L etica e le relazioni fra umani e animali

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L etica e le relazioni fra umani e animali"

Transcript

1 L etica e le relazioni fra umani e animali Istituzioni di etica (M-Fil/03-6 cfu) a.a. 2012/13 Prof. Simone Pollo 1

2 - Lezioni: - Lunedì, (Aula II) - Martedì, (Aula II) - Ricevimento: - Lunedì, (stanza 312, 3 piano) - Mail: 2

3 Programma a.a. 2012/13: L etica e le relazioni fra umani e animali - Frequentanti (i non frequentanti devono contattare il docente per il programma): - A.C. Baier, La nostra posizione nel mondo animale, in L. Battaglia (a cura di), Etica e animali, Liguori, Napoli, 1998, pp * - J.B.Callicott, C. Diamond, C. Korsgaard, Contro i diritti degli animali? Ambientalisti, vegetariani ma non animalisti, Medusa, Milano, M. Midgley, Perché gli animali. Una visione più umana dei nostri rapporti con le altre specie, Feltrinelli, Milano, 1985, cap. 9 Il significato della specie * - M. Nussbaum, Le nuove frontiere della giustizia. Disabilità, nazionalità, appartenenza di specie, Il Mulino, 2007, Cap. 6 Al di là di compassione e umanità : la giustizia verso gli animali non umani * - S. Pollo, L agente morale darwiniano, in M. Galletti e S. Vida (a cura di), Indagine sulla natura umana. Itinerari della filosofia contemporanea, Carocci, Roma, 2011, pp * - S. Pollo, Le fonti dell etica animale, Rivista di Filosofia, 2013, CIV, 1, pp * - J. Rachels, Creati dagli animali. Implicazioni morali del darwinismo, Edizioni di Comunità, Milano, 1996, cap. 5 La moralità senza l idea che gli umani siano speciali * - T. Regan, I diritti animali, Garzanti, MIlano, 1990, cap. 7 Giustizia e uguaglianza e cap. 8 La teoria dei diritti * - P. Singer, Etica pratica, cap. 4 Perché è sbagliato uccidere e cap. 5 Togliere la vita: gli animali * - P. Singer, Liberazione animale, Il Saggiatore, MIlano, 2003 (spec. cap. 1 Tutti gli animali sono eguali e cap. 6 Lo specismo oggi ) - * Disponibile in copisteria. 3

4 Sintesi del corso 1. Una breve introduzione all etica filosofica 2. Le relazioni umani/animali: storia e biologia 3. Comportamento e mente animale 4. L etica animale: definizione, storia e posizione nell etica filosofica 5. Teorie dello status morale 6. L orizzonte più ampio dell etica animale 7. Dall animale paziente morale all animale agente morale 8. L etica animale in pratica 4

5 Una breve introduzione all etica filosofica 5

6 Una breve introduzione all'etica... bisogna dissipare l'equivoco che il compito della ricerca filosofica sulla morale sia quello di creare o fare nascere la moralità, ovvero le distinzioni tra bene e male, giusto e ingiusto, virtuoso e vizioso. Se fosse questo il suo obiettivo, la filosofia morale sarebbe destinata al fallimento per una pretesa eccessiva. In realtà, la riflessione filosofica sulla morale [...] si è piuttosto proposta di spiegare che cosa fosse la morale. In un certo senso, l'oggetto della filosofia morale deve quindi essere già un dato della nostra esperienza e della nostra cultura e la riflessione procederà cercando di illustrare la natura di questo dato e di chiarire I problemi che a esso si accompagnano. [...] Nessuna elaborazione teorica di un filosofo ha il potere di fare sorgere in un ascoltatore che ne fosse sprovvisto la capacità morale fondamentale, quella di reagire partecipando alle sofferenze di un altro essere. (Lecaldano 2010, pp. ( 8-9 6

7 Una breve introduzione all'etica: argomenti Gli ambiti dell'etica filosofica: Metaetica Etica normativa ( applicata (Etica Metaetica: Cos'è la metaetica Alcune questioni metaetiche: Etica normativa Motivazione Oggettività Universalità Razionalismo e sentimentalismo Definizione dell'etica normativa Pensiero morale, argomentazione e giustificazione 7

8 Gli ambiti dell'etica filosofica: la metaetica Metaethics is the attempt to understand the metaphysical, epistemological, semantic, and psychological, presuppositions and commitments of moral thought, talk, and practice. As such, it counts within its domain a broad range of questions and puzzles, including: Is morality more a matter of taste than truth? Are moral standards culturally relative? Are there moral facts? If there are moral facts, what is their origin? How is it that they set an appropriate standard for our behavior? How might moral facts be related to other facts (about psychology, happiness, human conventions )? And how do we learn about the moral facts, if there are any? These questions lead naturally to puzzles about the meaning of moral claims as well as about moral truth and the justification of our moral commitments. Metaethics explores as well the connection between values, reasons for action, and human motivation, asking how it is that moral standards might provide us with reasons to do or refrain from doing as it demands, and it addresses many of the issues commonly bound up with the nature of freedom and its ( 2007 Sayre-McCord ) responsibility. significance (or not) for moral 8

9 Gli ambiti dell'etica filosofica: la metaetica La riflessione morale include lo studio delle seguenti aree: 1) definizione del concetto di 'morale'; 2) semantica del linguaggio morale; 3) spiegazione della natura obbligante della moralità; 4) giustificazione dei codici morali; 5) ontologia e metafisica della morale; 6) giustificazione dell'istituzione della moralità ( 20 p. (perché essere morali?) (Donatelli 1996, 9

10 Gli ambiti dell'etica filosofica: la metaetica In modi diversi, le numerose concezioni meta-etiche cercano di rendere conto di un fatto considerato più o meno acclarato, ovvero che nella vita degli esseri umani esiste una sfera di azioni, scelte, valutazioni che è di pertinenza dell'etica e della morale. Questa sfera ha a che fare comunque con valori, principi, criteri, norme, regole che riguardano la condotta degli uomini, ove la si veda come non esclusivamente indirizzata verso la realizzazione di obiettivi strettamente egoistici. Vi è, secondo le diverse teorie metaetiche [...], una dimensione sovraindividuale e intersoggettiva (se non addirittura universale e oggettiva) coinvolta nelle azioni umane, che sarebbe appunto quella di pertinenza dell'etica. Sulla base di questa premessa comune le meta-etiche si differenziano poi per il modo di rendere conto di questa dimensione e conseguentemente delle vie per ( 22 p. fondare e giustificare scelte e giudizi etici corretti (Lecaldano 1995, 10

11 Gli ambiti dell'etica filosofica: la metaetica La metaetica come analisi delle ovvietà della moralità ordinaria. Alcune questioni: La motivazione L'oggettività dell'etica L'universalità dei giudizi morali Razionalismo e sentimentalismo 11

12 Metaetica: la motivazione Può capitare di chiederci quale sia la cosa giusta da fare e, tuttavia, renderci conto che non siamo motivati a fare quella cosa. La considerazione su ciò che è giusto fare non indica immediatamente anche una disposizione motivazionale a compiere quella determinata cosa. È un'esperienza comune che ciò che è giusto fare non indica immediatamente anche una disposizione motivazionale a compiere quella determinata cosa. È un'esperienza comune che ciò che è giusto fare non sia sempre ciò che siamo spinti a fare. Giustificazione e motivazione sono nozioni distinte. Tuttavia, l'etica è caratterizzata dal fatto che vi è una connessione tra di esse. L'educazione, oltre che la discussione e il ragionamento morale, infatti non sono rivolti esclusivamente a stabilire quali siano le convinzioni e I principi giusti, ma anche a modellare o a modificare il carattere in modo che tali principi e convinzioni governino appropriatamente la vita delle persone. Perciò, allo stesso modo in cui dobbiamo rendere conto del fatto che le prescrizioni morali hanno una capacità giustificativa della condotta e dei sentimenti, così dobbiamo rendere conto del fatto che le prescrizioni morali hanno generalmente un influsso sulle nostre azioni. Dobbiamo capire la natura di tale influsso. Vi è una distanza tra ciò che è giusto fare e ciò che siamo inclini a fare. Ma tale distanza non è neppure un salto ( 9-10 pp. incolmabile (Donatelli 2001, 12

13 Metaetica: l'oggettività dell'etica... I giudizi morali ordinari includono una pretesa di oggettività dell'etica, un'assunzione che vi siano valori oggettivi precisamente nel senso che sto negando. E non penso di andare troppo oltre dicendo che questa assunzione è stata incorporata nel significato basilare ed usuale dei termini morali. Qualsiasi analisi dei termini morali che ometta di fare riferimento a questa pretesa di prescrittività intrinseca ed oggettiva risulta in tal senso incompleta; e qesto è vero di qualsiasi analisi non cognitivista, di qualsiasi analisi naturalistica e di qualsiasi combinazione delle due. Se l'indagine etica di secondo livello, pertanto, rimane confinata all'analisi linguistica e concettuale, bisogna concludere perlomeno che I valori morali sono oggettivi: che essi lo siano è parte di ciò che significano le nostre asserzioni morali ordinarie: i concetti morali tradizionali dell'uomo ordinario così come della principale tradizione di filosofia europea sono concetti dotati di valore oggettivo. Ma è precisamente per questo che l'analisi linguistica e concettuale non è sufficiente. La pretesa di oggettività, per quanto radicata nel nostro linguaggio e nel nostro pensiero, non è auto-giustificativa. Può e deve essere messa in discussione. Ma il negare l'esistenza di valori oggettivi dovrà essere proposto non come il risultato di un'indagine analitica, bensì come una 'teoria dell'errore', una teoria secondo la quale, sebbene la maggior parte delle persone nel formulare I propri giudizi morali ritenga implicitamente, tra le altre cose, di riferirsi a qualcosa di oggettivamente prescrittivo, queste pretese sono tutte false. È questo che rende appropriata la ( pp. denominazione di scetticismo morale. (Mackie 2001, 13

14 Metaetica: l'universalità dei giudizi morali Universalità/Universalizzabilità dei giudizi morali: Sono possibili diverse spiegazioni dell'universalizzabilità, equivalenti fra di loro; esse si possono riassumere nel fatto che è contraddittorio dare giudizi morali diversi su situazioni di cui ammettiamo l'identità per quanto riguarda le loro prospettive descrittive universali. Per giudizi diversi, intendo tali che, se fossero riferiti alla medesima situazione, sarebbero reciprocamente incompatibili (Hare ( 52 p. 1989, 14

15 Metaetica: razionalismo e sentimentalismo Razionalismo: Molte delle genealogie tradizionali cercavano di corroborare l'idea che la moralità fosse principalmente una questione dipendente dalla peculiare capacità razionale di cui gli esseri umani, a differenza di altri esseri viventi, sarebbero.dotati Le spiegazioni genealogiche che si sono accompagnate nel corso della storia umana con una concezione razionalistica dell'etica sono state principalmente tre: quella che faceva discendere la morale direttamente da un comando divino che l'essere umano era in grado di fare proprio solo in quanto unica specie del creato fornita di ragione; quella che la faceva nascere pur sempre da una creazione divina che però non veniva trasmessa direttamente agli esseri umani, ma piuttosto inscritta nella natura delle cose come leggi naturali che solo gli uomini forniti di ragione erano in grado di cogliere per uniformarsi a esse; quella infine che faceva derivare la moralità direttamente dalla peculiare facoltà razionale di cui solo gli esseri umani sono dotati e che permette loro di cogliere quei principi morali, ( 18 p. assoluti e universali, dotati effettivamente di verità. (Lecaldano 2010, 15

16 Metaetica: razionalismo e sentimentalismo Sentimentalismo: La genesi della moralità va quindi cercata, secondo Hume, in un meccanismo affettivo presente nella struttura psicologica degli esseri umani, quello che egli chiama principio di simpatia. La moralità è una specificazione di questa potente forza della psicologia umana che rende del tutto naturale per ciascuno di noi essere influenzati dai piaceri e dai dolori altrui, in modo tale che I dolori creano pena e sofferenza e I piaceri gioia e ( 27 p. sollievo (Lecaldano 2010, 16

17 Etica normativa: la moralità come spazio delle ragioni Infine va riconosciuta come propria della moralità una terza caratteristica: essa ha a che fare con impegni niente affatto arbitrari ma relativamente ai quali è del tutto legittimo chiederci ragioni e giustificazioni. Sembra dunque che non si possa evitare di connettere le prese di posizione morali con una qualche forma di argomentabiità. (Lecaldano 2010, p. 48) 17

18 Etica normativa: I compiti della teoria morale La teoria morale normativa si rivolge all'elaborazione di modelli giustificativi della condotta giusta. Che cosa si intende per 'modello giustificativo'? In termini generali, si fa riferimento a un modello teorico in cui si avanzano (perlomeno): 1) una tesi sulla centralità di determinate nozioni filosofiche (l'utilità, i diritti, ecc.); 2) una serie di principi e di considerazioni fondamentali, di diverso ordine, morali, fattuali, logici (l'uno o l'altro o una combinazione di questi), 3) un'elaborazione teorica che derivi con coerenza logica da questi principi, utilizzando le nozioni centrali prescelte, determinate conseguenze sostantive sulla condotta degli individui. (Donatelli 1996, p. 72) 18

19 Etica normativa: principi, consequenze, virtù Etiche deontologiche: In contemporary moral philosophy, deontology is one of those kinds of normative theories regarding which choices are morally required, forbidden, or permitted. In other words, deontology falls within the domain of moral theories that guide and assess our choices of what we ought to do (deontic theories), in contrast to (aretaic [virtue] theories) that fundamentally, at least guide and assess what kind of person (in terms of character traits) we are and should be. And within that domain, deontologists those who subscribe to deontological theories of morality stand in opposition to consequentialists. (Alexander & ( 2007 Moore 19

20 Etica normativa: principi, consequenze, virtù Etiche consequenzialiste: Consequentialism, as its name suggests, is the view that normative properties depend only on consequences. This general approach can be applied at different levels to different normative properties of different kinds of things, but the most prominent example is consequentialism about the moral rightness of acts, which holds that whether an act is morally right depends only on the consequences of that act or of something related to that act, such as the motive behind the act or a general rule requiring acts of the same kind. (W. Sinnott-Armstrong (

21 Etica normativa: principi, consequenze, virtù Etiche della virtù: Virtue ethics is currently one of three major approaches in normative ethics. It may, initially, be identified as the one that emphasizes the virtues, or moral character, in contrast to the approach which emphasizes duties or rules (deontology) or that which emphasizes the consequences of actions (consequentialism). Suppose it is obvious that someone in need should be helped. A utilitarian will point to the fact that the consequences of doing so will maximise well-being, a deontologist to the fact that, in doing so the agent will be acting in accordance with a moral rule such as "Do unto others as you would be done by" and a virtue ethicist to the fact that helping the person would be charitable or benevolent. ( 2007 (Hursthouse 21

22 Le relazioni umani/animali: storia e biologia. 22

23 Le relazioni con gli animali: alcuni fatti Animali macellati negli USA a scopo alimentare : 34.1 milioni di bovini (2011) 8.5 miliardi di polli (2012) PoulSlauSu pdf 23

24 Le relazioni con gli animali: alcuni fatti - Commissione Europea: Sesta relazione sulle statistiche riguardanti il numero di animali utilizzati a fini sperimentali o ad altri fini scientifici negli Stati membri dell Unione europea SEC(2010) 1107 : - Nel 2008, gli animali utilizzati a fini sperimentali e ad altri fini scientifici nei 27 Stati membri dell UE sono stati complessivamente poco più di 12,0 milioni. 24

25 Le relazioni con gli animali: alcuni fatti 25

26 Le relazioni con gli animali: alcuni fatti 26

27 Le relazioni con gli animali: alcuni fatti 27

28 Le relazioni con gli animali: alcuni fatti - Animali domestici negli USA (2011/12): milioni di cani milioni di gatti - Animali domestici in Italia (2002): milioni di cani milioni di gatti milioni di pesci d acquario milioni di uccelli - 1/2 milione di roditori milione altri animali (Fonte: (Fonte: Eurispes,, 28

29 Le relazioni con gli animali: alcuni fatti - Altri tipi di relazione umani/animali: - Lavoro (trasporto, produzione di energia, salvataggio ecc.) - Sport - Circhi - Terapie assistite Da dove nasce tutto questo? 29

30 Le relazioni con gli animali: un po di storia Grotte di Lascaux, ca a.c. 30

31 Le relazioni con gli animali: un po di storia Epoche della domesticazione Data (a.c.) Area Cane Asia sudoccidentale, Cina, Nord America Pecora Asia sudoccidentale Capra Asia sudoccidentale Maiale Cina, Asia sudoccidentale Bue Asia sudoccidentale, India, Nord Africa (?) Cavallo Ucraina Asino Egitto Bufalo asiatico Cina (?) Lama, alpaca Ande Cammello Asia centrale Dromedario Arabia Diamond

32 Le relazioni con gli animali: un po di storia - Requisiti per la domesticazione: (1) Abitudini alimentari (vegetariani vs. carnivori) (2) Veloce tasso di crescita (3) Riproduzione in cattività (4) Buon carattere (5) Scarsa propensione al panico (6) Socialità e struttura sociale gerarchica Diamond

33 Le relazioni con gli animali: un po di storia - I vantaggi della domesticazione: - Gli animali domestici hanno aiutato l uomo a produrre più cibo in quattro modi diversi: fornendo latte, carne, concime, forza motrice per gli aratri (Diamond 1998) 33

34 La natura umana e le relazioni umani/animali I believe that a defining trait of the human species has been a connection with animals that has intensified in importance since at least the onset of stone toolmaking some 2.6 million years ago. Defining traits are what makes humans human, what makes us different from all other animals, and they are partially or wholly encoded in our genes. I don t claim that the animal connection is the only defining trait [...] but I do claim that our connection to animals is so deep, so old and so fundamental that you really can t understand human evolution and nature without taking it into account (Shipman 2011, pp ) The behavioral evolution of the hominid lineage can be boiled down to three big advances: (1) toolmaking; (2) language and symbolic behavior; and (3) the domestication of other species (Shipman 2011, pp ) 34

35 La natura umana e le relazioni umani/animali - La domesticazione come adattamento: -...domestic animals are really another kind of extrasomatic adaptation or tool used by humans to expand the resources they can exploit and the abilities they can call upon. Learning to make tools out of stone requires mastering information about the material properties of different types of rock, their distribution on the landscape, and techniques for producing sharp edges or desired shapes. Learning to make living tools out of animals requires a much more complex and subtle information base. (Shipman 2012, p. 255) 35

36 La natura umana e le relazioni umani/animali - Domesticazione ed evoluzione cognitiva: - To keep and domesticate animals requires many kinds of detailed knowledge. You have to know about the animals biology, ecology, physiology, temperament, and intelligence. (Shipman 2012, p. 255) - Success in taming, keeping, and eventually domesticating an animal species was certainly determined by the attributes of the target species. [...] These attributes aside, there is another key factor in the success of any attempted domestication, and that is the skill of the particular humans involved (Shipman 2012, p. 257) 36

37 La natura umana e le relazioni umani/animali - Domesticazione e coevoluzione: - Because humans who were more successful at handling and living with animals accrued a selective advantage, the animals undergoing domesticating were effectively selecting for particular traits in humans. For example, if humans favored less aggressive protodogs, the protodogs would have simultaneously selected for humans with greater ability to read canid behavior for subtle signs of impeding aggression and territorial defense. (Shipman 2012, p. 258) 37

38 La natura umana e le relazioni umani/animali - Domesticazione, coevoluzione, nicchie ecologiche condivise: - Non è raro che i biologi (ed è di rigore tra gli animalisti) definiscano schiavitù l addomesticamento, ovvero l intenzionale assoggettamento di un altro gruppo di esseri viventi da parte dell uomo, perché soggiacciano al suo volere e ai suoi scopi. Di recente, però, molti biologi hanno acutamente messo in discussione i presupposti di questa teoria. L addomesticamento - tanto degli animali quanto delle piante - ha richiesto mutazioni genetiche che gli esseri umani di qualunque epoca sarebbero stati ben difficilmente in grado di prevedere o indurre. Si è dimostrato che l intenzionalità umana non è una condizione necessaria né sufficiente: in natura esistono casi perfettamente analoghi di addomesticamento tra specie diverse (si pensi alle formiche e agli afidi) che sono assolutamente indipendenti dal fattore volontario umano (Budiansky 2004, pp ) - L ipotesi del cane spazzino (Budiansky 2004) 38

39 La natura umana e le relazioni umani/animali -...it is reasonable to suggest that it was only after the domestication of agricultural and pet species that relationships between human and nonhuman could develop. In the absence of fear on either side, the solitary shepherd, for example, might begin to develop the feelings of companionship and protectiveness... (Ryder 2000, p. 26) 39

40 La natura umana e le relazioni umani/animali - Il legame (bond) umani/animali fuori dalle storie evolutive di domesticazione: -...nel 1978 ebbi l eccezionale privilegio di passare una settimana con Dian Fossey e i gorilla di montagna che lei studiava da molti anni. Un giorno ero fuori con uno dei suoi gruppi, insieme a un collega con cui i gorilla non avevano dimistichezza e a un giovane ricercatore che essi conoscevano bene. Digit, un giovane maschio adulto, si pavoneggiava battendosi il petto, sfidando precocemente il maschio dominante dal dorso argentato. I miei due compagni erano affascinati da questa tensione, ma dopo un po io ne ebbi abbastanza dello sfoggio di energia macho e mi allontanai. Una trentina di metri più in la mi imbattei in un gruppo di madri e piccoli che forse si erano scostati per la stessa mia ragione. Mi sedetti vicino a loro e osservai le madri mangiare e i piccoli che giocavano, per alcuni momenti pacifici, fuori dal tempo. Poi i miei occhi incontrarono lo sguardo cordiale di una femmina adolescente, Pandora. Continuai a guardarla, comunicandole silenziosamente la mia amicizia. Inaspettatamente lei si alzò e si avvicinò. Fermandosi di fronte a me, con la faccia al livello dei miei occhi, si chinò in avanti e spinse il suo largo naso piatto e grinzoso contro il mio. So che mi stava addosso perché ricordo nitidamente che il suo alito caldo e dolce mi annebbiò gli occhiali, accecandomi. Non ero impaurita e continuai a concentrarmi sul grande affetto e rispetto che provavo per lei. Forse lei percepì il mio atteggiamento, perché un momento dopo le sue lunghissime braccia mi avvolsero, e per secondi preziosi mi tennero abbracciata. Poi mi lasciò, mi guardò ancora una volta negli occhi, e tornò a mangiucchiare le sue foglie. (Smuts 2000, p. 135). 40

41 La natura umana e le relazioni umani/animali - Antrozoologia (o Zooantropologia, o Studi Umani/Animali): - Area di ricerca sulle interazioni umani/animali in tutti i diversi aspetti e da diverse prospettive disciplinari. - L antrozoologia trascende i comuni confini accademici. Fra di noi vi sono psicologi, veterinari, studiosi del comportamento animale, storici, sociologi e antropologi. Come in ogni ambito scientifico, gli antrozoologi non sono sempre dello stesso avviso. Abbiamo posizioni diverse su alcune delle più spinose questioni morali che sorgono nelle relazioni umani/ animali. Non siamo d accordo nemmeno sul nome della disciplina (alcuni preferiscono chiamarla human-animal studies, studi umani-animali). Tuttavia, malgrado queste differenze, i ricercatori che studiano i nostri rapporti con gli animali hanno molto in comune. Tutti noi crediamo che le nostre interrelazioni con altre specie siano una componente importante della vita umana e speriamo che il nostro lavoro possa rendere migliore l esistenza degli animali (Herzog 2012, pp ) - Per avere un idea degli studi di antrozoologia, ecco alcuni esempi di temi scottanti di questa nuova scienza: l efficacia dei delfini come guaritori, i criteri con cui scegliamo i nostri animali da compagnia e la correlazione fra crudeltà infantile verso gli animali e violenza adulta (Herzog 2012, p. 32) 41

42 Etica e animali: episodi dalla storia della filosofia 42

43 Aristotele (384/383 a.c-322 a.c.): le differenti nature di umani e animali Il possesso del nutrimento sembra concesso dalla stessa natura a tutti gli esseri viventi, come al primo momento della nascita, così anche al compimento del loro sviluppo. E fin dalla nascita alcuni animali producono cibo in quantità sufficiente fino al momento in cui il nato possa procurarsene da sé, com è il caso dei degli animali che si riproducono sotto forma di vermi e degli ovipari, mentre i vivipari hanno in se stessi, come nutrimento sufficiente ai loro nati per un certo periodo di tempo, il prodotto naturale chiamato latte. Perciò è chiaro che anche agli esseri adulti bisogna estendere la garanzia naturale del cibo e stabilire che le piante esistono in vista degli animali e gli altri animali in vista dell uomo, gli animali domestici in quanto servono all uso e al nutrimento e i selvatici, se non tutti, almeno per la maggiore parte, in quanto servono a fornire cibo e ad altri usi, come materiale per vesti e altri strumenti. Se dunque la natura non fa nulla di inutile né di imperfetto, è necessario che essa abbia fatto tutte queste cose in vista dell uomo. Perciò anche l arte della guerra sarà per natura una parte dell arte di acquisto (e l arte venatoria è una parte di essa), della quale bisogna far uso con gli animali e nei riguardi di quegli uomini che, nati ad obbedire, non si sottomettono; e questa è una guerra naturalmente giusta. (Aristotele, Politica, UTET, Torino, 1992, pp ) 43

44 Aristotele (384/383 a.c-322 a.c.): le differenti nature di umani e animali...è chiaro che la città appartiene ai prodotti naturali, che l uomo è un animale che per natura deve vivere in una città e che chi non vive in una città, per la sua natura e non per caso, o è un essere inferiore o è più che un uomo: è il caso di chi Omero chiama con scherno senza parenti, senza leggi, senza focolare. E chi è tale per natura è anche desideroso di guerra, in quanto non ha legami ed è come una pedina isolata. Perciò è chiaro che l uomo è animale più socievole di qualsiasi ape e di qualsiasi altro animale che viva in greggi. Infatti, secondo quanto sosteniamo, la natura non fa nulla invano, e l uomo è l unico animale che abbia la favella: la voce è segno del piacere e del dolore e perciò l hanno anche gli altri animali, in quanto la loro natura giunge fino ad avere e a significare agli altri la sensazione del piacere e del dolore. Invece la parola serve a indicare l utile e il dannoso, e perciò anche il giusto e l ingiusto. E questo è proprio dell uomo rispetto agli altri animali: esser l unico ad avere nozione del bene e del male, del giusto e dell ingiusto e così via. È proprio la comunanza di queste cose che costituisce la famiglia e la città. (Aristotele, Politica, UTET, Torino, 1992, pp ) 44

45 Aristotele (384/383 a.c-322 a.c.): le differenti nature di umani e animali È chiaro dunque che l intemperanza concernente i desideri è più vergognosa di quella che ha a che fare con l impetuosità e che temperanza e intemperanza riguardano i desideri ed i piaceri del corpo. Ma bisogna capire le differenze che questi presentano. Come infatti è stato detto all inizio, alcuni sono umani e naturali sia per genere che per grandezza, altri invece sono bestiali, altri ancora sono causati da menomazioni o malattie. La moderazione e l incontinenza concernono soltanto i primi di quei piaceri; perciò non diciamo che le bestie sono moderate né incontinenti, se non per metafora, cioè se qualche specie di animali supera un altra per impudenza, istinto distruttivo e voracità; essi infatti non possiedono capacità di scelta né di ragionamento, ma hanno deviato dalla loro natura, come tra gli uomini quelli che sono pazzi. (Aristotele, Etica Nicomachea, UTET, Torino, 1996, pp ) 45

46 Lo stoicismo e l oikeiosis - Il bene non può toccare in alcun modo a un muto animale: è proprio di una natura più nobile e migliore. Il bene si trova solo dove c è la ragione. (Seneca, Lettere a Lucilio, in Tutte le opere, Bompiani, Milano, 2000, , p. 1011) -La dottrina stoica dell oikeiosis esclude gli animali dalla sfera della giustizia. 46

47 Plutarco (46/48 d.c.-125/127 d.c.): vegetarianesimo secondo natura Consideriamo senz altro assurda la convinzione di quanti affermano che l uso di mangiare carne abbia un origine naturale. Che l uomo non sia carnivoro per natura, è provato in primo luogo dalla sua struttura fisica. Il corpo umano infatti non ha affinità con alcuna creatura formata per mangiare la carne: non possiede becco ricurvo, né artigli affilati, né denti aguzzi, né viscere resistenti e umori caldi in grado di digerire e assimilare un pesante pasto a base di carne. Invece, proprio per la levigatezza dei denti, per le dimensioni ridotte della bocca, per la lingua molle e per la debolezza degli umori destinati alla digestione, la natura esclude la nostra disposizione a mangiare carne. Se però sei convinto di essere naturalmente predisposto a tale alimentazione, prova anzitutto a uccidere tu stesso l animale che vuoi mangiare. Ma ammazzalo tu in persona, con le tue mani, senza ricorrere a un coltello, a un bastone o a una scure. Fa come i lupi, gli orsi e i leoni, che ammazzano da sé quanto mangiano: uccidi un bue a morsi o un porco con la bocca, oppure dilania un agnello o una lepre, e divorali dopo averli aggrediti mentre sono ancora vivi, come fanno le bestie. Ma se aspetti che il tuo cibo sia morto e la vita presente in quelle creature ti fa vergognare di goderne la carne, perché continui a mangiare contro natura gli esseri dotati di vita? Eppure, neanche quando l animale è morto lo si potrebbe mangiare così come si trova, ma si lessa, si arrostisce, si modifica la sua carne per mezzo del fuoco e delle spezie, alterando, trasformando e mitigando con innumerevoli condimenti il sapore del sangue, affinché il senso del gusto, tratto in inganno, possa accettare quanto gli è estraneo. (Plutarco, Del mangiare carne, in Id., Del mangiare carne. Trattati sugli animali, Adelphi, Milano, 2001, pp ) 47

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Spinoza e il Male. Saitta Francesco

Spinoza e il Male. Saitta Francesco Spinoza e il Male di Saitta Francesco La genealogia del male è sempre stato uno dei problemi più discussi nella storia della filosofia. Trovare le origini del male è sempre stato l oggetto principale di

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Versione 12.6.05 Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche 1 Il contesto del discorso (dalla lezione introduttiva)

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI Riconoscendo che i diritti sessuali sono essenziali per l ottenimento del miglior standard di salute sessuale raggiungibile, la World Association for Sexual Health (WAS):

Dettagli

Che cos è un emozione?

Che cos è un emozione? Che cos è un emozione? Definizione Emozione: Stato psichico affettivo e momentaneo che consiste nella reazione opposta all organismo a percezioni o rappresentazioni che ne turbano l equilibrio (Devoto

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Obiettivo dell incontro - Descrivere la fase evolutiva del bambino (fase 3-6 anni). - Attivare un confronto

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Dall italiano alla logica proposizionale

Dall italiano alla logica proposizionale Rappresentare l italiano in LP Dall italiano alla logica proposizionale Sandro Zucchi 2009-10 In questa lezione, vediamo come fare uso del linguaggio LP per rappresentare frasi dell italiano. Questo ci

Dettagli

E come può un corpo avere un anima? Wittgenstein e il gioco linguistico del mind-body problem

E come può un corpo avere un anima? Wittgenstein e il gioco linguistico del mind-body problem Comunicazione E come può un corpo avere un anima? Wittgenstein e il gioco linguistico del mind-body problem Lucia Bacci * lucia.bacci@unifi.it Come sostiene Rosaria Egidi in Wittgenstein e il problema

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

unità B3. Le teorie sull evoluzione

unità B3. Le teorie sull evoluzione documentazione fossile è provata da embriologia comparata anatomia comparata biologia molecolare L evoluzione avviene per selezione naturale microevoluzione può essere macroevoluzione speciazione allopatrica

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp.

Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp. RECENSIONI&REPORTS recensione Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp. 154, 12 «Il vasto e importante e molto

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE)

MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE) MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE) Contenuti Michelene Chi Livello ottimale di sviluppo L. S. Vygotskij Jerome Bruner Human Information Processing Teorie della Mente Contrapposizione

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

Recensione MIND TIME. IL FATTORE TEMPORALE NELLA COSCIENZA.

Recensione MIND TIME. IL FATTORE TEMPORALE NELLA COSCIENZA. Recensione MIND TIME. IL FATTORE TEMPORALE NELLA COSCIENZA. Raffello Cortina, Milano 2007 Benjamin Libet Il libro di Benjamin Libet ruota intorno alla problematica della relazione fra cervello ed esperienza

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme I pronomi soggetto e complemento Gli aggettivi e pronomi possessivi

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO San Bernardo (1090-1153) Jean Gerson (1363-1429) S. Bernardo (1090-1153) Bernardo ha formato la sua saggezza basandosi principalmente sulla Bibbia e alla scuola della Liturgia.

Dettagli

Modificazioni dello spazio affettivo nel ciclo di vita

Modificazioni dello spazio affettivo nel ciclo di vita Modificazioni dello spazio affettivo nel ciclo di vita di Francesca Battisti Come gestiamo le nostre emozioni? Assistiamo ad esse passivamente o le ignoriamo? Le incoraggiamo o le sopprimiamo? Ogni cultura

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE. Docente: S. De Stasio

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE. Docente: S. De Stasio PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE Docente: S. De Stasio Diverse dimensioni delle norme morali L acquisizione di una norma morale è un processo che contiene diverse

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD CHIARA DE CANDIA chiaradecandia@libero.it 1 IL CONCETTO DI SE È la rappresentazione delle proprie caratteristiche e capacità in relazione

Dettagli

LICEO STATALE Carlo Montanari

LICEO STATALE Carlo Montanari Classe 1 Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme Gli aggettivi e pronomi possessivi Gli articoli a/an, the Il caso possessivo dei sostantivi

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo Il 10 dicembre 1948, l'assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il cui testo completo è stampato nelle pagine seguenti. Dopo questa solenne

Dettagli

Il Principio di non Contraddizione

Il Principio di non Contraddizione Formulazione Il Principio di non Contraddizione Nel libro IV della Metafisica, Aristotele prende in esame quello che lui stesso chiama il principio più saldo di tutti (bebaiotáte archè), intorno a cui

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 PREAMBOLO Considerato che il riconoscimento della dignità inerente a tutti i membri della famiglia umana, e dei loro diritti, uguali ed inalienabili,

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

LA COMUNICAZIONE NON VERBALE IN ETA' PRESCOLARE.

LA COMUNICAZIONE NON VERBALE IN ETA' PRESCOLARE. Dipartimento di studi umanistici Corso di laurea in Scienze della Formazione Primaria Modulo di Elementi di Psicometria applicata alla didattica IV infanzia A.A. 2013/2014 LA COMUNICAZIONE NON VERBALE

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

La realtà non è come ci appare. carlo rovelli

La realtà non è come ci appare. carlo rovelli La realtà non è come ci appare carlo rovelli 450 a.e.v. Anassimandro cielo terra Anassimandro ridisegna la struttura del mondo Modifica il quadro concettuale in termine del quali comprendiamo i fenomeni

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Dall italiano al linguaggio della logica proposizionale

Dall italiano al linguaggio della logica proposizionale Dall italiano al linguaggio della logica proposizionale Dall italiano al linguaggio della logica proposizionale Enunciati atomici e congiunzione In questa lezione e nelle successive, vedremo come fare

Dettagli

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA Dear Mr. Secretary General, I m pleased to confirm that ALKEDO ngo supports the ten principles of the UN Global Compact, with the respect to the human

Dettagli

Non è la specie più forte che sopravvive né la più intelligente ma quella più ricettiva ai cambiamenti. Charles Darwin (1809-1882)

Non è la specie più forte che sopravvive né la più intelligente ma quella più ricettiva ai cambiamenti. Charles Darwin (1809-1882) Non è la specie più forte che sopravvive né la più intelligente ma quella più ricettiva ai cambiamenti Charles Darwin (1809-1882) L evoluzione secondo LAMARCK (1744-1829) 1. Gli antenati delle giraffe

Dettagli

LUPI DIETRO GLI ALBERI

LUPI DIETRO GLI ALBERI dai 7 anni LUPI DIETRO GLI ALBERI Roberta Grazzani Illustrazioni di Franca Trabacchi Serie Azzurra n 133 Pagine: 176 Codice: 978-88-566-2952-1 Anno di pubblicazione: 2014 L Autrice Scrittrice milanese

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto LA PROGETTAZIONE 1 LA PROGETTAZIONE Oggi il raggiungimento di un obiettivo passa per la predisposizione di un progetto. Dal mercato al terzo settore passando per lo Stato: aziende, imprese, organizzazioni,

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale?

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Come l intelligenza e l empatia, e un poco come tutte le caratteristiche che contraddistinguono gli esseri umani, anche la competenza sociale non è facile

Dettagli

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust)

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) IL TEMPO DI MENTINA Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) E tempo di occuparci di Mentina, la mia cuginetta che mi somiglia tantissimo; l unica differenza sta nella

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

Libro gratuito di filosofia

Libro gratuito di filosofia Libro gratuito di filosofia La non-mente Introduzione Il libro la non mente è una raccolta di aforismi, che invogliano il lettore a non soffermarsi sul significato superficiale delle frasi, ma a cercare

Dettagli

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI VALENTINO DOMINI L attacco iniziale, prima azione di affrancamento della coppia controgiocante, è un privilegio e una responsabilità: molti contratti vengono battuti o realizzati proprio in rapporto a

Dettagli

CIO CHE SPINGE L UOMO

CIO CHE SPINGE L UOMO CIO CHE SPINGE L UOMO RIFLESSIONI E PROSPETTIVE SU COME PERCEPIAMO IL MONDO INTORNO A NOI COSA CI SPINGE? Cosa ci fa agire, cosa ci fa scegliere un alternativa piuttosto che un altra, cosa ci attrae e

Dettagli

Per i primi tempi era davvero stridente la differenza tra una grande città affollata come Milano, e la

Per i primi tempi era davvero stridente la differenza tra una grande città affollata come Milano, e la Ci sono molti ricordi che rimangono impressi nella memoria, quegli eventi che rappresentano una parte importante della propria vita e di cui non ci si dimentica mai. Tra i miei c è questo viaggio, che

Dettagli

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE C'era una volta un cane che non sapeva abbaiare. Non abbaiava, non miagolava, non muggiva, non nitriva, non sapeva fare nessun verso. Era un cagnetto solitario, chissà come

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO 1.La nuova creazione come struttura teologica 2.L approccio pneumatologico 3. L alienazione del lavoro in prospettiva teologica 4. La spiritualità del lavoro

Dettagli

Humana comoedia. Una riflessione sulla condizione umana oggi

Humana comoedia. Una riflessione sulla condizione umana oggi Humana comoedia Una riflessione sulla condizione umana oggi Biagio Pittaro HUMANA COMOEDIA Una riflessione sulla condizione umana oggi saggio www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Biagio Pittaro Tutti

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

Come si prepara una presentazione

Come si prepara una presentazione Analisi Critica della Letteratura Scientifica 1 Come si prepara una presentazione Perché? 2 Esperienza: Si vedono spesso presentazioni di scarsa qualità Evidenza: Un lavoro ottimo, presentato in modo pessimo,

Dettagli

2) Assenza di discriminazione e parità di trattamento nell ambito professionale

2) Assenza di discriminazione e parità di trattamento nell ambito professionale 2) Assenza di discriminazione e parità di trattamento nell ambito professionale a. Direttiva 2011/98/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 13 dicembre 2011, relativa a una procedura unica di domanda

Dettagli

Più facile esser giusti che sbagliati, più facile esser sani che malati

Più facile esser giusti che sbagliati, più facile esser sani che malati Più facile esser giusti che sbagliati, più facile esser sani che malati Tutto mi va storto perché il mondo ce l ha su con me Tutto mi va storto perché io sono sbagliato Se mi guardo intorno, se provo a

Dettagli

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1 Indice Presentazione... 1 Livelli di realtà... 5 1. Realtà fisica e realtà fenomenica... 5 2. Annullamento dell identità numerica tra oggetto fisico e oggetto fenomenico... 8 3. Individualità degli oggetti

Dettagli

Il giardino nella macchina

Il giardino nella macchina Idee per una rilettura Il giardino nella macchina La nuova scienza della vita artificiale Claus Emmeche Bollati Boringhieri, 1996 È possibile la vita artificiale? In che modo gli strumenti offerti dalla

Dettagli

IV domenica di Quaresima - Anno A 2014

IV domenica di Quaresima - Anno A 2014 IV domenica di Quaresima - Anno A 2014 Dal Vangelo secondo Giovanni 9, 1.6-9.13-17.34-38 In quel tempo, Gesù passando vide un uomo cieco dalla nascita. Sputò per terra, fece del fango con la saliva, spalmò

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Presentazione Prologo all edizione francese

Presentazione Prologo all edizione francese INDICE Presentazione Prologo all edizione francese IX XVIII PARTE PRIMA CAPITOLO I Finché portiamo noi stessi, non portiamo nulla che possa valere 3 CAPITOLO II Non dobbiamo turbarci di fronte ai nostri

Dettagli

Epidemiologia & Salute pubblica

Epidemiologia & Salute pubblica Epidemiologia & Salute pubblica a cura del Medico cantonale vol. VI nr. 3 La medicina non è una scienza esatta Con questo slogan il Dipartimento delle opere sociali è entrato nelle case dei ticinesi. L

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

CALDO SGUARDO GRECO PDF

CALDO SGUARDO GRECO PDF CALDO SGUARDO GRECO PDF ==> Download: CALDO SGUARDO GRECO PDF CALDO SGUARDO GRECO PDF - Are you searching for Caldo Sguardo Greco Books? Now, you will be happy that at this time Caldo Sguardo Greco PDF

Dettagli