CAPITOLATO RESIDENZA LUNGO NAVIGLIO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO RESIDENZA LUNGO NAVIGLIO"

Transcript

1 CAPITOLATO RESIDENZA LUNGO NAVIGLIO COMFORT Tutti gli appartamenti sono dotati di un isolamento termico ed acustico di assoluta efficienza, in linea con gli ultimi aggiornamenti in materia. L impianto di riscaldamento, al fine di ottimizzare la resa ed i consumi, è di tipo centralizzato con generatore di calore posizionata al piano interrato. Per tutte le unità abitative è prevista la predisposizione di un impianto di condizionamento di tipo autonomo. Per le camere ed i disimpegni notte è prevista una pavimentazione in parquet. Gli infissi esterni sono in legno con vetro camera, dotati di alta capacità di resistenza termica ed acustica. Il cancello carrabile è automatico ed apribile mediante telecomando. TECNOLOGIA Impianto tv satellitare e terrestre centralizzato. Il giardino è dotato di impianto di irrigazione automatico. Impianto di riscaldamento costituito da un termostato posizionato in zona giorno e da n. 1 termostato nelle camere e nei bagni per la regolazione della temperatura. Ad integrazione dell impianto di riscaldamento, ogni bagno è fornito di un radiatore d arredo. Impianto di allarme completo di centralina con combinatore telefonico (linea pst) composto da n. 2 punti radar, 1 punto su porta blindata, oltre a tastiera per inserimento e disinserimento allarme e altro punto a scelta. Predisposizione tubi vuoti per impianto elettrico tapparelle SICUREZZA Tutti gli appartamenti sono muniti di impianto videocitofonico. Ogni appartamento è dotato di un impianto di allarme ad infrarossi (n. 2 punti) collegato alla centralina domotica. Ogni unità immobiliare è dotata di porta di sicurezza blindata ad alta resistenza all intrusione. Caratteristiche specifiche dell intervento 1. STRUTTURA Tutta la struttura dell edificio sarà in cemento armato, formata da travi e pilastri con solai in laterocemento per le zone abitabili ed in predalle per i piani cantinati; le fondazioni saranno anch esse in cemento armato così come le murature perimetrali del piano cantinato. Tale scelta strutturale garantisce maggiormente una perfetta stabilità dell edificio e garanzia di durata nel tempo: il tutto nel totale rispetto della vigente normativa in materia ( rif. T.M.L.L.P.P. 23 gennaio 1996). 2. MURATURE e COIBENTAZIONI Le murature di tamponamento perimetrali verranno realizzate con caratteristiche migliorative rispetto a quanto richiesto dalle vigenti normative in materia di isolamento termico (l10/91 e successive modificazioni relative al contenimento dei consumi energetici) ed acustico(dpcm del 05/12/91 determinazione dei requisiti acustici passivi degli edifici).

2 Particolare cura verrà posta nella coibentazione delle strutture al fine di evitare i ponti termici che inevitabilmente portano alla antiestetica formazione di umidità negli angoli delle murature. Il legante impiegato sarà malta bastarda premiscelata certificata M2 2.1 Murature perimetrali Il pacchetto murario sarà costituito da : un paramento esterno in mattone semipieno porizzato afonico da cm 20 di spessore intonacato sulla facciata interna; un paramento interno in mattoni forati da cm 8 di spessore anch essi afonico, poggiati su fascia antirumore; L attenzione ad un corretto ed efficace isolamento termico ed acustico, tra i principali elementi qualificanti dell intervento, si evidenzia poi nell utilizzo di apposite strisce antirumore di materiale idoneo poste al di sotto dei tavolati interni e nell utilizzo della tecnologia a pavimento galleggiante che consiste nell utilizzo di un apposito materassino afonico posto al di sotto tutte le pavimentazioni dell alloggio ed appositamente risvoltato sulle pareti sino al di sotto dello zoccolino; nella stessa logica rientra l utilizzo di portoncini di sicurezza coibentati, l utilizzo di tubazioni si scarico afoniche e la coibentazione verso i vani scala ed i vani ascensori. 2.2 Murature a divisione tra le diverse unita abitative Il pacchetto murario è costituito da : paramento in mattone semipieno porizzato afonico da cm 8 di spessore intonacato su una facciata interna, altro paramento in laterizio afonico cm 12 entrambe le pareti poggiano su fascia antirumore; 2.3 Isolamento all interno delle murature a divisione tra le diverse unita abitative interposti tra i due paramenti vi saranno, quale isolamento termico ed acustico, pannelli in lana di roccia spessore cm 5+5 ad altissima densità (min 70Kg/mc)fissata a una delle due murature con tasselli in misura di almeno 4mq 2.4 divisori interni agli appartamenti Le murature a divisione dei locali interni ad ogni unità immobiliare saranno formati da tavolato in mattoni forati spesso cm divisori interni agli appartamenti bagni e cucine i tavolati di bagni e cucine verranno realizzati in mattoni spessore cm. 12 dove sono presenti tubazioni impiantistiche cm 5 ad altissima densità (min 70Kg/mc) 2.6 controtavolati su pareti in CLS i contro tavolati verranno realizzati in mattone pesante afonico sp cm 8 previa posa di pannelli in lana di roccia spessore cm 5 ad altissima densità (min 70Kg/mc) 2.7 Pareti in blocchi di cemento vibro compresso faccia a vista i divisori nel piano interrato saranno realizzati in blocchi di cemento vibro compresso faccia a vista sp cm 20 per le divisioni REI 120, in blocchi cm 12 per le divisioni dei box e in blocchi cm 8 per le divisioni delle cantine. 2.8 Utilizzo fascia antirumore

3 3. INTONACI INTERNI ALLE UNITA' ABITATIVE 3.1 Intonaci bagni e cucine e angoli cottura Nei bagni e cucine saranno realizzati intonaci premiscelati base cemento sp mm15 con finitura a stabilitura tirata a fratazzo 3.2 Intonaci locali immondezzaio Nei bagni e cucine saranno realizzati intonaci premiscelati base cemento sp mm 15con finitura a stabilitura tirata a fratazzo 3.3 Locali abitazioni L intonaco sarà realizzato con intonaco premiscelato base gesso sp mm 15 con finitura a gesso scagliola 3.4 Vani scala e rampe L intonaco sarà realizzato con intonaco premiscelato base gesso sp mm 15 con finitura a gesso scagliola Tutti gli intonaci interni saranno realizzate con intonaco pronto e superficie rasata a gesso con la sola eccezione delle pareti dei bagni e delle cucine abitabili che saranno in intonaco traspirante base cemento con finitura "al civile". 4. FINITURA DELLA FACCIATE 4.1 Finitura delle facciate a cappotto Le facciate saranno finite con rivestimento a cappotto realizzato mediante la posa di pannelli di polistirolo densità Kg/Mc 25 spessore cm 16 fissati con colla e tasselli, successivamente il pannello verrà rasato con due mani di idoneo collante e fra i due strati verrà posata rete in fibra di vetro peso g/mq 200. lo strato di finitura sarà intonaco in pasta tipo venezia dato a spatola di colore a scelta della DL 4.2 finitura delle facciate in corrispondenza del vano scala Alla voce 4.1 verrà applicato uno strato di finitura in gres porcellanato posato a colla a scelta della DL 4.3 davanzali I davanzali saranno realizzare in QUARZITE GRIGIA levigata e spazzolata di spessore cm 6 con coste levigate e gocciolatoio. La pietra viene protetta dalle intemperie mediante applicazione di con idrorepellente. 4.4 soglie e copertine Le soglie e le copertine dei balconi saranno realizzare in QUARZITE GRIGIA levigata e spazzolata di spessore cm 3 con coste levigate e gocciolatoio. La pietra viene protetta dalle intemperie mediante applicazione di con idrorepellente. 5. COPERTURE

4 5.1 coperture inclinate in tegole Le parti della copertura in pendenza saranno realizzate con tegola in CLS vibrato modello portoghese 5.2 copertura orizzontale In corrispondenza delle coperture orizzontali verrà realizzato con strato isolante di polistirene estruso catramato per migliorare l adesione della guaina bituminosa densita Kg/mc 25 sp cm 10, successiva stesura di doppio strato incrociato di guaina bituminosa elastomerica sp. Mm 4+4, i teli avranno una sovrapposizione longitudinale di almeno cm 15 e di testa di almeno 15. Lo strato finale sarà in CLS armato di spessore variabile di cm 10/15 al fine di permettere la realizzazione di pendenze necessarie a migliorare lo scolo delle acque meteoriche 5.3 lattonerie Al fine di garantire la durabilità verranno posate lattonerie in lamiere di alluminio preverniciato spessore 8/10 cosi come i pluviali. 6. SERRAMENTI INTERNI 6.1 Porte blindate Ogni unità abitativa è dotata di portoncino di ingresso di sicurezza blindato a più punti di chiusura con spioncino e lama parafreddo marca DIERRE modello SENTRY 4. internamente il rivestimento sarà in coordinato con le porte interne, il pannello esterno sui vani scala sarà laccato di colore e finitura a scelta della Dl, mentre le porte poste al piano terra con accesso esterno saranno dotate di pannello esterno in compensato marino pantografato. Potere fono isolante R 1 w min 42 db Trasmittanza termica max 0,90 W/mqK 6.2 porte interne a battente Le porte interne a battente con saranno in legno con guarnizione di battuta in chiusura,coprifili maggiorati con incontro marca FB4 modello ARREDA colori tanganika tinto naturale, tanganika tinto noce, tanganika tinto cigliegio o in alternativa Marca FB4 modello FACILE colore laccato bianco. 6.3 porte interne scorrevoli Le porte interne a battente con saranno in legno con guarnizione di battuta in chiusura,coprifili maggiorati con incontro marca FB4 modello ARREDA colori tanganika tinto naturale, tanganika tinto noce, tanganika tinto cigliegio o in alternativa Marca FB4 modello FACILE colore laccato bianco, Le porte saranno montate su falsi telai a scomparsa da intonaco marca ECLISSE 6.4 maniglieria porte interne Le maniglie delle porte a battente saranno in cromo-satinato marca COLOMBO modello Robot, la ferramenta delle porte scorrevoli saranno anch esse in cromo-satinato 6.5 porte cantina Le porte cantina saranno realizzate in lamiera metallica tamburata sp mm40 struttura in fibra alveolare, interamente zincata e verniciata finita in colore chiaro a scelta della DL;;. 6.6 porte REI

5 Le porta tagliafuoco saranno metalliche, interamente zincata e verniciata finita in colore chiaro a scelta della DL, telaio su quattro lati. Certificata e omologata nelle seguenti classificazioni REI 60 conforme UNI 9723, ad una e due ante REI 120 conforme UNI 9723, ad una e due ante 6.7 porte basculanti per box Le porte saranno del tipo a contrappeso in acciaio zincato e verniciato in colori chiari a scelta della dl, complete di battute e controbattute laterali ed ogni altro accessorio necessario. 7. SERRAMENTI ESTERNI I serramenti esterni saranno in legno naturale mordenzato noce, con oscuranti in alluminio rispondenti alle più severe norme in materia di tenuta all'acqua ed al vento e all aria in particolare: Tenuta all aria classe 4 Tenuta all acqua classe 9 Tenuta al vento classe c5 7.1 serramenti in legno naturale di abete massello I profili impiegati saranno di dimensione 68x78 nominale dotati di due guarnizioni sul telaio fisso e una 3 sull anta mobile, le vetrate saranno: - per le finestre saranno del tipo basso emissivo da mm 6/15/44.1aBe1.0+Ar+C.M. - per le porte finestre saranno del tipo basso emissivo da mm 6T/15/441aBe1.0+Ar+C.M I serramenti avranno le seguenti caratteristiche di: - Isolamento termico trasmittanza totale W/mqK Isolameto acustico db 42 per finestre, db 40 per portefinestre 7.2 oscuranti. L'oscuramento dei serramenti è garantito tapparella in alluminio coibentato con nervature di irrigidimento, tappi di arresto in PVC peso del telo Kg/mq serramenti ingresso e vano scala I serramenti del vano scala al fine di impedire la dispersione di calore saranno in alluminio preverniciato a taglio termico, dotati di vetrocamera stratificato Il portoncino di primo ingesso sarà dotato di serratura elettrica comandata da ogni singolo appartamento, mentre le finesrtre del vano scala avranno apertura a vasistas 7.4 Sportelli di ispezione vani tecnici su vano scala A chiusura dei vani tecnici verranno installati serramenti in alluminio filo muro di dimensione variabile a seconda delle necessità, dotati di serratura. 8. PAVIMENTI E RIVESTIMENTI IN CERAMICA I pavimenti ed i rivestimenti in ceramica saranno prescelti tra le primarie marche di produzioni e saranno rigorosamente di prima scelta; al cliente verrà proposto, già da capitolato, un'ampia scelta di varianti sia di serie che di colore, garantendo la scelta tra: - pavimenti soggiorno n 48 tipologie - pavimenti e rivestimenti bagni n 46 tipologie - rivestimento cucine N 18 tipologie

6 i capitolati potranno subire variazioni dovuta alla disponibilita del produttore pur mantenendo la stessa varietà di scelta 8.1 Rivestimento soggiorni e cucine Le pavimentazioni dei soggiorni saranno in MONOCOTTURA/GRES PORCELLANATO nei formati 30x30 33x33 40x40 45x 45 da scegliere tra marca MARAZZI serie MEGAN, Marca CASABELLA serie SUGAR, Marca ROCA serie DELFOS, marca SINTESI serie SPAZIO, marca TAU GRES serie DEVON. per tutte le marche e serie i colori sono da scegliersi secondo campionario presente in esposizione. Le piastrelle verranno posate a correre senza fuga 8.2 pavimento e rivestimento bagni e cucine Le pavimentazioni dei BAGNI saranno in MONOCOTTURA/GRES PORCELLANATO nei formati cm. 20X20 20X25 25X33 da scegliersi tra: CERDISA serie CARACALLA e PIERMARINI, marca MARBERIA serie SIMPLE, AGORÀ, BEHAPPY, MOSAIC, Marca MARAZZI serie ESTELA, ELEGANGE, SORAIA e marca CAVALLINO serie CUCINE. Le piastrelle verranno posate accostate diritte senza fuga, i rivestimenti avranno un altezza di cm zoccolini in legno Gli appartamenti avranno zoccolino in legno mordenzato noce di altezza pari a 8 cm posato con colla e chiodi 8.4 pavimenti in legno Le pavimentazioni delle camere da letto e dei disimpegni notte saranno in parquet prefinito di prima scelta in essenza Rovere o Iroko con listelli di dimensione pari circa cm. 7 di larghezza per 60 di lunghezza e spessore totale pari a cm. 1; i listelli saranno posati diritti a correre. 8.5 pedate scala Le pedate verranno rivestite in pietra senape finitura patinata, spessore cm 3 posate con sabbia e cemento 8.6 alzate scala Le alzate verranno rivestite in pietra senape finitura patinata, spessore cm 2 posate con sabbia e cemento 8.7 pianerottoli e ballatoi scala I pianerottoli saranno rivestite in pietra senape finitura patinata, spessore cm 2 posate con sabbia e cemento a correre senza fughe 8.8 contorni porte d ingresso I contorni saranno rivestite in pietra senape finitura patinata, spessore cm zoccolino scala Lo zoccolino scala sarà realizzato in pietra senape finitura patinata, spessore cm 1 posato a colla. 9. IMPIANTI DI RISCALDAMENTO Sarà centralizzato con pompa di calore geotermica con pavimentazione radiante e garantirà una temperatura interna di 20 c. +/- 1 c. con temperatura esterna fino a -5 c. Ogni unità abitativa sarà dotata di uno strumento di contabilizzazione dei consumi effettivi.

7 9.1 Corpi scaldanti La distribuzione del calore è garantita da pannelli radianti a pavimento. 10. IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO Ogni unità immobiliare sarà dotata di predisposizione impianto di condizionamento autonomo con la previsione di raffrescamento dei locali soggiorno e delle camere da letto. 11. IMPIANTI IDRICO - SANITARI Gli impianti idrici saranno realizzati con materiali di primaria qualità al fine di garantirne una lunga durata; la produzione di acqua calda è centralizzato e garantito dalla pompa di calore geotermica, la contabilizzazione dei consumi di acqua calda avviene tramite contabilizzatore elettronico posto all esterno dell unità immobiliare. Le tubazioni di scarico sono del tipo pesante antirumore comunque coibentato al fine di ridurne le dispersioni e le trasmissioni di rumori cosi per i tubi di adduzione apparecchi sanitari bagno padronale Le ceramiche utilizzate per i sanitari saranno in ceramica sospesa Duravit STARK3 mentre le rubinetterie saranno del tipo monoleva cromata GROHE serie TALIS E2. Verrà installato - vaso con sedile - bidet completo di miscelatore - lavabo con semicolonna completo di miscelatore - vasca in vetroresina da incasso completo di miscelatore - radiatore d arredo 12.2 apparecchi sanitari bagno di servizio Le ceramiche utilizzate per i sanitari saranno in ceramica sospesa Duravit STARK3 mentre le rubinetterie saranno del tipo monoleva cromata GROHE serie TALIS E2. Verrà installato - vaso con sedile - lavabo con semicolonna completo di miscelatore - Piatto doccia in vetro china 80x80 completo di miscelatore - radiatore d arredo - attacco lavatrice - aspiratore temporizzato tipo vortice 12V/H per bagni cechi collegato all interruttore della luce 12.3 allestimento cucina La cucina verrà fornita di attacco e scarico lavello predisposto per attacco lavastoviglie; 12.4 allestimento giardini privati: Nei giardini verrà realizzato punto acqua esterno allestimento giardini condominiali Nei giardini condominiali verrà realizzato impianto di irrigazione automatico collegato e alimentato dalla cisterna di recupero delle acque meteoriche. 13 IMPIANTI ELETTRICI L'impianto elettrico eseguito all'interno di ogni unità immobiliare sarà rispondente alle più

8 severe norme di sicurezza in materia al fine ed utilizzerà interruttori della primaria marca costruttrice BITICINO; la serie LIVING prescelta è quella che garantisce, poi, le migliori qualità estetiche e funzionali impianto elettrico unità abitative Le consistenze dell'impianto elettrico di ciascuna unità abitative sono così previste:. Interruttore a pulsante con targa portanome. Quadretto generale di protezione con: circuito per illuminazione circuito per prese circuito per prese elettrodomestico circuito per alimentazione caldaia autonoma. Soggiorno ingresso: punto luce deviato n. 02 presa 16a n. 02 presa l6a bipasso n. 01 presa TV n. 01 presa telefonica n. 01 suoneria per interno n. 01 linea termostato n. 01. Angolo cottura o cucina punto luce interrotto n. 01 presa 16a n. 02 punto cappa n. 01 presa l6a con magnetotermico n. 02 presa 16a n. 01. Camera matrimoniale: punto luce invertito n. 01 presa 16a n. 02 presa l6a n. 01 presa TV n. 01. Camere singole (eventuale): punto luce deviato n. 0l presa 10a n. 02 presa l6a n. 0l presa telefonica n. 01 (in camera matrimoniale qualora non vi siano camere singole). Bagno padronale: punto luce interrotto n. 02 presa 16 n. 01 tirante suoneria per vasca n. 01 presa l6a con magnetotermico per lavatrice n. 01. Bagno di servizio (eventuale): punto luce interrotto n. 02 presa 16a n. 01. Disimpegno notte: punto luce deviato n. 01. Cantine: punto luce deviato n. 01

9 presa 16a n. 02 presa l6a n. 01 presa telefonica n. 01. Box (eventuale): punto luce interrotto n. 01. Terrazzi: punto luce interrotto n. 01 presa stagna 16a n Impianto elettrico parti comuni Gli impianti elettrici delle parti comuni saranno regolati da interruttori locali I vani scala saranno illuminati con lampade con comando temporizzato Le aree comuni scoperte, rampe e passaggi pedonali saranno illuminate con lampade dotate di interruttore crepuscolare. Ogni balcone sarà dotato di almeno un corpo illuminante comandato dall interno dell appartamento I corridoi e le cantine saranno dotati di lampade con interruttore. 14. IMPIANTI DI ALLARME Ogni unità immobiliare sarà dotata di impianto di allarme, composto da centralino, sirena esterna, contatti alle finestre e contatto sulla porta blindata. 15. IMPIANTO VIDEOCITOFONICO Ogni unità immobiliare sarà collegata a mezzo di videocitofono TICINO serie LIVING con l'ingresso pedonale esterno e comunicante con l'abitazione ove verrà istallato un ricevitore video dotato di comando di apertura. 16. IMPIANTO TV SATELLITARE Oltre all'impianto tv di tipo tradizionale l'immobile è anche dotato di impianto tv satellitare con una antenna posizionata in copertura in prossimità dei vani scala. Ogni unità immobiliare sarà collegata all'antenna satellitare mediante una presa posizionata nel soggiorno. 17. GIARDINI 17.1 giardini privati I giardini verranno finiti con terra di coltivo di riporto rullata, verranno posizionati punti luce in numero adeguato giardini condominiali I giardini condominiali verrà realizzato prato per giardino comune, piantumato con piante in numero adeguato a scelta della DL 19.RECINZIONI 19.1 Recinzione condominiale Le recinzioni sono costituite da muretto in calcestruzzo con finitura a vista tinteggiato su cui verrà fissata la recinzione metallica a disegno semplice preverniciata di altezza complessiva di mt Cancello carraio

10 L accesso carraio sarà realizzato in ferro preverniciato con lo stesso disegno delle recinzioni, dotato di motorizzazione elettrica azionabile con telecomando e/o chiave 19.3 recinzione giardini privati Le recinzioni sono costituite da muretto in calcestruzzo con finitura a vista tinteggiato su cui verrà fissata la recinzione metallica a disegno semplice preverniciata di altezza complessiva di mt Balconi I parapetti dei balconi saranno realizzati in ferro a disegni semplice e se non preverniciato sarà finito con 2 mani di minio e 2 mani di smalto Tutte le opere in ferro qualora non preverniciate saranno finite con 2 mani di minio e 2 mani di smalto Finiture e materiali, pur rimanendo negli standard previsti, potranno variare a insindacabile giudizio del venditore senza per questo dar adito a richieste alcune da parte dell' acquirente. N.B. non si effettuano detrazioni per articoli di capitolato non richiesti. Non si effettuano compensazioni

11

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI Cap. XIV OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI PAG. 1 14.1 OPERE COMPIUTE Opere prefabbricate in cemento armato. Prezzi medi praticati dalle imprese specializzate del ramo per ordinazioni dirette (di media entità)

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 L'edificio oggetto dell'intervento, si trova a Bolzano in via Dalmazia ai numeri 60, 60A e 62 E' stato costruito nei primi anni '50

Dettagli

CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997)

CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997) CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997) Progetto per la realizzazione di: Edificio residenziale Località: Ancona Indirizzo: via Menicucci, 3 Il tecnico competente Ancona, 20/09/2011

Dettagli

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri Acciai per la realizzazione di strutture metalliche e di strutture composte (laminati, tubi senza saldatura, tubi

Dettagli

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF 5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF Ecco un elenco esemplificativo di interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef. In ogni caso, deve essere verificata la conformità

Dettagli

VIA URBANA UNA NUOVA STORIA ABITATIVA VIA URBANA UNA NUOVA STORIA ABITATIVA

VIA URBANA UNA NUOVA STORIA ABITATIVA VIA URBANA UNA NUOVA STORIA ABITATIVA VIA URBANA UNA NUOVA STORIA ABITATIVA LA MODERNA VIA URBANA RICALCA IL PERCORSO DI UN ANTICA STRADA ROMANA (IL VICUS PATRICIUS), SEDE DI RESIDENZE PATRIZIE DI EPOCA REPUBBLICANA E IMPERIALE, A CUI SI ALTERNAVANO

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI Introduzione Le dimensioni delle cabine degli ascensori debbono rispettare valori minimi stabiliti dalle normative vigenti,

Dettagli

FIA SISTeM dal 1984 eleganza e SIcurezzA.

FIA SISTeM dal 1984 eleganza e SIcurezzA. FIA SISTeM dal 1984 eleganza e SIcurezzA. FIA SISTEM nasce nel 1984 come azienda sotto casa, occupandosi principalmente della realizzazione di impianti elettrici e di installazione e motorizzazione di

Dettagli

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA Comune della Spezia MARIO NIRO 5S a.s. 2013/2014 RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA RELATIVA AL PROGETTO DI ABITAZIONE UNIFAMILIARE DA EDIFICARE PRESSO IL COMUNE DELLA SPEZIA, VIA MONTALBANO CT FOGLIO 60, MAPPALE

Dettagli

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro)

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO Comune di TROPEA Interventi manutentivi alla rete idrica comunale per fronteggiare l emergenza idrica sul territorio di Tropea Completamento,

Dettagli

IL MINISTRO DELL INTERNO

IL MINISTRO DELL INTERNO D.M. 16 maggio 1987, n. 246 (G.U. n. 148 del 27 giugno 1987) NORME DI SICUREZZA ANTINCENDI PER GLI EDIFICI DI CIVILE ABITAZIONE IL MINISTRO DELL INTERNO Vista la legge 27 dicembre 1941, n. 1570: Vista

Dettagli

FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72. Benessere da vivere. Su misura.

FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72. Benessere da vivere. Su misura. FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72 Benessere da vivere. Su misura. 2 Qualità e varietà per la vostra casa Maggior comfort abitativo costi energetici ridotti cura e manutenzione minime FINSTRAL produce

Dettagli

Relazione tecnica. Interferenze

Relazione tecnica. Interferenze Relazione tecnica L autorimessa interrata di Via Camillo Corsanego, viene realizzata nel V Municipio ai sensi della Legge 122/89 art.9 comma 4 (Legge Tognoli). Il dimensionamento dell intervento è stato

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA

LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA 1. La trasmittanza termica U COS'E? La trasmittanza termica U è il flusso di calore medio che passa, per metro quadrato di superficie, attraverso

Dettagli

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI CASERTA SETTORE TECNICO UFFICIO PROGETTAZIONE INTERVENTI E.R.S. E M.O. LAVORI DI MANUTENZIONE ORDINARIA EDILE ELENCO PREZZI UNITARI RESP. UFFICIO

Dettagli

dai vita alla tua casa

dai vita alla tua casa dai vita alla tua casa SEMPLICE MENTE ENERGIA bioedilizia Una STRUTTURA INNOVATIVA PARETE MEGA PLUS N 10 01 struttura in legno 60/60 mm - 60/40 mm 02 tubazione impianto elettrico ø 21 mm 03 struttura portante

Dettagli

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Saint-Gobain, attraverso i suoi marchi, sviluppa e produce nuove generazioni di materiali con un approccio moderno e completo al mercato delle costruzioni:

Dettagli

... Printed by Italsoft S.r.l. - www.italsoft.net

... Printed by Italsoft S.r.l. - www.italsoft.net ........... COMUNITA' MONTANA MUGELLO Oggetto dei lavori: REALIZZAZIONE DI NUOVO LOCALE TECNICO - I DIACCI II LOTTO Progettista: Geom. Francesco Minniti COMPUTO METRICO ESTIMATIVO 2 LOTTO - COMPUTO METRICO

Dettagli

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w www.metra.it SISTEMI PER BALCONI. THEATRON METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati METRA sono stati

Dettagli

CONSIGLI UTILI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DELLE MURATURE

CONSIGLI UTILI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DELLE MURATURE CONSIGLI UTILI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DELLE MURATURE a cura del Consorzio POROTON Italia VERSIONE ASPETTI GENERALI E TIPOLOGIE MURARIE Le murature si dividono in tre principali categorie: murature

Dettagli

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi www.metrawindows.it THEATRON Linea GLASS Sistemi per Balconi METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico ALLEGATO A ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico A) SOPRALLUOGHI, VISITE TECNICHE, VERIFICHE DI IMPIANTI A.1) Sopralluogo ed esame

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO A l l e g a t o A COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO (ERRATA CORRIGE AL C.M.E. ALLEGATO ALLA GARA ED INSERITO SUL WEB) PROPRIETA ANCONAMBIENTE S.P.A. VIA DEL COMMERCIO 27, 60127 ANCONA OGGETTO OPERE

Dettagli

Isolamento termico ad alta efficienza energetica Un investimento per il futuro che rende da subito. Costruire con coscienza.

Isolamento termico ad alta efficienza energetica Un investimento per il futuro che rende da subito. Costruire con coscienza. Tema Isolamento termico ad alta efficienza energetica Isolamento termico ad alta efficienza energetica Un investimento per il futuro che rende da subito. Costruire con coscienza. Le informazioni, le immagini,

Dettagli

Catalogo Tecnico 2012 OLA 20

Catalogo Tecnico 2012 OLA 20 Catalogo Tecnico 2012 OLA 20 Catalogo Tecnico 2012 OLA 20 CATALOGO TECNICO SCARICATO DA WWW.SNAIDEROPARTNERS.COM IL CATALOGO È SOGGETTO AD AGGIORNAMENTI PERIODICI SEGNALATI ALL INTERNO DI EXTRANET: PRIMA

Dettagli

LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali

LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali MANUALE TECNICO APPLICATIVO A CURA DI ASSOCOPERTURE PERCHÈ PROTEGGERE I VUOTI Riteniamo necessario parlare ai tecnici del settore

Dettagli

MANUALE POSA IN OPERA E MANUTENZIONE FINESTRE, PORTEFINESTRE, PORTE, SCORREVOLI

MANUALE POSA IN OPERA E MANUTENZIONE FINESTRE, PORTEFINESTRE, PORTE, SCORREVOLI MANUALE POSA IN OPERA E MANUTENZIONE FINESTRE, PORTEFINESTRE, PORTE, SCORREVOLI Premessa 1. I materiali per la posa. 2. Il falso telaio. 3. Il fissaggio del serramento. 4. Istruzioni per la posa in opera

Dettagli

OGRA R FIA I I N AMBI B TO ED E I D LE E E

OGRA R FIA I I N AMBI B TO ED E I D LE E E LA TERMOGRAFIA TERMOGRAFIA IN AMBITO EDILE E ARCHITETTONICO LA TERMOGRAFIA IN ABITO EDILE ED ARCHITETTONICO INDICE: LA TEORIA DELL INFRAROSSO LA TERMOGRAFIA PASSIVA LA TERMOGRAFIA ATTIVA ESEMPI DI INDAGINI

Dettagli

Isolamento termico dall interno. Pannelli RP e soluzioni in cartongesso

Isolamento termico dall interno. Pannelli RP e soluzioni in cartongesso QUANDO ISOLARE DALL INTERNO L isolamento dall interno delle pareti perimetrali e dei soffitti rappresenta, in alcuni contesti edilizi e soprattutto nel caso di ristrutturazioni, l unica soluzione perseguibile

Dettagli

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile MATERIALI A BASE DI CALCE NATURALE PER IL RESTAURO E IL RISANAMENTO scheda tecnica per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO PRODOTTO PER

Dettagli

SISTEMA AT CHIUSURE DI SICUREZZA CON SERRATURA A DOPPIA MAPPA

SISTEMA AT CHIUSURE DI SICUREZZA CON SERRATURA A DOPPIA MAPPA AT SISTEMA AT CHIUSURE DI SICUREZZA CON SERRATURA A DOPPIA MAPPA 1 SISTEMA AT. L ULTIMO ORIZZONTE DELLA SICUREZZA. La sicurezza di sentirsi a casa. La sicurezza di ritrovare i propri spazi lasciandosi

Dettagli

OPERE DA ESEGUIRE CAPITOLATO DESCRITTIVO

OPERE DA ESEGUIRE CAPITOLATO DESCRITTIVO Complesso Residenziale Comune di Albavilla via Basso Formiano OPERE DA ESEGUIRE CAPITOLATO DESCRITTIVO PROGETTISTA: Geom. Soggia Antonio, via IV Novembre n.182 - LIPOMO (CO) - DIRETTORE DEIL LAVORI : Geom.

Dettagli

Più vetro. Più luce. Più vita. TIPTOP FENSTER

Più vetro. Più luce. Più vita. TIPTOP FENSTER Più vetro. Più luce. Più vita. TIPTOP FENSTER 2 Sommario Finestre in legno 06 TOPLINE 07 CLIMATOP 08 Belle Arti Finestre in legno-alluminio 12 ALUTOP 13 ALUCLIMA 14 GLASTOP Finestre di design complanari

Dettagli

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO L innovativo sistema per la ristrutturazione delle pareti dall interno LEADER MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO Costi energetici elevati e livello di comfort basso: un problema in crescita La maggior

Dettagli

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista CAMPI DI APPLICAZIONE Impermeabilizzazione di: coperture piane; balconi e terrazzi;

Dettagli

FIN-Project. L innovativa gamma di serramenti in alluminio

FIN-Project. L innovativa gamma di serramenti in alluminio FIN-Project L innovativa gamma di serramenti in alluminio FIN-Project: serramenti in alluminio ad alte prestazioni Ricche dotazioni tecnologiche e funzionali Eccezionale isolamento termico Massima espressione

Dettagli

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp. CATTANEO & Co. - BG SC_I 01/2005 S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.it Realizzare un connubio perfetto fra

Dettagli

Il miglior investimento che tu possa fare. Riscaldamento sottopavimento per ogni ambiente

Il miglior investimento che tu possa fare. Riscaldamento sottopavimento per ogni ambiente Il miglior investimento che tu possa fare Riscaldamento sottopavimento per ogni ambiente Il miglior investimento che tu possa fare Se progettate di rinnovare o costruire un nuovo bagno, una cucina o un

Dettagli

REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA

REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA Unita' di climatizzazione autonoma con recupero calore passivo efficienza di recupero > 50% e recupero di calore attivo riscaldamento, raffrescamento e ricambio aria

Dettagli

Tecnologia Facciate continue Finestre e porte a battente V E Finestre e porte in Alluminio-Legno Finestre e porte scorrevoli

Tecnologia Facciate continue Finestre e porte a battente V E Finestre e porte in Alluminio-Legno Finestre e porte scorrevoli www.metrawindows.it PERSIANA SCORREVOLE Sistemi oscuranti METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati METRA

Dettagli

cimosa di sormonto autoadesiva

cimosa di sormonto autoadesiva Polietilene reticolato fisicamente sp. 8 mm nominale cimosa di sormonto autoadesiva. Massa elastoplastomerica Lato posa CARATTERISTICHE TECNICHE Acustic System 10, è un manto bistrato con cimosa adesiva,

Dettagli

THERMATILE & BREVETTATO. Sistema riscaldante brevettato per pavimenti e rivestimenti

THERMATILE & BREVETTATO. Sistema riscaldante brevettato per pavimenti e rivestimenti THERMATILE & BREVETTATO Sistema riscaldante brevettato per pavimenti e rivestimenti 1 Che cos è? Thermatile è l innovativo sistema brevettato di riscaldamento radiante in fibra di carbonio, di soli 4 millimetri

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI INQUILINI (Art. 10 del contratto di locazione) Articolo 1

REGOLAMENTO PER GLI INQUILINI (Art. 10 del contratto di locazione) Articolo 1 REGOLAMENTO PER GLI INQUILINI (Art. 10 del contratto di locazione) Articolo 1 Gli inquilini sono tenuti oltre che all osservanza delle disposizioni contenute nel contratto di locazione anche a quelle del

Dettagli

NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O. Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne

NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O. Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne 3 Sintesi perfetta fra isolamento termico, tecnica e design Le finestre e le porte di oggi non solo devono

Dettagli

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico La riparazione dell asfalto ha fatto strada. Sistemi MAPEI per la realizzazione di pavime I pannelli radianti sono

Dettagli

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * *

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * * COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci ina 1 L Amministrazione comunale di Ronco Scrivia (provincia di Genova) intende integrare la dotazione

Dettagli

Trasmissione del suono attraverso una parete. Prof. Ing. Cesare Boffa

Trasmissione del suono attraverso una parete. Prof. Ing. Cesare Boffa Trasmissione del suono attraverso una parete Prof. ng. Cesare offa W t W i scoltatore W r orgente W a La frazione di energia trasmessa dalla parete è data dal fattore di trasmissione t=w t /W i. Più spesso

Dettagli

DOORS SISTEM s.r.l. Chiusure civili ed industriali. PORTONI INDUSTRIALI a LIBRO

DOORS SISTEM s.r.l. Chiusure civili ed industriali. PORTONI INDUSTRIALI a LIBRO DOORS SISTEM s.r.l. Chiusure civili ed industriali PORTONI INDUSTRIALI a LIBRO - DESCRIZIONE TECNICA - Doors Sistem S.r.l. via G.Marconi nr. 37/A -35020- Brugine (PD) Tel. 049/9730468 fax 049/9734399 E-mail:

Dettagli

Solai osservazioni generali

Solai osservazioni generali SOLAI Struttura orizzontale posta ad ogni piano di un edificio. Ha lo scopo di sostenere il proprio peso, dei pavimenti, delle pareti divisorie e dei carichi di esercizio. Per orizzontamento si intende

Dettagli

SERBATOI A SINGOLA PARETE

SERBATOI A SINGOLA PARETE SERBATOIO DA INTERRO: serbatoi cilindrici ad asse orizzontale, a singola o doppia parete per il deposito nel sottosuolo di liquidi infiammabili e non. Costruiti con lamiere in acciaio al carbonio tipo

Dettagli

CARRETTA SERRAMENTI IN LEGNO DAL 1930

CARRETTA SERRAMENTI IN LEGNO DAL 1930 CARRETTA SERRAMENTI IN LEGNO DAL 1930 LA FILOSOFIA CARRETTA: QUALITA, INFORMAZIONE, TRASPARENZA. Questa brochure è fatta di immagini e dovrebbe risvegliare l interesse di chi, proprietario o progettista,

Dettagli

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI)

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) Domande frequenti inerenti la Relazione Energetico - Ambientale e la conformità delle pratiche edilizie alla normativa di settore. Aggiornamento al

Dettagli

Num.Ord. TARIFFA E L E M E N T I unitario TOTALE ANALISI DEI PREZZI

Num.Ord. TARIFFA E L E M E N T I unitario TOTALE ANALISI DEI PREZZI pag. 2 Nr. 1 CHIUSURA MASSICCIATA STRADALE eseguita con fornitura e messa in opera di materiale D.0001.3 di saturazione formato esclusivamente con pietrisco minuto di cava dello spessore di mm 0-2, rispondente

Dettagli

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO CORSO DI INFORMAZIONE PER STUDENTI PREVENZIONE E SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICA Servizio Prevenzione Ambienti Lavoro RISCHI DI CADUTA

Dettagli

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE FINSTRAL Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE 2 Oscuramento e protezione visiva nel rispetto della tradizione Le persiane, oltre al loro ruolo principale di elemento

Dettagli

ECOPITTURE E GUAINE DI FINITURA TERMO-RIFLETTENTI A BASE DI LATTE ED ACETO.

ECOPITTURE E GUAINE DI FINITURA TERMO-RIFLETTENTI A BASE DI LATTE ED ACETO. ECOPITTURE E GUAINE DI FINITURA TERMO-RIFLETTENTI A BASE DI LATTE ED ACETO. L efficacia dell ecopitture e guaine a base di latte e aceto si basa su l intelligente impiego dell elettroidrogenesi generata

Dettagli

La norma UNI-CIG 7129/08

La norma UNI-CIG 7129/08 1 2 3 Ossido carbonio 4 Normale Ordinamento Codice civile Codice Penale Leggi speciali Legge 1083/71 D.P.R. 412/93 -> D.Lgs. 192/05 DM 37/08 5 Premessa: L incontro ha lo scopo di illustrare le principali

Dettagli

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati DECORAZIONE 03 Posare la carta da parati 1 Scegliere la carta da parati Oltre ai criteri estetici, una carta da parati può essere scelta in funzione del luogo e dello stato dei muri. TIPO DI VANO CARTA

Dettagli

Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché?

Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché? Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché? Klaus Pfitscher Relazione 09/11/2013 Marchio CE UNI EN 14351-1 Per finestre e porte pedonali Marchio CE UNI EN 14351-1

Dettagli

Tabella della durata di vita

Tabella della durata di vita Avvertimento introduttivo Tabella della durata di vita La tabella della durata di vita è stata allestita congiuntamente dall Associazione Svizzera Inquilini (MV) e dall'associazione Svizzera dei Proprietari

Dettagli

ANALISI PREZZI AGGIUNTIVI

ANALISI PREZZI AGGIUNTIVI PA.01 Oneri di discarica valutati a mc misurato sul volume effettivo di scavo o demolizione. Oneri di discarica MC 1.000 24.76 24.76 TOTALE 24.76 PREZZO TOTALE PER MC 24.76 Pagina 1 di 11 PA.02 Fornitura

Dettagli

GUIDA ALLE SOLUZIONI

GUIDA ALLE SOLUZIONI La caratteristica delle trasmissioni digitali è " tutto o niente ": o il segnale è sufficiente, e quindi si riceve l'immagine, oppure è insufficiente, e allora l'immagine non c'è affatto. Non c'è quel

Dettagli

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano Comune di MILANO Provincia di MILANO Regione LOMBARDIA RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Deliberazione Giunta Regionale 22 dicembre 2008

Dettagli

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE LIMITED WARRANTY EDILIZIA VERTICALE Wolly 2 La centrale che per la sua versatilità di installazione ha rivoluzionato il concetto di aspirapolvere centralizzato, consentendo la sua installazione anche nei

Dettagli

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE Piazza Mazzini, 46 16038 SANTA MARGHERITA LIGURE (GE) REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI SULLE COPERTURE DELLA SCUOLA PRIMARIA A.R. SCARSELLA, DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA

Dettagli

MEMBRANA IMPERMEABILIZZANTE ELASTOMERICA ARMATA AD ALTA CONCENTRAZIONE DI BITUME DISTILLATO E POLIMERI SBS. Membrane impermeabilizzanti

MEMBRANA IMPERMEABILIZZANTE ELASTOMERICA ARMATA AD ALTA CONCENTRAZIONE DI BITUME DISTILLATO E POLIMERI SBS. Membrane impermeabilizzanti MEMBRANA IMPERMEABILIZZANTE ELASTOMERICA ARMATA AD ALTA CONCENTRAZIONE DI BITUME DISTILLATO E POLIMERI SBS Membrane impermeabilizzanti L L ERFLEX HELASTO M INERAL LIGHTERFLEX HELASTO LIGHTERFLEX HPCP SUPER

Dettagli

Guida tecnica alla progettazione dell IMPERMEABILIZZAZIONE

Guida tecnica alla progettazione dell IMPERMEABILIZZAZIONE Guida tecnica alla progettazione dell IMPERMEABILIZZAZIONE 8 1 4 6 7 8 7 1 4 2 Guida tecnica alla progettazione dell IMPERMEABILIZZAZIONE INTRODUZIONE MAPEI, azienda leader mondiale nella produzione di

Dettagli

Sistema solare termico

Sistema solare termico Sistema solare termico 1 VELUX Collettori solari VELUX. Quello che cerchi. Alte prestazioni, massima durabilità, facile installazione Alte prestazioni, massima durabilità, facile installazione Sempre più

Dettagli

passione coinvolgente

passione coinvolgente passione coinvolgente Arte ed eleganza impreziosiscono gli interni di una villa appena ristrutturata. L arredo moderno incontra la creatività di artisti internazionali. progettazione d interni far arreda

Dettagli

Risanamento delle tubazioni dall interno

Risanamento delle tubazioni dall interno La soluzione di oggi per le tubazioni di ieri: Risanamento delle tubazioni dall interno Costi inferiori fino al 50% niente demolizioni, niente sporco, niente macerie nessuna interruzione nella gestione

Dettagli

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 ESEDRA ENERGIA S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 La decennale esperienza di Esedra nel mondo delle energie rinnovabili ha dato vita alla linea

Dettagli

S.F.S. Scuola per la Formazione e Sicurezza in Edilizia della provincia di Massa Carrara - Ing. Antonio Giorgini

S.F.S. Scuola per la Formazione e Sicurezza in Edilizia della provincia di Massa Carrara - Ing. Antonio Giorgini CADUTE DALL ALTO CADUTE DALL ALTO DA STRUTTURE EDILI CADUTE DALL ALTO DA OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO PER APERTURE NEL VUOTO CADUTE DALL ALTO PER CEDIMENTI O CROLLI DEL TAVOLATO CADUTE DALL ALTO

Dettagli

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO ISTAT/PDC/NRE

Dettagli

SCALE PER LA SOFFITTA. www.fakro.it

SCALE PER LA SOFFITTA. www.fakro.it SCALE PER LA SOFFITTA 2011 www.fakro.it 1 Scala rientrante da soffitta Rende l accesso alla soffitta più facile e sicuro senza la necessità di realizzare scale stabili con conseguente notevole risparmio

Dettagli

Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti.

Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti. Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti. La protezione contro i contatti indiretti consiste nel prendere le misure intese a proteggere le persone contro i pericoli risultanti dal contatto con parti

Dettagli

Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE OPERE PROVVISIONALI. prof. ing. Pietro Capone

Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE OPERE PROVVISIONALI. prof. ing. Pietro Capone Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE prof. ing. Pietro Capone Opere realizzate provvisoriamente allo scopo di consentire l esecuzione dell opera, la loro vita è legata

Dettagli

ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE. ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica

ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE. ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE PROF.. GIIANCARLO ROSSII PARTE SECONDA 1 INTRODUZIONE TIPOLOGIE

Dettagli

TIP-ON inside. TIP-ON per AVENTOS HK. Il supporto per l'apertura meccanico per ante a ribalta standard senza maniglia. www.blum.

TIP-ON inside. TIP-ON per AVENTOS HK. Il supporto per l'apertura meccanico per ante a ribalta standard senza maniglia. www.blum. TIP-ON inside TIP-ON per AVENTOS HK Il supporto per l'apertura meccanico per ante a ribalta standard senza maniglia www.blum.com Facilità di apertura con un semplice tocco 2 Comfort di apertura per le

Dettagli

Manuale per la corretta POSA in OPERA

Manuale per la corretta POSA in OPERA Manuale per la corretta POSA in OPERA LINEA MAKE by Tecnasfalti SECONDA EDIZIONE MANUALE PER LA CORRETTA POSA IN OPERA DEI MATERIALI PER L ISOLAMENTO TERMOACUSTICO NUOVE COSTRUZIONI PAVIMENTO 1. L ISOLAMENTO

Dettagli

La riqualificazione energetica delle scuole: prospettive e criticità. I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere.

La riqualificazione energetica delle scuole: prospettive e criticità. I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere. La riqualificazione energetica delle scuole: prospettive e criticità I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere Obiettivi

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione regionale Lombardia Coordinamento Attività tecnico edilizia COMPUTO METRICO ESTIMATIVO Oggetto: Lavori di ristrutturazione funzionale Lotto I Direzione Provinciale

Dettagli

TUBI E MANUFATTI IN CEMENTO PREFABBRICATI PER STRADE - FOGNATURE - EDILIZIA

TUBI E MANUFATTI IN CEMENTO PREFABBRICATI PER STRADE - FOGNATURE - EDILIZIA TUBI E MANUFATTI IN CEMENTO PREFABBRICATI PER STRADE - FOGNATURE - EDILIZIA INDICE GENERALE PAG. 2 PAG. 3 PAG. 4 PAG. 5 NOVITÀ 2012 SISTEMA QUALITÀ MARCATURA CE MOVIMENTAZIONE E POSA PAG. 6 PAG. 7-8 TUBI

Dettagli

Il Ministro dell Economia e delle Finanze. Il Ministro dello Sviluppo Economico. di concerto con

Il Ministro dell Economia e delle Finanze. Il Ministro dello Sviluppo Economico. di concerto con Il Ministro dell Economia e delle Finanze di concerto con Il Ministro dello Sviluppo Economico Visto l articolo 1 della legge 27 dicembre 2006, n. 296, recante legge finanziaria per il 2007 (di seguito:

Dettagli

Sistema DI-CLASS Sistema composito per la decorazione di superfici orizzontali interne

Sistema DI-CLASS Sistema composito per la decorazione di superfici orizzontali interne Sistema DI-CLASS Sistema composito per la decorazione di superfici orizzontali interne DESCRIZIONE DI-CLASS è un sistema composito a base resina caratterizzato da elevata flessibilità di intervento ed

Dettagli

3. Passate la superficie con carta vetrata per facilitare la presa della colla.

3. Passate la superficie con carta vetrata per facilitare la presa della colla. Il lavoro di posa dei rivestimenti murali, è oggi, estremamente semplificato ed è una soluzione di ricambio interessante, in quanto applicare carta da parati non è più difficile che verniciare. Le spiegazioni

Dettagli

SCHEDA RIEPILOGATIVA INTERVENTO OPCM n. 3779 e 3790

SCHEDA RIEPILOGATIVA INTERVENTO OPCM n. 3779 e 3790 SCHEDARIEPILOGATIVAINTERVENTO OPCMn.3779e3790 A)Caratteristicheedificio Esitodiagibilità: B-C (OPCM 3779) E (OPCM 3790) Superficielordacomplessivacoperta( 1 ) mqnum.dipiani Num.UnitàImmobiliaritotali B)Contributorichiestoaisensidi

Dettagli

IL RADIATORE LINEE GUIDA edizione 2009

IL RADIATORE LINEE GUIDA edizione 2009 IL RADIATORE LINEE GUIDA edizione 2009 TIPOLOGIE E COMPLEMENTI DEI RADIATORI p a g. 4 IL RADIATORE TESI p a g. 7 Volume m 3 21,6 x Watt 50 = Watt 1080 LE TIPOLOGIE DI IMPIANTO p a g. 1 0 LA BASSA TEMPERATURA

Dettagli

glazer union soluzioni per il rispetto delle norme HACCP nel settore alimentare

glazer union soluzioni per il rispetto delle norme HACCP nel settore alimentare CHE COS'È L'HACCP? Hazard Analysis and Critical Control Points è il sistema di analisi dei rischi e di controllo dei punti critici di contaminazione per le aziende alimentari. Al fine di garantire la completa

Dettagli

codice descrizione un. mis. pr. unit.

codice descrizione un. mis. pr. unit. 01.P24.A10.005 Nolo di escavatore con benna rovescia compreso manovratore, carburante, lubrificante, trasporto in loco ed ogni onere connesso per il tempo di effettivo impiego, della capacita' di m³ 0.500

Dettagli

Alle nostre latitudini la domanda di

Alle nostre latitudini la domanda di minergie Protezioni solari con lamelle, in parte fisse, e gronde Benessere ter edifici ed effi Nella società contemporanea trascorriamo la maggior parte del nostro tempo in spazi confinati, in particolare

Dettagli

PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI

PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI N. VOCE DESCRIZIONE LAVORAZIONE QUANTITA' PREZZO UNIT. TOTALE

Dettagli

Seminario Tecnico Piacenza 31/01/2013

Seminario Tecnico Piacenza 31/01/2013 Seminario Tecnico Piacenza 31/01/2013 Misure di prevenzione e protezione collettive e individuali in riferimento al rischio di caduta dall alto nei cantieri edili A cura dei Tec. Prev. Mara Italia, Marco

Dettagli

Progettista(i) degli impianti termici e dell isolamento termico dell'edificio

Progettista(i) degli impianti termici e dell isolamento termico dell'edificio ALLEGATO E (Allegato I, comma 15) RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO

Dettagli

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale dell edificio. Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale e parapetti Legenda

Dettagli

FIN-Project. La nuova gamma in alluminio. Finestre, porte, pareti vetrate e portoncini

FIN-Project. La nuova gamma in alluminio. Finestre, porte, pareti vetrate e portoncini FIN-Project La nuova gamma in alluminio Finestre, porte, pareti vetrate e portoncini 2 Indice 3 Sistema di finestre FIN-Project FIN-Project: serramenti in alluminio ad alte prestazioni 4 FIN-Project Nova-line

Dettagli

ALLEGATO R ELENCO PREZZI

ALLEGATO R ELENCO PREZZI A r c h i t e t t o R i n a l d i n i E t t o r e R a v e n n a, V i a l e d e l l a L i r i c a n. 4 3 T e l 0 5 4 4 405979 F a x 0 5 4 4 272644 comm. part. Emissione Spec foglio di Mar2014 COMMITTENTE:

Dettagli

SPECIALE TECNICO. Soluzioni per una casa a basso consumo energetico. A cura di Roberto Salustri

SPECIALE TECNICO. Soluzioni per una casa a basso consumo energetico. A cura di Roberto Salustri SPECIALE TECNICO Soluzioni per una casa a basso consumo energetico A cura di Roberto Salustri NOVEMBRE 2014 QUALENERGIA.IT SPECIALE TECNICO / NOV 2014 ABSTRACT Soluzioni per una casa a basso consumo energetico

Dettagli

CASSAFORMA RIUTILIZZABILE IN ABS PER SOLAI MONODIREZIONALI. skyrail. sistema per solai monodirezionali RIUTILIZZABILE MODULARE RESISTENTE

CASSAFORMA RIUTILIZZABILE IN ABS PER SOLAI MONODIREZIONALI. skyrail. sistema per solai monodirezionali RIUTILIZZABILE MODULARE RESISTENTE CASSAFORMA RIUTILIZZABILE IN PER SOLAI MONODIREZIONALI skyrail sistema per solai monodirezionali RIUTILIZZABILE MODULARE RESISTENTE w w w. g e o p l a s t. i t SOLAI 02 VISION Con la Sapienza di costruisce

Dettagli