CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA REALIZZAZIONE DI UN INTERVENTO DI RISANAMENTO CONSERVATIVO IN PARMA VICOLO SANTA MARIA 10

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA REALIZZAZIONE DI UN INTERVENTO DI RISANAMENTO CONSERVATIVO IN PARMA VICOLO SANTA MARIA 10"

Transcript

1 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA REALIZZAZIONE DI UN INTERVENTO DI RISANAMENTO CONSERVATIVO IN PARMA VICOLO SANTA MARIA 10 IMPRESA COMMITTENTE BERNINI & GROUP Viale Mentana Parma IMPRESA ESECUTRICE Costruzioni Ventura di Ventura Francesco & C. snc Via Cervaroletta Poviglio (RE) 1

2 INDICE DELLE VOCI INDICE DELLE VOCI p. 1 1 CARATTERISTICHE GENERALI DEL COMPLESSO p. 2 2 STRUTTURE p. 3 3 IMPERMEABILIZZAZIONI STRUTTURE INTERRATE p. 4 4 TAMPONAMENTI PERIMETRALI ESTERNI p. 4 5 PARETI INTERNE CONTROSOFFITTI CASSONETTI p. 5 6 ISOLAMENTI p. 6 7 COPERTURA p. 6 8 LATTONERIA p. 7 9 INTONACI p BALCONI p SOGLIE DAVANZALI p SOTTOFONDI - PAVIMENTI RIVESTIMENTI p SCALE p ASCENSORE p SERRAMENTI ESTERNI p SISTEMI DI OSCURAMENTO p SERRAMENTI INTERNI p PORTE CANTINE E PIANO INTERRATO p PORTE BASCULANTI DI ACCESSO ALLE AUTORIMESSE p SISTEMAZIONI ESTERNE p PARAPETTI RINGHIERE GRIGLIE p CASSAFORTE p IMPIANTO IDRICO SANITARIO E DI RISCALDAMENTO p IMPIANTO SOLARE TERMICO p IMPIANTO SOLARE FOTOVOLTAICO p FOGNATURE p CONDOTTI DI ESPULSIONE DEI FUMI CUCINE p IMPIANTO ANTINCENDIO p IMPIANTO PER GAS METANO p IMPIANTO ELETTRICO p IMPIANTO DI CONDIZIONAMENTO p IMPIANTO TELEFONICO p IMPIANTO VIDEOCITOFONICO p IMPIANTO TV e SATELLITARE p IMPIANTO ANTIFURTO p NORME PER LA SICUREZZA DEGLI IMPIANTI p VARIE p AVVERTENZE p. 35 2

3 INTERVENTO PER IL RESTAURO CONSERVATIVO DI UN IMMOBILE DENOMINATO DENOMINATO ''VICOLO SANTA MARIA 10'' 1) CARATTERISTICHE GENERALI DEL COMPLESSO PREMESSA La descrizione dei lavori, riportata nel seguente fascicolo s intende semplicemente sommaria e schematica, con il solo scopo d individuarne e fissarne gli elementi fondamentali e più significativi. Tutte le voci riportate, anche dove non esplicitamente menzionate, saranno comprensive di tutta la manodopera, attrezzature e materiali occorrenti per consegnare le opere complete, finite, rifinite e funzionali, secondo le buone regole dell arte e conformi a tutte le normative e soluzioni tecniche riguardanti il raggiungimento della Classe D dell edificio. Tale classificazione energetica, trattandosi di un intervento di restauro conservativo, è stata raggiunta attraverso tutti gli accorgimenti tecnici e tecnologici di seguito descritti, che si sono resi necessari per la ristrutturazione di questo edificio pensato in funzione di un elevato rispetto dell ambiente e di un notevole risparmio economico in termini di gestione delle energie richieste per il suo funzionamento. L intervento di restauro conservativo riguarderà una palazzina sita in Parma Le opere da realizzare risultano relative un intervento di Restauro e Risanamento Conservativo su un edificio residenziale sito in Parma Vicolo Santa Maria civico n. 10. A PIANO TERRA Sarà essenzialmente adibito a ingresso condominiale, accesso carrabile ai posti auto, cantine e 3

4 autorimesse. I posti auto saranno allocati nella zona di confine con il muro perimetrale del complesso universitario. Nella zona di piano terra affacci antesi sul cortile interno (pertanto non fronte strada) verranno allocate due porzioni delle unità immobiliari tipo 2duplex che si sviluppano parzialmente sul piano terra e parzialmente sul primo piano. Tali due unità immobiliari saranno dotate di porzioni di giardino in uso esclusivo. Al piano terra saranno allocati, anche il vano scala condominiale e il vano ascensore entrambi a servizio di tutti i piani. B PIANI FUORI TERRA B1 PIANO PRIMO: su detto piano verranno allocati n. 4 unità immobiliari di cui due si sviluppano parzialmente anche sul piano terra. L interpiano sarà di cm 270. B2 PIANO SECONDO: su detto piano verranno allocati n. 3 unità immobiliari. L interpiano sarà di cm 270. B3 PIANO TERZO: su detto piano verranno allocati n. 1 o in alternativa 2 unità immobiliari di maggiori dimensioni. L interpiano sarà di cm 270. Su detto piano verrà anche situata, in un locale adeguatamente compartimentato e coibentato, la centrale termica a servizio dell intero immobile. C INGRESSO COMUNE INGRESSO su vicolo Santa Maria sia carraio che pedonale. L ingresso verrà lastricato con pietra locale di adeguata durezza e resilienza, atta a resistere al transito di veicoli leggeri (Automobili). D PARTI COMUNI Al piano terra saranno site le centraline a servizio condominiale, il depuratore acque e la centralina a servizio dell ascensore, in apposito contenitore in metallo. La fossa disoleatrice così come i sifoni acque bianche e nere saranno allocati in appositi pozzetti ispezionabili. 2) STRUTTURE L adeguamento alle normative antisismiche sarà effettuato utilizzando calcoli agli Stati Limite Ultimi. Verranno rinforziate le fondazioni e tutti gli elementi portanti utilizzando acciaio in barre commerciali di diversi diametri Fe B 44 K ad aderenza migliorata, e calcestruzzo con diverse classi di resistenza: I c.a. saranno edificati con materiali (cls e ferro) corrispondenti alle indicazioni di progetto per ogni singolo elemento strutturale, la cui conformità e verifica saranno effettuate da prove e controlli certificati; la carpenteria dovrà essere eseguita seguendo minuziosamente tutte le disposizioni di progetto e le indicazioni della D.L. Le strutture avranno essenzialmente le seguenti caratteristiche: La struttura a sbalzo dei balconi verrà separata ove necessario dai giunti strutturali FRANK EGCOBOX ai fini di eliminare tutti i ponti termici dei balconi stessi. La struttura portante del vano ascensore verrà realizzata in calcestruzzo armato ed avrà anche funzione 4

5 di irrigidimento e controventatura dell intera struttura. La struttura portante del vano scala sarà realizzata in acciaio con gradini riportati in pietra o marmo. Gli sbarchi ai vari piani saranno realizzati in calcestruzzo armato. 3) IMPERMEABILIZZAZIONI STRUTTURE INTERRATE L intervento riguarda il restauro conservativo di un immobile esistente posto in centro storico della città di Parma. Tutte le strutture di fondazione di nuova realizzazione per il consolidamento e adeguamento antisismico, così come la fossa ascensore verranno adeguatamente impermeabilizzate. Verrà posto in opera un vespaio tipo igloo atto a garantire una vera separazione fisica tra strutture di fondazione e piani di calpestio abitati o meno. L impermeabilizzazione delle strutture di fondazione sarà realizzata mediante posa di guaine in bitume armate in velo vetro (tipo Index) previo stesa di mano di bitume liquido. L impermeabilizzazione delle strutture di fondazione in calcestruzzo avverrà solo a seguito di perfetta asciugatura del conglomerato cementizio. 4) TAMPONAMENTI PERIMETRALI ESTERNI I tamponamenti perimetrali esterni esistenti non verranno modificati ne nello spessore ne nella qualità, fatti salvi interventi puntuali di consolidamento. Verrà posto in opera un pannello coibente in Stiferite Classe S spessore cm 10, esternamente sui paramenti Nord e ovest, internamente sul paramento Est, prospiciente il Vicolo, al fine di non alterare l andamento dei prospetti. Il paramento sud, direttamente confinante con altro edificio verrà coibentato con pannello spessore cm 6. Cappotto esterno 5) PARETI INTERNE CONTROSOFFITTI - CASSONETTI Le murature divisorie interne saranno così suddivise e costruite: murature divisorie interne cantine e autorimesse del piano terra: 5

6 blocchi doppio UNI da cm. 12, esternamente intonacate. Murature divisorie Vani scala-unità immobiliari Murature promiscue tra Unità Immobiliari murature divisorie interne cantine, androne - appartamenti del piano terra: doppio tavolato in laterizio porizzato cm (indice dei vuoti < 45%) con interposto pannello di Stiferite Classe S spessore cm 8, dimensionato per le coibenze termoacustiche aventi caratteristiche prescritte dai progetti di Legge 10/91 e DPCM 05/12/97 allegati alla pratica comunale nella faccia interna della parete in doppio uni verrà eseguita una strollata rustica in sabbia e cemento da cm. 0,5 murature (promiscue) tra balconi: tavolato in mattoni forati di laterizio cm. 12 murature interne (divisorie) degli murature divisorie interne tra appartamenti doppio tavolato in laterizio cm (porizzato indice dei vuoti < 45%) con interposto pannello di Stiferite Classe S spessore cm 6, dimensionato per le coibenze termoacustiche aventi caratteristiche prescritte dai progetti di Legge 10/91 e DPCM 05/12/97 allegati alla pratica comunale nella faccia interna della parete in doppio uni verrà eseguita una strollata rustica in sabbia e cemento da cm. 0,5. in alcune parti all interno degli appartamenti verranno eseguiti dei cassonetti, con le stesse caratteristiche tecniche sopraccitate, al fine di mascherare i percorsi occupati dalle tubazioni degli impianti di ventilazione meccanica. 6) ISOLAMENTI Tutte le strutture, portanti e di tamponamento, (tamponamenti, serramenti ecc..) saranno perfettamente coibentate termo-acusticamente, per il soddisfacimento delle caratteristiche tecniche necessarie al 6

7 raggiungimento della Certificazione energetica di Classe C, e per l osservanza di tutte le prescrizioni acustiche dettate dal DPCM 05/12/97. Per questo motivo verranno adottate tutte le coibentazioni e soluzioni tecniche necessarie al raggiungimento di tutti i parametri previsti dalle leggi vigenti, come descritte, nella relazione tecnica della L.10/91 allegata al progetto comunale, nella relazione sulla Verifica dei Requisiti Acustici Passivi del DPCM 05/12/97 anch essa allegata al progetto comunale, nel presente capitolato, nei disegni esecutivi e qualsiasi altro accorgimento che durante il corso dei lavori si riterrà necessario a tale scopo. 7) COPERTURA 7

8 Il corpo di fabbrica terminerà all ultimo piano con copertura a falde in legno lamellare. La copertura sarà realizzata del tipo ventilato, del tipo atto a garantire il miglio confort termo-acustico. Tra il doppio assito sarà interposta una coibentazione di cm 10 in Stiferite Calsse S. seguenti caratteristiche: camini, condotti di esalazione e relativi aspiratori statici: in copertura sfoceranno tutti i comignoli 8

9 di esalazione dei fumi focolai delle cucine e esalazione scarichi acque nere; ogni torretta sarà edificata in mattoni pieni sp. cm. 12 e munita dei relativi aspiratori statici, relative ispezioni ecc. In alternativa le torrette potranno essere realizzate in rame spessore 6/10, sempre con i medesimi accorgimenti in precedenza descritti. locale tecnologico: in copertura verrà eseguito inoltre un locale tecnologico che recapiterà i bollitori, collettori, inverter, quadri elettrici, serbatoi di accumulo, centraline antenne e quant altro occorra al funzionamento di tutti gli impianti. Impianti: la copertura recapiterà inoltre tutti gli impianti di utenza condominiale distribuiti e studiati secondo tutte le normative vigenti, come: impianti fotovoltaici, solari termici, condotti di esalazione vari ecc.. La posizione e la distribuzione di tutti gli impianti verrà eseguita secondo le indicazioni riportate sui disegni esecutivi della D.L. generale e delle ditte fornitrici degli impianti stessi. 8) LATTONERIA Tutti gli elementi all acqua che non verranno coperti o rifiniti in altro modo verranno tutti protetti e terminati con lastre di rame 8/10, in particolar modo per: fazzoletti dei camini, copertine parapetti copertura, protezione degli elementi di impermeabilizzazione, protezione macchinari impiantistici in copertura, ecc.. 9) INTONACI locali di abitazione: sulle pareti verrà realizzato, intonaco al civile premiscelato base cemento, tirato in piano a staggia, rasato liscio; gli spigoli delle pareti saranno protetti con paraspigoli in lamiera zincata; locali di servizio: nei bagni e nelle cucine verrà realizzato un intonaco al civile premiscelato base cemento, solo nelle porzioni superiori ai rivestimenti in ceramica; nelle porzioni di muratura ove verranno posti in opera i rivestimenti in ceramica verrà realizzato un intonaco rustico premiscelato base cemento pianerottoli e vani scala: sulle pareti e sui plafoni dei pianerottoli verrà realizzato, intonaco al civile premiscelato base cemento, tirato in piano a staggia, rasato liscio; gli spigoli delle pareti saranno protetti con paraspigoli in lamiera zincata; locale tecnico, cantine e autorimesse: sulle pareti verrà realizzato, intonaco al civile premiscelato base cemento, tirato in piano a staggia, rasato liscio; gli spigoli delle pareti saranno protetti con paraspigoli in lamiera zincata; 9

10 androne di accesso: sulle pareti verrà realizzato, intonaco al civile premiscelato base cemento, tirato in piano a staggia, rasato liscio; gli spigoli delle pareti saranno protetti con paraspigoli in lamiera zincata; ove possibile verranno mantenute a vista le originarie murature. 10) BALCONI Sopra la struttura verrà creato il massetto in sabbia-cemento per la formazione delle pendenze, sul quale verrà posata una membrana bituminosa elastoplastomerica impermeabilizzante da mm 4, risvoltata in corrispondenza delle soglie e degli zoccolini. Sopra la membrana, verrà eseguito il massetto di sottofondo per la posa del pavimento. I parapetti verranno realizzati in parte con getto di calcestruzzo armato e in parte con opere in ferro verniciato a caldo con colori micacei e vetro brunito su disegno della D.L. Ogni balcone sarà provvisto di becchi di scolo, sagomati, in pietra di diverse lunghezze a seconda dell altezza in cui sono situati i balconi. 11) SOGLIE DAVANZALI Pietra di Luserna Pietra di Cardoso Granito Serizzo Verrà utilizzato una pietra naturale a scelta della Direzione Lavori tra i materiali in precedenza indicati (ossia Pietra di Luserna, Pietra di Cardoso, Granito Serizzo Antigorio): soglie serramenti esterni; soglie portoncini di ingresso; davanzali sopra le porzioni di parapetto in muratura di tutti i balconi e terrazzi. Sulle scale (pianerottoli potranno essere realizzati intarsi in marmo bianco di Carrara o in Marmo bianco assoluto. 10

11 Marmo bianco di Carrara Marmo bianco assoluto Tutte le soglie dei serramenti saranno separate dalle pavimentazioni interne mediante listelli in legno fungenti da taglio termico. La parte interna del davanzale sarà in legno, laccato con coloritura identica a quella della finestra. 12) SOTTOFONDI - PAVIMENTI RIVESTIMENTI Sui sottofondi degli appartamenti verrà posto in opera un materassino fonoassorbente POLIPREN T contro i rumori da calpestio. Pannello fonoassorbente POLIPREN T massetto in cemento cellulare autolivellante e fonoassorbente FOAMCEM fino a copertura delle tubazioni degli impianti; 11

12 Esempio posa massetto fonoassorbente pannello in polistirolo espanso sagomato per la posa delle tubazioni di riscaldamento a pavimento ; massetto in sabbia-cemento additivato a copertura delle tubazioni di riscaldamento, lisciato per la posa dei pavimenti Ingressi esterni comuni; negli spazi riguardanti gli accessi pedonali esterni condominiali, verrà creato un vespaio areato con casseri in plastica a perdere tipo Iglou, debitamente completati con getto di cls armato e areati con prese d aria sfocianti verso l esterno; sopra la struttura verrà realizzato il massetto in cls per la formazione delle pendenze; sopra il massetto delle pendenze verrà posata una doppia membrana bituminosa elastoplastomerica impermeabilizzante da mm 4, risvoltata in corrispondenza delle soglie e degli zoccolini; sopra la membrana, verrà posto in opera il massetto in sabbia e cemento di sottofondo per la posa del pavimento autorimesse, corselli e locali tecnici. Pavimenti e zoccolini Per la pavimentazione interna verranno utilizzate piastrelle di primaria ditta quale CASALGRANDE o MARAZZI od eventualmente, fuori capitolato, piastrelle IDEAL STANDARD serie Oxygena.Questa piastrella contiene biossido di titanio, un elemento che in modo completamente naturale reagisce ai gas inquinanti e li abbatte rendendoli inoffensivi. 12

13 Processo fotocatalitico di purificazione dell'aria. 1- I raggi solari raggiungono la superficie della piastrella. 2- Il biossido di titanio, grazie alle sue proprietà fotocatalitiche, produce ossigeno attivo. 3- L ossigeno attivo ossida i gas inquinanti. 4- I gas si trasformano in ioni nitrato che combinati con l acqua o altri elementi diventano eco-compatibili. appartamenti: BAGNI con piastrelle di ceramica smaltata della ditta Marazzi dei colori indicati Bianco Panna Cioccolato Acquamarina Oceano Verde Dimensioni 30x30 colori bianco, cenere, dorato e noce colori bianco,turchese e rosso o colori bianco, turchese, arancio, rosso e verde Bianco Turchese Rosso Bianco Turchese Arancio Rosso Verde 13

14 CUCINE con piastrelle di ceramica smaltata della ditta Marazzi, 45x45 30x30 colori bianco, cenere, dorato e noce o multicolor su foglio 30x30 Bianco Cenere Dorata Noce dimensione 45x45, 30x30 colori black, oceano, dorato, cotto e noce o multicolor su foglio 30x30 Piastrella 45x45 o 30x30 Black Oceano Dorata Cotto Noce SOGGIORNO, CAMERE DA LETTO e disimpegno zona notte con parquet di essenza IROKO o ROVERE da mm.10, a scelta del cliente, di prima scelta nel formato cm 7/8 x con posa dritta Esempio parquet in rovere Esempio parquet in iroko zoccolino locali abitazione: in legno di essenza ROVERE o IROKO abbinata dai clienti alla scelta dei pavimenti, fissati con chiodi e a colla e di altezza cm. 7,5 sp. cm.1,5 balconi: piastrella antigeliva e antisdrucciolevole scelta dalla D.L. da catalogo MARAZZI con posa dritta e relativo zoccolino abbinato pavimenti esterni comuni: 14

15 sul massetto in sabbia e cemento sarà posata piastrella antigeliva e antisdrucciolevole della ditta MARAZZI serie Pietre, colori Breccia e Travertino con dim. 15x30 e 30x30 con relativo zoccolino abbinato e posa dritta Piastrelle antigelive 15x30 e 30x30 Color Breccia Color Travertino locali tecnici comuni, autorimesse e cantine: Il pavimento sarà realizzato in battuto di cemento a spolvero al quarzo con trattamento antipolvere o, in alternativa con gres porcellanato, antigelivo dimensioni 7,5x15 cm 10x20 cm, colori a scelta della Direzione Lavori. 13) SCALE Pietra di Luserna Pietra di Cardoso Granito Serizzo Verrà utilizzato una pietra naturale a scelta della Direzione Lavori tra i materiali in precedenza indicati (ossia Pietra di Luserna, Pietra di Cardoso, Granito Serizzo Antigorio): soglie serramenti esterni; soglie portoncini di ingresso; davanzali sopra le porzioni di parapetto in muratura di tutti i balconi e terrazzi. Sulle scale (pianerottoli potranno essere realizzati intarsi in marmo bianco di Carrara o in Marmo bianco assoluto. 15

16 Marmo bianco di Cararra Marmo bianco assoluto Tutte le soglie dei serramenti saranno separate dalle pavimentazioni interne mediante listelli in legno fungenti da taglio termico. 14) ASCENSORE L impianto ascensore condominiale sarà di tipo oleodinamico a pistone con le seguenti caratteristiche: cabina in lamiera di acciaio esternamente elettrozincata ed internamente rivestita in lamiera zincata e plastificata (Plalam) con dimensioni interne conformi alla normativa sulle barriere architettoniche, portata 4 persone (320 Kg) completa di specchio sulla parete di fondo per metà altezza, pavimento in gomma e profili interni in acciaio inox satinato; porte cabina in lamiera di acciaio con funzionamento scorrevole telescopico porte ai piani da cm. 80 x 200 in lamiera di acciaio con funzionamento scorrevole telescopico e finitura inox satinato scelto dalla D.L.; dispositivo di ritorno al piano in caso di blackout; pulsantiere con caratteri Brail e con display luminoso indicante i piani mentre l ascensore è in movimento, sia per quella interna alla cabina che quelle ai piani; fermata ai piani autolivellante; ripetitori d allarme sui piani; tutta la segnaletica e l attrezzistica necessaria secondo le norme di legge vigenti, anche all interno del locale macchinario a piano interrato. 15) SERRAMENTI ESTERNI appartamenti: i serramenti esterni, saranno realizzati in legno abete lamellare laccato, colore a scelta della Direzione Lavori, con le seguenti caratteristiche: 16

17 falsotelaio da premurare in tavole di abete sp. cm.2.00 o in acciaio; telaio fisso portante in legno con sezione 78x92 mm., con spigoli arrotondati, ancorato mediante fissaggio con viti al controtelaio; traversa di base in alluminio anodizzato brunito provvista di gocciolatoio; anta in legno con sezione 78x92 mm. con spigoli arrotondati e gocciolatoio esterno in legno; vetrocamera 4+4 Stratophone/15 gas Krypton/3+3 bassoemissivo E. Top N (41 db) con una specchiatura su ogni anta delle portefinestre 17

18 triplice guarnizione di battura, due su anta e una aggiuntiva su telaio fisso ferramenta: n.3 cerniere a perno filettato per ogni anta apribile, cremonese a nastro incassata, entrambe in acciaio; martellina in acciaio satinato doppie guarnizioni autoespandenti con abbattimento acustico 58 db ognuna, posate tra falso telaio e telaio di tutti i serramenti Tutti i serramenti in legno saranno completi di coprifili in tinta, sagomati per i serramenti nei locali bagni e cucine indipendenti rivestiti a piastrelle. Verranno installati dai montatori specializzati della ditta affidataria dei lavori consegnati con tutti i relativi collaudi. Le aperture dei serramenti, il numero delle ante apribili o semiapribili, le dimensioni delle soglie e dei davanzali saranno decise in base alle disposizioni dei locali, sulle indicazioni della D.L.. I serramenti saranno tutti certificati per il raggiungimento della classe A raggiungendo una trasmittanza termica inferiore a 1,3 W/mqk e un abbattimento acustico non superiore ai 41 db. Tutte le certificazioni di tutti i serramenti saranno trasmesse alla D.L. per il rilascio della certificazione finale in Classe C dell edificio. 16) SISTEMI DI OSCURAMENTO Con scuri in legno del tipo a stecche chiuse o antoni a scelta della Direzione Lavori, laccati a seconda delle prescrizioni della amministrazione comunale. cerniere di colore nero tipo anuba a perno filettato con cardini a murare o a tassello, in n.3 per ogni anta di portafinestra e dispositivi esterni fermaantoni; in funzione dell ampiezza del serramento le persiane di oscuramento potranno avere una, due o più ante ripiegabili lateralmente a pacchetto su entrambe i lati. 17) SERRAMENTI INTERNI 18

19 Portoncino d ingresso agli appartamenti: del tipo ASTER First mod. Lady o similari con le seguenti caratteristiche: 6 rostri di chiusura fissi; 8 rostri di chiusura mobili; falso telaio in lamiera di acciaio zincato 20/10 con zanche a murare; telaio in acciaio zincato 20/10; struttura dell anta battente in lamiera zincata sp. 80 mm composto da tre moduli in lamiera zincata 10/10 assemblati fra loro; coibentazione interna con poliuretano ad alta densità per un completo isolamento termoacustico coperchio interno in acciaio da 30/10; pannello interno dello stesso colore delle porte interne all unità immobiliare con paraspigoli coordinati scelti dal cliente; pannello esterno pantografato mod.d9 in MDF grezzo; cerniere regolabili su due assi; limitatore di apertura; doppia guarnizione di battuta a due densità; lama antispiffero a pavimento a tripla ala; spioncino grandangolare 180 ; serratura di sicurezza FIAM azionata da cilindro europeo, fornita di cilindro di sicurezza a 12 perni, con perno antitrapano con chiave piatta a riproduzione controllata, 3 chiavi di sicurezza +1 di emergenza e cartellino di proprietà; cilindro comandato da un pomolo interno; certificazioni: per abbattimento acustico 44 db e per trasmittanza termica ud 1,47 w/mqk; colore esterno come le persiane laccato) colore interno come le porte e le finestre. Porte interne: Saranno realizzate in legno, laccate come le finestre, a scelta della Direzione Lavori, dotate di: stipite listellare con spessore 40mm, predisposto per coprifili ad incastro e guarnizione in pvc anta sp. mm.43 costituita da struttura tamburata, regolo perimetrale da 37x35 in legno duro, supporto ambo i lati in MDF da 4mm, impiallacciata o laccata coprifili con aletta lato esterno ad incastro da 70x32mm, all interno sempre 70x32 ma montati a filo interno luce e fissati allo stipite mediante listelli in MDF; coprifili maggiorati per rivestimento in piastrelle ferramenta con tre cerniere a bilico cromate e serratura bone cromo maniglia tipo Amleto cromo satinato 19

20 modelli 20

21 Colori 18) PORTE CANTINE E PIANO INTERRATO Le porte delle cantine a piano interrato saranno in lamiera zincata presso fusa con serratura, senza caratteristiche di resistenza al fuoco e spessore 10/10, colore verniciata a fuoco in tinta con il portoncino esterno. 19) PORTE ACCESSO ALLE AUTORIMESSE Le porte di accesso ai box del tipo basculante saranno realizzate con telaio in acciaio e rivestimento in legno rinforzato. Avranno apertura manuale o meccanizzata (a richiesta) con serratura centrale e fori di areazione a norma di legge. Nell eventualità l acquirente opti per una apertura meccanizzata ve porte verranno motorizzate, avranno elettrificazione comandata a chiave e a telecomando per ogni utenza, saranno collegate mediante una loro linea dedicata indipendente e collegata alle utenze condominiali ogni telecomando sarà munito di due tasti comandanti il cancello d ingresso carraio e la porta basculante dell autorimessa con due frequenze distinte; ogni autorimessa avrà, naturalmente, una sua frequenza dedicata. Laccate in tinta con le persiana. 20) SISTEMAZIONI ESTERNE Le sistemazioni esterne potranno essere private o condominiali. Le porzioni di verde privato poste sul retro dell edificio riguarderanno due porzioni di giardino, in parte lastricato, afferenti i due duplex siti al piano terra. Le recinzioni di demarcazione delle porzioni di verde privato relative agli appartamenti al piano terra saranno in ferro zincato e verniciato a caldo con colore micaceo scelto dalla D.L., del tipo parmigiana poste su muretto di altezza cm 50 circa dal suolo. Sui lati interni di dette recinzioni verranno fornite e 21

22 piantumate cortine di siepi Il cancello d ingresso pedonale - carraio (apertura a due ante) sarà realizzato con telaio in ferro zincato e verniciato a caldo con vernice micacea su progetto della D.L.; verrà rivestito in legno rinforzato. Il cancello sarà automatico con comando a distanza e chiavetta di servizio. Detto cancello sarà, inoltre, apribile elettricamente da ogni unità immobiliare Per ogni unità immobiliare sarà prevista una cassetta della posta murata, posizionata nell accesso. Il colore della cassetta portalettere sarà abbinato agli elementi esterni in ferro del complesso. 21) PARAPETTI RINGHIERE GRIGLIE Le ringhiere delle scale comuni, e di quelle private esterne a piano terra, saranno realizzate in profilati commerciali di ferro, su disegno studiato e fornito dalla D.L. Tutte le parti saranno trattate con mani di vernice antiruggine e verniciate a caldo con colori micacei scelti dalla D.L. Le ringhiere delle scale comuni interne ai vani scala, saranno dotate di corrimano in legno a profilo elegante, protetto da una doppia mano di vernice Flatin su mano di fondo impregnante. I parapetti dei balconi, compresi i divisori tra i diversi balconi, saranno costituiti anch essi da ringhiere in ferro verniciato a caldo con colori micacei e vetro brunito. 22) CASSAFORTE In ogni appartamento sarà posata n. 1 cassaforte ad incasso a parete, di piccole dimensioni (25x50) con apertura a combinazione, posizionata in punti scelti dalla D.L. 23) IMPIANTO IDRICO SANITARIO E DI RISCALDAMENTO L impianto sarà dimensionato da un tecnico abilitato in conformità alla legge n. 10/91 e l esecuzione dell impianto dovrà rispettare tutte le disposizioni di progetto oltre a tutte le 22

23 prescrizioni dettate dalle normative vigenti. L allacciamento alla rete idrica comunale verrà eseguito con tubazioni zincate a cui verranno collegati i contatori, da essi si dirameranno le tubazioni, anch esse zincate del tipo Mannesman senza saldatura, che forniranno l acqua a tutti i piani; L impianto di riscaldamento e di produzione acqua calda sarà del tipo condominiale con contabilizzazione separata per ogni unità immobiliare. Verranno installate due caldaie tipo Genius HP 45, alimentate a gas metano, per una potenza complessiva di 90 HP. Le caldaie funzioneranno a batteria e sarà in grado di provvedere sia alla produzione di acqua calda sanitaria, che di acqua per riscaldamento. L impianto verrà integrato con un accumulo di 500 L realizzato mediante un contenitore opportunamente coibentato inserito all interno del vano tecnico di copertura. I terminali di riscaldamento saranno costituiti da pannelli radianti a pavimento di primaria ditta composti da: pannello in polistirolo espanso con resistenza al fuoco classe E, comprensivi di barriera al vapore e strato inferiore fonoassorbente; tubi di riscaldamento con barriera ossigeno e diametro. 17x2 mm.; isolanti perimetrali PE con fogli autoadesivi; giunti di dilatazione e profili di riempimento; le tubazioni convoglianti acqua calda saranno dotate di isolamento termico dimensionato in conformità alle prescrizioni di legge sul risparmio energetico come previste dal progetto (L. 10/91) SISTEMA DI REGOLAZIONE: 23

24 Il sistema di regolazione della centrale di produzione di acqua calda verrà fornito dallo stesso produttore della centrale. Il sistema permetterà di regolare i seguenti parametri: delle pompe di calore e della caldaia a condensazione; delle pompe di circolazione; della distribuzione secondaria su utenze multizona; la produzione di acqua calda sanitaria con relativo ciclo antilegionella; apporti da pannelli solari; l interfaccia verso modem per teleassistenza. Regolazione temperatura locali riscaldati: ogni appartamento sarà dotato di regolazione autonoma della temperatura ambiente controllata mediante un gruppo di regolazione termica modulante pre-assemblato; sulle pareti dei pianerottoli di tutti i piani e di entrambe i vani scala, saranno posizionate le cassette contenenti i moduli di contabilizzazione separata insieme ai gruppi di regolazione degli impianti di riscaldamento a pannelli radianti, ne verrà installato uno per ogni appartamento, che contabilizzerà l acqua consumata da tutte le utenze, per la misura dei consumi e quindi la ripartizione dei costi, in ottemperanza alle normative; In ogni unità immobiliare verranno creati gli attacchi di fornitura dell acqua sanitaria e tutti i relativi scarichi, non solo per i bagni, ma anche per tutte le cucine o angoli cucine e per le lavastoviglie, oltre a tutte le cassette per i risciacqui dei vasi con doppio comando. PER APPARTAMENTI Apparecchi sanitari e rubinetterie A scelta del cliente verranno posate: porcellane Ideal Standard serie 21 (sospesa) corredate di rubinetterie della ditta Ideal Standard mod. ACTIVE cromato o Zucchetti, sempre di tipo cromato; porcellane Ideal Standard serie MIA (sospesa) corredate di rubinetterie della ditta Ideal Standard mod. FORUM cromato; piatto doccia Ideal Standard serie TWIST posato a filo pavimento; asta doccia Sali-scendi mod. SENSES 110 con braccio da 60 cm; vasca in metacrilato (per appartamenti con due servizi) Ideal Standard serie FIRST Bianco EUR con telaio, pannelli, colonna e piletta sifonata e rubinetteria bordo vasca. 24

RESIDENZA Formentini. Via Rismondo - Seregno. In cemento armato, con solai e tetto in calcestruzzo e laterizio.

RESIDENZA Formentini. Via Rismondo - Seregno. In cemento armato, con solai e tetto in calcestruzzo e laterizio. RESIDENZA Formentini Via Rismondo - Seregno STRUTTURA PORTANTE In cemento armato, con solai e tetto in calcestruzzo e laterizio. COPERTURA TETTO Copertura in tegole di cemento colorato. Lattoneria e canali

Dettagli

Indaco Immobiliare S.r.l. VIA SANT ANATALONE 5 - MILANO

Indaco Immobiliare S.r.l. VIA SANT ANATALONE 5 - MILANO VIA SANT ANATALONE 5 - MILANO CARATTERISTICHE DELL EDIFICIO - Certificazione energetica in classe B; - Muratura perimetrale esterna ad elevato isolamento termico ed acustico; - Box al piano terra con accesso

Dettagli

DESCRIZIONE DEI LAVORI

DESCRIZIONE DEI LAVORI DESCRIZIONE DEI LAVORI COMPLESSO IMMOBILIARE SITO A MILANO IN VIA SAN ANATALONE 5 DESCRIZIONE DELLE OPERE E FINITURE PREMESSA La presente descrizione è da intendersi come indicativa per la tipologia di

Dettagli

23.03.2012) CARATTERISTICHE GENERALI DELL INTERVENTO

23.03.2012) CARATTERISTICHE GENERALI DELL INTERVENTO ALLEGATO B Imm.re EDILVIT srl Paderno Dugnano CAPITOLATO DEGLI ELEMENTI DI FINITURA edificio A (aggiornamento del 23.03.2012) CARATTERISTICHE GENERALI DELL INTERVENTO Edificio a basso consumo energetico

Dettagli

RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA ACQUIRENTI INTERVENTO IN TORINO - VIA BONZO 16

RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA ACQUIRENTI INTERVENTO IN TORINO - VIA BONZO 16 RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA ACQUIRENTI INTERVENTO IN TORINO - VIA BONZO 16 SCAVI E REINTERRI ESECUZIONE DI SCAVO DI SBANCAMENTO ESEGUITO CON MEZZI MECCANICI, ESECUZIONE DI SCAVO A SEZIONE OBBLIGATA

Dettagli

EDILIZIA A PREZZI CONVENZIONATI ERBA VIA COPERNICO. Capitolato delle opere

EDILIZIA A PREZZI CONVENZIONATI ERBA VIA COPERNICO. Capitolato delle opere EDILIZIA A PREZZI CONVENZIONATI ERBA VIA COPERNICO Capitolato delle opere Premessa Il complesso e costituito da tre edifici a destinazione residenziale, di 2 piani fuori terra e da un piano interrato adibito

Dettagli

CAPITOLATO DEGLI ELEMENTI DI FINITURA

CAPITOLATO DEGLI ELEMENTI DI FINITURA ALLEGATO N.2 RESIDENZA ORCHIDEA CAPITOLATO DEGLI ELEMENTI DI FINITURA 28 APRILE 2014 CARATTERISTICHE GENERALI DELL INTERVENTO L imm.re in questo intervento realizza edifici residenziali secondo standards

Dettagli

RESIDENZA SAN GIORGIO Via Roma - Locate di Triulzi - Milano

RESIDENZA SAN GIORGIO Via Roma - Locate di Triulzi - Milano RESIDENZA SAN GIORGIO Via Roma - Locate di Triulzi - Milano DESCRIZIONE DELLE OPERE LOTTO 2 EDIFICI CDEF ACCADEMIA S.G.R. S.p.A. FONDO LOMBARDO Via San Maurilio n. 13 20121 MILANO 1 DESCRIZIONE DELLE OPERE

Dettagli

DESCRIZIONE DELLE OPERE

DESCRIZIONE DELLE OPERE SOC. IMMOBILIARE VIALE CALLET S.R.L. INTERVENTO DI EDILIZIA RESIDENZIALE VIA OSOPPO N 41 TORINO DESCRIZIONE DELLE OPERE Soc.Immobiliare viale Callet s.r.l. C.so Stati Uniti n. 41 10129 Torino tel. 011-390389

Dettagli

Tripoli 7A S.r.l. COMPLESSO IMMOBILIARE IN MILANO P.ZZA TRIPOLI N. 7A DESCRIZIONE SINTETICA DELLE OPERE E FINITURE

Tripoli 7A S.r.l. COMPLESSO IMMOBILIARE IN MILANO P.ZZA TRIPOLI N. 7A DESCRIZIONE SINTETICA DELLE OPERE E FINITURE Tripoli 7A S.r.l. COMPLESSO IMMOBILIARE IN MILANO P.ZZA TRIPOLI N. 7A DESCRIZIONE SINTETICA DELLE OPERE E FINITURE PREMESSA La presente descrizione è da intendersi come indicativa per la tipologia di intervento

Dettagli

DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE OPERE PALAZZINE C/D

DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE OPERE PALAZZINE C/D Centro Residenziale Vicus Cecilianus Lotto Sud DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE OPERE PALAZZINE C/D 1 PRESENTAZIONE Nell ambito di un impegnativo ed ambizioso piano di lottizzazione che si sta sviluppando nel

Dettagli

CAPITOLATO EDIFICIO RESIDENZIALE IN ROMA VIA DI GENEROSA

CAPITOLATO EDIFICIO RESIDENZIALE IN ROMA VIA DI GENEROSA CAPITOLATO EDIFICIO RESIDENZIALE IN ROMA VIA DI GENEROSA 1. FONDAZIONI E STRUTTURA Le fondazioni dirette sono state realizzate in cemento armato opportunamente armate e la struttura in elevazione sempre

Dettagli

DESCRIZIONE DELLE OPERE CASE IN LINEA

DESCRIZIONE DELLE OPERE CASE IN LINEA DESCRIZIONE DELLE OPERE CASE IN LINEA STRUTTURE PORTANTI - Fondazioni continue in c.a., solai per il vuoto sanitario in muretti con blocchi cls, tavelloni e soprastante getto di caldana in c.a., solaio

Dettagli

DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE OPERE

DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE OPERE Centro Residenziale Vicus Cecilianus DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE OPERE APPARTAMENTI IN VILLA 1 OPERE ESTERNE Facciate esterne: Le facciate esterne dell edificio saranno rifinite con intonaco fine colorato,

Dettagli

DESCRIZIONE TECNICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICE COSTRUTTIVE E FINIZIONI DEL FABBRICATO IN RIVOLI TETTI NEIROTTI Via Rossano 11.

DESCRIZIONE TECNICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICE COSTRUTTIVE E FINIZIONI DEL FABBRICATO IN RIVOLI TETTI NEIROTTI Via Rossano 11. DESCRIZIONE TECNICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICE COSTRUTTIVE E FINIZIONI DEL FABBRICATO IN RIVOLI TETTI NEIROTTI Via Rossano 11. ALLEGATO B CAPITOLO I PREMESSA La presente descrizione ha per oggetto

Dettagli

REALIZZAZIONE DI UN EDIFICIO AD USO RESIDENZIALE NEL COMUNE DI VITERBO VIA MONTE GRAPPA, 1

REALIZZAZIONE DI UN EDIFICIO AD USO RESIDENZIALE NEL COMUNE DI VITERBO VIA MONTE GRAPPA, 1 REALIZZAZIONE DI UN EDIFICIO AD USO RESIDENZIALE NEL COMUNE DI VITERBO VIA MONTE GRAPPA, 1 ESTRATTO DEL CAPITOLATO LAVORI SCAVI E RINTERRI Scavo di sbancamento a sezione aperta per alloggio strutture di

Dettagli

RESIDENZA SAN GIORGIO Via Roma - Locate di Triulzi - Milano DESCRIZIONE DELLE OPERE

RESIDENZA SAN GIORGIO Via Roma - Locate di Triulzi - Milano DESCRIZIONE DELLE OPERE RESIDENZA SAN GIORGIO Via Roma - Locate di Triulzi - Milano DESCRIZIONE DELLE OPERE 1 ACCADEMIA S.G.R. S.p.A. FONDO LOMBARDO Via San Maurilio n. 13 20121 MILANO DESCRIZIONE DELLE OPERE LOCATE DI TRIULZI

Dettagli

REALIZZAZIONE DI UN EDIFICIO AD USO RESIDENZIALE NEL COMUNE DI VITERBO VIA MONTE GRAPPA, 1

REALIZZAZIONE DI UN EDIFICIO AD USO RESIDENZIALE NEL COMUNE DI VITERBO VIA MONTE GRAPPA, 1 REALIZZAZIONE DI UN EDIFICIO AD USO RESIDENZIALE NEL COMUNE DI VITERBO VIA MONTE GRAPPA, 1 ESTRATTO DEL CAPITOLATO LAVORI DEMOLIZIONI Demolizione edificio esistente SCAVI E RINTERRI Scavo di sbancamento

Dettagli

Comune di Lurano Provincia di Bergamo. Nuova RESIDENZA SANTA CHIARA srl CAPITOLATO - DESCRIZIONE DELLE OPERE

Comune di Lurano Provincia di Bergamo. Nuova RESIDENZA SANTA CHIARA srl CAPITOLATO - DESCRIZIONE DELLE OPERE Comune di Lurano Provincia di Bergamo Nuova RESIDENZA SANTA CHIARA srl CAPITOLATO - DESCRIZIONE DELLE OPERE 1 NOTA INTRODUTTIVA La descrizione ha lo scopo di evidenziare le caratteristiche principali dell

Dettagli

DESCRIZIONE DELLE OPERE

DESCRIZIONE DELLE OPERE COMUNE di GENOVA Provincia di Genova Residenza BELVEDERE Ristrutturazione di edificio ad uso residenziale P.zza Pittaluga, 2 Nervi (GE) DESCRIZIONE DELLE OPERE Il presente documento è indicativo e lo stesso

Dettagli

DESCRIZIONE DELLE OPERE

DESCRIZIONE DELLE OPERE DESCRIZIONE DELLE OPERE 1. STRUTTURA fondazioni continue in c.a., a travi rovesce, plinti isolati, platea; muri di cantina in cls. sp. cm. 30; pilastri e travi in c.a.; solai in laterocemento armato, la

Dettagli

Palazzina residenziale di civile abitazione. Via QUASSOLI VERGHERA di SAMARATE / VARESE

Palazzina residenziale di civile abitazione. Via QUASSOLI VERGHERA di SAMARATE / VARESE Pagina 1 di 6 ANRECA CASE Sas. Realizzazioni immobiliari di prestigio propone Palazzina residenziale di civile abitazione Via QUASSOLI VERGHERA di SAMARATE / VARESE Residenza LA PERLA Pagina 2 di 6 Relazione

Dettagli

OIKIA UP s.r.l. Edifici in Nova Milanese, Via Vittorio Veneto angolo Via Cortelunga DESCRIZIONE LAVORI

OIKIA UP s.r.l. Edifici in Nova Milanese, Via Vittorio Veneto angolo Via Cortelunga DESCRIZIONE LAVORI OIKIA UP s.r.l. Edifici in Nova Milanese, Via Vittorio Veneto angolo Via Cortelunga DESCRIZIONE LAVORI La presente descrizione delle opere ha la finalità di indicare, nelle linee essenziali e generali,

Dettagli

Palazzina residenziale. Via ACQUEDOTTO 99 Fraz. Verghera SAMARATE / VARESE

Palazzina residenziale. Via ACQUEDOTTO 99 Fraz. Verghera SAMARATE / VARESE Pagina 1 di 6 ANRECA CASE Sas. R e a l i z z a z i o n i i m m o b i l i a r i d i p r e s t i g i o propone Palazzina residenziale Via ACQUEDOTTO 99 Fraz. Verghera SAMARATE / VARESE Residenza REGINA Versione

Dettagli

Centri Servizi Immobiliari Integrati. Propone in vendita CERMENATE. Ville. Proprietà e diritti riservati

Centri Servizi Immobiliari Integrati. Propone in vendita CERMENATE. Ville. Proprietà e diritti riservati Centri Servizi Immobiliari Integrati Propone in vendita CERMENATE Ville Proprietà e diritti riservati Vietata la diffusione e riproduzione anche parziale senza autorizzazione STRUTTURA DELL EDIFICIO La

Dettagli

DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE PRINCIPALI. Casa di 9 unità immobiliari in classe energetica A e struttura antisismica come da norme vigenti

DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE PRINCIPALI. Casa di 9 unità immobiliari in classe energetica A e struttura antisismica come da norme vigenti ALLEGATO B DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE PRINCIPALI Casa di 9 unità immobiliari in classe energetica A e struttura antisismica come da norme vigenti Struttura portante della casa in cemento armato con tamponamenti

Dettagli

SANTA MARIA MAGGIORE (VB)

SANTA MARIA MAGGIORE (VB) SANTA MARIA MAGGIORE (VB) Piano terra Piano primo Portone condominiale Accesso privato piano terra Piano attico Cantine Cantine Superficie Prezzo 1 2,35 10.000,00 2 3,23 10.000,00 3 3,35 10.000,00

Dettagli

ALLEGATO B. Capitolato delle Rifiniture allegato alla scrittura privata. -, nato a il. residente in Via. n., C.F.:

ALLEGATO B. Capitolato delle Rifiniture allegato alla scrittura privata. -, nato a il. residente in Via. n., C.F.: ALLEGATO B Capitolato delle Rifiniture allegato alla scrittura privata intercorsa in data tra le parti: - DI RENZO COSTRUZIONI S.r.l. con sede in Cepagatti, Fraz. Vallemare, Via Bonifica n.27, P.IVA: 01657200687;

Dettagli

DESCRIZIONE OPERE (Alloggi in Classe energetica B)

DESCRIZIONE OPERE (Alloggi in Classe energetica B) DESCRIZIONE OPERE (Alloggi in Classe energetica B) 1. Struttura La struttura è in cemento armato costituita da telai, formati da travi e pilastri, e solai in latero-cemento. Le fondazioni sono posate ad

Dettagli

IMMOBILIARE MILANESE S.R.L. DESCRIZIONE DELLE OPERE PALAZZINA IN VIA DELLE VIOLE PARABIAGO - MILANO

IMMOBILIARE MILANESE S.R.L. DESCRIZIONE DELLE OPERE PALAZZINA IN VIA DELLE VIOLE PARABIAGO - MILANO IMMOBILIARE MILANESE S.R.L. DESCRIZIONE DELLE OPERE PALAZZINA IN VIA DELLE VIOLE PARABIAGO - MILANO 1 OPERE IN C.A. Tutte le opere strutturali dell edificio saranno in cemento armato con calcestruzzo gettato

Dettagli

CAPITOLATO APPARTAMENTI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Località San Liborio EDIFICIO G1

CAPITOLATO APPARTAMENTI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Località San Liborio EDIFICIO G1 ALLEGATO A Rev. 01 CAPITOLATO APPARTAMENTI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Località San Liborio EDIFICIO G1 1. CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE 1.1 STRUTTURA PORTANTE L edificio -composto da un piano interrato e 5

Dettagli

CAPITOLATO COMMERCIALE

CAPITOLATO COMMERCIALE CAPITOLATO COMMERCIALE Condominio via Menabrea 9 Torino (TO) MENABREA@BELLONIA.COM www.bellonia.com 1 Indice 1. GENERALITÀ... 3 1.1 PREMESSA... 3 2. DESCRIZIONE DELLE OPERE ARCHITETTONICHE IN PROGETTO...

Dettagli

LA CUCINA VIA GORIZIA 25. Dotazioni e Finiture. Per il lavello di cucina sono previsti gli attacchi per l acqua calda e fredda e lo scarico a parete.

LA CUCINA VIA GORIZIA 25. Dotazioni e Finiture. Per il lavello di cucina sono previsti gli attacchi per l acqua calda e fredda e lo scarico a parete. LA CUCINA Per il lavello di cucina sono previsti gli attacchi per l acqua calda e fredda e lo scarico a parete. Per la lavastoviglie sono previsti l attacco per l acqua fredda, con rubinetto a squadra

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SULLE FINITURE. relativa alla sistemazione interna e risanamento conservativo

RELAZIONE TECNICA SULLE FINITURE. relativa alla sistemazione interna e risanamento conservativo EVARISTO s.r.l. RELAZIONE TECNICA SULLE FINITURE relativa alla sistemazione interna e risanamento conservativo di un Fabbricato Commerciale e Residenziale in Ravenna Borgo San Rocco Via Castel San Pietro

Dettagli

GRUPPO INTEC IMMOBILIARE s. r. l. con sede legale in Ravenna ITALY, Via Mazzini 23 tel +390544218026, Fax+39054437304, e-mail: info@gruppointec.

GRUPPO INTEC IMMOBILIARE s. r. l. con sede legale in Ravenna ITALY, Via Mazzini 23 tel +390544218026, Fax+39054437304, e-mail: info@gruppointec. GRUPPO INTEC IMMOBILIARE s. r. l. con sede legale in Ravenna ITALY, Via Mazzini 23 tel +390544218026, Fax+39054437304, e-mail: info@gruppointec.it APPARTAMENTO CON VISTA PANORAMICA MILANO MARITTIMA (CERVIA)

Dettagli

AL MORENA S.R.L. - PIAZZA MISSORI 3 MILANO INSEDIAMENTO RESIDENZIALE MAPPALE 462 - TRICESIMO CAPITOLATO SINTETICO DELLE OPERE

AL MORENA S.R.L. - PIAZZA MISSORI 3 MILANO INSEDIAMENTO RESIDENZIALE MAPPALE 462 - TRICESIMO CAPITOLATO SINTETICO DELLE OPERE AL MORENA S.R.L. - PIAZZA MISSORI 3 MILANO INSEDIAMENTO RESIDENZIALE MAPPALE 462 - TRICESIMO CAPITOLATO SINTETICO DELLE OPERE FONDAZIONI Fondazioni costituite da travi rovesce e platee in cemento armato,

Dettagli

CARATTERISTICHE GENERALI DELL EDIFICIO

CARATTERISTICHE GENERALI DELL EDIFICIO CARATTERISTICHE GENERALI DELL EDIFICIO L intervento edilizio consiste nella costruzione di un edificio residenziale composto da: Un piano interrato adibito a cantinole di pertinenza degli appartamento

Dettagli

GENARDIS RESIDENCE LA SCALA

GENARDIS RESIDENCE LA SCALA GENARDIS RESIDENCE LA SCALA International Home Esclusivo!!! Ritiriamo la tua casa +39 0332 19.52.494 +41 91 606.37.06 infogenardis@gmail.com REV_002_11-04-2012 DESCRIZIONE TECNICA Allegato al contratto

Dettagli

CAPITOLATO GENERALE PER LA RISTRUTTURAZIONE DI FABBRICATO SITO IN PALERMO VIA VINCENZO ERRANTE N 12, A DESTINAZIONE CIVILE E COMMERCIALE

CAPITOLATO GENERALE PER LA RISTRUTTURAZIONE DI FABBRICATO SITO IN PALERMO VIA VINCENZO ERRANTE N 12, A DESTINAZIONE CIVILE E COMMERCIALE CAPITOLATO GENERALE PER LA RISTRUTTURAZIONE DI FABBRICATO SITO IN PALERMO VIA VINCENZO ERRANTE N 12, A DESTINAZIONE CIVILE E COMMERCIALE Realizzazione di n 27 appartamenti ( bivani, trivani, appartamenti

Dettagli

TESSERETE RESIDENZA AL SOLE EDIFICIO D. Dati del terreno Descrizione del progetto Materiali da costruzione

TESSERETE RESIDENZA AL SOLE EDIFICIO D. Dati del terreno Descrizione del progetto Materiali da costruzione TESSERETE RESIDENZA AL SOLE EDIFICIO D Dati del terreno Descrizione del progetto Materiali da costruzione RELAZIONE TECNICA DATI DEL PROGETTO Mappale no. 214-216-429-430(vedi nuovo piano parcellare) Superficie

Dettagli

gps@lamiapec.it DESCRIZIONE TECNICA del 17/11/2014 I solai in laterocemento con soletta collaborante in C. A. 1.2 TAMPONAMENTI,DIVISORIE E TRAMEZZE

gps@lamiapec.it DESCRIZIONE TECNICA del 17/11/2014 I solai in laterocemento con soletta collaborante in C. A. 1.2 TAMPONAMENTI,DIVISORIE E TRAMEZZE GP S.r.l. Sede Legale ed ufficio: Via Trento n 12 Trieste fax 0403481584 telefono 040634523 Iscrizione Registro Imprese di Trieste e C.F. 01205290222 - P.IVA 00958700320 Capitale.i.v. Euro 10.400.00 gps@lamiapec.it

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO GREZZO AVANZATO (Opere murarie e di parziale finitura)

CAPITOLATO TECNICO GREZZO AVANZATO (Opere murarie e di parziale finitura) CAPITOLATO TECNICO GREZZO AVANZATO (Opere murarie e di parziale finitura) OPERE MURARIE STRUTTURE IN CALCESTRUZZO ARMATO, in latero cemento ed in legno. La struttura portante in c.a. sarà del tipo tradizionale

Dettagli

Costruzione edificio residenziale in Comune di Milano (MI) Via Voltri DESCRIZIONE DELLE OPERE

Costruzione edificio residenziale in Comune di Milano (MI) Via Voltri DESCRIZIONE DELLE OPERE Costruzione edificio residenziale in Comune di Milano (MI) Via Voltri DESCRIZIONE DELLE OPERE I Giardini di Via Voltri DESCRIZIONE TECNICA DELL IMMOBILE 1) CARATTERISTICHE GENERALI DELL EDIFICIO STRUTTURE

Dettagli

RESIDENCE ALAGUMNA DESCRIZIONE TECNICA

RESIDENCE ALAGUMNA DESCRIZIONE TECNICA RESIDENCE ALAGUMNA 2013 DESCRIZIONE TECNICA Via Strada Vecchia 56/A - 39022 Lagundo (BZ) Alte Landstr.56/A - 39022 Algund (BZ) Tel. 0473 23 14 70 Fax 0473 23 60 37 P.IVA e C.F. 00132110214 MwSt. u. St.

Dettagli

EsseBi Immobiliare s.r.l. CAPITOLATO DESCRITTIVO BILOCALE. sito in via SECONDO PAOLETTI GUARENE PIANO PRIMO

EsseBi Immobiliare s.r.l. CAPITOLATO DESCRITTIVO BILOCALE. sito in via SECONDO PAOLETTI GUARENE PIANO PRIMO EsseBi Immobiliare s.r.l. CAPITOLATO DESCRITTIVO BILOCALE sito in via SECONDO PAOLETTI GUARENE PIANO PRIMO CAPITOLATO DESCRITTIVO DEI LAVORI PAVIMENTI CAMERE Per i pavimenti delle camere proponiamo palchetto

Dettagli

Capitolato relativo alla costruzione di unità immobiliari di un edificio residenziale località Porta al Borgo a Pistoia,

Capitolato relativo alla costruzione di unità immobiliari di un edificio residenziale località Porta al Borgo a Pistoia, Allegato XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX Capitolato relativo alla costruzione di unità immobiliari di un edificio residenziale località Porta al Borgo a Pistoia, Fondazioni: Le strutture saranno realizzate in C.A.

Dettagli

Immobile residenziale Monza Piazza Trento Trieste

Immobile residenziale Monza Piazza Trento Trieste Aggiornamento al 08/01/2013 Immobile residenziale Monza Piazza Trento Trieste 1 FIIM S.r.l. Sede Legale: Piazza Missori, 3-20123 Milano Uffici: Via Parco, 47-20853 Biassono (MB) Tel. 039 2752837 Fax 039-2322260

Dettagli

R35. via Francesco Rismondo, 35 MILANO. via Vespri Siciliani, 12 20092 Cinisello Balsamo (MI)

R35. via Francesco Rismondo, 35 MILANO. via Vespri Siciliani, 12 20092 Cinisello Balsamo (MI) R35 via Francesco Rismondo, 35 MILANO via Vespri Siciliani, 12 20092 Cinisello Balsamo (MI) E' vietato riprodurre e/o copiare in qualsiasi modo e su qualsiasi mezzo i contenuti del presente fascicolo.

Dettagli

Fabb. "B1" MQ. 59.97 BAGNO MQ. 4.95 BAGNO MQ. 4.95 SOGGIORNO/ CUCINA. SOGGIORNO/ CUCINA MQ. 49.84 Pianta Piano Terra mq. 82.00

Fabb. B1 MQ. 59.97 BAGNO MQ. 4.95 BAGNO MQ. 4.95 SOGGIORNO/ CUCINA. SOGGIORNO/ CUCINA MQ. 49.84 Pianta Piano Terra mq. 82.00 residence RioTorto A1 B1 C1 A2 B2 C2 Fabb. "B1" SOGGIORNO/ CUCINA MQ. 59.97 MQ. 4.95 MQ. 4.95 SOGGIORNO/ CUCINA MQ. 49.84 Pianta Piano Terra mq. 82.00 Fabb. "B1" MATRIMONIALE MQ. 16.90 MQ. 10.94 MQ. 15.14

Dettagli

Porto S.r.l. RESIDENZA. Gli Oleandri. Capitolato delle opere. Porto d Adda - Via Mazzini 18

Porto S.r.l. RESIDENZA. Gli Oleandri. Capitolato delle opere. Porto d Adda - Via Mazzini 18 Porto S.r.l. RESIDENZA Gli Oleandri Capitolato delle opere Porto d Adda - Via Mazzini 18 PREMESSA La descrizione dei lavori, necessariamente sommaria e schematica, ha il solo scopo di individuare e fissare

Dettagli

CESANO BOSCONE - Via Monegherio APPARTAMENTO 4a LIVELLO DI FINITURA DEI LOCALI LIVELLO DI FINITURA

CESANO BOSCONE - Via Monegherio APPARTAMENTO 4a LIVELLO DI FINITURA DEI LOCALI LIVELLO DI FINITURA CESANO BOSCONE - Via Monegherio APPARTAMENTO 4a DEI LOCALI INTONACI Intonaco con finitura civile, idoneo a ricevere una tinteggiatura in idropittura lavabile, esclusa dalla fornitura, in grassello di calce

Dettagli

Appartamenti Via Buonarroti

Appartamenti Via Buonarroti Appartamenti Via Buonarroti COMFORT Tutti gli appartamenti sono dotati di un isolamento termico ed acustico di assoluta efficienza, in linea con gli ultimi aggiornamenti in materia. Per tutte le unità

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO DESCRITTIVO COMMERCIALE. Residenze in LAINATE via Rho. pag. 1

CAPITOLATO TECNICO DESCRITTIVO COMMERCIALE. Residenze in LAINATE via Rho. pag. 1 CAPITOLATO TECNICO DESCRITTIVO COMMERCIALE Residenze in LAINATE via Rho pag. 1 STRUTTURE - La struttura portante del fabbricato è costituita da un intelaiatura di travi e pilastri in cemento armato gettati

Dettagli

CAMERATA PICENA RESIDENCE I TIGLI Lotto n. 5

CAMERATA PICENA RESIDENCE I TIGLI Lotto n. 5 CAMERATA PICENA RESIDENCE I TIGLI Lotto n. 5 C A P I T O L A T O A C Q U I R E N T I Il presente intervento riguarda la costruzione di fabbricati di civile abitazione lotto n.5, composto da piano terra,

Dettagli

Le murature interne di divisione dei locali saranno realizzate con mattoni forati dello spessore di cm.8.

Le murature interne di divisione dei locali saranno realizzate con mattoni forati dello spessore di cm.8. Fondazione, muri di elevazione del piano interrato, travi, pilastri e scale interne saranno eseguite in calcestruzzo armato con barre di acciaio ad aderenza migliorata. Le murature del piano terra e del

Dettagli

Caratteristiche generali dell Intervento

Caratteristiche generali dell Intervento Caratteristiche generali dell Intervento Gli interventi che verranno realizzati consistono in: Rifacimento degli intonaci e delle tinteggiature interne; Sostituzione di tutti i serramenti esterni e posa

Dettagli

New Residence a Udine in Via Martignacco 117

New Residence a Udine in Via Martignacco 117 New Residence a Udine in Via Martignacco 117 Premessa La costruzione è formata da due palazzine unite tra di loro identificate con la lettera A e la lettera B, ciascuna palazzina è composta da n.6 unità

Dettagli

1. STRUTTURE 2. IMPERMEABILIZZAZIONE

1. STRUTTURE 2. IMPERMEABILIZZAZIONE 1. STRUTTURE Fondazioni dell edificio piano interrato, in cls armato, di adeguate dimensione; Murature interrate e dell edificio e dei box in cls armato di adeguate dimensioni, in alternativa in lastre

Dettagli

EDILVESTA s.r.l. RIASSUNTO INDICATIVO DELLE CARATTERISTICHE E DELLE FINITURE

EDILVESTA s.r.l. RIASSUNTO INDICATIVO DELLE CARATTERISTICHE E DELLE FINITURE EDILVESTA s.r.l. RIASSUNTO INDICATIVO DELLE CARATTERISTICHE E DELLE FINITURE Arch. Razzini _ via Verdi 38/C_ 20063 Cernusco s/n Tel 029230813_Fax 029232171 studiorazzini@razzini.191.it PARTI COMUNI STRUTTURA

Dettagli

Edificio Mura San Carlo San Lazzaro di Savena

Edificio Mura San Carlo San Lazzaro di Savena DESCRIZIONE TECNICA Edificio Mura San Carlo San Lazzaro di Savena 25-02-2015 1. CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE La struttura portante sarà realizzata in c.a. in conformità alla normativa antisismica vigente

Dettagli

progettando e costruendo classe energetica A e classe B definendo con certezza i tempi ed i costi della realizzazione Cliente specifiche esigenze

progettando e costruendo classe energetica A e classe B definendo con certezza i tempi ed i costi della realizzazione Cliente specifiche esigenze AZIENDA CASAE opera nel settore edile progettando e costruendo abitazioni di classe energetica A e classe B, secondo le tecniche di muratura ed edilizia tradizionale, definendo con certezza i tempi ed

Dettagli

DESCRIZIONE OPERE DELLO STABILE IN LEGNANO, VIA PASUBIO N. 16

DESCRIZIONE OPERE DELLO STABILE IN LEGNANO, VIA PASUBIO N. 16 DESCRIZIONE OPERE DELLO STABILE IN LEGNANO, VIA PASUBIO N. 16 OPERE IN CEMENTO ARMATO Tutte le opere strutturali, il vano ascensore e le rampe delle scale saranno realizzate in cemento armato con calcestruzzo

Dettagli

DESCRIZIONE DEI LAVORI E DEI MATERIALI

DESCRIZIONE DEI LAVORI E DEI MATERIALI COSTRUZIONI EDILI C.F.G. DI CRACOLICI FRANCO & C. S.N.C. SS n 235 KM.47 Bagnolo Cremasco(CR) tel. 0371/483389 348/7806290/1/2 fax. 0371/483389 DESCRIZIONE DEI LAVORI E DEI MATERIALI NUOVA COSTRUZIONE DI

Dettagli

COMUNE DI MARIANO C.SE NUOVE PALAZZINE AD USO RESIDENZIALE, UFFICI, NEGOZI IN VIA MATTEOTTI ANGOLO VIA GIUSTI DESCRIZIONE DELLE OPERE

COMUNE DI MARIANO C.SE NUOVE PALAZZINE AD USO RESIDENZIALE, UFFICI, NEGOZI IN VIA MATTEOTTI ANGOLO VIA GIUSTI DESCRIZIONE DELLE OPERE COMUNE DI MARIANO C.SE NUOVE PALAZZINE AD USO RESIDENZIALE, UFFICI, NEGOZI IN VIA MATTEOTTI ANGOLO VIA GIUSTI DESCRIZIONE DELLE OPERE DESCRIZIONE DELLE OPERE 1) STRUTTURA PORTANTE - fondazioni in c.a.;

Dettagli

DESCRIZIONE TECNICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICE COSTRUTTIVE E FINIZIONI DEL L EDIFICIO SITO IN RIVOLI VIA SANTA CROCE N 7 ALLEGATO B

DESCRIZIONE TECNICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICE COSTRUTTIVE E FINIZIONI DEL L EDIFICIO SITO IN RIVOLI VIA SANTA CROCE N 7 ALLEGATO B DESCRIZIONE TECNICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICE COSTRUTTIVE E FINIZIONI DEL L EDIFICIO SITO IN RIVOLI VIA SANTA CROCE N 7 ALLEGATO B CAPITOLO I PREMESSA La presente descrizione ha per oggetto le modalità

Dettagli

Residenza via Como Meda (MI) via Como 48/52 DESCRIZIONE LAVORI

Residenza via Como Meda (MI) via Como 48/52 DESCRIZIONE LAVORI Residenza via Como Meda (MI) via Como 48/52 DESCRIZIONE LAVORI TST Italia Srl. Piazza Missori, 3 - Milano 1. STRUTTURE a. STRUTTURE INTERRATE eseguite in c.a. come da progetto b. SOLAI in laterocemento

Dettagli

INTONACI. OPERE in PIETRA NATURALE. Soglie, davanzali, copertine ballatoio e pedate scale esterne saranno rivestite in Ardesia bocciardata.

INTONACI. OPERE in PIETRA NATURALE. Soglie, davanzali, copertine ballatoio e pedate scale esterne saranno rivestite in Ardesia bocciardata. continua INTONACI Superfici verticali ed orizzontali esterne dell opera saranno parzialmente, secondo le indicazioni progettuali, finite ad intonaco civile con incorporata una RETE di ARMATURA in FIBRA

Dettagli

Descrizione delle opere intervento di FARA OLIVANA CON SOLA. di N 12 alloggi

Descrizione delle opere intervento di FARA OLIVANA CON SOLA. di N 12 alloggi Descrizione delle opere intervento di FARA OLIVANA CON SOLA di N 12 alloggi DESCRIZIONE DELLE OPERE MURATURE : Murature perimetrali di tamponamento dell edificio, saranno del tipo a cassa vuota composta

Dettagli

R E S I D E N Z I A L E - A p p a r t a m e n t o R O M A. Portuense -Spallette, Via Senorbi.

R E S I D E N Z I A L E - A p p a r t a m e n t o R O M A. Portuense -Spallette, Via Senorbi. R E S I D E N Z I A L E - A p p a r t a m e n t o Via Senorbi R O M A Portuense -Spallette, Via Senorbi. In posizione commercialmente strategica, a pochi minuti dall aeroporto, dalla Nuova Fiera di Roma

Dettagli

quadro generale intervento

quadro generale intervento INQUADR A MENTO quadro generale intervento TIPOLOGIA 1 TIPOLOGIA 1 tipologia 1 VILLETTE 1-2-3-4 piano terra primo piano CAPITOLATO CAPITOLATO SULLE CARATTERISTICHE TECNICHE E PRESTAZIONALI RELATIVE ALLE

Dettagli

Tutte le opere di LATTONERIA (canali, pluviali, scossaline) saranno in rame spessore 8/10.

Tutte le opere di LATTONERIA (canali, pluviali, scossaline) saranno in rame spessore 8/10. Tutta la struttura del complesso verrà realizzata in Cemento Armato (Fondazioni,muri in elevazione,pilastri,travi,solai) e laterizi in cotto. I muri perimetrali del Piano Seminterrato saranno in Cemento

Dettagli

Residenza Magenta. in Via Magenta angolo Via Cavallotti a Muggiò

Residenza Magenta. in Via Magenta angolo Via Cavallotti a Muggiò Residenza Magenta in Via Magenta angolo Via Cavallotti a Muggiò Premesse Nella comunità europea l Italia è al primo posto per consumi energetici nel riscaldamento invernale e nelle conseguenti emissioni

Dettagli

COMPLESSO RESIDENZIALE IL SALICE. Capitolato Esecutivo

COMPLESSO RESIDENZIALE IL SALICE. Capitolato Esecutivo COMUNE DI CASTEL D AZZANO VERONA COMPLESSO RESIDENZIALE IL SALICE Capitolato Esecutivo Impresa Costruttrice: Proprietà: Progettazione e Direzione Lavori: GECO S.R.L. GECO S.R.L. ARCH. AMADORI MORENO -PREMESSO-

Dettagli

DESCRIZIONE DELLE FINITURE DEGLI APPARTAMENTI SITI NELL EDIFICIO DI VIA COLUMELLA ang. VIA PARMENIDE IN MILANO.

DESCRIZIONE DELLE FINITURE DEGLI APPARTAMENTI SITI NELL EDIFICIO DI VIA COLUMELLA ang. VIA PARMENIDE IN MILANO. DESCRIZIONE DELLE FINITURE DEGLI APPARTAMENTI SITI NELL EDIFICIO DI VIA COLUMELLA ang. VIA PARMENIDE IN MILANO. STRUTTURA Fondazioni, murature perimetrali contro terra, scale, pilastri e travi in cemento

Dettagli

RESIDENZA PARADISO APPARTAMENTO 02 GERRA GAMBAROGNO

RESIDENZA PARADISO APPARTAMENTO 02 GERRA GAMBAROGNO RESIDENZA PARADISO APPARTAMENTO 02 GERRA GAMBAROGNO Via Trevani 1 www.multimmobiliare.ch Tel. 091 826 21 40 6600 Locarno info@multimmobiliare.ch Fax 091 826 12 76 2 UBICAZIONE La (mappali n 144 145) si

Dettagli

STUDIO DI INGEGNERIA

STUDIO DI INGEGNERIA STUDIO DI INGEGNERIA ing. FRANCESCO COLAPINTO Bitonto Via Giuseppe Laudisi, n 21 - Tel. 080 3745086 / 330702214 e-mail: colapinto.f@libero.it DISCIPLINARE DELLE OPERE STRUTTURALI E DELLE RIFINITURE RELATIVE

Dettagli

un abitare di classe A

un abitare di classe A Residenza Domus Futura Via Mameli n. 8 Cernusco sul Naviglio un abitare di classe A capitolato RESIDENZA DOMUS FUTURA descrizione delle dotazioni di capitolato L'edificio della residenza Domus Futura si

Dettagli

CAPITOLATO DEI LAVORI INERENTE L EDIFICIO RESIDENZIALE DA ERIGERSI IN SARONNO, NELL AMBITO DEL PIANO INTEGRATO DI VIA TRENTO EDILIZIA LIBERA.

CAPITOLATO DEI LAVORI INERENTE L EDIFICIO RESIDENZIALE DA ERIGERSI IN SARONNO, NELL AMBITO DEL PIANO INTEGRATO DI VIA TRENTO EDILIZIA LIBERA. CAPITOLATO DEI LAVORI INERENTE L EDIFICIO RESIDENZIALE DA ERIGERSI IN SARONNO, NELL AMBITO DEL PIANO INTEGRATO DI VIA TRENTO EDILIZIA LIBERA. PREMESSA La presente descrizione delle opere ha la finalità

Dettagli

COMUNE DI TORINO. ( Provincia di Torino) CORSO UMBRIA N 41 DECORLUCY

COMUNE DI TORINO. ( Provincia di Torino) CORSO UMBRIA N 41 DECORLUCY COMUNE DI TORINO ( Provincia di Torino) CORSO UMBRIA N 41 DITTA ESECUTRICE DEI LAVORI: DECORLUCY In riferimento alla vostra gentile richiesta di preventivo per le opere di ristrutturazione da eseguire

Dettagli

BELGIO srl COMUNE DI TORINO. ( Provincia di Torino)

BELGIO srl COMUNE DI TORINO. ( Provincia di Torino) COMUNE DI TORINO ( Provincia di Torino) DITTA ESECUTRICE DEI LAVORI: BELGIO srl In riferimento alla vostra gentile richiesta di preventivo per le opere di ristrutturazione da eseguire presso il suddetto

Dettagli

CAPITOLATO VICOLO TRIVULZIO LEGNANO

CAPITOLATO VICOLO TRIVULZIO LEGNANO CAPITOLATO VICOLO TRIVULZIO LEGNANO L intervento è inserito nell area sita a Legnano (MI) in Vicolo Trivulzio. La costruzione dell Immobiliare Stella Srl è composta da: Piano interrato per boxes, Cantine,

Dettagli

RESIDENZA VIGNE BASSE CAPITOLATO DESCRITTIVO

RESIDENZA VIGNE BASSE CAPITOLATO DESCRITTIVO RESIDENZA VIGNE BASSE CAPITOLATO DESCRITTIVO COMUNE DI VERBANIA S.U.E. SCHEDA N 47 DEL P.R.G.C. Via Vigne Basse 1.0 DESCRIZIONE GENERALE L intervento edilizio prevede la realizzazione, nel Comune di Verbania,

Dettagli

PROGRAMMI INTEGRATI DI RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE FONDO PER LO SVILUPPO E COESIONE 2007-2014

PROGRAMMI INTEGRATI DI RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE FONDO PER LO SVILUPPO E COESIONE 2007-2014 PROGRAMMI INTEGRATI DI RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE FONDO PER LO SVILUPPO E COESIONE 2007-2014 PROGETTO ESECUTIVO PER LAVORI DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATI DI E.R.P. COMPOSTO DA N. 8 ALLOGGI SITO

Dettagli

1. PARTI COMUNI...2 2. ALLOGGI...3 3. IMPIANTI...6 4. VERNICIATURE E TINTEGGIATURE...8 5. PULIZIE...8

1. PARTI COMUNI...2 2. ALLOGGI...3 3. IMPIANTI...6 4. VERNICIATURE E TINTEGGIATURE...8 5. PULIZIE...8 INDICE 1. PARTI COMUNI...2 1.1. FACCIATE... 2 1.2. PAVIMENTAZIONI... 2 1.3. COPERTURA... 2 2. ALLOGGI...3 2.1. PAVIMENTAZIONI INTERNE... 3 2.2. ZOCCOLINI... 3 2.3. RIVESTIMENTI... 3 2.4. PLAFONI... 4 2.5.

Dettagli

RISTRUTTURAZIONE FABBRICATO RESIDENZIALE Oneri per la sicurezza dorante tutta la durata del cantiere. ONERI SICUREZZA % 1,5 187.791,84 2.

RISTRUTTURAZIONE FABBRICATO RESIDENZIALE Oneri per la sicurezza dorante tutta la durata del cantiere. ONERI SICUREZZA % 1,5 187.791,84 2. RISTRUTTURAZIONE FABBRICATO RESIDENZIALE Oneri per la sicurezza dorante tutta la durata del cantiere. ONERI SICUREZZA % 1,5 187.791,84 2.816,88 MAT 270 MATERIALI DA COSTRUZIONE NOLEGGI E TRASPORTI 270.

Dettagli

Residenza tre fiori. Capitolato delle Opere. Edificio C. - n. 28 Alloggi - n. 31 Box - n. 1 vano scala - n. 2 vani ascensori

Residenza tre fiori. Capitolato delle Opere. Edificio C. - n. 28 Alloggi - n. 31 Box - n. 1 vano scala - n. 2 vani ascensori Residenza tre fiori Capitolato delle Opere Edificio C - n. 28 Alloggi - n. 31 Box - n. 1 vano scala - n. 2 vani ascensori COMPLESSO EDILIZIO RESIDENZIALE SU AREA IN SAN GIULIANO MILANESE PROPRIETÀ SOC.

Dettagli

DESCRIZIONE INDICATIVA DELLE OPERE

DESCRIZIONE INDICATIVA DELLE OPERE Costruzioni s.r.l. Via Boccaccio n 29 20123 MILANO P.IVA 06454770964 Oggetto: REALIZZAZIONE NUOVI EDIFICI RESIDENZIALI IN COMUNE DI LENNO (CO) VIALE LIBRONICO DESCRIZIONE INDICATIVA DELLE OPERE CAPITOLATO

Dettagli

DESCRIZIONE DELLE OPERE DA ESEGUIRSI NELL EDIFICIO RESIDENZIALE IN PROGETTO A MARIANO COMENSE CORSO BRIANZA

DESCRIZIONE DELLE OPERE DA ESEGUIRSI NELL EDIFICIO RESIDENZIALE IN PROGETTO A MARIANO COMENSE CORSO BRIANZA VI. CHI. COSTRUZIONI S.R.L. PIAZZA F.LLI CERVI 11, LENTATE SUL SEVESO ( MI ) DESCRIZIONE DELLE OPERE DA ESEGUIRSI NELL EDIFICIO RESIDENZIALE IN PROGETTO A MARIANO COMENSE CORSO BRIANZA Appartamenti piano

Dettagli

RISTRUTTURAZIONE DI UN EDIFICIO RESIDENZIALE in VIA COMMERCIALE n 71 a Trieste DESCRIZIONE TECNICA 25/01/2015

RISTRUTTURAZIONE DI UN EDIFICIO RESIDENZIALE in VIA COMMERCIALE n 71 a Trieste DESCRIZIONE TECNICA 25/01/2015 GP S.r.l. Società con socio unico Società soggetta all attività di direzione e coordinamento da parte della società GI EMME S.p.a. con sede in Trieste via Trento n 12 c.f. 00867010233 e P.IVA 11924350157*****************

Dettagli

Residenziale Baroni" EDIFICIO B 16 APPARTAMENTI IN EDILIZIA LIBERA. Modena Via Nonantolana. Elaborato grafico

Residenziale Baroni EDIFICIO B 16 APPARTAMENTI IN EDILIZIA LIBERA. Modena Via Nonantolana. Elaborato grafico ABITCOOP - COOPERATIVA DI ABITAZIONE DELLA PROVINCIA DI MODENA - Società Cooperativa via Nonantolana, 520 41122 Modena tel. 059 381411 fax 059 331408 registro imprese di Mo, c.f. e p. iva 00671780369 albo

Dettagli

INDICE 1. DESCRIZIONE GENERALI DELLE COMPONENTI DELL IMPIANTO MECCANICO...

INDICE 1. DESCRIZIONE GENERALI DELLE COMPONENTI DELL IMPIANTO MECCANICO... INDICE 1. DESCRIZIONE GENERALI DELLE COMPONENTI DELL IMPIANTO MECCANICO... 2 1.1 IMPIANTO DI SCARICO... 2 1.1.1 Calcolo delle Unità di scarico... 3 1.2 IMPIANTO IDROSANITARIO... 5 1.2.1 Alimentazione...

Dettagli

DISCIPLINARE TECNICO (ALLEGATO A )

DISCIPLINARE TECNICO (ALLEGATO A ) CARATTERISTICHE TECNICHE DELL EDIFICIO IN CORSO DI COSTRUZIONE NEL COMUNE DI MESAGNE ALLA VIA ETNA E VIA AGRIGENTO della ditta RAL DOMUS s.r.l. DISCIPLINARE TECNICO (ALLEGATO A ) 1) PREMESSA: tutti i materiali

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO RESIDENZA I GIARDINI DI RACHELE

CAPITOLATO D APPALTO RESIDENZA I GIARDINI DI RACHELE CAPITOLATO D APPALTO RESIDENZA I GIARDINI DI RACHELE VIA DEI PARTIGIANI - VIA ORLANDO - VIA ADAMOLI CINISELLO BALSAMO (MI) COOPERATIVA UNIABITA LA NOSTRA CASA COOPERATIVA EDIFICATRICE E DI CONSUMO COOPERATIVA

Dettagli