CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA REALIZZAZIONE DI UN INTERVENTO DI RISANAMENTO CONSERVATIVO IN PARMA VICOLO SANTA MARIA 10

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA REALIZZAZIONE DI UN INTERVENTO DI RISANAMENTO CONSERVATIVO IN PARMA VICOLO SANTA MARIA 10"

Transcript

1 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA REALIZZAZIONE DI UN INTERVENTO DI RISANAMENTO CONSERVATIVO IN PARMA VICOLO SANTA MARIA 10 IMPRESA COMMITTENTE BERNINI & GROUP Viale Mentana Parma IMPRESA ESECUTRICE Costruzioni Ventura di Ventura Francesco & C. snc Via Cervaroletta Poviglio (RE) 1

2 INDICE DELLE VOCI INDICE DELLE VOCI p. 1 1 CARATTERISTICHE GENERALI DEL COMPLESSO p. 2 2 STRUTTURE p. 3 3 IMPERMEABILIZZAZIONI STRUTTURE INTERRATE p. 4 4 TAMPONAMENTI PERIMETRALI ESTERNI p. 4 5 PARETI INTERNE CONTROSOFFITTI CASSONETTI p. 5 6 ISOLAMENTI p. 6 7 COPERTURA p. 6 8 LATTONERIA p. 7 9 INTONACI p BALCONI p SOGLIE DAVANZALI p SOTTOFONDI - PAVIMENTI RIVESTIMENTI p SCALE p ASCENSORE p SERRAMENTI ESTERNI p SISTEMI DI OSCURAMENTO p SERRAMENTI INTERNI p PORTE CANTINE E PIANO INTERRATO p PORTE BASCULANTI DI ACCESSO ALLE AUTORIMESSE p SISTEMAZIONI ESTERNE p PARAPETTI RINGHIERE GRIGLIE p CASSAFORTE p IMPIANTO IDRICO SANITARIO E DI RISCALDAMENTO p IMPIANTO SOLARE TERMICO p IMPIANTO SOLARE FOTOVOLTAICO p FOGNATURE p CONDOTTI DI ESPULSIONE DEI FUMI CUCINE p IMPIANTO ANTINCENDIO p IMPIANTO PER GAS METANO p IMPIANTO ELETTRICO p IMPIANTO DI CONDIZIONAMENTO p IMPIANTO TELEFONICO p IMPIANTO VIDEOCITOFONICO p IMPIANTO TV e SATELLITARE p IMPIANTO ANTIFURTO p NORME PER LA SICUREZZA DEGLI IMPIANTI p VARIE p AVVERTENZE p. 35 2

3 INTERVENTO PER IL RESTAURO CONSERVATIVO DI UN IMMOBILE DENOMINATO DENOMINATO ''VICOLO SANTA MARIA 10'' 1) CARATTERISTICHE GENERALI DEL COMPLESSO PREMESSA La descrizione dei lavori, riportata nel seguente fascicolo s intende semplicemente sommaria e schematica, con il solo scopo d individuarne e fissarne gli elementi fondamentali e più significativi. Tutte le voci riportate, anche dove non esplicitamente menzionate, saranno comprensive di tutta la manodopera, attrezzature e materiali occorrenti per consegnare le opere complete, finite, rifinite e funzionali, secondo le buone regole dell arte e conformi a tutte le normative e soluzioni tecniche riguardanti il raggiungimento della Classe D dell edificio. Tale classificazione energetica, trattandosi di un intervento di restauro conservativo, è stata raggiunta attraverso tutti gli accorgimenti tecnici e tecnologici di seguito descritti, che si sono resi necessari per la ristrutturazione di questo edificio pensato in funzione di un elevato rispetto dell ambiente e di un notevole risparmio economico in termini di gestione delle energie richieste per il suo funzionamento. L intervento di restauro conservativo riguarderà una palazzina sita in Parma Le opere da realizzare risultano relative un intervento di Restauro e Risanamento Conservativo su un edificio residenziale sito in Parma Vicolo Santa Maria civico n. 10. A PIANO TERRA Sarà essenzialmente adibito a ingresso condominiale, accesso carrabile ai posti auto, cantine e 3

4 autorimesse. I posti auto saranno allocati nella zona di confine con il muro perimetrale del complesso universitario. Nella zona di piano terra affacci antesi sul cortile interno (pertanto non fronte strada) verranno allocate due porzioni delle unità immobiliari tipo 2duplex che si sviluppano parzialmente sul piano terra e parzialmente sul primo piano. Tali due unità immobiliari saranno dotate di porzioni di giardino in uso esclusivo. Al piano terra saranno allocati, anche il vano scala condominiale e il vano ascensore entrambi a servizio di tutti i piani. B PIANI FUORI TERRA B1 PIANO PRIMO: su detto piano verranno allocati n. 4 unità immobiliari di cui due si sviluppano parzialmente anche sul piano terra. L interpiano sarà di cm 270. B2 PIANO SECONDO: su detto piano verranno allocati n. 3 unità immobiliari. L interpiano sarà di cm 270. B3 PIANO TERZO: su detto piano verranno allocati n. 1 o in alternativa 2 unità immobiliari di maggiori dimensioni. L interpiano sarà di cm 270. Su detto piano verrà anche situata, in un locale adeguatamente compartimentato e coibentato, la centrale termica a servizio dell intero immobile. C INGRESSO COMUNE INGRESSO su vicolo Santa Maria sia carraio che pedonale. L ingresso verrà lastricato con pietra locale di adeguata durezza e resilienza, atta a resistere al transito di veicoli leggeri (Automobili). D PARTI COMUNI Al piano terra saranno site le centraline a servizio condominiale, il depuratore acque e la centralina a servizio dell ascensore, in apposito contenitore in metallo. La fossa disoleatrice così come i sifoni acque bianche e nere saranno allocati in appositi pozzetti ispezionabili. 2) STRUTTURE L adeguamento alle normative antisismiche sarà effettuato utilizzando calcoli agli Stati Limite Ultimi. Verranno rinforziate le fondazioni e tutti gli elementi portanti utilizzando acciaio in barre commerciali di diversi diametri Fe B 44 K ad aderenza migliorata, e calcestruzzo con diverse classi di resistenza: I c.a. saranno edificati con materiali (cls e ferro) corrispondenti alle indicazioni di progetto per ogni singolo elemento strutturale, la cui conformità e verifica saranno effettuate da prove e controlli certificati; la carpenteria dovrà essere eseguita seguendo minuziosamente tutte le disposizioni di progetto e le indicazioni della D.L. Le strutture avranno essenzialmente le seguenti caratteristiche: La struttura a sbalzo dei balconi verrà separata ove necessario dai giunti strutturali FRANK EGCOBOX ai fini di eliminare tutti i ponti termici dei balconi stessi. La struttura portante del vano ascensore verrà realizzata in calcestruzzo armato ed avrà anche funzione 4

5 di irrigidimento e controventatura dell intera struttura. La struttura portante del vano scala sarà realizzata in acciaio con gradini riportati in pietra o marmo. Gli sbarchi ai vari piani saranno realizzati in calcestruzzo armato. 3) IMPERMEABILIZZAZIONI STRUTTURE INTERRATE L intervento riguarda il restauro conservativo di un immobile esistente posto in centro storico della città di Parma. Tutte le strutture di fondazione di nuova realizzazione per il consolidamento e adeguamento antisismico, così come la fossa ascensore verranno adeguatamente impermeabilizzate. Verrà posto in opera un vespaio tipo igloo atto a garantire una vera separazione fisica tra strutture di fondazione e piani di calpestio abitati o meno. L impermeabilizzazione delle strutture di fondazione sarà realizzata mediante posa di guaine in bitume armate in velo vetro (tipo Index) previo stesa di mano di bitume liquido. L impermeabilizzazione delle strutture di fondazione in calcestruzzo avverrà solo a seguito di perfetta asciugatura del conglomerato cementizio. 4) TAMPONAMENTI PERIMETRALI ESTERNI I tamponamenti perimetrali esterni esistenti non verranno modificati ne nello spessore ne nella qualità, fatti salvi interventi puntuali di consolidamento. Verrà posto in opera un pannello coibente in Stiferite Classe S spessore cm 10, esternamente sui paramenti Nord e ovest, internamente sul paramento Est, prospiciente il Vicolo, al fine di non alterare l andamento dei prospetti. Il paramento sud, direttamente confinante con altro edificio verrà coibentato con pannello spessore cm 6. Cappotto esterno 5) PARETI INTERNE CONTROSOFFITTI - CASSONETTI Le murature divisorie interne saranno così suddivise e costruite: murature divisorie interne cantine e autorimesse del piano terra: 5

6 blocchi doppio UNI da cm. 12, esternamente intonacate. Murature divisorie Vani scala-unità immobiliari Murature promiscue tra Unità Immobiliari murature divisorie interne cantine, androne - appartamenti del piano terra: doppio tavolato in laterizio porizzato cm (indice dei vuoti < 45%) con interposto pannello di Stiferite Classe S spessore cm 8, dimensionato per le coibenze termoacustiche aventi caratteristiche prescritte dai progetti di Legge 10/91 e DPCM 05/12/97 allegati alla pratica comunale nella faccia interna della parete in doppio uni verrà eseguita una strollata rustica in sabbia e cemento da cm. 0,5 murature (promiscue) tra balconi: tavolato in mattoni forati di laterizio cm. 12 murature interne (divisorie) degli murature divisorie interne tra appartamenti doppio tavolato in laterizio cm (porizzato indice dei vuoti < 45%) con interposto pannello di Stiferite Classe S spessore cm 6, dimensionato per le coibenze termoacustiche aventi caratteristiche prescritte dai progetti di Legge 10/91 e DPCM 05/12/97 allegati alla pratica comunale nella faccia interna della parete in doppio uni verrà eseguita una strollata rustica in sabbia e cemento da cm. 0,5. in alcune parti all interno degli appartamenti verranno eseguiti dei cassonetti, con le stesse caratteristiche tecniche sopraccitate, al fine di mascherare i percorsi occupati dalle tubazioni degli impianti di ventilazione meccanica. 6) ISOLAMENTI Tutte le strutture, portanti e di tamponamento, (tamponamenti, serramenti ecc..) saranno perfettamente coibentate termo-acusticamente, per il soddisfacimento delle caratteristiche tecniche necessarie al 6

7 raggiungimento della Certificazione energetica di Classe C, e per l osservanza di tutte le prescrizioni acustiche dettate dal DPCM 05/12/97. Per questo motivo verranno adottate tutte le coibentazioni e soluzioni tecniche necessarie al raggiungimento di tutti i parametri previsti dalle leggi vigenti, come descritte, nella relazione tecnica della L.10/91 allegata al progetto comunale, nella relazione sulla Verifica dei Requisiti Acustici Passivi del DPCM 05/12/97 anch essa allegata al progetto comunale, nel presente capitolato, nei disegni esecutivi e qualsiasi altro accorgimento che durante il corso dei lavori si riterrà necessario a tale scopo. 7) COPERTURA 7

8 Il corpo di fabbrica terminerà all ultimo piano con copertura a falde in legno lamellare. La copertura sarà realizzata del tipo ventilato, del tipo atto a garantire il miglio confort termo-acustico. Tra il doppio assito sarà interposta una coibentazione di cm 10 in Stiferite Calsse S. seguenti caratteristiche: camini, condotti di esalazione e relativi aspiratori statici: in copertura sfoceranno tutti i comignoli 8

9 di esalazione dei fumi focolai delle cucine e esalazione scarichi acque nere; ogni torretta sarà edificata in mattoni pieni sp. cm. 12 e munita dei relativi aspiratori statici, relative ispezioni ecc. In alternativa le torrette potranno essere realizzate in rame spessore 6/10, sempre con i medesimi accorgimenti in precedenza descritti. locale tecnologico: in copertura verrà eseguito inoltre un locale tecnologico che recapiterà i bollitori, collettori, inverter, quadri elettrici, serbatoi di accumulo, centraline antenne e quant altro occorra al funzionamento di tutti gli impianti. Impianti: la copertura recapiterà inoltre tutti gli impianti di utenza condominiale distribuiti e studiati secondo tutte le normative vigenti, come: impianti fotovoltaici, solari termici, condotti di esalazione vari ecc.. La posizione e la distribuzione di tutti gli impianti verrà eseguita secondo le indicazioni riportate sui disegni esecutivi della D.L. generale e delle ditte fornitrici degli impianti stessi. 8) LATTONERIA Tutti gli elementi all acqua che non verranno coperti o rifiniti in altro modo verranno tutti protetti e terminati con lastre di rame 8/10, in particolar modo per: fazzoletti dei camini, copertine parapetti copertura, protezione degli elementi di impermeabilizzazione, protezione macchinari impiantistici in copertura, ecc.. 9) INTONACI locali di abitazione: sulle pareti verrà realizzato, intonaco al civile premiscelato base cemento, tirato in piano a staggia, rasato liscio; gli spigoli delle pareti saranno protetti con paraspigoli in lamiera zincata; locali di servizio: nei bagni e nelle cucine verrà realizzato un intonaco al civile premiscelato base cemento, solo nelle porzioni superiori ai rivestimenti in ceramica; nelle porzioni di muratura ove verranno posti in opera i rivestimenti in ceramica verrà realizzato un intonaco rustico premiscelato base cemento pianerottoli e vani scala: sulle pareti e sui plafoni dei pianerottoli verrà realizzato, intonaco al civile premiscelato base cemento, tirato in piano a staggia, rasato liscio; gli spigoli delle pareti saranno protetti con paraspigoli in lamiera zincata; locale tecnico, cantine e autorimesse: sulle pareti verrà realizzato, intonaco al civile premiscelato base cemento, tirato in piano a staggia, rasato liscio; gli spigoli delle pareti saranno protetti con paraspigoli in lamiera zincata; 9

10 androne di accesso: sulle pareti verrà realizzato, intonaco al civile premiscelato base cemento, tirato in piano a staggia, rasato liscio; gli spigoli delle pareti saranno protetti con paraspigoli in lamiera zincata; ove possibile verranno mantenute a vista le originarie murature. 10) BALCONI Sopra la struttura verrà creato il massetto in sabbia-cemento per la formazione delle pendenze, sul quale verrà posata una membrana bituminosa elastoplastomerica impermeabilizzante da mm 4, risvoltata in corrispondenza delle soglie e degli zoccolini. Sopra la membrana, verrà eseguito il massetto di sottofondo per la posa del pavimento. I parapetti verranno realizzati in parte con getto di calcestruzzo armato e in parte con opere in ferro verniciato a caldo con colori micacei e vetro brunito su disegno della D.L. Ogni balcone sarà provvisto di becchi di scolo, sagomati, in pietra di diverse lunghezze a seconda dell altezza in cui sono situati i balconi. 11) SOGLIE DAVANZALI Pietra di Luserna Pietra di Cardoso Granito Serizzo Verrà utilizzato una pietra naturale a scelta della Direzione Lavori tra i materiali in precedenza indicati (ossia Pietra di Luserna, Pietra di Cardoso, Granito Serizzo Antigorio): soglie serramenti esterni; soglie portoncini di ingresso; davanzali sopra le porzioni di parapetto in muratura di tutti i balconi e terrazzi. Sulle scale (pianerottoli potranno essere realizzati intarsi in marmo bianco di Carrara o in Marmo bianco assoluto. 10

11 Marmo bianco di Carrara Marmo bianco assoluto Tutte le soglie dei serramenti saranno separate dalle pavimentazioni interne mediante listelli in legno fungenti da taglio termico. La parte interna del davanzale sarà in legno, laccato con coloritura identica a quella della finestra. 12) SOTTOFONDI - PAVIMENTI RIVESTIMENTI Sui sottofondi degli appartamenti verrà posto in opera un materassino fonoassorbente POLIPREN T contro i rumori da calpestio. Pannello fonoassorbente POLIPREN T massetto in cemento cellulare autolivellante e fonoassorbente FOAMCEM fino a copertura delle tubazioni degli impianti; 11

12 Esempio posa massetto fonoassorbente pannello in polistirolo espanso sagomato per la posa delle tubazioni di riscaldamento a pavimento ; massetto in sabbia-cemento additivato a copertura delle tubazioni di riscaldamento, lisciato per la posa dei pavimenti Ingressi esterni comuni; negli spazi riguardanti gli accessi pedonali esterni condominiali, verrà creato un vespaio areato con casseri in plastica a perdere tipo Iglou, debitamente completati con getto di cls armato e areati con prese d aria sfocianti verso l esterno; sopra la struttura verrà realizzato il massetto in cls per la formazione delle pendenze; sopra il massetto delle pendenze verrà posata una doppia membrana bituminosa elastoplastomerica impermeabilizzante da mm 4, risvoltata in corrispondenza delle soglie e degli zoccolini; sopra la membrana, verrà posto in opera il massetto in sabbia e cemento di sottofondo per la posa del pavimento autorimesse, corselli e locali tecnici. Pavimenti e zoccolini Per la pavimentazione interna verranno utilizzate piastrelle di primaria ditta quale CASALGRANDE o MARAZZI od eventualmente, fuori capitolato, piastrelle IDEAL STANDARD serie Oxygena.Questa piastrella contiene biossido di titanio, un elemento che in modo completamente naturale reagisce ai gas inquinanti e li abbatte rendendoli inoffensivi. 12

13 Processo fotocatalitico di purificazione dell'aria. 1- I raggi solari raggiungono la superficie della piastrella. 2- Il biossido di titanio, grazie alle sue proprietà fotocatalitiche, produce ossigeno attivo. 3- L ossigeno attivo ossida i gas inquinanti. 4- I gas si trasformano in ioni nitrato che combinati con l acqua o altri elementi diventano eco-compatibili. appartamenti: BAGNI con piastrelle di ceramica smaltata della ditta Marazzi dei colori indicati Bianco Panna Cioccolato Acquamarina Oceano Verde Dimensioni 30x30 colori bianco, cenere, dorato e noce colori bianco,turchese e rosso o colori bianco, turchese, arancio, rosso e verde Bianco Turchese Rosso Bianco Turchese Arancio Rosso Verde 13

14 CUCINE con piastrelle di ceramica smaltata della ditta Marazzi, 45x45 30x30 colori bianco, cenere, dorato e noce o multicolor su foglio 30x30 Bianco Cenere Dorata Noce dimensione 45x45, 30x30 colori black, oceano, dorato, cotto e noce o multicolor su foglio 30x30 Piastrella 45x45 o 30x30 Black Oceano Dorata Cotto Noce SOGGIORNO, CAMERE DA LETTO e disimpegno zona notte con parquet di essenza IROKO o ROVERE da mm.10, a scelta del cliente, di prima scelta nel formato cm 7/8 x con posa dritta Esempio parquet in rovere Esempio parquet in iroko zoccolino locali abitazione: in legno di essenza ROVERE o IROKO abbinata dai clienti alla scelta dei pavimenti, fissati con chiodi e a colla e di altezza cm. 7,5 sp. cm.1,5 balconi: piastrella antigeliva e antisdrucciolevole scelta dalla D.L. da catalogo MARAZZI con posa dritta e relativo zoccolino abbinato pavimenti esterni comuni: 14

15 sul massetto in sabbia e cemento sarà posata piastrella antigeliva e antisdrucciolevole della ditta MARAZZI serie Pietre, colori Breccia e Travertino con dim. 15x30 e 30x30 con relativo zoccolino abbinato e posa dritta Piastrelle antigelive 15x30 e 30x30 Color Breccia Color Travertino locali tecnici comuni, autorimesse e cantine: Il pavimento sarà realizzato in battuto di cemento a spolvero al quarzo con trattamento antipolvere o, in alternativa con gres porcellanato, antigelivo dimensioni 7,5x15 cm 10x20 cm, colori a scelta della Direzione Lavori. 13) SCALE Pietra di Luserna Pietra di Cardoso Granito Serizzo Verrà utilizzato una pietra naturale a scelta della Direzione Lavori tra i materiali in precedenza indicati (ossia Pietra di Luserna, Pietra di Cardoso, Granito Serizzo Antigorio): soglie serramenti esterni; soglie portoncini di ingresso; davanzali sopra le porzioni di parapetto in muratura di tutti i balconi e terrazzi. Sulle scale (pianerottoli potranno essere realizzati intarsi in marmo bianco di Carrara o in Marmo bianco assoluto. 15

16 Marmo bianco di Cararra Marmo bianco assoluto Tutte le soglie dei serramenti saranno separate dalle pavimentazioni interne mediante listelli in legno fungenti da taglio termico. 14) ASCENSORE L impianto ascensore condominiale sarà di tipo oleodinamico a pistone con le seguenti caratteristiche: cabina in lamiera di acciaio esternamente elettrozincata ed internamente rivestita in lamiera zincata e plastificata (Plalam) con dimensioni interne conformi alla normativa sulle barriere architettoniche, portata 4 persone (320 Kg) completa di specchio sulla parete di fondo per metà altezza, pavimento in gomma e profili interni in acciaio inox satinato; porte cabina in lamiera di acciaio con funzionamento scorrevole telescopico porte ai piani da cm. 80 x 200 in lamiera di acciaio con funzionamento scorrevole telescopico e finitura inox satinato scelto dalla D.L.; dispositivo di ritorno al piano in caso di blackout; pulsantiere con caratteri Brail e con display luminoso indicante i piani mentre l ascensore è in movimento, sia per quella interna alla cabina che quelle ai piani; fermata ai piani autolivellante; ripetitori d allarme sui piani; tutta la segnaletica e l attrezzistica necessaria secondo le norme di legge vigenti, anche all interno del locale macchinario a piano interrato. 15) SERRAMENTI ESTERNI appartamenti: i serramenti esterni, saranno realizzati in legno abete lamellare laccato, colore a scelta della Direzione Lavori, con le seguenti caratteristiche: 16

17 falsotelaio da premurare in tavole di abete sp. cm.2.00 o in acciaio; telaio fisso portante in legno con sezione 78x92 mm., con spigoli arrotondati, ancorato mediante fissaggio con viti al controtelaio; traversa di base in alluminio anodizzato brunito provvista di gocciolatoio; anta in legno con sezione 78x92 mm. con spigoli arrotondati e gocciolatoio esterno in legno; vetrocamera 4+4 Stratophone/15 gas Krypton/3+3 bassoemissivo E. Top N (41 db) con una specchiatura su ogni anta delle portefinestre 17

18 triplice guarnizione di battura, due su anta e una aggiuntiva su telaio fisso ferramenta: n.3 cerniere a perno filettato per ogni anta apribile, cremonese a nastro incassata, entrambe in acciaio; martellina in acciaio satinato doppie guarnizioni autoespandenti con abbattimento acustico 58 db ognuna, posate tra falso telaio e telaio di tutti i serramenti Tutti i serramenti in legno saranno completi di coprifili in tinta, sagomati per i serramenti nei locali bagni e cucine indipendenti rivestiti a piastrelle. Verranno installati dai montatori specializzati della ditta affidataria dei lavori consegnati con tutti i relativi collaudi. Le aperture dei serramenti, il numero delle ante apribili o semiapribili, le dimensioni delle soglie e dei davanzali saranno decise in base alle disposizioni dei locali, sulle indicazioni della D.L.. I serramenti saranno tutti certificati per il raggiungimento della classe A raggiungendo una trasmittanza termica inferiore a 1,3 W/mqk e un abbattimento acustico non superiore ai 41 db. Tutte le certificazioni di tutti i serramenti saranno trasmesse alla D.L. per il rilascio della certificazione finale in Classe C dell edificio. 16) SISTEMI DI OSCURAMENTO Con scuri in legno del tipo a stecche chiuse o antoni a scelta della Direzione Lavori, laccati a seconda delle prescrizioni della amministrazione comunale. cerniere di colore nero tipo anuba a perno filettato con cardini a murare o a tassello, in n.3 per ogni anta di portafinestra e dispositivi esterni fermaantoni; in funzione dell ampiezza del serramento le persiane di oscuramento potranno avere una, due o più ante ripiegabili lateralmente a pacchetto su entrambe i lati. 17) SERRAMENTI INTERNI 18

19 Portoncino d ingresso agli appartamenti: del tipo ASTER First mod. Lady o similari con le seguenti caratteristiche: 6 rostri di chiusura fissi; 8 rostri di chiusura mobili; falso telaio in lamiera di acciaio zincato 20/10 con zanche a murare; telaio in acciaio zincato 20/10; struttura dell anta battente in lamiera zincata sp. 80 mm composto da tre moduli in lamiera zincata 10/10 assemblati fra loro; coibentazione interna con poliuretano ad alta densità per un completo isolamento termoacustico coperchio interno in acciaio da 30/10; pannello interno dello stesso colore delle porte interne all unità immobiliare con paraspigoli coordinati scelti dal cliente; pannello esterno pantografato mod.d9 in MDF grezzo; cerniere regolabili su due assi; limitatore di apertura; doppia guarnizione di battuta a due densità; lama antispiffero a pavimento a tripla ala; spioncino grandangolare 180 ; serratura di sicurezza FIAM azionata da cilindro europeo, fornita di cilindro di sicurezza a 12 perni, con perno antitrapano con chiave piatta a riproduzione controllata, 3 chiavi di sicurezza +1 di emergenza e cartellino di proprietà; cilindro comandato da un pomolo interno; certificazioni: per abbattimento acustico 44 db e per trasmittanza termica ud 1,47 w/mqk; colore esterno come le persiane laccato) colore interno come le porte e le finestre. Porte interne: Saranno realizzate in legno, laccate come le finestre, a scelta della Direzione Lavori, dotate di: stipite listellare con spessore 40mm, predisposto per coprifili ad incastro e guarnizione in pvc anta sp. mm.43 costituita da struttura tamburata, regolo perimetrale da 37x35 in legno duro, supporto ambo i lati in MDF da 4mm, impiallacciata o laccata coprifili con aletta lato esterno ad incastro da 70x32mm, all interno sempre 70x32 ma montati a filo interno luce e fissati allo stipite mediante listelli in MDF; coprifili maggiorati per rivestimento in piastrelle ferramenta con tre cerniere a bilico cromate e serratura bone cromo maniglia tipo Amleto cromo satinato 19

20 modelli 20

21 Colori 18) PORTE CANTINE E PIANO INTERRATO Le porte delle cantine a piano interrato saranno in lamiera zincata presso fusa con serratura, senza caratteristiche di resistenza al fuoco e spessore 10/10, colore verniciata a fuoco in tinta con il portoncino esterno. 19) PORTE ACCESSO ALLE AUTORIMESSE Le porte di accesso ai box del tipo basculante saranno realizzate con telaio in acciaio e rivestimento in legno rinforzato. Avranno apertura manuale o meccanizzata (a richiesta) con serratura centrale e fori di areazione a norma di legge. Nell eventualità l acquirente opti per una apertura meccanizzata ve porte verranno motorizzate, avranno elettrificazione comandata a chiave e a telecomando per ogni utenza, saranno collegate mediante una loro linea dedicata indipendente e collegata alle utenze condominiali ogni telecomando sarà munito di due tasti comandanti il cancello d ingresso carraio e la porta basculante dell autorimessa con due frequenze distinte; ogni autorimessa avrà, naturalmente, una sua frequenza dedicata. Laccate in tinta con le persiana. 20) SISTEMAZIONI ESTERNE Le sistemazioni esterne potranno essere private o condominiali. Le porzioni di verde privato poste sul retro dell edificio riguarderanno due porzioni di giardino, in parte lastricato, afferenti i due duplex siti al piano terra. Le recinzioni di demarcazione delle porzioni di verde privato relative agli appartamenti al piano terra saranno in ferro zincato e verniciato a caldo con colore micaceo scelto dalla D.L., del tipo parmigiana poste su muretto di altezza cm 50 circa dal suolo. Sui lati interni di dette recinzioni verranno fornite e 21

22 piantumate cortine di siepi Il cancello d ingresso pedonale - carraio (apertura a due ante) sarà realizzato con telaio in ferro zincato e verniciato a caldo con vernice micacea su progetto della D.L.; verrà rivestito in legno rinforzato. Il cancello sarà automatico con comando a distanza e chiavetta di servizio. Detto cancello sarà, inoltre, apribile elettricamente da ogni unità immobiliare Per ogni unità immobiliare sarà prevista una cassetta della posta murata, posizionata nell accesso. Il colore della cassetta portalettere sarà abbinato agli elementi esterni in ferro del complesso. 21) PARAPETTI RINGHIERE GRIGLIE Le ringhiere delle scale comuni, e di quelle private esterne a piano terra, saranno realizzate in profilati commerciali di ferro, su disegno studiato e fornito dalla D.L. Tutte le parti saranno trattate con mani di vernice antiruggine e verniciate a caldo con colori micacei scelti dalla D.L. Le ringhiere delle scale comuni interne ai vani scala, saranno dotate di corrimano in legno a profilo elegante, protetto da una doppia mano di vernice Flatin su mano di fondo impregnante. I parapetti dei balconi, compresi i divisori tra i diversi balconi, saranno costituiti anch essi da ringhiere in ferro verniciato a caldo con colori micacei e vetro brunito. 22) CASSAFORTE In ogni appartamento sarà posata n. 1 cassaforte ad incasso a parete, di piccole dimensioni (25x50) con apertura a combinazione, posizionata in punti scelti dalla D.L. 23) IMPIANTO IDRICO SANITARIO E DI RISCALDAMENTO L impianto sarà dimensionato da un tecnico abilitato in conformità alla legge n. 10/91 e l esecuzione dell impianto dovrà rispettare tutte le disposizioni di progetto oltre a tutte le 22

23 prescrizioni dettate dalle normative vigenti. L allacciamento alla rete idrica comunale verrà eseguito con tubazioni zincate a cui verranno collegati i contatori, da essi si dirameranno le tubazioni, anch esse zincate del tipo Mannesman senza saldatura, che forniranno l acqua a tutti i piani; L impianto di riscaldamento e di produzione acqua calda sarà del tipo condominiale con contabilizzazione separata per ogni unità immobiliare. Verranno installate due caldaie tipo Genius HP 45, alimentate a gas metano, per una potenza complessiva di 90 HP. Le caldaie funzioneranno a batteria e sarà in grado di provvedere sia alla produzione di acqua calda sanitaria, che di acqua per riscaldamento. L impianto verrà integrato con un accumulo di 500 L realizzato mediante un contenitore opportunamente coibentato inserito all interno del vano tecnico di copertura. I terminali di riscaldamento saranno costituiti da pannelli radianti a pavimento di primaria ditta composti da: pannello in polistirolo espanso con resistenza al fuoco classe E, comprensivi di barriera al vapore e strato inferiore fonoassorbente; tubi di riscaldamento con barriera ossigeno e diametro. 17x2 mm.; isolanti perimetrali PE con fogli autoadesivi; giunti di dilatazione e profili di riempimento; le tubazioni convoglianti acqua calda saranno dotate di isolamento termico dimensionato in conformità alle prescrizioni di legge sul risparmio energetico come previste dal progetto (L. 10/91) SISTEMA DI REGOLAZIONE: 23

24 Il sistema di regolazione della centrale di produzione di acqua calda verrà fornito dallo stesso produttore della centrale. Il sistema permetterà di regolare i seguenti parametri: delle pompe di calore e della caldaia a condensazione; delle pompe di circolazione; della distribuzione secondaria su utenze multizona; la produzione di acqua calda sanitaria con relativo ciclo antilegionella; apporti da pannelli solari; l interfaccia verso modem per teleassistenza. Regolazione temperatura locali riscaldati: ogni appartamento sarà dotato di regolazione autonoma della temperatura ambiente controllata mediante un gruppo di regolazione termica modulante pre-assemblato; sulle pareti dei pianerottoli di tutti i piani e di entrambe i vani scala, saranno posizionate le cassette contenenti i moduli di contabilizzazione separata insieme ai gruppi di regolazione degli impianti di riscaldamento a pannelli radianti, ne verrà installato uno per ogni appartamento, che contabilizzerà l acqua consumata da tutte le utenze, per la misura dei consumi e quindi la ripartizione dei costi, in ottemperanza alle normative; In ogni unità immobiliare verranno creati gli attacchi di fornitura dell acqua sanitaria e tutti i relativi scarichi, non solo per i bagni, ma anche per tutte le cucine o angoli cucine e per le lavastoviglie, oltre a tutte le cassette per i risciacqui dei vasi con doppio comando. PER APPARTAMENTI Apparecchi sanitari e rubinetterie A scelta del cliente verranno posate: porcellane Ideal Standard serie 21 (sospesa) corredate di rubinetterie della ditta Ideal Standard mod. ACTIVE cromato o Zucchetti, sempre di tipo cromato; porcellane Ideal Standard serie MIA (sospesa) corredate di rubinetterie della ditta Ideal Standard mod. FORUM cromato; piatto doccia Ideal Standard serie TWIST posato a filo pavimento; asta doccia Sali-scendi mod. SENSES 110 con braccio da 60 cm; vasca in metacrilato (per appartamenti con due servizi) Ideal Standard serie FIRST Bianco EUR con telaio, pannelli, colonna e piletta sifonata e rubinetteria bordo vasca. 24

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF 5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF Ecco un elenco esemplificativo di interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef. In ogni caso, deve essere verificata la conformità

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI Introduzione Le dimensioni delle cabine degli ascensori debbono rispettare valori minimi stabiliti dalle normative vigenti,

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 L'edificio oggetto dell'intervento, si trova a Bolzano in via Dalmazia ai numeri 60, 60A e 62 E' stato costruito nei primi anni '50

Dettagli

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI Cap. XIV OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI PAG. 1 14.1 OPERE COMPIUTE Opere prefabbricate in cemento armato. Prezzi medi praticati dalle imprese specializzate del ramo per ordinazioni dirette (di media entità)

Dettagli

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI CASERTA SETTORE TECNICO UFFICIO PROGETTAZIONE INTERVENTI E.R.S. E M.O. LAVORI DI MANUTENZIONE ORDINARIA EDILE ELENCO PREZZI UNITARI RESP. UFFICIO

Dettagli

CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997)

CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997) CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997) Progetto per la realizzazione di: Edificio residenziale Località: Ancona Indirizzo: via Menicucci, 3 Il tecnico competente Ancona, 20/09/2011

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO A l l e g a t o A COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO (ERRATA CORRIGE AL C.M.E. ALLEGATO ALLA GARA ED INSERITO SUL WEB) PROPRIETA ANCONAMBIENTE S.P.A. VIA DEL COMMERCIO 27, 60127 ANCONA OGGETTO OPERE

Dettagli

FIA SISTeM dal 1984 eleganza e SIcurezzA.

FIA SISTeM dal 1984 eleganza e SIcurezzA. FIA SISTeM dal 1984 eleganza e SIcurezzA. FIA SISTEM nasce nel 1984 come azienda sotto casa, occupandosi principalmente della realizzazione di impianti elettrici e di installazione e motorizzazione di

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro)

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO Comune di TROPEA Interventi manutentivi alla rete idrica comunale per fronteggiare l emergenza idrica sul territorio di Tropea Completamento,

Dettagli

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico ALLEGATO A ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico A) SOPRALLUOGHI, VISITE TECNICHE, VERIFICHE DI IMPIANTI A.1) Sopralluogo ed esame

Dettagli

Relazione tecnica. Interferenze

Relazione tecnica. Interferenze Relazione tecnica L autorimessa interrata di Via Camillo Corsanego, viene realizzata nel V Municipio ai sensi della Legge 122/89 art.9 comma 4 (Legge Tognoli). Il dimensionamento dell intervento è stato

Dettagli

ALLEGATI TECNICI OBBLIGATORI (D.M. 37/08, Delibera 40/04 e succ. mod.)

ALLEGATI TECNICI OBBLIGATORI (D.M. 37/08, Delibera 40/04 e succ. mod.) Foglio n 1 di 6 ALLEGATI TECNICI OBBLIGATORI (D.M. 37/08, Delibera 40/04 e succ. mod.) Intervento su impianto gas portata termica (Q n )= 34,10. kw tot Impresa/Ditta: DATI INSTALLATORE Resp. Tecnico/Titolare:

Dettagli

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * *

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * * COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci ina 1 L Amministrazione comunale di Ronco Scrivia (provincia di Genova) intende integrare la dotazione

Dettagli

IL MINISTRO DELL INTERNO

IL MINISTRO DELL INTERNO D.M. 16 maggio 1987, n. 246 (G.U. n. 148 del 27 giugno 1987) NORME DI SICUREZZA ANTINCENDI PER GLI EDIFICI DI CIVILE ABITAZIONE IL MINISTRO DELL INTERNO Vista la legge 27 dicembre 1941, n. 1570: Vista

Dettagli

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri Acciai per la realizzazione di strutture metalliche e di strutture composte (laminati, tubi senza saldatura, tubi

Dettagli

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA Comune della Spezia MARIO NIRO 5S a.s. 2013/2014 RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA RELATIVA AL PROGETTO DI ABITAZIONE UNIFAMILIARE DA EDIFICARE PRESSO IL COMUNE DELLA SPEZIA, VIA MONTALBANO CT FOGLIO 60, MAPPALE

Dettagli

La norma UNI-CIG 7129/08

La norma UNI-CIG 7129/08 1 2 3 Ossido carbonio 4 Normale Ordinamento Codice civile Codice Penale Leggi speciali Legge 1083/71 D.P.R. 412/93 -> D.Lgs. 192/05 DM 37/08 5 Premessa: L incontro ha lo scopo di illustrare le principali

Dettagli

VIA URBANA UNA NUOVA STORIA ABITATIVA VIA URBANA UNA NUOVA STORIA ABITATIVA

VIA URBANA UNA NUOVA STORIA ABITATIVA VIA URBANA UNA NUOVA STORIA ABITATIVA VIA URBANA UNA NUOVA STORIA ABITATIVA LA MODERNA VIA URBANA RICALCA IL PERCORSO DI UN ANTICA STRADA ROMANA (IL VICUS PATRICIUS), SEDE DI RESIDENZE PATRIZIE DI EPOCA REPUBBLICANA E IMPERIALE, A CUI SI ALTERNAVANO

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE FINSTRAL Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE 2 Oscuramento e protezione visiva nel rispetto della tradizione Le persiane, oltre al loro ruolo principale di elemento

Dettagli

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES LIMITED WARRANTY PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES Sistem Cube La centrale Sistem Cube è una soluzione geniale per tutti gli spazi ridotti. Compattezza, razionalità e potenza la rendono adatta

Dettagli

codice descrizione un. mis. pr. unit.

codice descrizione un. mis. pr. unit. 01.P24.A10.005 Nolo di escavatore con benna rovescia compreso manovratore, carburante, lubrificante, trasporto in loco ed ogni onere connesso per il tempo di effettivo impiego, della capacita' di m³ 0.500

Dettagli

FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72. Benessere da vivere. Su misura.

FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72. Benessere da vivere. Su misura. FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72 Benessere da vivere. Su misura. 2 Qualità e varietà per la vostra casa Maggior comfort abitativo costi energetici ridotti cura e manutenzione minime FINSTRAL produce

Dettagli

THERMATILE & BREVETTATO. Sistema riscaldante brevettato per pavimenti e rivestimenti

THERMATILE & BREVETTATO. Sistema riscaldante brevettato per pavimenti e rivestimenti THERMATILE & BREVETTATO Sistema riscaldante brevettato per pavimenti e rivestimenti 1 Che cos è? Thermatile è l innovativo sistema brevettato di riscaldamento radiante in fibra di carbonio, di soli 4 millimetri

Dettagli

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO L innovativo sistema per la ristrutturazione delle pareti dall interno LEADER MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO Costi energetici elevati e livello di comfort basso: un problema in crescita La maggior

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

... Printed by Italsoft S.r.l. - www.italsoft.net

... Printed by Italsoft S.r.l. - www.italsoft.net ........... COMUNITA' MONTANA MUGELLO Oggetto dei lavori: REALIZZAZIONE DI NUOVO LOCALE TECNICO - I DIACCI II LOTTO Progettista: Geom. Francesco Minniti COMPUTO METRICO ESTIMATIVO 2 LOTTO - COMPUTO METRICO

Dettagli

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE Facoltà di Architettura Corso di Fisica Tecnica Ambientale Prof. F. Sciurpi - Prof. S. Secchi A.A. A 2011-20122012 IMPIANTI ELETTRICI CIVILI Per. Ind. Luca Baglioni Dott.

Dettagli

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI)

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) Domande frequenti inerenti la Relazione Energetico - Ambientale e la conformità delle pratiche edilizie alla normativa di settore. Aggiornamento al

Dettagli

Isolamento termico dall interno. Pannelli RP e soluzioni in cartongesso

Isolamento termico dall interno. Pannelli RP e soluzioni in cartongesso QUANDO ISOLARE DALL INTERNO L isolamento dall interno delle pareti perimetrali e dei soffitti rappresenta, in alcuni contesti edilizi e soprattutto nel caso di ristrutturazioni, l unica soluzione perseguibile

Dettagli

OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85)

OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85) timbro protocollo AL RESPONSABILE Area delle Politiche Infrastrutturali e del Territorio DEL COMUNE DI SPADAFORA (ME) OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85) OGGETTO: Comunicazione opere interne ai sensi dell

Dettagli

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI OPERE SPECIALI PREFABBRICATI (Circ. Min. 13/82) ISTRUZIONI SCRITTE (Articolo 21) Il fornitore dei prefabbricati e della ditta di montaggio, ciascuno per i settori di loro specifica competenza, sono tenuti

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via S. Andrea, 8 32100 Belluno Tel. 0437 516927 Fax 0437 516923 e-mail: serv.spisal.bl@ulss.belluno.it Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via Borgo

Dettagli

LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA

LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA 1. La trasmittanza termica U COS'E? La trasmittanza termica U è il flusso di calore medio che passa, per metro quadrato di superficie, attraverso

Dettagli

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile MATERIALI A BASE DI CALCE NATURALE PER IL RESTAURO E IL RISANAMENTO scheda tecnica per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO PRODOTTO PER

Dettagli

Solai osservazioni generali

Solai osservazioni generali SOLAI Struttura orizzontale posta ad ogni piano di un edificio. Ha lo scopo di sostenere il proprio peso, dei pavimenti, delle pareti divisorie e dei carichi di esercizio. Per orizzontamento si intende

Dettagli

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano Comune di MILANO Provincia di MILANO Regione LOMBARDIA RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Deliberazione Giunta Regionale 22 dicembre 2008

Dettagli

SISTEMA AT CHIUSURE DI SICUREZZA CON SERRATURA A DOPPIA MAPPA

SISTEMA AT CHIUSURE DI SICUREZZA CON SERRATURA A DOPPIA MAPPA AT SISTEMA AT CHIUSURE DI SICUREZZA CON SERRATURA A DOPPIA MAPPA 1 SISTEMA AT. L ULTIMO ORIZZONTE DELLA SICUREZZA. La sicurezza di sentirsi a casa. La sicurezza di ritrovare i propri spazi lasciandosi

Dettagli

ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE. ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica

ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE. ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE PROF.. GIIANCARLO ROSSII PARTE SECONDA 1 INTRODUZIONE TIPOLOGIE

Dettagli

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista CAMPI DI APPLICAZIONE Impermeabilizzazione di: coperture piane; balconi e terrazzi;

Dettagli

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 ESEDRA ENERGIA S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 La decennale esperienza di Esedra nel mondo delle energie rinnovabili ha dato vita alla linea

Dettagli

Serrature a 3 punti di chiusura. a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro

Serrature a 3 punti di chiusura. a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro Serrature a 3 punti di chiusura a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro Serrature a 3 punti di chiusura a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro ElEvata sicurezza - Catenaccio laterale

Dettagli

unità D I M E N S I O N I I M P O R T I DESIGNAZIONE DEI LAVORI di Quantità misura par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE

unità D I M E N S I O N I I M P O R T I DESIGNAZIONE DEI LAVORI di Quantità misura par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE pag. 1 R I P O R T O LAVORI A CORPO 1 RIMOZIONE DI ARMATURA STRADALE P001 ESISTENTE Prezzo per rimozione a qualsiasi altezza di armatura stradale esistente, completa di accessori elettrici e lampada, previo

Dettagli

NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O. Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne

NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O. Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne 3 Sintesi perfetta fra isolamento termico, tecnica e design Le finestre e le porte di oggi non solo devono

Dettagli

DESCRIZIONE. Elettrodi per rilevazione acqua. Dimensioni contenitore ca.: 71 (L) x 71 (H) x 30 (P) mm. (Da abbinare a modulo sonda art.

DESCRIZIONE. Elettrodi per rilevazione acqua. Dimensioni contenitore ca.: 71 (L) x 71 (H) x 30 (P) mm. (Da abbinare a modulo sonda art. 1009/001 1009/002D 1009/002S 1009/005D 1009/005S Frontale piatto da 25 mm per serratura e maniglia Personal Lock Frontale destro da 40 mm per serratura e maniglia Personal Lock Frontale sinistro da 40

Dettagli

LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali

LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali MANUALE TECNICO APPLICATIVO A CURA DI ASSOCOPERTURE PERCHÈ PROTEGGERE I VUOTI Riteniamo necessario parlare ai tecnici del settore

Dettagli

Citofono senza fili. Installazione. ed uso. (fascicolo staccabile all interno)

Citofono senza fili. Installazione. ed uso. (fascicolo staccabile all interno) Citofono senza fili Installazione ed uso (fascicolo staccabile all interno) Sommario Presentazione... 3 Descrizione... 4 La postazione esterna... 4 La placca esterna... 4 Il quadro elettronico... 4 La

Dettagli

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE Piazza Mazzini, 46 16038 SANTA MARGHERITA LIGURE (GE) REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI SULLE COPERTURE DELLA SCUOLA PRIMARIA A.R. SCARSELLA, DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA Un impianto solare fotovoltaico consente di trasformare l energia solare in energia elettrica. Non va confuso con un impianto solare termico, che è sostanzialmente

Dettagli

dai vita alla tua casa

dai vita alla tua casa dai vita alla tua casa SEMPLICE MENTE ENERGIA bioedilizia Una STRUTTURA INNOVATIVA PARETE MEGA PLUS N 10 01 struttura in legno 60/60 mm - 60/40 mm 02 tubazione impianto elettrico ø 21 mm 03 struttura portante

Dettagli

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO CORSO DI INFORMAZIONE PER STUDENTI PREVENZIONE E SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICA Servizio Prevenzione Ambienti Lavoro RISCHI DI CADUTA

Dettagli

ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali

ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali /2 Introduzione /5 Norme di riferimento e interruttori magnetotermici /6 Trasformatore d isolamento e di sicurezza / Controllore d isolamento e pannelli di controllo

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI LINEE D INDIRIZZO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI ALL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOTAICI SU EDIFICI DESTINATI

Dettagli

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna Unità monoblocco Potenza frigorifera: da 11 a 70.6 kw Potenza calorifica: da 11.7 a 75.2 kw Unità verticali compatte Ventilatori centrifughi Aspirazione e mandata canalizzate Gestione free-cooling con

Dettagli

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Saint-Gobain, attraverso i suoi marchi, sviluppa e produce nuove generazioni di materiali con un approccio moderno e completo al mercato delle costruzioni:

Dettagli

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Ventilconvettori Cassette Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Se potessi avere il comfort ideale con metà dei consumi lo sceglieresti? I ventilconvettori Cassette SkyStar

Dettagli

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w www.metra.it SISTEMI PER BALCONI. THEATRON METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati METRA sono stati

Dettagli

ANALISI PREZZI AGGIUNTIVI

ANALISI PREZZI AGGIUNTIVI PA.01 Oneri di discarica valutati a mc misurato sul volume effettivo di scavo o demolizione. Oneri di discarica MC 1.000 24.76 24.76 TOTALE 24.76 PREZZO TOTALE PER MC 24.76 Pagina 1 di 11 PA.02 Fornitura

Dettagli

ALLEGATO R ELENCO PREZZI

ALLEGATO R ELENCO PREZZI A r c h i t e t t o R i n a l d i n i E t t o r e R a v e n n a, V i a l e d e l l a L i r i c a n. 4 3 T e l 0 5 4 4 405979 F a x 0 5 4 4 272644 comm. part. Emissione Spec foglio di Mar2014 COMMITTENTE:

Dettagli

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE LIMITED WARRANTY EDILIZIA VERTICALE Wolly 2 La centrale che per la sua versatilità di installazione ha rivoluzionato il concetto di aspirapolvere centralizzato, consentendo la sua installazione anche nei

Dettagli

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp. CATTANEO & Co. - BG SC_I 01/2005 S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.it Realizzare un connubio perfetto fra

Dettagli

GUIDA ALLE SOLUZIONI

GUIDA ALLE SOLUZIONI La caratteristica delle trasmissioni digitali è " tutto o niente ": o il segnale è sufficiente, e quindi si riceve l'immagine, oppure è insufficiente, e allora l'immagine non c'è affatto. Non c'è quel

Dettagli

FIN-Project. L innovativa gamma di serramenti in alluminio

FIN-Project. L innovativa gamma di serramenti in alluminio FIN-Project L innovativa gamma di serramenti in alluminio FIN-Project: serramenti in alluminio ad alte prestazioni Ricche dotazioni tecnologiche e funzionali Eccezionale isolamento termico Massima espressione

Dettagli

la nuova generazione

la nuova generazione O - D - Giugno - 20 Sistemi di adduzione idrica e riscaldamento in Polibutilene la nuova generazione Push-fit del sistema in polibutilene Sistema Battuta dentellata La nuova tecnologia in4sure è alla base

Dettagli

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile Elegant ECM Condizionatore Pensile I condizionatori Elegant ECM Sabiana permettono, con costi molto contenuti, di riscaldare e raffrescare piccoli e medi ambienti, quali negozi, sale di esposizione, autorimesse,

Dettagli

Sistema solare termico

Sistema solare termico Sistema solare termico 1 VELUX Collettori solari VELUX. Quello che cerchi. Alte prestazioni, massima durabilità, facile installazione Alte prestazioni, massima durabilità, facile installazione Sempre più

Dettagli

DOORS SISTEM s.r.l. Chiusure civili ed industriali. PORTONI INDUSTRIALI a LIBRO

DOORS SISTEM s.r.l. Chiusure civili ed industriali. PORTONI INDUSTRIALI a LIBRO DOORS SISTEM s.r.l. Chiusure civili ed industriali PORTONI INDUSTRIALI a LIBRO - DESCRIZIONE TECNICA - Doors Sistem S.r.l. via G.Marconi nr. 37/A -35020- Brugine (PD) Tel. 049/9730468 fax 049/9734399 E-mail:

Dettagli

Manuale tecnico di progettazione

Manuale tecnico di progettazione Manuale tecnico di progettazione Informazioni tecniche, tabelle di calcolo, descrizioni di capitolato Adduzione idrica e riscaldamento Scarico e pluviali Indice Impianti di scarico Considerazioni generali

Dettagli

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale CIRCOLAZIONE NATURALE NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale 1964 2014 Immergas. Una lunga storia alle spalle, insegna a guardare in avanti. Il 5 febbraio del 1964, Immergas nasceva dal

Dettagli

Listino Prezzi al Pubblico Bora Luglio 2014

Listino Prezzi al Pubblico Bora Luglio 2014 BORA Professional BORA Classic BORA Basic Listino Prezzi al Pubblico Bora Luglio 2014 Progettazione d avanguardia Aspirazione efficace dei vapori nel loro punto d origine BORA Professional Elementi da

Dettagli

Catalogo Tecnico 2012 OLA 20

Catalogo Tecnico 2012 OLA 20 Catalogo Tecnico 2012 OLA 20 Catalogo Tecnico 2012 OLA 20 CATALOGO TECNICO SCARICATO DA WWW.SNAIDEROPARTNERS.COM IL CATALOGO È SOGGETTO AD AGGIORNAMENTI PERIODICI SEGNALATI ALL INTERNO DI EXTRANET: PRIMA

Dettagli

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare NUOVO! NUOVO AF/ARMAFLEX MIGLIORE EFFICIENZA DELL ISOLAMENTO Sempre più semplice da utilizzare L flessibile professionale Nuove prestazioni certificate. Risparmio energetico: miglioramento di oltre il

Dettagli

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING POTENZA FRIGORIFERA DA 4 A 26,8 kw ED.P 161 SF E K 98 FC La gamma di condizionatori

Dettagli

OPERE DA ESEGUIRE CAPITOLATO DESCRITTIVO

OPERE DA ESEGUIRE CAPITOLATO DESCRITTIVO Complesso Residenziale Comune di Albavilla via Basso Formiano OPERE DA ESEGUIRE CAPITOLATO DESCRITTIVO PROGETTISTA: Geom. Soggia Antonio, via IV Novembre n.182 - LIPOMO (CO) - DIRETTORE DEIL LAVORI : Geom.

Dettagli

Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché?

Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché? Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché? Klaus Pfitscher Relazione 09/11/2013 Marchio CE UNI EN 14351-1 Per finestre e porte pedonali Marchio CE UNI EN 14351-1

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione regionale Lombardia Coordinamento Attività tecnico edilizia COMPUTO METRICO ESTIMATIVO Oggetto: Lavori di ristrutturazione funzionale Lotto I Direzione Provinciale

Dettagli

Il miglior investimento che tu possa fare. Riscaldamento sottopavimento per ogni ambiente

Il miglior investimento che tu possa fare. Riscaldamento sottopavimento per ogni ambiente Il miglior investimento che tu possa fare Riscaldamento sottopavimento per ogni ambiente Il miglior investimento che tu possa fare Se progettate di rinnovare o costruire un nuovo bagno, una cucina o un

Dettagli

SEGNI GRAFICI PER SCHEMI

SEGNI GRAFICI PER SCHEMI Corrente e Tensioni Corrente continua Trasformatore a due avvolgimenti con schermo trasformatore di isolamento CEI 14-6 Trasformatore di sicurezza CEI 14-6 Polarità positiva e negativa Convertitori di

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01 Ecoenergia I d e e d a i n s t a l l a r e Lo sviluppo sostenibile Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile

Dettagli

NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco

NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco Ing. Marco Patruno Forum Prevenzione Incendi Milano : 1 ottobre 2014

Dettagli

SP 73 DELLA SERRA Interventi urgenti di adeguamento dell' attraversamento idraulico al km 2+800 e al km 4+800

SP 73 DELLA SERRA Interventi urgenti di adeguamento dell' attraversamento idraulico al km 2+800 e al km 4+800 SP 73 DELLA SERRA Interventi urgenti di adeguamento dell' attraversamento idraulico al km 2+800 e al km 4+800 n ordine codice descrizione un. mis. quantità pr. unit. importo 1 01.P24.A10.005 Nolo di escavatore

Dettagli

PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI

PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI N. VOCE DESCRIZIONE LAVORAZIONE QUANTITA' PREZZO UNIT. TOTALE

Dettagli

MANUALE POSA IN OPERA E MANUTENZIONE FINESTRE, PORTEFINESTRE, PORTE, SCORREVOLI

MANUALE POSA IN OPERA E MANUTENZIONE FINESTRE, PORTEFINESTRE, PORTE, SCORREVOLI MANUALE POSA IN OPERA E MANUTENZIONE FINESTRE, PORTEFINESTRE, PORTE, SCORREVOLI Premessa 1. I materiali per la posa. 2. Il falso telaio. 3. Il fissaggio del serramento. 4. Istruzioni per la posa in opera

Dettagli

Più vetro. Più luce. Più vita. TIPTOP FENSTER

Più vetro. Più luce. Più vita. TIPTOP FENSTER Più vetro. Più luce. Più vita. TIPTOP FENSTER 2 Sommario Finestre in legno 06 TOPLINE 07 CLIMATOP 08 Belle Arti Finestre in legno-alluminio 12 ALUTOP 13 ALUCLIMA 14 GLASTOP Finestre di design complanari

Dettagli

pag. 1 Num.Ord. TARIFFA E DEGLI Quantità R. E L E M E N T I unitario TOTALE R I P O R T O

pag. 1 Num.Ord. TARIFFA E DEGLI Quantità R. E L E M E N T I unitario TOTALE R I P O R T O pag. 1 R I P O R T O 023573g Valvola a sfera in ottone cromato di diam. 2" con maniglia a leva gialla. Si intende compreso nel prezzo la mano d'opera e quanto altro necessario a rendere l'opera finita

Dettagli

Il Ministro dell Economia e delle Finanze. Il Ministro dello Sviluppo Economico. di concerto con

Il Ministro dell Economia e delle Finanze. Il Ministro dello Sviluppo Economico. di concerto con Il Ministro dell Economia e delle Finanze di concerto con Il Ministro dello Sviluppo Economico Visto l articolo 1 della legge 27 dicembre 2006, n. 296, recante legge finanziaria per il 2007 (di seguito:

Dettagli

Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti.

Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti. Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti. La protezione contro i contatti indiretti consiste nel prendere le misure intese a proteggere le persone contro i pericoli risultanti dal contatto con parti

Dettagli

CONSIGLI UTILI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DELLE MURATURE

CONSIGLI UTILI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DELLE MURATURE CONSIGLI UTILI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DELLE MURATURE a cura del Consorzio POROTON Italia VERSIONE ASPETTI GENERALI E TIPOLOGIE MURARIE Le murature si dividono in tre principali categorie: murature

Dettagli

SCALE PER LA SOFFITTA. www.fakro.it

SCALE PER LA SOFFITTA. www.fakro.it SCALE PER LA SOFFITTA 2011 www.fakro.it 1 Scala rientrante da soffitta Rende l accesso alla soffitta più facile e sicuro senza la necessità di realizzare scale stabili con conseguente notevole risparmio

Dettagli

5 I COEFFICIENTI CORRETTIVI

5 I COEFFICIENTI CORRETTIVI 5 I COEFFICIENTI CORRETTIVI In questo capitolo, dopo aver definito il concetto di «coefficienti correttivi», verranno esaminati nel dettaglio i coefficienti di riduzione previsti dalla Circolare del Ministero

Dettagli

EDIL-SERV via Ciantro Marrocco n 13; C.A.P.: 93100 Caltanissetta; Fax: 36.338.8233126; Cell. 338.8233126 388.1832953 Web:

EDIL-SERV via Ciantro Marrocco n 13; C.A.P.: 93100 Caltanissetta; Fax: 36.338.8233126; Cell. 338.8233126 388.1832953 Web: Via C. Marrocco, 13 93100 Caltanissetta (CL) Tel.: 338.8233126 388.1832953 Fax: 36.338.8233126 E-mail:edil-serv@alice.it Web: www.webalice.it/edil-serv Alla cortese attenzione del Titolare di codesta Spett.le

Dettagli

CARRETTA SERRAMENTI IN LEGNO DAL 1930

CARRETTA SERRAMENTI IN LEGNO DAL 1930 CARRETTA SERRAMENTI IN LEGNO DAL 1930 LA FILOSOFIA CARRETTA: QUALITA, INFORMAZIONE, TRASPARENZA. Questa brochure è fatta di immagini e dovrebbe risvegliare l interesse di chi, proprietario o progettista,

Dettagli

Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE OPERE PROVVISIONALI. prof. ing. Pietro Capone

Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE OPERE PROVVISIONALI. prof. ing. Pietro Capone Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE prof. ing. Pietro Capone Opere realizzate provvisoriamente allo scopo di consentire l esecuzione dell opera, la loro vita è legata

Dettagli

1 Sifoni per vasca da bagno Geberit

1 Sifoni per vasca da bagno Geberit Sifoni per vasca da bagno Geberit. Sistema.............................................. 4.. Introduzione............................................. 4.. Descrizione del sistema.................................

Dettagli

Il centralino contemporaneo Da ABB consigli e soluzioni per trasformare la regola dell arte in un opera d arte.

Il centralino contemporaneo Da ABB consigli e soluzioni per trasformare la regola dell arte in un opera d arte. Il centralino contemporaneo Da ABB consigli e soluzioni per trasformare la regola dell arte in un opera d arte. Il montante L autostrada che porta al centralino Il montante È la conduttura che collega

Dettagli

FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81

FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81 CARTA SEMPLICE FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81 ALL A.S.L. N. CN2 ALBA BRA DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Servizio Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro Via Vida

Dettagli

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri:

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri: Introduzione Sono ormai sempre più frequenti i furti negli appartamenti, nelle case e negli uffici. Il senso di insicurezza della popolazione è comprensibile. Con questo opuscolo si vuole mostrare che

Dettagli

Diffusore a pavimento modello SOL. per convezione libera

Diffusore a pavimento modello SOL. per convezione libera Diffusore a pavimento modello SOL per convezione libera Indice Campo di impiego... 5 Panoramica sui prodotti.... 6 Descrizione dei prodotti Modello SOL96... 8 Modello SOL... 9 Modello SOL...10 Modello

Dettagli

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Guida alla detrazione fiscale del 65% per la riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Aggiornata al 20 dicembre 2013 Sommario 1. IL QUADRO NORMATIVO.... pag. 3 2. EDIFICI INTERESSATI.....

Dettagli