Il sistema By-me. Scenari. oppure da parete nella versione Silver. Centrale da incasso nella versione Eikon Next, placca Classic; Sicurezza.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il sistema By-me. Scenari. oppure da parete nella versione Silver. Centrale da incasso nella versione Eikon Next, placca Classic; Sicurezza."

Transcript

1 Il sistema By-me Il sistema By-me consente di realizzare, in ambito residenziale e terziario, la gestione integrata di tutte le funzioni che normalmente, nel tradizionale impianto elettrico, sono effettuate utilizzando normali dispositivi quali interruttori, regolatori, cronotermostati, videocitofoni ecc, ma che però non sono in grado di interagire tra loro e che quindi non possono essere governati da un unico punto di supervisione e programmazione. Automazione e antintrusione La caratteristica principale del sistema By-me consiste nell utilizzo di un unico bus per il collegamento di tutti i dispositivi; in particolare, un impianto realizzato con By-me consente attraverso un unica centrale, l integrazione tra le seguenti funzioni: gestione delle luci, con controllo di accensione, spegnimento e regolazione; comando delle tapparelle (apertura e chiusura); gestione della temperatura ambiente su zone indipendenti; controllo dei carichi e gestione dei consumi energetici; gestione del sistema antintrusione; centralizzazione e automazione delle funzioni impostate (singola funzione o scenari); gestione attraverso touch screen delle funzioni impostate; controllo e comando da remoto delle funzioni impostate; gestione del sistema attraverso il televisore o il monitor del PC attraverso l applicativo Microsoft Media Center. Videocitofonia Inoltre, grazie all interoperabilità tra i dispositivi da incasso Vimar e i componenti dei sistemi Due Fili, SoundSystem e DigiBus dell azienda Elvox, il sistema By-me consente di gestire tutte le funzioni dell impianto videocitofonico, cioè: Scenari. oppure da parete nella versione Silver. Centrale da incasso nella versione Eikon Next, placca Classic; Sicurezza. 39

2 comunicazione fonica tra videocitofono e targa esterna; apertura elettroserratura e accensione luci scale; autoaccensione delle telecamere e switch delle stesse; chiamata intercomunicante (solo per sistema Due Fili). TVCC Infine, il sistema By-me consente di realizzare impianti di videosorveglianza tramite il collegamento con telecamere da incasso e/o da esterno e l ausilio di multiplexer eventualmente connessi ad appositi apparecchi di videoregistrazione; le principali funzioni gestite sono le seguenti: switch telecamere e visualizzazione di più ambienti sul monitor; ascolto ambientale; compatibile con le tipologie di multiplexer più diffusi. La gamma di soluzioni offerte è quindi molto ampia. Le centrali che governano il sistema sono disponibili nelle versioni da incasso, da parete, in tre varianti colore e si differenziano per tipologia a seconda delle funzioni da implementare; questo garantisce massima versatilità e flessibilità in grado di assecondare ogni esigenza installativa. Le illustrazioni che seguono evidenziano molto bene queste tipologie di centrali per le quali, dopo una prima fondamentale suddivisione tra incasso e parete, è stata fatta una ulteriore suddivisione che mette in evidenza le diverse funzioni disponibili. Questi semplici schemi consentono di individuare rapidamente la centrale più adatta per ogni singola esigenza di utilizzo e sono soprattutto uno strumento valido ed intuitivo per la scelta installativa del vostro sistema By-me. BY-ME Gestione clima. Supervisione e comando. Gestione consumi. Comunicazione. Attraverso i comunicatori GSM o 0194 con un SMS. 393

3 Schemi By-me con centrale da incasso Automazione e antintrusione retro monitor da incasso 0550.N + Monitor da incasso 0550.N a colori LCD 3,5 installabile su scatola da incasso V moduli (4+4) Modulo con funzione automazione e antintrusione modulo centrale di controllo Touch screen da incasso 0511.N supervisione e comando, scenari, clima, controllo carichi e antintrusione installabile su scatola da incasso V moduli (4+4) Videocitofonia retro monitor da incasso 0550.N Sound System DigiBus Due Fili + oppure oppure A1 MA A V1 M V M PC MODULO TVCC CCTV MODULE Modulo con funzione videocitofonia per sistema di chiamata Sound System Modulo 0196 con funzione videocitofonia per sistema di chiamata DigiBus Modulo con funzione videocitofonia per sistema di chiamata Due Fili modulo videocitofonico Monitor da incasso 0550.N a colori LCD 3,5 installabile su scatola da incasso V moduli (4+4) Automazione, antintrusione e videocitofonia Sound System DigiBus Due Fili modulo videocitofonico oppure oppure + Modulo funzione videocitofonia per sistema di chiamata Sound System Modulo 0196 funzione videocitofonia per sistema di chiamata DigiBus Modulo funzione videocitofonia per sistema di chiamata Due Fili Monitor da incasso 0550.N a colori LCD 3,5 installabile su scatola da incasso V moduli (4+4) Modulo funzione automazione e antintrusione retro monitor da incasso 0550.N modulo centrale di controllo

4 Automazione Scenari Luce, automatismi, clima, carichi: organizzati in scenari Clima Climi differenziati con termostati integrati nel sistema Controllo carichi Presa comandata da controllo carichi S Interfaccia per la gestione/programmazione da PC con software EasyTool Antintrusione Antintrusione Attivazione/disattivazione totale o parziale tramite codice numerico Rivelatore IR A 17 fasci su 4 piani con antitamper ottico Interfaccia contatti Per rivelatori antintrusione tradizionali e allarmi tecnici Media Center Comunicazione con GSM 01941, 0194 BY-ME Videocitofonia Citofono vivavoce Con funzioni integrate di apriporta ed accensione luci scale Telecamera ed illuminatore Regolazione verticale e led illuminatore ad alta efficienza Pulsante di chiamata Con microfono e altoparlante incorporati Targa esterna Elvox Automazione Scenari Luce, automatismi, clima, carichi: organizzati in scenari Clima Climi differenziati con termostati integrati nel sistema Controllo carichi Presa comandata da controllo carichi S Interfaccia per la gestione/ programmazione da PC con software EasyTool Antintrusione Antintrusione Attivazione con chiave a transponder dell impianto Rivelatore IR A 17 fasci su 4 piani a doppia tecnologia con antitamper ottico Sirena da interno 4 tipi di suoni impostabili. Autoalimentata con batterie ricaricabili Touch screen da incasso 0511.N supervisione e comando Media Center Videocitofonia Citofono vivavoce Funzioni integrate apriporta ed accensione luci scale Telecamera ed illuminatore Regolazione verticale e led illuminatore ad alta efficienza Pulsante di chiamata Microfono e altoparlante incorporati Targa esterna Elvox Comunicazione con GSM 01941,

5 Schemi By-me con centrale da incasso TVCC + modulo interfaccia TVCC Modulo per sistema TVCC + - A1 MA A V1 M V M PC MODULO TVCC CCTV MODULE TVCC Monitor da incasso 0550.N a colori LCD 3,5 retro monitor da incasso 0550.N installabile su scatola da incasso V moduli (4+4) Automazione, antintrusione e TVCC + - A1 MA A V1 M V M PC modulo interfaccia TVCC + Modulo con funzione videocitofonia per sistema di chiamata TVCC MODULO TVCC CCTV MODULE Monitor da incasso 0550.N a colori LCD 3,5 installabile su scatola da incasso V moduli (4+4) Modulo con funzione automazione e antintrusione retro monitor da incasso 0550.N modulo centrale di controllo

6 Telecamera esterna Telecamera Regolazione verticale Multiplexer Telecamera Regolazione verticale e orizzontale e microfono incorporato Telecamera esterna BY-ME Automazione Scenari Luce, automatismi, clima, carichi: organizzati in scenari Clima Climi differenziati con termostati integrati nel sistema Controllo carichi Presa comandata da controllo carichi S Interfaccia per la gestione/ programmazione da PC con software EasyTool Antintrusione Touch screen da incasso 0511.N supervisione e comando Antintrusione Attivazione/disattivazione totale o parziale tramite codice numerico Rivelatore IR A 17 fasci su 4 piani con antitamper ottico Interfaccia contatti Per rivelatori antintrusione tradizionali e allarmi tecnici Media Center TVCC Telecamera Regolazione verticale e orizzontale e microfono incorporato Telecamera Regolazione verticale e orizzontale e microfono incorporato Comunicazione con GSM 01941,

7 Schemi By-me con centrale da parete Automazione e antintrusione Centrale di controllo con monitor a colori LCD 3,5 installabile su scatola da incasso V71303 unificata 3 moduli Touch screen da incasso 0511.N supervisione e comando scenari, clima, controllo carichi e antintrusione. installabile su scatola da incasso V moduli (4+4) Videocitofonia Sound System DigiBus Due Fili oppure oppure Videocitofono con monitor a colori LCD 3,5, per sistema Sound System installabile su scatola da incasso V71303 unificata 3 moduli Videocitofono con monitor a colori LCD 3,5, per sistema DigiBus installabile su scatola da incasso V71303 unificata 3 moduli Videocitofono con monitor a colori LCD 3,5, per sistema Due Fili installabile su scatola da incasso V71303 unificata 3 moduli Automazione, antintrusione e videocitofonia Sound System DigiBus Due Fili oppure oppure Centrale da parete con monitor a colori LCD 3,5, e videocitofono Sound System installabile su scatola da incasso V71303 unificata 3 moduli Centrale da parete con monitor a colori LCD 3,5, e videocitofono DigiBus installabile su scatola da incasso V71303 unificata 3 moduli Centrale da parete con monitor a colori LCD 3,5, e videocitofono DueFili installabile su scatola da incasso V71303 unificata 3 moduli 398

8 Automazione Touch screen 3 moduli Comando locale di luce, tapparelle, clima e scenari Clima Climi differenziati con termostati integrati nel sistema Controllo carichi Presa comandata da controllo carichi S Interfaccia per la gestione/programmazione da PC con software EasyTool Antintrusione Antintrusione Attivazione con chiave a transponder dell impianto Rivelatore IR A 17 fasci su 4 piani con antitamper ottico Interfaccia contatti Per rivelatori antintrusione tradizionali e allarmi tecnici Media Center Comunicazione con GSM 01941, 0194 BY-ME Videocitofonia Citofono vivavoce Con funzioni integrate di apriporta ed accensione luci scale Telecamera ed illuminatore Regolazione verticale e led illuminatore ad alta efficienza Pulsante di chiamata Con microfono e altoparlante incorporati Targa esterna Elvox Automazione Scenari Luce, automatismi, clima, carichi: organizzati in scenari Clima Climi differenziati con termostati integrati nel sistema Controllo carichi Presa comandata da controllo carichi S Interfaccia per la gestione/ programmazione da PC con software EasyTool Antintrusione Antintrusione Attivazione/disattivazione totale o parziale tramite codice numerico Rivelatore IR A 17 fasci su 4 piani con antitamper ottico Interfaccia contatti Per rivelatori antintrusione tradizionali e allarmi tecnici Touch screen da incasso 0511.N supervisione e comando Media Center Videocitofonia Citofono vivavoce Con funzioni integrate di apriporta ed accensione luci scale Telecamera ed illuminatore Regolazione verticale e led illuminatore ad alta efficienza Pulsante di chiamata Con microfono e altoparlante incorporati Targa esterna Elvox Comunicazione con GSM 01941,

9 Schemi By-me con centrale da parete TVCC TVCC Monitor da parete a colori LCD 3,5, per sistema TVCC installabile su scatola da incasso V71303 unificata 3 moduli Automazione, antintrusione e TVCC Centrale da parete con monitor a colori LCD 3,5, per sistema TVCC installabile su scatola da incasso V71303 unificata 3 moduli 400

10 Telecamera esterna Telecamera Regolazione verticale Multiplexer Telecamera Regolazione verticale e orizzontale e microfono incorporato Telecamera esterna BY-ME Automazione Touch screen 3 moduli Comando locale di luce, tapparelle, clima e scenari Clima Climi differenziati con termostati integrati nel sistema Controllo carichi Presa comandata da controllo carichi S Interfaccia per la gestione/ programmazione da PC con software EasyTool Antintrusione Touch screen da incasso 0511.N supervisione e comando Antintrusione Attivazione tramite chiave a transponder dell impianto Rivelatore IR A 17 fasci su 4 piani con antitamper ottico Interfaccia contatti Per rivelatori antintrusione tradizionali e allarmi tecnici Media Center TVCC Telecamera Regolazione verticale e orizzontale e microfono incorporato Telecamera Regolazione verticale e orizzontale e microfono incorporato Comunicazione con GSM 01941,

11 Automazione e antintrusione Caratteristiche tecniche Principali caratteristiche La flessibilità, intesa come l opportunità di programmare e riprogrammare a piacere funzioni e controlli, è la caratteristica principale del sistema By-me. Grazie al BUS (doppino), il collegamento tra i dispositivi avviene in modo logico. Ciascun componente By-me, a partire da quelli che svolgono le funzioni più semplici (come ad esempio un pulsante), è in grado di ricevere e trasmettere sul cavo BUS segnalazioni e comandi codificati. Le informazioni così immesse circolano attraverso l impianto e vengono raccolte solo dagli apparecchi a cui sono destinate. I singoli dispositivi di comando, segnalazione, attuazione, possono essere connessi in qualsiasi punto del BUS, senza alcun ordine particolare; sarà la centrale, programmata attraverso un semplice menù autoguidato a definirne le funzioni e i collegamenti logici. Modificando la configurazione attraverso la centrale, si modificano le correlazioni e le condizioni operative dell'impianto senza intervenire sui cablaggi. Questo è un vantaggio fondamentale sia nel residenziale ma anche nel terziario, dove è sempre più frequente la necessità di modificare la destinazione d'uso o la suddivisione degli ambienti operativi (uffici open space, pareti mobili, ecc.). La configurazione è assolutamente semplificata, infatti tutto avviene attraverso la centrale, seguendo un menù di navigazione autoguidata, Esempio di un gruppo funzionale (comando/attuatore) Comandi Comando Attuatore Luci Luce BUS 30 V~ L N Esempio di più gruppi funzionali (comandi/attuatori) BUS Attuatore 30 V~ L N senza programmi di installazione preventivi e/o configuratori. La versatilità del sistema diventa pertanto totale. In ogni momento è possibile riprogrammare le funzioni di ogni componente, per rispondere al meglio alle esigenze di uso di ogni locale. La configurazione del sistema prevede la creazione di gruppi di dispositivi che condividono una funzione, per esempio un attuatore a relè ed il relativo dispositivo di comando (vedi figure sotto a sinistra). Il sistema consente di creare degli scenari (max 3), all attivazione dei quali vengono richiamate alcune condizioni prefissate; (luci on/off/regolate, tapparelle su/giù, antintrusione on/off, clima on/off, ecc.) la cui contemporanea attivazione dà luogo ad una particolare ambientazione o risponde ad una determinata condizione. Per esempio, se è stato creato lo scenario sera, all attivazione dello stesso, sarà possibile chiudere tutte le tapparelle, accendere le luci esterne, attivare il circuito perimetrale antintrusione, accendere l abat-jour con luce regolata, ecc. Il sistema inoltre, mediante la creazione di programmi personalizzati (sono disponibili fino a 16 programmi diversi), permette di gestire delle funzioni automatizzate ad un determinato orario o al verificarsi di determinate condizioni. È possibile, per esempio, impostare un programma che ad una determinata ora attivi l impianto di irrigazione o l illuminazione esterna. Ad un determinato orario è inoltre possibile pianificare più azioni, come per esempio: al mattino, all orario che abbiamo previsto di alzarci, si accende la luce regolata, si attiva la diffusione sonora, si alza la tapparella, si accende lo scaldasalviette in bagno e si disattiva l impianto antintrusione. Ovviamente è possibile effettuare l impostazione personalizzata dell impianto in funzione delle caratteristiche dei locali e delle modalità di utilizzo dei dispositivi (ad esempio modifica dei nomi dei gruppi, degli scenari, dei parametri, dei programmi, ecc.). Il sistema antintrusione consente di realizzare un impianto d allarme che comprende fino a 60 dispositivi che possono essere suddivisi in 30 zone distinte e di gestire, tramite interfacce contatti e interfacce radiofrequenza, allarmi tecnici o di integrare sensori via radio installati in tutte quelle locazioni dove non è stato possibile effettuare la predisposizione. Il sistema viene inserito/ disinserito/parzializzato attraverso tastierini numerici, chiavi a transponder o telecomandi a radiofrequenza e viene alimentato attraverso uno o due alimentatori e una o due unità di back-up (a seconda dei consumi); come per il sistema di automazione anche per l antintrusione è possibile l impostazione personalizzata dell impianto in funzione delle caratteristiche dei locali, delle modalità di utilizzo e dei parametri dei vari apparecchi. Campo di applicazione Grazie alla sua flessibilità e versatilità, il sistema By-me si presta ad essere utilizzato in tutte le tipologie abitative in ambito residenziale quali monolocali, appartamenti di medie e grandi dimensioni, case a schiera, ville, piccoli e grandi condomini e anche in ambito terziario, in particolar modo in uffici e negozi, nei quali sono richieste soluzioni diverse da quelle tradizionali. Composizione impianto Nelle pagine che seguono si va ora ad analizzare la gamma e le funzioni dei dispositivi che consentono di realizzare un impianto domotico By-me. 40

12 Centrali da incasso e da parete Centrale da incasso o da parete con monitor LCD È il cervello del sistema e gestisce luci, tapparelle, temperatura, scenari, automazioni (attivabili a orari prefissati e/o al verificarsi di determinate condizioni), controllo carichi, antintrusione, ecc; tutti i menù di navigazione sono visualizzati nel monitor LCD attraverso interfacce grafiche molto intuitive e semplici da utilizzare sia in fase di gestione che di configurazione. La centrale consente di impostare una serie di password che permettono di differenziare l accesso alle funzioni da parte degli utenti e di visualizzare gli ultimi 80 eventi occorsi al sistema (attivazioni/disattivazioni, allarmi e dispositivi che li hanno generati, ecc.). La centrale da incasso è costituita dal monitor LCD 3,5 a colori (art ) al quale deve essere aggiunto, agganciandolo nell apposita morsettiera, il modulo centrale di controllo (art ). Aggancio del modulo centrale di controllo 0550 Monitor a colori Monitor da incasso 0550 con modulo per automazione e videocitofonico BY-ME Modulo centrale di controllo Oltre a questo modulo, il monitor LCD è provvisto di un altra morsettiera alla quale può essere agganciato un secondo modulo che consente al dispositivo di essere utilizzato come videocitofono (sistema Due Fili, Sound Sytem o DigiBus di Elvox) oppure come monitor del sistema di videosorveglianza; il dispositivo quindi permetterà di gestire contemporaneamente tutte le funzioni dell impianto domotico e dell impianto videocitofonico o del sistema di TVCC. Le caratteristiche dei moduli videocitofonici e TVCC sono illustrate a partire da pagina 434. Nel caso non sia possibile utilizzare il monitor da incasso (mancata predisposizione, particolari ristrutturazioni, ecc.) sono disponibili cinque diverse tipologie di prodotti da parete che hanno le stesse modalità di funzionamento, configurazione, utilizzo e cablaggio delle centrali da incasso. Questi dispositivi, provvisti di tasti laterali e frontali aventi le medesime funzioni di quelli presenti nel monitor LCD da incasso, non utilizzano moduli aggiuntivi come quest ultimo in quanto, ad ognuna delle combinazioni sopra descritte, corrisponde un ben determinato articolo da parete (si veda lo schema iniziale di pag. 398). Centrale di controllo e videocitofono da parete 403

13 Automazione e antintrusione Centrali da incasso e da parete Fronte centrale da incasso 8 moduli. Fronte centrale da parete. A C B D E F L G H I M Pulsanti A, B, C, D: Navigazione menù domotica per la gestione quotidiana del sistema da parte dell utente Pulsanti E, F, L, G, H, I: Navigazione menù domotica in fase di configurazione, scorrimento liste, ecc. M: Led segnalazione N: Connettore per il collegamento dell interfaccia di programmazione S Pulsanti A, B, C, D: Navigazione menù domotica per la gestione quotidiana del sistema da parte dell utente Pulsanti E, F, L, G, H, I,: Navigazione menù domotica in fase di configurazione, scorrimento liste, ecc. M: Led segnalazione Le centrali di controllo da incasso e da parete utilizzano come mezzo di comunicazione il cavo BUS; ogni linea può essere composta da un massimo di 18 dispositivi (pulsanti, attuatori, termostati, touch screen, ecc.) e necessita di uno o due alimentatori a seconda del numero di dispositivi e della lunghezza massima del cavo BUS (1.000 metri). Più linee possono comunicare tra loro tramite gli accoppiatori di linea per condividere, ad esempio, un comando generale; il numero massimo di linee che possono comunicare tra loro è 40, suddivise in 15 aree più la linea dedicata al sistema antintrusione. Per i dettagli si veda la figura Schema collegamenti con centrali da incasso e parete. La centrale di controllo, se è utilizzato anche il sistema antintrusione, deve essere installata nella linea 00; in caso contrario questa può essere installata in una linea qualsiasi tra le 40 disponibili. La configurazione del sistema prevede la creazione di gruppi di dispositivi che condividono una funzione quale, ad esempio, un attuatore a relè ed il relativo dispositivo di comando; i gruppi che possono essere configurati sono circa 480 (di cui 400 gruppi automazione, 40 zone climatiche, ecc.). Il sistema antintrusione gestisce fino a 60 dispositivi. Schermate principali della centrale Una volta che la centrale è stata installata e alimentata, il monitor LCD visualizza le icone relative ai seguenti menù principali: Clima; Scenari; Eventi. Selezionando l opzione Altri si accede ad una seconda schermata che visualizza gli altri tre menù principali: Carichi; Videocitofono; Centrale SAI. Attraverso i menù di cui sopra è possibile accedere a tutti i sottomenù per la configurazione, la gestione, la diagnostica e l utilizzo dell impianto By-me. Altri Menù Principale - Videata 1 Menù principale - Videata 404

14 AREA 15 Centrali da incasso e da parete Schema collegamenti con centrali da incasso e parete AREA AREA max 18 dispositivi 6 Sistema antintrusione Bus max 15 aree 1 0 max 16 linee 60 Accoppiatori di linea (art 01845) Esempio schema di collegamento del sistema By-me automazione e antintrusione. BUS BY-ME Alimentatore Interfaccia contatti Rivelatore I.R. a doppia tecnologia Tastierino Sirena da interno Interfaccia radio BUS + - Centrale di controllo V + V- Rivelatore IR Unità di back-up CENTR + - Contatto a fune Contatto magnetico Contatto magnetico BUS Batterie + supporto Comando touch screen Accoppiatore di linea BUS + - BUS + - Alimentatore AUX + - Termostato Attuatore Comando luci e tapparelle Controllo carichi Attuatore Touch screen EV Termoregolazione Luce M Tapparella 30 V~ L N Luce1 Bpresa 405

15 Automazione e antintrusione Centrali da incasso moduli Centrale automazione da incasso moduli Eikon, Idea e Plana Questa centrale è in grado di gestire, attraverso 4 tasti frontali e menù autoguidati visualizzati in un display interattivo, tutte le funzioni di clima, scenari, azioni programmate, controllo carichi, configurazione e diagnostica. Ogni centrale integra un cronotermostato in grado di gestire una zona climatica ed è possibile impostare una password che consente di inibire l accesso alle funzioni da parte degli utenti non autorizzati. Viene utilizzata in tutte quelle situazioni installative nelle quali non è richiesto il monitor LCD o un integrazione con l impianto videocitofonico. Tramite l accoppiatore di linea può essere connessa con la corrispondente centrale antintrusione moduli per realizzare un impianto integrato. Per quanto riguarda la topologia installativa, ogni linea può essere composta da un massimo di 18 dispositivi (comando, segnalazione, attuazione) e necessita di una centrale e di uno o due alimentatori a seconda del numero di dispositivi (1 fino a 64, fino a 18) e della lunghezza del BUS (max metri). Più linee possono comunicare tra loro tramite gli accoppiatori, ad esempio per condividere un comando generale. Il numero massimo di linee che possono comunicare tra loro è pari a 48, suddivise in 3 aree più una linea dedicata al sistema antintrusione (con centrale moduli). La centrale di automazione moduli non gestisce i touch screen. Schema collegamenti con centrali moduli max 18 dispositivi Sistema antintrusione Bus 3 AREA 1 1 AREA max 3 aree AREA 3 max 16 linee 60 1 Centrali di controllo (art 0510, e 14510) Accoppiatori di linea (art 01845) 1 Centrale antintrusione Centrale automazione moduli di Eikon Next Esempio schema di collegamento con centrale automazione moduli. BUS BUS + - Alimentatore Centrale automazione Comando luci e tapparelle Attuatore Comando luci Attuatore Controllo carichi Attuatore M M Tapparella sx Tapparella dx EV 30 V~ L N Luce 1 Luce Luce 3 Termoregolazione Bpresa 406

16 Centrali da incasso moduli Centrale antintrusione da incasso moduli Eikon, Idea e Plana Il dispositivo è in grado di gestire l impianto d allarme attraverso 4 tasti frontali e menù autoguidati visualizzati in un display interattivo. Fornisce tutte le informazioni relative al sistema e agli apparecchi dislocati in ciascuna zona; attraverso la centrale si effettuano le operazioni di programmazione, configurazione, controllo e diagnostica. Una password opzionale consente di inibire l accesso alle funzioni da parte degli utenti non autorizzati; gli ultimi 50 eventi occorsi al sistema (attivazioni/disattivazioni, allarmi e dispositivi che li hanno generati, ecc.) vengono memorizzati e visualizzati con l indicazione della data e dell ora in cui si sono verificati. Dispositivi collegabili Per quanto concerne il numero di dispositivi effettivamente collegabili è necessario rifarsi alla scheda impianto (fornita a corredo del prodotto) che consente di determinarne il numero in funzione dell autonomia richiesta. La norma CEI 79- richiede, per gli impianti antintrusione, una autonomia minima di 4 h in caso di mancanza di rete. Centrale antintrusione moduli di Eikon In tali condizioni l unità di back-up può erogare una corrente di 60 ma per un tempo di 4 h: se, nella scheda impianto, il valore della casella Totale assorbimento è superiore a 60 ma, è necessario aggiungere un unità ausiliaria portabatterie ; se il valore della casella Totale assorbimento è superiore a 10 ma, è necessario aggiungere una seconda unità di back-up BY-ME Per garantire un autonomia di 4h, l assorbimento dell impianto non deve, comunque, superare i 40 ma. Il numero totale dei dispositivi dovrà, in ogni caso, essere sempre minore o uguale a 60. IMPORTANTE! Il numero massimo di unità di back-up installabili e il numero il numero massimo di unità ausiliarie portabatterie sono pari a ciascuna. La distanza tra le unità di back-up deve sempre essere maggiore di 40 m. L alimentatore fornisce anche le correnti di carica delle batterie che si trovano nell unità di back-up e nella sirena da esterno. Esempio schema di collegamento con centrale antintrusione moduli. BUS + - BUS + - Alimentatore Unità di back-up Centrale antintrusione Tastierino Rivelatore I.R. Interfaccia contatti Rivelatore doppia tecnologia Sirena per esterno 30 V~ L N Contatto magnetico Contatto elettromeccanico 407

17 Automazione e antintrusione Apparecchi e dispositivi Apparecchi di comando a pulsante I dispositivi di comando a pulsante del sistema By-me si dividono sostanzialmente in due principali categorie: dispositivi con due o tre pulsanti semplici, adatti per il comando passo-passo di luci, attivazione scenari, ecc. dispositivi con due o tre pulsanti basculanti, adatti al comando di luci regolabili, tapparelle, scenari. I dispositivi di cui sopra consentono il comando delle utenze mediante connessione logica con attuatori a relè collegati alle utenze stesse; tranne che per gli scenari, ogni apparecchio di comando va connesso logicamente ad un attuatore che deve essere scelto in base all utenza che si desidera comandare. In funzione di ciò, le due categorie appena elencate sono a loro volta suddivise nelle seguenti tipologie di comandi: comandi a due o tre pulsanti semplici; comandi a due o tre pulsanti semplici con attuatore a bordo; comandi a due o tre pulsanti basculanti; comandi a due o tre pulsanti basculanti con attuatore a bordo; comandi a due o tre pulsanti basculanti con attuatore per tapparelle a bordo; comandi a tre pulsanti basculanti e con attuatore regolatore MASTER a bordo; comandi a due pulsanti basculanti con attuatore per regolatori SLAVE a bordo. La diversificazione del tipo di comando da utilizzare, lascia all installatore la massima libertà di configurazione collocando, ad esempio, l attuatore per l attivazione di una presa comandata direttamente sul pulsante, oppure se la distanza fra il pulsante e la presa fosse superiore a quella fra la presa stessa e una scatola di derivazione, collegando la presa a un attuatore posto vicino a quest ultima. Allo scopo di chiarire il concetto appena espresso vengono ora illustrate alcune nozioni fondamentali non solo per la comprensione delle potenzialità del sistema, ma anche per scegliere correttamente il numero e il tipo di componenti che servono per realizzare un impianto By-me (ottimizzando quindi al massimo il lavoro sia di chi progetta sia di chi installa). Blocco funzionale: parte di un dispositivo che può essere considerata come se fosse un dispositivo indipendente. Alcuni esempi: 1. Apparecchio con un blocco funzionale: il blocco funzionale coincide con il dispositivo stesso, per esempio l attuatore con uscita a relè in scambio 16 A 50 V~ (serie Eikon 0535, Idea 16975, Plana 14535).. Apparecchio con due blocchi funzionali: nell interfaccia per comandi tradizionali (serie Eikon 0515, Idea 16955; Plana 14515) ciascuno dei due ingressi è un blocco funzionale. 3. Apparecchio con tre blocchi funzionali: nell apparecchio di comando a due pulsanti basculanti e attuatore (serie Eikon 056, Idea 16966, Plana 1456) si possono individuare tre blocchi funzionali: pulsante basculante sinistro, pulsante basculante destro e attuatore che, dal punto di vista della confi gurazione e dell utilizzo, sono a tutti gli effetti 3 dispositivi distinti. 4. Apparecchio con quattro blocchi funzionali: nell apparecchio di comando a tre pulsanti basculanti e attuatore (serie Eikon 0547, Idea 16987, Plana 14547) si possono individuare quattro blocchi funzionali: pulsante basculante sinistro, pulsante basculante centrale, pulsante basculante destro e attuatore che, dal punto di vista della confi gurazione e dell utilizzo, sono a tutti gli effetti quattro dispositivi distinti. NOTA Differenza tra pulsante basculante e pulsante semplice: un pulsante basculante può essere premuto sia sopra che sotto, un pulsante semplice può essere premuto solo sotto. Durante la fase di installazione, ogni blocco funzionale di qualsiasi dispositivo deve essere considerato come se fosse un dispositivo indipendente. In fase progettuale, quindi, è necessario prevedere prima le funzioni da realizzare e solo successivamente predisporre l elenco dei dispositivi che le dovranno attivare. La fi gura a fi anco illustra i blocchi funzionali dell apparecchio di comando a tre pulsanti semplici e attuatore (serie Eikon 0545, Idea 16985, Plana 14545). Durante l installazione, per esempio, si potrebbe utilizzare l attuatore per comandare il carico A tramite il pulsante di un altro apparecchio, il tasto sinistro per comandare il carico B tramite un primo attuatore, il tasto centrale per comandare il carico C tramite un secondo attuatore e il tasto destro per comandare il carico D tramite un terzo attuatore. Nessun vincolo lega quindi i blocchi funzionali di un dispositivo fi sico. Tutti i comandi a pulsante presentano nella parte anteriore un pulsante di confi gurazione mentre nella parte posteriore è sempre presente il morsetto di collegamento al Bus. A seconda della tipologia invece, troveremo o meno, i morsetti per il collegamento del carico. Attuatore relè Tasto sinistro Tasto centrale Apparecchio di comando a tre pulsanti semplici e attuatore (Eikon 0545, Idea 16985, Plana 14545). Apparecchio di comando a tre pulsanti semplici e attuatore (Eikon 0545, Idea 16985, Plana 14545). Carico B Carico C Attuatore Attuatore Fronte Carico D Attuatore Carico A Retro Pulsante di configurazione Tasto destro Pulsante 408

18 Apparecchi e dispositivi Gruppo funzionale (o Gruppo): insieme di blocchi funzionali connessi tra loro che forniscono una funzione nel sistema (per esempio: tre diversi pulsanti che comandano un unico attuatore e, di conseguenza, lo stesso carico). I dispositivi che compongono un gruppo funzionale sono collegati fra loro logicamente e non secondo un cablaggio tradizionale. Apparecchio di comando a due pulsanti basculanti. Attuatore con uscita a relé. Eikon 051 Idea Plana 1451 Eikon 0535 Idea Plana Linea BUS I gruppi devono comprendere solo blocchi funzionali omogenei tra loro: in un gruppo non è possibile la presenza di un attuatore per tapparelle e di un attuatore per comandare l accensione di una lampada. Per poter comandare l accensione di un carico da più punti è sufficiente aggiungere al gruppo altri blocchi funzionali tasto senza dover modificare i cablaggi. BY-ME Eikon 051 Idea Plana 1451 Eikon 051 Idea Plana 1451 Eikon 0541 Idea Plana Eikon 0535 Idea Plana Linea BUS Profondità di gruppo: numero di gruppi ai quali può appartenere un blocco funzionale. Ogni blocco funzionale può appartenere al massimo a 4 gruppi diversi. Gruppo 1 Gruppo Gruppo 3 Eikon 057 Idea Plana 1457 dispositivo 1: blocco funzionale tasto sinistro + attuatore dispositivo 1 Eikon 0547 Idea Plana dispositivo : blocco funzionale tasto sinistro + attuatore dispositivo Eikon 051 Idea Plana 1451 Dispositivo 3: blocco funzionale tasto + blocco funzionale attuatori dispositivi 1 e. Gli attuatori hanno profondità di gruppo, in quanto appartengono entrambi a due gruppi. 409

19 Automazione e antintrusione Apparecchi e dispositivi I dispositivi che assieme alla centrale, compongono il sistema By-me sono i seguenti: Comandi, che possono avere o meno l'attuatore incorporato, ed essere programmati da centrale come segue: per i comandi basculanti: ON-OFF; regolatori; tapparelle; attivazione scenari; per i comandi semplici: inversione di stato (passo-passo); solo ON; solo OFF; attivazione scenario; pulsante; tali comandi vanno completati con copritasti, da scegliere in base alla funzione che si vuole realizzare (uno o due moduli, con o senza simboli, personalizzabili, con targhetta dove scrivere il nome della funzione). Il led di segnalazione può essere configurato come sempre acceso, sempre spento, acceso con carico ON, acceso con carico OFF. I comandi sono disponibili nelle versioni a due o tre pulsanti (ingombro o 3 moduli) in modo da offrire massima flessibilità in funzione del numero e della collocazione dei carichi da comandare ma anche della predisposizione effettuata (soprattutto nel caso in cui di desideri installare il sistema By-me in una locazione predisposta per un impianto tradizionale). Attuatori a relè, disponibili nelle versioni da incasso, oppure da guida EN 500. Termostati disponibili nella versione per il controllo e comando dell impianto di riscaldamento/condizionamento e nella versione che consente anche il controllo e la regolazione dei fan coil (3 velocità). Regolatori per lampade ad incandescenza 30 V e faretti a bassa tensione (attraverso trasformatori dedicati) oppure per ballast elettronici per lampade fluorescenti (0-10 V). Complementi di impianto per il sistema di automazione: ricevitore e telecomando ad infrarossi, interfaccia per comandi tradizionali a 1 o moduli, modulo controllo carichi, comunicatore telefonico GSM, interfaccia di comunicazione per comunicatore, alimentatore, accoppiatore di linea. Interfacce contatti, disponibili nella tipologia a ingressi o in quella a 1 V (per il collegamento con tutti quei tipi di rivelatori che necessitano di alimentazione) che consentono il collegamento al sistema BUS di rivelatori quali contatti magnetici per porte e finestre, a fune per la protezione di tapparelle, d urto per la protezione di porte e vetrate, barriere ad infrarossi e possono inoltre essere utilizzate per la generazione di allarmi tecnici. Attuatori a relè, a 1 o moduli, che consentono la ripetizione dello stato di allarme ad altri dispositivi (comunicatore telefonico, ecc.). Interfacce radiofrequenza, che consentono di integrare nel sistema BUS dispositivi via radio alimentati a pile alcaline quali rivelatori di presenza, contatti magnetici e rivelatori per allarmi tecnici (acqua, fumo, temperatura anomala); attraverso il telecomando a radiofrequenza è inoltre possibile effettuare l attivazione/disattivazione totale o parzializzata dell impianto. Lettori a transponder e a smart card che, collegati con i dispositivi del sistema antintrusione, consentono di realizzare la funzione di controllo accessi. Complementi d impianto per il sistema antintrusione: sirena esterna su BUS (autoalimentata), sirena interna da incasso a 3 moduli, combinatori telefonici per rete fissa da parete o GSM da guida EN 500 (i comunicatori GSM, in particolare consentono la gestione da remoto del sistema By-me), alimentatore, contatti e rivelatori filari tradizionali, barriere ad infrarossi e supporti orientabili per rivelatori ad infrarossi. Tutti i dispositivi del sistema antintrusione sono protetti contro i Antitamper ottico (esempio con rivelatore serie Plana). Rivelatori di presenza, da incasso o da parete mini a 17 fasci su 4 piani (brevetto Vimar), o a doppia tecnologia da incasso o da parete. Tastierini digitali che consentono, digitando un determinato codice, di attivare/disattivare l impianto secondo le diverse parzializzazioni configurate in centrale e associate ognuna ad un codice numerico diverso. Inseritori a transponder, che opportunamente configurati, consentono l attivazione/disattivazione totale o parziale del sistema. Collegamento apparecchi. Chiavi e card a transponder, che garantiscono assoluta affidabilità e sicurezza nell inserimento e disinserimento dell impianto. Unità di back-up e unità ausiliaria portabatterie da incasso, che alloggiano le batterie (non fornite) che in caso di blackout alimentano l impianto ed hanno anche funzione di sirena interna, o da guida EN 500 che, in abbinamento al supporto porta batterie, possono essere installate sul centralino che alloggia anche l alimentatore del sistema. 410

20 Apparecchi e dispositivi tentativi di manomissione, inclusa la sconnessione e il cortocircuito della linea di collegamento. Gli apparecchi Eikon, Idea e Plana infatti, sono provvisti di antitamper ottico ad infrarossi; ogni dispositivo si autoprotegge emettendo posteriormente un raggio ad infrarossi che allerta il sistema al minimo tentativo di manomissione. Questo tipo di soluzione, brevettata da Vimar, non richiede nessun apparecchio meccanico supplementare, elimina il rischio di falsi allarmi e semplifica notevolmente il lavoro di installazione. Un importante novità sono i dispositivi touch screen che consentono all utente il controllo e il comando dell impianto toccando le icone associate alle funzioni implementate (gruppi, scenari, ecc). Sono disponibili due diverse tipologie di dispositivi: touch screen da 4.3 con display a colori, disponibile nelle serie Eikon e Plana, che consente il controllo e il comando di tutto l impianto di automazione e antintrusione By-me; touch screen a 3 moduli con display monocromatico, disponibile nelle serie Eikon, Idea e Plana, che consente il controllo e il comando locale, cioè di un singolo ambiente, dell impianto di automazione By-me. I touch screen possono essere installati solamente in impianti realizzati con centrali 8 moduli da incasso (art o ) oppure con le centrali da parete (art , 01951, 0195, e 01958). IMPORTANTE: i touch screen non sostituiscono la centrale; essi effettuano i comandi sull impianto che viene però configurato sempre attraverso la centrale per mezzo della quale vengono configurati anche i touch screen stessi. La programmazione delle icone e delle videate dei touch screen avviene invece mediante il software EasyTool. Infine vi sono le interfacce che consentono di far interagire l impianto By-me, realizzato con le centrali a monitor LCD, e gli applicativi: EasyTool, per le operazioni di gestione dei dati (database impianto, firmware, ecc.) delle centrali e per la configurazione dei touch screen; Applicativo per la gestione del sistema By-me con Microsoft Media Center, per la gestione completa dell impianto By-me attraverso il televisore o il monitor di un PC dedicato. I dettagli di questi applicativi software e le funzioni ad essi correlate sono illustrate nella sezione dedicata a pag. 46. Un impianto By-me può essere ampliato nel tempo; ad una installazione iniziale potranno infatti essere facilmente aggiunti nuovi componenti (comandi, attuatori, complementi), per i quali sarà sufficiente il collegamento al BUS e la configurazione da centrale, senza dover ricablare il circuito esistente né smontare dal muro componenti già installati. Configurazione della parte automazione del sistema By-me Questa operazione viene effettuata mediante la centrale, utilizzando il menù autoguidato ed i pulsanti di configurazione posti sui dispositivi. Si noti che dal momento in cui vengono creati i gruppi, la centrale non ha più alcun ruolo nel funzionamento di questi; i dispositivi e i relativi gruppi funzionali sono stati collegati logicamente tra loro e non necessitano più dell intervento della centrale. Configurazione della parte antintrusione del sistema By-me È l operazione che consente di creare le zone all interno delle quali vengono configurati i dispositivi e le loro modalità di funzionamento. Anche in questo caso l operazione viene effettuata attraverso la centrale mediante il menù autoguidato e i pulsanti di configurazione posti sugli apparecchi. BY-ME Le figure sotto illustrano i menù che consentono la configurazione dei dispositivi e dei relativi gruppi funzionali. Setup Selez Menù Principale Menù Setup Menù Configurazione Selez Selez Menù Gestione Gruppi Menù Creazione Gruppi Menù configurazione del gruppo 411

Sistemi di citofonia e videocitofonia Posti interni Zenith Posti esterni Musa

Sistemi di citofonia e videocitofonia Posti interni Zenith Posti esterni Musa Sistemi di citofonia e videocitofonia Posti interni Zenith Posti esterni Musa Indice Sistemi di citofonia e videocitofonia - Tecnologia e qualità... - Installazione più facile e rapida... 4 - I sistemi

Dettagli

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE UN SISTEMA INTEGRATO COMUNICAZIONE VERSO L ESTERNO Istituti di vigilanza Invio allarmi con protocollo CONTACT ID Comunicatore PSTN Espansione GSM Telefono

Dettagli

Con By-me la luce ha nuovi ruoli da protagonista.

Con By-me la luce ha nuovi ruoli da protagonista. Con By-me la luce ha nuovi ruoli da protagonista. Nuove lampade di illuminazione e d emergenza. Serenità e sicurezza risplendono in tutta la casa. Avere più luce in casa aumenta prima di tutto la tranquillità

Dettagli

Kit Domotici fai-da-te integrabili fra di loro, semplici da installare e da utilizzare.

Kit Domotici fai-da-te integrabili fra di loro, semplici da installare e da utilizzare. Per una casa più comoda, cura e intelligente, con un solo clic. Kit Domotici faidate integrabili fra di loro, semplici da installare e da utilizzare. www.easydo.it videosorveglianza, controllo carichi

Dettagli

DUE FILI PLUS. Con Due Fili Plus la videocitofonia può arrivare molto lontano.

DUE FILI PLUS. Con Due Fili Plus la videocitofonia può arrivare molto lontano. DUE FILI PLUS Con Due Fili Plus la videocitofonia può arrivare molto lontano. Abbiamo aumentato le performance, le distanze, le possibilità di dialogo. Da oggi con la nuova tecnologia Due Fili Plus si

Dettagli

LA PIÙ COMPLETA, INNOVATIVA ED EFFICIENTE.

LA PIÙ COMPLETA, INNOVATIVA ED EFFICIENTE. LA PIÙ COMPLETA, INNOVATIVA ED EFFICIENTE. LA TUA CENTRALE D ALLARME. LA NOSTRA FILOSOFIA Leader nel settore dei sistemi di sicurezza e domotica, dal 1978 offre soluzioni tecnologiche all avanguardia.

Dettagli

Manuale istruzioni. 01942 Comunicatore GSM-BUS

Manuale istruzioni. 01942 Comunicatore GSM-BUS Manuale istruzioni 01942 Comunicatore GSM-BUS Indice 1. Descrizione 2 2. Campo di applicazione 2 3. Contenuto della confezione 2 4. Vista frontale 3 5. Funzione dei tasti e led 4 6. Operazioni preliminari

Dettagli

DEFENDER HYBRID. Sistema antintrusione ibrido wireless e filare. fracarro.com

DEFENDER HYBRID. Sistema antintrusione ibrido wireless e filare. fracarro.com DEFENDER HYBRID Sistema antintrusione ibrido wireless e filare Il sistema Un sistema completamente nuovo e flessibile Impianto filare o wireless? Da oggi Defender Hybrid Defender Hybrid rivoluziona il modo

Dettagli

Manuale di utilizzo centrale ST-V

Manuale di utilizzo centrale ST-V Accessori 1 Capitolo I : Introduzione 2 1.1 Funzioni 2 1.2 Pannello_ 5 1.3 I CON 5 Capitolo II : Installazione e connessione 6 2.1 Apertura della confezione 6 2.2 Installazione del pannello_ 6 2.3 Cablaggio

Dettagli

Telefono Sirio lassico

Telefono Sirio lassico GUIDA USO Telefono Sirio lassico 46755H Aprile 2013 3 Indice INTRODUZIONE...1 CARATTERISTICHE TECNICHE E FUNZIONALI...1 CONTENUTO DELLA CONFEZIONE...1 INSTALLAZIONE...2 DESCRIZIONE DELL APPARECCHIO...3

Dettagli

GUIDA TECNICA 08. Linee guida funzionali MH08LF. BTicino SpA Via Messina, 38 20154 Milano - Italia www.bticino.it

GUIDA TECNICA 08. Linee guida funzionali MH08LF. BTicino SpA Via Messina, 38 20154 Milano - Italia www.bticino.it BTicino SpA Via Messina, 38 20154 Milano - Italia www.bticino.it Linee guida funzionali Piemonte Valle d Aosta Liguria UFFICIO REGIONALE 10098 RIVOLI (TO) c/o PRISMA 88 C.so Susa, 242 Tel. Q 011/9502611

Dettagli

Aladino Vision, il nuovo concetto di cordless

Aladino Vision, il nuovo concetto di cordless Gentile Cliente, Ti ringraziamo per aver scelto Aladino Vision. Aladino Vision è unico, essenziale, elegante e definisce un nuovo concetto per la telefonia cordless assegnando un ruolo attivo alla stazione

Dettagli

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 MANUALE D ISTRUZIONE SEMPLIFICATO La centralina elettronica FAR art. 9600-9612-9613 è adatta all utilizzo su impianti di riscaldamento dotati di valvola

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07 TB-SMS Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso Ver. 1.6.10 31/07/07 MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore TB-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili

Dettagli

Il centralino contemporaneo Da ABB consigli e soluzioni per trasformare la regola dell arte in un opera d arte.

Il centralino contemporaneo Da ABB consigli e soluzioni per trasformare la regola dell arte in un opera d arte. Il centralino contemporaneo Da ABB consigli e soluzioni per trasformare la regola dell arte in un opera d arte. Il montante L autostrada che porta al centralino Il montante È la conduttura che collega

Dettagli

Istruzioni di montaggio e per l'uso. Altoparlante ad incasso 1258 00

Istruzioni di montaggio e per l'uso. Altoparlante ad incasso 1258 00 Istruzioni di montaggio e per l'uso Altoparlante ad incasso 1258 00 Descrizione dell'apparecchio Con l'altoparlante ad incasso, il sistema di intercomunicazione Gira viene integrato in impianti di cassette

Dettagli

Progetta facile, progetta domotico. Le soluzioni su misura per ogni ambiente.

Progetta facile, progetta domotico. Le soluzioni su misura per ogni ambiente. Progetta facile, progetta domotico. Le soluzioni su misura per ogni ambiente. C O S T R U I T E C I S O P R A Indice 3 3 La Domotica y Home 4 4 Le applicazioni 4 55 Le applicazioni integrate 56 6 Le linee

Dettagli

Manuale istruzioni. 01913 Cronotermostato GSM. CLIMAPHONE

Manuale istruzioni. 01913 Cronotermostato GSM. CLIMAPHONE Manuale istruzioni 01913 Cronotermostato GSM. CLIMAPHONE Spazio riservato per annotare le tre cifre del PIN dell'eventuale password di protezione. Indice Principali operazioni a cura dell'utente............................................

Dettagli

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM 1 Stato del combinatore direttamente sul display della Consolle XM Interrogazione credito residuo tramite SMS e inoltro SMS ricevuti Messaggi di allarme pre-registrati Completa integrazione con centrali

Dettagli

ESEMPI APPLICATIVI. esempi di progettazione ed installazione

ESEMPI APPLICATIVI. esempi di progettazione ed installazione lighting management ESEMPI APPLICATIVI esempi di progettazione ed installazione 2 INDICE LIGHTING MANAGEMENT ESEMPI APPLICATIVI 04 L offerta di BTICINO 05 ORGANIZZAZIONE DELLA GUIDA CONTROLLO LOCALE -

Dettagli

Distributore per la Campania : Centro Sicurezza Campano di Marcello Cioffi Via Ben Hur 74-80126 Napoli Tel. sede 081 7679155 / email :

Distributore per la Campania : Centro Sicurezza Campano di Marcello Cioffi Via Ben Hur 74-80126 Napoli Tel. sede 081 7679155 / email : Distributore per la Campania : Centro Sicurezza Campano di Marcello Cioffi Via Ben Hur 74-80126 Napoli Tel. sede 081 7679155 / email : info@sicurezzacsc.it sito : www.sicurezzacsc.it 2 NEXTtec progetta

Dettagli

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1 Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5 9356197 Edizione 1 DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ Noi, NOKIA CORPORATION, dichiariamo sotto la nostra esclusiva responsabilità che il prodotto SU-5 è conforme alle

Dettagli

MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2

MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2 MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2 Pag. 1 / 10 SOMMARIO: 1 INTRODUZIONE... 3 2 PANNELLO DI CONTROLLO... 4 2.1 I TASTI... 4 2.2 IL DISPLAY... 4 3 I MENU... 5 3.1 MODIFICA TERMOSTATO AMBIENTE RADIO...

Dettagli

Centralina Compatta. Manuale d istruzioni. 04/2015 Dati tecnici soggetti a modifi che. info@psg-online.de www.psg-online.de

Centralina Compatta. Manuale d istruzioni. 04/2015 Dati tecnici soggetti a modifi che. info@psg-online.de www.psg-online.de Centralina Compatta 04/2015 Dati tecnici soggetti a modifi che info@psg-online.de www.psg-online.de Manuale d istruzioni Messa in funzione Il regolatore viene fornito con le impostazioni standard pronto

Dettagli

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it IDom MANUALE UTENTE Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it 2 COPYRIGHT Tutti i nomi ed i marchi citati nel documento appartengono ai rispettivi proprietari. Le informazioni

Dettagli

AMICO CI SENTO. Manuale di istruzioni - Italiano

AMICO CI SENTO. Manuale di istruzioni - Italiano AMICO CI SENTO Manuale di istruzioni - Italiano 1. Per iniziare 1.1 Batteria 1.1.1 Installare la batteria Rimuovere il coperchio della batteria. Allineare i contatti dorati della batteria con i relativi

Dettagli

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis Descrizione Generale Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis EOLO DAVIS rappresenta una soluzione wireless di stazione meteorologica, basata su sensoristica Davis Instruments, con possibilità di mettere

Dettagli

DESCRIZIONE. Elettrodi per rilevazione acqua. Dimensioni contenitore ca.: 71 (L) x 71 (H) x 30 (P) mm. (Da abbinare a modulo sonda art.

DESCRIZIONE. Elettrodi per rilevazione acqua. Dimensioni contenitore ca.: 71 (L) x 71 (H) x 30 (P) mm. (Da abbinare a modulo sonda art. 1009/001 1009/002D 1009/002S 1009/005D 1009/005S Frontale piatto da 25 mm per serratura e maniglia Personal Lock Frontale destro da 40 mm per serratura e maniglia Personal Lock Frontale sinistro da 40

Dettagli

Guida per capire dove e come installare prese e interruttori. Qui. Qui. E qui

Guida per capire dove e come installare prese e interruttori. Qui. Qui. E qui Guida per capire dove e come installare prese e interruttori. Qui Qui E qui Stanza per stanza, le soluzioni Vimar per il tuo impianto elettrico. ingresso soggiorno cucina camera bagno giardino 100% Made

Dettagli

MANUALE TECNICO 080406 E SMS

MANUALE TECNICO 080406 E SMS IT MANUALE TECNICO 080406 E SMS MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore E-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili a numeri telefonici preimpostati e di attivare uscite

Dettagli

CE 100-8. CENTRALE FILO E RADIO (48 bit) MANUALE DI INSTALLAZIONE (VERSIONE 6.31)

CE 100-8. CENTRALE FILO E RADIO (48 bit) MANUALE DI INSTALLAZIONE (VERSIONE 6.31) CE 100-8 CENTRALE FILO E RADIO (48 bit) MANUALE DI INSTALLAZIONE (VERSIONE 6.31) AVVERTENZE Si ricorda che l installazione del prodotto deve essere effettuata da personale Specializzato. L'installatore

Dettagli

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Istruzioni sull aggiornamento per i modelli di navigazione: AVIC-F40BT, AVIC-F940BT, AVIC-F840BT e AVIC-F8430BT

Dettagli

GUIDA CONFIGURAZIONE ED UTILIZZO GPS SAFE COME ANTIFURTO PER MOTO

GUIDA CONFIGURAZIONE ED UTILIZZO GPS SAFE COME ANTIFURTO PER MOTO GUIDA CFIGURAZIE ED UTILIZZO GPS SAFE COME ANTIFURTO PER MOTO Sommario: Download ed aggiornamento firmware GPS SAFE... 3 Track Manager, download ed installazione.... 4 Configurazione GPS SAFE ed utilizzo

Dettagli

E-VISION Tempo. Timer luci a microprocessore. Manuale d uso e installazione

E-VISION Tempo. Timer luci a microprocessore. Manuale d uso e installazione E-VISION Tempo Timer luci a microprocessore Manuale d uso e installazione ELOS E-VISION - Tempo Controllo Luci Acquario a Microprocessore. 1. Semplice da programmare 2. Gestisce sia lampade a led sia lampade

Dettagli

Citofono senza fili. Installazione. ed uso. (fascicolo staccabile all interno)

Citofono senza fili. Installazione. ed uso. (fascicolo staccabile all interno) Citofono senza fili Installazione ed uso (fascicolo staccabile all interno) Sommario Presentazione... 3 Descrizione... 4 La postazione esterna... 4 La placca esterna... 4 Il quadro elettronico... 4 La

Dettagli

feeling feeling rf Bedienungsanleitung Operating Manual Mode d emploi Instruzioni per l uso Instrucciones de uso Manual de instruções

feeling feeling rf Bedienungsanleitung Operating Manual Mode d emploi Instruzioni per l uso Instrucciones de uso Manual de instruções feeling feeling rf D GB F E P NL CZ Bedienungsanleitung Operating Manual Mode d emploi nstruzioni per l uso nstrucciones de uso Manual de instruções Bedieningshandleiding Návod k obsluze 2 42 82 122 162

Dettagli

CABLAGGI ED ISTRUZIONI DI UTILIZZO

CABLAGGI ED ISTRUZIONI DI UTILIZZO VALIDO PER MOD. DTCHARGE E 1000 CABLAGGI ED ISTRUZIONI DI UTILIZZO LEGGERE CON CURA IN OGNI SUA PARTE PRIMA DI ALIMENTARE TOGLIAMO IL COPERCHIO, COSA FARE?? Il DTWind monta alternatori tri fase. Ne consegue

Dettagli

Serie 12 - Interruttore orario 16 A. Caratteristiche SERIE 12 12.01 12.11 12.31

Serie 12 - Interruttore orario 16 A. Caratteristiche SERIE 12 12.01 12.11 12.31 Serie - nterruttore orario 16 A SERE Caratteristiche.01.11.31 nterruttore orario elettromeccanico - Giornaliero * - Settimanale ** Tipo.01-1 contatto in scambio 16 A larghezza 35.8 mm Tipo.11-1 contatto

Dettagli

Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Un approccio flessibile per la gestione audio

Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Un approccio flessibile per la gestione audio Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Un approccio flessibile per la gestione audio 2 Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Il vostro sistema per la comunicazione al pubblico di facile

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE Facoltà di Architettura Corso di Fisica Tecnica Ambientale Prof. F. Sciurpi - Prof. S. Secchi A.A. A 2011-20122012 IMPIANTI ELETTRICI CIVILI Per. Ind. Luca Baglioni Dott.

Dettagli

ANTIFURTO PER CANTIERI

ANTIFURTO PER CANTIERI ANTIFURTO PER CANTIERI Manuale di installazione - Ver. 1.1 DEMOKIT 1 Indice Indice... 2 1. INTRODUZIONE... 3 2. DESCRIZIONE DEI DISPOSITIVI... 3 2.1 Centrale Edilsecurity... 3 3. INSTALLAZIONE E PROGRAMMAZIONE

Dettagli

Attivatore Telefonico GSM

Attivatore Telefonico GSM Part. U1991B - 10/09-01 PC Attivatore Telefonico GSM art. F462 Istruzioni d uso INFORMAZIONI PER LA SICUREZZA L'impiego dell'attivatore GSM art. F462 in componenti o sistemi per supporto vita non è consentito

Dettagli

Videocitofonia a colori con cablaggio a 2 fili

Videocitofonia a colori con cablaggio a 2 fili IT MANUALE TECNICO MT SBC 0 Videocitofonia a colori con cablaggio a fili Assistenza tecnica Italia 046/750090 Commerciale Italia 046/75009 Technical service abroad (+9) 04675009 Export department (+9)

Dettagli

Sistemi di sicurezza _ Catalogo Generale

Sistemi di sicurezza _ Catalogo Generale Sistemi di sicurezza _ Catalogo Generale Intrusione. La minaccia si fa spazio. Che fare? Scegli Inim e stai sicuro. Lo spazio è protetto. Il pericolo fuori gioco. Tutto sotto controllo. GAME OVER SISTEMI

Dettagli

Modulo di ricezione radio NBFP490 con telecomando master Istruzioni di montaggio, uso e manutenzione

Modulo di ricezione radio NBFP490 con telecomando master Istruzioni di montaggio, uso e manutenzione WWW.FUHR.DE Modulo di ricezione radio NBFP490 con telecomando master Istruzioni di montaggio, uso e manutenzione Le presenti istruzioni dovranno essere trasmesse dall addetto al montaggio all utente MBW24-IT/11.14-8

Dettagli

Avena 135/135 Duo. T elefono cordless analogico DECT. Istruzioni per l uso

Avena 135/135 Duo. T elefono cordless analogico DECT. Istruzioni per l uso Avena 135/135 Duo T elefono cordless analogico DECT Istruzioni per l uso Attenzione: istruzioni per l uso con avvertenze di sicurezza! Leggerle attentamente prima di mettere in funzione l apparecchio e

Dettagli

Uninterruptible Power Supply ERA LCD 0.65 ERA LCD 0.85 ERA LCD 1.1. Manuale utente

Uninterruptible Power Supply ERA LCD 0.65 ERA LCD 0.85 ERA LCD 1.1. Manuale utente Uninterruptible Power Supply ERA LCD 0.65 ERA LCD 0.85 ERA LCD 1.1 Manuale utente Indice Avvisi di Sicurezza... 2 1 Introduzione... 3 2 Caratteristiche Generali... 3 3 Ricevimento e Collocazione... 4

Dettagli

Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16

Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16 Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16 Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo

Dettagli

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino TITOLO ESPERIENZA: Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino PRODOTTI UTILIZZATI: OBIETTIVO: AUTORE: RINGRAZIAMENTI: Interfacciare e controllare un modello di nastro trasportatore

Dettagli

Release 3.0. Entra nella tua casa Domotica BTicino.

Release 3.0. Entra nella tua casa Domotica BTicino. Release 3.0 Entra nella tua casa Domotica BTicino. La Domotica My Home 1 Le applicazioni 2 Le linee 3 I contatti 4 1 La Domotica My Home La Domotica My Home 1 Una scelta fondamentale. Scegliere la Domotica

Dettagli

IMMS-CI-HW. Interfaccia programmatore (CI) IMMS. Istruzioni per l installazione IMMS. Controller. Interface. AC From Transformer 24 VAC REM 24 VAC SEN

IMMS-CI-HW. Interfaccia programmatore (CI) IMMS. Istruzioni per l installazione IMMS. Controller. Interface. AC From Transformer 24 VAC REM 24 VAC SEN CI 4 Comm. IMMS-CI-HW Interfaccia programmatore (CI) IMMS POWER From Transformer 24 V 24 V Ground To REM Istruzioni per l installazione To SmartPort Sensor 1 Sensor 2 Sensor 3 From Sensors Sensor Common

Dettagli

G722/... G723/... G723H/... G724/... G725/...

G722/... G723/... G723H/... G724/... G725/... F80/MC F80/MCB F80/MMR F80/SG F80/SGB F7FA0AP-0W0 F9H0AP-0W0 = Led indicazione di guasto per cortocircuito = Led Indicazione di guast o verso terra = Pulsante interfaccia utente = Indicazione sezionamento

Dettagli

Manuale d uso Italiano. Beafon S40

Manuale d uso Italiano. Beafon S40 Manuale d uso Italiano Beafon S40 Informazioni generali Congratulazioni per l acquisto del telefono Bea-fon S40! Si consiglia di leggere le presenti informazioni prima di utilizzare il telefono per poterne

Dettagli

Caratteristiche principali

Caratteristiche principali Il regolatore semaforico Hydra nasce nel 1998 per iniziativa di CTS Engineering. Ottenute le necessarie certificazioni, già dalla prima installazione Hydra mostra sicurezza ed affidabilità, dando avvio

Dettagli

INDICE ANALISI MISURAZIONE TERMOREGOLAZIONE

INDICE ANALISI MISURAZIONE TERMOREGOLAZIONE INDICE ANALISI MISURAZIONE TERMOREGOLAZIONE Pagina. M 1 Cronotermostati M 3 Termostati.. M 4 Centraline climatiche M 4 Orologi M 6 Accessori abbinabili a centraline Climatiche e termoregolatori M 7 M 01

Dettagli

MODULO TERMOSTATO A PANNELLO VM148

MODULO TERMOSTATO A PANNELLO VM148 MODULO TERMOSTATO A PANNELLO VM148 Modulo termostato a pannello 4 COLLEGAMENTO 9-12V DC/ 500mA L1 L2 ~ Riscaldatore/Aria condizionata Max. 3A Max. 2m Sensore di temperatura Per prolungare il sensore, utilizzare

Dettagli

Stazione Meteorologica PCE-FWS 20

Stazione Meteorologica PCE-FWS 20 www.pce-italia.it Istruzioni d uso Stazione Meteorologica PCE-FWS 20 1 Istruzioni d uso www.pce-italia.it Indice dei contenuti Titolo 1. Visione generale... 3 2. Contenuto della spedizione... 3 3. Informazione

Dettagli

Questo dispositivo, inoltre, è modulare; è quindi possibile scegliere i moduli e personalizzare la configurazione più adatta per le proprie esigenze.

Questo dispositivo, inoltre, è modulare; è quindi possibile scegliere i moduli e personalizzare la configurazione più adatta per le proprie esigenze. MONITOR DEFIBRILLATORE LIFEPAK 12 Il Monitor Defibrillatore LIFEPAK 12 è un dispositivo medicale che nasce per l emergenza e resiste ad urti, vibrazioni, cadute, polvere, pioggia e a tutte quelle naturali

Dettagli

+L3DWK#6333# +L3DWK#8333#560

+L3DWK#6333# +L3DWK#8333#560 +L3WK#6333# +L3WK#8333#560 +L3WK#$OO6HUYH/#+LFRP#483#(2+ RSWL3RLQW#833#HFRQRP\ RSWL3RLQW#833#EVLF RSWL3RLQW#833#VWQGUG RSWL3RLQW#833#GYQFH,VWU]LRQL#G VR Sulle istruzioni d uso Sulle istruzioni d uso Le

Dettagli

Serie Motorola D1110. Telefono Cordless Digitale con Segreteria Telefonica

Serie Motorola D1110. Telefono Cordless Digitale con Segreteria Telefonica Serie Motorola D1110 Telefono Cordless Digitale con Segreteria Telefonica Avvertenza Servirsi unicamente di batterie ricaricabili. Caricare il portatile per 24 ore prima dell uso. Benvenuti... al vostro

Dettagli

SEGNI GRAFICI PER SCHEMI

SEGNI GRAFICI PER SCHEMI Corrente e Tensioni Corrente continua Trasformatore a due avvolgimenti con schermo trasformatore di isolamento CEI 14-6 Trasformatore di sicurezza CEI 14-6 Polarità positiva e negativa Convertitori di

Dettagli

Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser

Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser Manuale d Istruzioni Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser MODELLO 42545 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato il Termometro IR Modello 42545. Il 42545 può effettuare

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo 86-W Sistema integrato compatto di valvole con I/O elettronici Sistemi personalizzati premontati e collaudati per il pilotaggio del

Dettagli

ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali

ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali /2 Introduzione /5 Norme di riferimento e interruttori magnetotermici /6 Trasformatore d isolamento e di sicurezza / Controllore d isolamento e pannelli di controllo

Dettagli

IL SEGRETO DI UN BUON RIPARTITORE

IL SEGRETO DI UN BUON RIPARTITORE FOCUS TECNICO IL SEGRETO DI UN BUON RIPARTITORE ADEGUAMENTO ALLE NORMATIVE DETRAZIONI FISCALI SUDDIVISIONE PIÙ EQUA DELLE SPESE RISPARMIO IN BOLLETTA MINOR CONSUMO GLOBALE DI TUTTO IL CONDOMINIO COSTO

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Meeting

TeamViewer 8 Manuale Meeting TeamViewer 8 Manuale Meeting Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

ACCENDIAMO IL RISPARMIO

ACCENDIAMO IL RISPARMIO ACCENDIAMO IL RISPARMIO PUBBLICA ILLUMINAZIONE PER LA SMART CITY Ing. Paolo Di Lecce Tesoriere AIDI Amministratore Delegato Reverberi Enetec srl LA MISSION DI REVERBERI Reverberi Enetec è una trentennale

Dettagli

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W AC Anywhere Inverter (prodotto di classe II) Manuale utente F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W Leggere attentamente le istruzioni riguardanti l installazione e l utilizzo prima di utilizzare

Dettagli

FAS-420-TM rivelatori di fumo ad aspirazione LSN improved version

FAS-420-TM rivelatori di fumo ad aspirazione LSN improved version Sistemi di Rivelazione Incendio FAS-420-TM rivelatori di fumo ad FAS-420-TM rivelatori di fumo ad Per il collegamento alle centrali di rivelazione incendio FPA 5000 ed FPA 1200 con tecnologia LSN improved

Dettagli

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche F12 MANUALE UTENTE 1. F12 Caratteristiche Progettato per sopravvivere in condizioni difficili, fornendo regolari ed accurate registrazioni di posizione sfruttando un GPS all avanguardia sulla rete cellulare,

Dettagli

Ricevitore con fascia pettorale per la misurazione della frequenza cardiaca con gli smartphone ISTRUZIONI PER L USO

Ricevitore con fascia pettorale per la misurazione della frequenza cardiaca con gli smartphone ISTRUZIONI PER L USO Ricevitore con fascia pettorale per la misurazione della frequenza cardiaca con gli smartphone ISTRUZIONI PER L USO VOLUME DI FORNITURA 1 ricevitore (n. art. RUNDC1, modello: 92-1103800-01) incluse batterie

Dettagli

P od o u d z u io i n o e n e d e d l e l l a l a c o c r o ren e t n e e a l a t l er e na n t a a alternatori. gruppi elettrogeni

P od o u d z u io i n o e n e d e d l e l l a l a c o c r o ren e t n e e a l a t l er e na n t a a alternatori. gruppi elettrogeni Produzione della corrente alternata La generazione di corrente alternata viene ottenuta con macchine elettriche dette alternatori. Per piccole potenze si usano i gruppi elettrogeni. Nelle centrali elettriche

Dettagli

Manuale di installazione e d uso

Manuale di installazione e d uso Manuale di installazione e d uso 1 Indice Installazione del POS pag. 2 Funzionalità di Base - POS Sagem - Accesso Operatore pag. 2 - Leggere una Card/braccialetto Cliente con il lettore di prossimità TeliumPass

Dettagli

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE Le apparecchiature di questa serie, sono frutto di una lunga esperienza maturata nel settore dei gruppi di continuità oltre che in questo specifico. La tecnologia on-line doppia conversione, assicura la

Dettagli

Istruzioni di montaggio e per l'uso. Citofono interno Standard con auricolare 1281..

Istruzioni di montaggio e per l'uso. Citofono interno Standard con auricolare 1281.. Istruzioni di montaggio e per l'uso Citofono interno Standard con auricolare 1281.. Descrizione dell'apparecchio Il citofono interno Standard con auricolare fa parte del sistema di intercomunicazione Gira

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

Manuale Tecnico di installazione e programmazione

Manuale Tecnico di installazione e programmazione Manuale Tecnico di installazione e programmazione AVVERTENZE Questo manuale contiene informazioni esclusive appartenenti alla Combivox Srl Unipersonale. I contenuti del manuale non possono essere utilizzati

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE

GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE Sommario DECODER CUBOVISION 1 TELECOMANDO 3 COLLEGAMENTO ALLA TV 4 COLLEGAMENTO A INTERNET 6 COLLEGAMENTO ANTENNA 8 COLLEGAMENTO ALLA RETE ELETTRICA 9 COLLEGAMENTO AUDIO

Dettagli

Milliamp Process Clamp Meter

Milliamp Process Clamp Meter 771 Milliamp Process Clamp Meter Foglio di istruzioni Introduzione La pinza amperometrica di processo Fluke 771 ( la pinza ) è uno strumento palmare, alimentato a pile, che serve a misurare valori da 4

Dettagli

2capitolo. Alimentazione elettrica

2capitolo. Alimentazione elettrica 2capitolo Alimentazione elettrica Regole fondamentali, norme e condotte da seguire per gestire l'interfaccia tra la distribuzione elettrica e la macchina. Presentazione delle funzioni di alimentazione,

Dettagli

SISTEMA DI CONTROLLO ACCESSI FUNZIONANTE SU RETE LonWorks (ANSI/EIA 709, EN 14908) E CONFORME ALLE DIRETTIVE LonMark DI INTEROPERABILITA.

SISTEMA DI CONTROLLO ACCESSI FUNZIONANTE SU RETE LonWorks (ANSI/EIA 709, EN 14908) E CONFORME ALLE DIRETTIVE LonMark DI INTEROPERABILITA. APICE s.r.l. SISTEMA DI CONTROLLO ACCESSI FUNZIONANTE SU RETE LonWorks (ANSI/EIA 709, EN 14908) E CONFORME ALLE DIRETTIVE LonMark DI INTEROPERABILITA. Descrizione del sistema Luglio 2006 SISTEMA DI CONTROLLO

Dettagli

74 319 0350 0 B3144x2. Controllore universale RMU7... Istruzioni operative. Synco 700

74 319 0350 0 B3144x2. Controllore universale RMU7... Istruzioni operative. Synco 700 74 319 0350 0 B3144x2 74 319 0350 0 Istruzioni operative Synco 700 Controllore universale RMU7... Sommario B3144x2...1 Elementi operativi...4 Display...4 Pulsante INFO...4 Manopola per selezione e conferma

Dettagli

Come utilizzare il contatore elettronico trifase. E scoprirne tutti i vantaggi.

Come utilizzare il contatore elettronico trifase. E scoprirne tutti i vantaggi. Come utilizzare il contatore elettronico trifase. E scoprirne tutti i vantaggi. Indice Il contatore elettronico. Un sistema intelligente che lavora con te 2 Un contatore che fa anche bella figura 3 Oltre

Dettagli

Batterie per recinti. Batteria alcalina a secco 9 V. Batteria a secco 9 V zinco-carbonio

Batterie per recinti. Batteria alcalina a secco 9 V. Batteria a secco 9 V zinco-carbonio Batterie per recinti Batteria alcalina a secco 9 V Le batterie alcaline AKO 9 V mantengo un alto voltaggio costante per tutta la loro durata. Questo permette al recinto di mantenere un andamento costante

Dettagli

AUDIOSCOPE Mod. 2813-E - Guida all'uso. Rel. 1.0 DESCRIZIONE GENERALE.

AUDIOSCOPE Mod. 2813-E - Guida all'uso. Rel. 1.0 DESCRIZIONE GENERALE. 1 DESCRIZIONE GENERALE. DESCRIZIONE GENERALE. L'analizzatore di spettro Mod. 2813-E consente la visualizzazione, in ampiezza e frequenza, di segnali musicali di frequenza compresa tra 20Hz. e 20KHz. in

Dettagli

ELEMENTI DI RISCHIO ELETTRICO. Ing. Guido Saule

ELEMENTI DI RISCHIO ELETTRICO. Ing. Guido Saule 1 ELEMENTI DI RISCHIO ELETTRICO Ing. Guido Saule Valori delle tensioni nominali di esercizio delle macchine ed impianti elettrici 2 - sistemi di Categoria 0 (zero), chiamati anche a bassissima tensione,

Dettagli

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Assistenza tecnica Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

FORNASIER TIZIANO & C. S.a.s. Manuale d uso HUMITESTER

FORNASIER TIZIANO & C. S.a.s. Manuale d uso HUMITESTER FORNASIER TIZIANO & C. S.a.s. Manuale d uso HUMITESTER Versione 1.0 del 18.08.2009 Sommario Schermata iniziale Pag. 3 Descrizione tasti del menu Pag. 3 Pagina principale Pag. 4 Pagina set allarmi Pag.

Dettagli

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 Manuale d'istruzioni Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 382280 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato l'alimentatore DC Programmabile 382280 della Extech.

Dettagli

BTEL-GT. Manuale di installazione ed uso ISO 14001 IT-52588 ISO 9001 9105.BNT1 ISO 14001 9191.BNT2 ISO 9001 IT-52587 OHSAS 18001 OHSAS 18001

BTEL-GT. Manuale di installazione ed uso ISO 14001 IT-52588 ISO 9001 9105.BNT1 ISO 14001 9191.BNT2 ISO 9001 IT-52587 OHSAS 18001 OHSAS 18001 BTEL-GT Manuale di installazione ed uso 0470 ISO 9001 9105.BNT1 ISO 9001 IT-52587 ISO 14001 9191.BNT2 ISO 14001 IT-52588 OHSAS 18001 OHSAS 18001 9192.BSEC IT - 60983 Tab.1 N. I IDENTIFICAZIONE DELLE PARTI

Dettagli

ascom Ascotel Office 25 Istruzioni per l'uso con norme di sicurezza www.ascom.com/ec/documents 20321611it_ba_b0

ascom Ascotel Office 25 Istruzioni per l'uso con norme di sicurezza www.ascom.com/ec/documents 20321611it_ba_b0 ascom Ascotel Office 25 Istruzioni per l'uso con norme di sicurezza www.ascom.com/ec/documents 20321611it_ba_b0 1 2 3 4 Elementi di comando e visualizzazione Elementi di comando e visualizzazione 11 12

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

CATALOGO 2010 MAS. Nuovi quadri ad uso medico

CATALOGO 2010 MAS. Nuovi quadri ad uso medico CATALOGO 2010 MAS Nuovi quadri ad uso medico INDICE NUOVI QUADRI PER LOCALI AD USO MEDICO 2 TUTTI I VANTAGGI DELLA GAMMA MAS 4 NUOVI SORVEGLIATORI E PANNELLI RIPETITORI 6 CATALOGO 8 INFORMAZIONI TECNICHE

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli