LIBER TAGES la ghirlanda di Tago

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LIBER TAGES la ghirlanda di Tago"

Transcript

1 LIBER TAGES la ghirlanda di Tago poema in dodici canti i Sebango Om Sai Ram om Sai, namoh namaha Sri Sai, namoh namaha jay jay Sai, namoh namaha Sad guru Sai, namo namaha Sventola arancione, bandiera nel giardino indica ch'è in atto, un canto del cammino i presenti là riuniti, assieme ai terabanzi inseguono la storia, di uno o tutti quanti Partecipar la storia, è punto di partenza crescer progredire, in nuova conoscenza recuperare il gap, che civiltà ha prodotto raggiungere fratelli, ab'origini del mondo gli esempi di culture, rinate fuor cemento riannodano rapporti, gruppi eco-sostegno in agro-sussistenza, baratti e autonomia al sabato antenati, reincontran sulla via riti-giochi e scienza, di nomi multiformi curan le afflizioni, e i cuori fan conformi Tago è sottofondo, allusioni miti e gesta la storia è nei versi, il resto è solo festa Raseno va spiegar, la via del Therabuti insegue vie dei cantif, di antenati bimbi identità di gruppi, quan muore una città il nomade riprende, l'istinto a camminàr Seba narratore, trasforma tutto in versi parabol esperienze, dei Therabuti templi soggiorno ci rivela, si ferma e poi riparte segue la sua meta, e scrive tutto in arte il Seba tien compagna, Pamela la lucana che gli darà dei figli, divide storia umana nei tempi di più crisi, affrontano problemi con Lisa la taoista, gran terapeuta in fieri Cultura è l'illusione, nel gioco degli umani svelata reimpostata, da piante ed animali la danza del creato, e terròr sacro furore mostrano all'interno, a eterno spettatore nasce il Therabuti, otto-nove e settantuno a causa di una sosta, per via d'un infortuno Sai Shirdi sul Biedano, fascia la sua gamba inizia ad incantarla, e innalza una capanna la danza qui produce, una luce misteriosa che attir più pellegrini, attratti dalla cosa riuniti in quel terreno, assistono l'incanto vedon partorire, Tago e un primo canto un secolo più tardi, ritrovan la capanna Raseno e Kinaciau, e amici di Ghirlanda filosofo Raseno, è uno storico del posto butta giù nei versi, l'incontro riproposto Rifonda il Therabuti, Raseno professore accoglie i visitandi, prosegue la missione la Yatra brasilera, v'innesta le sue danze e Romul curandero, la medicin dell'ande io Seba qui vi narro, pur l'insegnamenti di Emilia contadina, e l'orto senza tempi l'emil permacultura, accetta d'insegnàr assieme Giorgi Taras, girovago e gitàn Tago è l'interiore, a tutti i partecipanti Riflette madre Thera, in religiosi canti Tera assume ruoli, là nel palco umano Madre fata o vecchia, vita falce a mano è preda e predatore, in cicli a comparire Terror e Therapia, può Thera allor offrire falce con la spiga, pacciame e germinazio ruotano l'un l'altro, nutrir la transunstazio narra un dì Raseno, l'incontro con il ganga Mallendi scuola buiti, su lago di montagna con l'assistente Sesto, cantanvano l'offici purgando più pazienti, dai tossici confini Io con la Pamela, l'incontro là nel tempio han maschere rituali, performano l'evento li osservo e son curioso, sento poi la forza la terra sotto trema, mi passa loro scossa Raseno sempre disse, che lì nel Therabuti persone van scambiare, più sogni ricevuti cercan dar un senso, ai disagi del soffrire e rivelano la strada, dei canti del guarire.0 ottobre, Seba: è mese di settembre, vò far vinificazio Rustica essenziale, senza troppo sfarzo primo mosto che, vien spontaneamente mescolo col miele, lo bevo allegramente sento ogni campana, attento per benino e fò di testa mia, mio nonno è contadino pianto le mie viti, alla pergola o grecana immagino mio vino, e canto alla romana I paletti pergolati, son fatti col castagno resistono sui monti, son facile guadagno una pergola fenicia, ripara da acquazzoni rinfresca posti secchi, e arsure con calori luoghi aridi inclinati, fan qualità migliore volti pur a oriente, oppur a mezzogiorno pianura maggior vino, colle miglior vino specie se all etrusca, scendono declino Originaria d Asia, di monti boschi belli Vite è pianta antica, forte di millenni a clim'aridi-resiste, e dà mille varietà al potassio e sol estivo, ama maturàr è addomesticata, ma s'io l abbandono torna ermafrodita, nei semi che ritrovo produce grandi foglie, i grappoli piccini Poco zuccherini, quando acidi gli acini dice Columella, che dopo il terzo anno la vite pota corta, a dare più germogli essa sia orientata, in quattro direzioni chiamale speroni, con due biforcazioni abbondanti piogge, sono umì dannose mentre regge bene, le fasi siccitose se poto a primavera, fò dopo fioritura elimino quei tralci, senza gemmatura Poto lego tralci, pure se alla svelta Se i germogli già, alzano la cresta Cavolo ed alloro, disturbano la vite Basilico con Ruta, le fanno saporite son malattie di vite, le muffe le virosi Oìdio e botride, all uva danno artrite pur acari ed insetti, strage fan di sera Assieme le tignole, ed alla fillossera I pratici Latini, ponevano nei campi Maschere di Bacco, contro i mali vari invocano l aiuto, per clima e malattia Con satira ironia, tragedie vanno via Già nel mese luglio, l'uva andò distrutta d'estate grandinò, è maccata quasi tutta ma giunse inaspettato, miracolato clima e l'eccessivo caldo, l'acìni asciuga prima Sèccan l'ammaccati, così senza marcire rimargina e matura, e smette di scalfire l'uva può aver muffe, sè tant'acqua viè Dà un acetoso vino, in botti sporche olè arsura fece danni, scors'anno siccitoso Pioggia zero goccia, Rasèn è speranzoso sebbene produzione, vi fosse dimezzata ne scappò il vinone, che restò d'annata! l'uva che ho raccolto, assieme con amici la metto alla tinozza, stacco poi gli acìni Tolgo i raspi nudi, e spremo con le mani pure col torchietto, che usavo per i favi Il mosto ricavato, sul tardi all'imbrunire metto in damigiane, di vetro e rivestite vinacce torchio ancora, se la voglia resta a ricavar più mosto, da mescer alla festa Un satiro che salta, nel cesto pieno d uva allegro spreme il succo, e vede scolatura finire in un grand orcio, di raccoglimento qual Pithoi interrato, dentro al pavimento LIBER TAGES la ghirlanda di Tago

2 Riempi bene gli orci, fermenteran in vino Pressa ancor residui, è sacco torchio fino pigia calcatorium, torchia in turcularium il satiro è Raseno, ci narra il vinu bonum Inizio di vendemmia, Esìodo dice ottobre quand Orione e Sirio, si levan metà notte l uva sia dapprima, esposta bene al sole ad aumentare bene, lo zuccherin fervore l Etruria dà le Apianae, uve molto dolci che attiran le api, che miele fanno buono Campania e la Sicilia danno l uve Aminee da cui viene Falerno, Lucano e medicine un ottomana dopo, di grande ebollizione il mosto è travasato, in altre damigiane filtrato dà residui, con un setaccio grano fermentazione lenta, fà in seconda mano Lascia un pò dell'aria, fin sotto l orlatura non chiudere se vedi, ch'è forte bollitura trasferito è vino, a più stadi di fermento Metto in bottiglioni, per magazzinamento dopo una vendemmia, ripianto barbatelle attorno d'ogni pianta, scavo le buchette Le foglie son raccolte, poi nelle fossette Buche che saranno, a marzo ricoperte Arriva Tramontana, è tempo svinatura Spesso avant inverno, termin bollitura da varie damigiane, fò vino travasato provo pur la botte, di legno rabbonato Vino si raffredda, col tempo le stagioni Risveglia in cicli e fasi, delle lunazioni i modi son migliaia, per farlo in mille modi la vite è il suo segreto, frutt interni moti più muovi più raffina, da tino a botte sia cioè il vino depurato, ancor ribolle ossia da ottobre sin gennaio, scarica la feccia toglila ogni tanto, vino a te s intreccia Il rosso in settimana, bolle con piacere Vino bianco và, pur troppo lentamente durante settimana, aveva rinfrescato il lievito rallenta, lo zucchero rest alto Dopo tumultuosa, bollitura del mosto l ossigeno controllo, sugher tappo posto dar ancor ossige, or che vino è fatto L Aceto bacterio, stimola al misfatto Vinifico in due tini, legno di castagno cedono tannini, al succo che fa il bagno uso botti nuove, abbonite con il mare Evito le nuove, di plastica oppur rame nella vinificazio, è calore e nutrimento segreto della vita, del lievito fermento da Ventidue a trenta, tieni i rossi vini Taras suggerisce, col mosto giù nei tini da diciassette a venti, tieni vini bianchi potrebbero partire, l'altre fermentazio puoi fare due travasi, allà luna calante Uno sia novembre, marzo l altro fante è fermentazione, digestio zuccherina prodotta da micròbi, in cerca di energia a mantener la vita, in primordiale brodo si ciban di glucosio, espellono etanolo il Saccar. cerevise, vive sopra i succhi di lacerata uva, e viaggia con l'insetti già poca quantità, avvia fermentazione se manca non vedrai, la trasformazione Lente spremiture, fermentan più veloce Zucchero e calore, san lievito produrre Ossigeno richiedon, per moltiplicazione I saccaromiceti, che fan fermentazione Fermentazio mosto, dura fino a quando Lievito ti muore, in alcol che ora è tanto Latini usavan mosto, bollito concentrato a corregger vino, asprò non conservato Gessato oppur salato, con un pò di argilla Latte capra o albume, o bacche di mirtilla dopo un anno due, l asprezza ingentilisce Il tartaro in cristalli, sul fondo poi finisce Taras: Fò 2 rimonte al giorno, ogni 2 ore sennò piglia d'aceto; se accade, correggo con resine di quercia o noce. Fò vini medicinali agg.propoli, salvia e rosmarino (zucchero o miele rifermentano il vino alzando il grad.alcolico). Se dalle tue parti scarseggiano i fermenti naturali, aggiungi lieviti. Il tannino delle bucce, colora e da sapore feccia antiossidante, abbonda e dà calore Mezza fermentazio, produce un vino dolce aggiunta di miel d api, innalza alcoli gocce ii Brocche a becco uccello, filtrano bevande a mezzo della lana, con frutte mescolanze Malt orzo pino e quercia, e resine di cedro Buoni antiossidanti, e rallentano l aceto Bere vin corretto, con resina di quercia Uomo e vin malati, li cura e li preserva i Vin medicinali, fà giungendo al mosto Pino e melagrana, e spezie del tuo posto antiche birre infuse, radici d'erbe amare avena migli miele, aggiunti a fermentare Cervogia la migliore, tien segal cereale luppol strozzapiante, aròm particolare Decotto d'orzo al sole, in birra fermentò germoglio disseccato, il malto chiamerò orzo a germogliare, tutt'anno artificiale fa birra primavera, assieme l'autunnale Acqua calda muta, l'amido in un mosto è spontaneamente, rifermenta un frutto mosto a vari stadi, chiuso là in bottiglia fù spedito al mondo, da Britàn famiglia La salubre squisita, aromatizzata viene con sali e glicerina, aci lattico contiene una salubre birretta, fù tonica amarola cibo che disseta, e una medica signora và nei reni e pelle, e la tolleran nervosi adatta a tutti i climi, la dò ai tubercolosi Chi troppò ne beve, ingrassa pur a iosa ebbrezza sonnolente, al ridere si sposa come ogni cereale, tien la sua cervogia fermentazioni son, la chica e sake rosa lor boli insalivati, tre giorni al sole posti Li bevono ballando, gli Inca allegri forti Raseno narra vino, che toglie inibizioni e in rito e medicina, allevia pur dolori vin murratum che, si dava ai condannati ad annebbiar coscienza, di pene capitali raccontano i Sumeri, l avvento civiltà Enki saggio vive, nell acque dell abisso le tavol del destino, lui tien di civiltà e all umana specie, il tesoro elargirà Inanna figlia d Enki, è Regin dei Cieli ebbe assai pietà, dei popol della terra veleggia con sua nave, a casa di suo pà accolta è con banchetto, cibo e vin avrà Enki amò sua figlia, oltre la saggezza prese più bicchieri, vin che lei porgerva ubriaco l'accordò, qualunque desiderio pur tavole destino, e cultural imperio Inanna caricò, gli oggetti sulla barca e in cielo veleggiò, ad Erech sua città poi sveglio da stupore, Enki rimembrò ciò che aveva fatto, e si rammaricò trucchi tenta prova, Inanna gli resiste così presso i Sumeri, arrivan le stagioni l agricoltore Enkidu, e il Dumuzi pastore Istruiti e coccolati, le fan favor d amore le fecer doni al cuore, frutti e lana pura Dumùzi favorito, il cuor scaldò con cura mito ci ricorda, ogni disputa che avviene tra nomadi e stanziali, cioè Caino e Abele Inanna d'ambizione, discese al sottosuolo nel reamè dei morti, valle di kur-nù-gi-a governa giù di là, sorella sua Ereshkigal che sentenzia morte, sua e mondo reàl Al regno dei morti, viaggia lei nel mito presso la sorella, rende or suo convito la Regin del Cielo, che lasciò suo posto morta per 3 giorni, questo fù suo costo Inanna iniziò, passàr tra sette porte l'obbliga in ciascuna, cedere un vestito Nuda fu alla fine, ai piedi di Ereshkigal che presa la legò, chiuse sua vagina Inanna allora muore, assieme la natura e la Regina d'est, va in cerca dell aiuto per mezzi del dio Enki, trova soluzione Lei rinascer può, se ha la sostituzione iii LIBER TAGES la ghirlanda di Tago 2

3 Enki dio saggezza, rimedia alla tristezza spedisce due creature, per liberar Inanna cantano a Ereskigal, l aiutano in un parto Inanna torna a vita, la lun le fa da carro Sceglie poi l amato, consorte Dumuzì che d allor potrà, regnar il sottosuolo mentre ogni mezz anno, Lui risalirà e all'equinozio autunno, si celebrerà il Matrimon divino, d Inanna e Dumuzì festa-del-nuov anno, della vegetazione Dumùzi torna su, dal mondo sottoterra pronto a far l'amore, con Inanna bella Tàl dramma rituale, nella cultur Sumèra realizza nel profondo, una lezione intera la morte non è ostile, al mare della vita Porta a nuovo ciclo, la vita conseguita L anno di Sumeria, inizia al mese aprile con sacre fest'unione, che son ierogamie Inanna gatta Dea, sposa il Dio-pastore lui è la birra e vite, lei la dea d amore Enki era un Dio, di saggezza e magia che lo stordimento, usava in vantaggio per accoppiarsi, in astuzia alle donne quando la festa, si scalda e le scioglie S'ispirano agli Dei, i Re con le Regine Cantano e dan vita, a inni e dinastie banchetto sintetizza, vasta interazione tra sudditi sovrano, fonte d ogni azione Felice mangia e bevi, motto degli Ittiti antenati Rasna, quattordici avan Cristo Re Suppiluliuma, appella Dio tempesta Tarunta veste vite, su corpo sulla testa Son figlio a Tinia, Dio della tempesta porto a voi la vite, le danze la sua festa son Dioniso Zagreo, giunto da lontano ho attraversato terre, i cuori dell umano dopo aver laggiù, istruito sacre danze e posto miei seguaci, fari di speranze ora giungo a voi, via nave ad insegnare il dono della vite, e i cuori a rallegrare trapiantano l Ittiti, più alberi di specie Cedri pini e fichi, con palme e con le viti l'arancio e il melograno, di viti rivestito Vide Gilgamesh, dentro un paradiso Gilgamesh cercava, la sua immortalità presso il mare trova, Siduri a fermentàr donna della vigna, tiene Tago in grembo Mortem lui moriendo, vitam resurgendo è seduto Gilgamesh, mentre beve vino Incarna dio su terra, un Dioniso felino Vive processioni, di musici e danzanti suona pur tamburi, corni e fiati ansanti Narra del suo viaggio, irp ubriaco nome da testa dell'aruspe, uscì la vigna in fior Dio-falco dell Egitto, dei morti e dei vivi Figlio delle stelle, nel Nilo e suoi declivi Isis braccia alate, di Nut la prima figlia Nut è cielo cosmo, Geb Dio della terra è lunga la ricerca, a svelar tua identità Tu sali dal Gebusi, il Num a riscaldàr Nefti tua sorella, riflessa dea tramonto vuol aver bebè, ubriaca Osìr tuo sposo entra nel suo letto, e Anubi concepisce Set Osiri smembra, presto ingelosisce Così come la vite, giace addormentata Osiride fu ucciso, da Seth o settimana Osiride è banchetto, esondazioni vino sangue succo d'uva, giunto nuovo rito Iside compagna, ricuce il vecchio rito fungo che feconda, l'aruspe ha partorito Dio-falco uccide Seth, diviene faraone finchè Osì risorge, alla prìm vegetazione Nel Libro sapienzale, Siracide fa elenco cose necessarie, alla vita d'ogni tempo Riparo ferro e sale, acqua legno e cibo Latte e succo d'uva, miel olio e vestito Egizia si trasforma, leonessa Dea felina nera Dea Bastèt, in benevola gattina Diviene protettrice, dell uman istanze volendo farle festa, offri vino e danze Set è marito sterile di Nefti. Nefti è sorella di Iside. nella città Bubasti, adorata sulle barche Bast il flauto suona, le melodie del fiato addomesticati gatti, nutriti dentro templi controllan roditori, granai di magri tempi Nata in delta Nilo, e sorgenti della Nubia è sfinge femminile, che ha corpo di leone felino del tramonto, guardia di passaggio Gatta con più seni, donna d'ampio raggio 2 Esonda fiume Nilo, violento nel monsone Rà-sole invia leonessa, far sterminazione ma infine ci ripensa, ubriaca la leonessa dimentica missione, la civiltà è rimessa Scorpio re l adora, suo totèm più divino a far resurrezione, conserva fico e vino innalza pure i templi, sul Sinài passaggi refrigera stranieri, d'acqua sacr'omaggi L egizian Sinuhe, è buona ter Yah-hè Produce fichi e uva, olio latte e miele In essa scorre vino, e dolci cantilene Io son la vite e Tu, i tralci mio Daniele la vite per gli Ebrei è l'albero messia pur in Paradiso, dimora misto al fico Israel è vigna, Yavìn è il succo d uva fermento della vita, Lot è ubriacatura ci son torri giganti, in campi nei frutteti Capanne pur in pietra, belle con 2 piani il piano superiore, arredato per sdraiarsi Mangiare bere vino, e d aria rinfrescarsi a pian terra è la cantina, dove si fà vino si tengono raccolti, per l inverno arrivo quelle torri in pietra, e ripari stagionali affiancan le capanne, di pelli di animali in Tabernacol festa, ebraica di capanne si abita là dentro, per sette giorni sante a ringraziar i cieli, dei frutti della Terra in acqua fuoco cibo, miele vino e festa La vinifer Vite, và intrecciar coi culti di primi antenati, in cerca di funghi è cuor di commerci, e farmacopea giunge con nave, su terra Europea Quando il buon vino, in una cultura una base economica, trova con cura Divièn medicina, una merce preziosa un socializzante, che al culto si sposa Vite pure nacque, dal sangue dei giganti Noè poi la interrò, dopo il gran diluvio Sirio tien amico, il cane stella estiva nella terra calda, striscia serpentina Mentre un dì Noè, pianta la sua vigna Satana gli offrì, l aiuto senza tigna sgozza in sacrifico, la sua pecorella innaffia con il sangue, zolla barbatella Chi così berrà, fermento del suo frutto avrà pensier mansueti, come dolce putto uccide poi un leone, bagna attorno il fusto Così chi ancor berrà, sarà un leòn robusto e infine Satanasso, gli fà una burlonata ripete col maiale, la stessa sceneggiata sa quel momento chi, troppo berrà il vino sfrenat'intemperanza, avrà del porcellino Socrate insegnava, follia è dono divino Trasmette bocca-bocca, erotica suo vino sapere condiviso, la maschera intravede arcaica mente s apre, e cura ti concede uomo santo sono, questo vai dicendo Ubriaco e malizioso, pure tu m hai visto Meglio oppure peggio, d altro io non sòn Ma visto ho la visione, e vita mia consòl Epicuro uomo sano, sapiente tien il vino igiene e medicina, controveleno ai mali si basta a rallegrare, il desco quotidiano un vino di collina, d'argilla o di vulcano Aiuta dopo un giorno, fatica o di dolore In moderazione, produce acum chiarore 2 guardiana di Tebe e mondo sotterraneo, previen Passaggio s'eccedi in euforia, produce stordimento dei vivi alla terra dei morti tramite l enigma; se è risolto la sbriglia l emozioni, oltre ogni commento sfinge si autodistrugge, scopo del suo esister è stato raggiunto LIBER TAGES la ghirlanda di Tago 3

4 assieme a fichi e fiori, cura depressioni tristezza e dispiaceri, scova butta fuori e assieme con la ruta, cura le punture vino e l'altre piante, fà mediche tinture qui cita Mantegazza, Raseno mescitore che dona ai simposianti, vini con parole secondo le stagioni, e i luoghi dei coltivi alterna le bevande, assiem altri nervini Alcool ambivalente, aiuta o distrugge Riempie galere, brefòtrofi e ospedali molla del progresso, balsamo e veleno di medici ed affari, atteso abuso esteso Forza ai debolucci, poesia all'analfabeta ha mil travestimenti, il vino e birra vera ebbrezza è gioventù, in vecchi ritrovati apre il tempio a tutti, a mistici e profàni già un vino da solo, basta a fare festa Ciascuno vi ritrova, ebbrezza che ricerca in orzo come in uva, latte e pure frutti stà l'orgià più brutta, o poiesi d'alti flutti da ebriulare verbo, vien brillo da vino l'espansion di cuore, e l'ilarità con brio seconda delle dosi, perverte od abolisce sostando nel cervello, in fegato reagisce in malattie virali, antisettico impedisce rapi ossidazione, di mattoncin del sangue per l'uomini sciupati, da mezza civiltà Bevanda spiritosa, buon medicin sarà iv Ma l'alcolismo acuto, con vomiti di muco può dare emorragie, vertì delir confuso coliche e diarrea, malessere secchezza gran dimagramento, ostinata stitichezza fà vista minacciata, i muscoli contratti scosse e convulsioni, e paralisi negli arti catarro alla vescica, degenerati i reni testicol imbecilli, e pudore senza freni abusi di alcolismo, han paranoie varie astinenza isolamento, rimedi a tali guai perfin i puritani, frodavano gli indiani ubriacandoli intascando, i loro beni vari alcòl rafforza braccio, rallenta ragione fa audace l'assassino, temerario il ladro produce diserzioni, tra eserciti più vari ricorda è la misura, il segreto degl'umani fù buono in terapie, di malattie febbrili se dato a basse dosi, è come flebo cibi sèn suscitar calore, ripara forze interne di muscoli e di nervi, e ghiandole secerne l'alcol poi rallenta, le combustion interne e rende men sentito, bisogno nutrimento accresce pur urina, previèn più malattie stimola emuntori, pulisce sangue infine Se bevi mezzo litro, emetti orina che se viene distillata, dà un carburante ver ha odore spiritoso, emanato dal cervello aiuta forza cuore, calore spande interno quan sorseggi vino, ricordati Dionisio Signòr del sottosuolo, col sole più divino viene veleggiando, da basso mare Nero Sbarca con la vite, quà nel mar Tirreno Travasa il ditirambo, Raseno qui stasera Beviamo diamo al vento, i torbidi pensièr Gaia beve l'onda, che giù dal ciel le piove il sole beve il mare, la luna i raggi al sole Beviàm leti beviam, cantando celebriamo Turanna dea d'amore, letizia tien in mano in grembo la dolcezza, lenisce l'amarezza dilegua ogni tormento, ritorna la purezza Sembraci di nuovo, ber nettare di Giove beviam allor beviamo, tristi idee lasciam al bando tutte noie, guadagni tu quando ciò ch'è destin d'uomo, vai tu rimirando è corso vita incerto, io bere v'ò di certo saper nulla m'importa, il fato tutto porta quel che sarà di me, ora ebbro io con te abbandono pensieri, Bacco canto in me così pur poeti turchi, cantan stesso vino qual zolfo d'alchimia, qual liquido rubino scaccia via veleni, è un medico dei cuori Vino è Teriaca, primo igiene dei dottori esilarante medicina, riduce distruzione ebbrezza salute, compensa nutrizione compagno del lavoro, musica d'artista dà calor sudore, a pelli secche in pista principe par Vino, fra l'alimen nervosi sue infinite varietà, e migliaia di sapori cur a molti mali, scintilla d'entusiasmo sprona ad ogni età, gioie senz'inganno in alcuni climi, fermenta l uva in grappi animali e uccelli, ne mangiano ghiottoni il moscerìn di frutta, e il lievito del pane Assieme all elefante, s ubriacano col cane Uomo primitivo, fermentazion del mosto vede misteriosa, un fenomeno nascosto euforia d ebbrezza, a ricchi e poveretti Espressa da divini, microbi e folletti dal sancrito vena, vuol dir delizioso inebriante liquore, drogato e vinoso ai Vinalia dei lidi, può tacere la fame l'espongono al sole, rasna e romane v Succo dell'uva, fermenta più o meno converte in alcòl, carbon-acido intero con vinacce residue, si fabbrica posca miscel d'acqua-aceto, dato alla mosca il profùm di molti vini, or si po' imitare se l'aci carbo eccede, vino fà spumante l'azzurro delle bucce, per l'acidi fà rosso il vino contien pure, un eter sale e solfo Palato è giudicante, capacità inebriante avanti l'occhi e naso, resta sorseggiante in lingua palleggiato, il vino lentamente scivola alla gola, in sapori di gradiente in paesi freddi vedi, gagliardi trincatori con prostitute fabbri, fornai e muratori oppiaceo del cervello, stimola endorfine con relazion sociali, oltre ogni confine Vini indecomposti, dolci un pò indigesti son zuccherini cibi, poco aci digestivi a fermentar di più, faràn asciutti secchi aiuto a ventri pigri, e latte per i vecchi acqua mista a miele, fù prima bevanda idromèle dei latini, in succo d'uva canta fermentan tutti frutti, popoli del mondo affar e fantasia, aumentan loro conto Dessèr vini liquori, son forti tumultuosi irritan la donna, ai nervosi son dannosi i vini dolci invece, san esser digestivi in piccine quantità, dopo var spuntini i vini amari hanno, più toniche virtù amici della pancia, e dèi nervì dei più Vin amaro è caro, proverbio del toscano Chianti vini bruschi, barbera dolc-amaro son gli aromati vini, di facil digestione salati e traspiranti, salbèrri e vaporosi prendono di più, le gambe che il cervello Lanùsy di Sardegna, e Monvecchio bello i pesanti Vini sono, gli insipidi ordinari manca zuccher-alcol, hanno sol tannini Buòn vino fà bon sangue, indi bon umori umori bon pensieri, di oper buon padroni la donna beva vino, buono in medicina ai vecchi sia da poppa, tepor all'alma fina cavallo del poeta, Bacco è pur pennuto poiché sollleva in alto, l'uomo reso nudo Venere sen Bacco, tiene freddo ardore Donna che ne beve, appanna suo pudore vìn pessimi indigesti, dan coliche diarree assièm l'adulterati, ammazzano chimere no vino per fanciullo, poco a giovinetto bev'acqua avanti pranzo, e vino sulla fine meglio poco e buono, chè molto e cattivo chiaro amaro vecchio, gioventù ravvivo buòn vin impolverato, ristora la vecchiaia passato appar più rosa, futuro più sereno la vita appar felice, perfìn nell'ora tarda ricorda saggezza, è moderazion costanza un giorno con il vino, Raseno ci ha lasciati col canto e con il gallo, è lì fra gli antenati Taras per custode, lignaggio ci ha lasciati Io seguo il terabai, Sebango i diari canti LIBER TAGES la ghirlanda di Tago 4

5 Bevi oh pifferaio, qual vaso di sapienza sapida l essenza, che scol dal cannellino sapore sempre fosti, in corpo d'invasato Bevi attore nato, o Raseno forsennato! Non son cristiano, ebreo o musulmano Non sono d oriente, neppur d occidente Mia anima divina, è fuori giorn e notte coppiere coppa e vino, recitan la sorte Al mondo io venni, e un perché non so per soffiare sabbia, voglia il vento o no sol mi riconosco, al cuor del Beneamato ubriaco ed esaltato, danzo un Dio rinato Stato di-vino, ebbra luna d'acqua bosco l'acqua di balchè, ridesta un cuore fosco In catarsi spettatori, son resi pure attori trascesa è dualità, son tutti spett-attori Son io distaccato, in grazia della coppa ogni azion che feci, esente fu da colpa stupido e ordinare, a chi no sa obbedìr peggio poi sarebbe, se Dio và incollerir Giardino Therabuti, fu sorto dai boccioli ogn'alba ricevette, l'acqua pei suoi fiori dall'essere ubriachi, gli uomini veggenti distillatori d'acqua, misteri impenitenti Tutto tu vedi, e ciò che vedi è nulla ti parlan tutti e ciò che ascolti è nulla mondi percorri, ciò che impari è nulla mediti e pensi, e pure questo è nulla! a quest'antico mondo, nessun rimane andaron andremo, altri pur andranno salutando i corpi, l'anima tua e la mia gettano nei forni, la terra tua e la mia Noi siamo i burattini, il Ciel burattinaio giochi il breve gioco, al nulla ricadiamo Mondi lieti entrammo, tristi ripartimmo dammo vita al Vento, nulla riverimmo Or bevi ché tu nulla, sai di dove venni lieto resta poi, non sai dove tu andrai porgi il bicchierino, che mondo è fiaba porgilo in fretta, la vita passa e sfiata Esser e non esser, salvezza e destino cielo inferno misteri, son parolaio fino in tutto il mio studiare, vidi sol confino resta sol quaggiù, profondo solo il vino ognun Ti cerca, non sa che Ti possiede come sale in mare, ci sei e non Ti vede Ti chiama e Tu sei, là nel suo chiamare davanti un caro viso, sosti ad ebriulare or un pentolaio, maltrattava un vaso Disse questo a lui, voltandosi ribello: O smemorato, qual furor t'ha invaso? non sai ch'io vissi e ch'io ti fui fratello? Se Tu non bevi, orgoglio ed impostura Non biasimar lui, che vedi ubriacatura portami vino, perché presto amico mio con nostr'argilla, faranno orci da vino Fugge il tempo, nell'attimo cui scrivo più non è! trinca e parla allegramente La fortuna? È un bel sogno fuggitivo! la giovinezza? l'acqua d'un torrente! Stolto o amico, chi spera di risolver gli alti problemi, e tenta l'argomento accorda l'arpa amico, noi siam polver porgi amico la coppa, noi siam vento usanze dell amore, ignoran convenzioni Amore detta legge, azzera nome e onore Silenzio vuota coppa, non strappar il velo impara la pazienza, impar esser discreto Rasen citava Vico, a svelàr tramà poiesi inguaribil Pan-teista, ovunque vede Dei! su fantasia si fonda, divina trascendenza prende corpo in tutto, è poetica sapienza Poesia è perturbatrice, che l'emozioni dà Violente oppur sottili, sà archetipi creàr Achille Ulisse e Rama, rafforzan società decàde infine scema, se razional si fa Educazion aiuti, all'autonomia dell'altro che pur relazionato, tien l'animo librato rapporto e autonomia, sian 2 poli amici sviluppano l un latro, senza gli artifici Miglioramen del cuore, quotidiano sia al fin di realizzare, una personale via Dissimili possiamo, essere dagli altri nell interiore spazio, fior aperti scaltri Filosofia ci aiuti, tagliar attaccamenti Adiafora diceva, Epitteto nei commenti conta quel che hai, non ciò che vorresti a vivere e morire, sen timor godresti 2 Raseno qui accarezza, Epicur filosofia accomuna uomo piante, vità vegetativa Mentre quel dei sensi, l ha con l animali ragione e sentimento, è la sfer d umani viii Epicuro in 4 passi, aiuta far passaggio la morte non è fine, felice faccio il salto estingui la paura, di Dei e dell al-di-là thanato non c è, se l'anima è ancor quà 3 Raseno amò Khayām, vino Rub'iyyat lui che d'ebbro vino, natur può rivelàr se ogni cosa al mondo, al nulla finisce stà col cuore lieto, tutto al fin perisce vi e vengono i Profeti, a cento a cento ragionano di luce, al mondo attento uno ad uno poi, chiudono gli occhi e dileguano poi, in lontani rocordi in moschea madrasa, chiesa e sinagoga temon fuoco inferno, e cercan Paradiso Seme in tai panni, pure mai germoglia in teste di chi beve, il Vin senza foglia quan l'eterno, m'impastò a sua guisa la mia sorte intèr, l'aveva già decisa il bene o il mal, lo feci a suo servizio perché dunque, un giorno di giudizio? Poiesi è persuasione, la maxima orazione riassume Cicerone, è magìs del testimone storia è luce vita, dellà memòr dei tempi si affida a voci forti, degli oratori eterni vii Poiesi è devozione, l'incanto del cuore che trae la passione, dal Sole interiore è la forza del num, che s agita dentro Fuoriesce travasa, comun sentimento un vuoto di piacere, io curo dimostrando ch è facile ottenere, senza sforzo tanto piacere è sensazione, pilastro della vita guidato da saggezza, salute ver invita Un fisico dolore, al tempo vien legato Breve transitorio, se acuto dura poco esce o porta morte, un lieve sai lenire a mezzo terapia, amicizia per guarire su dal centro terrestre, sette porte passando io, di Saturno trono uscìa molti nodi scioglier, seppi per la via non potei quello, dell' umana sorte Perché mai, tanta foga di sapere? l'avvenir, indagar il sen profondo Sta allegro e bevi! a fare il mondo nessuno, ha chiesto un tuo parere! Se io mi ribello, dov'è l'onnipotenza? s'io pecco o svio, dov'è la prescienza? se tutto il cielo, si deve all'obbedienza dov'è che val Signor, la tua clemenza? Chi non peccò? La vita o Dio che vale fuori l'ebbrezza, esiste il condannare il bene e mal, ch'io faccio tu lo vuoi e s io mi vesto, i panni son pur tuoi qualunque civiltà, coltiva sua memoria a mezzo testi sacri, giustifica una storia il politico v attinge, lezion per l operare Lo storico oratore, ne celebra il morale Poi è il fabulatore, ornato e cadenzato che i miti ricolora, per lode all antenato coscienza che ritorna, Achille fa Maciste d Annunzio con la penna, miti trasferisce Educar significa e-duscere, tirar fuori da dentro; l'uomo non è vaso da riempire, ma fuoco da suscitare; l'anima ha bisogno di relazionar e comunicar per svilupparsi in autonomia. 2 Se perdendo tal cosa o persona, ciò mi sconvolge, significa che ne ero dipendente; che importa quanto potente sia l'uomo che temi se il male massimo che ti può cagionare te lo può cagionare chiunque? 3 Epicuro: se ci siamo noi non c'è la morte, se c è la morte non ci siamo noi. Morte è privazione di sensazioni e l'anima è un vento caldo (vir, pneuma, num) diffuso in tutto il corpo. Alla morte, separazione di tutti gli atomi, cessano sensazioni. LIBER TAGES la ghirlanda di Tago 5

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

Carissimi amici. Bellissima Primavera a voi! N 2 Gennaio-Marzo 2012

Carissimi amici. Bellissima Primavera a voi! N 2 Gennaio-Marzo 2012 Newsletter Essena N 2 Gennaio-Marzo 2012 Carissimi amici Bellissima Primavera a voi! Siamo molto felici di ritrovarvi in occasione di questa nuova stagione che sta per fiorire fra qualche tempo e che abbiamo

Dettagli

CENA PASQUALE EBRAICA

CENA PASQUALE EBRAICA PARROCCHIA B.V.M. IMMACOLATA CENA PASQUALE EBRAICA per i ragazzi della Prima Comunione Sabato 4 aprile 2009 - Ore 16,00 CAPPUCCINI ORISTANO 1 momento - La schiavitù del popolo d Israele (I ragazzi sono

Dettagli

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 Nicolas Poussin L istituzione dell Eucaristia, 1640, Musée du Louvre, Paris Nella Sinagoga di Cafarnao, Gesù parlò dell Eucarestia LECTIO SUL VANGELO DELLA SOLENNITÀ DEL

Dettagli

Adorazione Eucaristica

Adorazione Eucaristica Adorazione Eucaristica Pregare come i Santi I santi sono coloro che hanno creduto e vissuto con amore il mistero di Cristo. Essi hanno saputo vivere nel difficile nascondimento la preghiera, sottratta

Dettagli

(da La miniera, Fazi, 1997)

(da La miniera, Fazi, 1997) Che bello che questo tempo è come tutti gli altri tempi, che io scrivo poesie come sempre sono state scritte, che questa gatta davanti a me si sta lavando e scorre il suo tempo, nonostante sia sola, quasi

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

1. GIORNO - PREGHIAMO PER I VEGGENTI

1. GIORNO - PREGHIAMO PER I VEGGENTI 1. GIORNO - PREGHIAMO PER I VEGGENTI Gesù disse ai suoi discepoli: Sono queste le parole che vi dicevo quando ero ancora con voi: bisogna che si compiano tutte le cose scritte su di me nella Legge di Mosè,

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

Oleggio, 11/5/2014 OMELIA. Lode! Lode! Lode! Amen! Alleluia! Gloria al Signore, sempre!

Oleggio, 11/5/2014 OMELIA. Lode! Lode! Lode! Amen! Alleluia! Gloria al Signore, sempre! 1 Oleggio, 11/5/2014 IV DOMENICA DI PASQUA - ANNO A Letture: Atti 2, 14.36-41 Salmo 23 (22) 1 Pietro 2, 20-25 Vangelo: Giovanni 10, 1-10 Il Pastore Bello NEL NOME DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO

Dettagli

1. RIVELATO IN GESU CRISTO

1. RIVELATO IN GESU CRISTO SCHEDA 4 (per operatori) 1. RIVELATO IN GESU CRISTO Nota introduttiva L incontro sulla figura di Gesù ha lo stesso stile narrativo del precedente. Se Dio è origine del bisogno d amore e della capacità

Dettagli

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi Gruppo Scuola Nuova Percorsi facilitati per lo sviluppo e la valutazione della competenza religiosa è vivo tra noi strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti

Dettagli

IL VIAGGIO DI SCIANTAH di Kamil Kileny

IL VIAGGIO DI SCIANTAH di Kamil Kileny لش حن لطح ح ل ة ر كام ل ك يالني IL VIAGGIO DI SCIANTAH di Kamil Kileny traduzione italiana riga per riga, parola per parola curata da Pier Luigi Farri plfarri@vbscuola.it 1 Due buoni fratelli. Sciantah

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2 Volto che sfugge, nebbia di idee, 9 tu sei solo una grossa bugia! SIb7+ Ti dicono tutti che hai dei talenti, LA9 in fondo ci speri che così sia! RITORNO ALLA CAVA RAP Questo è il mio mondo, qui sono il

Dettagli

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse Dt 8, 2-3. 14-16 Dal libro del Deuteronòmio Mosè parlò al popolo dicendo: «Ricòrdati di tutto il cammino che il Signore, tuo Dio, ti ha fatto percorrere in questi quarant'anni nel deserto, per umiliarti

Dettagli

PER LA PREGHIERA (M. QUOIST PARLAMI D AMORE )

PER LA PREGHIERA (M. QUOIST PARLAMI D AMORE ) PER LA PREGHIERA Ho bisogno, ragazzi, della vostra amicizia, come voi avete bisogno della nostra. Ma non ho bisogno che uno dopo l altro mi diciate: ti amo, perché quando verrà il mio Amore, che aspetto,

Dettagli

Lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni tentato da Satana. (Mc 1,12-13)

Lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni tentato da Satana. (Mc 1,12-13) Il deserto di Tamanrasset in Algeria Lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni tentato da Satana. (Mc 1,12-13) «Rabbì è bello per noi essere qui. Facciamo tre capanne».

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

DAL SEME ALLA PIANTA

DAL SEME ALLA PIANTA SCHEDA N 3 DAL SEME ALLA PIANTA Un altra esperienza di semina in classe potrà essere effettuata a piccoli gruppi. Ogni gruppo sarà responsabile della crescita di alcuni semi, diversi o uguali. Es. 1 gruppo:

Dettagli

Roberta Santi AZ200. poesie

Roberta Santi AZ200. poesie AZ200 Roberta Santi AZ200 poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Roberta Santi Tutti i diritti riservati T amo senza sapere come, né quando né da dove, t amo direttamente, senza problemi né orgoglio:

Dettagli

PADRE MAESTRO E AMICO

PADRE MAESTRO E AMICO PADRE MAESTRO E AMICO Padre, di molte genti padre, il nostro grido ascolta: è il canto della vita. Quella perenne giovinezza che tu portavi in cuore, perché non doni a noi? Padre, maestro ed amico noi

Dettagli

2 lectio di quaresima

2 lectio di quaresima 2 lectio di quaresima 2014 GESU E LA SAMARITANA Sono qui, conosco il tuo cuore, con acqua viva ti disseterò. sono io, oggi cerco te, cuore a cuore ti parlerò. Nessun male più ti colpirà il tuo Dio non

Dettagli

ANYWAY - IN NESSUN MODO

ANYWAY - IN NESSUN MODO ANYWAY - IN NESSUN MODO Non voglio sapere che devo morire Non avrò bisogno di sapere che devo provare Non imparerò mai come muovermi a tempo Non riesco a sentirlo in nessun modo Non terrò gli occhi aperti

Dettagli

LE SETTE PAROLE DELL AMORE

LE SETTE PAROLE DELL AMORE LE SETTE PAROLE DELL AMORE Le sette parole di Gesù in croce sono le parole ultime, quelle che restano, che ci dicono chi è Lui e quindi chi siamo noi. Le parole dell Amore ultimo ci trovano lì dove siamo

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I COLORI Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I colori sono tanti almeno cento: marrone come il legno, bianco come la nebbia, rosso come il sangue,

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

Il solo male che in questa terra possa

Il solo male che in questa terra possa Vincere la passione e fuggire le occasioni Il solo male che in questa terra possa veramente meritare questo nome è il peccato. Se potessimo vedere lo stato di un anima in peccato, sarebbe impossibile per

Dettagli

Marco Marcuzzi. Pensieri IL SAMARITAN ONLUS

Marco Marcuzzi. Pensieri IL SAMARITAN ONLUS Marco Marcuzzi Pensieri IL SAMARITAN ONLUS PREFAZIONE Questi pensieri sono il frutto dell esperienza di vita e dell intuizione di un amico che ancora oggi coltiva con cura, pazienza e amore la sua anima.

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

BEATA MARIA DI GESU'CROCIFISSO

BEATA MARIA DI GESU'CROCIFISSO BEATA MARIA DI GESU'CROCIFISSO PREGHIERA PER LA CANONIZZAZIONE Signore Gesù, che per riscattarci hai voluto incarnarti a Nàzaret, nascere a Betlemme e morire a Gerusalemme, degnati di ricordarti che la

Dettagli

La prima grande religione strutturata in maniera definita e chiara. Aveva un ruolo fondamentale per la società: tutto era ricondotto all ambito

La prima grande religione strutturata in maniera definita e chiara. Aveva un ruolo fondamentale per la società: tutto era ricondotto all ambito La Religione egizia La prima grande religione strutturata in maniera definita e chiara. Aveva un ruolo fondamentale per la società: tutto era ricondotto all ambito magico religioso. Pantheon molto variegato

Dettagli

SPETTACOLO DI NATALE 2014

SPETTACOLO DI NATALE 2014 Sabato 20 Dicembre 2014 SPETTACOLO DI NATALE 2014 TUTTO IL MONDO FESTEGGIA IL NATALE Carissime famiglie, mamme, papà, fratelli, sorelle, nonni, zii Benvenuti a tutti! Eccoci anche quest anno alle porte

Dettagli

La poesia per mia madre

La poesia per mia madre La poesia per mia madre Oggi scrivo una poesia per la mamma mia. Lei ha gli occhi scintillanti come dei diamanti i capelli un po chiari e un po scuri il corpo robusto come quello di un fusto le gambe snelle

Dettagli

7 buone ragioni per (ri)mettersi a pregare

7 buone ragioni per (ri)mettersi a pregare 7 buone ragioni per (ri)mettersi a pregare 1. Io non so pregare! È una obiezione comune; tuttavia, se vuoi, puoi sempre imparare; la preghiera è un bene importante perché chi impara a pregare impara a

Dettagli

LINGUA ITALIANA - LA VENDEMMIA IN POESIA

LINGUA ITALIANA - LA VENDEMMIA IN POESIA LINGUA ITALIANA - LA VENDEMMIA IN POESIA Obiettivo: analizzare come i poeti parlano della vendemmia nella poesia. METODOLOGIA: analisi collettiva di una poesia, parafrasi e rappresentazione grafica. Suddivisione

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

MONASTERO INVISIBILE. CONSACRATI A DIO... In una donazione totale di sé in risposta ad una chiamata a vivere alla sequela di Cristo

MONASTERO INVISIBILE. CONSACRATI A DIO... In una donazione totale di sé in risposta ad una chiamata a vivere alla sequela di Cristo MONASTERO INVISIBILE Diocesi di Treviso Centro Diocesano Vocazioni Aprile 2015 CONSACRATI A DIO... In una donazione totale di sé in risposta ad una chiamata a vivere alla sequela di Cristo Introduzione

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Diario di ventun giorni

Diario di ventun giorni Diario di ventun giorni Tutti i giorni Al mattino appena ti svegli: Ringrazia per essere vivo/a e per la nuova giornata positiva che stai per vivere. Immagina la giornata e i vari impegni. Alzati e, mentre

Dettagli

Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016

Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016 Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016 I. RADUNO Inno processionale Coloro che guidano la celebrazione entrano e possono portare una Bibbia, una candela e del sale Indirizzo

Dettagli

Giornata internazionale della Donna

Giornata internazionale della Donna Giornata internazionale della Donna ( venerdì 8 marzo 2013 ) «Tutto ciò che si fa alla Natura, si fa alle donne, e tutto ciò che si fa alla donne, si fa alla Natura. La donna e la Natura sono un tutt uno.»

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la mamma di Gesù, tante preghiere; ogni preghiera ricorda

Dettagli

Novena di Natale 2015

Novena di Natale 2015 Novena di Natale 2015 io vidi, ed ecco, una porta aperta nel cielo (Apocalisse 4,1) La Porta della Misericordia Signore Gesù Cristo, tu ci hai insegnato a essere misericordiosi come il Padre celeste, e

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese

Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese RIFERIMENTI LEGISLATIVI DAGLI ORIENTAMENTI PER IL CONTRIBUTO AI PIANI PERSONALIZZATI DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DI INSEGNAMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

spettacoli ANNO SCOLASTICO 2011/2012

spettacoli ANNO SCOLASTICO 2011/2012 spettacoli ANNO SCOLASTICO 2011/2012 Teatro D'Oltre Confine P.zza Giovanni XXIII, 1 20090 Corsico tel e fax 024400454 dolreconfine@libero.it www.teatrodoltreconfine.it "CUORE D'ALBERO" 3-10 anni ESIGENZE

Dettagli

Autunno: storie L aquilone

Autunno: storie L aquilone Autunno: storie L aquilone In autunno c è un giorno speciale: dal mare comincia a soffiare un dolce vento, che si fa sempre più forte e va nelle città, nei paesi, nei boschi, alla ricerca degli aquiloni.

Dettagli

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE - di Deepak Chopra Sette esercizi spirituali per portare la pace all interno delle tua vita e nel mondo che ti circonda. L approccio alla trasformazione personale

Dettagli

VENERDì 5 GIUGNO 2009 ALLE ORE 17 - PRESSO LA SCUOLA DELL INFANZIA

VENERDì 5 GIUGNO 2009 ALLE ORE 17 - PRESSO LA SCUOLA DELL INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO E. TOTI - Scuola statale dell Infanzia di Musile di Piave - A.S..2008-09 VENERDì 5 GIUGNO 2009 ALLE ORE 17 - PRESSO LA SCUOLA DELL INFANZIA Siete invitati alla nostra festa che si

Dettagli

Giovani poeti crescono.

Giovani poeti crescono. Giovani poeti crescono. L amicizia Passa un aereo Passa un treno Ma cosa si portano sul loro sentiero? E un qualcosa di luminoso Sarà la notte che fugge via o forse solo la vita mia?. Ora ho capito che

Dettagli

2 - LA SANTA COMUNIONE E IL VIATICO AGLI INFERMI DATI DAL MINISTRO STRAORDINARIO

2 - LA SANTA COMUNIONE E IL VIATICO AGLI INFERMI DATI DAL MINISTRO STRAORDINARIO 2 - LA SANTA COMUNIONE E IL VIATICO AGLI INFERMI DATI DAL MINISTRO STRAORDINARIO 1. RITO ORDINARIO RITI INIZIALI 60. Il ministro, entrando dal malato, rivolge a lui e a tutti i presenti un fraterno saluto.

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Dom. 11à DEL TEMPO ORDINARIO Anno B - n. 36 14 giugno 2015. R. Terra tutta, dà lode a Dio, canta il tuo Signor!

Dom. 11à DEL TEMPO ORDINARIO Anno B - n. 36 14 giugno 2015. R. Terra tutta, dà lode a Dio, canta il tuo Signor! Dom. 11à DEL TEMPO ORDINARIO Anno B - n. 36 14 giugno 2015 Canto d'inizio: 1 TERRA TUTTA DÀ LODE A DIO R. Terra tutta, dà lode a Dio, canta il tuo Signor! 1. Servite Dio nell allegrezza, 2. Sì, il Signore

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO L alunno riflette su Dio Padre e si confronta con l esperienza religiosa. Cogliere nel proprio nome un mondo di potenzialità, dono di Dio Padre. Prendere coscienza

Dettagli

FIABE GIAPPONESI. La principessa del bambù. La fanciulla del melone. Le due Fortune. Luna e Stella. Le Creature delle fiabe giapponesi.

FIABE GIAPPONESI. La principessa del bambù. La fanciulla del melone. Le due Fortune. Luna e Stella. Le Creature delle fiabe giapponesi. http://web.tiscali.it La principessa del bambù. La fanciulla del melone. Le due Fortune. Luna e Stella. FIABE GIAPPONESI Le Creature delle fiabe giapponesi. LA PRINCIPESSA DEL BAMBÙ. C'erano una volta

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

POESIE DAL CUORE. Concorso "Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco

POESIE DAL CUORE. Concorso Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco POESIE DAL CUORE Concorso "Don Bosco 2012 Prendimi per mano... Don Bosco di Matteo Melis, 3 a A (primo classificato) Proprio tu sei l amico più importante PeR ragazzi come me PiEno di ideali, desideri

Dettagli

3. Rito della benedizione senza la Messa

3. Rito della benedizione senza la Messa 3. Rito della benedizione senza la Messa INIZIO 500. Quando la comunità è già riunita, si può cantare il Salmo 33 (34) o eseguire un altro canto adatto. Terminato il canto, tutti si fanno il segno della

Dettagli

N. e N. 40 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 40 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 40 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28)

Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28) Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28) La mancanza di un figlio da sempre è stata fonte di sofferenza per molte donne, Un tempo, non conoscendo i meccanismi del concepimento,

Dettagli

!" # " $% &'"!" ( # #!" #) * * ! * #"! 0# &!0 " #. 1-! #

! #  $% &'! ( # #! #) * * ! * #! 0# &!0  #. 1-! # ! # $% &'! ( # #! #) * * +, -.) # )- ) -# )- /)- # )-! )-# #! # -! * #! 0# &!0 #. 1-! # ( 2 &3'' ' '324% & 2%432 5 / # # # 0# # 0) #! *! 1! ) /5 )! 0 # #) )!0! #) 6 # 0#.0 #.1! - # ) 75/+88/8+7679$/$7

Dettagli

1. PREGHIERA, INVOCAZIONE. 1. Richiesta di salvezza salmo 3 8 Alzati, Iavè, salvami, mio Dio.

1. PREGHIERA, INVOCAZIONE. 1. Richiesta di salvezza salmo 3 8 Alzati, Iavè, salvami, mio Dio. I - RICHIESTA A DIO La preghiera è la relazione fondamentale dell anima che riconosce, ascolta e dialoga con Dio. Preghiera è superamento dell angoscia della propria solitudine; è liberarsi dal terrore

Dettagli

Apparizione della Madonna (non c è data)

Apparizione della Madonna (non c è data) Apparizione della Madonna (non c è data) Si tratta di un messaggio preoccupante. Le tenebre di Satana stanno oscurando il mondo e la Chiesa. C è un riferimento a quanto la Madonna disse a Fatima. L Italia

Dettagli

La prima confessione di nostro figlio

La prima confessione di nostro figlio GLI INTERROGATIVI CHE ATTENDONO LA VOSTRA RISPOSTA Parrocchia San Nicolò di Bari Pistunina - Messina QUANDO MI DEVO CONFESSARE ANCORA? Quando senti in te il desiderio di migliorare la tua condotta di figlio

Dettagli

Epicuro LETTERA A MENECEO

Epicuro LETTERA A MENECEO Epicuro LETTERA A MENECEO Meneceo, Non si è mai troppo giovani o troppo vecchi per la conoscenza della felicità. A qualsiasi età è bello occuparsi del benessere dell'anima. Chi sostiene che non è ancora

Dettagli

Opere di misericordia 1

Opere di misericordia 1 Percorso di riscoperta delle Opere di misericordia 1 DAR DA MANGIARE AGLI AFFAMATI INSEGNARE AGLI IGNORANTI Spunti di riflessione per un dibattito sull Opera di misericordia corporale Dar da mangiare agli

Dettagli

28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa

28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa 28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa Nata a Firenze nel 1401, fu sposa in età giovanissima e madre di un figlio divenuto successivamente anch esso frate e santo: il beato Giovanni Battista.

Dettagli

Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia. Festa del Perdono. CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE. 21 novembre 2015

Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia. Festa del Perdono. CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE. 21 novembre 2015 Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia Festa del Perdono CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE 21 novembre 2015 Parrocchia di Madonna in campagna e Santi Nazaro e Celso di Arnate in Gallarate (VA)

Dettagli

Donato Panza LA VOCE DELLA LUNA

Donato Panza LA VOCE DELLA LUNA La voce della luna Donato Panza LA VOCE DELLA LUNA Poesie Con questo libro ci sarebbero tanti da ringraziare, ma mi limito solo a ringraziare tutti coloro che mi vogliono bene, e un ringraziamento speciale

Dettagli

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI PREGHIERA E IL S. ROSARIO N.B. Queste apparizioni della Madre di Dio non sono ancora state né approvate né smentite dalla Santa Sede. E stata costituita dalla Chiesa una commissione

Dettagli

I. B 3. Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore

I. B 3. Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore I. B 3 Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore 1 2 Preghiera per un bimbo appena nato Signore, ci hai dato la gioia di un figlio:

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

In cammino verso ADORAZIONE EUCARISTICA CHIAMATI ALLA MISSIONE ANNO 2015 MESE DI SETTEMBRE

In cammino verso ADORAZIONE EUCARISTICA CHIAMATI ALLA MISSIONE ANNO 2015 MESE DI SETTEMBRE In cammino verso Cristo ADORAZIONE EUCARISTICA CHIAMATI ALLA MISSIONE ANNO 2015 MESE DI SETTEMBRE 1 Introduzione: Cel.: Ogni vocazione umana è una chiamata. Interrogarsi sulla propria vocazione vuol dire

Dettagli

Gli uomini, gli animali, le piante hanno bisogno dell acqua per vivere.

Gli uomini, gli animali, le piante hanno bisogno dell acqua per vivere. 3 scienze L ACQUA Gli uomini, gli animali, le piante hanno bisogno dell acqua per vivere. L acqua si trova nel mare, nel lago, nel fiume. mare lago fiume Gli uomini bevono l acqua potabile. acqua potabile

Dettagli

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Io sono dono di Dio Progetto educativo Di Religione Cattolica Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Anno scolastico 2014 2015 PREMESSA L insegnamento della Religione Cattolica nella

Dettagli

ANGELA RAINONE POESIE

ANGELA RAINONE POESIE 1 ANGELA RAINONE POESIE EDIZIONE GAZZETTA DIE MORRESI EMIGRATI Famiglia Rainone Angela Lugano Svizzera 2 3 PREFAZIONE Tra i giovani che hanno sporadicamente inviato delle poesie per pubblicarle sulla Gazzetta

Dettagli

La rivelazione della Parola di Dio

La rivelazione della Parola di Dio Domenica, 26 settembre 2010 La rivelazione della Parola di Dio Salmo 119:130- La rivelazione delle tue parole illumina; rende intelligenti i semplici. Apro la bocca e sospiro, per il desiderio dei tuoi

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

L EUCARISTIA FONTE DELL AMORE SPONSALE

L EUCARISTIA FONTE DELL AMORE SPONSALE L EUCARISTIA FONTE DELL AMORE SPONSALE ADORAZIONE EUCARISTICA CON I FIDANZATI Arcidiocesi di Bari-Bitonto 66 a Settimana Liturgica Nazionale Preghiera Cel. Tutti O Dio Padre di bontà, che sin dall inizio

Dettagli

NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO

NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE Cos è la fede? FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO EBREI 11:1 che si sperano SPERANZA: Aspettazione fiduciosa di qualcosa in cui

Dettagli

FIABE CINESI E TIBETANE

FIABE CINESI E TIBETANE http://web.tiscali.it FIABE CINESI E L'uccello a nove teste La pantera I geni dei fiori TIBETANE Le montagne innevate e l'uccello della felicità. L'UCCELLO A NOVE TESTE C'erano una volta un re e una regina

Dettagli

Torna dunque Israele al Signore tuo Dio...Ritorneranno sedersi alla mia ombra.

Torna dunque Israele al Signore tuo Dio...Ritorneranno sedersi alla mia ombra. QUINTO INCONTRO 10 DICEMBRE 2015 Torna dunque Israele al Signore tuo Dio...Ritorneranno sedersi alla mia ombra. 12, 9 Èfraim ha detto: Sono ricco, mi sono fatto una fortuna; malgrado tutti i miei guadagni,

Dettagli

16 agosto 2013. Noè pianta la vigna. Noè ebbro di vino. Duomo di Monreale

16 agosto 2013. Noè pianta la vigna. Noè ebbro di vino. Duomo di Monreale 1 16 agosto 2013 Dodicesimo incontro Introduzione Genesi 9, 18-29: I figli di Noè che uscirono dall'arca furono Sem, Cam e Iafet; Cam è il padre di Canaan. Questi tre sono i figli di Noè e da questi fu

Dettagli

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA Cari figli, la strada sarà breve per colui che verrà con il desiderio di fare un lungo cammino. Sappiate, voi tutti, che il fuoco si diffonderà in varie nazioni,

Dettagli

Gabriela Mesia Bolivar

Gabriela Mesia Bolivar Gabriela Mesia Bolivar Ho visto il cielo arancione e la forma del sole, che tramontava, e un albero che si nascondeva, tra l'oscurità, i gabbiani che se ne andavano, mentre la luce spariva e la notte veniva

Dettagli