Guida ai sistemi di diffusione sonora per l emergenza

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Guida ai sistemi di diffusione sonora per l emergenza"

Transcript

1 Guida ai sistemi di diffusine snra per l emergenza (secnda parte) Pubblicat il: 22/01/2007 Aggirnat al: 22/01/2007 di Gianfranc Ceresini 1. Requisiti tecnici Nella centrale di cntrll e negli eventuali psti di cntrll a distanza, deve essere pssibile tenere cstantemente mnitrat l stat del sistema di diffusine snra, attravers una serie di segnalatri, i quali autmaticamente devn frnire infrmazini sulle seguenti cndizini: Indicare la dispnibilità del sistema e della relativa alimentazine; Per i sistemi che hann numerse zne altparlante, indicare quali zne sn selezinate e il lr livell di prirità (evacuazine, allerta, nn emergenza). Dve sn previsti differenti messaggi di allarme, dipendenti dalla natura dell evacuazine, indicare, preferibilmente in frma grafica, quale messaggi è trasmess e in quale zna, mantenend l infrmazine aggirnata a man a man che cambian le cndizini di evacuazine; Segnalare qualsiasi cndizine di guast: Crtcircuit, mancanza di alimentazine guast dell alimentazine rdinaria; Crtcircuit, mancanza di alimentazine guast dell alimentazine di sicurezza; Crtcircuit, mancanza di alimentazine guast dell equipaggiament di carica dell alimentazine di sicurezza; Apertura di fusibili, interruttri, sezinatri qualsiasi altr dispsitiv di prtezine che pssa interrmpere la trasmissine dei messaggi di allarme; Guast del micrfn, inclusa la capsula micrfnica, il preamplificatre ed i cllegamenti al rest del sistema; Guast lung la catena di amplificazine del segnale; Mancanza guasti degli amplificatri; Guast sul generatre dei segnali di allarme e/ dei messaggi preregistrati; Guasti sui circuiti degli altparlanti (circuiti aperti crtcircuiti); Crtcircuit mancanza di alimentazine dei dispsitivi di allarme visiv; Guast del micrprcessre della centrale di cntrll nell esecuzine del prgramma; Rilevament di qualsiasi errre durante il cntrll della memria; Guast nella cmunicazine dati tra le varie parti del sistema. Ogni indicazine di guast dvrà attivare sia una segnalazine di tip lumins, fissa lampeggiante, che una segnalazine acustica di durata pari ad almen 0,5 s e che si ripeta gni 5 s. Una vlta ricevuta la segnalazine di guast, da parte dell peratre alla centrale di cntrll, egli ptrà silenziare l avvertiment acustic (che si riattiverà in cas di nuv guast), mentre dvrà rimanere permanentemente illuminata la segnalazine visiva. Sl quand tutti i guasti sarann stati eliminati, si ptrà resettare anche la segnalazine luminsa. 1

2 L indicazine del guast deve essere frnita entr 100 s dall istante nel quale è avvenut il guast, indipendentemente dal fatt che in quell istante il sistema stia funzinand magari per trasmettere musica e nn in mdalità di emergenza. Anche il cllegament tra il sistema di rivelazine incendi ed il sistema di diffusine snra, deve essere cstantemente mnitrat per prevenire eventuali guasti. Il sistema di rivelazine incendi, in particlare, deve essere in grad di ricevere, cme minim, una generica segnalazine di guast (di tiplgia pari all elenc precedente) da parte del sistema di diffusine snra. Una vlta che è stat attivat dal sistema di rivelazine incendi, il sistema di diffusine snra deve cntinuare a trasmettere messaggi anche se il cllegament fra i due sistemi viene a mancare a causa di un guast. Un altra prcedura che deve essere sttpsta ad un cntinu prcess di mnitraggi è l esecuzine del sftware da parte dei micrprcessri che gestiscn il sistema. Tale mnitraggi deve pter cntinuare a funzinare crrettamente anche in cas di un guast ad un micrprcessre al su circuit di clck. Un guast del genere deve cmprtare da parte del circuit di mnitraggi la reinizializzazine del micrprcessre ed il riavvi del prgramma entr 10 s dall istante del guast. La prcedura di reinizializzazine deve verificare che il cntenut della memria, prgramma e dati, nn sia danneggiat e in cas cntrari deve memrizzare che si è verificat un guast, ppure resettare tutt e frnire una segnalazine visiva e snra assciata al reset. Il sistema di diffusine snra deve essere cstruit seguend le indicazini della nrma CEI EN (CEI 92-1) Apparecchi audi, vide ed apparecchi elettrnici similari Requisiti di sicurezza, ma se alcune parti del sistema vengn installate in zne cn pericl di esplsine devn essere sddisfatti anche i requisiti di sicurezza previsti dalla nrma CEI EN (CEI 31-33). Per i valri di adattament dei segnali analgici, la nrma da seguire è invece la CEI EN (CEI ), mentre per i cnnettri da utilizzare per l intercnnessine dei cmpnenti elettracustici per la diffusine il riferiment nrmativ è la CEI EN (CEI 84-12). Tutt l equipaggiament del sistema deve essere frnit di targhette cn le infrmazini riguardanti le sue funzini, le caratteristiche e l eventuale plarità di cllegament. 2

3 Figura 4 Illustrazine di un sistema cmmerciale di diffusine snra per l emergenza (Pas Spa) 3

4 2. Alimentazine elettrica secndaria (di sicurezza) Il sistema di diffusine snra, essend cnsiderat a ragine un servizi di sicurezza, deve essere alimentat, ltre che dalla alimentazine rdinaria, anche da una alimentazine di sicurezza, nel cas la prima subisca un guast. L alimentazine di sicurezza deve essere in grad di far funzinare il sistema di diffusine snra, in cndizini di emergenza, per un perid pari al dppi del temp previst per l evacuazine dell edifici, e in gni cas per un perid pari ad almen 30 minuti. Se invece le cndizini di emergenza nn ci sn, e l edifici nn deve quindi essere evacuat, la srgente di sicurezza deve pter alimentare il sistema di diffusine snra per almen 24 re, ppure 6 re se è dispnibile un grupp elettrgen di emergenza; anche in quest cas cmunque, se spraggiungn cndizini di emergenza, il funzinament del sistema deve essere garantit per almen 30 minuti. I 30 minuti di funzinament perativ in emergenza devn essere garantiti anche nel cas in cui l edifici venga riccupat dp un perid in cui era rimast vut (es. per ferie). Le funzinalità nn di emergenza del sistema, quali la diffusine di musica di sttfnd, nn devn essere alimentate dalla srgente di sicurezza, se queste riducn successivamente la capacità del sistema in cndizini di emergenza. Se per l alimentazine di sicurezza vengn utilizzate batterie, queste devn avere un dispsitiv di carica autmatic e devn essere usate in cnfrmità a quelle che sn le raccmandazini del cstruttre all scp di arrivare al temp di vita previst per la batteria che nn deve essere minre cmunque di quattr anni. La fine del temp di vita delle batterie viene individuat quand nn riescn più a raggiungere l 80% della lr capacità in Ampere-ra. Il dispsitiv di carica autmatica deve garantire che le batterie si ricarichin almen all 80% della lr capacità massima, partend da una situazine di scarica ttale, in un temp di 24 re. 4

5 3. Installazine Il sistema di diffusine snra deve essere installat in base alle prescrizini della nrma CEI Se l impiant di diffusine snra fa parte di un sistema di rivelazine e/ di allarme, il su cablaggi deve seguire le indicazini nrmative relative al sistema di rivelazine. Piché in un sistema di rivelazine incendi, le linee che cllegan la centrale cn i dispsitivi di segnalazine esterna (pannelli ttic-acustici, sirene, etc.) e cn i dispsitivi di sicurezza (sistema di spegniment autmatic, prte tagliafuc, sistemi di estrazine del fum, etc.) devn essere realizzati cn cavi in tub stt traccia, in alternativa cn cavi resistenti al fuc (cnfrmi alle nrme CEI ), per fare in md che funzinin anche durante l incendi, si può lgicamente cncludere che anche i cavi che cllegan la centrale cn gli altparlanti nel sistema di diffusine snra, debban essere resistenti al fuc. Per la realizzazine delle linee fniche e micrfniche deve essere utilizzat cav schermat cn schermatura predispsta per il cllegament a terra. Per quant riguarda la legge 46/90, gli impianti di diffusine snra vengn cnsiderati cme impianti elettrnici e di cnseguenza, la lr installazine negli edifici civili e nelle scule è riservata alle imprese abilitate alla realizzazine degli impianti di cui all'art. 1 cmma 1b) della legge 46/90 e iscritte nell'alb prvinciale delle imprese artigiane. Se l impiant di diffusine snra viene installat in un altr tip di lcale, nn ccrre alcuna abilitazine. 5

6 4. Operatività e manutenzine del sistema Le istruzini per il funzinament perativ del sistema, cmprese le azini da eseguire in cas di un guast del sistema, devn essere sempre dispnibili e preferibilmente espste in gni centrale di cntrll. Per quant pssibile dvrebber essere usate illustrazini per spiegare il funzinament del sistema; dve è indispensabile del test scritt, quest deve essere chiaramente leggibile. Le istruzini perative devn essere aggirnate in cas di aggiunte mdifiche al sistema, ppure in base a crrezini derivanti dall esperienza pratica di utilizz del sistema. La nrma EN raccmanda almen due ispezini di manutenzine gni ann, da effettuarsi a cura di una persna cmpetente. Una persna respnsabile, nminata da parte di chi ha il cntrll dei lcali (es. datre di lavr), deve assicurare che la prcedura di manutenzine venga eseguita crrettamente. L impresa che effettua la manutenzine e l utilizzatre finale devn avere a dispsizine i seguenti dcumenti: Dcument di installazine cmprendente: La planimetria indicante il psizinament dei cmpnenti del sistema; Le misure prestazinali effettuate sul sistema installat, quali le misure di caric degli altparlanti in mdalità di emergenza, i livelli degli amplificatri di ptenza, i livelli della pressine snra, le misure di cmprensibilità del messaggi snr, etc. Diari d us del sistema, nel quale devn essere indicate: Data e ra di utilizz del sistema; Dettagli delle rutine di cntrll; Data e ra di gni guast; Dettagli di gni guast trvat e delle circstanze nelle quali si è verificat; Azine presa per rimediare al guast; Data, ra e nme della persna che utilizza il sistema; Firma della persna respnsabile in cas di guasti di riparazini; Manuale di manutenzine, che deve frnire i dettagli di tutti i lavri richiesti per mantenere in rdine ed efficienza l impiant. Tale manuale deve precisare in md chiar: Il metd di manutenzine; La sequenza da seguire nel prcess di manutenzine; Identificazine delle parti del sistema che richiedn manutenzine; Versini riginali degli equipaggiamenti e i catalghi dei materiali; Lista e psizinament delle parti di ricambi; Lista e psizinament degli strumenti speciali; 6

7 Figura 5 Esempi di suddivisine in zne altparlante in una scula (Fbt elettrnica Spa) Figura 6 Esempi di impiant di diffusine snra per l emergenza in una stazine (Fbt elettrnica Spa) 7

8 5. Udibilità dei segnali di attenzine (trasmessi dal sistema di diffusine) I segnali snri pssn essere usati per avvertire di un annunci imminente. L allegat C della nrma CEI EN 60849, a titl infrmativ, raccmanda determinati livelli snri affinché tali segnali pssan essere udibili. In particlare, i segnali di attenzine nelle aree cperte dal sistema di diffusine snra, dvrebber avere in cas di emergenza i seguenti livelli: Livell snr minim: 65 dba Livell snr minim nelle aree in cui le persne drmn: 75 dba Udibilità del livell snr superire al rumre di fnd: da 6 dba a 20 dba Livell snr massim: 120 dba La valutazine della crrettezza dei livelli di allarme va eseguita in base al seguente diagramma di fluss, tratt dall allegat C della nrma. Figura 7 Diagramma di fluss per la scelta dei livelli di allarme (CEI EN 60849) 8

9 6. Indicazini di installazine (fnte: FTB Audi Cntrller) Applicazini a sffitt. La sluzine ttimale sarebbe quella di disprre i diffusri acustici in psizini equidistanti rispett a tutti i pssibili punti di asclt. Per effettuare una valutazine di massima della distanza d fra due diffusri, necessaria per ttenere una distribuzine cstante ed unifrme del sun, si può utilizzare la seguente relazine: α d = 2 ( H 1) tan( ) 2 dve H è l altezza (m) del sffitt del lcale, 1 è l altezza (m) del pian di asclt di una persna seduta (se si ritiene che le persne sian prevalentemente in piedi quest numer diventa 1,5 cme mstrat in figura 8), ed α è l angl di emissine del diffusre. Applicand tale frmula a vari tipi di diffusri acustici in lcali cn diverse altezze, si sserva (tabella 1) che a parità di altezza del sffitt, più aumenta l angl di emissine e maggire sarà la distanza alla quale prre i diffusri, i quali sarann csì in numer inferire. Figura 8 Distribuzine del sun fra due diffusri a sffitt adiacenti. Il clre rss indica una zna cperta da entrambi i diffusri (Fbt) Angl di emissine del Tan (α/2) d cn H=3 m d cn H=4 m diffusre acustic α 80 0,84 3,36 5, ,19 4,76 7, ,43 5,72 8, ,73 6,92 10, ,14 8,56 12,84 Tabella 1 Distanze fra i diffusri acustici in base all angl dei diffusri ed all altezza del lcale (Fbt) 9

10 Per avere un idea, ltre che della distanza, anche del numer cmplessiv dei diffusri ccrrenti (le due cse sn vviamente cllegate), si può utilizzare un altra frmula: Superficie dell ambiente [m2] Superficie cperta dal singl diffusre [m2] all altezza del punt di asclt (1 m se seduti 1,5 m se in piedi) Le figure 9 e 10 mstran due esempi di cpertura all 80% ed al 100% del lcale prescelt. Figura 9 Dispsizine dei diffusri per una cpertura all 80%, le zne grigie cmprese fra le zne blu cperte cstituiscn le csiddette zne d mbra (Fbt) Figura 9 Dispsizine dei diffusri per una cpertura 100%, le zne rsse cmprese fra le zne blu cperte cstituiscn le zne a dppia cpertura (Fbt) Applicazini a parete. All scp di mantenere il punt di asclt sempre all intern dell area cperta dal segnale snr, è necessari installare i diffusri sia da incass che esterni ad una altezza cmpresa fra i 2 e i 2,5 m. La distanza massima fra i diffusri adiacenti nn dvrà essere superire ai 5-6 metri per la lunghezza dell ambiente cn larghezza nn superire ai 4-5 m (figura 10). Per dimensini maggiri di larghezza, intrn agli 8-10 m, è cnsigliabile prre i diffusri su entrambe le pareti alternandli in md tale da cprire adeguatamente e mantenere più cstante pssibile la pressine acustica nell area interessata (figura 11). 10

11 Figura 10 Dispsizine dei diffusri a parete per una cpertura di un lcale di larghezza 4 5 m (Fbt) Figura 10 Dispsizine dei diffusri a parete per una cpertura di un lcale di larghezza 8-10 m (Fbt) Per la snrizzazine di crridi, tunnel, marciapiedi passeggeri delle stazini ferrviarie metrplitane, vengn nrmalmente utilizzati diffusri a trmba adatti alla riprduzine della parla e diffusri di maggir qualità chiamati priettri di sun. In tutti i casi questi diffusri debbn essere mntati ad una distanza massima un dall altr di 15 m, ed aventi tutti la stessa direzine. In alternativa pssn essere presi in cnsiderazine dei diffusri bidirezinali psizinandli a distanza di 30 m massima un dall altr (figura 11). 11

12 Figura 10 Dispsizine di diffusri a trmba per la cpertura snra di stazini e metrplitane (Fbt) 12

13 7. Glssari Area di cpertura: l area, all intern all estern di un edific, nella quale il sistema di diffusine snra sddisfa i requisiti della nrma CEI EN 60849; Zna altparlante: qualsiasi parte dell area di cpertura nella quale l infrmazine può essere frnita in maniera differenziata, rispett alle altre parti; Infrmazine: qualsiasi annunci vcale segnale audi che pssa essere intes; Udibilità: prprietà di un sun che gli permette di essere distinguibile da altri suni; Chiarezza: prprietà di un sun che permette ad un ascltatre di distinguere le sue cmpnenti infrmative. E una prprietà legata alla assenza nel sun di distrsini di gni tip; Intelligibilità: misura della parte del cntenut di un messaggi vcale, che può essere crrettamente cmpres (per sddisfare l intelligibilità un segnale deve avere adeguati requisiti di udibilità e di chiarezza); Allarme: un segnale una cndizine indice di un emergenza; Avvis: imprtante annunci riguardante qualsiasi cambiament di stat che richieda attenzine attività; Pericl: rischi, dann danneggiament; Emergenza: rischi imminente seria minaccia alle persne alle cse; Zna di emergenza: suddivisine dei lcali effettuata in md tale che l insrgere di una emergenza all intern di una zna, sia indicata in md separat da quella riguardante un altra zna; Persna respnsabile: la persna che ha il cntrll dei lcali (es. datre di lavr) deve nminare una persna respnsabile, appsitamente addestrata, che garantisce la manutenzine e la riparazine del sistema di diffusine snra per l emergenza in md che sia sempre in efficienza; Figura 12 Esempi di suddivisine in zne altparlante in un ristrante (Fbt elettrnica Spa) 13

14 Lcali nei quali dispsizini legislative e/ nrmative prevedn l installazine dei sistemi di diffusine snra per l emergenza Premessa 1: nrmalmente quand esce una nuva dispsizine legislativa, questa va ad abrgare (manifestamente ciè scrivendl tacitamente ciè sttintendendl) le dispsizini legislative precedenti che eran in vigre precedentemente su quella materia tecnica. Per fare un esempi, nel cas degli alberghi, il DM 9/4/94 abrga le dispsizini tecniche precedenti, ciè quelle previste dal DM 8/3/85. Nnstante quest abbiam preferit indicare ugualmente, in mlti casi, anche la dispsizine precedente in md da avere un quadr più cmplet della situazine. Ci spieghiam: sempre nel cas degli alberghi, la tiplgia degli studentati nn viene presa in cnsiderazine dal decret del 1994, ma sl da quell del 1985 ed è quindi a quest che ci si deve riferire in un cas del genere. Premessa 2: spess le terminlgie delle dispsizini legislative nn cincidn cn quelle delle nrmative più recenti, per cui ccrre fare a vlte un lavr di adattament e interpretazine. Premessa 3: i lughi di lavr sn una categria trasversale a tutte le altre. Per cui se un cert lcale è anche un lug di lavr, ad ess vann applicate sia le dispsizini particlari del lcale in questine, sia quelle relative ai lughi di lavr. Premessa 4: nei casi in cui le dispsizini legislative prevedn sl l bblig generic dell impiant di diffusine snra per i servizi di emergenza, senza indicare valri di livelli snri, autnmia e tempi di intervent e di ricarica, questi dati vann presi dalla nrmativa tecnica in vigre, ciè dalla nrma CEI EN (CEI ). Premessa 5: a vlte i decreti richiamati in seguit chiedn espressamente l installazine di altparlanti per la diffusine di messaggi vcali di emergenza (es. nelle metrplitane), mentre in altri casi viene richiesta l installazine di generici sistemi di allarme acustic che sian in grad di avvisare in cas di pericl di incendi, ma nn necessariamente prgettati per diffndere messaggi vcali (es. negli alberghi). Alberghi e simili: mtel, villaggi-alberg, villaggi turistici, affittacamere, case per vacanze, agrturism, stelli, residence, rifugi alpini Attività di nuva cstruzine (strutture cstruite dp l 11 maggi del 1994) - L impiant di diffusine snra è esplicitamente previst sl per le attività cn capacità ricettiva superire a 25 psti lett (la valutazine dei 25 psti lett deve essere fatta per gni cmpartiment antincendi e nel numer di psti lett sn cnteggiati sltant quelli a dispsizine degli spiti cn esclusine del persnale addett), dall'art. 10 del DM 9/4/94 (che si applica ad alberghi, mtel, villaggi-alberg, villaggi turistici, affittacamere, case per vacanze, allggi agrturistici, stelli, residence) il quale afferma Gli edifici la parte di essi destinata ad attività ricettiva, devn essere muniti di un sistema di allarme acustic in grad di avvertire gli spiti ed il persnale presenti delle cndizini di pericl in cas di incendi. I dispsitivi snri devn avere caratteristiche e ubicazini tali da pter segnalare il pericl a tutti gli ccupanti del fabbricat delle parti di ess cinvlte dall'incendi. Il cmand del funzinament simultane dei dispsitivi snri deve essere pst in ambiente presidiat, stt il cntinu cntrll del persnale prepst: può essere previst un secnd cmand centralizzat ubicat in un lcale distint dal precedente che nn presenti particlari rischi d'incendi. Per edifici muniti di impiant fiss di rivelazine e segnalazine d'incendi, il sistema di allarme deve funzinare autmaticamente, secnd quant prescritt nel punt 12. Il funzinament del sistema di allarme deve essere garantit anche in assenza di alimentazine elettrica principale, per un temp nn inferire a 30 minuti". L articl 12 citat dall articl 10, prevede l'installazine di un impiant fiss di rivelazine e segnalazine autmatica degli incendi nelle attività ricettive cn capienza superire a 100 psti lett. Tale impiant deve sempre determinare una segnalazine ttica ed acustica di allarme incendi nella centrale di cntrll e segnalazine, la quale deve essere ubicata in ambiente presidiat. L impiant dvrà cnsentire l'azinament autmatic dei dispsitivi di allarme psti nell'attività entr: 14

15 a) 2 minuti dall'emissine della segnalazine di allarme prveniente da due più rivelatri dall'azinament di un qualsiasi pulsante manuale di segnalazine di incendi; b) 5 minuti dall'emissine di una segnalazine di allarme prveniente da un qualsiasi rivelatre, qualra la segnalazine press la centrale di allarme nn sia tacitata dal persnale prepst. Gli impianti di allarme vengn citati anche all art. 8 del DM 9/4/94, relativ ai lcali adibiti a depsit: articl Lcali, di superficie nn superire a 12 m2, destinati a depsit di materiale cmbustibile. Il caric di incendi deve essere limitat a 60 kg/m2 e deve essere installat un impiant autmatic di rivelazine ed allarme di incendi. Articl Lcali, di superficie massima di 500 m2, destinati a depsit di materiale cmbustibile... Deve essere installat un impiant autmatic di rivelazine ed allarme incendi; L art. 9 del medesim decret, fissa i tempi necessari per l attivazine del sistema di allarme snr:..i seguenti sistemi utenza devn disprre di impianti di sicurezza: a) illuminazine; b) allarme; c) rivelazine; d) impianti di estinzine incendi; e) ascensri antincendi.l'alimentazine di sicurezza deve essere autmatica ad interruzine breve ( 0,5 sec) per gli impianti di rivelazine, allarme e illuminazine...il dispsitiv di carica degli accumulatri deve essere di tip autmatic e tale da cnsentire la ricarica cmpleta entr 12 re. L'autnmia dell'alimentazine di sicurezza deve cnsentire l svlgiment in sicurezza del sccrs e dell spegniment per il temp necessari; in gni cas l'autnmia minima viene stabilita per gni impiant cme segue: rivelazine e allarme: 30 minuti; L art. 15 del DM 9/4/94 detta dispsizini sull addestrament del persnale riguard all us del sistema di allarme: Il respnsabile dell'attività deve prvvedere affinché, in cas di incendi, il persnale sia in grad.. di azinare il sistema di allarme e il sistema di chiamata di sccrs. Tali perazini devn essere chiaramente indicate al persnale ed impartite anche in frma scritta. Tenend cnt delle cndizini di esercizi, il persnale deve essere chiamat a partecipare almen due vlte l'ann a riunini di addestrament e di allenament all'us dei mezzi di sccrs, di allarme e di chiamata di sccrs, nnché a esercitazini di evacuazine dell'immbile L art. 17 sulla base di un pian di emergenza pprtunamente predispst; del DM 9/4/94 indica che all ingress della struttura ricettiva devn essere espste bene in vista precise istruzini relative al cmprtament del persnale e del pubblic in cas di sinistr ed in particlare una planimetria dell'edifici per le squadre di sccrs che deve indicare la psizine: del quadr generale del sistema di rivelazine e di allarme; Attività esistenti (strutture già esistenti all 11 maggi 1994, girn di entrata in vigre del DM 9/4/94) - il DM 9/4/94 e il DM 6/10/03 (che si applican ad alberghi, mtel, villaggi-alberg, villaggi turistici, affittacamere, case per vacanze, allggi agrturistici, stelli, residence e rifugi alpini di categria A e B) prevedn delle dispsizini particlari in presenza di impianti di rivelazine incendi sl per le attività cn capacità ricettiva superire a 25 psti lett. La valutazine dei 25 psti lett deve essere fatta per gni cmpartiment antincendi e nel numer di psti lett sn cnteggiati sltant quelli a dispsizine degli spiti cn esclusine del persnale addett. E a questa cndizine che fann riferiment i seguenti dispsti: Cmpartimentazini: articl 19.3 del DM 9/4/94 integrat dal DM 6/10/03 - Sn cnsentiti cmpartimenti, di superficie cmplessiva nn superire a m2, su più piani, a cndizine che il caric di incendi, in gni pian, nn superi il valre di 30 kg/m2 e che sia installat un impiant autmatic di rivelazine ed allarme di incendi in tutti gli ambienti. E' cnsentit che il cmpartiment abbia una superficie superire a 4000 m2 e fin ad 8000 m2 cn l'ulterire cndizine che sia installat un impiant di spegniment autmatic estes al cmpartiment interessat; Crridi: articl 19.5 del DM 9/4/94 - E' richiest il rispett del punt 6.5 cn eccezine delle prte delle camere, che devn avere caratteristiche nn inferiri a RE 15 cn autchiusura. E' cnsentit, altresì, che le prte delle camere nn abbian caratteristiche RE 15, quand l'attività è prtetta da un impiant autmatic di rivelazine ed allarme di incendi installat nei crridi e nelle camere per spiti; Vie di uscita ad us esclusiv (1): articl del DM 9/4/94 [Se] l'edifici è servit da due più scale.. Il percrs di esd, misurat a partire dalla prta di gni camera e da gni punt dei lcali cmuni, nn può essere superire a: a) 40 m: per raggiungere una uscita su 15

16 lug sicur su scala di sicurezza esterna; b) 30 m: per raggiungere una scala prtetta, che faccia parte del sistema di vie di uscita. La lunghezza dei crridi ciechi nn può essere superire a 15 m. Le suddette lunghezze pssn essere incrementate di 5 m, qualra venga realizzat quant segue, in crrispndenza del percrs interessat:.; sia installat, lung le vie di esd e nelle camere, un impiant autmatic di rivelazine ed allarme di incendi. Limitatamente ai crridi ciechi può essere cnsentita una lunghezza di 25 metri a cndizine che:.. sia installat un impiant autmatic di rivelazine ed allarme incendi nelle camere e nei crridi; Vie di uscita ad us esclusiv (2): articl del DM 9/4/94 [Se] L'edifici è servit da una sla scala Limitatamente agli edifici a tre piani furi terra, è cnsentit nn realizzare le scale di tip prtett a cndizine che: tutti i lcali dell'attività sian prtetti da impiant autmatic di rivelazine ed allarme d'incendi ; Vie di uscita ad us prmiscu: articl 20.5 del DM 9/4/94 - E' cnsentita la permanenza di strutture ricettive in edifici a destinazine mista, servite da scale ad us prmiscu, alle seguenti cndizini:.l'intera area dell'attività ricettiva sia prtetta da impiant autmatic di rivelazine ed allarme incendi;.. Rifugi alpini nuvi, di capienza superire a 25 psti lett: si applican le medesime dispsizini degli alberghi nuvi; Rifugi alpini già esistenti, di capienza superire a 25 psti lett: per i rifugi esistenti di categria A si applican le stesse dispsizini previste per gli alberghi esistenti. Per i rifugi di categria B, C, D ed E è ammess che i dispsitivi di illuminazini di sicurezza, e di allarme sian alimentati, qualra nn sia dispnibile l'alimentazine elettrica di rete, da altra fnte alternativa (grupp elettrgen, generatre elic, ftvltaic, ecc.). Sl per quelli di categria C, D ed E nn è richiesta l sservanza dell articl 19, ed è però ammess che qualra nn vi sia alcun tip di alimentazine elettrica,.. i dispsitivi di allarme sian ad azinament manuale ; Anche la guida CEI (Criteri particlari per strutture alberghiere) parla dei sistemi di allarme: Alimentazine dei servizi di sicurezza (art ): Secnd le dispsizini del DM del Minister dell Intern del 9 aprile 1994, gli alberghi devn essere frniti di servizi di sicurezza necessari a garantire l inclumità del persnale e dei clienti nelle emergenze. ; Impianti telefnici, di trasmissine dati ed ausiliari nei servizi cmuni (art. 4.8): Gli impianti elettrici di energia, citfnici, telefnici, trasmissine dati, diffusine snra, di antenna centralizzati ed ausiliari in genere è cnsigliabile abbian canalizzazini separate per facilitare l individuazine e la sfilabilità dei cnduttri e l ispezinabilità delle giunzini. I cavi degli impianti speciali (citfnici, telefnici, trasmissine dati, diffusine snra, antenna ed ausiliari in genere) e degli impianti di energia, dal punt di vista della sicurezza, pssn essere realizzati in un dei seguenti mdi: mediante cnduttri separati materialmente; cn i cnduttri dei circuiti SELV e PELV muniti, ltre che del lr islament principale, di una guaina islante; cn i cnduttri dei circuiti a tensine diversa separati da un scherm da una guaina metallici messi a terra; cnduttri di circuiti a tensini diverse pssn far parte dell stess cav se tutti i cnduttri sn islati per la tensine più elevata ; Impiant di diffusine snra (art ): Valgn le indicazini riprtate nelle nrme relative. Inltre si raccmanda di installare le srgenti in un più quadri mdulari. La diffusine snra nel cas di grandi alberghi è cnsigliabile cmprenda un adeguat pannell di cmand capace di gestire in ingress un adeguat numer di canali mnfnici sterefnici adeguati ed una serie di cmpnenti prgettati per audi di elevata ptenza. Si raccmanda, inltre, di installare i riprduttri altparlanti da incass a cassetta per la diffusine snra nelle zne a viabilità rizzntale. Il sistema di diffusine snra destinat all invi dei messaggi cnnessi cn il pian di evacuazine dei lcali, dve previst dal DM del Minister dell Intern 9 aprile 1994, deve essere alimentat mediante srgenti di sicurezza. Per la realizzazine delle linee fniche micrfniche è pprtun usare cavi schermati cn la schermatura predispsta per il cllegament a terra, lat centrale, avente le stesse caratteristiche di resistenza al fuc dell impiant elettric ; 16

17 Sistemi di allarme (Art. 18.2): La parte della struttura alberghiera destinata ad accgliere il pubblic deve essere frnita di sistema di allarme acustic in grad di avvertire gli spiti ed il persnale presente di eventuali situazini di rischi in cas di incendi. I dispsitivi snri devn essere ubicati in md da pter segnalare il pericl a tutti gli ccupanti del fabbricat. Il cmand di funzinament simultane dei dispsitivi snri deve essere pst in ambiente presidiat stt il cntrll del persnale prepst. Si raccmanda l installazine di un secnd dispsitiv di cmand in un ambiente che nn presenti particlari rischi di incendi. Il sistema di allarme deve essere alimentat da srgente di sicurezza ; Caratteristiche delle srgenti di sicurezza (Art. 18.3): gli impianti di.. allarme devn essere di tip autmatic ad interruzine breve (nn superire a 0,5 s).il dispsitiv di ricarica degli accumulatri deve essere di tip autmatic e tale da cnsentire la ricarica cmpleta entr le 12 h. Per ricarica cmpleta si deve intendere la ricarica che mette in grad la srgente di ergare le prestazini previste dalla legislazine vigente ; Bibliteche ed archivi Il DPR 418/95 che viene applicat agli edifici pubblici e privati che, nella lr glbalità, risultin frmalmente sttpsti a tutela ai sensi della legge 1º giugn 1939, n. 1089, destinati a cntenere bibliteche ed archivi, cntiene i seguenti riferimenti: Art. 8.4: Mezzi antincendi - Nei lcali deve essere installat almen un sistema di allarme acustic in grad di avvertire i presenti delle cndizini di pericl in cas di incendi. Tale sistema deve essere attivat a giudizi del respnsabile dell'attività di un su delegat. I dispsitivi snri devn avere caratteristiche e sistemazine tali da pter segnalare il pericl a tutti gli ccupanti. Il cmand del funzinament dei dispsitivi snri deve essere sistemat in un più lughi psti stt cntrll del persnale. Nei lcali aperti al pubblic deve essere previst un impiant di altparlanti da utilizzare in cndizini di emergenza per dare le necessarie istruzini ai presenti. E ammessa l'assenza di dett impiant in attività che ccupan un unic pian, in cui l'affllament, il numer dei lcali e le lr caratteristiche sian tali da permettere altre sluzini egualmente affidabili. Gli impianti devn disprre di almen due alimentazini elettriche, una di riserva all'altra. Un'alimentazine almen deve essere in grad di assicurare la trasmissine da tutti gli altparlanti per 30 minuti cnsecutivi cme minim. Le apparecchiature di trasmissine devn essere pste "in lug sicur" nt al persnale e facilmente raggiungibile dal persnale stess. Art. 10.5: Piani di intervent e istruzini di sicurezza -. All'ingress dell'attività va espsta una pianta dell'edifici crredata dalle seguenti indicazini: scale e vie di esd; mezzi di estinzine; dispsitivi di arrest degli impianti di distribuzine del gas, dell'energia elettrica e dell'eventuale impiant di ventilazine e di cndizinament; eventuale quadr generale del sistema di rivelazine e di allarme; impianti e lcali a rischi specific ; Inltre la nrma CEI (Impianti elettrici negli edifici pregevli per rilevanza strica e/ artistica), prevede le seguenti dispsizini: Utenze per le quali è previst il servizi di sicurezza (art. 4.2): Ai fini della presente Nrma, tutti i circuiti cn finalità di tutela del patrimni artistic e stric sn da cnsiderarsi servizi di sicurezza. Pertant si devn disprre impianti di sicurezza per tutti i seguenti sistemi di utenza, quand richiesti da dispsizini di legge da Enti cmpetenti:.diffusine snra antipanic.; Diffusine snra di sicurezza (art. 4.4): Quand prescritt, deve essere installat un impiant di altparlanti da utilizzare in cndizini di emergenza per dare le necessarie istruzini ai presenti. Le apparecchiature di trasmissine devn essere pste in lug sicur nt al persnale e facilmente raggiungibile dall stess e prtett cntr manmissini e atti vandalici ; La nrma CEI si applica agli edifici pubblici privati, mnumentali men, pregevli per rilevanza strica artistica sia dal punt di vista della struttura che del cntenut di entrambe, destinati ad abitazine (es. castelli, ville, etc), al cult (es. cattedrali, chiese, cappelle private, etc), a bene demaniale (es. palazzi adibiti ad uffici pubblici, etc), ppure adibiti a musei, gallerie, mstre espsizini di ggetti d arte cllezini, bibliteche, archivi strici, teatri e simili. 17

18 Cave e miniere Il Dlgs 624/96 prescrive misure per la tutela della sicurezza e della salute dei lavratri durante il lavr nelle attività estrattive di sstanze minerali di prima categria (estratti dalle miniere cme grafite, cmbustibili slidi, liquidi e gasssi, rcce asfaltiche e bituminse, pietre prezise, acque minerali e termali, etc. ), e di secnda categria (estratti dalle cave cme materiali per cstruzini edilizie, stradali e idrauliche, quarz, sabbie silicee, etc. ). Per un elenc cmplet delle sstanze ccrre cnsultare il RD 1443 del 29 lugli I riferimenti all installazine di un sistema di rivelazine incendi, sn i seguenti: Art. 5 cmma g): Misure generali di tutela - i lughi di lavr devn essere dtati di adeguati dispsitivi per cmbattere gli incendi e, ve necessari, di rivelatri d incendi e sistemi d allarme; Art. 13 cmma 1: Sistemi di cmunicazine, di avvertiment e di allarme - Il datre di lavr frnisce e mantiene in efficienza i sistemi di allarme e di cmunicazine necessari che permettan di iniziare immediatamente le perazini di evacuazine, di sccrs e di salvataggi; Art. 72 cmma 2: (Titl III Nrme specifiche in materia di sicurezza e di salute applicabili alle attività estrattive cndtte mediante perfrazine Cap I Nrme cmuni applicabili alle attività di terraferma ed in mare): I sistemi.. (che valutan la presenza e misuran la cncentrazine di sstanze ncive ptenzialmente esplsive) devn essere in grad di frnire, a livelli di cncentrazine prefissati, un allarme generale lumins ed un acustic, udibile in tutti i punti del lug di lavr.; Art. 78 cmma 1: (Titl III Nrme specifiche in materia di sicurezza e di salute applicabili alle attività estrattive cndtte mediante perfrazine Cap I Nrme cmuni applicabili alle attività di terraferma ed in mare): Il datre di lavr, in relazine alla valutazine dei rischi, frnisce per gni lug di lavr ccupat da lavratri: a) un sistema capace di dare l allarme cn segnali visivi ed acustici in gni pst di lavr ccupat da lavratri.; Art. 80 cmma 2: (Titl III Nrme specifiche in materia di sicurezza e di salute applicabili alle attività estrattive cndtte mediante perfrazine Cap II Nrme applicabili alle attività di terraferma): I lughi di lavr devn essere dtati di rilevatri di incendi cllegati a un sistema di allarme, da cllcare in idnee pstazini, capace di dare l allarme cn segnali visivi ed acustici; il segnale acustic deve esser udibile in tutti i punti del lug di lavr; Art. 89 cmmi 2 e 3: (Titl III Nrme specifiche in materia di sicurezza e di salute applicabili alle attività estrattive cndtte mediante perfrazine Cap III Nrme applicabili alle attività a mare): I lughi di lavr devn essere dtati di sistemi adeguati di rivelazine, di prtezine, di allarme e di ltta antincendi, quali in particlare: b) allarmi antincendi. A brd dell impiant deve essere tenut a dispsizine il pian antincendi, in cui sian specificate in dettagli le precauzini pprtune di prtezine, rivelazine e ltta cntr l innesc e la diffusine degli incendi; Centri cmmerciali Per le medie e grandi strutture cmmerciali (cmprendenti anche i raggruppamenti di più esercizi cmmerciali singli purché ubicati in un unica area cperta e circscritta di almen 400 m2 di superficie di vendita), si applica la guida CEI 64-51, la quale prescrive: Art. 4.14: Si raccmanda di installare le srgenti in un più quadri di tip mdulare (Rack). La diffusine snra, nel cas di grandi ambienti, cmprenderà un adeguata cnslle di riferiment, capace di gestire in ingress un numer di canali mnfnici e sterefnici adeguati, ed una serie di cmpnenti prgettati per audi di elevata ptenza. La dtazine minima rientativa dei cmpnenti da installare nel sistema mdulare è la seguente: un registratre/lettre per cassette di tip prfessinale, cmpst da più elementi cnnessi in cascata; un pannell di segnalazine; dispsitivi preamplificatri; dispsitivi crrettri di tni ed eventuali filtri di tagli per i tni bassi a frequenza variabile; dispsitiv alimentatre; 18

19 pannell per il cllegament alla rete di alimentazine a 240 V, cmplet di mrsetteria e di interruttre acces-spent; generatre di segnale di preavvis bitnale per cmunicazini al pubblic ed ai dipendenti; pannell per la fildiffusine; una più unità per l uscita, cstituite da dispsitivi di amplificazine di ptenza idnea (cmplete di alimentatre), adeguate a piltare il caric dei riprduttri. L impiant di diffusine snra viene cmpletat da: micrfni dinamici a diaframma cardiide cn supprt da tavl; riprduttri altparlanti a priettre di sun nelle aree di vendita e nelle zne magazzin e riceviment merci, nella eventuale galleria e nelle zne parcheggi cpert, in grad di garantire un raggi di asclt più ampi rispett al tip tradizinale; riprduttri altparlanti del tip da incass nelle zne cn cntrsffitt; riprduttri altparlanti in cassetta da incass per la diffusine snra nei reparti di lavrazine e nelle zne degli impianti tecnlgici; riprduttri altparlanti del tip ad alta diffusine snra per le zne parcheggi all apert. Si ricrda che è necessari alimentare il sistema di diffusine snra destinat all invi di messaggi cnnessi al pian di evacuazine dai lcali mediante alimentazine di sicurezza (articl 9.5). Si raccmanda di predisprre prese micrfniche in idnee cassette rese accessibili sl cn chiave, per us ccasinale durante manifestazini prmzinali. Per la realizzazine delle linee fniche e micrfniche deve essere utilizzat cav schermat cn schermatura predispsta per il cllegament a terra, lat centrale, avente le stesse caratteristiche di resistenza al fuc dei cavi dell impiant elettric. Art. 9.5: L impiant dei servizi di sicurezza deve essere alimentat da appsita srgente autnma e indipendente (ad esempi da grupp di cntinuità e/ equivalente). Si raccmanda che da tale impiant sian alimentate le seguenti utilizzazini strettamente cnnesse cn la sicurezza delle persne, cn prpri circuiti:. diffusine snra per l avvis al pubblic; Funivie aeree e terrestri Il DM 15/04/02 (Prescrizini tecniche speciali per gli impianti elettrici delle funiclari aeree e terrestri), all art , prevede che Nel cas degli impianti a mt cntinu, si deve impiegare un sistema di diffusine snra cn micrfn sul banc di manvra e altparlanti in linea dispsti sui sstegni, tale da cnsentire all peratre di inviare messaggi ai passeggeri.. L impiant di diffusine snra deve pssedere i seguenti requisiti: le apparecchiature, se nn installate in lcale ttalmente prtett. debbn essere adatte per installazine all estern; i cnduttri dei circuiti elettrici interessati devn essere prtetti cntr le svracrrenti e cntr le svratensini mediante adeguati dispsitivi di prtezine; i sistemi devn pter essere alimentati da almen due linee di sicurezza della stazine mtrice, rapidamente cmmutabili.; Nta: facciam ntare cme in quest cas, cmunque nn si parli di utilizz specific della diffusine snra per i casi di emergenza, anche se è evidente a tutti che, nel mment in cui esista l impiant, questi sia utilizzabile anche per tale scp. 19

20 Impianti sprtivi Esistn prescrizini particlari, riguard ai sistemi di diffusine snra per l emergenza, dettate dal DM 18/3/96 che riguardan gli impianti sprtivi nei quali si svlgn manifestazini e/ attività sprtive reglate dal CONI e dalle Federazini sprtive nazinali ricnsciute dal CONI. Le prescrizini valgn anche se l'impiant è inserit in un cmpless nn sprtiv, e sn valide nel cas in cui è prevista la presenza di spettatri in numer superire a 100: Art. 13: Cperture pressstatiche -.. devn essere previsti adeguati sstegni in grad di impedire il rischi del repentin abbattiment in cas di caduta di pressine; in alternativa pssn essere installati dispsitivi di allarme snr e lumins che cmunichin ai presenti eventuali anmalie, abbassamenti della pressine e/ carichi di vent di neve superiri ai limiti di prgett della zna in esame..; Art. 16: Depsiti [Per] i lcali, di superficie superire a 25 m² destinati al depsit di materiale cmbustibile,. Deve essere installat un impiant autmatic di rivelazine ed allarme incendi ; Art. 17: Impianti tecnici - Il sistema utenza deve disprre dei seguenti impianti di sicurezza: b) allarme c) rilevazine; d) impianti di estinzine incendi. L'alimentazine di sicurezza deve essere autmatica ad interruzine breve (< 0,5 sec) per gli impianti di segnalazine, allarme ed illuminazine e ad interruzine media (< 15 sec) per gli impianti idrici antincendi. Il dispsitiv di carica degli accumulatri deve essere di tip autmatic e tale da cnsentire la ricarica cmpleta entr 12 re. L'autnmia dell'alimentazine di sicurezza deve cnsentire l svlgiment in sicurezza del sccrs e dell spegniment per il temp necessari; in gni cas l'autnmia minima viene stabilita per gni impiant cme segue: - segnalazine e allarme: 30 minuti; Impiant di allarme: Gli impianti al chius devn essere muniti di un impiant di allarme acustic in grad di avvertire i presenti delle cndizini di pericl in cas di incendi. I dispsitivi snri devn avere caratteristiche e sistemazine tali da pter segnalare il pericl a tutti gli ccupanti dell'impiant sprtiv delle parti di ess cinvlte dall'incendi; il cmand del funzinament simultane dei dispsitivi snri deve essere pst in ambiente presidiat, può inltre essere previst un secnd cmand centralizzat ubicat in un lcale distint dal precedente che nn presenti particlari rischi di incendi. Il funzinament del sistema di allarme deve essere garantit anche in assenza di alimentazine elettrica principale, per un temp nn inferire a 30 minuti; Art. 19: Gestine della sicurezza - All'ingress dell'impiant cmpless sprtiv devn essere espste bene in vista precise istruzini. ed in particlare una planimetria generale per le squadre di sccrs che deve indicare la psizine:. del quadr generale del sistema di rivelazine e di allarme;.. Lcali di pubblic spettacl (teatri, cinematgrafi, cinema-teatri, auditri e sale cnvegn, lcali di intratteniment cn capienza superire a 100 persne, sale da ball e discteche, case da gic, drivein, teatri tenda, teatri di psa per riprese cinema e TV, circhi, lughi destinati a spettacli viaggianti e parchi di divertiment, lughi all'apert destinati a spettacli e cn strutture appsite per il pubblic, lcali multius utilizzati ccasinalmente per pubblic spettacl) Il DM 19/08/96, prevede in diversi articli il ricrs ai sistemi di allarme: Art. 13.1: Titl XIII Impianti elettrici. Generalità: i seguenti sistemi di utenza devn disprre di impianti di sicurezza: b) allarme c) rivelazine; d) impianti di estinzine degli incendi; ; Art. 13.2: Titl XIII Impianti elettrici. Impianti elettrici di sicurezza: L'alimentazine di sicurezza deve essere autmatica ad interruzine breve (<=0,5 s) per gli impianti di rivelazine, allarme e illuminazine;.. Il dispsitiv di carica degli accumulatri deve essere di tip autmatic e tale da cnsentire la ricarica cmpleta entr 12 re. L'autnmia dell'alimentazine di sicurezza deve cnsentire l svlgiment in sicurezza 20

Impianti elettrici nelle strutture alberghiere Caratteristiche generali dell impianto elettrico (prima parte)

Impianti elettrici nelle strutture alberghiere Caratteristiche generali dell impianto elettrico (prima parte) Impianti elettrici nelle strutture alberghiere Caratteristiche generali dell impiant elettric (prima parte) Pubblicat il 21/01/2008 Aggirnat al: 21/01/2008 di Gianluigi Saveri 1 Generalità Le strutture

Dettagli

Guida agli impianti di rilevazione incendi

Guida agli impianti di rilevazione incendi Guida agli impianti di rilevazine incendi Pubblicat il 11/10/2007 Aggirnat al: 08/01/2008 di Gianfranc Ceresini 10. Dispsizine e suddivisine in zne degli impianti autmatici Un impiant autmatic di rivelazine

Dettagli

Cabina MT/BT. Prescrizioni particolari:

Cabina MT/BT. Prescrizioni particolari: Prescrizini Particlari e Verifiche Ultim aggirnament: dicembre 2008 Prescrizini particlari: Nelle cabine elettriche d'utente MT/BT ccrre installare il cmand di emergenza se l'attività alimentata dalla

Dettagli

IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE E SICUREZZA DI GALLERIE STRADALI

IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE E SICUREZZA DI GALLERIE STRADALI Illuminazine e sicurezza gallerie Ultim aggirnament: 1 nv. 2006 IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE E SICUREZZA DI GALLERIE STRADALI Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti

Dettagli

Ascensori e montacarichi (Prescrizioni particolari e verifiche)

Ascensori e montacarichi (Prescrizioni particolari e verifiche) Ascensri e mntacarichi (Prescrizini particlari e verifiche) Ultim aggirnament: 1 apr. 2008 Prescrizini particlari Cmand di emergenza (vedi scheda "Cmand di emergenza"): In base al DM 8/3/85 il cmand di

Dettagli

Guida all alimentazione delle pompe antincendio

Guida all alimentazione delle pompe antincendio Guida all alimentazine delle pmpe antincendi (secnda parte) Guida all alimentazine delle pmpe antincendi Pubblicat il 11/10/2007 Aggirnat al: 09/01/2008 di Gianfranc Ceresini 1 Prgettazine e installazine

Dettagli

AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO - ASL AT

AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO - ASL AT Allegat B AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO - ASL AT SCHEDA INFORMATIVA PER LA NOTIFICA RELATIVA A COSTRUZIONE, AMPLIAMENTO O RISTRUTTURAZIONE DI EDIFICI O LOCALI DA ADIBIRE AD

Dettagli

Alimentazione delle pompe antincendio (Prescrizioni particolari e verifiche)

Alimentazione delle pompe antincendio (Prescrizioni particolari e verifiche) Prescrizini particlari Circuiti di alimentazine delle elettrpmpe: Occrre distinguere fra i due tipi di alimentazine idrica: Alimentazine idrica di tip rdinari (singl secnd EN 12845) : Alimentazine in bassa

Dettagli

Falegnameria (Scheda)

Falegnameria (Scheda) Ultim aggirnament: 1 feb. 2007 Falegnameria Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatri a tensine nminale nn superire a 1000 V in crrente alternata

Dettagli

Gruppi di Continuità (UPS)

Gruppi di Continuità (UPS) Gruppi di Cntinuità (UPS) Generalità Il grupp di cntinuità frnisce una alimentazine di riserva che supplisce alla mancanza dell alimentazine nrmale, senza alcuna interruzine (n break). Si dicn gruppi rtanti

Dettagli

IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE STRADALE

IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE STRADALE Illuminazine stradale Ultim aggirnament: 1 apr. 2009 IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE STRADALE Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatri a tensine

Dettagli

Distributori di carburanti liquidi per autotrazione (benzina, gasolio)

Distributori di carburanti liquidi per autotrazione (benzina, gasolio) Distributre benzina gasli Ultim aggirnament: 1 apr. 2009 Distributri di carburanti liquidi per auttrazine (benzina, gasli) Sistema di alimentazine: TT, TN-S, Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti

Dettagli

Prot. n. 6570/A23 Roma, 09/12/2015. Circolare n. 27

Prot. n. 6570/A23 Roma, 09/12/2015. Circolare n. 27 M I N I S T E R O D E L L I S T R U Z I O N E D E L L U N I V E R S I T À E D E L L A R I C E R C A U F F I C I O S C O L A S T I C O R E G I O N A L E P E R I L L A Z I O L I C E O S T A T A L E C L A

Dettagli

STUDIO TECNICO A. BORGOGNI & A. PISPICO I N G E G N E R I A S S O C I A T I

STUDIO TECNICO A. BORGOGNI & A. PISPICO I N G E G N E R I A S S O C I A T I Cmmessa: ASPSIENA090915AI\PROGETTO File: RAI011015_0 Data: 27/10/2015 ASP AZIENDA PUBBLICA SERVIZI ALLA PERSONA CITTA DI SIENA STRUTTURA CAMPANSI VIA CAMPANSI N 18 - SIENA (SI) RELAZIONE TECNICA LAVORI

Dettagli

Oggetto : norme e leggi europee concernenti produzione ed istallazione di Cancelli a battente. Contenuto

Oggetto : norme e leggi europee concernenti produzione ed istallazione di Cancelli a battente. Contenuto A VV. M AURIZIO I ORIO 20122 Milan, Crs di Prta Vittria, 17 Tel. +39. 335.13.21.041 ; +39. 348.25.19.305 ; +39.02 36593383 ; Fax +39.02 36594845 : +30.0373 779119 Indirizzi e-mail : avv.maurizi.iri@fastpiu.it

Dettagli

della Mappa Censuaria del Comune di Salo/Campoverde. Pratica Edilizia n.. all Ordine/Albo de della provincia di al n,

della Mappa Censuaria del Comune di Salo/Campoverde. Pratica Edilizia n.. all Ordine/Albo de della provincia di al n, Spett.le Amministrazine Cmunale di Salò Oggett: Dichiarazine attestante la tiplgia di intervent in relazine a quant dispst dal punt 9.2 delle Dispsizini inerenti all efficienza energetica allegate alla

Dettagli

o Norma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata e a 1500 V in corrente continua";

o Norma CEI 64-8 Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata e a 1500 V in corrente continua; DIFFUSIONE SONORA PER L EMERGENZA Sistema di alimentazine: Preferibilmente IT dppi islament separazine elettrica all scp di nn interrmpere l alimentazine al prim guast a terra. Nn sn cmunque esclusi i

Dettagli

e/fiscali - Rel. 04.01.01

e/fiscali - Rel. 04.01.01 e/fiscali - Rel. 04.01.01 Mntebelluna, 17 ttbre 2013 e/fiscali - Fix 04.01.01 Dcumentazine di rilasci 24 ORE Sftware S.p.A. 14/10/2013 Pag. 1 di 14 INDICE 1 FIX 04.01.01 DI E/FISCALI... 3 2 NOTE DI INSTALLAZIONE...

Dettagli

ASCENSORI E MONTACARICHI

ASCENSORI E MONTACARICHI Ascensri e mntacarichi Ultim aggirnament: 1 apr. 2008 ASCENSORI E MONTACARICHI Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatri a tensine nminale nn superire

Dettagli

MODULISTICA PRIVACY PAGINA 2 20 GIUGNO 2006

MODULISTICA PRIVACY PAGINA 2 20 GIUGNO 2006 LA PRIVACY MODULISTICA PAGINA 2 20 GIUGNO 2006 PREMESSA Il Cdice della Privacy prevede che, per effettuare legittimamente il trattament dei dati persnali, si attuin una serie di incmbenti frmali quali

Dettagli

e/fiscali - Rel. 04.01.03

e/fiscali - Rel. 04.01.03 e/fiscali - Rel. 04.01.03 Mntebelluna, 07 nvembre 2013 e/fiscali - Fix 04.01.03 Dcumentazine di rilasci 24 ORE Sftware S.p.A. 07/11/2013 Pag. 1 di 13 INDICE 1 FIX 04.01.03 DI E/FISCALI... 3 2 NOTE DI INSTALLAZIONE...

Dettagli

ISTITUTO TECNICO AERONAUTICO A. FERRARIN CATANIA

ISTITUTO TECNICO AERONAUTICO A. FERRARIN CATANIA ISTITUTO TECNICO AERONAUTICO A. FERRARIN CATANIA PROCEDURE D EMERGENZA PREVISTE DAL PIANO DI EVACUAZIONE La nrma relativa alla predispsizine di un pian di evacuazine dell ambiente sclastic è citata nel

Dettagli

DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE CENTRO PER LA GIUSTIZIA MINORILE PER LA CALABRIA E LA BASILICATA CATANZARO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI

DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE CENTRO PER LA GIUSTIZIA MINORILE PER LA CALABRIA E LA BASILICATA CATANZARO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE CENTRO PER LA GIUSTIZIA MINORILE PER LA CALABRIA E LA BASILICATA CATANZARO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI (Art. 26, D.Lgs 9 aprile 2008 n. 81) OGGETTO: Prcedura

Dettagli

R.IE01. PROGETTO DEFINITIVO settembre 2011. Università degli Studi di Bari "ALDO MORO" MACROAREA TECNICA P.za Umberto I, 1-70124 Bari

R.IE01. PROGETTO DEFINITIVO settembre 2011. Università degli Studi di Bari ALDO MORO MACROAREA TECNICA P.za Umberto I, 1-70124 Bari Università degli Studi di Bari "ALDO MORO" MACROAREA TECNICA P.za Umbert I, 1-70124 Bari PROGETTO DI ADEGUAMENTO ALLE NORME DI PREVENZIONE INCENDI E SUPERAMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE DEL PALAZZO

Dettagli

DOMANDA DI LICENZA TEMPORANEA PER SPETTACOLI E TRATTENIMENTI PUBBLICI NELL'AMBITO DI SAGRE, FIERE O ALTRE MANIFESTAZIONI

DOMANDA DI LICENZA TEMPORANEA PER SPETTACOLI E TRATTENIMENTI PUBBLICI NELL'AMBITO DI SAGRE, FIERE O ALTRE MANIFESTAZIONI Bll (nn dvut dalle ONLUS) Al Cmune di Mntecchi Emilia DOMANDA DI LICENZA TEMPORANEA PER SPETTACOLI E TRATTENIMENTI PUBBLICI NELL'AMBITO DI SAGRE, FIERE O ALTRE MANIFESTAZIONI Il sttscritt Cgnme Nme Cdice

Dettagli

Note Legali - Modalità e condizioni di utilizzo del sito web

Note Legali - Modalità e condizioni di utilizzo del sito web Nte Legali - Mdalità e cndizini di utilizz del sit web Chiunque acceda utilizzi quest sit web accetta senza restrizini di essere vinclat dalle cndizini qui specificate. Se nn le accetta nn intende essere

Dettagli

SOMMARIO STUDIO TECNICO CONTE & PEGORER VIA SIORA ANDRIANA DEL VESCOVO, 7 31100 TREVISO - 2 -

SOMMARIO STUDIO TECNICO CONTE & PEGORER VIA SIORA ANDRIANA DEL VESCOVO, 7 31100 TREVISO - 2 - SOMMARIO 1. PREMESSA... 3 2. DESCRIZIONE DELLE SEZIONI IMPIANTISTICHE... 3 3. RESPONSABILITÀ E COMPETENZE... 5 3.1. COMPETENZE DEL RESPONSABILE DEL... 5 4 IL MONITORAGGIO E CONTROLLO AMBIENTALI... 6 5

Dettagli

Sistema di Gestione della Salute e della Sicurezza sul Lavoro

Sistema di Gestione della Salute e della Sicurezza sul Lavoro Sistema di Gestine della Salute e della Sicurezza sul Lavr versine 1.0 - settembre 2009 1 REVISIONE Prima stesura Versine 1.0 DATA REVISIONE REDAZIONE APPROVAZIONE DATA APPROVAZIONE Revisine 1 2 PREMESSA

Dettagli

Le figure del sistema di Prevenzione aziendale secondo il D.Lgs.81/08

Le figure del sistema di Prevenzione aziendale secondo il D.Lgs.81/08 Le figure del sistema di Prevenzine aziendale secnd il D.Lgs.81/08 Le figure del sistema SICUREZZA Rappresentante dei lavratri per la sicurezza (RLS). Datre di lavr (DL), prepsti e dirigenti. Respnsabile

Dettagli

ALLEGATO A SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA

ALLEGATO A SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA ALLEGATO A SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI CONNESSI ALLA RETE DI POTENZA NOMINALE COMPRESA TRA 20 E 50 kw p SCOPO L scp della presente specifica è quell di

Dettagli

Manuale d uso e manutenzione

Manuale d uso e manutenzione Manuale d us e manutenzine Archivi Cmpattabile TECROLL Dcument generic riferit al prdtt Tecnrll. Per dettagli specifici riferiti ad gni singl impiant persnalizzat cntattare l Uffici Tecnic de La Tecnica

Dettagli

Nuovo Sistema Cartografico SGR per le reti Gas

Nuovo Sistema Cartografico SGR per le reti Gas Nuv Sistema Cartgrafic SGR per le reti Gas Dtt. Alessandr Bugli, SGR Reti S.p.A - Rimini Abstract La Scietà Gas Rimini S.p.A., cn il supprt di GeGraphics S.r.l., ha attivat un Sistema Infrmativ Territriale

Dettagli

ELETTRONICA GENERALE

ELETTRONICA GENERALE ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE MAX PLANCK REGOLAMENTO PER L USO DEL LABORATORIO DI ELETTRONICA GENERALE A - Aspetti Generali 1) Tutti i dcenti che, a qualsiasi titl, utilizzan il labratri devn: a)

Dettagli

E/Fiscali - Rel. 04.03.01

E/Fiscali - Rel. 04.03.01 E/Fiscali - Rel. 04.03.01 Rimini, 09 gennai 2015 E/Fiscali - Fix 04.03.01 Dcumentazine di rilasci TSS S.p.A. 26/01/2015 Pag. 1 di 14 INDICE 1 FIX 04.03.01 DI E/FISCALI... 3 2 NOTE DI INSTALLAZIONE... 4

Dettagli

CONSULTA PROVINCIALE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE

CONSULTA PROVINCIALE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE Prvincia di Csenza REGOLAMENTO CONSULTA PROVINCIALE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE Settembre 2003 ART. 1 Istituzine e sede 1. E istituita, press la Prvincia di Csenza, la Cnsulta

Dettagli

Tale autocertificazione non è comunque consentita, nonostante il numero dei lavoratori,

Tale autocertificazione non è comunque consentita, nonostante il numero dei lavoratori, Sede Operativa: Viale Svezia 20 35020 Pnte San Niclò (PD) Tel. 049/8033033 Fax 049/8591204 www.idramanagement.cm inf@idramanagement.cm Oggett: dcument di valutazine dei rischi pubblicate le prcedure standardizzate

Dettagli

Procedura operativa per l'organizzazione del servizio alternativo di fornitura gas mediante carri bombolai

Procedura operativa per l'organizzazione del servizio alternativo di fornitura gas mediante carri bombolai Prcedura perativa per l'rganizzazine del servizi alternativ di frnitura gas mediante carri bmblai La presente prcedura descrive le mdalità di attivazine e di ergazine del servizi alternativ di frnitura

Dettagli

PIANO DI EMERGENZA TRENTO

PIANO DI EMERGENZA TRENTO Pag. 1 PIANO DI EMERGENZA secnd quant previst dal D. Lgs. n. 81/2008 PER TUTTE LE SEDI DELLA FONDAZIONE BRUNO KESSLER TRENTO Data N di revisine Natura della mdifica Ottbre 1999 0 Emissine dcument Lugli

Dettagli

La tecnica FMEA di prodotto

La tecnica FMEA di prodotto ISI MANUALE PER CORSI QUALITÀ dispensa data mdifica del livell Q-052 01.01.1996 0 01.01.1996 BLU La tecnica FMEA di prdtt MANUALE DI UTILIZZO ISI La tecnica FMEA di prdtt pagina 2 di 10 1.0 Intrduzine

Dettagli

Nota di rilascio protocollo client / server. Vers. 5.02.02

Nota di rilascio protocollo client / server. Vers. 5.02.02 30 gennai 2013 Nta di rilasci prtcll client / server. Vers. 5.02.02 referente Marc Stanisci Stefan Cciancich rivlt a biettiv autrizzat IAQ-AQ-MD-01-bis Pag.1 di 16 30 gennai 2013 SOMMARIO 1. TABELLA ANAGRAFICA...

Dettagli

Panoramica sulla Direttiva attrezzature in pressione

Panoramica sulla Direttiva attrezzature in pressione Panramica sulla Direttiva attrezzature in pressine La Direttiva Attrezzature in pressine, cmunemente detta PED dalla denminazine inglese Pressure Equipment Directive, è una direttiva di prdtt (rif. 97/23/CE)

Dettagli

Condizioni tecniche per la connessione alle reti di distribuzione dell energia elettrica a tensione nominale superiore ad 1 kv

Condizioni tecniche per la connessione alle reti di distribuzione dell energia elettrica a tensione nominale superiore ad 1 kv pubblicata sul sit www.autrita.energia.it in data 20 marz 2008 Delibera ARG/elt 33/08 Cndizini tecniche per la cnnessine alle reti di distribuzine dell energia elettrica a tensine nminale superire ad 1

Dettagli

Manuale di Gestione Documentale (art. 5 DPCM 3/12/2013) Procedura Organizzativa Amministratori di Sistema

Manuale di Gestione Documentale (art. 5 DPCM 3/12/2013) Procedura Organizzativa Amministratori di Sistema Cmune di Casavatre in cllabrazine cn Manuale di Gestine Dcumentale (art. 5 DPCM 3/12/2013) Prcedura Organizzativa Amministratri di Sistema Cd. MANGEDOC Rev. 1.0 Data: 06-11-2015 Smmari: Nel presente dcument

Dettagli

QUADRO DI CONTROLLO MANUALE/AUTOMATICO (ACP) - Mod. AC 03

QUADRO DI CONTROLLO MANUALE/AUTOMATICO (ACP) - Mod. AC 03 QUADRO DI CONTROLLO MANUALE/AUTOMATICO (ACP) - Md. AC 03 Generalità Quadr di cmand e cntrll manuale/autmatic (ACP) frnit a brd macchina, integrat e cnness al grupp elettrgen. Il quadr utilizza un cmpatt

Dettagli

CENTRALE TERMICA A GAS METANO O GPL (riscaldamento, produzione acqua calda, grandi cucine, forni da pane, etc.)

CENTRALE TERMICA A GAS METANO O GPL (riscaldamento, produzione acqua calda, grandi cucine, forni da pane, etc.) CENTRALE TERMICA A GAS METANO O (riscaldament, prduzine acqua calda, grandi cucine, frni da pane, etc.) Sistema di alimentazine: TT Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatri a tensine

Dettagli

INPS. Area Aziende. Procedura Internet per la trasmissione delle domande relative agli sgravi contrattazione di II livello per l anno 2009

INPS. Area Aziende. Procedura Internet per la trasmissione delle domande relative agli sgravi contrattazione di II livello per l anno 2009 Istitut Nazinale Previdenza Sciale INPS Direzine Centrale Sistemi Infrmativi e Tecnlgici Area Aziende Prcedura Internet per la trasmissine delle dmande relative agli sgravi cntrattazine di II livell per

Dettagli

Resistività del terreno espressa in Ωm.

Resistività del terreno espressa in Ωm. Resistività del terren espressa in Ωm. L'impiant cmprenderà: un dispersre, un cnduttre di terra, un cnduttre di prtezine, un cllettre principale di terra, cnduttri di equiptenzialità. Dispersre L impiant

Dettagli

Titolo I Definizioni. ART. 1 (Campo di applicazione e definizione dei soggetti)

Titolo I Definizioni. ART. 1 (Campo di applicazione e definizione dei soggetti) Reglament per la sicurezza e la salute dei lavratri sul lug di lavr della Scula Nrmale Superire emanat cn D.D. n.168 del 29 marz 2006 e affiss all Alb Ufficiale in data 29 marz 2006 Titl I Definizini ART.

Dettagli

ADAMO. Specifiche tecniche

ADAMO. Specifiche tecniche ADAMO Specifiche tecniche Orlgi Assistiv LED di stat spia biclre verde/rss la spia lampeggia quand l rlgi è attiv luce verde = rlgi attiv e stt cpertura luce rssa (impulsi lenti) = rlgi attiv furi cpertura

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL VOLONTARIATO INDIVIDUALE IN ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL VOLONTARIATO INDIVIDUALE IN ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL VOLONTARIATO INDIVIDUALE IN ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA Apprvat cn Deliberazine C.C. nr. 48 del 28/11/2013 Smmari Art. 1 Oggett... 3 Art. 2 Stat giuridic dei vlntari...

Dettagli

COMUNE di IMPRUNETA Provincia di Firenze SERVIZIO GESTIONE DEL TERRITORIO UFFICIO EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA

COMUNE di IMPRUNETA Provincia di Firenze SERVIZIO GESTIONE DEL TERRITORIO UFFICIO EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA COMUNE di IMPRUNETA Prvincia di Firenze SERVIZIO GESTIONE DEL TERRITORIO UFFICIO EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA (spazi riservat all uffici Prtcll) (spazi riservat all uffici Edilizia Privata) Al Dirigente

Dettagli

Prot. A00DRAB 2688 L Aquila, 24.02.2011 REGIONE ABRUZZO AI GESTORI DELLE SCUOLE PARITARIE DI OGNI ORDINE E GRADO DELLA REGIONE ABRUZZO

Prot. A00DRAB 2688 L Aquila, 24.02.2011 REGIONE ABRUZZO AI GESTORI DELLE SCUOLE PARITARIE DI OGNI ORDINE E GRADO DELLA REGIONE ABRUZZO Minister dell Istruzine, dell Università e della Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L ABRUZZO DIREZIONE GENERALE - L AQUILA Uffici di Vigilanza e Crdinament delle Scule nn Statali, Paritarie e nn

Dettagli

La gestione informatizzata del farmaco

La gestione informatizzata del farmaco Azienda Ospedaliera di Verna Dipartiment di Medicina Clinica e Sperimentale Medicina Interna B - Reumatlgia La gestine infrmatizzata del farmac Crdinatre Stefania Discnzi Reggi Emilia 11-12 XII 2008 CRITICITA

Dettagli

DESCRIZIONE INTERVENTI TECNICI EFFETTUATI PER ATTESTAZIONE DI CONFORMITA

DESCRIZIONE INTERVENTI TECNICI EFFETTUATI PER ATTESTAZIONE DI CONFORMITA PRIVACY IMPIANTO DI VIDEOSORVEGLIANZA DESCRIZIONE INTERVENTI TECNICI EFFETTUATI PER ATTESTAZIONE DI CONFORMITA ALLE DISPOSIZIONI DELL ALLEGATO B AL D. LGS. N. 196/2003 CODICE IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI

Dettagli

Codice di autodisciplina e regolamentazione per l adesione al Progetto Qualità dei servizi turistici della Provincia di Palermo. Agriturismo.

Codice di autodisciplina e regolamentazione per l adesione al Progetto Qualità dei servizi turistici della Provincia di Palermo. Agriturismo. Cdice di autdisciplina e reglamentazine per l adesine al Prgett Qualità dei servizi turistici della Prvincia di Palerm Agriturism Premess Che l A.A.P.I.T di Palerm in cllabrazine cn l Università di Palerm,

Dettagli

STUDIO TECNICO COCITO Corso Europa 351/4 16132 Genova Tel. 0103741834 - Fax 0103072147 SOMMARIO

STUDIO TECNICO COCITO Corso Europa 351/4 16132 Genova Tel. 0103741834 - Fax 0103072147 SOMMARIO SOMMARIO 1 - DESCRIZIONE IMPIANTO 2 2 - REALIZZAZIONE 2 3 - CABINA ELETTRICA MT/BT 3 4 - QUADRI ELETTRICI 9 CRITERI COSTRUTTIVI 9 COLLEGAMENTI E CABLAGGIO INTERNO 10 APPARECCHI ELETTRICI 10 COLLETTORI

Dettagli

COMUNE DI GRUARO. Assessorato alla Protezione Civile

COMUNE DI GRUARO. Assessorato alla Protezione Civile COMUNE DI GRUARO Assessrat alla Prtezine Civile INDICE 1.1 Premessa...3 1.2 Scenari di rischi...3 2. PROCEDURE...3 2 1. RISCHIO DA EVENTI AD ELEVATO IMPATTO AMBIENTALE 1.1 Premessa Questa classe di eventi

Dettagli

Una Promozione è costituita dalla definizione di una proposta di vendita di uno o più Articoli ad un prezzo diverso da quello normale di vendita.

Una Promozione è costituita dalla definizione di una proposta di vendita di uno o più Articoli ad un prezzo diverso da quello normale di vendita. Scnti, Buni e Prmzini Shp_Net è dtat di un sistema di gestine dei Buni e delle Prmzini cmplet e flessibile, in grad di generare autmaticamente Buni di Acquist destinati ai Clienti secnd specifiche definite

Dettagli

in conformità al D.M. 30/11/1983

in conformità al D.M. 30/11/1983 A P P A R E C C H I AT U R E D I P R E S S U R I Z Z A Z I O N E F I LT R I A P R O V A D I F U M O in cnfrmità al D.M. 30/11/1983 Le apparecchiature sn certificate C/O l Istitut Girdan SPA, Labratri Autrizzat

Dettagli

Procedura Internet per la trasmissione delle domande relative agli sgravi contrattazione di II livello per l anno 2014.

Procedura Internet per la trasmissione delle domande relative agli sgravi contrattazione di II livello per l anno 2014. Istitut Nazinale Previdenza Sciale Direzine Centrale Sistemi Infrmativi e Tecnlgici Prcedura Internet per la trasmissine delle dmande relative agli sgravi cntrattazine di II livell per l ann 2014 Manuale

Dettagli

Testo unico dell apprendistato (D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167)

Testo unico dell apprendistato (D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167) Test unic dell apprendistat (D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167) Cntratti cllettivi nazinali del lavr (CCNL) Accrd del 23 aprile 2012 tra Regine del Venet e Parti Sciali per la frmazine degli apprendisti

Dettagli

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Asl. Ufficio: Assistenza 118. Servizio: Servizio 118

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Asl. Ufficio: Assistenza 118. Servizio: Servizio 118 CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD Tip Ente: Asl Uffici: Assistenza 118 Servizi: Servizi 118 INDICE Smmari 1 OGGETTO E CONTENUTI... 3 1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DI CUSTOMER SATISFACTION... 4 1.2

Dettagli

PostaCertificat@ Guida Pubblica Amministrazione

PostaCertificat@ Guida Pubblica Amministrazione Cncessine del servizi di cmunicazine elettrnica certificata tra pubblica amministrazine e cittadin (PstaCertificat@) Titl Dcument Guida Pubblica Amministrazine Versine: 1.0 PstaCertificat@ Guida Pubblica

Dettagli

ABI ASSONIME ASSOSIM

ABI ASSONIME ASSOSIM ABI ASSONIME ASSOSIM Linee guida per l invi delle cmunicazini assembleari ex art. 22 del Prvvediment cngiunt Banca d Italia/Cnsb del 22 febbrai 2008 recante la disciplina dei servizi di gestine accentrata,

Dettagli

Gruppo Comunale di Protezione Civile - Zenson di Piave (TV) P.O.S. (Procedure Operative Standard) Esercitazione Standard

Gruppo Comunale di Protezione Civile - Zenson di Piave (TV) P.O.S. (Procedure Operative Standard) Esercitazione Standard Grupp Cmunale di Prtezine Civile - Zensn di Piave (TV) P.O.S. (Prcedure Operative Standard) Esercitazine Standard 1 Massim Rig ver 1.0 26/10/2009 Piazza II Giugn, 6-31050 Zensn di Piave (TV) - Telefn 0421.344164

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA COMUNE DI MILANO Settre Edilizia Sclastica GRUPPO 4 - ZONA 8 - SCUOLA N 7486 -------- RELAZIONE DESCRITTIVA DELLE OPERE DA REALIZZARE PER L ADEGUAMENTO DEGLI IMPIANTI ANTINCENDIO E ADDUZIONE GAS NELLA

Dettagli

FATTURA ELETTRONICA PA

FATTURA ELETTRONICA PA Sistema Infrmativ PA FATTURA ELETTRONICA PA IL QUADRO DI RIFERIMENTO L intrduzine della fattura elettrnica è stata avviata cn la Legge n. 244 del 2007, che ne ha intrdtt l bblig, rinviand le mdalità di

Dettagli

PIANO PROTEZIONE CIVILE COMUNALE Comune di Arsiero. Relazione Generale. Modello d intervento RISCHIO IDRAULICO PIANO DI EMERGENZA SPEDITIVO

PIANO PROTEZIONE CIVILE COMUNALE Comune di Arsiero. Relazione Generale. Modello d intervento RISCHIO IDRAULICO PIANO DI EMERGENZA SPEDITIVO PIANO PROTEZIONE CIVILE COMUNALE Cmune di Arsier Capitl QN QT MR Relazine Generale Mdell d intervent RISCHIO IDRAULICO pag. PE02.1 PIANO DI EMERGENZA SPEDITIVO RISCHIO IDRAULICO COMPITI DELLE FUNZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE SERVIZIO DI VIDEORIPRESA E TRASMISSIONE TELEVISIVA O A MEZZO WEB DELLE RIUNIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE SERVIZIO DI VIDEORIPRESA E TRASMISSIONE TELEVISIVA O A MEZZO WEB DELLE RIUNIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE REGOLAMENTO COMUNALE SERVIZIO DI VIDEORIPRESA E TRASMISSIONE TELEVISIVA O A MEZZO WEB DELLE RIUNIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE Apprvat cn deliberazine del Cnsigli cmunale n. 73 dd.28.09.2010 IL PRESIDENTE

Dettagli

Il Commissario Unico delegato del Governo per Expo Milano 2015

Il Commissario Unico delegato del Governo per Expo Milano 2015 Il Cmmissari Unic delegat del Gvern per Exp Milan 2015 Milan, 15 maggi 2015 Prt. N. 74/U/2015 Ordinanza n. 2 del 15 maggi 2015 Oggett: Organizzazini di vlntariat di prtezine civile nelle attività cnnesse

Dettagli

PROCEDURA DI ALLARME BLS/DAE INDICAZIONI PER LA GESTIONE E MOBILIZZAZIONE DEI COMPONENTI DELLE RETE DI FIRST RESPONDER CONTONALE

PROCEDURA DI ALLARME BLS/DAE INDICAZIONI PER LA GESTIONE E MOBILIZZAZIONE DEI COMPONENTI DELLE RETE DI FIRST RESPONDER CONTONALE PROCEDURA DI ALLARME BLS/DAE INDICAZIONI PER LA GESTIONE E MOBILIZZAZIONE DEI COMPONENTI DELLE RETE DI FIRST RESPONDER CONTONALE Versine 1.5 del 1 febbrai 2010 Indice Indice... 2 Intrduzine... 3 Ambiti...

Dettagli

Tipo Ente: Trasversale. Ufficio: Servizio Biblioteca. Servizio: Prestito/consultazione

Tipo Ente: Trasversale. Ufficio: Servizio Biblioteca. Servizio: Prestito/consultazione Tip Ente: Trasversale Uffici: Servizi Bibliteca Servizi: Prestit/cnsultazine INDICE Smmari 1 Oggett e cntenuti... 3 1.1 Descrizine del servizi ggett di custmer satisfactin... 4 1.2 Descrizine del prcess

Dettagli

airpointer in breve ANALIZZATORE COMPATTO PER IL MONITORAGGIO DELLA QUALITÀ DELL ARIA airpointer

airpointer in breve ANALIZZATORE COMPATTO PER IL MONITORAGGIO DELLA QUALITÀ DELL ARIA airpointer airpinter Analizzatre cmpatt per la misura di SO2/H2S, NOx, CO, O3 Il sistema airpinter appartiene ai sistemi di mnitraggi di nuva generazine ed ffre agli utenti un pprtunità unica: disprre di misure di

Dettagli

inquinamento acustico inquinamento elettromagnetico o o o o o

inquinamento acustico inquinamento elettromagnetico o o o o o 1 TUTELA DELL ARIA impianti industriali inquinament atmsferic (cause antrpiche) veicli a mtre impianti termici inquinament acustic Inquinament dell aria inquinament elettrmagnetic Elettrdtti Impianti radielettrici

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI Impianti ftvltaici Ultim aggirnament: 1 nv. 2007 IMPIANTI FOTOVOLTAICI Sistema di alimentazine: In quest cas nn si tratta di alimentazine, ma di prduzine. Il generatre ftvltaic dvrebbe, preferibilmente,

Dettagli

Prot. n. A00DRAB 365 L Aquila, 16.01.2013. OGGETTO: Riconoscimento della parità scolastica - Indicazioni operative. Anno scolastico 2013/2014.

Prot. n. A00DRAB 365 L Aquila, 16.01.2013. OGGETTO: Riconoscimento della parità scolastica - Indicazioni operative. Anno scolastico 2013/2014. Respnsabile del prcediment: Agnese Giusti - Tel:. 0862/574220 e-mail: agnese.giusti@istruzine.it Minister dell Istruzine, dell Università e della Ricerca Uffici Sclastic Reginale per l Abruzz Direzine

Dettagli

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD Tip Ente: Cmune Uffici: Relazini cn il Pubblic Servizi: Assistenza Dmiciliare INDICE Smmari 1 OGGETTO E CONTENUTI... 3 1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DI CUSTOMER

Dettagli

HR-COMUNICAZIONI rel 01.00.00

HR-COMUNICAZIONI rel 01.00.00 HR-COMUNICAZIONI rel 01.00.00 Infrmazini e requisiti tecnici per attivazine HR-COMUNICAZIONI versin 01.00.00 Cn il caricament della presente applicazine, i mduli che cmpnevan la sluzine HR Wrk Flw fin

Dettagli

1. AI FINI DELL ESERCIZIO DELL ATTIVITA DICHIARA

1. AI FINI DELL ESERCIZIO DELL ATTIVITA DICHIARA Da far pervenire 30 GIORNI prima della manifestazine MODELLO 6 A.P. Al COMUNE DI TORINO DI SANGRO Piazza Dnat Iezzi 15 66020 TORINO DI SANGRO (CH) Pec: prtcll@cmunetrindisangr.legalmail.it Fax 0873.913175

Dettagli

Il Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale

Il Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale Il Minister del Lavr e della Previdenza Sciale Direzine Generale per l Innvazine Tecnlgica e la cmunicazine Direzine Generale per il Mercat del Lavr TAVOLO TECNICO SIL Grupp Tabelle Verbale dell incntr

Dettagli

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Comune. Ufficio: Anagrafe. Servizio: Rilascio certificati

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Comune. Ufficio: Anagrafe. Servizio: Rilascio certificati CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD Tip Ente: Cmune Uffici: Anagrafe Servizi: Rilasci certificati INDICE Smmari 1 OGGETTO E CONTENUTI... 3 1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DI CUSTOMER SATISFACTION...

Dettagli

SCADENZE A CHI SI RIVOLGE DESCRIZIONE Febbraio- Aprile

SCADENZE A CHI SI RIVOLGE DESCRIZIONE Febbraio- Aprile 1. Che cs è AROF? AROF, che letteralmente significa Anagrafe Reginale Obblig Frmativ, è un sistema infrmatic, nat nel 2004, per far frnte alla legge sull bblig frmativ (Legge 9 del gennai 1999). Le due

Dettagli

MODELLO 1a Richiesta di connessione alla Rete di Trasmissione Nazionale

MODELLO 1a Richiesta di connessione alla Rete di Trasmissione Nazionale Richiesta di cnnessine alla Rete di Trasmissine Nazinale Il/la sttscritt/a (Nme e Cgnme)....... nat/a a.. il.... residente in (indirizz)... (Città)... (Prv) CAP.. C.F........ P.IVA. numer telefnic.....

Dettagli

COMUNE DI AZZANO DECIMO Provincia di Pordenone

COMUNE DI AZZANO DECIMO Provincia di Pordenone COMUNE DI AZZANO DECIMO Prvincia di Prdenne LAVORI DI AMPLIAMENTO, RISTRUTTURAZIONE ED ADEGUAMENTO/MIGLIORAMENTO SISMICO ED ENERGETICO DELLA SCUOLA PRIMARIA CESARE BATTISTI DI AZZANO DECIMO DOCUMENTO PRELIMINARE

Dettagli

Microsoft Kinect for Windows Software Development Kit (SDK)

Microsoft Kinect for Windows Software Development Kit (SDK) Micrsft Kinect fr Windws Sftware Develpment Kit (SDK) Le presenti cndizini di licenza cstituiscn il cntratt tra Micrsft Crpratin (, in base al lug di residenza del licenziatari, una delle sue cnsciate)

Dettagli

MODULO DI RICHIESTA AGGIORNAMENTO DELL ISTANZA: AGGIORNAMENTO, INSERIMENTO O CANCELLAZIONE RESPONSABILI TECNICI E AMMINISTRATIVI (PERSONE FISICHE)

MODULO DI RICHIESTA AGGIORNAMENTO DELL ISTANZA: AGGIORNAMENTO, INSERIMENTO O CANCELLAZIONE RESPONSABILI TECNICI E AMMINISTRATIVI (PERSONE FISICHE) MODULO DI RICHIESTA AGGIORNAMENTO DELL ISTANZA: AGGIORNAMENTO, INSERIMENTO O CANCELLAZIONE RESPONSABILI TECNICI E AMMINISTRATIVI (PERSONE FISICHE) ANAGRAFICA (cme da art. 5, c. 1, lett. a), del D.P.R.

Dettagli

Guida per la compilazione on-line delle domande di partecipazione al concorso

Guida per la compilazione on-line delle domande di partecipazione al concorso Cnferiment degli incarichi di funzini didattiche a persnale dell Azienda Ospedaliera Universitaria Federic II Guida per la cmpilazine n-line delle dmande di partecipazine al cncrs Intrduzine La prcedura

Dettagli

Tabarelli Giulio -Ingegnere Ambientale REGIONE DEL VENETO PROVINCIA DI VERONA COMUNE DI SOMMACAMPAGNA

Tabarelli Giulio -Ingegnere Ambientale REGIONE DEL VENETO PROVINCIA DI VERONA COMUNE DI SOMMACAMPAGNA REGIONE DEL VENETO PROVINCIA DI VERONA COMUNE DI SOMMACAMPAGNA PROGETTO DI NUOVA REALIZZAZIONE IMPIANTO DI RECUPERO RIFIUTI INERTI DEL COMPARTO EDILE SCAVI MEC S.R.L. Via dell Industria, 27 Smmacampagna

Dettagli

AUTORITA PORTUALE PORTO DI MILAZZO PROGETTO PER I LAVORI DI COMPLETAMENTO SISTEMA PORTUALE DI MESSINA E MILAZZO ELENCO ALLEGATI. o o. o o. o o.

AUTORITA PORTUALE PORTO DI MILAZZO PROGETTO PER I LAVORI DI COMPLETAMENTO SISTEMA PORTUALE DI MESSINA E MILAZZO ELENCO ALLEGATI. o o. o o. o o. AUTORITA PORTUALE SISTEMA PORTUALE DI MESSINA E MILAZZO PORTO DI MILAZZO PROGETTO PER I LAVORI DI COMPLETAMENTO DEGLI ARREDI DEL PONTILE ALISCAFI (INTERVENTO N. 22 P.O.T. 2013-2015) ELENCO ALLEGATI RELAZIONE

Dettagli

CONFERENZA EPISCOPALE LOMBARDA DIOCESI DI CREMONA

CONFERENZA EPISCOPALE LOMBARDA DIOCESI DI CREMONA CONFERENZA EPISCOPALE LOMBARDA DIOCESI DI CREMONA DISPOSIZIONI PER LA RIPRODUZIONE DI IMMAGINI DEI BENI ARTISTICI ECCLESIASTICI 1. Riprduzini di immagini 1.1 Qualsiasi ripresa, ftgrafica, vide cn altri

Dettagli

Manuale Utente. Data : 06/06/2012 Versione : 1.9

Manuale Utente. Data : 06/06/2012 Versione : 1.9 Sistema Infrmativ di EMITTENTI Data : 06/06/2012 Versine : 1.9 Stria delle mdifiche Data Versine Tip di mdifica 09/07/2006 1.0 Creazine del dcument 10/04/2007 1.1 Mdifica del dcument 24/04/2007 1.2 Mdificata

Dettagli

Il sistema dei parcheggi viene ridefinito come mostrato in Figura 5; risultano circa:

Il sistema dei parcheggi viene ridefinito come mostrato in Figura 5; risultano circa: Alternativa 4 - Pednalizzazine frte della penisla Questa alternativa si differenzia dalle altre per la reglamentazine degli accessi alla penisla particlarmente rigida: nn sn autrizzati ad accedere in aut,

Dettagli

SOFTWARE DI TELEGESTIONE E PROGRAMMAZIONE PER SISTEMI

SOFTWARE DI TELEGESTIONE E PROGRAMMAZIONE PER SISTEMI Md. 1061 DS1061-012 LBT8275 EasyPr SOFTWARE DI TELEGESTIONE E PROGRAMMAZIONE PER SISTEMI 1061 Sch. 1061/001 MANUALE D USO INDICE INDICE... 2 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Benvenuti nella guida di EasyPr... 3

Dettagli

Procedura operativa Manutenzione Impianti

Procedura operativa Manutenzione Impianti POP_MANUT_IMPIANTI.dcx Pag. 1 di 8 Prcedura perativa Manutenzine Impianti Cicl di revisine Attività Funzine Nminativ Data Firma Redatt da: Qualità Omer Austeri Ambra Crescenzi 22/10/2013 Verificat da:

Dettagli

Informazioni generali minime per una corretta esecuzione dell attestato di prestazione energetica

Informazioni generali minime per una corretta esecuzione dell attestato di prestazione energetica Infrmazini generali minime per una crretta esecuzine dell attestat di prestazine energetica Si prega il richiedente dell attestat di prestazine energetica dell edific di rispndere alle seguenti dmande

Dettagli

Data Inizio : Non Specificato Termine : Non Specificato Gruppo : Costo : 3000 EUR Location : Viterbo, Roma, Latina Livello :

Data Inizio : Non Specificato Termine : Non Specificato Gruppo : Costo : 3000 EUR Location : Viterbo, Roma, Latina Livello : Data Inizi : Nn Specificat Termine : Nn Specificat Grupp : Cst : 3000 EUR Lcatin : Viterb, Rma, Latina Livell : Crs ASPP-RSPP mdul Atec B (dal B1 al B9) Crs prfessinalizzante per la figura esterna di Respnsabili

Dettagli

PIANO DI MANUTENZIONE

PIANO DI MANUTENZIONE APPLICAZIONE: IRIDE Servizi GRUPPI ELETTROGENI PIANO DI MANUTENZIONE RESPONSABILE CONTROLLO ED APPROVAZIONE Mansine: Respnsabile C&I RESPONSABILE ATTUAZIONE Mansine: Respnsabile IEC FCD/1 aggirnat il 01

Dettagli

GUIDA ALLA PROGETTAZIONE

GUIDA ALLA PROGETTAZIONE Giunta Reginale d Abruzz Servizi Tecnic GUIDA ALLA PROGETTAZIONE DI INTERVENTI PER L ABBATTIMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE Csa sn le barriere architettniche? Cn il termine barriere architettniche

Dettagli

Regolamento 1907/2006 (conosciuto come regolamento REACH)

Regolamento 1907/2006 (conosciuto come regolamento REACH) 1 GUIDA MINI REACH 2 Reglament 1907/2006 (cnsciut cme reglament REACH) REACH è l acrnim di: Registratin, Evaluatin and Autrizatin f CHemicals. Il reglament è cmunitari ed è entrat in vigre a giugn 2006

Dettagli

PROGETTO DEFINITIVO RELAZIONE TECNICA IMPIANTI ELETTRICI E SPECIALI SOMMARIO

PROGETTO DEFINITIVO RELAZIONE TECNICA IMPIANTI ELETTRICI E SPECIALI SOMMARIO SOMMARIO SOMMARIO...1 1 Dati del sistema di distribuzine e di utilizzazine dell energia elettrica...2 1.1 Dati Elettrici ENEL...2 1.2 Cabina di trasfrmazine MT/BT Utente...2 1.3 Carichi elettrici stt linea

Dettagli