L etica e le relazioni fra umani e animali

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L etica e le relazioni fra umani e animali"

Transcript

1 L etica e le relazioni fra umani e animali Istituzioni di etica (M-Fil/03-6 cfu) a.a. 2012/13 Prof. Simone Pollo 1

2 - Lezioni: - Lunedì, (Aula II) - Martedì, (Aula II) - Ricevimento: - Lunedì, (stanza 312, 3 piano) - Mail: 2

3 Programma a.a. 2012/13: L etica e le relazioni fra umani e animali - Frequentanti (i non frequentanti devono contattare il docente per il programma): - A.C. Baier, La nostra posizione nel mondo animale, in L. Battaglia (a cura di), Etica e animali, Liguori, Napoli, 1998, pp * - J.B.Callicott, C. Diamond, C. Korsgaard, Contro i diritti degli animali? Ambientalisti, vegetariani ma non animalisti, Medusa, Milano, M. Midgley, Perché gli animali. Una visione più umana dei nostri rapporti con le altre specie, Feltrinelli, Milano, 1985, cap. 9 Il significato della specie * - M. Nussbaum, Le nuove frontiere della giustizia. Disabilità, nazionalità, appartenenza di specie, Il Mulino, 2007, Cap. 6 Al di là di compassione e umanità : la giustizia verso gli animali non umani * - S. Pollo, L agente morale darwiniano, in M. Galletti e S. Vida (a cura di), Indagine sulla natura umana. Itinerari della filosofia contemporanea, Carocci, Roma, 2011, pp * - S. Pollo, Le fonti dell etica animale, Rivista di Filosofia, 2013, CIV, 1, pp * - J. Rachels, Creati dagli animali. Implicazioni morali del darwinismo, Edizioni di Comunità, Milano, 1996, cap. 5 La moralità senza l idea che gli umani siano speciali * - T. Regan, I diritti animali, Garzanti, MIlano, 1990, cap. 7 Giustizia e uguaglianza e cap. 8 La teoria dei diritti * - P. Singer, Etica pratica, cap. 4 Perché è sbagliato uccidere e cap. 5 Togliere la vita: gli animali * - P. Singer, Liberazione animale, Il Saggiatore, MIlano, 2003 (spec. cap. 1 Tutti gli animali sono eguali e cap. 6 Lo specismo oggi ) - * Disponibile in copisteria. 3

4 Sintesi del corso 1. Una breve introduzione all etica filosofica 2. Le relazioni umani/animali: storia e biologia 3. Comportamento e mente animale 4. L etica animale: definizione, storia e posizione nell etica filosofica 5. Teorie dello status morale 6. L orizzonte più ampio dell etica animale 7. Dall animale paziente morale all animale agente morale 8. L etica animale in pratica 4

5 Una breve introduzione all etica filosofica 5

6 Una breve introduzione all'etica... bisogna dissipare l'equivoco che il compito della ricerca filosofica sulla morale sia quello di creare o fare nascere la moralità, ovvero le distinzioni tra bene e male, giusto e ingiusto, virtuoso e vizioso. Se fosse questo il suo obiettivo, la filosofia morale sarebbe destinata al fallimento per una pretesa eccessiva. In realtà, la riflessione filosofica sulla morale [...] si è piuttosto proposta di spiegare che cosa fosse la morale. In un certo senso, l'oggetto della filosofia morale deve quindi essere già un dato della nostra esperienza e della nostra cultura e la riflessione procederà cercando di illustrare la natura di questo dato e di chiarire I problemi che a esso si accompagnano. [...] Nessuna elaborazione teorica di un filosofo ha il potere di fare sorgere in un ascoltatore che ne fosse sprovvisto la capacità morale fondamentale, quella di reagire partecipando alle sofferenze di un altro essere. (Lecaldano 2010, pp. ( 8-9 6

7 Una breve introduzione all'etica: argomenti Gli ambiti dell'etica filosofica: Metaetica Etica normativa ( applicata (Etica Metaetica: Cos'è la metaetica Alcune questioni metaetiche: Etica normativa Motivazione Oggettività Universalità Razionalismo e sentimentalismo Definizione dell'etica normativa Pensiero morale, argomentazione e giustificazione 7

8 Gli ambiti dell'etica filosofica: la metaetica Metaethics is the attempt to understand the metaphysical, epistemological, semantic, and psychological, presuppositions and commitments of moral thought, talk, and practice. As such, it counts within its domain a broad range of questions and puzzles, including: Is morality more a matter of taste than truth? Are moral standards culturally relative? Are there moral facts? If there are moral facts, what is their origin? How is it that they set an appropriate standard for our behavior? How might moral facts be related to other facts (about psychology, happiness, human conventions )? And how do we learn about the moral facts, if there are any? These questions lead naturally to puzzles about the meaning of moral claims as well as about moral truth and the justification of our moral commitments. Metaethics explores as well the connection between values, reasons for action, and human motivation, asking how it is that moral standards might provide us with reasons to do or refrain from doing as it demands, and it addresses many of the issues commonly bound up with the nature of freedom and its ( 2007 Sayre-McCord ) responsibility. significance (or not) for moral 8

9 Gli ambiti dell'etica filosofica: la metaetica La riflessione morale include lo studio delle seguenti aree: 1) definizione del concetto di 'morale'; 2) semantica del linguaggio morale; 3) spiegazione della natura obbligante della moralità; 4) giustificazione dei codici morali; 5) ontologia e metafisica della morale; 6) giustificazione dell'istituzione della moralità ( 20 p. (perché essere morali?) (Donatelli 1996, 9

10 Gli ambiti dell'etica filosofica: la metaetica In modi diversi, le numerose concezioni meta-etiche cercano di rendere conto di un fatto considerato più o meno acclarato, ovvero che nella vita degli esseri umani esiste una sfera di azioni, scelte, valutazioni che è di pertinenza dell'etica e della morale. Questa sfera ha a che fare comunque con valori, principi, criteri, norme, regole che riguardano la condotta degli uomini, ove la si veda come non esclusivamente indirizzata verso la realizzazione di obiettivi strettamente egoistici. Vi è, secondo le diverse teorie metaetiche [...], una dimensione sovraindividuale e intersoggettiva (se non addirittura universale e oggettiva) coinvolta nelle azioni umane, che sarebbe appunto quella di pertinenza dell'etica. Sulla base di questa premessa comune le meta-etiche si differenziano poi per il modo di rendere conto di questa dimensione e conseguentemente delle vie per ( 22 p. fondare e giustificare scelte e giudizi etici corretti (Lecaldano 1995, 10

11 Gli ambiti dell'etica filosofica: la metaetica La metaetica come analisi delle ovvietà della moralità ordinaria. Alcune questioni: La motivazione L'oggettività dell'etica L'universalità dei giudizi morali Razionalismo e sentimentalismo 11

12 Metaetica: la motivazione Può capitare di chiederci quale sia la cosa giusta da fare e, tuttavia, renderci conto che non siamo motivati a fare quella cosa. La considerazione su ciò che è giusto fare non indica immediatamente anche una disposizione motivazionale a compiere quella determinata cosa. È un'esperienza comune che ciò che è giusto fare non indica immediatamente anche una disposizione motivazionale a compiere quella determinata cosa. È un'esperienza comune che ciò che è giusto fare non sia sempre ciò che siamo spinti a fare. Giustificazione e motivazione sono nozioni distinte. Tuttavia, l'etica è caratterizzata dal fatto che vi è una connessione tra di esse. L'educazione, oltre che la discussione e il ragionamento morale, infatti non sono rivolti esclusivamente a stabilire quali siano le convinzioni e I principi giusti, ma anche a modellare o a modificare il carattere in modo che tali principi e convinzioni governino appropriatamente la vita delle persone. Perciò, allo stesso modo in cui dobbiamo rendere conto del fatto che le prescrizioni morali hanno una capacità giustificativa della condotta e dei sentimenti, così dobbiamo rendere conto del fatto che le prescrizioni morali hanno generalmente un influsso sulle nostre azioni. Dobbiamo capire la natura di tale influsso. Vi è una distanza tra ciò che è giusto fare e ciò che siamo inclini a fare. Ma tale distanza non è neppure un salto ( 9-10 pp. incolmabile (Donatelli 2001, 12

13 Metaetica: l'oggettività dell'etica... I giudizi morali ordinari includono una pretesa di oggettività dell'etica, un'assunzione che vi siano valori oggettivi precisamente nel senso che sto negando. E non penso di andare troppo oltre dicendo che questa assunzione è stata incorporata nel significato basilare ed usuale dei termini morali. Qualsiasi analisi dei termini morali che ometta di fare riferimento a questa pretesa di prescrittività intrinseca ed oggettiva risulta in tal senso incompleta; e qesto è vero di qualsiasi analisi non cognitivista, di qualsiasi analisi naturalistica e di qualsiasi combinazione delle due. Se l'indagine etica di secondo livello, pertanto, rimane confinata all'analisi linguistica e concettuale, bisogna concludere perlomeno che I valori morali sono oggettivi: che essi lo siano è parte di ciò che significano le nostre asserzioni morali ordinarie: i concetti morali tradizionali dell'uomo ordinario così come della principale tradizione di filosofia europea sono concetti dotati di valore oggettivo. Ma è precisamente per questo che l'analisi linguistica e concettuale non è sufficiente. La pretesa di oggettività, per quanto radicata nel nostro linguaggio e nel nostro pensiero, non è auto-giustificativa. Può e deve essere messa in discussione. Ma il negare l'esistenza di valori oggettivi dovrà essere proposto non come il risultato di un'indagine analitica, bensì come una 'teoria dell'errore', una teoria secondo la quale, sebbene la maggior parte delle persone nel formulare I propri giudizi morali ritenga implicitamente, tra le altre cose, di riferirsi a qualcosa di oggettivamente prescrittivo, queste pretese sono tutte false. È questo che rende appropriata la ( pp. denominazione di scetticismo morale. (Mackie 2001, 13

14 Metaetica: l'universalità dei giudizi morali Universalità/Universalizzabilità dei giudizi morali: Sono possibili diverse spiegazioni dell'universalizzabilità, equivalenti fra di loro; esse si possono riassumere nel fatto che è contraddittorio dare giudizi morali diversi su situazioni di cui ammettiamo l'identità per quanto riguarda le loro prospettive descrittive universali. Per giudizi diversi, intendo tali che, se fossero riferiti alla medesima situazione, sarebbero reciprocamente incompatibili (Hare ( 52 p. 1989, 14

15 Metaetica: razionalismo e sentimentalismo Razionalismo: Molte delle genealogie tradizionali cercavano di corroborare l'idea che la moralità fosse principalmente una questione dipendente dalla peculiare capacità razionale di cui gli esseri umani, a differenza di altri esseri viventi, sarebbero.dotati Le spiegazioni genealogiche che si sono accompagnate nel corso della storia umana con una concezione razionalistica dell'etica sono state principalmente tre: quella che faceva discendere la morale direttamente da un comando divino che l'essere umano era in grado di fare proprio solo in quanto unica specie del creato fornita di ragione; quella che la faceva nascere pur sempre da una creazione divina che però non veniva trasmessa direttamente agli esseri umani, ma piuttosto inscritta nella natura delle cose come leggi naturali che solo gli uomini forniti di ragione erano in grado di cogliere per uniformarsi a esse; quella infine che faceva derivare la moralità direttamente dalla peculiare facoltà razionale di cui solo gli esseri umani sono dotati e che permette loro di cogliere quei principi morali, ( 18 p. assoluti e universali, dotati effettivamente di verità. (Lecaldano 2010, 15

16 Metaetica: razionalismo e sentimentalismo Sentimentalismo: La genesi della moralità va quindi cercata, secondo Hume, in un meccanismo affettivo presente nella struttura psicologica degli esseri umani, quello che egli chiama principio di simpatia. La moralità è una specificazione di questa potente forza della psicologia umana che rende del tutto naturale per ciascuno di noi essere influenzati dai piaceri e dai dolori altrui, in modo tale che I dolori creano pena e sofferenza e I piaceri gioia e ( 27 p. sollievo (Lecaldano 2010, 16

17 Etica normativa: la moralità come spazio delle ragioni Infine va riconosciuta come propria della moralità una terza caratteristica: essa ha a che fare con impegni niente affatto arbitrari ma relativamente ai quali è del tutto legittimo chiederci ragioni e giustificazioni. Sembra dunque che non si possa evitare di connettere le prese di posizione morali con una qualche forma di argomentabiità. (Lecaldano 2010, p. 48) 17

18 Etica normativa: I compiti della teoria morale La teoria morale normativa si rivolge all'elaborazione di modelli giustificativi della condotta giusta. Che cosa si intende per 'modello giustificativo'? In termini generali, si fa riferimento a un modello teorico in cui si avanzano (perlomeno): 1) una tesi sulla centralità di determinate nozioni filosofiche (l'utilità, i diritti, ecc.); 2) una serie di principi e di considerazioni fondamentali, di diverso ordine, morali, fattuali, logici (l'uno o l'altro o una combinazione di questi), 3) un'elaborazione teorica che derivi con coerenza logica da questi principi, utilizzando le nozioni centrali prescelte, determinate conseguenze sostantive sulla condotta degli individui. (Donatelli 1996, p. 72) 18

19 Etica normativa: principi, consequenze, virtù Etiche deontologiche: In contemporary moral philosophy, deontology is one of those kinds of normative theories regarding which choices are morally required, forbidden, or permitted. In other words, deontology falls within the domain of moral theories that guide and assess our choices of what we ought to do (deontic theories), in contrast to (aretaic [virtue] theories) that fundamentally, at least guide and assess what kind of person (in terms of character traits) we are and should be. And within that domain, deontologists those who subscribe to deontological theories of morality stand in opposition to consequentialists. (Alexander & ( 2007 Moore 19

20 Etica normativa: principi, consequenze, virtù Etiche consequenzialiste: Consequentialism, as its name suggests, is the view that normative properties depend only on consequences. This general approach can be applied at different levels to different normative properties of different kinds of things, but the most prominent example is consequentialism about the moral rightness of acts, which holds that whether an act is morally right depends only on the consequences of that act or of something related to that act, such as the motive behind the act or a general rule requiring acts of the same kind. (W. Sinnott-Armstrong (

21 Etica normativa: principi, consequenze, virtù Etiche della virtù: Virtue ethics is currently one of three major approaches in normative ethics. It may, initially, be identified as the one that emphasizes the virtues, or moral character, in contrast to the approach which emphasizes duties or rules (deontology) or that which emphasizes the consequences of actions (consequentialism). Suppose it is obvious that someone in need should be helped. A utilitarian will point to the fact that the consequences of doing so will maximise well-being, a deontologist to the fact that, in doing so the agent will be acting in accordance with a moral rule such as "Do unto others as you would be done by" and a virtue ethicist to the fact that helping the person would be charitable or benevolent. ( 2007 (Hursthouse 21

22 Le relazioni umani/animali: storia e biologia. 22

23 Le relazioni con gli animali: alcuni fatti Animali macellati negli USA a scopo alimentare : 34.1 milioni di bovini (2011) 8.5 miliardi di polli (2012) PoulSlauSu pdf 23

24 Le relazioni con gli animali: alcuni fatti - Commissione Europea: Sesta relazione sulle statistiche riguardanti il numero di animali utilizzati a fini sperimentali o ad altri fini scientifici negli Stati membri dell Unione europea SEC(2010) 1107 : - Nel 2008, gli animali utilizzati a fini sperimentali e ad altri fini scientifici nei 27 Stati membri dell UE sono stati complessivamente poco più di 12,0 milioni. 24

25 Le relazioni con gli animali: alcuni fatti 25

26 Le relazioni con gli animali: alcuni fatti 26

27 Le relazioni con gli animali: alcuni fatti 27

28 Le relazioni con gli animali: alcuni fatti - Animali domestici negli USA (2011/12): milioni di cani milioni di gatti - Animali domestici in Italia (2002): milioni di cani milioni di gatti milioni di pesci d acquario milioni di uccelli - 1/2 milione di roditori milione altri animali (Fonte: (Fonte: Eurispes,, 28

29 Le relazioni con gli animali: alcuni fatti - Altri tipi di relazione umani/animali: - Lavoro (trasporto, produzione di energia, salvataggio ecc.) - Sport - Circhi - Terapie assistite Da dove nasce tutto questo? 29

30 Le relazioni con gli animali: un po di storia Grotte di Lascaux, ca a.c. 30

31 Le relazioni con gli animali: un po di storia Epoche della domesticazione Data (a.c.) Area Cane Asia sudoccidentale, Cina, Nord America Pecora Asia sudoccidentale Capra Asia sudoccidentale Maiale Cina, Asia sudoccidentale Bue Asia sudoccidentale, India, Nord Africa (?) Cavallo Ucraina Asino Egitto Bufalo asiatico Cina (?) Lama, alpaca Ande Cammello Asia centrale Dromedario Arabia Diamond

32 Le relazioni con gli animali: un po di storia - Requisiti per la domesticazione: (1) Abitudini alimentari (vegetariani vs. carnivori) (2) Veloce tasso di crescita (3) Riproduzione in cattività (4) Buon carattere (5) Scarsa propensione al panico (6) Socialità e struttura sociale gerarchica Diamond

33 Le relazioni con gli animali: un po di storia - I vantaggi della domesticazione: - Gli animali domestici hanno aiutato l uomo a produrre più cibo in quattro modi diversi: fornendo latte, carne, concime, forza motrice per gli aratri (Diamond 1998) 33

34 La natura umana e le relazioni umani/animali I believe that a defining trait of the human species has been a connection with animals that has intensified in importance since at least the onset of stone toolmaking some 2.6 million years ago. Defining traits are what makes humans human, what makes us different from all other animals, and they are partially or wholly encoded in our genes. I don t claim that the animal connection is the only defining trait [...] but I do claim that our connection to animals is so deep, so old and so fundamental that you really can t understand human evolution and nature without taking it into account (Shipman 2011, pp ) The behavioral evolution of the hominid lineage can be boiled down to three big advances: (1) toolmaking; (2) language and symbolic behavior; and (3) the domestication of other species (Shipman 2011, pp ) 34

35 La natura umana e le relazioni umani/animali - La domesticazione come adattamento: -...domestic animals are really another kind of extrasomatic adaptation or tool used by humans to expand the resources they can exploit and the abilities they can call upon. Learning to make tools out of stone requires mastering information about the material properties of different types of rock, their distribution on the landscape, and techniques for producing sharp edges or desired shapes. Learning to make living tools out of animals requires a much more complex and subtle information base. (Shipman 2012, p. 255) 35

36 La natura umana e le relazioni umani/animali - Domesticazione ed evoluzione cognitiva: - To keep and domesticate animals requires many kinds of detailed knowledge. You have to know about the animals biology, ecology, physiology, temperament, and intelligence. (Shipman 2012, p. 255) - Success in taming, keeping, and eventually domesticating an animal species was certainly determined by the attributes of the target species. [...] These attributes aside, there is another key factor in the success of any attempted domestication, and that is the skill of the particular humans involved (Shipman 2012, p. 257) 36

37 La natura umana e le relazioni umani/animali - Domesticazione e coevoluzione: - Because humans who were more successful at handling and living with animals accrued a selective advantage, the animals undergoing domesticating were effectively selecting for particular traits in humans. For example, if humans favored less aggressive protodogs, the protodogs would have simultaneously selected for humans with greater ability to read canid behavior for subtle signs of impeding aggression and territorial defense. (Shipman 2012, p. 258) 37

38 La natura umana e le relazioni umani/animali - Domesticazione, coevoluzione, nicchie ecologiche condivise: - Non è raro che i biologi (ed è di rigore tra gli animalisti) definiscano schiavitù l addomesticamento, ovvero l intenzionale assoggettamento di un altro gruppo di esseri viventi da parte dell uomo, perché soggiacciano al suo volere e ai suoi scopi. Di recente, però, molti biologi hanno acutamente messo in discussione i presupposti di questa teoria. L addomesticamento - tanto degli animali quanto delle piante - ha richiesto mutazioni genetiche che gli esseri umani di qualunque epoca sarebbero stati ben difficilmente in grado di prevedere o indurre. Si è dimostrato che l intenzionalità umana non è una condizione necessaria né sufficiente: in natura esistono casi perfettamente analoghi di addomesticamento tra specie diverse (si pensi alle formiche e agli afidi) che sono assolutamente indipendenti dal fattore volontario umano (Budiansky 2004, pp ) - L ipotesi del cane spazzino (Budiansky 2004) 38

39 La natura umana e le relazioni umani/animali -...it is reasonable to suggest that it was only after the domestication of agricultural and pet species that relationships between human and nonhuman could develop. In the absence of fear on either side, the solitary shepherd, for example, might begin to develop the feelings of companionship and protectiveness... (Ryder 2000, p. 26) 39

40 La natura umana e le relazioni umani/animali - Il legame (bond) umani/animali fuori dalle storie evolutive di domesticazione: -...nel 1978 ebbi l eccezionale privilegio di passare una settimana con Dian Fossey e i gorilla di montagna che lei studiava da molti anni. Un giorno ero fuori con uno dei suoi gruppi, insieme a un collega con cui i gorilla non avevano dimistichezza e a un giovane ricercatore che essi conoscevano bene. Digit, un giovane maschio adulto, si pavoneggiava battendosi il petto, sfidando precocemente il maschio dominante dal dorso argentato. I miei due compagni erano affascinati da questa tensione, ma dopo un po io ne ebbi abbastanza dello sfoggio di energia macho e mi allontanai. Una trentina di metri più in la mi imbattei in un gruppo di madri e piccoli che forse si erano scostati per la stessa mia ragione. Mi sedetti vicino a loro e osservai le madri mangiare e i piccoli che giocavano, per alcuni momenti pacifici, fuori dal tempo. Poi i miei occhi incontrarono lo sguardo cordiale di una femmina adolescente, Pandora. Continuai a guardarla, comunicandole silenziosamente la mia amicizia. Inaspettatamente lei si alzò e si avvicinò. Fermandosi di fronte a me, con la faccia al livello dei miei occhi, si chinò in avanti e spinse il suo largo naso piatto e grinzoso contro il mio. So che mi stava addosso perché ricordo nitidamente che il suo alito caldo e dolce mi annebbiò gli occhiali, accecandomi. Non ero impaurita e continuai a concentrarmi sul grande affetto e rispetto che provavo per lei. Forse lei percepì il mio atteggiamento, perché un momento dopo le sue lunghissime braccia mi avvolsero, e per secondi preziosi mi tennero abbracciata. Poi mi lasciò, mi guardò ancora una volta negli occhi, e tornò a mangiucchiare le sue foglie. (Smuts 2000, p. 135). 40

41 La natura umana e le relazioni umani/animali - Antrozoologia (o Zooantropologia, o Studi Umani/Animali): - Area di ricerca sulle interazioni umani/animali in tutti i diversi aspetti e da diverse prospettive disciplinari. - L antrozoologia trascende i comuni confini accademici. Fra di noi vi sono psicologi, veterinari, studiosi del comportamento animale, storici, sociologi e antropologi. Come in ogni ambito scientifico, gli antrozoologi non sono sempre dello stesso avviso. Abbiamo posizioni diverse su alcune delle più spinose questioni morali che sorgono nelle relazioni umani/ animali. Non siamo d accordo nemmeno sul nome della disciplina (alcuni preferiscono chiamarla human-animal studies, studi umani-animali). Tuttavia, malgrado queste differenze, i ricercatori che studiano i nostri rapporti con gli animali hanno molto in comune. Tutti noi crediamo che le nostre interrelazioni con altre specie siano una componente importante della vita umana e speriamo che il nostro lavoro possa rendere migliore l esistenza degli animali (Herzog 2012, pp ) - Per avere un idea degli studi di antrozoologia, ecco alcuni esempi di temi scottanti di questa nuova scienza: l efficacia dei delfini come guaritori, i criteri con cui scegliamo i nostri animali da compagnia e la correlazione fra crudeltà infantile verso gli animali e violenza adulta (Herzog 2012, p. 32) 41

42 Etica e animali: episodi dalla storia della filosofia 42

43 Aristotele (384/383 a.c-322 a.c.): le differenti nature di umani e animali Il possesso del nutrimento sembra concesso dalla stessa natura a tutti gli esseri viventi, come al primo momento della nascita, così anche al compimento del loro sviluppo. E fin dalla nascita alcuni animali producono cibo in quantità sufficiente fino al momento in cui il nato possa procurarsene da sé, com è il caso dei degli animali che si riproducono sotto forma di vermi e degli ovipari, mentre i vivipari hanno in se stessi, come nutrimento sufficiente ai loro nati per un certo periodo di tempo, il prodotto naturale chiamato latte. Perciò è chiaro che anche agli esseri adulti bisogna estendere la garanzia naturale del cibo e stabilire che le piante esistono in vista degli animali e gli altri animali in vista dell uomo, gli animali domestici in quanto servono all uso e al nutrimento e i selvatici, se non tutti, almeno per la maggiore parte, in quanto servono a fornire cibo e ad altri usi, come materiale per vesti e altri strumenti. Se dunque la natura non fa nulla di inutile né di imperfetto, è necessario che essa abbia fatto tutte queste cose in vista dell uomo. Perciò anche l arte della guerra sarà per natura una parte dell arte di acquisto (e l arte venatoria è una parte di essa), della quale bisogna far uso con gli animali e nei riguardi di quegli uomini che, nati ad obbedire, non si sottomettono; e questa è una guerra naturalmente giusta. (Aristotele, Politica, UTET, Torino, 1992, pp ) 43

44 Aristotele (384/383 a.c-322 a.c.): le differenti nature di umani e animali...è chiaro che la città appartiene ai prodotti naturali, che l uomo è un animale che per natura deve vivere in una città e che chi non vive in una città, per la sua natura e non per caso, o è un essere inferiore o è più che un uomo: è il caso di chi Omero chiama con scherno senza parenti, senza leggi, senza focolare. E chi è tale per natura è anche desideroso di guerra, in quanto non ha legami ed è come una pedina isolata. Perciò è chiaro che l uomo è animale più socievole di qualsiasi ape e di qualsiasi altro animale che viva in greggi. Infatti, secondo quanto sosteniamo, la natura non fa nulla invano, e l uomo è l unico animale che abbia la favella: la voce è segno del piacere e del dolore e perciò l hanno anche gli altri animali, in quanto la loro natura giunge fino ad avere e a significare agli altri la sensazione del piacere e del dolore. Invece la parola serve a indicare l utile e il dannoso, e perciò anche il giusto e l ingiusto. E questo è proprio dell uomo rispetto agli altri animali: esser l unico ad avere nozione del bene e del male, del giusto e dell ingiusto e così via. È proprio la comunanza di queste cose che costituisce la famiglia e la città. (Aristotele, Politica, UTET, Torino, 1992, pp ) 44

45 Aristotele (384/383 a.c-322 a.c.): le differenti nature di umani e animali È chiaro dunque che l intemperanza concernente i desideri è più vergognosa di quella che ha a che fare con l impetuosità e che temperanza e intemperanza riguardano i desideri ed i piaceri del corpo. Ma bisogna capire le differenze che questi presentano. Come infatti è stato detto all inizio, alcuni sono umani e naturali sia per genere che per grandezza, altri invece sono bestiali, altri ancora sono causati da menomazioni o malattie. La moderazione e l incontinenza concernono soltanto i primi di quei piaceri; perciò non diciamo che le bestie sono moderate né incontinenti, se non per metafora, cioè se qualche specie di animali supera un altra per impudenza, istinto distruttivo e voracità; essi infatti non possiedono capacità di scelta né di ragionamento, ma hanno deviato dalla loro natura, come tra gli uomini quelli che sono pazzi. (Aristotele, Etica Nicomachea, UTET, Torino, 1996, pp ) 45

46 Lo stoicismo e l oikeiosis - Il bene non può toccare in alcun modo a un muto animale: è proprio di una natura più nobile e migliore. Il bene si trova solo dove c è la ragione. (Seneca, Lettere a Lucilio, in Tutte le opere, Bompiani, Milano, 2000, , p. 1011) -La dottrina stoica dell oikeiosis esclude gli animali dalla sfera della giustizia. 46

47 Plutarco (46/48 d.c.-125/127 d.c.): vegetarianesimo secondo natura Consideriamo senz altro assurda la convinzione di quanti affermano che l uso di mangiare carne abbia un origine naturale. Che l uomo non sia carnivoro per natura, è provato in primo luogo dalla sua struttura fisica. Il corpo umano infatti non ha affinità con alcuna creatura formata per mangiare la carne: non possiede becco ricurvo, né artigli affilati, né denti aguzzi, né viscere resistenti e umori caldi in grado di digerire e assimilare un pesante pasto a base di carne. Invece, proprio per la levigatezza dei denti, per le dimensioni ridotte della bocca, per la lingua molle e per la debolezza degli umori destinati alla digestione, la natura esclude la nostra disposizione a mangiare carne. Se però sei convinto di essere naturalmente predisposto a tale alimentazione, prova anzitutto a uccidere tu stesso l animale che vuoi mangiare. Ma ammazzalo tu in persona, con le tue mani, senza ricorrere a un coltello, a un bastone o a una scure. Fa come i lupi, gli orsi e i leoni, che ammazzano da sé quanto mangiano: uccidi un bue a morsi o un porco con la bocca, oppure dilania un agnello o una lepre, e divorali dopo averli aggrediti mentre sono ancora vivi, come fanno le bestie. Ma se aspetti che il tuo cibo sia morto e la vita presente in quelle creature ti fa vergognare di goderne la carne, perché continui a mangiare contro natura gli esseri dotati di vita? Eppure, neanche quando l animale è morto lo si potrebbe mangiare così come si trova, ma si lessa, si arrostisce, si modifica la sua carne per mezzo del fuoco e delle spezie, alterando, trasformando e mitigando con innumerevoli condimenti il sapore del sangue, affinché il senso del gusto, tratto in inganno, possa accettare quanto gli è estraneo. (Plutarco, Del mangiare carne, in Id., Del mangiare carne. Trattati sugli animali, Adelphi, Milano, 2001, pp ) 47

ETICA AMBIENTALE. UNA PANORAMICA Università degli Studi di Bergamo 23 Maggio 2015, Bergamo. Matteo Andreozzi, PhD Università degli Studi di Milano

ETICA AMBIENTALE. UNA PANORAMICA Università degli Studi di Bergamo 23 Maggio 2015, Bergamo. Matteo Andreozzi, PhD Università degli Studi di Milano ETICA AMBIENTALE. UNA PANORAMICA Università degli Studi di Bergamo 23 Maggio 2015, Bergamo Matteo Andreozzi, PhD Università degli Studi di Milano COS È L ETICA? PRINCIPI E REGOLE DI COMPORTAMENTO ADOTTATE

Dettagli

La destinazione dell uomo

La destinazione dell uomo Lettura 2 Johann Gottlieb Fichte La destinazione dell uomo Johann Gottlieb Fichte, Lezioni sulla missione del dotto, a cura di G.P. Marotta, Bergamo, Minerva Italica, 1969, pp. 47-53, 56-57, 59-60 Nel

Dettagli

Quando eravamo scimmie

Quando eravamo scimmie Quando eravamo scimmie Zio, è vero che tu insegni antro... non mi ricordo più come si chiama. Antropologia, sì è vero Chiara. Mi spieghi cos è? Che non è mica tanto chiaro. Sedetevi qui, anche tu, Elena.

Dettagli

La Bibbia è contro il sesso

La Bibbia è contro il sesso mito 5 La Bibbia è contro il sesso L'amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande. Woody Allen Facendone un peccato il Cristianesimo ha fatto molto

Dettagli

Energia oggi e domani: Sfida ed opportunità. Vincenzo Balzani Dipartimento di Chimica G. Ciamician Università di Bologna vincenzo.balzani@unibo.

Energia oggi e domani: Sfida ed opportunità. Vincenzo Balzani Dipartimento di Chimica G. Ciamician Università di Bologna vincenzo.balzani@unibo. Energia oggi e domani: Sfida ed opportunità Vincenzo Balzani Dipartimento di Chimica G. Ciamician Università di Bologna vincenzo.balzani@unibo.it Scuola di Dottorato in Scienze e Alta Tecnologia Università

Dettagli

LE PAROLE CHE PESANO. Hotel Remilia 20/05/2014. Ciclo Magramente

LE PAROLE CHE PESANO. Hotel Remilia 20/05/2014. Ciclo Magramente LE PAROLE CHE PESANO Hotel Remilia 20/05/2014 Ciclo Magramente Pag. 01 IL LINGUAGGIO CHE PESA Hai mai pensato che il linguaggio che usi possa influenzare la tua autostima e il tuo peso? Rifletti un secondo:

Dettagli

Dipartimento di Scienze della Formazione, Psicologia, Comunicazione. CdL in Sienze dell Educazione e della Formazione. Psicologia Generale

Dipartimento di Scienze della Formazione, Psicologia, Comunicazione. CdL in Sienze dell Educazione e della Formazione. Psicologia Generale Dipartimento di Scienze della Formazione, Psicologia, Comunicazione CdL in Sienze dell Educazione e della Formazione Psicologia Generale A.A. 2013-2014 Docente: prof.ssa Tiziana Lanciano t.lanciano@psico.uniba.it

Dettagli

ESPERIMENTO PSICOLOGIA E INVESTIMENTI ETICI

ESPERIMENTO PSICOLOGIA E INVESTIMENTI ETICI - DPSS - Università degli Studi di Padova http://decision.psy.unipd.it/ ESPERIMENTO PSICOLOGIA E INVESTIMENTI ETICI Corso di Psicologia Cognitiva (Prof. Lorella Lotto) Facoltà di Lettere e Filosofia Corso

Dettagli

PROGRAMMA DI LINGUA INGLESE

PROGRAMMA DI LINGUA INGLESE PROGRAMMA DI LINGUA INGLESE CLASSE IG ANNO SCOLASTICO 2014/2015 Prof.ssa Rossella Mariani Testo in adozione: THINK ENGLISH 1 STUDENT S BOOK, corredato da un fascicoletto introduttivo al corso, LANGUAGE

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Trenta

U Corso di italiano, Lezione Trenta 1 U Corso di italiano, Lezione Trenta M Two cousins meet in the street U Due cugini si incontrano in strada M Two cousins meet in the street U Due cugini si incontrano in strada F Hi Osman, what are you

Dettagli

Il cervello è un computer?

Il cervello è un computer? Corso di Intelligenza Artificiale a.a. 2012/13 Viola Schiaffonati Il cervello è un computer? Definire l obiettivo L obiettivo di queste due lezioni è di analizzare la domanda, apparentemente semplice,

Dettagli

Teorie Etiche - Kant

Teorie Etiche - Kant Teorie Etiche - Kant Gianluigi Bellin January 27, 2014 Tratto dalla Stanford Encyclopedia of Philosophy online alle voce Kant s Moral Philosophy. La filosofia morale di Immanuel Kant Immanuel Kant, visse

Dettagli

Le abilità di pensiero e il loro esercizio (capitolo ottavo)

Le abilità di pensiero e il loro esercizio (capitolo ottavo) Dimensione formativa della didattica: A quali condizioni l apprendimento delle discipline promuove La crescita personale? Apprendere le discipline per potenziare la capacità di Interagire col mondo. Competenza:

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Dio ricompensa quelli che lo cercano

Dio ricompensa quelli che lo cercano Domenica, 22 agosto 2010 Dio ricompensa quelli che lo cercano Ebrei 11:6- Or senza fede è impossibile piacergli; poiché chi si accosta a Dio deve credere che Egli è, e che ricompensa tutti quelli che lo

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

Amare il rischio Amare gli altri. Amare l amato. Amare la vita Amare il mondo

Amare il rischio Amare gli altri. Amare l amato. Amare la vita Amare il mondo Amare il rischio Amare gli altri Amare l amato Amare la vita Amare il mondo Amare l amato In ognuno di noi è forte il desiderio di amore: la fame e la sete di amicizia, di intimità, di unione e di comunione

Dettagli

LA PROMOZIONE DELLA SALUTE NELLA MALATTIA

LA PROMOZIONE DELLA SALUTE NELLA MALATTIA LA PROMOZIONE DELLA SALUTE NELLA MALATTIA Insufficienza Intestinale cronica benigna pediatrica. Scienza, tecnica e psicologia: nuove frontiere a confronto Spello, 2-3 novembre 2012 Dott.ssa Cadonati Barbara

Dettagli

Spinoza e il Male. Saitta Francesco

Spinoza e il Male. Saitta Francesco Spinoza e il Male di Saitta Francesco La genealogia del male è sempre stato uno dei problemi più discussi nella storia della filosofia. Trovare le origini del male è sempre stato l oggetto principale di

Dettagli

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Sono nell aula, vuota, silenziosa, e li aspetto. Ogni volta con una grande emozione, perché con i bambini ogni volta è diverso. Li sento arrivare, da lontano, poi sempre

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE - di Deepak Chopra Sette esercizi spirituali per portare la pace all interno delle tua vita e nel mondo che ti circonda. L approccio alla trasformazione personale

Dettagli

DSA - Disturbi specifici dell apprendimento: tra disturbo e apprendimento.

DSA - Disturbi specifici dell apprendimento: tra disturbo e apprendimento. DSA - Disturbi specifici dell apprendimento: tra disturbo e apprendimento. Monica Buemi 1 La psicoanalisi non esiste se non tenendo conto dei significanti che circolano nell Altro, si rende quindi necessario

Dettagli

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali)

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Al mare, verso gli undici anni, avevo fatto amicizia con un bagnino. Una cosa innocentissima, ma mia madre mi chiedeva

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Sette

U Corso di italiano, Lezione Sette 1 U Corso di italiano, Lezione Sette M Two friends meet at the restaurant U Ciao, Paola M Hi, Paola U Ciao, Paola D Ciao Francesco, come stai? F Hi Francesco, how are you? D Ciao Francesco, come stai?

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Nel Principio. Sai come è stato fatto il primo uomo? Ascolta e lo imparerai. IL PRIMO UOMO

Evangelici.net Kids Corner. Nel Principio. Sai come è stato fatto il primo uomo? Ascolta e lo imparerai. IL PRIMO UOMO Il primo uomo di Barbara Wilmerton Haas Evangelici.net Kids Corner Nel Principio Sai come è stato fatto il primo uomo? Ascolta e lo imparerai. IL PRIMO UOMO In quattro giorni Dio creò tantissime cose.

Dettagli

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29 Sono qui da 15 giorni e ho già avuto il primo grosso scombussolamento emotivo: un ondata di dubbi, paure, rabbia, senso di inadeguatezza, solitudine e chi più ne ha, più ne metta. Il tutto stimolato da

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Ventinove

U Corso di italiano, Lezione Ventinove 1 U Corso di italiano, Lezione Ventinove U Oggi, facciamo un altro esercizio M Today we do another exercise U Oggi, facciamo un altro esercizio D Noi diciamo una frase in inglese e tu cerca di pensare

Dettagli

PER LA PREGHIERA (M. QUOIST PARLAMI D AMORE )

PER LA PREGHIERA (M. QUOIST PARLAMI D AMORE ) PER LA PREGHIERA Ho bisogno, ragazzi, della vostra amicizia, come voi avete bisogno della nostra. Ma non ho bisogno che uno dopo l altro mi diciate: ti amo, perché quando verrà il mio Amore, che aspetto,

Dettagli

L ARTE DELLA CREAZIONE CONSAPEVOLE

L ARTE DELLA CREAZIONE CONSAPEVOLE L ARTE DELLA CREAZIONE CONSAPEVOLE GUIDA PRATICA IN 5 PASSI Sabrina Quattrini www.seichicrei.it Attenzione! Questo manuale contiene materiale protetto dalle leggi sul Copyright nazionale ed internazionale.

Dettagli

Sociologia Giuridica della devianza e del mutamento sociale. Indice

Sociologia Giuridica della devianza e del mutamento sociale. Indice INSEGNAMENTO DI SOCIOLOGIA GIURIDICA DELLA DEVIANZA E DEL MUTAMENTO SOCIALE LEZIONE IV LA DEVIANZA COME COSTRUZIONE SOCIALE PROF. ALFREDO GRADO Indice 1 L importanza dei paradigmi costruzionisti ---------------------------------------------------------

Dettagli

Milano, 17 maggio 2007. Intervista di Anna Mannucci a Marc Bekoff. Elogio dell antropomorfismo

Milano, 17 maggio 2007. Intervista di Anna Mannucci a Marc Bekoff. Elogio dell antropomorfismo Milano, 17 maggio 2007 Intervista di Anna Mannucci a Marc Bekoff Elogio dell antropomorfismo Marc Bekoff, professore di ecologia e biologia evoluzionista all Università del Colorado, è autore di molte

Dettagli

IDEE PER LO STUDIO DELLA MATEMATICA

IDEE PER LO STUDIO DELLA MATEMATICA IDEE PER LO STUDIO DELLA MATEMATICA A cura del 1 LA MATEMATICA: perché studiarla??? La matematica non è una disciplina fine a se stessa poichè fornisce strumenti importanti e utili in molti settori della

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario)

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA Cerchiamo il significato delle due parole: ADULTO CRISTIANO chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) colui che ha deciso di:

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

D Illustrare la natura e le conseguenze del peccato. D Apprezzare l'opera di Cristo per togliere il peccato dell'uomo.

D Illustrare la natura e le conseguenze del peccato. D Apprezzare l'opera di Cristo per togliere il peccato dell'uomo. 'II peccato Immaginate che un caro amico vi regali un palazzo pieno di splendidi oggetti. È tutto vostro e potete godervelo! In cambio Egli vi chiede una sola cosa: "Per piacere, non gettarti dal torrione

Dettagli

Avete spirito scientifico?

Avete spirito scientifico? GIOCO n. 1 a Avete spirito scientifico? Fare ricerca richiede anche di sapere e comprendere quali sono gli atteggiamenti verso la conoscenza di chi partecipa all impresa scientifica. Per capire se possiedi

Dettagli

La sofferenza degli animali non umani

La sofferenza degli animali non umani Lettura 8 Peter Singer La sofferenza degli animali non umani P. Singer, Liberazione animale, trad. di E. Ferreri, a cura di P. Cavalieri, Milano, Net, 2003, cap. 1, pp. 24-31 Nel 1975 il filosofo australiano

Dettagli

Richard K. Larson, Grammar as Science, Cambridge (Mass.) London, MIT Press, 2010, pp. 433.

Richard K. Larson, Grammar as Science, Cambridge (Mass.) London, MIT Press, 2010, pp. 433. Richard K. Larson, Grammar as Science, Cambridge (Mass.) London, MIT Press, 2010, pp. 433. Il volume si presenta come un manuale di introduzione alla teoria della sintassi per studenti universitari di

Dettagli

Il GPS di Dio Schema riassuntivo del messaggio e domande per i Piccoli Gruppi

Il GPS di Dio Schema riassuntivo del messaggio e domande per i Piccoli Gruppi Il GPS di Dio Schema riassuntivo del messaggio e domande per i Piccoli Gruppi Matteo 5:6 Beati quelli che sono affamati e assetati di giustizia, perché saranno saziati. Giovanni 10:27 Le mie pecore ascoltano

Dettagli

Società per la Biblioteca Circolante Programma Inglese Potenziato

Società per la Biblioteca Circolante Programma Inglese Potenziato Società per la Biblioteca Circolante Programma Inglese Potenziato STRUTTURE GRAMMATICALI VOCABOLI FUNZIONI COMUNICATIVE Presente del verbo be: tutte le forme Pronomi Personali Soggetto: tutte le forme

Dettagli

Evoluzione dell'idea di natura

Evoluzione dell'idea di natura Evoluzione dell'idea di natura Cartesio Luigi Cerruti www.minerva.unito.it Lezione 10 15 febbraio 2011 René Descartes 1596-1650 Educato dai gesuiti approfondì, oltre ai classici, lo studio della matematica

Dettagli

The Best Practices Book Version: 2.5

The Best Practices Book Version: 2.5 The Best Practices Book Version: 2.5 The Best Practices Book (2.5) This work is licensed under the Attribution-Share Alike 3.0 Unported license (http://creativecommons.org/ licenses/by-sa/3.0/). You are

Dettagli

ESSERE FELICI E MEGLIO!

ESSERE FELICI E MEGLIO! ESSERE FELICI E MEGLIO! I 5 MOTIVI PER ESSERLO di Carla Favazza Questo manuale contiene materiale protetto dalle leggi sul Copyright nazionale ed internazionale. Qualsiasi riproduzione senza il consenso

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

www.stephankampowski.com/corsi.html

www.stephankampowski.com/corsi.html Introduzione alla teologia moral fondamentale Prof. Stephan Kampowski Email: kampowski@istitutogp2.it Ufficio: 06 698 95 539 Dopo la lezione le diapositive saranno disponibile qui: www.stephankampowski.com/corsi.html

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013-2014

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013-2014 PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013-2014 Scuola Sec. di 1 grado Classe 1 - sez. B Disciplina/e Inglese Ins. Apetri Norica N di alunni 21, di cui 9 maschi e 12 femmine.

Dettagli

Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement

Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement ITALIAN Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement Female 1: Ormai manca poco al parto e devo pensare alla mia situazione economica. Ho sentito dire che il governo non sovvenziona più il Baby Bonus.

Dettagli

Lezione 6: Il comportamentismo di Skinner

Lezione 6: Il comportamentismo di Skinner Lezione 6: Il comportamentismo di Skinner Stefano Ghirlanda Email docente: stefano.ghirlanda@unibo.it Mailing list: stefano.ghirlanda.storiapsico@studio.unibo.it Ricevimento: Cesena: mer 14:30 16:30 (a

Dettagli

Famiglie di tabelle fatti

Famiglie di tabelle fatti aprile 2012 1 Finora ci siamo concentrati soprattutto sulla costruzione di semplici schemi dimensionali costituiti da una singola tabella fatti circondata da un insieme di tabelle dimensione In realtà,

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Capitolo 7: Domanda con il reddito in forma di moneta

Capitolo 7: Domanda con il reddito in forma di moneta Capitolo 7: Domanda con il reddito in forma di moneta 7.1: Introduzione L unica differenza tra questo capitolo e il precedente consiste nella definizione del reddito individuale. Assumiamo, infatti, che

Dettagli

I.I.S.S. Francesco Ferrara. Liceo delle scienze umane OP. Economico-sociale

I.I.S.S. Francesco Ferrara. Liceo delle scienze umane OP. Economico-sociale I.I.S.S. Francesco Ferrara Liceo delle scienze umane OP. Economico-sociale Disciplina : Filosofia Docente: Daniela Averna Classe V sez. Q Modulo 1. Kant. Unità 1. La vita e il periodo Precritico. Unità

Dettagli

Depressione e comportamento suicidario. Opuscolo informativo

Depressione e comportamento suicidario. Opuscolo informativo Depressione e comportamento suicidario Opuscolo informativo Depressione La vita a volte è difficile e sappiamo che fattori come problemi di reddito, la perdita del lavoro, problemi familiari, problemi

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Dieci

U Corso di italiano, Lezione Dieci 1 U Corso di italiano, Lezione Dieci U Ricordi i numeri da uno a dieci? M Do you remember Italian numbers from one to ten? U Ricordi i numeri da uno a dieci? U Uno, due, tre, quattro, cinque, sei, sette,

Dettagli

L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la

L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la Il vero Amore L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la maggior parte delle nostre azioni, inoltre credo che esso sia la cosa più bella che Dio ci ha donato,

Dettagli

ANALISI TRANSAZIONALE

ANALISI TRANSAZIONALE ANALISI TRANSAZIONALE Modulo di training alla comunicazione efficace secondo il modello di Eric Berne dott. Rinaldi Livio COMUNICAZIONE ASIMMETRICA comunicativa Asimmetria Età scolare Adolescenza Maturità

Dettagli

Riguardo le ABITUDINI ALIMENTARI degli ADOLESCENTI

Riguardo le ABITUDINI ALIMENTARI degli ADOLESCENTI Riguardo le ABITUDINI ALIMENTARI degli ADOLESCENTI Indagine svolta dalla classe 2AL Indirizzo Linguistico I.S. Liceo di Faenza Hanno collaborato alla elaborazione dei dati alcuni alunni di 5AC Indirizzo

Dettagli

Sono Nato Per Essere Veloce

Sono Nato Per Essere Veloce 01 - Nato Per Essere Veloce roppo veloce sta correndo la mia vita troppo veloce scorre via la musica musica selvaggia? furiosa adrenalina frenetico sussulto, incontrollabile rumore Sono Nato Per Essere

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Quindici

U Corso di italiano, Lezione Quindici 1 U Corso di italiano, Lezione Quindici U Buongiorno, anche in questa lezione iniziamo con qualche dialogo formale M Good morning, in this lesson as well, let s start with some formal dialogues U Buongiorno,

Dettagli

La prima confessione di nostro figlio

La prima confessione di nostro figlio GLI INTERROGATIVI CHE ATTENDONO LA VOSTRA RISPOSTA Parrocchia San Nicolò di Bari Pistunina - Messina QUANDO MI DEVO CONFESSARE ANCORA? Quando senti in te il desiderio di migliorare la tua condotta di figlio

Dettagli

LA PATERNITÀ NASCE COL NEONATO?

LA PATERNITÀ NASCE COL NEONATO? LA PATERNITÀ NASCE COL NEONATO? Convegno IRIS Non c è 2 senza 3 - Milano, 8 febbraio 2010 Alberto Pellai, Medico PhD, Psicoterapeuta dell Età Evolutiva Dipartimento di Sanità Pubblica Facoltà di Medicina

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Diciannove

U Corso di italiano, Lezione Diciannove 1 U Corso di italiano, Lezione Diciannove U Al telefono: M On the phone: U Al telefono: U Pronto Elena, come stai? M Hello Elena, how are you? U Pronto Elena, come stai? D Ciao Paolo, molto bene, grazie.

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Ventotto

U Corso di italiano, Lezione Ventotto 1 U Corso di italiano, Lezione Ventotto M I would like to eat a portion of spaghetti U Vorrei mangiare una porzione di spaghetti M I would like to eat a portion of spaghetti U Vorrei mangiare una porzione

Dettagli

-PRONOMI PERSONALI- (PERSONAL PRONOUNS)

-PRONOMI PERSONALI- (PERSONAL PRONOUNS) Visitaci su: http://englishclass.altervista.org/ -PRONOMI PERSONALI- (PERSONAL PRONOUNS) PREMESSA: RICHIAMI DI GRAMMATICA Il pronome (dal latino al posto del nome ) personale è quell elemento della frase

Dettagli

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te Domenica, 19 aprile 2009 Il Signore è con te Marco 16:15-20- E disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi

Dettagli

Il sorriso potrebbe dunque essere considerato come il primo stadio nello sviluppo del riso;[...] l'abitudine di emettere suoni fragorosi e ripetuti

Il sorriso potrebbe dunque essere considerato come il primo stadio nello sviluppo del riso;[...] l'abitudine di emettere suoni fragorosi e ripetuti Il sorriso potrebbe dunque essere considerato come il primo stadio nello sviluppo del riso;[...] l'abitudine di emettere suoni fragorosi e ripetuti per il piacere portò in un primo tempo alla retroazione

Dettagli

INTERVISTA ALLA SCRITTRICE

INTERVISTA ALLA SCRITTRICE Tratto da: M. Cecconi, La morte raccontata ai bambini: il ciclo della vita. Intervista ad Angela Nanetti, Il Pepeverde n. 10, 2001, pp. 10 11. Copyright INTERVISTA ALLA SCRITTRICE ANGELA NANETTI LA MORTE

Dettagli

Storia delle alternative alla sperimentazione animale

Storia delle alternative alla sperimentazione animale Storia delle alternative alla sperimentazione animale Russel e Burch (1959): Il modello delle 3R Smyth (1978): Alternative alla sperimentazione animale EEC (1986): Direttiva del Consiglio 86/609 Consiglio

Dettagli

La Manipolazione Mentale

La Manipolazione Mentale La Manipolazione Mentale Argomento vasto e complesso per le tante sfaccettature che può presentare. Innanzitutto poniamoci una domanda: cosa si intende per manipolazione mentale? Vuol dire semplicemente

Dettagli

Apprendimento Automatico

Apprendimento Automatico Metodologie per Sistemi Intelligenti Apprendimento Automatico Prof. Pier Luca Lanzi Laurea in Ingegneria Informatica Politecnico di Milano Polo regionale di Como Intelligenza Artificiale "making a machine

Dettagli

Cittadini TRASPARENTI? INFORMAZIONE e Internet delle Cose

Cittadini TRASPARENTI? INFORMAZIONE e Internet delle Cose Cittadini TRASPARENTI? INFORMAZIONE e Internet delle Cose Roma, 3 luglio 2015 Giornalismo, diritto di cronaca e privacy Diritto di cronaca e privacy: può succedere che il rapporto si annulli al punto che

Dettagli

consenso informato (informed consent) processo decisionale condiviso (shared-decision making)

consenso informato (informed consent) processo decisionale condiviso (shared-decision making) consenso informato (informed consent) scelta informata (informed choice) processo decisionale condiviso (shared-decision making) Schloendorff. v. Society of NY Hospital 105 NE 92 (NY 1914) Every human

Dettagli

IL LIBRO PER L UOMO D OGGI

IL LIBRO PER L UOMO D OGGI Corso Scegli Gesù SG01 Lezione 1 IL LIBRO PER L UOMO D OGGI Troppo difficile? Antiquato? Solo per persone molto religiose? No! Ti dimostreremo che sono solo pregiudizi. LA NOSTRA GENERAZIONE È INSICURA

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

Dispense di Filosofia del Linguaggio

Dispense di Filosofia del Linguaggio Dispense di Filosofia del Linguaggio Vittorio Morato II settimana Gottlob Frege (1848 1925), un matematico e filosofo tedesco, è unanimemente considerato come il padre della filosofia del linguaggio contemporanea.

Dettagli

Opere di misericordia 1

Opere di misericordia 1 Percorso di riscoperta delle Opere di misericordia 1 DAR DA MANGIARE AGLI AFFAMATI INSEGNARE AGLI IGNORANTI Spunti di riflessione per un dibattito sull Opera di misericordia corporale Dar da mangiare agli

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

I criteri della scelta e della riforma

I criteri della scelta e della riforma I criteri della scelta e della riforma La preghiera ha il fine di vincere se stessi, vincere la propria ignoranza, la propria pigrizia mentale per conoscere il Signore. Ogni preghiera deve essere mirata

Dettagli

ASSISTEST 2015 MODULO DI FILOSOFIA

ASSISTEST 2015 MODULO DI FILOSOFIA ASSISTEST 2015 ASSISTEST 2015 MODULO DI FILOSOFIA Di cosa ci occuperemo? 2 Saperi essenziali richiesti dal bando: - Elementi di storia del pensiero filosofico: Glossario - Scetticismo - Kant - Marxismo

Dettagli

Cartesio: Meditazioni Metafisiche

Cartesio: Meditazioni Metafisiche Cartesio: Meditazioni Metafisiche Schema riassuntivo Prima Meditazione DELLE COSE CHE SI POSSONO REVOCARE IN DUBBIO 1. Necessità del dubbio metodico È necessario, almeno una volta nella vita, dubitare

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

Programmazione curricolare d istituto

Programmazione curricolare d istituto Programmazione curricolare d istituto DISCIPLINA: Lingua inglese SCUOLA SEC. 1 GRADO CLASSI: Prime COMPETENZE 1. Ascoltare e comprendere in modo globale la lingua orale e scritta 2. Esprimersi in modo

Dettagli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron Di Enrico Cheli Cheli: Dott. Boiron, lei è presidente del gruppo Boiron, leader mondiale nel campo dell omeopatia, e da anni

Dettagli

XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014

XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014 per l Omelia domenicale a cura dell Arcivescovo Mons. Vincenzo Bertolone XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014 Non più sofferenza ma amore Introduzione La parabola discendente di queste due

Dettagli

English-Medium Instruction: un indagine

English-Medium Instruction: un indagine English-Medium Instruction: un indagine Marta Guarda Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari (DiSLL) Un indagine su EMI presso Unipd Indagine spedita a tutti i docenti dell università nella fase

Dettagli

Daniela Turato, Università degli Studi di Padova

Daniela Turato, Università degli Studi di Padova Riccardo Ferrigato, Il terzo incomodo. Critica della fecondazione eterologa, San Paolo, 2015, pp. 160, 14.00, ISBN 9788821595035 Daniela Turato, Università degli Studi di Padova Il terzo incomodo. Critica

Dettagli

Dall italiano alla logica proposizionale

Dall italiano alla logica proposizionale Rappresentare l italiano in LP Dall italiano alla logica proposizionale Sandro Zucchi 2009-10 In questa lezione, vediamo come fare uso del linguaggio LP per rappresentare frasi dell italiano. Questo ci

Dettagli

La Dignità. L unione si fonda sui valori indivisibili e universali di dignità, libertà, uguaglianza e solidarietà

La Dignità. L unione si fonda sui valori indivisibili e universali di dignità, libertà, uguaglianza e solidarietà La Dignità L unione si fonda sui valori indivisibili e universali di dignità, libertà, uguaglianza e solidarietà Essa pone la persona al centro delle sue azioni istituendo la cittadinanza dell Unione e

Dettagli

dopo la crisi rinnoviamo la professione di Patrizia Bonaca ODCEC di Roma

dopo la crisi rinnoviamo la professione di Patrizia Bonaca ODCEC di Roma Il mondo delle professioni sta affrontando un periodo di profondi cambiamenti dovuti all evoluzione culturale che l attuale crisi economica richiede. E in atto un vero e proprio cambio di paradigma, che

Dettagli