 2011 Convegno Nazionale San Giovanni Rotondo (FG), 7 maggio 2011 Nazionale Regionale Lombardia Regionale Puglia La raccolta di sangue ed emocomponenti alla luce dei requisiti minimi per le Strutture trasfusionali

Dettagli

Statuto di associazione non riconosciuta - onlus. i Durei C.F. 92195470288

Statuto di associazione non riconosciuta - onlus. i Durei C.F. 92195470288 Statuto di associazione non riconosciuta - onlus i Durei C.F. 92195470288 Con la presente scrittura privata da valere ad ogni effetto di legge i sottoscritti associati fondatori: 1) Gabriele Peron, nato

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE LEND TRENTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE LEND TRENTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE LEND TRENTO Art 1 Denominazione e sede dell associazione 1. È costituita l Associazione culturale e professionale degli operatori delle istituzioni scolastiche e formative lend

Dettagli

Il Sistema di qualità. delle Unità di raccolta Avis

Il Sistema di qualità. delle Unità di raccolta Avis delle Unità di raccolta Avis La Legge 21 ottobre 2005, n. 219 ha confermato che le Associazioni dei donatori volontari del sangue possono gestire strutture incaricate della raccolta del sangue (Unità di

Dettagli

Tutti i diritti dei donatori di midollo osseo

Tutti i diritti dei donatori di midollo osseo Tutti i diritti dei donatori di midollo osseo (Legge 52/2001) Le modalità della donazione e i diritti e doveri dei donatori sono ora regolati da una legge, pubblicata nella Gazzetta ufficiale n. 62 del

Dettagli

Allegato. il giorno del mese di in. Tra. l Azienda Sanitaria (di seguito indicata Azienda) nella persona. del Direttore Generale pro tempore

Allegato. il giorno del mese di in. Tra. l Azienda Sanitaria (di seguito indicata Azienda) nella persona. del Direttore Generale pro tempore Allegato A alla Delib lib.g.r. n. 47/28 del 30.12.2010 Schema tipo di Convenzione tra le Associazioni/Federazioni di donatori volontari di sangue e le Aziende Sanitarie della Regione Sardegna, per la partecipazione

Dettagli

ALLEGATO ALLA DELIBERA N. 1198 DEL 28 GIUGNO 2012

ALLEGATO ALLA DELIBERA N. 1198 DEL 28 GIUGNO 2012 ALLEGATO ALLA DELIBERA N. 1198 DEL 28 GIUGNO 2012 Accordo tra la Regione Friuli Venezia Giulia e la Regione del Veneto finalizzato alla collaborazione nel campo della raccolta, lavorazione e conservazione

Dettagli

Forum Regionale Giovani 2008

Forum Regionale Giovani 2008 Prot. 1014 Data, 7 ottobre 2008 Oggetto: Forum Regionale Giovani. Ai Presidenti delle Avis Provinciali e Comunali Al Presidente ABVS Ai Componenti l Area Giovani Regionale Al Responsabile Aree Regionale

Dettagli

COMUNE DI TREVISO BRESCIANO Provincia di Brescia STATUTO DELLA CONSULTA GIOVANILE DEL COMUNE DI TREVISO BRESCIANO

COMUNE DI TREVISO BRESCIANO Provincia di Brescia STATUTO DELLA CONSULTA GIOVANILE DEL COMUNE DI TREVISO BRESCIANO COMUNE DI TREVISO BRESCIANO Provincia di Brescia STATUTO DELLA CONSULTA GIOVANILE DEL COMUNE DI TREVISO BRESCIANO 1 STATUTO DELLA CONSULTA GIOVANILE COMUNALE DEL COMUNE DI TREVISO BRESCIANO Art. 1 Istituzione

Dettagli

Bando Cl@ssi 2.0 Scuole statali secondarie di secondo grado

Bando Cl@ssi 2.0 Scuole statali secondarie di secondo grado Prot. n 3334 del 6 settembre 2010 Bando Cl@ssi 2.0 Scuole statali secondarie di secondo grado Il Piano Nazionale Scuola Digitale, della Direzione Generale per gli Studi, la Statistica e i Sistemi Informativi

Dettagli

ACCORDO di RETE ISTITUTI SUPERIORI per lo sviluppo dell offerta formativa Educazione degli Adulti

ACCORDO di RETE ISTITUTI SUPERIORI per lo sviluppo dell offerta formativa Educazione degli Adulti ACCORDO di RETE ISTITUTI SUPERIORI per lo sviluppo dell offerta formativa Educazione degli Adulti VISTO La legge 59/97 articolo 21, recante norme sull autonomia delle istituzioni scolastiche L O.M. 455/97

Dettagli

ACCORDO di RETE SCUOLE AD INDIRIZZO MUSICALE PROVINCIA DI TREVISO

ACCORDO di RETE SCUOLE AD INDIRIZZO MUSICALE PROVINCIA DI TREVISO ACCORDO di RETE SCUOLE AD INDIRIZZO MUSICALE PROVINCIA DI TREVISO VISTO l art. 15 della Legge 7 agosto 1990, n. 241 che prevede per le Amministrazioni Pubbliche la possibilità di concludere tra loro accordi

Dettagli

(*) Per fissare un appuntamento si prega di telefonare ai seguenti numeri dell'ufficio Provinciale di Censimento: 0422/595371-372-373

(*) Per fissare un appuntamento si prega di telefonare ai seguenti numeri dell'ufficio Provinciale di Censimento: 0422/595371-372-373 Asolo CNA sede mand. di Asolo Viale E.Fermi 37 - Asolo Asolo Confartigianato sede mand. di Asolo Via Strada Muson, 2/b Per fissare un appuntamento si prega di telefonare ai seguenti numeri dell'ufficio

Dettagli

Provincia di Pordenone

Provincia di Pordenone REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone SETTORE POLITICHE DEL LAVORO E POLITICHE SOCIALI Regolamento Forum delle Fattorie Sociali della Provincia di Pordenone Art. 1 1. Con la finalità di sviluppare

Dettagli

COMUNE DI ESCALAPLANO

COMUNE DI ESCALAPLANO COMUNE DI ESCALAPLANO Provincia di Cagliari STATUTO CONSULTA GIOVANI DI ESCALAPLANO CAPO I NORME ISTITUTIVE E ATTRIBUZIONI FONTI NORMATIVE Le disposizioni contenute nel presente statuto trovano il loro

Dettagli

Statuto dell Organizzazione di Volontariato Associazione

Statuto dell Organizzazione di Volontariato Associazione ALLEGATO 2 (SCHEMA TIPO) Statuto dell Organizzazione di Volontariato Associazione Art. 1 Costituzione e Sede E costituita ai sensi dell art. 36 e seguenti del C.C., l Organizzazione di Volontariato denominata,

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL COMITATO ESECUTIVO. Art. 1 Finalità

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL COMITATO ESECUTIVO. Art. 1 Finalità REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL COMITATO ESECUTIVO Art. 1 Finalità Il presente Regolamento ha per oggetto le norme di funzionamento del Comitato Esecutivo di Slow Food Italia. Art. 2 Il Comitato Esecutivo.

Dettagli

STATUTO AVIS REGIONALE VENETO

STATUTO AVIS REGIONALE VENETO STATUTO AVIS REGIONALE VENETO ART.1-COSTITUZIONE DENOMINAZIONE SEDE c.1 L Avis Regionale del Veneto è l Associazione Volontaria Italiana del Sangue che è costituita da coloro che donano volontariamente,

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 23 luglio 2013, n. 1407

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 23 luglio 2013, n. 1407 27945 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 23 luglio 2013, n. 1407 Legge regionale n.14 del 18/12/1991 - Riconoscimento regionale della FIDAS Associazione Dauna Donatori Volontari Sangue - Riapprovazione

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 16 DEL 3 AGOSTO 2001 REGIONE VENETO

LEGGE REGIONALE N. 16 DEL 3 AGOSTO 2001 REGIONE VENETO LEGGE REGIONALE N. 16 DEL 3 AGOSTO 2001 REGIONE VENETO Norme per il diritto al lavoro delle persone disabili in attuazione della legge 12 marzo 1999, n. 68 e istituzione servizio integrazione lavorativa

Dettagli

L organizzazione di un Sistema trasfusionale articolato, variegato e complesso come quello italiano non può prescindere da un progetto comune,

L organizzazione di un Sistema trasfusionale articolato, variegato e complesso come quello italiano non può prescindere da un progetto comune, 1 L organizzazione di un Sistema trasfusionale articolato, variegato e complesso come quello italiano non può prescindere da un progetto comune, globale e soprattutto condiviso, che coinvolga tutte le

Dettagli

ACCORDO DI RETE RETE NAZIONALE SCUOLE ITALIA ORIENTA. con protocollo 0004232 che riconoscono alla scuola

ACCORDO DI RETE RETE NAZIONALE SCUOLE ITALIA ORIENTA. con protocollo 0004232 che riconoscono alla scuola ACCORDO DI RETE RETE NAZIONALE SCUOLE ITALIA ORIENTA Visto il D.P.R. n. 275/1999, art. 7, che prevede la possibilità per le istituzioni Scolastiche autonome di stipulare accordi di rete per perseguire

Dettagli

REGOLAMENTO. (a completamento di quanto indicato nello statuto associativo) ITALA Motore di Impresa 1 - FINALITA DEL REGOLAMENTO

REGOLAMENTO. (a completamento di quanto indicato nello statuto associativo) ITALA Motore di Impresa 1 - FINALITA DEL REGOLAMENTO REGOLAMENTO (a completamento di quanto indicato nello statuto associativo) 1 - FINALITA DEL REGOLAMENTO 1.1 Il presente regolamento si propone di organizzare l operatività di ITALA MOTORE D IMPRESA nell

Dettagli

STATUTO. dell Associazione di associazioni Volontà Solidale

STATUTO. dell Associazione di associazioni Volontà Solidale STATUTO dell Associazione di associazioni Volontà Solidale Art. 1 COSTITUZIONE E' costituita con sede legale a Cosenza l'associazione Volontà Solidale, di seguito denominata Associazione. Volontà Solidale

Dettagli

REGIONE PIEMONTE CONSORZIO INTERCOMUNALE SOCIO ASSISTENZIALE VALLE DI SUSA

REGIONE PIEMONTE CONSORZIO INTERCOMUNALE SOCIO ASSISTENZIALE VALLE DI SUSA REGIONE PIEMONTE CONSORZIO INTERCOMUNALE SOCIO ASSISTENZIALE VALLE DI SUSA ESTRATTO DEL VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL CON.I.S.A. VALLE DI SUSA N. 7/2010 OGGETTO: APPROVAZIONE

Dettagli

Prot. n. 3972/C25a. Piedimonte Matese, 23/04/2014

Prot. n. 3972/C25a. Piedimonte Matese, 23/04/2014 Pag. 1 a 5 Istituto Professionale Statale per i Servizi Alberghieri e Turistici E.V. CAPPELLO Piedimonte Matese (CE) cap 81016 via Salvo D Acquisto, 1 Tel. 0823911648 Fax 08231876505 email: CERH010001@istruzione.it

Dettagli

Fondazione Istituto Andrea Devoto

Fondazione Istituto Andrea Devoto Fondazione Istituto Andrea Devoto Istituto di ricerca sulle marginalità e polidipendenze ONLUS Allegato al verbale del Consiglio di Amministrazione del Preambolo. Ai sensi dell articolo 11, lettera m e

Dettagli

Procedura di verifica annuale del mantenimento dei requisiti

Procedura di verifica annuale del mantenimento dei requisiti Allegato 4 Definizione delle procedure operative in materia di accreditamento delle strutture formative della Regione Marche Procedura di verifica annuale del mantenimento dei requisiti 1. Generalità...

Dettagli

DGR 61-7119 DEL 15.10.2007 OGGETTO: SISTEMA REGIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA IN SANITA ED ISTITUZIONE DEL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO ECM REGIONALE.

DGR 61-7119 DEL 15.10.2007 OGGETTO: SISTEMA REGIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA IN SANITA ED ISTITUZIONE DEL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO ECM REGIONALE. DGR 61-7119 DEL 15.10.2007 OGGETTO: SISTEMA REGIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA IN SANITA ED ISTITUZIONE DEL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO ECM REGIONALE. DGR 62-7503 DEL 19.11.2007 OGGETTO: MODIFICA ED INTEGRAZIONE

Dettagli

STATUTO DELL AVIS COMUNALE (/EQUIPARATA).. (Avis della Provincia di Modena)

STATUTO DELL AVIS COMUNALE (/EQUIPARATA).. (Avis della Provincia di Modena) STATUTO DELL AVIS COMUNALE (/EQUIPARATA).. (Avis della Provincia di Modena) ART. 1 - COSTITUZIONE - DENOMINAZIONE - SEDE c.1 L Associazione Avis Comunale di... è costituita tra coloro che donano volontariamente,

Dettagli

U.O. PATRIMONIO GARE E CONTRATTI

U.O. PATRIMONIO GARE E CONTRATTI U.O. PATRIMONIO GARE E CONTRATTI Determinazione nr. 1061 Trieste 07/04/2014 Proposta nr. 762 Del 03/04/2014 Oggetto: Regolamento Regionale n.116/pres. dd. 28/05/2010 - Fondo Sociale Europeo Obiettivo 2

Dettagli

TITOLO PRIMO: COSTITUZIONE TITOLO SECONDO: FINALITA

TITOLO PRIMO: COSTITUZIONE TITOLO SECONDO: FINALITA STATUTO Coordinamento Nazionale per la tutela dai campi elettromagnetici CO.NA.CEM. ONLUS TITOLO PRIMO: COSTITUZIONE Art. 1 - Costituzione e denominazione. 1 E costituita l Associazione denominata «Coordinamento

Dettagli

Disciplina organica sul volontariato e sulle associazioni di promozione sociale e norme sull associazionismo. Il Consiglio regionale ha approvato Il

Disciplina organica sul volontariato e sulle associazioni di promozione sociale e norme sull associazionismo. Il Consiglio regionale ha approvato Il Disciplina organica sul volontariato e sulle associazioni di promozione sociale e norme sull associazionismo. Il Consiglio regionale ha approvato Il Presidente della Regione promulga la seguente legge:

Dettagli

COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n 65 del 29 novembre 2004 pubblicata

Dettagli

d) definisce le misure di promozione, sostegno e sviluppo della cooperazione sociale;

d) definisce le misure di promozione, sostegno e sviluppo della cooperazione sociale; Legge Regionale 17 febbraio 2005, n. 9 "Norme sulla cooperazione sociale" B.U.R. 4 marzo 2005, n. 10 Art.1 (Oggetto e finalità) 1. Con la presente legge la Regione riconosce il rilevante valore e la finalità

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ASSOCIAZIONE FIDAS VERONA

REGOLAMENTO DELL ASSOCIAZIONE FIDAS VERONA REGOLAMENTO REGOLAMENTO DELL ASSOCIAZIONE FIDAS VERONA PARAGRAFO 1 L associazione Fidas Verona è formata dall aggregazione delle associazioni di donatori volontari di sangue aderenti alla Fidas e operanti

Dettagli

L Associazione ha sede legale in Mantova - Piazza Sordello 43 - l Amministrazione Provinciale di Mantova.

L Associazione ha sede legale in Mantova - Piazza Sordello 43 - l Amministrazione Provinciale di Mantova. Art. 1 COSTITUZIONE E costituita una Associazione ai sensi dell art. 36 e seguenti del C.C. che ha carattere aconfessionale e apartitico, avente la denominazione Collegamento Provinciale del Volontariato

Dettagli

Statuto della Sede Locale di Cormòns dell'università della Terza Età - UNITRE - Università delle Tre Età

Statuto della Sede Locale di Cormòns dell'università della Terza Età - UNITRE - Università delle Tre Età Statuto della Sede Locale di Cormòns dell'università della Terza Età - UNITRE - Università delle Tre Età Approvato dal Consiglio Nazionale del 21/10/2006 Art. 1. Denominazione 1) È costituita la Sede Locale

Dettagli

STATUTO APPROVATO NELLA SEDUTA CONGRESSUALE AICCRE DEL 14 FEBBRAIO 2011. A.I.C.C.R.E. Associazione dei Comuni e delle Regioni d Europa EMILIA-ROMAGNA

STATUTO APPROVATO NELLA SEDUTA CONGRESSUALE AICCRE DEL 14 FEBBRAIO 2011. A.I.C.C.R.E. Associazione dei Comuni e delle Regioni d Europa EMILIA-ROMAGNA Associazione Italiana del Consiglio dei Comuni e delle Regioni d Europa Federazione dell Emilia-Romagna STATUTO APPROVATO NELLA SEDUTA CONGRESSUALE AICCRE DEL 14 FEBBRAIO 2011 A.I.C.C.R.E. Associazione

Dettagli

INTERVENTI DI SOSTEGNO ALLA PREVENZIONE DI CUI ALL'ARTICOLO 23 LETTERA b) DEL DECRETO LEGISLATIVO n.38/2000 E RELATIVO REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE

INTERVENTI DI SOSTEGNO ALLA PREVENZIONE DI CUI ALL'ARTICOLO 23 LETTERA b) DEL DECRETO LEGISLATIVO n.38/2000 E RELATIVO REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE INTERVENTI DI SOSTEGNO ALLA PREVENZIONE DI CUI ALL'ARTICOLO 23 LETTERA b) DEL DECRETO LEGISLATIVO n.38/2000 E RELATIVO REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE BANDO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI FINANZIAMENTO

Dettagli

Statuto dell Avis comunale di Valdagno

Statuto dell Avis comunale di Valdagno Statuto dell Avis comunale di Valdagno ART. 1 - COSTITUZIONE - DENOMINAZIONE - SEDE 1.1 L Associazione Avis Comunale di Valdagno. è costituita tra coloro che donano volontariamente, gratuitamente, periodicamente

Dettagli

AREA SERVIZI TECNICI U.O. VIABILITA'

AREA SERVIZI TECNICI U.O. VIABILITA' AREA SERVIZI TECNICI U.O. VIABILITA' Determinazione nr. 3695 Trieste 04/12/2014 Proposta nr. 1338 Del 04/12/2014 Oggetto: Trasporti Eccezionali. Affidamento del servizio per la manutenzione, l'aggiornamento

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE Pianificazione Territoriale di Area Vasta e Dolomiti UNESCO

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE Pianificazione Territoriale di Area Vasta e Dolomiti UNESCO REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE Pianificazione Territoriale di Area Vasta e Dolomiti UNESCO Proposta nr. 12 del 05/07/2012 - Determinazione nr. 1553 del 05/07/2012

Dettagli

COMITATO GENITORI MONTE OLIMPINO DEL PLESSO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI COMO-MONTE OLIMPINO

COMITATO GENITORI MONTE OLIMPINO DEL PLESSO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI COMO-MONTE OLIMPINO COMITATO GENITORI MONTE OLIMPINO DEL PLESSO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI COMO-MONTE OLIMPINO STATUTO ART. 1 - COSTITUZIONE E FINALITA Il COMITATO GENITORI MONTEOLIMPINO dei PLESSI

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 23 DEL 18-12-2007 REGIONE BASILICATA

LEGGE REGIONALE N. 23 DEL 18-12-2007 REGIONE BASILICATA LEGGE REGIONALE N. 23 DEL 18-12-2007 REGIONE BASILICATA Istituzione del Registro dei donatori di cellule staminali emopoietiche Regolamentazione e organizzazione della rete di raccolta. Fonte: BOLLETTINO

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI Allegato ART. 1 Funzione dei CCM Le funzioni fondamentali dei Comitati Consultivi Misti stabilite al 2 comma, lettere a), b), c), d) della

Dettagli

Le iscrizioni, da effettuare esclusivamente online, devono pervenire all Ordine degli Ingegneri di Treviso entro lunedì 29 febbraio 2016.

Le iscrizioni, da effettuare esclusivamente online, devono pervenire all Ordine degli Ingegneri di Treviso entro lunedì 29 febbraio 2016. I S T I T U T O T E C N I C O S T A T A L E ECONOMICO TECNOLOGICO JACOPO SANSOVINO indirizzi : Amministrazione, finanza e marketing - Turistico Costruzioni, ambiente e territorio Trasporti e logistica

Dettagli

Statuto associativo di Libera Uscita

Statuto associativo di Libera Uscita Statuto associativo di Libera Uscita Articolo 1 Denominazione, natura, sede 1. È costituita l Associazione nazionale di volontariato denominata Libera Uscita che si riconosce in quanto previsto dalla L.

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE IL BASTIONE

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE IL BASTIONE STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE IL BASTIONE Logo regolarmente registrato presso C.C.I.A.A. della Spezia Il giorno 01 maggio 2001 alla Spezia in Via Cadorna 24, viene costituita l Associazione Culturale

Dettagli

PIANO PROVINCIALE ORIENTAMENTO OBBLIGO ISTRUZIONE E OCCUPABILITA 2010-2012

PIANO PROVINCIALE ORIENTAMENTO OBBLIGO ISTRUZIONE E OCCUPABILITA 2010-2012 PIANO PROVINCIALE ORIENTAMENTO OBBLIGO ISTRUZIONE E OCCUPABILITA 2010-2012 Disposizioni di dettaglio per la gestione e il controllo della realizzazione di progetti mirati alla lotta alla dispersione scolastica

Dettagli

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO. Donatori di sangue liceo A.Vallisneri

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO. Donatori di sangue liceo A.Vallisneri STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO Donatori di sangue liceo A.Vallisneri ART. 1- l Associazione di volontariato donatori di sangue liceo A.Vallisneri più avanti chiamata per brevità associazione,

Dettagli

STATUTO dell ASSOCIAZIONE CANTARE SUONANDO TRENTO. Associazione Cantare Suonando - Onlus

STATUTO dell ASSOCIAZIONE CANTARE SUONANDO TRENTO. Associazione Cantare Suonando - Onlus STATUTO dell ASSOCIAZIONE CANTARE SUONANDO TRENTO Approvato il 08.01.1997 Prima modifica: 23.06.1998 Seconda modifica: 23.06.2001 Terza modifica: 01.05.2005 Associazione Cantare Suonando - Onlus Articolo

Dettagli

REGIONE LIGURIA LEGGE REGIONALE 3 NOVEMBRE 2009 N. 47 SEMPLIFICAZIONI NORMATIVE A VANTAGGIO DEL TERZO SETTORE

REGIONE LIGURIA LEGGE REGIONALE 3 NOVEMBRE 2009 N. 47 SEMPLIFICAZIONI NORMATIVE A VANTAGGIO DEL TERZO SETTORE REGIONE LIGURIA LEGGE REGIONALE 3 NOVEMBRE 2009 N. 47 SEMPLIFICAZIONI NORMATIVE A VANTAGGIO DEL TERZO SETTORE (BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA N. 19 DEL 4 NOVEMBRE 2009) Il Consiglio regionale

Dettagli

STATUTO DELL AVIS PROVINCIALE VENEZIA

STATUTO DELL AVIS PROVINCIALE VENEZIA Provinciale Venezia C.F. 82006570277 via L. Einaudi 74 30174 Venezia Mestre Tel 041950892 Fax 0415056324 STATUTO DELL AVIS PROVINCIALE VENEZIA ART. 1 COSTITUZIONE - DENOMINAZIONE - SEDE c.1 L Associazione

Dettagli

Statuto dell Avis Provinciale di Modena

Statuto dell Avis Provinciale di Modena Statuto dell Avis Provinciale di Modena ART. 1 COSTITUZIONE - DENOMINAZIONE - SEDE c.1 L Associazione Avis Provinciale di Modena è costituita da coloro che donano volontariamente, gratuitamente, periodicamente

Dettagli

Il sistema di governo della programmazione. Ruoli, compiti, responsabilità e funzioni dei soggetti coinvolti nel processo programmatorio

Il sistema di governo della programmazione. Ruoli, compiti, responsabilità e funzioni dei soggetti coinvolti nel processo programmatorio Il sistema di governo della programmazione Ruoli, compiti, responsabilità e funzioni dei soggetti coinvolti nel processo programmatorio Gli organismi coinvolti nel processo programmatorio Assemblea Distrettuale

Dettagli

Presentazione a cura di: Segretario Avis Provinciale di Roma Paolo Ghirga

Presentazione a cura di: Segretario Avis Provinciale di Roma Paolo Ghirga Presentazione a cura di: Segretario Avis Provinciale di Roma Paolo Ghirga Organizzazione dell attività associativa e suo ruolo nell ambito del sistema sangue regionale Volontario un professionista Il volontariato

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE DANEO

STATUTO ASSOCIAZIONE DANEO STATUTO ASSOCIAZIONE DANEO Art. 1 Costituzione, democraticità della struttura e assenza del fine di lucro 1. È costituita con sede nella scuola elementare Giovanni Daneo in Genova, Salita Concezione 2,

Dettagli

REGOLAMENTO NAZIONALE GRUPPI DI INTERESSE SPECIALISTICO (G.I.S.) Federazione Logopedisti Italiani F.L.I.

REGOLAMENTO NAZIONALE GRUPPI DI INTERESSE SPECIALISTICO (G.I.S.) Federazione Logopedisti Italiani F.L.I. 2015 REGOLAMENTO NAZIONALE GRUPPI DI INTERESSE SPECIALISTICO (G.I.S.) www.fli.it info@fli.it visto l art. 5 comma e) dello Statuto F.L.I. che definisce tra gli scopi della federazione.. promuovere la formazione

Dettagli

AESA. Associazione Esperti in Scienze Amministrative STATUTO

AESA. Associazione Esperti in Scienze Amministrative STATUTO AESA Associazione Esperti in Scienze Amministrative STATUTO COSTITUZIONE - SEDE - DURATA Art. 1 E costituita l Associazione fra i diplomati della Scuola di Specializzazione in Studi sulla Amministrazione

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l efficienza energetica, il nucleare di concerto con Ministero dell ambiente e della tutela del territorio

Dettagli

Indirizzi alla Cassa conguaglio per il settore elettrico per l attuazione di progetti a vantaggio dei consumatori

Indirizzi alla Cassa conguaglio per il settore elettrico per l attuazione di progetti a vantaggio dei consumatori Indirizzi alla Cassa conguaglio per il settore elettrico per l attuazione di progetti a vantaggio dei consumatori Le proposte in merito ai progetti a vantaggio dei consumatori formulate dall Autorità con

Dettagli

DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI

DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI d) relazioni bilaterali con la Turchia, i Paesi del Caucaso, le Repubbliche centrasiatiche e la Russia; e) temi trattati nell ambito delle Nazioni Unite e delle Agenzie Specializzate; f) temi relativi

Dettagli

SERVIZIO CIVILE COMUNE DI MILANO 2015. Titolo del progetto: AGGREGA MILANO 2014

SERVIZIO CIVILE COMUNE DI MILANO 2015. Titolo del progetto: AGGREGA MILANO 2014 SERVIZIO CIVILE COMUNE DI MILANO 2015 Titolo del progetto: AGGREGA MILANO 2014 Settore ed area di intervento del progetto: Educazione e promozione culturale - centri di aggregazione Numero dei volontari

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE NON RICONOSCIUTA AMICI DELL ONCOLOGIA Organizzazione non lucrativa di utilità sociale (ONLUS) DISPOSIZIONI GENERALI

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE NON RICONOSCIUTA AMICI DELL ONCOLOGIA Organizzazione non lucrativa di utilità sociale (ONLUS) DISPOSIZIONI GENERALI STATUTO DELL ASSOCIAZIONE NON RICONOSCIUTA AMICI DELL ONCOLOGIA Organizzazione non lucrativa di utilità sociale (ONLUS) DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Denominazione È costituita l Associazione senza scopo

Dettagli

AICAT ASSOCIAZIONE ITALIANA DEI CLUB ALCOLOGICI TERRITORIALI (METODO HUDOLIN) STATUTO

AICAT ASSOCIAZIONE ITALIANA DEI CLUB ALCOLOGICI TERRITORIALI (METODO HUDOLIN) STATUTO AICAT ASSOCIAZIONE ITALIANA DEI CLUB ALCOLOGICI TERRITORIALI (METODO HUDOLIN) STATUTO 1 2 AICAT ASSOCIAZIONE ITALIANA DEI CLUB ALCOLOGICI TERRITORIALI (METODO HUDOLIN) STATUTO Art. 1 - Definizione e Sede

Dettagli

Ufficio V Ambito Territoriale di Cagliari. Prot. MIURAOOUSPCA n.12946 Elmas, 10.10. 2012

Ufficio V Ambito Territoriale di Cagliari. Prot. MIURAOOUSPCA n.12946 Elmas, 10.10. 2012 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Sardegna Direzione Generale Ufficio V Ambito Territoriale di Cagliari Prot. MIURAOOUSPCA n.12946 Elmas, 10.10.

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE REGIONE DEL VENETO Azienda Unità Locale Socio Sanitaria n. 9 Treviso Sede Legale Borgo Cavalli, 42 31100 Treviso DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n. 638 del 21/06/2012 Il Direttore Generale di questa

Dettagli

Disciplinare per il Marchio di Qualità del Parco delle Prealpi Giulie

Disciplinare per il Marchio di Qualità del Parco delle Prealpi Giulie REGOLAMENTO DI GARANZIA DEL MARCHIO DI QUALITÀ DEL PARCO DELLE PREALPI GIULIE Il presente documento ha lo scopo di individuare gli strumenti necessari per la definizione e l attuazione del Marchio di Qualità

Dettagli

STATUTO CONFEDERAZIONE FORUM NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DI NEFROPATICI, TRAPIANTATI D ORGANO E DI VOLONTARIATO

STATUTO CONFEDERAZIONE FORUM NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DI NEFROPATICI, TRAPIANTATI D ORGANO E DI VOLONTARIATO STATUTO CONFEDERAZIONE FORUM NAZIONALE delle ASSOCIAZIONI di NEFROPATICI, TRAPIANTATI d ORGANO e di (Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale ONLUS) Articolo 1 DENOMINAZIONE E SEDE E costituita

Dettagli

REGOLAMENTO CLUB GIOVANI SOCI BCC CENTROMARCA BANCA

REGOLAMENTO CLUB GIOVANI SOCI BCC CENTROMARCA BANCA REGOLAMENTO CLUB GIOVANI SOCI BCC CENTROMARCA BANCA Il Consiglio di amministrazione della Banca di Credito Cooperativo CentroMarca Banca [qui di seguito per brevità la Banca ] ha deliberato il seguente

Dettagli

AFOL Nord ovest milano BANDO di gara affidamento servizi amministrativi, paghe e contributi, assistenza contrattuale

AFOL Nord ovest milano BANDO di gara affidamento servizi amministrativi, paghe e contributi, assistenza contrattuale BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI PROFESSIONALI PER L AREA AMMINISTRATIVA CONTABILE LOTTO 1 AREA AMMINISTRATIVA - LOTTO 2 AREA PAGHE E CONTRIBUTI LOTTO 3 AREA ASSISTENZA CONTRATTUALE CIG XB10729F22

Dettagli

Regolamento per le Associazioni studentesche e per le Attività formative autogestite dagli studenti IL RETTORE

Regolamento per le Associazioni studentesche e per le Attività formative autogestite dagli studenti IL RETTORE D. R. Regolamento per le Associazioni studentesche e per le Attività formative autogestite dagli studenti IL RETTORE VISTO lo Statuto di Autonomia dell Università Ca Foscari Venezia; VISTO il Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA 1 REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA ART. 1 OGGETTO E FINALITA DEL SERVIZIO Il servizio di refezione scolastica è realizzato dal Comune nell ambito delle proprie competenze. Il servizio

Dettagli

A cura di: Elena D Alessandro. Centro di servizio per il Volontariato di Verona 1

A cura di: Elena D Alessandro. Centro di servizio per il Volontariato di Verona 1 A cura di: Elena D Alessandro Centro di servizio per il Volontariato di Verona 1 formulario per le Associazioni di Volontariato Centro di servizio per il Volontariato di Verona 2 Centro di servizio per

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 28 del 16 Settembre 1996 REGIONE LOMBARDIA Promozione, riconoscimento e sviluppo dell' associazionismo

LEGGE REGIONALE N. 28 del 16 Settembre 1996 REGIONE LOMBARDIA Promozione, riconoscimento e sviluppo dell' associazionismo LEGGE REGIONALE N. 28 del 16 Settembre 1996 REGIONE LOMBARDIA Promozione, riconoscimento e sviluppo dell' associazionismo Pubblicata sul BOLLETTINO UFFICIALE della REGIONE LOMBARDIA n 38 del 21 settembre

Dettagli

UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 7 DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO

UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 7 DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO Delibera n. 211 del 17/02/2016 REGIONE DEL VENETO UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 7 PIEVE DI SOLIGO DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO L`anno duemilasedici, il giorno diciassette del mese di Febbraio Il Commissario

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE CASA DEL GIRASOLE ONLUS

STATUTO ASSOCIAZIONE CASA DEL GIRASOLE ONLUS STATUTO ASSOCIAZIONE CASA DEL GIRASOLE ONLUS Art. 1 - DENOMINAZIONE SEDE DURATA E costituita una associazione di volontariato ai sensi della legge 11 agosto 1991 n. 266. L Associazione è denominata Casa

Dettagli

Comunale Preganziol BILANCIO AL 31/12/2013

Comunale Preganziol BILANCIO AL 31/12/2013 Comunale Preganziol BILANCIO AL 31/12/2013 Il Presidente Michele Favaro Il Segretario Francesca Biscaro. L Amministratore Trombin Andrea.. Il Presidente Collegio dei Sindaci Carraretto Lucia 1 RELAZIONE

Dettagli

CONSULTA PROVINCIALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE

CONSULTA PROVINCIALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE CONSULTA PROVINCIALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE Art.1- Costituzione E istituito, ai sensi dell art. 3 lettera J dello Statuto della Provincia, un Comitato di Coordinamento denominato CONSULTA

Dettagli

AL REGISTRO REGIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DI SOLIDARIETÀ FAMILIARE

AL REGISTRO REGIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DI SOLIDARIETÀ FAMILIARE DISCIPLINA RELATIVA All. D) DGR n..del.. AL REGISTRO REGIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DI SOLIDARIETÀ FAMILIARE 1. PREMESSA In attuazione di quanto previsto dall art. 36 della l.r. 14 febbraio 2008, n. 1 che

Dettagli

IL RETTORE. VISTO l art. 18 dello statuto della LUMSA, emanato con decreto rettorale 1 agosto 2011, n. 920; DECRETA

IL RETTORE. VISTO l art. 18 dello statuto della LUMSA, emanato con decreto rettorale 1 agosto 2011, n. 920; DECRETA Prot. n. 1226 IL RETTORE VISTO l art. 18 dello statuto della LUMSA, emanato con decreto rettorale 1 agosto 2011, n. 920; VISTO il decreto rettorale n. 987 del 26 gennaio 2012; VISTA la delibera del Senato

Dettagli

Accordo di Rete delle scuole del. XII Municipio di R O M A

Accordo di Rete delle scuole del. XII Municipio di R O M A Rette IIntterscollasttiica dell XIIII Muniiciipiio dii ROMA Accordo di Rete delle scuole del XII Municipio di R O M A Testo approvato dall Assemblea dei Dirigenti nella seduta del 28 Settembre 2010 Accordo

Dettagli

PROT. N.2485 c 14 CATANIA 3-5-14

PROT. N.2485 c 14 CATANIA 3-5-14 PROT. N.2485 c 14 CATANIA 3-5-14 AVVISO ESPLORATIVO PER MANIFESTAZIONE D INTERESSE A PARTECIPARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA DI COTTIMO FIDUCIARIO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA DI DURATA TRIENNALE

Dettagli

LA RACCOLTA DEL SANGUE IN BASILICATA

LA RACCOLTA DEL SANGUE IN BASILICATA LA RACCOLTA DEL SANGUE IN BASILICATA Relatore: Genesio De Stefano 8 19 31 Basilicata Popolazione 588.879 (dicemb re 2009) In età donazionale 364626 (59%) X 1000ab/29 soci Il territorio della Basilicata

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI

ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI di Castelfranco Emilia - Mo Via Guglielmo Marconi, 1 Tel 059 926254 - fax 059 926148 email: MOIC825001@istruzione.it Prot. n. NOTE ORGANIZZATIVE PER UNA CORRETTA GESTIONE

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE Vds Voglia di stupire

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE Vds Voglia di stupire (Allegato a) STATUTO DELL ASSOCIAZIONE Vds Voglia di stupire Sulle orme di Karol Titolo I Costituzione e Scopi Art. 1. E costituita l Associazione denominata Vds Voglia di stupire con sede presso parrocchia

Dettagli

74AD.2012/D.00939 25/10/2012

74AD.2012/D.00939 25/10/2012 DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT UFFICIO SISTEMA SCOLASTICO ED UNIVERSITARIO E COMPETITIVITA' DELLE IMPRESE 74AD 74AD.2012/D.00939 25/10/2012 P.O. Basilicata FSE 2007-2013. Asse - V Transnazionalità

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA UNITÀ LOCALE SOCIO-SANITARIA n. 1 BELLUNO ~~~~~~~~~~~~~~~~

REGIONE VENETO AZIENDA UNITÀ LOCALE SOCIO-SANITARIA n. 1 BELLUNO ~~~~~~~~~~~~~~~~ REGIONE VENETO AZIENDA UNITÀ LOCALE SOCIO-SANITARIA n. 1 BELLUNO ~~~~~~~~~~~~~~~~ Deliberazione n. 763 del 07/08/2014 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Oggetto: Indizione avviso pubblico per il conferimento

Dettagli

Bando Volontariato 2015. Reti Nazionali

Bando Volontariato 2015. Reti Nazionali Bando Volontariato 2015 Reti Nazionali SEZIONE 1. CARATTERISTICHE GENERALI DELL INIZIATIVA 1.1 Obiettivi Nell ambito delle numerose iniziative di sostegno al volontariato della Fondazione, il presente

Dettagli

STATUTO della ASSOCIAZIONE RUDOLF STEINER PER LA PEDAGOGIA

STATUTO della ASSOCIAZIONE RUDOLF STEINER PER LA PEDAGOGIA STATUTO della ASSOCIAZIONE RUDOLF STEINER PER LA PEDAGOGIA ART. 1 È costituita l Associazione di promozione sociale denominata ASSOCIAZIONE RUDOLF STEINER PER LA PEDAGOGIA con sede in Rovereto Via Stazione,

Dettagli

CONSULTA NAZIONALE AVIS GIOVANI

CONSULTA NAZIONALE AVIS GIOVANI CONSULTA NAZIONALE AVIS GIOVANI PREMESSA La presente premessa costituisce parte integrante del regolamento. Alcuni anni fa, in un momento in cui la realtà giovanile ha cominciato a prendere maggiormente

Dettagli

IL CIPE. Deliberazione n. 36 del 15 giugno 2007

IL CIPE. Deliberazione n. 36 del 15 giugno 2007 Deliberazione n. 36 del 15 giugno 2007 DEFINIZIONE DEI CRITERI DI COFINANZIAMENTO PUBBLICO NAZIONALE DEGLI INTERVENTI SOCIO STRUTTURALI COMUNITARI PER IL PERIODO DI PROGRAMMAZIONE 2007-2013 IL CIPE VISTA

Dettagli

Statuto: A.V.I.S. (Associazione Volontari Italiani del Sangue) comunale di Campodoro (PD). ONLUS PD 0432 CF 92062680282

Statuto: A.V.I.S. (Associazione Volontari Italiani del Sangue) comunale di Campodoro (PD). ONLUS PD 0432 CF 92062680282 STATUTO dell'avis COMUNALE di CAMPODORO ART. 1 COSTITUZIONE - DENOMINAZIONE - SEDE c.1 L Associazione AVIS Comunale di CAMPODORO è costituita tra coloro che donano volontariamente, gratuitamente, periodicamente

Dettagli

DISPOSIZIONI PER GARANTIRE CURE PALLIATIVE AI MALATI IN STATO DI INGUARIBILITÀ AVANZATA O A FINE VITA E PER SOSTENERE LA LOTTA AL DOLORE

DISPOSIZIONI PER GARANTIRE CURE PALLIATIVE AI MALATI IN STATO DI INGUARIBILITÀ AVANZATA O A FINE VITA E PER SOSTENERE LA LOTTA AL DOLORE Legge regionale 19 marzo 2009, n. 7 (BUR n. 25/2009) DISPOSIZIONI PER GARANTIRE CURE PALLIATIVE AI MALATI IN STATO DI INGUARIBILITÀ AVANZATA O A FINE VITA E PER SOSTENERE LA LOTTA AL DOLORE Art. 1 - Finalità.

Dettagli