FULCO DI VERDURA IL DESIGNER DELLE DIVE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FULCO DI VERDURA IL DESIGNER DELLE DIVE"

Transcript

1 ministero dell istruzione e della ricerca alta formazione artistica e musicale ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI PALERMO FULCO DI VERDURA IL DESIGNER DELLE DIVE diploma accademico di primo livello in progettista di moda tesi di: Sabrina Cusimano relatore: prof. Sergio Pausig correlatore: Prof. Guido Santoro a.a

2 SABRINA CUSIMANO fulco di verdura il designer delle dive

3 INDICE introduzione... p fulco di verdura... p l oggetto del desiderio... p il pomander... p la corruzione della carne e il profumo dell anima... p laboratorio dei metalli preziosi: collegio universitario arces Corso telamp... p Fusione a cera persa... p Progettazione: evoluzione... p. 47 di un gioiello BIBLIOGRAFIA... P.48 3

4 Introduzione QUESTO ELABORATO RACCOGLIE L ESPE- RIENZA DI UN PERCORSO SPERIMENTALE, SVOLTO ALL INTERNO DEL CORSO DI DI- PLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN PROGETTISTA DI MODA, DELL ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI PALERMO. TALE PERCORSO NEL CAMPO DEL DESIGN DEL GIOIELLO E DEL- L ACCESSORIO DI MODA, HA CONSENTITO DI PROGETTARE PROTOTIPI E DI AFFINARE LE CONOSCENZE NEL CAMPO DEL CREATIVE DE- SIGN, APPRESE DURANTE I TRE ANNI DEL CORSO DI DESIGN DEL GIOIELLO E DELL AC- CESSORIO DI MODA. LA PRIMA FASE DEL LA- VORO E STATA INDIRIZZATA VERSO LO STUDIO E L APPROFONDIMENTO DELLO STILE E DELLA STORIA DEL GIOIELLIERE FULCO DI VERDURA. NELLA SECONDA FASE DEL LAVORO SONO STATI REALIZZATI DEI PROTOTIPI IN ARGILLA POLIMERICA DI ALCUNI DEI SUOI GIOIELLI E SEMPRE ISPIRATE A QUEST ULTIMI SONO STATE SVILUPPATE UNA SERIE DI TA- VOLE PROGETTUALI CHE MOSTRANO DEI PROTOTIPI DI ORNAMENTI PREZIOSI APPLI- CATI SU POCHETTE DA SERA, CINTE, SCARPE ED OCCHIALI. PER AMPLIARE IL CAMPO DELLA PROGETTAZIONE SI È CONSIDERATO 4

5 DI RAPPRESENTARE QUESTI STESSI PROTOTIPI CON UN SOFTWARE DI MODELLAZIONE 3D E PERMETTERE COSÌ ANCHE UNA EVENTUALE PRODUZIONE IN SERIE DEI GIOIELLI PRO- GETTATI. SI è, INOLTRE, APPROFONDITO LO STUDIO SUL SIGNIFICATO SIMBOLICO E SO- CIALE DEL GIOIELLO, ANALIZZANDO NELLO SPECIFICO LA STORIA E LA SIMBOLOGIA DEL CIONDOLO POMANDER. LA PROFIQUA FRE- QUENTAZIONE DI UN CORSO DI ARGENTE- RIA E OREFICERIA PRESSO IL COLLEGIO UNIVERSITARIO ARCES HA COMPLETATO LE CONOSCENZE SULLA LAVORAZIONE DEI ME- TALLI PREZIOSI. DURANTE LO SVOLGIMENTO DELLE LEZIONI DI LABORATORIO DI ARGEN- TERIA, OREFICERIA, INCASTONATURA, SBALZO E CESELLO SONO STATE EFFETTUATE DELLE ESERCITAZIONI CHE MIRAVANO AL- L APPRENDIMENTO DELLE TECNICHE BASE PER LA LAVORAZIONE DEI METALLI PREZIOSI E ALL UTILIZZO DEGLI OPPORTUNI STRU- MENTI PROPRI DEI MESTIERI DI ORAFO E AR- GENTIERE. 5

6 FULCO DI VERDURA Fulco di Verduca ritratto da Horst, New York 1940 Artista di un incredibile cultura, conquistò fama e ricchezza usando le sue mani come un abilissimo artigiano latino. Al ruolo di Duca Fulco, ha preferito quello di artigiano; si autodefiniva un artigiano della gioielleria. Negli Stati Uniti fin dal 1935, non prese mai la cittadinanza americana. La Sicilia, il suo mare, la sua gente, i suoi ricordi d infanzia, cotituirono sempre il vero mondo di Fulco. A cosa ti ispiri? a tutto! ; persino un soffitto a cassettoni guardato distrattamente durante una conferenza noiosa serviva a Fulco per creare un gioiello in oro e pietre preziose. 6

7 Fulco diede alle sue creazioni tutta l atmosfera che avvolgeva gli oziosi pomeriggi, circondato da tante meraviglie della natura. Ed ecco che una cascata di iridescenti brillanti illuminano ali di farfalle svolazzanti che si posano soavemente su rose infuocate da rossi rubini rossi del Siam, deliziosi topolini dal corpicino imbiancato da candide opali sfuggono alla vista di tenere bestioline dal pelo dorato. Cammelli stilizzati portavano carichi di gioielli su una gobba fatta di perle barocche, pantere ornate e coronate con un ricco collare perdono l'aria minacciosa alla vista di una palla di perla. Con un tocco di ironia Fulco trasformò gli animali del suo fantasmagorico serraglio in affascinanti oggetti ornamentali. Girando per i saloni affrescati di Villa Niscemi, una volta, l'attenzione del giovane Fulco fu attirata da un libro impreziosito da una elegante rilegatura in marocchino disegni e gioielli di Fulco ispirati al mondo fantastico 7

8 verde: splendide illustrazioni di dipinti e sculture fecero nascere in lui l'amore per l'arte e, "spinto dal desiderio di emulazione" disegnò su qualunque pezzo di carta gli passasse tra le mani castelli incantati abitati da strani personaggi e superbe regine. Disegni che prendevano spunto dal rinascimento raffiguravano cornucopie ricolme di perle, serpenti che serravano pietre incastonate su calici dorati, tritoni che lanciavano frecce tridenti, delfini che trainavano carri sostenuti da sensuali sirene. E poi ancora mori che caratterizzavano le tele del Veronese, dalla pelle così scura da un contrasto con il loro petto di perla barocca, con pennacchi usciti dai loro chilometrici turbanti ed il collo serrato da cravatte smaltate, seduti su cavalli militari o abbracciati come gemelli siamesi, in una esplosione di colori e di materiali preziosi. Spilla in avorio, pietre dure, diamanti, perle 8

9 Fulco di Santostefano della Cerda duca di Verdura a Villa Niscemi, nasce a Palermo il 20 Marzo 1899, da Carolina Valguarnera di Niscemi e Giulio Santostefano della Cerda, cugini di secondo grado, entrambi di discendenza spagnola. Trascorre la sua infanzia nelle dimore familiari di Villa Niscemi, di Palazzo Niscemi in via Montevergine, della villa estiva di Bagheria. La vita di Fulco trascorre spensierata in compagnia della sorella, di qualche anno maggiore, Maria Felice, a Villa Niscemi, l unica casa che egli ha veramente amato, e nel suo Eden, il Parco della Favorita. L educazione di Fulco è affidata anche all istruttrice inglese, Miss Aileen Brennen, con la quale si addentra nel magico mondo delle Nursery rhymes, di Alice nel paese delle meraviglie, di Peter Rabbit. La vita quotidiana a Villa Niscemi è diretta dalla figura di Grandmamà, Maria Favara, nonna materna di Fulco, con la quale Fulco condividerà la grande passione per la musica lirica. Compagni di gioco di Fulco e Maria Felice sono Musetta e Dick, i cagnolini di Villa Niscemi. Dopo un ballo in costume a Palazzo Verdura, il 13 aprile 1925 Fulco lascia Palermo per stabilirsi a Venezia, Londra, Parigi. I ricevimenti mondani segnarono i momenti decisivi della vita dell'artista: ad un ballo dato da Cole Porter nei fastosi saloni della sua residenza veneziana di Ca' Rezzonico, avvenne l'incontro con la donna che diede la svolta al suo destino, l'affascinante Coco Chanel, che, percependo il suo talento creativo, gli affidò la realizzazione di nuovi gioielli ricavati da bellissime 9

10 pietre preziose. la creazione che segnò l'inizio della collaborazione tra i due artisti fu il famoso bracciale di smalto ottenuto con una nuova tecnica che consisteva nel depositare su una base dorata strati sottili di smalto bianco decorando la sua superficie levigata con una Croce di Malta tempestata di pietre colorate che evocavano la policromia delle vetrate gotiche. Coco difficilmente riuscì a staccarsi dai suoi bracciali che adornavano i suoi polsi e con i quali fu ritratta dai più grandi fotografi del tempo. I viaggi fatti con Coco gli fecero scoprire incantevoli angoli di paradiso come la Schatzkammer di Monaco, ricolma di gioielli rinascimentali che gli ispirarono motivi decorativi da applicare ai suoi gioielli, dal motivo a nodi di Leonardo Da Vinci a quello a cestino di Giulio Romano, maestro orafo alla corte Gonzaga. Coppia di bracciali in smalto bianco. decorati cona la Croce di Malta, disegnati per Coco Chanel. 10

11 Fulco fu il primo a trasformare motivi classici come corde, monete e funi, riproponendoli in modo da metterne in risalto più la finezza della lavorazione che l'importanza delle pietre. Nel 1929 Fulco di Verdura organizza a Palermo un Ballo 1799 dedicato a Lady Hamilton e Lord Nelson che erano stati nel passato ospiti a Palazzo Verdura. Partecipando al ballo numerosi ospiti arrivati da Parigi, Londra e New York. Tra i quali Cole Porter, Elsa Maxwell, Carlos de Beistegui. In quell occasione Lady Blunt fa eseguire i ritratti fotografici di ciascun ospite. Le note dei musical di Cole Porter caratterizzarono gli inizi della carriera di Fulco, proiettando il suo nome in quegli ambienti diventati mète internazionali del lusso come Venezia, Parigi e Cape d'antibes. Il grande compositore americano diede fiducia alla verve creativa del giovane aristocratico siciliano facendogli realizzare una serie di portasigarette per siglare i successi di ogni prima dei suoi musical. Portasigarette in oro con motivo cochiglia

12 Lasciatosi alle spalle i successi francesi e spinto dalla voglia di novità, Fulco insieme al suo grande amico Nicholas de Gunzburg arriva nel 1934 in America dove inizia a lavorare per Paul Flato, e quando questo apre una filiale a Los Angeles, a Sunset Boulevard, è proprio Fulco a dirigerla. Tutte le star del silver screan, da Gloria Swanson a Greta Garbo, non ebbero esitazioni ad aumentare il loro fascino con le creazioni di Fulco, adornando i loro abiti con braccialetti, enormi quantità di fili di perle e lunghissimi pendenti. A Hollywood, dove si trasferisce per due anni, disegna i gioielli di scena per Katherine Hepburn in Philadelphia Story e per molti attori e attrici come Susan Howard, Greta Garbo, Gary Cooper, Joan Crawford e Irene Selznick. Polsini in oro e smalto Nigth and Day, ispirati al celebre musical, per Cole Porter. Bracciale in oro per Greta Garbo Bracciale a doppi cerchi in oro, fermaglio in diamanti

13 Fulco crea una rottura con il classicismo di vecchi canoni estetici ormai privi di vitalità, scatenando la meraviglia di coloro che posavano per la prima volta il loro sguardo sulle sue creazioni. Per Wally Simpson, duchessa di Windsor, Fulco raccolse variopinte conchiglie sulle solari spiagge di Mondello e di Fire Island, ricoprendole di brillanti e smeraldi, o intessendole con spirali d'oro, trasformandole in broche e orecchini mai visti prima d'allora. 13

14 Una conchiglia a zampa di leone, montata in oro giallo e ricoperta da zaffiri cabochon fece la felicità della più affascinante delle sue clienti, Mona Bismark Williams, celebre per la bellezza dei suoi grandi occhi azzurri. Durante gli anni Cinquanta lei e le altre raffinate donne americane indossarono il "turbante Verdura" composto da una conchiglia naturale inchiodata da peridoti e turchesi. Una spumeggiante onda dorata, realizzata da un incisore di Hokosai, ispira a Fulco il disegno di una splendida broche che segnò l'apice della sua ispirazione marina. Un carpio d'oro si insinuava tra sentieri di rami di corallo, pesci tropicali nuotavano in coppia, delfini, tratti dalla sua passione per il rinascimento, si tuffavano nel mare con la coda all'insù. Verdura fu instancabile nella ricerca di materiali naturali. Un semplice sassolino poteva essere ricoperto di pietre preziose e montato in oro. 14

15 Significativo è l'incontro con il grande Salvador Dalì, che Sceglie Fulco per la creazione di fantasmagorici gioielli dipinti. La fama di Fulco non diminuisce dopo il suo ritiro dall'attività creativa, che affida al suo socio di sempre Joseph Alfano. trasferendosi definitivamente a Londra e circondandosi dei suoi libri, dei lussuosi objects de luxe e dei nostalgici ricordi della sua infanzia dorata che scrisse nel libro Estati felici. Nel 1984 Ward Landrigan acquista l'archivio di bozzetti, disegni e prototipi da Joseph Alfano dopo la morte di Fulco, e inaugura al 745 della Fifth Avenue a New York. Fulco Muore a Londra, dove si era ritirato per dedicarsi alla pittura, nel 1978, e viene sepolto nella cappella di famiglia del cimitero di Sant' Orsola a Palermo. 15

16 l oggetto del desiderio Da sempre l uomo ha amato adornarsi di bellissimi oggetti, che spesso hanno assunto valore simbolico o sono divenuti strumenti per esibire un potere economico o politico. Dalla quantità e dal loro splendore si desumeva il grado della potenza di quanti li possedevano. Per la sua natura, il gioiello è espressione e segnalazione di valore, sia per la preziosità dei materiali utilizzati che per il valore aggiunto della componente artistica. Oggetto con una propria storia e presenza, che da sempre accompagna e significa il corpo ponendolo in relazione con il cosmo. Ne troviamo tracce già nell arte parietale e mobiliare della preistoria, sui corpi delle Veneri e più oltre nei dipinti. I gioielli, infatti, appartengono alla divinità prima che all uomo per poi diventare il tesoro della comunità ed entrare a far parte del mondo della regalità e del guerriero. Simboli religiosi, esaltano la virilità, il potere e connotano lo status sociale, l identità e l appartenenza a una stirpe o a un clan. Sono quindi oggetti identitari e performativi, oggetti che fanno essere, dotati di potere e di magia, strutturando gerarchie, e sono espressione di un linguaggio ineffabile tra l uomo e la natura 1. 1 Eleonora Fiorani, Abitare il corpo: La moda, Milano, Lupetti, 2004, p

17 Oggetto intramontabile, che possiede un valore che va al di là del suo valore d uso, e si arricchisce con il passare del tempo e l accumularsi della memoria, di cui è custode. Per il gioiello non vale la dinamica tra moda e fuori-moda, ma domina la lunga durata, la permanenza delle forme nella ripetizione e nella reinterpretazione, che non le fa mai scomparire del tutto. Oggetto duro e duraturo ancora oggi ha tratto le sue prime espressioni dalla materia più compatta, consistente e inalterabile conosciuta in natura. La pietra, l osso, il dente, la conchiglia, ogni forma concreta e particolare che privilegiasse un significato dovette essere d emblée gioiello per l uomo primitivo. Diventa il modo di indossare e comunicare i propri valori, credenze, gusti, di ritrovare l infanzia. Rappresenta ciò che sogniamo di essere, ciò in cui crediamo, la messa in scena di noi stessi. Come vettore di messaggi verso gli altri i gioielli mediano significati di distinzioni, d integrazione, di supremazia e per questo si sono avvalsi variamente ora di forme riproducenti la realtà, floreali, animali, geometriche, ora di forme astratte, fantastiche, simboliche o magiche, acquisendo via via i caratteri dell espressione artistica, del documento storico, del veicolo culturale, dell indicatore di costume, ma più che altro forse esprimendo quei sentimenti più lievi di vacuità, fatuità e vanità che pure sono insiti 17

18 nell essere umano e lo contraddistinguono dalle forme di vita inferiore 2. Se sovrapponiamo una mappa dei gioielli a uno schema corporeo sia esso femminile o maschile, si configura una sorta di geografia delle sue zone sensibili. Pur potendo investire ogni parte del corpo, i gioielli di norma si collocano in prossimità degli organi ricettivi: il collo, le mani, le orecchie, il naso e l ombelico. Sottolineano fisicamente il corpo e lo recintano semanticamente. E fanno riferimento alle parti del corpo caratterizzate da maggiore visibilità e mobilità: quelle più esposte allo sguardo come il viso e le mani, e quelle maggiormente mobili come le braccia, le caviglie e il collo. Infiniti significati gli si possono attribuire a seconda del tempo, del luogo, delle circostanze, del contesto in cui è esibito. Nel gioiello il materiale ha un importanza determinante ai fini espressivi dell oggetto, ne è la pelle, l artefice del proprio contatto tra noi e l oggetto, e racconta di stili, tecnologie, valori. La scelta di un materiale piuttosto che un altro contribuisce a caricare il gioiello di significati differenti 3. La consuetudine a usarlo può evidenziare talune proprietà del gioiello come quella di simbolo, o di amuleto, strumento valido per tutti contro le forme malefiche di natura spirituale, o di presidio taumaturgico, ausilio contro i mali fisici. 2 Maria Concetta Di Natale,Gioielli di Sicilia, Palermo, Flaccovio, 2000, p. 7 3 E. Fiorani, Abitare il corpo: La moda. cit., p

19 Il metallo nobile che lo supporta conferisce pari valore a chi lo porta e le gemme preservano dal male, inducono al bene e trasmettono potere. Dapprima i gioielli furono quasi esclusivamente in oro, in seguito s impiegarono anche l argento e il rame. L oro simboleggia la regalità, il più alto potere sull ordine fisico e sociale del mondo, la massima autorità su uomini e cose, la fecondità, l abbondanza, la pienezza aurea, saturnina, la completezza spirituale e materiale. Segno di sovranità, di potere, di dovizia, di aristocrazia morale, di distinzione sociale, sin dai tempi antichi è il metallo naturale pregiato più consono a rappresentare il gioiello, facilmente modellabile e pertanto idoneo alla fantasia creativa dell artefice e all inesauribile capriccio dell uomo, capace di identificarsi con lo splendore di un Dio. Gioielli lavorati o grezzi non importa, è la materia in sé che ha qui valore e significato. Ogni intervento umano nel renderlo più apprezzabile ha avuto come scopo per i metalli quello di aumentare la levigatezza, la superficie riflettente, la lucentezza, e, per le pietre preziose, di perfezionare il taglio, di curarne l accostamento dei colori e delle tonalità, di accentuarne la luminosità. La scelta del metallo è preferenzialmente ricaduta sull oro, che nell immaginario delle genti, per le sue doti di solare incorruttibilità, ha sempre avuto un posto di privilegio nella composizione del gioiello, sia da solo nelle più svariate forme, sia come 19

20 supporto in gioielli polimaterici 4. Nonostante l oro fosse considerato leader tra i metalli preziosi, a questo veniva tuttavia talora preferito l argento, cui non mancavano le caratteristiche fisiche, estetiche o di duttilità, che ne consentissero la più svariata manipolazione, né le doti sovrastrutturali, magiche, simboliche, religiose, apotropaiche, che ne facevano una materia nobile simile all oro. Nell immaginario popolare peraltro sembra avere la capacità di allontanare le forze malefiche. Come l oro è segno regale di autorità e sfarzo, l argento è invece segno di benessere dei ceti medi. Il gioiello, carico di una forte valenza simbolica, oggi ritorna in primo piano e torna a investire anche il corpo maschile. Rompe le tassonomie tradizionali trasformandosi in vestito, scarpa, cintura, borsa, parte integrante, oltre che della moda, del paesaggio e degli stili della vita urbana. E ne ha seguite le vicende, diventando, insieme agli altri accessori, il perno fondamentale di un estetica della vita proprio perché parte dell inessenziale, del superfluo. La modernità li trasforma in ornamenti e in oggetti di seduzione, parte integrante del sistema della moda. L uso dei gioielli, strettamente collegato a concetti di gratificante godimento e intenso piacere, trova per altro riscontro nell idea di bellezza. Qualunque sia la motivazione che spinga all uso, è comunque innegabile che il gioiello si configuri principalmente come efficace strumento dell apparire. M.C. Di Natale,Gioielli di Sicilia. cit., p. 9 20

21 pomander In età classica, la borghesia e l aristocrazia francesi praticavano una toeletta a secco che comportava anche un ampio ricorso ai profumi. L acqua era stata eliminata dalle abitudini igieniche dopo la chiusura delle saune nel XVI secolo, su accorato consiglio di Ambroise Paré e di altri umanisti. L acqua era stata messa al bando già nel 1348 con la Peste Nera la cui propagazione era stata imputata proprio ai bagni caldi, responsabili, secondo i medici del tempo, di indebolire l organismo e di aprire i pori, facilitando la penetrazione dei veleni. Nessuno aveva tuttavia sospettato che la condivisione dell acqua potesse essere un fattore di contaminazione. All epoca, le terme erano luoghi deputati al piacere più che all igiene personale, tant è che il concilio di Trento ne aveva disposto la chiusura in nome di una rinnovata moralità 5. Con il passare del tempo, le abitudini igieniche hanno continuato a confidare nelle virtù purificanti del profumo, ma hanno progressivamente eliminato l uso dell acqua. La minaccia costante delle malattie, l idea confusa del <<miasma>> pronto a penetrare nell organismo, hanno condotto a ipotizzare che l involucro corporeo fosse pericolosamente poroso. 5 Munier B., Storia dei profumi. Dagli dèi dell Olimpo al cyber-profumo. Dedalo ed., Bari Cit. p

22 La minaccia costante delle malattie, l idea confusa del <<miasma>> pronto a penetrare nell organismo, hanno condotto a ipotizzare che l involucro corporeo fosse pericolosamente poroso. A titolo di precauzione, pertanto, veniva consigliato di adottare alcuni semplici accorgimenti dettati dal buon senso: evitare l acqua, perché capace di penetrare nel corpo, e indossare indumenti con tessuti a trama fitta 6. In tempo di epidemie, la quarantena è diventata di fondamentale importanza tanto quanto la necessità di evitare i miasmi venefici. A queste misure si accompagnavano spesso le inalazioni di profumi, considerati terapeutici perché in grado di penetrare il corpo e di purificarlo. Il XVII secolo, attento all eleganza e alla cura dell aspetto, non si lavava, ma si <<cosmetizzava>>. Al mattino, rinfrescava mani e viso, ma ignorava il resto del corpo. Per rimediare alle secrezioni del corpo si usavano le spugnature o tutt al più le frizioni con un panno bianco, seguite dalla purificazione tramite applicazione di unguenti aromatici 7. Il profumo, dunque, purificava il sudore e la traspirazione, ostruendo al contempo i pori dilatati. La pelle, essendo porosa, veniva penetrata dal profumo che ne garantiva la depurazione interna attraverso l eliminazione dei miasmi o della corruzione organica. 6 Op. cit., p Op. cit., p

23 All epoca, così come nei periodi seguenti, una poltiglia infetta ricopriva le strade parigine, ammassandosi lungo i marciapiedi. Il fetore era talmente nauseabondo che qualsiasi profumo apportava necessariamente una piacevole ventata di aria fresca. In questa prospettiva, il buon odore non soddisfaceva semplicemente un piacere, ma contribuiva ad alimentare l illusione di vera igiene. I signori che si avventuravano per le strade della città erano soliti tenere davanti al naso un fazzoletto imbevuto di essenza; quelli più abbienti stringevano un pomme, un pomo, di profumo o di ambra. Questi pomi odorosi erano piccoli recipienti sferici, realizzati in metallo nobile, generalmente di metallo traforato allo scopo di lasciar uscire la fragranza scelta e talvolta impreziositi da gemme, in cui era contenuto appunto del profumo. pomander XVII sec. pomander XVII sec. 23

24 Questi contenitori erano solitamente appesi al collo o alla cintura; e spesso avevano la forma di pera o di mela, dal francese ambre du pomme, mela ambrata. I pomanders venivano riempiti con una miscela di diverse sostanze resinose. Qualche modello aveva più sezioni, per inserire diversi profumi e a volte un compartimento con una spugnetta imbibita di aceto balsamico. Anche una noce moscata con una montatura d argento veniva usata come pomander e a volte la frutta veniva svuotata e farcita di erbe, aromi e spezie. Questi raffinati portaessenza, pare siano stati fabbricati già prima del XIV secolo, perché l imperatore Federico Barbarossa ricevette dal re di Gerusalemme, nel 1174, diversi pomi odorosi d oro ripieni di muschio. il pomo d ambra, viene presentato nel Ritratto di Clarissa Strozzi. Tiziano Vecellio, olio su tela, 115 x 98 cm, Berlino, Staatliche Museen. pomander inglese in argento dorato, Diviso in sei compartimenti. Mostrato chiuso e aperto. 24

25 Pomander sferico, Pomander in oro e argento, sezionata in otto parti. In alcuni dei segmenti vi sono iscritti i nomi dei contenuti; 'Rosen', 'ruten', 'moscat', 'canel' e 'rosmarin'. Medioevo come rimedio sovrano contro la peste. Grazie al suo intenso profumo, possiede al massimo grado la proprietà di rafforzare i sensi e tonificare il corpo, di confortare tutti i temperamenti, di facilitare la respirazione 8. L ambra grigia, ricavata dalle concrezioni intestinali di alcuni cetacei, in particolare del campidoglio, fu portata nel 325 dai soldati di Nearco, Ammiraglio di Alessandro Magno, i quali l avevano scoperta presso gli Ittiofagi,un popolo che abitava le coste dell oceano Indiano. Attraverso l inalazione dei profumi che fuoriuscivano dai pomander, si pensava di sanificare l aria prima del suo ingresso nei polmoni, analogamente a quanto avveniva bruciando le pastiglie o i piccoli coni d incenso. Le pommes sono rimaste in voga per tutto il secolo, il loro contenuto però variava in base alle disponibilità di coloro che le adoperavano. I profumi di origine animale erano i più apprezzati, ma senza dubbio, anche i più cari. Erano in pochi a potersi permettere le pommes da profumo, di per sé già molto costose, riempite di aromi come incenso, mirra, sandalo, canfora mescolati con una pasta solida. 8 A. LE GUÈRER, Les pouvoirs de l odeur, Odile Jacob, Paris 1998; trad. It., I poteri dell odore, Boringhieri, Torino 2004, p. 87. Cit.,in, op. cit., p

26 Il popolo doveva accontentarsi di spugne imbevute di sostanze aromatiche che, meno comode e meno eleganti, svolgevano un analoga funzione terapeutica 9. Le famose pommes de seuters tenute davanti al naso per proteggersi dai miasmi erano solo uno Pomander dei numerosi dispositivi profumati disponibili a quel tempo e dotati di molteplici funzioni. Vi erano anche sacchetti profumati cuciti all interno degli indumenti per assorbire e purificare, ovunque ce ne fosse bisogno, le esalazioni del corpo; cuffie provviste di fodera interna contenente erbe aromatiche essiccate, le cui proprietà fortificanti e tonificanti, servivano anche a proteggere dalle infreddature e dalle perdite di memoria; ciprie profumate che, sparse sulla biancheria a contatto con il corpo o sulle parrucche, avevano funzioni protettive. In quell epoca, l incredibile diffusione del cosiddetto, aceto dei sette ladri, vera panacea contro la peste. Secondo la leggenda, un gruppo formato da quattro, talvolta di sette, manigoldi era solito spogliare i cadaveri degli appestati e <<ungere> le porte delle abitazioni, al fine di propagare l epidemia e svaligiare le case dei defunti. Le forze dell ordine sono poi riusciti ad acciuffarli ma è stata loro con- 9 Op. cit., p

27 cessa la grazie in cambio della ricetta dell aceto aromatizzato che essi stessi avevano utilizzato per proteggersi dal contagio. Da quel momento, si diffuse l uso delle vinaigrettes, piccole scatole decorate contenenti una spugna imbevuta del famoso aceto. Questi piccoli recipienti, realizzati in oro, argento o porcellana, hanno conosciuto una diffusione simile a quella dei contenitori da sali per combattere i cattivi odori 10. Vinaigrettes 10 Può essere tutt ora annusato, all Osmothèque di Versailles 27

28 Pomander, XVI secolo Pomander in oro impostato con 33 diamanti tagliati. Per i ricchi, il pomanders ha assunto forme di elaborati pezzi di gioielleria come questo esempio. I poveri avevano a che fare con versioni improvvisate, come ad esempio uno spillo di colore arancione con chiodi di garofano. Oreficeria siciliana della prima metà del XVII secolo, Pomander in oro e smalti policromi (dep. inv. n. 1775) 28

29 Pomanders, 1640 circa. Paesi Bassi. h 5,5 cm Pomander d argento antico, di forma sferica su piede bombato, il pendaglio è diviso in sei segmenti rilasciati da una parte superiore rotante. L esterno descrive fitte foglie e fiori, mentre l interno è inciso con motivi floreali, ogni segmento è numerato e ha un coperchio scorrevole( montaggio successivo). Pomander in argento, Europa occidentale , donato da Miss Mabel M. Boore. Victoire and Albert Museum 29

30 Pomander in oro, smalti e perle, Europa centrale Victoire and Albert Museum. Pomander smaltato, XVI secolo. Collezione Casa Burghly. Pomanders in oro traforato. Questo design consentiva all aroma contenuta all interno di evaporare liberamente attraverso il fitto traforo. Questi eleganti ed elaborati pomanders, decorati con smalti e perle venivano sospesi ad una catena o ad una cintura. 30

31 Pomander ciondolo. Hunt Museum. H 3 x 2,5 Ciondolo pomander di forma circolare in oro e turchesi. Sospeso in cima con gancio circolare. È incernierato su un lato e chiusa da una clip in basso. L'interno è in oro smaltato con motivi floreali in rosso, verde e blu. Inglese o francese. Pomander a forma di libro, 17 secolo. Tweedy, Eileen, Science & society Museum Questo pomander, in argento, con un ratto inciso su di un lato, contiene sei comparti e una catena di sospensione. E 'stato probabilmente portato come protettore contro la peste bubbonica (malattia trasmessa da ratti a persone tramite pulci). 31

32 la corruzione del corpo e il profumo dell anima Fin dall antichità, odori e profumi hanno rivestito nella società un triplice ruolo: religioso, terapeutico e sociale. Il profumo racchiude in sé una vasta simbologia che plasma l immaginario corporeo. Il suo impiego accomuna liturgie sacre e riti pagani, innalza uno spartiacque sociale e contribuisce a dipingere, goccia dopo goccia, lo scenario dell identità personale, attraverso i suoi rapporti con gli uomini e gli dèi 11. L impiego dei profumi è un tema ricorrente nella storia di tutte le civiltà. Esso è stato adoperato nell antichità per compiacere gli dèi. La pratica di bruciare le essenze sugli altari ha cambiato la concezione dell odore e del profumo. Il fumo che si leva dagli incensi per raggiungere Dio è divenuto simbolo tangibile della preghiera, mentre l atto di inalare quell odore è partecipazione mistica al sacro mistero della fede. L uomo ha cominciato molto presto a ungere le statue di oli profumati e a cospargerle di essenze. Il diffondersi della fragranza e le spire del fumo appartengono al simbolismo ascensionale dell aquilone, dell arcobaleno, della scala di Giacobbe, ossia di tutto ciò che raffigura la tensione dell anima verso Dio o che stabilisce la relazione e la distanza tra gli esseri mortali e le divinità. 11 Munier B., Storia dei profumi. Dagli dèi dell Olimpo al cyber-profumo. Dedalo ed., Bari 2006.cit., p.9 32

DIDASCALIE 02. Mario Buccellati, 1929 Tiara

DIDASCALIE 02. Mario Buccellati, 1929 Tiara DIDASCALIE 02. Mario Buccellati, 1929 Tiara Sforata a tulle, in argento platinato e foderato in oro giallo, incassato con brillanti e diamanti taglio a rosa. Disegnata per una principessa Savoia, questa

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

Esperienza d arte presso l asilo nido comunale Collodi Piossasco

Esperienza d arte presso l asilo nido comunale Collodi Piossasco Esperienza d arte presso l asilo nido comunale Collodi Piossasco. L asilo nido Collodi, gestito dalla Cooperativa Accomazzi per conto della Città di Piossasco, accoglie 45 bambini dai 6 ai 36 mesi. Aspetto

Dettagli

COME SI VESTIVANO NELL ANTICA ROMA?

COME SI VESTIVANO NELL ANTICA ROMA? COME SI VESTIVANO NELL ANTICA ROMA? Nell antica Roma tutti si mettevano un vestito lungo. Questo vestito si chiama tunica. Uomini e donne legavano la tunica con una cintura. Sopra la tunica le donne ricche

Dettagli

NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA

NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA LA TOSCANA VERSO EXPO 2015 Viaggio in Toscana: alla scoperta del Buon Vivere www.expotuscany.com www.facebook.com/toscanaexpo expo2015@toscanapromozione.it La dolce

Dettagli

percorsi professionali

percorsi professionali percorsi professionali Studio SOLIDEA propone corsi per la formazione di giovani designer interessati alle materie artistiche e creative, o per l aggiornamento di chi già esercita la professione di stilista/modellista

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SETTORE MECCANICA;PRODUZIONE E MANUTENZIONE DI MACCHINE;IMPIANTISTICA Processo Sequenza di processo

Dettagli

PERCORSI DIDATTICI PER LE SCUOLE

PERCORSI DIDATTICI PER LE SCUOLE PERCORSI DIDATTICI PER LE SCUOLE L Associazione Culturale Aurea Incoming, ente gestore del Punto di Informazione Turistica della Città di Chieri, propone per il prossimo anno scolastico 2014/2015 una serie

Dettagli

Scuola dell infanzia. Percorsi proposti:

Scuola dell infanzia. Percorsi proposti: Museo Nazionale Preistorico Etnografico L. Pigorini w w w.pigorini/beniculturali.it Scuola dell infanzia Una serie di percorsi ludico-didattici rivolti in particolare alla scuola dell infanzia, per dare

Dettagli

Lo Yoga è nato in India

Lo Yoga è nato in India Lo Yoga è nato in India 1 Più esattamente nel nord dell India, circa 5mila anni fa, presso una civiltà molto sviluppata e raffinata, che abitava in una zona molto fertile, nella valle tra il fiume Indo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

collezione 2013 la guida al tuo stile STILI

collezione 2013 la guida al tuo stile STILI collezione 2013 la guida al tuo stile STILI gli stili di gran classe Gli album di matrimonio Celebra trasformano i giorni più importanti della vita in un oggetto prezioso, da conservare per sempre. Il

Dettagli

COLLEZIONI ICONICHE Alcuni dei motivi Gucci più iconici, Horsebit, Raindrop, Flora, Marina Chain e Bamboo, sono stati declinati in una gamma di splendidi gioielli in argento da indossare, regalare e conservare

Dettagli

IO, CITTADINO DEL MONDO

IO, CITTADINO DEL MONDO Scuola dell Infanzia S.Giuseppe via Emaldi13, Lugo (RA) IO, CITTADINO DEL MONDO VIAGGIARE E UN AVVENTURA FANTASTICA A.S. 2013 / 2014 INTRODUZIONE Quest anno si parte per un viaggio di gruppo tra le culture

Dettagli

Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!!

Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!! Anno Scolastico 2011/2012 Progetto Educativo Didattico

Dettagli

SIAMO TUTTI POETI. Percorso alla scoperta del testo poetico in cooperative learning. Classe IV A Maria Immacolata a.s. 2012-13

SIAMO TUTTI POETI. Percorso alla scoperta del testo poetico in cooperative learning. Classe IV A Maria Immacolata a.s. 2012-13 SIAMO TUTTI POETI Percorso alla scoperta del testo poetico in cooperative learning Classe IV A Maria Immacolata a.s. 2012-13 Docente Anna Maria Pirisi Premessa La poesia è un tipo di testo a misura dei

Dettagli

LA PIANTA MAGICA. Dai 7 anni

LA PIANTA MAGICA. Dai 7 anni PIANO DI L ETTURA LA PIANTA MAGICA ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Orecchia Serie Azzurra n 81 Pagine: 87 Codice: 978-88-384-3564-2 Anno di pubblicazione: 2006 Dai 7 anni L AUTRICE Erminia Dell

Dettagli

Rosato interpreta il concetto di gioielleria in chiave moderna. mediante un connubio tra tradizione ed innovazione. Gioielli

Rosato interpreta il concetto di gioielleria in chiave moderna. mediante un connubio tra tradizione ed innovazione. Gioielli Rosato interpreta il concetto di gioielleria in chiave moderna mediante un connubio tra tradizione ed innovazione. Gioielli realizzati in argento 925 con alternanza di spazi pieni e vuoti, spigoli vivi,

Dettagli

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO SETTEMBRE: Quando sono arrivata a Coimbra la prima sistemazione che ho trovato è stato un Ostello molto simpatico in pieno centro, vicino a Piazza della Repubblica.(http://www.grandehostelcoimbra.com/).

Dettagli

uominiuomini nilo tribù mondo

uominiuomini nilo tribù mondo Ogni dono comunica un sentimento, un emozione o un messaggio che desideriamo trasmettere a chi lo riceve. Per questo, fare un dono è come scegliere le parole giuste. Donare oggetti provenienti da SanPatrignano

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA Istituti Comprensivi di Udine allegato al Piano dell Offerta Formativa CURRICOLO VERTICALE Redatto sulla base delle Nuove Indicazioni Nazionali 2012 e I.N. 2007, in sintonia con le Raccomandazioni del

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SETTORE MECCANICA;PRODUZIONE E MANUTENZIONE DI MACCHINE;IMPIANTISTICA Processo Lavorazione di metalli

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica 1. Tutti cercano l amore. Tutti anelano ad essere amati e a donare amore. Ognuno è creato per un

Dettagli

Uno stile interamente affidato alla totale perfezione. delle forme geometriche da cui è composto, costretta e vincolata dalla forza dell acciaio,

Uno stile interamente affidato alla totale perfezione. delle forme geometriche da cui è composto, costretta e vincolata dalla forza dell acciaio, Uno stile interamente affidato alla totale perfezione delle forme geometriche da cui è composto, la freddezza della pietra costretta e vincolata dalla forza dell acciaio, fanno del design di questo orologio

Dettagli

EVOLUZIONE NELLA PREISTORIA

EVOLUZIONE NELLA PREISTORIA EVOLUZIONE NELLA PREISTORIA PREISTORIA SCIMMIE ANTROPOMORFE: SONO SIMILI ALL UOMO VIVONO SUGLI ALBERI NELLE FORESTE DELL AFRICA DIVENTANO ONNIVORE: MANGIANO TUTTO, ANCHE LA CARNE DA QUADRUPEDI DIVENTANO

Dettagli

Rispondi alle seguenti domande

Rispondi alle seguenti domande Gli affreschi e i rilievi delle pareti di templi e piramidi raccontano la storia dell antico Egitto. Si potrebbero paragonare a dei grandi libri illustrati di storia. Gli studiosi hanno così potuto conoscere

Dettagli

Primavera/ Estate 2013 Corsi Brevi

Primavera/ Estate 2013 Corsi Brevi Primavera/ Estate 2013 Corsi Brevi Tecniche Tessili per la Gioielleria: Sperimentazioni libere con uncinetto e intreccio Insegnante: Doris Maninger Date: 1/2/3 febbraio, 31/1/2 maggio/giugno Introduzione

Dettagli

Anno Scolastico 2015/2016 Bambini di quattro cinque anni GALLERIA DI COLORI

Anno Scolastico 2015/2016 Bambini di quattro cinque anni GALLERIA DI COLORI ! Anno Scolastico 2015/2016 Bambini di quattro cinque anni GALLERIA DI COLORI Insegnante: Arianna Rucireta NESSUN GRANDE ARTISTA VEDE MAI LE COSE COME REALMENTE SONO. SE LO FACESSE, CESSEREBBE DI ESSERE

Dettagli

IL NOSTRO AMICO GULLIVER, VIAGGIANDO IN MONGOLFIERA, ARRIVO IN UN PAESE CHE SI CHIAMAVA CARTAPAES E

IL NOSTRO AMICO GULLIVER, VIAGGIANDO IN MONGOLFIERA, ARRIVO IN UN PAESE CHE SI CHIAMAVA CARTAPAES E IL NOSTRO AMICO GULLIVER, VIAGGIANDO IN MONGOLFIERA, ARRIVO IN UN PAESE CHE SI CHIAMAVA CARTAPAES E AL SUO RITORNO, GULLIVER CI HA PREPARATO UNA SORPRESA GULLIVER DAL CARTAPAESE CI HA PORTATO UN SACCO

Dettagli

PAVIMENTI E RIVESTIMENTI IN METALLO.

PAVIMENTI E RIVESTIMENTI IN METALLO. PAVIMENTI E RIVESTIMENTI IN METALLO. La cosa importante è la sensazione che provi quando inizi a immaginare che una cosa funziona. E stai lì a pensare se renderà la vita migliore. Noi di Casalese Style

Dettagli

INTRODUZIONE. motivazioni e finalità

INTRODUZIONE. motivazioni e finalità Un mondo di bellissimi colori: io e l'ambiente. Tanti bambini tutti colorati: io e gli altri. Un bambino dai colori speciali: io e la famiglia. Avvento e Natale. Io e Gesù, una giornata insieme a Gesù.

Dettagli

Scuola Comunale dell Infanzia

Scuola Comunale dell Infanzia Direzione Municipalità Venezia Murano Burano Servizi Educativi Territoriali Scuola Comunale dell Infanzia Progetto (lavoro di intersezione). Anno scolastico 2014.15 PROGETTO: STORIE DI OGGETTI SCUOLA DELL

Dettagli

PROPOSTE DI ATTIVITA E VISITE GUIDATE PER CENTRI ESTIVI e

PROPOSTE DI ATTIVITA E VISITE GUIDATE PER CENTRI ESTIVI e PROPOSTE DI ATTIVITA E VISITE GUIDATE PER CENTRI ESTIVI e DOPOSCUOLA L Associazione Culturale Aurea Incoming, gestore del Punto di Informazione Turistica della Città di Chieri, propone tanti interessanti

Dettagli

PROPOSTA DIDATTICA MUSEO DIOCESANO DI TORINO. pittura scultura argenti tessuti

PROPOSTA DIDATTICA MUSEO DIOCESANO DI TORINO. pittura scultura argenti tessuti PROPOSTA DIDATTICA MUSEO DIOCESANO DI TORINO I LABORATORI Visita guidata al Museo della durata complessiva di circa 45 minuti con un momento di approfondimento di fronte ad alcune opere, selezionate sulla

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Mythos: dei ed eroi nelle sculture antiche della Galleria degli Uffizi

Mythos: dei ed eroi nelle sculture antiche della Galleria degli Uffizi Ministero per i Beni e le Attività Culturali Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze SEZIONE DIDATTICA 2011 Schede

Dettagli

GRUPPO AMICI DEL PRESEPE Monte Porzio Catone www.presepitalia.it Corso Presepistico on-line

GRUPPO AMICI DEL PRESEPE Monte Porzio Catone www.presepitalia.it Corso Presepistico on-line GRUPPO AMICI DEL PRESEPE Monte Porzio Catone www.presepitalia.it Corso Presepistico on-line GLI STAMPI Indice Indice... 1 1. -STAMPI IN GESSO... 2 Amici del Presepe Monte Porzio Catone pag. 1 STAMPI 1.

Dettagli

L Arte nell Oro: la nostra storia

L Arte nell Oro: la nostra storia D oro e d altri metalli Dal gioiello al bijou al ritmo della moda Maria Cillis L Arte nell Oro Gli artigiani si raccontano L Arte nell Oro: la nostra storia 1969 Enzo Nuovo all età di 15 anni inizia a

Dettagli

SOMMARIO. Scopri che albero sei. In quale figura ti identifichi meglio: una pianta solitaria o un albero di bosco?...pag. 19

SOMMARIO. Scopri che albero sei. In quale figura ti identifichi meglio: una pianta solitaria o un albero di bosco?...pag. 19 SOMMARIO Introduzione Gli alberi, antenati maestosi e sacri, specchio di noi stessi...pag. 7 Scopri che albero sei Primo passo In quale figura ti identifichi meglio: una pianta solitaria o un albero di

Dettagli

The Story of Puredistance a Master Perfume

The Story of Puredistance a Master Perfume The Story of Puredistance a Master Perfume The Story of Puredistance Italian Edition Puredistance Vienna Franziskanerplatz 6 1010 Vienna Austria Tel. +43 1 513 55 18 vienna@puredistance.com Puredistance

Dettagli

Il mondo di ARCIMBOLDO gusti,sapori e colori

Il mondo di ARCIMBOLDO gusti,sapori e colori PROGETTAZIONE DIDATTICA a/s 2013-2014 Il mondo di ARCIMBOLDO gusti,sapori e colori Breve viaggio attorno al cibo e oltre Percorso di scoperta ed interazione tra il cibo e le qualità che gli alimenti nascondono:

Dettagli

espressione di un carattere

espressione di un carattere espressione di un carattere Collezione CROCE DI MALTA espressione di un carattere Pryngeps da quasi 60 anni rappresenta un riferimento dell Italian style nel mondo. La storia dell azienda mette in luce

Dettagli

VERSO L ESAME DI STATO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PROVA DI ITALIANO. Comprensione della lettura. Scuola... Classe... Alunno...

VERSO L ESAME DI STATO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PROVA DI ITALIANO. Comprensione della lettura. Scuola... Classe... Alunno... VERSO L ESAME DI STATO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PROVA DI ITALIANO Comprensione della lettura Scuola..........................................................................................................................................

Dettagli

PROFILO EDUCATIVO, CULTURALE E PROFESSIONALE DELLO STUDENTE per un bambino di 3/4 anni

PROFILO EDUCATIVO, CULTURALE E PROFESSIONALE DELLO STUDENTE per un bambino di 3/4 anni PROFILO EDUCATIVO, CULTURALE E PROFESSIONALE DELLO STUDENTE per un bambino di 3/4 anni Profilo 3-4 anni Pagina 1 di 7 IL CORPO E IL MOVIMENTO IDENTITA CORPOREA Indica le parti fondamentali del corpo su

Dettagli

Gioielli firmati MORPIER. Rosatus oro e diamanti

Gioielli firmati MORPIER. Rosatus oro e diamanti Rosatus Gioielli firmati MORPIER AN 56 Anello in oro bianco 750 gr.,5 ca, elegante per la finissima lavorazione che esalta il fascino della luminosa acquamarina ct,00 ca e dei preziosi diamanti ct 0,5

Dettagli

INCIDENDO LABORATORIO DIDATTICO

INCIDENDO LABORATORIO DIDATTICO INCIDENDO Incidendo è un progetto didattico rivolto alle classi della Scuola Primaria. Si propone di avvicinare il bambino al mondo dell incisione, tecnica artistica che ha radici lontane nel tempo ma

Dettagli

ALLA SCOPERTA DI UN MONDO MICROSCOPICO

ALLA SCOPERTA DI UN MONDO MICROSCOPICO ALLA SCOPERTA DI UN MONDO MICROSCOPICO Capire chi siamo, come siamo fatti e in che mondo viviamo sono esigenze vitali delle persone e, in particolare, dei bambini. Bisogna allora cominciare a guardare

Dettagli

N e w s a z i e n d e

N e w s a z i e n d e N e w s a z i e n d e pilla, lo stile ha un volto Intervista a Ivo Sedazzari, il designer che da oltre trent anni collabora con l azienda vicentina nella creazione degli oggetti d arte funeraria. Un sodalizio

Dettagli

Il primo gioielliere di Francia

Il primo gioielliere di Francia Il primo gioielliere di Francia VISITATE LA GRANDE COLLEZIONE DIAMANTE Fate rotta verso una collezione unica, disegnata da esperti di diamanti. Pagina dopo pagina, questi gioielli di precisione e luce

Dettagli

L alimentazione: Alla scoperta del gusto

L alimentazione: Alla scoperta del gusto L alimentazione: Alla scoperta del gusto Breve storia del cibo Anche se preferiamo un bel piatto di pasta siamo tutti accomunati dal bisogno di cibo.oggi non è fame ma è questione di gusto. L uomo primitivo

Dettagli

Perché gli Angeli sono tornati? E un dato di fatto gli Angeli siano oggi tornati nel mondo, dopo almeno 500 anni di latitanza.

Perché gli Angeli sono tornati? E un dato di fatto gli Angeli siano oggi tornati nel mondo, dopo almeno 500 anni di latitanza. Perché gli Angeli sono tornati? E un dato di fatto gli Angeli siano oggi tornati nel mondo, dopo almeno 500 anni di latitanza Statistiche alla mano, si può affermare che il 60% della popolazione mondiale

Dettagli

La moda. Written by Administrator Wednesday, 14 January 2009 16:26 - Last Updated Wednesday, 14 January 2009 16:39. La moda. Origine del termine 1 / 7

La moda. Written by Administrator Wednesday, 14 January 2009 16:26 - Last Updated Wednesday, 14 January 2009 16:39. La moda. Origine del termine 1 / 7 La moda Origine del termine 1 / 7 Il termine moda compare per la prima volta, nel suo significato attuale, nel trattato la carrozza da nolo,ovvero del vestire alla moda, dell abate Agostino Lampugnani,

Dettagli

L arte come gioco di forme e colori. a.s. 2007-08 Laboratori scuola dell infanzia via Amantea

L arte come gioco di forme e colori. a.s. 2007-08 Laboratori scuola dell infanzia via Amantea L arte come gioco di forme e colori a.s. 2007-08 Laboratori scuola dell infanzia via Amantea Le forme di Kandiskij Scrive Kandinskij: Oggi il punto può significare qualche volta nella pittura più di una

Dettagli

Programmazione Didattica Scuola Primaria

Programmazione Didattica Scuola Primaria DIREZIONE DIDATTICA DI NAPOLI 5 E. MONTALE Viale della Resistenza 11K-80145 NAPOLI tel. e fax 081/5430772 Codice fiscale: 94023840633 Cod. Mecc. : NAEE005006 E-MAIL: naee005006@istruzione.it Web:www.5circolo.it

Dettagli

La Fontana del villaggio

La Fontana del villaggio La Fontana del villaggio Anch io posso attingere alla sorgente! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Abano Terme PD PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO RELIGIOSO Anno Scolastico 2013/2014 Premessa

Dettagli

VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE

VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE 18 PABLO PICASSO Nasce a Malaga in Spagna nel 1881. figlio di un professore di disegno. Dopo aver brillantemente compiuto gli studi presso l accademia

Dettagli

DOCUMENTAZIONE PROGRAMMAZZIONE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA PONTE DELLA VENTURINA A.S. 2014/2015

DOCUMENTAZIONE PROGRAMMAZZIONE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA PONTE DELLA VENTURINA A.S. 2014/2015 . DOCUMENTAZIONE PROGRAMMAZZIONE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA PONTE DELLA VENTURINA A.S. 2014/2015 MOTIVAZIONI La consapevolezza che nei bambini della scuola dell infanzia sia necessario diffondere la

Dettagli

Bartolomea e il basilisco del Duomo C'era una volta, intorno al 1600, dentro le mura di Modena, una bambina di nome Bartolomea, a cui era morto il

Bartolomea e il basilisco del Duomo C'era una volta, intorno al 1600, dentro le mura di Modena, una bambina di nome Bartolomea, a cui era morto il Bartolomea e il basilisco del Duomo C'era una volta, intorno al 1600, dentro le mura di Modena, una bambina di nome Bartolomea, a cui era morto il padre. La bambina viveva con sua madre, Maria, in via

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE SCUOLA DELL INFANZIA

CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE SCUOLA DELL INFANZIA CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE SCUOLA DELL INFANZIA OBIETTIVI FORMATIVI TRAGUARDI Educare al piacere del bello e del sentire estetico Stimolare la creatività attraverso lì esplorazione di materiali

Dettagli

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA.

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. (Cfr. Indicazioni nazionali per il curricolo Sc. Infanzia D.P.R. dell 11-02-2010) Il sé e l altro Le grandi domande,

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

CURRICOLO DI ARTE E IMMAGINE Scuola Primaria CLASSE 1^ (MONOENNIO) COMPETENZE CONOSCENZE ABILITÀ

CURRICOLO DI ARTE E IMMAGINE Scuola Primaria CLASSE 1^ (MONOENNIO) COMPETENZE CONOSCENZE ABILITÀ CURRICOLO DI ARTE E IMMAGINE Scuola Primaria CLASSE 1^ (MONOENNIO) COMPETENZE CONOSCENZE ABILITÀ COMPETENZA 1 LEGGERE E COMPRENDERE IMMAGINI DI DIVERSO TIPO - Le relazioni spaziali - Le differenze di forma

Dettagli

CORSI. 1- Addobbi per l ingresso 2- Buste e biglietti 3- Decori per l albero 4- Scatole e sacchetti 5- Decorare la tavola

CORSI. 1- Addobbi per l ingresso 2- Buste e biglietti 3- Decori per l albero 4- Scatole e sacchetti 5- Decorare la tavola CORSI DECORARE IL NATALE La festa più tradizionale e ricca di simboli e usanze, ogni anno riporta con se la voglia di decorare la casa, stare con le persone care, fare doni. Con un occhio al passato e

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

GLI ELEMENTI DELLA VITA TERRA ACQUA ARIA FUOCO

GLI ELEMENTI DELLA VITA TERRA ACQUA ARIA FUOCO (BAMBINI DI 4 ANNI) GLI ELEMENTI DELLA VITA TERRA ACQUA ARIA FUOCO Premessa Acqua, Terra, Fuoco, Aria sono i quattro elementi costitutivi dell ambiente in cui viviamo. Il contatto con la natura concorre

Dettagli

BOX. glam. viaggi. friend. benefits? OUT OF THE. tendenze. rip it, grind it and lick it. with. Young Talents. ce lêhai un. the beauty of south africa

BOX. glam. viaggi. friend. benefits? OUT OF THE. tendenze. rip it, grind it and lick it. with. Young Talents. ce lêhai un. the beauty of south africa Sped. in A.P. - 70% - LO/MI - BIMESTRALE - ANNO 3 - NUMERO 4 - AGO/SETT 2011 - EURO 4 OUT OF THE BOX ce lêhai un friend with benefits? tendenze Young Talents moda estate the beauty of south africa vacanze

Dettagli

LA CASA PIÙ GRANDE DEL MONDO SEI UN TESORO! TERRA, ACQUA E SEMI

LA CASA PIÙ GRANDE DEL MONDO SEI UN TESORO! TERRA, ACQUA E SEMI LA CASA PIÙ GRANDE DEL MONDO Dai disegni dei bambini e dal loro concetto di casa, spazio vissuto o luogo magico, inizia l esplorazione del palazzo che, così importante per dimensioni e storia, è stato

Dettagli

LA COSTRUZIONE DELLA CATTEDRALE

LA COSTRUZIONE DELLA CATTEDRALE LA COSTRUZIONE DELLA CATTEDRALE I blocchi di pietra calcarea destinati alla costruzione degli archi,venivano tagliati con precisione e uniti con la malta (calce,sabbia,acqua). Una volta che gli archi si

Dettagli

Programmazione di religione cattolica

Programmazione di religione cattolica Programmazione di religione cattolica Istituto Comprensivo P. Gobetti Trezzano sul Naviglio Anno Scolastico 2012/2013 INSEGNANTE: Franca M. CAIATI Obiettivi specifici di Apprendimento Questi obiettivi

Dettagli

Giovani poeti crescono.

Giovani poeti crescono. Giovani poeti crescono. L amicizia Passa un aereo Passa un treno Ma cosa si portano sul loro sentiero? E un qualcosa di luminoso Sarà la notte che fugge via o forse solo la vita mia?. Ora ho capito che

Dettagli

Curricolo di Religione Cattolica

Curricolo di Religione Cattolica Curricolo di Religione Cattolica Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria - L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù

Dettagli

Scuola Gianni Rodari Classe II Porto Sant Elpidio Docente Sabrina Gobbi

Scuola Gianni Rodari Classe II Porto Sant Elpidio Docente Sabrina Gobbi Scuola Gianni Rodari Classe II Porto Sant Elpidio Docente Sabrina Gobbi 1 MAPPA CONCETTUALE TRIBÙ insieme di CLAN insieme di FAMIGLIE GRUPPO organizzato variabile nel TEMPO SPAZIO generato da BISOGNO di

Dettagli

Spazio Be.Bi. 5 Libera Tutti Via Laurentina, 748 Roma-XII Municipio. Il nostro cesto

Spazio Be.Bi. 5 Libera Tutti Via Laurentina, 748 Roma-XII Municipio. Il nostro cesto Spazio Be.Bi. 5 Libera Tutti Via Laurentina, 748 Roma-XII Municipio Il nostro cesto Lo Spazio Be.Bi. 5 Libera Tutti, nato nel 2004, si trova a Roma-Municipio XII, in Via Laurentina, 748 ed è un servizio

Dettagli

Si parla molto oggi di quanti preferiscono

Si parla molto oggi di quanti preferiscono COPERTINA Natale: una grata dipendenza da Cristo Il messaggio per i lettori di 30Giorni di sua grazia Rowan Williams, arcivescovo di Canterbury Si parla molto oggi di quanti preferiscono spiritualità a

Dettagli

Inoltre esposizione di pezzi unici realizzati per il Concorso premio Jacopo da Trezzo 2015 dal titolo La magia delle pietre, doni della Terra

Inoltre esposizione di pezzi unici realizzati per il Concorso premio Jacopo da Trezzo 2015 dal titolo La magia delle pietre, doni della Terra Con il Patrocinio di Con il Patrocinio di Un evento Evento promosso da Organizzazione e comunicazione con Con il Patrocinio di I Maestri del Gioiello presentano nel centro di Milano le nuove collezioni

Dettagli

Cresco.. con Gesù!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Percorso di educazione alla religione cattolica Anno 2010/2011

Cresco.. con Gesù!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Percorso di educazione alla religione cattolica Anno 2010/2011 Cresco.. con Gesù!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Percorso di educazione alla religione cattolica Anno 2010/2011 1 Unità di apprendimento: La creazione del mondo Motivazione Aiutare

Dettagli

Settore Metalli Allegato A Metalli preziosi parte prima

Settore Metalli Allegato A Metalli preziosi parte prima ROMA ARTE ECCELSA Settore Metalli Allegato A Metalli preziosi parte prima SEZIONE RELATIVA ALL AZIENDA MP1A - L AZIENDA FA PARTE DI CONSORZI DI IMPRESE? SI NO MP1B - SE SI, DI QUALE CONSORZI FA PARTE?

Dettagli

I sogni dipinti del duca

I sogni dipinti del duca I sogni dipinti del duca sii depinta tutta a zigli nel campo celestro, mettendo de le stelle tra l uno ziglio e l altro Lo stesso Duca Galeazzo Maria indicava i motivi delle decorazioni delle sale della

Dettagli

Istituto Comprensivo Gandhi as 2014-15 Curricolo ARTE E IMMAGINE Scuola Infanzia Campo di esperienza: Immagini, suoni e colori

Istituto Comprensivo Gandhi as 2014-15 Curricolo ARTE E IMMAGINE Scuola Infanzia Campo di esperienza: Immagini, suoni e colori Istituto Comprensivo Gandhi as 2014-15 Curricolo ARTE E IMMAGINE Scuola Infanzia Campo di esperienza: Immagini, suoni e colori TRAGUARDI DI COMPETENZA Comunicare, esprimere emozioni, raccontare, utilizzando

Dettagli

L uso di imbalsamare i corpi fu probabilmente suggerito agli antichi Egizi dall osservazione di un fenomeno naturale: i morti, sepolti

L uso di imbalsamare i corpi fu probabilmente suggerito agli antichi Egizi dall osservazione di un fenomeno naturale: i morti, sepolti La mummificazione o imbalsamazione è il metodo con cui gli antichi Egizi conservavano i corpi dei defunti, preservandoli dalla decomposizione. Questo risultato era particolarmente importante perché, secondo

Dettagli

Gioielli per ogni occasione

Gioielli per ogni occasione GUIDA REGALO Gioielli per ogni occasione I gioielli di una donna sono generalmente gli oggetti di maggior valore economico che possiede e spesso anche i più cari dal punto di vista affettivo. Oggi sul

Dettagli

Guida Regalo. Gioielli per ogni occasione

Guida Regalo. Gioielli per ogni occasione Guida Regalo Gioielli per ogni occasione I gioielli di una donna sono generalmente gli oggetti di maggior valore economico che possiede e spesso anche i più cari dal punto di vista affettivo. Oggi sul

Dettagli

SCHEDA DIDATTICA LE LACRIME DEL PRINCIPE. La trama

SCHEDA DIDATTICA LE LACRIME DEL PRINCIPE. La trama SCHEDA DIDATTICA LE LACRIME DEL PRINCIPE La trama C è una regista teatrale che vuole mettere in scena la storia di una principessa che viveva tanto tempo fa in un regno bianco, grigio e nero. Ma in scena,

Dettagli

La numismatica (dal latino numisma, a sua volta dal greco: νόμισμα - nomisma - cioè moneta) è lo studio scientifico della moneta e della sua storia,

La numismatica (dal latino numisma, a sua volta dal greco: νόμισμα - nomisma - cioè moneta) è lo studio scientifico della moneta e della sua storia, La numismatica (dal latino numisma, a sua volta dal greco: νόμισμα - nomisma - cioè moneta) è lo studio scientifico della moneta e della sua storia, in tutte le sue varie forme, dal punto di vista storico,

Dettagli

Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado

Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI di Castelfranco Emilia Mo Via Guglielmo Marconi, 1 Tel 059 926254 - fax 059 926148 email: MOIC825001@istruzione.it Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado Anno

Dettagli

www.pieropolidoro.it Interpretazione e cooperazione nei testi visivi

www.pieropolidoro.it Interpretazione e cooperazione nei testi visivi www.pieropolidoro.it Interpretazione e cooperazione nei testi visivi Come rappresentare le azioni Ruggero Eugeni identifica tre modi in cui è possibile rappresentare un movimento o un azione: 1) movimento

Dettagli

LA ROSA DEI SETTE DESIDERI

LA ROSA DEI SETTE DESIDERI Carlo Scataglini LA ROSA DEI SETTE DESIDERI Il mio quaderno degli esercizi SERIE BLU Prime letture: fino a 1000 parole Erickson Indice 7 Introduzione 11 PRIMA SEZIONE Ecco i personaggi della storia 15

Dettagli

Ins.te Barbara Infante

Ins.te Barbara Infante PROGRAMMAZIONE PER L INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA - Scuola dell infanzia - I.C.S. Via dei Garofani Triennio 2014/15-2015/16-2016/17 Ins.te Barbara Infante - ANNI 3 - OBIETTIVI SPECIFICI D APPRENDIMENTO

Dettagli

33 poesie. una dedicata al calcio e una alla donna

33 poesie. una dedicata al calcio e una alla donna 33 poesie una dedicata al calcio e una alla donna Salvatore Giuseppe Truglio 33 POESIE una dedicata al calcio e una alla donna www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Salvatore Giuseppe Truglio Tutti

Dettagli

Lezione 1 Identificazione dei bisogni della persona

Lezione 1 Identificazione dei bisogni della persona Corso di Formazione per Operatore Socio-Sanitario Complesso Integrato Columbus- Anno 2014 Lezione 1 Identificazione dei bisogni della persona Docenti: Claudia Onofri Ivana Palumbieri Concetto di persona

Dettagli

Luisa Signorelli offre le risposte alle lettere che arrivano in redazione.

Luisa Signorelli offre le risposte alle lettere che arrivano in redazione. Lettere alla redazione In questa pagina Luisa Signorelli offre le risposte alle lettere che arrivano in redazione. Se avete qualche domanda o qualche dubbio sul mondo della danza scrivete a danza classica@danzaclassica.net

Dettagli

L ERBOLARIO. Fiori scuri

L ERBOLARIO. Fiori scuri L ERBOLARIO Fiori scuri FIORICHIARI. FIORISCURI. FIORI PER LA PELLE. I profumi, le fragranze, rappresentano per tutti noi un intero universo di sensazioni. È facile infatti che ci capiti di associare e

Dettagli

I quaderni del Giardino dei Ciliegi

I quaderni del Giardino dei Ciliegi I quaderni del Giardino dei Ciliegi Come fare un bo Introduzione Quello che è raccolto in queste poche pagine è il frutto di un lavoro spontaneo, nato da diverse passioni che coltivo da diversi anni. Volevo

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

le gite della giranimando

le gite della giranimando NUOVE GITE dal 2000 attivita' di animazione e ambiente per le scuole GIRANIMANDO C GIRANIMANDO C VIA UMBERTO I, 63 10020 PECETTO TORINESE TEL/FAX 011.860.98.82 WWW.GIRANIMANDO.COM INFO@GIRANIMANDO.COM

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO L alunno riflette su Dio Padre e si confronta con l esperienza religiosa. Cogliere nel proprio nome un mondo di potenzialità, dono di Dio Padre. Prendere coscienza

Dettagli

A proposito di sogni

A proposito di sogni A proposito di sogni Nel V libro delle Metamorfosi Apuleio descrive con ricchezza di particolari il meraviglioso palazzo divino, costruito in oro e pietre preziose, nel quale Psiche è magicamente trasportata

Dettagli

Nell esempio riportato qui sopra è visibile la sfocatura intenzionale di una sola parte della foto

Nell esempio riportato qui sopra è visibile la sfocatura intenzionale di una sola parte della foto LE MASCHERE DI LIVELLO Provo a buttare giù un piccolo tutorial sulle maschere di livello, in quanto molti di voi mi hanno chiesto di poter avere qualche appunto scritto su di esse. Innanzitutto, cosa sono

Dettagli

Medina e In Bloom: dai sapori mediorientali ai motivi floreali Ecco le nuove tendenze P/E 2014 proposte da Leroy Merlin

Medina e In Bloom: dai sapori mediorientali ai motivi floreali Ecco le nuove tendenze P/E 2014 proposte da Leroy Merlin Medina e In Bloom: dai sapori mediorientali ai motivi floreali Ecco le nuove tendenze P/E 2014 proposte da Leroy Merlin Milano, 26 marzo 2014 La casa ideale è quella che rispecchia la personalità dei suoi

Dettagli