5. il concetto di tridosha

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "5. il concetto di tridosha"

Transcript

1 5. il concetto di tridosha I-e loc: nno desc Secondo I'Ayurveda, il corpo umano è composto da tre elementi fondamentali chiamati dosha, dathu e mala.i dosha regolano le attività fisico-chimiche e fisiologiche dell'organismo, mentre i dathu entrano nella formazione della struttura basilare delle cellule del corpo dove esplicano delle attività specifiche. I mala sono le sostanze parzialmenteutilizzate dall'organismo e in parte eliminate in forma modificata dopo lo svolgimento delle loro funzioni fisiologiche. Questi tre elementi si trovano in equilibrio dinamico, gli uni rispetto agli altri, per mantenere lo stato di salute. Ogni squilibrio della loro preponderanza nel corpo è causa di malattia e di decadenza. Come abbiamo già detto, nell'organismo ci sono tre dosha che governano le funzioni fisico-chimiche e fisiologiche: essi sono vayu, pitta e l<npha. Questi dosha a loro volta sono composti di mahabhuta.nellacomposizione dei dosha sono presenti tutti e cinqu e i mahabhuta.tuttavia, nel dosha vayu sono predominanti I'ckasha e il vayu-mahabhuta, nel pitta prevale l'agni-mahabhuta e il kapha è costituito in forma primaria dai mahabhuta jala e prithvi. La dottrina dei dosha costituisce una parte importante dell'ayurveda poiché questi formano la base per il mantenimento di una buona salute, per la diagnosi e per il trattamento delle malattie. La comprensione corretta di questa dottrina è quindi essenziale per capire e apprezzare adeguatamente la teoria e la pratica dell'ayurveda. Quando i dosha si trovano in uno stato normale, essi sostengono il corpo, mentre ogni disturbo del loro equilibrio è causa di patologia e di decadenza. Itre dosha pervadono I'intero organismo. Ci sono tuttavia alcuni elementi o organi del corpo dove essi hanno una sede primaria. Le sedi primarie del vayu sono la vescica urinaria, gli intestini, la regione pelvica, le cosce, le gambe e le ossa. Le sedi primarie del pitta sono il sudore, la linfa, il sangue, lo stomaco. Le sedi di kapha invece sono il torace, la testa, il collo, le articolazioni, la parte superiore dello stomaco e il tessuto adiposo. Ciascun dosha è a sua volta suddiviso in cinque tipi. Queste cinque suddivisioni costituiscono sòlamente cinque aspetti diversi dello stesso dosha e non sono cinque diverse entità nel corpo. 46,r*

2 l*localizzazioni e le funzioni di tali suddivisioni di vayu, pitta e kapha verrrnn g fl ssslitte successivamente. C-ondizioni dei dosha nelle diverse stagioni rti fondamentali :himiche e fisioella struttura ba- :he. I mala sono lte in forma moti tre elementi si enere lo stato di r di malattia e di osha che gover- : e kapha. Questi t dei dosha sono redominanti l'ail kapha è costiyurveda poiché rcr la diagnosi e lottrina è quindi atica dell'ayurngono il corpo, ecadenza. :uni elementi o e del vayz sono lmbe e le ossa. raco. Le sedi di superiore dello r in cinque tipi. ti diversi dello Durante le stagioni dell'anno i dosha subiscono alcuni cambiamenti: ad esempio rsrz si aggrava in estate tra giugno e agosto, fino alla fine dell'estate. Pitta si ag- _:rava in autunno tra ottobre e dicembre, mentre kapha si aggrava in primavera, ra febbraio e aprile. Se non si prendono delle misure precauzionali nelle diverse ragioni,le persone si espongono ad alcune malattie causate da questi dosha.le gecauzioni da prendere in queste stagioni verranno descritte successivamente. Perpromuovere la salute e prevenire la manifestazione delle malattie, i testi clasii dell'ayurveda suggeriscono clisteri medicati alla fine dell'estate, purghe in aumno ed emesi in primavera. faori responsabili dell'alterazione dei do sha lbra si aggrava a causa dei seguenti fattori: soppressione di bisogni fisiologici, rssunzione di cibo prima che il pasto precedente sia stato digerito, rimanere rrqli a lungo la notte, parlare a voce alta, eccesso di esercizio fisico oltre le propr capacità, esposizione a scosse quando si fa un lungo viaggio su un veicolo, assunzione di cibi dal sapore piccante, amaro o astringente, assunzione di frutta GùczL preoccupazioni eccessive, indulgere nell' attività sessuale, paura, digiuno, hddo o dispiaceri. Inoltre vata si aggrava naturalmente all'inizio della stagione GIe piogge. Pina si aggrava con I'assunzione eccessiva di cibi dal sapore piccante e aspro, con le preparazioni alcoliche e le sostanze salate o eccessivamente calde, vidhai ifse che causano una sensazione di bruciore), oppure con I'assunzione di cibi acuti. lki fattori responsabili dell'aggravamento di pitta sono la rabbia, l'eccessiva esporiziooe al sole e al fuoco, la paura, la fatica, l'assunzione di vegetali secchi e so-,gri7e alcaline. Anche l'indigestione e l'irregolarità nell'assunzione dei pasti aglerbano pitta. Pitta si aggrava normalmente durante I'autunno. Kapha si aggrava se si dorme durante il giorno, se si mangiano sostanze dolci, hirl. pesce, carne, alimenti pesanti, sostanze viscide, preparazioni a base di sere. zucchero di canna, latte, sostanze untuose, con l'assunzione di cibo anche 1ndo si è sazi e di alimenti e bevande contenenti sale e acqua in eccesso e dum la stagione primaverile. 47

3 oo ',,;] DOSHA LOCALIZZAZIONE FUN,T'NE N,RMALE I 't;'à?1"+rh,tiu (N UAYa l. Prana Cuore Respirazione e deglutizione del cibo Singhiozzo, bronchite, asma, raffreddore, raucedine 2. Udana Gola Il parlare e la voce Malattie varie degli occhi, delle orecchie, del naso e della gola 3. Samana Stomaco e intestino tenue Aiuta I'azione degli enzimi digestivi, l'assimilazione dei prodotti finali della digestione e la loro separazione nei vari elementi tessutali Indigestione, diarrea e cattiv a assimilazione 4. Apana Colon e organi Pelvici Eliminazione di feci, urine, seme, sangue mestruale Disturbi della vescica, dell'ano, dei testicoli e disturbi ostinati delle vie urinaria incluso il diabete 5. YJtana Cuore Aiuta il funzionamento dei canali di circolazione come i vasi sanguigni Disturbi circolatori, e malattie come febbre e diarrea rllt l'll I I I l',t, lt,tl,t Slutttttr o r' tttlcslllttt lr'ttttt' I )ilicsliorrc lntligcst iorrc.t ltttttlttktt It'1Ìitlo, tnilzit r: sloltìitco l'rlrnurzionc tlcl sanguc Ancrnia, ittcro ecc.

4 I \o ;,m Aiuta il funzionamento dei canali di circolazione come i vasi sanguigni febbre e diarrea --l i talt l'l l l,l l. l'ttr'ltttfut 2. Ranjaka Slorrrirco r: ittlcsl itto lt'ttttc Fegato, mllzae stomaco I )igcstiotrc Formazione del sangue lrttligcstionc I --l Anemia, ittero ecc. i 13. Sadhaka Cuore Memoria e altre funzioni mentali Disturbi psichici +.,qjoroko Occhi Vista 5. Bhrajaka Pelle Colorazione e radiosità della pelle Leucoderma e altre malattie della pelle (C) KAPHA I. Kledaka Stomaco Umidifica il cibo e aiuta nella digestione Disturbi della digestione 2. Avalambaka Cuore Energia negli arti Pignzia 3. Bodhaka Lingua Percezione del gusto Alterazione del gusto 4. Thrpaka Cuore Nutrimento degli organi di senso Perdita della memoria e disturbi delle funzioni degli organi di senso 5. Sleshaka Articolazioni Lubrifi cazione delle giunture Dolori articolari, alterazione delle funzioni articolari,rl I

5 Segni e sintomi dell'aggravamento deidosha I.laggravamento di vayu causaruvidità, contrazione, dolori perforanti, coliche, decoloiàzione cutanea, malessere, movimenti anomali degli arti, fratture, insensibilità, sensazione di freddo, secchezza ed emaciazione. L aggravamento di pitta generaaffaticamento, sudorazione, sensazione di bruciore, -pìgmentazione della pelle, odori sgradevoli, visco-sità, suppurazione, rabbia,'liiguaggio incoeiente, svenimenti e vertigini. Inoltre il pitta è il principale responsabile della colorazione giallastra del corpo' -L'aggruru-ento di kapha si manifesta con il pallore, il freddo, la pesantezza, il pruriiò, l'untuosità, upadeha (escrezioni appiccicose emesse dai diversi orifizi deì corpo), stimitatva (sènsazione soggettiva come se il corpo fosse coperto da un panno ùagnato), lepa (sensazione soggettiva come se del materiale estraneo fosse àd.r"ntr àt corpo;, gonfiori, la sudorazione eccessiva e cirakriya (rallentamento delle azioni o dei riflessi). Si può al ftlra è allevi kriato da sc FùSSono tratr llalsttie c, ln linea g lhldtie ca Cura dei disturbi causati dall'aggrayamento dei dosha Alleviano vata:bevande, diete, regimi e medicine che siano per loro caratteristica untuosi, caldi, stabili, afrodisiaci, promotori della forza fisica, oppure che abbiano un sapore salato, dolce o aspro, inoltre gli oli, I'esposizione al sole, i bagni' i massaggi, iilisteri, la terapia inalatoria, il sonno ristoratore, l'applicazione di unguenti caldi. -A1eviano p itta: bevande, alimenti e medicine dal sapore amaro, dolce e astringente, il vento freddo, l'ombra, la notte, l'acqua, i raggi della luna, soggiornare in iuoghi sotterranei,le fontane, il loto, il ghee,l'abbraccio di corpi femminili, il latte, la purga, l'aspersione di acqua, i salassi, gli unguenti ^All-eviano tap ha: alimeiti, bevande e medicine dalla consistenza ruvida, alcalina, astringenté, amara e piccante, I'esercizio fisico, la terapia di eliminazione tramite lo sputo, I'indulgere in pratiche sessuali, il camminare, la lotta, il rimanere svegli ia notte, i gioihi acquatici, il padagahta (l'esercitare una pressione su differentl parti del cotpo con i piedi), fumare, l'esposizione al-caldo e ai raggi del sole, starnutire, la terapia emetiòa, la fomentazione, upanaha (l'applicazione di unguenti caldi). Terapie di eliminazione per la correzione dei dosha aggravati per la correzione di knphaaggravato viene indicata la terapia con emetici e quella inalatoria; la purga inveòe in òàso di disturbi causati da pitta; la terapia di eliminazione attravèrsò ctsteri in caso di vata aggravato e l'unione di più terapie quando sussiste una malattia causata da una combinazione di più dosha' 50

6 Si può alleviare vayuingerendo cibi e bevande aspri, salati, oleosi e dolci. Pitta è alleviato da sostanze dolci, amare, astringenti e fredde. Kapha infine è alleviato da sostanze amare, piccanti, ruvide, astringenti e acute. In questo modo si possono trattare con l'alimentazione le malattie causate dai dosha. Malattie causate dai dosha In linea generale le patologie causate da questi tre dosha sono le seguenti: Llalattie causate da vayu l\ Nakhabheda (unghie che si spezzano)?) Vpadika (screpolature dei piedi) 3) Padasula (dolore dei piedi) 4'1 P adabhrams a (piedi penzolanti) 5) Padasuptala (insensibilità del piede) 6) Vatakhuddata (piede equino) 7) Gulpahagraha (caviglie rigide) 8) Pindikodvestana (crampi ai polpacci) 9) Grdhrasi (sciatica) lo) Janubheda (ginocchio varo) ll) Januvislesa (ginocchio valgo) D) Urustambha (rigidità delle cosce) 13) Urusada (dolori alle cosce) H) P an gulya (paraplegia) 15) Gudubhrams a (prolasso rettale) ) Gudarti (tenesmo) l7l Vrsanaksepa (dolori scrotali) It) Sephastambha (igidità del pene) El Yanks ananaha (tensione inguinale) fr) Srcnibheda (doloi della zona pelvica) 7l)Vdbheda (diarrea) 7t) Udavartà (disturbi della peristalsi) 8) Khanjana (zoppia) 2{) Kubjana (cifosi) É)Vonanarua (nanismo) fr) Trikagraha (artite delle articolazioni sacro-iliache) 7l Prsthagraha (ngidità della schiena) E) Parsvavamarda (dolori del petto) 7lI) Udaravesta (dolori addominali lancinanti) Jt H nunoha (bradicardia) 51

7 3 l) H rddrava (tachicmdia) 32) Vaksa-udgharsa (dolori da irritazione nel petto) 33) Vaksa-uparodha (movimenti inegolari del torace) 34) Vaksastoda (fittè al torace) 35) Bahusosa (atrofia del braccio) 36) Grivastambha (igidità del collo) 37 ) M any as t ambha (torcicollo) 38) Kanthoddhvamsa (voce roca) 39) Hanubheda (dolori della mascella) 40) Osthabheda (dolori alle labbra) 4l) Aksibheda (dolon oculari) 42) Danthabheda (mal di denti) 43) Dantasaithilya (denti che ballano) 44) Muka»a (afasia) 45) Vaks anga (balbuzie) 46) Kasayasyata (sapore astringente in bocca) 47) Mukhasosa (secchezza della bocca) 48) Aras aj nat a (ageusia) 49) Ghrananasa (anosmia) 50) Karnasula (mal d'orecchio) 5l) Asabdasravana (ronzio nelle orecchie) 52) U c caihsruti (diffrcoltà uditiva) 53) Badhirya (sordità) 54) Vartmastambha (ptosi della palpebra) 5 5) Vartmas anko c a (entropion) 56) Timira (cataratta) 57) Aksisula (dolori pizzicanti agli occhi) 58) Aksivyudasa (ptosi del globo oculare) 59) Sankhabheda (dolori della regione temporale) 60) Bhruvyudasa (ptosi del sopracciglio) 6l) Inlatabheda (dolore della regione frontale) 62) Siroruk (mal di testa) 63) K e s ab humi s phut ana (forfora) 64) Ardita (paralisi facciale) 65) Ekan g aro g a (monoplegia) 66) S arv an garo I a (poliplegia) 67 ) P aks av adha (emiplegia) 68) Aksepaka (convulsioni cloniche) 69) Dandaka (convulsioni toniche) 70) Tama (svenimento) 7l) Bhrama (vertigini) 72) Vapathu (tremori) 73) Jrmbha (sbadigli) Sicc 52

8 -: Hikka(singhiozzo) -: llsada (astenia) - :.\nt ip ralapa (delirio) -- Rauksa-parusya (secchezza e durezza) - : Svavarunavabhasata (colorito rosso-brunastro) - :.\svapna (insonnia) :-.{nasvashitacittatva (instabilità mentale) llalattie causate da pitta '- Osa (calore) ) F!osa (sensazione di estremo bruciore esterno) : Daha (bruciore) : Davathu (bollore) I Dlruntaka (sensazione di esalare vapore) : -l,nlaka (eruttazioni acide) - ',idaha (sensazione di bruciore al torace) Antardaha (sensazione di bruciore nel corpo) Amsadaha (sensazione di bruciore sulle spalle) L-smadhilcya (temperatura corporea eccessiva) Ati sv e da (sudore eccessivo) '.lngagandha (odore fetido del corpo) 3 -lngavardarzc (dolore lacerante al corpo) ) *atta*teda (ispessimento del sangue) )Xamsakleda (grasso che fuoriesce dal muscolo) )Twgdaha (sensazione di bruciore della pelle) lj Tvagavardana (screpolature della pelle) )Carmadalana (pruito della pelle) a Doba ko s t ha lorticaria) I hlo av i s ph ot a (v escicole rosse) )khapitta Bobamandal a (pustole I ) furitatva (colorito verdastro) orito gi a,astro) ffi; t::(cor fffiri:'.-""3 )fuasyara (tendenza a emorragie) (sapore amaro in bocca) )tohitagandhasyata (odore di sangue dalla bocca) ) Ibinukhara (odore fetido dell' alito) SffitH:*:;fffi:ì"""' 53

9 33) Asy av ipaka (stomatite) 34) Galapaka (faringite) 35) Aks ip aka (congiuntivite) 36) Gudapaka (proctite) 37) Medhrapaka (infiammazione del pene) 38) Jivadana (emorragia) 39) Tamahp rav e s a (svenimento) 40) Haritaharidra-neta-mutra-varcastva(colorazione giallastra o verdastra di occhi, urine e feci) M alattie c sus ate da kaplaa l) Trpti (anoressia nervosa) 2) Tandra (torpore) 3) Nidradhikya (sonno eccessivo) 4) Staimitya (timidezza) 5) Gurugatrata (pesantezza del corpo) 6) Alasya (pigrizia) 7) Mukhamadhurya (sapore dolce in bocca) 8) M ukhasraua (salivazione) 9) Slesmadgirana (espettorazione di muco) I0) Maladhikya (eccessiva emissione di escreati) Il) Balasada (perdita della forza) 12) Apakti (indigestione) 13) Hrdayopalepa (ftemma aderente nella vicinanza del cuore) 14) Kanthopalepa (ftemma aderente in gola) 15) Dhamanipraticaya (ispessimento dei vasi sanguigni) 16) Galaganda (gozzo) l7) Atisthaulyc (obesità) 18) Sitagnirua (soppressione del potere digestivo) 19) Udarda (orticaria) 20) Svetavabhasatae sveta-rnutra-netra-varcasfua (pallore ebiatchezzadelle urine, occhi e feci) 54

10 6. Il concetto di datha :a di occhi, Celle urine, ell'ayurveda i tessuti principali che compongono il corpo sono chiamati dathu. I umine dathu etimologicamente significa "ciò che sostiene il corpo o ciò che wa nellaformazione della struttura di base dell'intero organismo". q!èsd dothu sono sette di numero e sono: ìasa, o il chilo, compresa la linfa ìaba, o la frazione di pmoglobina del sangue Yonsa, o il tessuto muscolare Yedas, o il tessuto adiposo llrrài, o il tessuto osseo lajja, o il midollo osseo saba,lo sperma nel maschio e l'ovulo nella femmina Questi sette dathu sono composti dai cinque mahabhuta.il prithvi-mahabhuta pjomina nella composizione del tessuto muscolare e adiposo. Il jala-mahaboa predomina nella linfa e nel chilo. la frazione di emoglobina del sangue è principalmente costituita dal tejas-ma- Y*ata.Il tessuto osseo è composto dalvayu-mahabhuta, mentre le porosità del- [msr: sono dominate dall'akasha-mahabhuta. Desidero nuovamente sottolineare ù i sette dathu sono composti da tutti e cinque i mahabhuta ma sono solo quelli ù prevalgono a essere menzionati. I dathu rimangono nella composizione del rgo umano secondo una specifica proporzione e qualsiasi variazione nel loro equi- Irir provoca malattia e decadenza. I disrurbi causati dai dathu viziati sono elencati qui di seguito: I 55

11 Malattie dovute all'aggravamento dei diversi dathu DATHU MALATTIE Rasa Rakta Mamsa Medas Asthi as raddha (anoressia), aruc i (disgusto), asyav airasy a (cattivo sapore in bocc a), a r a s aj nat a (ageusia), hrll a s a (nausea), aiurav a (pesantezza), tandra (torpore), angamarda (dolori del corpo),7vara (febbre), tamas (svenimento), pandutva (pallore), sroto roda (ostruzione dei canali), klaybya (impotenza), sada (astenia), rsangata (deterioramento fisico), a gnin as a (perdita della capacità di gestiva), ay at hakal a -v ali (rughe precoci) e ay athakala-val-p ality i (incanutimento precoce dei capelli). kustha (malattie della pelle), visarpa (erisipela), pidaka (brufoli), raktapitta (emorragia dai diversi canali del corpo), asrgdara (menorragia), medhrapaka (infiammazione del nervo pudendo), asyapaka (stomatite), pliha (ingrossamento della milza), gulma (tumore fantasma), vidradhi (ascesso), nilika (neo bht), kamala (ittero), vyanga (lentiggini), piplu (macchia cutanea rosso bordeaux), tilakalaka (neo nero), dadru (tigna), carmadala (un tipo di patologia cutanea), svitra (leucoderma), pama (scabbia), kotha (rash cutanei), asramandala (macchie rosse cutanee di forma circolare). adhimamsa (granuloma), arbuda (tumore), kila (veruche), galasaluka (malattia dell' orofaringe), gal as undika (tonsillite), putimams a (cancrena), alaji (un tipo di patologia cutanea), ganda (gozzo), gandamala (adenite cervicale) e upajihvika (uvulite). kesa-jatilibhava (opacità dei capelli), asyamadhurya (sapore dolce in bocca), karapadadalza (sensazione di bruciore di mani epiedi),mukhasosa (secchezza della bocca), talusosa (secchezza del palato), kanthasosa (secchezza della gola), pipasa (sete), alasya (oziosità), tayamala (aumento delle sostanze di scarto del corpo), kayachidra-upadheha (aumento degli escreati dai vari orifizi corporei), angadha (sensazione di bruciore del corpo), angasuptata (insensibilità del corpo). adhyasthi (ipertrofia ossea), adhidanta (ipertrofia dei denti), dantabheda (mal di denti), dantasula (dolori lancinanti dei denti), asthibeda (dolori ossei), asthisula (dolori ossei lancinanti), vivaranata (pallore), kesaloma e smasrudosha (condizioni patologiche dei diversi tipi di capelli) enakhadosha (condizioni patologiche delle unghie). 56

12 t.i), rakrragia), stoma-.asma), ffi sapore ttezza),, tamas :anali), fisico), ;he preelli). parvaruk (dolori delle articolazioni delle dita), bhrama (vertigini), murccha (svenimenti), tamas (perdita di coscienza) e sthulamula-parvaja arumsièa (ascesso profondo delle giunture delle dita). klaiby a (sterilità), ahars ana (impotenza), ro gi-p raj anana (generare progenie ammalata), kliba-prajanana (generare progenie impotente), alpayu-prajanana (generare un figlio con vita breve), dirupapraj anana (generare progenie deforme)..lentigl nero), z (leur (mac- Talasamamsa ), gan- : dolce.i),mut), kanà), kaa-upaa (sen- :orpo). antab- asthi- 'a (pal- :rsi tipi ). 57

13 7. Il concetto di mala Feci, urine e sudore: questi sono i tre mala più importanti' Essi sono i prodotti di rifiuto del corpo e la loro corretta eliminazione è essenziale per il mantenimento della salute delf individuo. Le feci non sono solo il prodotto di scarto proveniente dal cibo assunto, come si pensa comunemente, ma contengono anche sostanze eliminate dalle cellule dei tessuti del corpo. Una adeguata evacuazione delle feci è dunque essenziale per mantenere le cellule dei tessuti nel loro stato di salute migliore. Se I'evacuazione è insufficente, le persone sono più soggette a malattie non solo nel tratto gastro-intestinale, ma anche in altre parti del corpo. Nelle malattie come la lombalgia, i reumatismi, la sciatica, la paralisi, la bronchite e l'asma, bisogna prendere le precauzioni necessarie per assicurare l'adeguata evacuazione deùe féci prima di iniziare un qualsiasi trattamento ayurvedico. Quando I'evacuazione non è adeguata si creano le condizioni favorevoli per 1o sviluppo di diversi vermi intestinali e questo, a sua volta, impedisce la crescita di batteri amici nel colon i quali normalmente aiutano nella sintesi delle sostanze utili al- I'organismo. Ùurina è un altro prodotto di scarto attraverso il quale molte sostanze di rifiuto dell'organismo vengono eliminate. Anche se un'eliminazione eccessiva di urina viene ipe..o considerata una condizione patologica, l'ayurveda consiglia sempre di assumere adeguate quantità di acqua, sia durante la stagione estiva che invernale, per assicurare una frequenza urinaria di almeno sei volte al giorno. La trasplrazione cutanea, sotto forma di sudore, è essenziale per il mantenimento della salute della pelle stessa. Opportuni esercizi fisici, terapie di fomentazione e alcuni rimedi che stimolano la sudorazione, sono utilizzati come forma di eliminazione dei prodotti di scarto. Anche i dathu o elementi tissutali corporei producono mala (prodotti di scarto), durante il processo metabolico. Normalmente feci, urine e sudore hanno un odore sgradevole ma in alcune circostanze esso diviene intollerabile e questo induce l'individuo ad assumere alcuni rimedi per colreggerne il cattivo odore. 58

14 8. Srota: i canali di circolazione,rodotti lntenito proche sore delle i salute nalattie lle machite e Ita eva- )uando rppo di batteri "rtili ale di ri- ;siva di rnsiglia iva che no. rimento zione e i elimiprodu- rne cir- : alcuni L intero organismo è composto da numerosi canali di circolazione, attraverso i li gli elementi tissutali di base, i dosha e alcuni prodotti di rifiuto, "circolano" r spostano da un punto all'altro del corpo, costantemente e continuamente. Per grantire il corretto svolgimento delle funzioni biologiche, è necessario che tali cadi di circolazione rimangano pervi, in modo che la circolazione venga effettuata -aza alcuna intemrzione. Una delle funzioni più importanti di questi canali è quella - crasportare il nutrimento del cibo dal tratto gastrointestinale e renderlo disponitle agli elementi tissutali di base, aiutandoli in questo modo ad assumere il nutri- Eoto. Questo processo interessa sia i canali più grandi del corpo come il tratto gat-ointestinale, le arterie, le vene, i vasi linfatici e il tratto genito-urinario macroscopici sia i capillari sottili che sono invece microscopici. Tutti questi cer*rli pg5ssno essere classificati nelle seguenti tredici categorie: Pranavaha srota: o canali che trasportano l'aria vitale Qtrana vayu) dall'esterno al flusso del sangue Udakavaha srota: o canali di trasporto dell'acqua (udaka) compresi il plasma e la linfa Annavaha srota: o canali che trasportano gli ingredienti del cibo e delle bevande (anna) Rasavaha sroto: o canali che trasportano il sangue (rasa) Raktavaha srotai o canali di trasporto della frazione emoglobinica del sangue (rakta) Mamsavaha srotai o canali di trasporto dei nutrienti pet i tessuti muscolari (mamsa) Medovaha srota; o canali di trasporto di nutrienti per il tessuto grasso (medas) Asthivaha srotai o canali di trasporto dei nutrienti per il tessuto osseo (asthi) Majjavaha srotai o canali di trasporto dei nutrienti per il midollo osseo (majja) 59

15 8. Srota: i canali di circolazione rganismo è composto da numerosi canali di circolazione, attraverso i mri tissutali di base, i dosha e alcuni prodotti di rifiuto, "circolano" l da un punto all'altro del corpo, costantemente e continuamente. Per rretto svolgimento delle funzioni biologiche, è necessario che tali cabione rimangano pervi, in modo che la circolazione venga effettuata rilierruzione. Una delle funzioni più importanti di questi canali è quella r il nutrimento del cibo dal tratto gastrointestinale e renderlo disponiati dssutali di base, aiutandoli in questo modo ad assumere il nutri- Dlrocesso interessa sia i canali più grandi del corpo come il tratto gala le arterie, le vene, i vasi linfatici e il tratto genito-urinario che rcryici sia i capillari sottili che sono invece microscopici. Tutti questi n essere classificati nelle seguenti tredici categorie: dn. smta; o canali che trasportano I'aria vitale Qtrana vayrz) dall'esterhso del sangue r,ha srota: o canali di trasporto dell'acqua (udaka) compresi il plasma b *, srota: o canali che trasportano gli ingredienti del cibo e delle be- (ùna) ù srota; o canali che trasportano il sangue (rasa) ù srota: o canali di trasporto della frazione emoglobinica del sangue ù wha srota: o canali di trasporto dei nutrienti per i tessuti muscolari o canali di trasporto di nutrienti per il tessuto grasso (medas) : o canali di trasporto dei nutrienti per il tessuto osseo ra: o canali di trasporto dei nutrienti peril midollo osseo (majja) s9

16 10. Sukravaha srotai o canali di trasporto dei nutrienti per lo sperma (sukra) e I'ovulo (rajas): lo sperma e I'ovulo stessi sono trasportati da questi canali 11. Mutravaha srota: o canali di trasporto delle urine (mutra) 12. Purisavaha srota: o canali di trasporto delle feci Qturisa) 13. Svedauaha srotai o canali di trasporto del sudore (sveda) Questi canali di circolazione svolgono un ruolo importante nelf insorgenza delle malattie. Se il movimento, o la circolazione in questi canali, viene bloccato o alterato a causa di fattori esterni o interni, allora si verificherà un accumulo di sostanza in quel particolare canale che altererà il metabolismo del tessuto corrispondente e favorirà I'accumulo di ama (prodotti immaturi o non cotti). Questi prodotti non cotti non soltanto si accumulano in questo specifico canale ma possono anche circolare in tutto il corpo attraverso altri canali che sono invece ancora funzionanti. Inoltre, questi prodotti non cotti, alterano I'attività di altri canali e causano l'insorgenza della malattia. I testi ayurvedici contengono molte prescrizioni e proibizioni per mantenere il movimento e il costante funzionamento di questi canali. Le più importanti raccomandazioni sono: l'assunzione di cibo nel giusto orario, I'evacuazione regolare dei prodotti di rifiuto, la non soppressione delle necessità fisiologiche e 1' esercizio fisico. Srota (canale), sira (vena), dhamani (arteria), rasayani (canale linfatico), rasavahini(capillare), nadi(dotto),pantha(passaggio), marga(tratto), sariracchidra (spazio interno del corpo), samvrtasamvrta (dotto con una estremità chiusa e una aperta), sthana (residenza), asaya (contenitore) e niketa (dimora), sono i nomi che vengono attribuiti ai canali, visibili e non, dei tessuti corporei. L alterazione di questi canali vizia gli elementi tissutali che risiedono in quel luogo o che sono attraversati da essi. I canali viziati e i dathu (elementi tissutali) a loro volta viziano rispettivamente altri canali e altri dhatu.i dosha, cioè vata pitta e kapha, a causa della loro tendenza aviziarc sono responsabili dell'alterazione dei canali e degli elementi tissutali. u ri rd, Icr FI 1 aé É f I? I Cause che viziano gli srota Pranavaha srota (canali che trasportano il respiro vitale), si viziano a causa delle scorie, per la soppressione dei bisogni naturali, per I'eccessiva assunzione di sostanze untuose, se si pratica attività fisica quando si ha fame e a causa di altre abitudini dannose. Udakavaha srota (canali di trasporto dell'acqua), si viziano per esposizione al calore, indigestione, consumo di bevande alcoliche, uso eccessivo di cibi secchi o per sete eccessiva. Annavaha srota (canali di trasporto delle sostanze alimentari), si viziano per I'assunzione fuori orario e in grande quantità di cibo nocivo e per I'alterazione del potere digestivo. 60

17 ra (canali di trasporto del plasma), si viziano per una esagerata aspesante, freddo e troppo untuoso, e anche per preoccupazioni ect stota (canali di trasporto del sangue e in particolare della frazione a), si viziano per l'assunzione di cibi irritanti, untuosi, caldi e lie in eccesso e l'esposizione al sole e al fuoco. u srota (canali che trasportano le componenti del tessuto muscolare), l'assunzione di cibo deliquescente, grossolano e pesante e per l'abiire immediatamente dopo i pasti. I srota (canali che trasportano il tessuto adiposo), si alterano per asizio fisico, per il sonno diurno e l'eccesso di sostanze grasse e di vino. snta (canali che trasportano il tessuto osseo), si viziano a causa di unportano una irritazione eccessiva e uno sfregamento delle ossa, rssnnzione di cibo che altera il vata. tsrota (canali che trasportano le componenti del midollo osseo), si viirciamento, eccessiva liquefazione, traumi e compressioni del miper I' assunzione di alimenti reciprocamente contraddittori. i srota (canali che trasportano lo sperma e I'ovulo), si viziano a rti sessuali effettuati in momenti non opportuni (in assenza di suffiirc), in luoghi non idonei, per soppressione del bisogno sessuale o rindulgenza nella pratica sessuale o anche come risultato di intercloppure per l'applicazione di alcali e cauterizzazione.. stota (canali di trasporto delle urine), si viziano per ingestione di L per rapporti sessuali quando si sente il bisogno di urinare, oppure r soppressione del bisogno di urinare, soprattutto da parte di coloro I malattie debilitanti e consunzione. b srota (canali di trasporto delle feci), si viziano per la soppres- :m di defecare, per l'assunzione di cibo in grandi quantità o di cibo Eminata la digestione del pasto precedente, soprattutto nelle persone r rm potere digestivo debole. jsnota (canali di trasporto del sudore), si viziano per eccessivo esertcessiva esposizione al calore, I'esagerato uso di sostanze fredde o ;uire le corrette prescrizioni, in seguito a rabbia, dolore e paura. riine degli srota e sintomi che si verificano quando questi ahasrota (la cavità centrale o tratto alimentare) sono i luoghi di di controllo) dei canali adibiti al trasporto delpranavayu (il remnifestazioni caratteristiche dell' alterazione di tali canali sono: ghi o troppo brevi, più profondi, superficiali o troppo frequenti, ori e dolore. 6t

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Agosto 2013 Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Dr. Richard A. Bailey, Poultry Health Scientist Sommario Introduzione Flora Intestinale Mantenere in equilibrio la salute intestinale Conclusioni

Dettagli

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani Antibiotici quandosì quandono Lavarsi le mani semplice ma efficace Lavarsi le mani è il modo migliore per arrestare la diffusione delle infezioni respiratorie. L 80% delle più comuni infezioni si diffonde

Dettagli

IL BENESSERE DELLE GAMBE

IL BENESSERE DELLE GAMBE IL BENESSERE DELLE GAMBE Se la circolazione venosa non funziona come dovrebbe, il normale ritorno del sangue dalle zone periferiche del corpo al cuore risulta difficoltoso. Il flusso sanguigno infatti,

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità

Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità Passo numero 1: TESTA LA TUA DIGESTIONE Questo primo breve test ti serve per capire com è adesso la tua digestione, se è ancora buona ed efficiente

Dettagli

Cos'è esattamente la gelatina

Cos'è esattamente la gelatina Cos'è esattamente la gelatina LA GELATINA È PURA E NATURALE La gelatina attualmente in commercio viene prodotta in moderni stabilimenti operanti in conformità ai più rigorosi standard di igiene e sicurezza.

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE!

SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE! SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE! Perché si inizia a fumare Tutti sanno che fumare fa male. Eppure, milioni di persone nel mondo accendono, in ogni istante, una sigaretta! Non se ne conoscono

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

COS E LA BRONCOSCOPIA

COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA La broncoscopia è un esame con cui è possibile osservare direttamente le vie aeree, cioè laringe, trachea e bronchi, attraverso uno strumento, detto fibrobroncoscopio,

Dettagli

Effetti dell incendio sull uomo

Effetti dell incendio sull uomo Effetti dell incendio sull uomo ANOSSIA (a causa della riduzione del tasso di ossigeno nell aria) AZIONE TOSSICA DEI FUMI RIDUZIONE DELLA VISIBILITÀ AZIONE TERMICA Essi sono determinati dai prodotti della

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL Barrare la risposta corretta A cura della Dott.ssa Cristina Cerbini Febbraio 2006

Dettagli

Categoria Numero di partenza Posizione Sam 3

Categoria Numero di partenza Posizione Sam 3 Compito Categoria Numero di partenza Posizione Tempo: 10 minuti Leggere attentamente il questionario allegato. Rispondere alle domande sul tema. Nel contempo si tratta di risolvere un caso pratico. Per

Dettagli

Introduzione. Alessandro Centi

Introduzione. Alessandro Centi Introduzione La PEDIATRICA SPECIALIST nasce nel 2012 e si avvale dell esperienza e del know-how formulativo di Pediatrica, consolidata azienda del settore parafarmaceutico da sempre orientata ai bisogni

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO

EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO Appunti a cura dell Ing. Emanuela Pazzola Tutore del corso di Elettrotecnica per meccanici, chimici e biomedici A.A. 2005/2006 Facoltà d

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Mercurio II Solfato soluzione 200 g/lin acido solforico diluito 1.2

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

REAZIONI SEGNALATE (anche più di una per singolo caso) SOC

REAZIONI SEGNALATE (anche più di una per singolo caso) SOC SOC REAZIONI SEGNALATE (anche più di una per singolo caso) TOTALE PERC Esami diagnostici Pressione arteriosa ridotta 1 0.2% Patologie cardiache Cianosi 2 0.4% Bradicardia 1 0.2% Tachicardia 9 1.9% Extrasistoli

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I C

Dettagli

"#$%&'()! "*$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro

#$%&'()! *$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro "#$%&'()! "*$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro "#$%&'()!"*$!$*#+#!,)!$-%#.# Cos é un solvente? Molte sostanze chimiche, usate per distruggere o diluire altre sostanze

Dettagli

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO La mostra è allestita nelle sale del Museo di Storia Naturale di Milano dal 28 Novembre 2014 al 28 Giugno 2015. Affronta il complesso tema del cibo

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale Quant è difficile rilassarsi veramente e profondamente anche quando siamo sdraiati e apparentemente immobili e distesi, le tensioni mentali, le preoccupazioni della giornata e le impressioni psichiche

Dettagli

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Si parla di "sterilità" quando dopo un anno di rapporti sessuali regolari non è ancora intervenuta una gravidanza. Le cause di una mancanza di figli non

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio?

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio? Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 05.10.2010 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate serena ai nostri amici a quattrozampe

Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate serena ai nostri amici a quattrozampe Direzione Generale della sanità animale e dei farmaci veterinari Direzione Generale della comunicazione e delle relazioni istituzionali Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate

Dettagli

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA INCAPACITA VENTILATORIA (flussi e/o volumi alterati alle PFR) INSUFFICIENZA RESPIRATORIA (compromissione dello scambio gassoso e/o della ventilazione alveolare) Lung failure (ipoossiemia) Pump failure

Dettagli

Fatti sull eroina. Cos è l eroina? Recettori nel cervello. Tolleranza e dipendenza. Sintomi di astinenza

Fatti sull eroina. Cos è l eroina? Recettori nel cervello. Tolleranza e dipendenza. Sintomi di astinenza Fatti sull eroina L eroina è una droga che induce in breve tempo una grave forma di dipendenza. L assuefazione veloce allo stupefacente fa sì che colui che ne dipende abbia bisogno di quantità sempre più

Dettagli

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu Collaboriamo con i pazienti, le famiglie e i professionisti sanitari per offrire assistenza e informazioni sulla sincope e sulle convulsioni anossiche riflesse Soffre di episodi inspiegati di Lista di

Dettagli

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'acqua è il principale costituente del nostro corpo. Alla nascita il 90% del nostro peso è composto di acqua: nell'adulto è circa il 75% e nelle persone anziane circa il 50%; quindi

Dettagli

Che cosa provoca una commozione cerebrale?

Che cosa provoca una commozione cerebrale? INFORMAZIONI SULLE COMMOZIONI CEREBRALI Una commozione cerebrale è un trauma cranico. Tutte le commozioni cerebrali sono serie. Le commozioni cerebrali possono verificarsi senza la perdita di conoscenza.

Dettagli

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae Benessere olistico del viso 100% natura sulla pelle 100% trattamento olistico 100% benessere del viso La natura restituisce......cio che il tempo sottrae BiO-REVITAL il Benessere Olistico del Viso La Natura

Dettagli

Le piante. Piante senza fiori Piante con fiori. La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi

Le piante. Piante senza fiori Piante con fiori. La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi Le piante Le piante Piante senza fiori Piante con fiori La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi Piante senza fiori Milioni di anni fa esistevano sulla Terra soltanto piante senza fiori

Dettagli

FOGLIO ILLUSTRATIVO. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo.

FOGLIO ILLUSTRATIVO. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo. DIBASE 25.000 U.I./2,5 ml soluzione orale DIBASE 50.000 U.I./2,5 ml soluzione orale DIBASE 100.000 U.I./ml soluzione iniettabile DIBASE

Dettagli

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate.

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. INDICE La presente guida contiene suggerimenti e indicazioni di carattere generale e a scopo puramente informativo. Non si deve prescindere dal leggere attentamente

Dettagli

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Sindrome di Behçet Che cos è? La sindrome di Behçet (BS), o malattia di Behçet, è una vasculite sistemica (infiammazione dei vasi sanguigni) la

Dettagli

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Funzioni principali della vit D Stimolazione dell'assorbimento del calcio e del fosforo a livello intestinale; Regolazione, in sinergia con l'ormone paratiroideo,

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA

SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 1 Nome commerciale IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA ECO-TRAP Utilizzazione della sostanza

Dettagli

alcoliche alcoliche: Bevande se sì, solo in quantità controllata

alcoliche alcoliche: Bevande se sì, solo in quantità controllata 7. alcoliche alcoliche: Bevande se sì, solo in quantità controllata 53 7. Bevande alcoliche: se sì, solo in quantità controllata 1. DEFINIZIONE DI UNITÀ ALCOLICA (U.A.) Una Unità Alcolica (U.A.) corrisponde

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Proteine: 1-1,2 g/kg/die; Calorie: 20-30/kg/die Es.: anziano di 60 kg 60-72 g di proteine; 1200-1800

Dettagli

AIUTA TE STESSO CON DYNAMIND di Serge Kahili King

AIUTA TE STESSO CON DYNAMIND di Serge Kahili King AIUTA TE STESSO CON DYNAMIND di Serge Kahili King Traduzione di Paola Dianetti La Tecnica Dynamind Forma base 1. Scegliete un problema fisico, emotivo o mentale su cui lavorare. 2. Avvicinate le mani unendo

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo

peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo 1. peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo 1. Controlla il peso e mantieniti sempre attivo Il peso corporeo Il nostro peso corporeo rappresenta l'espressione tangibile del bilancio energetico

Dettagli

Prevenzione dell allergia ad inalanti

Prevenzione dell allergia ad inalanti Prevenzione dell allergia ad inalanti La patologia allergica respiratoria è molto frequente nella popolazione generale: la sua prevalenza si aggira in media intorno al 10-15%. Inoltre, negli ultimi 20

Dettagli

Occhio alle giunture La migliore prevenzione

Occhio alle giunture La migliore prevenzione Occhio alle giunture La migliore prevenzione 1 Suva Istituto nazionale svizzero di assicurazione contro gli infortuni Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Telefono 041

Dettagli

12.200 i nuovi casi di tumore al pancreas ogni anno in Italia

12.200 i nuovi casi di tumore al pancreas ogni anno in Italia Come prevenire il tumore del pancreas insieme contro il cancro Il pancreas e il tumore Il pancreas è un organo dalla forma simile a quella di una pera o di una lingua, situato in profondità nella cavità

Dettagli

L esercizio fisico come farmaco

L esercizio fisico come farmaco L esercizio fisico come farmaco L attività motoria come strumento di prevenzione e di terapia In questo breve manuale si fa riferimento a tipo, intensità, durata e frequenza dell attività fisica da soministrare

Dettagli

La nefropatia cronica. Una guida per i pazienti e le famiglie

La nefropatia cronica. Una guida per i pazienti e le famiglie La nefropatia cronica Una guida per i pazienti e le famiglie Iniziativa NKF-KDOQI (Kidney Disease Outcomes Quality Initiative) della National Kidney Foundation L'iniziativa Kidney Disease Outcomes Quality

Dettagli

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity SALUTE: definizione Nel 1948, la World Health Assembly ha definito la salute come a state of complete physical, mental, and social well-being and not merely the absence of disease or infirmity. Nel1986

Dettagli

Guida per l uso corretto di mascherine chirurgiche e respiratori per ridurre la trasmissione del nuovo virus influenzale AH1N1v

Guida per l uso corretto di mascherine chirurgiche e respiratori per ridurre la trasmissione del nuovo virus influenzale AH1N1v Guida per l uso corretto di mascherine chirurgiche e respiratori per ridurre la trasmissione del nuovo virus influenzale AH1N1v Agg Agosto 2009 Questo documento si propone di fornire indicazioni sull uso

Dettagli

Flauto Polmonare/Lung Flute

Flauto Polmonare/Lung Flute Flauto Polmonare/Lung Flute Modello per TERAPIA, DOMICILIO, IGIENE BRONCHIALE Manuale di istruzioni per il paziente: Il Flauto Polmonare è generalmente indicato per una terapia a pressione respiratoria

Dettagli

Alimentazione Così si può migliorare l efficienza alimentare

Alimentazione Così si può migliorare l efficienza alimentare Ancora dal convegno di Copenaghen. Questo parametro, nell allevamento delle bovine da latte, può crescere. E non solo perfezionando il razionamento. Ma anche intervenendo su diversi altri fattori, come

Dettagli

Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore

Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Per pazienti con determinate condizioni cardiache, l impiego di una pompa

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

SISTEMA ROBOTICO DA VINCI

SISTEMA ROBOTICO DA VINCI SISTEMA ROBOTICO DA VINCI Dalla Laparoscopia urologica alla Chirurgia robotica. S I S T E M A R O B O T I C O D A V I N C I CHE COSA BISOGNA SAPERE SUL SISTEMA ROBOTICO DA VINCI: 1 IL VANTAGGIO PRINCIPALE

Dettagli

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 TALK SHOW IL SORRISO VIEN MANGIANDO D.ssa Clelia Iacoviello Consulente Nutrizionale Nutraceutico Agenda Chi sono I problemi di oggi - Fame di Testa

Dettagli

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie?

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie? L allattamento al seno esclusivo è il nutrimento ideale per il bambino, sufficiente per garantire un adeguata crescita per i primi 6 mesi; il latte materno è unanimemente considerato il gold standard in

Dettagli

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante.

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante. Ozono (O 3 ) Che cos è Danni causati Evoluzione Metodo di misura Che cos è L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

ALLENARE GLI ADDOMINALI

ALLENARE GLI ADDOMINALI ALLENARE GLI ADDOMINALI La teoria di allenamento degli addominali spesso non è ben compresa; molte persone si limitano ad eseguire centinaia di crunch senza però capire come funzionano i muscoli addominali

Dettagli

In collaborazione con

In collaborazione con In collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE ALCOL CNESPS bere SIA WHO COLLABORATING CENTRE FOR RESEARCH AND HEALTH PROMOTION ON ALCOHOL AND ALCOHOL-RELATED HEALTH PROBLEMS SOCIETÀ ITALIANA ALCOLOGIA non

Dettagli

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono essere soddisfatti i fabbisogni di nutrienti necessari

Dettagli

SISTEMA CIRCOLATORIO. Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2. , sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2

SISTEMA CIRCOLATORIO. Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2. , sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2 SISTEMA CIRCOLATORIO Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2, sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2 e cataboliti, per mantenere costante la composizione del liquido

Dettagli

Scheda Dati di Sicurezza

Scheda Dati di Sicurezza Scheda Dati di Sicurezza Pagina n. 1 / 5 1. Identificazione della sostanza / del preparato e della Società 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Codice: 190683 Denominazione 1.2 Uso della

Dettagli

LAVORO AI VIDEOTERMINALI LA SICUREZZA NELL UTILIZZO DEI VIDEOTERMINALI

LAVORO AI VIDEOTERMINALI LA SICUREZZA NELL UTILIZZO DEI VIDEOTERMINALI LA SICUREZZA NELL UTILIZZO DEI VIDEOTERMINALI DEFINIZIONI LAVORO AI VIDEOTERMINALI VIDEOTERMINALE (VDT): uno schermo alfanumerico o grafico a prescindere dal tipo di procedimento di visualizzazione utilizzato.

Dettagli

Cassano R, Yuvanon A, Bonavero M, Lostracco D, Monni A, Siniscalchi G.

Cassano R, Yuvanon A, Bonavero M, Lostracco D, Monni A, Siniscalchi G. PROTOCOLLI E PROCEDURE IN CHIRURGIA GESTIONE DELLA RITENZIONE URINARIA Pag. 1 di Pag. 9 ELABORAZIONE Cassano R, Yuvanon A, Bonavero M, Lostracco D, Monni A, Siniscalchi G. Data: 10/03/04 INDICE Premessa

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio.

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Che cos è la Degenerazione Maculare correlata all Età (DME)? La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Essa porta a una limitazione o alla perdita

Dettagli

Da dove prendono energia le cellule animali?

Da dove prendono energia le cellule animali? Da dove prendono energia le cellule animali? La cellula trae energia dai legami chimici contenuti nelle molecole nutritive Probabilmente le più importanti sono gli zuccheri, che le piante sintetizzano

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli