Sono risorto e sono sempre con te

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sono risorto e sono sempre con te"

Transcript

1 A PRIORITY PRIORITAIRE PP 3250 Lyss anno 42 - numero 4 - aprile 2010 ITALIALYS SIMO missione cattolica italiana Unterfeldweg 9, 3250 LYSS (CH) tel Sono risorto e sono sempre con te Gerusalemme: Chiesa del Santo Sepolcro Copytrend - A. Widmer - Unterer Aareweg Lyss - Tel BUONA PASQUA

2 Missione Cattolica Italiana Unterfeldweg Lyss (CH) Tel Natel Missionario (in pensione) Don Angelo Lini Celebrazione Santa Messa: Lyss: ore 18, primo e terzo sabato del mese, bilingue ore seconda, quarta e quinta domenica del mese Täuffelen: secondo sabato: ora solare, ora legale Battesimo Viene amministrato la seconda, quarta e quinta domenica del mese alle ore 11.30, nella Chiesa Parrocchiale a Lyss. Annunciarsi in Missione (tel ) almeno tre settimane prima. Matrimonio Viene celebrato il sabato. Avvertire in Missione un anno prima della celebrazione. E' obbligatoria la relativa preparazione che inizia un anno prima e viene fatta dal Parroco del luogo dove si celebra il Matrimonio. Certificati di Battesimo e Cresima, dall anno 1970 a tutt oggi, vanno richiesti al Segretariato della Parrocchia svizzera di Lyss, Oberfeldweg 26, nel seguente orario d ufficio: lunedi: ore 14-16; martedi/venerdi: ore 9-11 e 14-16; numero di telefono COLLABORATORI DELLA MISSIONE Ministre straordinarie della Sacra Comunione Cino Anna Rita, Meier Ursula Rappresentanti per gli Italiani nel Pfarreirat di Lyss Martone Carmelina, De Toffoli Maria Pia Rappresentante per gli Italiani nel Kirchgemeinderat Lyss-Seeland Meier Ursula Gruppo Donne - Primo martedi del mese dalle ore 20 alle 22 a Lyss Bertocco Maria, Cammardella Antonietta, Calame Filomena, Cino Anna Rita, Ferraro Ada, Ferraro Addolorata, Silvia Grosso, Liechti Maria, Lo Presti Anna, Lo Presti Filippa, Meier Ursula, Nero Ermelinda, Wütrich Franca, Zaccaria Gina. (Antonietta Cammardella e Ada Ferraro lavorano a casa) Gruppo Anziani - Seconda domenica: S. Messa; 12 pranzo Bertocco Maria, Calame Filomena, Cammardella Antonietta, Cavaliere Teresa, Del Monte Giuseppina, Ferraro Addolorata, Ferraro Francesco, Liechti Maria, Napoletano Antonietta, Napoletano Domenico, Nero Ermelinda, Polesel Silvano, Russo Gennaro, Russo Vittoria. Gruppo Lettori - 2, 4 e 5 domenica ore Margherita Argano, Cino Anna Rita, De Toffoli Maria Pia, Fulgieri Giusy, Grosso Silvia, Martone Carmelina, Milo Annamaria. Gruppo Ministranti - 2, 4 e 5 domenica ore Mara Bellini, Alessia De Toffoli, Roberto De Toffoli, Simona Faillace, Angela Fulgieri, Lorena Grosso, Marco Grosso, Vanessa Grosso. Servizio in Chiesa - preparazione Altare e accompagnamento canti: domenica 2, 4 e 5 ore Emanuela Saponara, Sonia Terlizzi Assistenza gratuita per tutte le pratiche che riguardano Consolato, Patronato e Sindacato, Corrispondente Consolare: Giovanni Magno, Ufficio: Länggasse 43, 3292 Busswil b.büren, tel , su appuntamento. Sportello a Bienne, Rue Centrale 99a, tel martedi 15.00/17.30, sabato 8.30/13.00

3 GRAZIE Un insegnante chiese agli scolari della sua prima elementare di disegnare qualcosa per cui sentissero di ringraziare il Signore. Non vi è nulla di nascosto che non debba essere rivelato. Né cosa segreta che non venga alla luce. - Non avrei mai pensato che togliendo il tappo della vasca da bagno avrei affondato la nave. - Mai visto un caso del genere - Va bene, dottore, ma ora mi aiuti, anche se dovessi pagarle la visita mille franchi... - Senta, signora, gliene do diecimila se mi dice come ha fatto Dottore, no, questa volta non si tratta di mia moglie; ma la prego, faccia qualcosa per questa povera macchina: soffre tanto. Il figlio di uno sceicco dell Arabia Saudita, Mohammed bin Yasser, è mandato a frequentare l Università di Basilea. Dopo un mese Mohammed scrive a casa: Cari Genitori, Basilea è una magnifica città, le persone sono molto socievoli; qui mi piace veramente tanto. Solo che ogni mattina mi vergogno un po ; infatti quando arrivo all Università con la mia Mercedes tutta dorata, vedo che il mio professore Hans Studenbacher scende proprio in quel momento dal tram... Alcuni giorni dopo Mohammed riceve dalla famiglia un assegno da due milioni di dollari dentro una busta, con un biglietto dov è scritto:: Non farci vergognare, figliolo, comprati anche tu un tram. - Stasera, cara, non me la sento di andare fuori a buttare il sacco dell immondizia. Pensò quanto poco di cui essere grati in realtà avessero quei bambini provenienti da quartieri poveri.ma sapeva che quasi tutti avrebbero disegnato dolci o tavole imbandite. L insegnante fu colta di sorpresa dal disegno consegnato da Pino: una semplice mano disegnata in maniera infantile. Ma la mano di chi? La classe rimase affascinata dall immagine astratta. Secondo me è la mano di Dio che ci porta da mangiare disse un bambino. Un contadino disse un altro perché alleva i polli e ha le patatine fritte. Mentre gli altri erano al lavoro, l insegnante si chinò sul banco di Pino e domandò di chi fosse la mano. E la tua mano, signora Maestra mormorò il bambino. Si rammentò che tutte le sere prendeva per mano Pino e lo accompagnava all uscita. Lo faceva anche con gli altri Bambini, ma per Pino voleva dire molto. Non aveva piu la Mamma. VIVI OGNI GIORNO COME SE FOSSE L ULTIMO Guardala bene in faccia la vita: vedrai, ha molto da offrirti. Missione Cattolica Italiana Unterfeldweg Lyss Tel Natel Internet Missione ww w.lemissioni.net/ita/default.aspt Missionario 1

4 CARISSIMI ITALIANI Gioia e letizia immense alitano sul mondo all arrivo della santa Pasqua: morte e vita si sono affrontate in un prodigioso duello, il Re della vita, che era morto, ora è vivo e trionfa. Ecco il vero messaggio cristiano della Pasqua. La celebrazione della Pasqua, dal latino pascha e dall ebraico pesah, è la massima festività della nostra vita e liturgia cristiana, nella quale viene celebrato il mistero della Risurrezione di Gesù. Nei primissimi tempi del cristianesimo la Risurrezione di Cristo era ricordata ogni sette giorni, la domenica. Successivamente, però, la Chiesa cristiana decise di celebrare questo evento solo una volta all anno, ma diverse correnti religiose si contrapposero nello stabilire quando. Una prima corrente, detta paolina-giovannea, voleva celebrare l evento esattamente il giorno in cui era avvenuto, in qualunque giorno della settimana fosse caduto, festeggiando lo stesso giorno sia la morte, che la Risurrezione di Gesù. Una seconda corrente, chiamata petrina, invece, propose di celebrarlo la domenica successiva al giorno dell anniversario. Queste due correnti, entrambe provenienti dalla Chiesa asiatica, si scontrarono inoltre con le consuetudini delle Chiese d Occidente, che celebravano la Pasqua la domenica successiva al primo plenilunio (fase della Luna tutta illuminata e in opposizione al Sole) di primavera. Ancora oggi però, la data della Pasqua presso le Chiese ortodosse, solitamente non coincide con quella della Chiesa cattolica, perché le Chiese ortodosse utilizzano un calendario lievemente diverso da quello gregoriano, così spesso la festa è celebrata dopo la data fissata per la cattolicità. La celebrazione della passione, morte e resurrezione di Gesù Cristo è dunque il nucleo della fede cristiana, poiché sancisce, in un certo senso, l entrata di Dio nella storia. Secondo i fedeli la Pasqua è anche di più. Il fatto che il Signore decise di riportare in vita Gesù per i fedeli significa che nella sua risurrezione é ora scritta anche la nostra risurrezione. Dio Padre attesta quanto operato in vita da Gesu : l aiuto ai poveri, la solidarietà, la fraternità e l amore per gli altri, tanto da dare la propria vita per questi ideali. A tutti voi i piu sinceri, cordiali e cristiani auguri di una serena e santa Pasqua; il Signore risorga in tanti cuori che hanno perso la vita della grazia e dell unione con il RISORTO, Signore della Vita che non conosce tramonto. Sia lodato Gesu Cristo, il Risorto Don Angelo A destra della porta d ingresso della Chiesa a Lyss c é il portariviste con giornali, libri e riviste in lingua italiana. Dai un occhiata: sicuramente troverai qualcosa utile anche per te. 2 ANNUNCI ECONOMICI REALMENTE APPARSI SUI GIORNALI - Astrochiromante diplomata con corso di formazione della Regione Campania predice futuro o effettua pulizie delle scale e finestroni dei palazzi a prezzi interessanti. - Automobile con la scritta Polizia vendesi. Identica a una vera: affarone!!! - Apparecchiatura per tomografia assiale computerizzata, identica a quella rubata all Ospedale Santa Maria Pietosa degli Orfanelli Ciechi, vendesi a clinica privata. No perditempo! - Bellissimo quadro antico raffigurante due vecchi che si picchiano a bastonate vendesi ad intenditore. - Camorrista impartisce lezioni private di guida sportiva. No principianti. - Cameriera laureata con lode in lettere moderne impartisce lezioni private scuole medie e superiori. Si paga prima! - Circolo ricreativo «Don Bosco» cedesi causa autobomba. Per prima cosa lo specialista mi diede la notizia buona: avevo una malattia che avrebbe preso il mio nome. 31

5 IO SONO LA VIA, LA VERITA, LA VITA???????? DOMANDE CURIOSE Perchè il picchio batte con il becco sul tronco degli alberi? Picchio: nome comune di più di 200 specie di uccelli, noti per la loro capacità di arrampicarsi sui tronchi degli alberi e di scavare buchi nel legno con il becco, che è diritto, appuntito e simile a uno scalpello. I picchi hanno, inoltre, una lunga lingua dalla punta dura a forma di lancia, che può essere estroflessa. Le dita delle zampe, munite di forti artigli, sono solitamente disposte due in avanti e due all indietro. In alcune specie, una delle due dita posteriori è assente. Tranne che nel picumno e nel torcicollo, la coda è rigida, con il calamo delle penne che termina in spine dure, sulle quali l uccello sostiene il proprio peso. In genere i picchi sono animali solitari, diffusi in tutto il mondo tranne che in Australia; nidificano ovunque ci siano alberi, nelle foreste pluviali come nei parchi cittadini. Si nutrono principalmente di insetti, che individuano battendo il legno degli alberi con il becco e servendosi poi di quest ultimo come di una piccozza per afferrarli. Generalmente nidificano in buchi praticati nei tronchi d albero, sul NESSUNO VIENE AL PADRE SE NON PER ME fondo dei quali la femmina depone diverse uova bianche e lucenti. 30 E risorto: il capo santo più non posa nel sudario, è risorto: dall un canto dell avello solitario sta il coperchio rovesciato: come un forte inebriato, il Signor si risvegliò. Era l alba; e molli il viso Maddalena e l altre donne fean lamento in su l Ucciso; ecco tutta di Sionne si commosse la pendice e la scolta insultatrice di spavento tramortì. Un estranio giovinetto si posò sul monumento: era folgore l aspetto era neve il vestimento: alla mesta che l richiese dié risposta quel cortese: è risorto; non è qui. Alessandro Manzoni 3

6 domenica 4 aprile - PASQUA DI RISURREZIONE (i numeri indicano le frasi dei vari capitoli) Dal Vangelo secondo Giovanni 1 Nel giorno dopo il sabato, Maria di Magdala si recò al sepolcro di buon mattino, quand era ancora buio, e vide che la pietra era stata ribaltata dal sepolcro. 2 Corse allora e andò da Simon Pietro e dall altro discepolo, quello che Gesù amava, e disse loro: Hanno portato via il Signore dal sepolcro e non sappiamo dove l hanno posto. 3 Uscì allora Simon Pietro insieme all altro discepolo, e si recarono al sepolcro. 4 Correvano insieme tutti e due, ma l altro discepolo corse più veloce di Pietro e giunse per primo al sepolcro. 5 Chinatosi, vide le bende per terra, ma non entrò. 6 Giunse intanto anche Simon Pietro che lo seguiva ed entrò nel sepolcro e vide le bende per terra 7 e il sudario, che gli era stato posto sul capo, non per terra con le bende ma piegato in un luogo a parte. 8 Allora entrò anche l altro discepolo, che era giunto per primo al sepolcro, e vide e credette. 9 Non avevano infatti ancora compreso la Scrittura, che egli cioè doveva risuscitare ai morti. domenica 11 aprile - seconda domenica di Pasqua Dal Vangelo secondo Giovanni 19 La sera di quello stesso giorno, il primo dopo il sabato, mentre erano chiuse le porte del luogo dove si trovavano i discepoli per timore dei giudei, venne Gesù, si fermò in mezzo a loro e disse. Pace a voi!. 20 Detto questo, mostrò loro le mani e il costato. E i discepoli gioirono al vedere il Signore. 21 Gesù disse loro di nuovo: Pace a voi! Come il padre ha mandato me, anch io mando voi. 22 Dopo aver detto questo, alitò su di loro e disse: Ricevete lo Spirito santo; 23 a chi rimetterete i peccati saranno rimessi e a chi non li rimetterete, resteranno non rimessi. 24 Tommaso, uno dei Dodici, chiamato Dìdimo, non era con loro quando venne Gesù. 25 Gli dissero allora gli altri discepoli: Abbiamo visto il Signore!. Ma egli disse loro: Se non vedo nelle sue mani il segno dei chiodi e non metto il dito nel posto dei chiodi e non metto la mia mano nel suo costato, non crederò. 26 Otto giorni dopo i discepoli erano di nuovo in casa e c era con loro anche Tommaso. Venne Gesù, a porte chiuse, si fermò in mezzo a loro e disse: Pace a voi!. 27 Poi disse a Tommaso: Metti qua il tuo dito e guarda le mie mani; stendi la tua mano, e mettila nel mio costato; e non essere più incredulo ma credente. 28 Rispose Tommaso: Mio Signore e mio Dio!. 4 si destreggia secondo gli avvenimenti o - più frequentemente - prende le parti della madre e da torto alla moglie; oppure da torto alla madre e ragione alla moglie, scegliendo così, in linea generale, la soluzione migliore. La suocera interventista, che non ha né l intelligenza né la virtù d astenersi, è generalmente un temperamento autoritario. In questo caso ha molto spesso - senza saperlo ne volerlo - diminuito la capacità di decisione del figlio. A volte usa ricatti nei suoi riguardi; gli ricorda tutta la sua dedizione passata; lo richiama, erroneamente, al suo dovere morale e religioso (4 comandamento!). In tal caso il figlio non soltanto non osa giudicare tra le due donne, ma, per timore della madre, da torto alla moglie o le domanda discretamente di cedere. La moglie, che pensa di aver ragione, mal sopporta questo atteggiamento del marito, se la prende con lui apertamente o gliene fa torto in segreto; e siccome il conflitto riguarda ciò che più le sta a cuore, l affetto del marito, soffre dolorosamente e spesso contrae una nevrosi.quando il marito prende apertamente le parti della madre e critica la moglie, il focolare è in gran pericolo. Pur vivendo separatamente, non sempre si evitano gli interventi della suocera; ma si favoriscono vivendo in casa sua. Gli inconvenienti sono gravi. La coabitazione di due giovani sposi coi genitori del marito è in sé, nell attuale momento della nostra civiltà, una soluzione pericolosa. Il danno è un po attenuato quando il marito ha cura di prendere una posizione generale in favore della moglie. Deve apertamente avvertire la madre, in modo tanto amabile quanto fermo, che responsabile del nuovo focolare è la moglie, e che come ella aveva un tempo agito a modo suo, e bene che ora la moglie faccia altrettanto. Si mostrerà deferente ed affezionato verso la madre, ma intransigente circa la posizione assunta. Pochi uomini, purtroppo, hanno la forza di usare tale linguaggio. continua 29

7 28 AGLI SPOSI CRISTIANI QUANDO LA SPOSA ABITA CON LA SUOCERA AMA TUO MARITO ovvero la Donna nel Matrimonio La coabitazione con la madre del marito è la più pericolosa. Le ragioni sono evidenti. La maggior parte delle madri ama di preferenza i figli. Non intendiamo dire che non amino le figlie, ma che segretamente preferiscono i figli, specialmente poi se ne hanno uno solo. Ogni amor materno manifesta in parte il senso di possesso e ripugnanza a venir secondo. Per una madre il figlio sposato resta sempre suo figlio, prima che lo sposo della nuora. Pretende il suo affetto; non è stata la prima amata? Pretende la sua gratitudine; non si è forse dedicata a lui anima e corpo? Pretende la docilità ai suoi consigli: non è il suo figliolo? Lo vuol sano e felice. Ha le sue tecniche di cure, di cucina, di ambiente. Le giudica le migliori (e sono infatti le migliori... che conosca!). Sono quelle che bisogna usare per il figlio. Quelle e non altre, poiché sono le migliori. La nuora non ha che da adottarle. Forse la madre non conosce il figlio da maggior tempo? Non ha più esperienza? La nuora deve dunque far ciò ch ella dice. Ogni suocera pensa immancabilmente così ed ogni nuora la pensa immancabilmente in modo diverso. Questa ha una propria idea sul modo di nutrire suo marito e di renderlo felice. Ella pure ne vuoi la salute e la gioia, ma intende preparare i suoi pasti e disporre l abitazione a modo suo, e concepisce le cose secondo l ambiente familiare da cui proviene. Da tutto ciò, salvo casi rari d una suocera che sia intelligente e se ne disinteressi, il fatale conflitto. Tutto, letteralmente tutto, ne può fornire occasione: scelta dei cibi, preparazione dei pasti, abbigliamento del marito, disposizione d un mobile, d un quadro o d una stampa, impiego del tempo, scelta delle vacanze, ecc. In tal situazione il marito non sa che fare, o meglio, non osa dar torto a sua madre, né ragione alla moglie; domenica 18 aprile - terza domenica di Pasqua Dal Vangelo secondo Giovanni In quel tempo, 1 Gesù si manifestò di nuovo ai discepoli sul mare di Tiberìade. E si manifestò così: 2 si trovavano insieme Simon Pietro, Tommaso detto Dìdimo, Natanaele di Cana di Galilea, i figli di Zebedeo e altri due discepoli. 3 Disse loro Simon Pietro: lo vado a pescare. Gli dissero: Veniamo anche noi con te. Allora uscirono e salirono sulla barca; ma in quella notte non presero nulla. 4 Quando già era l alba Gesù si presentò sulla riva, ma i discepoli non si erano accorti che era Gesù. 5 Gesù disse loro: Figlioli, non avete nulla da mangiare?. Gli risposero: No. 6 Allora disse loro: Gettate la rete dalla parte destra della barca e troverete. La gettarono e non potevan più tirarla su per la gran quantità di pesci. 7 Allora quel discepolo che Gesù amava disse a Pietro: È il Signore!. Simon Pietro appena udì che era il Signore, si cinse ai fianchi la sopravveste, poiché era spogliato, e si gettò in mare. 8 Gli altri discepoli invece vennero con la barca, trascinando la rete piena di pesci: infatti non erano lontani da terra se non un centinaio di metri. domenica 25 aprile - quarta domenica di Pasqua Dal Vangelo secondo Giovanni In quel tempo, Gesù disse: 27 " Le mie pecore ascoltano la mia voce e io le conosco ed esse mi seguono. 28 Io dò loro la vita eterna e non andranno mai perdute e nessuno le rapirà dalla mia mano. 29 Il Padre mio che me le ha date è più grande di tutti e nessuno può rapirle dalla mano del Padre mio. Io e il Padre siamo una cosa sola. 5

8 6 BEATA LA FAMIGLIA OOOOOOOOOOOOOOO Beata la famiglia che vive, i propri legami nella liberta, lasciando a tutti autonomia di crescita. Beata la famiglia che trova il tempo per dialogare, svagarsi e fare festa insieme. Beata la famiglia che non e schiava della televisione e sa scegliere programmi costruttivi. Beata la famiglia in cui i contrasti non sono un dramma, ma palestra per crescere nel rispetto, nella bene volenza e nel perdono vicendevole. Beata la famiglia dove regna la pace al suo interno e con tutti: in lei mette radici la pace del mondo. Beata la famiglia che vive in sintonia con l universo e si impegna per la costruzione di un mondo piu umano. Beata la famiglia che, pur non ritrovandosi in queste beatitudini decide che e possibile percorrerne qualcuna. Beata la famiglia in cui vivere e gioia, allontanarsi e nostalgia, tornare e festa. Beata la famiglia nella quale i Genitori, con l esempio e la parola, trasmettono ai Figli i sentimenti della santa Famiglia di Nazareth PREGHIERA DI PASQUA Signore, tu stai alla porta e bussi: fa che ti apriamo quando ascoltiamo la tua voce, ma se anche le nostre porte restano chiuse, tu vinci il timore ed entra lo stesso, perché dalla tua Resurrezione abbiamo la pienezza della vita e la tua pace. Signore, tu conosci più di noi il nostro cuore e tu sai che nel profondo non cerca e non desidera se non Te. Rendici capaci di rispondere alla tua chiamata e di lasciarci condurre dove tu vuoi, perché in noi si compia il tuo disegno d amore e di predilezione. Signore Gesù, Buon Pastore, insegnaci ad ascoltare la tua voce, a riconoscerla fra mille altre voci che promettono e non mantengono, e a seguire in Te la via della Verità e della Vita che ci porta al Padre. Padre, che nella Passione e Resurrezione del tuo Figlio, hai mostrato agli uomini il tuo amore, fa che alla scuola della sua carità impariamo a farti dono della nostra vita, perché noi crediamo e il mondo creda che tu lo hai mandato a salvarci. Fa, o Signore, che per la luce del tuo Spirito, ti riconosciamo presente in noi e la tua Parola metta radici e porti frutto nella vita di ogni giorno. Padre, che da sempre ci chiami alla comunione con te, rivela a noi la via sulla quale, dietro al Cristo, tuo Figlio, possiamo tornare a te con fiducia e cuore di figli. Signore, che ha promesso di non lasciarci soli, manda a noi il tuo Spirito, perché ci guidi alla Verità tutta intera e alla conoscenza del dono inestimabile della tua chiamata e della tua amicizia. In alto, a sinistra del portariviste nella Chiesa a Lyss, vi sono bollettini di versamento a favore delle Suore della Beata Madre Teresa di Calcutta. La generosità e l altruismo ci spingano a ritirarli per spedire, saltuariamente, la nostra offerta. GRAZIE. 27

9 Chiedilo al Prete REVERENDO, VORREI SAPERE... Caro don Angelo, tempo fa, invitata alla Prima Comunione di mia nipote, al momento della predica il prete ha detto in modo deciso che il diavolo non esiste, affermando che c è solo il male legato al peccato originale. La Chiesa ufficialmente parla del male come di qualcosa misteriosamente esistente e contro il quale cerchiamo di lottare nonostante le nostre debolezze o sostiene l esistenza di un essere maligno persona? La ringrazio per il tempo che potrà dedicarmi, penso che il suo sia un servizio molto utile. Elisa D. Cara Elisa, la Chiesa, quando parla del diavolo, non allude in maniera generica al male, ma afferma che il diavolo è un essere personale, un angelo ribelle. Ti presento il testo del magistero della Chiesa con dei titoletti miei in grassetto. Alcune espressioni del testo sono state sottolineate da me. 1. I demoni sono angeli ribelli Dietro la scelta disobbediente dei nostri progenitori c è una voce seduttrice, che si oppone a Dio, la quale, per invidia, li fa cadere nella morte. 2. I demoni sono diventati tali per un peccato commesso La Scrittura parla di un peccato di questi angeli. Tale «caduta» consiste nell avere, questi spiriti creati, con libera scelta, radicalmente ed irrevocabilmente rifiutato Dio e il suo Regno. 3. La condizione dei demoni è irrevocabile A far sì che il peccato degli angeli non possa essere perdonato è il carattere irrevocabile della loro scelta, e non un difetto dell infinita misericordia divina. 4. I demoni istigano gli uomini al male La Scrittura attesta la nefasta influenza di colui che Gesù chiama «omicida fin dal principio», e che ha perfino tentato di distogliere Gesù dalla missione affidatagli dal Padre. 5. Il potere dei demoni è limitato e subordinato alla maggior gloria di Dio La potenza di Satana però non è infinita. Egli non è che una creatura, potente per il fatto di essere puro spirito, ma pur sempre una creatura: non può impedire l edificazione del Regno di Dio. Di fronte a questo insegnamento limpido della Chiesa non rimane che dire con sant Agostino: Roma locuta, causa finita (Roma, vale a dire il Papa, ha parlato, la discussione è finita. Don Angelo 26 Giornata dei Popoli 2009 Le sorelle...gina e Maria Kessler Alla salute, signor Vito e Signora Nicoletta C eravamo anche noi... 7

10 8 VITA della MISSIONE Abbiamo ricevuto francobolli, e ne siamo loro grati, da: Ursula Meier, Famiglia Zingarello, Famiglia Bagnariol, Famiglia Antonio Ferrara, Rotolo Valerio. Ricordiamo che il Venerdi santo, quest anno cade il giorno 2 aprile, è giorno di astinenza e digiuno; il che vuol dire che non si deve mangiare carne e uno dei due pasti principali, pranzo o cena, deve essere incompleto. In occasione di una delle sue venute a Lyss per celebrare la Santa Messa per la Parrocchia svizzera, abbiamo dato a Padre Patrick: 7 copertine di lana e cotone lavorate all uncinetto, 7 gonne di cotone per donna, 4 gonne di cotone per bambina, 1 pezzo di stoffa per una tovaglia, 2 shorts per bambino, 9 pullover di lana per bambino; il tutto come sempre, naturalmente, lavorato e confezionato con amore dal Gruppo Donne della Missione, al quale va la nostra gratitudine ed il nostro sincero grazie. Che il Signore ricompensi il loro lavoro. Attenzione ai cambiamenti d orario delle celebrazioni liturgiche e attività per il mese di aprile: - martedi 6 alle ore 20 Riunione del Gruppo Donne nella Sala del Catechismo a Lyss - sabato 10 alle ore 18 Santa Messa bilingue, non é stata celebrata il primo sabato, il 3, essendo sabato santo - la Giornata degli Anziani viene celebrata ugualmente domenica 11 anche se non abbiamo la Santa Messa in lingua italiana. Alle ore 12 pranzo nella solita saletta attigua alla cucina, nel Centro parrocchiale - sabato 17 avremo alle ore 18 la Santa Messa in lingua italiana poichè la domenica seguente, il 18, la Parrocchia svizzera ha la Prima Comunione Preghiamo di porre attenzione ai cambiamenti or ora descritti. Se cambi indirizzo e desideri continuare a ricevere Italialyssimo, sei gentilmente pregato di notificare subito il nuovo recapito. GRAZIE. Lettera a Dio Ho speso metà della vita a cercarti Ti ho cercato in ogni persona Ho sperato di conoscerti in un libro letto Ti ho intravisto, nelle bellezze del creato, ma sei subito fuggito. Ho creduto d incontrarti nell esperienze fatte Ti ho immaginato e cancellato molte volte Ho cercato di fare a meno di te Ti ho pregato di aiutarmi a comprendere Ho chiamato il tuo nome ma non mi hai mai risposto E quando ormai avevo perso ogni speranza Ti ho trovato Eri dentro di me Ed ora ti vedo ogni giorno negli occhi di mio figlio, nell aurora variopinta, che giorno che muore, nel povero che chiede, nel vento che alita e muova le foglie, nel sussurro di parole d amore. L Angelo che mi hai dato come custode mi ha indicato la via del Cielo, la via per giungere fino a Te. Eccomi nella tua casa: il mio cuore. 25

11 ? FORSE NON TUTTI SANNO CHE... Napolitano costa 6 volte più di Sarkozy A inizio del 2010 il personale di ruolo ammontava complessivamente a 987 unità, di cui 84 appartenenti alla carriera direttiva, 124 alla carriera di concetto, 228 alla carriera esecutiva, 551 ausiliari. Il personale di diretta collaborazione con i vertici della presidenza ammontava a 85 unità «in posizione di comando» (38 civili e 47 militari) e 24 unità a contratto. Il personale militare e di polizia ammontava complessivamente a 1086 unità, di cui 297 appartenenti al reggimento dei corazzieri. Totale generale 2182 dipendenti. Ad attenuare troppo facili ottimismi va osservato che nel caso del Quirinale come in altri i giri di vite prospettati con legittimo autocompiacimento riguardano per lo più non risparmi sulla spesa esistente, ma risparmi sulla maggior spesa prevista. Tipico l aumento di spesa del Quirinale contenuto nel 3,23 per cento contro una previsione del 3,5 per cento... In dieci anni i dipendenti del Quirinale sono aumentati del 35 per cento e la spesa, depurata dell inflazione, ossia in termini reali, è aumentata del 61 per cento... A questa dilatazione dei costi è estraneo l appannaggio del capo dello Stato, fermo da anni al ragionevole livello di euro, tassati normalmente: meno di quanto riscuote, ahinoi!, un europarlamentare italiano. Ma proviamo a esaminare i casi di due presidenze vicine all Italia, la tedesca e la francese. In Germania il presidente della Repubblica (è in caricahorst Köhler) ha, come il nostro, compiti soprattutto di rappresentanza e di garanzia. Nel 2006 sono stati stanziati per le spese della presidenza tedesca 19 milioni 354mila euro. Questa cifra è comprensiva di tutto, stipendio del presidente e del personale, spese ordinarie e straordinarie, viaggi all estero, manutenzione delle due residenze (Bonn e Berlino). Il presidente ha uno stipendio annuo netto di 199mila euro, e dispone inoltre d uno straordinario (78mila euro nel 2006) per spese di rappresentanza e interventi di vario tipo. Gli organici della presidenza ammontano a 160 unità tra consiglieri,funzionari, impiegati, personale addetto alla manutenzione e alla sicurezza. Il presidente francese non è una figura ornamentale, cerimoniale, notarile. Ha un forte ruolo operativo, e un ambito pressoché esclusivo di potere per gli Esteri e per la Difesa. L Eliseo non è un osservatorio, un luogo di verifiche. continua 24 Il Presidente italiano G. Napolitano Il Presidente francese N. Sarkozy Il Presidente tedesco Horst Köhler Anche quest anno la domenica delle Palme, insieme alla palma benedetta, distribuiremo anche l immagine-ricordo della Benedizione della Famiglia. Quest anno sarà l immagine del famoso Crocifisso del Velasquez, che ci auguriamo vorrete gradire, e sistemare in un posto ben esposto della vostra abitazione. Chi desidera ricevere la Benedizione Pasquale nella sua Famiglia è gentilmente pregato di prendere contatto con il Missionario, o dopo la Santa Messa domenicale o telefonicamente (tel , natel ). Agli Italiani di Täuffelen e dintorni: come avvertito al termine della Santa Messa di sabato 13 marzo, nei mesi di aprile e maggio non c è Santa Messa a Täuffelen nel Centro dei Santi Pietro e Paolo; in aprile, c è lo stesso giorno, il 10, a Lyss, e nel mese di maggio, il giorno otto, gli Italiani, e sopratutto le Italiane di Täuffelen e dintorni, sono gentilmente invitati a Lyss domenica 9 per la Festa della Mamma. Senza meno i nostri lettori si saranno accorti che negli ultimi due numeri del nostro bollettino ITALIALYSSIMO le foto, le immagini e i disegni non erano proprio...perfetti. Infatti avevamo cambiato tipografia, pensando di andare verso il...meglio. Purtroppo ci siamo sbagliati e ci siamo ricordati allora del vecchio adagio italiano:«chi lascia la via vecchia per quella nuova, sà quel che lascia, ma non sà quel che trova». E abbiamo fatto marcia indietro. A parziale nostra giustificazione di quanto accaduto ci siamo anche ricordati dell altro adagio:«tutti possiamo sbagliare, anche il prete sull altare». E in fatto di preti noi ce ne...intendiamo. Attenzione: ricordarsi che nella notte tra sabato 27 e domenica 28 marzo entra in vigore l ora legale; lancette avanti di un ora. Non giungere in ritardo, per favore, alla Santa Messa delle Palme, ore Mercoledi 31 marzo c.a. è scade il permesso gentilmente concesso dall UNIA agli Anziani e Pensionati Italiani di Lyss-Seeland di usufruire della Sala sita in Rosenmattstr. 11. Al Gruppo ora si offrono due possibilità: quella del Circolo Italiano e quella delle Famiglie Passaretti-Cattolico. Saranno gli stessi componenti il Gruppo Anziani e Pensionati a decidere quale delle due scegliere. Perdona sempre i tuoi nemici, niente li farà arrabbiare di piu. 9

12 QUANDO C E LA SALUTE C E (QUASI) TUTTO A Definizione Malattia cronica della cartilagine articolare e dei tessuti circostanti, caratterizzata da dolore, rigidità e deficit funzionale. R TR O Cause Nell artrosi si osserva una degenerazione progressiva e un infiammazione osso della cartilagine che riveste le articolazioni, che finisce per coinvolgere tutte le componenti articolari (sinovia, capsula articolare e osso sottostante). Si distinguono due tipi di artrosi: quella idiopatica, la più frequente, che non è dovuta ad alcuna causa apparente, e quella secondaria, cioè dovuta a un altra condizione. Fattori che possono procurare l artrosi sono un carico eccessivo sull articolazione (per esempio l obesità o anche a un cattivo «allineamento» dell articolazione, come nella sublussazione dell anca) oppure patologie osteoarticolari (deformità articolari, traumi pregressi, morbo di Paget). L artrosi è più frequente negli anziani. Sintomi Il dolore è il sintomo principale dell artrosi. E un dolore profondo, strettamente localizzato all articolazione colpita, che peggiora con la stazione eretta. È spesso presente rigidità, che solitamente compare dopo un periodo di inattività e si riduce nel giro di una ventina di minuti. L articolazione può col tempo diventare meno mobile e ingrossarsi. Quando interessa la colonna vertebrale, può comparire lombalgia e dolore cervicale. 10 S osso i E Gesù rivedeva, oltre il Giordano, GESU E LA SUA PASQUA campagne sotto il mietitor rimorte, il suo giorno non molto era lontano. E stettero le donne in sulle porte delle case, dicendo: Ave, Profeta! Egli pensava al giorno di sua morte. Egli si assise, all ombra d una mèta di grano, e disse: Se non è chi celi sotterra il seme, non sarà chi mieta. Egli parlava di granai ne Cieli: e voi, fanciulli, intorno lui correste con nelle teste brune aridi steli. Egli stringeva al seno quelle teste brune; e Cefa parlò: Se costì siedi, temo per l inconsutile tua veste; Egli abbracciava i suoi piccoli eredi: - Il figlio - Giuda - bisbigliò veloce - d un ladro, o Rabbi, t è costì tra piedi: Barabba ha nome il padre, che in croce morirà.- Ma il Profeta, alzando gli occhi - No -, mormorò con l ombra nella voce, e Gesù prese il mio, bimbo sopra perdono i suoi ginocchi. e misericordia, per i meriti delle tue Sante Piaghe. Giovanni Pascoli 23

13 22 L ANGELO DELLA RISUR- REZIONE Perchè cercate tra i Morti Colui che é vivo? Diagnosi La diagnosi dell artrosi si basa sui sintomi e sull esame obbiettivo, oltre che sui reperti radiografici che evidenziano le modificazioni dell articolazione, tra cui la diminuzione dello spazio articolare e l aumento della crescita ossea. Tuttavia queste alterazioni sono piuttosto tardive. I danni precoci della cartilagine possono essere rilevati con la risonanza magnetica nucleare. Cure L obiettivo principale della terapia è contrastare il dolore. Oltre a misure non-farmacologiche (riduzione del peso, esercizio fisico, uso di supporti meccanici), il trattamento comprende: paracetamolo, FANS e, se necessario, analgesici maggiori. Il paracetamolo rappresenta comunque il farmaci di prima scelta. Possono essere utilizzate anche le infiltrazioni locali di corticosteroidi o di acido ialuronico o i cosiddetti farmaci condroprotettori (glucosamina, condroitin solfato), sebbene non vi sia unanimità su un loro effetto non solo sintomatico. Nei casi in cui gli altri trattamenti non siano in grado di controllare il dolore, si ricorre all intervento chirurgico (artroprotesi). Cure alternative Si può ricorrere a fitoterapici ad azione antinfiammatoria e a rinforzo del sistema immunitario. Segnalati anche rimedi omeopatici, agopuntura e aromaterapia. Alimentazione Includere nella dieta pesci come il salmone e l halibut che contengono grassi utili per le articolazioni e agiscono come antinfiammatori naturali. Evitare i grassi saturi, i grassi idrogenati, i fritti e gli zuccheri raffinati, sostanze che aumentano l acidità dell organismo favorendo l infiammazione delle articolazioni. 11

14 CONOSCI BENE CIO CHE CREDI? IO CREDO La professione della fede cristiana 15. Chi è Dio? Dio si è rivelato come «Colui che è», e si è fatto conoscere come Verità e Amore. 16. Qual e il mistero principale della nostra fede? Il mistero principale della nostra fede è il mistero della Santissima Trinità. Solo Dio può darcene conoscenza rivelandosi come Padre e Figlio e Spirito Santo. 17. Come conosciamo questo mistero? Conosciamo questo mistero dalle parole di Gesù e attraverso l Incarnazione del Figlio di Dio e la mìssìone dello Spirito Santo. 18. Come possiamo sintetizzare questo mistero? La fede cattolica consiste nel venerare un Dio solo nella Trinità e la Trinità nell Unità, senza confusione delle Persone né separazione della sostanza: altra infatti è la Persona del Padre, altra quella del Figlio, altra quella dello Spirito Santo; ma unica è la divinità del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, uguale la gloria, coeterna la maestà. 19. Le tre Persone hanno tre attività distinte? No, inseparabili nella loro sostanza, le Persone divìne sono inseparabili anche nelle loro operazioni. Ma nell unica operazione divina ogni Persona manifesta ciò che le è proprio nella Trinità, soprattutto nelle missioni divine dell Incarnazione del Figlio e del dono dello Spirito Santo. 12 Chi desidera inserire il proprio nome in questa rubrica, o correggere inesattezze sui nomi e date riportate, telefoni in Missione: BUON COMPLEANNO e Buon Onomastico 2 Verdecchia Fabio, Leoci Maria, Petrolo Paola 3 Mattioni Romeo 4 Aquaro Pietro 5 D Angelo Maria 6 Grosso Marco Andrea, Caccamo Romina 7 La Rosa Walter, De Prophetis Filomena, Carvani Franco, Germano Daniel 9 Gesto Sharon 11 D Avino Kelly 12 Leoci Stefano 11 Pascucci Michele, Lupinetti Lidia, Gesto Gesumina, Di Salvo Michael, Antelmi Tiziana 12 Lo Presti Antonino, Perito Cosimina 13 Venir Evelina 14 Vitali Angelo, Cordasco Rosario 15 Marruzzo Jeremy 16 De Prophetis Laura, Moser Angela 19 Passaretti Alessio, Antelmi Fabrizio, Bonaventura Angela 22 Manes Ida, Dal Col Gianni, Finavera Fabio 23 Renzi Franco 24 Petrone Marcozzi Patrizia 26 Dormio Leonardo, Emanuele Maria, Tapogna Andres 28 Salerno Patrizia 29 Cattolico Morena, Ferrante Giuseppe 30 Girotto Lino 31 Ferrara Domenico Dora Emilia Riccardo Isabelle Vincenzo Celestina Giov. Battista Dionigi Hilda Terenzio Stanislao Zenone Martino Abbondio Annibale Bernadette Arcangelo Galdino Emma Adalgisa Anselmo Sotero Giorgio Fedele Franca Alida Zita Valeria Antonia Sonia 21

15 la pagina degli dal lunedi al venerdi dalle 14 alle 18 Nuovo ritrovo, dal primo aprile (non è uno scherzo) per gli Anziani e Pensionati Italiani di Lyss- Seeland: sala al primo piano del Circolo Italiano 20 PENSIONATI GRAZIE BRUNO Niente di quanto avevamo scritto nel numero precedente del nostro bollettino Italialyssimo, riguardante il nuovo Presidente del Circolo Italiano Bruno Perilli, si è dimostrato infondato, esagerato o, come ci ha fatto notare lui stesso, un po troppo anticipato («per avere delle lodi bisogna che per prima cosa che uno dimostri di meritarsele» cosi ci ha scritto lui stesso). Con una celerità e dedizione che si possono solo capire con l interesse per gli Anziani e Pensionati Italiani di Lyss-Seeland, il nuovo Presidente ha messo tutto in opera perchè, terminato il tempo in cui ci si poteva riunire nella sala in Rosenmattstr. 11, gentilmente messa a disposizione dall UNIA, ci fosse offerta una sistemazione al primo piano del Circolo Italiano; sistemazione che trova l approvazione e la soddisfazione di tutti gli Anziani e Pensionati Italiani. Si puo usufruire di detto locale dal martedi al venerdi, dalle 14 alle 18, in un clima di totale indipendenza e con annessi e connessi che faranno dei pomeriggi per Anziani e Pensionati un vero tempo di relax, con sana allegria, schietta amicizia e divertimento. Naturalmente abbiamo risposto a tanta generosità ed interesse aderendo come membri al Circolo Italiano, con il versamento della quota annuale quali soci. E anche questo un modo per dimostrare la nostra riconoscenza e per rinvigorire vitalità e risorse del Circolo Italiano stesso. Grazie Bruno, hai messo fine alle nostre peregrinazioni che ci hanno visto sballottati da un posto all altro; ora possiamo trascorrere il nostro tempo libero di Pensionati e gente anziana come ci pare e piace.. Anziani e Pensionati Italiani: volete trascorrere un pomeriggio in lieta compagnia, sorseggiando un caffè, spegnendo la sete con una minerale liscia o gassata, fare un partitella a briscola o a tressette? Vi aspettiamo al Circolo Italiano, ogni pomeriggio dal martedi al venerdi. per gli Anziani e Pensionati Italiani Don Angelo 20.Quale rapporto abbiamo con la Santissima Trinità? Attraverso la grazia del Battesimo «nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo» siamo chiamati ad aver parte alla vita della Santa Trinità, quaggiù nell oscurità della fede e oltre la morte nella luce eterna promessa a coloro che credono 21.Che cosa significa che Dio è onnipotente? Significa che «nulla è impossibile a Dio 22.Solo il Padre onnipotente è il Creatore? Lo è insieme con il Figlio e lo Spirito Santo. Sebbene l opera della creazione sia particolarmente attribuita al Padre, è tuttavia ugualmente verità di fede che il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo sono un unico e indivisibile principio della creazione. 23. Dio ha creato l universo per necessita? No, Dio ha creato l universo liberamente, direttamente, senza alcun aiuto. 24.Che cosa significa esattamente creare? Creare significa produrre e dare l essere a ciò che non l aveva affatto, cioè chiamare all esistenza partendo dal nulla. 25. Perché Dio ha creato il mondo? Dio ha creato il mondo per manifestare e comunicare la sua gloria. Che le sue creature abbiano parte alla sua verità, alla sua bontà, alla sua bellezza: ecco la gloria per la quale Dio le ha create. continua 13

16 I S L A M seconda puntata E l ultima grande religione monoteistica (crede in un solo Dio), dopo l ebraismo e il cristianesimo, ma è la seconda religione mondiale come numero di fedeli: 1 miliardo e 400 milioni (in Italia 1,5 milioni). Coloro che pur avendo peccato avranno osservato la dottrina, rimarranno all inferno sino a quando non saranno liberati da Maometto. Viceversa, coloro che combattono e muoiono per l islam vengono accolti subito in paradiso, prima del Giudizio universale; d) accettano le sacre scritture, come il Pentateuco di Mosè, i Salmi di Davide, il Vangelo di Gesù; ma la fede è solo nei confronti del Corano di Maometto. La professione di fede, oltre ad aprire tutte le preghiere, rappresenta anche il simbolo dell islam, in quanto chiarisce bene la differenza di questa religione da ogni altra. In particolare i pagani, quando passano sotto l islam, devono convertirsi, altrimenti rischiano la morte. Invece gli ebrei e i cristiani possono conservare la loro fede, ma a condizione di pagare un imposta personale specifica e di non praticare il proselitismo. Se un ebrea o una cristiana sposa un musulmano, può conservare la propria fede, ma i figli andranno educati all islam. Viceversa, un non-musulmano non può sposare una musulmana, se prima non si converte: il suo matrimonio verrà considerato nullo. Addirittura chi abiura l islam dovrebbe essere giustiziato (alcuni Stati, come ad es. l Egitto, hanno sostituito la morte «fisica» con quella «civile», 14 dei superpoteri, come certi personaggi dei fumetti. In realtà, l unico vero potere ce l ha la droga, ed è quello di rendere lentamente schiavi. Il prezzo che si paga, ingerendo certe pastiglie, è altissimo. L ecstasy produce un eccitazione del tutto innaturale e una perdita di consapevolezza delle reazioni del proprio corpo. Il rischio mortale è legato al possibile colpo di calore, dovuto all eccessiva attività fisica e all aumento critico della temperatura corporea. Il vero dramma è che i giovani non sono assolutamente consapevoli delle terribili conse-guenze di questo nuovo tipo di droga. Non a caso, l ecstasy viene offerta sotto forma di pastiglie che hanno un apparenza simpatica, accattivante, affascinante. Alcune pillole raffigurano disegni che si ispirano ai personaggi dei fumetti e dei cartoni animati. Ad esempio: Superman, Batman, Snoopy, Popeye (Braccio di Ferro), Fred e Barney (i due protagonisti della serie Flintstones ), Mammolo, Dotto (i nani di Biancaneve) e altri. Ci sono, poi, immagini di animali (colomba, cane, gatto, passerotto, bulldog, rondine, toro, cavallo), o simboli grafici di marche di automobili e sigarette. Altre volte, le pillole vengono semplicemente definite con nomi di donna, di gruppi rock o con parole che fanno riferimento al sesso. Naturalmente, non tutte le discoteche sono uguali e non bisogna cadere nell errore di generalizzare. Ma al tempo stesso, non si devono chiudere gli occhi di fronte alla realtà. Alcuni problemi esistono e non si possono nascondere. La notte sembra essersi trasformata in un enorme palcoscenico in cui, spesso e volentieri, è di scena lo spettacolo del cattivo gusto. Lo specchio perfetto di questa tendenza è racchiuso nei biglietti che pubblicizzano alcune feste in discoteca. Il Sacerdote si saluta con SIA LODATO GESU CRISTO 19

17 negando all apostata i diritti fondamentali). Generalmente quindi nei paesi islamici non è riconosciuto al musulmano il diritto di cambiare religione o di professare l ateismo. La discoteca rappresenta una risposta a un sano e comprensibile desiderio dei giovani: quello di riunirsi per trascorrere qualche ora ballando, incontrando altri amici. Questo è il punto di partenza, che accomuna tanti ragazzi. E fino a qui, non ci sarebbe nulla di male. Ma il punto d arrivo, a volte, è ben diverso. Si inizia con un semplice desiderio di ballare, e si finisce con il consumare droga o morire in automobile, sulla strada del ritorno a casa. Ciò significa che qualcosa non funziona. La voglia di divertimento dei ragazzi viene tradita dai burattinai di turno. Ovvero: da chi gestisce le discoteche e si arricchisce sulla pelle dei giovani, creando ambienti pericolosi e facendo finta di non vedere ciò che accade nei propri locali. Nell oscurità della notte, infatti, si nasconde un grande nemico. Un traditore che si presenta con un volto simpatico, innocuo, amichevole. Si chiama ecstasy. E la nuova droga che miete vittime in molte discoteche, in ogni parte del mondo. L ecstasy è una pillola colorata, venduta in molti locali da ballo. E il principale strumento di autodistruzione delle nuove generazioni, sempre associato al suono assordante e martellante della musica da discoteca. Si ingerisce con facilità e non desta le preoccupazioni di altri tipi di droga (come, ad esempio, il rischio di contrarre l Aids). Chi consuma l ecstasy crede di assumere Con Cristo non ci sono problemi, senza Cristo non ci sono soluzioni. 18 2) Le cinque preghiere quotidiane, che il fedele, col capo coperto, deve compiere sempre rivolto verso La Mecca (in moschea vi è una nicchia apposita, ma in casi di necessità ci si può avvalere di una piccola bussola). Esse avvengono all alba, a mezzogiorno, di pomeriggio, al tramonto e alla sera: le ore sono state fissate qualche tempo dopo la morte di Maometto; la più importante è quella di mezzogiorno, specie al venerdì, che è il giorno festivo (nel quale però non viene imposto il divieto di lavorare). La preghiera del venerdì in moschea è obbligatoria per ogni fedele di sesso maschile. Le preghiere devono essere precedute da un abluzione rituale obbligatoria: con acqua pulita, non necessariamente corrente, ci si lava la faccia, le braccia fino al gomito e i piedi fino alle caviglie. Se la contaminazione è grave (p.es. nel rapporto sessuale), occorre un bagno completo, solo dopo il quale è permesso recitare la preghiera e toccare il Corano. In mancanza di acqua si può usare sabbia o polvere, usando una diversa procedura. Le preghiere si concluderanno con il sermone dell imam, cui però è facoltativo assistere. L officiante non è un sacerdote, in quanto, per diventarlo, basta conoscere in modo approfondito i testi sacri ed essere eletto dalla comunità. Dall alto del minareto della moschea il muezzin, che può avvalersi di amplificatori, chiama i fedeli alla preghiera. continua 15

18 Venerdi Santo ore 20 Liturgia del Venerdi Santo nella Chiesa Parrocchiale a Lyss - Lettura della Passione: Carmelina, Silvia, Annamaria; Via Crucis: Maria Pia; Bacio del Crocifisso, Santa Comunione - Servizio, Sonia - Ministranti: Roberto e Alessia domenica 4 ore PASQUA DI RISURREZIONE Santa Messa solenne di Pasqua Letture:Maria Pia - Distribuzione Santa Comunione: Anna Rita - Servizio: Sonia - Ministranti: Lorena, Vanessa, Marco, Simona Intenzione: libera martedi 6 ore 20 Riunione del Gruppo Donne nella Sala del Catechismo a Lyss sabato10 ore 18 Santa Messa bilingue a Lyss - Letture e distribuzione Santa Comunione: Margherita La Santa Messa di questa sera supplisce quella di sabato scorso che, poichè era il sabato santo, non é stata celebrata insieme alla Parrocchia svizzera sabato 10 non c è Santa Messa a Täuffelen (vedi a pagina 9): gli Italiani di Täuffelen e dintorni sono gentilmente invitati a partecipare alla Santa Messa a Lyss, appena qui sopra descritta OGNI DOMENICA TI RICORDI DI RITIRARE DAL PORTARIVISTE IL NUOVO DEPLIANT AL MOMENTO DI USCIRE DALLA CHIESA? 17 P R O GR domenica 11 Non c è Santa Messa a Lyss poichè l abbiamo celebrata ieri sera, sabato10, insieme alla Parrocchia svizzera A M M A D I A PR I L E 2010 domenica 11 ore 12 Anche se non c è Santa Messa ha luogo ugualmente la Giornata degli Anziani con il solo pranzo alle ore 12: in cucina Antonietta e Maria Liechti martedi 13 ore 20 Santo Rosario e Benedizione Eucaristica mella Chiesa Parrocchiale a Lyss. sabato 17 ore 18 Santa Messa - Letture: Annamaria - Distribuzione Santa Comunione: Ursula - Servizio: Emanuela - Ministranti: Angela e Mara - Intenzione: libera La Santa Messa è anticipata ad oggi sabato poichè domani, domenica 18, la Parrocchia svizzera ha la Prima Comunione domenica 25 ore Santa Messa - Letture: Giusy - Distribuzione Santa Comunione: Anna Rita - Servizio: Sonia - Ministranti: Roberto e Alessia - Intenzione: Def. Maria Fam. De Toffoli, Def. Antonino Fam. Santamaria In ogni Santa Messa domenicale sarà fatta memoria dei Defunti i cui nomi siano stati comunicati al Missionario 18

ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA

ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA Solennità SALUTO La grazia e la pace nella santa Chiesa di Dio siano con tutti voi. E con il tuo spirito. L. Oggi la nostra comunità è in festa, ricordando

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

SOLENNITA DEL CORPUS DOMINI

SOLENNITA DEL CORPUS DOMINI Pontificia Basilica Collegiata S. MARIA DELL ELEMOSINA Parrocchia Matrice Santuario Mariano Biancavilla SOLENNITA DEL CORPUS DOMINI Omelia del Prev. Agrippino Salerno 22-06-2014 Cari fratelli e sorelle!

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Parrocchie di Villadossola

Parrocchie di Villadossola I funerali nelle nostre comunità Parrocchie di Villadossola Ai familiari dei fedeli defunti Cari familiari, sono don Massimo, il parroco di Villadossola. Vi raggiungo a nome delle comunità cristiane di

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 Nicolas Poussin L istituzione dell Eucaristia, 1640, Musée du Louvre, Paris Nella Sinagoga di Cafarnao, Gesù parlò dell Eucarestia LECTIO SUL VANGELO DELLA SOLENNITÀ DEL

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

Apparizione della Madonna (non c è data)

Apparizione della Madonna (non c è data) Apparizione della Madonna (non c è data) Si tratta di un messaggio preoccupante. Le tenebre di Satana stanno oscurando il mondo e la Chiesa. C è un riferimento a quanto la Madonna disse a Fatima. L Italia

Dettagli

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore. ... stanno arrivando... cosa????... le vacanze!!! Inserto N. 2 2008 Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008 Religione Cattolica Classe A.S. 007/008 O.S.A. U.A. O.F. Contenuti Dio Creatore e Padre di tutti gli uomini Nuova scuola, nuovi compagni, io in crescita insieme agli altri Le bellezze della natura sono

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse Dt 8, 2-3. 14-16 Dal libro del Deuteronòmio Mosè parlò al popolo dicendo: «Ricòrdati di tutto il cammino che il Signore, tuo Dio, ti ha fatto percorrere in questi quarant'anni nel deserto, per umiliarti

Dettagli

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia PARROCCHIA S. BARTOLOMEO CARUGO SOGNI E REALTA Foglio di comunicazione e fraternità Ciclostilato in proprio del 4 maggio 2014 - www.parrocchiacarugo.it PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia Ci sono

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO SUPPLICA A SAN GIROLAMO P. Nel nome del Padre. Amen. P. Rivolgiamoci al Signore Gesù con la preghiera di san Girolamo, per ottenere la conversione del cuore, fonte di riconciliazione e di pace con Dio

Dettagli

CANTORI DELLA STELLA. Non è mai troppo tardi. per le strade del ticino. per formare un gruppo di Cantori della Stella.

CANTORI DELLA STELLA. Non è mai troppo tardi. per le strade del ticino. per formare un gruppo di Cantori della Stella. Non è mai troppo tardi per formare un gruppo di Cantori della Stella. Se desiderate formare un gruppo e volete una mano non esitate a chiamarci. Abbiamo fatto tesoro dei consigli e dell esperienza dei

Dettagli

28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa

28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa 28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa Nata a Firenze nel 1401, fu sposa in età giovanissima e madre di un figlio divenuto successivamente anch esso frate e santo: il beato Giovanni Battista.

Dettagli

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO Annuncio della Pasqua (forma orientale) EIS TO AGHION PASCHA COMUNITÀ MONASTICA DI BOSE, Preghiera dei Giorni, pp.268-270 È la Pasqua la Pasqua del Signore, gridò lo

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014

XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014 per l Omelia domenicale a cura dell Arcivescovo Mons. Vincenzo Bertolone XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014 Non più sofferenza ma amore Introduzione La parabola discendente di queste due

Dettagli

MESSE PROPRIE DELLA CHIESA CAPUANA PREGHIERE DEI FEDELI

MESSE PROPRIE DELLA CHIESA CAPUANA PREGHIERE DEI FEDELI MESSE PROPRIE DELLA CHIESA CAPUANA PREGHIERE DEI FEDELI 5 febbraio S. AGATA, VERGINE E MARTIRE Patrona principale della città di Capua PREGHIERE: dal comune delle Vergini Al Dio tre volte santo, rivolgiamo

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

Che cos'è la preghiera? Quando pregava Gesù? Qual è la via della nostra preghiera? Quali momenti sono più indicati per la preghiera?

Che cos'è la preghiera? Quando pregava Gesù? Qual è la via della nostra preghiera? Quali momenti sono più indicati per la preghiera? Catechismo della Chiesa Cattolica Pregare oggi e perché Che cos'è la preghiera? Quando pregava Gesù? Qual è la via della nostra preghiera? Quali momenti sono più indicati per la preghiera? Quali sono le

Dettagli

Tema: Tradimento: culla o tomba dell amore?

Tema: Tradimento: culla o tomba dell amore? Parrocchia Gesù Crocifisso VAJONT Tema: Tradimento: culla o tomba dell amore? INCONTRO CEB E GRUPPI FAMILIARI Marzo 2012 Presso fam. Via giorno Ore Introduzione Tutti abbiamo una grande sete di amore,

Dettagli

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987-

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- Anguera, 05 giugno 2010 Ciò che vi ho rivelato qui non l ho mai rivelato prima in nessuna delle mie apparizioni nel mondo. Solo in questa terra

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

Leggete le Beatitudini, vi farà bene.

Leggete le Beatitudini, vi farà bene. Il tema della XXXI Giornata Mondiale della gioventù Cracovia 2016 - è racchiuso nelle parole Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia (Mt 5:7). Il Santo Padre Francesco ha scelto la quinta

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

PREGHIERA PER IL SINODO

PREGHIERA PER IL SINODO PREGHIERA PER IL SINODO Sac. Il Signore sia con voi Tutti: E con il tuo spirito Voce Guida: siamo qui radunati, come papa Francesco ha chiesto a tutti i fedeli, per accompagnare con la nostra preghiera

Dettagli

CORPUS DOMINI 22 giugno 2014. Noi siamo quelli che vivono secondo la domenica (S. Ignazio)

CORPUS DOMINI 22 giugno 2014. Noi siamo quelli che vivono secondo la domenica (S. Ignazio) CORPUS DOMINI 22 giugno 2014 Noi siamo quelli che vivono secondo la domenica (S. Ignazio) Canto: Adoramus Te Domine (canone di Taizè) - Ti riconosciamo, Signore, presente a noi nell eucaristia - Ti adoriamo,

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Curricolo di Religione Cattolica

Curricolo di Religione Cattolica Curricolo di Religione Cattolica Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria - L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù

Dettagli

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen PREGHIERE DEL MATTINO Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Ti adoro Ti adoro, mio Dio e ti amo con tutto il cuore. Ti ringrazio di avermi creato, fatto cristiano e conservato in questa

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA I.C. Gozzi-Olivetti PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2012/2013 Insegnanti: Tanja Lo Schiavo Andrea Musso Silvia Trotta 1 Istituto Comprensivo Gozzi Olivetti PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE

Dettagli

PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI

PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI INTRODUZIONE La preghiera non è solo elevazione dell anima a Dio ma è anche relazione

Dettagli

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI Convegno Regionale FISM Toscana 2014 LE SCUOLE PARITARIE E IL MODELLO TOSCANO. LAVORI IN CORSO! Novità, impegni e progetti per un sistema scolastico realmente integrato e paritario Firenze, Convitto della

Dettagli

14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina

14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina .. mettendoci da parte vostra ogni impegno, aggiungete alla vostra fede (2 Pietro 1:5) Natale Mondello 14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina Dio ha un piano per

Dettagli

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi.

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Una sera, dopo aver messo a letto mio figlio, stanca dopo una giornata molto impegnata, ho deciso di andare a letto presto, ma non riuscivo ad addormentarmi,

Dettagli

Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27)

Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27) Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27) Un messaggio sul sacramento del matrimonio Lettera pastorale per la Quaresima 2011 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Cari fratelli e sorelle nel Signore La

Dettagli

LA FAMIGLIA CHE EDUCA

LA FAMIGLIA CHE EDUCA LA FAMIGLIA CHE EDUCA Messaggio alle famiglie - Pasqua 2009 Diocesi di Fano Fossombrone Cagli Pergola L educazione delle virtù umane è alla base dell educazione cristiana Il senso dell autorità La famiglia

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

www.parrocchiamadonnaloreto.it

www.parrocchiamadonnaloreto.it www.parrocchiamadonnaloreto.it Prima di Natale, ci sono quattro settimane che sono molto speciali settimane che prendono il nome di Avvento, perche caratterizzate dall Attesa. Qualcuno potrebbe dire: attesa

Dettagli

IN ATTESA DEL DONO DELLO SPIRITO SANTO

IN ATTESA DEL DONO DELLO SPIRITO SANTO Parrocchia della B.V. del Carmine Udine IN ATTESA DEL DONO DELLO SPIRITO SANTO Incontro di riflessione e preghiera VENERDÌ 23 MAGGIO 2014 PRESENTAZIONE DELL INCONTRO Ci troviamo insieme stasera per prepararci

Dettagli

www.parrocchiadellaguardia.it Parrocchia Santa Maria della Guardia Ordine Frati Minori Catania

www.parrocchiadellaguardia.it Parrocchia Santa Maria della Guardia Ordine Frati Minori Catania www.parrocchiadellaguardia.it Parrocchia Santa Maria della Guardia Ordine Frati Minori Catania IL PECCATO LA CADUTA e L ORIGINE DUE SPECIE DI PECCATO IL PECCATO ATTUALE IL PECCATO ORIGINALE Il peccato

Dettagli

Maggio ogni giorno con Maria

Maggio ogni giorno con Maria Maggio ogni giorno con Maria Maria, Maestra di contemplazione: i misteri della luce Il Rosario con San Giovanni Paolo II [BRUNA FREGNI] Proposta ispirata alla lettera apostolica sul Rosario di papa Giovanni

Dettagli

Periodico della Comunità Cristiana di Castelletto d Orba

Periodico della Comunità Cristiana di Castelletto d Orba Periodico della Comunità Cristiana di Castelletto d Orba Carissimi parrocchiani, con questo nuovo numero del nostro periodico vi raggiungo nelle vostre case in prossimità delle feste pasquale per porgere

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!!

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! Test your Italian This is the entrance test. Please copy and paste it in a mail and send it to info@scuola-toscana.com Thank you! BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! TEST DI INGRESSO Data di inizio del corso...

Dettagli

SAN TOMMASO DEI BATIUTI

SAN TOMMASO DEI BATIUTI rr;;;:.-~ J/(::il. 10 ~m. "'~"'. TO O H "NT U. CAPPELLANIA OSPEDALE SAN TOMMASO DEI BATIUTI PORTOGRUARO 19 Settelnbre Benedizione Cappella 2014 San Giovanni Paolo II BENEDIZIONE DELL'ACQUA E ASPERSIONE

Dettagli

Letture: Giobbe 7, 1-4.6-7 Salmo 147 ( 146) 1 Corinzi 9, 16-19.22-23 Vangelo: Marco 1, 29-39

Letture: Giobbe 7, 1-4.6-7 Salmo 147 ( 146) 1 Corinzi 9, 16-19.22-23 Vangelo: Marco 1, 29-39 1 Oleggio 08/02/2009 V Domenica del Tempo Ordinario Letture: Giobbe 7, 1-4.6-7 Salmo 147 ( 146) 1 Corinzi 9, 16-19.22-23 Vangelo: Marco 1, 29-39 Il compito dell evangelizzazione. Giobbe fa esperienza di

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

Iniziamola con il segno della Croce: Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Iniziamola con il segno della Croce: Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. È un cam m ino di preghiera m olto presente nella tradizione della Chiesa: essa aiuta i credenti a far m em oria della passione del Salvatore per rendere presente il suo am ore salvifico nella loro vita

Dettagli

Oleggio 01/11/2005 Festa di Tutti i Santi Ap 7,2-4.9-14 Sal 23, 1-6 1 Gv 3, 1-3 Dal vangelo secondo Matteo 5, 1-12 a

Oleggio 01/11/2005 Festa di Tutti i Santi Ap 7,2-4.9-14 Sal 23, 1-6 1 Gv 3, 1-3 Dal vangelo secondo Matteo 5, 1-12 a Oleggio 01/11/2005 Festa di Tutti i Santi Ap 7,2-4.9-14 Sal 23, 1-6 1 Gv 3, 1-3 Dal vangelo secondo Matteo 5, 1-12 a Preghiera iniziale Ci mettiamo alla presenza del Signore e apriamo il nostro cuore alla

Dettagli

Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà

Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà Tipologia Obiettivi Linguaggio suggerito Setting Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà Una celebrazione

Dettagli

Cristianesimo, Ebraismo e Islam. Sofia Tavella

Cristianesimo, Ebraismo e Islam. Sofia Tavella Cristianesimo, Ebraismo e Islam Sofia Tavella Che cos è una religione? Ritenendo che il termine RELIGIO derivi dal verbo latino RE-LIGARE che significa legare insieme, la religione indica il RAPPORTO tra

Dettagli

(Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15)

(Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15) SIATE SANTI COME IL PADRE VOSTRO è SANTO (Mt 5, 48) (Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15) Ci siamo riuniti nel cuore della città di Roma per fare un pellegrinaggio,

Dettagli

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA Cari figli, la strada sarà breve per colui che verrà con il desiderio di fare un lungo cammino. Sappiate, voi tutti, che il fuoco si diffonderà in varie nazioni,

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

PRIMA DOMENICA DI QUARESIMA: LE TENTAZIONI QUARESIMA

PRIMA DOMENICA DI QUARESIMA: LE TENTAZIONI QUARESIMA PRIMA DOMENICA DI QUARESIMA: LE TENTAZIONI QUARESIMA PREGHIERA DIGIUNO tutto crede, tutto spera, tutto sopporta tutto copre, carita Esercizi spirituali sull Amore che possiamo vivere in famiglia Esercizi

Dettagli

Omelia del Vescovo Mons. Ottorino Assolari

Omelia del Vescovo Mons. Ottorino Assolari Omelia del Vescovo Mons. Ottorino Assolari Anzitutto voglio dare il mio saluto cordiale ed affettuoso a questa cara comunità di Gorle che già mi accoglie da diversi anni, quindi esprimo la mia riconoscenza

Dettagli

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World LOCUZIONI AL MONDO Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World 2 Sommario 1. La decisione della SS. Trinità al tuo

Dettagli

La chiamata alla speranza

La chiamata alla speranza La chiamata alla speranza Preghiera mensile Dicembre 2015 1.- Introduzione L'Avvento è un tempo per rispondere alla "chiamata alla speranza". La nostra è la speranza che abbiamo nella nascita di Cristo,

Dettagli

18 FEBBRAIO SANTA GELTRUDE COMENSOLI. Vergine. Fondatrice delle suore Sacramentine di Bergamo ANTIFONA D INGRESSO

18 FEBBRAIO SANTA GELTRUDE COMENSOLI. Vergine. Fondatrice delle suore Sacramentine di Bergamo ANTIFONA D INGRESSO 18 FEBBRAIO SANTA GELTRUDE COMENSOLI Vergine Fondatrice delle suore Sacramentine di Bergamo La spiritualità della Santa, centrata in Gesù presente nell Eucaristia, e la sua santità di vita, sono forte

Dettagli

Un pinguino in seconda A o forse più di uno?

Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Immaginiamo, per un momento, che una cicogna un po distratta voli con un fagotto tra le zampe. Nel fagotto c è un pinguino. Un delizioso, buffo e tenero pinguino.

Dettagli

RITI di CONCLUSIONE. Padre nostro che sei nei cieli

RITI di CONCLUSIONE. Padre nostro che sei nei cieli BENEDIZIONE Il celebrante benedice le mamme, che tengono in braccio il loro bambino, quindi i papà e tutti i presenti, dicendo: Dio onnipotente, che per mezzo del suo Figlio, nato dalla vergine Maria,

Dettagli

I. B 3. Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore

I. B 3. Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore I. B 3 Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore 1 2 Preghiera per un bimbo appena nato Signore, ci hai dato la gioia di un figlio:

Dettagli

La vita di Madre Teresa Gabrieli

La vita di Madre Teresa Gabrieli La vita di Madre Teresa Gabrieli 2 Centro Studi Suore delle Poverelle Testo di Romina Guercio 2007 La vita di Madre Teresa Gabrieli Note per l animatrice Teresa Gabrieli è nata a Bergamo il 13 settembre

Dettagli

Catalogo completo di tutti i soggetti per Prima Comunione, Prima Confessione e Confermazione

Catalogo completo di tutti i soggetti per Prima Comunione, Prima Confessione e Confermazione Catalogo completo di tutti i soggetti per Prima Comunione, Prima Confessione e Confermazione Edizioni Trappiste LA PRIMA CONFESSIONE SERIE PR in due versioni Immagine semplice con interno bianco: dimensioni

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

7 x 10 cm CHIUSO 7 x 10 cm APERTO FORMATI

7 x 10 cm CHIUSO 7 x 10 cm APERTO FORMATI Ricordami Sempre 7 x 10 cm CHIUSO 7 x 10 cm APERTO FORMATI FORMATI 9 x 13 cm APERTO 9 x 13 cm CHIUSO FORMATI FORMATI 10 x 15 cm APERTO FORMATI 10 x 15 cm CHIUSO ARTE 001_AR 002_AR 003_AR ARTE 004_AR ARTE

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Diocesi di Nicosia Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Largo Duomo,10 94014 Nicosia (EN) cod. fisc.: 90000980863 tel./fax 0935/646040 e-mail: cancelleria@diocesinicosia.it Ai

Dettagli

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: Ciao Renata.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA 1. DIO E L UOMO CLASSE PRIMA 1.1 Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre 1.2 Conoscere Gesù di Nazareth come Emmanuele, testimoniato

Dettagli

PREGARE IN FAMIGLIA NELL ANNO DELLA SPERANZA. IN OCCASIONE DELLA FESTA DELLA MAMMA (IV Domenica di Pasqua - 11 maggio 2014)

PREGARE IN FAMIGLIA NELL ANNO DELLA SPERANZA. IN OCCASIONE DELLA FESTA DELLA MAMMA (IV Domenica di Pasqua - 11 maggio 2014) A R C I D I O C E S I D I U D I N E Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia PREGARE IN FAMIGLIA NELL ANNO DELLA SPERANZA C ari sposi e care famiglie, attraverso questa semplice scheda desideriamo

Dettagli

RAMATE MONTEBUGLIO GATTUGNO CORPUS DOMINI. TUTTI MANGIARONO A SAZIETA E FURONO PORTATI VIA I PEZZI LORO AVANZATI. Luca 9, 17

RAMATE MONTEBUGLIO GATTUGNO CORPUS DOMINI. TUTTI MANGIARONO A SAZIETA E FURONO PORTATI VIA I PEZZI LORO AVANZATI. Luca 9, 17 RAMATE MONTEBUGLIO GATTUGNO CORPUS DOMINI TUTTI MANGIARONO A SAZIETA E FURONO PORTATI VIA I PEZZI LORO AVANZATI. Luca 9, 17 Anno 2010 Parrocchia dei SS. Lorenzo ed Anna Ramate di Casale Corte Cerro (VB)

Dettagli

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen Modo di recitare il Santo Rosario Segno della Croce Credo Si annuncia il primo Mistero del giorno Padre Nostro Dieci Ave Maria Gloria Si continua fino a completare i 5 misteri del giorno Preghiera finale

Dettagli

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Istituto Comprensivo G Pascoli - Gozzano Anno scolastico 2013/2014 Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Obiettivi di apprendimento al termine della classe terza della scuola

Dettagli

Carissimi amici. Bellissima Primavera a voi! N 2 Gennaio-Marzo 2012

Carissimi amici. Bellissima Primavera a voi! N 2 Gennaio-Marzo 2012 Newsletter Essena N 2 Gennaio-Marzo 2012 Carissimi amici Bellissima Primavera a voi! Siamo molto felici di ritrovarvi in occasione di questa nuova stagione che sta per fiorire fra qualche tempo e che abbiamo

Dettagli

ARCIDIOCESI DI MILANO. Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA

ARCIDIOCESI DI MILANO. Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA ARCIDIOCESI DI MILANO Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA Milano, Basilica di Sant Eustorgio 25 settembre 2011 ARCIDIOCESI DI MILANO

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda "Andate e fate discepoli tutti i popoli!" Toloto kituruwosi ngitungaangakwapin daadang kgikaswomak kang Venerdì 26 luglio ha preso avvio anche a Moroto

Dettagli

La generosità Documento base per Guide NET, catechisti, animatori, genitori ed insegnanti

La generosità Documento base per Guide NET, catechisti, animatori, genitori ed insegnanti La generosità Documento base per Guide NET, catechisti, animatori, genitori ed insegnanti A cura di: Carla Manfreda Intra Sidola Monica Siorpaes Gandin Massimo Merlino, L.C. Emanuele Pica Club NET Associazione

Dettagli

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso unità 7 - quattro chiacchiere con gli amici lezione 13: un tè in compagnia 64-66 lezione 14: al telefono 67-69 vita italiana 70 approfondimenti 71 unità 8 - una casa nuova lezione 15: cercare casa 72-74

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Scuole dell Infanzia Gianni Rodari Istituto Comprensivo Crespellano R E L I G I O N E C A T T O L I C A Anno scolastico 2014-2015 Insegnante: Calì Angela PREMESSA Insegnare

Dettagli

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria CURRICOLO DI I.R.C. al termine della classe prima della scuola primaria...2 CURRICOLO DI I.R.C. al termine della classe seconda della scuola primaria...4

Dettagli

IL SANTO ROSARIO PER I NOSTRI CARI DEFUNTI

IL SANTO ROSARIO PER I NOSTRI CARI DEFUNTI IL SANTO ROSARIO PER I NOSTRI CARI DEFUNTI Una lacrima per i Defunti evapora, un fiore sulla tomba appassisce, una preghiera, invece, arriva fino al cuore dell Altissimo. (Sant Agostino) 1 L'eterno riposo

Dettagli