Ascorbato di potassio. Articoli del BLOG SILENZINELMONDO. La prevenzione Antitumorale? Oggi si fa con un COCTAIL! Il coctail PANTELLINI!!!!

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ascorbato di potassio. Articoli del BLOG SILENZINELMONDO. La prevenzione Antitumorale? Oggi si fa con un COCTAIL! Il coctail PANTELLINI!!!!"

Transcript

1 Articoli del BLOG SILENZINELMONDO La prevenzione Antitumorale? Oggi si fa con un COCTAIL! Il coctail PANTELLINI!!!! :02:01 Gildor Ascorbato di potassio Un tempo i nostri nonni lo chiamavano canarino, lo usavano per digerire contro la gastrite, ed hanno vissuto a lungo. Oggi, per una coincidenza (il primo miracolo Pantellini si è avuto proprio con

2 il limone), se ne scoprono gli innumerevoli benefici. Come si prepara il Pantellini (succo di limone con sale di vit. C al potassio) Necessario: Uno o due limoni preferibilmente freschi(un limone contiene mediamente dai 45 ai 75 mg per 100 ml di succo. Un limone grosso di circa 250 grammi contiene circa 90 ml di succo. Pantellini consiglia 150 mg di vitamina C. Si presume che il limone sia maggiormente efficace della sola vitamina C) Bicarbonato potassio (la fondazione Pantellini consiglia circa la punta di un cucchiaino 300 mg) Un cucchiaino che non sia di ferro Si puo aggiungere ghiaccio o zucchero (meglio se di canna) a piacere oppure usare altri agrumi. L ascorbato di Potassio (K) si puo fare anche con le bustine disponibili in farmacia e erboristeria (già pesate singolarmente di 150 mg di vitamina c e 300 mg di bicarbonato di K). L Ascorbato di Potassio è un sale derivato dall Acido Ascorbico (Vitamina C) che si ottiene per soluzione estemporanea a freddo di 2 composti (Acido Ascorbico e Bicarbonato di Potassio), che devono essere in forma cristallizzata purissima. L Acido Ascorbico, le cui funzioni sono state già descritte, rappresenta il mezzo di trasporto per il Potassio, dentro la cellula, ripristinando in tal modo il corretto metabolismo cellulare. L Ascorbato di Potassio, quindi, si può definire un Bioregolatore cellulare con proprietà immunostimolanti ed antiossidanti. Questo, in sostanza, è il ruolo dell Ascorbato di Potassio Ascorbato di Potassio si differenzia da altri integratori a base di Potassio in quanto permette l entrata del Potassio nelle cellule anche quando ci sono alterazioni alle strutture proteiche ed enzimatiche della pompa sodio-potassio. L Ascorbato di Potassio riequilibra questa pompa, grazie alla sua struttura ciclica (per struttura ciclica deve intendersi una struttura chimica in cui si configura un sistema a catena chiusa, mentre la struttura lineare configura un sistema a catena aperta ). L Acido Ascorbico, in soluzione, ha una struttura ciclica; quando, invece, è cristallizzato ha una struttura lineare. In questi meccanismi sta la differenza importante tra l assunzione di Ascorbato di Potassio e l assunzione di Acido Ascorbico e Potassio, separatamente.. In base alle sue proprietà farmacodinamiche, l Ascorbato di Potassio trova molteplici applicazioni. Si va dalle situazioni più semplici a quelle più complesse. Elencarle tutte è difficile, ma facciamo alcuni esempi: - attività sportiva periodi influenzali stress psico-fisico per la prevenzione di molte patologie ad etiologia varia supporto in molte patologie, quali quelle degenerative in senso lato (sia a

3 livello neuronale che periferico) e nel paziente oncologico. Per quest ultima potenziale applicazione, teniamo presente che già il processo tumorale provoca stress ossidativo e riduzione delle difese immunitarie e che questi processi vengono esaltati dai chemioterapici. Il Prof. Gianfranco Valsè Pantellini ( ) Membro dell Accademia delle Scienze di New York e della Società Internazionale di Criochirurgia ha studiato molto l Ascorbato di Potassio che ha utilizzato anche in pazienti con tumori allo stadio terminale, registrando notevoli benefici sia in termini di qualità di vita che di rallentamento del processo tumorale. Quando nel 1997 il Professor Valsè Pantellini fu insignito dell onorificenza dell Accademia delle Scienze di Mosca per aver contribuito, con le cure a base di ascorbato di potassio, ad alleviare le sofferenze dei bambini di Chernobyl, i medici sovietici credevano che si trattasse di un rimedio top-segret. In realtà le ricerche sull uso terapeutico dell ascorbato nella cura di patologie degenerative risalgono agli anni 30, Pantellini ne dedusse la sua utilità in modo del tutto casuale negli anni 70. Benché sia trascorso quasi un terzo di secolo dai primi studi del biochimico fiorentino, l ascorbato di potassio continua ad essere una sostanza ancora sconosciuta per i protocolli ospedalieri italiani. Ad evitare che il prezioso lavoro svolto dal Pantellini venga perso per sempre, è oggi la Fondazione Internazionale Valsé Pantellini che in collaborazione con l Università di Parma e il Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr) di Pisa porta avanti gli studi del professore fiorentino scomparso nel 99. A questo riguardo, teniamo presente che l Ascorbato di Potassio ha mostrato anche una qualche azione antiangiogenica. Con questo termine s intende l azione di inibire o rallentare la crescita tumorale attraverso l inibizione della formazione di nuovi vasi sanguigni, riducendo così l arrivo di nutrienti e di ossigeno nei siti tumorali. Certamente, si tratta di casi isolati e non facenti parte di studi clinici controllati. Quindi, non possiamo e non dobbiamo parlare di Ascorbato di Potassio come di un antitumorale, così come non possiamo e non dobbiamo parlare di Ascorbato di Potassio come farmaco che cura altre patologie. Possiamo e dobbiamo, però, inquadrare l Ascorbato di Potassio e, quindi come prodotto che, in base alle sue proprietà (bioregolatore cellulare immunostimolante antiossidante) previene il malfunzionamento cellulare che è alla base di molte patologie o che corregge tale malfunzionamento nel caso in cui esso si sia già instaurato. In definitiva, non dobbiamo far passare il messaggio che l Ascorbato di Potassio sia la panacea di tutti i mali. E, però, un prodotto che ha una sua collocazione e dignità in base ad un meccanismo biochimico ben definito che consente alle cellule di riprendere la loro normale funzionalità e, quindi, all organismo di star meglio e di far fronte agli agenti esterni che potrebbero alterare la sua omeostasi. Tisane fatte in casa: tutti i benefici per la salute :02:44 Gildor Le tisane sono ricche di proprietà benefiche per la salute e oltre ad essere un valido contributo per combattere i primi freddi sono un ottima abitudine per il nostro benessere. Rilassanti, facili da preparare e anche buone: sono le tisane, un vero e proprio toccasana naturale per la salute e un ottima abitudine per il nostro

4 benessere. Malva, camomilla, menta: preparate con fiori e piante medicinali, le tisane sono infatti ricche di proprietà benefiche per la salute e oltre ad essere un valido contributo per combattere i primi freddi, possono anche aiutare il nostro organismo a combattere influenza e raffreddore Ecco allora come scegliere le tisane e come prepararle: CAMOMILLA - Se avete un giardino sicuramente avrete notato che è uno di quei fiori che a volte non ha neppure bisogno di essere coltivato perché cresce spontaneamente. Quello alla camomilla è l infuso più conosciuto in assoluto, da sempre utilizzato in caso di mal di testa o mal di pancia o semplicemente come tisana rilassante per conciliare il sonno e far dormire meglio i bambini. Gli impacchi alla camomilla sono perfetti anche in caso di affaticamento, rossore o gonfiore degli occhi. Preparare in casa una tisana alla camomilla è molto semplice. L infuso può essere ottenuto sia da fiori freschi che secchi: questi ultimi devono essere prima essiccati al sole. Fate bollire l acqua e una volta raggiunta la giusta temperatura versatela sui fiori freschi o secchi e lasciate in infusione per alcuni minuti. Filtrate il tutto e zuccherate secondo il vostro gusto. MALVA - Conosciuta per i suoi bellissimi fiori viola, viene utilizzata per combattere numerosi disturbi: dalla tosse al mal di gola al mal di stomaco. Perfetta inoltre per alleviare le infiammazioni dovute alle punture d insetto, ha anche un effetto emolliente e idratante per la pelle. Per la preparazione della tisana potete utilizzare sia i fiori che le foglie: fate bollire 6 foglie fresche o qualche foglia essiccata in circa 500 ml di acqua, filtrate e in caso aggiungete un po di miele. 1. CALENDULA - Per curare naturalmente raffreddore e tosse potete provare anche la tisana alla calendula. Le sue foglie oltre che per l infuso sono perfette anche in cucina per insaporire minestre e insalate.

5 TARASSACO - Anche il tarassaco come la camomilla cresce spontaneamente, pertanto in primavera è abbastanza facile trovare le sue radici. Ha proprietà depurative e digestive: due tazze al giorno lontano dai pasti, vi aiuteranno a regolarizzare l intestino e a depurare l organismo. MENTA - Vi abbiamo già parlato delle proprietà curative della menta, perfetta per alleviare numerosi disturbi grazie alle sue tisane che si presentano come un vero e proprio toccasana naturale. Dalle sue foglie si ottiene un infuso dalle proprietà digestive e tonificanti da utilizzare anche in caso di mal di denti o infiammazioni gengivali. 1. ORTICA - Così come la menta, anche le foglie di ortica possono essere raccolte, essiccate e poi adoperate per la preparazione di ottime tisane dalle proprietà diuretiche e drenanti. Attenzione però ad utilizzare un paio di guanti quando la raccogliete: le foglie sono urticanti e possono irritare le mani. Per la realizzazione della tisana potete ricorrere alle foglie fresche nella quantità di 10 grammi per tazza oppure alle foglie essiccate e in questo caso vi basterà utilizzarne un cucchiaino.

6 1. LAVANDA E SALVIA - Ricche di proprietà benefiche anche la lavanda e la salvia. Mentre quest ultima può essere utilizzata per realizzare un gradevole infuso dalle proprietà digestive, la lavanda, i cui fiori devono essere raccolti a fine estate e lasciati essiccare, ha invece proprietà calmanti e rilassanti. MELISSA - E ha proprietà distensive anche la Melissa da coltivare in vaso o da raccogliere in zone lontane dal traffico: le sue cime fiorite sono l ideale per la preparazione di tisane con cui alleviare stress e insonnia. È chiamata inoltre anche citronella per il suo olio essenziale che ricorda molto il profumo di limone. Per realizzare l infuso fate bollire insieme alle foglie essiccate di melissa anche la scorza d arancia o di limone e poi lasciate in infusione per qualche minuto. fonte : L importanza di misurare il PH della saliva e delle urine: un metodo semplice e veloce :02:10 Gildor Questo articolo sulla salute è stato tratto dagli scritti di Robert O. Young, fondati sulla teoria secondo la quale l organismo è alcalino nelle intenzioni e acido nelle funzioni. Secondo questa tesi, esiste un solo tipo di malattia e un solo tipo di soluzione della stessa, e tale malattia è causata da un eccessiva acidificazione del sangue, e quindi dei tessuti, fattore dovuto ai cambiamenti nello stile di vita, del

7 sangue, e quindi dei tessuti, fattore dovuto ai cambiamenti nello stile di vita, del modo di mangiare e di pensare. Insomma, non ci può essere salute se c è acidità o, in altre parole: la strada per la salute è nell alcalinità! Un approfondimento inserito a seguito del crescente interesse per questo argomento: Valore ottimale dell urina alla mattina: ph 6,4 6,8 Valore ottimale della saliva: ph 7,0 7,4.

8 Il livello del ph dei fluidi interni dell organismo influenza ogni cellula del corpo umano. Il livello ottimale del ph del sangue ha un valore intorno a 7.4 ( ). L indice di valori che va da 7.36 a 7.45 è di vitale importanza per il benessere dell organismo umano. Il corpo farà di tutto per mantenere la natura leggermente alcalina del sangue. FONTE : MIELE E CANNELLA: MERAVIGLIOSA COMBINAZIONE!!! :02:38 Gildor MIELE E CANNELLA: L UNIONE CHE FA LA FORZA L unione del miele e della cannella è stata usata per secoli nella medicina ayurvedica e medicina cinese. La cannella è una delle spezie più antiche che l umanità conosca. Questi due ingredienti con capacità uniche ingerite separatamente, hanno una lunga storia come rimedi casalinghi. Gli Enzimi che combinano il miele con gli oli essenziali di cannella reagiscono per formare perossido di idrogeno tra l altro, un composto ampiamente utilizzato nel CAD come trattamento orale ed endovenosa in numerose patologie. Miele e cannella sono due prodotti che hanno la capacità di fermare la crescita di batteri e funghi e sono usati come conservanti naturali per le loro effettive proprietà antimicrobiche. Alcuni studi riportano che l assunzione combinata di entrambe le sostanze alimentari favorisce la guarigione naturale di molte malattie ed è una formula che porta innumerevoli benefici per la salute.

9 ATTENZIONE: La cannella da utilizzare per questa preparazione e per un consumo più sicuro è la cannella di Ceylon (Cinnamomum zeylanicum o Cinnamomum verum). MIELE E CANNELLA: PRINCIPALI BENEFICI Ecco alcuni dei vantaggi di questa combinazione, (diversi tipi di preparazione in cui questa combinazione può essere utile in alcune malattie): Malattie cardiache Fare una pasta di miele e cannella in polvere, spalmare sul pane ogni mattina, invece della marmellata, e mangiarla regolarmente come parte della colazione. Questo ridurrà il colesterolo nelle arterie e potrebbe aiutare la persona a diminuire il rischio da infarto. Inoltre, coloro che hanno già avuto un attacco di cuore, se si segue questa procedura, sarà protetto dal subire un altro attacco di cuore. L uso regolare di queste sostanze aiuta a mantenere sana la respirazione e a rafforzare il muscolo e il movimento ritmico del cuore. Artrite Pazienti affetti da artrite possono prendere tutti i giorni, mattina e sera una tazza di acqua calda con due cucchiai di miele e un cucchiaino di cannella in polvere. Se assunto regolarmente anche artrite cronica può migliorare. Digestione Cannella spruzzata su due cucchiai di miele prima dei pasti può ridurre l acidità e

10 anche digerire gli alimenti pesanti. Influenze e raffreddori Uno scienziato in Spagna ha dimostrato che il miele contiene un ingrediente naturale che uccide i germi dell influenza e protegge i pazienti dal freddo. Longevità Tè a base di miele e cannella in polvere, presa regolarmente riduce il danno causato dall invecchiamento nei tessuti. Prendete quattro cucchiai di miele, uno di cannella in polvere e tre tazze di acqua bollente per fare un tè. Prendete un quarto di tazza, 3-4 volte al giorno. Mantiene la pelle fresca e riduce i danni causati dai radicali liberi e l invecchiamento dei tessuti, allungando il periodo di vitalità regolarmente più di 100 anni. Infezioni della vescica Prendete due cucchiai di cannella in polvere e un cucchiaio di miele in un bicchiere d acqua calda e bere a destra normalmente. Distruggerete i germi nella vescica. Colesterolo Due cucchiai di miele e tre cucchiaini di cannella in polvere mescolato in 400 ml. di tè somministrati ad un paziente con livelli elevati di colesterolo, abbassano i livelli di sangue del 10 per cento nelle prime due ore di trattamento. Come detto sopra per i pazienti artritici, se preso tre volte al giorno, agisce molto bene sui problemi cronici, migliora il colesterolo. Raffreddore Coloro che soffrono di freddo intenso possono prendere un cucchiaio di miele tiepido con 1/4 di cucchiaino di cannella per tre giorni. Questo metodo può curare qualsiasi colpo di freddo. Stomaco Il miele preso con la cannella aiuta anche a curare le ulcere dello stomaco.

11 Gas Studi condotti in India e in Giappone rivelano che il miele e la cannella riducono i gas nel sistema digestivo. Sistema immunitario L uso quotidiano di miele e cannella in polvere rinforza il sistema immunitario e protegge l organismo da batteri e virus. Gli studiosi hanno trovato nel miele vari tipi di vitamine e ferro in grandi quantità. L uso costante di miele rinforza i globuli bianchi e protegge contro le malattie. Brufoli Tre cucchiai di miele e cannella in polvere, facendo una pasta, si possono applicare sui brufoli prima di dormire, lavare il giorno dopo con acqua tiepida. Se fatto per due settimane i brufoli verranno eliminati Infezioni della pelle L applicazione di miele e cannella in polvere in parti uguali sulle parti colpite aiuta la guarigione degli eczema e di tutti i tipi di infezioni della pelle. Perdita di peso Al mattino, mezz ora prima di colazione e prima di andare a letto, bere una tazza di acqua bollita con miele e cannella. Se si beve regolarmente, riduce il peso. Inoltre, bere la miscela regolarmente aiuta a non far accumulare il grasso nel corpo.

12 Fatica Studi hanno dimostrato che lo zucchero indebolisce e riduce quindi la quantità di forza nel corpo. Gli adulti che prendono il miele e la cannella in polvere in parti uguali, sono più attivi. Il Dr. Milton, che ha svolto la ricerca, dice che un bicchiere d acqua con un cucchiaio di miele e un pò di cannella ogni giorno lo aiuta ad avere più vitalità. Alitosi (alito cattiv o) In America del Sud vi è l abitudine nelle persone di fare gargarismi con un cucchiaio di miele e cannella in acqua calda, mantenendo l alito fresco tutto il giorno. Perdita dell udito Ogni giorno, il miele e la cannella in polvere in parti uguali aiuta la riparazione dei tessuti danneggiati dalle orecchie. FONTE: L antico segreto della fonte della giovinezza: i 5 TIBETANI :02:49 Gildor Cari lettori vogliamo segnalare un gruppo di esercizi di genuina integrazione psico-fisica chiamati : i 5 TIBETANI esposti nel libro omonimo di Peter Kelder, scritto negli anni 30 dopo un suo viaggio in un monastero nel Tibet proibito.

13 Questi esercizi promettono grandi cose, tra cui il risveglio della forza vitale che giace addormentata nell intimo e il raggiungimento del benessere del corpo, della mente e dello spirito. PERCHE ESEGUIRE GLI ESERCIZI DEI 5 TIBETANI? Il corpo ha sette centri di energia principali disposti lungo l asse centrale del corpo. Gli Indù li chiamano chakra. La parola deriva dallo sanscrito e significa ruota o vortice. I chakra infatti si presentano come vortici. Il fatto che la scienza non diffonda informazioni in merito a studi compiuiti e risultati ottenuti, non significa che tali centri siano immaginari nè che non esiste alcun modo di misurare l energia o prana ad essi associata. Essi sono dei potenti campi elettriomagnetici invisibili ai nostri occhi e tuttavia assolutamente reali. Ciascun corpo (inteso come oggetto ) possiede un campo elettromagnetico. Anche il cuore, il fegato, la milza etc hanno un proprio campo e di conseguenza hanno un loro chakra. Questa è una visione occidentale della cosa, in realtà il sistema chakra è qualcosa di più complesso che merita un capitolo a parte Secondo una visione più orientale i chiakra rappresentano centri per la ricezione, l assimilazione e la trasmissione dell energia vitale (prana). In un corpo sano, ognuno di questi centri ruota a grande velocità, consentendo all energia vitale di fluire liberamente verso l alto. Ma se uno o più di questi vortici comincia a rallentare, il flusso di energia vitale risulta inibito o bloccato, contribuendo a peggiorare lo stato di energia complessiva e di conseguenza la salute della persona. Ecco che si rende necessario ristabilire la corretta rotazione di questi centri energetici per riacquistare salute, giovinezza e vitalità. Grazie agli esercizi (o meglio riti) dei 5 tibetani questo è possibile. Ognuno di essi è utile per determinate funzioni, tuttavia eseguirli tutti assieme, porta al maggior beneficio. Equilibrando i 7 centri energetici viene normalizzato anche lo squilibrio ormonale, in modo da permettere alle cellule di replicarsi e prosperare come quando erano giovani. Stimolando questi punti le ghiandole endocrine, il sistema circolatorio, i meridiani e così via si agisce sul livello biochimico degli enzimi e degli ormoni, influenzando fortemente la nostra sensazione di benessere e la nostra sfera emozionale. Vi consigliamo di guardare il video sotto e leggere la descrizione di come eseguire gli esercizi.

14 (Se vuoi vedere il filmato (più grande) sei poco pratico e non lo sai fare rimanendo su questa pagina, CLICCA QUI e guardalo su Youtube) PRIMO TIBETANO (fluire liberamente con gli eventi della vita) Posizione base: in piedi, a braccia larghe, palmi rivolti verso il basso. Azione: ruotare su se stessi in senso orario, vale a dire il braccio sinistro ruota verso destra. Se c è capogiro, eseguire le rotazioni molto lentamente. Si fa presto l abitudine e si eseguiranno le rotazioni sempre più velocemente, con naturalezza. Fissare sempre la punta di una mano aiuta a non avere capogiri, sia durante il movimento sia nella fase di arresto. SECONDO TIBETANO (offrire carica e forza ad ogni cellula del mio corpo) Posizione base: distesa a terra, supina. Braccia lungo i fianchi. Azione: sollevare contemporaneamente le gambe fino alla verticale (piedi flessi a martello ) e la testa verso il petto. Spalle, schiena e bacino rimangono a contatto con il suolo. Inspirare durante la flessione ed espirare nella fase di distensione. Se risulta difficile alzare e abbassare le gambe distese, si può piegare le ginocchia durante i movimenti, per impegnare meno i muscoli addominali. TERZO TIBETANO (aprire il cuore verso il cielo) Posizione base: in ginocchio, mani appoggiate posteriormente all apice delle cosce, piedi con le dita flesse e in contatto con il suolo, testa appoggiata al mento. Azione: inarcare all indietro testa, spalle e schiena. Inspirare quando si inarca ed espirare nel ritorno alla posizione base. Aprire la bocca nell inarcamento aiuta a respirare e a distendere i muscoli anteriori del collo. QUARTO TIBETANO (far pulsare la forza della vita dentro di se) Posizione base: seduta, gambe distese e leggermente divaricate, tronco eretto e palmi appoggiati a terra. Azione: piegare le ginocchia, sollevare il bacino e rovesciare indietro la testa (bocca aperta!), inspirando. Tornare in posizione base. QUINTO TIBETANO (la flessibilità del corpo plasma la mente) Posizione base: prona, il contatto con il suolo è dato dai piedi a dita flesse e dai palmi rivolti in avanti. Testa rivolta all indietro. Il bacino gli arti inferiori sfiorano il suolo senza toccarlo. Azione: spingere il suolo con le mani e sollevare il bacino, flettendo l addome, inspirando. Espirare tornando alla posizione base. Conviene eseguire il movimento (ma vale anche per tutti gli altri!) a piedi scalzi e su superficie non sdrucciolevole.

15 PRECISAZIONI IMPORTANTI Respirazione All opposto di quanto si fa di solito nei movimenti di esercizio fisico intenso (tipico il lavoro con i pesi e le macchine, in palestra), nei Tibetani si inspira quando si fa l azione di contrazione e si espira in distensione (es. nel n. 2 si inspira quando si portano le gambe in verticale e si espira quando le si riabbassa a terra). Progressione e ripetizioni La pratica dei Tibetani si inizia con 3 ripetizioni per ogni esercizio (cioè 3 rotazioni, 3 volte le gambe su e giù ecc.). Normalmente si può aggiungere 2 ripetizioni ad ogni esercizio ogni settimana, fino a un massimo di 21 ripetizioni. L esecuzione completa degli esercizi in 3 ripetizioni prende meno di 5 minuti. La durata sale a circa 15 quando se ne fanno 21 in tutta tranquillità. Nulla vieta di rimanere anche più settimane con lo stesso numero di ripetizioni, finché non ci si sente perfettamente a proprio agio nell incrementare il numero. E importante la regolarità, non la quantità. Se si salta l esecuzione per un giorno su tanti si può mantenere sempre lo stesso numero di ripetizioni. Se l interruzione arriva a una settimana, diminuire di 2 o 4 le ripetizioni, come ci si sente. In caso di interruzioni superiori al mese il buon senso impone di ricominciare da 3. Come eseguirli Se fisicamente non si riesce a raggiungere una o più posizioni, non è affatto tragico: l importante è conservare l attitudine mentale a raggiungere la posizione ed eseguire correttamente la respirazione. Anche se sono una splendida miscela di stretching e lavoro isometrico e isotonico, i Tibetani non vanno pensati come la nostra classica ginnastica: non è importante quello che si fa, ma l attenzione e la presenza nell esecuzione. Sono da considerare uno spazio che ci prendiamo per prestare attenzione a noi stessi. Pensare Inspiro energia e nutrimento, espiro tutto quello che non mi serve aiuta a calmare la mente e a educarla a percepire la profonda saggezza ed efficacia di questi movimenti. Quando eseguirli I Tibetani sono da praticare tutti i giorni. Non ha importanza quando, ogni orario della giornata va bene, meglio a stomaco non troppo impegnato. Al mattino danno una bella carica per la giornata, alla sera predispongono a un buon sonno. Se non si ha dimestichezza con l esercizio fisico intenso o ci si sente anziani e acciaccati, se si avverte fatica o disagio o non si ha abbastanza tempo, si può spezzare l esecuzione in più momenti della giornata (es. due esercizi al mattino e tre alla sera ) PS: visto i dubbi sollevati da alcuni lettori, rispondiamo per chiarire il discorso respirazione e per effettuare alcune puntualizzazioni anche sul sesto tibetano. Dai testi che abbiamo esaminato per redarre l articolo risulta quanto abbiamo esposto, ovvero inspirazione ed espirazione sono eseguite all opposto di quanto si tende a fare nei comuni esercizi ginnici. Durante gli allenamenti all occidentale si espira in fase concentrica (contrazione muscolare) mentre si inspira in fase eccentrica (rilascio della contrazione). Se però ci sono testi che scrivono il contrario, siamo ben lieti di metterci in discussione. Come detto nella presentazione del Blog noi non deteniamo la verità assoluta e il nostro scopo è far chiarezza e mettere ordine su vari argomenti. Quindi se chi sostiene il contrario, ci vuoi mandare titolo autore e pagina del/dei libri dove ha letto le informazioni le prenderemo in considerazione e le esamineremo. E vero, esiste un Sesto Tibetano, ma, come disse Il Colonnello Bradford (responsabile dell esportazione dei riti in occidente) a Peter Kelder abbiamo ritenuto inutile parlarne in quanto prima di metterlo in pratica è necessario e conveniente aver ottenuto dimestichezza con i 5 riti precedenti. Quindi consiglio, prima di farsi prendere dalla foga del tutto e subito, dedicare tempo e pratica ai 5 tibetani sopra esposti. E ribadisco il concetto: puntare sulla qualità più che sulla quantità. Inoltre, sempre Il Colonnello, spiega che il sesto tibetano va praticato solo da chi decide di intraprendere uno stile di vita casto. Questo perchè, per assaporare pienamente il rito e non banalizzarlo in un comunque utile esercizio fisico, è indispensabile praticarlo soltanto quando è presente uno stimolo sessuale attivo. Scopo non ultimo del Blog è proprio quello di creare interesse sugli argomenti esposti in modo che ognuno possa ricercare informazioni utili da divulgare e condividere. Ognuno deve essere responsabile della propria cultura, sviluppare mente critica e non prendere per buono tutto ciò che viene

16 passato attraverso l informazione ma andare alla ricerca della propria vertià. Consiglio inoltre a chiunque si affacci per la prima volta a tali pratiche e sia consapevole di determinate problematiche in corso (ernie, protrusioni, cervicali, etc), di farsi seguire da personale competente almeno fino ad aver appreso la corretta esecuzione degli esercizi. Sarebbe inutile praticarli per il benessere e andare ad aggravare una situazione precaria già esistente per una non curata biomeccanica. Sottolineo che non abbiamo enunciato eventuali varianti da eseguire come progressione didattica per giungere all esecuzione ultima degli esercizi, nè tantomeno ci siamo soffermati per individuare strategie d esecuzione per chi presenta problematiche come quelle descritte sopra. Per ulteriori delucidazioni siamo sempre a disposizione. Matteo Beltrame La presentazione che segue è un integrazione di Serghei che ringraziamo molto. fonte : Le doti purificatrici dello ZENZERO :02:54 Gildor Questa radice aromatica purifica la bile ed elimina il muco che intasa l apparato digestivo, per combattere anche cattiva digestione e virus.

17 Lo zenzero ( Zingiber officinalis) è una pianta erbacea perenne originaria dell Asia orientale. I suoi principi attivi sono presenti nel rizoma, ricco di oli essenziali, composti fenolici, cellulosa e carboidrati. Lo zenzero, sia fresco che in polvere, si è dimostrato molto efficace per combattere i problemi digestivi: facilita il passaggio del contenuto dello stomaco nell intestino e l eliminazione degli scarti con le feci. L azione digestiva dello zenzero, inoltre, si completa attraverso la stimolazione della colecisti e la regolarizzazione della secrezione della bile, evitando reflussi e gastriti provocati da un eccesso di acidità soprattutto dopo un pasto molto ricco di grassi. Inoltre ha un ottima azione anti nausea, utile a chi soffre di mal d auto e a piccole dosi alle gestanti. Fresco o sotto forma di infuso combatte anche l eccesso di secrezioni e i catarri respiratori e intestinali. In polvere disinfiamma La polvere di zenzero si è dimostrata efficace per la protezione della mucosa gastrica pur esplicando anche una notevole azione antinfiammatoria, comparabile a quella dei FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei). Protegge la mucosa digestiva e previene la formazione di ulcere: ne basta un pizzico su pesce, risotti, contorni e macedonie. L infuso disintossica In Cina l infuso di zenzero veniva utilizzato già migliaia di anni prima della nascita di Cristo ed ancora oggi viene impiegato dalla medicina cinese per armonizzare la digestione, per l azione antinausea, contro le intossicazioni da pesci e crostacei, contro la tosse ed il catarro. Per questo, soprattutto d inverno o quando si magia pesante, è bene bere un infuso di zenzero caldo. Usata sui cibi, li sgrassa In India e in Cina lo zenzero è base di numerosi condimenti per gustosi piatti di carne o pesce, per la preparazione di sciroppi, biscotti e bevande fermentate In India rientra nella composizione del curry, un miscuglio di polveri aromatiche e piccanti usato per condire pollo e riso. Aggiunto ai cibi più grassi, limita l assorbimento dei

18 lipidi. fonte : riza.it Curcuma, elisir di lunga vita in cucina :02:31 Gildor La polvere ricavata dalla profumata spezia gialla di origine orientale è un forziere di antiossidanti che prevengono artrite, epatiti e Alzheimer La curcuma è una spezia ottenuta dalla polverizzazione del rizoma della Curcuma longa, una pianta di origine asiatica della stessa famiglia dello zenzero. Il termine deriva dalla parola araba kourkoum, cioè zafferano : in effetti Marco Polo nel 1280, parlando della curcuma, affermava: Una pianta che ha tutte le proprietà del vero zafferano senza però essere lo zafferano. Considerata in passato una spezia sacra, ancora oggi la curcuma è molto consumata in India come condimento. In antichità era annoverata tra le medicine naturali più efficaci e in ayurveda è considerata un rimedio per la depurazione epatica, per favorire la digestione, curare le infezioni, le infiammazioni e, tra queste, soprattutto l artrite. 1. Vince le infiammazioni Secondo i principi dell ayurveda la curcuma aiuta ad attenuare i disturbi legati al ciclo mestruale inoltre ridurrebbe la formazione di gas intestinali e lo sviluppo di vermi e parassiti. Sebbene il colore sia simile, la curcuma non è da confondere con il curry, che è invece un mix di spezie tra le quali c è anche la curcuma (in proporzione del 30% circa). Anche nei confronti delle malattie degenerative la

19 curcuma svolge un azione preventiva: i popoli che ne fanno uso presentano il più basso indice di casi di Alzheimer, e gli abitanti dell isola giapponese di Okinawa (famosa per un alta percentuale di centenari) considerano la curcuma come uno degli alimenti indispensabili alla dieta di lunga vita. 1. Un portentoso antietà Per le sue virtù immunostimolanti, la curcuma viene anche considerata un efficace antiage: chi ne assume anche solo un pizzico ogni giorno ripara le cellule danneggiate e favorisce la generazione di nuovi tessuti. 1. In polvere per insaporire i cibi Basta un cucchiaino da tè di curcuma, aggiunto a zuppe, riso, ragù vegetali e pesce, per fare scorta della giusta dose quotidiana di antiossidanti. Può anche essere utilizzata negli infusi o nel tè verde, cui conferisce un gradevole aroma speziato. 1. O in compresse come integratore La curcuma esiste anche come integratore in compresse. In questo caso la dose non deve superare una compressa al giorno, prima dei pasti, per cicli di un mese. La cura, con effetti ricostituenti, si raccomanda soprattutto al cambio di stagione.

20 1. Uno scudo naturale contro l ictus e il cancro Una delle proprietà più sorprendenti della curcuma è l effetto antitumorale. Questa preziosa pianta, infatti, contrasta l insorgere della leucemia e di ben otto tipi di tumore che colpiscono colon, prostata, bocca, polmoni, fegato, pelle, reni e mammelle. La validità di questa teoria che viene tramandata da secoli dalla tradizione popolare è confermata da nuove teorie mediche e da un dato reale: in India e più in generale in Asia (il continente dove si consuma più curcuma in assoluto), l incidenza dei tumori è molto più bassa rispetto al resto del mondo. La curcuma ha inoltre delle eccezionali qualità antiossidanti, perché in grado di trasformare i radicali liberi in sostanze innocue per il nostro organismo. Di conseguenza, è in grado di rallentare l invecchiamento cellulare. 1. La curcuma è oggi considerata un potente antitumorale: il suo principio attivo, la curcumina, che dà anche il colore giallo alla spezia, previene trombosi, abbassa il colesterolo ed è un indiscusso antiossidante. Aggiornati studi di settore oggi confermano che la curcumina è utile nella prevenzione e nella cura dei tumori soprattutto dello stomaco, dell intestino, del colon, della pelle e del fegato. Pare inoltre che la curcuma sia un ottimo farmaco anche nei casi di calcoli biliari. Essendo così potente la sua azione antinfiammatoria, alcuni ricercatori hanno notato che la curcumina concorre ad aumentare i linfociti T helper nei casi di infezione da Hiv come in presenza dei virus delle epatiti. Oltre a combattere l invecchiamento e l insorgere di tumori, la curcuma ha notevoli proprietà cicatrizzanti, l applicazione dei rizomi di curcuma su ferite, scottature, punture d insetto e dermatiti dona sollievo immediato e velocizza il processo di guarigione. Per quanto riguarda le più importanti proprietà farmacologiche, vanno sicuramente menzionate quelle coleretiche-colagoghe, che favoriscono la produzione della bile e il suo naturale deflusso nell intestino. Il consumo di curcuma migliora il funzionamento di stomaco e intestino e per di più aiuta a combattere il colesterolo, poiché facilita lo smaltimento dei grassi in eccesso. Questa erba è inoltre un vero toccasana per tutte quelle persone che hanno problemi di digestione (dispepsia), ma anche di meteorismo e flatulenza.

21 anche di meteorismo e flatulenza. Per tutti gli amanti dei rimedi naturali c è un altra buona notizia: odiate antinfiammatori, antisettici e antidolorifici? Niente paura, mettete da parte i farmaci, madre natura ci viene incontro: la curcuma è uno dei rimedi naturali più potenti in circolazione contro i dolori articolari e l influenza. C o m e u t i l i z z a r e l a c u r c u m a La curcuma si presenta come un ottimo insaporitore delle nostre pietanze, poiché ha un gusto molto fresco e delicato. La dose giornaliera consigliata ammonta a due cucchiaini da caffè, potete assumerla come spezia a fine cottura dei cibi, ma anche per insaporire salse, yogurt e formaggi freschi. Per facilitarne l assorbimento e per potenziare la sua efficacia potete abbinarla anche al tè verde, al pepe nero e all olio d oliva. C o n t r o i n d i c a z i o n i Consumare la curcuma regolarmente fa bene, ma attenzione a non esagerare con le dosi, assumere troppa curcuma potrebbe essere deleterio per l organismo! Le persone che soffrono di calcoli biliari devono astenersi dal consumo di curcuma e curry perché queste spezie potrebbero peggiorare il decorso della malattia. Assumere quotidianamente curcuma migliora l elasticità del corpo e combatte i problemi alle articolazioni. Piccolo segreto da fare ogni Notte per Perdere fino a 3kg a Settimana :01:42 Gildor Bastano 2 cucchiaini di miele la sera, prima di coricarsi, per perdere fino a 3 Kg a settimana.

22 Piccolo segreto da fare ogni Notte per Perdere fino a 3kg a Settimana: il miele. Si, questo dolce nettare frutto del lavoro instancabile delle api è un vero amico della linea, oltre che della salute, perché sembra essere in grado di far perdere, senza nemmeno troppi sforzi, parte dei chili di troppo. Il miele è un antibiotico naturale, un antiossidante e altro ancora e queste sue virtù sono ormai note da tempo, ma secondo il nutrizionista di Edimburgo Mike Mcinnes, due cucchiaini di miele prima di coricarsi aiutano a rimettersi in forma più velocemente, e questa è sicuramente una buona notizia. Non si tratta comunque di una novità perché di questo ne ha parlato per la prima volta in nutrizionista nel 2005, ma solo ora la notizia ha preso a circolare in rete con una certa insistenza. Mike Mcinnes è uno sportivo e un farmacista che aiuta, assieme al figlio anch egli nutrizionista, gli atleti nell alimentazione per metterli in condizione di potar ottenere le migliori performance possibili anche grazie a quello che si mette nel piatto. Egli sostiene che mangiare due cucchiaini di miele la sera, prima di coricarsi, consente di bruciare i grassi in eccesso, senza quindi dover ricorrere ad una dieta che costringe a fare calcoli tra calorie, peso e quantità.

23 Secondo il nutrizionista inglese, questa pratica consente di attivare degli ormoni durante il sonno, ormoni che sono alimentati da grassi, per cui l organismo automaticamente brucia più grassi. Il miele, oltre alle note proprietà, sarebbe anche in grado di determinare dei cambiamenti nel metabolismo, per cui sarebbe possibile bruciare, durante la notte, gli zuccheri, e non solo, perché mangiare miele prima di coricarsi indurrebbe il cervello a fermare il desiderio di zucchero e di altri alimenti a base di carboidrati. Insomma, una sorta di difesa naturale che consentirebbe non solo di perdere i chili di troppo, molto più velocemente che non con la semplice dieta, ma eviterebbe oltre tutto anche di prendere altri chili in eccesso in quanto si tenderebbe a non mangiare gli alimenti maggiormente responsabili dell aumento di peso corporeo. La dieta del miele, se così la vogliamo chiamare, non prevede conteggi di calorie, dosi, quantità e altre cose del genere che, solitamente, sono causa di abbandono della dieta stessa, anche perché si tenderà ad escludere alcuni alimenti in modo quasi automatico. Quindi, nessuna limitazione per dolci, biscotti o simili, purché sempre al miele, ma semplicemente cercare di eliminare dalla dieta tutti quegli alimenti che in un certo senso sono i principali responsabili di assuefazione come appunto dolci, cioccolato, e questa è la sola nota dolente, e bibite gassate e dolcificate. Bastano quindi solo questi 2 cucchiaini di miele la sera prima di coricarsi e una certa attenzione nell eliminare dall alimentazione gli alimenti appena citati per poter perdere fino a tre chili a settimana un risultato niente affatto trascurabile, anzi, di tutto rispetto, soprattutto considerando che lo si può ottenere senza dover fare una dieta particolare. Infatti, la combinazione miele e zuccheri naturali sembra essere l associazione perfetta per la dieta. Ovviamente, anche se non espressamente

24 raccomandata dal nutrizionista britannico, non bisogna dimenticarsi di un po di sana attività fisica che del resto sembra essere scontata visto che Mike Mcinnes si occupa principalmente dei problemi di nutrizione degli atleti. Abbinando poi un po di attività fisica alla dieta del miele sarebbe quindi possibile riuscire ad ottenere dei buoni risultati anche in modo più rapido, senza poi contare i tanti vantaggi per l organismo che un po di sana attività fisica di tipo aerobico, come per esempio lo jogging e la camminata veloce, è in grado dai dare a partire dal cuore, per finire al diabete, osteoporosi, ipertensione, stress e tanto altro ancora. Sostituire con il miele tutte le altre forme di zuccheri raffinati è il primo segreto del successo della dieta, secondo Mcinnes. Ma scegliere il miele per dolcificare alimenti e bevande invece del classico zucchero non basta. Uno dei capisaldi della Honey diet, di cui ha parlato nelle scorse settimana anche il Daily Mail, è il consumo, la mattina appena svegli e la sera prima di andare a letto, di due cucchiaini di miele oppure di un mix di acqua calda, miele e limone. Ma, per perdere da uno a tre chili a settimana, come promette questo dolcissimo regime alimentare, non basta questo sforzo relativo. Le rinunce, anche in questa dieta, non mancano. Le regole d oro Perché la dieta del miele funzioni davvero, è necessario seguire alcune regole d oro. - Divieto assoluto di consumare cibo spazzatura. - Utilizzare il miele invece dello zucchero tradizionale. - Scegliere carboidrati non raffinati (meglio scegliere i cereali integrali più ricchi di fibre, alleate dell apparato gastrointestinale). - Evitare i carboidrati un giorno la settimana. - Eliminare le patate (di qualsiasi tipo o preparate in qualsiasi modo, perché aumentano la glicemia). - Inserire una buona dose di proteine in ogni pasto della giornata. - Mangiare verdura e insalata a volontà. - Consumare due porzioni di frutta ogni giorno, preferendo le varietà meno zuccherine. - Inserire nella dieta prodotti lattiero caseari interi, ma in quantità moderate (una porzione di yogurt o un bicchiere di latte al giorno). fonte : Latte di riso: proprietà e controindicazioni :01:55 Gildor Il latte di origine vegetale è un alimento concorrenziale al latte di origine animale. In genere, ciò che porta una persona a prediligere l assunzione di latte di origine vegetale è la presenza di intolleranze alimentari, problemi di colesterolo o una scelta etica. Esistono diversi tipi di latte vegetale, tra cui: il latte di soia, il latte di avena, di mandorle, di farro, di miglio e il latte di riso.

25 Oggi, in particolare, vogliamo guardare da vicino il latte di riso per capirne le proprietà e le possibili controindicazioni. Partiamo subito col dire che il latte di riso è quello meno grasso, che non contiene glutineed è ricco di zuccheri semplici. Possiede un minor contenuto proteico e lipidico, prevalentemente rappresentati da grassi polinsaturi; ma contiene anch esso vitamine (A,B, D), fibre e minerali. In genere, viene prodotto attraverso la frantumazione del riso che viene poi messo in acqua e filtrato. Grazie al suo sapore dolce e gradevole, può essere utilizzato per la preparazione di dolci. Il latte di riso presente in commercio, però, oltre a essere arricchito con calcio, vitamina A, D e B12 e proteine, è spesso arricchito con oli vegetali non meglio specificati. Per ovviare a questo problema, potrebbe essere utile imparare a crearlo da sé. Chi fosse interessato, può leggere il procedimento nel nostro articolo Latte vegetale fai da te. Continuiamo adesso, ad elencare alcune delle sue proprietà. Regolarizza l intestino Il latte di riso è un naturale regolatore delle funzioni del nostro intestino, in particolare, della mobilità del colon. Il vantaggio è che può essere utilizzato anche da chi è affetto dalla sindrome del colon irritabile. Altamente digeribile Il latte di riso è ricco di zuccheri semplici. Questo ne conferisce un altissima digeribilità oltre a un basso impatto calorico. Per questo, è in genere indicato per coloro che soffrono di infiammazioni che interessano l apparato digerente. Privo di colesterolo Un altro dei vantaggi posseduti da questo alimento di origine vegetale è la sua mancanza di colesterolo. Utile per chi fa sport Il suo elevato contenuto di zuccheri semplici e facili da digerire rende il latte di riso particolarmente indicato per chi fa sport o svolge attività lavorative che richiedono un elevato sforzo fisico. Questo lo rende una fonte immediata di energia. Contiene inoltre una buona quantità di carboidrati (10-12 gr ogni 100). Controindicazioni Oltre a indicare le proprietà e i vantaggi derivanti dal consumo di latte di riso, sembra doveroso indicarne alcune controindicazioni. Per la sua importante quantità di zuccheri semplici, che vengono assorbiti velocemente a livello intestinale, il latte di riso potrebbe essere controindicato in presenza di diabete o ridotta tolleranza ai glucidi. Nella sua composizione, inoltre, presenta una carenza di vitamine B12 e D, oltre che di calcio e proteine. In genere, in commercio si trovano tipologie di latte di riso in cui queste sostanze sono implementate per ovviare alla carenza dei nutrienti tipici invece presenti nel latte vaccino. Ma, come detto in precedenza, è sempre bene controllare le etichette e accertarsi di tutti gli ingredienti che lo compongono. Per questo, prima di inserirlo nella vostra alimentazione, sarebbe opportuno confrontarsi con uno specialista, per comprendere al meglio quali cibi consumare affinché il vostro regime alimentare sia il più sano possibile e rispondente alle esigenze personali. Usi e proprietà del latte di mandorle :01:17 Gildor

26 Il latte di mandorle è una bevanda molto conosciuta e amata, per il suo sapore dolce e delicato e per le sue proprietà. Viene chiamato latte, perché il suo aspetto, liquido e biancastro, ricorda appunto quello del latte di origine animale, ma è un prodotto completamente vegetale e apprezzato nella cucina vegetariana e vegana, anche per il suo utilizzo versatile. L apporto energetico fornito dal latte di mandorle deriva principalmente dai glucidi semplici utilizzati nella sua preparazione. Ha una discreta quantità di antiossidanti, tra cui tocoferolo e la vitamina E e il suo buon apporto di acidi grassi insaturi (oleico e linoleico) gli conferisce una discreta qualità nutrizionale. Non contiene colesterolo, ma è sempre bene non esagerare nella sua assunzione, anche perché è molto calorico, come del resto lo sono anche le mandorle. Il procedimento per preparare un buon latte di mandorle fai da te è molto semplice. Lo abbiamo già descritto nel nostro articolo sull autoproduzione di diversi tipi di latte vegetale, che potete consultare a questo link. Una curiosità in più sulla preparazione del latte in casa: il residuo secco avanzato dalla produzione non va assolutamente buttato. Può infatti essere facilmente riutilizzato per creare biscotti, crudisti e non, e diversi tipi di dolci e torte. Una volta realizzato, il latte di mandorle va conservato in una bottiglia di vetro in frigo: durerà 4-5 giorni. Usi del latte di mandorle Come abbiamo accennato all inizio del nostro articolo, il latte di mandorle è molto versatile. Può essere bevuto da solo, come bevanda rinfrescante soprattutto d estate, o anche la mattina per colazione. Nelle regioni del Sud Italia, come Sicilia e Calabria, questo prodotto viene ampiamente utilizzato nella realizzazione di dolci tipici. Nei Paesi Asiatici, invece, è utilizzato anche nella realizzazione di piatti salati, ad esempio, per diluire il curry o per insaporire piatti a base di pesce. Non solo, è ottimo per la preparazione di frullati alla frutta: da aggiungere con fragole fresche o banane o qualsiasi altro frutto di cui vogliate godere i benefici. Per una colazione fresca e veloce, si può usare il latte di mandorle, della frutta fresca e l aggiunta di semi di lino macinati che renderanno il risultato finale ancora più nutriente. Nel purè di patate, latte e burro possono tranquillamente essere sostituiti con latte di mandorle e olio di oliva. Ma non finisce qui: può essere aggiunto alla zuppa, per rendere il nostro piatto cremoso, l aroma del latte sta bene anche con il cibo indiano, soprattutto il curry, può essere utilizzato in sostituzione del latte di origine animale, per creare dei buonissimi gelati vegani. Nelle cotture, può essere utilizzato per i prodotti da forno, in sostituzione del latte vaccino. Non è necessaria nessuna conversione di misure particolare: basta utilizzare la stessa quantità prevista nella ricetta originaria, avendo però l accortezza di utilizzare latte di mandorle non zuccherato, che altrimenti potrebbe alterare il sapore del vostro piatto. È possibile inoltre utilizzare il latte di mandorle come un sostituto del burro nelle ricette, questo può ridurre notevolmente la quantità di calorie nel piatto. Il latte di mandorle nella cosmesi Meno conosciuto dell uso del suo parente più prossimo e più potente (l olio di mandorle), il latte di mandorle può essere un ottima soluzione anche come cosmetico. È nutriente, è versatile ed è un buon modo per detergere e rigenerare la pelle. Uno dei suoi usi è creare degli impacchi per lisciare la pelle, ma è ottimo

27 anche come struccante per il viso, dolce e delicato, da utilizzare la sera prima di andare a dormire. Del resto, è la storia che ce lo insegna! Sembra, infatti che la stessa Giuseppina Bonaparte adorasse e usasse grandi quantità di cosmetici a base di pasta e latte di mandorle, per rendere soffici la pelle del viso e del corpo. Le proprietà idratanti di questo prodotto possono essere sfruttate per preparare delle maschere per il viso: potete frullare il latte di mandorle con della frutta fresca o delle banane, aggiungendo tutti gli ingredienti che preferite, come un cucchiaino di olio di jojoba che è anche un incredibile antirughe. Applicate sulla pelle asciutta e pulita e lasciate agire per 15 minuti. Poi risciacquate. fonte : La nonna ha sempre un rimedio a tutto :01:47 ROSSANA. Pare stia diventando un problema davvero serio, sia per gli uomini che per le donne,i consigli attuati per vendere ma davvero inutili sono tanti e spesso questi arrivano da pubblicita che ingannano alla tv Eppure esistono rimedi che aiutano davvero e che per ovvie ragioni non vengono resi noti anche qui le grandi multinazionali danno una gran mano. La cara nonna ha sempre un rimedio a portata di portafogli e se non in casi estremi sono funzionali certo non possiamo aspettarci i miracoli da un giorno all altro, bisogna essere costanti e pazienti per diverso tempo. Intanto e bene sapere che i rimedi naturali lavorano insieme alle nostre difese naturali contro la caduta dei capelli. La fonte da cui ho preso oggi i consigli e questa : Rimedi nonna caduta capelli Il seme di lime e il pepe nero macinato possono essere efficaci nel controllare i problemi legati alla caduta dei capelli. Anche i semi di fieno greco sono un rimedio naturale per combattere la perdita dei capelli, quando miscelati con dell acqua. Vanno massaggiati sul cuoio capelluto e lasciati per circa un ora, dopo di che è

28 necessario effettuare un lavaggio. I rimedi della nonna contro la caduta dei capelli, possono veramente funzionare a vostro favore. Prendiamo, ad esempio, la miscelazione di spicchi d aglio tritato con il latte. Inserendo questi in una tazza di latte per 45 minuti, è possibile avere a disposizione un bel trattamento topico per il vostro cuoio capelluto. La vitamina E stimola la crescita dei capelli aumentando la circolazione del cuoio capelluto. Essa può essere assunta per via orale o può essere applicata con olio tiepido sul cuoio capelluto. I massaggi con l olio di mandorle sono consigliati anche per chi nota che la propria linea di capelli sta retrocedendo. Dev essere applicato due o tre volte durante il giorno. Le barbabietole con l aggiunta di pasta di hennè può controllare, a sua volta, la caduta dei capelli in modo significativo. Il mix di vari oli è un qualcosa che è stato usato per secoli e che è ancora un modo

29 efficace per trattare la perdita di capelli. Preferibilmente, gli oli essenziali come il rosmarino e la lavanda sono quelli che funzionano meglio. Massaggiare il cuoio capelluto assieme a questi oli su una base di routine è un ottimo modo per incoraggiare i capelli a ricrescere. Il calcio è un altro nutriente importante per rafforzare i follicoli piliferi e le radici nel vostro cuoio capelluto. Quindi, comprendete alimenti ricchi di calcio nella dieta. L utilizzo di oli naturali è un ottimo modo per aiutare i nuovi capelli a crescere, oltre a rafforzare quelli che già avete. Quando parliamo di oli naturali, però, a quali ci riferiamo? Gli oli naturali sono l olio di oliva, olio di avocado e olio di mandorle. Per i trattamenti più miti, il modo migliore per utilizzare l olio è quello di metterne un po sul cuoio capelluto dopo lo shampoo, lasciare in posa per minuti e risciacquare. Per i casi più moderati, saturate il cuoio capelluto con l olio prima di andare a letto e poi coprire la testa con una cuffia per la doccia e dormire con l olio nei capelli. Sciacquate al risveglio. Questa operazione può essere eseguita una o due volte al mese, poiché troppi di questi trattamenti renderanno i vostri capelli troppo grassi. Anche i tuorli forniscono i nutrienti necessari per i capelli. Si può anche scegliere di applicare l albume. Utilizzatelo mezz ora prima di lavare i capelli.

30 Macinate i semi di prezzemolo. Massaggiate questa polvere nel vostro cuoio capelluto ogni giorno prima di andare a letto. In mattinata pettinate i capelli. Vedrete i risultati entro un mese. Il rosmarino, con le sue proprietà antisettiche, è uno dei migliori prodotti a base di erbe per fermare la perdita di capelli, permettendo al capello di crescere. Un cucchiaino di rosmarino secco può essere immerso in acqua calda per 20 minuti. Scolate il liquido e utilizzatelo per lavare i capelli. Si può anche aggiungere un mezzo bicchiere di aceto di mele a questa soluzione di rosmarino. In questi giorni si è spesso notato che molte persone usano esclusivamente prodotti chimici per la perdita dei capelli ma questo non è opportuno. Perché? I capelli sono sostanzialmente fatti di proteine. Pertanto, è fondamentale che si aggiunga un sorso di proteine nella dieta. Ma quali sono gli alimenti più utili? Gli alimenti ricchi di proteine sono: le uova, mandorle, frutti di mare, yogurt, prodotti di soia, ecc. Seguite uno qualsiasi di questi consigli per notare subito la differenza! I rimedi della nonna contro la caduta dei capelli, richiedono tempo e pazienza ma è assicurato ottenere un certo miglioramento! Invecchiamento e antiossidanti :01:08 ROSSANA.

31 Nessuno al mondo potra mai conoscere il segreto dell eterna giovinezza quindi mettiamoci pure l anima in pace.invecchiare e il corso della vita e tale sara per sempre. in commercio ogni giorno ci sono tonnellate e tonnellate di creme esposte sugli scaffali dei negozi che un po truffaldine a mio avviso promettono il mantenimento di una pelle giovane o che la rendono giovane in breve tempo ci sono anche delle diete a base di antiossidanti che sicuramente funzionano molto di piu di qualsiasi crema il nostro corpo non puo essere eterno ma se lo aiutiamo con un alimentazione sana e bilanciata sicuramente ne trarremmo dei benefici sia fisici che psicologici..il metabolismo o anche l esposizione al sole producono un numero elevato di molecole fortemente instabili,queste molecole sono i radicali liberi. I radicali liberi vanno ad attaccare indiscriminatamente tutto quello che trovano nei paraggi, facendolo diventare radicale a sua volta. Facendo così distruggono proteine (quindi enzimi e tessuti che perdono la loro funzionalità perchè si modificano), grassi (che formano le membrane cellulari; le cellule vengono danneggiate a tal punto che spesso vanno in apoptosi, cioè si suicidano ) e acidi nucleici (DNA, RNA) con possibile sviluppo di tumori. Molte malattie cronico degenerative, l invecchiamento, i tumori sono in larga parte imputabili al danno radicalico. Le reazioni di questi radicali,sono a catena.il radicale reagisce con un altra molecola, dando cosi vita a 2 radicali che, a loro volta la daranno a 4 e via di seguito. Gli antiossidanti sono delle molecole che vengono attaccate da un radicale libero senza diventare a loro volta radicali,in grado quindi di spezzare la reazione a catena, ma devono essere a loro vota ricaricati da altri antiossidanti e cosi che nel nostro organismo un vero e proprio network antiossidante,di cui fanno parte la vitamina C -vitamina E -acido lipoico -glutatione -carnitina -bilirubina -melanina ecc

32 Bisogna pero fare attenzione perche troppi antiossidanti presi attraverso integratori, possono avere l effetto contrario,diventando pro-ossidanti,ossidando per primi e dando loro stessi il via alla catena di reazioni radicaliche. Comunque secondo un gruppo di studiosi britannici tutto questo non corrisponde a verita. In un esperimento condotto su vermi Nematodi, gli scienziati hanno scoperto che anche quelli cui venivano dati potenti antiossidanti per combattere il danno ai tessuti generato dai cosiddetti radicali liberi non vivevano più a lungo. Il team dello University College London afferma, sulla rivista Genes and Development, che non è emersa alcuna prova evidente che gli antiossidanti possano rallentare l invecchiamento.l uso e gli effetti degli antiossidanti si basano su una teoria formulata 50 anni fa. Nel 1956 venne infatti suggerito che l invecchiamento fosse causato da un accumulo di danno molecolare causato da forme reattive dell ossigeno, chiamate superossidi o radicali liberi, che circolano nel corpo. Si tratta di un processo noto come stress ossidativo. La teoria ipotizzava che gli antiossidanti riuscissero a spazzare via in parte i radicali liberi, limitandone i danni. Il nuovo studio, tuttavia, spiega come mai finora non siano mai state trovate vere prove scientifiche a sostegno di tale teoria. Il minuscolo verme Nematode, anche se sembra non avere nulla a che fare con l uomo, è molto utile agli scienziati che vogliono capire come funziona il corpo umano. Ha infatti molti geni in comune con l uomo. Il team dello UCL, coordinato dal Dr David Gems, ha manipolato geneticamente i nematodi in modo che i loro organismi fossero in grado di spazzare via i radicali liberi in eccesso.ciò doveva in teoria permettere loro di ottenere vantaggi in termini di minore invecchiamento e maggiore durata della vita (giorni, per questi vermi). Invece, i vermi modificati geneticamente sono invecchiati e vissuti a lungo come gli altri, suggerendo che lo stress ossidativo non è poi un fattore così cruciale nell invecchiamento delle cellule e nella loro morte. Come ha detto il Dr Gems: È chiaro che anche se il superossido è coinvolto, ha solo una piccola parte: il danno ossidativo non è uno dei fattori principali dietro il processo di invecchiamento. Secondo lo scienziato, va bene seguire una dieta sana, ma non imbottirsi di pillole di antiossidanti, né di creme che contengono tali sostanze. Succo di LIMONE per prevenire e curare COLICHE e CALCOLI RENALI.

33 :12:46 Gildor Niente farmaci, contro coliche e calcoli renali è sufficiente un rimedio offerto dalla natura: il succo di limone. Secondo uno studio condotto all Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri di Bergamo berne mezzo bicchiere al giorno per prevenire e curare questi disturbi, con cui deve fare i conti il 18% degli Italiani. La ricerca di un rimedio alternativo ai farmaci attualmente disponibili è di estrema importanza. Circa un terzo dei pazienti, infatti, non tollera i possibili effetti collaterali associati al loro utilizzo. Che il consumo di agrumi, inserito all interno di una dieta specifica, fosse utile per contrastare coliche e calcoli renali non è una novità per gli esperti del settore. Tuttavia, questo studio, portato a termine grazie alla collaborazione di medici, ricercatori e agricoltori, ha dimostrato per la prima volta che fra tutti gli agrumi è proprio il limone ad essere il più efficace. Per contrastare questi disturbi vengono utilizzati medicinali a base di citrato di potassio. La maggiore efficacia del limone è dovuta al fatto che rispetto all arancia contiene una quantità cinque volte maggiore di citrato, pari a 42,9 grammi al chilo. Ciò significa che le quantità di principio attivo presente nel farmaco possono essere assunte bevendo il succo di 2 o 3 frutti. Giuseppe Remuzzi, esperto del Mario Negri, ha spiegato che la calcolosi renale è molto diffusa nel nostro Paese, con milioni di persone affette da questa patologia.

34 Si tratta di un disturbo ad altissimo coefficiente di ricadute: i calcoli si riformano in un paziente su tre in un arco temporale che va dai due ai cinque anni. Questo impone ai pazienti un continuo monitoraggio della situazione e, soprattutto, una particolare attenzione alla dieta. Dieta che, a quanto pare, non può fare a meno di essere condita con un po di limone. Via ANSA Foto Flickr tratto da:http://www.benessereblog.it/post/21833/succo-di-limone-il-rimedionaturale-contro-coliche-e-calcoli ZENZERO contro la cefalea :11:00 ROSSANA. La cefalea, o mal di testa e uno dei disturbi piu frequenti,tutti anche se in maniera occasionale abbiamo conosciuto questo disturbo.le donne sembra ne siano maggiormente colpite 3 volte in piu rispetto agli uomini e questa si presenta piu spesso intorno ai anni.emicrania :un alterazione del flusso sanguigno,altri fattori determinanti sono la scarsa funzionalita del fegato,intossicazione eccessiva dell intestino e del corpo in generae (tossiemia )accumulo dimetalli pesanti, acidosi (ph fisiologico del corpo troppo basso). la medicina cerca di porre un rimedio a questo disturbo sempre piu frequente somministrando delle medicine.la differenza tra emicrania e mal di testa risiede nel fatto che l emicrania copisce un lato del capo,mentre il mal di testa si manifesta su tutta la testa.nella letteratura medica la cefaea viene suddivisa nel modo seguente

35 Mal di testa da tensione o cefalea muscolo-tensiva questa e la piu comune e riguarda circa il 70% delle cefalee.il restante 30% si divide in: Emicrania comune (senza aura): circa 85% dei casi di emicrania. È caratterizzata da nausea con o senza vomito. L attacco può essere violento e pulsante oppure sordo e continuo come un peso di molti chili sulla testa, il dolore risulta accentuato da movimenti, tosse, starnuti, sforzi, esposizione alla luce. La persona sofferente preferisce di solito stare sdraiata, al buio e lontana dai rumori. La durata degli episodi varia da qualche ora fino a tre giorni, non si manifesta in genere con segni premonitori e si presenta su un lato del cranio, per irradiarsi poi velocemente al resto della testa. Emicrania classica (con aura): circa 14% dei casi di emicrania. Si differenzia dall emicrania comune per alcuni disturbi premonitori come: ipersensibilità alla luce e/o al rumore, oscuramento del campo visivo, percezione di linee scintillanti o mosche volanti. La durata degli attacchi varia dalle 4 alle 24 ore. Cefalea a grappolo o cluster (nevralgia emicranica): circa 1% dei casi di cefalea. È caratterizzata da estrema intensità, è molto invalidante, si presenta improvvisamente, solitamente localizzata intorno ad un occhio o alla tempia, dura in genere pochi minuti e nelle 24 ore può insorgere anche 10 o più volte. Per questo motivo viene definita cefalea a grappolo e colpisce in maggiore misura il sesso maschile. Il dolore della cefalea a grappolo può essere così intenso, che la persona colpita vorrebbe battere la testa contro il muro o perfino suicidarsi. Poichè anche la natura ha un suo rimedio,il consiglio nostro e lo zenzero. Lo zenzero ha proprietà anti-infiammatorie e analgesiche è un ottimo rimedio fatto in casa per prevenire gli attacchi di emicrania. Ora vi spiego brevemente come preparare un

36 ottimo tè allo zenzero. INGREDIENTI 50 grammi di zenzero fresco grattuggiato e 1 litro d acqua Preparazione In un pentolino mettere lo zenzero grattugiato con acqua e tenerlo sul gas lasciando passare 15 minuti dal momento in cui comincia a bollire.dopo aver spento il gas travasare la bevanda e aspettare che si raffreddi prima di poterla consumare. Peperoncino che portento!!! :11:08 RoyProject Fin da tempi antichissimi, il peperoncino è un condimento molto popolare e presente nella dieta di popolazioni molto diverse e lontanissime tra loro nel tempo e nello spazio, un successo che si spiega non solamente a causa delle sue proprietà organolettiche ma che ha come elementi fondanti le proprietà benefiche di questa bacca sulla salute. Quattro composti del peperoncino, tra cui i flavonoidi e i capsaicinoidi, hanno un effetto antibatterico, cosicché cibi cotti col peperoncino possano essere conservati relativamente a lungo. Questo spiega anche perché più ci si sposta in regioni dal clima caldo, maggiore sia l uso di peperoncino ed altre spezie. I peperoncini sono ricchi in vitamina C e si ritiene abbiano molti effetti benefici sulla salute umana, purché usati con moderazione. Alcuni medici ne consigliano l assunzione fino a cinque volte la settimana i. Il peperoncino ha un forte potere antiossidante, e questo gli è valso la fama di antitumrorale. Inoltre, il peperoncino si è dimostrato utile nella cura di malattie da raffreddamento come raffreddore, sinusite e bronchite, e nel favorire la digestione. Queste virtù sono dovute principalmente alla capsaicina, in grado di aumentare la secrezione di muco e di succhi gastrici. In ultimo il peperoncino stimolando la peristalsi intestinale favorisce il transito e l evacuazione, il più rapido passaggio intestinale in sinergia col potere antibatterico ed antimicotico evita la fermentazione e la formazione di gas intestinali e di tossine, particolarmente le tossine della candida albicans.

37 Il Peperoncino Blocca il Dolore Da Wikipedia: La capsaicina è l unico composto noto in grado di bloccare l emissione della sostanza P, che segnala il dolore al cervello. Vale la pena di leggere la voce completa Capsaicina di Wikipedia. Penso che ormai sia noto a tutti che una dieta comprendente il peperoncino, fresco, secco, in conserva, con l olio, ecc. porta molti benefici al corpo umano. Riguardo alla sua azione Antidolorifica invece credo che siano in molti ad avere poche idee ma ben confuse, se il dolore è di origine ossea, muscolare, artritica, cartilaginea, insomma se ci fa male qui, lì dobbiamo mettere il peperoncino. ma come si fa? Mai sentito dire Le cose troppo Facili sono le più Difficili da Capire? Ecco, la cura è tanto Semplice quanto Sbalorditivamente Rapida ed Efficace. Che cosa serve 1. Polvere finissima di peperoncino, più piccante è, meglio è 2. Una qualsiasi crema per il corpo, tanto per non fare pubblicità: 3. Guanto in lattice (optional) Per facilitare l assorbimento sulla pelle, la crema visibile nell immagine contiene, in sospensione, molta acqua ed è proprio questa una caratteristica importante che il nostro composto dovrà avere. Se non trovate quella marca basterà aggiungere alla crema un pò d acqua. si versano tre cucchiaini da the colmi di Peperoncino in Polvere alla crema (un vasetto di dimensoni standard, circa 100ml), si mescola e rimescola per bene il tutto finchè i grumi non si siano sciolti completamente. Per evitare ogni formazione di muffe è consigliabile aggiungere la punta di un cucchiaino di Bicarbonato di Sodio (da cucina) e conservare il preparato in frigorifero. (optional) Qualche goccia di Olio di Eucalyptus per uso topico (non quello che si usa per i profumatori) come eccipiente darà il giusto profumo alla crema. Si prende una ditata del Medicinale appena preparato e la si spalma sulla parte dolorante massaggiandola. L unica precauzione è quella di evitare il contatto del composto con le mucose e specialmente con gli occhi e le parti intime, non succede nulla di irreversibile ma un bel bruciore è assicurato! In Pochi istanti il Dolore Cessa! Solitamente di fronte a queste affermazioni la gente assume tre tipi di atteggiamenti: 1. non ci crede per partito preso 2. dice di crederci, ma non metterà mai in pratica i consigli 3. non so se fa bene o no, ma a provarci che mi costa? Il Tre ha fatto Bingo, per gli altri mi dispiace.

38 Attenzione che non si sta parlando del piccolo dolorino fastidioso, la Capsaicina in pochi secondi inibisce dolori fortissimi, continui e lancinanti, come esempio infiammazioni acute del nervo sciatico, ernie lombo-sacrali, lombalgie, colpo della strega et similia molto più velocemente, senza nessuna controindicazione, senza nessun effetto collaterale, senza nessun problema di associazione con altri farmaci e funziona sempre!!, e poi vuoi mettere un bel piatto di spaghetti aglio olio e peperoncino!!!! Fonte Tratta: Limone e Bicarbonato, miracolo contro il cancro? :11:01 Gildor Limone e Bicarbonato, miracolo contro il cancro? Miracolo contro il cancro? La sanità non diffonde la notizia perchè la soluzione è troppo economica o perchè è una bufala? Il bicarbonato di sodio è uno dei più potenti alcalinizzanti. Otto Heinrich Warburg, premio Nobel nel 1931 per la sua tesi La causa principale e la prevenzione del cancro, ha dichiarato: Le cellule tumorali vivono in un ambiente estremamente acido e privo di ossigeno. Le cellule sane vivono in un ambiente alcalino, ossigenato, consentendo il funzionamento normale, privare una cellulala del 35% di ossigeno per 48 ore può probabilmente innescare un processo canceroso. Le sostanze acide respingono ossigeno, mentre le sostanze alcaline lo attraggono. Le cellule tumorali sono anaerobiche (non respirano ossigeno) e non possono sopravvivere in presenza di alti livelli di ossigeno. Invece la GLICEMIA sopravvive fino a quando l ambiente è privo di ossigeno. I tessuti tumorali sono acidi, mentre i tessuti sani sono alcalini, quindi il cancro non sarebbe altro che un meccanismo di difesa che hanno alcune cellule del corpo per sopravvivere in un ambiente privo di ossigeno e alcalinità. La dr. Elisabetta Izquierdo : Io sono un medico e mi rifiuto di credere che radio e chemio terapia siano gli unici strumenti per debellare il cancro. Il bicarbonato di sodio, umile composto e molto a buon mercato, secondo recenti e sorprendenti ricerche farmaceutiche può curare il cancro. E non solo, allevia molto significativamente anche gli effetti secondari negativi della chemioterapia. La soluzione della medicina organizzata per il cancro si basa

39 su tre procedure molto rischiose e altamente invasive la chirurgia, la chemioterapia e la radioterapia. La soluzione può essere nel kit del vostro bagno. Dose Consigliata : 1/2 litro di acqua + succo di 3 limoni + 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio. Prendere a stomaco vuoto al mattino, può essere suddivisa in due dosi durante il giorno, ma non tra i pasti. E meglio prenderla ogni giorno, anche quando la malattia è sparita, perché tutti i tumori possono tornare, ed è importante prevenire. Nel suo libro, Vincere la guerra al cancro, il suo autore il dottor Mark Sircus affronta la questione del bicarbonato di sodio che aiuta a salvare innumerevoli vite ogni giorno. Il bicarbonato di sodio è noto come antico metodo per accelerare il ritorno a livelli normali di bicarbonato nel corpo. E inoltre economico, sicuro, e forse potrebbe essere la medicina più efficace a disposizione contro il cancro. Il Bicarbonato di sodio dà al corpo una forma naturale di chemioterapia che uccide efficacemente le cellule tumorali senza gli effetti collaterali devastanti evitando anche i costi della chemioterapia convenzionale. Dal momento che nessuno si può arricchire e fare un sacco di soldi con qualcosa di così semplice, nessuno lo promuove e quindi manca il supporto per essere studiato e sperimentato. La comunità medica ha voltato le spalle Dr.Simoncini e ad altri colleghi, perché, da onesto specialista oncologo, ha rifiutato di utilizzare i metodi convenzionali per i suoi pazienti che decidono di farsi somministrare cure a base di bicarbonato di sodio, curando con impressionante successo nel 99 per cento dei casi il cancro al seno. Il cancro della vescica può essere curato in breve tempo, completamente e senza chirurgia, chemio o radioterapia, utilizzando solo un apparato di infiltrazione locale (simile ad un catetere) per infondere bicarbonato di sodio direttamente nella zona infetta del seno o della vescica, ma può anche essere consumato per via orale. Il bicarbonato di sodio applicato ai tumori alla fine li fa scomparire rapidamente, che molti dei trattamenti chemioterapici attualmente includono bicarbonato di sodio, con la scusa che aiuta a proteggere i reni, il cuore e il sistema nervoso del paziente è un dato di fatto. Ed è stato già stabilito che la somministrazione di chemioterapia senza bicarbonato può uccidere il paziente. Così, quando sentiamo parlare sui successi della chemioterapia è proprio il bicarbonato di sodio che agisce, non solo per fermare metastasi ma anche per ridurre al minimo gli effetti collaterali dannosi della tossicità chemioterapica. Inoltre non esistono studi per separare gli effetti del bicarbonato di sodio dagli agenti chemioterapici tossici. Fonte: danieleparisi.com

40 I Favolosi SALI MINERALI del Dott. SCHUSSLER per la nostra SALUTE e la cura di molte MALATTIE :11:09 Gildor Dr. Wilhelm Schuessler ( ) I Sali Dr. Schüssler aiutano a regolare l equilibrio dei sali minerali all interno delle cellule del corpo. I sali minerali, pur essendo piccoli componenti delle nostre cellule, sono comunque elementi indispensabili per il loro funzionamento. Una carenza o uno squilibrio di questi minerali essenziali può determinare una disfunzione organica. I sali minerali sono presenti negli alimenti, spesso però non arrivano nelle cellule, dove sono effettivamente necessari. I Sali Dr. Schüssler sono in grado di armonizzare e regolare i processi chimici nelle cellule. Essi sono preparati in modo tale da essere facilmente disponibili per tutte le cellule del corpo.

41 Il Dr. Schüssler ha basato la sua terapia su un totale di 12 sali minerali, che ha definito sostanze funzionali, perché svolgono funzioni essenziali nel nostro organismo e sono in grado di agire come rimedio per una moltitudine di disturbi funzionali. Gli effetti terapeutici attribuiti ai Sali Dr. Schüssler sono molteplici. Essi contribuiscono a riorganizzare o curare uno squilibrio minerale nelle rispettive cellule. Incoraggiano le capacità di autoguarigione del corpo in modo sicuro e gentile senza visibili effetti collaterali. La scoperta e la diffusione della terapia dei sali minerali ha più di 130 anni. UN COMBUSTIBILE PER LE CELLULE Il dottor Wilhelm Heinrich Schuessler era alla ricerca di una cura semplice per l auto-trattamento. La sua tesi: Le Malattie sono causate da un disturbo nel metabolismo minerale, che può essere compensatamente mirato. La terapia del Dr. Schuessler del sale minerale è ingannevolmente semplice: Bastano dodici sali medicinali in grado di alleviare una varietà di disturbi di tutti i giorni. L idea:i sali minerali nelle cellule regolano la fornitura di sali minerali e quindi portano l equilibrio minerale disturbato in equilibrio. Non un solo i sintomi della malattia sono trattati, ma stimolano il corpo per aiutare se stesso. LA TERAPIA BIOCHIMICA del Dr. Schüssler

42 La terapia biochimica è un modo di sostenere le funzioni del corpo umano con i sali minerali che sono indispensabili per i processi metabolici all interno delle cellule. Molti integratori salini sono disponibili sul mercato. Nella maggior parte dei casi si tratta di integrazione di sali minerali che fornisce al corpo gli elementi di cui è carente. In contrasto con la pratica comune che utilizza integratori salini, la terapia biochimica utilizza i Sali Dr. Schüssler. I Sali Dr. Schüssler stimolano il corpo umano a migliorare l assorbimento dei minerali mancanti direttamente dal cibo ingerito, distribuendoli in modo equilibrato all interno dei tessuti del corpo. Si tratta di sali chimicamente puri, identici ai minerali delle cellule del corpo umano, e quindi fisiologicamente e chimicamente in stretta relazione con esse. ORIGINE DELLA TERAPIA La terapia biochimica si avvale dei 12 Sali fondamentali del Dr. Schüssler, tutti scoperti dal Dr. Wilhelm Heinrich Schüssler ( ), medico tedesco. Schüssler aveva teorizzato che questi sali minerali svolgono un ruolo di vitale importanza nel regolare funzionamento delle cellule del corpo. Aveva tratto inoltre, la conclusione che le carenze di un qualsiasi sale minerale nei tessuti avrebbe causato disfunzioni e malattie. Di conseguenza, il trattamento degli squilibri minerali nel corpo tramite i sali costituisce un fattore essenziale per ripristinare uno stato di salute. Il segreto delle cellule sane Un equilibrio minerale in bilico Il nostro corpo è costituito da 60 trilioni di cellule. Elementi microscopici dei nostri organi, nervi, muscoli, pelle e mucose, vene, sangue e cervello. Si esegue ogni giorno milioni di funzioni di sostegno vitale. Se tutto va bene, ci sentiamo in buona salute. Combustibile per le cellule Tutte le cellule necessitano di sostanze nutritive che vengono ingerite e convertiti in

43 energia., ma non sempre, l organismo e in grado di valutare in modo ottimale il cibo e nutrire le cellule. Questo può portare ad una cattiva distribuzione di sali minerali nel corpo. Come risultato, non si riesce a bilanciare il minerale fuori equilibrio, e diventiamo sensibili alla malattia. Una piccola spinta mobilita le forze di autoguarigione del corpo Il trucco della sauna lo sanno tutti:. Sudare molto per mezzo del calore, poi sciacquare con acqua fredda Questo mette al corpo uno shock, i vasi sanguigni si dilatano, il ciclo si sta facendo strada. Un effetto molto simile succede con i sali di Schuessler : Secondo la dottrina Dr. Schuessler ( ) si da alle cellule una spinta che possono anche compensare il loro equilibrio minerale. Attraverso l apporto ottimale di nutrienti il metabolismo riprende di nuovo. Ciò non solo protegge contro i disturbi fisici, ma potremo anche affrontare meglio lo

44 stress e aiutare il sistema nervoso. Il principio dell omeopatia aiutare delicatamente senza effetti collaterali Anche se il Dr. Schuessler ha detto: Il mio processo di guarigione non è un omeopatico, si girò nella produzione dei suoi sali con un importante principio omeopatico - il potenziamento. Proprio come tutti gli altri medicinali omeopatici al Dott. sali di Schuessler solo una piccola parte del farmaco è incluso, che può fare una grande differenza: Il sale del Dr. Schüssler lavora delicatamente sull equilibrio minerale delle cellule e favorisce in tal modo la capacità di autoguarigione del corpo. Questo è anche il motivo per cui molte persone sono entusiaste dei sali di Schüssler: Senza dubbi possono essere utilizzati anche dai bambini, donne incinte o persone anziane (dopo aver consultato il medico). LA TERAPIA DEL SALE MINERALE

45 Scopriamo i dodici SALI tuttofare per la tua salute La salute non è semplicemente l assenza di dolore e malattia, include anche tutto il nostro benessere fisico e mentale. Buon umore, bella pelle, capelli lucidi tutto ciò che va con essa. E tutto questo è legato, è determinato da un sottile gioco di metabolismo nelle cellule del corpo. Rafforzare il potere di cellulare! Se questa armonia viene a mancare,siamo esitanti, la resistenza improvvisamente ci viene a mancare, noi non arriviamo a riposare durante la notte, siamo irritabili e stanchi. I sali minerali secondo il Dr. Schuessler agiscono direttamente sull equilibrio minerale delle cellule, regolano la fornitura di sostanze nutritive alle cellule e quindi stimolare le forze di autoguarigione. Molte difficolta di tutti i giorni possono essere alleviate o addirittura non si verificano affatto.. Sani da dentro per sentirsi belli fuori. Un bilancio cellulare in equilibrio significa salute, vitalità e bellezza. Scopri i sali minerali secondo il Dr. Schuessler per una vita sana. Secondo il Dr. Schuessler ( ), molte malattie sono causate da una perturbazione dell equilibrio minerale nel corpo. I Sali delle cellule regolano l equilibrio minerale delle cellule e di riportarlo un equilibrio naturale e aiutano nel trattamento di numerosi disturbi. Molte persone li usano, ma anche come prevenzione o cura. i SALI del Dr. Schuessler (una marca di sali e la DHU) è disponibile come compresse, pomate e lozioni.

46 Belli da fuori la salute, si può sentire e vedere dagli altri. La vera bellezza viene da dentro. Chi si sente bene, sembra buono. È il metabolismo nelle nostre cellule, irradia tutta la nostra personalità. Una bella pelle non è una questione di età o di cosmetici costosi. E uno specchio del nostro benessere. Dall esterno, i sali,gli unguenti e lozioni del Dr. Schuessler possono sostenere la salute e il benessere. I minerali sviluppano nelle cellule e negli strati della pelle i suoi effetti benefici. Stimolano la circolazione del sangue, regolano il contenuto di umidità della pelle, rafforzano il tessuto connettivo e possono essere utilizzati in numerosi disturbi. Suddivisione dei Sali. Sulfurici (depurazione abbreviazione convalescenze) Fosforici (per energizzare), Fluorici (per migliorare il ricambio), Muriatici (stimolazione funzionalità digestiva). A questi va aggiunta la Silicea (infezioni e distrofismo). Indicazioni per i 12 Sali. Sale n 1 : CALCIUM FLUORATUM D12 (fluoruro di calcio) Varici, ulcere varicose, periostiti, osteomieliti, lombaggini, nevralgie, prolasso uterino, infiammazioni muscolari, ipercheratosi, carie dentaria. Malattie croniche.

47 Sale N 2 : CALCIUM PHOSPHORICUM D6 (fosfato acido di calcio) Ossificazione disturbata: rachitismo, carie dentaria (durante la gravidanza) crescita ritardata. Anemia, leucorrea, diarrea, seborrea ed eczema. Sale n 3 : FERRUM PHOSPHORICUM D12 (fosfato di ferro) Emorragia, anemia. Mal di testa. Leucorrea. Angina. Infiammazione con febbre e congestione della testa come otite media acuta, broncopolmonite. Reumatismi muscolari e articolari. Gastroenterite. Sale n 4. KALIUM CLORATUM D6 (cloruro di potassio) Gastroenterite con lingua biansastra, vomito, diarrea. Emorroidi e stitichezza. Gonfiamento delle ghiandole linfatiche. Polmonite, asma. Cistite cronica, leucorrea, menorragia. Ulcera della cornea, Congiuntivite. Foruncoli. Sintomi migliorati dal calore, aggravati dai grassi, dalle spezie, dal freddo e dal movimento.

48 Sale n 5 : KALIUM PHOSPHORICUM D6 (fosfato di potassio) Affaticamento mentale, nevrastenia, esaurimento (specialmente dopo infezioni). Depressione, insonnia. Affaticamento muscolare con dolori dorsali Sale n 6 : KALIUM SULFURICUM D6 (solfato di potassio) Infezioni accompagnate da secrezioni gialle mucose, bronchiti, laringiti, faringiti, sinusiti. Otiti medie croniche, congiuntivite della palpebra. Sale n 7 : MAGNESIUM PHOSPHORICUM D6 (fosfato acido di magnesio) Spasmi dolorosi dei muscoli lisci degli organi cavi: stomaco, intestino, vescica.

49 Sale n 8 : NATRIUM CLORATUM D6 (cloruro di sodio sale da cucina sotto forma molecolare) Ghiandole. Rinite cronica, bronchite, enterite cronica, stitichezza cronica. Eczema, seborrea. Ipermenorrea. Sale n 9 : NATRUM PHOSPHORICUM D6 (fosfato di sodio) Iperacidità, bruciori, gastroenterite cronica. Calcoli urinari, cistite, enuresi notturna. Artrite, gotta. Sale n 10 : NATRUM SULFURICUM D6 (solfato di sodio, sale di Glauber) Edema, deposito di acido urico nei tessuti. Epatopatia, pancreatite, ittero. Gastroduodenite, diarrea. Sale n 11 : SILICEA D12 (acido di silicio, sabbia quarzifera) Rachitismo, ritardo nella crescita, aiuta a fissare il calcio nelle ossa.

50 Sale n 12 : CALCIUM SULFURICUM D6 ( solfato di calcio, gesso) Lesioni suppurative croniche: sinusite, bronchite, amigdalite. Lesioni suppurative: della pelle: foruncoli, ascessi, cheratite. Delle membrane mucose: fistola anale, sinusite, bronchite. Dell osso: osteomielite. Simpatia tra cellule e Sali. Per le cellule: del cervello e dei nervi: Kali. Phos. Mag. Phos. Nat. Phos. Ferr. Phos. dei muscoli: Kali. Phos. Mag. Phos. Nat. Phos. Ferr. Phos. Kali. Clor. del tessuto connettivo e di ricoprimento dei tessuti a cui danno forza: Silicea. dei tessuti elastici (cartilagini e muscoli): Calc. Fluor. delle mucose che rivestono gli organi interni: Nat. Clor delle ossa: Calc. Fluor. Calc. Phos. Mag. Phos. della pelle: Kali. Sulph. Silicea. dei capelli: Kali. Sulph. Silicea Ferrum. Phos. di tutto l organismo: Ferrum. Phos. La Diluizione Omeopatica. Per realizzare la diluzione omeopatica alla sesta decimale (6X) si inizia con una parte in peso del prodotto originale e si tritura a lungo con nove parti in peso di una sostanza neutra: il risultato di questa triturazione è la prima diluizione decimale o 1X.

51 Si prende quindi una parte di peso di questa prima decimale è la si tritura a lungo con nove parti in peso della sostanza neutra usata in precendenza: viene così ottenuta la seconda diluizione decimale, o 2X. Si procede nello stesso modo per passare dalla seconda alla terza decimale (3X) e così di seguito fino alla sesta decimale. Con la stessa procedura vengono anche realizzate le diluizioni centesimali, tranne che si tritura ogni volta una parte, in peso, della sostanza da diluire con 99 parti di sostanza neutra. Va comunque ricordato che la virtù di un prodotto omeopatico non viene data dalla sua diluizione bensì dalla dinamizzazione, ovvero dal numero di volte che è stata agitata (succussioni), tra una diluizione e l altra. Solitamente, come materiale neutro solido, si usa lo zucchero di latte. Nei preparati liquidi vengono invece utilizzati acqua o alcool. Come si assumono Normalmente viene utilizzata la diluizione D6, esisistono anche le diluizioni D3 e D12. Questi Sali non devono essere deglutiti, ma lasciati sciogliere lentamente

52 in bocca,sotto la lingua, dove dovranno essere tenuti almeno un paio di minuti. Nelle malattie croniche, se ne assume una compressa da 1 a 3 volte al giorno. Nei casi acuti, le compresse si assumono ogni 1-2 ore, ma in certi casi anche ogni 5 minuti. Ovviamente, a seconda della patologia, si possono scegliere diluizioni e dosaggi diversi, che vanno cambiate nel tempo basandosi sui miglioramenti o peggioramenti. Se sono necessari più rimedi si possono alternare lungo a la giornata. EQUISETO le sue proprieta :11:13 Gildor Equiseto (Coda cavallina): nome Equisetum arvense - Equisetacee Equiseto: proprietà I principi attivi presenti nell equiseto sono: silice (il 10% passa come acido silicico nelle tisane), calcio, magnesio, potassio, saponina (equisetonina), glucosidi flavonici, piccole quantità di alcaloidi e tannini. Per la presenza di questi sali minerali, in una forma molecolare altamente disponibile per il nostro organismo, l equiseto contribuisce al metabolismo dell osso e favorisce la remineralizzazione del sistema osteo-articolare e dei tessuti duri come unghie e capelli. La sua assunzione è quindi indicata in caso di fragilità delle unghie, perdita dei capelli, alopecia, osteoporosi, accrescimento scheletrico degli adolescenti, postumi di fratture, artrosi (grazie all azione che esercita sia sulla cartilagine articolare, sia sul tessuto osseo) e le tendiniti (migliora l elasticità dei tendini).

53 L equiseto, o coda cavallina, è inoltre diuretico per cui è consigliato nel trattamento dell eliminazione di scorie metaboliche. Inoltre è capilloprotettore per la sua azione astringente sui vasi sanguigni, utile contro la fragilità capillare. La proprietà cicatrizzante lo rende un ottimo riparatore tissutale e quindi è impiegato in campo cosmetico nella preparazione di prodotti contro smagliature, rughe e cellulite..il silicio contenuto nell equiseto contribuisce con calcio, magnesio ed altre sostanze al metabolismo dell osso e favorisce l accrescimento osseo.

54 Le principali azioni riconosciute all equiseto sono: - remineralizzante - detossicante - coagulante - diuretica Remineralizzante: durante processo di calcificazione delle ossa, tra le varie sostanze chiamate in gioco, é indispensabile la presenza del silicio di cui l equiseto é naturalmente ricco. Si è notato che la demineralizzazione ossea è legata proporzionalmente alla caduta del tasso di silicio. Il silicio si localizza nell osteoblasto, una cellula in grado di stimolare la costruzione dell osso, e in questo modo favorisce il deposito del calcio nei siti attivi di calcificazione. Detossicante: grazie alla presenza di silicio, l equiseto è utile per eliminare le scorie metaboliche. Coagulante: grazie all alto contenuto di calcio presente. Diuretico: la sua azione é notevole ed è dovuta alla complessa composizione ricca di sali di potassio, ai glucosidi flavonoidici e alle saponine. È inoltre una pianta usata in erboristeria dai tempi più antichi proprio per la sua ricchezza di sali minerali. Queste sue proprietà si sono dimostrate utili e preziose anche in campo cosmetico: in particolare l equiseto viene utilizzato nella preparazione di prodotti cosmetici indicati per il trattamento delle smagliature, della cellulite, della pelle a buccia d arancia e per rassodare i punti critici.. Odiato dagli agricoltori perché infestante e difficile da estirpare, l equiseto è invece apprezzato dalla medicina popolare e trova un certo spazio anche tra gli scaffali

55 delle moderne erboristerie. I fusti sterili, ed in particolare i ramoscelli verdi, raccolti a luglio e fatti essiccare all aria aperta, ne costituiscono la droga. Essi contengono: sali minerali (18-20%, abbondante il potassio) saponine (circa 8%) silice* (5-6% della pianta secca, da qui l utilizzo dell equiseto come abrasivo nella lucidatura delle pentole di rame) acidi organici (vitamina C, acido cinnamico, dicaffeicotartarico, ossalico ed altri) flavonoidi (in particolar modo l isoquercetina) tracce di alcaloidi (equispermina e laustrina)..(*) Anche se l importanza biologica del silicio è ancora incerta (alcuni lo considerano un nutriente essenziale), sembra importante per la salute del tessuto connettivo e dell osso, dove si ritrova in maggiori quantità (nel corpo umano si concentra a livello di arterie, trachea, tendini, ossa e pelle). Da qui deriverebbero alcune delle virtù fitoterapiche ascritte a questa pianta..i principi attivi presenti nell equiseto sono: silice (il 10% passa come acido silicico nelle tisane), potassio, saponina (equisetonina), glucosidi flavonici, piccole quantità di alcaloidi, tannino. L equiseto ha proprietà: diuretiche, depurative, antiemorragiche, antinfiammatorie, cicatrizzanti e rimineralizzanti. La presenza di silice e potassio lo rende un ottimo rimineralizzante, utile, negli stati di stanchezza, a sportivi e non. Grazie agli effetti diuretici, l equiseto, viene impiegato anche per stimolare le funzioni renali. Risulta molto attivo, inoltre, per: la fragilità delle unghie, la perdita dei capelli,l osteoporosi, l accrescimento scheletrico degli adolescenti, la guarigione delle fratture, l artrosi (grazie all azione che esercita sia sulla cartilagine articolare, sia sul tessuto osseo) e le tendiniti (migliora l elasticità dei tendini). Riassumendo possiamo affermare che l equiseto è importante per lo sportivo, sia per l azione rimineralizzante, sia per gli effetti antinfiammatori su articolazioni e tendini.. In campo fitoterapico, l equiseto trova un certo spazio come blando diuretico e depurativo. Sottoforma di decotto - preparato facendo bollire per trenta minuti 50 grammi di equiseto fresco (20 se essiccato) insieme a mezzo litro d acqua in un recipiente scoperto è

56 indicato in presenza di edema postraumatico (gonfiore dopo una botta), stati infiammatori ed infezioni delle vie urinarie inferiori (cistiti, uretriti, prostatiti), per il trattamento della renella (facilita l espulsione dei calcoli renali piccoli, di consistenza sabbiosa) e per sgonfiare gambe e caviglie pesanti. Per lo stesso motivo, il decotto da assumersi, previa filtrazione ed eventuale addolcimento, in misura di 2-3 tazze al giorno - viene proposto come coadiuvante nelle diete e nelle terapie dimagranti; il suo effetto drenante può risultare utile in presenza di gotta e ritenzione idrica. In alternativa al decotto, sono reperibili in commercio anche degli estratti essiccati sottoforma di opercoli, da assumersi in dosi di 6 grammi/die circa, accompagnate a molta acqua (per stimolare la diuresi). Per la sua ricchezza in sali minerali, l equiseto è un valido remineralizzante, utile per rinforzare ossa, unghie e capelli. Per questo motivo, la medicina popolare ne consiglia l impiego in presenza di osteoporosi, nei postumi di fratture ossee, e in caso di unghie e capelli fragili. All equiseto vengono riconosciute proprietà cicatrizzanti, utili per favorire la guarigione delle ferite, come le piaghe o le fastidiose ulcere cutanee. In questo caso, però, è indicato l uso esterno, sottoforma di impacchi o lavaggi col decotto. Risciacqui orali sono invece utili in presenza di afte della bocca ed i gargarismi aiutano chi soffre di mal di gola. Le proprietà abrasive dell equiseto sono sfruttate in alcuni cosmetici adatti al peeling

57 (procedimento dermatologico con cui si asportano le cellule dello strato più superficiale dell epidermide, con lo scopo di aumentare l elasticità della pelle ed allontanare piccole cicatrici). La pianta è assai utilizzata anche nella prevenzione di rughe ed invecchiamento cutaneo. Ricordiamo, infine, le proprietà emostatiche dell equiseto che, con il sostegno della tradizione popolare, lo rendono utile in presenza di emorroidi (sempre per uso interno) ed epistassi (per inalazione del decotto dalle narici). Effetti collaterali: non si registrano limitazioni d uso; consultare il parere medico prima di assumere equiseto in associazione a diuretici di sintesi. un frutto DELLA SALUTE di cui non dovremmo fare a meno :10:20 ROSSANA. Il futuro delle cure per la nostra salute non lo troveremo di certo nell armadietto dei medicinali ma bensì nelle nostre cucine, nei nostro orti e negli alberi da frutto. E stato dimostrato come il melograno possa prevenire i problemi legati alle malattie cardiovascolari. Quanti di voi conoscono il melograno? una pianta della famiglia delle Punicaceae che, secondo studi recenti, pubblicati sulla rivista Atherosclerosis, può prevenire i problemi legati alle malattie cardiovascolari. Uno studio conferma che l estratto di melograno,puo impedire e invertire la patologia primaria associata a mortalita cardiaca,l ispessimento progressivo delle arterie coronarie,causate da accumuli di grasso

58 I ricercatori hanno anche scoperto che il trattamento con estratto di melograno,ha portato ai seguenti effetti benefici : Ridotti livelli di stress ossidativo Accumulo di lipidi ridotta nel muscolo cardiaco Ridotta infiltrazione di macrofagi nel muscolo cardiaco Ridotti livelli di proteina chemiotattica dei monociti-1 e la fibrosi del miocardio Ridotto allargamento cardiaco Riduzione alterazioni elettrocardiografiche Precedentemente erano stati effettuati altri studi, come nel 2004, quando la rivista Clinical Nutrition ha pubblicato i risultati di uno studio clinico di tre anni in una popolazione israeliana. I risultati? il consumo quotidiano di succo di melograno ha invertito la stenosi dell arteria carotide fino al 29% entro 1 anno. E importante che anche la scienza stia arrivando a conclusioni di questo tipo, in effetti se ci pensiamo problemi di questo tipo in età a di frutta e verdura non risultano e questo dipende anche dall alimentazione che esisteva. I benefici del melograno nella malattia cardiovascolare sono molto ampi, come dimostrano le seguenti proprietà sperimentalmente confermate: Anti-infiammatorio : Come molte malattie croniche degenerative, l infiammazione svolge un ruolo significativo nella patogenesi della malattia cardiovascolare. Il melograno è ricco di proprietà antinfiammatorie Abbassamento della pressione arteriosa : il succo di melograno ha naturale proprietà di inibizione di conversione dell enzima angiotensina,ormone peptidico che stimola la vasocostrizione aumentando la pressione arteriosa. Infine, l estratto di melograno è ricco di punicalagin che è stato trovato efficace per ridurre il effetti negativi di stress sui perturbati segmenti arteriosi esposti al flusso disturbato. Anti-infettivi : accumulo nelle arterie spesso coinvolge l infezione virale e batterica secondaria, compresa l epatite C e la Chlamydia pneumoniae. Il melograno dispone di un ampia gamma di proprietàanti-batteriche e proprieta antivirali Antiossidante : Uno dei modi in cui i lipidi nel sangue promuovono la malattia cardiaca (aterogenica) è attraverso l ossidazione. LDL, per esempio, può essere tecnicamente elevato ma inoffensivo fintanto che non è facilmente ossidato. Il melograno è stato trovato utile per ridurre lo stress ossidativo nel sangue, misurato dai livelli sierici paraoxonase. Uno studio sui topi, dimostra che questa diminuzione dello stress ossidativo è associato con riduzione del 44% delle dimensioni delle lesioni aterosclerotiche.

59 Sorprendentemente, i ricercatori hanno anche scoperto che il trattamento con estratto di melograno ha portato ai seguenti effetti benefici: Ridotti livelli di stress ossidativo Ridotto monocytie chemiotattica proteina-1, un messaggero chimico (chemochine) associato a processi infiammatori all interno delle arterie. Accumulo di lipidi ridotto nel muscolo cardiaco Ridotta infiltrazione di macrofagi nel muscolo cardiaco Ridotti livelli di proteina chemiotattica dei monociti-1 e la fibrosi del miocardio Ridotto allargamento cardiaco Riduzione alterazioni elettrocardiografiche Questo frutto ha proprietà vermifughe: è utilissimo, infatti, contro il problema del verme solitaro un fastidio piuttosto acuto nell uomo. Il melograno, però, contiene anche degli acidi, come l acido ellagico (o tannino), che permette dicontrastare l insorgenza della diarrea.secondo studi recentemente condotti, sembrerebbe che il succo che se ne deriva sarebbe in grado di alleviare i disturbi legati alla menopausa, come l osteoporosi, l artrite e la depressione.oltre ad essere efficare contro l insorgenza dei tumori, il melograno riesce ad erigere una barriera protettiva contro l Alzheimer attaccando le proteine nocive. L apporto calorico? Davvero minimo: per ogni 100 grammi frutto si acquisiscono solamente 63 calorie. La mancanza di un alimentazione più ricca di frutta e verdura a favore di altri cibi più elaborati crea delle carenze nel nostro organismo, infatti il premio Nobel Linus Pauling sosteneva che la carenza di vitamina C è una causa fondamentale della malattia cardiovascolare. naturalmente ricordate che non devono essere assolutamente OGM Un rimedio NATURALE contro l emicrania :10:19 ROSSANA. La cefalea, chiamata anche comunemente mal di testa, nelle sue varie manifestazioni è uno dei disturbi più frequenti. Anche se in maniera occasionale, ognuno di noi ne ha già fatto esperienza, almeno una volta nella vita.le donne sembra ne siano maggiormente colpite 3 volte in

60 piu rispetto agli uomini e questa si presenta piu spesso intorno ai anni.emicrania :un alterazione del flusso sanguigno,altri fattori determinanti sono la scarsa funzionalita del fegato,intossicazione eccessiva dell intestino e del corpo in generae (tossiemia )accumulo dimetalli pesanti, acidosi (ph fisiologico del corpo troppo basso). la medicina cerca di porre un rimedio a questo disturbo sempre piu frequente somministrando delle medicine.la differenza tra emicrania e mal di testa risiede nel fatto che l emicrania copisce un lato del capo,mentre il mal di testa si manifesta su tutta la testa.nella letteratura medica la cefaea viene suddivisa nel modo seguente Mal di testa da tensione o cefalea muscolo-tensiva questa e la piu comune e riguarda circa il 70% delle cefalee.il restante 30% si divide in: Emicrania comune (senza aura ),circa 85% dei casi di emicrania.e caratterizzata da nausea con vomito o senza vomito.l attacco puo essere violentoe pulsante,oppure sordo e continuo come un peso di molti kili sulla testa,il dolore risulta accentuato da movimenti,tosse,starnuti,sforzi,esposizione alla luce.la persona sofferente di solito preferisce stare sdraiata,al buio e lontana dai rumori.la durata degli episodi varia da qualche ora fino a 3 giorni,non si manifesta in genere con segni premonitori e si presenta su un lato del cranio,per irradiarsi poi velocemente al resto della testa.

61 Emicrania classica (con aura ) circa 14% dei casi di emicrania.si differenzia dall emicrania comune per alcuni disturbi premonitori come :ipersensibilita alla luce,al rumore.oscuramento del campo visivo,percezione di linee scintilanti o mosche volanti.la durata degli attacchi varia dalle 4 alle 24 ore Cefalea a grapolo..o cluster (nevralgia emicrania)circa 1% dei casi di cefalea.e caratterizzata da estrema intensita,e molto invalidante,si presenta improvvisamente,solitamente localizzata intorno ad un occhio o alla tempia,dura in genere pochi minuti e nelle 24 ore puo insorgere anche 10 o piu volte.per questo motivo viene definita cefalea a grappolo e colpisce in maggior misura il sesso maschile,il dolore della cefalea a grapolo puo essere cosi intenso,che la persona colpita vorrebbe battere la testa contro il muro. Poichè anche la natura ha un suo rimedio,il consiglio nostro e lo zenzero. Lo zenzero ha proprietà anti-infiammatorie e analgesiche è un ottimo rimedio fatto in casa per prevenire gli attacchi di emicrania. Ora vi spiego brevemente come preparare un ottimo tè allo zenzero. INGREDIENTI 50 grammi di zenzero fresco grattuggiato e 1 litro d acqua Preparazione: Mettete in un pentolino lo zenzero grattuggiato con l acqua.mettetelo sul gas e quando comincia a bollire,tenerlo sul fuoco per 15 minuti.dopodiche basta spegnere il gas,travasare la bevanda e aspettare che si raffreddi prima di berlo se volete dargli un sapore diverso potete aggiungere

62 un po di sciroppo d agave questo composto potete berlo sia tiepido che freddo Per una colazione sana :10:31 ROSSANA. E MEGLIO UNA COLAZIONE DOLCE O SALATA? Intanto e bene dire che una colazione ricca di zuccheri e di carboidrati raffinati aiuta a far salire i valori della glicemia quindi a sentirne il bisogno anche durante la giornata la cosa migliore per una colazione sana e sicuramente indirizzarci verso alimenti naturali e ricchi di proteine come frutta secca yogurt uovo sodo latte vegetale ecc Questi raffigurati nell immagine sotto sono gli alimenti vegetali piu proteici Il Professor Andrea Ghiselli Dirigente di ricerca dell Istituto nazionale di ricerca per gli alimenti e la nutrizione (Inran).spiega che una colazione ideale per cominciare bene la giornata e quella del tipo meditteraneo basata su yogurt con biscotti o con del pane integrale e marmellata,o anche da cereali integrali e un frutto inoltre consiglia saltuariamente uova e formaggio.una colazione sana e composta anche da fiocchi d avena,frutta e semi e latte consigliati sopratutto d inverno.preferendo sempre alimenti integrali e grassi sani. Le fantastiche proprietà del LIMONE :09:33 Gildor l limone fa parte della famiglia delle Rutacee, cui appartengono anche arance, mandarini, bergamotti, cedri, pompelmi.le varietà principali di limoni sono: Il Femminello, tipico della Sicilia, dal frutto di forma oblunga, la polpa succosa e molti semi. Esiste però anche il Femminello apireno, molto pregiato, poiché è quasi privo di semi; dai Femminelli Santa Teresa provengono i migliori verdelli; Il Monachello, resiste poco alla conservazione ed è utilizzato,

63 principalmente, per la produzione di verdelli; L Interdonato, dal frutto grosso, ma poco succoso, utilizzato per la produzione del primofiore. I limoni giungono a maturazione in tre diversi periodi dell anno, la prima fruttificazione, chiamata invernale o primofiore, giunge a maturazione in Ottobre; la seconda fruttificazione avviene a Marzo (i limoni di questo tipo conosciuti anche come bianchetti sono di minor pregio commerciale); nel corso della terza fruttificazione, tra Giugno e Luglio, maturano i limoni verdelli, così chiamati per il colore della buccia, che è particolarmente compatta e aderente alla polpa. Il limone è ricco di oli essenziali, il principale dei quali è il limonene, concentrato prevalentemente nella scorza. Gli oli essenziali del limone hanno un elevato potere antibiotico e disinfettante. Applicati sulla pelle, svolgono anche un azione revulsiva (richiama il sangue in superficie) e per tale motivo risultano utili in caso di reumatismi, inoltre, sono cicatrizzanti. Il limone (assieme al pomodoro) è il vegetale con il più alto contenuto di acido citrico, una sostanza essenziale per il ricambio energetico delle cellule. Contiene inoltre citrati di sodio e di potassio, che hanno un notevole potere depurativo.dal limone lo scienziato ungherese Albert Szent-Gyorgy riuscì per primo a isolare la vitamina C, di cui il frutto è particolarmente ricco. Anche in questo caso, come spesso accade, non è tanto la presenza di questo o di quell elemento a essere efficace, quanto piuttosto l armonico contributo di diverse sostanze che interagiscono tra loro (è proprio grazie alla relazione con altre sostanze che la vitamina C contenuta nel limone cura lo scorbuto: la stessa vitamina, ottenuta in laboratorio, risulta inefficace). Discreto è l apporto di vitamine del gruppo B e della vitamina P. Nella scorza si trova un altissima quantità di flavonoidi. Riduce i livelli di colesterolo e contrasta l arteriosclerosi: grazie all azione fluidificante dei citrati di sodio e di potassio, il sangue circola più liberamente nelle arterie e passa facilmente attraverso le pareti dei capillari, apportando alle cellule una maggiore quantità di sostanze nutritive. Se bevuto abitualmente e in quantità significative, il succo di limone aumenta i livelli di colesterolo HDL, il cosiddetto colesterolo buono e abbassa il livello di colesterolo LDL, quello cattivo. Riduce inoltre i livelli di omocisteina messa in relazione con alti rischi d infarto. Combatte reumatismi,artrite e gotta : il limone contiene oligoelementi che sciolgono i cristalli di acido urico. L acido citrico, inoltre, ha un effetto depurativo. Allevia i sintomi di mal di gola, raffreddore e influenza: per le loro proprietà antivirali e antibatteriche gli oli essenziali del limone sono efficaci nel contrastare le malattie infettive. Per stroncare un raffreddore sul nascere, ai primi sintomi, quando la gola inizia a pizzicare, si consiglia di mangiare un limone intero, buccia e semi compresi (di produzione biologica); in caso di mal di gola, si consiglia di fare gargarismi con il succo di limone. Se il naso è otturato, instillate alcune gocce di succo di limone direttamente nel naso. Aiuta a digerire i grassi: il limone si è dimostrato utile a chi ha tendenza a formare calcoli alla cistifellea. Uno dei sintomi più frequenti è la difficoltà a digerire i grassi, dovuta alla presenza di piccoli calcoli. A digiuno o lontano dai pasti, bevete il succo di almeno tre limoni nell arco della giornata. Cura le affezioni della pelle: per le sue proprietà antivirali e antisettiche, il succo di limone favorisce la guarigione in caso di verruche, foruncoli, vescicole, afte, pustole, ferite e piaghe. Si consiglia di mettere sulla zona interessata qualche goccia di limone, due o tre volte il giorno.

64 Disinfetta : in caso di punture d insetti (zanzare, pulci o altro) strofinate sulla zona interessata una fettina di limone. Nello svezzamento: come tutti gli agrumi, il limone può essere introdotto nell alimentazione del bambino all ottavo mese. Una o due gocce di questo frutto possono però essere offerte anche nei mesi precedenti, in caso di singhiozzo. Si fa tuttavia eccezione a tali indicazioni se in famiglia vi sono predisposizioni alle allergie: in questi casi per offrire gli agrumi è bene aspettare dopo l anno, anche qualora il bambino abbia il singhiozzo e comunque, sentire prima il proprio pediatra. Grazie alle sue mucillagini, il succo di limone ammorbidisce la pelle e la nutre con gli oligoelementi di cui è ricco. Inoltre, grazie al suo contenuto di vitamina C, di acidi citrico e malico, la tonifica, riduce la secrezione di sebo e mantiene la giusta acidità. 1. Tonico per pelli grasse: massaggiate il viso due volte il giorno (la mattina e la sera), con un batuffolo di ovatta imbevuto di succo di limone (avendo l accortezza di evitare gli occhi). Lasciate seccare e poi ripetete l operazione. Alla fine lavate il viso con acqua fredda. 2. Maschera per pelli grasse: sbattete un tuorlo d uovo con due cucchiai di miele liquido, aggiungete due cucchiai di olio extra vergine d oliva, amalgamate bene aggiungendo se necessario altro olio e infine due/tre cucchiai di succo di limone. Ungete il viso con questa crema e lasciatela seccare. Poi, lavatevi con acqua tiepida. 3. Per ottenere denti bianchi: ogni giorno per una settimana affondate i denti in un grosso spicchio di limone (completo di buccia), assicurandovi che penetrino nella polpa e nella parte bianca, quindi passate lo spicchio avanti e indietro per tutta la dentatura. 4. Per rafforzare le unghie fragili: spremete il succo di due/tre limoni in 50 ml di olio di avocado (si trova in erboristeria), miscelate bene e ogni sera ungete le unghie con questo miscuglio. Per evitare, di macchiare la biancheria, indossate guanti di cotone bianco. Il limone deve avere buccia soda, sottile, liscia, senza macchie e di colore brillante. Per verificare che sia fresco controllate che la rosetta a cui è attaccato il picciolo sia di colore verde. Una buccia rugosa e spessa, macchie verdi, deformità, ammaccature e cicatrici, dovute a grandine o ad attacchi di parassiti, sono da considerarsi difetti. Utilizzate limoni maturi, più ricchi di aroma.al momento dell acquisto accertatevi che i frutti non siano trattati in superficie con una sostanza che impedisce lo sviluppo delle muffe, detta difenile o bifenile. Nel corso di esperimenti di laboratorio condotti su animali, il difenile non si è dimostrato nocivo, ma altera il sapore del frutto. Qualora vogliate utilizzare la scorza, soprattutto se a scopi curativi, si consiglia di acquistare limoni non trattati. Per conservare i limoni maturi la temperatura ideale è di 0 4 C, mentre i limoni verdi possono essere mantenuti a una temperatura di C. E consigliabile, quindi, tenere i limoni maturi in frigorifero, mentre i limoni verdi possono rimanere in un ambiente fresco. Attenzione: chi soffre d irritazione allo stomaco o dei postumi di un ulcera può risultare insofferente al limone. In questi casi bisogna iniziare ad assumere il limone gradualmente. Alcuni sopportano meglio il succo di mezzo limone diluito in acqua fredda, preso prima dei pasti. Altri preferiscono assumerlo dopo il pasto, disciolto in acqua calda addolcita con un po di miele. Inoltre, è del tutto priva di fondamento la credenza, piuttosto diffusa, che il limone possa togliere calcio alle ossa (rendendole fragili), al contrario, l acido citrico contenuto nel frutto favorisce l assimilazione del calcio da parte dell intestino. È buona abitudine grattugiare un po di scorza di limone sulle verdure e sulle insalate, oltre a dare sapore al piatto, la scorza è particolarmente ricca di limonene; è anche possibile sostituire il limone all aceto di vino nel condire le

65 insalate. Il limone ha un aroma meno aggressivo dell aceto, si adatta a vivande delicate come pesci, crostacei o verdure di gusto non accentuato. Il succo di limone ha la capacità di cuocere le carni, ammorbidendone le fibre e rendendole più digeribili. La scorza grattugiata del limone conferisce un aroma gradevole a dolci, gelati, paste frolle e lievitate, creme, carni e salse (grattugiarne solo la parte gialla e non quella bianca che è amara). Per evitare che i carciofi puliti anneriscano, immergeteli in acqua acidulata con succo di limone. Aggiungete una fettina di scorza di limone al caffè (secondo la tradizione popolare, aiuta la digestione di un pasto pesante ). Per eliminare l odore del cavolfiore, durante la bollitura, mettete mezzo limone nell acqua di cottura. Nella preparazione delle marmellate, durante la cottura della frutta, aggiungete succo di limone. Impedisce che le marmellate inacidiscono (nonostante il limone abbia un sapore acidulo). Antibiotici naturali: le 10 erbe con proprietà antibatteriche :09:59 giulia. Le erbe aromatiche che utilizziamo normalmente in cucina non sono soltanto dei semplici condimenti, ma dei veri e propri antibiotici naturali. La natura ci offre tutti i medicinali e i rimedi di cui abbiamo bisogno per prevenire e trattare i disturbi più comuni, a partire dal raffreddore e dal mal di gola. Le erbe aromatiche e officinali vengono impiegate in erboristeria e dalla medicina naturale sotto forma di oli essenziali, infusi, tisane e preparati curativi. Scopriamo insieme le più importanti. 1 ) R O S M A R I N O Tra le erbe aromatiche più comuni dotate di proprietà antibatteriche troviamo il rosmarino (Rosmarinus officinalis). Viene utilizzato sotto forma di infuso curativo, oltre che di condimento. Il suo olio essenziale è tra i più potenti antibiotici naturali. E adatto soprattutto per il trattamento delle malattie da raffreddamento e può essere utilizzato fresco o secco come condimento anche ogni giorno. Inoltre, secondo i più recenti studi scientifici, il rosmarino migliora la memoria. 2 T I M O Il timo (Thimus vulgaris) presenta proprietà antibatteriche e antispasmodiche. E utile nel trattamento della tosse e delle

66 infiammazioni della gola, per via della sua azione antisettica. Calma la tosse e il raffreddore. Può essere utilizzato come condimento. Il suo olio essenziale è utile per pediluvi aromatici e per i suffumigi. 3 ) L A V A N D A La lavanda (Lavandula officinalis) viene impiegata a scopo curativo soprattutto sotto forma di olio essenziale. Ha proprietà antinfiammatorie, antibatteriche e antifungine. Migliora i disturbi digestivi e agisce in modo efficace contro il mal di testa, oltre che in caso di infezioni.viene utilizzata in aromaterapia e per i massaggi. 4 ) E C H I N A C E A L echinacea è una pianta erbacea perenne nota per le proprietà antibatteriche e per la capacità di rafforzare il sistema immunitario. Il suo impiego, sotto forma di infuso, di decotto o di integratore naturale, è utile per prevenire le malattie da raffreddamento, oltre che per il loro trattamento. Le applicazioni dell echinacea includono bronchite, sinusite, infezioni respiratorie, infezioni del tratto urinario, infezioni causate da lieviti e problemi alle ghiandole linfatiche.

67 5 ) M E N T A La menta (Mentha piperita) è nota per la spiccata capacità di contrastare batteri,virus e funghi. Le sue applicazioni avvengono soprattutto sotto forma di oli essenziali, infusi e preparati erboristici. E utile contro raffreddore, punture di insetti, congestione nasale, colite, mal di stomaco, nausea e febbre. 6 ) E U C A L I P T O E tra le erbe fondamentali nella cura delle malattie respiratorie e da raffreddamento. Ha proprietà antibatteriche ed espettoranti. E utile in caso di raffreddore, febbre, sinusite, tosse, influenza e artrite. Viene utilizzato sotto forma di olio essenziale e nelle preparazioni erboristiche per la cura naturale della salute. 7 ) C A M O M I L L A La camomilla ha proprietà antibatteriche, antimicotiche e antiulcerose, che l hanno resa uno dei rimedi natural ipiu popolariper il

68 lavaggio delle ferite. E adatta per lenire le irritazioni agli occhi e gli arrossamenti, sotto forma di infuso freddo. Viene utilizzata per la preparazione di colliri e di infusi calmanti e rilassanti. Contrasta la nausea e i dolori di stomaco. L olio essenziale di camomilla è molto prezioso in caso di scottature solari. 8 ) S A L V I A La salvia (salvia officinalis) ha proprietà antibatteriche e antimicotiche. Può essere utilizzata per la preparazione di collutori per disinfettare il cavo orale e per effettuare gargarismi utili a calmare il mal di gola. L infuso di salvia aiuta la digestione. E efficace nel trattamento di gengiviti e faringiti. 9 ) C O R I A N D O L O Il coriandolo è un antibiotico naturale, una vera e propria arma verde contro i batteri più resistenti. Secondo le più recenti ricerche, l olio di coriandolo può essere utilizzato per curare infezioni e tossinfezioni alimentari. Sarebbe anche una potente arma contro lo stafilococco aureo meticillino-resistente. Le foglie di coriandolo hanno inoltre proprietà chelanti e sono utili per disintossicare l organismo dai metalli pesanti.

69 1 0 ) P R E Z Z E M O L O Il prezzemolo ha proprietà antibatteriche, antinfiammatorie e antiossidanti. E indicato in caso di disturbi renali e della vescica. Può essere assunto, in accompagnamento ad altre erbe curative, sotto forma di centrifugato o di infuso. Viene utilizzato per stimolare la diuresi e la depurazione dell organismo dalle tossine. Ribes Nero: CORTISONICO NATURALE : un rimedio contro l allergia primaverile :09:34 giulia. Nel periodo primaverile molte persone presentano sintomi riconducibili alle allergie da polline, quali rinite, dermatite, prurito al palato e agli occhi..da anni è impiegata con successo il gemmoderivato, ottenuto dalla macerazione di gemme fresche di ribes nigrum (ribes nero), da diluire in poca acqua, e da assumere lotano dai pasti. Anche alcuni medici tradizionali impiegano il ribes nero per curare le allergie con successo, ma anche comeantinfiammatorio agendo come cortison-like, cioè con azione analoga al cortisone, come si può facilmente verificare dalle numerose testimonianze di questo rimedio fitoterapico..un problema che può presentarsi con una terapia standard di farmaci antistaminici è l assuefazione, e in questi casi talvolta né l aumento del dosaggio, nè il passaggio a tipologie ad azione più forte danno luogo a miglioramenti apprezzabili durevoli nel tempo, gli effetti collaterali di stanchezza e sonnolenza tendono invece ad aumentare, il fegato si appesantisce maggiormente nella fase di detossificazione, ed ha quindi sempre meno vigore per svolgere le altre funzioni, tendendo a divenire pigro e facilitando la formazione di renella, il precursore dei calcoli biliari. Gli antistaminici di nuova generazione hanno in parte risolto questi problemi, perchè pur non inducendo stanchezza e sonnolenza sono comunque soggetti a dare assuefazione..assunto sotto forma di tintura madre, bisogna prenderne dalle 30 alle 60 gocce per volta, varie volte al giorno o al peggiorare dei disturbi. In generale ogni volta che il dottore vi prescrive il cortisone, potete

70 curare il disturbo col ribes nigrum in modo più efficace, duraturo e senza gli effetti collaterali disastrosi che il cortisone comporta..quando l organismo entra in contatto con un agente patogeno, la reazione principale di difesa che esso mette in atto è l infiammazione: Si sviluppano così una serie di processi piuttosto varia che può andare dal semplice arrossamento della parte, per richiamo di sangue in zona, con irritazione, alla formazione di un essudato e conseguente gonfiore. L aumento della vascolarizzazione può determinare sviluppo di calore: la stimolazione delle parti sensitive comporta dolore; l organo compromesso ne risulta limitato nella funzione e può andare incontro a processi degenerativi.di norma la terapia volta a risolvere il processo infiammatorio richiede l uso di cortisonici: si tratta di farmaci di sintesi analoghi di ormoni corticosteroidi che vengono in natura prodotti dalle ghiandole surrenali. Questi farmaci svolgono la loro azione terapeutica bloccando la dilatazione capilare, riducendo l edema (e quindi il gonfiore) e inibendo la sintesi delle prostglandine: si tratta di molecole che il nostro organismo produce in risposta ad un evento infiammatorio di cui determinano il decorso. Sono infatti queste a regolare l irrorazione sanguigna nella zona colpita, controllano la permeabilità dei vasi sanguigni (da cui deriva la formazione degli essudati) e di regolazione del richiamo di macrofagi e leucociti nella zona infiammata.oltre all effetto antinfiammatorio, il cortisone ha una importante azione immunosoppressiva ed antiallergica. Un meccanismo contorto e di difficile comprensione quello che conta è che, buttata giù la pillolina, il male, il gonfiore ed il fastidio scompaiono. E vissero tutti felici e contenti! Tutti almeno fintanto che gli effetti collaterali non cominciano a farsi sentire! Già, perché questi farmaci miracolosi contano numerosi effetti collaterali: iperglicemia con aumento del peso, ritenzione di sodio (e di conseguenza di liquidi), ipertensione, miopia, osteoporosi, ulcera peptica, pancreatine, arrossamento del volto ed acne sono gli effetti più frequenti. Assolutamente controindicati in caso di ulcera, ipertensione, osteoporosi, glaucoma, diabete e micosi..si può fare attenzione, nell assunzione di cortisone, a tenere sotto costante controllo il peso, la pressione, la glicemia, seguire una dieta iperproteica, ed assumere il farmaco a giorni alterni, o in somministrazione unica a stomaco pieno..oppure si può ricorrere al gemmoderivato di Ribes nigrum I principi contenuti in queste gemme avrebbero un effetto cortisone simile: per mantenere queste proprietà le gemme devono essere messe in macerazione in una miscela alla pari di acqua, alcool e glicerolo, immediatamente dopo la raccolta, in maniera che i principi non si ossidino e subiscano degradazioni enzimatiche. In pratica la sua azione si esercita a livello della corteccia surrenalica, di cui viene a stimolare la secrezione naturale di ormoni antinfiammatori, facendo aumentare il tasso di corticosteroidi prodotti. Il gemmoderivato di Ribes nigrum ha una potente azione antiallergica, qualunque sia il suo aspetto clinico (riniti, bronchiti, asma, gastriti, emicranie, orticarie, reumatismi allergici. Inoltre è particolarmente indicato per tutti quegli stati infiammatori dove la velocità di eritrosedimentazione è accelerata.. E importante ricordare come il ribes nero essendo un rimedio fitoterapico naturale, ha un azione più lenta dei farmaci, per cui occorre iniziare la terapia antistaminica un mese prima del periodo in cui generalmente si presenta l allergia, ed essere assolutamente costanti nell assunzione.

71 Fattori come il caldo e la bassa umidità enfatizzano la reazione allergica, quindi in tali casi sarebbe opportuno aumentare il dosaggio del preparato gemmoderivato, sotto consiglio di un erborista, di un naturopata, o di un medico, via via che si avvicina l estate o che il clima tende a tale situazione..questo rimedio naturale è efficace contro tutti i tipi di allergie, anche quelle asmatiche, e soprattutto non da assuefazione, a differenza dei farmaci. E consigliato inoltre evitare cibi come cioccolata, formaggi, birra e vino, specialmente rosso, perché contengono ISTAMINA, specialmente per quei soggetti che sono sensibili all istamina della dieta, che risultino da controlli effettuati, avere bassi livelli dell enzima DIAMINOOSSIDASI, fatto che si manifesta generalmente con un sintomo di EMICRANIA. Come alimentazione è sconsigliato anche il pollo che contiene lectine, sostanze che tendono a innescare le globuline E, causando fuoriuscita dell istamina. Per combattere le allergie è utilizzato con successo anche il succo di Noni (morinda citrifolia), le cui proprietà antistaminiche sono state dimostrate da studi del dottor Solomon.,Il fenomeno delle allergie è causato anche dall inquinamento, e sta crescendo sempre più sia tra i bambini che tra gli adulti, per questo è importante conoscere l efficacia dei rimedi naturali antistaminici, che svolgono anche altri importanti ruoli preventivi e/o curativi dei fenomeni infiammatori, e di sostegno del sistema immunitario, grazie anche all alto contenuto di vitamina C, e che permettono, evitando l impiego dei farmaci, un sovraccarico per il fegato, e la comparsa di spiacevoli effetti collaterali, a meno di..allergie personali, nei confronti del rimedio stesso, a differenza dei farmaci che invece potenzialmente possono sempre dare luogo ad essi, come si evince dal foglietto illustrativo di qualsiasi farmaco, che ne riporta sempre alcuni, per non parlare degli effetti dannosi che i farmaci dimostrano di poter dare, come verificato sui pazienti che li hanno assunti, a distanza di anni dalla produzione, e non riportati su tale foglietto, perchè non riscontrati negli studi effettuati fino quel momento, come è successo per alcuni farmaci in passato..d altronde gli effetti sulla salute umana globale, di una sostanza chimica di sintesi, è sempre difficile da preventivare, relativamente a tutta la complessa rete di processi biologici di cui il corpo umano è costituito, ognuno dei quali concorre allo stato di salute globale, e anche gli studi più accurati non potranno mai essere attendibili proprio per questo motivo, in questo senso, mentre i rimedi naturali che sono impiegati con successo da molti decenni anche nelle tradizioni popolari, sebbene dovrebbero essere controllati da studi scientifici per meglio comprenderne i meccanismi di azione e gli eventuali effetti collaterali, per definizione stessa di rimedio naturale, sono meglio tollerati dal nostro organismo, se assunti con un dosaggio che un erborista, un naturopata, o un medico ritiene opportuno, e che la loro esperienza decennale ha confermato essere innocua oltre che efficace..le gemme ricche di olio essenziale, flavonoidi e glicosidi, in questa preparazione, agiscono come stimolanti delle ghiandole surrenali nella produzione di cortisolo, un cortisone endogeno che aiuta l organismo a reagire alle infiammazioni. Questa attività cortison-like genera una reazione molto importante, perché aumenta la produzione di steroidi surrenalici, normalmente secreti dalle nostre ghiandole per contrastare ogni tipo di stress o lesione, stimolare la conversione di proteine in energia, eliminare le infiammazioni e inibire temporaneamente l azione del sistema immunitario che scatena le allergie. Il gemmoderivato di ribes nero viene perciò impiegato per la sua potente proprietà antinfiammatoria e antistaminica che agisce sia al livello cutaneo, che a quello delle vie respiratorie; ed è quindi indicato in caso di riniti allergiche e croniche, asma, bronchiti, laringiti, faringiti, dermatiti e congiuntivite. Ha inoltre un azione immunostimolante, combatte la stanchezza e aumenta la resistenza al freddo al fine di prevenire malattie influenzali..pro PRIETÀ TERAPEU TICH E:

72 Azione anti-infiammatoria: questa pianta è nota per le sue proprietà anti-infiammatorie, antidolorifiche e antiallergiche. Esse sono in parte legate alla sua azione di tipo cortisonosimile, dovuta ad uno stimolo diretto sulla corteccia surrenalica, con conseguente, aumentata produzione di steroidi surrenalici. Inoltre è in grado di legarsi ai recettori per il desossicorticosterone (DOCA), un corticosteroide presente nell uomo, svolgendo così un azione simile a quella di questo cortisonico. Le sostanze principali per la sua azione terapeutica sembrano essere le proantocianidine, mentre gli acidi fenolici e i flavonoidi paiono svolgere un ruolo meno importante. Questa pianta è in grado di inibire l infiammazione causata da sostanze infiammatorie nella zampa di ratto, con un azione simile a quella dei salicilati. Anche l acido niflumico, un noto anti-infiammatorio sintetico, ha un potere antiinfiammatorio piuttosto vicino a quello del ribes nero. L azione antiinfiammatoria di questa pianta non provoca però danni allo stomaco, a differenza delle sostanze appena citate. Le proantocianidine si sono dimostrate capaci di combattere la fragilità dei vasi sanguigni, mostrando quindi un azione capillaroprotettiva, ormai ben dimostrata sia a livello del microcircolo retinico sia di quello periferico. Azione antiradicalica: si è notato che i flavonoidi e gli antocianosidi sono dei validi antagonisti dei radicali liberi. I flavonoidi, e con loro molti fenoli (soprattutto i tocoferoli), reagiscono coi radicali liberi, limitando così i danni legati alla loro intensa reattività a livello dei fosfolipidi della membrana cellulare. Impieghi: il Ribes nigrum è efficace contro cellulite, ritenzione idrica, gotta, reumatismi, artrosi, diarree, stanchezza generale; malattie autoimmuni e allergie (il macerato glicerico) allergie cutanee e respiratorie lievi o moderate, malattie della pelle su base allergica o infiammatoria.azione prevalente: anti-infiammatoria e antiallergica.altre azioni: antiossidante. EFFETTI CO LLATERALI : può aumentare la pressione arteriosa a causa della sua azione di tipo cortisonosimile, per cui va usato con cautela nel paziente iperteso.controindicazioni: cautela in pazienti con grave ipertensione arteriosa.interazioni FARMACOLOGICHE: non note.dati TOSSICOLOGICI: la dose letale per bocca è indeterminabile nel ratto, il che conferma la scarsissima tossicità dell estratto di questa pianta.. Quando e come utilizzare il ribes nigrum-. Reumatismi, artrosi, gotta Assumere 30 gocce di tintura madre di Ribes nigrum, in un po di acqua, 3-4 volte al giorno, per 2 mesi. Se necessario, ripetere il trattamento dopo un mese di sospensione. - Allergie: assumere gocce di macerato di Ribes nigrum, in un po di acqua, 2-3 volte al dì, per 2-4 mesi. - Ipertensione : miscelare 20 gocce di tintura madre di Ribes nigrum e 15 gocce di olivo macerato glicerico e bere dopo aver aggiunto un po di acqua; ripetere

73 l assunzione 2 volte al giorno, per 2-3 mesi. Se necessario, ripetere il trattamento dopo un mese di interruzione. Nei casi di influenza, raffreddore e mal di gola: si consiglia il macerato glicerico di ribes 100 gocce diluite in poca acqua 3 volte al giorno per una settimana (dose di attacco), poi scendere il dosaggio a 50 gocce sempre diluite in poca acqua 3 volte al giorno per altre due settimane. Nella ritenzione idrica e nella cellulite : si consiglia la Tintura Madre di ribes 20 gocce miscelate a 15 gocce di Tintura Madre di betulla diluite in poca acqua per 2 volte al giorno per due mesi; se necessario ripetere il trattamento NB: il Ribes Nigrum può aumentare la pressione arteriosa a causa della sua azione di tipo simile al cortisone, per cui va usato con cautela nel paziente iperteso. I semi di zucca le proprieta curative :09:27 Gildor Ricchi di proteine (18,7%) e carboidrati (24 %), i semi di zucca sono altresì ricchi di sali minerali, zinco e fosforo. Per quanto riguarda i principi attivi fondamentali contenuti in questi semi, troviamo le cucurbitine, i delta steroli, le fitosterine, le globuline vegetali, oltre alle vitamine F ed E. Queste ultime svolgono un azione protettrice delle membrane cellulari e un azione antiossidante, specie la vitamina E abbinata al selenio, che nei semi di zucca è ben rappresentato. A tali principi attivi è inoltre riconosciuta un azione preventiva verso i disturbi dell apparato urinario, sia maschile che femminile, come cistiti, infiammazioni della vescica causate dall esposizione al freddo, debolezza e irritabilità della vescica (anche quella di origine nervosa), catarro vescicale, incontinenza, enuresi notturna. La presenza dei semi di zucca nella dieta quotidiana può quindi costituire una buona prevenzione nei confronti di tutti questi disturbi. Inoltre, la cucurbitina vanta anche proprietà antiparassitarie, specie sulla tenia, della quale favorisce il distacco dalla parete intestinale, facilitandone così l eliminazione. Una volta essiccati, i semi di zucca possono essere spellati e mangiati crudi, oppure leggermente tostati o cotti al forno; sono un ottimo snack e si prestano ad essere serviti con gli aperitivi o per arricchire la prima colazione. Il decotto che se ne ricava, simile ad una orzata, concilia il sonno e lenisce anch esso le irritazioni delle vie urinarie. Infine, si può anche ricorrere a prodotti erboristici o integratori alimentari contenenti i semi della zucca o un loro estratto, oleoso oppure secco; il nome

74 dei vari prodotti può contenere la parola prosta per ricordarne l uso più noto. Ecco le loro 10 principali proprietà benefiche. 1) Buon riposo I semi di zucca presentano un elevato contenuto di triptofano, un aminoacido precursore della serotonina, che contribuisce ad assicurarci non soltanto di vivere le nostre giornate all insegna del buonumore, ma anche ad aiutarci a godere di un buon riposo nelle ore notturne, in modo da recuperare tutte le energie necessarie per affrontare gli impegni della giornata seguente. 2) Cuore e relax Tra i componenti nutritivi presenti nei semi di zucca vi è il magnesio, un elemento che contribuisce a regalare al nostro organismo una sensazione di relax. Il magnesio è infatti considerato come una sostanza naturalmente calmante e rilassante, oltre ad essere ritenuto benefico per la corretta attività cardiaca. 3) Equilibrio I semi di zucca presentano un contenuto da non sottovalutare di proteine altamente digeribiliche contribuiscono a mantenere regolari i livelli di zuccheri nel sangue quando essi vengono consumati nel corso della giornata come snack. Mantenere i livelli degli zuccheri stabili può essere fondamentale quando si cerca di perdere peso. Ecco perché i semi di zucca sono spesso consigliati anche a chi segue una dieta dimagrante. 4) Omega3 I semi di zucca contengono acidi grassi essenziali omega3, fattore che li rende una fonte vegetale preziosa di questi elementi. La loro presenza permane in un alimento estratto da essi a freddo: l olio di semi di zucca. Esso potrebbe rivelarsi d aiuto nella cura di pazienti affetti da ipertrofia prostatica benigna, come suggerito da uno studio scientifico pubblicato nel ) Zinco Il contenuto di zinco dei semi di zucca li rende un alimento adatto ad essere consumato da parte della popolazione maschile, in quanto tale minerale è ritenuto in grado di svolgere un azione protettiva nei confronti della prostata. L assunzione di alimenti contenenti zinco è inoltre consigliata alle donne in gravidanza e a coloro che desiderano tenere sotto controllo i livelli di colesterolo. 6) Ferro I semi di zucca, insieme a legumi come le lenticchie, i fagioli ed i ceci, possono essere considerati come una fonte vegetale di ferro. Assumerli come spuntino potrà contribuire a contrastare i cali di energia lungo il corso della giornata. I semi di zucca tostati possono sostituire in maniera salutare i classici snack acquistati al supermercato. 7) Proprietà antinfiammatorie I semi di zucca sono considerati come un vero e proprio antinfiammatorio naturale, dal potere quasi medicinale. La loro assunzione può quindi contribuire ad attenuare gli stati infiammatori del nostro organismo. In alcuni casi possono aiutare a combattere irritazioni e gonfiori senza gli effetti collaterali tipici dei medicinali. 8) Fitosteroli

75 Essi sono al terzo posto della classifica dei semi e della frutta secca a maggior contenuto difitosteroli. Vengono infatti superati da parte di semi di girasoli e di pistacchi, ma restano comunque una fonte da non sottovalutare. Tale caratteristica li rende in grado di abbassare i livelli di colesterolo nel sangue. 9) Benessere intestinale I semi di zucca contengono una parte di quelle fibre vegetali da inserire nella nostra alimentazione affinché il nostro intestino possa funzionare in maniera regolare. La loro assunzione è dunque particolarmente indicata a coloro che presentano problemi da questo punto di vista e che desiderano ritrovare il proprio equilibrio. 10) Regolazione del ph I semi di zucca contribuiscono ad alcalinizzare il ph dell organismo. L eccessiva acidità provocata dall assunzione di alcuni alimenti (come carne, zuccheri e dolciumi, farina 00 e derivati) è stata correlata all insorgere di stati dolorosi ed infiammatori. Altri cibi alcalinizzanti sono le verdure, con particolare riferimento a quelle che è possibile consumare crude. Semi di zucca: in cucina I semi di zucca sono deliziosi snack da gustare al naturale, ma anche essiccati e successivamente tostati o cotti al forno, senza alcuna aggiunta di sale. Ottimi da sgranocchiare davanti la tv o da servire assieme ad un aperitivo. Nella varietà di semi di zuccacucurbita stiriana i semi sono verdi e hanno un guscio talmente morbido che non hanno bisogno di essere sbucciati. Se in cucina utilizzate la zucca, potete preparali da soli invece di acquistarli nei negozi. Come fare? Quando pulite la zucca non buttate via i semi; lavateli, riponeteli su una teglia ricoperta da carta da forno, salateli e fateli tostare in forno a 180 C fino la punto in cui diventeranno croccanti. Facendo cuocere i semi di zucca in acqua o latte si ottiene undecotto, dal sapore simile all orzata, davvero prezioso per combattere l insonnia e lenire irritazioni alla vescica. Dieci rimedi naturali per lenire le infiammazioni :09:34 Gildor I farmaci non sono l unica soluzione per combattere il dolore: anche il cibo può aiutare a contrastarlo. Infatti alcuni alimenti stimolano la capacità dell organismo di regolare il processo alla base del dolore stesso, l infiammazione. Ad elencarli è Amanda Carlson-Phillips, nutrizionista specializzata nell alimentazione per gli sportivi. Qui di seguito la top 10 pubblicata da livestrong.com. Cannella Oltre a ridurre l infiammazione, combatte le infezioni batteriche, contribuisce a controllare i livelli di zuccheri nel sangue e aumenta le funzioni cerebrali. Può essere aggiunta allo yogurt, ai cereali, al latte o a un frappè.

76 Zenzero Contiene i cosiddetti gingeroli, molecole antinfiammatorie che possono alleviare i dolori alle articolazioni e stimolare il sistema immunitario. E possibile preparare un infuso immergendo due fettine di zenzero in acqua calda o aggiungerlo a della salsa di soia per ottenere un condimento esotico. Cipolla I suoi principi attivi, responsabili del tipico odore pungente, inibiscono anche l infiammazione. Aglio, porri ed erba cipollina hanno gli stessi effetti positivi. Utilizzarli è molto semplice: basta aggiungerli a sughi, zuppe e ai cibi cotti in padella. Amarene Oltre ad essere un vero e proprio concentrato di antiossidanti, contengono composti antinfiammatori che contrastano i dolori dell artrite e della gotta e riducono quelli di cui possono soffrire muscoli e articolazioni dopo l esercizio. Da bere come succo alla mattina o da mangiare, essiccate, come snack.

77 Noci Sono ricche di omega-3, acidi grassi dall azione antinfiammatoria. Possono essere aggiunte allo yogurt o sgranocchiate tali e quali. Curcuma Contiene curcumina, molecola in grado di alleviare il dolore cronico. E contenuta nel curry e può essere utilizzata per aromatizzare diversi piatti. Ananas Al suo interno è presente la bromelina, un enzima utilizzato per trattare distorsioni e strappi muscolari. Se non si vuole mangiare il semplice frutto, può essere aggiunto a frappè e insalate.

78 Semi di lino Come le noci, contengono omega-3. Pestandoli è possibile ottenerne un olio da aggiungere all insalata o allo yogurt. Altra importante fonte di omega-3 sono i pesci grassi, come il salmone, il tonno e lo sgombro. Carote I famosi carotenoidi non proteggono solo dai radicali liberi, ma anche dall infiammazione. Le carote sono un buon contorno per qualsiasi portata. In alternativa, i suoi principi attivi possono essere assunti mangiando albicocche, pomodori, patate dolci e zucca. Ortaggi a foglie verdi Sono ricchi di flavonoidi, che riducono l infiammazione cerebrale. Largo, quindi, a spinaci, cavolo verde e tè. Ma anche alla soia, alle bacche e a un bel bicchiere di vino, altri alimenti ricchi di queste preziose molecole. ARGILLA: il benessere che proviene dalla terra

79 :09:28 Gildor L argilla rappresenta uno dei più antichi rimedi naturali conosciuti, si dice che il suo uso risale ai principi dell umanità, poiché l uomo istintivamente, imitando gli animali che si rotolano nel fango, ne abbia conosciuto le proprietà. L argilla ha proprietà antinfiammatorie, purificanti, lenitive, antibiotiche, cicatrizzanti, antisettiche, idratanti, disintossicanti, decongestionanti, immunostimolanti, tonificanti, rinfrescanti e molto altro. I vantaggi dell argilla sono molteplici giacché è un efficace antibiotico, disintossica l organismo,mantiene la salute dell apparato digerente, arricchisce il sangue, assorbe le radiazioni nocive, distrugge le cellule malate, rivitalizza il metabolismo, stimola le funzioni della pelle, favorisce l eliminazione dell acido urico e tonifica in genere. Tutte le argille hanno le stesse qualità ma in proporzioni diverse. Argilla Verde Utile negli impacchi come antinfiammatorio, analgesico e ingerita calma le ulcere dello stomaco e regola le funzioni intestinali. Ne va preso un cucchiaio in un bicchiere d acqua e lasciato riposare in modo che l argilla si depositi nel fondo, si beve al mattino appena svegli.stimola la circolazione di ossigeno, nutre e rigenera la pelle deteriorata e può essere usata anche come shampoo per capelli grassi. Argilla Bianca Questo tipo di argilla è più neutra e delicata ed è impiegata principalmente per uso interno.per uso esterno può essere applicata come cataplasmi e maschere, nei bambini si può applicare per la disinfezione. Può essere utilizzata anche come collutorio orale e borotalco per i bambini.

80 per i bambini. Argilla Rossa E un argilla utilizzata soprattutto a livello medicinale per la sua capacità di assorbire le ulcere gastriche, colite e gastrite. È utilizzata anche per bagni medicamentosi, problemi di pelle e inoltre è un ottimo tonico. Tutte le tipologie di argilla possono essere applicate in molti modi diversi interni o esterni ma è fondamentale che né il metallo né la plastica entrino in contatto con la sostanza. Possiamo preparare l argilla in modo naturale, o mescolandola con oli, infusi o tinture. Sempre in base all impiego che ne dobbiamo fare. Nelle ferite e nelle ustioni può essere messo direttamente una volta preparato con acqua se invece si tratta di fratture e distorsioni, possiamo anche miscelarla in un infuso di arnica.

81 Per la cellulite possiamo fare degli impacchi nelle zone da trattare, miscelando l argilla con infuso di betulla o di centella asiatica. In casi di febbre, possiamo fare dei cataplasmi da applicare sull addome e sostituendoli ogni volta che andrà a riscaldarsi, tendono ad assorbire il calore. L argilla può avere delle controindicazioni, e per tanto è sempre bene sentire il consiglio del proprio medico quando decidiamo di prenderla per via orale. Novalgina naturale :09:42 ROSSANA. A prescindere dall importanza fondamentale del calcio nel nostro organismo, dovremmo tenerne sempre una scorta nell armadietto dei medicinali in quanto è un anestetico per eccellenza. I vecchi testi di medicina danno come trattamento delle fitte pungenti e dei dolori più insopportabili, solamente iniezioni di calcio. Non si riesce a capire come tale rimedio sia andato perduto nel corso dei decenni, lasciando spazio a medicinali cui bugiardino pullula di effetti collaterali e controindicazioni. Vediamo quindi come usare tale rimedio nel modo migliore. Lo possiamo usare nell emicrania (magari assieme alla vit. B6), prima di andare dal dentista (aiuta anche a rilassarsi), per alleviare il prurito dell orticaria, per le cervicali, per le sindromi pre-mestruali ma anche per i dolori del ciclo, nelle nevralgie e nei dolori periodici.

82 Dal libro di Adelle Davis Let s eat right to keep fit troviamo testualmente Il mio consiglio alle madri in attesa è sempre stato di prendere, non appena inizia il travaglio, una capsula di vitamina D e due o tre pastiglie di calcio ogni ora finchè non entrano in sala parto. Sono stata meravigliata dal numero di persone che mi hanno scritto o detto di non aver provato dolore durante il parto, aggiungendo spesso che pensavano di avere dolori d aria quando il bambino era nato. In ogni caso l assunzione da parte delle partorienti, è consigliata solo sotto controllo medico. Fra le varie marche in commercio, cercate di evitare, oltre quelli chimici, anche quelli a base di polvere d ossa in quanto tendono a contenere metalli pesanti. Preferite quelli in polvere, di rapida assimilazione, purché non si tratti di calcio chimico in quanto tende a irrigidire le ossa. Pensiamo infatti a quante persone anziane cadono od inciampano, e si ritrovano con in femore rotto, nonostante (anzi, a causa) dell assunzione di calcio chimico. Per lo stesso motivo evitare il calcio chimico in gravidanza, in quanto blocca l apertura del bacino nel momento del parto. Posologia: 1 cucchiaio di calcio in un dito di acqua calda. Bere il più caldo possibile, appena finisce di produrre effervescenza. Assumerne al massimo 3 volte in un giorno. Tachipirina naturale :funziona! :09:09 ROSSANA. Usare argilla verde ventilata (in vendita nelle erboristerie, nei negozi di medicina naturale e nelle farmacia dove solitamente è più cara). Mettere in una terrina non di metallo, quattro bicchieri di argilla (nel caso di un

83 bambino, dimezzare la dose) ed aggiungere circa altrettanti bicchieri di acqua, lasciando che il composto si uniformi autonomamente nel lasso di tempo di una-due ore (nel caso in cui avete poco tempo, miscelare dolcemente con l ausilio di un mestolo di legno) fintanto che il composto assomigli come densità ad una crema di cioccolata. Preparare un foglio della grandezza approssimativa dell addome su cui andrà messo l impacco ricavato da un foglio A4, oppure dalla carta che solitamente usiamo per trasportare il pane. Stendervi sopra l argilla con uno spessore di circa 1 cm, anche 1 cm e mezzo e coprire il tutto uniformemente con della garza, di modo ché nel momento in cui venga tolto l impacco, non rimangano residui sulla pelle. Nel caso in cui l ammalato sia piccolino, scaldare l impacco o sul calorifero o su una bistecchiera accesa, fintanto che al tocco l argilla risulti tiepida uniformemente. Nel caso la si usi per un bambino, preparalo all arrivo dell argilla magica che tutto il male porta via, magari lasciandolo toccare l impacco e consentendogli di giocare con una po di argilla, magari modellato a mo di pallina: questo accorgimento serve molto. Apporre l impacco sull addome (dallo stomaco fino alle pelvi) con dolcezza ma con decisione, e lasciarlo agire per almeno 30 minuti, un ora, passati i quali, nel caso la febbre perdurasse, ripetere il procedimento. Nei casi più ostinati servono anche 3 impacchi, soprattutto nelle persone cui in precedenza hanno fatto ricorso ad antibiotici o tachipirine, e il cui organismo è saturo di tossine. IL PH e la nostra salute :09:02 ROSSANA. L EQUILIBRIO ACIDO-BASE E SINONIMO DI SALUTE E se soffrite di : MAL DI TESTA FREQUENTI? STANCHEZZA ECCESSIVA DIFFICOLTA DI CONCENTRAZIONE ARTRITE DOLORI OSTEOARTICOLARI ARTROSI OSTEOPOROSI GOTTA CARIE IPERTENSIONE PATOLOGIE CARDIACHE ACNE MICOSI CANDIDA - CRAMPI MUSCOLARI PERDITA DI CAPELLI GASTRITE STIPSI CELLULITE SMAGLIATURE PESO ECCESSIVO

84 Allora dovreste controllare il vostro PH e tenerlo sotto controllo E una cosa molto semplice bastano pochi minuti al giorno ed un po di buona volonta. Ed in compenso ne ricaverete benefici incredibili ed una miglior salute. Dovreste procurarvi delle strisciette TORNASOLE (misurano il ph dei liquidi. cosi si chiamano e le trovate in farmacia, (io all inizio usavo queste, poi ho comprato un attrezzo elettronico,( 20 circa su EBAY) contro mi sembra le circa delle strisciette) piu comodo, ma anche un po piu impegnativo,perche necessita di taratura ogni tanto ) e misurare il PH delle vostre urine in determinati orari della giornata, segnarlo su un foglio e farlo x qualche giorno,tutto QUI, Questo e il grafico giornaliero del valore del ph delle urine :

85 La fascia bianca indicata nella figura rappresenta la curva ideale dei valori di ph durante la giornata Ore 6: L urina è al massimo dell acidità poiché nella notte viene scomposto il carico di acido. Ore 9: 2-3 ore dopo la colazione, nei soggetti sani, l urina testata risulta leggermente basica a causa di un leggero flusso di sostanze basiche della colazione. Ore 12: Poco prima del pranzo il flusso di sostanze basiche diminuisce, il ph è leggermente acido in quanto le sostanze basiche sono state immagazzinate come riserve alcaline o sono state utilizzate. Ore 15: In questo momento ci si deve aspettare il maggior flusso di sostanze basiche, il ph muove chiaramente nel campo alcalino. Ore 18: Poco prima della cena il ph, nei soggetti sani, è leggermente acido. Prima regola naturalmente controllare l alimentazione che sia il piu sana possibile, bisognerebbe che gli alimenti alcalinizzanti rappresentino il 75% del consumo di cibo giornaliero. Se ci fosse un bisogno di una correzione del PH perche troppo acido rispetto alla curva di cui sopra, si puo intervenire con delle polveri a base di sali minerali alcalinizzanti ( pastiglie o polvere da prendersi alla sera in un bicchier d acqua preferibilmente prima di coricarsi) Le Misurazioni che dovranno essere effetuate x almeno 4-5 giorni eccone un tipo riportati in foto (il costo mi sembra sui 14 in farmacia) Potete anche provare con il semplice Bicarbonato si sodio( quello che tutti hanno in casa per intenderci )e vedere cosa succede.

86 ACIDO-BASE E L ORIGIN EDI TUTTE LE MALATTIE.. L equilibrio acido-base è uno degli equilibri più importanti per la vita del uomo. Regola, praticamente tutto: respirazione, circolazione, digestione, escrezione, difese immunitarie, produzione ormonale. I processi biologici e biochimici che avvengono nell organismo umano, sono processi elettrochimici che necessitano di un determinato ph. Nelle miliardi di cellule che costituiscono l uomo, il ricambio degli acidi e delle basi è costantemente in atto: ognuna di queste cellule produce energia, e il risultato la produzione anche di acido carbonico, al quale si aggiungono altri acidi che assumiamo con il cibo o che si formano dopo la loro metabolizzazione. Il corpo, in ogni istante produce in maniera endogena ed esogena acidi. Quando gli acidi generati iniziano ad essere troppi, questi possono avvelenare e danneggiare tessuti, organi, ghiandole e funzioni. I risultati sono tutte le malattie conosciute oggi dalla nostra società: diabete mellito, gastrite, colite, artrite e artrosi, reumatismi, morbo di Parkinson e Alzheimer, infarto, ictus, ischemia, apoplessia, trombosi, embolie, dermatite, eczema, psoriasi, allergie, tumore, ecc. Il ph dell urina Il ph dell urina oscilla tra il 4, nelle persone malate e il valore 8 in quelle sane. L urina dei neonati sani, cioè allattati da una madre sana, ha un ph che va da 8 a 8,5. Per nove mesi il neonato è rimasto nel liquido amniotico della madre, il cui ph è basico e superiore a 8. Un valore così alto è sinonimo di uno stato di salute perfetto. Dalla nascita in poi la vita dell uomo è un processo costante di deterioramento, invecchiamento, relativamente al ph delle sue cellule e della sua urina che diventa, se lo stile di vita è innaturale e patogeno, progressivamente sempre più acida L invecchiamento non è altro che una costante intossicazione ad opera di residui acidi. Gli acidi sono il compagno costante delle malattie, le basi della salute Non a caso, la forza vitale, l energia e la salute dell uomo risiedono nelle basi, più precisamente nei loro costituenti, i sali minerali alcalini e gli

87 oligoelementi in generale. Nel corpo umano gli acidi e le basi sono come il giorno e la notte: dovrebbero trovarsi in un equilibrio mobile, con l avvertenza però che il piatto della bilancia deve inclinarsi verso le basi. Quando la prima urina del mattino arriva a valori di ph 7 7,35, questo valore coincide con il valore di equilibrio del sangue e indica che i reni non sono costretti ad espellere dai tessuti né un eccesso di sostanze acide e neppure un eccesso di sostanze basiche. Anche se il vero problema non sono le sostanze basiche ma quelle acide che possono corrodere il parenchima renale. Tra gli animali erbivori il ph dell urina può salire fino a 8,5, mentre nei cani e gatti, cioè negli animali carnivori per natura, questo valore è compreso tra 5 e 6. Il ph dell urina e del sangue dimostrano inequivocabilmente che l uomo non è un carnivoro! I valori di ph bassi dell urina durante un digiuno o una cura disintossicante non devono meravigliare: quando molte scorie lasciano il corpo, infatti lo fanno attraverso i reni e l urina. Ma tali valori non dovrebbero mai andare sotto i 5,5, pena la corrosione dei tessuti e organi. I sistemi tampone Oltre ai depositi di minerali visti prima, per impedire una oscillazione esagerata del ph, e soprattutto del sangue, l organismo umano dispone di ulteriori sistemi tampone: Polmone: regola, tramite la respirazione, l espulsione degli acidi carbonici sotto forma di anidride carbonica. Il polmone viene anche detto pompa linfatica, perché tramite una corretta e profonda respirazione viene pompato questo liquido fondamentale per la disintossicazione; Rene: è l organo più importante per eliminare gli acidi superflui, soprattutto quelli che non possono venire eliminati per via aerea (polmoni). Questi organi vengono così sovraffaticati da un regime alimentare innaturale, basato sulle proteine animali acidificanti, da veleni ambientali e stress che s indeboliscono e non sono più in grado di espellere le tossine. Nei vasi linfatici si forma un ingorgo di succhi acidi e il corpo appare gonfio e congestionato (edemi). Con la formazione di edemi il corpo trattiene l acqua per diluire le sostanze tossiche. I reni sono in grado di espellere i liquidi soltanto fino ad un valore di ph 4,4 fino al massimo di ph 4. Al di sotto di questi valori il tessute renale si corroderebbe e per fortuna questo non avviene mettendo in atto un blocco renale, con tutti i rischi enormi per la salute umana, ma la Natura è perfetta! Pelle: viene detto il secondo rene e il secondo polmone. Non a caso si tratta dell organo più grande del corpo umano e oltre a regolare la temperatura corporea, permette di traspirare e di espellere attraverso il sudore tossine e acidi; Fegato: secondo recenti ricerche anche questo organo gioca un ruolo importantissimo nella regolamentazione del ph. La forza biochimica del fegato si trova sul lato basico. Ogni 4 minuti circa, questa grande ghiandola filtra completamente tutto il sangue che circola allo scopo di detossificarlo dai veleni; Bicarbonato di sodio: è un composto che si forma in alcune cellule gastriche dal cloruro di sodio, dall acido carbonico e dall acqua.

88 Quindi il corpo, quando vi sono troppi acidi deve assolutamente neutralizzati, in un modo o nell altro. Se avviene questa neutralizzazione ad opera dei minerali alcalini del corpo (ossa, denti, vasi, capelli, ecc.), i sali che ne risultano (acido + base = sale) la Natura perfetta li deposita provvisoriamente nei tessuti o organi per poi espellerli fuori quanto prima. Oggi a causa del nostro perverso stile di vita, questi depositi che dovrebbero essere provvisori, diventano permanenti e definitivi, creando seri problemi di salute (calcoli, cisti, noduli, tumori, ecc.). Quanto più il sangue si riempie di sostanze acide, tanto maggiore è il consumo delle riserve minerali dell organismo per formare sali che neutralizzano gli acidi. Questo riguarda in primo luogo il calcio che viene sottratto da tessuti, organi, ossa, denti, capelli e unghie. Quello che non riescono a eliminare i reni e la vescica, deve eliminarlo l intestino. Ciò che non riesce a fare quest ultimo, devono farlo i polmoni. Se tutti insieme non riescono a eliminare abbastanza sostanze velenose, deve intervenire la pelle. E quello che nemmeno la pelle riesce a eliminare, ci porta alla morte Ecco perché le persone colpite dall infarto arrivano in ospedale di prima mattina tra le 5 e le 7, proprio durante un picco acido. Questo è anche il motivo per cui sarebbe meglio di sera non mangiare cibi acidi perché si è nel picco basico (colazione acido, pranzo e cena basico). I depositi di acidi accumulatisi nei tessuti si svuotano soprattutto di notte, per cui l urina al mattino di regola è più acida.

89 L importanza dei sintomi I classici sintomi che la medicina classifica come malattie, sono di solito tentativi sensati e perfetti della Natura messi in atto dal corpo per guarire! Dovunque debba uscire qualcosa, lì il corpo ha un orifizio. E se qualcosa deve uscire lì dove il corpo non ha l orifizio, allora fanne uno tu. Paracelso L ulcera nella gamba e le emorroidi, come visto, rappresentano due banali esempi di come il corpo lavora per cercare di far uscire gli acidi e le tossine. La causa primaria del Cancro fu scoperta nel 1931 da uno scienziato premio nobel Una notizia che ha dell incredibile: la causa principale del cancro è stata ufficialmente scoperta decenni fa da uno scienziato premio nobel per la medicina nel E da allora nulla è stato fatto in base a tale conseguimento, se non continuare a raccogliere in tutto il mondo soldi per la ricerca, attraverso associazioni come ad esempio l italiana AIRC. Quando la causa primaria del cancro era già conosciuta. Pochissime persone in tutto il mondo lo sanno, perché questo fatto è nascosto dall industria farmaceutica e alimentare. Nel 1931 lo scienziato tedesco Otto Heinrich Warburg ha ricevuto il Premio Nobel per la scoperta sulla causa primaria di cancro.

90 Proprio così. Ha trovato la causa primaria del cancro e ha vinto il Premio Nobel. Otto ha scoperto che il cancro è il risultato di un potere anti-fisiologico e di uno stile di vita anti-fisiologico. Perché? Poiché sia con uno stile anti-fisiologico nutrizionale (dieta basata su cibi acidificanti) e l inattività fisica, il corpo crea un ambiente acido (nel caso di inattività, per una cattiva ossigenazione delle cellule). L acidosi cellulare causa l espulsione dell ossigeno. La mancanza di ossigeno nelle cellule crea un ambiente acido. Egli ha detto: La mancanza di ossigeno e l acidità sono due facce della stessa medaglia: Se una persona ha uno, ha anche l altro. Cioè, se una persona ha eccesso di acidità, quindi automaticamente avrà mancanza di ossigeno nel suo sistema. Se manca l ossigeno, avrete acidità nel vostro corpo. Egli ha anche detto: Le sostanze acide respingono ossigeno, a differenza delle alcaline che attirano ossigeno. Cioè, un ambiente acido è un ambiente senza ossigeno. Egli ha dichiarato: Privando una cellula del 35% del suo ossigeno per 48 ore è possibile convertirla in un cancro. Tutte le cellule normali hanno il bisogno assoluto di ossigeno, ma le cellule tumorali possono vivere senza di esso. (Una regola senza eccezioni). I tessuti tumorali sono acidi, mentre i tessuti sani sono alcalini. Nella sua opera Il metabolismo dei tumori, Otto ha mostrato che tutte le forme di cancro sono caratterizzate da due condizioni fondamentali: acidosi del sangue (acido) e ipossia (mancanza di ossigeno). Ha scoperto che le cellule tumorali sono anaerobiche (non respirano ossigeno) e non possono sopravvivere in presenza di alti livelli di ossigeno. Le cellule tumorali possono sopravvivere soltanto con glucosio e in un ambiente

91 privo di ossigeno. Pertanto, il cancro non è altro che un meccanismo di difesa che ha alcune cellule del corpo per sopravvivere in un ambiente acido e privo di ossigeno. In sintesi: Le cellule sane vivono in un ambiente ossigenato e alcalino che consente il normale funzionamento. Le cellule tumorali vivono in un ambiente acido e carente di ossigeno. Importante: Una volta terminato il processo digestivo, gli alimenti, a secondo della qualità di proteine, carboidrati, grassi, vitamine e minerali, forniscono e generano una condizione di acidità o alcalinità nel corpo. In altre parole tutto dipende unicamente da ciò che si mangia. Il risultato acidificante o alcalinizzante viene misurato con una scala chiamata PH, i cui valori vanno da 0 a 14, al valore 7 corrisponde un ph neutro. È importante sapere come gli alimenti acidi e alcalini influiscono sulla salute, poiché le cellule..per funzionare correttamente dovrebbe essere di un ph leggermente alcalino (poco di sopra al 7). In una persona sana, il ph del sangue è compreso tra 7.4 e Se il ph del sangue di una persona inferiore 7, va in coma. Gli alimenti che acidificano il corpo: Lo zucchero raffinato e tutti i suoi sottoprodotti. (È il peggiore di tutti: non ha proteine, senza grassi, senza vitamine o minerali, solo carboidrati raffinati che schiacciano il pancreas). Il suo ph è di 2,1 (molto acido) -Carne. (Tutti i tipi) -Prodotti di origine animale (latte e formaggio, ricotta, yogurt, ecc) -Il sale raffinato -Farina raffinata e tutti i suoi derivati. (Pasta, torte, biscotti, ecc) -Pane. (La maggior parte contengono grassi saturi, margarina, sale, zucchero e conservanti) -Margarina. -Caffeina. (Caffè, tè nero, cioccolato) -Alcool. -Tabacco. (Sigarette) -Antibiotici e medicina in generale.

92 -Qualsiasi cibo cotto. (la cottura elimina l ossigeno aumentando l acidita dei cibi ) -Tutti gli alimenti trasformati, in scatola, contenenti conservanti, coloranti, aromi, stabilizzanti, Il sangue si autoregola costantemente per non cadere in acidosi metabolica garantire il buon funzionamento e ottimizzare il metabolismo cellulare. Il corpo deve ottenere delle basi minerali alimentari per neutralizzare l acidità del sangue nel metabolismo, ma tutti gli alimenti già citati (per lo più raffinati) acidificano il sangue e ammorbano il corpo. Dobbiamo tener conto che CON il moderno stile di vita, questi cibi vengono consumati almeno 3 volte al giorno, 365 giorni l anno e tutti questi alimenti sono anti-fisiologici. Gli alimenti alcalinizzanti:

93 * Tutte le verdure crude. (Alcune sono acide al gusto, ma all interno del corpo avviene una reazione è alcalinizzante.. Altre sono un po acide, tuttavia, forniscono le basi necessarie per il corretto equilibrio). Le verdure crude producono ossigeno, quelle cotte no. * I Frutti, stessa cosa. Ad esempio, il limone ha un ph di circa 2,2, tuttavia, all interno del corpo ha un effetto altamente alcalino. (Probabilmente il più potente di tutti non fatevi ingannare dal sapore acidulo) * I frutti producono abbastanza ossigeno. * Alcuni semi, come le mandorle sono fortemente alcalini. * I cereali integrali: l unico cereale alcalinizzante è il miglio. Tutti gli altri sono leggermente acidi, tuttavia, siccome la dieta ideale ha bisogno di una percentuale di acidità, è bene consumarne qualcuno. Tutti i cereali devono essere consumati cotti. -Il miele è altamente alcalinizzante.

94 * La clorofilla la pianta è fortemente alcalina. -(Da qualsiasi pianta) (in particolare aloe vera, noto anche come aloe) * L acqua è importante per la produzione di ossigeno. La disidratazione cronica è la tensione principale del corpo e la radice della maggior parte tutte le malattie degenerative. Lo afferma il Dott. Feydoon Batmanghelidj. * L esercizio ossigena tutto il corpo. Uno stile di vita sedentario usura il corpo. L ideale è avere una alimentazione di circa il 60% alcalina piuttosto che acida, e, naturalmente, evitare i prodotti maggiormente acidi, come le bibite, lo zucchero raffinato e gli edulcoranti. -Non abusare del sale o evitarlo il più possibile. Per coloro che sono malati, l ideale è che l alimentazione sia di circa 80% alcalina, eliminando tutti i prodotti più nocivi. Se si ha il cancro il consiglio è quello di alcalinizzare il più possibile. Inutile dire altro, non è vero? Dr. George W. Crile, di Cleveland, uno dei chirurghi più rispettati al mondo, dichiara apertamente: Tutte le morti chiamate naturali non sono altro che il punto terminale di un saturazione di acidità nel corpo. Come precedentemente accennato, è del tutto impossibile per il cancro di comparire in una persona che libera il corpo dagli acidi con una dieta alcalina, che aumenta il consumo di acqua pura e che eviti i cibi che producono acido. In generale, il cancro non si contrae e nemmeno si eredita. Ciò che si eredita sono le abitudini alimentari, ambientali e lo stile di vita. Questo può produrre il cancro. Mencken ha scritto: La lotta della vita è contro la ritenzione di acido. Invecchiamento, mancanza di energia, stress, mal di testa, malattie cardiache, allergie, eczema, orticaria, asma, calcoli renali, arteriosclerosi, tra gli altri, non sono altro che l accumulo di acidi. Dr. Theodore A. Baroody ha detto nel suo libro Alcalinizzare o morire (alcaline o Die): In realtà, non importa i nomi delle innumerevoli malattie Ciò che conta è che essi provengono tutti dalla stessa causa principale: Molte scorie acide nel corpo

Medicina in cucina. insaporire per prevenire. Scuola elementare G.Pascoli I.P.S.S. L.Cossa

Medicina in cucina. insaporire per prevenire. Scuola elementare G.Pascoli I.P.S.S. L.Cossa Medicina in cucina insaporire per prevenire Scuola elementare G.Pascoli I.P.S.S. L.Cossa L'anno scorso la scuola elementare Pascoli e l' Istituto Professionale Cossa hanno sviluppato il progetto: La chimica

Dettagli

E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio 2015

E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio 2015 SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. S.I.A.N.) ) ASL NO SOROPTIMIS INTERNATIONAL D ITALIA CLUB DI NOVARA ISTITUTO PARITARIO SACRO CUORE NOVARA E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio

Dettagli

la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE

la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE Il ph è l unità di misura dell acidità che va da 0 (acido) a 14 (basico o alcalino). 7 è il valore neutro. Il metodo più facile per avere un

Dettagli

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Regole per 10 una S a n a Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio. Una volta che l

Dettagli

Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso

Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso Colora il quadratino posto accanto alle indicazioni corrette. Per mantenere il nostro sistema nervoso sano ed efficiente è opportuno... ALLA SALUTE respirare

Dettagli

TOSSINE E SOSTANZE NOCIVE: nemici per la nostra salute.

TOSSINE E SOSTANZE NOCIVE: nemici per la nostra salute. TOSSINE E SOSTANZE NOCIVE: nemici per la nostra salute. Le nuove scoperte avvenute nel campo scientifico e medico hanno notevolmente aumentato la qualità della vita. Contemporaneamente, l inquinamento,

Dettagli

APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE

APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE 1) CONTROLLA IL PESO E MANTIENITI ATTIVO Pesarsi almeno una

Dettagli

ALIMENTAZIONE DEL BAMBINO. una corretta informazione per un benessere psicofisico

ALIMENTAZIONE DEL BAMBINO. una corretta informazione per un benessere psicofisico ALIMENTAZIONE DEL BAMBINO una corretta informazione per un benessere psicofisico Mangiare o nutrirsi? Mangiare è un atto ricco di significati che va ben oltre il semplice soddisfacimento fisiologico Nutrirsi

Dettagli

Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari

Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari È una iniziativa Diversity & Inclusion Sandoz Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari Introduzione: Le malattie cardiovascolari

Dettagli

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre L obesità è una patologia causata (laddove non sia attribuibile ad altri motivi) da comportamenti ed abitudini di vita scorretti: contrastarla

Dettagli

FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO. Viale Golgi n.19, 27100 Pavia 0382 501615 - Fax 0382 502801 servizio.dietetica@smatteo.pv.

FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO. Viale Golgi n.19, 27100 Pavia 0382 501615 - Fax 0382 502801 servizio.dietetica@smatteo.pv. FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO Servizio di Dietetica e Nutrizione Clinica Viale Golgi n.19, 27100 Pavia 0382 501615 - Fax 0382 502801 servizio.dietetica@smatteo.pv.it Progetto pilota Linee

Dettagli

www.dietahl.com Distributore Herbalife Benessere e Salute da Famiglia a Famiglia

www.dietahl.com Distributore Herbalife Benessere e Salute da Famiglia a Famiglia www.dietahl.com Distributore Herbalife Benessere e Salute da Famiglia a Famiglia Ciao! Sono Nella Cortese di www.dietahl.com, distributore Herbalife. In questo piccolo documento voglio spiegarti come usare

Dettagli

CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE

CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE BALLO LATINO AMERICANO CORSA NUOTO FOOTBALL MOUNTAIN BIKE TENNIS BICICLETTA SCIARE CAMMINARE VELOCE ATTIVITA LAVORATIVA 250 CALORIE

Dettagli

10 infusi da preparare a costo zero

10 infusi da preparare a costo zero 10 infusi da preparare a costo zero Creato Lunedì, 14 Maggio 2012 17:14 Scritto da Marta Albè Siamo talmente abituati ad acquistare infusi e tisane confezionate da non prendere in considerazione la possibilità

Dettagli

notizie Le alternative alla carne per vegetariani e non solo Tofu

notizie Le alternative alla carne per vegetariani e non solo Tofu notizie Le alternative alla carne per vegetariani e non solo Quali possono essere le alternative alla carne per vegetariani e non solo? Volendo seguire una dieta bilanciata ed equilibrata, le proteine

Dettagli

DIABETE E ALIMENTAZIONE

DIABETE E ALIMENTAZIONE DIABETE E ALIMENTAZIONE La pianificazione di una dieta corretta può essere difficile se non si è certi della combinazione di cibi migliore, delle porzioni e dell effetto dei diversi alimenti sui livelli

Dettagli

LA BUONA ALIMENTAZIONE PER GUADAGNARE SALUTE

LA BUONA ALIMENTAZIONE PER GUADAGNARE SALUTE LA BUONA ALIMENTAZIONE PER GUADAGNARE SALUTE Studio Dietistico dott.ssa Francesca Pavan - Via G. Falcone 16-30024 Musile di Piave (Ve) Tel. 0421331981 Fax. 0421456889 www.studiodietisticopavan.it Esistono

Dettagli

www.alberodeigelati.it

www.alberodeigelati.it www.alberodeigelati.it presenta La Dieta del Gelato a cura di Dott. Claudio Tomella, Medico - Chirurgo specialista in scienza dell alimentazione, nutrizione, medicina anti-aging Presidente Olosmedica COLAZIONE

Dettagli

Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti inorganici organici

Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti inorganici organici Prof. Carlo Carrisi Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti: servono a nutrire l organismo, derivano dalla digestione, vengono

Dettagli

COLAZIONE & BENESSERE.

COLAZIONE & BENESSERE. COLAZIONE & BENESSERE. IL BUONGIORNO SI VEDE DALLA PRIMA COLAZIONE. ORE 7, SUONA LA SVEGLIA: TI ALZI, FAI LA DOCCIA, PRENDI UN CAFFÈ AL VOLO, TI VESTI ED ESCI DI CASA DI CORSA. FORSE NON LO SAI, MA STAI

Dettagli

Prova Costume? Niente Paura!

Prova Costume? Niente Paura! Prova Costume? Niente Paura! Che Cos è la Nutraceutica? SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO L alimentazione occupa un ruolo decisivo per il nostro benessere. Spesso però non conosciamo quello che mangiamo e la qualità

Dettagli

ALIMENTAZIONE e NUOTO

ALIMENTAZIONE e NUOTO MICROELEMENTI ALIMENTAZIONE e NUOTO ZUCCHERI: costituiscono la fonte energetica, che permette all uomo di muoversi. Sono di due tipi : a. SEMPLICI, si trovano nella zuccheriera, nella, nel miele e sono

Dettagli

LINEE GUIDA PER L ALIMENTAZIONE DEL GOLFISTA. Giorgio Pasetto. Mauro Bertoni

LINEE GUIDA PER L ALIMENTAZIONE DEL GOLFISTA. Giorgio Pasetto. Mauro Bertoni LINEE GUIDA PER L ALIMENTAZIONE DEL GOLFISTA Giorgio Pasetto (dottore in scienze motorie e osteopata) Mauro Bertoni (preparatore atletico) Con la consulenza scientifica del Prof. Ottavio Bosello (docente

Dettagli

Gruppo Acquisto. Monastier di Treviso IL SUCCO VIVO. 06/02/2014 Il Succo Vivo 1

Gruppo Acquisto. Monastier di Treviso IL SUCCO VIVO. 06/02/2014 Il Succo Vivo 1 IL SUCCO VIVO 06/02/2014 Il Succo Vivo 1 Cos'è il succo vivo? Il concetto di succo vivo venne per la prima volta introdotto dal dottor Norman Walker (1886-1985). Walker è stato il pioniere del crudismo

Dettagli

GUIDA PER UNO. stile di vita SALUTARE

GUIDA PER UNO. stile di vita SALUTARE 1-2 e 8-9 maggio 2010 GUIDA PER UNO stile di vita SALUTARE ATTIVITÁ FISICA QUOTIDIANA Ogni giorno almeno 6 volte a settimana: 30 minuti di PASSEGGIATA Per migliorare lo stile di vita: parcheggiare più

Dettagli

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA La dieta nel diabete Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura

Dettagli

Consigli per l'alimentazione degli sportivi: sani, in forma e senza glutine!

Consigli per l'alimentazione degli sportivi: sani, in forma e senza glutine! ..\..\Leggi+Articoli rist + logo+immag\loghi AIC\Loghi AFC\AFC definitivobis.pdf Consigli per l'alimentazione degli sportivi: sani, in forma e senza glutine! Alimentazione sana ed equilibrata Migliora

Dettagli

ALIMENTAZIONE dell ATLETA. Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale

ALIMENTAZIONE dell ATLETA. Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale ALIMENTAZIONE dell ATLETA Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale A CHE SERVE MANGIARE? Gli alimenti ci forniscono l energia per muoverci, per respirare,per il battito cardiaco, per il funzionamento

Dettagli

Scritto da Administrator Martedì 10 Ottobre 2006 23:15 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Dicembre 2009 17:51

Scritto da Administrator Martedì 10 Ottobre 2006 23:15 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Dicembre 2009 17:51 La colite ulcerosa e il morbo di Crohn sono malattie che colpiscono l apparato intestinale e vengono definite generalmente col nome di malattie infiammatorie dell apparato intestinale. La colite ulcerosa

Dettagli

Così nasce il questionario che stai per compilare.

Così nasce il questionario che stai per compilare. Premessa Una sana alimentazione e l attività fisica sono fondamentali per mantenere a lungo uno stato di benessere. Spesso però mancano informazioni precise e chi sa cosa dovrebbe fare non sempre applica,

Dettagli

20 suggerimenti per una salute radiosa

20 suggerimenti per una salute radiosa 20 suggerimenti per una salute radiosa 1. BEVI ACQUA CALDA CON SUCCO DI LIMONE AL MATTINO Una tazza di acqua calda con una spruzzata di succo di limone come prima cosa bevuta al mattino: passa subito attraverso

Dettagli

I CIBI DELLA SALUTE. parliamo di... Perché la prevenzione si fa anche a tavola, ogni giorno, come spiega il nostro esperto

I CIBI DELLA SALUTE. parliamo di... Perché la prevenzione si fa anche a tavola, ogni giorno, come spiega il nostro esperto parliamo di... I CIBI DELLA SALUTE Ci sono frutti, ortaggi e altri alimenti che possono diventare preziosi alleati per combattere i tumori. Eccoli allora protagonisti nei piatti buoni e sani di queste

Dettagli

20/11/2009 ALIMENTI ACIDIFICANTI

20/11/2009 ALIMENTI ACIDIFICANTI ficanti I grassi La digestione dei grassi mette a disposizione dell organismo acidi grassi, saturi o insaturi. Gli acidi grassi saturi sono di difficile utilizzazione da parte dell organismo e di conseguenza

Dettagli

La salute si conquista con il 5!

La salute si conquista con il 5! Nutrirsi di salute - Aprile 2011 La salute si conquista con il 5! È risaputo che frutta e verdura apportano benefici al nostro organismo. Quante porzioni dobbiamo consumarne ogni giorno? Questi preziosi

Dettagli

Attività fisica e. Per guadagnare salute 09/05/2013

Attività fisica e. Per guadagnare salute 09/05/2013 Attività fisica e Alimentazione Per guadagnare salute 09/05/2013 ? QUANTA ENERGIA ENERGIA SERVE AL PODISTA AMATORE? 09/05/2013 FABBISOGNO ENERGETICO Metabolismo basale (60-75%): età, sesso, massa corporea

Dettagli

LA TUA MAPPA DEL TESORO IN 4 SEMPLICI PASSI PER RAGGIUNGERE LA TUA FORMA PERFETTA CON JUICE PLUS

LA TUA MAPPA DEL TESORO IN 4 SEMPLICI PASSI PER RAGGIUNGERE LA TUA FORMA PERFETTA CON JUICE PLUS LA TUA MAPPA DEL TESORO IN 4 SEMPLICI PASSI PER RAGGIUNGERE LA TUA FORMA PERFETTA CON JUICE PLUS 4 Semplici passi per creare il tuo stile di vita 1. Decidi cosa vuoi e cosa credi = cosa vuoi ottenere e

Dettagli

LE BASI DELL ALIMENTAZIONE INTRODUZIONE

LE BASI DELL ALIMENTAZIONE INTRODUZIONE LE BASI DELL ALIMENTAZIONE INTRODUZIONE Lo scopo di questa guida alimentare è prevalentemente quello di informare con chiarezza e orientare il proprio stile di vita alimentare, modulando le scelte alimentari

Dettagli

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI Le Linee guida per una sana alimentazione italiana dell Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN) pubblicate nel 2003 propongono dieci direttive

Dettagli

www.goherb.eu PERSONAL WELLNESS COACH

www.goherb.eu PERSONAL WELLNESS COACH ...Sentiamo parlare sempre piú spesso di FIBRE: - Quale é il loro ruolo nell organismo? - Quale é la quantitá consigliata? - Quante bisogna mangiarne giornalmente? Vuoi aumentare energia e benessere? Prova

Dettagli

Come depurare il sangue in modo naturale

Come depurare il sangue in modo naturale Come depurare il sangue in modo naturale Le persone che costantemente soffrono di allergie, problemi di pelle o soffrono di infezioni respiratorie, dovrebbero aiutare il loro organismo purificando il sangue,

Dettagli

Integrazione di silice - Benefici riportati

Integrazione di silice - Benefici riportati Integrazione di silice - Benefici riportati Riduzione del dolore e dell infiammazione dei legamenti Migliorata elasticità della pelle Migliorata idratazione della pelle Stimolazione della formazione e

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

Addome piatto per sempre e energia per tutto il giorno

Addome piatto per sempre e energia per tutto il giorno Addome piatto per sempre e energia per tutto il giorno Avvertenze Le informazioni racchiuse in questo documento non sono da intendere come indicazioni mediche, ma sono a fini educativi e di intrattenimento.

Dettagli

Una corretta alimentazione nello sport. Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA

Una corretta alimentazione nello sport. Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA Una corretta alimentazione nello sport Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA CARBOIDRATI Sono alla base dell alimentazione costituiscono circa il 50% delle calorie che occorrono ogni giorno POSSIAMO

Dettagli

E ARRIVATO IL «SUCCO DELLA VITA» SUCCO al 100%, non da concentrato, Senza additivi, coloranti e aromi, né acqua o zuccheri aggiunti

E ARRIVATO IL «SUCCO DELLA VITA» SUCCO al 100%, non da concentrato, Senza additivi, coloranti e aromi, né acqua o zuccheri aggiunti E ARRIVATO IL «SUCCO DELLA VITA» SUCCO al 100%, non da concentrato, Senza additivi, coloranti e aromi, né acqua o zuccheri aggiunti Nuova Linea di Succhi dalle spiccate proprietà benefiche: per rinforzare

Dettagli

Nel 1931 Otto Heinrich Warburg ha scoperto la causa primaria del cancro e ha vinto il Premio Nobel.

Nel 1931 Otto Heinrich Warburg ha scoperto la causa primaria del cancro e ha vinto il Premio Nobel. Nel 1931 Otto Heinrich Warburg ha scoperto la causa primaria del cancro e ha vinto il Premio Nobel. Una notizia che ha dell incredibile: la causa principale del cancro è stata ufficialmente scoperta decenni

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 1 Argomento ALIMENTAZIONE CORRETTA Ecco il primo degli appuntamenti in cui si parla dei vantaggi di una dieta diversificata

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 2 Argomento ALIMENTAZIONE BAMBINI 0-3 ANNI Eccoci al secondo appuntamento, dedicato ai più piccoli. Una dieta sana ed equilibrata

Dettagli

ERBORISTERIA MAGENTINA OLI VEGETALI

ERBORISTERIA MAGENTINA OLI VEGETALI ERBORISTERIA MAGENTINA OLI VEGETALI Gli Oli vegetali Erboristeria Magentina sono PURI e SPREMUTI A FREDDO, per mantenere inalterati i loro principi attivi. Ammorbidiscono, nutrono e proteggono la pelle.

Dettagli

L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L uomo è ciò che mangia Ippocrate 400 a.c. Una sana e adeguata alimentazione

Dettagli

COS È E COSA CONTIENE

COS È E COSA CONTIENE SOMMARIO 6 INTRODUZIONE 8 LA STORIA 22 COS È E COSA CONTIENE 50 PER LA SALUTE 80 PER LA BELLEZZA 100 FATTO IN CASA 118 IN CUCINA LO YOGURT INTRODUZIONE Siamo abituati a pensare ai batteri come a nemici

Dettagli

IL Piccolo Cronista Sportivo

IL Piccolo Cronista Sportivo IL Piccolo Cronista Sportivo Stagione Sportiva 2014-2015 Asp.Scuola calcio Qualificata EDIZIONE SPECIALE SULL INCONTRO DEL 10.11.2014 SUL TEMA: L Educazione alimentare per la salute e lo sport Piccoli

Dettagli

PRODOTTI BIOLOGICI CURATIVI. In una vita sempre più frenetica cosa c è di più prezioso del benessere del corpo e della mente?

PRODOTTI BIOLOGICI CURATIVI. In una vita sempre più frenetica cosa c è di più prezioso del benessere del corpo e della mente? PRODOTTI BIOLOGICI CURATIVI In una vita sempre più frenetica cosa c è di più prezioso del benessere del corpo e della mente? Cuscini, materassi, saponi e sali da bagno * Vengono impiegate solo sostanze

Dettagli

3 prodotti in sinergia per un esclusivo Programma Nutrizionale e di Controllo Peso. dal risultato straordinario!

3 prodotti in sinergia per un esclusivo Programma Nutrizionale e di Controllo Peso. dal risultato straordinario! 3 prodotti in sinergia per un esclusivo Programma Nutrizionale e di Controllo Peso dal risultato straordinario! Pasto Sostitutivo Pasto Sostitutivo al delizioso sapore di cioccolato o vaniglia francese.

Dettagli

Viaggio delle sostanze nutritive

Viaggio delle sostanze nutritive Viaggio delle sostanze nutritive Il cibo che assumiamo contiene sostanze nutritive per la produzione di nuove cellule Gli alimenti però devono essere ridotti in molecole Esistono 4 fasi fondamentali 1)

Dettagli

La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia

La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia 8. Varia spesso le tue scelte a tavola 58 La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia da essi apportata, anche altri nutrienti indispensabili,

Dettagli

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO NUTRIZIONE ed EQULIBRIO Lo sapevi che Una corretta alimentazione è importante per il nostro benessere psico-fisico ed è uno dei modi più sicuri per prevenire diverse malattie. Sono diffuse cattive abitudini

Dettagli

Limone Meglio se bevuto a digiuno o lontano dai pasti, il succo di limone aiuta a

Limone Meglio se bevuto a digiuno o lontano dai pasti, il succo di limone aiuta a Limone Meglio se bevuto a digiuno o lontano dai pasti, il succo di limone aiuta a digerire i grassi grazie alla sua componente di acido citrico, utile anche contro l acidità di stomaco. Cocktail digestivo

Dettagli

Azioni principali Tonificante, rigenerante, depurativa. Principio Attivo Chlorella Pyrenoidosa

Azioni principali Tonificante, rigenerante, depurativa. Principio Attivo Chlorella Pyrenoidosa CLORELLA Contenuto 1 8 0 c o m p r e s s e d a 5 0 0 m g d i Chlorella Pyrenoidosa frantumata Clorella Bio con marchio di produzione Biologica della Comunità Europea Indicazioni Disintossicante, stai di

Dettagli

Bevande a base di Aloe Vera

Bevande a base di Aloe Vera Bevande a base di Aloe Vera Cibo in un bicchiere Per secoli l Aloe Vera è stata usata da molte civiltà nel mondo per le sue proprietà curative e per i suoi effetti benefici sulla salute. Il suo Gel contiene

Dettagli

MANGIAR SANO UN GIOCO DA BAMBINI!

MANGIAR SANO UN GIOCO DA BAMBINI! MANGIAR SANO UN GIOCO DA BAMBINI! Paese, 13 marzo 2013 dott.ssa Laura Martinelli dietista sportiva www.alimentazionesportivamartinelli.com ARGOMENTI L alimentazione dei bambini in Italia Elementi di dietetica

Dettagli

7 Minutes Project Manager

7 Minutes Project Manager 7 Minutes Project Manager Alimentazione 7 regole d oro per un alimentazione corretta Un alimentazione corretta è la base per far si che tutta l attività motoria svolta da un soggetto si traduca in reali

Dettagli

Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea

Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea La nuova piramide della dieta mediterranea moderna proposta dall INRAN (Istituto Nazionale per la Ricerca degli Alimenti e della Nutrizione) presenta

Dettagli

Alimenti. Gruppi Alimentari

Alimenti. Gruppi Alimentari Alimenti Gli alimenti sono tutto ciò che viene utilizzato come cibo dalla specie umana. Un dato alimento non contiene tutti i nutrienti necessari per il mantenimento di un corretto stato fisiologico La

Dettagli

COLAZIONE & BENESSERE.

COLAZIONE & BENESSERE. COLAZIONE & BENESSERE. IL BUONGIORNO SI VEDE DALLA PRIMA COLAZIONE. ORE 7, SUONA LA SVEGLIA: TI ALZI, FAI LA DOCCIA, PRENDI UN CAFFÈ AL VOLO, TI VESTI ED ESCI DI CASA DI CORSA. FORSE NON LO SAI, MA STAI

Dettagli

Antiossidanti: gli alimenti in grado di svolgere un azione protettiva nei confronti

Antiossidanti: gli alimenti in grado di svolgere un azione protettiva nei confronti L ALFABETO DELLA CORRETTA NUTRIZIONE Antiossidanti: gli alimenti in grado di svolgere un azione protettiva nei confronti delle membrane cellulari hanno destato negli ultimi anni maggior interesse. E ormai

Dettagli

www.coolfoodplanet.org www.efad.org coolf et.org www.eufic.org

www.coolfoodplanet.org www.efad.org coolf et.org www.eufic.org g olf or w. coo n lf o o d p l a et. g or co w w et. ww w.efa d.o.eufic.org w ww rg Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio.

Dettagli

PASTA TOSCANA INTEGRALE con Omega 3

PASTA TOSCANA INTEGRALE con Omega 3 PASTA TOSCANA INTEGRALE con Omega 3 Trafilata al bronzo Negli ultimi anni il mercato della pasta e cambiato, il consumatore sempre piu attento, vuole un prodotto migliore e piu salubre. Pasta Toscana Integrale

Dettagli

Concimi chimici, raffinazione industriale, inquinamento, cibi in scatola ecc.. sottopongono il nostro corpo ad uno stress fisico notevole

Concimi chimici, raffinazione industriale, inquinamento, cibi in scatola ecc.. sottopongono il nostro corpo ad uno stress fisico notevole ALIMENTAZIONE BENESSERE BELLESSERE Le proprietà farmacologiche, salutistiche, estetiche del cibo La mancanza di equilibrio tipica dell alimentazione moderna è spesso correlata al determinismo di molte

Dettagli

Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura e rispettando le giuste proporzioni

Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura e rispettando le giuste proporzioni DIABETE E CIBO Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura e rispettando le giuste proporzioni I nutrienti della dieta I nutrienti essenziali: PROTEINE

Dettagli

L illuminazione. La cucina curativa

L illuminazione. La cucina curativa 5 L illuminazione Il Mio nome è Alessandro, faccio il cuoco, non sono un curatore e non posso fare miracoli, ma da qualche anno non uso più medicine o almeno cerco di evitarle il più possibile. Come? Semplice,

Dettagli

Guida alla nutrizione

Guida alla nutrizione CentroCalcioRossoNero Guida alla nutrizione Bilancio energetico e nutrienti Il mantenimento del bilancio energetico-nutrizionale negli atleti rappresenta un importante obiettivo biofisiologico. Diversi

Dettagli

Sommario. Esercizio e dieta: un equazione super efficace! Impara a respirare e perdere peso sarà facile

Sommario. Esercizio e dieta: un equazione super efficace! Impara a respirare e perdere peso sarà facile Pagina 5 Sommario Il nuovo metodo per dimagrire senza fatica FORMA E BENESSERE Io ce l ho fatta così! Tre storie di chi ha raggiunto l obiettivo Claudia, Anna e Luca hanno ritrovato linea e salute Adoro

Dettagli

Benvenuti al training sui Prodotti Herbalife

Benvenuti al training sui Prodotti Herbalife Benvenuti al training sui Prodotti Herbalife Raggiungere una nutrizione equilibrata Nutrizione di Base Lascia che la ruota della nutrizione di base ti aiuti Raggiungi e mantieni la tua forma ideale con

Dettagli

CLASSI 4^ A e 4^B Istituto comprensivo F. Fellini di Tavazzano

CLASSI 4^ A e 4^B Istituto comprensivo F. Fellini di Tavazzano CLASSI 4^ A e 4^B Istituto comprensivo F. Fellini di Tavazzano I prodotti più comunemente utilizzati per una colazione completa e varia sono: Bevande: caffè latte, tè, cioccolata calda, succhi e centrifugati

Dettagli

Corso di macrobiotica in pillole

Corso di macrobiotica in pillole Corso di macrobiotica in pillole 4 LEZIONE Nutrire la vita Il nostro corpo ha bisogno quotidianamente di cibo vivo e vitale, con una forte carica energetica che ci aiuti a mantenerci in equilibrio con

Dettagli

la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE

la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE Il ph è l unità di misura dell acidità che va da 0 (acido) a 14 (basico o alcalino). 7 è il valore neutro. Il metodo più facile per avere un

Dettagli

TI STA A LA TUA SALUTE?

TI STA A LA TUA SALUTE? TI STA A LA TUA SALUTE? La scoperta del secolo! Doveva diventare un farmaco... ... per fortuna e un integratore per tutti! Nobel Ignarro, Ossido Nitrico promettente per Tumori e Alzheimer Roma, 18 luglio

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

Nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie. Guida per gli insegnanti

Nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie. Guida per gli insegnanti Nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie Guida per gli insegnanti insegnanti-interno Marco 18-10-2006 17:30 Pagina 3 Cari insegnanti, Cosa intendiamo per stile di vita sano? come certamente sapete

Dettagli

Le Dispense di Dietaenutrizione.it LA COLAZIONE IDEALE

Le Dispense di Dietaenutrizione.it LA COLAZIONE IDEALE LA COLAZIONE IDEALE Recenti statistiche attribuiscono ad una alimentazione scorretta la causa principale di diverse patologie nel mondo Noi siamo quello che mangiamo Alcuni fatti... L 86% dei decessi,

Dettagli

colesterolo sotto controllo

colesterolo sotto controllo Come tenere il colesterolo sotto controllo LAVORIAMO INSIEME PER PROTEGGERE LA TUA VITA Cos è il colesterolo alto (ipercolesterolemia)? Come succede a molti di noi, non hai mai pensato al colesterolo o

Dettagli

mix di frutta & verdura

mix di frutta & verdura mix di frutta & verdura Uno dei modi migliori di concentrare il vostro fabbisogno giornaliero di frutta e verdura in un solo bicchiere. In effetti, assicurarvi di assumere tutta la frutta e la verdura

Dettagli

NUMERO 36 SETTEMBRE 2015 CONTIENE I.P. SEGUICI SU FACEBOOK RISTORAZIONE ITALIANA. Speciale FARINE

NUMERO 36 SETTEMBRE 2015 CONTIENE I.P. SEGUICI SU FACEBOOK RISTORAZIONE ITALIANA. Speciale FARINE NUMERO 36 SETTEMBRE 2015 CONTIENE I.P. SEGUICI SU FACEBOOK RISTORAZIONE ITALIANA Speciale FARINE di Maurizio De Pasquale www.orlandipasticceria.com LA RICERCA DELLE PROTEINE N utrirsi bene è fondamentale

Dettagli

Alimentazione e sport

Alimentazione e sport Dietista Silvia Bernardi Trento, 5 Marzo 2010 Il movimento spontaneo e l attività fisica, se iniziati precocemente, rappresentano la misura più efficace di terapia e prevenzione delle patologie del benessere.

Dettagli

SPORT acquatici e ALIMENTAZIONE Prof.ssa Lucia Scuteri

SPORT acquatici e ALIMENTAZIONE Prof.ssa Lucia Scuteri SPORT acquatici e ALIMENTAZIONE Prof.ssa Lucia Scuteri SPORT ACQUATICI (nuoto,tuffi,pallanuoto,immersione,, surf, windsurf,sci d acqua o VELA) Necessitano una DIETA EQUILIBRATA Ogni SPORT ha CARATTERISTICHE

Dettagli

Gli integratori: cosa sono e a cosa servono

Gli integratori: cosa sono e a cosa servono Gli integratori: cosa sono e a cosa servono Gli integratori alimentari, nella vita quotidiana, sono prodotti specifici che favoriscono l'assunzione di sostanze quali macronutrienti (carboidrati e proteine)

Dettagli

L obiettivo per vivere meglio: alimentazione sana e benessere dell intestino! Venerdì 09 Ottobre 2009 Teatro Comunale di Padergnone (TN)

L obiettivo per vivere meglio: alimentazione sana e benessere dell intestino! Venerdì 09 Ottobre 2009 Teatro Comunale di Padergnone (TN) L obiettivo per vivere meglio: alimentazione sana e benessere dell intestino! Venerdì 09 Ottobre 2009 Teatro Comunale di Padergnone (TN) L intestino?il cervello della pancia. Come mantenere naturalmente

Dettagli

E-Book Gratuito I principi base del Professionista Top

E-Book Gratuito I principi base del Professionista Top Questo E-book è di proprietà di Ivan Ianniello. Questo E-book non può essere copiato, venduto o usato come contenuto proprio in nessun caso, salvo previa concessione dell'autore. L'Autore non si assume

Dettagli

ALOE LA PIANTA DELLA SALUTE

ALOE LA PIANTA DELLA SALUTE ALOE LA PIANTA DELLA SALUTE Aloe, la pianta della salute La pianta dell Aloe appartiene alla famiglia delle Liliaceae ed è originaria dell Africa. Fin dall antichità, l Aloe fu considerata un rimedio terapeutico

Dettagli

Forfora: come combatterla?

Forfora: come combatterla? Forfora: come combatterla? La forfora viene generalmente considerata come un problema prettamente maschile mentre in realtà anche le donne ne sono colpite in forme più o meno gravi. Ritenuta da molti come

Dettagli

ALIMENTAZIONE E SPORT. Dott. MAURIZIO VIGANO Spec. in Medicina dello Sport

ALIMENTAZIONE E SPORT. Dott. MAURIZIO VIGANO Spec. in Medicina dello Sport ALIMENTAZIONE E SPORT Dott. MAURIZIO VIGANO Spec. in Medicina dello Sport Argomenti: 1) Il fabbisogno energetico 2) Gli alimenti 3) L acqua 4) Vitamine, sali minerali, integratori 5) La dieta dello sportivo

Dettagli

Abound. Informazioni e Ricette. www.abound.net. Informazioni per il tuo farmacista: Disponibile in confezione da 30 buste, nei gusti: Arancio Neutro

Abound. Informazioni e Ricette. www.abound.net. Informazioni per il tuo farmacista: Disponibile in confezione da 30 buste, nei gusti: Arancio Neutro Ricostruire. Recuperare. Rimettersi in forma. Abound Informazioni e Ricette Informazioni per il tuo farmacista: Disponibile in confezione da 30 buste, nei gusti: Arancio Neutro NAO MPC 2189 01/2010 www.abound.net

Dettagli

RELAZIONE MISSIONE DEL 17/01/2015

RELAZIONE MISSIONE DEL 17/01/2015 Organizzazione non lucrativa di utilità sociale- Onlus sita in Demonte (CN) via Colle dell Ortica n 21-12014 Cod. Fisc. 96081720045 Tel.017195218 RELAZIONE MISSIONE DEL 17/01/2015 OBIETTIVO Migliorare

Dettagli

Lo stato di salute è Grazie ai microrganismi che rettificano il flusso della vita buona salute Il dono dei microrganismi

Lo stato di salute è Grazie ai microrganismi che rettificano il flusso della vita buona salute Il dono dei microrganismi Lo stato di salute è Grazie ai microrganismi che rettificano il flusso della vita Il nostro corpo vuole vivere sempre in buona salute, in un flusso ordinato che mantiene un equilibrio ottimale nel rispetto

Dettagli

6. Il Sale? Meglio poco

6. Il Sale? Meglio poco 6. Il Sale? Meglio poco Di quanto sale abbiamo bisogno Sia il sapore che le proprietà biologiche del sale comune (cloruro di sodio) sono legate principalmente al sodio; ogni grammo di sale contiene circa

Dettagli

Il potere energetico degli alimenti

Il potere energetico degli alimenti Il potere energetico degli alimenti Dott. Pasquale Romano Piacenza 04.12.2004 Cultura ed alimentazione Modelli succeduti in questi ultimi anni Mediterranea (culture regionali) Fast food Macrobiotica Vegetariana

Dettagli

Corso di cucina Vegan. Consigli per l utilizzo di latti a base vegetale. Lezione 1: Basi di Cucina Vegan

Corso di cucina Vegan. Consigli per l utilizzo di latti a base vegetale. Lezione 1: Basi di Cucina Vegan Consigli per l utilizzo di latti a base vegetale Latte di soia: come bevanda o per preparazioni dolci e salate (maionese, yogurt, besciamella, creme, salse, dressing sauce, sheese). Latte di riso: più

Dettagli