FULCO DI VERDURA IL DESIGNER DELLE DIVE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FULCO DI VERDURA IL DESIGNER DELLE DIVE"

Transcript

1 ministero dell istruzione e della ricerca alta formazione artistica e musicale ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI PALERMO FULCO DI VERDURA IL DESIGNER DELLE DIVE diploma accademico di primo livello in progettista di moda tesi di: Sabrina Cusimano relatore: prof. Sergio Pausig correlatore: Prof. Guido Santoro a.a

2 SABRINA CUSIMANO fulco di verdura il designer delle dive

3 INDICE introduzione... p fulco di verdura... p l oggetto del desiderio... p il pomander... p la corruzione della carne e il profumo dell anima... p laboratorio dei metalli preziosi: collegio universitario arces Corso telamp... p Fusione a cera persa... p Progettazione: evoluzione... p. 47 di un gioiello BIBLIOGRAFIA... P.48 3

4 Introduzione QUESTO ELABORATO RACCOGLIE L ESPE- RIENZA DI UN PERCORSO SPERIMENTALE, SVOLTO ALL INTERNO DEL CORSO DI DI- PLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN PROGETTISTA DI MODA, DELL ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI PALERMO. TALE PERCORSO NEL CAMPO DEL DESIGN DEL GIOIELLO E DEL- L ACCESSORIO DI MODA, HA CONSENTITO DI PROGETTARE PROTOTIPI E DI AFFINARE LE CONOSCENZE NEL CAMPO DEL CREATIVE DE- SIGN, APPRESE DURANTE I TRE ANNI DEL CORSO DI DESIGN DEL GIOIELLO E DELL AC- CESSORIO DI MODA. LA PRIMA FASE DEL LA- VORO E STATA INDIRIZZATA VERSO LO STUDIO E L APPROFONDIMENTO DELLO STILE E DELLA STORIA DEL GIOIELLIERE FULCO DI VERDURA. NELLA SECONDA FASE DEL LAVORO SONO STATI REALIZZATI DEI PROTOTIPI IN ARGILLA POLIMERICA DI ALCUNI DEI SUOI GIOIELLI E SEMPRE ISPIRATE A QUEST ULTIMI SONO STATE SVILUPPATE UNA SERIE DI TA- VOLE PROGETTUALI CHE MOSTRANO DEI PROTOTIPI DI ORNAMENTI PREZIOSI APPLI- CATI SU POCHETTE DA SERA, CINTE, SCARPE ED OCCHIALI. PER AMPLIARE IL CAMPO DELLA PROGETTAZIONE SI È CONSIDERATO 4

5 DI RAPPRESENTARE QUESTI STESSI PROTOTIPI CON UN SOFTWARE DI MODELLAZIONE 3D E PERMETTERE COSÌ ANCHE UNA EVENTUALE PRODUZIONE IN SERIE DEI GIOIELLI PRO- GETTATI. SI è, INOLTRE, APPROFONDITO LO STUDIO SUL SIGNIFICATO SIMBOLICO E SO- CIALE DEL GIOIELLO, ANALIZZANDO NELLO SPECIFICO LA STORIA E LA SIMBOLOGIA DEL CIONDOLO POMANDER. LA PROFIQUA FRE- QUENTAZIONE DI UN CORSO DI ARGENTE- RIA E OREFICERIA PRESSO IL COLLEGIO UNIVERSITARIO ARCES HA COMPLETATO LE CONOSCENZE SULLA LAVORAZIONE DEI ME- TALLI PREZIOSI. DURANTE LO SVOLGIMENTO DELLE LEZIONI DI LABORATORIO DI ARGEN- TERIA, OREFICERIA, INCASTONATURA, SBALZO E CESELLO SONO STATE EFFETTUATE DELLE ESERCITAZIONI CHE MIRAVANO AL- L APPRENDIMENTO DELLE TECNICHE BASE PER LA LAVORAZIONE DEI METALLI PREZIOSI E ALL UTILIZZO DEGLI OPPORTUNI STRU- MENTI PROPRI DEI MESTIERI DI ORAFO E AR- GENTIERE. 5

6 FULCO DI VERDURA Fulco di Verduca ritratto da Horst, New York 1940 Artista di un incredibile cultura, conquistò fama e ricchezza usando le sue mani come un abilissimo artigiano latino. Al ruolo di Duca Fulco, ha preferito quello di artigiano; si autodefiniva un artigiano della gioielleria. Negli Stati Uniti fin dal 1935, non prese mai la cittadinanza americana. La Sicilia, il suo mare, la sua gente, i suoi ricordi d infanzia, cotituirono sempre il vero mondo di Fulco. A cosa ti ispiri? a tutto! ; persino un soffitto a cassettoni guardato distrattamente durante una conferenza noiosa serviva a Fulco per creare un gioiello in oro e pietre preziose. 6

7 Fulco diede alle sue creazioni tutta l atmosfera che avvolgeva gli oziosi pomeriggi, circondato da tante meraviglie della natura. Ed ecco che una cascata di iridescenti brillanti illuminano ali di farfalle svolazzanti che si posano soavemente su rose infuocate da rossi rubini rossi del Siam, deliziosi topolini dal corpicino imbiancato da candide opali sfuggono alla vista di tenere bestioline dal pelo dorato. Cammelli stilizzati portavano carichi di gioielli su una gobba fatta di perle barocche, pantere ornate e coronate con un ricco collare perdono l'aria minacciosa alla vista di una palla di perla. Con un tocco di ironia Fulco trasformò gli animali del suo fantasmagorico serraglio in affascinanti oggetti ornamentali. Girando per i saloni affrescati di Villa Niscemi, una volta, l'attenzione del giovane Fulco fu attirata da un libro impreziosito da una elegante rilegatura in marocchino disegni e gioielli di Fulco ispirati al mondo fantastico 7

8 verde: splendide illustrazioni di dipinti e sculture fecero nascere in lui l'amore per l'arte e, "spinto dal desiderio di emulazione" disegnò su qualunque pezzo di carta gli passasse tra le mani castelli incantati abitati da strani personaggi e superbe regine. Disegni che prendevano spunto dal rinascimento raffiguravano cornucopie ricolme di perle, serpenti che serravano pietre incastonate su calici dorati, tritoni che lanciavano frecce tridenti, delfini che trainavano carri sostenuti da sensuali sirene. E poi ancora mori che caratterizzavano le tele del Veronese, dalla pelle così scura da un contrasto con il loro petto di perla barocca, con pennacchi usciti dai loro chilometrici turbanti ed il collo serrato da cravatte smaltate, seduti su cavalli militari o abbracciati come gemelli siamesi, in una esplosione di colori e di materiali preziosi. Spilla in avorio, pietre dure, diamanti, perle 8

9 Fulco di Santostefano della Cerda duca di Verdura a Villa Niscemi, nasce a Palermo il 20 Marzo 1899, da Carolina Valguarnera di Niscemi e Giulio Santostefano della Cerda, cugini di secondo grado, entrambi di discendenza spagnola. Trascorre la sua infanzia nelle dimore familiari di Villa Niscemi, di Palazzo Niscemi in via Montevergine, della villa estiva di Bagheria. La vita di Fulco trascorre spensierata in compagnia della sorella, di qualche anno maggiore, Maria Felice, a Villa Niscemi, l unica casa che egli ha veramente amato, e nel suo Eden, il Parco della Favorita. L educazione di Fulco è affidata anche all istruttrice inglese, Miss Aileen Brennen, con la quale si addentra nel magico mondo delle Nursery rhymes, di Alice nel paese delle meraviglie, di Peter Rabbit. La vita quotidiana a Villa Niscemi è diretta dalla figura di Grandmamà, Maria Favara, nonna materna di Fulco, con la quale Fulco condividerà la grande passione per la musica lirica. Compagni di gioco di Fulco e Maria Felice sono Musetta e Dick, i cagnolini di Villa Niscemi. Dopo un ballo in costume a Palazzo Verdura, il 13 aprile 1925 Fulco lascia Palermo per stabilirsi a Venezia, Londra, Parigi. I ricevimenti mondani segnarono i momenti decisivi della vita dell'artista: ad un ballo dato da Cole Porter nei fastosi saloni della sua residenza veneziana di Ca' Rezzonico, avvenne l'incontro con la donna che diede la svolta al suo destino, l'affascinante Coco Chanel, che, percependo il suo talento creativo, gli affidò la realizzazione di nuovi gioielli ricavati da bellissime 9

10 pietre preziose. la creazione che segnò l'inizio della collaborazione tra i due artisti fu il famoso bracciale di smalto ottenuto con una nuova tecnica che consisteva nel depositare su una base dorata strati sottili di smalto bianco decorando la sua superficie levigata con una Croce di Malta tempestata di pietre colorate che evocavano la policromia delle vetrate gotiche. Coco difficilmente riuscì a staccarsi dai suoi bracciali che adornavano i suoi polsi e con i quali fu ritratta dai più grandi fotografi del tempo. I viaggi fatti con Coco gli fecero scoprire incantevoli angoli di paradiso come la Schatzkammer di Monaco, ricolma di gioielli rinascimentali che gli ispirarono motivi decorativi da applicare ai suoi gioielli, dal motivo a nodi di Leonardo Da Vinci a quello a cestino di Giulio Romano, maestro orafo alla corte Gonzaga. Coppia di bracciali in smalto bianco. decorati cona la Croce di Malta, disegnati per Coco Chanel. 10

11 Fulco fu il primo a trasformare motivi classici come corde, monete e funi, riproponendoli in modo da metterne in risalto più la finezza della lavorazione che l'importanza delle pietre. Nel 1929 Fulco di Verdura organizza a Palermo un Ballo 1799 dedicato a Lady Hamilton e Lord Nelson che erano stati nel passato ospiti a Palazzo Verdura. Partecipando al ballo numerosi ospiti arrivati da Parigi, Londra e New York. Tra i quali Cole Porter, Elsa Maxwell, Carlos de Beistegui. In quell occasione Lady Blunt fa eseguire i ritratti fotografici di ciascun ospite. Le note dei musical di Cole Porter caratterizzarono gli inizi della carriera di Fulco, proiettando il suo nome in quegli ambienti diventati mète internazionali del lusso come Venezia, Parigi e Cape d'antibes. Il grande compositore americano diede fiducia alla verve creativa del giovane aristocratico siciliano facendogli realizzare una serie di portasigarette per siglare i successi di ogni prima dei suoi musical. Portasigarette in oro con motivo cochiglia

12 Lasciatosi alle spalle i successi francesi e spinto dalla voglia di novità, Fulco insieme al suo grande amico Nicholas de Gunzburg arriva nel 1934 in America dove inizia a lavorare per Paul Flato, e quando questo apre una filiale a Los Angeles, a Sunset Boulevard, è proprio Fulco a dirigerla. Tutte le star del silver screan, da Gloria Swanson a Greta Garbo, non ebbero esitazioni ad aumentare il loro fascino con le creazioni di Fulco, adornando i loro abiti con braccialetti, enormi quantità di fili di perle e lunghissimi pendenti. A Hollywood, dove si trasferisce per due anni, disegna i gioielli di scena per Katherine Hepburn in Philadelphia Story e per molti attori e attrici come Susan Howard, Greta Garbo, Gary Cooper, Joan Crawford e Irene Selznick. Polsini in oro e smalto Nigth and Day, ispirati al celebre musical, per Cole Porter. Bracciale in oro per Greta Garbo Bracciale a doppi cerchi in oro, fermaglio in diamanti

13 Fulco crea una rottura con il classicismo di vecchi canoni estetici ormai privi di vitalità, scatenando la meraviglia di coloro che posavano per la prima volta il loro sguardo sulle sue creazioni. Per Wally Simpson, duchessa di Windsor, Fulco raccolse variopinte conchiglie sulle solari spiagge di Mondello e di Fire Island, ricoprendole di brillanti e smeraldi, o intessendole con spirali d'oro, trasformandole in broche e orecchini mai visti prima d'allora. 13

14 Una conchiglia a zampa di leone, montata in oro giallo e ricoperta da zaffiri cabochon fece la felicità della più affascinante delle sue clienti, Mona Bismark Williams, celebre per la bellezza dei suoi grandi occhi azzurri. Durante gli anni Cinquanta lei e le altre raffinate donne americane indossarono il "turbante Verdura" composto da una conchiglia naturale inchiodata da peridoti e turchesi. Una spumeggiante onda dorata, realizzata da un incisore di Hokosai, ispira a Fulco il disegno di una splendida broche che segnò l'apice della sua ispirazione marina. Un carpio d'oro si insinuava tra sentieri di rami di corallo, pesci tropicali nuotavano in coppia, delfini, tratti dalla sua passione per il rinascimento, si tuffavano nel mare con la coda all'insù. Verdura fu instancabile nella ricerca di materiali naturali. Un semplice sassolino poteva essere ricoperto di pietre preziose e montato in oro. 14

15 Significativo è l'incontro con il grande Salvador Dalì, che Sceglie Fulco per la creazione di fantasmagorici gioielli dipinti. La fama di Fulco non diminuisce dopo il suo ritiro dall'attività creativa, che affida al suo socio di sempre Joseph Alfano. trasferendosi definitivamente a Londra e circondandosi dei suoi libri, dei lussuosi objects de luxe e dei nostalgici ricordi della sua infanzia dorata che scrisse nel libro Estati felici. Nel 1984 Ward Landrigan acquista l'archivio di bozzetti, disegni e prototipi da Joseph Alfano dopo la morte di Fulco, e inaugura al 745 della Fifth Avenue a New York. Fulco Muore a Londra, dove si era ritirato per dedicarsi alla pittura, nel 1978, e viene sepolto nella cappella di famiglia del cimitero di Sant' Orsola a Palermo. 15

16 l oggetto del desiderio Da sempre l uomo ha amato adornarsi di bellissimi oggetti, che spesso hanno assunto valore simbolico o sono divenuti strumenti per esibire un potere economico o politico. Dalla quantità e dal loro splendore si desumeva il grado della potenza di quanti li possedevano. Per la sua natura, il gioiello è espressione e segnalazione di valore, sia per la preziosità dei materiali utilizzati che per il valore aggiunto della componente artistica. Oggetto con una propria storia e presenza, che da sempre accompagna e significa il corpo ponendolo in relazione con il cosmo. Ne troviamo tracce già nell arte parietale e mobiliare della preistoria, sui corpi delle Veneri e più oltre nei dipinti. I gioielli, infatti, appartengono alla divinità prima che all uomo per poi diventare il tesoro della comunità ed entrare a far parte del mondo della regalità e del guerriero. Simboli religiosi, esaltano la virilità, il potere e connotano lo status sociale, l identità e l appartenenza a una stirpe o a un clan. Sono quindi oggetti identitari e performativi, oggetti che fanno essere, dotati di potere e di magia, strutturando gerarchie, e sono espressione di un linguaggio ineffabile tra l uomo e la natura 1. 1 Eleonora Fiorani, Abitare il corpo: La moda, Milano, Lupetti, 2004, p

17 Oggetto intramontabile, che possiede un valore che va al di là del suo valore d uso, e si arricchisce con il passare del tempo e l accumularsi della memoria, di cui è custode. Per il gioiello non vale la dinamica tra moda e fuori-moda, ma domina la lunga durata, la permanenza delle forme nella ripetizione e nella reinterpretazione, che non le fa mai scomparire del tutto. Oggetto duro e duraturo ancora oggi ha tratto le sue prime espressioni dalla materia più compatta, consistente e inalterabile conosciuta in natura. La pietra, l osso, il dente, la conchiglia, ogni forma concreta e particolare che privilegiasse un significato dovette essere d emblée gioiello per l uomo primitivo. Diventa il modo di indossare e comunicare i propri valori, credenze, gusti, di ritrovare l infanzia. Rappresenta ciò che sogniamo di essere, ciò in cui crediamo, la messa in scena di noi stessi. Come vettore di messaggi verso gli altri i gioielli mediano significati di distinzioni, d integrazione, di supremazia e per questo si sono avvalsi variamente ora di forme riproducenti la realtà, floreali, animali, geometriche, ora di forme astratte, fantastiche, simboliche o magiche, acquisendo via via i caratteri dell espressione artistica, del documento storico, del veicolo culturale, dell indicatore di costume, ma più che altro forse esprimendo quei sentimenti più lievi di vacuità, fatuità e vanità che pure sono insiti 17

18 nell essere umano e lo contraddistinguono dalle forme di vita inferiore 2. Se sovrapponiamo una mappa dei gioielli a uno schema corporeo sia esso femminile o maschile, si configura una sorta di geografia delle sue zone sensibili. Pur potendo investire ogni parte del corpo, i gioielli di norma si collocano in prossimità degli organi ricettivi: il collo, le mani, le orecchie, il naso e l ombelico. Sottolineano fisicamente il corpo e lo recintano semanticamente. E fanno riferimento alle parti del corpo caratterizzate da maggiore visibilità e mobilità: quelle più esposte allo sguardo come il viso e le mani, e quelle maggiormente mobili come le braccia, le caviglie e il collo. Infiniti significati gli si possono attribuire a seconda del tempo, del luogo, delle circostanze, del contesto in cui è esibito. Nel gioiello il materiale ha un importanza determinante ai fini espressivi dell oggetto, ne è la pelle, l artefice del proprio contatto tra noi e l oggetto, e racconta di stili, tecnologie, valori. La scelta di un materiale piuttosto che un altro contribuisce a caricare il gioiello di significati differenti 3. La consuetudine a usarlo può evidenziare talune proprietà del gioiello come quella di simbolo, o di amuleto, strumento valido per tutti contro le forme malefiche di natura spirituale, o di presidio taumaturgico, ausilio contro i mali fisici. 2 Maria Concetta Di Natale,Gioielli di Sicilia, Palermo, Flaccovio, 2000, p. 7 3 E. Fiorani, Abitare il corpo: La moda. cit., p

19 Il metallo nobile che lo supporta conferisce pari valore a chi lo porta e le gemme preservano dal male, inducono al bene e trasmettono potere. Dapprima i gioielli furono quasi esclusivamente in oro, in seguito s impiegarono anche l argento e il rame. L oro simboleggia la regalità, il più alto potere sull ordine fisico e sociale del mondo, la massima autorità su uomini e cose, la fecondità, l abbondanza, la pienezza aurea, saturnina, la completezza spirituale e materiale. Segno di sovranità, di potere, di dovizia, di aristocrazia morale, di distinzione sociale, sin dai tempi antichi è il metallo naturale pregiato più consono a rappresentare il gioiello, facilmente modellabile e pertanto idoneo alla fantasia creativa dell artefice e all inesauribile capriccio dell uomo, capace di identificarsi con lo splendore di un Dio. Gioielli lavorati o grezzi non importa, è la materia in sé che ha qui valore e significato. Ogni intervento umano nel renderlo più apprezzabile ha avuto come scopo per i metalli quello di aumentare la levigatezza, la superficie riflettente, la lucentezza, e, per le pietre preziose, di perfezionare il taglio, di curarne l accostamento dei colori e delle tonalità, di accentuarne la luminosità. La scelta del metallo è preferenzialmente ricaduta sull oro, che nell immaginario delle genti, per le sue doti di solare incorruttibilità, ha sempre avuto un posto di privilegio nella composizione del gioiello, sia da solo nelle più svariate forme, sia come 19

20 supporto in gioielli polimaterici 4. Nonostante l oro fosse considerato leader tra i metalli preziosi, a questo veniva tuttavia talora preferito l argento, cui non mancavano le caratteristiche fisiche, estetiche o di duttilità, che ne consentissero la più svariata manipolazione, né le doti sovrastrutturali, magiche, simboliche, religiose, apotropaiche, che ne facevano una materia nobile simile all oro. Nell immaginario popolare peraltro sembra avere la capacità di allontanare le forze malefiche. Come l oro è segno regale di autorità e sfarzo, l argento è invece segno di benessere dei ceti medi. Il gioiello, carico di una forte valenza simbolica, oggi ritorna in primo piano e torna a investire anche il corpo maschile. Rompe le tassonomie tradizionali trasformandosi in vestito, scarpa, cintura, borsa, parte integrante, oltre che della moda, del paesaggio e degli stili della vita urbana. E ne ha seguite le vicende, diventando, insieme agli altri accessori, il perno fondamentale di un estetica della vita proprio perché parte dell inessenziale, del superfluo. La modernità li trasforma in ornamenti e in oggetti di seduzione, parte integrante del sistema della moda. L uso dei gioielli, strettamente collegato a concetti di gratificante godimento e intenso piacere, trova per altro riscontro nell idea di bellezza. Qualunque sia la motivazione che spinga all uso, è comunque innegabile che il gioiello si configuri principalmente come efficace strumento dell apparire. M.C. Di Natale,Gioielli di Sicilia. cit., p. 9 20

21 pomander In età classica, la borghesia e l aristocrazia francesi praticavano una toeletta a secco che comportava anche un ampio ricorso ai profumi. L acqua era stata eliminata dalle abitudini igieniche dopo la chiusura delle saune nel XVI secolo, su accorato consiglio di Ambroise Paré e di altri umanisti. L acqua era stata messa al bando già nel 1348 con la Peste Nera la cui propagazione era stata imputata proprio ai bagni caldi, responsabili, secondo i medici del tempo, di indebolire l organismo e di aprire i pori, facilitando la penetrazione dei veleni. Nessuno aveva tuttavia sospettato che la condivisione dell acqua potesse essere un fattore di contaminazione. All epoca, le terme erano luoghi deputati al piacere più che all igiene personale, tant è che il concilio di Trento ne aveva disposto la chiusura in nome di una rinnovata moralità 5. Con il passare del tempo, le abitudini igieniche hanno continuato a confidare nelle virtù purificanti del profumo, ma hanno progressivamente eliminato l uso dell acqua. La minaccia costante delle malattie, l idea confusa del <<miasma>> pronto a penetrare nell organismo, hanno condotto a ipotizzare che l involucro corporeo fosse pericolosamente poroso. 5 Munier B., Storia dei profumi. Dagli dèi dell Olimpo al cyber-profumo. Dedalo ed., Bari Cit. p

22 La minaccia costante delle malattie, l idea confusa del <<miasma>> pronto a penetrare nell organismo, hanno condotto a ipotizzare che l involucro corporeo fosse pericolosamente poroso. A titolo di precauzione, pertanto, veniva consigliato di adottare alcuni semplici accorgimenti dettati dal buon senso: evitare l acqua, perché capace di penetrare nel corpo, e indossare indumenti con tessuti a trama fitta 6. In tempo di epidemie, la quarantena è diventata di fondamentale importanza tanto quanto la necessità di evitare i miasmi venefici. A queste misure si accompagnavano spesso le inalazioni di profumi, considerati terapeutici perché in grado di penetrare il corpo e di purificarlo. Il XVII secolo, attento all eleganza e alla cura dell aspetto, non si lavava, ma si <<cosmetizzava>>. Al mattino, rinfrescava mani e viso, ma ignorava il resto del corpo. Per rimediare alle secrezioni del corpo si usavano le spugnature o tutt al più le frizioni con un panno bianco, seguite dalla purificazione tramite applicazione di unguenti aromatici 7. Il profumo, dunque, purificava il sudore e la traspirazione, ostruendo al contempo i pori dilatati. La pelle, essendo porosa, veniva penetrata dal profumo che ne garantiva la depurazione interna attraverso l eliminazione dei miasmi o della corruzione organica. 6 Op. cit., p Op. cit., p

23 All epoca, così come nei periodi seguenti, una poltiglia infetta ricopriva le strade parigine, ammassandosi lungo i marciapiedi. Il fetore era talmente nauseabondo che qualsiasi profumo apportava necessariamente una piacevole ventata di aria fresca. In questa prospettiva, il buon odore non soddisfaceva semplicemente un piacere, ma contribuiva ad alimentare l illusione di vera igiene. I signori che si avventuravano per le strade della città erano soliti tenere davanti al naso un fazzoletto imbevuto di essenza; quelli più abbienti stringevano un pomme, un pomo, di profumo o di ambra. Questi pomi odorosi erano piccoli recipienti sferici, realizzati in metallo nobile, generalmente di metallo traforato allo scopo di lasciar uscire la fragranza scelta e talvolta impreziositi da gemme, in cui era contenuto appunto del profumo. pomander XVII sec. pomander XVII sec. 23

24 Questi contenitori erano solitamente appesi al collo o alla cintura; e spesso avevano la forma di pera o di mela, dal francese ambre du pomme, mela ambrata. I pomanders venivano riempiti con una miscela di diverse sostanze resinose. Qualche modello aveva più sezioni, per inserire diversi profumi e a volte un compartimento con una spugnetta imbibita di aceto balsamico. Anche una noce moscata con una montatura d argento veniva usata come pomander e a volte la frutta veniva svuotata e farcita di erbe, aromi e spezie. Questi raffinati portaessenza, pare siano stati fabbricati già prima del XIV secolo, perché l imperatore Federico Barbarossa ricevette dal re di Gerusalemme, nel 1174, diversi pomi odorosi d oro ripieni di muschio. il pomo d ambra, viene presentato nel Ritratto di Clarissa Strozzi. Tiziano Vecellio, olio su tela, 115 x 98 cm, Berlino, Staatliche Museen. pomander inglese in argento dorato, Diviso in sei compartimenti. Mostrato chiuso e aperto. 24

25 Pomander sferico, Pomander in oro e argento, sezionata in otto parti. In alcuni dei segmenti vi sono iscritti i nomi dei contenuti; 'Rosen', 'ruten', 'moscat', 'canel' e 'rosmarin'. Medioevo come rimedio sovrano contro la peste. Grazie al suo intenso profumo, possiede al massimo grado la proprietà di rafforzare i sensi e tonificare il corpo, di confortare tutti i temperamenti, di facilitare la respirazione 8. L ambra grigia, ricavata dalle concrezioni intestinali di alcuni cetacei, in particolare del campidoglio, fu portata nel 325 dai soldati di Nearco, Ammiraglio di Alessandro Magno, i quali l avevano scoperta presso gli Ittiofagi,un popolo che abitava le coste dell oceano Indiano. Attraverso l inalazione dei profumi che fuoriuscivano dai pomander, si pensava di sanificare l aria prima del suo ingresso nei polmoni, analogamente a quanto avveniva bruciando le pastiglie o i piccoli coni d incenso. Le pommes sono rimaste in voga per tutto il secolo, il loro contenuto però variava in base alle disponibilità di coloro che le adoperavano. I profumi di origine animale erano i più apprezzati, ma senza dubbio, anche i più cari. Erano in pochi a potersi permettere le pommes da profumo, di per sé già molto costose, riempite di aromi come incenso, mirra, sandalo, canfora mescolati con una pasta solida. 8 A. LE GUÈRER, Les pouvoirs de l odeur, Odile Jacob, Paris 1998; trad. It., I poteri dell odore, Boringhieri, Torino 2004, p. 87. Cit.,in, op. cit., p

26 Il popolo doveva accontentarsi di spugne imbevute di sostanze aromatiche che, meno comode e meno eleganti, svolgevano un analoga funzione terapeutica 9. Le famose pommes de seuters tenute davanti al naso per proteggersi dai miasmi erano solo uno Pomander dei numerosi dispositivi profumati disponibili a quel tempo e dotati di molteplici funzioni. Vi erano anche sacchetti profumati cuciti all interno degli indumenti per assorbire e purificare, ovunque ce ne fosse bisogno, le esalazioni del corpo; cuffie provviste di fodera interna contenente erbe aromatiche essiccate, le cui proprietà fortificanti e tonificanti, servivano anche a proteggere dalle infreddature e dalle perdite di memoria; ciprie profumate che, sparse sulla biancheria a contatto con il corpo o sulle parrucche, avevano funzioni protettive. In quell epoca, l incredibile diffusione del cosiddetto, aceto dei sette ladri, vera panacea contro la peste. Secondo la leggenda, un gruppo formato da quattro, talvolta di sette, manigoldi era solito spogliare i cadaveri degli appestati e <<ungere> le porte delle abitazioni, al fine di propagare l epidemia e svaligiare le case dei defunti. Le forze dell ordine sono poi riusciti ad acciuffarli ma è stata loro con- 9 Op. cit., p

27 cessa la grazie in cambio della ricetta dell aceto aromatizzato che essi stessi avevano utilizzato per proteggersi dal contagio. Da quel momento, si diffuse l uso delle vinaigrettes, piccole scatole decorate contenenti una spugna imbevuta del famoso aceto. Questi piccoli recipienti, realizzati in oro, argento o porcellana, hanno conosciuto una diffusione simile a quella dei contenitori da sali per combattere i cattivi odori 10. Vinaigrettes 10 Può essere tutt ora annusato, all Osmothèque di Versailles 27

28 Pomander, XVI secolo Pomander in oro impostato con 33 diamanti tagliati. Per i ricchi, il pomanders ha assunto forme di elaborati pezzi di gioielleria come questo esempio. I poveri avevano a che fare con versioni improvvisate, come ad esempio uno spillo di colore arancione con chiodi di garofano. Oreficeria siciliana della prima metà del XVII secolo, Pomander in oro e smalti policromi (dep. inv. n. 1775) 28

29 Pomanders, 1640 circa. Paesi Bassi. h 5,5 cm Pomander d argento antico, di forma sferica su piede bombato, il pendaglio è diviso in sei segmenti rilasciati da una parte superiore rotante. L esterno descrive fitte foglie e fiori, mentre l interno è inciso con motivi floreali, ogni segmento è numerato e ha un coperchio scorrevole( montaggio successivo). Pomander in argento, Europa occidentale , donato da Miss Mabel M. Boore. Victoire and Albert Museum 29

30 Pomander in oro, smalti e perle, Europa centrale Victoire and Albert Museum. Pomander smaltato, XVI secolo. Collezione Casa Burghly. Pomanders in oro traforato. Questo design consentiva all aroma contenuta all interno di evaporare liberamente attraverso il fitto traforo. Questi eleganti ed elaborati pomanders, decorati con smalti e perle venivano sospesi ad una catena o ad una cintura. 30

31 Pomander ciondolo. Hunt Museum. H 3 x 2,5 Ciondolo pomander di forma circolare in oro e turchesi. Sospeso in cima con gancio circolare. È incernierato su un lato e chiusa da una clip in basso. L'interno è in oro smaltato con motivi floreali in rosso, verde e blu. Inglese o francese. Pomander a forma di libro, 17 secolo. Tweedy, Eileen, Science & society Museum Questo pomander, in argento, con un ratto inciso su di un lato, contiene sei comparti e una catena di sospensione. E 'stato probabilmente portato come protettore contro la peste bubbonica (malattia trasmessa da ratti a persone tramite pulci). 31

32 la corruzione del corpo e il profumo dell anima Fin dall antichità, odori e profumi hanno rivestito nella società un triplice ruolo: religioso, terapeutico e sociale. Il profumo racchiude in sé una vasta simbologia che plasma l immaginario corporeo. Il suo impiego accomuna liturgie sacre e riti pagani, innalza uno spartiacque sociale e contribuisce a dipingere, goccia dopo goccia, lo scenario dell identità personale, attraverso i suoi rapporti con gli uomini e gli dèi 11. L impiego dei profumi è un tema ricorrente nella storia di tutte le civiltà. Esso è stato adoperato nell antichità per compiacere gli dèi. La pratica di bruciare le essenze sugli altari ha cambiato la concezione dell odore e del profumo. Il fumo che si leva dagli incensi per raggiungere Dio è divenuto simbolo tangibile della preghiera, mentre l atto di inalare quell odore è partecipazione mistica al sacro mistero della fede. L uomo ha cominciato molto presto a ungere le statue di oli profumati e a cospargerle di essenze. Il diffondersi della fragranza e le spire del fumo appartengono al simbolismo ascensionale dell aquilone, dell arcobaleno, della scala di Giacobbe, ossia di tutto ciò che raffigura la tensione dell anima verso Dio o che stabilisce la relazione e la distanza tra gli esseri mortali e le divinità. 11 Munier B., Storia dei profumi. Dagli dèi dell Olimpo al cyber-profumo. Dedalo ed., Bari 2006.cit., p.9 32

Gioielli per ogni occasione

Gioielli per ogni occasione GUIDA REGALO Gioielli per ogni occasione I gioielli di una donna sono generalmente gli oggetti di maggior valore economico che possiede e spesso anche i più cari dal punto di vista affettivo. Oggi sul

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia Ricostruire la storia La terra di Punt Tuthmosi II ebbe, come tutti gli altri faraoni, molte mogli, ma la sua preferita era Hatshepsut, da cui però ebbe soltanto figlie femmine. Alla morte di Tuthmosi

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Communiqué de presse Octobre 2013 HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Minimal e asimmetrici, due tavoli firmati Mjiila in HI-MACS Il design, è l arte di progettare degli oggetti per

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico La rappresentazione dello spazio nel mondo antico L esigenza di creare uno spazio all interno del quale coordinare diversi elementi figurativi comincia a farsi sentire nella cultura egizia e in quella

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA.

ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA. ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA. ALPHA ORIENT ALPHA ORIENT Il colore è ovunque, basta saperlo cercare. Finitura altamente decorativa

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

passione coinvolgente

passione coinvolgente passione coinvolgente Arte ed eleganza impreziosiscono gli interni di una villa appena ristrutturata. L arredo moderno incontra la creatività di artisti internazionali. progettazione d interni far arreda

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5).

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5). Ceramica Nell antichità il vaso non era un semplice un semplice oggetto utile nella vita quotidiana, ma era anche merce di scambio. Il lavoro del vasaio, inizialmente era collegato alle stagioni e dunque

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Algebra Geometria Il triangolo è una figura piana chiusa, delimitata da tre rette che si incontrano in tre vertici. I triangoli possono essere

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino Cantiere Pastiglie Leone Rita Miccoli Cell. 335.80.22.975 r.miccoli@studioimmobiliareregina.it www.studioimmobiliareregina.it Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino RINASCE

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

ALOIS RIEGL (1858-1905)

ALOIS RIEGL (1858-1905) ALOIS RIEGL (1858-1903 DER MODERNE DENKMALKULTUS : IL CULTO MODERNO DEI MONUMENTI ANTICHI... NEGLI ULTIMI ANNI SI E VERIFICATO UN PROFONDO CAMBIAMENTO NELLE NOSTRE CONCEZIONI SULLA NATURA E LE ESIGENZE

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE FINSTRAL Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE 2 Oscuramento e protezione visiva nel rispetto della tradizione Le persiane, oltre al loro ruolo principale di elemento

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO Rallegrati Maria Dal vangelo di Luca (1, 26-38) 26 Al sesto mese, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret,

Dettagli

Ne forniamo alcuni esempi.

Ne forniamo alcuni esempi. Con il termine coordinamento oculo-manuale si intende la capacità di far funzionare insieme la percezione visiva e l azione delle mani per eseguire compiti di diversa complessità. Per sviluppare questa

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

CORALLO: COME SI LAVORA

CORALLO: COME SI LAVORA CORALLO: COME SI LAVORA di Giuseppe Rajola Edizioni vesuvioweb La lavorazione del corallo si divide in due differenti grosse famiglie: il liscio e l inciso. Cosa si intende per liscio? La lavorazione del

Dettagli

A prima vista: Dati tecnici microfonditrice MC 15. 44 cm. 40 cm. Perfettamente adatta per piccole fusioni e piccole serie. Minimo utilizzo di metallo

A prima vista: Dati tecnici microfonditrice MC 15. 44 cm. 40 cm. Perfettamente adatta per piccole fusioni e piccole serie. Minimo utilizzo di metallo A prima vista: Perfettamente adatta per piccole fusioni e piccole serie Minimo utilizzo di metallo Generatore ad induzione da 3,5 kw per un riscaldamento estremamente veloce e per raggiungere alte temperature

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

le più belle ville del Mediterraneo

le più belle ville del Mediterraneo le più belle ville del Mediterraneo le ville più belle del Mediterraneo Istria, Mediterraneo verde Dettaglio della penisola istriana Ricchezza della Tradizione Scoprite gli angoli ancora inesplorati del

Dettagli

Verifica - Conoscere le piante

Verifica - Conoscere le piante Collega con una linea nome, descrizione e disegno Verifica - Conoscere le piante Erbe Hanno il fusto legnoso che si ramifica vicino al terreno. Alberi Hanno il fusto legnoso e resistente che può raggiungere

Dettagli

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO San Bernardo (1090-1153) Jean Gerson (1363-1429) S. Bernardo (1090-1153) Bernardo ha formato la sua saggezza basandosi principalmente sulla Bibbia e alla scuola della Liturgia.

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

pasquale natuzzi Presidente e stilista Gruppo Natuzzi

pasquale natuzzi Presidente e stilista Gruppo Natuzzi DOLCE FAR NIENTE IN NATUZZI SOGNIAMO UN MONDO PIÙ CONFORTEVOLE. CHIAMATELA PASSIONE, MA È IL NOSTRO IMPEGNO PER DONARVI BENESSERE. PER NOI, UNA POLTRONA NON È UN SEMPLICE OGGETTO, ESSA HA UNA PRESENZA

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

PINOT GRIGIO FRIULI COLLI ORIENTALI D.O.C. : marnoso argilloso UVE : Pinot Grigio 100% FORMA DI ALLEVAMENTO : cordone speronato basso

PINOT GRIGIO FRIULI COLLI ORIENTALI D.O.C. : marnoso argilloso UVE : Pinot Grigio 100% FORMA DI ALLEVAMENTO : cordone speronato basso PINOT GRIGIO : marnoso argilloso UVE : Pinot Grigio 100% : in bianco, solo acciaio NOTE GUSTATIVE : colore giallo paglierino con riflessi dorati. Profumo elegante di frutta matura, fiori di campo e fieno

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

MARMI ARTISTICI E SU MISURA FATTI A MANO

MARMI ARTISTICI E SU MISURA FATTI A MANO rt MARMI ARTISTICI E SU MISURA FATTI A MANO PAVIMENTI E RIVESTIMENTI, TAVOLI, SCALE, PROGETTI. FORNITURA MARMI E PIETRE PER ABITAZIONI, HOTEL, EDILIZIA. Art Carrara by Amso International Carrara Italy

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO di Sergio Mazzei Direttore dell Istituto Gestalt e Body Work TEORIA DEL SÉ Per organismo nella psicoterapia della Gestalt si intende l individuo che è in relazione con

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO La mostra è allestita nelle sale del Museo di Storia Naturale di Milano dal 28 Novembre 2014 al 28 Giugno 2015. Affronta il complesso tema del cibo

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

Hawos Pegasus 230 Volt

Hawos Pegasus 230 Volt olt Pagina 2 Pagina 3 Pagina 3 Pagina 4 Pagina 5 Pagina 5 Pagina 6 Pagina 6/7 Pagina 7 Pagina 7 Pagina 8 Introduzione a Pegasus Scegliere le dimensioni della macinatura Iniziare e terminare il processo

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta!

Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta! Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta! Scuola dell Infanzia Istituto di Cultura e di Lingue Marcelline Progettazione Didattica Annuale a.s. 2014-2015 Dimensione valoriale L idea fondante del progetto

Dettagli

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri Laboratorio lettura Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. 1) Quali anilmali sono i protagonisti della storia? 2) Che cosa fanno tutto l anno? 3) Perché decidono di scappare dal

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

GLI EGIZI UNITA DIDATTICA REALIZZATA DA: MARIANNA MEME

GLI EGIZI UNITA DIDATTICA REALIZZATA DA: MARIANNA MEME GLI EGIZI UNITA DIDATTICA REALIZZATA DA: MARIANNA MEME 1 PREMESSA Questa unità didattica è stata realizzata per bambini stranieri di livello linguistico A2 che frequentano la classe IV della Scuola Primaria.

Dettagli

OGNI CASA NATURALMENTE SPECIALE

OGNI CASA NATURALMENTE SPECIALE OGNI CASA NATURALMENTE SPECIALE HAND MADE GIANNINI GRANITI SA, Via Cantonale 219, CH-6527 Lodrino Tel. +41(0)91 863 22 86, info@giannini-graniti.ch La ditta si propone con un prodotto unico ed esclusivo

Dettagli

U.D.: LABORATORIO ELETTRICITA

U.D.: LABORATORIO ELETTRICITA U.D.: LABORATORIO ELETTRICITA 1 ATTREZZI MATERIALI 2 Tavoletta compensato Misure: 30cmx20-30 cm spellafili punteruolo cacciavite Nastro isolante Metro da falegname e matita Lampadine da 4,5V o 1,5V pinza

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

Le piante. Piante senza fiori Piante con fiori. La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi

Le piante. Piante senza fiori Piante con fiori. La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi Le piante Le piante Piante senza fiori Piante con fiori La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi Piante senza fiori Milioni di anni fa esistevano sulla Terra soltanto piante senza fiori

Dettagli

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra???

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra??? DIREZIONE DIDATTICA DI MARANELLO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE J.DA GORZANO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere

Dettagli

L'appetito vien...assaggiando!

L'appetito vien...assaggiando! SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MAGIC SCHOOL 2 coop. soc. VIA G. MELI, N. 8 90010 FICARAZZI PROGETTO EDUCATIVO A.S. 2014 / 2015 L'appetito vien...assaggiando! INSEGNANTI : Benfante Rosa, Bentivegna Simona,

Dettagli

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO LETTERALE e quando ha SIGNIFICATO METAFORICO (FIGURATO). Questa non

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

In vendita troverete le seguenti confezioni:

In vendita troverete le seguenti confezioni: In vendita troverete le seguenti confezioni: I vestiti di luce beijaflor portano la luce dei fiori e dei sette colori dell arcobaleno nella nostra vita. Lo fanno attraverso i tessuti biologici e le tinte

Dettagli